È possibile che una storia d’amore si realizzi e soprattutto prosperi nel tempo in assenza di sessualità?

È il tema di questo podcast, perché l’assenza di sessualità fra partner caratterizza un 10% delle storie che mi raccontate in counseling o scrivendomi alla mail anpellizzari@icloud.com ma non solo…

C’è sempre la madre di tutte le bugie dell’uomo sposato, quella che racconta all’amante: con mia moglie sono anni che non ci tocchiamo.

Per la mia epidemiologia di coppia e relativa esperienza nel campo delle relazioni amorose questa affermazione non è vera nel 90% dei casi, ovvero è possibile che i rapporti fra coniugi in crisi più o meno dichiarata siano pochi e rarefatti, ma ci sono.

La media, in una coppia di sposati con amante dipende dalle abitudini e dallo stato della coppia coniugale.

Una coppia standard di coniugati datata e routinaria ma non conflittuale, secondo il mio osservatorio, lo fa 1-2 volte al mese, anche se c’è l’amante

Una coppia di coniugi litigiosi idem, con periodi di pausa anche più lunghi di un mese ma anche con periodi di sesso concentrato (più volte in un weekend), come “reazione” al litigio. Non a caso le coppie in crisi con una buona sessualità durano più a lungo delle coppie in crisi che non lo fanno.

Ci sono poi le feste comandate, dove di solito qualcosa si aggiunge alla media: San Valentino, anniversario, compleanno, Capodanno… alla faccia dell’amante.

Nel primo periodo di frequentazione di un’amante anche il sesso coniugale vede un aumento: è l’effetto ridondanza. A mezzogiorno lo faccio in motel con l’amante e, visto che la cosa mi eccita e l’azione sviluppa l’organo, la stessa sera lo faccio con la moglie. Ovviamente non dicendolo all’amante.

Una vera rivoluzione sessuale coniugale, che vede un netto aumento delle prestazioni sessuali fra coniugi, si ha in due casi specifici.

Il primo è quando la moglie scopre che lui ha un’amante: se se lo tiene in casa, vorrà la prova fisica che lui davvero la “preferisce” all’amante, e l’erezione è sempre una risposta sincera. Così il nuovo zerbino ex innamorato dell’amante lo fa anche ogni giorno con la moglie.

Il secondo caso è quando lui lascia l’amante dicendo che vuole/deve ricostruire con la moglie: anche in questo caso l’attività sessuale ha un rilancio.

Secondo i dati dell’Associazione matrimonialisti italiani, le coppie bianche sono il 30%. Questo apparentemente stride con il 90% di balle maschili su questo tema, ma non è così.

A parte che per coppie si intendono tutte le coppie, anche quelle di neoformazione (ci arriviamo fra poco) e non solo i matrimoni, ma c’è un ma… Le donne, come al solito.

Un uomo sposato che ha l’amante continua in nove casi su dieci a fare sesso con la moglie, anche se si dice innamorato dell’amante. Lo fa perché vuole la pace in casa, non vuole destare sospetti, e perché ogni tanto ha anche voglia della moglie.

La donna sposata innamorata davvero del suo amante non lo fa più col marito. Non a caso molte di queste donne si separeranno indipendentemente dalla storia con l’amante: innamorarsi di un altro, per la maggioranza delle donne, è la prova provata che nel matrimonio non è più possibile andare avanti.

Questo folto gruppo di donne che non si concede più al marito perché innamorate dell’amante vanno nel computo dei matrimoni bianchi.

Dunque care amanti, non solo lui fa sesso regolarmente con la moglie, ma in certi casi lo fa anche di più che con voi.

Andiamo invece ad analizzare le coppie libere che non fanno sesso.

Molte sono coppie che si conoscono virtualmente e che rimangono tali, o perché sono lontane geograficamente o perché lui vuole che le cose rimangano virtuali, per esempio perché pensa che tradire online non sia un vero tradimento. Ce ne sono tanti.

Che poi si faccia sesso online a mio avviso è pari al no sex: il sesso online è l’aperitivo o il dolce, non può costituire una portata principale, così come 100 messaggi e telefonate non possono sostituire una giornata o una notte passata insieme.

