Ci sono matrimoni finiti dal punto di vista della coppia (sesso quasi a zero, routine importante, dedizione ai figli) che però dimostrano di resistere anche a uno o più tradimenti: in questo video ci chiediamo perché

Sono diversi dai cosiddetti matrimoni azienda (leggi qui)

Il segreto della non conflittualità

Due colonne portanti: stima e affetto

La sveltina della domenica e delle feste comandate

Il ruolo dell’entourage sociale

L’amante potrà mai vincere questo sistema?

L’esempio di quelli che non divorziano pur separandosi

Buona visione!

Condividi:

405Commenti

  • elleelle, 25 Novembre 2022 @ 14:10 Rispondi

    @Ale
    Non c’è bisogno né di psicologo né di psichiatra.
    Uno che beccato resta sul divano per due anni è il solito cialtrone che diceva all’amante che era la donna della sua vita ma che in realtà non avrebbe mai lasciato la moglie.
    Ha espiato la colpa senza rimetterci troppo e al prossimo tradimento si farà più furbo.

  • Dispersa, 25 Novembre 2022 @ 13:23 Rispondi

    No no @Ale c’è più di qualcuno che dorme nel divano… Nel frattempo si salva la facciata e si continua con le chat hot!!
    Meglio di così??

  • Ads, 25 Novembre 2022 @ 09:55 Rispondi

    @leilei che vuoi che ti dica, sono persone fatte cosi, diventerebbe un martello.
    io conosco due donne che hanno scoperto in maniera palese,
    una è andata sui siti di dating per vendicarsi,
    un altra che ha letto dei messaggi hot sul telefonino, ha fatto dormire il marito sul divano per due anni.
    ed immagino che il matrimonio sia proseguito, questo episodio me l’ha raccontato la figlia e riguardava la madre.
    alzo le mani!

    • alessandro pellizzari, 25 Novembre 2022 @ 10:37 Rispondi

      Uno che accetta di dormire sul divano per due anni e non si separq è da psicoterapia o forse psichiatria

  • sunflower, 25 Novembre 2022 @ 09:13 Rispondi

    @ads ti capisco perchè è successo anche con il mio ex, mi sta assediando da un anno, in tutti i modi dal lamentevole, all’incazzato, scenate, pianti, regali, appostamenti… di tutto, io sto continuando la mia strada, ho visto che a non rispondere o bloccarlo correvo lo stesso rischio che chiamasse a tutte le ore o di trovarmelo fuori dal lavoro… lentamente sta capendo e prendendo atto che è finita (sta anche facendosi aiutare). E’ un percorso lungo, ma ci riesci se dentro di te sei convinto che sia finita.

    • alessandro pellizzari, 25 Novembre 2022 @ 10:35 Rispondi

      Provate anche a confrontarvi con un avvocato su queste cose perché certi comportamenti sono da stalkeraggio

  • Leilei, 25 Novembre 2022 @ 00:21 Rispondi

    ADS dici che non “digerirebbe” il tuo tradimento, però dici anche che preferisce non sapere. È quello che dice anche il mio amante.

  • elleelle, 24 Novembre 2022 @ 12:20 Rispondi

    @ads
    È vero, le reazioni altrui non sono prevedibili ma questo vale anche nell’altro senso.
    La moglie del mio ex aveva le informazioni circostanziate su più o meno due anni di relazione ma se l’è tenuto comunque.
    Un conto è parlare per ipotesi, un conto è quando quello che avevi ipotizzato si verifica e il risultato può sorprendere.
    Detto questo, fai bene a non rischiare ma tieni anche presente che quello che sta facendo lei è una forma di abuso e non va per niente bene, soprattutto per le reazioni che suscita in te.
    Secondo me non sarebbe male parlarne con una persona esperta, anche per cercare di risolvere la crisi con tua moglie.
    Continuare a non affrontare questa crisi ti mette a rischio di incontrare un’altra donna come la tua ex perché alla fine sono queste personalità disturbate che ti danno le emozioni più intense, che tu cerchi perché assetato di attenzioni che a casa non ricevi.
    Credimi che c’è moltissima differenza tra una persona disturbata e una normale in termini di love bombing. La persona normale ti sembra distante e disinteressata, non ti inonda di love bombing. Per fortuna.

  • ads, 23 Novembre 2022 @ 21:19 Rispondi

    la chiudiamo qui..ma sono d’accordo con @alessandro, un conto è ipotizzarlo, supporlo,un altro è sapere sai io e tuo marito abbiamo avuto una storia di anni,circonstanziata..in quei casi le magie verbali non servono, ecco perchè un conto è sapere una verità approssimativa, e un conto che qualcuno ti dica sai nel vostro letto ci ho dormito 100 volte ..esempio , il dettaglio fa il particolare e lo capisco pure , siamo umani e anche io reagirei cosi con una sguaiatezza

  • ads, 23 Novembre 2022 @ 21:08 Rispondi

    è vero leilei, mia moglie non lo sa perchè non l’hai mai voluto sapere, se volesse sarebbe bastato poco molto,
    è buona,ma su una cosa del genere, della migliore delle ipotese me lo ricorderebbe ogni santo giorno,
    la sua rigidità non contempla il perdono, sarebbe complicato,perderebbe la testa,vorrebbe sapere le cose,
    ..è buona e cara, ma sta cosa,non la digerisce,diventerebbe pesante,
    e devo essere sincero, resto un po stupito di come a volte raccontate di persone che cosi hanno reazioni contenute.
    se non è successo è solo per un fattore c..elevato e perchè molte persone si sono fatti gli affari propri

  • Leilei, 23 Novembre 2022 @ 15:13 Rispondi

    ADS il rischio che stai correndo è molto grosso, non sai come tua moglie potrebbe reagire se sapesse.
    Quindi comincia ad usare un po’ di razionalità, perché potresti trovarti fuori dalla porta e con la matta alle calcagna!
    Il mio amante/friend withbenefits/nonsopiucomechiamarlo mi ha sempre detto che se la sua compagna lo scoprisse, gli metterebbe le valigie fuori dalla porta in un nanosecondo.

  • ads, 23 Novembre 2022 @ 14:27 Rispondi

    avete tutte ragione un po ragione,
    soltanto che è successo sempre che io poi sono ricascato all’amo,
    so da me che se fossi piu ‘ determinato, avessi piu forza,piu autostima,,
    non starei di tanto in tanto a pensarci ,o a giustificarla, o a immaginarla come era nei momenti di lucidita.
    ..se non rispondo ti chiama, l’orario per lei diventa irrelevante.
    capace di scriverti 20 volte rispondi, se le vengono i 5 minuti, potrebbe fare qualsiasi cosi.
    colpa mia che non ho mai sapute dirle di no..mai, in nessuna cosa.
    il deserto emotivo di coppia mio, ha fatto il resto.
    saluti ragazze!

    • alessandro pellizzari, 23 Novembre 2022 @ 14:35 Rispondi

      Hai paura che tua moglie venga a saperlo? Gli rispondi perché altrimenti chiama alle 11 di sera e tu non sai come spiegarlo? Secondo me devi capire bene quanto conta lei in quanto ex e quindi dal punto di vista di mancanza e sentimento e quanto conta la tua paura per eventuali casini.è di questo che si parla anche con gli esperti

  • Leilei, 23 Novembre 2022 @ 11:33 Rispondi

    A me sinceramente non sembra affatto che ADS sia soggiogato da questa tizia. Da come ne parla, sembra piuttosto infastidito o addirittura stupito dagli atteggiamenti folli di lei.
    Lui mi sembra rientrato nei ranghi di una situazione che esisteva prima di questa amante molto “originale”. E mi sembra già pronto per la prossima, altro che terapeuta. ADS fai quello che ti fa star bene!

    • alessandro pellizzari, 23 Novembre 2022 @ 14:33 Rispondi

      La parola follia è cruciale e spaventa molto gli uomini.almeno da quando abbiamo visto tutti attrazione fatale

  • elleelle, 23 Novembre 2022 @ 11:28 Rispondi

    @Ale
    Forse tutte e due le cose, dipendenza affettiva e paura.
    Solo che vivere nella paura delle reazioni di questa donna non è vita e non permette a ads di stare più tranquillo ed eventualmente trovare qualcosa di meglio.
    Se tra ads e la moglie è finita e stanno assieme per i figli, il rischio che corre ads è minimo.
    Come hai visto dalle nostre storie, ci sono persone che passano sopra a anni di corna e si tengono il coniuge nonostante tutto.
    Se l’obiettivo sono la casa, i figli e l’opinione altrui, mica lo cacci sto disgraziato di coniuge. Magari gliela fai pagare con i domiciliari ma te lo tieni.

    • alessandro pellizzari, 23 Novembre 2022 @ 14:32 Rispondi

      Non sono d’accordo sui rischi minimi. Un conto è pensare che il coniuge possa avere delle storie parallele un conto è venirla sapere con certezza.è vero molti mariti e molte mogli ci passano sopra perdonano eccetera e sono la maggioranza ma la mancanza di fiducia e la profonda ferita che provoca la notizia certa di un tradimento anche passato può avere dei risvolti che non sono certo preventivabili. Bisogna essere pronti a uscire di casa un minuto dopo perché si è messi alla porta e pochissimi uomini sono pronti una cosa del genere e quei pochi che sono pronti non aspettano di essere scoperti, lo fanno loro di loro iniziativa anche se perlopiù spinti dall’amante. L’uomo in queste situazioni vive sul non fare oggi quello che puoi rimandare domani e negare sempre negare anche di fronte l’evidenza. Un conto è il sospetto un conto è trovarsi davanti alla pistola fumante

  • Ariel, 23 Novembre 2022 @ 09:57 Rispondi

    @ads spero che tu riesca a seguire il veritiero consiglio di elleelle su bloccarla e davvero cercare di non cercarla nella mente e neppure dal vero se la dovessi incontrare

    Aggiungo una cosa che sicuro sappiamo qui tutte e tutti ti riesce difficile accettare di fare ,ma se potesse aiutarti almeno razionalmente dare credito a tutte le numerose testimonianze di noi utenti cadute in queste trappolò e chi più chi meno ma lo schema resta identico

    E sicuro bloccare su tutti i possibili ingressi di qualsiasi comunicazione lo si sa bene resta molto difficile mantenere il silenzio da solo ma sicuro al 100/100 se ti rivolgi a un terapeuta specializzato in relazioni tossiche c’è la fai davvero

    Tu pensa ads che ogni persona può eccome avere bisogno di avere come una guida esterna tu stesso ai tempi che furono avevi fatto un poco di terapia e già da come scrivevi e cosa scrivevi si capiva che stavi già avanti e che ne avevi trovato beneficio.

    Non significa che chiedere aiuto sia disonorevole o che in modo depressivo tu a volte scrivevi qui che intanto non serve a nulla

    Ma ti incoraggio proprio perché so come tutte utenti che qui scrivono ci siamo passate esattamente come a te capitato stessa esperienza e se ci hai fatto caso chi davvero riuscito a chiudere con queste persone tossiche sono soltanto le persone che sono finalmente ricorse a terapia specifica non basta un terapeuta generico a volte occorre pure lo psichiatra che ad esempio mi aveva aiutato con farmaci quando stavo ansiosa e con alti e bassi e stavo scioccata da tutto ciò che avevi vissuto
    Non riusvivo a staccarmi nonostante ad esempio nel mio caso fossero evidenti le azioni manipolazione negativa
    Ho vissuto il ricatto emotivo del suo continuo farmi sapere che se lo avessi lasciato lui si sarebbe suicidato e avrebbe fatto in modo di rovinarmi addebitandomi la causa del suo suicidio

    Fortunatamente come spero tu non vivi cose del genere in questo specifico esempio che ti ho fatto
    Ma comunque diverse volte hai vissuto schok causati da lei e dal marito
    Il triangolare di questi soggetti che sono possessivi passivi aggressivo possono davvero fare molto male al proprio DNA emotivo

    Scusami caro @ads ma proprio perché siamo anonimi qui che mi permetto di insistere e incoraggiamento per tutte le persone che sono chiuse in vere prigioni e non ne vedono una uscita

    Stare isolati fa davvero malissimo e a maggio Ragione tu vivi la solitudine dentro casa tua per il fatto concreto che tua moglie crede di vivere un altra realtà

    Come sai la priorità è che tu riesca a staccarti con no contact ma che almeno tu provi a cercarti un terapeuta che si occupa come maggioranza di esperienza di relazione tossica

    Poi vedrai che una volta fatta strada in terapia giorno dopo giorno riuscirai anche a fare scelta migliore per te stesso e tua famiglia

    Adesso la urgenza è bloccarla e in contemporanea iniziare a provare a essere guidato da terapeuta specializzato

    Dai @ads se tutte e tutti curandosi c’è la abbiamo fatta ce la fai sicuro anche tu

    Prova almeno datti un tempo
    Dirsi mi do un anno di tempo terapeuta specializzato e vedo come mi sento e cosa riesco a fare per aprirti la porta della tua vera libertà interiore ed esteriore

    Non isolarti !,,,,,

    Bonjour il Buon nuovo Giorno di nuove scelte per te stesso!

  • elleelle, 23 Novembre 2022 @ 09:11 Rispondi

    @ads
    Eppure non è tanto difficile capire cosa ti sta succedendo, ne abbiamo parlato tantissimo qui e deve arrivare il momento in cui recepisci e interiorizzi quello che viene scritto su queste pagine.
    Molto, molto probabilmente hai a che fare con una persona con un disturbo della personalità, diciamo una combinazione di narcisismo e borderline.
    Queste persone ti manipolano e ti distruggono. Tu glielo devi impedire e l’unico modo è attraverso il no contat a vita, bloccandole ovunque.
    Non te lo diciamo perché siamo perfettine, ipocrite e facciamo le superiori. Te lo diciamo perché ci siamo passate, perché ne parlano fior di psicologi e psichiatri.
    Questa gente è praticamente irrecuperabile, non cambia. Lei ha in scacco te e il marito e ha distrutto entrambi. Il mio ex ha fatto la stessa cosa, ha tenuto in scacco me e la moglie e ci ha distrutto. Solo che io me ne sono liberata per sempre più di due anni fa.
    Liberatene anche tu, adesso. Non aspettare che lei faccia un’altra sfuriata, che ti blocchi ecc. Fallo tu, ovunque, chat, email, telefono, social.

    • alessandro pellizzari, 23 Novembre 2022 @ 09:50 Rispondi

      Credo che Ads più che una dipendenza affettiva abbia paura che facendo definitivo black out la ex possa fare mosse non piacevoli, o sbaglio?

  • Leilei, 23 Novembre 2022 @ 08:52 Rispondi

    Ads è normale che per quanto lei sia fuori di testa, tu possa continuare ad avere certi pensieri su di lei, visto che c’è stato un sentimento forte. L’importante è che riesci a non darle corda e non farti destabilizzare dalle sue sparate. Vai avanti per la tua strada e lasciala sclerare…

    • alessandro pellizzari, 23 Novembre 2022 @ 09:49 Rispondi

      Finché c’è un collegamento anche via messaggi il distacco non sarà mai completo. Ma mi rendo conto che ci sia anche il timore della serie “se questa la silenzio del tutto chissà che pazzie fa”. Giusto?

  • ads, 22 Novembre 2022 @ 22:41 Rispondi

    cambio perchè ho bisogno di cambiare contesto,
    lei non è piu’ qui,
    e che mi adagio sulle cose di carattere ,spero di riuscirci in 6 mesi, decisione presa.
    rispondo a tono , quando ho fatto sbollire e mi sono mostrano zen, poi il giorno dopo sono sbollito io.
    a volte ci penso come possibile che mi sono messo in questa situazione di stasi mentale,
    si faccio le cose che devo fare tutto scorre in maniera tranquilla, ma non riesco ancora a metterci una ics
    eppure mi è gia succeso tanti anni fa, qui invece mi sembra ci sia una catena invisibile che mi tiene legato.
    ad ogni modo questo è.
    devo concentrarmi su di me, che poi è quello che faccio,
    pero’ talvolta penso delle cose che non dovrei minimanente pensare su di lei,
    come se non riuscissi a vederla per come è .
    io so bene che siamo caratterialmente agli antipodi, eppure in certi momenti della giornata scattano delle cose che faccio fatica anche a scrivere in anonimato.
    una cosa molto strana
    tanti saluti

  • Dispersa, 22 Novembre 2022 @ 21:24 Rispondi

    @Ads una curiosità ma non tu a questi messaggi rispondi o la lasci sbollire dai suoi scleri??

  • Dispersa, 22 Novembre 2022 @ 20:56 Rispondi

    @Ads ma tu vorresti cambiare lavoro per darti nuove possibilità o perché c’è lei?
    Guarda io in questi giorni sto passando dalla parte del torto perché quando parla di questioni extra lavorative io gli rispondo male… Mentre lui rimane sempre beatamente pacato.
    Quando dovrei semplicemente adottare la tecnica dell’elettrodomestico rotto!!

  • elleelle, 22 Novembre 2022 @ 20:23 Rispondi

    @ads
    Non darle più modo di contattarti per scaricarti addosso i suoi problemi e le sue frustrazioni.
    Bloccala ovunque.
    Sai che i suoi comportamenti non sono equilibrati e fondamentalmente ti fanno del male, per cui la devi allontanare.
    Se continua a girarti attorno, tu vivrai sempre sulle montagne russe, senza sapere cosa può combinare da un giorno all’altro.
    Ha deciso lei di dirlo al marito e di restare con lui, che se la spoccino loro due senza coinvolgere te.
    Blocca. Blocca. Blocca.
    Non perdi niente. Credi a noi che ci siamo passate, nel momento in cui questa gente non ti sta più tra i piedi la sensazione di libertà è impagabile.

  • ads, 22 Novembre 2022 @ 17:21 Rispondi

    una mia amica separata, che sta con uno sposato,
    agli albori del secondo anno di amantato hanno deciso di prendere un piccolo appartamento per loro.
    nota del redattore..sono persone che stanno strabene

  • ads, 22 Novembre 2022 @ 14:31 Rispondi

    anche a me ogni 15 gg scrive vomitandomi addosso il suo malessere,
    cosa mi hai fatto, piu’ una serie infinita male parole,
    voi direte e tu..ma io se non mi stuzzica, non faccio e dico proprio nulla,
    non mi piace leggere alle 23.000 sproloqui paternalistici,
    poi mi blocca, sta cosa l’ho vista fare 100 volte, non una,
    eppoi è allucinata, talvolta mi viene il dubbio che non sia lei dietro la tastiera.
    come direbbe@dispersa, visioni contrapposte,
    non è un problema mio se dicendolo e facendosi beccare dal marito, si è messa in vicolo cieco da cui non riesce ad uscirne e quindi puntualmente spara su di me.
    ho intenzione di cambiare ambiente di lavoro nel prossimo anno, vediamo quando e se mi accontentano,
    voglio uscire almeno da una delle mie comforte zone.
    @ellelle non ce l’ho con te , capisco che a volte la conversazione qui, virtuale puo’ sembrare spigolosa,
    sono certo che di persona non succederebbe, o almeno durebbe molto meno.
    ..A Parma, sarei venuto, per giunta la conosco benino .

  • Sylvia, 22 Novembre 2022 @ 14:12 Rispondi

    Dispersa e Ellelle o Maddy io non credo che trovarsi un nuovo lavoro lo si dovrebbe fare per dare un fastidio al lui che ama tormentarvi, per dargli uno smacco e vedere la sua faccia se non ci siete. È la prospettiva sbagliata perché lui significa che è ancora nei vostri pensieri e li domina.

    Se una persona si trova in ufficio con gente che la infastidisce, a qualunque livello, lo deve fare per sé di trovare di meglio, per stare meglio, per sperare in un ambiente lavorativo sereno dove non bisogna minacciare di andare in HR (là dove il cialtrone non è in HR!) e forzare la gente a non disturbarvi. Non commento il sarcasmo di Viovio a me rivolto perché è incommentabile e dal mio punto di vista impubblicabile ma se si sente soddisfatta così…

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2022 @ 18:33 Rispondi

      Non si deve far niente per reazione a lui

  • Ariel, 22 Novembre 2022 @ 13:52 Rispondi

    @Dispersa e tutti i casi di condivisione sul posto di lavoro.

    Credo in effetti che sia veramente una grossa difficoltà in più averci un ex MANIPOLATIVO NEGATIVO CONCLLAMATO dal comportamento perpetrato in anni di schemi sempre identici come copioni di teatro citati perché osservati e raccolti col metodo scientifico dagli esperti che ne hanno dato riscontro e risultato in vere pubblicazioni di articoli e libri a livello internazionale.

    Cosiche almeno nella mia esperienza personale e anche successiva al mio aver vissuto vera relazione manipolazione negativa che ormai sta ben chiaro alle utenti che già qui scrivono da tempo,essere vestita e travestitismo molto efficace a caderci sempre mentalmente e a ruotare qualsiasi discorso tutto intorno a lui e riservando ,però i propri commenti su se stesse con SEMPRE LA COSTANTE DEL senso di colpa!!!!
    Pure chiamarlo anche io sono uguale a lui
    Anche io ci sono stata !…

    La confusione della propria responsabilità regna sovrana perchè piena del veleno rilasciato a piccole dosi spalmata nel quotidiano vedersi o comunicare direttamente o per colleghi che parlano o sparlano a seconda dei casi ecco prodursi in voi un vero GIGANTESCO RICATTO EMOTIVO E FATTIVO fatto apposta da lui!!!

    Emotivo perché la donna coinvolta giocoforza dal condividere il posto di lavoro già si sente come in uno stato di impossibilitá a cambiare lavoro

    Ma no colpa!!!!!!!! Mi raccomando ragazze la difficoltà a cambiare posto di lavoro è strettamente legata ALLA PROPRIA DIPENDENZA AFFETTIVA!!!!!

    Noooo colpa di nuovo lo ripeto

    Primo obbiettivo per chi si trova in queste situazioni è farsi seguire da terapeuta specializzato in relazioni tossiche
    E cercare di riuscire passo terapeuta dopo passo terapeutico a riusvire a scoprire il DISTINGUERE LA PROPRIA RESPONSABILITÀ da quella del Manipolatore negativo di cui RICORDIAMOCI TUTTE E TUTTI NON CI SI ACCORGE AFFATTO FACILMENTE O DA SUBITO DI ESSERE IMMERSE NELLE MANIPOLAZIONE NEGATIVA

    Così per riusvire a fare ricerca di nuovo lavoro per EVITARSI LA MEGA MAGGIOR DIFFICOLTÀ DEL VELENO A LENTO RILASCI CHE EX AMANTE HA CONCRETA POSSIBILITÀ DI RILASCIARE DENTRO VOI STESSE QUOTIDIANAMENTE!!!!!

    Come a chi non sta del tutto bene perché ha fatto indigestione si evita di lasciare in giro quotidianamente la presenza del cibo tossico che ha prodotto da un lato la indigestione ma dato che era e resta così buono se c’è lo ho davanti agli occhi tutti i santi giorni o ne ho notizie pure indirette comunicazioni resterà mooolto più difficile disintossicarsi!,,

    Ecco che qui spezzo una grande succosa arancia verso la maggior comprensione ed attenzione che oggettivamente va messa nella nostra analisi verso i casi di chi ci lavora in stessa società luogo fisico e pure PEGGIO CHE MAI con lavoro in condivisione di riunioni vedersi in missione viaggi di lavoro o qualsiasi riunione di lavoro..

    Per riuscire a cambiare lavoro lo scoglio maggiore in questi casi non è il fatto concreto pure della poca offerta di lavoro tout court ma finché non ci si cura la dipendenza affettiva NON SI PUÒ IMMAGINARE O PRETENDERE di cercarti e accettare nuovo lavoro

    Perché NEL MOMENTO IN CUI ACCADE PERCHÉ LO SI CERCA SERIAMENTE E LO SI ACCETTA EQUIVALE ALLA GUARIGIONE DELLA PROPRIA DIPENDENZA AFFETTIVA!!

    Ergo carissime tutte che
    Lavorate insieme a ex nello stesso posto
    Cercate di curarvi la dipendenza affettiva e riuscirete SICURO A CAMBIARE LAVORO!!!

    Si può sempre Ricominciare su base già di tutto ciò che di vero apprendimento avete fatto sicuro meglio e sempre meglio fino a qui

    Forza Ragazze !,,
    La via della cura passa sempre per la CONQUISTA PIÙ IMPORTANTE la propria INDIPENDENZA MENTALE ED AFFETTIVA!!!

    Ce la farete sicurooo!!!

    Un Abbraccione!!

  • elleelle, 21 Novembre 2022 @ 22:28 Rispondi

    @Dispersa
    Forse sì, le situazioni tirate troppo per le lunghe si logorano e possono diventare sgradevoli.
    È interessante però vedere che sia nel tuo caso che in quello di Maddy sono loro che cercano di provocare delle reazioni in voi. Sembra un copione: gli impuniti in ufficio.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2022 @ 10:07 Rispondi

      Dopo tre anni di tira e mola qualsiasi amantato si trasforma in schiavitù dell’attesa o ha un’involuzione verso la fine, la morte per inedia

  • elleelle, 21 Novembre 2022 @ 22:25 Rispondi

    @ads
    Ma no, perché dici che siamo arrabbiate, io non direi proprio. Ci vuoi vedere tu arrabbiate, come da stereotipo che dice che la donna che risponde a un uomo, che lo coglie in fallo, che lo prendo in giro può essere solo arrabbiata, altrimenti lo ammirerebbe, lo troverebbe spiritoso, affascinante nella sua goffaggine…
    Solo che non è così, i tempi sono cambiati. Osserviamo e diciamo quello che pensiamo senza sprecare le nostre energie in sentimenti negativi come la rabbia, che vanno riservati per le occasioni speciali. 🙂

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2022 @ 10:06 Rispondi

      Sono d’accordo: basta alibi per gli uomini della serie è immaturo, poverino ha avuto la mamma cattiva, non era lucido e compagnia bella. Chiamiamo il cialtronismo con il suo nome, l’omissione come bugia, il mi piego ma non mi spezzo come malcostume in amore

  • Dispersa, 21 Novembre 2022 @ 18:15 Rispondi

    @Ellelle sarebbe bello fargli trovare la mia scrivania vuota, visto che ogni volta che faccio un’assenza da lavoro s’informa.
    Ma amen. A questo punto cercherò di avere solo rapporti professionali senza mancargli di rispetto.
    Io ho la mia visione e lui la sua.
    L’unico errore commesso da entrambi è aver trascinato questa situazione troppo a lungo.

  • ads, 21 Novembre 2022 @ 17:48 Rispondi

    ma state sempre arrabbiate..come vi prendete sul serio
    un caro saluto

  • Ariel, 20 Novembre 2022 @ 23:51 Rispondi

    @elleelle ormai @ads a volte in maiuscolo e a volte in minuscolo ,mah mah scusa sai ma rido molto per non piangere per quanto si impegni in una cosa soltanto
    Dare addosso a chi ha voglia davvero di darsi na sveglia evolutiva almeno provarci
    Lui ormai lo sappiamo si diverte a fare il bastivano contrario a prescindire
    Ormai si Sto arrivando! Che lui conosce solo amici tutti sfigati come lui che passa da vittimino incapace di intendere a volte di scrivere e di capire cosa scriviamo a quello eau dito ,a volte il medio alzato verso chi dimostra di vivere si alla grande finalmente la propria vera libertà conquistata a duro lavoro impegno e coraggio di vere scelte nel viversi la vita in vero equilibrio di autostima che come ovvio può eccome prevedere per essere vissuta la separazione da marito e amante .

    Poi ridevo perché quando si accorge di esagerare allora loda le donne volitive e che concretamente vivono vera vita nuova

    Allora si diventa così forti che lui ti scrive non ti avrei lasciata andare

    Tipica frase espressiva da MACHISTA come a dire che uomo comanda e decide se dobbiamo vivere oppure morire

    Ahahah

    E beh purtroppo in alcuni posti al mondo resta una amarissima realtà!,,

    @ads o @ADS

    Fatti na spremuta di arancia e fatti na ragione
    Cerca di capire se ti riesce le nostre SACRE SCRITTURE!!!!

    Ahahahah

    Bonsoir!

  • elleelle, 20 Novembre 2022 @ 22:28 Rispondi

    @ads
    Eh?? Scassa, non ti avrei lasciato andare… ma di cosa stai parlando, riesci a spiegarti in un modo più comprensibile?
    Comunque non credo che avresti avuto occasione di tenermi o lasciarmi andare perché non mi sarei neanche mai avvicinata.
    Mah…

  • ads, 20 Novembre 2022 @ 18:11 Rispondi

    @elleelle devi essere un tipo esplosivo,sicuramente scassa,
    non ti avrei lasciato andare come quello,
    siete tutte in gamba e volitive
    buona serata

  • elleelle, 20 Novembre 2022 @ 15:24 Rispondi

    @Lilly
    C’è quello ma c’è anche il dover dare contro a prescindere, indipendentemente da quello che si scrive.
    Ho spiegato a @ads perché l’ex di Maddy non la rispetta e lui è ripartito con la solita solfa che ce la raccontiamo, che la gente è ipocrita e fa determinate cose, che la gente che vede lui fa così e cosà, che Maddy è ancora in casa perché non ha un’alternativa bella calda che la aspetta altrove…
    Tutti discorsi squinternati che non portano da nessuna parte, se non al mulino di chi pensa che al mondo esista solo gente ipocrita e senza spina dorsale, perché questo offre una validissima scusa per non fare mai uno sforzo.
    In realtà non è così e lo si legge proprio qui su queste pagine. Ci sono tantissime utenti in gamba, decise e determinate, che hanno fatto o faranno sacrifici per cercare di avere una situazione migliore.
    Utenti a cui lui fa le pulci su tutto quello che gli gira per la testa, dalle tempistiche a un fantomatico desiderio di mettersi in mostra. È al limite dell’assurdo ormai.

    • alessandro pellizzari, 20 Novembre 2022 @ 17:22 Rispondi

      Così fan tutti non è alibi sufficiente per farlo

  • elleelle, 20 Novembre 2022 @ 12:20 Rispondi

    @Sylvia
    Questo è quello che mi è stato detto, questo è quello che ho riportato.
    Se vuoi ti do il loro numero di telefono così vai a dirgli che è una balla colossale.
    Guarda, la gente si lascia per i motivi più disparati. I motivi dei tuoi amici non devono essere necessariamente i motivi dei miei.

    @ads
    Se tu capissi quello che leggi, ci sarebbe anche la possibilità di avere una conversazione proficua. Purtroppo nella foga di dare addosso a qualsiasi cosa si scrive, non capisci.
    Scrivere “ha segnato la fine” non vuol dire “ha causato la fine”. Vuol dire che dopo la relazione il matrimonio di Maddy era al di là di un qualsiasi recupero e infatti si stanno separando.
    Se Maddy ci mette sei mesi o otto non sono affari nostri e non sta a te criticare quello che sta facendo e le tempistiche che lei e il marito hanno scelto perché non sei a casa loro.
    Qui non se la racconta nessuno, semmai tu ti racconti sempre la stessa storia per ridurre tutti al tuo minimo comune denominatore.

  • Lilly, 19 Novembre 2022 @ 13:25 Rispondi

    @Lia, penso che ads sia solo disturbato da chi fa le cose che non riesce a fare lui. È come chi, quando gli racconti di un tuo nuovo progetto, invece di dirti “cavolo, impegnativo ma stimolante! Brava!”, ti dice “ah, si bello però difficile…cioè hai pensato che ci sono un sacco di cose che possono non funzionare?e cosa farai se …?”. Lo fanno perché vorrebbero avere la tua forza, e visto che non ce l’hanno, provano a toglierla a te. Tutto lì. @ads scusa, non volermene ma è così. Anche io ho avuto questa fase. A volte ci cado ancora. Capita. Siamo umani, come dici tu.

  • Sylvia, 19 Novembre 2022 @ 12:59 Rispondi

    “Una persona a me molto cara è stata lasciata proprio per quello, perché lui non voleva mettersi contro la direzione.”

    E la tua amica @Ellelle e tu ci credete veramente a questa sparata e tu la porti come reale ragione per la fine di una relazione? A me puzza di balla colossale, una scusa come un’altra per lasciarsi ma molto peggio dei figli o della moglie che non reggerebbe il colpo. Io ho due colleghi entrambi già separati da anni che non vogliono che si sappia della loro relazione. Lei è madre, lui non è genitore. Semplicemente al lavoro fanno i colleghi e fanno coppia nel loro tempo libero. Sono stati visti in vacanza assieme ma al lavoro si relazionano in maniera del tutto professionale. Non è minimamente passato loro in testa di lasciarsi “per non deludere p andare contro le indicazioni della direzione”. Evidentemente mancherebbe loro la vera motivazione a stare assieme se lo facessero.

