Home » I miei scritti » Ti ha fatto le corna e l’hai perdonato/a. Ma come hai fatto?

Ti ha fatto le corna e l’hai perdonato/a. Ma come hai fatto?

La cacciata di Lucifero
La cacciata di Lucifero

Tradimento, corna, tradisce lui, tradisce lei. Guardavo le varie statistiche, che non vanno mai d’accordo se non su un punto: a fare le corna ai rispettivi siamo un esercito. Il 55% degli uomini lo ha fatto almeno una volta, ma c’è chi dice che si arriva al 70%. E le donne: cifre più timide ma neanche di troppo. Un bel 45%. E poi c’è chi fa una disamina più profonda: il 70% delle corna perpetrate sono scappatelle, solo il 30% diventa relazione parallela stabile.

Numeri interessanti e da capogiro, che ridaranno fiato a chi sostiene che la monogamia non fa parte della natura umana e, che quelli che dicono il contrario o sono eccezioni “fortunate”, o sono sprovveduti inconsapevoli o mentono (in pubblico) sapendo di mentire.

Ma sapete cosa ha prodotto questa enorme massa di corna? Dapprima molti divorzi ma poi, con la crisi (ci sono uomini divorziati che mangiano all’opera pia per pagare l’assegno di mantenimento e, viceversa, donne che devono fare causa per vedersi pagare l’assegno promesso) IL PERDONO.

Non ho mai visto tante coppie, dopo la scoperta del tradimento, perdonarsi come in questo periodo e andare avanti. Lasciamo stare però le motivazioni economiche e la presenza di figli piccoli (è possibile anche stare separati in casa, se questo è il problema) e concentriamoci sulla reale possibilità di perdonare e di farlo in modo che la coppia possa davvero andare avanti, a volte addirittura risorgere a nuova vita e amore rinnovato. E’ davvero possibile perdonare?

LE COPPIE CHE SI PERDONANO
Le coppie che ho visto che si sono confessate un tradimento (unilaterale o no) o che l’hanno scoperto, hanno delle caratteristiche particolari. Intanto il tradimento è di solito uno, spesso il primo, ed è una scappatella dovuta a un momento di crisi. In questo caso scoprirlo è uno shock ma, invece di bloccare la coppia e di affossarne la fiducia, la fa ragionare. Lui ha tradito, ma si rende conto di aver fatto una cazzata e la sua paura primaria è di perdere la donna che ha tradito: lui si accorge di colpo che lei è ancora e davvero importante, anche se la routine lo aveva spinto a cercare sesso al di fuori della coppia. Lei ha subito il tradimento (ma le parti potrebbero essere invertite), soffre profondamente, ma ha la stessa paura di perdere il suo lui, più forte comunque del colpo basso alla fiducia di coppia e al suo amor proprio. Queste coppie riescono a superare l’indigeribile scena di lui con un altra o lei con un altro col tempo. Riescono a ritrovare fondamenta sopite e a rilanciare anche il sesso di coppia che era, per la sua pochezza, stata (spesso lo è) la causa scatenante della scappatella. Questa coppia usa dolore e tradimento come uno shock per ripartire. E funziona.

LE COPPIE CHE NON SI PERDONANO
Io credo di appartenere a questa categoria, anche se mai dire mai e giustamente, è facile giudicare finché non ci si trova in mezzo. Ma credo che l’elemento guida di queste coppie che non riescono a sopravvivere a un tradimento reoconfesso o scoperto sia la gelosia (cosa penso della gelosia e dell’amore l’ho scritto qui). La gelosia non patologica è amore esclusivo. Ed è un sentimento che, di fronte al tradimento, fa scattare la molla del crollo della fiducia. Non importa se è stato una volta, se ti è saltato/a addosso: io vedo la scena, la vedrò per sempre, e mi verrà in mente ogni volta che tenteremo di fare l’amore. Io non ho più fiducia in te e quindi, ogni volta che sarai via per lavoro, penserò che puoi tradirmi di nuovo. Queste coppie non riescono a ricucire, perché la loro coppia è fondata sull’esclusività, per quanto vi possa sembrare anacronistica e impossibile da realizzare. Ci provano anche a ricucire, ma la ferita è così profonda che ormai l’infezione si è propagata a tutto l’organismo coppia. Per sopravvivere bisogna amputare.

Mi chiedo e vi chiedo, alla fine di questa disamina, se sia più forte l’amore che sa perdonare di quello che non perdona. Credo che chi sa perdonare, se poi è davvero in grado di rilanciare la coppia e non di vivacchiarla per il resto degli anni sia più “innamorato” di chi, forse assolutista come me, si fa prendere dall’ira funesta e dal tutto o niente.

Una cosa è sicura: le coppie che si tradiscono si perdonano molto più di una volta. E non poche rifioriscono.

Sincerely yours

ps: credo che il discorso del perdono sia applicabile alle scappatelle, non alle famiglie parallele. Chi si fa l’amante per avere in pratica una seconda moglie/famiglia da anni vive uno status, non una condizione che richiede perdoni e rientri.


1.357 commenti

  1. Caro Alessandro, in altri tuoi post ho raccontato a pezzi e bocconi la mia storia.
    Ma ti chiedo un consiglio perché ho bisogno di un punto di vista maschile lucido e competente.
    Quasi 17 anni fa ho iniziato una relazione con un mio ex di gioventù, entrambi impegnati con figli adolescenti. A causa della mia ingenuità e della mia inesperienza in sotterfugi e menzogne, mio marito ha scoperto quasi subito la cosa, leggendo un messaggio.
    Gli ho raccontato che non ci eravamo ancora visti, ma che stavamo progettando di farlo e che ci avrei rinunciato.
    Per farla breve mi ha scoperto ancora una volta, è andato in crisi. Dimagrimento, gastrite, insonnia. Ho provato più volte a lasciare il mio amante, ma duravamo 2 giorni e poi correvamo a riprenderci.
    In totale mio marito mi ha scoperta 4 volte, mi ha perdonata perché gli ho detto che la relazione era finita e che io e il mio amante eravamo rimasti amici. Gli ho detto che non avrei mai lasciato la famiglia, anche se sa chiaramente che non lo amo più, ma che provo solo un bene profondo per lui.
    Nel frattempo lui ha fatto di tutto per colmare le sue mancanze che hanno portato al mio tradimento, ma io non ho ricominciato ad amarlo.
    Col mio amante, per tutta una serie di ragioni, abbiamo deciso di non rendere ufficiale la nostra relazione.
    Sono diventata brava a non farmi scoprire, ho il telefono pieno di password, ma mio marito fa spesso battute sull’altro, lo chiama “lo zio” perché dice che ormai fa parte della nostra famiglia e perché mi rende partecipe della sua vita. Ieri sera mi ha detto “allora lo zio ti ha salutato con i bacini?” (effettivamente lui mi da il saluto del buongiorno e della buonanotte con l’emoticon del bacino) e stamattina, salutandomi prima di uscire mi ha detto “mi raccomando fai la brava, non telefonare allo zio, perché so che vi sentite”.
    A parte il fatto di non capire come fa a sapere queste cose, visto che il telefono è blindato, la cosa che mi inquieta di più è il suo atteggiamento. Dichiara di amarmi profondamente e non mi obbliga a rompere tutti i rapporti con l’altro, sa il suo nome, sa dove lavora, sa il nome della sua compagna, e non muove un dito per cambiare la situazione.
    Basterebbe che dicesse all’altra della relazione e tutto crollerebbe miseramente.
    Se davvero crede che siamo solo amici, perché mi manda queste frecciatine?
    La mia migliore amica dice che ha paura di questo atteggiamento, che potrebbe avere una reazione violenta. Io non ci credo, perché aspettare 17 mesi per farlo?

    • Spesso uno non sa un bel niente e butta lì delle affermazioni solo per vedere la reazione. Però presume, non sa, immagina. Mi sembra che ormai siate separati in casa e non mi stupirebbe che anche tuo marito avesse un’altra, magari non fissa ma qualche avventura. Se per qualsiasi motivo voi non volete archiviare il matrimonio è così che funzionano i separati in casa. Sarà anche un po’ geloso ma ha il comportamento di chi ha deciso di andare avanti senza rivoluzioni mi pare

    • Guarda che i cellulari si aprono tranquillamente anche con le password e te lo dice una inesperta ma che ce l’ha fatta benissimo. Tuo marito ti sta dicendo che sa che c’y qualcosa di speciale tra te e un altro ma non sa come affrontare la cosa e non è certo che sia una relazione vera e propria ( anche io ho pensato per tanto che fosse un’amicizia pericolosa ma un’amicizia e non volevo accusarlo senza certezze che si trattase di altro: lei gli augurava la buona notte e lo avvisava delle malattie dei suoi animali domestici.) credo che tuo marito non voglia la rottura ma vorrebbe che tu lasciassi il tuo amante e ti impegnassi nella vostra relazione. Io ho scoperto la chat nascosta autodistruttiva alla lettura di mio marito e lei e ho affrontato il tutto mooolto alla larga perché non volevo suscitare in lui rabbia. Volevo arrivare a lui da altre emozioni. Sono stata paziente e l’ho preparato in qualche modo mentre lui stava preparando se stesso, me e lei al cambiamento. E ci siamo ritrovati.
      Ma se lo avessi affrontato con una scenata lo avrei solo allontanato da me.
      Quando gli ho detto che sapevo della chat gli ho dato in qualche modo altro tempo per riflettere e decidere.
      Tuo marito soffre e si umilia a tentare di riagganciarti. Sei crudele a tenerlo nel suo dolore.
      Lascialo libero di trovare chi lo saprà amare e non tenerlo appeso a una speranza. O la tua incapacità di decidere dipende dal fatto che tu non intendi prendere nessuna decisione perché hai due uomini in pugno, da una parte un marito affettuoso e un amante focoso?

  2. E’ allora mi chiedo perchè si ostina a dichiararmi il suo amore, a dirmi che per me ci sarà per sempre, che posso contare su di lui, che sono la donna della sua vita. a cercarmi sessualmente di frequente, a che pro tutta questa manfrina????
    Basterebbe dirselo in faccia.

    • Se ti dice che non ti ama ma che gli sta bene di scoparti, continueresti nella relazione?
      Se la risposta è no, allora capisci perché ti dice quello che ti dice!
      Le parole non mi sembra corrispondano ai fatti: cosa si fa quando si è DAVVERO guidati dall’amore?

  3. Io ho smesso di farmi tutte queste domande e sono finalmente entrata nella fase del pensare un pò di più a me stessa. Queste settimane di introspezione, anche grazie al confronto attivo in questo blog, mi ha fatto capire che in fondo a lui la cosa sta bene così, e a chi non starebbe bene avere la famigliola felice a casa e la donna innamorata e appassionata fuori casa?! Il punto adesso è che la donna appassionata si è stufata di aspettare un suo segnale e di alimentare il suo ego, perchè anche di quello si tratta, e batte in ritirata.
    Non sono pronta a dirglielo apertamente, lo ammetto, quindi mi dileguo vigliaccamente e chissenefrega. Le sue belle parole e i pochi fatti, che fino ad ora mi avevano abbindolata, mi suonano oggi come un mare di cialtronerie e allora basta.
    Premetto che non c’è stata nessuna causa scatenante se non la mia ridestata dignità.
    Questi uominicoli hanno stufato.
    Se vorrà sentirsi capito, amato e supportato dovrà bussare alla moglie e se gli mancherò me ne accorgerò e valuterò altrimenti amen.

    • Non sentirti vigliacca sentiti giusta nel seguire il tuo cuore e fare quello che puoi fare al momento. Cambierai al momento giusto eventualmente strategia o strada

  4. Hai ragione, al momento è solo questo quello che posso fare e mi sembra già un bel passo avanti. E’ strano come tutto posso cambiare in poco tempo, mi sono bastati pochi dettagli per aprire gli occhi e quello che vedo non mi piace. Io sono una persona sincera, che ha davvero voluto bene a quest’uomo, e non ho bisogno di una storia parallela, non mi serve a nulla. Ho capito che sarei stata disposta a buttare all’aria quanto di bello ho costruito con amore e fatica se solo lui mi avesse portata via ma oggi mi sembra tutto solo un momento, una follia. Non me ne faccio niente del suo messaggino, della telefonata ogni tanto e della scopata (perdona la volgarità ma non trovo un sinonimo adatto in questo momento) una volta al mese, io sono per i rapporti veri, sempre e comunque.
    Arriverò presto anche a dirglielo, per ora lo ignoro.

  5. rileggevo l’articolo scritto a quattro mani da te e una tua collega (mi scuso se non ricordo ora il nome) in cui lei dava un’altra versione dei fatti, tutta femminile, sul nostro accanimento ad avere conferme dall’amante che spesso nasconde, in realtà, un nostro desiderio di affermazione più che un interesse vero e proprio. In parte mi ci ritrovo

  6. Anche io penso che il discorso sia applicabile alle scappatelle e non alle relazioni parallele. Ma ancora non mi spiego come la moglie del mio ex amante- dopo tre anni di relazione- se lo tenga ancora marcandolo a vista in tutto e per tutto e come entrambi siano aggrappati all’idea di famiglia quando anche i figli (non troppo piccoli – 11 e 13) si sono accorti di tutto. E’ evidente che lei non solo non lo ha perdonato e nemmeno vuole affrontare i veri problemi…mi chiedo come si possa pensare di stare insieme in una gabbia di quel tipo e per quanto tempo possa durare…sono passati tre mesi quindi ancora poco tempo ma mi chiedo davvero cosa si pensi di perdonare o salvare…mi sbaglierò ma resto dell’idea che non può essere quello il modo per “tenere” insieme una famiglia…questo non è ne’ stare insieme ne’ essere separati in casa…che roba è? Secondo te è solo questione di tempo poi esploderà tutto?

  7. Silvia io ho seri dubbi che coppie del genere arrivino prima o poi a rendersi conto delle loro mancanze. Prendi per esempio il mio amante e la moglie. Hanno alle spalle un tradimento da parte di lei che lui non ha mai perdonato e ciò ha inevitabilmente influenzato tanti aspetti della loro relazione. Poi ci sono stata io e quando la moglie lo ha scoperto ha pensato come prima cosa che finalmente aveva anche lei un il coltello dalla parte del manico. Perché anche lui aveva finalmente sbagliato. Manco a chiedersi il perche di tutto? Ora lui mi ha lasciato e sta con lei. Non si amano ma stanno comunque insieme. Possiamo mai credere che prima o poi esploderanno? Cosa deve ancora accadere affinché abbiamo la maturità per porsi qualche domanda? No. Io ne dubito. Porsi le domande è troppo difficile.

    • Che ne sai che non si amano? Forse è quello che vuoi credere o quello che lui ti aveva raccontato nel momento in cui doveva tenerti nella relazione clandestina. Certamente le relazioni e i sentimenti possono cambiare e forse l’esperienza fatta con l’amante lo ha aiutato a rivalutare meglio la sua relazione con la moglie e ha fatto la sua scelta. Sbagliando si impara!

      • @molly la mia storia e molto simile alla tua, mio marito ha avuto un ‘amante per 4 anni . Aveva perso la testa, lei gli dava tutto quello che in me non vedeva più, lo chiamava di continuo, lo cercava di continuo( lui ha un negozio suo quindi lei poteva andare quando voleva ) anche quando ho scoperto tutto e lui non la voleva più vedere, lei periodicamente rispuntava… è stato un periodo massacrante… Ma ci è servito per darci una consapevolezza che altrimenti non avremmo mai raggiunto. Ho sofferto tantissimo, malgrado tutto ho deciso di perdonarlo perché voglio stare con lui, siamo ancora giovani e abbiamo due figli già grandi , possiamo ancora vivere giorni felici. Entrambi abbiamo fatto degli sbagli che negli anni ci hanno allontanato, lui certo ha passato il limite, ma ora sta riguadagnando la mia fiducia piano, piano. Ci sono stati giorni bui e ce ne saranno ancora, per imparare ad accettare il passato ci vuole tempo, ma ci sono anche giorni molto felici ed appaganti che ci fanno dire: ‘ ne è valsa la pena!!’.

        • Sono contento che alcune coppie risorgano proprio dal tradimento e sono sempre di più. Parlo di quelle vere, non dei recuperi per fare matrimoni azienda

        • Posso chiederti da quanto tempo hai scoperto e vi siete chiariti? Voi vi arrangiate con la vostra sola forza di volontà o vi fate aiutare da specialisti della terapia di coppia?

          • Ho scoperto tutto a settembre del 2018. I primi due mesi sono stati di completa confusione, non vedevo chiaramente ciò che era successo, pensavo di poterlo perdonare in breve tempo punto e basta ; stavo male e volevo che tutto passasse in fretta. Ma poi ho capito, (parlando e chiedendo) il forte coinvolgimento di mio marito per questa persona , che fisicamente non c’era più, ma era nella sua testa e ho deciso di mandarlo fuori casa, non lo riconoscevo più , non era più l’uomo che avevo sposato, io non ero disposta a dividerlo con un’altra persona come faceva la sua ‘amica’. Ho deciso di proteggermi da una situazione che mi stava distruggendo. È stato fuori casa per sei mesi, in questo periodo ci siamo fatti aiutare facendo un percorso insieme ad altre coppie in crisi. Un percorso utilissimo attraverso il quale prima di tutto devi lavorare su te stessa e nello stesso tempo conosci di più la persona che hai a fianco. Ci siamo fatti tanti domande, ci siamo messi in discussione e abbiamo capito che volevamo riprovarci . Non è stato facile l’umiliazione era tanta… ma l’amore probabilmente di più.( lo dico ora, sei mesi fa non ero certa di nulla né di lui né di me stessa )… da soli sicuramente non saremmo stati in grado di arrivare dove siamo ora… eravamo troppo devastati. Viviamo giorno per giorno cercando di non sprecare più il NOSTRO tempo come abbiamo fatto in passato.

      • @molly…ti rispondo io…xchè la ns meravigliosa Franca (❤️) nn è più molto presente nel blog…(purtroppo…xchè i suoi interventi erano sempre molto belli)
        Lei fa parte di quel 10% di casi in cui una coppia di amanti rompe la formazione iniziale nn più funzionante e riparte dando vita ad una nuova coppia!

        Franca è la ns favola a lieto fine…

        Sia lei che lui erano sposati…ma si sn innamorati…e hanno avuto il coraggio di saltare… più o meno un anno fa…
        Ogni tanto lei torna a salutarci…io la ricordo bene xchè mentre lei coronava il suo sogno…negli stessi GG io decidevo per il CDS decisivo…credo di aver sognato più di una volta che finisse cm per lei…credo lo abbiamo fatto in tante qui dentro…

        A te Molly invece faccio un grande in bocca al lupo… sincero e onesto cm sn io! Ho visto che hai scritto molto in questo ultimo weekend…questo denota il tuo desiderio di capire ed andare a fondo…hai degli spunti brillanti…cm la ns White cerchi di nn fermarti alle apparenze… xò…c’è un però…cm hanno notato @ale e @cossora anche io vedo che sei consapevole al 98% di quello che ti è capitato…ti manca un 2% di verità che devi buttar giù…cm noi amanti del resto! E nn è facile! Noi dobbiamo nella maggior parte dei casi digerire che eravamo meravigliose stampelle di un matrimonio claudicante…e te devi accettare che tuo marito x più di 4 anni abbia permesso che una donna gli donasse tt quello che probabilmente nn aveva più da te!
        O nn gli bastava!
        Ho visto che hai dato giudizi o giustificazioni che sn frutto della tua necessità di trovare una ragione x perdonarlo (lei faceva un monologo xchè lui nn parla di solito…lei ha tentato di farlo diventare il suo compagno…lei lei lei….)
        Allora ti dico io cosa invece succede di qua dalla barricata…i muti si trasformano in abili oratori…raccontano (anche tante balle) e si raccontano…e a volte sn proprio loro che vogliono stare al telefono per ore…il mio mi diceva qnt fosse bello tornare a parlare…lei credo fosse attaccata al PC “x lavoro” la sera…
        Molly…hai ragione tu…noi sm state x la stragrande maggioranza stampelle…ma tu se vuoi VERAMENTE ricostruire il tuo matrimonio (e nn avere mai il dubbio che sia rimasto x “l’azienda”)…distruggilo al 100%…nn lasciargli quel 2% di franchigia…di nn responsabilità…distruggilo tutto x farlo ripartire!
        Cn la passione e l’amore che si percepisce dai tuoi scritti…xchè l’amore che sia da una parte o dall’altra nn è mai sprecato…ma quell’amore LUI…SE LO DEVE MERITARE!

        • Grazie!
          Stiamo mettendo MOLTE cose in chiaro e lui sta dimostrando attenzioni che non ricordavo più.
          Gliela sto facendo sudare la nostra relazione. Se ci tiene, si deve impegnare e ma anche io mi devo impegnare a far succedere certe cose, a gestire e a solleticare certe emozioni.

  8. In questi giorni ho addirittura pensato che forse si amano davvero. Bah…se davvero fosse così mi sa che io dell’amore non ho capito proprio niente.

  9. Nel mio caso entrambi stanno andando in terapia…quella è una codipendenza l’amore è un’altra cosa..probabilmente anche nel tuo caso è così…il tempo dirà la verità a tutti…stare insieme anche quando i figli esprimono un disagio è pura follia…non c’è altra scelta che lasciare che facciano la loro strada e la loro guerra…noi stiamo su di noi punto e basta…nel mio caso l’amore tra me e lui non si è spostato di un millimetro ma io non ho altra scelta che sganciarmi…quello che sarà domani o tra un anno non lo so ma adesso non può essere altrimenti…se loro ci arriveranno è un problema loro ma alla fine io credo sempre di si , quando i figli non saranno più la scusa per tenere insieme la famiglia e resterà solo la coppia (ormai morta da secoli) dovranno farci i conti per forza

    • Molti uomini raccontano di non avere più rapporti con la moglie e spesso non è vero. Sporadici ma ci sono

        • @Molly
          La tua testimonianza è davvero preziosissima se solo si vuole guardare aldilà del proprio orticello di amante incazzata perché o lasciata o recuperata con va a sapere quali magici incanti e promesse tutte puntate sul dammi tempo e tutte a dare tempo preda della verità che resta la dipendenza affettiva così odiosa parola scientifica che disturba e se leggi qui

          Nessuno ce la ha mai avuta
          Pare io sia la unica

          Comprendi cosa muove spesso le amanti ad accettare l’inaccettabile a fidarsi in nome delle proprie sensazioni che ok in buona fede sentono,ma
          Insomma il tempo che fa???

          Lavora e fa dentro un danno alla propria autostima
          Notevole e guarda qui siamo state davvero pochissime a scrivere senza nessuna paura o vergogna di aver avuto a patire la dipendenza affettiva che fa essere convinti di AMORE VERO RECIPROCO

          Sottomissione del amante Donna che accetta tutto pure le menzogne a vita e cioè ridurmi a fare le amanti di serie B

          Relegate alle esigenze del povero maschio amante tanto un bravo uomo solo che come fa a lasciare la moglie Kattiva Frigida e Odiosa??
          E poi i figli?

          Da 0 a 90 anni hanno pur bisogno del Padre DEVOTO,

          MA CHE VUOI amore deve trionfare ed allora a causa della dipendenza affettiva che moltissime amanti Donne non riescono a staccarsi a volte neppure solo che a scriverne qui

          Perché checchè se ne dica

          La Dipendenza affettiva nasce dalla relazione manipolativa e cinsta moltissima ignoranza e dove ci sta ignoranza cinsta il rifiuto
          La contestazione
          La guerra delle idee e millantare il proprio benessere senza curarsi mai veramente e profondamente scavare in se stessi per ricostruirti davvero

          Rinascere.

          • @ariel…complimenti! Le stai dicendo che suo marito ha manipolato una povera sventurata x oltre quattro anni e manco te ne accorgi! Sei un coach invidiabile…
            E meno male che nei post precedenti le dicevi di mandarlo afffancuxx…e quelli subito dopo di aver fiducia…xchè l’amore trionfa sempre! Xchè lui ha scelto lei…(e guarda che secondo me ha anche fatto bene a dirla tutta)
            Ammariavergine…la coerenza…questa sconosciuta!
            Si sì ..adesso scrivimi un post lungo due km che mi sento attaccata…che sn manipolata…che sn disturbata…che mi serve una mano x uscire dalla dipendenza affettiva (dinosochi a questo punto…Aiutoooo vuoi vedere che sn io quella che manipola?!!! ahahahaha) ok ci penso domani…forse…
            Scrivi quello che vuoi…io stasera ballo…e nn da sola!

            @molly…consiglio…fregatene delle “dipendenti”…di qnt ce ne sn nel blog…di qnt nn lo ammettono…qua nn si fanno diagnosi su carta (virtuale)…qua si ragiona sulle situazioni…prenditi le info che ti servono…smutandalo fino all’osso…e se senti che quello è il tuo uomo…fùttetene!!! La vita è vostra…

          • @Ep
            La incoerenza è un segno interessante
            Perché significa prima conosco poi esprimo
            Senza farsi condizionare dalla “squadra di calcio”

            Molly è assolutamente in grado di formarsi la sua opinione personale

            E a te auguro
            Buone danze!

  10. Mah. Ho letto tutti i commenti, molti di amanti che si chiedono come faccia lui a non capire che con la.moglie e finita ecc. Io però mi domando come facciano tutte queste donne a non capire invece di essere state usate e basta. La moglie ha scoperto tutto, l’uomo traditore, vigliacco per eccellenza, avrebbe strada molto piu facile che mollare tutto e correre da.una che lo aspetta a braccia aperte piuttosto che rimanere con l’altra che gli fara, come minimo,attraversare l’inferno in terra. Scoperto, invece di scegliere la strada più semplice, butta a mare l’amante, fregandosene altamente del.suo amore, del tempo che lei ha perso ecc, a volte anche dicendole bruscamente di stare fuori dad poedi mentre lui cerca di nuovo una quadra con la.moglie (mi spiace per la.brutalita’, ma è quello che vedo io). Senso di colpa, figli, soldi, non sono un motivo sufficiente, nemmeno lasciare il certo per l’incerto ecc. Capisco che possano essere scuse placebo per un’amante, la verità pero, secondo me, è che il lui in questione non aveva, e non aveva mai.avuto, intenzione di lasciare la molgie. Andava bene il gioco a due, ma la.sostituzione in toto non gli è mai.passata per la.testa. Un uomo che vuole lasciare ll moglie perché innamoraridi un’altra la.lascia. Dopo una settimana, non dopo un anno. Nessun uomo imporrebbe alla.donna che ama un trattamento simile. E continueranno a farlo finché ci saranno donne senza autostima che continueranno a trovare al posto loro ogni giustificazione possibile.

    • Condivido ogni tua parola e sono certa che, se all’amante lui dicesse all’inizio che le dedicherà solo le briciole del suo tempo ma che continuerà a stare con sua moglie e che lei rappresenta solo il soddisfacimento di bisogni fisici e sessuali e di carezze al proprio ego attraverso messaggi mielosi, lei se la darebbe via a gambe levate! Ma per tenerla imprigionata a lungo termine in una relazione senza prospettive reali per il futuro, le deve raccontare balle spaziali che variano dal sei l’amore della mia vita, non ho mai scopato così bene nella mia vita e con mia moglie siamo separati in casa, ma poi la verità è ben diversa e dal momento della scoperta del tradimento, lui sceglie la moglie e quindi l’amante capisce all’improvviso di essere stata usata e che era tutta una farsa.
      Ho anche letto che non solo la moglie va in depressione ma anche l’amante che scopre di avere sprecato il suo tempo in solitudine a passare le vacanze e le feste comandate ad aspettare un messaggio e spesso a isolarsi dalla propria famiglia a cui ha dovuto spesso a raccontare bugie sul come e dove passa il suo tempo. Si accorgono di essere state delle amanti part-time utilizzate per accarezzare lego dell’oro amante che non ho mai avuto intenzione di lasciare la propria moglie.
      Quello che mi sconcerta è che le amanti partono in vantaggio perché sanno di avere di fronte una persona bugiarda e ingannevole ma sperano che questo trattamento sia solo riservato alle mogli e in verità si stanno sbagliando.

      • Io però fossi una moglie tradita per anni non mi berrei la scusa del tradimento solo per soddisfare l’ Ego……
        Una cosa ho imparato dalla mia storia e da quello che vedo e sento in giro… che l’ uomo non sceglie (quasi) mai.
        Ed è lo stesso principio per il quale tanti uomini in coppia evitano discussioni facendosi andar bene un po’ tutto.
        L’uomo ha una capacità di adattamento superiore Alla nostra in molti casi ed in lui prevale di certo la scelta della comodità a quella del rischio…
        In primis al rischio del certo per l’ Incerto.

          • Appunto @Molly. Immaturi e opportunisti. Hai detto bene. Però non solo quando tradiscono per 4 anni. Anche quando rientrano nella relazione ufficiale. Facciamo attenzione a non cadere in contraddizione. Uno immaturo e opportunista lo è sempre…non a farsi alterne.
            O no?
            Chiedo…

          • Certo @Franca ma è immaturo e opportunista anche quando ci mette anni eventualmente a separarsi e poi si riaccasa con l’amante dopo averla fatta penare per ANNI. Chiedo anche io.. o lo è solo se sceglie di rimanere a casa?

          • dunque…mi esprimo meglio. Un uomo tradisce la propria moglie per 4 anni. Poi rientra nel matrimonio. Le variabili le conosciamo tutte quante, si era scocciato, voleva essere scoperto, la relazione a tre era diventata impegnativa, l’amante rompeva le balle ed era diventata una seconda moglie…etc etc
            Giudichiamo immaturo ed opportunista questo uomo e tutti quelli che hanno agito allo stesso modo. Immaturo perchè non è stato in grado di tenere il suo coso nelle mutande, perchè ha dato priorità al suo senso di vanità, non ha tenuto conto del male che faceva….e poi opportunista.
            Eh si! Opportunista perchè ha voluto farsi un giretto su un corpo nuovo…come faceva a dire di no a questa opportunità?
            ok…ci sta tutto questo discorso.
            Di colpo questo uomo che tradisce, immaturo ed opportunista, sceglie di ritornare all’ovile. Riscopre l’amore per la moglie, va in terapia di coppia con lei, giudica la storia con l’amante al pari di una tossicodipendenza. Quello stesso uomo, immaturo e opportunista (ci piace tanto etichettarli cosi perchè ci sentiamo migliori di loro e ci accolliamo il compito di salvarli)…dicevo…di colpo questo uomo diventa maturo e sceglie la moglie “solo” per amore. Non c’è più traccia di quell’opportunismo che finora ha usato per farsi l’amante nella camera d’albergo e per intortare di bugie la moglie. Sceglie la moglie per amore e non l’amante per la quale, badate bene, non ha provato mai nulla di serio. E l’opportunismo di cui finora lo abbiamo tacciato??? svanito.
            Scegli per amore…non certo perchè è più semplice e meno dispendioso dal punto di vista personale, sociale, economico, delle responsabilità e dell’impegno. Su tutti i fronti.
            Perdonatemi…il mio è solo un post provocatorio. Non amo usare termini come “farsi l amante” nè “intortare di bugie le mogli”. Ho sempre creduto e credo fermamente che il tradimento sia qualcosa di più complesso di questi soliti clichè. E tuttavia ho usato proprio questi termini perché è cosi che se ne sta parlando in questi ultimi post.
            Se invece questo uomo “immaturo ed opportunista” sceglie di “accasarsi con l’amante” dopo anni, perchè ha valutato bene quanto ha vissuto con la nuova persona, perchè ha usato questo tempo per capire cosa ne è stato del progetto ufficiale, perchè ha usato questo tempo per conclamare la crisi nella relazione ufficiale….ebbene solo perche per smantellare un progetto di vita decennale ci ha messo qualche anno….continua ad essere considerato immaturo ed opportunista. Non c’è per lui la redenzione se non torna all’ovile originario.
            Quello che voglio dire è che ogni storia è a sè. Noi tutte qui ne siamo la prova. Tu white con la tua storia, io con la mia, e quelle di tutte le altre coraggiosissime donne che sono qui.
            Però una cosa non dobbiamo dimenticarla….
            una donna sa bene l’uomo che ha accanto. Non prendiamoci in giro. Noi lo sappiamo. A volte non ci vogliamo credere ma in fondo lo sappiamo.
            E allora mi chiedo…se giudicassi immaturo ed opportunista il mio uomo perchè mi ha tradito come faccio poi ad amarlo e credere che con me sia diverso?
            Ecco perchè dicevo che dobbiamo stare attente a non cadere in contraddizione. La verità va guardata per quella che è senza scadere in giudizi che ci fanno comodo solo fino ad un certo punto. Guardare anche se fa malissimo e di fronte ad essa scegliere.
            Io ho vissuto un tradimento lungo…quasi quattro anni. Anni durissimi per tutti gli attori coinvolti. Quattro anni non sono uno scherzo. Non sono immaturità. E’ scelta maturata e perpetrata giorno dopo giorno. Non sono opportunismo. Opportunismo di che? Vi garantisco che non è stato tutto rosa e fiori, e ricordo più il dolore di capire cosa fosse giusto fare che la scopata dell’oretta nell’albergo. C’è tanta roba.
            Ma se questi quattro anni sono passati cosi senza senso…beh…solo voi…cara @Molly…potete saperlo.
            Lo capirai, ma, come ha detto anche qualche altra amica, non dimenticare di analizzare tutto con coscienza. Diversamente è anche per te convenienza di non vedere veramente.
            So bene che non è facile.
            Buona fortuna.

          • Potrei dirti la stessa cosa: perché da amante che sai di essere di fronte a un uomo bugiardo che se ne fa un baffo dei sentimenti della compagna ufficiale/ moglie, magari anche madre dei suoi stessi figli, capace di fingere, incapace di tenere fede agli impegni (solenni e davanti a testimoni), privo di rispetto, ingannevole, dimmi perché vuoi un uomo così?
            Forse perché hai l’illusione che questi indegni comportamenti non li riserverà mai a te. Forse perché pensi che in fondo la moglie che è una persona che vale poco, brutta dentro e magari fuori, come ti ha raccontato lui meriti tutto questo?
            Ecco, se tu volevo un uomo del genere, perché una moglie non dovrebbe volerlo? Riflettici! È lo stesso uomo!
            L’opportunista è per definizione la persona che, per un proprio tornaconto, ritiene conveniente rinunciare ai propri principi e accettare compromessi più o meno onorevoli: il traditore è proprio così!! Del bene della moglie e dell’amante non gliene frega nulla! E a breve o col tempo scoprirà che il casino che ha combinato avrà un impatto devastante su tutti e anche su di lui.
            Poi tu puoi non crederci!

          • @franca…cm ho detto a @molly qnd torni a salutarci è sempre un gran piacere!
            Mi mancavi…Cm stai?

          • Eh no @Molly…non puoi dire la stessa cosa. E sai perchè?Sei tu che hai giudicato tuo marito immaturo e opportunista perchè ti tradiva. Io invece non ho mai pensato che il mio attuale compagno, nel periodo in cui eravamo amanti, tradisse la moglie per immaturità ed opportunismo. Troppa sofferenza, troppo dolore, troppa fatica per una scopata in albergo al gusto di questi motivi leggeri. Ecco perché sono sicura di chi ho accanto. I compromessi a cui purtroppo siamo scesi e abbiamo sottostato per un periodo sono stati una necessità e ci siamo messi in gioco fino in fondo proprio per liberarci dalla menzogna. Io so chi ho accanto. Non è un bugiardo, non è un immaturo nè un’opportunista. E sono sicura di questo. Lo guardo negli occhi o ascolto le inflessioni della sua voce e per me è tutto chiaro, cristallino. Lo sceglierei altre infinite volte e non ho dubbi. Non lo considero un uomo da poco perché non ha rispettato l’impegno solenne davanti ai testimoni. L’amore non c’entra nulla con queste scemenze.
            Anche tu sai chi hai il tuo fianco. Se lo ami e se sei sicura lui ti ami risceglietevi e ripartite. E, se lo ami davvero faccio fatica a credere che tu lo giudichi immaturo ed opportunista. L’amore passa anche per la stima.
            @Ep…grazie cara per le belle parole. Ho letto il tuo commento. Sto bene, stiamo bene. E tante cose belle stanno accadendo. Non lo credevo…sai? Tante volte ho pensato che la vita fosse ingiusta. E invece non è così. La vita non è ingiusta. Ti offre tutte le opportunità. Per crescere, per amare, per essere felici. Spesso siamo noi gli ingiusti. Ingiusti per non saper cogliere queste opportunità. Basta solo avere coraggio.

        • Che non scelgano è verissimo @Mic.
          Però se posso dire cosa ho notato è la tendenza a consigliarci l’un l’altra di convincere o imporre certe cose all’uomo che sta decidendo (o no) di mollare la famiglia per noi.
          Ssicuramente i numeri mi daranno torto e ne scrivo consapevole di questo fatto.
          Il mio vuol essere uno spunto di pensiero.
          Mi rifiuto di torturare un uomo che sta capendo come fare da una parte a mollare una relazione di 30 anni e dall’altra a non caricare me delle sue rogne.
          Mi rifiuto di fare la maestrina con la bacchetta in mano e sbatterla sui punti fondamentali della road map.
          Non voglio il clone del mio (amatissimo, ma basta) ex marito cui dovevo indicare il cammino. Avevamo 20 anni, ci stava, eravamo freschi e inconsapevoli.
          Adesso io voglio un coetaneo che sia maturato dai quei 20 anni, che ci sia cresciuto nel suo rapporto lungo. Non un altro individuo col quale essere intransigente.
          Sarò utopica, ma non sono passata attraverso tutte le mie vicende per mettermi accanto un coglione indeciso che subisca la mia determinazione.
          Sono una Donna e voglio un Uomo.

          • @Cossora io credo che la road map serva più all’amante per andare avanti una volta stabilite delle tappe e un percorso comune. Ci sono le intenzioni e c’è finalmente un progetto. Sono d’accordo con te sui modi, non andrebbe imposto ma condiviso. Dovrebbe essere un’ esigenza di tutti e due.
            Ti faccio però io una domanda.
            Perché un uomo dovrebbe scegliere se ha moglie e amante disponibili? Ogni scelta comporta delle rinunce. Perchè dovrebbe spontaneamente rinunciare a qualcosa? Forse perché non riesce più a stare con la moglie e a vivere nella menzogna? Sembra che in grossa percentuale ci riescano benissimo e preferiscano questa soluzione a quella di affrontare le difficoltà enormi di una separazione.
            Dobbiamo fare i conti con l’attitudine maschile alla convenienza.
            Di Uomini come l’intendi tu purtroppo ce ne sono davvero pochi.

        • @ Franca
          Il tuo ragionamento non fa una piange. Come ho scritto più giù, se una moglie si vuole tenere un marito bugiardo che l’ha tradita per anni, deve essere consapevole che resta un marito bugiardo che l’ha tradita.
          Non diventa di nuovo senza peccato perché è ritornato a casa, anzi, è anche peggio perché riceve anche una carezza in testa e un croccantino.
          “Sì amore, capisco, è stato un incidente di percorso, lei non era niente per te, ti perdono, adesso che il cancello è rimasto aperto e i buoi sono scappati, è il momento propizio per ricostruire un rapporto a cui non hai pensato per anni ma lo so che mi ami”
          Ma come si fa a farsi andar bene una situazione così?

