Ti amo ma scelgo lei
Ti amo ma scelgo lei

Lui è tornato da sua moglie. Dopo sei mesi che stava con te. Dopo un anno. O perché è stato scoperto.

Ma come! Sei stata adulata, coccolata, avete sognato insieme, fatto progetti e poi? Che cosa non ha funzionato? Perché ha fatto marcia indietro? Perché ha fatto in modo che TU lo lasciassi? Perché è sparito?

Chiediamolo a tre uomini immaginari in tre interviste immaginarie che hanno lasciato l’amante dopo 6 mesi, un anno e… quando sono stati scoperti.

Mario ha lasciato Anna dopo 6 mesi

Mario come hai conosciuto Anna?
Su Facebook. Abbiamo chattato per un mese poi ha accettato di uscire a cena con me anche se ero sposato.
Lei è single.

Sei sposato? Come l’hai convinta?
Sono sposato ma sono un po’ in crisi con mia moglie. Siamo insieme da 5 anni e non abbiamo figli. Ammetto che con Anna ho calcato la mano dicendo che praticamente siamo separati in casa e non abbiamo rapporti, cosa che non è vera del tutto, ne abbiamo ogni tanto. Credo si sia convinta anche perché non ho figli e le ho detto che non mi sono separato perché non ho ancora trovato la donna giusta.

Tu hai già tradito?
Si diverse volte ma ad Anna ho detto di no, non volevo apparire un seriale e volevo giocarmela con lei di persona.

Perché tradisci tua moglie?
Perché il sesso è diventato scadente ripetitivo e una tantum. Sono affezionato a lei, abbiamo molti interessi economici in comune, va benissimo come compagna. Il sesso di qualità puoi trovartelo fuori, basta stare attenti a non farsi beccare.

Come sono stati i primi 6 mesi con Anna?
I primi tre molto belli. Facevano sesso ovunque, grandi risate e complicità. Poi lei ha cominciato ad attaccarsi troppo. Si vedeva che stavano prevalendo i sentimenti e che non era più solo una storia divertente.

Allora come ti sei comportato?
Mi sono raffreddato. Ho iniziato a vederla meno e a far saltare appuntamenti anche all’ultimo momento. Ho dovuto trattarla anche un po’ male. L’ho fatta piangere. Mi sono rimangiato certe promesse e l’ho accusata di pretendere troppo. Quando al sesto mese una sera mi ha detto che lei l’amante non poteva farla per sempre e mi ha chiesto di darle garanzie e di iniziare a parlarne con mia moglie le ho detto che non ero pronto. Quando mi ha chiesto se l’amavo ho risposto sono confuso. E quando lei mi ha chiesto se non ci saremo rivisti più le ho risposto che era meglio di no.

Ma tu l’amavi?
In certi momenti ho creduto di amarla ma era l’entusiasmo per le magnifiche scopate che ci facevamo, lei è bella ed è una bomba a letto ma dentro di me ho sempre saputo che non avrei mai lasciato la mia vita. Ci sono già passato e so che intorno al sesto mese le donne si innamorano dell’amante e vogliono il salto di qualità. Li devi troncare altrimenti poi è un casino.

Non ti vergogni di averla fatta soffrire?
Sì mi dispiace ma meglio soffrire ora che è poco che stiamo insieme: per lei è meglio. E poi anche a me mancherà la sua capacità di comprendermi e il sesso favoloso con lei, anche per me è un sacrificio. Ma io non lascerò mai mia moglie la mia casa il nostro tenore di vita.

Come ti senti e cosa farai adesso
Mi sento sereno, libero da un pericolo, il pericolo di incasinarmi con Anna che mi piaceva sempre di più. Ora starò con mia moglie per un po’, magari dandole più attenzioni (le mogli percepiscono che sei strano quando hai una storia da un po’ che ti prende) per tranquillizzarla. Poi troverò un’altra, ne ho già una con cui chatto che promette bene.

Sentirai mai più Anna?
Penso di sì. Lascerò che si calmino le acque e magari fra qualche mese proverò a bussare alla sua porta, soprattutto se non ho nessuna di interessante. Con la scusa di sapere come sta, non c’è niente di male, in fondo le ero affezionato. E magari finiamo di nuovo a letto, ma con meno rischi di innamoramento e casini.

Stefano si è fatto lasciare da Loredana dopo un anno

Stefano un anno è tanto tempo, perché non ha funzionato con Loredana?
Siamo sposati tutti e due e abbiamo figli ancora ragazzini. Ci siamo conosciuti perché tutti e due cercavamo qualcosa, avevamo un bisogno fisico ed emotivo, dato che mia moglie ha deciso da anni di dedicarsi ai figli e basta e io sono solo quello che porta i soldi a casa. Lei invece ha un marito con molti più anni che non la soddisfa sessualmente, uno in pantofole per intenderci. Quando abbiamo iniziato è stato bellissimo. A letto sembravamo due liceali, scappavamo con delle scuse a tutte le ore per vederci. Abbiamo anche dormito insieme più volte. Poi lei mi ha chiesto, dopo sei mesi, cosa volevamo fare, se andare avanti o no.

Ed è lì che si è interrotto il rapporto?
No, nessuno dei due voleva rinunciare all’altro. Però lei mi ha detto che si era innamorata e che non riusciva a fare solo l’amante. Le ho detto che ero innamorato anch’io e che doveva darmi tempo per lasciare mia moglie e sistemare le cose per i figli. Lei era più decisa, più pronta a lasciare tutto, io volevo prendere tempo senza perdere lei.

Cosa avete deciso?
Ci siamo dati altri sei mesi entro i quali avremmo dovuto fare tutti i passi per separarci. Avvertire i coniugi ufficializzando la crisi senza dire che c’era una persona, almeno non subito. Iniziare a cercare una casa fuori (per i primi tempi senza convivere) e parlare con i ragazzi.

Lo avete fatto?
Lei sì io no. Lei ha subito parlato chiaro col marito dicendogli che non lo amava più e bloccando i rapporti sessuali, anzi hanno iniziato a dormire in camere separate. Io non ho avuto il coraggio di parlare con mia moglie ma ho detto a Loredana di averlo fatto e che mia moglie aveva abbozzato. Lei è andata da un avvocato io ho fatto finta di informarmi.

Ma lei non si è accorta che tu eri fermo sul fronte separazione?
Lo ha intuito perché mentre suo marito aveva reagito cercando di dissuaderla e stava facendo di tutto per riconquistarla io dovevo inventarmi atteggiamenti di mia moglie che risultavano poco convincenti, anche perché io non le avevo parlato. Non dicevo menzogne ma ero reticente ed evasivo nei dettagli. E lei iniziava a essere sospettosa sulla mia volontà di andare avanti

E poi cosa è successo?
L’estate doveva essere la svolta. Per Agosto dovevamo aver ufficializzato a sufficienza la crisi in casa da poter fare almeno parte delle vacanze insieme. Lei era pronta già a partire con l’avvocato io non avevo fatto nulla e non sapevo come dirglielo. Aspettavo e intanto raccontavo frottole, dicevo che avevo visto l’avvocato, fantasticavo con lei su dove andare in vacanza.

Però a un certo punto hai dovuto confessare?
Peggio. Mia moglie deve aver subodorato che c’era qualcuno che mi ronzava intorno e si è risvegliata dal suo torpore di “madre e basta”. Ha preteso un weekend di famiglia e ha riempito i social di foto della famiglia felice e io non ho potuto impedirglielo. Loredana le ha viste, si è incazzata e mi ha letteralmente convocato a un colloquio chiarificatore.

E l’incontro com’è andato?
È stato drammatico. Lei mi ha fatto un terzo grado al quale io non ho retto. Mi ha accusato di non aver detto nulla a mia moglie della crisi (non ci sarebbero state le foto della famiglia felice) e probabilmente di non essere mai andato dall’avvocato. Ho cercato di resistere ma quando mi ha chiesto nome e indirizzo dello studio non ho saputo neanche inventarmelo. A un certo punto mi ha chiesto cosa avrei fatto ad agosto. Le ho risposto che non potevo non andare in vacanza con la famiglia e che avrebbe dovuto aspettare settembre per vedere se potevamo fare qualche giorno da soli. Lì lei è scoppiata: qualche giorno! Ha urlato.

E tu?
Ho preso una decisione. E sono passato al contrattacco. Le ho detto che non aveva pazienza e che mi stava pressando troppo e che così mi faceva scappare. Lei replicava che io avevo promesso e che era tutto concordato tanto che lei aveva già un piede fuori casa ma io facevo finta di niente e contrattaccavo dicendo che lei non sapeva rispettare i miei tempi e che che così dimostrava di non rispettarmi e non amarmi.

Parole pesanti le tue, hai rinnegato tutto, persino accusato…
Non avevo scelta io non me la sentivo di lasciare mia moglie. Pensavo di poterlo fare, ho cercato di prendere tempo ma poi lei mi ha messo con le spalle al muro. Anche se non avesse visto le foto di famiglia ormai era giugno e le vacanze insieme andavano decise.

E come è finita?
A un certo punto lei, piangendo, mi ha chiesto se l’amavo. Io ho risposto che ero confuso. Mi ha chiesto se amavo mia moglie: ho risposto non lo so. Mi ha chiesto: vuoi lasciarmi? Le ho risposto non lo so sono confuso aspettiamo ancora andiamo avanti così, lasciamo passare queste vacanze. Lei si è alzata dal tavolo del ristorante e mi ha detto: ti lascio io, io non voglio un uomo senza palle. Non la sento da un mese.

E tu come ti senti?
Più sereno, sollevato. Questa storia, le bugie, erano diventate insostenibili. Mia moglie ora è tranquilla e stiamo per partire per le vacanze.

E Loredana?
Se da una parte mi solleva aver evitato il casino con mia moglie dall’altra mi manca. Io sono stato abbastanza innamorato di lei ma non a sufficienza per far saltare la mia vita. Certo mi manca, soprattutto le nostre chiacchierate e il sesso. Era bello. Era bello sognare con lei. Ma erano sogni.

A settembre tornerai a casa e alla tua routine: il tuo matrimonio è davvero salvo?
No non lo è. Mia moglie, a parte il breve periodo delle foto e dell’allarme “oddio forse c’è una che gli ronza intorno” è tornata a fare la mamma a tempo pieno. Abbiamo un rapporto ogni tre settimane e lo facciamo come vuole lei, nessuna variazione o fantasia. Non è vero sesso, l’ho provato con Loredana il vero sesso.

Ricontatterai Loredana?
Tramite un amico comune mi sto informando di come sta e soprattutto cosa pensa di me. Controllo il suo profilo, guardo quando è online, mi dicono che fa poca vita sociale. Temo che in vacanza trovi qualcuno ma non dovrebbe, so che andrà da parenti, una roba tranquilla, mica Rimini. È arrabbiata con me lo so perché le ho mandato dei messaggi tipo “come stai” e “mi manchi”. Non mi ha risposto ma li ha letti e non mi ha bloccato. La sua porta è socchiusa: forse a settembre potremmo ricominciare.

Ricominciare cosa?
A fare gli amanti, io di più non posso darle. D’altronde mi ha lasciato lei, io non l’ho mai lasciata.

Alberto ha lasciato Laura perché è stato scoperto

Da quanto stavate insieme?
Due anni.

Sono tanti…
Sì, io e Laura abbiamo superato anche diverse crisi, ma poi lei ha capito che io mia moglie e i miei figli non li posso ancora lasciare, forse quando vanno all’università. Tiriamo avanti come amanti, anche lei è sposata.

E adesso cosa è successo?
Mia moglie mi ha scoperto. Non mi sono accorto che era rientrata e io ero al telefono con Laura. Ha sentito tutto. Scenata immediata. Mi ha detto subito che mi avrebbe perdonato se io troncavo immediatamente con Laura e io l’ho fatto.

Cosa hai fatto
Sono sparito. Le ho bloccato il numero le chat tutto. So che si è preoccupata, disperata ma non avevo scelta: mia moglie mi controllava.

Ma neanche un messaggio poverina? Bastava un minuto… mica sei in galera
Sì ma avevo paura. E poi mi sono detto: forse questa è la volta buona per liberarmi di una storia che andava avanti da troppo e che forse non aveva sbocco. Quando mia moglie mi ha scoperto sono andato in panico ho avuto paura di perdere tutto! No nessun messaggio. Per evitare che lei chiamasse tutti i conoscenti comuni le ho fatto sapere tramite un amico che ero stato scoperto e che doveva aspettare e non fare nulla, questo due giorni dopo.

E lei?
Aveva intuito ed era preoccupata per me mi ha detto l’amico. Poi quando ha visto che l’ho bloccata dappertutto e dopo 7 giorni non mi ero fatto più vivo si deve essere arrabbiata e credo mi abbia cancellato.

Arrabbiata? Indignata forse
Sì, nonostante l’amore che l’ha portata a fare l’amante per due anni è una donna con una grande dignità. Un conto è resistere quando comunque ci vedevamo (anche spesso), un conto è sparire così. Avrà pensato: ok i primi giorni di panico, ma dopo devi rifarti vivo, e io non l’ho fatto. Apposta.

Pensi che ci abbia messo una pietra sopra?
È passato solo un mese, sarà arrabbiata e delusa. Probabilmente mi odia. Ma io ci tengo a lei come amante, se non fossi stato scoperto con lei sarei andato avanti così anni! Proverò a rifarmi vivo fra un mese e a tastare il terreno. Potremmo ricominciare a vederci, meno di prima perché mia moglie non si fida più, ma un po’ di tempo insieme si può trovare

Però tu Laura non la ami, ti fa comodo come amante…
No io l’ho amata abbastanza, anche parecchio in certi momenti. Ma l’amante è l’amante, la moglie è la moglie. Ognuna ha il suo ruolo e deve esserne conscia. Sì, posso averle detto di amarla, di volere dei figli da lei, di sognare un futuro nostro ma sono parole che si dicono, si pensano anche, ma i fatti sono quelli che contano. Ed essere sposati è un fatto

Tre uomini, tre pentiti, tre storie immaginarie ma rappresentative di molte altre e spesso reali, almeno in diverse parti. In Italia il 60% di uomini e donne ha tradito almeno una volta. Solo il 10% degli amanti forma una nuova coppia.

Sincerely yours

Condividi:

976Commenti

  • Pamela, 7 Ottobre 2018 @ 11:03 Rispondi

    La cosa che più mi colpisce e che tutti vogliono ritornare dall’amante. Egoisti fino al midollo.
    Ad ognuno di noi la propria storia sembra unica, speciale… ma oggettivamente la maggior parte sono uguali a quelle descritte in questo articolo… niente di più e niente di meno. Che tristezza!

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 11:04 Rispondi

      Purtroppo molte storie sono così. Non tutte ma molte

    • Giuliutta, 11 Ottobre 2018 @ 07:33 Rispondi

      Sono l’amante innamorata da più di 3 anni.. Comprensione per ogni sua ansia, sempre un passo indietro.. non perderlo… Sposati entrambi..un copione… Primo anno meraviglioso… Progetti… Parole…poi piano piano altri progetti altre parole… Ho comunque creduto a una storia speciale.. a una persona speciale
      …. Poi leggo le vostre esperienze
      e ritrovo nei vostri anche il mio uomo “speciale”…. Dall’amore della sua vita… “Comunque vada ti amerò per sempre”…mi sento ora solo una scomoda amante che intralcia la serenità della sua vita.
      Il mio matrimonio è andato in frantumi..
      Siamo una famiglia non più certo una coppia….Si ho tradito… Era la prima volta..ed é stato per sempre…come molte di voi mi sono innamorata di lui….coerenza e pena… Fragilità e forza….. Continuerò a tenere chiuso nel mio cuore un amore che non avrà mai un futuro…

      • alessandro pellizzari, 11 Ottobre 2018 @ 08:04 Rispondi

        La tua storia, triste, è una magnifica poesia d’amore. Come molte storie di amanti

      • Pamela, 11 Ottobre 2018 @ 09:36 Rispondi

        @giuliutta, ogni storia ci sembra unica, poi basta venire su questo blog e capire che di unico non c’è proprio niente…… le vere “uniche” qui, siamo noi, che faremmo di tutto per loro!! Ma non il contrario…

        • Cicciu, 29 Maggio 2019 @ 09:58 Rispondi

          Verissimo. Io di anni ne ho passati 5 così, e ne ho solo 27

  • Silvia, 7 Ottobre 2018 @ 11:13 Rispondi

    Mi hanno fatto venire i brividi…
    Spero che lui resista in questo momento difficile per se stesso e per noi e che non torni a casa.

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 11:15 Rispondi

      Chi esce ha già fatto un grosso passo avanti perdonate se l’articolo è triste e denso di umor nero ma tante storie sono così

  • Patri, 7 Ottobre 2018 @ 12:11 Rispondi

    Questi non sono uomini. Sono solo esseri di sesso maschile. Purtroppo ne ho conosciuto uno pure io. Con tutte le conseguenze. Tristi. Tristi solo per me. Sono maschi che non amano nè la moglie nè l’amante. Amano solo se stessi. Se amassero non tradirebbero. E chi tradisce non avrebbe il coraggio di guardare l’altro in faccia. Possono continuare a guardarlo solo perchè quella persona non rappresenta nulla per loro.

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 12:12 Rispondi

      Di tradisce per mille motivi che poi certi uomini come quelli descritti abbiano una forte dose di egoismo è indubbio

    • Clqudia, 7 Ottobre 2018 @ 14:37 Rispondi

      Da donna, abbastanza vissuta ,mi chiedo solo una cosa, ma donne quand’e che vi svegliate?che si possa stare anche solo per sesso con tali squallidi vili figuri,francamente mi ripugna, ma non li capiscono vivendoci che vermi sono? Patetiche!

      • Pamela, 7 Ottobre 2018 @ 14:47 Rispondi

        @clqudia, ti riferisci alle mogli o alle amanti? Io penso che le mogli, o almeno nel caso del mio ex uomo, se lo riprendano per convenzioni sociali, business….. mi rifiuto di pensare che possano amare un uomo che dice alle figlie: “non sopporto più vostra madre”, oppure “sono 15 anni che non provo più niente per lei”

        • Molly, 23 Febbraio 2020 @ 08:05 Rispondi

          Ma lo hai sentito mentre lo diceva o lo ha raccontato a te? Fa differenza, fidati!

  • Silvano, 7 Ottobre 2018 @ 12:12 Rispondi

    Mi stupisce che tutti non abbiano dimenticato l’amante. Nel 100% dei casi matrimoni falliti o di convenienza. Al tradimento non si sopravvive…uguali a prima. Sarebbero interessanti interviste alla LEI che tradisce e torna all’ovile, ora.

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 12:13 Rispondi

      Ho molte testimonianze potrei farlo

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 12:14 Rispondi

      Chi più spesso dimentica l’amante è il seriale, quello che lascia entro i primi sei mesi. Ma dimentica dopo averci riprovato almeno una volta

      • Sis84, 1 Febbraio 2020 @ 05:22 Rispondi

        salve non ho mai scritto ma leggo da un poco di tempo
        Mi interessa questo argomento sul amante perché trovo sia un amore impossibile e squallido il risultato sempre

        ho sempre visto negli altri le storie di amanti fallite
        Amici o parenti pochissimi sono riusciti a vivere bene l’amore

        A leggere qui viene tristezza e scoraggiante molto
        ,
        Il seriale poi mi ha colpito tanto
        Ho provato schifo,mi scusi se lo scrivo
        Ma fa schifo proprio

        Continuerò a leggervi

        • alessandro pellizzari, 1 Febbraio 2020 @ 10:40 Rispondi

          Non hai tutti i torti, i seriali fanno spesso schifo per il grado di egoismo e di menzogna. Peggio sono solo i narcisisti veri. Sugli amanti i dati più recenti dicono che 2-3 coppie di amanti su 10 si trasformano in nuove coppie felici e ufficiali.

          • Sis84, 5 Febbraio 2020 @ 16:58

            Ma perché ci sta la mania del fare sesso tradendo ?
            Non ho fatto mai questo tradire
            Ma sono passata piuttosto da uno al altro ,ma ho sempre chiuso prima col precedente

            Che bisogno c’è di tradire?
            Basta lasciarsi se non mi va più bene chiudo
            Non riesco a capire come sia possibile restare se non ci sta più nulla che ci vada bene

          • alessandro pellizzari, 5 Febbraio 2020 @ 17:05

            Si vede che non sei sposata

          • Sis84, 5 Febbraio 2020 @ 17:52

            No infatti lo sono stata ma lo ho lasciato subito appena non andava più bene nulla
            Poi mi sono separata,ma lo ho lasciato subito
            Prima della vera separazione e che arrivasse un altro

            Poi con il successivo ci ho avuto un bel rapporto,ma poi continuava a starmi addosso a soffocarmi di gelosia
            Allora basta chiuso

            Insomma credo che sia meglio così
            Essere decisi e via

          • Darkside, 10 Giugno 2020 @ 20:05

            Io sono forte con tutti, sempre, in ogni situazione, sono sempre l’ancora di salvezza delle persone. Meno che con lui. Lui sono 20 anni che mi ha in pugno. Vi assicuro che è come una schiavitu’. E le ho provate tutte per uscirne.

  • Anima triste, 7 Ottobre 2018 @ 12:19 Rispondi

    Che triste realtà Alessandro. Ma trovo l’articolo molto utile per questo mio momento…. mi raffredda e mi rende più lucida e forte per continuare nel silenzio. Grazie… come sempre riesci a spronarmi

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 12:28 Rispondi

      Ti abbraccio abbraccio tutt’e voi se scrivo queste cose è grazie alle vostre testimonianze

  • Angelica, 7 Ottobre 2018 @ 12:46 Rispondi

    Accidenti Alessandro… un colpo al cuore, non salva neanche quel che si credeva sincero! E mi spiega tante altre cose.. tra cui un tentativo di ricominciare vecchia maniera come se nulla fosse successo, da pochissimo, un amo lanciato con disinvoltura che mi ha lasciAta basita… lo guardavo come un alieno… ma come dopo tutto quello che è successo? È che ci siamo detti? Comunque sono fuggita nell’iperspazio e la resterò

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 14:04 Rispondi

      Chi ti merita lo dimostra

  • Silvia R., 7 Ottobre 2018 @ 12:48 Rispondi

    Triste, tanto,ma è la realtà. Tornano dalla moglie perché non amano l’altra. Non dico che tornano perché amano la moglie ma di sicuro non l’altra, l’amante. Se è vero che non esiste dare una misura all’amore del tipo ti amo tantissimo è vero che non esiste nemmeno non ti amo abbastanza.o si ama o non si ama.e chi torna dalla moglie è perché l’amante non la ama.

    • Cicciu, 29 Maggio 2019 @ 10:00 Rispondi

      Confermo tutto!

    • Ily, 19 Giugno 2020 @ 21:54 Rispondi

      E invece chi tradisce la moglie la ama la moglie?? Ma sei proprio sicura che dove si resta si ama e dove si lascia non c’è amore? Guarda che è proprio quando ci si sta innamorando che si tronca se si è sposati. Inutile che vi riconsolate con queste banalità, da mogli. Se amassero al 100 % voi, non vi tradirebbero. Concentratevi su questa verità. Non vi occupate delle amanti. Non siete voi quelle. Voi siete le mogli tradite. Pensate alle vostre corna

      • Polly, 20 Giugno 2020 @ 15:04 Rispondi

        @Ily che succede? Le mogli ci pensano eccome alle proprie… Ma tu hai capito chi è il furbo della situazione o credi ancora agli unicorni rosa?

        • Illy, 20 Giugno 2020 @ 18:51 Rispondi

          Amore, non esiste persona più lucida di me. Gli unicorni rosa li conosci probabilmente molto bene tu. Non sono miei amici. Ma sei sicura che sia furbizia la loro? Guarda che è codardia. Sia di là che di qua. La furbizia c’entra poco. Un furbo non si incastra con una donna al punto di non poterla mollare. Non credi?

          • Polly, 21 Giugno 2020 @ 00:50

            @Illy non so da quanto leggi il blog ma in genere si evita di dare calci nei denti a mogli e amanti qui… Falsità, codardia… Tutto quello che vuoi è citato in tanti articoli di Ale. Io personalmente ho usato questo blog in maniera terapeutica… E non mi sono mai permessa insultare nessuno! Cosa ti succede?

        • Ily, 21 Giugno 2020 @ 08:54 Rispondi

          Ti rispondo qui perché sull’ultimo commento non hai attivato le risposte. Non mi succede niente. Per te è terapeutico il blog… E/o pensi di fare la terapeuta agli altri che chiedi ogni volta “cosa ti succede?”. Ci conosciamo per caso?

  • Costanza, 7 Ottobre 2018 @ 13:24 Rispondi

    Ma un esempio di marito che lascia l’amante e non ha rimpianti semplicemente perché ha capito di amare la moglie?

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 14:05 Rispondi

      10% dei casi secondo le stime

      • Mac, 9 Marzo 2020 @ 13:37 Rispondi

        E volgiamo parlare di quelli che dopo anni di indecisione alzano un polverone dicendo alla fidanzata storica che hanno un’altra (voi), stanno con voi una settimana scarsa e davanti ai tanti anni di storia e alle promesse di cambiamento da parte della prima persona fanno marcia indietro, dicendo che il cuore li porta di là? Ah, dimenticavo: che sarebbero rimasti con voi, se la fidanzata non li avesse più voluti?
        E poi spariscono, vi cancellano, colpo di spugna e chi se ne frega, almeno finora (due settimane), dopo un confronto finale pieno di lacrime.
        Io sono qui sbriciolata, che mi chiedo se si farà mai vivo… Almeno la voglia di dirgli che non si fa così, l’avrei. Per il resto, ho capito: ha scelto, non bastavo, gli conviene così, ma una scelta con attributi sarebbe stata più gradita.

        • Outlier, 10 Marzo 2020 @ 18:12 Rispondi

          @Mac ci siamo passate tutte e non serve un confronto finale. Lo vogliamo tutte quando vogliamo dirgli che sono delle merde.
          Meglio evitare a volte.
          Poi adesso con il coronavirus non penso che si farà vivo altrimenti come glielo spiega a quella ufficiale?
          Forza.

  • Tina, 7 Ottobre 2018 @ 13:56 Rispondi

    Complimenti per l’articolo che va a toccare sul vivo tutte noi che siamo state costrette a lasciare o che siamo state lasciate a causa del denominatore moglie. Un uomo, finché adeguatamente accudito dalla propria consorte, sta bene dove si trova, nel suo ruolo di capofamiglia. E al massimo i troppi “mal di testa” di quest’ultima si compensano al di fuori. Uomini Egoisti che al massimo si dispiacciono, ma non troppo, per aver causato della sofferenza ad una donna che aveva creduto in qualcosa …

    • Molly, 23 Febbraio 2020 @ 08:10 Rispondi

      La moglie aveva creduto a quello che pensava un uomo sincero. Se sei l’amante di cosa ti sei illusa visto che da subito sai che è capace di mentire? Pensi che abbia l’esclusiva la moglie di ricevere menzogne?

  • Tina, 7 Ottobre 2018 @ 14:09 Rispondi

    Perdonatemi un secondo sfogo … ma oggi sono nera … ci costringono a lasciare facendogli pure un favore. Nemmeno il coraggio di decidere …

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 14:18 Rispondi

      Beh questo è un vecchio tema. Leggi lui non lascia lei ma neanche te

    • Angelica, 7 Ottobre 2018 @ 14:50 Rispondi

      Però una volta quando ero una fanciulla scapestrata l’ho fatto anch’io, ed effettivamente è molto comodo. Porti la persona da mollare all’esasperazione finché fa una scenata isterica e ti lascia. Pulitissimo. Puoi anche esibire uno sguardo tra la triglia addolorata e il merluzzo stupefatto. E poi via filare! A mia discolpa, ero giovanissima.

      • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 15:01 Rispondi

        Pensa che lo fanno uomini di 40, 50 e 60!anni

        • Angelica, 7 Ottobre 2018 @ 15:24 Rispondi

          E non è che ti senti uno stinco di santo… poi questo poveretto non aveva fatto nulla di male e ciò acuiva il mio imbarazzo nel lasciarlo, insomma siccome non se lo meritava lo trattai peggio di altri soggetti che si prendevano un benservito liscio e lineare

          • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 15:28

            Eri immatura. La maturità non impedisce di lasciare ma fa lasciare rispettando la dignità dell’altro. Lo so lascia guardandolo in faccia e spiegando perché

          • Angelica, 7 Ottobre 2018 @ 15:33

            Esattamente questo. Ed e ciò che mi ha lasciata basita del mio ex amante. Come se mancasse una educazione sentimentale profonda, per un uomo che sotto altri aspetti è maturo e in gamba. Io avevo 17 anni all’epoca..

  • Doris, 7 Ottobre 2018 @ 16:09 Rispondi

    Io caso n.1.
    Preciso sputato, con aggiunta di fiocco rosa sulla porta dopo 9 mesi tondi tondi. Ma i patetici “come va?” via WhatsApp arrivano tutt’ora, che di anni ne sono passati quasi due, in parallelo con le mirabolanti dichiarazioni di felicità social…
    Che pezzo di coglione.

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 16:17 Rispondi

      Povero bimbo speriamo nella madre

  • Oldplum, 7 Ottobre 2018 @ 16:56 Rispondi

    In realtà non se ne erano mai andati. Non c è un ritorno.

  • Silvano, 7 Ottobre 2018 @ 17:57 Rispondi

    @angelica…direi che 17 anni non fa testo ed è simpaticamente perdonabile. Io ho subito il tuo trattamento da una quarantenne…sparita dalla sera alla mattina perché sotto stress. Dopo aver subito, nel mio caso, il classico love bombing etc. Sono due mesi che è scomparsa, forse per timore di essere scoperta da un lui…ignaro. Nel mio caso, tra l’altro, c’era una convivenza senza figli. Non posso nemmeno dire di essere stato “gettato” a salvaguardia del focolare domestico.

    • Nina, 7 Ottobre 2018 @ 22:03 Rispondi

      Silvano ma con la tua donna come eravate rimasti? Cioè avevate patti e progetti? Tu sei sposato? Avevate parlato di un futuro? A seconda delle risposte a queste domande può cambiare di molto il senso del comportamento di lei. Cioè un conto è sparire dopo promesse, balle, liti, discussioni, tira e molla..io ho iniziato silenzio ma l’ho comunicato e lui potrebbe trovarmi se volesse. Lei ha chiuso con te ogni canale?

  • Illusa, 7 Ottobre 2018 @ 18:22 Rispondi

    Io sono stata mollata da un giorno all’ altro perché dice di essere stato scoperto. Mi ha detto solo che doveva rinunciare a me, la sua felicità, per le sue bambine. Ho rispettato la sua scelta, proprio per i piccoli. Per tutta l ‘estate però sulla sua immagine del profilo non ha fatto altro che cambiare foto di loro felici. Quanta cattiveria, nemmeno un po’ di rispetto per me che per un anno ha detto di amare alla follia. Anch’io sono sposata ed ho cercato di tutelarlo sempre. Quando ci siamo rivisti a settembre sul lavoro ha cercato di salutarmi ma non gli ho più rivolto la parola. Dopo un mese gli ho scritto una lettera ma non ho ricevuto nessuna risposta. Una spiegazione me la aspettavo e la meritavo. Di fronte al suo disinteresse totale ho cominciato a pensare che non sia stato nemmeno scoperto e che abbia inventato tutto per liberarsi di me. Nel mio silenzio mi do delle risposte da sola e la sofferenza è tanta e soprattutto non riesco a capire perché sia l’unica a soffrire. Leggendo le storie mi sento una stupida a pensare di aver creduto realmente di essere amata e di aver messo in discussione la mia vita e la mia famiglia per nulla. Non lo trovo giusto.

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 18:29 Rispondi

      Non sei stupida nessun innamorato è stupido. Hai dato a chi non meritava. Meglio non averlo più sul tuo sentiero

      • Illusa, 7 Ottobre 2018 @ 18:39 Rispondi

        Grazie Alessandro, accettare che ho guardato quell’ uomo con occhi diversi è dura. Fa male. Passerà . Purtroppo lo vedo al lavoro ed il dolore bussa sempre alla mia porta

        • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 18:41 Rispondi

          Esci divertiti il mondo non è lui non è più lui

      • Maria, 2 Dicembre 2019 @ 21:04 Rispondi

        Ma cosa vi aspettate voi amanti? Credete che l’esclusiva delle bugie ce l’abbiano solo le mogli?
        E dire che voi almeno sapete di avere di fronte dei bugiardi di professione. È tutta una farsa! Si immergono in una bolla di egoismo e non hanno rispetto né per moglie, né amante e nemmeno se stessi. Vivono una vita finta fatta di bugie a destra e a manca, spensierati e incapaci di amare. Che tristezza!!

        • C., 2 Dicembre 2019 @ 21:47 Rispondi

          Un applauso per ogni parola che hai scritto.

  • Aurora, 7 Ottobre 2018 @ 18:23 Rispondi

    Questo articolo mi ha messo un’enorme tristezza però è anche illuminante. Quello che non riesco ancora a capire è come faccia un uomo se è così legato alla propria moglie tanto da non metterla mai in discussione a tradirla così ripetutamente. @Alessandro ma secondo te questi tre uomini “tipo” sono davvero innamorati della propria moglie? O è solo paura di perdere i benefit e gli status che ricoprono?

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 18:29 Rispondi

      Forse lo erano ora sono innamorati del loro status. Alcuni dei figli

      • Outlier, 7 Ottobre 2018 @ 18:32 Rispondi

        Si infatti, io concordo.
        Tipo nel mio caso, parliamo di un uomo che ha avuto una relazione con me per 5 anni. Come può un uomo quindi amare sua moglie se la tradisce per 5 anni?
        Quindi il fatto è che hai paura a mollare tutto, le bambine, l’abitudine la certezza, la casa che è di proprietà della moglie, l’immagine felice del mulino bianco.
        É solo scena, altrimenti non me lo spiego davvero.

        • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 18:34 Rispondi

          L’immagine del mulino è a uso e consumo della moglie ma non perché la ama ma per tenerla buona e rassicurarla

          • Outlier, 7 Ottobre 2018 @ 18:40

            Si infatti.
            Si comporta come l’uomo più premuroso del mondo perché sa che un minimo errore farebbe crollare il castello.
            Ma io sono convinta che prima o poi quel castello crollerà.
            Quanto potrà essere bravo a nasconderlo?
            Poi lavoriamo insieme.
            A suo tempo lo scopri (anche se io, dopo aver letto questo tuo articolo, mi sono convinta che non le abbia detto la verità). Quindi sa anche chi sono.
            Quindi per quanto possa fare il premuroso… Mi pare strano.

          • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 18:42

            Ma che vi frega della moglie? Lei non c’entra le responsabilità sono di uno solo

      • Roby, 9 Marzo 2020 @ 07:40 Rispondi

        Lo so e un post vecchio ma quindi solo a volte dei figli? E che li fanno a fare per i nonni o per la moglie e soddisfare l orologio biologico femminile della maternità? E a queste va bene?

  • Outlier, 7 Ottobre 2018 @ 18:25 Rispondi

    Che tristezza Alessandro.
    Quando ho iniziato a leggere l’articolo sono rimasta scioccata. Ma non perché forse non lo sapessi, ma perché scritto nero su bianco fa più effetto.
    Io sarei l’amante del caso numero 2.
    Quella che ha superato i 6 mesi e anche l’anno insomma.
    Sono veramente senza palle.
    E comunque se tornano dalla moglie non è perché la amano (non amano neanche l’amante, certo), ma per comodità. Abitudini, facciata del mulino bianco.
    Grazie per questo articolo.
    Ho una tristezza infinita.
    Mi abbraccerei.

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 18:31 Rispondi

      Ti abbraccio io. Mentre lo scrivevo mi dicevo: è troppo triste. Poi ha prevalso la voce del giornalista: è troppo vero perché sono cose che mi raccontate voi ogni giorno

    • Illusa, 7 Ottobre 2018 @ 18:46 Rispondi

      A me invece sembra come se ami la moglie e mi sento “schiacciare ” . So che non é una gara ma essere dimenticate da un giorno all’altro annienta l’autostima e non ti fa vivere più serenamente. Io sono una persona perbene, ho amato la mia famiglia e i miei figli ma mi è capitato di avere questo forte sentimento per un altro uomo in un momento della mia vita in cui non ero più in pace con me. Ho creduto in lui che si è presentato come una persona sensibile e profonda. Non penso non lo sia ma all’ improvviso, di fronte alla paura di perdere tutto, ha dato il peggio di sé e faccio fatica ad accettarlo. Mi piace quando Alessandro mi scrive che è meglio non averlo più sul mio sentiero. Lo capirò con il tempo perché adesso non riesco ancora a capire di aver sopravalutato un piccolo uomo.

      • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 19:16 Rispondi

        Non è colpa tua

  • nina, 7 Ottobre 2018 @ 18:35 Rispondi

    ma io non riesco nemmeno a ritrovarmi in uno dei vari casi…cioè il mio è pure uscito di casa…mi sembra di impazzire…

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 18:40 Rispondi

      Non è uno di questi casi uno che esce di casa se poi non viene da te o vuole restare da solo o ha bisogno di tempo. Certo c’è qualcosa che non va se è uscito per te

    • Franca, 7 Ottobre 2018 @ 19:30 Rispondi

      Nina…nemmeno io riesco a ritrovarmi in nessuna di queste storie…dove il filo conduttore sono le bugie che l’uomo rifila all’amante per tenersela buona fino a quando vuole lui per poi portarla all’esasperazione e farsi lasciare. La mia per esempio è una storia fatta di tante verità. Nessuna sparizione quando è stato scoperto, nessun raffreddamento dopo i sei mesi, nessun distacco durante le vacanze, nessuna promessa millantata e non mantenuta, nessun ti amo rinnegato, nessuna dichiarazione del tipo sono confuso.
      Amore vero oppure no…credo sia la sincerità dei nostri oggettivi limiti a farci andare ancora avanti. Tu cosa ne pensi Alessandro?
      Le tre testimonianze mi colpiscono tanto in ogni caso. Per la leggerezza con la quale questi uomini entrano ed escono dalla vita di un’altra persona. E soprattutto per il loro essere calcolatori anche quando dichiarano…l’ho amata abbastanza.

      • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 19:35 Rispondi

        Queste tre storie non sono rappresentative di tutto il mondo degli amanti. Dopo i sei mesi gli amanti stipulano una specie di contratto non scritto. Andare avanti oppure no a che condizioni e quanto. Nelle tre storie il primo non aveva nessuna intenzione di andare avanti (ma dall’inizii) il secondo ha barato e il terzo si è accorto che stava barando quando è stato scoperto

        • Franca, 7 Ottobre 2018 @ 19:36 Rispondi

          Esatto Alessandro…esatto

    • Franca, 7 Ottobre 2018 @ 19:41 Rispondi

      Nina…è uscito di casa ma non ti ha cercata. Non impazzire in congetture. Se ti voleva ti avrebbe cercata. Sarebbe impazzito al pensiero che te ne stai con tuo marito mentre lui ora è finalmente libero. Non pensare che non ti cerca perchè sta male o per orgoglio. In amore non esiste orgoglio.

      • nina, 7 Ottobre 2018 @ 21:26 Rispondi

        hai ragione Franca ma allora la grande domanda è perchè è uscito di casa? come ho ceduto essendo lui uscito, avrei lo stesso ceduto se fosse rimasto lì e avrebbe anche avuto ragione…che senso ha che abbia lasciato la donna e che si sia cercato casa da solo dopo che diceva che non voleva mollare casa sua? probabilmente non capisco perchè mi mancano degli elementi ma siamo sempre lì, mi mancano perchè evidentemente c’è qualche balla, perchè così non ha davvero senso…va bene che le emozioni sono emozioni ma nella maggioranza delle storie che leggo qui un senso c’è anche se bruttissimo. nella mia c’è qualche passaggio che mi sfugge ed è terribile non capire che cosa ci sia successo…

        • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 07:06 Rispondi

          Forse vuole semplicemente un periodo di totale libertà

        • Franca, 8 Ottobre 2018 @ 09:05 Rispondi

          Forse non vuole stare più con la moglie ma nemmeno con te.

        • Ema, 8 Ottobre 2018 @ 10:35 Rispondi

          ma quindi hai le prove che sia uscito di casa?

        • Ariel, 1 Febbraio 2020 @ 06:06 Rispondi

          @Nina
          A rileggerti qui due anni fa
          Mi hai ricordato che sempre come una costante chi ha vissuto una relazione tossica con un Narcisista o equivalente disturbato di comportamento il Cialtrozo peggiore
          Scrive la stessa cosa
          Che sente che rispetto ad altre storie qui testimoniate si sente che qualcosa non torna la percezione del disturbo che seppur non si conosce ancora bene di cosa si tratti una persona equilibrata alla fine si accorge nonostante la dipendenza affettiva che non tornano i conti che quel uomo non si comporta secondo una logica universale e riconoscibile e riconosciuta dalla maggioranza di persone equilibrate.

          Certo sono grandi manipolatori e quindi occorre a volte tempo prima di rendersi conto che sta fuori come un poggiolo da tanto sono cialtronzi senza vergogna senza empatia.

  • nina, 7 Ottobre 2018 @ 18:35 Rispondi

    alessandro sempre valida offerta di scriverti in privato? ma sei disposto a leggere un lungo romanzo?

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 18:40 Rispondi

      Sfogatevi

      • Ariel, 8 Febbraio 2020 @ 12:00 Rispondi

        GRRRRRRR

        AZZZZZZZ…

        MA MAREMMA MAIALA

        VOGLIO VIVERE COSIIIIIIIIII

        ALLA CXXXXXXXXXX COME MI VIENE A ME

        j’adoreeeeeeeeee

        CHAGALLL ET SON CHEVEAU SAUVAGE

        UAUUUUUUUU

        SIIIIIIIIII

        VOGLIO VIVEREEEEEEEE
        DI STAMPATELLO MAIUSCOLOOOOOOOOO

        ok,mi sono sfogata
        Grazie @Caro Alessandro

        Je t’aime en amitieé
        Prosit grande!!!!!

        P.s. ma sei Grande nel senso come

        Alessandro Magno o grande nel senso di
        Alessandro magno…

        Ah ah ah ah
        Et bonjour avec un beau sourir!!!

        Sfogati tu adesso

        Ahahah

        Merci!!

        • alessandro pellizzari, 8 Febbraio 2020 @ 14:19 Rispondi

          Magno di sicuro visto il sovrappeso

          • Ariel, 8 Febbraio 2020 @ 14:39

            Ok ,ma ciò non esclude il poter
            Essere anche Alessandro Magno

            Comunque puoi sempre sfogarti elevarti ogni volta che prendi la tua penna e sulla tua tela
            Scrivi di te di noi
            Quello che vuoi!

  • confusa, 7 Ottobre 2018 @ 19:02 Rispondi

    Io penso una cosa cosa… vogliamoci bene… Li abbiamo amati, gli abbiamo dato tutto, non è andata… amiamo ancora, amiamo di più, ma amiamo un altro. Sembra impossibile possa capitare di nuovo ma succederà, arrriverà una nuova persona, lasciamola entrare, ma per farle spazio dobbiamo svuotare quello che occupava chi non era abbastanza interessato a noi. Un abbraccio a tutti, e tutte…. Io non condanno chi si è comportato come descritto da Alessandro, penso siano problemi suoi, il nostro compito è individuarli e passare oltre, non lasciargli possibilità.

    • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 19:17 Rispondi

      Passate oltre davvero

      • confusa, 7 Ottobre 2018 @ 19:24 Rispondi

        Posso esser cattiva Alessandro? se la madre dei tuoi figli non avesse usato con te il silenzio e tu non ti fossi accorto di quanto fosse importante per te, se fosse semplicemente passata oltre e tu ti fossi reso conto all’improvviso che stava con un altro, che si era innamorata di nuovo… Io credo alla fine che lei sarebbe stata comunque felice.
        Poi è andata benissimo così per carità e magari succedesse più spesso, però alla fine guardiamo oltre, se l’altra persona tornerà in tempo bene, se così non sarà vorrà dire che avremo già il cuore felicemente impegnato e non avremo perso niente…

        • alessandro pellizzari, 7 Ottobre 2018 @ 19:28 Rispondi

          Hai perfettamente ragione. Sliding doors

          • Outlier, 7 Ottobre 2018 @ 21:04

            Ecco, è quello che voglio riuscire a fare io.
            Oggi mi abbraccio ancora di più.
            Questo articolo ha smosso qualcosa di davvero malinconico in me.
            Bello per aiutarci, triste perché fa vedere la sofferenza.

          • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 07:05

            Spero sia davvero utile

  • Angelica, 7 Ottobre 2018 @ 21:42 Rispondi

    Beh a questo punto il sottotitolo di “Perchè sei tornato da tua moglie?” sarebbe: “O meglio… perchè non te ne sei mai andato?”:))

    • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 07:08 Rispondi

      Beh tutti e tre le tipologie hanno un matrimonio fallimentare anche se se lo tengono stretto e quindi hanno dei bisogni ecco perché hanno storie extra

  • Oldplum, 7 Ottobre 2018 @ 21:51 Rispondi

    Ma dai. 3 su 3 sono dei senza coglioni.
    Io sinceramente ringrazierei nostrosignoregesucristo nel perdere un debosciato del genere. Non uno che sia tornato per AMORE. Questi nemmeno sanno cosa sia l’amore. Non invidio le loro mogli. Tenersi dei soggetti del genere è da eroine. O da stupide.

    • Elena, 8 Ottobre 2018 @ 09:34 Rispondi

      concordo @Oldplum….
      c’è da ringraziare a perdere soggetti simili….
      è che uno se ne rende conto sempre dopo….. o talmente accecato dall’amore non riesce a vedere…..

  • Stella, 7 Ottobre 2018 @ 22:11 Rispondi

    Una doccia fredda a leggerti caro alessandro.e ti leggo sempre.ma oggi è stato un pugno allo stomaco.la storia è la solita…lui e lei sposati con figli,s’innamorano e sognano.lui parte in quarta con idee folli ed io che sono sognatrice e aspetto l uomo della mia vita (che evidentemente non è quello con cui ho fatto due figli)salgo a cavallo.vado dall avvocato e aspetto solo un cenno di lui..ma il cavallo rallenta.e da lì lentamente pare tutto prenda un altro corso.si tenta di chiudere più volte ma il dolore è mai provato e ingestibile.la consorte scopre la mia esistenza ma lui mi rassicura che sistema tutto.continuiamo.il suo essere padre è talmente forte e vincolante da scegliere i figli(non proprio piccoli).chiudiamo.scene da film.Non gliela facciamo.avanti.continuiamo.e così altre due volte.e così ora sono qui.lacerata.mi chiede tempo per..non so cosa.Neanche riusciamo a vederci ovviamente neanche a letto.continua a dirmi che mi ama,che devo avere pazienza,che mi ha chiesto solo un momento.che non può vivere senza di me.dunque.il qui e ora mi pare davvero tremendo.io sono persa,brutte idee mi son passate per la testa,mi sento vuota..dimenticavo..sono quasi due anni.e la partita mi pare la stia vincendo lei.ti chiedo Alessandro o a tutte voi,un consiglio.rendetemi visibile ciò che non vedo.

    • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 07:11 Rispondi

      Ti ha chiesto un momento che dovrebbe durare quanto? No perché questi sono specialisti dell’indefinito e del non mettere date

  • Silvano, 7 Ottobre 2018 @ 22:32 Rispondi

    A me pare che il denominatore comune di tutti gli interventi sul forum sia il dolore che certe persone arrecano al “terzo” colpevole di essersi fatto coinvolgere in una relazione con una persona impegnata.

    E mi pare che tutti si siano più o meno illusi che la persona già impegnata potesse liberarsi, o più banalmente assumersi la responsabilità del dolore inferto al “terzo” qualora liberarsi fosse impossibile.

    Cerro gli “amanti” hanno a propria volta errato nell’accettare una storia del genere. Ma occorre ammettere che non è facile trovare persone libere, e che certe emozioni non si governano…

    A me, ad esempio, resta il dolore di essere stato usato, illuso, silenziato e scaricato senza una parola di comprensione e rispetto. E di non sapere nemmeno se il ritorno all’ovile della donna in questione abbia avuto l’effetto atteso.

    • Angelica, 8 Ottobre 2018 @ 08:53 Rispondi

      Ti capisco bene. Fa malissimo, più di una storia che finisce. Però poi passa:)

      • Doris, 9 Ottobre 2018 @ 20:29 Rispondi

        Caro Silvano, il tuo dolore è quello di tutti: io mi sento ingannata, per aver creduto alla formula trita e ritrita “siamo in crisi”, stupida, per non aver saputo prevedere il disastro , ingenua, per averci investito, insignificante, per essere stata scartata, addolorata, per gli sgarbi subiti. Ma soprattutto sono furibonda, per la totale mancanza di rispetto e considerazione di cui sono stata oggetto…

  • Elena, 7 Ottobre 2018 @ 22:40 Rispondi

    Diciamo che non tutte le storie sono uguali ma è anche vero che il tuo articolo riassume bene quello che quasi sempre succede.
    Anch’io ci sono finita dentro e fortunatamente ne sono anche uscita….
    Spero che non mi rissucceda più, e se anche fosse non andrei assolutamente avanti in una storia del genere… troppo dolore….
    troppo tempo per uscirne del tutto…
    Troppo egoismo negli uomini…
    Troppo di tutto e a parte i primi tempi la sofferenza è più grande della felicità…

    • Giulia, 8 Ottobre 2018 @ 10:20 Rispondi

      @Elena…..è verissimo ” troppo tempo per uscirne del tutto”…non ricordo di aver sofferto così tanto in amore…

  • Pam, 8 Ottobre 2018 @ 06:51 Rispondi

    Che tristezza !!! Grazie Alessandro !

  • Rinata, 8 Ottobre 2018 @ 07:37 Rispondi

    Tutto “terribilmente” vero!! E questo dar alta voce ai pensieri e vere intenzioni di questi maschi, per quanto doloroso e inaccettabile, lo trovo molto utile per noi donne che almeno una volta caschiamo in storie con uomini egoisti o super egoisti e narcisisti, per non dire di peggio. Che siano liberi o impegnati conta relativamente. Piuttosto dovremmo porci il perché si è attratti da uomini così che sinceramente si riconoscono già da subito. Ma la ragione in questi casi non può quasi nulla. Meglio un “pugno nello stomaco” che fa crescere davvero. Perché dobbiamo smetterla di essere salvatori e (e mammina due la vendetta, come le mogli o fidanzate che se li tengono stretti stretti) e vestire quelli di Donna, vera che non ha paura di stare sola e una speranza segreta nel cuore di vivere una, cento storie d’amore con Uomini per cui valga la pena. Il pugno nello stomaco insegna proprio questo. Grazie come sempre Alessandro. Attendiamo come sempre tanti articoli così che ci aprono gli occhi e rivelano i VERI pensieri maschili. Intanto noi sopravvissute cresciamo….

