foto Pixabay

Perché ho dato una chance al mio matrimonio nonostante l’infedeltà di mio marito

Ricevo da una lettrice e pubblico volentieri la sua storia di moglie tradita e poi rinata come il suo matrimonio

Quasi due anni fa ho avuto il dispiacere più grande della mia vita: mio marito aveva un’amante e conduceva una vita parallela da anni.

Lo sgomento, l’incredulità, il dolore, la sensazione di mancanza di terreno sotto ai piedi si sono impossessati di me.  Non riuscivo a provare rabbia, solo un immenso forte dolore al cuore, come fosse in una morsa. Come aveva potuto guardarmi negli occhi e fare l’amore con me in quel periodo? Possibile che ci fossimo allontanati così tanto? Chi avevo al mio fianco, un mostro?

Ho attraversato la nostra vita insieme e per un attimo ho pensato “è stata tutta una bugia!”

Non ho fatto scene madri, non ho urlato, ero troppo paralizzata per farlo. Quella notte  con mio marito abbiamo però iniziato a dialogare come non facevamo da anni, ci siamo messi a nudo, abbiamo ripercorso la nostra vita, la distanza, prima geografica (per un lungo periodo abbiamo vissuto in paesi diversi) e poi emotiva tra noi, avevamo dato troppe cose per scontate.

Ognuno di noi veniva da un periodo di depressione, di totale demotivazione nei confronti della vita per motivi diversi e prendersi cura di se stessi e occuparsi di una persona altrettanto depressa non è cosa che tutti riescono a fare. Mio marito ha evidentemente cercato e trovato la soluzione per sé, una persona che lo ha fatto sentire vivo, attraente, che accoglieva con entusiasmo le sue proposte, che lo ha fatto emozionare e incuriosire fino ad arrivare ad essere amanti.

In quegli anni abbiamo vissuto periodi diversi, che ho realizzato dopo, corrispondevano alle varie fasi della sua storia parallela. C’è stato il periodo in cui lei e lui interagivano pubblicamente sui social (fase di corteggiamento) e veniva spesso fuori il nome di questa collega, ma mai avrei pensato, diceva che era una persona esuberante ma che non c’era nulla….. Poi una fase in cui mio marito sembrava essere più presente con me (fase dei sensi di colpa), seguita dalla fase in cui era insopportabile e inavvicinabile (lei si stava separando!) e un lungo periodo in cui lui era in simbiosi con il cellulare, protetto da password e coccodrilli con armi atomiche (fase di dipendenza). 

La nostra attività sessuale è sempre stata presente, pur con I limiti di una famiglia trasferita e senza supporto, con i figli sempre in casa, mentre nella fase in cui lui era insopportabile avevo notato maggiore freddezza e molto nervosismo, ma mi ha sempre cercata.

Le nostre comunicazioni erano diventate troppo “pratiche”, utili alla gestione familiare, ma distanti emotivamente. Anche come genitore era meno presente, anche se aveva una relazione preferenziale con nostra figlia.

In tutta la nostra vita matrimoniale non sono mai mancate attività che abbiamo sempre fatto insieme e interessi condivisi: cucinare assieme, giardinaggio, fai da te, progetti vari, viaggi, vacanze, attività sportive (una estrema) e nonostante la sua vita parallela abbiamo anche comperato casa insieme. A detta sua non ha mai messo in discussione la nostra famiglia e la nostra coppia. Per me è stato scioccante scoprire che mentre faceva progetti a lunga scadenza con me, si vedeva di nascosto con un’altra donna, si connetteva a lei a tutti I livelli. 

Io non credo che non abbia mai valutato l’idea di lasciarmi e di rifarsi una vita con lei (credo che quando lei si è separata ci abbia pensato eccome!), ma mi consola sapere che, proprio perché ci ha pensato, proprio perché ha fatto un’altra esperienza di coppia, nonostante si sia messo in gioco con un’altra persona, ha scelto diversamente e alla fine mi ha scelta una seconda volta. 

Avevamo I figli grandi, indipendenti economicamente, io lavoro e quello era il momento perfetto per una scelta del genere che avrebbe fatto pochi danni collaterali. Eppure non ha scelto l’amante. La voleva, ma in aggiunta a me, per un periodo anche lungo, non in esclusiva, ma non l’ha voluta come compagna di vita.

Era tutto calcolato a puntino: se si volevano vedere e riuscivano, organizzavano una trasferta di lavoro, ma non ha mai passato un weekend con lei, mai! Ha fatto con lei un’attività sportiva di nascosto, ma credo che se io avessi un amante che non mi dedica il suo tempo libero per gite, cinema, weekend etc, qualche domanda me la farei.

Nell’ultimo anno della sua vita parallela so per certo che per motivi contingenti hanno iniziato a vedersi meno, mio marito aveva cambiato abitudini e luoghi lavorativi che con quelli di lei erano diventati incompatibili, per cui facevano fatica a vedersi (o la scelta iniziava a vacillare?), perché in tutti quegli anni non aveva mai cambiato le sue abitudini.

Avevano il progetto di una fuga d’amore di un weekend ma poi lui non se l’è sentita e lei deve aver capito che ormai la loro relazione aveva I giorni contati.

Allo stesso tempo io e lui avevamo iniziato a fare più cose insieme. Abbiamo iniziato una nuova attività settimanale e abbiamo fatto un corso di formazione insieme. Abbiamo iniziato a frequentare insieme un nuovo gruppo di amici e ci siamo ravvicinati  e riscoperti di più anche fisicamente ma soprattutto emotivamente.

Lui non era ancora pronto a dirmi la verità né a lasciare lei, ma stava osservando con stupore che la nostra relazione non stava andando male, anzi, passavamo più tempo assieme in maniera decisamente piacevole e riuscivamo a sorprenderci ancora, a star bene insieme, la complicità stava nuovamente crescendo.  E intanto il cellulare diventava meno un’ossessione…

Quando lo tsunami mi ha travolta ero disorientata e credo di non avere mai provato un dolore così grande.

Eppure, dopo che ho passato la vita pensando che se avessi subito un tradimento avrei spedito il traditore su Marte istantaneamente, quando mi ci sono trovata davvero nella situazione, gli ho chiesto cosa pensava di fare, se era Innamorato o se c’erano ancora delle possibilità per la nostra coppia. Perché? Perché lasciare andare la nostra storia senza caprine la sua evoluzione, senza comprendere cosa ci era successo, come eravamo arrivati ad allontanarci così non me la sono sentita di farlo.

Certo ero ferita,  offesa, le mie certezze distrutte, ma lui era l’uomo che avevo scelto e che mi aveva scelta, con cui avevo passato decenni, fatto due figli, con cui mi ero trasferita all’estero e avevo vissuto di tutto e di più e pur ferita profondamente, ho messo da parte l’orgoglio e ho voluto  capire chi era quell’uomo dalla doppia vita, padre dei miei figli, cosa lo aveva travagliato, perché non si era fidato di me, cosa si era rotto. Per arrivare a tanto doveva esserci qualcosa che non aveva avuto il coraggio di condividere. Perché? Che paure aveva? Cosa lo aveva fatto smettere di guardare alla vita a quattr’occhi con me? Perché io non contavo più per lui?

MAI MAI mi sono colpevolizzata per il tradimento. Nessuno lo deve fare!!

Qualunque cosa io possa aver fatto per contribuire al nostro allontanamento, LA SCELTA DI TRADIRE RISIEDE NEL TRADITORE.  Ma indubbiamente mi sono chiesta se si sia sentito poco ascoltato, rifiutato, giudicato, ignorato.  E soprattutto mi sono chiesta perché aveva perso la fiducia in me e in noi.

Vi sembrerà strano ma nel momento in cui abbiamo deciso che volevamo riprovare a costruire una nuova coppia, ci siamo ravvicinati molto dal punto di vista emotivo e fisico. Sembrava che volessimo recuperare il tempo perduto, sentirci profondamente connessi e avevamo il desiderio di dire all’altro “ti trovo attraente, sono attraente anche io e voglio comunicare con te anche con il corpo” e abbiamo tirato fuori una disinibizione e una creatività che non avevamo mai avuto così intensa.

Lui ha ammesso che la relazione extra non era solo sesso, che si era davvero infatuato, che lei era in ogni suo pensiero in una certa fase, ma poi ha ritrovato la sua lucidità e ha capito che quella doppia vita doveva finire, che non aveva senso, che era un vicolo cieco ma trovava difficile troncare perché per tanto tempo era stata la sua ancora di salvezza e aveva paura di soffrire.

