Home » Amanti » Uomo che piange non ama

Uomo che piange non ama

BE5A5023-CFD0-4E74-87A8-2D923244C840

Uomo che piange non ama

Una volta il pianto era esclusivo appannaggio femminile, tanto che non pochi uomini erano e sono soliti arrabbiarsi perché “quando sei in difficoltà piangi sempre, mi disarmi con le lacrime e tenti di risolverla così”.

Come se il pianto femminile fosse una scorrettezza nel dialogo di coppia mentre, come scopriremo, spesso lo è se usato al maschile.

Peccato che il pianto sia un moto profondo dell’animo femminile, non una debolezza o, come pensano alcuni di noi incapaci di elaborare emozioni sincere e profonde, una mossa strategica.

Oggi il pianto al maschile è sempre più frequente. Piange l’uomo che “non riesce” a decidere fra la moglie e l’amante. Piange l’uomo che ti ha costretta al codice del silenzio forzato perché ha tradito tutte le sue promesse ma vuole tornare con te. Piange il marito scoperto con un’altra dalla moglie per restare a casa, e tu così scopri di colpo che quella che lui descriveva come un’ombra della sua vita conta eccome, conta tanto che lui sceglie lei. Piange l’uomo che parte per le vacanze con lei, perché ti amo troppo ma… piange lo stesso uomo al rientro delle vacanze, dopo non essersi fatto vivo per due settimane neanche con un messaggio, piange per rientrare nel tuo letto.

Lui piange quindi mi ama: quale prova d’amore più sincera e spontanea. Se piange lui mi ama, nonostante tutto, molte di voi mi dicono. Se piange, nonostante quello che fa nella realtà, “in fondo” mi ama.

Lacrime di coccodrillo.

Recita Wikipedia: Il detto trae origine dal mito secondo cui i coccodrilliverserebbero lacrime di pentimento dopo aver ucciso le loro prede o dopo averle divorate. Esistono diverse varianti di questo mito; spesso la credenza è riferita in modo specifico al caso di coccodrilli che divorano prede umane, ma in alcuni casi viene anche riportato che a piangere sarebbe la femmina di coccodrillo che ha appena divorato i propri piccoli.

Ho visto con i miei occhi uomini piangere al telefono con l’amante per rabbonirla e poi dopo due secondi ridere e scherzare con gli amici.

Ho sentito con le mie orecchie di pianti seguiti da chat e richieste di amicizia ad altre donne, un minuto dopo che il coccodrillo aveva digerito il confronto con la partner ignara, che pure, dopo averlo cazziato per qualche peccato reale e fondato, di fronte al pianto si è prodigata a consolarlo.

Ho letto di storie dove lui piange per farsi perdonare dopo avervi tirato uno schiaffo. Ignobile pianto di un violento contro le donne.

Tutti questi imperdonabili piangono per strategia e per ottenere qualcosa. Lacrime false.

Ma ci sono lacrime vere? Sono convinto che certi uomini piangano perché si sentono male, sentono dolore per amore, è successo anche a me.

Fatta la tara ai caratteri piagnoni, quelli che della lacrima fanno un mezzo di comunicazione ordinario (l’amica e collega scrittrice Eliselle parla di uomini col ciclo) come riconoscere lacrime vere da quelle del coccodrillo?

Fatti care amiche, ancora una volta dai fatti.

Quanto vale il pianto di un uomo che vi ha tradito e continua a tradire? Di quello che ha disatteso per l’ennesima volta le sue promesse? Di quello che vi ha mentito spudoratamente su cose molto importanti e continua a mentire?

Nulla. Il pianto non è amore in questi casi, è un’ultima carta che si gioca l’uomo scorretto dentro l’anima per farvi fare quello che vuole lui, ancora una volta.

Diffidate del pianto maschile, se non è seguito da fatti che giustifichino una cosa importante come la lacrima.

Solo l’uomo coccodrillo piange per uno scopo. Gli esseri normali piangono per dolore o per felicità.