  • LEI, 8 Ottobre 2018 @ 07:56 Rispondi

    Alessandro fai venir voglia di mollare tutto alla prima difficoltà. Ma non possiamo proprio fidarci delle parole d’amore? Ma è tutto davvero solo per sesso ed evasione?

    • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 07:58 Rispondi

      Se per prima difficoltà intendi che lui si comporta come una di queste tre tipologie credo che la sofferenza sia troppo grande. Poi ogni storia ha le sue peculiarità ma un uomo che dopo mesi promesse dichiarazioni di fa lasciare o lascia perché ti ama tanto ma c’è la moglie non mi sembra una prima difficoltà

      • Angelica, 8 Ottobre 2018 @ 08:51 Rispondi

        Infatti non stiamo parlando di un mese ma di anni

  • Giulia, 8 Ottobre 2018 @ 08:22 Rispondi

    Mi sono ritrovata molto nei primi 6 mesi, dove la trasgressione e passione supera la razionalità, poi, se superi quel periodo comincia la fase dell’amore vero, gelosie e litigate.
    Leggerti è stato come rifare un tuffo nel passato, io ho capito che non sono innamorate delle loro moglie ma sono attaccati alle cose materiali che giustificano con i figli. Si inventano scuse per se stessi…

  • Annaura, 8 Ottobre 2018 @ 09:18 Rispondi

    Alessandro la cosa che più mi fa pensare in qst tuo articolo è che quando qst uomini chiudono si sentono tutti sollevati, come a sentirsi sollevati da un peso, problema, impiccio…
    Se penso che sia stato così anche per il mio ex amante ,la conclusione che ne traggo è che poi alla fine non mi abbia amato

    • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 10:28 Rispondi

      Se “amano” non amano abbastanza

      • Annaura, 8 Ottobre 2018 @ 11:02 Rispondi

        Per me “non amare abbastanza significa non amare.

        • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 11:08 Rispondi

          Esatto

  • KK, 8 Ottobre 2018 @ 09:23 Rispondi

    Tanto triste quanto utile quest’articolo! All’improvviso ti guardi da fuori e dici ma come ho potuto pensare che veramente stessimo vivendo qualcosa di speciale? A volte è piu’ difficile abbandonare l’idea che ci eravamo fatti di un NOI che non ci sarà mai, che la persona in sè, che comunque ormai non ci rende piu’ felici e non ci dà piu’ niente di buono, ma solo sofferenza.

    • Ariel, 1 Febbraio 2020 @ 05:58 Rispondi

      @Kk
      Ciao ti ho letta qui per caso
      E ti penso spero tu sia a vivere la tua nuova bella vita
      Chissà se poi con tuo marito siete riusciti a ritrovarvi e riprendere la vostra vita il vostro Amore di un tempo
      Nuovo percorso

      Ciao @Kk
      Ti ricordo come una ragazza davvero in gamba!!

  • Elena, 8 Ottobre 2018 @ 10:34 Rispondi

    io penso che sia normale sentirsi “sollevati” all’inizio, è come se tutti i problemi i sotterfugi e le bugie fossero finite…un po’ di tranquillità finalmente… questo lo comprendo…
    ma il problema è il dopo…
    il tempo passa e la maggior parte di questi matrimoni “non” funziona come non funzionava prima.. non è semplice né bello condurre una vita senza “amore” quello che intendiamo qui…. io penso che la vita ripaghi tutti con la stessa moneta prima o poi… loro si sono ripagati da soli, perché loro continueranno a condurre una vita così…
    non parlo dei seriali ovviamente… parlo di chi magari l’amore lo trova ma non ha il coraggio fino in fondo…per qualsivoglia motivo…. Non credo che la loro vita sia tanto meglio della nostra…anzi credo sia decisamente peggio…

    • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 10:41 Rispondi

      Sono matrimoni decotti perlopiù

    • Angelica, 8 Ottobre 2018 @ 11:18 Rispondi

      Io credo pure che il “dopo” sia peggio in questi casi. Peggio del semplice e indefinito essere un po’ in crisi.

      • Silvano, 8 Ottobre 2018 @ 13:49 Rispondi

        Sai che é quello che mi chiedo anch’io… sono stato “usato” come una specie di distrazione rispetto a noia e routine. Poi scartato senza troppi complimenti. Ne soffro. E mi chiedo sempre: senza le mie parole, la mia attenzione, la mia “presenza”…davvero tutto va meglio per lei? Valgo così poco da essere stato dimenticato e abbandonato così in fretta?

  • Anna, 8 Ottobre 2018 @ 10:38 Rispondi

    Leggendo questo post mi sono trovata, per la prima volta, a guardare le cose dall’altra parte, ossia dal mio punto di vista. Vivo una storia d’amore da oltre due anni. Scrivo amore e non solo sesso perchè sono sicura che oggi le due cose siano fuse in un rapporto speciale, fatto di passione e sentimenti. Non so come finirà tra di noi ma qualche giorno fa ne ho avuto un’idea, dopo un ritardo di 10 giorni. Siamo entrambi sposati, con figli, e siamo entrambi consapevoli di quello che proviamo ma anche di quello che viviamo ogni giorno. il pensiero di aspettare un figlio da lui mi ha fatto aprire gli occhi, il dolore che avrei causato, le scelte che avremmo dovuto fare, la sofferenza. Si fa presto a ragionare a tavolino sul dirlo alla famiglia, chiudere, sistemare i figli e ripartire, ma non è così semplice. Eppure io lo amo. La verità è che è difficile deludere la persona con cui hai costruito la tua vita, sapere di fargli del male ti lacera così come essere consapevole di togliere la serenità ai tuoi figli che si addormentano la sera tranquilli perchè coccolati da mamma e papà. Dall’altra parte c’è la consapevolezza di aver incontrato l’uomo con cui, pensandoci, vorresti condividere ogni momento e invecchiare e ti chiedi perchè? Perchè è tutto così difficile? E allora, scongiurata la gravidanza, ho capito che sarà il tempo a decidere per noi. Io non lascerò il mio amante e lui non lascerà perchè ci siamo incontrati e siamo troppo importanti l’una per l’altro, ma probabilmente vivremo sempre così, nell’ombra. Una vita di menzogne, probabilmente mio marito e sua moglie preferirebbero la verità, ma non è mancanza di coraggio è solo l’idea di fare la cosa giusta. Meglio che perdersi.

    • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 10:42 Rispondi

      Molto bella questa testimonianza

      • RF, 8 Ottobre 2018 @ 13:13 Rispondi

        Tutto va avanti fino a quando non capita un evento che cambia tutto , ormai presa dalla storia tu non fai attenzione e vieni scoperta.

        • chiara, 10 Ottobre 2018 @ 07:45 Rispondi

          hai ragione RF a noi è capitato cosi……tutto rose e fiori finchè la moglie non ha scoperto tutto per nostra disantenzione,

          • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2018 @ 07:53

            Quando il coniuge scopre è la prova del nove: o la coppia di amanti regge o finisce. Può trascinarsi per un po’ ma se non c’era volontà di futuro insieme diventa evidente che lui o lei scelgono la famiglia

          • RF, 11 Ottobre 2018 @ 09:58

            Meglio cosi ..come dice Alessandro è la prova del nove ..ti rendi conto finalmente di tutto …non pensare alla disattenzione , quando sei coinvolta tanto non te ne rendi conto e il destino vuole cosi…. Difficilmente i contatti si interrompono subito ..diventa una lenta agonia dove tu speri ci ripensi ,ma lei o lui chissà come mai non hanno la forza di chiudere un matrimonio decotto.
            Ti senti dire …forse c’e’ ancora qualcosa con mio marito devo provare a ricostruire ..
            Pochi decidono di chiudere , tanti scelgono di stare infelici nella vita di prima perchè hanno paura.

      • bianca, 14 Novembre 2019 @ 18:25 Rispondi

        Eh? ma veramente? Bella dici? Si ingannano due persone inconsapevoli per il proprio tornaconto personale e dici “bella testimonianza”?

        • alessandro pellizzari, 14 Novembre 2019 @ 19:23 Rispondi

          Ma dove

          • oldplum, 14 Novembre 2019 @ 20:04

            Beh, @bianca, un po hai ragione. Però conta che non tutti hanno cuori da leone.

      • Antonella, 17 Febbraio 2020 @ 12:36 Rispondi

        Ma quale cosa giusta?? Non mi interessa come gli amanti vogliono vivere la loro storia, ma i compagni di vita perculati, ingannati, riempiti di bugie, il vergognoso doppiogioco che fate, la vostra capacità di indossare una maschera e poi parlate di “fare la cosa giusta”?? Non siete degni di parlare di giustizia, perché non siete leali, onesti, sinceri. Solo perché siete così falsi potete vivere una relazione clandestina in cui MENTITE e vi caricate a vicenda con parole vuote, atte solo a perpetuare il vostro rapporto che di amore non ha nulla, i vostri rapporti clandestini sono solo uno strumento per il vostro infinito egoismo ed edonismo. Non siete capaci di altro!

        • alessandro pellizzari, 17 Febbraio 2020 @ 12:58 Rispondi

          Beh insomma la realtà è leggermente diversa. Parli del 70% della popolazione e ricorda che i responsabili nel fallimento di un matrimonio sono solo due i coniugi. O uno il traditore seriale. L’altra non è quasi mai causa di rottura di un matrimonio perché spesso è già finito.

          • Whiterabbit, 17 Febbraio 2020 @ 13:06

            @alessandro è sempre quella minestra che gira. L’altra non è causa di rottura. Causa di rottura è quel che succede dentro al matrimonio, ma avere il coraggio di dire basta, invece di mentire e ingannare e comportarsi da stronzi dovrebbe essere il minimo… eh su dai..

        • Outlier, 17 Febbraio 2020 @ 14:05 Rispondi

          @Antonella, ma tu sei la moglie che ha scoperto il tradimento?
          Perché scrivi con un tono non bellissimo

        • elledibi, 18 Febbraio 2020 @ 08:33 Rispondi

          Antonella, se tu sei la moglie tradita, ti racconto la mia storia.
          Io e lui ci siamo conosciuti su FB tramite amici comuni. Queste sono le sue parole: si e’ innamorato di me pian piano, quando mi ha visto e’ stato come un colpo di fulmine ma ci ha messo un altro anno e mezzo per dirmelo perche’ non voleva tradire. E’ stato lui una sera a baciarmi, non sono stata io. E’ seguito un anno splendido, in cui abbiamo condiviso ogni momento della giornata, in cui mi ha detto che mi amava un giorno si e un giorno no.
          Non gli mai chiesto di lasciare la moglie ma di fronte ai suoi sensi di colpa ho dovuto dirgli che prima o poi una decisione andava presa.
          Fino a due settimane prima di lasciarmi mi ha detto che era innamorato di me e poi ha scelto lei.
          Io mi sono tirata indietro e ho interrotto i rapporti ma cerca di capire che io non sono responsabile per il comportamento di lui verso sua moglie. Sai quante volte gli ho detto di tornare da lei e lui mi ha risposto che non poteva perche’ era innamorato di me?
          Il responsabile di quello che ha fatto e’ lui, e’ lui a cui devi rivolgere la tua rabbia e cacciarlo di casa se quello che ti ha fatto non ti va giu’. Noi donne siamo forti, ce la facciamo sempre e sai che anche qui avrai qualcuno che ti dara’ sostegno.
          E io ti capisco, avresti tutte le ragioni di mandarlo via perche’ ti ha mancato di rispetto e tornare per convenienza e’ la cosa peggiore che si possa fare ad una persona.
          Io ero innamorata di lui, lo sono ancora e avrei cominciato una relazione con lui se fosse stato coraggioso e rispettoso. Perche’ se dici a un’altra donna che la ami per un anno e poi torni dalla moglie, manchi di rispetto a lei e a me. Non credere che le amanti siano tutte delle persone infime e schifose, spesso sappiamo bene che anche la moglie non e’ in una posizione invidiabile.
          So che e’ dolorosissimo, anche io sono stata tradita in passato ma ero piu’ giovane e le cose si superano piu’ in fretta.
          Ma credimi che nei rapporti tra amanti ci possono essere sentimenti veri. Io so che lui mi stimava, mi amava e come me stava bene, si sentiva libero ed era completamente ricambiato. L’ho amato e mi sono fidata di lui come di nessun altro.
          Ma evidentemente e’ troppo difficile cambiare e quindi ha preferito vivere una menzogna. Mi spiace per tutti e tre, per me, per lui e per la moglie.

          • alessandro pellizzari, 18 Febbraio 2020 @ 13:43

            Gli uomini sono i veri responsabili di queste situazioni senza sbocco. Tornano sempre dalla moglie e dall’amante. E sono loro i responsabili di questo

          • Florence, 18 Febbraio 2020 @ 13:52

            Infatti, poi tornano anche dall’amante.
            Ho due esempi di ex di amiche tornati alla carica dopo vent’anni. Se ne vogliamo parlare…

    • Elena, 8 Ottobre 2018 @ 12:31 Rispondi

      Ciao Anna, bella testimonianza davvero e molto realistica.
      Ti chiedo solo, riesci a vivere bene cosi? e’ una situazione che ti da serenità, felicità?
      Non è una domanda retorica, è una domanda sincera solo per capire…

      • Anna, 8 Ottobre 2018 @ 13:10 Rispondi

        Assolutamente no, @Elena. Non è un bel vivere, nè tantomeno posso dire di essere serena in questo momento. Ogni giorno mi sento in colpa nei confronti di mio marito per tutte le menzogne che sono costretta a dirgli e per il fatto di averlo allontanato dal mio cuore, oltre che dal mio letto. Meriterebbe la stessa dedizione che ha per me e che, a un certo punto della mia vita, io invece non sono stata più capace di dargli. Ogni giorno mi impongo di essere razionale e di vedere le cose per quello che sono ma non ci riesco fino in fondo perchè l’altra metà della mia vita, quella in ombra, è talmente importante da non poterla ignorare, così come non posso ignorare quel senso di vuoto che provo nel non non poter vedere quasi mai l’uomo che sento di amare tanto e con cui vorrei poter condividere molto di più. Però una cosa posso dirtela, che, in tutto questo sconvolgimento di emozioni e di responsabilità, avere questa persona nella mia vita mi rende tanto felice.

        • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 13:14 Rispondi

          Ragazze c’è poco da fare: quando entra un’altra persona in un matrimonio e pone radici profonde è perché il terreno era fertile e non custodito e non accudito

          • bianca, 14 Novembre 2019 @ 18:27

            si, vero a volte. A volte é solo perché chi tradisce é banalmente molto str**o.
            Casistica frequente

          • alessandro pellizzari, 14 Novembre 2019 @ 19:23

            O molto deluso e infelice

          • oldplum, 14 Novembre 2019 @ 20:07

            @bianca, hai fatto capire di essere stata tradita. Sono bastati 2 interventi. Se scarichi tutta la colpa sul tuo uomo in pratica confermi che la più grande responsabilità non solo l’hai avuta tu, ma ancora ce l’hai.

          • Antonella, 17 Febbraio 2020 @ 12:41

            “Ogni giorno mi sento in colpa nei confronti di mio marito per tutte le menzogne che sono costretta a dirgli ”
            Guarda che non sei costretta a fare e a dire nulla. Hai SCELTO di vivere un rapporto di menzogna, hai sotterrato il VOSTRO sogno d’amore. Menti e illudi tuo marito di avere un rapporto di esclusività.
            Parla a tuo marito e dagli la possibilità di scegliere che fare del vostro rapporto. Tu hai scelto che può essere un rapporto part-time. Magari non è quello che va bene a lui, quindi fallo scegliere.
            Esci dal tuo egoismo-edonismo e prova per un attimo un po’ di rispetto per tuo marito.

          • alessandro pellizzari, 17 Febbraio 2020 @ 12:59

            Lascio a voi la risposta

          • Florence, 18 Febbraio 2020 @ 08:39

            @Antonella
            Sono d’accordo con te.
            Come ho scritto in altri post, ad un certo punto si tratta di una semplice questione di rispetto.
            In una relazione tra amanti che dura a lungo e in cui ci sono sentimenti profondi, il rispetto per se stessi e per le persone coinvolte dovrebbe portare ad una sola cosa: ad avere il coraggio di lasciare la persona tradita e a intraprendere una nuova strada, o da soli o con un nuovo compagno.
            Se si resta mentendo, si riparte con una falla iniziale di fiducia che l’altra persona nella coppia, spesso ignara, non si merita.
            Rispettare vuol dire prendersi la resposabilita’ delle proprie azioni, anche se questo fara’ star male chi ci circonda.

          • Florence, 18 Febbraio 2020 @ 09:17

            @Antonella
            Pero’ devo aggiungere che come ci si dovrebbe aspettare coerenza dal partner che tradisce, ce la si dovrebbe aspettare anche dal tradito. Se il tradimento non va giu’, ci si lascia, non si sta assieme perche’ fa comodo. Non si incolpa l’amante perche’ non si e’ in grado di prendersi le proprie responsabilita’.
            Si decide di permettere ad entrambi di rifarsi una vita ed e’ possibile farlo, lo fanno in tanti, riuscendo anche a mantenere un buon rapporto con l’ex compagno/a, a maggior ragione se ci sono dei figli di mezzo.

          • Whiterabbit, 18 Febbraio 2020 @ 14:00

            @Flotence che discorsi, ci si dovrebbe aspettare coerenza anche da parte dell’amante allora, se l’amantato non diventa coppia ufficiale dovrebbe farsi da parte.. ma metti che ci sono, per entrambe le parti, in gioco i sentimenti..
            ed è per questo che ci sono mogli che rimangono coi mariti traditori, eh si non sono tutte lì solo per comodità, e amanti che rimangono nascostamente a fianco dell’uomo traditore anche se sanno che non lascerà mai la moglie.

          • Florence, 18 Febbraio 2020 @ 21:22

            @Whiterabbit
            Sono discorsi che vanno fatti, soprattutto perché Antonella riversa tutta la colpa sulle amanti, esseri ignobili dai falsi sentimenti.
            Eh no, la vita non è così, bianca o nera, ci sono molte sfumature e ognuno si deve prendere le sue responsabilità.
            Come dici tu, di mezzo ci sono i sentimenti e non è vero che i sentimenti tra amanti siano solo menzogne, è troppo comodo pensarla così.
            Io porto la mia esperienza, tu porti la tua, entrambe valide.
            Ma accetta il cinismo dell’epidemiologia dell’amore che dice che in media solo due coppie su dieci si rafforzano davvero perché è rimasto l’amore. Le altre otto stanno assieme per convenienza e questa è ipocrisia.
            Comunque essendo io una persona coerente, col mio ex mi sono fatta da parte senza una parola da parte mia. Varie invece le parole e i post su FB da parte sua.
            Torni da tua moglie perché la ami? Se è vero non cerchi di attirare l’attenzione dell’ex amante con post su misura diretti a lei. E con questo mi sa che abbiamo aggiunto un altro caso agli otto su dieci.
            C’è poco da essere ottimisti.

          • Whiterabbit, 19 Febbraio 2020 @ 02:25

            Non ho mai detto/scritto il contrario @Florence..
            meglio, dico che si, magari la decisione del traditore può essere di comodo, ma dico anche che fa comodo pensare che sia altrettanto quella del tradito, e invece non è così.. spesso il tradito è una persona che ama e basta. E non parliamo di coerenza che se ami una persona ce ne è poca di coerenza. E vale per tutti

          • Ariel, 19 Febbraio 2020 @ 11:19

            Si@White ottimo ragionamento ma manca qualcosa di sostanziale che la moglie tradita nel suo voler tentare di proseguire il matrimonio a fronte del ritorno del marito che la ha. Tradita pentito e con la reciproca intenzione di vivere l’amore ecco che il fatto per la moglie o marito di voler riprendere il loro cammino si poggia su relè concretezza del loro progetto iniziale vissuto pure per anni in armonia comunque

            Cioè la moglie o marito che torna

            Tornano sulla base della concretezza di un vissuto già vissuto e quindi qualcosa di solido ed affidabile per accettare di riprovarci

            La amante Donna che accetta che passi il tempo che poi magari lui amante la ha lasciata per primo senza batter ciglio si é fatto la sua vita tranquilla per poi già previsto da lui ( Scienza e Matematica del cuore docet)

            Ecconche il ritorno tra amanti che si verifica dopo un anno a salire dove sta chiaro più tempo senza un piano concreto comune mai fatto ecco che in questi casi dimostrano soltanto una cosa che lui Amante e un vero CIALTRONZO e basta e lei come mai cede lo aspetta a vita a volte crede al teatro
            Qui abbiamo visto addirittura Uomini amanti che escono di casa vanno a stare o dal amante o per conto loro o sfruttando pure i soldi della amante

            Ecco che poi fanno improvvisamente un bel dietro front e via

            Donne mosse dalla dipendenza affettiva che ne n si curano affatto perché la ostinazione a rifiutare di averla è il primo segnale di avercela

            Quindi l’altra coniugi che decidono pure dopo tempo di riprendere il cammino insieme la decisione si fonda sulla concretezza del loro Amore vissuto ALLA PARI quindi vita concreta e no le solite

            Parole ammore e cuore mai concretizzato dal Amante uomo manipolativo consapevole di agire per rendere dipendente la propria amante
            Se poi lei si tira indietro lui ne ha già sicuro Un altra o altre in molti casi

            Non certo il tuo caso che sta veramente solido e ben piantato nelle vostre radici della vostra pianta che sta un albero potente e splendente

          • Florence, 19 Febbraio 2020 @ 10:19

            @Whiterabbit

            Credo che ogni scenario sia possibile.
            Se tu e tuo marito siete riusciti a salvare il vostro matrimonio, meglio per voi. Se tu senti che sta andando tutto bene nella tua vita di coppia, non hai bisogno di trovare giustificazioni o statistiche all’esterno, rilassati. Ogni caso e’ unico, anche il tuo e immagino che stia andando tutto bene.

            Pero’ non sono tutti cosi’, sono piu’ quelli che restano per convenienza che per amore e te ne devi fare una ragione.

            La mia esperienza e’ di un marito che ha scelto di restare con la moglie per comodita’ ed e’ chiaro dalle sue azioni. Un uomo innamorato che non ha avuto il coraggio di scegliere me ma che si rode dentro e ha ricominciato a ronzarmi attorno. Per cui un uomo che mente a se stesso, a me e alla moglie.

            Se io avessi voluto fare una scelta di comodo come amante, avrei sorvolato sui suoi cambiamenti di umore, non avrei chiesto spiegazioni, non avrei affrontato il discorso per portarlo ad una decisione. Eppure l’ho fatto e ti garantisco che l’ho amato e lo amo ancora e il mio dolore e’ fortissimo.

            La stessa cosa la puo’ fare una moglie tradita, se ritiene che il tradimento sia insormontabile, anche se ama il marito. Altrimenti deve adeguarsi a quella che sara’ una vita costellata di incertezza e mancanza di fiducia, magari non tutto il tempo ma in varie occasioni.

            Per altre coppie il percorso sara’ sicuramente diverso, conosco persone davvero felici di aver scelto il coniuge e altre davvero felici di aver scelto l’amante. I veri infelici sappiamo chi sono: quelli che non osano scegliere la persona che amano e restano in situazioni di convenienza.

          • Anna, 19 Febbraio 2020 @ 11:02

            @Antonella, ciao. Parli di “egoismo-edonismo” e non sbagli del tutto. Si è egoisti quando si tradisce, vero, sull’aspetto edonistico di piacere ad altri (immagino intendi questo) non mi ci rivedo.
            Le storie sono tante qui e diverse, il tuo ragionamento sul dire tutto e far scegliere a mio marito cosa fare è alquanto semplicistico perchè non sai cosa c’è dietro. Non tutti gli amanti sono persone che vanno a letto con altre per il solo gusto di divertirsi, molti iniziano delle vere e proprie storie d’amore che di sbagliato non hanno nulla perchè sono vere e pulite. Se io e il mio amante non avessimo avuto figli staremmo già insieme da tempo. I figli non sono una scusa, e l’ho imparato in questi anni di doppia vita, i figli sono tutto e per loro si fanno scelte importanti che fanno male. Credi sia bello vivere nella menzogna? Credi sia bello amare un’altra persona pur essendo legati al marito/moglie da un sentimento consolidato che si è però trasformato in amicizia? Io, nel mio omettere il tradimento, ho parlato con mio marito della crisi che sto attraversando con lui, del fatto che non stiamo andando più nella stessa direzione, del fatto che amiamo i nostri figli più di ogni altra cosa. Io non faccio finta di essere felice con lui, non più, perchè abbiamo chiarito questo punto. Forse c’è la speranza di recuperare, per me la voglia di capire. E per il mio amante è la stessa cosa. Stiamo insieme da 4 anni e non vogliamo perderci. Sarebbe stato facile vivendo a centinaia di chilometri di distanza e avendo un lavoro che ci permette di conoscere tante persone. Avremmo potuto trovarci un altro amante, se fossimo due in cerca di avventure, ma vogliamo solo trovarci. Come le moglie si riprendono i mariti traditori per amore, gli amanti restano impelagati nei meandri dei sentimenti.

            @Florence il rispetto e l’affetto a mio marito lo dimostro tutti i giorni, accudendolo e volendogli bene. Se scopassi in giro per il mondo con tutti parlerei di mancanza di rispetto ma visto che amo l’altra persona, ti sembrerà strano, ma la vivo diversamente.

            @White l’amante, come il tradito, “ama e basta” come dici tu.

          • Florence, 19 Febbraio 2020 @ 12:03

            @Anna
            Non conosco i dettagli della tua storia e non posso commentare.
            Se tu e tuo marito avete deciso di vivere da separati in casa per il bene dei figli, ad esempio, e’ ben diverso da chi invece ha coniuge e amante facendo finta di niente, magari con il coniuge non al corrente della crisi o del tradimento in atto.

            Ognuno conosce la sua storia e la gestisce come meglio crede, ci sono tantantissime sfumature e possono essere tenere tutte in considerazione quando si scrive su un blog. Nessuno dovrebbe sentirsi accusato di persona, purtroppo nei blog si tende a generalizzare ma lo si puo’ fare fino ad un certo punto.

            Ripeto, per me il discorso di Antonella che scarica tutta la colpa sull’amante e’ inaccettabile. Se l’amante e’ una persona schifosa e scorretta, andiamo a vedere quanto schifosi e scorretti possono essere anche gli altri in questo triangolo perche’ molte volte l’immagine che ne esce non e’ edificante per nessuno.

            Sarebbe bello che Antonella tornasse per commentare a sua volta, chissa’…

          • Whiterabbit, 19 Febbraio 2020 @ 12:15

            @Ariel, @Florence, @Anna, intendevo proprio dire che quando ami credi al teatrino. Indipendente dal personaggio che sei.
            @Ariel, noi? Stiamo bene. Io? Un po’ meno. Fatico a riprendere fiducia, ma credo più in me stessa che in lui.. vado in crisi a random.. non ne parliamo ma lui se ne accorge, mi prende e mi porta via due giorni, oppure organizza qualcosa anche qui ma solo noi due.. sto bene per un po’ e poi riparte il loop..

          • Outlier, 19 Febbraio 2020 @ 15:23

            @Whiterabbit, io sono stata l’amante per tanto tempo, ma sono convinta che tu abbia tutte le ragioni per avere spesso questi periodi transitori.
            Non si può dimenticare. Anche una minima cosa ti può riportare alla mente quello che è successo.

          • Florence, 21 Febbraio 2020 @ 09:14

            @Whiterabbit
            I tuoi loop accadono perche’ purtroppo un tradimento mina la fiducia ed e’ molto difficile poi fare finta di niente.
            In questi giorni mi sono fatta tante domande, tra cui “tu ti fideresti di lui se tornasse da te?”. La risposta e’ stata un grosso “no”, pur essendo stata l’amante non mi fiderei perche’ col suo comportamento incoerente ha in un certo senso tradito anche me. Io mi sono fidata di lui, delle sue parole di amore e interesse fino a una settimana prima di lasciarci e non mi sono di certo dimenticata di quello che ha detto e fatto.
            Dovrebbe dimostrare moltissimo e sarebbe messo alla prova da me molto spesso, incluso accesso totale a telefono e computer. Non credo che sarebbe una bella vita e ci vorrebbe molto tempo prima di fidarmi di nuovo, per cui non so sarebbe il modo di cominciare una relazionoe.
            Sta solo a te decidere se questi momenti di incertezza vale la pena viverli, a seconda della gravita’ del tradimento di tuo marito, a seconda dei tuoi sentimenti e di come vanno le cose adesso.
            Tu qui hai una miniera di comportamenti di mariti-amanti da osservare, conosci le ipocrisie di cui sono capaci e sai se in queste ipocrisie puoi riconoscere tuo marito oppure no.
            Solo tu puoi sapere come ti senti e come vanno le cose tra voi.
            Posso solo augurarti che tutto vada bene.

          • Whiterabbit, 21 Febbraio 2020 @ 13:01

            Ti devo dire la verità @Florence, sta effettivamente dimostrando tanto, coi fatti, coi comportamenti e anche con la serenità che pare aver riacquisito, ormai da quasi DUE ANNI, sul piatto della bilancia metto anche il tempo che sta passando, e la difficoltà che ha volte deve superare comunque nello starmi vicino. Nonostante io non sia mai stata da urla, versi e minaccia, sicuramente ci sono situazioni più comode..
            la storia sarebbe lunga da raccontare e francamente non ne ho proprio più voglia. Ma se parliamo di comportamenti e dimostrazioni reali ci sono. Così come pazienza, vicinanza e accorgimenti nei miei confronti.
            Siamo cambiati tanto. E devo ammettere che lo abbiamo fatto ENTRAMBI.

          • Whiterabbit, 21 Febbraio 2020 @ 18:21

            @Florence ero approdata qui proprio per studiare la miriade di comportamenti amanti-mariti. Onestamente non ho riconosciuto più di tanto il mio, certo in alcune cose ma non in certe esagerazioni che leggo.. ma, lei non era innamorata così come non lo era lui.. messaggi inequivocabili, ma poi c’è sempre la faccenda che probabilmente conosco solo una parte della storia. Mi sono concentrata di più sulla parte che riguarda me è lui piuttosto che sulla loro.
            Mi ha fatto bene stare qui, ma a volte anche male, perché a leggere certe cose pensi a nuovi metodi che può aver usato per farla Franca etc etc.. e non aiuta..

          • Whiterabbit, 21 Febbraio 2020 @ 18:48

            In realtà ora che l’ho scritto mi sono appena resa conto che spesso entro nel loop immaginando cose e situazioni che manco so se si sono verificate.. mi faccio il film con tanto di dialoghi (che magari ho anche letto qui) e vado in loop.. e dopo ci finisce in mezzo tutto.. il vero, il non vero e l’immaginato 🙁

          • Whiterabbit, 21 Febbraio 2020 @ 18:57

            Anche perché poi analizzando l’oggi, da quasi due anni, non c’è e non c’è stato più davvero alcun motivo che mi faccia pensare diversamente. I dubbi sono dentro me stessa e probabilmente hanno a che fare con una mia insicurezza che mi è rimasta e non sono in alcun modo generati da suoi comportamenti/stati d’animo etc etc..

          • Florence, 22 Febbraio 2020 @ 10:10

            @Whiterabbit
            Ti abbraccio.
            Mogli e amanti sono dall’altra parte della barricata ma alla fine il male che ci fanno è simile.
            La moglie del mio ex non sa niente, beata lei. Porto il dolore io per tutti perché lui in questo momento si sta divertendo e me lo sta sbattendo in faccia.
            Se da due anni con tuo marito state cercando di ricostruire e mi sembra che ci stiate riuscendo, è una cosa che vi fa onore.
            Vivila senza preoccuparti troppo, per fortuna ci sono anche gli uomini sinceri.

        • KK, 8 Ottobre 2018 @ 13:18 Rispondi

          Ciao Anna, vorrei farti una domanda. Sin dal primo momento avete avuto certezze di voler continuare nonostante tutte le difficoltà? Avete mai provato ad allontarnarvi? A volte sto cosi’ male che vorrei vivere lo stesso questa storia nell’ombra perchè come tu dici “meglio che perdersi”, ma lui sostiene che ci facciamo sempre piu’ male e non è sostenibile nel tempo quindi meglio troncare ora.

          • alessandro pellizzari, 8 Ottobre 2018 @ 14:11

            Hai ragione più andati avanti e più vi fate del male

          • Anna, 8 Ottobre 2018 @ 16:20

            Sembrerà strano @KK ma anche la sera che ci siamo visti per la prima volta era come se ci conoscessimo da sempre e, fin dal giorno dopo, eravamo già legati. Prima dal sesso, senz’altro, ottimo direi, ancora oggi, ma abbiamo avuto sempre tante cose in comune e tante cose da dirci. Le difficoltà sono sotto ai nostri occhi tutti i giorni e, ti dirò, io ho pensato tante volte ad allontanarmi perchè incapace di gestire tutto questo. Lui, però, mi ha sempre riportata sui miei passi, dandomi sempre più certezze, facendomi sentire tutto il suo amore. E, alla fine, ho capito che senza di lui non posso e non voglio stare.

          • Anna, 8 Ottobre 2018 @ 16:31

            e quando ho pensato davvero di mollare tutto ho sperato che lui mi dicesse di troncare perchè ci facevamo solo del male, era solo quello che avevo bisogno di sentirmi dire per chiudere e ricominciare, ma non me lo ha mai detto, mi ha preso per mano e mi ha riportata da lui. Per questo per me è così difficile lasciar perdere tutto ma, credimi, è tanto difficile anche restare consapevolmente in questo limbo quindi scegli @KK pensando a quello che davvero è meglio per te.

          • Ariel, 19 Febbraio 2020 @ 10:47

            @esatto più ci si ostina piegati nella dipendenza dimostrata proprio dal fatto che nonostante non accadano fatti concreti ancora ci si illude si ritorna indietro Donne manipolate a puntino e l’arte del MANIPOLATORE relazionale è sopraffina e ci si rifiuta di credere che proprio quel lui che ci dice ti amo nel sesso stando pure zitto ma agisce solo per trattenere il suo beneficio di vero Cialtrone e basta

            Passa il tempo e Donne innamorata seriamente dopo che lui la aveva mollata ha apposta mai interrotto il cas fatto da lei
            Ovviamente tutto calcolato placidamente in attesa della sua ultima azione di gran teatro

            Il ritorno in cui lei sicuro ci casca assicurato dalla azione messa in atto ormai DAL azione manipolativa che agisce senza più che ci si possa accorgere del grande danno e dolo

            Infatti questo spiega pure il come mai sia possibile che molte Donne stazionino per anni accettando qualunque cosa da amante uomo fino a quando ne avrà voglia per poi mollarle che ne so facendosi la nuova Donna più giovane e fresca

            Dopo un anno a salire cosa vi aspettate da un uomo così???!

            Ma pure se tornasse e ci si mette insieme la casistica parla chiaro
            Cialtroni inaffidabili che nuocciono gravemente alla propria autostima e salute psico e fisica PROPRIO nella lunga distanza temporale

        • Elena, 8 Ottobre 2018 @ 13:33 Rispondi

          Forse il fatto di essere entrambi sposati rende la situazione più sopportabile….. da quanto tempo @ Anna sei in questa situazione?

          • Anna, 8 Ottobre 2018 @ 16:25

            Sono in questa storia da due anni e mezzo.
            Sicuramente essere entrambi sposati ci ha messo fin da subito sullo stesso livello, nessuna disparità perchè sapevamo e sappiamo reciprocamente cosa vuol dire andar avanti insieme e cosa comporterebbe decidere di stare ufficialmente insieme. Ma se mai dovessimo arrivare un giorno a volere davvero questo sarebbe, anche in quel caso, un percorso condiviso altrimenti si andrebbe alla deriva.

        • RF, 8 Ottobre 2018 @ 13:44 Rispondi

          Il mio consiglio è non lasciare decidere il tempo , per esperienza personale dopo due anni e mezzo a stare insieme a una donna sposata mi ha portato tanta felicità , ma le vacanze e il fine settimana passate lontani portava sofferenza e malinconia .Fino a quando lei e stata scoperta e li e cambiato tutto , ha deciso di non vedermi più per ricostruire quel poco che restava con suo marito.Senso di colpa ? Paura di perdere certezze solide ,pensare che nel passato eri felice e che pensi di ripartire da quello che non c’e più?

        • Pupo74, 8 Ottobre 2018 @ 15:36 Rispondi

          Ma ti chiedo perché non pensare a tutto come un nuovo inizio, finalmente potrai stare con chi vuoi, ci saranno problemi persone soffriranno, ma dopo un po’ il dolore sparirà, tu potrai vivere la vita che sognavi. Magari tuo marito troverà qualcuno che lo ami veramente, tuo figlio/figlia si adatterà, capirà, il mio lo ha fatto… In fondo loro hanno tutta la vita davanti… L’importante è dargli l’amore che meritano e si può farlo anche senza essere sempre presente. Non dico che sarà facile, soprattutto quando ti chiederanno perché non torni, l’importante è essere sinceri.
          Sembra sempre che si voglia star bene, ma nessuno ha mai il coraggio di tagliare, sì vede il dolore imminente la fatica immane, lasciare le cose così naturalmente è più comodo… Si va contro l’ignoto… Forse il brutto è il dover spiegare che lo hai fatto per un altro uomo o donna… Sembra quasi brutto da dire… Avessi avuto l’amante quando me ne sono andato non avrei passato anni in solitudine…

        • Rosa, 14 Novembre 2019 @ 21:50 Rispondi

          @bianca sembri ferita in queste tue affermazioni.
          Sicuramente tra chi tradisce c’è qualcuno che è pure stronzo/a, ma se leggi un pò qua sul blog, un altro gran numero non è che si diverta poi così tanto.
          Io penso che seriali a parte, tutti coloro che tradiscono lo fanno perché il rapporto ufficiale ha delle lacune, c’è lo spazio affinché entri una terza persona.
          Ed essendo che la coppia è fatta da due, probabilmente la ragione (se di ragione vogliamo parlare) sta nel mezzo, stronzi a parte.

          • alessandro pellizzari, 14 Novembre 2019 @ 22:04

            Il tradimento è spesso il sintomo di un matrimonio fallito per concorso di colpa

          • Antonella, 17 Febbraio 2020 @ 12:49

            Sai non costruisci un rapporto andando a cercare un rapporto con un’altra persona!!
            Hai delle difficoltà nel tuo matrimonio? Se investissi nella relazione invece che allontanartene, se usassi le stesse energie che usi per raccontare balle, vedere id nascosto l’amante e poi avere stupidi sensi di colpa, se usassi le energie per COSTRUIRE INVECE CHE DISTRUGGERE, daresti una svolta alla tua relazione.
            Scegliere una relazione clandestina è sempre sbagliato. Prima o poi i nodi vengono al pettine!
            Imparate a vivere con sincerità ed impegno.

          • Whiterabbit, 17 Febbraio 2020 @ 13:37

            @Antonella tu sei ancora troppo arrabbiata e non sei lucida. Se un matrimonio è finito è finito, e non c’è tempo e impegno che tenga a rimetterlo insieme.
            Sarebbe già abbastanza avere la sincerità e il coraggio di ammetterlo senza mentire.
            Non amare più non è una colpa. Prendere in giro le persone invece si.

          • Ariel, 17 Febbraio 2020 @ 15:01

            @White
            Non amare più non è una colpa ,ma attenzione
            Non va mai confuso come se sia qualcosa che capita piovuto dal cielo

            Questo no altrimenti è restare imprigionati tipo bestie prive di capacità di reagire alle avversità della propria vita compreso un legame di vero Amore

            Il vero Amore bisogna SUDARSELO TUTTO ad ogni attimo di vita altroché è finito l’amore per un bel GNIENTE

            Prima di arrivare a sciogliere un legame come giustamente la tua coppia dimostra avoca si combatte ci si mette tanta Forza perché il legame se sta basato sul vero equilibrio personale e reciproco funziona pure per tutta la vita

            E basta con sto mito che figuriamoci se sta possibile durare a lungo nella fedeltà
            E che tutto si brucia e distrugge in un attimo

            Contrariamente a ciò che molti qui anche su questo Blog pensano sono ovviamente una gran tenace Donna e Persona che mai perde la speranza
            E che tutte le difficoltà nella propria vita vengono da se stessi
            E che quindi chi rompe ingiustamente l’altro vedi i cialtroni vanno decise mandati a fanvculo senza sconti e s conticini
            Perché altrimenti c’è la raccontiamo e si resta dipendente affettiva dentro sempre

            No l’amore non finisce perché ci si innamora di un altro o altre
            Finisce quando si smette di amare se stessi e si sbaglia di brutto tradendo ad esempio senza essere riusciti a chiarirsi prima con se stessi e il proprio coniuge

            Gente nulla ê virtuale staccatevi dai social di comunicazione e vivete la vita vera

            Amare è difficilissimo e quando si cerca altro si finge solo a se stessi e al altro

            Chiarirsi prima prima di scopiazzassi in giro chi pare e piace
            Un danno enorme a se stessi e a tutti soprattutto se si hanno figli che si nutrono di esempi

            E tradire è come far morire una parte di se
            Un segno di grave debolezza che si ripercuote sui figli senza bisogno di dire o fare nulla

          • Florence, 18 Febbraio 2020 @ 08:48

            @Antonella
            E tu hai costruito? Tu ci hai messo impegno nel tuo rapporto?
            Sai cosa faceva la moglie del mio ex mentre lui passava tempo con me in chat tutte le sere, guardando film e leggendo libri perche’ si sentiva solo come un cane? Guardava la tele, dormiva sul divano o semplicemente si girava dall’altra parte.
            Lei aveva anche dei sospetti ma non l’ha mai affrontato direttamente. Perche’? Perche’ faceva comodo cosi’ anche a lei, molto probabilmente. La routine e’ comoda per tutti, non solo per il marito.
            Come dice @Whiterabbit, se un matrimonio si trascina da anni, bisogna avere il coraggio di ammettere che e’ finito, soprattutto di fronte a un tradimento che magari e’ stato tutto fuorche’ una scappatella.
            Non e’ colpa dell’amante, l’amante entra dove si e’ formata una crepa che potrebbe non saldarsi mai piu’ perche’ viene a mancare la fiducia e non si puo’ vivere bene senza fiducia.
            E come moglie avresti tutti i diritti di rifarti una vita con qualcuno che ti ama e ti rispetta davvero.

    • Illusa, 8 Ottobre 2018 @ 13:53 Rispondi

      Mi sentivo anch’io così e lui diceva di amarmi allo stesso modo. Appena scoperto è scappato, sparito nel nulla, pensa che dolore capire di non essere stata nulla! Nemmeno un confronto, nemmeno un “come stai” quando siamo tornati al lavoro. Mi è crollato tutto addosso. Leggo le tue parole e capisco che io, a differenza tua, non ero amata. Dovrei farmi forza ma mi sento male perché penso di non aver meritato nulla, di fronte alle ire di sua moglie mi ha cancellato completamente senza pensare minimamente a me. Quando lo incontro non riesco a capire come faccia ad essere così indifferente e perché sia solo io a star ancora male. Possibile che abbia per più di un anno detto solo bugie? Tanti sono i giorni in cui sarei tentata di fermarlo e parlargli, poi penso a me e vado avanti.

    • and, 11 Ottobre 2018 @ 13:49 Rispondi

      Ciao @Anna, la tua versione è praticamente quella che forniva la mia lei ogni volta che io provavo a troncare (con ben poca forza, dato che duravo al massimo mezza giornata): “preferisco questo che perderti per sempre.” Siamo durati due anni poi ha ceduto lei. O ha resistito, se la si vuol guardare dal punto di vista del suo matrimonio. Passano i giorni ed io soffro sempre uguale.

  • Tina, 8 Ottobre 2018 @ 10:40 Rispondi

    Quello che noto è che alcune di noi, come io stessa, ci tormentiamo facendo dei paragoni con le mogli oppure vedendola come una sfida tra due donne. Invece credo che siano in primis gli uomini ad attribuirci, nonostante il bene o amore dichiarato, dei ruoli ben diversi proprio come dichiara Alberto nell’intervista. Non mi riferisco sicuramente ai casi di Amore Vero

  • Grazia, 8 Ottobre 2018 @ 15:51 Rispondi

    “ero abbastanza innamorato”
    Ma che vuol dire “abbastanza”???? O si ama oppure no, e in tutti questi casi, la risposta è no. Si spacciano per sesso forte, quelli risoluti e tutti d’un pezzo, ma in realtà questi mezzi uomini sono menomati dalla loro vigliaccheria. Sono disgustata. Da loro e da noi povere illuse, amanti e mogli, che crediamo che qualcosa di buono ci sia in loro. Niente, solo immondizia.

  • Anna, 9 Ottobre 2018 @ 09:15 Rispondi

    Alessandro grazie.
    È un pugno nello stomaco ma va bene così.

    • alessandro pellizzari, 9 Ottobre 2018 @ 09:18 Rispondi

      Lo so ma era doveroso

    • RF, 9 Ottobre 2018 @ 13:17 Rispondi

      E se uno di voi viene scoperto/a cosa succede ?

  • LEI, 11 Ottobre 2018 @ 08:32 Rispondi

    A me è successo, più di una volta. Gli ho mentito in parte, dicendo che avevamo chiuso, non perché i sentimenti non c’erano più, ma perché volevamo tutelare le nostre famiglie.
    A mio marito ho detto chiaramente che i miei sentimenti nei suoi confronti erano cambiati (compresa l’attrazione fisica), e gli ho spiegato anche i motivi per cui questo è accaduto.
    Gli ho anche detto che non avrei rinunciato a rimanere in contatto con questa persona (anche senza vederlo), perché avevamo un rapporto speciale e che sarebbe rimasta per sempre nella mia vita. Mi ha proposto terapia di coppia, gli ho detto che non volevo.
    Gli ho detto che se voleva separarsi, saremmo potuti andare insieme da un unico avvocato, non ho mai voluto la guerra.
    Ha voluto continuare, oscilla tra il far finta che non sia accaduto nulla, a momenti di recriminazione e frecciatine al vetriolo.
    Io vivo in bilico, ma ormai mi ci sto abituando. Ho un carattere molto forte e riesco a gestire bene lo stress che deriva da questa situazione.

  • LEI, 11 Ottobre 2018 @ 08:35 Rispondi

    Per quanto riguarda il mio amante, la sua compagna ha avuto dei sospetti, avallati anche da una telefonata anonima. Penso che anche lei abbia scelto di non vedere, anche se una volta gli ha chiesto di rimanere fino a quando le figlie fossero diventate autonome.

    Come vedete, a volte anche se si viene scoperti, la situazione non precipita.
    Non so se il mio caso sia più unico che raro, ma andiamo avanti così da 2 anni e mezzo.

    • Anna, 11 Ottobre 2018 @ 12:48 Rispondi

      Ma, infatti, io non credo che una moglie, o un marito, non si accorgano di un cambiamento inevitabile. Almeno nel primo anno, infatti, gli amanti si assorbono completamente, come fai a non capire? Mio marito lo ha immaginato e mi è stato dietro perchè insospettito, nel suo caso la moglie gli ha detto basta che non mi lasci perchè non voglio perdere il tipo di vita che mi fai fare. Che tristezza! Quindi, almeno nel mio caso, non sarà un sospetto nè una certezza a cambiare le cose.

    • RF, 11 Ottobre 2018 @ 15:25 Rispondi

      Due anni e mezzo ..ma perchè mi chiedo ? Scusami se mi permetto ma quando dici che “Gli ho detto che se voleva separarsi, saremmo potuti andare insieme da un unico avvocato, non ho mai voluto la guerra” tu non hai deciso , hai voluto far decidere a lui e non mi sembra corretto .

    • Angelica, 6 Maggio 2019 @ 12:33 Rispondi

      Nel mio caso ,la compagna del mio amante, già sospettosa da un po’,ha scoperto dei messaggi ambigui tra noi e dopo un confronto con entrambi( lei ha prima contattato me e poi parlato con lui) ha deciso di riprovarci col marito. Lui ovviamente preso dal panico non mi ha più contattato , è sparito…beh per farla breve..dopo diversi mesi si lascia di nuovo andare a slanci affettuosi e più nei miei confronti ma quando gli ho fatto credere che ero intenzionata a frequentare altre persone e quindi ad andare avanti, lui è cambiato. Premetto che pochi giorni prima si diceva nuovamente confuso. Ad oggi lui.. udite udite…si sta separando perché la compagna nn riesce a vivere con il ricordo di lui con me, giustamente. L’ho visto giorni fa: distrutto, fuori forma , depresso…In un primo momento pareva avercela anche con me, ma un paio di gg fa nel rincontrarci casualmente, nonostante fosse sempre giù di morale mi ha guardata con tenerezza più volte e la sola cosa che è riuscito a dirmi è stata “sei molto bella “…
      Che ne pensate?

      • alessandro pellizzari, 6 Maggio 2019 @ 16:32 Rispondi

        No n ci credo (a lui)

        • Ariel, 6 Maggio 2019 @ 18:06 Rispondi

          @Angelica non mi convince per nulla come ad @Alessandro
          Guarda è un classico da manuale il ” ritorno del lui di turno”
          Soprattutto quando sono stati lasciati da noi
          E come dice pure Berg perché non riprovarci ,pensa lui,alla peggio mi becco un vaffa,poco male

          Secondo me è importante che tu abbia questa consapevolezza che ci provano quasi tutti ,ma ecco se lo sai non sei una sprovveduta anzi sei na Superdonna quindi insomma
          Occhio ,guardinga…!!!!

          Il mio ex pur di riacciuffarmi era riuscito a superare tutto la nostra distanza geo ,il suo matrimonio che lui sostiene dopo la mia scoperta della sua bugia di dichiarato divorziato
          Motivo del mio vaffa sensza se e ma e ritorni solo silenzio vero mio
          No lui macché passato tempo eccolo lì con le lettere di carta posta aerea buste cammuffate da pubblicità accattivante

          Guarda ci rido adesso ,ma veramente rompicoglioni
          No non si rssegnano possesso orgoglio tu sei mia dove credi di andare?

          Okkei Angelica fai come la tua gatta
          Ingatti sono INDIPENDENTI e se non hanno voglia col cavolo che simriesce a fargli cambiare idea

          Quindi miao miao ma col pelo ritto
          Ah ah ah
          Un abbraccione tienici aggiornati!!!!❤️

        • angelica, 6 Maggio 2019 @ 19:34 Rispondi

          Nemmeno io ormai.