      • Il mio ha detto subito che non avrebbe lasciato casa. Eppure
        Abbiamo sentimenti anche noi Stronze sai, Molly?

        • Che voi abbiate sentimenti non lo metto in dubbio!!
          Ho dei forti dubbi che li abbiano i mariti fedifraghi che non lasciano la moglie.

    • Sono perfettamente d’accordo. Ovviamente mi chiedo anche perché ritornano alla donna che hanno in primis deciso di tradire.
      Io credo che uno abbia mille motivi per tradire (io non ho mai tradito ma chissà un giorno…). Spesso hanno bisogno di sentirsi vivi, di piacere, di ricevere lusinghe, di essere irrazionali e folli. Vogliono un grosso scompiglio emotivo. Si sperimentano in un ruolo nuovo, sperimentano cosa vuol dire superare i limiti in cui loro stessi hanno creduto da sempre, mandano in cantina i loro principi morali. Iniziano a mentire alla moglie, all’amante e a se stessi.
      Poi anche la storia con l’amante si protrae nel tempo e diventa monotona, ma fanno fatica a staccarsene.
      Forse all’improvviso si svegliano dal paese magico in cui hanno vissuto, fuori dalla realtà. A un certo punto i vantaggi della relazione clandestina iniziano a fare i conti con lo stress di sentirsi tra due fuochi, lo stress da bugia che non si vuole più continuare a raccontare, con lo stress dell’amante che fa pressioni perché lasci la moglie e ci si accorge che si sta vivendo in una dimensione “autistica”, che inizia a fare male a tutti e TRE.
      Si accorgono che quello che stanno vivendo non dà loro nulla di duraturo, non ha progetto. Certo potrebbe durare altri anni, ma per cosa?
      Si guardano attorno e rientrano in una realtà che, se le parti in causa ne sono in grado, può prendere una forma completamente diversa e accarezzare meglio i sentimenti di cui si ha bisogno in una relazione vera, senza sotterfugi e inganni per nessuno, una relazione di nuovo A DUE!.

      • Scusami @Molly, veramente senza offesa: ma non mi sembra tu veda chi hai accanto come un uomo di carattere.
        E’ andato, ha sperimentato, si è annoiato, è tornato.. fanno tutti così. Sembra che parli delle ragazzate di un figlio in fase di crescita.
        Inserisco la modalità avvocato del Diavolo:
        questo ha passato più di QUATTRO ANNI a farsi i cazzi suoi di nascosto.
        Fanno probabilmente quasi tutti così, ma tu cosa vuoi?
        Non è che sei troppo stanca per rimetterti in gioco e rischiare di passare degli anni da sola?
        O forse temi di non riuscire a trovare un uomo migliore quindi meglio tuo marito, a maggior ragione che fa Rodolfo Valentino con la coscienza che brucia? E quei 4 anni? Non gli bruciava niente?
        Questo devi iniziare a pensare. Non agli unicorni rosa che ti sta proiettando per distrarti dalla realtà.
        Se nonostante questo lo scegli ancora, allora vai e non guardarti indietro!

  11. Io, pensandoci, non mi sono mai sentita usata. Ne lo biasimo perché non lascia la moglie. So che perde moltissimo. Perché sono un gioiello. Ma va bene.

    • MI piace la tua autoironia. Ma se vuoi di più, prendi una strada diversa e liberati di uno che non cambierà mai nulla. Come ti vedi tra due o tre anni? Ancora lì ad accogliere le briciole del suo tempo?
      Io non ce la farei a non gridare al mondo il nostro amore, a passarmi le ferie e le domeniche solo ad aspettare i suoi messaggi clandestini. Non ce la farei a non conoscere i suoi amici, la sua famiglia a non poter uscire per mano per non essere sgamati.

      • La mia autoironia? Dove l’hai letta? Ah, per inciso, non ho aspettato mai proprio nulla. Sono una libera professionista molto stimata, ho in bordello di amici e dopo la separazione da mio marito un sacco di tempo libero . @molly non così male da voler evangelizzare le amanti (o ex) degli altri mariti, pensa a ricostruire il tuo matrimonio. Un abbraccio forte forte

    • Alzi la mano chi mai si sia sentita usata

      Nessuna ovviamente
      Tutto cuori e fiori e ammore per sempre

      Cara Old
      Nessuna si è sentita usata altrimenti
      Avrebbe chiuso mooooooolto prima
      Anziché aspettare anni!!!!

      Si chiama Manipolazione relazionale
      Gli uomini la mettono in funzione da secoli
      E le Donne ci cascano soprattutto le amanti
      Perché logicamente sono già in un mare di guai nei loro matrimoni di facciata ancora non chiusi e in alcuni casi manco chiusi legalmente
      Un grave segno di non riuscire a porre un limite al farsi manipolare

      Tu buon per te almeno hai resistito per anni ma poi hai mandato a fan…
      Tutte le relazioni che ti davano solo che negatività

      Dimostrazione che hai un livello di autostima accettabile e sicuro dopo questa esperienza molto più Forte

      Hai fatto ordine vero
      Separazione legale definitiva e non per finta come altre che pensano che basti vivere in due case diverse così tipo mi tengo di scorta
      Metti resti sola…

      Oldplum buona tua nuova vita vera che ti sei sudata e conquistata tutta con grande capacità introspettiva e onesta verso le tue fragilità che ognuno ha le sue.

      Già vedo affacciarsi per te un vero periodo di grande Bellezza
      E pure una grande lezione verso i tuoi figli che vedono una Madre con due ovaie così
      Che non si fa incantare dalle parole ma bada ai fatti concreti
      Capace di separarsi legalmente
      Sembra una piccola differenza
      Invece è sostanziale dimostrazione della propria vera autostima e capacità di stare da sola senza paura di nulla

      Grande insegnamento per i tuoi figli

  12. Forse a volte l’amante serve a sostenere il peso della crisi matrimoniale e basta. A volte l’amante è usata anche se, ricordiamoci che parliamo di relazioni tra adulti consenzienti. A volte però si può incontrare la persona che realmente cambierà la vita. L’amante quasi sempre è una parentesi. Ma non tutti gli uomini giocano a dadi con i sentimenti dell’amante. Purtroppo la donna innamorata giustifIca e spesso brutalmente se la racconta.

  13. Mila non sono d’accordo. È vero che la maggioranza degli uomini non lascia la moglie e che cerca di recuperare dopo essere stato scoperto. Ma non credo che sia per amore verso la moglie. Diciamo che dopo anni e anni di amantato questo l’ho capito bene. Non lascia la moglie per una serie di motivi che però sono assolutamente estranei all’amore o almeno a quel concetto di amore che conosco io. Non nego che ci sia affetto (vogliamo bene anche alle piante sul terrazzo figuriamoci alla compagna di una vita con la quale abbiamo anche fatto figli….), ma sono veramente convinta che se un uomo tradisce (non per una scappatella o una notte di divertimento condiviso, ma con relazioni parallele che durano a volte anni e anni) non sia più innamorato della propria moglie. A tal proposito si è espresso anche Alessandro in un articolo molto interessante che ti invito a leggere. La maggior parte degli uomini (ma anche molte donne…io ne sono un esempio) non riconoscono all’amore quella forza propulsiva in grado di rivoluzionare la propria vita, la spinta per buttare all’aria tutto, perdere casa, rete sociale, soldi, spargere dolore, far soffrire i propri figli ed allora si accontentano di quello che possono prendere….a volte anche briciole di amore, attimi bellissimi, momenti meravigliosi….per poi tornare alla rassicurante routine nell’attesa del successivo fugace incontro.

  14. Poi Mila siamo serie … parlare di strada più facile a lasciare la moglie o marito … parliamone. Come la maggioranza dei fedifraghi non lascia così la maggioranza dei coniugi traditi vivono per rovinare la vita all’ex amato/a. Morte mia morte tua

  15. Aggiungo … lui ha lasciato lei dopo un anno e mezzo. E non perché beccato. Quindi chi si innamora seriamente e non è un cazzaro, valuta attentamente se è un fuoco di paglia o meno, se è tutto o finito o meno a casa, getta le basi per farlo nel modo meno peggiore possibile limitando per quel che si può l’inevitabile dolore che provocherà. È tutto questo non è possibile in una settimana e nemmeno in pochi mesi. Se non è un cazzaro.

  16. Amiche di blog…non è affatto semplice giudicare queste situazioni…addirittura lasciare la moglie dopo una settimana. Beh…io non mi fiderei di un uomo così.

    • Chi lascia la moglie così presto lo fa perché lo avrebbe fatto a prescindere dalla relazione clandestina. Lo aveva già maturato.

      Chi lascia pensando di crearsi una nuova vita assieme, lo fa seguendo un progetto comune, ma deve stare attento a capire se l’altro sta bluffando, e spesso a fare il gioco sporco è l’uomo che magari ci pensa, ma non se la sente e non lo farà mai.

          • Fortunatamente non c’è bisogno di sperare.
            Quanto allo sposarmi la vedo lunghissima: ho un marito ancora in carica.. ops!

          • Finché non molla la moglie separandosi
            Resta una speranza
            Fatti concreti e non parole
            Solite parole e parole e tante parole
            E quindi è più che ragionevole il pensare

            Esperismochemelacavo
            È cioè questo posto giusto da occupare
            Quanto lo vogliamo aspettare?

            Resta un dato oggettivo
            Che è interessante che non ti sei mai separata da tuo marito che non puoi quindi affatto chiamare ex

            Questo significa qualcosa in te di poco chiaro in te stessa

            Cioè penso che ci sia una differenza innegabile ad esempio tra chi come oldplum si è in effetti separata legalmente

            È una questione no n solo pratica ma interessante che nessuno dei due in realtà abbia voluto potersi definire EX ad ogni effetto prima che legale dentro a se stessi

            È un esempio su cui poter riflettere pure per conto proprio

            Difficile capire e distinguere tutte le emozioni e quali e sentimenti e quali e i propri perché?

            Che possa aiutare te a confermarti le tue sentite sincere sicuro convinzioni e essere uno spunto di riflessione per tutti quelli che dicono dicono siamo fratelli ma non si separano e sai quanto ci stanno?

            Sembra volersi lasciare comunque uno spazio aperto un paracadute
            Non si sa Mai cosa possa accadere
            Pure dopo anni di finta separazione

          • @Ariel cara,
            scusa ma da una persona senza figli e senza una chiusura (perchè la vita te ne ha tolto la possibilità, magari non vi sareste mai lasciati) non accetto dictat.
            Se non è vero che sei senza figli e vedova, sei falsa, a maggior ragione (anche se lo fai per stimolare il dialogo) non hai nessun credito.
            Quindi, chiunque tu sia, non consumarti i polpastrelli per scrivere a me.

      • Pura verità
        Puro oro colato
        E quante ancora ci stanno piegate ad aspettare a farsi trattare da donne deboli di cui ci si può bellamente approfittare
        Indossando la Maschera del tanto bravo e caro ragazzo tento bisognose di coccole tenerezze e di inzuppare il suo biscotto
        Possibilmente ancora per lungo tempo

        Infatti se un amante lascia la sua amante
        La amante Donna che ritorna veramente si piega mossa dalla dipendenza di cui non riesce a fare a meno

        Qui ci sta il Blog intero a raccontare storie così
        Solo il vero Cds blocco totale dei Cialtroni pone in salvo la propria vita affettiva altrimenti si resta solo

        Un vecchio ZERBINO a servizio.

  17. Dopo una settimana @mila?io non vorrei che uno si separasse dopo una settimana per me anche perché prima un minimo di conoscenza ci deve essere,magari poi non mi piace come persona o non gli piaccio io….preferisco una persona che ci ragiona bene ,preferisco conoscerla una persona prima di “pretendere” un passo così, in presenza di figli poi bisogna ragionarci moltissimo,non una settimana dai.resto sempre del parere che se uno non lascia la moglie entro un tot di tempo è perché o mi ha usata di partenza o non mi ama abbastanza e poi se resta con la moglie chi se ne frega del perché,alla fine io son qui e lui là ed è questo che conta.ragionare sul perché è con la moglie,se mi ha mai amata,cosa ero per lui,cosa prova per la moglie non cambia l’atto finale.

  18. Il mio amante si sta muovendo con fatti. Ha iniziato a parlare con lei del rapporto finito. Cerca, con piccoli passi, di creare una rete di salvataggio per tutti…Per me, per lei e per i figli. Si muove in questa direzione da mesi e lui stesso dice come l’amore gli fa trovare la soluzione che altrimenti non vedrebbe. Ovvio che ci vogliono mesi ma la fase di partenza può essere determinante per l’intero viaggio. Occhio a chi manda all’aria una vita in una settimana.. 6 mesi sono un buon compromesso. ..

  19. Il fatto che qualcuno si faccia molti scrupoli mi da l’idea di una persona assennata. Di Chi dice ” mai” o “Di sicuro” non mi fido. Hanno lo stesso valore. Il valore del momento in cui lo si dice. 5 minuti dopo può cambiare tutto. Forse le cose devono semplicemente maturare. Pianti il seme e vedi se terra, sole e altre condizioni ti portano alla pianta. Chi lo sa.
    Amore agnostico

  20. Leggo solo ora tante discussioni su un concetto semplicemente SEMPLICE: chi ama può sbagliare ma quello che sceglie di fare trovandosi poi ad un bivio e ad una scelta definitiva è quello che conta! Chi ama RESTA … NON SE NE VA… e con CHI resta… accanto a CHI sceglie di finire gli anni della sua vita quella e SOLO quella è la persona che AMA…
    NESSUN UOMO si accontenterebbe MAI di stare accanto ad una donna che NON ama con l’obiettivo di condannarsi e castrarsi una vita soffrendo il quintuplo per continuare ad amare in silenzio chi ha mollato…
    L’uomo che ha tradito ha già dimostrato di NON esser né altruista né rispettoso dei sentimenti altrui… Quindi uno che AMA principalmente se stesso e come tale ha fatto la scelta che gli dettava il cuore… Punto!!!
    Inutile farsi altre menate. Sono tutte inutili. Io sono stata tradita e l’ho scoperto io. Lo posi di fronte ad una scelta e lui ha scelto me. Punto! Ci siamo sempre amati tantissimo tanto da superare anche questo Tzunami alla faccia di chi ci voleva male e vederci divisi.
    Il VERO amore NON vince ma TRIONFA… e non è quando tutto va bene ma proprio quando tutto va male, nella prova e ancor meglio nella tentazione. Allora se anche non hai resistito e sei caduto ma ti rendi conto che non erano quelle le braccia in cui vorresti finire i giorni della tua vita allora TI Rialzi e tra le braccia che sognavi senza pianti né rimpianti. Questi possono averli solo gli amanti che d’altronde scegliendo un uomo impegnato già avevano male investito i loro cuori e se stessi. Un uomo che ha già tradito una compagna di una vita potrà MAI essere una garanzia per te???
    Ecco già in partenza era un aborto… il vero parto sarà la scelta definitiva del traditore che se sceglie di tornare dalla compagna di una vita NON lo fa per prendere i voti ma solo perché l’altra era il paragone GIUSTO e tale da fargli capire QUALE VERAMENTE ERA ED È LA DONNA DELLA SUA VITA…
    L’altra è stata solo usata ma poteva metterlo in conto e Scegliere un uomo libero perché se è vero che NESSUN rapporto è garantito FIGURIAMOCI con un uomo impegnato che non si è fatto scrupoli già a tradire la compagna di una vita!

    • Nel mio caso i nostri figli sono adulti w vivono per conto loro. Era il momento giusto per decidere se stare con l’amante e invece ha deciso di stare con me!
      Poi potrebbe essere che uno di noi deciderà che non funziona, ma per ora stiamo cercando si costruire una RELAZIONE NUOVA, DIVERSA.
      Vedremo se con il tempo avremo fatto la scelta giusta.
      Per me il vero coraggio è restare e gestire l’incertezza della nuova situazione che si è venuta a creare.
      Lui ha una figa matta che io possa cambiare idea a non fidarmi più di lui e mandarlo a quel paese.
      E io ho paura di non riuscire a fidarmi più. Per questo stiamo lavorando su questo aspetto.

      • @Molly segui il tuo sano 6 senso!!!
        Infatti lui ha paura che lo molli per mancanza di fiducia
        Ebbene direi che 4 anni e più di corna siano un più che OGGETTIVO MOTIVO PER NON FIDARSI MAI PIÙ

        Poi insomma
        Anche lella ipotesi che uno possa dire dove ho mancato verso di lui nel senso che è andato a cercarti altro
        Secondo me tu hai un fiuto eccellente e si okkei ci starai pure provando ,ma fatti questa domanda

        Dopo 4 anni ?????
        Possibile credere agli asini che volano???
        Hai idea di quanti maritini tornano al ovile per SEMPLICE COMODITÀ BENEFIT PER AVERCI LA BADANTE FISSA A GRATIS

        Scusami @Cara Ellebi ,lo so,sembra brutto a scriverti questo mio dubitare fortemente del oggettivo caso
        Come si può pensare di costruire un nuovo rapporto dopo 4 anni ??

        Come sempre nella Matematica del cuore prevale il FATTORE TEMPO che determina SEMPRE la differenza tra UN CIALTRONE e un vero uomo sul quale poter contare con il quale ancora aprirsi in ogni senso ?….

        Cara @Ellebi penso a te e ancora ti incoraggio a mandarlo affanculo
        Perché chi tradisce per Anni e poi va il dietrofront facendo il pentitino
        Per me è non solo e cioè oggettivamente NON MERITA NULLA PIÙ DEL SOLO
        VAFFANCULO,,

        Sono sicura che se arriverai a farlo potrai presto incontrare un vero uomo capace di AMARTI e RISPETTARTI

        I VERI UOMINI AMANO LE VERE DONNE CON DUE OVAIE COSÌ

        Faccio il tifo per te Tesoro di @Ellebi!!!!!!

        • Io non faccio la badante a nessuno! E’ già da anni che cucina lui e INSIEME facciamo attività di giardinaggio e fai da te. Inostri figli sono adulti e vivono per conto loro, quindi poteva andare con lei, era il momento perfetto per farlo.

          Tu puoi essere dubbiosa quanto vuoi, ma per fortuna ci sono moltissimi terapeuti della coppia che ti possono raccontare moltissime storie di successo.

          • ,infatti @Molly
            Il mio commento è stato istintivo e scritto prima che tu raccontassi meglio la vostra storia
            Infatti alla somma di tutto
            Oggi non sono più così drastica e ti dirò di più che credo veramente che tu e tuo marito stiate facendo qualcosa di difficile come tu stessa hai scritto
            Scavare per ricostruire

            Insomma penso questo che è inutile e sta umano che qui tu sia in mezzo alla maggioranza di Amanti inferocite perché alla fine l’ex amante è tornato alla base mollandole o peggio come successo a me essere state totalmente ingannate

            Allora ovvio il denominatore comune è che le Donne si innamorano
            Pure quelle che se la tirano da solo sesso e chissene poi si innamorano
            Allora ovvio deluse e lasciate umano andare addosso alle mogli che stanno provando col marito insieme e cioè lo vuole il Marito

            Infatti nel vostro caso pure se dopo 4 anni
            Insomma se lui vuole fare terapia con te significa che si è Amore Vero che smuove le montagne

            Allora logica che le qui presenti ex amanti o amanti di serie b messe dai loro stessi uomini amanti in ombra la ombra deleteria per se stessi della menzogna perpetua

            Ovvio cosa ci spossa aspettare ?
            Se non accesi commenti negativi e a difesa della propria esperienza di amantato vissuta

            È qui il loro errore non capire che ogni esperienza ha il suo valore e qui si stiamo in gara ,ma semplicemente se l’uomo torna come il tuo significa che prima di mandare a monte tutto vale la pena

            SCAVARE PER RICOSTRUIRE

  21. io son felice @arianna per la tua storia finita bene ma non sempre chi resta con la moglie è perché la ama, a volte stanno per i figli,non sempre chi tradisce è una persona senza sentimenti, bisogna vedere come era il rapporto prima di allora.è troppo generico,secondo me,il tuo discorso.e poi chiedi a noi se un’uomo impegnato che ha tradito la sua compagna di una vita potrà mai essere una garanzia per noi?ma io potrei farti la stessa domanda

    • Infatti Silvia concordo con te anche in questo.
      Io credo che molto spesso a trionfare non sia l’amore vero ma la comodità di una vita gia tutta avviata. E triste ma diciamoci la verità e guardiamo la realtà per quella che è.
      Sono anche io convinta che traditore e tradito siano corresponsabili se non adsirittura complici di quello che a loro accade…quindi evitiamo di fare le prediche alle amanti che si interessano di quelli impegnati. Se si non guardati intorno…gli impegnati…mi sa che tanto impegnati non si sentivano.
      E parlo io che sono amante sposata di un uomo sposato.

  22. Non credo sia esattamente così cara Arianna ma ognuno crede a quello che gli fa più comodo.
    Sono felice per te e per la vostra coppia rinata ma per favore, come abbiamo già detto un questo blog tante volte, voi mogli scelte e riscelte potete evitare di fare commenti dicendo che le amanti sono state solo usate e che potevano scegliersi un uomo libero?
    Raccontate di voi senza tirare in ballo, giudicare o denigrare l’altro/a.
    Grazie.

  23. Mi aggiungo alla domanda di Silvia.
    È quindi una garanzia per te?
    Visto l’astio e la rabbia con cui scrivi è evidente e molto semplice la risposta.
    Ps
    Il mio compagno ha scelto me alla compagna di una vita lunga 25 anni. Sarà una crisi di mezza età …

  24. Arianna io ti parlo da moglie e da amante.
    A volte la “sbandata” serve a capire il valore della coppia. E allora si che si può tornare sui propri passi. La sbandata può aiutare la coppia a rimettersi in discussione e ripartire con nuove consapevolezze.
    Ma le storie parallele, quelle che durano anni, sono un chiaro indicatore che la relazione di coppia è finita.
    Poi si decide di farla continuare per tanti motivi, tutti validissimi, ma l’amore è un’altra cosa.
    Quindi Arianna, il fatto che tuo marito sia rimasto, va valutato alla luce di tantissimi fatti.

    • Esatto. Anche una o più sbandate ma temporanee. Le storie parallele di più di sei mesi sono storie già importanti

      • Io sono d’accordo con @ale. 4 anni non è catalogabile come sbandata . Vogliamo raccontarcela? Raccontiamocela. Non dico non sia recuperabile ma per recuperare bisogna vedere la realtà e non raccontarsi le favolette che era una droga, una scopata, che lei era qui o là. La situazione è grave e va affrontata in tutto. Altrimenti se la si sottovaluta si rischia e tanto.

    • Ma che ne sai che le storie di lunga durata rappresentano una storia d’amore finita? Fosse vero non ci sarebbero storie di successo e invece basta parlare con psicologi e documentarsi per capire che l’unica cosa a cui non c’è rimedio è la morte!

      • Sono d’accordo.
        Non riesco a credere che storie oltre l’ Anno (e poi dipende molto anche dalla Frequenza degli incontri tra amanti) e quindi storie parallele non siano indice di problemi seri nella coppia ufficiale e quindi anche mancanza di amore.
        Non dico che si ami profondamente l’ Amant,che di per sè in fondo,viene tradita anch’essa con la moglie, ma di sicuro in certe situazioni è difficile credere si ami ancora la compagna ufficiale.

      • Si certo. Ma 4 anni non sono una sbandata. Sono una storia. E mi spiace ma questo dato è una mazzata. Io non ci credo all’amore che rinasce. Tuo marito si è innamorato di un altra. E quando ti innamori gli ex rimangono ex. Affetto, comodità, invecchiare insieme. Tutto bello. Ti auguro il meglio @molly.
        Certi ritmi li potrete tenere per un anno..un anno e mezzo. Poi vi affloscerete di nuovo . È fisiologico. Vedremo come si comporterà tuo marito.

        • E se mai per un anno e mezzo avremo avuto la gioia che cercavamo! Ti consiglio di seguire i video di Affair Recovery dove le testimonianze a 15 anni dal tradimento dicono altro.
          Poi se leggi i miei commenti ho specificato che non ho e non abbiamo nessuna garanzia per il futuro. Ma almeno ci mettiamo in gioco. Lasciare perdere è dei perdenti!

          • @Molly non è da perdenti. A volte è salvifico.
            Ma ho capito che dentro di te non senti sia il caso di mollare la presa. E siccome io qui dentro faccio da sempre il c***o che mi dice l’intuito e me ne frego delle statistiche: vai avanti.
            La determinazione vince sempre. E che la fortuna ti aiuti!

          • @Molly solo tu sai quello che senti nel cuore e solo tu capisci se tuo marito ora è sincero; nei suoi gesti, nelle sue parole. Nei 4 anni che io e mio marito eravamo in crisi, era un’altra persona mi trattava male, faceva discorsi che non gli appartenevano, e quando mi stava vicino sentivo la sua freddezza ed indifferenza, non mi amava né sono consapevole. Lo sapevo che avevamo dei problemi, ma non ho mai pensato avesse un’altra, ancora oggi mi chiedo perché non ho mai dubitato di lui….mah… Penso anche che lui si sia innamorato della sua amante ma che non l’abbia mai amata. In quel periodo lui non amava nessuno nemmeno se ‘ stesso ….Se ami una persona vuoi stare sempre con lei e non solo un pomeriggio a settimana nascosti in una camera di albergo.Lei gli dava emozioni, brividi ma quelli sono destinati a finire , l’innamoramento passa e se dopo non c’e nulla di più la storia finisce. L’errore di mio marito è stato grande, non lo giustifico, ha sbagliato, però mio marito non è solo il traditore e il bugiardo di questi 4 anni, è stato anche l’uomo che si alzava di notte quando i bambini erano piccoli e cambiava pannolini, l’uomo che mi aiutava nelle faccende di casa perché mi vedeva troppo stanca, l’uomo che quando i miei genitori hanno avuto problemi di salute ha fatto le notti in ospedale al posto mio, l’uomo che si è commosso quando ha preso in braccio il suo primo figlio. Questa quotidianità
            e queste situazioni con la sua amante non le ha mai condivise. Penso che di una persona si debba valutare tutto, lui non mi ha chiesto perdono subito, non è corso a casa in lacrime, non mi ha raccontato la favolina ‘mi sono accorto di amare solo te’ , e io non gli ho dato un ‘croccantino e una carezza’ concedendogli immediatamente il perdono, ci siamo riavvicinati piano piano, ci siamo riscoperti, ci siamo scelti di nuovo e abbiamo deciso di amarci. Potevamo benissimo prendere strade diverse, lui era già
            fuori casa, i nostri figli già grandi, problemi economici non ne avevamo, perche tormentarci per ricostruire un matrimonio distrutto??Amare è ben diverso dall’essere innamorati. Molly non lasciate nulla di intentato , se tra di voi in passato c’è stato amore sincero, questo amore può tornare. Non abbiate fretta ; per rimarginare la ferita ci vorrà tempo , io non pensavo sai di farcela, all’inizio erano più bassi che alti, il passato ogni tanto mi bussava alla porta e mi faceva ricadere nella rabbia e nella disperazione, ma adesso non è più così, e ho un rapporto di complicità con mio marito che non ho mai avuto prima. Stare insieme ci emoziona ci fa stare bene, sarò matta!!! Ci siamo dati una seconda possibilità e non abbiamo intenzione di sprecarla. Molly se c’è amore si può perdonare e si può tornare ad essere una coppia felice, non per convenienza, non per quieto vivere, ma solo perché si vuole stare insieme alla luce del sole e condividere la vita. Un abbraccio.

          • Hai detto in ottima forma esattamente tutto quello che ho vissuto sto vivendo e sento dal profondo del cuore. Sono sempre stata una persona a cui è piaciuto andare controcorrente e per me oggi andare controcorrente vuol dire fare la fatica di ricostruire la nostra relazione con premesse completamente diverse e non darmela a gambe. Anche per lui sarebbe il momento giusto se volesse andare: abbiamo figli che vivono per conto loro ed entrambi lavoriamo. Non so perché stesse con lei ma proprio in questi ultimi tre anni io sono tornata ad abitare a casa dall’estero e abbiamo comperato casa. Poteva fare un’altra scelta e non ha avuto esitazione. Non ha mai messo in discussione che io facessi parte della sua vita.
            Anche noi ci siamo ravvicinati da circa un anno. Ancora teneva un piede i due scarpe ma ormai la loro relazione era alla frutta: lei voleva uscire dal ruolo di amante e a lui non interessava. Anzi in questo ultimo anno abbiamo iniziato una nuova attività di tempo libero insieme e fatto vacanze a due molto serene. Stava tornando indietro dopo essersi perso per un tempo interminabile.

            Leggi Esther Parel: lei parla di gente che ha più matrimoni con la stessa persona.

          • Si @Molly, se ci credi vai avanti! Solo che mi sembri ancora troppo incazzata. Quanto è passato?

          • @molly, ti ho detto che ti auguro il meglio. Dico solo che per mia esperienza passata, dopo il mio tradimento e il perdono di mio marito e tutto il resto…beh, un anno e mezzo e lui era lo stesso e io pure. Non lo amavo più prima e nemmeno dopo nonostante l’impegno suo. Tutto si è afflosciato. Ed era una storia di 4 mesi…la mia.

          • Cara Molly, ho fatto la stessa tua scelta.
            Sono passati tre anni dalla scoperta..
            La coppia e’ stata ricostruita e io ho capito molte cose, soprattutto di me e di cosa voglio. E’,stato,un viaggio meraviglioso, anche se molto,doloroso ..ma indispensabile.
            Cosa ho capito? Tra le tante cose che non ti devi mai fidare di nessuno fino in fono, dando per scontati i pezzi di carta o le promesse …che devi riuscire ad amare te stesso e, se non ce la fai, non passare il tuo tempo a convincere gli altri a farlo… che gli esseri umani sbagliano..spesso…e che le persone prevalentemente pensano a star bene e dopo a te… e che e’ normale sia così ..
            Le persone hanno lati buoni e meno buoni.(anche tu) . sta a te scegliere se quelli buoni ti sono sufficienti ..

          • @Molly che bella frase riferimento a Esther Parel
            Che dice che si hanno più matrimoni con la stessa persona

            Esattamente te lo confermo
            Prima di restare vedova al improvviso ecco ho vissuto il mio lungo matrimonio positivo con mio Caro Marito

            Ma appunto il segreto per riuscire a vivere il vero Amore duraturo è mai darlo per scontato no perché in ogni istante ci siamo detti oggi ti sposo
            E domani?
            Non potevamo saperlo
            Ogni giorno ci confermavano con nuove nozze
            Così siamo arrivati a 40 matrimoni!!!
            Non ci siamo mai traditi certo non posso saperlo come una certezza matematica,ma se lo avesse fatto certo è che mai ho potuto lamentarmi di lui per il nostro rapporto sempre vivo vivace attivo pieno di litigate accese e sbattimenti di porte eppure di più facevamo sesso sempre e al improvvisamente mi faceva le sorprese e quanta emozione sempre emozioni positive e negative ma poi era sempre un nuovo matrimonio

            Difficile spiegare ma è possibile occorre saper crescere nella propria libera espressione di se stessi
            Un viaggio lungo una vita
            Ogni tappa un pugno un urlo una risata un bacio appassionato un cibo e vino condiviso

            Questa la mia antica storia che ringrazio il mio destino di averla avuta e certo la nostra capacità di crescere scoprendoci piano piano senza mai scoprirci del tutto

            Allora resta la voglia di scoprirsi in ogni senso e in ogni sesso condiviso.

            Si 40 matrimoni con un uomo in evoluzione quindi una scoperta continua.

          • Mi dispiace molto che la tua lontananza da tuo marito sia per sempre.
            Bellissimo che tu abbia dei bei ricordi dei 40 matrimoni che hai celebrato con lui.
            A volte nella vita si spreca il tempo a riempire di melma le relazioni ma se solo si realizzasse il tempo che si spreca e non tornerà più.
            Mio marito mi continua a dire che sta cercando con le sue azioni concrete e il suo affetto di recuperare il tanto tempo perduto.
            E lo capisci che sta parlando e agendo dal cuore.

          • @Cara Molly
            Forza grandi prove nella vita ci si presentano sempre
            Ma proprio seguendo se stessi quelli veri quando si era appena nati e come una pagina di un grande libro ancora stavamo pensando a cosa metterci ,impronte dei nostri colori originari segni di matite spuntate per caso penne stilografiche lasciate un attimo a vista con il loro pennino d’oro antico istoriato

            Ecco come riuscire a ritornare ritrovare la nostra vera essenza priva dei condizionamenti successivi inevitabili e comuni ad ogni essere umano

            Così vissi con mio Caro Marito e lui uguale ,crescere insieme
            Una vera sfida verso se stessi ,ma appunto restare bambini dentro neonati
            Ogni giorno un passo nuovo
            Ancora così tanto ciascuno può scoprire di se stessso attraverso lo sguardo altrui

            Amare è così difficile soprattutto se stessi e di conseguenza gli altri ,ma è così la più bella entusiasmante scoperta che appunto se sentita con il proprio piccolo cuore di bambina/no vale la pena fidarsi del proprio 6senso
            Che infatti è tipica peculiare caratteristica della primissima infanzia che resta in noi proprio per ricordarci di ascoltarlo sempre!

            Buon viaggio CARISSIMA MOLLY
            NON MOLLARE MAI la grande PICCOLA TE STESSA!!!

            Un abbraccione speciale ❤️

        • @Oldplum
          La moglie del mio ex non si è neanche arrabbiata quando ha saputo del tradimento ed è stato un tradimento importante, entrambi innamoratissimi per un lungo periodo.
          Come si faccia a ricostruire proprio non lo so, ma quando ci si intestardisce perché non si vuole ammettere che il matrimonio è finito da un pezzo, si arriva a passare sopra a tutto.
          È uno spaccato un po’ triste dei nostri tempi, in cui è arrivato a mancare il rispetto per se stessi, tanta è la paura di cambiare.

          • No ci sono coppie che ricostruiscono davvero dopo un tradimento

          • A me non importa piu cosa fa il mio ex con sua moglie. Non è affare mio. Ho scelto di mollarlo pur sapendo che non la ama e che ci sta per mille motivi. Ms ci sta. Vuole starci? Ci stia. Amare è lasciar liberi. E io ne sono assolutamente capace.

          • Come dice la bibbia? ” ama il prossimo tuo come te stesso”.
            La precondizione per amare un altro è amarsi. Chi si umilia , sacrifica se e sente di snaturarsi non si ama e non può amare nessun altro.

          • Certo, ci saranno sicuramente delle coppie che riescono davvero e moltissime altre che restano assieme per convenienza, ma a che prezzo?
            E parlo da separata in casa perché ci sono bambini ancora piccoli, ma anche in una situazione così il prezzo da pagare è enorme.
            Avrei scelto il mio ex con tutte le cautele del caso perché è meglio vivere che avvizzirsi come una pianta secca per comodità.

  25. Arianna il mio amante ha passato la cinquantina, trascorre 2 ore al giorno con la compagna, più la domenica e una settimana di vacanza all’anno, rapporti sessuali con frequenza trimestrale…Anche se non la ama più, credo sia un ritmo tollerabilissimo anche in una coppia in crisi, rispetto ad una casa in cui ha investito tutti i suoi risparmi, due figlie adolescenti, una situazione economica più che dignitosa, una reputazione di persona seria e responsabile nel luogo in cui vivono.
    Sul piatto della bilancia bisogna metterci proprio tutto…soprattutto quando hai un’amante che non ti chiede di cambiare lo status quo, ma soltanto di essere sincero sui sentimenti.

  26. Quando ho scoperto che mio marito (ora ex) aveva l’amante gli ho dato l’ultimatum: o ci separiamo o rimaniamo insieme ma tu non la vedi più. Gli ho servito la separazione su un piatto d’argento e la possibilità di vivere alla luce del sole la sua storia clandestina, ma lui non lo ha fatto… Ha scelto di rimanere con me e suo figlio e di nascosto continuare a vedere l’amante. Facile, eh??!! Lo sapevo che sarebbe andata a finire così, per questo motivo l’ho tenuto sotto controllo per un po’ di tempo per accumulare prove del tradimento e poi gli ho chiesto la separazione. Anche di fronte all’evidenza, ha continuato a negare (ovvio!) e a sostenere che lei era solo un’amica. Gli ho risposto: “Avrei preferito fosse stata la tua amante… Almeno buttavi nel cesso la nostra famiglia per delle notti di sesso spettacolare o perché ti sei innamorato di lei..ma buttare tutto all’aria per un’amicizia è proprio da deficiente !!! ” nessuna risposta da parte sua… Non potete immaginare quante volte, nei mesi di contrattazione per la separazione, mi ha pregata in ginocchio e piangendo di ripensarci, giurandomi di amarmi ancora e di non vederla mai più. Magari era veramente sincero, o magari era solo un modo per evitare le difficili conseguenze economiche della separazione (perdita della casa di sua proprietà, affitto nuova casa, assegni di mantenimento per me e nostro figlio…)… Non mi interessava saperlo… Oramai era troppo tardi. Come hai scritto tu più volte, il tradimento non è la causa del fallimento di un matrimonio, ma è la conseguenza. Anche se lui avesse scelto di non vederla più, il nostro matrimonio sarebbe finito lo stesso, era solo questione di tempo….

    • Ci sono matrimoni che recuperano dopo un tradimento a patto che il tradimento stesso sia la scintilla che risveglia la coppia che davvero, e non per finta, ci riprova

  27. Per amore o per evitare di rimettersi in gioco?
    Non posso credere che nell’80% dei casi il tradimento è stata una scappatella e che si è ancora innamorati del proprio partner ufficiale. Tu cosa pensi Alessandro?

    • Noooo le mogli perdonano ma ciò non basta a salvare il matrimonio. Perdonano per vari motivi da quelli puramente sentimentali a quelli economici, la paura di restare sole…

      • …anche il 20% delle mogli che non perdona probabilmente si fa due conti economici, oltre a guadagnare la libertà, lasciando un marito che forse nemmeno ama…

      • Mi metto nella zona grigia e cioè, in quella di moglie che sta cercando di perdonare. Faccio molta fatica, perché ho sempre pensato che se mi fosse successo non avrei avuto dubbi, la storia sarebbe finita immediatamente. Ora, con il senno di tanto anni insieme( ciò rende ancora più pesante lo zaino da portare..) sto valutando quello che è meglio per me e non per convenienza economica o altro;lui è l’unica famiglia che ho e l’unica certezza che mi rimane.E’ stato un avvenimento sporadico, un brutto periodo in cui tra di noi c’erano solo comunicazioni di servizio e non emozionali: si è purtroppo, consolato con un rapporto sessuale che del resto, con me non accadeva da tantissimo tempo. So che rimarrò con lui perché da questa brutta storia è uscito un rapporto diverso tra noi, anche se non ancora certo infatti, io vacillo spesso…Non mi va di essere considerata una donna che perdona solo per comodità paura o altro e questa affermazione rivolta a persona come me che sono state tradite fa veramente male e la ritengo anche offensiva in quanto aggiunge dolore a quello che c è già.

        • Eh quanto cambia la teoria quando poi ti accade.. concordo con ciò che hai scritto, anche io lo ritengo offensivo, ma qui si parla anche di grandi numeri, e pare che la maggioranza sia così. Ti auguro il meglio, io anche sono dentro al tuo percorso, dopo 10 mesi ancora oggi sono scoppiata a piangere.. è dura..