Diffidate del pianto facile e mirato: non è amore. L’uomo che ama davvero piange per commozione e felicità perché non deve lasciare o procurare dolore a se o all’amata. L’uomo che ama non piange, si commuove sull’altare con voi e perché gli donate vostro figlio, suo figlio 

Sincerely yours

Foto Pixabay

 

 


49 commenti

  1. Quindi non avrei dovuto rimanerci male perché mio marito non ha mai pianto dopo avermi chiesto di perdonarlo?
    Pensa che avrei detto il contrario, gli uomini sono rudi e duri eppure ho sentito di mariti in lacrime se veramente dispiaciuti! 🙁 quindi pensavo: se il mio non piange non gli dispiace veramente!
    Avrei voluto vederlo soffrire anche solo una briciola di quanto ho pianto io! Unica volta in cui l’ho visto commosso, non pianto vero eh, occhi lucidi e una timida lacrima, è stato quando mi ha chiesto di risposarlo dopo il fattaccio. Di rinnovare i voti.
    E al mio no anche li non ha pianto come avrei voluto vederlo fare.. e ci sono ri rimasta male.
    @Ale io ora sono un po’ preoccupata, tra poco sarà il nostro anniversario e temo cercherò di interpretare qualsiasi mossa o non mossa..
    noi abbiamo sempre solo fatto al max una cena, ma poi io cavolo me ne dimenticavo spesso, non sono mai stata una romantica.. adesso lo sto aspettando, ma non so bene se aspettarmi qualcosa e cosa o nulla e come interpretarlo.. :-/
    Forse quel giorno fuggo prima.. così evito di elucubrare

        • Ho visto solo due uomini piangere davvero nella mia vita!!
          Io non credo alle lacrime da coccodrillo …. Ma uno ero mio padre per l’emozione e uno era il mio primo ragazzo per amore …. Ed erano vere lacrime!!
          Un uomo che piange per emozione è sincero …. Se mi conoscessi diresti ‘bhee detto da te ….’ sei fortunata tesoro!!
          Solo con il tempo si capiscono i gesti delle persone ….
          Un abbraccio a te e …. A lui!!

  2. Il mio ex ha pianto verso la fine della nostra storia molte volte…. forse perché non aveva il coraggio di lasciarmi e mi ha portata a farlo infatti…. credo che piangano anche quando si sentono cattivi….. un po’ come i bambini. Sempre il top Ale ❤️ Un bacione a tutte/i

    • Si vede che come quelle scene isteriche di certi bambini aspettano lo sculaccione finale come una scossa. Il cds spesso lo è: o chiude o rilancia. In ogni caso vinci

  3. Bellissimo Alessandro, grazie. Ricordo il mio. Mo chiama dopo una sfuriata di lei, mi dice che non mi può chiamare più. Il giorno dopo mi richiama dicendo che nella sua vita non aveva mai pianto cosi tanto. Poi ho capito perché piangeva, doveva pagare una cosa a lei, non volevaed era nel pallone. Adesso mi viene da ridere. Che emerito bambino.

  4. Vero verissimo!
    Pure l’ex nella fase improvvisa di svalutazione aveva la commozione facile con lacrima facile

    Però forse perché già stavo lucida e già qualcosa non mi tornava sulla sua autenticità espressiva ecco che avevo notato che piangeva come fanno i bambini che con un occhio piangono e con l’altro occhio controllano che effetto ti fa il loro piangere

    A quel punto sono poi riuscita a scoprire tutto il suo inganno
    E che GIOIA IMMENSAAAAAAAAAAA

    LO HO MANDATO
    AFFANCULOOOOOOO!!

    Perdona ma è tale la mia soddisfazione personale nel esserci riuscita che minè psrtito uno stampatello dal cuore !!!!

    Ah ah ah !!
    Prosit Caro Alessandro qui già bevo con un bel grazie pure a te perché anche da qui è partito il mio coraggio di farlo!!!

    Ti ho letto e riletto
    Ti ho scritto
    Ho letto e scritto tra noi tutte qui

    Che bello
    Bellisimo ritrovarsi !!!!!

