Home » SuperDonne » Sono sposato e innamorato di un’altra. L’eterna lotta maschile fra passione e ragione

Sono sposato e innamorato di un’altra. L’eterna lotta maschile fra passione e ragione

Questa è la storia di un uomo felicemente sposato, come ce ne sono tanti. Sua moglie, conosciuta tanti anni fa, è una donna importante, è la sua vita. È vero, alla passione e al sesso bollente di una volta si sono sostituite la routine, una rassicurante routine, e piacevoli rapporti più rarefatti, ma che in fondo sono il compendio di ciò che più piace a lui e a lei.

Nel suo animo profondo ciò non gli basta. Ha bisogno di vivere nuove emozioni, di corteggiare ed essere corteggiato, di scoprire nuovi corpi e nuove adrenaliniche vette di piacere.

Così, dopo anni di fedeltà, inizia a guardarsi intorno. D’improvviso, vede e desidera altre donne. Capita la prima avventura. Piacevole, gestibile e poi, alla fine, il senso di colpa non è così profondo. Certo, non gli piace mentire, ma vale la pena qualche bugia per rivivere forti emozioni.

Poi, però, si torna a casa. Sempre. La sua vita è lì. Il resto sono scappatelle, piacevoli, forse necessarie valvole di sfogo, ma fanno più bene che male, e non intaccano il menage di coppia. Anzi, la titolare godrà di un periodo di attenzioni sessuali in più, sull’onda dell’entusiasmo di lui per le nuove conquiste.

Ma a navigare negli oceani delle donne libere si possono incontrare le sirene. E così può succedere che il nostro amico incontri una Superdonna.

Libera, giocosa, non invasiva, sessualmente sconvolgente, simpatica, dinamica, perfetta. L’amante ideale ma… Mano a mano che la relazione parallela prosegue la voglia di stare con lei aumenta. I sotterfugi aumentano. Le bugie aumentano. E il tempo passato con lei non basta mai.

Lui si è innamorato di lei, lei di lui. È la fine del matrimonio, l’auto della vecchia coppia è ormai lanciata a 200 all’ora contro un muro quando… Lui frena, sterza, si ferma. E riporta la macchina nel box di casa.

Molti uomini, vivendo nuove storie d’amore, decidono di seguire la razionalità, ciò che dovrebbe essere giusto, rispetto alla passione e al cuore.

E così, la nuova possibile compagna, perfetta sotto ogni aspetto, deve cedere il passo di fronte a ragionamenti di opportunità, ragione, sensi di colpa, calcoli economici, figli, cosa diranno i miei e i suoi, convenzioni, convinzioni.

La mente prevale su desiderio e passione, sull’amore. Decretando l’infelicità per il resto della vita di quest’uomo.

Nell’Età dell’innocenza, Daniel Day Lewis, fresco di nozze, si innamora di Michel Pfeiffer. Lei, lui lo sa, è l’amore della sua vita. Lui non ama più sua moglie, ama lei. Ma figli, famiglia, società, convenzioni, lo portano a rinunciare, a mollare lei e un nuovo futuro.

Così lui vivrà una vita comoda, calma, senza scossoni, ma infelice, e con il rimpianto eterno di aver perso l’occasione di essere nuovamente vivo e felice.

Quanti uomini decidono, per paura, calcolo o vigliaccheria di non distruggere per risorgere. Certo, può convenire. Ma il prezzo è quella sorda infelicità che solo chi ha provato la vera passione e vi ha rinunciato può descrivere.

Ah, dimenticavo. Lui ha rinunciato a lei, ma non potrà più rinunciare a tutte le altre. Donne non importanti, scopate in giro, ma tutte crepe nel rapporto con sua moglie, ormai pallida ombra di quello che fu.

Ogni tanto qualche uomo, invece, osa. Who dares win

20140729-005807-3487869.jpg


589 commenti

  1. Io qui ho poco da dire… dovrei forse passare la palla a mio marito, essendo io moglie di “seconde nozze”!

    Però un commento di contorno lo faccio: anzi un post di contorno………… wait for me!! 😉

      • Mi trovo per caso a leggere questo articolo e mi ci trovo pienamente… Ci siamo conosciuti da colleghi e innamorati in brevissimo tempo. Io con vivevo lui sposato entrambi con figli. L’essermi innamorata di lui mi ha dato la forza di cercare la felicità e mi sono separata dal mio ex compagno con cui la relazione era morta da tempo. Con l’amante Va avanti x 2 anni lui dice alla moglie di me e lei inizialmente lo perdona. Tra noi non e’ mai finita e la voglia di stare insieme cresce sempre più. Lui innamorato dei suoi figli più volte mi ha detto non c’è donna al mondo che ami più di te ma loro vengono prima. Io non ho mai chiesto a lui di scegliere ma sentivo il suo disagio nel vivere una vita divisa tra l’amore x me è quello x i figli. E’ successo che la moglie l’ha scoperto e gli ha detto di andarsene. Lui ha deciso di restare x i suoi bambini (non x amore di lei). Da quel giorno e’ finita così di punto in bianco. E io sono qui distrutta dal dolore che mi chiedo se tornera’ mai….Se l’amore x me era davvero così forte..

          • Non è detto. Dipende da quanta serenità garantiscono ai figli. La coppia non esiste più ma loro riescono ad essere bravi genitori, a non litigare davanti ai figli, a sembrare uniti? Se la risposta è sì i figli li vogliono insieme in casa. Se non è così saranno i figli a spingerli a dividerli

  2. Secondo me un uomo non dovrebbe MAI sposarsi prima dei 45 anni. Gli uomini che si sposano troppo presto ( ma cosa hanno paura di rimanere zitelli?) addirittura se sposano il loro primo amore nato quando erano poco più che adolescenti sono assolutamente a rischio scappatelle, logico no? Come si fa a fare figli a 25 anni addirittura a 20 ma anche a trenta per un uomo è troppo presto è chiaro che prima o poi la sua natura da “maschio predatore” verrà fuori…e poi sono dolori perché siamo arrivati al punto che, (sarà colpa della crisi?) ammazzano la moglie addirittura i figli per essere liberi e di esempi recenti ne abbiamo: Parolisi in primis, ma c’è anche il rischio che, al momento di scegliere, quel momento arriva sempre, se non fanno fuori la moglie, magari ci si è “affezionato”, fa fuori l’amante e, casi recenti, INCINTA! Siamo alla follia! Pura.

    • Lasciamo stare i criminali che hanno dinamiche che esulano da qualsiasi tipo di sentimento. Tornando agli uomini normali, non credo che l’età sia un fattore decisivo. Certo, sposarsi giovani non aiuta biologicamente, perché va contro natura, anche se conosco coppie solide di lungo corso. Credo che a prevalere sia il destino. I casi sono due. O decidi di fare un voto di “castità” finalizzato alla tua coppia, o sei disponibile alle avventure. Se sei disponibile alle avventure, ti accolli un rischio.

      • ciao Alessandro,

        sposato a setetembre 2016 con sei anni di relazione alle spalle..e poi a gennaio 2016 un amore improvviso. Una collega , presentata in azienda da mia moglie per amicizie in famiglia…è nato tutto con un cinema, non convivevo quindi potevo fare gli orari che meglio credevo; abito in una villetta e dormo al piano inferiore; nessuno poteva scoprirmi…le uscite si sono fatte sempre più frequenti, ma la storia di tradimenti ha continuato…poi il matrimonio..qualche settimana di silenzio ma poi nuovi incontri…da Luglio però lei andava avanti a lacrime ed io a magoni…oggi a novembre dopo un brutto litigio con mia moglie mi ritrovo tra le sue braccia…non so come andrà a finire..so solo che non so cosa decidere…Siamo davvero così vigliacchi noi uomini?

        Se sono indeciso forse non sono così innamorato, o è davvero tutta paura..?

        • Spesso è molta paura paura del futuro paura di perdere quello che si è costruito non c’è una formula vincente in questi casi l’unica cosa che posso dire che se ci sono di mezzo dei figli la scelta obbligata almeno se sono piccoli e i litigi non sono tali da rendere la vita impossibile anche all’oro

  3. La verità è che, come ebbe modo di dire un conoscente tempo fa,”io. Non mi posso permettere di innamorarmi”. Con due figli da mantenere. Se dovessi passare un assegno di mantenimento avrei solo un futuro di barbone. Vw la riporto così come fu! Io pensai a quanto fosse triste l’idea di pensare di non potersi permettere di innamorararsi

    • Tipocamente maschile questo Io non mi posso permettere… C’è sempre qualcosa che l’uomo non si può permettere per mero calcolo. Anche fare figli è costoso, impegnativo, se vuoi pericoloso… Allora, non facciamo nulla? Il regno della ragione, spesso utilitaristica, che prevale sui sentimenti è il regno dell’uomo. Allora preferisco Trascende ogni mio controllo

      • Ciao Alessandro ho letto l articolo e mi sento molto coinvolta in quanto ho vissuto una cosa simile se nn uguale…lui alla fine ha rinunciato x i motivi che hai giustamente elencato te…ci siamo lasciati solo perché sono stata io a deciderlo(fosse stato per lui io sarei stata la sua amante a vita)…anche se dopo vari giorni da che c eravamo lasciati e ammetto di averlo fatto nel modo meno simpatico possibile e che io MAI avrei pensato di voler fare…ossia andare da lei e confessarle tutto nei minimi particolari nella speranza che si lasciavano e xo perdendolo x sempre…lui m ha confessato che se avessi aspettato lui l avrebbe lasciata..annetto pure che con me lui nn ce l ha mai avuta..m ha sempre detto che aveva capito il mio gesto dettato dall amore grande x lui è che xcio m aveva xdonato da subito ma allo stesso tempo m aveva detto che ora doveva pensarci su(doveva aspettare la decisione di lei in realtà)e che stavano andando dallo psicoterapeuta Xche lei aveva capito grazie a me che doveva pur rimediare e aveva tirato fuori sta cosa della psicoterapia di coppia(che lui m aveva ammesso di nn sapere dell esistenza ma cosa ancora più grave è che lui sinceramente si aspettava da lei che lo lasciasse in modo da poter poi decidere di venire da me e che invece così lei l aveva bloccato!!)e io dovevo di conseguenza uscire fuori dalla sua vita affinché lui potesse capire….io l ho fatto e x due mesi nn mi sono fatta più vedere e sentire e lui nel frattempo ovviamente continuava con la psicoterapia….ma poi dopo due mesi e mezzo mi sono ripresentata da lui al lavoro e lui mi ha fatto entrare confessandomi cose che in quasi due anni di frequentazione assidua(lui faceva parte della mia vita nonostante sposato)nn m aveva mai detto!!la felicità gli si vedeva a tremila km di distanza e me l ha pure detto…presentandomi li quel giorno io gli avevo fatto il regalo più bello della sua vita(testuali sue parole)che potevo abbracciarlo tenerlo stretto a me ma nn baciarlo sempre in virtù della psicoterapia ma invece alla fine è crollato mi ha baciata e abbiamo rifatto l amore con tt l entusiasmo di sempre come se tt quello che era successo prima nn fosse accaduto…m ha confessato che io sono meglio della moglie che lui sapeva chi aveva da una parte e chi dall altra..che una donna come me nn l aveva mai incontrata…ma….ora c era sta situazione xcio con la morte nel cuore e col dolore che al contempo gli avevo dato nell andare lì nel farlo stare bene ma conscio che sarebbe dovuta finire m ha detto di nn farmi più vedere di nn cercarlo Xche ormai la vita sua era questa è che io nn merito uno come lui….mi ha ridetto con la disperazione che lui era innamorato pazzamente di me ma di nn avermelo mai voluto dire Xche s era auto costretto a farlo per la posizione che aveva…quasi a farsi uno scudo!e che mi ha sempre pensato e sperato che io prima o poi lo cercassi ma ora doveva dire stop…io ci credo poco e sono convinta che se io tornassi da lui mi riabbraccerebbe e che la psicoterapia continua a nn aiutarlo …il ns era e e ‘un amore troppo grande che purtroppo x convenzioni e convinzioni deve essere bloccato..ma Xche???e solo perché una stupida di moglie vuole recuperare una falla di anni…e che ci volevo io x farglielo capire????visto che lui erano già anni che glielo diceva di alcune sue pecche ma prese sempre sotto gamba….io sono convinta che lei se lo vuole tenere solo perché ha visto me che sono il suo netto contrario e pur di fare un dispetto a me Xche sa che se lo ladiava andare sarebbe venuto da me!!!!e lui che nn capisce sto gioco purtroppo!!!e vivrà nella tristezza Xche un amore nn si può recuperare con una psicoterapia specie nella loro situazione !!!spero che si ravveda prima o poi…io comunque prima di andarmene gli ho detto che l avrei aspettato e che la vita è una…️chissà che nn ci pensi prima o poi…ora è passato circa un mese dall ultima volta che l ho visto….grazie x un consiglio se potrai darmene e scusa x lo sfogo!…cristina

          • Direi alle comodità della vita precedente…alle figlie soprattutto che sono piccine e ai grandi sensi di colpa nei loro riguardi …ma nn dirmi che la psicoterapia gli faccia riacquistare l amore che l ha portato a sposare la moglie…Xche credo anzi sono convinta che nn ne sia mai stato innamorato Xche con me faceva cose che neanche con la moglie avrebbe mai fatto..

          • Purtroppo gli uomini tendono a decidere non con il cuore ma calcolando cosa è meglio per la famiglia, soprattutto se ci sono figli piccoli. O a non decidere finché una delle due donne decide definitivamente per tutti

          • Infatti è quello che ha fatto lui…ha lasciato decidere noi….lui subisce di conseguenza..che tristezza…ma nn posso pensare che nn gli mancherò…..

        • credo che se lui abbia preso una tale decisione, forse non conosci alcune cose all’interno della LORO coppia (figli a parte), Se hanno deciso, perchè HANNO, lui non è stato obbligato con una pistola alla tempia, di andare da una psicoterapeuta è perchè forse forse anche lui si è reso conto che può o addirittura deve lavorare su qualcosa. E’ facile invaghirsi di una vita che ci si immagina ma non si assapora…e sinceramente buttare all’aria molti anni di vissuto con un’altra persona pur avendo sbandato per un’altra…beh ammiro molto quest’uomo. Se posso permettermi un consiglio a te invece cara Maria Cristina 🙂 non farti usare da lui…non permettergli di diventare uno svago. Se ci tiene a te tornerà. Quando no vuole qualcosa…lo fa! Non esistono scuse.
          Scusa se sono stata un po’ dura….un abbraccio

        • CIAO!!
          C’e’sempre tanta sofferenza.

          Delle due l’una allontanarsi da queglu uomini egoisti incapaci di cambiare la vita. Oppure vivere il rapporto di condivisione prendendoci solo il meglii e lasciando il peggio dov’era gia’ collocato prima !!
          Comunque necessario per noi donne un gran lacoro su noi stesse per non cadere nella trappola del:”io non valgo abbastanza”, perche cio’ non e’ mai vero.
          Il nostro valore e’ ben a prescindere!!

          CERCHIAMO DI AMIARE NOI STESSE…PRIMA DI TUTTO SEMPRE.

          NOI CI SIAMO!!SIAMO QUI PEE ESSERE FELICI E LO SIAMO CON E SENZA DI LUI!!

    • Qui si parla al “maschile” , ci sono donne sposate che fanno due tre figli proprio perché lo sanno … Che lui non può “scappare” da codesto impegno e loro , le mogli egoisticamente pretendono e basta. Questo non è amore è calcolo . È giusta la legge ma basarsi su di essa è squallido . Purtroppo è così anche se non lo ammettono . Io sono donna e mi sento diversa dalle “strozzine ” , anzi lo sono , per fortuna . Ci sono anche uomini strozzini ma sono rari poiché di solito è la donna ad essere più furba.

  4. Lui alla fine ha scelto lei. Se l’è sposata. Lei quella normale io senza controllo . A distanza di anni continua a chiedersi “come sarebbe stato se…” a distanza di anni io sto con un altro e non mi guardo indiietro.. Raramente penso a colui che incontrai con troppe poche palle per scegliere l’amore

    • Non credo siano ferite rimarginabili. Uno se ne fa una ragione, ma il rimorso è per sempre. E la fedeltà, se era già un mito, per chi rinuncia alla vera amata, lo diventa ancor di più. Cercherà in molte donne il chiodo che scacci quello conficcato nel cuore

  5. io l’ho fatto. una volta sola’. ho frenato, sterzato e riportato la macchina in garage. per amore dei suoi due bambini piccoli. ma quella macchina non andava a benzina, andava a sangue. il mio. mai piu.

  6. ah io ho una storiella da raccontare, forse l’altra faccia della medaglia, non so.Dunque:trent’anni di matrimonio solita routine ecct..(Alessadro come sopra hai descritto , classico da manuale) Lei si rende conto che il marito la tradisce, lo scopre insomma. nella maniera più spudorata che possa esistere: il cell in tasca dei pantaloni parte l’ultima chiama, lui e l’altra, fanno del sesso orale in auto, la moglie dall’altro filodel telefono, sente tutto! Beh morale della favola (perché di favola trattasi, diciamo tragico-comica). Lei va fuori di testa, non regge il tradimento, lui nega anche davanti l’evidenza (classico anche questo, oserei dire da manuale). Dopo vari litigi, musi, astio, scenate melodrammatiche.. ecct …decidono di allontanarsi …insomma la classica pausa ( inutile). Lui accetta di trasferirsi per lavoro, 800km li separa. Lui continua a vedere l’altra donna..oramai innamorato perso. Lei (moglie) non si da pace , diciamo inscenò magistralmente…Prima di ingerire una lieve dose di sonnifero inviò un msg al marito. Dunque per farla breve: lui si sentì in colpa…ah la compassione che male fa! Lasciò la donna di cui si innamorò perdutamente…Volle la moglie al suo fianco, la moglie si trasferì.Lui gli aprì un’attività (sentendosi in colpa..brutta cosa i sensi di colpa) Lei dopo soli due mesi di nuova vita, in una città exnova incontrò un uomo di cui si innamorò! Lasciò un biglietto, al marito con scritto: esco a comprare del gelato…non aspettarmi, alzato.
    Non torno più.
    Lui rimase senza ne una e nell’altra!

    Ps.
    (successo ad persona a me vicina)

    • Incredibile storia di… piacevole vendetta!! Poi sai come si dice: chi la fa…l’aspetti!

      In ogni caso credo che non si dovrebbe andare avanti per sensi di colpa, ma per qualcosa che davvero ci riempia di emozioni.. Che vita sarebbe senno? solo di piacevoli rimpianti..

  7. il guaio è che a volte anche la seconda che si credeva vero amore viene piantata per una terza…e così via fino a quando ricominciare diventa troppo scomodo e faticoso. Credo che spesso gli uomini (ma anche le donne) confondano l’amore con i piaceri del corteggiamento, della conquista, della conferma di se stessi…..poi dopo un po’ servono altre conferme, altri corteggiamenti, altre conquiste.
    Mi viene il dubbio che forse non esiste ‘il vero amore di una vita’ ma solo ‘l’amore adatto ad un tratto di vita’….un tratto che ormai, da quel che vedo in giro, molti tendono a far diventare sempre più corto. Vorrei non credere che sia così ma l’esperienza tende a suggerirlo

  8. A volte però diventa complicato anche provare a comprendere se sia tutto vero. Ti assalgono mille dubbi e finisce che seppure tutto bello diventa il normale. Quando si è in balia di emozioni o sensazioni, e’ difficile capire di cosa si tratti realmente, soprattutto se il tutto è’ circondato da paure di entrambi. Forse, mi dico e vi dico, a volte la strada più giusta e’ quella di provare a ignorare. Ma per quanto? Non saprei dare una risposta alle mille domande che ci poniamo in questi casi, anche perché la confusione, nel momento in cui proviamo a fare chiarezza, sovrasta tutto il resto. Sarò anche una romanticona, ma credo ancora che esista l’anima gemella, il punto e’ se si decide di vederla e lasciarsi andare. Ogni volta che rileggo questo post di Alessandro, mi rimetto sulla strada della riflessione. Di sicuro però, se sono storie che vanno avanti a lungo, insegnano la solitudine e questo non è giusto per nessuno dei due. Dovrebbero insegnarci ad osare un po’ di più e non solo ad aver paura, con la voglia davvero di scoprire .. Capita poche volte, ma quando capita secondo me ne vale la pena e nessuno dovrebbe privarsi della possibilità di avere i quella parte di se’.

      • ma lo avresti fatto lo stesso se i tre figli li avessi già avuti?
        mi spiego meglio, ti saresti lasciato andare lo stesso se cambiare avesse comportato “lasciare” anche i tuoi tre figli o comunque provocare loro sofferenze?

          • Anche quando i figli sono grandi, diciamo più che maggiorenni e magari anche già fuori casa ? E’ davvero così impensabile un nuovo progetto di vita dopo i 50 ? Quando a vincere e’ un mega impianto di abitudini e ipocrisia (figli, tutti i parenti, gli amici, i soldi, cosa penserà la gente ecc.), tendo a pensare che non fosse vero Amore, nel quale io, a dispetto di tutte le delusioni, continuo a credere.

  9. Vero, ma dipende dai tempi. Allungare troppo significa banalizzare e farlo diventare la normalità. E tu sei stato temerario, non tutti sono disposti a mettersi in gioco così, purtroppo aggiungerei.

  10. Si parla di dilemma maschile come se fosse l’unico scenario. Non ti risulta, Alessandro, che la stessa situazione (magari vissuta con differenze più in linea con le caratteristiche del proprio sesso) possa essere vissuta anche al femminile? Lei al centro del dilemma tra amore “istituzionale” e innamoramento? Oppure entrambi nello stesso dilemma? Perché parlarne solo al maschile e che differenze credi ci siano? Ma forse questa risposta merita un post a parte

      • E’ molto vero ciò che dici: Ma il prezzo è quella sorda infelicità che solo chi ha provato la vera passione e vi ha rinunciato può descrivere. Il problema è anche che quella sorda infelicità continua a provarla anche l’amante che sarebbe stata disposta a rischiare. Chi è costretto a rinunciare, perchè bisogna farlo in due quel salto, è “condannato” tanto quanto. E questo è ingiusto.

          • SALVE ALESSANDRO UN SUO COMMENTO ANCHE PER ME PER FAVORE!!
            HO 52 ANNI DOPO TANTISSIMI ANNI(15) CHE NON AVEVO UN INNAMORATO E CHE NON STAVO CON NESSUNO CONOSCO IN UPMO SPOSATO DA 42 ANNI, DI 69 ANNI DI ETÀ QUINDI NON IN ETÀ LAVORATIVA CON DUE FIGLI ADULTI.

            STORIA D’AMORE BELLISSIMA, MI SENTO VIVA, BELLA, CAPISCO COSA VOGLIA DIRE ESSERE AMATE.

            IN FAMIGLIA LA MOGLIE NON LO TRASCURA DAL PUNTO DI VISTA DELLA GESTIONE DELLA VITA QUOTIDIANA MA SESSUALMENTE DA MOLTISSIMO TEMPO. ( DUE, TRE ANNI) NON HANNO PIÙ RAPPORTI.

            LUI NON È UN DONNAIOLO È. La PRIMA VOLTAVCHEVTRADISCE LA MOGLIE E CI FACCIAMO BECCARE PERCHÉ ANCH’IO NON SONO UNA ROVINA FAMIGLIE
            DOPO SOLI SEI MESI.TRAGEDIA IN FAMIGLIA.

            CI PARLIAMO MA LUI NON SE LA SENTE DI AFFRONTARE UNA SEPARAZIONE ME LO DICE. ANCHE LA SUA ETÀ, E TUTTI QUEGLI ANNI DI MATRIMONIO PIATTI, NOISI MA AENZA SCREZI IMPORTANTI COSTITIOSCONO UN DETERRENTE.

            IO SONO DISPERATA A ME NON RIMANGONO CHE I RICORDI. L’HO RIVISTO IERI SAPEVO DOVE POTEVO TROVARLO EVLUI MI ASPETTAVA, SIAMO ANDATI A BERE UN CAFFÈ, IO MI SONO MOSTRATA SERENA, NON PIAGNUCOLOSA, NON INSISTENTE.
            LUI SOFFRE COME ME, E LO VEDO IN BILICO TRA UN :TI CHIAMO? E UN: MA NON SOFFRIAMO DI PIÙ SE CI VEDIAMO?
            PERÒ È CHIARO CHE CI VOGLIAMO COMUNQUE BENE.
            COSA POSSO FARE?NON VORREI PERDERLO?
            DEVO SPARIRE DEL TUTTO? O POSSO RISPONDERE SE MI CHIAMA PER SAPERE COME STO?

            LO POSSO INCONTRARE IN LUOGHI PUBBLICI?
            LEI CREDE CHE SE SPARISCO E MI NEGO LUI TROVEREBBE LA FORZA DI FARE UN ATTO DI CORAGGIO PER NON PERDERMI?
            OPPURE E VOTATO ALL’AUTOCONDANNA ALLA PERENNE INFELICITA’ ?
            DOPO AVER PROVATO LA PASSIONE E L’AMORE DOVERCI COSÌ DRASTICAMENTE RINUNCIARE…
            TRA L’ALTRO LA MOGLIE POTREBBE TENTARE UN RUAVVICINAMENTO PERCHE CONSAPWVOLE DI AVERE COLPA AL 50%, E QUESTO PENSIERO MI FA IMPAZZIRE.
            GRAZIE!

          • Fermo restando che non sono uno psicologo ma solo un commentatore delle vostre storie (se questo mi qualifica come “esperto” lo decidete voi) e che ogni storia ha una sua storia, nella mia esperienza posso dire che la maggior parte degli uomini non prende decisioni ma aspetta che sia l’amante a prenderle. Lasciare? Continuare a sperare? Sono domande da un milione di dollari. Io ho deciso solo dopo essere stato lasciato da tutti. Ma ripeto, questo è successo a me e io sono un uomo con, fortunatamente, una forte componente femminile. E poi lascia solo chi ha veramente la forza di farlo, facile a dirsi. Per gli altri…

  11. Ieri ho pubblicato un commento su questo articolo,ma non lo vedo più… cosa devo fare per sapere se qualcuno ha risposto?perché vorrei tanto avere un consiglio :'(

  12. Sono una ragazza di 32 anni e mi sono innamorata di un uomo di 44,che purtroppo è anche il mio medico. Anche lui è attratto da me e, anche se inizialmente è stato un po’ titubante per via della sua posizione,siamo usciti insieme e abbiamo anche fatto l’amore o forse sesso. Dopodiché è sparito,lo contatto io e la sua risposta è stata :è difficile,è un casino,non voglio farti soffrire,mi vedi come il principe azzurro e non lo sono ecc… ecc…
    Prima di vederci mi aveva detto di essere fidanzato da 22 anni, di convivere da 5 e per ora di non avere figli .anche se a momenti penso non sia vero .Sparisco io e mi ricontatta lui con una scusa. Ci vediamo per la visita di controllo e… ci baciamo per tutto il tempo. un bacio tenero il suo,quasi disperato,mi tiene stretta a se come una bambina. Sparisce di nuovo. E questa è la risposta al mio messaggio :
    Ascoltami.
    In qualunque altro momento della mia vita ti avrei detto di si, senza problemi. Ma in questo preciso momento sto attraversando un periodo complicato. Non coinvolge soltanto me, quindi non posso darti spiegazioni che riguardano persone diverse da me, non ne ho il diritto. Mi spiace, ma credo mi capirai. Non posso

    cosa ne pensi?
    Io ci sto malissimo,vorrei odiarlo ma non ci riesco,perché il mio sesto senso mi dice che è sincero,ma non vorrei essere solo offuscata dai miei sentimenti. E al rancore si affianca la preoccupazione che possa avere problemi di salute o il pensiero che sia veramente impegnato e che magri la compagna stia aspettando un bambino. ..quello che posso dire è che da sempre ho avuto la sensazione che volesse protegg da qualcosa e che abbia fatto di tutto per farmi credere di essere uno str…e allontsnarmi.
    scusa il poema 🙂 !

  13. E allora perché è venuto a letto con me ??? Poteva ricordarselo prima! E io cretina che continuo a starci male! Grazie e complimenti per il blog

  14. Lo so,ma alla fine siamo esseri umani,non puoi impedirti di farti piacere qualcuno. Non è stato etico venire a letto con me sapendo che ero e sono coinvolta emotivamente… ma la colpa è anche mia. Dovevo essere più razionale. Spero solo che passi in fretta perché non stavo così male da quando avevo 16 anni e mi ero ripromessa che non avrei più sofferto così. Anche questo servirà. .

  15. Ciao Alessandro,
    secondo te quanto tempo è ragionevole aspettare perché un uomo lasci la sua convivente?

    So che mi ama, ma non voglio aspettare in eterno e non voglio nemmeno che lui si adagi pensando che io sia disposta ad accettare la situazione.

    La loro storia è in crisi e, a detta di lei, non fanno sesso da un paio d’anni, tuttavia hanno tutti gli amici in comune, la casa, l’auto, una situazione familiare difficile e lei non riuscirebbe a farcela da sola, perciò mi sembra improbabile che lui abbia il coraggio di lasciarla.

    Sono passati solo tre mesi, sono ancora in tempo per uscirne. Secondo te se è amore vero dovrebbe decidersi in tempi brevi?

      • Grazie Chiara. È difficile consigliarti. Gli uomini raramente prendono loro una decisione. Io stesso l’ho presa solo quando mia moglie mi ha lasciato lei.

    • Sarà difficile che lui la lasci, la verità è che creando storie con chi è sposato ci si fa solo del male entrambi e può succedere solo un gran casino

        • Certo che hai ragiome su qual’è la realtà. Non dirmi però che siano situazioni piacevoli o semplici. Alle volte pensi sarebbe stato meglio non iniziare nulla e non crearsi casini immensi. Allora non ci sarebbe tutta sta gente che scrive qua perché è incasinata e non sa cosa fare.

          • Certe cose succedono. Soprattutto se sei infelice e non fai sesso a casa

  16. Mi sono sempre chiesta che cosa significasse avere a che fare con persone come queste, fino a che non mi ci sono imbattuta anche io.
    Che dire.. Fuori dalla goliardia maschile del farsi scappatelle come se niente fosse ridendone con gli amici, credo fermamente che al di là dell’apparenza non ci sia niente di bello.
    Certo il proibito ha il suo fascino, questo non si nega, ma se sei sposato e ti innamori di un’altra, questo è già il primo e assordante campanello d’allarme. Il peggiore? Continuare questa vita ambivalente cercando di conciliare tutto.. Non esistono amori impossibili, ma esistono persone (senza palle) che non hanno il coraggio di viverli fino in fondo prendendosi le proprie responsabilità, da persone mature.
    Da donna penso che se un uomo tradisce la moglie per un’altra, l’altra non dovrebbe crearsi false speranze. Primo perchè gli uomini non lasciano MAI le mogli (forse in 1 caso su 1000) e secondo perchè chi ha tradito non merita la tua fiducia. Come lo ha fatto una volta, può rifarlo se non c’è un reale pentimento.

    E chi tradisce lo fa solo per se stesso, per soddisfare un piacere o una insoddisfazione personale, evitando però di stravolgere le cause che l’hanno generato. Il maschio fedigrafo in fondo penserà: “ho la macchina sportiva e quella da città, posso averle entrambe, perchè concedermene una sola?… E se poi cambio strada e quella nuova non si rivela all’altezza? Meglio non rischiare. Teniamoci quello che c’è, il resto poi andrà da se”..
    E cosi, scelgono se stessi e il loro egoismo.
    Non c’è niente di bello in tutto questo e mi dispiace che ci siano ancora tante donne speranzose in un miracolo che non arriverà mai. Donne, amatevi un po’ di piu perchè ciò che può darvi un uomo sposato non sarà mai felicità.. Solo tanti begli attimi di piacere.. Ma la felicita, è un’altra cosa.

  17. ciao Alessandro mi chiamo angela sono una ragazza di 32 anni che da un anno ha una relazione con un uomo sposato di 10 anni più grande e con una bimba piccola. ci vediamo tutti i giorni stiamo benissimo insieme e quando non ci vediamo mi telefona ed è molto presente e mi fa capire quanto gli manco. quando stiamo insieme parliamo di noi mi dice che quello che sta provando con me lo ha spiazzato perché non immaginava che potesse provare queste sensazioni per una donna..mi parla della sua bambina ma della sua vita con la moglie non mi parla mai. So per certo che non lascerà mai sua moglie per me primo perché penso che gia l’avrebbe fatto secondo perché è troppo legato alla sua bambina alla famiglia e troppo preoccupato di quello che potrebbe succedere in quanto essendo libero professionista ricopre pure un ruolo importante in società. quando mi dice determinate cose mi sembra sincero e me ne accorgo anche dal fatto che quando non stiamo insieme e non ci vediamo si preoccupa sempre che io possa conoscere qualcuno. Cosa devo pensare secondo te?

  18. Ho letto un po di commenti…è tipico maschile ragionare più razionalmente, non sono assolutamente da biasimare comunque, non c’entra non avere le palle.

    Come la valutate la situazione di uomo giovane sposato da 5-6 anni, fedele, mai tradito, non il tipo che ci provca con tutte, coppia felice ovviamente un po di normale routine, che perde completamente la testa e si innamora di una collega, lei ricambia sapendo che è sposato perché si è innamorata pure lei? Cioè cosa ne pensate? Ora lui è innamorato di due donne, cosa farà?

    Secondo me uno sposato dovrebbe veramente andare in giro con i paraocchi e non basta, perché se anche non cerca gli capita una così e chi lo sa perché potresti perdere la testa, poi che fai? Come dicevano molti si pensa alla famiglia, il giudizio dei parenti, amici, rapporti che spariscono si incrinano, litigi, faide ecc. non è facile credo. Sopratutto il dispiacere di deludere e far del male alla moglie che lo ama ancora.

    Cosa ne pensate?

    • Dico che molte delle nuove coppie nascono da vecchie coppie, soprattutto se lui non è un cacciatore di donne. Succede, karma… Provocherà dolore, ma è molto peggio soffocare un vero amore che ribaltare una vecchia situazione. Con una eccezione: i figli piccoli. Davanti a figli piccoli ci si deve fermare in tempo. E il tempo, anche per un colpo di fulmine, c’è sempre

  19. Leggendo casualmente questo blog mi sono riconosciuto in tanti stereotipi.
    Mia moglie ha smesso di amarmi anni fa (ama un altro). Negli ultimi anni ho avuto relazioni con più donne, spiegavo la mia situazione famigliare e tutte ovviamente mi consideravano già praticamente fuori di casa e quindi come se fossi libero.
    In realtà sono ancora in casa, sono un codardo che non vuole lasciare la sua bella casetta e le sue comodità.
    La sequenza di solito era questa: mi invaghivo di qualcuna, le davo tutte le attenzioni di questo mondo e poi senza neanche sapere il perchè mi staccavo… senza neanche accorgermene trascuravo la nuova persona che ovviamente si stufafa e mi mandava a quel paese.
    In questo modo potevo iniziare una nuova avventura, di nuovo “la caccia” e di nuovo le emozioni.
    Negli ultimi mesi mi è però accaduta una cosa strana, credo di essermi innamorato, lei non è bellissima e neanche simpatica a dir la verità ma ho perso la testa. La desidero più di qualsiasi altra cosa al mondo, il problema è che non mi vuole, a parte come amico!
    Il fatto di cercare di conquistarla con le piccole cose giorno dopo giorno mi ha reso felice come non sono mai stato negli ultimi anni.

    Ecco dopo aver detto tutto questo dove volevo arrivare? Al fatto che per tanti uomini è la caccia, il piacere della conquista che ci attrae, non voi donne in quanto tali. Spesso ci infiliamo in storie in cui non riusciamo ad uscire solo perchè non abbiamo i coglioni per dire: “guarda… ti ho preso per i fondelli, mia moglie non la lascerò mai”
    Poi potete credere a tute e fandonie che vi raccontiamo, ma spesso la verità è questa.

  20. Quindi praticamente l uomo sposato non lascia l’amante ma aspetta che sia lei a farlo? Anche se non prova piu nulla per lei?

    • Nella mia esperienza di osservatore e raccoglitore di storie in questo ambito l’uomo non lascia mai o quasi mai ma si fa lasciare a maggior ragione se non ama più chi lo deve lasciare. È una forma di vigliaccheria maschile legata al fatto che se io non ti lascio tu non puoi dire che ti ho lasciato e quindi teoricamente non puoi recriminare nulla perché sei stata tu a decidere. Insomma uno scarico di responsabilità

  21. su certi aspetti è vero l’uomo è vigliacco ma quando il senso di responsabilità ti affoga e non sei abbastanza egoista da fregartene di tutte le conseguenze che fai?
    Mi spiego ho 49 anni sono sposato da 25 anni conosco mia moglie da 30 vengo da una situazione famigliare disastrata mio padre per un’altra donna ha mollato tutto abbandonandoci letteralmente a noi stessi io mia madre e i miei fratelli abbiamo patito pure la fame.
    Adesso mi trovo in una situazione quasi simile.
    Quattro anni fa ho conosciuto una donna e mi sono perdutamente innamorato provando emozioni che con mia moglie non avevo mai provato.
    Ho affrontato mia moglie quando me ne sono andato di casa la donna che amo mi ha messo difronte ad una scelta e posto la condizione che se dovevo andare a vivere con lei dovevo mollare la mia famiglia i miei figli non voleva nemmeno che li nominasse.
    cosi senza pensarci due volte la mandai a quel paese lascio mia moglie ma non i miei figli. Dopo quindi giorni mia moglie mi chiama per una scusa banale e mi ha pregato di ritornare perdonandomi l’errore mio è stato di ritornare perché ero deluso stavo male.
    Danno alla beffa una settimana dopo chiama l’amata chiedendomi di perdonarla si era resa conto che le sue richieste erano assurde e che mi ama altro errore ho fatto prevalere il sentimento alla ragione.
    Adesso mi ritrovo ad un punto di non ritorno.
    Domanda a parte coglione sono pure vigliacco? da mesi ho ansia e angoscia che mi divora la vita.

    • Due considerazioni. La prima: di fronte ai figli, giustamente, gli egoismi e necessità personali, per quanto amore, vanno messe in stand by finché non sono grandicelli, a meno che la guerra in casa gli faccia più male della separazione. Quindi io sopporterei per i figli una separazione in casa, condivisa dal coniuge. La seconda: non mi piace la forzatura dell’amante contro i figli. L’amore non è mai egoista, è comprensivo. Soprattutto se si gioca con la vita dei bambini

  22. L uomo non lascia mai…mio marito da 15 anni con un figlio di 14 il giorno prima ci ha detto che aveva un altra donna e il giorno dopo se ne è andato a abitare dalla madre. È successo da un mese. Io donna molto bella e affascinante l altra veramente sciapa insignificante tutto il mio opposto.sei mesi che la frequenta..ci stiamo separando. Un uomo su 10 lascia la moglie , è capitato a me. Un fulmine a cielo aperto. Ha pensato solo a lui. Poteva almeno far finta di voler restare, una settimana..ma soli da un giorno all altro e atroce .Volevo lasciare la mia testimonianza.

