Home » I miei scritti » Tu sei la mia amante ma io non sono il tuo: l’uomo ombra

Tu sei la mia amante ma io non sono il tuo: l’uomo ombra

image

Questa è la storia dell’uomo che diventa il tuo amante ma poi scappa e poi torna: l’uomo ombra.

Non sempre le coppie di amanti seguono l’evoluzione canonica che chi non ha provato il cosiddetto “tradimento” o scappatella si raffigura.

Nella maggior parte dei casi chi diventa amante di una persona già impegnata, maschio o femmina che sia, lo fa perché è libera di mente o vuole divertirsi senza impegnarsi: cosa voglio? Un uomo o una donna con cui stare bene, divertirsi senza i pesi e gli obblighi di un contratto che pretende dalla fedeltà assoluta all’infinità del rapporto.

Finito il gioco ognuno a casa sua. Un gioco fra adulti consenzienti, che ha dei vantaggi (libertà, passione, colma certi vuoti matrimoniali) e dei limiti (di tempo e di disponibilità di solito, tipo le vacanze insieme).

Queste le premesse classiche. Poi gli sbocchi possibili sono diversi; eccoli in ordine di diffusione:
1. Per uno o tutti e due gli amanti scatta l’innamoramento ma, di solito per colpa dell’uomo che non se la sente di lasciare moglie figli vita precedente, anche dopo anni, gli amanti si lasciano. È la fine più diffusa e classica.
2. Gli amanti trovano un equilibrio, rimangono amanti o diventano trombamici e vanno avanti così per anni.
3. Gli amanti si trasformano in amici, e di solito sono gli amici migliori
4. Gli amanti diventano una nuova coppia ufficiale.

Esiste poi una quinta situazione, molto più diffusa di quello che si pensi, che è quella, tipicamente maschile dell’amante non amante. È l’uomo ombra.

Si tratta di un personaggio già impegnato, sposato o convivente da anni, che però ha incontrato una donna che è diventata la sua amante.

Tutto va bene all’inizio: si divertono, si confidano, sono complici, giocano. Nessuno fa promesse d’amore, nessuno le pretende, a questa coppia basta vedersi ogni tanto e sentirsi abbastanza spesso. Trovano il modo di fare anche weekend e vacanze insieme qualche volta. Insomma, la classica prima fase degli amanti felici.

Poi però l’uomo, questo tipo di uomo, si accorge che la storia parallela sta diventando parte integrante della sua vita, si spaventa e tenta di fuggire. Si fa prendere dai sensi di colpa e inizia a prendere le distanze dal l’amica, come un fulmine a ciel sereno.

A casa non è successo nulla, c’è la solita routine, la moglie non si è accorta di nulla, è proprio lui che si sta spaventando dell’importanza che sta guadagnando l’altra.

È così inizia a rimandare appuntamenti con delle scuse, diventa più freddo, evita gli incontri che si diradano.

La donna amante, che non è stupida (conosco pochissime donne stupide) a un certo punto mangia la foglia e si preoccupa: ci ha beccato tua moglie? No. Hai problemi di lavoro o di salute di cui non mi hai parlato? No. E allora perché non ci vediamo come prima?

È qui iniziano discorsi confusi senza capo né coda che vertono soprattutto sul fatto che questa storia non si può chiamare amore, che lui non è mai stato innamorato, che questo rapporto ha dei limiti intrinseci, che a lui va bene stare con la moglie.

L’amante risponde: nessuno ti ha mai chiesto niente, non parli della tua famiglia se non lo vuoi fare tu, noi ci vediamo per stare insieme e divertirci, non possiamo goderci quello che abbiamo quando è possibile e vogliamo?

Ma sì, però, i problemi, mia moglie, i figli, e poi io non sono innamorato, si è vero ci sono stati dei momenti nei quali ho parlato di amore però io non ci credo nell’amore, io sono diverso…

E lei: mi stai dicendo che chiudiamo qui? E lui. Sì, no, non so, sono confuso, prendiamoci del tempo.

A questo punto per la donna la delusione è forte. Intanto perché comunque e per quanto questo rapporto sia libero e fondato sul vivi e lascia vivere un legame si è creato, e non poche persone covano la speranza nascosta nell’anima che possa evolversi. Il legame che c’è, prodottosi naturalmente fra due persone che stanno bene insieme, è probabilmente anche ciò che ha spaventato lui.

La donna però sa reagire, e di solito reagisce con rabbia: ma questo è un cretino. Ma questo cosa vuole? Questo non vuole viversi una cosa bella per motivi che non esistono. Che non esistevano fino a ieri. Nulla è cambiato: la moglie non l’ha sgamato… A meno che non abbia paura di innamorarsi. Sai che ti dico? Se vorrai ti farai vivo e allora se vorrò ci starò.