Non ha sminuito la sua scelta di ingannarmi, ha affermato di non aver scelto a cuor leggero, ma di averne avuto bisogno per sentirsi vivo, per ritrovare la gioia di vivere che aveva perso, ma allo stesso tempo provava un enorme dispiacere per avermi ferita e ingannata, per non essere stato il marito che voleva essere e di voler provare a creare una nuova relazione con me.

A un certo punto si è guardato dentro e ha avuto un rifiuto verso di sé e verso di lei. Nel frattempo è tornato a guardarmi con interesse, ha iniziato a vedere in me il bicchiere mezzo pieno, a respirare ossigeno anche a casa.

Abbiamo avuto conversazioni lunghe, profonde, dolorose, ma allo stesso tempo abbiamo espresso entrambi I nostri sogni e desideri e ci siamo resi conto che erano gli stessi: volevamo le stesse cose ma per anni non eravamo stati capaci di comunicarlo l’uno all’altra.  

Allo stesso tempo io ero così distrutta da ciò che avevo realizzato che abbiamo chiesto aiuto professionale, per avere qualcuno che fosse imparziale e ci aiutasse a mettere a fuoco ciò che potevamo fare per ricominciare. Questo percorso di terapia di coppia ci ha aiutato a comunicare meglio e a individuare I nostri bisogni come individui e come coppia.

Perché gli ho dato e CI ho dato una chance? Ho riflettuto molto, ero pronta a percorrere il cammino della vita anche da sola e sebbene io sia assolutamente contraria al tradimento e lo ritenga una grave forma di mancanza di rispetto e una vera violenza nei confronti del coniuge, ritengo che nessuno sia perfetto, che a volte si creino delle situazioni nella vita in cui si sceglie la cosa che in quel momento ci aiuta anche se non è giusta e se sappiamo che creerà sofferenza alle persone a cui vogliamo bene. 

Certe volte scegliamo noi stessi a discapito degli altri, abbiamo bisogno di rompere con l’immagine di noi che ci siamo costruiti nel tempo di persona perfetta, dedita al lavoro, al coniuge, ai figli, ai genitori anziani.  Ho anche elaborato che nella vita cambiamo costantemente, cambiano le nostre emozioni e I nostri sentimenti, viviamo periodi in cui facciamo delle scelte e poi queste scelte ci cambiano e ci mettono in discussione. A volte cresciamo e a volte regrediamo. Siamo in continuo cambiamento.

In tutte le relazioni, specie quelle di lunga durata, si possono creare delle mancanze, quantomeno in certi periodi. Solo che a volte queste mancanze sono sopportabili e in altri momenti si vanno a sommare ai problemi dell’altro e ci si sente intrappolati, si diventa più vulnerabili e allora si trova una soluzione temporanea, almeno per sé e si chiude il cuore verso chi abbiamo sempre amato.

Si fa fatica a credere nell’amore di chi ci tradisce, ma , mi accorgo che i sentimenti sono più complessi di quanto si pensi.  

Tutti i matrimoni attraversano momenti difficili, infelici, di crisi, periodi in cui ci si può sentire attratti da altri, periodi in cui ci si allontana l’uno dall’altro.  Può succedere, ma può anche succedere di fare marcia indietro, di ricominciare ad apprezzare ciò che a casa la persona che abbiamo scelto in passato sta tornando a darci e sorprenderci.

Non è per tutti provare a ricostruire, a perdonare, a non rinfacciare. Comprendo chi non ce la fa, chi pensa che la fiducia è stata distrutta per sempre. Rispetto la loro scelta.

Non è un percorso affatto facile restare insieme, la ferita sanguina, la ricostruzione della fiducia distrutta è un percorso a ostacoli che richiede pazienza, costanza, forza di volontà e amore. Ci siamo chiesti cosa ci aveva portato a scegliere di metterci insieme, quali caratteristiche avevano fatto scattare l’attrazione e la fiducia reciproca e ci siamo chiesti dove erano finite, se eravamo disposti a metterle nuovamente in gioco.

Chi crede che sia facile restare insieme dopo un tradimento, che si scelga la convenienza, non lo giudico, ma evidentemente non c’è passato.

Dico solo che scegliere di rimanere con la persona che sai di avere ferito o scegliere di rimanere con chi ti ha ferito non è affatto facile. Ci sono emozioni contrastanti, voglia di fidarsi e tanta angoscia e incertezza. Significa distruggere tutto per costruire una coppia nuova e richiede tanta fatica, una lotta contro I pensieri ricorrenti, un continuo domandarsi se l’altro meriti tanta sofferenza, tante notti insonni.

Significa confrontarsi per mesi su ciò che ha portato a certe decisioni, ripercorrere tappe dolorose, prendersi la responsabilità delle proprie azioni e riconoscere il dolore dell’altro senza fuggirne pur sapendo di essere stati noi il motivo di tanta sofferenza, guardare in faccia quella persona e sentire la sua sofferenza. Non è da tutti perdonare e non è da tutti affrontare il cuore infranto di chi abbiamo fatto soffrire e costruire nuove memorie per ritrovare la fiducia.

Molti semplicemente si allontanano per sempre per non dover affrontare tante conversazioni difficili e dolorose e lo capisco, perché bisogna tirare fuori la propria vulnerabilità, mettere sul piatto della bilancia le proprie imperfezioni e mettersi a nudo correndo il rischio di non essere compresi ma giudicati.

Se si pensa che l’inferno sia la scoperta di un tradimento, state certo che il peggio deve ancora venire.

Non so come sia il dolore di chi rinuncia alla relazione, ma posso garantire che la fatica di capire, di non giudicare, di rispettare e ricostruire la relazione mentre si passa dal dolore alla rabbia, all’accettazione è una fatica immane ma lo fai volentieri, dando del tuo meglio se pensi che ne valga la pena.

Se qualcosa ancora unisce due persone, quel qualcosa può tornare a sbocciare.

Il perdono è proprio fare e farsi un dono, darsi una chance di una nuova nascita, dopo che si pensava che tutto fosse distrutto.  

Oggi, dopo anni dal tradimento, stiamo vivendo un periodo di grazia: abbiamo il costante desiderio di vederci, coccolarci, sentire la voce reciproca, creare nuove memorie, fare nuove esperienze insieme e fare l’amore.  Viviamo il presente in pienezza e con ottimismo per il futuro. Sogniamo di invecchiare insieme.

Non so cosa succederà in futuro. Ho capito solo dopo decenni di matrimonio che nessuno dà garanzie a nessuno.

Per chi pensa “once a cheater always a cheater” posso solo dire che nulla è prevedibile. Abbiamo imparato a vivere la vita senza fare progetti a lunga scadenza, ma scegliendoci giorno per giorno e un giorno ci volteremo indietro e ci diremo: quanto cammino abbiamo percorso da quel terribile giorno della rivelazione!

Mio marito potrebbe aver imparato qualcosa dall’esperienza del tradimento, potrebbe essersi piaciuto così poco nella sua doppia vita da rifuggire ogni occasione in cui il tradimento può nascere. Oppure potrei io vivere le stesse emozioni che hanno portato mio marito a tradire e potrei essere io a fare quella scelta.

Posso solo dire con FERMEZZA che per me vale la pena correre il rischio.

Altrimenti l’unica via per avere la garanzia di non subire mai un tradimento o di tradire sarebbe la via della totale rinuncia alle relazioni amorose.

Io preferisco rischiare. 