        • Luisella sono nella stessa situazione,sti cercando di perdonare mio marito, combattuta tra cuore e testa. La testa mi dice di non fidarmi che non mi ama e che ha deciso di restare con me per comodità ; il cuore mi dice che possiamo amarci più di prima con una nuova consapevolezza…non mi importa di quello che possono pensare gli altri ognuno ha la sua storia, la cosa più difficile è perdonare e lasciarsi tutto alle spalle.

          • Occorre distruggere per ricostruire. Siete una nuova coppia ormai diversa dal passato guarda avanti

          • Vai avanti giorno per giorno e ogni mattina chiediti perché hai scelto di rimanere con lui e, se mentre rifletti provi una sensazione di felicità vai dritta per la tua strada e goditi momenti che magari prima non erano così intensi.
            Nonostante io sia stata tradita non ce l ho con le amanti, ognuno fa le sue scelte e mio marito poteva benissimo evitare la situazione e affrontare insieme il perché lui non si sentisse più amato da me .Ha scelto un”altra via, mi fa soffrire,ma ora sono sicura al cento per cento del suo amore. Sono passionale, istintiva, ma non con gli occhi bendati e non avrei mai accettato un uomo con un minimo pensiero verso un’altra persona.Questo è determinante, non bisogna accontentarsi di un pentimento, ma sentire se c è vero amore e interesse.Altrimenti meglio da sole, sicuramente!

          • La mia decisione mi rende serena , il fatto è che faccio molta fatica a sentire il suo amore, spero sia una questione di tempo. Ci sono giornate veramente difficili, c’è chi dice che amore chiama amore … mi auguro solo di non farmi troppo male.

  28. Dovremmo andare tutti in analisi per ammazzare le nostre paure. Ci condizionano troppo la vita e ci spingono a sopravvivere su di esse anzichè vivere davvero. Lo trovo molto triste.

    • La paura l’amore se lo mangia. Non smetterò mai di ripeterlo. L’amore è per gli audaci.
      E 1 su 5 su questa terra è capace di amare.
      L’amore non è vivere separati volontariamente.
      Io da quando mi son tolta le bende dagli occhi vedo ogni cosa come debolezza. Non amore.

  29. Anche i mariti perdonano… il mio ha saputo del mio tradimento più di un mese fa (circa un mese e qlcs che era finita col mio amante). Aveva il sospetto già da’inizio della mia relazione. Nonostante sapeva e sapeva anche che era finita ha aspettato e non ha detto nulla. Ha scavato dentro di me.. e nonostante sapesse ha fatto si che fossi io a dirglielo. Gli ho parlato, ci siamo affrontati e confrontati. Ha capito le sue mancanze . Ha pianto e mi ha anche chiesto scusa. Abbiamo pianto. Attraverso la psicoterapeuta ho capito e scavato molte cose dentro me. E mi ha e sta aiutando tanto. X quanto pensavo di non provare nulla x mio marito mi rendo conto che non è così. Ci stiamo ricostruendo. E’ comunque un percorso che faremo insieme e ci vorrà tempo x archiviare e catalogare la ns crisi e di conseguenza il mio tradimento. Il mio ex amante di certo non l’ho dimenticato…sono stata molto legata a lui e penso che una parte di me lo sarà per sempre. Ma non mi faccio più domande su “come sarebbe stato se…” e “se avessi fatto così”. Ora lo vedo sotto altri occhi e non è di sicuro un supereroe.

      • Parecchie volte avrebbe potuto mettermi davanti a fatto compiuto, ma non lo ha fatto. X ricavarne cosa, mi diceva. Io non avrei ragionato, lui altrettanto e ci sarebbe stata una rottura matematica. Non si può ragionare con una tigre se la tua testa è nella sua bocca ,mi dice. Il suo scopo x arrivare a ciò era di capire e vedere se c’era ancora modo di ricostruire . Qst crisi è stata un terremoto. Magari il tradimento sarebbe potuto pure non esserci e avremmo continuato la ns vita nel ns piattume. Invece, ora ci stiamo rendendo conto delle cose che non andavano e siamo consapevoli di ciò che siamo e che vogliamo. Lui, in qst gg che ci stiamo confrontando MAI mi ha fatto sentire in colpa oppure mi ha additato; ma mi ha detto che anche se fosse finita avrebbe continuato sempre a difendermi

        • Annalaura la tua storia mi sembra molto bella e significativa. Sei stata tu a lasciare il tuo amante? Pensavi di essere innamorata di lui? Adesso sei straconvinta di voler ricostruire con tuo marito, nel senso che non hai mai “tentazioni” verso l’altro? Scusa se ti faccio queste domande, ma in questa mia fase di confusione sto cercando di capire cosa voglio e mi sarebbe d’aiuto la tua testimonianza. Grazie

          • KK , no è stato il mio amante a far si che io lo lasciassi..mi ha portato all’esasperazione, dando poi la colpa a me di aver fatto tutto io. La mia storia è durata più di un anno. Finita ad agosto. Ha lasciato il deserto dentro di me. Appena finita la storia volevo parlare con mio marito dicendogli che non aveva senso portare avanti un matrimonio sterile di sentimenti, ma scrivendo qui e anche come mi aveva suggerito all’epoca Alessandro, ho aspettato anche consapevole del fatto che mi sentivo frastornata e non so come avrei potuto affrontare la situazione e non volevo creare casini su casini. Ho iniziato ad avere incontri con una psicologa e da lì ho iniziato a capire cosa mi mancava , cosa cercavo e a scavare dentro di me. Con il mio ex amante non tornerei mai, a prescindere da mio marito. Ritengo che un uomo, se è tale, deve avere gli attributi di affrontare le situazioni anche se vuole lasciare l’amante. Io lo pregavo x avere 5 minuti x vederci e parlare della ns situazione che avvertivo non andasse bene già da tempo e lui mi inventava scuse su scuse pur di evitare di vederci. E qst è un Uomo?! Col mio silenzio e il suo nn cercarmi mi sono proiettata avanti di anni col pensiero ,ad una ipotetica vita con un uomo così, che fugge le responsabilità.Ed io? Io non sarei stata felice. Non era l’uomo di cui mi ero innamorata e x cui avevo messo a rischio il mio matrimonio. Mi ero innamorata del pensiero che mi ero fatta di lui. E’ ovvio , qnd lo incontro non mi è indifferente e lo penso…una parte di me probabilmente sarà sempre sua. Ma non come prima e nel modo di prima.
            Dopo che con mio marito abbiamo parlato, non so come speigarti ma ho riscoperto, anzi, scoperto un uomo che prima non conoscevo. Ora mi sento libera di parlare e di sfogarmi con lui e di confrontarmi con lui, mentre prima no. C’è da dire che lui mi ha capita e ripeto che non mi ha dato colpe. Si è reso conto delle sue mancanze , ovviamente anche io nel corso degli anni ho fatto la mia parte. E ad oggi sono si convinta di voler ricostruire qst rapporto. Ovviamente nessuno conosce il domani, ma se ci sono basi comuni penso che si è sulla buona strada.!

          • recuperi il rapporto non l’amore…quando è finito…non è che si va nel bosco incantato a riempire di nuovo la bottiglia…quando l’incantesimo finisce…la magia non la recuperi…i rapporti sì…quelli li puoi recuperare…fino a quando non arriva un altro principe e finisci di nuovo nell’incantesimo dell’amore…
            ma di che parliamo…

  30. E invece c’é chi perdona seriamente e ci riesce quando dall’altra parte c’é chi seriamente chiede perdono.
    Poi c’è anche chi lo fa per questioni di comodo ma dall’altra parte comunque c’è chi vuole rimanere lì.
    Quindi siam sempre lì. Se rimangono per un motivo o per un altro è perché hanno scelto la loro famiglia. Non per colpa o merito del coniuge

    • Non è questione di colpa o merito del coniuge, anche secondo me.
      Salvo il caso di vincoli logici insormontabili, si tratta sempre di libero arbitrio, in ultima analisi.
      Fermo restando che nel caso di soggetti totalmente eterodeterminati, che delegano le scelte di vita al coniuge o all’amante, non vale proprio la pena di lottare, anche perche un volta “posseduti”, perdono tutto o quasi il loro potenziale..
      Direi che in termini generali, in tutti i casi in cui la famiglia “tiene”, il legame con la famiglia, di qualunque natura esso sia, è più solido di quello che è riuscito/a a costruire l’amante, nonostante il talvolta elevatissimo potenziale

    • Credo che chi non crede al perdono sagenteche non lo sa fare!

      Se non ci fossero I cambiamenti non esisterebbero le farfalle( e non parlo di quelle nello stomaco!!)

      • Esattamente
        Soprattutto dentro a un legame di matrimonio che comunque si è basato sulla carta ncretezza e esclusività del vissuto
        Si certo il tradimento necessita di scoprire insieme i tanti perché,ma ovvia la enorme differenza tra un amantato pieno di balle da sempre

        Rispetto al proprio matrimonio

        Quindi @Molly basta leggere suggerimenti commenti che oggettivamente provengono da donne che hanno fallito il loro matrimonio e quindi non sanno manco di cosa si parli

        Perfino @White ha la sua storia e esperienza e ok il suo punto di vista rispettabilissimo ma restata il suo vissuto e non il tuo

        Inutile dare consigli e previsioni
        Giustamente il battito d’ali della farfalla è ciò che davvero conta per te e tuo marito

  31. Mio marito avrebbe voluto ricostruire, sono io che ormai sono troppo lontana. Sicuramente l’altro è servito a farmi vedere tutto quello che non ho avuto in 20 anni.
    Anche se dovesse finire la storia extraconiugale, non potrei innamorarmi nuovamente di mio marito, nonostante gli voglia un mondo di bene.

    • Lei, mi sembra la mia storia. Voglio un bene infinito a mio marito.Io ho tentato un riavvicinamento, senza convinzione.credevo servisse a lui per fargli chiarezza : alterna invece ancora momenti di speranza,di un mio ritorno .
      La mia storia extra però sta scivolando via…quando solo un mese fa credevo avesse preso la strada giusta.

    • Lei, io pure pensavo così,sai. Però non puoi dirlo perchè se non ti metti a nudo con tuo marito e lui con te , spogliandovi di tutte le incomprensioni,mancanze ,remore, allora si che non ci potrà essere ricostruzione. E la reazione dell’altro tu non la puoi sapere. Io , ad esempio, non mi sarei mai aspettata che mio marito avesse reagito come ha fatto.

    • Lei (la mia ex amante) dopo che ha confessato…gli ha detto che ero solo una sbandata…lui le ha creduto…e intanto per altri cinque mesi ha continuato a sentirmi e pensarmi…così non si ricostruisce a mio avviso…

      se capitasse a me (di scoprire un tradimento del coniuge) non riuscirei mai a perdonare…non lo so fare…non riuscirei mai più a fidarmi…le chiederei di fare i separati in casa ma di non rompermi il cazzo con le scemenze e le bugie…io non credo alle ricostruzioni e agli sbagli fatti solo una volta. Una volta equivale a sempre…se si sbaglia è perché in fondo è finita. Ricordatevi del vostro amore all’inizio…avreste mai tradito quando eravate veramente innamorati? Io ero fedelissimo…

          • Una persona in grado di mentire al proprio compagno di vita mente anche all’amante e a se stessa.
            L’amore vero non è la passione e il desiderio di vedersi e pensarsi (con ossessione). L’amore vero è quello che ti fa affrontare insieme le bollette da pagare, la casa da pulire, le difficoltà della vita. Quando ci si vede per parlare e scopare non è amore, ma infatuazione.

          • Non sono d’accordo. Si mente al coniuge perché il matrimonio è in crisi ormai conclamata e irrecuperabile (altrimenti non avresti l’amante) e gli amanti davvero innamorati si dicono tutto in modo trasparente (se sono davvero innamorati, certo che se lui fa l’innamorato e dice di non scopare con la moglie e poi lo fa è un bugiardo e basta il matrimonio o l’amantato non c’entrano). L’amore vero ha a che fare con la coppia i sentimenti e il sesso le bollette non c’entrano e se diventano importanti come o più dei sentimenti le corna arrivano assicurate

          • @Caro Alessandro
            @Molly

            Secondo me avete ragione entrambi e forse tu Molly non sei riuscita ad esprimere cosa intendevi dire
            E se permetti ,modesto il mio pensiero ,ecco credo che tu volessi riferirti a quando gli amanti fanno passare troppo tempo mentendo in casa col coniuge ,perché in effetti @Caro Alessandro se la coppia originaria è finita non vedo il motivo di procrastinare il vivere ALLA LUCE DEL SOLE il proprio Amore dichiarato reciproco tra amanti che vogliono costruire una nuova vita insieme

            Non vedo la utilità e ci si mette sicuro in torto marcio se si aspettano le calende greche a dire al proprio coniuge sono innamorato di una altra Donna la nostra coppia è scoppiata
            E questo decreta ovviamente pure che lui non scopa la moglie

            Insomma il tempo del Buio della conoscenza in casa propria deve essere ridotto al minimo proprio perché se si è tradito innamorandosi reciproco significa che il matrimonio è finito e quindi per avere la prova anche verso la propria amante che si dichiara di amare tanto
            Il primo gesto urgente concreto è aprire la crisi ufficiale anche perché il problema del fallimento del matrimonio non ha nulla a che vedere con essere innamorati cn amante

            Era prima che nel tempo si è creata una situazione di fallimento reciproco

            Quindi non sono legate le due situazioni
            Quindi se si sta onesti come persone si dice subito
            FINITO IL NOSTRO MATRIMONIO.

            Ecco credo che entrambi
            @Caro Alessandro
            E @Molly ,forse tutti e due avete ragioni buone e. Valide

            Bonjour avec un beau sourir de espoir en mieux vivre!

          • Sono d’accordo sui tempi: l’amantato non può rimanere segreto in eterno altrimenti diventa uan specie di matrimonio segreto parallelo. I tempi medi li conoscete: max 6 mesi per capire se è solo una storia di sesso o infatuazione. Max un anno per fare progetti e road map. Il primo step della road map è dichiarare ufficialmente la crisi

          • Io ho letto molte cose su siti stranieri e visto molti video. Stiamo andando in terapia e lo psicologo sostiene che la storia di mio marito, durata ben 4 anni e mezzo fosse una storia senza progetto da parte di mio marito, una regressione adolescenziale, sintomo di una crisi di mezz’età piuttosto grossa. Mai una vacanza assieme loro, si vedevano solo in trasferta. Certo si sentivano con la loro chat segreta ma per mio marito, che tiene tutto, che ogni foto, lettera, o oggetto è un ricordo da preservare, non avere una conversazione salvata (si autodistruggeva alla lettura) è segno di un qualcosa che non meritava memorie.
            Ho letto che l’adrenalina di una relazione clandestina crea dipendenza e da quando lei si era separata e stava diventando insistente, voleva di più, mio marito sentiva che si doveva allontanare da lei ma non lo faceva, si era persino imbruttito, trascurato nell’aspetto esteriore forse per farla allontanare spontaneamente, lei che invece si curava molto di sé. Le dava delle illusioni, faceva finta di ascoltarla (come ha faceva con me) ma stava nella relazione per soddisfare il suo edonismo. Aveva ovviamente una scelta ma da una parte aveva una moglie accudente e una sicurezza affettiva e dall’altra una che gli perdeva le bave dietro e gliela mollava, rappresentando la trasgressione, la conquista dell’ultra cinquantenne. Con lei si è preso dei rischi che non ha mai preso jn vita sua, lui uomo razionale e prudente, ha scopato senza protezione, rischiando gravidanze e malattie, rischiando il posto di lavoro (policy aziendale). La sua frase di questi anni è stata molto spesso “ si vive una volta sola, non me ne frega niente” riferito a molte sfere della vita.
            Negli ultimi sei mesi della loro relazione non si sono praticamente mai visti e lui mi lanciava dei segnali per farsi scoprire. Aveva bisogno di far scoppiare la bugna. Già nell’ultimo anno si era molto riavvicinato a me, infastidito dalla sua insistenza, dato che lei lo voleva come compagno di vita. Ma quattro anni e mezzo senza passare le feste assieme, solo insieme nelle briciole di tempo delle trasferte (tutte le sere e weekend a casa), senza mai conoscere i reciproci amici, ma solo vedendosi in camere di albergo, come si può pensare che fosse una relazione seria?
            Lui è stato un farabutto, ha mentito a me ma ha mentito anche a lei e a se stesso e credo che entrambe io e la sua amante siamo state vittime di un uomo estremamente egoista e falso.
            Eppure so che lui è di più di questa meschinità. Ha tagliato i ponti con lei, distrutto i suoi regali, eliminata dai social.
            L’ha rifiutata in ufficio per motivi non professionali e sta dimostrando in tutto e per tutto che sa di avere fatto la scelta più più sbagliata della sua vita e sa di avermi arrecato un dolore enorme. Sta cercando di riconquistare la mia fiducia e di ricostruire un futuro con me.
            Vale la pena provarci e se non funzionerà, avremo perlomeno imparato a gestire meglio le nostro emozioni e a creare delle relazioni più o oneste.
            Non sappiamo se funzionerà ma vale la pena provarci.
            Ci sono numerosi casi in cui ha funzionato.

          • Auguri. Nel 10% si riparte davvero. Quattro anni sono tanti per una regressione adolescenziale

          • @Molly ovviamente ti auguro il meglio per te stessa
            E in questa frase è sinceramente contenuto un ragionevole dubbio che leggendoti ho sentito e rilevato
            E quando giustamente ti sei riferita al fatto sensazione tua che tuo marito abbia Manipolato due Donne Te sua moglie e la Amante

            Non entro nel merito specifico della vostra storia ,ma desidero ripeto sottolineare che tu stessa con molta consapevolezza che tuo marito si è comportato da manipolatore relazionale

            Non solo con amante
            ,ma quel che sta peggio con te

            Sinceramente visto da qui a me dopo aver letto il tuo racconto fossi te mi nasce spontaneo,ma proprio dal cuore il poter rivolgersi al marito
            Per dirgli solo questa frase:

            “Sai cosa c’ Caro marito ?
            C’è che adesso devi solo che andare affanculo e basta.”

            Infatti tu stai a guardare gli altri e cioè hai scritto che a volte negli altri ha funzionato
            Se fai caso a ciò che scrivi ecco che il tuo SANO OTTIMO SESTO SENSO INTUITO LA TUA AUTOSTIMA ti sta dicendo

            “ mavaffanculooooooo”

            Ti auguro questo di seguire i tuoi bellissimi sani segnali che vengono da te una GRANDE DONNA CHE MERITA ALTRO
            non questo

            Questo scusami è il DOLITO CIALTRONZO!!

            Auguri di vero cuore ,credimi!!!!!

          • @Molly nel passaggio in cui dici che ha scopato senza protezione, fregandosene dei rischi e delle policy aziendali, è lì che trovo il coinvolgimento che tuo marito ha avuto con l’amante. Quattro anni e mezzo non li chiamerei crisi di mezz’età. Lo psicologo fa il suo lavoro che è quello di rimettervi insieme, andando a sviscerare le motivazioni razionali del suo tradimento e catalogandolo. Non credo a queste cose. Ovvio che non ci fosse progettualità, lui non ha mai pensato seriamente di lasciarti. Riparti da questo, quella che vuole sei tu. Non cercare a tutti i costi di demolire l’altra. Adesso tu e lui non siete più gli stessi di prima. Questi sono terremoti da cui si riparte, da zero… trovandosi di fronte persone nuove che hanno fatto cose che non ci aspettavamo.

          • Sono totalmente d’accordo. In tutta franchezza può anche essere che si fosse innamorato di quella donna.
            Ma ha poi realizzato che non era quello che voleva. Fino a che si trattava di una relazione leggera senza impegno se non quello di sfogarsi Sessualmente e anche emotivamente ma senza un progetto di vita comune gli è andata bene ma nel momento in cui lei ha voluto di più si è sentito soffocato ed è andato in tilt pur dipendendo (come da una droga!) da qualcosa che almeno nel momento fisico e di scambio dei messaggi lo faceva stare bene.
            Si è accorto che lei rappresentava la trasgressione e ha chiesto aiuto per liberarsene.
            Stiamo lavorando su quello che vogliamo per il futuro, sul che tipo di partner vogliamo essere l’uno per l’altra, senza dimenticare il passato che deve rimanere lì come monito a ricordarci che cosa non vogliamo dalla relazione e quello che sicuramente non voglio io.
            E io sto lavorando sulla fiducia che al momento non gli sto dando assolutamente come facevo prima perché ho scoperto di avere a che fare con un uomo che sa mentire cosa che prima non sapevo ma allo stesso tempo so che è capace di essere una persona migliore.

          • @Molly mi sembra di leggere la mia storia, a un anno e mezza di distanza dalla bomba che ha completamente mandato in frantumi il mio matrimonio, ti posso dire che se lo ami veramente e nel tuo cuore sai che è l’uomo che vuoi; vai avanti e la vostra unione rinascerà meglio di prima. Per noi è stato così abbiamo distrutto tutto e ora stiamo ricostruendo il nostro rapporto, ci siamo parlati come mai non avevamo fatto prima, abbiamo urlato, pianto e siamo stati anche separati. E per la nostra esperienza se era per gli psicologi a quest’ora eravamo divorziati. Parlate e state insieme, creatievi i dei momenti solo per voi. Se vi amate con sincerità ed entrambi ci mettete il cuore quotidianamente potete essere di nuovo felici insieme.

          • Mi piacerebbe sapere di più. La sia storia clandestina, per curiosità, quanto è durata?
            Io ho scoperto la tresca che lui in qualche modo voleva che scoprissi.
            Lui ha sempre avuto poca comunicazione e mi stupisco delle videochiamate con lei di un’ora (mi chiedo se non fosse lei a fare monologhi! E ha sempre gestito male i conflitti dai quali fuggiva.
            Stiamo imparando a comunicare meglio, a capire i nostri impasse.
            Lo psicologo ci sta aiutando a gestire meglio le nostre emozioni e stiamo creandoci i nostri momenti in cui stiamo ritrovando la nostra intesa più profonda e la nostra complicità. Gli ci è voluto parecchio per dirmi come sta ano le cose.
            Ha dovuto vedere il mio dolore, ma anche la possibilità per lui di non essere giudicato.
            È cresciuto in una famiglia rigidissima che faceva leva sul senso di colpa e dove le bugie tra coniugi si raccontavano per il quieto vivere.
            So che è un uomo fragile e non lo giustifico di una scelta che ha portato avanti a lungo ingannandomi e ingannando se stesso e l’amante. Ma è andata così. Non possiamo controllare il nostro passato ma solo il futuro e possiamo dargli la forma che scegliamo con le nostre scelte e azioni che facciamo giorno per giorno.

          • Ci vogliono più testimonianze come la tua. Sai cosa penso? Che chi ha risolto non sta NORMALMENTE più su questi siti e allora sembra che i casi risolti favorevolmente siano pochi. Per fortuna documentarsi e parlare con psicologi (non solo quello che ti fa la terapia!) mi ha fatto capire che si può avere un secondo matrimonio…. CON LA STESSA PERSONA, proprio come dice Ester Parel, terapeuta di fama internazionale.

          • È vero che chi ha risolto torna raramente o non viene ma purtroppo voi siete la maggioranza anche fuori dal blog e poi dovete contare i lettori silenziosi che leggono e non commentano io li vedo sono almeno il 50%

          • @Lia senza entrare nel merito della storia specifica io non credo che il lavoro dello psicologo sia quello di rimettere insieme qualcuno, piuttosto quello di aprire le persone al dialogo ed eventualmente mettere in luce dinamiche che non so sono comprese. Non ho mai sentito di uno psicologo che lavori per RIMETTERE INSIEME QUALCUNO.

          • @White è una mia opinione. Non credo nella terapia di coppia.
            Due persone non devono riaprirsi al dialogo ma all’intesa, alla complicità e sono cose che non si risolvono parlando né facendo i compiti a casa. Ci sono passata…

          • Secondo me la terapia di coppia serve a ripulire il dialogo ormai prevenuto e denso di pregiudizi non può e non deve delegare a un terzo il futuro della coppia. Serve molto anche per essere dei buoni genitori dopo la separazione o per prepararli alla separazione

          • @Molly complimenti per la tua analisi. A mio parere hai capito molto pur essendo dalla parte tenuta all’oscuro di tutto. Ti faccio i migliori auguri per la ripresa del tuo matrimonio!

  32. Anonimo sono d’accordo con te in toto.
    In fondo al mio cuore sento che la mia storia extra col tempo si spegnerà, e forse in fondo è quello che aspetta mio marito, mettendo da parte la sua rabbia e la sua delusione.
    Una storia di due anni e mezzo e che continua non può essere una sbandata, ma a lui non interessa.
    Si è seduto sulla riva del fiume, ad aspettare il cadavere del suo nemico,

    Luce, le storie che non evolvono in una nuova coppia, si spengono per consunzione, è un dato di fatto.

    Annaura, mio marito ha fatto e sta facendo cose che mai mi sarei aspettata, ma questo non basta a far rinascere in me l’amore, che comunque si era sopito ancor prima che arrivasse l’altro. Subito ho reagito quasi con rabbia al fatto che mio marito, alla scoperta del tradimento, abbia finalmente visto tutte le cose che per anni gli avevo fatto notare, e deciso di cambiare solo dopo questa scoperta. Ha dovuto aver paura di perdermi davvero, per comprendere cosa mi era mancato.

  33. io non credo alle ricostruzioni e alle terapie di coppia…il rapporto puoi cercarlo di farlo andare meglio…ma fondamentalmente l’amore o c’è o non c’è ed il fatto che ci sia stato non vuol dire un bel nulla…quando si arriva a tradire è finita…punto…questa è la sacrosanta verità che poi per i figli e/o altro si debba stare a casa questo è un altro discorso…ma del resto come può una persona con un minimo di amor proprio e orgoglio accettare e perdonare un tradimento…o non te ne fotte un cazzo o devi essere innamorato al punto tale da essere offuscato…ma in questa seconda ipotesi probabilmente avrebbe tenuto vivo l’amore per più tempo e non avremmo avuto mancanze…

    ma poi di quali mancanze parliamo…? la verità è che l’amore finisce e con esso tutti quei comportamenti e atteggiamenti che si hanno quando si è innamorati…se si smette non vi è nessuna colpa…semplicemente l’amore è finito…la terapia di coppia a cosa serve a forzare tali atteggiamenti e comportamenti? Ipocrisia…

    • Sono d’accordo in parte con te. Se tradimento c’e stato è evidente che la coppia un qualche problemino ce l’ha. Ma può anche essere un incidente di percorso e può essere che da lì si riparte e si ricostruisce, con basi diverse. L’ho visto accadere. Però se invece il tradimento è reiterato sono pienamente d’accordo con te e mi chiedo come può un coniuge continuare a rimanere lì e non metterti alla porta. Così come mi chiedo se è tutta colpa del coniuge tradito che non ha fatto abbastanza. La fossa là si scava sempre in due. Tu che sei sia amante che traditore se non ricordo male, cosa ne pensi? Cosa pensi di tua moglie che nonostante tutto è li? Non gliene frega niente? È tutta colpa sua?

      • Io non credo agli incidenti di percorso…sono una stronzata…una volta che lo fai è finita….non ci sono alibi o attenuanti…se sei innamorato non cadi…io la mia amante in sei mesi non l’ho mai tradita…manco mi sfiorava il pensiero…e anche a mia moglie per cinque sei anni sono stato fedele…

        Mia moglie non ha colpe…lei non c’entra un bel niente…lei penso che immagina (non mi sono mai fatto scoprire…) che io ho solo scappatelle…e vede quelle associate alla nostra routine e alla mia diciamo predisposizione al sesso…però le vede come un diversivo…una storia vera non me la perdonerebbe…

          • Quindi secondo la tua teoria non gliene frega un cazzo o é offuscata e non ha fatto nulla per evitare i tuoi tradimenti? Non ho micca capito
            O la teoria vale solo per altri?

    • confondono i rapporti con l’amore…Alfiere…vanno dallo psicologo…ad aggiustare il rapporto…l’amore mica ricompare…aggiustano il rapporto e intanto quando scopano pensano all’amante…però il rapporto è ricucito…beata ipocrisia…scoprono una persona nuova…cazzo lo dovevi cornificare per scoprirlo….mi viene da dire metticene un altro paio,,.,,magari a ogni corna ne scopri sempre una persona diversa…è capace che alla decima corna ti trovi l’uomo dei sogni

      • Io sono una donna e la penso esattamente come te. Terapia di coppia, reinnamorarsi più di prima, scopare coma mai fatto prima…insomma riscoprirsi dopo il tradimento…sono cose davanti a cui non posso che storcere il naso. Ma c’è chi dice che accade…e allora forse sono io quella limitata

        • E allora direi che mi convince più una coppia che si separa, e i due iniziano una vita nuova, e tornano indipendenti economicamente e come stile di vita, e lo annunciano ai figli universitari:)) e poi, solo DOPO si riscelgono. Quanti si riscelgono? Quello sarebbe amore magari. Chi di risceglietebbe se non ne avesse necessità? Questa è ovviamente una provocazione, ma credo che le statistiche andrebbero riviste:)))

          • In effetti buona parte delle cpppie che conosco che si sono riprese seriamente Sono passare attraverso un periodo di separazione fisica di qualche mese rivedendosi progressivamente come se ricominciassero da zero

      • Anonimo…ti leggo e condivido parola per parola.
        Nemmeno io credo alle terapie di coppia, al lavoro su se stessi per “recuperare”. Non credo a queste cose.
        Se si tradisce significa che qualcosa si è rotto per sempre, specialmente se non si tratta di una scappatella ma di una storia parallela.
        Il mio ormai ex amante, che ho lasciato io perchè ormai esausta dal suo non decidersi e dalla paura folle ( e giustificata) di perdere i figli, ora sta con la moglie. Sta con la moglie e non con me.
        Ma io lo so bene, che non la ama.
        Ama me. Da tre anni.
        Io mi sto riprendendo dal dolore e dalla delusione, sono in pace con la mia coscienza e so che non mi posso rimproverare nulla. Accetto e rispetto quello che ha deciso.
        Lui è un debole, lei manco lo ama ma ama lo status in cui lui la fa vivere e lo ha pure minacciato di non fargli vedere piu i figli se se ne va.
        Lui sta con la moglie ma è gia stato in ospedale per crollo psicofisico, culminato da dimagrimento, vomito e ulcera.
        Il suo corpo fa capire che sta facendo del male a se stesso ma la paura lo fa rimanere da lei.
        Anonimo, lui sta con lei perchè nella sua testa è l’unica soluzione.
        Il matrimonio, come dici tu, andrà avanti, ma per me ha fatto delle pazzie che solo poche donne possono dire di aver vissuto in una vota intera.
        Ha sfidato la sorte molte volte rischiando grosso, dicendomi, “basta, se deve accadere che si viene a sapere non mi importa, vada come vada io non ne posso più”.
        Poi lei ha toccato il tasto figli, e lui, che giustamente li adora, lentamente si e allontanato da me.
        Senza ovviamente dire nulla, ho capito da sola e sono scappata io. Non è passato tanto tempo…ma non ritornerà. Anche se sta male, pure fisicamente.
        Quando si conosce il vero amore non si torna indietro. Quando apri il vaso di pandora non puoi rimetter dentro tutto quello che scappa fuori.
        Puoi andar in vacanza, puoi far le cene coi parenti. Puoi anche far sesso. E cercar di convincerti che non e poi così male.
        Ma dopo certe storie nulla è piu come prima.E tutto questo e di una tristezza unica.

        • Sei un’amante. Sai che il tuo uomo sa mentire, ingannare, fingere con la donna che ha scelto come compagna di vita eppure pensi che a te abbia sempre raccontato la verità. Pensi di conoscerlo meglio della moglie che gli è stata a fianco in situazioni di gioia e di dolore, quella che ha scelto come compagna di vita. Pensi che sia vero che tu sia la persona che lo fa stare bene. Pensi che la moglie sia il disastro che ti ha raccontato, magari che non facciano sesso da tempo immemorabile.
          Pensi che stia con lei solo per i figli. In verità tu non sai nulla di lui. Ti neghi l’evidenza che ti abbia riempita di bugie proprio come ha fatto con la moglie. Lo ha fatto pur di trattenerti a lui per il tempo necessario, perché fisicamente lo ecciti e lo attrai fisicamente. Ha soddisfatto le SUE voglie e ti ha sfruttata. Ti ha strumentalizzata e ha scelto di stare con la moglie. In verità è un uomo che non sa amare né la moglie, né te e né se stesso. È un uomo che vive di illusioni e la cosa più triste è che fa vivere di illusioni tutti i soggetti coinvolti. Non si mette in discussione ma vive senza pensare agli altrui sentimenti. Non gliene frega. Non ha le palle, la maturità, la sensibilità di fermarsi davanti alle ferire enormi che sa di causare. Se ti amasse davvero, smuoverebbe le montagne per te, ma non sei abbastanza. I fatti non combaciano con le parole che ti dice. “Ama” (senza sapere cosa vuol dire amare!!) te, ma part-time! Perché se tu diventassi la sua compagna di vita, quella con cui condividere le bollette, pulire la casa, portare i figli dal dottore, gestire il rapporto con i nonni, riparare l’armadio che non si chiude più, cercare assicurazione auto, lavare il cane etc, perderesti il fascino della trasgressione, della complicità e adrenalina che gli dai proprio perché ti prende e ti vuole a piccole dosi. Ma per farti ricoprire il ruolo di amante se non ti illudesse dell’amore che ti dice, tu avresti chiuso con lui e dovrebbe fare lo sforzo (poverino, che fatica!!) di cercarsene un’altra e allora si inventa balle spaziali perché tu lo creda sincero solo con te (fatti due domande!) e tu stia lí come un’allocca ad aspettarlo.
          Se hai una relazione con un uomo capace di indossare maschere, sii certa che il volto che vedi non è il suo!
          Non perdete tempo con uomini impegnati che non lasceranno mai la moglie. Se volete un futuro a fianco a un uomo, cercatevelo libero e tenete gli occhi aperti!!

          • Tutto giusto tranne una cosa: loro amano tantissimo se stessi. L’egoismo lo prova

        • Ama solo te, ha rischiato molto, ma….. è con la moglie!
          Chi ama veramente non rinuncia!
          Credo che tu confonda infatuazione con amore.
          L’infatuazione ti fa vivere le farfalle nello stomaco, ti fa vedere nell’altra persona cose grandiose e vivi con questa persona l’idealizzazione di un rapporto fatto di segretezza (che alimenta la voglia di vedersi) e attesa (che alimenta il desiderio).
          Ci si vede in situazioni in cui si sogna insieme e si fa sesso.
          Ma hai mai conosciuto l’altra persona nella sua rabbia, nei suoi stress quotidiani, nelle angoscie di non riuscire a pagare le bollette, a gestire le famiglie d’origine, i rapporti difficili nel condominio, la gestione dei figli?
          I rapporti fedifraghi sono una bolla in cui è tutto magico perché l’amore non c’è!
          E chi si mette con uno che sa dire bugie alla propria moglie deve mettere in conto che sappia dire tante bugie anche a te per non intaccare la magia che state vivendo, anzi per caricarla di magia per cui ti dice “sei la persona più importante della mia vita, scopare con te è una favola, non sei comparabile a mia moglie, etc”perché fa parte del gioco, per farti rimanere in un limbo che è funzionale ai SUOI bisogni. Se ti amasse, muoverebbe le montagne per te. Se non lo fa….

          • Questa cosa delle bollette e del condominio mi sembra un po’ una visione da matrimonio azienda. Verso che il matrimonio è nella buona e cattiva sorte ma non è un contratto commerciale: funziona se funziona la coppia come sesso e sentimenti, non per motivi materiali. o almeno non dovrebbe. I matrimoni dove prevale la parte gestionale sono matrimoni spesso in crisi.

          • Ma il matrimonio non è e non deve essere solo sacrificio, bollette da pagare mutui nonni e dolori!!! Altrimenti è ovvio che ci si cerchi altro fuori!!!
            Suvvia se si parla in questi termini di matrimonio davvero è solo un contratto.
            E allora se un marito o una moglie guarda altrove per avere quel supporto emotivo che dovrebbe esserci in un Unione ufficiale ( si perché raramente nelle storie tra amanti si scopa e basta ) non dico che giustifico ma di si sicuro ne comprendo il motivo e non giudico.

          • Non ci siamo capiti: non ho mai detto che il matrimonio di riduce alle bollette da pagare!! Quello che dico è che il rapporto con l’amante è una relazione leggera e spensierata, dove c’è l’adrenalina della segretezza, le balle da avere pronte per la moglie ignara ma è una relazione in cui non si ha occasione di vedere tutte le sfaccettature dell’altro. Ho chiesto a mio marito quante volte lei lo ha visto incavolato, nervoso, agitato, stressato dalle cose pratiche che in una vita gomito a gomito, nella stessa casa, bisogna portare avanti e la sua risposta è stata: mai!!
            Loro ridevano e scherzavano e scopavano nel loro mondo fatato. Non avevano i genitori anziani da accudire, i figli a cui dare delle risposte e tutti gli aspetti della vita quotidiana che ti logorano e quindi lei non lo ha mai conosciuto come veramente è, con tutti i suoi difetti. Lui ha fatto lo stesso con lei, non l’ha conosciuta nella quotidianità, in quelle giornate buie dove non ci si può rilassare ma si è costantemente sotto pressione. Non l’ha vista correre a fare la spesa stressata perché in trasferta mangiavano al ristorante a spese dell’azienda. Mai l’ha vista stressata perché c’erano da lavare i vetri o i pavimenti mente ci si vorrebbe spiaggiare sul divano e non si può.

            Nell’ultimo anno ci siamo concessi diverse piccole vacanze dove siamo stati spensierati anche noi, abbiamo iniziato nuove attività insieme provando la gioia di stare insieme, l’adrenalina di nuove attività e lui mi ha riscoperta e si è riavvicinato. Le abbiamo scelte insieme e mi sono sorpresa. Sono rimasta di stucco a sapere che stava con lei ma in questo ultimo anno ha vissuto la relazione clandestina con stress e ha provato a riavvicinarsi a me e eccoci qui.
            Stiamo trasformando la relazione perché abbiamo bisogno di mettere dei chiari paletti.
            Per ora sta funzionando ma ci prendiamo un giorno alla volta.
            Mi fa sentire desiderata, mi ricopre di attenzioni e ha preso completamente su di sé la responsabilità del male che mi ha fatto, ferendomi, non rispettandomi, mentendomi.

          • Guarda che il mondo delle amanti è tutt’altro che rose e fiori soprattutto dopo il primo anno

          • Facile o non facile dopo il primo anno sta di fatto che è una relazione in cui non ci si conosce davvero perché è una relazione fuori dalla realtà di tutti giorni. Vedersi in una camera d’albergo e andare a ristorante per quattro anni e mezzo, come ha fatto mio marito, non è vivere una realtà normale e quindi non ci si può stupire di non conoscersi veramente. Alla fine si perde le bave dietro a qualcuno che non è che una limitatissima versione del proprio sé. È per questo che sembra un dio il partner clandestino, perché si ama di lui o di lei un’immagine che è più nella nostra testa.
            Non so se l’amante di mio marito gli avrebbe perso tanto le bave dietro a vederlo incavolato, nervoso, sbottare per poco, sdraiato sul divano quando c’era da mettere a posto la casa. No, lei lo ha visto in camera d’albergo o al ristorante. Per tutto quel tempo. Mah!