Se l’uomo in questione non fosse davvero non dico innamorato ma neanche legato all’amante, qui finirebbe la storia.

Lui non si farebbe vivo più, neanche per iscritto, e vi sostituirebbe con un’altra. Di solito ciò succede per motivi di sesso: la scopata con l’amante è diventata un deja vu, ci vuole carne fresca, perdonate la franchezza.

E se invece si fa vivo? E se invece iniziano ad arrivare i Ti penso o i Mi manchi? Voi,dopo un’iniziale riluttanza, risponderete, perché per voi un legame c’è, e la speranza è l’ultima a morire.

È così piano piano si tornerà ai messaggini e persino alle telefonate quotidiane, fino a rivedervi. Sesso ok, complicità ok e voi cogliete l’occasione per rispiegargli che non volete sposarlo o interferire con l’altra vita, volete solo avere e dare quello che come coppia di amici amanti potete darvi.

Ma dietro quest’uomo ormai c’è l’ombra della paura. Noi non siamo amanti. È vero facciamo sesso ma non lo facciamo poi così spesso. È come se lui dovesse giustificare il tutto a se stesso per superare i suoi sensi di colpa, è come se lui si immaginasse di dover spiegare alla moglie, per la prima volta, che c’è stato un incidente di percorso.

Voi siete quell’incidente di percorso, colpevole certo, ma che non si ripeterà mai più.

E così, uscito dal vostro letto faticosamente riconquistato, riprenderà a essere un uomo ombra. I messaggi si diraderanno, gli appuntamenti salteranno e avanti così fino al prossimo pentimento e voglia di rivedervi.

Non dovete dannarvi per questo: avete avuto la sfiga di aver scelto uno dei tanti uomini ombra che affollano il mercato dei non liberi ma in caccia.

Uomini ai quali quello che hanno non basta mai, né con la moglie né con voi. Sono immaturi cronici, molto egoisti, spesso egoisti fino alla crudeltà quando negano anche i minimi sentimenti provati per voi. Però vi vorrebbero tenere. A patto che siate delle schiave sentimentali, zitte e disposte a sopportare non tanto il matrimonio del soggetto, di cui ve ne frega fino a un certo punto, ma i suoi perenni nuovi sbalzi d’umore.

Insomma, l’uomo ombra, dopo un po’, si trasforma appunto nell’ombra dell’amante simpatico e prestante che avete conosciuto e di cui vi siete forse innamorate, sicuramente legate.

Il mio consiglio? Gli telefonate e gli dite: ok per me è finita qui. Non farti più vivo. Non fatevi tirare dentro in un dibattito inutile. Liquidatelo al telefono, siete troppo deboli per vederlo.

E poi Cancellatelo. Imponetevi, almeno per due mesi (uno è troppo poco) a diventare ombra voi. Via dagli amici di Facebook, mai rispondere ai messaggi neanche con un vaffa, blocco del numero, silenzio totale.

I casi sono tre: lui sparisce e avevo ragione io, voleva la geisha, è un egoista immaturo e crudele.
Lui torna alla grande e lascerà la moglie ma con argomenti e atteggiamenti inequivocabili e senza tentennamenti: starà a voi decidere (vi troverà, non lasciate canali aperti, non deve telefonare o scrivere, deve presentarsi in ginocchio, tipo ufficiale e gentiluomo chiaro?).

Infine, e non ve lo auguro, voi non resistete, accettate i suoi ritmi e gli rispondete, lo vedete, fate quello che vuole lui. Ma è dura raccogliere il cotone lungo il Mississippi.

Sincerely yours


91 commenti

  1. Alessandro sei un mito!!! Analisi perfetta, niente da aggiungere né da togliere……soprattutto il tuo consiglio:”sparire, cancellarlo, non ascoltare le canzoni che ascoltavate insieme, non guardare le foto fatte insieme..tabula rasa…come se non fosse mai esistito….solo così tornerete a vivere!!!!!

