Home » Amanti » Perché interrompe il tuo silenzio

Perché interrompe il tuo silenzio

Interrompere il silenzio è come interrompere una dieta: ricominciare sarà molto più dura e avrai ripreso i chili con gli interessi -foto Pixabay
Interrompere il silenzio è come interrompere una dieta: ricominciare sarà molto più duro e avrai ripreso tutti i chili con gli interessi -foto Pixabay

Il Codice del silenzio (leggi qui) è quella forma assoluta di no contact che suggerisco di adottare a tutte quelle lettrici che, amanti o meno, sono da troppo tempo, a volte anni, alle prese con un uomo che a parole promette l’amore e gli scenari futuri di felicità più fantastici, ma che nella realtà fa soffrire perché sono tutte promesse mancate, bugie, ritrattazioni, finta confusione.

Di fronte a uomini che non decidono neanche di prendersi la responsabilità di lasciarvi l’unica è prendere la decisione voi, appunto adottando il Codice del silenzio, una via dalla quale si può tornare indietro solo se lui torna a Canossa con fatti (separazione, uscita di casa…) e non più parole.

Ho già descritto qui l’altissimo costo del Codice del silenzio. Lo paragono a una sorta di disintossicazione da dipendenza affettiva, con momenti di sofferenza altissimi, interruzioni dolorose (ricominciare il silenzio costa sempre il prezzo iniziale moltiplicato per due) e una lenta progressione fino alla guarigione, che avviene quando lui non è più tutto il vostro mondo, quando anche se è presente sul lavoro diventa trasparente, nonostante i ricordi struggenti ma solo fugaci ricordi. Che diventano flashback, non benzina per vivere.

Dunque il tempo e la stabilità del silenzio sono cruciali in questo percorso di disintossicazione amorosa. Non a caso il no contact che funziona deve essere assoluto. Niente sbirciatine sui suoi social, amiche che vi informano sulla sua vita, quella chat rimasta aperta nella speranza che lui la usi prima o poi, la serata dell’ufficio tutti insieme.

Ma non siete voi a far fallire i primi tentativi di silenzio: è lui.

Il nostro amico, quello che ha scelto la moglie, quello che ha deciso che vi ama troppissimo moltissimo più del mondo ma che se ne resta a casa sua sa benissimo che non vi deve contattare se non per annunciarvi la separazione o l’inizio finalmente dell’iter per costruire davvero, questa volta, una vita con voi.

Sa benissimo che ogni volta che vi contatta vi fa male, interrompe il vostro silenzio e la vostra guarigione. Sa bene che è come se vi ributtasse in fondo al pozzo. Un prezzo alto da pagare per voi, e allora perché lo fa se non è per annunciarvi la grande notizia?

Vediamo le varie tattiche di interruzione del vostro silenzio e che cosa celano.

COME STAI

La più banale e comune delle interruzioni. Lui fa finta di essere preoccupato per voi, magari un po’ lo è ma sono sensi di colpa (basta che pensiate a come siete arrivate al silenzio… vi ha fatto sputare sangue per farsi lasciare? Era confuso? Immobile dopo tanto amore a parole?). Vi ama? No, tasta il terreno. Come stai è il grimaldello per aprire la vostra porta chiusa e reinstaurare un minimo di dialogo. Perché? Perché il suo matrimonio non è migliorato e voi rimanete la sua più grande scopata, amica e psicologa. E si sta chiedendo se potete tornare a fare le stesse cose di una volta, magari con qualche promessa in più ma zero fatti. Se ne parla dopo la riscopata? Evitate di rispondere al come stai: pensare che non sia educato è la vostra scusa per rispondere e alimentare la speranza che lui sia cambiato. Ma vi accorgerete che interrompere il silenzio è come interrompere una dieta: si riprendono tutti i chili con gli interessi.

SOFFRO TROPPO SENZA DI TE

Non cadete nel tranello del “ma allora se soffre mi ama!”. Lui non vi ama abbastanza se resta con la moglie, e non chiamiamolo amore per favore. Il suo grido di dolore è perché ha dovuto rinunciare al gelato per rimanere a casa. Voi siete il gelato e lui è in crisi ipoglicemica. Ma vuole che il gelato sia gratis come prima. Basta gelati gratis: o diventa socio della vostra gelateria o mangi quello del frigo di casa.

RESTIAMO AMICI

Ne ho già scritto qui ma repetita iuvant: impossibile rimanere amici dopo una storia chiusa in modo drammatico fra amanti. Rimanere amici significa per lui avere l’occasione, magari in un apparentemente innocuo incontro di infilarsi nel vostro letto. Nel momento in cui ve lo chiede già pregusta l’attimo in cui gliela ridarete in nome dei tanti bei ricordi, sperando che lui cambi idea. Seppellitelo con una non risposta.

HO VISTO L’AVVOCATO

Da quanti chilometri di distanza? Se a Milano ti prendi un caffè davanti al tribunale ne vedi anche 100. Hai visto l’avvocato e…? Vedere un avvocato e avere le carte della separazione in mano o la copia autentica (occhio… autentica!) dell’accordo preseparazione è diverso da andare informalmente da un legale a chiedere “se mi separo cosa rischio, cosa mi succede?”. Un passo che fanno tutti gli uomini, ma spesso lo fanno non perché vi amano ma per rispondere alla loro eterna domanda cruciale da maschi: cosa mi conviene? Fatti non parole anche dall’avvocato.

HO VISTO UNA CASA

Stessa scusa dell’avvocato. Non basta farsi un giro su internet a guardare i monolocali da separati o entrare in un’agenzia immobiliare per farsi un’idea, ammesso che lui lo faccia davvero. Trovare una casa, ho trovato una casa, non Ho visto una casa. E trovato significa che ha firmato il contratto non che ha visto una roba che potrebbe, che gli piace, che forse. Occhio perché sono scuse classiche per rientrare nelle vostre grazie. Prove non desideri. Se hai una casa torna per invitarmi che forse ci vengo.

HO BISOGNO DI CHIARIRE

Ma come, non avevate chiarito al momento del suo stato di confusione o non decisionale? Non avevate chiarito quando lui ha deciso, di fatto, per la moglie, i figli, la situazione economica? Eh no caro mio, non è che puoi chiarire (che cosa?) dopo che io mi sono fatta pianti per tre mesi e adesso che sto iniziando a uscire, vedere gente e a respirare mi convochi per tastare quanto sono forte a resisterti. E no!

LA SCUSA ECONOMICA

Alcune di voi mi raccontano di avere rapporti di lavoro o commerciali con gli ex amanti. Altre persino di avere dei crediti, perché lui si è fatto prestare dei soldi da voi (rabbrividisco solo al pensiero). Vi deve dei soldi? Ci sono i bonifici, non dovete vedervi. Sono tutte scuse.

SONO MALATO

A parte i casi di malattie serie, non pochi uomini usano la scusa delle malattie per impietosirvi e riottenere una scopata. Gli esami non sono a posto, ho avuto problemi al cuore e il cardiologo mi ha detto di stare attento, ho preso le pastiglie per la depressione. L’appello è alla crocerossina che c’è in voi ma non è il colesterolo alto che gli farà lasciare la moglie o un po’ di tachicardia, e la depressione è una malattia serissima, non ansia e rammarico perché sa che il suo matrimonio non funziona e voi potevate essere la nuova vita che però non ha scelto. I finti malati o i quasi malati fanno i furbi, e di solito guariscono appena ottenuta la rimpatriata. Ah, sono tutte malattie che non impediscono di scopare per due ore di fila o inibiscono l’erezione. Vale anche per “è malata” dalla figlia ai cugini. C’è chi si gioca anche è malata la moglie, ma di solito con l’amamte funziona poco.

LA RIUNIONE DI LAVORO

Se si lavora insieme il codice del silenzio costa doppia fatica, lo sappiamo, anche perché lui non si farà mediamente scrupoli di usare la sua posizione e la contiguità forzata dell’ambiente per tentare una riconciliazione alle sue condizioni. Vi ho già detto che dovete diventare un iceberg professionale ed evitare come la peste non solo le occasioni di stare sola con lui in modo apparentemente innocuo (un caffè? In fondo siamo amici… Perché non andare in mensa insieme una volta?) ma anche quelle collettive, a meno che non siano strettamente necessarie. Quella riunione dove c’è anche lui la potete evitare oppure no? Non nascondetevi dietro la pseudoprofessionalità o “in fondo è solo una riunione”: è la speranza che avvenga il miracolo che vi sussurra all’orecchio, ma l’unico miracolo è la scena finale di Ufficiale e gentiluomo.

L’INCONTRO CON AMICI COMUNI

L’uomo che vuole interrompere il vostro silenzio per sedurvi di nuovo usa anche gli amici comuni, ignari o meno della vostra situazione, per rivedervi. Il teorema maschile è: in fondo siamo stati molto bene, siamo persone adulte e civili, se è finita tra noi ciò non significa che dobbiamo toglierci il saluto o rinunciare a vedere gli amici insieme. Trappolone. Gli amici, quelli che restano e valgono per voi, ve li frequentate voi senza di lui.

CONSIDERAZIONI FINALI

Tutte queste scuse di tutti questi uomini sono strategie che hanno un solo scopo: rivedervi, ritrombarvi e magari ottenere ancora del tempo con voi. Rispondono a Sue esigenze, non alle vostre. A suoi egoistici bisogni fisici e psicologici: lui rivuole la stampella che sorregge il SUO matrimonio e la sua vita. Le vostre esigenze sono prove di cambiamento: non ci sono. Se ci sono devono essere rivoluzionarie, vere e schiaccianti, indiscutibili e indubitabili. Ma uno che ha deciso per voi e molla la moglie non usa sotterfugi, vi chiama e vi dice: sono tuo per sempre. E poi si comporta da uomo libero. Quando è successo a me io non ho tergiversato: l’ho invitata a un lungo weekend e in quei giorni le ho dato tutto quello che un’amante non ha mai, dallo stare palesemente insieme in pubblico a tutto il mio tempo e attenzioni. Ero pronto all’immediata convivenza, era lei che ha aspettato perché giustamente, dopo tante sofferenze, voleva essere sicura.

Vi chiedete: se mi dice che soffre, che non può vivere senza di me, che mi ama vuol dire che forse mi ama veramente, che forse dovrei dargli un’ultima chance… In nove casi su dieci rompere il silenzio significa rivederlo (e questo ha un costo molto alto, soprattutto se è a fondo perduto) e sentirsi ripetere le solite buone intenzioni per il futuro, condite dal tentativo estremo di convincervi di che cosa? Che dovete fare l’amante ancora per un po’, mentre lui, spesso per l’ennesima volta, con calma, inizierà a fare i primi passi per la separazione, passi dei quali molto spesso voi avrete una versione falsa o parziale, perché la maggioranza degli uomini, come mente sul fatto di non avere rapporti con la moglie, mente anche sul fatidico “dobbiamo parlare” con la stessa.

Ricorda: coem dice una lettrice certi uomini amano solo col pene.

Lo so, la speranza è l’ultima a morire, ma se lo rivedrete o riallaccerete i rapporti telefonici e messaggi come una volta in capo a poco tempo vi ritroverete con il solito pugno di mosche, e ad aver annullato tutti i sacrifici del silenzio precedente e a dover ricominciare il no contact con la delusione di essere state ingannate per l’ennesima volta, l’autostima sottoterra e una fatica doppia nel riprendere la strada che vi allontana da lui.

Il silenzio non si interrompe: o lo finisci perché lui ha davvero scelto te (e non solo a sogni e parole) o non si interrompe. Il silenzio finisce e basta: per lieto fine sempre, perché se lui non torna comunque sarai libera. Chi ce la fa in tre mesi (e già frequenta un altro uomo: succede davvero!), chi in sei, chi in un anno. Poi si è libere di vivere in un mondo non fatto da lui e le sue schiavitù, ma tuo.

Una parolina all’uomo che interrompe il silenzio

Ma non ti vergogni? Dentro di te sai benissimo perché lo stai facendo: hai bisogno di lei ma non la sceglierai mai, perché tua moglie è più importante, fosse anche solo per i soldi. Vuoi scopare in giro? Non con lei, che ti ha veramente amato. Vuoi la psicologa? Ce ne sono di bravissime, pagala. Se sei uomo e hai un briciolo di dignità e onore, visto che l’hai lasciata o, peggio, ti sei fatto lasciare, non farti più vivo. Sai quale sarà il prezzo per lei quando la lascerai di nuovo, quando non potrai sceglierla di nuovo. Non sei confuso, sei furbo ed egoista da far ribrezzo. Non sei sofferente, hai fame. Non fare lo sciacallo che aspetta che la leonessa ferita sia stanca per gustare, ancora una volta, il sapore della sua carne. Sparisci per sempre. O torna con i fatti, quelli definitivi. È l’ultima, unica cosa decente che puoi fare. Da vero uomo se lo sei.

 

Sincerely yours

anpellizzari@icloud.com


1.021 commenti

  1. Mi sono commossa leggendo questo articolo, grazie caro Alessandro!
    Grazie per questa riflessione e per i consigli che dai alle donne. Voglio vedere se qualche uomo ti ringrazierà per il tuo consiglio finale rivolto a loro, ma l’intuito femminile mi dice che non ci sarà nessun ringraziamento da parte loro…

  2. Ogni volta che ti leggo rifletto su elementi nuovi e diversi… Questo ultimo articolo – Alessandro – è “diversamente illuminante”! Grazie!!!

  3. Grazie Ale!!
    Tante situazioni simili …. Anche senza CDS, arriverà il momento anche per questo, confido nelle vacanze estive!!

  4. @Ale io in due CDS non sono stata infastidita nemmeno una volta da queste scuse. E ti dirò che adesso confesso di averci sperato e non una volta soltanto.
    Zero.
    Lui mette la folle anzi spegne il motore se io sparisco.
    Però è difficile accettare l’indifferenza, quindi adesso capisco perchè tornavo io: perchè usavo il CDS come strategia per riportarlo a me.

      • Non resisto di nuovo ,perdonami Caro Alessandro
        ma questa volta con umorismo che stempera tutto vi propongo questa massima in romanesco che offre ah ah ah Due opzioni di lettura e significato e che a seconda di come istintivamente la si legge ,eh bè sta significativa riflessione in ogni caso per tutti noi,valido sempre per ogni esperienza da vita e di sofferenza:

        ” BASTA CREDECE”

      • Salve. Due anni fa la moglie scopre tutto, i figli grandi (16 e 18) iniziano la guerra contro di lui. Continuamo altri due anni, di nascosto, ma avverto che lui cerca di vedermi meno, dice che ha paura farsi beccare dai figli. Insomma…due anni di inferno. Non voglio essere io a lasciarlo. Mi lascia lui, esasperato quando la moglie mi contatta e io ammetto.tutto. Scopro che lui in quei due anni ci ha riprovato(così dice lei), mentre con me non riusciva a chiudere…
        Mi rendo conto di essere stata una stupida, di non aver capito che in questi ultimi due anni lui ci stava riprovando. Lei scopre che la relazione durava da sei anni, e che due anni prima non era finita come diceva lui. Lei comunque decide di tenerselo anche questa volta. Dopo tre mesi di no contact, lui mi chiama una sera, arrabbiato perché a suo dire avevo messo uno stato su wa, e che i figli potevano vederlo, che il figlio più piccolo continua a rinfacciargli la sua storia con me, e che insomma ha perso un figlio con cui non parla praticamente da due anni, anche per colpa mia. Io, ad ora, ho ancora una rabbia contro di lui, per avermi sempre voluta e poi gettata via….la sua giustificazione è che rimane a casa per i figli, che l’unica sua ragione di vita sono loro. Scusate lo sfogo..sono ancora molto arrabbiata con lui e con me stessa. Volevo precisare che in questi sei anni, c’e sempre stato..molto presente. Mi chiamava varie volte al.giorno, di sera, insomma…io sono convinta del suo amore. Ho sbagliato?

        • Non hai sbagliato proprio nulla. Intanto perché hai fatto tutto per amore. Poi perché se lui ci ha riprovato con la moglie, cosa che dubito (essere educato e normale in casa e scoparla periodicamente come avrà sempre fatto non è riprovarci) lei non si è accorta di te? Una cosa che non tollero di questo uomo è che in qualche modo ti affibbi responsabilità sui suoi figli. Sono suoi è lui il padre è suo il sangue non tuo. Se aveva paura di metterseli contro doveva pensarci prima di stare e CONTINUARE con te. Si vergogni a darti colpe che non hai. È un uomo che vale poco anche come padre sbarazzatene.

    • Io sto malissimo di fronte a tanta indifferenza. Anche a me spegne il motore è non si fa più vivo. Lo scorso anno solo quando mi ha rivisto ha Cominciato a richiamarmi. Come si fa ad accettare? Lo so, sono infantile ma non riesco a trattenere le lacrime. Scusate.

      • non sei infantile. sei all’inizio. credimi si impara anche da queste cose. tieni la tua rotta però, ti serve, è importante!

          • @Piccola.. intendo rimanere fedele a te stessa, stabilire e riconoscere e difendere il tuo limite di ciò che è bene e ciò che è male.
            Non spostarlo.
            Senza sconti. Non è facile, ma quando ti togli rispetto per prima, è difficile riuscire a stare a galla. Anche se lui è ufficiale e gentiluomo.
            Questa è la rotta.
            Nella vita non è sempre possibile ottenere quello che si vuole, soprattutto quando al 50% dipende da un’altra persona. poi ci sono le fatalità, ci sono gli ostacoli..
            Ma tu devi sapere chi sei.
            E una volta deciso, fregartene di tutte le nostre opinoni. Come ti dicevo, avere un pensiero critico, ascoltare ma mettere anche in dubbio.

            Ieri sera in tv James Blunt ha fatto una citazione di cui non conosco l’autore ma la sposo in pieno.

            “Le opinoni sono come il buco del culo: tutti ne hanno una”.

      • Secondo me …. Se loro non si fanno sentire è solo un segnale di rispetto!!
        Rispetto loro e vostro!!
        Perchè sanno che non possono dare di più …. Sinceramente tanto di cappello!!
        Oggi mentre discutevamo di una cosa lavorativa …. Lui mi guardava, visto che per loro il lavoro viene al primo posto, manco fossi sua figlia …. orgoglioso ….
        L’ho guardato e ho pensato ‘c****o non sarai più mio’ …. Ma non provoco, non cedo …. Le cose si vogliono in due.
        Se uno dei due non è convinto, non è corretto e leale premere!!
        Piccola lascialo ripartire, se è quello che vuole …. Il tempo ti aiuterà!!
        Cossora quest’uomo ha ‘bisogno’ di te …. Non è solo sesso, forse più che convenienza è mancanza di coraggio (quello che manca a me)!!

    • @ cossora, posso chiederti secondo te perché lui si comporta così di fronte al tuo silenzio?
      Che risposta ti sei data? Rispetto, accettazione della serie “ provo anche io sia mai che riesco a togliermela dalla testa” oppure “ io di più non posso darle pertanto non torno e se torna lei è consapevole dei limiti e io mi paro il culo?”

        • @MIc1782 il dubbio non ce l’ho perchè gliel’ho fatto presenteentrambi i CDS ‘se me ne vado tu non fai nemmeno una piega’ e lui mi ha risposto ‘io so che soffri e se te ne va non vengo a cercarti. ma non chiedermi di rifiutarti se torni’.

          Si para sinceramente il culo.

          • Uguale a quello che viene detto a me…
            Se te ne vai io non ti cerco.
            Equivale a dire che tu ci sia o meno non mi cambia nulla

          • @Mic1782 ti chiedo io una cosa adesso: ma tu come stai? Perchè se ci stai bene, intendo che non hai necessità di quagliare (scusa potrei andrami a rileggere tutta la tua storia ma mi perderei!) conta così tanto sapere cosa farebbe lui se tu lo mollassi?
            Se rimanesse vedovo?
            ..e se tu vincessi la lotteria?
            Se arrivasse un ricco sceicco e ti chiedesse di sposarlo per rappresentanza, ma vivessi nell’oro con la possibilità di mettere a posto le prossime 10 generazioni di Mic1782?

            Insomma, ma quello che SENTI, visto che mi sembra si parli di SENTIMENTI.. è bello o è brutto?
            Perchè se è brutto è sbagliato, anche se fa le valigie domani, è un uomo che ti fa sentire un BRUTTO sentimento.

          • @cossora rispondo qui alle tue domanda.
            Io l’ho lasciato andare dopo un periodo in cui non ci si vedeva più e c’era sempre meno spazio per noi.
            La qualità del nostro rapporto è stata rovinata da varie cose successe,mi ha ferito più e più volte con le sue scelte e i suoi atteggiamenti.
            Io ero diventata l’ Ultima ruota del carro e non stavo più bene.
            Nonostante avessimo deciso di vivercela senza mettere in discussione le nostre famiglie perché c’erano dei figli piccoli di mezzo era diventato impossibile anche solo berci una birra insieme la sera perché lui doveva stare a casa e mettere a letto le bimbe prima di avere la gentile concessione di uscire.
            Sono sbottata e gli ho detto che io posso venire dopo le sue figlie ma non dopo il mondo intero, perché questo non è amore come lo guama a lui.
            Mi sono stufata,e difronte all’ennesimo gesto per la moglie mi sono chiesta cosa avesse fatto lui per me in questi anni.
            Poco, molto poco.
            Ho deciso di chiudere dicendogli proprio questo
            e lui ha accettato questa cosa lasciandomi andare senza una richiesta di chiarimenti.
            Non avrei voluto niente di più, ma dove non c’è nemmeno il minimo sindacale se non messaggi e mail a tutte le ore per me diventa altro, e io da lui quest’ altro, qualsiasi cosa sia non lo voglio proprio .

      • Non resisto
        A leggervi e a sentire chiaramente come fate come fate ad accettare di essere USATE così
        ,non mi sto preoccupando per una o per l’altra in particolare ,ma questo è semplicemente il mio grido di dolore nel vedere che pur essendo consapevoli
        Ancora ci state a pensare ancora vi fare usare

        Questi lui tutti sanno benissimo di farvi male
        E pure velo dicono che faccia di emme!!!!!
        Si lo so vi chiedo scusa per questa mia emotiva incursione ribellione di fronte non a voi stesse che chiaro ce la state mettendo tutta come meglio potete ognuno giustamente
        Fa come può

        E quindi scusate la intromissione ,ma credetemi leggere e rileggere per chi giarda da fuori
        Fa male nel senso della solidarietà e affetto per tutte voi.

        Scusa Alessandro ,ma
        Prendiamo questo mio extra scrivere semplicemente per ciò che è
        Una mia sofferenza a leggere
        Una voglia di sostenere come posso pure così in un passaggio nel vento di un attimo

        Vi abbraccio care Donne !

      • Mic…penso che il senso sia: “mi faccio i fatti miei. Se torna bene, diversamente va bene lo stesso”
        Cosi non hanno alcuna responsabilità e ti legano pure le mani. Se gli rinfacci qualcosa potranno pure dire hai fatto tutto tu.
        Non mi riferisco al caso specifico di Cosspra ma a tutte quelle relazioni dove l’ago della bilancia è l’umore della donna. Stai bene ? Sto bene pure io e godo del tuo buonumore, della tua positività. Stai male? Mi ritiro e aspetto che ti passi.
        Comodo così.
        Ma quando ami…col cavolo che ti metti in stand by! Vuoi capire cosa succede e cosa puoi fare per risolvere.
        Poi…ovvio…ogni storia e a se ed og uno ha il suo carattere. Io personalmente credo sia essenziale la reciprocità.

        • Parole sante @Franca!
          Credo ragionino così proprio per non avere responsabilità se poi torni e ti tratto male come riesco a fare sempre con te.
          Stavolta però siamo arrivati ad un punto di non ritorno perché io non tornerò più e lui non mi verrà a cercare.
          È stato sollevato anche lui dalla chiusura, si discuteva e basa e onestamente così come disse lui a me l ultima volta che ci siamo visti “un vaso rotto si può aggiustare ma non tornerà mai più come prima”
          Ha ragione

        • È vero @Franca.
          Lui non lascia la moglie, non fa promesse. Ma se ho qualcosa che non va e lo accenno, raddrizza le antenne e piuttosto mi scrive ‘chiamami appena esci dall’ufficio che parliamo’. A volte basta un po’ di attenzione per sciogliere una tensione. Non servono sempre gesti iperbolici.
          E questo mette anche un’amante in una condizione di agio perché la fa sentire ascoltata.

        • Cosa puoi fare per risolvere… è questo il punto, cosa fare si sa ma non si vuol fare. Resta solo la ritirata strategica nella tana in attesa che lei torni bendisposta:)

          • Io quando gli faccio notare il mio disappunto e lo sento con le orecchie basse chiamo la mia amica e ci facciamo due risate su di lui che ‘è in fondo alla caverna, uscirà quando avrà fame!’

            L’atteggiamento verso le cose è tutto.

  5. non posso vivere senza te…mi manchi e cose simili sono il classico…mi viene da ridere ora…

    il mese scorso mi ha confessato che addirittura si era confessata in chiesa per il rapporto che aveva con me, ma che non voleva farne a meno…come a dire…vedi ritieniti fortunato vado anche contro il prete ahuhuahuaahuahuahu

  6. Grazie Alessandro,
    soprattutto per l’ultima parte dell’articolo.

    Sei veramente un UOMO con tutte le lettere maiuscole!!!

  7. Lui il CDS non lo interromperà mai. Piuttosto si scrivermi si taglia le mani
    Lo so perché è già capitato e se non mi fossi fatta viva io lui non lo avrebbe fatto mai
    Per rispetto verso la mia scelta ed il mio soffrire dice lui.
    E notare che non ho mai avanzato la pretesa di una scelta.
    Questo per dire che secondo me se il silenzio non lo interrompono non è sempre segno di rispetto ma secondo me è perché va bene anche a loro così.
    Se mi ami davvero come dici non molli la presa, a maggior ragione se non ti ho chiesto la luna ma solo un po’ di rispetto.

  8. Il silenzio è un atto di amore, non una strategia, e l’amore non ha nulla a che fare con la strategia. Un atto d’amore nei confronti di te stessa, perché ristabilisci i tuoi confini e non permetti a nessun fantasma ingombrante di riempirli con il suo vuoto, ma è anche un atto d’amore nei confronti del tuo amante a cui sei servita da stampella, perché lo lasci libero dal bisogno di te. Se la sua strada è ricostruire davvero dalle fondamenta con la moglie lo farà, o almeno tu gliene avrai dato la possibilità e se lo ami vuoi davvero che sia felice, anche senza di te. Se è libero sarà libero di sentire il posto a cui appartiene e tornarci, qualunque posto sia. Quando un amante interrompe il silenzio senza che queste condizioni siano cambiate è perché ha bisogno, perché gli servi, anche lui è dipendente da te (sei la sua stampella, ricordi?) quindi se te lo riprendi non sei meglio di lui, stai solo esercitando il tuo potere di stampella. Sexy, intelligente, spiritosa, porca, ma sempre stampella sei, non alla pari, un gradino sotto. Ecco io non voglio nessuno che torni perché l’ho reso bisognoso di me. Perciò CDS a oltranza.

    • Io credo che spesso quando siamo innamorate perse non siamo sicure di noi, ci sentiamo rifiutate, ci sentiamo di valere di meno, siamo incapaci all’inizio di compiere atti d’amore per noi stesse, alla fine sono sempre atti d’amore o sacrifici o rinunce per loro.
      Poi si rinsavisce e non lo si fa più, nemmeno se si ha ancora un sentimento forte.
      Se si sopravvive al momento più duro.. si è in grado di amare prima se stesse, poi loro. Come è giusto che sia.
      Se non si sopravvive.. non so cosa succede. Per fortuna!

    • Concordo con te @eva, la mente ragiona così e anche il cuore si sta abituando
      Però fa male, manca.
      Oggi ho visto che ha cambiato la foto profilo, non lo faceva perché sapeva che ne soffrivo.
      L’ho lasciato libero di andare e lui ha colto la palla al balzo prima in silenzio e dopo una settimana facendomelo capire con questo gesto.
      Ma come dici tu è giusto che se con questo allontanamento capisce che quella della famiglia è la strada giusta la percorra tutta fino in fondo è soprattutto senza la psicologa mediatrice zoccola che gli rallegra le giornate.
      Dentro fino al collo deve stare, solo così capirà cosa sono stata e cosa siamo stati, sempre che qualcosa siamo stati.

    • @Eva …. Commento stupendo!!
      Mi hai fatto scendere una lacrima ‘se lo ami lo lasci libero’!!
      Niente di più vero in quello che hai scritto.
      Magari ti sarà difficile capire, ma …. Grazie!!

      • @Dispersa, grazie a te. Siamo coetanee, ogni volta che ti leggo penso: “Speriamo che sta ragazza si ritrovi, ha tanta vita davanti e se la sta perdendo dietro st’imbecille a lavoro che le fa gli sguardi e quell’altro a casa che dorme”. Faccio il tifo per te. Forza.

  9. Alessandro puó succedere che una volta bloccata su tutti i social perchè scoperta e contattata dalla moglie possa ritornare?nonostante abbia capito xchè spiegato molte volte che non volevo più stare in panchina..

      • Eh no, perdonatemi.
        Capisco che sia un blog che nasce con un baricentro quasi totale al femminile e va bene.
        Ma il quadro che dipingete degli uomini è davvero esagerato.
        Ci sono gli stronzi? Si, parecchi e sono dappertutto.
        Ma descriverci come tutti uguali, salvo le rare o rarissime eccezioni che confermano la regola…permettetemelo, è ingiusto, oltre che non vero.
        Ne usciamo come biechi, cinici e spietati calcolatori, fredde macchine che saprebbero benissimo quali corde toccare di ogni donna per poterla illudere, trombare, fregare, scappare e poi tornare per fregarla il doppio, facendo leva sulle sue debolezze e sul suo cuore.
        Le dinamiche di tutte queste situazioni sembrano ripetersi l’una uguale all’altra e un fattor comune pare essere che fin dall’inizio ci sia la consapevolezza che stia iniziando “un casino”, ma gli si vuole dare una possibilità (maledetto stomaco).
        Ci sono, quegli uomini ci sono; ma ci sono anche tutti gli altri.
        Così come ci sono le stronze. E tutte le altre.
        Le storie possono finire, anche quelle che nascono sotto le migliori condizioni; figuriamoci quelle che sbocciano infiltrandosi in una coppia che esiste già.
        Ora, se lo spirito di questi interventi è quello di provare a dare un po di conforto alle vittime (donne) dicendo che siamo tutti delle merde allora ci sto e se, anche poco, vi fa soffrire un po meno, tanto meglio.
        Terapia per terapia…
        Ma se, come mi sembra di cogliere, questo blog è popolato da ragazze che ci ragionano, allora piuttosto insistiamo a cercare di persuadere tutte quante che se proprio non sentite puzza di marcio dall’inizio, appena la fiutate…datevi!

        • Non sono opinioni personali è statistica. Apprezzo però il tuo intervento anche se quel datevi finale è un deja vu

        • Stefano, le storie possono finire eccome, chi meglio di noi lo può sapere.
          Quello che quì si lamenta, è la mancanza di chiarezza sin dall’inizio di chi indipendentemente dal genere, non si dimostra per ciò che è, e fa intendere cose che non ha mai messo in conto di attuare. E purtroppo con grande rammarico, ho dovuto constatare, proprio quì che il copione è identico per tutti.
          Poi che questa categoria di persone per la maggioranza sia anche uomo, è un dettaglio.

          • Rosa, hai perfettamente ragione!
            Pero’ mi permetterei di fare notare un dettaglio.
            Questo blog e’ popolato da ragazze che partecipano perche’ tutte accomunate dalla stessa negativa esperienza.
            Ancora non ho trovato/letto quelle che dicano il contrario.
            Semplicemente perche’ qui non avrebbero nulla da raccontare.
            Qui avete tutte vissuto (o state vivendo) la stessa tormenta e i paradigmi sono pressoche’ gli stessi.
            Siccome ho vissuto la stessa esperienza (ma al contrario) sono curioso di capire come ragioniate e il blog e’ proprio interessante.

        • @Stefano
          Come giustamente ti ha risposto Alessandro
          È la statistica che dimostra il problema sociale di presenA numericamente elevata di Uomini con variegati problemi relazionali
          È proprio il Maschio che non funziona
          Infatti tutti gli articoli qui scritti da Alessandro sono veramente illuminanti nella analisi sua che parte proprio dalla realtà statistica

          Certamente qualcuno si salva ,però insomma non si vive certamente in un tempo equilibrato da un punto di viata proprio affettivo e dobe ancora la fanno da Padroni i soliti maschi con i loro cliché
          Antichi che permangono proprio come statistica dice.

          • Ariel…davvero…non siamo cosi’, non tutti almeno.
            Voi siete ferite, umiliate, colpite nella dignita’ e tradite nella fiducia e forse anche un po incazz*** con voi stesse per esserci finite in mezzo e ci sta che si cada nel fare un unico fascio d’erba.
            Comprensibilmente, ho molti amici maschi; taluni ignobili e biechi sciupafemmine (tanto piu’ miseri nel decantare le tacche sul calcio del fucile); tanti altri bravi padri, attenti mariti, rigorosamente fedeli anche dopo 20+ anni di matrimonio.
            In giro c’e’ di tutto. Su entrambi i fronti.
            Brave ragazze e ottime compagne ma anche plotoni di milf in assetto da combattimento da seppellire Messalina che la danno dopo 2 ore come se non fosse neanche la loro.
            Pero’ generalizzare e’ un’altra cosa.

          • Non siamo pari noi con le donne. I racconti qui e fuori di qui non sono solo di donne. Il mercato degli uomini papabili fa oggettivamente schifo innmaggioranza. E ha prodotto il successo degli sposati. E qui non si fanno statistiche da bar

        • @Stefano, parlo del mio. Scappato al dunque. E in sostanza hai letto che è così per molte. Ci sono uomini che pur non scegliendo l’amante scelgono comunque, rispettando il dolore, assumendosi delle responsabilità con la moglie e questi sono dei grandi uomini. Non siete tutti così e chi esce da queste storie come me ha solo voglia di essere smentita. Smentiteci!

