Chi è l’amante di transizione? Esiste nella realtà dei matrimoni oggi?

Per amante di transizione intendo l’amante che traghetta un matrimonio in pericolo in “salvo” (almeno per un po’). Prima lo raccoglie quando ormai sembra compromesso, lo fa sopravvivere al meglio dando un grande sfogo al marito deluso e spesso arrabbiato, ma quando l’amante si propone di sostituire ciò che ha puntellato e salvato viene inesorabilmente buttata giù dalla torre.

Credo che essere un’amante di transizione sia lo spauracchio più grande di ogni amante: non a caso in counseling con me molte di voi, pur essendo affrante per essere state liquidate (non importa se da lui o costringendovi a prendere voi la decisione finale) e per averlo perduto, continuano sui seguenti tormentoni: ma lui adesso la riama? Ma io ho fatto in modo che loro si ritrovassero? Ho riparato io, e quindi salvato, il loro matrimonio? Dovevo continuare a fare la brava amante senza avanzare pretese e ce l’avrei fatta ad averlo tutto per me?

Prima di rispondere, una precisazione: l’amante di transizione è diversa dall’amante stampella, o meglio, ne è la versione estrema. L’amante stampella può durare in eterno o, perlomeno, molti anni, l’amante di transizione difficilmente dura più di uno-due anni. La differenza fondamentale è che l’amante stampella è una necessità dell’uomo che, senza di essa, deve fare ricorso a una nuova amante per vivere bene il suo pacchetto-puzzle famiglia-divertimento/emozioni/sesso/sogno, mentre l’amante di transizione è un ponte, un traghettatore della coppia sposata da una condizione di infelicità a una nuova condizione di autosufficienza, almeno per un po’.

L’amante di transizione è a breve-medio termine, l’amante stampella a medio-lungo.

L’amante di transizione è la tipica amante del primo tradimento maschile. Dopo anni di matrimonio, ormai soffocato dalla routine ma non conflittuale, l’uomo ha l’occasione di incontrare un’altra donna e, per la prima volta, trova il coraggio di materializzare un sogno ormai ricorrente: la scappatella.

Già perché tutto inizia all’insegna dell’amantato ludico, quello che si scopa senza un domani e si coglie l’attimo, solo il bello senza programmi (a meno che lui non sia un cialtrone entusiasta che promette un futuro radioso già dai primi mesi di frequentazione): il problema che non solo non dura, non solo voi vi innamorate complici i suoi occhi a cuore e i voli pindarici su un futuro da sogno, ma il baco strutturale c’è: la moglie è invincibile, il pacchetto famiglia indistruttibile.

E la moglie è invincibile perché chi sceglie un’amante di transizione (e non un’amante stampella, ripeto) è in crisi ma non abbastanza da non volerle bene, è in crisi e fa poco sesso ma lo fa e in fondo funziona, è in crisi ma non litiga tutti i giorni ed eccessivamente, è in crisi ma i due suono bravi genitori e hanno ancora tanti progetti in comune.

L’uomo di questo tipo si lamenta della moglie ma non eccessivamente: parla di troppi anni, di ruggine, di sesso noioso e rarefatto, non di arpie urlanti e guerra dei Roses. L’uomo di questo tipo è stanco ma non è stufo del suo matrimonio, ci sono ancora carte da giocare. Te ne accorgi sia da come ne parla (o non ne parla, altro indizio importante e significativo) sia dal fatto che non è mai il momento giusto per parlare di crisi a sua moglie, ma proprio perché vera crisi non c’è. È il tipico “separato in casa” all’insaputa del coniuge, è quello che rientra a casa e la bacia ancora, e la chiama ancora amore, ma a te non lo dice. È l’uomo sognatore che si fa un viaggio nell’amore futuro. A tue spese però.

Questo tipo di uomo trasforma quindi l’amante in un traghettatore che lo fa respirare, gli ridona gioia e orgasmi, comprensione e risate ma… Si tratta di un pieno di benzina, dura il tempo del viaggio che, come dicevo, non è mai più lungo di un anno, massimo due, ma sono eccezioni.

Ci sono state tantissime amanti di transizione che si sono rivelate tali durante il primo lockdown. Persone che erano per lui “indispensabili” solo il giorno prima della chiusura totale in casa e che sono state “sostituite” in pochi giorni dalla moglie. In fondo non erano più alla portata di mano per sfoghi sessuali, e scrivere troppi messaggi e fare telefonate frequenti esponevano il nostro uomo a rischi troppo alti. Ecco quindi sparizioni, liquidazioni, silenzi assordanti.

E qui torno alle vostre domande di counseling: ma lui adesso la riama? Ma io ho fatto in modo che loro si ritrovassero? Ho riparato io, e quindi salvato, il loro matrimonio? Dovevo continuare a fare la brava amante senza avanzare pretese e ce l’avrei fatta ad averlo tutto per me?

Nonostante la funzione dell’amante di transizione descritta la risposta a ognuna di queste domande è NO.

Perché solo il 10-20% di questi uomini, dopo l’amante di transizione, rifondano veramente la coppia originaria sull’amore vero e ritrovato. Gli altri diventano quasi tutti seriali, passando dalla prima amante di transizione a più amanti stampella. Perché il tradimento è una cosa così profonda nella coppia che non solo indica la lesione grave fra coniugi, ma è spesso non rimarginabile. Una strada senza ritorno 8 volte su 10. Tenendo conto che lui molte volte non è che liquida l’amante e torna scientemente dalla mogliettina, ma viene scoperto: e lì è difficile, a parte che per me, capire se rimane perché ha avuto un elettroshock dal quale si risveglia tutto amorevole o si tratta di fifa di perdere i beni in comune (e non parlo dei figli, quelli non si perdono mai, non lo dice la legge a tutela dei padri, lo dice la vita), quindi una scelta di convenienza mista a paura.

Ma che resti con la moglie convinto o meno, che faccia lo zerbino o meno, il suo matrimonio, salvo poche eccezioni, non viene salvato dall’amante di transizione, ma solo rianimato. Quasi tutti questi matrimoni, liquidata l’amante di transizione, prima o poi arrivano alla separazione o continuano a rimanere in piedi con la versione extra-large dell’amante di transizione, l’amante stampella.

La serialità è spesso il destino di chi rimane in una coppia finita che non riesce a ricostruire per motivi che non siano strumentali: pensate che moltissimi matrimoni stanno in piedi non per i figli, non per i soldi ma per quello che “dirà la gente”, i parenti, gli amici, l’entourage sociale che magari, già alle loro spalle, parlano di corna. Per certi versi siamo ancora un paese molto arretrato.

Dunque, occhio agli indizi che costruiscono, nella mente di un uomo, il profilo dell’amante di transizione, per non farsi inutili illusioni :

  1. Precisa che non lascerà mai la moglie, non importa perché o se è la solita roba dei figli e simili
  2. Non parla della moglie o poco, e quando ne parla dice che ci sono sì problemi ma in fondo va tutto bene
  3. Nonostante la vostra frequentazione e le meravigliose parole che ti dice i suoi progetti interni continuano nell’espansione: casa nuova, cane nuovo, vacanze nuove, persino figli nuovi (questi sono i peggiori: sono in fase di tradimento e pianificano un figlio… povero figlio)
  4. Sparisce nei weekend e feste comandate (telefonate e messaggi non valgono, vale il reale, non il virtuale)
  5. Non rischia niente o quasi per te: appuntamenti solo in fascia lavoro, niente notti o weekend fuori (quando è solo non città non vale; se grazie al lavoro fa una vita da single non vale; una notte una tantum non vale)
  6. Ti parla spesso dei progetti di famiglia e molto dei figli, manco fossero tuoi
  7. Se gli chiedi di parlare di crisi alla moglie non è mai il momento giusto

Se uno o più di questi indizi fanno già parte della vostra relazione frena quando lui sogna ad occhi aperti per non farti illusioni sul futuro e iniziare a pensare se non sia il caso che tu metta in atto una exit strategy da questo amantato, tenendo conto che più andrai avanti più ti innamorerai, e più sarà difficile mettere la parola fine a un prezzo in dolore accettabile.