  • Ads, 19 Novembre 2022 @ 12:40 Rispondi

    cara @lia e cara @elle, visto che nessuno lo fa notare,
    sostengo semplicemente che ve la raccontate parecchio, è intrinseco ad un certo tipo di persone,
    non siamo su instragram dove bisogna apparire,
    ne parlo ma giusto perche’ parliamo a tema,
    maddy non ha rovinato il matrimonio per via di questo, se voleva potrebbe benissimo riprovarci come fanno molte di voi, oppure accettare una pacifica e conveniente convivenza come faccio io,
    ad oggi entrambi sono a casa propria e sai perchè ?al netto dei vari rituali alibi,
    nessuno dei due ha un nuovo progetto di vita ” caldo”, e quindi si trascinano le cose,poi ci metti che anche i loro partner non sono cosi incisivi,e il ci stiamo separando diventa sine die.
    le persone che conosco che si sono separate, non sono andati avanti anni,l’hanno fatto in poco tempo e tutti avevano gia’ in caldo l’altra opzione, strano..diversamente si sono sepaarti poiche’ il partner tradito, li ha mandati a fare inc.ulo.., noto che solo qui ci sono uomini che di fronte ad un tradimento,sono quasi indifferenti,..complimenti
    ultima cosa.se pensate che uno uomo di 50 anni con figli, si separi per andare a fare il single, con la fidanzata da andare a prendere ogni tanto, non avete compreso nulla di queste dinamiche.
    .parlate di migliorare , di lavorare su stessi..ma le leggere le esperienze che si raccontano qui..non vedo proprio nessun miglioramento, dei tunnel magari meno ciechi.

    • alessandro pellizzari, 20 Novembre 2022 @ 11:20 Rispondi

      accettare una pacifica e conveniente convivenza come faccio io,

  • Lia, 19 Novembre 2022 @ 10:37 Rispondi

    @ads, che problema hai con chi nella vita ha voglia di lavorare su di sé e migliorarsi?
    Nessuno qui pensa di essere perfetto, tutti abbiamo sbagliato, ma c’è chi dai propri errori impara a cerca di evolvere e chi, invece, come te, non vede altra strada che ripeterli.
    Abbiamo la scelta di viverci questa vita cercando di condurla dove vorremmo oppure lasciando che sia lei a condurci dove vuole perché tanto è già tutto scritto.
    Separarsi non è come prendere un aereo, siamo tutti d’accordo con te. E quindi? Si rinuncia in ogni caso?
    Ci sono situazioni che, se fai razionalmente un bilancio costi benefici, si rivelano poco vantaggiose ma che riescono a renderti una persona migliore, a non stazionare nelle stesse dinamiche sbagliate.
    @Maddy ha tradito, vero, come tante di noi, ma ha reagito alla situazione ed è andata avanti con una forza che tu te la sogni.
    È inutile continuare a sottolineare il fatto che siamo tutti esseri umani che sbagliano. Questo mi sembra ovvio. Ma poniti un’altra domanda. Tu cosa fai per non continuare a sbagliare?

  • elleelle, 19 Novembre 2022 @ 06:40 Rispondi

    @Ale
    Spero che la data di Parma venga fatta più avanti. Facci sapere!

    • alessandro pellizzari, 19 Novembre 2022 @ 08:38 Rispondi

      Sicuramente Parla sarà fatta più avanti. C’è anche Bologna in agenda

  • elleelle, 19 Novembre 2022 @ 06:39 Rispondi

    @Dispersa
    Magari tu e Maddy poteste cambiare lavoro! Sarebbe una cosa meravigliosa, vorrei vedere le loro facce.
    Dopo la noia a casa, subentrerebbe la noia al lavoro perché non avrebbero più nessuno con cui giocare.
    Vuoi mettere che divertente che deve essere fare il piacione al telefono mentre ti guarda e poi chiederti se c’è qualcosa che non va?
    Ah Dispersa, che uomo in gamba, un vero professionista e quanto è spiritoso!
    Fargli trovare la tua scrivania vuota sarebbe la soddisfazione del secolo.

  • elleelle, 19 Novembre 2022 @ 06:34 Rispondi

    @ads
    Mi faccio carico di spiegarti l’ovvio: se lui ci tenesse davvero a Maddy, saprebbe quanto lei ha sofferto per la fine della loro relazione, dovuta all’indecisione di lui che ha scelto di restare in casa e ancora lì staziona.
    Saprebbe che la loro relazione ha segnato la fine del matrimonio di Maddy e che lei si sta separando.
    Se ci tenesse davvero non sarebbe andato da Maddy a fare il fenomeno dicendole che una donna ci ha provato pesantemente con lui (sicuro, certo, come no!) e che lui si è posto la fine dell’anno come scadenza per ricominciare a scopare.
    Se ci tenesse rispetterebbe Maddy e la sua decisione senza rivangare tutte le volte quello che è stato, dandole il miraggio di cose che non si verificano da anni. Starebbe zitto, si limiterebbe a essere un collega di lavoro.
    Perché comunque tra separazione e mettersi davvero con Maddy ce n’è di strada da fare. Se l’azienda non vede di buon occhio le relazioni tra dipendenti, chissà che altre scuse potrebbe trovare. Una persona a me molto cara è stata lasciata proprio per quello, perché lui non voleva mettersi contro la direzione.
    Magari lui ci tiene a Maddy in modo immaturo, come un bimbo con il suo giocattolino, ma non come un adulto con un ruolo di responsabilità in un settore aziendale che rende impossibile fargli rapporto, perché Maddy non può segnalare il responsabile HR al responsabile HR.

  • Ads, 18 Novembre 2022 @ 20:43 Rispondi

    @dispersa..anche tu sei messa bene verso il percorso di felicità e non mediocrità :d

  • Maddy, 18 Novembre 2022 @ 19:20 Rispondi

    @elleelle @ariel grandi donne e grandi consigliere. Terrò le vostre parole nel mio cuore e nella mia mente.
    E spero un giorno di potervi incontrare per raccontarvi tutte le sfumature che qui, per forza di cose, non posso e non riesco a trasmettere

  • Maddy, 18 Novembre 2022 @ 19:16 Rispondi

    @Viovio ❤️ immensamente grata e fortunata ad averti conosciuto

  • elleelle, 18 Novembre 2022 @ 14:49 Rispondi

    @Ale, Vio
    Quando ho letto la data di Parma mi è venuto un colpo perché per quel giorno ho un impegno organizzato da settimane 🙁
    Provo a vedere se riesco a spostarlo ma non ne sono sicura

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 23:13 Rispondi

      Parma saltata

  • ads, 18 Novembre 2022 @ 14:36 Rispondi

    scusate..grazie alla maddy per la riposta.
    poi dico a voi, parlate di cambiare lavoro come prendere un aereo,
    ah già è vero si deve perseguire la felicità..a volte mi viene il dubbio che non siate reali, ma dove vivete?
    cambiare lavoro, separazione..altro .
    escludete che la maddy ci tenga questa persona,
    la buttate sul sesso..madonna che monotematicità.
    magari anche lui ci tiene, e con tutto il rispetto non che maddy è perfetta, inappuntabile, coerente al millessimo, è un essere umano imperfetto con le sue debolezze..e anche lui non credo sia il demonio fatto persona.
    eppoi sarei io il negativo..ma qui c’è una concentrazione di donne diciamo particolari,
    donne che nella migliore delle ipotesi hanno omesso una doppia vita pluriennale,
    consiglio piu prudenza nello spara sentenze,
    non vorrei che qualche vostro compagno marito sapesse cosa avete combinato e vi etichettasse in maniera superficiale come fate voi

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 23:13 Rispondi

      Lui è un cialtrone

  • Maddy, 18 Novembre 2022 @ 14:23 Rispondi

    @Ale io dovrei partire il 28 mattina presto per una fiera.
    Posticipare di una domenica? Impossible?

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 23:12 Rispondi

      È stata rimandata

  • Viovio, 18 Novembre 2022 @ 13:49 Rispondi

    @Maddy @Maddy… mi meraviglio di te!! Ancora nn hai cambiato lavoro?!? Eh tesoro te la sei cercata se resti in quell’azienda. Del resto l’Italia è piena di aziende che offrono contratti a tempo indeterminato, ruoli di responsabilità e un sacco di soldi!! Facciamo una risata perché certa gente, poverina, va compatita. Del resto ogni tanto bisogna cambiare soggetto per spaccare gli zebedei, @elle a sto giro sei salva!
    @ragazze @Maddy ha una forza ed un’aplomb invidiabile, sfido chiunque al suo posto riuscire a gestire una situazione così ingarbugliata. @Maddy hai impiegato del tempo e sicuramente te ne servirà altro, ma sono sicura risolverai questa situazione.
    @Ale anche per me Parma va benissimo!!

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 14:15 Rispondi

      Su Parma domenica 27 mia presenza vi tengo aggiornate

  • elleelle, 18 Novembre 2022 @ 11:10 Rispondi

    @Maddy
    Ariel ti ha scritto un messaggio importantissimo, secondo me, raccontando la sua esperienza:
    “Scoperto che non ero affatto mia natura voler bene a chi si permetteva di giocare con miei sentimenti…”.
    Ed è proprio così, non è necessariamente la nostra natura e quando forziamo la mano su noi stesse, ne paghiamo le conseguenze.
    La sera che sarei voluta scappare dal mio ex e bloccarlo, non l’ho fatto perché non volevo sembrare una pazza isterica, non volevo sembrare maleducata e tutte queste sciocchezze. Errore, il mio istinto mi gridava di scappare e io invece ascoltavo il condizionamento sociale che dice che devi essere educata e gentile, che non si girano i tacchi senza più guardarsi indietro, che non si blocca.
    Hai visto che prezzo enorme ho pagato per quello sbaglio fondamentale di comportamento e valutazione.
    Non devi per forza provare dei sentimenti per lui, basta e avanza un rapporto di coesistenza tra colleghi. Non gli devi voler bene se questo ti tiene in una condizione di sudditanza nei suoi confronti.
    L’ambiente di lavoro è un campo minato perché ti obbliga a una vicinanza e a una confidenza che magari altrimenti non ci sarebbero. Ma vedi anche come lui, nonostante la sua funzione di responsabile risorse umane, stia facendo proprio quello che non deve fare e cioè tenerti legata a lui con i suoi commenti, con le dichiarazioni mai mantenute, con la velata minaccia di trovarsi un’altra.
    Lui sa che rischia pochissimo, perché tu gli dovresti fare rapporto passando proprio attraverso lui. Ma questo indica anche che fondamentalmente non ha capito niente, né della sua funzione né di quello che sta facendo con te.
    Sul posto di lavoro, da parte di un responsabile HR, quello che fa è eticamente reprensibile.
    Se tu riesci a vedere queste mosse sue come qualcosa che va a tuo discapito, puoi smettere tranquillamente di volergli bene. Nessuno te ne farebbe una colpa.

  • elleelle, 18 Novembre 2022 @ 10:49 Rispondi

    @Ale
    Parma per me andrebbe alla grande!
    Si sa già quando più o meno?

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 12:41 Rispondi

      A Parma potrebbe essere in una libreria domenica 27 novembre mattina o pomeriggio attendo conferma a breve poi divulgo

  • Dispersa, 18 Novembre 2022 @ 10:41 Rispondi

    @Sylvia cambiare lavoro non è proprio così semplice soprattutto se lavori in certi settori e magari ti sei costruita una certa posizione lavorativa.
    Non credo @Maddy voglia essere tormenta, semplicemente il lumino della speranza è sempre acceso (poi correggimi se sbaglio),il che non è la stessa cosa.

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 12:40 Rispondi

      Cambiare lavoro per un cialtrone mi sembra troppo, a meno che la presenza non sia davvero intollerabile: prima magari usiamo strumenti di persuasione più a portata di mano, come il consiglio preliminare dell’avvocato sul da farsi

  • Dispersa, 18 Novembre 2022 @ 10:32 Rispondi

    Vero @Ale… Ma lascio sempre un margine di speranza anche a queste storie (quelle degli altri ehh).
    A volte mi capita di leggere alcuni interventi e poi come da copione viverli anch’io successivamente.
    O forse come scrive @Maddy lavorando a stretto contatto tutto diventa più lungo da smaltire.
    Era da un po’ che non lo faceva… Eppure eccolo di nuovo durante una consulenza lavorativa si mette a fare il piacione al telefono, non con me, il tutto mentre mi fissava!
    Che dire, mi si è chiuso lo stomaco.
    Era da un po’ che non gli dimostravo nessun sentimento… Eppure farlo davanti ai miei occhi mi ha raggelata.
    Il tutto seguito da un suo ‘Cosa c’è? Dai dimmi? Parlami ti ascolto’ ho chiuso la conversazione lavorativa e me ne sono andata.
    Cosa pensava di ottenere? Io non riesco proprio capire perché uscire con certi comportamenti, quando io nonostante tutto mi sono sempre comportata in maniera educata e discreta nei suoi confronti. Non ho mai preteso nulla e in quattro anni avrò perso le staffe sì e no 4 volte… Non siamo al liceo.
    Ps. Era solo uno sfogo, ormai sono ben consapevole della mia situazione.

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 12:38 Rispondi

      Questi uomini ex amanti periodicamente si “svegliano” (anche dopo mesi, persino anni) e lanciano messaggi, o fanno i piacioni se siete costrette a lavorarci o li incontrate in luoghi comuni. Non sono ritorni di fiamma o ripensamenti, è il testosterone. o la noia a casa, che non è cambiata. O un periodo di carestia, perché non ci sono potenziali nuove amanti che abboccano all’amo del finto separato in casa o del finto single. Non abboccate voi!

  • Sylvia, 18 Novembre 2022 @ 10:08 Rispondi

    Calma Maddy! Parli come se io dovessi conoscere la tua situazione lavorativa.

    Ancora più delicata la situazione. Io gli direi che se non mi lascia stare mi cerco un altro lavoro e senza dire altro lo cercherei eccome perch ne va della tua salute mentalr! Credo che un lavoro non valga la propria serenità. È solo un lavoro.
    E non mi dire che per orgoglio non sarai tu ad andartene perché allora significa che sei una workaholic ( lo puoi essere in qualunque società non solo lí!) o sotto sotto vuoi che lui ti tormenti perché hai una dipendenza.

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 10:12 Rispondi

      Il lavoro sarà solo un lavoro ma non è facile cambiarlo per niente: milioni di disoccupati e licenziamenti, cassa integrazione, recessione… Non tutto si può fare. Di sicuro si può fare molto sul lavoro per evitare certi atteggiamenti: a partire dal nostro di atteggiamento. poi esiste l’ufficio del personale e gli avvocati. Non bisogna lasciarsi intimidire, essere fermi perché usare il lavoro a fini personali provati è un atto grave

  • Ariel, 17 Novembre 2022 @ 22:56 Rispondi

    “ Continuerò a volergli bene, questa è la mia natura. ”

    Carissima Maddy desidero offrirti il mio modesto punto di vista che si basa su mia esperienza personale di un grande percorso terapeutico che ho intrapreso da molto tempo e che mi ha messo nelle condizioni via via ottimali per me stessa per scoprire quante delle mie convinzioni su cosa sia la mia natura ,e cioè la esssenza unica e personale interiore che contraddistingue ciascun individuo in modo unico e non possibile cambiare esattamente come il colore degli occhi o capelli etc .
    Ecco che riuscire a scoprire che molte mie convinzioni sulla mia natura sono riuscita nel percorso terapeutico a scoprire essere semplicemente non certo la mia natura ,ma fritto di mo,replicò condizionamenti famigliari e di ambiente che remano contro la propria vera evoluzione personale e cioè riuscire a scoprire via via in un dolce crescendo i veri se stessi

    Ecco che anche io mi dicevo nonostante tutto gli vorrò sempre bene perché già mia educazione famigliare era basata sul fatto concreto che insomma se gli altri potevano sempre contare su mia disponibilità a comprendere capire perdonare era un mio modo di essere la brava bambina da cui ci si aspettava sempre appipunto essere così amabile sempre e comunque verso gli altri

    Così mi accorsi che in realtà era proprio su questo mio nodo antico che ex amante baso la sua manipolazione negativa
    Il suo possedermi anche senza più relazionare insieme lui possedeva il mio volergli bene lo stesso perché mi dicevo sono fatta così e la mia natura

    Noi donne soprattutto in Italia siamo state cresciute da tutta società maschilista e anche da molte care donne che a loro volta condizionate in questa visione dellle eterne volemose bene che siamo così comprensive ed amabili
    Che occorre essere buone come brave mammine premurose sempre si vero mi dicevo ero stata capace di staccare da lui da relazione tossica ma la vera sgolata definitiva la ebbi nel momento in cui conquistai di nuovo la mia autostima in vero equilibrio e cioè nel momento in cui scopriii di essere capace eccome di oppormi interiormente in me stessa e non soltanto perché lo avevo lasciato
    Scoperto che non ero affatto mia natura voler bene a chi si permetteva di giocare con miei sentimenti come minimo a fare i giochini dei vai e torna e ti racconto della moglie e di cosa ci faccio etc

    Tutti schemi deja vu che comprendo al volo perchè chi li ha vissuti li sente anziché pensarli
    Sentire attraverso a ciò che emotivamente si prova o si è privato nel bene e nel male gioca la differenza sostanziale del cosa sia concretamente apprendimento concreto della propria crescita evolutiva

    Così ecco che desidero semplicemente mettere in evidenza come spesso in queste nostre esperienze tutto si sia basato su agganciarmi da parte dei vari lui manipolativo negativo esattamente alle nostre convinzione del sono qui lo stesso che pure se ti ho lasciato ti vorrò sempre bene perché è la mia natura

    No non è la natura di nessuno infatti la scienza ci dimostra da tempo che per poter davvero noi tutti funzionare affettivamente si necessità di essere i veri stessi e cioè quelli stati capaci di scoprire via via le differenze tra condizionamento delle “ voci antiche” diktat famigliari e sociali da nostra vera natura capaci di sentire che chi si comporta negativamente verso di noi non merita sicuro emozioni negative di odio o di rivalsa ma meritiamo noi il non voler affatto bene a chi osa usarci di brutto !!!!

    E il di brutto veste abiti di veri dolci cari tesorini che ci incantano in vere storielle manipolative che non meritiamo nature finte che vengono da arcaici condizionamenti delle brave bambine incapaci di amare davvero se stesse ?.
    No sei capa carissima Maddy e lo stai dimostrando a te stessa capace di separarti da marito manipolativo passivo aggressivo e ti auguro di raggiungere la tua percezione della tua vera bellezza interiore quella che non ama affatto chi ha osato ferirla!!
    Non bisogna confondere la autostima in equilibrio riesce a non voler bene a chi fa solo che male
    Ne bene ne male ma indifferenza
    Volta la pagina dentro a te stessa e scoprirai la tua vera essenza !

    Un Abbraccione e sii molto soddisfatta del percorso che stai facendo da tempo arriverai anche tu solo questione di tempo con calma anche tu arriverai a saper amare la VERA TE STESSA!

  • Maddy, 17 Novembre 2022 @ 22:25 Rispondi

    @Ale ❤️
    Tu mi hai regalato tre incredibili amicizie. Non ti sarò mai grata abbastanza.
    E aspetto sempre un tuo nuovo evento dove poter conoscere @elleelle, @lia, @dispersa, @ariel, @maribel e tutte le altre ragazze che mi hanno sostenuto in questi anni.

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2022 @ 08:52 Rispondi

      Posso dirvi che le mie prossime tappe saranno Parma, Arezzo, Roma, Napoli, Salerno e altre da stabilire

  • Rinascita, 17 Novembre 2022 @ 21:54 Rispondi

    Esattamente ElleElle, non conta tanto la situazione attuale ma come la si vive. Mantenere gli occhi belli, avere il coraggio e la forza di pensare che non abbiamo un percorso fatto di ineluttabile mediocrità. Preferisco essere infelice che vivere una vita mediocre. Ambire alla felicità non so neanche cosa significhi, non è una scelta, dentro di me so solo quello che non voglio più in tutti gli ambiti della mia vita. Quello che ne deriva è una naturale conseguenza. Gli occhi belli li mantengo anche sulla relazione che non è andata bene. Mi ha consentito di crescere, di diventare consapevole, senza quella storia non sarei la Rinascita di adesso e nonostante le difficoltà continue, a volte sfiancanti, io oggi mi piaccio molto più di ieri. Maribel ti abbraccio, sono certa che riusciremo a conoscerci!

  • Sylvia, 17 Novembre 2022 @ 20:12 Rispondi

    il lavoro ci fa trovare spesso insieme e lui sconfina nelle confidenze. Altrettanto spesso ci si ritrova in situazioni di convivialità, scherzi e battute, anche con altri colleghi, i quali si sono accorti perfettamente del suo atteggiamento/sentimento.

    Io credo che dovresti fargli un bel discorsetto, se pensi che sia meglio che lui non ti stia appiccicato: “Non voglio che ci sia troppa confidenza tra noi. Se mi devi parlare, deve essere di lavoro. Io non voglio essere la tua confidente e non mi vanno battute di nessun genere. Non vorrei dovermi rivolgere ad HR”.

    SOlo se sei decisa riuscirai ad arginarlo, @Maddy. Ma decisa decisa. Con noi non suoni decisa…

    • alessandro pellizzari, 17 Novembre 2022 @ 21:13 Rispondi

      Sottoscrivo Sylvia sul lavoro usato come mezzo di assedio dagli ex

  • Maddy, 17 Novembre 2022 @ 19:25 Rispondi

    @Ads io e mio marito ci stiamo separando. Ci è voluto più tempo del previsto, ma siamo arrivati ad un accordo, sia economico che logistico. Lui uscirà a breve. Io starò con i figli. Lui li terrà quando possibile.
    Certo, non riesco a parlarne con indifferenza. Tu riusciresti a parlare con indifferenza di una persona con la quale passi quasi ogni giorno della tua vita e con la quale hai condiviso praticamente un matrimonio parallelo? E non sto parlando del periodo da favola. Sto parlando del lavoro (che è la maggior parte della nostra vita), delle gioie e le fatiche per la conquista degli obiettivi, delle delusioni, delle relazioni con tutte le altre risorse umane, delle confidenze che inevitabilmente si creano nei momenti di confronto, di sconforto, di difficoltà, ecc. ecc.
    Forse per te non sarà una gran evoluzione, ma per me lo è stata, e Dio solo sa quanta fatica ho fatto in questi anni a lavorare a stretto contatto con lui senza mai cedere neanche una volta.
    Chi ha avuto la fortuna di praticare il no contact assoluto è sicuramente guarito, più in fretta e in modo totalizzante. Io non ho avuto questa possibilità. Ho cercato di fare del mio meglio, a volte sbagliando, a volte lasciando prevalere la mia parte empatica, a volte offrendo troppa disponibilità all’ascolto. Ma sono arrivata fino a qui e posso affermare di aver fatto un bel percorso. E se sono stata in grado di farlo è anche grazie a voi e a questo blog che mi ha aperto gli occhi su tanti aspetti e che non finirò mai di ringraziare.
    Continuerò a volergli bene, questa è la mia natura. Ma non potrei mai tornare a comportarmi come due anni fa.

    • alessandro pellizzari, 17 Novembre 2022 @ 21:12 Rispondi

      Sei una SuperDonna Maddy

  • elleelle, 17 Novembre 2022 @ 19:03 Rispondi

    @ads
    Più che certezze sono elaborazioni di quello che scrivete. Non mi invento niente, il materiale lo date tutto voi e non sono l’unica che vi dice certe cose.
    Mio marito non c’entra niente con il tuo approccio pessimista e superficiale, così come non c’entra niente tua moglie.
    Mio marito mi terrà per determinati motivi e tua moglie ti terrà per altri ma è irrilevante, il tuo problema non è quello.
    Il tuo problema è che devi capire perché ti sei ridotto così, a pensare che tutto il mondo è popolato da persone sciocche, arriviste, materialiste, superficiali, senza valori se non il loro tornaconto.
    Devi capire perché, appena si fa un discorso un minimo serio, devi sminuire, banalizzare, rendere tutto squallido.
    Nella vita, di fianco al realismo può e deve esistere una componente positiva, di aspirazioni e valori. Posso essere in una situazione pessima ma posso allo stesso tempo vedere e desiderare una via di uscita.
    Per te invece sono tutti incapaci, tutti ipocriti, tutti brutti e sciatti: le tue colleghe, le mamme fuori dalla scuola, tua moglie, noi… Tutte queste persone che potrebbero aprirti un mondo le vedi come delle anatre starnazzanti.
    Non credo che sia un caso che siano donne le persone su cui ricadono i tuoi giudizi peggiori. Fossi in te qualche domanda me la farei.

    • alessandro pellizzari, 17 Novembre 2022 @ 21:11 Rispondi

      Nella vita, di fianco al realismo può e deve esistere una componente positiva, di aspirazioni e valori.

      E di crescita personale aggiungerei.

  • ADS, 17 Novembre 2022 @ 16:50 Rispondi

    grazie a miss certezza@elle che anche oggi ci h dispensato le pillole di saggezza, profondita e introspezione quotidiana,
    mi auguro che il marito che se la tiene ancora , nonostate tutto, sia come dice, e non che in realtà
    ritiene che la soluzione piu’ facile sia tenersela a casa a fare la mamma bambinaia
    in merito a maddy..dico il il fatto che dopo 2 anni ne parli non con indifferenza, mi farebbe riflettere.
    seconda cosa se posso permettermi, visto che tutte guardate di la..
    ma tu intanto abiti sola? con i figli?..sapere le cose in maniera approssimativa non aiuta una valutazione.
    ad ogni modo non mi sembra tutto questo percorso evolutivo, scusa la franchezza.

  • Dispersa, 17 Novembre 2022 @ 13:17 Rispondi

    @Maddy se sei stata chiara deve fare il suo cammino con la consapevolezza che potrebbe essere anche troppo tardi.
    Le battute provocatorie le conosco pure io, servono a far reagire ed innescare gelosia, solo che con il tempo rischiano di far allontanare la persona a cui tieni.
    Se dopo due anni di stop sembra più innamorato di prima due sono le cose o ha preso coscienza del fatto che ti ama e sta capendo cosa fare o crede di esserlo perché la lontana lo porta a sentire la tua mancanza con il rischio però di prendere lucciole per lanterne (questo è molto rischioso).
    @Maddy il tempo sarà a tuo favore… Nel frattempo prosegui la tua vita senza troppo ascoltare e rimurginare sulle chiacchiere dei colleghi, con il tempo ho capito che loro vogliono solo sapere.

    • alessandro pellizzari, 17 Novembre 2022 @ 17:37 Rispondi

      Dopo due anni di stop non può essere innamoramento troppo tempo. È voglia di rifarsi il giro per mancanza di materia prima

  • elleelle, 17 Novembre 2022 @ 12:33 Rispondi

    @Maddy
    Come per tutte le storie che raccontiamo qui, arriva il momento in cui l’attenzione va spostata da loro a noi stesse.
    Loro diventano irrilevanti.
    Sono immaturi, bloccati, narcisisti, seriali, deboli, reduci? Chi se ne frega.
    La domanda da farsi è “Noi cosa vogliamo?” Li vogliamo ancora come potenziali fornitori nonostante tutta la merce taroccata che ci hanno venduto?
    Sta tutto lì.
    Se anche lui tornasse, chi vedresti davanti a te, l’uomo del periodo da favola degli inizi dell’amantato o quello che trascina i piedi e non sa e soffre e forse resta con la moglie e forse si lasciano e forse scopa un’altra se questa ci prova?
    Secondo me già il fatto che viene a raccontarti quello che vorrebbe fare ma sempre senza alcun risultato concreto in mano è una brutta cosa.
    Lui non può non sapere che effetto hanno queste cose su di te e il fatto che non rispetti la tua sensibilità è pessimo.
    L’errore vero che facciamo è dire “Torna quando ti sarai separato” e sai perché? Perché loro poi ci tengono il cappio al collo. “Sai, abbiamo parlato, abbiamo pensato di separarci ma…”
    Invece bisogna dire “Vai e non tornare, perché non ne voglio più sapere niente, neanche se ti separi. Non sei la persona per me”.
    Chi ti tiene in ballo così tanto, difficilmente è la persona per te.
    Per cui Maddy, sposta la tua attenzione da lui a te stessa e all’idea di uomo che vorresti davvero e secondo me vedrai che non è lui.

  • Maddy, 17 Novembre 2022 @ 11:16 Rispondi

    @Dispersa gliel’ho detto già diverso tempo fa.
    @elleelle il lavoro ci fa trovare spesso insieme e lui sconfina nelle confidenze. Altrettanto spesso ci si ritrova in situazioni di convivialità, scherzi e battute, anche con altri colleghi, i quali si sono accorti perfettamente del suo atteggiamento/sentimento. Proprio recentemente uno di questi ha chiesto ad un altro che lavora nel mio reparto quale fosse la situazione tra noi due perché lo ha visto assente e innamorato più di qualche anno fa.
    Io credo che il mio stargli lontana fisicamente ed emotivamente di questi anni abbia amplificato il suo attaccamento nei miei confronti.
    Il raccontarmi delle avances della tipa è un modo per suscitare una reazione, per creare attaccamento da parte mia.
    Forse non riesco a rendere bene l’idea. Non è solo un lavorare insieme. È un po’ come se io fossi la sua socia e se l’azienda fosse figlia nostra.
    Dice che si è dato una scadenza per liberarsi, ma ovviamente io non gli credo e non gli ho mai nemmeno chiesto informazioni sulle sue date.
    Io penso che la separazione sia un percorso di evoluzione personale, e pertanto, deve essere affrontato in solitudine.

    • alessandro pellizzari, 17 Novembre 2022 @ 11:39 Rispondi

      Raccontare alla ex amante delle avances di un’altra per ingelosire è da cialtrone e spesso anche da bugiardo

  • Maddy, 17 Novembre 2022 @ 10:52 Rispondi

    @Roberto io penso che @elleelle sia la persona con meno ego che abbia mai conosciuto solo virtualmente.
    Ma per capirlo devi andare oltre le righe, oltre le parole, devi accettare che la lente attraverso la quale tu vedi il mondo è più appannata rispetto a quella usata da altri.
    Fai un giro dentro di te, in profondità, scoprirai che ci sono tante verità che non conoscevi.

  • elleelle, 17 Novembre 2022 @ 09:28 Rispondi

    @Roberto
    No, non sono l’unica, tante altri utenti hanno detto quello che pensano a LeiLei e a ads senza troppi giri di parole.
    Non è questione di mio ego, è questione della loro evidente infelicità, pessimismo e situazione di stallo. È questione di alcune affermazioni particolarmente superficiali, se non addirittura di cattiverie gratuite quando una di noi mostra l’energia per fare qualcosa di bello o utile per sé stessa.
    Leilei vuole ridurre la visione del mondo a una valle di lacrime, ads a un concentrato di superficialità e materialismo.
    Non è così, la vita è ben altro e se ti sembro egocentrica perché lo dico, ben venga! Chi si è fatto il suo percorso di cambiamento e crescita sa benissimo di cosa sto parlando e capisce al volo.
    Come ha scritto anche A., quello che espiri, inspiri. Emetti pessimismo? Ricevi pessimismo. Non sai cos’è la felicità o per te non esiste perché c’è un mondo cattivo là fuori? Non saprai né riconoscerla né darla.
    Leilei e ads non hanno più la spinta che ti porta a incamminarti verso la felicità. Non ce l’hanno più perché si sono avvolti in questa loro visione negativa e senza speranza della loro vita, della gente che li circonda e del mondo.
    Per questo c’è stata questa critica così aspra verso Lia da parte di Leilei rispetto ai siti di incontri, per questo ads cerca di farci rientrare tutte nel suo stereotipo di mondo affarista e arrampicatore. Perché chi ricomincia a vivere e ci mette impegno ti mette a disagio, perché tu invece non ce la fai. Chi mostra un minimo di integrità diventa scomodissimo perché è una persona normale come te ma che riesce a fare cose che tu ti rifiuti di fare.
    Sono specchi che ti rimandano un’immagine migliore, più coraggiosa, più integra, più ottimista. Quello che tu potresti essere ma che non sei, deliberatamente.

  • Lia, 17 Novembre 2022 @ 09:14 Rispondi

    @Maddy e quale accordo sulla casa avrebbero trovato? Chi deve uscire, chi restare? La vendono?

  • Dispersa, 17 Novembre 2022 @ 06:36 Rispondi

    @Maddy tu cosa vuoi da lui?
    Lui veramente si sta muovendo?
    Se lo vuoi come uomo libero digli ‘separati e poi ne riparliamo, altrimenti amici come prima’!
    Se non lo fa erano le solite chiacchiere per ottenere quello che vuole.

  • Roberto, 17 Novembre 2022 @ 00:28 Rispondi

    @Elleelle, tu devi avere un ego smisurato mica da ridere eh. Magari fosse una mia esigenza dirti addosso in un blog. Vorrebbe dire che non avrei molti problemi nella mia vita. Ma hai letto quello che hai scritto a @Leilei o ad @ads? Quelli non sono giudizi? E sei sempre solo tu. Te l’ho già detto. Non amo nel modo più assoluto il bue che dice cornuto all’asilo. Quindi….. Per quanto riguarda la mia risposta sulla felicità, ti dico che semplicemente non esiste. È uno stato mentale indipendente dalla nostra volontà. Quante volte facciamo cose che pensiamo ci rendano felici e poi invece restiamo delusi. Altre volte proviamo gioia per un evento inatteso. Su una cosa concordo con te. L’essere positivi aiuta nell’essere felici. Ma ognuno ha il suo carattere. Fossimo tutti uguali….E stai serena @Elleelle, non sei in cima ai miei pensieri. Un abbraccio.