        • @stefano benvenuto! Raccontaci la tua storia…che ci fai in un blog popolato da donne incaxx, ferite, o semplicemente disilluse, xche proprio qui spesso ci si è rese conto che quello che pensavamo essere unico e irripetibile in realtà era il perpetrarsi da parte dei nostri “LUI” di schemi più o meno simili ? Cm ci sei arrivato qua? Di solito nn si approda per caso…

          • Sintesi: vent’anni di relazione e 14 di matrimonio, 2 figli; lei mi lascia perche’ non sa piu’ cosa sente e deve “ritrovarsi”.
            Le provo tutte, anche 1 anno di psicoterapia di coppia che io promuovo e che defunge quando lo strizzacervelli dice lapidariamente “chiaro che la signora non abbia alcuna intenzione di recuperare”.
            Ale’.
            Separazione, 3 anni da single e poi ricomincio con lei, che si dichiara nel frattempo folgorata dalla consapevolezza del vero valore della nostra unione. Tempo 3 anni che mi informa di stare con il grande amore della sua vita, compagno di liceo. Champagne!
            Segue separazione giudiziale (promossa da lei, clamoroso!), sentenza e nuova vita da single.
            Ma la stessa vita che leva, talvolta ti da’ e mi fa reincontrare una vecchia conoscenza.
            La faccio breve: alla tenera eta’ di 50 anni mi innamoro come mai nella mia vita prima.
            Lei separata con un figlio; si parla di futuro insieme, di vivere da lei, di fare traslochi o addirittura di comperare case…fare un figlio.
            Il tempo passa.
            Una domenica, a bruciapelo “ops…sai che c’e’? Non ti amo. Mi spiace, sei un uomo perfetto, non mi hai fatto mancare nulla e con mio figlio sei incredibile, pero’ e’ cosi. Non mi va di perderti. Comunque bravo lo stesso”.
            Piu’ rivista.
            Ho provato in 2 sole occasioni a scriverle quello che provassi, per avere repliche garbate ma ferocemente tranchant.
            Spettacolo finale: un’amica di lei mi dice che per mia disgrazia non ero sufficientemente “stronzo”.
            Da allora vige la piu’ rigorosa regola del silenzio.
            Perche’ vi leggo quindi?
            Una parte, lo ammetto, vuole vedere una sorta di contrappasso femminile per quello che ho vissuto io; lo so, e’ puerile, lo riconosco e risponde ad un istinto di revanche di cui tutto sommato mi vergogno.
            Leggere che soffriate per uno stronzo non e’ bello, ma un po accarezza le mie cicatrici e in qualche modo ristabilisce un effimero equilibrio.
            La vita ricomincia a fare cucu’ solo adesso…ma nel frattempo 7 mesi, 2 taglie di jeans perse e l’onere di sforzarsi a ricostruire un nuovo futuro, ma senza illusioni.

        • @Stefano, le storie finiscono ok, qui non stiamo generalizzando ma raccontiamo esperienze e ci sembra di parlare tutte dello stesso uomo. Lui che arriva, ti travolge, ti scombussola la vita, dice di amarti e di non poter vivere senza te poi, scoperto, nel giro di ore scappa senza darti una misera spiegazione, nemmeno un 13enne, per paura, soldi, figli e all’improvviso ama di nuovo la moglie (con la quale posta fotodi vita felice) dando tutta la colpa a quella poco di buono dell’amante che lo ha portato sulla brutta strada. È solo questo che stiamo contestando. Sai qual è il problema Stefano? Purtroppo la nostra realtà e’ bigotta e se due persone si innamorarano “infilandosi in una realtà che esiste” cit. tutto sembra un peccato e non viene vista come un semplice sentimento e l’uomo si pone sensi di colpa inutili e davanti alla famiglia/ status/figli si convince di aver sbagliato e torna sui suoi passi. Starò generalizzando ma il mio ha fatto per due volte così. Se non fosse stato scoperto avrebbe continuato, beccato da lei si è rimangiato tutto per lavarsi la coscienza. Come lo defineresti quest’uomo?

          • @ Piccola: corretto, sembra parliate tutte dello stesso soggetto.
            A tutte viene riservata grossomodo la stessa sorte alla fine; da domandarsi invece se anche l’inizio fosse sempre in malafede.
            Il teorema del marito che alla fine non lascia moglie e famiglia ormai non ha nemmeno bisogno di dimostrazione; e’ un assioma.
            Negli ultimi post che ho lasciato ho cominciato a fare osservazioni che mi sembra abbiano suscitato un po d’irritazione (e magari prima o poi verro’ cassato), ma mi scopro ad assumere una posizione…come dire…un po provocatoria, per innescare una reazione d’orgoglio.
            Fino alla fine difendero’ il diritto di esprimere la mia posizione e il dovere di rispettare la vostra, non volendo mai mancare di rispetto ad alcuna.
            La nostra societa’ e’ quella che e’…piaccia o meno e con quella sappiamo di dover fare i conti; il biasimo sociale sui fedifraghi e sulle “rovina famiglie” c’e’ ed e’ forte.
            Quando mia moglie mi lascio’ per un altro, mia suocera diceva in giro che fosse per reazione ad un mio precedente tradimento (mai avvenuto).
            L’onta sociale di avere una figlia fedifraga era troppo forte e per rifarle una verginita’ andava pure bene la diffamazione.
            Ricordiamo la lettera scarlatta del peccato che la Chiesa appiccica ai separati, ai quali non e’ nemmeno consentito fare la comunione a messa; lo stigma non e’ forte, e’ fortissimo.
            Quell’uomo e’ indubbiamente una mer** ma tu: perche’ ci sei ricascata?

          • @Stefano, perché ci sono ricascata mi chiedi. Quando lei lo ha scoperto è successo di tutto, lui è sparito, non ha fatto nulla di fronte agli insulti di lei nei miei confronti. Eravamo insieme al lavoro (Ora non più) e quando mi ha riavvicinato ho creduto al fatto che avesse avuto paura di perdere i figli e poi io ero innamorata. Sono una donna sposata e se mi sono trovata in questa storia è solo perché mi sono seriamente legata ad un’ altra persona e non c’entra nulla il sesso. Ho creduto di aver incontrato la persona che, purtroppo, negli anno di matrimonio non ho ritrovato al mio fianco. È brutto dirlo ma è così. Per la prima volta mi sono sentita me stessa. Dopo il suo ritorno io e lui non ci siamo mai visti ma abbiamo cominciato a pensare a come fare per stare insieme. Durante tutti i mesi di lavoro lei ci ha perseguitati , ha fatto piazzate, mi ha seguito…lui è crollato e invece di fare il salto di fronte ad una lite furibonda con lei ha deciso la via più semplice, quella di andare via da me. Rispetto la sua scelta di famiglia, figli ma avrei gradito mi parlasse da uomo…invece pur di staccarsi da me mi ha trattato malissimo dicendomi che doveva ricostruire e con la mia presenza non avrebbe potuto farlo perché il sentimento per me va al di là di tutto. Io questa capacità di raziocinio non ce l’ho e quindi non credo nel suo amore però ci sto male.

          • @ Piccola: so che la risposta la sai. E’ un retaggio culturale che ci portiamo appresso da mò.
            Quello che fa scopa con il concetto che una donna che si ripassi molti uomini diventi una zocc…mentre un uomo che faccia lo stesso è un Casanova, uno che le castiga tutte.
            Casanova: parola che ha solo un’accezione positiva al quale fatico a trovare il corrispondente al femminile.
            Semplicemente perché non c’é.
            E la cultura è difficile da cambiare; la donna ha la colpa primordiale del peccato originale, tentando Adamo con la mela.
            Dio nella Genesi dice che l’avrebbe pagata cara, partorendo con dolore (e quindi la punisce), ma soprattutto che il suo istinto dovrà essere “verso” il marito e che lui la dominerà – e qui la punisce davvero 😉
            Parliamo di oggi e di alcune parrocchie che durante i matrimoni rifiutano di fare suonare l’Ave Maria di Schubert solo perché dedicata a Maria Maddalena, che notoriamente era una…peripatetica.
            E’ cultura. Valla a scardinare.
            C’è voluto Giovanni Paolo II per fare ammenda su quello che la Chiesa ha fatto alle donne per secoli; cosa saranno mai decine di migliaia di donne grigliate a fuoco vivo.
            C’è addirittura un santo della Chiesa che definì la donna come un errore, un uomo “venuto male”, inferiore anche solo perché la sua temperatura corporea era più bassa di quella di un maschio.
            Un altro voleva segregarle perché scatenavano erezioni in altri uomini santi (ma va?).
            Secoli fa? Certamente, ma tutte gocce che concorrono a creare una cultura e cambiarla richiede generazioni. Tante.
            Nemmeno 40 anni fa che uccidere una donna fosse attenuato e derubricato a delitto d’onore (e non viceversa).
            Anni di lotte al femminile per rivendicare e poi difendere i loro diritti hanno cambiato la faccia della società, non c’è dubbio, ma non la cultura. Il concetto di femminicidio è un contentino politico.
            Ergo: Casanova che viene beccato a tradire viene bollato come…incauto. Il suo peccato ha mille attenuanti.
            Avrà avuto le sue buone ragioni.
            Eva che si trastulla con un uomo sposato é LA tentatrice e tutte le conseguenze sono solo colpa sua.

  10. Ottima la chiusa.. queste “parolina all’uomo che interrompe il silenzio”…
    Grazie Alessandro, anche perchè tu si che ti prendi cura di noi.

  11. Io oramai sono una habitué .. mi ha mollata con tre righi dopo qualche tempo che lo avevano detto alla moglie. Io ero nella classica situazione di ‘tu sei la mia amante e io non il tuo’.. vorrei invitarlo a vivere serenamente la nostra storia con il bello che possiamo darci ma.. sono mesi che traccheggia. Dopo tre mesi ci siamo rivisti 10 giorni fa, voleva fare l’amore ma non era convinto, ma poi è accaduto.. ora come un tumore benigno aleggia nella mia vita.. scrive, non scrive.. un giorno e’ leggermente più presente e altri sparisce. Io sono stata chiarissima nella collocazione da dargli e mai gli ho chiesto di lasciare nulla per me. Il risultato è che.. ci sono giorni in cui sto bene e altri, come questo, dove sll’ennesimo Ci vedremo fuori ma non a casa tua per evitare tentazioni m sento veramente provata. Quindi vuole la mia amicizia , addirittura un’amicizia dove sa che io non devo permettermi altro o forse vuole illudersi o dare a me le colpe dei suoi ‘peccati’. L’amantAto dura da maggio 2018 e francamente ora è diventata pesante, perché a me basterebbe giocare a carte scoperte.. ci vediamo, stiamo bene, facciamo quello che ci va.. ci sentiamo e.. amici come prima. Non capisco tutte queste complicazioni e soprattutto che cosa diavolo gli interessi rimanere ‘amici’ in queste condizioni… non ha un’altra.. e’ Tutto il giorno a lavoro .. ma al di là di quello.. io cerco di vedere il buono delle cose, ma poi mi sento puntualmente mortificata da queste altalene umorali . Alessandro graxie per quello che scrivi.. siete un supporto al grande dolore che si vive

  12. A fagiolo proprio oggi….noi avevamo deciso di non sentirci perché lui voleva arrivare ad un dunque…so che lei lo pressava molto…ieri ero ad un matrimonio,mi ero fatta bella,mi sentivo bene in quel momento,magari il giorno dopo avrei avuto delle crisi ma non ieri sera….poi ad un certo punto un suo messaggio chilometrico che come ho finito di leggere mi è ripartita l’ansia,l’angoscia…mi dice che il giorno prima lei aveva avuto un attacco di panico forte,era finita al pronto soccorso in ambulanza,la mattina dopo parlano e lei gli dice che così non ce la fa più,ma che deve andare via alla svelta se decide questo,lui fa le valigie,dice che ci stava pensando da giorni,come il tuo articolo Ale mi diceva delle case…piange ma è convinto,parlano alla figlia,la figlia piange,inevitabile poverina…lui prepara le valige carica tutto e vedendo la figlia piangere non ce la fa.
    Mi scrive tutto questo dicendomi stasera sarai bellissima, sapeva che ero ad un matrimonio,mi elenca ogni dettaglio e mi dice scusami ne parliamo domani,divertiti….divertiti????Come potrei farlo visto che la serata è andata in frantumi.Oggi mi dice che è disarmato,che non sa cosa fare,che vorrebbe fermarsi…fermarsi???Non mi sembra sia il momento di fermarsi,che vuole capire…capire?????Cos’altro vuole capire…lei ha un altro attacco di panico oggi..mi dice ho bisogno di pensare di fare chiarezza,gli dico scusa mi hai cercato tu ieri sera mica io??Lui voleva sfogarsi,tutto qua,voleva un appoggio,una pacca sulla spalla…mi sono arrabbiata,ha detto in questo momento ho bisogno di pensare a me…grazie…però ieri sera hai voluto a tutti i costi scrivermi quel messaggio,sapendo che ero ad un matrimonio….e mi rendo conto di quanto sia egoista e io sto male,di un male cane,ho l’ansia….io ho già passato una separazione pesante,ne sono uscita,non è stato facile ma l’ho affrontata,ora devo prendermi però le sue di angosce???Mi sento triste,sola,senza forze…e con l’ansia pure io…vorrei sparire

      • Neanche io. Era solo un modo per risegnare il territorio e rovinarle la serata, per tenerla ancora inchiodata lì. @Angelina, ribellati.

      • Sai che nemmeno io? sarà che ne ho passate varie di queste scene…”mi butto dalle scale” e poi non si butta; “vado dai carabinieri” e poi non ci va; “oggi sono venuti i fratelli di lei per sapere e chiarire” e invece manco per niente; “siamo solo io e la figlia a cena il sab sera” etcetcetc. Alla fine, all’ennesimo bivio è rimasto là.

    • Angelica anch’io non gli credo. Pensa che il mio millantava chelei si sarebbe uccisa quando, pur stando male usciva con le amiche una sera si e l’altra pure…che infami!

      • Ragazze abbiamo che fare con i manipolatori psicologici .
        Ho 45 anni sono in tutti sensi desiderio del sesso maschile ma sono caduta in una trappola ” ho i sensi di colpa e non posso ferirla” .
        Lui piacente, dice separato , colmo di sensi di colpa per aver lasciato moglie per l’amore di un altra ( che non ero io ) poi dopo 6 anni di sesso sfrenato che ha salto di fare con molte donne arrivo io … Eva della mela peccatrice .
        Dopo poco mi ama tanto e Eva libera lo ama in modo esclusivo .
        Lui mantiene un rapporto simbiotico e di sottomissione per ex moglie a tal punto che lei diventi sempre più Santa .
        Eva chiede esclusiva e lui dice che ama Eva e rispetta la gatta morta .
        A tal punto che lei si avvale di diritto concesso da lui a telefonare in ogni momento intimo tra Eva e lui.
        Con lei cene , festeggiamenti , cinema e tutt’altro ( scusa e il benessere del figli 22 e 20 anni ) e vende ad Eva la sua incapacità di sostegno . Eva sempre di più cade nelle sua manipolazioni emotive a tal punto che perde l’autostima e capacità di intendere e distinguere il gusto dal sbagliato … Proprio così raggiungendo a lui l’obbiettivo principale … Tenere tutti sotto controllo per un esclusivo scopo della FELICITÀ SUA !
        Ah non dimentichiamo che Eva gode di tutti benefici sociali ed è una donna bella centro e fuori e fisicamente completamente diversa del l’altra . Eva produce effetto di donna femmina amante porca e intelligenza .ad Eva lui ha promesso amore eterno e la vita insieme fino al ultimo respiro .
        Poi un giorno Eva alza la testa e finalmente capisce che l’amore non aspetta ed è immediato e a lui dice come stanno le cose e che non è più disposta a far parte del teatrino … Sapete cosa è accaduto …. È stata espulsa dal teatro .
        Cosa ne dite su questa bella favola ?

          • Non sono io eh! Io sono in CDS totale. Ho letto della tua pausa di riflessione dal blog. Buone vacanze @Oldplum!
            P.s.: Se mi fidanzo vi avverto pure io. 🙂

        • Esattamente Cara @Eva
          Spero che presto tu riesca a superare la sofferenza data dal essere stata dipendente affettiva
          Se ricordo bene ti stai curando con la terapia appposita
          Spero per te di si
          Soltanto così si riesce a recuperare se stesse e a non essere più attratte dai manipolatori

          Che giustamente hai ricordato sono in mezzo a noi e non sono soltanto i Narcisisti
          Perché pure gli uomini amanti con moglie e figli non scherzano affatto con la manipolazione fatta esattamente da tutti quei comportamenti così bene scritti negli articoli di Alessandro

          Purtroppo non ci si accorge affatto prima
          Altrimenti che manipolazione sarebbe?
          Infatti molte amanti qui tesori di donne hanno accettato e scusato i loro amanti veramente senza limiti di dignità propria e senza limiti di tempo ampiamente sforato

          Fai bene cara Eva a ricordare la realtà esistente!
          Un abbraccio ❤️

  13. Complimenti Alessandro, il tuo blog è alquanto atipico, specie quando tratta articoli sulle rovinafamiglie. Conosci sfumature oscure ai molti.

  14. @Eva è vero quello che scrivi. È un atto d’amore verso se stesse e verso la storia finita e l’amore malato e nocivo , ma pur sempre amore. È come fare tana libera tutti.
    Ale complimenti per questo articolo. Si vede che tocchi la sofferenza delle donne. Anche tu mi hai aiutata a liberarmi perché riassumi nei tuoi articoli le parole di tante donne che ci sono passate. Non vedo l’ora di incontrarti di persona!

  15. Una domanda a tutte voi e te Alessandro..io sono stata un anno amante di un convivente da 16 anni con due figli il nostro amore è esploso a bomba corredato da ti amo anello per natale promesse di un futuro insieme ecc…poi la compagna ha scoperto di noi leggendo dei messaggi e se n’è andata di casa ma tempo un mese ed è tornata nonostante tutto lui non ha rinunciato a me la cosa più bella che gli sia mai capitata dopo i figli ma sempre da tenere del ruolo di amante poi in un futuro chi lo sa magari potremmo stare insieme io li x li non seppi rinunciare ma un pó xchè ormai la compagna aveva mangiato come si suol dire la foglia e a causa dei suoi mille sospetti lo controllava e pressava un pó xchè ormai io avevo capito di aver perso potere e di perdere tempo nonostante l’amassi arrivammo ad un continuo tira e molla con molti bassi e pochi alti e lui aveva capito che stavamo alla frutta.Nonostante tutto x lui non potevo essere cosa persa non ero una qualunque ma importante.Poi una notte di un mese fa una telefonata a me di lei col numero di lui dove mi insultava e pregava di lasciarlo in pace.io ho chiuso i discorsi dicendole che avrebbe dovuto chiarire la questione con lui e non con me.Ovvio che mi sarei nei giorni appresso aspettata una telefonata di chiarimento da parte di lui e invece mi ritrovo la domenica sera bloccata su tutti i social credo anche il telefono ma io non l’ho più cercato.io sono rimasta tanto male da lui non me lo sarei aspettato..voi credete che mi sbloccherá e ricontatterà in futuro?

      • Stellina ma se fossi la cosa più bella che gli è capitata non credi sarebbe con te e non a casa sua??? Guarda che non è prigioniero in un castello sotto il sortilegio di una strega, è casa con la madre dei suoi figli, la donna che sceglie ogni giorno da 16 anni della sua vita e che ha continuato a scegliere anche quando faceva il farlocco con te. Ti chiedi se ti sbloccherà? Per cosa? Ti mancano le sue parole? Che sei la cosa più bella capitata nella sua vita? Ti ha bloccato per non perdere lei, non lo capisci, non la vuole lasciare. Scrivi che la compagna “lo controllova e pressava” ma guarda che il tuo grande amore neppure rischia una giudiziale, lei ha vissuto il tradimento, ha scoperto qualcosa che ha distrutto la fiducia. Per riconquistare lei ti ha dovuta necessariamente tenere ad un certa distanza. E se ti ha ugualmente tenuta è perchè sei una polla troppo facile da spennare per perderla. Scusa la franchezza, so che vedere certe cose fa male, e so anche che da qualche parte dentro di te credi che per te sarà diverso, diverso dalle tremila altre.

    • @Stellina.. sai che a volte vi leggo e mi leggo e.. sembriamo madri che parlano dei loro figli. Non ce li aspettiamo certi comportamenti, ci rimaniamo male, siamo addolorate, pronte a crederci se si riscattano, con un ‘lo sapevo che tu eri diverso’ sempre in tasca.

      Ma sti uomini se la meritano tanta fiducia oppure a noi donne ne hanno data un tot alla nascita con scritto ‘disfarsene quanto prima’ ?

      Ma siamo sicure che ci sia una soluzione a tutto ciò? Forse ogni storia deve vivere la sua parabola e spegnersi quando ci ha davvero insegnato tutto su di noi. Oggi sono così: filosofeggio e cazzeggio.

      • E’ tutto vero Mary…che da qualche parte dentro di noi crediamo che sarà diverso, diverso dalle tremila altre. E anche che da qualche parte dentro di noi crediamo che ogni volta che rompe il silenzio e torna sarà diverso, diverso dalle millemila altre volte. Ma non lo sarà. Perchè come in passato ci hanno sacrificato alla “ragion di stato” succederà ancora, perchè l’altra vita sarà sempre prevalente rispetto a noi.

        • Sapete che mi stupisce questa meraviglia che una moglie possa cercare di trattenere suo marito, pur fedifrago?
          Quelle di voi che sono o sono state sposate e ci hanno davvero creduto, hanno fatto un progetto della loro vita, lo hanno pianificato e condiviso con un uomo, ne hanno fatto il senso delle loro giornate, per l’eternità, ci hanno magari costruito un futuro più reale con dei figli.
          Accettare di mandare tutto a rotoli per un tradimento è certamente un’opzione, ma è tutt’altro che facile.
          Sia per una moglie che per un marito.
          Le generazioni più vecchie (non sconosciute ai tradimenti) mettevano la famiglia al primo posto e accettavano il sacrificio di una fiducia spezzata e di una vita di simulazioni, ma la famiglia non era in discussione; sapevano sacrificarsi per questo.
          Credo che tenere duro (chissà…magari con il dono un giorno di sapersi ritrovare) sia molto più impegnativo che levare le tende al primo episodio; a scappare son capaci tutti; è rimanere, mettersi le palle tra i denti e stringere che richiede carattere.
          E quando l’amante cambia idea, non cercate forse di trovare la maniera di trattenerlo a voi?
          Non è esattamente quello che sta facendo la moglie? E non è forse quest’ultima quella che ha più da perdere?
          Credo di non conoscere nessuna donna, tradita dal marito, che non si riferisca o non pensi all’amante di lui come “quella troia”, almeno una volta; questo la dice lunga sul fatto che l’amante di un uomo sposato non abbia responsabilità; è vero che una persona matura (uomo o donna, beninteso) prenderà da sola la decisione di tradire o meno, ma se non gli si dà l’occasione…”se proprio vuole un’amante se ne trovi un’altra certamente non sarò io”.
          E allo stesso modo non credo che l’amante di un uomo sposato si riferisca alla moglie di lui come “quella troia”; probabilmente, questa differenza la dice lunga sull’individuazione delle responsabilità, del chi-ha-rotto-cosa.
          Ogni uomo sposato sa bene cosa mette in gioco e quali pesi ci siano su ciascun piatto della bilancia (non parliamo poi quando ci sono dei figli); e credo che ogni amante donna sia più o meno consapevole di questo; ma è facile lasciarsi ingannare dal cuore con le promesse di eterno amore.
          Alla resa dei conti difficilmente un uomo lascerà la famiglia e, se lo facesse, probabilmente tutte le donne se ne meraviglierebbero, perché le dinamiche sono quelle e sono note “oh guarda, ma alla fine ha veramente lasciato la moglie…non l’avrei mai detto”.
          Morale: gli uomini sposati (come le donne sposate, naturalmente) non si toccano.

          • @Stefano! Concordo con te su tante cose anche se credo scaturiscano da una fonte diversa, essendo io femmina e tu maschio.
            Però però però.. si!
            Siamo tutti adulti e non viviamo 24 h su 24 col cuore dedicato e sanguinante per l’amante/marito o chicchessia.
            Stai male un week end, stai male tre giorni di fila, anche una settimana, ma poi c’è la vita.
            Se una persona vive solo di quello E’ EVIDENTE che una vita non ce l’abbia e li o è depressa (ci vuole un aiuto, non l’amante che decide) o è egoista (leggi nullafacente quindi con tempo da buttare via).

            Io ragazze mie non ci sto, non è per autoflagellarsi, però dalla statistica emerge che -se gli uomini si comportano tutti nello stesso modo- noi siamo per lo più testarde e tiriamo dritto fregandocene dei segnali al neon.

            Avete presente quando una persona al volante ignora tutte le indicazioni fino a perdersi?

          • Cossora, non c’e’ dubbio che intrinsecamente i nostri punti di vista siano differenti, pero’ continuo a dissentire sul discorso statistiche e numeri; ho lasciato da poco una replica al commento di Alessandro Pellizzari ad un altro mio post di ieri, nel quale ribadiva la fonte delle sue osservazioni (la statistica appunto); questo mio post e’ ora in moderazione e forse domani esce.
            Magari cercalo.
            Leggo avidamente quello che voi ragazze ferite scrivete e mi spinge la mia propria esperienza, che non trova grande opportunita’ di sfogo su un blog analogo che sia pero’ virato al maschile.
            Quindi leggo voi, cosi’ prodighe di interventi.
            Sintesi: vent’anni di relazione e 14 di matrimonio; lei mi lascia perche’ non sa piu’ cosa sente e deve “ritrovarsi”.
            Le provo tutte, anche 1 anno di psicoterapia di coppia che io promuovo e che defunge quando lo strizzacervelli dice lapidariamente “chiaro che la signora non abbia alcuna intenzione di recuperare”.
            Ale’.
            Separazione, 3 anni da single e poi ricomincio con lei, che si dichiara nel frattempo folgorata dalla consapevolezza del vero valore della nostra unione.
            Non dura nemmeno 3 anni che mi informa di stare con il grande amore della sua vita, compagno di liceo.
            Champagne!
            Nota a margine: in tutto questo marasma ci sono due figli.
            Segue separazione giudiziale (promossa da lei, clamoroso!), sentenza e nuova vita da single.
            Ma la stessa vita che leva, talvolta ti da’ e mi fa reincontrare una vecchia conoscenza.
            La faccio breve: alla tenera eta’ di 50 anni mi innamoro come mai nella mia vita prima.
            Quando ormai gia’ mi vedevo inesorabilmente destinato a fare una vita da orso eremita.
            Lei separata con un figlio; si parla di futuro insieme, di vivere da lei, di fare traslochi o addirittura di comperare case.
            Il tempo passa.
            Si comincia a coinvolgere suo figlio, con la delicatezza di chi sfiora le ali di una farfalla.
            Questo ragazzino ed io leghiamo in maniera straordinaria ed imprevista.
            Si arriva persino a fantasticare (pensa un po!) di un figlio nostro.
            Finche’ un pomeriggio di domenica, a bruciapelo “ops…sai che c’e’? Non ti amo. Mi spiace, sei un uomo perfetto, non mi hai fatto mancare nulla e con mio figlio sei incredibile, pero’ e’ cosi. Non mi va di perderti. Comunque bravo lo stesso”.
            Piu’ rivista.
            Ho provato in 2 sole occasioni a scriverle quello che provassi, per avere repliche garbate ma ferocemente tranchant.
            Spettacolo finale: un’amica di lei mi dice che per mia disgrazia non ero sufficientemente “stronzo”.
            Da allora vige la piu’ rigorosa regola del silenzio.

            Perche’ vi leggo quindi?
            Una parte, lo ammetto, vi vuole vedere in una sorta di contrappasso per quello che ho vissuto io; lo so, e’ puerile, lo riconosco e risponde ad un istinto di revanche di cui tutto sommato mi vergogno.
            Leggere che soffriate per uno stronzo non e’ bello, ma un po accarezza le mie cicatrici e in qualche modo ristabilisce un effimero equilibrio.
            La vita sta ricominciando a fare cucu’ solo adesso…ma nel frattempo 7 mesi, 2 taglie di jeans perse e l’onere di sforzarsi a ricostruire un nuovo futuro, ma senza illusioni.

          • Più sintetico Stefano per favore le cose troppo lunghe non le pubblico

          • @Stefano,
            mi unisco all’invito di Polly, resta anche tu qui, ci aiutiamo, ci ascoltiamo, e ci sono anche momenti bella allegria che fanno bene.

          • @Stefano ho la impressione che in un certo senso tu ,forse ,dal tuo racconto di esperienze con le donne ,forse potresti far parte di quel numero esiguo una minoranza di casi al contrario e cioè sei più come noi
            Esistono anche Donne che si comportano in modo manipolativo
            Con schema uguale come a molte di noi è successo

            La statistica però parla di casi in maggioranza sono gli uomini a comportarsi come giustamente in modo corretto ha scritto Alessandro qui in tutti i suoi articoli e scritti vramente illuminanti e di grande aiuto per noi tutte.

            Forse sei come noi,ovvio il forse mio è perché è una ipotesi non so ma dal tuo racconto sembra così grosso modo.

            Benvenuto e scrivi ancora !

          • @ Alessandro: chiedo scusa, la prossima volta contraggo.
            @ Polly: facciamo cosi’: lusingato e ben felice di poter dare il mio punto di vista sul mondo dei maschietti (dopotutto un po di contraddittorio ci puo’ stare).
            Da voi spero di cogliere qualcosa sul vostro mondo.
            Una cosa fatico a capire.
            Voi donne siete anni luce avanti a noi; vi muovete secondo traiettorie e comunicate su frequenze che a noi ometti risultano del tutto incomprensibili.
            Come diceva Giacobazzi, il rapporto dei neuroni tra noi e voi e’ 1/350.
            Dovreste “mangiarci in testa” e rigirarci come meglio credete.
            Eppure da tutte le testimonianze emerge questa apparente ingenuita’.
            Ma voi non siete cosi’ naif.
            Le presunte “trappole” degli uomini non sono nemmeno mimetizzate, sono li in bella vista, come voragini nell’asfalto.
            Eppure…eppure siete in tante qui a volarci dentro.
            Per un sapiosessuale come me sarebbe molto deludente.
            Vi prego ditemi che quando ci mettete dentro il cuore…spegnete il cervello.
            Altrimenti non si spiega.

          • @stefano… è proprio così! La maggior parte di noi qnd ha acceso il cuore…ha spento drammaticamente il cervello! Xchè altrimenti nn ci saremmo cadute…poi mettici i vari contesti (cm ha detto Ariel…momenti di crisi personale, crisi cn il marito, separazioni, vedovanza etc etc) e PAAAAM avevamo voglia/bisogno in quel momento di riprovare le emozioni dell’innamoramento…avevamo la necessità dopo tanta apatia, delusioni o dolori…di ritornare ad amare e d essere riamate! Sai cosa puoi trovare qua dentro? Tante donne che avrebbero avuto il coraggio di saltare e riprovare ancora ad essere felici….e (virtualmente) tanti uomini che invece hanno scelto in base alla convenienza!
            Ecco le famose statistiche di Ale!
            Poi sn d’accordo con te…nn siete tt uguali…ma mi sento di dirti che se le tue donne ti hanno lasciato era xchè probabilmente nn ti amavano più! E hanno rischiato…spegnendo il cervello! Xchè forse…in fin dei conti…sarebbe stato più comodo e conveniente rimanere cn te (anche senza amore)
            E lo hanno fatto senza più tornare sui loro passi…(o quasi…la moglie è tornata una volta…ci ha provato… sbagliando!) xchè nn c’era più l’amore! Le tue sn storie andate male…ma nn tormenti fatti di distacchi e ritorni…in un continuo di montagne russe…un giorno a promettersi amore eterno e il giorno dopo sparizioni degne di un abile prestigiatore…per poi tornare qlche mese dopo a ripromettere…solo per prendere una boccata d’aria dalla noia e infelicità della vita coniugale.
            Ovviamente fuori ci saranno anche donne senza scrupoli…milf in tenuta da guerriglia urbana…ma nn le troverai qui!

          • Stefano …. Quando ci mettiamo il cuore …. mettiamo in off il cervello …. Vero!! Peccato che è un pulsante ‘nelle nostre mani’!!

          • Vero Stefano, siamo avanti anni luce per quanto riguarda sensibilità ed emozioni.
            Sai, è da un pò che bazzico il forum, e ho capito una cosa, quì siamo tutte donne toste, chi in carriera, chi in famiglia, tutte determinate, al di fuori di questa esperienza.
            Qua non trovi la donnetta che va al bancomat col marito.
            Eppure…eppure siamo quì ferite, lacerate, dilaniate.
            Io stessa mi sono chiesta più volte perchè. Perchè ci sono caduta una volta, e poi di nuovo a distanza di anni, sempre con la stessa persona.
            La risposta che mi sono data è che dall’alto della nostra non ingenuità, ma onestà intellettuale, ci crediamo, pensiamo che sia la volta buona, che se si è ripresentano è perchè finalmente hanno capito, addirittura hanno “scelto”
            Non ci passa nemmeno per l’anticamera del cervello che invece si tratta solo di egoismo, di mero opportunismo. Vivono in matrimoni decotti e di tanto in tanto fanno capolino per respirare una boccata di ossigeno, per poi ritornare in apnea.
            Sai, io non avrei nemmeno preteso una scelta, ma solo coerenza.
            O dentro o fuori
            Invece come nei migliori clichè si alternano ritorni a sparizioni, momenti up a momenti down, pause e silenzi.
            E questo, tutto questo, studiato a tavolino, come i migior stateghi, per segnare i confini, i limiti da non superare.
            Per farti capire che i tempi li dettano loro, che a loro volta sono dettati dalle loro esigenze. E tu non sei mai un’esigenza, sei un optional.

          • Siete più oneste di noi. Gli onesti non pensano subito alle fregature perché non le tirano

          • @ EP
            @ Dispersa
            Allora va bene, cuore-ON e cervello-OFF; sono rinfrancato confermiate la mia diagnosi.
            Poi si, le circostanze della vita (separazioni, crisi…), ma credo anche ci sia la solitudine ed il fatto che, nonostante tanti aforismi sul tema (imparate a stare bene con voi stessi da soli e a bastarvi così e solo dopo riuscirete a vivere correttamente una relazione sentimentale) ci sia una naturale inclinazione a cercare qualcuno a cui volersi dare emotivamente e del quale prendersi cura col cuore.
            Mica siamo replicanti.
            Ma vuoi mettere lo sfarfallio nello stomaco quando stai per incontrare quella precisa persona ogni mattina quando fai colazione al bar, alla quale rubi sguardi che non lasciano nulla da interpretare?
            E poi ci pensi il resto della giornata, aspettando il mattino successivo…bum bum bum.
            Ti scopri a sorridere e a pensare persino che la vita non sia solo fango come magari poche settimane prima pensavi.
            Si sta finalmente bene, si è lusingati dal capire che si può ancora piacere ed essere interessanti per qualcuno (e non è banale).
            Quindi benvenuto il cervello-OFF, ci sta e ci sta tutto, in principio (e poi all’inizio tutto sembra assolutamente perfetto, una magica congiunzione astrale). Siamo umani.
            Lo stato civile del soggetto di turno però dovrebbe essere un po un campanello d’allarme; ok la passione iniziale, le fantasie, le promesse, il trasporto emotivo; tutto è bello e fattibile, la volontà non è in discussione; ma si parte consapevoli comunque di un ostacolo significativo.
            Tu donna single e “sin compromiso”; lui uomo sposato, magari con figli a carico? Driinnnnn…!
            Già accettare l’idea che torni a casa dal “capo” ogni sera fa venire l’eritema.
            Ah già, dimenticavo, cervello-OFF.
            Tutti i “MA” del caso sono li, si vedono, ma non li si vuol guardare e si va avanti SOLO perché ci sono le promesse.
            Siamo sinceri: uomini fatti in quel modo non-li-cambi. E non scompariranno.
            Pensare “ma a me non capita” è un rischio e forse una beata illusione.
            Passi che ci caschi una volta; ma ricascarci la seconda, con lo stesso giocoliere…non c’è cervello-OFF che tenga.
            Si chiama amore e l’amore, talvolta, ti frega.