      • …io sono così bella e lei così insignificante: com è potuto succedere?
        Non ho esperienza di amantati ma credo che la risposta stia nella domanda che si è fatta la signora Titti….
        Con tutto il rispetto per il suo dolore, sia chiaro.

    • Ah quindi avresti preferito l’ipocrisia? Prima ci lamentiamo degli uomini che non lasciano e poi ci aspettiamo che almeno ci mentano un po? Io mi sarei stupita per la sincerità e mi sarei quasi sentita fortunata per non dover stare con un uomo che resta solo per comodità e perché senza palle… a meno che lui non sia stato obbligato dalla nuova fiamma a fare ciò questo è stato un segno di rispetto anche nei tuoi confronti mia cara, anche se dopo 6 mesi!

      E comunque viva la modestia e la presunzione… Io mi metterei un attimo in discussione fossi in lei!!!

  23. Ciao Alessandro. Ho letto i tuoi precedenti commenti e non credo di aver capito bene: secondo te, se un uomo non lascia la moglie, anche se sentimentalmente coinvolto con un’altra, non lo fa perchè non ama abbastanza l’altra oppure solo perchè non ha il coraggio di mollare tutto. Me lo chiedo da anni. A me è accaduta una storia pazzesca e ancora non riesco a venirne a capo e vorrei sapere cosa ne pensi vista la tua esperienza. Ho avuto una relazione, durata circa quattro mesi, con un uomo sposato più giovane di me di otto anni. Per entrambi era la prima volta. Io sono sposata ed ho un figlio. Doveva essere una storia a termine; lui ha una figlia a cui non avrebbe mai rinunciato. Ma le cose sono andate diversamente perchè ci siamo innamorati!! Lui pativa più di me i sensi di colpa tant’è vero dopo tre mesi mi disse che per lui era troppo difficile gestire la situazione a casa dicendomi che desiderava stare con me sempre di più e la cosa lo spaventava. Così ci siamo lasciati. Ma dopo pochi giorni lui mi ha cercata dicendo che non riusciva a starmi lontana. Con mio marito nel frattempo non facevo altro che litigare: insospettito dalle attenzioni che quel ragazzo mi riservava, non fece fatica a capire cosa stesse accadendo. Dopo avere scoperto la mia ennesima bugia, mi ha costretta, terrorizzandomi, a dirgli tutto. Quando peró ho detto all’altro ció che era accaduto, mi è crollato il mondo addosso: lui mi ha accusata di essere stata debole. Da allora l’unica cosa gentile che è riuscito a dirmi è stata che se avesse potuto scegliere avrebbe scelto me. Dopo di che non ha più voluto parlare con me. Se io lo chiamavo lui rispondeva, ma ogni volta mi diceva cose orribili, del tipo: “ti rispondo per educazione…sei stata un fuoco visto che non mi manchi…io ti ho dimenticata e tu fai male se non mi dimentichi.. io non ti amo ….tu non puoi esserti innamorata in così poco tempo…..” Ma io mi chiedo allora: è possibile disinnamorarsi così dall’oggi al domani? Capisco che una volta scoperta la relazione, non aveva più senso vederci. Ma perchè questa cattiveria? Mi sono sentita come spazzatura. Io sono certa che lui mi abbia amato, e anche io l’ho amato, non ho dubbi su questo…Io non amo più mio marito (penso da parecchi anni), ma nonostante ció lui non è via e oggi viviamo come estranei. Sto male da due anni. Su questa storia mi è stato detto di tutto: ma a me basta, per stare meglio, credere che l’altro mi abbia trattata così male solo per farsi odiare e che in realtà lui sia come l’uomo di cui parli nel tuo articolo cioè un uomo senza coraggio. Ti prego dimmi cosa ne pensi.

    • Penso che lui ti abbia amato ma non abbastanza da rinunciare alla sua vita, e che questo atteggiamento di esagerato distacco sia dettato dalla paura che sua moglie scopra tutto e lo provo del figlio. Un uomo così non è cattivo, ma non avrà mai la forza di essere felice con te. Dimenticalo. E cerca di ritrovare un po’ di spensieratezza. Chiodo schiaccia chiodo, soprattutto se tuo marito è diventato un estraneo e siete di fatto separati in casa

  24. A me sarebbe bastato che lui mi avesse detto che mi aveva amato. Dicendomi quelle cose mi ha umiliata, mi ha fatto pensare che abbia pensato di me che fossi una “poco di buono”, una rovina famiglie. Ho anche Immaginato che per lui sia stata una specie di trofeo di cui vantarsi con i suoi amici. Tra noi, peraltro, c’era una notevole differenza “culturale” (io faccio il medico – così come mio marito- mentre l’altro ha la licenza media); pensa che quando ho “ceduto” alle sue lusinghe ha pensato che lo stessi prendendo in giro. Tutti questi pensieri altalenanti (su ció che lui avrebbe potuto pensare di me) hanno distrutto la mia autostima: mi sento vecchia, brutta e soprattutto infelice. Mi sono isolata da tutti e non sopporto mio marito che, dopo avermi costretta a dire tutto, è rimasto a casa.
    Quando stavamo insieme (con l’altro) mi diceva che avrebbe scelto me ma adesso non ci credo. Ho passato un anno intero a provare sensi di colpa nei suoi confronti per essere “stata debole” allorchè sono stata costretta a confessare tutto a mio marito: io ho avuto paura nient’altro!!! Per me era la prima volta e non sono stata in grado di gestire nulla.
    E dunque, fammi capire. Cosa intendi per amare abbastanza? Allora gli uomini che scelgono la strada della razionalità restando con la famiglia sono, a tuo parere, solo carenti di coraggio ovvero “non abbastanza innamorati”?. Mi è stato detto da persone che mi sono state vicine che se fossi stata giovane e ricca (io aggiungo anche bellissima e non lo sono) possibilmente avrebbe scelto me, mentre, altri sostengono che avrebbe prevalso l’amore per sua figlia. Io non so perchè mi sia innamorata di lui: ti confesso che avrei avuto seri problemi a presentarlo….ma a me non importava niente perché lo amavo. Dimmi cosa pensi. Non ho mai avuto la versione di uomo “terzo” su questa vicenda. Mi giova capire un pó di più. Grazie

    • Da come si è comportato il suo comportamento è stato dettato da paura ed egoismo con l’aggravante della crudeltà inutile verso di te. Perle ai porci. Dimenticalo. Tu non hai nulla che non va, credimi. Non esistono le rovina famiglie si è sempre in due a fare gli amanti. Se non riesci a recuperare con tuo marito che nonostante tutto ti è rimasta fianco dipende anche da come ti è rimasta fianco rifatti una vita te la meriti e di smettila di giudicarti

      • ….perle ai porci, hai usato lo stessa frase che ha usato mio marito quando a saputo a chi mi ero “consessa”. Vorrei tanto uscirne. Non faccio altro che guardare le sue foto su Facebook mentre lui è felice (?) con la sua famiglia. Quando stavo con lui non conoscevo la moglie, diceva di non avere alcuna sua foto. Poi ho scovato il profilo di lei sul social e non faccio altro che “esaminare” ogni particolare della moglie e finisco anche per vederla bella: il naso piccolo, il seno più grande del mio……. Sono una povera stupida, non trovi??? Io che, nonostante i miei quarantotto anni suonati, ho un aspetto da quattordicenne, sono arrivata a pensare che lui avrebbe avuto problemi a sostituirmi con la moglie che obiettivamente (a parte le mie paranoie) è una specie di armadio a quattro ante (che a suo dire pesaserebbe 80 kg “ma solo per via dell’altezza!!!) il cui peso, invero, lo ha tutto concentrato nelle “chiappe” di proporzioni smisurate. Neanche la Valeria Marini che direi essere una “stanga” avrà mai pesato tanto!!! Perdonami lo sfogo. Non è elegante, lo so. Io ero una sportiva nella categoria master, era la mia vita dopo il lavoro e mio figlio. Ho sempre avuto un fisico impeccabile, una corporatura minuta e proporzionata, tutto il contrario della moglie. Magari, essere stato con me, alla fine non gli sia piaciuto così tanto, essendo abituato a taglie XL. Funziona così per voi uomini? A mi piaceva dipingere, ricamare, cucire, studiare e con adesso non riesco a fare nulla. Sono niente. Ma se amava lei, perchè l’ha tradita con me? Eppure sapeva di correre seri rischi: conosceva mio marito e lui (mio marito) lo adorava. Avrebbe potuto rifiutarsi di intraprendere la relazione. Perché non l’ha fatto? E perchè è tornato da me dopo quel primo episodio di allontanamento, peraltro allontanamento da lui stesso voluto. È possibile che la paura di essere stati scoperti ha fatto si che lui mi odiasse dall’oggi al domani? Mi sembra di impazzire. Spero solo che lui viva infelice, che pianga ogni notte come faccio io, che mi abbia amato e resti con la moglie ma pieno di rimpianti e consapevole di essere un vigliacco. Perdonami ma oramai sono mesi che non parlo più con nessuno di questa storia. Ma dentro ho l’inferno. Ho anche allontanato tutte le persone (poche invero) che sapevano di questa triste vicenda proprio per evitare che mi tornassero in mente ricordi che dovrei scacciare dalla mente. Ma non è servito a nulla anche questo. Credi che lui mi abbia dimenticato?

  25. Non te la senti di dirmi che in realtà ama sua moglie e che io sono stata solo un’avventura e nulla di più. E che lui mi ha dimenticata. Che non piange e non ha visto l’ora di sbarazzarsi di me. Non vuoi ferirmi. Perché è così. Non ci sono altre spiegazioni. Anzi forse gli sono servita per rendere più saldo il suo rapporto coniugale. Mi diceva che se sua moglie avesse scoperto tutto lui le avrebbe detto che era colpa di lei. Che ingenua che sono vero? Forse pensa che la moglie sia troppo per lui e che avere una storia con me gli sia servito solo per confermare a se stesso che lui fosse, nonostante tutto, capace di “conquiste più altolocate” rispetto alla moglie centralinista di call center. Passione fino a quando si gioca a carte coperte. Poi è scomparso tutto come una bolla di sapone esplosa. È così che funziona per gli uomini o no? Perdonami ma non riesco a darmi pace. Sono una stupida.

  26. Come????? Sono trascorsi due anni e non penso ad altro. Sono annientata. Come si fa a dimenticare. L’unica cosa che mi darebbe pace è sapere che lui mi ha amata e che non ha avuto scelta. Ma non lo sapró mai e sono certa che, se così fosse stato, lui non me lo avrebbe mai detto, anche solo per togliermi ogni speranza. Io non l’ho più cercato- sarà più di un anno-e mi sembra ovvio (farmi maltrattare ancora? Che senso avrebbe) ma non so riesci ad immagininare cosa darei per poterlo rivedere anche da lontano solo per pochi minuti. Guarda in che stato pietoso mi trovo. Grazie per il tempo che mi hai dedicato, e anche se non ho trovato le risposte che cercavo, mi è servito parlare un pó.

  27. Già fatto. Ma niente. Mi diceva che lui è scappato perchè è un vigliacco ed egoista, come dici tu. Mi ha spinta, peró, a cercarlo poichè , a suo modo, avrei potuto trovare sollievo (sosteneva che se lui mi avesse “urlato” in faccia il suo rifiuto, io mi sarei rassegnata….e invece è stato tutto il contrario, lui mi ha solo umiliata e io mi sono incartata…). Pensi che il problema sia in me? Io mi sforzo, ti giuro, ma è faticoso fingere che tutto vada bene. Lo faccio per mio figlio. La psicologa la scarto non per sfiducia, ma vista la pregressa esperienza…grazie comunque

  28. Casualmente, questo pomeriggio, mi sono imbattuta in questo articolo. Sinceramente ero alla ricerca di risposte al tarlo che mi devasta da 3 anni…ho letto varie testimonianze e ho notato che spesso è facile generalizzare, dare della poco di buono all’ “altra” e le altre, poi un giorno, scopriamo essere noi. Sono stata la prima a giudicare in passato le amanti, a definirle amorali…fino a che è successo anche a me. Forse ho veramente bisogno di scrivere e di leggere un’opinione da parte di qualcuno che non sia un’amica (solitamente il parere per quanto sincero è spesso dettato dall’affetto). Bene, 3 anni fa quando avevo 28 anni, dopo una storia che mi aveva lasciato un’enorme delusione, decido di vivere anche io un periodo di leggerezza. Ciò che avevo in mente era solo uscire di più con le amiche, non impegnarmi in storie serie…non pensavo mica di conoscere un uomo fidanzato. 8 anni più grande di me, immediata attrazione, cedimento e subito sensi di colpa…soprattutto suoi visto che l’anno successivo avrebbe dovuto sposarsi. Decidiamo quasi subito di non vederci e non sentirci più perchè lui era entrato in crisi. Ma fin da subito si capisce che non sarebbe stato semplice non sentirci, sia per cedimenti suoi che per cedimenti miei. Affrontiamo il discorso di presenza qualche mese dopo e lui giunge alla conclusione (questo nel 2013) di essere legato alla donna che avrebbe dovuto sposare, di esserne dunque innamorato (a modo suo). Penso allora che la sua sia solo attrazione ed io mi sento forte e immune ad eventuali coinvolgimenti. Gli incontri rimangono rari, ci sentiamo spesso al telefono, qualche litigio in cui ribadiamo sempre che è nato solo un affetto e nulla di più. Poi mesi di silenzi…giungiamo al 2014 e lui verso marzo si fa vivo, ci rivediamo e non è cambiato nulla. Stessa attrazione ma io resisto perchè ho appena conosciuto un’altra persona. Quindi decido di seguire quella strada: in fin dei conti lui era stato chiaro. Si sarebbe sposato in estate. Io mi ripeto che la mia era solo attrazione, un’attrazione vissuta male a causa dei sensi di colpa suoi (dice di non aver mai tradito). Nei mesi successivi la storia con quell’altra persona non va bene, per fattori che nulla avevano a che vedere con l’uomo dei dubbi. Comunque sia, arriva una nuova estate, sono troppo devastata dalla storia appena chiusa e dagli strascichi successivi e nel frattempo lui si sposa (il mese prima eravamo stati nuovamente insieme e le telefonate erano riprese). Io rimango fredda, non soffro ma non gli faccio nemmeno gli auguri (questa storia mia avrà fatto diventare amorale ma non ipocrita) e questa non sofferenza mi fa convincere sempre di più che quella con lui sia stata solo una storia di sesso. Si fa vivo qualche giorno dopo il matrimonio…da lì al 2015 tento più volte di non sentirlo, di non vederlo. Nulla, comunque c’era un affetto che non potevo ignorare, si crea una sorta di dipendenza, nonostante io faccia la mia vita tra lavoro e amici e lui serenamente la sua. Gli “incontri” diventano sempre più rari e sempre più pieni di sensi di colpa, ma noi iniziamo a conoscerci adesso veramente,a raccontarci, a dirci sempre più spesso di volerci bene (sì, sfiorando atteggiamenti adolescenziali e ridicoli vedendoli da fuori). Mi rivela anche che molti mesi prima del matrimonio ha avuto un attimo in cui si è fermato a riflettere se sposarsi o meno. Da lì inizia ad aprirsi un po’ di più, prima dei suoi travagli interiori faceva solo cenni, non mi li esponeva mai fino in fondo. Anche nel 2015 comunque tentiamo di non sentirci e forse con successo ci riusciamo per parecchi mesi. Ma inutile, uno dei due cedeva sempre (a volte anche il caso ci ha messo lo zampino…credevamo di vivere in una città grande, ma ogni volta che magari eravamo fermi sulle nostre posizioni beh…ci incontravamo e risentirsi era fisiologico). Arriviamo anche in un punto in cui sembra che la strada dell’amicizia possa essere praticata…ma invece no. Ormai l’attrazione è palpabile anche solo telefonicamente. Per la prima volta provo qualcosa di indescrivibile. La testa, il corpo diventano ingestibili, quindi evitiamo di vederci se non alla luce del sole, ma più la cosa non veniva alimentata più paradossalmente aumentava. E così, non so ancora come, arriviamo al 2016. L’anno precedente ho anche frequentato una persona, ma alla fine non è andata bene, quindi io non mi sono preclusa nulla. Il rapporto quest’anno è diventato ancora più strano: ci sentiamo, fingiamo di essere solo amici, i suoi ti voglio bene diventano più frequenti, ma non possiamo fare a meno di parlare di noi, di ciò che sentiamo rimanendo inizialmente sul piano dell’attrazione. Torna a provocarmi, lo “sfido” più volte dicendo che allora deve mettere da parte i sensi di colpa e lasciarsi andare, si tira nuovamente indietro e giungiamo a qualche giorno fa: io ormai logorata da tutto, cercando di ripetermi che non sono innamorata (e forse non lo sono) esplodo, gli dico che questa volta deve finire totalmente. Quella stessa sera mi scrive dicendomi in maniera più diretta ciò che aveva iniziato ad accennarmi “a rate” nei mesi precedenti: ha paura, adesso è tutto diverso e fare sesso con me potrebbe portare altre implicazioni visto che non sarebbe solo sesso, mi ha scritto che sono cieca e non mi rendo conto che il nostro rapporto sta andando oltre e se continuassimo a lasciarci andare si trasformerebbe in altro. Ci siamo rivisti ed ho palesemente detto che io non posso rimanere in una situazione tale di stallo: non siamo nè carne nè pesce, ma di chiudere i contatti non ne vuole sapere. Crede, da innato ottimista, che lavorandoci su potremo un giorno raggiungere l’equilibrio a cui tendiamo da circa 3 anni, un’amicizia immune all’attrazione. Io non ci credo, rimarremo l’una per l’altro la strada non percorsa. E’ lui quello che spesso mi dice “chissà come sarebbe stato se ti avessi conosciuta prima…”. Io so solo quello che sento: come posso avere un rapporto sereno con una persona alla quale voglio bene, accanto al quale sento delle fitte allo stomaco e una calamita che mi esce dal petto tesa verso il polo opposto proveniente da lui (le sensazioni di entrambi sono identiche). Come posso essere fiduciosa se l’ultima volta che ci siamo visti per poco non stava nuovamente succedendo qualcosa (è impossibile anche abbracciarsi…scocca subito una scintilla). Ci siamo sentiti felici e forti solo perchè per la prima volta abbiamo resistito, ma è un equilibrio instabile. Si romperà nuovamente. Il film l’ho visto già parecchie volte. Ed io sto lì a chiedermi: si è innamorato? Sta per innamorarsi?Mi sono innamorata? Ho solo una consapevolezza, non riesco a tenerlo lontano seppur siamo molto indipendenti (ci basta sentirci una volta a settimana, a volte due, a volte dopo 3 settimane…l’importante e sapere che ci siamo). Sento una sconfitta: da una parte ho un uomo che non sarà mai mio, dall’altra ho il diritto di vivere una storia serena e alla luce del sole con un uomo che mi dedichi totalmente il suo tempo, e chissà forse solo allora riuscirò o a liberarmi di lui o a dare il giusto equilibrio ad un rapporto che a descriverlo risulta difficile. Forse tutto il papello che ho scritto non rende l’idea, ma io ho fatto un po’ di autoanalisi e mi sento meglio: si sa, la scrittura è liberatoria. Se vorrà comunque darmi un’opinione, un consiglio o scrivermi che sono una poco di buono complessata, io ne sarò comunque ben lieta. Grazie a prescindere.
    Carlotta

    • Poco di buono? Esistono solo nella mente di chi non sa e, peggio, non vuol sapere. Il tempo Cara amica, il tempo dice se un uomo ti vuole veramente o no. Nel vostro caso è troppo. Non è vita così non trovi? E finché lasci un punto di contatto non vedrai gli altri. Esci dalla prigione

      • Grazie per la celere risposta…anche la mia carissima amica ha usato lo stesso termine “esci dalla prigione”…aggiungendo “lascia lui nella prigione, tu sei ancora in tempo”. Dunque non è una coincidenza. Userò tutte le forze per uscirne. A presto!

    • CIAO CARLOTTA!!MI SONO RICONISCIUTA UN POCHINO A TRATTI MA CAVOLO LUI ERA LIBERO!! AVREBBE POTUTO ASPETTARE A SPOSARSI!
      MA INSOMMA SENZA PALLE QUESTI sono UOMINI! PIENI DI PAURE, INDECISI! ANCHE QUANDO HAVVO TUTTE LE POSSIBILITÀ FANNO DI TUTTO PRR FARCI SOFFRIRE, CI LEGANO CON INVISIBILI CATENE E RIESCONO A TENERE IL PIEDE IN DUE SCARPE!
      MA CHE TE NE FAI MAI DI UNO COSI. EGOISTA??TI FARÀ SPRECARR LA TUA GIOVINEZZA E BASTA!
      GUARDA DENTRO DI TE E FATTI QUESTE DOMANDE: HO VERAMENTE BISOGNO DI PUNIRMI? COSA MI ASPETTO DA QUESTO RAPPORTO CON LUI PER ME? E POI: COSA MI PIACE DI QURSTO UOMO? FAI UNA LISTA DI CIÒ CHE IN LUI TI ATTIRA E POI CERCALO IN UN ALTRO!! MA SAI QUANTI UOMINI CI SONO IN GIRO??E SONO ANCHE DISPONIBILI!!!

      UN ABBRACCIO.

      • Grazie anche a te Vita…in realtà so di non potermi aspettare nulla da questo rapporto così ambiguo. Soezzero’ le catene invisibili. Un abbraccio e in bocca al lupo!

  29. Lo farei se fossi ancora innamorata di lui, ma purtroppo non lo amo più. L’ho amato per vent’anni. Credo che se ho ceduto alle lusinghe di quel troglodita è anche grazie alla sua perenne cecità. Solo per rendere l’idea: con un ostruzionismo direi “scientifico” non mi ha “permesso” di avere una casa tutta nostra; abbiamo vissuto con i suoceri finché non sono “andati in cielo”. Ho dovuto lottare contro le sue paure. Ha sempre visto il bicchiere mezzo vuoto…e io sono l’esatto opposto. Anche per fare un viaggio si doveva litigare…lui sempre col broncio, tra lavoro e i suoi hobby. Per lui io ero, (e a suo dire sono ancora) la compagna perfetta. Mi rendo conto di avere sbagliato, ma fintanto che l’ho amato, tutto mi sembrava facile, anche le cose più pesanti da sopportare (vedi la suocera sempre in mezzo). Io non ho mai avuto nulla: mai un mazzo di fiori per San Valentino o una cena a sorpresa per l’anniversario di matrimonio. Feste comandate con mamma….Dio come ho potuto sopportare. Quell’altro, dal canto suo, non ha messo niente a constatare il peso specifico di mio marito, mettici anche un periodo di stress a causa di un problema di salute….e la frittata è fatta. Non nego le mie responsabilità….mio marito dice che la sua distrazione è incolpevole, ma per me non è un’esimente. Io gli ho dato tutto e lui se ne è sempre uscito con un “mi dispiace”. Io mi sono adeguata a lui, mentre lui, di contro, non si è sforzato minimamente per assecondare i più banali e legittimi miei desideri. Penso che oramai sia troppo tardi per ricucire qualcosa. Grazie

  30. mi sono imbattuta in questo articolo casualmente e in un momento proprio giusto giusto, dato che l articolo sembra scritto apposta x me e la persona che amo e che mi ama.. Non c e’ una virgola diversa, sono scioccata.
    Allora e’ vero, gli uomini di solito non hanno gli attributi x affrontare la questione e preferiscono frenare e ritornare a far finta di essere il marito perfetto x la troppa paura di lasciare un porto sicuro..
    sto vivendo in questi giorni la situazione di lui che mi scrive: “amore io amo te e quando ho detto che tu se non sei l anima gemella, gli somigli molto, l ho detto xche lo pensavo e lo penso tutt ora, non esiterei a stare con te, ma sono in crisi xche sento che il mio posto e’ a casa xche sono convinto che mia moglie non meriti tutto questo, ma so anche che la mia felicita’ e’ con te.. e io nn vorrei perderti, ma non riesco piu a gestire la situazione”. ecc ecc ecc.
    Eccoci arrivati al senso di colpa… ah vorrei evitare commenti del tipo “ti prende in giro,” e cose di questo genere, perche una donna lo sa se un uomo la ama oppure no e io non sono nemmeno giovanissima dato che ho superato gli anta.
    Ora sono a pezzi xche’ improvvisamente sono passata da una felicita’ incredibile al buio piu completo e freddo. Fino ad ora la mia relazione non mi ha mai provocato sofferenza anzi. Ero appagata sentimentalmente come nn lo ero mai stata nella vita. Avevo l amore vero e non mi importava di tutto il resto e non chiedevo nulla di piu, sapevo che ci saremmo amati per sempre e nn pensavo mai al poi, lo dicevo anche a lui, cio che riserva il futuro nn lo sappiamo.. vedremo strada facendo. Ora sento di non avere piu nulla anche se so che mi ama… non faccio altro che piangere da ieri con la certezza di non riuscire a rinunciare a quel sole che dopo tanto gelo nella mia vita, finalmente mi stava riscaldando… Me la meritavo questa felicita’, e non voglio rinunciarvi… non si sceglie di chi innamorarsi.. ci si innamora e basta.
    Ma ora non sento piu il calore del mio sole, anche se in pratica poco e’ cambiato.. X la prima volta in 8 mesi lui mi ha fatta soffrire e nn so cosa faro’ ora.
    Mi manca l ossigeno, il cuore mi perde i colpi dal dolore. Abbiamo avuto uno scambio di idee tra le lacrime, tra ti amo e amore mio, tra non voglio perderti e il terrore che sia gia tutto finito. Ora lascero’ che le cose facciano il loro corso, e se ci saremmo persi sono convinta piu che mai che chi ne uscira’ peggio sara’ lui… nella sua perenne infelicita’ e insoddisfazione.. iniziera’ a tradire in modo irrefrenabile x evitare che la sua perfetta vita matrimoniale lo soffichi, ma io sicuramente non ci saro’ piu

    • Come ho scritto, chi rinuncia all’amore vero per questioni di “praticità” convenienza o comunque non legate a un profondo sentimento forse salverà la famiglia è il suo status economico e sociale ma sarà un infelice. E avere tante scappatelle non servirà a nulla

  31. Buona sera. ..sono sposato da 13 anni con due bambini. ..da un paio d’anni in crisi con mia moglie. ..ma forse anche prima poiché mu rendo conto di essermi annullato in tutti questi anni per salvare la famiglia e soprattutto x i bambini. .lei un carattere forte e io x evitare di arrivare alle situazioni che degeneravano facilmente x colpa sua abbassavo sempre la testa x non far del male ai bambini perché non si sa controllare neanche davanti ai bambini quando comincia a gridare e lanciare oggetti. ..sono stato sempre fedele e la mia idea di matrimonio era x tutta la vita avrei sacrificato la mia x i figli. ..ora da tre mesi mi sono innamorato pazzamente di una persona dolcissima che sembra essere praticamente la versione femminile di me…siamo molto in sintonia. .per rispetto ancora non abbiamo fatto l’amore ….ma a me non interessa nel senso che sto bene con lei e mi sento felice solo a pensarla….mia moglie ha capito …ha ammesso le sue colpe in questi anni do non aver saputo dare amore etc…e ora sta andando in terapia x controllare meglio i suoi scatti d’ira,io sono molto innamorato e con mia moglie non riesco più neanche a fare lamore o ad abbracciarla. ..ma mi spaventa lasciare la casa e i bambini.ma ho tanta voglia di stare con la persona che mi ha rubato il cuore….voglio far passare un po di tempo x capire ancora…ma il sentimento è molto forte e ho paura che riprovare con mia moglie sarà sempre un ripiego….è veramente tutto complicato ma se non ci fossero i figli me ne sarei già andato.Grazie

    • Capisco il tuo dramma. I figli però sono, per quanto mi riguarda, una scelta senza ritorno. Non prima della loro maturità comunque

        • Dipende dai tuoi figli, dal loro livello di maturità e da quanto riescano a vivere meglio la separazione in casa rispetto a quella reale

          • Ne ho uno di 1 anno e l’altro di 10 …la vedo dura perché tengo troppo a loro. …però non posso fare a meno di pensare anche alle depressioni che ho avuto in questi anni è che solo dopo la terapia fatta sono riuscito a capirne la causa…
            Il problema è che mi sento solo in questa scelta che potrebbe cambiare per sempre la mia vita…tra una vita comoda e infelice come quella di ora ad una vita probabilmente più difficile ma felice. ..leggere questo forum e le tante persone che si sono trovate un una situazione simile alla mia mi ha reso meno solo cmq

          • Mi fa piacere che questo forum ti faccia sentire meno solo. Ma come disse mio figlio a 4 anni (io ne ho tre dal secondo matrimonio): siamo pur sempre uomini. Il nostro dovere è stare con i nostri cuccioli e proteggerli. Nn c’è scelta, fino alla loro età della ragione

          • ALESSANDRO QUI NON SONO D’ACCORDO CON TE!
            PROTEGGERE AMARE I FIGLI NON VUOL DIRE NON DIVORZIARE!
            IO FIGLIA DI DUE GENITORI CHE NON SU SONO MAI SEPARATI PER NON FARMI SOFFRIRE!!
            CHE BELLO INVECE VEDERLI LITIGARE PEE TUTTA LA LORO VITA!!…E INFELICI!!
            BEL MIDELLO!! E INFATTI ANCHE IO SONO PASSATA ATTRAVERSO ESPERIENZE CON.UOMINI SBAGLIATI, SOLO CHE HO AVUTO IL BUONSENSO DI NON SPOARLI E NON FARCI FIGLI!!

          • Infatti se leggi bene il mio articolo specifico che si rimane con i figli piccoli solo se i rapporti fra genitori sono civili, altrimenti è peggio. Ma se esiste una situazione accettabile per i figli, non ho dubbi

          • CIAO LUKY! STAI SERENO! VALUTA MA NON RINUNCIARE ALLA FELICITÀ!
            NIENTE AVVIENE PER CASO!
            LE PROVE, GLI ERRORI HANNO UN SENSO!
            I FIGLI POSSONO CAPIRE, CON.IL TEMPO NON SI PERDERANNO PER STRADA!
            TU PER LORO CI SARAI.
            IO MI SONO DI RECENTE INNAMORATA DI UN UOMO SPISATO CHE PERÒ NON HA AVUTO IL CORAGGIO DI LASCIARE LA MOGLINONOSTANTE LUI NON L’AMASSE PIU E I FIGLI FOSSERO PIU CHE ADULTI ( 40 ANNI ETÀ!!). CI PUÒ ESSERE SEMPRE UNA SCUSA: TROPPI ANNI DI MATRIMONIO, OPPURE ADESSO SONO TROPPO VECCHIO, O SONO TROPPO GIOVANE, LA MIA FAMIGLIA NON APPROVEREBBE, ECC.
            MA SONO SOLO SCUSE!
            RIFLETTI, VALUTA, MA SOPRATTUTTO CHIEDITI COSA REALMENTE VUOI TU! CHE VITA VUOI VIVERE?
            INDIPENDENTEMENTE DALL’AVERE UNA NUOVA COMPAGNA O MENO.
            BUONA FORTUNA!!

          • SIAMO NATI PER ESSERE FELICI! DOBBIAMO IMPARARE DALLE DIFFICOLTA’ PER ELEVARCI A UN LIVELLO DI VITA SUPERIORE, MIGLIORE PER NOI STESSI E PER CHI CI È VICINO, NON FARCI SCHIACCIARE DALLE DIFFICOLTÀ, QUESTO NON GIOVA A NESSUNO!
            PRENDITI DEL TEMPO E PARLA AL TUO IO, A QUELLA PARTE INTERNA DI T. TU SEI SENSIBILE! LUI TI DARÀ LE RISPOSTE.
            UN ABBRACCIO

          • Non sulla pelle dei neonati. Loro non scelgono in che famiglia nascere

          • Ma qual è l’età della ragione????? Mia figlia ha 16 anni, non mi perdonerebbe mai….

    • Ciao Luky, scusa se mi permetto….ma vorrei metterti alcuni dubbi. Premesso che come hai scritto tu in questi anni hai “sopportato” il carattere di tua moglie…ma non ti sembra che proprio tua moglie in questo momento ti stia dimostrando (cercando di smussare i suoi spigoli che tanto ti infastidiscono, e magari saranno anche problematici a volte non dubito) di investire ancora nel vostro rapporto, di voler salvare il vostro rapporto. A mio parere negli anni precedenti c’è stata scarsa comunicazione tra voi, tanto è che nel momento in cui tua moglie si è resa conto (perchè gliel’avrai detto in quel momento) che il suo carattere forte era un po’ pensantino, lei si è data da fare….e tu che fai??? scegli la via più breve e meno difficoltosa..ossia adagiarsi sugli allori con l’altra che come dici tu ha un carattere dolce e non riesci a far altro che pensare a lei. Se non vuoi nuocere più di tanto ai tuoi figli magari dagli il buon esempio: fagli capire che gli sforzi (in questo caso della madre) sono ripagati, o almeno vengono degnati di importanza. Il lavoro tua moglie lo sta facendo per se stessa, per i figli certo ma anche per te e voi. Ti prego di ricordartelo. E poi chissà se l’altra vivendo le stesse cose che si vive tua moglie sarebbe ancora un angelo come la descrivi???? La scalinata si sale assieme: tua moglie lavora da un lato e tu fai la tua parte…ribadisco…se tua moglie se n’è resa conto solo ora è perchè non c’è stata da parte tua comunicazione prima…quindi la colpa è di entrambi. Tu hai sopportato..magari pensi che tua moglie doveva rendersene conto, e così non è stato. Ma ora hai la certezza che se parli con lei le cose le recepisce e ci lavora sopra. Meditaci sopra 🙂

      Scusa la durezza…un abbraccio ed in bocca al lupo

        • Vi ringrazio x la risposta. ..nel mio msg di apertura non sono stato molto preciso ..però io ho avuto due forti depressioni curate per la prima volta purtroppo con i farmaci e quindi non ero molto in grado di intendere e volere….solo dopo la psicoterapia che ho finito tre anni fa sono usciti fuori i problemi e ho capito cosa volevo dalla vita….mia moglie sapeva già detto cose che non mi andavano e non si è mai preoccupata di cambiare se non dopo che le è mancato il terreno sotto i piedi. …quando ormai è tardi…io mi trovo ancora in questa situazione bruttissima. .perché da un lato sono innamorato pazzo e dall’altro sono legato da quello che cmq ho costruito in questi anni…è una brutta situazione la mia..perché non è stata “una storia da una botta e via”che anzi non ho ancora consumato neanche…..ma ha colmato il vuoto che avevo e mi ha reso felice…..

          • Sai la cosa che più mi spaventa ora…è che è calata la rabbia che provavo per mia moglie per il fatto di non avermi mai fatto sentire UOMO e per i dolori che mi ha dato soprattutto quando nelle sue scenate non teneva conto della presenza dei bambini. ..ora la rabbia non c’è più. …ma è rimasta l’indifferenza. ..e fa tanto male …a lei e a me…

          • Esattamente. .e nonostantè la terapida che sta facendo.. ti posso garantire che se un giorno prendessi la decisione di andare via …li userebbe tranquillamente come vendetta su di me…me lha sempre promesso…..

          • CIAO LUKY, DEVI CAPIRE BENE QUELLO CHE VUOI.

            SENTI IO HO 52 ANNI, I MIEI GENITORI SI SONO SPOSATI E ANCHE CONTRO IL VOLERE. DELLE RISPETTIVE FAMIGLIE, HANNO AFFRONTATO MILLE SFIDE PERÒ PERÒ, QUANDO IO AVEVO 6 ANNI CIRCA HANNO INIZIATO A LITIGARE SPESSO DICIAMO.
            LI VEDEVO POCO IN.SINTONIA MA SONO SEMPRE RIMASTI INSIEME E PER ME MI HANNO POI SEMPRE DETTO.
            BEH SAI CHE TI DICO?
            CHE QUESTO LORO SACRIFICIO NON HA FATTO DI ME UNA DONNA PIÙ FELICE.
            HO SEMPRE FATTO FATICA CON.GLI UOMINI,
            POCHE ESPERIENZE, PIENE DI.PAURE
            ULTIMAMENTE UNA BELLA STORIA MA PURTROPPO CON.UN LUI SPOSATO CON FIGLI DI 40 ANNI, CHE COMUNQUE NON MI HA SCELTA, TROPPI ANNI DI MATRIMONIO PIATTO MA ORMAI…

            ALLORA COSA FAR, CHE CONSIGLIO POSSO DARTI PER AIUTARTI?
            VEDI SEI TU CHE DEVI CAPIRE!!
            IO SE FOSSI IN TE SAI COSA PROVEREI A FARE?
            MI ALLONTANEREI DALLA FAMIGLIA E ANCHE DALL’ALTRA DONNA PER CERCARE DENTRO DI.ME LA RISPOSTA.
            ANDARE A VIVERE FUORI DALLA CASA ATTUALE MA NON DALL’ALTRA DONNA PER UN.PO.
            NON È CHE DEVI.PASSARE DALLA TUA ATTUALE FAMIGLIA ALLA DONNA DI CUI SEI INNAMORATO, MA DEVI POTER TROVARE LA SERENITÀ E L’EQUILIBRIO NECESSARIO PER CAPIRE COSA È MEGLIO NON SOLO PER TE MA ANCHE PER I TUOI FIGLI

            NON È BELLO VEDERE I GENITORI CHE.NON SI VOGLIONO BENE, E ANCHE QUESTO ESEMPIO DI DOVERE STARE INSIEME PER FORZA PUÒ ESSERE DELETERIO PER I BAMBINI.
            BUONA FORTUNA!!

          • Grazie….non ti nascondo che ci ho pensato e vorrei tanto farlo
            Ma non è facile. ..e andare dai miei non credo sarebbe ideale per me…infatti non è bello far vedere ai figli che i genitori non si vogliono più bene ma rimangono cmq insieme….

          • Sarò nuovamente dura…e me ne dispiaccio a priori: ma porca miseria ma perchè non si riesce a capire che non c’è nessuno dei due (all’interno della coppia) che abbia ragione? non c’è uno che sta peggio dell’altro. Ognuno avrà le sue ragioni. Non capisco questo accanirsi contro tua moglie, sembra sia la causa dei problemi di tutto. Hai detto tu stesso che hai avuto una brutta depressione curata con psicofarmaci per tre lunghi anni, ma ti sei mai chiesto cos’ha dovuto affrontare lei in quel periodo? Poi tu ti svegli, capisci che vuoi dalla vita, gliene parli, e ti aspetti che lei batta i tacchi! Ma non funziona così la vita cavolo! Magari che sia un po’ esaurita anche lei? E da qui magari gli scatti d’ira?? Pensa se lei durante la tua depressione si fosse fatta abbindolare dalle attenzioni di un altro uomo perchè pensava che quello che aveva accanto non era un “vero uomo”! Come saresti stato? Ti sarebbe mancata anche a te un tantino di terra sotto i piedi! Cerchiamo di essere umili nella vita e soprattutto di non piangersi addosso. Sii realista: ti sei innamorato di una persona con cui non sei nemmeno andato a letto…..secondo me è una tua convinzione psicologica, in questo momento hai bisogno di attenzioni mentali e lei te ne sta dando, hai cercato una via di fuga, ti stai ricaricando di energia…peccato che a mio parere l’energia la dovevi ricerca in altro! Creandoti dei tuoi spazzi, uscendo con gli amici, creando spazi con i tuoi bambini, creando dei diversivi per l’intera famiglia. Così ci si ricarica! Magari stimolando tua moglie (le cose non arrivano dal cielo, bisogna lavorarci su per mantenere un rapporto) prova a pensare se facessi vivere a quell’altra tutto ciò che hai fatto vivere a tua moglie? Ti guarderebbe ancora con gli occhi sognanti??? Dubito!