Anche perché il lieto fine per l’amante di transizione non c’è, a meno che non sia lei a deciderlo unilateralmente, come scritto sopra.

Infatti queste storie di transizione finiscono in tre modi:

  1. Lui viene scoperto e ti abbandona perché, come ti aveva detto, la famiglia non l’avrebbe lasciata mai
  2. Tu a un certo punto gli chiederai di scegliere, perché avanti così non si può più andare, e lui non sceglierà. O meglio, sceglierà di stare in casa.

3. La tua funzione di amante di transizione ha un termine temporale. può finire per un Natale, perché ci sono le ennesime ferie, o anche perché la moglie ha drizzato le antenne e lui se la fa addosso

Fare l’amante di transizione funziona per l’amante stessa solo se è una vera scelta, consapevole dei limiti della storia, e il prezzo emotivo del non futuro non ha un costo ampiamente maggiore rispetto ai benefit che dà l’amantato, sempre se rimane principalmente ludico. Ma bisogna essere sincere con se stesse e si deve essere pronte, anche domani, a girarsi dall’altra parte. Senza troppi rimpianti.

Sincerely yours

Se vuoi sapere se sei un’amante di transizione contattami: anpellizzari@icloud.com

Guarda qui sotto il video sull’amante di transizione. Parlo anche di quelli che si separano grazie all’amante di transizione e poi la lasciano per un’altra donna (non la moglie…)

Condividi:

67Commenti

  • Ariel, 6 Agosto 2021 @ 16:32 Rispondi

    alessandro pellizzari, 4 Agosto 2021 @ 11:39Rispondi

    Ma queste decadi a cui ti riferisci sono gli anni di matrimonio la durata?
    Ma no scusa ma non mi ritornano i conti insomma la maggioranza numerica di matrimoni o legami convivenza risulta comunque essere di gran lunga maggioritaria rispetto a divorzi

    Perchè la separazione se ci si riflette bene non è sufficiente psicologicamente per la coppia di separati resta comunque un matrimonio di mezzo nel quale si sta separati

    Mentre il divorzio è veramente psicologicamente una vera chiusura con la persona ex partner davvero
    Tanto rè vero consente di riformare un matrimonio a tutti gli effetti

    Poi dipende anche da esperienza soggettiva ,tu ad esempio parli del tuo parterre ed osservatorio ma non è tutto il panorama completo
    Ad esempio nel mio Entourage non è così raro affatto la esistenza di vere coppie unite e che non si sono affatto cornificate

    Credo che inacida molto anche il dove si sia vissuta la maggior parte di tempo delle proprie esperienze di vita e lavorative

    Ecco che notorio Milano essere rappresentativa di VERI CASINI INNENARRABILI difficoltà d8 vere relazioni affettive che funzionino
    Ma al contrario un vero covo concentrato di corna a sfare
    Come a dire che conta nella esperienza di conteggio dei casi effettivi anche da dove si attingono i dati e sicuro la propria esperienza del luogo di vita della tipologia di lavoro ad esempio così si dice che nel mondo del Giornalismo non corra affatto un ambiente propensò a relazioni funzionanti di coppie ma molti tradimenti e separazioni matrimoni plurimi e famiglie piene di figli di più donne

    Così nel mondo dello spettacolo del cinema o delle arti in genere più facile esistano condizioni sfavorevoli al riuscire a funzionare come coppie

    Secondo me non bisogna lasciarsi troppo condizionare dai dati intendo dire riferendosi al fatto che sicuro le relazioni affettive tutte sono piene di difficoltà ,ma conta moltissimo l’esempio che si ha abito a casa propria
    Ma in ogni esempio

    Ad esempio miei genitori una coppia unica fino a morte
    Ma i miei nonni pure nel senso che pur avendo dicovorziato da prime nozze poi in seconde nozze hamnno vissuto esattamente come i tuoi genitori

    Conta moltissimo esempio di saper affrontare qualsiasi difficoltà con vera voglia di fare presto a stare alla luce del sole pure nuova coppia ma non mille nuove coppie

    Chi si fa le nozze a serie sicuro ha serie difficoltà personali di relazione con se stesso e gli altri
    Ma non sono casi così diffusi

    Esempio famigliare conta moltissimo e chi ha fatto solo,che il seriale da strapazzo per lunga vita cornificando a stecca sicuro sarà difficile che i suoi figli possano avere un vero equilibrio della propria autostima è fiducia soprattutto nei loro futuri partners

    Insomma che belle le foto dei tuoi genitori
    Qualcosa di così bello che emozionano anche estranei come posso essere io.

    Fa bene al cuore guardarle!!

  • cossora, 4 Agosto 2021 @ 09:52 Rispondi

    @dispersa bella.. più che l’amore a farmi stare bene sono i fatti concreti.
    Mi spiego: se in settimana a cena si parla di dove andare nel week end, si prenota un B&B e all’alba di sabato si prende l’autostrada e si arriva al mare.. sono fatti.
    Se tornando dal mare si posteggia sotto casa e ci si fa una doccia e si prende una pizza e si va a letto e ci si sveglia, si fa colazione e ci si saluta dicendosi ‘a stasera’ prima di andare in ufficio e la sera ci si vede.. sono fatti.
    La pacchia è finita 🙂 ci sono a casa i miei figli e partiamo con una mia amica e le sue figlie tra pochi giorni.
    Ho deciso, perchè mi voglio bene, che faccio solo ciò che mi fa star bene e preserva il mio benessere dalla A alla Z !!

  • Ariel, 4 Agosto 2021 @ 02:14 Rispondi

    Ma non è affatto vero che amore non dura per sempre ma chi lo dice tu e Lolli? E direi che sicuro lo dicono tutti quelli che hanno fallito nel loro matrimonio
    Nfallimento é quando il legame crolla col tradimento che sarà sicuro il termometro del legame che non funziona ,ma poi i motivo sono sempre diversi e ripartiti in differenti responsabilità

    Ovvio che resta umano pensare che solo gli amanti possano essere così se stessi ma sono tutte balle che ci si racconta solo perché ci si attacca sempre al esterno quando il vero problema resta sempre RADICATO IN SE STESSI LA RADICE È LA PROPRIA che va scoperta

    Ma fa più film romanticheria infatti se così fosse sti amanti se docenti i veri se stessi già non corrisponde affatto alla realtà delle Stronzaggine fatte e subite proprio nel amantato che qui ci stanno i cadaveri delle donne truffate di brutto !!!
    Altroché essere i veri se stessi ma cara Lilly come tu faccia ancora che stai qui a ragionare in questo modo che non rispecchia affatto la realtà concreta dei fatti

    Essere i veri se stessi è una ricerca del tutto personale che dura tutta la propria vita e fatta di volerlo fare il percorso di scoprire chi si è davvero senza i condizionamenti atavici ed educativi quelli che in effetti hanno maggior incidenza sul esprimere i veri se stessi .
    Non c’entra nulla amantato ma anzi semmai solo in un vero,esame a due quello davvero sano per equilibrio di autostima del dare ed avere uguale che si può sicuro raggiungere la espressione del vero se stessi.