Una moglie che ha lottato per la sua relazione,  Molly

Grazie Molly per la tua preziosa testimonianza, che ci insegna tanto. Distruggere per rinascere: è quello che avete fatto. Siete fra quel 15/20% di coppie fortunate che hanno ricostruito il matrimonio facendolo risorgere dalle ceneri non per convenienza ma per amore. Siete una mosca bianca perché difficilmente i matrimoni recuperano amantati lunghi più di un anno come quello di tuo marito, ma a distanza di tempo direi che potete stappare una bottiglia con grande ottimismo e sicurezza, rimanendo però sempre vigili per il futuro (ma ora sapete tutti e due non sottovalutare certi segnali: molly tu parli di infatuazione di tuo marito, le infatuazioni che durano più di sei mesi si chiamano innamoramento, magari non sufficiente, ma non sono sbandate). Alle amanti e alle mogli che ci leggono dico: loro, anche quando lui era in crisi più profonda, non hanno mai smesso di fare sesso. È un segnale importante di vitalità della coppia coniugale anche se afflitta dal tradimento e da una crisi così profonda, un germe che la può far rifiorire. E, amanti, non credete sempre (e perché vi piace quello che sentite) a quelli che vi dicono che non hanno più rapporti con la moglie: i matrimoni bianchi veri in Italia sono 1/2 su dieci. La scoperta del tradimento (pochi uomini confessano) è uno Tsunami, come lo chiama Molly, al quale si può sopravvivere in tre modi: separandosi, perdonando per convenienza o ricostruendo per amore. Questa coppia aveva ancora carburante, nonostante tutto, per ricostruire, rifondare. Ha prevalso la paura di perdersi definitivamente: la paura di perdere è amore. Quindi, care mogli tradite che state vivendo il conflitto del perdono, guardatelo bene in faccia e capite se resta per amore o per convenienza e paura (materiale, non sentimentale) e, se i suoi occhi non mentono, le sue nuove azioni non mentono, perdonate e ricostruite. Non credete facilmente però agli uomini che ripudiano l’amante o le addossano responsabilità: è un gran brutto segno questo, non esistono uomini sedotti da rovinafamiglie, e chi sputa nel piatto dove ha mangiato risputerà nel vostro. LA SCELTA DI TRADIRE RISIEDE NEL TRADITORE certo, ma l’amante non c’entra nulla (salvo rare eccezioni) e vi accorgerete, parlando con lui, che se non è un seriale e questo è stato il primo tradimento, per quanto profondo e coinvolgente, c’è spesso un concorso di colpa dei coniugi nel pregiudicare, in tutto o in parte, il matrimonio. Imparate dagli errori del passato e guardate avanti. Sincerely yours

Condividi:

164Commenti

  • Molly, 25 Ottobre 2021 @ 20:23 Rispondi

    Grazie, @ Sissy, per aver condiviso che anche tu hai fatto la terribile scoperta del tradimento, in cui ti sei sentita sprofondare, ti sei sentita pugnalata e hai sentito il dolore di questa ferita interiore.
    .
    Ma anche tu hai dimostrato che si può resistere allo tzunami perché la vita continua.

    Ti auguro di aver superato il dolore. Sicuramente anche per te resterà la delusione e il dolore più grande della tua vita, come per me.

    Se solo chi decide di tradire si rendesse conto di che devastazione porta…

  • Viovio, 25 Ottobre 2021 @ 09:30 Rispondi

    @Sissy
    “Chi è questo uomo che ho accanto?come ha fatto a diventare così? Oppure lo è sempre stato e non me ne sono mai accorta?”
    Le tue parole trafiggono perché si percepisce tutto il dolore che hai provato nell’apprendere la doppia vita di tuo marito. Lo shock deve essere devastante, soprattutto se sono abili bugiardi in grado di non far trapelare nulla.
    La moglie del mio ex amante se dovesse scoprire tutto quello che ha fatto e sta tentando di fare il marito, credo si troverebbe nella tua stessa situazione e mi sento male per lei. Spero di non essere fraintesa, non voglio schernire le mogli tradite, per quanto riguarda la mia situazione sono realmente dispiaciuta per sua moglie ora che ho capito di che pasta è fatto suo marito.
    Spero tu abbia ricostruito e ritrovato la serenità.

  • Sissy, 25 Ottobre 2021 @ 00:29 Rispondi

    Gran belle parole “Molly” … per certi versi potrei averle scritte anche io… 9 anni fa.
    Hai perfettamente descritto il senso di smarrimento, di crollo delle certezze che si accompagna ad una scoperta del genere.
    Ricordo che la mia domanda ricorrente era: “Ma chi è questo uomo che ho accanto? Come ha fatto a diventare così? Oppure lo è sempre stato ed io non me ne sono mai accorta?”. E poi inizi a ripercorrere ogni singolo evento, importante e non, dei tuoi ultimi 25 anni domandando a te stessa se fosse tutta una bugia, una finzione. Ed è dilaniante, annichilente… Ti ritrovi con le mani piene di cocci e non sai che farne.
    Io avevo bambini piccoli quando tutto questo è successo ed amavo mio marito.
    Capisco perfettamente il perché tu abbia deciso di darvi una chance perché l’ho fatto anche io. So’ che per lui l’altra era una boccata di ossigeno, sesso sfrenato, complicità e condivisione (erano colleghi) di tanti aspetti da cui io ero esclusa. Era la novità, un nuovo corpo da scoprire, nuove idee con cui confrontarsi…Nuove emozioni, anzi le care vecchie emozioni dei primi tempi, le farfalle nello stomaco… quelle che nella nostra relazione erano morte da lustri.
    Cara Molly, capisco profondamente ogni tuo sentimento, pensiero, sogno e timore.
    Ti auguro dal profondo del mio cuore che questo percorso vi porti lontano, verso una vecchiaia serena e condivisa.
    Ti abbraccio
    Sissy

  • cossora, 15 Ottobre 2021 @ 14:50 Rispondi

    @old parole sante l’amore dura quel che dura.. e devi star bene tu (e i tuoi figli)!
    And nothing else matters!

  • Molly, 15 Ottobre 2021 @ 11:54 Rispondi

    “spesso ho l’impressione che brucia essere state lasciate,“

    @Ads e perché non dovrebbe bruciare??? Ovvio che è una ferita che brucia, che discorso è!! Se una persona era o è innamorata e viene lasciata o si accorge di essere stata presa in giro è normale sentire l’abbandono e starne male.

    Ci sta lo sfogo ma dipende se lo sfogo è duraturo, se le persone si trovano in un impasse da anni, allora più che sfogo diventa un pensiero ricorrente che non fa che esacerbare la ferita, che allontana la guarigione.

    Per questo trovo DANNOSO, CONTROPRODUTTIVO continuare a interrogarsi sulle dinamiche di coppia ALTRUI, sulle quali non abbiamo nessuna influenza.

    Come ho già detto e ripetuto bisogna lavorare sui pensieri ricorrenti con il proprio terapeuta, focalizzare l’attenzione SU SE STESSI, non l’altro.

  • Viovio, 15 Ottobre 2021 @ 10:39 Rispondi

    Faccio una precisazione per chi non mi ha mai letto per “coming out” intendo rivelare alla mia famiglia di aver avuto un’amante.
    Vi abbraccio tutte e faccio un mega in bocca al lupo alle ragazze che si trovano ad inizio percorso, sia mogli che amanti!

  • Viovio, 15 Ottobre 2021 @ 10:26 Rispondi

    @Ariel carissima, ti leggo sempre energica e combattente, questo mi fa veramente piacere significa che hai lasciato alle spalle l’esperienza distruttiva con il narcisista. Sono felice che la tua storia proceda al meglio, sei una testimonianza che dopo la tempesta arriva sempre il sole 🙂
    Io sto bene, sono cambiate tante cose nell’ultimo anno, finalmente assaporo una nuova serenità. Mi domando come cavolo ho fatto a complicare la vita con le mie stesse mani, vivendo appesa ad una vita parallela che non mi ha lasciato nulla di buono.
    Il cialtronzo (come lo chiami tu 🙂 ) è l’identikit di tanti uomini descritti qui, spiace rendersi conto che non c’era nulla di speciale in quella storia, solamente tante bugie. Ogni tanto la rabbia si ripresenta, non ha nulla a che vedere riguardo la sua scelta di restare con la moglie ma con l’enorme presa in giro subita, dimostrando tutt’ora una grandissima mancanza di rispetto nei miei confronti e della donna che ha sposato. Non si vergogna perché evidentemente ha una bassissima considerazione della mia intelligenza e questo è ciò che mi manda più in bestia.
    Coming out volevo farlo un anno fa, ma per motivi di privacy non ho mai potuto argomentare bene le motivazioni che mi hanno spinto a tacere, farlo ora sarebbe un doppio disastro.
    Arriverà il giorno che il suo orbitare ed i vari tentativi di mettersi in mostra non li noterò più, con lui ho chiuso su tutti i fronti.
    Ti abbraccio cara @Ariel

  • elleelle, 15 Ottobre 2021 @ 09:18 Rispondi

    @Ale
    Milano per me sarebbe molto comoda, hai già la data? Così sentiamo se altre ragazzi ci possono essere.