Una coppia che non fa sesso non è una coppia: il sesso rappresenta le fondamenta di una coppia. Ci si conosce perché ci si piace e si sta bene innanzitutto a letto. Quindi una coppia che si fonda solo sull’amore non fisico è un castello costruito sulla sabbia, destinato a non durare.

Mi stupisco molto quando mi raccontate “mi sono innamorata di un uomo e stiamo insieme da un anno”, e poi si scopre che questo “insieme da un anno” consiste solo in messaggi, telefonate e magari due incontri in croce col bacetto o forse neanche quello.

Queste non sono vere coppie, non sono vere storie d’amore, sono altro, chiamatele come volete.

Occhio anche a quegli uomini che si dichiarano non interessati al sesso.

O mentono, o vogliono distinguersi dalla massa per vincere la gara di chi vi acchiappa a colpi di originalità e sentimentalismo, o sono dei virtualoni del sesso online e basta (o quelli che così in realtà non tradisco la mia partner), o hanno qualche problema che dovrebbero risolvere non facendovi fare l’amorevole psicologa gratis e crocerossina, ma dal medico.

Insomma, il sesso è un indicatore fondamentale delle potenzialità e del benessere di coppia: passato, attuale e futuro.

Lo sa bene chi di voi ha attraversato il deserto di un vero matrimonio no sex o poco sex (e di scarsa qualità) e poi si ritrova alle prese con un amante che fa riscoprire l’orgasmo, magari dopo anni. Basterebbe forse solo questo per innamorarsi!

Grazie per l’ascolto!

Condividi:

33Commenti

  • Ariel, 20 Settembre 2022 @ 12:35

    Lia, 19 Settembre 2022 @ 14:31Rispondi

    Concordo cara @Lia anche perché occorre sempre non dimenticare che Scienza e ricerca degli esperti internazionali sul tema delle relazioni tossiche ,dei disturbi comportamentali,del la cifra oscura in cui non compaiono in statistica generale perché praticamente nessun soggetto va a curarsi ma le vittime temporanee si è questo che determina il reale dato incidenza su larga scala.

    Ecco che hanno constatato che il profilo tipo del manipolatore negativo anche sicuro in versione femminile ,ma in maggioranza sono maschi ,
    Appartengono a ceto sociale di elevata cultura ,riccchezza,posizione di carriere nel ambito lavorativo.
    Ecco che infatti nessuno mai potrebbe alzare antenne su questa presentazione che fanno da inizio

    Insomma oltre al love bombing tipico se ci si presenta come soggetto di successo ,saper sfoderare cultura ,avere il soldo per offrirci cose e situazioni per nulla disdegnabili ,il successo di leader costituisce già di per se psicologia parlando una trasmissione di fiducia ,educazione il potersi fidare di ciò che dicono e fanno .

    Così il rapporto tra lavoro e comportamento in relazione affettiva non funziona affatto scienza alla mano
    Perché ciò a cui si deve prestare attenzione è la formula nefasta del incrocio ancorarsi di due soggetti che portano sempre due caratteristiche comportamentali
    Una preda Dipendente affettiva a vario livello di gravità in scala graduata
    Che viene attratta e cioè si resta attratti proprio dai propri manipolatori negativi ( i perché li possiamo scoprire in terapia e anche documentarsi su cosa sia Sistema attaccamento affettivo e le sue falle)

    Poi incastro con soggetto manipolatore negativo aggettivo importante NEGATIVO che esprime la MALAFEDE del egoismo puro proprio tornaconto
    E che si esprime in gamma articolata dal meno impattante al peggio e cioè coloro che portano veri disturbi comportamentali

    Ma il risultato non cambia
    E cioè cambia solo impatto nocivo più o meno grave

    Grave è determinato da DIRATA DELLA RELAZIONE che comprende la COMUNICAZIONE POST FINE RELAZIONE che occorre TRANCHANT no contact.

