Home » Amanti » Perché scelgo uomini sbagliati

Perché scelgo uomini sbagliati

AF09B4B6-1F79-43BD-AF64-C20B81D315EC

Hai scelto un uomo sbagliato. Anzi due, perché  non è la prima volta. Anzi tre, perché ci sei ricaduta ancora, nonostante la tanta sofferenza passata e l’esperienza, e la diffidenza, almeno in teoria accumulate.
Perché scegli ancora (ormai ti sembra sempre) uomini sbagliati?

L’errore è tuo, negli uomini che sono ormai in maggioranza un disastro da evitare o è un concorso di colpa?

Ti avranno infatti detto che, tutto sommato, è colpa tua se scegli sempre uomini sbagliati. Scarsa autostima, immaturità latente, ricerca di un padre, incapacità di imparare dagli errori del passato. La gente giudica facilmente gli altri, e chi più ne ha più ne mette. Ti ci metti anche tu, a volte, a giudicarti ferocemente, come solo le donne sanno fare.

C’è chi poi ti avrà detto che lasci troppo spazio al tuo spirito da crocerossina (leggi qui), che in fondo come molte ti piacciono gli stronzi e non i bravi ragazzi manco fossi adolescente, persino che in amore sei autolesionista o immatura.

Non saranno mancate, infine, le vedove dell’amore, quelle che del meglio sole che male accompagnate ne hanno fatto una fede perché, per loro, i maschi sono tutti uguali e tutti irrecuperabili. Meglio appendere la femminilità al chiodo quindi e darsi, forse, al sesso fai da te o al nulla. Oddio, col mercato attuale degli uomini papabili mi verrebbe più di una volta di dare ragione alle vedove dell’amore, ma poi guardo le non poche coppie felici esistenti e anche quelle che magari si lasciano dopo un po’, ma non perché era tutta una fregatura, si lasciano dopo essersi dati reciprocamente e senza tanti drammi, e perché innamorarsi non è poi così facile.

Non ascoltare nessuna di queste voci. Già Pellizzari, ma allora cosa faccio, dove sbaglio, da dove ricomincio?

Iniziamo con l’analizzare gli uomini che scegli e le loro caratteristiche, forse capiremo di più.

SCELGO UOMINI SPOSATI-OCCUPATI
Facile dire che gli uomini sposati od occupati si evitano come la peste. La realtà è ben più complessa. Intanto molti di loro si presentano come finti separati, come separati in casa (figli e questioni economiche sono indubbie realtà dei tempi, ma anche le balle più frequenti), separandi o in gravissima crisi con la moglie, che ormai non scopano da 77 anni. E poi, tolti i finti single che mentono perché hanno capito che la corte sarebbe troppo dura con la fede al dito, ci sono i brillantoni simpatici, quelli che ci sanno fare e superaffascinanti, che la fede la sfoggiano proprio perché, se ci stai, lo sapevi che ero sposato. A buon intenditor… Sposato? Io non andrò mai con uno sposato! Non so chi ha coniato per primo il detto Mai dire mai (ci hanno fatto pure uno 007), ma so che le donne che hanno profferito questo verbo e poi sono diventate le amanti coscienti e consenzienti di un uomo occupato il primo errore che hanno fatto è stato proprio dire Mai dire mai, criticando magari le altre. E come ci sono cadute, nonostante il forte pregiudizio iniziale? La mia epidemiologia di coppia, analizzando i vostri racconti, ha individuato dei denominatori comuni, che si ripetono in una serie di donne. Intanto molte di voi lavorano o lavoravano con il Mai dire mai. Purtroppo la contiguità e frequenza del lavoro dà adito, al nostro cacciatore con fede al dito o nascosta in tasca, di lavorare con pazienza, ma con più probabilità di successo degli altri, anche con voi. Quindi il fattore campo è dalla sua. Un altro vantaggio è che questi uomini, sapendo di essere in svantaggio con voi per le vostre remore, sfoderano tutto il loro fascino, e ci sono davvero dei talenti in simpatia, corteggiamento e savoir faire, peccato che il tutto sia finalizzato al procurarsi un’amante. Quindi mettici la convivenza forzata lavorativa, le occasioni di condividere momenti ludici e professionali (dove lui ti farà sentire una regina, la più brava di tutte), la simpatia e il suo carisma, ed ecco che la prima barriera di difesa cadrà. C’è anche chi la butta sull’amicizia, cambiando tattica, ma di questo te ne parlo in una categoria a parte. L’ultimo cavallo di Frisia a difesa del tuo letto cadrà in auto, a casa tua, ovunque vi scambierete il primo bacio, o addirittura di più, perché prima di farlo lui avrà retto a tutti i tuoi test e tu avrai sostituito il Mai con uno sposato con un In fondo il suo matrimonio è finito e ci aggiungerai anche “In fondo è solo una scopata”. E ti ritroverai, il tempo di infilare il preservativo, nel mondo delle amanti. Aggiungo altre due categorie di voi: quelle che del fatto che uno sia sposato non gliene frega niente, anzi così non rompe, e quelle che sono state tradite dal marito e sotto sotto vogliono provare l’ebrezza-rivincita di essere anche loro amanti. Alle prime dico che il giro dello sposato vale se non superate il periodo ludico tutto sesso e rock and roll dei primi sei mesi, poi siete a rischio innamoramento. E allora i sabati e domeniche da sole vi peseranno come macigni, nonostante la vostra indipendenza. Meglio finire il gioco prima. Alle altre, quelle che provano a fare le amanti, dico solo che provare a stare dall’altra parte per una sorta di rivincita su quello che avete patito come mogli mi ricorda quello che scoperta appunto la moglie a letto con un altro, per farle dispetto si era evirato. Nessuno è felice in un amantato: non lo è la moglie, non lo è l’amante. Dunque, mai dire mai. Perché siete tante a dirlo e a non rispettarlo.

Come evitarlo: diffida innanzitutto  se vedi che la corte spietata iniziale si trasforma subito in grande amicizia appena chiarisci che tu con gli sposati non ci vai mai: si chiama cambio di tattica. Occhio anche al fattore tempo. Dice di essere separato in casa, in crisi e comunque libero di fatto? Allora potrà passare un weekend con te in una città d’arte (specificagli camere separate e non si tromba) già il prossimo sabato, oppure può ricevere telefonate anche dopo le 22 senza parlare dalla tazza del bagno. Se è libero non avrà black out lunghi serali o nel weekend perché anche se sta con i ragazzi perché è il suo turno può rispondere comunque. Occhio a quelli che mettono già paletti: ah io quando lavoro non rispondo, quando sto con i figli non rispondo… No tu rispondi se ci tieni a me. E se non rispondi sei sposato. Questo vale se lui si dichiara libero: dubita sempre, mettilo alla prova, aspetta, prendi tempo, ascolta il tuo sesto senso, non sotterrare cose anche piccole che non ti tornano. Se invece è sposato ma dice di non essere morto evitalo davvero come la peste: la vita da amante si corona in nuovo matrimonio in 1-2 casi su 10. Ricordati cosa dicevi quando eri lucida: mai con uno sposato.

 

SCELGO UOMINI SERIALI

Il seriale è un uomo che innanzitutto non ha nessun rispetto delle donne, le vede come oggetto dei suoi desideri fisici (a volte psicologici, ma sempre conditi dal sesso) che hanno sempre un timer, quindi deve cambiarle spesso, oppure deve sovrapporle, perché spesso ne ha più di una contemporaneamente. È un traditore che tradisce anche quando non c’è bisogno di tradire, è un amatore da catena di montaggio, è uno che si innamora di tutte perché non si innamora di nessuna. Forse si è innamorato una volta, ma avendo come tutti provato almeno una delusione d’amore invece di metabolizzare la cosa come fatto di normale crescita emotiva ha rafforzato la sua idea negativa delle donne, che vanno usate, non amate. Lui ama se stesso. Narcisista? Ferito dalla ex moglie? E chi se ne frega! Se devi farti curare fatti curare da uno bravo, ma non rompere le vite delle mie lettrici. Che purtroppo invece ci cadono perché il seriale è un altro bravissimo attore, che dà il meglio di se in fase di corteggiamento, e che sembra l’opposto di un seriale.

Come sgamarlo per evitarlo? I seriali hanno tanti, troppi segreti. Dovendo pasturare mari grandi per avere prede sempre pronte di solto hanno profili social che rimangono aperti alla new entry, cioè voi, il tempo di catturare la vostra attenzione, e poi vengono blindati. Hanno stati di chat non trasparenti, hanno uscite serali non trasparenti, vendono il rispetto della vostra privacy e libertà come un valore che rispettano ma che in realtà serve a loro per non avere ingerenze. Sono uomini generici su quello che fanno, e il loro finto interesse per quello che fate voi e farvi parlare sempre maschera il loro bisogno di segretezza e di dare poche spiegazioni. Di solito studiano il vostro profilo social per vedere non solo chi siete, ma quali amiche avete. Gli interessa perché è nel vostro parco amiche che potranno trovare la prossima sfortunata, ma anche perché è meglio controllare a chi chiedere l’amicizia. Gli sarà sicuramente capitato di fare una figuraccia corteggiando l’amica della fidanzata di turno per errore. Oscurate le vostre amiche. Se vi dice che a lui non interessano i social e li usa solo per lavoro (ecco perché ha 5000 amici, quasi tutte donne?) lo fa perché non vi vuole in bacheca, il suo bacino di pesca. Insomma, il suo charme si tramuterà col tempo in insofferenza, versioni di dove è stato con chi è stato divergenti o contraddittorie, poca pazienza. Sfruttate la sua poca pazienza e la sua voglia di concludere a letto: più allungate il brodo senza dargliela più verrà fuori il suo vero io e aumenterà (controllate) la sua attività extravoi soprattutto sui social. Il “a tua disposizione” sarà sempre meno a disposizione. Datevi tempo, non abbiate fretta, testatelo bene questo uomo all’apparenza perfetto. Bastano meno di due mesi di uscite regolari per capirlo.

 

SCELGO UOMINI ESSE TI ERRE

Lui è figo, sicuro di se, di successo, maschio. forte... E a chi non piacerebbe uno così? Peccato che ottenuti i tuoi favori, come si diceva alla corte di Versailles, lui diventi uno stronzo. Non  chiama, ti prende quando vuole, è un tenero amante ma fuori dal letto nessuna pietà. E dopo averti presentata agli amici ora ti tratta come una pezza da piedi proprio davanti agli amici. Ieri ti portava a casa alle 2 di notte e adesso ti chiama un taxi che pagherai tu perché è stanco e per favore fai la doccia a casa tua che domani non c’è la colf e quindi si sporca inutilmente. Potrebbe essere un seriale ma non è obbligatorio, anche perché il seriale mente, lui non ne ha bisogno. Lui è perfetto fino al completamento di tutte le posizioni del kamasutra, poi ridiventa lui.

Come riconoscerlo per evitarlo: è uno che ha avuto tante storie d’amore di solito, solo una o due serie, il resto è stato troppo stronzo per reggerle. È uno che lascia le donne con la sicurezza con cui ti corteggia, quindi potrebbe fare l’errore di vantarsi sia del numero di donne che del fatto che lui ha sempre il coraggio di lasciarle. Attenta... È molto concentrato sul sesso e sula tua estetica, perché essendo un edonista gli piace sfoggiarti (anche al seriale, ma quello deve tenerti nascosta alle ex e alle parallele) ed è interessato soprattutto al tuo corpo e alle tue prestazioni, quindi si distrae facilmente quando usate il cervello e gli parli delle tue cose, lavoro o cultura generale. Ha molti interessi che esulano dal tuo campo, dagli amici allo sport: oggi li mette da parte perché deve portarti a letto, presto sarai tu a dover aspettare i suoi comodi.

 

SCELGO UOMINI “AMICI”

Molte di voi hanno almeno un grande amico, se non IL migliore amico. L’ho detto in passato lo ridico qui: salvo rare eccezioni l’amicizia fra uomo e donna non esiste. O meglio esiste ma è spesso squilibrata e falsata da volontà nascoste: lui fa l’amico ma ha il fucile puntato in attesa del primo segnale per saltarti addosso e tu tolleri la cosa perché per ora ti va bene così. Peccato che non poche di voi, anche dopo una lunga militanza amichevole, si chiedano prima o poi: ma se andiamo così d’accordo potrebbe essere lui il fidanzato ideale? Oppure, consce della sofferenza del pretendente mascherato da amico, in un momento di intimità, arrivino al fatidico “proviamo”, anche per non rovinare l’amicizia. Il test amico-fidanzato fallisce nove volte su dieci. Sarà la confidenza cresciuta in modo asessuato (anche se lui cova sogni proibiti), sarà che spesso gli amici si rivelano amatori inibiti (l’ansia da prestazione aumenta con un background amichevole, evidentemente), sarà che le attese sono troppe (lui è fantastico come amico, in fondo il più è fatto), spesso le dinamiche dell’amicizia che diventa storia sessuale non funzionano. Conosco anche casi di dichiarazioni amorose importanti (non riesco più a esserti amico perché ti amo: scegli) di amici che raggiunta finalmente l’agognata meta (il tuo letto) si sono poi volatilizzati a gambe levate. Gli amici che diventano amanti, dunque, funzionano raramente e rompono tante amicizie, e dopo non sarà più lo stesso.

Come evitarlo: intanto credere all’amicizia fra uomo e donna solo se non c’è attrazione fisica da entrambe le parti, o siete già ex. Sono due delle poche eccezioni che mi vengono in mente di amicizie fra uomo e donna che possano funzionare. E l’eccezione non è il tuo caso, se cogli periodicamente il lato seduttivo ma preponderante del suo modo di fare. Occhio a quello che fa approcci e aggiunge troppo spesso “scherzavo”: al terzo scherzavo periodico non scherza. Mai pensare “proviamo”: è una strada senza ritorno. O è amico o è un pretendente. Se ti accorgi che ti vorrebbe vedere nuda affronta in modo sereno la vostra amicizia: deve decidere anche lui. E se fino a oggi ha dovuto gestire il suo Hide nei tuoi confronti è meglio che vi prendiate una pausa di riflessione, non puoi continuare a dargli la pozione per rimanere Jeckyll. Se poi è sposato e proponeo “solo amicizia” interrompi subito le trasmissioni.

 

SCELGO UOMINI SFIGATI

Anche lo sfigato più sfigato, il triste mammone e reduce ammaccato (leggi qui) trova la forza di sembrare un figo ai primi appuntamenti, altrimenti beccherebbe solo crocerossine votate alla morte sentimentale. Quindi sarà interessante e seducente all’inizio,  cercando di nascondere i suoi difetti, che sono in sintesi quelli di essere un uomo debole e pieno di complessi. Fra gli sfigati troverai infatti il mammone che cerca una nuova mamma in ogni donna, quello in cerca di una psicologa gratis per piangere sulla tua spalla (ma tu mica puoi piangere sulla sua, a parte i primi tempi), il lamentoso che tutti ce l’hanno con lui, quello che non funziona o è imbranato a letto ed è pure colpa tua. Tutti apparentemente all’opposto nei primi tempi, diventeranno cozze lamentose appena ottenuto il vostro interesse e letto.

Come riconoscerlo per evitarlo: lui sa di essere lamentoso e noioso, quindi non essendo nella sua indole lo sprint e la performance teatrale, farà il bello tenebroso taciturno, l’intellettuale che pensa e riflette sempre, farà trapelare con discrezione l’amatore eccezionale che ha in se, se il suo problema è sessuale. Oppure farà l’esagerato, sia nel corteggiamento che nel porsi con te, per mascherare con un potente do di petto quella che è la sua vocina quotidiana. Fra le righe, potrai notare, in questa brochure dell’hotel cinque stelle, delle discordanze da non sottovalutare. Il mammone vorrà tante, troppe coccole e avrà punte di pigrizia. Il lamentoso zoppicante avrà uno strano interesse per l’ipocondria e le malattie, anche le vostre. Oppure vi farà capire quanti problemi deve risolvere nella sua vita, e quanto non si apprezzi mai abbastanza il lavoro dei geni. Infine, chi parla troppo di sesso vantando esageratamente le proprie prodezze (convinto che la cosa vi ecciti) è poi quello che le prime volte se fa cilecca dice che ti desidera troppo o sei troppo bella, dimenticando che l’erezione è sempre un complimento sincero. Attenzione: succede a tutti di fare cilecca, per lui però è sempre colpa degli altri. C’è anche chi arriverà a dirti: è successo perché non ci sai fare… Scappa! Troppo è la parola chiave dell’uomo sfigato.

 

Care amiche, spero abbiate capito. Il mondo maschile è costellato di bravissimi attori e talenti nel vendersi bene, di pacchi con magnifici fiocchi che una volta aperti se va bene sono vuoti. Smettete di considerarvi dei magneti per questo tipo di metalli pesanti e imparate a essere più selettive, senza pensare al ritiro dalle scene. Rilassatevi, osservate, ascoltate e fate tesoro degli errori del passato. Che sono una fonte preziosa di esperienza, non una condanna all’infelicità.

 

Sincerely yours

 

foto Pixabay

 

 

 

 

 


372 commenti

  1. @Alessandro oggi è la giornata in cui cito prima Dante

    E ora Pellizzari:

    “Rilassatevi, osservate, ascoltate e fate tesoro degli errori del passato. Che sono una fonte preziosa di esperienza, non una condanna all’infelicità.”

    Benissimo questo articolo trovo in particolare come una specie di “Bignami” ( ma esiste ancora?) vabbè un riassunto molto efficace
    Con appendici qui scritte ampliate e alla nuova luce del nostro adesso .

    Si molte di noi stanno vivendo proprio la fine del amantato
    O ne sono già uscite me compresa
    E così sicuro è da leggere e rileggere più volte valido aiuto per me e penso per tutti noi.

    Ma quella ultima frase secondo me è la più importante
    Perché appunto vivere una esperienza dolorosa negativa fallimentare è vivere altrimenti stiamo sotto alla famosa campana di vetro a far finta di vivere.
    Le esperienze insegnano e credo che il nostro compito sia quello di scoprire come mai abbiamo vissuto dimenticando di amare noi stesse

    Credo che per farlo sia necessario semplicemente continuare a vivere e certamente la esperienza fatta è la luce che ci accompagna finalmente a riuscire a mettere in pratica proprio i tuoi buoni e ottimi suggerimenti

    Come sempre graziee questa volta ti chiamo @Pellizzari come tu stesso hai fatto qui
    Mi piace perché è un modo per rendere come una linea di demarcazione importante tra tutti i tuoi articoli scritti nel tracciare i diversi profili maschili ,ma qui è una summa

    Come una tappa che sa di fine che è un nuovo inizio.
    Grazie!

  2. “Fra le righe, potrai notare, in questa brochure dell’hotel cinque stelle, delle discordanze da non sottovalutare.”
    LUI è lo sfigato. Io ho sottovalutato. Infatti confidando certe cose a un’amica ricordo che lei mi fece delle domande ritenendo normale che le avessi a mia volta fatte. Mi spiazzò! Io avevo preso esattamente la strada che lui mi aveva indicato.. ignorando quanto gli elementi del suo vissuto fossero incoerenti, illogici.. oh @Alessandro che allocca! Ma non potevo leggerti prima??

    • AHAHAH Cossora!! Pure io penso che se avessi letto già ai tempi che furono il blog avrei potuto risparmiarmi parecchia sofferenza ed i segnali c’erano tutti. Penso che a mia figlia invece della fiaba di Biancaneve la sera le leggerò il blog di Alessandro!! Almeno si troverà preparata !!!:D

  3. Il problema purtroppo è sempre lo stesso: dopo l’autopsia sul cadavere è più facile capire la causa della morte, non è così semplice in vita e con tanti sintomi diversi… viene davvero voglia di chiudere i battenti, che se all’alba dei 50 ancora non si sa riconoscere una brava persona da un pezzo di m. La vedo durissima. Sono decisamente stanca. Credo, Alessandro, che mi dedicherò ai gatti e alla maglia davvero…

      • Ti giuro, ogni volta mi dico di aver capito, infatti faccio tesoro e le mie storie sono state estremamente diverse tra loro, non posso dire di volere un tipo definito di uomo o di meccanismo, praticamente cambio difetto, li provo tutti. L’unica cosa che ora mi viene in mente è che per un uomo non vale la pena ne soffrire ne piangere. È l’unico modo è non farli proprio entrare. Non dico “frequentare”, quello sì. In questo non sono melodrammatica ma molto serena.

        • Però Non possiamo essere sempre prevenute e stare sull’attenti.
          L’esperienza ci avrà insegnato qualcosa… spero

    • @Angelica ,cara guarda se può confortarti la mia età è di molto maggiore alla tua ,sono un Dinosauro Femmina pure sovrappeso a causa della mia relazione tossica in cui mi è uscito fuori tutto il mio
      Non amarmi,nodi antichissimi quanto me

      Questo per dirti che finché siamo in vita è per un solo motivo
      Che possiamo continuare a viverla lasciandoci andare fiduciose a ciò che verrà sicure di farcela perché proprio la esperienza passata
      Ci da una traccia luminosa da poter seguire per riuscire più che a riconoscere l’ uomo positivo
      Riuscire a scoprire che cosa in noi stesse ci ha impedito di amare noi stesse

      Ovvio che una cosa diffusissima è proprio questa che a volte alcune persone ripetono gli stessi errori semplicemente perché non si prendono cura di se stesse senza mai giudicarsi abbattersi ,ma anzi vedendo la vita come un viaggio meraviglioso dove a volte la strada è così dura da proseguire che è meglio fermarsi un momento
      Come ad esempio fai tu adesso sempre che questa per te sia una sosta in cui fermandoti respirando tu possa accorgerti della TUA BELLEZZA DA SEMPRE IN TE DALLA TUA NASCITA
      Ecco dirai SONO QUESTA MERAVIGLIA capace ancora
      Di rialzarmi da sola e scegliere

      Di Vivere tutto ciò che la vita ti porterà

      “Di ridere dei propri guai come non avevamo fatto mai”

      Vasco Rossi nella Canzone ,
      VIVERE.

      Adesso il mio abbraccio per te!!!

    • Gatti?? Maglia?? Ma sei fuori??
      Mi privo della parte più divertente della vita per uno sfigato? ..a 43 anni? Non ci penso neanche a chiudere i battenti.
      Era inesperienza @Angelica.. impariamo e andiamo avanti.
      Non dirlo neanche per scherzo, i gatti e la maglia alle loro mogli (che secondo me in tante la sanno luuuuuuuuuuuuuuuunga)

      • non me la sentirei di augurare tale fine nemmeno alle mogli. Loro sono ignare o quasi. Sono i mariti da mettere in castigo piuttosto. Noi con le mogli non dobbiamo competere, paragonarci, confrontarci. Esistono, ma non per noi.

        • @Luce ogni volta che scrivi
          Che bello accendi una nuova LUCE così
          FONDAMENTALE per noi tutte!!!

          Verissimo ,concordo in pieno!!!

          Ciao @LUCE lo sai sei la mia LUCE!!❤️

        • Bah. Non generalizzo su tutte le mogli certo. Ma quelle che danno il contributo sottoforma di benestare le vedo allo stesso livello dei mariti fedifraghi. Ad ogni modo, chi é causa del suo mal..

  4. @Angelica !!!!
    Cosa dovrei dire io che fra poco ne compirò 55 e tengo pure un gatto?
    Rientrerei perfettamente nello stereotipo della zitella inacidita come uno yogurt verde scaduto.
    Ma non mi sento per nulla così, anche se di verde ho davvero qualcosa….i capelli.
    Sono certa che tu sia una splendida donna e che, all’alba del suo nuovo traguardo, sia perfettamente in grado di guardare avanti con ritrovata fiducia in se stessa, perché ora è più forte che mai, e l’autoironia è un grande aiuto.
    Prenditi un gatto, adottalo, cercalo in un gattile e ne troverai uno che ti farà innamorare.
    La maglia no però, ti prego!
    Al massimo l’uncinetto o il mezzopunto.
    Un abbraccio.

  5. Angelica la penso come te. In seguito alla devastazione che ha lasciato il mio ex, il quale potrebbe essere incasellato in ognuno dei profili descritti da Alessandro ma anche in nessuno di essi, ho deciso di elevarmi ad altri livelli. Sto migliorando la qualità del tempo che trascorro con mia figlia e noto con soddisfazione che il beneficio reciproco che ne deriva è enorme. Poi ho ricominciato a cucinare di brutto come mi piaceva fare un tempo e credo che con l’arrivo della bella stagione inizierò a dedicarmi alla coltivazione dell’orto. I maschi li ho temporaneamente chiusi nello stipetto che si riaprirà solo dopo che il livello di benessere interiore e di amore che provo per me stessa avrà nuovamente superato il bisogno di sentirmi amata da qualcun altro.