          • Solo il 15:20% degli amanti diventano nuove coppie ufficiali. Pochi ma ci sono gli sposati che scelgono

          • …e tutte noi…o quasi abbiamo pensato/sperato di essere dentro a quel 15/20%! È il gioco dell’amore…cuore ON…cervello OFF!
            X la maggior parte nei ns uomini
            invece cervello quasi sempre ON…di conseguenza deduco dalle ns esperienze sempre molto simili che il cuore x loro finisca in OFF!!!
            Che gran peccato…

          • Appurato che praticamente tutte voi abbiate vissuto una crociata del genere, vorrei fare il passo successivo e metterla giù in maniera più fredda.
            Eziologia del problema: perché succede?
            Un discreto numero di uomini, molto sposati, al dunque preferisce levare le tende.
            Tutto può verificarsi se e soltanto se dall’altra parte risponde una platea di donne ricettive.
            Diversamente la reazione non si innesca. Non c’è carnefice se manca la vittima.
            In questo disegno l’anello debole della catena siete voi, per la semplice ragione che non avete alternativa.
            Lui si. Lui apre al piano B perché quello A è stanco, ripetitivo e blah…blah…e perché (in questo è uguale a voi) cerca emozioni.
            1° livello: fascino, passione, promesse sono ingredienti obbligatori all’inizio e nella sbronza iniziale (di entrambi) io credo che possa esserci una discreta sincerità anche negli uomini. Nessuno pensa al dopo quando il prima ti travolge; lo vivi e basta.
            Voi rappresentate la vita, la tachicardia, la dopamina; quello che gli manca lo avete voi (e viceversa).
            E, perdonate la sincerità: se a letto siete anche delle trapeziste, la frittata è fatta (la moglie a casa è un brodino con le Stelline).
            Poi un giorno cominciano a diradarsi le nebbie e dall’obnubilamento comincia a prendere forma il redde rationem e siete (comprensibilmente) voi che lo chiedete, perché dopo x-tempo si vuole la fase 2.
            2° livello del problema: una fase 2 lui già ce l’ha (a casa); e la vostra fase 2 deve inesorabilmente transitare per l’enorme rompitura di palle di una separazione (teorema di Stoca***), che in sé sarebbe cosa da poco se non si coniugasse con le legittime resistenze della moglie e scenari apocalittici del dopo.
            Forse non vi sorprende, ma è esattamente qui che crolla tutto, perché le vostre legittime (e reiterate) aspettative collidono con il teorema e fanno schizzare la pressione a mille; per un po puoi farla sfiatare, ma poi arriva al livello di guardia e bisogna levare uno dei due tappi: A o B?
            Quale dei due fa meno morti e feriti se lo butto? La risposta la sapete.
            Fine della prima parte.

          • Esattamente. La conferma sta nella seconda parte del post (ancora in moderazione).

          • Troppo lungo inutile fare puntate dello stesso argomento le regole sono queste

          • @stefano…leggevo attentamente il tuo teorema…mi assomigli per modo di analizzare i fatti in modo lineare e schematico…e se nn ti dispiace ne approfitto per cercare di capire il vostro mondo…il vs pensiero in certe situazioni cm fai tu con noi in questo blog! Il bello è che essendo completamente anonimo possiamo essere sinceri al 100%…dire anche le cose meno virtuose di noi…tanto nessuno ha interesse a giudicare!
            Quindi torniamo a noi…fammi capire…qnd tua moglie ti ha lasciato la prima volta in che situazione di coppia eravate? Intendo…noiosamente si andava avanti facendo finta che nn ci fosse un problema? E magari tu o entrambi avevate trovato una stampella fuori? O ne avevate preso coscienza e ne parlavate? Tu sei caduto dal pero? Il sesso c’era? O era nn pervenuto?

            Scrivi che dopo un anno di psyco pure lui ha alzato bandiera bianca, sentenziando “che la signora nn era interessata a recuperare”
            Xchè dopo 3 anni l’hai riaccolta?
            Faccio fatica a pensare che tu l’abbia fatto xchè eri ancora innamorato…xcui immagino la tua sia stata una scelta razionale…”x i figli”
            Ma magari nn e così…

          • Non so se la cosa interessi a tutte ma ti rispondo volentieri.
            La prima volta e’ stata a bruciapelo; nessun allarme, nessuna di quelle situazioni in cui affrontate il vs compagno con un “e’ meglio se parliamo”. Nulla. Fulmine a ciel sereno.
            Sono tornato (e qui ci hai preso) solo per salvaguardare la famiglia, che per me e’ il valore nr. 1 e per quei due ragazzini.
            Il mondo mi diceva: “e’ sbagliato, i ragazzi sono resilienti, passano oltre, si fanno la scorza”, tornare e’ un errore enorme; non li ho ascoltati e sono andato avanti.
            Anche se non l’amavo avevamo comunque un buon rapporto e lei era una brava mamma.
            E lei per ricominciare diceva: “ma ti rendi conto quanto possiamo essere noi due insieme? Non buttare via tutto”.
            Family first!
            La seconda volta c’era l’altro tipo e quindi si spiega da se’.
            Poi, investigando, scopro a posteriori che c’era lui anche la prima volta ma al momento del dunque se l’e’ fatta nelle braghe, a lei si e’ chiusa la vena e mi ha mollato.
            Dopo che mi ha lasciato la seconda volta scopro anche che si ripassava da 5 anni anche un mio amico. E chissa’ quello che ancora non ho saputo (?).
            Quando la realta’ supera la fantasia e soprattutto crolli di fronte alla consapevolezza di essere stato con una perfetta sconosciuta.
            Io ho un solo problema: sto in una relazione SOLO se mi fido, quindi nemmeno contemplo la possibilita’ di un tradimento (mi dirai…sveglia ragazzo!).
            Questo ti porta a non vedere alcun segnale (e comunque secondo me ha visto bene di non dare motivi di sospetto…”stasera vado a fare la volontaria alla Caritas…torno tardi…”).
            Sesso? Ministeriale, un colpo a settimana quando madame non controllava piu’ l’ormone e si veniva chiamati a rapporto; se ti azzardavi a fare percepire qualche slancio oltre al turno ufficiale ti sentivi dire “ non sono mica una macchina!”.
            Chi ha il pane e non ha i denti.
            Summa? Sono il re dei coglioni.

          • Fidarsi è un pilastro dell’amore. Non è colpa tua se la tua fiducia è stata disattesa. Anche se il tradimento non esiste perché è l’amore che finisce, ben prima del tradimento

          • @ Alessandro, se c’e’ un tradimento e’ chiaramente perche’ l’amore non c’e’ piu’.
            Ça va sans dire.
            Ma dopo tanti anni di matrimonio e’ quasi impossibile ci sia amore; piuttosto ci si vuole un bene dell’anima, si e’ costruita una vita insieme, si e’ raggiunta una complicita’ tale che spesso non serve nemmeno parlarsi per capirsi. L’amore si e’ trasformato in qualcos’altro.
            Si sono fatte scelte insieme, progetti, prese decisioni. Spesso complicate.
            C’e’ un patto che probabilmente e’ piu’ solenne dell’amore.
            Quindi mi spiace, ma dissento.
            L’amore finisce? Ok, lo capisco, lo so, guarda…puo’ starmi anche bene.
            Ma che il tradimento venga derubricato perche’ giustificato dal fatto che l’amore non ci fosse piu’?
            No, non sono d’accordo.
            Questo blog e’ farcito di dolore, lacrime, rabbia per le mancanze di sincerita’, di rispetto, di onesta’, che tutte lamentano.
            Mi rispetti. Punto.
            Mi parli, mi spieghi, magari mi dici che non sei nemmeno disposta a tentare di recuperare.
            Ma non mi tradisci. Mi lasci e poi fai quello che ti pare.
            R-E-S-P-E-C-T (Aretha Franklin).

          • Prima si tradisce poi si lascia. Prima cessa l’amore è poi si tradisce. Non si tradisce se si ama. E I patti e il rispetto non tengono se non c’e Amore

          • Quando ero innamorato (succedeva dopo la ex moglie), avevo occhi solo per lei, esisteva solo lei, lasciavo si addormentasse prima di me per guardarla dormire ed era un capolavoro quando si svegliava la mattina tutta stropicciata dal sonno.
            Quando eravamo in giro facevo la coda come il pavone ed ero orgoglioso lei fosse li con me.
            Avrebbe potuto succedermi qualsiasi cosa che mi sentivo dentro una forza sovrumana per superare ogni problema.
            Aveva il potere di cambiare il mio umore solo con un sorriso o uno sguardo.
            In quel periodo non esisteva nessuno; avrebbe potuto tirarmela nella schiena anche Belen che non me ne sarei accorto.
            Non era perfetta, non lo era affatto; ma i suoi difetti la rendevano del tutto umana ed ancora piu’ adorabile.
            Mi paralizzavo in adorazione anche solo a vederla tagliare l’erba del giardino o raccogliersi i capelli e fermarli con una matita. Ero in banana totale.
            I normali compromessi che arrivano quando si sta in due non erano mai un problema; era il modo unico di stare insieme. Il nostro.
            Questo quando l’amore c’e’ ed e’ totalizzante.
            Senno’ e’ un’altra cosa.
            A lei lo dicevo ad ogni occasione, ma era superfluo: lei lo sentiva.
            Non servono le parole; anzi, le parole sono davvero il meno.
            E’ vero che ognuno di noi uomini esprime le sue emozioni a modo proprio, ma quando c’e’ c’e’. Si sente. Si vede dagli occhi.
            Se non lo sentite, allora meglio farsi la domanda: cos’e’? Mi sta bene?
            E da li ci si regola.

          • @stefano…il punto semmai è che noi lo abbiamo sentito! O crediamo di averlo sentito…o sn stati bravi a farcelo sentire anche qnd nn c’era! Il problema è il concetto di amore…ognuno ha il proprio! Anche tu credevi di aver sentito l’amore della tua seconda compagna…ma i fatti dicono che nn era così! E lei è stata onesta! Taglio netto…educata ma ferma! Tua moglie invece…bah…nn so che dire sì è comportata cm i più frequenti cliché sugli uomini! Marito lasciato e ripreso x convenienza, amante trombamico, amante innamorato etc etc…da fuori un quadro desolante di donna!

            Poi xò mi sorge un dubbio…e siccome sn x natura portata a guardare tutti i lati…a scorporare tutti i mattoncini che compongono una cosa, a nn soffermarmi alla prima facile lettura penso…che possa esserci una interpretazione diversa…dei motivi che l’hanno spinta a fare così…la sua visione del vs matrimonio…magari nn esattamente cm l’hai descritto tu! Senza doverla x forza giustificare…o dare per partito preso tutta la ragione a te! X esempio…ricordo male o hai scritto che ti ha chiesto la separazione giudiziale? X quale motivo?

            Sai Stefano… in questo blog ci sn molte amiche che, se venissero scoperte dal marito, potrebbero essere giudicate da fuori cm tu giudichi e porti gli altri a giudicare tua moglie…ma leggendo si scopre che ci sn delle motivazioni che hanno portato a questo distacco, al loro comportamento, al tradimento…poi io personalmente posso essere d’accordo con te sul portare avanti o meno un matrimonio su basi di disonestá…xò tant’è…@ale ci dice che statisticamente prima si tradisce e poi (forse) si ha la forza di lasciare! X me nn è andata così…ma se nn ci fosse qualche eccezione nn ci sarebbe la regola…e cmq nel mio caso c’erano moooooolti altri motivi x la separazione!

    • Io credo che il blocco sia stato imposto da lei. Lei come ogni donna reagisce all’idea della fuga di lui mettendolo in carcere. Amare non è questo. Questa è disperazione e possesso. La mia storia di amantato mi ha insegnato cosa sia l’amore: l’amore è libertà. Se stringi, se soffochi, non è amore. È egoismo. Ogni donna tradita (e noi amanti lo siamo ogni giorno) dovrebbe lasciar libero il proprio uomo di verificare i propri sentimenti e di scegliere. E dovrebbe farlo con la consapevolezza che certe cose non si possono controllare. Non si può controllare l’amore o pretenderlo con la minaccia. Però non bisogna aspettare a vivere. Bisogna vivere e andare avanti. È dura, durissima. Ma la ricompensa sarà la serenità e magari un uomo consapevole che ci amerà liberamente e non starà con noi sognando altro (il caminetto, le tette dell’amante, conforto altrui etc).
      Le cose si evolvono. L’amore vero non finisce. Amare è una cosa che va oltre anche al fatto di lasciarsi se è vero amore. Non aspettarlo. Vai avanti. Tornerà. Verifica allora se tu sarai la stessa. Forse no.

      • Come scrisse una volta Franca “Un amore così ti cambia la forma del cuore” (o una cosa del genere) e non si può più tornare indietro. Per fortuna direi. @Oldplum, ti sento. ❤

        • Quanto mi ha insegnato quest’uomo. L’esperienza con lui.io so che ci amiamo tanto. Ci sentiamo a distanza, senza bisogno del telefono. Mi ha cambiata davvero. Spero di aver fatto per lui la metà di quanto lui ha fatto per me
          Ti sento anch’io @Eva

          • Oh ma che bello @Oldplum!!
            Presa di coscienza, l’hai voluto, l’hai vissuto, non hai perso niente. Ti ha dato vita, emozione, qualche scossa tellurica ma.. era quello che volevi:

            qualcuno per cui valesse la pena!

        • Oldplum ma quale carcere? Ma credi davvero a quanto scrivi? Lei come ogni donna gli avrà detto se vuoi si continua, se vuoi vai pure. Non c’è stata nessuna imposizione. Non c’è nessun carcere. E non capite che la carceriera gli ha dato due figli e forse non gli garba tanto di farsi menare per in naso. Tu parli di amore libero ma quello che credi vivere l’amore libero ne vive uno classico che ha voluto e vuole. La moglie è una scelta razionale ed emotiva, l’amante è una scelta solo emotiva. Molti di questi uomini percui credete di rappresentare l’amore non vi sceglierebbero se fossero liberi, perchè non è detto rispondiate a ciò che la loro logica gli impone nella scelta di una compagna.

          • Tesoro, preferisco essere scelta con il cuore (la parte più autentica che c’è) che per motivi razionali. L’emotività è ovvio sia finita con le mogli, visto che la si cerca altrove.
            Una che non ti permette di andarsene è una carceriera.

          • Ps: non so nemmeno io se lo sceglierei fosse libero. L’ho detto mille volte se leggi i miei commenti. Ma non perché non lo ami. ad una certa età la solitudine fa un gran bene. È una necessità.

          • @Oldplum mantieni la tua rotta. L’hai scelto quando era il momento di sceglierlo. Non devi spiegare niente a nessuno.

          • L’amore classico lo ha voluto, lo ha tradito, ma lo vuole per comodo.Non so cosa è meglio sinceramente l’amore dovrebbe essere puro e sono dell’idea che quando si imbratta le uniche scelte che si fanno sono di codardia (se si resta) di cambiamento (se si esce dalla famiglia).

          • Non credo ci siano verità assolute quando si parla di relazioni e di emozioni.
            E non credo che tutti gli uomini mentano quando parlano di sentimenti per l’ Amante e di abitudine per la moglie.
            Siamo tutti esseri fallibili nella vita, amanti e mogli comprese.
            E dobbiamo imparare a capire che si è vero quello che è tuo marito ti ha scelto come compagna di vita magari perché ti amava o magari perché gli andavi bene come moglie e madre.
            Sai cosa mi piacerebbe fare? Un bel sondaggio per sapere sapere, al netto dei figli delle responsabilità e della questione economica,quanti di questi mariti che tradiscono con storie parallele potendo scegliere davvero con la libertà assoluta sveglierebbero ancora di sposarsi con la stessa persona scelta anni fa.
            Io onestamente non sono sicura che la risposta sarebbe sempre sì…..
            Si cambia, tutti cambiamo nel percorso della vita ed il “per sempre” esiste raramente nelle questioni di cuore…
            la maggior parte delle volte esiste solo perché imposto razionalmente.

          • Scusa Mary, dici che quello con la moglie è un amore che ha voluto e vuole. Chi gli ha chiesto nulla! Parli come tutte quelle donne che se la prendono con l’amante non considerando mai che gli uomini fanno tutto loro: corteggiano, conquistano, si lamentano della moglie aguzzina, si fanno scoprire, entrano in crisi, vogliono cavoli e capre. Finiamola di dipingere le amanti come uniche colpevoli che hanno tratto nella loro rete questi poveri angeli! Io sono una donna normale che aveva la sua vita normale e MAI avrei pensato di scegliere e far entrare nella mia vita un altro uomo. Abbiamo fatto tutto insieme. Ci siamo conosciuti e voluti bene, chi più chi meno. Se fosse stato libero non mi avrebbe scelto? Probabilmente nemmeno io ma non ha scelto nemmeno di essere fedele alla moglie, grande amore della sua vita!

        • @Mic @Piccola figuratevi che la settimana scorsa ho letto un articolo che parlava di quali consigli daresti al te da giovane; beh, gli studiosi hanno intervistato più di 400 uomini e il consiglio più diffuso era “Non sposare lei”. In tutta onestà del mio sposato ho smesso di chiedermi il perché di lei allora e il perché di me dopo, non mi riguarda e non cambierebbe niente. A volte mi dispiace sinceramente per lui perché sento il dolore che lo lacera, sento quanto si senta tradito lui della fine di un amore in cui aveva creduto, aveva investito. Magari era solo un entusiasta o uno che si è fatto i conti male, chissà. Quello che so è che non è facile per nessuno sentirsi intrappolati in un’infelicità che alla fine hai costruito tu stesso mattone per mattone, o almeno un buon 50% tenendo conto che le cose si fanno sempre in due, amantati e matrimoni. Quello che ci deve importare è dove sono ora, oggi, noi, e se non sono con noi ne prendiamo atto e andiamo avanti.

        • Piccola non sto dando colpe a nessuno. La guerra amanti/mogli la trovo inutile. Le amanti spesso si legge danno delle aguzzine carceriere alle mogli, le mogli danno delle tro rovinafamiglie alle amanti. Sono entrambe donne che anzichè vedere il cog che gli ha raccontato un sacco di frottole se la prendono con l’altra. O meglio dentro di se spostano le responsabilità delle azioni di lui che le hanno ferite in un’altra persona. Da ambo le parti: ha senso? Io di senso ne vedo solo uno: tenerselo, anche solo nel cuore come idea di amore. A fronte del racconto di Stellina lei dovrebbe essere magari arrabbiata, oppure meglio sarebbe dirsi “oh me lo son levato dalle balls, tanto non mi poteva dare niente” e invece ci sta male e si chiede se mai tornerà. E io mi chiedo. Perchè? Cosa avviene nella mente per desiderare che torni qualcuno che ti mente, ti usa, non ti da una vera relazione, ti ruba del tempo. Non so se Alessandro sappia rispondere a questa domanda, io credo sia la chiave.

          • Avviene che sentirsi rifiutata da chi ci ama ci fa sentire insicure. Tutte. Alcune poi hanno temperamento forte e si riprendono, altre vanno sempre più a picco.

            Pochissimi trascinano a fondo davvero, la maggiorparte ci spinge soltanto.

          • Cossora “sentirsi rifiutata da chi ci ama” mi sembra una grande contraddizione, ed è proprio qui il tarlo, ma è un tarlo che divora.
            Le storie normali crescono come un’onda, le storie extraconiugali partono a picco, e allo stesso modo finiscono, a picco. Nessuno di norma passa dal pensare di avere un futuro con una persona, di poterla continuare a vedere, al passare di punto in bianco da un giorno all’altro a tornare ad essere sconosciuti, a dover fingere che non ci sia stato niente. Neppure puoi parlarne liberamente. Se in una storia normale potresti dire a chiunque vuoi (in linea teorica) che sei triste, che il comportamento di lui ti ha ferito, buttato l’autostima sotto ai piedi o altro, se lo fai da amante vieni scannata viva, e qualsiasi cosa tu dica ti sentirai rispondere “E che non lo sapevi che era sposato? Ben ti sta!”, nel momento in cui sei più fragile. Ci sono tanti fili a tessere questa ragnatela, uno di questi si chiama isolamento. Ne è prova che tante/i cerchino confronti on line non trovando nessuno con cui poter neppure avere uno sfogo.

          • Hai ragione il volgo giudica facile anche se ha i suoi scheletri nell’armadio

          • @Mary hai il dente avvelenato e ci sta.

            Nessuno è esonerato dall’essere tradito, dal tradire, dal mentire o dall’essere ingannato.

            Sono stata moglie felice (se mi ha tradita non me ne sono accorta) e adesso sono l’amante di un uomo sposato.
            Non mi chiedevo cosa facesse mio marito in mia assenza, non mi chiedo cosa faccia il marito dell’altra in mia assenza.

            Non c’è un’onda giusta, non c’è un picco sbagliato.
            C’è la vita.
            Hai bisogno di sotterrare tutte le amanti?
            Hai bisogno di anticipare la fine della storia extra-coniugale?
            Credi possibile che chi adesso è felice con il marito di un’altra vada a casa e chiuda, nel mezzo dell’entusiasmo?

            Soltanto capire con umiltà cosa ha portato a far fiorire il tradimento può lenire, rendere consapevoli, accelerare la ripresa per la vita che si ha davanti.
            Vince chi lavora su di se, chi investe su di se.
            Sparare a zero sugli amanti perchè sono amanti non lo so.. dillo tu, a te che beneficio apporta?

            Dai la colpa al colpevole, passagli il suo cucchiaio di merda, che trovi lui il modo di disfarsene.
            E tu fatti trovare sorridente, se passa la felicità.
            Un abbraccio.

  16. Stellina ti ha ampiamente dimostrato di non avere le palle, in pratica si fa radiocomandare da lei.
    Lascia proprio perdere.

  17. Caro Alessandro,
    solo grazie al tuo prezioso aiuto ne sono uscita, in tempi relativamente brevi.
    Il cds assoluto è fondamentale per guarire
    E grazie anche per aver capito quando era il momento giusto perché lo attuassi .
    mi dicevi …”quando ti sentirai pronta”
    E grazie per avermi saputo aiutare dopo una sua recente incursione.
    “Caro ex amante vigliacco , ti sei avvicinato a me in mezzo alla gente , quando sapevi benissimo che non potevo allontanarmi,
    quando sapevi benissimo che io maleducata non sarei stata e con disinvoltura mi hai detto “ passerò a trovarti al lavoro “”
    Io avevo colto l’oCcasione , delle sue lunghe vacanze natalizie in famiglia e consiglio a quante si sentono pronte ( mai pronte ok, vero … più forti, allora)di approfittare delle vacanze estive.
    Non cadete in illusioni e in false promesse .
    Siamo ( o siamo state ) vittime dei peggiori rappresentanti del genere maschile…e pochissimi credo miglioreranno o cambieranno per noi.

    • Pensa Luce, che io ho ragionato allo stesso modo. Utilizzerò le sue vacanze al mare. Non per attuare il cds. Per vivere. Incontrare magari un’altra persona. Prego ogni sera di trovare qualcuno che me lo faccia scordare. Tutti mi dicono che succederà presto. Perché sono libera e bella. E lo so.

      • “Prego ogni sera di trovare qualcuno che me lo faccia scordare”

        Cavolo.
        Che succeda presto allora! Sai che ciò che si desidera veramente si avvera sempre?
        Buena suerte!!

      • @ oldplum
        Io sono un caso reale di una che dopo tre mesi frequenta già un’altro uomo ( “succede davvero! “ scrive Alessandro)
        Credici, reagisci e datti opportunità.

  18. Alessandro ci credi poco per la dinamica perché sembra romanzata vero?
    Ti assicuro che purtroppo è tutto vero quello che è successo sabato sera,abbiamo amici in comune e so per certo che è stato un bel casotto a questa cena…lei soffre da un po’ di questi attacchi di panico.
    Non lo so se sono più delusa o arrabbiata,mi scrive per dirmi quello che è successo per filo e per segno,pur sapendo che ero ad una cena e che stavo staccando e poi per dirmi il giorno dopo scusa devo pensare ho bisogno di capire,ma che cavolo vuoi??Mi hai cercato tu mica io??Voleva sfogarsi Alessandro?
    Adesso dovresti fare non dirmi vorrei fermarmi e non pensare a niente,più che a niente a se direi.
    Dopo tutto quello che sta succedendo come può non affrontare la situazione e restare lì in una situazione del genere….senza palle proprio..lei prima lo spinge via,gli dice se non esci sbagli e anche lei poi che fa,nulla…cioè ieri mi dice anche che ha riportato su tutte le borse a casa,le aveva in macchina,ma dai!!
    Ma io cosa sono una svuota immondizia?Il bello è che ci sto male che mai..

    • Averti fatto la radiocronaca di una situazione di stallo solo per rovinarti la serata credo sia stata di una bassezza da scuba diving.

    • @luce @oldplum lo stesso è successo a me
      quando ho chiuso il cerchio di tutto togliendo ogni idealizzazione e allontanandomi da cio che per tre anni mi ha fatto dimenticare me stessa, sono spuntate nella mia vita persone sane e concrete….e dopo soli due mesi difficili, ma solo due…anche io ho iniziato a frequentare un’ altro IN ASSOLUTA SERENITA’

  19. Angelica, la storia delle borse in macchina è vecchia e ridicola. Ale, hanno per caso tutti lo stesso copione? Per fortuna ci siete, aiuta a scoprirli. Vili, bambini, bugiardi.

    • Ahahaha…le borse in macchina! Il mio ex aveva portato nella nuova casa abiti e scarpe estive (era inverno), tute, giacconi che non usava…Erano fumo negli occhi. Ed è durata lo spazio temporale necessario per me a capire che faceva due gg là e due qua.

      • Ma veramente c’è gente che a tot-anni suonati fa ste cose?
        Le finte con le valigie della stagione sbagliata per farvi stare zitte? Quanto? Tre minuti e mezzo?
        E questa gente ha un lavoro? Una famiglia? Una vita sociale?
        Sono basita. Io iniziarei a dare le multe. Si risanerebbe il debito.

  20. Allora ragazze grazie per le vostre opinioni tanto bene oggi mi chiama un suo amico a cui ha dato il numero lui per dirmi che sapeva della nostra fine e del fatto che è stato costretto dalla compagna a bloccarmi ma che secondo lui sarebbe giusto chiarire e che sempre secondo l’amico che mi ha telefonato il mio ex lui mi pensa ancora e che gli dispiace.in breve secondo questo amico non è giusto terminare così la nostra storia d’amore così bella..aaaa mi ha detto che non è stato lui a farlo chiamare ma una sua iniziativa comunque di la sono ancora bloccata.che ne pensate?

    • Ma poi @Stellina bella.. l’asilo nido lo facesse con un’altra! Vengo ti parlo, per me ti ama, non mi manda lui. Ma parlasse con lui visto che è suo amico, sostenesse lui..no, convince te? Bugiardo anche per me.

    • @stellina…sogno o son desta? Ma davvero sei stata contattata da un suo amico che intercede x lui? Ma scusa la curiosità…qnt anni avete? Xchè è da qnd ero adolescente che nn sentivo una cosa del genere! Allora…respira…RAGIONA…l’amico (bugiardo-concordo cn @Ale) ti contatta…dice che è un’ iniziativa sua (ahahaha…scusa ma il numero chi gliel’ha dato? A parte che saremmo in totale violazione del GDPR, che è la nuova legge sulla privacy…no, così x dire!!!) e che la vs storia è troppo bella x finire così! Sarò un po’ dura…ma che caxx gliene frega a uno che nemmeno ti conosce di cm è stata la vostra storia?!? È EVIDENTE CHE È STATO LUI!!! e gli ha detto esattamente cosa doveva dirti! Il motivo? Suppongo x tenerti calda x qnd la moglie allenterà la morsa! Ergo…lui adesso deve starsene buono buonino (xchè è lì che vuole stare) ma appena avrà riacquistato un po’ di terreno cn lei si rifarà vivo cn te…x cosa? X farti fare l’amante! La cosa positiva (se vogliamo vederla cosi) è che probabilmente gli piaci proprio tanto sessualmente (insomma mettere in mezzo amichetti di scorribande nn è da tutti…a meno che nn sia un modus operandi che utilizzano entrambi x coprirsi e darsi una mano di tanto n tanto)…la negativa è che lui appena c’è stato pericolo ha scelto la strada vecchia! E tu sei solo l’ebbrezza di un momento…fantastica, meravigliosa, incredibile…ma pure sempre l’ebbrezza di un momento x la quale nn vale la pena di buttare all’aria le proprie sicurezze!
      Sorry…hai chiesto cosa ne pensavamo…questo è quello che penso io! E anche qlcn altra/o…ne sn certa…

    • @Stellina anche questo ce l’ho…purtroppo! Chiamata dell’amico che non lo aveva mai visto così disperato, pensa che l’ho anche incontrato…alla fine avevo capito che anche lui era stato raggirato…e io che ingenuamente credevo fossero prove d’amore!

  21. Grazie Alessandro, per questo articolo che va al fulcro del problema l’incapacità di alcuni uomini di fare una scelta vera e coerente e continuare a voler giocare come un giocoliere con le tre palle con i sentimenti della donna che ha avuto la sfortuna a questo punto di incontrarli.
    È un susseguirsi di comportamenti egoistici dove ancora una volta si mette al centro lui è la sua situazione disastrosa con la moglie, lui è il suo bisogno di averti vicino ma senza mutare di una virgola la tua situazione di amante, allora non si parla più di vedersi per stare insieme come coppia che nutre dei sentimenti reciproci, ma vedersi da amici..(così se capita non si prende neppure quella responsabilità..non siamo più amanti ma amici) lui non decide ma gli da fastidio che l’abbia fatto tu per lui, perché comunque tra i due sei stata tu ad avere quella dignità di fare la scelta è non accontentarti delle briciole, la dignità dopo anni di attese di lasciarlo libero e fare le sue scelte.
    Il mio ex dopo 6 mesi ci prova ancora a raccontarmi bugie per tornare insieme, peccato che viene smascherato e fa la sua figura di M..ma come scrivi tu Alessandro sono uomini senza dignità, egoisti che pensano solo al loro benessere.
    Grazie ai tuoi articoli questa volta ero super preparata a controbattere ad ogni sua affermazione e affrontarlo come se fosse stato un insetto che ti fa schifo ma devi schiacciare altrimenti ti entra in casa e la invade.
    Un abbraccio a tutte.
    E come dice Ale, se ti ama ti sceglie senza ma..

  22. Comunque noto con una certa soddisfazione che, pur non avendo prove in questo blog di uomini coraggiosi, a parte le eccezioni, molte di noi stanno prendendo consapevolezza dell’ amore non corrisposto o vivono la relazione con piu distanza… direi sia un ottimo risultato!

  23. E l’aspetto piu bello di questo blog è che chi esce dal tunnel , una volta fuori, si gira e aiuta chi è indietro…solidarietà femminile al quadrato!!!

  24. @angelina anche il mio tirava fuori storie tragiche, il punto non è poi nemmeno se siano vere o no. Metti che sia vero. Se sei convinto e non vuoi fare del male a tua moglie, vai e basta. Pure x lei è un merdone così. Ma poi scusami ha fatto le valigie x andare dove??? Aveva un posto? Mi avevi chiesto del mio e io ti dico (scusami risposta tardiva) che dopo che lo avevo tirato fuori di casa (sbaglio mio, ha ragione oldplum su libertà) era più che evidente che era un pesce fuori d’acqua. Poi il mio è patologico, me lo dicono psicologa e avvocato, ma a parte questo era evidente che era uscito di casa in modo insicuro, magari anche x colpa mia x carità, ma appena ho mollato lui ha lasciato casa nuova e credo sia tornato da lei. A che condizioni non lo so e non lo voglio sapere. Io non credo siano stronzi ma semplicemente senza palle e questo al di là di noi. Per di più questo al secondo giro e dopo che nel mio primo cds gli avevo detto torna se e solo se hai risolto. Vuoi silenzio e solitudine x meditare? Bene medita ma allora zitto e muto e non confusione sempre tranne quando si scopa. Rinunci a scopare x due settimane o due mesi, ti chiarisci le idee come ti pare e torni ma non che torni e sei più confuso di prima. Il tuo @angelica mi pare uno dei peggiori. Poi immagina, esce, lei sta male, lui corre, e tu sei lì come una cogliona. Manipola ed è manipolato da lei. E tu in fondo alla catena? Basta @angelica.

    • @nina…secondo me oltre al silenzio e alla solitudine per meditare sarebbe bene consigliargli un paio di pantaloni larghi!!! Io qnd ho delle mutande scomode o pantaloni troppo stretti impazzisco…e nn ragiono più in modo fluente 😉
      Scherzoooo naturalmente! Perdonami…volevo un po’ stemperare…sn un pagliaccio inside!

        • @eva…ecceeeerto! L’hai mai visto tu un muratore cn il jeans strizzapal…i muratori hanno il pantalone largo, la panza al vento e una birra nei paraggi!!! Questa è virilità….ahahahah…

  25. Mah. Si è ripalesato l’ex sposato dal regno dei morti (dopo un anno Ale, ma dico…) con una mail in cui mi chiede come sto (appunto) e la scusa è che il suo collega che ho salutato pochi giorni fa gli avrebbe detto “che sono sempre più bella” (carico di adulazione) Mi viene pure il dubbio che il collega sia stato mandato in avanscoperta. Ho alzato il sopracciglio e cestinato la mail. Sono proprio un’altra persona. Questi giochini non mi appartengono più.