          • Molly, io veramente ti auguro di cuore di riuscirci a ricostruire una nuova relazione con tuo marito.Credo però che tu abbia un’idea un pò superficiale delle relazioni parallele.
            E appositamente uso questo termine perchè quando arrivano ad essere anni, non si può più parlare di infatuazione o sbandata.
            Ho una relazione parallela da anni e non ne vado fiera, ma questo è un altro discorso. Posso però dirti che l’ho visto spesso arrabbiato, nervoso, triste.
            Abbiamo condiviso in questo lungo periodo di vita, lutti familiari, abbiamo accudito chi doveva esserlo, abbiamo pianto, riso e fatto all’amore, non scopato Molly, fatto all’amore, ma abbiamo anche discusso di libri, visitato mostre, visto film, chiacchierato davanti a un tè bollente.
            Per favore, smettiamola con l’idea da commedia all’italiana anni ’70, dell’amante in babydoll.
            Lo so che è più facile da archiviare a pensarla così: la bomba sexy che non gli ha fatto più capire niente, ma se veramente si vuole ricostruire secondo me bisogna partire da altri presupposti, sicuramente più scomodi

          • Tutte le storie sono diverse. Io non so quando tu vedi il tuo amante ma quando ci si vede solo in trasferta si può certamente parlare di moltissime cose, ma se ti avesse dedicato solo le briciole del suo tempo e non in maniera regolare, l’avresti pensata così?
            Poi posso anche dirti che anche avessero avuto una storia più seria cosa cambia? Ha fatto marcia indietro, ha capito che non era quella la storia in cui si vedeva proiettato per il futuro quindi a me va bene così.
            Hanno parlato di filosofia cosmica? Ora non parlano piú!

          • Cara Rosa,
            Sono contenta che tu non vada fiera di un rapporto clandestino in cui contribuisci ad allontanare un marito dalla sua sposa e famiglia (certo lui ne è il primo responsabile ma tu ne sei complice compiaciuta e speri che un giorno lo avrai tutto per te).
            Per curiosità, cosa ti fa rimanere nel tuo ruolo di amante part-time? La clandestinità che vi ha dato adrenalina inizialmente non comincia a starti stretta? Non vorresti poter camminare con lui mano nella mano, essere presentato ai suoi amici e ai suoi familiari? Vivete da anni solo un rapporto a due? Non ti sembra un po’ limitante? Come ti senti quando lui è in vacanza con la famiglia, nel periodo natalizio? Sei sposata a tua volta o stai ad aspettare i suoi messaggi clandestini? Come ti vedi tra due anni?
            L’amante di mio marito, che si è separata pure mentre stava con mio marito, qui di ha sperato di distruggere la nostra famiglia, ha trascorso anni in solitudine ad aspettare cosa? Quando si è accorta che mio marito non voleva cambiare nulla nel loro rapporto è andata in crisi, ha provato ad insistere e più lei insisteva e più lui si allontana a, finché c’è stata una diradazione e poi la rottura.
            Ho letto tanto anche sulla psicologia degli amanti e ti dico che a parte il male che stai facendo a quella famiglia, cosa di cui non ti senti colpevole, stai facendo del male a te stessa e se sei capace di amare, ti devi trovare una situazione in cui puoi gridare al mondo il tuo amore, puoi progettare E REALIZZARE un progetto d’amore senza tanta clandestinità. Non sprecare anni dietro ad un uomo part-time!

          • Il tradimento non esiste è l’amore che finisce. L’amante entra da una porta che era già spalancata per la crisi matrimoniale. Gli amanti che fanno saltare un matrimonio “perfetto” sono rarissimi. Di solito sono la goccia che fa traboccare un vaso già colmo. Portare via un uomo alla sua sposa? Era già lontano

          • Vero che se non ci fosse già un allontanamento e una porta aperta, nessuno si sarebbe infilato nella relazione.
            Resta di fatto che ci fosse meno gente disponibile in giro, prima di cercare la via facile, si cercherebbe all’interno di analizzare cosa non va o prenderebbero decisioni di lasciare la moglie e iniziare un’altra relazione DOPO. Invece così si vive di sotterfugi. Io e mio marito per anni abbiamo vissuto in paesi diversi con lui che veniva a casa ogni due settimane. Ma alla sera e notte era sempre a casa dei suoi e anche ai weekend. Avrebbe avuto mille occasioni per passare i weekend con lei e invece le dedicava le briciole del suo tempo le volte che andavano in trasferta… ecco anche la ragione per cui non mi è stato facile accorgermene ed ecco perché sono portata a credere che lei avesse un ruolo piuttosto marginale. Poi alla fine che mi frega? Ora le ha chiuso la porta e tra noi sono cambiate tante cose. Certo che sto indagando cosa ha cercato nella relazione con lei, cosa non vli bastava tra noi.
            Stiamo scavando per ricostruire.

          • Io non credo alle sirene ammaliatrici credo che la responsabilità del tradimento sia innanzitutto in capo all’uomo che di solito si fa avanti per primo e pur di convincere anche quelle più refrattarie agli sposati arriva a presentarsi come minimo come separato in casa. Il mondo è pieno di single sposati

          • Bellissima e profondo significato
            SCAVARE PER RICOSTRUIRE

            @Molly ti ho letta in silenzio dal mio primo commento a caldo
            Ecco credo che siate veramente mossi da Vero Amore infatti
            Scavate per ricostruire

            E quindi chissenefrega di tutto
            Verissimo

            Il vero Amore muove le montagne!!
            E quindi senza nulla togliere a ciò che può aver rappresentato un amante

            ALLA FINE HA SCELTO TE

            SCAVARE PER RICOSTRUIRE!!!!

            Buon viaggio!!!

          • @molly nn cadere nel tranello…NON GIUDICARE!
            Vai da tutti gli psicologi che vuoi…leggi tt quello che senti di leggere ma NON GIUDICARE quello che nn conosci xchè nn vissuto personalmente!
            Xchè NON LO CONOSCI…nn davvero! PUNTO!
            Hai la tua visione…il tuo 98% che probabilmente senti da sola essere inquinato da qlcsa/qlcno…e se sei qua io credo ci sia un motivo…nn sei stupida e cerchi risposte che vadano al di la di quello che ti dicono terapeuti di coppia…psicologi… preti….marito pentito…tutti tendenzialmente schierati dalla medesima parte! NON TI BASTA! TU VUOI CAPIRE!
            Nonostante la sicurezza che millanti c’è qlcsa che nn ti torna…accoglilo quel dubbio…affrontalo…nn cercare di mettere i puntini sul ruolo delle “amanti”. cerca il bello di questo posto…metti in discussione quel 2% che ti manca…nn venire a sentenziare quello che conosci solo dal punto di vista di tuo marito…QUEL MARITO CHE X 4 ANNI TI HA MENTITO, TRADITO, SOSTITUITO CN UN’ALTRA DONNA! Questa e la verità…questi sono i FATTI!
            Lei si è separata…ti sei chiesta xchè? Probabilmente il suo matrimonio era finito e lei è stata più coraggiosa di tuo marito…lo ha aspettato x due anni…xchè?
            Mica è scema…mica si è rincoglionita del tutto…lo conosceva bene mi par di capire…si vedevano tt i gg al lavoro…forse più ore di qnt lo vedi tu ogni giorno.
            Probabilmente lei voleva “distruggere” la tua famiglia e causare un dolore enorme xchè lui in 4 anni le avrà raccontato che questo sarebbe stato possibile…che quel matrimonio nn esisteva più…che era così x entrambi…boh…mille altre cose…hanno così tanta fantasia qnd devono mantenere uno status che li soddisfa più qlsiasi altra cosa: MOGLIE +AMANTE!
            Poi con molta probabilità HA CAMBIATO IDEA…lei nn si accontentava più delle sue balle…delle sue indecisioni…ha capito che lui stava bene cosi…e siccome anche la migliore delle amanti se nn si ama diventa più rompiballe di una moglie ufficiale…lui ha deciso di reinvestire sul matrimonio.
            Sulle motivazioni lascio la palla a te…nn è mio marito…nn devo digerire nulla…ho scelto la liberta alla menzogna!
            Quello che ti voglio dire è che se vuoi stare qua e capire quel 2% che ti manca…il consiglio è di ASCOLTARE piuttosto che attaccare! Quello che serve a te è comprendere…x nn farti prendere x il cuxx dal signor marito! Quindi ascolta…leggi…qui avrai la versione più nera, meno ipocrita, nn edulcorata da organi che rappresentano la società benpensante! Qui è tutto molto REALE!
            E lo sappiamo ormai tutte che abbiamo fatto una minkiata! Nn serve che vieni a ribadirlo cn rigurgiti di sermoni…
            Ma nn x i motivi che credi tu… xchè ci sm fidate dei sentimenti millantati…di mariti che potrebbero essere i nostri…o il tuo!
            Ragazze…moglie e amanti…aprite tutte gli occhi!
            Come ho detto un’altra volta…GLI ALTRI SM NOI!
            I ns mariti sn gli amanti di altre…e le amanti un giorno potremmo essere noi…oo sm già state!
            Un buon martedì di rivelazione a tutte…

          • @Ep
            Scusa ,ma non credo affatto che stia attaccando
            Io stessa di primo momento istintivo avevo commentato scrivendonche appunto dopo un tradimento di 4 anni sarebbe da mandare a….
            Proprio perché caspita il tempo fa Matematica dell cuore,ma poi
            Leggendo in silenzio la storia come si è svolta lontani tra loro già fa una grande differenza

            E poi credo come da Matematica del Cuore che ciò che conta è che alla fine lui ha scelto sua moglie e così tanto da accettare di fare terapia insieme
            Mettersi a scavare per ricostruire

            Quindi tutte le osservazioni che ovvio leggiamo facciamo possono essere utili ,ma noto che ciò che esprimi a lei come se lei attaccasse tu fai uguale con buoni modi ,ma il succo resta lo stesso e cioè che le amanti rifiutate è logico che siano ancora un filo incazzate di fronte a una moglie Che RESTA LA PRESCELTA così forte da riprovarci malgrado tutto

            Ecco credo che possa aiutare a volte a guardare se stessi per accorgersi che a volte si resta umanamente condizionati dalla propria esperienza passata di essere state amanti rifiutate

            Non riguarda solo te Ep
            Ma se si le leggono i commenti si nota eccome diffuso questo atteggiamento in buona fede e sta umano ovvio

            Ma qui si parla per riuscire a portare la propria testimonianza che possa aiutare chi vuole cogliere un buon insegnamento

          • Peccato che tu ti sia solo sentita attaccata e non abbia risposto alle mie domande.

            Al lavoro non lavorano assieme, piani diversi, tipologia di lavoro diversi, non lavorano assieme ma solo parte della stessa ditta e quando potevano organizzavano viaggi di lavoro assieme in cui il viaggio era assieme e poi durante il giorno ognuno al proprio lavoro. Mai una vacanza assieme.

            Si sono sentiti spesso indubbiamente e certamente avevano stabilito un’intesa.
            Mi interessa sapere che si sta concentrando sulla nostra relazione. Ci saranno giorni in cui sono certa che gli manca, ma sa di aver fatto la scelta giusta.
            In fondo se oggi è più sereno,
            Lo devo anche a lei che era l’unica che LUI ascoltasse.

            E mi piacerebbe leggere perché le amanti restano “appese” in relazioni che sono vicoli ciechi.

          • @molly…in realtà nn mi sn sentita attaccata io…ma ho in qualche modo “difeso” Rosa…che mi sembrava stata attaccata dal tuo post poco centrato su te stessa e la tua storia e molto su di lei (di cui peraltro nn conoscevi il vissuto).
            Sai…in questo blog si impara a conoscere le persone anche se nn si sn mai viste realmente…e io nella mia permanenza attiva qui ho ascoltato e letto moltissimo, poi x disgrazia di qlcno ho una memoria formidabile e una mente che spesso si posiziona in modalità excel e quindi sgama ogni contraddittorietà a distanza di kilometri!
            Rosa e una persona estremamente umana…dolce…profonda…bel lungi dall’essere la Femme fatale dell’immaginario collettivo, lato amante!
            Io nn sn sempre stata “dolce” cn lei…anzi ho provocato una sua reazione a volte, più che altro xchè faccio fatica a comprendere la sua scelta di rimanere cn il marito qnd, SECONDO ME, nn ci sn più le basi (secondo me xò) …ciò nn toglie che rispetto la sua scelta…e la considero sempre una persona che incontrerei volentieri anche fuori di qui (mannaggia a qnd ci sm sfiorate Rosa alla presentazione del libro…)
            X qnt mi riguarda…ormai ho raggiunto una tale serenità che qlsiasi cosa mi si possa dire di quel periodo difficilmente mi tocca…ne sn fuori…grazie ad @Ale e a tutti questi bei confronti qui!
            Si…x me il blog è stato fondamentale! Ho trovato le risposte che mi servivano…a suon di rivelazioni e bastonate virtuali!
            Perdonami Molly se nn credo che tu sia qua solo xchè hai curiosita sul perché le amanti accettino di farsi prendere per il cuxx da questi ominicchi… è solo la mia opinione MA NON CI CREDO!
            Qui ci si arriva perlopiù x caso…grazie ai cookies della navigazione internet…e i cookies nn mentono!
            Se tu a distanza di 1 anno e mezzo cerchi ancora parole chiave cm AMANTE…TRADIMENTO…RELAZIONI PARALLELE…etc etc…nn e per curiosità ma xchè c’è ancora quel famoso 2% che ti manca x stare bene cn tuo marito…tu qui cerchi qlcsa X TE! Tant’è che da 4/5 GG stai forsennatamente leggendo e commentando tt gli articoli e i post vecchi di anni…e questo si fa all’inizio… qnd si arriva e si scopre con sgomento un mondo sommerso (è stato così anche x me…x la maggior parte di noi) che nn vorresti sentire o vedere ma che ti sbatte in faccia una realtà diversa da quella a cui ti aggrapavi…qui ci si arriva X CAPIRE! Poi ognuno decide la sua strada!
            Di noi, perdona la franchezza…ma nn te ne può fregare proprio un’ emerita cippa lippa! Cm è giusto che sia…
            Vai Molly…scava…indaga…metti in dubbio DISTRUGGI x RICOSTRUIRE…e nn farti più prendere x il cuxx
            Io questa cosa me la ripeto tt i gg anche oggi che sn riuscita a liberarmi dalle mie prigioni e la vita segue binari meno turbolenti FATTI FATTI FATTI!
            Rinnovo il mio più grande in bocca al lupo…

          • Si capisco
            Quando si sta a patire nel passato vissuto da poco tempo
            Infatti è molto difficile Ep guardare in se stesse
            È più facile criticare gli altri con finto
            Buonismo

          • @ariel…meno male che capisci! Fiuuu ora si che sn sollevata…pensa che c’è anche chi patisce nel presente x la difficoltà di guardare dentro se stessi senza cercare x forza giustificazioni..preferendo pacchetti preconfezionati all inclusive di chi ti suggerisce pure cm pensare! Hai mai letto Aldous Huxley in Brave New world?
            Certo…il fintobuonismo è fastidioso…sn d’accordo con te…certo che cn tt la perspicacia che ti ritrovi mi stupisco che tu nn mi abbia sgamata prima…vatti a rivedere i tuoi commenti ai miei post da un anno a questa parte…erano quasi sempre ovazioni!
            L’ho detto io che alla fine sn io la maestra di manipolazione…
            @ariel ariel…vedo che qnd nn hai più argomentazioni anche i tuoi lunghi post si accorciano…
            Beh a qualcosa allora sn servita…
            Notte

          • Vero @ale … ci sono tensioni anche tra amanti.
            Se instauri un rapporto di anni con una persona, seppur nei limiti imposti dalla circostanza di essere amanti, è normale che si arrivi a condividere anche problemi, tensioni malumori.
            Le cose della vita quotidiana, i pensieri per i genitori anziani, le preoccupazioni per i figli per il lavoro e tutto ciò che fa parte della quotidianità lo condividi anche con l’amante se instauri un rapporto duraturo.
            La storia che con l’ amante sia tutta una nuvola rosa va bene solo se per entrambi il rapporto è fatto rientrare in limiti specifici di svago puramente fisico e quindi se i sentimenti sono tenuti fuori, tendenzialmente nelle scappatelle che non durano più di qualche mese.

          • Vero. In realtà superato l’anno di amantato le amanti diventano spesso discariche emotive perché gli uomini all’insegna del lei non mi capisce come te o proprio non mi capisce passano più problemi all’amante che in famiglia. Diventate mogli sostitute

          • @Molly cara, a volte l’amante conosce il marito di un altra molto meglio dell’altra. Al punto da diventarne la discarica emotiva. 4 anni senza accorgerti di nulla lo dimostrano.
            Credo che tu debba accettare che tuo marito si sia per 4 anni innamorato di un altra.
            Se vuoi continuare a sminuire la cosa, fingendo che era una roba facile e leggera, continua pure. Ma non ti fai un favore.

          • Sono d’accordo. Una scappatella dura tre giri di letto non 4 anni. In 4 anni si condivide anche il cervello e il cuore

          • @Molly “chi si mette con uno che sa dire bugie alla propria moglie deve mettere in conto che sappia dire tante bugie anche a te” chiariamo questo punto. Ti parlo almeno per me, non posso essere voce di tutte le donne. Intanto non ci si mette con uno sposato, è una frequentazione. Nel mio caso iniziata come conoscenza, poi confidenza. Anche io avevo una relazione che ho portato avanti degli anni svuotata di pathos. Mica mi trattava male sai, è che ormai si era come due pensionati. Lui mi ha raccontato cose percui era sulla soglia del porta. Un uomo prossimo alla separazione. Non gli feci il terzo grado, ero in buona fede. Cose sbagliate si, ma che capitano. Lui non era giusto, ma era un uomo. Ma era un cosa temporanea credevo. E invece no. Tutto sbagliato. E quel suo modo di fare all’inizio, così caro, così sensibile alle donne, così amico amorevole fratello (non un viscidone), una bella rete per i pesci. Hai presente la canzone di Mia Martini? Tu, tu che sei diverso almeno tu nell’universo. Lui sembrava proprio così. E la moglie? Un fantasma. Non sto a spiegarti in cosa entri a livello psicologico ma dentro di te veramente è così (e aspetti il giorno in cui vi potrete mettere insieme). Per me è storia passata ma gli chiesi cosa avessi rappresentato per lui, uno svuotatoio, un passatempo, un giocattolo, gli dissi che vedevo la moglie come un fantasma quando invece il fantasma ero io. Divenne così aggressivo come se volesse distruggermi dalla faccia della terra. Rapprentavo qualcosa che non voleva guardare. Questo mi fece male (e anche paura). Percui no, non mettevo in conto che facesse il maritino perfetto, e personalmente non cagherei mai addosso alle persone care come ha fatto lui. Tradire è stata una sua scelta, non mia. Io non sono un traditore, anche se mi rendo conto che non va più di moda.

          • @Molly
            Anche io concordo con Rosa. L’ho visto stanco, arrabbiato furioso, per via del lavoro, dei figli, della casa. L’ho visto così stanco che voleva solo restare abbracciato, l’ho visto deluso dal figlio, così demoralizzato e insicuro da chiedermi se era vero che gli volevo bene.
            Ci siamo anche divertiti, avevamo una lista di cose da fare è pian piano cercavamo di realizzare i nostri piccoli sogni: un picnic, una serata sotto alle stelle…
            Ci siamo amati fisicamente, a volte col senso di colpa di una chiamata arrivata nel momento sbagliato, a volte con un senso di meraviglia di chi ha trovato finalmente la persona che lo capisce e può essere libero di essere se stesso.
            Abbiamo parlato di noi, dei nostri sentimenti, di amore.
            Ogni caso è diverso ma non tutti i casi sono storielle dozzinali che si limitano a una scopata e ciao.
            Noi amanti ci dobbiamo svegliare ma anche voi mogli dovete abbandonare lo.stereotipo della relazione superficiale “regalino-ristorante-scopata”.

          • Quasi tutte le storie di amanti sono profonde. Almeno dalla parte delle donne. A volte degli uomini, al netto del millantato credito

          • Infatti credo anche io che da parte delle donne ci sia un investimento emotivo intenso. Spesso sono loro che, mosse dalle loro motivazioni personali e dalle balle dell’amante, lasciano il marito pensando che anche lui farà lo stesso e spesso restano fregate ma continuano ad illudersi che fosse amore anche da parte di lui. Quando è amore, quello vero, inarrestabile, smuovi le montagne!

          • Certo Molly, concordo con te. Alla fine quello che conta è la scelta finale, soprattutto quando come mi pare di capire nel tuo caso, è una scelta non di comodo, ma di reale volontà di ricostruirsi.

          • @ Cara Molly, così non ci siamo però, eri partita bene e ora mi cadi sull’amante rovinafamiglie! E’ un po’ un clichè tipo l’amante bomba sexy non trovi?
            Dai, a parte la battuta iniziale, giusto per sdrammatizzare un po’, visto che fai domande ben precise , e che il mio intento qua è di capire, non di giudicare, e semmai di esser d’aiuto con la mia testimonianza ad altre persone, proverò a risponderti anche se mi sembra di essere sul banco degli imputati.
            Sono sposata, ed ho una famiglia con dei figli ormai grandi. La mia storia va avanti da 20 anni con un’interruzione (da me voluta ) di 10. Non mi piace dire è stato lui o sono stata io, ma di fatto è lui che ha iniziato a proporsi in prima battuta come amico, e lui che a fronte in un silenzio totale di 10 anni ha fatto in modo di riacciuffarmi (certo io mi sono fatta riacciuffare, ma vedi, non posso certo annoiarvi con i dettagli della mia vita), è lui che ritorna sempre.
            La causa del primo stop (all’epoca figli piccoli quindi ho deciso per la chiusura) è stata la non possibilità di trasformare questa storia in qualcosa di concreto , al suo secondo riproporsi ho pensato ad un futuro per noi, i figli erano ormai grandi e ho pensato che avesse scelto. Ma lui non è pronto, dice, ad affrontare giudizi e mettere in discussione tutto, , ha anche una certa età, e lo capisco anche se non lo condivido.
            Quello che capisco forte e chiaro è che non mi ama abbastanza, se no avrebbe scelto.
            Come mi sono sentita quando lui era in vacanza con la famiglia, durante i Natali, o anche solo quando ha un’influenza?
            Dilaniata. Ti basta? Fuori posto, sempre.
            Sono “approdata” qua perché sto cercando un modo, per venirne fuori, perché concordo con te, che alla fine queste storie fanno male a chi le vive, soprattutto se vissute in questo modo e non come una gita. E soprattutto perché sono ultra-consapevole che non lo avrò mai per me.
            Pure io ho sperato, non di distruggere una famiglia. Perché se lui, come me del resto, aveva spazio per un’altra persona, mi dispiace cara Molly, ma la distruzione era già avvenuta. E sai una cosa Molly? Ho la presunzione di pensare che ho fatto del bene a quella famiglia (leggiti ,amante stampella del matrimonio), penso che probabilmente se non ci fossi stata io ci sarebbe stata qualcun’altra, e poi un’altra ancora.
            Purtroppo il tuo ultimo consiglio non lo posso seguire, quello di non sprecare anni dietro ad un uomo, perché ne ho già sprecati molti, ma anche qua vado un po’ controcorrente e dico una cosa che forse scatenerà il linciaggio. Ossia, per ciò che mi ha dato questa storia, questa persona, rifarei tutto.
            Ah ancora un’ultima cosa, lui non mi ha mai promesso che avrebbe lasciato la famiglia, non mi ha ingannata, e io mi sono sentita e mi sento amata, certo part-time e non come avrei voluto. Ed infatti, sono qua.

            PS a questo punto avrai già capito da te perché non ti rispondo nemmeno sul punto dell’adrenalina. Purtroppo non era quello che andavamo cercando.

          • Molly l’infatuazione dura un anno. Dopo è qualcosa di più, molto di più. e chi lo nega, semplicemente non vuole vedere.
            Noi condividiamo tutto: preoccupazioni per il lavoro, per i figli,per la salute, noie con la casa e con i parenti. Ci consigliamo su scelte piccole e grandi.
            Quindi un matrimonio parallelo? E dove sta l’adrenalina, il senso di trasgressione ecc? Semplicemente si uniscono a tutto il resto.
            La magia sta nell’aver scoperto, dopo anni di delusioni e di lontananza, che si può provare ancora qualcosa di forte.
            La delusione sta nella consapevolezza che questa magia distruggerebbe la stabilità di altre persone.
            E’ per questo che non si smuove nessuna montagna e si vive a metà. Funzionale ai bisogni di altri, in particolare dei figli.

          • @Molly
            Concordo in pieno e il tuo commento lo ho letto con vero Sano e Saggio umorismo

            Ah ah ah morta !!!
            Davvero commossa!!!

            Senza offesa per nessuno
            Fa bene ridere dei propri guai Cara @Lei
            Generoso fino alle lacrime!!!!

          • Molly mi spice molto leggere queste cose perche si vede tutto il tuo dolore e il tuo non voler vedere.
            Posso concordare se parliamo di una storia di letto e basta. Ma in 4 anni credo che abbia condiviso piu lei di tuo marito che te, a cui raccontava che tutto doveva andare. Io sono stata un anno con un uomo sposato e credimi parlava molto piu di me che cno la moglie, perche tanto per lei l’imprtante era che lui fosse a casa la sera per mettere a letto i figli, garantisse il conto corrente attivo e la portasse a pranzo dai genitori la domenica. Ma di come stesse lui, di quello che davvero pensasse, gliene fregava davvero poco.

          • Molly,
            mi sembri il classico struzzo che vuole nascondere la testa sotto la sabbia.

            Fossi in te drizzerei le antenne perché tuo marito non mi sembra proprio uno stinco di santo…e tu sei attratta proprio da questa sua stronzaggine.
            Contenta tu….

          • @Molly forse venendo qui provi a rispondere ad un solo interrogativo:
            ma perché lo ha fatto?
            Forse la versione più facile da digerire è che sia stato solo sesso e lei una totale ingenua.
            Io sono una delle “ingenue” che ha lasciato il marito.
            Non l’ho fatto per l’amante ma per onestà. Mi sono innamorata di un’altra persona e questo è un sintomo di una malattia grave.
            Ale la chiama matrimonio-azienda.
            Malattia diffusissima e spesso scambiata, aimè, per amore ma fatta solo di abitudini. Nessuna complicità, niente sesso. Una bellissima convivenza dove ci si vuole bene ma niente di più.
            Il tradimento nasce il più delle volte da situazioni di questo tipo.
            Non so se sia il tuo caso, ma alcuni sintomi della malattia tuo marito li ha manifestati. Due molto gravi a mio avviso:
            Quattro anni sono tantissimi e non possono non prevedere coinvolgimento mentale oltre che fisico.
            Lei ha lasciato il marito e i motivi possono essere anche ricondotti ad un forte coinvolgimento o al fatto che tuo marito le abbia prospettato un futuro assieme.
            Il tentativo di sminuire questi due fatti cercando di capire cosa è vero amore e cosa no, cosa è giusto e cosa è sbagliato, non ti aiuta a focalizzarti sulla malattia
            L’unico modo per affrontarla è riconoscerla.

          • Se hai letto la mia storia stiamo scavando eccome! E stiamo capendo anche cosa ci unisce, che futuro immaginiamo, che partner vogliamo essere.

          • Una standing ovation al tuo commento EP.

            Questo è l’aspetto delle donne che più condanno: la sottomissione.
            Capisco l’amore per una persona che non si vuole perdere, capisco e condivido anche la visione di Molly sul ruolo di “amante”…niente di più vero e, come hai detto tu, tutte hanno capito di aver fatto una minchiata.

            Ma bersi solo le “balle” della campana che fa più comodo, questo no.
            Non è giusto né per se stesse, né per chi ha avuto la colpa di credere alle cialtronate.

            Persone recidive a parte, naturalmente!

          • Comunque devo ammettere che è triste constatare che invece di essere di aiuto l’una con l’altra, si cerchi di dire le cose velenose ben sapendo di poter ferire qualcuno che legge. Siamo tutte sulla stessa barca. Tutte ferite da un uomo. A me fa male leggere certe cose. Certe frasi sono come pugnalate nello stomaco, gratuite. Ci sono già gli uomini a farci male. Non facciamocene anche noi.

        • Mi sa che sei di quelle persone che diffidano degli psicologi in generale. Non ci credi cosa vuol dire? Sai esattamente cosa fa uno psicologo? A cosa serve? Come può aiutare chi è in balia delle proprie emozioni?
          Così come aiuta genitori e figli a comunicare meglio, lo può fare anche con le coppie. Oltre al fatto che segue individualmente i due perché imparino strategie per non essere vittime di pensieri ossessivi, ansie e angosce. Scusa ma penso che tu parli per ignoranza (mancanza di conoscenza). È un peccato che qui non ci siano psicologi e psicanalisti a moderare gli interventi perché ognuno parla dalla sua esperienza ed è un peccato ignorare strumenti che funzionano per molti.
          Nessuno dice che lo psicologo fa tornare l’amore ma cavolo in momenti difficili come un tradimento è molto difficile riuscire a vedere le cose in maniera obiettiva perché le emozioni in gioco sono enormi e molto fluttuanti. Imparare a gestire quelle emozioni non è un gioco da ragazzi e un professionista può fare la differenza.

  34. L’amore, quando c’e’, va coltivato.
    Non bisogna dare nulla per scontato, non bisogna cadere nella banalità che la vita di tutti i giorni può portare.
    Credo sia fondamentale mantenere la propria identità, i propri spazi e i propri interessi anche se in coppia… cosa che non ho fatto io nel mio matrimonio (oltre 20aa in simbiosi totale ,quasi un soffocamento… un passo io e uno mio marito e viceversa…nel mio caso l’errore più grande…)

    • i propri spazi…la propria libertà…tutte cose sacrosante…ma l’amore ragazzi…l’amore vero non ti fa avere occhi per nessun altro…lo stesso fatto di cascare in una routine del genere è sintomo di non amore. Ma li ricordate i giorni dell’amore? Sei radioso, allegro, creativo, puoi fare quasi tutto…puoi stare in qualsiasi ambiente e stare bene…ecc…se si arriva ad appiattire anche la propria vita è perché l’amore non c’è…per me si confonde i rapporti…con l’amore…la vita con l’amore…

      • Tu confondi innamoramento con amore!
        L’innamoramento non dura che per un periodo, ma l’amore è quello che ti fa stare bene se fai un sacrificio per vedere il tuo compagno felice, perché se lui è felice, lo sei anche tu! È stringersi la mano quando si aspettano i risultati di un esame medico, è viaggiare stanchi per raggiungersi dopo una trasferta, è stare accoccolati sul divano o faticare insieme in giardino. È vedersi attraenti nonostante gli anni che passano, le smagliature, le rughe e i capelli bianchi.
        Amare vuol dire ridere e piangere insieme, è scegliersi ogni giorno, anche se le farfalle nello stomaco non ci sono più. È sapere dove è quel neo da tenere controllato e fare l’amore per continuare a stare vicini nonostante gli acciacchi.
        Non è per tutti amare: c’è chi si ferma all innamoramento e sarà sempre infelice.
        Pii c’è chi sa amare lei o lui anche se le chiappe e le tette sono scese col tempo.

      • Quello. L’innamoramento!! Il vero amore è restare nonostante le difficoltà della vita, la stanchezza, la monotonia e continuare a vedere le cose a quattr’occhi.
        Chi si distacca e frequenta un’altra persona ha smesso di vedere la vita a quattr’occhi e la vede a due, solo dall’egoismo e dall’edonismo della SUA prospettiva.

      • Per me molto non sanno cosa siano i sentimenti le emozioni e Amare se stessi e non hanno autostima è la cercano affannosamente negli altri ovviamente nessuno potrà mai darci una cosa che fa parte di noi soltanto come il colore degli occhi ecco che si imputa al amore che c’è e poi sparisce come fosse Un entità fuori di noi stessi e che vagola non si sa Bene dove ma all’esterno di noi stessi e come dire quindi non è mia responsabilità di nessuno

        Pare che l’amore sparisca così come un Puf hai visto è sparito

        Ma io dico siamo diventati deficitari per non scrivere deficienti con la semola al posto del cervello?!!!

        No perché è molto diffuso questo modo di pensare tra la gente la massa numerica

        E ci sta una logica
        Perché abbiamo smesso da troppo tempo di leggere libri imparare a come funzioniamo noi stessi nei confronti del mondo delle relazioni affettive con gli altri

        Così ognuno spara la sua sui social e a seconda del momento ottiene like ecco allora farsi avanti le idee più strambe nel senso di veri falsi oggettivi senza nessun riscontro con la realtà della propria responsabilità che resta Sempre il motore per riuscire a evolvere e smettere di fare e dire cose così prive di un senso di una realtà

        Eppure molte persone pensano ancora che L’Amore sia piovuto dal cielo e che poi debba restare sempre uguale come nel primo incontro .

        Senza sapere studiare che nulla resta uguale ,ma tutto cambia si muove evolve ,ma pure noi stessi abbiamo bisogno di Amore che significa lottare per renderlo un movimento che segue il nostro cambiamento naturale
        Un percorso da fare a due dove le emozioni sono altre rispetto al incontro dimprimo innamoramento
        Si ha bisogno tutti di casa pantofole divano e lei o lui
        Che basta uno sguardo per capire che si vero
        Questo è l’Amore vero

        Potersi sorprendere ,magari sul divano …
        Ma mai più sarà innamoramento del incontro che resta giustamente previsto in natura un meccanismo che serve a conoscersi ,ma dopo si ha bisogno di Concretezza
        Di andare a comprarsi il divano per riuscire a starci caldi caldissimi a passarci una vita intera condividere e vivere pure autonomi i propri talenti ma restando sempre sicuri a pensare che tra poco torno a casa e lei o lui è lì sul divano ad aspettarmi
        Che poi partono le sorprese
        Quando meno te L aspetti ecco ….
        Fare al amore e cioè vivere il Vero Amore sapendo far fronte insieme a tante difficoltà di vita
        Eppure non più innamoramento ma Amore Maturo

        Come il vecchio divano così pieno delle nostre più care e belle impronte di vita a due Vera e sincera.

        Quando qualcuno per troppo tempo non comunica nella coppia la coppia scoppia

        E lessi un giorno una frase dipinta sul muro di una città

        “FAITES L’AMOUR ,PAS LES MAGASINS”
        Fate l’amore non uscite fuori a comprare

        Molto profondo il suo significato….
        Fai L’Amore è lì dentro a te
        È inutile che lo vai a cercare fuori!!!!!

        Esattamente tutto parte da noi stessi
        AMORE DI SE AMORE PER TE!!!

  35. Cara Ema

    Punto primo non mi ha mai scoperto, quelle sono mie supposizioni sulla base di quello che lei credo che immagina
    Punto due se mi scoprisse e mi perdonerebbe non andrei certo in giro a dire che ho scoperto un’ altra donna a seguito del perdono
    Punto tre se lei piangesse o si attribuisse colpe me la farebbe scadere anche dal punto di vista umano visto che almeno la stima nei suoi riguardi c è e non cambia
    Punto quattro se mi chiederebbe di fare terapia di coppia le riderei in faccia e le direi quanto sopra
    Punto cinque io non perdonerei mai e poi mai…dignità czzzo. Separati in casa. Tu fai la tua vita io la mia…ma non mi rompere il cazzo con le stronzaate

    Saluti

      • @White altroché x anonimo punto 6IGNORANTE PERLOMENO SICURO NEI VERBI

        È Un dato oggettivo e inconfutabile!!!!
        Scusa sto ridendo da matti !!!!
        Esagerato e molto in difficoltà e comunque credo sparito…
        Cassato????….

        A volte i verbi PESANO sulle decisioni vero @Alessandro ?!!!!!!

        Con umorismo e leggerezza scrivo di queste cose qui
        Ovvio senza offesa per chi non sa bene i verbi
        Consiglio di ripassarli!!!

        Forza White che sei forissima!!!!!❤️

    • @Molly
      Ti conduco qui appositamente ma con senso del uomorismo e quella leggerezza che sempre fa bene e occorre mantenere viva per riuscire a vivere al meglio le difficoltà che sempre si affrontano nella vita

      Quindi ti invito a leggere qui la successione di questi commenti partendo da ciò che scrisse @Anonimo e poi a seguire@CaroAlessandro
      @White e dulcis in fundo me e cioè @Ariel

      In questo Blog non dimentichiamo che sprizza di umorismo pure e rileggere a volte è un vero spasso leggerezza nel rispetto ovvio per
      Qualunque”verbo coniugato allo
      Lo famo strano”

      Ah ah ah ah
      P.s. in più coniugato mi fa morire
      Azzeccatissimo!!!!

      Buona lettura cara@Molly ben tornata ti leggo sempre!❤️

  36. Poi mi dovete sempre spiegare come fa uno a essere talmente innamorato di voi da perdonarvi un tradimento a scoparvi una volta a settimana o addirittura mese…assurdo…dopo il perdono che fa poi prende il viagra? I rapporti diventano magicamente regolari e quasi quotidiani come i primi tempi? Rientra anche questa nell uomo nuovo che riscoprono?

    • Gli uomini riescono Ada avere rapporti con le mogli tradite sempre e indipendentemente dalla presenza di un altro. Se poi partono di riconquista basta leggere le storie le loro attenzioni sopite si riaccendono e il sesso anche

  37. L’appiattimento mi pare inevitabile dopo tanti anni. Ma se ci si scopre interessati ad altro, vuol dire che l’amore è finito.

    • sì vanno in terapia…e gli consigliano il filmino…i travestimenti e altre stronzate simili…ma perché quando si è innamorati c’è bisogno di tutto questo per fare sesso?

      Alessandro stando a quanto dicono nel forum le donne amanti sembrerebbero avere rapporti sporadici con i mariti…quindi io in quel caso mi dico…dopo che sono state perdonate come fanno poi i rapporti a diventare regolari…pensano all’amante? Guardano un filmino? Si ubriacano prima di farlo o cosa?…

        • no…non è il mio caso specifico…noi a casa siamo regolarissimi…mi riferisco alle amanti donne che a quanto pare dicono di avere rapporti sporadici…dopo che sono state perdonate come fanno i rapporti a diventare regolari? Forse il marito è eccitato all’idea che lei lo faceva con un’altra (fantasia nascosta di tanti uomini…) o cos’altro…io alla favola del rinnamoramento non ci credo…

          • Se una donna decide di ricostruire o provarci col marito diventa più attiva. Che poi funzioni si parla del 10% dei casi

          • semplicemente…prima si era sporadici e ci si sottraeva ai “doveri coniugali” inventandosi tante scusa, senza preoccuparsi che l’altro potesse insospettirsi. Dopo essere state scoperte e perdonate lo fai e basta. Non puoi più sottrarti se ci tieni a stare a casa col marito. Che lo si ami o no. A volte, anzi spesso, si fa sesso solo per mostrare che è tutto ok.
            Siamo adulti, guardiamo in faccia alla realtà. Le favolette non esistono.
            Io al reinnamoramento non ci credo.