  6. I maschi ora sono Out. Come dici tu silvia, non tutto il mondo gira attorno alla loro amorevole presenza. Insomma non è che mi senta zitella inacidita, ho un codazzo di maschi dietro a cui dispenso sorrisi stronzi e occhiate traverse (hahaha) MA l’uomo è ora allocato molto in basso, il piano di lavoro è libero per altri esperimenti che non hanno mai la priorità. Fosse anche la maglia:)))

  7. @Angelica. Io ho 51 anni . Adoro questa mia età. Non sono mai stata più attiva ed in forma. Vivo con 4 gatti ed un cane. La maglia neanche sotto tortura. Gli uomini ? alcuni sono ottimi amici, qualcuno un amante soddisfacente. Per il mio vissuto dovrei odiarli tutti. Ma poi mi son detta , ma è davvero sempre lo responsabilità? Ed io ? non sono una stupida,non sono una sprovveduta. Allora c’è stato un concorso di colpa. Bene. ripartiamo da questo . Se io esisto, e sono positiva , esiste un lui positivo. Poi magari il karma non ci pensa proprio a metterlo sulla mia strada. Va be, pazienza. Io però ho il dovere di vivere bene. Senza falsi miti, ma anche senza diventare cinica. L’amore esiste. se io posso amare in modo sano allora potrei essere fortunata e amare di nuovo 🙂

        • Concordo con te Lollo. Prendere coscienza degli errori che ci hanno portato a voler continuare relazioni sbagliate ci porta a quella consapevolezza che in futuro ci aiuterà a riconoscere ed evitare gli uomini che non vanno bene per noi. Io credo, al di là delle divertenti descrizioni di Alessandro, che ognuno oggi, nel caos delle difficoltà di relazione con cui tutti dobbiamo confrontarci, elabori delle strategie comportamentali che siano funzionali al conseguimento dei suoi obiettivi. Strategie che possono essere più o meno spregiudicate o etiche, è comunque ogni successo ottenuto li rafforza nell’utilizzo di queste strategie. Però se si è solidi, centrati, se si è in pace con sé stessi, piuttosto che in balia del “bisogno” di amore, se impariamo a trasformare il bisogno di essere amati in desiderio, il rischio di cadere in certe trappole strategiche si riduce, o quantomeno, si può abboccare ma se ne esce al primo segnale distorto.
          L’amore, secondo me, (quello vero, non quello che risponde alla sola attrazione fisica) non può prescindere dalla lealtà e dal rispetto. Se c’è lealtà una relazione con una persona impegnata è possibile, può anche essere bellissima e intensa e puó basarsi su un amore vero, incondizionato. E puó durare se non si cerca di cambiare l’altro. Diverso è il discorso nel caso in cui si finge, si millanta o si inganna l’altro,, per raggiungere i propri scopi

          • @Paola, la tua disamina è perfetta. Hai detto una grande verità. Essere in pace con se stessi. Il primo passo verso la consapevolezza. L’amore autentico non inganna, non tradisce e soprattutto non fa male.

    • @lollo hai ragione. solo che spesso fingiamo di pensare (dello stesso amante) massì da oggi la vivo leggera.
      Non si può. Bisogna cambiare proprio soggetto.
      Un amante parte sempre sfizioso.. poi se diventa pesante, pieno di sensi di colpa, pentito.. è impossibile torni a diventare uno spasso.

      • Ma anche no. Se sei consapevole che è un bugiardo, che non ha olto da offrirti, ma magari il sesso è super … be allora GODIAMOCELA 🙂 Facciamo sempre in tempo a rifilargli un bel servito !

        • Il sesso è .. era super davvero (ma anche per merito mio che quando uno mi prende bene..) però imi sono innamorata di tutta l’argenteria che ha tirato fuori all’inizio @lollo.. quindi quando (troppo tardi) ho scoperto che era tolla ho dovuto mettermi in salvo con il silenzio.
          LUI è troppo problematico, mi asfalta e io mi sono scoperta nervosa con i miei figli.
          Non posso andare avanti, e poi ho pianto troppo per tornare a fare l’amante.
          Per me finisce qui. Non ne sono fuori del tutto, comunque.

          • @Cossora… mumlbè mumblè. Troppo spesso quando parli di questa relazione , viene fuori che quasi tutto il lavoro lo facevi tu. Ma allora di che argenteria parliamo? Secondo me era al massimo bronzo e pure annerito .

  8. Scusate ma vorrei davvero condividre questa mia riflessione. Spesso sento dalle mia amiche storie a dir poco allucinati. Faccio alcuni esempi. Lei perde il lavoro, lui le dice : credevo di aver trovato una donna indipendente, è meglio se torni casa tua. Non posso occuparmi di te. Bene, lui la cerca dopo un mese perchè sta perdendo il fratello . Lei … si precipita da lui. E no! non si può dare la colpa a lui. E’ evidente che si tratta di un cog.. beep beep.. Se ci torni la responsabilità è la tua. Lui lascia finalmente la moglie… bene! peccato che vada a vivere dai genitori . Peccato che ti dica , la separazione non è una ia priorità. Peccato che ti dica, sono geloso. Non devi usare fb, ne wa. Niente palestra etc etc. Te lo tieni ? allora anche qui la responsabilità è la tua. Insomma , ammettiamo che troppo spesso sappiamo fin troppo bene con chi ci staimo relazionando, ma decidiamo di restare. Per paura della solitudine, per l’antico mito del pricipe azzurro . Siamo nate complete!!!! un compagno può solo apportare un valore aggiunto. Non può e non deve mai completarci

    • Purtroppo partono bene, il mio (i miei) erano partiti tutti benissimo. Impeccabili. Poi ti innamori (se no saresti appunto quella cinica e acida) ebbene in quel momento se parte la sirena di allarme stronzo non è che ti rifiuti di sentirla perché hai paura della solitudine, non è che non ti dai valore. Sei semplicemente innamorata. L’amore è un legame. Ci vuole tempo, ci vuole dolore e fatica a scioglierlo da quando si inizia a capire fino a quando si chiude. Non voglio più passare un periodo così.

      • Ciò non vuol dire che arriverò rinverginata alla tomba, ma sento che è cambiato qualcosa di profondo in me, e non è solo per quest’ultimo che mi è capitato tra le mani. Semplicemente agli uomini in amore non credo più.

        • @Angelica comprendo questi tuoi due commenti che mi trasmettono meglio cosa inrendessi esprimere anche prima
          Verissimo quello che scrivi sul Amore che è un legame e che in quanto tale richiede tempo e sofferenza per poterne uscire quando appunto ci si rende conto che quella relazione non ci fa bene semplicemente perché si sta male perché non ha mai sbocco non si costruisce nulla e gli intenti sul tempo di durata si rivelano diversi da ciò che sembrava attraverso l’inganno del lui di turno
          Inganno consapevole o meno ,ma insomma è vero che alcuni maschi siano così come quelli che abbiamo incontrato negativi,

          Ma adesso è più che comprensibile che tu scriva che non credi più che l’uomo possa amare

          Ma appunto adesso ,Cara Angelica
          Però non tutti sono così e spero per te che tu già domani riesca a essere più possibilista
          Perché esistono pure uomini positivi e pure molto
          Se non li hai ancora incontrati non significa affatto che non esistano,

          Quando il dolore e la sfiducia nel tempo in cui tu stessa vivrai positiva la vita ecco spuntare
          Un vero uomo nuovo fatto apposta per te

          Non disperare,lui quel lui per te esiste
          Intanto vivi come ti sento positiva già fare
          E quando meno te lo aspetti ecco che
          Uomonuovo si presenterà alla tua porta!!

        • E no!!! Angelica non ci siamo davvero. Tu sai amare, e quindi l’amore esiste. Darla vinta a quei 4 idioti che hai incontarto? noo. Ora sei più forte, più consapevole e capace di vivere un amore sano. Gli uomini… gran bastardi!! Adorabili bastardi 🙂 .. E poi.. alcuni sanno amare in modo sano e splendido. Una canzone diceva… lascia aperta la porta del cuore, vedrai che qualcuno è già in cerca di te . Sono certa che presto leggeremo di un tuo nuovo, sano amore : Go sister!!!!

    • sai @lollo .. queste cose che scrivi non dovrebbero nemmeno avere un seguito. Sono talmente sfacciate che se una ci sta dietro.. mi viene il dubbio che ci guadagni (cosa non saprei) più di quanto ci investa.
      Personalmente ho una chiara idea di coppia: equa condivisione.
      Già uno squilibrio nella disponibilità ad ascoltare mi infastidisce.
      Dopo mesi a cercare veramente di mediare su ogni cosa, al primo lamento non ci si può sentir rispondere ‘cerchi per forza un motivo per odiarmi’.
      Eh no.

    • @Lollo concordo su tutto
      È infatti sta a noi trovare il come mai ci siamo prestate ad accettare l’inacettabile
      Non certo per giudicarsi ,ma essere consapevoli mette in moto di conseguenza dei cambiamenti
      Insomma ovvio gli stronzi esistono e non tutti lo sono
      E se ci capitiamo è un caso ,ma rimanerci no
      Dipende soltanto da noi stesse

      La esperienza è una occasione per evolvere nella concretezza di un nostro cambiare amando meglio molto meglio noi stesse.

      Bene brindo anche stasera ,questa volta a te e al tuo commento nel quale mi ci ritrovo e allora prosit
      E avanti un altra
      Me stessa con amore per me stessa
      E poi se qualcuno per caso proprio ci tenesse a provare a conoscermi
      E va bene fatti avanti uomonuovo
      ,
      ma attento perche sono una Antica Nuova Me

      Donna Si ,ma attento sto un poco Calda si ,ma
      Attento a non bruciarti tu stavolta
      Amo,me,indipendentemente da te !!!!

      • E allora brindiamo tutte insieme ad una nuova consapevolezza di noi splendide creature . Amare è stare bene , mai stare male. Prosit!

        • @Lollo passavo di qui inizio notte 1.30 quasi super luna come super Donna
          Eccomi Ri prosit
          E sono al bicchierino della staffa che ci vuoi fare
          Sono nottambula vivo di notte sto fuori con una Luna così,non posso fare il gesto sarebbe vulgaris ,ma insomma la Super luna è uno schianto stanotte sul mare qui a picco in alto ma vicina dove mi trovo
          Che spettacolo stanotte !!!

          No nessuna lacrima
          Bocca aperta respiro corto sospeso dalla Bellezza
          Della natura tutta
          Ombre e luci che paiono ricordarmi che val la pena di vivere ancora
          proprio adesso che sto recuperando me stessa
          E nel farlo stanotte ecco ti rispondo
          Ri prosit a noi tutte che siamo come questa SuperLuna luminosa

          Splendenti SuperDonne!!

          • @Ariel. che dire… quando la grandezza della donne si manifesta nella più totale dolcezza!

  9. Mentre leggevo mi è venuta la domanda: ma vivono bene senza amore, l’amore vero, quello che ti fa crescere e che diventa una preziosa opportunità di conoscere se stessi..? No perché individui così non credo siano in grado di amare! Proprio mai, non dico in qualche periodo specifico della vita.

  10. Vorrei provare il fastidio che sento lui prova x me. Mannaggia a me che ancora mi viene da pensarci, dove prevale sempre rabbia e delusione. Oggi giornata down!

    • Io non riesco ad amare chi non mi ama.
      Il problema è che ho deciso io e lui non si placa (messaggi con altri numeri/ altri indirizzi mail). prova a ritirarmi dentro. Non per cattiveria. Credo stia affogando nel bisogno di me. Io però mi sento diversa. Non so se quella “me” esiste del tutto ancora.
      Ieri sera ho pianto.

      • @Oldplum il punto è sempre ricorrente in noi quelle che come molte di noi lo hanno mollato per prime
        Indipendentemente dal tipo di esperienza diversa in ogni caso
        Indipendentemente dal tipo di lui che abbiamo amato

        Il risultato non cambia
        Non solo a loro non gliene frega nulla @Cossora hai ragione,
        ,ma come mai ci provano in ogni modo a ricontattarci usando il tutto e di più ogni mezzo possibile

        Il solito senso del possesso e orgoglio maschile
        Tu sei di mia proprietà e questo salta fuori evidente dopo che li abbiamo mollati e ignorati

        Allora già qui è successo a me
        A Cossora a kk e pure a And interessante caso al contrario,ma comunque rivelatore di un denominatore comune
        La manipolazione che sia cosciente o meno a noi non ce ne deve fregare nulla

        Ciò che conta sei tu Cara Tenera Forte Oldplum
        Le tue LACRIME sono benedette perché ti dimostrano
        Che sei prmai nella tua vera te stessa
        Ed sta ovvio che ogni evoluzione è un lutto quindi quando finalmente si inizia a piangere significa
        Essere già nella propria nuova dimensione interiore e sulla propria buona strada per amare se steesi fino in fondo

        @Oldplum ci tengo che tu possa sentire il mio abbraccio per te speciale proprio oggi come un Segno importante delle tue care Lacrime versate dalla tua nuova conquista di te stessa
        Sei Forte e Tenera allo stesso tempo
        E credimi sono talenti rari a trovarsi
        Allora ti abbraccio !!!

        • @Luce ,cara mi sono accorta di non averti menzionato nel elenco di chi si è trovato a tirare fuori gli attributi ed ha mollato l’ex negativo per noi stesse

          Questo mio lapsus credo che sia uscito fuori inconsciamente perche ti sento @Luce vera fuori da tutto questo anni Luce rispetto a noi qui
          Infatti ogni tua parola qui scritta è LUCE preziosa per noi tutte!

          Ci tenevo a spiegarti la mia omissione inconsapevole,ma l’inconscio è verità e si vede che ti sento veramente già nella tua Luce ,oltre
          Vabbè una scusa per mandarti un Abbraccione❤️

      • @oldplum non sentirti in colpa per lui.
        Non sta affogando. stai ferma sulla tua decisione. Lui piuttosto deve raggiungerti ed uscire. Non giustificarlo. Non sarà cattivo, ma egoista e senza coraggio, si.
        Alessandro mi disse … sei avanti , non voltarti indietro. Io lo ripeto a te.Forza.
        Dammi la mano, seguimi. piangi ma ascoltami.
        Ti ricordi quando la offristi tu a me? Non lo dimenticherò, grazie .

      • Tu dici? …conoscendolo e visto i problemi che gli da la moglie(ipercontrollato) penso che invece chissà quanto avrà rimpianto di essere stato con me.
        Oldplum, io non lo amo più. Ti dico qst xkè se mi dovessi trovare nella situazione di rischiare x uno come lui…non rischierei neanche un filo dei miei capelli. Solo che non riesco ancora a capire xkè qnd ci penso provo rabbia ,delusione. Vorrei solo pensare qnd capita di vederlo :” uffa che palle qst tra i piedi”!

        • @Annaura.. ti preoccupi per come la moglie del tuo vicino controlla il tuo vicino? Provi rabbia? Delusione per i problemi dei tuoi vicini di casa?
          Lo ami, o lo hai amato fino a poco fa se sei tanto coinvolta.
          Ma va bene, non sentirti patetica, siamo tutte esattamente nella tua stessa condizione, o lo siamo state fino a poco fa.
          Pochissimo, personalmente.
          Mentalmente prendi la nostra mano, noi tutte ci stiamo dirigendo fuori da tutto questo, verso l’indifferenza.
          Quando ci sentiamo perse ci basta alzare gli occhi e vedere dove va la nostra ‘compagna di viaggio’.
          Puoi fidarti!

          • Grazie Cossora, vorrei abbracciarti tanto. Di fatto me ne sento già abbastanza fuori. Mi dico menomale che è chiusa e in linea generale sono serena e comunque assolutamente convinta della chiusura della storia ma ci sono giorni come qst che faccio passi indietro. Confido nel fatto che il mio stato d’animo di oggi sia dovuto alla sindrome premestruale! 😉
            Prima o poi mi dovrò girare indietro a guardare il tunnel ormai lontano…

          • @Annaura se avessi ceduto e risposto alla miseria che mi ha generosamente offerto ieri probabilmente ora lo starei aspettando con un babydoll alla Fenech, per approfittare della mia casa libera al mercoledì e festeggiare il nostro nuovo inizio, o se preferisci il secondo fallimento del mio silenzio.
            Invece no. Stasera ho camminato sotto una luna grande così e ho pianto. Poco fa mi sono fatta una doccia e ho pianto. Adesso piango mentre mi cucino qualcosa da mangiare a gambe incrociate sul divano. Guarderò un film dopo, magari ci piango ancora con un gelatino in mano. Ma quando finisco di piangere NON DEVO RICOMINCIARE DACCAPO! Questo non ha prezzo.. e lo sai benissimo anche tu ❤

  11. @Oldplum, se continua instancabilmente a contattarti o ha qualcosa di importante e decisivo da dirti o risponde semplicemente ad un suo bisogno egoistico di avere il controllo su di te. Tu sai cosa è giusto fare: se procedere lungo il cammino dell’indifferenza o voltarti indietro…
    Mi dispiace per il pianto, ma è anch’esso terapeutico…

    • Scusatemi ma uno animato da sincero amore e serie intenzioni si perde la fiducia della propria amata fino ad aver bisogno di creare nuovi account di posta elettronica e cambiare numero di telefono per poterla avvicinare?
      Il prossimo passo è il cambio di identità.
      No dai ragazze non scherziamo!!

        • @Angelica mi piaccciono molto veramente i tuoi commenti qui ,hanno qualcosa di umoristico sarcastico disincanto che trasmette una emozione valida ,si la sento come un punto di vista diverso e utile a me e penso a tutti qui
          Si questo tuo disincanto tipo ,scusa il francesismo ,
          Questo scazzo che sfiora e sfocia nella tua evidente capacità dimostrata di averci gli attributi per non farti più intortare da questi cliché ormai noti triti e ritriti quasi dei riti sempre uguali
          Di tutti questi nostri ex fanculizzati da noi
          Ma si ,quanto hai ragione,
          Na noia!!!!!!

          Mi sei piaciuta ,grazie!
          Con abbraccio!

  12. Io credo che se uno ha qualcosa di importante da dirti, non chiede il permesso, non prova a tastare il terreno. Semplicemente, te lo ritrovi davanti.
    Invece, loro, si muovono con le stesse modalità con le quali hanno vissuto la relazione. Cauti, guardinghi, razionali senza superare quei limiti che loro stessi si sono imposti.
    Se il silenzio li avesse folgorati, gli avesse fatto capire che è noi che vogliono, ce ii troveremmo sotto casa xon le valigie in mano o con il foglio di separazione all’occhiello.
    Invece loro sono semplicemente dei grandi egoisti che pur essendo consci che non sceglieranno mai noi, non hanno nemmeno le palle e la decenza di sparire.
    @oldplum , piangi. Anche io ho pianto tanto, ma probabilmente le laceime sono state il veicolo per farlo uscire dal mio cuore.
    Anche lui non molla, mi chiama e ieri mi ha chiesto un caffè.
    Si è trovato di fronte ad un’altra me. Nessuno sguardo innamorato solo fredda cortesia.
    È riuscito a parlare di niente per 2 ore. Non ha nemmeno provato a spiegare a rispondere alla valanga con cui lo avevo sommerso quasi un mese fa.
    Vuol fare l’amico e io faccio la semplice conoscente. Presto si stuferà.
    A me non smuove più. Certo gii voglio bene, ma ho smesso di aspettare. Lui non è utile, non mi serve più per star bene. Io sto bene indipendentemente dal fatto che lui esista..
    Questa mattina mi sono svegliata serena, canticchiavo e il mio primo pensiero non è stato lui.

          • Si. E una bolletta dell’acqua da accensione di un mutuo XD.
            Piango sempre meno. Quando ti rendi conto che piangi non per cio che hai perso ma per qualcosa che avresti voluto senza mai averlo, allora ti rendi conto che il dolore è inutile.

          • @Oldplum io ormai ho il pianto indipendente da lui.
            Forse ha a che fare con l’espulsione di piccole tristezze mie, la separazione fisica da mio marito comunque relativamente fresca (a giugno è un anno) e il timore dato dal fatto che pensavo (lo ammetto, insultatemi, ma è così) che LUI si sarebbe liberato e io avrei avuto un nuovo compagno di vita.
            Adesso che mi rileggo.. ma sono impazzita??
            Fuori uno dentro l’altro senza pausa??
            No beh ma internatemi .. ah ah ah
            Comunque le lacrime sono salate, magari piangere combatte la ritenzine idrica, e torniamo al fisichino pronto per la prova costume!

          • @Cossora caspita sei bravissima sei avanti tanto
            Hai notato che scrivere e rileggere e leggere i commenti nostri quanto aiuta?

            Tu qui da sola hai scritto con una barttuta umoristica forse,perché tu solo puoi saperlo ,ma evidentemente se lo hai scritto lo sai

            Quando hai detto che via uno avanti un altro e come battuta ci hai detto ,ma no internatemi

            No affatto non ci penso nemmeno a internarti invece sto qui a complimentarmi per la tua capacità di trovare le risposte che cerchi in te stessa giusto perché è sano e utilissimo scoprire il come mai ciascuno di noi reagisce a modo suo con schemi ripetitivi
            Una volta individuati ecco che sarà più facile scoprire i famosi nostri perché che non devono essere visti con giudizio alcuno come delle brave investigatrici di se stesse ,delle Scerlok in minigonna da schianto ovvio,ma scoprire i perché aiuta a stare meglio e a non ripetere i nostri soliti schemi

            Perché Cara Tesoro di Cossora ognuno hai suoi!!!!

            Ma guarda che sei Avanti
            E lo credo che poi se pure ti metti il bikini da denuncia eh bè attiri tutta la città

            E vai Cossora Splendente!!!

            P.s. Ma lo hai comprato il bikini da denuncia si o no??
            Insomma non tenermi all’oscuro
            Aggiornami!!!
            ❤️

    • Esatto sempre uguale. Il mio ex mi contattò a sorpresa dopo il silenzio totale e blocco social per dirmi cosa? Che senza mie notizie stava impazzendo. Punto. Mi diede un fastidio. Sempre iperbolico, ma fatti zero. Ti fai mollare per sfinimento e ti ripresenti con un melodrammatico impazzimento comodo comodo dal salotto di casa tua? Il mio contegno mi ha impedito di rispondere “stigranc….i!!! Ma era ciò che traspariva nella risposta seppur politicamente corretta. Stessi metodi, stesse esche. Che tristezza! Non gli ho neanche fatto esprimere i suoi pensieri. Basta.

      • Il mio ex ieri mi ha telefonato due volte La sera Mi ha poi scritto due stupidaggini.
        l’ho ignorato, non tremo più .

        Ho riso, pensando che visto non è riuscito a giocare al telefono coi miei sentimenti poi avrà dovuto consolarsi e giocare da solo pensandomi… ben così pagliaccio!!!!

        • @Luce cara e a tutte/i noi qui se @Alessandro me lo consente oggi giornata della poesia vorrei dedicarvi e dedicarmi questa poesia di Pablo Neruda che esprime proprio ciò che ancora esiste e potremo ancora vivere trovare questa è La nostra Buona Speranza che mai debba morire!!!

          Ho avuto il Dono grande di poter aver già vissuto con mio Caro Marito questo Ti Amo
          Che lui stesso mi dedicò ogni giorno della nostra vita insieme

          “Te Amo”

          Ti amo in in modo inspiegabile.
          In modo inconfessabile.
          In modo contraddittorio.
          Ti amo.
          Con i miei stati d’animo che sono tanti.
          E mutano di umore continuamente.
          Per quello che già sai, il tempo, la vita, la morte.
          Ti amo.
          Con il mondo che non capisco,
          con la gente la gente che non capisce,
          con l’ambivalenza della mia anima,
          con l’incoerenza delle mie azioni,
          con la fatalità del destino,
          con la cospirazione del desiderio,
          con l’ambiguità dei fatti.
          Anche quando ti dico che non ti amo
          ti amo,
          persino quando ti tradisco, non ti tradisco
          nel profondo, porto avanti un piano,
          per amarti di più.
          Ti amo.
          Senza riflettere, incoscientemente,
          irresponsabilmente, spontaneamente,
          involontariamente, per istinto,
          per impulso, irrazionalmente.
          In effetti non ho argomenti logici,
          nemmeno improvvisati
          per fondare questo amore che sento per te,
          che sorse misteriosamente dal nulla,
          che no ha risolto magicamente nulla,
          e che miracolosamente, poco a poco, con poco e niente
          ha migliorato il peggio di me.
          Ti amo,
          ti amo con un corpo che non pensa,
          con un cuore che non ragiona,
          con una testa che non coordina.
          Ti amo,
          incomprensibilmente,
          senza chiedermi perché ti amo,
          senza importarmi perché ti amo,
          senza pormi dei dubbi sul perché ti amo.
          Ti amo.
          Semplicemente perché ti amo,
          io stesso non so perché ti amo.”

          Pablo Neruda

      • @Angelica ‘sempre iperbolico, ma fatti zero’.
        Mi fai morire, certo che loro sono veramente fatti con lo stampino, sociologicamente parlando questa cosa è curiosissima!!
        Sei meravigliosa, RAGAZZE BUONA PRIMAVERA!!

        • @andForza and continua così vai benissimo!!!!
          Ce la fai già benissimo e ogni giorno è un avanzare verso la tua luce amare te stesso!!!