    • @ ange2.0 nn c’è limite alla decenza!!! Ma io dico…dopo 1 anno che nn vedi una persona (che si suppone abbia avuto una certa importanza x te) xchè questa ti ha imposto il silenzio x liberarsi dal tormento…tu che fai? Nn è che la chiami…(magari ogni tanto prendersi qlche rischio, no eh?!?!) Le mandi una mail smielosa…dove le scrivi che in giro si dice… Che è una figa imperiale!!! Maronnamia…se vado avanti a sentire ste cose mi faccio suora!!!
      Vabbè Ange…nn serve nemmeno che te lo dica…sta tastando il terreno…si è accesa la spia gialla della riserva, quella rossa dell’olio e il motore è ingolfato! Ha bisogno di benzina, rabbocco e manutenzione…vedi un po’ tu…a me sembra uno che poi nn paga…;-) servirebbe un bel bonifico anticipato…e senza la contabile nn se ne fa nulla! Xo se sei piena di clienti migliori…lascia direttamente perdere…

  26. Nina sarebbe andato da sua mamma e mi spiega anche nel suo lungo messaggio che la mamma si è messa a piangere…insomma chi è passato da una separazione sa cosa gli aspetta,nessuno esce con il sorriso sulle labbra ma ad un certo punto si devono fare delle scelte.
    L’ho pensato anch’io che lui non si preoccupa neanche di lei che sta male…ma anche il mio psicologo parlando ha delineato una figura prettamente egoistica.
    Dell’accaduto so che è vero ma ha dovuto lei dirle esci io non ce la faccio…ma cacchio che uomo sei???
    Però sapete cosa mi frulla in testa che alla fine lui ha fatto fuori me,che tanto lui non farà nulla,lei neanche, figuriamoci ritornano nella loro calma apparente o no e continuano la loro farsa come niente fosse e io mi sento l’imbecille che soffre e che è rimasta come una cretina….

  27. Buongiorno ❤️

    “Il Nonostante tutto “è valido logico realistico soltanto nelle unioni matrimonio o convivenza perché ci si è scelti liberi da altri legami

    Tra amanti regge nel famoso 10/100 pochissimi casi eccezioni alla regola in cui si riesce a fare una nuova vita matrimonio o convivenza

    Tutti gli altri amanti il “Nonostante tutto ”
    NON è valido ,

    ma invece ancora per adesso ciascuna cerca disperatamente di non restare da sola
    Cosa fondamentale stare da soli per elaborare il “Lutto” della separazione , soprattutto quando si ha avuto il fallimento del proprio precedente matrimonio o convivenza

    Pensare di dirsi “Nonostante tutto mi va bene così ”
    Equivale a divenire certamente dipendente affettiva stare male

    È raccontarsela ,starci bene per un bel nulla
    Infatti tutte qui avete gli occhi a cuore
    Innamorate di soli strxxxxxi che vi usano e basta

    E purtroppo loro pur di infilarlo dentro a un buco diverso
    Sono disposti alla recita totale :

    Tanto cari sensibili,
    fanno sorprese fantastiche sono solo maschere di uomini
    Meravigliosi o
    maschere di uomini tipo pulcino bagnato tanto bisognoso di coccole e cure

    Riflettete ancora pensateci bene meglio

    “VIAGGIO SOLA”
    Questo occorre dopo ogni esperienza dove si sta male e pure se si gode nel corpo emozioni forti dopo la Dignità ci fa da tarlo nella orecchia e allora eccovi qui Care Ragazze ancora a raccontarsela
    Perché ci sta un unico motivo

    È istintivo raccontarsela perche la VERITÀ FA MALISSIMO
    Accettare di ESSERSI FATTE USARE E BASTA
    Troppo doloroso allora in buona fede ci si inventa convinte di tutto
    Lui mi ama lui non ha avuto il coraggio di uscire di casa
    Ma la sconfitta è della moglie cerbero mica la mia di amante

    Tutto qualunque motivo si tira fuori
    Pur di non dirsi la verità
    CAXXXO MI HA SOLTANTO USATA

    Iniziate a ” viaggiare sole”la miglior compagnia
    La persona sicuro migliore su cui contare

    Sei tu!!

    Te stessa!!!!! BELLA BELLISSIMA

    Qui si

    “BASTA CREDECE ” è validissimo letto in entrambi i modi!

    Basta, credece alle BALLE di lui che buole solo scoparvi e basta

    E Basta credece ( in te stessa) !

    Parlatene
    Vi leggo vi sostengo vi scrivo
    BUONGIORNO ❤️

  28. Non vorrei andare fuori tema…però volevo raccontarvi meglio la/e mia/e esperienza/e.
    Ho fatto l’apprendistato di amantato per 4 lunghi anni con un tipo sposato, traditore seriale. Il suo metodo, per gestire l’harem (io e la moglie eravamo fisse, ma vi erano diverse comparse)era sparire e riapparire secondo suo piacimento. Per uscirne mi sono rivolta ad una psicologa, e mi pareva di esserne uscita vittoriosa.
    Mi ero ripromessa che non ci sarei caduta mai più. Difatti, eccomi qui,
    Al lavoro ho conosciuto un bell’uomo, che da sposatissimo era divenuto uno sposatino. Integerrimo, ma non tanto da non finire a letto insieme in un paio di occasioni. Belli, bellissimi discorsi, grande intesa ..non solo sessuale, ma dopo qualche tempo. Pfuf. La confusione, i sensi di colpa,il vorrei ma non posso, le promesse non mantenute… Io non volevo ripassare per l’inferno già provato e sono stata determinata nell’alzare dei paletti..forse con il desiderio di farmi rispettare un pò, ma non di perderlo. Ma l’uomo ha preso la palla al balzo ed è sparito, rispettando le mie richieste.
    Ora, sto riflettendo che rispettosi o no del codice del silenzio, questi sono degli immensi parac**i che prendono ciò che c’è da prendere e salutano se le condizioni a loro non vanno più.
    Francamente vedo poco sentimento e tanto opportunismo, anche nel leggere le vostre storie…anzi, penso, ma veramente questa si sta facendo infinocchiare così da questo bellimbusto disgraziato?sì, perchè pure io ci sono cascata mani e piedi non una ma due volte.

  29. Ehmm..scusate, continuo qui. Lui sembrava completamente diverso dal precedente, però alla fine della storia, la minestra è stata la stessa. A sentir lui, quello che provava lui per me era qualcosa di inspiegabile e forte. Le emozioni erano a mille.Non avrebbe rinunciato a me, non gli era mai successo nulla di simile.
    Con il senno di poi ci credo proprio poco. Per questo mi dico, non credeteci manco voi, semplicemente, se non sono con noi è perchè non siamo la prima scelta.
    Scusate, mi auguro di sbagliare per la maggior parte di voi!

  30. Il mio vuole rimanere amico senza neanche quello. Oggi è venuto a casa mia a pranzo..ha voluto pure un massaggio.. ma poi .. nonostante la voglia di entrambi non ha voluto proseguire perché.. mi vuole troppo bene e non devo metterlo in difficoltà. Quindi dobbiamo restare amici ma non trascendere. Mi ha riempita di baci, carezze..ma non ‘quello’.. nonostante io sia tranquillissima sulle ‘regole di ingsggio’ e abbia cercato di essere meno invasiva possibile. Mi ha persino chiesto se ho dei pretendenti .. insomma siamo rimasti d’accordo che mi porterà a mangiare a pranzo . Che dire? Ma che vogliono questi uomini?

    • Ti sta prendendo per il c altro che massaggio che sei una fisioterapista gratis? Dignità ragazze dignità

    • @oscar…mio dio!!! Il massaggio, i baci, le carezze…il pranzoooooo!!! Ma al dunque no…quello no!!!! Ma che cambia?!? Si sente meno peccaminoso se nn porta a termine? Della serie eccitiamoci..ma nn raggiungiamo l’orgasmo! Boh…a me sembrano tutti sempre più rincoglioniti…

  31. @angelina nooo.. anche la mamma che piange.. ma chissenefrega..ma scusa tu glielo avresti detto? Poi da mamma è troppo facile..se esci così non esci..nel mio caso non è bastato neanche un affitto..

  32. Ci sono molti modi per esercitare il possesso sul coniuge: ricatti psicologici /emotivi, richieste più o meno esplicite di assistenza, questioni economiche e astuzie varie. In queste ultime le donne sono vincenti. In tutti questi casi ha ragione Oldplum, sono delle carceriere.
    E i loro mariti in fondo in fondo ci stanno poi così male in questa prigione? Uhm…

    • Non è questione di starci male. È che se metti molte catene (emotive, economiche) non è facile liberarsi. Non ci stanno bene…altrimenti non avrebbero cercato ossigeno fuori. Se prendi in braccio un bambino e lui vuol scendere e tu lo trattieni sta sicuro che lotterà con tutte le sue forze e la prossima volta in braccio non verrà più. Libertà è la soluzione. Vuoi andare? Vai. Vivitela. Ma detto con sincerità e non con il ghigno di chi vuol fartela pagare tra 5 minuti.

      • @Oldplum io vorrei venire a trovarti in vacanza!!
        Comunque ragazze.. mamma mia.. io più che il CDS col mio pesciolotto sposato sono felice del CDS col mio ex marito, fidanzata nuova, paese che mormora.. non lo devo tenere, non gli metto il collare, non glielo allungo, non glielo accorcio.

        Una cosa è certa, per chi è intelligente e indipendente, un matrimonio che NON si basa sulll’amore reciproco è peggio della galera. e chi ci sta ‘bene’ dentro ha dei seri problemi di autostima. Altro che convenienza!

        Ecco perchè non allargo il focus sul pesciolotto: non voglio sapere cosa c’è dietro!!
        Menomale che è belo cicciotto e copre le vergogne!!

  33. Comunque io non so se avrà mai il coraggio di affrontarmi e parlarmi dopo che la compagna ci ha scoperti per l’ennesima volta e del resto anch’io ormai ero stufa di una storia che aveva ormai esaurito tutte le speranze di diventare ufficiale leggendo voi e tutte le vostre storie mi rendo conto che il risultato è solo quello di aver perso tempo io ho 35 anni e non voglio più perderne.Tanto rimangono con le mogli forse quando i figli crescono forse in tarda età quando sarà ora di infilargli il pannolone forse forse allora magari chissà……è tutta un’illusione ragà siamo arrivate dopo è così o nel momento sbagliato almeno da me ha imparato qualcosa sul sesso quello sicuramente con la moglie è di scarsa qualità comunque io già da un mese sto frequentando un fighissimo uomo divorziato e LIBERO se Dio vuole!!che ne dite magari ci vado insieme al ristorante di cui il mio ex amante è titolare così lo faccio rosicare…

  34. Altra mail dell’ex. Capisce il mio stato d’animo ecc ecc ma mi chiede di poterci incontrare che mi deve dire delle cose. Ragazze, io non risponderò. Non ne voglio sapere, credo si sia capito. Però accidenti, perché il mio karma è essere sempre apprezzata postuma quando non voglio più?

      • Non lo so, deve essere impazzito di colpo, o è stato il raccontino del collega che mi ha vista solare figa e ben accompagnata, oppure il terrore delle ferie in coppia senza figli, mi sembra uno che ha dormito tranquillo e ora all’improvviso si sveglia e spara minchiate a casaccio. Io mi guardo bene dal dargli il fianco, siamo pazzi? È come soffrire per partorire un figlio e alla fine l’ostetrica dice: è sano! È bello! È nato! Orsù rimettiamolo in pancia!

  35. Torna per verificare che, nonostante ti abbia messa da parte per un po’ (perché aveva altro da fare, magari le vacanze con la moglie, o magari una nuova conoscenza, o magari semplicemente voleva starsene per i fatti suoi) tu ci sia sempre e sia sempre quella brillante, simpatica e piena di argomenti che non porta mai rancore. Basta qualche minuto, realizzare che niente è cambiato e che se in futuro avrà bisogno di te non gli dirai di no. Lasciamo questa illusione, sono persone piccole si accontentano di poco… noi però no! Buona estate a tutte, io personalmente la passerò in solitaria, lontano da lui… sarà un mese di disintossicazione piena, un ottimo momento per iniziare la dieta!

  36. Giusto Ale, il secondo non doveva capitare. Penso io avessi tanta voglia di essere amata e di vivere emozioni forti..ma sono stata ingenua e superficiale, non mi sono rispettata molto. …e quindi è andata così. Mazziata bis. Il fatto è che io volevo dire alle altre che tutti gli amori sbagliati sembrano staordinari ma…”struca struca”…lasciano tutti lo stesso lascito di amarezza e disistima, perchè sono disfunzionali per noi e vantaggiosi solo per questi uomini che alla grande si fanno i fatti loro, sfoggiando il più delle volte un pathos che non è reale.
    Mi fa bene leggere ogni vostra esperienza, e spero che anche la/e mia/e possano essere utili per qualcuna di voi per venirne fuori e ad alzare la testa velocemente, perchè mi sembrano copioni ripetuti (anche se ognuno deve viverla sulla propria pelle e farsi anche male).
    Grazie mille.
    ps.confusa ex..dieta e mare pure io e a settembre inizio un corso di massaggi …era da un pochino che ci pensavo senza prendere la decisione..ora invece mi sono lanciata e già iscritta!

  37. Care le valigie finte..che meraviglia.. anche il mio aveva portato un sacco di cose inutili in modo da poter avere sempre la scusa di andare a prendere quel documento indispensabile a casa..manco fosse un archivio.. quanti documenti può avere una persona? Uno scatolone? No a lui mancava sempre qualcosa. E quando gli ho detto che un trasloco è un trasloco e di portare via una volta x tutte il grosso e poi pian piano le altre cose, lui mi ha risposto che era meglio non svuotare casa tutta insieme x non dare nell’occhio e che a lei aveva detto che andava via una settimana x riflettere. Insomma un trasloco alla chetichella. Poi io tutte queste cose spostate non le ho mai viste perché le ha messe in cantina (dice). E nell’armadio tre camicie appese e basta. Mah..con ritorno a casa ogni tre secondi x andare a prendere quel libro che voleva tanto rileggere e intanto dare una spiata a lei giusto x beccarla con un altro e poterle dare la colpa..io a oggi non so dove siano lui lei valigie libri e pantaloni (@EP si ridiamoci su) e spero di non saperlo mai..

  38. No purtroppo è una storia vera @cossora. Questo intende @ariel quando parla di raggiri mentali..io ti giuro che sono l’essere più razionale del mondo. Lavoro di ricerca in università. Non x girarmela ma x dirti che ho testa razionalissima e scientifica. Eppure…

    • @Nina adesso sono seria. Non è che chi ci cade abbia la testa apposta per caderci.
      Chi ci cade non ha (magari in quel momento, ma le è fatale) la testa su di se.
      Sono al centro di tutto e non ci sono più termini di paragone.
      Sono il giusto, l’assoluto, il reale, il possibile.
      Il confronto serve a questo: a cambiare punto di vista.
      Però se non si tiene se stessi al centro del proprio mondo, la volta dopo si ripete la stessa storia.

      • Scusa sai ,ma chiedo umilmente a qualcun altra che possa tradurmi in modo chiaro questo tuo commento scritto

        Perché abbi pazienza
        Non si capisce nulla di ciò che vuoi esprimere qui.

        Chiedo a Nina se lei può aiutarmi a capire che caspita hai scritto qui?!?!

        Non metto in dubbio la tua essere seria,ma
        Giuro che non si capisce che caspita hai scritto qui?

        Tu chi saresti qui?
        L’esempio di chi ha la testa al centro?
        Me tre tutte le altre non cela hanno?

        Non so tu ti pieghi ,ma non ti spieghi affatto
        Preferisci non guardare non pensare al tuo a,ante che piega la moglie

        E lo credo bene!!!!!
        Ma non è certo non guardando e non pensandoci che sta impossibile non pensarci per nessuno è così

        Scusami ma non sei credibile
        Predichi bene,ma non sai ciò che vuoi
        Una cosa sola ė costante
        La tua dipendenza affettiva che propio esattamente come successo a Nina e a praticamente tutte noi qui.

        Cara Cossora ,non prendere di punta
        Non ti sto criticando sto cercando di farti capire che quando Nina qui ti ha messo davanti alla realtà

        Tu non sei riuscita a scrivere una risposta chiara e credibile e convincente per un unico motivo
        Che sei in bilico

        Ottima cosa è un tuo progresso
        Forza Cossora !

        • @Ariel ‘sono’ era riferito a loro, quelli che mettiamo al centro di tutto. Non a me.
          Tu però cerchi sempre un mio passo falso, mi spiace deluderti.

          • Ma non sono delusa affatto e non cerco nulla di diverso se non quello di dare la opportunità di riflettere e renderti conto di ciò che non sei ancora pronta a vedere in te stessa e non ti accorgi

            Gli altri possono aiutare inconsapevolmente anche quando si prova disagio come chiaro hai verso i miei commenti ecco chiedersi perché mi disturba tanto ?

            È un buon metodo per scoprire qualcosa di nuovo di se stessi che aiuta a fare chiarezza dentro di sè .

            Ma guarda che ti comprendo benissimo
            Perché qui tutte ci siamo passate

            Non preoccuparti di me
            Nessuno è qui per giudicare nessuno ,ma solo per cercare di aiutare a vedere ciò che ancora non si è pronti a vedere
            Perché è un vero incentivo a svegliarsi

            So benissimo che sei veramente in buona fede convinta del tuo agire sei una Donna di vero cuore spontanea ,un tesoro

            Per questo chi ha vissuto una esperienza temporalmente più recente come te ovvio naturale sia più lontana dalla consapevolezza e dalla uscita dal tunnel manipolativo ,

            Non è una gara a chi sta più avanti o chi sta meglio o peggio

            Siamo Donne così Care e Preziose tutte
            Se poi tu non riesci a sentire questo è un tuo problema
            Credo che tu abbia vissuto del dolore dovuto a critiche e giudizi profondamente ingiusti nella tua vita rivolti a te ingiustamente verso di te
            Ti sento veramente una Donna bella e piena di talenti

            Per quello reagisci così di punta
            Perché ti hanno ferita ingiustamente è chiaro pure se non si sa nulla si capisce da ciò che scrivi e guarda che me ne accorgo perché pure a me è successo di soffrire molto nella mia crescita

            Ognuno ha i suoi perché
            Nessuno è perfetto e tanto meno io
            Coraggio Cossora rilassati
            E cerca se puoi di chiederti perché
            Provi fastidio a leggere la mia spontanea
            Espressione che riservo a tutte te compresa per cercare di smuoverti al rispetto della tua DIGNITÀ DI DONNA
            che nessuno mai più possa offenderla!!

            Un vero abbraccio!

      • Io credo che @cossora volesse dire che in qualunque relazione quando si dimentica se’ stessi ed i propri bisogni si finisce per sparire . Io credo che Cossora non si affatto manipolata e dipendente ma che, anzi, abbia chiarito con sé stessa chi stia al centro della sua vita: lei.
        Non tutte le donne hanno bisogno per forza in certi momenti di un uomo per casa. Finché lei è felice di una situazione che vive, deve viverla. Trarre le cose di cui ha bisogno ed eventualmente cambiare registro se i suoi bisogni cambiano.
        Non è facile perché la sovrastruttura che ci hanno inculcato è che la monogamia è la scelta corretta. Ma, alla luce dei fatti, è uno schema che non funziona. È vero che un uomo che tiene in ballo due donne è un paraculo/confuso/ debole…m questi sono affari loro. Cossora è libera. Cossora può scegliere. Il suo amante pare di no.

        • @Oldplum assolutamente no non sono affatto d’accordo
          Ma scusa abbi paziena ma dove sta libertà di una donna che teoricamente accetta di farsi scopare come seconda scelta

          Chiarissima offesa calpestare da parte del l’uomo il rispetto dovito verso la Donna,ma scherziamo vero?

          Spero di si
          Chi sceglie di accettare una situazione del genere
          Uomo occupato con moglie pure figlio

          Si pega alla manipolazione ovvio ,ma scusa evidente lui che fa ?

          Se ne scopa due e chi cazzo me ne frega
          Della amante così bella ,anipolata convinta infatti
          Di essere libera di piegarsi a lui
          Libera di fare finta di non pensare che quando lui non c’è sta scopando allegramente la moglie

          Certo una amante allora puo nell’attesa che finascNo le ferie scoparsi il mondo intero

          Si ma dico qui non è questione di moralismo ma pure di umanità di rispetto verso la propria dignita
          E il rispetto verso i figli tutti i figli i propri e gli altri

          Perché sulla infanzia non si può scherzare
          E la trasmissione esempio emotivo di comportamento di avere un genitore che non rispetta la propria Dignità e si piega a qualunque cosa

          Ecco no comment
          Le parole adesso qui sono superflue

          E tu Cara Oldplum come mai non ti sei piegata???

          Buon per te e i tuoi figli!!!

          La manipolazione è una brutta bestia PROPRIO perché si insinua subdolamente
          E fa credere in buona fede a chi si piega quindi dipendenza chiara
          Ecco fa credere di essere libere ,si ,dice dentro a se il manipolatore
          Si sei libera di essere la mia schiava

          A na meraviglia di società
          Faccio notare che purtroppo
          Le Donne che si sono piegate sono pure state poi
          In cronaca nera a forza di starci dentro.

          • E poi ecco mi stavo dimenticando questo Oldplum e pure Cossora perché non credo che Cossora abbia bisogno del avvocato difensore che interpreta il suo pensiero

            La stimo tantissimo e quindi fatti avanti diretta cara Cossora parliamone ma guarda lo dico o meglio lo scrivo veramente a braccia e pensiero aperto

            Ognuno è sempre libero di fare come vuo,e e quindi non pretendo di convincere con emozioni di contrasto a priori negative giudicanti

            No mon mi interessa le cose di paese piccolo

            Ciò che è molto più interesante e utile è che veramente ci sia lo scambio

            Insomma la penso così perché il mio pensiero non è aleAtorio ,ma si poggia su fondamenta statistiche sulla scienza sulla esperienza pure qui scritta da tutte noi

            La manipolazione esiste in larga scala
            Ed è nefasta Proprio perché cancella la persona che la subisce diventa un robot essendo convinta di essere Libera autonoma eccetera

            In più la natura umana ha previsto la coppia Adamo ed Eva e i figli la famiglia

            Amore rapporto a due che inevitabilmente si prova la sana gelosia

            Ed è su questa dinamica universale che cade ogni forma di mi scopo chi voglio e non provo niente

            Non siamo robot
            Siamo esseri umani che amano piangono se feriti si ribellano se sni privi di manipolazione e dipendenza col fischio che allargano le gambe le Donne quelle libere davvero!!!!

            Tu uomo dai a me ciò che UGUALE io do a te

            Tu stai libero!
            Ok scopiamoci a stecca
            E non è necessario vivere insieme
            Ma che si sia liberi da legami precedenti si

            Altrimenti la gelosi naturale rende dipendenti perché manipolabili e manipolati

            Donna tirtai su le mutande
            Esci a vai farti una passeggiata
            Comprati qualcosa che ti piaccia

            Un libro ad esempio
            E studi che è meglio che farsi piegare
            Per te e soprattutto per i tuoi figli

            DIGNITÀ DONNE DIGNITÀ.

          • @Ariel sei un disco rotto. Di cosa dovremmo parlare? Sai solo insistere con sta manipolazione e parli sempre solo di quello. Gli uomini tutti fatti così, ad eccezione di tuo marito tuo padre e i tuoi amici.
            Però poi parli di statistica.
            Statisticamente hai le corna.
            Consigli terapia come al tg consigliano di bere molta acqua e non uscire nelle ore più calde in estate.
            Altri argomenti…???

          • Cara Cossora esprimo il mio pensiero liberamente vi sta la libertà almeno per adesso ancora meno male e sono particolarmente grata ad Alessandro Grande Giornalista a difesa di questa Libertà così preziosa e che ci pubblica nei nostro cpmmenti e prnsieri.

            Quindi ovvio che ripeto esattamente ciò in cui credo e lo faccio rivolgendomi a tutte/i qui senza prendere le espressioni come gossero attacchi personali come purtroppo per te stessa ancora non riesci a stavcarti dal tuo prendere le idee diverse dalle tue come fossero attacchi alla tua persona

            Il fatto che poi tu qui ti sia espressa riferendoti chiaramente al mio privato vissuto verso mio Caro Padre e Caro Marito Morto e Cari Amici miei ci tengo qui a non consentire ne a te ne a nessun altro di ficcare il naso a scopo di illazione e offensivo in più trattandosi di Persone scomparse morti

            Quindi Cara Cossora moderati perché non ti fa bene
            E ti invito ad avere rispetto per me e chounque e soprattutto se si parla di morti

            E quanto dici che sono cornuta
            Lo sono stata sicuro soltanto per ciò che ha riguardato il mio EX amante che credevo fosse libero da legami e che nel momento stesso in cui ho scoperto essere un uomo sposato lo ho mollato subito.
            Quindi si sono stata cornuta perché in segreto a mia insaputa si scopava pure la moglie.
            Questo per omore di verità e correttezza che evidentemente la tua emozione di rabbia non ti consente di avere in questo momento.

            Ti invito a rileggerti e a rileggere questa mia risposta a te e
            Abbi rispetto verso le persone perché certamente così non potrai averne tu stessa di te stessa.

          • @Ariel ti ho chiesto più di una volta di leggermi e passare oltre.
            Il rispetto non l’hai avuto tu per prima.
            Io inizio il CDS con te, mi pare sia l’unica soluzione.

            @Ale se vuoi cancellare qualche mio post perchè lo ritieni offensivo per chiunque, è casa tua. Ci mancherebbe.

            Buona ultima settimana di luglio a tutte!!

          • @Cossora
            Non ho mai capito che non dovessi tivolgermi a te se mi veniva spontaneo farlo come sempre ho fatto con tutte qui
            A volte la sola comunicazione scritta impedisce di capirsi è naturale non è una vera comunicazione completa e quindi è vero che ciscuno attribuisce significati diversi alle stesse parole usate magari da tutte noi qui

            Quindi ovvio qui mi sento libera di esprimermi se mi viene da scrivere il mio pensiero ,ma almeno cerco di non fare riferimento ai morti parenti amati da me che fanno parte della mia storia privata

            Quindi Cara Cossora sicuro come me e tutte noi sei libera pure tu di non leggermi più,ma non puoi impedirmi di esprimermi se lo sento

            Scorri la pagina e non leggere ,ma non puoi impedire agli altri di scrivere questo lo fa e ci pensa egregiamente Caro Alessandro proprietario ed ottimo moderatore del suo Blog

            Viva la libertà di espressione ma evita di entrare dove non ti compete nella privacy degli altri
            E rispetta i morti per favore se ti riesce non so ti riesce?
            Eh carissima non mi leggere se ti do fastidio

            Ma non offendere nessuno per favore lascia riposare in pace i parenti morti miei e degli altri che non ci fai una bella figura proprio no a te stessa non la fai

            Buona ultima settimana di luglio
            A tutte naturalmente!!!

          • Visti i problemi fra di voi è le incomprensioni d’ora in poi dopo questo bloccherò ogni commento polemico reciproco. Basta. A nessuno interessa una diatriba personale

  39. Ragazze, Ale, fatemi capire se sono fuori asse. Alziamo il tiro, nuova mail (non ho mai risposto) in cui mi dice che vuole vedermi, che ha passato un anno orrendo e di riflesso tutta la sua famiglia, ama me, sono arrivati alla frutta e lui vuole separarsi MA ha bisogno del mio appoggio. Un anno fa starei saltando di gioia, ora mi pare tutto così stonato e mi opprime. Appoggio… io non lo sento più il mio uomo, appoggio di che? Si appoggia un compagno che affronta qualcosa di serio, si lotta insieme, ma qui “insieme” per me non c’è piu. Questo “insieme” me lo ha ucciso a bastonate a suo tempo. Non c’è mai stato, non lo vedo in futuro. Non mi va più. Ma un dubbio sotterraneo c’è e vi chiedo aiuto. Sono pazza? Sono saggia? Mi sono anche chiesta, sono evitante? Illuminatemi

    • Che poi voglio dire…un anno di silenzio e dopo 12 mesi torna che addirittura si vuol separare MA solo se lo appoggi? Sai cosa pronostico?che ti riacciuffa e ricominci a far l’amante. La mail giusta sarebbe stata: ciao, mi sono separato, abito in via xy, ti va di farci un aperitivo? È tanto che non ci sentiamo. Vorrei vederti e parlarti un po. Come stai tu?

      • Ricordiamoci queste tue parole @oldplum ogni volta che si fa vivo e ci invita a prendere un caffè e noi acconsentiamo perché “magari è la volta buona”, “magari ci deve veramente dire qualcosa di importante”… se vuole veramente stare con noi ci scrive esattamente ciò che hai detto tu e se così non è… beh chiamiamo un’amica per prendere il caffè o godiamoci una tisana in solitaria.

      • @oldplum…yesssss…LA MAIL GIUSTA! Fantastica! La tua mail giusta presuppone che lui abbia deciso DA SOLO il da farsi…x lui…x la sua famiglia ..xchè la vita così era un inferno!
        Presuppone che lui si sia preso delle responsabilità…DA UOMO (cosa che mi pare nn accada di frequente) senza appoggi da parte di nessuno!

        @Ange2.0…posto che il signorino si comporta cm nn fossero passati 12 mesi (12 mesiiiii!!!! Nn 12 GG!!!!), cm se avesse congelato la sua vita e questo di per sé mi sembra già abbastanza folle!
        Ma dico io…x qnt ne sa, tu potresti esserti rifatta una vita sentimentale (il conoscente comune gli avrà detto che ti ha visto in compagnia di 1 uomo)…e dopo 1 anno di silenzio lui ti scrive che ti ama!!! Ma detta, anzi scritta così svaluta tutto…quelle 2 parole perdono di valore! Xchè Ange…x lui quelle due parole NON HANNO VALORE! NN HANNO PROPRIO VALORE!
        Ricordati dei calzini sporchi (o più elegantemente la tua giacca dell’impiegato pubblico 😉 ) questi uomini hanno bisogno di mettere un segnaposto da qlche parte…qlcno vuole metterlo in più luoghi!!! Qualcuno pensa addirittura di poter riportare il segnaposto laddove nn ha pagato il conto un anno prima…e crede che il ristoratore lo accolga a braccia aperte! No…stampati la MAIL GIUSTA della nostra Oldplum…e finché nn arriva un fac simile di quella…continua a fare la desaparecida! Così vedi anche fino a che punto può arrivare…
        A parte che forse nn te ne frega più nulla…nn te l’ho chiesto…ma se sei qui a confrontarti cn noi…magari un po’ ti ha scosso…

        • Sai che piuttosto che essere scossa dovevo capire… Ho letto nel blog di uomini che finalmente decidono e le amanti abbandonate non li vogliono più. E sembrano pazze e anche un po’ stronze e incostanti, perché fino a un po’ di tempo prima si struggevano d’amore.

    • Angelica2.0, per uscire non deve aver bisogno del tuo appoggio, deve farlo perchè lo vuole, perchè non sta più bene a casa. Se ti ama come dice, prima esce, si sistema e poi eventualmente se ne potrebbe anche parlare.
      Tu dopo che sarà uscito, se ne avrai voglia, ci farai un pensierino!
      Non prima ti scopa o ti illude (è meglio una sana scopata che una mera illusione di un attimo!), poi ci ripensa, poi si accorge che forse era meglio procedere con passi più lenti ed infine sai che c’è torno a casa ….

      • Parole sante.devono uscire di casa convinti che quello non é più il loro posto.
        Ma non perché fuori c’è qualcuna che li aspetta ma semplicemente perché quello con la moglie é un capitolo chiuso.
        Solo con questa consapevolezza, se escono, escono senza fare avanti e indietro.

    • @Angelica2.0 Parole parole parole Caramelle non ne voglio piu
      Le rose e violini
      questa sera raccontali a un’altra,
      violini e rose li posso sentire
      quando la cosa mi va se mi va,
      quando è il momento e dopo si vedrà
      Parole, parole, parole
      Parole, parole, parole
      Parole, parole, parole
      Parole, parole,…

    • Così è. La nostra relazione è finita un anno fa. E nessuna relazione comincia o ri-comincia con un appoggio. Con un aperitivo in leggerezza, magari, Oldplum (ps vengo e ti sposo).
      Ho messo a fuoco. Per lui era un sospeso di un anno, da ricominciare come al solito (con l’appoggio).
      Io voglio un inizio completamente diverso, e semplice, nuovo, con chiunque sia. Sono cambiata.
      Lui invece è rimasto nel vecchio schema e me lo vuole riproporre, ma questo schema ora mi fa repulsione, non lo reggo (e per fortuna). Mi sembra, come disse Ale, uno zombie venuto dal passato. Non so se ne ha altro da proporre ma questo no.
      Ora so cosa rispondere, grazie, vi voglio bene ❤️

      • Cara Angelica2.0
        Bravissima credo che tu sia veramente riuscita a uscire dal tunnel della manipolazione che chiara ancora una volta si è dichiarata proprio come da manuale in questo suo tornare e con esattamente queste modalità altrettanto da manuale,ma lo dico sul serio sta scritto nei libri degli addetti ai lavori sul tema variegato dei “manipolatori”

        Mi ha colpito che hai usato qui il termine che provi disgusto verso di lui

        Esattamente ho usato la identica espressione giusto in terapia parlando del fatto che se qualche volta mi viene in mente provo disgusto

        Anche questo è un OTTIMO e comune segnale che si è LIBERE DENTRO

        @Franca secondo me ha ragione anche secondo me non è irrilevante il fatto che si mantengano i canali di comunicazione aperti per una questione funzionale e a protezione di se stesse

        Cambiamo libro ,neanche pagina Libro
        Titolo ” ADESSO VIAGGIO SOLA AMO ME STESSA
        Poi si vedrà ”

        Un abbraccio forte cara Angelica 2.0
        E a tutte noi Care Grandi Donne!

    • Angelica2.0…poco chiederti una cosa…perchè leggi il contenuto delle sue mail?
      Non dovresti.
      Non è giusto che tu sia anche solo minimamente in dubbio per una cosa che lui forse farà ma molto più probabilmente forse anche no.
      Non è giusto che lui chieda il tuo appoggio.
      Se si vuole separare…che lo faccia…poi di persona ti viene a cercare dove tu stai. Senza scrivere mail.
      Le mail le scrivesse alla moglie.
      Vediamo come reagisce.

      • Ormai ho superato la fase del turbamento… non è che mi sconvolga o mi faccia soffrire. Ho espulso le tossine da tempo, sto bene e vedo chiaro. Dubbi non ne ho più, gli ho risposto e ho archiviato. Mi percepisco libera e padrona della mia vita. Bella e corteggiata. Per dirla alla Ale, sono in fase ludica, ma con me stessa:)

        • @ange…la normativa attuale in materia di contratti di lavoro prevede che dopo 12 mesi a tempo det ci sia la trasformazione a tempo ind…si può prevedere una proroga a termine o una riassunzione a termine solo inserendo una causale vincolantissima, che tutti sconsigliano xchè potrebbe creare precedenti x delle vertenze…direi che a questo punto potremmo usare anche noi questa legge…dopo i 12 mesi di amantato che funge da periodo di prova (ma anche prima…) o i ns amici propongono il tempo indeterminato cn aumento di RAL (retribuzione annua lorda), oppure noi si valuta un’altra azienda!!!! :-)) :-)) :-))

          • Hahahaha giusto! Però se ogni anno si viene licenziati e poi riassunti a tempo det dopo un mese?