      • Angelica, 6 Maggio 2019 @ 19:22 Rispondi

        Non vorrei che ci confondessero… abbiamo lo stesso nickname:)))

  • LEI, 12 Ottobre 2018 @ 07:58 Rispondi

    RF io non ho deciso perché, in fondo, mi sta bene così. Sono abituata al suo caratteraccio, ho un tenore di vita che non potrei mantenere se mi separassi, e soprattutto, farei soffrire mio figlio.
    Mio marito sa come stanno le cose, se non vuole la separazione, avrà il suo tornaconto. Io sicuramente mi sto comportando male, ma anche lui, che sa che ho smesso di amarlo, in cuor suo sa cosa provo per l’altro, e continua a volermi fisicamente, anche se mi vede assolutamente assente. Più che amore, credo sia possesso e necessità di non darla vinta all’altro.

  • RF, 12 Ottobre 2018 @ 13:30 Rispondi

    Tuo figlio crescerà e prima e poi uscirà di casa e tu rimmarrai con lui da sola.
    M intristisce molto pensare e vedere alcune coppie giovani e non, che durante una cena si scambiano poche parole , non hanno nessun slancio affettuoso , uno sguardo complice , pensieri persi verso altre persone , rimorsi
    Apprezzo la sincerità , alla fine come tu dici se ti sta bene cosi , in questo momento è la tua scelta ,poi dopo si vedrà magari le cose possono cambiare.

  • CRI, 12 Ottobre 2018 @ 19:38 Rispondi

    Lui ha iniziato l altra storia,la nostra…quando aveva saputo di diventare papà…ma l aveva nascosto vergognoso….

  • Artemisia, 12 Ottobre 2018 @ 22:12 Rispondi

    Bellissimo articolo Alessandro! Sono mezzi uomini o meglio quaquaraquà.

  • Pupo74, 19 Ottobre 2018 @ 14:29 Rispondi

    Vorrei capire nel caso fosse l’inverso, vedo che qui ci sono molte donne che decidono di rimanere con il marito, vuoi per figli, vuoi per soldi, vuoi per non ferire gente.
    Beh come vivete il rapporto dal lato affettivo e sessuale (ammesso che ci sia) con vostro marito e se ciò vi crea problema con voi stesse come lo vivete psicologicamente.
    Esiste ancora un posto per voi per l’amante o nel momento che avete magari deciso di rinunciare, riuscite a staccare? , ci sperate ancora? Può il non sentire l’amante aiutare il rapporto moglie e marito o non ha effetto se non momentaneo? Rifareste tutto con il senno di poi o cmq cosa succederà secondo vuoi quando a casa sarà come prima?

    • Angelica, 27 Ottobre 2018 @ 06:46 Rispondi

      Esperienza molto sofferta di una mia cara amica. Sta provando a fatica a ricostruire, chiuso con l’amante, un po’ finge, un po’ c’è la ricerca di un affiatamento perduto, a momenti va meglio in altri va malissimo. Molto incide l’atteggiamento del marito che comunque è un uomo bravissimo e innamorato. Quando lui è oppressivo e controllante (povero pure lui) lei fa molta più fatica. Quando lui si distacca lei lo rivaluta (non sentimentalmente ma come persona) Una grossa base di affetto e stima fa la sua parte. Poi lei è totalmente scissa perché al marito si è sempre appoggiata moltissimo. Ci fa sesso e finge, il suo sforzo è tutto nel non fargli capire che sta fingendo coinvolgimento. Diciamo che stanno passando gli anni (anni, non mesi) e ogni volta che la sento è sempre nella stessa melma, ci sta provando, va un po’ meglio, va un po’ peggio e via così.

      • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2018 @ 07:05 Rispondi

        Terribile

      • Angelica, 27 Ottobre 2018 @ 07:41 Rispondi

        Probabilmente è quello che passano tutti coloro che vogliono razionalmente convincersi a restare con il coniuge, per mille motivi fuorché per il desiderio di stare insieme, e si sentono in dovere di far andare bene le cose. Benedico di essere sola quando ci penso, deve essere sfiancante.

        • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2018 @ 07:50 Rispondi

          Si può tentare ma se non si riesce a ricostruire le fasi sono due: un periodo di separazione in casa e poi quella vera

        • Angelica, 27 Ottobre 2018 @ 08:52 Rispondi

          Magari c’è pure la separazione inconsapevole dove non ci si dice più nulla ma si resta assieme. Meglio rispetto a quando il coniuge chiede ancora qualcosa

      • Luce, 27 Ottobre 2018 @ 07:57 Rispondi

        non è vita,
        in quella situazione mi sentirei come
        …in apnea

  • Sheila, 27 Ottobre 2018 @ 00:00 Rispondi

    Caro Alessandro, io e lui viviamo lontani, e ultimamente lo sento sempre più distante, mi legge e mi scrive sempre meno e tarda a farlo… ma c’è una cosa in particolare che mi dà tanto fastidio: il suo tema preferito e diventato il meteo, le condizioni atmosferiche..!
    Mi arrabbio perché la considero una mancanza di rispetto, meglio parlare chiaro, no??
    Stò cercando di trovare una battuta azzeccata per rispondergli sui discorsi delle sue condizioni atmosferiche…

    • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2018 @ 05:53 Rispondi

      Chiedigli se sta frequentando una meteorologa

    • Annaura, 27 Ottobre 2018 @ 07:24 Rispondi

      Anche a me qnd mi accorgevo che si stava staccando mi parlava del tempo. Fondamentalmente è xkè non ha un caxxo da dire e non vuole tirare fuori argomenti concreti (leggi il vs rapporto che sta andando alla deriva).
      Facci caso ,così in generale, qnd non sappiam che dire con una qualsiasi persone tiriamo fuori “hai visto che tempo”, “che caldo, che freddo, il tempo fa schifo, ecc ecc”

      • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2018 @ 07:49 Rispondi

        Tanto vale non vedersi

        • Annaura, 27 Ottobre 2018 @ 07:53 Rispondi

          Cosa che poi è successa poco dopo…

        • confusa, 27 Ottobre 2018 @ 17:52 Rispondi

          E senza nemmeno fare domanda diretta sul perchè del distacco… è un distacco punto. Tanto vale non vedersi.

          • alessandro pellizzari, 27 Ottobre 2018 @ 18:00

            Mi sembri poco confusa a proposito

  • Sheila, 27 Ottobre 2018 @ 17:06 Rispondi

    Sì caro Alessandro, a questo punto bisogna rirponderli con la stessa moneta…

  • Sonoio, 27 Novembre 2018 @ 16:27 Rispondi

    Leggendo questo articolo mi passa la voglia di sentirlo… la mia è un ibrido come relazione e sono conscia dei miei limiti di sopportazione e con lui sono sempre stata chiara e sa ciò che voglio o non voglio, ciò che tollero e ciò che non tollererei. Nella sostanza sono io che devo avere il potere decisionale perché sono quella svantaggiata e pretendo di non esssere quella che subisce più di quanto non si subusca ad essere l altra. Non ti nego che mi leggo i tuoi articoli per perfezionare le mie idee ma anche per trovare il coraggio di iniziare a chiudere. Dura finché la soglia del dolore non si abbassa ma noto che inizia a scenderr e, per esperienza , appena inizio a star male chiudo. Ho sempre fatto così.

    • alessandro pellizzari, 27 Novembre 2018 @ 17:18 Rispondi

      Bisogna toccare il fondo per fare un silenzio vero e duraturo

  • mel, 31 Gennaio 2019 @ 16:53 Rispondi

    io mi ritrovo nella situazione caso 1 . lui fidanzato non sposato . mi corteggia per più di un mese , mi convince usciamo insieme . legati più che mai … ad un certo punto si raffredda e non mi riesce a dire che la sua compagna è incinta , lo scopro da Facebook .. lui aveva preso le distanza da me ad un certo punto dicendo di essere confuso … (prima aveva detto che l’aveva fatta andare via di casa) … poi nulla passato un mese capisco che lei era rimasta incinta … adesso sara’ forse di 3 mesi …. lui non si è piu’ fatto vivo …. io sono sconcertata per tutto e mi sento in colpa . leggendo i post .. è possibile torni a farsi vivo ?

    • anonimo, 31 Gennaio 2019 @ 17:10 Rispondi

      no…non lo farà…ed è un gran mascalzone…spera che non lo farà soprattutto per te stessa…

  • Angelica, 2 Febbraio 2019 @ 18:32 Rispondi

    Buonasera a tutti. Mi sono trovata ad esser anch’io amante di un uomo impegnato…non avrei mai voluto ma le cose sono sfuggite di mano. Per piu di un anno..tra ripensamenti dovuti a sensi di colpa..a voglia di vivere una relazione vera,normale,alla luce del sole..
    Ci siamo allontanati più volte sia per lui che nn riusciva distruggere il matrimonio e sia per me che soffrivo troppo della situazione. Ma tra noi l’alchimia , il feeling,ma soprattutto la tenerezza erano tali che inevitabilmente ci ritrovavamo l’uno tra le braccia dell’altro. Dopo una ennesima separazione per questo vivere tormentato lui ritorna all improvviso da me,disperato perché diceva di essere confuso. Abbiamo fatto l amore come fosse la prima volta..ma il giorno successivo nn si è fatto vivo. Di qui mi sono sentita ferita ma unicamente perché dopo tanto dolore e dopo il suo disperato ritorno da me ..era inconcepibile mi ignorasse anche se solo dopo un giorno o due. Ora non era ammissibile. Il dramma è stato poco più di tre mesi fa quando è stato scoperto. Lui è sparito. La moglie mi ha contattata ed io per non rafforzare i suoi sospetti l’ho difeso lasciando intendere ben poco e cmq restando sul vago. Lei lo ha affrontato e poi perdonato. Lui mi ha scritto per Natale ,di nascosto,per farmi gli auguri. Poi nulla per due mesi abbondanti…forse tre….Ci siamo rivisti per caso poco tempo fa..e se una prima volta c’è stato imbarazzo ma emozione immensa nel rivederci..le altre due volte successive lui ha perso la testa e mi ha baciata con ardore…con passione. Ho sentito tanto amore,passione. Mi ha confusa gliel’ho detto..lui non sapeva come giustificarsi…e anche quando gli ho fatto credere che avessi voltato pagina e che dovessi incontrare un uomo per un primo appuntamento..lui ha perso la ragione…ha avuto una reazione pazzesca. Prima è sbiancato..poi ho notato un volto furioso geloso…gli è caduto tt ciò che aveva in mano…mi ha lanciato un oggetto contro..era fuori di sé… Quando sono andata via ha notato una collana che avevo e lui mi ha ricordato fosse quella del nostro primo incontro. Oggi l’ ho rivisto…era tenero nello sguardo ma non ha fatto nulla. Stava bene. Non riesco a lasciarmi tutto alle spalle..non so dimenticarlo..non so che fare

    • alessandro pellizzari, 2 Febbraio 2019 @ 18:35 Rispondi

      Un violento. Uno che non lascia la moglie. Lascia perdere

    • Ariel, 2 Febbraio 2019 @ 19:03 Rispondi

      @Angelica si segui il consiglio Perfetto Azzeccatissimo di Alessandro

      E qui aggiungo il mio che vale x tutte

      Al primo gesto violento ,fosse anche ti lancio un grissino addosso
      O parole pesanti aggessive

      Fuggire a gambe levate
      Donne ,ma li leggete i giornali???

      Caspita cara Angelica salvati immediatamente
      È questo l’augurio che ti faccio

      No violenza verbale oggetti e mani pure dita o mignolo
      Sono chiari segni concreti di un uomo Violento

      E ricordo a tutte che la Violenza è la dimostrazione concreta di avere a che fare con uno fuori di testa
      Chiamatelo come volete
      Narcisista
      Borderline
      Antisociale
      Istrionico

      Non ha importanza che cXxxo sia abbia
      È Violento

      Fuggire Per sempre senza voltarsi mai!

      Un abbraccione!

      • alessandro pellizzari, 2 Febbraio 2019 @ 19:05 Rispondi

        Un uomo che alza anche solo una mano e solo una volta su una donna non è un uomo. Non c’e Rabbia che tenga

        • Ariel, 2 Febbraio 2019 @ 19:12 Rispondi

          @Alessandro

          Esatto!

        • Ariel, 2 Febbraio 2019 @ 19:24 Rispondi

          @Alessandro scusa,non c’entra,ma c’entra

          Una cosa che ho notato rileggendo il mio commento qui ad Angelica guarda caso l’esempio degli oggetti che il maschio violento è violento già solo per il gesto
          Ecco ho scritto:

          Pure si trattasse che lancia un grissino

          Scusa sto ridendo
          E si perché ho fame sto a dieta pure di grissini ah ah ah
          Ovviamente anche Chagall è a dieta!

      • Angelica, 2 Febbraio 2019 @ 19:14 Rispondi

        D accordo con voi sulla violenza e credetemi sono lucida anche ora. Io l’ho visto come una reazione ad orgoglio ferito, a consapevolezza di non avere più l esclusiva su di me. Era un rotolo scottex e capisco che sia il gesto il problema. Vorrei capire però perché se ha scelto la moglie abbia difficoltà ad accettare che qualcun’altro possa avermi? È davvero quello strano ed assurdo senso di possesso che è proprio di questi uomini sposati che si trovano un’amante?
        Premetto lui è un tipo molto gentile educato sempre rispettoso mai offensivo… dolcissimo..e nn sono solo io a dirlo. Persone che lo conoscono da più tempo lo confermano. Vorrei capire perché

        • alessandro pellizzari, 2 Febbraio 2019 @ 20:10 Rispondi

          Basta il gesto mai sottovalutare un uomo che osa fare anche solo il gesto

          • Angelica, 2 Febbraio 2019 @ 20:18

            Certo..ma da qui a parlare di uomo violento mi pare azzardato. Poi ovviamente non è che uno aspetta faccia di peggio..dIco solo che questo suo lanciare un rotolo di carta perché resosi conto che quella donna potrebbe averla qualcun’altro..potrebbe significare qualcos’altro e vorrei capire cosa

          • alessandro pellizzari, 2 Febbraio 2019 @ 20:20

            Lanciare contro di te. Guarda lasciamo perdere dovrebbe bastarti. A me bastano le amiche che le hanno prese per mesi dicendo che lo faceva perché le amava troppo…

          • Angelica, 2 Febbraio 2019 @ 20:26

            Io non ritengo di essere cosi sciocca da non capire che non mi ama. Avrebbe agito diversamente di fronte alla moglie che lo scopre e che penso sia ancora in dubbio su cosa realmente possa essere accaduto tra noi perché Io l ho negato non solo perché non volevo essere quella che lo sputtana,scusate il termine..ma soprattutto perché nn obbligo nessuno a stare con me e nn utilizzo sporchi giochetti o vendette per far si che scelga me. La mia perplessità era solo sul perché ingelosirsi e sentirsi in quel modo visto che non ha scelto me. Tutto qui.

          • alessandro pellizzari, 2 Febbraio 2019 @ 20:28

            Sono d’accordo con anima triste

          • Angelica, 2 Febbraio 2019 @ 20:35

            Non ho mai detto il contrario…ne sono consapevole anch’io. Ho un gran bisogno di conforto di parlarne e magari di non parlarne piu tra un po’ di tempo. Ho necessità di tirar fuori tutto il malessere che sento dentro..ho voglia di star bene. Non ho imparato davvero ad accettarlo ecco perché nn riesco ad uscirne davvero

          • alessandro pellizzari, 2 Febbraio 2019 @ 20:43

            Siamo qui per te

          • Anima triste, 2 Febbraio 2019 @ 20:49

            Non sai quanto ti capisco, ripenso ogni giorno a ciò che erravamo e a ciò che potevamo essere… a tratti sento ancora l’odore della sua pelle, non ti dico poi quando lo vedo a lavoro, scruto ogni suo movimento. Però quando mi accadono queste cose mi sono imposta di pensare subito alle delusioni che mi ha dato e pensando al male sto lentamente allontanando il bene. Non è facile ma quando ho deciso di dire basta era perché ho avuto tanta paura di ammalarmi per questo amore ed io che ho conosciuto problemi di salute importanti non posso permettermelo, non voglio deludere me stessa, voglio lottare per il mio benessere. Voglio amare me stessa più di quanto amo lui, credo sia questo il primo passo… amiamoci

          • Angelica, 2 Febbraio 2019 @ 20:55

            Ogni volta riesco in qualche modo a non pensarci o a farmi forza ..ecco che lui mi spiazza. ..come baciarmi pubblicamente o guardarmi come mi guardava quando stavamo insieme. Questo mi ha fatto male..questo mi uccide

          • Ariel, 2 Febbraio 2019 @ 21:30

            @Anima triste ogni tua parola in questi tuoi commenti è veramente oro colato,hai capito tutto sei veramente avanti e spero veramente tantissimo che tu riesca a riprenderti al meglio fino a vivere tutta la tua vita nella gioia di te stessa .
            Sei veramente in gamba,un abbraccio forte!

        • Anima triste, 2 Febbraio 2019 @ 20:21 Rispondi

          @Angelica si è prevalentemente una caratteristica dell’uomo impegnato che ha un’amante, quella di essere geloso e possessivo con la propria amante. Il mio lo è tutt’ora nonostante la nostra storia sia finita molti mesi fa e nonostante mi abbia deluso un milione di volte. Ricorda cara questo è possesso e non gelosia d’amore come la possiamo interpretare noi ed il possesso è sinonimo di NON amore. So quanto fa male… lo sto accettando ancora anch’io … ma dobbiamo guardare in faccia la realtà. Inoltre fai una prova se non mi credi… prova a dire a lui: la tua gelosia mi ha stufato perché non è gelosia d’amore ma è possesso e vedrai la sua reazione… poi mi dirai un abbraccio stellina… forza ne usciremo e saremo più forti e belle di prima

          • Angelica, 2 Febbraio 2019 @ 20:32

            Si lo so. Provo a convivere con questa realtà…sto provando ad andare avanti…ma ogni tanto la mente si perde in vecchie sensazioni ancora vive in me purtroppo e ritorno a stare male. So ci vorrà tempo ma sono veramente stanca.

          • Oldplum, 2 Febbraio 2019 @ 21:08

            No. Non è amore. È rabbia per il proprio senzapallismo cronico.

          • Anima triste, 2 Febbraio 2019 @ 23:33

            @Oldplum stesso commento fatto da una mia amica qualche tempo fa! Senzapallismo cronico racchiude bene il tutto!

  • Anima triste, 2 Febbraio 2019 @ 20:56 Rispondi

    Vorrei fare una considerazione. All’inizio quando scrivevo in questo blog pensavo che comunque il mio lui era diverso, che comunque non potevo paragonare lui (il mio Dio) a questi omuncoli che venivano rappresentati qui da tante di noi…. adesso a distanza di molto tempo invece ho proprio capito che era uno dei tanti, che non era diverso da tutti. È successo anche a voi? Sto guarendo?

    • alessandro pellizzari, 2 Febbraio 2019 @ 23:11 Rispondi

      Dei sulla buona strada

    • Luce, 2 Febbraio 2019 @ 23:27 Rispondi

      Il mio non è nemmeno uno tra tanti. È peggio.
      Si, stiamo guarendo.

      • Anima triste, 2 Febbraio 2019 @ 23:40 Rispondi

        Ogni tanto mi sento ancora stupida @luce per aver pensato che lui era “diverso” poi mi dico che come dice una famosa canzone “quando si ama non si perde mai” e quindi è lui semmai a doversi sentire stupido alla sua età per aver giocato come un bambino con i sentimenti e con la vita altrui (io ho cambiato e dovrò cambiare tante cose nella mia vita per via della nostra “storia” e lui pur sapendolo ha fatto rischiare tutto solo a me, mentre mi diceva di fidarmi mi ha lasciata sola nel bel mezzo di una guerra)

        • Outlier, 3 Febbraio 2019 @ 08:11 Rispondi

          Care tutte,
          Anche io a distanza di tempo mi dico che uno così non mi merita e non mi avrebbe meritato.
          Torna ancora a cercarmi e ha ancora il coraggio di dirmi frasi del tipo “Mi piacerebbe tornare a casa con te”… Poi aggiunge “Ma non posso…”… Poi aggiunge ancora “Ci credi vero?”
          Non so più alcuna risposta. Lo guardo e dico no con la testa.
          E quando poi gli dico che il giorno prima dice una cosa ed il giorno dopo un’altra mi dice pure che è sempre dell’idea di non lasciare la moglie (quindi tornare a cercarmi quando si vuole divertire).
          Sono veramente degli egoisti. Non ci permetteranno mai di andare avanti.
          Per fortuna conosco il pollo e non ci piango nemmeno più.

          • alessandro pellizzari, 3 Febbraio 2019 @ 09:26

            Se non fossero adulti potrebbero essere bambini viziati. Smettete di fargli da mamma che lo vizia anche perché loro hanno una vera mamma, l’altra. Voi siete una badante licenziabile

          • Angelica, 3 Febbraio 2019 @ 10:08

            Mah, io noto che non aggancia più, e cosa ben più grave (ironico) non applico neanche dietrologie e ragionamenti inversi ne interpreto. Quando è capitato di assistere ai ritorni mi guardavo da fuori, dovevo avere l’espressione acuta della mucca a chiazze che bruca beata nei prati svizzeri. (Mi firmo Angelica1 così non ci confondiamo) :)))

          • Angelica, 3 Febbraio 2019 @ 11:29

            E’ormai chiaro che certi soggetti non possano fare a meno di comportarsi da perfetti egoisti. Una volta tranquillizzata la compagna ufficiale o moglie e madre dei suoi figli,ritorna inevitabilmente a sentirsi libero di ritornare all attacco..quando in fondo e’solo prigioniero di sé stesso, un uomo non in grado di mantenere un impegno di vita preso,incapace di rispetto verso la donna che ha al suo fianco e soprattutto per colei che usa e cerca a suo piacimento. Un uomo privo di valori,senza pudore e dignità…che gioca con la vita di una donna trasparente,spinta da sentimenti reali e profondi..e che ahimè si è lasciata ingannare dalla sua capacità di mostrarle tenerezza ,di guardarla nel modo che lei amava… Donna io come tante che ha abbandonato quando il gioco è stato troppo rischioso per il suo status,per la sua immagine di marito e compagno fedele e premuroso. ..e soprattutto per la paura di perdere probabilmente la stabilità economica ..sua priorità . Sai cosa penso? Ad oggi e solo a distanza di pochissimi gg dal suo impulso di prendermi e baciarmi come nulla fosse accaduto e come nulla mi avesse ferito e poi sparire ,ignorarmi ed essere piu’distaccato la volta successiva,penso che se nn è perché a casa le cose sono mutate in qualche modo,lui possa aver puntato o stia “lavorando ‘ a imbambolare qualcun’altra.

          • Anima triste, 3 Febbraio 2019 @ 14:28

            Pensate che il mio ex amante una delle ultime volte in cui avevo applicato il silenzio mi ha baciata appassionatamente in un ristorante dove c’erano persone conosciute ad entrambi e che frequento spesso sia io che lui, anche in famiglia…facendo poi in seguito un gesto da vero principe azzurro (che non dico per questioni di privacy), per poi il giorno dopo, avendomi riconquistata completamente, ribadire che non sapeva come fare a lasciare le sue figlie (ma puoi pensare che devi lasciare le tue figlie? Devi decidere la donna che vuoi accanto! Le tue figlie verranno sempre al primo posto sia per te che per me!!!), per dire dove possono arrivare!!!! Solo oggi capisco che la scusa era molto comoda per lui per fare sempre retro front! Preciso che lui ha una situazione in cui poteva affrontare un affido condiviso molto molto serenamente a tutti i livelli

        • Luce, 3 Febbraio 2019 @ 12:35 Rispondi

          Non devi sentirti stupida, non lo sei. Sei stata solo te stessa.

          È lui che non è stato onesto e sincero, forse neanche con se stesso.

          L’importante è averlo capito e agire di conseguenza.

          • Anima triste, 3 Febbraio 2019 @ 14:29

            Grazie @Luce ♥️

        • Luce, 3 Febbraio 2019 @ 14:24 Rispondi

          @anima triste , scrivi…mi ha lasciata sola nel bel mezzo di una guerra…

          Io ultimamente pensavo e temevo

          “se , quando siamo insieme, incontriamo qualcuno che ci conosce, questo non ci pensa un’attimo a spingermi fuori dall’auto e a lasciarmi a piedi, anche in mezzo al deserto “

          Qualcuno una volta ha scritto
          …come un cane in autostrada, d’estate…

          è proprio così

          • Anima triste, 3 Febbraio 2019 @ 15:06

            @Luce davvero!!! Lui metaforicamente l’ha fatto … quando un giorno, credo per rassicurare lei, parlava con me e manteneva un braccio sulle spalle di lei! Tutto allegro e sereno mentre io morivo dentro. Lì mi è sceso… ha perso il valore di uomo ai miei occhi e mi è caduto dal cuore..

  • Ariel, 2 Febbraio 2019 @ 21:39 Rispondi

    @Angelica Cara fai benissimo a scrivere qui questo sta chiaro che serve a tutti tanto e siamo qui apposta per te

    Credo che la tua sofferenza stia a buon punto perché quando si sta quasi pronti al cambiamento verso l’amare se stesse
    Ovvio la sofferenza la confusione la voglia di buttare fuori tutto ci sta e ci deve essere tutta,quindi vorrei semplicemente trasmetterti la vicinanza affetto e comprensione che meriti tutta di avere e il sostegno
    Perché lo sento che stai a patire ,ma sto convinta che veramente ti manca poco a voltare le spalle e guardare soltanto avanti dove una grande strada piena di luce ti aspetta .
    Ti abbraccio !

  • Ariel, 3 Febbraio 2019 @ 12:25 Rispondi

    @Alessandro
    Sei veramente troppo forte e ironico
    Mi hai fatto sganasciare dalle risate col tuo scrivere

    “Voi siete una badante licenziabile” ah ah ah

    Verissimo!

  • barbara, 29 Maggio 2019 @ 08:33 Rispondi

    Faccio fatica a pensare come si posso essere traditori seriali. Come si possono dire parole e poi nei fatti scindersi …bisogna avere una doppia personalita’ o essere falsi come una medaglia? Come si fa?

    • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 08:54 Rispondi

      Basta essere egoisti e usare gli altri. CE ne sono tanti

  • barbara, 29 Maggio 2019 @ 08:36 Rispondi

    Come si fa ad aprirsi parlare di sentimenti stare con una donna e poi allo stesso tempo stare con un’altra e fare le stesse cose?! Faccio fatica a capire la falsita’…i sentimenti sono cose importanti che tristezza essere usati solo per nutrire un ego e nulla piu’.. Valiamo molto di piu’ ..

    • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 08:59 Rispondi

      Ma cara, un seriale mica ha la statura morale tua o di altri. È un uomo semplice che fa il furbetto, con desideri semplici, il sesso, e con la pratica ha affinato la tecnica di affabulatore, altrimenti non cucca. Poi qualcuno si diverte a farsi psicanalizzare da voi gratis ma non cambia nulla

  • barbara, 29 Maggio 2019 @ 08:50 Rispondi

    Alessandro come puo’ una persona scindersi secondo lei? Alla fine non si ama nessuno..

    • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 09:01 Rispondi

      I seriali non amano in alcuni casi hanno amato una volta tempo fa. Il seriale classico ha una donna di riferimento che usa come porto sicuro per rifugiarsi quando la pesca in mare aperto scarseggia ma anche la moglie o simili viene usata non è amore

      • Ariel, 29 Maggio 2019 @ 09:13 Rispondi

        @Alessandro @Barbara
        Ovviamente i peggiori sono quelli o quelle perchè il Narcisista patologico esiste ed è la versione peggiore dei seriali

        Perché non ha nessuna empatia e questo spiega e risponde alla tua domanda sul ,ma come fa a passate da una all’altra e peggio ancora non molla nessuna cioè lascia e svaluta e mette da parte
        Chi ha scartato in quel momento,ma resta il senso del possesso
        Così fa orbiting sempre con le sue ex per controllare se sono sempre sottomesse al suo potere manipolativo

        Spdue tipi ,quindi il Seriale che ti ha qui descritto benissimo @Alessandro

        E io Seriale Col disturbo comportamentale Narcisistico

      • Ariel, 29 Maggio 2019 @ 09:14 Rispondi

        Il e non io
        Ah ah
        Bonjour!!’

      • C., 29 Maggio 2019 @ 10:14 Rispondi

        Alessandro,
        ma questi seriali hanno la convinzione di non sapere/riuscire ad amare?
        Sanno che sono limitati da questo punto di vista o sono convinti, anche se a modo loro, di amare?

        • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 10:59 Rispondi

          I seriali non sono malati sono degli approfittatori. Magari nella loro storia personale avranno Anche avuto un trauma con una donna ma non è che siccome ho sofferto mi trasformo in un bugiardo matricolato che si scopa il mondo raccontando palle e facendo soffrire le donne. Perché dobbiamo sempre cercare di giustificare chi ci fa del male e ci inganna? Fanculo. Se un seriale venisse lì e ti dicesse: guarda io cambio donna ogni due mesi e lo faccio per sesso e divertimento ci stai? Non avrei nulla da dire ma nonlo fanno. E sai perché? Perché così non ci state

          • Ariel, 29 Maggio 2019 @ 11:15

            @Alessandro e C.
            Sono d’accordo che mai si possa giustificare il fare del male agli altri Deve esserci sempre attivo il principio della Propria responsabilità nei confronti delle azioni negative verso gli altri

            Ok,verissimo e da ricordare e difendere sempre tale principio

            Va aggiunto,secondo me,che il fatto di potersi informare sulle caratteristiche di comportamento se si sospetta di essere in una relazione malata tipo mi tratta male mi prende e sparisce insomma cose in cui si resta pieni di ambiguità e difficoltà a capire che cavolo succede

            Il fatto di informarsi e venire a conoscenza se il seriale sia Narcisita o altro disturbo comportamentale è UTILISSIMO E UNICO MODO
            Per DIFENDERSI E EIUSCIRE A MANDARLO A DFANCULOOO

            perchè questi Narci del caxxxo tutti NESSUNO ESCLUSO
            Mettono in atto lo stesso schema di comportamento e quindi risulta facile con la conoscenza dello schema difendersi e chiudere in modo efficace e definitivo

            Ovvio che sta meglio insispensabile rivolgersi a un terapeuta pure per conoscere lo schema ed avere i suggerimenti specifici sul come fare a mandarlo sempre la afanciullo!!!

        • LEI, 29 Maggio 2019 @ 11:12 Rispondi

          Ma basta tentare di giustificare certe persone! Volete proprio farvi del male…

          • C., 29 Maggio 2019 @ 11:58

            @Lei
            giustificarlo?!?
            VADE RETRO SATANA!!!!
            Ma manco morta lo sto giustificando, sto solo cercando di capire quanta pochezza possa esserci in alcuni esseri umani.

          • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 13:54

            Smetti di cercare di capire inizia a giudicare nuovi pretendenti perché siano all’altezza del compito

          • C., 29 Maggio 2019 @ 14:33

            Ale,
            non sono in cerca.
            Questa persona mi è capitata ed ho provato delle sensazioni mai provate.
            Ma era solo finzione.
            L’ho capito, ed ora cercherò davvero di rivalutare anche la persona che mi è accanto che magari non è passionale come lui ma almeno è onesta e seria.
            Il binomio passione e serietà che una donna cerca non è sempre un binomio fattibile…questo ho capito

  • cossora, 29 Maggio 2019 @ 10:30 Rispondi

    Noi abbiamo avuto un confronto scritto (è il succo del discorso, non aggiungo altro)

    Parole mie: sono ancora fragile ma ho ben chiaro che non voglio più una relazione dove non sono nemmeno libera di fare una telefonata all’uomo che amo. A 43 anni voglio una relazione tra adulti. Libera.

    Parole sue: sei sempre con me, voglio essere più presente, non pensavo di ricadere, mi sono lasciato travolgere di nuovo, ho pensato potessimo farci ri-travolgere insieme.

    Chiusura mia: più presente? Con i messaggi? So che tipo di timore e sentimento hai per tua moglie e tuo figlio. E li rispetto. Buonanotte.

    Lui: Grazie. Ti porto con me.

    • Anna, 29 Maggio 2019 @ 12:00 Rispondi

      Rispetterà lui te ora.

      • cossora, 29 Maggio 2019 @ 14:49 Rispondi

        Sai @Anna che lo credo assolutamente possibile?

    • Oldplum, 29 Maggio 2019 @ 15:00 Rispondi

      con le parole sono bravissimi. però dopo un po, non bastano più nemmeno quelle. quando le leggo non ci credo più e non ho bisogno più nemmeno di stare a rispondere. Ma perchè dovrei? è una perdita di tempo, di energie, di autostima. meglio sole, meglio saltellare appena entrata in casa (la mia, solo mia) ogni sera per la gioia di una prospettiva nuova. mai più uomini impegnati. e quelli non impegnati…test a cadenza settimanale. al primo sbaglio, bye bye.
      Dopo i 40 si pretende una cosa alla pari, per lo meno. Non io mi sbatto e te piagnucolando ti prendi tutto il prendibile. seeee america!

    • C., 29 Maggio 2019 @ 15:16 Rispondi

      @Cossora,
      ti porto con me è uno slogan che non si può sentire.
      Si portasse con se l’orsetto come fa Mr. Bean per sentirsi meno solo.

      Mio Dio mi sa che c’è un manuale di sopravvivenza per i morti di figa seriali scritto da qualche parte di cui vanno bruciate tutte le copie!

  • LEI, 29 Maggio 2019 @ 10:41 Rispondi

    Ma cosa vi possono dare i seriali? Io faccio già una fatica bestiale a “condividerlo” con la moglie, a pensare che pur avendomi dimostrato in mille modi il suo amore, è comunque inevitabile che provi ancora qualcosa per lei( è pur sempre la donna che ha scelto venti anni fa, la madre delle sue figlie, quella con cui condivide momenti belli e brutti).
    Per me in amore esiste una sola persona per volta. Sarò demi sessuale, ma proprio non riesco a pensare alle comproprietà, al sesso che non coinvolge la mente, ai corpi usa e getta.
    E soprattutto mi è incomprensibile l’atteggiamento di chi si fa coinvolgere dai seriali.

    • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 11:31 Rispondi

      I seriali sono molto bravi a non presentarsi come tali altrimenti non cuccano. Nessun seriale all’inizio si palesa come tale lo scopri tu dopo

    • cossora, 29 Maggio 2019 @ 13:26 Rispondi

      ‘Per me in amore esiste una sola persona per volta’.
      In amore, @LEI.
      TUTTE le situazioni che non portano all’elezione di una e una sola persona non si possono definire amore.
      Ci sono il bene immenso, il forte affetto, la passione travolgente, la dedizione totale, il rispetto dei desideri e delle aspettative altrui, il senso del dovere, l’abitudine, la paura.
      Ma l’AMORE E’ ESCLUSIVO E PRETENDE ESCLUSIVITA’.

      Quindi, esiste davvero davvero davvero? Eh.. a saperlo!!
      Per me si, ma dura pochissimo, e se non lo si inchioda con doveri più o meno ‘definitivi’ (figli e debiti) .. la vedo dura.
      Di solito questi ‘chiodi’ si piantano in giovane età, per questo è difficile che vengano ripiantati dopo, se esistono già figli e debiti, perchè farsene altri?

      Per un sentimento effimero?
      Qualcuno dice ‘certo!’. Ed è una donna.

  • C., 29 Maggio 2019 @ 11:09 Rispondi

    Esatto.
    Stesse cose che ho detto a lui prima di mandarlo a cagare per l’ennesima volta.
    Gli dissi: Una persona onesta non è una persona che non ti promette niente dall’inizio ma è una persona che ti propone di scopare (se è solo quello che vuoi) ed è poi lei a decidere in base a calcolo/attrazione e varie. Questo è essere onesti e trasparenti…non tirarla lunga per anni e poi dire “sono stato onesto perché non ti ho mai promesso niente”.
    Ma vaffanculo sto stronzo.
    Io penso di aver avuto a che fare con un seriale.

  • C., 29 Maggio 2019 @ 11:28 Rispondi

    Risposta sua: “Ti ho amato senza un fine”
    Io: “Che sei una specie di MASOCHISTA? Tu non sai manco che significa amare”
    Lui: “Non meriti una risposta, TI DETESTO!”
    Io: “Accetto il tuo odio, almeno è un sentimento sincero! Grazie comunque per avermi insegnato la lezione che quando un uomo corteggia una donna non è sempre perché la vuole accanto a se, anzi non è quasi mai così. GRAZIE.”

    Fine, amen

    • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 11:33 Rispondi

      Che furbone fa anche il gentiluomo via via

    • Ariel, 29 Maggio 2019 @ 11:55 Rispondi

      @C. Caspita come ti capisco!!!
      Sicuramente hai secondo me,avuto a che fare con un seriale
      Guarda l’ex che ho mollato io di brutto non ha perso occasione per manipolarmi in mille modi

      Tipo
      Al mio primo massaggio di chiaro scritto
      Maiuscolo stampatello “MAVAFFANCULOOOOOO”
      lui non se lo aspettava ma io ormai mi ero già fiondata dalla terapeuta e sapevo tutto sullo schema fisso sempre uguale che mettono in atto sti Stronzi

      Infatti lui colto alla sprovvista dal mio vaffa
      Che mi ha scritto GELIDO
      ” MERITI UNA RISPOSTA”
      Si ma perché lui ha tentato di riagganciarmi ,ma subdolo e glaciale nello stesso tempo per poi di nuovo fare i sorrisi melliflui
      Per poi visto che non abboccavo
      Dirmi che non meritavo nulla e comunque il suo ultimo messaggio e stato questo:
      ” comunque vada ,ti porto con me”
      Si certo può essere visto come una cosa carina affettiva
      ,ma dire “ti porto con me “da uno così

      È MANIPOLAZIONE ORBITING A VITA !!!!!

      TUTTI CHE VADANO A CAGAREEEEE!!!!!

      • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 13:52 Rispondi

        Ti porto con me. Leggi il finto poeta

  • C., 29 Maggio 2019 @ 11:53 Rispondi

    Furbone egoista.
    Mandato via col biglietto di sola andata stavolta.

  • LEI, 29 Maggio 2019 @ 12:14 Rispondi

    Però diciamoci la verità, se un uomo fin dall’inizio, anche se non esplicitamente, ti dice che non lascerà la famiglia, magari ti ama davvero, ma il resto non può essere messo in discussione, allora devi essere tu a guardarti dentro e a decidere che posizione prendere.
    Poi magari in corso d’opera la storia può anche decollare, ma bisogna comunque sempre tener presente la realtà della situazione, senza lasciarsi andare a voli pindarici.
    E basta col pensare che siano tutti malati.

    • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 13:55 Rispondi

      Pochissimi sono malati gli altri sanno quello che vogliono. Rimandano decisioni già scritte

      • C., 29 Maggio 2019 @ 14:23 Rispondi

        e soprattutto sanno con chi hanno a che fare.
        Se è una che vuole le sue stesse cose o vuole di più…
        Inutile giustificare persone in malafede che decidono di avere a che fare con persone in buona fede.
        Io non la penso come te @Lei mi dispiace e continuo ad intravedere molte contraddizioni in quello che dici.

    • cossora, 29 Maggio 2019 @ 14:06 Rispondi

      Hai ragione @LEI, gli concedo il beneficio del dubbio.
      Ma nient’altro!

  • Angelica2.0, 29 Maggio 2019 @ 12:41 Rispondi

    Sono parole se no dopo un po’ valigia e fuori casa. Io so benissimo che il mio ex (e tantissimi qui) in fondo “ci hanno provato”, tanto che costa? Uno vuole capra e cavoli ragazze, mettetevi in testa che l’uomo in due scarpe CI STA BENE, non soffre, si diverte, fa credere di soffrire giusto per, la capra se la tiene ben stretta e lo sa, il cavolo se lo cucina a dovere per non farlo andar via. Se proprio soffre e si mostra insofferente, lui tira fuori tutto il repertorio. Restando immobile. Cossora, accidenti… ti porto con me? E dove? Son tremendi… basta analisi, narcisisti, egoisti, traumatisti, reumatici, qualunque cosa sia che li tiene in due scarpe, se all’amante questa cosa va strettina, una spinta giù dal piedistallo e via

    • alessandro pellizzari, 29 Maggio 2019 @ 13:57 Rispondi

      Concordo

    • Ariel, 29 Maggio 2019 @ 14:03 Rispondi

      @Qngelica concordo su tuttooo!
      Vorrei solo immaginare anziché il “giu dal piedestallo”
      Visualizzo un bel definitivo ” giú dallo sciacquone ”

      Ah ah ah scusa ma sono in fase ridanciana!!!
      ❤️
      E che vuoinfare ci tocca berci su,
      Ah ah ah a

    • cossora, 29 Maggio 2019 @ 14:10 Rispondi

      Ma non l’ho neanche spinto. Secondo me è scivolato.. 🙂

      • Angelica2.0, 29 Maggio 2019 @ 15:26 Rispondi

        Cossora, non appena ho smesso di dare aiutini da casa e mi sono semplicemente messa a guardare cosa faceva e come se la cavava, ti giuro che ha iniziato a pestar merde una dopo l’altra, manco fosse in una stalla di mucche… hai ragione, neanche serve spingerli giù, basta smettere di puntellarli con la forza sui nostri piedistalli (uh se lo sappiamo fare) e cadono da soli. Oppure, cavolo, restano in piedi!!! Ma quello è un altro finale:)))

  • Simona, 29 Maggio 2019 @ 14:34 Rispondi

    Ogni volta che ti leggo, ho l’ennesimo colpo al cuore… Ricordo ancora quando mi ha detto: “ho avuto paura di perdere tutto!”, riferendosi alla famiglia, alla posizione sociale, economica. Solo adesso mi sono resa conto che quel giorno lo ripresi indietro perché, per me, era lui quel “tutto” che non volevo perdere… Tralasciando il fatto che io per lui non fossi che niente…
    Da qualche giorno, dopo circa 2 mesi di silenzio, sta facendo orbiting… E quanto è dura per me… Mi fa male di nuovo il cuore…

    • cossora, 29 Maggio 2019 @ 16:55 Rispondi

      @Simona a me continua a venire il dubbio ‘forse avrei dovuto essere meno risoluta? forse ho esagerato?’ ma credimi, è l’orario, la stanchezza, la fame..
      Non farti, (non facciamoci) comprare con lo sconto. L’orbiting non è una scelta determinata, è un modo di sapere che cosa facciamo senza impegnarsi. della serie ‘che cosa starà facendo dopo due mesi, cià, fammi dare un’occhiata’

      Come quando entri in un negozio e dici alla commessa “do un’occhiata”.. SENZA IMPEGNO, appunto.
      Tesoro lo so che è dura.
      Pensa ad altro, non farti cogliere per stanchezza, vedresti un miraggio.
      L’amore non sembra nient’altro se non se stesso.
      Tienitelo bene in testa. E vai avanti!!

  • Simona, 29 Maggio 2019 @ 17:38 Rispondi

    Grazie Cossora!
    Sono stata così brava ed ora mi viene voglia di cedere… ma so che lui non sarà mai il mio ‘ufficiale gentiluomo’ è quindi stringo il cuore e vado avanti. Lo devo a me stessa!
    Si tenga la sua squallida vita di facciata, io, dal mio canto, la vita me la sto ricostruendo sul serio!
    Noi valiamo… e tanto… loro non sono nulla: solo parole che il vento porta via…

  • Io, 2 Giugno 2019 @ 09:07 Rispondi

    Non tutti gli uomini sono uguali, c’échi soffre tanto per paura di ferire la moglie che negli anni mi ha spesso mancato di rispetto con violenze psicologiche ed a tratti anche fisiche (mani addosso e lancio di oggetti, sminuire , controllare, giudicare ), ma che ora ha capito e soffre molto per la mia “distanza”, ha bambini magari molto piccoli, come nel mio caso con una bambina di 18 mesi, vorrebbe avere una famiglia sana, ma per la moglie non prova più nulla se non affetto e bene profondo.La conobbi un anno fa, mai tradito prima, abbiamo perso completamente il controllo e ci siamo innamorati, avevo quasi fatto il passo, ma i sensi di colpa mi hanno divorato, le ho detto di farsi la sua vita e di essere felice almeno lei, l’ho distrutta piccola mia, è straziante e la penso in ogni istante. Spero di trovare la forza di andare avanti per mia figlia .. Non avevo mai sbagliato in vita mia, un “errore” che sto pagando caro, mi sento un vigliacco, ho perso la stima in me stesso. Spero e prego Dio ogni giorno per trovare pace.

    • Rosa, 2 Giugno 2019 @ 10:44 Rispondi

      Io invece , e scuami per quello che sto per dire, spero proprio che tu la pace non la trovi, perchè non si può buttare per aria la vita delle persone e poi dire che non si ha il coraggio.
      I sensi di colpa devono venire PRIMA e per entrambe le donne che non ami.
      Perché non è amore restare con una donna solo per i figli e nemmeno non scegliere l’altra per mancanza di palle.
      Come molti tuoi pari, siete in grado di amare solo voi stessi, e di fare le scelte che più vi convengono.

    • Anima bella, 2 Giugno 2019 @ 16:55 Rispondi

      @Io… tu dici: “l’ho distrutta piccola mia e la penso in ogni istante” e subito dopo categorizzi il tutto come un errore. Se la ami corri da lei prima che lei ti butti via come il peggior errore della sua vita mentre se non la ami non giustificare neanche a te stesso ciò che hai fatto ma prova a maturare e non ripetere lo stesso “errore”. Ti abbraccio e ti auguro di fare la scelta migliore per te stesso. Ci dimentichiamo sempre che la vita è una ed è adesso. Smaccckkkk a tutti/e

    • Cossora, 2 Giugno 2019 @ 21:14 Rispondi

      @Io hai fatto un casino. Ma umano, quindi nessuna condanna sarà più tremenda di quella che ti darai da solo.
      Imparerai e reagirai..in qualche modo le cose troveranno il loro posto. Dei due sarà felice lei. Magari ci metterà tanto, ma alla fine lo sarà. Tu? Tu no, lo sai già.
      Buon coraggio Io..!

    • Francesca, 2 Giugno 2019 @ 21:36 Rispondi

      Come ti ha già detto qualcuno, stai commettendo un grave errore! Se lei è l’amore della tua vita, lascia tua moglie e torna da chi non potrai mai dimenticare e, quasi certamente, non potrà mai dimenticarti.
      Inoltre, non nasconderti dietro alla serenità di tua figlia: la stai condannando a vivere in una famiglia fasulla e senza amore…
      Hai la possibilità di essere felice: afferrala!

  • Andrea, 22 Gennaio 2020 @ 18:13 Rispondi

    Sono un uomo e quindi sto dall’altra parte. Mi sono innamorato di una donna a seguito di un tradimento di mia moglie, del periodo e delle brutte parole che mi ha detto quando l’ho scoperta. Questa donna mi è stata vicino proprio quando ero a pezzi e me ne sono innamorato. Avevo anche deciso di separarmi per andare a vivere con lei, ma mia moglie, di sicuro pentita di quanto aveva fatto, ha usato tutte le armi in suo possesso. Quelle che hanno funzionato di più sono stati i figli e tutt’ora lo sono. Quella donna, accortasi della mia confusione, mi ha lasciato. Sono stati anni duri, dove io ho cercato in ogni modo di dimenticarla, ma non ci riesco. Non amo mia moglie anche se prima del suo tradimento ne ero molto innamorato. Qualcosa s’è rotto e non riesco a far completa luce. Si alternano momenti in cui sono sicuro di lasciarla a momenti in cui mi dico che non è il caso. I miei figli non sono in età così adulta da sopportare lo sfascio della famiglia e sinceramente mi dispiacerebbe molto farli soffrire. In più non sono neanche sicuro che l’altra donna mi riprenderebbe. Del resto è possibile che qualcosa si sia rotto anche dentro di lei. Così mi ritrovo a pensare che il mio futuro sia minato e che appena i figli si saranno sistemati, lascerò mia moglie e andrò a cercare l’altra donna. Certo, è un pensiero molto infantile, molto stupido e poco realista, che si poggia sul nulla. Ma sognare fa bene all’anima ed è gratis. Di certo, ho provato a riallacciare con mia moglie, ma forse siamo davvero due persone incompatibili e forse proprio per questo anche lei mi ha tradito.
    Mi faccio schifo a non prendere una decisione, dovrei andarmene e cercare di riallacciare con l’altra, del resto è quel che vorrei, ma il pensiero di perdere tutto e far soffrire i miei figli mi spaventa. Il tempo, si dice, porta consiglio e guarisce le ferite, ma non sta funzionando con me. La mia vita è diventata triste e faccio davvero fatica a non cadere nella depressione. Mi sento stupido e senza palle.

    • Ariel, 23 Gennaio 2020 @ 00:00 Rispondi

      @Andrea ,ben trovato,
      Ho letto e riletto il tuo scritto racconto e ciò che mi ha colpito è che nello svolgersi del tuo scrivere ripeti che qualcosa si è rotto e mentre scrivi questo ti riferisci a tua moglie e il suo tradimento ,ma ciò che balza agli occhi che in tutta la parte di racconto della tua situazione vissuta passata ed attuale sembra in apparenza che il qualcosa di rotto tu lo abbia attribuito agli altri o la moglie o la amante amata che ti ha lasciato

      Due Donne ti hanno “lasciato “ nel senso che la moglie ti ha tradito
      La amante ti ha mollato

      E infatti termini il tuo scritto in modo veramente maturo e validissimo
      E cioè attribuisci a te stesso il “qualcosa si è rotto”

      Ecco caro @Andrea credo che tu sia stato capace scrivendo di individuare dove risieda il vero problema e cioè che qualcosa si è rotto in te e le Donne che ti hanno amato e tua moglie che evidentemente ti ama ti hanno mollato perché appunto qualcosa di te si è rotto

      Caro @Andrea non disperarti affatto e cogli questa bella opportunità di poter leggere qui nel mio commento i miei complimenti per come sei stato capace spontaneo a riuscire a scrivere scoprendo il nocciolo del problema.

      Ti ricordo che questo è già l’inizio più importante e valido per riuscire a stare bene e trovare la soluzione che stai cercando

      Allora se dipende da te da qualcosa che si è rotto in te penso che che tu possa scoprire che cosa sia successo nella tua vita che ha generato in te una rottura ,
      Quel qualcosa si è rotto…
      Che cosa si era rotto ?

      La cosa più difficile è riuscire a capire da chi dipendano le apparenti circostanze avverse

      E cioè certamente un tradimento e quelle parole brutte che tua moglie ti disse al epoca dei fatti ,ma
      Tu scrivi che la amavi tanto prima
      Che poi lei ha fatto di tutto per tenere il legame con te e che tu hai provato con lei ma che non vi trovate bene

      Perché qualcosa si è rotto

      Ma questo qualcosa cambia il tempo del verbo

      E scrivi qualcosa si era rotto in me

      Non come una colpa ma come una BUONA SCOPERTA che ti porta alla soluzione E a ciò che davvero senti per te stesso.