          Non sei solo in questa strada per uscire dal tunnel
          Sei insieme a noi tutte/ti

          Un abbraccio!!!

        • Guarda, l’altro giorno dopo aver scritto appunto “iperbolico” mi sono ispirata e ho iniziato a canticchiare “si trasforma in un razzo missile con circuiti di mille valvole tra le stelle sprinta e vaaaa” e che devo dire, ormai il riso ha preso il posto del pianto, l’ex amante che partì a razzo missile e non ci diciamo come è finito…

      • Impazzimento comodo comodo dal salotto di casa…. aggiungerei, magari con la moglie vicina addormentata sul divano hahahaaa, sei forte Angelica!
        Che razza di bambocci però!

    • @Rosa che bella sei in questa luce delicata e fiera. Si sente tutto quello che sei, nelle tue parole, sei come trasparente e ci fai vedere chiare le sensazioni tue che poi sono le nostre, per alcune sono state, per altre saranno. Dai fiducia, sai? Un grazie grande!

  13. Credo di aver pianto tutte le mie lacrime.
    Da tempo non riuscivo nemmeno più a piangere ero accartocciata su me stessa dal dolore. Immobile, paralizzata vedevo gli altri vivere mentre io aspettavo, che arrivasse un messaggio, una telefonata un incontro e poi daccapo di nuovo un altra settimana, magari quindici giorni.
    Ho detto basta a tutto ciò non più con rabbia, delusione, amarezza. Ho detto basta e basta.
    Non sono rassegnata, ho semplicemente smesso.
    Ieri l’ho visto e non ho provato nulla se non un affetto. Non lo avrei voluto baciare o abbracciare e men che mai farci l’amore.
    L’ho visto finalmente per quello che è.
    Forse non ce la fa a stare lontano,forse ha solo dei sensi di colpa, non mi riguarda, non sono problemi miei.
    Io sono oltre. Lui è il passato.

    • @Cara Rosa spero tanto per te stessa che tu riesca a fare la unica cosa ch davvero serve a tutte noi che abbiamo vissuto la esperienza con uomini che ognuno ha modo suo
      Ci hanno semplicemente non amato perché questo è stato e nulla più

      Ecco che la unica cosa che veramente occorre per amre finalmente noi stesse è IGNORARE totalmente i loro miseri tentativi di comunicare contattarci rimango amico de che?

      Carissima Rosa Veramente proteggi te stessa
      Amati e lascia la presa ch tieni ancora dentro a te stessa
      Altrimenti non andresti al caffè
      Nessuna comunicazione silenzio
      Svolta vera per amare te stessa e vivere ancora la tua vita

      Nuova vita Rosa la tua il tuo Valore di Donna SuperDonna
      Piena dei tuoi Talenti meravigliosi

      Carissima Rosa,ti comprendo ,ti sostengo con affetto
      ,ma ti incoraggio al vero Silenzio
      Lascia stare
      Guarda la tua Bellezza e esci dal tunnel alla vera Luce della tua Libertà Vera.

      Un forte grande abbraccio!!!

    • Che bello Rosa, che soddisfazione!
      Io mi sento esattamente come hai descritto, accartocciata su me stessa, perennemente in attesa, chiusa nel mio mondo, mentre tutti intorno vivono. Ho ancora lacrime da versare purtroppo dopo quasi 9 mesi, sono un caso patologico!
      A volte sento che vorrei staccare, fuggire lontano da tutto e da tutti perchè sono stanca di fingere e di recitare la parte di una che sta bene. Solo io so quanto sto male e non posso dirlo a nessuno ed è molto pesante tenere tutto dentro mentre vorrei scoppiare in pianti liberatori, urlare, dare pugni e liberarmi di questo “mostro” che vive dentro di me.

      • @KK Tesoro lascia che ti scriva almeno questo
        Primo:
        ti abbraccio come una costante
        Immagina una scia luminosa che ti raggiunge e non ti abbandona mai e credo che questo filo di luce sia pure composto non certo soltanto da me ,ma appunto è come se tutte qui ci dessimo la mano

        Secondo:
        Almeno se vorrai prova almeno a sfogarti di più qui
        Adesso che ti sei espressa aperta sempre più questo ti aiuta tantissimo pure hai certo la tua base di terapia sicura,

        Ma almeno qui scrivi e scrivi veramente ciò che ti gira in quel momento fallo di più molto di più qui sei LIBERA
        Di volare via dalla tua sofferenza
        Poterla gridare almeno attraverso le parole senza dover per forza seguire un filo logico o un commento a cui rispondere

        Tu scrivi e vai
        Qua nessuno può giudicarti MAI
        Ma solo che solidarietà affetto calore sempre e invito chiaro a darci dentro a scrivere e pure se ti viene da scrivere parole un po’ acce
        Perché a volte scrivere un bel Merda
        È una licenza poetica che sono certa Alessandro ci passa
        Sfogati KK
        TI SENTO SOFFRIRE
        Ti ABBRACCIO FORTE
        e spero di leggerti PIÙ spesso!!!!!!

    • @Rosa, me li ricordo anche io quei mercoledì sera attesi come la ricompensa per tutti i miei sacrifici (ma per chi, per cosa poi? è allucinante!) e poi di nuovo il buio per una settimana, che diventavano due se per caso aveva altre reali riunioni o incontri di lavoro.
      Io, la donna che desiderava più di ogni altra cosa.. avevo il rilievo del fanalino di coda.
      Adesso mi sembra assurdo, eppure l’ho vissuta!

      • Ma sai che è proprio questo il genere di pensieri di adesso? Tipo…. Ma come mi è venuto in mente? Ma chi mi ha drogato ad accettare quelle bricioline come se fossero il nettare degli dei? Mi ero bevuta il cervello? Ecco cose così:)))

      • @kk se ti dicessi per quanto tempo ho rinunciato a vivere non mi crederesti. Ognuna di noi ha i suoi tempi ma sono certa che ognuna di noi arriverà ad esser libera.
        @cossora, capisco tutto e per questo, se posso, to dico, non voltarti indietro, non chiederti nemmeno come è potuto succedere e perchè. Non serve, non è utile.
        Puntiamo lo sguardo al presente e facciamoli diventare un ricordo sbiadito.

        • @Rosa ci continuo a cadere. Cerco il perché. Forse questo nodo è importante. Continuare a togliere attenzione alla ricerca di un motivo e chiudere la faccenda con un bel ‘non si sa, andiamo avanti’. Grazie ❤

          • @Cossora e @Rosa
            Entrabe carissime ovvio,
            Leggendo i cvostri commenti qui
            Mi sono resa conto che entrambe avete scritto due grandi verità che non sono in contrasto opposto una con l’altra ,ma entrambe verità e valide

            tu Rosa hai perfettamente messo in evidenza che giustamente bisogna guardare avanti e smettere quindi di ragionare stare col pensiero sempre verso l’ex e cioè il rimuginare non aiuta anzi ostacola verissimo,

            E tu ,però Cosdora pure tu secondo me hai ragione n pieno quando senti dentro a te stessa la leghittima voglia di capire il perché del tuo accettare determinate cose trooppo buona ad esempio credere a tutto ciò che ti diceva ad esempio
            Sempre tu a dover cercare di far quadrare le difficoltà messe da lui
            Tutte cose vissute pure da me e credo da noi in maggioranza qui

            Ma sta non soltanto legittimo e utilie al cambiamento e a uscire dal tunnel il riuscire a iniziare a capire il cme mai ci siamo piegate a loro ?
            Perché non siamo riuscite ad amarci abbastanza?

            Queste domande sono importanti secondo me proprio perché riguardano noi stesse ormai giustamente comevdice Rosa è inutile parlare del lui ex ,ma invece trovate dentro se stessi le motivazioni che ci hanno spinto a farci comunque manipolare sottostare a tante cose negative per noi
            Questo si che occorre e quindi è logico e umano e pure fondamentale strumento per riusvire a liberarsi dentro e pure per non ripetere lo stesso comportamento in futuro.

            Quindi Rosa grazie perché verità utile guardare solo avanti

            Cossora grazie perché verità utile rispondersi trovare i nostri perché

            Che Donne che siete!
            Superdonne!!!
            ❤️❤️

        • @Ariel, credo che dovremmo semplicemente perdonarci e smettere di giudicarci. Ci siamo sbagliate, ma quando abbiamo scelto di vivere la storia con loro, era la scelta migliore che potevamo fare in quel momento. Un’altra non l’avrebbe fatta, noi stesse probabilmente in un momento diverso della nostra vita non l’avremmo fatta.
          Ha senso continuare a tutti i costi a torturarci per trovare una risposta che tanto non cambierebbe la realtà dei fatti e ci farebbe solo avvitare su noi stesse concentrandoci in pensieri non positivi?
          Io dico di no, dico che dobbiamo incanalare le nostre energie in qualcosa di positivo che ci faccia star bene. Fosse anche solo il profumo della primavera o questo sole che splende in un cielo azzurro. Direi che è già meglio che pensare di dare una risposta ad una cosa che non ha futuro, e che nella maggiorparte dei casi è esistita solo nelle nostre aspettative.
          Forza e coraggio, e buona giornata a tutti.

      • Si, che se poi ci penso, penso non lo rifarei mai più per nessuno.
        Non corro più. Già negli ultimi mesi avevo smesso; a volte fingevo di non aver visto i suoi messaggi per tempo. Con il risultato che lui era molto più propositivo (paura di perdermi?).
        Io l’ho detto tante volte a lui che mi avrebbe perso. Non ci ha creduto fino alla fine. Ora penso che ne stia prendendo consapevolezza.
        Quanto a me…boh. io non tornerei mai più a far la vita che facevo con lui. La rifarei, tornando indietro. Mi ha anche reso felice e comunque mi ha fatto capire tante cose di me questa esperienza . Per esempio che mi accontento sempre. Ma non lo farò mai più.

  14. Riflettevo l’altra notte sulla scelta di uomini sbagliati e ho fatto una scoperta sconcertante. Andando indietro con la memoria, alle mie storie d’amore, mi sono accorta di essermi sempre avvicinata a persone impegnate. La cosa mi ha turbato, lo avevo rimosso. Ma ora mi incuriosisce approfondire questa mia ricerca di uomini “sbagliati”. La psicologia spicciola mi riporta ad un rapporto odi et amo con mio padre ma sarei curiosa di scavare nel mio inconscio. Se avessi una disponibilità economica diversa avrei già iniziato a farmi analizzare. Il problema è che fin quando sei ragazzina sul piatto della bilancia ci sono sentimenti diversi, situazioni meno compromettenti seppur meritevoli del massimo rispetto, da adulta la situazione cambia e adesso in gioco ci sono equilibri molto più seri.
    Forse sono sbagliata io.

    • @Anna nooooo,NON sei sbagliata!!!
      E la tua autostima dove la hai nascosta ,?
      Perché Tesoro sei tu pure piena della tua Bellezza interiore ed esteriore!

      La tua cosapevolezza già così qui espressa è la dimostrazione del tuo Valore e della voglia che hai di scoprire meglio te stessa e i limiti che ciascuno di noi si porta appressso dalla infanzia
      E spesso non si riesce a capirne origine i perché
      Riuscire da soli è sempre fattibile e certo con un terapeuta è più efficace perché ovvio ci si può esprimere davvero fino in fondo senza paura di nulla ,nessun giudizio
      E il modo migliore per scoprire antichi nodi
      Il solo fatt Di scoprirli mette in moto il nostro cambiamento proprio concreto nella vita le scelte che si fanno è certo saranno diverse
      Una volta scoperto il perché dei nostro comportamenti

      Cara Anna credo che pure attraverso la assistenza sanitaria che contribuisce al costo dello psico ,ma comunque so per certo che è più che possibile rivolgersi a uno psicologo psicoterapeuta alla asl

      Sei stupenda Cara Anna,hai bisogno di scoprire come fare a crederci tu ,che sei stupenda,perché è così
      Tesoro di Donna!!!
      Un abbraccio!

  15. Ciao, sono And e sono 36 giorni che non bevo. Penso quasi sempre a quella deliziosa bottiglia di vino, però l’ho nascosta ai miei occhi, così, il non vederla mi aiuta a far finta che non ci sia. Quando sarò forte abbastanza, prenderò quella bottiglia di vino e la getterò via. Quando sarò ancora più forte, consapevole e indipendentemente emotivamente, uscirò e potrò concedermi un calice, di un altro buon vino, senza timore di ricadere nella dipendenza. Ma ora è presto, ho ancora quel vino in testa che non passa. Però sono 36 giorni. Ed è un inizio.

    • Ciao and io sono oldplum ed è quasi un mese che non bevo. Mi sento pronta a tutto, tranne che a tornare a bere da quella bottiglia. Casomai un altra capitasse.

    • @and come si sente la voglia che hai di svegliarti e scoprire che non ti ricordi che giorno è! Sei un grande.. sarà presto quel giorno li. Ribaltiamo l’attesa da ‘aspetto il giorno in cui tornerà’ ad ‘aspetto il giorno in cui.. boh.. che giorno è??’ ..spostiamo l’attenzione, distraiamoci!! Un abbraccione e complimenti!!

    • @and ciao ti ho risposto qui sopra scorrendo la pagina
      Perché ho fatto casino sbagliando l’aggancio per risponderti
      Allora dato che ci tenevo aggiungere qui al elesnco di noi femmine del Blog che ti sostengono sono tornata qui

      Ecco sono ariel e non ho ancora snesso di bere
      E non credo che almeno questo me lo bevo tutto perché brindo a te caro and alla tua Forza e Quindi a te And Prosit che domani è un nuovo giorno tutto nuovo da vivere scoprendo la Bellezza che possiedi in te stesso per questi passi uno dopo l’altro che ti hanno portato al sorriso e abbraccio della tua piccola figlia
      Lei si già la tua SUPERDONNA!!!

      Ciao And un abbraccio!!!!

  16. Ciao @and, io sono Rosa ed è da poco ho smesso di drogarmi.
    Non era vita. La mia dipendenza purtroppo mi ha accompagnata per buona parte della mia esistenza. Ma ho finalmente trovato il coraggio e la forza di smettere, questa volta definitivamente.
    Come lo so? Lo so perchè due giorni fa ho incontrato il mio spacciatore usuale e non mi è scattata la dipendenza. E non ho voglia che mi cerchi. E non aspetto che mi chiami.
    Forza and, ce la fai, ce la facciamo.
    Ti abbraccio.

    • A me a tratti pare surreale. Le iperboli sprecate per 2 anni e poi, al dunque, ci si ritira coda tra le gambe a cuccia, ai piedi della donna a cui hai messo le corna con azioni, pensieri e parole per quasi 2/3 del tuo “matrimonio”.
      Sembrano bastardi. A me fanno solo un po pena.
      Le mogli poi…io proprio non ci credo che non se ne accorgano . per questo non riesco a dispiacermi per lei, forse.
      Passiamo alle cose divertenti.
      A parte che, si, ho davvero la fila e mi sento un fiore, devo dire che negli ultimi giorni ho un divertente e innocente flirt (molto adolescenziale e solo in contesti reali e non virtuali) con un giovane uomo di quasi 20 anni di meno. No, ragazze, non mi piace per nulla. Troppo acerbo. Però mi diverte .
      Ah! È single 🙂

      • Stessa visione Oldplum, dopo le iperboli proprio come hai detto tu, a cuccia tra le sottane di una donna ampiamente tradita e disconosciuta a parole come compagna per anni e anni. E si, neanche più c’è rabbia, devo dire che il mio ex mi fa un po’ pena. Umanamente dico, genericamente. Ovviamente cavoli suoi eh.

        • @Angelica meravigliosa.. poraccia, lei poraccio lui.
          Lasciamoli nel porto, noi.. ci hanno costruite per navigare!

        • @Angelica hai scritto un particolare importante che metto in evidenza perché credo sia utilissimo a tutte/i qui

          Riferendoti alla moglie presso cui gli EX sono tornati
          Scrivi

          “Disconosciuta ,A PAROLE,come compagna ,per anni e anni”

          Ho evidenziato in maiuscolo dove stia il tuo messaggio testimonianza PREZIOSA FONTE RIVELATRICE della CHIARA PRESA PER IL CIULO

          A PAROLE ci è stato detto di tutto e di più
          E quindi aivoia a cercare motivi su motivi per questi EX lui
          Ma si certo ognuno nella relazione può pure aver creduto a tutto
          E magari aver ancora bisogno di crederci

          ,non è certo il tuo caso ,ovvio ,ma ecco le tue espressioni sono utilissime chiavi che aprono la porta per uscire da sto tunnel che magari per alcune sta ancora una uscita difficoltosa
          Proprio perché credono amcora alla fiaba da incubo

          La bella favoletta del povero uomo tiraneggiato dalla moglie
          ,ma si che schifo di donna ci hanno fatto credere che fosse,vero???

          Sai cara Angelica che esprimi veramente una calda bellissima luce di saggezza condita da ironia fantastica,
          Ecco che riflettevo quanto ogni situazione pure la peggiore a volte risulti quasi un meglio relativamente a l’inganno del ex

          Nel mio caso infatti
          Essendo stato da subito bugiardo nel dirmi sto libero uomo da molti anni già divorziato ,ovvio mi aveva parlato malissimo della sua ” Ex moglie”

          Poi ho scoperto dopo un anno che era regolarmente sposato con figlia ,infatti a quel punto sono riuscita a mollarlo subito

          Questo per dire che il suo essere stato eclatante nella sua menzogna
          Mi ha permesso di dare un taglio netto psicologico dentro di me positivo come dire che quando la merda è grossa
          E bè è più facile vedere da subito in faccia la realtà della sua indegnità e presa per il ciulo

          Invece nel caso di amantato consapevole da parte di entrambi
          È ancor più difficile per la donna ingannata riuscire a accettare che la relazione sia stata una vera presa per i fondelli
          E che le mogli cerbero in realtà cerberi appunto lo erano soltanto

          A PAROLE!!!

          Ciao ANGELICA grande OSSERVATRICE ILLUMINATA!!!
          ❤️

          • L’ho scritto senza troppo averci ragionato Ariel ma è così purtroppo… la frottola è a monte spesso, mentre noi ci arrovelliamo sui dettagli, e non ci innamoreremmo nemmeno nel caso ci fosse manifesta da subito…

      • @Oldplum uauuuu !
        Chiodino? O probabile imminente chiodo???
        E vaiiiii!!!!
        Qui ci vuole un brindisi immediato!

        Prosit,sai per me ogni scusa è valida per farmi un cicchetto
        Stasera bevo Porto

        Alla tua salute Oldplum ,mi raccomando tienici aggiornate/ti!!!

        • È chiodo solo nel senso che la sua presenza (dolce) mi fa sentire coccolata e a me piace coccolarlo perché lo vedo come un bimbo.
          Bacio @Ariel:)

          • @Oldplum ,ma guarda che pure giovincello perchè no???

            In fondo potresti scoprirlo meglio
            E vabbè ormai la ho scritta sembra na battuta tendenziosa ,ma no dai
            Solo tu puoi saperlo
            Al massimo come dice Cosssora
            Magari ha un cugino,più grande

            Comunque il piccolo seconde me
            Potrebbe avere delle ottime sorprese,
            Mai dire mai

            Pensa a Macron scusa sai ,ma politica a parte sua moglie mica scema

            E poi scusa pure non vedo perché i maschi si possono accoppiare con giovanissime e nessuno fa napiega

            E no ,carini,
            Pure noi femmine soprattutto quelle come te che sono un vero fiore
            Fuori e dentro e a destra e sinistra

            Mai dire mai ah ah

            E vai Oldplum lanciati
            ,ma a condizione che ci tu ci tenga aggiornati sempre!!!!❤️

      • @Oldplum una donna consapevole e in rinascita, soprattutto in primavera, è un afrodisiaco potentissimo, anche e soprattutto per un uomo più giovane.
        Ricorda che di solito chi disprezza poi compra 😉
        Al limite fatti presentare un amico più grande!!

      • @Oldplum le mogli sanno, ed è proprio perchè sanno, che vanno avanti. La verità ti libera e ti da modo di decidere lucidamente.
        Mogli lucidissime di uomini cui ogni tanto allungano la catena, li fanno pisciare in giro, simulare la caccia stanando qualche topo (‘così appagano l’istinto addormentato e non rompono’) certe che rientreranno prima che faccia buio.
        Alcuni tardano e passano fuori la notte, poi rientrano scompigliati, ma rientrano.
        Insomma mie care Lilly, il Vagabondo deve essere randagio sul serio, sennò non vale!

        • Che gente triste. Non credo sia proprio così. Credo che le mogli sappiano inconsciamente ma fingono di non vedere perché ne deriverebbe un totale smarrimento. Dovrebbero prendere una decisione, poi, che non vogliono prendere perché ne hanno il terrore. Così tirano avanti con un po di dolore ogni giorno preferendolo ad un dolore enorme sorbito tutto in una volta.
          Un po come noi amanti (ex) che a lungo abbiamo fatto finta di non vedere quanto fosse semplice la cosa che lui aveva in mente: “avanti così, non voglio cambiare nulla”.
          Credo che laddove alberghi paura non possa attecchire l’amore. L’amore è per gli indomiti. I cagasotto non hanno tempo per amare: ne hanno solo per pararsi il culo godendosi “quel che si può “. Non è cattiveria. È totale immaturità e tristissima povertà d’animo.

          • @Oldplum Grande!!!

            “credo che dove alberghi paura non possa attecchire amore”

            Una Frase da incorniciare per la importante profondità e molteplici significati ,

            Oldplum lo sai sei avanti
            E ciai ( ciai = errore ortografico fatto a mo di rafforzativo) ragione a sentirti un

            Fiore!

  17. @ And, quel vino mi piaceva tanto sai, ma ne ho bevuto sempre molto poco. Perché di più non mi è stato concesso. Eppure non sono intollerante ad esso, né alcun dietologo me l’aveva proibito. Semplicemente, senza alcuna ragione plausibile, mi è stato versato col contagocce: se vuoi c’è questo, prendere o lasciare!
    Non più grazie. D’ora in poi preferisco i calici pieni, anche se il nuovo vino non mi farà impazzire. Ma almeno potrò berlo tutto.

    • @Artemisia mi permetto di farti notare che il vino-col-contagocce prima di risultarti il migliore.. nemmeno sapevi che esistesse!
      Insomma,. non credo tu lo avessi nel biberon!
      Ergo: non è indispensabile ne inarrivabile, è solo un’incrostazione dura da togliere.
      Viene via, tranquillla che viene via, grattiamo tutte con te, siamo qui apposta!

  18. Sono due mesi che non ho più voglia di vederlo anzi adesso è lui che fa di tutto per vedermi ma io non cedo, anche perché questi due mesi mi sono serviti per scoprire di aver perso più di due anni della mia vita dietro un reduce ammaccato (mai trovato un temine più azzeccato) che pensa però di indossare il mantello di Super man per salvare la donzella dai pericoli del mondo, ma il pericolo più grande è’ stato averlo incontrato, mi sono salvata appena in tempo.

  19. Quando “vivevo” i miei due anni da amante mi sentivo in obbligo di essere “perfetta” nei suoi di lui confronti; mai un eccesso, accomodante, accogliente, sempre a chiedermi se avevo fatto bene qualsiasi cosa, in attesa di un suo giudizio.
    Un obbligo che non mi pesava perché di natura già accudente nel DNA.
    Ora mi trovo all’opposto, un piccolo incidente mi mette nella condizione di essere in parte accudita e certament non sono nelle condizioni di accudire nessuno se non me stessa.
    Una lezione per me, uno stop forzato di cui farò tesoro.
    Gli uomini sbagliati servono a capire i limiti oltre i quali nessuna donna dovrebbe andare.
    Ora sono libera dal giogo del suo giudizio da perfettino primo della classe e sto bene.

  20. @Elisabetta ci stavo pensando poco fa. Tutte, dopo la delusione, salvo alcuni sprazzi di sana incazzatura, siamo accomunate da questo senso di inadeguatezza che ci fa sentire troppo emotive, poco equilibrate al loro cospetto che invece ‘decidono lucidamente’ di fare la cosa più saggia. Come se a un certo punto nel bel mezzo della passione dicessero ‘dai adesso basta, metti via i giochi non sei una bambina’. E ci spiazzano. Perché iniziamo a sentirci infantili, che smettiamo di giocare con la voglia di andare avanti. Come da piccole ‘a letto che domani cé scuola’, mentre noi avremmo voluto stare in piedi ancora un po’.

  21. @elisabetta anche per me accudimento è nel DNA e anzi è stato portato all’eccesso, è una mia caratteristica che ha finito per farmi del male. ho accudito i miei, mio marito, il mio amante…ogni tanto mi sono chiesta, e se avessi in piccolo incidente? non so cosa sia successo a te, spero e penso nulla di grave, ma ogni tanto mi sono ritrovata a dirmi, e se mi rompo un dito qui cosa succede? vi lascio immaginare la risposta. spero comunque tu stia bene, ma certi piccolo stop forzati fanno davvero bene.

