IMG_1780.JPG

Ogni volta che mi accingo a scrivere qualcosa per il blog dell’amico e collega Pellizzari mi sento la versione nostrana di Carrie Bradshow, l’eroina bionda di Sex&Thecity, con il suo pc, nel mio caso un leziosissimo Vaio rosa confetto e un Martini bianco con ghiaccio e oliva, mescolato e non shakerato.
Eccomi qui ancora una volta a prendere spunto dalla vita reale, mia o altrui e tentare di fotografare il modo che uomini e donne hanno per relazionarsi tra loro. Perché #esserelamason è un lavoro duro, ma qualcuno deve pur farlo.
Mia madre era una donna bella e libera, figlia perfetta della sua epoca ed è stata molto corteggiata. Da sempre ricordo che diceva come proprio nei momenti in cui era meno attraente, quando non proprio ‘cessa’ avesse fatto le sue conquiste più eclatanti. Ne avevo avuto la riprova già in passato ma oggi la cosa mi è tornata alla mente quando un gentiluomo mi ha riempita di complimenti di fronte alla vetrina di una gioielleria.
Ora non che fossi pronta per il cassone dell’umido ma di certo ho avuto mise più eclatanti e facce più riposate. Per la passeggiata in centro avevo indossato un lungo maglione morbido, una sciarpa di cachemere grigio drappeggiata a coprire le spalle, un semplicissimo pantalone a sigaretta e delle ballerine. Avevo deciso di lavare i capelli appena tornata a casa quindi non erano freschi di piega e non mi ero truccata con particolare cura. Infine, la mia cagnolina al guinzaglio e la compagnia dell’amica del cuore.
Il malcapitato fa di tutto per scambiare due parole e mi riempie di una carrettata di complimenti, roba da farmi arrossire. Un signore molto distinto, elegante, cortese ed educato. Insomma, un tipico esemplare di maschio del sud, galante ma con misura. Si presenta, scambiamo due battute e arrivederci, con suo sommo rammarico perché, insomma, ci avrebbe volentieri piantato le tende davanti a quella carrettata di brillanti, e io mi ci sarei rotolata con piacere visto l’anello con due orchidee a contrariè che aveva catalizzato la mia attenzione.
Io e la mia amica continuiamo la nostra passeggiata e sorridiamo commentando che visto che non ero proprio in forma smagliante il nostro amico deve avere qualche problema di vista e forse era il caso di indirizzarlo verso il primo ottico. Infine, me ne esco con la frase di mia madre ‘forse agli uomini piace l’orrido’. E invece è proprio la mia amica a chiarirmi questo luogo comune che mi accompagnava da anni sostenendo che in realtà quando sono in tiro ‘non ce n’è più per nessuno’ e diventa difficile avvicinarsi mentre nella mia semplicità avevo lasciato una breccia per il coraggio del gentiluomo. Quindi deduco che anche un tacco o un capello troppo vaporoso possono scoraggiare un complimento, un approccio, una parola e tutto mi è stato chiaro. Li spaventiamo. Troppo belle e perfette diventiamo irraggiungibili. E’ come se fossimo arroccate in una torre d’avorio e si sentissero inadeguati. Ora però vorrei delle conferme o meno a questa ipotesi, che sta in piedi, si, ma sino a prova contraria. Che ne pensate? E soprattutto: che ne pensa il mio ospite?
Johann Rossi Mason

Brava Johann, forse ha ragione la tua amica. Voi bellissime e donne decise (nella foto ti ho messo con mia moglie, così fate le veline rossa e bionda) certi, e sottolineo certi uomini li intimorite. Altri, come me, li attirate ancor di più. A parte il gruppetto di uomini che si intimidisce per una grande gnocca tirata a corsa, uomo che tenderei a sconsigliare per varie ragioni ( vi reggerà nude, in tutta la vostra sensualita? Una volta a a letto certi incidenti sono spiacevoli, meglio prevenirli…), credo che una bella donna, sia essa vestita e truccato da dieci e lode o in jeans e maglione comodo, è come una ferrari appena lavata e una con un po’ di polvere dopo una corsa.
È sempre una ferrari.
Però devo dirvi che anche noi uomini notiamo la stessa cosa. O almeno, a me e a dei miei amici ci è capitato di uscire con una tirati a corsa e profumati , con più o meno successo, e uscire con barba lunga e in mise da “vado a comprare il giornale” e cuccare lo stesso e anche bene.
Nel mio caso non posso invocare di certo la bellezza, ma avrei escluso dei successi di cucco clamorosi in certe condizioni pietose e invece…
Vuoi dire che anche noi, se troppo belli e perfetti, incutiamo soggezione? Non credo, forse attiriamo di più. Ai posteri l’ardua sentenza.