  2. Ciao Alessandro,
    credo che il “mio” rappresenti il perfetto amante ombra…insieme stiamo da Dio, complicità perfetta, intesa mentale straordinaria, sessuale senza parole…detto da lui, cose mai provate prima, esperienze mai nemmeno sfiorate prima, bisogno di sentirsi, di cercarsi, come fossimo ragazzini, anche solo per sentire la voce, per una parola…quando ci si vede è tutto bellissimo, lui ride, scherza, è finalmente se stesso, quando a casa ha una situazione “nera”, in cui non sta bene, in cui si sente soffocare e in cui non riesce a fare nemmeno le cose della normale “quotidinità”….
    eppure lui mi allontana, dice che deve capire cosa fare del suo rapporto, che deve recuperare almeno la serenità con sua moglie, che io non c’entro nulla, ma infodno so che c’entro qualcosa, anzi molto…perchè non gli viene spontaneo fare una chiamata alla moglie, mandarle un messaggio, sentire come sta, invece con me lo fa, vuole sentirmi ogni giorno…e quindi? probabilmente tutto ciò lo mette in crisi…eppure io non gli ho mai chiesto nulla di più, e anche io sono impegnata, ma “solo” convivente, senza figli…e l’ultima volta in cui ci siamo visti ci siamo detti come sarebbe bello essere liberi, come ci piacerebbe poter stare insieme…e io sono convinta che anche questi discorsi abbiano contribuito alla sua “confusione” attuale…
    io sto male, vorrei scrivergli , dirgli ciò che provo, come mi fa soffire questa situazione,perchè non gli ho mai detto davvero cosa provo per lui, ma allo stesso tempo vorrei mancargli, vorrei capisse quanto sta bene con me….quanto gli posso mancare come persona, non solo come amante…
    e non so come comportarmi, forse dovrei davvero sparire per 2 mesi, aspettare e vedere come si comporta…

  3. Ciao Alessandro,
    mi sono imbattuta casualmente sul tuo blog. O chissà.
    Anche io vivo una relazione con un uomo ombra. L’hai definito bene. Lui, sposato con due figlie a carico. La nostra relazione va avanti da 4 anni. All’inizio, diceva di essere innamorato di me, che la sua anima sarebbe morta senza la mia, che mi avrebbe sempre scelta e che avrebbe detto alla moglie che amava un’altra donna. Poi, le scopre e lui si pente. Dice di aver sbagliato tutto, che non può perderla. E mi sono sentita non abbastanza.
    Succede che io sto male, cerco di andare avanti e lui poi torna a cercarmi. Una relazione leggera vuole, di quelle che devono far sentire bene, quindi io dovevo essere l’amante e non rompergli, punto.
    Io, da donna innamorata, accetto. E così lui va e viene. Quando mi avvicino troppo, lui si allontana. Poi si avvicina e così via. Non so che fare.
    Il fatto è che lo amo.
    Lui dice di amarla, mentre a me vuole un gran bene. Io credo che se davvero amasse la moglie non verrebbe a cercare anche me. O sbaglio?

  4. ieri mi ha detto che tra di noi non devono accadere più cose illecite. nel senso che non può diventare un’abitudine. dice che io sono quella che non usa la ragione, che non si rende conto del rischio. dice che già da prima di conoscerci aveva qualcosa di reale e concreto che per nessuna ragione al mondo avrebbe cambiato. dice che possiamo condividere solo l’amicizia affettiva. non la conoscenza affettiva o la collegialità. solo l’amicizia affettiva, il che significa la consapevolezza di un rapporto speciale, ma sapendo anche che non si potrà avere nulla di più.
    e alle mie domande “allora finiamola no?” lui mi risponde “no, non voglio finirla. ma il sesso non deve accadere normalmente. se succede bene, altrimenti nulla”.
    è la stessa persona che diceva tempo fa di amarmi, che mi avrebbe sempre scelta. è la stessa persona che mi dice che non avrebbe mai cambiato la sua vita per nessuna ragione al mondo. è la stessa persona che mi dice che vuole un’amicizia affettiva, che mi vuole bene davvero e che il sesso succede se succede.
    peccato che io ne sono innamorata davvero.
    cosa faccio?

    • Faccio riflessioni non posso dare consigli sono un giornalista che raccoglie e racconta storie e osserva, non uno psicoterapeuta di coppia. Cosa vuol dire il sesso non deve accadere normalmente? Che può accadere? Troppo comodo. Se siete amici niente sesso. O no?

      • si certo, non voleva essere un consiglio da psicoterapeuta.
        diciamo che io non riesco ad esserci amica. uno non può esserlo se prova dei sentimenti.
        uno che ti dice così non sa manco lui che vuole. o sbaglio?

        • Beh una cosa la vuole di sicuro rimanere con la moglie e poi certo che ci prova sentimenti che prova sentimenti non può essere amico e basta ma questo credo lui lo sappia infatti non esclude la possibilità di fare sesso quindi amicizia con sesto quando capita proprio comodo io trovo comunque chi è innamorato spesso non è nella posizione di decidere deve aspettare e trovarne la forza almeno che le cose a meno che le cose non cambino in bocca al lupo

  5. Ciao Alessandro, a me è successo una cosa simile: Entrambi siamo impegnati (io sposata con un figlio, lui ha la fidanzata). Lui molto controllato, ma poi dice che si è innamorato di me ma che ha un casino in testa, che tutto è così improvisto e forte, che ha bisogno di tempo per vederci chiaro. Dopo esserci andati la prima (e unica volta!) a letto, lui si è tirato indietro, si contiene. Ho chiuso con lui, dopo 14 giorni si fa vivo di nuovo e io gli ho detto: non posso fare la vita parallela. Lui invece sì, vuole che viviamo questa storia, ma non può lasciare la ragazza perché “ha un legame troppo forte” con lei. E il mio legame?! Io ho un figlio! Mi ha quasi proposto di fare l’amante sua! Gli ho detto di no e da lì è sparito, nessuna reazione. Che ne pensi?

