Home » Posts tagged 'promesse'

Tag Archives: promesse

Scrivi e rileggi le sue false promesse

F9610A3F-D9E7-4508-963E-52C719EF81E2

 

 

Scrivi su un diario tutte le promesse che ti ha fatto fino a quando ti ha lasciato o si e’ fatto lasciare.

Quando si rifara’ vivo rileggile.

Ricorda: rileggi, diffida delle vecchie nuove frasi che lui sa che vorresti risentire, guarda ai nudi fatti.

Fatti non parole.

No a un altro Natale 🎄 fatto di delusioni e attese inutili

Sincerely yours

 

Contatti: anpellizzari@icloud.com

Sei la donna della mia vita

Ogni donna è l'amore unico della sua vita (foto ANP)
Ogni donna è l’amore unico della sua vita (foto ANP)

Sei la donna della mia vita

Sei davvero tu la donna della mia vita.
Ecco cosa scrive e dice spesso l’uomo comune dall’amore facile, pret a porter, il predator vulgaris dei social e dei territori di caccia per single (o separati, o separati finti, o sposati ma non morti) alla sua nuova amata nel breve periodo di “successo” della coppia. Notate bene i termini che usa perché ne faremo analisi per trarne insegnamento per il futuro, care amiche.

PRIMO MESE DI FREQUENTAZIONE
Io credo che sia davvero tu la donna della mia vita. Io non ho mai provato un sentimento così forte per una donna, tu mi hai sconvolto. Sei la più bella. A letto non ho mai provato un piacere così intenso. Io ti amo, sono innamorato di te, mi piaci tantissimo. Adoro fare l’amore con te lo farei tutti i giorni tre volte al giorno. La Voglia è talmente tanta da far fioccare sempre più spesso improvvisi pranzi di lavoro (che adesso è una scusa per vedersi, non per non vedersi) al ristorante “Lo Specchio”(leggi motel) noto per avere una copertura rete da caveau bancario.
ANALISI
Care amiche, notate l’esagerazione e l’enfasi dei termini a sole 4 settimane (poi il tempo non è una variabile costante, queste frasi mi raccontate vengono dette anche dopo pochi giorni o nel secondo mese di sesso, e sottolineo sesso, non frequentazione). Siete già la donna della sua vita… crede. Forse ci crede, ma non è un po’ presto? Certo esistono i colpi di fulmine, gli innamoramenti subitanei, ma hanno delle caratteristiche che poi vedremo che vanno aldilà delle parole. Che a letto non abbia mai provato un piacere così intenso mi fa sorridere: l’orgasmo è l’orgasmo e, per quanto voi siate brave nell’arte dell’erotismo, certi entusiasmi o sono da veri innamorati o da enfasi della novità. Ma per ora crediamogli, anche se noterete come il sesso sia molto presente in questa sua fase di amore, forse c’è più sesso che amore? A livello di parole siamo alla pari direi.

SECONDO MESE
Amore mio, sono tormentato dalle immagini di quando facciamo l’amore. Lo farei con te 5 volte al giorno e ti amo davvero tantissimo. Sto pensando a un weekend io e te soli non importa dove, basta che ci sia una camera da letto. Anzi no voglio pianificare un mese di vacanza, voglio stare con te voglio vivere con te. Ti amo. Ti ho fatto un regalo un po’ osé ma so che ti piacerà.
ANALISI
Nel secondo mese il sesso la fa troppo da padrone non trovate? Anche i riferimenti alla condivisione del tempo insieme hanno un chiodo fisso: farlo. Non fatevi abbindolare dall’idea della vacanza, promessa lontana. Vivere con te: ancora più esagerata come affermazione dalla proiezione tipo mutuo trentennale. Quello che vuole lui si esprime con il regalo osé (un vestitino, un sex toy?): ci sta benissimo, il sesso è l’80% della coppia (ed è naturale che sia copioso e sfrenato i primi tempi), ma un innamorato vero che regalo fa subito? Un anello. E non è solo una questione di tradizione.

TERZO MESE
Cara, devo scusarmi ancora per il nostro weekend continuamente rimandato ma davvero il lavoro mi sta facendo impazzire. Ho talmente da fare che non riesco più a fermarmi di notte da te, e ho paura che la cosa peggiorerà. Sai che ti voglio bene e tu sei sempre nei miei pensieri. Sei bellissima, ci rifaremo con le vacanze spero. Ah dimenticavo: dopodomani sera potrei passare da casa tua: mi prepari qualcosa e mi dedichi la tua specialità, quella cosa che mi fai e sai che mi piace tanto (e non parlo di ricette…). Non ti preoccupare per quelle nuove amicizie su facebook, sono innocue. Io non vedo che te, i loro mi piace manco li vedrei se non me li facessi notare tu.
ANALISI
Il lavoro è la scusa più usata dagli uomini che si stanno stufando di una relazione nuova, o perché ha esaurito la sua propulsione sessuale (avete finito il kamasutra due volte e state ripetendo le stesse posizioni, quelle preferite da lui) o perché ha adocchiato una sostituta che sta rispondendo (non sottovalutate le nuove amicizie social, seguite la vocina che vi sussurra “occhio”). Lavoro taglia la testa a ogni opposizione: taglia tempo e ha un grande alleato, la stanchezza. E quindi non si ferma più a dormire da voi, anche perché una volta di notte lo facevate tre volte, adesso a lui basta una e ste coccole sono un rompimento, era motivato a farle all’inizio, per ottenere più prestazioni da parte vostra e sottolineare il grande amore. E poi basta con le uscite e i ristoranti, lui ha poco tempo: si fa a casa vostra e magari con solo la specialità che piace tanto a lui (indovinate qual è la più richiesta…). Nota bene: la parola amore e donna della tua vita si sta diradando. Non a caso gli scappa un sintomatico ti voglio bene (io voglio bene a mia sorella).

