Smettila di parlare di lui con tutti. Non importa che sia la tua migliore amica, tua cugina, gli amici, la nonna. Hai già detto tutto a tutti. Smettila.

Vuoi parlare con qualcuno? Parla con me. Parla con qualcuno che ti aiuti davvero, non con interlocutori passivi (che poi ti eviteranno: questa parla sempre di quello…) o che ti dicono quello che sai già senza soluzioni concrete. Dopo un mese che ne parli non è più uno sfogo, è una dannosa litania, uno sterile modo di farsi del male e rimanere agganciata a lui.

Sei in Codice del silenzio? Ti ha lasciato o si è fatto lasciare?

Ogni volta che parli di lui con qualcuno ricelebri il suo funerale, pensi a lui ed entri nel suo mondo invece di creare il tuo. Usi il tuo tempo libero come se fossi con lui. Parlare di lui è come stare quando lo aspettavi che si liberasse dalla moglie o scrivesse un messaggino. Danneggia il tuo Dna emotivo e rende zoppicante il no contact, la tua rinascita e disintossicazione. Ogni volta

Che fare? Guarda la diretta

foto Pixabay

Condividi:

10Commenti

  • Ariel, 3 Ottobre 2020 @ 15:59 Rispondi

    @Caro Alessandro oro colato tutta la video diretta su questo argomento Chiave che apre la porta al inizio della proprio percorso di cura e rinascita.
    Analisi impeccabile tutta

    Ciò che mi viene da aggiungere è questa considerazione che se e ove esiste e insista e resista la incessante voglia di notizie spionaggi di sbieco notizie da tutti amici comuni insomma è un loop incessante ecco che questa situazione rivela la presenza della Dipendenza affettiva
    A costo di essere monocorde ,ma non va chiamato essere sempre lì sul tema della DIPENDENZA AFFETTIVA che è una Kostante esattamente si rivela proprio quando esiste questa Difficoltà enorme del continuare a parlarne con tutti pure gli estranei anzi questo si Sto arrivando! Bene è il meglio l’estraneo ecco perché un Terapeuta è meglio di chiunque altra persona Perché possiede due cose fondamentali

    È UNO SCONOSCIUTO COME UN VIAGGIATORE INCONTRATO PER CASO SU UN TRENO
    E SOPRATTUTTO HA TUTTI GLI STRUMENTI PER RIUSCIRE A far sì che da sole si riesca a uscire dalla crisi di astinenza ,ma definitivamente che significa che esistono pure le apparenti progressioni in positivo e poi magari dopo anche anni ecco ci si ricade

    In questi casi limite così dove resta marcata invasiva presenza del loop del controllo del parlarne

    Occorre il TERAPEUTA SPECIALIZZATO IN DIPENDENZA AFFETTIVA.
    e quindi ben venga questo tuo adoperarti nel video diretta e scrittura qui tanto aiuto valido per almeno riuscire ad indirizzare le persone alla terapia perché
    Purtroppo la Dipendenza LEDE LA VOLONTÀ DI FARE O SEGUIRE QUALUNQUE BUON SUGGERIMENTO A
    ci vuole altro TERAPEUTA SPECIFICO PER QUESTI CASI LIMITE

    Grazie resta una Kostante ruttori il tuo adoperarti in modo caro ed efficace per tutte noi !
    Per questo infatti sei
    UOMOTESORO ❤️

  • EP, 4 Ottobre 2020 @ 10:14 Rispondi

    @ale…che bella questa diretta!
    Lo sai…nn ti seguo più cm una drogata in astinenza della sua dose di metadone giornaliera cm l’anno scorso…(meno male )
    Seguendo i tuoi consigli mi sn liberata! E ora torno qui ogni tanto x il gusto di leggere qlche spunto nuovo!!!
    O a dire che ce la si può fare…io ne sn l’esempio!

    Xò mannaggia…sta cosa del nn parlare sempre di lui…nn me la potevi dire prima?!?!!
    Avrò svangato gli zebedei ad un sacco di persone…e celebrato decine e decine di volte il suo funerale!
    Mesi di lutto…uffa…meno male che lui mi ha dato una mano scomparendo dalla mia vita!

    Vabbè…ne sn uscita lo stesso! Fiuuuuu…

    • alessandro pellizzari, 4 Ottobre 2020 @ 10:24 Rispondi

      grazie sei cara

  • Dispersa, 4 Ottobre 2020 @ 21:52 Rispondi

    Per fortuna ho solo un’amica che conosce tutta la storia… E ora quando ci vediamo parliamo di altro… A dire il vero ero diventata pesante!!
    Basta, basta!!

  • Crocus, 5 Ottobre 2020 @ 07:19 Rispondi

    @Ale, miii i miei due migliori amici sapevano di questa storia e gli avrò rotto talmente tanto da riuscire a capire finalmente da sola che forse era l’ora di fermarsi (mi facevo schifo e comunque intuivo che anche loro non ne potevano più ma sono stati sempre super gentili ad ascoltarmi e senza di loro non so come avrei fatto…). Cerco di uscire con persone che non sanno nulla quindi provo a ridere, scherzare chiacchierare e andare avanti. Il cuore sanguina ancora per carità, ma non ai livelli iniziali, lo devo ammettere. Prima neanche uscivo e le poche volte in cui lo facevo il pensiero era fisso su quell’essere inutile.

    • alessandro pellizzari, 5 Ottobre 2020 @ 10:35 Rispondi

      Bravissima!

  • cossora, 5 Ottobre 2020 @ 09:32 Rispondi

    Beh @Ale ha ragionissima, nella memoria si possono tenere vivi anche i morti, figuriamoci gli amanti!
    Io appena mi sono resa conto che la mia ‘amica’ era l’unica a tenere accesa la piccola fiamma del mio ex.. ho dovuto allontanare l’amica.
    E ragazzi.. io sto meglio. Non le voglio male ma non voglio tornarci sopra. E siccome ho notato che in qualche modo ha preso contatti diretti con 4 miei uomini.. (no, non per portarmeli via, credo per non sentirsi esclusa dalla mia vita) ho deciso di starne alla larga.
    Lei si offenderebbe e mi accuserebbe di persecuzione, io scenderei a livelli di conversazione cui non voglio nemmeno pensare. Meglio il silenzio, anche qui.

    • alessandro pellizzari, 5 Ottobre 2020 @ 10:43 Rispondi

      Hia fatto bene. La riprenderai quando lui ti sarà diventato indifferente

  • elleelle, 5 Ottobre 2020 @ 11:57 Rispondi

    @cossora
    Anche la tua amica qualche problemino ce l’ha…

  • cossora, 6 Ottobre 2020 @ 13:17 Rispondi

    @elleelle sai.. li ho avuti anche io, i miei problemini.
    E ho anche mandato a fanculo una discreta fetta di popolazione umana.
    Una volta risolti, quando ho sentito di dover fare un passo indietro, l’ho sempre fatto.
    Ad oggi, non ho mai perso definitivamente qualcuno.
    Però c’è sempre una prima volta.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.