  6. Non so come comportarmi se lui dovrebbe rifarsi vivo, perché in fondo ci tengo e anche se ho fatto la dura vorrei che si rifaccia vivo (aargh!) ma non voglio starci alle sue condizioni. Poi non so se mi cerca solo per la scopata. Lui dice che con la ragazza è questione di testa, di ragionamento, stare con me è questione di cuore, si sente vero. Tu che faresti?

  7. Poi esiste anche “l’uomo che non vuole definizioni” non siamo solo amici, ma non siamo amanti, non ci amiamo ma stiamo bene assieme, Trombamici è troppo poco…” abbiamo un rapporto speciale” . E li ti frega. Speciale…? Che vuol dire speciale? Ricopro un ruolo ( che non sua puramente sessuale) o no? . Che riposta mi sono data? Beh se ha paura persino di una definizione molto maturo non è… se chiedo qualcosa di “fastidioso” come ad esempio parlare di noi… nicchia, a volte sparisce per non rispondere. Quindi? Quindi nulla. L’uomo è egoista, è mosso dal sesso principalmente. Le cose sono due in genere: o lasciarlo andare o continuare nella relazione avendo ben chiaro però con chi abbiamo a che fare e comportandosi come fa lui. Vedrete che arriverà il messaggio con scritto” tutto ok?” . Questo perché? Perché l’uomo vuole si la Geisha… ma le geishe dopo un po’ danno noia…

  8. Alessandro vorrei conoscere il tuo parere sull’utilizzo del “silenzio” come metodo di chiusura della relazione. Cioè…mi spiego…senza una spiegazione, nè una definitiva chiusura, senza una parola….all’improvviso il silenzio! Non è stato scoperto dalla moglie, non ha problemi, non c’erano problemi espressi….solo un terribile ed assordante silenzio. Non so neanche se sia una chiusura definitiva, se magari tra qualche tempo si rifarà vivo….ma perché comportarsi in questo modo? Non sarebbe stato meglio utilizzare tre quattro semplici parole “mi sono stancato”? Penso che potresti farci un articolo su questo perché i risultati sono devastanti…..

    • Il silenzio vale solo come risposta all’amante che dopo mille promesse sempre deluse lascia o si lascia lasciare e poi tenta dei contatti. Lasciare col silenzio di solito un uomo lo fa perché è stato scoperto dalla moglie. Se lo fa come scelta lo trovo davvero inaccettabile

  9. Si certo! Se si tratta di un metodo di difesa nel caso in cui si venga lasciati! Ma in questo caso si tratta di una vera e propria sparizione nel nulla senza una spiegazione. So per certo che la moglie non l’ha scoperto, ma allora perché sparire così senza una parola? Mi sembra una reazione che ha qualcosa di perverso….cosa dovrei fare? Mi sembra un cerchio che non si chiude. È giusto che provi a chiuderlo cercando un contatto chiarificatore o mi rassegno ad una fine inespressa? Se voleva ottenere il risultato di ferirmi ci è riuscito in pieno….sono devastata

  10. Lascia perdere. Non cercare spiegazioni. Più chiaro di così. Non mi stancherò mai di dirlo… preservare la vostra dignità. Non umiliamoci

  11. Si infatti non lo cerco….però non capisco. @ema secondo te cercare spiegazioni è umiliarsi? Ti sembra invece dignitoso sparire senza neanche una parola? Non sono degna neanche di una ultima considerazione? Io certi uomini proprio non li capisco…. @alessandro su internet ho letto del “silenzio del narcisista” come strumento di manipolazione per schiacciare la propria “vittima”. Ma che senso ha? Una manifestazione di potere? Se uno ha intenzione di chiudere bastano due parole …così non si resta neanche a fàrsi tutte queste domande

  12. Grazie Alessandro….magari sui “silenzi del narcisista” potresti farci un articolo con qualche consiglio “da uomo” su come ci dovremmo comportare per non uscirne troppo con le ossa rotte

  13. @Stella: con il suo comportamento lui ha gia risposto a tutte le tue domande. So che è difficile rassegnarsi alla scelta di chiudere in questo tremendo modo ma io non mi fiderei nemmeno di cosa potrebbe inventarsi per rispondere alle domande che vorresti sottoporgli. È devastante, hai ragione, ma forse dovresti cominciare a pensare che lui non ha molto da dirti e da spiegarti.