  • A., 16 Novembre 2022 @ 22:52 Rispondi

    @Roberto allora se chiedi a me cos’è felicità… Perché io sono felice. Felicità, per esempio, è svegliarmi di mattina quando lui è già in piedi e fa il caffè a posta per me. Tornare a casa dopo un giorno di lavoro e stare insieme ai fornelli. Discutere vivamente perché in effetti abbiamo pochi pensieri e condivisioni in comune ma ascoltare argomenti dell’altro è interessante e non deve essere per forza una lotta. Giocare a carte a letto mangiando le schifezze. Tenersi per mano anche quando facciamo la spesa. Stupido? Forse si. Ma proprio perché sono più vicina ai 50 che ai 30 so, che è una cosa importante e non per niente scontata.
    Infatti, la felicità è tutto insieme di cose che non devo mai prendere per scontate. Mai. La felicità è un dono che mi faccio ogni giorno.
    P. S. Ads ricordati che ciò che “espiri”, “ispiri”…sei sicuro che tutte donne che incontri ogni giorno sono così scialbe, tristi e insignificanti (pazze a parte) ? Elle ha ragione, ti auguro più grinta e vivacità. Arrendersi e accontentarsi alla tua età è così triste 😉

  • Leilei, 16 Novembre 2022 @ 22:30 Rispondi

    Cri28 la penso come te.

  • elleelle, 16 Novembre 2022 @ 22:24 Rispondi

    @Maddy
    Ogni volta che tu lasci aperto uno spiraglio, lui entra a gettare scompiglio.
    Guarda la situazione in modo spassionato: credi che sia normale venirti a dire che lui e la moglie si vogliono separare, che c’è un’altra che ci prova, che entro la fine dell’anno vuole ricominciare a scopare?
    Quanti anni dimostra in questa veste, secondo te? Quei 15 anni di disperazione fatta di seghe e QI emotivo particolarmente limitato?
    Di certo non mi pare un uomo che ti colpisce per la profondità dei suoi argomenti e per il tatto e il buon gusto nei tuoi confronti.
    È malato, squilibrato, infantile? Problemi suoi e ottime ragioni per stargli alla larga.
    Quindi l’unica cosa da fare è di chiudere la porta a doppia mandata e non dargli più modo di raccontarti le sue storie. Così neanche tu gli dovrai dire che lo disprezzi, che ha una vita di m… e via dicendo.
    Ignoralo, è la soluzione migliore per te e la punizione peggiore per lui.

  • Ariel, 16 Novembre 2022 @ 21:13 Rispondi

    alessandro pellizzari, 16 Novembre 2022 @ 15:12Rispondi
    L’amore è indispensabile. Chi non lo ha mai avuto ha vissuto a metà

    Si CaroAlessandro sottoscrivo in pieno ,ma aggiungo una precisazione che reputo importante fondamentale da mettere in evidenza in questo specifico parterre dove si parla di vere difficoltà personali nel vivere la sfera affettiva

    E cioè AMORE per se stessi in vero Equilibrio di autostima!!!

    Questo è l’amore più importante che giustamente chi non lo ha ANCORA provato a raggiungere con la cura di se stessi anche terapeutica
    non ha potuto ancora di fatto concreto vivere la casualità di vero rencontre amoroso che funziona sempre quando se ci facciamo caso la propria autostima funziona in equilibrio del amo me stessa/ o ne più ne meno degli altri

    Ecco perché risulta così importante cercare come obiettivo primario riuscire a raggiungere autostima in equilibrio dare valore a se stessi senza più se o ma o vivo nascosta da tutti una vita da falsoni
    Dove la falsità peggiore è rendersi conto di non riuscire a muoversi da vere situazioni dove matematica pura scienza ci dice no funziona non può funzionare stare nascondersi per anni e anni
    Accettare il meno peggio
    Stare depressicvi vedere sempre il peggio

    Ovviamente la storia del umanità ci dimostra che si vive sempre o in guerra dentro casa propria la nazione o ai confini vicini o guerre di terrorismo e chi più ne ha ne metta

    Ma solo AMORE PER SE STESSI INEQUILIBRIO GENERA ENERGIE POSITIVE CAPACI DI VERA FORZA VITALE
    Di GRANDI ENERGIE BUONE DOVE FELICITÀ ESATTAMENTE corrisponde a saper GIOIRE DELLA VITA SEMPRE E COMUNQUE È NONOSTANTE TUTTO IL MALE POSSA ESSERE vicino a noi stesse e noi stessi

    Amore per se equilibrato genera grande energia buona

    Capaci di scelte ottime di dare valore profondo a ciò che si impara se solo sapremo darci forza e coraggio e cercando di spargere buoni semi
    Nonostante qualsiasi critica ci venga mossa

    Mai abbandonarsi sfiduciati da nulla
    Che di fronte a qualsiasi guerra ci sono sempre opporre nei nostri gesti fattivi nel amore che mettiamo ancora di più compassionevoli verso se stessi e i nostri sbagli che profumano di grande umanità !!

    Se sapremo curarci gli uni degli altri sapremo lasciar andare ciò che non ci guarisce ma ci ammala di più
    Saremo sempre capaci di rinascere a nuove vite
    Prima a sopravvivere anziché morire dentro
    E poi a vivere

    Scegliendo sempre La Vita vera quella luce unica originale che resta costante presenza caratteristica della propria unica nascita,venuta al mondo per essere felice di ciò che si ha di ciò che si può sicuro produrre in ricerca costante sereno nuovo apprendimento scoperta della propria evoluzione personale e collettiva.

    Amore di se
    Fa nascere
    AMORE per te!

    Bonsoir les Filles et les garçons
    Que Je vous aime bien tous!

  • elleelle, 16 Novembre 2022 @ 18:30 Rispondi

    @Roberto
    Non troverai mai un consenso se chiedi definizioni come quella di felicità o di amore.
    Ognuno la vedrà in modo diverso e dire “la vedo all’opposto” non vuol dire dare un consiglio. Vuol dire che in una conversazione ci sono differenze di opinioni. Siamo su un blog, si parla, non siamo tutti uguali.
    Capisco la tua esigenza di darmi addosso ma non credo abbia tanto senso.
    Tu invece, sei felice? Cos’è la felicità?
    Non possiamo di certo parlare solo noi ed essere sottoposti al tuo giudizio se diciamo qualcosa che non ti aggrada mentre tu non ti esponi.
    È una cosa che fai spesso, ma ora tocca a te, parla, racconta, mostraci qualcosa di sostanzioso su cui riflettere.

  • Dispersa, 16 Novembre 2022 @ 18:19 Rispondi

    @Roberto immaginavo fosse una domanda provocatoria e non una ‘caccia alla definizione’ (altrimenti avrei scritto alla Zanichelli)… Ma posso dirti che oggi sono felice, domani chi lo sa??

  • Nina, 16 Novembre 2022 @ 17:44 Rispondi

    Scrivi ormai poco, ma ci tengo a darvi un abbraccio e uno spunto..per me la felicità è una condizione interiore che è legata al saper dare e ricevere amore: a un uomo, a un bambino, a un cane, a un gattino, agli amici..per questo penso di essere stata più o meno sempre felice nella mia vita, anche nei momenti di depressione o vera disperazione, perché la felicità può presentarsi per un istante a illuminare anche il momento più buio, e come tante qui di momenti bui ne ho passati x il mio ex fino a cadere in depressione e da curarmi con psicofarmaci, ma la felicità è sempre oltre e sempre dentro di noi. Non vuole essere una definizione da baci perugina ma citando @elleelle un invito alla resistenza.

  • Maddy, 16 Novembre 2022 @ 17:42 Rispondi

    @Ale io penso che abbia proprio una sorta di malattia.
    Sostituirmi non sarebbe facile, ma nemmeno così difficile. Quindi perché incaponirsi?
    Lui e la moglie si sono detti che vogliono separarsi, sono stati da un avvocato, hanno trovato un accordo sulla casa. Ma sono ancora lì, bloccati da questo empasse emotivo (a quanto dice lui), quella mancanza di coraggio a fare quel passo.
    Non può essere solo debolezza. Anche il più debole e coglione, quando risvegliato, passa all’azione.

  • Roberto, 16 Novembre 2022 @ 16:01 Rispondi

    Scusami @Elleelle, non ho chiesto a voi il significato di felicità perché io non riesco ad identificare, ma solo perché ogni volta che si affronta un argomento qui dentro si finisce per schierarsi una contro l’altra. Finendo per annullare quella che secondo me è la vera essenza di un blog, cioè raccontare semplicemente la propria esperienza, senza dare “consigli”. Allora, forse, poter descrivere cosa vuole dire per ognuno di noi la parola felicità, poteva essere un modo per raccontare un sentimento a livello soggettivo, senza mettere in discussione, come facciamo sempre, la parola di chi non la pensa come noi. Ma vedo che anche stavolta ne hai approfittato per commentare le definizioni date da @ads ed @Leilei. Forse è più forte di te (sorrido). Però ho apprezzato l’intervento di tutti su una parola che racchiude l’essenza della vita stessa.

  • Cri28, 16 Novembre 2022 @ 15:32 Rispondi

    Nel mio modo di pensare e vivere, l’amore di coppia non è indispensabile alla felicità. Ci sono persone che vivono passioni intense per l’arte, per la scienza, per la fede e vivono felicità piene e profonde, pur senza avere relazioni sentimentali e non trovo abbiano vite a metà. Non credo che Rita Levi Montalcini, ad esempio, sia una donna che ha avuto una vita a metà perché non ha avuto una vita di coppia o dei figli, sono cose bellissime, certo, ma non avere queste cose non rende una persona un povero infelice.
    Comunque, ognuno giustamente mette al centro della vita e della felicità ciò che vuole.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2022 @ 15:52 Rispondi

      Per la mia epidemiologia di coppia sono rilevanti i grandi numeri non le eccezioni. L’amore contraddistingue la specie umana e ne rappresenta anche la forza motrice. Questo vale per la stragrande maggioranza di uomini e donne e anche per molti premi Nobel

  • ads, 16 Novembre 2022 @ 14:40 Rispondi

    sul tema felicita’ si sono momenti,
    “Personalmente penso che la si raggiunga quando si ha di fianco una persona con la quale si condividono pensieri, valori, progetti. Una persona che non ci fa sentire mai soli, una persona che ci manca quando non c’è, una persona che ci trasmette un senso di benessere.”
    è evidente che se uno non ha esempio un lavoro, il lavoro puo’ l’obiettivo che da felicita’,
    è evidente che se hai una malattia, guarire è un obiettivo che puo darti felicità.
    chi non ha un figlio, potrebbe raggiungere la felicita avendolo.
    queste non sono cose che mi mancano personalmente,
    a me manca qualcosa che mi completi,per ora sono tranquillo ecco, non felice,
    ne’ su di giri,ne depresso,
    vedremo, non sono certo uno che si tira indietro, e non si mette in gioco, i traumi dopo un po ‘ tendo a superarli,..la mia ex , amen..leggendo qui vedo che molte di voi si mettono un po in panchina,
    lei mi piaceva perche ‘ era eclettica, spumeggiante,sopra le righe, entusiasta, una persona diversa non mi avrebbe incuriosito, ora è in fase regressiva , anche se lei dice evolutiva, la vita è la sua,
    io non mi rassegno,alla stanzialità.
    e gli anno passano, ridendo e scherzando sono passati 5 anni, poi subentrano tutti quei problemi che diceva@lei , genitori,coniuge piu’ grande,problemi con figli adolescenti, ..ecco si appesantisce un po tutto.

  • Cri28, 16 Novembre 2022 @ 14:31 Rispondi

    Credo che la felicità sia un’attitudine, un modo di guardare alla vita, più che qualcosa di legato a ciò che si ha e ai risultati conseguiti. Non credo che si debba aspettare di avere un amore, un figlio, una bella casa o un bel lavoro per essere felici. Sono cose importanti, ma nessuna di queste è indispensabile. Per quanto mi riguarda, cerco di essere serena e in equilibrio, perché penso che riuscirci sia anche qualcosa che dipende da me, e accettare i momenti meno belli.
    La mia esperienza da amante non ha cambiato il mio modo di vedere le cose. Non creo che l’amore si possa vivere solo in una vera relazione di coppia.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2022 @ 15:12 Rispondi

      L’amore è indispensabile. Chi non lo ha mai avuto ha vissuto a metà

  • Lia, 16 Novembre 2022 @ 14:29 Rispondi

    Provo a scrivere cos’è la felicità per me. In senso assoluto la felicità bisogna desiderarla e cercarla. Ascoltate cosa dice sulla felicità Roberto Benigni. Io sono d’accordo con lui. Siamo in grado di esserlo, sempre, perchè ce l’abbiamo dentro ma smettiamo di cercare di esserlo e ci arrendiamo. E’ una questione di approccio alla vita che in generale può essere proattivo e felice oppure no. E’ dare il nostro senso alle cose, guardare il mondo e soprattutto agire con gli occhi di chi vuole essere felice. Questa capacità è dentro di noi, tutti ce l’abbiamo. Cercarla è lo sforzo che dobbiamo fare.
    Quando eravamo bambini siamo stati felici e sono d’accordo con @Ale quando dice che l’amore vero è semplice, come un bambino. Lo riconosci perchè ci pensi e ti viene da star bene, ti pervade un senso di appagamento, sempre.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2022 @ 15:11 Rispondi

      E non confonderei felicità nella vita con felicità nell’amore. Puoi essere disoccupato ma innamorato: la disoccupazione peserà meno però

  • elleelle, 16 Novembre 2022 @ 12:50 Rispondi

    @Leilei
    La penso esattamente all’opposto.
    È proprio perché il mondo va così male che la felicità è così importante e non dobbiamo rinunciarci.
    Ci sono state persone che di fronte alle più grosse avversità hanno scelto la resistenza, l’impegno, gli ideali e la fiducia.
    Ci sono persone invece che hanno trascinato il mondo in spirali di morte e violenza, perché non vedevano niente di buono.
    Io so chi preferisco e quali sono le mie aspirazioni. Tu invece preferisci abbassarti a lanciare l’ennesima stoccatina a Lia parlando in modo sarcastico dei siti di incontri piuttosto che elevarti un po’.
    Sono scelte anche queste e dicono tanto.

  • elleelle, 16 Novembre 2022 @ 12:10 Rispondi

    @ads
    Per capire certi discorsi bisogna avere un po’ di slancio vitale che né tu né Leilei avete più.
    Questa è la felicità che Roberto non riesce a identificare. Felicità non è avere una persona al fianco con cui scopare, su cui scaricare i propri patemi o a cui dire “tesoro, amore, puccettino, ti amo tanto, sei la mia vita”
    Felicità è voglia di vivere e condividere, con sorriso e fiducia. Felicità è ottimismo di fondo, vedere che ci può sempre essere qualcosa di bello nella nostra vita.
    Sottoscrivo tutto quello che ha scritto @maribel, ad esempio, perché quella che presentate voi è una litania di miserie non giustificate.
    Ma secondo voi chi vi sta di fianco, coniuge o amante, ce la può fare a vivere con una tale ondata di negatività in casa, con persone che vedono disastri apocalittici se c’è da cambiare il divano?
    Secondo me si frantumano i maroni, altroché, perché queste lagne continue ti tolgono il bello, il leggero, la voglia di vivere.
    Tante parole contro ai vostri coniugi e ai vostri amanti ma magari siete voi stessi che li avete depressi e allontanati con la vostra incapacità non dico tanto di vivere ma addirittura di concepire la felicità.
    Se non sapete cos’è la felicità, non sapete né darla né riceverla.

  • Lei, 16 Novembre 2022 @ 11:30 Rispondi

    Roberto per me la felicità è un attimo, non può essere di lunga durata.
    E soprattutto in questi anni così difficili, dove tutto il mondo sembra andare a rotoli, parlare di felicità mi sembra assolutamente utopico.
    L’incertezza di una guerra alle porte, il cambiamento climatico, la crisi economica, l’inflazione…
    Dovremmo vivere in un eremo per non farci toccare da tutto questo. Siamo completamente destabilizzati, nessuna certezza per il futuro.
    Come si può pensare alla felicità?

    Se parliamo di felicità in amore, non credo che sia uguale per tutti.
    Personalmente penso che la si raggiunga quando si ha di fianco una persona con la quale si condividono pensieri, valori, progetti. Una persona che non ci fa sentire mai soli, una persona che ci manca quando non c’è, una persona che ci trasmette un senso di benessere.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2022 @ 12:09 Rispondi

      La felicità in amore è una sola. Non esiste l’amore vero al 90, 80, 50%. Se vogliamo parlare di amore vero e coppie vere. Altrimenti è tutto carpe diem o accontentarsi o peggio adattarsi alla parte dominante della coppia, quella che non ha paura di perdere e dice ti amo ma

  • maribel, 16 Novembre 2022 @ 10:27 Rispondi

    @roberto.
    secondo me è inutile dare la definzione di felicità, perchè non è uno stato permanente, se sei un essere dotato di intelligenza. la felicità è tanto, ma è fatta di momenti che vanno e vengono. diciamo che rappresenta un attimo di completezza, ma l’attimo dopo può essere già coperta dalla malinconia.

    più che alla felicità darei un significato a quello che siamo riusciti a diventare noi come persone: se quello che vediamo allo specchio ci soddisfa e ci dà l’idea di una persona che vale o ci dà invece la sensazione di aver sprecato il tempo o di non averci provato abbastanza.
    se avessi l’idea di aver tentato tutto e aver lottato con tutte le mie forze per qualcosa, sarei felice indipendentemente dal risultato. il vero vincente è quello che mette in un obiettivo tutto quello che ha, secondo me.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2022 @ 12:07 Rispondi

      L’amore vero da un senso di felicità stabile

  • Dispersa, 16 Novembre 2022 @ 08:24 Rispondi

    Io credo che ognuno abbia una visione diversa del proprio bene e del proprio equilibrio, non c’è un metro di misura uguale per tutti.
    Purtroppo ci si scontra… Ma a vuoto.
    Un conto è dare un consiglio a chi arriva impantanato, un altro invece è voler far cambiare idea a chi ha già deciso.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2022 @ 09:24 Rispondi

      L’amore è semplice: equilibrato, dona felicità, è democratico. Non c’è amore dove c’è conflitto, uno ha il coltello dalla parte del manico, uno ha paura di perdere e l’altro no

  • Roberto, 16 Novembre 2022 @ 07:31 Rispondi

    Dalle parole di @Leilei prendo lo spunto per una nuova discussione. Vi leggo sempre ragazze e noto tante volte l’ovvia differenza di veduta tra ognuna di voi. Però, @Leilei ha parlato di “felicità “. Allora vi chiedo, alla luce delle vostre esperienze di amantato, che cosa rappresenta per voi la felicità?

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2022 @ 09:23 Rispondi

      rilancio Roberto

      Alla luce delle vostre esperienze di amantato, che cosa rappresenta per voi la felicità?

  • elleelle, 16 Novembre 2022 @ 00:11 Rispondi

    @Leilei
    No, cara, non fare sforzi, continua così che per te è la strada migliore. Non cercarla la felicità, non contemplarla nemmeno, procedi come hai fatto finora, ci mancherebbe.

  • Leilei, 15 Novembre 2022 @ 21:33 Rispondi

    Elleelle secondo te la felicità la conquisterei mollando marito e amante, e magari iscrivendomi a un sito di incontri?
    La felicità è un’utopia, pertanto non mi sforzo di cercarla. Mi va bene la tranquillità, mi basta quella.

  • ads, 15 Novembre 2022 @ 21:31 Rispondi

    @elleelle…dolcezza, @lei ti ha risposto, basta poco per mettere a tacere tutto, ha ripetuto circa le parole che potrebbero raccontare la maggior parte delle persone che sono rimaste a casa dopo un amantato andato male,
    lei si è voluta giustificare, ma non doveva,
    il figlio, la salute,il progetto, la paura di solitudine, il benessere.
    poi se uno dice che a 50 e fischia non è come a 30, ve la prendete, e sono negativo,non ricerco la felicita,
    a me personalmente nel mio quadro personale manca solo una persona, una affettivita chiamatela come volete, quando si paleserà sarete edotte.
    @lei ha detto pure dei genitori anziani , dei suoceri,tutte cose che negativizzano il quadro, ma sono tutte cose che c’erano anche durante la fase iniziale dell’amantato..ma te ne freghi, non ci pensi.
    anche nelle coppie esaurite ci sono dei giorni di maggiore scazzo come ci sono dei giorni che pensi ma tutto sommato è stato meglio cosi,il gioco non valeva la candela,il sabato meglio farlo tutti e 4 davanti alla tv, che in un posto angusto ad aspettare qualcuno.
    il mio pensiero non credo sia tanto dissimile dalla componente femminile che vive la stessa cosa.
    chiamatela arrendevolezza consapevole in conforte zone..poi certo il futuro tutto puo’ succedere,
    ma non mi venite a dire frasi new age, di autoconvincimento.
    io non voglio dare un messaggio negativo, ma lavoro in un ambiente in cui il 77% sono donne,
    quindi ho una visuale non di parte, ma è un dato di fatto che l’universo femminile è piu’ complesso emotivamente , vedo poca felicita in giro e molta rassegnazione alla ineluttabilita degli eventi.
    ho amiche qualcuna single, separata, lavora, ormai abituata a stare sola ,
    , lasciate perdere me che sono irrecuperabile..ma non vedo tutta sta ricerca delle evoluzione, si arrangiano e vanno avanti

    un saluto ragazze

  • Viovio, 15 Novembre 2022 @ 21:16 Rispondi

    @Lia
    La tua classifica non fa una piega, pure io mi sono rivista nei vari punti e quante cose sono cambiate 🙂
    @Elle prima o poi ce la faremo a conoscerci!! Confido nei prossimi eventi di @Ale
    Mi è giunta voce che quel genio del mio ex sta facendo il piacione con la new entry della nuova compagnia che sta frequentando, tutti rigorosamente in coppia.
    La tizia che ha puntato ha la stessa situazione che avevo io in casa qualche anno fa: crisi nera. Casualità? Non penso proprio…

    • alessandro pellizzari, 15 Novembre 2022 @ 23:32 Rispondi

      Serialitaà

  • Maddy, 15 Novembre 2022 @ 21:11 Rispondi

    Caro @Ale, care ragazze, come state?
    Noto con piacere che alcune di voi sono ancora presenti, più come supporto e confronto che per sfogarsi.
    Se vi ricordate, io e l’ex lavoriamo nello stesso posto, braccio a braccio, con ruoli di responsabilità, lui più alta della mia.
    Ebbene, ieri parlando di un evento appena concluso, mi ha fatto una confessione.
    Durante l’evento una donna di nostra conoscenza gli avrebbe fatto delle avances molto spinte, che lui avrebbe declinato perché sposato. Ieri mi ha detto che il motivo del rifiuto sta nel fatto che non riesce a mancarmi di rispetto. Cioè andare con un’altra lo considera una mancanza di rispetto nei miei confronti.
    Lì per lì sono rimasta basita e sono riuscita a rispondergli soltanto che fra noi non c’è più niente da tanto tempo e che quindi può fare le scelte che ritiene migliori per la sua vita.
    Poi a fine giornata, come al solito, mi ha chiamato e non ho più resistito. Gli ho vomitato addosso tutto quello che penso di lui: che è un senza palle stazionante in una situazione di m… da anni, che deve smettere di raccontarmi certe storie, che il suo grande amore lo prova soltanto per il divano e il letto condiviso, il garage con tutti i suoi attrezzi infilati come in ferramenta, la basculante nuova di zecca, e tutte le altre sue noiose comodità.
    Mi ha detto che non capisco, che lui ha un blocco emotivo che non riesce a superare. Allora gli ho detto di farsi curare e che deve avere il coraggio di lasciarmi in pace.
    Poi ha aggiunto che rispetto a (solo) due anni fa ha fatto passi da gigante, che qs estate ha fatto le vacanze separate dalla moglie e che la sua intenzione è continuare a parlare con lei per liberarsi.
    Ha anche detto di essersi dato una scadenza per tornare ad essere un uomo, ovvero per ricominciare a scopare, anzi a fare l’amore, come dice lui. La scadenza sarebbe la fine di qs anno, libertà sotto tutti i punti di vista. Io l’ho preso in giro dicendogli che nemmeno a Pasqua 2024 sarà libero. E a dire il vero l’ho anche trattato male sbattendogli in faccia tutti i miei pensieri.
    Ora, considerato che io e lui abbiamo smesso di avere rapporti due anni fa, che di quella della moglie non vede più neanche l’ombra, e che io ho intenzione di provare ad avere rapporti, a tempo debito, solo con soggetti liberi, direi che l’unica strada che gli rimane è quella di cedere alle avances di questa tizia, e magari, a breve, diventare seriale.
    Come la vedete?
    PS: oggi è rimasto chiuso nel suo ufficio con la porta chiusa tutto il giorno. Non mi ha mai parlato né cercato. Un ottimo atteggiamento professionale!

    • alessandro pellizzari, 15 Novembre 2022 @ 23:31 Rispondi

      Tutta fuffa per rientrare nel tuo letto

  • elleelle, 15 Novembre 2022 @ 19:19 Rispondi

    Ma santo cielo, @ads, davvero non capisci il senso delle parole che vengono scritte qui?
    Che disastro!
    Ma come fai nella vita di tutti i giorni, quando devi leggere un articolo di giornale, un libro, quando devi capire una cosa da fare al lavoro, un modulo amministrativo, i compiti dei tuoi figli…?
    Riesci a coglierne il significato e l’intenzione o ti approcci coi paraocchi, gettando sempre un’occhiata superficiale e banale?
    Sembri un disco rotto, non capisci neanche quando queste cose vengono dette esplicitamente: “Non sono critiche nei confronti di Leilei ma è un modo per spronarla a ottenere più felicità”.
    Cavolo, @ads, tu non ci fai, ci sei! 🙁
    Sveglia, tesoro, sveglia, metti in funzione quella testolina perché dentro c’è qualcosa che vorrebbe funzionare a regime e non come un criceto sulla sua giostrina che ripete le stesse rotazioni per anni.
    Vedi di elevarti un minimo, di avere qualche pensiero di spessore, di cercare di fare qualche passettino in più, mamma mia…

    • alessandro pellizzari, 15 Novembre 2022 @ 20:40 Rispondi

      Anch’io non capisco un modulo amministrativo

  • ads, 15 Novembre 2022 @ 16:08 Rispondi

    siete molto puntuali e severe nel giudicare le parole di @leilei,
    a mio vio se scrutraste i motivi che molti dei vostri compagni mariti, sebbene consapevoli o fintamente incosapevoli, non credo trovereste motivazioni piu ‘ nobili di quelle edotte da @lelei.
    poi vedete voi.

  • Leilei, 15 Novembre 2022 @ 13:12 Rispondi

    Maribel si hai ragione, è una mia fissa. Comunque il progetto di famiglia (almeno quello!) c’è, nel senso che siamo comunque genitori di un figlio che per motivi di studio, rimarrà ancora a vivere con noi per qualche anno. Rimane l’appoggio che possiamo darci reciprocamente nell’affrontare la quotidianità (non viviamo da separati in casa) e il rapporto a due rimane nel fare cose insieme (vacanze, uscite varie ecc…). Non ci amiamo più ma non ci odiamo, le discussioni ci sono come ci sono i momenti piacevoli. Mio marito è molto più grande di me, quindi la vecchiaia non riesco a vederla come una cosa molto lontana e in due si invecchia sicuramente meglio che da soli. Forse sono così angosciata perchè vivo quotidianamente le situazioni di mio padre e dei miei suoceri. E di recente mio marito ha avuto problemi di salute, e questo mi ha fatto riflettere su molte cose.

  • maribel, 15 Novembre 2022 @ 11:53 Rispondi

    @ragazze e @ragazzi
    riemergo da un numero imprecisato di giorni, ho cercato di scrivere ad @alessandro per scrivere sul blog che non potevo parecipare alla presentazione ma giustamente mi ha cassato i messaggi perchè ero riconoscibile dai dettagli….
    mi spiace di non avervi incontrati… sarà spero per la prossima volta.

    Comunque, leggo in questi giorni vostri commenti e mi colpisce sempre @leilei per la caparbietà delle sue difese, comprensibili per la carità.
    io le trovo solo angoscianti nella parte in cui parla di badanti, di persone all’ospizio… io capisco che hai paura della vecchiaia e di non avere soldi, ti ricordo però che se sei una donna lavoratrice avrai comunque di che vivere anche perchè anche dopo il divorzio vi è comunque una parte di eredità che ti spetterà comunque com ex moglie, anche qualora tuo marito si dovesse risposare.

    ma sono tutte considerazioni personali le mie, le tue le rispetto. rifletto solo sul fatto che per te il matrimonio non sia più nè un rapporto a due nè un progetto di famiglia ma una vera e propria polizza assicurativa.
    la tua vecchiaia è salva. è la parte di vita che ti manca a raggiungerla che mi fa pensare che che te la sarai proprio guadagnata, la tua vecchiaia sicura.

    un bacio a tutte, soprattutto a @rinascita che mi sono persa, mannaggia.

    • alessandro pellizzari, 15 Novembre 2022 @ 12:13 Rispondi

      farò altri eventi in giro per l’Italia per presentarvi Love Advisor

  • elleelle, 15 Novembre 2022 @ 10:39 Rispondi

    @Lia, Dispersa,
    È vero, descrizione perfetta, @Ale ci potrebbe fare un articolo o un gioco a punti 😀
    Che squallore però, come si fa ad arrivare ad un’età adulta e a ragionare in questo modo?
    Credo che categorie molto simili si applicassero anche a me, era evidente e sapendo quanto è disturbato il mio ex, mi chiedo quanti ce ne siano in giro come lui e secondo me sono proprio tanti.

  • Dispersa, 15 Novembre 2022 @ 08:18 Rispondi

    @Lia mi hai fatto morire con questa descrizione così… Perfetta!!
    Cmq funziona così e meglio farci una risata sopra… Và!!!!

  • Lia, 14 Novembre 2022 @ 17:08 Rispondi

    @Love, avevo interpretato male il tuo “capisco”.

    Ti dico com’è cambiato il mio valore per lui nel corso della storia. Io adesso la vedo un pò come aver risposto ad un annuncio da amante.
    AAA …
    1) Orario flessibile
    2) Poco esigente
    3) Compagno munita
    4) Disponibile ad accettare ruolo defilato e di basso profilo.
    5) Disponibile a fare sesso passionale

    5 su 5! Bene, assunta! Tombola! Vali 100!
    Periodo “donna ideale” ! Ti amo più della mia vita! Adesso parlo con mia moglie! Non posso stare senza di te! Non riesco a non chiamarti, a non vederti e a non farlo, ovviamente! Baci, carezze, stelle cadenti e fuochi d’ artificio. L’Apoteosi dei sentimenti!
    Divento single rompiballe
    Della lista precedente togli la spunta alle voci 2, 3 e 4.
    2 su 5! “Vabbè dovrei licenziarti ma provo a tenerti lo stesso!
    Periodo “donna irresistibile” . Perdo in amore ma aumento in tette! Manco fossi Pamela Anderson che emerge dalle acque. Ti desidero tanto! Non siamo più insieme ma la nostra è un’attrazione irresistibile! Non riesco a non saltarti addosso, è più forte di me! Ti desidero ancora troppo ma non voglio, però, crearti ancora aspettative!
    Divento single rompiballe che non gliela da più.
    Periodo “donna invisibile”. Improvvisamente si sgonfiano tutti i sentimenti e mi si sgonfiano anche le tette. Valore moscerino!
    Adesso ci rido ma bisognerebbe ammazzarli da piccoli!

    • alessandro pellizzari, 14 Novembre 2022 @ 20:40 Rispondi

      Che cialtrone dell’esercito dei cialtroni

  • Leilei, 14 Novembre 2022 @ 13:27 Rispondi

    Love se ti ha illuso, si è comportata molto scorrettamente. Poi le priorità nella vita non sono sempre le stesse.
    4 anni fa il mio amante era prioritario per me, tanto da arrivare anche a separarmi. Quando ho visto che le sue erano belle chiacchiere e sogni ad occhi aperti, l’ho declassato e gli ho dato l’importanza che ritenevo giusto avesse. Stessa cosa per il marito: quando ho capito che il mio era un dare a senso unico, ho smesso di amarlo. Io dò alle persone lo stesso trattamento che mi riservano. Ed è giusto così, è giusto far prevalere il proprio valore, gli amori drammatici e fatali, tormentati e sospirati non fanno per me. Visto che questa situazione “doppia” me la vivo senza particolari sofferenze, continuo a starci. Poi chissà, del futuro non v’è certezza.
    Tu sei libero ed è giusto che desideri un rapporto libero, hai bisogni diversi e non vuoi fare l’amante a vita, come è successo a Lia o altre in questo forum, e vedrai che accadrà!