      • Hai un’idea molto vaga della terapia di coppia anonimo, e infarcita di pregiudizi.
        La terapia di coppia non serve affatto a recuperare la coppia, ma a migliorare (o forse attivare?) la comunicazione con se stessi e con l’altro in modo da tirar fuori i sentimenti reali di entrambi e agire di conseguenza.
        Nei casi in cui l’amore si è sopito solo per mancanza di comunicazione (ciascuno dei due si è convinto negli anni che l’altro abbia perso interesse, ad esempio), ma sono rimaste cose da dirsi, allora la possibilità di recupero esiste, eccome.
        Se la comunicazione manca perché sono finite le cose da dirsi allora no, è finita: la terapia di coppia aiuta a capire questo.
        Ci sono molti pregiudizi intorno a queste cose, decisamente ingiustificati.
        Si da per scontato che se c’è amor s funziona sempre, altrimenti non funziona mai.
        Invece ci sono un’infinità di fattori che complicano l’espressione e la condivisione d u sentimenti fra esseri umani, anche quando i sentimenti (buoni o cattivi) ci sono

        • Il recupero di un dialogo fra persone che litigano e basta per esempio è uno dei vantaggi della terapia. Poi magari ci si separa lo stesso
          Ma si vive da subito da persone civili e meglio

          • Per come la vedo oggi , quindi non offuscata dal pensiero del mio ex amante, si. Tranne se poi non avessi trovata la porta chiusa da mio marito. Qnd stavo col mio amante lo sentivo che alla lunga le cose non sarebbero andate e per fattori esterni a noi e soprattutto interni . Le cose se non vanno bene o non stiamo bene le vediamo, le sappiamo… solo che non vogliamo riconoscerle e mettiamo sempre pezze x nascondercelo. Dopo, qnd la storia è finita o si chiude in qualche modo,quando sei sola con te stessa , a riflettere devi x forza scontrarti con quello che è realmente la situazione. Soprattutto su qst ultimo punto sono stata davvero aiutata con la psicoterapia. Abbiamo affrontato la situazione con mio marito e la stiamo affrontando, è ovvio che non tutto è risolto , che ci vorrà tempo e che x lui quindi non è stata una passeggiata. Io ad oggi dico che la sera sono contenta di tornare a casa e stare con mio marito e aver ritrovato quella complicità che prima era sparita, anche prima che ci fosse il mio amante. Poi ripeto, che può darsi pure che è lo slancio iniziale e poi la cosa potrebbe sfumare. E’ il tempo a dire poi. E magari avrai ragione tu Anonimo ( e ti rispondo con rispetto dei tuoi punti di vista senza sarcasmo, come magari ho letto nei tuoi vari commenti) a dire che l’amore non riaffiora. Io non lo posso prevedere, ma lo vivo…Mai prima mi sarei sognata di tradire, però è successo. Finita la storia mai avrei pensato di riavvicinarmi a mio marito, però è successo. Qst è quello che vivo io.

        • Ragazze rispondete a questa mia domanda. Voi credete davvero possibile che ci sia ancora amore pur se sopito tra due persone, una delle quali tradisce per (attenzione non per pochi) parecchi mesi? Anni?

          • Tu non conosci la mente umana! Cara Franca la scoperta di un tradimento può scatenare delle emozioni che non sapevi di avere, così come la realizzazione di aver fatto un grosso errore risveglia un interesse profondo per qualcuno che pensavi disinteressato a te e privo di voglia di vivere.
            Spesso proprio dopo un tradimento l’intesa fisica e emotiva della coppia si intensificano e nasce una nuova e diversa storia con la stessa persona anagrafica.
            Nessuno consiglia di passare attraverso il tradimento ma a volte proprio quella dolorosa esperienza è la spinta alla trasformazione. (Esther Perel docet!)

        • Sono d’accordo!! A volte attraverso un tradimento riusciamo a mettere in gioco parti di noi che non pensavamo di avere più. La terapia di coppia funziona solo se entrambi vogliono impegnarsi nella relazione e il ruolo del terapeuta non è certo di far nascere l’amore ma di aiutare i due a comunicare meglio e a gestire le ansie e a capire come fidarsi l’uno dell’altro e cosa può aiutare la coppia a stare meglio.

          • Sarebbe interessante conoscere la posizione di @Annaura a distanza di più di un anno.

        • Concordo che c’è molto pregiudizio in generale in Italia sul farsi aiutare dagli psicologi.
          Sono contenta che mio marito, nonostante sia sempre stato “allergico” agli psicologi ha accettato di farsi e farci aiutare per imparare a comunicare come serve e a gestire le emozioni. Non vuole lasciare nulla di intentato.

      • In terapia non ti consigliano né filmino né travestimenti!
        Ti chiedono di investigare sui tuoi bisogni e desideri profondi come singolo e poi lavorano sulla coppia. La terapia può anche servire a far emergere che ognuno debba andare per la propria strada.
        Quanta ignoranza c’è sull’argomento!!
        Chi va in terapia (anche singola), lo fa per ritrovare se stesso e stare meglio.

          • Infatti quando non mi fidavo di nessuno
            Fecimo una seduta terapia sui sex toys

            E quando ridere ci facemmo
            Mi servi molto per superare il momento drammatico della totale assenza di fiducia verso l’uomo Kattivo

            Ah ah ah
            Si ricordo che guardammo pure un catalogo on line

            Stavo ignorante come poche al mondo
            Ah ah ah

            Si il mio pianeta non è la terra
            ,ma una terrazza aperta a qualsiasi vento
            Ah ah ah
            Già i sex toys!!!

            Ah ah ah !

  38. Mi sembra di capire che stimi tua moglie ma non la ami. A quanto dici lei non sa perché menti bene, ergo scopi anche con lei (per usare il tuo linguaggio) sennò due domande se le farebbe.
    Quindi scopi senza esserne innamorato.
    Tu perciò come ci riesci?

    • così sembra un’intervista…però…preferirei parlare in generale…in generale si può essere attratti fisicamente anche senza amare e quindi fare sesso anche senza la magia dell’innamoramento…ma che domanda è?

      • caro Anonimo,
        stavo cercando semplicemente di seguire il filo del tuo discorso per trovarci una logica. Poiché ti chiedi come possa una coppia sposata fingere che vada tutto bene dopo un tradimento, poiché ti chiedi come un traditore (o parli solo di traditrici?) possa riuscire a fare di nuovo sesso regolarmente col proprio coniuge fingendo che vada tutto bene se ama qualcun altro, poiché ti chiedi come possa il coniuge tradito accettare e superare il tradimento (perché un coniuge se viene tradito se ne accorge eccome, poi che faccia finta di niente è un altro paio di maniche)
        fatte tutte ste precisazioni:
        essendo tu sposato e traditore allo stesso tempo potevi darci le risposte. ecco il perché dell’intervista. Sono domande che poni assolutamente condivisibili, le approvo in pieno. Mi interessavano le risposte che potevi darci in qualità non di amante ma di uomo sposato. Visto che qui perlopiù trovi donne in balia di uomini sposati che pur dicendo di amare tornano all’ovile.
        spero di essermi spiegata meglio

        • Ema non mi stupisco che tornano a fare sesso…anzi non mi spiego come mai lo facevano poco prima…quello che metto in discussione è la finzione di ritornare a provare un sentimento. Mi spiego meglio…se l’hai tradito per me è finita da un pezzo l’amore e quello no si ricostruisce…forse il rapporto…sì…forse il sesso anche ma l’amore no…naturalmente potrei sbagliarmi…non ho mica il verbo…

          • Il tradimento è sopravvalutato. Ed è così diffuso che va distinto in scappatella o fuori pista e tradimento vero. Le scappatelle possono succedere nelle coppie di lungo corso I tradimenti veri sono gli amantati che superano i pochi mesi

        • Mi associo ad Ema
          Anonimo, in qualità di uomo sposato che ha regolarissimi rapporti sessuali con la moglie, che la stima, ci fai capire perchè ami un’altra donna?
          Cosa ti manca?
          abbiamo bisogno di comprendere la visione maschile. Puoi aiutarci?

          • Franca mi manca la componente irrazionale…quella che ti fa stare in un’altra dimensione senza neanche sapere il perché…mi manca il fatto di non avere delle passioni in comune e vedere la vita in modo diverso su tanti aspetti…mi manca la magia…tutte cose però che ho sempre cercato e che non avevo mai trovato…alla fine le scappatelle mi tenevano vivo ma non mi rendevano comunque appagato. Con l’amante avevo trovato tutto questo…vi era un’affinità emotiva/intellettiva che andava oltre il verosimile…era un amore totalizzante…spero di avere risposto in maniera esaustiva

          • Si Anonimo…sei stato esaustivo.
            Sai, credo sia pochi gli uomini che cercano di vivere una relazione così come tu l’hai descritta.
            Veramente pochi

  39. @Annalaura, ti ringrazio!
    Ti avevo scritto, ma forse Alessandro ha ritenuto ci fossero troppo dettagli e non ha pubblicato il mio post.

      • Ci provo. La mia storia è finita perché il “mio” lui ha deciso così. Non reggeva più questa condizione, né riusciva a programmare una storia seria per enormi problemi oggettivi relativi alle nostre famiglie (non scrivo dettagli). Sono 5 mesi che abbiamo chiuso. In questi mesi ho sofferto tanto e continuo a soffrire. Mi hanno fatto molto male le modalità con cui si è svolto tutto. Ci siamo visti solo una volta a settembre (intendo soli perchè spesso ci siamo incontrati insieme ad altra gente), avevamo questo incontro in sospeso dal momento che a mio avviso meritavo spiegazioni ecc. Durante questo incontro siamo stati insieme ed è stato bello come sempre, ma poi nei giorni successivi lui ha rimesso i soliti paletti ma non ha mai chiuso la porta con la scusa dell’amicizia. Ora da poco più di una settimana non so cosa mi è scattato dentro ma ho bloccato il suo numero e sono decisa ad andare avanti pur soffrendo, perché non ho altra scelta e sono stanca di sentire sempre le stesse cose. Sono molto confusa, ma in tutto questo riesco a vedere con lucidità la comprensione, l’amore e la volontà che mio marito sta dimostrando nel voler recuperare il nostro rapporto. Stavo bene prima di incontrare questa persona, avevo un rapporto di dieci anni fondato sull’amore e la trasparenza, mi sono sposata per amore e non so come sia potuto accadere tutto questo. Oggi anche se riesco a fare molte cose con mio marito non riesco ad avvicinarmi a lui fisicamente. Ho molti sensi di colpa e so che probabilmente per provare a ricostruire il nostro rapporto dovrei dire tutta la verità, ma non posso assolutamente farlo. Non so se col tempo questo blocco mi passerà, mi sento quasi in colpa verso il mio amante, anche se non dovrei perché è stato lui a decidere e lui il primo che è tornato dalla moglie. Stimo molto mio marito, lo trovo oggettivamente un bell’uomo e onestamente penso che avrei avuto il coraggio di mollare tutto se l’altra persona si fosse dimostrata diversa, ma non lo avrei lasciato a prescindere perché ho un bambino piccolo e perché penso ci sia ancora qualcosa di salvabile, ma non so da dove cominciare e come fare a cancellare questo fantasma che vive dentro di me. Ci penso ancora tanto e la tentazione di cercarlo è forte, mi sento molto attratta da lui, ma ho la sensazione, come hai detto anche tu, che io sia innamorata dell’idea di lui che c’è nella mia testa, perché ogni giorno che passa aggiungo un tassello che avvalora la tesi che non mi avrebbe mai reso felice a lungo termine.

          • KK in pratica sotto molti aspetti hai descritto anche la mia storia. 🙂
            Io pure mi sentivo bloccata nei confronti di mio marito ed io pure pensavo di poter/dover risolvere tutto da sola, in un modo o nell’altro. Ma più andavo avanti più mi sentivo scoppiare dentro. In primis, finita la storia, ho pensato che non combinavo mai nulla di buono nella mia vita. Io ti dico, a me ha calcato la mano mio marito affinchè gli parlassi ( ma lui sapeva già), xkè di mia spontaneità non so se avrei mai avuto il coraggio di confessargli il tradimento e dopo, credimi, mi sono sentita alleggerita di 10 kg. Io pure dico che dentro di te, x la tua storia con l’ex sei a buon punto, e che un aiuto esterno non può fare altro che farvi bene. Anche xkè mi pare di capire che tuo marito è molto ben predisposto verso di te e secondo me ha pure capito che c’è stato qlcn altro. 😉

  40. Per quanto riguarda la parte maschile, credo che abbia ragione anonimo.
    Per quanto mi riguarda, io cerco di sfuggire agli assalti il più possibile o sono completamente passiva, tanto mio marito sa che non mi piace più farlo con lui.
    Ma tu cosa intendi per rapporti regolari? Perché dalle mie frequentazioni con coppie ventennali, la regolarità è a cadenza mensile.

  41. Buongiorno,
    mi riallaccio un pochino ai miei post precedenti. Se vivere nella “beata ipocrisia” significa tornare a casa ora ed essere serena, trovare di nuovo interesse in quello che fa tuo marito , ritenere tuo marito di nuovo una persona su cui poter contare, sapere di poter di nuovo confrontarsi con lui, sentire di voler condividere di nuovo con lui, dormire tranquilla la notte,svegliarsi riposata , voler trovare di nuovo spazi con tuo marito, bhe, sono un grande ipocrita allora. Io non mi sono imposta di voler ricostruire il rapporto con mio marito e quindi di trovare l’amore a forza e a discapito della mia serenità e felicità; anche perché se avessi voluto chiudere il matrimonio lo avrei fatto rimanendo comunque in rapporti civili, senza guerra dei Roses e di sicuro non avendo paura di rimanere da sola (se uno non sta bene si è soli anche qnd si è in due), sono economicamente indipendente, non mi sarei dovuta spostare e mia figlia sarebbe rimasta con me. Inoltre poi, non ritengo nella maniera più assoluta che se una persona perdona un tradimento sia sintomo di mancanza di dignità e amor proprio, anzi, penso piuttosto che sia sintomo di grande equilibrio e di voler capire piuttosto cosa c’è dietro. C’è chi ci prova e ci riesce e chi invece non prende in considerazione la cosa vedendo solo il fatto in sé e non valutando il perché. Ognuno è fatto a modo suo. Io non ho fatto alcuna terapia di coppia, sto andando solo io dalla psicologa in quanto ho ritenuto che, siccome sono stata io a guardare altro , dovevo essere in primis io a capire cosa mi aveva portato a ciò e come affrontare la situazione, nel bene e nel male. Giusto?Sbagliato?…non lo so, fatto sta che la psicoterapia mi sta aiutando molto e se vedo le cose in maniera positiva ben venga. Per quanto riguarda il sesso mi sono riavvicinata a mio marito con la voglia di condividere con lui di nuovo e di sicuro non penso al mio ex amante qnd lo faccio. Per come la vedo io, aver tradito una volta , non significa che l’amore sia finito è evidente xò che vi sn dei problemi all’interno della coppia. Ovviamente se c’è volontà da parte di entrambi si affrontano e si riescono a risolvere. Poi sarà complice pure il tempo a dire se si può continuare un percorso insieme oppure no; magari ci può essere uno slancio iniziale e poi ci si può pure perdere, al momento qst non lo posso dire. Ma sono contenta per come sta andando

    • in bocca al lupo di cuore e scusa se in qualche modo ti ho potuto offendere.

      Semplicemente però ritengo che stai ricostruendo il matrimonio (il vincolo, il contratto, il rapporto)…l’amore quando uno tradisce non c’è più.

      Naturalmente è solo una mia opinione personale

    • Cito: ritenere tuo marito di nuovo una persona su cui poter contare, sapere di poter di nuovo confrontarsi con lui, sentire di voler condividere di nuovo con lui,
      Ma perchè quando lo tradivi non era più una persona su cui poter contare o con cui potersi confrontare…etc etc?
      Io tradisco mio marito da tre anni ma lui è e sarà una brava persona, posso contarci, confrontarmi condividere ma non è questo il problema. Non lo amo più e fa una bella differenza.

      • Franca non avere una visione distorta della terapia di coppia. Funziona così nella prima fase è il tradito che deve chiedere scusa e sentirsi una merda. Nella seconda scopri una persona nuova e alla terza viene fuori che L amore era solo sopito e che c era qualche difetto nella comunicazione. Era questo il motivo per cui dopo aver condiviso una vita con una persona d improvviso hai sentito L esigenza di fare tutto con una nuova persona….

        Franca complimenti per la tua coerenza…avanti tutta…goditela

        • Perchè? Non riuscivi ad essere obiettiva?
          Io i pregi e i difetti di mio marito li vedo tutti. E sono gli stessi che vedevo prima di innamorarmi di un altro uomo.
          La verità è che durante questo pezzo di vita insieme io sono cambiata. Amante o no, l’amore per lui oramai non esiste più.
          Anche se finisse col mio amante potrei vivere insieme a mio marito una vita tranquilla ma appiattita sentimentalmente.
          Non potrei mai più riamarlo. Sono una donna diversa da quella che lo ha sposato.

      • Ci sono persone che tradiscono non perché non amano più il proprio partner ma perché sono in crisi con sé stesse e non provano più interesse per nessuno. Si estraniano dal loro mondo. Alcuni finiscono per diventare alcolisti, altri si danno al gioco d’azzardo, altri ancora alla droga e altri intraprendono una relazione, altri vanno a prostitute e altri si rifugiano nei siti di incontri.
        Sono tutte forme diverse di tradimento, se vogliamo.
        Tutti percorsi che si intraprendono per cercare di stare meglio.
        Non so se sia sparito l’amore per l’altro o più in generale l’amore per la vita.
        E non sono momenti che durano uno o due mesi.
        Poi a volte succede qualcosa che ti risveglia dal torpore e torni a vedere sia le persone che ti sono sempre state vicine con altri occhi e in generale la vita che ti sembra tornare a sorridere.
        E non sono io da sola che ha fatto questa analisi: ho letto libri, guardato video e fatto mille ricerche.
        I sentimenti possono cambiare? Sí, sia in una direzione che in un’altra e persino entrambe.

        • @Molly condivido in pieno
          Infatti proprio recentemente spontanea ho scritto riferendomi a chi sposato tradisce che sicuro esiste una falla crisi difficoltà nella relazione col partner insieme sicuro alla propria personale

          E certo che su questa dinamica sono scritti libri articoli studi e commenti

          Ma mi pare ovvio e logico che per arrivare a tradire e cioè avere rapporti sessuali al inizio non ci sta affatto nessun sentimento di Amore ,ma stampelle nella maggioranza dei casi

          Quindi chi lo vive parte zoppo cioè con un handicap nel senso di sua crisi personale insieme a quella della coppia

          Infatti ciò che scrivi corrisponde esattamente ai vari e diversi comportamenti negativi verso se stessi che credo siano più Messi in atto dagli uomini alcol sicuro e droga purae cocaina a gogo e nessuno se ne accorge neanche la amante o la moglie

          Lo so perché l’ex col quale ho avuto una relazione ho scoperto dopo per certo era dipendente da alcol e cocaina ,mai me ne accorsi fino a che indagai e scoprii
          La verità

          In più la cocaina ,purtroppo è risaputo essere molto diffusa soprattutto negli ambienti di potere ad esempio

          Questo certamente è un aspetto diciamo qui che potrebbe essere un invito per @Caro Alessandro ad indagare come solo lui Sto arrivando! Fare bene Cronista e Giornalista raccontarci meglio anche di questo aspetto nascosto delle dipendenze alcol droga che purtroppo non riguardano soltanto chi sta con disturbi del comportamento come Narcisista e similari

          Non necessariamente affatto,ma molto diffuso ricorrere alle dipendenze per trovare stampelle alla propria crisi personale
          Amante stampella ma pure alcol e droga stampella e tutto ben nascosto

          Quindi si tradisce certo perché la coppia sta in difficoltà,ma pure il traditore tanto bene non sta
          Altrimenti non esisterebbe la piaga sociale e medica del alcolismo e droga cocaina molta!!!

          • Non esageriamo. Non è che si può paragonare il tradimento all’uso di droga o fare una connessione.

          • Non mi trovi d’accordo! Droga e certe relazioni creano dipendenza eccome.
            Quante sono qui a parlarci della loro dipendenza affettiva? Tante.
            Quante sanno di essere in una relazione tossica o una relazione “vicolo cieco” e non riescono a sganciarsi? Tante.

          • La dipendenza affettiva in generale non è paragonabile all’eroina non esageriamo. Non creiamo alibi a chi tradisce perché vuole tradire, e continuare a tradire per anni, magari con donne diverse

          • Credo che qui dentro la maggioranza preferisca credere che si tradisce solo perché ci si innamora, perché la moglie sia una schiappa e la coppia finita.
            Io credo che la vita (anche di coppia) sia un’onda che in certi momenti sale (e ci fa stare bene) e in certi momenti scende ( e ci si sente con un estraneo). Credo anche che si possano fate degli errori, ma l’unico vero e grande errore che rovina le coppie è tirare i remi in barca, lasciare andare alla deriva.
            Un rapporto ha bisogno di cure continue, come il motore di un’auto e certe volte di andare dal “meccanico” se i problemi non si riescono a risolvere. Non tutte le coppie che si lasciano erano un’auto da demolire, io credo che in questa società moderna eliminiamo dalla nostra vita le persone un po’ troppo facilmente come eliminiamo le cose per paura di doverci mettere in discussione e dover fare fatica.
            Le relazioni sono impegno, rispetto e perdono. E se si fanno queste cose, la felicità spesso è a portata di mano. Poi ci possono essere tante eccezioni, incluso avere a che fare con uno squilibrato, un narcisista, ma nella maggioranza dei casi io credo che basterebbe rincorrere la felicità a casa propria e costruirla.

          • Hai ragione ma le realtà è diversa ed è fatta da milioni (milioni) di matrimoni che rimangono tali ma con l’amante stampella. Il 70% della popolazione ha tradito almeno una volta, stima per difetto. Pensa se si separassero tutti.

          • @Molly credo Infatti che la maggior parte la pensi come te e non si separa ma si fa l’amante per sopravvivere…

          • @Caro Alessandro
            Secondo me,qui non ci siamo capiti
            Cioè non sto dicendo che tutte le persone che tradiscono sono persone che lo fanno perché sono malati di mente,il mio riferimento intanto è rivolto più verso gli uomini perché se non erro pure statisticamente ad esempio l’alcolismo o abuso di alcol credo che in maggioranza sia maschile

            Il dato che secondo me potrebbe essere interessante è la possibilità che invece esista una connessione soprattutto maschile tra le dipendenza di vario tipo alcol e droghe tutte soprattutto quelle così dette leggere e che non lo sono affatto per i danni al cervello che provocano e la cocaina che non è affatto leggera ma ha la caratteristica di potersi dosare bene crea dipendenza ma non è eroina

            Ecco che allora se così si potesse scoprire questo aspetto di una realtà che esiste numericamente elevata per la piaga sociale alcol e questo tipo di droghe che hanno purtroppo la caratteristica di potersi dosare così bene che io ci ho relazionato con un uomo così e mi ci sono voluti 9 mesi prima di di avere i giusti dubbi…

            In più la osservazione di @Molly riguardo la dipendenza affettiva creata apposta dalle relazioni manipolative e cioè in chiunque sia consapevole già di mentire fare una truffa emotiva nella relazione con la Donna
            Amante Cialtrone indipendentemente se Narcisista o meno

            Infatti gli esperti sia Medici Psicologi Criminologi che attivamente si occupano per riuscire a fare una legge a tutela delle Donne truffate emotivamente
            Non fanno differenze tra le tipologie
            Si bada giustamente al dolo che esiste

            Quindi in effetti è provato scientificamente che la dipendenza affettiva ha le stesse dinamica di qualunque dipendenza

            Infatti i Medici psichiatri o psicoterapeuti che solo da pochissimo tempo si sono specializzati in questo settore vengono dalla esperienza delle altre dipendenze alcol droga gioco azzardo,shopping compulsivo collezionismo compulsivo ecc.

            Esiste quindi in effetti un sommerso enorme a tutt’oggi sconosciuto su questi aspetti specifici
            Dipendenza affettiva e dipendenza alcol droga

            Insomma la realtà esistenza di queste piaghe sociali rispecchia ovviamente una profonda crisi della nostra attualità sociale dove infatti il primo disagio si rileva subito nelle relazioni affettive che non funzionano in modo accettabile

            Tradimenti ma soprattutto la tipologia e dinamica di questi che in modo comune pur trattandosi di relazioni ognuno diversa ecco che però tu hai rilevato ottimamente col tuo lavoro di cronista scrittore che la maggioranza del amantato non funziona e che guarda caso
            È sempre a danno della donna

            Vedi la connessione con la dipendenza affettiva rilevata da chi se ne occupa titolato a farlo????

            Interessanti argomenti che secondo me varrebbe la pena riuscire a saperne di più
            Anche se mi rendo conto che per la tipologia di argomento non ho idea ma sicuro esiste una difficoltà a reperire dei dati più attendibili soprattutto sul impatto sociale di alcol e droga e differenze tra uso da parte maschile e femminile

            Buona ricerca ,lo spero comunque!

        • Sai Molly…leggo tutti i tuoi commenti, ma, quando hai scritto “ho letto libri, ho guardato video e fatto mille ricerche”, mi è venuto un piccolo sorriso, e non per denigrare te, ma per quanto ho trovato una similitudine, con me, pur dalle barricate opposte.
          Tu moglie tradita, io amante, di una donna sposata.
          Tu, che ami tuo marito, io, che nonostante, faccio il duro fuori, pur di fare l’indifferente, quando la vedo, dentro la amo ancora.
          Tu, hai letto, fatto ricerche, e guardato video…
          Io, altrettanto, cercavo, di ogni, per capire come mai, una bella donna, senza figli, realizzata nel lavoro, agiata economicamente, chiusa in una coppia bianca, ed ho conferme, che lo era, ma per privacy, non vado oltre.
          E penso, che tu abbia fatto ricerche, per capire, come, cosa, e perché ti ha tradito.
          Ora prova, ha leggere questa cosa, sotto un altro punto di vista, quello, che può, stare fuori ed osservare, cosa e perché è successo…
          Sai cosa abbiamo fatto??
          Prima io, ed ora tu…
          “giustificare”.
          Io, cercavo di giustificare, il suo tradimento, del perché tradiva, il marito.
          Tu, stai cercando, la giustificazione, del tradimento, che hai subito, del perché ti ha tradido.
          Smetti di cercare di giustificarlo, io, quando ho smesso di farlo, ho visto, una donna, che ha scelto, per qualche hanno, prima di risposarsi, un uomo, che aveva già delle difficoltà sotto quel lato, ma, per lei, non era importante, mi diceva, c’è molto altro, oltre al sesso, poi, dopo pochi mesi dal matrimonio, ha scoperto, che quello che le mancava, le piaceva anche.
          Chissà, se smettessi anche tu, di giustificarlo, cosa succederebbe.

          • No Love!! Io non giustifico affatto!! So che aveva davanti a sé infinite opportunità di scegliere diversamente. Di allontanarsi da lei una volta intrapresa la relazione e non lo ha fatto.
            Non cerco una giustificazione ma cerco un punto di vista diverso dal mio. Io che dico “non lo avrei MAI fatto” lo dico dal mio punto di vista. E forse fossi stato nei suoi identici panni avrei fatto i suoi stessi sbagli.
            Non giustifico AFFATTO, ma cerco di comprendere quello che evidentemente passa nella testa non solo di mio marito, ma di tanta gente che sta qui e non ha saputo essere fedele. Vedo tanto egoismo, superficialità e immaturità in queste scelte. E non le giustifico affatto. Eppure, mi dico, se cosí tanti lo fanno, cerco di capire il loro punto di vista per me davvero incomprensibile.

          • @Molly non c’è una regola valida per tutti ma per TUTTI c’è una soglia. Anche per te. Oltre la quale non ci stai più dentro un rapporto decotto. Intervengono tanti fattori compreso il carattere, l’educazione, i principi, cosa hai appreso dal rapporto dei tuoi genitori. Non la trovi una regola generale…

          • @Ale…secondo me perdi la poesia anche tu fra un po’…x nn dire la pazienza! Ahahahaha 😉

            Ormai ai tuoi link di altri post del blog risponde suggerendo altre letture!

            @molly ma xchè nn fai un blog pure tu?

          • @aep mi intrometto pardon mi aurozzi dal alto del tuo esprimere a senso unico le tue idee ma attenzione che se ti rileggi non accetti che nessuno possa esprimere la propria idea

            A meno che corrisponda esattamente alla tua

            Sempre metti i tuoi limiti personali in ciò che scrivi

            Essere di umorismo caustico come qui ad esempio nei confronti di Molly
            Okkei capisco si vive Costretti nella pandemia e quindi umano nervosità???

            Relax respira Ep respira prendi fiato!❤️

          • Molly…egoismo, superficialità, immaturità…non è questo. Non sono i limiti personali di chi tradisce ma quelli del rapporto in cui ci si trova a portare al tradimento.
            Secondo le statistiche di Alessandro il 65/70% della popolazione scegli di essere infedele…non penso che siano tutti superficiali e immaturi…anzi. Mi fa un pò storcere il naso leggere che il tradimento vada accostato alle droghe o all’alcol ma dal tuo commento vorrei cogliere uno spunto di riflessione. Hai detto che spesso si ricorre al tradimento perchè non si sta più bene (toglierei la parte “non si sta più bene con se stessi “perche il partner tradito sta di nuovo scaricando tutte le colpe sul traditore)…ebbene dicevo…mettiamola così…uno tradisce perchè è depresso. La depressione secondo i più grandi psicanalisti di fama internazionale è la “morte vissuta”. Un depresso è colui che non trova senso nel proprio progetto esistenziale. A mio avviso un depresso non può mai essere una persona egoista, superficiale, immatura. Al contrario. Ma questa è solo la mia opinione.
            Tu non ci trovi una contraddizione? io tante. Meditiamo.

          • Il tradimento è fatto nella maggioranza dei casi da persone assolutamente normali e capaci di intendere e di volere e di scegliere

          • Interessante spunto, Franca, ma non sono d’accordo.
            Definizione di egoismo: ricerca esclusiva dell’utile, del profitto anche a danno degli altri o atteggiamento di chi si preoccupa unicamente di sé stesso, del proprio benessere e della propria utilità, tendendo ad escludere chiunque altro dalla partecipazione ai beni materiali o spirituali che egli possiede e a cui si è gelosamente attaccato. Quindi per me questo egoismo è assolutamente presente in una relazione fedifraga dove non si vedono le esigenze dell’altro della coppia.
            Superficialità: non entrare nel cuore di una persona: il tradito! Non mettersi nei suoi panni, far apparire le cose in maniera superficiale, nascondendo ciò che è torbido ma agli occhi di tutti, tutto sembra andare bene (spesso).
            Immaturità: caratteristica di chi non ha raggiunto una sufficiente evoluzione affettiva e sociale. Allora ci insegnano fin da bambini che non è cosa bella essere disonesti, imbrogliare, ferire, mancare di rispetto, ingannare, fingere. Ora capisco che sei stata traditrice, ma non mi dire che questi sono i comportamenti che dimostrano maturità! Sono convenienti ma per nulla maturi.
            E non ti sto dando un giudizio su tutta la tua persona ma QUESTE SCELTE sono assolutamente questo: egoiste, superficiali e immature. Tutti si può sbagliare ma come si dice errare è umano, perseverare è diabolico!

          • Ma perché mai io dovrei pensare alla moglie del mio amante quando lui è il primo a parlarne male o a non considerarla? Mica siamo missionari. Allora tu quella che chiami fedifraga dovresti chiamarla vittima

          • Alessandro mi sa che o mi sono espressa male (non trovo il messaggio nel thread! ‍♀️) o mi hai frainteso. Io intendevo che il fedifrago è egoista e non pensa alla moglie, ai suoi sentimenti!

          • Sai cosa c’è che non ca nei tuoi ragionamenti? Il guardare all’amante di tuo marito come principale responsabile di quello che ti è successo, ma è un atteggiamento da struzzo che non ti aiuterà nella ricostruzione con tuo marito perché il pericolo è interno, non esterno. È tuo marito che non deve cercare fuori, non il fuori a non essere disponibile. Anche perché nove volte su dieci l’amante non provoca il fallimento di un matrimonio ma ne è la normale conseguenza. Finché non Capirai questo non riuscirai a giudicare serenamente ciò che fa tuo marito perché se ti tradirà di nuovo sarà sempre colpa di qualcun’altra. L’unico vero responsabile è lui. E le uniche attenuanti che può avere non sono quelle di un’amante maga circe ma di una moglie che ha contribuito alla fine del matrimonio. Fare la morale agli altri salva dalle corna come il patto di fedeltà recitato nel matrimonio

          • Ormai ti sei fatto il tuo giudizio basato su quello che hai scritto tu e hanno aggiunto le altre. Ho riletto commenti in alto dove avete preso la tangente perché evidentemente ho toccato a voi dei tasti dolenti. Dalle mie parole non ho mai attribuito a lei la colpa.
            Ho sicuramente detto che se fosse più difficile trovare gente che se ne frega se uno è in una relazione, forse chi è in una coppia non considererebbe così facilmente il tradimento come una strada da percorrere, ma MAI ho negato che la responsabilità sia di mio marito. Non mettetemi in bocca parole che non ho detto e che non penso!
            Poi che io abbia una incazzatura nei confronti di lei che ha provato in tutti i modi a realizzare un suo futuro con mio marito arrivando persino a “rubare” il soprannome di NOSTRA figlia, ho il sacrosanto diritto di avercela ma so bene CHI ha fatto la scelta sbagliata, chi mi ha mentito, ingannata e fatta fessa, ipercriticata etc mentre poteva scegliere ben altro!!

          • @Ale…tu hai una pazienza di Giobbe! L’ho pensato anche settimana scorsa…quando differentemente da altre situazioni continuavi a rispondere a dei post che erano tutti uguali!
            Io invece ho bellamente alzato nn una bandiera bianca…ma un lenzuolo bianco! Cn alcune persone mi sembra di rimbalzare contro un muro di gomma…e nn mi riferisco solo @Molly…solo che @Molly è più evidente xchè poi intasa il blog delle sue “prediche” e litanie tutte uguali cm le hai definite tu, e dall’alto del pulpito munita di bacchetta da maestrina del secolo scorso vuole impartire lezioni di vita…qnd nn ha ancora capito cosa è successo alla sua di vita! Viene qui x CAPIRE (da sua dichiarazione) e poi si mette a dare DIRETTIVE! E lo fa in modo ossessivo (scrive tantissimo sotto a post del 2018 tanto che ho pensato sia attaccata al blog tt il giorno, e qua altro che sopracciglio inarcato…questo sta a significare il suo mal stare…xchè se stesse bene nn sarebbe qui a cercare di convincere noi (x convincere se stessa che DEVE X FORZA essere così)…ma sarebbe a fare le capriole cn suo marito! O magari a litigare con suo marito…a cavargli la pelle di dosso xchè “BRUTTO STRONZO TU MI HAI TRADITO…HAI TRADITO IL NOSTRO PATTO…HAI TRADITO LA MIA FIDUCIA…TU…NESSUN ALTRO…E ADESSO SPIEGAMI XCHE DEVO ANCORA DARTI FIDUCIA…SPIEGAMI MENTRE URLO…SPIEGAMI MENTRE FACCIAMO L’AMORE CM DUE NAUFRAGHI…RIPETIMELO 1000 VOLTE SE CE N’È BISOGNO…CONVINCIMI!”
            E invece lei è qua…ad ascoltare spiegazioni che nn vuole sentire veramente…boh… nn capisco!

            Io dopo un po’ mi stufo di cercare di far capire un punto di vista diverso a chi è evidente che nn gliene frega niente di ascoltare! Bravo tu a continuare a perseverare…
            Bacio

          • Molly mi è simpatica anche se sbaglia, ma mi piace la sua voglia di ricostruire. Spero che suo marito sia in buona fede

          • @Ep
            Riuscire ad ascoltare proprio chi ha una esperienza e idee diverse è la condizione indispensabile e irrinunciabile perché siano possibili cambiamenti concreti nel positivo personale e universale

            Se ci si stufa di ascoltare o leggere le diverse opinioni significa averci un problema personale è chiaro

            Lo scambio è il motore per cambiare evolvere trovare pure ciascuno la propria soluzione che si muove naturale insieme a noi stessi che mai siamo uguali a un minuto fa,le cellule si rinnovano come le idee
            E per farlo occorre la voglia di confrontarsi con calma e onestà intellettuale

            Non mi sorprende affatto che @Caro Alessandro abbia questa capacità perché poi nel suo caso fa pure parte intrinseca del suo lavoro

            A volte pure lui scivola nel suo personalismo e infatti glielo scrivo qui quando succede
            Siamo esseri umani in buona fede qui almeno così sento

            E guai a non apprezzare proprio chi porta il contrappunto delle idee proprie

            Comprendo peró che quando si viene da poco tempo da grandi prove in cui oggettivamente si è sofferto tanto possa umanamente venire la stanchezza di leggere opinioni diverse che minano in qualche modo le proprie sicurezze

            L’alTro fermo restando il principio della buona fede è portatore di grandi stimoli al riuscire a trovare le proprie difficoltà personali
            Altrimenti sarebbe come non riuscire ad apprendere nulla di nuovo dalle proprie esperienze

            Evviva lo scambio acceso pieno di tutto pure emozioni che bellezza che ricchezza!!!!!❤️

          • @ariel nn capirò mai xchè devi ricondurre tutto a problemi personali, insicurezze psicologiche e vattelapesca! Boh…vabbè è il tuo modo di intendere la vita!
            Per me stufarmi di leggere le preghierine della sera ben recitate ma poco “sentite” significa solo che mi annoiano! Punto! Nn che per forza mi sento toccata ..offesa…o altro! Semplicemente nn mi viene voglia di leggere qnd dentro ci trovi sempre le stesse cose!
            Nn trovo ragione di andare sempre a rotolarmi in substrati di concetti che possono avere 1000 sfumature psicologiche… è quello ma in realtà il tuo subconscio voleva dire altro etc etc…

            Sn molto più semplice di te! Sn quasi un uomo… Io qnd dico “questa cosa mi annoia”…intendo proprio che mi viene da sbadigliare!

            E siccome qui ci sto ormai più x dare che x ricevere…do molto volentieri…ma a chi ha bisogno e accetta il mio aiuto!
            A chi ha tutte le risposte…nn mancherò! E a me nn mancherà…anche xchè fortunatamente la mia vita vera è un’altra!

          • @Ep
            Vai tranquilla
            Evviva la libertà di essere come si vuole e si sente
            Se non sei in sintonia con i miei pensieri non vedo problemi
            La tua risposta parla chiaramente

            E quindi buon retiro!!!

          • @Molly, a me sembra che si stia esagerando.Ho fatto scelte professionali in contraddizione a quelle che erano le aspettative dei miei genitori sapendo di farli soffrire. Ero una depressa o egoista? Io dico di no. Ma se non le avessi fatte di sicuro sarei depressa ora.

