photo of man touching his head
Photo by Andrea Piacquadio on Pexels.com

Che confusione, sarà perché ti amo?

Sembra fatta apposta la famosa canzone dei Ricchi e Poveri (1981) per descrivere la condizione di chi, sballottato da sentimenti ed emozioni forti, non capisce ancora bene se quello che prova è amore o no, o se il suo sentimento è sufficiente, per esempio, a lasciare la vecchia strada per una totalmente nuova.

Sono confuso è la dichiarazione di molti uomini descritti da voi, care lettrici, quando in una storia d’amore i nodi vengono al pettine, o meglio, quando voi decidete di usare il pettine per “pettinare” il vostro uomo.

Ma chi è l’uomo confuso medio che mi descrivete e che voglio analizzare con voi? È un uomo sposato, con un matrimonio in crisi da anni, che tradisce la moglie (o ha già tradito in passato) alla ricerca, nel mondo delle altre donne, di quello che non ha più o che non ha abbastanza in casa sua. Questo non toglie che, a casa sua, nonostante tutto ciò, ci è rimasto e ci rimane.

In questa sua ricerca fisiologica e psicologica ha spesso incontrato diverse donne (anche se magari a te dice che tu sei la prima, o che ha avuto storie di solo sesso molto tempo fa) ma tu, dice, sei la prima di cui si è davvero innamorato, diversa dalle altre, unica. In sintesi, una nuova potenziale compagna per il futuro. Te lo dice, spesso fa programmi con te, promesse, progetti, sogna a occhi aperti. Ma…

Ma quando, dopo mesi, a volte anche più di un anno, in certi casi persino dopo diversi anni tu gli chiedi conto di tutte le parole dette e i sogni condivisi, ecco la sorpresa: alla domanda “quando ti separerai e andremo a vivere insieme”, “quando la lascerai e noi diventeremo una coppia ufficiale” lui “perde” le sue certezze tutto d’un tratto e ti dice SONO CONFUSO

Per te è uno shock: non hai più davanti l’uomo sicuro, amorevole, persino entusiasta che solo ieri ti diceva “ti amo sei l’unica voglio solo te”, ma un uomo confuso, con lo sguardo perso nel vuoto, che magari piange pure, che è “bloccato”. Così scopri che tutto quello che aveva deciso e che aveva detto su di voi è “bloccato e messo in dubbio dalla confusione”, non importa se condividete il grande progetto di nuova coppia da mesi, anni. Lui è confuso e non sa cosa rispondere, decidere, fare. All’improvviso, è bastato solo che voi lo richiamaste dalle parole e promesse all’azione, ai fatti, finalmente.

Ma è davvero confuso? In sette casi su dieci la risposta è no. Bluffa, mente, prende tempo. Non è veramente confuso, sa benissimo cosa vuole e dove vuole andare a parare. Sono confuso gli serve per sgusciare dalle sue responsabilità verso di voi perché sa che non lascerà mai la moglie, nonostante tutto. Per prendere tempo, per rimandare l’ineluttabile scontro.

D’altronde, cara amica, rifletti un attimo con me, con noi: siete insieme ormai da tempo, avete sognato e progettato insieme e adesso, dopo tutto questo tempo tu mi dici che non sai più cosa vuoi? Perché io ti chiedo finalmente, dopo tanta pazienza e parole e promesse, di prendere LA decisione o perlomeno di INIZIARE A PASSARE DALLE PAROLE AI FATTI tu che fai? Vai in confusione? Ma mi faccia il piacere!, direbbe il grande Totò.

Essere confusi è spesso la cialtroneria delle cialtronerie dell’uomo che a parole ha sempre detto che vuole un futuro con te, ma che realmente non lo ha mai voluto.