          • @ange…eh no cara…anche in caso di riassunzione dopo un mese, nel decreto dignità vale la regola della causale, che deve essere usata x esigenze temporanee e oggettive, estranee all’ordinaria attività! Ovvero bisogna specificare la realizzazione di un’attività nn abitudinaria (dell’azienda) che si è venuta a creare in modo estemporaneo e nn stabile! La mia trasposizione in materia di amantato è… cari amici maschietti…dopo 12 mesi di relazione continuativa dovete metterci a t ind (ahahaha) in alternativa potremmo essere disponibili (ma nn solo x voi amici cari…e da valutare di volta in volta) ad attività estemporanee e nn stabili…men che meno abitudinarie!!!
            So che Cossora mi appoggerà 😉

          • @EP ecco.. questo tipo di appoggio te lo do! Ah ah ah

            Comunque ieri imbucata a una cena di gente sconosciuta. Single ma anche tante coppie stabili in seconde relazioni. Dai, si può fare. E le ho viste serene felici e grate alla vita. Io ero spensierata e mi sento positiva dopo queste cose. Basta mettere il nsso fuori di casa. La vita è li!

        • Perché uno che scrive che vuole il mio appoggio per divorziare mi fa pensare che vuole fare una giudiziale gratis !!! Se fosse stata matrimonialista sto giro ti divertivi

          • Ah ecco!!! Che poi sto cavolo di appoggio glielo avrei dato tutto, in altri tempi. Umore a terra, tristezze, sensi di colpa, altalena emotiva, gestione delle reazioni di moglie figli e parenti, mica una passeggiata star vicina a un uomo che si separa eh (a parte i supereroi)
            Ora mi viene solo in mente il cassiere del supermercato che prende il mio bancomat e dice: gliel’appoggio?

  40. Allora ho risposto: è troppo tardi.
    Appoggio e sostegno clandestino, impegno nell’incertezza, attesa infinita, amore a perdere: non c’è più nulla che mi interessi ancora offrire di tutto questo, neanche per un minuto della mia vita.
    Se un giorno lui dovesse essere davvero libero, e pure io, forse mi farà piacere fare due chiacchiere senza impegno.
    Fine. E ora mi preparo per la spiaggia:)

    • Dovevi rispondere con la verità: La tua mail e la tua insistenza dopo 12 mesi mi appaiono ridicole e di un egoismo assoluto. Non ti sei nemmeno chiesto se mi fossi rifatta una vita. Sei entrato a gamba tesa senza il minimo tatto. Conti solo tu. Come al solito. Non mi interessi più. Ciao.

      • Sai che penso pure Oldplum? Non è un uomo più egoista di altri o senza tatto. È anche un padre premuroso ed è stato un bravo marito finché sono andati in crisi. Credo che è l’amante (o la donna in generale) che sceglie di permettere all’uomo di essere egoista e senza tatto. Non dandogli un ceffone il primo giorno. Io non posso accusare di egoismo un uomo per cui ho accettato di essere la scorta clandestina per due anni. Ci credo che entra a gamba tesa; l’ha fatto da sempre dicendomi ti amo e infilandosi a letto con la moglie poco dopo. È quello che gli ho permesso di essere. Evidentemente la sua percezione di me non è cambiata troppo in un anno, nonostante io sia stata ferrea.
        Mi serva per il prossimo:)

          • Sono consapevole di due o tre punti cruciali della nostra storia in cui lui ha alzato l’asticella e posto un nuovo vincolo. Io ho accettato perché ero troppo innamorata (innamorata in maniera sbagliata). Sembrava non fosse cambiato nulla ma non era così. Ora ne sono consapevole, l’amore ok, ma il posto che occupi nella scala di una persona può cambiare.

          • @Alessandro forse bisogna fare esperienza, e ci vuole certamente qualcuno/a che ti scuota quando stai per superare il livello perché quando sei innamorata ci vuole tempo per togliere il prosciutto e fermare chi si sta comportando come non dovrebbe

          • E parlo riferendomi a mio marito che leggendo le altre storie di questo blog ne esce anche peggio di quanto pensassi, ma per fortuna il periodo down nel quale mi chiedevo come avessi potuto permettergli tutto ciò che gli ho permesso è passato !

        • L’hai permesso ma ad un certo punto non lo hai fatto più. Non possiamo prenderci la responsabilità dei loro comportamenti. Non hanno 4 anni. Se uno continua a fare l’egoista nonostante l’amore da cui si sente investito è uno da poco, uno che non potrà far star bene nessuno in modo autentico se non se’ stesso. Si lotterà sempre per capirlo, giustificarlo “in fondo l’ho permesso io”. È la cosa che le donne fanno spesso anche di fronte alla violenza. Giustificano l’altro attribuendosi la responsabilità. “Forse sono stata troppo disponibile, forse la mia gonna era troppo corta, forse non dovevo dire quella cosa, forse lui è così perché ho fatto passare un messaggio sbagliato “. Con il cazzo, scusatemi. Non permettiamo nulla. Sono loro che sfruttano le debolezze altrui. L’unica cosa da fare è proprio girare la frittata. Andarcene o rimanere senza amarli sul serio ma usandoli per riempire i nostri vuoti per poi dimenticarli appena escono dalla porta. Boom boom ciao. Ma non siamo come loro. E quindi la risoluzione deve essere mollarli. O diventano uomini o salutiamo e andiamo. Meglio sole. Con i pensieri non centrati su persone poco mature ed irresponsabili.

          • Certo che vanno mollati, e la giustifica (io l’ho permesso) non è per lui, è per me che non ci ho capito più nulla a un certo punto, mi sono persa e non capivo come e quando era successo.

    • Grande Angie!!! Io avrei solo aggiunto una postilla: “Se continui ad importunarmi, scatta la denuncia per stalking” 😉

  41. Angelica2.0, io credo che non abbia alcuna intenzione di lasciare la moglie, ha in effetti solo bisogno del tuo “appoggio”… ma per sostenere il suo matrimonio traballante.
    Tuttavia, nulla ti impedisce di incontrarlo e sentire cosa ha da dirti, altrimenti ti resterà sempre la curiosità di sapere…
    Se dici che non lo “senti” più come prima se ne accorgerà anche lui e ” il troppo tardi” lo
    comprenderå da solo.

    • @Artemisia cara, forse @Ariel ci spiegherà il caso psicologicamente, ma a me sembra soltanto un gran para..lo !!! Cosa altro dovrebbe dirle? È stato chiaro: la ama MA, ha bisogno di appoggio (economico morale psicologico giuridico), non ama più la moglie ( infatti @Angelica2.0 era L amante) sta soffrendo comodamente seduto a tavola a casa sua se @Angelica2.0 gli offrisse un poco di “movimento divertimento “ gratis dopo pranzo lui sarebbe L uomo più felice al mondo !!! C’è qualcosa che non ha detto?

      • Macché caraHara qui non ci sta nessuna psicologia che tenga o da spiegare
        Basta leggere o meglio rileggersi qui nel Blog le ditestimoniamze racconto di quanti di questi para C….
        Aggiungo manipolatori a causa dello schema ripetitivo identico sempre uguale

        Il famo mi eclisso e intanto me ne scopo a nastro
        Ritorno posssso e in magra da sesso ci provo e pure sto stronzo sfacciaro che dopo un anno fa lamail

        È da TI IGNORO TOTALMENTE PER SEMPRE

        FINE. PUNTO.

  42. Vi aggiorno perché mi sembra fuori luogo intervenire senza raccontare a che punto sono. Ero uscita di casa in un momento di malattia perché non avevo nessun supporto, ho incontrato uno sposato che mi è stato vicino per un anno e mezzo durante tutto l iter, non c’erano mai stati progetti per il futuro ma io abitavo sola e la moglie non è mai pervenuta ! Da febbraio dopo il suo allontanamento e un classico riavvicinamento natalizio avevo applicato il cds. Da aprile sono di nuovo a casa con mio marito (abbiamo due bambini non ancora in doppia cifra) perché sta male lui (è molto più grande di me) e io so quanto è brutto ritrovarsi soli ! Ho due chiodi che frequento regolarmente ma un paio di settimane fa ho interrotto il silenzio è questa ultima settimana lui era in ferie per stare con la figlia è praticamente ci siamo visti tutti i giorni! Stasera usciamo alle 9 e domani sera dormiamo insieme dopo tantissimo! In hotel naturalmente perché io non ho più casa da sola! Mi rendo conto che sarà un delirio tornare alla normalità! @Angelica2.0 non cedere guarda avanti

  43. Carissima Hara,
    Sinceramente sei già consapevole di tutto ,ti auguro veramente di riuscire a troncare la relazione tossica alla quale hai ceduto

    Non giudicarti mai ,lo sai che non siamo nessuna colpevoli proprio di nulla nessuna di noi deve sentirsi colpevole o inadeguata
    Però cercare di uscire dal tunnel si perché è farsi del male da sole

    Forza coraggio non giudicarti e ama te stessa
    Fai ordine e spazio per te che lo meriti sempre nella tua vita
    Ama te stessa e amerai in automatico i tuoi figli la vita che sicuro ti viene incontro quando meno ci si aspetta che accada
    Proprio quando non si perde la forza di uscire dalla manipolazione

    Un ABBRACCIONE e spero come sai ormai ecco aiuto terapeutico perché è veramente efficace proprio per il ritornare a prendere in mano te stessa e la tua vita in rispetto del tuo Valore di Donna Grande!!!❤️

    • buongiorno, @Ariel grazie di cuore tu sei sempre cara e si legge che tieni sinceramente ad ognuna di noi ! non lo so quale è la relazione tossica per me! Mio marito credo sia narcisista è stata una fatica enorme gestire questa situazione fino a quando fisicamente non ho retto più! Ora visto che ha bisogno è lì che mi tratta con rispetto apparentemente gentile, come mai, preoccupato di un mio eventuale fuga ! Per il mio compleanno mi ha portato in un posto che erano anni che chiedevo, non era stato “possibile “ neanche per L anniversario dei 10anni di matrimonio e dopo ( lui tutto orgoglioso di se stesso mica contento per me) abbiamo fatto sesso ! Io mi sono sentita soffocare e ho ricontattato L ex che guarda caso era disponibile: insomma il casino lo ho fatto io ! Non ho in questo momento tempo né voglia di terapia ci penserò a settembre
      Grazie a tutte di esserci e grazie ad @Alessandro per questo blog

  44. “Non tradirmi, non andare con nessuno. Mi.puoi aspettare ancora un po? ti prego”
    Poi partono per le ferie e ti mandano un messaggino al giorno. Ma è uno scherzo o cosa?

      • No vabbè, giuro che non pretendevo il solito ritmo ma così mi pare che impieghi più tempo ad andare in bagno per fare pipì o pupu che quello che impiega per me.
        Bastava dire: ci sentiamo al rientro.

        • Si a volte mi incuriosisce come ci sia una specie di rapporto di psicologia rovesciata.
          Per me è naturale che offrire poco sia offensivo e parlare chiaro ‘quando potrò ti darò quel che meriti’ sia decisamente più corretto ma anche .. virile.
          Fa proprio figo, l’uomo che non deve chiedere mai: che in modo risoluto ti tiene in sospeso fino a settembre.
          Se ti manda una chiavica di messaggio al giorno.. anche volendo fare il furbo.. ma che cosa spera di ottenere?
          È una strategia che neanche TopoGigio userebbe.
          Davvero esiste un fondamento a questa convinzione? Io faccio fatica a crederci.
          Un maschio che ci illumini?

          • Sara Figo l’uomo che ti tiene in sospeso se tu hai bisogno di un rapporto dove uno comanda e l’altro esegue ma non è amore. L’amore è equilibrio e democrazia. Poi per carità meglio uno che parla chiaro invece di andare avanti a sotterfugi. Ma che sia pugno di ferro o guanto di velluto la mano stringe solo mosche

          • No aspetta @Ale, intendo dal punto di vista maschile, uno che vuol fare il maschio alfa, detta le regole.
            ‘Vado in missione e torno’.
            In termini di amore e di equilibrio non ci deve manco essere la partenza con la moglie, questo è chiaro.

          • A settembre??? Ma scherziamo ??? Sono 10 gg..a settembre non trovava proprio piu nessuno. No, Cossora, non voglio l uomo con il pugno di ferro. Voglio uno equilibrato, democratico come dice Alessandro. Non puoi pensare che dopo giorni in cui si comunica h24 poi passi a i pizzini alla Provenzano una volta al dì mentre so che sei in ferie con lei e so che in queste occasioni di festa ci trombi perché se lo aspetta. E mi chiedi di non far nulla. È una strategia che mi fa incazzare come una vipera. È stupida. Basterebbe davvero poco poco.

          • Ma scusa @Oldplum io che ho scritto? Posto che ti sta bene sia sposato e sappia che va in ferie con la moglie.. basta poco per dare prova di quanto gli manchi.
            Che poi un messaggio o due al giorno è già una misura.
            Non facciamo finta di niente.. su!!

    • Non ho capito bene… lui ti chiede di non tradirti durante le ferie che fa con la moglie? Ma può darci che più ci svegliamo più sembrano tutti svitati?

      • Evidente che non abbiano nemmeno il minimo sindacale del ritegno.
        Barzellettieri inconsapevoli
        Pensano di essere furbi e pestano m….e
        In continuazione
        Perché siamo innamorate si ma non siamo proprio così allocche.

  45. Poi “non tradirmi”.
    Io? Forse era da postare sotto “sono confuso” non sotto a “perché interrompe il tuo silenzio”.

  46. Anche da “amici” spariscono durante le ferie… La spintina che serve per chiudere ce la danno loro il più delle volte, non facciamocela sfuggire

    • Confusa… Io ho notato che in tutte queste storie sono bravi (in molti per non generalizzare dicendo tutti) solo in una cosa: giustificarsi per la mancanza di coraggio!

    • Io ho approfittato di una spintina: lui era in silenzio punitivo travestito da “non posso darti di più ora e ti rispetto” perché avevo chiesto troppo (se ci ripenso rido come una pazza). Già era successo ed ero sempre tornata io. Poi ho preso l’occasione e sono sparita davvero, non per farmi inseguire ma per disintossicarmi. Quando si è accorto che il suo silenzio non aveva funzionato ma solo peggiorato le cose è stato troppo tardi, io mi ero già divincolata.

      • Se intimamente li si comincia a valutare come amici è solo perché si é ancora coinvoltissime.
        Si cerca un escamotage, un compromesso con se stessi.
        È l’inizio del raccontarsela.
        Per me non è ne mai sarà un amico.

        • Fate la prova amicizia: lui che racconta della sua ultima fiamma con particolari piccanti e vi da di gomito… vi sentite ancora amiche?:)

          • Seeeeeeeeee.. magari lo facessero!!
            Il problema è che gli uomini ti fanno fare l’amica di emergenza.
            Il pronto soccorso sessuale/sentimentale da chiamare quando la serata butta male e non sono riusciti a tirar su niente di meglio.
            Ti invitano (cena da asporto o vieni dopo cena), si fanno coccolare, ti trombano (ma il minimo indispensablie) e tu magari gli carichi la lavatrice mentre si addormentano, ed esci in punta di piedi da casa loro.
            Ti prego no, che tristezzaaaaaaaaaaaaaaa!!!

        • Esatto Cossora, la cosa stupida è che lui si è proposto come tale ma poi è il primo non in grado di esserlo, perché la verità è che adesso che ha ritrovato il suo rapporto con la compagna non ha più bisogno di me, mi tiene buona e anche con un po’ di fastidio direi… Se mollo io non mi rincorre di certo!
          Io non sono stata brava come alcune di voi, io ho pianto davanti a lui e gli ho dichiarato il mio amore quando ha scelto di tornare con la moglie, non ho attuato nessun silenzio, ho solo lasciato che le cose andassero a morire naturalmente. Due anni fa ho dovuto affrontare discussioni inimmaginabili col mio ex per motivi che non posso spiegare, ora non ho più voglia di farlo con nessuno, preferisco lasciar andare.
          Quando tornerà dalle sue vacanze, o non si farà più vivo, oppure se si farà risentire semplicemente gli risponderò con un “Tutto bene grazie, spero anche voi. Un caffè? ci organizziamo per i prossimi giorni” così non sarà e tutto finirà.

          • @Confusa io il CDS l’ho provato due volte. Ed entrambe le volte ha fatto l’unico effetto che poteva fare su di me in quelle condizioni: amplificare ogni sentimento e sofferenza e nostalgia per lui.
            E’ inutile raccontarsela, si viene qui, si fa le fighe, si cerca (giustissimamente) incoraggiamento.
            Ma la debolezza è debolezza. Non sei sbagliata, non sei diversa da nessuna di noi.
            Serve tempo. Ti giuro che poi arriva (questo è positivo!).
            Passi attraverso una fase in discesa in cui ancora ti piace ma ne sai fare a meno, e poi piano piano la nebbia si dirada e lui ti si rivela.Mi sta succedendo e senza nessun trauma.
            Complice (a mio favore) la distanza e l’impossibilità di vederci ancora per giorni. (si, trovarmelo davanti potrebbe anestetizzarmi ancora).
            Il CDS si mette in atto quando non te ne frega davvero più niente e se accetti di vederlo l’ultima volta per ascoltarlo, lo fai in un ristorante stellato e salutandolo all’uscita, salendo sulla tua macchina, partendo per la tua vita.
            Se vuole, molla tutto e ti segue.
            La dipendenza non te la diagnostica nessuno: lo sai benissimo se dipendi da lui. Sai benissimo quando smetti.

            Ma credimi, sei forte quanto tutte noi. Ti abbraccio!

  47. E infine è venuto, si è presentato perché doveva vedermi di persona. Strano, la domenica era sempre così oberato… comunque, stanco e invecchiato, senza energie. Mi è dispiaciuto umanamente. Credo che mi abbia chiesto aiuto piuttosto che volermi trombare. Ma da quel buco nero non mi faccio assorbire, gli ho detto di avere cura di se ma è tardi, tardi per lui che non ha più un briciolo di forza e non può prenderla da me. Se davvero mi amava ha perso troppo tempo senza muoversi, ha eroso dall’amore invece di costruirgli terreno. C’era un’energia enorme attorno a noi, per cambiare, l’ha sprecata.
    Il deserto che aveva in casa c’è ancora, è sempre lo stesso, la moglie ha fatto finta di niente come sempre, tranne incattivirsi ora che lo sa di nuovo al sicuro “a casa”, ma il ritorno in quel deserto non è stato così automatico come forse supponeva. Farà la sua strada, da solo come l’ho fatta io.

    • Che peccato questi uomini che spengono con la canna fuochi che divampavano maestosi. Ma Solo chi non ha paura di bruciarsi può giocare col fuoco

      • Si è presentato con l’uniforme da pompiere e al primo fumo se l’è data a gambe. A parte gli scherzi, tanta roba sprecata. Lo guardavo come dietro a un vetro, con tristezza, niente rabbia. Era lontano, di un altro mondo. Mentre mi parlava di tutto ciò che aveva attorno e che indirettamente avevo amato mi accorgevo che mi era tutto estraneo. Quanto bene sprecato. Ho capito che con lui, per lui, non avrei più lottato. L’idea che a fine serata sarebbe tornato a infilarsi nel letto con lei me lo ha reso “intoccabile”. Neanche un bacio sulla guancia gli ho voluto dare. Ero di una freddezza non calcolata a priori ma impenetrabile. Eppure non ho nessuno, neanche un misero chiodo. Lui alla fine mi ha salutata e non ha detto neanche nulla, un cenno con la mano, e che poteva aggiungere? Tanto ha protetto la sua vita perfetta, ora se la può tenere ragazze. Io sto bene, ho chiuso un ciclo.

        • Angelica2.0, quando siamo coinvolte tendiamo ad idealizzare…
          Ma persone così alla fine vengono fuori e questa è una grande fortuna per noi!
          Un uomo che si lamenta, piange, deprime perchè non è in grado di reagire alla vita, non vale la pena!
          Tu Angelica sei troppo per un elemento così, CVD!
          Un abbraccio

        • Oggi mi sento uno schifo. Non per la decisione che ho preso, la riprenderei altre mille volte.
          Ma per il fatto che il suo silenzio alla mia chiusura mi ha fatto sentire meno di zero. Io non sono questo. Io valgo! Io sono una bella persona,gli ho voluto un bene dell’ anima, gli sono stata vicina sempre anche nei momenti più duri ed in cui avrei dovuto solo mandarlo a fanculo.
          Mi ha detto fino al giorno prima di chiudere che mi amava da morire e che gli mancavo!
          Ed ora mi rispetta talmente tanto che coglie la palla al balzo per sparire senza un chiarimento faccia a faccia solo per il rispetto della mia volontà di chiudere?!?!
          Comodo caro…
          Sto male. Tanto… ma almeno adesso capisco quanto poco importante fossi per lui.
          Certo che essermi sognata tutto per così tanti anni è da pazze.
          Mi faccio paura da sola.

          • “mi rispetta talmente tanto che coglie la palla al balzo”
            “adesso capisco quanto poco importante fossi per lui”

            A me è successo con mio marito. Fai te.
            Ma anche se adesso ti sembra impossibile, appena ti passa la convinzione che la poveretta sei tu.. inizi una vita nuova di pacca e a certe cose sei completamente immune.

            Ad altre no, ma questa è la regola, se vuoi giocare.

        • @ange 2.0…Si è presentato con l’uniforme da pompiere e al primo fumo se l’è data a gambe! ti leggo e avverto la tristezza…spero nn mi capiti mai la stessa cosa! Voglio mantenere il ricordo di quello che è stato cm qlcsa di bello! Cm Cossora temo la delusione di vederlo rispecchiare un cliché che nn voglio gli appartenga! Presentarsi dopo un anno solo xchè qlcno ti ha visto in giro e gli ha parlato di te, sputando dei roboanti TI AMO cm recitasse un rosario…tampinarti x 2/3 GG cm se senza di te nn potesse stare…e poi darsela a gambe senza orgoglio qnd ha capito che nn c’era trippa x gatti! Beh…davvero mi auguro che il mio LUI nn faccia mai una cosa del genere! Credo potrei menarlo solo x la delusione che mi dà! Spero stia dove ha scelto di stare…
          e se le cose nn andranno bene e vuole ricontattarmi in futuro spero lo faccia con un messaggio, una mail qualsiasi cosa che assomigli alla mail perfetta di Oldplum…e poi sia quel che sia…ma nel rispetto delle parti!
          Cmq davvero… hanno la faccia cm il cuxx!
          @Ale…ma cm si sentono qnd prendono un 2 di picche del genere?Io fossi in loro mi vorrei sotterrare x la figura di m…e devono pure tornare a casa…nel deserto dei tartari!
          @ange…sei stata fortissima! Hai tutta la mia stima…

          • Purtroppo agiscono per schema e soltanto X il test di controllo tipo se ci stai ancora farsi un giro di giostra
            Abilissimi attori
            Lo so è per questo che si soffre tanto xchè difficile accettare di essere state burattini inconsapevolmente noi in buona fede e loro
            Insomma i nostri racconti sono praticamente a stampo uguale
            Ma X fortuna se solo abbiamo la consapevolezza e la cura che occorre già detto nei miei eterni sermoni

            Se ne esce col cds no stop totale chiusura di ogni tipo di essere raggiunti ormai lo sappiamo
            E allora poi rinasciamo veramente fuori dal tunnel buio in cui ci hanno spinto
            Perché non dimentichiamo che loro ci godono a farci soffrire e menar per il naso ovviamente non ci si accorge di nulla altrimenti che manipolazione sarebbe?
            La loro abilità sta nella recita perfetta da actor studio!!

            C’è la facciamo tutte e c’è la faremo
            Per chi ancora qui soffre durante il vero Cds quello senza ritorno!!!

          • Mi scuso X errori ortografici sto digitando da aereo che devo chiudere adesso xchè
            Volo!!!
            Ciao ciao !!!!

    • @Angelica2.0 leggo te e temo di vedermi tra qualche tempo.
      Non nel dispiacermi per lui, ma nell’essere costretta ad assistere a qualcosa di triste, ad espormi alla vista di una meraviglia ormai esanime.
      Di pensare con tristezza ai giorni magnfici che furono.
      Schifezza tremenda.

      • Si Cossora, e infatti non ci penso mai, è come se avessi chiuso tutto in una cassa e messo via la chiave. Troppo brutto il confronto. Pensa che in un anno intero avrò aperto le nostre vecchie chat e riguardato qualche foto non più di due tre volte. Chiudendo sempre piuttosto infastidita, mai nostalgica.

        • Io anche volendo non potrei. pur non essendo io la fedifraga, eliminavo tutto, da sempre.
          Mi strippano certi comportamenti!

          • Purtroppo le cose belle come le brutte sono impresse nella mia mente, noni serve rileggermi niente sono tutti lì in fila.
            È l’ epilogo silenzioso che non mi da modo di staccarmi definitivamente
            Resta sempre quel non detto, quel mancato confronto che mi trattiene dal voltare pagina.
            Non riesco a liberarmi così… sette anni di conoscenza, di alti e bassi, di momenti belli e brutti, di confidenze, amicizia, passione,risate pianti e litigi…sono tanti per essere stati spazzati via senza un degno confronto da persone mature.
            E ancora di più Soffro perché mi rendo conto che dispiace solo a me.

          • @Mic.. guarda che l’epilogo silenzioso è esattamente quello che serve.
            Non c’è niente di non detto, anzi, sono certa che tu (come me, come tutte) abbia anche spiegato troppo. Ti sia raccontata troppo.
            Non è che non capisce: non è d’accordo.
            Non è convinto.
            Non gli conviene.
            Non vuole.

            A te mancano le cose che ormai eri abituata a fare, sei ‘disoccupata’ mentalmente. Quando le cose non vanno il tempo è sempre poco (pensa al lavoro: quanto tempo dedichi al lavoro e quanto a risolvere i problemi che si creano man mano che lo si porta avanti?).

            Questa distanza estiva può rivelare molto, non sottovalutare questa opportunità di approfondire, una volta tanto che non hai nodi da sciogliere.
            Approfitta, non lo avresti visto comunque questa estate.
            Io evito di ‘decidere con me stessa’ cosa succederà al mio rientro.
            Mi dico ‘per il momento parti spensierata, poi quando sarà il momento.. farai quel che ti andrà di fare’

          • @cossora hai perfettamente ragione, io so che lui ha compreso per filo e per segno il mio malessere per le sue mancanze
            Il silenzio paradossalmente non sembra essere più il mio bensì il suo.
            Ad ogni modo vado avanti per la mia strada convinta che passerà anche questa, forse più lentamente perché non mi sono tolta lo sfizio di vomitargli in faccia tutte le stronzate che mi ha fatto una ad una anche se so che lui le conosce perfettamente.
            Questo suo silenzio mi fa capire molte cose in primis che avevo a che fare con un essere di sesso maschile privo di attributi. E di sentimenti. Arriverà il giorno in cui il karma gli restituirà tutto con gli interessi
            Peccato non poter assistere alla scena.

          • @Mic…. aiutiamo questo Karma…. sparisci e rinasci! Niente ti fara’ piu’ male.

          • @Mic “Il silenzio paradossalmente non sembra essere più il mio bensì il suo”
            Certo che è il suo
            Non si espone, non può più.
            A questo punto o ti illude (ma ti piacerebbe?) oppure ti dice come stanno le cose (leggi prendere una posizione netta).

            Comunque anche a me è arrivato un messaggio che faceva più o meno così: capisco la tua difficoltà, so che le mie mancanze sono sempre troppe.

            Capisco (ma), so (ma), mi dispiace (ma)
            ..ma non faccio niente in un senso e niente nell’altro.

            Ragazze mie.. le nostre difficoltà? Nostre? Stanno rigirando la frittata, siamo noi quelle sposate? Quelle che devono coprire, mentire, temporeggiare? Siamo noi che ci giriamo e rigiriamo nel pan grattato? Non mi pare proprio, io di cotolette qui non ne ho ancora viste!

            Facciamo così, rimandiamo indietro il magone quando arriva, e pensiamo che possiamo spaccare il culo al mondo.
            E andiamocene in vacanza aperte a tutto il meglio che deve ancora venire!

  48. @angelica scusami ma si è presentato in che senso? Ti ha chiesto o te lo sei trovato davanti? Mi pare incredibile. Cosa ti doveva dire poi che non poteva scriverti? Che sta male a casa? E quindi? E se tu fossi stata più fragile o esposta? Andata bene che ti sei disintossicata e hai retto bene.. però lui non ha avuto la minima delicatezza..e se tu fossi ricaduta???? Per me è la ragione principale x non vederlo. Sono a tre mesi e sto benino. Bravissima comunque..

    • Se fossi stata fragile e esposta mi avrebbe riacciuffata. Lui ha riprovato a dirmi che ora era pronto, che aveva capito, ma non gli ho neanche permesso di continuare. Voleva finalmente lasciare? Eravamo a un passo? Non lo so. Non me ne frega niente. So solo che mi ha inondato per due anni di paroloni d’amore e quando ho iniziato ad arrancare e precipitare si è fatto mollare. È sparito in uno dei momenti più pesanti della mia vita, aggiungendo carico al carico.
      Ho sofferto, prima nel capire che non se ne sarebbe andato di casa e gli andavo bene così, poi nel silenzio. Disintossicarsi vuol dire ansia, nervosismo, paura, pianto, tristezza, il primo mese stavo bene solo sotto la doccia e mi stavo consumando la pelle.
      Tornando a noi: io torno figa, i miei occhi riprendono a sorridere, mi esplode la creatività e ho tanti progetti professionali, ho due figli meravigliosi e amici cari. Sono libera. E si ripresenta.
      Che me ne faccio di un relitto maltrattato dalla moglie? Rispondo come ha scritto Ale tante volte: “non mi conviene”

    • Mi ha chiesto di potermi parlare di persona ed è venuto. Figurarsi la delicatezza Nina… uno che ti massacra educatamente i sentimenti più profondi per fame ed egoismo sai che ci fa con la delicatezza… ci dobbiamo salvare da sole:)

  49. In ogni caso non c’è stato un giorno nei miei tre mesi di silenzio in cui sia stata male anche solo la metà di come stavo quasi tutti i giorni con lui, nell’attesa di un suo messaggio o di un momento insieme e nel rendermi conto quasi quotidianamente che ero l’ultima ruota del carro. Mi vengono dei flash che mi fanno quasi vomitare. La vigilia di Natale in cui si presentò a mani vuote, ma io volevo solo del tempo con lui, e lui mi ha congedata veloce perché doveva fare i regali agli amici..la promessa di vederci x bene a Santo Stefano, e a santo Stefano scappa prima perché ha una cena con amici..io nuda nel letto e lui in piedi al telefono a chattare con gli amici quando avevamo solo un paio d’ore insieme..tutte cose piccole, ma il sapore dell’umiliazione non lo dimenticherò mai più. Insieme al suo modo, indiretto e quindi ancora più crudele, di farmi sentire infantile e stupida se mi arrabbiavo x queste cose..non lo so, magari infantile e stupida lo sarò, ma quantomeno è chiaro che mi faceva stare male. Mai più avuta un’angoscia così nera e lo scrivo non x dirvi di me ma x incoraggiare al silenzio chi è titubante: a certi livelli di dolore immenso è davvero un sollievo..e se ci si rende conto che x quanto manchino la loro presenza fa stare peggio..il salto è fatto.

    • Nina, Che bestia d’uomo! Bravissima, continua così…un uomo di questa portata non vale certo il tuo dolore!

    • @nina concordo. Ci si sente come al riparo, in salvo da atteggiamenti che possono ferire la nostra sensibilità.
      È una sensazione strana, mi sveglio di notte e penso a lui e poi mi riaddormento serena dicendomi “ ok stai tranquilla lui adesso non può più ferirti e prendersi gioco di te”
      Ma ci rendiamo conto di quanto siamo fragili se innamorate?!?
      Esiste un modo per evitarlo e continuare ad amare? Io non voglio che si porti via il bello di potersi lasciare andare perché fiduciosi nell’ amore .ecco di questo ho paura

      • Io pensavo …. Ok dai, non devi più mentire, se non a te stessa!! …. Poi un giorno stanca dei tira e molla, del suo recupero in famiglia …. Me lo sono andata a ‘riprendere’!!
        Ho mangiato la famosa torta, tutta in un sol boccone!!
        Alla fine ho pensato …. Ok dai ora ti volti e vai, ma nulla …. ‘Ripartiamo!! …. Ma ….’ ecco il mio ‘ma’ (il ti amo ma non c’è mai stato) …. Con molti più limiti di prima!!
        Briciole? Sì …. La mia stampelpa? Sì …. Io la sua? Forse …. Un uomo ombra? Bhee sì lo vedo divorato dai sensi di colpa e dalla paura d’essere scoperto nuovamente (non lo ammette, ma lo sento)!
        La vivo con meno ansia!! È un bene?? Non lo sò, magari tra un giorno, una settimana, un mese, un anno mi ritroverò a piangere!!
        Ora attendo le vacanze estive, un mese è lungo …. Non potrò sentire il suo polso …. Rischio che recuperi a casa …. Ma non ci posso fare nulla.
        Attendo, attenderò …. Nel frattempo …. Buona estate a tutte!!

  50. @Angelica2.0 hai tutta la mia stima…avrei voluto avere io quella consapevolezza invece mi sono umiliata. È il mio unico rimpianto

    • Caratterialmente ho un orgoglio sovrano che è la mia croce e la mia forza. Ho ceduto con lui più di quanto abbia fatto con tutti gli uomini che ho avuto messi insieme. Poi basta però eh.

  51. Ciao Alessandro, una domanda ma il cds varrà anche dopo periodi lunghissimi…vero…anche dopo un anno…non bisogna rispondere e cadere nella trappola del come stai?…

  52. Quanti sono i casi di quelli che una volta che si sono lasciati con la moglie scelgono non te amante ma una terza donna?

  53. @Oldplum, comprendo la rabbia di ricevere solo un messaggino al giorno in tempo di ferie…e dunque la sua latitanza in tal caso era assai più percepibile e dolorosa di quanto non fosse per me, che, non abituata a sentirlo quotidianamente durante l’anno, non mi aspettavo certo di ricevere un suo cenno in vacanza con moglie e figli.
    Naturalmente, mi guardavo pure io dallo scrivergli quando ero in ferie con la mia famiglia e le mie hanno quasi sempre coinciso con le sue.
    Vi aggiorno a questo punto sulla mia situazione: dopo l’ennesimo distacco voluto da lui con determinazione ad inizio anno, abbiamo ripreso a vederci da circa tre mesi. Ancora una volta ha rotto lui il silenzio col dichiarato impegno però ad essere più presente e più flessibile nelle disponibilità di tempo.
    Finora non ho visto un grande slancio in questo senso; più di prima sì, ma poco. Temo quindi che non durerà, che regredirà al suo solito comportamento. Io gli ho lasciato nuovamente la porta aperta, consapevole che potrebbe essere l’ultima, perché sono ormai stanca e delusa. Questo credo lo abbia compreso pure lui.
    Sono già diversi anni di relazione, eppure la passione, la sintonia mentale e fisica tra noi non sono mai calate. Anche nei silenzi noi “ci sentiamo”, sempre. Un po’ come succedeva e succede ancora a te Oldplum… vero?
    Ma forse ho sbagliato ancora a cedere e forse avrei dovuto comportarmi come Angelica2.0…
    Alessandro, che ringrazio pure io per questo bello ed utile spazio di incontro, converrà che è stato un errore?