          • Lia!! Ma stiamo parlando soprattutto di coppie, dai!!
            Là dove non si bada ai bisogni dell’altro e si pensa solo ai propri, specie su cose GROSSE, e cavolo se di egoismo si tratta!!

          • @EP ufficializzo che mi arrendo anch’io.
            Mentre leggevo il tuo post ho pensato che io e il mio ex amante l’avremmo disolta come descrivi tu… Mannaggia, bei ricordi!

          • @Molly purtroppo è una sensazione che ho avuto anche io. Qui possiamo basarci solo su quello che leggiamo, e non sui tuoi pensieri. Hai parlato molto, moltissimo di lei. E forse poco di te. O forse sono io che ho perso qualche pezzo?
            Ma tu di te cosa ci dici @Molly?

            @EP ohhh io quando ho scoperto il blog ho letto ossessivamente tutti gli articoli più di una volta. Credo di aver insistito anche io i primi commenti sotto ad un articolo vecchio. Mi pare “mio marito è tornato” penso sia normale farlo sotto a quello che pensi possa appartenerti di più.

          • Perché pensare alla moglie del tuo amante?
            Mah direi che ormai quando la frittata è fatta sia normale non pensarci.
            L’unica cosa che posso dire però è che nella mia vita da single mi sono divertita, e non sono mai stata la monaca di Monza, ma personalmente il fatto di sapere che qualcuno si avvicinasse a me avendo una moglie/fidanzata/compagna me li faceva mettere immediatamente nella casella SFIGATO!
            Se poi ti buttano li la CRISI A CASA a mo’ di informazione che può tornare utile ancor di più… insomma quale sfigato butta in piazza una cosa così delicata come una crisi con la compagna come esca?!? BANNATO!

          • A me più che voglia di ricostruire mi sembra voglia di vincere. Ma mi sbaglio di sicuro. Sono una immatura egoista superficiale io.
            Scherzo…vi voglio bene tutti. Ce la faremo. Ognuno a suo modo.

          • A me invece gli inteventi di EP servono e li trovo di un’originalità unica oltre che stimolanti.Alcune volte ha la potenza di un ceffone in pieno viso, ma lo fa un pò come si fa con qualcuno che è svenuto per farlo rinvenire. Tanto che poi la ringrazi.
            Dietro alle sue battute ci sta una profonda intelligenza e sensibilità .
            Apprezzo molto anche gli interventi di Lia e di Franca , Oldplum e quelli di chiunque non sembri ad un disco rotto o non arrivi qui con la presunzione di essere l’unico possessore della verità assoluta.
            Nessuno deve convincere nessuno.
            Faccio ancora una volta un appello all’umiltà e all’ascolto.
            Alcune volte si potrebbe anche solo leggere e anziché preoccuparsi subito di rispondere spesso contrattaccando, o sparando giudizi a vanvera, provare a riflettere.

          • @perchivuolleggerequi

            Ecco vorrei esprimere il mio pensiero punto di vista che è fatto per me dalla mia esperienza di vita lunga fino a qui da questo principio base universale

            Non possiedo nessuna verità in tasca
            ,ma semplicemente la cerco e per farlo ascolto gli altri e se non sono d’accordo critico e giudico e mi esprimo libera fino in fondo senza aver paura delle mie emozioni che ovviamente possono rendere a volte il mio modo di scrivere pungente e particolarmente introspettivo

            Ovviamente già espresso per me ciascuno mi porta un dono e più sta diverso meglio sarà poter scoprire me stessa

            Non posso quindi dare lezioni a nessuno ,ma sicuro ciascuno di noi ha vissuto le sue esperienze personali soprattutto quelle antiche di origine che incidono moltissimo nelle nostre scelte di vita compreso il mostrarsi per ciò che si è o meno

            Credo che la difficoltà maggiore nello scambio di pensiero diverso sia data spesso dalla differenza generazionale età diverse che significa spesso educazioni diverse non solo personale che ovvia la naturale diversità,ma esiste una educazione che riguarda la generazione in cui si è cresciute

            E oggettivamente la mia generazione che vengo dalla carta straccia per far assorbire l’olio delle patate fritte

            Ecco che ho visto e vissuto tutti i progressi tecnologici ma avendo avuto un enorme vantaggio crescere sapendo senza tecnologie comunicare dal vivo di persona in ogni ambito e relazione sociale e affettiva

            Questo produce oggettivamente per la mia generazione una capacità introspettiva maggiore rispetto alle generazioni successive

            Ecco che allora parlare di dentro di profondità non sempre viene accettato e non riguarda l’essere d’accordo su un parere o un altro
            No sta a monte a priori

            Con la tecnologia usata e abusata si è spento lentamente progressivamente la capacità di guardare dentro di se e l’altro

            Ecco che infatti appena si incontra la lettura che scava allora si viene tacciate da maestre o maestrine espressione in modi diversi
            Oggettivamente esiste il rifiuto a guardare al di là del proprio naso ,ma non è incapacità data dal non essere intelligente,ma grande condizionamento sociale relativo alla vera comunicazione
            Che infatti progressivamente ha portato alla presenza fattiva di decadentismo in ogni sfera ambito della società
            Partendo esattamente dalle relazioni affettive tutte sballate

            Così vi ho scritto questa mia riflessione da Vecchia Volpe del deserto antico
            che sta semplicemente vivendo ancora per cercare me stessa esprimere ciò che si pensa confrontarsi che non significa devi essere e fare come me,
            Ma ti ascolto e se lo sento ti critico ti giudico e magari pure te lo dico male emozioni poi mi scuso ovviamente,ma insomma vi incoraggio a guardare dentro anziché fuori
            Ascoltare l’ altro anziché l’uguale
            Ascoltare non significa devi fare come me
            Significa non ho problemi ad ascoltarti non mi stufo ad ascoltare gli altri perché ci sta sempre qualcosa da apprendere criticare giudicare a scambiare

            Sono gli altri i nostri più grandi Maestri senza saperlo anzi mi sento una vecchia allieva che ha da imparare finché avrò vita.

          • Standing ovation, Ariel. Qui il problema è cantare fuori dal coro e dire che l’altro è stonato. Ergersi acidamente in cattedra e dare agli altri della maestrina.

          • Questo non è egoismo è semplicemente aver smesso di amare.
            Quando si ama non ci passa minimamente per la testa di andare con altri, in primis perché siamo naturalmente concentrati sul nostro amore e poi perché abbiamo paura di poterlo perdere.
            Tradire, nonostante sia dell’ idea che non sia il massimo della correttezza e del rispetto, non ha niente a che fare con l’ egoismo a mio parere.
            È solo la conseguenza del venir meno di un sentimento di amore esclusivo verso il nostro partner… egoistico piuttosto è il continuare a voler tenere i piedi in due scarpe per trarne soddisfacimento personale… egoismo è mentire per anni ad entrambe senza approfondire il perché si è arrivati a guardare oltre per essere felici.

        • Ma daiiii…la droga, l’alcool, la depressione…Ma cosa c’entrano col tradimento?
          Ma perchè vogliamo trovare per forza del patologico in una storia extraconiugale?
          In fondo è tutto così semplice: uno dei due (o anche entrambi) è insoddisfatto della propria vita di coppia.
          I motivi quasi sempre sono i soliti e i più banali, sentirsi poco considerati, apprezzati, appoggiati, stimolati.
          E poi arriva la persona che ti rimette sul piedistallo, ti guarda con gli occhi a cuoricino, ti desidera fisicamente come non ti succedeva da tanto, ti pone al centro dell’universo.
          Molly rifletti su questo Dove era finito tuo marito? Dove lo avevi messo nella scala delle tue priorità?

  42. Io sto programmando un sacco di cose insieme col mio amante (fortunatamente ho molte amicizie che posso usare come alibi), anche con notti fuori città, ma mi sento sempre più meschina nei confronti di mio marito che continua ad avere fiducia in me. Che tristezza.

  43. ciao carissimi/e!!! Vi leggo sempre…ma in questo periodo partecipo, purtroppo, passivamente perché mi vergogno tantissimo a scrivervi che ci sono ricascata un’altra volta (l’ennesima volta, forse la trentesima in 4 anni) e non riesco a perdonarmi. Ormai è un giochetto che non avrà mai fine. Lui è sempre più presente (mai come prima), viene da me tutti i giorni, mi chiama in continuazione, lui innamorato.. lui che continua a ripetermi che mi ama e che senza di me ormai non ci sa stare. Lui..che c’è effettivamente, lui che se ne approfitta, lui che rimane lì.
    Ma non è sulla mia sfigataggine, debolezza o scemenza su cui mi voglio soffermare. Basto io per le auto offese.
    Ho letto un post di Anonimo ed è a lui che rivolgo questa domanda.
    Caro Anonimo…tua moglie ha mai sospettato che tu avessi un’altra? Hai portato avanti il matrimonio, durante la ralazione extra, fingendo che tutto andasse bene comportandoti in maniera ineccepibile per non destare dubbi?
    Quello che hai scritto su tua moglie è ciò che mi dice il mio sulla sua.
    Comunque, andremo in terapia perché ne abbiamo bisogno e lui da solo non ci va..

  44. Io, da uomo (per ora ancora) sposato non riesco ad avere rapporti se non sono più innamorato. Da tantissimo tempo. Forse sono “femminile” in questo.
    Detto ciò, la donna che vorrei (sposata come me) e che mi ha mollato, la cui storia ho spiegato in diversi altri post (soprattutto nel codice del silenzio) alcuni giorni or sono mi ha scritto una cosa del genere:

    “mi manchi da morire, avevi torto: non è come un lutto, non riesci a metabolizzarlo con il tempo. a questa lontananza decisa per imposizione, dalle circostanze, dalla vita non ci si rassegna mai. non riesco a fare a meno di te, anche se del mio dolore e della mia recita non se ne accorge nessuno”

    come fa il mio cuore a non sanguinare?

    • Non capisco. Tu avresti lasciato tua moglie per lei? Sul serio?
      Comunque ha torto, lei. Tutto si trasforma. Dimenticherete entrambi.

      • Lo so che tutto si trasforma. Quel che mi dico è che se a distanza di tempo lei mi ha scritto questo, forse è perché non vuole dimenticare. Ci siamo sentiti un paio d giorni dopo qhesto suo contatto. L’ho cercata io. Mi ha chiesto se avevo una soluzione. Ho preferito sdrammatizzare e deviare l’argomento perché ho capito che ruotarci intorno appesantisce. Io ora vorrei solo che tornasse da me. Per ridarle la forza che ci serve per combattere insieme.
        PS sì, avrei lasciato mia moglie. E probabilmente la lascero cmq.

    • devi troncare questi tipi di conversazione…ti uccidono e arrecano solo dolore…li facevamo anche noi…ma se la realtà non può essere diversa….amatevi nel silenzio che è più rispettoso…

      and una sana trombata con un’altra ti farebbe bene…flirta con qualcuno ti aiuta a distrarti…ancora meglio se sono 2/3…riesci ad avere la mente occupatissima…

  45. Se lui è innamorato, presente tutti i giorni, insomma c’è “effettivamente”, dove sta il problema?
    Forse sono io che non capisco.
    Credi che lui sarebbe più coinvolto, o ti amerebbe di più, se tra voi ci fosse un pezzo di carta?

  46. Lisa io non devo fingere nulla…io sto bene a casa e non l’ho mai nascosto a lei…è stato difficile qualche mese fa quando ero in piena sofferenza a nasconderla ma ora sto bene e non ho nessuna difficoltà…ce le ha più lei che è ritornata all’ovile le difficoltà…

  47. Ciao a tutti, dalla fine dell’estate ho continuato a leggervi tutti i giorni e i vostri interventi mi sono serviti a capire tante cose,ma di fatto sono ancora nel limbo…Con la fine dell’estate i nostri incontri si sono fatti più sporadici fino al punto in cui,adesso, c’è una frequenza ridicola…una volta ogni 10 giorni per 10 minuti, in cui non c’è il tempo per affrontare nessun discorso perché poi deve correre a casa…Naturalmente questa mancanza di tempo secondo me indica una mancanza di interesse e di volontà, ed io lo sento sempre più lontano…non c’e più nulla che mi faccia sentire “unita” a lui, a mio avviso sta sempre meglio in famiglia vedendo il loro bambino crescere ed interagire e non ci sono neanche più i messaggi con cui mi faceva sentire che mi era vicino almeno con il pensiero… Quando mi parla di lei mi dice che non posso essere gelosa perché quella è sua moglie e che possiamo parlare quanto ci pare ma la realtà è che lui non è mio nè io sua…Sulla base di tutto ciò voi penserete (giustamente) “Cosa ci fai ancora lì? E infatti io sono sempre più convinta che non c’è più alcun motivo per andare avanti ma non riesco a dirgli che è finita e che non voglio più vederlo perché la verità è che io vorrei vederlo e stare con lui!… Mi aiutate a vedere le cose lucidamente??…I commenti di @Oldplum,di @Annaura, di @Alessandro e di tutte voi sono stati per me grande motivo di ispirazione…ma non basta…non riesco a mettere la parola Fine…

    • Penelope…e scommetto pure che x vedervi devi insistere tu! Ha ragione GIuliana, chiudi. Non c’è bisogno che dai tante spiegazioni, lui sa quello che senti , non sentirti minimamente in colpa xkè hai fatto e lui lo sa..e poi mettono sempre prima il loro ego davanti a tutto. Fallo tu qst volta. Un uomo che ci tiene non ti dice che tu non sei sua e lui tuo (ma dico io , pure x fantasticare in due..un pò di romanticismo…manco quello!). Se ancora non ti senti di chiudere però , aspetta non farlo, se le cose non miglioreranno arriverai ad un punto in cui dirai basta x davvero. Ma inizia a riflettere seriamente su qst situazione fino a qnd potrebbe andare avanti e come …

      • Grazie a tutte,@Annaura,@Ema,@Giuliana e @Oldplum…come sempre siete preziosissime…io mi sto rendendo conto di essere dipendente da lui e mia sorella (l’unica a sapere…) si arrabbia tantissimo… mi dice sempre che non mi riconosce…sn sempre stata “cazzutissima” e da quando è iniziata questa cosa sono diventata insicura e bisognosa di conferme…Da parte mia ho iniziato a dirgli che non sono più disposta a correre per lui come ho fatto fino ad ora e ho iniziato a distaccarmi gradualmente. So che come dice Annaura se anche non dovessi riuscire a chiudere nel brevissimo termine è solo questione di tempo…qualcosa dentro di me sì è rotto…

  48. @Penelope…Un solo consiglio:fuggi…Ti capisco,completamente,si resta lì accontentandosi di quel poco,quasi nulla che ti danno,si ascoltano cose che meriterebbero schiaffi e sparizione immediata,nella speranza e nell’illusione che le cose cambieranno,che non è così,che a noi ci tengono…Io l’ho fatto…Risultato:liquidata perché mi sono permessa di dire che,visto che erano tre mesi che non lo vedevo,di non scrivermi più perché era inutile continuare…Mi ha cancellata in un niente,rifiutando qualunque tipo di confronto o dialogo…Scappa prima tu,lascialo lì dov’è,prima che lo faccia lui,prima che abbandoni lui…Ovviamente potrebbe anche non accadere,ma di solito questi atteggiamenti non fanno sperare in nulla di buono…Chiedi a te stessa se è questo quello che vuoi,se ti meriti solo questo e risponditi NO…È dura,io lo sto facendo e provando,soffro tantissimo anche fisicamente,ma non mi abbassero’più a elemosinare attenzioni da chi non vuole darmene,non perderò più la dignità…Coraggio,è una dipendenza ma si può e si deve uscirne…

  49. @penelope puoi chiudere solo se ti rendi conto che non avrai mai nulla di diverso nel continuare così. Non saranno i tuoi sforzi e la tua vicinanza a fargli cambiare idea o comportamento. Non si può . Cambia la prospettiva. Pensa se ti basta, se sei felice. No? Allora non capisco come tu possa pensare di non mettere subito la parola fine.

  50. e tu vivi la tua vita in funzione di 10 min di baci ogni 10 giorni e nient’altro? senza contare la chiarezza di lui nei fatti e nelle parole.
    condivido ciò che ha scritto Giuliana, la tua è una dipendenza, nutrita tra l’altro dal nulla più assoluto. Hai mai pensato di cercare un aiuto esterno dal momento in cui non riesci a disintossicarti da sola?

  51. @Penelope…è inevitabile che qualcosa si rompa,non si può sempre passare indenni attraverso stress e frustrazione…le aspettative continuamente deluse fanno arrabbiare,stancano,sfiniscono…Tolgono forze,vitalità,voglia di vivere,ti fanno precipitare giù,sempre più in fondo:la tua vita è in funzione del messaggio,della telefonata,dell’incontro:ma alla fine resta niente,restano le briciole che queste persone,tranquillamente assisi nella loro,di vita,ti danno quando,se e come possono e vogliono…Ecco il bisogno di conferme,di riconoscimenti:è come svenarsi un po’ogni giorno…Beninteso,questa è la mia personale esperienza,ma temo che purtroppo queste dinamiche e questi svilimenti siano parecchio comuni..

  52. Alessandro, eccomi qui a corrucciarmi, malgrado mi abbiate “detto” di tagliare il filo …
    Ma in un ultimo messaggio lui mi ha scritto che la sua “vita è cambiata nel senso che è in evoluzione”… Un messaggio che può avere più interpretazioni…
    Certo è che dal natale, la moglie ha scoperto la ns relazione e da allora è iniziato l’inferno per lui figlie e genitori anziani…. Ed anche per me….
    La decisione loro è di ricostruire il rapporto 20tennale
    Ma Si vuole vendicare in ogni modo è fare e farmi soffrire,
    Ha crisi isteriche e violente con lui, con la famiglia…. poi chiede scusa, poi ricomincia…
    Sa che lui ha scelto la famiglia per le figlie, status, soldi, ecc… ma inconsciamente non per amore per lei (sicuramente prova grande affetto!)….
    Lui sta facendo di tutto per recuperare la sua famiglia, ma mi dice sempre che sta vivendo un inferno …
    Lui ha bisogno di me, credo di essere la sua boccata di ossigeno …
    Ti chiedo, in base alla tua esperienza, quanto potrà recuperare questa coppia?

    • Certo con le prove di forza si obbliga sull’immediato ma non si recupera un bel niente. Rido perché gli uomini sanno inventare termini tipo confuso evoluzione percorso per dire che stanno in casa

      • “Stanno in casa”….Devo tatuarmelo nel cervello per allontanarmi definitivamente…
        Quel messaggio mi ha creato in questi 2 gg un’illusione…. pur sapendo benissimo che la sua scelta non cambierà!
        Lui sa che se cambierà il suo percorso saprà come e dove trovarmi….
        Questa settimana intendo chiudere
        La sofferenza e più che sufficiente per una storia di 5 mesi!
        (Ps: scusa gli orrori ortografici!)
        Grazie Alessandro.

    • Credo che a maggior ragione ti dovresti staccare, adesso.
      È giusto che lui affronti la sua situazione senza potersi appoggiare a te, altrimenti non è in grado di capire cosa vuole.
      Ma soprattutto non è giusto per te.
      Anche tu devi essere salvaguardata, anche tu hai una vita e dei sentimenti.
      Rischi di affondare tu per sorreggere lui: e alla fine il tuo dolore sarà mille volte più grande, con in più la rabbia e la sensazione di essere stata usata.
      Lascialo affrontare da solo una situazione che non ti riguarda,non farti coinvolgere, comincia già adesso a pensare a te stessa e al tuo equilibrio.
      In amore è necessario anche l’egoismo, a volte.

    • E non sarà certo questo a compromettere un eventuale futuro insieme.
      Se ti ama e non è stupido o concentrato solo su se stesso, lo capisce. Altrimenti meglio lasciarlo andare. C’è anche il rischio che negli anni futuri ti rinfacci di aver condizionato troppo la sua vita, se le cose dovessero andare male

      • Epilogo
        Oggi ci siamo visti, abbiamo parlato ed infine chiuso.
        E’ stata una chiusura dolce, come la nostra storia, ma necessaria.
        Non ci sentiremo più: no messaggi, no telefonate, tutto finito … !
        Sono tristissima, ma in fondo serena per come ci siamo salutati…questa volta una decisione nostra, presa insieme e non subita!
        Lui ha scelto, anche se quanto prova per me è profondo e vero (credo alle sue parole, ai suoi occhi sinceri) e mi sento di dire che alla fine ci vuole tanta forza ad affrontare l’inferno che sta vivendo a casa…ci vuole grande senso di responsabilità …

        Questa storia ha consentito di dar voce con mio marito a quelli che sono i ns problemi (io gli ho raccontato tutto dal giorno della “scoperta”!) … ci vogliamo bene, ma l’amore è un’altra cosa… per ora continueremo la ns vita insieme, ma lui deve considerarsi libero … Io? Io non so, devo prima recuperare me stessa; propendo a rientrare nel mio mondo senza sentimenti, dove sono certa che non potrò soffrire! Speriamo questo amore passi presto nell’angolo più profondo e nascosto del mio cuore.

        Continuerò a leggervi, perchè sono certa che molti saranno ancora i momenti di sconforto che dovrò affrontare …

    • Carissima, se il tuo amante è stato sincero e l’amore per la moglie non c’è più, non esiste possibilità alcuna di ricostruire. Ho sempre pensato sia difficile reinnamorarsi della stessa persona. Certo si può ricostruire un rapporto basato su tanto altro…la condivisione del progetto famiglia, l’affetto, la complicità, la conoscenza scaturita da un bel pezzo di vita percorso insieme ma questo accade nelle situazioni più evolute ed oneste. La maggior parte delle coppie, anche in seguito alla scoperta del tradimento, continua a stare insieme senza ricostruire un bel nulla. E poi l’amore, diciamocela tutta, non si ricostruisce. L’amore è altro. O c’è o non c’è. Ovviamente secondo me.
      Detto questo la realtà è che lui sta lì, ricostruisce o no, sta lì. E tu non puoi pensare di esserci per lui perchè credi ne abbia bisogno.
      Salvaguarda te stessa.
      Queste mogli che si fanno venire le crisi isteriche non mollano l’osso e sanno lavorare bene sui sensi di colpa. Lui ne sarà schiacciato. D’altronde ricordo che ha figlie grandi, potrebbe anche avere il coraggio di prendere in mano la sua vita… mi sembra però che lui abbia deciso di involvere anzichè evolvere.

      • Si Franca, ricordi bene.
        Ho scritto l’epilogo in un post di risposta a Verdeazzurra.
        Si, lui ne è schiacciato, ma credo sia in grado perfettaemnte di affrontare e sostenere la situazione (la moglie inizierà una terapia!).. le figlie gli hanno chiesto di non lasciarle … ad ogni modo la decisione presa è quella!…
        Ha fatto pensieri su noi insieme, quindi il “noi coppia” non ne è valsa la pena …
        credo che il sentimento non fosse forte abbastanza per affrontare una vita con me che ho un figlio piccolo.

        • io sono uno di quelli che ha tradito per anni…davvero tanto…e se mi avessero detto tu un giorno lascerai tua moglie e il tuo status per una donna gli avrei riso in faccia…

          invece accade donne…quando è veramente travolgente è forte…lo faresti…non c’è cosa che non faresti…quindi quando non lo fanno…è perché non è così forte al punto da rivoluzionare tutta la loro vita…

          anche la mia ha deciso di non stravolgere la sua vita…e mica perché lei è più responsabile di voi verso il proprio compagno o figli…semplicemente perché non è così travolgente…

          il problema di queste persone però è che non hanno le palle di dirlo…il rapporto con i compagni/e è finito…l’amore non c’è più e noi gli permettiamo di compensare il vuoto che hanno…ma non è amore vero il loro…quindi bisogna liberarsene…

          • esatto. non è poi così travolgente. per carità, lasciare tutto (moglie/marito, figli, abitudini, amici in comune) è complicatissimo ma non impossibile. e per restare non credo che poi in casa se la passino tanto male. la verità, a volte, è molto più semplice

  53. come fai ad essere certa che la moglie sappia che lui ha scelto lei e la famiglia per soldi, status, figli? Te l’ha detto lei? E lei vuole farti soffrire e vendicarsi, vi siete viste e parlate?
    comunque sia lui sta facendo di tutto per recuperare la sua famiglia … quindi? cosa stai ancora lì a fare?

    • Ema, perdona la domanda, sei una moglie?
      Non ho mai avuto intenzione di rispondere/parlare con la moglie, non l’ho ritenuto giusto… quello che so’ e’ attraverso lui e da qualche messaggio di Lei. Inoltre Mi fido talmente di lui che mi sono bastati i suoi racconti.
      Ho accettato da subito la sua scelta, lui ha fatto difficoltà a mantenerla… ma da oggi abbiamo deciso!

    • Hai ragione, cosa sto qui a fare???
      In questa testa testarda sono convinta che siamo fatti per stare insieme….E malgrado ieri mi abbia detto che devo eliminare questo pensiero….Oggi sto malissimo e spero che tra 3 mesi torni a cercarmi con i fatti…
      Vorrei essere forte come te Ema…. Invece sono a pezzi…La chiusura definitiva di ieri mi ha buttato nuovamente in un abisso buio!

  54. Non si ricostruisce un bel niente, si sopravvive, ci si barcamena. Ma l’amore è un’altra cosa.
    D’altra parte lui ha scelto, e questi sono problemi suoi.

  55. Lui ti ha detto che la sua vita è cambiata, in evoluzione.

    Sono veramente bravi a dire niente con un sacco di parole, c’è una frase di Alda Merini che purtroppo è tragicamente vera nei casi di amantato “mi piace chi sceglie con cura le parole da non dire”

    Non rimanere appesa a supposizioni, che altro non sono che il tuo pensiero e le tue speranze.
    Lui di fatto ha detto che vuole ricostruire. Ha scelto.
    Non ti devono interessare le crisi isteriche della moglie, il suo inferno e tutte le altre cose.
    Ad un certo punto ognuno per sè, e si salvi chi può

  56. Il.perdono secondo me in questo casi richiede un equilibrio e una maturità fuori scala. Altrimenti tra qualche tempo , appena qualcosa andrà storto, lei rinfaccera’ la vecchia questione dimostrando a lui di non aver perdonato proprio nulla.
    Già che abbia ora le crisi isteriche non è un buon segno.
    Ma sono fatti di lui è delle povere sue figlie.
    Dar pacche al televisore per farlo funzionare può servire per un po..poi si rompe e amen.
    Comunque tu fai la fica. Mollalo al suo destino terribile. Tanto ti ricontatta. La disperazione lo avvolgera come le spire di un boa. Altro che ricostruire…
    Te salvati se puoi.
    Ti abbraccio.

  57. Leggo adesso il tuo epilogo, se posso muovere una critica costruttiva a questo blog è che spesso i post non rispettano l’ordine cronologico nella loro pubblicazione, creando talvolta confusione.
    Gli fa onore il fatto che ne abbia parlato con te in maniera aperta e sincera, non è da tutti.
    I più ti portano all’esasperazione e fanno in modo che ci lasciamo da sole.
    Questo ti consentirà di chiudere senza sospesi, dubbi, teorie strane. E ti consentirà anche di conservare un bel ricordo, quando sarà passato tutto il dolore.
    Tutti coloro che scrivono qui, fatto salvo per il famoso 10%, si troveranno nella situazione di chiudere.
    La modalità fa la differenza.
    Siamo con te

  58. Anna, Bukowki ha scritto “alle volte le cose sono proprio come sembrano, ecco tutto”
    Fa comodo a noi cercare di trovare degli appigli, ma l’unica bruciante verità è che chi ti vuole, ti viene a prendere, anche in capo al mondo.

  59. Questa mattina mi sono svegliata ed il primo pensiero è stato: “Cosa ti ha dato?” … la mia risposta immediata: “Niente” ….
    Anche questo dovrebbe bastare a cancellare quella maledetta vocina convinta che insiste sul fatto che tornerà!

  60. Buongiorno, vi scrivo perché sono disperata. Sono una moglie tradita x la seconda volta.. La prima 15 anni fa ( mio marito allora aveva 38 anni e lei 25)… Ho scoperto tutto con una e-mail lasciata aperta sul desktop, è rimasto con me perché ha detto che ha sentito mancare la terra sotto i piedi ( ho voluto crederci anche se so che è rimasto perché lei lo ha mandato a quel paese). Ora mi ha detto che si è innamorato di un’ altra… Dice che è un amore travolgente… Cominciato tutto un mese fa… L’ho cacciato di casa… Siamo ancora sposati… Ma lui esce con questa e si fa vedere in giro come se fossero fidanzati… Oltre alla disperazione anche l’ umiliazione… Sono confusa… Mi sembra un incubo.

    • Come darti torto. Una rondine può non far primavera, soprattutto se si è giovani ma due… io credo per quel poco che hai scritto che tu abbia fatto la cosa giusta. Il tradimento però non è più un reato e almeno il 60% degli italiani ha tradito almento una volta quindi nessuna umiliazione pubblica perché solo chi giudica sempre facile e quindi è un nulla e non deve esistere. Non si caccia di casa si chiede di andarsene perché la convivenza non è più possibile. Inizia a vedere quello che è successo oggettivamente ripulendolo dal gossip di paese e dall’aura di Peccato siano adulti e non nel medioevo almeno noi, gli altri affari loro. E poi fatti aiutare da un terapeuta in questa fase pesante ma di liberazione della tua vita. Può sembrati impossibile ora ma c’e Un futuro per te e meglio non condividerlo più con chi evidentemente non ti ama

    • @Giuggiola mi spiace moltissimo
      Capsita che dolore per te ,ma senza dubbio farti aiutare da un terapeuta per riuscire piano piano a liberarti da tutto ciò che ti fa star male è la unica cosa davvero utile a te stessa.

      Ci credi ,non posso pensare a ciò che soffri adesso
      E spero tantissimo che tu al più presti riesca appunto ad avere un punto di riferimento costruttivo per te stessa come un terapeuta col quale veramente potrai fino in fondo esprime tutto ciò che così tanto in questo adesso ti brucia dentro e poter seguendo il percorso trovare da te la tua nouva strada di vita

      Perché nulla è finito per te anche se per ora non ti sembra
      La tua Vera Vita Inizia Adesso!!!
      Ti abbraccio !!!!!

  61. Io sono riuscita a perdonare il mio ex marito, nel senso che non sono più arrabbiata con lui e non ci soffro più. Ora abbiamo un bel rapporto, per il bene di nostro figlio. Non siamo come la maggior parte delle coppie separate che si fa la guerra. Sono riuscita a perdonarlo perché ho capito che se lui mi ha tradita è solo perché il nostro matrimonio era in crisi e le colpe sono sempre di entrambi, mai di uno solo.
    Anche se l’ho perdonato, ci siamo separati. Penso che non avrebbe avuto senso contare a stare insieme, fingendo di essere felici. Se mi ha tradita vuol dire che il nostro matrimonio era arrivato alla fine, altrimenti non lo avrebbe fatto. La minestra riscaldata non è più buona!!

  62. Io l’ho perdonato, o comunque sto tentando di farlo, perché nei 15 anni passati insieme, lui c’è sempre stato, tranne quel periodo, sempre presente emotivamente e fisicamente, mi ha sempre sostenuta, ha sempre fatto tutto ciò che era in suo potere per rendermi felice e permettermi di fare quello che mi faceva felice, siamo sempre state il suo primo pensiero io e nostra figlia. Mi sono sentita amata da lui per molto tempo, e l’ho ricambiato allo stesso modo per molto tempo. Io non sono una MOGLIE CHE FA COMODO AVERE IN CASA, non faccio nulla, non cucino non lavo e non stiro e sono anche viziata. Sono una gran lavoratrice fuori di casa ma solo perché faccio un lavoro che mi piace da morire e posso farlo solo perché lui mi ha permesso di andare avanti in proprio anche quando non avremmo potuto economicamente solo perché la cosa mi faceva felice. Insomma 14 anni di fatti e qualche mese di merda, di cui io ho senz’altro una corresponsabilità. Oltre a tutto questo lo amo da morire, è LUI. Il MIO LUI.
    Come potrei non dargli una seconda occasione? In questi 8 mesi sembra che se la meriti e io sto facendo in modo da meritermela.

    • @Whiterabbit scusami ma perchè tutti sti dubbi? esternati proprio a noi che ci lamentiamo il più delle volte dell’ennesima possibilità data ad un uomo che non la ha neanche colta?

      • @hara non lo so.. parlare con voi mi da un punto di vista diverso rispetto a tutti quelli che incontro nel quotidiano. E il mio cuore è diviso tra la nuova vita che ci siamo concessi e il dolore che comunque provo. è difficile buttarsi tutto alle spalle.

  63. Ma ti sei chiesta perché ti ha tradito? Forse ha passato la vita a renderti felice, ti ha viziata, ricevendo davvero poco in cambio.
    Da come ti descrivi, sembri la compagna del mio amante: il suo impegno in casa è ridotto al minimo e lui si fa carico di ogni responsabilità.
    Forse è questo che alla lunga pesa, regalare felicità all’altro, mettendo sempre da parte le proprie necessità e i propri desideri.
    Alla fine si continua a farlo per dovere, ma non più per amore.

    • @LEI certo che me lo sono chiesta.
      In realtà io non faccio i fatti in casa perché abbiamo qualcuno che li fa per noi, non è che lui fa tutto, anzi!! Nostra figlia è sempre stata una mia gestione e organizzazione, non è che io ero assente!
      per tanti anni siamo stati bene perché io parimenti viziavo lui con le mie attenzioni, il mio amore, che non credo si riduca al “faccio le pulizie” non l’ho specificato perché credevo fosse insito nel dire che per i primi 13/14 anni stavamo benissimo. Ho voluto spostare l’attenzione qui sulle sue cure nei nostri confronti per specificare che è sempre stato un uomo presente e che ha dato tanto a me è alla sua famiglia. Non uno di quelli che si è sempre fatto i fatti suoi. Diciamo che io ho avuto più bisogno di lui di sostegno emotivo, ho avuto tanti problemi in famiglia, ma io davo a lui amore tanto quanto. Ho scritto che non sono una donna di casa nel senso che dubito che un uomo possa considerare UNA COMODITÀ stare con me senza amore. Non ho voluto dire che gli ho fatto mettere da parte i suoi desideri. Mi ha sostenuto nel mio lavoro, ma io ho sostenuto lui e seguito lui in tante altre cose. Ma non volevo fare un elogio di me stessa. Lui ha un carattere difficile e non gli fai fare nulla che non voglia fare. Volevo solo spiegare che, analizzando il suo comportamento e la nostra vita nei nostri primi 13/14 anni insieme, non posso non dargli una seconda occasione.
      Certo, nel momento del suo tradimento io “non c’ero più per lui come sempre” emotivamente e sessualmente, ed è probabilmente stata una delle cause e ti giuro che una analisi grossa grossa me la sono fatta. Lui mi dice che gli sono mancata molto.. io ad un certo punto mi sono resa conto di quanto, in questo, avesse ragione, e di quanto lui fosse mancato a me e siamo partiti a lavorare su di noi..
      effettivamente scritta come l’avevo scritta io sembravo un mostro, ma qui volevo puntare l’attenzione su quello che ha dato lui per spiegare le ragioni della mia decisione.

    • Oppure @LEI, lui che lo ha fatto (quindi scelto perchè lo riteneva giusto e piacevole) ha semplicemente voluto assaggiare qualcosa di diverso, senza disdegnare ciò che lo ha nutrito fino ad ora.
      Ci sono persone che splendono di luce propria ed altre che, consapevoli dei propri limiti, aiutano a splendere l’altra godendo della sua luce.
      Gli errori che durano anni si chiamano scelte.

    • @alessandro riscrivo il commento perchè temo che l’altro fosse troppo lungo.
      @LEI perchè leggi solo parzialmente?
      ho scritto che PER MOLTI ANNI L’HO RICAMBIATO ALLA STESSA MANIERA. Qui ho voluto solo puntare l’attenzione su quello che lui ha sempre fatto per me e per noi per SOTTOLINEARE che è sempre stato molto presente emotivamente e materialmente per me e la sua famiglia. Non volevo fare un elogio della mia persona.
      Che non sono una donna di casa l’ho specificato per intendere che non sono una moglie che può far comodo avere a casa senza amore, però non è che casa la pulisca lui.. abbiamo chi lo fa per noi, e quando non potevamo permettercelo l’ho fatto io, col suo aiuto. Non credo che la misura del mio amore sia determinata dal fatto che io stiri o meno, soprattutto perchè non obbligo lui a farlo.
      La gestione, organizzazione e spostamento di nostra figlia è sempre stato compito mio.
      Cioè non è che io ero seduta sul divano a trattarlo male e ricevere amore. Lui è un uomo dal carattere difficile e volubile, non fa nulla che non voglia fare, e come lui ha sostenuto me io ho sostenuto lui e cercato di seguirlo e farlo felice.
      Una profonda analisi l’ho fatta, e si, quando non ci sono più stata per lui, non per mancanza d’amore, il rapporto si è effettivamente sbilanciato. qui la mia responsabilità che mi assumo in pieno. Per questo ho scritto che sto cercando anche io di meritare la seconda occasione che ho dato a lui.

    • volevo solo farvi capire che per tanti anni siamo stati molto felici e ho motivi fondati di credere che il suo amore fosse reale e sincero quanto il mio. Metto sulla bilancia 13 anni e più ottimi, nonostante abbiamo avuto tanti problemi ora risoltisi, e solo qualche mese di merda. quasi 14 anni peseranno di più di qualche mese o no?

    • Si anche io ritrovo la descrizione della moglie del mio ex. Una vita a sollevarla da ogni incombenza, casa, pulizie, figli, perché lei potesse lavorare. Una regina. Alla fine di tanto sbattimento gratitudine zero, lui si è disamorato e ha iniziato la sua ricerca fuori. Mi ha colpito questo ménage.

  64. L’amore non è semplicemente avere accanto una persona che ti fa felice, che ti appoggia emotivamente e fisicamente, che ti lascia libera. Whiterabbit…il tuo è un bravo marito da come lo descrivi.
    Anche mio marito è così. Ma a me sembra più mio fratello.
    Basterebbe incontrare una brava persona per innamorarsi.
    Ma purtroppo non è così. L’amore è altro, è una relazione profonda, di crescita personale, è un fuoco che brucia sempre. Un’intesa carnale e intellettuale che a volte fa anche male. E un’intimità che non si riesce a creare facilmente. Non ci vuole una brava persona. Ci vuole la persona che smuove le regioni più profonde e nascoste del proprio corpo e della propria anima.
    Ecco perchè è difficile incontrarlo davvero.

    • @franca lo so bene, noi abbiamo avuto tutto questo per molti anni, qui volevo solo spiegare la persona che è sempre stata. lui per me è tutto è la mia casa, potrei affrontare e ho affrontato tante cose insieme a lui. io sono innamorata di lui. da come mi parli sembra quasi che ne dubiti.
      @Angelica2.0 ho tentato di spiegare nel post successivo che il mio rimarcare il suo comportamento non significava che nel frattempo io non ho fatto nulla per lui. Non mi ha sollevato da nulla in casa perche lui non ha fatto nulla al mio posto. La figlia l’ho sempre gestita io. non ho mai scritto di non aver fatto nulla per lui o non averlo amato a mia volta, ma dove lo leggete? perchè date per scontato ciò che non è scritto?
      Lui è sempre stato il mio re, e mi ha trattata per tanti anni come la sua regina.
      NON AVETE CAPITO, VOLEVO SCRIVERE SOLO DI LUI, volevo scrivere che lui non è solo quello che mi ha fatto soffrire..