    L’ amore può durare eccome una vita intera dipende sempre da se stessi in unione con l’altro
    E partire sempre nella sfiducia nel dubbio del venire traditi è cosa naturale che possa accadere a chi è già stato capace di tradire e anche di essere tradito
    Logico restare forse troppo pessimisti infatti la maggioranza di matrimoni resiste eccome e nessuna statistica può dare risultati sulle intenzioni il processo alle intenzioni è del tutto soggettivo ed opinabile sempre

    Ovvio se anche io mi fossi fatta condizionare dalla mia esperienza di relazione tossica a quest’ora sarei sempre sola dentro me stessa e nella realtà della mia vita
    Invece basta curarsi sul serio e darsi una mossa per vivere la vita con vera azione di ottimismo a stecca qualcosa che necessita di essere conquistato con vera fatica e voglia di scoprire ogni proprio limite senza mai pensare di essere risolte mai

    Allieve sempre!!!
    Così ho vissuto un amore così lungo fino a che morte ci ha separato ma dopo 40 anni mica un mesetto!!!!
    E ora sto con nuovo compagno e sto fiduciosa e contenta di tutto ciò che ho vissuto e conquistato solo curandomi senza mai pensare che fosse solo colpa degli altri o del destino
    Volere è potere e richiede sempre la cura di se stessi
    Solo noi possiamo davvero evolvere non possiamo far evolvere gli altri ma possiamo solo cambiare i nostri comportamenti
    E gli esempi concreti possono essere per gli altri semi utili a creare nuove buone tracce che se si vuole si possono seguire

    • alessandro pellizzari, 4 Agosto 2021 @ 11:39 Rispondi

      Sono eccezioni gli amori che vivono per sempre, cioè più di vent’anni. Come i miei genitori, i miei migliori amici e altri esempi. Sono eccezioni. Diciamo che vedo dal mio osservatorio privilegiato che gli amori durano decadi: dai 20 ai 30, dai 30 ai 40, dai 40 ai 50… Questo è un dato di massa. Non a casa si parla di crisi del settimo anno. Più tre

  • Dispersa, 3 Agosto 2021 @ 22:57 Rispondi

    @Lolly che bello questo tuo commento!!
    @Cossora se questo amore ti fa stare bene… Vivilo!! Che sia per un istante o per tutta la vita!!

  • Angelina, 3 Agosto 2021 @ 22:45 Rispondi

    Si Cossora hai ragione non mi sono mai voluta bene…stiamo lavorando su quello,passo passo ne esco eh!!Ogni tanto voi scuotetemi!!
    Grazie e un abbraccio anche a te!!

  • cossora, 3 Agosto 2021 @ 20:53 Rispondi

    @angy razionalizza: vuoi una storia alla luce del sole? Non è lui lo ‘strumento’ giusto. Vuoi tempo, tanto tempo insieme? Non è lui lo ‘strumento’ giusto.
    Lo sai, siamo l’energia che attraiamo. Non sei stata forzata da lui a rimanere dov’eri a prendere il poco che prendevi. Ti volevi poco bene, tutto qua.
    Ora te ne vuoi?
    Valorizzati, non commiserarti non concederti pigrizia, vittimismo. Se ti vedi vincente, ti comporti da vincente. E vinci.
    Tira fuori tutta la bellezza, ma non ‘a discapito di’.
    Anche se pensi male di lui.. gli stai regalando dell’attenzione, quindi pensaci: gli stai regalando TEMPO. Lui (lo hai scritto tu) non te lo regalava nemmeno quando ‘stavate insieme’. E sai perchè? Perchè il tempo è qualcosa che non ci viene restituito. Chi si vuol bene lo sa, e ci pensa cento volte prima di sprecarlo. Ma quando il sentimento è vero si diventa generosi. Non è stato il tuo caso? La prossima volta sai già cosa non concedere.
    Ti stringo fortissimo!

  • Angelina, 3 Agosto 2021 @ 17:17 Rispondi

    Cossora infatti se avessi vissuto come vivi tu ora,sarei probabilmente andata avanti per anni o chissà…il mio punto è proprio questo per anni non mi sono ascoltata,ho sperato,ho provato,ho accettato ora mi sono chiesta che cosa voglio e non è questo.No,non voglio un marito,la mia famiglia ce l’ho già,le amiche le ho…però si voglio una storia alla luce del sole,non riesco più a fare l’amante,ne ho parlato con lui anche oggi,ci siamo sentiti e ne abbiamo riparlato.
    Chiaro che per me purtroppo non è facile,abituata a farmi andare bene tutto,ma ci sto lavorando,ci provo,passo dopo passo,barcollo e ogni tanto ho bisogno di essere ripresa!!
    Io credo che non ci sia una cosa giusta o sbagliata,ognuno vive le relazioni come meglio crede ma io non ero felice,non lo sono anche ora eh…spero di arrivarci pian piano.

  • Lolly, 3 Agosto 2021 @ 13:53 Rispondi

    @ Alessandro…cmq…l’amore reciproco è raro…me ne darai atto. Io vedo molta convenienza..da parte di tutti, uomini o donne che siano. Ognuno tende a cercare qualcuno che soddisfa i propri bisogni e desideri, seppur inconsciamente, ad impegnarsi e quindi ad Amare , molti si stancano, si annoiano, perché devi prendere tutto, il buono ed il cattivo tempo e non tutti sono disposti a farlo…meglio cambiare quando arriva il soffocamento di quel invisibile cappio al collo che l’individuo avverte..e allora dico:…anche se non è amore, ma è un rapporto che ti fa stare bene senza vincoli e costrizioni , non va bene?… è la nostra mente che rovina tutto…quando leggo @ Cossora io nel suo modo di essere libera dagli schemi e assetata di emozioni noto felicità…vive senza aspettative, e riesce a non farsi rovinare il momento da lucubrazioni mentali … il cuore va dove deve andare…è solo la razionalità a poter rovinare tutto perché li non sai mai se quello che vuoi tu e quello che vuole anche l’altro e spesso la realtà e diversa per entrambi. Ecco perché le storie tra amanti sono state definite storie dove l’amore è vero!!…ognuno mostra il vero se stesso senza filtri, imposti dalla società, da come siamo stati educati, da cosa possano pensare gli altri , ecc.ecc.

    • alessandro pellizzari, 3 Agosto 2021 @ 15:37 Rispondi

      Ma guarda che ci sono un sacco di coppie innamorate. Anche molti matrimoni che sono qui in fin di vita oggi anni fa erano sanissimi e felici. Purtroppo il problema non è la reciprocità dell’amore (che è un presupposto dell’amore, altrimenti è altro, almeno per uno dei due), ma la sua durata. L’amore non dura per sempre. Magari per decenni, ma raramente per sempre

  • cossora, 3 Agosto 2021 @ 13:45 Rispondi

    @molly Quella frase è di @nina, non mia.
    Io l’ho sempre visto tanto e da un paio di mesi lo sto vedendo tantissimo.
    Eppure non stiamo facendo road map e non stiamo parlando di separazione.
    Dissentivo su questo.
    Visti i risultati ..cavallo che vince non si cambia! 😉

  • Molly, 3 Agosto 2021 @ 13:03 Rispondi

    “Al di là delle parole, il tempo ricavato x stare insieme è un indicatore notevole”

    Certo @Cossora! Una relazione che dura supponi due anni e in cui ci si vede un paio d’ore una volta al mese non può avere lo stesso peso di una relazione di due anni in cui ci si vede di frequente, si passano ore assieme ogni settimana e ci si frequenta regolarmente. Ul paragone non regge!