    • Gheyshe, crocerossine. Mai una che si ponga come una poco di buono.. tutte a far le sante con gli sposati. Ecco cosa ci frega. Spesso siamo noi le prime ad essere incoerenti! Entriamo in un regime che sappiamo già proibito, e dopo aver goduto dell’adrenalina insieme al fedifrago.. proponiamo la modalità relazione seria SENZA ammettere un no. Parlo solo di me, devo iniziare a farci pace. E divertirmi se cé da divertirmi, se il buongiorno si vede dal mattino, a 43 anni non posso confidare nella botta di fortuna, sarebbe come lasciare il lavoro, dedicarmi a un hobby che adoro e sperare che sorteggino il mio biglietto della lotteria per vivere di rendita.
      Cè qualcosa che non va.

        • @Alessandro non mi riferisco al matrimonio. Mi riferisco al soggetto che si presenta sposato in crisi e il solito contorno. Investire su questa base è un salto nel buio. Ma drogate, zoppe e legate. É alla stessa stregua dell’interrompere il silenzio per sperare in una notte di passione riparatrice. L’happy ending non cé dall’inizio. E lo sappiamo tutte. Non so perché ci spingiamo tanto in la. Numericamente le donne lo fanno di default. Cè una vera predisposizione al rischio, un’assenza di autodifesa di base.

          • Secondo me più che non scegliere l’uomo sbagliato (non abbiamo la sfera di cristallo) bisogna cercare di non rimanerci troppo appese. Oltre che affinare metodi diagnostici e statistici raffinatissimi e scavare dentro noi stesse fino ad arrivare alla Cina non potremmo coltivare una sana leggerezza, questo sì, alla poco di buono? Un allegro fottersene? Prenderli meno seriamente questi maschietti, senza consegnare loro le chiavi di casa? Questa è la mia nuova tendenza:))

          • @Angelica
            Sei troppo forte
            Sto ridendo tantissimo
            Si ,mi unisco a te e mi affido comvinta a questa tua GENIALE
            Soluzione e filosofia di vita

            Altro che chiavi
            Un bel vaffa cantato
            Perché no ?!!

            Angekica sei diabolica ,
            Che Donna !!!❤️

          • @Angelica.. la primavera e la ‘leggerezza poco di buono’ secondo me stanno benissimo insieme. Pronte? Partenza..

        • @Alessandro che vuoi dire ? Non capisco che significa questa tua frase?
          Puoi spiegarmi meglio il perché ?

          Il tradire la fiducia di qualcuno coniuge compreso sta nel semplice fatto di omettere la esistenza di una relazione con altra persona

          Avere una amante e tacere al coniuge è tradire
          A maggior ragione se si pensa che il matrimonio sia finito

          Non so potresti spiegarti meglio ?

          • Un matrimonio spesso è finito prima che arrivi una terza persona altrimenti non arriverebbe. Molti amanti non sono la causa della fine del matrimonio ma solo una conseguenza della sua fine già avvenuta

          • @Alessandro si ma sarà anche finito prima, il fatto è che gli uomini al 90% tradiscono per farsi il piano B on demand, sapendo più o meno da subito che tanto stanno li, nel matrimonio finito.
            E’ anche una grossa ammissione di quanto poco si pensa di meritare dalla vita.
            Qui non è una questione di intelligenza perchè fanno quello che conviene, ma di scarsa autostima per evitare il banco di prova e farsi smascherare per ciò che sono: amabili conigli castrati.
            Poi per carità, tireranno il sospiro di sollievo perchè anche questa l’hanno scampata, però ragazzi che misera soddisfazione!

          • Gli uomini se non sono seriali si fanno l’amante per rispondere a un bisogno affettivo e soprattutto sessuale. Io non lesino critiche su maschi come sapete ma al netto dei bugiardi e seriali ci sono persone che hanno un matrimonio in fallimento per concorso di colpa. Vengono trattati come l’ultimo dei figli e fanno sesso coniugale forse una volta al mese. E male. Se affami una persona prima o poi rubera del pane fuori casa

          • Seriale o no, chi tradisce per anni senza cogliere la lezione è condannato ad una vita misera oppure è misero lui.
            Gli uomini tranne rari casi non lasciano perché sanno distinguere e separare la parte logica e la parte emotiva. Soddisfano quella emotiva fuori casa e poi la imbrigliano con la logica appena ci rimettono piede . Non voglio più uomini impegnati. Nemmeno morta. Sono la peggior specie i traditori. Se tradiscono la moglie per anni, come si può immaginare che siano leali con te con cui non hanno condiviso che momenti ? Le persone per bene non procrastinerebbero un comportamento tanto schifoso. Chi lo fa è debole nel migliore dei casi. In malafede nella maggior parte.poi ovvio ci saranno i redenti sulla via di Damasco . Ma sono pochi. Poi l’attrezzatura per affrontare il dopo? Metti che la lasci preso dell’angoscia di perdere la persona di cui si sono innamorati. Ma dopo? Dopo devi essere un uomo con le palle quadrate. E le palle non ti scendono in un giorno. Le palle d’acciaio servono. Questi non sono nemmeno in grado di prendere decisioni. Le fanno prendere a te. Le palle le hanno si, ma di pongo .

          • @Alessandrio ieri mi ha scritto .. diciamo una specie di addio (almeno, intimamente l’ho recepito così):
            ‘sei stata un amore grandissimo, e lo sei ancora. porto con me ogni momento, ogni bacio, ogni sospiro e così mi accompagni.. lo so non è quello che ci immaginavamo, ma resta fortissimo e per me indelebile’
            Mi ha fatto piangere tanto, io al contrario voglio che si cancelli presto, l’ho letto ma non ho risposto, non serve.
            Non voglio una tua interpretazione, ma solo condividere quello che sembra il messaggio di chi si avvia al campo di concentramento.
            Mentre sappiamo che la primavera sboccia ogni anno, e noi rinasciamo ogni anno.
            E menomale, sennò che desolazione ragazzi..

          • Un vero poeta. Geometra preciso nelle sue decisioni definitive però

          • @cossora, che parole ritrite . Le stesse (Più o meno) che ha scritto a me. Fuffa . Fuffa fuffa fuffa. Se fossi il suo grande amore starebbe con te. Punto.

          • @Oldplum, però ste cose servono dai. A far scendere. Se a un certo punto non si rivelano come la montagna di carne tritra e un po’ ossidata dal macellaio.. non smetti mai di vederli come eroi romantici!!

          • Ciao Alessandro. Il mio amante sta insieme alla moglie da vent’anni, l’ha tradita qualche volta, storie mordi e fuggi, in cerca sicuramente di sesso appagante. Con me è iniziata così, sesso appagante, ma alla fine abbiamo trovato molti punti in comune e adesso sono tre anni che stiamo insieme, senza mai perderci di vista. Si è aggiunto anche il bisogno di sentirsi amato in un altro modo e di amare con maggiore trasporto ma la verità è che sia io e che lui viviamo in storie in fondo tranquille, con partners amorevoli che, ne sono sicura, hanno chiuso un occhio più di una volta. Per questo non ne verremo mai a capo, lo so. Manca la spinta di un matrimonio fallito ma manca il coraggio di lasciar andare un sentimento così bello. Tu che ne pensi?

          • Penso che anche questo è un equilibrio se non vi fa soffrire. Conosco molte coppie che non lasceranno mai partner con cui vanno sostanzialmente d’accordo e provano affetto, ma che hanno anche bisogno di sognare e godere

          • Siamo in equilibrio, hai ragione Alessandro, e se ho imparato a gestire il poterlo vedere col contagocce non riesco invece a gestire in maniera sincera il rapporto con mio marito, non riesco più a progettare il futuro con lui ed è questo che più di tutto mi fa soffrire.

          • @Oldplum sei unica!!!
            Le palle di pongo!!!!!

            Verissimo!!!!!
            Ah ah ah !
            Una analisi la tua qui che condivido in toto
            Pongo compreso!!!!! Ah ah ah

          • Sono bravi a fare i poeti e a lanciare messaggi strappalacrime, basta non chiedergli di passare dalle parole ai fatti.
            Sarà anche che se non sono seriali tradiscono per bisogno di sesso ed affetto, ma peccato che quando lo trovano, poi stanno bene così, con tutto il pacchetto completo moglie+amante
            Mi fanno un pò tristezza questi ominicchi per i quali siamo state l’amore della vita, la passione più grande e tutte quelle belle altre cose, ma continuano a restare a cuccia.
            Ormai disillusa e delusa, riesco solo a vedere dei poveretti che hanno bisogno di sentirsi vivi, e come delle zecche attingono da noi le loro conferme ed energie.

  22. @Alessandro se qualcuno mi affama , giustamente andrò a mangiare da un’altra parte. Non rubo però. Cambio direttamente ristorante. Finchè si giustificano certi comportamenti , no se ne verrà mai a capo. Se tua moglie ti tratta da figlio o anche peggio… te ne vai!!! Se tuo marito ti tratta da sorella o da madre dei suoi figli… te ne vai!!! E’ tutto qui. Noi viviamo per luoghi comini. La famiglia , lo status sociale , la macchina e le vacanze da postare sui social. I profili con i cuoricini. Poi però … tanta tanta tristezza. Mogli/mariti che la sera dormono con chi ha ancora addosso l’odore del sesso fatto con qualcun altro. Il punto è che finchè si darà valore all’apparenza, agli oggetti , alle imposizioni sociali no si darà mai il giusto valore alle emozioni. Alla vita . A noi stessi.

    • Posso essere d’accordo ma la gente non lo fa. Aspetta e vede. Perché ci sono i figli. Perché non ci sono soldi. Per paura che l’amante non sia all’altezza di una vera convivenza. Per paura che non vada bene e di perdere tutto. Per paura dell’incognito e della solitudine . Gli eroi sono pochi. E di solito sono donne

      • Ci sono i figli. Quindi sdoganiamo la finzione come metodo educativo ,convinti che non si accorgano di nulla. Per poi essere smentiti da chi si occupa di disagi comportamentali.Per paura che l’amante non si all’altezza. Non è l’amante che deve portare a lasciarsi, ma il fatto che se ne senti il bisogno vuol dire che il tuo rapporto è deceduto da tempo. Per paura diperdere tutto . Tutto cosa? case vacanze e fede al dito ? L’incognito è speranza. Il certo è negarsi di vivere. Gli eroi..chi soarebbero? chi rispetta l’alto? chi è in grado di dire : l’ho amato/a davvero tanto, e merita il mio rispetto.Merita qualcuno che non l’inganni. Gli eroi sono davvero pochi , ma a mio avviso , si muovono su ben altri situazioni .E sono sia uomini che donne,

  23. @Alessandro si ok,vero ,ma
    Parlarsi no??

    Insomma pure ammettendo questa realtà patita dai maschi
    Che si sentono esclusi ,forse alcuni si sentono come quando da piccoli gli avevano tolto il ciuccio,
    Poverini vero?

    Insomma il Matrimonio è PARLARSI LITIGARE SE OCCORRE ANDARE A FONDO DI QUALUNQUE CADUTA DI CIUCCIO

    TROPPO spesso i maschi RINUNCIANO E VITANO DI COMUNICARE I LORO BISOGNI ALLE MOGLI

    e se no DOVE ANDREBBE A FINIRE IL LORO POTERE ?
    IL MASCHIO CHE NON DEVE CHIEDERE MAI
    ABBASSARSI PER TERRA A RACCOGLIERE IL CIUCCIO

    NOO MACCHÉ LA DONNA DEVE CAPIRE DA SOLA SENZA CHE LUI PARLI

    Caro Alessandro purtroppo TROPPO SPESSO
    NON SI PARLA NEL MATRIMONIO
    POCHI POCHISSIMI
    HANNO LA FORZA E LE PALLE VERE

    SEMPLICEMENTE lottare COMUNICARE FINO A SBATTERSI LE ENERGIE PUR DI DIFENDERE IL LEGAME
    PIÙ IMPORTANTE DELLA PROPRIA ESISTENZA!!!!!!

    QUESTO È VERO ❤️!
    Si per AMARSI BISOGNA

    SBATTERSI OVVIO IN OGNI SENSO
    Ah ah ah ,sorrido nel humor che aiuta ovvio a sdrammatizzare!!!!

    Caro @Alessandro
    PIGIAMONE SIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!! ❤️

    • Non ricominciamo con lo stampatello! Che vuoi… parlarsi… le coppie che arrivano al tradimento hanno fatto già molti tentativi di parlarsi e spiegarsi prima. Arrivi al tradimento perché è stato tutto inutile e non ci si capisce più e non si scola più. Spesso non c’e Più neanche litigio c’e Indifferenza

  24. @Nina grazie x gli auguri, ora mi godo forzatamente una parziale inattività e così imparo a voler fare troppo.
    Devo pensare a me e mi accorgo che fa bene.
    Dobbiamo imparare a dire NO, senza cattiveria ma anzi chi ci sta vicino capira’ che siamo diventate donne migliori di quelle che accudiscono ubbidendo a leggi non scritte.
    Chi ci ama non ci vuole succubi e condiscendenti senza limiti.
    Ci sono anche gli uomini “non accubibili” perchè sono sensibili, intelligenti e vogliono una donna libera da condizionamenti.
    Grazie @Nina e grazie @Cossora.
    Un abbraccio a tutte Voi/Noi.

  25. @Alessandro chiedo venia per lo stampatello
    Si ,capisco quello che non capisco però è che quando disperati nella indifferenza si cerca fuori e ci si fa un amante
    Insomma subito dopo mi chiedo come non si senta il bisogno di comunicare al coniuge che ci si è fatti l’amante
    E insomma risolvere la propria relazione in qualche modo
    Senza lasciar passare i secoli così
    Perché trovo così negativa per se stessi fingere e fingere

    Non so forse non posso arrivare a capire perché non lo ho mai vissuto ,questo sta vero
    Almeno questa triste esperienza nella mia vita così piena di dolori mi è stata risparmiata
    E non è poco.!!!

    • Se tu comunichi al coniuge di avere un’amante devi essere pronta anche a lasciare la casa coniugale seduta stante, soprattutto se non sei la madre con figli a carico. Una persona normale prima di fare outing valuta pro e contro e soprattutto sente un avvocato. Dire la verità è bello e corretto
      Ma può rovinarti la vita. Va ponderato ecco magari non per anni

  26. Ciao sono l’uomo sbagliato. Se fosse una storia “lui, lei e l’altro” forse io sarei l’altro. Che è ancora qui a leccare ferite, a tenersi stretti nella mente i “ti amo” detti fino all’ultimo, a dire che razionalmente non si poteva fare altrimenti, a credere – sotto sotto – nei ritorni.
    Il problema é che, nei film d’amore, i momenti di separazione, che siano mesi o anni, durano pochi minuti di pellicola e sono conditi da colonne sonore struggenti ma sotto sotto cariche di speranza.
    Nella vita vera i mesi durano mesi. E sono tanti. E c’è un assordante silenzio qui intorno.

    • @Caro And ,mi fai tenerezza nel senso positivo del termine
      Fai benissimo a scriverci qui esprimere il tuo tormento del adesso perché guarda che questo si che lo ho vissuto
      Questo tempo del no contact e del patire vivere nel ricordo delex nel sentire tutti i momenti passati insieme sentirli nella carne dove sempre nella comunicazione tra esseri umani restano impronte indelebili comunque siano state positive o negative
      Però è vero che il corpo non sa mentire
      E pure se la intenzione o la mancanza di equilibrio del ex era motivata da altro
      Insomma non si dimentica e in più nel no contact ha un peso notevole e soprattutto in un uomo

      Caro @And non so se sarò riusvita un poco almeno a riempire il tuo silenzio di disagio doloroso difficile di adesso,
      Ma spero almeno ti possa aiutare condividere qui con noi questo tuo percorso che è pure stato ed è il nostro

      Un abbraccio!

    • @And sai cosa? Che alla fine voi un passo falso lo fate e finalmente ci scendono i veli dagli occhi, vi vediamo (quasi sempre con una tenerezza ‘terminale’) per ciò che siete e ognuno per la sua strada.
      Noi donne no, niente passi falsi, troppo fisiologicamente furbe, anche se.. prima o poi.. stai bene attento che te lo darà lei il modo di salvarti.
      MA TU DEVI COGLIERE!! Mi raccomando, occhi ben aperti e gambe in spalla!

      • Non ho ben capito la tua risposta. Cosa intendi per “passi falsi” che le donne non commettono e gli uomini sì? E non ho capito cosa intendi con “lei ti darà il modo di salvarti”

        • @And intendo di tirare fuori la tua parte femminile, l’intuito. Le donne sgamano subito gli uomini (poi se li tengono per altri motivi) ma essendo complicate e analitiche è difficilissimo che si facciano sfuggire dei particolari. Voi finchè non vi si sbattono le cose sotto al naso.. pensate ad altro.
          Sto generalizzando, ma fai bene attenzione che qualche segnale per scendere dal piedistallo sul quale SA BENISSIMO CHE LA TERRAI te lo darà sicuramente.

        • Fanno qualcosa. Qualcosa non di nuovo. Piccolo. Forse già fatto in passato. Che pensavi aver superato. Invece questa volta no. Non ce la fai più.

      • Ragazze noi di passi falsi dopo i primi sei dodici mesi ve li citofoniamo. Superato l’anno si tramutano in spettacoli teatrali e voi ci fate l’abbonamento ma la commedia è sempre la stessa. Recitata bene finché volete ma il copione lo sapete a memoria anche voi

        • @Alessandro intendevo che quando la ‘bestia’ è femmina.. è più difficile che si faccia sgamare perchè voi siete meno intuitivi, quindi iniziate dopo ad essere malfidenti, perchè non vi appartiene.

        • @Alessandro ti sento come dire “evidenziare” il nostro stare tempo a teatro nello spettacolo creato da queste tipologie di uomini

          Verissimo e fai bene ,ma bisogna considerare che adesso qui nel Blog si sta soffrendo ancora
          E quindi la emozione sta a prevalere in ogni senso e direzione
          Quando si soffre si sta pure incazzati
          È un modo per uscirne

          Il ripasso comunque fai benissimo a farcelo
          Perché pure quello è un modo efficace di riportarci alla realtà della nostra parte di responsabilità nel essersi fatti manipolare.

          Tutto fa ,a fin di bene
          Il tuo richiamo di memoria alla verità nostra
          E le nostre pungenti risposte che sono soltanto motivate da sane incazzature del momento che si sta a vivere qui nel adesso di molte di noi.

      • @Cossora.. dai che di passi falsi ne facciamo anche noi . E poi ha ragione Ale… dopo gli inizi dove possono darcela a bere, poi vanno direttamente in giro con l’elenco delle caxxate che ci propinano. E siamo noi a non voler vedere. Una cosa che ad esempio mi urta alquanto è quando sento dire: Poveroooo , ha una moglie che è una vera arpia. Solo io lo capisco. Ma per favore. Quell’arpia ( ammesso e non consesso che lo sia davvero) , si becca tutte le rogne, le mutande sporche e i piagnistei del marito. Ma io dico .. Lui tradisce,,, perciò è cpace di dire buigie. Le dirà anche a me… Lui non si separa per il bene dei figli. però per stare con me si defila anche per un week end… fregandosene altamente dei figli. Ma allora è lui stronzo o siamo noi a credre nelle favole?

        • @Lollo applauso!
          Ottima domanda!!!!

          La risposta sta nella propria coscienza individuale
          Ammesso che quel amante del tuo esempio qui
          Ce l’abbia una coscienza!!!

          Verissimo @Lollo!

          • Grazie sister.Il punto è davvero questo. Noi donne non sappiamo davvero fare squadra. E siamo bravissime a nuocerci .

    • @And tu scrivi bene, permettermi di dirtelo (c’è un “é” con l’accento sbagliato, ma immagino sia una vista perché gli altri sono corretti). Ti piace leggere? quali sono i tuoi scrittori preferiti?
      Scusa la domanda fuori tema, ma mi incuriosisci. E tanto, se anche volessi parlare della tua attuale situazione, non saprei veramente cosa dirti. Purtroppo quando si sta male per amore, c’è veramente ben poco che riesca a consolarci, se non la persona stessa di cui si è innamorati. E se quella persona non c’è, non c’è niente da fare se non lasciare passare i mesi. Finché un giorno le ferite si saranno del tutto rimarginate. O quasi.

  27. Credo che cossora intendesse dire che gli amanti uomini prima o poi ti deludono così tanto che diventa fisiologico lasciarli al loro destino. Le donne sono più scaltre, più sottili nei giochi psicologici e quindi nel tuo caso può esser più difficile ma non impossibile.
    Lei ti darà modo di salvarti quando si rivelerà ai tuoi occhi in tutta la sua piccolezza e meschineria

  28. @Rosa grazie della traduzione.. oggi ‘non sono stata spiegata’ 🙂
    Comuqnue si, è esattamente questo che intendevo, Ricordo di aver letto una cosa bellissima in merito, che suonava più o meno così: NESSUN NEMICO E’ COSI’ BRAVO DA NON FARTI MAI FAVORI

  29. Care ragazze,
    se anche facesse qualcosa che dimostri la sua piccolezza, io non lo potrei sapere, a meno che
    a. io non ceda e la contatti (e spero proprio di no)
    b. lei non mi contatti apposta per raccontarmelo e farmi del male.
    mi sembrano due ipotesi improbabili.

    detto ciò, anche ora, se rileggo il passato, posso vedere tanti difetti, ma sinceramente non trovo dettagli “da sgamare”. nel senso che, visto dal di fuori, la cosa è anche semplice: due amanti, primi 6 mesi di ludica passione, un anno e mezzo di innamoramento totale, scontro fra il sogno di stare insieme e la realtà fatta di due matrimoni e tre figli piccoli. crisi, lei che molla, io che dopo un po’ mi arrendo, lei che ritorna poco decisa prima, più decisa poi, io che le credo, lei che di nuovo cede alla realtà e a questo punto, dicendoci ti amo, finisce.
    ci vedo immaturità (mia e sua), incoerenza (mia e sua), sofferenza (mia sicura, lei credo). non bugie, a meno che non siano bugie raccontate anche e per primi a noi stessi.
    poi, se per piccolezze intendete, per es.,
    -che ora si scopa un altro…mah, tutto può essere. non quadra per nulla con la sua persona, il suo passato e il suo presente ma tutto può essere. Del resto potrebbe capitare anche a me ma non cambierebbe di una virgola ciò che provo per lei. sarebbe solo un tentativo – giusto o sbagliato – per non pensare a lei.
    -che si re innamori del marito, lo escluderei.
    -che fra due anni lo molla per un altro, lo trovo plausibile. nel senso che dopo quello che abbiamo vissuto insieme, non posso pensare che il suo matrimonio possa salvarsi (se non come facciata).

    • @And come va con il tuo ruolo di Papà e marito?

      Perché se ti senti di scriverne penso possa aiutarti a vivere il presente cosa fondamentale di vero aiuto sempre e soprattutto quando l’ansia è un tarlo che sempre ti proietta nel futuro con ipotesi che in quanto tali non servono a nulla ,ma confondono tutto il pensiero e la concreta realtà del presente.

      Se avrai voglia penso che scrivere anche
      dei tuoi ruoli effettivi concreti attuali di Padre e Marito possa farti bene.

      • il ruolo di papà bene. Molto meglio, perlomeno. giorno dopo giorno sento che l’affetto per la mia pargoletta cresce. I momenti in cui riesco a stare più in pace sono quelli che divido con lei. Sia chiaro, il retropensiero verso l ‘”altra” rimane, però è meno invadente.
        Il ruolo di marito invece è in profondo stand by. Adesso, per motivi logistici che non posso spiegare, non dormiamo sotto lo stesso tetto e siamo raramente soli, fosse anche per confrontarci. A breve però ritorneremo a condividere il tetto. Inutile aggiungere che sento il mio sentimento spento da tempo, al di là dell’altra. Ma, come già detto, ho una figlia davvero piccola e vorrei almeno verificare se c’è spazio per una serena convivenza. Amore no, non credo possa rinascere. Sesso, neanche a parlarne. Al di là dell’altra persona, ripeto.

        • @And grazie per la risposta credo che davvero ti faccia bene scrivere anche di questo tuo presente come qui hai fatto bene
          Perché sai una cosa in più che mi ha aiutata tanto da quando sto qua sul Blog immersa nelle letture degli scritti di Alessandro e pure scrivendo io stessa ho notato che RiLeggere mi abbia iutato moltissimo
          Rileggere tutti gli articoli di Alessandro
          ,ma pure rileggere i miei commenti
          Mi ha fatto scoprire cose importanti per me stessa per risolvere alcune cose di cui non mi accorgevo prima
          Semplicemente per il meccanismo del pensiero soprattutto quando si ta a patire e si sta come in una insicurezza e attesa del non si sa bene cosa
          Ecco che il pensiero diviene come un chiodo fisso ansioso che staziona lî qualunque cosa si faccia nella propria vita quotidiana

          Quindi Bravo And scrivi e leggi rispondi e rileggiti
          Rileggi t stesso e scoprirai qualcosa che ti serve a stare meglio una luce nascosta che traccia il percorso che certamente sarà ciò che desideri profondamente per te stesso.