Certi lo sognano veramente ma poi, riportati da voi alla realtà, tornano con i piedi per terra ma non hanno il coraggio di dire “era tutto un sogno, non ho mia davvero pensato concretamente di farlo”. Sono quelli che parlano parlano ma poi non sono mai andati dall’avvocato anche solo per informarsi. Ma voi avete mai visto un uomo che pianifica di comprare l’auto desiderata da una vita, quella più bella, di lusso e multiaccessoriata senza girare tre concessionari, farsi fare 5 preventivi, fare test di prova, in una parola informarsi bene prima del passo? Io no. E secondo voi, perché non va neanche a informarsi dall’avvocato (occhio a quelli che dicono di averlo fatto ma non è vero)? Perché sa che è inutile perché quella macchina non la comprerà mai. Gli piacerebbe, ma non può. Per i figli (solita abusata scusa che però non impedisce tradimenti pluriennali), per non fare del male a lei poverina (e a voi si può fare del male?), per il mutuo, per i parenti… Non è confuso, questi impedimenti c’erano già.

Certi invece hanno barato fin dall’inizio. E non sono pochi che sapevano fin dall’inizio, anche se vi dicevano esattamente il contrario, che non avrebbero mai lasciato la moglie. Vi chiederete, ma allora perché non dirmelo subito, o almeno promettere meno, essere meno entusiasti? Perché noi vi vogliamo amanti vogliose, allegre, zero rompiballe, entusiaste, sorridenti: se vi diciamo la verità o non vi diamo il carburante delle illusioni non continuerete a fare le amanti, e soprattutto le amanti geishe psicologhe mamme confidenti migliori amiche che vogliamo noi.

La bugia, il finto entusiasmo è teso a produrre la vostra felicità e illusione in assenza di fatti

Sono cattivi questi uomini? A volte. Più spesso egoisti e senza scrupoli, o meglio, la vostra infelicità per la sua dichiarata confusione dopo tante illusioni è per lui un danno collaterale calcolato, subordinato ai suoi interessi e comunque è in capo a voi, lui deve fare così, a lui conviene così.

Sono degli illusi questi uomini? A volte, ma anche il più sognatore sa, dentro di sé, qual è la vera verità fin dall’inizio. Solo che ha bisogno di sognare per fuggire dalla sua realtà e, per rendere al massimo realistico il suo sogno, tu devi essere coinvolta al massimo, crederci, esserne entusiasta e felice. Poco importa se, alla prova della verità, ti crollerà un mondo e il tuo Dna emotivo si ferirà profondamente.

Sono immaturi? A volte. Lo si vede in quelli che girano a manina con voi in centro apparentemente non preoccupandosi che qualcuno vi veda ma poi, se la moglie drizza le antenne (si proprio quella della quale a lui non gliene fregava più niente, la cosiddetta “sorella” convivente) o se peggio, lo scopre, si genuflettono abiurandovi. Più che immaturi spesso sono amorali, soprattutto se vi presentano i figli per farsi belli con voi o vi fanno frequentare la moglie così siamo più tranquilli e ci vediamo di più (RIFIUTATE QUESTA MODALITA’ SQUALLIDA innanzitutto per voi).

Ma ci sono confusi che si salvano, e che poi diventano ufficiale e gentiluomini? Pochi, anche perché chi fa poi l’ufficiale e gentiluomo (leggi qui) e quindi quaglia di fronte alla vostra resa dei conti non si dichiara confuso, ma più spesso COMBATTUTO, che è tutta un’altra cosa. Non si rimangia quello che ha detto, ma ora deve valutare davvero il passo concreto. E lo fa in pochi mesi, non in anni.

In definitiva, che fare di fronte alla sua confusione?