      Per non smentirmi mai dato che ho molta fiducia nel aiuto terapeuta soprattutto se si sta così nella tristezza di se stessi
      Non abbatterti sei stato davvero in gamba
      Hai scoperto che è in te che puoi scoprire cosa si era rotto
      Ma nel tuo passato antico

      Ecco ti incoraggio a proseguire la tua ricerca proprio sulla traccia di questo tuo importante racconto di tua vita passata antica che si è riflessa nel presente.

      • Andrea, 23 Gennaio 2020 @ 18:39 Rispondi

        @Ariel, non so se colgo il senso delle tue parole. Io sono certo di cosa si è rotto e che ha fatto cambiare idea a mia moglie su di me. Lei invece nega e nega con tutte le sue argomentazioni. Ad un certo periodo della mia vita, l’azienda per la quale lavoravo mi ha licenziato a causa della crisi. Era il 2009. Avevo un discreto stipendio e dopo si è più che dimezzato. La cara mogliettina mi ha colpevolizzato per ben 3 anni, non mi ha più parlato di lavoro, in casa era la sostenuta. Che dire, non dico che dovevo essere compreso, povero angelo, ma forse in famiglia se ne può parlare. Sono sicuro che la svolta sia stata lì. Da quel momento, si è sempre più allontanata e alla fine è andata a cercare altro. Ripeto, è tutto lecito ci mancherebbe, ognuno è libero di cambiare opinione e se vogliamo anche di gestire la cosa come vuole. Salvo poi che quando mi accorgo del fatto, non venirmi a dire che ci devo passare sopra. Lei ha avuto una gran fortuna, che i miei figli appena saputo che me ne volevo andare, sono venuti a dirmi che non volevano stare senza di me. Altrimenti non sarei a scrivere in questo forum

    • Francesca, 23 Gennaio 2020 @ 10:56 Rispondi

      @Io @Andrea non capisco perché voi uomini non riusciate ad avere la forza per abbracciare una vita nuova, sicuramente più felice di quella che avete a casa… Ma qual è la vostra paura? Quando un giorno vi guarderete indietro cosa vedrete? Dolore e null’altro: il vostro è quello della donna che vi ha amato tanto perdutamente da lasciarvi andare…
      Che tristezza…
      Meritate di soffrire, lo meritare appieno!

      • Mary, 23 Gennaio 2020 @ 13:45 Rispondi

        @Francesca non si lascia il certo per l’incerto, loro che la vita con l’amante sarà più felice non lo credono per niente, anzi temono di perdere le certezze che hanno per trovarsi in casa con la fotocopia della loro moglie (e più poveri economicamente). All’inizio non ci pensano, non pensano mai a lasciare la moglie quando si cercano l’amante, è solo se lei poi fa capire che vorrebbe un altro tipo di rapporto che si trovano costretti a pensarci, e in quel momento pensano che a casa loro così male non stanno. Il resto son tutte balle e fumo che raccontano.
        Ti pare che uno innamorato si riferisce alla persona che ama con “quella donna”?!?? Questa invece è l’essenza “Ma sognare fa bene all’anima ed è gratis.” Nel sogno ci sono le menzogne.

        • anonimo, 23 Gennaio 2020 @ 15:35 Rispondi

          Mary ma non penso che già nel momento in cui un uomo o una donna pensano tutte ste cose non si tratta di amore?
          L’amore mica ti fa fare calcoli…

          • Mic, 23 Gennaio 2020 @ 19:17

            Si e vissero tutti felici e contenti.
            La realtà non è un sogno e anche se c’è amore si fanno i ragionamenti dovuti, soprattutto se si devono lasciare moglie e figli con annessi e connessi ( soprattutto economici).
            Chi non li fa e si butta velocemente o è un immaturo preso dall’ entusiasmo del momento e pure economicamente particolarmente agiato o è un folle.

        • LEI, 24 Gennaio 2020 @ 09:06 Rispondi

          Come sempre concordo con te, Mary.
          La comfort zone è ancora troppo forte per rinunciarci. O, come dice il mio amante, la coppia ufficiale non è ancora scoppiata, nel senso che si galleggia senza litigi particolari e conflitti insanabili.
          L’amante è quel qualcosa in più, che rende tutto migliore, che regala il sogno senza distruggere la realtà.
          Mi sembra un ragionamento molto basico e privo di particolari conseguenze.

    • cossora, 23 Gennaio 2020 @ 13:31 Rispondi

      @Andrea sembri il mio ex.
      Non sarebe riuscito a mollare tutto.
      Non sarebbe riuscito a staccarsi da tutto.
      Non sarebbe riuscito a lasciarli e ‘combattere con me e per me’.
      Ragazzi, ci si separa, cambiano il tetto e il letto, ma non si molla niente, non si stacca niente e la nuova storia d’amore non è una guerra da combattere.

      Piantatela di vedere il cambiamento come qualcosa di minaccioso.
      La difficiltà esiste solo dentro la vostra testa.
      Nessuno è mai ‘morto di separazione’. Invece esistono milioni di ragazzini viziati e instabili con genitori indecisi che colmano la mancanza di decisione con vizi e ipercontrollo.
      Basta, siamo nel 2020, adeguatevi cazzo,

      • Rory, 23 Gennaio 2020 @ 14:46 Rispondi

        Applausi senza fine per questo tuo commento @cossora!!

      • Annina, 23 Gennaio 2020 @ 16:37 Rispondi

        Quoto ogni parola di cossora, basta nascondersi dietro alle sofferenze di sti figli, che sembrerebbero nemmeno troppo piccoli, per non prendere decisoni, dando quasi colpa a loro. Loro se ne accorgono. Prendetele queste decisioni invece di decidere per convenienza

        • Andrea, 23 Gennaio 2020 @ 18:03 Rispondi

          @annina, le sofferenze dei figli mi sono state fatte notare dai figli stessi. il più piccolo mi disse non voglio crescere senza mio padre, il più grande mi disse spero non succeda niente.
          Siamo stati anche in terapia di coppia, mi dirai allora sei innamorato di tua moglie. E certo che lo ero e anche parecchio. Ti dico solo che in 20 anni quando pensavo a lei mi dicevo quanto fossi stato fortunato.
          Lo psicologo ci disse che i figli non vogliono lo sfascio della famiglia e bla bla bla. Ecco, mia moglie non si è fatta un giro di giostra, ma oltre 1 anno di giro di giostra. Lei nega, ma sono strasicuro che in un certo periodo di tempo ha perso la stima di me e che voleva cambiarmi. Anche lei, come voi tutte qui dentro, diceva che non avrebbe mai accettato il compromesso e se avesse trovato un altro mi avrebbe lasciato e che nessuno è mai morto di separazione, nemmeno i figli. Salvo poi, quando si è rigirata la frittata e il suo amico l’ha lasciata, ha iniziato a far leva sui figli per farmi stare a casa. Va bene, ho accettato e tentato di ricostruire un rapporto, ma adesso è lei che mi è scesa di grazia. Sono un immaturo emotivo forse, dovrei avere più palle per mandare in culo tutti, ma ho scelto di aspettare. Ciò non aiuta e va bene, non morirò di certo, ma in mezzo a tanti errori, almeno quello di non traumatizzare i miei figli non lo vorrei fare.
          Non voglio la medaglia, non sono sereno, di mia moglie sò che è capace di pensarci da sola, quindi faccia quel che cavolo le pare.

        • Ariel, 23 Gennaio 2020 @ 20:42 Rispondi

          @Annina
          Quoto anche io
          La unica cosa però che penso diversa è questa
          I figli bambini soprattutto ma pure adolescenti si accorgono di tutto ,ma proprio per questo motivo la verità di se stessi è il più grande insegnamento che si possa dare ai propri figli

          E cioè se onestamente dentro a se stessi si soffre dentro a una relazione è inutile anzi dannoso fare finta on i figki ,perché sarebbe fingere inutile resistere per i figli ma fosse pure per chiunque altro

          Se amiamo noi stessi saremo sempre in grado di dare amore vero a partire da i propri figli.
          Proprio perché si accorgono di tutto che sempre vale è vincente su tutto la verità
          Una mamma che Sa amare e rispettare se stessa
          Lo trasmette ai figli pure da muta

          Perché contano i fatti concreti ,ma quelli veri che partono dal nostro cuore
          La emozione illumina la ragione
          È questa la sua funzione
          Ci mostra cosa realmente vogliamo fare essere vivere!

        • Ariel, 23 Gennaio 2020 @ 20:52 Rispondi

          @Annina scusami ,mi sono accorta che la pensiamo esattamente uguale

          Scusami ,si avevo letto sbagliato la tua frase
          Anche tu infatti pensi che i bambini si accorgono di tutto.
          Scusa Annina

          • Annina, 27 Gennaio 2020 @ 15:09

            Infatti, Ariel.
            MIa figlia sicuramente vorrebbe me e papà insieme, ma come sta bene a saperci UNITI nel fare le cose con lei senza litigare e soprattutto trasmetterle l’idea che l’amore esiste e non farli crescere con l’idea che in una famiglia esistano solo menzogne e musi lunghi?

    • Mary, 23 Gennaio 2020 @ 14:22 Rispondi

      @Andrea ma quali armi, mi sa che tu di tradimenti non hai capito proprio niente. Ti sei trovato una per dare la ripicca al tradimento che hai subito, e hai scoperto quello che aveva scoperto prima di te tua moglie, che una boccata d’aria fuori casa di emozioni fa stare meglio. Sai quanto bene farà ai tuoi figli avere un padre che si sente costamente ad un passo dalla depressione. Te la stai a raccontare da solo.
      Tua moglie non ti ha lasciato e non voleva lasciarti, si è fatta il suo giro di giostra, come te ti sei fatto il tuo. Se foste incompatibili come dici ci sarebbero piatti che volano, parole come rasoiate, che poi van a colpire anche i piccoli. E in quel caso si sarebbe da valutare una separazione, per il loro bene.
      Ora sono piccoli dici, ma quando diventeranno più grandi sarà ancora peggio, quindi smettila di raccontarti palle che un domani ti separerai e andrai dall’altra donna, te non vuoi separarti e a casa ci stai benissimo, tua moglie si è fatta scopare da un’altro, mettila via e cerca di ricostruire il rapporto con tua moglie.

      • Andrea, 23 Gennaio 2020 @ 18:12 Rispondi

        @Mary confesso che di tradimenti non ne capisco niente. Spiegamelo te dai. Non è il fatto della scopata di mia moglie. E’ il fatto che lei voleva cambiare cavallo e cavaliere e poi alla resa dei conti non ha neanche avuto le palle di ammettere che provava sentimenti per quell’altro tizio. Io le ho detto che mi ero innamorato dell’altra e che me ne volevo andare e lei tutt’oggi mi rinfaccia che avrei abbandonato la famiglia. Grazie cara, ti amo tanto (ma vaffanculo va)

        • Rosa, 23 Gennaio 2020 @ 21:27 Rispondi

          Andrea temo che altri punti di vista non ne troverei, perche purtroppo e tristemente, indipendentemente da quali siano i motivi che vi spingono a tradire, finite poi per comportarvi tutti allo stesso modo (seriali a parte). Mi riferisco in particolare ai senzapalle, quelli del chebellochesarebbese che però non fanno nulla perché sia. Quelli che si immolano come vittime sacrificali sull’altare della famiglia, che rinunciano ad esser felici per la felicità altrui.
          Beh, la prima notizia è che sono tutte balle che vi raccontate.
          Non ce la fate a fare il salto, la paura del giudizio altrui è troppa e quindi vi lasciate vivere in una vita piena di rimpianti.
          La seconda notizia è che presto o tardi le insoddisfazioni verranno a galla e se veramente viene fatta una scelta di ripiego, arriverà il momento che tutto ciò risulterà insostenibile.

        • Mary, 23 Gennaio 2020 @ 22:58 Rispondi

          @Andrea mi sembra di capire, anche leggendo il tuo precedente messaggio, che i figli sono stati messi in mezzo nel primo tradimento, quello di tua moglie. Non so se ne sono venuti al corrente pure loro, e non so quanti anni abbiano. Ma se sono piccoli è normale che non vogliano i genitori si separino, e che tendano al loro egoismo in un certo senso, è un processo naturale. Se due genitori sanno gestire la separazione, senza farsi guerra, però è anche più facile accettino di avere due genitori in due case diverse, che saranno sempre casa loro. Pensa un adolescente invece che casino potrebbe tirarti fuori.
          L’amante di tua moglie era sposato, single o divorziato con figli? Quello che fa una persona quando tradisce è valutare l’amante solo dal punto di vista emotivo, mentre in una relazione normale oltre la parte emotiva (che è quella che fa iniziare una relazione) dopo un po’ entra in gioco anche la parte razionale. Perchè questo avvenga la persona te la devi vivere, non è che puoi vederla una volta ogni tanto di nascosto per farci sesso.
          Questo vale sia per te sia per tua moglie. Alla resa dei conti nessuno di voi due ha trovato un motivo valido per dirsi “con quella persona farei una vita migliore di quella che faccio ora”, razionalmente, e in questo possono entrarci anche gli argomenti sui figli, ma non sono gli unici. Sicuramente entrambi avete avuto un’infatuazione per un’altra persona, ma l’amore è un’altra cosa. Ti vengono pensieri verso la tua amante perchè non è mai stata la tua compagna, perchè rimane la bozza di qualcosa che sarebbe potuto essere, perchè rimane -nella tua testa- l’ora d’aria, una fuga, un miraggio di un’altra possibilità. Ma manca la parte razionale, quella che invece ti ha detto “vai in terapia di coppia e cerca di recuperare con tua moglie”.

          • Andrea, 28 Gennaio 2020 @ 11:59

            Cara @Mary, sarà che quando uno è alla ricerca di aiuto, gli sembra che ogni consiglio sia valido, ma devo dire che quanto hai scritto non fa una piega. Mia moglie mi ha ferito tantissimo, nell’ego, nell’orgoglio, nella dignità, ma è sempre quella donna che decisi di sposare, quindi la parte razionale sicuramente è intatta, i motivi per cui la sposai e ne ero innamorato ci sono sempre tutti. E’ per questo, come giustamente dici, che accettai di andare dal terapista di coppia. Non posso dire che sia una donna che non mi piace e che non stimo. Dico solo che quella poesia che mi piaceva, quel senso di dolcezza che aveva il mio animo quando pensavo a lei, adesso non c’è più. C’è una donna valida, che però non mi trasmette più quella leggerezza e che mi fa ridere. E’ questo aspetto che non riesco a recuperare e che, consentimi di dirlo, fa la differenza tra una coppia affiatata e una coppia che gestisce il matrimonio come una azienda.
            Non voglio smettere di provarci, ma la vita mi appare meno spontanea e divertente

          • Whiterabbit, 29 Gennaio 2020 @ 00:38

            @Andrea mi pare che tu invece abbia proprio smesso di provarci. Che è assolutamente nei tuoi diritti di uomo “ ferito tantissimo, nell’ego, nell’orgoglio, nella dignità”
            Ma non è certo così che ci si prova. Sei sicuro di volerlo fare davvero?
            Quello che succede dopo ha quasi l’odore di una vendetta, occhio per occhio non è mai una soluzione. Non cambia il passato, non toglie il tuo dolore, e non toglie la tua ferita.

          • Whiterabbit, 29 Gennaio 2020 @ 00:45

            ti manca la leggerezza perché sei ancora offeso. Ma hai continuato la tua vita prendendo un certo tipo di decisione, perché non ti è passata la ferita? Perché sei ancora offeso?
            Se non hai voltato pagina non puoi iniziare nulla di serio con altre persone, quando volti pagina il dolore, l’offerta e la rabbia non li provi più.

          • Andrea, 31 Gennaio 2020 @ 18:53

            ** @Andrea mi pare che tu invece abbia proprio smesso di provarci. Che è assolutamente nei tuoi diritti di uomo “ ferito tantissimo, nell’ego, nell’orgoglio, nella dignità”
            Ma non è certo così che ci si prova. Sei sicuro di volerlo fare davvero?
            Quello che succede dopo ha quasi l’odore di una vendetta, occhio per occhio non è mai una soluzione. Non cambia il passato, non toglie il tuo dolore, e non toglie la tua ferita.
            ti manca la leggerezza perché sei ancora offeso. Ma hai continuato la tua vita prendendo un certo tipo di decisione, perché non ti è passata la ferita? Perché sei ancora offeso?
            Se non hai voltato pagina non puoi iniziare nulla di serio con altre persone, quando volti pagina il dolore, l’offerta e la rabbia non li provi più.**

            @whiterabbit
            questo fatto è successo 4 anni fa. da allora sono rimasto in casa ed ho provato, sulle poche indicazioni di mia moglie, ad essere un uomo migliore per lei, se era questa la ragione del suo tradimento. sono più presente in casa, cerco di essere più affettuoso. Ma ciò non mi diverte, non le ho più detto ti amo, non mi viene dal cuore. Mi annoio a stare con lei, ad uscire con lei. Non ho niente da dirle, se non le solite cose sui figli e sui conti da pagare. Non c’è più progettualità, non ho voglia di andare a ballare con lei.
            Può darsi che non ci stia provando, hai ragione. forse non me ne frega niente. Dentro di me mi dico che per 20 anni mi ero dedicato a lei a cercare davvero in cuor mio di farla contenta e mi ha ripagato in quel modo.
            Di sicuro ha avuto le sue ragioni, ma credetemi, mi sono sentito usato e maltrattato e non mi va più di fare tanti sacrifici per lei.

          • alessandro pellizzari, 1 Febbraio 2020 @ 10:25

            Sei nello stato di molti uomini che non amano più la moglie dopo aver tentato una ricostruzione. La ricostruzione non funziona ma la convivenza migliora, quel tanto da permettere di vivere insieme soprattutto per i figli e per gli interessi, il cosiddetto matrimonio azienda, ma spinge ad avere amanti per soddisfare sesso e condivisione psicologica. Cambiando amanti finché non si trova quella che fa davvero innamorare e quindi scatta la disponibilità reciproca a costruire un nuovo futuro. Ma non è facile: molte cose devono collimare e solo gli uomini davvero sinceri fanno la scommessa finale: questa è la nuova donna della mia vita riparto da zero con lei

          • Andrea, 31 Gennaio 2020 @ 19:16

            **ti manca la leggerezza perché sei ancora offeso. Ma hai continuato la tua vita prendendo un certo tipo di decisione, perché non ti è passata la ferita? Perché sei ancora offeso?
            Se non hai voltato pagina non puoi iniziare nulla di serio con altre persone, quando volti pagina il dolore, l’offerta e la rabbia non li provi più.**

            @Whiterabbit
            in realtà credo che il mio nervoso è dato dal fatto che mi sento in gabbia. costretto dal mio senso di responsabilità a stare a casa finché i figli spiccano il volo e a non poter uscire e dedicare il mio tempo ad altre persone. sono in stand-by da anni, al ché mi dico che forse invece di cercare di recuperare a caldo forse era meglio andare via. Avrei dovuto essere più freddo e dire non ce la faccio a perdonarti. Eppure in quel momento avevo pensato che potevo dimenticarmene. Siamo passati da un anno di guerre ad una convivenza cordiale non me ne frega più di essere arrabbiato, e infatti anziché ricominciare mi sono rassegnato ad aspettare.
            Bella rottura di coglioni che è stata per me il matrimonio

          • C., 3 Febbraio 2020 @ 18:07

            Andrea,
            mi ero ripromessa di non intervenire più ma credo, come ha detto Ariel, che ringrazio per le cose carine che mi ha scritto, che posso continuare a dare un contributo in base alla storia che personalmente ho vissuto.
            Andrea,
            la tua è la situazione di tanti che non fanno il passo perché hanno i figli (il fatto che siano piccoli poco importa, ti sentiresti frenato anche se fossero grandi, anzi dopo un po’ ti frenerebbe la tua età anagrafica).
            In più a te c’è l’aggravante della rabbia/vendetta che paradossalmente ti tiene ancora più unito a tua moglie perché tu vuoi capire a tutti i costi PERCHE’ ti ha fatto quel che ha fatto.
            Come Mary sono convinta che tu non ami QUELLA donna ma ami ancora tua moglie (anche se ancora la odi).
            L’odio infatti è l’altra faccia dell’amore o è AMORE ANDATO A MALE.
            Quindi l’unica cosa che mi sento di dirti è: anziché stare a premeditare, rimuginare o altro inizia ad agire concretamente.
            I motivi che portano una donna a tradire ti sono stati ampiamente descritti nel blog: subentra noia, mancanza di dialogo, insoddisfazione, crisi, lutti. Se non c’è dialogo, allegria, l’amore si spegne, si affloscia.
            E tua moglie, se ti ha tradito è stato per uno dei motivi suddetti.
            Se tu l’hai tradita (anche se lo hai fatto dopo) i motivi sono sempre quelli.
            Perché allora stare ad indagare?
            Se hai deciso di rimanere a casa tanto vale sciogliere la prognosi ed andare avanti, ma veramente, lasciandoti tutto alle spalle altrimenti devi lasciare tutto.
            Inutile dire che l’alternativa “ne deve valere la pena”, sai benissimo che quando devi lasciare tutto il companatico, anche l’alternativa migliore del mondo viene offuscata.

            A mio parere, tu non lascerai mai la tua famiglia, quindi riprovaci.

          • Andrea, 4 Febbraio 2020 @ 09:33

            @C scusa, parli dei motivi che spingono a tradire e che sono ampiamente descritto nel blog. Puoi indicarmi dove, grazie

        • cossora, 30 Gennaio 2020 @ 09:43 Rispondi

          @Andrea il mio ex stava messo come te, tempo più tempo meno.
          Ma tu cosa vuoi veramente?
          Definisci cosa vuoi (anche una soluzione paradossalmente rosea, non importa, purchè realizzabile) e mantieni quella rotta.
          Abbi la pazienza di lasciare il tempo ad ogni cosa di orientarsi in quella direzione.
          Accade, inevitabilmente.

          • Andrea, 31 Gennaio 2020 @ 19:00

            @cossora ti dico cosa voglio. promo i miei due ragazzi sono in fase delicata e adesso proprio non mi posso o meglio voglio permettere di lasciarli senza il suo padre. Uno è al 2 anno di università e l’altro dovrà iscriversi. Spero che escano di casa e diventino sufficienti. Il più piccolo è molto in difficoltà a scuola e va anche dallo psicologo e non voglio mettermici di mezzo a minare ulteriormente con il mio egoismo. Del resto ho fatto i figli, non li posso abbandonare. Dopodiché non ho voglia di invecchiare con mia moglie, a meno di ritorni di fiamma che non posso escludere, sono oltre 4 anni che l’emozione con lei è finita.
            Vorrei avere la possibilità di ricominciare una nuova storia, se possibile.

          • Ariel, 1 Febbraio 2020 @ 14:05

            @Andrea caro ricordo che qui una lettrice attiva aveva scelto un pseudonimo stupendo che riassume in una frase cosa occorra fare quando tanto tempo si soffre sentendosi come in una prigione dentro e fuori nella propria vita

            Respira grande e prova a dire ad ogni alba nuova NUOVA VITA

            “RiCOMINCIO DA ME”

          • Mary, 1 Febbraio 2020 @ 14:59

            @cossora tradotto: vuole restare con sua moglie. A me arriva questo. Dite la vostra. Se trova qualche ebete che si innamora di lui, se la terrà come amante. Poi quando saranno pensionati saranno come tante coppie riunite a fronte dei nipotini, i tradimenti saranno persi nel tempo andato. La libido sparirà e allora sarà piacevole avere una compagna sotto lo stesso tetto.

            Si annoia con la moglie, non le viene da dirle che la ama MA non esclude che ritorni la fiamma? Rassegnato aspetta… che torni la fiamma.

            Per quelle amanti che leggono silenti la pagina di Ale. Notasi come al pensier di uscire di casa non gli vada il pensiero alla donna frequentata ma ad un mondo di altre persone!!

            @Andrea specifico che quanto scritto non era per attaccare te come persona, anzi grazie di condividere le tue sensazioni qui. La tua storia è per me esemplare dell’incubo in cui indirettamente si vanno a cacciare le amanti, che credendo di aver trovato il grande amore, si trovano a stare a braccetto della rassegnazione, e aspettano mentre lui aspetta. E così scorre la vita.

          • Andrea, 2 Febbraio 2020 @ 17:55

            @mary. Ho letto la tua argomentazione. Ti volevo solo dire che io non sono interessato a cercarmi una amante. Se leggi con attenzione i miei racconti io non ho mai avuto l’amante.
            È successo quel che è successo, per colpe sicuramente mie, nel senso che ho fatto mancare qualcosa a mia moglie. Non sono stato esaudito nella richiesta di sapere quali fossero le mie mancanze, ma so solo che ha sbagliato. Ho provato a ricostruire e da dentro non mi torna lo slancio che avevo. Mi sento in gabbia in casa mia, e questo è causa talvolta di cadute di tono. Ma ci sto lavorando e mi fa sempre meno male. Mi sto ricostruendo come uomo e quando i miei ragazzi saranno più indipendenti cambio vita.
            Non escludo ritorni di fiamma perché è quello che ho sperato succedesse. In 4 anni non è successo niente. Forse l’analisi più corretta è di White Rabbit. Lei la chiama vendetta, non lo so se lo sia, di certo mi accorgo che non mi va più mia moglie. @alessandro dice bene, ma io non salto da amante in amante in cerca di quella che mi fa decidere di lasciare la mia famiglia. Devo ammettere che l’ho fatto. Ho approcciato 2 donne ma non mi piacevano per molti versi. Da lì ho capito che non mi interessa questa strada. L’unica è preservare i miei due figli. Per loro farei lo sbaglio di sacrificare la mia felicità. Adesso però so che la vita è lunga e non lo commetterò questo sbaglio

          • Mary, 2 Febbraio 2020 @ 21:04

            @Andrea allora non ho capito una mazza. Ma quando hai scritto “Mi sono innamorato di una donna a seguito di un tradimento di mia moglie… Questa donna mi è stata vicino proprio quando ero a pezzi e me ne sono innamorato. Avevo anche deciso di separarmi per andare a vivere con lei.., accortasi della mia confusione, mi ha lasciato. Sono stati anni duri, dove io ho cercato in ogni modo di dimenticarla, ma non ci riesco.” di chi parlavi allora?
            Nessuna donna al mondo ha il potere di farti decidere di lasciare la famiglia, se non lo vuoi tu, non preoccuparti che nessuno ti strapperà da dove vuoi stare. E le amanti gli uomini le cercano proprio per restarci nel 99% dei casi. Per quanto riguarda tua moglie come hai agito per “ricostruire”? Mi sembra sia questa la risposta che cerchi, riaccendere il fuoco. Cos’è che ti fa sentire in gabbia a casa tua?
            Non preoccuparti delle colpe, quelle di questi tempi girano sempre, un po’ come da piccoli si giocava a “Ce l’hai”.

          • Andrea, 3 Febbraio 2020 @ 15:43

            @mary
            *** Per quanto riguarda tua moglie come hai agito per “ricostruire”? Mi sembra sia questa la risposta che cerchi, riaccendere il fuoco. Cos’è che ti fa sentire in gabbia a casa tua? ***
            sono andato con lei dal terapeuta per capire cosa fosse successo, stabilire le responsabilità e così apportare le migliorie del caso. Tuttavia, alle mie domande del perché fossi stato tradito, ripetutamente per 14 mesi, la risposta è stata scusami ho sbagliato e anche il terapeuta disse che non aveva più importanza. Per me invece ne aveva eccome, poiché ero stato attento a fare del mio meglio per questo progetto. La mancanza di spiegazione l’ho invece percepita come “non lo devi sapere, è nella sfera privata di tua moglie, tutte queste verità fanno male, stattene al di fuori, se l’ha fatto un motivo ci sarà”. Ok, capito questo, chiesto miliardi di volte a mia moglie, fino allo sfinimento e senza risposta, ho metabilizzato come fosse una cosa che non mi deve riguardare. Mi sono messo sulla difensiva e fanculo. Le ho però detto, un giorno ti lascerò e sai anche perché.
            Mi ha lasciato cuocere nel mio brodo, ok, lo faccio, ma non siamo una squadra allora.
            Alla fine forse si è trasformato in una sorta di vendetta, come dice la @whiterabbit, ma non ho avuto scelta

          • Whiterabbit, 3 Febbraio 2020 @ 18:13

            @Andrea c’è sempre una scelta.

          • Ariel, 3 Febbraio 2020 @ 20:49

            @Andrea
            Mi riferisco qui al tuo racconto relativo al fatto che tua moglie non ha mai voluto rispondere alla tua ripetuta domanda del perché ti abbia tradito

            Secondo me trovo veramente negativo e una mancanza di ripstetto totale il fatto che tua moglie si sia sempre rifiutata di dare spiegazioni di poter almeno dirti guarda che ne so hai mancato in questo e quest’altro e mi sono incazzata o quel che è stato e lo ho fatto punto.

            Insomma non mi esprimo su ciò che viene riportato di cosa dice o non dice Una Psicologa perché ovviamente sono cose private e soprattutto nessuna attendibilità i può dare qui sul Blog ,non per non credere a ciò che scrivi ,ma perché manca tutto il contesto di verità
            Non si può proprio dibatterne qui sono cose private

            Però detto questo trovo veramente non accettabike che il proprio coniuge si rifiuti di dare precise spiegazioni su quanto successo
            Perché in effetti sta naturale e logico vole sapr in cosa ho mancato??

            Molte Donne secondo me ,compiono un grande errore quello di dare per scontato che il proprio marito sia capace di avere la stessa chiave di lettura comunicativa della Donna

            E quindi spesso si incazzano a torto perché lui non capisce o non se la da che le cose non vanno bene tra noi

            Uno sbaglio di valutazione
            Non capire che occorre parlarsi e urlare se necessario altrimenti nessuno capisce nulla
            È inutile aspettare da offesi che sia l’altro a darsela per magia trasmissione del pemsiero

            No non funziona affatto così e quindi resta più che leggittimo il bisogno di sapere dove ho mancato?
            Tanto più che tua moglie staziona ancora lì e allora che caspita è questo pseudo stare insieme?

            Mi sento in questo aspetto assolutamente solidale con te perché non esiste fare così è negare il diritto a capire tutto ciò che è accaduto il perché

            I somma se lei non risponde a me gia mi verrebbe da dirglielo chiaro
            Ti lascio perché non esiste la possibilità concreta neanche di provarci a proseguire

            Insomma Caro Andrea secondo me la terapia serve a te se la vuoi fara perché ti aiuta per farti del bene poterti sfogare e capire da solo cosa vuoi fare veramente di te e della tua vita

            Sei in una situazione delicata e di intuibile sofferenza

            Scrivere penso che possa se non altro aiutarti a sentire tante idee diverse e giusto poterti pure aprire e sfogare nei limiti ovviamente della buona educazione che non ti mancano affatto

    • Andrea, 2 Febbraio 2020 @ 18:12 Rispondi

      Grazie a tutte delle vostre idee e risposte. Di sicuro mi hanno arricchito. Io direi che è tempo che vi saluti. Non ho intenzione di piangermi addosso e voi non avete la soluzione. Mi sento di ringraziarvi davvero primo perché mi avete accolto, l’umanità esiste meno male, e poi perché avete dato degli spunti interessanti. Non escludo di tornare qui per sentire il vostro punto di vista di donne. Questo blog trasuda di vita ed è molto bello.

      • Lia, 2 Febbraio 2020 @ 20:40 Rispondi

        Ciao @Andrea, nelle tue parole rivedo quelle del mio ex amante. Due figli più piccoli dei tuoi che vuole seguire quotidianamente, una moglie con la quale manca totalmente complicità e passione e con cui non vuole invecchiare. Nel mezzo io, che ho lasciato mio marito e aspettato fino a poco fa una sua decisione che, ovviamente, non è arrivata.
        Se le nostre storie sono simili, io dalle tue parole ho la conferma che non uscirà di casa e tu dalle mie puoi avere due conferme:
        Lei, la tua ex, ha capito che c’è qualcosa di più forte che ti tiene legato dall’altra parte e questo è deludente oltre che avvilente. Hai ragione, qualcosa si rompe.
        Lei non ti aspetterà e fa bene.

        • Andrea, 3 Febbraio 2020 @ 08:09 Rispondi

          @lia, dalle tue parole invece leggo il risentimento verso quella persona che è colpevole di averti fatto lasciare il marito e non ti ha poi seguito. Di conseguenza c’è l’hai con tutti gli uomini che si affacciano fuori dal matrimonio. Ogni storia è uguale all’altra probabilmente, ma ogni persona è diversa dall’altra. Essere amanti (mi disgusta questa parola, mi dà il senso dello sporco) intesa come persone che hanno il piede in due staffe, è diversa che essere liberi fidanzati. C’è bisogno di molta chiarezza e comunicazione per fare il salto.
          Il paragone potrebbe essere come quando hai un lavoro che vuoi cambiare o quando cerchi un lavoro. Nel secondo caso, non hai niente e ti butti più in leggerezza. Nel primo caso, anche se sei molto insoddisfatto di quello che hai, valuti bene quello nuovo perché hai paura di cadere dalla padella nella brace.
          Quindi, frecciatina verso voi donne che aspettate noi uomini, esame di coscienza: perché il vostro amante preferisce restare con la moglie?
          È proprio vero che lo stronzone è lui e voi servite solo per scopare, oppure un po’dipende anche da cosa offrite voi di diverso, di migliore?
          La miglior cosa è senza dubbio non approcciare “fisicamente” una persona sposata. Mai. Se lo fate, dovreste essere consapevoli che quasi sicuramente servite solo per il sesso.

          • Lia, 3 Febbraio 2020 @ 10:42

            Ma sai @Andrea, non penso proprio di essere stata solo sesso, anzi. Non avrei mai accettato di infilarmi in una relazione solo per quello è di certo non mi sarei fatta coinvolgere fino a questo punto.
            Non siamo al mercato dove mi devo vendere meglio di una moglie.
            Pensavo, ma a torto e ne ho conferma dalle tue parole, che fosse sufficiente l’amore.
            Se prendo un foglio excel e metto in colonna le voci neanche il mio ex amante è migliore del mio ex marito, forse dovrei imparare da voi…

          • Astrid, 3 Febbraio 2020 @ 10:58

            @andrea grazie per questo commento. Ecco un uomo che parla chiaramente, davvero da incorniciare, nonostante il palese intento provocatorio. Frase chiave: che cosa “offrite di diverso, di migliore?”. @andrea, se gli uomini medi valutano i rapporti con il metro del ragioniere, e quindi ragionano in termini di offerta, non c’è partita, specie se pretendi che l’offerta sia migliore. Che sia diversa, per forza lo è. Nessuno è uguale a un altro. Bene che tu abbia evidenziato come funzionate. Ma…perché anche un’offerta “migliore” non schioda un uomo dal suo matrimonio? Infatti non vengono scelte donne belle, intelligenti e di carattere. Quindi? Diciamo che tutto questo per voi spesso e’ troppo? Dunque l’amante dev’essere “migliore” della moglie ma non del marito, il quale evidentemente si sente anche lui migliore della moglie, chissà in base a quale criterio.

          • cossora, 3 Febbraio 2020 @ 11:34

            Quella migliore è quella che ti fa innamorare.
            Per stare insieme bisogna essere innamorati, non migliori.

          • Anima bella, 3 Febbraio 2020 @ 14:03

            Concordo con @Cossora. Ma poi scusa @Andrea che siamo al mercato del pesce? Chi è che può determinare con certezza che una persona sia migliore di un’altra? Il migliore o peggiore dipende sempre da un milione di fattori, come le esigenze personali, le esperienze, il gusto ecc ecc! Per chiunque possiamo essere migliori e/o peggiori di altri. Che poi se voi uomini ragionate in maniera così infantile ci fate capire che ovviamente saremo sempre noi donne migliori di voi. Spero tu sia solo uno tra i tanti e che ci siano molti uomini MIGLIORI di te. Scusa eh ma a sentire certe stupidaggini rabbrividisco e se penso che il mio ex abbia fatto un ragionamento di questa portata …altro che pentirmi!!!!!

          • Andrea, 3 Febbraio 2020 @ 14:05

            Le parole non sono sempre esaustive di un pensiero. Essere scelte, significa essere ritenute adatte a stare insieme, in base ad una miriade di sfaccettature, non ultimo l’affetto, il bene, l’amore.
            E non penso sia un metro maschile e basta

          • Ariel, 3 Febbraio 2020 @ 12:51

            @Andrea
            Ho letto questo tuo commento ho trovato molto interessante perché tratta diversi temi centrali proprio alle problematiche delle relazioni affettive viste da un punto di vista maschile ,ma colgo la ottima buona fede in ogni tuo commento.

            Ora l’esempio che fai del chi ha già un lavoro che però lo vorrebbe cambiare per motivi x non importa quali
            E chi non ha lavoro e ne cerca uno senza quindi logicamente,non dover fare i conti con la naturale insicurezza data dal lasciare qualcosa di conosciuto per un punto di domanda
            Ovviamente tante varianti esistono oggettivamente nel caso in cui si abbia gia una moglie e figli

            Ma questo ,secondo me vale pure per le Donne nella medesima situazione

            Il punto @Andrea caro ,è che purtroppo la maggioranza di uomini a causa di un fattore base per adesso ancora ben presente ,è che nelle relazioni in generale ,ma soprattutto in quelle di amantato sono manipolatori consapevoli di esserlo e che quindi mai o soltanto nel 20/100 dei casi sono onesti e sinceri e in tempi brevi fanno una road maps condivisa con limiti da rispettare da entrambe le parti e di solito ovviamente non passano anni prima che questo avvenga e che chiaro il fare in tempi brevi azioni concordate e concrete , dimostra la vera buona fede e volontà di costruirsi una nuova vita insieme.

            Ora certo tu scrivi ,ma se voi donne lo sapete che e così perché vi imbarcate in amantato?

            @Andrea queste dinamiche non sono così evidenti da molto tempo
            Il dibattito che veramente mi fa piacere che finalmente qui ci sia un Uomo che parla chiaro e ho la percezione dal come scrivi veramente una onestà intellettuale che da la vera possibilità di poter qui dibattere scambiare i punti di vista e trovo molto valido e utile molto utile

            Appunto non è così scontata da molto tempo la dinamica che vede gli uomini sposati principalmente farsi l’amante sapendo agire in un vero metodo di manipolazione che per essere tale non ci si accorge subito e si crede davvero che esista reciprocità di intenti o comunque che Il sentimento sincero di Amore sia reciproco e che ovvio se si sente questo nn è perché si sta visionarie, no la manipolazione o arte di intortare in vari modi e veramente in apparenza credibile e poi passa il tempo e la manipolazione genera sempre dipendenza affettiva che lede la capacità di riuscire a staccarsi pure se si sta convinti che sia la cosa da fare visto il dolore e delusione che questi uomini amanti sanno ben dosare in modo da rendere la nostra consapevolezza sempre in una incertezza .

            Inoltre la scoperta della incidenza dei disturbi comportamentali a maggioranza statistica maschili è veramente cosa nuova

            E quindi trovo che in effetti occorra proprio anche questo poter dialogare con uomini che fanno come te si esprimono pure chiari provocatori ,ma lo sento come una spinta positiva a maggior riflessioni da fare da ambo le parti e punti di vista diversi

            Credo che a forza di documentarsi conoscere le dinamiche di relazioni affettive tutte e qui si parla di relazioni tra Donne e Uomini serva proprio per avere uNa nuova conoscenza e consapevolezza dei meccanismi che producono le scelte oneste e quelle che qui noi definiamo i cialtroni molti purtroppo @Andrea considera che già non si conosce una vera mappa statistica di quanti siano i disturbi di comportamento

            E in ultimo credo come te certo che sarebbe molto meglio se crisi esiste io stessa ho sempre sostenuto che non è certo il tradimento alla soluzione dei problemi e soprattutto quando nella relazione di amantato non si mettono in chiaro le situazioni verso il proprio partner

            Però secondo me va pure considerata una realtà che ovviamente dimostra che se crisi esiste è ovviamente più facile cadere nel giardino del vicino o viceversa
            Con la differenza sostanziale che l’uomo sta appunto a cercare solo il solito Machismo del reuccio che fa e disfa come gli pare perché in sostanza sociale la Donna è ancora troppo usata a mo di oggetto in ogni ambito della società

            Ovviamente infatti qui @Alessandrocaro ,ha stilato diversi punti capitoli profili di dinamiche di relazione che si basano proprio sulla epidemiologia di coppia e statistica e scienza riferita ai disturbi comportamentali
            Il libro Suo e di Eliselle” La matematica del cuore “

            Ecco che sono argomenti nuovi veramente e soprattutto che Un uomo ,mi riferisco a @Caro Alessandro si sia messo al suo impegno verso questi problemi di dinamica di coppia in genere e riferite anche al tema Amanti
            Proprio dando anche una soluzione di massima ovviamente ogni persona sta diversa e pure ogni relazione affettiva ,ma è innegabile che GRAZIE a Questo Blog abbiamo potuto liberamente scrivere le nostre storie e poterne scambiare opinioni pure anche con toni accesi come sta naturale quando si parla e trattano argomenti così nuovi
            Un campo di vera ricerca e scoperta.

            Quindi tendo a non guardare gli amanti da un punto di vista morale ,ma da un punto di vista di funzionamento

            E cioè la domanda che mi faccio è sempre questa

            ,ma questo funziona??? Ecco che @Caro Alessandro si è fatto esattamente la stessa domanda riuscendo a muovere il pensiero delle coscienze e persone scrivendo anche il Libro

            Tu lo hai letto il Libro?
            Non sono una parente di @Alessandro ,no perché qui ne parlo spesso del suo Libro consigliandolo sempre ,ma sono semplicemente una sua lettrice assidua e pure anche accesa critica ,se hai letto qualcosa dei miei sermoni e accese fiamme ,siamo vivi ,a volte impulsiva
            Perché fondamentalmente qui ci sta davvero Amore vero
            Tra noi Blog e tu sei davvero il Benvenuto!!

            Argomenta ancora se vorrai solo che una luce diversa o uguale non importa sempre luce resta preziosa a noi tutte/i

          • Mary, 3 Febbraio 2020 @ 13:28

            @Astrid ma non è provocazione, è proprio così. Pure lui che sembra vegeti nel rapporto di coppia ci sta ben che bene. Quella che sembrava non esserci (non la ama, noia, si sente in gabbia) ecco che improvvisamente c’è. E’ partito parlando mogio mogio di un’amante, è passato al rapporto sofferto con la moglie, poi ha detto non ha avuto nessuna amante (volendo negare quanto esposto qualche messaggio prima), ed è finito al “ma chi me lo fa fare?”. Versione bignami di tremila storia raccontate qui.
            Cosa c’è da capire? Per me nulla a questo punto, son problemi suoi, che ne parli con sua moglie, che vada in terapia, sai quanti hanno problemi ben più gravi? Noia, stanca, un certo pathos che si perde in funzione di un progetto che funziona benissimo. Sono scelte. Trovo molto triste chi ha tutte le carte per essere felice, nessun problema di salute, e sta a fissare l’unico angolino di vuoto e ci ricama su.
            Qui non possiamo scrivere tante cose per privacy, ma tutte voi che vi siete riconosciute con stupore nei vari articoli di Ale, quasi fosse un mago a saper tante cose di un rapporto celato di cui non avevate mai parlato con nessuno, sapete cosa accade.

          • Ariel, 3 Febbraio 2020 @ 13:33

            Esattamente
            Si
            Bisogna essere innamorati,ma in due
            E come si fa a sapere se è reciproco Vero Amore??

            Semplice
            Non passa più di un anno o anni senza fare una road maps concreta CONDIVISA INSIEME con limiti di tempo precisi

            Concretizzare
            Chiudere il proprio matrimonio se non funziona

            Altrimenti è FINTO AMORE a
            E credo che sia così ovviamente pure trasversalmente e cioè anche la Donna nel caso non si decida mai a fare Road maps entro un anno

            NON È VERO AMORE

            Questo secondo me va detto
            Sono pochissimi magari sicuro i casi in cui la Donna amante innamorata non concretizza nella sua intenzione seria
            Infatti molte si separano già prima della road maps e dimostrano una grande maturità perché veramente ovvio ci si separa se il matrimonio non funziona indipendentemente dal fatto di averci un nuovo Innamoramento amante

            Dovrebbe nel senso che sarebbe meglio da un punto di vista funzionale perché ovvio che è come riuscire a fare ordine nei veri problemi che sono separatintra loro

            Se non mi funziona il matrimonio mi separo ma non perché ho altro fuori

            No solo perché quel legame non funziona più

            Infatti molte donne lo fanno così e chiaro dimostrano a se stesse di essere mature almeno in quella particolare scelta molto importante

            Amore si ,
            Ma quello Vero ê Soltanto che vera Concretezza senza
            Aspettare le Calende Greche

            Altrimenti non funziona sicuro
            Lei ama amante Donna si innamora vera
            E lui max percentuale
            Cialtroni

            Rendersi liberi prima entrambi dimostra la concretezza e validità affidabile del Vero Amore
            Concreto
            Parole restano sempre tante belle parole e solo che parole

          • Dispersa, 3 Febbraio 2020 @ 14:27

            @Andrea condivido in parte quanto detto…. A volte non si cerca solo sesso ma anche un po’ di affetto perché nella routine della famiglia non si scopa solo poco ma ci sa da anche poco affetto…. Si arriva ad un punto dove viene dato tutto per scontato, senza rendersene conto.
            Gli uomini più str (con le donne) che conosco sono sigle…. Veri e propri seriali…. Quindi credo che ‘mai con uno sposato’ sia una bufala…. Purtroppo tra sposati ci si capisce meglio!!

          • Ariel, 3 Febbraio 2020 @ 17:37

            @Dispersa cara ,capisco ovviamente ci si intende meglio se si vivono situazioni simili ,tipo essere sposati e insoddisfatti ecco che logico umano tra amanti il poter condividere le proprie insoddisfazioni
            Mal comune mezzo gaudio

            Però questo secondo me non ha nulla a che vedere col fatto che non valga il fatto di escludere chi sta sposato e preferire uno libero

            Perché balza agli occhi la differenza sostanziale di relazione a perdere decisamente molto probabile 80/100 dei casi
            Perché ovviamente come vedi cialtroni in maggioranza lo sono soprattutto gli Uomini sposati che fannomgli amanti innamorati finti
            Mentre uno libero ovviamente certo può certamente rivelarsi pure seriale o negativo ,ma comunque sta in una percentuale minoritaria
            Se si sta liberi entrambi da legami ovvio avere non solo probabilità maggiori che il legame funzioni ma funziona meglio perché si sta sullo stesso piano del do uguale
            E cioè darsi a due persone contemporaneamente è una cazzata che non funziona mai
            È vivere nel casino di se stesse e degli altri
            Ê passando il tempo il dover fare i conti pure col proprio inevitabile senso di colpa che se si sta sani equilibrati empatici funziona sempre
            Come una sveglia che ci avvisa che ci stiamo a fare del male da sole

            Non si può continuare a mentire ,perché produce danno dentro a se stessi
            Non c’entra nulla la morale

            Non funziona si riverbera in se stessi e verso chi non ne può nulla il proprio partner ha diritto di sapere in modo esplicito la verità
            Altrimenti si nega al proprio partner la possibilità di scegliere liberamente cosa fare

            La onesta l verso se stessi e gli altri è ora di smetterla di vederla come morale o immorale ,ma rendersi conto semplicemente che è un boomerang gigantesco e che ci si fa male da sole e si continua a farlo aglialtri figli compresi che capiscono attraverso la comunicazione non verbale

            Si fa silenzio e il silenzio lavora peggio senza chiarezza dipinge neri colori
            Vuoti incomprensioni

            Meglio liberi tutti
            Liberi DI SCEGLIERE NELLA VERITÀ

          • Annina, 3 Febbraio 2020 @ 15:04

            Andrea se è solo sesso perche allora non continuate a scoparvi la vostra mogliettina invece di cercare altro?

          • alessandro pellizzari, 3 Febbraio 2020 @ 17:05

            Perché i matrimoni che non funziona più iniziano a non funzionare dal sesso

          • Andrea, 3 Febbraio 2020 @ 15:27

            *** Questo vale sia per te sia per tua moglie. Alla resa dei conti nessuno di voi due ha trovato un motivo valido per dirsi “con quella persona farei una vita migliore di quella che faccio ora”, razionalmente, e in questo possono entrarci anche gli argomenti sui figli, ma non sono gli unici. Sicuramente entrambi avete avuto un’infatuazione per un’altra persona, ma l’amore è un’altra cosa. Ti vengono pensieri verso la tua amante perchè non è mai stata la tua compagna, perchè rimane la bozza di qualcosa che sarebbe potuto essere, perchè rimane -nella tua testa- l’ora d’aria, una fuga, un miraggio di un’altra possibilità. Ma manca la parte razionale, quella che invece ti ha detto “vai in terapia di coppia e cerca di recuperare con tua moglie”.***

            questo non l’ho detto io o un altro maschiaccio, ma @Mary. Anche lei dice che alla fine dei conti (da ragioniere o da excel fate voi) non è stato trovato un motivo valido per pensare ad una vita migliore.
            Le valutazioni, anche razionali, si fanno tutti. E i vostri amanti, dopo i 6 mesi emotivi, hanno tirato fuori la parte razionale.
            Semmai possiamo discernere se la parte razionale esce fuori prima negli uomini o nelle donne.

          • cossora, 3 Febbraio 2020 @ 17:08

            Concordo con @Andrea. Siamo diversi nei tempi.
            A loro passa prima e noi si rimane appese, nel 95% dei casi ci ritroviamo sole con in mano i nostri cuoricini palpitanti e ci chiediamo.. scusa ma lui? Traboccava d’amore fino a settimana scorsa, o mi sono immaginata tutto io?
            No, fino a settimana scorsa traboccava, poi smette, non lo dice perchè si gioca i giri in giostra e noi costruiamo palazzi di sogni rosa sulla sua improvvisa apatia che leggiamo come ‘seriamente in crisi, mi ama ma non sa cosa fare’ (per deformazione, per follia, perchè siamo l’altra metà del cielo.. chi lo sa?).
            Invece quello è il momento esatto in cui chiedere di scendere.

            Ragazze che dire? Bisogna segnarselo per la prossima storia!

          • Rosa, 3 Febbraio 2020 @ 17:12

            Chi valuta le offerte, non può innamorarsi.