    Ergo
    Il lavoro da leader non c’entra nulla
    Anzi osservazioni del gruppo di articoli su queste nuove realtà dicono NESSUNO MAI POTREBBE SOSPETTARE CHE STI SOGGETTI SUL LAVORO E IN STESSA SOCIETÀ PUBBLICA SONO OMAGGIATI CONSIDERATI IL MEGLIO DEL MEGLIO

    Molto sono dedicati a fare beneficenza,questo no significa che chi fa beneficenza sia automaticamente un poco di buono ,noo ,ovviamente ,ma ad esempio si è notata pure questa caratteristica presente in relazioni tossiche.

    Ricordo a braccio di memoria testimonianze preziosa di nostra cara utente @Nina che se legge potrebbe pure aiutarci a capire ancora meglio cosa scopri e visse con ex “ benefattore “

    Sono argomenti molto ampi e che serve analizzare così bene come già fai e hai fatto qui cara @Lia!

  • cossora, 20 Settembre 2022 @ 10:28

    @love non è che io ci riesco ancora e tu non ci riesci più.
    Sicuramente in me c’è una componente più tollerante rispetto a certe situazioni. Ma ti assicuro che le condizioni in cui il mio amore mi fa vivere sono molto più che accettabili, al di la di quali siano i miei parametri (io non voglio un impegno con nessuno) il mio amantato è privilegiato.

  • ads, 19 Settembre 2022 @ 23:26

    @love..mi spiace c’è poco da fare, sono persone distruttive,
    quante frasi ho sentito di questo genere.
    gia’ la frase che il marito è la priorita….ma sta gente sta proprio bollita..risolvere come fosse una pratica amministrativa.
    poveretto anche lui in effetti.

  • A., 19 Settembre 2022 @ 22:50

    @Love la mia amica mi dice sempre “chi ha il cuore tenero deve avere il culo duro”. È un detto non italiano e rispecchia bene tutte queste nostre storie travagliate . Tu hai tutte due teneri, dall’altro pure io e molte di noi. Però è sbagliato, l’equilibrio deve esserci sempre. Se no sono i guai.

  • elleelle, 19 Settembre 2022 @ 22:41

    @Love
    Grande, si fa così. Blocca e respingi.
    Quello che io disprezzo di più in assoluto è questo gioco di potere e tormento per cui lei ti viene attorno e poi di dice che la priorità è il marito. Ma vaff…
    Se abitassimo vicini mi offrirei per venirti a fare da finta morosa, così per farla schiattare un po’.

  • Rinascita, 19 Settembre 2022 @ 21:48

    Lia ti ringrazio perché hai dato una lettura a cui non avevo mai pensato. Però se ripenso alla mia storia…. In effetti! Io sul lavoro e nella vita privata direi che non sono sovrapponibile. Per il lavoro che faccio non posso essere emotiva anche se resto molto empatica, perché fa parte di me. Le contaminazioni tra i due ambiti, hai ragione, sono inevitabili. I principi e le priorità che si hanno nella vita privata si riversano sul lavoro e viceversa. Chi poi pratica un lavoro in cui quotidianamente deve valutare cos’è più profittevole, cosa gli conviene fare, se e quali rischi percorrere, è piu’ allenato nella vita di tutti i giorni. Per alcuni tutto deve essere ponderato. Non so se dire beati loro o poveri loro.