      • Alessandro, ma il silenzio vale pure quando è lui a dire che non ti chiamerà più nella maniera più assoluta? Avrei preferito dirgli io che non volevo più le sue briciole invece è stato lui a mollarmi in quattro e quattr’otto per sparire dopo che la moglie lo ha beccato per la seconda volta al telefono con me.

          • Cambia perché un uomo così andava lasciato prima. Mi sento usata, mi sento una stupida. Non basta dire che ero innamorata Alessandro. Non riesco ad accettare di essere uscita da questa storia come quella che va a disturbare il marito di un’altra. Le cose non stanno così. Trovo assurdo che tutto ricada su di me e lui non abbia avuto la decenza di parlarmi nemmeno per l’ultima volta da uomo. Qualcuno qui spesso scrive che si generalizza sugli uomini, che ogni storia è diversa, peccato che quasi nessuno riesca a smentire.

          • Hai una certezza ora: aver evitato un uomo non idoneo a stare a
            Tuo fianco

          • Si Piccola, cosa cambia? Il giudizio? Da pate di chi? Che importanza ha ciò che pensano gli altri/lui?
            Credo nessuna di noi qui sia andata a cercare un uomo sposato, l’amore capita (nel mio caso sono stata fulminata, non lo avevo certo premeditato!)!
            Solo chi ti conosce (tu per prima), sa’ come sei!
            Questo suo atteggiamento dovrebbe servire a farti capire che il tuo amico non è in grado di gestire nulla, che non ne vale la pena!
            Parlandoti potrebbe solo generare false illusioni, in questo modo invece hai la conferma che vale meno di zero!

          • @oldplum, vorrei tanto che sapesse cosa penso di lui. Perché pensi che tornerà? Prima speravo lo facesse perché mi mancava, invece ora vorrei tanto dirgli quanto è stato vigliacco con me, copia di se stesso. La delusione più grande quella di avermi trattato come quella che non sono. Mi sento umiliata.

          • Mi fai morire.
            E’ l’adrenalina del sapere già come finisce il film mixata al senso di libertà del sapere che fino alla fine delle ferie non ti peserà ma poi -forse, ma molto probabilmente si- riprenderà la telenovela brasiliana.
            Salvo imprevisti della vita.

          • Dici a me @cossora? Prima o poi finisce, in un modo o nell’altro. È finita Milagros, Dinasty…figurati.

          • @Oldplum si. Prima o poi finisce.
            Perchè diventa tutto di un noiosooooooooooooooooo…!!

          • Chissà se tornerà anche il mio che si è “rimesso al volere della moglie” dopo le vacanze, con un contratto sulla fiducia da rispettare…
            Sono giorni difficili, proprio come scrive Alessandro!
            Il mio CdS è in realtà inutile, è lui ad avermi abbandonato per la seconda volta sparendo!
            Quanta inutile tristezza!

    • Si, ci sentiamo anche nell’assenza. Ma io pretendo di più ora. Lui me lo da. Ma questa cosa delle vacanze è per me ingestibile. Per cui ho deciso di sentirlo quando torna e l ho comunicato.

      • Comunque rimango dell’idea che sia una nostra scelta. Chiediamo di più, tariamo le cose ma non molliamo e soprattutto non ne cerchiamo uno libero perché in fondo la formula all-inclusive non siamo pronte a riprendercela, ci va meglio così, coi limiti del caso ma anche con le sue possibilità di staccare per poi riprendere.
        In questo caso mi sento di avvalermo di un bel ‘sono confusa’!!!!!!!

        • Sai che in effetti questi giorni tranquilli mi hanno fatto ragionare sul punto? Non so se l’all inclusive a questo punto mi interessi. Più che altro mi spaventa. Però quando inizio a ragionare così è perché mi sto scollando con delicatezza. In fondo non si sta cosi male sole. Più che altro mi fa paura l’idea di avere un uomo con tanto fardello e che non mi pare un granché in grado di gestirlo, nel caso. A me se capitasse piacerebbe, dopo la separazione, avere un uomo “fresco”. Uno con i controcazzi . Iniziare io e lui in serenità. Senza mogli feroci, figli in lacrime e lui divorato dai sensi di colpa..

          • Idem! Il senso del mio “non mi conviene” è “ non ti amo abbastanza (non più) per accollarmi i casini che mi crollerebbero addosso anche se tu mi scegliessi, perché in tre anni ho visto che sei senza palle e comandato da moglie e figli e non mi fido di come gestiresti il tuo carrozzone”
            Quando l’amore finisce comincia la convenienza e questi uomini con il piede i due scarpe, se ci togli l’amore, sono assolutamente un pessimo affare da prendere interi

  54. Ragazze, @Angelica, @Nina, c’è un momento della storia in cui senti un’energia incredibile, come un’onda gigantesca da cavalcare. La senti crescere, non la freni, non la contieni. Lì deve avvenire il cambiamento o non avverrà più. L’energia si disperde, lentamente muore un amore. Noi avevamo tutto questo a giugno dell’anno scorso. Il nostro rapporto è morto in 10 mesi, agonizzante. Non sai quanto ti capisco @Nina. Quelle umiliazioni , indelicatezze che mi facevano storcere il naso e a cui non obiettavo per paura di perderlo. Mai più.

      • Vero @Oldplum, rimani indimenticata solo alle persone cui hai fatto vedere ciò che sei senza filtri.
        Ma quasi sempre finisce perchè nonostante tu ti ‘spogli’ di tutto.. loro non fanno la stessa cosa.
        E allora pensi ‘non hai le palle’ e te ne vai.
        La vita riserva mille cose meravigliose a chi ha il coraggio di uscire dalle convenzioni, e tu mi sai che l’hai capito bene, senza padroni (solo i figli), libera e bella 🙂

        • Sai io non starei mai più con uno che mi tratta male o da cui non mi sento valutata a sufficienza. Mi rifiuto proprio. Non pretendo che il mio uomo cambi per me ma non mi deve chiedere di farlo per lui. Io le cose dico (devo solo cercare di essere meno tagliente e sto davvero imparando a farlo) e se una persona fa cose che mi deludono è un problema solo suo. La mia stima decresce e dunque soffro pure meno. Non trattengo nessuno, anzi: spesso allontano e mi si deve rincorrere. È che sono proprio esausta .

  55. Posso andare controtendenza? basta processarci e analizzare ogni singola nostra azione. Ho pianto davanti a lui che sceglieva un’altra. Sono stata male in attesa di un suo messaggio che non è mai arrivato. Ho passato mesi sperando che cambiasse idea e ancora oggi pur sapendo che ha scelto un’altra se lo vedo o lo sento ho un attimo di destabilizzazione. E quindi??? sono una donna che ha amato, il sentimento più bello che possa esserci, e non è stata corrisposta. Ci ho provato con tutte le mie forze e il mio cuore, è passato una anno e ora sto meglio, anche se non del tutto. So che non voglio più insistere, che ho un valore e che quell’amore che ho provato per lui potrò riprovarlo ancora per un’altra persona, forse andrà bene o forse no, ma riproverò.

  56. Si è portati a credere, soprattutto dopo qualche batosta, che la persona egoista viva meglio e la persona empatica (leggi sprovveduta) sia destinata a soffrire, Io non lo credo.
    L’egoista è solo un cagasotto. Starà tranquillo, senza troppe rotture al mondo, farà la scelta conveniente e avrà il meglio che si può concedere. Ma non è felice un caxxo.
    Come mia madre, come l’ex. Non hanno coraggio, non vanno in profondità, non guardano gli altri ma li usano. Anche per provare struggimenti d’amore che li facciano vivere. E qual è il risultato? La noia. L’insoddisfazione. Quel senso di felicità piena non c’è, è solo un’onda che poi cede il passo al calcolo e a nuove paure. Gli egoisti succhiano vita da chi può dare, finché quest’ultimo se non si sveglia va in riserva.
    Mi ha fatto bene l’incontro diretto, ne sono uscita sapendo di aver fatto la cosa giusta e di essere una figa galattica inside. Ho percepito il suo tentativo (fallito) di succhiare ancora, evidentemente a casa qualcosa non gli conviene più tanto. Ha troppa paura di esistere.
    Io non sono così e ne sono felice.

    • Angelica 2.0 dici bene infatti mentre noi prima o poi ad un certo punto ci svegliamo e riusciamo ad uscirne con il Cds senza ritorno
      E qualcuno magari più preso da dipendenza con terapia

      Loro purtroppo sono emme e emme restano per sempre
      Non sono persone equilibrate pure se ciascuno ha il suo livello meno o più il risultato non cambia ,fanno danno con chiunque abbiano una relazione pure con i figli mogli domestiche Ah ah ah
      Scusa non so per quale motivo rido
      Forse perché storicamente è una categoria professionale bistrattata dal Padrone Narciso /ista

      Ergo noi siamo e saremo serene e felici in una nuova vita nostra
      Loro non c’è nulla da fare restano uguali una costante

      Ciao Angelica 2.0 se puoi ti suggerisco di tagliare tutte le comunicazioni del tutto il vero No contact è la vera chiusura per loro
      Capisci? Per loro cioè anche se possiamo dirci non è necessario
      Perché ormai so che ho due pi…così

      Il punto che loro rompono e restare aperti per loro è un segnale che hanno potere ancora di riprovare a fare un controllo magari pure tra anni ,
      Perché questa è verità successa!!!
      Ciao Angelica attaccati al bottiglione e festeggia te stessa
      Grande Donna!!!

    • Felicissima per te Angelica2.0. Un percorso ottimo, consapevole, che sono certa ti porterà verso qualche cosa di buono!
      Sono esperienze che fanno crescere e conoscere noi stesse e gli uomini!
      E’ bellissimo essere desiderate, amate, cercate…è bellissimo darsi e ricevere…
      Non possiamo dipendere dagli altri, da speranze, fraintendimenti, illusioni, dai non detto…

    • Sottoscrivo dalla prima all’ultima parola: non dobbiamo diventare ciniche, solo riconoscere il nostro valore e non sottostare a persone e situazioni che lo mortificherebbero.

  57. Ciao Alessandro, ciao ragazze,
    Il mio è tornato dopo un mese di silenzio, da lui interrotto con la scusa di dovermi incontrare per risolvere una cosa economica/personale ma in realtà ha preso un treno ed è venuto solo per vedermi. Io non ho seguito l’istinto di delegare qualcuno al mio posto e ho accettato di incontrarlo con la consapevolezza che comunque è finita e che non lo volevo più.
    Lo avevo già lasciato un mese fa.

    Ma non è andata così.
    Domenica e ieri siamo stati insieme, io – da quando l’ho visto – non sono più riuscita a staccarmi, ci siamo separati – con dolore – ieri sera per evitare di dormire insieme e di vivere l’agonia delle ore prima della sua partenza stamattina.
    Per me ogni volta che partiva (pur sapendo che sarebbe tornato) era un dramma di abbandono che mi portavo per giorni.
    Adesso sto malissimo, ho paura che si sia riaccesa l’ossessione, l’ansia di volerlo, e mi verrebbe da chiamarlo, scrivergli e chiedergli di esserci.

    Però fino a qualche giorno fa, ero forte nel mio silenzio, mi stavo disintossicando e sapevo di aver fatto la scelta giusta per il mio benessere di lungo termine. I suoi messaggi non mi toccavano più di tanto.
    Ora invece sento di aver annullato il mio mese di lavoro e di distacco e temo di essere ricaduta dentro questo vortice fino al collo. Non era quello che volevo, maledizione!!!
    Ditemi che non è così e che il percorso non è stato vano, che devo solo usare la mia razionalità e un po’ di protezione verso me stessa per riprenderlo, e non da zero. Che in qualche giorno questo impeto si acquieterà.
    Lui ha capito il mio malessere e, pur soffrendo tanto a sua volta, dice che rispetterà, da adesso in poi, il mio silenzio. Io però al momento non sono forte come prima e non so se riesco a praticarlo, l’istinto di sentirlo mi divora minuto per minuto!
    Confido nel vostro supporto, grazie per questo blog e profondo scambio di testimonianze.

        • @Oldpulm, dici vero? 🙂
          anche io l’ho pensato! Che adesso si chiude, a modo suo convinto, e tra un mese (o forse meno) torna… ma perché secondo te?
          Cioè: dice di volermi un bene dell’anima oltre ad amarmi e rispettarmi, si dice d’accordo con il mio legittimo percorso di distacco, sa che vederci diventa tragico per entrambi, sa che è finita e lui stesso mi ha detto “dobbiamo cercare di andare avanti”… Gli ho specificato che amici non possiamo essere, almeno per ora. Che mi serve tempo. E ha detto ok.
          Sa anche che potrei iniziare nuove frequentazioni.
          Sa bene, infine, quanto mi danno fastidio queste sue fughe e, nonostante questo, intende tornare dopo un mese?
          Cioè avrebbe più senso che lo facesse adesso, subito a caldo, non tra un mese. Quindi, o questa volta ha davvero capito che deve lasciarmi stare (ma lo pensavo anche la volta precedente, sopravvalutandolo) oppure, come dici tu, è deficiente, oltre che egoista, e riappare. Devo lavorare per non esserci, in tal caso. E per non ricadere.

          • Se tornasse subito brucerebbe il.vantaggio di farti sentire bisognosa per settimane di modo che, quando sarà lì, tu, affamata d amore , gli dirai sicuramente si . Tornasse dopo 3 gg magari tu gli faresti richieste e vorresti spiegazioni. Invece tra un mese sarai talmente debole che ti prenderai il pacchetto senza opporre resistenza.

        • Ma poi soprattutto, io già stavo male durante la relazione a gestire la distanza. Come fa a non capire (gliel’ho spiegato ampiamente) che quello che odio di più sono le sparizioni? che non ho mai retto e sopportato il tutto/nulla quando stavamo insieme, figuriamoci ora!
          Cioè di certo non voglio abituarmi a questa cosa che, in generale, detesto, con lui e per lui. Per di più adesso che è finita.
          Quindi questo dovrebbe bastarmi a non consentirgli di tornare un’altra volta, come se fosse passato un giorno.
          Perché disistimo questa modalità comportamentale da vile e da poveraccio. Se davvero – come ipotizzi tu @Oldplum – lo fa, io mi chiedo come non si vergogni.

          • @val non è che non lo capisce…. lo capisce benissimo ma il suo Egoismo che regna sovrano ha il sopravvento rispetto a quello che davvero fa male a te.
            Questo non è amare una persona.
            Amarla vuol dire rispettarla, comprendere il suo dolore e stargli alla larga se non si è in grado non dico di scegliere ma quanto meno di non farla soffrire.

          • @Val ascolta..
            finchè ci si sta bene e COME EFFETTO SECONDARIO si fa da stampella al loro matrimonio ok.. ma non è la nostra mission riparargli il matrimonio.
            Lui torna perchè gli togli l’appoggio.
            Mica sbaglia lui.

      • @Val
        Neanche io ci credo
        Ah cara Val non lo scrivo perché lo ho già scritto fino a farmi venire la stanchezza pure a me ,lo dico con un buon sorriso positivo,ma ecco inizia per T e finisce per A 7 lettere!!!

        Coraggio forza
        È l’unico modo per uscirne come sempre ogni tanto ci ricorda Alessandro

        Un abbraccio ,comprendo bene
        Se ci si cua poi passa !!!

      • Nemmeno io vi credo. Anzi, Val, devi essere ferma perche, oltre a non avere nessuna novità concreta, nemmeno un programma o percorso a parole (figurati!), poi sentiresti la responsabilità di averlo cercato te per trovare l’identica situazione di sempre, e ti sentiresti ancora più di merda..Un abbraccio. PS. Parliamo tutte per aver già vissuto tutti questi dolorosi passaggi spalmati di più anni…

      • Nemmeno io vi credo. Anzi, Val, devi essere ferma perchè, oltre a non avere nessuna novità concreta, nemmeno un programma o percorso a parole (figurati!), poi sentiresti la responsabilità di averlo cercato te per trovare l’identica situazione di sempre, e ti sentiresti ancora più di merda..Un abbraccio.
        PS. Parliamo tutte per aver già vissuto tutti questi dolorosi passaggi spalmati in più anni…

    • @Val, magari ti stai ‘solo’ pre-occupando (Adesso sto malissimo, ho paura che si sia riaccesa l’ossessione, l’ansia di volerlo, e mi verrebbe da chiamarlo, scrivergli e chiedergli di esserci.).
      Se ci sei riuscita, vuol dire che hai anche avuto la forza di distaccarti, prima di ricaderci.
      Torna a pensarti come un essere indipendente, razionalizza, minimizza.
      Tu sei quella che ce la stava facendo. Sei caduta, rialzati.
      E no, anche per me lui non soffre, fa il papagallo perchè confermare ciò che dici tu è il modo migliore per non esporsi.
      Se gli dicessi che è stata solo una ricaduta ma che sei tranquilla, ti direbbe che è traqnuillo anche lui.
      Fidati!

    • Val, cosa voleva, solo vederti?
      Certamente gli mancavi anche tu, è tornato per se stesso!
      Tu stai nuovamente male, ne vale la pena? Il tempo trascorso con lui vale la pena di giorni di sofferenza?
      Se rispetterà il silenzio (e non lo farà!), sarà solo per gestire lui questo rapporto…
      Se un giorno capirà che sei tu la donna con cui vuole trascorrere la sua vita allora si farà vivo con i fatti!
      Val, solo tu puoi sapere dove ti porterà tutto ciò, non mentire a te stessa!
      Reagisci e diventa padrona del tuo benessere, delle tue scelte!

    • Non andare in panico, riparti con calma bloccandogli TUTTE le vie per comunicare con te (se non altro, serve a mandare un messaggio forte: non voglio più avere a che fare con te).
      Ce la puoi fare, ricordati il male che ti ha fatto (e che continuerebbe a farti se gliene dessi la possibilità). Ricorda: il silenzio è il tuo rifugio sicuro.

      • @Violetta brava

        fai bene a ricordare che il fatto di scomparire da tutti i canadi comunicazione è IL SEGNALE fondamentale a fargli capire che NON HA PIÙ POSSESSO SU DI NOI che non ci sta più modo di tornare pure dopo anno e anni perché ricordiamoci che sentono la nostra debolezza e ci marciano alla grande
        Con la faccia di emme ovviAmente cammuffata da dolcezze buone intenzioni i soliti o agflitti o che ci fanno sapere che nonostante tutto loro ci amano ci voglio eccettera

        Questi se non gli si fa un bel MURO di NO CONTACT ti blocco senza ritorno

        E bè ovvio continuano ma mica solo per scoparci ma a distanza di anni se i contatti nostri stanno aperti godono a vedere che famo ? Hanno ancora ascendente su di noi??
        Il classico ” ciao come stai,che fai??

        Violetta hai scritto qualcosa che occorre e aiuta concretamente a smetterla di farsi del male da sole

        Aria pulita come l’oceano e i gabbiani che adesso scrivono qui a te!!!

        Baci dal nord!

  58. @Anonimo,
    sarebbero solo scappati/fuggiti prima, non avrebbero capito le nostre ragioni mentre avrebbero visto nel gioco duro solamente una sorta di ricatto e si sarebbero rivoltati contro di noi dandoci colpe inesistenti.

    • magari hai ragione…ma ci sono stati alcuni momenti dove l’ho vista veramente ultra coinvolta e se gli avessi staccato la spina avrebbe reagito diversamente…ma tanto le cose non si possono cambiare…

      • Idem, @Anonimo.
        Ma sai che una volta capitò che fraintendendo una mia frase scherzosa disse che se qualcuno cercava di metterlo con le spalle al muro per ottenere qualcosa lui avrebbe fatto esattamente l’opposto di quello che l’altra persona voleva.
        Mi disse questa frase con un tono secco, distaccato, quasi un avvertimento.
        Una doppia faccia, come poi si è visto.

        • @quasi una minaccia direi…bah…a volte proprio nn vogliamo vedere…stava mettendo la sua staccionata a segnare i confini oltre i quali tu nn potevi spingerti…pena la sua ritirata!…che cm da tradizione poi è avvenuta cmq…mi sembra di capire!
          Nn ricordo la tua storia Elisabetta…spero tu ne stia uscendo…o ne sia uscita!

        • in quella fase lì…mi induceva all’ottimismo…al fatto che non era detto che sarebbe finita male…mi diceva che si augurava che un giorno ne avremmo riso insieme di quel dolore…ora invece sono stancante con i miei allontanamenti,…è il mio primo “vero” codice del silenzio e inizio a capire come si sentono i drogati che cercano di uscirne…i cds con canali aperti non servono a nulla…

      • Sarebbe stato uguale. Chi ha motivazioni forti per non cambiare mette la briglia pure nel momento topico. Magari soffre un po’ di più e basta.

  59. eh sì ragazze, le indelicatezze, le disattenzioni…piccoli episodi a costellare le giornate, nulla di grave se isolo ogni passaggio, ma tutti insieme era da crepare…almeno io…forse sono io ipersensibile e troppo attenta a certe sfumature, assolutamente non materiali, assolutamente non spiegabili, del rapporto…come si fa a spiegare a uno che quando si è a letto (una, due ore, mai di più) il telefono si spegne? come si fa a spiegare che se ci si vede con il contagocce non telefoni all’idraulico in mia presenza? sono tutte cazzate, cose che in un rapporto “normale” non ferirebbero forse, ma vedendosi così poco sono state tutte piccole mazzate proprio perchè erano inezia…ma come si fa a spiegare a uno che ci sono cose che non si fanno punto e basta? non si può ogni volta litigare per quella mezz’ora in più o in meno e lo so anche io che è una mezzora in più o in meno, peccato che era sempre in meno e sempre per futili motivi legati alla sua routine a casa, anche quando da casa era uscito…e le volte che sono andata a trovarlo a casa sua nuova, mai una volta che non abbia vissuto con il conto alla rovescia, per quella commissione da fare, quell’amico da incontrare, spesso mollandomi lì con la scusa “stai qui tranquilla che ti ambienti”, e io vi assicuro che non ho problemi a stare da sola e ci sto anche volentieri nella vita, ma dopo che mi organizzo per una settimana per avere una giornata libera tra casa, genitori anziani, lavoro, percorso (non eravamo lontanissimi ma nemmeno vicinissimi) tu mi molli lì per andare a comprare la qualunque o peggio passare da casa a vedere cosa combina la ex e come sta il cane? tutto così, tutto così…mi vergogno quasi a dirvi quanto sono stata male per queste piccole cose, ma davvero mi sono sentita tante volte meno della siepe da potare…che poi le cose da fare le abbiamo tutti e non è che io abbia la donna delle pulizie, quindi come il tempo lo trovo io lo trovi anche tu…l’ultima volta che ci siamo visti, scopata veloce tra due impegni suoi, e lì sì che mi sono sentita triste, umiliata. ho un ricordo davvero triste di questa ultima volta, ma forse è meglio così…ora sto meglio, ma una vena di tristezza resta, in parte dovuta forse alla situazione a casa dove cerco di recuperare, in parte a non so cosa, perchè se poi faccio la conta di momenti davvero e solo belli ce ne sono stati davvero pochissimi…

    • @Nina.. come si fa a spiegare? Con la bocca. si spiega.
      Hai ragione ad incazzarti, ma impara dai tuoi errori e prima di tutto, al primo allarme, fai notare cosa non ti va bene
      So che non sono bambini, guarda ne ho due di figli e so tutto.
      Però so anche quanto ho taciuto col mio ex marito.
      Ricordati: l’unico modo per ottenere una cosa è chiederla.

      Si pecca in opere, parole, pensieri e omissioni!

    • Ragazze, @Nina…dai saranno geniali? “stai qui tranquilla che ti ambienti”…ma che ridere…anch’io facevo i salti mortali e lui non lo vedeva, sole se stesso! Mi sa che quelli che si devono ambientare alla vita sono loro…

    • @nina…continuo a pensare che nn siano piccolezze! Continuo a pensare che tu abbia incontrato veramente un patologico dal quale ti devi staccare qnt prima! Io nn me ne intendo…questa è più materia di Ariel…ma il tuo ha veramente degli estremismi inquietanti…e smettila di dire che ti vergogni! Nn sei tu quella che si dovrebbe vergognare…semmai lui…ma tanto nn accadrà…mettitela via! È troppo impegnato in qualche progetto benefico x sanare la fame nel mondo (e la sua…atavica…scusa ma mi tornano sempre a mente i suoi jeans 😉 )
      Siiiii…cm sn bravo…faccio la colletta x i bambini dell’Africa e poi xò faccio marcire 3 ex mogli e un numero imprecisato di amanti…
      Finto cm una banconota da 7 euro!!! Quell’uomo lì nn esiste… è una recita perenne! Meriterebbe di “ambientarsi” ormai rimasto solo, in un miniappartamento cn vista sul cortile interno di un condominio degli anni 60!

  60. Dopo vari mesi ieri l ho visto per lavoro. Sono andata io perche era una cosa importante. Nonostante la maggior parte della mia vita mi senta bene, nonostante una vita sessuale mai avuta prima col mio chiodo ieri mi ha fatto ancora effetto, nonostante lo veda davvero brutto. Sono scappata via prima che il discorso si spostasse dall’ ambito lavorativo, e ora credo mi aspettino due giorni di scombussolamento. Spero si riducano sempre piu..so di essere stata forte e brava ieri ma dentro lo sento ancora

  61. @val ti capisco, anche io anno scorso ricaduta dopo un mese, dopo siamo stati ancora insieme sei mesi e ora non ci vediamo da tre e no contact totale da un mese. Io credo che se il cds fallisce è anche perché non si è pronte. In effetti il vero lui io l’ho scoperto nella seconda parte di storia e credo che senza il suo ritorno sarei rimasta piena di rimpianti. Per me il secondo e spero definitivo silenzio è stato meno difficile da iniziare perché stavo troppo male. È tutto una questione di meno peggio all’inizio, ma come hai letto mi sono sentita a un certo punto così trascurata e umiliata che il silenzio è stato un vero rifugio. Ci ho messo ancora due mesi dopo aver smesso di vederci a bloccare ogni contatto e spero che non mi faccia improvvisate. Io ero davvero malridotta, ho psicologo che mi segue, e bene, x aspetti emotivi, e avvocato x quelli legali. Non bisogna pensare sempre di farcela da sole. A volte anche cercare il giusto appoggio è segno di maturità. Tutto questo x dirti che non è detto che ricominciare il silenzio sia una tortura. Lo è se non sei pronta. Io spero di continuare così e saper reagire, tra un anno, come @angelica, che ha fatto davvero un grande percorso. Anche nel mio caso l’orgoglio ha avuto la meglio. Ci penso ancora tanto. Troppo. ma piano piano spero di risolvere tutto. Ovviamente finché ci sono questioni legali aperte non posso non pensarci, come chi ci lavora. Sono certa che se non dovessi occuparmi di questo aspetto sarei molto più avanti nella guarigione ma sono stata troppo ingenua e ora ne pago le conseguenze. Una cosa però l’ho.imparata e cioè senza cadere.nel cinismo essere un po’ più attenta nello svelarmi. Come tante donne sposate molto giovani col fidanzato storico, ho vissuto fino a 40 anni in.un mondo molto protetto e appena ho messo il naso fuori mi sono schiantata. Spero di avere appreso la lezione.

  62. Io sono a terra e non so proprio come fare chiedo vostro aiuto,non ho voglia di niente in questo momento,so che dovrei tirarmi su…ho avuto dei problemi di salute in settimana e ci siamo sentiti…lui continua a dire di amarmi ma che ha bisogno di fare i suoi passi e con me li non ci riesce,non ci riesce perché si adagerebbe ad avermi lì e non farebbe nulla com’è stato in questi anni,lui invece vuole cambiare la sua vita e trovare il modo di farlo,che il riportare le valigie in casa l’hanno fatto stare male,quanto vedere sua figlia in lacrime.Ha dovuto spiegare a sua mamma il perché del trambusto di sabato,sarebbe andato da sua mamma e le ha parlato di me a sua mamma le ha detto tutta la verità che si è innamorato
    di un’altra donna che le cose tra di loro non si sono mai ricucite,i suoi sapevano già della sua crisi a suo tempo con lei,ma che lui comunque sente anche di avere delle responsabilità e che non è facile.
    Non è un bugiardo,non è una persona cattiva,forse una persona debole…in un momento ancora più debole è appena morto suo babbo.
    Lui non mi vuole più vivere le mezz’ore,mi ha detto dammi modo….abbiamo fantasticato su le cose che vorremmo fare insieme..so che lo devo lasciare andare ma ho paura di perderlo e di non sentirlo più e so anche che sarebbe giusto se finisce così.
    Ho paura che tutto questo sentimento forte sia un fuoco di paglia,molti pensano che tra amanti non sia vero amore,mi manca…

    • @Angelina, da quanto dura/è finita la vostra storia? Stavi facendo il CDS?
      Posso capirti sulla paura di lasciarlo andare e di perdersi, è una cosa che terrorizza anche me, inoltre è la cosa che mi rattrista e dispiace di più. Si pensa a come si stava bene… a quell’incontro poetico di intelligenze… ti capisco.

      Qui ci sono donne straforti e strafighe che ce l’hanno fatta e che potranno darti consiglio, io al momento sono inutile e sono una neofita della materia, posso solo accogliere e comprendere il tuo dolore! Però, di certo, vedrai che passa e che tutto andrà bene.

      Quello che posso dirti è che, se le intenzioni da parte sua sono altalenanti o se gli stati d’animo e le espressioni di promesse vanno su e giù, così come anche la sua presenza/assenza, o se le scelte tardano a concretizzarsi, credo davvero che non ne valga la pena.
      Meglio dedicarsi a ritrovare se stesse, non alimentare le simbosi e lavorare per diventare pienamente autonome! Sai che figata quando poi torniamo ad esserlo?

    • @Angelina, leggo te e mi rivedo. Ho passato un anno a supportarlo nei suoi alti e bassi. Mi ha chiesto tempo per riflettere a settimane alterne. Ha detto di me ai suoi familiari. Era deciso ad uscire di casa (indipendentemente da me), poi davanti ai ricatti di lei in un istante è sparito dicendomi solo che non poteva più sentirmi perché doveva stare bene. Allora ero io il problema? Spero Angelina che tu non viva mai il dolore che mi ha investito. Anche per me sarebbe stato doloroso dirlo ai miei figli ma sono convinta che non avrei avuto tutti questi tentennamenti per soldi, interessi, paure. Almeno tu, ti prego, non avere paura di perderlo, sii forte, staccati. Se ti ama non andrà via. “Avoglia” che tutti mi dicono che da parte sua il sentimento c’era, per me non era nulla . Ama te prima.

    • @Angeliba di amore vero magari ce n’é ma qui è l’attenzione che tu non hai più per te stessa che è grave. Vai e vieni come un rifiuto galleggia nella risacca! Pigramente sballottato a riva poi un po’ in la poi a riva.. hey!
      Lui sua madre figlia moglie padre.. non c”entrano niente sono comparse..
      Tu invece seii proprio S-comparsa! Non va bene, per niente. Tirati su, la scena è tua, tocca a te ora.
      Dai, fai un bel respiro e reagisci, non cé nessuna decisione esterna che possa servirti ora. Tocca a te. Alzati adesso, basta silenzio, anche se stoni anche se non ricordi le parole.. tira fuori la voce!!

  63. Qui sale la marea
    E i gabbiani non stanno zitti mai e volano alto e bassi costi uno si è posato qui vicino a me e mi guarda digitare

    Già così pensavo che tutte noi amanti me compresa anche se inconsapevole ,ma comunque tutte noi abbiamo iniziato una relazione perché tutte chi più chi meno veniva da situazione di sofferenza o di insoddisfazione o comunque qualcosa che non ci anadava. Bene

    Matrimonio che non funziona o separazione che comunque sia è sempre un fallimento della relazione matrimonio visto che finisce
    Vedovanza come per me ,insomma ciascuna di noi
    Nonostante la apparenza positività che esisteva altrimenti nessuna avrebbe aperto il pensiero cuore e corpo al proprio amante

    Ma eccola la motivazione che mi porta la marea che sta salendo davanti a me inesorabile ricopre quella che sembrava essere la immensa spiaggia dove stavo sdraiata dove ho percorso i kilometri a piedi pensando alla vita che resta nuova e bella da vivere

    Così fragili eravamo e ci siamo attaccate a quella persona uomo amante lo abbiamo amato credo che qui nel Blog ci siano delle pagine di puro amore che ognuna ha raccontato a suo modo

    Ecco perchè loro hanno avuto strada facile per fare la loro commedia e si perché nessuna di noi è in realtà riuscita a essere la Donna scelta ,si un ripiego siamo state ,magari pure con molte dimostrazioni iniziali di vera illusione di amarci da parte del amante

    Però poi ecco la marea è salita inesorabile ed ha ricoperto quella spiaggia che credevamo esistesse
    Invece era il fondo del mare

    Similitudini dal nord
    Così un pensiero vi mando come un abbraccio da non scordare
    Pieno di affetto e buona speranza di rinascita per tutte noi!

    Ormai sono sulla onda del mare
    Si ,ma quella nuova che guarda avanti!!!❤️

  64. Grazie ragazze per tutti i vostri commenti! Mi danno forza.
    Ci siamo salutati lunedì, ieri giorno pessimo, oggi già meglio… avete ragione, il mese già impiegato non è perso, bisogna solo ricordarsi come stavamo iniziando a stare bene e ripartire da lì.
    L’unica cosa: non riesco a bloccarlo su whatsapp. Un po’ perché non ho mai bloccato nessuno, un po’ perché questa volta sono convinta che non tornerà e che, intanto, avrò il tempo di riprendermi per bene.
    @Nina, anche io vado in analisi, ho ripreso con una nuova terapeuta e sono sicura che farò un ottimo percorso volto a volermi bene e a trovare la gioia.

    Inoltre, è vero che l’inconscio me lo rende presente nei sogni – in queste prime notti calde, dopo la ricaduta – ma è altrettanto vero che, di giorno, con la veglia, non vedo nulla di positivo nel suo ritorno e nulla che mi faccia credere che ci possa essere un seguito, se non intriso di dolore e problemi. Quindi: anche basta!