          • Andrea, 3 Febbraio 2020 @ 18:18

            Rispondere a tutte è un’impresa. aver detto una cosa che può rasentare la verità ha provocato un polverone con reazioni “tipiche” da donna, o se preferite “donnetta”.
            Beh secondo me parlare in modo costruttivo significa due cose, uno ascoltare, due non giudicare. A molte di voi non succede niente di tutto questo. Rileggete i posts e poi si può parlarne.
            @mary sono 100 post che mi ha catalogato e ormai è persa
            Altre si sono sentite così offese che sono passate all’offesa
            Altre, che poi dovrebbero anche avere un senso materno verso i figli più spiccato dei maschi, sono così egoiste nel volere il proprio amante per sé e basta che gli frega un piffero se questo ha delle titubanze a causa della sofferenza che può causare ai propri figli.
            Beh, vi dico un’altra cosa che possono pensare gli uomini in buona fede che vi approcciano. Si, buona fede, perché non tutti sono manipolatori e magari hanno davvero delle ottime intenzioni con voi, o meglio avrebbero dentro la voglia di far nascere qualcosa di buono. I problemi che hanno a monte con la famiglia che dovrebbero lasciare, non sono problemi da poco. Ci sono molti aspetti da mettere a posto. Ci vorrebbe un pò di comprensione per questi poveri diavoli da parte vostra, se proprio gli volete bene come dite. Non si può pressare all’inverosimile, con minacce del tipo “allora non mi vuoi bene” se il tipo oltre che il lavoro e la vita normale ha da gestire tutta un’altra serie di cose ben più importanti. E’ chiaro che se invece che da compagne lo trattate con aut aut, è facile che se ne scappi via.
            Poi, e saranno la maggioranza, ci sono anche quelli al quale interessa solo il vostro fiorellino, magari perché siete carine e giovani, magari per la boccata d’ossigeno fuori dall’ordinario, magari per mettere un altra “tacca” al pedigree.
            Ma attente a fare di ogni erba un fascio.
            Fatevi questa domanda: ma che ci fate con uno che costringete a prendere decisioni? E lasciatelo decidere da solo. Voi prendete pure le vostre di decisioni. Non vi va come conduce il rapporto? Lasciatelo voi.

          • Andrea, 3 Febbraio 2020 @ 18:36

            @mary e altre con lo stesso chiodo in testa
            sembra che per privacy non possiamo inserire troppe informazioni. avevo scritto dei post ma non sono passati. forse Alessandro ha ritenuto di bloccarli.
            Volevo solo aggiungere che la donna di cui mi sono innamorato non vive in italia e che lasciare la famiglia sarebbe significato abbandonare i miei figli. non sarei andato a vivere dietro l’angolo.

          • Lia, 3 Febbraio 2020 @ 21:09

            @Andrea scusa, fammi capire. Mentre noi aspettiamo invano un minimo cenno che ci faccia sperare nel futuro, dobbiamo:
            1) capire che poverini sono in difficoltà
            2) non dargli nessun out out
            3) lasciarli noi, magari con una scusa, tipo vado a comprare le sigarette, in modo che non sentano la pressione di dover decidere, ma lo facciano in totale libertà, se e quando ne hanno voglia.
            Ci mancano la clausura e la fustigazione e abbiamo fatto tombola.
            Premetto che lasciarli è proprio quello che facciamo, sennò staremmo lì per anni e anni, e purtroppo di casi di ergastoli come li chiama @Ale ce ne sono diversi.
            Ti faccio presente che, va bene tutto, ma anche noi in questo casino ci stiamo male.
            Non siamo, come dici tu, quelle che l’unica cosa che vogliono è il loro trofeo, a tutti i costi, ma, per quanto mi riguarda, io sono quella che non concepisce di vivere nella falsità, dove tutti si prendono in giro, figli compresi. E, perdonami, sono anche gelosa quando sono innamorata. Come si fa a sopportare che l’uomo di cui sei innamorata passi le sue notti a letto con un’altra?
            Forse per te sono una donnetta insensibile… può essere

          • alessandro pellizzari, 3 Febbraio 2020 @ 21:53

            I cialtroni non possono entrare

          • Lia, 3 Febbraio 2020 @ 21:18

            Perdonate l’aut aut e qualche altro errore per la foga di scrivere e per il nervoso…

          • Cossora, 3 Febbraio 2020 @ 23:55

            Se domani incontrassi @andrea e ci innamorassimo, io lo aspetterei. Coi miei figli, i suoi figli e i suoi tempi. I suoi casini e le sue paure.
            Perché vedete, se io e @andrea ci amassimo e decidessimo che si può fare, ci sarebbero una serie di situazioni da risolvere che non si affrontano ‘a ca**o duro’ ma con amore. Stiamo parlando sempre di amore, no? Perché ogni tanto sembra che ce lo dimentichiamo. Io, se fossi innamorata e corrisposta da @andrea, cercherei di avere lui. Non la sua versione super eroe, ne ufficiale e gentiluomo.
            Il problema è a monte. Che non si tratta quasi mai di amore corrisposto ma di amore preteso: io ti ho dato quindi tu mi devi, io ho diritto, io ho investito, tu smettila di fare lo stronzo e amami. Si arriva alla pretesa. E infatti si rimane a bocca asciutta.

          • alessandro pellizzari, 4 Febbraio 2020 @ 08:20

            Basta fare la road map insieme. Un uomo che bluffa non da tempi certi non fa la road map oppure non rispetta le tappe da subito

          • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 09:37

            E vaiiiiiiii!
            @Caro Alessandro
            Finalmente ti riconosco!!!!!!!!!

            CHIAREZZA

            Fai benissimo ad essere chiaro e ribadire e difendere come naturale ti testa e tuo cuore ricordare esattamente
            Ciò che hai scritto
            Un papiro senza una fine
            La tua ricerca o chiamala come vuoi
            Non va frainresa
            Altrimenti lasci passare concetti random
            Personali e distati anni luce dai tuoi scritti

            Bravo ROAD MAPS!!!!!!
            Altrimenti CIALTRONI!!!!
            E sono capaci tutti di tante tante tante belle parole parole e solo parole

            Infatti chi ha una dipendenza affettiva da molto tempo radicata ragiona come @Cossora

            Mi piego a zerbino FIDANDOMI SEMPRE DEL TUO AMMORE

          • Andrea, 4 Febbraio 2020 @ 09:39

            @cossora, risulti essere una donna molto empatica
            @lia, non ti ritengo una donnetta e tra l’altro non avrebbe importanza il mio pensiero. Le cose che funzionano e che hanno un senso sono quelle in cui si usa chiarezza. Road map come viene chiamata oppure dichiarazione di intenzioni. Capisco la gelosia eccome, c’è da impazzire. Ecco perché bisognerebbe essere veramente onesti

          • alessandro pellizzari, 4 Febbraio 2020 @ 10:59

            La road map non è dichiarazione di intenzioni ma pianificazione di tappe concrete con date precise. Occhio che gli uomini parlano sempre di intenzioni la road map è fatta di impegni vincolanti. Dichiarazione dello stato di crisi al partner, avvocato, psicologo per i figli, pre accordo di separazione, abitazione alternativa, carte, udienza, uscita di casa…

          • Mary, 4 Febbraio 2020 @ 00:31

            @Dispersa i single non sono peggiori, sono più onesti. Certo il corteggiamento e il love bombing di uno sposato te lo sogni, anche perchè se sono single rischiano di essere fraintesi e non vogliono convivere con una donna. Solo che quello dello sposato è un corteggiamento finto, puntano su una solo perchè sono sposati, e spesso quando sono in fase di ricerca amante cercano interazioni con più donne, solo che non te lo diranno mai. Se divorziano nella maggioparte dei casi diventano come gli altri, se non peggio perchè sono segnati dal matrimonio fallito e non ci credono più. L’affetto ce l’hanno ed è quello eterno, quello dei figli.

          • alessandro pellizzari, 4 Febbraio 2020 @ 08:22

            Beh no dissento. Quelli che divorziano convinti e non perché sbattuti fuori di casa, quelli che scelgono veramente sono solidi. Pochi ma solidi. Io dopo il divorzio ho fatto tre figli e avevo già 40 anni

          • Lia, 4 Febbraio 2020 @ 08:36

            Certo,@Cossora, ci resti se ti da dei tempi, se c’è una prospettiva.
            Andrea ha figli di vent’anni e nessuna idea di quando e se si separerà. Io te lo sconsiglierei. Poi ognuno fa le scelte che crede.

          • Andrea, 4 Febbraio 2020 @ 10:18

            @lia, sei una presuntuosa, dovresti rispettare di più gli altri. Ho due figli di quella età, di cui il più grande è già indipendente. Certo non farebbe i salti di gioia e ha ancora necessità di soldi, ma accetterebbe la mia uscita senza grossi traumi (almeno ho questa sensazione). Il più piccolo deve fare il salto della università ed è più fragile. I tempi potrebbero essere 1-2 anni, se trovassi davvero l’amore.

          • cossora, 4 Febbraio 2020 @ 09:24

            Citazione.
            “e se fosse un uomo che 25 anni fa ha scelto una cucina per la vita? Solida, costosa, durevole. Che l’ha usata: ci ha cucinato cene per la moglie, gli amici, ci ha fatto stare il seggiolone e ci ha preparato le le pappe per i figli?
            E se dopo tanti anni fossero cambiate le cose e anche le sue necessità? Si fosse reso conto che gli serve più appoggio, sgabelloni da aperitivo, un piano a induzione?
            Non è uno che va all’Ikea per spendere poco e averla in una settimana, nemmeno al Salone del Mobile per comprarne una di design tutta led e cromature.
            Lui è uno che ne sceglie una che duri altri 25 anni”

          • cossora, 4 Febbraio 2020 @ 09:32

            @Lia..quello che voglio dire è che 3 secondi dopo che Rita ed Ale stabilissero i tempi, i loro sentimenti erano gli stessi di 3 secondi prima, quando i tempi non c’erano.

            Se l’amore è condiviso, si trova un modo e si va avanti.
            La velocità dipende anche dal numero di ‘ostacoli’ che si incontrano sulla strada. Ma se la si fa insieme, si superano insieme.

            L’ingrediente indispensabile è l’amore. Come sempre. In chi decide e in chi decide di aspettare.

          • Lia, 4 Febbraio 2020 @ 09:51

            Ok, @Cossora, ma se dopo averla scelta apparentemente altrettanto solida la utilizza per un anno e mezzo, credi sia un periodo sufficiente per capire se gli sgabelli reggono?

          • cossora, 4 Febbraio 2020 @ 11:09

            @Lia la cucina te la do se prima paghi o firmi il finanziamento. Gli anticipi sulla fiducia te li sei giocati e non te li concedo più. Ovvio.
            Se poi stiamo insieme e dura 1 anno e mezzo si vede che non doveva andare.

          • Lia, 4 Febbraio 2020 @ 11:17

            E no @Cossora, forse @Ale mi smentirà ma quei 3 secondi tra stiamo insieme senza prospettive e stiamo insieme con un progetto serio, fatto di tappe da condividere facciano la differenza è @Andrea, forse sarò presuntuosa ma scommetto che alla tua ex amante non hai parlato di date, di una prospettiva concreta.
            Mi sembra di aver capito che lei era stufa di non averne.

          • Andrea, 4 Febbraio 2020 @ 11:53

            @lia, alla donna di cui mi ero innamorato dissi che in Italia se la moglie si mette di traverso ci vogliono 3 anni prima di essere libero. Essendo lei di un altro stato, evidentemente le sembrò troppo tempo ad aspettare. Almeno fu onesta

          • Lia, 4 Febbraio 2020 @ 12:09

            @Andrea.ma non avevi scritto che non volevi separati per i tuoi figli e principalmente per quello più piccolo?
            Trovo delle contraddizione nei tuoi post.
            Sono confusa…
            Comunque, indipendentemente dalla tua storia, la maggior parte di noi che scrive qui non ha avuto nessuna prospettiva, o, se l’ha avuta, poi, non si è realizzata.

          • cossora, 4 Febbraio 2020 @ 12:09

            Ma scusate un attimo, @Lia ed @Ariel.. perchè invece che rispettare uno scambio di libere opinoni fate nomi e riferimenti anche offensivi talvolta?
            Piegata, manipolata, povera vittima.
            io sono felice, fatevene una ragione!
            Sono capace anche io di offendere, tranquile.
            Ma l’educazione mi distingue sempre, fortunatamente.
            Cosa ne sapete dei dettagli di cosa vivo io o della storia di Andrea con la sua ex straniera?
            Volete avere un po’ più di delicatezza?
            Sennò fatevi più terapia, anzi fatevi proprio ricoverare.

          • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 19:24

            @Cossora ti rispondo qui ma già ti ho risposto in un altro commento positivo e di vera apertureval fatto di poter scambiare insieme i propri pensieri
            Sinceramente non trovo i miei commenti siano mai stati offensivi verso di te
            Se tu ritieni che aver riferito il mio punto di vista nel pensare ,in base a tutti i tuoi commenti da quando scrivi qui che mi appari apparire ovviamente sia mo in un Blog e quindi già è scontato che nessuna di noi può realmente sapere ne chi sei ne tanto meno quale sia la tua realtà di vita vera

            Ma qui basandomi come tutte facciamonte compresa io sostengo che tu molto probabilmente sei in dipendenza affettiva e come faccio a sostenerlo?

            Basandomi su ciò che hai scritto tu stessa in tutti i tuoi commenti a raccontare
            A tua esperienza tutta di moglie e amante

            Proprio seguendo esattamente la Matematica del Cuore che sta universale regola di massima

            E non sei certo solo tu per me nella probabile dipendenza affettiva infatti mi sono e continuo a prodigarmi a sostegno della terapia per uscirne

            Il fatto che tu trovi offensivi i termini piegarsi dipendenza affettiva lo trovo per nulla offensivo scusa sai ma sono uno piegarsi è rapido per esprimere in un verbo il fatto di essere sottomesse
            E dipendenza affettiva è un termine Scientifico

            Insomma per quanto mi riguarda non vedo perché ti dai della signora educata nonostante ecco non mi pare a leggerti tu non abbia mai utilizzato vere offese gratuite e mosse da tue incazzature personali
            Giusto comprendo bene durante il tuo priomo cdds con varie andate e ritorni umanamente non è stare deboli volutamente ma appunto fa parte di uno schema universale

            Insomma poi io per ciò che riguarda @Andrea sara lui semmai a esprimersi sui miei compagni mmenti a lui che MAI sono stati in una espressione neanche d critica
            Mi ha pure ringraziato

            Quindi calma Cossora
            Non stare incazzata sei felice e quindi
            Leggiti piuttosto ciò che ti ho risposto oggi
            E snettila di incazzarti con noi

            Lo so capisco fare terapia e una ovvia scelta personale ,ma qui non si tratta di una terapia qualunque ma quella che fa uscire x sempre dalla dipendenza affettiva

            E stai certa che mi curo sempre di me stessa
            Infatti non a caso sto vecchia e il mio matrimonio è stato bellissimo
            E grazie al fatto che ho sempre avuto cura di me stessa senza paura e ne vergogna che capisco qui in Italia e in posti piccoli ancora pare sminuente fare una terapia

            Insomma ovvio seinfelice e vivi la tua vita al max e lallora non vedo come mai ti offendi facilmente e straparli a sostenere che ti abbia offesa
            Non vedo nessun problema

            Siamo in Blog e appunto buon per te se sei così felice
            Ma insomma dai è evidente che sei in difficoltà
            Altrimenti non scriveresti così
            Respira e avanti tutta

            Non siamo qui per litigare ,ma per cercare di stare meglio e potersi scambiare in pace telematicamente in anonimato il nostro esprimerci

            Coraggio Cossora smettila di lamentarti

          • EP, 4 Febbraio 2020 @ 16:49

            Bah…alla fine di tutta questa bagarre che state facendo…mi sembra che di rilievo rimangano solo i FATTI…dunque…un uomo tradisce la moglie dopo che prima lo aveva fatto lei…nn si sa il perché…ma lo possiamo facilmente intuire!
            Quell’uomo pare “entusiasmarsi” x l’amante…forse le fa anche una dichiarazione d’intenti…(che cm ha sottolineato @Ale nn è per niente una Road map)…ma siccome in Italia x liberarsi di una moglie ci vogliono almeno 3 anni (scusate io cm sapete sn felicemente zitella…nn mi sn mai sposata nonostante i 2 pargoli…ma questi 3 anni sarebbero x? E da qnd partirebbero?)…insomma sti 3 anni mi sembrano un po’ buttati lì ad cazzum! Del tipo…vediamo cm reagisce se le dico di scoparmi x altri 3 anni senza sapere cm va a finire…xò magari mi sbaglio ehhh…
            Dunque tornando a questa storia avvincente…la straniera dice ‘cu cazzu!
            E saluta tutti!
            E il nostro uomo che fa? Rimane in famigghiaaaaaa…yeppaaaaa….che sorpresonaaaaa!!!!
            D’altronde ci sn i figli…che fino a metà di questo romance credevo in età prescolare…e invece scopro alla fine che sono quasi uomini!
            Beeeehhhhh…alloraaaaa!

            Insomma…il ns eroe aveva proposto all’amante di aspettarlo 3 anni (almeno)…così…senza alcuna pretesa…x AMMMOREEE (naturalmente) xchè…boh
            …nn mi è chiaro! Ah sì…i figli forse…
            E lei lo ha mollato e fatto CDS…(dopo quanto tempo dall’inizio della storia xò? Forse me lo sono persa)

            SCUSATE MA DOVE STA LA NOVITÀ?

            Xchè vi scaldare tanto?

            @Andrea mi dispiace che tu sia stato tradito da tua moglie…nn giudico…avrete avuto i vs problemi…ma il resto della storia nn ha niente di nuovo…alla fine della fiera rimani lì xchè è comodo…xchè hai sicuramente più di 50 anni…xchè hai paura di restare solo (e qnd anche l’ultimo figli se ne sarà andato ne avrai ancora di più) e tua moglie che “ha scelto” te è più “sicura” di una bella 40enne…libera e magari meno bacchettona di noi italiane!

            Una curiosità…naturalmente libero di nn rispondere…la mia vuole essere solo statistica…da qnd tu e tua moglie avete scoperchiato il vaso di pandora scopate ancora?

          • Andrea, 4 Febbraio 2020 @ 18:53

            @EP Rispondo alla tua curiosità. All’inizio dopo scoperto il tutto si scopava e anche di brutto. Adesso si scopa 1-2 volte al mese.

          • Andrea, 4 Febbraio 2020 @ 19:08

            @EP riguardo ai tempi del divorzio, all’epoca i miei figli erano minorenni e l’avvocato da me interpellato mi disse che se mia moglie non era d’accordo potevano volerci anni, in media 3.

          • EP, 5 Febbraio 2020 @ 01:37

            @andrea…intanto ti ringrazio della risposta solerte e chiara! Era l’anello mancante che chiude la tua storia…
            Perdonami…tu nn mi conosci ma io sn cm un furetto…un ninja che fa un’incursione…butta su un po’ di allegro casino e poi ritorna nell’oblio!

            Dunque…carissimo overcinquantenne in pena…dai ti sei vendicato del torto subito…ti sei entusiasmato x l’innamoramento cn la bella e giovane straniera…poi lei ha voluto di più e tu hai fatto due conti! Mi conviene???
            Tra l’altro la moglie aveva ricominciato a dartela di buona lena visto lo spauracchio di perdere tutto…minkia che cuxx…nn ti sarà parso vero!!!!

            Two es megl che uan!

            Ora cm sempre accade… tt è tornato cm prima…passata l’adrenalina da “ci sta crollando il mondo addosso…noi due soli nell’universo…mink xò sta strizza che razza di effetto sulla libido di entrambi…facciamolo tutti i giorni (azz a 50 anni sn ancora.un toro)…tu sei mia e io sn tuo”…cm i cagnolini che in caso di pericolo marcano il territorio pisciando tutto intorno
            Insomma dicevo…adesso invece sei tornato a sentirti insoddisfatto…la moglie ti sta anche un po’ sui coglioni, diciamocelo, quindi mi sa che nn la vuoi nemmeno piu di 1/2 volte al mese…hai provato inoltre l’ebbrezza dell’innamoramento che nn provavi più da secoli…. ERGO…ti stai preparando…

            X UNA NUOVA AMANTE!

            ….altro che nuova vita qnd i figli saranno indipendenti…mavalaaaa…chi te lo fa fareeee?!?! Vedrai…qnd la troverai 6/12 mesi di furore…e poi tornerai a fare 2 conti ( anzi li stai già facendo)…cosa mi da quella più della moglie a casa? Chi mi garantisce che nn mi molli?
            Cn quella a casa ormai abbiamo toccato il fondo…nn ci sm mollati neanche dopo 2 tradimenti esplicitati…ormai la badante è assicurata! Vabbè manca la magia…ma nn si può aver tutto dalla vita…la magia me la prendo fuori…qlche ora a settimana!

            @andrea…cm ti dicevo…niente di nuovo sotto il sole!

            E siccome ormai l’ho digerita…nn mi arrabbio nemmeno più cm @lia che è ancora un po’ più indietro nel percorso (ma tranqui Lia arriverà anxhe x te la liberazione)

            Mi mancava quell’anello…quel tassello che completa il puzzle…

            @andrea…nonostante tt “l’amore” professato x un’altra…, un domani tornerò a cercarla e minkiate varie…tua moglie NON HAI MAI SMESSO DI SCOPARLA…nemmeno dopo aver scoperto che lei si faceva scopare da un altro!

            E uno che VUOLE uscire di casa ci mette 5 minuti (non che io lo ritenga virtuoso cm comportamento..
            e ovviamente sto esagerando)…e poi 3 anni ad avere il divorzio! Ma chiarisce la posizione…

            La tua amante se n’è andata xchè ha capito che tu tergiversavi…e ha fatto bene! Infatti tu sei ancora in famigghia…(se proprio nn ne potevi più della.situazione potevi uscire senza nessun’altra…cm ho fatto io…mica è obbligatorio il paracadute qnd salti) e nn solo… tu stai cn tua moglie x davvero… avete una normale vita di coppia…da 2 che stanno insieme da una vita!

            E questa cosa che nn capirò mai della stragrande maggioranza di voi uomini…ma nn mi interessa più capirla…la prendo ormai cm un dato di fatto…ecco sempre i soliti FATTI che ritornano…
            Se nella tua storia si guardano SOLO I FATTI rimane solo il solito grande INGANNO! La solita FARSA…che vi ostinate a chiamare AMORE!

          • Andrea, 5 Febbraio 2020 @ 15:39

            @EP, tartaruga ninja. E invece mi fa molto piacere la tua schiettezza. Le cose che dici hanno senz’altro un senso anche se non tutto va veramente secondo lo stesso copione. È chiaro che la mia insoddisfazione coniugale ha una radice, quale che sia non si sa (corna, crisi della mezza età, voglia di sentirsi vivo o innamoramento verso LEI).
            Però al momento, in attesa che dentro mi si chiarisca il tutto, mi sento di dirti questo:
            – sono arrabbiato verso mia moglie ma non la odio
            – non mi è neanche indifferente, la reputo una brava donna, efficiente soprattutto per i ragazzi
            – le riconosco la voglia di riparare l’accaduto
            – non sono alla ricerca di nuove amanti
            – faccio il conto economico, ė vero. Non navigo nell’oro.
            – tutto sommato a casa si sta bene, mia moglie non rompe i coglioni
            MA…..
            – ho questo senso di vita incompiuta, come se fossi già morto
            – penso spesso a LEI (si la ragazza straniera)
            – spesso ho il desiderio di rimettermi in gioco, di sentirmi indipendente e libero

            Credimi, non mi ci vedo troppo nella veste di fare la doppia vita, troppa fatica per me, e mi ritengo abbastanza intelligente da pensare che il solo sesso fisico non mi soddisfa. E mi piace trattare la mia donna come una principessa. Ma non mia moglie. Lei ce l’ho trattata e me l’ha tirato nel culo.

            Quindi, che fare? Per adesso mi piace ascoltare le vostre idee e tu, carissima ,@EP sei quella che con la tua schiettezza mi è piaciuta molto.

            Mi piacerebbe tu tirassi fuori dal cilindro altre cose

          • Andrea, 5 Febbraio 2020 @ 16:11

            @EP, quello che mi rattrista è la paura di essere un senza palle. Come ho scritto nel primissimo post, #51069 del 22 gennaio
            Mi faccio schifo a non prendere una decisione…mi sento stupido e senza palle.
            Nessuno mi da la sicurezza del futuro e quello che fa paura ai senzapalle è il futuro paragonato al presente. Forse LEI ė solo un pretesto, un trampolino verso la mia liberazione.
            Di certo ho questo fondo di malinconia addosso, che prima non avevo.

          • EP, 5 Febbraio 2020 @ 23:44

            @andrea…uff…da dove iniziare?
            Proviamoci…inizio dalla tua ultima esortazione nei miei confronti…vorresti io tirassi fuori di piu…
            In verità se cerchi qua e la tra i commenti dei vari articoli di @ale da aprile dell’anno scorso in poi…c’è tantissimo di me!
            Ho iniziato a scrivere qui all’inizio del CDS, superando la timidezza e il timore del confronto …e l’ho fatto x nn scrivere a lui! All’inizio scrivevo quasi ogni giorno…cm se questa fosse una zattera in mezzo al mare…ricordo che contavo i GG di CDS…20…40…60…sempre in attesa di stare meglio!
            Cm una ragioniera…caxx mi dicevo…qui quelle avanti a me dicono che si sta meglio a fare così…sarà vero x forza! E via un giorno dopo l’altro…poi mi sn resa conto che nn contavo più i GG, ma i mesi…e oggi x rispondere ad un post di @mary ho dovuto fare uno sforzo di memoria x ricordarmi a qnt ero arrivata…

            Ho riletto due volte i tuoi post prima di decidere cosa e cm risponderti…potresti essere benissimo il mio ex amante x quello che scrivi! Io lo immagino cm te…SOPRAVVIVETE! Cn questa paura fottuta del futuro che vi fa vivere male anche il presente!

            Il tutto xche avete deciso cosa è più conveniente!
            E allora mi viene da dirvi…tenetevi stretta la vs convenienza se vi piace tanto!

            Io ho scelto tt il contrario…io ho scelto di rischiare DA SOLA! Nn capisco e nn ho mai capito xchè ci deve esser per forza un altra persona a darci il LA qnd sm dentro a qlcsa che nn va bene di per sè!

            Io sto bene xchè in fondo ho scelto la speranza…la speranza di stare meglio in un futuro più o meno lontano!

            Si…avevo paura qnd ho deciso di separarmi…ma dall’avvocato ci sn arrivata a decisione presa…nn x calcolare se fosse meglio prenderla o meno!

            E a decidere sul CDS cn il successivo amante (storia iniziata cn me già single) ci sn arrivata xchè le altre strade le avevo già percorse tutte…e nn mi rimanevano più manco degli sbagli nuovi…li avevo fatti tutti quelli possibili!

            Nn c’era futuro xchè lui nn se la sentiva di rischiare…xchè vivevamo a 1000 km di distanza…xchè xchè xchè…

            La realtà è che NON ERA AMORE! Nn era amore xchè se tu riesci ad immaginare che la tua “Donna” faccia prima o poi l’amore cn qlcn altro…senza impazzire di gelosia…allora NON È AMORE!
            È una boccata d’aria che ti permette di nn soffocare nell’aria stantìa del tuo matrimonio!

            La famosa stampella…

            Perché caro il mio @andrea vorrei dirti una cosa…nulla rimane immutabile e anche se all’interno “dell’azienda famiglia” tutto sembra cristallizzato…i giorni uno uguale all’altro… fuori c’è un mondo che VIVE!
            Che pulsa…cn le sue emozioni…le risate x una conoscenza nuova…la primavera…

            Dici che nn ti piace sentirti senzapalle che la paura è x il futuro e nn il presente..eccheccaxx…ovviio che hai paura x lo sconosciuto…l’incerto! Nn vorrai aver paura di qlcosa che conosci gia e di cui hai già preso le misure?!?!?

            Mi dispiace nn ho una soluzione…ma quello che dici tu di aspettare di chiarirti le idee…ti posso assicurare che passivamente NON FUNZIONA! E solo finzione…tirare avanti sperando in un miracolo che decida x te…

          • Andrea, 6 Febbraio 2020 @ 09:00

            @EP, @white, @mary, @cossora.
            Sì certo che ho qualche casino, sono confuso ma neanche più di tanto. Non amo più mia moglie. Non la amo più da quando ho visto che si scopava un altro. È stata una coltellata. È caduta immediatamente giú dal trono di principessa e non c’è l’ho più messa.
            I primi 20 anni (per me) sono stati bellissimi. Pensate che io stesso mi sorprendevo dopo 20 anni di convivenza a sentirmi molto innamorato.
            Lei non è mai stata una grande appassionata di sesso. Dovevo sempre insistere parecchio, ma ero in qualche modo confortato dal fatto che molti uomini avessero lo stesso problema. Mi ero fatto la stupida idea che a lei piacesse non troppo. Era difficile andare oltre l’ordinario. Aver scoperto che con quell’altro faceva numeri da circo, tutte le settimane per oltre 1 anno, interrotto dal fatto che mi sono messo di mezzo io (ho telefonato alla moglie del tizio), mi ha un po’ diciamo deluso. L’amavo è vero, adesso amarla mi ė come contro natura. Però la scopo si, la scopo senza dirle ti amo. La scopo quando ho voglia, la rifiuto quando non ne ho. Non le ho mai più detto ti amo.
            Le ho detto anche la settimana scorsa che io non voglio diventare vecchio con lei. Non mi diverto più.
            Appena ho trovato LEI mi è sembrato il paradiso. Mi ha immediatamente risollevato. Come dirvi, mi sono completamente dimenticato di mia moglie del suo amante e anche dei miei figli. Ho passato con lei 1 mese meraviglioso. La volevo per me.
            Ero convintissimo, mentre ero con lei….
            Tornato a casa, la prima cosa che ho fatto ė stato prendere mia moglie e sbattermela con forza, come a dirle cretina, ti neghi a me e ti dai a quell’altro?
            Beh, errori su errori. Ero fuori di me.
            Siamo andati in terapia, la storia la sapete.
            A distanza di 4 anni, cosa resta? Un matrimonio azienda, i figli che meno male diventano grandi, io che cerco di ricostruirmi un lavoro (si perché la prima cosa che feci tornato in Italia fu di abbandonare il lavoro che non mi piaceva).
            Ho perso 20 anni dietro a una donna che ho amato molto, lei lo sapeva e se n’è approfittata. Ha sciupato quella bella storia che avevo e questo non riesco a perdonarglielo. Anzi, non glielo voglio perdonare.
            Sono confuso? Sì un poco. Ma voi, siete meglio del terapeuta. Voi non mi conoscete e parlate spontaneo. E mi state facendo riflettere molto. Grazie

            PS. La straniera, LEI, ė più incasinata di me. L’ho sempre sentito che non mi amava. Diciamo che le piaceva più il mio uccello che i miei baci. A volte anche voi donne che allungate la fi… così facilmente per accalappiare un uomo. Rendetevi prima conto chi avete di fronte.
            Insomma, per adesso ho conosciuto solo donne che mi hanno usato. Spero che sapró riconoscere quella che vuole me

          • Andrea, 6 Febbraio 2020 @ 11:50

            Dimenticavo…
            Credo di sapere che se qualcuno si è approfittato di me, dipende in primis da me che gliel’ho permesso, dalle aspettative che ci si fanno (e che non si dovrebbero fare). Ma che diamine, come si fa a vivere sempre a culo stretto?
            So anche bene che mia moglie non è stupida e sta con le antenne tutte. Sa probabilmente che prima o poi la mollo, magari fa prima lei. Poco importa
            Insomma, come dite voi, la solita farsa

          • Lia, 4 Febbraio 2020 @ 19:05

            @Cossora ma dov’è che sono stata offensiva nei tuoi confronti? Citami la frase così capisco…
            Andrea mi è sembrato solo molto contraddittorio nel suo racconto. Per me @EP ha riassunto bene quello che ci ha raccontato. Niente di nuovo…
            Ma non venite a parlarmi di impegno nei confronti dell’amante.

          • Whiterabbit, 4 Febbraio 2020 @ 19:09

            Per come la vedo io @Andrea avrebbe, SEGUITEMI, molta voglia di avere davvero voglia di mollare sua moglie e di innamorarsi di un’altra.
            Che è una cosa che ho provato anche io per mesi. Avrei voluto riuscire a non provare più nulla per lui. Ma non ci riuscivo.
            Ora io NON sostengo che Andrea sia ancora innamorato di sua moglie (come invece era vero per me), che poi odia anche vista la sofferenza che ha patito, e ne so qualcosa, ma credo che abbia bisogno di fare maggiore chiarezza in quelli che sono i suoi sentimenti. Perché secondo me se odi davvero una persona non riesci a starci per comodo. È troppo arrabbiato per la comodità. La comodità la avverti quando non te ne frega un cazzo del resto. E da qui derivano tutte le versioni emotivamente discordanti che ci da.

          • cossora, 5 Febbraio 2020 @ 17:50

            @Andrea vedi tutto nero ora. E’ normale.
            A tutti capita nella vita di sentirsi senza palle perchè non si agisce o degli sfigati perchè qualcuno non agisce per noi.
            Ci si rimbocca le maniche e invece che cospargersi inutilmente il capo di ceneri si cerca che cosa c’è davvero che dipende da noi per cambiare le cose.
            E c’è SEMPRE QUALCOSA DA FARE.
            Dai, esci dal mood calimero-piccolo-e-nero che non sei attaccato a un polmone artificiale.
            Anche perchè uno così non se lo caga nessuna!!

          • Andrea, 5 Febbraio 2020 @ 19:10

            @cassora grazie. Non sono triste e abbattuto quando sono in mezzo agli altri. Anzi sono divertente e ironico. Diciamo che qui dentro, in anonimato, mi apro come fossi dal terapeuta. Sono altresì convinto che ognuno ha le sue magagne e chi si dimostra aggressivo forse ne ha anche più degli altri.
            È una fase importante perché metto in dubbio una parte importante della mia vita, ma so che in un modo o nell’altro la supereró e nessuno morirà

          • Mary, 5 Febbraio 2020 @ 19:47

            @Whiterabbit che vuoi dire con “È troppo arrabbiato per la comodità”? Io non capisco. Lui dice a fine di un elenco puntato “tutto sommato a casa si sta bene, mia moglie non rompe i coglioni”. Io è dall’inizio che dico che a casa ci sta benissimo. Anche se è stato tradito non ci vedo tanta differenza da chi tradisce (senza precedende tradimento). @EP ha ben descritto la situazione e Andrea conferma nella sua risposta. A me più che arrabbiato sembra molto molto confuso, è tutta una serie di non so, forse qui, forse là, non sa neppure lui cosa sente, cosa prova per la moglie, per quell’altra amante…

          • Whiterabbit, 6 Febbraio 2020 @ 06:41

            @Mary confuso di certo.
            Ma “a casa tutto sommato di sta bene?” Come fai a stare bene con quella rabbia in corpo.. con quella rabbia in corpo è un incubo una convivenza.

          • Mary, 6 Febbraio 2020 @ 12:41

            @Whiterabbit la “rabbia” presumo sia una conseguenza del disincanto. Nel suo caso è partita dal tradimento subito, quello che ha rotto la magia del matrimonio, del credere di aver trovato la persona per lui, con cui percorrere la vita fianco a fianco. Si è vendicato tradendo a sua volta. Sua moglie gli è comunque vicina, ma qualcosa si è spezzato. Ormai è tutto un calcolo, una questione di convenienza del proprio bene, in termini egoistici.
            Ipotizzo eh, non ne sono certa.
            Anche molte di noi, dall’altra parte, abbiamo vissuto il disincanto. Ci siamo rese conto che c’era un uomo che anzichè essere in crisi teneva i piedi in due scarpe. Che a casa stava benissimo ma con il giretto fuori ci stava ancora meglio. Un cinico.
            Da adulti sappiamo che queste cose capitano, lo stronzo e alè si volta pagina. Ma dentro ti lascia aridume. Ti lascia aridume proprio perchè siamo adulti. C’è una vecchia canzone dei Pooh, “Tanta voglia di lei”, vai a leggerti il testo. Finisce con “Ho capito che cos’era importante. Il mio posto è solo là”. La versione moderna invece prevedere che sia l’amante a iniziare il CDS e lui che va a cercarsi una nuova amante, perchè fatti tre conti separarsi non gli conviene.

          • Mary, 6 Febbraio 2020 @ 14:28

            @EP non credo mica Andrea con tirare fuori dal cilindro altre cose volesse sapere della tua storia di amantato, ma penso che ti chiedesse di suggerirgli una soluzione alternativa al cercarsi una nuova amante, in quanto come ti ha scritto fare la doppia vita è anche fatico, e solo sesso non lo soddisfa.

          • EP, 6 Febbraio 2020 @ 15:44

            @mary…certo mi era chiaro! Infatti ho chiuso dicendo che IO nn ho altre soluzioni per lui, se quelli che ci ha elencato sn i punti da cui nn si schioda…ma x fargli capire il perché nn le ho queste soluzioni… dovevo dirgli CHI SONO IO!
            Ovvero una che nella sua stessa situazione ha fatto tutto il contrario di quello che ha fatto lui!

            Compagno e padre dei miei figli cn amante al seguito…LASCIATO!
            Amante che se la fa nelle mutande x la paura di perdere le proprie “sicurezze” …LASCIATO!

            Io sn esattamente il contrario del suo essere SENZAPALLE (cm lui stesso si e definito)…che soluzione posso mai dargli? Le mie soluzioni alternative alla futura amante (che gli farà prendere un’altra boccata d’aria x tirare avanti ancora un po’)…nn le prenderebbe in considerazione! I miracoli nn esistono…e io nn ho la bacchetta magica!

            È SEMPRE SOLO UNA QUESTIONE DI SCELTE…

            Scegli solo x comodità? Ti becchi anche l’inquietudine, la solitudine, la malinconia e la mancanza di quella cosa meravigliosa che si chiama HOPE…speranza!

            L’alternativa è un bel salto nel buio…liberatorio e da capogiro! Quello ti da la speranza di tornare ad essere felice o perlomeno di guardarti allo specchio la mattina sereno e in pace con te stesso…xchè nn scendi a patti cn il teatrino della famiglia/azienda che nella realtà è cm la facciata di una casa bombardata…sembra tt a posto da.davanti…ma poi da sopra piove dentro (questa frase nn e mia ma di un amico che sta vivendo un momento difficile a cui mando un bacio nel caso si riconoscesse leggendo)

            Ma x la mia alternativa ci vogliono i coglioni…❤️

          • Ariel, 6 Febbraio 2020 @ 16:41

            @Ep cara
            Ti ho letta tanto in questi tuoi lunghi e per questo cari e bellissime tue riflessioni
            Ti sento bella carica di positività infatti guardi avanti nella tua vita e già qualcosa e o qualcuno si sta accorgendo di te e della tua nova conquistata libertà esteriore riferita al tuo deciso troncare con l’ex e cosa più importante libertà interiore

            Certo il tuo commento traspare pure una analisi ripetuta rivolta al tuo passato vissuto prima col compagno padre dei tuoi splendidi ragazzi ,fortunati ad averti come Mamma con la M maiuscola!

            E sia volgi lo sguardo riflessivo indietro al ex amante
            E qui ho colto la naturale e le gica emotivita di tristezza e delusione nel aver dovuto accettare la chiusura della relazione per effettivo danno a te che non meriti certo di soffrire MAI PIÙ DA UN UOMO
            MAI PIÙ

            Soprattutto per te in particolare e come te chi abbiq gia vissuto oltre al suo privato dolore che qui non è giustamente noto per privacy ,ma è noto dal tuo racconto l’aver vissuto la manipolazione deleteria vilolenza psicologica tradimento del ex compagno probabile sicuro Narcisista o similare disturbo comportamento ipotizzabile da qui dai tuoi scritti

            E quindi che dirti se non che sei davvero STUPENDA DONNA???!!
            Perché quando il dolore è stato taaaaaanto
            Necessita sempre pur essendo già ampiamente nella propria nuova vita
            Si ha bisogno di volgere lo sguardo indietro esprimerlo in ogni sfumature di colore
            Perché serve per poterlo salutare definitivamente

            Posare una Pietra delicatamnete ma definitivamente
            Cogliere la Bellezza che comunque ogni esperienza vissuta nella propria vita contiene
            Ombre ma Luci che stanno apposta a indicarci
            Che per poter evolvere occorre muoversi e cambiare i nostri comportamenti

            Un Abbraccione cara @Ep❤️

          • Whiterabbit, 6 Febbraio 2020 @ 17:34

            @Mary non vedo azzeccato il paragone col signor Pooh, che dopo un’avventura notturna di rende conto CHE VUOLE tornare da chi ama. @Andrea invece è incazzato come una pantera nera..

          • Mary, 7 Febbraio 2020 @ 00:13

            @EP ❤️

            @Whiterabbit non mi riferivo a lui, era per dire che io avrei trovato meno aridità nel sentirmi dire che aveva capito che amava la moglie, in fondo ci stava, anche se non era stata la fuga di una notte come nella canzone, lasciava aperta una porta romantica. Sentire ripetere fino a che io ho tagliato ogni contatto che mi amava solo per tradirla non ti lascia neppure un margine di romanticismo. Ste cose di calcolo veramente ti fan cadere tutto.
            Voglio dire, se dobbiamo stare a calcolare pensando solo ad un ritorno in termini egoistici e l’amore è tutta una farsa, allora non ci ho mai capito davvero una mazza.

        • Mary, 4 Febbraio 2020 @ 13:07 Rispondi

          @Andrea ti auguro di trovare una via per risolvere i patimenti nati nella tua relazione matrimoniale e ritrovare felicità e serenità.

          • Rosa, 4 Febbraio 2020 @ 17:30

            Anche io trovo delle contraddizioni e anche parecchie in ciò che scrive Andrea.
            Ovvio che se decido di separarmi ci sono dei tempi tecnici di “attesa” per esser libero inteso come stato civile. Ma, anche vero che se parlo chiaramente in casa, e dichiaro la crisi da una parte , mentre rassicuro l’altra facendo seguire i fatti, sfido qualsiasi donna innamorata a non aspettare.

          • Dispersa, 4 Febbraio 2020 @ 20:01

            @Ep con questo commento mi hai fatto letteralmente ‘sbregare dal ridere’!!
            Grazie!!

      • Cossora, 2 Febbraio 2020 @ 20:58 Rispondi

        Ciao @Andrea, buona vita.
        Incontrerai una donna che ti farà sentire amato come mai prima e della quale ti innamorerai tanto e andrà tutto a posto. Sei onesto, non ami tua moglie, ti sei messo in discussione, favorevole e non.
        La tua seconda chance esiste, tutta da vivere!!

        • Andrea, 3 Febbraio 2020 @ 15:34 Rispondi

          @cossora, grazie. prima di tutto dovrò rendermi libero. Non voglio portare i miei vecchi problemi nella nuova relazione.

          • cossora, 3 Febbraio 2020 @ 17:11

            Grandissimo. Hai detto giusto @andrea.
            E se l’amore dovesse arrivare prima, ti libererai per lei.
            Svegliando troppo presto il futuro si ottiene solo un presente addormentato.
            Quanto è vero.. Un bacione!

        • Dispersa, 6 Febbraio 2020 @ 08:50 Rispondi

          @Andrea in vari commenti ti ho trovato ambiguo e a volte contraddittorio…. Ma in risposta ad @Ep sei stato molto chiaro.
          Credo che il non sentirsi del tutto compiuti ma che in fondo va bene così è una situazione comune a molti (e non solo uomini).
          La doppia vita è difficile da gestire e con il tempo logora (sentimenti, autostima…..) per fare la doppia vita devi avere un fegato ‘tanto’, quindi anche se ce ne sono tanti in questa situazione non è da tutti saperla gestire (anzi pochi nella realtà sono in grado di viverla al 100%).
          Probabilmente ora guardi i figli (ed è giusto), il lato economico (e chi non lo farebbe?) una moglie che nonostante tutto non odi (anzi come donna stimi)…. Magari più in là avrai il coraggio di rinascere (non è mai troppo tardi) ma per ora rimani fermo…. Va bene così il salto lo farai solo quando ti sentirai pronto e se lo vedrai necessario…. Non sarà per forza dettato da un’altra donna, ma perché lo sentirai dentro di te!
          Grazie per il tuo intervento, un abbraccio!

  • Eli, 23 Gennaio 2020 @ 14:22 Rispondi

    @Andrea, ciao, potresti quasi essere il mio ex amante (e quello di quasi tutte noi). Ha tenuto i piedi in due scarpe per le tue stesse paure, per i tuoi stessi sensi di colpa. Ha ottenuto che ha perso entrambe…moglie e me… amante. Anche lui era assurdamente spaventato da tutto e con sensi di colpa indicibili, non è che noi donne non li abbiamo eh 😉 però probabilmente quando si tratta di sentimenti siamo molto meno razionali (nel bene e nel male).
    Bisognerebbe sempre sentirsi liberi di scegliere e tu dentro te stesso credo sapessi esattamente da che parte andare.
    A me fa specie che scrivi “non sono nemmeno sicuro che l’altra donna mi riprenderebbe” come se fosse sempre una scelta tra una e l’altra… la paura di restare soli.
    Si evince che comunque non sei felice nonostante tu abbia scelto la felicità “apparente” di tua moglie e dei tuoi figli. Per quanto puoi andare avanti così?
    Sarebbe forse il caso di tirarle fuori queste palle, anche se forse ormai con lei sarà troppo tardi. Ma salvati almeno da questa vita infelice.

    • Andrea, 23 Gennaio 2020 @ 18:23 Rispondi

      ripeto a tutte, ma ormai lo fate perché seguite un filo logico, che il mio unico senso di colpa fu dettato dai miei figli che mi implorarono di non lasciarli. Mi dissi che razza di padre fossi stato se me ne fossi andato. Ma vi assicuro che se non ci fossero stati loro, la mia cara mogliettina sarebbe andata al diavolo, e questo tutt’oggi non le va giù. Lei ha perso la stima di me in qualche momento storico. Non c’è niente di straordinario, succede. Ma invece che parlarmene, ha preferito gestire la cosa da sola, mettendo prima il piedino in una scarpa diversa e poi se avesse avuto la sicurezza, mi avrebbe fatto fare il salto. Lei nega tutto.

      • Eli, 23 Gennaio 2020 @ 22:21 Rispondi

        Guarda che i figli sono i sensi di colpa di tutti! Uomini e donne. Quello che non troviamo noi donne è un vero compagno con il quale affrontare questi sensi di colpa, perché alla fine ve la date a gambe tutti! Tante parole e zero fatti! Sicuramente c’è un’altra donna che ormai ha perso la stima in te… e non è tua moglie.

      • Dispersa, 23 Gennaio 2020 @ 22:58 Rispondi

        Scusa, di ma i tuoi figli che clima respirano in casa?…. Non percepiscono il tuo malessere?

  • Andrea, 23 Gennaio 2020 @ 14:47 Rispondi

    Grazie a tutti per le risposte e reazioni. Come capite è tutto bene accetto, nel senso che non sto cercando “la soluzione”. Non cerco neanche di giustificarmi né approvazione. La sensazione di aver agito male, soprattutto con quell’altra donna (mi scusino ma chiamarla amante non mi piace, non lo era. Per me amante è una seconda donna e lei in quel momento non lo era. Quando l’ho frequentata avevo scoperto che mia moglie mi tradiva da oltre 1 anno ed ero sinceramente convinto di mandarla al diavolo) l’ho ben presente in testa, direi che forse è l’unico rammarico della mia vita.
    Se siete d’accordo, prima di articolare una risposta alle vostre e aggiungere qualcosa di nuovo, aspetto qualche altro punto di vista. Per adesso vi ringrazio

    • Astrid, 23 Gennaio 2020 @ 19:33 Rispondi

      @ andrea a me la tua tristezza sembra sincera e voglio darti credito. Al tuo posto, per evitare di cadere nella trappola della depressione, che pagheresti tu in prima persona ma colpirebbe anche il tuoi figli, farei uno o più colloqui con un terapeuta, per valutare se hai necessità di un supporto psicologico. Così forse riuscirai anche a capire se vuoi restare con tua moglie e se la tua ex amante è stata una ripicca, un momento di emozione che doveva restare confinato ad un periodo relativamente breve oppure se hai mandato all’aria un rapporto importante. Oh comunque se sei veramente infelice, vai anche da un avvocato e fatti spiegare in che cosa consiste una separazione, anche in termini economici. Per dissipare le paure – e fare piazza pulita dei falsi alibi- l’unica medicina è la conoscenza

    • Ariel, 24 Gennaio 2020 @ 00:16 Rispondi

      @Andrea si concordo con questo commento e suggerimenti che ti ha scritto Astrid
      Si capisce da come scrivi che sei in un periodo veramente di forte sofferenza emotiva e certo che qui vale per ciascuno di noi ciò che si scrive per quanto possa esprimere il proprio vissuto e situazione
      È relativo ,questo oggettivamente va sempre tenuto in considerazione

      E quindi qui si giudica e critica come sempre è bene fare perché aiuta se stessi e pure chi legge e commenta a trovare poi dentro a se stessi le proprie soluzioni

      Perché ovviamente se anche si possa leggendoci tra noi avere opinioni e visioni diverse è proprio la diversità che aiuta sempre
      O a accorgersi di un nuovo punto di vista che non si riusciva a vedere

      O in caso non ci si trovi in accordo con la idea analisi proposta
      Ecco che ci serve per confermare la idea di cui già eravamo convinti ,ma non proprio sicuri.

      Quindi credo che veramente tu possa se vorrai oltre a continuare a scrivere qui anche davvero vivere la esperienza di incontro con un terapeuta che proprio perché professionale e molto empatico è davvero capace di darti spazio respiro grande davvero senza giudizio negativo sentirti libero di sfogarti ascoltarti fare silenzio prendere le tue pause,stare meglio per te stesso e di riflesso per tutte le persone che ami davvero e che ti vogliono bene.

    • C., 25 Gennaio 2020 @ 20:20 Rispondi

      Andrea,
      Invece di stare a perdere tempo qui con noi, per favore, vatti a riprendere la donna che ami, lascia tua moglie che non ti ama e cerca di spiegare ai tuoi figli che li ami e che sarai sempre il loro padre indipendentemente da tutto.
      Con il tempo loro capiranno, ma non sprecare questa occasione che la vita ti ha regalato.

      Io ti credo, e generalmente, in questo blog sono una delle più scettiche ed agguerrite.

      In bocca al lupo e non sprecare questa occasione.