        • @White io ho capito da subito ,ma Avevo pure scritto un commento,ma evidentemente ad @Alessandro non lo ha inserito per suoi motivi
          Che rispetto sempre e lui lo sa che non protesto non mi offendo non me la prendo se lu non pubblica a colte ciò che scrivo,

          Era solo per dirti che avevo già scritto quanto ti stimo e quanto capisco ciò che vuoi esprimere
          E ribadisco per mia esperienza personale
          Le minoranze non sono mai accettate completamente perché ci sta una logica
          Si va controcorrente e questo disturba sempre
          Semplicemente fa paura la minoranza
          È un fatto storico che avviene in ogni ambito motivo argomento in ogni gruppo
          Chi sta in minoranza fatica a farsi capire

          Tu non puoi sapere QUANTO TI COMPRENDOOO!!!!!

          • @si tant’è qui siamo semplicemente soltanto e solo mogli,che come ovvio
            Qui ,ripeto siamo in minoranza
            Capisci adesso?

            E si Mucche Albine!!!!

      • White…non dubito dei tuoi/vostri sentimenti.
        Dico solo che bisogna guardare più in profondità per capire che tipo di relazione si è costruita col proprio partner nel tempo. Se voi, dopo il tradimento, lo avete fatto e vi siete riscelti per questo, se vi amate per questo e non perchè c’è il ricordo di una vita felice insieme, siete salvi.
        @Ariel…io non vedo minoranze. Qui siamo tutte donne. Punto. Con esperienze diverse. Non è che non comprendiamo ciò che dice white ma chi ha vissuto il tradimento e ha amato ha una visione diversa della vita, dell’amore e delle relazioni, diversamente da chi invece lo ha subito. Tutto qui. Se lei è qui è proprio perchè c’è qualcosa che vuole capire attraverso noi e non dalle parole e rassicurazioni del marito.
        E qui trova noi. Io personalmente non le dico quello che vorrebbe sentirsi dire per rassicurarla nè le vado contro per sfregio perchè è una moglie. Sono stata moglie anche io. Perche dovrei?Le offro solo una prospettiva diversa essendo amante. La mia.
        Sbaglio?
        Ah…non sei mucca albina.
        Sei una donna come noi.

        • @Franca Carissima ti ringrazio moltissimo per questo tuo commento dove sincera ti sento
          Ma guarda ,che non dipende dal singolo,come ad esempio tu sai andare oltre e controccorrente

          ,ma,purtroppo è un meccanismo che si attua sempre se solo si guarda ad ogni gruppo dove esista una maggioranza di esperienze simili con relativi punti di vista diversi

          Ecco che allora a volte o meglio dire spesso poi sul campo nel momento in cui ci si esprime a caldo con emozione aperta allora come dire scattano i sottointesi le frecciatine palesi o nascoste ,

          È realtà inevitabile nella maggioranza sta un meccanismo così che funziona da sempre
          E la Storia ne parla chiaramente come concreta
          Esperienza umana

          Quindi come sempre nella stessa maggioranza
          Si può a sua volta formare una minoranza
          Come ad esempio sei tu Franca
          Ma poi quando si arriva a difendere come umano che sia i propri ruoli vissuti nella esperienza
          Ecco sta umano esprimersi con una apparenza e pure sostanza come a dire di parte.

          Non sarai tu,
          Ma è oggettiva realtà che funzioni così
          Essere minoranza è semplicemente difficile
          Tutto qua

          Difficile non significa impossibile ,ma
          Più difficile ,si è così
          La Storia Docet!!!!!!!!!!!!!!

        • @Franca ho capito e non sbagli.
          Diciamo che io ora l’ho riscelto perché lo amo ancora e tanto. Quello che siamo oggi, dolore a parte, mi piace. Abbiamo per tante cose cambiato i nostri modi e tempi rispetto a prima, a prima di entrare in crisi intendo.
          Certo è passato poco tempo, 8 mesi, 9 dai, ci metto anche il mese in cui abbiamo iniziato la nostra nuova modalità di coppia senza che io ancora sapessi del tradimento. Quindi, molto razionalmente ora ti dico che se ci siamo riscelti per quello che siamo oggi è presto per dirlo. Non mi considero affatto “arrivata”, altrimenti, come giustamente noti tu, non sarei qui. Conosco bene i miei sentimenti e le mie emozioni, ma devo “vedere” ancora altro. Devo arrivare a svegliarmi una mattina e non provare dolore. Voglio arrivare a guardarlo in faccia e SAPERE CHI È. Come lo sapevo prima della crisi, o comunque come pensavo di saperlo. Devo arrivare a non provare imbarazzo quando a tavola a cena con gli amici escono certi argomenti. Perché finché lo provo significa che questa cosa non è andata via davvero. È più un problema mio che suo, lui a parte il dispiacere nel vedermi insicura, nel vedermi soffrire, sembra così sereno e tranquillo, così granitico nella sua convinzione di quello che è oggi e così sicuro che quello che dice di volere sia esattamente ciò che vuole davvero. A me ora manca la parte della sicurezza, in lui, in me stessa, che ho avuto responsabilità ma che non era solo colpa mia e in noi, la sicurezza del fatto che un domani affronteremo eventuali problemi in maniera diversa, per me è una parte importante, fondamentale. Per me ora quel periodo è stato un TI AMO MA da parte sua.. un ti amo ma non abbastanza da non scoparmi un’altra.. io oggi sento che mi ama, ma ho la necessità di “sentire” l’assenza del ma prima di considerarmi fuori dal problema.

          • Anzi sarebbe meglio dire che devo ”sentire” il CI AMIAMO senza ma. Perché non posso rimanere il resto della mia vita con un uomo che amo MA continuando a provare dolore per quello che ha fatto. Per questo è in prova lui ma in fondo lo sono anche io con me stessa.

          • Concordo con quello che scrivi ,come ho già espresso in precedenza anche io ci sto riprovando o, per meglio dire sto iniziando un percorso di vita nuovo.Non giustifico quello che ha scelto di fare mio marito, ma ora inizio a comprendere che da parte mia c’era una completa chiusura nei suoi confronti .Non ci siamo parlati e il risultato è stato catastrofico, avevamo ancora tanto bisogno uno dell’altro e invece ci siamo ignorati. La comunicazione di servizio, come la chiamo io, aveva preso il sopravvento su quella emozionale. Ora ho un uomo diverso al mio fianco, ho deciso di seguire l istinto e di godermi questa persona.Non è facile, e le scene di sesso che ha messo in atto con l altra mi vengono in mente eccome, però le considero ,essendo una donna che sa come vanno certe cose, gestualità necessarie per raggiungere un piacere.Non tutte le storie sono uguali, ognuna porta sicuramente dolore,ma penso che talvolta le motivazioni siano differenti.
            Ribadisco, non giustifico il gesto di mio marito, anzi del mio ex marito, perché anche se non ufficialmente ci siamo separati in quanto quello che è accaduto ha messo fine a tanti anni di vita insieme.Ora viviamo come due persone innamorate che stanno insieme solo perché lo vogliono.In quanto alla frase che “le minestre riscaldate non sono buone”,mi sento di affermare che a volte la pasta è sempre pasta, ma il sugo con cui la si condisce cambia tanto il sapore e la gradevolezza. Vi chiedete se soffro? Sì, tanto, ma ho anche tantissimi momenti di vera felicità e mi sento veramente amata.Spero solo di farcela, per me stessa e per nessun altro!

  65. Ma non è che forse c’è una differenza abissale tra come tradisce l’uomo è come tradisce la donna?!
    Spiego meglio… Io credo che una donna Che tradisce nella maggior parte dei casi lo fa perché di base il sentimento che prova per il compagno marito fidanzato non è più così forte come all’inizio o addirittura è finito.
    Lo dimostra il fatto che le donne sono meno confuse e più decise a lasciare quando si rendono conto di provare sentimenti per altri uomini.
    Io credo che l’uomo davvero ragioni a compartimenti stagni, anche nei sentimenti.
    Può tranquillamente amare la moglie ( continuandoci a fare sesso tranquillamente) e al contempo amare anche un altra donna che diventa la sua vita altra senza intaccare tutto il resto.
    Due universi paralleli da cui prende il meglio.
    Ed è convinto di amare entrambe, senza rendersi conto, in fondo, di non amare nessuna delle due ma solo se stesso.
    Cosa ne pensi @ale?

    • Sono d’accordo che l’uomo funziona a compartimenti stagni. Sono altresì convinta che quando disperde le sue energie non dimostra di amare nessuno, NEMMENO SE STESSO perché Se amasse se stesso non si butterebbe in un vicolo cieco pieno di menzogne in cui alla fine quando la verità arriverà a galla causerà un dolore enorme a tutte le TRE parti coinvolte.
      Credo piuttosto che sia no delle persone che si lasciano vivere e hanno scelto di avere una vita superficiale in cui si fanno poche domande per non soffrire.

      • Insomma sei poveri innocenti questi uomini. Che sono in realtà quelli che decidono sia per l’amante che per la moglie. O per una nuova terza. Spesso

        • Per nulla innocenti. Ma certamente la motivazione non è l’amore per sé stessi! Piuttosto l’egoismo (che nulla ha a che fare con l’amore) e l’edonismo.

        • Si, l’errore che si fa più spesso è valutare il comportamento maschile come se fosse tenuto da una donna.
          Una donna è insofferente se in casa c’è ilcoma farmacologico e la furoi la vita (e l’amante).
          Un uomo sta benone se tornando dalle scorribande con l’amante trova il coma farmacologico in casa.
          Tuttavia, continuiamo a valutare con il metro femminile i supposti disagi maschili.
          Perdita di tempo e di energia, nel tentare di guarire qualcuno che malato non è!

      • La psicologa da cui andavo dopo aver chiuso con lui lo ha descritto nell’ ultima seduta esattamente così.e da quanto ho capito non è un caso sporadico.

    • Secondo me sono pochissimi quelle che amano entrambe(non lo ritengo possibile amare due personali stesso tempo). Tantissimi quello che non sanno cosa significhi amare e non amano nessuna delle due. Pochini quelli che amano una delle due.

      • Concordo, nel mio caso credo che più che amare me o lei, lui ami molto sé stesso in questa versione tormentata e piagnona.
        Amo, non amo, non lo so, sto male, dico una cosa a te e poi la nego a lei, te ne dico un’altra e poi la nego a me stesso, come sto male, che casino che ho fatto…
        Il tutto quando la soluzione è lì, a portata di mano, ci vuole solo un po’ di coraggio, questo sconosciuto…

  66. Oggi Facebook mi ha ricordato una foto di due anni fa, una foto in cui ero molto felice. E non ho potuto non pensare al fatto che fosse finta. Oggi non è una buona giornata.

    • Buongiorno White. Non lasciarti condizionare dal passato. Le cose non sono mai bianche o nere ma con mille sfumature. Non esiste una situazione che resti tale nel tempo, siamo fluidi e adesso sei sicuramente un’altra rispetto alla foto. Quando ti succede vai oltre e fai in modo che la tua giornata sia la più bella possibile, nonostante tutto…
      P.S. Io mi cancello momentaneamente da FB, ho mille foto che adesso devo solo “smaltire” 😉

      • Ragazze avete ragione, lo so.. quello avrebbe dovuto essere un momento veramente felice della nostra vita, con un grande cambiamento in atto. Ed era pure il momento degli albori, non della crisi, ma di quello in cui si stava tramutando. Piano piano sto cancellando tutti quei ricordi almeno dalla carta e dal video, ma questo mi era scappato via..

    • @white in che senso eri molto felice ma era finta? Ti sentivi felice perché ancora non sapevi del tradimento? Oppure credi che la tua felicità fosse finta? Purtroppo ci sono giornate si giornate no… A volte capita. Io ho imparato ad accettare anche questi stati d’animo, quando mi capitano cerco di fare qualcosa che mi piace e che mi tiri su il morale… alla fine distogliendo il pensiero dalla cosa che mi ha intristito la giornata migliora.
      Forza White ❤️

      • No, la mia felicità non era finta. Era reale. Stavamo coronando un sogno che avevamo iniziato a pensare anni prima, avevamo avuto il momento giusto, l’occasione giusta e la possibilità di farlo, e lo abbiamo fatto. E forse più un mio sogno che suo ma a lui faceva piacere.
        Sicuramente avevamo cose da sistemare nel nostro matrimonio ma cos’è da sistemare non significa essere infelici in toto.
        Col senno di poi ho saputo che lui non era felice. O forse li era come me, felice di quello che eravamo riusciti a raggiungere in quel momento ma nel frattempo faceva il cretino in un modo che dopo lo avrebbe portato a farsi un’altra. In questo senso finta.
        Ma io ero felice per davvero. Avevo solo delle cose da sistemare. Come tanti dopo 15 anni.
        Quindi quella foto, che in altro momento avrebbe dovuto essere un ricordo positivo, oggi si è rivelata una martellata. Perché mi è venuto da dirgli: che cazzo sorridevi a fare se nel frattempo cercavi di farti un’altra?! Ed era così fiero di potermi dare ciò che avevo voluto da sempre, ma che cazzo ti comporti così allora??
        Mi ha detto che capisce, mi ha chiesto nuovamente scusa. Non sa più cosa dirmi. In realtà non ne parlo più. Ora va molto meglio. Ma a volte ste cose mi stendono in maniera inaspettata. Lo abbiamo catalogo in un tradimento per bisogno, ma fa male comunque a tratti, anche se ora va meglio.
        Comunque oggi me ne sono rimasta per i fatti miei, shopping in una città vicina con l’amica, riso molto, parlato di tristezze per niente!
        Sono appena rientrata a casa e mi ha accolto con un bacio e una delle mie cene preferite. Domani è un altro giorno.

      • Credo che rivedere foto di momenti in cui stavi vivendo delle emozioni e scoprire a distanza che in quello stesso periodo lui se la spassava con un’altra, ti fa rivedere quella foto e quei momenti sotto una luce totalmente diversa. La tua felicità era finta perché eri all’oscuro del tradimento e quindi non avresti sorriso e soprattutto il suo sorriso sai che era finto, che lui desiderava essere altrove e con un’altra persona e allora vorresti stracciarle quelle foto.

        • Si è stato uno schifo. Anche se ancora non lo aveva fatto, ma lui ci stava provando.. in realtà poi qualsiasi sarebbe andata bene in quel periodo. E non so neanche se è meglio o peggio..
          Ho fatto prima, ho cancellato tutti i ricordi Facebook e le foto man mano che mi si sono presentate. Non le voglio vedere mai più.

          • Ciao White, io non riesco a cancellare le date e gli orari della sua permanenza con l’altra donna(Li ho visti su Maps..).Non vado più a rivederli in modo ossessivo come facevo prima, ma comunque no riesco a cancellarli definitivamente. La mia storia, come ho già scritto,assomiglia molto alla tua. Ora sono e potrei definitivamente essere una moglie veramente felice perché ogni giorno ho prova dell’amore che mio marito ha per me, anzi,in modo paradossale il fatto che lui abbia avuto esperienza di un’altra persona lo rende cosciente di quanto potrebbe perdere. Perché non riesco a togliere i frammenti che mi portano a ricostruire un dolore che non avrebbe senso di esistere? Io voglio vivere la mia vita con lui e allora perché mi autoflagello sempre??

          • @Luisella, gli almeno 8 mesi di ale (ale non volermene) secondo me sono utopistici. Almeno 8 mesi per non piangere in continuazione.
            Il nostro problema è ora possiamo decidere solo per il nostro futuro, e non cambiare il nostro passato. Vivo a tratti la stessa cosa.. mio marito mi ha promesso che mi passerà. Ora cerco di concentrarmi su quello che c’è oggi, che è assolutamente positivo e soddisfacente. Anche io però vorrei tornare ad avere quel senso di “certezza”, che non è scontatezza, che avevo una volta e che mi manca tanto oggi.. ogni tanto lo guardò e mi chiedo come abbia potuto.. ma non credo troverò mai una risposta soddisfacente al 100%
            Ora sono all’estero per lavoro, e la lontananza mi è particolarmente difficile. Non per la fiducia. Non vedo l’ora di tornare a casa. Non perché io pensi che stia facendo qualcosa di sbagliato ma perché ho proprio voglia di vederlo, di stare con lui e resporarlo e abbracciarlo..
            E forse la chiave su cui concentrarsi è questa. Per ora cerco di concentrarmi su questo.

    • Anche a me da quando ho scoperto il tradimento le foto di quel periodo danno delle sensazioni completamente diverse da quelle che volevo ricordare quando le ho scattate e ora che con mio marito stiamo curando la nostra relazione abbiamo deciso che abbiamo bisogno di nuove foto. Credo comunque di dover guardare al passato come a qualcosa di ineluttabile che non si può cambiare e mi deve ricordare che se ora la relazione con mio marito è rinata e anche grazie a quel periodo oscuro e triste.

  67. Ieri sera era giù dopo il litigio con una persona. Ho cercato di consolarlo e mostrargli la mia solidarietà. Di fianco a me non vedevo mio marito, ma un fratello…

  68. Buonasera, ho 45 anni e non sono una moglie, ma una convivente da 10 anni…con 2 figli già grandi di un precedente matrimonio.Lui single, 41 anni e senza figli suoi, ma ha cresciuto con me i miei. Lavoro e riesco, a stento, ma riesco, a mantenermi.
    L’ultimo anno insieme è stato abbastanza turbolento, per colpe di entrambi e di varie circostanze sfavorevoli…
    Un paio di mesi fa il mio compagno mi ha detto di non amarmi più e di volersene andare ed il giorno dopo ha ritrattato sul sentimento dicendomi che non sapeva più per certo ciò che provava e che aveva bisogno di staccarsi da me per poter capire…
    Mi ha detto che sono stata una persona importante, che non potrà mai smettere di ringraziarmi per ciò che gli ho donato, insegnato e lasciato, ma che sta vivendo un periodo di vuoto totale e che quindi deve staccarsi per non fare del male anche a me…Mi ha rimproverato di aver fatto tutto e troppo per lui, sobbarcandomi anche I suoi problemi, al punto tale di diventare scontata…
    Il mio primo ed inevitabile pensiero è che ci fosse un altra donna nella sua vita…”un uomo non se ne va mai da casa, se prima non ha già un altro letto pronto” mi dicevo…
    Alla mia domanda lui (inevitabilmente) ha negato ed, ad oggi ho sospetti ma nessuna certezza di un eventuale altra signorina…oltretutto ha preso in affitto un appartamento a poche centinaia di metri da casa mia e comunque ci vediamo ogni giorno, parlando del più e del meno, di lavoro e di famiglie, ma mai di noi, perchè se provo a prendere l’argomento evade le domande e si fa prendere dall’ansia. Io lo amo follemente e non per dipendenza o bisogno e nemmeno per paura di non poter trovare di meglio, posso permettermi di molto meglio…e c’è sempre di meglio, ma il mio meglio è lui, e se domani mi dicesse di voler tornare, anche se ci fosse stata una scivolata, io lo accoglierei comunque a braccia aperte, questo è l’amore per me…saper lasciare andare se è quello che vogliono, ma anche saper perdonare e riaccogliere se è quello che ci sentiamo di fare…in fondo il 50% della colpa in caso di tradimento è anche del cornuto, no?
    In merito a tutti I messaggi, da parte di uomini e donne dove ho letto…l’amore era finito…no cazzo, l’amore non finisce ma evolve con l’essere umano ed invecchia con lui…si trasforma forse, ma non finisce…se poi parlate di innamoramento e farfalle nello stomaco, allora cambiate partner ogni 6 mesi, perchè questa è la durata media di un innamoramento…ed anche un amante o un altro compagno/a dopo qualche mese sfiorisce…
    L’amore è tutto quello che resta, quello che va oltre, anche l’abitudine è amore, come di mangiare, lavorare etc…
    Mah…io credo che sia un consumismo anche l’amore…tutti che incitano a buttare o cambiare, piuttosto che provare a recuperare……e intanto io spero, o mi illudo forse che torni…

    • @Kalma piacere. Credo si stia sganciando. Comincia a pensare a te e non restare attaccata alla speranza. Se non riesce lui in modo netto, allontanati tu. Se torna ci penserai… Adesso non credo che lo farà, specie se ti vede disponibile e amica.

    • @KoK.. il fatto che uno abbia (adesso) un’altra non cancella il passato.
      L’altra è arrivata perchè si è consumata la vostra bella relazione.
      Non sentirti strana perchè -amandolo- lo perdoneresti, accoglieresti, riprenderesti etc.
      e non insegnarci che cos’è l’amore, che non è rinnovare il brivido ma tener duro tutta la vita.
      Se c’è amore, ci si fa anche passare sopra con lo schiacciasassi. Qui siamo tutte schiacciate.
      Se c’è amore non tieni duro, o meglio lo fai ma ti riesce facilissimo (quindi di fatto non tieni duro.. te la vivi e basta).
      Chi vuole rinnovare il brivido non è più innamorato. Non è una scappatella, non è una scivolata. E’ che non ce n’è più.
      Magra consolazione, lui è anche stato onesto: chapeau (visti i disastri che fanno i suoi simili, e se vuoi provare sulla tua pelle le stesse ‘cortesie’ non devi far altro che trattenerlo).

      Possiamo ipotizzare, se tornasse, i motivi: se provando la solitudine non sarà lo spasso che immaginava (vedere alla voce comdo). oppure perchè, passato del tempo (tanto) ‘senza’, si renderà conto che anche tu sei il meglio per lui (vedere alla voce consapevolezza).

      Sei femmina e innamorata quindi sicuramente gli starai addosso e non gli darai il tempo di rendersi conto che senza di te è impossibile. Però ci provo lo stesso, mancagli!!

    • Probabilmente non ti piacerà la mia risposta ma sicuramente ha un’altra.
      MI ricorda molt il mio ex marito, su cui avrei messo la mano sul fuoco, che mi supplicava di non lasciarlo visto che non lo amavo piu e poi di punto in bianco casualmente ha deciso lui che non andava piu tra noi.,
      Per inciso, ci siamo lasciati e poi l ‘ho scoperto dopo… e mai dato la colpa all’amante

  69. Kalma credo che tu stia semplificando un po’ troppo, certo che l’amore può finire. I motivi possono essere tantissimi, non sempre razionali.
    A volte un amore finisce perché si diventa altro, e quella persona che hai di fianco non rientra nei progetti del nuovo te stesso. Altre volte finisce perché incontri qualcuno che davvero ti sembra l’altra metà della mela.
    Credo che in ogni caso non si possa fare altro che accettare e lasciare andare la persona che ha smesso di amarci. Per quanto impossibile o doloroso possa sembrarci, passa.
    Perché passa tutto, d’amore non si muore.
    Quello che ti posso consigliare è di non opporti, non supplicare.
    Se dovesse tornare di sua spontanea volontà, allora potrete riparlarne.

    • @LEI hai ragionissima. MA bisogna che la persona che è diventata altro abbia il coraggio di dichiararlo e non venderti cazzate una dopo l’altra. In questo perlomeno lui pare essere stato onesto. Non tutti lo sono.

  70. Non so Alessandro…ha un atteggiamento incomprensibile, a detta mia e di chi è al corrente della storia, lui ha la famiglia ed il lavoro a 40km da dove vivo io e dove lui si è trasferito per vivere con me…ero e sono l’unico motivo per continuare a rimanere qui, per cui, perchè prendere una casa ad una manciata di metri da me e non tornarsene all’ovile…oltretutto è un paese piccolo e la gente mormora, quindi di ogni piccolo movimento strano ne verrei a conoscenza in tempo zero…
    Ho ancora metà dei suoi effetti, tutti al loro posto, lui passa da me almeno 2 volte al giorno, escluso I weekend dove comunque mi cerca per messaggi o chiamate…perchè?
    Almeno all’inizio, non avrebbe potuto e dovuto non vedermi per capire cosa volesse fare da grande? Se avesse una prova di storia con un altra, non poteva, come fanno tanti, farsela rimanendo in casa sua? Booooo
    Insomma cacchio…sono qui in attesa, sperando,stremata però. Farei qualunque cosa in mio potere per non perderlo, sono una donna adulta, ma mi sento persa e confusa come una bambina…
    Scusami lo sfogo, ma ho bisogno di consigli, di aiuto, di miracoli. Indirizzami ad un altro blog, se questo è sbagliato!! Grazie

    • Oppure è un marziano e ha rotto con te prima di iniziare -nel pratico- una storia con un’altra donna che lo coinvolge.
      Tra voi era finita e non ha voluto fare sovrapposizioni inutili.
      Facci sapere da che pianeta arriva però perchè organizziamo una esplorazione massiva!

      Battute a parte, io penso che la risposta sia la più semplice: non è più innamorato (se amano corrono mica si mettono in malattia) e la più difficile da accettare (e infatti ti fa arrovellare).

      Ti costerà tempo e dolore, in ogni caso. Aiutati seriamente visto che comunque si è interrotta una convivenza di anni e di abitudini e di passato e di progetti o comunque previsioni per il futuro insieme.
      Mi dispiace tanto @KoK .. ma deve pur esserci una serie di segnali che non hai captato, non può essersi svegliato una mattina e aver deciso di cambiare all’improvviso la sua, la vostra vita.
      A meno che.. non avesse una seconda vita a tua insaputa. Chieditelo seriamente: è possibile?
      Visto il chiodo che conosco io.. storia quasi gemella alla tua (lui non è uscito è sempre stato doppio..) mi domando ma lei che ce l’ha in casa coi figli del precedente matrimonio da diversi anni? Ignara? Lui tanto abile? Oppure è un massì facciamo finta che tutto va bene?

      Perchè ragazze, se davvero uno può condurre indisturbato due vite in questo modo.. forse è meglio farseli fidanzati due volte a settimana e tanti saluti. Forse non siamo davvero fatti, dopo una certa, per stare insieme.

      • Cossora, problemi ce ne sono stati molti soprattutto nell’ultimo anno, ed anche brutte parole o lunghi silenzi da parte di entrambi…succede a molti purtroppo, ma nulla che mi facesse minimamente pensare o presagire che lui potesse abbandonare la nave peggio di Schettino dalla sera alla mattina. Che possa aver avuto una seconda vita parallela lo escludo categoricamente, era molto abitudinario, pochissimi e minimi ritardi, uscite con amici sporadiche e mai un giorno o una notte intera fuori di casa…forse anche questa routine gli aveva un pò rotto le balle. Qualcosa di last second o virtuale, questo chi lo sa, non posso metterci la mano sul fuoco. Il telefono era spesso silenzioso e con il blocco, ma lo smartswatch quello no, quello mi permetteva di vedere almeno il numero di eventuali messaggi…ed è stato il riproporsi spesso di uno di questi numeri (che peraltro ho anche io in rubrica conoscendola) che mi ha fatto sospettare…ma lui nega, e negherà sempre….
        Volevo chiedere conferma a lei, almeno per togliermi questo dannato dubbio che fa cosi male…ma non lo farò mai…forse lo farà il tempo…

        • No frena..!!!
          Non chiedere.
          Se ti dice si, poi si apre una voragine su un nuovo mondo, non è una chiusura è un frattale. Sei spacciata non saprai dove finisce finchè non ti avrà stremata.
          Se ti dice no, vorrai placare la tua sete di verità e farai di tutto.
          Lui non te lo dirà mai ma ti ha detto la cosa fondamentale: non ti amo più.
          Ed ha abbandonato la scena.
          Però ripeto @KoK.. non ti sei accorta quando ha smesso di amarti.
          A nessuno passa in 24h.

          Ti devi smazzare il tuo pezzo adesso. E’ brutto, è dura, non c’è un perchè che soddisfi o plachi.
          Solo il tempo può.
          Mi spiace tanto.

    • Non posso che dirti che sono tremendamente dispiaciuta per quello che stai passando.
      Spero per te che lui rientri (io credo che rientrerà), ma come dicono le altre inizia a mancargli e a non essere più scontata.
      Chi da troppo,come vedi, non sempre viene premiato.

      Ti abbraccio forte

  71. Ragazze/i, io non sto supplicando proprio nessuno, ossia l’ho fatto per I primi 2 giorni in cui ho ricevuto la “botta” e mi sembra più che normale, dopodichè alla sua richiesta ” se davvero mi ami devi lasciarmi andare” io l’ho fatto…e proprio perchè lo amo l’ho lasciato andare…ma non dal mio cuore, però…
    Non gli sto addosso, non lo prego e lo lascio fare, gli sto concedendo anche il beneficio del dubbio su una ipotetica sua scappatella…o una eventuale depressione… che cavolo devo fare di più?
    Ma nulla mi è chiaro…
    Ribadisco il mio concetto di amore, è un mio (e non solo mio) parere personale e se sono qui è per chiedere aiuto e consigli e non certo per insegnare o giudicare…L’innamoramento finisce, è la fase più bella e più breve purtoppo, ma l’amore no, se non per seri motivi da trasformarsi in odio, quello non finisce, si modifica, si trasforma, ma non muore… Siamo fatti di carne, ossa, debolezze e tentazioni…a tutti può capitare un momento di crisi e se non sei forte abbastanza ti lasci tentare, è inutile negarlo…e quindi si ricomincia di nuovo con l’innamoramento etc…e nulla ti sembra meglio di ciò che ti stai vivendo in quel dato momento…e poi puff…dopo qualche tempo quella che credevi l’altra metà della tua mela…marcisce, come quella prima o quella prima ancora…che tristezza!!!

    • Mi si stringe il cuore a leggerti @K.
      L’amore non muore, questo è verissimo…l’unica cosa che ti consiglio di fare in questo momento è di farti attraversare dal tuo dolore, farlo penetrare dentro di te, farlo agire…fatti spappolare l’anima.
      Poi quando il dolore avrà agito vedrai che pian piano la tua forza riemergera’, troverai nuovamente la voglia di fare, acquisterai un ‘energia.che mai avresti pensato di avere.
      Andrai a 1.000 come non hai mai fatto.
      La gente verrà contagiata da questa tua nuova forza, anche lui.
      Sarà lì che tu deciderai davvero se rivvorrai indietro questa persona che ti ha deluso, che si è arresa senza affrontare le difficoltà per tempo.

      Coraggio ora non puoi far altro che lasciar agire il dolore dentro di te…come quando ti viene la febbre a 40 e devi stare per forza a letto in attesa che il corpo azioni gli anticorpi per farti guarire.

    • @Karma, sarò in pó dura, ma a me è servita la durezza per aprire gli occhi. Anche io quando ho deciso di uscire di casa avevo considerato l’idea di trovarmi un’ appartamento vicino alla mia ex casa e al mio ex compagno, perché ero legata ai luoghi, alle persone, alla mia ex vita.
      Ti dico la verità, trovare una sistemazione vicino alla mia ex casa mi dava anche più sicurezze. L’ho cercato anche.
      Non mi conosci e ti dico che sono andata via di casa perché innamorata di un altro, sposato. Ho deciso, di conseguenza, per un taglio netto, ma per diverso tempo ho cercato anche in zona.
      Quello che voglio dirti è di non aggrapparti alle scelte logistiche, alla possibilità che possa esserci o no un ‘altra.
      Stai sprecando energie a supporre, ipotizzare e a proiettarti verso un suo ipotetico ritorno ed un eventuale perdono.
      Sbagliato!!!! Focalizzati sull’ unico fatto davvero rilevante. Ti ha lasciata. Agisci di conseguenza, organizzati di conseguenza e incazzati di conseguenza.
      Lo ami? È l’amore della tua vita? Ne prendi atto e vai avanti per la tua strada, nella consapevolezza che amare non vuol dire perdonare tutto, giustificare tutto e aspettare con rassegnazione. Quello è immolarsi, soccombere.
      E comunque faccio solo una riflessione su questa bella persona che ami così tanto.
      Ti ha chiesto di lasciarlo andare se lo ami?
      Lasciarlo andare vuol dire ridargli la totale libertà, vuol dire che ti sta chiedendo di staccarti da lui, anche mentalmente. Bene, allora mi fai il favore di andartene fuori dalle balle, a 2000 km. Mi aiuti in questo… echecazzo…

    • Una scappatella è una cosa.
      Uno che fa outing, prende casa in affitto ed esce è un’altra cosa.
      Questi sono fatti, non intenzioni @KoK.
      E anche che tu sia li a chiedere spiegazioni ‘altre’ e lui ti dia sempre le stesse è un fatto.
      Non ti è chiaro.. o non ti basta?
      Hai detto l’amore non finisce, si trasforma. E quello tra te e il padre dei tuoi figli? E i nostri matrimoni chiusi dopo anni belli? Certo che si trasforma, ma non basta a stare insieme un sano affetto per quanto sia pieno e autentico. A 45 anni non puoi pretendere che a tutti vada bene iniziare ad invecchiare insieme.
      È l’unica vita per tutti. E cé chi ancora vuole vivere la coppia.
      L’amore, il desiderio, fanno la coppia. Non li puoi simulare, quando li vuoi. Ti liberi e lasci che ti trovino.
      Non è riuscito, uno dei pochissimi, a starci dentro e non ha pensato a comprarsi le stampelle.
      Se è così .. complimenti. I tuoi figli hanno un secondo padre d’onore.

  72. Dentro di me l’amore è morto perché per mio marito contava solo lui e il figlio. Le mie esigenze erano solo una scocciatura per lui.
    Da uno che non ama gli animali, non ama i fiori, dovevo capire subito una cosa: non ama tutto quello che gli dà qualcosa di tangibile e immediato in cambio.
    Da uno che non ha mai capito perché io mi impegnassi tanto nel volontariato , non potevo che aspettarmi aridità d’animo.
    Ragazze l’amore questo è: RECIPROCITA’.
    L’unica amore totalmente gratuito è quello per i figli.
    Se in una coppia solo uno è impegnato a dare, osservare l’altro, “sentire” quello che lui sente, essere felice nel renderlo felice, prima o poi tutto finisce.

  73. E se gli ho fatto le corna e mi ha perdonato, è perché si è fatto i suoi bei conti. Riceve ancora troppo da me, rispetto a come vivrebbe se ci lasciassimo.

  74. Buonasera a tutti. Scusate ho bisogno di un pò di conforto. Spero si essere sintetica. Mi sono separata da quasi 2 anni ( non legalmente ) perché non amavo più mio marito. Litigavano sempre i nostri 2 figli ne soffrivano.
    2 anni prima della separazione ( ad oggi in totale 4) mi sono innamorata perdutamente di un altro uomo fidanzato con una altra donna e senza figli. Lui mi diceva che non aveva mai amato nessuno come me, che voleva sposarmi e avere dei figli ( all epica era praticabile avevo appena compiuto 41 anni. Oggi ne ho 45) .
    Mi ha sempre detto che dovevo avere fiducia e che presto saremo stati insieme….vi evito il mio dolore, quante volte mi sono umiliata dicendogli che lo amavo….e lui mi illudeva. Poi l altro giorno ha raccontato tutto alla sua fidanzata perché lo ha beccato al telefono con me alle 23 di sera. Ha raccontato che era una storia che era durata pochi mesi, e poi si era trasformata in una bella amicizia. Ha raccontato che mi aveva detto di amarmi….Ma poi le cose cambiano….che era dispiaciuto ….così è ciò che mi ha raccontato….dicendo che lo ha fatto per indorare la pillola a lei….Non poteva dire ciò che è stato. Non voleva farle de male! In ogni caso mentre 24 ore prima a me diceva che dovevo avere fiducia in lui, che grazie a me lo avevo riaccompagnato a casa così che potesse capire bene, che tutte le cose non vengono per nuocere…che dovevo avere fiducia in lui….24 ore dopo mi diceva che le cose non vengono per nuocere certo! Ma x lui e la sua fidanzata. Che le cose cambiano…che lui voleva stare lì dive ci sono tutte le sue cose e tra queste anche la sua fidanzata….Io mi sono umiliata dinuovo. Gli ho detto che lo amavo…Mi ha chiesto di non chiamarlo più….xò se volevo lui c era per me….che mi voleva bene…dice:” certo dopo tutto quello che c è stato fra noi! Ma le cose cambiano. Mettiti serena nei miei confronti”
    Sono a pezzi. Aiutatemi

    • Ha scelto. Ma aveva già scelto molto tempo fa. Sei fortunata che tutti è finito credimi. Ora sei libera di rifarti una vita

    • @Felicità, posso solo immaginare la delusione e il dolore che stai provando in questo momento ma pensa all’unico lato positivo, ossia la sua assoluta chiarezza nel chiudere con te. Senza se e senza ma. E’ atroce essere messa da parte dopo aver parlato di progetti e amore ma adesso devi pensare soltanto a te stessa e hai un punto da cui ripartire, il suo secco e gelido no. Tante di noi sono ancorate a mezze promesse, mezze parole, a persone che non hanno il coraggio di rinunciare a quello che hanno trovato, pur sapendo di alimentare false speranze. Tu puoi, invece, ricominciare! Sii egoista!. Forza!

    • @Felicità anche io sono una tra quelle che è stata lasciata (si ho agevolato ma alla fine lo ha fatto lui) e ti dirò che se pur fa male (qualsiasi cosa che finisce sul più bello fa male) è un dolore diverso.
      Fidati di quello che ti ha scritto @Ale.
      L’assenza totale porta un dolore senza miseria e senza umiliazione, dignitoso.
      E credo anche di smaltimento più breve (perchè tolta la tristezza non ti senti bistrattata e inizi prima a rivederti attarente, interessante, con tante carte da giocarti ancora).
      Se ti riserva la cortesia di sparire, non assillarti, non insistere e non rievocare.. poi capirai che in fondo ti ha portato rispetto.
      Abbi fede.

        • Beh.. quantomeno una volta che sei caduta sul ring, non ti sta facendo sopra la danza della vittoria.
          Ti ha messa al tappeto, ma non infierisce.
          Qui leggo atti di una violenza e cattiveria inaudita post-fine del rapporto che onestamente non mi spiego.
          Una persona per bene dopo che mette knock-out deve lasciare il ring.

  75. Grazie Alessandro ! Ma sono dolorante e non riesco proprio a capire perché ha trascinato così tanto. Quindi non mi ha mai amato mi ha sempre preso in giro? Per 4 anni?

    • Ma cosa c’entra?
      Avete vissuto cose belle ereali per 4 anni. Le incomprensioni, le mezze verità, i difetti tra me e il mio ex marito potrei trovarle anche io se facessi una analisi a ritroso. Ma una volta eravamo felcii. Punto e basta.
      Idem col mio ex amante, siamo stati felici, io ero VERAMENTE felice!
      Il tuo ex è un individuo, ce ne sono 8 miliardi sulla terra. Allora cosa fai, cambi il tuo valore in base alle diverse opinioni? Potenzialmente hai 8 milardi di valori diversi?
      Ma non scherziamo, @Felicità tu sei tu e questa immensa tristezza è da protoccollo.
      E come da protocollo passerà. dalle tempo.
      Adesso gioia mia è il momento che te la becchi tutta. Non puoi evitarlo!