            Mi spiace….anchio ho sofferto di depressione e posso capire cos’hai passato, e soprattutto anchio sono un carattere forte come tua moglie, che se le guadagna le cose, non aspetta che cadano dal cielo! E quando vedo che gli sforzi, in questo caso suoi, vengono disprezzati perchè uno non ha voglia di impegnarsi proprio nel momento del bisogno…beh mi innervosisco.

            Ti lamenti che lei si “incendia facile” ma mi sembra che tu faccia di tutto per farla incendiare anzichè tranquillizzarla. Impara prima a star bene con te stesso e poi vedrai come cambierà il mondo ai tuoi occhi!
            PS. questo la psicoterapeuta non te lo dirà mai in faccia perchè altrimenti ti traumatizza!!!! Pensaci!

            Se mi sono sbagliata su tutta la linea perdonami…ma allora vorrà dire che starai lasciando tua moglie perchè hai preso una decisione…se a quanto dici rovina così tanto il rapporto della famiglia perchè far soffrire ancora tanto i bambini??? Come diceva qualcunaltro prima..meglio separarsi…ma non credo che opterai per questa scelta…perchè in te sai benissimo che non è così

            buona fortuna

          • Be vedi..quando scrivevo prima che mon ho scritto priprio tutto della mia storia non mentivo..ed e normale che poi chi legge da una sua motivazione…..tre anni fa è successo che lei si è innamorata di un amico di famiglia ….una coppia con figli con i quali abbiamo condiviso molti viaggi negli ultimi anni….e io credevo fosse amico…poi una mattina la.moglie chiama la.mia avvisandola di stare lontana dal marito. ..lei non ha mai negato…mi ha chiesto di perdonarla. ..io x il bene della famiglia e del bambino lho fatto. ..o almeno credevo di riuscirci….io ho sempre creduto nella famiglia ..E mi sono semore detto che avrei sacrificato la mia vita x i figli.e sono andato avanti per quello….però poi ti rendi conto che forse non è poi così giusto …

          • CIAO LUCKY!!
            ALLORA CONSIGLIO ANCHE A TE: DI LEGGERE ‘NIENTE SCUSE ‘DI WAYNE DYER, CONTIENE ANCHE CONSIDERAZIONI SULLA FAMIGLIA, SUL FATTO CHE NON È COMUNQUE GIUSTO COSTRINGERE QUALCUNO CON MINACCE O ALTRO A VIVERE CON UNA MOGLIE/MARITO PERCHE’NESSUN ESSERE UMANO È. UNA PROPRIETÀ.

            NIENTE ACCADE PER CASO!
            GUARDA CHE ABBIAMO DIRITTO DI ESSERE FELICI, POSSIAMO COSTRUIRE LA NOSTRA FELICITÀ SENZA CALPESTARE QUELLA DEI NOSTRI FIGLI, MA QUALCHE SACRIFICIO E A QUALCOSA DOBBIAMI PURE RINUNCIARE!!

            IO CREDO CHE SI POSSA MIGLIORARE LA PROPRIA VITA SEMPRE SENZA NECESSARIAMENRE COSTRUIRLA SULLA INFELICITÀ ALTRUI, MA CIÒ RICHIEDE UN IMPEGNO E A VOLTE I TAGLI SONO ASSOLUTAMENTE NECESSARI!!

          • ahahhaah! Ok…scusa la risata ma è la sagra delle incomprensioni! Scusami tanto ovviamente, come al solito, non si può capire se non si vive, mi è partito l’embolo e via. Perdono 🙂 Beh il buona fortuna comunque è ancora valido. Spero riusciate a rinsaldare i cocci in modo che le crepe spariscano definitivamente oppure a separarvi ma serenamente entrambi! un abbraccio

          • eccomi qui per un aggiornamento della situazione. ..da un paio di mesi abbiamo cominciato terapia di coppia. .io ho cominciato a limitare i contatti con quest’altra persona che erano già radi….ma un mesetto fa è successo il finimondo. .un’altra sua scenata sempre davanti ai bambini. ..che poi ha portato da mia madre ed ritornata sola con mio padre. .devo dire x fortuna perché quello che ho dovuto subire è stata una vera aggressione fisica..spintoni schiaffi e botte….sono riuscito solo a contenerla. ..e ripeto x fortuna che cera mio padre presente cge ga assistito a tutto visto che il giorno dopo mi ha minacciato di andare dai carabinieri .dopo questo episodio la terapeuta ci ha consigliato di separarci temporaneamente e da più di un mese vivo a casa dei miei genitori. .I bambini sono molto più rilassati..io la notte sono ritornato a dormire…non sento per niente la sua mancanza. .coi bambini riesco a stare meglio e non soffro così tanto come pensavo il giorno che non tocca a me vederli…a fine mese avremo un’altra seduta dove decideremo che strada prendere…e diciamo che la scelta spetta a me…perché lei nonostante tutto vuole ancora riprovare e dice che ora che è rimasta sola ha capito di quanto fossi importante per lei…se la mia situazione fosse più facile..avrei già scelto …però se devo riprovare al momento lo farei solo per i figli. ..ho l’appoggio dei miei genitori. ..ma tocca cmq a me decidere

          • Le consiglio di sentire immediatamente un avvocato visto anche l’episodio violento di cui riferisce

          • Lho fatto…ma più x farmi spaventare dai costi del mantenimento etc….lei si è scusata dopo l’episodio dicendo che fosse accecata dalla gelosia. .. ..anche con i miei….ma io ormai ho paura che si possa ripetere un evento del genere…e soprattutto dopo tutto il veleno che ci siamo sputato. ..è difficile ricominciare ..e soprattutto le minacce che ho ricevuto sono avvenute la mattina dopo ..
            non più “a caldo “,ed è quello che mi fa stare male

          • Sentì un altro avvocato magari specializzato un consulto in più serve sempre

          • Luky, credo che nel tuo caso la scelta migliore sarebbe quella di divorziare da lei perche’ il tuo matrimonio e’ diventato un’vero inferno, secondo me non c’e’ niente piu’ da salvare, non c’e’ piu l’amore, solo la violenza. Anche’ i figli ne soffrono le conseguenze, anche se solo psicologiche, ma non meno gravi. Do sicuro la situazione e’ diventata insopportabile e stressante anche’ per loro. Tua moglie non sa controllarsi e non cambiera’ mai il suo modo violento di reagire e di affrontare i problemi nella relazione di coppia, anche se dopo ogni scatto d’ira si mettera’ a piangere e ti chiedera perdono promettendo che questo non succedera’ mai . Salva la tua salute mentale e chiudi questo capitolo una volta per tutte!

  32. Ciao Alessandro,

    volevo solo dare un po’ di speranza a tutte le amanti che hanno commentato: alla fine lui l’ha lasciata. Sono passati mesi (quasi un anno) e ho dovuto dare un ultimatum, ma si è deciso. Sinceramente non me lo aspettavo. Forse il fatto che non avessero figli è stato un punto decisivo.
    Devo precisare però che entrambi ci siamo accorti di aver incontrato la persona giusta e che c’era una differenza abissale con tutto ciò che era venuto prima, quindi è stato un caso fortunato ed eccezionale.
    Secondo me quando incontri l’amore della tua vita te ne accorgi subito.

  33. Ciao Alessandro non ho mai scritto su un blog, di alcun tipo ma l’esperienza mi insegna che c’è sempre una prima volta. Quindi, a quest’ora del mattino, eccomi qui, insieme a tutti gli altri, uomini e donne, a scrivere a uno sconosciuto che a quanto pare ha esperienza “in materia”. Sono una poco più che trentenne, verosimilmente attraente, professionista, che ha avuto la capacità e la fortuna di porre solide basi per costruire una vita che ambisce ad essere felice, appagante e stimolante. Ho quindi anche un amore importante con il quale vivo da quasi 4 anni e con il quale, dopo 6 anni di tempo passato insieme, verso la fine di quest’anno farò il grande passo. Fedele sempre, per scelta e convinzione, circa un mese fa è successo l’inaspettato. Un normalissimo ma uomo sposato, più che cinquantenne, con due figli maggiorenti, lontanissimo dal mio mondo ma con il quale sono venuta a contatto per mere questioni gestionali. Già noto in quanto del mio quartiere, già noto perché aveva posato il suo sguardo intenso e desideroso sopra di me. Sguardo che io avevo sempre evitato. Un giorno, nell’ambito di uno dei veloci ma frequenti incontri gestionali, invero creato ad hoc, ho avuto la sciagurata idea di affrontarlo guardandolo dritto negli occhi. 10 secondi di intensa vibrante e sconvolgente eternità, sconosciuta ad entrambi. Ne sono seguiti diversi di momenti così accompagnati da un fortissimo e tangibile desiderio passionale sempre però, sull’orlo della soglia critica, represso e ricacciato prepotentemente dentro per opportunità e per il bene di tutti. Le parole, i pensieri e le notti insonni di entrambi in questo mese non si contano. Volevo solo dire che ho incontrato un uomo fedele, rispettoso e corretto nei confronti di se stesso, della moglie e di me. Un uomo che ha deciso per entrambi di non intraprendere una relazione nè di avere una “scappatella” con una donna (io) che lo avrebbe condotto ad delle scelte drastiche. E così, noi stiamo come stiamo; io, che ho pure scelto l’abito da sposa, non posso far altro che prenderne atto; gli “altri” sono del tutto ignari di quello che accade intorno.

    • Potrebbe essere il classico colpo di fulmine oppure potrebbe essere il segnale che c’è qualcosa che non va nella coppia originale quella che sta per sposarsi. Dovresti chiederti veramente se con l’uomo che stai per sposare va tutto veramente bene. Sei davvero innamorata? Sei ancora innamorata? Sei davvero felice? Che non vuol dire stare bene insieme: stare bene insieme deve essere una conseguenza dell’innamoramento e della passione. Dopo la fase di passione che quest’uomo nuovo ti ha fatto ritoccare è normale che subentri un periodo più calmo e di felicità ma deve essere contraddistinto dall’innamoramento. L’innamoramento soprattutto nelle donne crea l’impossibilità di guardare altri uomini, a meno che non ci siano delle carenze nella coppia. Uno può credersi innamorata ma in fondo le manca qualcosa: per esempio il suo futuro marito non è abbastanza attento ai suoi bisogni, non ascolta abbastanza, non fa sesso abbastanza o non lo so più della qualità che contraddistingueva i primi tempi di passione e di amore. Devi chiederti che tutto questo nel profondo perché quello che è successo solo in pochi casi è come un temporale mentre negli altri segnala un disagio di coppia. Da capire e affrontare prima di sposarsi. Molte coppie fanno il grave errore infatti di avere problemi fra di loro che pensano di risolverli con il matrimonio o, peggio facendo un figlio. Quindi chiediti davvero perché è successo tutto questo e analizza molto bene il tuo rapporto di coppia attuale. Magari fatti aiutare da uno psicologo esperto in problemi di coppia

      • BRAVO ALESSANDRO SI STAVO PER SCRIVERLE!!ASPETTA A SPOSARTI CERCA DI CAPIRE BENE,!
        MA TUO COMMENTO SUCURO PIU ESAURIENTE E PIÙ AUTOREVOLE!!

        ASPETTA ASPETTA ASPETTA!!!
        NON IMPORTA QUELLO CHE.PENSANO GLI ALTRI NON AVERE PAURA AMICA!!
        LE.NOSTRE PAURE CI RENDONO SCHIAVI!!!

        • No io non sono autorevole, sono un semplice commentatore interessato a queste vicende e la mia esperienza è fatta dai vostri racconti. Il mio è un parere da “amico” e vale quanto gli altri. Se il problema è davvero serio, è solo la nostra lettrice può saperlo, consiglio il confronto con un vero esperto, un councelor o uno psicologo di coppia, per esempio. Ma darsi domanda è darsi risposte sincere in questo caso è imperativo. Anche se si è già comprato l’abito di nozze… Il matrimonio è per la vita. O almeno dovrebbe esserlo, visto il numero di divorzi.me di corna…

          • CIAOO ALESSANDRO?!
            UNA SALUTO E RILEGGEVO ALCUNE TESTIMONIANZE QUI NEL TUO BLOG COMPRESA LA MIA?!

            MI VENGONO ANCHE DELLE RIFLESSIONI NUOVE ALLA LUCE DI COME E’ FINITA LA MIA STORIA:

            LUI RESTA DOV’ E’ NONOSTANTE FIGLI PIU’ CHE ADULTI!?
            LUI CON 43 ANNI DI MATRIMONIO ALLE SPALLE???FIGURATI MA DOVE PENSAVO DO POTER ANDARE???COSA POTEVO MAI ASPETTARMI?
            MA ANCHE COSA CERCAVO E COSA VOLEVO IO, PERO’?

            ALLA FINE MI RENDO CONTO CHE GLI UOMINI SONO,DI FRONTE A MOGLIE E FIGLI,MOLTO.PIU’ RESPONSABILI DI NOI DONNE!!

            PERCHE’ PENSA SE DOVESSERO TUTTI LASCIARE LA FAMIGLIA OGNI VOLTA CHE SUBENTRASSE UNA DONNA NUOVA…E LE TENTAZIONI POSSONO A VOLTE ESSERE MOLTE NELL’ARCO DELLA VITA!!

            QUINDI ALLA FINE MI SEMBRANO PURE PIU’ SAGGI DI NOI DONNE, CON.I LORO MILLE DUBBI!!

            LE RELAZIONI EXTRA O CON PERSONE IMPEGNATE NASCONDO SEMPRE UNA RICERCA INTERIORE CHE PARTE DA NOI STESSI!!

          • Vero ma il dilemma, anche per l’uomo, E quando si innamora veramente. In questi casi a differenza della donna può far prevalere decisioni di convenienza pur rimanendo poi zoppo sentimentalmente per tutta la vita

          • CHE PECCATO…..MA IL SENSO DOV’E”???

            IL BISOGNO Di IMPARARE QUALCOSA DA RELAZIONI CHE PROCURANO SOFFERENZA ANZICHE’ FELICITA’ E BENESSERE ?

            EHH FORSE E’ COSI’…E SI RIMANE BLOCCATI….PER TUTTA LA VITA…..

          • Vero. Ma l’uomo ha una grossa fetta di egoismo che legato soprattutto alle cose materiali e alla preservazione delle cose materiali tipo casa soldi status sociale. E a volte per queste cose è pronto il molare anche un amore vero a costo di soffrirci per molto tempo o per tutta la vita. Poi non dico che sia il tuo caso ma in diversi casi l’uomo pensa comunque se ho un bisogno di questo tipo me ne troverò un’altra. Ti consiglio di guardare l’età dell’innocenza

          • E GRAZIE ALESSANDRO DELLE TUE RISPOSTE E COMMENTI.

            SO HO BEN COMPRESO L’EGOISMO….COMUNQUE AL DI LA’ DEL RISULTATO FINALE IO ,.PER SUPERARE IL MIO DOLORE,HO SPOSTATO LA MIA ATTENZIONE DA LUI A ME STESSA.

            NON INCONTRIAMO LE PERSONE PER CASO,NOI LE INCONTRIAMO PERCHE”DAL RAPPORTO INSTAURATO CON.LORO IMPARIAMO QUALCOSA SU NOI STESSI.

            NOI CHIAMIAMO A NOI DETERMINATE PERSONE E NON ALTRE.
            ORA IO HO CAPITO CHE SONO IO STESSA CHE HO ATTIRATO QUESTO UOMO INFELICE NELLA MIA VITA.

            L’EPERIENZA DI AMORE INCONDIZIONATO CHE HO FATTO CON.LUI NON E’ STATA VANA.

            HO CAPITO CHE NON SI PUO’ OBBLIGARE NESSUNO A VIVERE SECONDO I PROPRI DESIDERI,

            CHE LA DEVO SMETTERE DI CERCARE CIO’ CHE IN REALTA’ NON VOGLIO!!!IO HO DIRITTO DI ESSERE FELICE,DI ESSERE AMATA,E DI AMARE.

            NON VOGLIO PIU” CERCARE DI CAPIRE LUI E LE SUE MOTIVAZIONI, SE IL SUO MATRIMONIO SIA FINITO? SIA NAUFRAGATO NELL’ ABITUDINE?SE VI SIA UNA MANCANZA DI AMORE? PERCHE’ E” IL SUO MONDO.E’ LUI CHE AVRA’ A CHE FARE CON QUESTE DOMANDE.

            IO DEVO PENSARE A ME STESSA, A CAPIRE CONSAPEVOLMENTE COSA DESIDERO FARE DELLA MIA VITA.ACCETTANDO CHE LE PERSONE POSSONO ENTRARE A FARNE PARTE MA CHE E POI SE NE ALLONTANINO LIBERAMENTE.

            NON MI CONSOLO SAPENDO CHE LUI SIA INFELICE,MAGARI INVECE NON LO E’ PIU’!
            FORSE SAPERE DI ESSERE STATO AMATO SENZA SLCUNA PRETESA GLI BASTA E GLI BASTERA’.

            TUTTO CIO’ NON E’ POCO!!!RIPARTO PIU” FORTE DA QUI.

  34. È stato sorprendentemente piacevole o meglio quasi confortante leggervi, Alessandro e Vita. Ieri, infatti, ho scritto qui ma fondamentalmente perché avevo bisogno di liberare i pensieri non certo perché qualche sconosciuto potesse suggerirmi il da farsi. Il confronto è importante specie con persone con esperienza. Cercherò di farmi aiutare perché adesso sono molto confusa e sinceramente non saprei cosa fare. In ogni caso meglio prima che dopo. Purtroppo i miei pensieri della sera e della mattina non sono più rivolti alla persona che mi sta accanto da anni ma ad una persona che di fatto non conosco. Grazie ancora.

  35. Bellissimo testo che traduce la mia storia.
    Si. Sono stata la sirena della sua vita.
    Senza dare spiegazioni, sono sparita.
    L’ho lasciato.
    Intendeva banalizzare quello che non si può banalizzare.
    Avevo capito, ormai, come andava a finire tutto ciò.
    Sono nata per essere felice. Ed è stato proprio quello che ci ha diviso.

  36. Esatto. La sofferenza c’è, ma peggio sarebbe l’agonia.
    Grazie per il testo.
    Ha rinforzato quello che già prevedevo.

  37. Ciao Alessandro,sono una ragazza di 33 anni fidanzata (non felicemente ora)da 9.Qualche settimana fa ho conosciuto un uomo di 15 anni più grande,anche lui fidanzato da 2 anni.Ci siamo trovati subito in sintonia, tante cose in comune,stessi ideali,risate a non finire. Lui mi faceva un sacco di complimenti ,sia per il mio aspetto fisico che per la passione che metto in tutto quello che faccio. Mi sfiorava,mi fissava ecc…Finché l’altro giorno l’ho baciato. È stato un bacio bellissimo e lui ha detto che è stata la cosa più bella che potesse capitargli. Abbiamo iniziato a sentirci ogni giorno,mi chiamava anche due volte al giorno,dicendomi quanto fosse felice di tutto questo e chiedendomi cosa ci trovassi in uno come lui. Per non parlare dei messaggi,molto teneri e inaspettati come un :ti penso….faceva di tutto per potermi vedere o sentire. L’altra sera ci siamo visti e abbiamo fatto l’amore. È stato tenero,premuroso e dopo siamo rimasti abbracciati. Ma improvvisamente se n’esce con una frase del tipo che una volta finito il nostro lavoro sarebbe stato difficile vederci e che non potevamo avere futuro.anche perché ci conoscevamo da pochissimo. E in più ama la sua compagna ķk u Io ci sono rimasta malissimo perché non mi spiego come mai dopo tutte le coccole e le gentilezze. L’ho mandato a quel paese dicendogli quanto mi facesse schifo ,l’ho bloccato su w.app e ho cancellato il suo numero e i suoi messaggi. Ma può un uomo essere così stronzo???ti giuro che in tutti i suoi comportamenti niente mi avrebbe fatto pensare a questo! Cosa pensi gli sia successo???

    • Ha ottenuto quello che voleva. Punto. Gli uomini sono stronzi? Sì, anche molte donne. Raccontano palle? Certo. Hai fatto bene a mollarlo. Non me la prenderei più di tanto: non sei innamorata e in fondo ti ha “rubato” solo del tempo. Il sesso è sesso.

      • Mi sento una stupida. Ma ci metterò una pietra sopra e sarà un altro anello da aggiungere alla catena delle esperienze della vita. Dopo tutto non c’è arcobaleno senza pioggia no 🙂 ?grazie

  38. perchè un uomo che dice di essere innamorato, riesce ad andare avanti in una relazione parallela ma limitata, mentre una donna non riesce? perchè riesce a pensare di poter andare avanti e non considerare la sofferenza del limite?

  39. lo fa per i figli o perchè in realtà non è veramente innamorato? perchè nel tuo post dici che coi figli a meno che la vita non sia un vero inferno, non lasciano, però poi hai anche detto che se uno ama veramente, lascia, e dici anche che non scelgono mai gli uomini, quindi a rigor di logica, non dovrebbero mai scegliere, anche se la loro vita è un inferno e un pessimo esempio ai figli. Vorrei capire meglio se certe frasi dette e atteggiamenti siano frutto più di un ipocrisia che di un vero sentimento

    • Semplifichiamo. Un uomo o è innamorato o non lo è. Se è innamorato l’unica cosa che lo può frenare dal lasciare la moglie per l’amante sono i figli. Se la vita di coppia diventa un inferno anche per i figli meglio la separazione anche per loro. Se l’uomo non è innamorato ma solo invaghito o gli piace tanto l’amante comunque non lascerà la famiglia. Questo in genere nella mia esperienza. Se leggi i commenti maschili capirai

      • quindi in pratica con una vita sopportabile e dei figli, non si saprà mai se è veramente innamorato o meno, perchè comunque non lascerebbe. E’ corretto?

        • Se lui è veramente innamorato tu lo sai . I figli non c’entrano con il sentimento entrano in ballo con le scelte

          • mi piacerebbe fosse così, ma la verità è che non capisco se c’è davvero amore da parte sua. forse se trovassi le prove che non c’ è, riuscirei a chiudere questa storia senza più tornare indietro.
            Non bastano le frasi, ne ho lette di ogni genere su questo tipo di relazioni e le parole davvero si sprecano per quanto una donna in genere, voglia crederci

          • Se non sei convinta del suo amore c’è qualcosa che non va. Trovalo e troverai la forza per decidere. Fatti aiutare da un esperto in problemi di coppia che non sono io, io racconto e basta

          • oddio, guarda che non cerco un terapista, ahaha, mi interessava il punto di vista maschile tutto qui.
            riguardo a non capire, capita: quante volte si viene delusi da persone in cui credavamo? con cui pensavamo ci fosse affetto ecc? quindi non mi pare tanto strano non avere certezze dell’amore dell’altro, è solo un discorso più razionale che emotivo.

          • però questa cosa mi incuriosice: secondo la tua opinione, da cosa una dovrebbe capire se l’altro è innamorato? parli di atteggiamenti, discorsi, o solo di sensazioni a prescindere se uno ti dice che ti ama o meno, che ti chiami 10 volte al giorno o una ecc?

          • 🙂
            che vuol dire tutto e niente. Detto così sembra che una che non ne è sicura sia un tantino, stupida, visto che è così facile e palese capirlo

          • mi pareva chiaro: ti ho detto che non si può esser sicuri che la’ltro ama e tu dici che se non lo sono, c’è qualcosa che non va, e quando ti ho chiesto da che si vede, rispondi generalizzando “tutto”. sembra ovvio e palese e chi non sa, sembra che abbia qualche problema, perché è impossibile non essere sicuri se l’altro ama.
            comunque sia. è abbastanza chiaro il concetto generale

        • Nel film L’età dell’innocenza Daniel day lewis è perdutamente innamorato dell’amante ma una concomitanza di fattori, il destino, l’arrivo di un figlio e lo stesso comportamento della pfeiffer lo fanno decidere di restare in famiglia. Condurrà una vita “serena” ma piena di rimpianti

  40. li ho letti, cerco solo di capire…non vorrei pensare che tutto quello che uno dice o fa sia frutto di ipocrisia o di paura, forse perchè come donna penso sempre che se una cosa la desideri, vuoi, se ami, certe situazioni ti stanno strette. E soprattutto se ami e vedi che l’altra non riesce a stare in quella situazione, dovresti lasciarla andare quando cerca di andarsene

  41. scusami, sembro polemica, ma ti assicuro che non lo sono. Mi sento in eterna lotta con due aspetti completamente opposti nella mia relazione come amante.
    come fai a farti lasciare da un uomo di cui sei innamorata se non riesci a farlo?

  42. perchè non riesco a farlo io, ci ho provato. e’ la prima volta che mi succede, in genere sono risoluta, chiudo e fine. Ma qui continuo a cercare di lasciarlo anche nei modi più forti, ma non riesco, lui mi cerca e io torno sui miei passi.
    non voglio una vita nuova con lui, ma non riesco più a sopportarne i limiti.

    • Si chiama il calvario degli amanti. Prima o poi finisce. Con un nuovo matrimonio o con una separazione fra amanti. E sì, di solito il peso della decisione lo prende la donna. In bocca al lupo

          • ne convieni che se ami veramente una persona e vedi che soffre a stare con te, la lasci andare? comporta dolore certo, ma se ami in genere, pensi al suo bene e non il tuo.
            se pensi al tuo e solo al fatto che quello che importa è quello che vuoi e senti tu, si chiama egoismo, che non è compatibile con l’amore

          • La caratteristica del l’innamoramento è l’equilibrio e la democrazia . Tutti rinunciano nessuno rinuncia . Non ci sono atti negativi unilaterali

          • appunto: se uno non rinuncia e l’altro invece si, non è amore.
            uno che sta con un a persona sapendo che la sta facendo soffire ma non ci rinuncia perché gli interessa solo quello che l’altra da, per egoismo, perchè non vuole rininciare a sentirsi amato,non ama.
            quella che rimane alle regole di lui, accontentandosi delle briciole e sacrificando la propria felicità dando il massimo, è chiaramente innamorata.
            quindi è un rapporto per nulla equo.
            un rapporto con un amante funziona solo quando c’è solo sesso, e appena entrano in gioco i sentimenti bisognerebbe lasciar stare.

  43. in pratica sarebbe meglio per una donna che vuol mettere in gioco i sentimenti, di avere relazioni solo con uomini, che se sono sposati, non abbiano figli, in modo tale, da capire a quel punto se l’altro le ama, perché se le ama non avendo figli, lascerà la moglie, altrimenti non la ama. Evitare assolutamente chi ha figli perché non esistono speranze a meno che la vita in quella casa sia pari a un inferno, oppure semplicemente, farci solo sesso e intanto guardarsi intorno e uscire cn altri

  44. CIAOOO PAMELA!’! GRAZIE!! HO LETTO IO!!!
    CHE POVERA ME A 52 ANNI SENZA MARITO, FIDANZATO NÉ FIGLI ERO SOLA MA SOLA MA SOLA CHE SONO INASPETTATAMENTE INCAPPATA IN UN UOMO, DI 69 ANNI,SPOSATO DA 42 ANNI, NON DONNAIOLO,ANMOIATO, CHE NON SOLO BON AMAVA PIU’ LA CONSORTE MA NON L’HA MAI AMATA, SPOSATO CAUSA LE. RIMASTA INCINTA, DUE FIGLI. ADULTI, IL MASCHIO 42 ANNI ANCORA IN CASA!!!
    ABBIAMO VISSUTO LA FASE TOP PER 7 MESI, LA MOGLIE SCOPRE TUTTO, SA CHE AMANTE SONO IO!
    SI ARRABBIA, SCATENA, PIANGE, LUI CONFESSA NON DICENDO TUTTA LA.VERITÀ, MENTENDO SULL’INTENSITA’ DEL RAPPORTO ALLORA LEI INIZUA A CONTROLLARLO, GLI DICE CHE.NON DEVE PIÙ ASSOLUTAMENTE VEDERMI, A VOLTE ARRIVA A PEDINARLO…UN INFERNO….I FIGLI SUPPLICANO DI NON .LASCIARE LA MAMMA.
    LUI SI SENTE VECCHIO, INCAPACE DI AFFRONTARE IL TRAMBUSTO CHE UN DIVORZIO PROVOCHEREBBE…RESTA…VORREBBE TENERE ME E LEI, MA LEI NON GLIELO PERMETTE È TROPPO ADDOSSO.

    QUINDI FINE, NON CI SI VEDE,… IO NON FACCIO LA PAZZA, NESSUNA PRESSIONE, MA ANZI: ACCETTO, FACCIO UN PASSO INDIETRO.

    SE CI CAPITA INCROCIARCI CI SALUTIAMO, ABBIAMO.PERSO PESO CORPOREO, IO 25KG CIRCA DA QUANDO LO FREQUENTAVO AD OGGI( SONO IN.FORMA A QUALCOSA IN.PIÙ È SERVITO!!!)
    MA MI MANCA MOLTO, ERA TUTTO GIUSTO PER ME…ANCHE CARATTERE…
    NON SAPRÒ MAI SE LA FASE BOTTOM L’AVREMMO AVUTA ANCHE NOI.
    FORSE È MEGLIO QUELLO CHE È ACCADUTO A ME.

    L’ARTICOLO CHE HAI SUGGERITO DI LEGGERE MI È STATO DI AIUTO.

    IN ALCUNI PASSAGGI MI SONO RICONOSCIUTA ANCHE SE NOI PASSAVAMO MOLTO TEMPO INSIEME E QUINDI ANCHE PER QUESTO SI È FATTO SCOPRIRE PRESTO.

    ADESSO NON RIESCO ANCORA ACCETTARE QUESTO PER ME FALLIMENTO.:SENSO DI ABBANDONO…DI INCAPACITÀ A FARSI SCEGLIERE, ALLORA NON MERITAVO TUTTO IL SUO AMORE PERCHÉ IN VERITÀ LO STAVO RUBANDO!!! NON MI AMAVA ABBASTANZA?
    .OPPURE TROPPO DEBOLE?…

    MI SENTO PERSA! SE QUALCUNO PUÒ DIRMI DOVE “LAVORARE” PER RECUPERARE STIMA E BENESSERE, PERCHE’ A VOLTE VORREI MORIRE!!
    GRAZIE!!!

    • sono felice ti sia stato d’aiuto, anche a me è rimasto impresso l’articolo ecco perché l’ho linkato anche se non capisco proprio perché sia stato cancellato, se è perché “concorrente” o perché il punto di vista fe,mminile sulla stessa cosa, qui non è ammesso…boh…ad ogni modo, basta andare su google e scrivere “le due fasi dell’amante” memorie di una vagina e dovrebbe uscire il link giusto…sempre che non mi cancellino sto post.
      🙂
      venendo a te, purtroppo ti capisco e l0unica cosa che puoi fare, è quella che penso e che ho detto: un uomo sposato va frequentato solo per il sesso. Mai dare più di quello, perché alla fin fine sei solo tu a dare e non ricevere nulla se non i suoi ritaglini di tempo e sempre venendo per seconda. Non sarai mai alla luce del sole, sarai sempre quella che riempie i suoi vuoti. Loro non capiscono perché poi una soffra, perché pensano che sei tu che hai scelto di avere un rapporto con un impegnato e quindi sapevi le condizioni.
      peccato però che però vogliano tutto quello che si dovrebbe dare in una relazione normale e cioè appoggio, sostegno, affetto , cure ecc… se ti azzardi a pensare solo al sesso, s’indignano anche…forse perché hanno bisogno di “illudersi” che non stanno tradendo per trombare, ma per ragioni più “alte”…Io capisco molti uomini che cercano relazioni extra, non credere…in alcuni casi la trovo quasi un percorso obbligato, ma, vedi a tutto c’è un limite.
      E’ vero che per un uomo separarsi è più difficile per un sacco di ragioni, ma non ne esistono per illudere e per l’egoismo verso una persona che dici di amare e che fa soffrire come un cane, nascondendoti dietro al “non ho coraqggio…sapeva che era così…ecc”. Mi spiace ma su questo per me non esistono giustificazioni, patti chiari, e soprattutto chiarezza e non ragionamenti basati sul “mi pareva implicito”.
      nel tuo caso poi scusa eh…ma a quell’età e con figli grandi, nulla ti trattiene, e la sua reazione è vergognosa…”non ha voglia” di sbattersi ti rendi conto? a quest’uomo non interessa vivere una vita nuova, non ha voglia di ricominciar, tu non sei una ragione abbastanza importante per questo…mi spiace dirtelo.
      cosa puoi fare? vedere gente e uscirci…è l’unica cosa, regalarti una vacanza magari per single, farti bella, rinnovare il tuo armadio, cambiare look, voltare pagina. Flirtare con uomini che sono interessati , tornare a guardarti e vedere che sei una donna bella, che hai tanto da dare e che le perle ai porci le hai date per troppo tempo…

      • CIAOOOO PAMELA TI ADORO, ME LO RILEGGERO PIU’ E PIÙ VOLTE IL TUO COMMENTO!!

        GRAZIEEE!!
        PERLE AI PORCI!! Vero!!

        TUTT O VERO ANCHE LE GIUSTIFICAZIONI AL SUO TRADIRE LA MOGLIE!

        TUTTO TUTTO QUELLO CHE MI HAI SCRITTO È VERO.
        FORSE STO COSÌ MALE PERCHE’ NON SONO STATA ABBASTANZA IMPORTANTE PER LUI MENTRE PER ME LO ERA ECCOME!!

        GRAZIEEEE ANCORA…SEI FORTE!!
        NON CREDO INCONTRERO’ QUELL’UOMO CHE TUTTE. NOI DONNE MERITEREMMO AVERE ACCANTO, PERCHE ‘ MI SEMBRANO TUTTI UGUALI IN QUESTA PESSIMA ABITUDINE A CONSIDERARCI SOLO. UN PASSATEMPO, HANNO TUTTI BISOGNO DI UN DIVERSIVO PRIMA O POI!!

        GUARDA NON CI VOGLIO NEMMENO PROVARE, UNICA COSA CHE DESIDERO ORA È RIAPPROPRIARMI DELLA. MIA SERENITÀ!! NON DEDICANDOGLI PIÙ PENSIERI DI NESSUN TIPO!!

        POI LA MIA VITA CONTINUA, IO NON VOGLIO CATENE!!
        UN ABBRACCIO PAMELA!!

        • grazie vita, ma se posso permettermi, non vivere con la rabbia e il rancore…purtroppo nella vita faremo tanti e tanti incontri e spesso negativi purtroppo. So che ora vedi tutto nero, ma hai bisogno anche di sentirti di nuovo donna e di nuovo con un valore, ma vero.
          quindi guardati allo specchio, sei giovane, sei bella e hai una vita davanti da vivere pienamente e non nelle briciole.
          esci, fatti bella, fatti guardare, sembra una sciocchezza , ma è importante ritrovare la consapevolezza di se stesse e del proprio valore
          🙂
          un abbraccio
          🙂

          • CI PROVO MA ADESSO NON MI INTERESSA MOLTO PIACERE AD ALTRI.
            HO PAURA CI CREDI??
            DEVO SCROLLARMI DI DOSSO STA COSA!
            SONO UN’ANIMA COMPLESSA!!
            IO GLI VOLEVO BENE VERAMENTE, NON VOLEVO UNA STORIA DI SESSO.
            SONO STATA UNA SCEMA. A CADERE IN QUESTO IMBROGLIO!!
            TI SCRIVERÒ, TI FARÒ SAPERE COME ME LA SONO CAVATA!!

          • lo so, ti capisco, ora sei disillusa e pensi che sia tutto uno schifo, ma non è così. Non serve compatirsi e chiudersi in casa, serve invece rendersi conto di quello che sei tu, fregatene di chi hai intorno, non sono loro che ti devono dire cosa sei.
            serve uscire, serve confrontarsi con altri, e magari parlarne anche allo sfinimento, se devi sfogarti fallo.
            non sei scema, succede a molte, non so se in quel sito hai letto anche i posto…ci sono storie tremende…non sei sola.
            purtroppo hai fatto quello che fanno spesso tutte e non è facile piantare tutto quando senti trasporto per un altro.
            sembrerà brutto, ma quando conosci delle persone, se minimamente ti interessano o attraggono e non sei una donna che riesce a separare sesso da amore, allora scarta chi è impegnato in qualsiasi modo. Incontrerai anche single che possono farti soffire certo, ma almeno puoi viverla alla luce del sole e loro non possono pararsi dietro alla vita parallela ufficiale
            😉

          • NOM MI LASCIO CONDIZIONARE ADESSO ANCORA MENO DI PRIMA!
            SI MI HA BECCATA, HA SAPUTO ENTRARE NEL MIO MONDO, QUANDO NON AVEVO UNA STORIA DA ANNI!!
            IO PENSAVO ESSERE DIVERSA, PIÙ SUPERFICIALE VISTA LA MIA ETÀ SE VUOI!!! INVECE MI SONO AFFEZIONATA A LUI…CAVOLI!!
            CREDO ANCHE LUI A ME…GLI MANCHERÒ PERCHE SONO SOLARE, ALLEGRA AUTONOMA, NON HO APPROFITTATO IN NESSUN MODO REGALI??? POCO GLI SONO COSTATA !! MA DAVVERO,
            IO SONO STATA DIVERSA IN TUTTO!!AVEVO SOLO BISOGNO DI AMORE

            NON GLI HO DATO NESSUN FASTIDIO.

            ODIO, RANCORE?? Non. So cosa siano magari ne provassi un.po’!!!
            MA SE VUOI QUESTA È LA MIA RIVINCITA!!
            SONO STATA PERFETTA, E CIÒ SARÀ IL SUO RIMPIANTO.
            NON È UNA CONSOLAZIONE QUESTA PER ME MA CONSAPEVOLEZZA DEL MIO VALORE…UNA PERLA VERA!!!
            L’HA PERSA…NON NE TROVERÀ UN”ALTRA.