      • Andrea, 25 Gennaio 2020 @ 22:59 Rispondi

        Grazie del consiglio. Purtroppo la ragazza di cui mi sono innamorato non ha avuto troppa pazienza con me. Non la biasimo affatto. L’ ho rincorsa per anni ma è proprio sparita. Sì è sentita ferita e amen.
        Succede.
        Sai che appena la incontrai ebbi come un presagio. Mi venne in mente “adesso le perdo entrambe”, riferito a mia moglie e a lei.
        Strano eh

        • Anima bella, 26 Gennaio 2020 @ 12:39 Rispondi

          Andrea magari lei si è solo chiusa nel suo CDS come facciamo qui in tante… partendo con la speranza che voi torniate a riprenderci come ufficiale e gentiluomo! Ma tu cosa hai fatto di concreto per “riprendertela”??? Se tu fossi davvero innamorato altro che amen…. andresti a prenderla a tutti i costi

          • Andrea, 27 Gennaio 2020 @ 09:38

            Cosa è il CDS?
            Vero quello che dici. Ma è anche vero che se l’altra persona si raffredda e non ci crede più, c’è poco da fare. Penso che i sentimenti spontanei siano i più veri e lei non ha mai più dimostrato interesse.
            Il mio cuore ancora si ricorda bene di lei, anche se farei meglio a lasciarla andare

          • alessandro pellizzari, 27 Gennaio 2020 @ 13:40

          • Anima bella, 27 Gennaio 2020 @ 17:59

            È il codice del silenzio, ti consiglio di leggere l’articolo di Alessandro. Forse lei è solo stanca di dimostrare senza avere fatti in cambio. Forse sarebbe ora che tu gli dessi amore incondizionato

          • Mary, 27 Gennaio 2020 @ 14:08

            @Andrea se si raffredda e non ci crede più smette di farti da amante, c’è poco da fare. Questo è.
            L’amore non c’entra niente.Tu non ami questa donna, ami che lei ti guardi con amore. E’ tutto nelle mani di lei, se lei ti ama deve accettare di farti da amante. Tu sei disposto a prendere, non a dare.
            Certamente anche lei nel suo cuore si ricorda di te, ma non siete mai stati fidanzati, vi siete solo frequentati. Tu non ti vuoi separare. Poi potrai avere anche tutte le motivazioni del mondo, pure lecite, comprensibile a tutti la perdita economica, le questioni sui figli, ect. ma ad un certo punto non si può non vivere per un altro.
            Tu sei un uomo sposato che ha famiglia. Non sei un uomo libero con cui si può costruire un futuro. Trovati un’amante sposata che vive condizioni pari alle tue.

    • Annina, 27 Gennaio 2020 @ 15:13 Rispondi

      Andrea una domanda, che forse ha gia fatto qualcuno ma ho visto i commenti solo oggi. PErche tua moglie, lasciata dall’amante, è rimasta con te? Si è comportata da uomo… sta con te per lo status? Per i soldi? Per sta lagna deilla scusa dei figli?

      • Andrea, 28 Gennaio 2020 @ 08:19 Rispondi

        Bisognerebbe chiederlo a lei. Lei dice perché mi ama.
        Ha ammesso che ha sbagliato e le credo anche.
        Non sarebbe un grosso problema se non avessi conosciuto lei, che mi sembra più affine a me.
        Prima o poi ne verrò fuori

        • Anima bella, 28 Gennaio 2020 @ 12:26 Rispondi

          Dalla tua rassegnazione pare di capire che non ami nessuna delle due …

          • Andrea, 28 Gennaio 2020 @ 13:11

            grazie del tuo parere. non sai quanto lo apprezzo. E’ da quando mi ha risposto @ariel che ci penso. non è che non amo nessuna delle due, diciamo che sono in una fase molto down, mi sono lasciato un pò morire per queste mie vicende. ci sto lavorando, forse @ariel hai ragione, qualcosa dentro di me è andato in corto e ho perso entusiasmo nella vita.
            grazie di cuore a tutti e ad Alessandro per questo bel blog
            siete tutte ragazze in gamba

          • alessandro pellizzari, 28 Gennaio 2020 @ 13:12

            Grazie a te

          • Mary, 28 Gennaio 2020 @ 13:32

            @Alessandro mi puoi spiegare cosa vuol dire quando una persona tradita dice “ha ammesso che ha sbagliato e le credo anche”, prendo la frase di @Andrea solo come esempio. Parla di uno sbaglio, uno sbaglio che ha fatto pure lui però. Parla di un’altra donna, una donna che potrebbe essere una di noi, una donna a cui fa riferimento parlando di sentimenti che non vede più in lei, ma poi è uno sbaglio (se lo è quello della moglie lo è pure il suo). Veramente mi domando come si possa farsi andare bene le parole “ha ammesso che ha sbagliato”. Noi le abbiamo viste queste persone, e percarità tante balle, ma in quanto ad emozioni erano ben che presenti, veramente non ci arrivo, sarà che guardo troppo le parole, ma tu sei giornalista quindi penso ci farai più caso di noi, questo “ha ammesso che ha sbagliato” mi suona stonato, e non la prima volta che sento queste parole.
            Capirei un “mi dispiace di averti fatto soffrire”, un “mi sono allontatana da noi hai ragione”, ma “ammetto di aver sbagliato” specialmente se vieni beccato e non hai chiuso tu una relazione, come si fa a farsi andar bene queste parole, come ci fosse un genitore che castiga il figlio e lui si scusa a prescindere solo per non prendere le botte? Magari mi sfugge qualcosa per questo chiedo il tuo parere.

          • alessandro pellizzari, 28 Gennaio 2020 @ 14:37

            Anche a me chi ammette di aver sbagliato mi puzza di scusa. Le coppie che vedo che rinascono da un tradimento veramente partono da frasi tipo ti ho tradito perché e i motivi.

          • cossora, 28 Gennaio 2020 @ 15:14

            Beh @Mary.. con ‘ho sbagliato’ chiudi tutti i discorsi.
            Non devi dare un motivo, esporti, magari difendere la tua posizione, se dici ‘ho sbagliato’ puoi omettere la verità.

          • Ariel, 28 Gennaio 2020 @ 15:20

            @Alessandro e @Mary
            Si ,sono d’accOrdo le parole certo contano eccome,ma quando si sta qui su un Blog a raccontarsi con fatica non sarei così certa nel essere critica in modo sicuro

            Anche perché attenzione esprimersi per scrittura è totalmente diverso che dal vivo ,manca tutto il supporto della comunicazione non verbale

            Anche una semplice frase pure quella che non piace leggerla se avesse la voce a supportarne la intenzione la emozione ecco che acquisterebbe un significato più aderente alla realtà di ciò che si vuole esprimere.

            È mia consuetudine infatti fare sempre o meglio tener sempre ben presente che la comunicazione telematica e solo per scrittura
            Rappresenta un minimo di ciò che si può dare in realtà vissuta dal vivo di persona

            Che ne pensate??

          • Whiterabbit, 28 Gennaio 2020 @ 19:07

            Ma magari @Andrea ha sintetizzato.
            Ho sbagliato punto non si affronta, ho sbagliato perché.. seguito da tutti i chiarimenti del caso sul rapporto di coppia è diverso.
            Cioè non è che uno/a possa cominciare dicendo: “ho avuto ragione a farti le corna..”
            Non fermiamoci su due parole..

          • Whiterabbit, 28 Gennaio 2020 @ 21:02

            @Cossora dubito che sia stato uno: “ho sbagliato” punto finita lì.. chi cazzo la accetterebbe una risposta così?

          • Mary, 28 Gennaio 2020 @ 22:27

            Grazie del parere Ale.
            @Ariel nota interessante.
            @Whiterabbit non era fermarsi era una curiosità, mi dico queste persone che dicono queste cose sono le stesse di cui poi leggiamo qui nel forum, quelle che vedono lui sparire di punto in bianco se viene scoperto, quando magari era lui fino al giorno prima che faceva di tutto per tenersi l’amante. Si dice capire il verso per capire anche l’inverso. O se è vero il verso è vero pure l’inverso.

          • Whiterabbit, 29 Gennaio 2020 @ 00:31

            @Mery ho capito, e penso di aver risposto alla tua domanda : come può uno/a farsi andare bene delle parole così?
            Innanzitutto perché è vero.
            È uno sbaglio, indipendentemente dal coinvolgimento e dal resto, c’è sempre l’opzione regolare di PARLARE con il coniuge. Prendere per il culo una persona che un tempo si amava non è sicuramente giusto.
            Poi ovviamente le spiegazioni vanno avanti non ci si ferma lì.
            E non è vero che con quella frase chiudi tutti i discorsi, i discorsi si aprono li, perché se non sei disposto ad ammettere di aver commesso un errore di gestione della tua vita non ci possono proprio essere altri discorsi.
            Tutta la parte del loro coinvolgenti emotivo con l’amante, A la moglie/marito non la conosce B bisogna vedere se è vera e se non è solo ciò che voleva vedere l’amante. Il coinvolgimento emotivo, per quanto possa reale, non toglie comunque il fatto che il coniuge abbia sbagliato nella gestione della sua crisi. Ritorniamo al punto primo, si può agire anche senza mentire.

          • cossora, 29 Gennaio 2020 @ 16:29

            @White.. mesi e mesi, e messaggi e sesso, e carezze e baci sugli occhi, e trovarsi col cuore in gola in macchina per sfiorarsi tre secondi in attesa di potersi dedicare qualche ora .. non sono UNO sbaglio. Sono TANTI desiderata.
            E ne ho di amiche che hanno deciso di credere alla teoria dello sbaglio per rimanere a galla, per tenere unita la famiglia per poter dire ‘io almeno ci ho provato’.
            Le ho rispettate tutte, e tante (grazie purtroppo a quanto sono codardi i loro compagni) ci sono anche riuscite.
            Ogni dramma è personale e va rispettata la persona che sceglie (non credo con estrema gioia, non spesso almeno) di starci dentro.
            Però mentire a se stessi.. non so. Porta alla felicità?

          • Whiterabbit, 29 Gennaio 2020 @ 19:16

            Ma @Cossora ma Santa pace ma la moglie/marito traditi tutto questo non lo sanno!

          • Mary, 29 Gennaio 2020 @ 20:12

            @Whiterabbit un conto è aver avuto un rapporto fuori dal matrimonio, averlo chiuso di propria iniziativa, aver fatto passare quel tot di tempo per rifletterci, e allora dire a se stessi “è stato un errore”, prima che al coniuge, e venire beccati a distanza di tempo o confessarlo al coniuge, un altro è venire beccati e dover troncare la relazione, perchè si è stati beccati con le mani nella marmellata, e se ciò non fosse avvenuto si sarebbe andati avanti a mangiare la marmellata, e dire subito “è stato un errore, uno sbaglio” senza che possa esserci stato quel tot di tempo per maturare una riflessione. L’errore è mettere a rischio la relazione con il coniuge, far saltare il banco, e questo posso anche capire che un traditore lo metta subito a fuoco (anche perchè l’alternativa è trovarsi con le valigie fuori casa), nutro dubbi nella messa a fuoco immediata dell’errore per la caduta di fiducia che provocano nel tradito e le sue conseguenze, a meno di non essere traditori con curriculum, gente che ha riflettuto su quello che si troverebbe a vivere se beccati, e che -pur non rinunciando a tradire- ha preso coscienza del dramma familiare che porterebbe. Queste persone sono attentissime nel tradire, non sono quelle che tradiscono con il vicino di casa per dire, non conservano tracce di messaggi, o se lo fanno usano strumenti che li fanno sentire sicuri. Il rischio maggiore di personaggi simili è l’amante che chiama la moglie, anche se gli hanno trapanato il cervello di amore amore amore, nel momento che si azzarda a toccare la moglie per loro si riduce ad una stronza.

          • oldplum, 29 Gennaio 2020 @ 20:44

            Il tradimento per me rompe comunque un sodalizio e credo che, se si è onesti, non si possa negare che le cose non potranno mai più essere come prima. Parlo di tradimenti con coinvolgimento sentimentale. Poi l’amore con l amante può finire. Quello con la moglie è finito da tempo però.

          • Lia, 29 Gennaio 2020 @ 21:04

            Sono d’accordo con White. Lo sbaglio sta nei confronti della moglie/marito, e parlo da traditrice. Non raccontiamoci la balla che uno resti folgorato da un’altra persona e non riesca a trattenersi dal tradire. Lo capiamo benissimo da prima che ci stiamo facendo coinvolgere da un’altra persona. Quando non si sceglie di affrontare il vero problema con il priorio compagno ma si preferisce mancargli di rispetto è uno sbaglio e anche grosso nei suoi confronti. Questo nulla toglie al sentimento che può nascere e crescere fortissimo verso l’amante. Ma di fondo c’è uno sbaglio, un torto nei confronti di chi lo meriterebbe meno. Indipendentemente dalle ragioni, sarebbe corretto risolvere prima e poi agire.
            Quest’aspetto viene sottovalutato perché tradire è diventato “normale”. Lo si fa anche per noia e spesso si preferisce avere già un’alternativa prima di chiudere. Sa tanto di egoismo.

          • Mary, 29 Gennaio 2020 @ 21:47

            @oldplum sarebbe bello porterti credere ma non è necessariamente così, perchè l’amore con l’amante non è mai iniziato. In tutte le persone di cui ho letto che parlano di inizio di tradimento, e non posso dire di aver visto qualcosa di diverso nella persona che ho conosciuto, c’è ques’aria adolescenziale, sembrano dei bambini che vanno in gita, e hanno tanta voglia di provare le emozioni dell’innamoramento. Ma ahinoi l’amore ce l’hanno già, spesso. L’amore è proprio quella società che va avanti e che funziona, e che a noi invece viene presentata come in pieno fallimento. Funziona talmente bene, che ci si può pure allontanare e tradire, sapendo che continuerà a funzionare.
            Se vengono scoperti rientrano. E solo nel momento che vengono scoperti esiste il tradimento.
            Ma voi sentite di avere avuto una storia d’amore completa con questi uomini sposati? Io no. Ho sempre vissuto con questo stupendo fantastico incipit di una storia d’amore, talmente super da rimanere lì incollati che tanto la pagina dopo pareva un attimo. Ma poi ti trovi a leggere una prefazione che non finisce mai, e via via ti accorgi che quella prefazione è il libro, anche se dentro di te ti dici che qualcosa dovrà pur esserci dopo, mica potrà finire qui, e più ci entri dentro, più paghi il prezzo del libro, con il tempo, con l’ascolto, e tutto il resto che ci metti, e più diventa impossibile che sia tutto lì. Una bufala e pure una truffa. Quando me ne sono resa conto, e ho dichiarato che non c’era nessun libro da acquistare, improvvisamente le pagine si sono scritte, ma non di un romanzo d’amore, ma di un horror.
            L’errore c’è per me, è quello di mandare a puttane qualcosa di prezioso, per noia, per voglie, a noi ci tirano in mezzo, ma non credere che il legame con la moglie sia inferiore, se non è altro perchè è un legame, quello che hanno con noi al massimo è un legaccio, per l’amante però.

          • Rosa, 29 Gennaio 2020 @ 22:12

            Il fatto è @white che “ho sbagliato” lo dice colui/colei che è stato sgamato.
            Sfido a trovare qualcuno che non scoperto vada a relazione finita dal proprio coniuge a dire ho sbagliato.
            Hai sbagliato perché sei stato beccato/a bello/a mia, perché se no, nella migliore delle ipotesi il tradimento è stato un fuori pista che non ne esclude altri in futuro, e che comunque resterà un segreto, e nelle peggiori delle ipotesi non sarà affatto uno sbaglio perchè sono relazioni che durano anni fino a quando appunto non si viene beccati.
            Sul fatto che poi il tradimento sia un errore, posso anche esser d’accordo, ma come abbiamo già detto più volte, si insinua in una falla del matrimonio e non è sempre detto che la falla sia orovocata da chi tradisce.
            Ci sono molti modi di tradire in una coppia. La nostra culrura ci porta a condannare il tradimento fisico, ma ci sono tradimenti che vengono perpetrati all’interno di una coppia, a mio avviso, ben più gravi.

          • Ariel, 30 Gennaio 2020 @ 00:02

            @Lia e @Mary

            Concordo in pieno con i vostri punti di vista e veramente mi complimento per la vostra consapevolezza e maturità acquisita dalla vostra esperienza siete un ottimo esempio di riferimento concreto ,secondo me,in ogni caso sia che si sia d’accordo come lo sono io sia chi non ci sibritrovi ancora
            Ancora infatti significa che prima o poi ci arrivano tutte a fare i conti con se stesse e la propria esperienza di dipendenza affettiva priva di consapevolezza ,non è una colpa e anzi leggere qui aiuta ad arrivarci da sole.

            @Rosa ,si vero il principio del tradimento,secondo me esiste quando si fanno cose DI NASCOSTO SAPENDO CHE SI TRADISCE
            E non importa affatto la crisi o non crisi

            Fare di nascosto è tradire
            Bisogna chiedersi sempre
            Ma a me farebbe piacere se la persona alla quale ho dato la mia fiducia che appunto comprende tante cose e chiaro dai non si può raccontarsi la favola che fare sesso con un altro Di nascosto dal proprio marito o compagno sia come un naturale conseguenza della crisi

            Dai @Rosa su non siamo qui almeno qui a giudicare nel senso negativo,ma siamo qui prr cercare di risolvere la dipendenza affettiva o meglio la consapevolezza di averla e di cercare di uscire dal loop eterno delle traditrici senza speranza di amare se stesse

            Ci arriverai ne sono certa
            Ognuno è ovvio per me fa ed ha fatto come ha potuto nella sua vita ,ma qui la unione fa la forza e la ultima cosa che può interessare e non esiste è il giudicare male chi tradisce e anche chi continua a farlo
            Ciò che importa a non farsi ingannare da se stessi farsi gli sconti significaa sentirsi in colpa e questo non agevola mai una consapevolezza che è priva del giudizio negativo tout cour

            Qui contano Le Donne noi Donne cara Rosa tutte le Donne ognuna con la sua storia i suoi dolori e disagi il riuscire a uscirne libere dal intortamento maschile evidente comune denominatore di tante troppe nostre storie
            Di dipendenti affettive non per colpa nostra ma per vero abuso del amante e in certi casi pure il marito .

            Insomma sempre Uomini maschilismo che nuoce alla salute della Donna
            Abusa della nostra Natura di Esseri capaci di provare veri sentimenti di essere preda di gente che ci marcia e finché ci si sta continuano a ferire
            Ferite nascoste piano piano senza apparire tali logorano noi stesse giorno dopo giorno impedendo la propria Libertà di agire come davvero meritiamo di vivere senza lacci e lacciuoli

            Quindi tradimento peggiore è quello verso se stesse
            Non prendersi cura di se❤️

          • Whiterabbit, 30 Gennaio 2020 @ 07:02

            @Rosa, @Mery, @Cossora e anche @alessandro, io ho capito benissimo quello che volete dire.
            Quello che voglio dire io è diverso: ma cosa cavolo volete che dica?
            E sua moglie, cosa cavolo volete che creda la prima volta che viene beccato?
            Non dimenticate mai che voi credete alla stessa persona, magari dopo 1 anno e mezzo di incontri da una volta a settimana, facciamo due ore?
            Fanno 6 GIORNI totali di contatto..
            6 giorni e tanti messaggini..
            sua moglie condivide la quotidianità con lui magari da 20 anno! Sono 7300 giorni!
            Per quale motivo vi sentite autorizzate a credere in un uomo che avete frequentato realmente 6 giorni e non può farlo una donna che lo ha vissuto per 7300??
            Questo dico, cosa vi stranite a fare?

          • Ariel, 30 Gennaio 2020 @ 13:47

            @White
            Verissimo anche questo è giustamente un fatto concreto che sia così
            E fai bene a ricordarlo perché sta umano tant’ A volte o spesso dipende ci si dimentica del altro punto di vista
            Che corrisponde giustamente ad una concreta matematica del cuore

            Ovviamente questi sono numeri incontestabili fatti
            Che aiutano a trovare la propria consapevolezza di ciò che si è realmente vissuto.

            White anche tu sei davvero preziosa e illuminante.

          • cossora, 30 Gennaio 2020 @ 09:13

            @White non è che non lo sanno. Ma davanti alla scelta tra: che faccio, indago? e: Che facciamo, andiamo avanti?
            Prendono una decisione che implica di non pensarci più, non approfondiscono perchè quello per loro è un binario morto.
            E mica sto dicendo che non fanno bene, intendiamoci.

          • Ariel, 30 Gennaio 2020 @ 12:57

            @Cossora
            “ E mentire a se stessi porta alla felicità ? “
            No mai può portare alla felicità
            E chi ha una relazione di nascosto dal proprio marito o compagno tradisce infatti se stesso fino a che almeno non lo dice chiaro al proprio marito/moglie

            Nascondere agli altri è nascondere a se stessi
            Aver paura di affrontare la eventuale crisi che si ha in casa propria

            E infatti proprio per questi motivi che chiamiamo cialtronzi gli uomini che si comportano così zitti zitti fingono cn la moglie zitti zitti fingonomcon noi amanti contrabbamdando la parola amore senza alcun rispetto per il nostro vero sentimento

            Che sempre nella maggioranza dei casi noi dimostriamo con vero cuore amore comprensione e ti faccio da badante da confidente e accettare qualunque loro esigenza
            Stare da sole senza meritarlo durante la loro vera vita ufficiale

            Un troppo che fa male alla salute

            Si vero hai ragione

            Mentire a se stesse fa malissimo
            Impedisce di risolvere la dipendenza affettiva in cui inevitabilmente ci si trova dopo la relazione con i cialtroni tutti i cialtroni che hanno solo che fatto credere la luna e le stelle ammore e cuore
            Finto ,

            Fatti cncretina zero e dopo anni non si torna ondietro a riprenderseli manco avessero risvoltato il mondo vorrebbe dire
            Fidarsi di chi è stato capace di

            Mentire a se stesso
            Mentire agli agli = mentire a se stessi

          • C., 30 Gennaio 2020 @ 13:23

            Mary,
            dopo quello che hai scritto non posso fare altro che applaudire e stendere un tappeto rosso davanti a te.
            Sei di una chiarezza d’espressione, di una profondità incredibile e quello che dici nessuna riesce ad esprimerlo come te.
            Con il commento sulla prefazione del libro Horror hai perfettamente reso l’idea di come ci si sente.

          • cossora, 30 Gennaio 2020 @ 13:58

            @Ariel mentire fa bene se non lo si fa in eterno.
            Per me non è una questione di etica, è proprio troppo faticoso.

          • Anna, 30 Gennaio 2020 @ 14:20

            mah, se è più comodo farne solo una questione di presenza fisica. 7300 giorni (ovvio per chi è sposato) contro gli scarsi 100 (che sono tanti per chi si cerca). per me contano più fattori.

          • Whiterabbit, 30 Gennaio 2020 @ 14:22

            @Cossora ma chi lo ha detto?
            Io ad esempio ho spaccato tutto in 4, non ho trovato nulla che mi confermasse intenti diversi da ciò che ha dichiarato.
            Ma magari è stato molto bravo a farli sparire. E magari ora c’è qualcuno che mi prende per il culo dicendo che mi ha fatto comodo girarmi dall’altra parte.. capisci quel che voglio dire?

          • Mary, 30 Gennaio 2020 @ 14:54

            @Whiterabbit ti sei spiegata. Hai pienamente ragione. Grazie della condivisione 🙂

          • Whiterabbit, 30 Gennaio 2020 @ 18:52

            @Anna rispondevo solo a una domanda. Non ne facevo una questione di torto o ragione.
            E comunque, se vuoi il mio parere, si, l’amore è anche presenza fisica. Altrimenti ami un’idea che ti fai..

          • Anna, 30 Gennaio 2020 @ 23:00

            @white la presenza fisica è una sciocchezza. Lei o lui è lì come da contratto matrimoniale ma se poi sogna, cerca e desidera altro conta poco. Non ce le raccontiamo.

          • Whiterabbit, 31 Gennaio 2020 @ 10:43

            @Anna non sto dicendo che se c’è presenza c’è amore. Ma che l’amore ha bisogno anche di quella. Altrimenti, appunto, è un sogno.

          • Anna, 31 Gennaio 2020 @ 14:11

            @white, rispetto molto il tuo punto di vista ma continuo a dissentire. Ho dei cari amici sposati che si vedono solo nel week perchè lui lavora fuori e si amano tantissimo, nonostante la presenza fisica sia limiti a giorni che potrebbero essere di due amanti. Però ci sta che per alcune persone avere sempre vicino qualcuno sia necessario.

          • cossora, 31 Gennaio 2020 @ 16:34

            @white tesoro scusa ti leggo e noto solo adesso che riferivi anche a me.
            Allora, premetto che generalizzo.
            Perchè crediamo a coloro che stanno con noi 6 giorni e tanti messaggini?

            Beh intanto perchè ci innamoriamo e viviamo insieme agli altrui mariti i primi mesi in mezzo agli unicorni rosa..
            In generale le amanti danno per scontato che con loro seguano l’istinto e che a casa seguano il protocollo che tiene in piedi il sistema famiglia che oltre ad essere costoso ed ufficiale è anche funzionante.

            Si accettano smentite maschili, nel caso.

          • Ariel, 31 Gennaio 2020 @ 20:06

            @Cossora
            Credo che White si riferisse al domandarsi come sia possibile bersi tutto ciò che dice un uomo amante alla sua amante e anche come poter sindacare arrogarsinil diritto di dare per certo che la moglie del proprio amante sia tutto di negativo che possa esserci
            Tutto con il fatto concreto che chi sta nel amantato conosce nel senso reale veramente poco il proprio amante perché lo vede e condivide non solo un tempo ridottissimo rispetto alla vita ciascuno nel suo matrimonio,ma per di più appunto lo vede con il prosciutto sugli occhi o unicorni rosa
            Infatti ad esempio ovvio meglio di te nessuno può conoscere tuo marito
            E quindi stessa cosa è riferita a ciascun amante non puo mai sapere che cosa viva e chi sia il proprio partners marito compagno convivente

            Appunto lg,i amanti sono senza realtà e verità
            Lontano dalla vera realtà e verità di una vera condivisione

            Infatti non funziona praticamente mai la relazione di amantato.

          • alessandro pellizzari, 1 Febbraio 2020 @ 10:29

            Dissento, anche perché se certe storie non funzionassero mai io non avrei tre figli e non ci sarebbero nuove coppie e nuovi matrimoni felici e nuovi figli. Anzi, buona notizia: mi dicono gli amici avvocati che la percentuale 10-20% di separazioni sta toccando il 30 anche dopo i 50. Il trend è in crescita. Più separazioni più coppie nuove

          • Ariel, 1 Febbraio 2020 @ 15:00

            @Caro Alessandro scusami ,ma poi sei tu a scrivermi di vianco e nero e grigio,
            Insomma il mai si intende ovviamente nel senso che nella maggioranza dei casi non funziona

            Ma scusami da un lato mi sorprendi i tuoi articoli e libro dimostrano infatti che la maggioranza del amantato non porta a costruire un bel gniente

            Quindi dire mai non è bianco o nero
            Ma la maggioranza come infatti sostieni tu.

          • alessandro pellizzari, 1 Febbraio 2020 @ 19:01

            Quel 20-30 per cento può essere poco o tanto dipende dai punti di vista. Io non avrei i miei figli se non ci avessi creduto a un nuovo amore. Non ci sarebbero

          • Ariel, 1 Febbraio 2020 @ 18:18

            @Caro Alessandro non prenderla sul personale, ho notato che tendi a volte farlo ,quello che hai vissuto tu con la tua esperienza
            Ti ricordo essere raro veramente raro.

            Il fatto che aumentino le separazioni non lo leggo come un dato per cui sia il caso di festeggiare,perché scusami tanto ,ma come ti leggo qui sembra che già stappi bottiglie di vero gaudio

            Insomma secondo me il dato va letto in due motivi principali di massima

            1) positivo nel senso che finalmente in Italia il Vaticano la smette di fare ostracismo sul divorzio e la possibilità davvero di ricostruirsi una vita
            E questo è solo che CRESCITA DEL PAESE ARRETRATISSIMO nella mentalità della gente condizionata da secoli della presenza invasiva del potere dello Stato Vaticano.

            1,1 )Infatti nei paesi che non ce lo hanno in casa si divorzia da SECOLI
            E io stessa ripeto sono nipote di Nonna divorziata
            Nipote nelle sue seconde nozze ,ma sto vecchia e quindi mia Nonna ormai quasi due secoli fa ci stava già il Divorzio nel paese in cui abitava.

            2) va però pure letto come un dato anche di decadentismo culturale e cioè va visto insieme al fatto concreto che essendo che siamo per fare un solo esempio ,un Paese che legge veramente pochi libri e pure i giornali a parte lo sport calcio non vengono letti più di tanto rispetto a tantissimi anni fa ad esempio
            Ecco che questo incide sulla capacità di divenire adulti unici anziché pecoroni legati al web alla finta comunicazione virtuale eccessiva e non educata in famiglia e a scuola

            2.2) ergo,questo punto di vista fa leggere il dato dato,pardon il bisticcio di parole,da un punto di vista di decadenza nel senso che ci si sposa senza nessuna o poca responsabilità di ciò che significa sposarsi ,tanto poi come si cambia il cellulare si cambia marito o moglie
            E chissene

            Quindi Chagall qui è d’accordo che la lettura dei dati contiene non solo i grigi ma molto di più e quindi resta difficile in assoluto farsi un prosit totale ,ma comunque diciamo che a un verre in buona compagnia
            Tra amici non ci si rinuncia mai!!!!

            Prosit @Caro Alessandro.
            A te e a tutta la tua rara e bella e cara famiglia!!!

          • Whiterabbit, 1 Febbraio 2020 @ 09:18

            @cossora si ho capito.
            Rispondevo a una domanda dicendo:
            Non stranitevi se una moglie, almeno la prima volta, cerca di credere ad un uomo con il quale ha condiviso tanti anni di vita.
            Poi all seconda o alla terza beh, il discorso cambia..

          • Mary, 1 Febbraio 2020 @ 10:45

            @cossora scrivi “le amanti danno per scontato che con loro seguano l’istinto e che a casa seguano il protocollo che tiene in piedi il sistema famiglia”. Parlo per me: questo viene ripetuto più e più volte come un mantra. Non posso dire di essermelo immaginato o inventato o averlo proiettato. Purtroppo partiamo da una credenza sbagliata, che chi tradisce non ami più il coniuge, specie se uomo che la perdita economica e di una casa non agevoli a separarsi, ma che nel momento che pare si stia talmente bene insieme sia inevitabile arrivare a ciò per passare più tempo assieme. Personalmente ho vissuto una storia, prima dello sposato, dove la passione era morta, ma che si è trascinata. Sono stata anche tradita ma era chiaro che ormai si era due fratelli/amici, due che potevano trascorrere tempo assieme, serenamente, ma senza pathos. Ho creduto lui vivesse qualcosa di simile, solo più complicato perchè aveva fatto un contratto e un figlio. E gli ho creduto, mi sono fidata.
            Hai scritto di “essere fedeli a se stessi” e fare ciò che far star bene, ed è quello che fanno loro. Sopra tutto e tutti.
            Mai avrei immaginato che fosse un omuncolo che ad un certo punto, dopo aver tanto battuto per coinvolgermi, si dicesse “ehhh ma chi me lo fa fare? ma che vita farei con te?”. Per la serie “potevi anche dirlo prima”. E via a cercarsi una nuova amante. Questo lo so per certo, che dopo di me si è messo a cercare la sostituta. E so perchè: lo fa stare bene.

          • alessandro pellizzari, 1 Febbraio 2020 @ 10:46

            È un seriale. Starà bene solo se se ne fa in serie e c’è sempre la novità

          • Mary, 1 Febbraio 2020 @ 23:53

            Probabile Ale. Solo che era uno che certi argomenti neppure da lontano toccarli, si sentiva accusato di essere puttaniere (parola non usata da me, ma tirata fuori da lui). E non è che con me dovesse fingere di essere altro, almeno in teoria (non essendo la moglie).
            Riguardo l’argomento separazione, non so se ho capito male, ma tu Ale non avevi figli con la tua precedente compagna. Probabilmente averne già demotiva il maschio a cercare una nuova compagna (in senso concreto). Alla fine il progetto famiglia è per i figli.
            @cossora @Ariel @EP e tutte la altre leggendo gli ultimi messaggi mi è venuta in mente una riflessione personale, non ricordo se l’avevo già condivisa. Quando chiudi e passa quel giusto tempo per riuscire a vedere con più lucidità ti rendi conto delle menzogne e altro (qui c’è un blog di argomenti vari), anche di forme di manipolazione per chi le ha vissute. Ti rendi conto di aver vissuto una storia non-storia. Ma quando ne discuti è facile ricadere indietro. Cerco di spiegarmi meglio. Quando tu hai vissuto la relazione hai creduto e vissuto delle esperienze, e ascoltato delle parole, e discusso, basandoti su dei punti, dei credo a cui eri giunta (tipo non ama la moglie, tipo ha problemi economici, tipo è sensibile). Quindi nella tua memoria c’è una storia d’amore diciamo (anche se poi capisci che era fasulla, nella tua memoria c’è un vissuto in cui lo credevi, non è fluita via, non si è spenta naturalmente, l’hai troncata). Passa tempo e ti “disintossichi” ma se ne parli puoi benissimo raccontare, volendo, una storia d’amore, se torni indietro con la memoria. Sono due realtà che si mischiano, non so se mi spiego. @Ariel forse tu sai spiegarlo meglio in termini di psicologia, io ho messo una bozza ma questa cosa psicologicamente è una bomba. Questo mix di realtà, una sorta di lavaggio del cervello in cui a tratti prendi pezzi irreali nonostante il tempo trascorso.

          • Lia, 2 Febbraio 2020 @ 11:10

            @Mary parlo della mia storia. È impossibile catalogarla in modo così netto. D’amore o non d’amore. Una relazione, specie se lunga, è fatta di fasi, cambia nel tempo, e questo vale per entrambe le parti in causa.
            Non posso sapere quanto lui fosse “colpevole”, quanto mi abbia mentito e manipolato e quanto invece se la sia raccontata anche lui, ci abbia creduto.
            Ti racconti forse quella versione in cui salvi il bello che c’è stato.
            Io invece la domanda che mi faccio è un’altra.
            Queste sono storie che VENGONO MESSE ALLA PROVA al contrario di quelle ufficiali che vanno con un filo di gas e non richiedono la prova del nove. Ci sono relazioni ufficiali con uomini narcisi che non vivono mai una crisi. Questo è amore? Se la racconti sì…
            Lui che torna a casa dalla moglie siamo così sicuri che la ami?
            Se la racconti sì…
            Forse meglio mettersi d’accordo prima su cos’è una storia d’amore. Io non l’ho capito.

          • Mary, 2 Febbraio 2020 @ 21:20

            @Lia non mi riferivo a catalogare mi riferivo proprio a ricordi nella mente. Tipo che ti porto in una stanza bendata e ti dico che le pareti sono gialle. E rimaniamo lì per molto tempo a parlare del colore giallo, parliamo di quali mobili potremmo associare al colore delle pareti, parliamo del colore delle tende, ect. Poi te ti levi la benda, e vedi non c’è nessuna parete.
            Ma tempo dopo ti viene da dire “io veramente non so come facesse Mary a sostenere che le tende verdi si intonino con le pareti gialle” quando io non ero bendata, sapevo che non c’erano pareti, quindi il tuo ricordo è distorto, è un ricordo di qualcosa che non esisteva.
            Si capisce meglio ora? Qualcuno sa dirmi come si chiama questo in psicologia?

          • C., 3 Febbraio 2020 @ 13:48

            gaslighting
            è una forma di violenza psicologica nella quale vengono presentate alla vittima false informazioni con l’intento di farla dubitare della sua stessa memoria e percezione.

        • Andrea, 29 Gennaio 2020 @ 12:28 Rispondi

          anche il terapeuta disse che in fondo non aveva nessuna importanza. quello che conta è la volontà di oggi e che le verità del passato non possono essere correttamente raccontate con la consapevolezza del presente.

  • Roberto, 23 Gennaio 2020 @ 16:30 Rispondi

    Buonasera, mi

    • Ariel, 23 Gennaio 2020 @ 20:49 Rispondi

      Che significa?

  • Riccardo, 23 Gennaio 2020 @ 17:03 Rispondi

    Sono un uomo, ho iniziato una relazione extra coniugale con una donna due anni fa, dopo molti dubbi soprattutto sul come sarei riuscito a gestirla. Uscivo infatti da una storia con una collega terminata due anni prima che mi aveva fatto capire quanto ero insoddisfatto del rapporto con mia moglie, una donna il cui carattere ho sempre sofferto molto e che ha avuto sempre pochi tratti di quelli che avrei voluto nella donna che avevo sempre sognato. Probabilmente non ero pronto per sposarmi o forse più semplicemente come mi dicono le persone più vicine, non era la donna giusta per me. Fatto sta che sono sposato con lei da quasi 25 anni ed ho due figli di 21 e 15 anni. Torniamo all’inizio : abbiamo iniziato questa storia tutti e due con molta paura ed in punta di piedi. Lei , single, la sua ultima storia importante risaliva a più di 10 anni fa. Nel mezzo, solo infatuazioni e cose di pochi mesi. Ha sempre detto che da sola stava bene e che doveva incontrare un uomo per cui ne doveva proprio valere la pena. Si è innamorata da subito, io dopo qualche mese ho capito di amarla e che forse avevo incontrato con molto ritardo la donna che avevo sempre desiderato.Ho deciso di aprire la crisi con mia moglie, anche se con molta paura , soprattutto per i figli. Sono andato via da casa e dopo qualche mese, nell’estate scorsa, ho chiesto la separazione. Nel frattempo mi sono trovato un appartamento anche se praticamente abbiamo convissuto da subito. I dubbi hanno sempre fatto parte della mia personalità e negli ultimi tempi si sono fatti sempre più forti. Sento molto la mancanza del focolare domestico e soprattutto dei figli perché ho un rapporto con loro che non mi soddisfa. Quello grande infatti è molto difficile da “acchiappare”, sempre in giro con amici e ragazze, anche se ci sentiamo ogni giorno. Quella piccola non riesce ad accettare la situazione e non vuole frequentarmi da solo perché la situazione le mette tristezza. Nel frattempo la mia compagna ha iniziato a progettare cose normali per una coppia (nuovi mobili, viaggi, sistemazioni diverse) e questo ha iniziato a mettermi sempre più ansia. Dopo un lungo periodo di silenzio , pochi giorni fa ho risentito mia moglie e la cosa mi ha turbato, anche perché fondamentalmente sono stato sempre pervaso da grandi sensi di colpa verso di lei. Devo anche dire che ora la mia vita è molto diversa da prima , sia per la situazione contingente, sia perché la mia nuova compagna sostiene la maggior parte delle spese quotidiane , perchè consapevole dello sforzo economico che in questo momento mi trovo a fare ( affitto dell’appartamento dove vedere i figli , bollette, mantenimento…). Da questo punto di vista è ammirevole. Abbiamo sempre detto che una volta che il nostro rapporto si potrà ufficializzare, io potrò alleggerirmi dando disdetta dell’affitto e delle spese correlate. Stamattina ho visto mia moglie ed abbiamo parlato (più lei come al solito) ed anche oggi sono molto turbato : mi manca la routine, la mia casa, i miei vecchi ritmi, la mia libertà economica e mi chiedo sempre più spesso se il gioco vale la candela. Mia moglie mi ha fatto capire che la porta è sempre aperta anche se un eventuale riavvicinamento sarebbe molto faticoso. Lei mi ha chiesto se sto con qualcuno ma io ho detto di no, anche per salvaguardare la mia compagna da eventuali commenti dei miei figli perché lei racconterebbe tutto , come ha sempre fatto. Il pensiero di lasciare la mia nuova compagna mi annichilisce, credo che mi mancherebbe come ad un fiore l’acqua. Mi viene da piangere….

    • Luce, 23 Gennaio 2020 @ 20:14 Rispondi

      @Riccardo
      persino l’idea di lasciare la tua nuova compagna…
      Ti conveniva cambiare amante ogni due anni e stare a casa con tua moglie.

    • Mary, 23 Gennaio 2020 @ 20:37 Rispondi

      @Riccardo rileggi quello che hai scritto, tu non sei mai uscito di casa tua, tant’è che rimane casa tua, dove ci sono le tue cose, dove c’è TUA moglie. Nell’altra casa c’è quell’altra donna (cit. Andrea). Ed è lei che progetta cose di coppia, lei, non NOI. Tu sei lì di passaggio, e già stai piangendo la perdita di questo fiore d’acqua, magari una ninfea, per i greci simbolo dell’amore non corrisposto.
      Se deve essere una psicoterapeuta a dirti che sei felice nella tua relazione non sei messo tanto bene. A me pare tu non sia proprio in nessuna relazione, tu sei ospite da una gentile signora, sicuramente molto presa da te, e basta. Torna a casa, Lassie!

      Quando una entra come amante rimane per sempre amante. Sei l’ennesima conferma.

      • anonimo, 30 Gennaio 2020 @ 09:41 Rispondi

        Mary sono tutti belli i tuoi interventi.
        Complimenti

      • C., 30 Gennaio 2020 @ 20:44 Rispondi

        Mary,
        Lo dico molto convinta: se c’e’ una cosa che gli uomini hanno rispetto a noi (anche se in tutti i casi qui visti sembra il contrario) è la coerenza.
        Vedono una donna e dicono: ‘quella sarà mia moglie’ e fanno di tutto finché se la sposano.
        Se dicono: a quella me la faccio’ fanno di tutto finché se la fanno anche a costo di dirle: amore mio, sei tutta la mia vita.

        Mettono le donne nelle caselle e le fanno rimanere nelle caselle.
        Punto.

        • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 00:54 Rispondi

          @C.
          Ben ritrovata !!!
          Allora in effetti quello che appare come Coerenza mi sembra più aderente in questo caso del Uomo amante alla rigidità mentale a scopo manipolativo consapevole

          E si torna sempre allo stesso punto
          Maschilismo e sta logico che la manipolazione a scopo di truffa emotiva e cioè ti metto in una situazione a crescere lenta ti cuocio nel tempo in modo da farti credere convinta che ti amo che anche se sto occupato e ho figli tutto ruota intorno alla rigidità a scopo di intortare e basta e cioè come tu lo hai definito una sorta di coerenza si ma da cialtronzo cioe come ovvio risulta essere uno schema fisso manipolativo fatto ad arte a tavolino

          E logicamente spesso accade maggiormente in relazioni che già partono sbilanciate come lo sono sicuro quelle tra amanti dove non esiste il do uguale ma sono casini ra famiglie intere bugie a non finire e per molto tempo in media ,bisogna dire onestamente ce sta oggettivamente così

          Difficilmente e raro che funzionino soprattutto chi ci rimette è sempre la Donna

          Perché anche se la statistica dice aumentano le separazioni
          Non significa affatto dato per scontato che ci si separi per poi costruire con la propria amante Donna
          Anche questo e opinabile
          Dipende da quanti casi in effetti sfociano i n nuove coppie

          Non bastano i dati di percentuale di separazioni
          Vorrei sapere quanti sono gli uomini amanti che pure se trovano il coraggio di separarsi lo fanno per mettersi con la amante che sta in attesa?

          Cioè occorre una vera statistica affidabile nella statistica delle nuove coppie
          Quante sono effettivamente quelle nuove composte dagli amanti in attesa o da nuovi incontri ,per fare un esempio?

          Le variabili sono tante e occorrerebbe un dato statistico affidabile che tenga conto del molteplici casi e colori di esperienze diverse

          • alessandro pellizzari, 4 Febbraio 2020 @ 08:23

            20%

  • Riccardo, 23 Gennaio 2020 @ 17:17 Rispondi

    Ho dimenticato di dire che sono seguito da una psicoterapeuta da quasi un anno. Lei sostiene che fondamentalmente i miei dubbi altro non sono che paura del nuovo e di sbagliare e che dimentico , quando vivo queste incertezze, quanto stavo male ed inappagato con mia moglie e quanto invece questa relazione è soddisfacente per me, almeno sentendo le mie parole.

    • Polly, 23 Gennaio 2020 @ 19:02 Rispondi

      Ciao Riccardo, direi che lo ‘sbaglio’ qui e’ cominciare qualcosa di nuovo prima di aver metabolizzato quello che si vuole. Non e’ meglio riflettere per qualche tempo da soli? Temo di conoscere l’epilogo di questa storia….

      • Ariel, 23 Gennaio 2020 @ 23:29 Rispondi

        @Polly
        Quoto al massimo
        Infatti purtroppo molti uomini soprattutto non hanno ben chiaro che prima di aprire una nuova storia va chiusa la precedente

        Certo so bene che anche alcune donne lo fanno perché sta logico che essendo madri sovraccaricate da secoli di maschilismo si prendono un attimo di tempo prima di decidere quando e cosa fare verso il loro matrimonio che non funziona e hanno comunque magari figli piccoli o grandi a cui pensare a come fare a renderli partecipi della nuova realtà di vita e verso l’amante di cui praticamente sempre si innamorano onestamente

        Ma ci tengo a evidenziare che esiste una enorme differenza tra Donna e Uomo dovuta non solo alle qualità superiori che innegabili le donne hanno perché madre natura le ha progettate per generare i figli quindi per questo motivo base fondamentale di tutta la esistenza umana sono superdotate in vari ambiti

        E un talento innato resta la capacità di saper avere introspezione analisi saper gestire milioni di cose in contemporanea

        Quindi la Donna Che staziona per un certo tempo in un matrimonio che non funziona in realtà ha già ben chiaro cosa sente e il da farsi per poter costruire la nuova vita con amante di cui si è seriamente innamorata e che le dimostra reciprocità di sentimento e di intenti,infatti molte concretizzano e ad un certo punto si separano affrontando qualunque problema in prima persona senza mai farsi mantenere dal amante

        L’uomo invece intanto pensa che le Donne siano cose da usare ,ma da secoli avviene esattamente così,ovviamente tanti passi di cambiamento si sono fatti ,ma comunque resta ancora questa mentalità che si trasferisce poi nella incapacità o meglio difficoltà che molti uomini hanno nei confronti dei sentimenti emozioni e le donne che appunto se si pensa che siano cose da usare vabbè resta per loro ,logico pensare che anche se mi faccio la nuova donna mi resta sempre quella di prima

        Cioè è un ragionamento che si basa propio e si realizza solo quando in automatico si pensa che si da il valore di una cosa che ci serve e basta

        Con un oggetto o cosa si può fare tutto e di tutto a una cosa che serve
        La si prende e usa
        Poi non era come ci piaceva allora la cambio ,ma però quella nuova non era proprio come quelle belle lasagne che mi faceva mia moglie

        Cioè CARI UOMINI
        VI RICORDO CHE SIAMO ESSERI UMANI

        E NON COSE

        Sembra una butade aggressiva e solito slogan ,ma
        Se riuscite per un attimo a riflettere con calma sul significato della frase

        Siamo persone e non cose
        E quindi non potete usarci spostarci tradirci farvi mantenere a sbaffo intortarci separavi togliendo il pane a mogli e figli
        Stuprarci in massa e da soli
        Picchiarci
        Ucciderci

        Credo occorra calma
        E iniziare a trattarci da persone e non da cose
        Sia già un ottimo inizio

    • Ariel, 23 Gennaio 2020 @ 19:36 Rispondi

      @Riccardo
      Ben trovato ,interessante noto che per caso dopo le mie chiarissime esternazioni scritte analisi di Maschilismo secolare manipolazioni e relativo abusare delle Donne in ofni modo possibile

      Ecco spuntare come uno dopo l’altro come per magia gli uomini lettori silenziosi

      Bene scusa Riccardo ho inserito qui questa mia constatazione occupando quindi lo spazio relativo al tuo racconto di esperienza tua.

      Allora inizio qui a scriverti la mia impressione commento a quanto ho letto
      Di ciò che hai scritto

      Okkei noto una confusione non da poco in ciò che esprimi
      Appari essere un uomo insicuro di se ma maschilista alla grande

      Dire che ti sei sposato ma tua moglie non corrisponde a ciò che volevi che fosse per te

      È tipico maschilismo

      Ma caspita Cosa ti sei sposato a fare??

      Ecco credi che le donne sia pezzi di ricambio e ne aproffitti candidamente comunque con la amante che ti PAGA ( scusa @Caro Alessandro mi è partita la maiuscola emotiva GIUSTA PERÒ)

      Ecco che ti fai Mantenere tutto da tua amante che ho il ragionevole dubbio tu abbia intortato per renderla così sottomessa a te

      In più come non bastasse fai il FALSO (@Caro Alessandro perdonami se puoi mi è ripArtit la maiuscola ,GIUSTA)

      Ecco che FALSO nascondi la verità della tua vita di traditore mantenuto da amante a tua Moglie

      Poi in ultimo
      Aggiungi la annotazione che fai terapia e così sommario riporti cosa ti dice la terapeuta

      GRAVE
      Primo non si parla di cosa dice o non dice un terapeuta sono cose private
      Due

      Svegliati e smettila di fare il solito

      maschilista Intortatore irresponsabile che abusi di tutte le donne che incontri
      Moglie e amante

      Terapia si ,ma a stecca e tanti panetti hai da mangiare prima di
      arrivare a comportarti da vero uomo
      Con veri attributi.

      • Astrid, 23 Gennaio 2020 @ 22:10 Rispondi

        @ariel riprendo la domanda che hai rivolto a @riccardo su cosa si è sposato a fare se la moglie non era la donna giusta. Era chiaramente provocatoria perché lo sai anche tu che questa constatazione è diffusissima tra gli uomini sposati e anche tra molte donne. Il problema è accettarne le conseguenze e trarre le dovute conclusioni. Roba da gente con le palle, se è vero. Altrimenti, ricadiamo nel cliché tristemente noto, bugie à gogo per farsi gli affaracci propri. Tutto nella norma.

    • Astrid, 23 Gennaio 2020 @ 19:50 Rispondi

      @ riccardo, se ami la tua compagna ti pentiresti di averla lasciata. Tornando con tua moglie riavresti la tua vecchia vita: rileggi quello che hai scritto, hai parlato di libertà economica, della tua casa…Tutto vero? Forse si ma analizza la situazione: i tuoi figli sono in un’età in cui la separazione dei genitori non è così traumatica e via via lo sarà sempre meno; i problemi economici si risolveranno, almeno in parte, quando potrai ufficializzare il nuovo legame.
      Dici che tua moglie gradirebbe un riavvicinamento ma dopo quasi sicuramente sarebbe animata da sentimenti non proprio benevoli nei tuoi confronti, perché non riuscirebbe a dimenticare che hai chiesto la separazione. Ascolta la tua terapeuta, la paura del nuovo e di sbagliare credo che sia fisiologica, soprattutto negli uomini. In tanti non riescono a rinunciare neppure al proprio divano, figurarsi a tutte le comodità che offre la vita matrimoniale.

    • LEI, 24 Gennaio 2020 @ 11:50 Rispondi

      Riccardo vai avanti per la strada che hai scelto. Stai facendo tutti i passi giusti per costruire la tua nuova felicità. complimenti!

    • Annina, 24 Gennaio 2020 @ 14:32 Rispondi

      Caro RIccardo a me sembra ti manchi solo il tuo status di prima, perche in tutto questo non fai menzione al rapporto con tua moglie che dovrebbe ri iniiare. Con che slancio? NESSUNO.