    • alessandro pellizzari, 15 Ottobre 2021 @ 13:59 Rispondi

      Milano a metà novembre un venerdì o un sabato

  • elleelle, 15 Ottobre 2021 @ 09:15 Rispondi

    @maribel
    Capisco il discorso che fai ma la patologia relazionale esiste davvero ed è molto importante per capire il senso di alcune esperienze vissute.
    Nel mio caso, ho avuto l’opinione di quattro specialisti e di un suo amico che lo conosce da trent’anni. Ho racconti di altre persone e una marea di prove. Uno di loro, psichiatra, mi ha fermato a metà racconto e mi ha detto che aveva tutte le caratteristiche del narcisista borderline disfunzionale dal punto di vista affettivo.
    Non si possono essere sbagliati tutti e non è una via d’uscita “di comodo” per me. Se lo fosse, etichetterei tutti come narcisisti, incluso mio marito, invece non lo faccio. Due sono i narcisisti con cui ho avuto una relazione, due restano. Il fatto che io possa confrontare per esperienza personale due narcisisti nei loro comportamenti ripetitivi e nelle loro differenze rispetto a persone normali, me ne conferma l’esistenza.
    È importante sapere di aver avuto a che fare con un narcisista/borderline anche per la terapia psicologica che si deve intraprendere. Chi subisce un abuso narcisistico ha tutti sintomi di un trauma e come tale deve essere curato.
    Chiaro che non sono mica tutti narcisisti quelli di cui si parla qui, ma ce ne sono un bel po’.
    Ci sono troppi racconti di esperienze devastanti che altrimenti verrebbero superate in privato e in meno tempo.

  • Ariel, 15 Ottobre 2021 @ 08:09 Rispondi

    Bonjour Cara Viovio
    Sto benissimo e mi godo la mia vita nuova e la mia relazione sana e con uomo vero e libero da tutto é na meraviglia !
    Scrivo qui nel intento di aiutare come posso le nuove ragazze che soffrono tanto ancora che é poco tempo che sono nel caso o che hanno difficoltà con ex che le perseguita in presenze mani addosso e messaggi vari

    Poi sono qui anche per cercare di far capire alla massa che la realtà delle relazioni tossiche é purtroppo in mezzo a noi che esistono e che si differenziano molto per via della durata
    Una relazione SANA infatti se non funziona non dura più di un anno e mezzo max due
    Tolto casi rarissimi ,ma anche quelli poi bisogna vedere il tempo della effettiva durata

    Lo schema é in maggioranza la Crocerossina Dipendente affettiva che viene attratta nella rete del Cialtrone barra CiLtronzo in casi di vera gentaglia Narcisista ecc.

    Lui sta sempre a intortare ad insistere a farsi vivo pure se NON RICHIESTO DA LEI

    Oppure i casi di chi crede ancora che basti fare la Amante zerbino FOREVER per evitare di farsi incastrare nella chiara dipendenza affettiva

    Poi ci sono quelle che pensano che solo gli esperti possono parlare di narcisismo

    Una opinione lecita ma che ad esempio contrasta con i terapeuti più al avant garde che invece incentivano le vittime temporanee a sfogarsi a DOCUMENTARSI A STECCA SU COME FUNZIONANO LE DI AMICHE DI QUESTE RELAZIONI TOSSICHE

    Infatti in mia terapia di gruppo venne fuori proprio questa sofferenza di noi che la gente non capiva GNIENTE DI QUESTI ARGOMENTI E CI DAVA ADDOSSO con CRITICA DEL PERFETTINA TEORIA che non siamo titolate a parlare di Narcisista e di dipendenza affettiva
    Questo infatti il terapeuti più avant garde dicono

    É un modo inconsapevole di STIGMATIZZARE LE VITTIME TEMPORANEE
    Un MODO DI GETTARE BENZINA SUL FUOCO DELLE FERITE INFERTE DAL NARCI

    già ci sta la SOFFERENZA DEL SENTIRSI STATE SCIOCCHE A CADERCI
    SE POI LA MASSA CI VUOLE TAPOARE LA BOCCA CON CAZZATE DEL GENERE SENZA ESSERSI DOCUMENTATA AFFATTO

    Infatti solo CHI LO HA VISSUTO É TITOLATO A PARLARE A PARLARE DI NARCISISTA PERCHÉ LO HA VISSUTO PER PRIMA NEL ESPERIENZA

    Per poi DOCUMENTARSI E LEGGERE OVUNQUE O PARLANDO CON TERAPEUTI DELLA MATERIA E RISCONTRARE ESATTAMENTE TUTTO LO SCHEMA VISSUTO ESSERE PERFETTAMENTE COMBACIANTE CON MANUIPOLAZIONE MEGATOVA E DIPENDENZA AFFETTIVA,

    Carissima Viovio ho letto che ex ti rompe tanto con sua presenza spero tu riesca con ogni mezzo a stopparlo insomma non puoi continuare così non credi?
    Saprai tu cosa fare perché ovviamente lui APROFFITTA DEL FATTO CHE Sto arrivando! BENISSIMO CHE TU NON DICI NULLA DELLA VOSTRA SEGRETA RELAZIONE PASSATA

    É come da CIALTRONZO TI ROMPE APPOSTA

    Spero cara che tu riesca a uscire allo scoperto verso tutti

    Solo così DAVVERO SARAI UNA DONNA LIBERA
    immagino sia difficile tutta la situazione

    Ma finché resta nascosto lui TI VUOLE SOLO CHE DISTRUGGERE!!!!!

    Un grande ABBRACCIONE!!!

  • Viovio, 15 Ottobre 2021 @ 07:18 Rispondi

    @elle quanto mi piace leggerti, non sbagli un colpo. Sei concisa e arrivi sempre al nocciolo della situazione senza tanti giri di parole, mi piacerebbe tantissimo conoscerti!
    @Azzu ho letto i nuovi retroscena di quel mentecatto, prossima volta che allunga le mani mollagli una bella pedata nei gioielli di famiglia e prosegui per la tua strada! Mi dispiace molto sentirti così giù, ti mando un abbraccione.

    • alessandro pellizzari, 15 Ottobre 2021 @ 08:57 Rispondi

      venite a novembre a Milano al mio prossimo evento che facciamo una reunion!

  • Viovio, 15 Ottobre 2021 @ 00:22 Rispondi

    Ciao @ragazze come state?
    @Ale sono d’accordo su ciò che hai detto ad @Anto, ci sono linee di demarcazione senza ritorno, se oltrepassate sarà impossibile ripristinare la situazione precedente.
    @Anto io credo al 20% che riesce a ricostruire e auguro di cuore alle mogli che sono riuscite a perdonare di non essere più prese in giro dai loro uomini. Sono anche convinta esistano relazioni di amantato che si risolvono senza strascichi, purtroppo però ne esiste una minoranza altrimenti questo blog parlerebbe sicuramente di altro.
    Se dovessi ragionare in base alla mia esperienza ti direi esistono uomini che in casa appaiono come mariti perfetti, ma appena conquistato un attimo di libertà lo impiegano mettendosi in contatto oppure intortando una new entry e questo è tristissimo, sia per una moglie che per la stessa amante.

  • elleelle, 14 Ottobre 2021 @ 23:21 Rispondi

    @ads
    Ti gira male stasera? A cosa servono queste provocazioni inutili?

  • avvocatodistrada, 14 Ottobre 2021 @ 23:07 Rispondi

    E’ stato bello. Poi le cose sono cambiate. Dolore, malinconica rassegnazione, e poi pace ritrovata con se stessi e l’altro.
    Succede ai matrimoni, ai fidanzamenti, non puo’ succedere anche agli amantati?—concordo, sono proprio le relazioni che dopo un po sviliscono, spesso si mette il focus sugli amanti ,ma sono le dinamiche relazioni, sarebbe un discorso lungo,
    qui ci sono persone libere che frequentano persone libere e le cose poi sfumano, oppure persone libere che non incontrano un altro libero diciamo cosi, e se lo incontrano passato il momento up, poi degrada tutto.