          • tesoro…non si può dire che amare una persona è “dare fastidio”, cerca di entrare in questa ottica
            🙂

          • inoltre è priorio nel fatto che non avevi storie da anni, quini eri in debito di esperienze e soprattutto affetto mi sembra di capire da come scrivi…ovvio che ti sei attaccata come una cozza e hai visto nelle sue briciole oro…
            erano briciole e nemmeno luccicanti
            😀
            dai, riprenditi, evita di incontrarlo però!e cancellalo dalla tua vita. Inizia da capo

    • comunque vita, cerca di vedere con più chiarezza quell’uomo, perché non è quel principe azzurro che dipingi.
      si sposa senza amore perché incinta? bah, ok accettiamolo, ma il secondo figlio? l0ha avuto per mezzo dello spirito santo? chiaramente ci ha fatto sesso e non penso solo una volta per fare un secondo figlio.
      e poi ti rendi conto”vorrebbe tenere lei e me…!!!!” ma lei non glelo permette…analizza sto passaggio ti prego, vuole la botte piena e la moglie ubriaca e ti credo…se la moglie noj scopriva nulla era la situazione ideale, tanto a te andava bene così e lui aveva quello che gli mancava senza rinunciare a nulla. Mentre tu, per amore, rinunci a una vita di coppia normale. E poi lei non glielo permette? cioè voglio dire, a 69 anni ti fai dire da altri come devi vivere? chiaramente non gliene fregava più di tanto…stanco o meno, poca importanza ha…per me quando ami e vuoi essere felice, quella felicità la insegui e ti scrolli di dosso quello che ti fa stare male. Quindi diciamolo, lui stave bene così, e tu non eri un motivo per cambiare nulla.
      debole o che non ama? perché secondo te,una di queste cose è positiva?
      non ti ama, sicuramente nel senso che non ha fatto una cosa dico, una per non perderti e dimostrarti che invece ci teneva ed eri importante e che aveva voglia di voltare pagina e vivere la felicità…evidentemente meglio la noia(che a sto punto è tutta da dimostrare)che penderti e viverti.
      debole? senz’altro…ma ti pare una cosa da giustificare? tu staresti davvero con un uomo ebole? in balia di tutto? che non è in grado di prendere decisioni? che ti butta via senza il minimo sforzo perché “è stanco e si sente vecchio”???ti do una notizia: quando scopri l’amore e la felicità dopo una vita grigia, non diventi stanco…ti svegli e hai solo voglia di vivere in tutte le sue sfaccettature:spacchi il mondo!
      cosa meriti?
      innazitutto un uomo che sia disponibile, che non ti tenga all’ombra , che si prenda cura di te sempre e non quando “ha tempo, dopo famiglia lavoro ecc”, che ti consideri, che ti dimostri ogni giorno il suo amore. Che ci sia. Che non ti metta dopo, e che di sicuro sapendo quanto soffri, che eviti di farti soffirire o che ci ponga rimedio.
      prendila come esperienza che ti ha regalato una siluhette nuova…guarda che ti capisco, perché a anche io persi molto chili per delusioni ecc..ora guardati e datti un valore che non è quello schifo che ti ha dato lui…è molto più alto e tu devi puntare in alto e non sacrificarti e relegarti in un angolo
      🙂
      forza!

      • NON RIESCO A SCRIVERTI SULL’ULTIMO POST USO QUESTO!
        SI POCA ESPERIENZA DI UOMINI IO!!
        PERCIÒ HO PRESO STA FREGATURA INFERNALE E SONORA!!
        QUANDO PARLAVO DI ‘DARE FASTIDIO’ A LUI INTENDEVO CHE MI SONO FATTA DA PARTE, QUANDO LA MOGLIE HA SCOPERTO LA SUA RELAZIONE EXTRACONIUGALE CON ME, NON GLI HO FATTO SCENATE, RIPICCHE, NON HO FATTO LA MATTA, NON HO FATTO DISPETTI.
        HO SOFFERTO IN DISPARTE SENZA FARGLI NESSUN TIPO DI PRESSIONE, ACCETTANDO LA SUA SCELTA DI RIMANERE IN FAMIGLIA. QUANDO MI HA DETTO CHE NON CE LA FACEVA A LASCIARLA. LIBERTÀ A 360 GRADI DA PARTE MIA, SE QUESTO NON È AMORE….. DIMMELO TU COS’È!!

        SI GIUSTE ANCHE LE ALTRE TUE CONSIDERAZIONI SULL’ESEMPIO DATO AI FIGLI.
        IN REALTÀ GLI UOMINI SONO EGOISTI NEL MIO CASO LA PAURA (ASSURDA?? IO NON CREDO) CHE I FIGLI ADULTI ( 40 E 38 ANNI!!) SI SAREBBERO SCHIERATI DALLA PARTE DELLA MADRE E NON LO AVREBBERO PIU VOLUTO VEDERE SE L’AVESSE LASCIATA, HA GIOCATO RUOLO FONDAMENTALE.

        NON SO DIRE SE QUESTA PAURA È. DA CONSIDERARSI EAGERATA O MENO!!
        I FIGLI ANCHE LORO SONO EGOISTI VOGLIONO VEDERE I GENITORI INSIEME, LORO NON ERANO UNA COPPIA LITIGIOSA, SOLO ANNOIATI E FORSE, SPOSATI DA 42 ANNI MA NON ERANO PROPRIO INNAMORATI PAZZI. SEMPLICEMENTE PER DOVERE VERSO UNA VITA CHE STAVA NASCENDO.NEGLI ANNI ’70. USAVA COSÌ.

        • magari è proprio quell’esempio di famiglia che deve rimanere insieme senza amore a tutti i costi che li porta a pensare che sia un assurdo, rifarsi una vita felicemente….chi lo sa ..comunque sia, piantala di giustificarlo…si può giustificare un bimbo di 5 anni che rovescia un bicchiere o ti dipinge una parete di casa…non un uomo di 69 anni…rassegnati: tu per lui non eri importante, pinto e stop.

          • CIAO PAMELA ALLORA INVECE DI USARE LA PAROLA RASSEGNAZIONE VOGLIO PROVARE A PENSARE A LUI COME A UNA BELLA VACANZA CHE È FINITA!!
            MI HA COMUNQUE FATTO ACQUISIRE UN CERTO BENESSERE FISICO, E IL DESIDERIO DI I
            IMPARARE A VOLERMI BENE, A PENSARE A ME STESSA!!BUONA SERATA!!

  45. Noi latini siamo troppo drammatici.
    Abbiamo vissuto travolti dai media che ci.hanno fatto ingoiare ( e credere ) che il vero amore è trascurare l’amore per noi stesse in cambio dell’amore dell’altro.
    La verità è che, amando noi stesse in primo luogo si ottiene la chiave che apre la porta all’amore vero..quello che veramente meritiamo.
    Solo una persona completa può avere un’amore completo.
    Non soffrire. Semplicemente guardati allo specchio…ringrazia …fatti bella e esci alla tua nuova vita!
    Ps. Non dimenticare di metterti un bel rossetto.

    • si maya, hai ragione, spesso una donna, forse per carattere, forse per cultura non so…ha la cosa del “sacrificio”, per questo riesce a portare avanti relazioni senza ricevere niente e accontentandosi delle briciole pensando che il suo amore basti per due e che prima o poi questo porterà a un lieto fine.
      in genere lo pensa perché una donna farebbe così: una donna innamorata veramente, pianterebbe tutto per l’uomo che ama, non avrebbe paura del futuro perché vedrebbe solo lui. per la stessa ragione una donna che non ama più, molto più facilmente lascerebbe un marito anche se la conseguenza sarebbe di rimanere sola.
      ma capisco anche il dilemma pratico di molti uomini, quindi croci addosso su cose che sono effettivamente un grosso porblema non vivendo su un isola deserta. Ma non posso assolutamente passare sopra il discorso affettivo, e poi sull’onestà ecc.. come ho scritto sopra; questo ovviamente su storie non solo sessuali

  46. Bellissimo testo. Sto vivendo una storia cosi. Lui è americano ed io di Brazile. Io vengo sempre a vederlo, come adesso, perche come lei sa bene, lui non può andare li.
    Si. Sono stata lamore della sua vita per 4 anni già.
    Sono nata per essere felice.
    Io ho la voglia di vivere in America però non dove lui vive. A volte mi viene in mente che lui sta solo aspetando che vengo a vivere qui per cambiare la sua vita ma dentro di me sò che lui non lo farà.
    Una cosa io sono sicura.
    Voglio essere felice e sto aperta a conoscere le persone. Chi sà trovo un’altro amore

    Belle

  47. comunque il discorso figli è un discorso secndo me complesso.
    al di la di situazioni esagerate con mogli e martiti che si prendono a pugni, non credo che nemmeno stare insieme nella menzogna sia un bell’esempio, perché quello che si produce ai figli è che l’esempio di famiglia è nella falsità. Si insegna loro con questo cpmportamento che una famiglia può essere finta e che è giusto così e che si fa per loro! e che se non si sta bene , bisogna rassegnarsi e vivere infelici…scelta fatta per loro.
    non mi pare un bell’insegnamento.Ci credo che pi uno pensa che la vita debba essere portata avanti nel sacrificio, nell’annullarsi nell’anima e rinunciare alla proprioa felicità…senza contare il senso di colpa: mio papà/mamma non si sono risposati o fatti un’altra vita per noi…bella roba.
    io ai miei figli voglio insegnare che nella vita può accedere di tutto…che niente può essere per sempre e che bisogna inseguire la felicità perché è una e una sola la vita.
    se un giorno i miei figli sposati si ritrovassero infelici, non gli consiglierei mai di vivere nell’infelicità per dieci o vent’anni. Non è rimanendo in casa che dimostri di amarli, ma in mille altre cose…forse che in quelle famiglie dove mamme e papà si fanno i cavoli loro pur volendosi bene, piazzando i figli a terze persone, riempiendosi di lavoro, significa forse essere presenti? ma quello va bene perché il legame coniugale è ancora intatto…boh…il discorso è un altro: andarsene ma mettendo al primo posto i figli e cioè esserci e esserci sempre. Vivere sotto lo stesso tetto o fingere di amare una persona e baciarla mentre in realtà è un gesto che fa venire il vomito, è secondo me l’esempio peggiore per un figlio da lanciare.
    Poi non è più come 50 anni fa, adesso i bambini si accorgono che ci sono tantissime situazioni famigliari differenti, ma se siamo noi a puntualizzare su quelle differenze in modo negativo, ovvio che le percepiranno sempre negative e sbagliate.

  48. Come la fate facile voi, tutti bravi a costruire la felicità sull’infelicità di qualcun altro. Ma di responsabilità e onore avete mai sentito parlare? Tratto da “Il piccolo principe”: Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa…”

    • io nn ho mai scelto di costruire la mia felicita’ sull infelicita’ di qualcun altro. Loro erano gia infelici prima che arrivassi io altrimenti lui nn si sarebbe innamorato di me. Solo che spesso le mogli nn vogliono vedere nn vogliono ammettere che ci sono problemi.. preferiscono che il marito torni a casa anche se poi insieme nn si fa nulla.. nemmeno l amore. le coppie spesso nn affrontano i problemi.. nn ne parlano per paura di avere la conferma che questi problemi esistano davvero. si mette la testa sotto la sabbia e si va avanti cosi x abitudine… e infelici.

      • SI SONO D’ACCORDO CON QUELLO CHE HAI SCRITTO.

        MANCA QUALCOSA, SE L’UOMO CERCA UNA DONNA FUORI DAL MATRIMONIO.
        LA COLPA È PERÒ GENERALMENTE DI ENTRAMBE.

        PER RITORNARE A TE: ASSOLUTAMENTE INTERROMPI I MESSAGGI SUBLIMINALI RIVOLTI A LUI. INVECE :
        DEVI FARE IL CONTRARIO INVECE: INVIARGLI MESSAGGIO CHE HAI CAPITO LA SUA SCELTA E CHE LA TUA VITA CONTINUERÀ!!
        SE TI SEGUE PUBBLICA QUALCHE TUA FOTO IN CUI SEI UN.PO’DIVERSA, IN CUI FAI SPORT AD ESEMPIO.

        AGLI UOMINI, A TUTTI GLI UOMINI LE DONNE PIAGNUCOLOSE E DEPRESSE NON PIACCIONO!! MOGLI O AMANTI CHE SIANO!

        PROVA NON TI COSTA NULLA!! COSA HAI DA PEDERE! PROVA!!
        VEDRAI CHE TI CERCHERÀ.
        TEMPO UNA SETTIMANA/DIECI GIORNI.

  49. Ciao Alessandro,
    mi sono ritrovata molto nella storia pubblicata…..da tre mesi è finita una storia da amante durata dieci mesi.
    In pratica questa persona ha lavorato per un anno nella mia città, ci siamo conosciuti e piano piano è iniziata una vera e propria convivenza, ad esclusione del fine settimana dove lui tornava dalla moglie, ma ci sentivamo ore al telefono e continui messaggi.
    Loro tra fidanzamento e matrimonio sono undici anni che stanno insieme ma lui l’ha sempre tradita….. solo che nessuna storia è stata come la nostra, anzi è sempre durata pochissimo….qualche incontro e poi si passava alla successiva…..
    con me era diverso e mi diceva sempre che stava perdendo la testa…finche non mi ha dichiarato il suo amore…. io dopo anni di storie sbagliate mi sono sentita amata e ho perso la testa!!!
    arriva dicembre e torna a casa…..passiamo il mese di gennaio a sentirci ore ed ore al telefono e a vederci anche se con difficoltà….era in crisi…. litigava sempre con la moglie….desiderava solo me…. mi aveva anche dato ad intendere di voler lasciare la moglie ma voleva pensarci bene perchè non poteva buttare dieci anni così e perchè voleva capire se non l’amava più veramente oppure se era solo la mia presenza a creare la crisi tra loro.
    Ha avuto disperatamente bisogno di confidarsi con un amico perchè stava troppo male e ogni volta che gli proponevo di non sentirci più per capire lui diceva che non era pronto a lasciarmi andare…..
    Fatto sta che la moglie a fine gennaio trova una lettera che lui mi scrisse a Dicembre, in cui citava dove ci eravamo conosciuti, da quando e quello che provava per me…..
    da quel giorno è sparito e ha capito di amare la moglie e voler ricostruire il rapporto con lei….
    Lei mi ha bloccata ovunque sul suo telefono…. whatsapp, facebook, mail, linkedin….. praticamente era impossibile comunicare con lui…..dopo diversi giorni ho iziato a risentirlo di nascosto perchè lui ogni mattina quando andava a lavoro mi sbloccava sul telefono, ma non mi cercava….però appena gli arrivava un mio messaggio mi chiamava!!!!
    Ho provato a non cercarlo, ma nulla….stavo troppo male e con i giorni le nostre chiamate si facevano più rade e non erano più quelle di prima…. erano per tamponare le crisi d’astinenza ma non davano sollievo, anche perchè nella maggior parte io parlavo di noi e delle sue bugie…
    Lui continuava a ribadirmi che l’anno passato con me era vero ma che adesso aveva preso una scelta….. vi risparmio le continue provocazioni della moglie su fb, instagram, ecc….. perchè anche se non amiche pubblicava, e continua tutt’oggi, post e link visibilmente rivolti a me, per deridermi e per farmi vedere che loro si amano….
    Una volta lui mi ha detto che era felice che io lo chiamavo per dirgli di cosa pubblicava la moglie perchè era una scusaa per sentirmi e cheanche se passavo un ora ad offenderlo al telefono era contento di avermi sentita….. cosa mutata con il tempo….la settimana scorsa dopo una decina di giorni che ci risentivamo quasi tutti i gg,è arrivato a dirmi che pretendevo troppo, che se un giorno si dimenticava di avvisarmi che non riusciva a chiamarmi io non avevo diritto ad essere avvisata ecc…. quindi questa settimana abbiamo deciso di non sentirci più…. ( lui dice per il momento….io dico per sempre perchè non sto ai comodi suoi)
    Comunque ho scoperto diverse cose….. a inizio gennaio hanno concepito e la moglie aspetta( a detta sua l’unica volta che hanno fatto l’amore). Mi ha detto che lo hanno scoperto dopo il fattaccio della lettera ma io credo che già lo sapessero ecco perchè ha scelto lei….. e oltre questo so per certo che la famiglia di lei è una famiglia “importante”….anche se lui me lo ha negato dicendo che sono tutti molto umili e solo lei lavora alla presidenza del consiglio dei ministri….. ( poi ho saputo che il padre ha a che fare con dei politici molto influenti della zona dove vivono). Diciamo che sono particolari di poco conto per uno che è un medico specializzando e a pochi mesi dalla specializzazione nella sua zona ha gia il lavoro avviato con contratti già pronti qua e la e ha solo l’imbarazzo della scelta…..
    E’ proprio il caso di dire che gli uomini senza palle ci sono e come!!! Non si sceglie mai con il cuore…..
    La cosa che in questi mesi, prima di sapere della gravidanza(saputa pochi gg fa), mi ha fatta stare malissimo è stata la non accettazione del cambiamento…. la sera prima mi amava, la mattina buongiorno amore e dopo due ore “non ti ho mai amata amo solo mia moglie” sotto dettatura della moglie stessa!!!
    Non so se mi ha amata e se mi ami….ma le due volte che ci siamo rivisti in questi mesi mi ha baciata e non si staccava più….. però ha scelto lei!!!
    Come dici tu Alessandro, anche lui secondo me sara destinato ad una vita infelice…perchè quella donna non l’ha mai amata secondo me….. e non oso immaginare come possa vivere la gravidanza lei sapendo ciò che ha fatto il marito!!!

    • Mi auguro per il bambino che arriverà che sia stato voluto davvero e non venga usato, come avvolte succede, per rinsaldare una coppia finita

      • il problema è che lei già aveva sospettato qualcosa questa estate per un messaggio di un amico di lui in cui chiedeva se dormiva a casa mia….quindi iniziò la ricerca disperata di tutte le persone della mia città con il mio nome, ma le imboscate a lui le faceva arrivando con il pullman e chiamandolo…..mah!!! Io lo avrei pedinato al posto di lei……
        Quindi credo che lei glielo abbia chiesto questo figlio perché a gennaio gia sospettava qualcosa e lo vedeva distante…infatti quando litigavano glielo diceva che lui era presente solo fisicamente e che non l’amava più…. cmq a detta di lui non è stato voluto ma è stato un caso!!
        Ma io penso che un bambino li unisca si di più….ma solo in negativo!! Perché se lui l’ha sempre tradita lo farà ancora di più in futuro….appena passerà questo periodo e lei si tranquillizzerà….. e di contro lei non si fiderà mai più di lui!!
        Comunque è sparito dalla mia vita….. e inizio a pensare che non mi abbia mai amata!!

        • Ho un dubbio atroce in merito alla mia storia…. stavo riflettendo sul fatto che questo figlio non sia stato concepito poi così rima del ritrovamento della lettera….. e quindi pensavo al tuo commento Alessandro sul risaldare la “coppia”!!!
          guardavo i vari programmini per capire la data di concepimento e alcuni addirittura me la danno proprio al 29 gennaio!!!! mamma mia…..non ci posso credere che lo abbiano fatto!!!
          In pratica lei ad oggi sta finendo la 14 settimana e da come mi ha detto lui dovrebbe nascere a fine ottobre… qualcuna/o di voi sa dirmi quando potrebbe essere stato concepito questo figlio?
          Grazie mille

  50. Paura, è questa la parola giusta, ho avuto paura del sentimento che hai acceso in me
    Credo che in vita mia non abbia mai amato veramente nessuno, almeno il ricordo è svanito nel tempo, con te è stato diverso
    Il male che ti ho fatto lo stò realizzando sempre più ogni giorno che passa leggendo i vari post che lasci in giro e non è giustificabile in nessun modo…..
    Ho avuto paura, me ne vergogno, ma questo è quanto.
    Il giorno che son finito al pronto soccorso non dimenticherò mai come mi guardavano i tuoi occhi….credo che nemmeno mia madre mi abbia mai guardato così…con occhi pieni d amore.
    Dovevo fare una scelta, l ho fatta, non ne sono fiero, ma l ho fatta….sono quello che si imbosca al supermercato per telefonare all amante….ci stavo male a fingere di continuo
    Ho avuto paura del come stavo meravigliosamente bene con te
    Non ti dimenticherò MAI
    Sei una donna eccezionale ti auguro tutto il bene immaginabile”

    Sono contenta di leggere ad Es Chiara, alla quale e’ andata bene ed e’ felice.
    Scrissi gia tempo fa su questo tema quando Ale con cui sono stata un anno, un anno di pura felicita’, ebbe la sua prima crisi. Era il giorno di San Valentino.. mi scrisse che mi amava tanto ma sentiva che il suo posto era a casa… nn voleva perdermi ecc ecc… Dopo questa sua crisi nn abbiamo smesso di vederci.
    Nn avevo mai avuto un’esperienza con un uomo sposato e senza volerlo ci siamo innamorati perdutamente… Lui era cio che io avevo sempre sognato.. e io x lui. Un anno di amore incondizionato, un paradiso. Mai una lite, solo tanto abbracci e tanto affetto. le cosiddette anime gemelle esistono.
    Non ho mai chiesto a lui di decidere, ma sapevo che lui soffriva x questa situazione.. io no.. a me bastava. sapevo che mi amava e x me era sufficiente. Tante telefonate e messaggi quando nn ci vedevamo.. le fughe x potersi vedere almeno una mezz ora e poter stare semplicemente abbracciati. X me era una cosa mai provata prima. Con lui ho capito che prima nn avevo mai amato.. come due ragazzini (abbiamo 48 e 52 anni). quante emozioni mai provate con lui.. la semplicita’ di ogni cosa facessimo insieme… era veramente il mio amore della vita.
    venti giorni fa improvvisamente e’ sparito… nn capivo stavo male.. nn rispondeva ai miei messaggi… non era possibile che succedesse… so che mi amava tanto glie lo leggevo negli occhi ..
    dopo dieci finalmente risponde con un messaggio, quello scritto all inizio del mio post..
    E dopo il nulla…
    Mi sento morire.. gli ho detto di pensarci bene.. nn si puo dare un calcio alla felicita’.. e cose del genere.. mi sono arrabbiata l ho insultato x poi dirgli che rimarra’ x sempre l amore della mia vita, che nn potro’ mai accettare tutto questo, che lottero’, ma alla fine dei conti cosa posso fare..
    Come fa a stare lontano da me se mi ama.
    io mi sento morire.. mi manca l’aria… non e’ giusto…
    aiuto..

      • tutti sappiamo quanto e’ difficile e quanta sofferenza provoca la fine di un amore da parte di uno dei due… quanto si soffre nel tentativo di dimenticare un amore finito..
        Ma dimenticare un amore non finito risulta impossibile… non riesci … e’ terribile. Ti distrugge.

        • CIAO!! VORREI DIRTI TANTE COSE PER ESSERTI DI AIUTO E CONFORTO PERCHE QUEL DOLORE DI CUI TU PARLI PER.UN AMORE NON FINITO EPPURE SENZA FUTURO LO CONOSCO BENISSIMO!!

          CI VUOLE DEL TEMPO PER USCIRNE.IO INIZIO ORA DOPO SEI MESI AD ACCETTARE.

          INUTILE DIRTI CHE TROVERAI QUALCUN’ALTRO CHE TI MERITA E I SOLITI BLA BLA BLA PERCHÈ TU VUOI LUI E VORRAI LUI PER MOLTO TEMPO!

          SI INCONTRANO MOLTE PERSONE, NOI DONNE MOLTI UOMINI MA DI UNO SOLO CI INNAMORIAMO! E NELL’ARCO DELLA VITA QUELL’ALCHIMIA FORTE, BIZZARRA E COSÌ COINVOLGENTE. CHE CI CAMBIA DENTRO E FUORI NON È POI COSÌ SEMPLICE DA RITROVARE IN UN’ALTRA PERSONA.

          C’È ANCHE DA DIRE CHE QUESTI AMORI MOLTO SPESSO SONO.IDEALIZZATI.
          NON LO VEDIAMO MAI IN CIABATTE, O QUANDO È INCAPACE DI DARCI UNA MANO CON.I LAVORI DOMESTICI, OPPURE DURANTE UN LUNGO VIAGGIO IN MACCHINA QUANDO SIAMO NOI ALLA GUIDA E LUI FA IL PASSEGGERO ROMPISCATOLE CHE CRITICA IL MODO IN CUI GUIDIAMO!!

          DETTO CIÒ COME RISOLVERE? COME AIUTARE NOI STESSE A NON RIMANERE BLOCCATE. E INFELICI AL PUNTO DA NON VOLERE PIÙ VIVERE?

          ALLORA:INNANZI A TUTTO TRATTIENITI DAL CERCARLO ADESSO PER FARGLI CAMBIARE IDEA, LASCIALO DA SOLO CON IL RICORDO MERAVIGLIOSO DEI VOSTRI MOMENTI INSIEME. QUEL RICORDO È POTENTISSIMO!!!CI PENSERÀ, GLI LAVORERÀ DENTRO TE LO ASSICURO . E SOPRATTUTTO QUANDO AVRÀ QUALCHE PROBLEMA IN FAMIGLIA. QUINDI NON INSULTARLO, NON FARGLI PRESSIONI, LASCIALO LUBERO E, SE NE HAI OCCASIONE DIGLI CHE HAI ACCETTATO LA SUA SCELTA. QUESTA TUA AFFERMAZIONE LO COLPIRA ‘. CI SCOMMETTI?

          GUARDA POI L’EFFETTO DI CIÒ, PUÒ DARSI CHE TORNERA’ A CERCARTI!

          SE TI CAPITA DI INCONTRARLO PER CASO, O PER CASO ‘PROGRAMMATO’ SI SEMPRE SORRIDENTE, FAGLI CAPIRE CHE GLI VUOI ANCORA BENE MA CHE GAI TANTE COSE E CHE HAI MOLTI IMPEGNI, ASSOLUTAMENTE NON FARE LA DEPRESSA!!
          EVITA APPOSTAMENTI, TELEFONATE ANONIME, NON ESSERE ASSILLANTE!

          POI DEVI DARE TEMPO AL TEMPO.
          PUÒ DARSI CHE RITORNI A CERCARTI.
          IN OGNI CASO LA SODDISFAZIONE PER IL TUO COMPORTAMENTO TI AIUTERÀ A SENTIRTI FORTE!
          AUMENTERÀ LA TUA AUTOSTIMA E SICURAMENTE TI SERVIRA PER IL FUTURO!
          ANCHE PERCHÉ, PARLO PER ME, IO MI ERO SENTITA VERAMENTE GIÙ ANCHE PER NON ESSERE STATA SCELTA!! LUI AVEVA/HA PREFERITO LEI!!QUINDI QUESTA CONSAPEVOLEZZA DEL MIO VALORE, PER IL MIO COMPORTAMENTO NON AGGRESSIVO MI HA AIUTATA A SENTIRMI MEGLIO.

          PiANGI SE NE HAI VOGLIA, NON.TRATTENERTI, PERÒ
          FAI COSE CHE NON HAI MAI FATTO PRIMA PER DISTRARTI, LEGGI, ISCRIVITI A QUALSIASI CORSO TI POSSA TENERE LA TESTA IMPEGNATA!!

          IO MI SONO ISCRITTA A UN CORSO DI TANGO!!
          MI È SEMPRE PIACIUTO BALLARE, MA TROVAVO SCUSE CHE ORA NON.MI HANNO PIÙ TRATTENUTA!!

          CERCA E LEGGI IL LIBRO DAL TITOLO”NIENTE SCUSE” DI WAYNE DYER!
          A ME È STATO DI AIUTO!! Prova!!
          PARLA CON AMICHE, E SCRIVI!!QUI, O ALTROVE!
          NON SEI SOLA!
          DAI FORZA!!

          • Grazie Vita..
            le tue parole mi hanno commosso.. ti sono veramente grata perche’ sento che mi daranno forza! le rileggero’ ogni giorno. Grazie infinite Un abbraccio grande 🙂

          • seguiro’ il tuo consiglio xche credo tu abbia ragione e ragioni con il senno di chi ha vissuto la stessa esperienza. e avrei tutto da guadagnare. 🙂

  51. CERTO CHE È COSI’!!
    NON ISOLARTI!!
    VEDRAI CHE CE LA FAI!!

    SIAMO DONNE!! SIAMO FORTI E SIAMO COME FIORI STUPENDI!! SIAMO CAPACI DI AMARE IN MODO COMPLETO SENZA CHIEDERE NIENTE, O POCO!! PROPRIO COME I FIORI CHE CI REGALANO IL LORO PROFUMO SENZA NULLA PRETENDERE!

    E VALIAMO MOLTISSIMO!!
    MA A VOLTE LA SOFFERENZA CI FA DIMENTICARE CHE LE PERSONE PIÙ IMPORTANTI CHE CONOSCIAMO E DI CUI DOBBIAMO AVERE STIMA E CURA SIAMO NOI STESSE!!!NON È ODIANDO, O STRESSANDO CHE OTTERREMO AMORE E ATTENZIONE!

    RILEGGI QUELLO CHE TI HO SCRITTO, COME UN MANTRA VEDRAI CHE TI AIUTERÀ E FORSE LA TUA STORIA PRENDERÀ UNA DIVERSA SVOLTA!!
    CREDICI!!
    UN ABBRACCIO

      • FAGLI SENTIRE LA TUA MANCANZA!!!
        VEDRAI CHE LA SENTIRÀ!!

        FATTI PIÙ BELLA!!CURA IL TUO ASPETTO!!
        NO ALLA D’ESPRESSIONE!!
        NON TRASCURARTI ANZI FAI IL CONTRARIO!!

        SENZA,STRAFARE!! PRENDITI CURA DI TE!
        SCOMMETTIAMO CHE TI CERCHERÀ ANCORA???
        POI MI DIRAI!

        • ormai sono 4/5 giorni che nn gli scrivo. l ultimo messaggio fu che avrei smesso di scrivergli xche tanto nn gli avrei detto nulla di nuovo e che la mia speranza era che riflettesse sulla sua scelta.
          Non abbiamo possibilita’ di incontrarci nemmeno x caso xche’ abitiamo a 40 km di distanza. Lui nn fa vita sociale x nulla.. solo le gare di mtb.
          So che mi segue su fb… e’ li che continuo a scrivere messaggi subliminali 😉 ma ora smettero’ anche con quelli. Si penso anche io che lui pensa a me cosa ero x lui glie lo leggevo negli occhi .. so anche (lo sapevo anche prima di ricevere il suo messaggio) che nn poteva parlarmi della sua decisione in viso xche nn ce l avrebbe fatta. poi boh nn so nn so cos ha in testa.
          Ma forse e’ meglio cosi… se lui avesse deciso diversamente e poi gli fossero venuti i sensi di colpa nei confronti della moglie (che e’ una brava donna), si sarebbe rovinato tutto tra noi e sarebbe stato peggio.
          Spero che col tempo capisca realmente cosa e’ meglio fare.. x lui x me e anche x sua moglie dato che rimanendo con lei nn fa alteo che prenderla in giro. gli ho sempre detto che solo lui poteva decidere.. io nn potevo aiutarlo in questo infatti nn gli ho mai chiesto di decidersi o lasciare la moglie. Io stavo bene anche cosi. nn mi mancava nulla.
          Comunque ti terro’ aggiornata 🙂 un bacio grande

  52. Ciao Alessandro! Vorrei anche io raccontati la mia storia, anche solo per un parere da parte di un estraneo che quindi è meno influenzato dal dare un giudizio. A 20 anni conosco un ragazzo di 24, bellissimo che mi marca stretto. Non mi sembra vero anche perché ero vergine. Usciamo, facciamo l’amore(lui mi porta a casa sua nel letto di sia moglie) e solo dopo mi dice che è sposato e ha un figlio.io mi arrabbio moltissimo, lo lascio, ma lui mi viene dietro e alla fine cedo, perché il sesso con lui è bellissimo e lui mi piace troppo. La storia dura tre anni poi lo lascio perché incontro un altro ragazzo che poi sarebbe diventato mio marito e il vero amore. Lui insiste ma non gli do retta. Sono passati 35 anni, mio marito purtroppo muore,io per superare l’immenso dolore lo cerco nuovamente. Ci incontriamo,ci guardiamo negli occhi e proviamo le stesse sensazioni e attrazioni di 35anni fa. Ricominciamo a stare insieme,di comune accordo,dicendoci che nessuno dei due avrebbe invaso la vita privata dell’altro. (Io ho due figlie e un nipotino che vivono con me,lui due figli di oltre 30anni sposati e un nipote). Nonostante la nostra età, io 56 anni e lui 60,il sesso con lui è sempre meraviglioso, molto diverso da quello che facevo con mio marito,seppur fosse stato l’amore con la a maiuscola. Anche per lui è così e me lo dice sempre, ormai è appiattito sessualmente dalla moglie,donna molto diversa da me perché fredda, trascurata e appiattita da 40 anni di matrimonio. io invece sono molto passionale, esprimo sempre i miei sentimenti, non fingo mai , non mi importa delle conseguenze. Sono un’amante “perfetta”, non chiamo mai per non disturbare, sono ancoravattraente, rido e scherzo con lui, sempre pronta ad ascoltarlo e se posso ad aiutarlo, anche lui mi ricambia e quando stiamo insieme stiamo bene,anzi benissimo! Mi parla spesso della moglie,non per impietosirmi ma come si parlerebbe ad un amico. Io ascolto,non giudico per non immischiarmi nella sua vita.è tutto perfetto per me così come è! Non voglio che la situazione cambi,non cerco un altro marito,almeno non ora, ho visto che però piu passa il tempo e lui più si affeziona, se esco con le amiche il sabato sera devo nasconderglielo perché geloso, gli piace venire a casa mia,gli piace che gli parli di quello che faccio,delle mie figlie,di mio nipote! Dato che ha un carattere un po’ chiuso non è che aspetta che faccia una mossa per instaurare una relazione impegnativa?insomma che prenda io una decisione per lui? Non voglio farlo!

    • Credo che le parole chiave in un rapporto siano felicità e appagamento. Tu sei felice? Sei appagata? Chieditelo nel profondo. Se la risposta è sì nn cambiare nulla. Se è no chiediti cosa non va o ti manca e lavora su quello

  53. Mi ha fatto piacere leggere i vari commenti. La mia situazione è “speciale”… no dai, uguale a quella di tanti altri.

    40 anni, sposato, con figli; rapporto con la moglie adeguato, ma da anni manca la “felicità”, quella bella felicità che si ha con un rapporto intenso. Poi con mia moglie decidiamo di lasciare l’Italia per “cercare fortuna”; lei va avanti con i bimbi nel suo paese di origine, io la dovrei raggiungere dopo qualche mese, tempo di chiudere casa e vendere l’attività, ma questo inizia a richiedere più tempo. Mentre era via però sono dei problemi legati al fatto che sentivo “poco” la sua vicinanza, e tutte le volte che le chiedevo “di più” ottenevo poco o niente; mi sentivo come se fossi stato lasciato e solo.

    In questo stato ho conosciuto meglio una altra donna (che conosco già da anni), più giovane, anche lei con qualche difficoltà nella sua relazione. Così ci siamo avvicinati, a raccontarci i nostri problemi, e ci siamo innamorati. Stiamo stati bene insieme, con un entusiasmo e felicità che non avevo mai avuto.

    Poi i problemi. E’ venuto il momento di raggiungere mia moglie e l’ho fatto, ma solo per lasciarla. Abbiamo litigato e me ne sono andato via. Lei ha avuto crisi continue e minacciava anche i bimbi, credo solo per spaventarmi (ci riusciva).

    Poi c’è stata l’occasione che potesse tornare un po’ mio figlio con me, forse poteva rimanere per sempre ma non ero in grado di tenerlo. E a quel punto l’altra donna si è spaventata, sia per la presenza del bimbo sia perché mia moglie aveva scoperto di lei e l’aveva contattata; sembrava volesse chiudere tutto, così ho pensato.

    Così il bimbo è tornato dalla mamma ed io sono rimasto solo per tre mesi. Nel frattempo con mia moglie siamo riusciti a parlare e, un po’, a capire i problemi. Allora sono andato da lei, ci siamo riappacificati civilmente (e non solo); poi però sono tornato indietro per motivi di lavoro.

    Ora, il punto è che riesco ancora a voler bene a mia moglie, ma non sento di amarla. Amo la famiglia, l’idea di famiglia, la vicinanza con i figli. Forse posso ritrovare l’amore, ma non ci sono certezze. Con l’altra donna c’è la passione, il divertimento, un modo di essere insieme che avevo conosciuto. Io sono in crisi, vedo due possibilità, due vite diverse, ed ogni scelta farà soffrire persone che amo. Contrappongo però la “passione” con la “famiglia”. E così sbagliato?

    • No non è sbagliato ed è molto comune. Però chi delle due ti ama davvero? Tua moglie che mi sembra abbia riguadagnato terreno o l’altra, che però per paura si è tirata indietro? E tu chi ami? Se queste cose si potessero decidere a tavolino dovresti sempre decidere per il meglio dei tuoi figli e quindi rimanere con la madre se le cose si sono ricucite. Purtroppo il vero dominatore di queste questioni è il sesso. Quando si prova un’altra storia e inevitabile, se non è una delusione, che soppianti dal punto di vista fisico quello che hai avuto per tanto tempo ed è diventato noioso. Questo è un elemento per noi uomini soprattutto ma anche per molte donne di destabilizzazione. Inizio a pensare che nulla sia duraturo e che tutto debba rinnovarsi in base alle nostre esigenze. I figli però sono un contratto chiamiamolo così inviolabile

      • Io credo che mi amino entrambe, e anche molto; il problema che sento un amore sincero e passionale per quella donna, mentre a mia moglie voglio bene e forse potrebbe tornare anche l’amore; il sesso è andato bene con entrambe, ma l’amore lo faccio solo con lei, non con mia moglie. Ora non vedo nessuna delle due, mi sono “rinchiuso” e sono distante da entrambe, fisicamente, perché voglio prendere una sola via. Una però sconosciuta e probabilmente veramente bella, l’altra più tranquilla e prevedibile. Non so cosa voglio, o forse voglio troppo e non posso avere “tutto”

    • E’ vero, lo stesso sta capitando a me, voglio bene a mia moglie, ma non è più amore. Mi sento un po crudele ma è così. Vorrei dirlo a mia moglie, ma ho il timore di scatenare un gran casino.