  • cossora, 3 Agosto 2021 @ 10:44 Rispondi

    @maribel certo che è faticoso per @nina.
    Ma rimane la cosa meno faticosa, per @nina.
    Per me è meno faticoso vivere come vivo io, piuttosto che adeguarmi a un’altra persona (che non mi ama, desidera, prende, etc.)
    Anche perchè io ho lasciato mio marito senza avere un amante di appoggio, sono sola, sono libera, sono sempre stata libera e un po’ disobbediente.
    Non sto benissimo con una persona che si aspetta qualcosa da me accanto.
    Ci sono arrivata pian pianino e mi accetto così come sono.
    Al sapere che ci saremo sempre, preferisco sorprenderlo e sorprendermi.
    I momenti no ce li ho, come tutti.
    Di certo per senso della morale non vivo di momenti no ‘perchè si fa così’.
    Come dice @old lei dorme traqnuilla, è in pace con se stessa. Io pure, è importante!

  • maribel, 3 Agosto 2021 @ 10:10 Rispondi

    @cossora leggo la tua risposta a @nina dove scrivi:
    “Io come te mi chiedo: ma perchè deve essere tutto così faticoso?
    E’ faticoso per me, non per te.”

    io credo che sia mooolto faticoso anche per nina, ma che ha legacci indissolubili con quest’uomo che le impediscono di essere libera.
    scusami , non vorrei essere invadente, ma leggendo quello che scrivi ti @nina cara, io credo (e mi sento un po’ @ariel in questo momento!) che tu debba continuare a scavare nei motivi di questo legame: stai lì per curarloe assiterlo, ma è un adulto giovane, non è un anziano padre, non avete bambini da accudire e crescere, insomma site due adulti e tu devi fare l’infermiera e la badante e la psicologa per sempre?
    io credo proprio tu debba continuare a cercare la soluzione di questo rapporto trappola in cui vi siete cacciati.

  • Outlier, 3 Agosto 2021 @ 08:22 Rispondi

    Credo che la maggior parte di questi uomini sposati per paura di essere scoperti facciano il minimo indispensabile e la tiratina di orecchie ci sta tutta. Anche nel mio caso noi stavamo insieme dopo il lavoro, un’oretta e andavamo a pranzo fuori ma sempre nell’ambito della pausa pranzo da lavoro. Quindi certi sguardi o effusioni dovevamo comunque contenerli perché comunque incontravi colleghi dell’azienda. Poi sembra che dovunque andassimo lo conoscessero tutti perché tutti conoscevano la moglie. Devo dire che era abbastanza svilente, solo che me lo facevo andare bene pur di stare con lui. Che sciocca! E poi dalla torre mi ci ha buttato con tutte le scarpe!

  • Lolly, 2 Agosto 2021 @ 15:40 Rispondi

    @grazie Alessandro esaustivo nella risposta che mi hai deto

  • cossora, 2 Agosto 2021 @ 14:58 Rispondi

    “Al di là delle parole, il tempo ricavato x stare insieme è un indicatore notevole”
    Potrei dissentire.
    Vedete che faccio bene a non farmi domande 🙂 ?? Take it easy

  • cossora, 2 Agosto 2021 @ 14:20 Rispondi

    @nina ma ci mancherebbe! Guarda che ognuno di noi fa quello che gli conviene/torna più semplice.
    I martiri volontari non esistono!
    E ‘conviene’ non ha per forza un’accezione negativa. Può anche convenire alla propria personalità, ai propri limiti.
    Tu hai fatto delle rinunce pazzesche per un marito che non sta bene, ma che non ti ama, non fa l’amore con te, non ti da emozioni forti.
    Io come te mi chiedo: ma perchè deve essere tutto così faticoso?
    E’ faticoso per me, non per te.
    Nessuno, amanti e sposati subisce soltanto davvero fino in fondo tutto. A parte chi viene deturpato nel dna emotivo da una persona patologica, chi prima chi dopo può scegliere.

  • cossora, 2 Agosto 2021 @ 13:57 Rispondi

    @Angelina sono senza parole. Però una tiratina di orecchie te la devo fare: porca miseria anche te! Sei anni con questo che ti incontra nel parcheggio?? Se propio non ce la fa e vuole tenere anche la famigliola è libero, ma con te vanno presi -sinceramente- degli accordi.
    Intanto capisci cosa vuoi (non cosa vuole un’amante statisticamente, quello lo abbiamo visto, ma cosa vuoi TU).
    Ovvio che se vuoi un marito/fidanzato ufficiale da viverti alla luce del sole ..lo sposato va scartato in partenza.
    Se invece ti consenti di viverla come trasgressione, come fonte di emozioni.. alza la posta. Ma sii credibile.
    Sono consigli che possono trovare tante critiche, me ne rendo conto. Ma esco da un mese di convivenza e mare diverso ogni week end. Cosa sia stato raccontato in casa per non esserci ne in settimana ne durante il week end non ne ho idea e non me lo chiedo neanche (tanto sono sicura che sbaglio film). Mi sono fatta portare a cena, a fare aperitivi, a vedere spiagge meravigliose, abbiamo dormito in luoghi romantici, fatto l’amore in acqua.. cose che ho sempre sognato e che appunto, mi potevo giusto sognare.
    Ho pensato ‘quando arriva una cosa brutta, chino la testa e la incasso senza chiedermi perchè. Se ne arriva una bella me la godo senza chiedermi il perchè’.
    Ho chiarito la mia situazione coniugale PER ME, se un’altra persona non intende farlo o non vuole condividere con me.. l’importante è che nessuno debba accontentarsi.

    Specifico per i duri di testa: non sto affermando che questa sia la realtà più probabile. So che è uno scenario imprevedibile e che nella classifica delle probabilità si colloca persino dopo lo sposato che si separa e sceglie l’amante. Non ha cambiato lavoro, non ha iniziato a viaggiare, non ha spedito la famiglia in Australia per le vacanze.
    Non ho idea di cosa sia successo e quasi scaramanticamente non lo voglio sapere, vivo 🙂

  • oldplum, 2 Agosto 2021 @ 10:39 Rispondi

    In effetti @Nina le persone non sono strumenti per raggiungere un obiettivo. Né ci sono strategie da applicare per farsi volere/amare/desiderare. Almeno, questo è quel che penso io. Personalmente ogni volta in passato ho usato “strategie” ho sperimentato una perdita di integrità. Non sono stata fedele innanzitutto a me stessa e mi sono messa nella condizione di sentirmi non degna per ciò che sono al netto delle suddette strategie. Sono io quella con cui mi alzerò, vivrò e andrò a letto ogni giorno della mia vita e voglio che sia una bea relazione con me stessa. Non voglio giocare a risiko, voglio vivere. Ho imparato che sono amabile a prescindere. Ho fatto l’amore per la prima volta nel momento in cui ho mollato le strategie per impressionarlo o farlo “impazzire” . Ho fatto l’amore per davvero. Ed è stato meraviglioso.

  • elleelle, 2 Agosto 2021 @ 10:17 Rispondi

    @Ale
    Sante parole “Non è assolutismo è la semplicità dell’amore. Ed è così in qualsiasi età. Le sfumature sono scuse per farsi passare per buono quello che uno dei due non vuole o non da”.
    Verissimo, secondo me.

  • elleelle, 2 Agosto 2021 @ 10:15 Rispondi

    @Nina
    La penso come te, per me sarebbe troppo faticoso cercare di mettere in atto delle strategie per far attaccare una persona a me. Se un uomo vuole stare con me, ci sta per come sono e la nostra deve essere una relazione spontanea e non calcolata.

  • Dispersa, 2 Agosto 2021 @ 07:01 Rispondi

    Cara @Angelina è la schiavitù dell’indeciso.
    Con questo non posso dire se ti ama, se ama la moglie, se ama la famiglia o semplicemente la confort zone… Ma sono persone che probabilmente non faranno mai una scelta, in nessun campo della vita, se non quando è troppo tardi!!
    Il mio augurio è che tu riesca a metterti al primo posto… Solo quando amerai te stessa attirerai ciò che che ti fa stare bene!!