          A presto e grazie!!!!

        • And ma tua moglie come vive questo allontanamento? Si sta impegnando per riavvicinarti, riconquistarti o è del tutto indifferente?
          Avete mai parlato di questa crisi o entrambi fate finta di niente?

          • abbiamo avuto già una crisi forte in passato. sempre dipesa da una mia insoddisfazione. sia allora che all’inizio di questa, lei ha provato a riavvicinarsi, a suo modo. Adesso è stanca di farlo, la capisco. per ora, complice la fase logistica e la piccola età di nostra figlia, non ne parliamo (ma non facciamo finta di niente) ma non penso che sia una situazione che possa durare ad libitum.

    • caro and, tutto chiaro e lampante.
      Ti parla una che da una vita sta vivendo un matrimonio di facciata.
      L’appiglio è quello che non ti ha scelto, nonostante tu avessi (credo e spero a questo punto) fatto capire chiaramente che c’eri.
      Non la posso biasimare, hai detto la parola magica, almeno per me: figli piccoli.
      Io credo questo, se è vero amore ma vero vero, potrebbe anche darsi che abbiate più avanti un’altra opportunità.
      Io l’ho avuta, 10 anni dopo, con la stessa persona, che è tornata armata di buone intenzioni che poi non ha avuto il coraggio di mettere in atto.
      E questo è il mio appiglio: la sua vigliaccheria, il suo vorrei ma non posso che in realtà era vorrei ma non oso.
      Ah, ancora una cosa, per come sono fatta io, ma temo la maggior parte delle donne che arrivano a tradire, non ti rinnamori del marito. Gli puoi voler bene, provare affetto, vivere una vita tranquilla, ma non felice. Se voi avete provato quello che credo abbiamo provato noi, che va oltre qualche esercizio ginnico in camera da letto, beh credo che non si tratti di chiodo scaccia chiodo.

  30. L’amore ha bisogno di coraggio, ma in storia dove lui o lei trovano mille scuse per non guardare la realtà in faccia d’amore c’è n’è veramente poco.
    Poco amore per la famiglia, ( i figli crescono con una visione sbagliata del amore tra coniugi ) da adulti probabilmente faranno gli stessi errori.
    Poco rispetto per l’altro che viene visto come una persona da ingannare perché la passione è diminuita (il sesso assume un ruolo enorme nelle crisi matrimoniali) e si sente il diritto di cercare altrove la trasgressione e la passione.
    L’inganno diventa il motore che fa muovere tutto il meccanismo della vita del traditore.
    Racconto bugie a mia Moglie perché non voglio farla soffrire, infondo gli voglio bene, e poi lei è psicologicamente instabile.
    Racconto bugie e faccio promesse all’altra perché la amo tanto.
    Ma l’amore con gli inganni, le bugie i sotterfugi non ha proprio nulla in comune, l’amore vero e’ verità, rispetto per se stessi e il prossimo.
    Ma molti degli uomini che abbiamo incontrato noi donne, che ci sfoghiamo su questa bellissima pagina di Alessandro, hanno perso il rispetto per tutto prima di tutto per loro stessi.
    A me personalmente, dopo aver avuto una brutta esperienza con un reduce ammaccato, l’unica cosa che mi dispiace e avergli dedicato parole d’amore.
    Questi personaggi meritano solo indifferenza.
    Grazie Alessandro per i tuoi bellissimi articoli.

    • @Ricomincio da me Wow wow wow! Eccola verità. Detta senza giri di parole. Senza inganni . Senza peli sulla lingua. Figli usati ad hoc come alibi. Sono piccoli hanno bisogno dei genitori. Peccato he cresceranno in un ambiente anaffettivo. Poi ste frasi che sento a go-go . Mia moglie/marito è una gran donna/uomo. Non voglio che soffra. Perciò meglio le corna ! Promesse all’amante non mantenute perchè l’amo tanto. Così tanto che sparo stronzate tali da poter essere usate per mandare un razzo sulla luna. E tutti alla fine fermi nel loro mondo artificiale. Amanti , traditori , traditi. Alla fine restano nella loro vita. Li vedrai a Natale fare la spesa per il cenone. Li vedrai ad aogosto in ferie al mare. Li vedrai invecchiare come due sconosciuti. Ma sempre insieme . Non solo non li capisco ma onestamente non li invidio nemmeno. Perchè diciamocela tutta , quanto è bello fingersi dei martiri. Fa tanto cool.

  31. @ricomincio da me, sono solo parzialmente d’accordo con te.
    Nel senso che teoricamente è tutto vero quello che hai scritto.
    Ma quando ti trovi di fronte a dover scegliere tra la tua felicità e lo scombussolamento di 3 bambini in totale, credimi che il coraggio delle volte sta anche nel fermarsi.
    Spesso mi sono posta la domanda di che esempio di matrimonio ho dato alle mie figlie, e
    beh, non credo che ne siano rimaste traumatizzate non avendo mai assistito a sceneggiate o a liti furenti. Credo che ai figli poco importi cosa succede nella camera da letto dei genitori, e possono anche notare che mamma e papà non si baciano ed abbracciano in continuazione, ma che se ne freghino altamente. L’importante è che i baci arrivino a loro e che mamma e papà siano al loro posto, cioè a casa.
    E’ vero ho vissuto nell’inganno,e non in maniera indolore, ma ho vissuto emozioni che prima ignoravo potessero esistere, ho ritrovato la mia identità di donna. E rifarei tutto ciò che fatto, perchè anche se ho mentito, finto, tutto ciò che ho provato è stato vero e vivo come non mai.

    • Mamma e papà sono il primo tipo di relazione tra uomo e donna a cui i nostri figli si rifanno scimiottando la cosa nel loro futuro.
      Genitori che sono “freddi” tra loro (nelle espressioni quotidiane) non danno comunque un buon esempio.

      • I figli del freddo degli adulti non se ne curano. Della separazione si la vivono sulla loro pelle. Freddo contro distacco e rivoluzione

        • Non direi. Figli di genitori freddi sono portati ad essere freddi nelle loro relazioni. Mio marito è cresciuto in una famiglia così ed è gravemente anaffettivo.

        • No scusate qui intervengo io.
          Figlia di un fedifrago ad cazzum tutta la vita (con ‘errore di percorso’ che adesso ha più o meno 18anni) e di madre che fuori famiglia bella (bella= ricca, bella, belle auto, belle vacanze, bella casa centroMilanodabere, bella gente) dentro soffriva come un cane ma ‘teneva per i figli’, incattivita, diffidente, dissillusa, ma col sorriso buono e gli occhi anche dolci quando si convinceva che l’importante era girare sottobraccio a lui.
          Niente da dire sulle buone intenzioni di mia madre, Ma io sono così: dolcissima, accudente, crocerossina, cattivissima appena vengo ferita. Vedo gli uomini che puntano solo a una cosa, però se siamo brave tornano sempre a noi (come mamma insegna).
          Il tuo punto di vista Alessandro è assolutamente soggettivo, credimi, io di contro sono stata onesta col mio ex marito perchè ai miei figli preferisco dare uno spaccato realistico che non una bella scatola con dentro tanta gente infelice.
          Perchè è una cagata pazesca pensare che se ‘stai’ la situazione si congela.
          Se ‘stai’ la situazione marcisce, va in cancrena, e se non amputi velocemente ci crescono anche i figli con la cancrena.
          I figli non sono una scusa per stare, sono un motivo per risolvere.

          • @Cossora grande!!!
            Bellissima pure la tua frase”

            “I figli non sono una scusa per stare sono un motivo per risolvere ”

            Secondo me qui è contenuto tutta la essenza da cui veramente è necessario partire .

            Aggiungo che nelle mie radici provengo da numerosi divorzi sono come dire una nipotastra,ah neologismo
            E molti miei cugini cuginastri hanno vissuto una degna equilibrata divorzio dei genitori

            Perché verità della presenza nel esserci
            Come genitori che pure stavano ognuno a casa e vita propria i figli sentivano nella carne il contatto della serenità e autenticità che gli stessi papà e mamma separati così nel bene erano in grado di essere autentici piuttosto che stare sotto l stesso tetto a fingere

            Certo è sempre un bene lottare per riuscire a risolvere la coppia combattere non arrendersi facilmente nel pensare che impossibile ricomporre il matrimonio come amore e sesso buono
            Non è una scelta leggera
            ,ma se dopo averci provato seriamente non funziona meglio per i figli separarsi con amore tra coniugi garantendo una cosa ineestimabile la autenticità della presenza di genitori felici nella loro vita individuale ogni bacio dato da questi genitori pur se separati è autentica serenità sentita nel figlio

          • @Alessandro sicuro qui almeno da parte mia ,ma credo pure dalle qui presenti scriventi amiche di Blog non è in discussione il fatto che tu riporti da ti statistici e non soltanto i tuoi personali
            Anzi io ci credo eccome perché esiste purtroppo una coerente indotto negativo nella società relativo alla famiglia coppia figli società valori ecc

            Non fa na piega con la statistica

            Ma proprio perché si sta in questi dati reali meno male dico io che possiamo esprimerci personalmente perché la statostica e il cambiamento dei comportamenti e dei modi di pensare ed agire nasce proprio dal dibattito di casi personali confronti onesti scambi di idee ed esperienze

            Bellissimo proprio anche per questo il grande Valore del tuo Blog ,quindi di te stesso!

          • Si, hai ragione. Ma a mio sommesso parere , bisogna dar spazio a tutte le opinioni. Caricare i figli della responsabilità di fare continuare un matrimonio finito è crudeltà . poiché credi, giustamente, nell’utilita del parere degli psicologi, sarebbe importante sottolineare che a detta loro il fatto di continuare un rapporto caricando questa cosa sui figli e’ comunque una roba disfunzionale che può creare problemi. Questo aiuterebbe, chi vuole approfondire, a farlo. Credo sia una cosa buona. Sopratutto per un giornalista che ha come dovere deontologico informare.

          • Allora sui figli gli psicologi sono divisi esattamente come noi. Qui io non casso pareri se rispettosi casso i copia e incolla di testi perché non voglio che il mio blog diventi una illeggibile Wikipedia e perché dovrei mettere altrettanti pareri a confutazione. Quindi date pure i vostri pareri personali sui figli meglio di separati o no ma nei limiti di un parere. Io invece continuerò a mettere le mie statistiche e ciò che mi pare. Non c’e Bisogno di ricordarmi quali sono i miei doveri credimi

          • Ma non volevo ricordartelo @Alessandro. Volevo solo indicare un punto di vista diverso che è suffragato da studi di persone competenti che si occupano di trattamento di bambini di coppie disfunzionali. Tutto qui. Parere che condivido dal punto di vista logico/razionale. 🙂

          • Carissima, gli studi autorevoli sono spesso confutati da studi altrettanto autorevoli, soprattutto se la materia è dibattuta come questa e non ha una risposta finale valida per tutti. Non è questa la sede accademica per fare un confronto teologico. La deontologia non è solo un dovere professionale ma è oggetto di una delle cariche elettive istituzionali a cui tengo di più. Chi fosse interessato a questo argomento basta che vada sul mio profilo LinkedIn

          • @Alessandro non ho bisogno di andare su linkedin per sapere o meglio sentire leggere che sei un Giornalista pieno di valore e professionalità e che ti batti da sempre per questi valori in cui credi e in cui ovvio tutti si deve dovrebbe per chi non lo crede ,credere e difendere,

            Ma invece di andare su lunkedin eravamo quassù nel sto nel quadro e pure Chagall insomma ci chiedevamo dove poterti raggiungere
            Per un prosit collettivo all’insegna del nostro benessere scambio e stretta di mano calorosa concreta dimostrazione di ciò che siamo

            BRAVI E BELLI COME UN SOLE COSÌ!

            Vediamo come mi rispondi qui
            Alessandro ,UOMOTESORO❤️

        • @ Alessandro e tutte/i noi Credo che non si possa disconoscere un funzionamento ormai assodato dalla scienza psico e psichiatrica

          Tutta la parte emotiva e cognitiva nel bambino
          Avviene attraverso il contatto fisico ricevuto dai genitori e che riguarda tutta la percezione in casa come dice giustamente Oldplum@ scherziamo?
          A pensare che il bambino se ne freghi di come si comportano i genitori tra loro?

          Apprendere passa per l’esempio ma il bambino
          Mi viene da dire è molto più sveglio di noi adulti
          E si accorge di tutto e soffre in silenzio pure se sembra a volte così bravo e tranquillo

          Insomma veramente sono cose così basilari realtà,insomma non si può far finta di fronte a questo

          Che poi purtroppo la realtà sia piena di separazioni casini nella coppia qualunque coppia matrimonio amanti melascopo/melo
          Fa uguale sempre sti bambini figli
          Loro indefesi sono vittime

          Infatti sono emersi come iceberg
          I tanto vituperati disturbi del comportamento nella sfera affettiva di alcuni tanti adulti che purtroppo rompono e basta tutto fanno danno alle donne uomini bambini famiglie ospedali cure società
          Ok materiale per scambiare le nostre sempre BENVENUTE opinioni!!

      • Chissà…forse…anche se ritengo difficile scimmiottare una relazione perchè i sentimenti, il modo di vivere le relazioni, hanno radici troppo profonde e mettono in campo il nostro essere. Difficile si vada per imitazione. Credo che l’unica cosa che come genitori possiamo dare ai nostri figli per poi sperare in loro relazioni sane sia lavorare molto sulla loro autostima. Esserci nel modo giusto, accoglierli, prenderci cura di loro senza mai chiedere in cambio, nel senso di non farli mai sentire in debito o bisognosi o in cerca di conferma.
        E mi fermo qui. Su questo argomento preferisco non dibattere. Troppo doloroso.

        • Come ogni progetto comune che non abbia per finalità diretta la coppia stessa e i due partner, anche quello di fare dei figli non è sufficiente a tenere insieme la coppia, non essendo sufficiente per metterla insieme. Fino a pochi anni fa, con l’idea di salvaguardare l’interesse dei figli, molti genitori pensavano di far bene a cercare sistematicamente di passar sopra ai problemi relazionali della coppia, facendo finta che non ci fossero. Spesso, però, era poi molto tardi quando si accorgevano di avere sacrificato pesantemente e invano gran parte della propria vita.
          Anzi: quasi sempre, quando due stanno insieme “solo per i figli”, non solo perdono la propria vita, ma nei fatti danneggiano, spesso gravemente, anche quella dei figli, perché questi vengono messi a fare da fulcro su cui la coppia pretende di appoggiarsi per sopravvivere. I genitori non se ne accorgono quasi mai, e i figli, pur accorgendosene, non osano pensare che è un’ingiustizia il fatto che sulle loro piccole spalle venga posto a gravare il peso del destino della coppia dei genitori. Perché è di questo che si tratta. Le piccole spalle dei figli non sono in grado, non sono competenti per un compito per loro del tutto sproporzionato.

          • I figli mettono in discussione anche i matrimoni più saldi i figli sono meravigliosi ma faticosi

  32. Concordo pienamente con quanto scritto sopra.
    I figli sono egoisti, grandi e piccoli che siano. Io ho scoperto da adulta che il matrimonio dei miei genitori era tutt’altro che felice. Mi dispiace molto per loro, ma a me è andata bene così.
    Il problema dei figli piccoli è reale, ma se si aspetta che crescano, poi ci sono i coniugi che invecchiano, e chi se la sente più di lasciarli da soli al loro destino?
    Credo che l’età giusta per una separazione sia al massimo intorno ai 45 anni, dopo mi sembra già troppo tardi, figli o non figli.

  33. lollo e ricomincio da me, capisco il vostro punto di vista che sicuramente è quello di una persona libera che è incappata in una che libera non lo era.
    Credo, ma è solo la mia opinione, che cambino le prospettive.
    Io, se fossi stata libera, mai e poi mai mi sarei accontentata di fare l’amante

    • @Rosa, io mi stavo liberando. E ci sono caduta come una pera. Peggio per me, ben mi sta. Oggi ho la nausea se penso a quel che ho fatto.più o meno che nulla è irreparabile. Andiamo avanti, giusto o sbagliato quel che ho fatto, l’ho fatto. Inutile piangerci.Pe ril resto mai dire mai, ma .. mi sono bruciata abbastanza sto giro. STOP.
      Me la faccio letteralmente sotto ora, spero mi passi e torni a splendere la mia fiducia nella vita e nelle persone.

        • Gli ho risposto. Per le rime ma ho risposto. Dai SCE-MA ! SCE-MA! Però poi ha fatto il tipo che mi capisce perché anche lui non sa come e cosa nutra le sue speranze/aspettative. Poi però ha detto che se razionalizza si rende conto che non è fattibile. Che forse pur innamorati dovremmo lasciarci. Quindi ha chiesto se capivo…ho detto ‘no. Ma facciamo come dici tu!’.
          Bloccato. Questo é multipolare

          • Dai, ci sta. Io spero che se dovesse pararmi davanti non abbia l’ardire di aprir bocca. Perché giuro che gli sputo in faccia. A me quelli che ti contattano solo per dirti che è impossibile fanno uscire LA BESTIA. Se ci prova lo estinguo . meglio un bel silenzio che ricomparire solo per fare il disco rotto.

          • Che importa se gli hai risposto, gli hai risposto fanculizzandolo.
            Quel che conta è come ti senti tu ora.
            Se stai bene, va bene.
            Hai ribadito la tua posizione, ora puoi tornare al silenzio, che hai cose più importanti da fare che perder tempo con lui!

          • @Oldplum ci sta si. E Magari se non trova subito il cestino per i suoi rifiuti emotivi me lo trovo davvero fuori dall ufficio. L’importante è che io mi renda conto che mi ha presa per il cestino.
            Che non tromba che non ha la psicologa-mamma-amica-perpetua e torna da me perché non sa dove andare.
            Come al solito, l’importante sono io.
            Una volta capito questo.. ha poco gioco.

          • @Rosa hai fatto centro. Io sto brne perché ho capito che non c’entro niente. Che ogni volta che si sente con l’acqua alla gola da di matto e chi ha vicino è spacciato. L’ho capito tardi, cercavo di chiudere il rubinetto, di aprirgli lo scarico per non farlo annegare. Il problema è che lui non nuota, non io che non so come salvarlo. Meglio tardi che mai. Io sono stata qui a capire cosa pensa, lui vede solo se stesso col suo problema, è lontanissimo da me. Quando eravamo vicini probabilmente gli piacevo ma gli ero anche tanto funzionale. Poi ho smesso di compatirlo e gli ho detto ‘sveglia!’ .. apriti cielo! Ben mi sta!

          • @Cossora ok gli hai risposto, ma proprio ieri che dovevi comprare il bikini da urlo se non sbaglio!
            Spero per te che ti sei premiata lo stesso con un regalo perchè è stato solo un momento, una piccola normale défaillance e non devi permettere a lui di privarti della tua ricompensa per la forza che hai avuto in questo mese.
            Forza, ancora piu’ determinata di prima!
            Sei uno dei miei fari qui, non mi deludere 😉

      • @Cossora che ti succede?
        Spero che tu possa ritrovare te stessa
        E che magari se ti sentirai poterti aprire qui tranquilla serena che nessuno qui giudica nulla
        Tesoro di Cossora siamo qui pure per te
        Sempre e comunque!!!’❤️

        • @Ariel tesoro non temo il giudizio.. so da sola che ho ceduto a volermi spiegare. Ma poi ho chiuso perché ho capito che era un gioco a chi perde prima la pazienza. No grazie, io ho tempo e casa e vita sgombri da croste varie. Ho sbagliato. Non ho rovinato nulla. È solo stato un pomeriggio no. Passato, mi voglio bene.. perché è durata poco. Meno di sempre. Sono stata brava. Va bene

          • @Cossora grazie per aver avuto voglia di fispondere subito
            Quanta tensione sta naturale quando si sya dentro al cambiamento e tanta sofferenza perché poi penso che sia umano che in queste nostre esperienze negative quando si soffre si sentano forti i richiami dei dolori patiti nel nostro passato di crescita

            Cara Cossora fa cciamo un respiro insieme
            Che domani è un Nuovo giorno,
            Buono per noi tutte !!
            Abbraccione !❤️

          • Un uomo per essere amato da me deve garantirsi una sola cosa: la mia stima. Poi alti bassi magri grassi capelloni pelati.. non ho un modello fisico preferito. Se mi prende la testa può anche essere Mr Bean! Sta svelando tanti aspetti che ammazzano la mia disponibilità a dargli credito, a rileggerlo. All inizio mi spiaceva e tenevo duro. Ora faccia un po’ quel che crede, difendo la libertà di ognuno di noi. Mi spiace sempre meno e credo sempre più che eravamo destinati a fare um solo tratto di strada insieme. Bello, ma ç’est la vie..

          • @Cossora bella mia, non è successo nulla. E mica siamo pefette. Non importa cadere, importa sapersi rialzare più forti di prima. E ora come ora mi sembra di capire che sei quasi in cima alla vetta. Ti abbraccio .

    • Difficile dirlo @Rosa. Non possiamo mai sapere come evolvono dentro di noi i sentimenti, che siamo liberi o impegnati.

    • @Rosa. Io sono divorziata. Un giorno mi ha semplicemnte detto non vogliamo più le stesse cose. Sono incappata in uoimini tristi, manipolatori , egoisti , etc etc. Ma quelli sposati, fidanzati non li ho mai fatti avvicinare. No nperchè non ci ne fossero di attraenti, seducenti o sexy. Non sono una donna di granito , tantomeno senza emozioni. Semplicemente non sopporto le bugie. Non so dirle , figuriamoci fingere di non vederle. Sei sposato? cerchi me che sono libera? allora hai molto da rivedere nella tua vita. Ma tanto . Ripassa quando l’hai sistemata . 🙂

    • Ciao Rosa,
      non mi sono accontentata,questa persona si è presentata a me come persona libera, quando ho scoperto che in realtà non lo era lo lasciato, poi sono stata stupida e ingenua perché tutte le volte che tornava, con mille rassicurazioni, pianti disperati promesse gli ho dato fiducia che tutte le volte veniva mal riposta.
      Ma non avrei mai immaginato neppure nei miei peggior incubi che un’uomo potesse arrivare a fare cose assurde come a fatto lui, con la consapevolezza di mentire, per prolungare la frequentazione con me e vivere solo alcuni momenti di felicità, perché la moglie non l’avrebbe mai lasciata.
      Povero essere indifeso e instabile psicologicamente ( parole sue), che deve proteggere e per il quale si sacrifica restando con lei anche senza amore.
      Quando parlo di usare delle scuse per non affrontare la realtà, parlo di questo.
      Usare l’altro come scusa per le proprie incapacità di prendere decisioni, (figli, mogli instabili, situazioni economiche, ecc ecc)
      Certo sono d’accordo anch’io che se i figli riescono a vivere in un’ ambiente sereno anche se tra i genitori non c’è più amore ma solo affetto e rispetto è meglio.
      Mda se non ci sono più i presupposti per una convivenza civile in presenza di figli è inutile andare avanti in una convivenza che diventa l’inferno per tutta la famiglia.
      Nel mio caso, la persona in questione non aveva figli e la moglie cornificata ormai da decenni e usata come scusa ( Non potrebbe sopportare una separazione) perché ha problemi psicologici, e senza un lavoro e poi ha dedicato tutta la sua vita a questo esemplare di uomo.
      Nella vita le situazioni esterne, le persone, gli eventi non possono sempre diventare una scusa per non agire in modo giusto e onesto, soprattutto se dall’ altra parte hai avuto persone che con te l’ hanno fatto.
      Grazie Alessandro per la possibilità che ci dai di parlare, e grazie a voi per il sostegno.

  34. I miei figli si fanno domande e capiscono che c è qualcosa di “Non normale”.
    Io e mio marito non litighiamo ma non abbiamo alcun discorso o tenerezza.
    Non è bello da vedere e da vivere. Da qui le domande.

    • Molti figli preferiscono percepire problemi fra i genitori che sentirsi dire papà e mamma si lasciano ma sarà tutto come prima meglio di prima

      • Quello che preferiscono percepire i figli non conta. Il fatto è che dal punto di vista psicologico ne vengono segnati profondamente.

          • Non sei d’accordo perché guardi ai tuoi figli che hanno due genitori innamorati e che quindi ovviamente non sopporterebbero di perdere la loro famiglia. Non sei d’accordo perché sei cresciuto probabilmente con due genitori innamorati e non avresti sopportato di vederli divisi.
            Ma se invece fosse stato diverso, forse lo saresti. comunque rispetto la tua opinione. 🙂

          • No non hai capito tu qui sei una lettrice e puoi avere opinioni personali io faccio il blog e cito la mia epidemiologia di coppia. Contano i numeri. Se prendi una scuola e interroghi i bimbi sulla separazione ti fai un’idea sia dalle risposte dei figli di famiglie in crisi sia dai separati e da quelle che sono felici. La risposta maggioritaria è Io non voglio non avrei voluto non vorrei che i miei genitori si separassero fossero separati

          • Ne sono certa. Io però leggo articoli su giornali di psicoterapia e la risposta è diversa.