    Et voila,
    UOMOTESORO ❤️

  5. Meraviglioso Ale. Il pianto copioso (scritto) accompagno l’ultimo saluto a me che chiudevo per mancanza cronica di fatti. Scrisse che avrebbe pianto all’infinito. Io ero indecisa se rispondere “mè cojoni!” o evitare ulteriori parole, scelsi la seconda ipotesi. Avevo già capito che era un pianto tattico. Leggerlo qui però è un’altra cosa❤️

  6. Io non so cosa pensare..davvero…a me sembra che lui pianga xké sa di farmi del male…xké mi ha sempre detto che non merito tutto questo dolore dopo tutto l’amore che gli dimostro…ma ovviamente per non dare all’occhio a sua moglie deve x forza fare determinate cose e noi dobbiamo avere la forza di non smettere di soffrire! Questa forza ormai è più di la che di qua…. purtroppo sarei dovuta andare via prima xké soffrire così è logorante.. è puro masochismo…ma x amore ho scoperto che hai la forza di resistere… sperando in qualcosa che purtroppo però capisci che non arriverà mai e non riesci ad accettarlo!

  7. Anche il mio l’ho sgamato dal modo in cui piangeva. Ora ovviamente nessuna sta qui a contare i mm di lacrime però lui in realtà non piangeva davvero (cosa peraltro non obbligatoria) ma davvero come i bambini si stropicciava gli occhi e singhiozzava un pochino ma si vedeva troppo che non era vero..poi ripeto uno non è mica obbligato a piangere e, @white, non è davvero detto che il pianto sia proporzionale al sentimento..ecco perché il problema non è di nuovo se piangono o no ma perché fingono di farlo..poi anche il mio è passato a scriverlo, “non ho mai pianto così tanto x nessuna” diceva lui, e io pensavo, “manco io, ma tu se piangi piangi da due giorni, io da due anni”. Dilettante!!!!

    • @Nin appunto. Che bisogno cé di farsi un vanto perché si piange? Non ho mai pianto tanto per un uomo nemmeno io se per questo, come per lui alla fine dell anno scorso.
      Avrò avuto saturno contro, ma che c’entra con la verità di un sentimento? Anzi, visto che il loro amore é sicuramente sempre contraccambiato, che hanno da piangere?
      Piangono perché saremmo disposte a tutto?
      Piangono perché li amiamo dalla panchina per anni?
      Piangono perché facciamo tutto alle loro condizioni?
      Piangono perché nei fatti li trattiamo come la nostra priorità o giù di li?
      Ha pianto una volta sola.
      Tornerei a quella sera solo per chiedergli: scusa, ma che cazzo hai da piangere???

      • Stica…ma solo il MIO nn ha versato una caxx di lacrima!
        Quasi quasi interrompo il CDS…lo chiamo e gli dico “adesso brutto stronzo ti comporti cm tutti i tuoi amici fedifraghi, piangi almeno un quarto d’ora al telefono e mi dai soddisfazione… sennò mi sento diversa dalle mie amiche!” 😉

        PS. X la cronaca…io sn una che nn ama mostrare le proprie debolezze in pubblico e anche davanti a lui nn ho mai pianto…solo una mezza lacrima scesa a tradimento e subito asciugata a febbraio, qnd dopo esserci riavvicinati ci sm detti che sta roba così nn poteva andare avanti! E quindi ci stavamo dicendo addio x la seconda volta (seeee…poi ci sn voluti altri 2 mesi prima che iniziassi seriamente il CDS…presente qnd ti metti a dieta e dal secondo giorno ti viene voglia di tutto…anche quello che normalmente nn caghi di striscio?)

        Da sola invece ho pianto più per lui che x qualsiasi altro uomo in vita mia! È battuto solo da un mio dramma personale che però nn può avere eguali…

        • No no …. Tranquilla EP sei in buona compagnia …. Nemmeno il mio mai una lacrima!!
          Pure noi non dimostriamo le ns debolezze …. A me è scesa una lacrima quando a storia conclusa gli ho detto che volevo che fosse stata ns la scelta di chiudere e non per mano di ‘terzi’ (che poi tanto terza non era …. Era ed è la prima!!).
          A casa ho pianto tanto tantissimo …. Sotto la doccia, in macchina, mentre piegavo mutande e calzini ecc.ecc.
          Cmq anch’io lo voglio vedere piangere!! Soluzione? La prox volta quando lo vedrò gli darò un bel ‘pestone’ al piede …. Vediamo se non piange!!