  • Love, 19 Settembre 2022 @ 17:32

    @Dispersa oggi se volevi saperlo, posso dirti che le braccia è riuscita a farmele cadere.
    Siccome mi hai chiesto, lei è vicina ai cinquanta.
    Non ci troverò mai del negativo per farmela scorrere via, vorrebbe dire rinnegare tutto quanto di bello ce stato, perché di cose belle ne avrei da raccontare, cercherò solo di ammortizzare piano piano.
    Sono sincero, mi sarebbe piaciuto vivermela ancora, come racconta @Cossora del suo amore, ma personalmente se prima ci riuscivo, dal suo ritorno (otto mesi) ad oggi non ne ero più in grado.
    Sono un uomo che ascolta molto le proprie sensazioni, che sente molto gli altri stando vicino a loro e mi stupisce quando mi raccontano o scrivete qui che in casa non si accorgono se c’è un altra/o, perché io nell’ultimo mese e mezzo mi sono accorto che c’era qualcosa in lei che non andava e ringrazio quell’impulsivita’ che ho anch’io come te e sono bastate poche cose per capire.
    I campanelli d’allarme c’erano, persone vicine a me (tutte donne) han cercato di farmelo capire, @Ale in primis qui, @Maddy a cui voglio un mondo di bene, @Viovio e senza escludere nessuna di voi, sia che apprezzi o meno gli interventi, ma ognuno ha la sua parte preziosa.
    A prescindere come hai scritto in un altro tuo post i concorsi di colpa ci sono sempre, io seppur single lho corteggiata quando ancora non era convolata a nozze ed ho continuato dopo quel giorno.
    Avrebbe potuto respingermi, ma non lha fatto…anzi.
    Oggi??
    Oggi anche la mia si è dimostrata come quasi tutte le storie che vengono scritte qui, seppur io avrei scommesso che fosse diversa.
    Vedi anche la mia storia, qualcosa di positivo l’ha lasciato, quella di essere meno ingenuo.

  • Love, 19 Settembre 2022 @ 16:19

    @Dispersa, il tuo commento potrei averlo scritto io.
    Anch’io sono molto impulsivo, con lei avevo smorzato questo mio lato, ma con il tempo è uscito ancora.
    Nemmeno io la metto in croce, come dici tu, perché a prescindere qualcosa di buono insieme l’abbiamo fatto.
    @Angelina, ho chiuso definitivamente perché purtroppo si è ripresentata, ed io non riesco a farla diventare invisibile e nemmeno posso farmi vedere dagli altri a non risponderle se lei mi chiede qualcosa che riguarda me stesso.
    Mi ha ribadito che lei sta cercando di risolvere la sua situazione a casa e che al momento la sua priorità è il marito.
    Bloccata dovunque

  • Lia, 19 Settembre 2022 @ 14:31

    Io sono dell’idea che chi è in grado di prendere decisioni importanti, lo è e basta, Le decisioni sulla vita privata e sui sentimenti sono decisioni molto più pesanti di quelle lavorative. Chi è, poi, molto pragmatico sul lavoro denota anche molta razionalità e capacità di ponderare bene le sue decisioni. Chi parla in pubblico, per esempio, sa controllare meglio di altri la propria emotività. A mio avviso persone così sono quelle che affascinano di più ma difficilmente si lasciano travolgere dai sentimenti, o lo fanno in modo controllato e fino a certi limiti ben delineati. I leader che rischiano “bene” sul lavoro e in modo ponderato lo fanno anche sulla loro vita privata. Discorso diverso se perdono la testa. Ma, guarda caso, lo fanno per donne molto più giovani o quando hanno comunque il cxxo ben parato. Raramente ci rimettono…

  • Angelina, 19 Settembre 2022 @ 14:08

    Cara Dispersa, come dice Leile anche chi nel lavoro o altri ambiti è sicuro di se non è detta che lo sia nella vita privata…sto lavorando tanto sul passato e ti posso garantire che tante nostre paure/scelte sono influenzate dal nostro passato,dalla nostra famiglia,da quello che abbiamo vissuto.
    Sbagliare è umano…diventiamo adulti quando prendiamo atto che si può sbagliare e avere paura è normale, ma si può anche ripartire e ricominciare.
    @Love finché non ti staccherai da lei aime
    non riuscirai mai a stare bene…lei non prende una decisione e ti vuole tenere lì a suo comodo…e tu non te lo meriti.