          • È chiaro che il figlio non vuole. Il figlio vuole il meglio subito. Se gli chiedi, un gelato ora o la lasagna tra venti minuti? Ovvio cosa scelga. Quello che segna, ed è sottile, e credo sia il lato che vuol mettere in evidenza Oldplum, si vede solo quando sono adulti. Le coppie che non si amano non sono così pacifiche anche se non si tirano piatti. Martirio, parole di disprezzo, occhi al cielo, stare sempre altrove fisicamente e di testa. Affetto in una coppia non è baciarsi in pubblico, sono piccoli gesti, pensieri, intese, appoggio. Il figlio impara come si fa, come ci si ama tra grandi. Solo questo. Da grande farà i conti sia con questo sia con la stabilità di una famiglia integra, e vedrà. Un secondo punto di vista da tenere in conto, per me.

          • Una cosa è sicura: i figli di persone che litigano spesso davanti a loro credo non desiderino che la pace. Ho dubbi sul fatto che percepiscano gesti che per gli adulti sono fondanti per la coppia in modo così forte e addirittura formativo. La formazione all’amore purtroppo e per fortuna se la fanno da adolescenti e con i primi loro amori. I figli di separati sono più o meno sofferenti dei figli di chi sta insieme per forza? Dipende quanto è civile la separazione in casa e discreta con loro. Conosco padri che da separati sono diventati padri migliori, altri che sono spariti. Conosco bambini totalmente sbalestrati dall’avere di colpo due “papà” o “mamme” comparsi dal nulla e che chiamano il fidanzato di mamma. La separazione è uno tsunami o una benedizione per i figli?

          • Il non verbale conta. Direi che è la prima forma di apprendimento. Ogni situazione è a sé. Ovviamente il “sopportarsi” visto da un bambino è diverso dell’armonia sincera e condivisa. Autentica. Poi ognuno si farà.
            Ma conta. Contano anche le esperienze prenatali per dire.
            Ma dire “stiamo in pace e dissimuliamo per i figli” e’ un danno spesso più grande della separazione CIVILE tra i coniugi. I bambini devono imparare che ci sono delle scelte nella vita che possono creare sofferenza ma che vanno gestite al meglio . Nascondersi non serve a crescere. Le cose crescono dentro Poi.

          • non Riesco a vedere la separazione come questa grande figata per i figli ma questo è un parere personale non statistica. Questo non vuol dire che non ci si possa separare, ma è un costo per loro. Sempre

          • Non so, è difficile da spiegare, ma se in una coppia viene a mancare l’amore, non è detto che simultaneamente vengano meno il rispetto, l’amicizia, la collaborazione.
            Di conseguenza non credo che i figli possano esser così traumatizzari da due genitori che agiscono in comune per il loro bene.
            E qui non c’entra nulla caricare sulle loro spalle una convivenza forzata magari colpevolizzandoli, perché a questo punto concordo è meglio separarsi, come quando si litiga violentemente di fronte a loro.
            Il fatto che l’amore in una coppia finisca non vuol dire che automaticamente i due si debbano odiare.
            Io stimo mio marito, semplicemente provo affetto per lui e non più amore, non mi sfiora lontanamente l’idea di farci sesso. Ma questo credo sia l’ultimo dei problemi dei miei figli.

        • La separazione è dolorosa per tutti. Non so se più per noi genitori che la decidiamo o per i figli che la subiscono.
          Dopo un triste tentativo di separati in casa, abbiamo guardato i nostri figli negli occhi e abbiamo detto loro la verità.
          I ragazzi hanno apprezzato e capito. Certo ci avrebbero preferiti insieme. Ma ci hanno chiesto di non fingere più. Di sentirci liberi perché all’amore non si comanda. (11e13anni)

      • Ho seguito una terapeuta per dire ai ragazzi cosa stava accadendo, poi per dire che stavamo cercando una soluzione e infine per comunicare la soluzione. I ragazzi stanno bene, certo che è meglio averci entrambi in casa che ci amiamo. Ma chiunque non si ama più cerca fuori. E cé sempre uno che si sente il debole mentre l’altro magari ha una vita che gira bene. Nel mondo dei sogni non abbiamo pulsioni sessuali, attimi di sclero, voglia di urlare. Io voglio che i ragazzi vedano un esempio di essere umano che cerca di gestire e che se sbaglia chiede scusa. Non un esempio di ‘fai come se niente fosse’. La terapeuta ci ha spiegato che magari i ragazzi poi si innamorano di quella giusta e va tutto bene, ma fanno come se niente fosse nelle amicizie, sul lavoro. È la dinamica che è nociva. Non la coppia in se. Poi questo é il mio vissuto, con una terapeuta scelta apposta per gestire questa comunicazione, ma da subito devo dire che ho condiviso.

        • Sono cose delicate non credo ci sia una ricetta per tutti i figli uguale. A me ha colpito positivamente il suggerimento di un terapeuta a due genitori separati: scambiatevi voi la casa a turno mantenendo i figli nella casa d’origine. Un esempio di possibile tutela

          • Oh..ero d’accordo anche io ma bisogna esserlo in due. Comunque in molti casi i ragazzi vivono fino all ora di cena dai nonni. Sono abituati ad esser gestiti da più persone intime.

          • Inizialmente era la nostra intenzione. Figli stabili e noi genitori fuori a settimane alterne con valigia sempre pronta.
            Lo avremmo fatto volentieri.
            l’impressione finale era che noi genitori non ci si sopportava e non ci si poteva incrociare.
            “La mamma deve andare perché arriva papà…papà deve uscire perché sta entrando mamma”
            Cosa non vera.
            L’ipotesi non l’abbiamo scartata per scomodità dei grandi ma proprio per l’armonia che sarebbe mancata nel modo di vivere.
            faremo quindi come la maggior parte.
            Due case una di mamma e una di papà
            Dove ci potremmo comunque riunire per cenare tutti insieme ogni tanto indifferentemente.

  35. @Rosa
    tu scrivi tutto ciò che spero pensi la mia (ex) lei. trovo molte similitudini tra la tua storia (magari la prima “tranche”) e la nostra. Lei dice(va) del suo matrimonio esattamente ciò che dici tu. e pensava di me e della nostra storia quel che più o meno pensi tu: che ha trovato e provato l’amore vero, l’uomo della sua vita.
    Anche per questo quando ti leggo mi chiedo: come hai fatto a resistere per dieci anni, prima di re incontrarvi e cedere di nuovo.
    .alla fine in lei, ora, ha prevalso la ragione, purtroppo per me. e non ti nascondo che spero che possa ripensarci, o che il destino ci rimetta di fronte, anche se sono del parere che sono le nostre azioni a determinarlo e quindi se uno di noi due non agisce non accadrà nulla. Ed io non posso agire se non quando sarò libero da ogni condizionamento. sono troppo vulnerabile in questa fase.

  36. Non è facile lasciare il relativo partner ufficiale se in ballo ci sono: figli ( soprattutto se piccoli), aspetti economici significativi, abitudini, controllo sociale, interessi e progettualità comuni, ricordi e passato condivisi. Aspetti che possono avere ciascuno un peso minore rispetto al peso dell’amore, ma se sommati insieme, anche ben superiore ad esso. Non biasimo chi decide di non fare il grande passo e voltare pagina, lo comprendo in fondo. Ma è pur vero che se il sentimento tra due amanti è puro, autentico, intenso e straordinariamente e reciprocamente potente, davvero nulla potrà fermarli. Spesso, purtroppo, questo non accade.

  37. @and, proprio perchè era un sentimento vero, messo a tacere con la ragione, è ritornato se vuoi ancora più forte di prima.
    Questo è ciò che accade quando il cervello zittisce il cuore.
    Ho preso lui, tutto ciò che avevamo provato e l’ho messo sottovuoto, in un angolo del cuore. Ed ho continuato la mia esistenza cercando di esser se non uns buona moglie una buona mamma.
    Quando lui è ricomparso all’orizzonte io ero come anestetizzata, ho accettato di rivederlo perché ricordo ancora cosa mi sono detta “che sarà mai, son passati 10 anni ormai son fuori da un pezzo”
    Invece quando l’ho rivisto ed ho sentito cosa aveva da dirmi è stato come se invece di 10 anni fossero passati 10 minuti.

    • @Rosa non so proprio come hai fatto a mettere tutto da parte con la forza della ragione, soprattutto sapendo di essere corrisposta nel tuo amore.
      Io non sono corrisposta e comunque faccio una fatica enorme a mettere tutto da parte…

  38. @Alessandro
    Certo che la separazione è comunque un salto nel buio
    E infatti secondo me ia coppia in teoria prima di fare figli dovrebbe sentirsi salda il più possibile nel senso che è vero che sia abbastanza realtà il fatto di far figli per rimediare alla crisi di coppia
    Una vera follia,però ecco già questo dato statistico mi interesserebbe sapere da te che dicono i numeri?
    Ho come la impressione che sia qualcosa come di eredità sbagliata che proviene da ignoranza antica
    Non so una mia impressione.

  39. @Alessandro e poi ecco secondo me e per ciò che posso aver letto in libri e articoli e in scambindi opinionim nel mio entiurage
    Credo che sia verissimo che tutto l’apprendimento emotivo inizia già nel ventre materno e dopo la nascita è il contatto fisico che fa da impronta indelebile per ciò che diventiamo da adulti
    Compreso quindi il nostro modo personale di percepire l’amore e il come ci si muove dentro cioè tutto tuota e si gioca proprio nella prima infanzia
    E qui pare che non vi siano moltie discordanze da ciò che ho letto in articoli pure di opinioni e scuole differenti
    Naturale vale come mia opinione relativa e delntutto personale.
    E però è supportato il mio pensiero dalla mia esperienza in prima persona nel aver in passato fatto una terapia psicoterapia
    Di tipo con diversi metodi dove ero impegnata a fare cose col corpo
    Visualizzazioni guidate sfogare la rabbia con esercizi del corpo ecc,
    Insomma il corpo contatto nel mio caso ha funzionato benissimo
    Ad esempio io non riusvivoma parlare andavo a fare terapia ma poi stavo nel panico e stavo muta bloccata
    Con questi metodi sono guarita.

  40. Concordo in toto con Alessandro.
    Pensate solo all’aspetto pratico della cosa: Trasferirsi da una casa all’altra, ricordarsi di portare tutto quello che serve, vestiti, libri, giochi…Un senso di precarietà pazzesco.
    E da adolescenti, quando si fa sport (a volte anche a livello agonistico) e poi ci sono i pigiama party, le feste di compleanno, il cinema…e il ragazzino che dice ” no, non posso venire perché questo week end sto con mio padre”.
    Mio figlio ha tanti amici figli di separati, per questo apprezza ancora di più il fatto che stiamo insieme.
    E ovvio poi che ci si adatta, ci si adatta a tutto, ma a quale prezzo?

  41. Io guardo mio figlio e lo vedo felice della sua vita. Ha un padre che pende dalle sue labbra e una madre che lo ha amato ancora prima che nascesse. Insieme ridiamo molto, un’adolescenza serena, conflittuale nel modo sano, piena di dialogo e confronto.
    Se dovessi lasciare suo padre mi odierebbe, perché lo ha sempre percepito come più fragile e soprattutto perché lo ha visto riconoscere le sue mancanze nei miei confronti e cercare di cambiare.
    Non posso perdere il suo amore. Nessun uomo vale il suo amore.

  42. Buongiorno a tutte/i. Holetto tutti i vari commenti. A mio personale parere una separazione non è mai un momento sereno per i figli . Questo è ovvio. Ma ritengo che il dovere dei genitori sia sempre quello di educare i figli alla vita. Insegnare loro che a volte si può “fallire”. Ma basterebbe che i genitori nella separazione mettessero da parte i loro rancori , delusioni etc etc per il bene finale dei figli. Una cosa è e resterà sempre tale. I figli sono il capolavoro della coppia. Che si resti insieme per amore, o che ci si lasci per la fine dell’amore. se si partisse davvero da questo si eviterebbero tanti dissapori e dolori inutili. resto dell’idea che i figli percepiscano la disfunzionalità affettiva di due genitori che non si amano più. Ovviamente hanno difficoltà ad elaborarne il motivo. Ma la vita non è sempre rosa e fiori. Amare è anche questo. Accompagnare i figli nella crescita che prevede anche step fatti di dispiaceri. Ripeto, è una mia personale opinione.

  43. Ho scelto l’uomo sbagliato, è successo, ma ora ciò che conta è fare tesoro di questa esperienza e ripartire.
    Mi piacerebbe leggere qui parole nuove, di progetti piccoli o grandi, parole rivolte a noi e meno parole o parolacce nei confronti di questi uomini sbagliati e delle loro mogli.
    Lasciamo questo rancore e rabbia cadere per terra come uno zaino pesante pieno di sassi.
    Cosa serve portarcelo ancora sulle spalle?
    L’acqua fresca si trova sul percorso, una fonte c’è sempre.
    Avevo scelto l’uomo sbagliato, è successo ma gli dico grazie perché se non ci fosse stato ora sarei ancora su una strada sbagliata invece sono qui insieme a Voi perché adesso sono diversa, più forte di prima.
    Grazie a te uomo sbagliato e a tua moglie, Vi auguro il meglio, io sono già altrove e sono libera e posso finalmente bere acqua fresca che troverò sul mio percorso.
    Grazie ragazze, grazie Alessandro.
    Buona giornata a tutti

    • Brava Elisabetta!
      E’ questo il giusto approccio, ma ci si arriva dopo un po’. Io non riesco ancora ad agurargli il meglio con sua moglie, io sento ancora bruciare dentro per come sono stata trattata, ho ancora molta rabbia da smaltire, ma arrivero’ anche io alla serenità, mi è capitato in passato con un mio ex e quando veramente gli ho augurato il meglio (con la mia ex migliore amica… lasciamo stare) era perchè veramente io ero altrove e nulla poteva piu’ toccarmi.

      • Beh io ora sono neutra, nel senso che sono arrivata all’indifferenza. Però da qui ad augurare il meglio insomma, ancora Santa non sono. Non auguro niente, non ringrazio nemmeno, non voglio ne bene né male: ognuno per la sua strada, le energie e le attenzioni sono tutte per me:)

          • @Oldplum certo che si che sei il meglio
            In effetti come scrive @Angelica la posizione dlla neutralità è secondo me l’ottimo
            Insomma non ti auguro nulla ne bene ne male
            Senza rancore senza, ecco bel avverbio
            Senza

            E si respira aria pura nuovo benessere per noi stesse
            Poi tutto il resto è il passato che come tale è passato

            È adesso che conta l’unica certezza al 100/100 del vivere la nostra vita
            E che sia quindi al meglio per noi!!!!
            Senza più il dolore passato

            Fuori dal tunnel luce piena ci accoglie e aspetta di essere
            Vissuta CON noi e soltanto voltandosi a guardare il percorso già fatto potremo proseguire SENZA…
            E CON le Vere Nostre Luci pronte a vivere la NUOVA vita tutta !!!

          • Diciamo che “ti auguro il meglio” a qualcuno che ti ha stritolato il cuore e buttato nell’organico ha il significato di “ti auguro il meglio del peggio”:)) Oldplum mi fai ridere troppo

    • Elisabetta, io come te ho superato tutto. Ora Mi è del tutto indifferente, ma non mi riesce nemmeno il pensiero di ringraziarlo.
      Mi ritengo fortunata ad averlo incontrato, perché la situazione poi ha fatto evolvere il corso della mia vita in modo positivo.
      Ma non grazie a lui. Grazie a voi, ma soprattutto grazie ad Alessandro che mi ha aiutato in ogni mio passo , mi ha ascoltata sempre sia nell’euforia che nella disperazione.
      Per lui , nessun grazie.
      Sono solo dispiaciuta del modo in cui ha deciso di continuare a vivere, ma non perché ha perso me, perché si è condannato all’infelicita’.

      • @Luce carissima senza nulla togliere agli aiuti così cari e importanti che ovvio fanno essere riconoscenti come scrivi e ripeti sempre per via del tuo Caro Nobile animo

        Vorrei Ricordarti che se sei riuscita a superare la tua montagna di dolore è GRAZIE A TE STESSA!!!!!

        Ci tengo a evidenziare questo principio base realistico
        Gli altri sono Benvenuti e ci possono veramente aiutare,ma nessuno può sostituirsi a noi stessi
        Quindi se poi si riesce a Amare Se stesse
        Non dobbiamo mai dimenticare di ringraziare
        Noi stesse

        Quindi fatta salva la Grande riconoscenza per chiunque ci dia una mano come @ Alessandro e tra noi tutte/i qui nel Blog

        Luce RINGRAZIA TE STESSA
        PER ESSERE RIUSCITA A TIRARE FUORI
        LA TUA VERA LUCE

        Un abbraccione!❤️

        BRAVISSIMA!!!!!!

      • @ Luce,
        tutte noi stiamo percorrendo finalmente una strada verso la rinascita e ciascuna trova le soluzioni migliori per se stessa e prima ci lasciamo alle spalle i pensieri negativi sugli altri soggetti delle nostre vicende e meglio è, non si tratta di essere buonisti o santi, ma di pura sopravvivenza.
        L’unica rivalsa importante è quella di investire sul nostro futuro, progettando.
        Grazie e un abbraccio.

        • Ho capito che non mi amava più quando mi ha invitato al suo matrimonio… ragazze non arrivate mai a questo punto

    • @Elisabetta, sei una Grande Donna, il tuo è sicuramente il modo più giusto di vedere le cose! È vero, sei già oltre, buon cammino, un abbraccio forte!

      • @Sheila grazie,
        spero ci incontreremo alla serata Pellizzari, dove un abbraccio liberatorio regalerà finalmente tanti sorrisi e allegria a tutte noi che ci siamo conosciute qui, “a Casa di Ale”, come Ariel ha intitolato questo blog.
        Tu come stai?

        • Cara @Elisabetta, grazie amica… che bello quest’ incontro!!! Sarebbe un sogno anche per me, esserci, insieme a tutte voi, conoscerci, abbracciarci, che bello..! Io però non vivo in Italia, non sono italiana, ci andavo per lui, e temo che questi viaggi verso l’Italia ormai che lui non è più presente nella mia vita, saranno sempre meno frequenti, purtroppo… almeno per un altro po’ di tempo poi chissà…
          Io ad Alessandro sarò grata per tutta la vita, e a tutte voi amiche, donne fragili ma tanto forti che siete state di grandissimo sostegno…
          Per il momento mi dovrò concentrare su me stessa, su i miei problemi da risolvere e sulla mia salute…
          Un forte abbraccio a tutte voi, grazie! E grazie Alessandro! Vvb!

          • Davvero che bello @acasadiAle
            Ma non sai ancora la data ?
            Spero di poter partecipare
            Dipende nel mio caso dalla data
            Perché non so se sarò in Italia
            Appena lo sai
            Scrivilo qui e mi raccomando che sia
            In stampatello Maiuscolo
            Così lo vedrò meglio !!!!
            Ah ah ah
            Carissimo Alessandro
            Quanto dovrò aspettare per sapere la data della tua Serata Pellizzari???
            Nel frattempo
            ,non so perché ma mi ritrovo spesso alla ora del mio aperitif

            E allora Prosit in fondo dopo un lungo viaggio merito questo relax
            E pensiero di mia gratitudine ed apprezzamento per te e il Tuo Blog!!!!❤️

          • Grazie,spero di riuscire a partecipare
            Per adesso non sono del tuttto sicura,spero di si
            E semmai ci saranno altre occasioni

  44. @KK, altrove è oggi, qui su questo blog.
    È già questo un nuovo progetto, perché ci aiuta, e sappiamo bene che siamo sulla buona strada.
    Se non ci fosse stato lui, “l’uomo sbagliato”, non sarei qui e a me piace esserci, insieme a te KK ed alle altre ragazze; ogni giorno ritrovo tutte queste nuove amiche e donne straordinarie.
    Una vera ricchezza di umanità, sorrisi, aiuto reciproco.
    @KK, so bene come ti senti, ma se ne esce stai certa.
    Ci vuole solo un po’ di pazienza soprattutto con noi stesse, ed ogni volta che arriva un pensiero negativo che diventi stimolo per fare una piccola cosa bella dedicata a te, così, tanto per pareggiare il bilancio della giornata.
    Ti sono vicina.

    • Grazie di cuore <3
      Sto meglio, oggi sento che ce la posso fare, oggi mi voglio più bene.
      Questa storia non è arrivata a vuoto nella mia vita. Questa sofferenza e il percorso che sto facendo stanno portando alla luce molte cose che riguardano il mio passato sui quali devo lavorare. Forse senza tutto ciò non ci sarai mai arrivata.
      Una nuova me sta per nascere.

      • @kk
        Potrei dire come te
        Sto facendo un percorso con una psicoterapeuta
        Sto scoprendo me stessa come una persona nuova , diversa e migliore. Semplicemente serena.
        E senza questo sgambetto che la vita mi ha riservato, probabilmente mai sarei caduta e poi rialzata

      • @KK Bravissima!!
        Ormai sei nella tua rinascita
        È esattamente lo stesso meccanismo che serve per evolverci cioè RInascere proprio dalle esperienza che maggiormente ci hanno coinvolte andando a toccare
        I nostri antichi nodi

        Ho fatto e continuo a fare lo stesso percorso
        ,ma adesso che bello tu stessa riconosci
        La tua Vera Bellezza!!

        Un abbraccio cara,carissima KK!!❤️

  45. Rifiutando di avere il controllo degli eventi e lasciandomi andare alla corrente, ottengo il vero potere sulla realtà: riconosco la perfezione di ogni cosa e amo tutto ciò che mi accade.

    Solo quando io accetto ogni evento, nel bene e nel male, e riesco a riconoscerlo e ricondurlo in un disegno di perfezione della vita, allora ho smesso di lottare con il mondo. E per quelli che hanno smesso di lottare con il mondo c’è solo un premio: il mondo stesso. Avrete tutto, perché avete rinunciato all’illusione di possedere qualcosa. 

    (Cit)

  46. Sono arrivata alla mia soluzione. Nel senso che l’ho rivisto. L’ho rivisto perché lui si è presentato da me con una scusa. Non posso essere più precisa per ovvi motivi di riservatezza. ci siamo baciati, abbracciati, stretti. Dopo questo incontro, avvenuto dopo settimane di silenzio, ho capito che era in me cambiato qualcosa e che non era più, per me, come prima. Non provo le stesse cose; è come se il mio cuore avesse indossato un impermeabile su cui scivola ogni cosa senza penetrare. La cosa mi ha inizialmente dato una sensazione negativa. poi ho lavorato su questo pensiero e mi sono resa conto che non mi importa davvero. Il fatto è che io non riesco più ad amare persone da cui non mi sento amata in toto. fino a che covavo la speranza (lumicino) che lui avrebbe comunque scelto me, ero disperata in questa attesa. invece, dopo averla piano piano abbandonata, non mi sento più scelta e questo non mi fa sentire triste ma convinta, invece, che non sia l’uomo per me e, di conseguenza, non riesco più ad amarlo come lo amavo. amare a senso unico mi pare un esercizio di santità, ormai, a questa età. credo lui sia convinto di amarmi. ma se è per quello ne è convinto anche mio marito e io questo amore non lo sento e non riesco a darlo, come conseguenza. per cui ho deciso di lasciar fluire questa situazione verso il nulla tenendomi lontano giusto per non urtare sensibilità e non dover sottrarmi apertamente. purtroppo so succederebbe (mi conosco). mi tengo lontana anche dal semplice comunicare a distanza anche perchè mi sono resa conto che aiuta tantissimo a lasciar andare. ora sono davvero sicura che non esista al mondo un modo in cui possa rientrarmi nel cuore, forse nemmeno scegliendo me. ho paura che oramai sia tardi. il lumicino di sentimento è talmente flebile che basterebbe un solo soffio leggero per spegnerlo. forse sono io che tengo le mani intorno per evitarlo; per paura di tornare a non amare nessuno. forse è solo questo .

      • @Alessandro
        Scusa ,ma sto sgignazzando tantissimo
        Sai prima stavo incazzata adesso mi sono ritrovata nel umorismo
        Non posso farci nulla è mio Caro Padre che mi ha trasmesso la capacità di ridere a partire da me stessa ,ma adesso dopo tutti i commenti seguenti a questo tuo verso Oldplum
        Ecco che lo leggo
        E mi scappa da ridere da matti
        Pervia del aggettivo che hai scelto per definire

        LA Disanima

        Profonda….

        Ah ah ah ah
        Si lo so sto tremenda
        A scuola avevo 7 in condotta
        Sempre dal preside!!!!

    • @Oldplum
      Amare a senso unico un esercizio di santità
      Mi sei piaciuta moltissimo ,ma credo che resti indipendente dall’età
      Lo è sempre!!!