  • Eli, 23 Gennaio 2020 @ 18:07 Rispondi

    È molto interessante leggere la parte maschile. Devo dire che più leggo e più resto della mia opinione che ho formato frequentando questo blog ed in base alla mia personale esperienza in quanto ex amante di uomo sposato. E cioè che tornano tutti tutti all’ovile. Non ce né… abbiamo proprio visioni agli antipodi uomini e donne.

    • Mary, 24 Gennaio 2020 @ 00:46 Rispondi

      @Eli io noto anche l’errore di lei. La nuova compagna, ex amante. E’ un errore che probabilmente avrei fatto anche io e molte di voi. Quello di non coinvolgerlo nell’edificare questo loro nuovo progetto, è lei che programma, lei che paga, e lui sta lì a rimuginare…
      è uscito dalla sua coppia ma non entrato in un’altra. Dopo un anno casa di lei dovrebbe essere casa anche di lui, che non la riconosca come sua dimora dice tutto.

      • Eli, 24 Gennaio 2020 @ 10:21 Rispondi

        Come dici tu probabilmente l’avremmo fatto tutte, magari per la sua compagna è normale, magari lui questo rimuginare non lo da a vedere. La mia considerazione era generale, onestamente sono basita da queste testimonianze maschili. Però davvero utili perché mi aiutano a capire cosa accade nella testa del mio ex e davvero mi rendo conto che il ragionamento maschile è diverso dal nostro. Scrive che gli manca il focolare domestico, oltre che i figli che comunque sono grandi.
        Mi rendo conto di come noi donne ragioniamo sulla persona di cui ci innamoriamo, mentre gli uomini su tutto l’intorno. Il mio ex inizialmente non si preoccupava nemmeno dei figli … dopo è subentrato di tutto… dai parenti agli amici di famiglia. Non per niente io sono stata definita “isola” mentre sua moglie era il “mondo”.

        • Mary, 24 Gennaio 2020 @ 13:54 Rispondi

          @Eli anche la mia era una considerazione generale. Anche se lui non si facesse vedere rimuginare, e lei è così felice di aver coronato il sogno d’amore con lui, da non sentire il peso di nulla, convinta che sia iniziata finalmente una vera storia con lui, ma che lui abbia bisogno di aiuto (ancora), di comprensione (ancora), di conforto (ancora). Se ci mettiamo a fare un castello di sabbia e te rimani ferma a guardarmi e lavoro io, se questo verrà distrutto non ti potrà dispiacere come se ci avessi lavorato con me, non sarà mai il tuo castello. Quindi non dare la palettina in mano e dire “se ti va che ci sia il castello ci lavori pure te” è un errore.
          Poi capisco benissimo la situazione che si trova a vivere un amante che fa il salto per diventare compagna, e come anche tutto l’iter porti a certi comportamenti, ma rimane sbagliato. Tralaltro oltre tutto l’amantato questa si sta facendo il mazzo per costruire un futuro, e nota come è ancora in prova, è ancora nascosta, che tanto se salta nessuno lo saprà mai. Da rileggere a proposito i commenti/storia di @Elisabetta sotto questo articolo di Ale: https://alessandropellizzari.com/la-speranza-e-lultima-a-morire/

          • alessandro pellizzari, 24 Gennaio 2020 @ 15:39

            Grazie

  • Stella, 23 Gennaio 2020 @ 18:14 Rispondi

    Ciao Roberto , penso che sia normale quello che provi , forse la cosa più giusta da fare in certi casi sarebbe separarsi e stare da soli con se stessi per un po’,saltando questo passaggio poi ci si trova nella tua situazione. Penso che dovresti state davvero un po’ da solo e dire alla tua compagna che hai bisogno di tempo per adeguarti a questa nuova vita di coppia, lei ti ama non ti lascerà anzi sono sicura che capirà,mentre potresti perderla se continui a vacillare in questo stato di contraddizione interiore tale da prendere una decisione a mio parere disastrosa cioè tornare a casa dalla tua ex moglie,perché non lo faresti per amore,ma per comodo e senso di colpa.Spero che il mio consiglio possa esserti utile .un abbraccio e coraggio!!!!

  • Stella, 23 Gennaio 2020 @ 18:17 Rispondi

    PS. Il msg era per Riccardo non so perché ho scritto Roberto .

  • Mary, 24 Gennaio 2020 @ 00:29 Rispondi

    @Stella ma cosa dici, dovrebbe stare da solo per adeguarsi alla vita di coppia 😀
    Ma avete letto cosa ha scritto? Che la nuova compagna progetti cose normali per una coppia gli fa venire l’ansia, mentre trova ammirevole che paghi. Lui ha già un altro appartamento, ma è solo una “copertura” perchè la moglie non sappia che è andato a convivere con l’amante. La moglie lo rivedere e gli dice che a casa per lui la porta è sempre aperta. A lui viene da piangere mentre pensa di lasciare l’amante. Insomma sta mettendo a fuoco di aver fatto una cagata e che con sta donna non vuole viverci. Lei non è casa.

    • anonimo, 24 Gennaio 2020 @ 12:07 Rispondi

      anche io la leggo così…giusto un po’ di tempo e sarà di nuovo a casa…

  • Stella, 24 Gennaio 2020 @ 08:48 Rispondi

    Guarda Mary forse non mi sono spiegata male ho detto infatti che sarebbe un grande errore per lui quello di tornare a casa perché lo farebbe per comodo e per sensi di colpa verso i figli. Il consiglio che gli ho dato è di stare da solo magari trovandosi davvero questa volta un appartamento per lui,pagando lui le proprie spese ma stare cmq con la compagna attuale senza conviverci in modo da smettere di dire bugie ai figli alla ex e a se stesso . Poi trovo che sia totalmente assurdo che la nuova compagna debba accollarsi tutto e pure le paturnie di lui .Deve smettere di dire cavolate a se stesso e a quella poveretta che gli sta accanto ,che stesse da solo perché è l’unico mezzo per capire cosa vuole,se si accorgerà che vuole stare con la compagna deve starci alla luce del sole ,rispettarla e pagare insieme tutto non nasconderla e farsi mantenere da lei.

  • LEI, 24 Gennaio 2020 @ 09:34 Rispondi

    Invece io credo che sia una normale crisi di passaggio. E’ normale che faccia fatica a chiudere una storia di 25 anni, anche se è quello che vuole realmente.
    La moglie poi è furba perché col suo canto di sirena cerca di evocargli quanto di bello ha perduto, offuscando quello che non andava.
    Io credo che lui stia passando il guado con la sofferenza fisiologica di questa circostanza.
    Dovrebbe solo cercare di trovare un po’ di entusiasmo per le novità che il cambio della sua vita gli sta portando.
    Quello che posso consigliarti e di viverti la sofferenza, ma lasciarti coinvolgere di più nei progetti della tua nuova compagna.
    Per quanto riguarda i figli, un ventunenne in casa è praticamente un fantasma, quindi sarebbe così anche se non ti fossi separato. La quindicenne è ancora troppo egoista per capire la tua scelta, lei di sicuro ti avrebbe preferito infelice ma in casa.
    Capirà tra qualche anno, nel frattempo tu continua a cercare un rapporto con lei, non mollare.

    SCRIVO IN MAIUSCOLO, COSI’ SI VEDE MEGLIO.
    E’ DAVVERO INTERESSANTE CHE FINALMENTE TANTI UOMINI SIANO USCITI ALLO SCOPERTO PER RACCONTARE I LORO VISSUTI.
    GRAZIE PER IL VOSTRO CORAGGIO, NON ABBIATE PAURA DI ESSERE ENTRATI NELLA FOSSE DELLE SERPI, IL CONFRONTO HA SEMPRE QUALCOSA DI COSTRUTTIVO.

    • Polly, 24 Gennaio 2020 @ 15:05 Rispondi

      @LEI concordo, molto bello ed importante ascoltare su questo blog la voce maschile,spero sianosempre piu’ presenti nella discussione e non bella sola frequentazione. Pero’ un tarlo mi rode: cosa porta voi maschietti a chiudere con fatica le storie lungeh? Noi ci buttiamo anima e corpo da subito ed il resto non esiste piu’ (salvo poi idealizzare spesso il passato e riscaldare le minestre). Seconda cosa: non credo troppo al canto della sirena della moglie che, scaltra, incanta il suo Ulisse… parliamo di uomini, non di persone incapaci di discernere… ecco, questo mi puzza un po# di bruciato….tutto qui, attendo pareri.

      • Andrea, 25 Gennaio 2020 @ 10:05 Rispondi

        Un elemento o più elementi di disturbo a troncare un matrimonio da parte dell’uomo sono dati dal dover mollare quanto costruito in tanto tempo. Un uomo compra generalmente casa, spende le sue energie e money, talvolta anche mutui lunghissimi, per la famiglia. La donna fa lo stesso ma…. Ci sono delle differenze. In caso di separazione l’uomo viene allontanato da casa, continua a pagare per la ex e soprattutto per i figli, viene allontanato dai figli che sistematicamente sono assegnati (brutta parola ma rende l’idea) alla mamma. In sostanza perde tutto. Ciò pesa nel lasciare andare tutto, a meno che tu non sia paperon de paperoni.
        La donna al contrario è facilitata poiché oltre a togliersi di mezzo il compagno che non sopporta più, mantiene tutto lo status precedente.
        Dal canto della mia esperienza, il matrimonio è una sciocchezza e mai lo consiglierei ai miei figli. Magari si miei peggiori nemici si.
        Questo x rispondere a chi mi chiedeva se ho sentito un avvocato. Lo feci 1 settimana dopo aver scoperto che mia moglie mi tradiva e mi disse perfettamente a cosa andavo incontro.
        Immaginate quindi che non sono come Bill Gates

        • alessandro pellizzari, 25 Gennaio 2020 @ 15:29 Rispondi

          Non perde i figli a meno che lei non glieli metta contro facendo un grave errore soprattutto per i figli

          • Andrea, 25 Gennaio 2020 @ 15:39

            a parte che esiste anche questo rischio…
            in caso di separazione i figli in qualche modo scelgono, sa?
            poi, chiaramente, la cosa più semplice sarebbe fare le valigie, ma ha un costo molto elevato, sia emotivo che pecuniario.
            spesso, e sembra sia la maggioranza dei casi, si preferisce vivacchiare e fare ognuno i fatti propri. c’è a chi riesce e a chi meno.
            poi ogni situazione ha le sue peculiarità

        • Annina, 27 Gennaio 2020 @ 15:18 Rispondi

          Andrea ma chi ve le dice ste cazzate?? Ve el raccontte voi per autoconvincervi??? Io non prendo una lira dal mio ex marito, dividiamo tute le spese della figlia, nella casa che avevamo comprato vive lui, la figlia sta esattamente con me e con lui lo stesso tempo. BASTA STE CAZZATE, BASTA
          Scusa Ale ma veramente non se puo’ piu

          • Andrea, 28 Gennaio 2020 @ 08:14

            Me lo disse l’avvocato, quando mi illustrò pressappoco la situazione.

          • Mic, 5 Febbraio 2020 @ 22:32

            Invece sono cose reali, purtroppo.
            Ho amici e conoscenti separati sbattuti fuori di casa dalle ex mogli o compagne, costretti a tornare a vivere con i genitori perché lo stipendio serve loro per Continuare a pagare un mutuo di una casa in cui non vivono più e gli alimenti per i figli.
            Altroché cazzate, non tutte le separazioni sono facili e senza problemi.

    • Whiterabbit, 24 Gennaio 2020 @ 16:19 Rispondi

      “La moglie poi è furba col suo canto di sirena?”
      Scusa magari la moglie, che non sa dell’amante, è innamorata del marito che ora si mostra titubante e che magari ha genericamente parlato di crisi..

      • Polly, 24 Gennaio 2020 @ 18:42 Rispondi

        @white, stessa cosa dico io… Puzza di bruciato…

      • LEI, 30 Gennaio 2020 @ 15:03 Rispondi

        La moglie tenta di riportarlo a casa e gioca tutte le carte a sua disposizione, ovvio.

  • nina, 24 Gennaio 2020 @ 13:08 Rispondi

    @roberto qualunque cosa tu decida ti consiglio una cosa, non farti pagare nulla dalla tua compagna anche se lei insiste e ci tiene, devi essere autonomo in questo momento o appoggiarti a parenti e amici, non a lei. è brutto mettere in mezzo i soldi e da lì a sentirsi sfruttata da parte di lei sopratuttto se non sei davvero convinto ci va davvero poco.

  • Astrid, 24 Gennaio 2020 @ 17:16 Rispondi

    quoto @lei, anche io vorrei confrontarmi con qualche uomo, per avere meglio presente la versione e la visione maschile. Comunque @riccardo è in bilico come tutti quelli che dopo lunghi matrimoni vanno via da casa. Potrebbe ancora tornare dalla moglie e pentirsene, oppure semplicemente riaccomodarsi sulla sua poltrona e riprendere da dove ha lasciato, dipende da ciò che dirà e farà la moglie
    @polly, no che gli uomini non sono come noi, sono molto più comodi e conservatori (oltre che maschilisti, mai dimenticarlo). Ce lo vogliamo mettere in testa? Vi faccio un esempio emblematico: una donna che conosco ha convissuto con l’amante (che per lei aveva lasciato la moglie) per 27 anni, quando un bel giorno è stata lasciata da lui che è tornato dalla moglie. Non so se fosse malato o cosa ed è un caso estremo, però questi orrori accadono

    • Polly, 24 Gennaio 2020 @ 18:43 Rispondi

      @ Astrid, non dirlo a me che le ho passate tutte le fasi…

  • Riccardo, 24 Gennaio 2020 @ 18:44 Rispondi

    Prima di tutto voglio ringraziarvi per i contributi che avete dato, che ho letto con molta attenzione. Come sempre in queste situazioni da alcune risposte emergono concetti ed impressioni non sempre corrispondenti al vero, ma mi rendo conto che possono essere la conseguenza della mia necessità di condensare in poche righe eventi, sensazioni, emozioni e sentimenti di molti mesi.
    Ci tengo però a chiarire alcune cose :
    1. Sono stato definito più di una volta “mantenuto”, ma vi posso assicurare che ciò non corrisponde al vero, forse da ciò che ho scritto ho indotto in alcune di voi questa impressione. Dovete sapere infatti che prima di chiedere la separazione, analizzai molto razionalmente quella che avrebbe potuta essere la situazione economica con la mia compagna ed esposi molto chiaramente i miei dubbi e le mie perplessità sul fatto che non avrei potuto essere del tutto indipendente economicamente , almeno per i primi tempi, e ciò mi destabilizzava. A seguito di ciò ci lasciammo ed io tornai a casa anche se consapevole che lo stessi facendo per questi motivi, ma del resto non sarei stato l’unico da quello che sento in giro. Durai pochi giorni a casa e me ne andai chiedendo la separazione, perché l’idea di far finire una storia così bella per motivi economici mi faceva contorcere le budella e perché mi convinsi che con mia moglie non poteva continuare. Il sostegno che la mia compagna mi offre , è rivolto unicamente a permettermi di poter sostenere, in questa fase transitoria, le spese ingenti che devo affrontare in questo periodo (affitto, utenze, mantenimento, spese universitarie e scolastiche dei miei figli, loro svaghi, etc…). Ho un lavoro di responsabilità con un buon stipendio, ma che diventa insufficiente laddove si devono mantenere 2 case, 2 utenze, mantenimento e via dicendo. Rispetto il parere di tutti , ma il concetto che ho sempre avuto del “mantenuto”, perdonatemi, è stato sempre un altro. Fermo restando che anche io, seppur in misura minore, partecipo alle spese che una coppia può sostenere nella quotidianità.
    2. Da più parti mi hanno consigliato che forse ho sbagliato a “tuffarmi” subito in un’altra convivenza, avrei dovuto e dovrei concedermi più tempo da solo, per poter riflettere e per poter trovare in modo più adeguato un nuovo equilibrio, senza che questo possa significare non frequentarsi sia chiaro. Proporlo ora non sarebbe imprudente ? Non potrebbe essere visto come un passo indietro o frainteso? Fatemi sapere che ne pensate.
    3. l’esistenza della mia compagna e della nostra convivenza è nota a diverse persone, tra le quali la mia famiglia di origine che non ha buoni rapporti con mia moglie. Anche alcuni amici più fidati ne conoscono l’esistenza e la nostra condizione.
    Vi ringrazio fin da ora dei vostri eventuali contributi.

    • Polly, 24 Gennaio 2020 @ 19:17 Rispondi

      @Riccardo, io direi di sì, stare per conto tuo aiuterà te a fare chiarezza sul tuo stato, ciò che vuoi davvero. Le donne amano gli uomini che parlano chiaro per cui la tua nuova compagna dopo iniziali struggimenti, capirà che così potrete avere una vera opportunità e che lei per te non è un ripiego. Certo che la frequentazione continuerà con lei, giornalmente e con ardore, ma questo eviterà in futuro che tu la ritenga causa di un malessere che riguarda solo te. In bocca al lupo.

    • Mary, 24 Gennaio 2020 @ 21:44 Rispondi

      @Riccardo mi sembra azzardato darti una risposta per la tua compagna/amante, ci sono talmente tanti fattori in gioco, il suo carattere, le sue esperienze, direi anche il periodo che si è fatta da amante, sia come durata che come impegno.
      E’ possibile lei la prenderà come illustrato da @Polly, ti scrivo la mia risposta personale: sarebbe DI FATTO un passo indietro senza se e senza ma. La porta sarebbe aperta chiaramente, al tuo bisogno di stare solo, ma non potrei MAI E POI MAI rimanere in una gabbia dove un giorno se e forse tu torneresti, quindi aperta la tua porta, aperta la mia.
      Se nominassi la parola “ci frequentiamo” per me sarebbe uguale a torni a farmi da amante, e non ci tornerei. Qui si parla di storia di amanti, perchè la durata del tempo investito spesso porta a chiamarle così, ma di fatto si tratta di frequentazioni, ed è una parola che mi renderebbe un tantino nervosa, specialmente se la intessi come “tu rimani ferma lì, non ti smuovere di un millimetro”, mentre io mi allontano e penso a cercare il mio equilibrio.
      Ecco non ci sarebbe spazio per qualcosa di questo tipo. Anche accettassi sarebbe impossibile poi ritrovarvi nello stesso posto, a livello interiore dico, magari lì per lì non sembrerebbe ma poi verrebbe fuori. E a quel punto sarei io a dovermi staccare per cercare equilibrio, e non è detto che tu ne faresti parte.

      • Mary, 24 Gennaio 2020 @ 21:47 Rispondi

        Errore: intessi = intendessi

        Usa le nostre risposte per riflettere ma poi parlatevi fra voi!!!

        • Polly, 24 Gennaio 2020 @ 22:55 Rispondi

          Esatto @Mary! @Roberto, il sesso e la passione vanno conditi di sana comunicazione. Se sei all’inizio e ometti alcune cose, temo non andrai lontano… Nemmeno in questa unione. Forza!

    • Rosa, 24 Gennaio 2020 @ 22:43 Rispondi

      Riccardo, ho riletto più volte il tuo primo intervento prima di rispondere.
      Sai cosa non traspare? L’amore per la tua compagna attuale. L’ho cercato ma non l’ho sentito. Non lo trovo nemmeno nel tuo negare la sua esistenza con tua moglie.
      Sembra quasi, in questo modo, che tu voglia tenerti aperta la possibilità di un futuro rientro a casa.

      • C., 25 Gennaio 2020 @ 20:43 Rispondi

        Nemmeno io,
        Se amasse la sua compagna tutte ste pippe mentali nemmeno se le farebbe.
        Mah…
        1 I figli sono grandi e se la tua compagna li accetta e li accoglie problemi non ce ne sono.
        2 I soldi anche se sono pochi per la doppia gestione bastano perché ci sono quelli della tua compagna.

        Allora il problema vero qual è?!?
        Ma sta compagna la ami o no?!?

        • Mary, 26 Gennaio 2020 @ 23:14 Rispondi

          @C. secondo me lui ha perso la motivazione che l’aveva portato a stare con questa donna, e lasciare la moglie per lei. Finchè erano amanti era tutta un’emozione, ora che si trova insieme a lei e son finite le emozioni da Romeo e Giulietta non c’è altro. Lei è presa da un nuovo progetto, lui si dice “ma come, ma io ce l’avevo già” e non prova più emozioni a stare con lei. Che dici @Riccardo?

          • C., 27 Gennaio 2020 @ 15:24

            sì,
            hai ragione

    • Eli, 26 Gennaio 2020 @ 17:09 Rispondi

      @Riccardo, se fossi nella tua compagna, a fronte della tua decisione di stare da solo… ti lascerei solo proprio.
      Fossi in lei ti direi o dentro con me o fuori ma senza di me, liberi di fare ciò che volete e frequentare chi volete…. poi, una volta chiarito e risolti completamente i tuoi dubbi, se lei ci sarà ancora bene! Altrimenti ogni lasciata è persa e probabilmente non doveva andare. A tuo rischio e pericolo.
      Questo passaggio era da fare tra tua moglie e la convivenza con la nuova compagna… così sicuramente è visto come un passo indietro.
      Certo che se sapesse di questi dubbi la prenderebbe lei la decisione.
      Io la vedo così 😉

  • Ariel, 24 Gennaio 2020 @ 19:13 Rispondi

    @Riccardo
    Grazie per l’apprezzamento a i nostri diversi commenti.
    Come già ho scritto in altro commento ovvio che sempre si debba tenercconto che le nostre rispetto ste sono relative a ciò non solo che leggiamo ma pure alle differenze di interpretazione che sta naturale ognuno sente in modo diverso.

    Fatta questa premessa importante credo che sia sempre meglio procedere per passi che possano contenere il più possibile il principio del “ Do uguale”

    Quindi se per adesso non riuscite esattamente insieme alla tua amante amata a vivere una convivenza alla pari economicamente
    Secondo me,è meglio vedersi ognuno con ancora la propria indipendenza economica

    Perché è evidente che lo squilibrio intriseco innegabile e pure con tutte le buone oneste intenzioni reciproche esiste e resta uno squilibrio che già non depone bene soprattutto quando ancora si vive l’altro squilibrio quello delntuo matrimonio e casa e tutto ciò che umanamente vi sta in una situazione non ampncora chiarita con la moglie e del tutto
    Separazione progetta insieme alla tua amata insieme fate una road maps millimetrica e cioè ogni punto va concordato insieme e con tempistica scritta come dei limiti ben precisi da rispettaere insieme

    Soltanto la apertura delle proprie calme emozioni può davvero aiutarti a scomporre i problemi
    Uno fai la road maps evita di proseguire convivenza senz equilibrio del do uguale parla aperto sereno a tua amata concora tutto con lei in equilibrio.

    Poi dopo subito parla a tua moglie con calma aperto con emozione buona positiva limpido alla luce del sole nella verità di te stesso ecco

    Tutto questo insieme mai potrà farti stare male
    E qualunque risultato avverà mai potrai pentirti di essere stato
    Un Vero Uomo che Sto arrivando! Essere pure aperto fragile e intenso e voler costruire rispettando un vero dialogo fino a fare insieme in un calmo equilibrio ciò che davvero senti di buono di giusto per te stesso.

    Qualunque risultato sarai stato
    UOMO VERO SINCERO
    NON PERDE MAI!!!!!

    Bon courage ce la farai se solo vorrai!!!

  • Nina, 24 Gennaio 2020 @ 20:56 Rispondi

    Guarda scusami se insisto ma anche il mio ex aveva problemi di soldi e diceva le stesse cose che dici tu. Lo so che non fai il mantenuto ma non puoi e non devi appoggiarti a lei. Te lo dico x esperienza e perché se qualcosa va storto è un casino e inoltre genera squilibrio. Risolvi in altro modo.

    • Mary, 24 Gennaio 2020 @ 22:00 Rispondi

      @Nina la questione dei soldi è secondaria al loro rapporto, lei gli è solo andata incontro come farebbe qualsiasi compagna in un periodo dove il lui della situazione avesse problemi economici. Se fosse sua moglie non credo che avreste sollevato tutte ste questioni per i soldi.

      • Ariel, 24 Gennaio 2020 @ 23:00 Rispondi

        @Mary
        Però scusa ,ma secondo me finché non si sta insieme autonomamente e cioè è concretamente finito in separazione registrata il legame di Riccardo la compagna amante amata tutto amore ok ,ma non è mai bene imoegnarsi prima di vedere i fatti concreti e quindi prima ti separi e poi allora sarò tua compagna e tu mio compagno e solo allora potremo darci veramente tutto

        Altrimenti si rischia veramente troppo squilibrio e 9/10 le esperienze qui insegnano che sempre la Donna a poi essere fregata e a volte più che a volte si abusa pure dei soldi della propria amante

        Si okkei Amore ,ma che sia a due !

        Concreto.

  • Nina, 25 Gennaio 2020 @ 17:15 Rispondi

    @mary guarda con la moglie sarebbe diverso perché è nel matrimonio stesso che ci si impegna a sostenersi anche economicamente, mentre un’amante per di più nascosta al mondo non ha una tutela una e siccome qui tutti gli uomini ai loro soldini fan bene attenzione allora dico facciamo lo stesso. Questo lo dico a ragione veduta perché come sai io sono in causa con mio ex amante che con me fece proprio come lui.. secondo me finché si sta nell’ombra e finché c’è uno incerto come lui è, almeno non rimetterci..e guarda che io ho aiutato con amore e spontaneità ma col senno di poi penso sia stato un grave errore non solo sul piano economico ma perché se io non lo avessi aiutato lui lo sforzo anche materiale che io ho fatto x lui non lo avrebbe fatto e io mi sarei resa conto prima della sua poca convinzione.

  • Mary, 25 Gennaio 2020 @ 20:53 Rispondi

    @Ariel @Nina voi fate una scissione tra sentimenti e soldi, eppure siete state amanti e sapete come funziona. Nina tu sei finita in causa. Io non avevo modo di aiutarlo economicamente. Avessi potuto gli avrei regalato un castello perchè ne ero innamorata. Non è che mettevo i sentimenti perchè non erano materia, e non mettevo soldi perchè quelle son cose che si fan da sposati, non avevo bisogno del contratto matrimonio (non ho mai creduto nel matrimonio). Se lui si fosse separato e fosse venuto venire a vivere con me e avessi pagato io, se qualcuno fosse andato a dirgli vattene per i soldi, mi sarei ben incacchiata, diverso è se lui fosse stato con me nascondendo ansia e infelicità, diverso è se non fosse esistito un NOI. Per quello dico che è una questione secondaria. Voi dite a @Riccardo di non accettare soldi da lei, ma per me è come gli diceste non accettare sentimenti da lei. Lui li ha accettati perchè gli han fatto comodo, l’uno e l’altro.
    Quello che gli fa ansia ora, non sono i soldi, sono i sentimenti, percui che smetta sta cosa dei soldi, lasciando aperta a lei l’illusione di un futuro, magari per menarla altri mesi, altri anni e infine tornare alla moglie, bè vale molto molto di più dei soldi. Perchè la sua vita, il suo tempo, il credere in un amore, quello che lui le sta portando via per magari un domani dire che è stato un errore, una sbandata, che ha sempre amato sua moglie, nessuno nessuno potrà mai risarciglielo.

    • Ariel, 26 Gennaio 2020 @ 17:13 Rispondi

      @Mary
      Si comprendo il tuo punto di vista ,ma resto convinta di una cosa fondamentale lo stesso che nel amantato contano i fatti concreti

      Proprio perché già si parte in una relazione chiaramente sbilanciata e cioè essere amanti significa condividere la persona che si ama con un altra o moglie o marito o quel che è

      Allora molto semplice
      Dopo i primi momenti di tempo in cui ovviamente umanamente si comprende gli amanti hanno entrambi bisogno di capire se esistano sentimenti reciproci e uguali intenti di ricfarsi una vita insieme

      Okkei ,ma dopo poco almeno chi sta sposato dovrebbe aprire la crisi in casa anzi prima fare insieme la road maps insieme concordata in ogni punto

      Poi dichiari crisi e ufficializzi che si ha una relazione extraconiugale su basi affettive solide con lo scopo di separarsi ecc.

      Nel frattempo secondo mio modesto avviso,
      Finche la road maps non si concretizza nel rispetto di ciò che insieme si è stabilito è un bene non condividere nessuna casa anche se si avessero le possibilità economiche

      Perché come da testimonianza qui presente in molti casi finché non ci sta la vera realtà della separazione legale fatta l’Uomo tende a ritornare sui suoi passi

      Insomma amore si certo ma va dimostrato con fatti concreti che non sono ti presto soldi ,ma separati se davvero vuoi costruire con me

      È altamente rischioso ,ma non solo per i soldi ,ma di più per il dolore e la delusione ancora peggio per chi ha fatto avanti usciti ,ma ancora col piedino nel matrimonio e poi un bel GNIENTE di fatto e il ritorno a casina dalle lasagne della moglie che sono così buone

      Non è un problema venale di soldi ,ma La Donna è matematica del cuore che è sempre meglio tutelarsi con la concretezza dei fatti.

  • Nina, 26 Gennaio 2020 @ 21:31 Rispondi

    @mary io forse non mi spiego ma quando si parla di gente che sparisce con cifre a 4 zeri io credo, come @ariel, che sia giusto mettere in guardia le persone. Perché tutti d’accordo che i sentimenti sono impagabili me dovrebbe valere x tutti, e poi mica gli sto dicendo di lasciarla x i soldi ma di non usarla questo sì e proprio perché è innamorata. Guarda la perdita di lui è orrenda ma se ci aggiungo la truffa è intollerabile e ti assicuro che non sono ricca.

    • Mary, 27 Gennaio 2020 @ 16:03 Rispondi

      @Nina capisco. Ma tu non lo dici a lei, potrei capirlo se dicessi a lei di stare attenta, ma lo dici a lui. E mi dispiace ma lui è un traditore, cioè, è uno che al massimo sta cosa dei soldi la userà come scusa per ritirarsi a cercare il suo “equilibrio” senza dire altro a lei, magari vedendo come butta con la moglie, cercando di capire come sarebbe un suo rientro a casa, perchè è a quello che mi pare lui pensi, non certo all’amante.

  • Nina, 29 Gennaio 2020 @ 01:15 Rispondi

    Ok @mary adesso ho capito cosa intendi e hai ragione..solo che qui lei non c’è e allora cercavo di fare ragionare lui, ritenendolo comunque in buona fede, come sinceramente penso che anche il mio fosse..

  • LEI, 29 Gennaio 2020 @ 09:48 Rispondi

    Io credo che abbia fatto bene a non dire che aveva un’altra. Diventa ancora più difficile da digerire per la moglie e i figli.
    Per quanto riguarda la questione economica, se la nuova compagna ha meno problemi fa bene a comportarsi come sta facendo. Non mi sembra che lui la stia “usando”, e non mi sembra che faccia il mantenuto. Lui ha comunque dei figli e quindi una disponibilità economica più limitata.
    Considerate che lui sta lasciando un passato molto strutturato, con traguardi raggiunti in tanti anni, mentre la compagna ha sicuramente meno rimpianti e sensi di colpa.
    E’ comunque una situazione sbilanciata e questo può spiegare le diverse reazioni.
    Deve soltanto fare uno sforzo maggiore per non continuare a vivere nel passato e lanciarsi con entusiasmo nei nuovi progetti.

  • LEI, 30 Gennaio 2020 @ 08:41 Rispondi

    Molte di quelle che scrivono qui sono single con amante sposato e con prole.
    Ma quelle sposate e con prole cosa ne pensano? Davvero riuscirebbero a distruggere e ricostruire senza dubbi, sensi di colpa e tentennamenti??? Davvero passerebbero da un matrimonio con famiglia ad una nuova coppia con la leggerezza della novità????

    • Astrid, 30 Gennaio 2020 @ 22:57 Rispondi

      @ lei io non sono più sposata da anni e ho due figli, quindi mi trovo in una situazione di mezzo. Posso dirti che comprendo dubbi e tentennamenti perché anche io li ho avuti in ogni relazione post matrimonio e la presenza dei figli mi ha fatto rifiutare convivenze e legami troppo vincolanti. Infatti linea di principio non mi meraviglio che una persona sposata non si getti a capofitto in una relazione nuova, anzi lo considero saggio perché c’è bisogno di tempo per metabolizzare il distacco dal passato e evitare di prendere abbagli dolorosi per tutti. Questo però se si è in buona fede, e, come vedi, qui sono pochissime le donne che hanno costruito una nuova coppia con l’amante. Il senso di colpa invece non mi convince: odora di pretesto e dà l’occasione di fare le vittime, magari adornandosi anche con lacrime di coccodrillo, che fanno sempre comodo. Troppo ipocrita per i mei gusti.

    • Florence, 19 Febbraio 2020 @ 16:48 Rispondi

      Per me l’idea di separare i miei figli dal padre, che adorano, era difficilissima da accettare. Ma ero davvero innamorata del mio ex e con il rispetto di determinati tempi avrei scelto una nuova relazione con lui, consapevole di tutti i problemi che avrebbe comportato. Lui non ha avuto il coraggio di considerare questa possibilità.

  • Astrid, 30 Gennaio 2020 @ 09:31 Rispondi

    @ rosa applausi al tuo commento. Nessuno confessa l’errore se non è stato scoperto, altrimenti non ci sarebbero persone che continuano a tradire per anni, a volte per tutta la vita, con la stessa o altre persone. Se il matrimonio è agonizzante o morto, non c’è partita, l’occasione per tradire si va a cercare. Se errore c’è e’non parlare al coniuge della crisi e di come la si vuole gestire ma è proprio questo che i traditori non vogliono fare. Vogliono tenere il matrimonio in piedi comunque.
    Entra in gioco la mentalità prevalente, forse anche il fatto che gli uomini si sposano ancora per “sistemarsi”, forse la paura di riconoscere che la monogamia è un feticcio, sicuramente la mancanza di rispetto per l’altro, che se sapesse tutto potrebbe fare la sua scelta, compreso andarsene per la sua strada.
    Tante ragioni culturali, sociali economiche e religiose, che impediscono di sentirci liberi di chiudere matrimoni e convivenze, modificare assetti familiari e amicali, che terrorizzano con la prospettiva di impoverirsi a causa delle separazioni, cosa peraltro vera in molti casi, di perdere i figli, etc. Parlo ovviamente di chi si coinvolge emotivamente e poi fa disastri seminando sofferenza. sono d’accordo con @oldplum. dopo anni di rapporto con un’altra persona, forse già dopo qualche mese, per il solo fatto di decidere di tradire, non si può non cambiare. Se questo non ti modifica -disturbati nel comportamento e seriali a parte- e’ davvero grave. Sarai paracul* ma in realtà sei deficiente

  • LEI, 30 Gennaio 2020 @ 15:11 Rispondi

    Il problema è che quando ti rendi conto che stai per tradire sei già travolto dallo sconvolgimento ormonale, che è talmente bello e potente che è davvero difficile riuscire a sottrarsi a tutte le sensazioni che sicuramente non si provavano più da anni. Infatti spesso i sensi di colpa, la paura di essere scoperti, i ripensamenti, sopraggiungono qualche mese dopo, quando si inizia a riacquistare un po’ di lucidità.
    Quando ci caschi è perché hai bisogno di colmare il vuoto di una relazione che sotto molti aspetti è spenta. Altrimenti proprio non ti passa per la testa.
    Per questo forse si può anche dire “è stato uno sbaglio”, ma il tutto va argomentato con delle ragioni del tipo mi sentivo lontano da te, non mi sono reso conto di quanto tu fossi ancora importante per me, ecc…
    Perché un tradimento può essere davvero uno sbaglio, ma solo se dura il tempo necessario ad accorgersi che era solo un abbaglio, che il cuore comunque è rimasto a casa..

    • Astrid, 30 Gennaio 2020 @ 22:36 Rispondi

      @lei fatico a credere che da adulti, dopo una relazione importante e dei figli, si possa cadere preda di uno “sconvolgimento ormonale” travolgente, a meno che non ti innamori alla follia, tipo colpo di fulmine. Caso possibile ma raro.
      Io penso il contrario: ti accorgi eccome di quello che ti sta accadendo, potresti anche decidere di fermarti e invece tradisci ugualmente perchè rinunciare all’emozione e al colore che ti ravviva le giornate è da santi – per chi ci crede- o da asceti.
      Nessun giudizio, può capitare di cedere anche ad una tentazione momentanea e non penso che solo per questo ci si debba flagellare, perfino mentire una volta tanto non è poi così grave. Però… se poi dopo i primi momenti di passione entri in una relazione vera e propria, in cui si dedica anche parecchio tempo all’amante, lo vorrai riconoscere che il tuo matrimonio è in crisi o no? E all’altro coniuge, la persona TANTO importante nella tua vita, due paroline due gliele vogliamo dire?
      Altrimenti, mi spiegate che cosa significa essere sposati con qualcuno? solo dividere la casa, la spesa, andare la domenica a pranzo dai suoceri e trascorrere le vacanze insieme? sarò ingenua, ma penso che l’altro debba essere un compagno di vita e come tale meritare rispetto, anche se l’amore è finito, anzi soprattutto in quel caso, perché ha diritto di sapere quanto meno che il sentimento che aveva ispirato non c’è più e scegliere che vita vuole vivere dopo.
      Quanto al dire che è stato uno sbaglio, distinguerei tra quello che si dice all’altro e quello che si dice a se stessi. A parte i casi in cui si è davvero “caduti” in una trappola emotiva, a te stess* davanti allo specchio o nei tuoi soliloqui interiori puoi dire che hai sbagliato per x mesi o x anni?

      • cossora, 31 Gennaio 2020 @ 09:52 Rispondi

        @Astrid, che tu sia benedetta: e all’altro coniuge, la persona TANTO importante nella tua vita, due paroline due gliele vogliamo dire?

        No, perchè quando l’amante ci dirà che ha deciso non di costruire con noi (80% dei casi, dei quali dentro di noi ne siamo profondamente consapevoli) poi con chi andiamo in vacanza, a pranzo la domenica e compagnia bella?

        Le bugie le dicono tutti e tutti a proprio favore!

        • Rosa, 31 Gennaio 2020 @ 13:01 Rispondi

          non è così per tutti cossora, non generalizzare.
          Io in vacanza da sola ci vado, e ci sto pure bene. Da anni, per motivi diciamo lavorativi suoi, sono abituata a far da me, già da quanto avevo i figli piccoli, figuriamoci ora
          Le bugie le dico perchè come ho già detto in altre occasioni, l’altra parte è debole e non vuole sapere.
          Perchè, io da un marito che ti ama, e che non può non percepire il tuo distacco fisico, e mentale da anni, e ripeto ANNI, mi aspetto che ti guardi negli occhi e domandi: cosa succede?
          E invece niente.
          Le bugie alcune volte si dicono per pena, che non è meglio che dirle a proprio favore.

          • alessandro pellizzari, 31 Gennaio 2020 @ 13:46

            Le bugie fanno parte della vita normale siamo onesti. Si va dalla bugia sociale tipo come sto con questa pettinatura bene anche se fa schifo alla bugia pietosa per il malato a quelle ai figli e anche ai partner. Esiste però un limite a tutto. Non mi puoi dire che sei libero se vai ancora a letto con tua moglie

        • Ariel, 31 Gennaio 2020 @ 19:45 Rispondi

          @Cossora
          @Alessandro
          E per chi vuole leggere

          Secondo me finché non si smette di assolversi perché così fanno tutti non serve
          È ingannare se stessi

          Non mi deve interessare se le bugie le dicono tutti o no
          No quello che Deve essere messo sempre in evidenza è che MENTIRE NON FUNZIONA MAI

          Ma finché si continua pure lo si fa perché quando la maggioranza sta a pecorone e sinfa influenzare dai Media dai like dal dato che tutti mentono sono assolta e in automatico si riduce il vero valore del essere sinceri

          Questo nn da un punto di vista morale
          Non c’entra nulla la morale ma c’entra imparare tutti ovviamente me compresa ad allenarsi a guardare da lassù dove senza la gravità finalmente si hanno tanti diversi punti di vista

          Lassu nel mondo di Chagall immaginario ci permette di essere il più possibile senza LA LINEA INTERNET fiss sul COSÌ FANNO TUTTI

          E questo stare lassù aiuta dal ragionare con la propria testa e basarsi su ciò che davvero funziona sicuro LA SCIENZA!!!!! E quindi a smettere di assolersi nel die bugie perché intanto tutti fanno così

          Ma chi lo ha detto?
          E come fate a dire che tutti mentono?
          La scienza aiuta a capire perché si mente
          La differenza tra una bugia e un altra
          E il come capire se si mente o no

          Certo ma bisogna SALIRE IN ALTO SENZA LA GRAVITÀ
          Dove lassù non esiste lo stampatello maiuscolo !!!!
          Questa x @Caro Alessandro!!!
          Prosit ragazzi
          Che sto a vivere nei mie vini pregiati ah ah ah !!,
          Mentre vi dipingo!!!

          • alessandro pellizzari, 1 Febbraio 2020 @ 10:26

            Cara Ariel, il mondo non è bianco o nero: è grigio

          • Ariel, 1 Febbraio 2020 @ 15:12

            @Caro ALessandro
            Ovviamente che se si vuole vedere la pratica del mentire avendo con scopo valuto caso per caso per scoprire il perché si sia mentito e in cosa e come sono ovviamente d’accordo con te ,ma il principio base è realtà concreta che comunque aldilà delle sfumature di colori dei perché e motivi per cui si mente

            La realtà che mentire non serve MAI a risolvere il problema soprattutto verso se stessi e gli altri

            Non ci sono bugie pietose lo so accade certo che molti di noi lo facciano ,ma se ci si riflette l’obbi che funziona sempre è dare la possibilità di far conoscere la vera realtà alle persone perché gli si da la LIBERTÀ DI SCEGLIERE VERAMENTE ciò che vogliono per loro stessi

            E dire bugie è arrogarsinil diritto di sostituirsi alle decisioni altrui.

            Certo con ececezioni tipo non capace di intendere e volere
            O esprimirsi in verita sempre ma con la prima infanzia utilizzando delle espressioni adatte alla sensibilità e comprensione dei bambini

            Ma tutto l’obbie E cioè l’impegno che è un bene irrinunciabile resta la Verità

            Allora secondo me spesso accade di auto farsi gli sconti dimenticando il vero obbiettivo che serve per far funzionare tutto se stessi e il rispetto dovuto algli altri fatte salve le eccezioni di cui sopra.

            A volte ho la impressione relativa che tu confonda la mia espressione scritta perché magari non sono capace a scrivere?
            Può certo essere

            Comunicare così molto difficile
            A volte ognuno si esprime a modo suo dando per scontati delle cose che umanamente possono divenire dei pregiudizi inconsapevoli

            Ma sono una Donna piena di colori e sfumature cosi vaste che a volte ci si può confondere.

      • Rosa, 31 Gennaio 2020 @ 12:50 Rispondi

        @Astrid concordo pienamente con quanto hai scritto.
        Lo sconvolgimento ormonale lo lascio ai quindicenni. Diciamo che forse è l’incredulità che stia capitando proprio a te, che non eri in cerca di nulla. La presa di coscienza che se sta succedendo, è perchè il tuo matrimonio poi così bene non è che vada, e l’egoismo di dire, sto bene, mi fa star bene, provo a vedere che succede.
        Poi entri in una relazione vera e propria, come dici tu, ed inizia ad essere troppo tardi per rinunciare, non vuoi rinunciare da un lato e non vuoi ferire dall’altro.
        E ti ritrovi esattamente come hai descritto, ad essere sposata=SpA.
        Non ho sbagliato, non è stato uno sbaglio, è stato ponderato, pensato e vissuto e sofferto.

      • LEI, 31 Gennaio 2020 @ 13:03 Rispondi

        Astrid ma davvero tu credi a tutta questa purezza? Se così fosse in Italia i divorzi sarebbero decuplicati.
        La maggior parte dei tradimenti finisce in sordina, e il coniuge tradito sente solo una folata d’aria passeggera e si chiede “cos’è stato?”. Ma lo dimentica presto, preso dalla solita routine.
        Se tutti gli amori finiti si concludessero con un divorzio, non oso immaginare…

        • Astrid, 31 Gennaio 2020 @ 15:42 Rispondi

          @ Lei io non “credo” nulla. Mi limito a pensare che se ti sposi con qualcuno e poi vai in crisi, magari anche da sol*, perché no, all’altro lo dovresti dire. Senza eccedere in verità, io stessa non so se rivelerei i tradimenti, ma se è finita anche l’altro lo deve sapere. Ti disturba il fatto che i divorzi aumenterebbero se ci fosse più sincerità reciproca?che tempi, signora mia!
          Il mondo sta cambiando e ci sono più persone che alle relazioni sanno dare valore, quindi se è il caso le CHIUDONO o comunque PARLANO CHIARO.
          Infatti divorzi aumentano perché grazie al cielo nessuno è più costretto a stare in un legame che è finito. Che piaccia a meno ai benpensanti. E poi, scusami, parli da signora bene e con tipico cinismo da salotto solo perché sei tu quella con l’amante. Chissà che diresti a parti invertite.

  • Eli, 31 Gennaio 2020 @ 09:08 Rispondi

    @Alessandro, vorrei avere il tuo parere. Come sai, lui scoperto per la terza volta dalla moglie, le dichiara amore pubblicamente. Gli chiedo di vederci. non vuole. La storia è chiusa, lui sa che per me lo è definitivamente. Per un mese scompare e ciò che mi aspetto questa volta è che non ritorni mai più. E invece ritorna con i suoi abili trucchetti a fare orbiting. Lo ignoro. Gironzola dalle mie parti. Mi scrive mail e non rispondo. E’ martellante nel farlo, mi chiede di vederci, insistentemente. Non rispondo, resisto, finché ieri rispondo “AHIME” di NO, che ormai è chiusa, che lui non ha voluto vedermi quel giorno ed io non gli concederò un incontro. Mi risponde inviandomi una foto di un oggetto che per noi ha un valore simbolico di scelta. Una cosa che io gli avevo chiesto di fare da un anno e che non è mai arrivata e che guarda caso lui voleva darmi ora come pegno di scelta. Onestamente è stato un colpo basso per me. Ma non cedo. Lui mi ha scritto che quel giorno ha voluto lasciarmi così perchè solo così poteva capire davvero se mi amava!!! (cioè dopo quasi due anni che mi dici che mi ami e che abbiamo tirato in piedi un pandemonio coniugale…non avevi ancora capito?).
    Che uomo è @Alessandro? un uomo che fa questo… è come dire, ti ho lasciata in modo schifoso, ti ho dissanguata e ora che sono ritornato e ti volevo regalare la favola che hai sempre sognato sei tu a non volerla!!!
    Ma un uomo degno di questo nome… una volta deciso e sapendo che avrebbe trovato la porta chiusa… non dovrebbe farsi da parte per il bene di chi dice di amare? nonostante provi ancora un sentimento. Mi ha lasciata! Se avesse chiesto tempo come una persona normale glielo avrei dato! Non c’era bisogno di farsi odiare.
    E comunque resta il fatto che sua moglie non lo vuole vedere nemmeno con il binocolo, gli lascia i figli fuori dal cancello! E tu hai deciso??? o sei rimasto in mutande e vieni da me?

    • alessandro pellizzari, 31 Gennaio 2020 @ 09:15 Rispondi

      È un cialtrone che è andato via tre volte e che ti vuole come stampella. Digli di scriverle a sua moglie certe cose e di concentrarsi sul suo inestinguibile matrimonio. Con certa gente forse non si parla neanche con la separazione in mano

    • Lia, 31 Gennaio 2020 @ 10:12 Rispondi

      @Eli lui ha provato seriamente a ricostruire con la moglie pur potendo avere te e ti ha lasciata. Questo è un episodio molto grave che lascerà, purtroppo, sempre un ombra sul vostro rapporto.
      Ma non siamo stanche di vivere nel dubbio? Prima, durante e dopo? Mi ama più di sua moglie? Tromba anche con lei? Lascerà mai la moglie? Tornerà da me? È tornato, ma sarò un ripiego? Basta! Chi ti ama davvero non vuole perderti e ti toglie ogni dubbio.

      • Eli, 31 Gennaio 2020 @ 11:03 Rispondi

        @Lia non ha mai provato seriamente ne a costruire con sua moglie ne a costruire con me. Il suo seriamente dura 1 mese e non di più. I dubbi con lui li ho sempre avuti, è sempre stato ambiguo. Certo che sono stanca! Dal momento che è finita levati dalle palle… basta! Mi lasci vivere, perché la decisione è stata presa con tutte le conseguenze che sapevamo ci sarebbero state. Però ammetto che questo colpo mi ha destabilizzata cribbbioooo… lo avesse fatto qualche mese fa sarebbe stato il coronamento di un sogno, ora è una presa per il c…o

        • Eli, 31 Gennaio 2020 @ 11:39 Rispondi

          Ma è giusto che io prenda atto che se è andata così è perché tutto sommato non c’era tutto questo grande amore. Fine della storia. I dubbi ci sono perché resta sempre quel rimpianto di cosa potrebbe essere stato. Ma non è. Vorrei solo poter liberare la testa da tutto e di certo questa cosa non aiuta.

        • alessandro pellizzari, 31 Gennaio 2020 @ 12:05 Rispondi

          Non è sentimento è libido

          • cossora, 31 Gennaio 2020 @ 12:09

            Quindi @Ale volendo riassumere: un uomo lascia la moglie se si innamora dell’altra. Altrimenti rimane con la moglie, non amando nessuna delle due.

          • alessandro pellizzari, 31 Gennaio 2020 @ 13:34

            Esatto. Rimane con ciò che di solito conviene di più soprattutto come comodità ed economia

          • Eli, 31 Gennaio 2020 @ 12:32

            Ma si @Alessandro!!! Probabilmente un forte sentimento di libido 😉 grazie <3

          • Eli, 31 Gennaio 2020 @ 13:50

            Nel mio caso quindi Lui non ama entrambe, quindi ha sempre tentennato e cercato di rientrare a casa. Ma a casa la porta era chiusa è quindi ecco qua che torna da me? Dove almeno aveva la libido?

          • alessandro pellizzari, 31 Gennaio 2020 @ 14:05

            Uomo convenienza

          • Ariel, 31 Gennaio 2020 @ 14:32

            @Cossora questo non possiamo sapere cosa faccia in realtà un Cialtrone a casa sua che fa?

            Ecco bisogna saper distinguere
            E cioè il CIALTRONZO è un disturbato del comportamento?
            E va a sapere a meno che non si ascolti non si studi non ci si interessi ,cosa sempre conveniente per se stesse quando si vive una relazione a perdere soprattutto quando si viene lasciate
            Già un indizio importante per se stesse
            E cioè chi mi ha mollato aveva mica un disturbo comporatmento?