  54. Ciao a tutti, ho 50 anni sono sposato, ed ho vissuto una grande e vera storia d’amore con una donna anche lei sposata, che amo ancora e che mi ha fatto capire cosa fosse davvero amare. La nostra storia è durata 3 anni, davvero bellissimi, anche se i momenti no non sono mancati ma trovavamo sempre la soluzione per tornare ad amarci. Lei, che ha una condizione familiare, per niente bella con suo marito, non ha resistito al dover pensare di poter vivere con me una storia d’amore in modo anonimo e ha preferito prendere la decisione di interrompere tutto, non vederci più, niente msg, niente fb nemmeno un “mi piace” . . .insomma per farla breve mi sento come buttato fuori dalla sua vita e pure sono stato per lei importante come amico, prima che ci frequentavamo.
    Sono 9 mesi che sto male e non riesco ad accettare qs distacco, dal punto di vesta sentimentale, perché ci vediamo quotidianamente con un approccio da amici. Voglio riaverla a me, perché mi manca da morire come puo mancare chiunque al quale hai consegnato il tuo cuore . . . Non lo nascondo che nutro la speranza che possa tornare da me, perché il tempo che ci siamo amati non è stato così breve e tale è durato più di un motivo ci sarà stato . . . Ho sbagliato in tante cose e me ne sono scusato, lei mi voleva tutto per se . . . Ma la mia paura di essere scoperto da mia moglie, ha fatto in modo che lei si allontanasse da me perché non avrebbe accettato vivere per tanti anni in qs modo. Premetto, che nemmeno io avrei accettato che tutto andasse avanti così, perché mi impediva di godere di quella libertà che me l’avrebbe fatta amare in modo diverso, più bello in tutto e per tutto e potermi presentare come il suo vero e tanto atteso principe azzurro . . . Sono innamoratissimo come mai lo sono stato . . . farei pazzie per lei, anche se lei non vuole che le faccia . . . Aspetto che possa tornare, perché da romanticone che sono, credo nell’amore e soprattutto in qs amore, non importa tra quando, quel che importa è che possa tornare a riabbracciarla, baciarla e amarla come prima e più di prima . . . che dite tornerà . . . un saluto a tutti e tutte voi innamorati dell’amore e della vita, ma senza amore che vita è? E soprattutto amare chi si ama. Ciao

    • No non tornerà. Nove mesi sono troppi e chi ama veramente il proprio amante al massimo fa il tira e molla anche per anni, ma non sparisce. Lei ha fatto una scelta che va rispettata con il silenzio

      • E’ una conclusione che non riesco ad accettare e che probabilmente è così e qs silenzio che non riesco ad avere, di tanto in tanto reclamandola, ma lei dice che non vuole parlarne più di qs “discorso” cosi adesso lo definisce . . . spero che il tempo “dottore di tanti mali” mi dia un aiuto. Grazie Alessandro !

        • CIAO CICC!
          DAI CORAGGIO!!
          È DIFFICILE MA UN CONSIGLIO NON CERCARLA PIÙ… A VOLTE IN AMOR VERAMENTE VINCE CHI FUGGE!
          NON TI DICO CHE POTREBBE RITORNARE PERÒ SE NON LE FAI PIÙ PRESSIONI MAGARI CHISSÀ!!

          ELEMOSINARE, FARLE VEDERE CHE STAI MALE NON È POI UN BUON METODO DI RICONQUISTA!

          CURA TE STESSO, INTERNAMENTE E ANC HE ESTERNAMENTE IN MODO CHE SE E QUANDO PER CASO TI INCONTRERÀ VEDRÀ COSA HA PERSO!!
          NON UN UOMO DEPRESSO MA… UN UOMO!!!
          BUONA FORTUNA!

          • Ciao Vita, ti ringrazio per il tuo incoraggiamento. Solo che lei la vedo quotidianamente, perché è una collega di lavoro e mi trovo quotidianamente a combattere me stesso che pur volendo comportarmi come tu dici, non riesco a fare a meno di fare qualcosa che le faccia capire che le sono comunque vicino. Purtroppo, non si riesce a contrastare il sentimento ed anche la propria natura, sbaglierò ma non penso sia una buona cosa rendersi diverso da come si è, lo sò potrà farmi male, ma preferisco rimanere così come sono, me stesso. Grazie Vita !

    • scusa m e’ sfuggito il motivo per cui ha mollato.. voi potevate decidere di lasciare i vostri rispettivi coniugi e stare insieme se vi amavate? no, te lo chiedo xche anche io sono coinvolta in una situazione simile ma e’ lui che ha preferito chiudere tutto all improvviso benche (a detta sua) amava me ed era la prima bolta che si innamorava cosi ma nn poteva lasciarr la moglie (io sono libera e nn glie l ho mai chiesto). no fo x capire .. anche io sto male e spero che lui si ricreda e torni da me dal momento che nn ci parliamo piu ma ci spiamo a vicenda ogni giorno…
      Perche se si ama nn si mette coraggio.. io nn capisco..

        • io sto mettendo in dubbio ogni cosa xche se si ama nn si manda all aria la felicita solo xche nn si vuole rinunciare all abitudine di avere una moglie che nn si ama, e che nn si desidera, accanto.
          e’ passato un mese e mezzo e io ho deciso di voltare pagina anche da quel momento nn ho insistito e ho rispettato la sua scelta in silenzio. Basta se lui nn ha avuto il coraggio di stare con me io nn me ne fo nulla di un uomo come lui ed e’ inutild struggermi ancora, in silenzio. Prima dimentico e meglio e’. questa e’ la ptima e l ultima volta che mi vedo con un uomo sposato. Mai piu!! Ho rasentato la depressione. ma stiamo scherzando?

          • Mielikki, anche io mi sento in una fase critica per la mia psiche . . . e mi auguro che non vada oltre. Tu dici che non frequenterai più un uomo sposato che ha arrecato tanta sofferenza, io penso che anche se qs nuovo amore non lo fosse, l’essere single non è una garanzia. Comunque ti auguro di trovare il tuo principe azzurro che ti sappia amare e rispettare per come sei . . . di cuore Cicc !

      • Mi ha lasciato (a suo dire) perché in nei tre anni che siamo stati insieme ha sofferto il fatto di non potermi avere tutto per se e facendo un ragionamento razionale, era giusto che così fosse.

          • per forza metti in dubbio ogni cosa… l ho fatto pure io anche se da un lato capisco il comportamento del mio ex come quello di un senzapalle… ma se mi amava come mi ha detto sempre nn avrebbe scelto di nn vedermi e parlarmi piu xvhe nn sopportava piu la doppia vita che era costretto a vivere.. come puo una persona scegliere l infelicita’ dando un calcio alla felicita’. no, mi rifiuto. 🙂

  55. Mioddio, Alessandro.
    Ho letto i commenti, poi a un certo punto mi sono fermata e mi sono detta: “cazzo, ma quanto sono fortunata a essere single e a non avere nessuno a mano?”
    Inutile, l’amore è per genti illuminate, e questa umanità incline alla tragedia non è pronta. Me compresa. Ma almeno ho il coraggio di stare da sola e non combinare casini. Anche questa è responsabilità.

  56. Alcuni uomini (e persone in generale indipendentemente dal loro sesso) sono davvero immaturi e pensano che l’amore, quello vero, eqivalga ad una fase di innamoramento, di passione iniziale quanto una persona appena conosciuta suscita il nostro interese, la nostra curiosita’ ed il desiderio cosi forte e sconvolgente da offuscare la ragione, senza rendersi conto che questa fase iniziale di ogni rapporto di coppia NON DURI MAI eternamente e poi gradualmente ogni relazione debba trasformarsi in qualcosa di meno emozionante ma piu’ stabile. La passione iniziale svanisce SEMPRE , ma se c’e’ qualcosa di piu’ che unisca le due persone, se ci sono gli interessi comuni, rispetto, buona volonta’, il legame tra di loro diventa piu’ forte col tempo, e questo e’ il vero amore. Il vero amore vuol dire condividere la quotidianita’ con la persona amata, ma come tutti sappiamo la vita quotidiana non e’ tutta rose e fiori e a volte compare anche’ la noia dovuta al fatto che conosci la tua partner fino in fondo e lei non ti stimola piu’ ne fisicamente ne intelettulmente, anche se vi trovate bene insieme, avete una relazione stabile,tranquilla e sicura, basata sul rispetto, amicizia, compagnia, complicita’ e cosi via. A quel punto, pero’ , molti si stufano di avere al loro fianco sempre la stessa persona conosciuta fino in fondo, a letto sempre lo stesso corpo forse non cosi fresco come prima, aniziano a farsi le seghe mentali e guardarsi intorno, farsi illudere che l’erba del vicino sia sempre piu’ verde, prendono cotte varie, gli capitano pure i vari colpi di fulmine che loro confondono persino per l’amore eterno o impossibile, se poi’ costretti, per vari motivi, a rinunciare alle amanti, purtroppo senza rendersi conto della triste verita’ che anche’ se avessero lasciato le mogli per le amanti piu’ freschi ed affascinanti (per ora), col passare degli anni avreberro inziato a provare la stessa noia anche’ con loro e la vita sarebbe diventata ugualmente grigia con le nuove compagne. Questo ciclo si ripete all’infinito. Ma la mente umana e’ fatta cosi’ che tende di rimpiangere e idealizzare all’infinito’ gli “amori” mail realizzati, i ricordi e gli incanti che non si sono spezzati col tempo nel corso della vita quotidiana ed indovinare inutilmente ” cosa sarebbe stata della mia vita, se avesse scelto lei. Di sicuro sarei stato piu felice e realizzato…” Ma resta il fatto che se avessero vissuto questa storia , anche’ in questo caso la passione iniziale sarebbe svanita , ma che vuoi le fantasie e sogni sono sempre piu’ belli della realta’ quotidiana. Per questo una ventata d’aria fresca cosi spesso viene confusa con l’amore….

    • Se è la passione o il sesso a dominare le storie fra uomo e donna i casi sono tre: non possono durare in eterno; diventano coppie aperte; sono coppie in cui il sesso, anche per l’uomo, è un accessorio

  57. Non solo la passione non dura in eterno, ma anche l’innamoramento iniziale (troppo spesso confuso con l’amore, anche se e’ soltanto una tappa iniziale dalla quale col tempo puo nascere l’amore) svanisce sempre e dopo tanti anni di matrimonio non si puo’ aspettare le farfalle nello stomaco, ma questo non vuoi dire che l’amore non ci sia piu’, perche l’amore e qualcosa che si trasforma inevitabilmente col tempo, attraversa le diverse fasi, dopo la tempesta iniziale inizia il periodo piu tranquillo e bisogna esserne consapevoli. Ma alcuni pensano che l’amore vero equivalga all’innamoramento inziale e questa mancanza delle farfalle nello stomaco dopo alcuni anni vissuti insieme (una cosa normale ed inevitabile anche dal punto di vista psicologico) gli fa mettere in dubbio quello che provano per la coniuge, in questo stato di animo e’ facile invaghirsi di qualcun’altra e anche farsi illudere di aver trovato in lei l’anima gemella (anche’ se la storia si ripetera’ sicuramente se lui si decide di rifare una vita conl’atra),. Un uomo maturo che ci tiene alla sua famiglia ed alla moglie con la quale ha creato un legame forte per molti anni, deve pensare con la testa e saper fare un passo indietro, resistere una tentazione. In questo modo evitera’ il circolo vizioso delle ennesime relazioni “amorose” in cerca di un amore ideale che non esiste, evitera’ di rimanere sempre deluso perche’ ogni incanto viene spezzato con il tempo. Rinunciare all’innamoramento (che prima o poi passera comunque) per poter riconstruire una relazione pluriennale (nella quale entrambi i coniugi hanno messo tanto cuore, amore e risorse per anni) non e’ mica sinonimo di vigliaccheria ma di prudenza e di responsabilita’, perche’ se ami qulcuno veramente si senti responsabile per lui/lei, e non sei diposto a buttare nella spazzatura tutto quello che avete costruito insieme per un corpo fresco e la personalita’ affascinante che ti hanno fatto girare la testa.

  58. Ma voi veramente non vedete la differenza tra l’innamoramento e l’amore? l’innamoramento e’ soltanto una scossa ormonale che puo succedere in qualsiasi momento con qualsiasi persona anche alle persone felicemente sposate. L’amore e’ qualcosa di ben altro, molto piu’ profondo … Se le persone innamorate si accopiano, questo stato di innamoramento al massimo dura circa tre anni , ogni psicologo lo puo’ confermare. L’amore, quello vero, con la maiuscola non ha niente a che fare con gli ormoni, va ben oltre la fase di innamoramento e di fascino iniziale, si basa sul forte legame creato duranti gli anni di quotidianita’ vissuta e condivisa insieme nel bene e nel male. Intendiamoci; se qualcuno si e’ sposato male, cioe’ ha scelto una persona sbagliata, ad esempio tossica oppure caratterialmente inadatta, in base all’innamoramento iniziale oppure si e’ sposato per motivi sbagliati senza amore (anche’ se veramemente non capisco le persone che si sposano per motivi sbagliati e non mi fanno pena) e poi’ ne soffre conseguenze, di sicuro dovrebbe divorziare per la propria salute mentale, ma non vale la pena rovinare una relazione stabile, serena e tranquilla, basata sul legame pluriennale che fin’ora ha funzionato bene per gli entrambi (anche’ se le farfalle in stomaco non ci sono piu’ da tempo) soltanto per una semplice e comune scossa ormonale ma cosi facile da confondere con l’amore, percio’ tanti ci cascano per poi rimanere delusi e spesso pentirsi di aver buttato via la vita abbastanza stabile e appagante per una cosa cosi passeggera come l’innamoramento.

  59. No, gli ormoni dominano soltanto l’innamoramento, cioe’ quella fase passeggera dalla quale puo’ nascere l’amore. L’amore non dipende dagli ormoni, e’ il sentimento molto piu’ profondo e durevole, basato non solo sull’attrazione fisica e sul sesso, ma anche’ sull’affinita’, vicinanza psichica e fisica, affetto, amicizia, complicita’. fiducia, rispetto e cosi via. Vivendo la quotidianita’ insieme, mettendo su una famiglia, crescendo fligli, realizzando i progetti insieme, condividendo gioie e dolori, appogiarsi reciprocamente, la coppia crea un legame fortissimo…quello e’ il vero amore, non il fuoco passeggero. Si puo innamorarsi e disinnamorarsi da un giorno all’altro , ma l’amore non si nasce e non muore da un giorno all’altro, anche’ se attraversa le diverse fasi. Le fasi successive a quella inziale, folle e piena di emozioni forti non sono meno belli, anzi valgono molto di piu perche’ ci danno il senso di sicurezza, compagna, completezza e stabilita’, ci consentono di provare l’amore maturo. Bisogna rendersi conto dei mecchanismi psicologici ormai ben conosciuti e sfatare una volta per tutte questo mito di “amore romantico” (che in realta non e’ niente altro che una scossa ormonale e non c’entra nulla con l’amore nel pieno senso della parola ) cosi diffuso in letteratura e televisione che non fa altro che creare altri Werter e signore Bavary, eternamente insoddisfati, eternamente in cerca di qualcosa irraggiungibile.

    • Non sono d’accordo. Due matrimoni due frasi d’amore molto lunghe con un range di sesso superiore all’80% dopo molti molti anni il sesso è rimasto tale. Quando è diminuito è crollato tutto

  60. Ciao a tutti…. Vi prego aiutatemi!!! Sto con mio marito da quando avevo 14 anni… dunque un uomo che lavora con lui ha fatto di tutto perché lo notassi inizialmente nn lo ricordavo nemmeno in viso quando lo incontravo con mio marito ma negli ultimi mesi direi 8 è riuscito a farmi innamorare solo coi suoi sguardi la sua gentilezza e le sue attenzioni. Siamo entrambi sposati e fedeli perché so che nn tradisce sua moglie. Ma quando ci incontriamo ora nn riusciamo a staccare gli sguardi e a sorriderci felicemente lo sento sn sicura mi batte il cuore e nn faccio altro che pensarlo e piangere per lui e anche x mio marito. A volte cerco di evitare che lo incontro e credo sia stata solo invaghimento, ma appena lo vedo sto male finisco x pensarlo tutto il giorno se non più e nn faccio altro che guardare sia la targa che dentro l’auto se passa una macchina che sembra la sua. Mi sento sofferente perché ho paura di soffrire i di far soffrire gli altri soprattutto i figli se gli distruggo la vita perché se lui mi chiedesse di scappare lo farei di istinto subito… Sto male

    • Ps ovviamente nn lascerei mai i miei figli x scappare con lui… però sento che a mio marito nn potrei mai farlo mi fa una tenerezza assurda e se fosse lui a farlo a me? Sono triste

      • NB la cosa che mi fa sentire ancora più pazza e trovo la cosa assurda è che nn ci siamo mai visti nel senso che nn c’é una storia tra noi ecco …quindi come posso sentire questo… lo desidero e lui oltre a farmi sentire che mi desidera sente che lo voglio anch’io e appena può mi si mostra e quando lo fa tiene il cell in mano e solo li nn mi guarda e quindi ne approfitto x scrutarmelo ma nn ho mai desiderato altri uomini aiutoooo

    • Infatuazione, istinto, ormoni. Tu sogni. E sarebbe una follia mettere in pericolo tutto quello che hai costruito per una sensazione che, per quanto percepita forte, potrebbe essere suggestione (non a caso con quest’uomo non ci sei ancora uscita) Cosa farei io al tuo posto? Andrei da un vero esperto, cioè da un terapeuta di coppia (fattelo indicare, sicuramente qualcuno che ci è passato lo conosci). Ti servirà non solo per tornare alla realtà ma per capire se qualcosa non va nella coppia (il tuo “innamoramento” può essere comunque in sintomo di disagio) e che cosa fare, spero per aggiustare, non distruggere. Io farei così ma sono solo un giornalista che racconta in un diario blog le sue esperienze e quelle degli altri, non uno psicoterapeuta

  61. Dunque mi sono fatta tante domande e se fosse un disagio di coppia visto che sn una bella donna e potrei avere molti corteggiatori mi succederebbe con altri ma nn me li guardo nemmeno di striscio gli altri… e solo con lui che sento questo è lui ha fatto di tutto xké mi accorgessi di lui… si conoscono da anni loro e lui a me mi ha vista da molto tempo quindi a quanto pare… se sn giù che aspetto mio marito lui sta tutto il tempo affacciato o mi si pianta vicino con la macchina ripeto ci provano altri a fare gli scemi ma tiro dritto o li mando a quel paese ma lui sono arrivata a cercarlo fra la gente

    • E perché lui non si fa avanti? Aspetta te? Non è un buon segno per un uomo strutturato. E chi dice che prova gli stessi sentimenti? Solo perché ti fa la posta silenziosa? Non costa nulla! Potrebbe solo volere sesso. Ripeto, visto che la coppia sembra essere solida: prudenza e consulenza di un esperto terapeuta

  62. Cara Giuly, devi capire che la tua immaginazione e gli ormoni ti fanno brutti scherzi, queste cose capitano molto spesso, ti sei innamorata di un’immagine di un uomo che non esiste. Neanche lo conosci, non sai com’e’ nella sua vita quotidiana, forse rimaresti delusa se lo conoscessi meglio. Forse il tuo matrimonio si e’ sprofondato nella routine e quell’altro lo vedi come la possibilita’ di rivivere le emozioni forti e di sfuggire alla noia. Prima di prendere qualsiasi decizione dovresti porre alcune domande a te stessa. Prima di tutto cerca di ricordare come era la prima fase della tua relazione con il marito. Ne eri innamorata? Provavi tutte quelle emozioni che provi adesso per quell’altro? Avete i bei ricordi insieme? Eri felice con tuo martio fino a quanto non e’ comparso quell’uomo? Se, la risposta a tutte queste domande e’ si, forse vale la pena cercare il riavvicinamento col marito, scoprire tutte queste emozioni che via hanno fatto innamorare, distaccarsi emozionalmente da quell’altro. Quella fantasia passera’ col tempo, se tu smetti di nutrirla e eviti ogni contatto con quel collega del marito. Tieni presente che le fantasie e sogni mai realizzati sempre SEMBRANO piu’ belli dalla realta’ ma se uno decide viverli, spesso rimane deluso, in quanto ogni incanto viene spezzato col tempo. Se la tua relazione col marito ha funzionato bene fin’ora non vale la pena costruire i castelli sulla sabbia, mollare tutto per una cosa cosi incerta sarebbe troppo rischioso, potresti perdere tutto, in quanto non sai quali sono le vere intenzioni di quell’altro, forse lui non vuole cambiare niente nella sua vita e cerca soltanto una scopata senza impegni oppure ti corteggia solo per noia, pur amando ancora sua moglie.

  63. Oddio mi sento molto confusa… sn una donna molto sicura e determinata ma quando lui tenta qualche approccio inizio a farfugliare e tremo ecco perché lui forse nn sa come gestire la cosa è rimane nel totale rispetto di me credo nn vuole rovinare tutto o magari anche lui si fa tutte le domande che mi faccio io??? So solo che mi perdo nel suo sguardo ed è una cosa strana che nn riesco a spiegare mi sento che comunichiamo senza parlare… nn fatemi sentire fuori di me vi prego

  64. Ogni persona invaghita vede quello che vuole vedere e cerca di interpretare ogni sguadro e ogni parola come il segno di innamoramento dell’altra parte, in questo stato e’ facile fraintendere gli altri. La mente umana funziona cosi’ . Se continui a nutrire queste emozioni ed idealizzare quell’uomo , cercare il contatto aumenteranno. Se invece fai qualche sforzo, cerchi di ragionare ,controllare le tue emozioni e rivolgere la tua attenzione altrove, svaniranno col tempo. Tutto dipende da te, devi decidere che cosa e’ piu importante per te’ quello che hai costruito finora o una emozione fugace…

  65. Grazie anche da parte mia x le risposte Alessandro e scettica. ..Io ci sto provando con tutta me stessa nei giorni scorsi prima di scrivere il post ho fatto si che nn lo vedessi. …ieri ho scritto il post perché l’ho rivisto e anche se nei giorni precedenti ho fatto il possibile x annullarlo dalla testa e credevo ci fossi riuscita… il fatto di vederlo mi ha fatto venire la tachicardia… l’ho intravisto anche nel pomeriggio e per qualche minuto ho avuto sofferenza …. Vi giuro nn mi é mai capitata una cosa simile… Nn riesco a crederci
    Mi fa sentire gioia solo a vederlo con quel sorriso mi pare quando spunta il sole

  66. Amore platonico? E se fosse stata l’anima gemella? Mi guarda per anni. Ma non fa il primo passo. Incomincio io a salutarlo. Credo non si sia buttato per una timidezza/insicurezza patologica o perché pensava che a me non interessasse. Magari poteva pensare che salutavo per gentilezza, come faccio con altri. Quella timidezza ce l’ho anche io, peraltro, assieme ad altre paure. Lo incrociavo solo saltuariamente, a volte non mi facevo vedere per mesi o per un anno negli ambienti dove potevo incontrarlo, ho rimandato, come per altre cose della mia vita. A volte mi imbarazzavo e mi nascondevo da lui, non so neanche se ricambiavo il suo sguardo. Si è fidanzato. L’ho visto, l’ho salutato. Nella sua risposta è come se avessi percepito freddezza o tristezza o rabbia. Si è sposato da pochissimo ma ho la sensazione che non l’ami davvero. Le vorrà bene, sarà una bravissima ragazza e bla bla bla ma l’amore dovrebbe essere qualcosa tipo questo: https://www.youtube.com/watch?v=MrAeQMsu_Fg
    Mi piacerebbe togliermi il dubbio. Anche se dovrei prima vedere che sensazioni mi dà vederlo e vedere che effetto fa a lui. Però è dura parlargli, dato che il massimo che ci siamo detti è un ciao.

    • In questo caso e’ meglio lasciar perdere. Lo sguardo non significa nulla. Quell’uomo non si e’ fatto avanti per anni! Uno che e’ interessato, ci prova… Se gli interessassi davvero, ti avrebbe fatto sapere di sicuro quando entrambi eravate liberi. E ovviamente non e’ cosi’ timido come dici tu se si e’ trovato una ragazza e si e’ addiritura sposato. Come fai a sapere se non e’ innamorato di lei, se non lo conosci neanche’? Scordalo, trovati un’altro.

  67. ed eccomi qui. a leggere storie di altri, scoprendo che le emozioni UNICHE, i tormenti INDESCRIVIBILI, le notti insonni, le infelicità fino a scoppiare il cuore…. in fondo non sono cose uniche, anzi! Sono stati provati da tantissimi e in tantissimi sono nella mia stessa situazione.
    Non siamo uguali, per carità. anch’io avrei mille attenuanti da indicare, mille dettagli che potrebbero farmi apparire più virtuoso, più vincolato…. ma sono dettagli che mi fanno attirare qualche simpatia in più, ma il giudizio non cambia. Ho sbagliato ad innamorarmi infilandomi nel casino maggiore che ho da quando sono nato? oppure è la vita e va vissuta? e se va vissuta, vivere vuol dire seguire l’amore o seguire la ragione? la scelta dell’amore cosa mi porterà?
    la mia situazione è la stessa di tanti: innamoratissimo di una donna ma ancora in casa. ho anche fatto l’errore di essere sincero con mia moglie, confessando l’innamoramento per spiegare cosa stavo passando e promettendo di non vederla più. Impegno sincero all’inizio, ma che sono incapace di rispettare. E’ infelice mia moglie, che non mi vede più entusiasta di lei e della vita come prima, infelice l’amante che mai si è considerata tale ma il vero ed unico amore della mia vita, infelice io che vivo lotto, cerco di far bene tutto e pure sorrido ma quando sono in macchina da solo piango, piango, e vorrei morire, letteralmente.

    • Ti capisco. ..sono nella.tua stessa situazione da mesi. ..in terapia di.coppia da tre…
      vivo dai miei da più di un mese su consiglio della terapista e tra una settimana dovrò dare una risposta definitiva….

  68. Ho 31 anni e sono un docente universitario all’estero. Lui 37, un genitore qui dove lavoro e una bambina di 7 in Italia. Nessun cenno alla “moglie” in quanto tale in quanto la versione ufficiale era “divorzio” ma della questione non ne ha mai voluto parlare.

    Ci conosciamo qui all’estero. Dialogo, fiducia, comprensione, divertimento, tenerezza e tantissima apertura. Malinconia mista a suoi blocchi evidenti e tentativi di avvicinamento e intimita sempre falliti perche ritrattosi all’ultimo istante.

    Mi confessa di avere avuto sempre una vita sentimentale pessima e che talvolta sia incorso nella frequentazione di prostitute. Si apre con me, si sente quasi al sicuro da giudizi. Mi incoraggia a restare dove sono perche probabilmente medita un trasferimento all’estero e tiene l-agenda dei miei colloqui di lavoro. In sostanza non voleva perdermi di vista seppur io fossi un uccello errante ai tempi. Ma io avvertivo sempre una persona “bloccata” e “insicura” di fare ogni passo con me.

    Quando tento di parlargli chiaramente si rifiuta mandando un sms pessimo in cui dichiara di aver capito tutto e che una moglie e una figlia lo aspettano.
    Nei giorni successivi nego ogni saluto o parola e per quanto tentasse di scatenare una comunicazione la mia posizione era irremovibile. Si dichiara dispiaciuto con altri ma mai con me direttamente. Mai riuscito ad affrontare i miei occhi. Lamentava con altri la sua impossibilita di darmi quello che volevo (argomento mai affrontato tra l-altro tra di noi). Sempre schivata ogni intimita fisica o discorso affine con la sottoscritta.

    Vivo per miracolo lo contatto in preda al terrore per la sua vita. Non vuole parlare molto al telefono. Gli scrivo che le mie preghiere sono state ascoltate in tutte le volte che l’ho pensato. Segue un silenzio lungo e un blocco delle comunicazioni per cui mi era quasi impossibile contattarlo.

    Passa molto tempo e gli scrivo un messaggio di auguri seguito da parole che poco lasciano all’immaginazione rispetto a quello che ho dentro.
    Inaspettatamente mi risponde chiedendomi dove mi trovassi e dove fossi data la mia erranza. Sa dove sono. Nello stesso posto in cui ci siamo conosciuto e su cui nessuno poteva scommettere. Passato qualche mese ma tutto tace…

    Che ne pensi?

  69. Sono una ragazza di 23 anni.. ho avuto una relazione con un uomo sposato. Tra lui e la moglie non ci è mai stato un bellissimo rapporto.. corna a vicenda,niente rispetto e poco amore almeno da parte di lui. Lei diceva di amarlo,ma comunque gli ha messo le corna (strana concezione di amore). Ci iniziamo a frequentare da dicembre (lo conoscevo anche prima) a aprile si separa.. racconta della nostra relazione a tutti,amici,parenti (tranne la madre)colleghi di lavoro. Lui entusiasta..diceva di amarmi,di non volermi mai lasciare,era felice ed era da tempo che non si sentiva così. Però c’erano tanti problemi la distanza,l’età,il suo lavoro che gli occupava tempo,un figlio da seguire. E tutto ciò ci logorava,ma nonostante ciò lui non avrebbe mai voluto lasciarmi. Diceva cose assurde sembrava perso. Aveva voglia di vedermi.. di stare con me.. io sentivo tutto questo lo vedevo sincero. Un giorno tutto di un tratto.. tramite sms mi scrive che vuole tornare dalla moglie. Gli manca il figlio e la casa. I soldi scarseggiavano ed io ero troppo giovane. Mi ha detto che sarebbe stato sempre infelice che io ero unica,ma doveva andare. Io scomparsa con il dolore scomparsa. Dopo una settimana lei mette una foto con lui.. con scritto innamorata. Assurdo. Assurdo perché non hanno mai avuto un rapporto tale. Non uscivano quasi mai insieme.. lui andava in giro come se non fosse sposato.. e posso dirlo per certo perche io un paesino le cose si sanno e si vedono. Ma Co quale persona sono stata? Con un attore? Ma non si sente uno schifo dopo aver pubblicato quella foto? C’è chi vive di rimpianti e di dolore. Ma c’è chi non ha anima e in quel caso credo sia diverso.

    • Non è raro che dopo un “incidente” di percorso per quanto importante i coniugi se si rimettono insieme tentano di ricostruire

      • Il problema che sono 10 anni di” incidente del percorso ” lui gli ha messo le corna diverse volte,ma solo sesso.. lei anche addirittura con una persona in particolare ci voleva lasciare lui (il marito) poi mi aveva anche detto cHe nonostante fosse sposato ancora era innamorato della sua ex e ogni tanto si vedevano. QuestI due hanno troppe crepe.. poi sono arrivata io l’ha umiliata non tornava mai a casa tutte le notti con me.. ha richiesto la separazione.. e lo ha dichiarato con molta facilità la sua nuova relazione con me. Di punto in bianco mi lascia e mi vedo le foto su fb di loro due con scritto innamorati.. ma dai non hanno mai condiviso nulla.. lui stava sempre con gli amici al bar e parlava malissimo della moglie. Ma tutto questo lei lo sta facendo apposta a me. Sapeva tutto. Contenti loro,ma sono ipocriti e in foto lui è depresso come non mai. Cosa si fa per i soldi,la casa e la convenienza. Giustamente anche il figlio condiziona,ma basta essere sempre presenti anche da separati. Ma non fingere una felicità che non c’è.

      • E la cosa che mi porterà per sempre ranote che mi ha lasciata con un messaggio senza mai volermelo dire dal vivo. Non l”ho più cercato perché ovviamente ora sta con la moglie,ma ho sperato che almeno ritornasse per dirmelo in faccia.. ma non è andata cosi

    • CARA!!NON SANNO QUELLO CHE VOGLIONO.

      STORIE TUTTE UGUALI!!SEMBRA LA STESSA PERSONA CHE SCRIVE!!!IL FINALE ANCHE: RITORNANO DALLA MAMMA!!!

      IN REALTA’ CERCANO UN DIVERSIVO E SOLO QUELLO A TUTTE LE ETA’!!!

      ALLORA: MANDARCELI A QUEL PAESE!OPPURE USARLI SE TI VA’!!SENZA FARSI ILLUSIONI E INSTAURARE LOTTE CON ALTRE DONNE CHE SONO UNA PARTE DI NOI STESSE!!!

      SEI GIOVANE!!TANTI UOMINI IN GIRO!
      QUESTA BATOSTA TI PERMETTERA’ DI STARE ATTENTA AI TRABOCCHETTI…

      • Davvero incredibile, addirittura fare retromarcia dopo copsì poco tempo…cambiare idea e tentare di ricostruire? solo dopo aver calpestato anche i tuoi sentimenti…quanto tempo siete stati insieme? sì, l’aspetto economico credo condizioni moltissimo nelle scelte, non vorrei esagerare ma credo che pesi un buon 70%….
        ti capisco, anche a me è successo che lui mi ha “liquidata” con un messaggio…non hanno il coraggio di dircelo a voce, questa è la verità…

        • La mia storia e’ durata un anno.ma quando la moglie ha scoperto la relazione e che l’amante ero proprio io,
          Lui spaventatatissimo si e’ come piegato.sottomesso con lei che lo controllava sotto ogni aspetto della vita ,impedendogli di andare im luoghi in cui potrebbencontrarmi anche per sbagliio.

          Questi uomini sembrano cagnolini….e poi ne vale veramente la pena aoffrire per loro?
          Ma cosa ci danno mai?

          Si se valuti attentantamente le stesse identiche cose te le potrebbe dare un altro uomo magari separato, divorziato,single.

          Queste relazioni senza futuro, sempre di nascosto, spesso sbilanciate.servono momentaneamente a farci srntire amate ma portano tanta sofferenza perche’ ci tolgono la liberta’ di decidere.
          Si deve rimanere a disposizione, essere sempre pronte…che stress!!

          Amori di contrabbando….enzo jannacci!!

          Poi nel mio caso, ad esempio, un giorno e’ venuto a fare un lavoro nel condominio in cui lavoro anche io, un ragazzo simpaticissimo, ci parliamo per caso e poi ci vediamo durante i lavori per due/tre settimane…ci scambiamo n.di telefono ed ecco…questa inaspettata opportunita’..mi ha dato leggerezza!!non mi sono innamorata no, ma mi da dato spinta vitale!!mi ha fatto capire di non chiudermi….

          La vita e’ bellissima e ci riserva sorprese…non serve soffrire per uomini che non ci vogliono perche’ non ci meritano!!
          Forza allora,guarda a tutte le cose che puoi fare!
          Ci sono uomini pronti ad amarci e ad essere amati in.ogni dove!!
          Persone valide che possiamo incontrare.Basta non chiudersi, bisogna SOLO RINNOVARSI.
          Un abbraccio!

        • Be ci siamo frequentati per 4 mesi e lui ti giuro non ha avuto scrupoli.. tornava a casa a qualsiasi ora.. non dava nessuna spiegazione alla moglie.. perché è da quando si sono sposati che hanno avuti alti e bassi senza rispetto e nulla. Poi si è voluto separare subito percHe era da tempo che la voleva lasciare visto le corna da parte di lei.. e lui anche di conseguenza. Lui dopo due mesi di frequentazione lo aveva detto a tutti.. tranne che alla madre perché ha un po di problemi psicologici. Veniva tutte le sere in un circolo dove lavoravo e facevo la notte e lui doveva alzarsi presto la mattina.. ma stava la con me.. a volte nemmeno tornava a casa. Ti dico che sembrava perdutamente innamorato.. appena separato siamo stati altri tre mesi,ma insieme. È vero i problemi erano molti.. lui lavorava tutti i giorni sia pomeriggio che tarda serata.. 40km di distanza.. lui veniva tutte le sere stanco morto.. ed io non avendo la patente spesso andavo con il pullman.. ma era difficile combinare perché doveva trovare del tempo con il figlio.. metà stipendio andava alla moglie oltre la casa. Lei comunque apposta non andava a lavorare anzi lo stuzzicava sempre dicendogli che il figlio stava male o non facendoglielo vedere. Poi l’età 17 anni di differenza. I problemi c’erano tanti ma quello che provavamo era davvero tantissimo. . Lui me lo trasmetteva.. poi non so. Ma non doveva farmi questo.. se fosse stato confuso avrei preferito che se ne stava un po da solo.. ma lasciarmi con questo cinismo dopo avergli fatto da amante,da psicologa e altro non lo merito. La moglie provoca spesso e volentieri su fb.. ma preferisco tacere e sperare che la vendetta vien da sola.

  70. Vorrei raccontare la mia storia.Sposata con figli dopo 11 anni di matrimonio su fb incontro un mio vecchio amico di scuola.Abbiamo parlato a lungo e ricordato i vecchi tempi.lui mi propone un incontro amichevole da li ci siamo scambiati i numeri di telefono e da cosa nasce cosa siamo diventati amanti.Per me era la prima volta e mi sono fatta trascinare da queste emozioni ormai sepolti e da tutta la situazione.Ci sentivamo in ogni momento del giorno…lui mi prometteva che avrebbe lasciato la moglie ma che dovevo aspettare…purtroppo il mio atteggiamento a casa era cambiato così mio marito iniziò ad insospettirsi fino a quando venni scoperta.Ci fu una tragedia greca…andammo a casa di lui e insieme ai rispettivi coniugi parlammo…noi negarlo tutto ..anche se io in cuor mio volevo dire la verità…per ben 5 anni io rimasi con mio marito e lui con sua moglie…i miei sensi di colpa e l’amore che provo per lui hanno distrutto il mio matrimonio…ora sono in fase di divorzio…lui invece è ancora con sua moglie beato e felice..giorni fa mi ha contattato dicendo che ama solo me ma nn può lasciarla e se io accettassi la sua proposta (anche mante segreta a vita)luigi sarebbe l’uomo più felice del mondo…e potremmo stare per sempre insieme!!! Da dire che però in questi anni ha avuto altre amanti ma il legame che ha con me nn la trovato con nessuna!

  71. E dopo nn riesco proprio a capire cosa vuole da me…la moglie c’è la…le altre amanti pure…perché secondo voi continua a cercarmi?

  72. Si…credo che sentirlo dire da qualcuno che nn mi conosce faccia più effetto…perche io nn riesco ad andare avanti e a rifarmi una vita..sono sempre ferma allo stesso punto è aspettando una sua chiamata che arriva ogni volta che gli vengo in mente…nn so che fare!

    • Un aiuto da un terapeuta di coppia o councelor aiuterebbe. Ti consiglio Giusi D’angelico la trovi su Google efacebook

    • Serve a te per un problema inerente il councelor non serve solo per recuperare coppie in crisi. Vai sulla sua pagina r capirai. Se vuoi

  73. Buongiorno, anche la mia storia si accomuna a queste lette sopra, anche se un po’ più complicata. Io e S ci frequentiamo assiduamente da un anno e mezzo. Io sposato con due figli (5 e 7), lei sposata con un uomo attraente, sportivo e bello. Ci conosciamo da circa due anni e mezzo. Siamo molto compromessi. C’è amore a detta di entrambi, intesa, passione, dialogo. Ci accorgiamo continuamente di esser in sintonia su parecchie cose. Lei mi ha già proposto di unirci. Lascerebbe il marito per stare con me. Io sono molto presente a casa: coi figli, nella scuola, nei lavori di casa (pulizie ecc) e nelle spese. Non so come farebbero senza di me a casa, i miei figli ed anche mia moglie. Una donna semplice, discreta, ma purtroppo introversa e non solare come S. Quando l’ho sposata ho pensato di amarla, ma ora mi accorgo che le voglio un gran bene. Quel bene che vuoi a chi non vuoi veder soffrire. E sono tormentato. So che con S avrei la donna che ho sempre desiderato, sia come moglie che come amante. E lei mi dice continuamente di esser pazza di me, di pensarmi in ogni momento. Abbiamo avuto momenti in cui dover staccare, lei non riusciva a fingere a casa con lui. E vista la mia indecisione (per le ragioni del post) si era ritirata: “mi devo concentrare su di lui, per cercare di recuperare. So che non sarai mai mio per ovvi motivi”.
    Ora, io la voglio, so che starei da Dio con lei. Ma allo stesso tempo farei soffrire alla morte mia moglie, pur continuando ad essere molto presente nella vita e crescita dei figli.
    Nell’ultimo mese ho cercato di capire. Vedo in mia moglie un po di lassismo di agiatezza e poca voglia di lottare. Combatto per farle fare sport che la aiuterebbe con qualche problemino fisico (ha solo 35anni). Ma inutilmente, sembra non riesca ad uscirne ed ho paura che affrontando – anche lontanamente – l’argomento cada in depressione.
    Ho immaginato anche la mia vita fuori da casa, ogni giorno penso a quello che faccio come se fossi fuori. Potrei riuscirci, come dici tu “who dares win”. Ma ho paura di far male ai figli (che mi adorano e mi cercano continuamente) ed a mia moglie, molto sensibile e fragile.
    Detto questo, chiedo a chi se la sente di darmi opinione in merito.
    Grazie. Ciao
    A.