  • Love, 14 Novembre 2022 @ 11:31 Rispondi

    @Leilei avevo capito che eri ricca da ciò che hai sempre scritto qui, comunque personalmento non mi sento meno di lei e nemmeno la mia autostima è intaccata dal suo comportamento.
    Sono solo dispiaciuto come lo sarebbe chiunque.
    Dico a te, come dico a @Lia il mio “capisco” non è giustificare la mia ex o chi la pensa come lei, ritengo che ognuno di noi ha le sue priorità così come lei, io ho le mie.
    @Leilei prendo te come esempio…la tua priorità è stare bene e non avere alcun problema economico, questo ti ha fatto mettere in secondo piano o addirittura terzo marito ed amante che sono sacrificabili al cospetto del bene materiale.
    Questo intendo.
    Io all’opposto…non lo so!
    Perché?
    Perché non mi ci trovo nella parte opposta e ultimamente non ci stavo bene io per essere messo al secondo se non addirittura al terzo o quarto posto, ma per anni l’ho accettato perché ho sempre avuto la speranza che potesse succedere di vivermela con lei ci tenevo ma non mi sono mai fatto castelli di carta.
    Detto questo è bastato dirle che i miei bisogni erano altri, che il mio errore seppur un bell’errore è stato innamorarmi e le sua tante promesse mai mantenute erano una presa in giro ed in quel momento è finita la mia funzione…. non perché valessi meno della piscina, ma solo perché io ho fatto prevalere il mio di valore.
    Ed infatti è sparita!

  • Leilei, 14 Novembre 2022 @ 10:20 Rispondi

    Love tu non vali meno come persona perchè lei non ti ha voluto per sempre nella sua vita. Tu vali poco per lei.
    La differenza sostanziale è questa. Accettarlo non è facile, ma non possiamo obbligare le persone ad amarci.
    Ma soprattutto non dobbiamo dare mai a nessuno il potere di intaccare la nostra autostima e il senso che diamo alla nostra vita!

  • elleelle, 14 Novembre 2022 @ 09:22 Rispondi

    OK @Ale,
    Grazie, aspetteremo la prossima occasione 🙂

  • elleelle, 13 Novembre 2022 @ 21:34 Rispondi

    @Lia
    Il tuo commento a Love è molto valido.
    Basta capire, giustificare, scusare. Non si può capire e giustificare che per una persona con cui si ha una relazione sentimentale si valga meno di un oggetto.
    Accettare invece è possibile e anche doveroso: accetto che per te valgo meno di un paio di scarpe firmate. Questo tuo modo di pensare e valutare gli altri non fa per me e non intacca il mio valore. A mai più rivederci.
    Senza troppe fisime ed elucubrazioni, nel momento in cui capisci l’andazzo e l’assenza di valori in comune, te ne vai.
    Logico che fa male ma farsi un discorso serio sulle qualità che si vorrebbero da una persona è sempre utile e secondo me può accorciare la durata della nostra sofferenza.

  • elleelle, 13 Novembre 2022 @ 20:15 Rispondi

    @Leilei
    Come “Chi vi ha messo in testa questa cosa?”
    Ce l’hai messa in testa tu, che da anni non fai che parlarci di vacanze di lusso, circolo, bella casa, giardiniere, marito che ti consente un tenore di vita che altrimenti non avresti e via dicendo.
    Mi sembra strano che tu non ti renda conto di quello che scrivi…

  • elleelle, 13 Novembre 2022 @ 20:12 Rispondi

    @Ale
    Dal blog hai i nostri indirizzi email associati al nickname. Se usiamo quelli per scriverti, ti autorizziamo e tu fai da tramite, non si può comunque?
    Scusa, non voglio sembrare insistente o metterti in difficoltà, se non si può non si può. Però sarebbe bello 🙂

    • alessandro pellizzari, 14 Novembre 2022 @ 09:16 Rispondi

      Non si può ragazze l’unica è incontrarvi ai miei eventi pubblici

  • Sylvia, 13 Novembre 2022 @ 17:24 Rispondi

    Lia credo che tu abbia sbagliato persona: non ho mai criticato nessuno che conosce persone attraverso i siti di incontri. Ho parecchi amici che sono felicemente sposati dopo essersi conosciuti online. Tanto le devi frequentate di persona le persone per parlare di una relazione. Incontrarsi prima online o in palestra non credo faccia differenza.

    Con chi ti confondi?

  • Sylvia, 13 Novembre 2022 @ 17:14 Rispondi

    Non ricordo di aver detto NULLA contro di te o i siti di incontri @Lia. Ho scritto che non vedo affatto negativamente gli incontri con persone conosciute là. Mi sa che ti sbagli con qualcun altro. Succede!

  • Ariel, 13 Novembre 2022 @ 15:37 Rispondi

    Purtroppo resta evidente che chi ,lo ripeto ,staziona da anni e anni nella propria dipendenza affettiva e mentale immobile nel vero cambiare rotta almeno iniziando e cercando in ogni modo di cercarti il terapeuta che abbia il metodo adatto alle proprie défaillance resta evidente a tutti che chi non si cura seriamente resta FUORI QUALSIASI DISCORSO EQUILIBRATO DI AUTOSTIMA

    Infatti una delle caratteristiche tipiche di chi staziona da anni nella propria dipendenza affettiva e mentale è avere i se una vera difficoltà a confrontarsi ,spacciandosi per quella più forte più libera o peggio ancora quella più ONESTA??????

    Dove la parola onesta da qualsiasi punto di vista la si voglia analizzatore non offre sicuro interpretazioni di sorta

    Insomma IL DROGATO e cioè chi ha una vera dipendenza droga di qualsiasi tipo si tratti la scienza ci spiega benissimo che esattamente chi non si cura rifiuta e critica con vera ostinazione qualsiasi altro punto di vista che resti mirato al voler fare qualcosa di concreto per levarsi da vere menzogne che ci si racconta da sole o da soli
    Si fanno le vittime vestendo abiti di chi si spaccia per sapere bene cosa vive
    Esattamente come chi vive una dipendenza mai o male curata

    Anche il drogato di qualsiasi droga resta capace di percepirei un forte un così onesto che dice siii sono dipendente ,ma lo scelto liberamente
    Non me ne frega nulla degli altri
    Vedi come sono onesta e onesto??????

    Inutile carissime ragazze tutte quelle che vi siete curate seriamente tutte quelle e quelli come @Love che non bisogna dimenticare che esistono ,meno male,persone aldilà del genere ,che arrivano a conquistarsi il loro percorso di concreta scelta di terapia che aiuta sicuro a vivere una nuova vita capaci di vivere i veri se stessi scoprendoli strada facendo

    Chi resta a casuccia e parla contro chi dimostrato ampiamente nei fatti concreti di essere stati capaci di levarsi dai propri condizionamenti antichi da vere dipendenze mentali che ha mollato chi non funzionava affatto come mariti o amanti tutta gente che faceva solo che remare contro la propria vera conquista più importante di vera Autostima in equilibrio

    Purtroppo care ragazze non tutte le utenti si curano anzi troppo poche e infatti si rispecchia la statistica che ci dice che ben il 70/100 di amantato fallisce di brutto chi prima chi poi fisco veramente male!!!

    Ognuno ha la sua difficoltà a reagire a togliersi dalla vera droga
    Resta quindi evidente una vera impossibile discussione tra chi sta al di là del ponte della propria libertà conquistata da chi
    Invece ancora sta nella propria melma della droga dipendenza verso farsi manipolare negativamente in un continuo

  • Lia, 13 Novembre 2022 @ 14:50 Rispondi

    @Viovio grazie ❤

  • Lia, 13 Novembre 2022 @ 14:48 Rispondi

    @love, lei ha avuto paura di perdere quello che si è costruita e la capisci? Se dentro di te la stai giustificando smetti di farlo.
    Non è stata la paura di perdere le cose materiali a frenarla. Lo dici anche tu. Avrebbe vissuto bene lo stesso. Non ha avuto paura, di contro, di perdere te.
    Per la gioia di qualcuno del blog, mi vesto da heidi che corre nei prati con le pecorelle e ti dico come la vedo io.
    Quando una persona inizia a focalizzarsi su ciò che perderebbe, vuol dire che quella cosa o non la vuole realmente oppure non la può avere.
    Quando ami qualcuno non vuoi perderlo, in nessun caso perché l’altro diventa unico e insostituibile per te.
    Non a periodi, non in base alle necessità del momento, ma in senso assoluto.
    Anch’io ho fatto l’errore di giustificare per poi accorgermi che era già tutto scritto.
    Il fatto che lei sia ricca, legata ai soldi a cui non rinuncerebbe dovrebbe farti capire che molto probabilmente questa intenzione non l’ha mai avuta e che ti ha scelto perché tu fossi l’amante e basta, incurante di farti soffrire, e lo sapeva dall’inizio dei tempi.
    Capire queste situazioni non fa altro che sminuire te, mina la tua autostima e ti fa credere di poter valere nella vita di una persona meno della sua piscina.
    La tua posizione deve essere un’altra rispetto a giustificarla.
    Se lei misura le persone, nonostante le ami, in questo modo è un caso clinico e quindi poverina.
    Se non fosse così, invece, ti ha preso per il cxxo.
    Mi dispiace dirtelo ma io propendo per la seconda. Ergo, smetti di amare adesso, subito una che si è comportata così con te.

  • Leilei, 13 Novembre 2022 @ 12:34 Rispondi

    Love io non sono RICCA! Non capisco chi vi ha messo in testa questa cosa.

  • Leilei, 13 Novembre 2022 @ 12:25 Rispondi

    Lia mi dispiace molto che te la sia presa, ma ti ripeto io non ho nulla contro i siti di incontri.
    Non è quello che volevo sottolineare, ma il fatto che avevi scritto che ti erano serviti per farti bella e uscire di casa.
    È ovvio che la tua scelta di uscire di casa è stata una scelta coraggiosa, l’importante è non dover immaginare la propria vita di fianco a un uomo per essere soddisfatta.
    Poi ti auguro di incontrare l’amore, se è quello che desideri. L’importante è non delegargli la tua felicità.

  • Leilei, 13 Novembre 2022 @ 12:16 Rispondi

    Lia mi piacerebbe che queste cose me le scrivessi a 80 anni .
    Ma tu non hai genitori anziani?
    Grazie al cielo i genitori di mio marito e mio padre hanno risparmiato per potersi pagare una badante, visto che noi figli lavoriamo e non possiamo assisterli h24.
    E i loro risparmi gli consentono di continuare a vivere i casa propria, circondati dalle cose che amano, invece di finire in una pidocchiosa casa di riposo, in quanto indigenti.
    Ma no, l’ammoreeeee può tutto! Stiamo scadendo nel ridicolo.

  • Leilei, 13 Novembre 2022 @ 12:11 Rispondi

    Lia ma ti sembra una cosa di poco conto la quotidianità con i figli? Ma davvero conta più la quotidianità con un partner che quella con i figli?
    Se si parla di qualità e quantità, questa cosa allora vale anche per l’amante: un giorno al mese di qualità vale di più di una vita insieme piena di sensi di colpa e dolorose assenze.
    Ma un po’ di coerenza nei pensieri no?

  • Crocus, 13 Novembre 2022 @ 12:00 Rispondi

    @Lia ❤️❤️❤️ il tuo commento avrei potuto scriverlo io, paro paro. Il mio ex uguale identico. Tirava fuori tante (troppe) scuse. Una volta i figli, la volta dopo l’aspetto economico (e preciso che io, a differenza di sua moglie, mi mantengo da sola quindi non avrebbe dovuto sborsarci altri soldi). Io ero per il “viviamo insieme anche in una stanza, ma felici”. E invece… Ma tutto questo lo si vede in maniera limpida solo ora. Non saprei quale santo ringraziare per avermi salvata da una vita di inferno. Ha fatto benissimo a darmi un calcio nel cu**, perché io non ero in grado purtroppo. È l’unica cosa sensata che ha fatto.
    @elleelle mi sembra così assurdo che tu debba spiegare per l’ennesima volta la tua storia, talmente chiara e talmente precisa. Io boh. Si capisce lontano un km che non sei rimasta per soldi intesi come tali, ma perché la tua situazione è particolare. Si percepisce inoltre che sei una persona dai valori forti e soprattutto una donna coi controco*****. Quanto mi piacerebbe che ci trovassimo io, te, @Lia e @Vio! Ma come possiamo fare?! Un abbraccio!

  • elleelle, 13 Novembre 2022 @ 11:21 Rispondi

    @Vio
    Esattamente come dici tu, anche mio marito è stato una componente fondamentale in questi due anni.
    C’è stato, perché comunque c’è stima e ci si aiuta a vicenda per i figli e la vita quotidiana.
    Sarebbe stato meglio se fosse andata diversamente ma la vita ci ha servito questo e da persone adulte si rimboccano le maniche e si lavora, come avete fatto anche tu e tuo marito.
    La tua idea è la mia. Bologna potrebbe andare? È snodo ferroviario per varie linee.
    @Ale ci aiuteresti a coordinare?

    • alessandro pellizzari, 13 Novembre 2022 @ 19:17 Rispondi

      Ragazze non si può per privacy

  • Rinascita, 13 Novembre 2022 @ 10:58 Rispondi

    ElleElle è un pensiero che ho maturato ormai da tempo. Chi si porta il brutto dentro vede il brutto ovunque. Poi non è un caso che si rimanga, in vite continuamente avvitate sulla negatività e sul pessimismo. Vivere una vita improntata al “tanto è così” è un giustificativo che si usa in assenza di coraggio a cambiare le cose. Mantenere gli occhi belli e guardare con fiducia al futuro, nonostante tutto, non è da tutti, c’è poco da fare. Se adesso mi si dirà che mi metto sul piedistallo, rispondo fin d’ora che si’ mi ci metto ma solo perché ad una vita misera non mi rassegno. Non sono felice adesso, sto vivendo momenti difficili. Ma è il prezzo da pagare per ambire ad una vita che sia degna di essere vissuta. Già solo averci provato ne sarà valsa la pena.

  • Lia, 13 Novembre 2022 @ 10:37 Rispondi

    @Sylvia, io non la vedo come te.
    Te l’ha spiegato benissimo @elleelle.
    Qui dentro ci sono persone che hanno dovuto affrontare una tempesta violentissima e si sono dovute rimboccare le maniche per trovare le soluzioni più giuste per uscire da certi traumi.
    Hanno dovuto raccogliersi col cucchiaino e reinventarsi da zero. Senza cedere a compromessi.
    Lavorare su se stessi é fondamentale e bisognerebbe ascoltare i consigli di chi l’ha fatto. Invece qui succede che chi non é disposto a cambiare, a migliorarsi, critica gli altri.
    Come faccio a raccontare a @leilei che sono uscita di case con due borse in mano, perdendo gli amici comuni, ho girato per un anno cambiando casa ogni mese, col covid, con il mio ex che anziché stare al mio fianco se n’è solo approfittato.
    In una situazione del genere ti sembra il caso di criticare il fatto che io abbia utilizzato siti di incontri e vederla come l’alternativa sbagliata ad una vita piena?
    La mia vita era nel marasma, da ricostruire da zero, fin troppo piena ma di cose da risolvere.
    Io ho usato tutto quello che mi è venuto in mente, compreso questo blog, per provare a non morirci sotto mentre lei si faceva le unghie…
    Capisci che a volte resto basita di fronte a certe affermazioni.

    • alessandro pellizzari, 13 Novembre 2022 @ 10:46 Rispondi

      Nei siti di incontri non c’è nulla di male, sono uno strumento usato ormai dalla maggioranza della popolazione. C’è tanta foffa maschile, bisogna fare una prima bella selezione, poi quella vera è al caffè

  • Love, 13 Novembre 2022 @ 10:14 Rispondi

    @Lia, i tuoi commenti da una parte…e quelli di @Leilei al tuo opposto li capisco e li comprendo ma da entrambe le parti.
    La mia ex…seppur ricca e dove… anche senza di lui avrebbe potuto navigare nell’oro ha sempre avuto la paura di perdere soldi, di perdere ciò che si era costruita.
    Non hanno figli ma il figlio che hanno partorito loro è la ricchezza.
    Io sono quello che ha solo bisogno di stare bene e quel “in più” non è una necessità.
    Sono cresciuto in una famiglia dove non c’era possibilità ed i valori sono stati altri, molto probabilmente ancora oggi non necessito di avere ciò che altri possono permettermi, seppur non vi nego che lei mi ha fatto vedere il mondo di @Leilei e non l’ho disprezzato…anzi, ma ho sentito anche tante cose che le mancavano e che non potrà mai comprarsi ma che riuscirà a compensare con il lusso.
    Io nel frattempo dico che ci vuole tempo ed ho fiducia in me stesso, sto imparando a lasciare andare le cose inizio a vederle in modo diverso ma oltre all’aiuto di @Ale ho aggiunto quello di uno psicoterapeuta.
    So di averla amata veramente…e come avevo detto a lei, il mio errore che errore non è…è stato quello di essermi innamorato di lei.

    • alessandro pellizzari, 13 Novembre 2022 @ 10:44 Rispondi

      Non hanno figli ma il figlio che hanno partorito loro è la ricchezza.

  • elleelle, 13 Novembre 2022 @ 09:28 Rispondi

    @Lia
    La tua frase è perfetta ed è quello che dicevo al mio ex.
    “I ragionamenti vanno nella direzione di una soluzione del problema e non verso la distruzione del rapporto.”
    Solo che lui, come tanti, non voleva ragionare.
    Vedi tu stessa come è difficile: le persone o tirano su un muro, o ti accusano, o la buttano in vacca nella superficialità più assoluta.
    Non importa se qui ci sono e ci sono state testimonianze di separazioni che funzionano, non importa se ci sono utenti che vivono felici con i nuovi compagni.
    Se dici che un cambiamento è possibile ma che potrebbero volerci impegno e rinunce, ci sarà sempre qualcuno che ti prenderà a pomodori marci in faccia perché non è allo stesso livello e non intende queste parole. Diventerai sciocca, sognatrice, bisognosa, bugiarda…
    Il problema è loro, non tuo.

    • alessandro pellizzari, 13 Novembre 2022 @ 10:43 Rispondi

      Chi non vuole ragionare è perché ha deciso

  • elleelle, 13 Novembre 2022 @ 09:18 Rispondi

    Sì, @Ale,
    anche se più che tempesta mi era come caduto addosso un meteorite!
    Sicuramente per saltarci fuori ci mettiamo tutti tantissimo impegno e tanto cuore, verso noi stessi e anche per mantenere un’apertura verso gli altri. Se non tieni il cuore un po’ aperto e pulito, non ce la puoi fare.
    Prendi ad esempio l’aridità del commento di Sylvia:

    “Lia io ho l’impressione invece che certe cose si raccontino CONDENDOLE di sfumature per sembrare meno aridi, meno cinici così alcuni si possono criticare facendo bella figura con poco. La convenienza di tanti compromessi traspare e trasuda da ogni parola. C’è chi riesce a camuffarla meglio e chi è più sincero, chi si espone di più e chi riesce a far esporre gli altri. Ho smesso di credere alle favole da un pezzo.”

    Quel maiuscolo tanto Molly-esco si aggiunge al bisogno di vedere tutti (beh, me in questo caso, è evidente 😀 ) come fanfaroni, approfittatori…
    È brutta una vita in cui non si capisce che le favole non esistono ma che non è neanche tutta merxa. Ed è brutta una testa in cui non si capisce che quello che si dice a Leilei non sono critiche sterili ma un modo di spronarla a vedere le cose in un modo diverso e che alla fine potrebbe arricchirla, non di soldi ma di sentimenti.
    Come ho scritto prima, evidentemente in troppi hanno la miseria dentro, al punto che non contemplano nemmeno l’esistenza di chi cerca di aiutare ma vedono ogni frase come sfoggio narcisistico di chissà che risultati personali.
    Forse perché loro sono così, hanno bisogno di questo rancore sempre vivo dentro. Per fortuna non siamo tutti così.

  • Viovio, 13 Novembre 2022 @ 09:04 Rispondi

    @Lia
    Quando ho letto quello che hai scritto sulla dentiera di @leilei sono MORTA dal ridere.
    Detto questo, a mio avviso hai fatto bene ad aprirti ad ogni tipo di esperienza per superare la delusione dell’ex, anche i siti di incontri. Hai completamente stravolto la tua vita per quell’uomo e ti sei assunta le tue responsabilità, senza fare marce indietro e a mio avviso basta e avanza per dimostrare il tuo valore.

  • Viovio, 13 Novembre 2022 @ 08:40 Rispondi

    @Elle
    Per molti versi vedo tantissime similitudini fra la tua storia e quella di @Crocus. Io ho anche avuto il piacere di conoscerla ed approfondire il buco nero in cui era sprofondata, le stesse dinamiche che hai sempre descritto tu e la vostra esperienza è un bellissimo esempio di rinascita.
    Ricordo perfettamente i tuoi primi interventi, uno in particolare, quando i tuoi figli volevano le cotolette e tu stavi talmente male che fu uno sforzo sovrumano accontentarli.
    Hai ricevuto tante critiche sulla tua situazione famigliare e sinceramente non ne ho mai capito il motivo, visto che non devi nasconderti da nessuno e lo avete deciso di comune accordo.
    Mentre attraversavi questa tempesta, fra la rete di persone che ti ha aiutato c’è sicuramente tuo marito. Avrete smesso da tempo di essere una coppia ma siete comunque una squadra che fa di tutto per crescere al meglio i propri figli e questo è possibile sono quando c’è stima e rispetto reciproco. Evidentemente a certa gente questo tipo di “soluzione” da fastidio, perché non ha ricevuto la stessa sincerità in casa. Senti bella donna pensavo ad una cosa un po’ folle (ma io un po’ pazza lo sono sempre stata ;-p), se decidessimo un sabato di incontrarci da qualche parte? Naturalmente può unirsi chi ha voglia…
    Che città ti tornerebbe comoda?

  • Sylvia, 13 Novembre 2022 @ 01:48 Rispondi

    Lia io ho l’impressione invece che certe cose si raccontino CONDENDOLE di sfumature per sembrare meno aridi, meno cinici così alcuni si possono criticare facendo bella figura con poco. La convenienza di tanti compromessi traspare e trasuda da ogni parola. C’è chi riesce a camuffarla meglio e chi è più sincero, chi si espone di più e chi riesce a far esporre gli altri. Ho smesso di credere alle favole da un pezzo.

  • Lia, 12 Novembre 2022 @ 17:15 Rispondi

    Grazie @Crocus, ti stimo molto anch’io.
    Anche il mio ex potrebbe vivere bene anche da separato. La scusa sua era perdere la quotidianità dei figli.
    Non dico che non si debba ragionare sulle cose e ci si debba lasciare trascinare dalle emozioni, ma quando ami davvero una persona non escludi a priori la possibilità di stare con lei, ma piuttosto lavori sulle alternative che ti permettono di starci insieme.
    Per questo le vedo tutte come scuse.
    Se si riduce il tempo che trascorrerai con i figli, fai in modo che quel tempo sia tutto di qualità.
    Se si riducono i soldi e lo stile di vita ne risente, fai in modo di guadagnare di più oppure, anche in questo caso, se non potrai permetterti la vacanza costosa, trascorrerai le ferie a casa, ma con la persona che ami.
    Per me non ci sarebbe stata gara tra vivere in un bilocale con lui o restare nella mia villa con un compagno che non amavo più.
    Per me funziona così. Non è che non ragioni più, ma I ragionamenti vanno nella direzione di una soluzione del problema e non verso la distruzione del rapporto.
    Ma cosa mi interessa se a 80 anni morirò in casa senza assistenza se il tempo ancora buono che mi resta posso viverlo con la persona che mi scalda il cuore. Uso il termine scalda il cuore perché il mio ex ha fatto di tutto per congelarlo dopo il suo distacco emotivo, quando mi ha trattata come un pezzo di carne.
    Dopo la mia uscita di casa siamo passati rapidamente da “non voglio crearti aspettative di separazione” a non “voglio crearti aspettative di attenzioni” dopo essersi fatto il suo ultimo giro di giostra per poi allontanarsi di nuovo.
    @Ale, questa frase io la metterei tra le peggiori in assoluto…
    Un allontanamento emotivo che mi ha lasciata di ghiaccio.
    Non mi vergogno a dire che mi sono rivolta ai siti anche per questo motivo. Nella mia testa, sicuramente molto ingenua a leggere i commenti qui, c’era anche il pensiero che avrei potuto conoscere qualcuno capace che di cancellare in un lampo il mio pensiero di lui che ai tempi era ossessivo e dolorosissimo.

    • alessandro pellizzari, 13 Novembre 2022 @ 08:07 Rispondi

      Il cialtrone usa il lessico più ambiguo che ci sia per dare speranza senza promettere nulla.
      Conosco la metà di voi solo a metà e nutro per meno della metà di voi metà dell’affetto che meritate.
      Bilbo

  • elleelle, 12 Novembre 2022 @ 16:45 Rispondi

    @Lia
    Le sfumature non si colgono quando fa comodo marciarci sopra, ad esempio per dare delle stoccatine. Tutto fa brodo in questi casi.
    Ma al di fuori di queste esigenze particolari, le differenze mi sembrano molto chiare.
    Poi ognuno lavora con quello che ha dentro di sé. Se non ce l’ha, non ce l’ha e può solo continuare sulla stessa traccia.
    A volte penso al percorso che mi è toccato fare e mi dico che se non fossi stata capace di evolvere e di mantenere un po’ di ottimismo e di speranza, ci sarei rimasta in mezzo nel modo peggiore.
    Abuso narcisistico da manuale, manipolazione, abuso psicologico e praticamente abuso sessuale, pandemia, caos in famiglia, una chirurgia importante, autostima e senso di sé completamente distrutti, sono invecchiata di anni nel giro di pochi mesi, blocco mentale verso il contatto fisico…
    Ma quanto ci ho lavorato sopra in questi due anni! Quanti pianti, quante medicine, sedute con la psicologa, soldi, sforzi per spingermi sempre un passo più in là…
    Sono anche stata fortunata. Al di là della mia rete di sostegno familiare e di amicizie, ho trovato lo psichiatra giusto, ho trovato voi qui sul forum, ho trovato anche quest’uomo con cui è stato bello farlo.
    Sono passata dal contemplare seriamente il suicidio a dirvi “Ragazze, ce l’ho fatta, finalmente ho concluso questo percorso!”.
    Se fossi rimasta ferma in ragionamenti superficiali, a fare le pulci agli altri per non mettermi in gioco io, a dire piccole meschinità per mascherare un vuoto, sarei ancora ferma dov’ero.
    Ma per fortuna non è così, non ho bisogno di evitare gli altri, non devo essere immutabile, non mi servono corazze. Ho imparato a prendermi cura di me in un modo più positivo e ottimista.
    Chi non riesce neanche se spronato, neanche dopo anni di discorsi a vuoto, beh… spiace per loro.
    Per fortuna invece vedo percorsi simili al mio in tante di voi e ne sono molto felice ❤️❤️

    • alessandro pellizzari, 13 Novembre 2022 @ 08:02 Rispondi

      Anche tu come me hai superato una tempesta perfetta

  • Lia, 12 Novembre 2022 @ 15:46 Rispondi

    @Sylvia, c’è differenza tra chi è ossessionato dai soldi, non rinuncerebbe a vivere con meno per nessun motivo e di questa sicurezza ne fa un rifugio rispetto a chi, invece, l’ha deciso per questioni pratiche riconoscendo che si tratta di un compromesso necessario ma di un limite per se stessa.
    Stessa situazione ma diversa motivazione.
    Sfumature che anche ads fa fatica a cogliere.

  • elleelle, 12 Novembre 2022 @ 15:14 Rispondi

    @Vio
    Anche io ti ho pensato subito! 😀
    Immagina che ossessione deve essere questo non darsi pace per un’altra persona che invece sta prendendo la situazione con molta filosofia…

    Magari potessimo trovarci, ce ne sarebbero tante di cose da raccontare!
    Chissà se Ale se la sente di fare da tramite per un gruppetto di noi…

  • Leilei, 12 Novembre 2022 @ 15:04 Rispondi

    Sylvia, l’ho già scritto e lo ripeto siamo in un luogo in cui vige l’anonimato per quale motivo dovrei mentire, nascondere quello che provo e che penso realmente? Non sono qui per raccogliere consensi, per ricevere pacche sulle spalle. Scrivo per esprimere un altro punto di vista. Sarò in minoranza, mi attirerò critiche, non mi spaventa. Preferisco essere utile per capire che nel mondo delle relazioni extraconiugali non c’è un unico copione. Che negli anni queste storie possono cambiare molto, come d’altra parte cambiano i protagonisti.

  • Viovio, 12 Novembre 2022 @ 13:12 Rispondi

    @elle quando ho letto il messaggio di Molly ho pensato: è ripartito il disco…. ahahahah
    Che bello leggerti così serena, sono molto contenta tu sia riuscita a sbloccarti 🙂
    Quanto mi piacerebbe conoscerti, vorrei raccontarti un sacco di cose che purtroppo non posso fare qui.
    Un bacione

  • elleelle, 12 Novembre 2022 @ 11:36 Rispondi

    @ads
    Se un persona sarebbe morta per te dopo un tradimento, perché continuare a restare con lei? Ti tagli le palle per farle un dispetto? Che genialità!
    Oppure, perché non ammettere le proprie colpe e comportarsi in modo civile? Il tradimento molto spesso è un concorso di colpa, fatto di allontanamento, disinteresse, ripicche quotidiane.
    Usando il cervello e ragionandoci soora, si riesce a capire che a volte c’è solo una cosa giusta da fare e cioè andare all’ospedale a trovare tua moglie.
    A volte parlate come dei bambini immaturi, presi da piccole vendette che non vi portano a niente. Ovvio che poi siete in situazioni che vi svuotano e vi fanno perdere fiducia.
    Vi sembra normale restare sposati con una persona che disprezzate perché vi ha tradito e non andarla a trovare in un momento di difficoltà, ma perdete la testa all’idea di separarvi. Davvero avete quello che vi meritate.
    Il vostro approccio toglie ogni speranza nel genere umano, così come voi la togliete a voi stessi. Da brutte teste e brutti pensieri possono solo uscire brutte vite, @ads.

  • elleelle, 12 Novembre 2022 @ 10:16 Rispondi

    @Leilei
    È giusto non pretenderlo ma è anche giusto non pensare che un figlio ti rinnegherebbe se tu ti separassi, come invece hai scritto.
    Lo hai scritto perché ti fa comodo pensarlo, perché tu sei fatta così e vuoi restare immobile ma se un figlio ti rinnega, vuol dire che un vero rapporto con lui non l’hai poi mai avuto.
    Un figlio si evolve, quello che non capisce a 5 anni lo capisce a 10, a 15, a 20, quando farà anche lui le sue esperienze e vedrà come la vita ha la tendenza a sorprenderti.
    Se tu dai amore e attenzione, un figlio lo sente, non è stupido. Mio marito non è sempre presente fisicamente ma al loro fianco c’è e loro lo sanno.
    Mettere da parte soldi per il proprio futuro non ti impedisce di prendere certe decisioni, la vita non è solo bianco e nero. È la tua impalcatura che è in bianco e nero e non vede né grigio né colori ormai.

  • Ads, 12 Novembre 2022 @ 10:09 Rispondi

    @sylvia, proprio cosi@leilei, senza false ipocrisie racconta un comportamente molto comune.
    “ma se devo andare in ospedale lui c’è (e io ci sarei per lui, come è già successo), non preferisce andare al circolo come il marito di Leilei. La differenza è sostanziale.”
    queste scatole nere non servono, io lavoro in un contesto in cui il 77% è composto da donne,
    sapete quante ne sento di queste diatribe,polemiche sterili,voglia di competere su cose in fin dei conti non rilevanti, anche qui si ripetono medesimi schemi.
    il marito tradito di @leilei non è andata all’ospedale, avrei fatto uguale,mi ha tradito, mentito,sfregiato,
    è una reazione naturale.
    metaforicamente sarebbe ” morta” per me.
    ciao @leilei è sempre un piacere leggerti.

  • elleelle, 12 Novembre 2022 @ 10:06 Rispondi

    @Sylvia
    So che parli di me perché ti è sempre stata sulle scatole la mia situazione. Non so perché, dovrebbe stare più sulle scatole a me ma ti sei presa tu questa incombenza fin da subito.
    Io ho sempre ammesso di essere disoccupata e di dipendere economicamente da mio marito. Prima ero indipendente perché avevo un buon lavoro, poi abbiamo preso una decisione a suo vantaggio che ha fatto precipitare la situazione per me. Ho perso il lavoro e non l’ho più ritrovato.
    Ma io mi sarei separata comunque, se io e il mio ex fossimo riusciti a conoscerci meglio come da programma (rinnegato dal mio ex, non da me, io avevo fatto quanto concordato) e ci fossimo resi conto di stare davvero bene assieme.
    A me non piace farmi mantenere, cerco lavoro ma qui in zona non lo trovo. Lo avrei già trovato lontano da casa ma non mi posso trasferire di nuovo in questo momento.
    Mentre mio marito è libero da impegni e si può dedicare alla sua carriera, io sono a tutti gli effetti quella che si fa carico dei figli, con una libertà praticamente nulla.
    Se tu avessi una badante la pagheresti, giusto? Per cui è giusto che mio marito, per la cui carriera ho perso il lavoro, mi permetta di vivere mentre io mi occupo dei figli. È uno scambio alla pari, concordato. Forse è questo che ti dà fastidio, che due persone siano mature abbastanza da concordare queste cose.
    Nel frattempo io non prendo la vita con cinismo, non ergo corazze, non penso che l’amore non esista, non resto legata a un amante perché mi serve una stampella se no il resto è insopportabile.
    Io avevo bisogno di una persona normale con cui fare sesso per sbloccarmi e l’ho fatto. Sant’uomo, vorrebbe anche venirmi a trovare ma io non riesco.
    Il punto non è “resti per soldi, che vergogna” ma cosa questo restare per soldi ti porta a fare e diventare. Se devi diventare una persona sempre più arida, non ne vale la pena, è un peccato.
    Però Sylvia, davvero bisogna esplicitarti queste cose? Davvero non ci arrivi da sola a capire queste differenze?