      Cara Oldplum mi fa piacere per te che comunque visto che è capitato di interrompere il Silenzio
      Ok anche se così è stato
      Ti ha però permesso di rendere più forte la tua consapevolezza e voglia di amare te stessa completamente

      Pare tu adesso sappia meglio sentire dentro a te stessa
      Il tuo Valore intero e che come ovvio per essere rispettata come meriti vai Amata per intero e non sul di lui
      “Come mi gira quando posso liberarmi dopo aver già ampiamente fatto sesso con la moglie
      Che a quanto pare è lo sport più praticato statisticamente qui riportato in tutti gli scritti di @Alessandro,
      Forse più del calcetto???

      Ma ,
      Comunque Cara Oldplum sento da ciò che scrivi
      Che adesso almeno hai ancora più chiaro in te
      Che soltanto il silenzio continuo che prevede la distanza
      Possono veramente aiutare te stessa nel percorso che già stai facendo da tempo

      Un caro Abbraccio e forza
      Avanti tutta senza più interruzioni per rispettare te stessa
      E la fatica di tutti questi giorni
      Ti sento di ❤️

    • Siamo molto simili Oldplum, e mi ritrovo tantissimo nelle tue sensazioni.Io ho amato profondamente. La condizione però è la reciprocità. Senza non so proprio amare, la sofferenza-dipendenza che tiene avvinta a uno stronzo o a un indeciso non fa parte di me. Io amo e continuo ad amare se mi tratti come la tua regina, e io ti tratto come il mio re (non per nulla sono del leone). Il triste rinunciatario che vuole che io gli tenga la manina di nascosto non mi fa amore, ne sangue.

      • @Amgelica le tue espressioni sono oro colato
        Veramente da leggere e rileggere
        Oh che bello finalmente leggerti di nuovo
        Ogni volta mi trasmetti la tua chiarezza positiva di pensiero e scelte tue fatte con cervello e attributi alla grande
        Si vede che già in te stai forte di tuo
        E sicuro sei anche stata capace di saper leggere e rileggere pure gli scritti di Alessandro
        Nei suoi numerosi articoli e commenti illuminanti per noi tutte qui ognuna con la sua storia ed esperienza di vita e di amore che ha sentito vero in se stessa ,ma non corrisposto affatto e molto spesso manipolativo pure senza essere tutti seriali ,ma purtroppo gli articoli e i racconti e commenti di Alessandro e statistiche parlano di chiro inganno manipolativo al quale troppe di noi si sono prestate e in molti casi ancora adesso fann confusione
        Sono incerte soffrono non accettano dentro a se stesse il fatto molto semplice di cui tu parli
        La reciprocità senza inganni inutili
        Senza se e ma

        Difficile per molte qui riuscire ad accettare di essersi solo lasciate sottomettere dal semplice ti scopo ,ma per riuscirci a farti fare da amante sessuale
        Mi travesto da agnello occhi dolci in amorati
        Così me la dai e magari pure adesso
        Ritorni a me che so io come prenderti bene
        Tradotto
        Pura manipolazione travestita da tanto caro e bravo ragazzo poverino la mamma gli aveva tolto il ciuccio da piccolo ….

        Angelica sei fortissima
        Ti rileggo sempre!!!
        ❤️

    • @Oldplum

      Paura di tornare a non amare nessuno

      Interessante espressione
      Freud avrebbe da dirti qualcosa,
      Ma purtroppo è passato a miglior vita
      Ma ci sto qui a ricordartelo
      Meglio di qualunque cosa sento essere validissimo
      Il tuo poterne parlare in terapia di questa tua frase scappata per caso

      Cara Oldplum rileggere e rileggersi sapessi quante cose di me stessa ho scoperto,

      Scrivere è vita ,ma rileggersi
      È veramente terapeutico sempre che ci si senta disponibili aperti verso se stessi a farlo
      Validissimo aiuto ulteriore a tutto quello che già positivo si fa da soli e in terapia

      Buone nuove scoperte!!!

    • @Olplum che immagine perfetta, come rende bene l’idea del lumicino. Hai fatto bene a vederlo a baciarlo, a portarlo dall idea di perfezione all essere umano che è. Qualsiasi sarà il domani, hai gli occhi aperti.
      Brava ti abbraccio!

    • @Oldplum come capisco tutto, hai fatto bene a vederlo. Per uscire bisogna aprire la porta.
      Controllarli o bloccarli, viverli o eliminarli sono facce -necessarie per un lasso di tempo- della stessa medaglia.
      È quando capisci che puoi dire ‘questo mi è piaciuto, questo lo tengo, questo no’ ..che non hai più mostri.
      Qualsiasi cosa tu abbia fatto, ne sei fuori ❤

      • @Cossora
        No non è vero !
        L’unico Silenzio e come il Vero Amore che è solo uno
        Senza se e senza ma
        E senza e ma è successo
        E senza e ma adesso avrai capito tutto
        E molto meglio

        Guarda che riporto semplicemente il risultato degli studi scientifici messi a punto a livello internazionale
        Statistica compresa che per uscire dalla chiara DIPENDENZA AFFETTIVA /SESSUALE

        Il NON CONTACT È UNO SOLO
        A PORTE CHIUSE!

        tutto il resto
        È noia dannodsa finzione verso se stessi
        Lo so

        La verità fa male
        E sai perché fa male ?

        Perché tutti i nodi vengono al pettine
        E qui pare che ci sia bisogno di rileggere gli scritti di @Alessandro

        Mai come ora si rende un VALIDISSIMO AIUTO
        Rileggere per riuscire a Sentire
        Senza paura.

        • Ma perché ti agiti tanto???
          Alessandro da le sue opinioni e tesi sostenute da dati e statistiche. Informazioni che noi tutte leggiamo ed apprezziamo per avere un punto di vista diverso dal nostro e per elaborare il nostro pensiero rispetto a ciò che sentiamo.
          Ma esiste una soggettività e va rispettata.
          “No non è vero!!!” lo scrivi se qualcuno ti mette in bocca cose che non pensi, non in merito all opinione di altri.
          Ripeto: tu hai vissuto solo la tua vita, una perdita, un inganno. Sicuramente intensa, ma questo non ne fa un metro di valutazione per tutto il resto del mondo.
          Il no contact è la soluzione migliore per le dipendenze? Ok. Allora o accetti che qualcuno risolva diversamente o che ci siano dei livelli di dipendenza diversi.
          Non puoi vendere ogni volta la tua opinione ed esperienza personali come fossero la Bibbia!

          • “Non puoi vendere ogni volta la tua opinione ed esperienza personali come fossero la Bibbia!”

            Perché non posso?
            ( sono comunque atea ,vorrei precisare)

            Cossora vai tranquilla che vai benissimo!!!
            Non sono più agitata

  47. @Oldplum vivo la tua stessa situazione e credo con il tuo stesso stato d’animo.
    Non lo cerco, e soprattutto non aspetto.
    Lui mi chiede di vederci per un caffè una volta a settimana e mi chiama il sabato per parlare un pò.
    Per quello che lui è stato per me, per ciò che c’è stato fra noi, non me la sento di negarmi. Mi sa di vendetta, di ripicca e oltre a non farmi stare bene, non mi appartiene come comportamento.
    So che mi ama, a modo suo che purtroppo non è quello mio.
    E quindi come te lo lascio andare, dolcemente.
    Accetto di vederlo ma anche se lui mi abbraccia, sono bloccata e non desidero alcun contatto fisico.
    Credo, di aver scisso dentro di me quello che è ciò che provo per lui, che è però indipendente da lui, anzi, e quella che poteva essere la nostra relazione.
    Mai più ad aspettare che lui scelga o si decida, mai più a far dipendere la mia giornata da un messaggio che arriva o non arriva.
    Riesco a vederlo con occhi disincantati, e di conseguenza temo disamorati.
    Non sono arrabbiata, forse nemmeno più delusa, ho semplicemente deciso, anzi forse è il mio cuore che l’ha deciso,di passare oltre.

      • @Alessandro e vaiiiiii!!
        Ah che grande respiro di sollievo la Bellezza del tuo scrivere sacrosante verità!!!!!!

        Da leggere ri leggere tornare a rileggere tutti i tuoi scritti
        Perché qui secondo me
        Molte di noi fanno orecchie da mercante

        Senza ascoltare la vera essenza di noi
        Che proprio è adesso il momento così di valido aiuto
        Per chi come noi sta qui ancora in questi spazi
        Del
        Se ,
        Ma,
        Si
        Silenzio,
        E poi lo rompo,
        E poi mi illudo ancora che fosse stato vero amore

        Ma il Vero Amore è RECIPROCO DA LIBERI
        DI PENSIERO DI TESTA
        SENZA SE,
        MA,
        NON POSSO ,
        SEI TROPPO PER ME
        TI AMO ANCORA
        Peccato che sai ieri mi sono scopato tutta mia moglie,ma mica te lo dico ,ma ci stanno le mie impronte mentre con occhi dolci teneri
        Ti abbraccio dicendoti ancora,
        ma io sono convinto di amarti!!!!..
        Così tanto per riuscire a tenere il lumicino acceso
        Si ,na verga!

        GrAZIE ALESSANDRO❤️

        • Quanti giudizi @Ariel.. Menomale che esiste gente che ha tutte le risposte e la verità in tasca.
          Mi chiedo perché diventare aggressivi nello sbattere i propri pensieri in faccia agli altri, senza rispetto per il sentito o il vissuto o il punto di vista diverso dal proprio.
          Ma tu cosa ne sai? Hai vissuto solo la tua vita. Solo la tua.
          Ci si mette due secondi a ferire, con l’ignoranza, io sono intelligente e non lo farò.

        • No ariel, non confonderti, qui nessuna si illude o spera.
          Quì parliamo di persone che hanno amato davvero, indipendentemente dall’altro e che, almeno nel mio caso, hanno raggiunto la consapevolezza che non sarà mai, senza demonizzare nessuno.
          Non sono per forza tutti degli stronzi.
          Odio le generalizzazioni.

          • Anche perché se si generalizza dicendo che sono tutti potenziali stronzi.. poi non si può pretendere di esonerare il proprio marito.
            Troppo comodo così.

          • @non generalizzo sono però convinta di ciò che ha scritto Alessandro e cioè che se dopo un tempo limitato di amantato
            Se non si fa entrambi insieme una road map con limiti temporali invalicabili e condivisi

            Se questa road map non si verifica significa che il lui di turno tiene il piede in due scarpe e ci sta a pigliare in giro e basta
            Cioè ovvio che per lui va benissimo stare così con la bella vita
            Moglie e amante a vita.

            Questo nn è Amore da parte di lui
            Da parte di lei è Un illudersi facendosi del male da sola se si ostina a illudersi
            La illusione è data dalla incapacità di staccarsi temporale
            Più il tempo è lungo più è chiara la dipendenza affettiva
            Nociva solo per la donnaÈ un fatto di sofferenza grave se perdura nel tempo

            Questo è il mio pensiero che si basa sul dato scientifico di psicologia e psicoterapia e psichiatria.

            Questo e il mio pensiero
            Ho rispetto pieno se non la pensi così
            Ma credo che esista ancora la libertà di espressione libera.

        • Se per vero amore intendiamo l amore che trionfa allora non ci sono se nè ma.
          Tuttavia non sono così convinta che l’amore esista solo se al di sopra di tutte le condizioni.

    • @rosa credo Il contrario
      La tua testa dice basta, il tuo cuore no.
      Coraggio !!
      Il suo non è amore
      È bisogno di te. Ma lui si preoccupa di te? Del tuo stare bene?

      • Certo luce che è la testa a dire no, quella si può in qualche modo ricondurre alla ragione.
        Io ho smesso però di interrogarmi e soprattutto di sperare.
        Quindi, di conseguenza, non sperando più in nulla, sono certa che a poco a poco ne uscirò.
        Lui mi percepisce già diversa, me ne accorgo, e per reazione sembra più attento. Non mi interessa, indietro non si torna.
        La decisione è presa, solo non me la sento di fare ripicche o ritorsioni.
        Ha bisogno di me? Dici? Non credo, se no avrebbe scelto.
        Sono certa che la “nuova me” quella con la luce spenta in fondo agli occhi, presto gli verrà a noia e si stuferà.

  48. @Oldplum, lo avrà percepito anche lui che qualcosa in te si è spezzato. Il tuo è un consapevole disincanto, passaggio necessario per la rinascita, dopodiché i tuoi occhi brilleranno ancora d’amore … guardando altrove.

    • @Artemisia
      Hai colto in pieno l’obbiettivo,ma
      Non del tutto chiaro ancora ,ma non sei certo la sola
      Stai in numerosa compagnia
      Siamo infatti in un percorso con pendenze diverse e curve difficili che a volte oscurano la meta finale da raggiungere in quale direzione ci convenga andare

      “I tuoi occhi brilleranno ancora d’amore.. ( verissimo se però
      Il guardare altrove sia fatto da una primaria direzione precisa

      Come na freccia che punta dove?
      Verso di noi e nessun altro ,intanto impariamo ad amare noi stesse!!!

      Amare noi stesse
      Questo è l’altrove sguardo richiesto dal meccanismo naturale
      Di funzionamento del come riuscire ad Amare e a farsi Amare
      Completamente senza se. Ma ,troppo. O troppo poco o troppo complicato o ma io non sento,ma io non riesco
      ,ma non posso ,mainsomma perchè mi incazzo???

      La ultima domanda era per me
      Perché mi incazxo???

      Sto impulsiva ,la mia terapeuta è disperata!!!
      Vabbè nessuno è perfetto
      Infatti mi tocca berci un bicchiere ogni tanto

      Cara Artemisia
      Un bacio ❤️e un sorriso spontaneo uscito adesso ,
      La unione qui tra noi tutte ci fa solo che bene
      Pure se ognuno può portare idee diverse e espressioni
      Singolari o che appaiono na noia incomprensibile

  49. @Alessandro e tutte qui il Blog

    Carissime tutte/i che dirvi
    Ma che cosa mi è preso oggi?
    Che botte vero? Che commenti miei
    Si provocazioni ,terremoti innescati
    È sera e una bella botta vi ho dato inclusa me stessa
    Si lo so sto tremenda e impulsiva
    Si cavallo selvaggio vi ho dato na strigliata di brutto

    Mi scuso ovvio per la sola forma espressiva spinta
    Si pareva na presa in giro cattiva o strana o inammissibile o incomprensibile

    Che ignorante vero che sono stata ?!!
    Dice Cossora,

    Non ho nessuna verità in tasca

    Si vero ho vissuto solo la mia vita

    Esattamente come ciascuno ha vissuto la sua esperienza

    Non possoedo nessuna verità
    Ho soltanto provocato un terremoto degli animi
    Quanta indignazione !!!

    Ecco cosí prendersela con una almeno vi ha mosso verso a
    Far emergere in voi stesse me compresa qualcosa di nuovo
    Uno scossone brutale come il riuscire appunto
    Ognuna si è spesa a guardare se stessa e la propria storia a cercare di scoprire qualcosa di nuovo che possa essere di aiuto a ciascuna di noi

    Lo so sono tremenda da bocciare vero?

    Incazzata si ero incazzatissima perchè sto impulsiva
    E mi faceva arrabbiare leggere che Donne Stupende come siete qui tutte ancora stavano a fare la marcia indietro ancora anon accorgeresi del perscorso che avevano già fatto scegliendo di amare se stessa col silenzio quello vero

    Illudersi ancora
    Dimenticarsi degli articoli di Alessandro
    Come non volere ricordarsi di cosa avevate già scelto già qui scritto
    Convinte e poi allo scadere di un mese ecco lì tornare sui propri passi

    Certo ma certo avrei potuto scegliere di sparire fregarmene totalmemte di voi di qui del Blog di Alessandro
    E continuare la mia vita intanto per Cossora e altre sto ignorante
    E non capisco una mazza

    Occhei può essere ,ma per adesso tengo fede a me stessa e alla mia convinzione che il silenzio e la terapia per chi chiaro non riesce a mantenerlo siano aiuti veramente efficaci
    Prova ne è qui la testimonianza di altre di noi che lo hanno provato a fare e ne sono uscite benissimo forti piene di equilibrio e pure con nuovo amore o chiodo o compagno esclusivo libero uomo

    Si ho peccato di brutalità di darci dentro tipo elefante in una cristalleria

    Cara Cossora per questa mia forma ti chiedo scusa
    ,ma per la sostanza non ho da scusarmi

    Si lo capisco mi hai dato della ignorante
    Ah ah ah credimi sorrido ,ma non è sarcastico affatto
    Sei sensibile lo sento ,ma a volte in un gruppo ci sta sempre quella
    Che sembra scema e che fa casino
    Apposta per svegliarci tutte
    Giusto un attimo

    Non fa male quando ci si adagia senza più riuscire a rendersi conto
    Del farsi del male da soli e pure trascinando gli altri verso
    Illusori metodi che vanno,contro al metodo scientifico dimostrato efficace per riuscire a uscire dal impasse emotivo da astinenza
    Del proprio ex chiaramente manipolativo

    Non ho mai messo in dubbio il sentimento sincero delle Donne qui amanti innamorate
    ,ma anzi proprio al contrario
    Qui sono i maschi in mala fede
    Allora che volete fare???

    Certo se preferite starò bella muta
    Sparisco pure da qui
    Puf bacchetta magica
    E Ariel non ci sta più

    Non ho nessun problema a farlo
    Così almeno Cossora potrai stare tranquilla
    Lontana dalle mie provocazioni
    Che tanto ti hanno disturbato e chissa magari molte altre
    Scosse scossoni
    Ma, si

    Meglio leggere e rileggere soltanto.

    • @Ariel per me puoi fare quello che vuoi. Come tutte, me compresa. Io non leggo e dimentico cosa scrive Alessandro.
      Io leggo lui e voi con un approccio critico, elaboro e riconosco ciò che condivido da ciò che non sento mio. Alcune cose mi fanno pensare “non ci avevo pensato” ed altre mi suonano luoghi comuni.
      Non credo di trovare le verità assolute in un blog, perché non esistono nemmeno nella vita. Sono le esperienze diverse di donne diverse.
      Per te la soluzione è una e una sola, i miei restano passi indietro a prescindere. L’ho capito, e senza rancore -ma sul serio – me ne infischio!

      • Io amo la lettura critica del mio blog prendere ciò che ritenete utile per me è sufficiente. Io racconto la verità che vedo non sono un guru sono un giornalista con uno spiccato senso del femminile tutto qui

      • Sono d’accordo. Lo spazio che Alessandro ci offre con questo blog va inteso come spazio di confronto, di scambio di idee, di esperienze e riflessioni. Utilissimi gli interventi e le opinioni di Alessandro che con dati alla mano e la sua sensibilità femminile ci racconta la parte maschile che noi da sole non riusciamo a comprendere. Tuttavia dobbiamo fare attenzione nel leggere le storie altrui perchè è facile guardarle ed esaminarle con la lente delle propria personale esperienza con annesse paure e delusioni. Finendo quindi per sminuirle o svilirle.
        Come ha detto Cossora non esistono verità assolute sui sentimenti. Troppo difficile confrontare anche storie che apparentemente, per come noi le abbiamo raccontate e trascritte qui nel blog, sembrano uguali…simili. Ogni persona ha un proprio bagaglio emozionale. Unico. Fatto di esperienze passate relazionali e culturali, con radici che affondano nella storia familiare. Ognuno di noi ha una sua visione. Ognuno ha i suoi tempi. Ognuno cerca di farcela e andare avanti come meglio può. Chi decide di rivedere il proprio amante, chi invece vuole starci lontano.
        Chi ha tradito per amore, chi invece per sesso. Chi ha incontrato un seriale, chi un bugiardo narcisista, chi un vigliacco, chi semplicemente un uomo che non ama più la moglie. Venirne fuori è difficile quando si ama. Come se ne viene fuori? Ognuno trova il suo modo. Niente è sindacabile. Siamo persone che amano, soffrono, provano emozioni, evolvono. Cerchiamo di salvarci alla meglio.

        • Unica osservazione: gli uomini si presentano con facce diverse ma sono ripetitivi. Ecco perché è possibile decifrarli. Il problema è che noi siamo bravi all’inizio a sembrare perfetti e voi ci scoprite per quelli che siamo quando ormai siete molto prese o innamorate

          • Si Ale ma se poi torniamo, senza barbiturici e senza esserci chiuse in casa, evidentemente tra le vostre mille ripetitività cé qualcosa che ci piace e che vogliamo.
            Sennò sembra sempre che siamo pecorelle smarrite.. ma quando mai? Io non ne conosco così tante. E soprattutto qui..

          • Si…ma se vogliamo il ‘ti amo ma..’ .. che si fa?
            Si impara, si trova un modo, la prima volta fa sempre male.
            Dopo no.

          • @Alessandro, dipende se per una persona l’amore è legato più all’impegno o all’istinto.
            Se lo devi spiegare, se lo devi negare, se lo devi ‘far vincere’ su altro, non è di sicuro amore.

            Sennò tutti questi fedifraghi impegnati a fare andare bene la famiglia.. sono innamorati.

            Non è mia la frase “il cuore ha delle ragioni che la ragione non conosce..”

        • Condividuo qui il tuo pensiero
          Ma proprio perché è utile il confronto di esperienze e idee e emozioni
          Non vedo perché la mia idea io non possa esprimerla difenderla perché ci credo e la ritengo valida non soltanto così me teoria ,ma proprio per via di dati concreti

          Ovvio che ognuno ha ttuuto il diritto di fare come crede meglio per se stesso ma non sempre le soluzioni a certe manipolazioni a schema ripetitivo sono soggettive
          No esistono metodi scientifici precisi come il no contact che hanno un carattere universale generale

          Allora se io credo nella mia idea la esprimo
          E non mi importa se non verrà messa in pratica
          Posso solo sperarlo a fin di bene

          Sono entusiasta proprio quando mi si contrasta
          Il mio esprimermi è vero sono imprevedibile e impulsiva,sono diffettosa lo so ,

          Ma insomma il mio scopo mi è uscito così
          Tipo elefante nella cristalleria
          Ma ciò che è accaduto è meraviglioso
          Uno scrollone alle nostre coscenze alla voglia di guardarsi ancora meglio dentro
          Ciascuna a modo suo ,ma ovviamente si!

          Sono una lettrice critica comprendi Franca?
          Sono consapevole di quanto sia una Donna moooolto critica

          Aggettivo interessante per i diversi significati….

          Quindi lettrice critica con uno spiccato senso maschile

          Ciao Franca
          Sembro strana ,ma ti assicuro che sto umana!!
          Ah ah ah!!!

        • @cossora, non ti basterà. Come non ti è bastato tuo marito. Le cose a metà sono destinate a generare insofferenza. Basta che tu sia disponibile ad affrontare questa cosa. Che sia conscia andrà così. Che NULLA cambia se non cambi qualcosa.
          Se pianti zucchine non possono crescere peperoni. Tutto qui.
          Poi se ti van bene le zucchine…Ok. Ma sii conscia che sempre zucchine ci saranno: pranzo e cena.
          Ti capisco perché anche io sono frastornata. Ho vissuto il tuo stesso sentire. Ora per esempio sta capitando che ho perso ogni speranza davvero: ho metabolizzato . Lui mi vuole tanto ma senza rinunciare al resto. Ma sai che capita? Poi ti stacchi di cuore e non vuoi più nemmeno questo amore , un amore fatto così. L’hai già vissuto. Con tuo marito. Ti sei accontentata a lungo. Poi? Cosa è successo?

          • No aspetta. Io non mi sono accontentata con mio marito. L’ho fatto gli ultimi due anni, non ci siamo alzati da una crisi. Ma i primi 23 ci metterei la firma, rifarei tutto.
            Comunque la storia delle zucchine è verissima.
            Io alterno momenti di coinvolgimento a momenti di noia.
            Se si da da fare organizza propone cose scrive ‘poesie’ mi piace, sennò mi cade l’attenzione.
            Prima rilanciavo, stimolavo.
            Certo. Non sapessi che tanto non cambierà mai niente.. sono il tipo che se è preso sulle poesie ci costruisce favole.
            Ma non mi viene proprio. E senza rabbia.
            Faccio quello che ho voglia. Se voglio esco a cena, se ho voglia faccio sesso. Se non mi va glisso.
            Lo so che salvo impennate improvvise e improbabili andrà a morire.
            Ma io non sono infelice, credetemi.. se vi preoccupate siete meravigliose/i. Grazie..❤

          • @Oldplum primo desidero scusarmi per la forma di alcuni miei commenti
            Ho evidentemente esagerato lo so
            Non so se mi potrai scusare,ma almeno ci tenevo a scrivertelo chiaro qui

            Ne approfitto per dirti che secondo me ,seriamente già da ciò che qui esprimi a Cossora sta la dimostrazione di quanto tu stia veramente positiva avanti nel tuo percorso di liberazione e amore per te stessa

            Secondo me tu hai le idee adesso chiarissime e infatti condivido in pieno questi tuoi pensieri rivolti a Cossora

            Spero che ne possa trarre beneficio
            Visto che sei tu ad esprimerglieli.

            Ciao Oldplum
            Perdonami ,se puoi
            Volevo scuotere gli animi
            E ho esagerato
            Però è pur vero che qualcosa si è mosso
            Qui tra tutte noi
            E il movimento si sa porta al cambiamento
            La strada per amare se stesse!!