    @Violetta grazie per le tue parole sul silenzio come rifugio. Le terrò a mente!

    Grazie a tutte!

  65. @Val noi a intermittenza ci lasciamo e poi ci riprendiamo,adesso è un momento caotico anche a casa sua,anche lei non ce la fa più,domenica ha tentato di uscire ma la figlia si è buttata piangendo e lui non ce l’ha fatta.
    In un’altra occasione mi aveva chiesto di lasciarlo un attimo a capire,seguiva un percorso lui dice che con me a fianco non esce,mi ha li e non vuole continuare così, ma io non ce l’ho fatta e ci siamo ripresi come prima,per tornare punto e a capo….ora devo provare ma è una fatica immensa mi manche che mai…
    @sono io io e lei ci conosciamo

    • @Angelina come fa a sapere di te? Ti dico questo perché lei sospettava un’amante ma è stato lui a farle il mio nome, lui non mi ha mai protetto con lei e alla fine è diventata la sua complice per far fuori me. “Lei era arrogante, non capiva che mi mancava la mia casa!” E lei”vedi, te lo avevo detto, è una poco di buono”…premetto che lui sta con questa donna da 22 anni e da 23 la tradisce!!!!!!!!!! Io sono molto diffidente, puoi capire, ma lui potrebbe rigirare tutto e affondare te pur di non assumersi responsabilità. Ti consiglio di startene alla larga, ce la deve fare da solo, se non ce la farà sarà la sua decisione! Salva la tua dignità!

  66. Care amiche,
    Care tutte, l’adrenalina iniziale.con il tempo svanira’, la dopamina che creava dipendenza se ne va dopo due/tre mesi e l’ossitocina che ci teneva legate persistera’ fino a quando, trascorso il giusto tempo, si capisce che senza quella persona siamo comunque sopravvissute.
    Nel frattempo tornerà la forza, l’energia tornerà a pompare nelle vene. Riemergera’ la voglia di impegnarsi nuovamente su progetti, magari ambiziosi, atti a realizzare il proprio Sè. Si torna a volersi bene, a ripercorrere strade e sentieri che ci hanno rese persone felici.
    Poi quando si pensa ad un eventuale ritorno, quandanche ci dovesse essere, si risponderà prima a se stesse e poi a lui (che lo sa già): mi dispiace troppo tardi, il treno è passato e sicuramente è stato meglio così.
    Perché la vita lavora sempre a vantaggio nostro, della nostra felicità.

    • @C.lo dicevo io che dovevo studiarle di più le materie scientifiche!!! :-)) :-))
      Adrenalina….dopamina…ossitocina…c’è sempre una spiegazione concreta…
      E invece no..io un capra!
      In compenso mi sn ubriacata di whuthering heights (cime tempestose) &co….e mi sa che i risultati sn questi!!!!
      Vabbè…adrenalina e dopamina stanno facendo il loro lavoro…vediamo se collabora pure l’ossitocina! Energia e nuovi progetti…anche troppi! Dovrei piuttosto rallentare un po’ ma sn una pigra/iperattiva (cioè una contraddizione vivente :-)) ) che qnd si appassiona a qlcsa nn si ferma nemmeno se le spari addosso (…e infatti…vedi un po’ che la passione x il PRINCE mi ha travolto e fregato?)
      Quindi direi che se va avanti così, forse fra un po’ sn in scia e soffio sul collo alla mia amica Angelica 2.0 😉
      Ange be carefull…ti raggiungo eh… (almeno me lo auguro tanto!!!)

    • C. spero proprio sia così!
      Talvolta temo di essere responsabile di una famiglia rovinata, nella quale pensavano di essere felici e fighissimi … !

    • L’amore è una questione di chimica….
      Se non c’è quella adios!!!
      Quando torniamo bellissime e serene facciamo rosicare tutti, compresi quelli che ci hanno causato infelicità…e quanto è più divertente quando dopo vengono snobbati.
      Come diceva Cetto La Qualunque: ” Non ti sputo sennò ti lavo, non ti caco sennò ti profumo!” Ahahahahah

  67. @cossora guarda mi sono spiegata male, intendevo dire che nei rapporti umani ci sono una serie di “fondamentali” che dovrebbero esserci punto e basta, a prescindere dalla situazione. io queste cose gliele ho spiegate e rispiegate a parole, da tranquilla, da incazzata, da disperata, a voce, per lettera, niente, non ci arrivava. in questo senso penso che queste cose siano poco spiegabili, o ci arrivi o non ci arrivi…proprio perchè anche io ho parlato troppo poco con mio marito, con lui mi sono ripromessa di non fare lo stesso errore, ma certo è che se i comportamenti offensivi sono la regola (dopo vari tentativi di chiarimento) e non l’eccezione (sbagliare è umano, ci sta) allora qualcosa non va. vi parlo di un uomo che offriva il caffè a tutte le colleghe e a me diceva che non aveva i soldi per pagarsi il parcheggio e la benzina e quindi mi sbattevo io sotto solleone neve pioggia…questo intendo io x mancanza di rispetto, inezie ma che sono le gentilezze che fanno il rapporto. ora è difficile spiegare, io posso anche sembrare troppo pretenziosa e magari lo sono, ebbene ho capito che quest’uomo magari sarà perfetto x un’altra ma sicuramente non per me.

    • beh @Nina, queste sue saranno anche inezie, leggerezze ma.. sinceramente mi pare anche assurdo prendere in considerazione di farle passare.
      Gli manca l’ABC.
      Non hai sicuramente niente a che fare con una troglodita simile. Hai preso un granchio, quindi con molta sobrietà ti consiglio -se posso- l’uscita da questa scena che non è la tua!

  68. @elisabetta anche a me capitata una cosa del genere, lui si lamentava di essere perseguitato da una su facebook e quando io gli ho detto (in buona fede) che poteva avere un senso lasciare perdere i social, lui si è incazzato malamente e mi ha fatto la scenata che aveva bisogno di aria e spazio e che si sentiva soffocato (come da me in quel momento) lui scappava…ma in quell’occasione io credo davvero che abbia fatto una scenetta per indurmi in errore e avvertirmi di quello che sarebbe accaduto dopo…e infatti dopo un po’ di avvertimenti (mi sentivo tipo cavia in laboratorio, scossa elettrica così impari a non fare certe cose) ho pensato che la vita con lui sarebbe stata un inferno…sai mi ha colpita il fatto che mi abbia detto sempre “ti voglio al mio fianco”, ma mai che abbia detto “voglio starti vicino”. le mie solite inezie? forse sì…ma sono fatta così e non è che questi aspetti del mio carattere non gli siano piaciuti quando gli faceva comodo…

  69. @EP, esattamente, il filantropo barbablù…che poi è proprio con la filantropia che mi ha fregata…ma è più facile amare l’umanità che una singola persona…comunque l’appartamento sfigato in periferia è davvero quello che teme di più nella vita, ora a tutti piacciono le belle case per carità, ma lui aveva davvero la fobia…

    • @nina…temo che il suo “amore” x l’umanità sia fasullo…cm tt il resto nella sua vita! Sai… di solito nn ci sn contraddizioni in chi fa del bene col cuore! Intendo…chi si impegna in progetti benefici x gli altri di solito ha poco interesse x i beni materiali, nn è per niente modaiolo, nn si mette in mostra (neanche il pacco;-) ) e fa delle gran battaglie ideologiche (giuste o sbagliate poi è da vedere…xò tendenzialmente chi ci crede davvero è coerente).
      Lui, da quello che scrivi è una banderuola, fa la colletta x la collega in difficoltà (x farsi vedere) poi xò dice di nn avere soldi x sé…e li chiede a te! In compenso veste bene…ha una bella casa e inorridisce all’idea del monolocale di periferia!
      @nina…questa persona è sempre ON STAGE!
      Un attore…solo un attore!
      Mi ricorda un po’ quelle signorotte di buona famiglia tutte buone azioni PUBBLICHE, beneficenza e “baxabanchi”, tutto x l’apparenza di sembrare amorevoli e “brave persone”…xò se chiedi loro di togliersi qlcsa x dare agli altri…ti accoltellano piuttosto! La generosità vera è un’altra cosa! Anche nel caso del tuo “amico”…e di solito se uno è generoso x davvero…lo è in tutto! Mi dispiace! Spero che tu riesca a strappartelo dalle vene…e dalle pieghe della pelle dove si è infilato a tradimento!
      Un bacio

  70. @Stefano ti rispondo qui perché un po’ mi sono persa e un po’ (non ridete!)…sono confusa.
    Ma veramente.
    Verissimo tutto e il suo contrario.
    Io anche sono una lettrice del blog ma con poca necessità o inclinazione a credere alle statistiche.
    Però è fuor di dubbio che offrano momenti di riflessione.
    Non generalizzo. Non potrei, però una frequenza più alta è un dato di fatto.
    Puoi, possiamo, dissociarci, sempre.
    Questo è il significato di lavorare su se stessi, no?
    Sennò basterebbe seguire la campana più forte: non risolvi comunque ma almeno sei in compagnia!

  71. Oggi è stato un giorno difficile…triste purtroppo.per i troppi ricordi…cerco di pensare allo schifo del ritorno per darmi forza e soffrire meno!

    • I ricordi non te li porta via nessuno. Ciò che hai vissuto di bello rimarrà per sempre. Non sentirti rifiutata. Dovresti anzi essere contenta di non essere stata la scelta di un uomo tanto succube di mamma e moglie. Sarebbe stato l’inferno in terra averlo accanto. La vita lavora per il meglio. Basta cambiare il modo di pensare. Sei un tempio, il tuo corpo lo è. Non far entrare tristezza o rabbia, solo luce. Rassetta, apri le finestre, arieggia il locale (te stessa) e sopratutto non invitarci più persone che ti pisciano sui mobili.

  72. Stamattina mi sono svegliata presto e bevendo il caffe ho avuto un’illuminazione. Perché queste storie non funzionano? Perché sostanzialmente fanno passare per “grande amore” ciò che amore non è. Non è una manipolazione è solo mancanza di una educazione al sentimento. L’amore struggente, alla Romeo e Giulietta, sarà pure scenografico ma termina sempre male. È un amore che non vince mai. Che è così teatrale proprio per questo..emoziona perché non si definisce ma finisce (dicono per motivi indipendenti da chi lo prova ma io non ne sono sicura). L’amore romantico finisce perché non evolve nell’amore. Che è un rapporto di unione intima e, come giustamente descrive Alessandro, si fonda sull’esclusivita. Non forzata. Naturale.
    Questi amori che non evolvono e si trasformano in una lotta a tre non sono amori. Sono lame affilate che ci piantiamo nella carne.
    Il grande amore è un altra cosa.

    • L’opera di scomposizione e razionalizzazione prosegue inesorabile. E il tuo uomo (in prestito) resta fermo nel vecchio stato e inconsapevole che stai cambiando. Qualunque cosa succeda, riceverà una bella botta sui denti.

      • Grazie a voi. Anche io ho finito. Basta. Neppure i colpi di una mitragliatrice mi faranno indietreggiare. Valgo di più e una scopata la rimedio ovunque, se serve.

    • Brava Oldprum è proprio così.
      L’educazione sentimentale dovrebbero insegnarla a scuola come l’educazione sessuale e invece per capirne qualcosa ci si rifugia (soprattutto i maschi) nella pornografia deviando completamente quello che è il concetto di sessualità e, soprattutto, l’amore è qualcosa per sole femminucce.

      Peccato che l’amore sia l’energia vitale, la scintilla, la forza motrice che muove noi esseri dotati di corpo ma soprattutto di anima.
      Ma prima che l’amore per un altro essere dovrebbero insegnarci l’amore per noi stessi e tutto, anche l’amore per l’altro, verrebbe di conseguenza.

      Siamo tanti esseri ignoranti, smarriti e confusi.

      • L’amore per sé stessi, il trattarsi degnamente è prodromico a quello altrui. Su la testa. Non moriamo per chi non merita nemmeno un sospiro.

  73. Aggiungo: chi non decide pur abbagliato da questo amorazzo pretende un rapporto troppo ibrido per essere realizzabile. Pretende che l altro viva in funzione di una esclusività senza lui stesso poterla e volerla dare. In sostanza vuole l’amore, l’evoluzione nell’altro senza far evolvere il suo sentimento fuori da questa dinamica romantica. Chi si trova di fronte richieste tanto contraddittorie va per forza in confusione. E quando sei confuso stai male e combini minchiate a te stesso e agli altri.
    Ho letto una cosa in un commento di Ariel che condivido. Cosa direste oggettivamente e sinceramente a vostra figlia/ migliore amica se fossero al vostro posto? Direste loro di perseverare? Che è vero amore? Che l’amore vincerà? O direste loro che sono rincoglionite e andreste a menare duro quel coglione che le fa stare dentro un tale tormento?
    Non è manipolazione, attenzione. Non sempre. Il problema non è l’altro. Quello è più confuso di voi. Il problema è questo: accettare di stare in una tragica favola che sappiamo bene come andrà a finire o riprendersi in mano la propria vita, il proprio splendore ed investire le proprie energie fisiche, emotive e mentali in qualcosa di più valido, di creativo, soddisfacente e che da serenità?
    La domanda fondamentale è questa.
    Senza esclusività reciproca le cose vanno a ramengo prima o poi. Fare da seconda a una che porta le corna da anni è un duro colpo all’autostima di chiunque.

    • Questo è vangelo: senza esclusività reciproca le cose vanno a ramengo prima o poi.
      Brava @Oldplum.
      Come ci vadano è soggettivo, caratteriale.
      Però è verissimo. A me sta venendo la noia.
      Mi è precipitata la ..come si chiama? Tensione? L’entusiasmo? Boh, ma nel giro di pochi giorni.
      Lui tra qualche giorno rientra, io parto. Abbiamo si e no uno scarto di 12 ore. Forse.
      Non ho la minima pulsione nemmeno di pensare a come poterci incontrare e giuro che -credo- qualche giorno fa ho anche pensato ‘sarebbe bello incrociarsi’.
      Un po’ mi dispiace vedermi così apatica, può essere che anche la mia voglia inesauribile di emozione sia entrata in riserva?

    • Fare da seconda a una che porta le corna da anni è un duro colpo all’autostima di chiunque.

      …e già questo basterebbe a dissuadere chiunque!!!

      Grandissima Oldprum

      • Sostengo le stesse cose anch’io da tempo.
        Quando si parla di Amore si parla di reciprocità e purtroppo queste storie sono piene di “bisogno”, di “opportunismo”, di “egoismo”, di “sola libidine” a cui, per carità, è difficile rinunciare ma portano ahimè tanta amarezza quando ci si rende conto che si è in un vicolo cieco.
        Va benissimo quando in due si decide di concedersi leggerezza…ma una volta, max due con la stessa persona.
        Ma poi inevitabilmente la donna che è portatrice sana di sensibilità e di “amore incondizionato” si innamora e lì sono cazzi…
        e dico la donna perché l’uomo riesce a scindere benissimo le due situazioni.
        Dio ha deciso di far partorire i figli alle Donne per una sola ragione ed è questa: sono portatrici sane d’amore.

        Anche le più evolute, a parole secondo me, finiscono per capitolare a questa dura legge di Natura.

        E poi ragazze, essere seconde alle “da sempre cornute”, come ha detto il mito @oldprum…non si può proprio sentire!!!!!!!!

        • “seconda a una che porta le corna da anni”
          Non l’avevo mai vista così. Grazie @Olplum.
          Sei saggia, e scrivi cose orribili!

          • Concordo…questa visione dell’ essere seconda mi ha fatto riflettere e venire i brividi

        • Mi dico: hai presente quella cui mente da un anno e mezzo? Quella che mette la sua biancheria nel cestello della lavatrice che sa ancora di te?
          Quella che saluta velocemente la sera prima di venire da te coi pantaloni che gli scoppiano?
          Quella che va a dormire ‘ignara’ di cosa vi scambiate x chat sul divano?
          Quella sciatta, incapace d’amare, hai presente quella sfigata li?
          Ecco, tu sei meno importante di lei.
          Coglionazza!

          Eh beh, aiuta si..

          • @cossora…azz…se avevo qlche cedimento cn questo spaccato me lo fai passare subito!!! :-)) :- )) devo trovare il modo di stamparlo insieme alla MAIL GIUSTA di Oldplum! E lo attacco nell’interno dell’antina dell’armadio…così lo vedo ogni mattina qnd mi vesto!!!
            Si…aiuta decisamente!

          • Il fatto è che per loro non siamo importanti nè noi nè le mogli.
            Se stesso è la sua priorità.

          • @white per te è un’altra cosa. Lui ha avuto una storiella di sesso. Il tuo primo posto, primissimo non è mai stato in discussione. Lui ti ama. È stato uno scivolone che sta recuperando. Parlate, parlate tanto. Dagli fiducia. Non farti prendere da strane idee.

          • @White presuppone la presenza di una amante. Se non cé il discorso cade! Tranquilla

          • @Cossora non siamo meno importanti siamo meno convenienti. Così non ci si svaluta ma si svaluta loro. È come acquistare un prodotto di marca, costa ma fa la stessa funzione del basic…due conti alla mano e il gioco è fatto. Si tengono quello che hanno. Conviene! Il coglionazzo è chi rinuncia per paura, perde il momento, fa dissipare la magia…

          • Però l’immagine delle chat dal divano.. uhm.
            Si ora comunque le cose sono davvero diverse. Non può essere solo una mia percezione, è una persona diversa così come la sono io.

  74. Oldplum anche il mio psicologo non parla di amori ma di dipendenze/bisogni…questo mi dà da pensare, eppure pochi concretizzano,qualcuno c’è,io ho l’esempio della mia amica e di mia cugina che si è sposata con lui dopo 5 anni di ammantato.
    Io penso di non aver provato certi sentimenti neanche dopo 13 anni con il mio ex marito,lui diceva altrettanto ma ora dov’è?
    Mio fratello storia di una vita,amore alla follia e poi?E’ritornato a casa…non lo so so solo che è la quinta estate che sto male,prima la fine del mio matrimonio Poi questa storia…lui mi manca da matti e non vedo la luce al di fuori.
    @Nina cosa è scattato in lui per farlo uscire e poi tornare a casa?
    @Alessandro cosa pensi di quello che ho scritto,dici che non ritornerà?Non gli credi vero?Faccio fatica io…

  75. Ps.comunque il mio ex marito che è uscito per un’altra ci ha riprovato due volte a tornare a casa anche dopo 5 anni,un mese fa…

    • @Angelina.. più di così.. e tu sai cosa c’è o non c’è tra te e il tuo ex marito, sai cosa lo ha fatto tornare.
      Mamma che situazioni desolanti.
      Io più leggo e pià non so che dire.

      • @cossora&Angelina… desolante…si! Ne parlavo giusto ieri sera cn un’amica, in riferimento ad un conoscente comune…molto benestante…tornato a casa dopo 1 anno fuori…grande dispendio di energie e danari da parte di entrambi i coniugi con tanto di utilizzo di investigatori privati x cogliersi in fallo…e poi? Il trionfo dell’amore!!! (Ehmmm…più o meno…lui continua a fare la sua bella vita fuori)… boh…nn capisco… è troppo x me! La mia amica sostiene che la moglie abbia accettato la situazione x continuare a fare la vita benestante di sempre…io le ho risposto che neanche se mi offrissero 10 mila euro al mese a mo’ di indennità di disagio, mi riprenderei in casa il mio ex compagno…questione di punti di vista…

  76. Buongiorno passato molto tempo da quando non scrivo nonostante non mi perdo nemmeno un articolo di Alessandro, se non fosse stato per questo blog starei ancora con il mio amante e non solo crederei ancora alla marea di bugie che per anni mi ha raccontato . Faccio parte di tutte quelle donne che a un certo punto capiscono che l’unica prova d’amore è quella di lasciare la moglie per creare una nuova vita con noi, io ho adottato il codice del silenzio per fargli fare il passo di lasciare la moglie più che per salvare me , io aspettavo e soffrivo lui ogni 20 giorni circa interrompeva il mio silenzio con varie scuse , promesse di ogni genere , questo per molto tempo lui non voleva io andassi x un suo egoismo e prometteva dicendomi che aveva bisogno di tempo ma che mi amava moltissimo io ero la persona più importante dopo i suoi figli naturalmente. Un anno di tira e molla sempre senza più vederlo , io ormai avevo come unico obiettivo sapere se mi amava veramente se tutto ciò che diceva era vero … da novembre 2018 ad oggi silenzio assoluto riuscito , lui per molti mesi ha scritto , ma un bel giorno lo incrocio in macchina lui mi sorride e rallenta quasi si ferma , io completa indifferenza ho guardato dritto non ho tentennato , era circa maggio 2019 io da allora non ho più ricevuto un suo messaggio . Il silenzio assoluto fatto e rifatto mi ha fatto capire che questo uomo si è preso gioco di me e della mia vita . Soffro ancora per questo spero sempre che prima o poi questa ferita possa rimarginarsi .

  77. @Oldplum mi è piaciuto leggerti stamane al mio caffè alla bassa marea dove si svelano i pensieri e si possono mettere in ordine come una fila di conchiglie e granchietti in corsa verso l’onda come a salvarsi

    Vero ciò che hai scritto e pensavo che indipendentemente dallo stato di noi donne libera o matrimonio in crisi o già separata
    Tutte viviamo l’amore romantico sofferto forse la sindrome del Principe Azzurro RESISTE malgrado qualunque situazione età pure quelle che qui si dichiarano “sportive” a cui non interessa il vero amore ma poi se si leggono i commenti TUTTE nessuna esclusa quando si parla bene di lui allora si sta a descrivere proprio quei gesti attenzioni tipiche da principe azzurro

    Ci piace la fiaba che bello sognare e non è affatto vietato farlo purchè con la nuova consapevolezza di lasci perdere chi non ci merita chi sta occupato nella sua vita ammogliato con prole

    Credo che la fiaba sia comunque una caratteristica squisitamente femminile e che non vada mai spenta ma spinta nella direzione della propria libertà personale la forza di guardare nel futuro

    È perché no,
    Si sognarlo già per come lo vorremmo
    Perché ciò in cui si crede e si sogna è il vero nostro desiderio capace di tradursi in realtà .

  78. @oldplum educare significa tirare fuori. Educare i figli all’amore significa insegnare loro a far uscire l’amore che hanno dentro. Tradurlo, elaborarlo e trasmetterlo. Non tutti sanno amare.

    • Direi pochi, sempre meno.
      Si fermano alla scintilla.
      Ma quella è solo l’accensione, poi bisogna mettere benzina se si vuole andare… ma non lo capiscono

  79. @EP grazie per il pensiero,
    sto bene.
    Hai ragione sulla staccionata oltre la quale non era permesso andare e hai ragione anche sul mio non voler vedere.
    Ma lo sentivo eccome, accidenti!
    Un brivido, una contrazione allo stomaco, come se il mio corpo mi dicesse: scappa.
    Ne ho provati tanti in due anni di questi “brividi”, potevo salvare la pellaccia prima ascoltandoli.
    Il cervello era out, in pappa, innamorato, cavoli però il corpo mi mandava segnali inequivocabili.

    • L’importante è adesso @Elisabetta.
      Ascolta i segnali e abbi cura di te, Comunque nessuna relazione positiva può attivare un sistema di reazioni nocive per il corpo o per la mente.
      Mettiti in salvo, e rimanici per tutte le prossime esperienze!

  80. @angelina lui è uscito perchè non sopportava più lei e perchè io gli avevo detto o esci o ci salutiamo. non ha funzionato, come ho scritto tante volte il problema NON è uscire (anche se è una parte della cosa) ma COME si esce. e direi che non è un’esperienza solo mia…ti dico che io ho capito subito che era un’uscita non autentica, infatti non sono mai stata serena nel mese che è stato fuori casa e la modalità di vedersi è stata pure peggiore. sembrava una bestia in gabbia nella nuova casa, io non so dove sia ora ma era evidente che ci stava male e che non aveva senso…

  81. comunque alle mie richieste di maggiori gentilezze e attenzioni lui rispondeva sempre che io non capivo e che fraintendevo e che io ero la persona più importante per lui…a parole sono bravi tutti ma ripeto se c’è di mezzo un avvocato e non scendo nel dettaglio (ma non potete immaginare…) qualcosa vorrà dire…e qui mi fermo x privacy.

  82. Stefano …. In questi mesi ho avuto modo di fare un po’ di auto-analisi della situazione.
    Non sono single, ero convinta di essere felice al 100% in famiglia, con certi valori …. Poi è scattato qualcosa …. Ho iniziato ad invaghirmi di quest’uomo, molto più grande, che conosco da ormai 15 anni. Ma perchè?? Dopo tutto sto tempo?? Dai passerà ….
    Sai cosa, ci sono molti clichè ma ognuno dietro ha la propria storia.
    Io mamma troppo giovane, non entro nei dettagli, avevo bisogno di spensieratezza e di evasione, a costo di apparire superficiale, ma è così ….
    Lui non lo sò …. La moglie per lui è molto importante, non ne parla mai male, praticamente la immagino perfetta …. Mi sono fatta una mia idea, lui brillante in molte cose ma poco affettuoso, forse lei con il tempo si è semplicemente abituata a lui, ‘dando’ quello che ha ricevuto nel tempo.
    Ho imparato a mettere il cervello in off quando sono con lui, per poi riaccenderlo subito dopo.
    Non voglio un’altra vita, voglio solo vivere il mio amante giorno per giorno, senza impegno.
    Non ci sarà mai un noi.
    Questa ‘cosa’ è a tempo, con una scadenza …. Data da destinarsi (anzi seconda data!!).
    Semplicemente si cambia!!
    Bisogna solo saperlo accettare.

    • @ Dispersa, tu hai fatto una scelta molto diversa da quella di quasi tutte qui.
      Accetti di vivere il momento, appagare il bisogno di “vita” che ti e’ sfuggita lentamente dalle mani in anni di matrimonio e famiglia.
      Forse anche lui e’ stato bravo a mettere subito i paletti e farti capire fin dove avrebbe potuto spingersi, senza creare false aspettative.
      Ora hai solo 2 compiti fondamentali: goditi questa cosa e tieni la barra a dritta, sempre consapevole di dove non arriverai mai.

      • Sì Stefano, il mio percorso è diverso, e me ne stò rendendo conto ora!!
        Quando la moglie ci ha scoperti e lui ha fatto la famosa retromarcia a gogo, mi sono schiantata contro un muro!!
        Ma come? Perchè a me? Perchè a noi?
        Ho pianto tantissimo, mi aggiravo per casa a mo’ di zombie …. Mi sono sentita piccola e impotente!!
        Quattro mesi di stop, con un rapporto sempre umano tra di noi, mi hanno dato la forza di riprendermi.
        Lui mi ha cambiata e per molti aspetti migliorata, ho ritirato fuori la vera me, persa e dispersa in fondo ad un cassetto.
        Avevo bisogno di libertà e dei miei spazi!! Sentirmi di nuovo donna!!
        Il blog di Ale mi ha aiutata tantissimo in questo periodo!! E mi è ancora di grosso aiuto!!
        Ora sò che non posso e non voglio più vivere alle dipendenze di una persona.
        La frebbre non dovrà mai più superare oltre i 40, ma io dico anche oltre i 38!!
        Lui la sua vita se la ‘fa’ tranquilla, we con moglie …. Felici …. Non posso aspettare che al suo rientro lui mi dica ‘non me la sento di continuare’ …. E sentirmi di nuovo crollare.
        Un rapporto a termine senza nessun contratto.
        Ho sofferto una volta, ma Paganini non ripete mai!!
        Grazie per la tua opinione.

        • @ Dispersa: come vedi le opinioni sono diverse; io ho suggerito di continuare ma di proteggerti; Ariel e’ di opinione piu’ talebana: tutela la tua dignita’, senza condizioni e molla tutto.
          Ariel dice una cosa giusta: se lo ami dovresti dirglielo.
          Ma se lo ami…sei gia’ nel gorgo e se glielo dici cosa succede?
          Se invece e’ un puro “friend with benefit”, quindi un trombamico e tu non vai oltre quello (sinceramente) allora lui vale tanto chiunque altro ti regali i vostri momenti di ginnastica da materasso.
          Quindi la domanda brutale e’: puo’ essere lui come chiunque altro o solo lui?
          Se la risposta e’ la seconda…temo tu sia gia’ stata colpita dal virus…puo’ rimanere in forma silente, come adesso, ma se entra in crisi acuta, cosa vuoi fare?
          Meglio pensarci prima di farti spennellare acido sulla pelle.
          Basta che tu non menta a te stessa per portare avanti questa situazione.

        • Credo che la regola aurea sia “amor vincit omnia”.
          Non c’e’ ostacolo che tenga se sei veramente innamorato (parlo di noi ometti).
          Potremmo fare i peggiori danni per questo.
          Il mio avvocato divorzista disse: mentre le donne che decidono di separarsi lo cominciano a progettare a 360 gradi mesi prima e sono pronte quando lo comunicano, voi uomini lo decidete in 2 minuti e vi fate molto male.
          Se siamo innamorati pialliamo qualsiasi cosa.
          Anche una famiglia.
          Tenetelo a mente quando cercate di interpretare i “ma” di chi vi fa mille promesse.

          • Vero ma gli uomini veramente innamorati si rivelano il 15% che è quello poi che si risposa o va a convivere con l’ex amante. Lo dicono altri avvocati divorzisti. Poi ci sono quelli che scoperti vengono sbattuti fuori. Ma questi non sono innamorati volontari

          • Di uomini che scelgono di mandare in pezzi una famiglia con figli in due minuti onestamente ne ho visti davvero pochi…. e sono quelli che una volta finito il fuoco della passione con l’ amante hanno cercato di tornare a Casa con la coda tra le gambe.
            Diciamo che gli inaffidabili fanno così.
            Non potrei mai fidarmi di un uomo che manda a gambe all’ aria un progetto di VITA in un lampo e senza valutare e ponderare bene il tutto. Mi spiace ma non credo sia questo il discorso… noi donne decidiamo perché quello che ci muove nella maggior parte dei casi é il fatto che non amiamo più nostro marito.
            L’uomo invece mette davanti a tutto solo quello che gli conviene nella maggior parte dei casi.
            A maggior ragione se possono avere la botte piena e la moglie ubriaca

          • @ Mic1782 – Di donne che ti lasciano, dopo 3 anni ti rivogliono e ti chiedono di tornare, mentre contemporaneamente si trombano un altro, da 2 anni, ti tengono li per altri 3 e nel frattempo continuano a trombarsi l’amichetto e decidono di mollare te e lui quando spunta il grande amore della vita…non ne ho viste poche; ne ho vista una sola.
            A lei faceva comodo tornassi, fine della questione. Il perche’ non rileva. Di amore nemmeno l’impronta.
            Ha avuto il coraggio di mollare tutto solo perche’ il grande amore e’ riapparso e finalmente (per lei) ha detto si.
            Ha tenuto il piede in due staffe (me e trombamico) e cosi’ avrebbe continuato a fare se il Principe Azzurro non fosse arrivato; non l’avrebbe mai fatto per il trombamico, altrimenti avrebbe scelto lui nel periodo in cui era single.
            Ma di cosa stiamo parlando, dai.
            Si e’ comportata come se non peggio degli esempi che leggo da voi.

          • Conosco diverse donne che fanno o hanno fatto così, non a caso nei tradimenti hanno superato del 10% gli uomini ma rimangono poche le seriali, molto meno degli uomini. Perché qui parliamo di seriali femmine

      • @Rosa sono andata a ‘riprendermelo’ (che parolone) …. Poco femminile, vero? Ma è così!!
        Poi lui ci ha calcato, non sopra, ma dietro …. ma questa è un’altra storia!!
        @Ariel …. Non sono una bambina e non voglio tornare ‘teen’, quel periodo è andato, volatilizzato!! Solo ero stanca di sentirmi data per ‘scontata’!!
        Ora lui è stato una parentesi, sarà un’altra parentesi …. Ma per ora la sua stampella mi fa comodo!! Magari già domani tornerà con un nuovo stop …. Ma la vita va così, come sulle montagne russe!!
        Non ho più obbiettivi con lui.
        Il mio compagno? Con lui ho parlato, l’ultima volta un paio di gg fà …. Mi ha dato ragione, ma non credo abbia capito!!
        Sono stanca, anzi ‘stufa’ di dover sempre giustificare tutto (parlo a casa non del tuo commento).
        @Stefano …. Se ci fosse stata una mia amica al mio posto le avrei consigliato di lasciarlo perdere, ma guarda il caso …. Io non voglio.
        Un po’ come quando giudicavo chi tradiva, per poi ritrormi io in prima linea!!
        E alla tua domanda …. Lui o un altro …. Ti rispondo lui, perchè per me era unico, ora è uguale, ma è una questione di pelle che con altri uomini, anche se più giovani e belli, non sento!!!!

    • Cara Dispersa
      Al contrario di Stefano ti auguro di chiudere definitivamente la pseudo relazione o rimasuglio o quel è ancora con il tuo amante in ufficio

      Insomma Dispersa te lo scrivo con vero affetto
      Non sei più una bambina e purtroppo nella vita non si possono recuperare i tempi andati e vissuti in modo diverso

      È illusorio pensare sia possibile recuperare una giovinezza o una infanzia o comunque un qualcosa che si è vissuto in passato
      O troppo presto o tardi non importa

      Cara Dispersa sei una Donna ormai e nella vita ciò che conta è quello che si fa adesso e cioè nel presente

      Hai delle responsabilità che secondo me sono,prioritarie
      E cioè fai ordine col tuo compagno se senti di amarlo ancora davvero apriti a lui non puoi pensare di tenergli nascosta la tua esperienza con amante in ufficio

      Se invece non senti nulla nel senso che non sei sttratta dal tuo compagno lascialo parlagli chiaro

      Questo secondo me è Amare te stessa e i tuoi figli
      Insomma sveglia Cara Dispersa
      Non leggere male queste mie parole
      Perché credimi ti sento una Donna stupenda e piena di luci e attributi che sicuro adesso e non domani ti aiutano a fare ordine nella tua vita rispettando il tuo sentire e il tuo compagno
      Parla chiaro e decidi che fare

      Segui il tuo sentire fai chiarezza in te stessa e con il compagno.
      Soltanto così secondo me,mai potrai soffrire del non detto non fatto
      Sei una Donna e purtroppo il passato è passato

      Molte persone hanno iniziato a crescere troppo presto
      A volte solo per il fatto di essere nate!

      Ti abbraccio Dispersa ❤️
      sono certa che riesci a RITROVARTI!!!!