  76. Felicità tu vali eccome, ma a lui non interessa. E’ chiaro e lampante che si è comportato come la maggioranza, ossia ha preso ciò che gli serviva, e sarebbe ancora andato avanti così se non fosse stato beccato.
    Ascolta, ora tu non ci credi, ma sei stata veramente fortunata, se leggi un pò qua, vedi che è pieno di persone appese a questi “fenomeni” che per anni vanno avanti con con i loro tira&molla con le loro apparizioni e scomparse.
    Ti dirò di più, è anche probabile che lui ora faccia così per far tranquillizzare la compagna,e che appena le acque si calmano, ritorni per proporti la solita solfa.
    Non te lo auguro, davvero di cuore. Spero che abbia il coraggio di sparire, perchè ti consentirà, superato il dolore, di ripartire, invece di restare ancorata ad una vana speranza che tanto prima o dopo verrà disattesa.
    Ha scelto
    E non ha scelto nè te e neppure la compagna, se no non l’avrebbe tradita per 4 anni con te. Non ama nessuno se non se stesso.
    Non ti sei inventata nulla, non sei pazza. Quando si è innamorati, si è più vulnerabili, perchè si tende a non vedere e a giustificare quello che i fondo in fondo ci stride.
    Ma come dice Alessandro, guarda ai fatti, senza indorare la pillola, senza “raccontartela” , e vai oltre.

  77. Buonasera, ho trovato questo blog un po’ per caso su Facebook e credo che possiate aiutarmi visto che non posso parlare con nessuno. Circa 15 giorni fa ho scoperto il tradimento di mio marito con una ragazza che conoscevo bene anche io perché nell’ultimo anno ci frequentavamo insieme ad altri amici. Lei fidanzatissima e gelosissima del suo ragazzo.
    Capite bene che mi è crollato il mondo addosso, abbiamo due bambini ancora piccoli e messo di fronte all’evidenza non ha potuto che confermare che tutto è iniziato 3 mesi fa. Che hanno provato da subito attrazione e si sono trattenuti per tanto tempo fino a quando non hanno più resistito.
    Presa dalla rabbia gli ho detto di fare le valigie e andarsene a quel paese. Lui ha risposto che non se la sentiva di dare un dolore così grande ai bimbi, che non avrebbero capito ecc ecc. Io innamorata di lui, anche se profondamente arrabbiata, ho accettato di riprovarci ma non è per niente facile.
    Purtroppo per collaborazioni lavorative si vedono ancora spesso anche se hanno deciso che, finito l’ultimo progetto, lei rinuncerà a quelli futuri. Ho pensato tante volte di chiamarla per sfogare la mia rabbia ma alla fine non l’ho mai fatto. Lei era preoccupata che potessi raccontare tutto al suo fidanzato, ma figuriamoci cosa succederebbe se diventasse single, quindi non ci penso proprio!
    Mi auguro solo che si riesca davvero a dimenticare!

    • Tu sei innamorata di tuo marito nonostante la notizia? Lui ti sembra veramente convinto di darvi una chance? Indaga bene sui perché del suo tradimento (Cosa non va fra di voi? Il tradimento non arriva mai per caso)? E poi datevi tempo. Lui però deve darti sicurezza e fare in modo che tu prenda lentamente fiducia

      • L’amore non finisce solo perché scopri il tradimento. All’amore si uniscono L rabbia, la delusione, l’umiliazione. Ma non finisce in un batter d’occhio..
        bisogna vedere se sarà in grado di sopravvivere alla merda che ti investirà nei prossimi mesi.
        Ma lui cosa ha detto in merito?

    • @Sophy non è andato via per i figli piccoli? Non perché ama te e lei è stata uno sbaglio?
      A me sembra che qualcosa manchi nelle sue spiegazioni…. comunque so che dentro di te tu sappia come stanno le cose…noi donne abbiamo le antenne.

    • Sophie, io l’ho scoperto a fine novembre ma ho avuto tempi di prepararmi allo shock da un mese prima.
      E non è stata una storia di tre mesi.
      Ti auguro ogni bene.
      Fatti seguire da uno psicologo, sono ferite del cuore che bisogna elaborare con un paracadute.
      Ti abbraccio.

  78. Dopo la scoperta abbiamo passato l’intera notte successiva a parlare e a cercare di capire cosa non va tra di noi. Lui mi ha recriminato il fatto che ultimamente non l’ascoltassi più, poi con i bimbi in camera e l’inizio del mio lavoro, i momenti intimi tra di noi sono praticamente azzerati. Mi è sembrato sincero, mi ha detto che non è facile per lui, che ha bisogno di tempo perché non è come spegnere un interruttore.
    Ogni tanto, quando inizio a “sclerare” torniamo sull’argomento e parlarne con lui mi fa stare un pò meglio.
    Ora parliamo di più, mi rende partecipe della sua vita lavorativa così come succedeva prima.
    Quello che non so è se sia il caso di affrontare anche lei, se la cosa può servirmi oppure se metterei solo altra carne al fuoco!

    • No no no @Sophy, lascia perdere questa idea! Concentrati su voi due. E soprattutto su quello che vuoi tu davvero! Non ci devono essere compromessi conta solo la tua (e sua) volontà di ricostruire. Ma non devi farlo per i bambini per tua nonna o per la facciata.

    • Oltretutto @Sophy contattando l’amante rischieresti di sentire una verità o una bugia che non vuoi sentire. E non sapresti mai quale delle due è.

      • È proprio questo che vorrei capire, dove volesse arrivare! Io credo che si sia infatuato più mio marito di lei che il contrario… è giovanissima ed ha anche un ragazzo figo con il quale sta progettando il matrimonio, come cavolo le è saltato in mente di prendersi mio marito!
        Poi mi sento doppiamente tradita perché avevamo un bel rapporto e mi era pure simpatica!

        • @Sophy ma non ha “preso” tuo marito, è questo il punto, ne lui ha preso lei. Si sono frequentati e avranno fatto sesso. Se ti stai chiedendo se ti voleva lasciare non è così, si tradisce per non lasciare, se voleva lasciarti andava dall’avvocato non si trovava l’amante. Lui ha scelto te e continuato a scegliere te ogni giorno che ti tradiva, so che ti sembrerà assurdo ma è così. Certo ha scelto pure di farsi l’altra, ma non l’ha mai vista come compagna, quella rimani tu. Fallo sentire un poco macho, fagli sentire che tu vedi anche il suo lato virile, ma rimani te stessa. Curati, ritaglia degli spazio per giocare tra voi a sedurvi giorno dopo giorno. Cerca di non farti schiacciare da questo evento, ma usalo come punto di trasformazione di voi. Un abbraccio.

          • Essere scelta ogni giorno così, mentre ci si scopa allegramente qualcun’altra, anche no. Perdonatemi. Lui non ha scelto la moglie, ha scelto lo status.

          • Credo che tu @Mary abbia colto in pieno gli eventi, è quello che mi dice anche lui, non l’ha cercato, si sono frequentati ed è successo. Quello che gli recrimino è che non doveva succedere, che quando ha visto un maggiore avvicinamento avrebbe dovuto tirarsi indietro. Ovviamente nessun progetto futuro perché entrambi non avevano intenzione di lasciare i rispettivi partner e per fortuna li ho scoperti solo dopo un paio di mesi di frequentazione.
            Il problema è che in questo momento io cerco di far finta di nulla e spesso ci riesco, però mi riesce un po’ difficile fare anche la parte di quella che deve sedurlo, così come immagino a lui riesca difficile dimenticarla e avvicinarsi a me.
            Mi auguro che nei prossimi giorni di feste, non dovendo lavorare, riusciremo a trovare un po’ di spazio per noi!

          • @Sophy ma il progetto futuro non ci sarebbe stato neppure se era libera. Quello che cerca un uomo sposato fuori dal matrimonio è la leggerezza, sentirsi ancora ragazzino, vedersi desiderato.
            Certo che non doveva succedere, ma è successo e non si può cambiare il corso degli eventi purtroppo.
            Riguardo il dimenticarla più che altro non ci si penserà più perchè focalizzato nel recupero con te, la scagarella che gli sarà venuta che TU LO LASCIASSI, non lui fai attenzione sicuramente l’ha rimesso nel posto dove vuole stare anche con la testa.
            Cerca di usare la rabbia che ti viene per qualcosa che ti sia utile, ad esempio vai in palestra, o prenditi dei pesi da usare a casa, perlomeno ne guadagnerai a livello fisico.

          • Sarò cinica e dura ma a me è servito tanto incontrare commenti corri mentre mi raccontavo per cui ti dirò come la penso io.
            Scopa un altra per scegliermi non se po’ sentì !!! Mi sceglie perché mi ama e vuole me e non per non fare un dolore ai bambini.
            Avrebbe dovuto dirti “ ti amo ho sbagliato ma ho capito che voglio te e solo te”
            Se un uomo ti vuole non va con un altra solo perché non gliela dai più e i rapporti si sono incrinati! Si parla e si ricostruisce senza interferenze esterne. Questo vuol dire scegliersi ogni giorno.
            Se va con Un altra non ti ha scelto. Per tre mesi ha scelto altro.
            Poi che da qui si possa ricostruire e rinascere è un altro discorso.
            Guardare in faccia la realtà aiuta a mettere a segno soluzioni più efficaci.

          • E sempre perchè abbiamo una bella considerazione di noi ora ci dobbiamo mettere in bella forma, curarci e farlo sentire macho e virile. Amiche ma vi rendete conto? Si tradisce per non lasciare? Per leggerezza? Per sentirsi giovani? C’è solo pochezza secondo voi dietro ad un tradimento?
            Questa cosa mi perplime e non poco.
            Scusate…eh

          • Me lo auguro… alla fine il dubbio che, se non ci fossero stati i figli, mi avrebbe lasciata mi rimarrà per sempre.
            In questo momento i pesi glieli lancerei in fronte, uno per ciascuno!
            A volte sento di avere una doppia personalità, un attimo prima sono felice, un attimo dopo guardo o mi ricordo qualcosa e ricado nel baratro!
            Leggevo che servono almeno 8 mesi per dimenticare… non vedo l’ora che passino!

          • @Franca si tradisce per tanti motivi, si a volte anche solo per sentirsi giovani e per pochezza. Le esperienze non sono tutte uguali.

          • @Mic @Franca sentite ma se è uno stronzo bastardo di merda, ci si può anche separare eh, nessuno obbliga una donna tradita a tenersi il marito. Se te lo tieni devi guardare anche te stesso per ricostruire il rapporto, altrimenti che ci rimani insieme a fare? Per ricordargli e ricordarti ogni giorno della tua vita che ti ha tradito, che hai sofferto, e aspettarti che si butti a terra per sempre?!???!!! Ma che vita sarebbe?
            Se si vuole ricostruire si perdona, c’è poco da girarci intorno, che sia difficilissimo direi che è palese, ma dal momento che c’è chi ci riesce come ha testimoniato più volte Alessandro, non vedo molte altre vie.
            Sophie scrive che soffre ma non ha minimamente parlato di separazione, a cosa le serve che le scrivete che il marito è un bastardo? Solo ad aumentare il tormento.
            Lei con quest’uomo ha scelto di continuare.
            E ribadisco che chi tradisce va fuori a cercare emozioni (scopando e a meno di non andare con una prostituta una relazione la devi mettere in piedi con un’altra donna, altrimenti non te la da, al massimo una libertina andrà con lui una volta ma chi glielo fa fare di mettersi a fare incontri di nascosto con uno sposato, che al massimo può essere presente qualche ora ogni non si sa quanto) e lo fa per rimanere nel progetto. Che sia “sbagliato” e poco razionale senza dubbio. Non voglio giustificare chi tradisce, ho solo cercato di dare un spunto a Sophie perchè chiedersi se volesse lasciarla a mio parere è andar fuori strada. Poi ha la sua testa e farà le sue riflessioni.

          • @Mary io a volte ho la sensazione che l’assunto di partenza sia sempre: non lascia la moglie perché gli fa più comodo così.
            Ma ci sono mille cose in mezzo tra lasciare la moglie e non lasciarla solo per comodità. Ma ognuno giustamente tira l’acqua al suo mulino.

          • @mary non sono della scuola di pensiero traditore uguale merda . Però per quanto capisca che si possa arrivare a tradire per continuare a stare nel proprio matrimonio, se mi venisse detto “ ti tradisce ma lo fa per stare con te perché lui ha scelto te” mi scapperebbe,da moglie tradita, un gran bel “sti cazzi”!!! Questo per dire che tradire per restare nel matrimonio equivale a non lasciare casa perché altrimenti i conti non tornano.
            Solo convenienza e nessuna scelta d’amore

          • @Mic scapperebbe anche a me!!! Forse non sono riuscita a spiegarmi. Ad alcuni uomini ad un certo punto della loro vita l’amante gli serve, gli serve proprio come un oggetto, a livello emotivo. Razionalmente invece stanno benissimo dove sono, sono felici della compagna che hanno, di come crescono i figli insieme, della vita che fanno. Emotivamente gli manca qualcosa, vuoi per il peso di “dover essere uomini” o altro. Non gliela fanno.
            Il “problema” è loro, non della moglie, o di qualsiasi persona che fino al giorno prima della scoperta nel matrimonio ci stava tranquillamente.
            Se poi diciamo “chi tradisce non ama”, o non è più innamorato credo che un fondo di verità ci sia. Direi però che è più legato alla sfera emotiva, come scritto sopra. Le lamentele che a volte vengono riportate alle amanti sono lamentele, se fosse altro andrebbero a dirle all’avvocato.
            Qui è pieno di testimonianze in cui questi uomini si attaccano ad altre donne succhiando via energie, e il sesso è proprio il meno.

        • Ma cosa ti devo dire.. accade. A volte senza neppure un motivo, a volte per stanchezza, a volte per problemi nella coppia, a volte per problemi in te stesso.
          Non credo che si inizi una relazione segreta con una meta prefissata. Semplicemente ti fai trasportare dagli eventi.
          Ammesso che lei lo abbia preso, lui avrebbe potuto dire no @Sophy.
          Logico pensare che se lei fosse stata buona in un angolo non sarebbe accaduto nulla, ma magari sarebbe stata un’altra.
          Cerca risposte dentro si te e dentro di lui. Quello che voleva lei non è di tuo interesse, anche perché non è detto che combaciasse con ciò che voleva tuo marito, che è l’unica cosa di cui ti devi interessare.

          • Hai ragione @Whiterabbit però prima o poi un vaffa… liberatorio credo che arriverà anche a lei!

          • @Sophy non credo sortirebbe un grande effetto su di te.
            Magari fanne scattare uno in più a lui.
            Oltretutto, facendolo a lei, potresti anche innescare reazioni che ti pienerò portare a star peggio. E poi più le giri intorno più lei continua a far parte di voi. Dalle un motivo per contattare tuo marito e lei lo farà. È questo che vuoi? Davvero?

          • Ok @Whiterabbit mi hai convinta, seguirò il tuo consiglio e sarò indifferente nei suoi confronti.
            Grazie!

          • *potrebbero.
            Scusa era: reazioni che potrebbero portarti a stare peggio.
            Metti che lei abbia per qualsiasi motivo il tarlo di tuo marito che le gira per la testa. Se tu la attaccassi la prima cosa che potrebbe pensare di fare è di lamentarsi con lui.. cercate di sparire. Il codice del silenzio credo possa funzionare anche all’inverso.
            Ma poi comunque tu avrai il compito difficile di fare una profonda riflessione sul tuo matrimonio.
            La sparizione di lei non risolve i problemi, semplicemente perché il problema non è lei.
            Devi capire da dove deriva questa spinta verso l’esterno di tuo marito.
            Potrebbe essersi innamorato, o potrebbe solo essere finito l’amore nei tuoi confronti, potreste avere problemi di coppia che non hai ancora focalizzato, o potrebbe avere lui un problema con se stesso.
            Sto leggendo alcune cose in merito, non testimonianze personali ma opinioni e pareri di psicoterapeuti, che non trovano necessariamente le cause di un tradimento all’interno dell’infelicità della coppia. Ma la “giustificano” (seriali a parte) come una crisi personale del singolo individuo che non sempre ha a che vedere con la persona che gli sta accanto.
            Io non voglio giustificare tuo marito o mostrarti una strada, perchè quella la devi capire tu, sto solo dicendo che devi concentrarti su voi due insieme, su di lui come singola persona e su di te come singola persona per capire a che punto siete e prendere una decisione.
            Lei proprio non fa parte di tutto questo percorso. Anche se lui provasse amore nei suoi confronti, tu dovresti focalizzarti solo su di lui.

          • @Whiterabbit brava quoto quanto hai scritto. Non è lei il problema. Potrebbe essere di coppia, o suo di lui.
            Comunque gliel’ha detto, se poi non si vuol ascoltare… “bambini in camera … momenti intimi tra di noi sono praticamente azzerati” lui non si è sentito più visto come uomo, e ha visto che il ruolo di madre gli portava via quello di moglie. E quanti ce n’è che han tradito sempre nel post nascita figli? Non è un caso.
            Io capisco benissimo la maternità e che cose di questo tipo vengano viste da una donna come un “e che è un altro figlio ancora lui?” ma sono troppi che dicono sempre le stesse cose, e poi guarda un po’ tradiscono.

        • E dai però…ancora con questa domanda di come le è saltato in mente di prendersi tuo marito?
          Ma perchè???
          Perchè sempre con questa idea?
          Perchè pensi che si stava infatuando più lei di tuo marito e non il contrario?
          In base a quelle studio di genere fate di queste affermazioni?
          Capisco il tuo stato d’animo e lo scombussolamento per la scoperta del tradimento ma non ragionare per luoghi comuni se vuoi recuperare. Devi porti le domande giuste.
          Mi colpisce comunque questa cosa che noi donne facciamo passare sempre le altre donne per colpevoli. Bella idea che abbiamo del genere a cui apparteniamo. Meditate.

          • Si esatto, luoghi comuni. Partiamo alcune dal presupposto che l’altra lo abbia rubato perché più infatuata, altre dal presupposto che la moglie abbia sbagliato qualcosa o che il marito si sia innamorato. Partiamo da lui per una volta.
            E lasciamole il tempo di capire senza incazzarci tutti. Non è facile.

          • APPLAUSI SCROSCIANTI Cara@Franca
            Esattamente sono convinta di due fattori costanti nel funzionamento umano

            Il primo è che ovviamente le esperienze che si vivono nella vita e il come ciascun essere umano reagisce ed agisce dipende ovviamente solo da NOI STESSI e cioè ognuno fa come può in base alla propria evoluzione personale riferita nel preciso periodo temporale in cui si vive qualunque esperienza di vita compreso la relazione affettiva in genere e compresa qulla di coppia,

            Questo per rispondere a te @White nel tuo riferimento agli psicoterauti che ti hanno espresso o hai letto che l’amantato non dipende tanto dal come si stia col marito o moglie,ma dai scusa sai White ,ma sembra che questi terapeuti che conosci o di cui hai letto abbiano scoperto l’acqua calda

            Ovvio che qualunque nostro agire e reagire nelle scelte che facciamo nella vita rispecchiano solo noi stessi nel momento in cui si vivono le esperienze tutte

            L’umanità vive in movimento e cambiamento continuo perché evolviamo ognuno a modo suo unico perché siamo unici e in tempi diversi per la stessa nostra unicità

            Ovviamente però esistono schemi di comportamento e reazioni che la scienza ha studiato e verificato scientificamente come ottime basi per riuscire a fare analisi e nel caso di gravi comportamenti diagnosi e terapie che infatti i metodi terapeutici sono veramente diversi e tanti .

            Cara @Franca scusa l’inciso che ho rivolto a @White
            Sono d’accordo in pieno con te e la realtà caspita qui ci stanno i kilometri dei nostri racconti di vissuto e cosa ne esce fuori?
            Che le Donne che si lasciano andare a vivere l’amantato sono ovviamente in crisi col loro matrimonio sono quindi fragili e sofferenti da tempo

            Ergo più facile cascarci di brutto a questa maggioranza numerica di uomini amanti che le intortano pur di fargli fare da sesso fantasia da psicologa gratis da mamma che coccola e capisce sempre disponibile a comprendere qualunque loro bisogno qualunque scusa no cazzata contrabbandata come Ammmore vero

            Purtroppo la maggioranza

            Solo un 20/100 infatti meno male per te e poche altre che sono riuscite a formare una nuova coppia

            Ma la maggioranza di Donne ha vissuto l’abuso che significa che l’ uomo amante ha messo in atto il ti intorto a te femmina amante ti faccio credere che esiste l’amore e la possibilità di costruire una nuova coppia e vita

            Ma gli anni passano e nulla di fatto ma a quel punto la Donna è piegata dalla dipendenza affettiva

            Più passa tempo più la donna che non si rende conto della sua dipendenza e si fa milioni di domande per riuscire a capire che cavolo abbia vissuto del amante e ciascuna soffre il proprio livello diverso dal più lieve dimostrato da quanto è tempo che ci impieghiamo a riuscire a chiudere per sempre col vero cds e blocco totale

            Passa il tempo a volte anche moltissimi anni e purtroppo quando il tempo sta così lungo in cui la Donna aspetta ancora anche perché lui amante le fa credere di aver pazienza aspetta dammi tempo ecc. ecco li veramente se non si fa la terapia apposita x dipendenza affettiva sono seri dolori che impediscono di riuscire a non ripetere pure con le esperienze successive di essere sottomesse e attirare nella propria vita relazioni con cialtronzi e anche altre tossiche

            Ma insomma accusare le Donne
            ,ma proprio per me è un NOOOO
            FERMO IRREMOVIBILE
            Insomma la realtà è sotto gli occhi di tutti e insomma il machismo è vivissimo ancora e miete tutto violenza che è fatta anche dalla capacità manipolativa che resta una caratteristica comportamentale che ha una storia lunghissima e antica,

            Ma appunto Donne che famo ?

            Ovviamente la unione fa la forza e sostenere che sia ancora colpa nostra NO PROPRIO NON CI STO

            Perché È UNA FALSITÀ EVIDENTE.

            Eppure la mia vita la ho trascorsa nel mio matrimonio positivo che bisogna dirlo non è soltanto fortuna ,ma voglia di assumersi le responsabilità reciprocamente uguali
            Il do uguale

            ,ma nonostante questo sono io stessa il prodotto nato da un antico prima amantato dei miei Nonni

            Ecco mia Nonna era una sposa con figli
            Poi divenuta amante di mio Nonno che la ha sposata e hanno avuto figli
            Poi dopo dai miei genitori sono nata io

            Insomma una statistica vivente in me dove tutto ho vissuto la eredità di matrimonio che funziona
            Quello che non aveva funzionato
            Amantato e nuova unione di matrimonio che di nuovo ha funzionato.

            C’est la vie et qualche uomo Giusto esiste sempre,

            Una Bellezza da Amare e sposare!

          • Comunque un uomo o una donna non sono una proprietà perché hanno un anello al dito. Nessuno prende nessuno.

          • Il bohemien ieri se ne è uscito con un discorso.
            Fossi stata libera di cuore e -ahimè- meno informata.. ci sarei cascata o quantomeno avrei iniziato a seguirlo.
            Ve la faccio breve: con lei sta bene ma ‘dopo 8 anni sai..il bene è pari alla routine’. Non é la prima volta che la tradisce ma erano scappatelle di massimo 3 volte. Con me.. cé questo feeling questa intesa questo desiderio.. ha capito che io porto dei cambiamenti (ma non è colpa tua, davvero sono io – mi dice) all’interno della sua coppia perché ormai ci vediamo regolarmente.
            Ora: io lo vedo perché devo togliere tanto dell’altro. Ma tanto. Gli scriverei che lo amo adesso, per farvela breve (bloccato ovunque) ma per cosa? Star male il secondo Natale? No dai, non sono abbastanza stupida. Non cé più trippa per gatti.
            Lo guardavo raccontarsi tra i suoi quadri.. e gesticolare nell’aria. Sentivo tutto il suo bisogno di giustificarsi da una parte e di assicurarsi la mia piacevole compagnia dall’altra.
            Ho chiuso il discorso dicendo di non fare paragoni tra l’adrenalina e la routine. Che tra 6 mesi la routine la difenderà per primo e i cambiamenti all’interno della sua coppia saranno addebitati interamente alla sottoscritta.
            Si è alzato dalla poltrona e abbiamo avuto un secondo ‘affannato’ rapporto.
            Questo per dire che secondo me a loro all’inizio piacciono le iperboli. Non sono missunderstanding. Anzi, impennano di proposito!
            Ragazze smettiamola di accusarci tra noi.

          • Si @Ale e a loro piace vedersi spiriti liberi tormentati con le compagne che non li capiscono.. è sempre un problema dell’altro per loro, della vita che è ingiusta, delle ali che gli tarpa la vita. Ma vaff..

          • Ma sai @Ariel non sono tutti così vicino alla psicoterapia come te. Per me certe cose non sono così conosciute.
            Visto che hai avuto la fortuna di non essere toccata dal tradimento non sai come ci si senta, quando tutti ti puntano il dito contro ed è colpa tua.
            Quando stai male e cerchi un parere, un appoggio, e ti senti rispondere che tanto tuo marito sta con te solo perché gli fa comodo e la sbagliata sei tu che non hai saputo dargli quello che gli serviva, quando ti dicono che sei diventata solo un’azienda.
            Quando ti chiedi incessantemente in ogni minuto della tua giornata che cosa avresti potuto fare per evitarlo, non conosci il senso di inadeguatezza che tutto questo ti lascia.
            Ci sono donne che lanciano la colpa dall’altra parte, all’amante, e invece ci sono donne che si sentono addosso tutte le responsabilità. È sempre bene ricordare ad una persona ferita e tradita che non è sempre e non è solo colpa sua. Che non sempre avrebbe potuto evitarlo, e che non sempre un tradimento significa che l’amore è finito.

          • Ma guarda @White sono perfettamente d’accordo con tutto quanto hai scritto
            Forse non sono riuscita a trasmettere scrivendo il mio commento sul tuo scrivere riferito a ciò che hai saputo dai terapeuti che ovviamente il principio base di funzionamento umano per ciascuno di noi è che fortunatamente IL POTERE DI AVANZARE RISOLVERE CAMBIARE EVOLVERE ce lo abbiamo ciascuno soltanto noi stessi e nessuno altro indipendentemente da cosa ci facciano gli altri,tutte prove da riuscire a superare come tu stessa stai facendo già benissimo.

            Ovviamente questo è un grande bene che la natura di come siamo fatti ha previsto proprio perché NESSUNO MEGLIO DI NOI STESSI può SENTIRE E SAPERE quanto si possa soffrire nella propria vita per tutti gli accadimenti che possono accadere ,esperienze le più diverse e pure molto dolorose come intuitivamente si può immaginare per chi come me non ho avuto il vissuto il tradimento se non nella esperienza tossica di amante inconsapevole.

            Non bisogna CONFONDERE il SANO PRINCIPIO DI RESPONSABILITÀ INDIVIDUALE che significa
            come faccio a reagire passo dopo passo a il dolore o disagio che si prova sottoposti alle proprie prove nella vita.
            Che significa che FORTUNATAMENTE ciascun essere umano È CAPACE DI SUO a RISOLVERE tutti i Problemi dolori che si subiscono nella propria vita ,

            Ecco questa capacità nostra umana esprime il significato della assunzione di responsabilità

            E cioè della propria capacità individuale di essere in grado di guardare in se stessi SENZA MAI GIUDICARSI ma con una introspezione neutra
            Valutare il come mi sento e adesso e che cosa posso fare per superare il mio empasse doloroso.

            In alcuni casi La terapia aiuta a fare il processo di analisi NEUTRA dando così una buona mano a chi soffre con troppa emozione dolorosa
            E che quindi quando si resta invischiati in una specie di blocco emotivo è sicuro impossibile guardare se stessi neutri ma salta fuori l’ostacolo Più grosso x chiunque e che è il GIUDICARE MALE E SEVERAMENTE SE STESSI

            Più ciascuno di noi riesce a guardare se stesso SENZA IL GIUDICARSI MALE O BENE ,MA NEUTRI

            Più si riesce a relazionare con chiunque e in ogni situazione dolorosa
            Riuscire a guardare dall’alto come fece Chagall nella sua pittura dove uomini donne e animali sono messi nello spazio sopra il piano terrestre e in ogni direzione si muovono e con evidenti sproporzioni di prospettiva.

            Ecco che la vita è come salire la propria scala a chiocciola ecco che ad ogni gradino fatto le stesse cose che vedevamo al gradino precedente rivelano al nostro sguardo un particolare sconosciuto prima semplicemente non potevamo accorgercene prima

            È il punto di vista diverso che ci APRE alla CONOSCENZA nostra personale e del mondo circostante soltanto quando ci muoviamo liberi in alto dalla “Gravità “ che non è soltanto quella terrestre ma finalmente senza IL PESO DEL NOSTRO GIUDICARSI NEGATIVO e ovvio che se ci giudichiamo severe faremo altrettanto verso gli altri

            In una frase modo di dire linguistico Italiano rende molto bene questo concetto

            Quando si dice

            “ Guarda a BEN VEDERE….”

            oppure

            “Guardando MEGLIO”

            Ecco a Ben vedere trovo la mia soluzione quella che mi fa stare meglio e bene ,sono in pace ed accolgo tutto ciò che mi accade con la pace nel cuore

            Eppure la vita a volte FA SPAVENTO……….!!!!!

            Eppure la vita a volte MANCA
            E Mancano così tante persone!!!!!!!!

            Eppure la Critica BRUCIA LE PROPRIE FERITE…..

            Eppure a volte si vorrebbe mollare tutto….

            Eppure Scelgo di vivere,

            Ancora.

            Cara White ti auguro di guardare i quadri di Chagall

            A BEN GUARDARE!!!!

            Troverai ciò che cerchi da così tanto tempo.

            Un abbraccione ❤️

          • @Franca vai a rileggere quello che ha scritto @Sophy, ha detto: “l’amante di mio marito è bella è giovanissima ed ha un bellissimo ragazzo. Credo che quello coinvolto fosse lui è non lei, ma allora (visto che lei non era poi così coinvolta) perché le è venuto in mente di andare con mio marito? Cosa cercava?”
            Questo ha scritto @sophy, poi non stare a fermarti solo sulla parola “prendersi” rispetto a tutto un discorso molto diverso. Credo che qui @sophy abbia usato il verbo prendersi nei termini di “perché ha voluto sfogare un capriccio?”

          • @Ariel il fatto che qui ci sia una Franca che ha coronato il suo sogno o una Costanza che ha recuperato perfettamente il suo matrimonio, non significa necessariamente che si debbano cancellare tutte le millemila sfumature in mezzo.
            Sophy ancora non ha raccontato molto, pertanto
            io non me la sento di dire a @Sophy a quale di queste sfumature appartiene, la invito a prendere atto che ci sono tante cose in mezzo agli estremi e che prima di tutto, prima di prendere una decisione deve capire in quale gradino della scala si trovano.

          • E invece leggo che molti cercano di interpretare alla luce della propria esperienza. Che è comunque unica e personale.

    • Cara Sophy, ero nella tua situazione un anno fa.
      Intanto eccomi: due figli vicini, 1.5 e 4 anni ora, per volontà anche molto di mio marito che era cresciuto con genitori separati e sognava la famiglia perfetta (e si è visto) sempre tata al seguito quindi libertà di uscire, fare vacanze serene ecc..ovviamente però due bimbi vicini cambiano gli equilibri.
      Un anno fa gli dico che mi sono accorta che ha un’altra, che lo avevo già perdonato ma di lasciarla perché ci siamo sempre amati tanto e avevamo due bambini così piccoli. Da lì è successo di tutto: ha cambiato lavoro repentinamente, ho ricevuto mail anonime (penso da lei), lui ha ammesso ma di averla solo da 2 mesi (seee), ovviamente ho trovato di tutto chat, fatture, doppi cellulari, lui non è più venuto a letto con me perché diceva che aveva un “blocco psicologico”, umiliazioni e insulti per quasi un anno. Finché non mi ha chiesto la separazione e se ne è andato di casa, 3 settimane prima di Natale Lasciandomi qui con i bambini, che adesso improvvisamente diventano importanti e mi farà pure una guerra per averli. Quando è sempre stato un padre assente.
      Ah, l’amante è la sua ex collaboratrice di 28 anni.
      Per inquadrare bene la situazione bisogna anche dire che questa sua patetica storia oltre che di sesso è una psico palla di dipendenze mentali- di lei che gli dice che lo salverà da me- tant’è che lui, che un po’ più di un anno ha problemi erettili, mentre stava con lei e non veniva già più a letto con me, è andato diverse volte da un andrologo (e non certo per venire a letto con me!!).
      Ora lui dice di non averla più, ogni tanto dice che vuole tornare a casa, che ha fatto l’errore più grande della sua vita..ma poi non torna mai e soprattutto, non ferma la separazione.
      Il mio consiglio è: perdonalo con tutte le tue forze, sforzati e fingi il nulla peri tuoi figli perché i miei soffrono come cani nonostante lui li veda sempre. Ma se e solo se tu senti che lui adesso è DAVVERO sincero. tu dentro di te lo sai. Io ho sempre saputo, tutti i giorni di quest’anno, ogni volta che lo guardavo, vedevo che in realtà lui se ne voleva andare, che lui aveva “svoltato”, non so come dirti, che desiderava altro. Che voleva uscire da questo meccanismo, da questa famiglia, che gli pesava tutto, andare a prendere un bicchier d’acqua per i bimbi, portarli a fare una passeggiata. Per lui tutto era diventato un incubo. E per tutti noi.
      Auguri Sophy!

      • @chiara…ho rivissuto alcune dinamiche che mi hanno coinvolta direttametne nella tua storia…e allora oggi x 1 g ritorno ad essere la ex quasi-moglie (nn eravamo sposati)…e nn l’amante.
        Ritorno ad esserlo x darti un po’ di coraggio…xchè qua ogni tanto ci si anima
        …e sembra che le amanti nn capiscano le mogli…le mogli a loro volte le amanti…le sposate contro le single e così via…
        Ed invece siamo tutte DONNE…donne che arrivano qua x capire…x disperazione…xchè è difficile parlare di queste situazioni se nn hai persone cn una mentalità più che aperta (io grazie a Dio le ho avute)…xchè la maggior parte si schiera o di qua o di là…sei una cattiva moglie (xchè nn gliela davi abbastanza dopo esserti ammazzata di lavoro anche x lui magari) sei una poco di buono xchè sei andata ad importunare uno sposato…etc etc
        Il LUI di turno (marito o amante) sempre ad avere delle giustificazioni!
        Allora io ti voglio dire da separata (a natale FESTEGGIO-SI FESTEGGIO i tre anni dalla liberazione…yuppieeeee)… che ha vissuto una separazione burrascosa cn anche la chicca dei problemi erettili di lui…e io che credevo di esserne la colpa, salvo poi scoprire che i problemi sparivano qnd c’era un po’ di rischio…di suspance (anche con me eh…)…ma che tornavamo CON LA ROUTINE (poi anche che cn lei…ho trovato degli aiutini in giro ahahahah).
        Dunque dicevo…volevo incoraggiarti…che superata la batosta iniziale…superate le liti dei primi tempi (se nn lavori e sei sposata aspettati di tutto…i soldi diventano un grande motivo di scontro)…superati i tentativi di finti rientri a casa (dio te ne scampi) FINALMENTE VEDRAI LA LUCE!
        E capirai di averla scampata…nn devi essere fiera di una separazione…quella è sempre una sconfitta!
        Dovrai essere fiera di cm ne uscirai…se riuscirai a far trovare una strada di serenità ai tuoi figli…
        Anche al mio ex pesava tutto…sembrava ci odiasse…e io sospiravo di sollievo qnd lui nn stava in casa…
        Oggi sto bene!
        E lui è meno stronzo di quel periodo (almeno cn noi…ora si diverte a fare impazzire qlcn altro…ma nn è affar mio e passo oltre)
        @chiara…cm succede alle amanti…se NON TI AMA è inutile tenerlo lì a fare ombra! Oltretutto rompe pure i maroni e ti fa vivere male…ma lo sapete qnt cose facciamo meglio noi donne da sole se sm serene?
        Io vedo DONNE indipendenti e UOMINI dipendenti da un sacco di minkiate…
        A noi ci frega il nostro sentimentalismo…il ns volere il principe azzurro di Cenerentola!
        Smettiamola!
        Sm NOI il ns PRINCIPE AZZURRO!
        Se poi arriva un fido scudiere che ci dà una mano e ci adora…quello sarà il vero principe azzurro…ma cm ho detto altrove NOI CI SALVIAMO DA SOLE!
        Un bacio grande

        • Grazie EP!
          Dunque io lavoro come lui ma le battaglie sono già belle che iniziate!
          E sì, la chicca dei problemi erettili è la ciliegina sulla torta perché, udite udite, da quando stiamo insieme, 9 anni, è sempre stato lui quello, come dire, con il maL di testa!!e già avrei dovuto non sposarlo solo per questo.
          Quando poi ho scoperto dell’amante..oltre al danno la beffa!!infatti da quando ha lei anche lui ricorre a degli “aiutini” -38 anni eh-,
          anche se con me non funzionava manco così le poche volte in cui si è tentato recentemente.
          Io so che sono è solo il primo periodo e che ne verrò fuori anche perché ho due bimbi meravigliosi e, francamente, non ho più un marito da più di un anno. Rimane la grande amarezza di avere sbagliato completamente persona perché questa cosa che mi è successa è per me inconcepibile, soprattutto quando ci sono dei bambini così piccoli in mezzo. Inoltre le modalità sono sconcertanti, per dirne una la mia futura ex suocera è diventata amica dell’amante…
          Però, tant’è vedo che non è successo solo a me, ma una domanda da farti ce l’ho: arriva mai un momento in cui questi senza palle si rendono conto di quello che hanno combinato??

          • No @Chiara. Per loro non c’é niente di cui rendersi conto. Non é che lo sanno ma fingono. Le cose sono andate in un certo modo e loro semplicemente hanno cercato di fare la cosa più giusta.
            Loro non combinano nulla.

          • @chiara…inizio a risponderti dalla fine…dalla tua ultima domanda. Se si rendono conto di quello che hanno combinato…
            SI..e NO!

            SI…xchè se le cose nn vanno cm si erano immaginati cn l’amante…cominciano ad avere rimpianti x quello che hanno lasciato e corrono subito a tentare il rientro fortuito (spero ti capiti il più tardi possibile xchè nel frattempo ti sarai fatta una bella scorza e lo rimanderai al mittente cn un calcio nel cuxx).
            Nn sarebbe AMORE ma solo convenienza!

            NO se ti immagini un rendersi conto alla ns maniera… cioè con una presa di responsabilità che sconvolge le viscere! Che è quella che a noi ci fa stare in piedi anche se sm morte dentro…quella che ci fa sorridere ai ns bambini mentre facciamo l’albero e il presepe qnd vorremmo solo buttaci a letto e versare tt le lacrime che abbiamo!

            Il fatto è che x questo tipo di uomini…il centro del mondo è sempre lo stesso: LORO STESSI!

            Il mio ex era un narcisista
            ma io ignorante in materia nn lo avevo “riconosciuto” (prnsa…l’ho scoperto qua leggendo un pezzo della meravigliosa @Daniela che ho conosciuto alla presentazione del libro di @ale)
            Eppure ricordo che un giorno gli avevo mandato il link della canzone di Carmen Consoli PAROLE DI BURRO (inizia cn Narciso…parole di burro…)
            Avevo annusato qlcsa…ma nn avevo voluto dare