  14. @ Stella, il silenzio del narcisista serve proprio a tenerti legata nella sospensione, esattamente quello che sta succedendo a te.
    Spiegazioni neanche ne ha, probabilmente, per lui è evidente il significato: ora non ti vuole.
    Ma siccome non riesce a rinunciare completamente, perché in fondo questi uomini sono terrorizzati dalla solitudine (perché si fanno paura da soli), ti lascia sospesa col silenzio.
    Una persona sicura di sé taglia con garbo e delicatezza.
    In questa situazione sei tu che devi tagliare, nettamente.
    Io.non cercherei spiegazioni, solo forse valuterei se lanciargli un messaggio definitivo e senza speranze.
    Io l’ho fatto e mi è servito per capire e metabolizzare una realtà che non riuscivo ad accettare

  15. Per quanto mi riguarda neanche un messaggio devi mandare. Serve solo a lui a rafforzare il potere che ha su di te. E a te non serve a niente. Continuerebbe a non risponderti fino a quando ne avrà voglia e nel momento in cui lo farà ti girerà la frittata. E tu ti sentiresti quella sbagliata. Se è un narcisista è bravo nel suo mestiere. Provato sulla pelle. Per quanto devastante l’unica strada è il silenzio e scappare a gambe levate. Tutto passa col tempo. Non mollare. E si… cercarlo per una spiegazione ti sentirai umiliata dalla sua reazione /spiegazione. In questo momento è più forte lui di te.

  16. È ancora troppo presto per catalogare i ruoli.
    Ci conosciamo 4 mesi fa, entrambi sposati.
    Da subito ottimo feeling, messaggi quotidiani, lui più presente di me.
    Dopo due mesi cominciamo a vederci, in tutto 3 o 4 incontri poi io mi separo.
    Decidiamo di fare una pausa durante la quale continuiamo a sentirci ma lui rallenta, dirada i messaggi e non chiama più se non su mia sollecitazione.
    Ora che la mia separazione è definitiva mi dice di volermi rivedere anche se ora da single lui mi ha classificata in una categoria altamente rischiosa, di quelle che ha sempre evitato…
    Aderisce al prototipo di uomo ombra?

    • Aderisce a un uomo che non si separerà mai e cerca le sposate proprio perché non interferiscano con la sua vita credo

  17. “Noi non siamo amanti”…
    è vero..quando negano anche di essersi trovati un amante..
    se fosse anche solo sesso, e spesso quello è, sempre di amante si tratta
    o forse si definscono amanti quando c’è del vero sentimento?

  18. “Ma dietro quest’uomo ormai c’è l’ombra della paura. Noi non siamo amanti. È come se lui dovesse giustificare il tutto a se stesso per superare i suoi sensi di colpa, è come se lui si immaginasse di dover spiegare alla moglie, per la prima volta, che c’è stato un incidente di percorso. Voi siete quell’incidente di percorso, colpevole certo, ma che non si ripeterà mai più”

    Questa dinamica che si attiva ad un certo punto, appartiene al traditore “occasionale” ovvero per bisogno o anche ad un traditore seriale?
    Grazie

  19. Capisco..probabilmente avrò conosciuto un seriale che offre e si offre motivazioni e spiegazioni da traditore per bsogno..

  20. Caspita Alessandro … ho letto questo articolo che mi ha colpito molto e mi sono identificata nella “sfigata” di cui parli. All’inizio ci si vedeva abbastanza spesso, poi gli incontri hanno iniziato a diradarsi, alcuni per ragioni che ho potuto appurare, altri per motivi che mi convincono poco … ma la cosa fondamentale per lui è che io ci sia quindi arriviamo a messaggiarci per giornate intere (parliamo di battutine ironiche o piccanti) – ovviamente esclusi i weekend. Nessun accenno a sentimenti, mai un mi manchi o un ti penso da parte sua … ed io a chiedermi che cosa prova per me quest’uomo. L’unica certezza che ho è che con tutte le volte che l’ho lasciato lui è sempre corso a riprendere la sua “amica” come mi chiama. Sono riuscita a fargli ammettere che ha paura, ma di cosa poi???? Dopo un anno credo di iniziare a provare qualcosa per questa persona ma una storia così è davvero logorante. Lo so, la soluzione sarebbe il vero silenzio … ma non sono pronta