          • @Cossora:

            cossora
            20 marzo 2019 alle 9:27

            Il sesso è .. era super davvero (ma anche per merito mio che quando uno mi prende bene..) però imi sono innamorata di tutta l’argenteria che ha tirato fuori all’inizio @lollo.. quindi quando (troppo tardi) ho scoperto che era tolla ho dovuto mettermi in salvo con il silenzio.
            LUI è troppo problematico, mi asfalta e io mi sono scoperta nervosa con i miei figli.
            Non posso andare avanti, e poi ho pianto troppo per tornare a fare l’amante.
            Per me finisce qui. Non ne sono fuori del tutto, comunque.

  50. Se siamo arrivate/i qui su questo blog è perchè cercavamo risposte ai nostri dubbi, sostegno, confronto, condivisione, e possibilmente un modo più veloce per guarire dal tormento di un amore finito o che volge al termne. Perchè se si fosse felicemente appagati dalla relazione, qui forse non saremmo mai giunti.
    Poco prima di arrivare qui in questo spazio, mi ero posta la domanda fondamentale e cioè: c’è davvero qualche possibilità che qualcosa cambi nella relazione affinchè io ne sia felice o quanto meno più serena? Posso spostare la sua attenzione su di me più di quanto non mi abbia dato finora (poco)? Posso auspicare che il rapporto con la moglie sia meno simbiotico e patologico affinchè dia più spazio e tempo a me? E infine, posso sperare che mi ami di più? La risposta era ed è sempre no!
    Questa è stata la prima forte consapevolezza di dovere arrendersi: ho capito che quando si arriva a questa conclusione si deve smettere di sognare. I post di Alessandro e i vostri mi hanno dato maggiore conferma di questa necessità… ma anche, e soprattutto, la voglia di ritrovare me stessa, la dignità e l’amor proprio, perché senza questi, lo sappiamo bene, non si va da nessuna parte!

    • @Artemisia condivido in toto le tue parole e ti ringrazio per aver espresso il tuo pensiero dove metti in evidenza proprio
      Il come si possa fare concretamente per riuscire ad amare se stesse e cioè con Il rispetto della propria Dignità Amor proprio

      Che significa porre dei limiti invalicabili a questa tipologia di Uomini
      Che fingono amore con scopi diversi

      Alessandro con i suoi articoli ci ha spiegato benissimo il meccanismo di queste tipologie di uomini che in pratica si svelano
      Lupi travestiti da agnelli nel fatto concreto di tirare avanti l’amantato
      Per troppo tempo con varie scuse
      La mancanza di una road map condivisa e con limiti di tempo di percorrenza
      È la dimostrazione che ci sta a pigliare per il ….

      Grazie Artemisia di ❤️

  51. @Ariel ognuna/o può esprimersi come meglio pensa o sente ….
    Magari con idee contrastanti, in base alle proprie esperienze!!
    Posso solo dirti che mi piace leggerti, come molte altre, perchè anche se diverse ognuna di voi mi da qualcosa!!
    Il confronto è bello, a volte anche qualche battibecco fa bene!!
    Siamo in un blog …. Tutti più o meno per gli stessi motivi …. Rimaniamo solidali, anche se cosa difficile tra donne!!
    Ti abbraccio!!

    • @Dispersa grazie a te Tesoro!
      Ti sento Forte e non mi perdo mai un tuo commento!
      Come ,forse,avrai letto sono quel che si dice
      Un bel peperino….
      A scuola ero pessima in condotta,ah ah ah
      ,ma da adulta sono migliorata anche se in effetti
      Ci sto ancora lavorando,
      In fondo si vive apposta per imparare sempre qualcosa di nuovo
      Vivere è proprio questo apprendere da tutti e da tutto!

      Un abbraccio sempre Dispersa ormai
      Ritrovata!!!!❤️

  52. Vorrei chiedere una cosa a tutte le donne di questo stupendo blog. Come si riesce a credere nella sincerità di un uomo che per stare con l’amante mente , tradisce inganna. Ad un uomo che afferma di mettere i figli al primo posto , salvo poi rubare loro tempo per viversi la sua avventura. Come si può vedere sano un uomo che scrive all’amante mentre passa le vacanze con la famiglia. O che descrive la moglie ( ignara ) come la un vero mostro. Per me è fin troppo evidente che stiamo parlando di un uomo “piccolo” che ha davvero poco da dare. Si spera nel sesso davvero hot. Ma oltre quello ben poco da offrire. Allora sti maschi sono davvero così bastardi o siamo noi a permetterglielo?

      • Ciao @And, è vero.
        partiamo diversamente (o meglio, il nostro coinvolgimento emotivo dura più del vostro e ha tempo di mettere radici) ma secondo me capita eccome che nel lungo -se prevalgono desiderio e attrazione sessuale tra due e non a caso- anche noi donne ammettiamo a noi stesse che sia possibile una risintonizzazione del rapporto.

        C’è un ostacolo culturale: non devi dargliela vinta, vuole solo portarti a letto. Solo? Perchè, è una cosa brutta? Da quando? Il sesso è quello che distingue una coppia di amici da una coppia.
        Uscendo dalla modalità giudice e godendosela.. credo possa essere davvero gratificante, soddisfacente.
        Poi nella vita le cose sono destinate a cambiare. iI mutamento è nella natura.

        Io vedo tanto bisogno di vedersi vicine a qualcuno. Di sapere che questo è quello giusto e invecchierà al nostro fianco. A prescindere.
        Dovrebbe essere un desiderio che nasce dopo, non prima ancora di cominciare a conoscere un uomo (e se proprio una vuole un marito, eviterei di cercarlo con la fede al dito..)
        Per forza poi certi ci tiranneggiano.
        Diamo loro il potere prima ancora di capire cosa sanno fare con noi, quanto possiamo davvero ‘incontrarci’.

        Evolviamo, santo cielo! Soprattutto dopo una certa età, quando sappiamo pensare a noi stesse, mantenerci, andare in ferie, seguire le nostre passioni, gestire i figli con un padre che non vive con noi ma che grazie a Dio è solo una questione di tetto.

      • And, perchè purtroppo statisticamente parlando questo è un comportamento tipico maschile. Nel tuo caso sei l’eccezione che conferma la regola. Nessuna discriminazione.

      • @And carissimo ci tenevo a dirti ciao And
        Ti apprezzo tanto più di quanto tu possa o riesca a sentire da qui attraverso un vetro finto
        Ma il mio augurio di riuscire a realizzare ciò che vai cercando di buono per te stesso è sentito REALE esattamente allo stesso modo per tutte le amiche qui
        E che Sia concreto il tuo cammino
        Lo sento difficile perché pure è lo stesso per me anche se ovvio sono con la mia vita diversa e
        La mia persona è veramente diversa

        ma secondo me tu già adesso sai sempre meglio ad ogni passo ciò che vuoi

        Sei una minoranza qui a scrivere come Uomo
        E come tale porti una ricchezza speciale che non sempre è facile saper capire quando si resta soli in mezzo ai più

        Buon viaggio qui sul Blog:

        Beato tra le Donne!
        Un viaggio un sorriso un fumetto da un camino

        Realtà compressa tra vetri infranti
        E pezzi dei miei libri volanti

    • Anche noi donne siamo così ….
      Parlo per me!!
      Ho trovato scuse e fatto cose assurde per stare con lui!!
      Andava contro la mia etica e il mio pensare, ho giudicato, e poi mi ci sono trovata io, in prima fila!!
      E ci stavo bene ….
      Clichè? Mi unisco agli uomini.

      • Nessun clichè.. anche le donne sanno essere interessate, manipolatrici etc etc. Ma ripeto, le statistiche dimostrano che è qualcosa che appartiene molto di più al mondo maschile. 🙂

          • Vero, anche quando decidono a tavolinpo che il conto in banca e le vacanze hanno più valore delle corna che fuoriescono dai mille cappelli.. Sorry , ma proprio mi è scappata.

    • @Lollo siamo noi a permetterglielo
      E mi pare che la dimostrazione ce la abbiamo sotto i nostri occhi
      Semplicemente nel leggere la maggioranza di storie di queste Donne che si ostinano alcune ad avere ancora il prosciutto sugli occhi

      Altre a non avere le idee chiare non sanno manco loro il motivo della lro essere amanti

      Se si rilegge il passato non lontano delle espressioni qui scritte dichiarate di alcune donne che si dichiarvano innamorate progettuali i progetti e infranti dal
      LUi di turno che le aveva illuse per tanto troppo tempo
      Ecco che oggi meno male almeno scoprono i loro veri motivi

      Meglio tardi che mai

      Allora a me pare che ci sia un bel alla pari
      Lui fa lo gnorri finto innamorato scopo melascopo e basta

      Lei innamorata la definisco innamorata confusa
      Cioè la mia modesta impressione è che qui ci sia un gran casino di insicurezza dentro a ciò che veramente queste donne vogliono
      Non lo sanno e soffrono ,ma è vero che ognuno ha i suoi tempi

      E infatti @Alessandro ha quasi sempre ragione
      E cioè quando ebbe a scrivere che i grilli parlanti
      Vedi me ,vengono schiacciati subito e soprattutto capisco bene nel mio caso che ho fatto da grillo bestiaccia per smuovere l’intero Blog

      Devo dire obbiettivo riuscito

      Almeno il mio scopo era proprio questo che adesso la indignazione
      E giuste proteste di molte amiche di Blog che ho veramente assalito di penna drastica ebbene ora iniziando a reagire contro il giusto previsto da me
      Non se ne può più di Ariel e le sue invettive espressioni sermoni e quant’altro di peggio

      Ecco che le amiche finalmente hanno iniziato a fare ordine dentro a se stesse cominciare per esclusione
      Questa no Ariel,questa si nel aenso del pensiero
      Confronti dibattiti interventi gente che sisceive si confronta e scrive ti appoggio oppure a me dice basta smettila ti sbagli sono diversa perché voglio questo e non quest’altro

      Carissima Lollo condivido i tuoi pensieri ,devo dire infatti che
      Secondo me la responsabilità è a metà
      Donne Confuse illuse
      Maschi trattino Onzi….

      • @Ariel …. Condivido il tuo pensiero, a volte ho il prosciutto negli occhi, altre sono realista, altre lo desidero talmente tanto che gli direi di vederci ogni tanto …. Come buoni amici, per scopare!!
        Confusa vero, forse dispersa!!
        Non ti sò rispondere.
        Io cerco una risposta, ma ogni volta è diversa!!
        Non credo di essere una cretina, e nemmeno una ‘bambina’ un po’ cresciutella!!
        Credo solo di essere umana, in 36 anni di vita non mi sono mai sentita così impotente e così persa!!
        Mi sembra impossibile, neanche avessi 15 anni, ma è così.
        Non me lo sò spiegare, probabilmente devo fare un gran disordine (un caos) per riuscire a fare ordine!!
        Tu continua a fare ‘l’elefante’, perchè per me non lo sei anzi!! Come tutte le altre esprimi solo un tuo giudizio, che giusto o sbagliato io apprezzo!!!!

      • Cara Ariel, sai cosa?… ci hanno cresciute con la favola del principe azzurro. Io però ho sempre preferito il lupo…. Esiste un terribile legame tra vittima e carneficie. Dove spesso è proprio chi per natura è vittima alla fine porta l’altro ad essere carneficie. I figli , le case, le suocere, gli isterismi , le cavallette etc etc. Tutto ciò che pùò servire a dire.. Un grande amore tra due persone che rinunciano alla propria felicità per altruismo e spirito di sacrificio.. Mah… mi puzza di finto …

    • Nel mio caso perche io lo sento che siamo davvero innamorati e che sta dov’è solo perche deve, per i figli piccoli, ecc.
      LIberi di crederci o no

      • @Annina lo hai visto il film di Allen (adoro), Anithing else?
        Verso la fine, durante una passeggiata a Cantral Park, Woody dice al suo ‘cadetto’ Jason Biggs (un giovane scrittore innamorato di una gattamorta, perennemente confuso sulle sue sorti ma ironico e curioso di vivere) che ..

        ‘nel corso della vita non ci sarà certo penuria di gente che ti dice come vivere, avranno tutte le risposte, cosa dovresti fare, cosa non dovresti fare. Non ci discutere mai. Tu dì sempre “Ah si? E’ un’idea davevro brillante”. E poi fai come ti pare’

        ps e comunque lo fanno tutti

  53. Cara @Ariel, condivido la metafora del Elefante nella Cristalleria che tu stessa hai portato, descrivendo la tua reazione.
    Per carità, ognuno è libero di esprimere la propria opinione per come la pensa. Ed è proprio per questa schiettezza e la loro sincerità che apprezzo le opinioni di tante amiche come Oldplum, Cossora ed altre ancora…
    Percui anche tu sei la benvenuta ad esprimere la tua opinione, possibilmente senza cadere nel giudicare le altre persone, e secondo il mio modesto parere, sarebbe meglio se tu fossi un po’ meno ripetitiva nelle cose che scrivi, ed anche un po’ più sintetica. Secondo me, più apertura mentale e meno volume di parole scritte, sarebbe ancora meglio. Comunque un abbraccio ed un ringraziamento per il tuo coinvolgimento sincero e la tua solarietà!

    • @Sheila ti ringrazio veramente di ❤️
      Mi scuso ancora pure con te e a tutte qui
      Sono consapevole dei miei limiti e io per prima ho qualcosa da imparare da questa mia esperienza pure qui nel Blog

      Sono consapevole lo ho fatto di proposito sto casino da elefante
      Sperando in un risveglio delle coscienze
      Perché secondo me qui ci sta vera,ente poca chiarezza in tante Donne che soffrono sinceramente soprattutto perché non sanno manco loro cosa vogliono nella loro vita di adesso

      Hai ragione da vendere come del resto pure tutte le altre
      Lo so sono tremenda una vera discola /elefante
      Cercherò di intervenire poco più breve e magari adesso che ho detto tutto ciyche mi premeva esprimere
      Un bel mio silenzio penso faccia bene a me per apprendere a darmi una calmata
      E pure a voi
      E perché insomma questa Ariel ,ma quanto rompe!!!!
      Ah ah ah
      Un abbraccio sempre!

  54. Ariel cara, ti voglio dare una mano. Leggendo qua e là… mi sono imbattuta in commenti che palesano chiaramamente figure narcisiste ed egoiste . Da ambo le parti ovviamente. Si vuole l’amante per compensare la parte emotiva mancante. Ma poi si resta lì per la parte economica, lo status symbol e le vacanze … Sai che ti dico ?.. Brava! Almeno tu hai scelto le emozioni vere. Non il conto in banca , l’anello al dito , e le vacanze da postare sui social. E non avrai mai bisogno di profumo per coprire l’odere di stantio . TVB

    • Iddio, non è che una donna che sceglie di stare con suo marito scelga sempre l’anello, lo status e l’esibizione della vacanza. Mai sentito parlare di amore? Amore nonostante i problemi? Nonostante gli sbagli?
      Secondo me qui talvolta si tende ad estremizzare troppo

      • Di certo no, non bisogna estremizzare ma se scegliamo di credere alle statistiche però dobbiamo crederci sia quando si parla di amore per l’ Amante ( 10/20%) sia di quando si sceglie per Amore la moglie o il marito e si ricomincia veramente dopo il tradimento (10/20% su per giù ma Ale mi confermerà o meno la correttezza del dato)
        Purtroppo in entrambi i casi percentuali molto basse

        • Io adesso non parlavo del marito, ma della moglie. Che magari crede al bugiardo per amore. Detesto quando leggo che c’è la credenza che le mogli stiano li per status. Molte stanno lì, soffrendo, per amore. Tanto quanto voi. E non capisco quelle che ritengono che le mogli dovrebbero solo gentilmente levarsi dai coglioni.

  55. anche se tardi volevo intervenire rispetto ad @ariel, ammetto che all’inizio trovavo un po’ faticosa la lettura, ma poi soffermandomi ho trovato in lei una perla rara di attenzione e generosità…ognuno reagisce come riesce, @ariel con me non ti fare problemi, scrivi pure quello che pensi e come lo pensi, e non sarà mai un consiglio non richiesto. ogni attenzione che qui abbiamo per le altre è una forma di amore e in @ariel ce n’è tanto tanto. tvb

  56. Come lo classifichiamo quello che …. tu sei troppo impegnata non riusciamo mai a vederci, gli dai due giorni possibili per uscire a cena, il primo passa inosservato, prima del secondo gli chiedi di farti sapere ma niente, il pomeriggio gli dici che evidentemente aveva altro da fare e ti risponde… mi sono dimenticato però sono libero usciamo!?!?!? Ovviamente per me tisana, pigiama e film in solitaria.

  57. La cosa più agghiacciante, è rendersi conto della quantità enorme di donne che rimangono single a causa della tipologia di uomini elencata sopra. Conosco pochissime donne che sono in coppia, ancor meno in una coppia felice. Shock! Si deve poter far qualcosa a livello sociale per contenere i problemi del mondo maschile e femminile. Ma mi rendo sempre più conto quanto le donne siano veramente forti, nonostante tutto. Anche se personalmente non mi sento affatto forte.

    • Concordo… riflettevo proprio ieri con una mia cara amica vedova ahimè che davvero è disgustata dalla tipologia di uomini che incontra…
      Sembrano non esserci più uomini equilibrati…
      O sono egoisti e superficiali o sono intimoriti …
      E si che anche lei è sotto i 40 anni ma il paesaggio maschile sembra pieno di bamboccioni che non hanno la minima idea di come si stia al mondo…
      Assurdo
      Spero di non crescere mio figlio con un handicap sociale di questi livelli

      • Infatti, io credo che dovremmo guardarci negli occhi qui e dirci con grande onestà e una volta per tutte, che per la maggior parte di noi che escono da queste storie disgraziate alla fine del tunnel non c’è ad aspettarci né il Principe Azzurro né un uomo normale di qualsivoglia fatta, ma semplicemente IL NIENTE. Il deserto sentimentale più assoluto.
        (E questo lo sanno anche gli uomini bastardi, altrimenti non si prenderebbero certe libertà…)
        Motivo per cui, pur avendo io fatto una scelta differente, capisco benissimo e non mi permetto di giudicare chi tra di noi si tiene ‘sti rottami d’uomo, perché bella la dignità ritrovata eh, ma non ti scalda il letto

        • Non esageriamo. Che fuori la situazione del mercato maschile assomigli a quella dell’economia è un fatto ma non dico ogni giorno, ma ogni “mese” una coppia non dico felice ma che sta bene si forma

          • Per me anche di più. Io comunque continuo a dire che il ‘successo’ di una relazione resta la magia e il benessere e l’intensità che ti regala AL DI LA della coppia che si forma.
            Davvero, guardiamo le cose dall alto, guardiamole non come ci fossero dovute, senza giudicarle con la lente del possesso: io non ci credo ancora a quel che vivo, e mi sento grata, non frustrata.
            Secondo me la vita è meravigliosa!

        • Cara Violetta
          Ovviamente è una questione pure personale il valore che ciascuna da a se stessa e quindi alla propria dignità

          Certo qui nessuno giudica nessuno perché alla fine siamo libere sempre di decidere cosa fare

          Alcune sono qui anche se già fuori da tempo dalla relazione e già fuori dal tunnel che è stata la manipolazione subita una vera prigione per noi stesse e più non ci si accorge piu si sta lontane dalla vera ripresa positiva

          Credo fermamente che sia naturale e universale il fatto che quando si ha difeso e salvato la propria Dignità che è fatta proprio dal NON PIEGARSI alla volontà altrui messa in atto subdolamente e apposta per TENERSI IL BENEFICIO del POSSESSO Del nostro essere tutto ANIMA e CORPO AL SERVIZIO di questi lui IN MALA FEDE!!!

          Quando si è riuscite veramente a risplendere autonome della propria LUCE e CAPACITÀ DI AGIRE AUTONOMAMENTE

          Al nostro letto ci starà sicuro LA FILA di maschi OKKEI
          QUELLI BUONI CHE ESISTONO ECCOME e che essendo validi sanno riconoscere in modo BUONO E RISPETTOSO in nostro grandi talenti

          È la Propria DOGNITA
          CHE identifica la nostra VERA BELLEZZA!!!

          Non disperare MAI
          e ti auguro di riuscire sempre nella tua vita a DIFENDERE LA TUA DIGNITÀ DI PERSONA E DONNA!❤️️

          • Che la felicità non sia uno stato civile, credo sia una cosa su cui possiamo essere tutti d’accordo. Non era evidentemente quello a cui facevo riferimento nel mio post.

          • No ma un amore bello e sano risveglia e amplifica notevolmente la voglia di vivere
            Non nascondiamoci, siamo donne e quando ci innamoriamo e siamo amate come si deve rinasciamo.

    • Secondo me le donne semplicemente non si fanno più andar giù di tutto, come accadeva in passato: corna a manetta ben tollerate perché il maschio ha bisogno; zero aiuti in casa e coi figli; violenze da tacere perché non sta bene; ecc ecc. guardate tante storie penose di 50 anni fa, erano felici le donne? non credo che gli uomini di prima fossero meglio, erano solo più coperti e giustificati, e le donne più mansuete e grate che qualcuno le elevasse socialmente (perché da sole non contavano nulla).
      Io vedo maschi intelligenti, sensibili, in genere ben occupati: ma ripeto, son migliorate le donne per me, hanno aperto gli occhi, non peggiorati gli uomini.
      Io stessa non mi sento di valere di più se ho una dolce metà attorno. Chiaro che sono più selettiva. La pago? Non so, io lo considero un privilegio: poter scegliere.

      • Si sono d’accordo siamo sveglie e passi avanti ne abbiamo fatto,ma gli uomini purtroppo ancora stanno al potere in ogni campo ancora troppo e non sono peggiorati perché non hanno ancora bisogno di fare peggio
        Vedo la cronaca nera verso noi Donne che pare funzioni alla grande per gli uomini quindi che bisogno avrebbero ancora di essere peggiori?

        Certamente rispetto al passato siamo Donne sempre più presenti nella società e diciamo più libere di scegliere
        ,ma ricordiamoci che NON BASTA

        Perché il potere ancora di decidere è del Uomo

        Senza contare le società indietro di secoli come nel mondo le donne sono trattate come bestie ecc.

        Si se si considera il vero panorama Maschile noi Donne qui in occidente stiamo migliorando tanto ,ma ancora strada da fare ce ne sta e molta !!!

        Agli uomini ovviamente in maggioranza di potere ovviamente non interessa affatto che la Donna avanzi nel suo diritto di vivere con ì suoi veri talenti e bisogni e scegliere esprimersi!!!

        • La strada è ancora lunga, certi cambiamenti sociali avvengono in più generazioni e spesso col passo del gambero… è fisiologico. Più si scoperchiano le pentole e piu sembra di vedere cose brutte (che fanno molto più rumore). Io nel mio piccolo porto il mio contributo, come donna e come madre di maschio e di femmina:)))

  58. Io sono arrivata alla soluzione di viverla senza aspettative finché mi fa sentire bene. Sono libera e piena di possibilità. Non gli metterò mai un aut aut né premero’ per fargli cambiare stato civile. Ma se troverò altri interessi, con affetto immutato, cambierò strada. Lui da che mi sono separata rischia il triplo, è presente il quadruplo, mi riempie di attenzioni (sempre fatto, ma ora c’è una evoluzione matura anche della nostra relazione) e mi ha addirittura chiesto tempo (dal “mai” di prima). Io non ci penso. Mi godo il tutto nel presente senza ipotecare il futuro. L’importante per me è non essere più incastrata in un matrimonio in cui stavo male.

    • Credo sia normale che sia presente il quadruplo… adesso che sei libera lui ha di sicuro più “competitors” e deve starti più addosso.
      Credo sia anche per questo che dal “mai” di prima lui sia passato ad un “ dammi tempo”
      Fai bene a mio avviso a viverla senza troppe aspettative
      Brava oldplum,fai ciò che ti rende felice ❤️

      • Si. E la cosa più tranquillizzante rispetto al suo chieder tempo è che io non gli ho chiesto proprio nulla. Proprio per questo motivo non ho aspettative.

    • Siamo nella stessa situazione e capisco il tuo stato di benessere attuale @Oldplum.
      Non so quanto possa durare ma so che se finirà, sarà solo con un miglioramento delle nostre vite. Con o senza di loro.
      Libere, senza nessuno cui mostrare sorrisi di circostanza ne situazioni da far funzionare a tutti i costi.
      I nostri matrimoni sono andati così e del loro fallimento abbiamo colto l’opportunità.
      Mai niente di meno. Però devo dire che da ogni pozza di fango mi ha salvato un’impennata di egoismo!

      • Esatto @Cossy. Il mio star bene con lui non deve diventare non star bene senza di lui né accettare di star male in una situazione che mi faceva morire già da prima di lui. Come ho già detto l’importante è essere libera da un matrimonio che mi uccideva. Ora sono più bella, splendo e lo notano tutti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

@anpellizzari

La mia Rubrica su Panorama.it

Premax Shop

Commenti recenti