    • mi ritrovo molto nella tua storia, Andy. mi piacerebbe confrontarmi con te perchè ci son giorni in cui sono più capace di riflettere, ponderare, ho bisogno di condividere con chi sta vivendo o ha vissuto situazioni come la mia e la tua….. altri giorni invece in cui sento che devo prendere una decione netta, chiara, in un senso o nell’altro.
      ma le conseguenze di una qualunque delle due scelte sono molto dolorose.
      di sicuro non pensare “maledetto il giorno in cui…..”, perchè non serve a niente.

      • Entrambi le decisioni sono inevitabilmente dolorose. Per me e per qualcuno a cui tengo particolarmente. Io penso di riuscire ad esser (seppur meno) presente coi bambini (scuola, attività, svago, ecc.). Quello che mi spaventa è la reazione di mia moglie, che si chiuderebbe a riccio (più di quel che normalmente è già).
        Per contatti non saprei come fare senza divulgare a tutto il web.

          • No. Non mi spaventa l’idea, ma ammetto che per come sono orgoglioso non so se riuscirei ad accettare in pieno i consigli o aiuti.
            “S” mi dice spesso che sono un po’ altruista e penso troppo agli altri (familiari in genere, genitori compresi) ma che non penso a me stesso. E devo ammettere che “S” ha capito molto di me in solo un anno e mezzo, a cospetto di chi ci ha messo 15anni.

    • ciao Andy,
      anche io sono in una situazione simile alla tua, solo che chi si è allontanto è il mio amante che deve capire cosa fare con sua moglie…anche lui sposato con figli, io “solo” convivente, ma non ho mai avuto il coraggio di dirgli ciò che provo…
      anche a me piacerebbe parlarti meglio della mia storia, e soprattutto, mi piacerebbe avere un parere sincero e sentito da un uomo…

  74. Andy tu sei nella stessa situazione del mio amante. Io però non gli ho mai proposto di lasciare la compagna. Lei è molto fragile, con un passato di anoressia, assolutamente dipendente da lui, anche economicamente. Abbandonarla vorrebbe dire distruggerla, e questo non lo voglio neanche io.
    Ci amiamo, abbiamo trovato in noi quello che avevamo perso nella coppia ufficiale, ma non vogliamo ferire i nostri partner e i nostri figli, viviamo la nostra storia come possiamo, a volte con sofferenza…ma sappiamo che diversamente non si può fare…Amare vuol dire anche saper rinunciare per il bene dell’altro.
    “né con te, né senza di te”

    • Ciao Lei, grazie del tuo parere. Mia moglie non sta poi così male, solamente sto cercando di staccarmi per capire la sua reazione, adducendo scuse riguardanti la sua scarsa cura di salute e forma (anche se è molto bella così). M (moglie) e S (amante) sono totalmente diverse per forma e colori, carattere e pensieri. Totalmente. Nella mia vita sono sempre stato attratto da donne tipo S, ma ho scelto M perché in quel momento mi sembrava quella giusta. Ed obbiettivamente, se non avessi conosciuto piano piano S, per poi diventare amanti non sarei qui a scrivere. Alle volte (in 16anni) ci sono state tentazioni, anche con donne belle, ma mai ceduto. Invece ora, con S, complice il fatto che ci si frequentava in un ambiente sportivo con anche cene, ci siamo conosciuti meglio e piaciuti. La passione ed intesa anche sessuale ha fatto il resto. Ed io, non ho mai provato tale coinvolgimento.
      Che dire, sembra perfetta. Ma tra il dire ed il fare ci sono mille problemi. A nessuno dei due piacerebbe far soffrire a casa. Io per M ed i piccoli, lei per suo marito, con cui non sta male, ma che lascerebbe per me. Diciamo che se non ci fossimo conosciuti, forse non avremmo avuto altro. chissà.
      Grazie, comunque. Non so se ci sia la possibilità in questo blog di scriversi in “privato”, ma mi piacerebbe. Situazioni simili aiutano a capire qualcosa di più.

  75. Buonasera a tutti, ho letto tutti i vostri post, e devo dire che sono riuscita ad avere un pò di “serenità” in queste giornate d’inferno, perchè è bello capire che altre persone stanno, o hanno, attraversato quello che stiamo passando noi e che non siamo gli unici a soffrire…
    Io convivente con una storia di 15 anni, lui sposato , dieci anni più grande di me, sposato da oltre 20 anni, più altri di fidanzamento, con figli, io nessun figlio…iniziamo a sentirci, prima solo in modo virtuale, poi sempre più assiduramente, ci scambiamo i numeri, decidiamo dopo qualche mese di vederci e da lì inizia tutto, un rapporto a distanza (ahimè), ma intensissimo, bellissimo, io vedo in lui l’uomo che ho sempre desiderato, sembra mi capisca nel profondo, sembra riesca a toccarmi l’anima, capisco fin da subito che con lui non è solo sesso, e lui pure…ci cerchiamo, ci sentiamo ogni giorno con tanti messaggi, con telefonate quotidiane…non ci palriamo mai di sentimenti, di Amore, stiamo sempre sul vago, lui sempre molto tratenuto con me, perchè rimasto scottato da una precedente relazione (più psicologica che fisica) con un’altra donna, mi tiene a debita distanza, e solo raramente si lascia andare a frasi e atteggiamenti molto “equivoci”, quando mi dice che non ha mai provato nulla di simile con nessun altra donna, nemmeno lontanamente con sua moglie, che è infastidito dalla presenza del mio compagno, ecc…ci avviciniamo sempre di più ma lui va in crisi una prima volta, mi dice che deve capire cosa fare della sua vita, che deve capire se il rapporto con la moglie è arrivato al capolinea o se piò recuperarlo, mi allontana in modo brusco…poi mi ricontatta con una scusa e ricominciamo, ma la distzana non ci permette di affrontare molti discorsi “vis a vis” e ammetto che li rimandiamo…ricomincia tutto come prima, tutto intenso, bellissimo, ci rivediamo altre volte, ma percepisco che ogni tanto lui va in crisi, dice che a casa le cose non vanno, che litiga spesso con la moglie, che è stanco, ma non parla molto di lei, dei loro problemi e io non insisto…fino a pochi giorni fa, quando lui mi dice di stare male, che si rende conto di essersi allontanto sempre di più dalla moglie, che lei se n’è accorta e glielo ha detto, che se vanno avanti così non va bene, che lui deve cambiare…lui ammette di non avere più voglia di condividere le cose con lei, che non si sa spiegare il perchè, che non sa se questa situazione è dovuta anche alla mia presenza…io cerco di tranquillizzarlo perchè dentro di me non voglio che mi allontani, e vorrei continuare il nostro rapporto in questo modo, perchè capisco che entrambi non siamo comunque pronti a fare un passo più “grande”…ma lui sta male e pochi giorni fa mi dice che ha bisogno di staccare, che non riesce più a continuare la nostra relazione perchè deve ritrovare se stesso, deve provare a ricucinre il rapporto con la moglie, stanno iniziando a tirare fuori tutto e lui non ha alternative se non quella di allontanarmi.
    Pensare che solo 15 giorni prima ci siamo visti e per la prima volta in due anni ci siamo detti cose “importanti”, cioè che pensiamo all’altro come ad un possibile compagno di vita, che siamo gelosi dei ripsettivi partner, che se fossimo soli…..
    Credo che tutto questo abbia contribuito alla sua confusione attuale. Io sto malissimo, mi manca, vorrei capire le ragioni del suo allontanamento e soprattutto vorrei capire cosa lui prova davvero per me, non ce lo siamo mai detti, ma io credo di essermene innamorata…avrei continuato il rapporto così, vedendoci come amanti, per non perderlo, ma mi rendo conto che mi manca come l’aria…probababilemtne avremo un confrotno telefonico nei prossimi giorni, ma non so come affrontarlo, cosa dirgi, se parlargli dei miei sentimenti in modo diretto e chiaro, una volta per tutte..ma ho tanta paura di farlo, sono bloccata…
    vorrei avere un’opinione e un consiglio, e vi ringrazio molto per la lettura

      • certo che ci siamo visti, circa una decina di volte, abbiamo vissuto una passione incredibile, complicità, desiderio di soddisfare l’altro/a, ma soprattutto una chimica mai vissuta da nessuno dei due prima…tutte cose dette e ribadite da lui, ogni volta…che solo con me ha provato certe cose, che solo io lo faccio sentire così…con me ride, scherza, è sereno, non solo nei nostri incontri, ma anche quando ci sentiamo….
        perchè allontanarmi cosi drasticamente?

        • Allora se leggi i commenti precedenti quasi tutti gli amanti dicono che provano con la propria amante qualcosa mai provato in vita loro a volte è vero a volte è una sensazione momentanea a volte è solo come dire ti amo mentre scopi questo per dimensionare le terminate atteggiamenti. Un uomo lascia drasticamente la propria amante per diversi motivi: il primo di solito è che si accorge che sta perdendo il controllo sulla sua vita e quindi fa una scelta che di solito è quella di stare con la moglie per tutto una serie di motivi economici figli senso di colpa. Oppure perché ha paura di venire scoperto perché è successo qualcosa che messo in luce la doppia vita e quindi la moglie inizio ad avere dei sospetti. In ogni caso se noti vince la moglie perché lui comunque non scegli te scegli di lasciarti. Il mio consiglio: sparire sparire totalmente fare un blqckout di almeno un mese forse più e vedere se corre da te definitivamente

  76. Buongiorno, scusate, avevo scritto un post, era in moderazione, ma ora non riesco più a visualizzarlo, posso sapere cosa è successo?
    grazie mille

    • lo so, vorrei solo capire cosa gli succede, cosa gli passa peer la testa, io gli ho fatto scoprire un nuovo moando, fatto di passione, complicità, gioco, ma anche dialogo…alcune cose provate con me ha detto di non averle mai provate in vita sua nemmeno con la moglie, mi chiedo come può rinunciare a tutto questo, come fa a mettermi da parte…non so darmi una spiegazione, vorrei tanto capire cosa prova, cosa sente…forse il fatto di non essere mai stata sincerca fino in fondo con i miei sentimenti, mi fa avere dei rimpianti…

  77. Io ho passato per un periodo una situazione simile col mio amante. Faceva fatica a reggere una doppia vita, aveva sensi di colpa, paure di far del male a lei. Ancora adesso dice che prova sentimenti per entrambe…
    Poi la nostra storia è stata più forte e ha deciso di viverla ugualmente, anche se a volte lo vedo in difficoltà, con conseguenze anche sul piano fisico.
    I motivi del passo indietro del tuo amante possono essere tanti: mancanza di coraggio nel gestire una situazione comunque molto complicata, paura di essere scoperto, e non ultimi, i sentimenti che ancora prova per lei e il suo desiderio di ricostruire la sua coppia.
    Non puoi farci niente, questo è l’eterno dilemma degli amanti: sceglierà me o l’altro/a??
    Viviamo in bilico, e quando la bilancia perde dalla parte opposta alla nostra (e di solito finisce sempre così) non possiamo fare altro che farci da parte, smaltire il dolore e ricominciare….

    Come dice il cantante Francesco Gabbani: elaboriamo il lutto con un amen…..

    • Concordo: l’unica chances che si può imparare e quella di sparire sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista telefonico messaggi di solito questo black cult se fatto seriamente porta gli uomini che in realtà sono veramente innamorati dell’amante a prendere una decisione

      • ciao alessandro,
        io non l’ho mai messo di fronte ad una scelta, anzi, io ho sempre “spinto” perchè lui raggiungesse una serenità con la moglie e riuscissimo a portare avanti la nostra relazione in “parallelo”, a me andava bene così, a me bastava averlo nella mia vita in questo modo…non gli ho mai detto cosa provo realmente con lui, quindi non credo lui possa fare una scelta in questo momento, perchè lui non sa cosa provo relamente, anzi lui sa che io vive seranamente col mio compagno, e che voglio lui come amamnte…lui dice che non riesce ad essere serenon con la moglie, hanno continuamente litigi, non ha più spinta a fare le cose che prima faceva con lei, sia dal punto di vista “fisico” che relazionale…
        Lui dice che è confuso, che lei gli ha detto che le cose così non vanno e che devono provare a cambaire altrimenti la strada sarà quela della separazione…hanno provato altre volte a ricucire, ma con scarsi risultati, cioè stavano abbastanza bene qualche mese, ma poi riotrnavano come prima….

        • Forse devi dirgli la verità guardarvi in faccia e decidere il futuro ma solo se tu se disposta a lasciare tuo marito

          • già, è quello che sto pensando in questi giorni….devo fare chiarezza anche prima di me in questo periodo, ho una paura fortisssima di dirgli ciò che provo per lui, i miei reali sentimenti, a dirgli che se lui mi desse un cenno, io sarei disposta a mettere in discussione tutto per lui..Alessandro, capisci, queste sono siutazioni complicate, difficile decidere dall’oggi al domani di mollare tutto, ma parlandone insieme, e capendo perlomeno i sentimenti che proviamo davvero, potrei avere la spinta a fare un passo molto drastico e diffiicile, ma vorrei capire cosa lui prova realmente per me.
            Ho due strade adesso, o sparire completamente, visto che lui mi ha mandato una mail dicendomi della sua crisi e che non ha altra scelta di chiudere con me ora perchè non può fare altrimenti…oppure chiedergli un chiarimento, e dirgli tutto ciò che ho dentro, una volta peer tutte…
            Il problema è che abitiamo a centinaia di km di distanza (un altro ostacolo tra noi) e che non è facile vedersi….ma so che queste cose dovrei dirgliele in faccia…
            voi che ne pensate?
            cosa fareste al mio posto?

  78. no, non ce la faccio, non così…difficile elaborare un lutto quando fino a quindici giorni prima ti guardava neglio occhi, ti diceva che provava sentimenti, proprio lui così trattenuto, così corrazzato…lui non riesce più a vivere con serenità la quotidinita con lei, nemmeno le piccole cose, non riesce a farle…non ha slancio mi ha detto…non so se questo sia dovuto ai sensi di colpa, ma i sensi di colpa vengono quando? dovrebbero esserci sempre…
    anche lui fa fatica a sopportare e gestire una doppia vita, io ci riesco, lui fa più fatica…è già successo in passato che avesse avuto crisi simili e poi ci siamo sempre riavvicinata perchè basta un messaggio, niente e siamo di nuovo lì…

    • Appunto basta un messaggio per portare avanti una malattia cronica i casi sono due o decide decide così andrete avanti sempre zoppicando e poi comunque lui sceglie la moglie non ci sono dubbi fino adesso a scelto la moglie continua a dire che tu sei tutto sei il meglio che loro non hanno rapporti che non funziona niente che non ci può vivere per lui sta con la moglie

  79. sì, lo so…ma io non gli ho chiesto mai di scegliere…io volevo che la storia continuasse così…io non sarei pornta ora per cambiare la mia vita….

  80. scusa alessandro, tu mi consigli di dirgli cosa? cosa provo? che mi sono innamorata di lui ma che , come lui, ho paura di fare il passo….o sentire cosa mi dice lui….
    ho il terrore di dirgli ciò che provo

    • Perché? Hai paura di perdere tuo marito? Allora è più forte tuo marito e. Se lui non vuole continuare la relazione parallela tronca

      • no, ho paura che lui mi dica che non prova le stesse cose che provo io….di questo ho paura, so che sono una codarda, ma mi terrorizza….

  81. Se non gli parli avrai sempre il dubbio di cosa avrebbe potuto decidere se avesse conosciuto i tuoi reali sentimenti. ma soprattutto credo che tu debba essere pronta ad accettare un suo allontanamento…..ti capisco perfettamente, vivo la tua situazione. Ma non si può fare diversamente.

    • sì, quello è il mio tarlo, non avergli detto chiaramente quello che provo, quello che sento, e rimpiangerlo poi nel tempo….
      Lei, vorrei parlarti in modo più approfondito, possiamo magari scambiarci una mail?
      come facciamo?

  82. Credo che non sia possibile.
    Posso solo dirti che è inutile negarsi la realtà, devi prendere il coraggio a due mani, trovare il modo di incontrarlo e parlargli chiaramente.
    Ma questo mi sembra un passaggio successivo.
    Prima devi farti molte domande del tipo “sono davvero disposta a fare un salto nel buio?, a rischiare che questo sia solo un fuoco di paglia e che un vero rapporto potrebbe non durare?” Poi ci sono problemi pratici del tipo vivete a molti chilometri di distanza, sei disposta a mollare tutto e trasferirti? Perché lui ha dei figli e comunque deve rimanere in zona per loro…..A condividerlo con i figli?A sopportare che lui mantenga contatti con sua moglie (è inevitabile quando si hanno dei figli).
    Quando avrai fatto chiarezza in te stessa potrai chiedergli di incontrarlo e aprire il tuo cuore, ma devi essere pronta anche a una risposta negativa…è inutile mettere la testa sotto la sabbia..

    • ciao Lei, ti ringrazio molto per i tuoi consigli, che ho letto e che ritengo molto utili e giusti…io in questo periodo sto cercando di fare un’esame dentro me stessa e capire cosa realmente provo, cosa potrei fare, e a farmi le domande che mi hai giustamente posto tu, solo che al momento, come faccio a darmi tutte queste risposte non sapendo nemmeno cosa lui prova per me? Io credo di sì, forse sarei disposta a fare un salto nel buio, ma non ora, non con queste premesse, non con lui così confuso, titubante, così rigido e bloccato nei miei confrotni…avrei bisogno di sapere anche da lui cosa prova per me, è difficile ora come ora immaginare un futuro con una persona che mi ha lasciata così dall’oggi al domani…
      per questo vorrei confrontarmi con lui, cercare per la prima volta di dirgli ciò che provo davvero e parlare di sentimenti…
      però è anche vero che forse, e dico forse, solamente non facendomi sentire per un bel pò di tempo (il nostro alessandro suggerisce non meno di 2 mesi ;-)) potrei fargli capire che forse mi ha persa davvero, fargl sentire la mia mancanza…
      Sono tra due fuochi, da un lato sento l’esigenza di dirgli ciò che provo, ma vorrei dirglielo in faccia, non con una fredda telefonata…dall’altro vorrei lasciargli il tempo per capire, per sentire se gli manco davvero, per fare chiarezza dentro di lui…
      però poi mi chiedo, come fa a fare chiarezza se non sa di preciso cosa provo per lui?
      sONO bloccata, non so come muovermi…

  83. Fare chiarezza dentro te stessa non vuol dire lasciare il tuo uomo, vuol dire affrontare la situazione con l’altro sapendo esattamente cosa TU vuoi da questa storia. Quello che lui vuole è il passo successivo…
    Mai perdere la lucidità e mai basare la propria felicità su quello che può darci un’altra persona!!!!

    p.s. gli uomini così esistono, ma spesso stanno con la donna sbagliata….

  84. si, devo fare chiarezza su ciò che voglio, io lo so, voglio continuare a sentirlo, frequentarlo…parlare con lui dei nostri sentimenti, sapere perchè mi ha lasciata così, da un giorno all’altro, ho bnisogno di spiegazioni…prima o poi mi sblocchero, ma vorrei parlargli in faccia….

    • Allora se ti senti abbastanza forte da affrontarlo lo sparire secondo il mio parere di non esperto è un confronto vis a vis della serie: sappi che io da oggi sparisco per questi motivi e che forse ti riprenderò solo a queste condizioni. Però ti vedo confusa e provata: in questi casi meglio affidarsi a un vero esperto come Giusi D’angelico per esempio. Consulta su Facebook la sua pagina tutto il bene che ti vuoi

  85. Scusa Alessandro se mi intrometto, ma visto che sono anche io un’amante riesco ad avere la situazione ben presente in questo momento.
    Braindamage (già il tuo nickname è tutto un programma…) procedi per gradi:
    1) Fai chiarezza nella tua mente, e cerca di capire cosa sei disposta veramente a fare (vedi domande elencate sopra)
    2) incontrati con lui e parlagli chiaramente, digli quello che provi e che saresti disposta a fare per lui
    3) se ti risponde in modo confuso, prende tempo, non si sbilancia SPARISCI.
    Distraiti, fai una vacanza con un’amica, iscriviti in palestra, cambia colore di capelli…….
    Se torna, finalmente saprai cosa vuole davvero!!!

    • braindamage, sì, il nome è tutto un programma, ma in realtà l’ho fatto in onore ai pink floyd 😉
      grazie Lei, il programma che tu esponi non è male, è quello che penso farò, solo che vorrei dirgli queste cose in faccia, al telefono è difficile, mi blocco, non vedo le sue emozioni, non c’è contatto….ma come cavolo faccio a incontrarlo? come gli chiedo di vederci se lui in questo momento vuole il distacco perchè sa che anche solo una telefonata ci potrebbe indurre in tentazione? non è facile…vedremo cosa dirà…nel frattempo aspetto, è ancora presto….

    • sì, sono confusa e provata…grazie del consiglio alessandro, magari la contatterò…
      però mi piacerebbe fare ciò che hai detto, sarebbe la cosa migliore …

      • Prima ti chiarisci tu, poi lo contatti. Se non vuole incontrarti SPARISCI!!!!!!
        Dagli tempo di capire se gli manchi troppo o no.
        Magari nel frattempo ti innamori di un uomo libero!!!!

        • non ci penso neanche….sono già incasinata così, e in questo momento da quel punto di vista sono “morta”, mi fa schifo solo l’idea…mi fa questo effetto purtroppo…

  86. Ho letto il suo post e mi è venuto da piangere. Io non ho un amante, non ce l´ho mai avuto. Ma anch´io come quell´uomo sposato, felicemente sposato, anch’io adesso che sono passati anni sento che il mio matrimonio non mi basta più.
    Curiosamente a lui invece senza bastare, non capisco se sono io così stupenda da essere capace di riempire completamente la vita di un uomo e rendergli prive di attrattiva tutte le altre donne, o se mi è capitato un raro caso di monogamia genetica (sfiga).
    Io non voglio tradirlo. Non voglio, ma ho bisogno… vorrei…
    Non un amante. Vorrei un altro marito non da sostituire all’attuale, ma da affiancare, O magari anche due o tre, un piccolo harem diciamo. Per cominciare.
    O anzi no. Vorrei solo un uomo, uno solo, ma capace di farmi innamorare. E anche di regalarmi del buon sesso, ovvio.
    C’è un gap immenso fra i miei desideri, i miei sogni e la realtà. Una realtà così vuota, così sola e grigia. Che poi magari non è neanche vero che lo è (mio marito giusto per fare un esempio è un ottimo amante), ma sono solo io che la percepisco così perché mi manca qualcosa. Anzi qualcuno,
    Non uno a caso però. Voglio… voglio. Dov´è?

    • Un bisogno non nasce dal nulla. C’è chi sostiene che l’Unione fisica e psicologica fra un uomo e una donna non può essere infinita così come non esiste la monogamia.
      Io credo, e l’ho scritto tante volte, che ricercare, di colpo, qualcosa che manca in un altro uomo o in un’altra donna è che minori un segnale di sofferenza della coppia da non n sottovalutare.
      Avete provato a parlarne insieme? Potete parlarne insieme?
      Provare una “scappatella” può dare grande gioia o grande delusione, può uccidere un matrimonio e a volta rilanciarlo.
      Immobili, però, non si può stare.

    • Mio marito si dichiara innamorato, attratto e felice…io inquieta, pronta a ritrovare emozioni che non provavo più da tempo..ho trovato in un ex l’amante perfetto..peccato che ci siamo anche innamorati….

      • MA che palle!!! Nessuno contento di quel che ha!!
        Ma che cavolo vi siete sposate /i a fare???
        Tutti infelicemente incatenati!!
        SE amante diventasse un legame stabile diventerebbe come il.marito attuale!!
        Se Non siete capaci di vivere in coppia con qualcuno che vi ama. Non vi tratta male(ci sono coppie che si picchiano e lo salpuamo no?) e’ perche’ non sapete cosa volete dalla vita allora consiglio state un po’ da sole/i e cercate di capire i vs bisogni.

          • Rispondo a Lei: perché dici “peccato che ci siamo innamorati?” Non sai cosa darei per essere nella tua stessa situazione! Un nuovo amore, un uomo che mi faccia rivivere come dici tu emozioni che non provo più da tempo.
            Rispondo ad alessandro: sì certo possiamo parlarne e ne abbiamo parlato. Lui mi ha risposto un po´come Vita, che suona un po´ antipatica forse, ma certamente in gran parte ha ragione. Sono una ragazzina immatura che dovrebbe crescere e imparare ad apprezzare l’amore in tutte le sue fasi. Ovvio che non sarà come all’inizio, ma questo non significa che sia meno bello.
            Tutte parole molto sagge.
            Però. Però non riesco proprio a evitare di avere questo bisogno, non riesco a soffocarlo. Soprattutto da quando.

          • Che si deve capire cosa vogliamo….da sole o con un aiuto!!

            Io piano piano sto cercando di capire le.mie esigenze.

            A volte e’ solo un bisogno fisiologico, a volte abbiamo bisogno di sentirci amate, apprezzate.

            A volte e’ solo noia di una vita piatta…anche senza grossi problemi….

            Pero’ nella vita ci sono molte altre cose da fare……Non solo gli uomini!!!Ahahah!!rido!!

            SONO stata malissimo pensando che non lo vedevo ne’,senrivo per 8 settimane, consecutive e che diventeranno anche 10(!),
            Poi mi sono detta:”ma chi se ne importa?”la mia vita , il mio tempo lo devo.impiegare bene,e sono partita in viaggio da sola!

            E sono stata bene! Ho ballato, nuotato,saltato!
            La mia liberta’!!!
            Le catene le ha lui e non devono diventare le.mie!!!
            Ci rivedremo ancora? Mi cerchera’? No. So dire…..pero’ umportante e’ NON SOFFRIRE PIU’ IN quel modo assurdo….

            GLI UOMINI SONO FIGLI DELLE DONNE MA NON.SONO COME NOI!!!

          • .mica rutti sono senza coraggio…e’ giusto cercare di essere felici…con una persona nuova se l’attuale ti rende veramente infelice.
            Se ti innamori di un’altra/o e’ anche giusto .

            ma quelle che scrivono che il marito le ama, e che vorrebbero tenenerselo(stipendio e reversibilita’ fanno sempre comodo,giusto?)ma anche avere altri uomini sposati per provare emizioni che il marito non da’ piu’??
            Cosa ne dici?Come le definisci?

            POI VEDI che comunque molti il coraggio di rischiare con un nuovo compagno/a sia uomini che donne non ce L’hanno (figli a prescindere).Preferiscono gestire due situazioni e mantenere lo status quo.

            Quando.pero’ nella relazione uno e ‘ libero e l’altro occupato che si fa????come nel mio caso:io sono libera.
            LUI sposato figli adulti(40 anni!!),mica la lascia la famiglia per me!
            Innamorati,passione.e bla bla bla, pero’intanto io sempre sola ad aspettare una telefonata…vacanze mai insieme, anzi sono 8 settimane che e’ via con moglie!!

            Feste io da sola.

            EVVIVA E LODE A CHI HA LE.PALLE !!!

            Non so cosa pensare solo che viviamo in un momento di gran confusione.

        • Vita non è tutto bianco o tutto nero…
          E’ ovvio che quando ci si sposa i sentimenti ci sono e sono forti, così come quando decidi di fare dei figli.
          Ma nel corso della vita si cambia..cambiamo noi e le persone che ci stanno accanto, e spesso questo determina che due binari che prima scorrevano paralleli, poi comincino a diventare divergenti.
          I difetti che si sottovalutavano all’inizio diventano macigni, le delusioni che si provano fanno calare la stima…
          Questo apre una breccia in noi stessi, e in questa breccia capita che si infilino i sentimenti per altre persone…
          Succede, e spesso, proprio perché ci manca qualcosa, non si ha la forza di impedire che questo accada…

          Se dovessi mai lasciare mio marito di certo non andrei a vivere con il mio amante…..proprio per non perdere la magia…

  87. Il mio amante sostiene di amarci entrambe, con intensità diversa.
    La mia analisi mi dice che ama lei perchè, fragile e delicata, completamente dipendente da lui (la definisce come una figlia, lei lo chiama papà, non dormono quasi mai insieme, rapporti sessuali ogni 3/4 mesi, ma ultimanemente mi ha confessato di aver avuto qualche problemino a farlo con lei), lo fa sentire molto macho.
    Poi ci sono io, autonoma, forte e determinata che lo sfida, lo stuzzica e lo seduce, senza chiedergli di lasciare la famiglia…
    E io per ora me lo tengo così….Nessuno sa, nessuno soffre…

    • Allora.vivilo per quwllo che puo’ darti senza illusioni ne’ aspettative e progettualita’.
      Di soliro sono rappirti a termine.
      LE MOGLI , Donne COME NOI, SI ACCORGONO prima o poi.!!e ki’ scoppiano i casi se nel frarrempo ci si innamora.
      NON CI SI DOVREBBE INNAMORARE QUINDI!!
      Perche’ tutti ci illudiamo che ci basta il poco di cui si puo’godere ma non e’cosi’!!
      Vedi che anche tu ci tieni a dire che i rapporti sessuali con la moglie sono scarsi!
      ….quello che dice lui….eppoi come se cambiasse qualcosa!!!
      Se la moglie scoprisse e’ li’ che si vede l’uomo!!!rapporti si, rapporti no…non lasciano..la famiglia!!
      C’e’ sempre una scusa valida:ion fondo sono i loro sensi di colpa cui si aggiungono motivazioni molto materuali.

      Io sostengo che l’amore ti cambia, ti rende forte, ti fa affrontare le sfide piu” i.credibili.
      SE UNA COSA LA VUOI VERAMENTE la ottieni.

      PREGIUDIZI,MANCANZA DI DENARO,PRECARIETA’ DELL’ALLOGGIO ,QUELLO CHE DIREBBERO GLI AMICI,I PARENTI…ECCC…
      TUTTO SI SUPERA PER AMORE, ANCHE LE DIFFERENZE DI ETA’, LE MENOMAZIONI FISICHE!!TUTTO!!AMORE E’ FORZA,
      Il resto sono chiacchiere…quindi nell’attesa di verificare quanto forte e’ questo amore meglio ,come.dire, riuscire a viverlo con un certo distacco.non vivere in funzione dell’altro .Bon farsi prendere dalle famose patturnie del voglio parlargli,voglio capire, ma vivere con serenita’e cercare la propria serenita’ a prescindere senza sviluppare pericolose dipendenze affettive.
      Io la pwnso cosi’ visto che l’esperienza con uno sposato l’ho fatta e ancora non so come andra’ a finire!!
      Certo non impongo di lasciare la famiglia,questa e’ una decisione che puo’ prendere solo lui senza pressioni.Pero’ nemmeno voglio piu” sentirmi una seconda scelta,O un passatempo perche’ anche io valgo!!e valgo a prescindere!

  88. Tereza dico peccato (non nel senso biblico del termine ma nel senso di rammarico) perché è difficilissimo amare una persona in modo irrazionale, avendo l’impressione che sia qualcosa di assolutamente ineluttabile, e vivere con un’ altra, alla quale sei legata da affetto e 20 anni di vita insieme, che volontariamente non ti ha mai fatto niente di male, ma che ti dà solo tiepidissime emozioni.
    E’ un peccato essere innamorata di una persona, ma avere paura di far soffrire chi ti sta accanto (figli compresi)….
    E’ un peccato essere innamorata di una persona, e pensare che non si ha il coraggio di mollare tutto perché questa cosa potrebbe essere solo un fuoco di paglia, perché è difficilissimo mollare il certo per l’incerto…
    E’ un peccato essere innamorata di una persona e sapere che si è troppo simili, testardi, permalosi, forti, perché la quotidianità insieme possa funzionare…
    Sarei stata molto più serena se questo non fosse mai accaduto, ma anche molto meno viva…

  89. Sabato mattina abbiamo trovato una scusa e siamo andati a fare un giro in una città vicina.
    Non ci vedevamo da quasi 3 settimane causa vacanze, non avevamo un posto per fare l’amore ma avevamo tanta voglia di vederci.
    Abbiamo camminato abbracciati per le strade, cercando angoli nascosti per baciarci, preso un caffè, comprato libri ad una bancarella, chiacchierando col venditore sui nostri gusti in fatto di autori e romanzi, abbiamo visitato una piccola pieve romanica, ci siamo raccontati come sarebbe stata bella la nostra vita insieme, quanti figli avremmo voluto….
    Ogni nostro incontro è magia e rimpianto per non aver avuto una vita insieme e non poterla avere ora…Abbiamo 50 anni, non si può cancellare tutto con un colpo di spugna, non abbiamo una vita davanti, anche se lui si definisce il mio “fidanzato”….

  90. Lo chiedo a chiunque voglia e possa darmi una risposta. Esiste la possibilità che una volta interrotta la relazione in modo brusco perché la scelta cade sui figli che lui ritorni anche dopo mesi di silenzio a cercare la donna che lo rendeva felice come uomo?

    • la risposta può dartela solo lui…dipende da quanto ti ama e da quando è disposto a “sacrificare “i figli..può anche essere una scelta di attesa. …come lo sono io in questo momento. …

    • SI PUO’ TORNARE A CERCARTI BASTA CHE NON LO ASSILLI TU.E CHE NON TI CONTRAPPONI ALLA MOGLIE.

      RESTA LONTANA Da LUI. RISPETTA SUA DECISIONE.

      MA TIENI PRESENTE QUESTE STORIE PORTANO SEMPRE UN CARICO DI DOLORE NON INDIFFERENTE!!PER POI COMUNQUE TENERE TE INVISCHIATA PER ANNI.

      AMORE AMORE MA SE UNA PERSONA NON PUO’ DARTI L’AMORE CHE SERVE A RENDERTI FELICE CONVERREBBE FOSSI TU AD ALLONTANARLA DALLA TUA VITA.NOI TUTTI MERITIAMO ESSERE FELICI.

      ATTENTA POI!!
      TU VALI !!!
      NON E’ CHE RESTA IN FAMIGLIA ‘ PERCHE’ TU VALI MENO….ECCO QUESTI PENSIERI FINIRANNO PER INSINUARSI …E TI FARANNO SOVVRIRE .

      QUINDI O LA PRENDI CON FILOSOFIA :C’E?BENE! LUI NON C’E’? MEGLIO ANCORA!PIU’ TEMPO PER TE STESSA!!

      SE AL CONTRARIO TI FISSI RESTI IN ATTESA DI UNA TELEFONATA VICINO AL TELEFONO…ALLA LUNGA RISCHI AMMALARTI E NON NE VALE LA PENA.

      UN’ULTIMA CONSIDERAZIONE:LE PERSONE CHE INCONTRIAMO NEL NOSTRO PERCORSO DI VITA ENTRANO PER INSEGNARCI QUALCOSA E PERMETTERCI DI CRESCERE E DIVENIRE PIU’ CONSAPEVOLI.
      SI AVVICINANO PER FARCI DA MAESTRI ALLO STESSO MODO ,ESAURITA LA LORO FUNZIONE, SI ALLONTANANO…GUARDA DENTRO DI TE PER CAPIRE COSA VUOI E COSA TI FA STARE BENE E COSA NO.E PERMETTI A CIO’ CHE TI RENDE FELICE DI VENIRE VERSO DI TE E A CIO’ CHE TI DA’ MALESSERE DI ALLONTANARSI.
      DIFFICILE…???? MA LA FELICITA’ E’ DENTRO DI NOI!!NON E’ NE’ IN PERSONE, NE’ IN LUOGHI.
      “PER ASPERA AD ASTRA”!!!
      DAI FORZAAAA!!!!
      UN ABBRACCIO!

  91. Io non ho mai amato nessuno quanto amo lui e per lui e’ (era) la stessa cosa. Si parlava di un futuro insieme.. Una cosa che io non ho mai forzato nel rispetto dei suoi tempi. Nessuno dei due voleva perdere l’altro. Poi la moglie lo ha scoperto e la scacchiera si e’ mossa…

  92. Io per il momento mi sono fatta da parte nel rispetto della sua scelta e della sua famiglia. Mi chiedo come faccia a vivere senza un amore così profondo e completo… sono mamma anche io e lo so bene quanto i figli possano essere il tuo rifugio ma loro crescono e a te cosa resta?

    • CIAO!!!NON TI CHIEDERE COME FA….GLI UOMINI HANNO COMPORTAMENTI DIVERSI DA NOI DONNE.

      SONO PIU’FORTI ,RESISTONO ANCHE SE SOFFRONO MA NON MOLLANO LA FAMIGLIA FACILMENTE.

      L’AMORE,ANCHE PER TE ,SI VEDE ADESSO NEL MOMENTO DI DIFFICOLTA’…LUI SA CHE TU STAI MALE , MA DOV’E’?

      DETTO CIO’ PUO’ RITORNARE MA POTREBBE PUNTARE A TENERE IL PIEDE IN DUE SCARPE!!!…COME SL SOLITO TENDE LA MAGGIOR PARTE DEGLI UOMINO A FARE., SEMPRE CHE LA MOGLIE GLIELO PERMETTA!!!

      IL MIO NON HA FIGLI PICCOLI ANZI!!!!ADULTISSIMI !!!?!MA DOPO 40 ANNI DI MATRIMONIO ….I FIGLI PIANGONO ANCORA:”NON LASCIARE LA MAMMA!!”
      E LUI STA LI’…NON HA LA FORZA…..DI SCOMBUSSOLARE TANTE VITE!!!

      BUONA FORTUNA!!!