  • Ariel, 14 Ottobre 2021 @ 22:50 Rispondi

    Elle elle mi pare una ottima idea quella della sezione
    «  sfoghiamoci cme xxxxxzo ci pare » 

    Almeno quelle risate che fanno le AMANTI ZERBINO FOREVER
    quelle che ha non uomo QYUAGLUA CHE HA QUAGLIAYTO NELLA BOTTA DI CCCCCCCCCC DEL MISERO 30/100 del KONVOLO A NUOVA KOPPIA

    Ah ah ah

    Chi ANCORA CREDE CHE LE REALZIONI TOSSICHE NON ESOSTANO
    CHI ANCORA PENSA CHE SIANO TUTTTE CAZZATE

    É PREGATO DI SCORRIRE IL DITO E NON COMMENTARE CON PENSIERINI DELLA SERA

    Ecco DEDICATEVI A ans

    Che é un giusto compare per voi!!!
    Infatti lui LOTIVA LE AMANTI ZERBINO FOREVER
    DI CUI É UN ESTIMATORE !!

    Ahahahahah

    Si ,CaroAlessandro vogliamo il nostro spazio del MI SFOGOOOOOO COME CI PARE E PUACE!!!!

  • avvocatodistrada, 14 Ottobre 2021 @ 21:32 Rispondi

    ragazze pero’ gli amanti di crocus e azzurra non sono la norma.
    evolviamo un po ‘ il discorsco, ragazze che siete tornate nel vostro matrimonio come state adesso?
    i rapporto con il coniuge è ripreso? questi mariti inconsapevoli cosa fanno?
    parlate sempre dei vostri amanti,
    ma cosa state facendo? vegetate nel rapporto?
    spesso ho l’impressione che brucia essere state lasciate,
    ragazze vi leggo e sembra che siate un enclave di donne risolute, disposte a tutte in nome dell’amore, oggetto di manipolazioni,sempre pronte a lanciare il cuore oltre lo stacolo,generose, che nei rapporti sono sempre delle crocerossine,
    insomma donne appassionate, che non hanno mai giramenti di palle,sempre precise, mai umorali,
    …io ahime nella quotidiadinita incontro di tutt’altro genere.

  • Cri28, 14 Ottobre 2021 @ 18:14 Rispondi

    Credo anche io che sia umano farsi domande del genere, soprattutto se le persone avevano descritto la situazione familiare come disastrosa e irrecuperabile. ma anche in generale, sarà felice, sentirà di avere fatto la scelta giusta, sono domande che non credo sia possibile non farsi. Posso dire, per chi si fa delle domande, che non so se riuscirei a lasciare mio marito, perché quando sei sposato da molto una co-dipendenza è, in fondo, naturale e spezzare legami profondi è molto doloroso, anche quando sono legami che sai non ti faranno mai sentire nel posto in cui dovresti essere. Bisogna sforzarsi di andare avanti.

  • elleelle, 14 Ottobre 2021 @ 17:01 Rispondi

    @ragazze
    Molto semplicemente, si potrà parlare di quello che si vuole, quando si vuole e quando ce n’è la necessità o anche questo adesso è un problema?
    Se qualcosa non vi interessa, passate oltre.
    Per chi ha già risolto, non sarà una fatica. Per tutte le altre, si fa conversazione, si scambiano idee e sensazioni, si trovano punti in comune che poi aiutano altre utenti più recenti, tipo @Titti.
    La situazione di @Azzurra e Crocus è peggiorata dal fatto che queste persone non le lasciano stare e ci sono volte in cui questo fa male, ti viene da chiederti il perché, ti chiedi come faccia chi vive con loro a sopportare un tale squilibrio. È normale, è umano e non vuol dire che da parte di Azzurra o di Crocus ci sia ancora interesse verso queste persone.
    Non è il parlare di queste persone che fa male a Crocus o ad Azzurra, è l’ingerenza indesiderata di queste persone nella loro vita, che purtroppo per ora non riescono a controllare. E questo aumenta il dolore, perché sono in balia di mine vaganti.
    Lasciate almeno lo spazio per sfogarsi un po’, altrimenti se questo è così di intralcio suggerirei ad @Ale di aprire un angolo dello sfogo, così si scrive lì e chi non è interessato non accede.

  • maribel, 14 Ottobre 2021 @ 15:55 Rispondi

    a parte che vorrei capire cosa sia ” l’interpretazione negativa piuttosto laboriosa”.
    l’interpretazione delle cose negative? o l’interpretazione in negativo delle cose? boh.

    ma il concetto in sè espresso da ads è quasi disarmante: è ovvio che visto che se la cosa è chiusa, sarebbe meglio non pensarci più e rivolgere lo sguardo altrove.

    ma siccome sappiamo che la psiche, il cuore, i sentimenti e le varie componenti anche inconsapevoli dentro la personalità di una persona rendono le perdite sempre complesse e ci vuole un lavoro ad hoc per elaborarle (avete mai sentito parlare di “elaborare un lutto” per la separazione?), direi di non sintetizzare in due parole la fatica che alcune persone qua stanno facendo per archiviare la loro storia e darsi anche delle motivazioni.

    il cercare motivi anche “tecnici” (codipendenza, narcisismo, ecc), a mio parere, sarebbe da lasciare ai professionisti, ma serve sicuramente come conforto: è come dirsi “non sono io sbagliata, era lui che era disfunzionale”. e ci sta tutta, secondo me. poi si chiude e si riparte.

    • alessandro pellizzari, 14 Ottobre 2021 @ 16:10 Rispondi

      Non mi sembra che l’uomo medio ads abbia dimestichezza con sentimenti troppi elaborati. Per lui il rapporto amante uomo moglie è una sorta di cambio merci. Siete troppo complicate ragazze…

  • oldplum, 14 Ottobre 2021 @ 15:44 Rispondi

    Anche secondo me è un esercizio completamente privo di utilità chiedersi come stanno le cose a casa loro. Sono affari loro. Su cui non possiamo avere nessuna certezza (spesso nemmeno loro lo sanno…anzi quasi sempre). Se sai che va a gonfie vele, che ti viene in tasca? Rabbia? Se sai che va di cacca che ti viene in tasca? Sollievo?
    Boh.
    Riprendersi il controllo della propria vita, ossia e meglio ” farsi gli affari propri” è sempre la scelta più proficua.
    L’amore dura quel che dura.

  • cossora, 14 Ottobre 2021 @ 15:02 Rispondi

    Eh si @ads. sempre sintetico e diretto, dai un punto di vista maschile talmente semplificato che noi ci metteremmo due settimane per arrivarci.
    Sono della stessa opinone. In questo caso ‘considerazione’ è sinonimo di ‘importanza’.
    Rivolgersi a una persona anche per dirgliene quattro è considerarla.
    Via, volgete altrove lo sguardo.
    Non fatevi incantare dal fatto che siano turbati se li trattate male: chi comanda dal basso, comanda comunque.
    Come le loro mogli remissive comandano loro, da dietro, ma sempre al comando.

  • Ariel, 14 Ottobre 2021 @ 14:49 Rispondi

    purtoppo le donne hanno una elaborazione negativa piu laboriosa.
    @ads
    Intanto non é affatto negativa e poi te lo ripeto tu Ada ti OSTINI A FARE TUTTO UGUALE come se le realtà di relazioni affettive e relative reazioni fossero soltanto dettate da i clichè del solito dire uomini semplici donne complesse

    È un cliché e che ha radici culturali antiche vedi maschilismo
    E in più ciò che fa la differenza é il tipo si relazione ovviamente se si ha una relazione con un vero manipolatore negativo o peggio gente con comportamento disturbato da Narcisismo e tutti gli altri disturbi comportamentali che si intersecano col Narcisismo di base

    Questi fatti queste dinamiche rispondono a ben precise reazioni delle prede che sono le vittime temporanee di questa gentaglia

    Ergo
    Ecco perché soprattutto ,se ci fai caso,qui soprattutto le donne che hanno vissuto realtà tossiche hanno un bisogno di potersi sfogare di poterne parlare di farsi pure milioni di domande

    É una fase per la via alla guarigione delle proprie ferite e di quelle che sono state provocate consapevolmente dal uomo Narcisista o anche solo che un Cialtrone marcato cioè gente con poca empatia .