    • alessandro pellizzari, 2 Agosto 2021 @ 08:36 Rispondi

      Macché schiavitù dell’indeciso quelle è indeciso ma rimane in casa

  • Lolly, 2 Agosto 2021 @ 06:34 Rispondi

    @ Alessandro…mi chiedo.. ma non può essere che ognuno ha il proprio modo di amare?…non può essere che ci sono diverse sfumature in base al carattere, al proprio vissuto , alle affinità di genere…?Amare deve essere necessariamente mollare la famiglia se c’è, fare progetti, impegnarsi ecc…non può essere semplicemente follia, ossessione , fisicita’, qualcuno senza la quale non vivi? Non potrebbe essere il viversi senza condividere ma tanta passione e attrazione mentale?…ognuno di noi ha un proprio modo di vivere i rapporti umani…c’è chi ad esempio da valore alla carnalita’, al sesso che deve essere l’elemento dominante, c’è chi da valore più ai sentimenti, al carattere, al modo in cui ti tocca l’anima…insomma…non c’è un solo modo di amare…probabilmente le amanti sono davvero le donne che loro amano ma non necessariamente devono stravolgere tutto il resto…

    • alessandro pellizzari, 2 Agosto 2021 @ 08:41 Rispondi

      Se sei mai stata innamorata E RICAMBIATA l’amore è semplice: democratico, totale, esclusivo, con le stesse regole che valgono per tutti nella loro semplicità. Dove c’è dolore fastidio sofferenza compromesso squilibrio briciole solo affetto non c’è amore. Non è assolutismo è la semplicità dell’amore. Ed è così in qualsiasi età. Le sfumature sono scuse per farsi passare per buono quello che uno dei due non vuole o non da

  • Ariel, 2 Agosto 2021 @ 01:55 Rispondi

    @Nina concordo in tutto questo tuo pensiero che reputo universale cioè che mi parrebbe e mi pare ovvio che se davvero esiste una reciprocità di sentimenti ciò che contano sono i fatti concreti che entrambi si fanno

    Ma mai che qui si sia mai chiesto questo tanto decantati fatti se non ci sono ovviamente è la dimostrazione che non esiste affatto nessuna reciprocità di seri sentimenti altrimenti i così decantati fatti per essere validi non necessitano mai e poi mai di alcuna strategia

    Ma proprio è mettersi al livello di fare la manipolazione delle persone ma insomma in conto è farla senza affatto pensarci più di tanto e cioè spontaneamente può venire da manipolare gli altri ma per fini del tutto esterni e solo come tentativi fatti per un fine di bene del momento esempio quando un genitore dice al bambino piccolo che se fa freddo e si mette la sciarpa gialla ecco che è magica e lo farà stare benissimo e troverà un sacco di pinoli strada facendo

    Cose così Okkei ma inaccettabile strumentalizzare e cioè manipolare un così dichiarato ammmmore che dato che non quaglia allora cosa facciamo gli diamo na spinta????

    Ma a volte mi chiedo come si possa ragionare così?
    Cosa c’è ne facciamo di un essere molliccio che fa e obbedisce alle manipolazioni che sono solo appunto TEATRO PURO

    BENEDIRE LE BUGIE E non rendersi più conto di ciò che davvero fa bene a se stessi e cosa fa male a se stessi e soprattutto peggio agli altri
    Ma cara Nona purtroppo sai quante persone ragionano così ?
    Tante ,molti sono esempi avuti dai propri famigliari e chiaro che se i propri genitori si sono ad esempio generico ,comportati da grandi streghi manipolatori del se fai così lui reagirà cosà può funzionare per vendere la macchina viola che nessuno voleva comprare ma se si parla di sentimenti di veri legami affettivi quale cosa peggiore è fare teatro puro

    Spingere perché le cose possano accadere
    Ma Okkei ma pure quagliasse un amante immaturo zio e cioè stronzo e punto non è che che se poi quaglia è guarito dal essere stato solo che stronzo

    Che mi importa di dovere lottare con chiaro teatro per convincere che lui si muova ai miei desideri ?

    Ma chi lo vuole uno così ????
    Voglio essere me stessa e se piaccio come sono Okkei
    Insomma se ho vissuto quaranta anni di vero amore un legame così bello con mio marito sicuro è perche ognuno si è impegnato a esprimere il vero se stesso fregandomene altamente di tutto del paese delle dicerie delle religioni delle fedi dei contratti o meno
    L cazzate delle paure
    No ognuno ha cercato di rispettare l’altro incoraggiandolo a che potesse esprimere il proprio talento
    Molto indipendenti pur restando uniti

    Strategie dei venditori di fumo sicuro lasciano sabbia che vola in mano e amaro in bocca più prima che poi

    Fing resta solo che che un vero boomerang
    Amarsi non prevede affatto nessuna strategia!!!

    Chi ne è convinto dovrebbe chiedersi come mai fino ad adesso ogni legame affettivo che ha avuto lo ha mandato in fumo …….
    Sinceri sempre verso se stessi e verso tutti gli altri !!!
    Le persone non sono macchine

    Altroché ammore e cuore !!!!!

    Toto direbbe

    Ma mi faccia il piacere!!!

  • Nina, 1 Agosto 2021 @ 21:32 Rispondi

    Leggendo @cossora, che so essere serena nei suoi panni e quindi non è una valutazione su di lei, la cosa che mi salta agli occhi è che sembra ci debba essere sempre un po’ di strategia ed è una cosa che io non reputo bella o brutta, ma che x me sarebbe troppo faticosa..chiedermi se soddisfare una due o tre delle sue richieste, farsi desiderare.. troppo complicato x me. Ma mi chiedo, perché deve essere tutto così faticoso? Se devo fare una campagna napoleonica x un uomo me ne sto da sola..e non perché non ne valga la pena,ma perché so che non sarei me stessa e quindi di nuovo da capo fatica e fatica e fatica..

  • Nina, 1 Agosto 2021 @ 19:30 Rispondi

    Anche noi @angelina mai una cena fuori ma nemmeno un cinema, che ne so, una gita..e sì che io ho buttato nel cesso giorni e giorni di ferie x avere almeno una giornata piena con lui, ma niente, credo che il massimo passato insieme siano state tipo 6 ore. Appuntamenti sempre a ridosso del lavoro, quindi o era in ritardo o doveva andare via prima. E guardate che io non è che non lavorassi quanto lui, è solo che lui evidentemente non faceva ruotare intorno a noi la sua giornata/settimana, perché volendo sarebbe saltato fuori un sacco di tempo in più. Che non ha trovato nemmeno quando è uscito da casa perché doveva sempre andare a controllare qualcosa (la caldaia,la differenziata) e specifico lo faceva di sua iniziativa, x “tenere il piede in casa” (dal punto di vista economico) e non certo x lei (infatti non sono tornati insieme). Al di là delle parole, il tempo ricavato x stare insieme è un indicatore notevole. Se consideriamo poi che x ragioni logistiche lui e lei si incrociavano comunque poco, lui non avrebbe rischiato davvero nulla (molto di più io). Evidentemente preferiva fare altro.

    • alessandro pellizzari, 2 Agosto 2021 @ 00:23 Rispondi

      Fatti non parole appunto

  • Ariel, 1 Agosto 2021 @ 16:26 Rispondi

    @Angelina

    “Ma poco cambia lui è la…”

    Lui è la EMME PIÙ EMME CHE NON SI PUÒ NEMMENO CON IL MARRONE PIÙ SCURO!!!