  93. Care e cari amanti, cari mariti e mogli traditori, con tutto il rispetto: quanto mi avete rotto (pur avendo letto con grande interesse i vostri post)!!!! Mi sembrate (non tutti ma una grossa parte) un branco di adolescenti narcisisti alla ricerca di emozioni e perennemente inquieti, con un ego da nutrire che non sarà mai sazio, incapaci di apprezzare quello che avete, incapaci di avere un minimo di rispetto ed empatia per la moglie/marito e i figli che ci sono dall’altra parte. Care/i amanti, la responsabilità è divisa a metà fra voi e il coniuge fedifrago o “abbandonatore”, ci mancherebbe, anzi è senz’altro da attribuire maggiormente a quest’ultimo, però accidenti, possibile che non si sia mai capaci di fare un passo indietro pensando che dall’altra parte ci sono persone che soffrono, spesso bambini piccoli? Il mio compagno è ancora con me, ma la crisi c’è ed è dovuta alla sua inquietudine, nata tra l’altro, manco a farla apposta, quando sono rimasta incinta di una bimba che LUI aveva voluto. Non credo che per ora mi abbia tradito, anche perché vi assicuro che lo scoprirei, ma ho il forte sospetto che ci sia una 50enne single assatanata che gli ronza intorno da quando io ero ancora incinta proseguendo ora che abbiamo un bimbo piccolo e questa cosa non la tollero. Forse è una pretesa eccessiva aspettarsi rispetto da una persona che non ti conosce? Probabilmente sì, eppure perché quando mi sono trovata io in una situazione analoga ho fatto un passo indietro? Sono forse una santa? Assolutamente no, ma non mi piace costruire la mia felicità sulle macerie altrui, per lo meno non voglio contribuire io stessa ad abbattere il palazzo, diverso è se la relazione nasce quando il palazzo è già bello che crollato naturalmente. Se deve crollare crolla, ovvio. Ma quando una coppia cerca magari di ricostruire e riparare, anche per il bene dei figli, ritengo che non dovrebbero esserci interferenze esterne, e ho una pessima opinione di chi si assume amorevolmente l’onere di contribuire a staccare la spina. Le persone che in nome di un presunto amore travolgente non si fanno scrupolo a passare sopra bambini incolpevoli e mogli/mariti che non sono sempre quelle megere e quei mostri che vi immaginate, ma spesso tutt’altro, credetemi, non riescono a trovare la mia stima e la mia simpatia. Per quanto mi riguarda ho sempre creduto nella solidarietà femminile oltretutto, e cercato complicità (e sono anche stata fortunata sotto questo aspetto il più delle volte, ma credo di averla anche meritata) e credo che questa dovrebbe essere più forte dell’attrazione o amore, se proprio volete chiamarlo così, per l’uomo di turno, che a volte poi in questi casi è uomo solo biologicamente. Per finire caro Pellizzari, tu sei bravo, ma tutta sta importanza al sesso è eccessiva, non la nego (e mai mi sono negata tra l’altro), ma cazzarola, ci sono tante altre cose e conosco un botto di coppie felici e ti assicuro che lo sono, ben lontane da quell’ 80% per te vitale. L’innamoramento è una cosa, l’amore un’altra, il primo si consuma, il secondo vive e dura, ma deve essere curato e alimentato come una pianta, a volte con qualche rinuncia. A me interessa quest’ultimo. Non so come andrà a finire per me, lo vedremo. Io cerco di salvare la situazione. Comunque care/i rovinafamiglie, ottimo mettere i vostri sentimenti davanti a tutto, ma ricordate che la ruota gira e che in base a questo principio la prossima volta potreste essere proprio voi a prenderlo in quel posto…mmm quasi quasi ve lo auguro. Noooo dai, poveri tesori innamorati. Un saluto a tutti.

    • Ti do ragione essendomi trovata nei panni di bimba incolpevole, che ha tanto sofferto a causa di un padre infedele ai limiti del sadismo e una madre che ha subito troppo. Mi ero ripromessa di diventare una moglie fedele per risparmiare a marito e figli simili sofferenze e tutto sommato ho mantenuto la promessa. Però.
      Però come dici tu l’amore resta, l’innamoramento passa e a volte non è facile da accettare, perché il bisogno di brividi, emozioni e novità sarà anche un sintomo di immaturità inquietudine e narcisismo, ma è anche un bisogno terribilmente umano, naturale e a volte insopprimibile.
      E così 2 giorni fa mi sono trovata stretta fra le braccia di un altro (anche lui sposato) a baciarci appassionatamente, senza neppure avere la scusa di un amore travolgente. E se la logistica lo permettesse, non escludo che ci andrei a letto. Non metto davanti a tutto i miei sentimenti. l’empatia per mio marito (che amo) ce l’ho, ma ho anche una marea di altre cose che si mescolano e si confondono. Destreggiarsi non è sempre così semplice…

      • La passione e il sesso, elementi naturali dei quali abbiamo bisogno, non di rado scorrono su una via parallela a quella del partner di sempre. Le motivazioni sono tante, una su tutte la fedeltà, che è un concetto mentale, non spontaneo

  94. Magari il palazzo non è già crollato quando nasce e vive una relazione adultera … evidentemente però le fondamenta non erano poi così solide, o stavano marcendo. Quindi la responsabilità scusami trovo sia di entrambi i coniugi apparentemente felici, non del solo fedifrago/a (traditori seriali a parte), e tantomeno di chi accende la miccia di una bomba inesplosa. Vi rovinate da soli elevandovi a santi, pregni di rigore e regole morali. Forse se invece che giudicare e immolarvi a paladini della verità, vi metteste in discussione, vi regalereste una buona probabilità di resurrezione dalle ceneri, invece che condannarvi alla sopravvivenza.
    PS … come voi non siete tutte megere e mostri, le rovinafamiglie non sono tutte single assatanate, anzi.
    In bocca al lupo

  95. Cara Tereza, ti dirò che per me il metro di valutazione è quanta sofferenza viene inflitta agli altri, bimbi in primis (e spesso è tanta, come hai potuto purtroppo constatare di persona). Non sono a favore nemmeno del tradimento, ma comprendo e tollero di più un’evasione che non intacca la struttura familiare, rispetto a uno sfascio della stessa dovuto a una terza persona. Se ne senti la necessità e ciò non compromette determinati equilibri, in fondo ci può stare, l’importante è non perdere di vista quella che è, almeno per me la priorità, ovvero la serenità di chi vive con noi.

  96. Caro/a Ema, come ho scritto nel post precedente non sono affatto una santa, dunque non mi pare di elevarmi al di sopra di nessuno. Anche perché non c’è affatto bisogno di essere dei santi per provare empatia, ovvero per mettersi nei panni di persone che soffrono, e per scegliere di non fregarsene. Responsabilità da entrambe le parti nelle crisi di coppia? Senz’altro in una grossa parte dei casi. E non credere che non mi metta in discussione, perché lo faccio di continuo, e non penso di essere l’unica a farlo. Ma è anche vero che certi soggetti possono anche avere accanto la persona migliore del mondo, ma nonostante ciò finiranno sempre per cercare altro, perché è come se avessero un buco da riempire di conferme, gratificazioni e farfalline nello stomaco, il cui effetto è effimero. E’ il loro ego ipertrofico a essere sempre affamato. Dov è l’amore in tutto questo? Non lo so, per me amare è volere il bene dell’altra persona (e sono atea, non c’è mica bisogno di essere buoni cristiani). E comunque mi spiace, per me chi accende la miccia, per lo meno chi lo fa volutamente, è in ogni caso str****, e non mi convincerò facilmente del contrario. Anche se le fondamenta sono compromesse, lascia che siano gli abitanti del palazzo e basta a scegliere di demolire tutto se necessario, o magari invece a ricostruire. Le/i rovinafamiglie non saranno tutte assatanate, ma troppo egoiste/i per i miei gusti sì. Crepi il lupo e grazie in ogni caso.
    Pellizzari, rispondi a tutti ma non a me, accipicchia!! Va bè, il tuo pensiero è abbastanza chiaro e non sarò certo io a farti cambiare idea.

  97. Buonasera, spero ci sia qualcuno che si renda conto di quante cazzate vengono sparate. L’amore a tutti i costi non esiste, ma si coltiva e quindi, se pensi di esserti innamorato/a di un altra /o pur avendo già una famiglia, lavora piuttosto sul recupero del rapporto. Si può eccome quando anteponi al tuo egoismo l’amore per la famiglia. E sei pure più felice. Non esiste l’uomo o la donna di cui non puoi fare a meno. Se hai una famiglia salva questa è vedrai la felicità!!! Per esperienza. E poi, parliamoci chiaro, ad ogni donna/uomo incontrata/o si dice: non ero stato/a mai innamorata /o così. L’ultimo è sempre più speciale. Cazzate. Per esperienza. Alla fine comprendi che, se ce l’hai, l’amore più grande è la famiglia. Al resto ci pensa la natura quando la passione e i bollenti spiriti si placano per l’età. Là ti rendi conto di quanto hai sbagliato a preferire l’altro /a alla famiglia. Garantito.

    • L’esperienza è relativa al proprio vissuto la statistica è una scienza si grandi numeri. Cazzate per te no. Per altri. Moderare il linguaggio grazie altrimenti banno. Non c’è bisogno di dare del cazzaro a tanti altri per esprimere la propria opinione. E comunque non qui in casa mia

  98. Se ci si innamora di un altro l’amore è già finito. come diceva una mia amica scomparsa tragicamente, è inutile chiudere la stalla quando i buoi sono già scappati.
    E basta con questa storia delle rovinafamiglie.
    Nessuna amante ha come sport rendere infelice un’altra donna, e soprattutto dei bambini o ragazzi. E se il suo amante non vuole, può metterci tutta la tenacia possibile, ma non ce la farà da sola a distruggere il “palazzo”,e per ricostruirlo bisogna essere in due.
    L’amore tra due persone può finire, bisognerebbe imparare ad accettarlo…

  99. Salve, io ho la mia storia da raccontare. Sposata da 25 anni, due figlie maggiorenni, senza lavoro perché ho rinunciato alla mia realizzazione per dedicarmi alla famiglia in quanto lui è un militare sempre in missione e la famiglia di origine è in un’altra regione. Due anni fa mia figlia maggiore scopre che il padre ha una relazione segreta con una vecchia amica di famiglia, cerca invano di farlo ragione ma alla fine fa di tutto perché io lo scopra e questo avviene. Sono passati 2 anni e viviamo insieme ma come separati perché lui dice che non mi ama più ma mi vuole un gran bene e che resterà sempre con noi però, lei è sempre lì, dato che vive in un altra città (quella natale) ogni volta che lui va dai suoi genitori la rivede. Tra noi il sesso è sempre stato difficile prima di tutto perché lui aveva dei problemi e non riusciva a essere come io volevo e quindi mi sono sempre sentita diciamo inadatta e poi lui essendo un grande egoista, materiale e poco presente mi ha sempre fatto pesare la lontananza e la mia non realizzazione come un peso specialmente economico per la famiglia anche se, lui non ha mai rinunciato a niente moto, barca, macchina sportiva, corsi esterni al lavoro ecc…io purtroppo lo so che non mi ha mai amata ma non riesco a lasciarlo perché purtroppo ne sono ancora innamorata e poi penso al dolore delle mie figlie. Sono disperata…….scusate per lo sfogo ma vado avanti così ……spero sempre che lui si possa rendere conto che è stato un grosso sbaglio e …….

  100. Le figlie sono grandi ed in grado di capire che hai tutti i diritti per ribellarti a questa situazione e cercare finalmente la tua realizzazione.
    E proprio perché sono grandi, tu puoi cominciare a guardarti intorno e cercare un lavoro per avere un minimo di indipendenza economica.
    Se lui vuole rimanere a casa perché gli fa comodo, tu sfrutta la situazione a tuo favore almeno dal punto di vista materiale (casa, suo stipendio..) e comincia a fare qualcosa per te stressa.
    Parti dai tuoi interessi e dalle tue passioni. Sei una donna, mica una governante, il tuo non è amore per lui, ma dipendenza affettiva, sganciati!!!

  101. Non puoi andare avanti così. Ti fai solo del male. Hai dedicato anni della tua vita alla famiglia (figlie e marito). E lui mi pare piuttosto egoista. E’ giunta l’ora di pensare a te: cerca una soluzione con lui, così non sei altro che sottomessa e schiava (scusa la parola forte) della sua libertà. Potete giungere ad un accordo. Resta comunque il fatto che la separazione dovrebbe avvenire per colpa sua (tradimento) con ovvie conseguenze, anche economiche.
    Mi auguro anche che le figlie, piuttosto grandi, ti aiutino a capire meglio cosa fare.
    In bocca al lupo!

  102. Gli uomini fanno bene a fare ragionamenti razionali e opportunistici. La realtà è che l’istinto e la passione sono una necessità biologica arcaica, legata all’istinto di procreazione e diversificazione della specie. L’articolo menziona “sirene”; superdonne. Pieno il mondo, come pieno il mondo di uomini seducenti, aitanti, interessanti, ecc. ecc. Questa affannata e ossessiva ricerca del compiacimento emotivo-erotico-sessuale è solo un’ingerenza legata ai desideri. E ritengo in tutta onestà una fanfaronata ruffiana, quella di dire che l’uomo che sceglie una posizione comoda, rinuncia alla felicità. Cazzate! Perché come ogni rapporto passionale, esso nella sua natura è destinato al declino e quindi, ci si riduce a vampirizzare pìù donne (o uomini) per riuscire a sentirsi meno soli. Sono sottoprodotti residui di un meccanismo necessario alla perpetuazione della specie.

  103. Buonasera Alessandro, sono un uomo di 50 anni sposato da 10 anni e lei 42, abbiamo avuto 2 figli che hanno di 8 e 6. Lei ha sempre avuto un carattere difficile molto simile alla storia descritta da LUKY, anzi peggio perche’ lei rifuta ogni ricorso a terapeuti…3 anni fa crisi totale con Lei sempre fuori casa la sera e casa in disordine compresi i figli…(non so’ se ne avesse un altro ma essendo un informatico ho verificato tutto sia cell che posta ma senza traccia) ma c’e’ stato in quel periodo un rappresentate di classe sposato che le girava attorno e quando chiedevo spiegazione Lei mi diceva ‘e’ lui che viene a parlarmi..’.i miei suoceri si sono accorti della situazione a casa e mi hanno chiesto spiegazione e io ho raccontato il tutto minacciata dai suoi e’ …diciamo rientrata nei ranghi…ma io sono comuque dell’idea che non si cambia…nel frattempo IO ho conosciuto una donna sposata con flgli che ha la mia stessa situazione con il marito (anche se non violento come mia moglie…pensa sono stato anche ‘menato’ da mia moglie senza rispondere..) e ci stiamo frequentando nei limiti di tempo che famiglia e figli impongono….sento pero’ che sto cambiando e la cosa mi spaventa ma la situazione mi eccita da morire anche se non abbiamo fatto sesso…nessun risentimento e colpa verso mia moglie ma penso ai figli che senza di me lei non riuscirebbe a gestire la parte finanziaria della famiglia essendo una ‘spendacciona’…non ultimo sono da solo i miei non ci sono piu’ e vivo in una citta’ che praticamente non conosco lavorando in un altro luogo…

    • come ti capisco. .io sono ancora appeso in questa situazione. ..e pur avendo allontanato e cercato di dimenticare l’altra storia ..ho solo avuto la conferma che l’amore per mia moglie è finito da un pezzo e non posso sperare che torni poiché mi manca proprio la minima considerazione di lei come persona per tutto quello che è successo in questi anni….lei ha provato a cambiare …ma sempre lei è. ..la minaccia di mandarmi via di casa è sempre nell’aria. …adesso sto a casa perché sto con i bambini e la situazione è un po’ più tranquilla e anche perché mi fa paura un domani non riuscire a mantenere due famiglie….ma credimi dormire accanto ad una persona verso la quale non provi niente a parte la delusione per come è andata. ..è brutto. ..Sono riuscito a separarmi solo dai miei suoceri…unica nota positiva…anche se in realtà quest’anno per quanto difficile …è stato improtante e mi ha insegnato tanto. …una delle cose più importanti è che senza dare Amore io non so stare. ..Buona fortuna

  104. Grazie Lucky per la tua risposta, posso VERAMENTE capirti in tutto…aggiungi che io sono da solo e in una citta’ che non conosco praticamente in piu’ nn posso decidere in niente sui figli (fa tutto lei con mia ST…A di suocera)…io sono tranquillo quando o sono al lavoro o sono a casa da solo con i figli questo perche’ non conoscendo NESSUNO in questa citta’ sono sempre a casa LEI invece ha la sua famiglia, le colleghe, gli ex compagni di classe…etc….e nonostante TUTTE le risposte che ho letto qui noi Padri siamo sempre i piu’ bistrattati in caso di divorzio sopratutto a livello giuridico e finanziario e poi quando ci sono in mezzo minori ancora peggio….l’unica cosa che mi fa andare avanti e’ il lavoro e veder crescere i miei figli….Buona Vita Lucky e grazie ad Alessandro per questo bel post!

  105. Il mio amante non è sposato, ma ha due figlie dalla sua compagna, che li legano più di un matrimonio. Innamoratosi della sua fragilità (ex anoressica grave) ha vissuto per anni il ruolo di salvatore,occupandosi di casa e figlie. Gli anni sono passati e la situazione ha iniziato a pesargli. Ha rivisto me (avevamo avuto una breve relazione 20 anni prima) ed ha trovato una donna diversa, entusiasta, vivace, collaborativa….gli si è aperto un mondo. Ora non sopporta più il pessimismo di lei, il suo legame morboso con la famiglia di origine (anch’essa problematica). Spesso mi dice non so che ci faccio qui (riferendosi a casa sua).
    Io gli dico che deve resistere per le figlie ancora piccole (11 e 14 anni) e perché gli cambierebbe molto la situazione economica.
    Sono sicura che se io spingessi, lui lascerebbe casa per me. Ma non me la sento, innanzitutto perché, conoscendolo, sarebbe divorato dai sensi di colpa, e poi perché non so se siamo davvero adatti l’uno per l’altra e se sono disposta a stravolgere la mia situazione familiare (sicuramente meno problematica della sua) in cui verrebbe coinvolto mio figlio quasi 17enne….Come vedi caro Alessandro, la lotta non è solo maschile…

  106. ALESSANDRO , PER FAVOREI MI DAI UN.TUO CONSIGLIO? TI CONSIDERO UN.UOMO MOLTO EQUILIBRATO.
    STO AFFRONTANDO UN PICCOLO DISAGIO , PIU’ LEGGERO DI QUELLI DI CUI SOLITAMENTE TI PARLIAMO DICIAMO COSI’, TI SPIEGO: HO 54 ANNI E FREQUENTO UN UOMO CHE MI PIACE DA 6 MESI .DICIAMO CHE TRA NOI C’ E’ UN INTERESSE RECIPROCO LUI HA 69 ANNI NON SIAMO RAGAZZINI!
    C’E’ UN ASPETTO DEL SUO COMPORTAMENTO CHE NON SO COME INTERPRETARE.
    QUANDO SIAMO IN GIRO IN QUALSIASI POSTO E SITUAZIONE NON SMETTE DI FARE COMMENTI SULLE DONNE OVVIAMENTE BELLE , CHE CI PASSANO ACCANTO.

    “E QUANTO E’ DIAFANA QUESTA E CHE BEI CAPELLI HA QUEST’ALTRA E CHE BEL VESTITO OH CHE BEI PIEDINI!!” ECC.
    IO MI MOSTRO INFASTIDITA LUI CI RIDE IO CERCO DI FARE QUALCHE BATTUTA MA LA REALTA’ E’ CHE QUESTO SUO ATTEGGIAMENTO MI INFASTIDISCE MI SENTO INFERIORE SVALUTATA , PER FAVORE MI DICI LA TUA? CHE NE PENSI ? E COSA POSSO FARE IO PER ME STESSA? PER NON RIMANERCI COSI’ MALE?
    GRAZIE!!

    • Se davvero lo fa sempre e non smette nonostante le tue proteste La prossima volta trattalo come un bambino. Dagli un avvertimento tipo o la smetti o me ne vado. Lui continua? Lo pianti in asso seduta stante e te ne torni a casa con un taxi. E poi lo perdoni solo dopo un po’ e se non lo farà più. Ti deve rispetto

      • GRAZIE ALESSANDRO!
        SI ANCHE IO LO PERCEPISCO COME UNA MANCANZA DI RISPETTO, LUI DICE INVECE CHE E’ UN GIOCO( MA NON SI DICE CHE E’ BELLO SE DURA POCO?) E CHE A LII PIACCIONO TUTTE LE COSE BELLE CHE CI PUO’ FARE?
        NON VORREI PASSARE IO DA ESAGERATA NELLA REAZIONEDA O DA STUPIDA GELOSA…..

        FORSE IN REALTA’ NON.GLI INTERESSO ABBASTANZA….GLI HO CHIESTO….DICE CHE NON E’ VERO….
        ..UOMO…BAMBINO ?

        UN ABBRACCIO ALESSANDRO!

          • GRAZIE!!
            …MAGARI SAREBBE OPPORTUNO CHE IO MI ALLONTANASSI……PER NON SOFFRIRE DI ..MANCANZA AUTOSTIMA….NE HO GIA’ POCA…!!

  107. Buongiorno Alessandro ho trovato il suo blog per caso cercando su internet storie simili alla mia e mi sono soffermata piacevolmente a leggerti. Molto meglio di sedute dalla psicologa. Fatti veri e reali tra cui mi ha colpito il commento di “LEI” di giugno scorso. Vivo la stessa situazione al contrario pero’. Io sono la donna, 40 anni, sposata (16 anni tra fidanzamento e matrimonio) con un bimbo di 11 anni. Una relazione tranquilla niente grandi amori e pazzie. passione sessuale il giusto ma da sempre. Due caratteri molto simili. Con molto rispetto l’una dell’altro. Conosco mio marito per tramite di amici comuni, lui lasciato da un fidanzamento lungo e impegnativo; io separata dal primo matrimonio durato circa 24 mesi tra fidanzamento e matrimonio, insomma una meteora dove io 20anni ragazzina e lui un uomo piu’ adulto che ha voluto osare, al matrimonio, forse per ripicca verso la ex fidanzata e moglie attuale. Per fare una breve premessa mi sono fidanzata a 16 anni con un ragazzo magnifico, il primo amore e siamo stati insieme 4 anni poi trovo lavoro le attenzioni dell’altro piu grande e… lascio il mio fidanzatino e mi sposo. poi la favola finisce, lui ha la sua ex presente, con la quale ha una relazione stabile, e quindi decido di chiudere il matrimonio. Mi butto nel lavoro, esco con le amiche e poi incontro il mio attuale marito. Ci frequentiamo per un po, ci fidanziamo, andiamo a convivere; poi nasce il nostro bambino, decidiamo di sposarci quando il bimbo compie 1 anno. Dopodiche’ tutto normale, almeno credo.
    Io lavoro ho anche un posizione molto importante; lui lavora ma riesce ad essere molto piu’ presente a casa e con il bimbo. Comunque tutto procede.
    Un giorno uscendo dal lavoro mi sento chiamare mi giro ed era il mio fidanzatino di gioventu’ che mi saluta.
    La mia esclamazione fu.. è il regalo pi bello che potevo ricevere per questo natale.
    Non l’avevo piu’ visto e sentito dal 2001 quando, in piena crisi da separazione lo ricercai. Ci incontrammo per una cena e fini li (non successe nulla assolutamente solo un bella serata fatta di risate e confidenze).
    Ci scambiamo i numeri di telefono con la promessa che ci saremmo visti per un caffè. Passa il tempo io gli scrivo vari messaggi ma non ho mai risposta al che mi arrendo, questo caffè non si prende.
    Poi un giorno mi chiama in ufficio, anche in quella occasione sono molto molto felice che si sia fatto risentire.
    Ci scambiamo nuovamente il numero che mi dice di aver perso e solita promessa del caffè. Dopo un anno da quella telefonata seguita poi da vari contatti per trovarci riusciamo a prendere un caffè.
    Tutto molto normale e molto tranquillo, ma qualcosa in me si accende ma non dico nulla.
    Io ho la mia vita lui la sua, 20 anni senza sentirci e cercarci.. quindi solo un grande affetto. Ci promettiamo di vederci per un altro caffe.
    Ci vediamo ancora e parliamo di come siamo cambiati, cresciuti, ridiamo e passiamo dei momenti felici.
    Ci salutiamo e ci promettiamo che un giorno appena avremo avuto modo saremo andati a pranzo insieme.
    Ma questa volta succede che per salutarlo lo guardo negli occhi, nei sui meravigliosi occhi e lui mi risponde secco e deciso NO. Domando spontaneamente NO a cosa? e lui mi conferma NO e basta.
    Aveva letto nei miei occhi che stavo chiedendogli un bacio e lui prontamente ha risposto NO. Ok va benissimo così. Ci salutiamo con affetto e ci diamo appuntamento per il prossimo caffe a data da destinarsi.
    Salgo in macchina torno a lavoro e dopo un po’ arriva un messaggio…”oggi ti avrei baciato immensamente con tutto me stesso..” io rispondo “e perchè non l’hai fatto!!!!” ero li che te lo chiedevo. Lui risponde, forse non era il momento adatto ed è stato giusto così.
    Insomma questo bacio non dato ci ha riaperto il cuore e ci ha lasciato con la curiosità di darcelo davvero. Poi un giorno per caso ci siamo visti e senza riflettere instintivamente ci siamo dati questo bacio magnifico e non racconto il resto.
    Siamo tornati a quell’estate in cui, invece di finire, è come se la nostra storia sia continuata. Oggi pero’ non è così semplice, abbiamo due vite distinte ed entrambi vogliamo le nostre famiglie. Ma tra noi abbiamo un sentimento forte che va oltre al normale momento di sesso (anche perche’ non abbiamo modo di poterci incontrare se non per un caffe o un pranzo veloce).
    A dire il vero solo per quello che ho provato la prima volta che mi ha salutato potrei buttare all’aria tutto. Non so perchè sia successo con lui, anche perchè nella mia situazione lavorativa, avessi voluto, avrei tradito in altri mille momenti e situazioni, ma non mi è mai neppure per un momento passato per la testa che potesse succedere. Mai e poi mai ho provato attrazione per altri uomini oppure solo semplice interesse.
    Se mi guardo dentro mi dico di lasciare la mia famiglia e correre da lui anche se magari sfuma tutto in momento ma è lui che mi ha fatto scendere i brividi adesso come la prima volta. Poi guardo mio figlio e lo vedo felice quando con suo padre scherziamo, ridiamo, lo rimproveriamo, insomma quando ci vede insieme. Quindi sono qui a riflettere se sia giusto vivere per me la mia felicità per quell’istante che poi potrebbe essere anche tutta la vita, ma chi lo sa, oppure lasciare che il mio amore, quello che mi fa vibrare ogni volta che lo penso, rimanga solo un bellissimo ricordo della mia vita.
    un caro saluto e grazie ancora per questo bellissimo blog.

    • Grazie per i tuoi complimenti. Lo so l’amore è bellissimo ma a volte il nostro lato romantico tende a idealizzare, a vedere oro dove c’è l’ottone. Da quello che mi racconti a parte le sensazioni che hai provato ti devo mettere in guardia. Un uomo che passa dei bei momenti con una donna poi rifiuta addirittura un bacio? Vuol dire che è impegnato. Ti ha scritto dopo? È in lotta fra desiderio e impegno. Quindi… se insisti con lui c’è la farai ma a che prezzo? L’amante deve essere convinto, non riluttante. Altrimenti ti farà soffrire. Dalle tue parole però emerge, nonostante i pregi della routine familiare, una grande voglia di evadere, un bisogno di passione. Sarà questo l’uomo giusto? Lo vedremo

  108. Capisco L&M. Anch’io ho un matrimonio che procede bene, ma non mi dà più le sensazioni forti e un po’ magiche che si provano solo quando si è innamorati. E, dopo tanti anni, è difficile sentirsi ancora innamorate del proprio marito, per quanto ancora ci siano sesso, passione e intesa (oltre ai figli).
    Capisco L&M e la invidio anche un po’, perché un uomo capace di riaccendermi, a differenza sua, io non l’ho trovato. È capitato anche a me di rivedere il mio ex e ci siamo anche baciati una volta, ma… nulla, o quasi.
    A dire il vero non è del tutto vero che non ho trovato nessuno capace di emozionarmi e farmi sognare. Uno ci sarebbe. Ma è lontano, sconosciuto. Lo so che è assurdo e infantile, eppure mi sono invaghita di un uomo che non conosco di persona. E in fondo non conosco neanche virtualmente, perché non è che chattiamo o interagiamo in qualche modo: io leggo quello che scrive e ogni tanto gli metto like, tutto qui (o poco più).
    Lui è impegnato e io chiaramente non ho speranze. Ma accidenti,,, quanto mi piace! Sembra fatto su misura per me.

    • Il problema è che, come dice qualcuno più autorevole di me, l’innamoramento ha una scadenza e se non viene rimpiazzato da altri solidi sentimenti e, aggiungo io, una dose minima alta di sesso di qualità, i bisogni di emozioni vengono prima o poi al pettine. C’è chi dice anche che la fedeltà per sempre è un’utopia e una convenzione inventata dagli uomini ma non corrispondente alla nostra natura. Che dire? Se la metà degli italiani ha tradito (parola desueta) almeno una volta ci sarà un perché. Io credo che stiamo andando verso nuovi modelli di unione, come la cosiddetta coppia aperta, dove c’è un’unione di riferimento ma anche un patto che permette ai due quello i fuoripista che ritengono fisiologici e necessari. Poi l’amore fa quello che vuole. Conosco coppie aperte dove i fuoripista fanno bene alla coppia consolidandola e altre nelle quali la scappatella si è trasformata in divorzio

      • Io credo invece che verso nuovi modelli di unione stiano andando glia altri: gli altri saranno sempre più pieni di amanti e scappatelle, io invece no. Io sempre fedele a mio marito, non per scelta, ma per assoluta incapacità di trovarmi un amante. Ma come si fa?? Cavoli, a leggere certi blogg, sembra facilissimo, tutti ci riescono, magari fanno fatica a tenerlo o a tenere il consorte, ma qualcuno con cui evadere si trova sempre come niente. Io invece nessuno. A parte qualcuno, ma pochi e non quelli che voglio.
        Anche perché in questi ultimi 2 anni volevo sempre solo uno che però evidentemente è impossibile. È che io non voglio un amante e basta. Voglio innamorarmi. E innamorarsi è così raro!… come un’eclissi. Se la perdi, chissà quando mai potrai vedere la prossima.

  109. Probabilmente l’innamoramento tra amanti ha una durata più lunga dei canonici 18 mesi (secondo Piero Angela) o dei 36 secondo studi più recenti), perché è vissuto in maniera meno assidua…Poi probabilmente rimane solo una bella amicizia.

  110. Ho letto quasi tutto ed ho praticamente avuto quasi tutte le risposte alle mie domande, ma voglio scrivere comunque due righe sulla mia storia… probabilmente perché ne ho bisogno.
    Sono sposato da 10 anni, ma la storia con mia moglie è iniziata quasi 20 anni fa, quando avevo solo 23 anni.
    20 anni di fedeltà, non ho mai ceduto alle attenzioni di altre donne, e me sono capitate tante. Non ho mai “sofferto” la mia fedeltà, anzi ne sono sempre andato fiero.
    A febbraio durante un evento sportivo di due giorni incontro una ragazza più giovane di me di 10 anni… per due giorni quasi non ci parliamo ma io la noto. Alla fine del secondo giorno non faccio altro che pesare a lei. Stupito di me stesso deciso di cercarla e contattarla su Facebook ed inizia un breve periodo di rari messaggi scherzosi ed assolutamente non maliziosi, (lei non sa che sono sposato.)
    Dopo circa una mese ci incontriamo in occasione di un altro evento e passiamo tutto il giorno insieme a parlare e scherzare. Era una vita che non mi sentivo così… ero felice, sereno, spensierato, emozionato, ma alla fine della giornata anche molto spaventato.
    Deciso di dirle che sono sposato perché mi sono accorto che la nostra simpatia stava sfociando in qualcosa di più, ma in realtà già da settimane non facevo altro che pensare a lei.
    Non scenderò nei particolari, ma da quel giorno è stato un crescere di sensazioni ed emozioni che ci ha letteralmente travolti. Abbiamo fatto l’amore solo due volte in quasi 7 mesi perché quello che contava di più era essere presenti l’uno per l’altra… anche un solo abbraccio era una cosa inspiegabile.
    Alla fine il senso di colpa mi ha divorato… la mia coscienza mi ha presentato un conto salatissimo ed ora non so più cosa fare.
    Il mio senso di responsabilità mi impedisce di lasciare mia moglie, anche perché credo di dover capire se il mio matrimonio sia salvabile oppure no. Non posso buttare 20 anni nel cestino così facilmente..
    Sto cercando di venirne a capo ma so di non avere più tempo perché LEI non è più disposta a sopportare questa sofferenza (non mi ha mai chiesto di “scegliere”).
    Sembra la classica frase del marito vigliacco, ma dovete credermi se dico che mia moglie non supererebbe una separazione, e questo mi impedisce di fare una scelta razionale, una scelta per me stesso. Non ho paura di lasciare il certo per l’incerto, non ho paura di rimettermi in gioco, ho solo paura per mia moglie, perché so che ne uscirebbe devastata e non credo che si rialzerebbe.
    Da circa un mese ci sentiamo pochissimo, sembra che lei abbia voltato pagina, ed io soffro da morire perché ho la sensazione di aver buttato l’ultima occasione della mia vita per essere felice.
    Leggendo i vostri commenti ho capito che se resto con mia moglie, il mio destino sarà quello di essere infelice e tormentato per il resto della mi vita.
    È davvero così? O bere o affogare?
    È possibile che dopo 20 anni di totale fedeltà basti lo sguardo di una sconosciuta per far crollare tutto?

    • No non è così. Succede che nei matrimoni contratti da giovani ci siano incidenti di percorso. In più tu sei stato fedele a lungo e quindi hai poca esperienza con le donne, almeno recente. Quindi le emozioni che ti può dare un’avventura è quasi, perdonami, adolescenziale. Giustamente tu ti chiedi: come possono 20 anni di colpo pesare meno dell’effetto obnubilante di una nuova donna? Succede. Ma succede anche che, passata la grande emozione si torni a vedere chiaro. E certi matrimoni risorgono proprio dallo scampato pericolo e dalla realizzazione che possiamo cadere ma se amiamo possiamo rialzarci. Quindi se tu e tua moglie vi amate ancora questo incidente, che succede spesso nelle coppie di lungo corso, vi rilancerà. A meno che tu non ti accorga di non n poter vivere senza l’altra. Ma se tua moglie è la più importante stai tranquillo non ti rimane davanti una vita grama

  111. Grazie Alessandro per la risposta super veloce.
    Il mio problema è proprio quello, mentre sono qui che cerco di capire se il mio matrimonio è salvabile, mirendo sempre più conto di non poter vivere senza “l’altra” (odio definirla così).
    La penso 24 ore su 24 e la sogno tutte le notti. Faccio di tutto per non pensarla, per staccarmi da lei e concentrami sul mio matrimonio… ma niente.
    Ed è proprio questo che mi tormenta

  112. …..CUORE IN SUBBUGLIO E NON CAPISCI PIU’ NIENTE!!!
    ALESSAMDRO SAGGIAMENTE TI HA RISPOSTO.
    E’ LA NOVITA’, LO ‘SCONOSCIUTO’ DELLA “SCONOSCIUTA” CHE TI ATTRAE.
    LA MOGLIE LA CONOSCI E BENE ANCHE!

    …E SE TU PROVASSI A VEDERE(CERCARE LA PARTE SCONOSCIUTA DI TUA MOGLIE? E SE CERCASSI DI VEDERE IN LEI QUALCOSA CHE ANCORA NON SAI , O NON RICORDI E CHE POTREBBE PIACERTI?
    CERCA CON LEI…LA PASSIONE L’AMORE SI POSSONO RIACCENDERE!…SE VI PRENDETE UN PO’ DI TEMPO PER VOI DUE PER RISCOPRIRVI DICIAMO COSI’ .IO PENSO CHE SE SEI STATO CON QUESTA DONNA COSI’ TANTI ANNI LO HAI VOLUTO E CI SEI STATO BENE ALTRIMENTI TI SARESTI STACCATO PRIMA.

    …MA RICORDA ANCHE CHE NON SI STA CON UNA PERSONA PER PIETA’!!E AGGIUNGEREI CHE DUE PERSONE STANNO MALE SE DECIDONO DI RESTARE INSIEME “PER FORZA”.

    SPERO ESSERTI STATA UTILE.

  113. Ciao Vita, grazie per la tua risposta.
    Lo so bene che non si deve stare con una persona per pietà, ci ho pensato e ripensato ed è una delle cose che sto cercando di capire.
    Il fatto è che non faccio altro che pensare a lei, la penso continuamente, la sogno ogni notte e non riesco più a concentrarmi su altro.
    Lei ha deciso di smettere di soffrire ed è diventata fredda… distaccata. Lo fa per se stessa, per smettere di stare male, ed è tutta colpa mia perché non sono riuscito a prendere una decisione “in tempo”.
    Non me ne faccio una ragione, sono in continua lotta fra la voglia di abbandonare tutto e correre da lei e la responsabilità verso il mio matrimonio.
    Non credo si tratti della novità o della voglia di aria fresca… ci sono state tante donne che negli anni mi hanno dedicato delle attenzioni, ma non le ho mai notate… non hanno mai avuto alcun effetto su di me.
    Io so per certo di essere innamorato di questa ragazza ma non posso amarla per colpa della mia situazione.
    Tanti luoghi comuni, lo so… il famoso “ti amo ma non posso”, ma credo che nel mio caso sia davvero così. Non posso davvero buttare all’aria 20 anni di relazione così facilmente. Sento sulle mie spalle la responsabilità di capire se davvero è tutto finito, se davvero non c’è più niente da fare, e questo richiede tel tempo…. tempo che io non ho perché lei si sta già allontanando e forse è già troppo tardi.

    • Ehhh…se e’ amore…se lo e’ anche per lei…allora del tempo , un po’ di tempo e’ necessario concederlo!!!…non un tempo infinito…ma affinche’ le decisioni maturino, per leggere bene dentro di se’, un certo tempo e’ necessario.Poi l’amore non e’ “un.panino”!!!
      Se e’ coinvolgente e sincero non sparisce in.un boccone!!!…quindi il troppo tardi non ha senso!!!

      Niente accade per caso, lei e’ arrivata ora nella tua vita per un.motivo, ricoda:noi siamo cassa di risonanza e attiriamo quello che siamo in quel momento e quello che vogliamo o vorremmo.
      Le persone che incontriamo vengono tutte , tutte per mostrarci qualcosa di.noi e anche.per insegnarci.

      Cerca di vivere serenamente, pensa che ti sei innamorato!!!Pensa che cosa bella ti e’ accaduta!!!Non puntare la tua attenzione su cio’ che adesso NON HAI, pensa invece che l’amore e’ venuto a risvegliarti da un.ketargo in cui forse ,e non solo per colpa tua,eri finito!!
      Sai cosa vuol dire????..che la vita chiede di essere vissuta!!!…ti ha stanato!!!…e dici.poco???
      ..non pensiamo mai in questi termini vero?
      Siamo abituati a notare solo le mancanze, le dipendenze!!!
      DISTOGLI la mente dal chiodo fisso!!! Cerca altro: fai sport anche corsa che non costa nulla, iscriviti a un.corso che ti piace, leggi, rendi la tua vita speciale….ci scommetti che se non TI martelli e flagelli con.il pensiero sempre focalizzato su una persona e sul tuo problema , il problema si risolve, le soluzioni appaiono inaspettate e GIUSTE per te??