    Qui di SFATIAMO I CLICHÉ sulle donne e anche sugli uomini
    Queste reazioni che qui si testimoniano appunto ripeto fanno parte di esperienze tossiche

    É una fase che immancabile la scienza e la psicoterapia specialistica in questo settore definisce una tappa inevitabile
    Poi sicuro occorre piano piano in parallelo costruirsi nuova vita nuovo progetto

    Ma sono appunto fasi del percorso della propria guarigione perché le ferite date da sti cialtronzi emeriti sono roba grossa e necessità di tempo e cure per potersi superare del tutto

    Quindi @ads sarebbe gradito che smettessi di dare addosso alla cavolo verso le donne mettendole tutte sullo stesso piano
    No esistono qui testimonianza notevole numerica di vere vittime temporanee di relazioni tossiche

  • Molly, 14 Ottobre 2021 @ 14:38 Rispondi

    “Sfatiamo il concetto generico delle donne “piagnone” e degli uomini piu’ concreti per conformazione genetica.“

    @Anto guarda che secondo me hai fatto di tutta l’erba un fascio. Io con @Ads ho davvero poco da spartire: siamo su binari opposti! Non abbiamo nulla in comune!

    Io lo dico a tutte indistintamente di non pensare (supponendo, quindi nessuna certezza!!) alle dinamiche di casa LORO e lo dico perché oltre ad essere un esercizio assurdo è non solo inutile ma spesso DANNOSO perché CONTINUI A PENSARE A LUI E A LEI PROPRIO QUANDO DOVRESTI UNICAMENTE pensare al tuo benessere mentale e fisico e l’unico modo è distogliendo i pensieri ricorrenti, lasciandoli fuori dai tuoi pensieri.

    Ripeto, l’unico modo è GUARDARE AVANTI ed evitare come la peste OGNI LUOGO E OCCASIONE IN CUI LI SI POSSA INCONTRARE, soli o insieme.

  • Anto, 14 Ottobre 2021 @ 13:31 Rispondi

    Alessandro, sul tema di credere o meno all’amante quando parla degli inferni in casa pero’.. secondo me l’approccio dovrebbe essere diverso.
    Parlo ovviamente della mia esperienza personale.
    Nella fase in cui ho scoperto il tradimento una parte di me , insieme allo straziante dolore, é andata sulla difensiva (come ha potuto? Perché proprio a me? Eravamo una cosi bella famiglia, non me lo meritavo. ).. poi in fondo in fondo, secondo me, se decidi di non mollare (tolto tutti i casi di convenienza spicciola) é perché c’é una vocina in fondo a te che ti dice che anche tu avresti potuto contribuire a far andare le cose in modo diverso e non lo hai fatto.. per mille motivi che prima ti sembravano corretti, ma non lo hai fatto.
    Questo per dire che se mio marito ha detto che in casa le cose andavano male (come coppia), aveva ragione. Non stava mentendo.
    Poi sono migliorate e si sono aggiustate? Si. Nel nostro caso é andata cosi.
    Mio marito non ha mentito. E’ poi che sono cambiate davvero. Sarebbe stato ingiusto tacciarlo di essere un “impostore” a priori.
    Questo non vanifica quanto c’é stato con l’amante, sono pero’ cambiate le condizioni da un certo punto in avanti.
    Capisco che possa sembrare plausibile dire “se non sta con te allora non ti amava”, ma di questo non ne sono convinta. Le storie, anche quelle normali finiscono perché succede qualcosa che cambia le dinamiche e il sentire nel rapporto, cambiano quindi certe condizioni. E la loro fine non pregiudica quanto c’é stato prima di autentico.
    E questo secondo me aiuta a dare dignità a quanto di bello c’é stato in un rapporto.Alla luce del sole o meno.
    Poi ci sono i casi allucinanti che leggiamo qui, chiaro, dove la cialtronaggine di alcuni atteggiamenti é ingiustificabile. Ma questi non sono a priori tutti i casi.
    Altre situazioni non si potrebbero lasciar andare cosi? E’ stato bello. Poi le cose sono cambiate. Dolore, malinconica rassegnazione, e poi pace ritrovata con se stessi e l’altro.
    Succede ai matrimoni, ai fidanzamenti, non puo’ succedere anche agli amantati?

    • alessandro pellizzari, 14 Ottobre 2021 @ 15:30 Rispondi

      Dipende da come si è comportato il marito è l’amante. Ci sono delle linee di demarcazione e dei comportamenti dai quali non si può tornare indietro, oltrepassano la soglia del non ritorno. Se tu uccidi hai ucciso anche sentimentalmente. Nei matrimoni risorti veramente c’è una totale rifondazione dalle ceneri. Sono praticamente nuovi matrimoni fra muove persone totalmente cambiate

  • Anto, 14 Ottobre 2021 @ 13:14 Rispondi

    Avvocato, posto che ho cercato di interagire piu’ volte con te senza ottenere un confronto da parte tue e mi spiace, quindi intervenire mi da sempre la sensazione di una certa inutilità…
    ma in questo caso se tu e molly foste riusciti a contestualizzare il motivo per cui si stava parlando di mogli e compagne, non avreste scritto questo commento. Si parlava di condizioni patologiche in dinamiche specifiche.
    Sfatiamo il concetto generico delle donne “piagnone” e degli uomini piu’ concreti per conformazione genetica.
    Non é cosi. Ci sono donne che superano rapidamente e uomini che ci mettono pure loro un po’ piu’ di tempo (vedi Love, per esempio) . Ogni caso a se’.

  • avvocatodistrada, 14 Ottobre 2021 @ 12:07 Rispondi

    Finché date loro imporyanza non fate sltro che rallentare la vostra guarigione e il vostro stare bene.

    Loro (ex amante e consorte) non esistono più, non vi deve interessare se vanno in vacanza, se si trasferiscono, se divorziano o diventano santi del paradiso….CONCORDO.
    purtoppo le donne hanno una elaborazione negativa piu laboriosa.

  • elleelle, 14 Ottobre 2021 @ 09:52 Rispondi

    @Molly
    Hai mai parlato di un argomento che ti lascia indifferente ma che e’ un modo per scambiare opinioni?
    Questo e’ il caso. Se io, Azzurra e Crocus ci confrontiamo sul fatto che abbiamo avuto le stesse sensazioni sul rapporto dei nostri ex come carnefici ma anche vittime, a me questa conversazione non causa alcun problema, perche’ ormai e’ acqua passata. Potrei parlare del campionato di cricket pakistano e sarebbe lo stesso.
    Concordo sul fatto che questo non e’ il posto giusto, perche’ lo spazio commenti di questo articolo dovrebbe essere principalmente per mogli che vogliono ricostruire o che hanno ricostruito. Ma qui sta ad @Ale spostare i commenti e non e’ facile se tutte noi ci rendiamo conto che sia a Crocus che ad Azzurra e’ successo qualcosa in questi giorni che le ha fatte stare male e hanno bisogno di sfogarsi.

  • Molly, 13 Ottobre 2021 @ 19:40 Rispondi

    È vero anche @tutte che fare supposizioni su come sono le dinamiche in casa altrui è un mero esercizio mentale che non porta da nessuna parte.
    Non vi è certezza che l’elucubrazione corrisponda alla realtà e qualunque realtà a CASA LORO non incide minimamente su di voi anche se foste delle indovine.

    Che voi scopriate che a casa volano piatti e coltelli o vadano d’amore e d’accordo è una realtà che non vi riguarda. Voi non siete nella coppia e dovete solo badare a voi stesse LONTANE DA LORO in tutto e per tutto se ne volete uscire fuori, se volete stare bene.

    Finché date loro imporyanza non fate sltro che rallentare la vostra guarigione e il vostro stare bene.

    Loro (ex amante e consorte) non esistono più, non vi deve interessare se vanno in vacanza, se si trasferiscono, se divorziano o diventano santi del paradiso.

    Se volete guarire DISTACCATEVENE E GUARDATE AVANTI!

  • Azzurra, 13 Ottobre 2021 @ 15:47 Rispondi

    @Anto, ti ringrazio. Parlare con chi capisce queste dinamiche aiuta a comprendere come stanno realmente le cose. Credo che sia proprio come dici tu. Lui non è capace proprio di amare. E maltrattare è l’unico modo che conosce. Da quello che mi raccontava lui quando litigava con la compagna erano scene furiose e mi diceva sempre : tu non lo sai cosa significa. Ti auguro di non viverlo mai! Io non so lei. Se è più border o codipendente sta di fatto che è una coppia strana e sicuramente infelice.