  • Dispersa, 19 Settembre 2022 @ 13:05

    @Cossora grazie!
    Lo so che ora scatenerò l’ira di @Ariel sulla dipendenza affettiva (scherzo sai che ti adoro).
    Il fatto è che io di indole sono sempre stata poco riflessiva e impulsiva, lui me lo faceva notare essendo il mio esatto contrario… Dopo un percorso di amantato con lui qualcosa di buono l’ho imparato, non sempre mi riesce ma molte volte prima di parlare conto fino a tre…
    Sarò onesta, ma io non me la sento di metterlo in croce, abbiamo un concorso di colpa che ci accomuna.
    Dai dopo quattro anni non posso ancora credere alla favola ‘ma lui non ha il coraggio e mi ama’ e nemmeno raccontare di come lui si sia preso gioco di me (mi sentirei proprio una stupida).
    Lui mi ha sconvolto i miei credo e io ho sconvolto il suo equilibrio.
    Doveva andare così!

  • cossora, 19 Settembre 2022 @ 12:09

    @leilei la frase giusta è chi è in grado di prendere decisioni importanti non è detto che lo faccia sempre.
    Io ai fenomeni in tutto e su tutto non ho mai creduto.
    Siamo tutti esseri umani e la paura fa sbagliare tutti.
    Ogni volta che uno dei miei figli o il mio amore o una mia amica ammettono di aver reagito presi dalla paura sento l’amore verso di loro che cresce. Io stessa sono stata elogiata spesso dal mio titolare per aver saputo dire ‘non so come risolvere questa cosa’ oppure ‘temo di aver fatto un errore’.
    Siamo esseri umani, sbagliamo nelle relazioni, sbagliamo sul lavoro, sbagliamo nei momenti di svago.

  • cossora, 19 Settembre 2022 @ 11:29

    @dispersa hai sempre quetso modo incontaminato di ragionare e di prenderti la responsabilità della tua presenza e del tuo compiuto nella vostra vicenda.Lo ammiro molto.

  • Dispersa, 19 Settembre 2022 @ 10:00

    @Lei questo lo so, ma io avendolo conosciuto in un ambiente lavorativo, sentedolo parlare della sua famiglia l’ho sempre visto come un uomo determinato in tutto… Invece ho scoperto un suo lato che non conoscevo, un lato certamente umano, un suo essere in realtà indifeso ed immaturo in certe circostanze che alla lunga mi hanno spiazzato.

  • Lia, 19 Settembre 2022 @ 09:37

    @Leilei, concordo. Il mio ex è un esempio di quello che hai scritto.

  • alessandro pellizzari, 19 Settembre 2022 @ 09:28

    Concordo: ci sono dei professionisti perfetti nel lavoro che poi in amore fanno delle scorrettezze pazzesche

  • Leilei, 19 Settembre 2022 @ 09:02

    Dispersa mi permetto di fare un piccolo appunto a quello che hai scritto: chi è capace di occupare posizioni importanti sul lavoro, di prendere decisioni importanti non è detto che sia capace di farlo nella vita privata.
    La vita privata risente molto di più del vissuto personale che ci portiamo dietro fin dall’infanzia, dei traumi, delle sconfitte ecc….Chi appare forte e centrato nella vita sociale, può essere estremamente vulnerabile in quella emotiva personale.

  • Dispersa, 8 Settembre 2022 @ 13:26

    @Love ma a te questa donna non fa cadere le braccia??
    Guarda la storia del non posso perché c’è il lavoro, il cane, il gatto e forse c’è anche la famiglia ormai è ridicola.
    Non so quanti anni abbia la tua lei ma manca di maturità emotiva.
    Uno che sa cosa vuole decide, che sia di rimanere o di andare, ma decide e non ci impiega anni.
    Persone con super posizioni lavorative che sanno prendere decisioni con una freddezza e una logica disarmante ma che poi si perdono in queste situazioni.
    Forse la Vs storia ha preso questa piega e non ne uscite.
    @Love sono passati troppi anni, se la vs situazione fosse serena ti direi continua, ma visto che non la percepisco tale mi aggiungo al coro nel dirti che è giunta l’ora di fare basta.
    I tuoi sentimenti non li devi più mettere a nudo davanti a lei, credo ti abbia fatto capire che non ne vale più la pena.
    @Love potrebbe andare d’accordo con il mio ex amante… Nel lavoro sarebbero una coppia perfetta!!