  21. Qui leggo storie di persone che si amano, invece io ho incontrato quest’uomo che ogni volta che si vede con me è preso dai sensi di colpa verso la moglie. Inizialmente usava delle scuse per diradare gli incontri poi, come sempre succede, la verità viene a galla. Ci siamo rivisti settimana scorsa dopo tre mesi e due giorni dopo eccolo freddo e distaccato. Oggi si è fatto risentire da “amico”: sono sparita, in maniera elegante, senza alcuna lamentela perché lui in fondo sa che il suo non è un comportamento corretto ed io non voglio abbassarmi a ribadirlo per l’ennesima volta. Io non ho un touch screen nel mio cuore per selezionare la modalità amante e magari per 30 giorni amica. Mi sento solamente stupida per averci creduto e magari aver sperato in qualcosa di più. Il di più che chiedevo io era solamente la spontaneità mentre lui mi ha detto di portare una maschera con me. Nemmeno il coraggio di essere se stesso

    • Di solito questi sono quelli alle prime armi con I tradimenti pieni di senso di colpa un passo avanti due indietro. Voglio ma non posso

  22. Ciao Ale. Ti prego, ho davvero bisogno di un consiglio. Sono sposata e ho 2 bambini. Da giugno ho iniziato una relazione con un collega anche lui sposato con figli. È iniziata all’improvviso, dopo anni che lavoriamo nello stesso posto ma non ci siamo mai considerati. Lui era gentile e sorridente quando mi vedeva e io un giorno gli ho fatto capire la mia disponibilità. Inizialmente lui sembrava molto entusiasta dell’idea, io un po’ freddina… Insomma, da fine giugno iniziamo a scriverci, da fine luglio al 1 settembre non ci siamo visti perché in vacanza ma ci scrivevamo tutti i giorni, 17 settembre finalmente “concludiamo”. Premetto che prima di allora, ci eravamo visti fuori dal lavoro per caffè, baci, abbracci… Comunque il nostro primo vero incontro è stato bellissimo, continuiamo a scriverci, io vado fuori sede per lavoro tutto il mese di ottobre. Mentre sono via, lui continua a farsi sentire ogni giorno… Rientro in sede. Ci vediamo ancora una volta. Ancora più bello della prima volta. Lui inizia a lasciarsi andare a parole più impegnative e io lo blocco subito con un “ti voglio bene”, in modo che non vada oltre. Poi viene a trovarmi un collega con cui avevo lavorato fuori sede ad ottobre. Lui lavora in un’altra città, ma era di passaggio e si è fermato volentieri a salutarmi. Ma c’era anche mio marito… Niente di che insomma… E lui da allora comincia a raffreddarsi… Mi scrive pochissimo anche se tutti i giorni, risponde dopo ore ai miei messaggi… Ieri ci siamo visti. È stato davvero bellissimo. Mi ha anche coccolata tanto. Ad un certo punto mi fa: mi piaci, mi piaci tantissimo, ti voglio davvero bene…. E mi sembrava sinceramente emozionato mentre lo diceva… E poi pufff… Da quando ci siamo salutati alle 11, si è fatto sentire solo ieri sera tardi per augurarmi la buonanotte. Stamattina gli ho scritto un bel messaggio… E lui lo ha completamente ignorato, neanche letto. Non so, ma a pelle sento che qualcosa non va…. Ma che gli prende? Non capisco… Cosa devo aspettarmi? Io gli voglio bene e non vorrei perderlo. Grazie.

  23. O magari prende solo quel che gli va quando gli va, e ti tiene buona con qualche sporadico sms a sua discrezione.
    Tienilo come compagno di giochi se ne hai proprio bisogno

  24. Il mio uomo ombra, dopo essere stato a letto con me, si è subito preoccupato di dirmi che era sbagliato, che non doveva più succedere facendomi sentire uno schifo (è l’unica parola che mi viene in mente). Avevamo pianificato una mini vacanza sugli sci in compagnia di amici, partenza prevista per il prossimo 12 dicembre e sono tre settimane che non mi chiama, gli ho scritto un solo messaggio inerente la vacanza e non ha risposto. Ho provato a chiedere spiegazioni ma niente, ho ricevuto risposte a monosillabi. Ho disdetto la vacanza senza dirgli nulla e sono sparita, nessun rincorrere, nulla. Il cuore però è a pezzi per l’incredibile delusione, credevo quantomeno che ci fosse RISPETTO alla luce della nostra amicizia.

    • A volte mi chiedo se sappiano cosa sia il rispetto. si fanno furbamente dei calcoli e dei programmi di comportamento?
      O agiscono con maleducazione ed istinto semplicemente perché sono più in basso di noi ?

  25. Non avevo mai letto quest’articolo Alessandro… ma hai conosciuto il mio lui per caso?! E’ l’esatta descrizione del suo atteggiamento! Discorsi confusi senza capo nè coda, continui sbalzi di umore, sono innamorato, poi no ho sbagliato, non credo piu’ nell’amore, io sono diverso… Ahimè che tragedia!