  • Crocus, 13 Ottobre 2021 @ 15:08 Rispondi

    @Anto dubito fortemente che lo scarterà! Ahahahahahaha la gallina che le fa le uova d’ora (leggasi: lui mantiene la baracca, lei è una fancazzista quindi hai già capito, però ha accusato me di essere una rubasoldi…). Comunque @Anto la teoria ormai mi è molto chiara, per quanto riguarda la pratica, la fase acuta l’ho superata da qualche mese grazie a Dio. Ora ci sono (giustamente) gli up and down dovuti appunto anche al rientro in ufficio, all’aver ricevuto info (brutte) non richieste e via dicendo. Passo le mie giornate serena ma talvolta mi ritorna lo schifo, lo accolgo e poi mi dico “passerà” anche perché ragazze con tutto ciò che ho subito, il fatto che ogni tanto io stia così lo trovo più che normale. Sicuramente una miseria del genere non si dimentica, ma col tempo il dolore si affievolisce. Prego solo il signore di non incontrarlo/li mai. Nemmeno per puro caso.

  • elleelle, 13 Ottobre 2021 @ 13:50 Rispondi

    @Anto, Azzurra,
    Tempo fa leggevo un articolo molto interessante sul fatto che ci sono co-dipendenti che riescono a essere molto subdole nelle loro vendette nei confronti del marito che le tradisce. Questo psicologo spiegava che ha avuto casi di donne co-dipendenti che facevano degli sgarbi al marito, tipo essere sempre in ritardo, non fare certe cose in casa, negare sesso e affetto ecc.
    Secondo me è un po’ questo che dicevamo con @Azzurra riguardo ai nostri ex come “vittime”. Tutto meritato eh, però come dicevi tu è più guerra che amore in queste coppie.

  • elleelle, 13 Ottobre 2021 @ 13:45 Rispondi

    @Azzurra
    Sono d’accordo con Anto, secondo me il tuo ex non si è sfogato maltrattando te. Ti ha maltrattato perché è l’unico modo che conosce. Se maltratta la moglie, ad esempio se le fa sospettare l’ennesimo tradimento, sa che per l’ennesima volta lei se lo terrà in casa. Lo stesso ha fatto con te, ti ha maltrattato per misurare il tuo amore per lui.

  • Anto, 13 Ottobre 2021 @ 12:58 Rispondi

    @no azzurra, per carità, non pensare che lui sia vittima della compagna, perché non era questo il senso del mio commento.
    Il rapporto stabile e duraturo con il narcisista lo possono avere sia la codipendente (accudente) che la borderline.
    la prima é uno zerbino che accetta tutto, la seconda é una furia che gli tiene testa.
    La differenza tra il narcisista e il border é l’estrema sofferenza, rabbia e paura dell’abbandono del secondo.
    Non é che lui si é sfogato su di te a causa di lei . Nella fase in cui il border svaluta, il narcisista cerca altre figure che lo facciano “sognare”. Quando la border lo scopre ha talmente il terrore di essere abbandonata, che ritrova gli slanci amorosi di quando lo ha fatto innamorare, facendolo sentire un re. Sui social poi queste esternazioni romantiche le vedi e non sono fasulle per far soffrire l’ex amante, questo ritrovato amore (malato), si riproduce all’apparenza per davvero.
    Da quello che hai raccontato, la compagna del tuo ex credo sia piu’ una codipendente.
    Quella di crocus é piu’ vicino alla figura border.

  • Anto, 13 Ottobre 2021 @ 12:51 Rispondi

    @crocus, difficile a farsi, lo so ed e’ ancora presto, ma cerca per quanto ti é possibile di occupare sempre meno spazio nella tua testa per loro. Non pensarci diventa un vero e proprio balsamo.
    Lei potrebbe scoprirlo altre 1000 volte, e in tutte e mille si rimetterebbe in gioco per non essere abbandonata. E’ tipico di chi ha questo disturbo.
    Magari poi un giorno sarà lei a scartarlo, chi lo sa.
    E’ una guerra la loro, mica amore. Ciascuno a modo suo vuole vincere sull’altro.
    Tu sei stata una delle loro macerie.
    Non c’é niente di razionale. La spiegazione del loro disagio devi fartela bastare.
    Mi sembra tu sia sulla buona strada ma, se vuoi un consiglio davvero disinteressato, non rimuginare…
    Non stare a pensare, ma io, ma lui , ma loro.
    Basta, hai già dato.

  • elleelle, 13 Ottobre 2021 @ 07:02 Rispondi

    @Azzurra
    Nelle relazioni malsane, c’è un tipo di relazione che si chiama folie à deux. Me ne aveva parlato la mia amica psicologa proprio in relazione al mio ex e sua moglie.
    Per questo ho detto spesso in passato che secondo me anche lei è carnefice nei suoi confronti, ma in modo più subdolo. Alcune cose che mi ha raccontato lui, se vere, si spiegano solo così. È comunque una vita infelice.

  • Ariel, 13 Ottobre 2021 @ 00:20 Rispondi

    Massi cara Dispersa
    La mia analisi sta ovviamente una mia impressione relativa e sicuro sto lungimirante e nei miei scritti sono perfettamente consapevole che occorre tempo per riuscire a completare il proprio quadro

    Dipingere per me ê come il vivere e cioè molto difficile non solo per la parte apparente delle varie tecniche pittoriche ma soprattutto per il riuscire ad accedere al profondo sé e cioè al estro creativo che non appare mai come un cartello o con un andamento dei moto ondoso prevedibile

    Così a volte sto davanti alla mia tela bianca e SEMBRA CHE NON FACCIA NULLA perché infatti mi fa paura o mi stanca solo che a guardarla e non riesco a muovere un dito ma non riesco nemmeno a rinunciare a dipingere

    So che sicuro verrà il mio momento ecco perché mi ritiro aspettando senza aspettarmi più nulla
    Ho la mia vita piena e la mia tela che mi guarda e io la vedo ogni volta che ci passò davanti

    Ecco che in realtà ho scoperto che i periodi morti in realtà si sta lavorando sodo p-e e completare il proprio quadro perché ogni volta che guardò la tela bianca immagino la prima pennellata e non so quando mi scatterà l’estero creativo ma sono certa che arriverà

    Infatti poi arriva sempre e resta una gioia immensa per me potermi finalmente aprire a completare il mio quadro

    Così la apparenza é il restare convinti di essere immobili o realisti e sembra di vivere come due vite parallèle dentro se stesse quella fuori e quella della tela bianca che ci guarda …
    Non so se sono riuscita a spiegarti cosa significa questo procedimento psicologico ,ma la similitudine con le tappe di cambiamento di rotta nel proprio se profondo sono molto simili a chi dipinge e immancabile reta bloccato di fronte alla tela bianca che ti guarda e aspetta

    Il tuo primo segno
    Che sicuro prima passa dal pensiero silenzioso lasciarsi andare a non fare proprio nulla di diverso

    Ciò che chiamò dipingo anche quando Manon mi riesce di dipingere
    Poi immancabilmente ci riesco

  • Dispersa, 12 Ottobre 2021 @ 22:46 Rispondi

    @Ariel non sono una falsa cinica… Sono proprio realista!!
    Nell’ultimo anno per me sono cambiate tante cose e tanti punti di vista, tolti gli occhiali rosa non mi resta che guardare in faccia la realtà.
    Non ho voglia di grossi cambiamenti, almeno per il momento, e non ho nemmeno più voglia di rincorrere chi non mi vuole abbastanza bene!!
    Ho la mia famiglia, i miei amici, le mie passioni… Tutto il resto è contorno ormai!!

  • Azzurra, 12 Ottobre 2021 @ 21:55 Rispondi

    Il commento di @Anto mi ha suggerito nuove chiavi di lettura per interpretare la coppia del mio ex e la sua compagna. @Elleelle, era quello di cui parlavamo qualche giorno fa, del fatto che sono una coppia strana. Vai a vedere che alla fine sia proprio lui ad essere vittima di lei e con me si è preso tutte le rivincite. Ma si ammazzassero tra di loro, metaforicamente eh ci mancherebbe ma lasciassero me fuori da questa follia tra loro

  • Molly, 12 Ottobre 2021 @ 21:46 Rispondi

    “Cara @Molly che resti per adesso una vera minoranza di possibilità che persone come te siano incentivate a sbarcare qui
    Infatti non a caso qui le mogli solo mogli e punto sono scriventi se non scaglio a memoria tre da che sto qui e sul blog le testimonianze non esistono se non di recente

    Ci sta white
    Ci é stata Costanza e tu che io sappia”

    sai @Ariel, in parte hai ragione. Vero è che chi soffre così tanto per lo shock di una vita messa sul filo del rasoio da un tradimento non se la sente di affrontare tutte le critiche e gli attacchi di coloro che sono dall’altra parte, Per me è stato un percorso a montagne russe dove venire a conoscenza di certe dinamiche mi ha aperto gli occhi e mi ha aiutata moltissimo a vedere le cose da un’atra angolazione, ma in certi momenti ho faticato a reggerne il colpo. Mi sono arrabbiata, sono stata ferita, ho restituito le offese dove ho potuto, ma sicuramente non posso dire che sia stato il luogo accogliente che speravo. Ciononostante è stata un’esperienza arricchente approdare qui, anche se molte volte mi sono sentita in un campo aperto circondata da leoni che mi volevano sbranare: queste le sensazioni provate.