      Se lo scrivo e’ perche’ a me e’ accaduto!
      Un abbraccio.

  114. Vita, grazie di cuore…. non nego che mi sono scese le lacrime leggendo la tua risposta.
    C’è poco da dire purtroppo, hai ragione su tutto, ma non riesco a metterlo in pratica.
    Sono molto angosciato perché questo sentimento fortissimo mi sta distogliendo completamente da tutto, dal mio matrimonio, dal mio lavoro, dal mio sport, dalle amicizie. Non mi sto focalizzando su cosa non ho, ma sull’idea della possibile fine del mio matrimonio. 20 anni quasi perfetti distrutti con uno sguardo… non me ne capacito!
    Inoltre la mia situazione matrimoniale è molto particolare, una sperazione sarebbe una vera e propria catastrofe.
    E dall’altra parte una persona che mi è entrata nell’anima ma che non posso amare perché sono sposato.
    È difficile distrarsi e guardare tutto questo con ottimismo… la sensazione dell’innamoramento è fantastica e terribile allo stesso tempo. Ho le farfalle nello stomaco e contemporaneamente la bestia della paura e del rimorso che le sta divorando.
    Non so davvero come andrà e purtroppo in questo momento sono molto pessimista.
    Mi sto convincendo sempre di più di dover lasciar perdere, di dirle addio… ma ho il terrore di perdere la mia serenità e non ritrovare la felicità.

    • Ti diamo tutti/e il nostro punto fi vista
      Quello che tu provi lo abbiamo provato anche noi!!

      Siamo abituati “al per semprw”, e al ‘senso del possesso’ dell’altro che vogliamo legare sposandoci.

      In realta’ nessuno puo’ mai garantire che iun matrimonio durera’ fino a “che morte non vi separi”…che antipatica formula se ci.pensuamo bene!
      E ,tra l’altrp, per citare una battuta non mia che ho gia’ scritto tempo fa, “il matrimonio non e’ come il giro d’Italia che piu lo fai ‘ durare e meglio e'”!!!

      Cerca allora di capire dove vuoi andare tu!!
      Perche’ appunto non e’ l’altra il problema ma il tuo matromonio!!!
      Prendersi del tempo e staccarsi da tua moglie per staee solo ..questo porrebbe aiurarti.. Percio’ e’ necessario parlarne con.tua moglie!!!
      Un abbraccio.

  115. Hai ancora gli ormoni in subbuglio. E’ naturale che tu non riesca a ragionare lucidamente.
    Ci vuole un po’ più di tempo per capire se era amore o un calesse.
    Quando dopamina, noradrenalina e serotonina si stabilizzeranno, riuscirai a decidere meglio. Nel frattempo leggiti “la chimica dell’amore” e vivi alla giornata.
    Noi i primi 2 mesi volevamo scappare insieme, poi volevamo cercare casa con calma, adesso stiamo bene così, le nostre famiglie e la nostra storia. e sono passati quasi 17 mesi.
    Un fantastico equilibrio, sperando che nessuno scopra…

    • Se tutti gli amanti riuscissero a procrastinare i famosi sei mesi di parte ludica dell’amantato Tutti sarebbero felici

  116. FFSS, così sai che la perderai. Una donna innamorata ci mette un po’ per dimenticare, ma una volta che ci é riuscita non torna indietro. Colui che era fino a poco fa il mio amante si è allontanato con le tue stesse parole…. devo capire se il mio matrimonio é recuperabile o no. Dopo che hai detto ad un’altra persona di amarla con tutto il cuore mi chiedo quanto sia recuperabile ma mai dire mai… ma al di lá questa mia perplessità. Se capisci che il rapporto è ancora saldo, allora bene. Ma se capisci invece che non lo é? Se capisci che non ce la fai più? Se capisci che quello sguardo che ti ha tanto sconvolto non se ne va e rimane lì dov’è e lo vedi in tutto quello che fai? Allora cosa fai? Me lo chiedo perché sei l’unico punto di vista maschile a parte il buon Alessandro, e sto cercando con tutte le mie forze di capire.

  117. io sono nuova in questo blog, e sto leggendo/ divorando ogni articolo alla ricerca di risposte sulla mia storia. Vorrei fare una domanda ad Alessandro su quegli uomini che trovano un’amante con la quale il sesso è una bomba chimica che esplode ad ogni incontro (e si suppone quindi che sia un sesso “speciale “, ovvero diverso da quello con la moglie e con altre amanti, perché l’intesa non è una cosa che si può creare se non c’è naturalmente ed è diversa con ogni persona, no?) Insomma questi uomini…che si godono le follie del sesso con l’amante nei primi mesi ma che poi, spaventandosi e volendo evitare di coinvolgersi troppo o di potersi innamorare, visto che sanno che non lasceranno mai moglie e famiglia per tutte le ragioni che tu spesso elenchi (comodità, soldi, figli,etc) iniziano a fare marcia indietro anche a costo di rischiare di essere “lasciati” dall’amante che non vuole accontentarsi delle loro briciole..insomma questi uomini, quando “tornano all’ovile” decidendo di accontentarsi della loro rassicurante routine nella quale in fondo tutto sommato stanno bene (a detta loro) riescono anche a tornare ad accontentarsi del sesso con la loro moglie? Insomma, di quel sesso che evidentemente non era quella bomba chimica che hanno trovato con l’amante, altrimenti non avrebbero mai guardato fuori casa?
    Davvero, dopo aver trovato una persona con la quale l’intesa fisica è veramente speciale e intensa, questi uomini riescono a decidere di farne a meno e a stare bene lo stesso con la moglie? So già che mi risponderai “troveranno un’altra amante” ma questa per me non è una consolazione perché io sono convinta che la chimica che c’è tra due persone non si può provare con una persona diversa..e se ci si rinuncia non la si ritrova altrove.. o mi sto sbagliando? E come si fa a rinunciarci?

    • CHICCA NON.TI ARROVELLARE!!…non serve a niente ti fai del male…e’
      un uomo , che ti piace molto ,ma che non ti merita!…ma che te ne fai di uno cosi ?
      IO posso capire che una persona., uomo o donna che sia, sposata possa incontrare qualcuno di cui si innamora e viva una storia coinvolgente e di passione , ma poi una scelta va fatta.accidenti!!!…non si possono tenere i piedi in due scarpe a meno che anche l’amante faccia la stessa cosa e cio’ vada bene a tutti!!Se si accetta di ‘condividere’ la persona amata…e si e’ felici…ok….a me non piacerebbe una situazione del genere e a te?…non mi pare!
      Io penso che Alessandro volesse dire, con il suo conciso commento, che ci si puo’ innamorare piu’ volte nella vita e incontrare “un”anima” con.la quale stare bene..potra’ quindi succedere sia a lui ma anche a te’!!!..Per quel che ti riguarda, visto che lui e’ gia’ impegnato., ti ci vuole un.po’ di forza nel lasciarlo nel suo brodo!!!…ma tu .lo vorresti davvero un tipo cosi’???…pensa che bel matrimonio vive ed e’ condannato a vivere e fa vivere alla moglie!

      Dedica piu’ pensieri a te e meno a lui…se e’ felice o no, se sta com la moglie o no…ma che te ne importa? Pensa che hai conosciuto un uomo non adatto ma che ti ha fatto provare delle belle emozioni e magari capire quello che tu vorresti da un rapporto e che magari prima non sapevi….e lascialo dove si trova auguragli che ci stia bene mentre tu vola LIBERA fidati: potrai incontrare altri uomini migliori di lui!!!…anche se adesso ti pare impossibile!
      Un abbraccio!

  118. Grazie VITA! Hai ragione…Il fatto è che io sono più inguaiata di lui, ho tre figli e anch’io non posso certo mollare la famiglia adesso..con lui ho trovato ciò che mi manca a casa, soprattutto sesso e passione che con mio marito non ci sono più e, anzi, a dire il vero ci sono stati ma sempre tiepidi e senza grossi slanci. Con lui invece è tutto un altro mondo, lui la chiama “chimica” e anche per lui è qualcosa di molto forte..ma dopo 10 mesi di frequentazioni molto rare (1 volta al mese) ha iniziato a tenersi lontano perché, a detta sua, si vuole raffreddare per non coinvolgersi troppo con me. Quindi non mi scrive, non mi cerca mai e, anzi, in questi mesi ha preso tutte le precauzioni per non costruire niente con me al di là dell’intesa fisica. Insomma, l’unica cosa possibile adesso sarebbe vivere questa bella cosa che c’è tra di noi per quella che è, senza spaventarsi pensando di dover mandare all’aria le famiglie di entrambi.. invece probabilmente in lui sta prevalendo la ragione e preferisce rinunciare a vivere fino in fondo la storia tra di noi che potrebbe essere bellissima (con tutti i limiti che ci sono) pur di non coinvolgersi..ma l’alternativa è rientrare in quei ranghi da cui lui stesso mesi fa ha cercato di uscire, quindi che felicità potrà mai trovare?

    • CHICCHINA PURTROPPO SONO SITUAZIONI CHE NON PORTANO A NIENTE SE ALLA BASE CI SONO SOLO ATTRAZZIONE FISICA E PASSIONE…LA PASSIONE NEL TEMPO CON CHIUNQUE SI SMORZA….E COSA RESTA?

      COMUNQUE SE A TE STA ANCHE BENE UNA SITUAZIONE DI INCONTRI CASUALI ALLORA VIVILA COSI’: PER QUELLO CHE LUI PUO’ DARTI…SENZA PRETESE , SENZA ARROVELLARTI SE LUI NON VUOLE COINVOLGERSI…O MENO.
      .IN FONDO VOI NON VOLETE STARE INSIEME IN MANIERA DIVERSA!….UN INCONTRO AL MESE…..E’ VERAMENTE POCO…….VI FATE UN GIRETTO DI SVAGO…

      SE TUTTO SI RIDUCE A CIO E LO ACCETTATE ‘ PERCHE’I NELLE VOSTRE RISPETTIVE CASE C’E’ LA NOIA…CHE SENSO HA CHE TI PONI TUTTI QUESTI I SE E MA…..?

      C’E’ LUI? BENE SII FELICE!…NON C’E’?….PACE !…TROVATI ALTRO SVAGO….NO?…

  119. Si VITA! È così che va vissuta..grazie per le tue parole, a volte occhi esterni riescono a farci vedere le cose che noi non abbiamo la lucidità di vedere per quello che realmente sono!

  120. Io, nonostante tutto, sono stata fortunata. Ho incontrato, e mi sono innamorata, di quello che alcuni considerano… l’eccezione.
    Non ho mai sofferto per colpa sua, pur avendo spesso sofferto a causa sua.
    Mai un appuntamento annullato, mai una telefonata mancata, nessuna delusione, nessuna sbavatura. Le volte, rarissime, in cui non poteva chiamare era il primo a scusarsi. Le poche volte in cui, in due anni e mezzo, era stato fuori città con la famiglia, si faceva sentire molto molto di più. Si prendeva letteralmente cura di me, esaudiva i miei desideri, era sempre con me, in qualche modo era sempre con me…

    Non ho avuto dubbi sul suo Amore per me, e non ne ho nemmeno adesso che è finita.
    Mi sono sentita Amata, e ho Amato, esattamente nel modo in cui avevo sempre sognato. Ho imparato ad apprezzare il presente, hic et nunc… Ero con Lui e non sarei voluta essere in nessun altro posto, non contava più il passato e non esisteva un futuro. Ero il suo Amore, l’amica, l’amante, la collega, la figlia, la sorella… Ero al centro del suo mondo, nonostante tutto.
    La vera felicità esiste, l’Amore vero esiste, ed io l’ho incontrato, e l’ho guardato negli occhi tante volte, guardando Lui…

    Non mi ha mai promesso niente e non gli ho mai chiesto niente, perché sapevo… che era meglio così…

    Forse esiste un bene superiore, che ha il nome di due bimbi di cinque anni, immersi in un contesto che fa venire i brividi.

    Stavo perdendo la mia dignità e le mie forze cominciavano a scemare. L’Amore no, quello no.

    L’ultima volta l’ho visto piangere, singhiozzare e quasi ripiegarsi su se stesso. Mi è sembrato che il mondo si fermasse e restasse col fiato sospeso, eppure poi tutto ha ripreso a correre. Ci siamo giurati che non ci saremmo più visti o sentiti e così è stato. Me lo ha giurato, gliel’ho giurato. Mi ha lasciata libera, di una libertà che ora non vorrei senza di Lui.
    Sono passati quasi due mesi. Non passa giorno che non pensi a Lui e sono sicura che, per il momento, il silenzio sia la soluzione migliore…
    Vorrei che Lui fosse felice, come lo sarò io, forse, tra un po’, pur portandolo sempre con me…
    Leggo questo blog e finalmente trovo un po’ di conforto. Finalmente qualcuno che riconosce che, accanto a tratti simili e oggettivi, la realtà è poi molto soggettiva.
    Abbandonare la casa in cui vive tuo figlio di dieci anni con una madre intelligente, non è come divorziare da una donna con la quale condividi tre figli, un mutuo, due aziende e un rapporto che rasenta l’inciviltà. Mi chiedo, ora più che mai, come facciano certe persone, compresi fiori di psicoterapeuti, a pensare che, se un uomo non lascia la moglie, è perché in fondo la ama… come se non si potessero fare errori, come se non si potesse avere paura, essere schiacciati dalla pressione sociale o divorati dai sensi di colpa…
    In sostanza sono d’accordo con quasi tutto ciò che dice Alessandro.
    Ora sto male perché Lui mi manca, tantissimo, ma non ho alcun dubbio sull’Amore di Lui per me e questo mi scalda il cuore… e forse ridurrà l’agonia…

  121. SILVIA CHE BELLA TESTIMONIANZA!!…DOLOROSA MA BELLA!
    UN PO’ SIMILE ALLA MIA ESPERIENZA…DAL PUNTO DI.VISTA EMOTIVO.

    COMUNQUE NOTO’ , ANCHE LEGGENDO LE NUMEROSE STORIE PUBBLICATE, CHE GLI UOMINI SI RIVELANO SPESSO EGOISTI E UN POCHINO VIGLIACCHI…AMORE SI ,AMORE NON LASCIANO LA FAMIGLIA FACILMENTE MA SI “LIBERANO” SOLO SE SONO LORO AD.ESSERE LASCIATI!

    UN ABBRACCIO!

  122. Stamattina testimonio anche io.. mi sono svegliata inspiegabilmente contenta, il groppo allo stomaco non c’è più. Poco più di un mese di silenzio, cercando di non metterci rabbia, volendomi bene, stanca e vuota si ma anche in vostra compagnia (e fa tanto). È come se stamattina vedessi le cose da un gradino sopra, ho mollato questa presa, non sono più focalizzata su di lui, i suoi problemi, le sue situazioni. In fondo la credo sia il suo posto, lo ha scelto. Non guardò più lui con me, lui con lei, lui coi figli, me che aspetto (cosa?) guardo solo me, l’amore che non ci porterà via nessuno me lo custodisco, e sono contenta. Mi sono tirata fuori da un tritacarne, solo con le mie forze, ne sono fiera, sono viva, e per la prima volta in pace. Se ripercorro questi anni vedo tanta sofferenza mescolata all’amore, la vedo ora, e che non ci sia più mi fa solo bene. Non credo neanche che mi serva un chiodo scaccia chiodo, il chiodo numero uno non è più conficcato dentro. Non era l’amore della mia vita, o adesso sarebbe con me, e posso guardare la giornata finalmente con un sorriso che mi viene da dentro.

  123. Fortunatamente per me, non lo considero egoista o vigliacco ma comprendo la sua scelta, per tanti motivi, e questo mi sta aiutando molto a reagire…
    Sarò folle ma non proprio rabbia o rancore. Solo gratitudine… e nostalgia.

  124. Ciao a tutti,vi racconto la mia storia:sposato a 21 anni( adesso ne ho 44) lei 4 in piu’,innamoratissimi,abbiamo messo in terra due figli,mia moglie professionista, io senza ne arte ne parte,ho seguito sempre il suo percorcorso formativo mettendo cosi il mio in secondo posto,lei gia da un paio di anni in menopausa(49 anni) con tutti i problemi che le comportano,la amo,le voglio bene,grande lavoratrice e tutto il mio rispetto,ultimamente con l’eta’ che avanza si e’ arrotondata con la pancia che le scende sul pube,il sedere le si e’ appeso ed i capelli imbiancati,le faccio io la tintura una volta ogni 15 giorni,le ho fatto capire e addirittura le ho prenotato io una parrucchiera,un’estetista e perfino una massaggiatrice,ma nulla da fare,la sera preferisce il bicchiere di vino a tavola e le noccioline da sgranocchiare,non so cosa fare ,io la amo ma sono arrivato al punto che per strada non guardo piu nessuna donna,su 100 che ne incontro 80 sono migliori di mia moglie,lo so,capisco i problemi che le stanno succedendo con questa menopausa,ma sono comunque anche i miei,io non sento piu il suo odore erotico,quando faccio l’amore con lei cerco di immaginare altre donne per arrivare all’orgasmo altrimenti si affloscia tutto,ed e’ gia successo,improvviso serate romantiche,colazioni e cene,invento diversivi,ma lei come se fosse morta,se non parlo io non parla neanche lei,a volte parlo e mi sembra di farlo da solo,acconsente a tutto cio che dico e che faccio,addirittura e’ persino d’accordo a trovarmi lei una seconda donna perche’ dice che forse le donne piacciono pure a lei( non lesbiche maschio ma donne belle e sensuali)….io sto soffrendo come un cane,sono ancora giovane,sono superattivo e tanta voglia di vivere,abbiamo due figli con noi,come devo fare per farla rinvigorire,snellire o che si riguardi un po,a volte vedo mia suocera al mio fianco….aiuto,non vorrei complicarmi la vita con un’amante ,amo troppo i miei figli,ma io ho bisogno di erotismo,coinvolgimento,passione,e sesso.

  125. se la ami e stai facendo di tutto per risolvere quello che non ti va bene, allora sei già un passo avanti e tua moglie è già molto fortunata…ma i rapporti non li tiene in piedi uno solo dei due…mettila al corrente di tutto quello che pensi e che provi e delle tue difficoltà, e soprattutto dille che vuoi veramente tenere in piedi il vostro rapporto… dovrà fare anche lei un passo avanti, dimostrarti che ci tiene a te ma anche e soprattutto a se stessa!!

  126. Continua a parlarle, a farle capire cos’hai nella testa e nel cuore, a costo di essere… indelicato.
    Forse lei non si rende conto di come sia pericoloso il suo atteggiamento per la vostra vita di coppia o, forse, non ha più motivazioni per impegnarsi. In ogni caso continua ad insistere, sii più incisivo. Non sottovalutare questo tuo momento di crisi sperando passi da solo.
    Hai ragione, a 44 anni si è davvero troppo giovani per rinunciare a vivere una vita piena e, non sicuramente ma probabilmente, se le cose non cambieranno, tra qualche tempo il tuo sguardo finirà con l’incrociare gli occhi di una di quelle 80 donne su 100… e metteresti ulteriore distanza tra te e tua moglie.
    Tradire il proprio coniuge non fa onore, così come è deplorevole rubare, ma… ad un ladro che ruba per fame qualche attenuante si finisce col concederla.

    Agisci ora! Sei in tempo per superare la crisi!

    • No non paragoniamo il tradimento a un furto e smettiamo anche di dire che è disonorevole. Il fatto che ci sia un patto scritto o dei figli rende la promessa più forte ma nella sostanza non funziona diversamente che nelle storie d’amore fra liberi di stato. Dove ci si lascia anche per altri, spesso per altri. Non esistono le rovinafamiglie, esiste l’amore che finisce

  127. Non posso che essere d’accordo con te. Nel mio caso non c’erano figli o un patto scritto, ma ammetto che mi è rimasto comunque un po’ di rammarico e un grande senso di colpa per non aver chiuso la relazione col mio compagno prima di iniziare una storia con un’altra persona. Sposato e con figli. Avrei voluto evitargli un po’ di dolore. Al momento faccio i conti con questo…

  128. @gio
    E forse è questo che le devi dire…Con sincerità. …Mio marito quando ero ingrassata per il parto mi aveva fatto capire che…insomma dovevo fare qualcosa….Non mi ha indispettito anzi…Mi ha motivato a tornare quella che ero…

  129. Grazie a tutti voi,io non so come sono capitato in questa pagina,forse buttata dal cielo,non pensavo fosse ancora possibile trovare persone( almeno virtuali) disposte a leggere il problema di qualcuno che chissa’ dove si trova e in quale posto del mondo,siete reali porca miseria,credetemi ,mi sento tanto solo,non ci sono piu coccole,non ci sono piu carezze,non ci sono piu abbracci…io a lei gli e lo faccio tutto questo,ma sembra di farlo ad un tronco morto.Ho pensato anche all’opposto,e cioe” che forse sono io che non le garbo piu’,ma analizzando il tutto e tirando le somme…sembra che sia proprio spenta,non so piu cosa fare,sento la ragazza che abita sotto di me che canta ,ride,e’ piena di vita,poi alcune conoscenze lo stesso,il fine settimana vanno ovunque,hanno sempre tanto da fare ,il nostro e’ un’ecocardiogramma piatto,sterile e senza piu” vita,comunque grazie a voi che mi avete risposto e tolto il tempo alla vostra vita per dedicarlo a me.Grazie

  130. Stasera ne abbiamo parlato,le ho regalato un’abbonamento in palestra,dice che si vede nello specchio,si vede che ha il sedere appeso e tutto appeso,compreso l’imbiancamento…dice che si fa schifo da sola,ho cercato di incoraggiarla,dicendole che la amo,e’ la madre dei miei figli e’ la donna con cui sono insieme da un quarto di secolo,ho cercato di rassicurarla,lei mi ha risposto cosi: amore trovati una giovane io lo so che sono fatta vecchia,non ho piu lo stimolo del fare sesso e in menopausa gia ci sono passata,mi dispiace per te che hai anche tu tanti problemi e ti capisco,ma se trovi una ragazza giovane fammi assistere almeno quando fate sesso…io non So’ piu cosa fare….

  131. Mai giudicare. Ho 47 anni, fidanzato per 8 anni e sposato da 20 con 3 figli. Un matrimonio regolare mai travolgente con una moglie troppo mamma, sempre meno moglie ed ora niente amante. Con la nascita dell’ultimo figlio qualche anno fa sono finito nel ripostiglio della ns relazione. Ed ora che da mesi dormo in camera con una figlia, essendo il lettone di dominio del figlio la ns relazione è finita in cantina. I rapporti sessuali si sono azzerati ed ovviamente anche il dialogo si è ridotto al minimo indispensabile. La sera quando rimango solo in soggiorno alle 22.00/22.30 penso che la vita è ormai conclusa volge in quella fase di supporto ai figli. Ma è proprio così?
    Per tanto tempo ho provato a far presente il mio disagio ed anche quando riportavo il piccolo nel suo letto le risposte alle mie richieste di coccole erano solo in una direzione….”sono stanca”. Non giudico la stanchezza ma la mancanza di passione, la mancanza di desiderio di stare abbracciati. La colpa di nessuno…
    Ecco che a distanza di quasi 30 anni in un’altra regione ed in un’altra città, dove ci siamo trasferiti da qualche anno, ritrovo la mia prima ragazza anche lei trasferita nella stessa regione a nella città vicina. Quella ragazza che mi aveva fatto battere il cuore, quella ragazza con la quale sognavo, quella ragazza che avevo conosciuto come in un film..incrociandoci in un parco e dopo 10 metri girandoci contemporaneamente. Una storia da sogno finita per la lontananza (vivevamo in regioni diverse), per i cattivi consigli e soprattutto per le cose non dette. Lei aveva cercato di contattarmi diverse volte, ma i momenti erano sbagliati (matrimonio e primo figlio) poi più nulla. Sposata senza figli ed anche lei in crisi profonda mi manda un saluto tramite i social non sapendo della ns vicinanza. Ci sentiamo al telefono e non sembrano passati 30 anni ma un solo giorno. Ci scriviamo e piangiamo, ci ritroviamo, ci chiariamo, ci vediamo provati e invecchiati. Ricordiamo tutto di noi, ricordiamo i nostri odori. Scopriamo gusti del tutto simili e coincidenze della vita impressionanti Abbiamo il desiderio di ritrovare il piacere di un abbraccio di una mano stretta e di un bacio al rientro dal lavoro. Ed ora che negli occhi leggiamo il desiderio di riprendere da dove eravamo rimasti, la vita ci pone altri ostacoli.
    Quello che ho sempre giudicato come atto di irresponsabilità verso un impegno preso, verso la famiglia e verso i figli si presenta in maniera prepotente. Non si tratti di attrazione fisica, non si tratta di sesso ma di testa e di calore. Cosa fare?

    • Giudichiamo eccome. Ma sappiamo distinguere Fra traditori seriali e superficiali e quelli come te che sono stati trasformati da compagni in figli o forse neanche. Queste mogli se la cercano: togli il sesso a un uomo e prima o poi lo cercherà altrove, magari trovando anche amore. Leggi il mio articolo su concorso di colpa e coniugi

  132. Gile … eh! Bel casino! E sono d’accordo con Alessandro. Non sei un seriale, leggi l’articolo. Il mio compagno (ex amante) si sta separando, un matrimonio fotocopia del tuo, figli due anzi che tre, ma entrambi grandi. Ti capisco e per quanto sconveniente ti appoggio.

  133. Gile che dirti…hai già analizzato tutti gli aspetti che non vanno del tuo matrimonio. La tua, per quanto difficile, è una scelta che fai con consapevolezza di quello che ti manca e cerchi. E per chiarirti ancora meglio un quadro che già hai ben chiaro sappi che qualora tu scelga di viverti questa storia cambierai per sempre e tornare indietro ti costerà una fatica sovrumana. Non voglio scoraggiarti…anzi…come ha detto anche Ema…ti appoggio. E’ giusto voler vivere…poi però quanto è dura ritornare alla morte lenta e fare finta che tutto va bene!

  134. Gile leggo solo ora. Sono più grande di te e sono stata tradita due anni fa. Le cose che dici di tua moglie mi fanno rabbia, tanta perché io sono stata così.Inconsaoevole. In buona fede ma Assente su più fronti.
    Franca ha ragione, ricorda che chi tradisce poi non torna più ad essere come prima. Mio marito questo prova ancora: l aver tradito se stesso. Per una cazzata. Il passato non si cambia il passato non ritorna. Anche mio marito è stato preso da una storia con “ex”. È un ritorno all’ adolescenza, non cadere in questo trabocchetto. Accetta la tua età, quello che hai vissuto, l invecchiare ( la capacità di divenire non di morire). Ha ragione Alessandro leggi bene l articolo (anche se dovrebbe leggerlo tua moglie!). Hai fatto tutti i tentativi? Intendo nella comunicazione. Parla con tua moglie, scuotila, “avvertila”. La scelta è solo tua. Perché io sono convinta che il tradimento si può evitare. E con lui tutto il Dolore che ne deriva. Se poi non c’è niente da salvare se l amore è morto… Solo tu sai veramente come stanno le cose. Chiedi a tua moglie ne hai tutto il diritto:” a che punto siamo? Siamo morti o ancora vivi? “Ti abbraccio perché sei sincero.ti auguro serenità e chiarezza.

    • Sono d’accordo si provano tutte. Però quando il coniuge fa esattamente come l’amante che dice di aver capito promette ma non mantiene non hai scelta. E prima o poi ti capiterà l’occasione

  135. Io non vorrei mai che lui affrontasse la sofferenza della separazione con tutti i problemi legali ed economici che comporta. Forse vi sembrerà strano.

  136. Lui ha letto spesso questo Tuo articolo, Alessandro. Dice essere l’ESATTA sua biografia.
    E molte volte Ti ha ricordato nei nostri discorsi. Quando forte spingeva la sua voglia di risorgere, essere per la prima volta davvero felice, salire su quel treno che, sa bene in cuor suo, sarebbe passato una sola volta nella sua vita..

    La paura di rimpiangermi per sempre mi ripeteva… Perchè, nonostante le tante donne frequentate, una persona come me non l’aveva mai incontrata e mai più avrebbe ritrovato.
    Ci scherzavo ogni volta….dicendogli infatti che la statistica gli giocava contro e che, un po’ come al Superenalotto…. se si ha la fortuna di vincere, si vince solo una volta.

    Ma l’altro giorno Ti ho ricordato io mentre, ormai sfinita dopo infiniti tira e molla, è toccato a me stavolta mettere dolorosamente la parola fine al nostro magico tratto di vita percorso insieme.

    Quando, ormai nelle sue cicliche oscillazioni sul decidersi a dare una rivoluzionaria virata alla sua vita o lasciare la tranquillità del “finchè la barca va’”, ho dovuto ancora una volta “cedere il passo di fronte a ragionamenti di opportunità, ragione, sensi di colpa, figli, cosa diranno i miei e i suoi, convenzioni, convinzioni”. ..
    perchè, anche se “Lei, lui lo sa, è l’amore della sua vita e Lui non ama più sua moglie, ama lei….i figli, famiglia, società, convenzioni, lo portano a rinunciare a lei e a un nuovo futuro.”

    Proprio cosi. A giorni alterni ritornava sui suoi passi.
    Ma per me uno stillicidio ormai delirante.
    E “solo chi rischia, VINCE”. Ma ci vuole davvero convinzione e coraggio. E non è per tutti.

    Ho sperato, lottato, atteso. Spalle larghe le mie, a tenergli stretta la mano, che insieme avremmo gestito le situazioni. Non era un salto nel buio il suo, anzi. Mi conosce bene. Ha avuto sempre dimostrazione che giù, ad aspettarlo, ci sarebbe stato un materasso forte e resistente ad attutire il suo lancio.
    E ho pure Ingoiato bocconi a volte così tanto amari.
    Forte della certezza di quanto meravigliosamente incasinata sarebbe potuta essere la nostra vita insieme, a camminarci fianco a fianco. Perché avremmo continuato a sceglierci ogni singolo giorno.
    Lo so io.
    Lo sa bene lui.
    Lo sanno i suoi e i miei amici più cari. “Sana invidia” per Noi, gli hanno detto…
    Lo sanno perfino gli sconosciuti…tanti……come attirati dalla luce che emaniamo…. Da chi ci ha fatto ballare su un battello a Parigi a chi, regalandomi un fiore, si è chiesto del perché lui mi facesse piangere o chi, guardandoci, seduti in una pizzeria, ci ha detto sognare e augurarsi un amore come il nostro.

    Siamo insieme Forza pura. Energia viva.
    Ci sentiamo “dentro”.
    Abbiamo scoperto insieme cos’è l’Amore. Per la prima, VERA, volta.
    Ci siamo resi due persone migliori.
    ERA UNA VITA CHE SEMBRAVA CI STESSIMO ASPETTANDO.
    E C’ERAVAMO TROVATI.
    Per una serie di allucinanti coincidenze e segnali, a volte così evidenti e sfacciati , che sembravano quasi inviati da Qualcuno benevolo al di sopra di noi che si ostinava a far convergere nella stessa direzione le nostre strade.
    Capita.
    Lo posso dire io. Lo può dire lui.
    Entrambi stupiti, increduli ma consapevoli di tutto ciò.
    Due pezzi imperfetti che si incastrano tra loro perfettamente.

    Ma ho detto stavolta io stop…..E no perchè mi senta una Superdonna.
    Ma per quell’ istinto di sopravvivenza che ho cominciato ad avvertire dopo mesi di sua incertezza ormai cronicizzata.
    Un senso di pericolo per me, la speranza che inizia a prendere i contorni dell’ illusione… lo scorrere delle giornate nella mia vita, da spettatrice di me stessa…. un film dove io sono la protagonista da mesi ferma sulla riva di un fiume, in attesa…. e lui la comparsa.

    …E io ho voglia di una reale, completa, avvolgente pienezza di vita che mi sta scoppiando dentro e che ho capito, dopo mesi di lacrime, attese, illusioni, parole, lui poteva sì darmi, ma in briciole, sprazzi di luce…minuti rubati.
    Una felicità che non basta. zoppicante.
    Coriandoli.
    Ma la vita è una. E va vissuta pienamente.
    Con qualcuno che passi da quel fiume ma a prendermi e buttarmi a giocare insieme nell’acqua.

    E ora?
    Il suo futuro è già scritto e l’hai già tracciato Tu, caro Alessandro…
    tra qualche tempo riprenderà le sue scappatelle nell’illusione di tornare a sentirsi vivo, parentesi fuori dalla sua vita, forse un po’ piatta, ma tanto sicura delle mura domestiche.

    Ma lo sappiamo tutti, e Tu lo scrivi,”che il prezzo da pagare è quella sorda infelicità che solo chi ha provato la vera felicità, la vera vita e vi ha rinunciato può descrivere”.

    “Così lui vivrà una vita comoda, calma, senza scossoni, ma infelice, e con il rimpianto eterno di aver perso l’occasione di essere nuovamente vivo e felice”.
    E si ritroverà invecchiato fra qualche anno, su quel divano di casa, con “la pallida ombra” di una donna sposata decenni prima, senza convinzione, a tirare le somme su come la sua unica vita è andata… e come sarebbe potuta andare.
    Un film tipo Sliding doors.
    Questione di scelte.
    Di treni. Di coincidenze.

    E le Superdonne, Alessandro? non hai scritto nulla riguardo il loro futuro.
    Semplicemente perché non ci sarebbe nulla di ipotizzabile da scrivere. Nessun domani già tracciato.
    Perchè Loro sono fogli bianchi.
    Io glielo dicevo sempre.

    Con un futuro,da adesso,tutto da iniziare a scrivere.

    • Grazie per le citazioni. Le SuperDonne sono destinate a incontrare un nuovo amore, ma deve passare del tempo perché amano profondamente anche chi non ha saputo meritarsele. Tempo. Ma i cimiteri sono pieni di insostituibili. Tempo al tempo

      • Alessandro!!! Ma bellissima la tua risposta!!!
        Siii…ci vuole tempo…ma un nuovo amore e’ sempre possibile….”lasciamo aperta la porta del cuore”!…in fondo forse dovevano vivere quella dolorosa esperienza solo per trarne insegnanento anche rispetto a noi stessi.

        Peccato per chi invece di progredire…fa un paso indietro a causa delle proprie paure …ma sono scelte…non si possono giudicare negativamente…ci si puo’ solo dispiacere…e comunque accettarle.

  137. Ciao Alessandro..ti leggo da un po’ e ho deciso di raccontarti la mia storia sperando in tuo commento.
    Ci siamo conosciuti al lavoro sei anni fa. Io fidanzata da 10 anni,lui da 12. Ci siamo sempre piaciuti,ma nessuno dei due ha mai avuto il coraggio di andare oltre lo scherzo. Lui si sposa 3 anni fa e io spero tanto che quel giorno possa succedere qualcosa perché non avvenga questo. Dopo il matrimonio la nostra amicizia diventa sempre più forte e il tempo trascorso insieme sempre di più. La moglie,nel frattempo,affronta un aborto. Qui lui entra in un periodo delicatissimo perchè lei non è una persona forte e cade in depressione. Si sfoga con me e tra di noi c’è sempre quella situazione di sguardi e del “dico/ non dico”,fin quando un giorno,un anno e mezzo fa,scoppia tutto in un lunghissimo bacio. Ci dichiariamo innamorati dal primo istante che ci siamo visti. La nostra relazione prosegue,tra baci rubati e telefonate sempre più numerose. Lui dopo un mese viene chiamato a lavorare in un’altra città non molto lontana. La distanza non ferma la nostra storia,anzi. Trascorrono 5 mesi e i discorsi si intensificano cominciando a immaginare la vita insieme. Io a quel punto,dopo 5 mesi,stanca di fingere,lascio il mio fidanzato storico( che conosce lui,come io conosco la moglie). Lui,che nel frattempo provava ad avere una nuova gravidanza,sapendomi ormai single diventa sempre più geloso. Io mi faccio forza chiedendo di temporeggiare sulla gravidanza cercando prima di risolvere la nostra situazione. Lui mi risponde che non è possibile perché dopo l’accaduto DOVEVA un figlio a lei. Ma i discorsi tra di noi continuavano a ruotare sulla possibilità di una vita insieme. A detta sua stava a letto con la moglie solo in quei giorni. Pensano ad un’inseminazione perché non succede naturalmente e lui così cerca di prendersi altro tempo e comunque non si rifiutava di provarci lo stesso con lei pensando “tanto non succede”,”non posso dirle quella volta al mese che non ci proviamo perché sarebbe come ammettere che c’è qualcosa che non va..tanto non succede”. È successo! Lei rimane incinta. Io,appena saputo della gravidanza gli dico che è finita,ma lui dice che non è il momento, che non si sa come vanno le cose. Così vivo tutta la gravidanza tra tira e molla. Lui si attacca sempre di più a me e quando lei è ricoverata per partorire è persino scappato da me per stare insieme anche se per mezz’ora. Non è coinvolto dalla gravidanza e per questo ammette di sentirsi in colpa,ma questo non basta. Io decisa da sempre a stare con lui,lui un po’ meno,mi dice : vuoi stare con me? Dopo che nasce il bambino ti faccio vedere,io non ce la faccio più a stare senza di te. Il bambino ora ha quasi sei mesi o stanca della sua non decisione lo metto con spalle al muro un mese fa e lui sceglie di restare con la famiglia perchè non si sente pronto ,perché il bimbo è piccolo. Passano sei giorni e lui chiama una mia amica piangendo dicendo che non ce la fa a stare senza di me,piangendo e dicendo che lui vuole ma non può. Passano altri tre giorni e lo chiamo. Dopo esserci dichiarati amore la situazione rimane quella. Sparisco di nuovo e anche lui. Dopo altri sei giorni mi scrive,io rispondo e mi arrabbio dicendogli che non m’importa se gli manco,IO non posso farci nulla. Sparisce tre giorni e mi faccio risentire io. Da qui iniziano altri 15 giorni d’amore folle nel corso dei quali riusciamo a vederci tre volte per pochissimo tempo e lui decide che è arrivato il momento di parlare seriamente di persona valutando tutto, stabiliamo il giorno,ma lui dice sempre le stesse cose e cioè che il suo problema è pentirsi di venire verso finme perché comporterebbe non vedere il figlio tutti i giorni e questo potrebbe farlo stare male,ma vuole me. A quel punto impazzisco di nuovo,arrabbiandomi perché mi chiede ancora tempo per essere sicuro della decisione . Io non sono disposta perché tempo ne è passato abbastanza e anche quello che ho sopportato è stato abbastanza. Così sono nove giorni che non ci vediamo e sentiamo. Per la prima volta nove giorni di fila. Mi accorgo che controlla i miei accessi perché conosco i suoi orari e lui i miei. Scusa per essermi dilungata troppo. Non ho parlato di quello che c’e Tra di noi perché mi sembra scontato che sia un amore unico. Gli occhi non mentono. Cosa faccio ?

    • Ma secondo te un uomo che si dichiara innamorato di te cerca una gravidanza con la moglie? Fino all’inseminazione?

    • No non conta, conta la volontà di gravidanza. Nessuno è innamorato di una donna e fa un figlio con un’altra in parallelo