  • Ariel, 7 Settembre 2022 @ 11:27

    Caro @Love concordo in pieno con ciò che ti scrive @CaroAlessandro
    Ti manca veramente un ultimo passaggio a renderti un vero uomo LIBERO!!
    Sai bene che continuare a comunicarci a monitorare ad ascoltarla a vederla a analizzare ciò che ti dice e ciò che fa è davvero espressione che ti occorrerebbe un vero percorso di terapia per toglierti dalla dipendenza mentale che ancora agisce al posto tuo di vero Uomo quale sei ,sai bene che la dipendenza agisce nel nostro cervello esattamente come una droga che equivale al non riuscire a staccarmene perché scatta in noi la astinenza mentale prima di tutto e che ci spinge a non riuscire davvero a chiudere voltarsi e andare avanti in vera nuova vita

    Per poter far nascere il nuovo anche in natura occorre la carta dei Tarot LA MORTE nel significato che morire equivale a poter dare spazio alla propria nuova vita

    So bene caro @Love che resta a volte più difficile compiere questa azione drastica e definitiva e su questo ti incoraggio a non giudicarti inadeguato o non capace ,perché si tratta solo di arrivare a trovare concretamente aiuto terapeuta più mirato a questi casi nostri dove la dipendenza affettiva di è sostituita alle nostre esistenti capacità di scegliere il meglio per noi stessi.

    Forza @Love agisci sul concreto trovare un terapeuta sulla dipendenza affettiva specifico proprio perché passa il tempo occorre più aiuti specifici perché scienza ci dice che più passa il tempo più resta ovviamente più doloroso e difficile veramente staccarsi non tanto da il soggetto manipolatore del presente ,ma proprio dallo schema mentale ed affettivo della dipendenza

    Infatti se non ci si cura bene anche in altre relazioni si ripete lo stesso identico formula schema

    I dipendenti affettivi infatti paradossalmente sono attratti forte proprio da chi li manipola NEGATIVO !
    Per questo anche che resta indispensabile curarsi e cercare pure di cambiare terapia fino a trovare uno vero specialista delle dipendenze

    Forza @Love hai già fatto enormi passi positivi in avanti
    Completa la opera del amare in vero equilibrio te stesso!
    Un Abbraccione!

  • alessandro pellizzari, 7 Settembre 2022 @ 10:01

    Caro Love, ormai sappiamo che la tua amante non ti pone come priorità (forse non sei neanche al secondo posto) e se la racconta una volta con l’amicizia possibile, una volta con facciamo solo sesso e facciamocelo bastare… se non vuoi rimanere altro tempo (e sono passati anni) invischiato nelle sue spire devi chiudere totalmente una buona volta per tutte, altrimenti rimarrai in balia dei suoi umori e dei tuoi momenti di debolezza. Voltare le spalle per sempre

    Ti aspetto e vi aspetto al mio evento che sarà più avanti: presto annuncio ufficiale

  • ads, 6 Settembre 2022 @ 14:56

    @beh certo che nasce per la cosa fisica..@giulia questa è la base..ecco perchè tuo marito o moglie, non devi sapere nulla..tu staresti con tuo marito che ti ha tradito ..e la motivazione è stata quella..o vuoi credere alla storiella che era innamorato, che è stato sedotto dall’arpia..ecco perchè non è facile da digerire..a voglia a mettere foto sui social…
    rapporto senza sessualità..l’uomo è piu scontato..o ha un altra , o ha qualche problema,
    oppure ha un altra e ogni tanto ritorna dalla coniuge..del resto che vuoi che sia 5 minuti ogni 3 settimane.
    poi se un mio coetaeo non ha impulso a 45 anni.. sono problemi..prima o poi la coniuge si guarda intorno inevitabile..che poi non è solo il fatto fisico è piu generale..la voglia , il desiderio di piacere.
    una volta fatta la casa, i bambini piu grandi , succede il patatrac