  26. Caro Alessandro ho letto casualmente o forse non proprio casualmente il tuo articolo. L ho conosciuto mesi fa lui sposato con due figli di 11 e 14 anni. A suo dire con la moglie ha già parlato di separazione tanto che sempre a suo dire lei si è rivolta ad uno psicologo e hanno spesso parlato di questo. Tutto sarebbe stato se così si può dire perfetto tra noi lui mi ha sempre espresso che il suo più grande timore fosse per i figli che l idea di staccarsi da loro gli toglie il respiro più volte mi ha detto che io non ho portato alcuna crisi in famiglia perché da tempo tra loro ci sono problemi. Tra noi non c e stato alcun rapporto pertanto non posso proprio dire che lui sia stato per me solo per togliersi voglie non soddisfatte dalla moglie. Anzi è sempre stato molto rispettoso. Se non fosse che lui 5 giorni fa mi ha detto basta mi ha allontanata dicendo che prova dei sentimenti profondi per me ma che è necessario questo allontanamento. Dice che gli manco che sta male ma se non lo cerco io per prima non lo fa. Gli ho chiesto di tonare ma lui mi ha risposto che prima deve sistemare i suoi problemi a casa…. (se mai li sistemera) Come Mi devo comportare? Perché questo improvviso comportamento? Perche mi ha allontanata?Ti ringrazio qualora fossi cosi gentile da darmi un aiuto. Un caro saluto.

  27. Lui stesso mi ha detto che portando avanti questa storia teme che quel minimo equilibro che ha ancora a casa rompendosi potrebbe travolgerlo. e che quindi gli viene piu facile scappare aspettando facendo un passo alla volta. Ma che poi ci sono io i senimenti che prova per me e la paura di non trovarmi. Queste le sue parole. Non so se cosi’ ti risulta piu chiaro.

  28. Dice che gli manco ma che non riesce proseguire perche’ non puo’ darmi garanzie e che gli sembrerebbe di prendermi ingiro cosa ne pensi caro Alessandro? Come mi comporto? A me manca molto. Grazie per la tua disponibilita’ e cortesia.

    • Quando fanno così mi danno fastidio perché vendono attenzione e correttezza per quella che in realtà è una scelta: scelgo la moglie

    • Così che se prosegui la scelta è tua e se starai di merda perché non “può” sceglierti la colpa sarà tua e non sua. Lui ti aveva avvisato.
      Sono i peggiori questi. Bleah

  29. Oggi sfogarmi qui con voi è per me terapeutico … mi sento come dentro in un tunnel e non riesco ad uscirne. Io sparisco, lo lascio ma lui puntualmente mi sta addosso a suon di messaggi. Ritorna da me (fisicamente raramente) ma sempre allo stesso modo: niente affetto fisico o mentale. Vi dico solo che è stato capace di dirmi Che Schifo ad un mio bacio per salutarlo. Il fatto è che ho sempre sperato che si sciogliesse ma adesso sinceramente/fortunatamente non riesco nemmeno ad immaginarmi a letto con quest’uomo. L.altro giorno mi ha detto che gli basta anche solo la mia amicizia – quanta ipocrisia – ovviamente ho rifiutato. È solo che in questi giorni il mio equilibrio è parecchio destabilizzato, cosa che non era mai successa. Soffro e accetto anche di non essere importante per lui, però voglio che mi lasci in pace

  30. È tanto triste, lo so … cmq ho preso spunto da una delle “tue” ragazze del blog e ho iniziato ad annotarmi il male fatto, imprimerli nella mente non basta. Devo dire che aiuta nei momenti di debolezza perché ci sono state anche le cose belle, ma le brutte le superano

  31. Alessandro, chiedo un consiglio. Il mio ormai ex (sposato) con il quale a giorni dovevo andare in vacanza (in compagnia) e che è sparito compie gli anni venerdì, che fare? Fargli gli auguri ed essere superiore o ingnorarlo? Quando ho chiesto un chiarimento per la sparizione ho ricevuto risposte a monosillabi via chat, dove diceva che era tutto ok ma era evidente che mi stava prendendo per il culo (se è ok perchè non rispondi ai messaggi e non chiami più???) poi incredula per la presa in giro, non volevo crederci ho telefonato e non mi ha dato spiegazioni, ha cambiato discorso facendo finta di niente ed a quel punto ho fatto finta di nulla anch’io ed ho chiuso la conversazione con un saluto. Io non l’ho più cercato e lui non si è più fatto vivo. Vorrei capire la mossa più giusta per ferirlo e non dargliela vinta. Voglio una piccola soddisfazone e poi cancellarlo.