            Se fosse così e se ci si informa anziché chiudersi nel proprio mondo senza Scienza ostinata nelle proprie fragili convinzioni

            Ecco che allora se fosse così chiaro che chi ha un disturbo del comportamento sicuro non è in grado di Amare nessuno in assoluto e cioè nessuna persona ne moglie ne amante ne figli nessuno ,

            Ma se fosse un Cialtrone diciamo più sano
            Cioè un manipolatore che magari si è concesso la scopatone con ammore Finto
            È cialtronzo e che ne so magari un giorno potrebbe pentirsi e amare sua moglie

            Difficilmente potrebbe amare la ex amante dal momento che la ha usata a scopo manipolativo
            Mentre con la moglie ha sicuro almeno inizialmente basato il suo legame su un qualcosa di Amore vero reciproco

            Quindi in questo caso di Cialtronzo potrebbe essere negli anni rinsavire e amare sua moglie

            La amante sempre è trattata da emme
            È matematica del cuore
            E cara Cossora questo modo di comportarsi porta un nome e motivo soltanto

            MASCHILISMO
            Non è una opinione personale
            La Scienza aiuta a guarire a evitare di farsi usare

            Gli uomini Veri esistono Cara Cossora e veniamo attratte da quelli davvero buoni equilibrati soltanto se sapremo umilmente accettare di non essere protagoniste
            Mettere in cantina orgoglio che non serve

            Serve umiltà calma affidarsi alla scienza che ami tanto nella Fisica ma la Medicina cinfa vivere meglio e a lungo

            Cur ate stessa dalla tua dipendenza affettiva e non incazzarti più con il mondo intero e nemmeno con te stessa

            Ognuno fa e ha fatto come meglio ha potuto nella propria vita ,ma adesso guarda avanti e prenditi cura significa vai da un terapeuta specializzato in dipendenza affettiva
            Investi non solo giustamente su ciò che ti arrichisce dentro okkei ha i il chiodo benissimo se ti fa bene
            Ma non basta e questo la capisci da sola sei una Donna in gamba e intelligente
            Solo che hai sofferto tanto nella tua vita fino a qui

            Lo suppongo semplicemente leggendoti
            E ecco calma i tuoi bollenti spiriti e curati davvero e metti una pietra sugli uomini manipolativi che si aprofittano di te in ogni modo

            Te lo scrivo sempre

            Per adesso sei troppo buona

            E quindi priogioniera dentro te stessa

            Ecco ce la farai di sicuro
            E basta offenderti

            È energia che ti fa solo che male
            Usala meglio
            Cerca un terapeuta specializzato
            Lontano dal tuo paese

            Provaci
            È il vissuto piu bello e davvero efficace per liberarti di tutto il male che hai patito nella tua vita

            Perché
            “Nessuno Può mettermi in un angolo”

            È una tua vecchia frase
            Che mi piace un sacco

            FORZA COSSORA!,,
            Non sei così kattiva come sembri anzi
            TROPPO BUONA!!!

            Dai brinda con me qualcosa di nuovo chissà possa entrarti dentro nel tuo silenzio privato
            Sto Vecchia e i Vecchi possono permettersi di parlare di più e meglio
            Perché hanno vissuto di più e peggio
            E poi hanno imparato cose

            Ecco perché ti scrivo
            Credimi con vero affetto e stima
            Se pensassi che non vali e che non ci sta verso di poterne uscire
            Non sprecherei il mio tempo con te

            Invece sapessi quanto mi ricordi me

            Da giovane

            Facevo la Cazzuta,ma
            Non lo ero affatto
            Ero Troppo buona!!!!
            ❤️

          • cossora, 31 Gennaio 2020 @ 15:55

            @Ariel ma chi si offende?
            Starò bene.. io sto benissimo.
            Ma te lo scrivo col sorriso sulle labbra.
            Lo sappiamo (e a turno ci siamo passate, magari ci ripasseremo) che quando ci offendiamo è solo un nervo scoperto, non è colpa di quella/o che scrive.

            Se poi consideri che siamo tutte in anonimato, chi se ne frega se tu mi vedi dipendente o troppo buona o troppo che ne so.
            Io ho la mia vita le mie debolezze e i miei punti di riferimento, per me sei più ‘preoccupante’ tu (passami il termine) perchè una veramente fuori da tutto non è così accanita, ma è un mio parere (sull’insistenza con la terapia credo sia solo perchè ti senti che senza saresti annegata, quindi ti capisco).

            Ma qui ognuno viene per dire la sua. E’ anche questo che tiene animato il blog di @Ale.

            Me ne sono sentita dire soprattutto da te e da @C. e ricordo la voglia di non leggere più, di non rispondere più.. nasceva dalla coda di paglia, nasceva dal fatto che facevate centro.
            Adesso è tutto diverso, credo -mi sbilancio- di aver risolto con me stessa.

          • alessandro pellizzari, 31 Gennaio 2020 @ 16:01

            Ti fa onore tutto ciò

          • cossora, 31 Gennaio 2020 @ 16:50

            Sentire di essere fedele a me stessa, di non scendere a compromessi e di non mercanteggiare ciò in cui credo mi fa stare bene. Si @Ale.
            Ho accettato il fatto che non posso controllare ciò che fanno gli altri, mi sento libera.
            Però sono passata nel buio pesto prima di arrivare a questo. Le tenebre non me le dimentico più. Qualsiasi cosa succeda adesso so che cosa non va bene per me.

            Speriamo.

          • Ariel, 31 Gennaio 2020 @ 19:20

            @Cossora
            Idem

          • Ariel, 31 Gennaio 2020 @ 20:41

            @Cossora
            Allora io non ho ancora capito cosa stai vivendo adesso ?
            Ti spiego la mia domanda trovo che nel limite della tua privacy e della tua libera disponibilità a rispondere la mia domanda sia utile per capire bene e uindi essere di aiuto per noi tutte che scriviamo qui nel tentativo di per chi non ha trovato soluzione sia importante la chiarezza di cosa sia la tua libera scelta fatta relativa al ex che ti ha mollato per primo

            E che non è chiaro cosa tu abbia in realtà fatto
            Cioè cme stanno le cose hai fatto il vero cds blocco totale?
            Si o no?

            Speri che torni da te ?

            La ragione di avere una chiarezza definita della tua realtà di adesso serve a rendere tutti intuoi commenti con un vero valore e cioè che davvero possano aiutare a capire le tue osservazioni renderti credbile che non significa crederti nel sensi di mancanza di fiducia ,ma per esprimere i propri convincimenti in modo che gli altri capiscano cosa vuoi dire sinha sempre bisogno di essere chiari nel raccontare la propria esperienza altrimenti non si può essere credibili e qualunque tua idea a priori può venire fraintesa o addirittura scartata

            Il che sarebbe un peccato e renderebbe inutile il tuo commento
            Perché per capire in un Blog esprimi il tuo pensiero okkei
            Ma su cosa si basa?

            Ecconracconta la tua testimonianza precisa sul tuo adesso com’è stanno le cose tra te e l’ex

            Spero che ti arrivi la bontà di questo mio commento per te e per noi tutte che ti leggiamo
            Ma molte non ti capiscono perché manca la tua chiarezza espressa nella situazione tua di adesso relativamente al amante ex
            Alle tue scelte e intuoi perché intuoi credo tutto questo manca Cossora è per questo che ne n vieni capita o non del tutto.

            Non parli mai della tua attuale situazione
            E invece questo serve al confronto e rendere vivo il Blog ad aiutare tante care ragazze.

  • Astrid, 31 Gennaio 2020 @ 15:50 Rispondi

    @alessandro concordo con te sulle bugie le diciamo tutti, ma quello che all’amante dice che non va a letto con la moglie, alla moglie non dichiara la crisi e sta beato con un piede in due staffe. Finché dura, poi, come si dice, “Dio vede e provvede”

  • Astrid, 31 Gennaio 2020 @ 15:57 Rispondi

    @ariel hai messo un dito sulla piaga (la mia). Sai che già prima della chiusura avevo dei dubbi sull’equilibrio mentale dell’ex? Sono passati mesi e i dubbi sono sempre la’, per fortuna non è tornato ma si è limitato a contattare terze persone senza avvicinarsi a me. Magari non saprò mai se è un cialtrone come gli altri oppure un disturbato, ma il dubbio mi conferma che il no contact deve rimanere assolutamente talebano.

    • Eli, 31 Gennaio 2020 @ 16:34 Rispondi

      Ecco! Io tra i dubbi dei dubbi, pure questo ho… che sia squilibrato

      • Ariel, 31 Gennaio 2020 @ 23:00 Rispondi

        @Eli
        È un motivo in più che ti aiuta pur nel dispiacere della relazione che ti ha fatto soffrire almeno sai che meno male che hai chiuso perché non ci sta nulla da fare e anzi questo spiega tante sue contraddizioni e tutto sto schema che da ciò che hai raccontato fa davvero supporre che sia un Narcista o simil disturbo

        Il che significa blocco totale non comunicazione
        Sparire e stop e se stai in difficoltà sai che esiste farti aiutare da un terapeuta specializzato in dipendenza affettiva che lui ti ha mesa così non è colpa tua questo deve esserti chiaro

        Puoi informarti direttamente per conto tuo e confrontare lavtua percezione ed esperienza con le indicazioni su vari libri testi di terapeuti che trattano argomento di queste relazioni manipolative che lo sono tutte quelle dei cialtroni ,ma certo che se ci stanno queste cose in più di tira e molla e ripetere sempre le stesse cose prive di una logica che lasciano dentro la sensazione che non si trovino risposte lgiche plausibili al suo comportamento ecco sta davvero probabile che lo sia

        Cara Eli ti auguro di riprendere respiro e riuscire a riporre la scatola immaginaria come di un vecchi caso di Cold Case ,ti ricordi il telefilm
        Casi vecchi che trovano soluzione e quindi la pace dentro a noi poter riporre via per sempre la scatola della esperienza che ci ha fatto male ,ma che ci è servita a crescere e trovare ciò che andavamo cercando
        Una nuova scoperta dinse stesse!❤️

    • Ariel, 31 Gennaio 2020 @ 16:36 Rispondi

      @Astrid,
      Ma infatti il fatto di saper ascoltare e potersi attivare autonomamente nel propria realtà oggigiorno esistono fonti più che attendibili e sicure per poter scoprire almeno in ragionevole dubbio quindi con una buona percentuale di probabilità di beccare giusta la propria sensazione appunto si può e serve moltissimo

      Primo per riuscire a fare luce su cosa si sia vissuto
      Allora di conseguenza sintrovano tutte le risposte alle naturali domande insoddifatte dal ex
      Tutti quei perché che creano emotività negativa fino in alcuni casi a disperazione quando ad esempio si rivela la crisi di astinenza data dalla dipendenza affettiva che è come una droga
      Ecco che quindi il fatto di riuscire a collocare già in che tipologia di cialtronzi si sia capitati aiuta a uscirne interiormente

      A rassegnarsi sul fatto Scientifico che nessun Disturbato del comportamento è purtroppo capace di amare ,ma nessuno nessuna persona

      Già in questi casi pur nel proprio dolore di fallimento della relazione almeno si capisce che appunto qualunque cosa avessimo fatto di diverso il risultato non cambia sicuro mai

      Alla fine tutti se non lo si fa prima da noi
      Sono loro fisso sicuro a scartarci e molti malamente apposta lo scopo è succhiare le nostre energie fino a distruggerci ,quindi
      Il vaffa deve essere silenzioso x sempre e definitivo

      Ma pure gli altri Cialtronzi il discorso per chi è stato amante non cambia
      Perché manipolatore sono lo stesso e chiaro con un amante passato un anno e zero risultato concreto significa soltanto
      Fai la schiava amante a vita
      Perché io uomo torno anzi mai lascerò mia moglie
      Fa troppo bene le lasagne….

      Ah ah ah
      Dai ridiamci su e libere di volare ma davvero !!!!!

  • Nina, 31 Gennaio 2020 @ 23:17 Rispondi

    @cossora io in realtà sono relativamente calma perché al di là di tutto sento che voglio bene a questa persona. Non mi aspetto più nulla da lui ma incredibilmente qualcosa di vicino al bene resta. Tanto che mi sto chiedendo se lasciare perdere con avvocati visto che so x certo (da fonti non manipolate da lui) che sta davvero male e probabilmente è in grosse difficoltà. Al tempo stesso so che non devo vederlo mai più perché affetto e chimica forse non fanno amore ma fanno guai certi. Io non so se è stata una dipendenza affettiva ma so che come un ex drogato non deve vedere la droga nemmeno in fotografia, x me vale lo stesso x lui. Detto questo a volte vorrei essere un uomo o una donna di 90 anni e dargli un abbraccio.

    • Ariel, 1 Febbraio 2020 @ 14:45 Rispondi

      @Nina
      Tu sai che ho vissuto una chiara relazione tossica e che da ciò che hai sempre scritto qui pure la tua terapeuta aveva avanzato la ipotesi che potesse trattarsi di Narcisista patologico

      Allora secondo mio modesto pensiero per avere vissuto esattamente la tua stessa reazione quella che hai scritto qui oggi

      E cioè che anche l’ex faceva uso di droga Cocaina e similari e alcolista

      Ecco sappi a detta dei terapeuti e Psichiatri internazionali che Una caratteristica costante presenza chi più chi meno come quantità ,ma sempre nei disturbo comportamento ci sono queste cose nefaste distruttive per loro.e per chi ci relaziona tutti parenti amci mogli figli amanti

      Droga
      Alcol
      Sesso promiscuo Cioè senza protezioni
      Bissessuale

      allora Quando stavo ancora dipendente affettiva anche per me ho fatto lo stesso identico tuo ragionamento dato dal sentire la dipendenza lo è Tesoro di Nina parlane in terapia prima di fare scelte a tuo danno sicuro

      Anche io provavo una compassione infinita che sconfinava nel sentire affetto e nel mio cds blocco totale che ho rispettato devo ringraziare la terapia specifica che ho fatto per la dipendenza affettiva che avevo
      Oure io dicevo le stesse cose
      Avevo così voglia di abbracciarlo !

      Quando lo ho mollato avevo scoperto tutto il suo nascosto o meglio sufficiente a mandarlo afann deciso
      E pure Cocaina e Alcol
      Che lui mi scrisse dopo il mio vaffa implorandomi di non abbandonarlo e confermandomi che appunto stava malato dipendente da alcol e droga e seriale pure

      Insomma riusciva non so come ancora a lavorare sapendo che mix fare per riuscire a non farsi accorgere dei suoi casini

      La mia terapia mi ha davvero salvata ,si in questo ha ragione Cossora a dire che magari sembro invasata da qui fissata con la terapia ,ma caspita sai Cra Nina in certi casi salva la propria stessa vita

      Sono persone imprevedibili e possono davvero essere minimo invasive della propria vita se non ci si mette uno stop che deve essere duro rigido fermo STOP FINITO

      Loro giocano sulla nostra empatia gigante e fanno le vittime in effetti sono vittime di loro stessi però e fanno danno Consapevole di farlo

      È loop senza fine se tu hai delle cause in corso insomma consultati con Psico prima e avvocati ,ma secondo me rischi moltissimo di non togliertelo mai più dai piedi

      Questi tornano sempre ci provano pure dopo anni a MENDICARE
      PerSUCCHIARE ENERGIE NOSTRE E con la VOLONTÀ CONSAPEVOLE DI FARCI MALE

      Sono soggetti VENDICATIVI perché il loro disturbo li fa percepire di essere in credito con il mondo intero e quindi ti sfrutto e ti distruggo finché nn ti vedo soccombere

      Cara Nina quanto ti comprendo
      Forza NINA quel abbraccio rivolgilo soltanto a te stessa!!!!❤️

  • Eli, 1 Febbraio 2020 @ 09:57 Rispondi

    Comunque riflettevo sul fatto che le scelte giuste si fanno quando hai entrambe le opportunità e non quando ne perdi una o perdi tutto. Se ci pensate è come nel lavoro. Volete mettere decidere tra il proprio lavoro che ci soddisfa anche se lo facciamo da tempo e un ottima opportunità che ci viene offerta… oppure trovarci licenziate e doverci accontentare di ciò che ci offrono?

  • Astrid, 2 Febbraio 2020 @ 14:16 Rispondi

    @mary secondo me quello che ti succede dipende da un’elaborazione non completa del trauma. Non sono certo un’esperta ma la tua reazione fa pensare allo stress post traumatico, in cui la realtà attuale, in cui cerchi di superare quello che hai vissuto,viene disturbata dai flash del passato. In effetti, anche se in seguito si capisce che quella storia era illusoria, il nostro cervello la trattiene come vera, anche per autodifesa. Penso che sia parte del processo di distacco. A mio avviso chi è intelligente – e qui in questo blog mi sembra evidente che il livello e’ alto- non riesce ad accettare di essersi fatto prendere per il culo, scusate la finezza. Vedila da un altro punto di vista: questa gentaglia vede che siamo in un momento di fragilità, e a ben vedere forse vale per tutti, qui, ci intorta per bene per i suoi comodi e ci fa cascare nel tranello. Chi è fragile a volte non si pone neppure il problema dell’altrui buona fede. Siamo stati corresponsabili dell’inganno? Secondo me si, ma non perché siamo stupidi, perché eravamo più vulnerabili del solito. Ecco perché queste persone sono schifose. Nessuna relazione può garantire una durata eterna, ma la differenza la fa la buona o la cattiva fede.

    • Ariel, 2 Febbraio 2020 @ 15:05 Rispondi

      @Astrid
      Stupendo utilissimo questo tuo commento infatti esattamente i cialtronzi ci scelgono come le prede ottimali proprio perché ovviamente la loro manipozione in mala fede funziona molto meglio se la vittima prescelta sta per i fatti suoi nella sua vita più fragile in quel preciso momento di vita sua

      Infatti se ci si fa caso e soprattutto conta la statistica osservazione scientifica ecco che chiaro che per definizione una amante Donna che significa essere Amanti Donne ?

      Essere in un momento di crisi personale e di sofferenza nel proprio matrimonio o da single fine della precedente relazione o ne vengo da una lunga malattia o un lutto a forte impatto emotivo il max spesso accade come a me Vedove

      Però allo stesso tempo le vittime di manipolazione da parte di questi uomini anche si cercano si quella che sta più fragile nel periodo e cioè non è affatto una Donna fragile non sono interessati a Donne qualunque,ma a Gente eccelsa Bella ,Ricca dentro ,piene di Talenti fuori dalla massa comune

      Questo ovvio attira in maggioranza i Disturbati di comportamento che deve compensate la immagine di sé che vede riflessa negli altri e quindi tende a scegliersela al max positivo

      Ma la stessa cosa vale lo stesso per uomini amanti che come qui vediamo dalle nostre storie vogliono la Amante super affascinante bella e che sia psico gratis brava ad ascoltare a sopportare a piegarsi con pazienza sempre cercare di capire gente con un cervello eccelso e empatia da vendere

      Parliamo di una Donna amante innamorata vera

      Ecco il dolo Maschilista

      Ma appunto in terapia ci dicevano in gruppo che mentre ai cialtroni restano cialtroni a noi resta cio che siamo DONNE SUPER IN OGNI AMBITO che infatti ESCONO DAL TUNNEL SEMPRE capaci se occorre di CURARSI

      Infatti a leggerci qui lo abbiamo ampiamente dimostrato che BEI TIPINI ECCELSI SIAMO e continuiamo a dimostrarlo!!!!!!

  • cossora, 3 Febbraio 2020 @ 15:32 Rispondi

    Io non credo che @Ale (proprio lui?!?) voglia dissuadere nessuno dal diventare amante.
    L’amore grazie al cielo è una magia e non si dcide a tavolino che quel collega / amico / ex-compagno di classe sposato ti entra nel cuore.
    Succede e basta. Succedono tante cose.
    Credo che il nostro padrone di casa semplicemente ci dia una lettura di certi atteggiamenti e contemporaneamente un suggerimento su come fronteggiare questi atteggiamenti.
    Non dice CDS nazista e fino alla morte, ma CDS per svelare le vere intenzioni.
    Davanti a certi comportamenti poco chiari ci mette a conoscenza di cosa succede nella maggior parte dei casi.
    Ma lui è la prova che la maggiorparte dei casi non è la totalità.
    E’ un consigliere che va assunto come tale: quando è sicuro dice ‘molla il colpo’ e quando si apre a una possibilità dice ‘è arrivato il momento di non concedere sconti’.

    • alessandro pellizzari, 3 Febbraio 2020 @ 17:04 Rispondi

      Esattamente

      • Ariel, 3 Febbraio 2020 @ 17:45 Rispondi

        @Caro Alessandro
        Ok però attenzione mi pare i tuoi suggerimenti siano in un range di tempistica che non è certo quella vissuta da te che sei un pa eccezione alla regola

        Perché il tuo caso su lungo cosro primo non conosciamo del tutto la vostra dinamica ovviamente per privacy giusta
        Ma già da quello che tu hai spontaneamente voluto esprimere nella tua storia presenta tante di quelle eccezioni che è fuori causa

        Senza figli
        Tua moglie Rita seconda moglie era libera da legami e senza figli
        Dai quindi

        Qui voglio solomprecisare che ti sei premurato di scriverci sempre che il cds va fatto col blocco eccome

        Allora cosa vai scrivendo adesso?

        Cosa ê una ritrattazione?
        Cosa fai gli sconti di pena?
        Le varianti che cambiano con gli umori e le persone?

        Allora scrivi ogni caso è a se
        Perché fino a prova contraria il cde ps per te è uno solo

        Tanto più che giustamente non puoi mai essere certo che non si tratti di un disturbato e quindi valgono regole precise altrimenti faresti un danno

        Quindi per favora chiarisci
        Non e questa tua risposta
        Contraddice ciò che hai scritto nei tuoi articoli commenti

        • alessandro pellizzari, 3 Febbraio 2020 @ 18:48 Rispondi

          Certo il cds va fatto col blocco

          • Cossora, 3 Febbraio 2020 @ 23:32

            Il blocco è nostro, verissimo.
            Ma esistono i conoscenti ed i luoghi comuni, non siamo irraggiungibili.
            Siamo irraggiungibili per chi getta la spugna.
            Non per chi ci vuole davvero.
            Il cavallo bianco é una metafora per dire che una persona, dopo aver vissuto la nostra mancanza totalitaria, trova il modo di raggiungerci e si dichiara intenzionata a ridiscutere tutto. Con i tempi, le difficoltà e le paure che prima la bloccavano sempre in primo piano, sia chiaro che non scompaiono.
            Solo una persona fuori di testa arriva dopo mesi di distanza con una separazione timbrata e figli ‘suddivisi’. Col rischio che ci siamo già sistemate? Ma per piacere..se lo fa, lo fa per impressionare. Nessuno molla la famiglia tollerabile e tutto sommato amata per fare un salto nel buio.
            Però succede che una minima sottile apertura susciti nella persona in questione il pensiero “o adesso o mai più” e questo scuota l’innamorato (sempre e solo se innamorato è, i miracoli non c’entrano).
            Insomma, qualsiasi cosa sia successa nel mentre, qualsiasi forza abbia dimostrato Rita, una cosa è certa: dentro di lei, l’amore per @Ale non si è mai spento. Ale lo ha intercettato quel sentimento. Rita non era un’illusa (chissà quante lo avrebbero pensato). Anzi, evviva: aveva ragione!

          • alessandro pellizzari, 4 Febbraio 2020 @ 08:18

            Bisogna saper scommettere anche in amore ma ne deve valere la pena. Se lui o lei dimostrano più volte che non valgono la scommessa meglio cambiare banco

          • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 10:00

            ma si @Caro Alessandro
            Vedi ho sempre pensato e via via leggendo e scrivendo qui nel tempo che senza volere cioè ovviamente anzi il fatto che tu abbia raccontato della tua storia e giustamente umanamente più che comprensibile qui ne hai sempre fatto un ritornello costante un mantra sempre con sto fatto Amore e cuore e i figli e il coup de foudre e angeli campane e tutta la cornice meravigliosa davvero della tua bellissima interiormente ed esteriormente famiglia

            Che voglio espromere
            Che questo ,secondo me,ha creato nelle persone più a tendenza dipendenza affettiva antica una sorta di baluardo di tout est possible
            Le reve massi che ci amiamo tanto

            Quindi la realtà umana è che proprio chi ha una dipendenza affettiva da anni non curata sta fragile e facilmente si confonde con la storia

            E sta inutile tu a volte diverse volte hai ricordato x scrittura che per voi è stata una RARITÀ e in più ripeto oggettivamente e giustamente esiste la tua privacy che ovviamente non ti consente di avere tutte le sfumature del tuo vissuto con tua Cara Moglie Rita.

            Ecco che le Filles le più gupiovani e fragili e dipendente chiara cadono nel SOGNO UNICORNI ROSA AD PERPETUAM

            E aivja a scrivere tutto ciò che hai scritto è impregnato nel troppo personalismo
            Che crea e ha oggettivamente creato fraintendermi e una costante corazza dura a aprirsi alla evidenza della tua OTTIMA Matematica del cuore

    • Astrid, 3 Febbraio 2020 @ 17:42 Rispondi

      @ cossora d’accordo con te. Tenendo presente le differenze tra caso e caso e tra una persona e l’altra, così come la bassa probabilità che da una relazione con uno sposato sortisca una nuova coppia. Probabilità che peraltro è bassa anche con un single.

      • Cossora, 3 Febbraio 2020 @ 23:34 Rispondi

        È una bassa probabilità che nasce dalla bassa frequenza di sentimenti autentici.
        Il vero amore vince.
        Ma quante volte è vero amore?

      • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 00:25 Rispondi

        @Astrid scusami non riesco a capire a quale situazione ti riferisci scrivendo che anche con il single la probabilità che la relazione funzioni andando in porto, sia la stessa che con lo sposato

        Cioè intendi dire tra amanti in cui uno dei due è sposato e l’altro single e libero?

        • Astrid, 4 Febbraio 2020 @ 08:44 Rispondi

          @ariel intendo dire che anche fra persone entrambe libere la probabilità che una storia si trasformi in relazione duratura non è molto alta, specialmente dopo i 35/40 anni. Almeno da quel che vedo e sento io. Sai, non è affatto scontato che l’innamoramento si trasformi in amore perfino se si parte bene. Personalmente lo trovo fisiologico, innamorarsi e’ relativamente facile, arrivare a stare insieme in modo più o meno stabile no. Non so però se hanno stilato statistiche @alessandro hai qualche dato percentuale?

          • alessandro pellizzari, 4 Febbraio 2020 @ 09:28

            L’innamoramento vero e condiviso da tutti e due in realtà non è frequente infatti molte coppie durano Max 3 mesi anche se il sesso va bene. I colpi di fulmine rarissimi. Parlo sempre di condiviso

          • cossora, 4 Febbraio 2020 @ 10:00

            Sono d’accordo @Astrid, con l’età si confonde un certo ‘conforto’ (sesso regolare, regolarità negli incontri e nel riempire i week end piuttosto che le vacanze) con l’amore, che poi amore non si rivela. Magari ci si fa compagnia e va bene a entrambi.
            Io non sono di quella chiesa li.
            O colpo di fulmine o faccio la mia vita che va bene così.

          • Elisabetta, 4 Febbraio 2020 @ 12:29

            Ciao @Astrid, hai ragione, è difficile però io avevo deciso di crederci almeno fino a due settimane fa, la storia la conoscete.
            Adesso mi sento un po’ stanca e distaccata, non ho più voglia di “fare fatica” per cercare di fare funzionare una storia.
            Se si vive un sentimento condiviso da entrambi ok altrimenti non mi ci metto nemmeno più.

          • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 18:14

            @Astrid
            In effetti mi pare logico che più si va avanti con la età più risulti veramente difficile che vada in porto
            E perché ovviamente il grado di fiducia reciproca nella possibilità che duri fa fatica inconsapevolmente a esserci
            Perché se si sta più avanti in età ciascuno si porta appresso tutte le ralazioni fallite e pure una vedovanza ad esempio come nel mio caso
            Insomma dopo un vero legame di Amore vero linga durata veramente resta davvero difficile non fare paragoni

            Si ok tutto può accadere in meglio soprattutto se si parte liberi entrambi ma sicuro il fattore eta conta moltissimo

            Esempio con l’ex che già mi diceva voglio vivere con te ti sposo e cazzate di questo tipo già io allora ignara della sorpresina Distubato Cialtronzo mega
            Lo avevo frenato al max
            Insomma io la mia vita più che soddisfacente e nel Vero Amore la ho gia fatta e quindi lo vedevo più come una possibilità di condividere la nostra vita ma ognuno a casa sua e con i propri interessi e per ciò che mi riguarda sono veramente tanti e diversi

            E quindi come a dire che per me se pens a un marito penso a quello che ho perduto x sempre!

    • Ariel, 3 Febbraio 2020 @ 18:01 Rispondi

      @Cossora
      Vorrei che anche tu rispondessi a maggior ragione sulla tua situazione di adesso cosa fai col ex?

      Direi che dopo questa tua interpretazione tua personale che va sicuro chiarita non solo da te nella esattamente in ciò che vivi adesso
      Fai il cds si o no e come lo fai ?

      A random il tuo personale cds che non lo è oppure quello vero che significa averci chiaro dentro a se stesse cosa davvero si vuole per se stesse
      Questo è importante lo ripeto @Cossora altrimenti qui si fa una confusione immane e tutto il lavoro di @Caro Alessandro diviene incomprensibile contraddittorio non piu attendibile e affidabile
      Ovviamente basta leggere ciò che ha scritto

      Quindi essere qui aperta come sai essere e dire chiaro cosa fai col ex o non ex che stai facendo?

      Serve altrimenti veramente non si può neanche dibattere scambiarsi su cosa ?

      Ti sto veramente invitando ad essere chiara nella tua realtà di adesso compreo se @Caro Alessandro ti ha consigliato di non fare quello che tu definisci in modo tremendo e sbagliato sia per l’utilizzo del termine Nazista che sta veramente sbagliato usare improriamente
      e diviene offensivo verso il riferirsi a un normalissimo metodo efficace e scientifico del potersi cautelare e riuscire a uscire dal loop di una relazione che dopo quasi due anni stiamo ancora a sperare che il cialtrone che prima si conciderava da Alessandro cialtrone per magia amorosa finta sua
      Divenga il principe azzurro

      Mi pare ci siano molte cose che hai da scrivere chiaro rispondi alle domande altrimenti ripeto i tuoi commenti non hanno valore o meglio solo per Alessandro che contraddice tutto ciò che è andato a predicare da quando lo leggo

      • cossora, 4 Febbraio 2020 @ 10:10 Rispondi

        Scusa @Ariel, ma io non trovo che @Ale ‘predichi’.
        Riporta semplicemente dati statistici e dice ‘occhio che la statistica del tuo caso dice questo’.

        Credo sia libero di dire la sua in merito al caso specifico, senza che questo entri in contraddizione con ciò che i numeri supportano.
        Anche perchè è stato lui in persona a fare prima il cialtrone, poi il bastardo-senza-gloria (senza offesa @Ale), poi l’ha cercata come un matto e poi ha fatto la mossa.

        Non capisco la necessità di voler omologare tutti in una categoria, buoni contro cattivi, manipolatori contro deboli, narcisisti contro crocerossine.
        Che noia!
        La vita è lunga e ognuno di noi si è sicuramente mangiato il pesce più piccolo in passato, e se non lo ha ancora fatto, stai sicura che prima o poi lo farà.

        • Anonimo, 4 Febbraio 2020 @ 15:13 Rispondi

          Sempre d’accordo con te Cossora!

          • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 23:31

            @Anonimo
            Non è una fede ad oltranza
            Ok sei d’accordo motiva perché altrimenti fai squadra di calcio e siamo qui per dibattere scambio opinioni

            Sei d’accordo su questo con me?

            Se si o se no
            Fatti avanti altrimenti è un nulla

        • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 18:32 Rispondi

          @Cossora grazie davvero della risposta che apprezzo sempre molto a maggior ragione perché abbiamo un punto di vista diverso e questo dovrebbe arrichire noi stessi cogliendo del buono in ogni pensiero espresso.
          Detto questo
          Primo ccredo e invito @Caro Alessandro a esprimersi direttamente dichiarando esprilcitamente la sua posizione in merito a tutti i suoi articoli e il Libro in modio che possa ancora meglio esprimersi su questo concetto base che come da titolo “LA MATEMATICA DEL CUORE “
          Si base su regole universali di massima
          E insomma essere una ecc sione alla regola è come vincere la lotteria di capodanno
          Che mio marito mi dceva
          Vuoi vincerla ?
          Non comprare il biglietto
          Ecco hai vinto di SICURO 2 euro !!!

          Era un scientifico nella sua passione e lavoro!!!!
          Ah ah ah

          Grazie Cossora mi fa piacere scambiare con te i nostri pensieri ,mi arricchiscono proprio perché siamo all’opposto aulla Matematica del Cuore

          ❤️

          P,s.
          @Aleeeeeeeeeee

          FATTI AVANTIIIIIII

          Le ragazze vivaci hanno bisogno di te!,,,

          • cossora, 5 Febbraio 2020 @ 09:45

            Va bene @Ariel però ti chiedo questa cortesia, quando parli di ‘dipendenza’ di essere ‘piegata’ etc.. evita di scrivere ‘come Cossora’.
            E’ antipatico, tutto qua.
            Non sono dipendende inconsapevole. Nemmeno consapevole.
            Avrò modo di spiegare cosa sto vivendo ma al momento sto gestendo degli aspetti in autonomia e sorattutto con il diretto interessato.
            Grazie per la cortesia che spero vorrai farmi.

          • Ariel, 5 Febbraio 2020 @ 12:32

            @Cossora cara ,ma certo riconosco ho sbagliato a scrivere “ Come Cossora”
            Ti chiedo davvero scusa,vero non ho pensato di poter giustamente ferirti ,ma veramente è stato uno sbaglio esprissivo e cioè la mia intenzione in quella frase era volta a rendere un esempio di come funzionino le nostre reazioni nel meccanismo scientifico relativo alla azione della dipendenza affettiva

            E quindi diciamo per fare prima a rendere la idea del meccanismo che agisce da solo ho sbagliato

            Ma non volevo metterti in nessuna cattiva luce ,mannooo
            E infatti credi di essere la sola ???
            Qui ognuna ha scritto la propria storia e ovviamente cinsinbasa su ciò che appare qui e quindi in realtà sono ipotesi tutte le nostre espressioni e scambi sono ovvio ipotesi di ciò che ciascuno vive nella sua realtà

            Però esiste il grande valore e untità comunque per chi vuole raccogliere idee e pensieri e punti di vista diversi
            Imparare se si vuole a conoscere il reale universale da scienza provata come funzioniamo ?

            Che succede nelle relazioni affettive tutte da un punto di vista del funziona o no e cosa sia la dipendenza affettiva provocata sempre dalla manipolazione consapevole del Uomo sia amante che marito a seconda delle storie raccontate da tutte noi qui

            E quindi scusami se ho usato il tuo pseudonimo per dare una idea del pensiero che volevo esprimere ma in senso generale

            Davvero calma @Tesorondi ragazza
            Scambiamo i nostri pensieri e cresciamo tutte/i insieme!❤️

          • cossora, 5 Febbraio 2020 @ 15:57

            Il mio pseudonimo, per rendere l’idea di quello che intendi tu @Ariel, è veramente sbagliatissimo.

          • anonimo, 6 Febbraio 2020 @ 12:04

            sono d’accordo con Cossora perché trovo i suoi commenti sempre pertinenti, mai ripetitivi, banali, mai una riga in più e denota in ogni sua riga apertura mentale e consapevolezza. Vi sono le sfumature nei suoi commenti. Non vi sono i cattivi e i buoni. Non vi sono i manipolatori e le vittime. Siamo tutti carnefici e vittime e ognuno è artefice del proprio destino e di ciò che gli succede. Ognuno di noi in questo blog è qui perché ha sofferto. Ha sofferto perché l’ha permesso! Si ora diecmila righe a dire che ha sofferto perché è stato manipolato. Bene siamo adulti, se ti accorgi di questo vai via, alzi i tacchi e vai via!!!!
            Sono sempre d’accordo con Cossora e con Oldplum. Le ammiro. Tutto qui

  • Astrid, 3 Febbraio 2020 @ 17:33 Rispondi

    @ mary la provocazione era più mia ad @ andrea, che infatti ha abboccato, rispondendo indirettamente a me ma con la tua citazione. Come se la mentalità orientata alla convenienza dei maschi fosse il segreto di Fatima.
    Ho notato che è un meccanismo che ha usato anche altre volte. Facci caso. Manipolazione.
    Comunque visto che non è la prima volta che mi “correggi”, ti faccio notare che io leggo e frequento il blog perché mi piace la libertà di pensiero che si respira e per confrontare la mia con altre esperienze, non perché sono ignara di certe dinamiche e quindi sbalordisco a leggere quello che scrive @ alessandro o perché ho vissuto una relazione segreta, di cui non avevo mai parlato, e quindi qui mi posso sfogare nel totale anonimato.
    Per me è tutto il contrario. Io non ho vissuto una vera e propria relazione segreta, sono andata in giro liberamente ovunque con l’ex e l’ho anche presentato a diversi amici e amiche, perché volevo avere la loro opinione su di lui. E se lui avesse preteso il segreto assoluto, mai e poi mai avrei rispettato la sua riservatezza al punto di non parlare con i miei amici. Anche solo per proteggermi.
    Del resto, è quello che si fa per ogni relazione, perché lo sposato deve essere trattato con i guanti?
    Ognuno si regola come sa e può, ma, fermo restando che non vado in giro a fare proclami su un amante sposato, per il resto non sono io a dovermi preoccupare di tutelare il matrimonio altrui. Tu sei sposato e tu pensi al tuo matrimonio.

    • Mary, 4 Febbraio 2020 @ 12:35 Rispondi

      @Astrid non è che volevo correggerti, anzi mi scuso con te se ti ho quotato più volte, non ci ho fatto neppure caso, i messaggi li trovo mischiati, e non vedendoli in cronologico mi perdo tra i vari nomi. Non era mia intenzione sminuirti, se ti ho fatto sentire così.

      • Astrid, 4 Febbraio 2020 @ 18:03 Rispondi

        @mary cara, non devi scusarti. Non mi sono sentita sminuita, io sono qui sia per il piacere di confrontarmi con voi sia per raccontare la mia esperienza, se può contribuire ad aprire gli occhi a qualcuno. Continua a quotarmi, se ti va, ti assicuro che trovo molto interessanti i tuoi contributi, anche e soprattutto quando non sono d’accordo con te 🙂

      • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 21:22 Rispondi

        @Mary cara ti rispondo qui in merito a ciò che mi chiedevi sul come definire quella sensazione dinstoria vissuta che si sta convinti di aver veramente vissuto una reale relazione reciproca e di Amore e promesse e tutto quel insieme in cui si ha avuto la chiara percezione di una realtà

        Poi si inizia a rendersi conto di una dissonanza cognitiva
        E cioè finché si sta dipendente affettiva dovuta causata dalla manipolazione fatta apposta quindi truffa emotiva,
        Ecco che sinsta convinte del vissuto ,ma dato che il cialtronzo agisce con tutto il suo schema sempre uguale vedi “ Matematica del cuore”
        Ecco che finché resta la dipendenza affettiva si soffre di Dissonanza cognitiva

        Per cui si capisce razionalmente che dato che sinsoffre piegandosi e accettando di tutto e di più in realtà la dipendenza affettiva crea la percezione di un vivere sempre tra due poli contrastanti

        Così sento che la mia soluzione è mandarlo afann
        Ma essendo dipendente per ovviare alla dissonanza che fa stare male come essere h 24 col tarlo del DOVER SCEGLIERE ma essendo dipendente la scelta ricade per dipendenza sulla storia che tutto sommato fa meno male nel proprio cervello dipendente affettivo

        E quindi ok anche se sta cialtronzo mi convinco che sia solo tanto caro e sfigato
        Mi convinco che sia AMORE VERO
        E quindi resto comunque piegata e sottomessa

        È tale il dolore della dissonanza cognitiva essere sempre tra dipue opzioni che la dipendenza fa scegliere SEMPRE la sottomissione cinsi auto convince che lui sia un uomo che cinama e che sta sfigato che lo aspetteremo sempre sempre

        Infatti il cds con blocco totale resta veramente doloroso e difficile perché la dipendenza fa TORNARE DENTRO AL TUNNEL
        Perché BARBABLU ,la favola,DOCET

        Poi che accade che quando si inizia ad uscire dal tunnel
        Ecco che significa che si inizia il superare la propria dipendenza affettiva che nei casi più a livello intenso e antico soprattutto
        Necessita sicuro di terapia apposita altrimenti resta x sempre

        Quando finalmente si sta fuori dal tunnel
        Via il famoso prosciuttone dagli occhi ed ecco che la realtà che credevamo vera reale soprattutto riferita a lui a tuttonil suo comportamento verso di noi si. Dissolve e finalmente si sta LIBERE !!!!

        Quinsulnblog avevo fatto come esempio esattamente di ciò che hai riferito in questa effetiva sensazione
        Al fenomeno estivo col caldo in autostrada sinsta in auto e si vede davanti a noi una zona di asfalto che ci appare realmente
        Strada bagnata come una pozzanghera

        Via via che ci si avvicina e arrivati nel punto in cui la vedevamo da lontano ci si accorge che mai esistita nessuna pozzanghera nulla

        Pura illusione lquando i cialtronzi finalmente a noi glinvediamo cadere le loro maschere di GRANDI ATTORI!!!!

        Ovviamente va precisato che nei cialtronzi che riconosciamomlo schema fisso del disturbo comportamento tipo ad esempio il Narcisista la dipendenza affettiva è maggiore
        La dissonanza cognitiva amcora peggio

        E più si resta dentro alla relazione dopo anni nonostante non vi sia nulla nessuna concretezza ma solo parole e basta e molto probabile trattarsi di uomo Narci o similare

        La dissonanza cognitiva data dalla dipendenza affettiva ostacola tutto il processo di riuscire a vedere la realtà .

        • Ariel, 4 Febbraio 2020 @ 23:53 Rispondi

          E un elemento che aiuta a capire in se stesse e negli altri ad esempio qui in questi nostri scambi di racconto di esperienze ,ecco come faccio a capire se sono dipendente affettivo e quindi sofferente di Dissonanza cognitiva?

          Semplice .
          Il rifiuto esplicito diessere sotto dipendenza affettiva e il rifiuto a priori di sentirsi dire guarda che forse hai dipendenza perché ad esempio si fa il cds e con un vai e vieni ripetuto e magri a sentirselo dire ci si difende assumendo le teorie più varie le motivazioni più che possano apoarrire a se stesse plausibili al mantenimento di speranze ,amore vero ,conta l’amore vero lui è solo oberato dai figli dalla moglie e dal cane che abbaia ecc

          Tutto ciò è tipico di chi ha la sofferenza da Dissonanza cognitiva data da dipendenza affettiva

          E sta peeò anche un primo buon segno che si sta lottando dentro a se stessi per uscire dal tunnel
          Chi si sente dire da altri guarda che a me sembri dipendente si arrabbia molto perché sta logico la dissonanza è veramente dolorosa e quindi chi ti rompe le uova nel paniere con le sue teorie rischia di metterti in crisi

          Ma la Crisi è il BUON SEGNALE verso la propria salvezza e vera uscita dalla dipendenza e dal tunnel

          Fa male sentirsi dire la verità ma fa bene proprio perché ci mette in crisi

          In terapia specifica si scopre finalmente come funziona tutto e il come uscirne del tutto!

          • Mary, 5 Febbraio 2020 @ 01:37

            Grazie @Ariel sei veramente cara. Non credo però sia quanto dici, dal momento che si parla di storie passate ormai. Oggi mi sento abbastanza serena, ho tanti casini nella mia vita ma i tormenti d’amore che provocavano la dipendenza sono terminati. Non esprimo con dolore che quell’uomo non mi amava (sperando da qualche parte che non sia così), l’ho capito e ne sono rimasta sconvolta, più che altro per il modo in cui l’ha espresso (maniacalità, diffamazione e stalking), ho visto una persona che voleva distruggermi, che ha usato confidenze intime (e insisteva perchè mi confidassi e aprissi con lui) per farmi male e solo perchè non volevo più ricoprire il ruolo di amante. Mi sembrava irreale che l’uomo dolce che mi tenevo nel cuore, quello che voleva vivere con me, quello che ogni giorno voleva sapere di me (era controllo, e io lo scambiavo per interesse), al corrente di problemi della mia vita, dei cose della mia famiglia, mi volesse tenere a fargli da terza gamba per mero interesse. Ho avuto paura e terrore del limite che avrebbe potuto raggiungere, era arrabbiato, molto molto arrabbiato. Avevo smesso di credere, non avevano avuto presa i “sei pazza” a fronte di menzogne ormai diventate plateali, ed era tutta colpa mia, me l’ha ripetuto un infinità di volte, tutta colpa mia. Ma non avrei mai immaginato che avrei visto il lui “fuori da ogni dove”. Ed è crollato tutto. A volte mi vengono frammenti di ricordi mentre scrivo qui o leggendovi, e per errore mi partono quelli di “quando ci credevo”, come li vivevo in quel momento, si sono registrati così, poi riformulo.

          • Ariel, 5 Febbraio 2020 @ 12:07

            @Mary grazie a te cara@Mary ,ma in effetti la mia risposta ha la intenzione solo di riferimento generico di come funzioni ed agisca una manipolazione ad opera maschile che genera dipendenza affettiva sempre sicuro aoltanto se una relazione che non funziona nella concretezza e in equilibrio del rispetto reciproco relativo al dare uguale e al trasormare le parole e parole in atti concreti dopo un anno circa in poi

            Quindi non mi riferivo in questa mia risposta ma semplicemente rispondere al tuo quesito

            Sicuro tu nel passato di questo uomo in relazione con te hai veramente scritto e descritto un profilo da manuale Psicologico e Psichiatrico del Narcisita Patologico

            Perché lo schema sta sempre uguale e usa esattamente ciò che tu purtroppo Tesoro di Mary hai in passato subito UN VERO DOLO
            Un vero abuso psicologico
            Una vera violenza psicologica

            Che sicuro Il Narcisista patologico fa SEMPRE A TUTTE LE SUE PREDE

            ma evidentemente sei riuscita a uscirne e sta anche naturale il bisogno di ripercorrere la propria uscita in libertà duramente da te conquistata

            È un naturale bisogno perché Cara Mary aver vissuto una relazione tossica è un vero trauma

            Infatti si ha bisogno pur essendone uscite competamente di scriverne e parlarne ancora
            Esattamente come naturale reazione da un vero trauma

            Cara @Mary
            Bravissima!
            Un bacione❤️

  • Elsa, 4 Febbraio 2020 @ 10:32 Rispondi

    Ho riletto più volte la testimonianza di @Riccardo…a me scusate si attorcigliano le budella…allora alla fine è vero…uomini con le palle non esistono, si pensa alla comodità del divano o la voglia delle lasagne di casa??? Sono basita, hanno pure paura di rimettersi in gioco, spaventati dalla loro stessa ombra. Vedo tanta immaturità, forse come ha scritto qualcuna, era tutto bello finché l’amante era l’isola felice, ma poi si ritornava al porto sicuro. E poi….il tenersi ancora aperta la possibilità di ritornare a casa, perché naturalmente la moglie non sa nemmeno che lui ha una nuova compagna. Come si chiama questo? Non è essere cialtroni come hai definito tu Alessandro???

    • alessandro pellizzari, 4 Febbraio 2020 @ 11:02 Rispondi

      I cialtroni sanno già cosa vogliono e dove andranno a parare dentro di loro e dall’inizio

      • C., 4 Febbraio 2020 @ 13:35 Rispondi

        Esatto.
        I cialtroni sanno già in che casella inserirti e farti rimanere lì per sempre.
        Hanno chiaro fin da subito cosa vogliono e lo portano avanti fino a quando fa comodo a loro.
        Se poi tu ti sbatti per loro, vai in crisi, soffri, ti fai coinvolgere emotivamente, sei una persona che merita a loro poco importa o meglio all’inizio faranno finta di dispiacersi ma poi alla fine ti prenderanno pure sulle palle perché diranno: ma alla fine questa che si aspettava che lasciassi la famiglia per lei? Ma questa pensa di avercela solo lei? E questo anche se la famiglia ce l’ha pure lei e lei deve fare esattamente le stesse scelte di lui.
        Sono questi i cialtroni impenitenti.
        Come Ariel, anch’io invito tutte a non prendere a modello la storia di Alessandro, è assolutamente un’eccezione perché Alessandro è una persona di una sensibilità eccezionale, quasi femminile.
        Inoltre ricordiamoci sempre che non aveva figli e questo secondo me e come più volte ha detto lui, ha fatto decisamente la differenza.

        Se un uomo/donna impegnato/a vi fa un’avance piuttosto, cominciate proprio a schifarlo perché è quasi sempre una persona di MERDA.

        Poi naturalmente, ognuno è libero di credere alle favole, agli unicorni rosa e agli asini che volano.
        Questa esperienza e tutta questa sofferenza deve pur essere servita a qualcosa?!?

        • Astrid, 4 Febbraio 2020 @ 18:15 Rispondi

          @C. sintesi fantastica, complimenti.

  • Nina, 4 Febbraio 2020 @ 12:38 Rispondi

    @cossora in linea di massima ti do ragione sul fatto che le cose vanno fatte con amore e senza esigere nulla. Infatti io mi sono stufata di esigere e supplicare ciò che avrebbe dovuto venire in modo spontaneo. Vero che lui una serie di passi li ha fatti, ma mai ha preso iniziative, mai è stato propositivo o anche solo attivo non dico più di me ma quanto me. È vero che non bisogna arrivare a esigere ma purtroppo a volte ci si arriva perché quando uno ti ha fatto dieci promesse e non ne ha mantenuta nemmeno una scatta finalmente un senso di autoconservazione che nel mio caso mi ha fatto dire basta e non solo perché ero infelice ma perché stavo diventando una vera rompicazzo e io non volevo “averlo” in questo modo. Volevo che lui camminasse liberamente ma solidamente con e verso di me e nel momento in cui mi sono resa conto che tiravo la carretta ma ero piena di risentimento verso di lui ho capito che non era più amore. In effetti anche io avrei lottato CON lui, e quando mi sono accorta che lottavo PER lui e a volte al posto suo mi sono arresa. Mi viene però da dire che a parte Franca a cui spero vada tutto bene non sono in molte qui sul blog a vivere questa condizione. Pazienza con chi se la merita, giusto, non con chi ti mena x il naso..

    • alessandro pellizzari, 4 Febbraio 2020 @ 16:28 Rispondi

      Secondo me bisogna esigere eccome. Un minimo di pazienza non vuol dire sottomettersi. Dopo un certo tempo esigere!