Anche gli antichi giapponesi praticavano la posizione anti-figli
Anche gli antichi giapponesi praticavano la posizione anti-figli

Leggo con interesse I 12 tipi di sesso, dalla prima volta alle corna pubblicato da Vanity Fair (qui) che lo riprende da Huffington Post Usa (qui) e non posso esimermi dal dire la mia non solo su come cambia il sesso nelle varie occasioni della nostra vita, ma anche come ogni tipo di “quel” sesso abbia la sua posizione principe. E quindi ecco la mia interpretazione di alcuni dei 12 tipi di sesso (12 sono troppi) e posizioni correlate.

La prima volta
Brutto, impacciato e al di sotto delle aspettative? Non sono d’accordo. Certo, a 16 anni, cioè alla mia prima volta, le aspettative non erano tanto sul che meraviglia sarà, ma su quando farlo. Mi ricordo che a Forte dei Marmi, alla Capannina dove la mia compagnia (si chiamavano così una volta le aggregazioni multiformi di giovani) si riuniva tutte le sere, uno dei siparietti più attesi era quello del Man of the evening, cioè di colui che, fra di noi, era finalmente riuscito a farlo, e aveva l’onere onore di renderci edotti di ogni minimo dettaglio. Mi ricordo che oltre l’attesa, il sentimento più forte era il timore di qualcosa, e ognuno aveva il suo. C’era quello del “e se non mi si rizza”, quello del “e se vengo subito”, quello del “e se rimane incinta” (all’epoca il vero unico preservativo era il salto del toro, o retromarcia) e poi c’era il mio: e se non trovo il buco?
Sì, lo so, un timore peculiare. Premiato dal fatto che, quando la consenziente ragazza più grande di me, finalmente si concede, come per miracolo il mio jet atterra come se avesse il pilota automatico,un milione di ore di volo e la pista fosse illuminata a giorno. Miracolo!
La posizione: non c’è dubbio… La prima volta non può essere che quella del missionario. La più comoda, naturale, facile, vis a vis, da neofiti. Però è una sorta di imprinting: la posizione si ripeterà, stanca, quando l’amore non sarà più da neofiti ma diventerà rutinario.

Una botta e via
Sull’articolo menzionato lo chiamano sesso occasionale, quello di una notte o da due ore in motel, sminuendone forse la valenza. Non sono d’accordo. E’ vero che due sconosciuti non si conoscono innanzitutto carnalmente, ma non esageriamo. Il sesso è come la bicicletta: anche se è nuova e non ci vai da un sacco basta inforcarla, due pedalate e ci sei. Più che altro occhio alle due pedalate: il rischio nel maschio italiano è proprio quello di darne solo due in queste occasioni, o per eccitazione o per ansia da prestazione. Eiaculazione precoce in agguato… E’ per questo che i vecchi saggi dicevano, in questi casi, la prima non si conta. Ma forse i nostri nonni e genitori non conoscevano i preliminari…
La posizione: la pecorina. Selvaggia come un bell’incontro casuale.

Il sesso da innamorati
E’ quello ingordo, mai pago, spesso goliardico. Si scopa, si ride, si riscopa. Si fa dappertutto, più volte, tante volte. Ci si dimentica di mangiare. E’ il perfetto connubio fra fitness e dieta. E’ un po’ come l’inglese: il modo migliore per impararlo e farsi un’inglese. E’ divorarsi, mangiarsi. E’ il più bello? Forse no, anche quello da amanti è meraviglioso (e non si fa certi scrupoli da innamorati, tipo no quello no che mi fai male…) ma sicuramente è unico e… ripetibile, se vi risposate.
Posizione: seduti, per baciarsi e guardarsi in continuazione.

Il sesso pigro
A mio modesto parere lo chiamerei fisiologico. Per l’uomo è quello del primo mattino, magari festivo, quando per cause meccaniche la prostata e la vescica trovano una sinergia di spinte per cui l’argano inserisce il blocco cardanico sulla posizione eretta. E vogliamo sprecare, soprattutto in una coppia di lungo corso, un’occasione simile? Bisogna vedere come la pensa lei. Per lei il sesso pigro è quello di quando non ne ha la minima voglia e si concede, preparandosi a un urletto finto ma appagante per lui e la sua prostata.
Posizione: minimalista: uno di fianco all’altro, se tutti e due consenzienti vis a vis. Minimo sforzo, risultato quanto basta

Il sesso con l’amante
E’ il più figo. Ha la fame del sesso degli innamorati ma non è offuscato da coscienza, rimorsi (almeno mentre si sta facendo) o illusioni di moralità. Quindi è tanto ed è sporco nel termine buono, cioè non ci sono limiti e timori. Si usa tutto, si esplora tutto, si prova tutto. Nessuna preclusione. Nessuna paura. Unico limite: il piacere reciproco.
Posizione: il giro dell’orologio, cioè tutte. Anche di nuove e sperimentali.