Sapete che adoro il tacco dodici e i tubini che svelano le gambe lunghe o le schiene scoperte… Ma quanto siete belle anche in camicetta bianca, un paio di jeans e le scarpe da tennis? Una donna bella vale sempre il viaggio, qualunque travestimento abbia.

Condividi:

13Commenti

  • Gustavo, 6 Novembre 2014 @ 21:06 Rispondi

    Avete dimenticato un aspetto importante:
    donne o uomini, quando sono “Messi giù da gara”, si sentono forti,
    Invincibili e non si rendono conto che il messaggio che lanciano e che sentono
    é “non sei alla mia altezza”.
    Questo atteggiamento, forse involontario,
    seleziona in partenza i potenziali corteggiatori.
    Ho conosciuto belle donne e uomini che in canotta e ciabatte
    avevano un atteggiamento disponibile e gentile ma appena agghindati/e
    e profumati/e cambiavano il loro modo di trattarTi.
    W le ciabatte e le magliette !!!

    • alessandro pellizzari, 7 Novembre 2014 @ 07:39 Rispondi

      Non sono completamente d’accordo. Una donna tirata a corsa esprime soprattutto più seduttività ed è più empatica. Se poi hai ragione tu e tiene alla larga meglio: selezione della specie. No, le ciabatte no!

  • rosamaria, 8 Novembre 2014 @ 21:32 Rispondi

    Non so chi abbia ragione, ma sicuramente per ognuno di noi il bello cambia da come riusciamo a guardare una persona. Esiste la bellezza pura, e ancor di più esiste quella meravigliosa bellezza che solo noi riusciamo a scorgere oltre l’apparenza, spesso vestite bene, truccate e appariscenti siamo in un bozzolo che se all’improvviso si apre non sempre la farfalla è stupenda come dovrebbe, forse con un maglione comodo non appare, non si nota per tanti, ma nasconde fantastici sogni

    • alessandro pellizzari, 8 Novembre 2014 @ 21:50 Rispondi

      Bello quello che scrivi ma il punto di vista maschile? L’uomo ha paura delle troppo belle, anche se parliamo di primi sguardi e quindi di esteriorità!

  • rosamaria, 8 Novembre 2014 @ 22:11 Rispondi

    Spesso succede anche a noi donne, visto da quel punto di vista, se vedi un figo, pensi di non esserne all’altezza e scappi senza neanche provarci, questa è poca fiducia in noi stessi

    • alessandro pellizzari, 8 Novembre 2014 @ 22:42 Rispondi

      Vero. Pensa che a me è sempre successo il contrario. Più una donna mi sembra inarrivabile più mi attira

      • rosamaria, 9 Novembre 2014 @ 08:45 Rispondi

        La grande sfida della conquista, anche a me è successo di buttarmi per conquistare un uomo, ma oggi ti dico che non sempre ne vale la pena con chi fa il prezioso…….ciao

  • paolo, 11 Gennaio 2015 @ 00:46 Rispondi

    https://www.youtube.com/watch?v=8S8Iz0mGs_U
    perchè siete italiane, pensate ancora come nel medioevo

    • alessandro pellizzari, 11 Gennaio 2015 @ 00:58 Rispondi

      E che vuol dire?

  • princess, 16 Marzo 2016 @ 22:51 Rispondi

    ma la bellezza è soggettiva nn dimentichiamolo…

  • gabriella, 22 Luglio 2016 @ 13:42 Rispondi

    Gli uomini in genere (salvo dovute eccezioni ) non hanno paura delle belle ragazze ma molti di loro semplicemente preferiscono le bellezze naturali , senza troppo trucco, perche in questi casi what you see is what you get , non rischi di andare a letto con una miss world per poi svegliarsi al fianco di un mostro di Loch Ness. Una bellezza naturale non deve nascondere la sua faccia dietro le tonnellate di trucco ne indossare i vestiti scollati e appariscenti per aumentare il suo potere d’acquisto. Una bella ragazza non diventa meno bella se va in giro aqua e sapone con i capelli al vento , anzi ad alcuni uomini piace anche’ di piu perche cosi sembra piu fresca, piu giovane e piu sottile. Poi, quelle che usano troppo trucco quotidianamente, si invecchiano molto presto, perche’ too much make-up fa male alla pele.

  • Lei, 1 Agosto 2016 @ 09:52 Rispondi

    Fino ai 30 anni la bellezza semplice è quella che colpisce di più…la pelle luminosa, la forza di gravità che non ha ancora prodotto i suoi effetti, consentono abitini senza reggiseno e viso struccato.
    Più avanti con l’età la bellezza conta meno, la personalità che traspare da uno sguardo sicuro, un portamento deciso e un bel sorriso colpiscono più di tutto….

    • alessandro pellizzari, 1 Agosto 2016 @ 10:03 Rispondi

      Vero

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.