  • Sylvia, 11 Novembre 2022 @ 23:01 Rispondi

    Ma Leilei non sei l’unica che fa dipendere la sua vita dai soldi. Non sei l’unica che non si è separata perché non ha un’indipendenza economica qui dentro mi pare.

    Certo che la mia vita economica è cambiata da quando mi sono separata. Ero andata a vivere da sola in una casa ben più piccola di quella che avevo con mio marito. Ora sono provvisoriamente (spero!) dai miei per motivi di salute, non di soldi, ma certamente in termini economici ci ho perso. Ma chissene…La propria libertà e non dover indossare la maschera non hanno prezzo!

    Vedo molte persone attaccarti perché sei attaccata ai soldi quando siete “due culi in un paio di braghe” quindi nella stessa situazione di convenienza economica. Almeno tu lo ammetti senza girarci attorno.
    In questo sei più sincera della media.

  • Leilei, 11 Novembre 2022 @ 17:45 Rispondi

    Elleelle un figlio deve fare quello che si sente di fare. Non pretendo di sicuro che mi faccia da badante. Per questo voglio avere la possibilità di pagare qualcuno che lo faccia, perché mio figlio non debba fare qualcosa per me per obbligo.

  • elleelle, 11 Novembre 2022 @ 17:43 Rispondi

    @ads
    Perché sei sempre così pronto a dire che siamo ipocrite? Cosa sai veramente di noi? Molto poco, anche perché di certi argomenti si parla poco, non facendo parte del “core business” di questo forum.
    Tu sai ad esempio se io mi preoccupo per l’ambiente o no? Sai se ho i soldi ma vivo in modo modesto? Sai come educo i miei figli e quali sono i miei valori personali, etici ecc?
    No, non sai niente ma il fatto che non ci si riempia di cinismo e banalità ti infastidisce, forse perché vedi un ottimismo, un impegno e una fiducia di fondo che tu hai perso.
    Nessuno qui dice che bisogna finire in povertà a fare l’elemosina per amore. Si dice solo che certi compromessi e certe paure eccessive possono rovinarti la vita, legandoti a una persona solo per motivi materiali e magari facendoti perdere un sentimento vero.
    Sta a noi capire se ne vale la pena, a seconda dei nostri valori. Tutti fanno dei compromessi ma un sistema di attaccamento emotivo basato su fattori esclusivamente materiali non è sano.
    Io e mio marito non siamo più una coppia ma se devo andare in ospedale lui c’è (e io ci sarei per lui, come è già successo), non preferisce andare al circolo come il marito di Leilei. La differenza è sostanziale.

  • Leilei, 11 Novembre 2022 @ 17:36 Rispondi

    Ale credo che ognuno faccia quello che vuole. Credo che comprare un cane di razza non sia una cosa di cui vergognarsi.

    • alessandro pellizzari, 11 Novembre 2022 @ 23:30 Rispondi

      No di certo se non si paragona a una borsa

  • ads, 11 Novembre 2022 @ 16:02 Rispondi

    @leilei hai reso benissimo il concetto.
    va da se che anche in un blog anonimo vince l’ipocrisia, oppure qui c’è una concentrazione di persone non nella media.
    oggi per dire mia collega mi ha raccontato di suoi amici che si separano,
    altro che genitori per sempre..bla bla.
    banalmente lei non accetto che il marito abbia un altra..
    pure io sono sfortunato tutte gente cosi conosco..misera all’occorenza e splendida quando sale sul piedistallo

  • ADS, 11 Novembre 2022 @ 14:12 Rispondi

    @leilei si esprime senza filtri..ma a voi non si puo dire nulla.
    per me ha reso benissimo il concetto, e sarò cinico anche io che volete che vi dica..
    ma come dissi tempo fa..fessi non ne vedo..e manco stupidotte.
    è bello sciacquarci la bocca con frasi green, ma io vedo ogni mattina una macchina, una testa,
    poi queste stesse persone portano i figli a manifestare sull’ambiente, per il futuro dell’ambiente , il venerdi.
    ..pure i cani tutti li adorano, ma trovo i marciapiedi di casa pieni di cacche..

    • alessandro pellizzari, 11 Novembre 2022 @ 16:38 Rispondi

      insomma con il tuo pragmatismo i cani andrebbero eliminati (anche se sono griffati?). Non è vero che non si può dire nulla, tu dici tutto, è il tuo valore aggiunto: traspare il tuo menefreghismo ed egocentrismo nella sua totalità. Spero che almeno con i figli non ci sia una maschera, lo spero per loro. Non è politica, è

  • Lia, 11 Novembre 2022 @ 13:34 Rispondi

    @Ale, la penso come te. Adoro cani e gatti! Sempre rigorosamente raccattati per strada o al canile. Adesso non ne ho uno perché ho paura che rovinino i mobili della mia casa in affitto, ma ne sento molto la mancanza. Appena compro casa, ne prendo uno.

  • elleelle, 11 Novembre 2022 @ 13:25 Rispondi

    @Ale
    Esatto! Anche io andrei al canile per gli stessi motivi che immagino siano i tuoi.

    @Lia
    La dentatura perfetta… 😀 😀
    Cosa si deve arrivare a scrivere però a volte per sottolineare l’approccio strano di certi commenti, mah…

  • Lia, 11 Novembre 2022 @ 12:06 Rispondi

    @leilei! Ottimo! Alla fine di una vita senza grossi slanci e passione ti seppelliranno con una dentatura perfetta!

  • elleelle, 11 Novembre 2022 @ 11:43 Rispondi

    @Leilei
    Direi che hai interpretato male e fai benissimo a scusarti.
    Riguardo ai soldi, se sono una tua ossessione il problema è solo tuo e sai benissimo a cosa ti ha costretto a rinunciare.
    Se a te la tua vita piace col giardiniere, il marito che scopi quando è simpatico e l’amante una volta ogni tanto quando capita, ma sei comunque qui a chiederti se tuo marito se ne andrà, prevedo che anche tu a 80 anni avrai tantissime domande da farti.
    Non solo a livello di relazioni sentimentali ma anche sul rapporto genitore e figli. Se credi che un figlio ti abbandoni quando sarai vecchio perché hai osato separarti, secondo me sei proprio fuori strada e hai un concetto assurdo del rapporto tra le persone.
    Ma del resto queste tue frasi ti rispecchiano: come tu decidi per tornaconto, ti aspetti che gli altri facciano lo stesso. Solo che non è così.

  • Leilei, 11 Novembre 2022 @ 11:14 Rispondi

    Lia infatti ognuno vive la sua vita nel modo che preferisce, per questo non ci sono ricette universali.
    La frase “Era importante per me non togliermi il gusto di farmi bella per uscire una sera piuttosto che chiudermi in casa” si vede che era stata da me interpretata male.

  • Leilei, 11 Novembre 2022 @ 11:06 Rispondi

    Crocus io non vivrei per nulla ALLA GRANDE se dovessi separarmi, ti assicuro!
    Veramente non vivo alla grande nemmeno ora, poi bisogna capire cosa intendi tu per “alla grande”, se per te vuol dire andare al ristorante al sabato sera, comprarsi il fondotinta di marca invece che quello del supermercato, non fare la spesa al discount, comprarsi un cane blasonato invece che andare al canile, ecc… allora si, vivo alla grande.
    Per me andare alla grande vuol dire andare dal parrucchiere tutte le settimane, pagarmi una donna delle pulizie, far venire il giardiniere una volta al mese invece che due volte all’anno, permettermi vacanze a cinque stelle, cambiare auto ogni 4 anni ecc…(tutte cose che non mi posso permettere).
    Tutto è molto relativo.

    • alessandro pellizzari, 11 Novembre 2022 @ 12:51 Rispondi

      Io andrei al canile non perché non mi posso permettere un cane griffato come una borsa…

  • Lia, 11 Novembre 2022 @ 10:32 Rispondi

    Certo @leilei, normalmente vado in ufficio e presso i clienti con i bigodini in testa e la sera mi chiudo in casa a piangere.
    Tu hai uno stile di vita diverso dal mio oltre al fatto che separandomi ho rinunciato a villa e giardiniere. Preferisco la mia indipendendenza in un bilocale. Siamo molto diverse.

  • Leilei, 11 Novembre 2022 @ 10:24 Rispondi

    Ale è tutto molto relativo, per alcuni (come me ad esempio) è più dura uscire dalla comfort zone che assicura spalle caldamente coperte da ogni imprevisto, che affrontare l’ignoto sotto troppi punti di vista.
    Come bene hai scritto tu “ti amo ma…”. e non so se questo “ma” voglia dire non “ti amo abbastanza” piuttosto che “in generale per me l’amore (indipendentemente dal soggetto) vale meno di una vita rilassata”.
    Quanto si può essere felici se si rompe la macchina e non hai abbastanza soldi per aggiustarla, si rompe la caldaia idem, non ti puoi fare nemmeno una vacanza a Casal Borsetti una volta all’anno, devi farti un impianto ai denti e ti chiedono 3000 euro in 3 rate da 1000, tuo figlio vorrebbe fare Erasmus ma non hai i soldi per mantenerlo 6 mesi all’estero, perchè con lo stipendio al netto delle spese di mantenimento dei figli ci paghi giusto l’affitto/mutuo, le bollette e il vitto.
    Per non parlare della vecchiaia, se non hai un buon gruzzoletto da parte non puoi nemmeno pagarti un’assistenza domiciliare o la retta di una casa di riposo.
    Voglio vederti a 80 anni a dire “ah che bello l’amore” e non hai nessuno che ti aiuti a farti una doccia!
    Forse aspetti che ci pensino i tuoi figli, che quando erano piccoli ti hanno visto andare via per scegliere un’altra donna, un’altra vita. E ora magari ti ripagheranno con la stessa moneta.
    Io sarò troppo cinica e disincantata, ma l’amore non deve far perdere di vista la realtà dei fatti.

    • alessandro pellizzari, 11 Novembre 2022 @ 11:00 Rispondi

      Beh si è capito che per te la parte economica è decisiva, e deve essere anche a prova di imprevisti. Ti auguro un amante milionario allora

  • Crocus, 11 Novembre 2022 @ 09:55 Rispondi

    @Ale il mio ex fa parte di quella categoria che avrebbe perso dei soldi ma avrebbe vissuto comunque ALLA GRANDE anche fuori casa. Ma è una specie di @leilei al maschile, come fa a perdere i suoi soldini? Però io ti amo eh, SMISURATAMENTE. Ringrazio il signore per avermelo tolto dai co*****.
    @Lia sei una grande! Hai tutta la mia stima ❤️

  • Leilei, 11 Novembre 2022 @ 09:21 Rispondi

    Ale ieri al telegiornale hanno snocciolato dati interessanti quanto scioccanti: La vita di un single è più cara del 90% rispetto a quella di chi vive con una o più persone. Mi sembra un dato parecchio significativo per evitare di separarsi (rido…)

    • alessandro pellizzari, 11 Novembre 2022 @ 09:47 Rispondi

      La parte economica è davvero pesante e pressante anche in queste storie. Forse è una scusa più seria e concreta del non lasciare di quella classicona dei figli. Intendiamoci però: c’è una bella differenza fra quello che non si separa perché finirebbe alla mensa della Caritas e quello che non si separa perché perde dei soldi (ma può vivere benissimo) e dei benefit come la seconda casa. Fare i conti ok, ma la botte piena e la moglie ubriaca non è possibile.

  • Leilei, 11 Novembre 2022 @ 09:19 Rispondi

    Ariel, scusa ma saprò ben io più di te di cosa accade in casa mia e in casa del mio amante.
    Quando ho messo in dubbio la sua astinenza in casa, mi ha risposto “saprò bene io dove lo metto”. Come dargli torto?!
    Intanto il marito non è ricco, e l’ho già scritto varie volte e non mi faccio scopare quando vuole lui, ma quando mi sta più simpatico.
    Idem per l’amante.
    Si vede che sei rimasta al 2018 a leggere quello che scrivo. Aggiornati, please.

  • Leilei, 11 Novembre 2022 @ 09:05 Rispondi

    Elleelle la mia vita dipende dai soldi. Punto. Dammi 3 o 4000 euro al mese e poi parliamo della mia indipendenza.
    Mi sembrava molto chiaro quello che volevo sottolineare (non rinfacciare). Se la molla per farti bella e uscire di casa è un uomo, non mi sembra che lei abbia una gran considerazione di se stessa. Mi sembra un concetto molto semplice da capire. Se ho interpretato male, mi scuso.

  • Lia, 10 Novembre 2022 @ 23:22 Rispondi

    Esatto @elleelle, non è chiaro neanche a me cosa voglia dirmi leilei.
    Mi sembra di aver dimostrato tutto fuorché che faccia dipendere la mia felicità da un uomo o che sia indispensabile per me averne uno.
    Bhooo???

  • Ariel, 10 Novembre 2022 @ 19:26 Rispondi

    @CarissimoAlessandro ,
    Pardon ,mi attacco qui perché mi è giunta notizia del tuo recente dolore fisico ,già risolto ,meno male!
    Ma ecco desidero esprimerti da qui il mio Abbraccione e pensiero positivo che voli dentro di te e che ti mantenga sempre in
    SALUTE
    SALUTE E ANCORA SALUTE!!!

    Insomma ci teniamo al nostro
    ACASADIALE

    A CAROALESSANDRO MAIUSCOLO!!!!

    Bisou!

  • Ariel, 10 Novembre 2022 @ 18:47 Rispondi

    @Leilei
    Non sei sfigata
    La sfiga uno la crea da sola la coltiva cresce nel tempo a forza del NON CURARSI LA PROPRIA DIPENDENZA AFFETTIVA CHE PERDURA DA SEMPRE
    Visto che un uomo ha osato mollarti alle soglie delle nozze allora ti sottometti a chiunque marito ricco e mante che ti scopa ogni tanto dopo che si scopiazza la bella compagna raccontandoti del divano etc etc

    Leilei curati e smetterai di prendertela con le vere Donne che con VERI ATTRIBUTI UMILMENTE SI SONO PRESE CURA DI LORO STESSE
    Come @Lia ad esempio come elleelle ad esempio è la lista di CHI SI CURA DAVVERO resiste ed esiste

    Tutto il resto è solo noia

    No sfiga

    Noia del non curarti la dipendenza affettiva che ti dura da tempo lontano!!!

    Ti ripeti sempre!!!

  • elleelle, 10 Novembre 2022 @ 15:37 Rispondi

    @Leilei
    La tua vita dipende dai soldi, di un uomo.
    Non capisco esattamente cosa vuoi rinfacciare a Lia…

  • Leilei, 10 Novembre 2022 @ 15:13 Rispondi

    Ads probabilmente dipende sempre dal peso che si dà all’amore nella propria vita. Io posso stare anche anni senza fare sesso, se non ho una persona che mi prende davvero, soprattutto mentalmente. Non riuscirei mai ad avere una storia solo di letto.
    Con mio marito ci siamo presi perchè c’era molta chimica, molto divertimento. Poi la mia stima nei suoi confronti è calata al minimo, e di conseguenza ho perso anche l’attrazione fisica.
    Con l’amante sto bene, se capita facciamo sesso, ma se non capita non ci sto male. Molto probabilmente perchè non sono più così presa nemmeno da lui.
    In questo periodo in particolare, sto molto bene da sola. Diciamo che la socialità, che mi ha caratterizzata negli ultimi 10 anni, è in questo momento di scarso interesse per me. Poi non so se cambieranno le cose.
    Questo per dire che probabilmente tua moglie è appagata dalla sua vita, che tu non le interessi più tanto come quando ti ha sposato. Il vostro è il tipico matrimonio solidale e anche un pò affettuoso.

  • ads, 10 Novembre 2022 @ 14:06 Rispondi

    @leilei, io ti comprendo benissimo, conosco la situazione, devi essere fatto in un certo modo, ma è sempre stato cosi con mia moglie di base, con il tempo tutto si è sfarinato, magari all’inizio non era cosi, diciamo dopo il matrimonio ed i figli, ma di base siamo entrambi egoisti , lei per certi versi ed io per altri,
    certo che mi manca una stampella,ed interpretatelo nel suo significato piu alto,persona con la quale condivedere una affettività, quello non posso negare.
    anch io conosco piu qualche coetanea single,libera, nessun problema di lavoro, e stanno cosi, ci si abitua a tutto..anche avere l’amante significa mettersi in gioco, non rassegnarsi,
    ovvio che che piu’ facile vivere come mia moglie, lavoro,bambini,spesa,lavoro , bambini..estate
    tra i due è lei quella a ” posto”, se vogliomo un usare un parametro di giudizio di quelli che vanno in uso per la maggior parte…

  • Dispersa, 10 Novembre 2022 @ 13:04 Rispondi

    @Leilei ma siamo tutti diversi.
    @Lia ha lasciato alle spalle una convivenza che non andava più, ha lasciato un amante che poteva tranquillamente tenersi… Ma non credo sia un discorso di volere un nuovo uomo accanto a tutti i costi, anzi facendo quello che ha fatto si è messa al centro del suo mondo.
    Io sotto certi punti di vista sono più simile a te… Amo prendermi cura del mio corpo e lo faccio solo per me… Ma questo non vuol dire che se uno lo fa principalmente per un uomo in altre circostanze non lo faccia, è solo uno stimolo in più.

  • Leilei, 10 Novembre 2022 @ 11:52 Rispondi

    Ale allora riformulo il mio pensiero: cercare per me vuol dire approcciare una persona dell’altro sesso finalizzando il tutto ad un rapporto sentimentale.
    Inoltre, la cosa che mi ha più colpito è stata che Lia ha scritto “Era importante per me non togliermi il gusto di farmi bella per uscire una sera piuttosto che chiudermi in casa”.
    E continua “Non é il mezzo ma l’uso che ne fai. Per me è stato utile a non chiudermi e a svagarmi”

    Ma davvero abbiamo bisogno di un uomo per farci belle? Per uscire di casa? A me non interessa. Ho sempre curato il mio aspetto, anche quando mio marito non mi interessava più e l’amante non era nemmeno all’orizzonte.
    E se ho voglia di uscire non aspetto il cavaliere, me ne vado anche al cinema da sola. Mi organizzo con gli amici (ci ho fatto anche vacanze senza mio marito).

    Mi sembra molto strano che voi percepiate la mia dipendenza dagli uomini, quando ho più volte scritto che io e mio marito continuiamo a stare insieme per reciproca comodità, e ho più volte sottolineato che l’amante è solo un pezzo nel puzzle della mia vita. Se lo vedo, bene. Se non lo vedo, faccio altro.
    Tra l’altro ho recentemente declinato alcuni suoi inviti perchè sono troppo stanca per impegni familiari vari. Ma probabilmente faremo la nostra giornata insieme, cosa che non facciamo da tempo, proprio perchè sono stata troppo impegnata in altro.
    Ho messo al centro di tutto me stessa, sono egoista? Certo, ho dato abbastanza sia al marito che all’amante.
    Se avessi una condizione economica che mi consentisse un tenore di vita all’altezza dei miei standard e che mi permettesse di pagare giardinieri, idraulici e operai vari per lavori che non posso fare, starei anche senza mio marito. Se l’amante diventasse un peso, potrei stare anche senza di lui.
    E di sicuro non andrei in cerca di un’altra figura maschile. Se poi mi capitasse, e sottolineo “capitasse” per un caso fortuito (cosa praticamente impossibile perchè faccio fatica a trovare qualcuno che mi vada bene) non mi tirerei indietro. Ma non andrei a caccia di sicuro.
    Ho amiche separate da anni, che se la passano benissimo senza uomini. Se ci ostiniamo a cercare la felicità nell’amore, prenderemo solo delle gran fregature. Se diamo a un altro individuo il potere di “riempirci la vita”, siamo destinati a soffrire. E’ QUESTO IL MESSAGGIO CHE VOGLIO FAR PASSARE.
    NON ANDATEVI A CERCARE L’AMORE PER RIEMPIRVI LA VITA, e’ una trappola micidiale. E’ quello che ci insegnano da una vita, ma non è così.
    Io sarò anche “sfigata” in amore, ma sono contenta di tutto il resto. E dato che l’amore a me interessa relativamente poco, mi sta bene così.
    Ma giustamente siamo tutti diversi.

  • Leilei, 9 Novembre 2022 @ 22:10 Rispondi

    Viovio non so come faccio. Fondamentalmente me ne frego e vedo il bicchiere sempre mezzo pieno.
    Faccio quello che voglio, e quello che non voglio ho smesso di farlo. Per questo mio marito si sta esasperando.

  • Leilei, 9 Novembre 2022 @ 22:08 Rispondi

    Ale mi hai cassato un intervento su cui riportavo alcune frasi scritte da Lia?

    • alessandro pellizzari, 10 Novembre 2022 @ 11:22 Rispondi

      Quando casso c’è sempre un motivo; dettagli privati, tono, esagerazione, fuori tema, lunghezza… Non mi ricordo tutte le moderazioni

  • Viovio, 9 Novembre 2022 @ 18:20 Rispondi

    @Leilei come fai a vivere in un clima del genere? Davvero i soldi ti ripagano di tutto facendoti fare spallucce ad una vita del genere?!? Meglio per te, intendiamoci, io sarei già impazzita da un pezzo.

    • alessandro pellizzari, 9 Novembre 2022 @ 21:09 Rispondi

      Non durerà per sempre

  • Leilei, 9 Novembre 2022 @ 08:58 Rispondi

    Io credo che i rapporti tra di noi ormai sono talmente deteriorati che lui ha perso ogni voglia di provare a ricostruire qualcosa, e quindi la situazione è diventata troppo pesante da reggere. Giorni fa, dopo l’ennesima discussione gli ho detto non ti sto più bene? allora vai….Ha subito minimizzato.
    Faccia quello che vuole, io preservo il mio equilibrio, le sue sfuriate ormai non mi toccano più.

  • Lia, 9 Novembre 2022 @ 07:56 Rispondi

    @leilei, non sai quanta gente si iscrive ai corsi o in palestra per “cercare”.
    Sono iscritta in palestra e vado a camminare ma di certo non per cercare un uomo ma perché mi piace.
    Sui siti lo fai con meno ipocrisia.
    Ribadisco, per me è stato un semplice svago e un modo per mettermi alla prova, non un “cercare”, altrimenti avrei anche trovato.

    • alessandro pellizzari, 9 Novembre 2022 @ 08:22 Rispondi

      Chi non gioca la schedina è sicuro di non vincere

  • Sylvia, 8 Novembre 2022 @ 16:12 Rispondi

    Leilei magari non sarai andata a “cercare” l’amante ma non ti sei tirata indietro! E non stiamo parlando di una o due volte ma di SEI ANNI in cui hai preso di volta in volta la decisione di portare avanti la storia extra e non di scrollartela di dosso. Se non ti interessava la piantavi lí prima. Non ti è capitato di avere un amante, lo hai scelto come tutti, scegli bene la terminologia! Perché lo neghi? Era una vecchia fiamma? Quando vi siete rincontrati potevi fare un veloce aggiornamento sulla tua vita e tanti saluti. Se hai continuato ovviamente hai cercato altro.

  • Dispersa, 8 Novembre 2022 @ 14:07 Rispondi

    @Leilei se non sbaglio non è la prima volta che tuo marito te lo dice… Ma dubito visto l’acquisto della nuova casa e l’impegno economico che ci state mettendo.
    È più probabile che lui voglia farti tremare il ‘sedere’, lo pensa lui, che altro… Forse conosce il tuo attaccamento al materiale e preme su quello.

  • elleelle, 8 Novembre 2022 @ 14:03 Rispondi

    @Leilei
    Nessuna di noi qui ha mai fatto passare il messaggio che senza un uomo non si possa avere una vita piena. È un’idea che ti sei fatta tu ma non so su che base.
    Nessuna ha mai detto che non riesce a vivere senza un uomo. Io personalmente vivo benissimo senza e mi faccio la mia vita, come ho sempre fatto.
    In più di due anni, sono uscita con un uomo tre volte. Due volte niente di fatto, la terza – la più recente – molto di fatto e gratitudine eterna per avermi permesso di sbloccare questa situazione di stallo mentale in cui mi ero trovata.
    Lo stesso vale per tante altre utenti che scrivono qui e che hanno tutte una vita che non scorre alla ricerca di un uomo da accalappiare per dare un senso alla propria esistenza ma contrariamente a te, in pochissime hanno perso la fiducia di fondo per la possibilità di trovare un partner in futuro.
    Nessuna è cinica come te nei confronti dei sentimenti, forse perché nessuna si è svilita così tanto a dare un colpo al cerchio e uno alla botte. Come scriveva @Ale qualche giorno fa, queste situazioni di compromesso rovinano il DNA emotivo e alla fine non provi più niente.
    Ti auguro davvero che tuo marito vada a vivere altrove, liberandoti e liberandosi per sempre da questo strazio. Finalmente potrete tornare a vivere e a sentire emozioni e sentimenti.

  • Leilei, 8 Novembre 2022 @ 12:25 Rispondi

    Ale sarebbe un’ottima idea, se non fosse per il fatto che di recente ci siamo impegnati economicamente per cambiare casa. Poteva pensarci prima, quando gli avevo detto vendiamo e ne compriamo due…
    Ci credo poco alla sua affermazione. A meno che non abbia una convivenza in vista, magari qualcuno già fornito di abitazione.

    • alessandro pellizzari, 8 Novembre 2022 @ 13:41 Rispondi

      Mi sembra in effetti un bluff o un “test” per te per vedere come reagisci

  • Leilei, 8 Novembre 2022 @ 12:21 Rispondi

    Ale qui si parlava di siti di incontri, e mi sembra una ricerca piuttosto “specifica”. Se voglio socializzare mi iscrivo a un corso relativo a un mio hobby. Ad esempio nella città dove vivo ci sono parecchi gruppi che organizzano camminate con vari livelli di difficoltà, per non parlare di palestre e corsi vari di fotografia, volontariato ecc….
    Se vai su un sito di incontri, e penso a quelli più pubblicizzati tipo Tinder o Meetic, è palese che cerchi un partner. e ripeto, non ci vedo nulla di male. Non mi piace l’idea del “cercare”. Ma si vede che è un problema solo mio.

    • alessandro pellizzari, 8 Novembre 2022 @ 13:40 Rispondi

      No non è solo tuo ma non è un problema e sicuramente non è da stigmatizzare come mal costume o discutibile.

  • Leilei, 8 Novembre 2022 @ 10:15 Rispondi

    Sai Ale, mio marito mi ha detto in questi giorni che magari potrebbe andare ad abitare da un’altra parte. Forse si è stufato della mia latitanza sotto tutti i fronti, forse ha altro in vista. Per me va benissimo. Non ci farei un plissè, anche perchè mio figlio resterebbe a vivere con me. E questo è quello che mi interessa di più.

    • alessandro pellizzari, 8 Novembre 2022 @ 12:05 Rispondi

      Mi sembra una buona idea quella di tuo marito

  • Leilei, 8 Novembre 2022 @ 10:12 Rispondi

    Lia se tu senti la necessità di trovare qualcuno da avere accanto, è giusto allora che tu ti muova per cercarlo.
    E credo che tu abbia ragione, io ho smesso di credere nell’amore. Per questo non ne sento il bisogno. Se è quando ho bisogno di coccole, attenzioni, sesso c’è il mio amante.

  • Leilei, 8 Novembre 2022 @ 10:04 Rispondi

    Per la verità non faccio la morale proprio a nessuno. Non ho preclusioni sui siti di incontr1, quello che non mi piace è l'”andare a cercare” l’amore. Come se senza amore non si potesse vivere. La vita è fatta di molto altro, poi se capita, ben venga. Ma non mi piace che passi l’idea che una donna senza un uomo non possa avere una vita piena.
    Ripeto, non c’entra nulla portare ad esempio il mio caso: mio marito è un convivente, ma non lo amo di sicuro, e se anche dovesse finire la storia col mio amante, non andrei in cerca di qualcuno per colmare dei vuoti. Non mi sento più realizzata se ho un uomo accanto, se c’è e mi fa stare bene tanto di guadagnato. Se non c’è, amen. Non so se sono riuscita a spiegare il concetto.

    • alessandro pellizzari, 8 Novembre 2022 @ 12:04 Rispondi

      Ma mica cerchi l’amore quando vuoi farti amicizie conoscenze e relazioni nuove. Il mondo esterno è fatto innanzitutto di conoscenze poi si vedrà. Oggi le amicizie si fanno anche sui social: economico in tempo e denaro, lo in qualsiasi momento why not? Poi se incontri un pirla pagherà il caffè e addio. Mica si esce di casa a cercare l’amore si fa anche una chiacchierata o lo shopping. No sento odore di preclusione del mezzo in se della serie chi usa quella roba lì …

  • Viovio, 7 Novembre 2022 @ 21:28 Rispondi

    @Ads nemmeno io avevo dubbi!! :-p
    Hai detto una cosa molto giusta: questo è il prezzo da pagare, potrebbe succedere di tutto. Nel mio caso la storia si è chiusa due anni fa, ormai l’avevo buttata alle spalle ma come dice @elle da certe esperienze non se ne esce mai del tutto ed i pensieri corrono quando si è costretti ad interagire o affrontare situazioni come quello che è successo a me negli ultimi giorni.
    @Lia paragonarlo ad un moscerino è azzeccatissimo!
    Per quanto riguarda la moglie sono arrivata alla conclusione che se sospetta o meno saranno affaracci del marito, io con la sua famiglia non c’entro nulla e se pure la moglie prendesse le distanze mi farebbe un gran regalo. Eviterei convenevoli e conversazioni nelle poche occasioni in cui sono costretta a vederla, questa recita mi ha sfinito.
    Pensandoci bene non credo le abbia detto che mi sono invaghita, lui è bravo a negare fino alla morte e poi con l’astinenza che si ritrova sputtanandomi perderebbe anche l’ultima speranza (sto pensando a voce alta, sono ipotesi) e l’ho visto parecchio provato senza stampella.
    Detto questo come mi avete suggerito non saprò mai cosa è accaduto realmente, ma su una cosa sono ASSOLUTAMENTE CERTA: Non voglio più aver a che fare con la sua famiglia.

    • alessandro pellizzari, 8 Novembre 2022 @ 08:44 Rispondi

      Ma devi fregartene anche delle conversazioni formali: fai finta che ogni volta tu debba rispondere al telefono e allontanati

  • Lia, 7 Novembre 2022 @ 18:47 Rispondi

    @ads… no, non avevo dubbi 🙂

  • ADS, 7 Novembre 2022 @ 15:43 Rispondi

    dico la mia sui siti d’incontro,
    che ovviamente conosco..ne avevate dubbi :d
    l’approccio maschile è in base alla mia esperienza molto proteso a..
    posso campire che in certi contesti cittadini e piu facile andare su un sito del genere che incontrare qualcuno se non vai in palestra, al lavoro.
    personalmente mi annoiano e non poco mettersi li a chiedere, poi non mi piace perchè è sbilanciato troppe donne , meno uomini, non mi piace questo potere che hanno.
    la mia idea è che una donna normalmente bellina non ha bisogno dei siti d’incontro.
    cio’ detto ho conosciuto :
    una donna che voleva vendicarsi del marito che l’aveva cornificata con l’amica di famiglia,
    una signora separata che si era lasciata con uno sposato,
    una ragazza che poi si è separata,
    una signora piu grande che tradiva il marito che era in andropausa da un po.
    tutta gente normale, ribadisco conosciuto.
    in merito alla rarefazione della storia di @leilei–è quello che poi succede in tutte le relazioni..la casa, i figli…eppoi succede cosi…@alessandro, non l’hai detto che tutto che l’amore dura 3 anni.
    @ho letto il messaggio di @vio ,io credo che lei tema che sbrocchi e la cosa venga fuori,
    del resto quando ci sono tanti attori anche non protagonisti che sanno puo succedere.
    le variabili sono tante, l’amica che non si fa i fatti i suoi e mette la pulce nell’orecchio.
    cmq..questo è il prezzo da pagare per la verità approssimativa, puo succedere di tutto.