  • cossora, 6 Settembre 2022 @ 14:17

    @ale io davo al sesso l’80% del peso. Avevo un’altra età, uscivo da un rapporto di 25 anni, avevo appena ritrovato l’adrenalina di una nuova relazione, nuove farfalle.
    Oggi gli do il 60% del peso al massimo.
    Non che sia peggiorato, anzi, forse i miei ormoni sono cambiati.. ma il resto che ho con lui è davvero di valore, non solo monetario (ma anche, non faccio l’ipocrita) ma in termini empirici, le esperienze a mio parere sono la ricchezza più grande perchè permettono di condividere emozioni legate solo a quelle esperienze, generano ricordi esclusivi, i ricordi generano un passato e nel passato ci sono le radici di un legame.
    Ho ricevuto borse, cappotti, devices costosissimi dall’amante che avevo prima di separarmi. Ha tentato di trattenermi con un appartamento (che ho rifiutato) ma non abbiamo ricordi, non abbiamo mai fatto esperienze, appunto.

  • Love, 6 Settembre 2022 @ 14:06

    @Giulia….la tua storia è simile alla mia.
    Non posso stare vicino a te da sola perché so cosa può succedere.
    Al chiedermi di viverla di amici, le ho risposto per quale motivo? Perché un domani o una sera mi cerchi ed io dovrei essere pronta?
    Beh la sua risposta è stata…
    “Io vivo il presente, non so cosa può succedere domani…”
    Le ho risposto io…domani se io vorrei non posso e tu se vuoi….io dovrei.
    Un amicizia non è questo…
    Un amicizia tra due amanti…ma anche nella vita se c’è attrazione da entrambe le parti o solo da una parte è sempre un amicizia di convenienza.
    Si soffre @Giulia in questo modo…perché è una porta semi aperta dove basta un leggero vento per farla aprire.

  • Love, 6 Settembre 2022 @ 13:23

    Mi permetto…@Ale tu hai sentito i vocali che ho ricevuto…poi sul tardi ho avuto una sua telefonata….
    Dopo il rientro vacanze ed il lavoro, nessun contatto da entrambe le parti, si e presentata una mattina ed al suo come stai…io ho risposto “mi sei mancata” lho detto con sentimento e piacere (sono un uomo che non nasconde la sua sensibilità e non lo nascondo a chi tengo), beh…è stato un entrare in un suo vortice…
    Il dirmi che in questo momento non può vedermi in un posto da sola, non può stare da sola con me perché sa cosa succederebbe lo desidera e le proverebbe,
    ma ha deciso di perseguire quel percorso di investire nella coppia dove non può permettersi di stare vicino a me.
    PERÒ…però può vedermi da amico, andare a cena insieme e poi tornare ognuno alla propria casa, perché lei è in grado di gestire un’amicizia a prescindere dal desiderarti.
    L’unico percorso che ha intrapreso è quello di confermare che scelto di cementificarsela.

  • alessandro pellizzari, 6 Settembre 2022 @ 12:50

    Amore senza sesso può esistere fra fratelli e parenti, e anch’io sono di larghe vedute. Poi chi si accontenta gode. Godrà davvero? Mah, direi in questo caso zero

  • cossora, 6 Settembre 2022 @ 11:26

    Io sono per l’apertura mentale quindi se ai due va bene un amore senza sesso .. che dire? E’ raro? E’ poco probabile? Direi di si, se poi qualche eccezione se lo vive bene.. buon per loro. A chi non va bene però consiglierei di dirlo, con le maniere che ritiene più opportune per la relazione che c’è, ma esprimersi.
    Un punto di incontro lo si trova sempre, se ci si apre e rimanendo un minimo flessibili.
    Se si è rigidi no, mai e se lo si trova ci stanno mentendo.

  • Dispersa, 5 Settembre 2022 @ 22:38

    @Giulia queste storie nascono quasi sempre per una forte spinta fisica passionale.
    Se fossero vissute alla luce del sole potrebbero diventare amore o chiudersi, per incompabilità, dall’oggi al domani.
    Essendo però nascoste creano quella situazione del ‘vorrei ma non posso’ del ‘dovrei decidere ma non riesco’.
    Ci sono uomini che si sentono in pace con la loro coscienza chiudendo il rubinetto dei rapporti fisici con la loro amante, i famosi uomini ‘ma io sono diverso’, ma che per mancanza di palle tengono sempre aperta una porta vendendo la storia dell’amicizia (magari una tromba amicizia sarebbe il top).
    Ora sta a te capire cosa vuoi, se rimanere in attesa di una sua ‘resurrezione’ (magari potrebbe andarti bene così perché logicamente non rientra nei canoni dell’uomo giusto) o se salutarlo definitivamente perché così ti fa e ti fai solo del male.