    Ma cara Angelina altri che terapia a stecca
    Occorre il ricovero immediato e con un bel gruppo di infermiere TETTEDESCHE DI GCERMANIA
    AH AH AH
    Angelina ma ti rendi conto della presa per il ci u elle o del ex innnominabile MEGACIALTRONZO?????

    Inizia per favore fatti un favore personale cerca di dipingerlo come una massa marrone informe e pure puzzolente
    Così ti verrà più facile iniziare a darti un taglio dalla chiarissima dipendenza psichica ed affettiva che evidentemente ancora non ne sei uscita affatto e quando si staziona ferme più o meno senza nessun risultato occorre CAMBIARE TERAPIA DIVERSIFICARE
    Poi pure ritornarci al primo terapeuta se ci stai bene ma cambiare smuove le azioni e alleggerisce il tuo stato STAGNANTE DA ANNI

    Forzaaa Angelina
    Ti stai facendo del male da sola!!!!

    Abbi davvero cura di te stessa!!!!

  • Angelina, 1 Agosto 2021 @ 16:19 Rispondi

    Chissà Ale forse e’cosi,forse il mio sentirlo quando stavamo insieme non era vero…forse valeva come le sue parole o forse lui non sa amare…però si ha sempre rischiato poco,tranne quando aveva paura di perdermi….ma anche lì fuori casa era perso…era andato fuori di testa completamente.
    Io so solo che devo imparare a volere più bene a me stessa,a pensare al mio di bene,cosa che non ho mai fatto a concentrarmi su di me perché in questi anni ho fatto un gran casino e quando non sei abituata a farlo e’fatica…

  • Nina, 1 Agosto 2021 @ 16:14 Rispondi

    @cossora tutto bello e condivisibile ma “le persone sono strumenti” non è accettabile. Mai.

  • Angelina, 1 Agosto 2021 @ 13:27 Rispondi

    Si Cossora sono sincera mai una cena fuori…
    I primi tempi lei era spesso fuori dai suoi e ci ritagliavamo qualche serata/cena a casa mia ma mai fuori…se no lui si prendeva qualche uscita dal lavoro, condividevamo lo stesso sport e quindi spesso post allenamento ci ritagliavamo i nostri momenti…ho passeggiato con lui due volte credo su una spiaggia,lui aveva sempre il terrore di essere scoperto…lei ad un certo punto aveva capito e ha smesso di uscire(non ha grosse amicizie anche lei)aveva iniziato a chiamarlo e metterlo sotto torchio…lui di uscire fuori a cena aveva timore, io per anni ho fatto finta che mi bastasse così….quando ho provato a chiudere sul serio lui ha fatto le due scappate di casa che vi avevo parlato per poi pentirsene subito e rientrare poco dopo per sua figlia.
    Così per anni…speravo che le cose sarebbero cambiate,sono convinta che le cose devono accadere da sole se così devono andare ma in realtà è rimasto tutto uguale…anzi peggio perché anche lui, che non esce mai,aveva meno scuse da dire a lei per un’uscita fuori la sera e così anche le serate a casa mia si sono dileguate…solo ritagli tra lavoro,mattina e sport.
    Mi manca la normalità, mi manca uscire a cena con uomo,farmi bella,fare un week end fuori,una passeggiata o anche semplicemente una serata nel divano ad ubriacarsi come due scemi…ho 40 anni e ne ho già fatti passare sei…non ce la facevo più e ho detto basta,anche se mi manca,non so davvero cosa ma mi manca da morire.
    Lui mi ha detto una settimana fa che io non ho mai detto una parola fuori posto mai…non l’ho mai pressato…che sono una bellissima persona e che lui si è innamorato di me per tutto questo…che lo sbagliato è solo lui.
    Ma poco cambia lui è la…

    • alessandro pellizzari, 1 Agosto 2021 @ 13:46 Rispondi

      La schiavitù per l’attesa per un uomo che rischia pochissimo perché ama pochissimo

  • cossora, 1 Agosto 2021 @ 12:53 Rispondi

    @out mettiti al primo posto. Se ti serve prenditi del tempo lontana da lui, approfitta di agosto. Quando ti metti al primo posto, quando valorizzi te stessa, conquisti e hai forza di scartare o penalizzare anche lui. Di scegliere quello che ti va bene e lasciare quel che non ti va.
    Senza giudizio morale, vedilo come una bella fetta di prosciutto crudo dolce, se non ti piace il grasso, lascialo nel piatto. Ma devi iniziare da te, nella tua testa, a metterti al primo posto. E a perdonatti, ad accettarti, a fartele passare tutte.
    Inizia così, poi pian piano -sei persona di buon senso non diventerai una criminale- troverai il tuo equilibrio.
    Dopo se lo vorrai ancora, mangerai il suo prosciutto e gli lascerai il grasso nel piatto.
    Senza preoccuparti che lo abbia pagato, che si offenda, che vada sprecato.
    Siete adulti, se non smettete è perchè va bene a entrambi. Ma a te stessa devi pensarci tu. E’ il tuo dovere, non il suo!

  • Outlier, 1 Agosto 2021 @ 07:49 Rispondi

    Guarda @Cossy cerco di prendere spunto da tutto ciò che molte di voi hanno fatto o fanno per cercare di salvarsi e mi aggrappo a tutto.
    Certi gg è più faticoso, certi gg va meglio.

  • cossora, 31 Luglio 2021 @ 19:21 Rispondi

    Cavoli @Angelina in sei anni neanche una cena Stai esasperando o è andata davvero così? Anche prima che lei vi scoprisse? Ma scusa la curiosità, in quali e quanti momenti condvidevate sessualità e dialoghi intimi?

  • Angelina, 30 Luglio 2021 @ 21:36 Rispondi

    Io penso che se il mio ex mi avesse fatto fare una vita da degna amante forse sarei andata avanti per ancora tanto tempo chissà…io non cerco una convivenza,sto bene con i miei figli,ho le mie amiche,il mio sport, le mie serate,non cerco un uomo da ricreare una famiglia…poi un domani chissà…ma in sei anni ci credete che lui non mi ha mai portato fuori a cena?Prima ci ritagliavamo qualche serata a casa mia,lei spesso non c’era ma da quando ha raddrizzato le orecchie non l’ha più lasciato solo e lui faticava,non uscendo mai a venire anche solo a casa mia di sera…mi toccava fare la domanda in carta bollata.
    Ci vedevamo toccata e fuga quando usciva dal lavoro prima,quando facevamo sport insieme questo era… e io con il passare degli anni tutto questo mi ha fatto oltre che svilire sempre di più ma sicuro stancare e lo so che ho un problema io su questo.

  • cossora, 30 Luglio 2021 @ 15:44 Rispondi

    @Out io una ricetta che vada bene a tutti non ce l’ho.
    A dicembre 2020 ho iniziato per puro interesse e curiosità (e perchè sdrammatizzava in modo dissacrante) a seguire un professore di fisica che declina certe dinamiche sulle relazioni, non mi sono resa conto che stavo intraprendendo un percordo di crescita personale.
    Ho iniziato a fare solo quello che piaceva a me, al netto del giudizio e del senso della morale comune.
    Ho fatto miei tre concetti:
    1) il distacco dall’obiettivo te lo fa raggiungere prima (in amore chi chiede è perdente)
    2) ci si innamora desiderando, ci si disinnamora ottenendo (su 5 sue ‘richieste’ o ‘necessità’ mi sono sforzata di gratificarne una scarsa e con più ritardo possibile)
    3) le persone sono strumenti per raggiungere un obiettivo (non si uso una piuma per spaccare una noce)

    Io credo in questi concetti universali e in genere che ciò che si ha in abbondanza non si desidera, ciò che scarseggia si percepisce come raro. Però ripeto: io sono fatta così.