Bisogna avere il coraggio di mandarlo a casa dicendogli: non trovo accettabile che dopo tutto questo tempo e tutte le tue dichiarazioni tu possa essere confuso. Tornatene a casa tua e rifatti vivo se e solo quando avrai le idee veramente chiare. Ma bada bene: questa tua confusione ha inferto un colpo durissimo alla tua credibilità e alla tua figura di futuro partner. Anch’io, per quanto innamorata, dovrò elaborare le conseguenze di questa tua confusione. Quindi Codice del silenzio (leggi qui), no contact e ognuno a casa sua a meditare. Fatti vivo SOLO se hai deciso. Ripeto, sono innamorata e non lo nego, ho dei dubbi sul fatto che lo sia tu. Se ti rifarai vivo con intenzioni fattuali serie (avvocato, reperimento di una casa, dichiarazione di crisi alla moglie, psicologo per i figli, in sintesi la road map verso la separazione a breve) vedremo se sarai ancora in tempo per reinvestire su di te. Io intanto farò la mia vita: vietati messaggi, orbiting (leggi qui) e contatti con scuse varie, voglio fatti. Vietatissimi gli incontri, anche se lavorate insieme (leggi qui). E bada bene, noi non potremo essere mai amici. Mai.

Detto questo, vi girate e ve ne andate per la vostra strada. E iniziate a pensare ad altro, a distrarvi, a farvi una vostra vita. Se lui è confuso ma soprattutto innamorato davvero, entro tre mesi da adesso deve tornare con i fuochi artificiali e e i fatti (e le prove dei fatti), non importa se vi siete trasferite al Polo Nord

Non ci riuscite? Cedete ai suoi messaggi? Vi rivedete e state sempre peggio perché lui non ha deciso un bel niente, è sempre confuso ma “gli mancate tanto”, “non può vivere senza di voi” (ma sta in casa con la moglie)? Ci rifinite addirittura a letto? Per non stare sempre peggio, fatevi aiutare da un esperto: da sole e col fai da te spesso si va poco lontano. E la solidarietà degli amici non basta. Perché voi siete innamorate davvero, lui è confuso e, fino a prova contraria, non è “abbastanza” innamorato.

Condividi:

5Commenti

  • Leilei, 7 Dicembre 2021 @ 11:37 Rispondi

    Alla parola “confuso” io reagirei con un’unica azione: mi volterei e andrei via, salutandolo con la mano.

  • Stella, 7 Dicembre 2021 @ 09:14 Rispondi

    Sono gli stessi che quando vengono scoperti dalle mogli gli dicono :”ho avuto un momento di confusione .,ma ti amo tanto “…peccato che ci sono anni di grandi scopate ,di vita parallela ma vengono ripresi a casa come nulla fosse perché poverini sono confusi! e quella che ha confuso viene definita troia. Ragazze ma ci rendiamo conto che fortuna abbiamo avuto a rimandarli a casa ! Non smettero mai di ringrazione la moglie del mio ex amante ,grazie….come monopoli sono passata io dal via e tanti auguri a me ,mentre loro sono i prigione ,ma sia chiaro sempre confusi poverini .

  • Dispersa, 4 Dicembre 2021 @ 14:36 Rispondi

    Mahh… La confusione secondo me c’è!!
    Io non dico nelle parole, ma nei fatti.
    Se dovessi guardare le parole sarebbe la persona più determinata del mondo ‘amo mia moglie, ho tutto nella vita, lavoro, famiglia, amicizie…’, ma poi tutto quello che fa mi ridà una persona diversa!!
    Guarda riesce a cambiare i fatti anche nell’arco di una giornata… Tanto per rendere l’idea solo ieri si è mosso così: al mattino, arrivato come al solito nel mio ufficio, saluta me e una mia collega senza guardarmi in faccia.
    Rientrati dalla pausa pranzo si precipita verso di me cercando in maniera casuale il contatto fisico e arrossendo mentre mi parla, idem nella pausa caffè.
    Fine lavoro facciamo un aperitivo tra colleghi e lui parla e fa vedere foto della moglie ad una collega, una delle poche che sospettava, senza quasi mai guardarmi in faccia.
    Sinceramente un po’ di caos nella sua testa io lo vedo!!
    Il bello è che molto e troppo tempo l’ho visto come l’Uomo Alfa per eccellenza… Che sciocchina!!