  • alessandro pellizzari, 4 Settembre 2022 @ 12:55

    Devo farti i complimenti ads sei più equilibrato e d’aiuto su questo blog ultimamente si vede che ti stai stabilizzando anche tu. Biglietto per il mio evento a Milano. O Roma. O Bologna

  • giulia, 4 Settembre 2022 @ 11:52

    “Anch’io rimango stupito ogni volta che mi viene descritta anche a voce una storia d’amore come bellissima profonda magari anche lunga e questo non hanno avuto neanche un rapporto fisico”

    Anche secondo me, senza sesso non esiste o non esiste più “la coppia”, questo vale sia nel matrimonio che nell’amantato.
    Non a caso quando decise di chiudere, il mio ex amante mi disse “noi due non possiamo più fare sesso” e non certo perché non gli piacesse più (anzi, forse proprio per il contrario). Poi volendo mantenere comunque un rapporto con me, ha continuato a chiamarmi, evitando accuratamente gli incontri fisici, sapendo che saremmo finiti a letto: il ché avrebbe significato ricostituire “la coppia”.

  • ads, 4 Settembre 2022 @ 10:29

    la dinamica descritta è quella,
    credo che il fattore eta salute abbia il suo peso,
    io devo sincero quando vedo gente della mia età sfasciata, trascurata..non ho bisogno di tanti sondaggi, persone under 45

  • alessandro pellizzari, 4 Settembre 2022 @ 09:35

    Anch’io rimango stupito ogni volta che mi viene descritta anche a voce una storia d’amore come bellissima profonda magari anche lunga e questo non hanno avuto neanche un rapporto fisico. È come parlare di gastronomia senza mai aver mangiato

  • Ariel, 3 Settembre 2022 @ 19:32

    Mi ha impressionato il dato statistico del ben 10/100 di realtà di persone che definiscono aver vissuto una relazione ,ma senza fare sesso o magari peggio ancora solo on Line a distanza?????

    Trovo veramente il dato peggiore di ogni altra statistica che possa esprimere la fotografia delle difficoltà che esistono nella concretezza in amantato soprattutto e comunque in altre relazioni affettive in generale

    Ma pensare che esistano persone maggiorenni e vaccinate che possano pensare di definirsi e raccontarsi come se fosse stato realtà una relazione con uomo o il viceversa pure,non importa, ma ecco viene davvero da chiedersi e da rilevare che resta davvero preoccupante che il ben 10/100 della popolazione adulta non riesca a sentire ,non riesca a cogliere la DIFFERENZA SOSTANZIALE tra vera relazione concreta vissuta dal vivo di persona e soprattutto si può veramente considerare una relazione a tutti gli effetti solo quella dov’è si hanno tutti i rapporti vissuti dal vivo di persona compreso quello sessuale

    Senza sesso è solo inizio di conoscenza molto superficiale che significa non accezione negativa ma di semplice inizio di conoscersi così a parole al raccontarsi la propria storia o le proprie passioni ma BEN DIVERSO è essere in vera concreta relazione affettiva amorosa

    Occorrono tutti i rapporti vissuti di persona ovviamente senza il rapporto sessuale non si può definirla una relazione ,ma primo inizio di conoscenza

    Secondo me è grave che il 10/100 di persone resti convinto di aver vissuto relazioni amorose quando nulla resta concreto e completo scambio!!!

  • Leilei, 3 Settembre 2022 @ 18:52

    Caro Ale, a volte amore e matrimonio nel corso degli anni finiscono per non avere più nulla da spartirsi.
    E come canta Venditti “non c’è sesso senza amore”. Buonanotte, e ci si gira dall’altra parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.