  • Outlier, 30 Luglio 2021 @ 13:42 Rispondi

    @Cossy io mi sento come ti sentivi tu: persa. E sembra che per quanti passi avanti io faccia, non sappia più riconoscermi o piacermi come sono oggi con tutte le ferite nel cuore. Sono diventata insicura e bisognosa, una che ha bisogno di rassicurazioni. Mi fido poco e mi sento il cuore fatto a pezzi.

  • cossora, 30 Luglio 2021 @ 11:57 Rispondi

    @Lolly siamo coetanee 🙂
    Idem: se mi da quello che voglio è il benvenuto nella mia casa e nel mio letto.
    Io adoro farmi viziare ma mi piace anche tanto viziare il mio uomo, quindi quando si può evviva!
    Però ho passato un momento di transizione e presa di coscienza in cui ero bisognosa e continuare a sentirmi sbagliata/patologica/dipendente perchè non stavo dentro certi canoni.. mi ha fatto soffrire parecchio ma soprattutto mi ha fatto assumere comportamenti che non mi appartenevano.
    Mi sono persa.
    Ho dovuto lavorare su di me ed avere pazienza per ritrovarmi.
    Oggi riesco a stare qui e a leggere i pipponi, i sermoni e le lezioni di vita da tutti prendendole per quelle che sono: opinioni personali (la cui forza è proporzionale a quanto ne soffre chi le da).

  • Lolly, 29 Luglio 2021 @ 18:03 Rispondi

    E si @Cossora…io credo che dopo un matrimonio finito ed una famiglia da portare avanti, ci restano dei piacevoli momenti da trascorrere con chi ci fa stare bene…mi riservo la sofferenza per cose più gravi ..l’amore non è alla mia età (46 anni) una priorità, e lo si guarda non più con gli occhi sognanti di chi a 20 anni credeva nell amore eterno…oggi credo in un uomo che mi rispetti, con il quale ho delle cose da condividere e che contribuisca ad essere nella mia vita un valore aggiunto , altrimenti niente, mi bastano le amicizie. Ecco perché dico a tutte le donne che soffrono per amore, che amore non è sofferenza, non è malinconia, non è struggimento…godetevi la vita facendo tutto ciò che vi appaga!!

  • cossora, 29 Luglio 2021 @ 12:29 Rispondi

    Ma sai @Lolly, ho capito due cose:
    1) posso raddrizzare solo il mio tiro, non quello altrui.
    2) non sono un generale delle SS, autoritaria col pugno fermo e CDS a manetta.
    “io sono la persona più importante del mondo e mi accetto così come sono” è il mio mantra.
    Mi sono chiesta onestamente cosa voglio. Onestamente ma anche dettagliatamente, voglio delle cose, le definisco.
    Mi pongo degli obiettivi a breve termine e faccio in modo di realizzarli.
    Risultato: li raggiungo e -visto il tipo romantico creativo che è- ho dei collaterali che mi lasciano a bocca aperta, ho passato sino ad ora un luglio di meraviglia, di notti, di colazioni, di cene, di occhi negli occhi pieni di pathos.
    Le condizioni sono un po’ cambiate: uno die miei figli è tornato e a breve torna anche l’altro. Il prossimo mare è organizzato con loro. Ci scirviamo, mi telefona e cerca di aggiudicarsi i miei momenti liberi
    Che succederà? Non lo so, ma so cosa ho vissuto e per la prima volta nella nostra frastagliata storia non mi interessa capire in che statistica rientro, o quale sarà la su prossima mossa.. il mio pensiero porta-fortuna è SUPRISES ARE BETTER THAN PROMISES 🙂

  • MP, 29 Luglio 2021 @ 03:07 Rispondi

    Distrutta79 ti comprendo fino in fondo e mi rivedo in questa descrizione come te.
    Anche io sono stata anche accusata di essere una poco di buono, dopo averlo lasciato.
    Poi la moglie ha scoperto e lui mi ha letteralmente offerta come agnello sacrificale.
    L’unica cosa buona è che l’ho finalmente visto con occhi diversi, si trattava di una persona cattiva e meschina, e noi ci innamoriamo anche perché ci fanno credere di amarci, ci fanno credere cose non vere, e quando poi la verità viene a galla è un’occasione per noi per far cadere il velo.
    Concentrati sulla tua vita, non vale la pena buttarla (si, buttarla) appresso a loro.

  • Lolly, 28 Luglio 2021 @ 23:30 Rispondi

    @ Cossora…mi piaci perché analizzi le cose con lucidità nonostante tu sia coinvolta sentimentalmente..non te la bevi, e quindi scegli sapendo a cosa stai andando incontro..tempo fa ho conosciuto una signora che era stata l’amante di un uomo sposato per 25 anni e lei single…ha scelto di calarsi in quel ruolo e non ha mai chiesto di più..si è goduta appieno quegli anni senza rimpianti e frustrazione..a mio avviso… dopo un tempo ragionevole per capire che non c’è e non ci sarà un evoluzione di coppia alla luce del sole..tu donna scegli di essere amante..e non puoi dare la colpa solo a lui..anche se ti inebria con belle parole e tu non sei una donna con deficit cognitivi….accetti di fare l’amante…così come la moglie accetta le corna!

  • cossora, 28 Luglio 2021 @ 11:56 Rispondi

    @molly io l’ho scelto eccome. Due volte.

  • Distrutta79, 28 Luglio 2021 @ 10:02 Rispondi

    Ci sono dentro con tutte le scarpe, dopo due anni, non ero la sua prima amante ma ero quella più di lunga durata, quella a cui non voleva rinunciare (quante belle parole) . Poi ,lui scoperto, io buttata giù dalla scogliera (dandomi pure della poco di buono! Lui … a me ..) per cercare di pararsi il fondoschiena lui… unica nota, ero impegnata anch’io in una relazione che non andava e lui sembrava il mio unico raggio di sole…povera illusa…ora raccolgo i pezzi che rimangono di me. Sono in difficoltà come non mai ma sono certa che ce la farò. Sto cercando di aggiustare me e la mia famiglia ma non sarà facile.

    • alessandro pellizzari, 28 Luglio 2021 @ 10:18 Rispondi

      se vuoi provare il counseling contattami ad anpellizzari@icloud.com

    • Il, 28 Luglio 2021 @ 11:10 Rispondi

      ora sembra tutto impossibile ma credimi ce la farai.. l’unico consiglio che mi sento di darti cara distrutta79 è quello di non aggrapparti nuovamente alla relazione di prima perché potrà sembrarti una boa in mezzo al mare ma non lo sarà. lotta per tua felicità per te stessa ma guarda avanti..ci saranno veramente momenti difficile in cui ti sentirai sola e bisognosa di amore.. resisti come sto facendo io e molte altre amiche che scrivono qui.. meritiamo di non accontentarci delle briciole MAI..ti abbraccio

      • alessandro pellizzari, 28 Luglio 2021 @ 15:34 Rispondi

        le relazioni che non funzionano in tempi decenti e senza troppi tira e molla non funzioneranno

  • Manu, 27 Luglio 2021 @ 17:28 Rispondi

    Io ho rischiato di diventare una delle due. Ritorno di fiamma con vecchio amore ma matrimonio abbastanza felice con figli. Lui sembra preso ma mai troppo. È infelice con la moglie depressa che non fa sesso con lui ma alla fine procrastina la separazione per 5 anni, con la scusa del figlio. Lui consumerebbe solo se mi avesse a domicilio e gli garantissi riservatezza. Io molto presa in un’età difficile. Lui personalita’ controversa: offre amicizia affettuosa ma se lo cerco, altrimenti non si fa vivo per settimane. Io sindrome da crocerossina. Alla fine capisco di aver perso tempo: non lascerebbe la moglie soprattutto se avesse ciò che gli manca dal matrimonio. Probabilmente di storie così ce ne saranno a centinaia. Dovremmo sempre chiara la nostra dignità e salvaguardarla. Mi manca comunque ma riesco a guardarmi serenamente allo specchio.