    • alessandro pellizzari, 4 Dicembre 2021 @ 17:21 Rispondi

      Ma non è confusione è immaturità

  • Ariel, 4 Dicembre 2021 @ 14:29 Rispondi

    La scusa del essere confusi fa venire il latte alle ginocchia e spinge chi ha una vera autostima in equilibrio a rispondere molto semplicemente
    Okkei stai confuso?

    Benissimo vai la ….dove non batte il sole e schiarisciti le ideee che intanto io vivo la mia vita ,ma senza nessun SE O MA O SEMMAI CHE TORNI TORNA DA UFFICIALE e gentil uomo????????

    Ovviamente come mai milioni di donne ci cadono come pere cotte????

    Non si tratta affatto di stare innamorate ,non confondiamoci su questo punto preciso

    INIZIO STORIA ad un certo punto se donna si innamora certamente esiste il MI BEVO QUALSIASI COSA PERCHÉ OBNUBILATA DA STO INNAMORATA

    Ma Dopo un anno????????????
    E dopo due annni?????????
    E dopo tre anni??????
    E dopo ENNE ANNI???????

    si tratta soltanto di una relazione NEFASTA AD INCASTRO NEGATIVO tra un vero CIALTRONE O PEGGIO SE NARCI CIALTRONZO ma dove incastro resta uguale e cioè con una donna CROIX ROUGE A STECCAAAAAAAA

    Con donne disperate e tutte provenienti da matrimonio fallito ,ma NON ANCIRA RISOLTO UN TUBO DI GNIENTE

    Marito non funziona e POCHISSIME SI SEPARANO prima di VEDERE SE LUI
    Amante nel proprio cervello di donna arcaica che resta ancorata al PRINCE principe azzurro maxi ma aspirazione per una donna ANCORA OGGIGIORNO SOPRATTUTTO NEL MADE IN ITALY!!!!

    Non è certo colpa delle Donne SIA CHIARO !!
    Nessuna Colpa
    Le Donne sui sentimenti e serietà sono IN MAGGIORANZA SINCERE E SERIEè la nostra Mix Di natura vedi partorire figli
    E ARCAICA RESPONSABILITÀ DEL DIRIGENTE DI AZIENDA CASA che FA TUTTO
    IL LAVORO DI LUI IL SUO QUELLO DEI FIGLI CASA E TUTTO SEMPRE AFFIBBIATO RUOLO NEFASTO DELLA SCHIAVA

    Accettato per via di IMPOSSIBILITÁ A REAGIRE sé cittadine di serie INFIMA
    No al voto ,votare è concesso da pochissimi anni se si guarda il calendario alla mano e ogni conquista sociale c’è la siamo così sudata da lasciarsi pure le piume

    Insomma se le donne si OSTINANO A CADERCI CON TUTTE LE SCARPE di qualsiasi tacco dodici o raso terra non ha importanza
    È perché hanno da curarsi la dipendenza affettiva duplice quella personale sviluppata in infanzia e quella SOCIALE. Dove ancora oggi si ricevono messaggi contraddittori

    La Donna sarebbe avanti negli usi e costumi?????
    Siii come no si scopa perché come fanno i machi di secoli fa scopiazzano solo come oggetti del desiderio come bestie incapaci di intendere e di volere

    Ma poi guarda un poco che NESSUNO REAGISCE DI FRONTE A UNA BELKA MANATA SUL CULO della Donna Giornalista di cui NESSUNO PARLA PIÙ

    Ecco come mai ALCUNE DONNE FRAGILI SENZA CONSAPEVOLEZZA

    Credono agli ASINI CHE VOLANO E PURE DICENDO

    SONO UN ASINO CHE VOLA CONFUSO!!

    Ma andate a fan…….
    Chi sarà capace di di vaffa

    Sarà DAVVERO PIENO DI VERA FORZA DI AUTOSTIMA DIGNITÀ SALVA LA PROPRIA VITA INTERIORE ED ESTERIORE!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.