  • Lia, 7 Novembre 2022 @ 15:09 Rispondi

    @elleelle, @rinascita, grazie davvero per le belle parole che avete avuto per me!
    @leilei, le amiche e gli amici li ho anch’io! Quelli per andare al cinema, a cena, farci vacanza insieme! Non è mancanza di relazioni sociali, è voglia di non mollare! Perchè credo che non ci sia niente di più bello che trovare un amore vero!
    Tu non ci credi più? Fatti tuoi! Ma non criticare, per favore, chi ci crede ancora!
    La tua vita ti va bene così com’è? Non ci credo ma sono contenta per te. Alla mia manca un pezzo!

  • Lia, 7 Novembre 2022 @ 14:24 Rispondi

    Ma sai @leilei, chi ha la capacità di scegliere e buttar via i pezzi marci, può andare anche al supermercato sperando di trovare l’ananas che desidera. Chi questa capacità non ce l’ha, raccoglie l’ananas che gli capita davanti, anche se è già masticata da qualcun’altra.

  • elleelle, 7 Novembre 2022 @ 13:49 Rispondi

    @Vio
    Non farti viaggi mentali sul tuo ex, perché ti portano solo via tempo e tranquillità.
    Capisco che sia fastidioso ma pensa che quell’incontro casuale a colazione non è niente di più di una coincidenza.
    Non prendertela e non immaginare cose che non sai, tipo cosa può aver detto a sua moglie. Capisco che è difficile perché queste persone ti entrano dentro nel modo peggiore e in un certo senso non te ne libererai davvero mai.
    È il prezzo da pagare per quello che è successo, come quando a me capitano commenti o foto sulle pagine di contatti in comune, ma bisogna davvero lasciare che siano reazioni limitate e passeggere.

  • Dispersa, 7 Novembre 2022 @ 11:06 Rispondi

    @Viovio non credo abbia ‘cantato’ probabilmente ha intuito qualcosa e si sa che noi donne abbiamo un fiuto particolare… Forse si è parato il sedere, quello sì!
    D’altronde anche tuo marito aveva ‘annusato’ qualcosa, il mio compagno idem e la moglie del mio ex amante ho scoperto non aver mai creduto realmente alla storia della collega invaghita… Certe cose si sentono, c’è poco da fare.

    • alessandro pellizzari, 7 Novembre 2022 @ 14:06 Rispondi

      A certe storie si vuole e si decide di credere.molte mogli hanno quasi prove certe di tradimento ma si voltano dall’altra parte o accettano spiegazioni a volte inverosimili

  • elleelle, 7 Novembre 2022 @ 10:52 Rispondi

    @Leilei
    Da qualche tempo stai facendo commenti sempre più strani, molto piccolo-borghesi se posso dirlo.
    Perché giudicare @Lia per la sua scelta di usare anche i siti di incontri, se Lia non soffre per questo e lo considera una delle varie opzioni a sua disposizione?
    Desiderare una relazione ed aprirsi a questa possibilità – anche muovendosi attivamente invece di lasciarsi vivere e basta – non è disperazione, vuol dire solo avere amore da dare.
    Ti sembra una brutta cosa?
    A me sinceramente no. Come diceva Rinascita, Lia è libera, tu no. Lei può cogliere ogni opportunità, tu no. Non ha paura della solitudine, né di vivere solo con i suoi mezzi, tu no. Più che da criticare, ci sarebbe da ammirare una donna con così tanta spina dorsale.

  • Leilei, 7 Novembre 2022 @ 10:50 Rispondi

    Rinascita io l’opportunità di cercare un altro amore non la voglio proprio. Me ne sto a casa mia perchè mi conviene, e con l’amante la storia è molto rarefatta, perchè come ha giustamente scritto Ale e la mia psicologa conferma, quello che non evolve col tempo si spegne. Non sto facendo nulla per vederlo, ci sentiamo quotidianamente ma non ho più quel trasporto che avevo fino ad un anno fa.
    E’ una bella persona, mi piace chiacchierarci e se capita andarci a letto. Ma il mio coinvolgimento sentimentale attualmente è davvero scarso. Sto bene come sto, e non mi verrebbe assolutamente in mente di andare su un sito di incontri. I miei incontri sono le amiche al cinema, le amiche ai concerti, le amicizie del sabato sera, quelle del circolo estivo. Non mi sento sola, non sento il bisogno di innamorarmi. Se poi dovesse capitare, si vedrà. Ma appunto, non ne sento la necessità.

    • alessandro pellizzari, 7 Novembre 2022 @ 14:05 Rispondi

      La curva della vostra storia è in fisiologica discesa

  • Leilei, 6 Novembre 2022 @ 22:26 Rispondi

    Dispersa solitudine vuol dire non avere rapporti sociali, non non avere relazioni sentimentali. Poi che attraverso i rapporti sociali trovi anche una persona da amare, è una bellissima cosa.
    Ma cercarla su un sito di incontri mi sembra come andare al supermercato a cercare l’ananas giusto.

    • alessandro pellizzari, 7 Novembre 2022 @ 08:33 Rispondi

      Hai una visione arretrata delle tecnologie e un po’ moraleggiante. La prima ok, la seconda non è proprio il caso.

  • Leilei, 6 Novembre 2022 @ 22:21 Rispondi

    Lia io non ho paura della solitudine, ma della povertà.
    Non sono andata in cerca dell’amore, è capitato.
    Su un sito di incontri ci vai perché cerchi una relazione.

  • Viovio, 6 Novembre 2022 @ 22:13 Rispondi

    @ragazze la prudenza sui social è fondamentale, però lo psicopatico si può incontrare anche al supermercato sotto casa.
    Prendete la mia storia come esempio: il mio ex vi sembra normale? A me poco… questo lato è uscito dopo la rottura ed il mio ex amante è una persona che conosco da una vita.

    • alessandro pellizzari, 7 Novembre 2022 @ 08:30 Rispondi

      È solo un prepotente abituato per vari motivi a fare lo sbruffone. Ignorare evitare dimenticare isolare

  • Viovio, 6 Novembre 2022 @ 22:02 Rispondi

    @Ragazze @Ale grazie
    Stamani le paranoie hanno galoppato, decido di cambiare zona e far colazione fuori(non accade praticamente mai) e ci ritroviamo nello stesso posto, lui al seguito moglie e figli. Ero talmente infastidita della sua presenza che non sono riuscita a nasconderlo e ho notato la moglie che teneva sotto controllo la situazione quando lui si è messo in fila per pagare, visto che “casualmente” me lo sono trovato alle spalle ma ho continuato a far finta di non vederlo armeggiando con il portafoglio. Mi sono pure fatta il film che abbia detto alla moglie che mi sono invaghita di lui e dopo un suo rifiuto mi sono indispettita, assumendo un atteggiamento distaccato. Forse sto vaneggiando ma da un uomo del genere mi aspetto qualsiasi cosa.
    Sta di fatto che lui in pubblico sembra la persona più serena e disinvolta del mondo.
    Un bacio a tutti

    • alessandro pellizzari, 7 Novembre 2022 @ 08:27 Rispondi

      Succede spesso che certi cialtroni rivoltino la frittata con la moglie per prevenire guai o fughe di notizie: quella mi fa gli occhi dolci ma io la tengo a distanza. Sono miseri ominicchi. Tu la prossima volta buongiorno n sederti o stare seduta nel locale: vai via con una scusa nessuno ti obbliga a stare lì sei libera di fare quello che vuoi mentre lui non può interferire minimamente con la tua vita, lo dice la legge

  • Piccola, 6 Novembre 2022 @ 18:09 Rispondi

    @Vio il tuo ex esterna sempre la sua infelicità facendo i suoi soliti scivoloni. Tu sempre impeccabile.

  • Rinascita, 6 Novembre 2022 @ 18:04 Rispondi

    Eh si’ LeiLei, spesso sostieni che senza amore potresti fare anche senza però te ne tieni ben due di uomini, con funzioni diverse ma sempre in una vita affollata ti ritrovi. La paura della solitudine (normale per carità) appartiene forse più a te. Lia è stata coraggiosa al punto che ha chiuso anche l’ultima relazione che non trovava soddisfacente. Io sono certa che il suo coraggio sarà premiato. In realtà vivere per conto suo, senza mezze storie che intralciano, è già un notevole risultato. In più ha le porte spalancate alla possibilità di nuovi incontri e relazioni piene che sono certa arriveranno. Tu? Ti sei creata le stesse opportunità’? Avrai la tua cerchia sociale che si lega al coniuge, avrai il circolo, avrai la tranquillità economica senza nessuno sbattimento. Ma ti chiedo, se vorrai rispondermi, dentro di te ti senti felice ed appagata? Perché l’unica domanda alla quale rispondere e’ questa.

    • alessandro pellizzari, 6 Novembre 2022 @ 21:33 Rispondi

      Magari Lei ha solo bisogno di un po’ di tempo e non è ancora pronta. Altrimenti non vivrebbe decentemente

  • Sylvia, 6 Novembre 2022 @ 17:54 Rispondi

    Io non vedo molta differenza tra conoscere una persona su un sito di dating o in un locale perché ti ha notato. Tanto prima o poi si deve iniziare a frequentarsi di persona e lo capisci in ogni caso se l’atro sta flirtando. E in entrambi i casi è uno sconosciuto.

    Diverso è se una persona ti viene presentata da un amico. Allora, pur non potendo garantire le scelte altrui e non conoscendo tutta la vita interiore, se un amici te la presenta questa persona è perché pensa di potersi fidare. Ma un po’ dj prudenza non guasta mai.

  • elleelle, 6 Novembre 2022 @ 17:05 Rispondi

    @Vio
    Ale non ha pubblicato la mia risposta, forse c’erano troppi dettagli.
    A me sembra che il tuo ex soffra ciclicamente di piccoli “deliri d’onnipotenza”, che gli servono per cercare di non uscire di scena.
    Resta un somaro, però.

  • Viovio, 6 Novembre 2022 @ 16:41 Rispondi

    @Dispersa non so cosa provi, ma visto i comportamenti non posso non pensare di essere caduta veramente in basso con quell’uomo.

    • alessandro pellizzari, 6 Novembre 2022 @ 21:30 Rispondi

      Guarda al futuro e ricorda: l’indifferenza è la pena per i narcisisti.

  • Lia, 6 Novembre 2022 @ 16:23 Rispondi

    @Viovio, problemi suoi. É chiaro che qualcosa che gli brucia c’è ancora.
    Certo che così sta dimostrando davvero poca maturità o poca fantasia perché non sa più cosa inventarsi per destare una qualche reazione.
    Fai come si fa con i moscerini che ti danno fastidio ma li scacci via in due secondi…

  • Lia, 6 Novembre 2022 @ 16:12 Rispondi

    @Viovio, @Dispersa, @elleelle, esattamente quello che dico anch’io.
    Non é il mezzo ma l’uso che ne fai.
    Per me è stato utile a non chiudermi e a svagarmi. Che differenza c’è tra accettare un invito di persona e accettarlo da uno che in foto e nella descrizione ti sembra interessante? In tutte e due i casi può succedere qualcosa come no.
    Cambia solo il punto di partenza.
    É da sfigati perché é chiaro lo scopo?
    @leilei, pensi che quando hai accettato di rivedere il tuo amante, e parlo del primo caffè, non ci fosse nell’animo di entrambi la speranza di piacervi ancora?
    Le storie non capitano, non ci vengono a cercare loro, siamo noi a volerle.
    A te é andata bene ma poteva andare male, come lo è stato per tutti i miei caffè eccetto due.
    Uno di cui sono diventata molto amica e il Deluso che mi ha sbloccata fisicamente o forse che è capitato quando mi era definitivamente passata e me lo ha fatto capire… Io ne faccio un bilancio tutto sommato positivo.
    Adesso ha esaurito il suo scopo e per il momento ho chiuso.
    É stato un aiuto in un periodo difficile della mia vita, anche solo in termini di svago.
    Era importante per me non togliermi il gusto di farmi bella per uscire una sera piuttosto che chiudermi in casa.
    È da sfigati bisognosi? Bho, forse ! A me è servito.

    • alessandro pellizzari, 6 Novembre 2022 @ 21:21 Rispondi

      Ma poi fra adulti ch ed si va a prendere il tè come le zie? Già a 13 anni in gita la gita conta al 50%…

  • Viovio, 6 Novembre 2022 @ 09:23 Rispondi

    @Lia
    Una mia amica attraverso le app ha trovato un gruppo per uscire e coltivare una passione che aveva accantonato per mancanza di tempo. Oltre a questo pure l’attuale compagno e la storia sta andando avanti da più di un anno.
    Le dinamiche per fare conoscenza con l’avvento della tecnologia sono cambiate, per i giovani è normalissimo farlo in questo modo, anche perché passata una certa età le persone hanno famiglia e le occasioni per uscire si riducono vorticosamente rispetto a chi è single.
    Sono d’accordo con tutto quello che ti ha scritto @elle

  • Dispersa, 6 Novembre 2022 @ 08:55 Rispondi

    @Ale ho letto la lettera della lettrice dove lui ha fatto l’Uomo!
    10 mesi!!
    Quando passa troppo tempo si rischia di mettere tutto nel piatto della bilancia e non far decollare una storia che avrebbe avuto in realtà delle potenzialità (questo vale sia per l’uomo che per la donna).

  • Dispersa, 6 Novembre 2022 @ 08:46 Rispondi

    @Viovio il tuo ex lui prova ancora tanta rabbia… E questi comportamenti ne sono la prova!!

  • Dispersa, 6 Novembre 2022 @ 08:44 Rispondi

    @Lia @Leilei siamo esseri umani… E una delle principali paure è la solitudine!!
    Non ci vedo nulla di così sconvolgente navigare nei siti d’incontri, se fatto in modo corretto… Se lo faceva Sharon Stone… Possiamo farlo tutti, no??

  • Viovio, 5 Novembre 2022 @ 23:53 Rispondi

    Ieri la mia pazienza è stata messa a dura prova. Dopo un lungo periodo di silenzio (a parte il solito sporadico orbiting) ha contattato i miei facendoli preoccupare tantissimo. Per privacy non posso scendere in dettagli, si è inventato di aver impedito un problema che a suo avviso avrei potuto avere ma grazie al suo tempestivo intervento tutto ciò non si sarebbe verificato. Non ha scelto un giorno a caso per farsi vivo, ieri era una data importante per una persona a me molto cara.
    Non è finita qui, il meglio di se lo ha dato in serata quando i nostri figli hanno partecipato ad un evento e ho dovuto seguire pure il suo, quando me lo ha lasciato ha fatto in modo di parlarmi personalmente (sembrava un pazzo in permesso, l’ultima volta che abbiamo avuto un dialogo di persona risale ad un anno fa). A fine serata ha prelevato il figlio senza dirmi nulla(nonostante fosse sotto la mia responsabilità e di altre persone), grazie al cielo un’altra persona se ne è accorta e mi ha subito informato (con grande stupore visto il gesto scellerato), altrimenti mi sarebbe venuto un’infarto se non avessi più visto il bambino.
    CHE GRANDISSIMO DEFICIENTE.
    Scusate ma avevo bisogno di dirlo a qualcuno, mi ha dato veramente fastidio la combo di queste due cose.

  • Lia, 5 Novembre 2022 @ 20:02 Rispondi

    @leilei, non è paura della solitudine altrimenti sarei rimasta con i miei ex.
    È un mezzo, un modo per ampliare le possibilità.
    Non te li sarai cercati ma, pur non amandoli, te li tieni. Chi di noi ha più paura della solitudine?

  • elleelle, 5 Novembre 2022 @ 19:56 Rispondi

    @Leilei
    L’amante non l’avrai cercato ma non l’hai nemmeno rifiutato, perché ti aiuta a riempire il vuoto del tuo matrimonio.
    Che differenza c’è tra te e Lia, che invece prova a conoscere persone nuove?
    Io e te, anche se in matrimoni finiti, torniamo a casa e ci sono i figli e spesso anche il marito. Lia è sola, prova a tornare tu in una casa completamente vuota dopo aver preso una batosta come la sua e poi ne riparliamo.

  • Leilei, 5 Novembre 2022 @ 10:45 Rispondi

    Lia io non sono andata a cercarmelo l’amante. Ci conoscevamo già e abbiamo iniziato a frequentarci di nuovo.
    Con mio marito ci sto per questioni soprattutto economiche e organizzative.
    Non mi è mai passato per l’anticamera del cervello di andarmi a cercare qualcuno per paura della solitudine.

  • elleelle, 5 Novembre 2022 @ 08:12 Rispondi

    @Lia
    Secondo me usare siti online non è un errore né una cosa di cui essere imbarazzati. Non è facile conoscere persone nuove nella vita reale e i siti sono una delle opzioni a disposizione.
    Il tipo della cena l’ho conosciuto su FB tramite un’altra persona. Abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere online prima di vederci ma non c’è alcuna differenza, sempre di conoscenza online si tratta. Forse non è un modo esplicito come su un sito di incontri ma ormai dobbiamo fare i conti con il virtuale e con le cose positive e negative che porta nelle nostre vite.
    L’altro tipo l’ho reincontrato su FB dopo più di trent’anni, perché se è vero che ci eravamo conosciuti da ragazzini, non siamo poi stati in contatto per tutto il resto della vita. Di nuovo, cosa c’è di diverso? Lui si ricordava di me e io di lui, trent’anni a chiedersi che fine avevamo fatto, ma è come incontrare una persona nuova.
    Come abbiamo detto entrambe, avolte bisogna spingersi a fare un passo in più, anche se solo per noi stessi. Ci aiuta ad andare avanti, a capire se c’è qualcosa che non va o se finalmente siamo “guarite”. Se questo risultato si ottiene conoscendo una persona dal giornalaio oppure online non fa differenza.
    Se tutti prendessimo questi strumenti in modo più serio e positivo, ci sarebbe anche meno rischio di fregature. I siti online non verrebbero giudicati come una cosa da disperati o usati come un modo per farsi una scopata facile. Sarebbero una cosa come tante: viviamo vicini e non ci siamo mai incontrati, adesso possiamo perché ci siamo incontrati su questa piattaforma.
    Che poi i siti di incontri non facciano per tutti è un altro discorso. Ad esempio, io non li uso perché non fanno per me ma una mia amica li ha usati per tanto tempo. È questione di gusti personali e della propria capacità di aprirsi verso uno sconosciuto. Io ho bisogno di un periodo intermedio in cui osservo, scambio chiacchiere e mi faccio un’idea in modo disinteressato. Poi la fregatura è sempre dietro l’angolo, visto che il mio ex lo avevo conosciuto sui social tramite amici in comune.

    • alessandro pellizzari, 5 Novembre 2022 @ 17:13 Rispondi

      Sono strumenti punto. Vanno usati bene li usavo in tanti alcuni si sono incontrati e sposati. Dire che sono da sfigati a priori è superficiale e giudicante a gratis

  • Lia, 4 Novembre 2022 @ 23:00 Rispondi

    @leilei, parli sul serio?
    Io sono single al contrario di te che ne hai due. Quindi non credo che il tuo discorso c’entri molto con me.
    Io, al contrario di te, credo che si debba stare con qualcuno solo se si è seriamente coinvolti e penso di averlo dimostrato con i fatti chiudendo 3 relazioni negli ultimi anni della mia vita per questo motivo.
    La mia ricerca sui siti è stato un modo per non fermarmi nella ricerca, ma nel frattempo sono stata sola.
    Cerco l’amore e non mi fermo, ma se non lo trovo, non mi accontento.

    • alessandro pellizzari, 5 Novembre 2022 @ 07:23 Rispondi

      Siti e app non hanno nulla di male sono comodi basta usarli bene e con prudenza

  • Leilei, 3 Novembre 2022 @ 10:27 Rispondi

    Lia personalmente credo che non abbia senso rivolgersi a siti o altro. L’amore non va cercato, come si fa ad esempio per il lavoro o per un ristorante. L’amore è solo un aspetto della nostra vita, non è che si vale meno se si è single o la vita ha meno significato. L’amore capita. Si può stare bene anche da soli, non nel senso di ritiro dalla vita sociale ovviamente.

  • elleelle, 2 Novembre 2022 @ 23:55 Rispondi

    @Crocus
    Anche a me spiace molto! Purtroppo gli orari dei treni sono assurdi, nonostante la linea sia estremamente frequentata…
    Parlando di dimenticare, credo sia impossibile farlo ma per me è già da tempo che è tutto molto distante. Non è più un pensiero che ho durante le mie giornate, devo proprio fare uno sforzo per ricordarmi i dettagli di quello che è successo.
    Per me è più importante avere ben chiaro quello che non voglio più e cioè cadere in una situazione malsana che ti travolge nei suoi aspetti più negativi.
    Come dicevo al tipo della cena, non voglio più essere messa in mezzo tra due persone immature. Non voglio fare né da stampella, né da chiodo perché io non sono uno strumento per risolvere dei problemi che non mi appartengono.
    Che ognuno se li risolva da solo prima di avvicinarsi ad un’altra persona e cercare di coinvolgerla in quello che a volte è un gioco al massacro.
    Il tipo della cena lo sento e mi dice che sta male, che si sente solo, che beve troppo… ma io non posso farci niente, non è affar mio, non sono la causa né la soluzione, così come non lo ero per il mio ex.
    Per questo ho optato per chi invece ha una situazione apparentemente come la mia e non è in cerca di qualcuno che gli faccia da scialuppa di salvataggio. È una persona con una vita meno convenzionale ed è capace di salvarsi da solo, secondo me. Non l’ho visto come bisognoso di aggrapparsi a qualcuno per colmare dei vuoti e questo è stato molto rilassante.
    Capito questo, posso lasciare andare tanti ricordi pessimi e tenermi solo la lezione imparata.

  • elleelle, 2 Novembre 2022 @ 18:20 Rispondi

    @Lia
    Ma tu hai fatto benissimo a non restare ferma, perché dovevi darti la possibilità di conoscere persone nuove e provare a rimetterti in relazione con qualcuno.
    Se ancora non te la senti può essere in parte dovuto a te, in parte all’altro. Se non è la persona giusta, non ci si può fare granché, non è colpa di nessuno.
    La mia non è una relazione, non c’è l’intenzione da parte di nessuno dei due. Ma quello che c’è stato è servito a entrambi, penso, anche se a me più che a lui. E grazie al cielo, non essendo come il mio ex, non ha tirato fuori crisi, sensi di colpa, rifiuti ecc. Un incontro normale tra persone normali, con la fortuna che ci conoscevamo già in passato e quindi in un certo senso non c’era un ghiaccio troppo spesso da spezzare.
    Se fosse successo con il tipo della cena, sarei stata travolta dalla sua incasinata situazione personale, dalla sua delusione e dai suoi errori. Invece è successo con una persona che in questo momento di problemi non ne ha e non ho scelto a caso. Non abbiamo in previsione di vederci, ci scriviamo quando capita e dita incrociate che resti tutto così, senza paranoie né aspettative.
    In ogni caso, gli sarò grata per sempre per avermi aiutato a chiudere definitivamente la porta sul passato 🙂

  • Dispersa, 2 Novembre 2022 @ 18:05 Rispondi

    @Elleelle io invece mi immagino più scenari… Ma quando si sta bene, si sta bene.
    Ti auguro il meglio!!
    @Lia tutte le esperienze aiutano a crescere e ad evolvere.
    Sembra strano ma ogni situazione ha il suo risvolto positivo.

  • Lia, 2 Novembre 2022 @ 15:48 Rispondi

    @elleelle, nessuna evoluzione è indolore. Siamo programmati per rifugiarci in ciò che conosciamo.
    Spero che adesso tu capisca gli enormi sforzi che ho fatto per non restare ferma, attraverso i siti, le uscite, le nuove conoscenze. Tutte fallimentari, vero, ma tutte utili allo scopo di non restare ancorata a ciò che conoscevo ma che era assolutamente tossico per me.
    Non credo di essere ancora pronta per una relazione. Lo dimostra com’è finita col Deluso. ma è giusto misurarsi per sapere a che punto ci troviamo della strada, anche per correggere il tiro e capire cosa resta del trauma, su quali danni ancora lavorare.
    La fiducia è la cosa che mi resta ancora difficile da recuperare.
    Spero che invece tu sia pronta a goderti appieno questa bella novità. Lo scoprirai strada facendo, è un banco di prova che ti dirà molte cose su di te e ti aiuterà a migliorarti.

  • Crocus, 2 Novembre 2022 @ 10:52 Rispondi

    @elleelle mi dispiace moltissimo non riuscire a conoscerci di persona nemmeno a sto giro
    :-(. Però sono così felice per te non hai idea! Ah, tanta serenità e leggerezza anche qui quindi capisco BENISSIMO di cosa parli e cosa intendi. Però (c’è sempre un però ) io non DIMENTICO. Quello mai! Dai dai che prima o poi ce la faremo ad incontrarci ❤️.

  • elleelle, 2 Novembre 2022 @ 10:12 Rispondi

    @Rinascita
    Grazie cara! ❤️
    L’importante è volerlo.
    In troppi prendono la loro situazione come ineluttabile e non muovono un dito, quando invece è sempre possibile un miglioramento.
    Invece bisogna lavorarci sopra, spingere se stessi verso qualcosa di meglio. Ovvio, il momento deve essere propizio, ma sta anche a noi coglierlo.
    Facile rifugiarsi sempre in quello che conosciamo nel bene e nel male, perché ci costa uno sforzo a cui siamo abituati.
    Però il rischio è di perdere la soddisfazione di un cambiamento tangibile.
    Tu hai cominciato a parlare di separazione con tuo marito e i tuoi familiari più stretti. Ti sarà costato dolore e fatica ma hai anche visto che sei stata compresa e adesso hai meno paura di non avere una rete di sostegno attorno a te.
    Non è mai facile aprirsi davanti agli altri ma se c’è la circostanza giusta, si deve provare. A me è servito tanto e proprio a livello mentale. Ho fatto un passo avanti che non credevo possibile un anno fa, quando mi ritrovavo in lacrime se un uomo ci provava.
    E mentre io risolvevo per sempre questa storia, il mio ex era sulla pagina di un contatto comune a farsi mandare educatamente aff… da uno sconosciuto a causa della sua solita, stupida presunzione. Lo stesso copione di sempre.
    C’è chi resta fermo e chi va avanti. Per fortuna sono andata avanti io 🙂

  • Rinascita, 1 Novembre 2022 @ 21:59 Rispondi

    Un abbraccio ElleElle anche da parte mia. Se ne esce, eccome se se ne esce. Quando si è pronti, tutto arriva!

  • elleelle, 1 Novembre 2022 @ 18:17 Rispondi

    @Vio, Lia, Ariel,
    Anche due birre, molto volentieri! 😀

    @Ariel
    Stavo per scriverlo io a Ale per un incontro come quello di Venezia, mi hai preceduto

  • Sylvia, 1 Novembre 2022 @ 11:25 Rispondi

    “spesso vi ricordate come scatole nere parole circostanze degli amanti, pensate un po voi se da traditrici foste tradite,dire non ti amo etc, non mi piaci, non è proprio la stessa cosa che sapere che avete trascorso settimane , mesi, anni nelle braccia di un altro-
    ci dormiresti con tuo marito che sai che per anni, si è..con un altra..
    aggiungo stranamente tutte persone tradite che sono a modo, che si prendono il colpo,
    io sarei curiosissimo, non ci dormirei la notte, ci penserei sempre…qui per molte di voi sembra tutto accettabile, essi che alla fine gliela farei scontare, altre che solidarieta affettuosa e foto assieme..eppure..
    o siete dei robottini..o qualcosa non mi torna.questo penso.
    poi tradito una volta ..lo rifai prima o poi..
    io vi ho racconto lo stato dell’arte che ho vissuto.“

    Grazie Ads! Condivido ogni parola. Non sono dettagli!

  • Ariel, 1 Novembre 2022 @ 11:25 Rispondi

    alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 23:40Rispondi
    Dipende dall’editore

    Si certo @CaroAlessandro per la presentazione del libro dipenderà sicuro da Editore ma credo che le ragazze qui intendessero invitarti a fare un vero raduno dedicato alle tue utenti soprattutto quelle più assidue che tengono su il tuo Blog ,
    Allora penso che in prossimo futuro tu possa pure organizzare in giornata tipo sabato o domenica un vero RENCONTRE!

    Allora forse le tue più assidue utenti e sostenitrici vedrai che riusciranno a partecipare!

    • alessandro pellizzari, 1 Novembre 2022 @ 11:58 Rispondi

      A Venezia avevo organizzato io: lo rifarò

  • Ariel, 1 Novembre 2022 @ 11:21 Rispondi

    elleelle, 31 Ottobre 2022 @ 16:59Rispondi

    @elleelle evviva! Anche io penso di aver intuito le tue novità finalmente buone nuove!!!!

    Un abbraccio cara @elleelle anche se da lontano il pensiero volaaa!

  • Lia, 1 Novembre 2022 @ 09:38 Rispondi

    @elleelle sono felice di sentirti così.
    Credo di aver intuito….
    Se ci conoscessimo, ti invierei a bere una birretta per festeggiare!

  • Viovio, 1 Novembre 2022 @ 08:49 Rispondi

    @elle che bella notizia!! Sono tanto felice per te, goditi la ritrovata leggerezza e serenità TE LO MERITI 🙂
    Un abbraccio grande

  • elleelle, 1 Novembre 2022 @ 00:21 Rispondi

    @Vio
    Eh sì, interessanti e utili, nel senso che ho risolto anche gli ultimi problemi che erano rimasti e che mi frenavano un po’.
    Era ora e che leggerezza che si prova!
    Adesso è finalmente tutto alle spalle 🙂

  • Viovio, 31 Ottobre 2022 @ 20:51 Rispondi

    @elle ti pensavo!!! Non leggevo più tuoi commenti e mi chiedevo dove fossi finita 🙂
    Che peccatooooooooooo però capisco, la tua impossibilità è identica alla mia.
    Quanto vorrei sapere le tue novità, qualcosa mi dice siano molto interessanti
    😉
    Speriamo nel prossimo incontro @Ale organizza nel weekend!!
    Baci

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 23:40 Rispondi

      Dipende dall’editore

  • elleelle, 31 Ottobre 2022 @ 16:59 Rispondi

    @Vio
    Ho visto che hai commentato, per cui stai seguendo il blog in questo periodo e ne approfitto per farti fare da tramite tra me e @Crocus e chiunque altro/a sarà a Milano per dirvi che io non riuscirò ad esserci perché il treno non mi dà scampo, è troppo presto e non avrei tempo da passare con voi. E mi spiace tanto perché avrei alcune novità da raccontarvi di persona.
    Speriamo che ci sia un’altra occasione, magari durante il fine settimana.
    Vi lovvo ❤️❤️

  • Sylvia, 31 Ottobre 2022 @ 15:46 Rispondi

    “Controllo su tutto, libertà vigilata e tante piccole vendette che si trasformano in violenza psicologica a carico del coniuge fedifrago. Della serie non ti lascio perchè mi fa comodo così, ma ti faccio vivere l’inferno e ne traggo soddisfazione!“

    Leilei se succedono cose del genere non è che il fedifrago non ha facoltà di decidere di andare alla separazione comunque. Si trovano entrambi in una relazione tossica. Quello è un errore gravissimo a cui preferisco 10.000 volte la separazione. Rimanere diventando il tiranno o rimanere rassegnati nella profonda tristezza come Roberto e Ads o altri, magari per i figli sono scelte per me assolutamente incomprensibili.

    Per fortuna ci sono persone che rimangono nel matrimonio ribaltandolo positivamente.

  • Sylvia, 31 Ottobre 2022 @ 15:42 Rispondi

    “Il problema di fondo è sempre lo stesso: si da la colpa della fine di un matrimonio alla presenza dell’amante”.

    No Leilei, io ti parlo dalla mia prospettiva.

    Ho tradito mio marito e per me, ripeto PER ME essere arrivata non solo a desiderare un altro uomo ma a un certo punto arrivare a desiderare una vita con lui è stato il punto di non ritorno. Quindi non è l’amante “la colpa”, la colpa in realtà non c’è da nessuna parte, ma se sono arrivata a tal punto non solo ho sentito che dovevo dirlo a mio marito ma ho voluto che sapesse che non c’era nulla da recuperare. E lui ha capito. Se ci avessi girato attorno, gli avrei dato delle illusioni che le cose potevano ancora cambiare perché io so di essere una persona gradevole quanto lo è lui. È stato un bravo marito e io, eccetto per il tradimento, sono stata una buona moglie.

    Volere un altro uomo per me, ripeto PER ME ha significato arrivare alla consapevolezza della fine. In molti ci arrivano a capirlo proprio perché arrivano ad avere l’amante. Lo abbiamo letto e riletto che spesso l’amante fa da traghettatore verso la separazione anche se poi non si realizza la storia alla luce del sole.

    Perché una persona tradita non potrebbe aver BISOGNO di capirlo nella stessa maniera, realizzando la presenza di un’altra persona? Chi siamo noi per non dare questa opportunità? Non abbiamo fatto già abbastanza contro la coppia?