    • E soprattutto, mica piangi perché ti lascio… piango perché tu mi lasci, perché non resto nella tua casellina-amante, quindi che dolore è? Sicuramente più che sopportabile

  8. Anche io, come Disperata ho pianto tantissimo…in macchina poi era la regola…
    Lui ha solo frignato quando mi ha cercato dopo che avevo praticamente chiuso. Ci ho creduto, mancava che si mettesse in ginocchio ad implorare. Ma è riuscito nel suo intento..

  9. scrivo qui, è un OT ma non del tutto…. ho trovato un chiodo ragazze. Non so come andrà, se diventerà qualcosa di piu grande ma l’ho trovato. Ci siamo visti tutti i giorni da quando ci siamo conosciuti e non ricordavo piu la sensazione di libertà di poter camminare mano nella mano con una persona per strada o potergli dare un bacio. Ma la sensazione più bella è sapere di non essere soggiogata psicologicamente dall’altro, visto che sono riuscita a staccarmi senza alcun pensiero o tentennamento. Lui sospetta, dal momento che ho tagliato immediatamente gli incontri e prima o poi dovrà saperlo. E ovviamente il suo umore da qualche giorno a questa parte è NERO.

      • Alessandro volevo raccontare le utime per avere anche i vostri consigli.
        Sono riuscita a tirare tutta la settimana il NON incontro con il mio ormai -chiamiamolo- ex?
        l’ho paccato per un po’ di volte (tutte le volte in cui avremmo potuto stare insieme, lui demoralizzatissimo …….povera stella), ora però urge dirgli qualcosa sul fatto che tra noi sia finita qui. cosa suggerite?
        Da quando ho conosciuto il chiodo non riesco proprio a condividere NULLA con l’ex.

          • “Mi hai rotto le palle!” È abbastanza plausibile??

            Se ci tiene vedi poi come corre.. se non corre ciao!

          • Infatti. Educata, in questo periodo ho una serie di impegni. A meno che tu non gongoli un po’ in questa situazione ribaltata nella quale fai la preziosa.
            Ma se non ti frega, non ti frega. No?

          • Digli la verità,
            Che ti interessa una persona, la stai frequentando e quindi non puoi frequentare lui.
            O morirà di gelosia e farà qualcosa
            O morirà di orgoglio leso e non si farà più vivo.

        • Annina…sparisci…trattalo con sufficienza…è ciò che si meritano…ed è bellissimo farlo…in questo caso il “politicamente corretto” che se ne vada a farsi friggere…chiudila così…non dargli spiegazioni…pensa a tutte le volte in cui ne avresti voluto tu di spiegazioni ma lui era evasivo…incoerente…ambiguo…

          • @anonimo
            Veramente APPLAUSI!!!!

            se hai voglia intervieni più spesso
            Ciò che scrivi veramente lo trovo
            Utilissimo e prezioso aiuto per tutte noi

            Grazie!!!

        • @Annina ma perchè ..sei incerta? E’ una questione di scrupolo, ti fai problemi a dargli il ben servito?
          Ti capisco anche io sono fatta così mi spiace dare le brutte notizie agli altri, Non centra che se lo meritino o meno.

          • si ragazze è piu che altro buona educazione per via dell’anno che abbiamo passato e del rapporto di lavoro che cmq andrà avanti. lui ha sicuramente capito non è ancora stato necessario dire nulla, ma ha talmente pochi cogl*** che nemmeno chiede, lancia solo frasi patetiche. cmq la mia idea ea proprio quella di dirgli la verità ossia è un po’ che rifletto su di noi e potrei aver incontrato qualcuno, non so come finirà ma io quando frequento una persona non riesco a ingannarla….. e se la capisce … meglio

          • Los buona educazione è una scusa diffusa quanto quella degli “obblighi” di lavoro. Sei libera di fare quello che vuoi e nessuno ti può giudica care. Parlagli se senti il bisogno di parlargli ed è una tua necessità, non per i buoni rapporti che non ci saranno mai. Al limite ci sarà indifferenza. Gli amanti che di lasciano non in serenità non diventano mai amici

          • Grazie Ale vi terrò informati.
            Ale io però ho una richiesta!! devi aumentare la lista degli ultimi commenti perche vedendone cosi pochi mi perdo un sacco di cose!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

@anpellizzari

La mia Rubrica su Panorama.it

Premax Shop

Commenti recenti