QUARTO MESE
Tesoro, non capisco le tue lagnanze. Ti ho già spiegato che per vivere devo lavorare e che la cosa si è fatta più impegnativa e io devo tagliare giocoforza il tempo a nostra disposizione. Se è vero che facciamo sesso più raramente è scesa la quantità ma non certo la qualità. Sai quanto tenga a te. Ho qui un depliant per le vacanze al mare, fra due settimane quando ci vediamo a casa tua lo guardiamo insieme. Un abbraccio forte forte e dai, non perdiamo tempo a litigare. Per me sei la numero uno.
ANALISI
Come mai il sesso e la frequentazione si sono diradati? Si è stufato, non del tutto ma conta la qualità adesso, ieri contava anche la quantità. Ah, sei diventata la numero uno, un po’ meno dell’amata donna della sua vita ma farete le vacanze insieme, dice il depliant specchio per le allodole.

QUINTO MESE
Sono avvilito. Mai mi sarei aspettato da te che tu sbirciassi in modo fraudolento, mentre ero sotto la doccia, le chat del mio telefono. Ammetto di aver sbagliato a fare lo stupido con quella ragazza su facebook ma era uno scherzo, un divertimento per distrarmi. Sai che lavoro troppo. Lo so che dalla chat il linguaggio può sembrare troppo confidenziale ma non è colpa mia se questa ci sta provando. Sì lo so, avevo fissato una cena con lei, ma era solo per tenere a bada la sua corte. Io sono molto educato e non voglio offendere nessuna, e quelle sue foto che mi ha mandato in costume sono un problema suo non mio, cosa dovevo scriverle che non mi piacevano? Vedi, è questione di fiducia, se fossi davvero innamorata di me potrei andare a quella cena senza farti diventare furiosa di gelosia cieca per una chat banalissima e una cena solo promessa (e non ancora fatta, vorrei sottolineare). Invece ci rinuncerò, e questo dovrebbe farti riflettere su quanto tu sia importante per me. Mai però mi sarei aspettato un controllo da parte tua e sto pensando di chiederti di non essere più mia amica su facebook, ci fa solo litigare. Questa tua sfiducia mi fa pensare.
ANALISI
Cosa fa un traditore preso con le mani nella marmellata? Attacca. Cerca di ribaltare la situazione. Non è importante che lui stesse preparando un incontro con un’altra che palesemente ci sta, è inaccettabile che voi gli abbiate guardato il telefono per un sospetto che avevate da tempo (chi non lo ha mai fatto e neanche pensato di farlo dopo comportamenti strani del partner se è senza peccato scagli il primo smartphone). Tira fuori la fiducia per colpevolizzarvi e, mossa astuta, per farvi fuori dal suo social, zona di pesca per il futuro (altro che depliant delle vacanze). Insomma. Il quinto mese…spesso questi soggetti hanno sempre un’ottima scusa per tener celata la donna della loro vita(…) ma la realtà è che non vogliono e non possono rovinarsi la piazza col pubblico di amiche che ambiscono a diventare la sua futura donna della sua vita. Quindi? Siete scorrette, esagerate, invasive, non pensate a quanto lavora e ve la prendete per una cazzata come una cena organizzata con una che gli manda foto mezza nuda! Ma dai, non vi vergognate ? Forse siete VOI a non essere innamorate… Amore è sentire anche la mancanza di un messaggio per due ore