Il sesso rappacificatore
Quante coppie ha salvato da lunghi, interminabili litigi. Dai sensi unici che solo l’incomprensione e le parole buttate al vento possono scovare. Per fortuna, nelle coppie che funzionano, a un certo punto scatta qualcosa per cui, in una pausa di accuse reciproche, ci si guarda, ci si bacia e finalmente si tromba. Ed essendo il sesso il linguaggio universale più semplice ma anche più profondo, l’esperanto di donne e uomini, dove non basta la parola, basta la scopata. Almeno finché questa medicina funziona: quando non funziona più o, addirittura, non viene utilizzata a fini anche pacifici, la coppia è arrivata al capolinea.
Posizione: dipende da chi è il colpevole. Se è lei che ha iniziato a litigare lo smorzacandela, se è lui un missionario un po’ intorciliato, insomma un compromesso fra il romantico della prima volta e il voglioso della coppia che funziona.

Il sesso degli schiavi
E’ il sesso fatto quando ci sono i figli in casa. Diciamocelo: noi genitori di plurifigli piccoli o adolescenti o nella terra di mezzo siamo degli schiavi. Il sesso si fa solo in orari tardi, quindi bisogna aspettare che dormano e che non ci venga a noi il colpo di sonno. Mai in giro per la casa ma rigorosamente in camera da letto e con la porta chiusa e il cotone nella toppa anti piccole spie. Urla e gemiti devono essere sostituiti da post it tipo “godo” e “anch’io” che i partner si devono passare e scrivere (certi li preparano prima per comodità) durante l’amplesso. L’orgasmo, che non si deve sentire, è sostituito per lui da colpi di tosse e per lei da starnuti. I cartoni animati sono validi alleati perché ipnotizzano i figli ma non danno certezze.
Posizione: a cucchiaio, lui dietro, sottocoperta, in modo che quando si apre la porta di colpo e la bimba dice mamma tutti sono pronti a dire sì cara e in fondo si stavano solo teneramente abbracciando.

Il sesso con il coniuge tradito
Chi ha l’amante sa che deve ottemperare ai doveri coniugali ogni tanto, altrimenti per quel mal di testa cronico sarete costrette a fare una Tac. Ma com’è il sesso con il proprio lui o lei quando c’è il terzo “comodo”? Nell’uomo, all’inizio, è simile a quello con l’amante. Si sa, la funzione sviluppa l’organo e anche se sono andato in motel in pausa pranzo alla sera avrò voglia anche di mia moglie e di provare quanto sono maschio o di usare l’adrenalina del primo pomeriggio che è ancora in circolo. Occhio a non strafare però, sarebbe sospetto. La partner sarà piacevolmente sorpresa da una nuova tenuta sui tempi, perché non sa che per voi magari quella è la terza o la quarta in un giorno. Poi, però, passa. Il sesso con la moglie non regge la novità di quello dell’amante, e quindi si diraderà e diventerà il sesso pigro. E lei? Se è lei ad avere l’amante sarà generalmente appagata, quindi sesso pigro e una tantum col titolare. Se poi è innamorata cercherà di non farlo, utilizzando arti furbe come la masturbazione e la fellatio: lui rimane cornuto e contento, lei “intonsa” per l’amante al quale potrà anche dire “con mio marito non lo faccio più”.
Posizione: se non evitabile, quella del missionario con lui con la faccia immersa nel cuscino e lei girata verso il telefono

Sincerely yours

Condividi:

4Commenti

  • grazia, 4 Aprile 2015 @ 12:11 Rispondi

    Le posizioni cambiano, il modo di fare sesso pure e a seconda del partner ancor di più!!
    Almeno non ci si annoia!! 🙂

    • alessandro pellizzari, 4 Aprile 2015 @ 12:32 Rispondi

      Le posizioni dicono molto dell’andamento della coppia

  • LEI, 4 Settembre 2018 @ 12:10 Rispondi

    Questo non l’avevo ancora letto…stupendo!!!

  • daisy, 4 Settembre 2018 @ 14:48 Rispondi

    il post it preparato prima per comodità mi fa morire…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.