  83. La mia storia da amante è durata per ben 15 anni avevo 26 e lui 45 .la moglie a gennaio ci scopre a casa mia noi continuiamo a sentirci e a vederci solo 3 volte poi i primi di giugno lei viene a scoprire che erano 15 anni e lui mi dice può essere che amo mia moglie e voglio riprovarci e sostiene che evidentemente amava entrambe.in tutti questi anni a me aveva detto di voler bene alla moglie in quanto lo aveva aiutato finanziariamente per dei casini che lui ha sempre fatto con il gioco.aiutatemi ad uscirne

    • Vai da uno psicologo dopo 15 anni e uno che ti dice può essere che amo mia moglie. Dopo 15.. può essere

    • 15 anni Francesca…!
      Beh, LUI avrà vissuto una vita felice, praticamente soddisfatto al 100%.
      Francesca, riprendi in mano la tua vita, sei ancora giovane, Lui ama solo se stesso ed i suoi vizi (compreso giocare anche con la vita deglil altri). Con uno così non è vita!
      Ha ragione Alessandro, vai da uno psicologo, tu nel mentre chiudi.

      • No io ho una figlia avuta in precedenza a 21 anni poi una volta conosciuto lui ho fatto la fidanzata leale per tutto quel tempo

        • @francesca…mioddioo! Qnt vita persa!!!! Ma hai un vantaggio su di lui… sei giovane e hai una figlia grande! Riprenditi la tua vita…e scappa a gambe levate! Lascialo a sua moglie (ma se venisse anche lei qui a disperarsi le direi la stessa cosa…anche se probabilmente nn è giovane cm te) che per qlche strano motivo nn lo ha abbandonato a sè stesso!
          Questo nn è un UOMO è un carceriere…e la schiavitù è stata abolita tanti anni fa! Xò cara Francesca ti devi aiutare anche tu! Psycho e no contact SUBITO! E scusa la durezza…(chi mi conosce sa che nn è cattiveria ma solo schiettezza xche a volte i pugni allo stomaco servono più di mille parole, sn serviti anche a me!) tu nn sei stata la FIDANZATA…tu sei stata l’AMANTE! C’è molta differenza!
          Inizia a chiamare le cose cn il proprio nome…e a nn raccontarti le storielle che ti avrà propinato in 15 anni! Rimani qui…nn sparire…anche questo blog avrà una funzione importante nella tua disintossicazione…nn avere paura a mostrare la debolezza che avrai nei prox GG, mesi… (e mi fermo qui xchè spero ti ti liberi in una manciata di mesi!)…qui in un modo o nell’altro ci sm passate tutte! Chi con narcisisti, chi cn seriali, chi con semplici stronzi o caccasotto…ma l’iter lo conosciamo bene!
          Un grande abbraccio

          • Grazie mille di cuore…sembra di vivere in un incubo la notte mi sveglio e sogno ad occhi aperti mi rifaccio tutto il film di ciò che è successo e la cosa strana è che ho voglia di vendetta mi sento cattiva e non fa parte di me la vendette.hai ragione non sono stata la fidanzata ma credimi che ho vissuto così 2 volte la sett era di sera a casa mia i pomeriggi spesso passava .quando dovevo fare dei lavori in casa era disponibile andavamo a mangiare fuori al mare ecc ecc..forse è per questo che non me né capacito

  84. Mi sono persa dei commenti scusate
    @Piccola e Cossora grazie avete ragione,io per anni sono stata la sua confidente e sono scomparsa mettendo al centro i suoi problemi,me ne rendo conto ma non so proprio come si fa…spero che il mio psicologo mi aiuti in questo,vorrei centrarmi e pensare a me ora.
    @sono io io e lei ci conosciamo,non siamo amiche eh,io mi sono innamorata di lui sapendo che loro erano da tempo separati in casa,non mi ci sarei mai messs altrimenti,lei non ha mai nascosto la cosa e parlava male di lui tranquillamente anche davanti a me,non mi sono mai sentita in difetto per questo…lei non l’ho mai sfangata,neanche prima,a pelle non mi piaceva.
    Probabilmente lei non ha la certezza che sia io ma sono sicura lo sospetti…quando capitava che la vedevo,più le stavo alla larga e più lei voleva farmi l’amica,ogni tanto tira a lui battute su di me credo non siano involontarie..e sua figlia non vuole neanche che mi avvicini a suo babbo,neanche per parlare,scenate assurde e lo fa solo con me…così come fa mia figlia con lui…

    • @Angelina, ho passato tutto l’anno a fare la sua confidente, nel momento più difficile mi ha lasciato sola. Mi sono disperata. Pensa a te. Non hai bisogno di lui. Questo uomini cercano donne come noi. Come scrive @Stefano, bisogna interrogarsi all’inizio della storia su cosa vogliono. Noi cerchiamo amore, affetto, confronto, sicuramente loro hanno esigenze diverse e quando si arriva a fare una scelta hanno paura. A me ha detto che tanto sarebbe passata con il tempo. Avrà acceso la ragione, mi sembrava impossibile. Non sto ancora bene ma sta passando, che bello, e ti assicuro che liberarsi da questa dipendenza mascherata da amore é fantastico. Noi donne spesso non guardiamo l’altra faccia della medaglia e ci sembra di perdere chissà cosa, invece a perdere sono stati solo loro e intanto noi ritroviamo noi stesse.

      • @piccola é proprio così, a perdere sono stati solo loro e quando se ne renderanno conto sarà troppo tardi anche solo per starli ad ascoltare se dovessero mai tornare.
        Il mio non tornerà mai io lo so
        troppo schifo si è fatto davanti alla bugia che io ho smascherato facendogli fare una figura che si ricorderà a vita… lui così intelligente io così innamorata da credere alle sue parole,non aveva messo in conto che mi era calato il velo dagli occhi e che ormai andavo ben oltre le sue parole.
        questo mi basta e mi avanza per capire che davvero l unico che ci ha perso in questa storia é lui e solo lui.
        Poco importa se le omissioni sono state fatte per non causarmi dolore.
        Mi hai mentito perché sapevi che ti stavi comportando male. Punto.
        Guarda,che credano pure di poterne trovare a vagonate di donne con cui sollazzarsi e passare attimo di svago dalla routine.
        Poi però voglio vedere se é la stessa cosa rispetto ad avere una persona che ti da tutta se stessa senza pretendere nulla in cambio se non un po’ di considerazione e rispetto.
        @piccola ce la faremo alla grande senza questi egoisti.

      • Ciao @Polly, meglio!
        Ho passato una decina di giorni in cui sembravo matta, pianti, dubbi ed isterie.. abbiamo riparlato tanto. Lui non si smuove di una virgola nella sua tesi, io tento di coglierlo in fallo ma non ci cade.. ho pensato che forse dovrei concentrarmi sul presente, che forse le cose sono davvero cambiate come sostiene lui.
        Comunque sono un po’ più in pace.

        • Poi ho riflettuto anche sul fatto che non posso “vivere” ogni cosa che leggo come fosse mia.
          Se proprio ci dovessimo mettere a fare confronti, qui vedo situazioni diverse, non riconosco me stessa nelle mogli che raccontate, non riconosco lei in voi e francamente non riconosco nemmeno la maggior parte degli atteggiamenti di mio marito in quelli dei vostri lui.
          Hic et nunc con l’occhio aperto deve essere il mio nuovo mantra.
          Anche perché diversamente scoppio io, scoppia lui è riscoppiamo entrambi.
          Non è che io sia improvvisamente guarita, ma se non provo a lasciarmi andare non vado da nessuna parte se non alla neuro..

          • Brava White leggo ora le tue notizie
            Ma. Erto fai benissimo il faut se laisser aller!!
            È il vero modo per vivere è il presente!
            Lui ti Ama tu lo Ami e quindi
            Non perdere più un attimo di tempo e godetevi la vita!

            ,Basta fasciarsi la testa sul futuro che ricordiamoci si costruisce su ciò che si fa nel presente White allora buone vacanze e CARPE Diem!
            Un Abbraccione

      • Qualche cosa l’ho letta su e giù, adesso mi metto in pari!!
        Partiremo la prox settimana, non vedo l’ora. Comunque sono molto più tranquilla ragazze.. spero che duri! Anche perché poi oggi stiamo davvero bene. Se continuo a vivere nel passato di certo l’epilogo sara funesto. Posso giocarmela per il futuro però.. ci sto puntando

        • @Whiterabbit …. Bello leggerti!!
          Hai ragione, distacco dai commenti …. Io facevo ‘mio’ ogni commento …. E andavo in up and down, in base al momento e a quello che leggevo!!
          Probabilmente era una fase che dovevo ‘attraversare’.
          Ognuno ha la sua storia e il suo percorso!!
          Continuo a leggere i commenti con molto interesse e a prendere spunti dagli articoli di Ale in base al mio bisogno!!
          Ti ‘sento’ bene e positiva, continua così!!
          Un in bocca al lupo e un grosso abbraccio virtuale!!

    • Che bello @White!
      Io a dire il vero un po’ alti e un po’ bassi. Finalmente parto.
      Ma tu? Ti abbraccio fortissimo!!

    • White! Che bello dai notizie
      Come ti va adesso?
      Per me sto nel mio “Viaggio sola” in mezzo ai gabbiani cormorani maree alte e basse tramonti di fuoco che pare di essere ai caraibi
      Invece no è il nord con i tramonti ardi e luce lunga a spegnersi

      Così sto sempre meglio e il buo umore e gli incontri che capita di fare se soltanto si guarda avanti senza più paura di vivere la vera me stessa ,la vita tutta fino a qui.

      Dai notizie cara White non tenerci in sospeso!!!
      ❤️

    • @ White ciao! Ti abbiamo pensata sai…credo che tt abbiamo sperato tu stessi meglio! Dai… è stato un momento NO! Cm ce ne sn tanti…ora si va avanti! Su forza amica…se il blog ti appesantisce…nn leggere tutto! Vieni solo a salutarci di tanto in tanto…o se hai bisogno TU di sostegno! Buone vacanze

  85. @white ciao, hai ragione, devi cercare di recuperare un po’ il controllo.. solo tu puoi conoscere la vocina interiore. E se davvero la sua fosse stata davvero una scappatella e non un amore, non avrebbe senso rovinarsi la vita. Il tuo ruolo qui è importante. Da quando scrivi tu io ho imparato a riflettere meglio su tante cose. A me come sai sono state propinate un sacco di balle ma tuo marito da come ne parli sembra sincero..io ti penso tanto!

  86. @Piccola esattamente come te,anch’io mi sento così….spero tanto come hai detto tu di liberarmi da questa dipendenza,dal volerlo a tutti i costi dall’odiare l’estate,il week end,il mio compleanno.
    Di rinnamorarmi di me stessa ma lui resta un pensiero fisso,non sono più attenta neanche con i miei figli vi rendete conto??
    Vado a giorni alterni,alcuni spaccherei il mondo altri sono a terra,lui dice di amarmi e stare male ma io penso che lui stia bene…non riesco più a credere alle sue parole,se mi vuoi non mi allontani,

    • Carissima Angelina hai descritto alcuni sintomi e reazioni che provavo durante il percorso di guarigione dalla dipendenza

      Infatti si soffre con il chiudere la relazione definitivamente di crisi di astinenza
      E infatti a volte si riesce ad essere combattive e determinate a curarisi a non mollare mai noi stesse con ritorninche sarebbero deleteri e solo negativi per noi

      Quindi non preoccuparti non farti sensi di colpa assurdi
      Apprezza ogni tuo impegno e sforzo perché veramente se ti curi di te stessa rinasci a nuova vita la tua!!!!!

  87. @EP grazie..lui in effetti è un soggetto strano..un po’ alla Nanni Moretti, mi si nota di più se faccio così o se faccio così? Sicuramente un narciso, ricordo una riunione di lavoro in cui ha ripetuto paro paro una cosa che gli avevo detto io, e poi mi ha chiesto se aveva fatto bella figura e detto cose intelligenti..io non ho fb e mi fidavo ma tramite amici ho scoperto che postava cose che gli scrivevo io.. considerazioni su politica, poesie, tutte cose che venivano da me, ma non è che ho il diritto d’autore però poi le risposte ammirate delle donnine le beccava lui.. nulla di grave ma era come avesse un complesso di inferiorità misto a senso di superiorità. Strana combinazione e contraddittoria. era come se nell’ammirazione x me ci fossero una punta di invidia e odio. Rispetto alla sua filantropia è vero, tutta facciata, ma lui ci crede e gli altri pure..

    • @nina…se ora potessi usare le faccine di WhatsApp… userei la scimmietta che si mette le mani sugli occhi!
      Dimmi che ora ripensando al “mi si nota di più così o colà…” ti fa un po’ pena…ti prego dimmelo!
      Ma ti rendi conto di qnt superiore sei a lui?
      Si…probabilmente lui aveva un senso di inferiorità nei tuoi confronti…(e nn so perché ma immagino anche nei confronti delle mogli che ha avuto)
      Vanesio e narcisista (ricordo di aver letto proprio qua che i narcisisti succhiano la “vita” dagli altri…
      Tu..più bella senza retropensieri, artifizi o bisogni di mostrarti x quello che nn è. l’unica arma che aveva x tenerti testa era il Fatto che tu pendessi dalle sue labbra! Era l’amore che tu provavi…e l’ha sfruttato fino alla fine…

  88. Comunque @EP lui nel monolocale in periferia non ci può stare perché ha bisogno di bellezza e il brutto gli uccide l’ispirazione poetica.. giuro.lui si sente una specie di de Andrè..

  89. @artemisia esatto. Proprio il fatto di sentirmi offesa nella mia intelligenza (su cui senza voler essere arrogante ho costruito tutto) mi ha fatto fare scatto orgoglio. Mi sono chiesta spesso se mi prendeva x il culo e la risposta è sì. Quindi ciao. Aria.

  90. Contenta di ritrovarti @Whiterabbit! Ogni caso è a sé, difficile riconoscersi completamente in quello degli altri. Bello sentirti più tranquilla!

  91. E alla fine mi arriva una sua lunga lettera, la prima con un po’ di senso a mio avviso.
    È uscito di casa, da come scrive è sereno e sente di aver fatto la scelta giusta. Sta sistemandosi, coi figli va meglio di quello che avrebbe pensato. Li ha cresciuti lui, gli vogliono bene, ci è rimasto quasi “male” dal modo in cui hanno reagito senza scenate ne tragedie ne schieramenti ne colpevolizzazioni, certo da assestare ma ok. La moglie sta tentando tutto il repertorio doc: pianto, minaccia, figli, malessere, perdono, intercessioni di amici e parenti, e poi di nuovo, ma non tornerebbe indietro neanche morto. Scrive che si sente in un frullatore ma di base è contento. E veniamo a noi. Mi ha odiata quando l’ho rimandato al mittente pochi giorni fa. Non capiva. Non gli tornavano i conti perché nella sua testa (mi ha confessato) io ero ancora sua, avevo accettato tanto. Dovevo ancora amarlo. E si, diceva di voler uscire di casa ma non era mica ancora convinto di muoversi. Al limite della sopportazione ma non oltre. Se gli avessi dato corda sarebbe stato ancora la. Poi all’improvviso si è sentito tremare la terra sotto i piedi. Come se mi avesse vista in un modo nuovo. Si è sentito un coglione totale. La mia dignità lo ha demolito. Ha deciso in una mattina quello che ha trascinato per anni.
    Ora, non mi chiede nulla, sa che non può. Mi dice di non sentirmi responsabile di niente, era il suo matrimonio che non andava più. Si vede tutto da solo e fa i conti col fatto che è tutto cambiato e che io non lo sto più aspettando. Sistema la sua vita. Se e quando avrò voglia prenderemo un aperitivo, (qui ho riso, ha eseguito gli ordini Oldplum) scegliendo io luogo giorno e ora, per parlare un po’. Qualunque cosa io decida lui capirà.
    Sono stupita lo ammetto. Non ho risposto. Non è più assolutamente sul piedistallo (è mai più ci sarà) ma ha attirato la mia attenzione. Faccio decantare. Si vedrà.

    • È la dimostrazione che il Codice del silenzio funziona. Se gli davi corda lo dice lui sarebbe rimasto lì. È il momento di ridargli corda. A centimetri non metri, ma inizia a fargli sentire che apprezzi. Un caffè si può prendere

        • Ci é voluto un anno di silenzio ma gli eri dentro ormai… averti persa gli ha fatto capire che il suo matrimonio tirava avanti solo grazie a te.
          Sono felice che qualcuno si riveli uomo con attributi.
          Se non altro per essere uscito di casa senza avere la certezza che ti avrebbe trovata e senza avanzare pretese.

        • Angelica, sei la prova che il codice del silenzio funziona e soprattutto lui ha dimostrato maturità nella sua scelta scrivendoti che ha preso la decisione indipendentemente da te. È questa la cosa importante, è questo che molti uomini e mogli non riescono a capire…come scrive Alessandro ” il tradimento non esiste, è l’amore che finisce”. Bisogna essere grandi, intelligenti, Uomini, Donne per dirlo a noi stessi. Sono felice per te….Ora, a piccoli passi…tutto sarà come deve andare. Dopo quanto ti ha scritto?

        • Dopo una settimana. Credevo che ormai fosse evaporato, ero stata di ghiaccio.
          La cosa importante è che l’ho dato per andato, non ne ho più bisogno, non sono appesa a nulla. Quindi paradossalmente è tutto completamente diverso. Non nego che mi ha stupito, mi ha ricordato l’uomo appunto “sensato” di cui mi ero innamorata. Farò come dice Alessandro, un pezzetto di corda adesso ci può stare, con leggerezza.

          • Gradualmente e con calma. È lui che deve dimostrare e riconquistare. Tu giudichi e dai piano piano quello che riceverai. Prudenza e stop a ogni minima anomalia. Non accettare anomalie fossero frasi di “confusione” o comportamenti non lineari verso un’unica direzione: tu.

          • Mi chiedo sopratutto se tu ne sia ancora innamorata. Mi raccomamdo. È un momento delicatissimo. Per lui e per te.

          • @Angelica ribadisco il mio pensiero
            NO segui il tuo istinto che ti ha guidato alla grande fino a qui
            Lascialo perdere come lui ha lasciaro perdere te PER UN ANNO INTERO

            Manipolazione questa è
            Inutile andare a vedere che ha da dirti o dimostrarti
            Scusami ma io non lo virrei di certo un uomo così capace di starti lontano per un anno intero

            È in classico pensa rifletti lui adesso
            SE È VERO che ha mollato la moglie
            Non ha da scoparsi NESSUNA almeno NESSUNA BELLA COME TE!!!!!!!

            CHIARO???

            Classico il maschio quando molla la moglie seriamente non sta un anno così per nessun motivo se davvero ti ama e ti rispetta,

            Ovvio adesso lui ci prova a convincerti
            Cosa ha da PERDERE???

            Ti cerca per scoparti
            Scusa la franchezza spero che Alessandro mi pubblichi questo mio commento che si dissocia totalmente dal suo pensiero

            Perdonami Alessandro ,ma la penso così

          • Libera di pensare come vuoi e sai quanto io sia prudente. Ma tu hai avuto una sola esperienza e devastante, non basta per saper riconoscere chi funziona e chi no. Ripeto; il 15% è buono

          • Caro Alessandro ovvio che spero proprio di sbagliarmi e che come tu dici certo la mia esperienza è stata diversa però tu ad esempio Rita ti ha lasciato per un anno intero e non vi siete mai visti nè sentiti????

            E poi comunque credo al sesto senso che ciascuno di noi ha e quello di Angelica mi pare ottimo

            In ultimo mi chiedo se fossi Angelica avrei davvero voglia di provare a vedere che mi dimostra lui e affrontare il RISCHIO di fare un dietrofront ad un prezzo di sofferenza elevatissimo

            Caro Alessandro spero di sbagliare tutto ovvio e che Angleica convoli a nozze,

            Però è realtà che tu non sappia che significa aver vissuto una relazione comunque manipolativa e con grande sofferenza
            Da parte di Angelica

            Chi vivrà vedrà e chiaro faccio il tifo per te CARA Angelica
            Speriamo di sbagliare tuttooo!!!

          • Ecco rileggevo qui la tua giusta risposta ok il 15/100 è buono ,ma ciò che sembra essere valido e plausibile per riuscire a stanare il lui di turno ETERNO INDECISO a vari motivi e titoli
            La unica soluzione per la Donna è proprio dirgli un bel CIAO definitivo se fatti non se ne vedono

            Come a dire che si chiude ,ma convinte e non per tattica di aspettativa ,ma chiudo perché appunto mo faccio la ma vita e tu arrangiati come ti pare.

            È questo il punto ? Credo sia così stato pure per Rita e te
            E aggiungo che la mia esperienza indiretta di presenza nella mia storia famigliare di divorzi
            Tutti hanno prima divorziato si sono separati divorziati e soltanto dopo hanno aperto il loro animo pensiero corpo a eventuale nuovo incontro

            Tutti si sono sposati una seconda volta pur con la presenza di figli da prime nozze e tutti hanno avuto esito positivissimo nelle aeconde nozze avendo pure figli

            Insomma mi pare così logico e di ottimo auspicio
            Prima sistemare se stessi e la propria precedente storia e soltanto dopo si può essere certi di non far passare le pene a se stessi e a evenuali altre

            Si tu dirai ,ma l’amore? L’incontro per caso che fa mascere la scintilla?

            Be parliamoci chiaro che vale per tutti non ci si innamora in uno o due incontri e mnemmeno in tre e quindi si ha tutto il tempo inteririore per capire che comunque va sistemata la propria vita precedente prima di impelagarsi in casini di ogni tipo

            In fondo se lo penso è perché lo ho vissuto indirettamente con i miei occhi e pure con emozione trattandosi di miei parenti ho potuto frequentarli e vivere le loro prime e seconde nozze figli edi prima e di dopo.

            Scusami ,ma mi pare che mancasse qui anche questa testimonianza vera concreta e di fattibilità reale.

            Amare liberi si può eccome
            Basta fare ordine e volerlo veramente
            Tutto il resto è soggettiva noia.

            Tesori del mio cuore tutte care amanti del Blog e del fuori Blog!!!
            Amore Amore
            Bisogna saper Costruire Demolendo i propri pregiudizie e giudizi per parlare di Amore!!!!! Quello vero ,pero❤️

        • Cara Angelica perché non mi convince?
          Non lo so , ma fossi in te andrei dritta per la mia strada

          Non mi piacciono i ritorni dopo un anno ” puzzano di manipolazione tipica”

          Infatti guarda che tattica perfetta è riuscito a stupirti

          Ti prego di scusarmi se non seguo l’onda di chi ti scrive
          Aperitivo o caffè

          Non so non mi piace
          Come POTERTI fidare di uno che si comporta così????

          Dopo un anno????
          Se ti avesse voluto davvero
          Non avrebbe lasciato passare un anno così!!!!!

          Insomma tu VALI DI PIÙ
          Non mi fiderei per nulla

          Scusami ma è ciò che penso
          La manipolazione è proprio fatta così!!!!!!

          • Beh è uscito. Lei era perduta e lo è ancora ufficialmente. Vediamo. Uscire è importante se fatto senza riserve come sembra. Valutiamo con calma.

          • Ariel, ci ha riprovato a casa e ha capito che non poteva andare. Ci sta. È importante che abbia deciso da solo, senza condizionamenti. Non penso sia un manipolatore.

      • Sono scettica sul fatto che funzioni sempre. A mio avviso è un modo estremo per spingere l’altra persona a prendere decisioni dove queste sono quasi del tutto maturate. Non credo che da solo possa funzionare se parliamo di matrimoni senza grossi scossoni, dove si va avanti con un filo di gas, dove ci sono figli, anche se grandi, e una facciata da difendere. Ad ogni modo penso sia l’unico modo che abbiamo per uscirne nel minor tempo possibile.

        • Il cds serve innanzitutto a se stessi. Se lo usi per spingere l’altro e basta è un errore fermo restando che spesso funziona anche per dare una mossa a quelli convinti ma lenti

    • @ange2.0..non sei competitiva…no eh?!?! Ti sentivi il mio fiato sul collo…e tu che fai? Colpo di scena…dopo 12 mesi….12 mesiiiiiii…. LUI si mette a fare quello che noi tutte vorremmo? E mi distanzi di nuovo così?!?! 😉
      Ok…caxxate a parte…ammetto che qnd ti ha scritto la parte dell’aperitivo ho pensato…sarà mica che è uno dei maschietti silenti e in incognito del ns blog?
      Poi ha avuto il sopravvento la mia parte “cime tempestose”…e mi sn quasi commossa…
      Mannaggia a sto mink di ❤️…vabbè nn so cm stai tu dentro adesso…nn so se ormai questi 12 mesi hanno danneggiato o ucciso a badilate tutto quello che c’è stato prima…il lavoro su noi stesse che facciamo nel CDS a volte nn lascia scampo…lo dici tu per prima…nn è più sul piedistallo…ha ucciso x asfissia LA FAVOLA!
      Ma forse c’è ancora spazio x la fase successiva…che secondo me xò dovrà partire piano piano e su basi totalmente diverse…il tempo è un gran dottore…e pure un galantuomo… diceva mia nonna! Ascoltati…e segui l’istinto!
      Naturalmente sai che dovrai tenerci aggiornate…qua nel salotto buono @casadiAle le “zie” penderanno tutte dalle tue labbra…un abbraccio pellaccia dura!

      • Sapete quanto io sia negativo è prudente di fronte a tutti questi bugiardi e tira e molla. Però un 15% ce la fa. Io stesso ho dovuto portarla al definitivo abbandono prima di fare ufficiale e gentiluomo. Se lui dopo il passo fondamentale è deciso e non tentenna mai più… incrociamo le dita. Dopo l’uscita e la lettera vale comunque la pena di stare a vedere. Pronte con la mano sulla indietro tutta alla prima e minima anomalia di comportamento. E ormai le microvariazioni nella densità dell’aria negative dovreste saperle riconoscere

        • Io invece leggo e non sono negativa e ci credo, ci crederò sempre.
          Lui ti amava anche prima.
          È che tu attaccavi e lui era impegnato a difendersi.
          @Angelica2.0 è bellissimo quello che è successo. A prima vista.

          Poi penso .. ma una che in un anno se la fa passare in silenzio.. poi che fa, tira fuori dal freezer il sentimento surgelato coi 4saltinpadella?
          Lui, ci sta. Ha combattuto contro se stesso, i sensi di colpa, la moglie, i figli, l’inquinamento.
          Ma lei?
          Allora è un bluff il CDS!
          Perché dentro spera e muore, si fa del male a oltranza. Rinuncia a serate di passione e tenerezza e amore più che verosimile tra amanti in nome di una lunga e dolorosa tattica che FORSE gli farà capire che la vuole.
          Dopo un anno???
          No ma stiamo scherzando???
          È un film dell orrore pensare “che bello lui torna da lei, l’ha sempre amata, si é fatta venire l’esaurimento non si è più innamorata e ora .. dopo che ha sofferto come un cane deve pure lasciar andare un cm di sentimento alla volta perchè magari è un abbaglio”.

          Non ce la faccio.
          Solo il pensiero è idiota.
          Se lo vuole, assecondi la voglia e se la tolga. Adesso..che la vita mica è lunga per tutti. Ma iniziare la di lui riabilitazione con pazienza e calma è una vera idiozia.
          Manco fosse suo figlio, la sua missione, ma cosa deve espiare?

          • Macché riabilitazione. A questo punto o è pronto o è uscito di casa per rimanere solo

          • @cossora…io ti adoro lo sai! E sn quasi sempre in linea cn il tuo modo di pensare…ma stavolta NO! Sai xchè? Xchè il CDS VERO di qnd sei pronta a farlo (x esasperazione di solito…xchè senti che quella nn è la tua vita) TI CAMBIA…si…può essere un bluff se lo fai x strategia…e credo ci sm passate tutte! Ma qnd ci arrivi xchè senti che quella nn è più la tua vita e nemmeno la vuoi…allora nn è più un bluff!
            Dopo un po’ togli la routine, togli l’attesa (e questo di per sé è un risultatone!) e lui comincia a sbiadire…rimane lì confinato in qlche angolo remoto del tuo cuore cm un bel ricordo, o brutto a seconda…x me è bello!
            Ma nn è alimentato…e tu ritorni pian piano LIBERA…libera anche dai boicottaggi che ti autoinfliggevi xchè quell’uomo lì, sebbene solo x qlche ora ti faceva stare bene! E tu avresti spostato mille appuntamenti, incastrato figli e sedato ex suocere x riuscire a stare 2 ore cn lui che te l’aveva detto all’ultimo!
            Poi invece al centro ritorni ad esserci TU! Ma x davvero!!! Nn perché te lo racconti…quindi queste cose NON HAI PIU VOGLIA di farle x 2 ore di sesso grandioso (che magari puoi prendere da qlcn altro di cui nn ti interessa se si ferma a dormire).
            Vogliamo dire che a quel punto nn si è più innamorate? Forse si…forse no! Nn lo so ancora…io sn in transito…sto vedendo ora gli effetti e la grande differenza col mio primo CDS (durato 6 mesi…ma nella speranza lui si svegliasse)
            Sn a 4 mesi e probabilmente se oggi tornasse, LIBERO, cm quello di Ange gli butterei le braccia al collo, incapace di trattenermi! Ma nn è il mio primo pensiero della giornata! Anzi…a volte proprio nn ci penso…nemmeno il mercoledì che è il mio giorno libero dai figli!
            Il lavoro su me stessa sta modificando la mia vita..e fra 1 anno nn lo so se sarei ancora pronta ad accettare tt le incognite che la ns storia porterebbe con sé (nn ultima la distanza). Si…sto razionalizzando! E va al secondo posto lo slancio passionale forse…ma è così! Se si è arrivate a questo punto è xchè nn ce la si faceva più a vivere così…nn xchè si voleva farlo tornare!
            Cambia il punto di vista! TU… anziché LUI!
            Penso che dopo 1 anno di CDS questo tuo modo di approcciare sia stigmatizzato…
            Ma per capirlo bene nelle sue sfumature bisogna viverlo nella sua interezza, nei suoi abissi, nei suoi innumerevoli dubbi che ti assalgono anche con il passare dei mesi…e tu Cossora nn hai mai scavallato il passaggio del primo durissimo periodo (1 mese) x poter giudicare se è un’ idiozia o meno buttarsi fra le sue braccia a scatola chiusa o andarci cn i piedi di piombo x nn rischiare di buttare *ammare” il tuo VERO equilibrio, riacquistato a suon di sangue e lacrime!

          • Il problema non è far strategia. Il problema è non rifarsi male o comunque non ricadere in un vortice interrotto con fatica.

          • @EP stiamo dicendo la stessa cosa.
            Se non me ne frega niente non è un CDS. È la mia vita normale.
            Se me ne frega ogni sacrificio è al suo altare.
            È così, inutile raccontare che lo faccio per dignità per orgoglio per bla bla bla.
            Che cé di dignitoso nel privarmi di ciò che voglio?
            Mica sono lui che vorrei ma non posso!
            Questo intendo.
            Non ho scavallato un mese (ma in realtà si ho fatto 43 giorni però non cambia) perché mi mancava tanto lui e non lo ho mai voluto realisticamente mio all inclusive.
            È la realtà, arrivi in questo blog e sembra ci sia una sola verità, le storie hanno punti in comune.
            Se ti ama la molla, molla il figlio, via, rauss, senza guardare indietro.
            Cooosa??
            Ma non diciamo cazzate!
            A 46 anni con figli piccoli non basta l’amore.
            Ci vuole il coraggio, ci vuole anche una certa disinibizione, ci vuole il cromosoma femminile.
            E soprattutto ci vuole che la situazione a casa sia davvero insopportabile.
            Perché è questo il motivo per cui escono.
            Uscissero per amore, sarebbero tutti fuori. E tutti femmine.

      • I 12 mesi sono il tempo giusto per l’uscita di casa e lo stop dei tira e molla è un altro segnale positivo. Dopo i due anni tutto si cronicizza troppo per dare dei veri ritorni

        • @Ale…i 12 mesi in questione sn di CDS ininterrotto! Angelica aveva bloccato tt 1 anno fa…dopo forse un paio d’anni di amantato (ma nn ricordo cn esattezza)…ed è stata ricontattata dopo l’incontro cn un conoscente comune qualche sett fa! La meraviglia è proprio x i 12 mesi di CDS…che x lui sembra nn siano passati! Sembra quasi avesse congelato “la pratica”…scrive che la sentiva ancora sua…cm fossero passati 12 GG!
          Ma 1 anno è 1 anno e vista la mancanza di info lei, x qnt ne sapeva lui poteva essersi rifatta una vita!
          Bada bene nn sto criticando…solo analizzando cm il mio solito…a me è successo quasi uguale lo scorso anno…ma i mesi di CDS totale erano stati più o meno 6. Poi complice una mail di lavoro e degli incontri obbligati…a settembre avevamo ripreso dei contatti prima superficiali…e poi via via sempre più intimi nelle conversazioni…fino a che poco prima di Natale ci sn ricascata…dopo ca.1 anno da qnd mi aveva lasciata! Anke noi avevamo avuto l’impressione nn fosse passato tutto quel tempo! Cmq nn posso nemmeno dire che è stata colpa sua…sn proprio andata a riprendermelo! Mi è servito xò…quei primi 6 mesi di CDS l’ho agognato…idealizzato…nonostante leggessi già il tuo blog…nn riuscivo a togliermelo dalla testa! Una tortura…da Natale ad aprile di quest’anno ha fatto quello che nn aveva mai fatto prima…il tira e molla…mi diceva di lasciar perdere…ma nn riusciva a staccarsi…a metà febbraio decidiamo x il BASTA definitivo e li cominciano le settimane di silenzio interrotte da qlche msg da parte sua…e ricaduta da parte mia…proprio lì ho cominciato a pensare cn grande dispiacere che fosse uno stronzo uguale ai tanti altri che sentivo descrivere qui. Xò io ero sempre più forte… e dopo l’ennesimo incontro…ho ricominciato il mio secondo CDS…ho avuto una scivolata…ma stranamente è cm nn ci fosse stata…danni quasi zero! Lui mi sembrava piccolo piccolo…in difficoltà…mi faceva quasi pena! Io una roccia…sembravo quasi quella che lo faceva x farsi una scopata cn uno che sai ti farà fare seratona…ma nulla più!
          Poi gli ho detto di nn chiamarmi o messaggiarmi più se nn in presenza di cambiamenti sostanziali nella sua vita! Senza pianti…senza tragedie…senza alcuna aspettativa ormai! E cm ha quasi sempre fatto, lo sta rispettando…
          Mi stupisco dei tempi nel mio caso e in quello di Ange, ma anche Rosa in realta…leggendoti ci si attacca all’idea che in 6 mesi se siamo fortunate la pratica è archiviata…ma nn è sempre così!
          Cmq se una volta me lo sn ripreso…oggi cc…;-)
          Poi dopo quello che ho letto di Ange oggi…nn ci penso minimamente! Se deve tornare torna a suo rischio e pericolo…io “gratis” nn ci sn più x nessuno…e questo secondo CDS ha un sapore completamente diverso dal primo…mi sento libera! Ahhhhh…che sensazione splendida…