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 16:50 Rispondi

      Ma confessare non è una opportunità per la coppia in tutti i casi: spesso è uno scaricabarile, spesso è togliersi un peso dalla coscienza, spesso è una via senza ritorno

  • ADS, 31 Ottobre 2022 @ 15:30 Rispondi

    @leilei qui ci sono alcune persone che non riportano la propria esperienza , bensi ci descrivono quello che avrebbero voluto loro nella loro esperienza,
    ancora oggi la mia ex amante mi rinfaccia, è rabbiosa per averle rovinato il rapporto di coppia,
    posso anche capire, ma non sono sta io che ho scapocciato e glie l’ha confessato , eppoi si è fatta beccare non per sommi capi, io sarei diventato al posto suo ,del marito,una iena,..altro che “ho aperto la crisi a casa “che è una bella frasi manipolativa, sono cose che non si dimenticano, ma del resto mettevi negli altri panni,
    spesso vi ricordate come scatole nere parole circostanze degli amanti, pensate un po voi se da traditrici foste tradite,dire non ti amo etc, non mi piaci, non è proprio la stessa cosa che sapere che avete trascorso settimane , mesi, anni nelle braccia di un altro-
    ci dormiresti con tuo marito che sai che per anni, si è..con un altra..
    aggiungo stranamente tutte persone tradite che sono a modo, che si prendono il colpo,
    io sarei curiosissimo, non ci dormirei la notte, ci penserei sempre…qui per molte di voi sembra tutto accettabile, essi che alla fine gliela farei scontare, altre che solidarieta affettuosa e foto assieme..eppure..
    o siete dei robottini..o qualcosa non mi torna.questo penso.
    poi tradito una volta ..lo rifai prima o poi..
    io vi ho racconto lo stato dell’arte che ho vissuto.

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 16:47 Rispondi

      Certo che la tua amante che ti rinfaccia di averle rovinato il rapporto di coppia perché LEI ha deciso di venire a letto con te e crearsi una storia con te è come accusare il termometro di aver provocato al febbre. Con una così non ci si ragiona e va tenuta a debita distanza

  • Sylvia, 31 Ottobre 2022 @ 15:22 Rispondi

    Guarda Leilei che non ti accorgi di essere granitica ma lo sei eccome!Tu reputi che l’informazione di essere stati traditi non sia significativa rispetto alla crisi della coppia. Questa è una tua granitica convinzione. Ci possono essere persone che sono disposte a perdonare tutto ma non un tradimento oppure persone che riescono a capire la gravità di una situazione solo se sanno di essere state tradite. Ma se io scoprissi di iniziare un percorso di terapia di coppia parlando in generale di una crisi di coppia e successivamente scoprire anche di aver portato un palco di corna francamente credo che darei una minima chances al mio compagno di vita perché come vedi non siamo tutti uguali e non è questione di essere granitici ma di informare completamente l’altra persona perché metta insieme tutti i pezzi del puzzle.

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 16:45 Rispondi

      Nella maggioranza dei casi il tradimento non viene confessato questa è la realtà. Nemmeno gli esperti, nella maggioranza dei casi, ti consigliano di farlo se non ci sono motivazioni specifiche. Saperlo per il tradito è importante? Spesso lo sa già ma è lui stesso che non lo vuole sentire. Perché dalla confessione solo pochi ricostruiscono veramente. La perdita di fiducia e la scoperta del tradimento riducono le vere ricostruzioni a un 10% circa. Il resto sono matrimoni che decidono di rimanere in piedi per convenienza. Confessare o no quindi? Il mio consiglio è parlarne con un esperto e ragionarci molto bene.

  • Angelina, 31 Ottobre 2022 @ 14:21 Rispondi

    @Roberto sono d’accordo…le scelte vanno fatte a mente lucida…prenditi il tuo tempo e vedrai che cosa vorrai fare del tuo matrimonio…il mio lui ci ha messo sette anni per decidere lui stesso….prima il suo avanti e indietro era dettato da lei che lo buttava fuori o dalle circostanze…ora non dico che uno ci debba mettere così tanto eh,ma solo quando fai scelte consapevoli poi riesci ad affrontare tutto perché non è facile…lui è messo alla gogna,soprattutto dalla sua ex moglie che non accetta e vuole capire…

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 16:41 Rispondi

      Sette anni per decidere sono una presa per i fondelli. Dopo il tremendo impatto del primo tradimento in un anno massimo due devi aver archiviato la pratica ex amante e avere un direzione chiara sul tuo matrimonio. Ceto, senza aiuti esperti e con il fai da te e il vivacchiare i tempi possono triplicare. Oppure trovi una nuova mante stampella e si va avanti così fino alla pensione, quando si tireranno i remi in barca dove? Ma a a casa!

  • Leilei, 31 Ottobre 2022 @ 13:05 Rispondi

    Ale aggiungerei che la terapia serve anche a capire se c’è qualcosa da salvare o è tutto morto e sepolto.

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 13:59 Rispondi

      Concordo ma il primo passo di una terapia è trovare un nuovo linguaggio per comunicare con l’altro. Nel mio counseling il primo passo è la consapevolezza di chi è veramente il partner. Ecco perché nel mio nuovo libro Love Advisor rendo riconoscibili 30 profili maschili

  • Leilei, 31 Ottobre 2022 @ 13:00 Rispondi

    Sylvia fammi capire, quindi secondo te se uno apre la crisi in casa, dicendo che il matrimonio non funziona più non è sufficiente per l’altro per decidere se separarsi, soprattutto poi se il coniuge ti propone la terapia di gruppo per cercare una soluzione? Ti serve la “pistola fumante”, la prova provata, l’esistenza di un terzo incomodo.
    Sai molti la pensano come te, in primis il mio amante che in passato cercava prove del tradimento della compagna, a seguito della scoperta di messaggi “allegri” con altri uomini. Si vede che erano allegri ma non troppo, non al punto tale di rivoluzionare la propria vita.
    Il problema di fondo è sempre lo stesso: si da la colpa della fine di un matrimonio alla presenza dell’amante.
    Ma come ha sempre scritto Ale, il tradimento è solo il termometro che misura la febbre a un matrimonio malato.

  • Leilei, 31 Ottobre 2022 @ 12:02 Rispondi

    Brava Rinascita, la penso come te. E aggiungo che spesso, dopo la confessione alcuni coniugi traditi non scelgono la separazione, ma si trasformano in tiranni. Controllo su tutto, libertà vigilata e tante piccole vendette che si trasformano in violenza psicologica a carico del coniuge fedifrago. Della serie non ti lascio perchè mi fa comodo così, ma ti faccio vivere l’inferno e ne traggo soddisfazione!

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 13:56 Rispondi

      Vero con perdita totale di fiducia

  • ads, 31 Ottobre 2022 @ 11:18 Rispondi

    e concludo le cose vanno meglio rispetto ad un anno fa e non perchè ho fatto14 sedute di psicoterapia, ma semplicemente perche’ con il tempo vedi le cose con piu’ obiettivita, come ha detto giustamente @dispersa,
    nessun arcano,
    tra noi due ero io quello a disposizione, ero io lo psicologo che doveva capire,era io quello che doveva adattarsi, al netto delle varie elucubrazioni sue, percorsi di consapevolezza prospettati,di evoluzioni, di psicolterapie biennali,..il dato è che lei è a casa sua con la sua famiglia,non è colpa mia se confessando si è fatta un autogol, altro che libertà,
    ringrazio la mia razionalità, che non mi ha fatto fare scelte avventate, ho scelto l opportunismo si,quello che mi conveniva di piu praticamente,
    ma non ne sono sicuro che oggi starei meglio di come se mi fossi impelagato in mezzo ad uno stagno facendo una scelta di sincerità totale.
    mi sono aggiustato le cose, meglio di altri ..?
    sono flessibile,non me ne faccio un cruccio.
    oggi, dico che pur lei piacendomi molto, ma una vita con una persona con due figli, con gestione familiare sua particolare, io ovviamente con meno possibilita’ economiche, ad adattarsi alla vita di una persona complicata non la vedo con grande rimpianto.
    ..fessi non c’è ne sono,ma nemmeno stupidotte

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 12:06 Rispondi

      Chi vuole dire la verità deve essere pronto ad andarsene un secondo dopo

  • Sylvia, 31 Ottobre 2022 @ 10:48 Rispondi

    Io non ho sicurezze @ Leilei. Ma se la moglie di Roberto sapesse, almeno sarebbe consapevole di dove si trova, di che tipo di matrimonio è il loro. Poi può DECIDERE di non andare in terapia, mettere la testa sotto la sabbia o volere la separazione. Ma le decisioni consapevoli si prendono solk se si hanno TUTTE LE INFORMAZIONI e per un minimo di rispetto per la propria compagna di vita nonché madre dei propri figli questo le è dovuto. L’egoismo sfacciato, la scorrettezza è NON DARE ALL’ALTRO LA POSSIBILITÀ DI SCEGLIERE dando solo informazioni parziali.
    La coppia è fatta di due persone e che una persona prenda le decisioni per tutti e due lo trovo a dir poco disarmante. Se non voleva darle un grosso dolore/delusione, ci doveva pensare PRIMA! Ora può farle il favore di vedere lui per quello che è (eh non è facile far scoprire le proprie scorrettezze e le proprie vulnerabilità !!) e decidere di conseguenza.

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 12:04 Rispondi

      La terapia serve anche a tirare fuori al momento giusto o meno certe verità. Nessuno va in terapia a spiattellare tutto davanti al coniuge da subito a meno che non sia stato scoperto. La terapia è un percorso che prevede sedute in coppia e singolarmente. La terapia non serve a confessare serve innanzitutto a ritrovare la giusta modalità di linguaggio con la quale ricominciare a parlare.

  • Leilei, 31 Ottobre 2022 @ 09:55 Rispondi

    Martita, io ho detto a mio marito non ti amo e non ti desidero più. Sono passati 4 anni e siamo ancora lì.

  • Roberto, 31 Ottobre 2022 @ 09:36 Rispondi

    Scusate ragazze, non volevo come sempre scatenare la solita diatriba tra “le realiste” e “le integerrime”. @Ads tu sei tra le realista (sorrido). A tutte e a tutti dico solo una cosa e poi non rompo più. In questo momento non ho la forza per mettere in discussione niente. Molte di voi capiranno quando dico che ora è tutto senza colori. L’istinto forse sarebbe di far crollare tutto il castello. Ma non avrei la forza ora di reggere anche il dolore di una separazione. Quindi prima devo far passare questo dolore. Cercando di reagire come sto facendo soprattutto per le mie figlie. Poi quando sarò capace di ragionare trarrò le mie conclusioni. Poi, per chi continuerò ad essere il solito marito vigliacco non posso farci nulla. Un abbraccio.

    • alessandro pellizzari, 31 Ottobre 2022 @ 12:01 Rispondi

      Roberto ha ragione. Finito un amantato in modo drammatico occorre guarire la fase acuta della malattia. La malattia cronica, quella che ha provocato il tradimento, va affrontata una volta risolta la fase acuta.

  • Leilei, 31 Ottobre 2022 @ 09:18 Rispondi

    Martita, anche tu come Sylvia con queste certezze granitiche. Continuate a dare la vostra interpretazione dei fatti su situazioni che non conoscete.
    Mio marito mi ha beccata ben 3 volte, ha visto foto col mio amante, eppure siamo ancora insieme. Eppure è stato lui a non volersi separare.
    La compagna del mio amante più volte gli ha chiesto se ci fosse un’altra, addirittura gli ha fatto notare il fondotinta sui vestiti. Ma guarda un pò, tira fuori sempre l’argomento in presenza di altre persone, e lui ovviamente e furbamente, lascia cadere la provocazione. Da due anni non hanno rapporti perchè lui non la avvicina, forse qualche domanda se l’è fatta. Ma evidentemente anche a lei sta bene stare così.
    Che ne sapete di come Roberto ha affrontato la questione con sua moglie? E chi ve lo ha detto che sua moglie potrebbe davvero convincersi ad andare in terapia? Magari è terrorizzata da quello che potrebbe venire fuori dalla terapia, magari ha paura di guardare in faccia la realtà, magari preferisce minimizzare la crisi matrimoniale.

    Ma davvero pensate che siano tanti a volersi complicare la vita “solo” per un paio di corna? Anche in questo Ale ha perfettamente ragione!

  • Rinascita, 30 Ottobre 2022 @ 21:51 Rispondi

    Martita tempo fa non hai risposto alla mia domanda su quale fosse il tuo ruolo, amante o coniuge tradita. Con gli ultimi commenti, la
    risposta me l’hai data: sei una moglie tradita.
    Quello che scrivi lo dimostra e quello che scrivi rende bene l’idea del perché un tradimento non vada confessato. Un coniuge, di fronte ad un tradimento, si auto assolve dalle sua compartecipazione alla fine del matrimonio. Quando consigli a Roberto di non essere “omertoso” in realtà gli stai consigliando di addossarsi la colpa di quanto è accaduto, quando non amare più il coniuge e poi (solo dopo) innamorarsi di un’altra persona una colpa non è.

  • Roberto, 30 Ottobre 2022 @ 21:29 Rispondi

    No @Martita, non confesso perché non serve. Se sarò capace di ricominciare bene se no finirà. Non mi ritengo un buonone. Anzi.

  • Martita, 30 Ottobre 2022 @ 20:35 Rispondi

    Sono d’accordo caro, “ci sono coniugi”..ma non “tutti i coniugi”.
    Alcuni diventano miopi…e temono la verita’ . ma davanti a una dichiarazione cristalliina e non buttata li tra una passata di mocho e la critica alle mutande che non sono state messe nella cesta, il coniuge di gomma che fa, si getta dalla finestra pur di non ascoltare ?
    il problema e’ che entrambi hanno timore delle conseguenze e quindi non ci si parla veramente.
    @Roberto, esattamente cosa hai detto a tua moglie e come? Qualcosa di serio tipo “Se non ci facciamo aiutare ho timore che il nostro matrimonio finira’” ? E lei ha risposto “ma va..che dici.., passami il sale?”
    O sei stato vago vago vaghissimo?

  • Martita, 30 Ottobre 2022 @ 20:27 Rispondi

    Cone dici spesso giustamente tu..dov’erano i figli prima ?
    E quelli di roberto (30 anni di matrimonio), mi sa che sono alquanto indipendenti

  • Martita, 30 Ottobre 2022 @ 20:24 Rispondi

    Lei, tuo marito ti ha scoperto, ti ha detto che non vuole separarsi e tu hai acconsentito. Mi sbra tutto fuorche’ muro di gomma. Sei tu che devi scegliere se non ti va bene , lui l’ha gia’ fatto e con consapevolezza.
    Roberto dice di aver parlato con la moglie che ha fatto orecchie da mercante. Quindi mi piacerebbe sapere perche’ non si separa dato che si tratta di concorso di colpa.:
    Sentendo anche le altre campane si scoprono spesso realta’ che nulla hanno a che vedere con la storia che ci si racconta e si racconta agli altri per autoassolversi.

  • Viovio, 30 Ottobre 2022 @ 20:14 Rispondi

    Ciao a tutti!
    Mio marito terminato il nostro percorso di terapia, un giorno all’improvviso mi disse che sapeva la verità: era convinto ci fosse stato un altro nella mia vita e se eravamo arrivati ad una rottura così profonda ha riconosciuto le sue responsabilità.
    Secondo me o @Roberto è un attore da Oscar (vedi tanti nostri ex), oppure la moglie sorvola su molte cose ed evita di affrontare il problema per non stravolgere la sua vita.
    Mio marito non tornò più sull’argomento, chiuse la conversazione con “non ho mai approfondito per evitare spiacevoli sorprese”.
    Sinceramente non so dirvi se fu un tentativo per farmi confessare o meno, però non parlò più di quello si è sempre concentrato su ciò che aveva causato la nostra crisi.

  • Leilei, 30 Ottobre 2022 @ 14:33 Rispondi

    Sylvia come fai a essere sicura di quello che può accadere nelle vite altrui? Io sono l’esempio lampante che non è vero che chi scopre un tradimento automaticamente chiede la separazione. Mio marito non ci ha mai proprio pensato, nemmeno quando gliela ho proposta io! Non si può sapere prima con sicurezza come le persone reagiranno.
    Roberto ha espresso alla moglie le sue difficoltà e quello che non va nel suo marito, la moglie non ha colto l’opportunità di lavorarci su insieme.
    Come giustamente scrive Ale, qui c’è un pieno concorso di colpa. E l’amante non c’entra proprio nulla.

  • Martita, 30 Ottobre 2022 @ 14:05 Rispondi

    Tutti davanti agli spaghetti dopo una serata in cui tuo figlio ti ha fatto perdere la pazienza possono arrivare, in un matrimonio trentennale, a esprimere scontento… ma dai..se hai preso per le mani tua moglie, fuori da soli a cena e le hai detto : “cara, sono preoccupato.,il matrimonio mi va stretto e forse non ti amo piu’ come prima.,” lei che fa..ti dice “ma va,, lascia stare..cosa ordiniamo?”
    Non credo, dai. Avresti sposato una demente.
    Per rispondere anche ad Ale: se vuoi dire una cosa davvero..il modo di farla passare lo trovi…basta dire che l’altro non ti sente.
    Se invece lo dici mentre va il frullatore, il figlio dice “mamma, mamma, voglio i choko pops.:” e tua moglie sta passando l’aspirapolvere,;; non puoi dire dopo “eh, ma io gliel’ho detto..”

    Su. Nom prendiamoci in giro.
    Se si vuol parlare davvero il modo lo si trova..se lo si dice durante una discussione, il valore percepito e’ completamente diverso,
    Rob, so che se volessi potresti convincere tua moglie a venire in terapia.
    Il problema e’ che non vuoi e quindi glielo dici a bassa voce mentre pela le patate al telefono con un’amica..
    sbaglio?

    • alessandro pellizzari, 30 Ottobre 2022 @ 19:33 Rispondi

      No cara ci sono coniugi che sono veri muri di gomma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire

  • Martita, 30 Ottobre 2022 @ 13:54 Rispondi

    Si, @ads, roberto rimarra’ lu, come ci rimani tu, perche’ nella sua mente queste sono le priorita’:
    1(mettersi con l’amante e lasciare i rispettivi coniugi per un porto sicuro
    2( stare con la moglie perche’ se l’amante non ti vuole e’ meglio questo del terzo punto
    3) ti vedono tutto come brutto, cattivo e puzzolente (e anche un po’ pirla) ..la tua vita peggiora economicamente

  • Martita, 30 Ottobre 2022 @ 13:50 Rispondi

    Confessa Roberto. Dammi retta.
    E’ l’unico modo per togliere il velo e capire davvero (tutti, moglie compresa), cosa si vuol fare.
    prendi coraggio.potresti rimanere stupefatto dalle conseguenze.
    Il dolore e’ il prezzo da pagare per svelare, ma la menzogna ti ripaga con la staticita’.

    L’omertà’ serve solo se ti sei pentito e hai deciso fermamente di ricostruire, altrimenti la verita’ ti libera.
    Hai solo paura di non reggere le conseguenze, non della sofferenza procurata, altrimenti non avresti proprio tradito.
    Non sei un buonone , dai, non te la raccontare .

    • alessandro pellizzari, 30 Ottobre 2022 @ 19:31 Rispondi

      Chi confessa non deve farlo per liberarsi la coscienza e deve essere pronto alla guerra atomica. Prima domanda: le conseguenze sui figli di questa scelta

  • Rinascita, 30 Ottobre 2022 @ 13:47 Rispondi

    Ads fattelo dire e per favore non offenderti ma la tua rassegnazione all’insoddisfazione, addirittura cercando di estendere questo tuo modus vivendi anche al resto della popolazione del blog (e non solo… ), è addirittura deprimente. Non siamo tutti uguali per fortuna e non siamo in pochi a non volere sprecare la vita, come proponi tu. Tu rilevi, evidenzi, guardi gli altri, in realtà parli solo per te stesso ed a questo, fossi al tuo posto, mi limiterei. Da quello che scrivi non dovrebbero esserci separazioni ed invece ce ne sono a bizzeffe. Non esisterebbero gli amori felici ed invece, per quanto faccia male prenderli in considerazione, esistono. Prendiamoci almeno la responsabilità della nostra vita, anche se è più facile, lo so, credere che “è così per tutti”. Non è vero!

  • Lia, 30 Ottobre 2022 @ 12:04 Rispondi

    @Roberto, sono d’accordo con @Rinascita. Le decisioni non vanno prese d’impulso ma a mente serena.
    Quando @Ale parla del tradimento come conseguenza di un matrimonio ormai lesso e lo assolve penso si riferisca a chi non lo fa come scelta di vita.
    Chi decide di continuare a fingere in casa e spera in storie parallele per me non ha più scusanti.
    Il mio ex rientra in questa categoria e non si limita a sperarci…le ricerca.
    Ecco, io mi auguro per te che troverai un’altra strada, diversa da questa.

    • alessandro pellizzari, 30 Ottobre 2022 @ 13:25 Rispondi

      I seriali sono traditori professionali lo cercano il tradimento che chiamano avventura

  • Roberto, 30 Ottobre 2022 @ 10:57 Rispondi

    @Rinascita, hai ragione. In questo momento appare non solo quello impossibile, ma anche ogni soluzione. Si resta in questa specie di camera oscura. Anche se di una cosa sono contento. Non ho smesso di fare le cose. E questo dentro di me aiuta. Tanto.
    @Sylvia, insomma sono cose che non posso raccontare qui. Sicuramente non le dirò dell’amantato. Lo so che sarò accusato di vigliaccheria ma quel dolore non se lo merita. Se sarà la fine lo sarà come tanti altri matrimoni. Perché non c’è più nulla.

  • ads, 30 Ottobre 2022 @ 10:09 Rispondi

    pensiero della domenica, passera’ tempo,
    e @roberto rimmarrà li dove sta ora,
    il tempo aggiusta tutto .
    poi anche lui troverà una giustificazione per questo.
    niente di nuovo, niente di speciale.
    comportamento in linea anche con la maggioranza degli utenti del blog.

  • Rinascita, 29 Ottobre 2022 @ 22:02 Rispondi

    Ale sottointendevo proprio questo. Se Roberto avrà coraggio e non si arrenderà restando in un matrimonio finito, accadrà proprio questo, per quanto oggi gli risulti (e lo capisco) una situazione inverosimile

  • Sylvia, 29 Ottobre 2022 @ 21:44 Rispondi

    Beh se sapesse del tradimento o lo lascerebbe o la terapia la vorrebbe eccome ma ovvio che se ne è all’oscuro… Sarei curiosa di sapere come ha edulcorato la pillola, di quali problemi ha parlato.

  • Roberto, 29 Ottobre 2022 @ 20:48 Rispondi

    Sai @Rinascita, in questo momento credo che il dolore dell’assenza sia abbastanza normale. Non è che il mio matrimonio sia onestamente peggiorato. È quello di prima dell’amantato. Non sto avendo una caduta verticale. Ma le tue parole sono giuste e prospettano anche quella che certamente potrebbe essere una soluzione.
    @Ale non lo so. Io mi sono mosso per amore. Prima della mia amante occasioni potevamo esserci ma non sono mai caduto nella rete. Pensare che nasca di nuovo quel sentimento non so, non credo almeno. Non ho più 20 anni. Ora devo vedere cosa e se posso salvare qualcosa tenendo presente che devo tenere in conto e con il massimo rispetto che ho a che fare con una famiglia. Moglie compresa che al contrario di me il rispetto non me l’ha mai fatto mancare.

  • Rinascita, 29 Ottobre 2022 @ 18:37 Rispondi

    Roberto fai bene a prendere le tue decisioni quando avrai raggiunto una maggiore serenità, che non vuol dire trascinarsi ma ponderare e far si’ che quello che deve accadere, in un verso o nell’altro, avvenga con la giusta maturazione dei tempi. Se dovessi avere il mio percorso, arriverà il momento in cui capirai che non c’e’ altra strada che condividere con tua moglie che il matrimonio è finito. Questo però con il fatto che tu ti sia innamorato di un’altra donna non ha correlazione. Sarebbe inutilmente doloroso per lei, posto che l’altra donna in questo momento non è presente ed il matrimonio, guarda caso, non sta reggendo comunque. Anzi è proprio l’assenza dell’altra a farlo precipitare più velocemente, perché diciamocelo anche se con maggiore sofferenza sotto altri profili, in una qualche modo lo stampellava e lo rendeva sopportabile. La vita alcune volte richiede coraggio ma solo con il coraggio ci si da la possibilità di essere felici. Datti tempo.

    • alessandro pellizzari, 29 Ottobre 2022 @ 19:50 Rispondi

      Oppure Roberto troverà un nuovo amore

  • Roberto, 29 Ottobre 2022 @ 15:52 Rispondi

    @Ale, rispetto il tuo pensiero. Ma dopo 30 anni è stato il mio primo tradimento. Per quello che ho vissuto e quello che ha lasciato non credo ce ne possa essere altro. Troppa fatica durante e troppo dolore dopo. Forse non sono adatto io per questo tipo di rapporto. Poi vedremo il tempo che dirà.

    • alessandro pellizzari, 29 Ottobre 2022 @ 19:48 Rispondi

      Che arrivi dopo 30 anni di fedeltà è invece particolarmente significativo non può essere un fuoripista, contando poi la durata. Uomo avvisato…

  • Roberto, 29 Ottobre 2022 @ 13:25 Rispondi

    @Sylvia, è ovvio che al momento sto cercando di reagire facendo quello che facevo prima. Perché se mi fermassi sarebbe molto peggio. Concordo con quello che hai detto tu ma al momento non sono lucido. Devo esserlo per capire di più.
    @Ale io lo avevo proposto a mia moglie. Ma non ne vuole sapere.
    @Angelina, come ho detto a Sylvia, ora non sono molto lucido per capire. Per cui ogni decisione sarebbe presa sull-onda dell-emotivitá. Preferisco lasciar passare del tempo per capire meglio.

    • alessandro pellizzari, 29 Ottobre 2022 @ 13:52 Rispondi

      Se già moglie non ne vuole sapere della terapia di coppia o non vede i problemi o le va bene così. Questo spiega il tuo tradimento e apre a un futuro di nuovi tradimenti o di separazione. Il famoso concorso di colpa del coniuge non vedo non sento non parlo

  • Ariel, 29 Ottobre 2022 @ 13:23 Rispondi

    Roberto, 29 Ottobre 2022 @ 08:03Rispondi
    Ma nooo @Roberto ma possibile che un adulto sia uomo o donna ,non importa ,ancora nel 2022 si pensi che la terapia sia qualcosa di soggettivo e che funziona in modo diverso se la si fa pensando che intanto non serve a GNIENTE e il solito problema che viene fuori è la vera difficoltà di assumersi in pieno la responsabilità della propria vita delle propre scelte del fatto che continuare a NON FARE GNIENTE PRODUCE SCIENTIFICO DANNO ENORME VERSO SE STESSI E TUTTI I PROPRI CARI ma proprio tutti pure gli amici o conoscenti!!!

    Resta difficilissimo soprattutto per gli uomini che soffrono loro stessi quelli davvero di buona onestà intellettuale da non confondersi alla onesta fattiva del comportamento

    Chiarissimo soffrite del maschilismo arcaico che vi si ritorce contro come a un boomerang nel momento in cui per un maschio resta difficile farsi carico delle responsabilità individuali e farsi la terapia come vero percorso di un insieme di diversi metodi e cambio di terapeuta che fa benissimo in quanto rispecchia naturale essere uumano che si cambia ogni istante di vita vedi cellule del corpo e cioè anche della mente del cervello delle emozioni nel cuore..
    No il maschilismo NUOCE GRAVEMENTE A UOMINI BUONI E DI BUONA VOLONTÀ TEORICA

    Come vedi e vedete @Robertino e anche @Ads spezzo più di una arancia a favore vostro nel significato che percepisco la vostra buona essenza originaria no pregiudizio alcun giudizio negativo ma almeno cercate di leggere qui tra queste mie righe incoraggiarvi a vera terapia che chi sta UMILEG E SI CURA che significa RICERCA PERSONALE DELLE CURE E DEI TERAPIE ecco che allora finalmente pico per volta si riesce a ritrovare la propria energia positiva originaria
    Quella della nascita che ciascuno possiede e non smette di esistere ma occorre nella strada di vita andare a stanarla dai propri condizionamenti famigliari che hanno generato prejujer pregiudizi e preconcetti negativi verso se stessi e di conseguenza verso gli altri

    Se credo in me nelle mie nuove scoperte del chi sono veramente avrò più fiducia negli altri saprò riconoscere la buona stoffa in ciascun individuo potrò incontrare saprò distinguere pure nelle vecchie persone di sempre che magari non piacciono o con le quali si hanno difficoltà di relazione affettiva ecco riusvire a fare LUCE SI CIÒ CHE DIPENDE DA ME E CIÒ CHE NON POSSO CAMBIARE GLI ALTRI

    MA POSSO SOLO CAMBIARE IL MIO COMPORTAMENTO

    No me stessa essenza ma solo mio comportamento
    Gia individuare in se stessi tramite terapia quale è mia essenza
    E quale che sia il mio comportamento e cioè tutto ciò che dico sono fatta così mai è così
    Una parte proviene da antico Diktact famigliare genitori e ambiente sociale..

    Forza GIOVANI e meno GIOVANI DATEVI NA MOSSA
    INIZIATE A FARE LE COSE CHE MAI AVETE FATTO NELLA VOSTRA VITA

    Cercate la vostra stecca luminosa terapia che FUNZIONA SEMPRE

    NO ARRENDERSI
    NO DIRE CHE NOIA CHE BARBA
    NO DIRE MA TU NON PUOI CAPIRE CHE COSA VIVO IO

    Vero non posso capire io
    Ma tu SI ERGO
    TERAPIA A STECCA QUESTO IL VERO FUNZIONARE COSTANTE NELKA PROPRIA VITA DI SCOPRIRE I VERI SE STESSI!!!

  • Angelina, 29 Ottobre 2022 @ 12:09 Rispondi

    @Roberto se pensi ci sia qualcosa da salvare nel tuo matrimonio prova a fare una terapia con tua moglie…se pensi invece che sia un capitolo chiuso magari uno psicologo può aiutarti a lavorare su te stesso e a capire il perché pensi di non farcela…si cela tanto dietro a quel pensiero…sono però convinta che la terapia funziona quando si è pronti ad accettare o a ripartire da capo.

  • Roberto, 29 Ottobre 2022 @ 11:15 Rispondi

    @Ale, con mia moglie abbiamo già parlato. Io ho manifestato i miei malcontenti come poi ne ha anche lei ovviamente. Lei non contempla la separazione, o meglio non vuole prendere quella decisione. Certamente anche io faccio fatica. Se no lo avrei già fatto, amante o non amante. Quindi la sola cosa che potrebbe smuovere le acque sarebbe raccontarle tutto. Ma ha senso darle uh dolore così? Per ora soffro io cercando di non fare mancare nulla a nessuno. Poi il tempo spero mi aiuterà.

    • alessandro pellizzari, 29 Ottobre 2022 @ 12:50 Rispondi

      Nella psicoterapia di coppia è contemplato un percorso insieme e uno individuale mixati anche e proprio perché non tutti sono pronti a confessare o non è il caso. Provare insieme ad affidare a un terzo titolato l’inizio dello sbroglio della matassa. Ovvio se interessa. Ma chi non gioca la schedina è sicuro di nn vincere

  • Roberto, 29 Ottobre 2022 @ 11:09 Rispondi

    Sicuramente hai ragione @Ale, ma credo debba anche venire da dentro la volontà di farsi seguire. E mentre l’altra volta be sentivo il bisogno, questa volta non lo avverto. Ti terrò aggiornato. Un saluto.

  • Sylvia, 29 Ottobre 2022 @ 10:23 Rispondi

    Vedi Roberto, tu per ora hai deciso di restare con una moglie che dentro la tua testa continui a comparare alla tua ex amante, mettendola sempre su un livello di inferiorità perché hai la testa impallata per l’altra.

    Ricordati che se la tua ex amante fosse stata così speciale e la vostra relazione fosse stata così autentica, soddisfacente e lei così migliore di tua moglie e tutto avesse funzionato bene sareste a godervi la vostra vita insieme. Se non è così dovresti smettere di stare con la testa nelle nuvole e vedere la realtà per quella che è.

    Ora, visto che hai deciso di restare con tua moglie hai davanti a te una altro bivio: o continui a lasciarti vivere nella noia della routine condannando te, tua moglie e i tuoi figli all’infelicità (sí perché anche se non sanno percepiscono la tua insoddisfazione e infelicità che sono molto contagiose!) o ti dai una scrollata e cerchi di trarre il meglio dalla situazione in cui vivi e ti ricordo, non ci vivi solo tu e non sei obbligato a restarci! Per trarre il meglio da una situazione che hai scelto ma nella quale sei immerso da anni senza vedere da solo come vivertela al meglio, ti può essere utile un aiuto esterno perché mi sembra che da solo ti continui a focalizzare sulla miseria che stai vivendo, sugli aspetti che non vanno. Un aiuto esterno può aiutarti a rimetterti in contatto con le cose positive che all’epoca ti fecero scegliere tua moglie, ad apprezzare le doti che oggi le tue fette di prosciutto sugli occhi non ti permettono di vedere. Nessuno è condannato ad avere una vita infelice e si può trovare la felicità nelle piccole cose. Scegliamo noi se essere felici o no.