SESTO E ULTIMO MESE
Ti devo chiedere scusa, ma dopo le inutili discussioni per quanto è successo o credi sia successo ho bisogno di riflettere e di una pausa di riflessione. Oggi ti ho tolto l’amicizia su facebook dopo che mi hai accusato di aver reso le mie nuove amicizie non visibili per te. È vero, l’ho fatto, ma non ci ho pensato proprio, e non c’è nessun secondo fine. Sarà anche per questo che non facciamo l’amore da tre settimane e ci siamo visti solo dieci giorni fa a pranzo. Troppi pensieri, troppa sfiducia. Anche i tuoi messaggi e telefonate sono diventati troppo insistenti e interferiscono con il mio lavoro e la mia serenità. Certo che ti amo, anzi ti amo troppo. Tengo troppo a te ma proprio per questo credo che dobbiamo staccare per un po’, proprio per capire cosa c’è che non va e credimi, le altre donne non c’entrano, non esistono, esisti solo tu. Ma io non voglio farti soffrire, non voglio farti del male, piuttosto rinuncerei a te. Che ne dici se facciamo un periodo di silenzio e vediamo quello che succede? Ti amo tantissimo ma dobbiamo ritrovare la serenità. E non vederci e sentirci per un po’ è la cosa migliore. Ti voglio e ti desidero tantissimo, ma devo resistere per il nostro, soprattutto il tuo bene. Sei la più bella. Ti amo troppo. Ma decidi tu.
ANALISI
Siamo all’epilogo della vostra storia, ma in realtà ci eravamo già qualche mese fa, quando ha conosciuto la vostra potenziale sostituta. Contate quanti “troppo” usa. Sono troppo ben diversi da quelli iniziali dedicati all’amore, ma badate, le esagerazioni sono raramente fisiologiche in amore, sono proibite oltre una certa soglia glicemica come è proibito dire ti amo durante i primi orgasmi. La pausa di riflessione è una strada senza ritorno, un modo vigliacco di non dire ti lascio, perché come scrivo sempre la maggior parte degli uomini non ha le palle per lasciare, si fa lasciare. Silenzio, riflessione, stacco dai social: ha un’altra, punto. O l’avrà fra poco. Meglio staccare, perché lui pensa soprattutto al vostro bene. La donna della sua vita si è trasformata in fretta nella solita rompiballe, ossessiva gelosa e soffocante….

TRE MESI DOPO IL BLACK OUT
Ciao cara come stai? Lo so che non ho risposto ai tuoi messaggi e telefonate ma, credimi, il lavoro è stato opprimente e poi è morta la nonna di mia cugina, una persona alla quale ero molto legato sin da bambino. Ho fatto anche un incidente con l’auto ma per fortuna non mi sono fatto nulla solo che sai lo spavento… avevo davvero la testa da un’altra parte. È vero, sono stato via con quella di cui ti lamentavi qualche mese fa ma ti giuro, è stata una stupidaggine e quel weekend di cui ti hanno raccontato le tue amiche vedendo le foto sulla bacheca di quella mia conoscente (scusa, ma che infami, fra moglie e marito non si mette mai il naso!) l’ho passato con lei ma a casa sua al mare c’erano anche dei suoi amici, anche se non si vedono dalle foto e sì, eravamo abbracciati in una foto ma giuro non abbiamo fatto sesso. Comunque frequentare quella persona mi ha fatto capire che tu sei unica e vorrei rivederti. Mi sono reso conto di amarti ancora tantissimo e ho tanta voglia di rivederti presto. Cenetta a lume di candela o posso venire direttamente a casa tua? Ti amo tantissimo. Sei tu la donna della mia vita, l’ho capito forse tardi ma adesso ne sono certissimo.
ANALISI
Come mi raccontate spesso, le pause di riflessione finiscono quando l’altra, la “conoscente”, ha cessato di esistere (sarà stata un’altra donna della sua vita? Probabile) e questi uomini che vi amano troppo tornano sempre, ci riprovano sempre. Ma è solo una questione di fame e logistica. Non importa come si siano comportati, quanto siano stati lontani e assenti, al punto dal non degnarsi di rispondere neanche a un messaggio con un faccino. Più del dolor (e della dignità) poté il digiuno, e voi siete una occasione sicura in tempo di carestia, mentre è ripartita la caccia sui social. Ecco perché ora vi ama di nuovo tantissimo. Ah, lascio a voi meditare sul suo weekend senza sesso con la tipa: io vi dico che mi ricorda tanto quei mariti che dicono all’amante che non fanno sesso (mai!) con la moglie da dieci anni.

Dunque non eravate voi la donna della sua vita e sapete perché? Perché, per questo tipo di uomini dal facile amore della vita, tutte le donne sono le donne della loro vita. Non è colpa sua poverino: confonde solo il sesso con i sentimenti. Diciamolo che ha un’anima “social”. Basta che voi lo sappiate e ve ne accorgiate prima di soffrirne.

Ps
esagerare nei termini d’amore è giustificato sono in un caso: il vero colpo di fulmine. Chi l’ha vissuto veramente sa che è la forma di amore più irrazionale, travolgente è bella che si conosca. I due amanti colpiti all’unisono dal fulmine non pensano, agiscono. Si guardano, e sanno. E anche quando si giurano amore i fatti ne provano la veridicità. Vivono sospesi sul mare azzurro, veleggiando verso un futuro di felicità, senza chiedersi perché sono, uno per l’altra, i veri amori della loro vita. E nulla potrà fermarli, lavoro o social. Buon viaggio a voi, veri eroi dell’amore esagerato ma concreto, fatto di fatti, e non solo di parole. Il sole vi illumina, non vi acceca. Sembrate ciechi, ma siete solo luminosi.

Sincerely yours

@anpellizzari

Ecco La matematica del cuore, il mio nuovo libro

Ci siamo finalmente! Ve lo avevo annunciato, molte lettrici lo aspettavano e ora posso dirvi, rivelarvi tutto: il mio nuovo libro si intitola La matematica del cuore e uscirà in tutte le librerie il 21 novembre 2019.

Premax Shop

Commenti recenti