  • Molly, 27 Luglio 2021 @ 12:44 Rispondi

    MA QUANDO MAI UNA DONNA SCELGA DI FARE LA AMANTE???

    Beh, a meno che non si tratti di persona non in grado di intendere e di volere, direi che è una scelta consapevole per entrambi!!

  • To the moon and back, 26 Luglio 2021 @ 15:23 Rispondi

    Questo articolo è pazzesco….mi calza come una guaina in lattice!
    Grazie Alessandro, sei sempre di grandissimo sostegno e fortificazione!

    • alessandro pellizzari, 27 Luglio 2021 @ 08:51 Rispondi

      grazie a te

  • Simo, 26 Luglio 2021 @ 10:40 Rispondi

    Si, sono d’accordo. Noi scegliamo di rimanere o andare via..e quando scopriamo, il più presto possibile, che è impegnato (perchè non ha avuto neppure l’onestà di informarci al riguardo), cerchiamo di chiudere il più velocemente che possiamo. Sarà meno doloroso e traumatico per noi. Io l’ho fatto e siccome aveva costruito una rete di rassicurazioni apparententemente affettuose intrno a me (ma parliamoci chiaro..gli interessavo solo per il sesso), è stato lo stesso difficile; però mi sono sentita “pulita” e forte. Daje ragazze. Grazie Alessandro.

    • alessandro pellizzari, 26 Luglio 2021 @ 10:46 Rispondi

      daje!

  • Bianca, 25 Luglio 2021 @ 15:52 Rispondi

    Ciao Alé!
    Mi sono ritrovata in tutti i tuoi punti. Sono stata l’amante di transizione, poi promossa ad amante stampella…in un certo senso era più dipendente lui di me, in vacanza mi chiamava più volte al giorno e sempre presente…più presente lui del mio ex marito. Ancora mi chiedo come possano riuscire a chiudere, anche con sofferenza.

  • Lia, 24 Luglio 2021 @ 19:07 Rispondi

    Mi sembra di aver intuito che l’amante di transizione sia destinata a soffrire di più dell’amante stampella che è stata scelta all’interno di un contesto di crisi più evidente e conclamato e quindi meno soggetto a grossi scossoni…
    All’amante stampella viene anche concesso più tempo.
    Per il resto mi sembra più o meno la stessa zuppa.
    Mi rivedo in quella di transizione, anche se lui aveva già tradito in passato.

  • Ariel, 24 Luglio 2021 @ 12:31 Rispondi

    Ma come si possa dire è una vera scelta?

    Scelta di cosa il fare la amante NON È MAI UNA VERA SCELTA
    Perchè se si sta single ci si illude e si cade spesso e volentieri nella rete di un vero manipolatore negativo uno sfruttatore delle fanciulle single e sempre con la costante condizione che tutte single o meno si viene da sofferenze minimo disagio e dolore
    O perché si era vedove di un matrimonio felicissimo o perché si era state cornificate dal marito e così si fanno le corna per mettersi in pari e qui molte ne hanno scritto del traghettamento da marito che ha cornificato a loro che gli hanno reso pan per focaccia e poi lo hanno mollato separandosi

    Oppure il disagio doloroso del essersi appena separate o dal venire da un lutto importante di un padre ad esempio morto

    Ma ecco che qui viene proprio da chiedersi MA QUANDO MAI UNA DONNA SCELGA DI FARE LA AMANTE???

    Tutte balle secondo me ovviamente sono in buona fede stradichiarate e scritte e ognuna porta la sua precisa bandiera e tutti i suoi perché

    Ma secondo me MAI SI PUÒ PARLARE DI VERA ,LIBERA SCELTA!!

    Ovvio e logico per il semplice fatto che la vera motivazione di base resta la speranza di una nuova vita insieme
    Un tarlo che sicuro nella donna resta PREVALENTE SU TUTTI gli altri motivi

    Infatti poi la fregatura più diffusa è che le donne amanti poi si innamorano e poi a scapito loro scoprono di essere cadute nel solito Cialtrone da stra -pazzo
    Un mix di come sono normali stronzi a a quanto Narcisisti pazzi fuori di testa ma SEMPRE TUTTI CONSAPEVOLI DI CIÒ CHE FANNO

    la amante traghetto non deve chiedersi ma allora poi lui riama la moglie ma può solo chiedersi COME MAI CONTINUA A TORMENTARSI E A STARCI DENTRO con andate e ritorni NONOSTANTE VENGA SEMPRE MESSA COME COSA DA USARE E PUNTO???

    Questo è il VERO CENTRO del problema

    Non esiste la scelta de che????

    Scelta non certo libera ma come deja vu milioni di casi

    Frutto di schema MANIPOLATIVO negativo e spesso dipende affettiva e psichica generata dal plagio manipolativo

    Se questa si possa chiamare scelta amante per scelta???????

    Spesso trovo si crede erroneamente che se uno adulto ci sta e si apre in una relazione è una scelta libera
    Ma ciò che non corrisponde affatto alla realtà nella analisi dei perché è che
    Si è una scelta ,ma sbagliato aggettivo no affatto LIBERA

    Per essere libere occorrono i limiti saperli riconoscere e mettere in pratica
    LA LUCE DEL SOLE infatti è fatta FI VERA LIBERA SCELTA

    Donne non fatevi traghettare stampella re condizionare da uomini privi di scrupoli di vera maturità di carenza di empatia di grande MACHISMO MAI SPENTO!!!

    Ariel direbbe e dice MANIPOLAZIONE NEGATIVA A 360 gradi!!!

    • alessandro pellizzari, 24 Luglio 2021 @ 18:28 Rispondi

      All’inizio la scelta c’è a meno che non ci sia totale menzogna dall’altra parte sul proprio stato civile. Per essere sicure non bisognerebbe mai iniziare una relazione con un uomo impegnato anche se dice che è separato in casa. Anche quella è una scelta

  • Nina, 24 Luglio 2021 @ 11:38 Rispondi

    @ale ma io che ho scammellato il mio ex dalla sua ex alla sua attuale moglie sono stata una amante di transizione? Vale anche x i casi (credo rari ma il guru della statistica sei tu) tipo il mio? Solo curiosità accademica.

    • alessandro pellizzari, 24 Luglio 2021 @ 18:28 Rispondi

      Mi sa di sì

  • cossora, 24 Luglio 2021 @ 11:15 Rispondi

    Potremmo essere stati amanti di transizione. Nel passato forse ci siamo traghettati a vicenda, almeno lui ha accompagnato me fisicamente fuori dal mio lungo matrimonio fatto di figli e della fusione totale delle rispettive famiglie. Non avrei passato le prime vacanze lontana dai miei figli, non avrei retto la delusione iniziale dei nostri familiari con il cuore tanto leggero senza la sua presenza e il suo amore totalizzanti.

  • Outlier, 24 Luglio 2021 @ 11:01 Rispondi

    Ciao Alessandro,
    Articolo sempre impeccabile. Sai che io mi sono ritrovata in ognuno di questi punti? Solo che con me è durata anni, 6/7. Dopo sono diventata l’amante stampella secondo te?

    • alessandro pellizzari, 24 Luglio 2021 @ 18:29 Rispondi

      Se sei rimasta sì

  • Love, 24 Luglio 2021 @ 09:58 Rispondi

    @Alessandro…non lo commento, questo articolo, altrimenti dovrei dirti quanti punti in comune mi ritrovo oggi, dopo averlo letto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.