    Spesso nei tuoi scritti hai una tale rassegnazione al peggio che è disarmante. O te la scrolli di dosso o ti avvii verso la vecchiaia in totale depressione e allora meglio da solo perché trascinerai nel baratro tutti quelli che ti stanno attorno, se già non lo hai fatto. Togliti quello scuocco orgoglio tipico degli uomini che vogliono fare le cose di testa loro e chiedi aiuto professionale.
    C’è un bellissimo libro che dice che chiedere aiuto è rifiutarsi di lasciar perdere. È lottare! Tira fuori la tua grinta!

  • Roberto, 29 Ottobre 2022 @ 08:03 Rispondi

    @Sylvia, io non metto assolutamente in discussione la terapia. L’ho fatta anche io con una collega di @Ale. Però io penso che valga a seconda delle persone che la fanno e da quello che hanno vissuto. Nel mio caso, io ho tutto molto chiaro. So cosa sto vivendo, so cosa mi aspetterà nelle prossime settimane. Conosco i problemi non insormontabili nel mio matrimonio, anche se ci sono visto che ho trovato un’amante. Problemi che inevitabilmente si amplificano in una situazione come la mia, perché il paragone viene ovviamente facile da fare, ed ovviamente il coniuge ne esce malamente. Però a questo punto non so cosa una terapia possa darmi. Non devo uscire da un amore tossico, non sono stato preso in giro. Quindi si tratta solo di soffrire sperando che il tempo guarisca la cosa. Io so esattamente cosa c’è dentro di me e perché. So dove voglio arrivare, anche se non so se ce la farò. Conosco benissimo la mia situazione personale. Quindi l’aiuto esterno, non so cosa potrebbe darmi in più. Almeno è ciò che penso io. Ogni caso va valutato per quello che è.

    • alessandro pellizzari, 29 Ottobre 2022 @ 08:30 Rispondi

      Potrebbe aiutarti a un dialogo migliore con tua moglie, potresti convincerla a farla insieme. Potreste migliorare o capire insieme e in modo meno traumatico che il matrimonio è un capitolo chiuso

  • Leilei, 28 Ottobre 2022 @ 22:58 Rispondi

    Ariel sei noiosa, tu non leggi davvero quello che scrivono gli altri, non li ascolto proprio. Tu sputi sentenze e proponi sempre la solita soluzione.

  • ADS, 28 Ottobre 2022 @ 20:41 Rispondi

    scusate a @roberto è appena successo ne parliamo tra un paio di anni..
    se non ti vedi,condividi,le cose sfumano gradualmente, , si sono piu obiettivo,
    vi concentrate molto sul genere ” amante”..ma sono cosi le relazioni sentimentali,
    sinceramente non hai fatto proprio nessun centro, si è un lutto..ma dovresti poi sapere che anche i peggiori lutti si superano…e ci sono persone che li superano ed altri che non li superano mai..
    niente di nuovo

  • Sylvia, 28 Ottobre 2022 @ 19:24 Rispondi

    Ma io non credo che Ariel consigli “terapia a stecca” ad Ads perché ha tradito, ma perché è infelice e immobile. Si percepisce insoddisfazione e sofferenza. Per questo, come Roberto, avrebbe bisogno di terapia.
    La malattia non è il tradimento. La malattia è l’insoddisfazione, l’infelicità che trasudano alcune persone e che pensavano di “curare” instaurando una relazione nuova che alla fine ha lasciato l’amaro in bocca e i problemi iniziali irrisolti.

  • Dispersa, 28 Ottobre 2022 @ 17:32 Rispondi

    Bhee @Piccola che noi passiamo al setaccio tutto è vero!!
    Io credo che non si possa dire ‘tu non hai amato’ semplicemente Ads ne è uscito da un po’, tra l’altro da una situazione squilibrata, ed è più obbiettivo. @Roberto è solo all’inizio di lungo percorso ed in più ha avuto una relazione più serena.
    Se lo chiedi a me ti rispondo ‘a distanza di tempo sono più realista, non è che non ne sono più innamorata, semplicemente è cambiato il mio modo di vederlo’!

  • Roberto, 28 Ottobre 2022 @ 15:44 Rispondi

    Forse @Piccola, @Ads si sente meno coinvolto, ma in effetti non è facile capire da qui quanto siano innamorati. In fondo siamo solo parole su uno schermo. Ma hai ragione, se i sentimenti ci sono stati è dura. Però, forse, come poi sto cercando di fare io, dobbiamo anche dirci che se si inizia un amantato (grossissimo errore), bisogna accettare anche che una delle possibili soluzioni sia la fine. E si deve accettare. Anche se comunque fa male. Tenendo poi conto che anche l’altra soluzione, cioè il salto, avrebbe comportato altrettanto dolore. Non per se stessi forse ma per gli altri. Passerà @Piccola. Almeno spero.

  • Piccola, 28 Ottobre 2022 @ 15:17 Rispondi

    Ads il mio non è un giudizio. Perché ti senti accusato? Hai detto tu che noi donne passiamo tempo ad analizzare la scatola nera. Da quello che racconti non mi sembri innamorato e mi fai riflettere sul comportamento del mio ex che sta bene dov’è anche se raccontava il contrario. Non sta male senza me, si accontenta a casa. Dopo di te scrive Roberto raccontando che vive male. Qui la differenza, se ci sono sentimenti non è facile. Altro che scatola nera! Ti ripeto. Anche per me è stato come un lutto e ne sento ancora il dolore.
    Nessun giudizio. Se ti senti colpito è perché ho fatto centro. E ora non ti offendere nuovamente.

  • Ariel, 28 Ottobre 2022 @ 12:39 Rispondi

    Ma CaroAlexandre il fatto di curarsi ricorrendo a terapie e vari metodi di aiuto compreso il Counseling non va visto come aspettare di vedere se si ha una patologia
    Questo modus di pensiero esprime esattamente la mentalità ricorrente e ancora presente della massa del peuple Italiano che fatica molto a evolversi sul concetto base che se le relazioni affettive non funzionano per anni e anni e non importa per quale motivo e cioè amante o non amante se la coppia sta male occorre appunto minimo provate come benissimo scrivi la terapia di coppia
    Ma dato si che per farla occorre essere in due di accordo

    Più semplice è fatsi la propria terapia
    Soprattutto se SI STAZIONA ANNI NEL NON DETTO
    NON FACCIO GNIEBTE E ASOETTO CHE SI SCOPRA TUTTO

  • Angelina, 28 Ottobre 2022 @ 11:14 Rispondi

    Quello che manca a un uomo o una donna che arrivano a tradire come dice Ale è un compagno vero o una compagna….
    Mi stupisco quando ad esempio la ex del mio lui vede un episodio del quotidiano che ci ritrae…ci sta che ci rimani male, ma che si stupisca che lui dopo tot anni abbia voltato pagina così…così?Mettiamo 15 anni come dice lei …io ci sono da 7 anni,loro erano in crisi già da 2 anni prima…quanti anni rimangono?
    Lei sarebbe tranquillamente rimasta così tutta la vita…e ancora se può tutte le volte ritorna al perché e per come le cose non sono andate e se lui le dice basta ho preso una decisione, ripartiamo da due genitori che vogliono il bene della figlia…lei gli dice che prima deve risolvere dei pezzi..

    • alessandro pellizzari, 28 Ottobre 2022 @ 12:18 Rispondi

      Ci sono anche quelli o quelle che impongono un matrimonio bianco (zero o pochissimi rapporti sessuali annui), sordi completamente alle ripetute lamentele dei partner in questo senso (che poi si stufano di farle dopo un po’) e poi si stupiscono se uno o una finisce a letto con un altro, prima o poi. Non a caso anche la Cassazione è intervenuta in merito: chi toglie il sesso al partner non può pretendere che viga il patto di fedeltà come se niente fosse. Ovviamente non parlo di malattie o altri impedimenti di evidente causa maggiore, parlo proprio del partner, uomo o donna che sia, che se ne frega di andare a letto col coniuge, ma neanche una volta ogni morte di Papa: dopo il figlio lei non vuole più fare sesso; lui dice che è stanco non ha più voglia o non lo fa più. Perché se è vero che molti uomini mentono sul fatto di non avere mai rapporti con la moglie, ci sono anche questi casi, per esempio diffusi nei veri separati in casa. E sottolineo VERI

  • Ariel, 28 Ottobre 2022 @ 09:19 Rispondi

    Taaanto onestooooo @Ads

    Ma qui nessuno che di scrive come ti scrivo io ,
    Nemmeno CaroAlessandro si spertica a scriverti esattamente la unica cosa che DEVI FARE

    TERAPIA A STECCCCCCCCAAAAAAA!!!!

    Naaa invece stai a scrivere bene e male e chicxxxxz frega????

    CaroAlexandro
    Siii,lo so ma veramente non puoi ignorare questo dato

    Il più IMPORTANTE CHE LA GENTE DI SESSO MASCHILE NON SI CURA DI NULLA E SI AIUTOAASOLVE

    e tu la chiami ONESTÂ??????????????????

    Bonjour !

    • alessandro pellizzari, 28 Ottobre 2022 @ 09:52 Rispondi

      Ma mica tutti devono curarsi solo perché hanno tradito o hanno un’amante cara Ariel, non sono patologie, sono comportamenti. È quello che viene dopo semmai che può essere oggetto di terapia. Una cosa però la consiglio a tutti: terapia di coppia quando il matrimonio inizia a scricchiolare, quello sì. Sai qual è il problema? Che le donne la propongono e la vogliono fare seriamente in media, gli uomini no o la fanno per dare il contentino alla partner, il che equivale a non farla. Sempre nella media. Meglio prevenire che curare

  • ads, 27 Ottobre 2022 @ 21:30 Rispondi

    @certo dispersa..è cosi una volta superata la barriera..io sento la mancanza di una persona vicina,
    del resto mica è successo per caso.
    non c’entra nulla il sesso, è un altra cosa,
    è uscire dalla torpore, dalla stanzialità quotidiana, si c’è anche immaturita da parte mia, egoismo,il sentirsi apprezzato,
    e non solo comandato per portare giu l’immondizia e pagare il dentista,
    mi piace fare la vittima :d, mi autoassolvo.

    • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2022 @ 22:54 Rispondi

      Quello che spesso manca a un uomo o a una donna che arrivano a tradire è un compagno vero o una compagna vera, quella che era il coniuge prima e da anni non è più. Da questo prima nasce la crisi nella coppia poi arriva il tradimento

  • ADS, 27 Ottobre 2022 @ 21:19 Rispondi

    @piccola.-tesoro bello e daje con ste profezie, sono passati 2 anni! …sempre a giudicare..
    nella migliore delle ipotesi varrebbe per entrambi..cmq non è cosi.
    con un altra persona per intenderci come la leilei, andremmo serenamente d’accordo,
    con un altra persona un po piu equilibrata magari poteva succedere qualcosa.
    posto che la situazione era ed è con gravi difficolta suoi di base, problemi familiari,..io ho sempre saputo che andavo collocato in una casella e non lo dico per autoassolvermi.
    poi piccola sembra che non avete vissuto prima..con il tempo si affievolisce tutto.
    a volte mi chiedo ma siete cosi antipatiche anche a casa , con questo tono —
    e vorrei ricordare che io va be sono come sono, ma lei è a casa con marito consapevole,
    in una gabbia..e vorrei ricordare come le ho detto poco tempo fa che non è colpa mia se il marito lo sa,
    non è colpa mia se ha il mio numero, non è colpa mia se si è fatta travolgere dalla emotivita’ confessandolo.
    sempre sta cosa che sono gli altri in tutto..prendiamoci la colpa non dico al 60 e 40…ma non sara’ mica che sono sempre gli altri con il 95 di colpe e mancate aspettative.

  • Roberto, 27 Ottobre 2022 @ 21:04 Rispondi

    Si @Ale direi che hai ragione.

  • elleelle, 27 Ottobre 2022 @ 17:47 Rispondi

    @Dispersa
    Sicuramente c’è una parte di immaturità in questa storia, che ha ammesso anche lui. Così come dall’altra parte c’è la solita persona egoista e irrispettosa che si fa gli affari suoi alle spalle di due persone.
    Niente di nuovo, come al solito.

  • Roberto, 27 Ottobre 2022 @ 17:19 Rispondi

    Si @leilei, è impossibile ricostruire. Qui passano le settimane ma la mancanza di lei non passa. Quindi come la devo prendere. Aspettare che passi e ricominciare cercando di vedere solo le cose positive? Prendere atto che non passa quindi dire tutto e succeda quel che succeda? Ogni giorno non so quanto duri. @Ads, anche i miei complimenti perché dici quello che pensi. Anche se a volte non è politicamente corretto.

    • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2022 @ 20:34 Rispondi

      Roberto dovresti farti aiutare, una perdita d’amore è un vero lutto

  • Dispersa, 27 Ottobre 2022 @ 17:03 Rispondi

    Infatti @Leilei io sono rimasta a casa perché mi conveniva, nel mio caso c’è molto affetto… Ma non si ricucisce nulla.
    Il pericolo è dietro l’angolo nel senso che varcata una porta è più facile ricaderci.

    • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2022 @ 20:33 Rispondi

      La serena affettuosità non cancella i bisogni di una coppia vera

  • Piccola, 27 Ottobre 2022 @ 16:38 Rispondi

    @Ads se hai buttato alle spalle facilmente non eri innamorato. Ami solo te stesso. Per questo è facile. Altro che scatola nera!

  • Dispersa, 27 Ottobre 2022 @ 12:50 Rispondi

    @Elleelle quindi è uscito di casa per una che conosce praticamente solo via webcam… Ed è impelagato ancora in questa storia??
    Più che coraggioso lo trovo ‘fuori con i sentimenti’.
    In ogni caso ti ha detto la verità e hai potuto rimetterlo al suo posto.

  • Leilei, 27 Ottobre 2022 @ 11:12 Rispondi

    Grazie per la tua risposta sincera ad Ale, anche questo conferma la teoria di cui qui abbiamo parlato tante volte: dopo una relazione extraconiugale che non sia stata una toccata e fuga, è quasi impossibile ricostruire – nel senso letterale della parola – un matrimonio, ma si ritorna all’ovile cercando di starci il meno peggio possibile. Come è anche vero che, una volta assaggiate le dolcezze dell’amantato, è più semplice andarsele a prendere se ricapita l’occasione! Salvo le persone veramente traumatizzate, che ci vanno coi piedi di piombo.

    P.s. Ale io il tuo libro lo prenderò quando verrai in zona, perchè voglio il secondo autografo!

    • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2022 @ 16:00 Rispondi

      Promesso Lei Lei

  • Leilei, 27 Ottobre 2022 @ 09:12 Rispondi

    Ads a me non sei mai sembrato bugiardo, anzi sei sempre stato molto sincero e per questo ti sei beccato un mare di critiche. Non hai mai scritto nulla per attirarti le simpatie del parterre femminile. Non stiamo qui per fare i piacioni, stiamo qui per raccontare il nostro punto di vista, che può piacere o no. Niente maschere, a cosa servirebbero?
    Se questo è un osservatorio privilegiato che può servire ad Ale per raccogliere dati ed elaborare teorie, che ci rimanda utilmente e preziosamente attraverso i suoi libri, la sincerità è una necessità, affinchè possa correttamente essere dipinto il quadro del variegato mondo delle relazioni extraconiugali.

    • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2022 @ 15:59 Rispondi

      Ads ha sicuramente il pregio di scrivere quello che pensa, anche quando cambia idea

  • Leilei, 27 Ottobre 2022 @ 09:08 Rispondi

    Dispersa, la vita è pericolo. Posso uscire di casa e, pur attraversando sulle strisce pedonali, finire spiaccicata come una cimice. Se vuoi vivere mettendoti al riparo da eventuali futuri dolori, dovresti stare sotto una campana di vetro. La vita è rischio, puoi anche pianificare tutto, ma se al prossimo giro ti capita la carta “imprevisti” te la devi giocare per forza. Quello che possiamo fare è imparare a gestire dolori e delusioni, impossibile evitarli. Io mi vivo il mio amantato, potrebbe finire anche domani, ma sono sicura che non ne morirò.

  • Dispersa, 26 Ottobre 2022 @ 21:26 Rispondi

    @Ads se si sceglie di non scegliere il pericolo rimane sempre dietro all’angolo, donna o uomo che sia.
    Forse come dici tu con più consapevolezza.

  • ADS, 26 Ottobre 2022 @ 14:48 Rispondi

    giusto @leilei, io vivo le cose in una certa maniera, magari a te posso sembrare bugiardo,ma come fai..
    vivevo la dualità con grande tranquillità ..siamo diversi si.sono una persona tranquilla
    non ho mai vissuto con l’amantato con sofferenza, in realta ero a 1000,
    parto da una situazione casalinga,e familiare, agevole, lavorativa, mia e anche mia moglie,
    posso fare benissimo il fidanzato di un altra persona, che poi non è una cosa che puo’ andare per le lunghe posso essere d’accordo,credo che l’universo maschile abbiamo meno postumi o per minor tempo di queste cose, ce le buttiamo alle spalle in genere prima ste cose…senza stare a rimuginare, a fare l’esame della scatola nera, le donne sono piu complicate, piu’ introspettive.
    –la mia ex sta sempre in giro..dopo 2 anni sta ancora al punto 0..stesse dinamiche,stessi rancori,psicologa che non porta a nulla, problema che prima era il marito , poi l’amante..ovvero io.
    ripete cose che sento qui..avete il percorso piu’ lungo, e gli anni passano, è infelice nonostante non ci sia,
    prima mi diceva che ero io..è rimasta uguale..stesse frasi che leggo qui,precise precise, al netto che lei è sopra le righe per ogni cosa.
    @milano sono tiratissimo con il treno di ritorno, sarebbe toccata e fuga

    • alessandro pellizzari, 26 Ottobre 2022 @ 16:22 Rispondi

      La situazione ideale per la serialità o l’amante stampella insomma. La descrivo bene nel nuovo libro

  • ADS, 26 Ottobre 2022 @ 14:31 Rispondi

    @se mi piace inizio, solo che ora ora qualche filtro, o meglio esperienza.

  • elleelle, 26 Ottobre 2022 @ 14:18 Rispondi

    @Ale
    Si chiacchierava e non sono stata lì a misurare i dettagli 😀

  • Leilei, 26 Ottobre 2022 @ 10:02 Rispondi

    Rinascita, Ads avete espresso due modi diversi di vivere l’amantato. Poi chi vi legge trae le proprie conclusioni. Nessuno ha la verità in tasca.
    Per te Rinascita un amantato non evoluto è diventato veleno, per ADS la storia è finita e lui sta cercando di viversi il matrimonio senza tante complicazioni. Tra l’altro non mi sembra che ADS tessa l’elogio dell’amantato nè tantomeno che ne sia traumatizzato.
    Ricordiamoci sempre che quello che accade ha un impatto su di noi in base al nostro modo di reagire.
    Ellelle ha avuto a che fare con uno squilibrato, anche ADS ha avuto a che fare con una poco centrata. E’ ovvio che sto generalizzando e banalizzando perchè per privacy non conosciamo a fondo le loro storie.
    Ma sicuramente è evidente che abbiano reagito in due modi completamente opposti.
    Quindi è inutile dare addosso all’uno o all’altro perchè la pensa diversamente. E’ giusto invece raccontare la propria storia, perchè chi legge possa trarre insegnamenti su cui riflettere e lavorare. E trarre le proprie personalissime conclusioni. E’ quello che fa Ale con i suoi libri, lui prende dati statistici, storie che ha seguito anche come counselor e le regala a noi, ci offre strumenti per gestire le storie (la road map, il no contact, la psicoterapia, il counseling), poi sta a noi decidere quale strada intraprendere. Fermo restando che anche non intraprendere nessuna strada è pur sempre una decisione, sana o no, ma è pur sempre una scelta.

    • alessandro pellizzari, 26 Ottobre 2022 @ 14:16 Rispondi

      Io ho una domanda per ads: se incontrassi un’altra donna disposta iniziare una relazione extraconiugale per divertimento come fanno tutti all’inizio lui cosa farebbe?

  • elleelle, 26 Ottobre 2022 @ 09:38 Rispondi

    @ragazze
    Per chi se lo chiedeva e parlava di falsità, di nascondersi dietro paraventi ecc., ho anche detto a mio marito che sono uscita e con chi, dove sono andata, cos’ho mangiato e a che ora sono tornata.
    🙂

    • alessandro pellizzari, 26 Ottobre 2022 @ 14:15 Rispondi

      Esagerata!

  • elleelle, 26 Ottobre 2022 @ 09:32 Rispondi

    @Rinascita
    Sono giunta alla conclusione che sia più comodo “incolpare” gli altri piuttosto che guardare se stessi.
    Un discorso tipo quello che fai tu, che è correttissimo, difficilmente verrà recepito perché ci sono troppe barriere erette internamente, oltre a quelle erette per sentirsi parte di un gruppo.
    È solo quando si cerca di uscire dal luogo comune che si possono fare dei passi avanti e c’è chi non li vuole fare.

    Cambiando discorso, sono uscita, bella serata ma ho ascoltato la solita storia di ordinaria follia. Per privacy non vado in dettaglio ma credetemi, niente di diverso da quello che si legge qui, una follia appunto in cui due adulti (più il compagno di lei, che sa) si comportano come bambini senza né orgoglio né dignita dopo essersi visti un paio di volte e aver fatto tutto il resto virtualmente.
    Nel momento in cui ci ha leggermente provato, ho bloccato subito tutto con un “dimenticatelo, ho già dato”. Ci mancherebbe anche andarsi a impelagare in una cosa del genere.
    Tutto quello che c’è scritto su questo forum è la rappresentazione veritiera della vita reale. Bravo @Ale ma anche brave noi che non ci caschiamo più.

    • alessandro pellizzari, 26 Ottobre 2022 @ 14:14 Rispondi

      E spero che grazie al mio nuovo libro sempre più nuove lettrici inizieranno a non cascarci più

  • Sylvia, 25 Ottobre 2022 @ 17:34 Rispondi

    “Mia madre di idee a dir poco “antiche”, mi ha stupita. Mi ha abbracciata e rassicurata, compresa, nessuna scena madre, anzi incoraggiata ad andare avanti. È vero che molte volte i blocchi sono solo nella nostra mente!” Queste le parole di Rinascita.

    Io lo dico da sempre che per quanto si possano conoscere le persone non si può assolutamente immaginare, tantomeno sapere come reagiranno all’idea di una separazione e questo ovviamente vale anche per il coniuge.

  • Rinascita, 25 Ottobre 2022 @ 15:04 Rispondi

    AdS io sostengo che queste relazioni, se non evolvono, sono veleno. Lo dico dopo esserci passata. Non parlo da amante delusa perché’ ho avuto, se così si vuol dire, una relazione bella seppur nel contesto in cui si collocava. LeiLei parlava di un incontro di un un’oretta a settimana, di una telefonata quotidiana, del buongiorno e della buonanotte. Io ho vissuto una storia in cui ci si vedeva tutti i giorni anche se non lavoravamo insieme. In cui c’erano 10 telefonate al giorno e messaggi h24. Nonostante questo restava una storia confinata e con dei paletti. È il contesto che non vorrei rivivere perché alla gioia faceva da contraltare una dose di dolore che sulla bilancia, piano piano, ha pesato sempre di più. La mia esperienza non è di negazione dell’amantato. In un post recente ho anche scritto che ho da ringraziare che mi sia capitato. Io mi riferisco alla gestione di storie lunghe in queste condizioni, Lo ribadisco ogni volta che posso, a prescindere che gli elogi di questi ménage arrivino da un uomo o da una donna. Se poi tu ci stai bene nel trilatero, se lo sai gestire, buon per te. Anche se non mi sembra dalle risposte che rifili.

  • ads, 25 Ottobre 2022 @ 13:11 Rispondi

    @rinascita ..non ho dipinto nulla! io è..inutile che appena un uomo dice la sua ..e giu con epiteti.
    non lo dico io che è zeppo pieno di relazioni extra,
    ho le mie idee che non collimano con le tue, è uguale.
    io sono uno..il mare è grande..
    non vi accorgete che muovete la vostra rabbia e delusione..ma dovete guardare a voi,e le persone vicine.

    • alessandro pellizzari, 25 Ottobre 2022 @ 14:31 Rispondi

      Almeno la metà dei matrimoni ha o ha avuto a che fare con una relazione extra breve media lunga

  • Angelina, 25 Ottobre 2022 @ 10:28 Rispondi

    @Marty tutto dipende da ciò che fa stare bene a te o non…ognuno qua ha la sua esperienza di vita…io ci ho messo tanti anni a non riuscire più a sopportare di essere un’amante…però io ero libera,separata già da tempo.

  • ads, 25 Ottobre 2022 @ 09:44 Rispondi

    @marty,,,parlo per me, noi viviamo la dualità con meno disagio,siamo meno propensi alla riflessione introspettiva, come ho sempre detto, la donna se anche madre vive altri pesi nel contesto familiare,ecco perchè poi sbotta,..per noi spesso è come un hotel, anche perche’ le mogli, compagne, si arrogano il dirittto -dovere della gestione familiare, parlo per me , certo sono piu’ libero di testa,
    sono piu superficiale..puo’ essere..
    ma vedo tante madri anche a scuola alle attività , che riversano tutto sui i figli,,e noi siamo liberi,
    ti manca l’aria..ecco non è una riflessione di una persona che sta proprio in equilibrio,
    e il tuo amante non è la panacea…poi ti delude..e vai a far parte delle donne deluse di questo blog.

  • elleelle, 25 Ottobre 2022 @ 08:40 Rispondi

    @Marty
    “Mi cerca, poi pieno di sensi di colpa scappa, poi mi ricerca… avanti così.”
    E questo è quello che alla fine, nel bene e nel male, ti terrà legata in questa situazione.
    Questo tira e molla deleterio, che abbiamo vissuto in tante, non fa altro che condizionarti in una situazione in cui ciclicamente soffrirai per il suo allontanamento e sarai sollevata e felice per il suo ritorno. Il classico legame da trauma.
    Qui ti hanno già (sventatamente) consigliato di viverti questa meravigliosa esperienza di carota e bastone senza curarti del giudizio altrui.
    Fallo pure, anche perché di giudizio altrui non ce n’è ma attenzione a queste dinamiche, perché se sei informata puoi evitare quello che a volte (spesso) c’è dietro l’angolo: un tir a 200 km/h che si schianta contro di te se va a finire male. La sensazione è quella.

    • alessandro pellizzari, 25 Ottobre 2022 @ 10:21 Rispondi

      “Mi cerca, poi pieno di sensi di colpa scappa, poi mi ricerca… avanti così.”
      E questo è quello che alla fine, nel bene e nel male, ti terrà legata in questa situazione.

      Non solo ti terrà legata. alla lunga danneggerà anche il tuo Dna emotivo e il rischio depressione, che è una malattia non una condizione d’umore, è dietro l’angolo a lungo andare. La serotonina è l’ormone del buonumore ma se si azzera si va dall’ansia all depressione appunto, Starbene (ed esperti) docet

  • Leilei, 25 Ottobre 2022 @ 08:35 Rispondi

    Marty, all’inizio della nostra storia anche per noi era così, i primi due anni abbiamo fatto cose da pazzi, incuranti del fatto che qualcuno poteva vederci e riferire, troppo presi l’uno dall’altro. Poi, nel momento in cui abbiamo razionalmente deciso che non potevamo e volevamo essere altro, le cose si sono stabilizzate e tranquillizzate.

  • Rinascita, 25 Ottobre 2022 @ 08:31 Rispondi

    Infatti Dispersa dipende da come la si vive. Da quanto va avanti. È inutile che ADS torni a dipingere come sfigato chi questo tipo di relazione non e’ riuscito a portarla avanti. Stare male ovunque si stia, alla lunga, mina proprio la salute. Giorni difficili per me, ho affrontato l’argomento separazione con i miei genitori. Mia madre di idee a dir poco “antiche”, mi ha stupita. Mi ha abbracciata e rassicurata, compresa, nessuna scena madre, anzi incoraggiata ad andare avanti. È vero che molte volte i blocchi sono solo nella nostra mente!

  • Dispersa, 25 Ottobre 2022 @ 06:44 Rispondi

    @Marty allora nessun equilibrio.
    Dipende molto anche da quando è iniziato il tutto. Se siete novelli ci sta, poi se è vero amore potreste trasformarvi in altro, se è una cosa di lungo corso e giocate al gatto e al topo… Bhee auguri perché diventa solo un rapporto logorante.

  • Marty, 24 Ottobre 2022 @ 20:15 Rispondi

    Già, ma a me ora quando sto a casa manca l’aria e mi sento un mostro per questo. Lui non lo so.
    Mi cerca, poi pieno di sensi di colpa scappa, poi mi ricerca… avanti così. Sembriamo due adolescenti che non sanno che fanno.
    Che fatica.

  • ads, 24 Ottobre 2022 @ 15:57 Rispondi

    @marty..non stare a farti troppe elucubrazioni,..state bene proseguite,
    dell’approvazione degli altri…chissenefrega.
    sei irrisolta, immatura, bugiarda,..qui nessuno puo’ fare la predica anche se talvolta qualcuno/a sale sul piedistallo , e fa il giudicante, per dire io sono un meno peggio di te.
    leggi bene il blog..vedrai che che il 99% delgi utenti stando ai fatti è nella medesima situazione di non sicerità,di verità approssimativa,
    poi ognuna/o se la edulcora come preferisce,niente di speciale, tutto molto ordinario e scontato.

  • Ariel, 24 Ottobre 2022 @ 13:45 Rispondi

    ads, 11 Ottobre 2022 @ 09:59Rispondi
    basterebbe essere sinceri con se stessi, senza spostare il problema sempre sull’altro o altra.

    Esattamente ! @Ads
    Eh si resta evidente che sia difficile riuscire ad avere un vero senso di responsabilità individuale che si confonde sempre o molto spesso col dover per forza giudicarsi male e cioè rifarsi a vecchi condizionamento famigliare e del luogo società in cui si vive.
    La difficoltà a guardare in se stessi resta direttamente proporzionale più forte quando si sono vissute delusioni o maltrattamenti e cioè manipolazione negativa oppure passati anni a credere o sperare che l’altro o altra potesse cambiare il comportamento
    Quando Scienza c dice da ormai tanto tempo che le uniche persone che possono davvero agire per il PROPRIO CAMBIAMENTO EVOLUTIVO SIAMO SOLO NOI STESSI !

    Non facile se si é sofferto nelle relazioni affettive tutte a partire da quella con i propri genitori o chi ne ha fatto le veci .
    Per questo che curarsi in terapia aiuta proprio a uscire da queste difficoltà che già si evidenziano nel non riuscire a sentire in che cosa consista la propria responsabilità individuale e senza giudicare negativo porvi rimedio con agire diverso da ciò che si era sempre fatto convinti magari in ottima buona fede fosse stata la soluzione migliore.

  • Leilei, 24 Ottobre 2022 @ 13:30 Rispondi

    Marty fate gli amanti stampella, come me e il mio amante. Telefonata ogni mattina, buongiorno e buonanotte 7 giorni su 7, vedersi un’oretta una volta a settimana e qualcosa di più quando si può. fin quando si ha voglia di sentirsi e di vedersi, si va avanti.

  • Dispersa, 24 Ottobre 2022 @ 12:48 Rispondi

    @Marty dipende da quello vuoi da questo rapporto, se va bene ad entrambi fare gli amanti é un discorso, se invece te la carronti per non perderlo e passi sopra ai tuoi sentimenti é un altro paio di maniche.

  • Marty, 23 Ottobre 2022 @ 18:49 Rispondi

    E se entrambi abbiamo matrimoni affettuosi-solidali? Doppia fatica? E calo ulteriore delle possibilità…

  • Leilei, 11 Ottobre 2022 @ 13:33 Rispondi

    Non so, forse perché per me è più importante la socialità che l’amore. In gioventù ho vissuto un lungo rapporto dove volevo solo vivere in coppia, probabilmente per condizionamenti e esempi familiari.
    Abbiamo da poco acquistato una casa con grandi spazi, sia estivi che invernali, per ospitare gli amici. E questo mi dà una bella carica positiva. E se con mio marito non va, la casa è talmente grande che possiamo anche non incontrarci per giorni.

  • ads, 11 Ottobre 2022 @ 09:59 Rispondi

    basterebbe essere sinceri con se stessi, senza spostare il problema sempre sull’altro o altra.

  • Dispersa, 10 Ottobre 2022 @ 20:48 Rispondi

    Ehh sì @Leilei… Le favole esistono solo nei cartoni della Disney!!

  • Leilei, 10 Ottobre 2022 @ 13:13 Rispondi

    Io non ho mai avuto paura di quello che pensa l’entourage sociale, ma di perdere gli amici che frequentiamo come coppia, di perdere tutte quelle situazioni di incontro con i gruppi storici. Come quello più che ventennale del circolo estivo, con gli uomini impegnati in eventi sportivi e le donne in chiacchiere nell’idromassaggio, la festa di inizio e di fine stagione, le serate di ballo. E quello invernale con le cene del sabato sera.

    E comunque è assolutamente vero: il matrimonio-azienda è invincibile.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.