  32. Non puoi ferire uno che ti ignora e a cui non interessa nulla di te. E finché sei mossa da istinti vendicativi sei tu quella che rischia di farsi male.
    Ignora e volta pagina.

  33. sono una donna che chiede aiuto…sono sposata…ho conosciuto un uomo tramite chat…anche lui sposato con figli…dopo giorni a scriverci…avevamo maturata delle simpatie reciproche…affinché lui stesso mi ha scritto…cosa ci stava succedendo…io da li”…ho sbagliato tutto…mi sono sbilanciata troppo nel commentare…gli avevo fatto capire che avevo bisogno di affetto e amore…lui rispondendomi mi ha detto che l.amore che mi manca lo devo cercare dal padre dei miei figli…da quel momento si era rotto qualcosa…ha iniziato a messaggiarmi poco e niente…e tutt.ora è così…anche quando…ci siamo incontrati e conosciuti di presenza…fatto più di una volta sesso…e ogni tanto..quelle volte che ci vediamo…mi dice che nn vuole legami..o corde lunghe…questo nn è il rapporto che cercavo e che voleva lui…secondo me sono partita con il piede sbagliato…e nn saprei più come rimediare a questo sbaglio…anche perché…faccio tutto quello che dice lui…nel senso…due volte a settimana circa…si fa vivo in chat…e quando dice lui incontrarci…nn mi sta più bene…ho paura di aprire un discorso con lui…chiarire e capire di più …nn lo voglio perdere…come posso fare?più di stare in silenzio nn faccio…che altre alternative posso usare?lui mi piace ho attrazione…premetto che la relazione scopaamici..é iniziata più di un mese fa…grazie♥️

    • Possibile che in un solo mese tu sia già così presa non è che stai idealizzando una storia che è a senso unico? Se già soffri dovresti interrompere anche perché lui da quello che dici vuole solo sesso

    • La cosa che mi fa tanto riflettere nel leggere la tua storia e nel rapportarla alle altre qui raccontate è: come è possibile che dopo un solo mese o dopo anni quelle coinvolte sono sempre le donne?
      Io penso che anche in noi c’è qualcosa che non va.
      Sinceramente Sara trovo il tuo coinvolgimento poco sano e soprattutto non condivido la tua idea di essere partita col piede sbagliato, di pensare che col tempo lui si affezioni. Trovo fuori luogo tirare in ballo sentimenti per una relazione quasi virtuale che dura da poco tempo. Non farti travolgere dalla scarica di ormoni e rifletti.

  34. col tempo potrebbe cambiare qualcosa da parte sua?…si potrebbe affezzionare?…visto che lui mi vuole come amica e nn vuole neanche che litighiamo…vedendo che io rispetto la sua privacy?…nn mi sono invadita…sto bene e sto male…sono scema proprio…come mi dovrei comportare…a parte interrompere….se mi manda un sms dopo 3 giorni…gli devo rispondere…booo nn lo so

    • Non sei scema sei innamorata, è diverso. Occhio ai sintomi di dipendenza da approfondire con uno psicoterapeuta

  35. In questi ultimi mesi anche il mio uomo sposato sta diventando un uomo ombra….
    Mi ha detto più volte che ci tiene a me, che ha una voglia matta di vedermi… Ma non costruisce occasioni per vedermi… ogni volta una scusa (da parte sua) : la distanza (viviamo in due città diverse), il troppo lavoro, il non riuscire ad trovare una scusa per giustificare a sua moglie l’allontanarsi da casa per qualche giorno e il neanche prendere in considerazione di vederci di giorno a metà strada. Sta diventando una relazione virtuale…passiamo ore al telefono.
    Non penso che questo sia dovuto al fatto che sia spaventato da una “storia seria” parallela alla principale Secondo me è più probabile che si sia trovato un’amante più vicina o magari ha ripreso ad avere una vita sessuale con la moglie (quando è iniziata la nostra “storia” lei era malata) e quindi non gli servo più..

      • A proposito di Natale, sono entrata in una ulteriore fase della mia storia: lo scoglionamento (mi scuso, Alessandro, per il francesismo ma è il termine che rende al meglio il mio stato d’animo).
        Mi sono accorta stamattina di essermi stufata alquanto della situazione. Un altro Natale insieme su whatsupp, a sognare il prossimo incontro, bla bla. Chiacchiere! Ho deciso che, dopo tre anni, voglio godermi la mia famiglia. Sono sempre stata pensierosa negli ultimi mesi, persa in elucubrazioni amorose. Che farà? Dove sarà? Mi penserà? Ma basta!
        Ora mi serve solo la fase tre, il distacco definitivo. Ci arrivo…
        La verità è che lo amo comunque ma sono stanca…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.