    Però sono rimasta e questa mia cocciutaggine ha in verità anche aiutato per primo @Ale che ha avuto lui stesso un’evoluzione e alla fine ha valutato in maniera diversa molti miei interventi, come io ho valutato i suoi in maniera diversa e quelli di tante donne (non tutte!) coinvolte dalla devastazione del tradimento..

    Ma non tutti sono disposti a farsi prendere a schiaffi in faccia e riuscire a continuare a stare in piedi. A volte mi sento davvero forte. Ho sicuamente una capacità di resistere agli schiaffi della vita in generale davvero molto alta. Molta gente sarebbe fuggita a gambe levate e molto prima, nonsolo da qui, ma da tante situazioni che ho vissuto.

    Non so se è per come sono stata tirata su, ma vedo qui su questo blog e nel lavoro che faccio pochissima capacità di resistere alla frustrazione e di conseguenza la ricerca di vie di fuga di tutti i tipi, dove si calpestano gli altri, si fa a gomitate pur di galleggiare.

    Per cui non sono stupita se Costanza e Whiterabbit si sono stufate di scrivere, ma mi dispiace immensamente perché solo con il confronto, solo con idee contrapposte tutti si cresce e ciò che è monotematico impoverisce.

  • Ariel, 12 Ottobre 2021 @ 21:03 Rispondi

    Si ma secondo me CaroAlessandro qui non ci vengono i casi di matrimoni che hanno proseguito in positivo nuovo percorso avendo superato il dramma del tradimento
    Perché questo blog tu da sempre lo hai impostato solo verso il tema amantato ,poi certo che ovviamente si parla di relazioni affettive dov’è inevitabile parlare di matrimonio per via del fatto che per essere amanti significa essere prima di tutto mogli e mariti che semplicemente tradiscono la fiducia del partner
    Con tutte le ovvie variabili dei casi dei motivi della tempistica etc.

    Ma qui mi Sto arrivando! Cara @Molly che resti per adesso una vera minoranza di possibilità che persone come te siano incentivate a sbarcare qui
    Infatti non a caso qui le mogli solo mogli e punto sono scriventi se non scaglio a memoria tre da che sto qui e sul blog le testimonianze non esistono se non di recente

    Ci sta white
    Ci é stata Costanza e tu che io sappia

    Le saluto e avbbraccio con tanto affetto entrambe e ovviamente tutte le lettrici silenti

    Ma qui é roba per amanti
    Inutile caro Alessandro per adesso lo hai tu impostato così il Blog e nulla di male ,ben inteso,ma era per spiegare a cara Molly che difficilmente nel immediato possiamo aspettarci che qualcuna si faccia avanti

    La testimonianza di cara Costanza comunque ne aveva scritto se non sbaglio anche recentemente
    Ma sono casi rari
    Qui é il blog degli amanti e punto .

    Forse adesso da quando da poco tempo CaroAlessandro si é messo a fare il counseling e allora gioco forza che il suo orizzonte anche professionale ha reso inevitabile interessarsi in modo più completo di tutte le realtà di relazioni affettive ma per anni qui ci stavano solo porte aperte alle amanti e stop.

    I numeri infatti contano e contano gli utenti amanti più che coppie che hanno proseguito bene nonostante il tradimento fatto e subito .

  • Crocus, 12 Ottobre 2021 @ 20:53 Rispondi

    @Anto tutto dannatamente vero quello che dici. Veramente un commento ineccepibile. E ti dirò di più. Mentre stavamo insieme mi ero imbattuta per puro caso in un articolo che parlava di gaslithing. Lì mi si è accesa una lampadina e ho iniziato ad approfondire, poi sono arrivata al narcisismo patologico. In quel periodo avevo attribuito a lei tutto ciò, le descrizioni calzavano a pennello. Quello che non avevo capito è che lui fosse tale quale. Infatti, quando sono andata in terapia (a storia chiusa) lo psicologo mi ha aveva detto che lui mi ha trattata esattamente come lei ha sempre trattato lui (a prescindere dal tradimento). Ho letto questo tuo commento @Anto più volte. E mi si è gelato il sangue per quanto fosse tutto vero. E soprattutto mi chiedo come faccio ad essere ancora viva e sana… ragazz*, dopo due soggetti del genere il rischio di finire al manicomio era davvero altissimo. Mi sono salvata per miracolo, lo dico sempre. P.s. lei gli ha sempre detto “quello che ho fatto è la dimostrazione che ti amo e tutti mi hanno fatto i complimenti” (andiamo bene). Il punto è che lei l’ha scoperto 3 volte e lui nonostante tutto ha continuato la storia con me, quindi oltre ad essere narcisista è pure un grandissimo pezzo di me***.

  • Molly, 12 Ottobre 2021 @ 20:03 Rispondi

    @Ale purtroppo scoperte/rivelazioni di tradimenti ce ne sono tutti i giorni e tutti i giorni quella persona che aveva dato fiducia al/alla coniuge riceve una pugnalata al cuore.

    Magari bastassero le tue statistiche e le testimonianze di ex amanti a non far nemmeno iniziare certe storie….

    Ogni giorno c’è chi fa il salto della barricata non rendendosi conto di quale devastazione comporterà quella scelta.

  • elleelle, 12 Ottobre 2021 @ 18:55 Rispondi

    @Anto
    Spiegazione perfetta di queste dinamiche.
    Secondo me la probabilità che questa sia la situazione in cui è stata coinvolta Crocus è molto, molto alta.

  • Molly, 12 Ottobre 2021 @ 18:33 Rispondi

    È un vero peccato che non ci siano altre persone che hanno recuperato o che stanno recuperando che non portano la loro testimonianza o le loro paure qui.

    Dove sono i nuovi lettori e le nuovi lettrici?

    E pure gente che ha recuperato o sta provando a recuperare la propria vita dopo la scoperta drammatica di un tradimento ce ne sino di sicuro.

    Fatevi avanti con le vostre angosce, dubbi, successi.

    Come avete fatto a ripartire? Cosa vi ha motivati? Quali ostacoli avete affrontato? Siete andati in terapia?

    Date voce alla vostra nuova realtà.

    • alessandro pellizzari, 12 Ottobre 2021 @ 19:25 Rispondi

      Ci sono in passato avevo scritto di un’altra

  • Anto, 12 Ottobre 2021 @ 13:56 Rispondi

    @crocus, la coppia del tuo ex amante e’ disfunzionale ed é davvero evidente da cio’ che ci hai raccontato.
    Sai chi spesso va a nozze con un narcisista? Non solo il codipendente, ma anche una donna con disturbo borderline.
    Prima idealizza il marito (in fase di conquista), poi lo svaluta, lo sminuisce, prova indifferenza per lui. … ma ha il terrore dell’abbandono e quando lo prova raggiunge livelli di sofferenza estrema.
    Altro aspetto del borderline é l’ira, aggiunta a una certa l’impulsività nell’agire.
    E’ capace davvero di diventare terrificante nei momenti di forte stress.
    Ma insieme sono perfetti. Praticano una danza duratura.
    Nel momento in cui lui vede la sua sofferenza sovrumana si riempie l’ego..finalmente lei lo vede per quello che é, un essere indispensabile e meraviglioso. Lei scarica la sua rabbia sulle persone che crede la causa del suo malessere. (Il marito non puo’ aver scelto te a scapito suo….ora é nella fase della nuova idealizzazione per l’uomo che ha spostao… quindi per lei é certamente colpa tua).
    Probabilmente hanno davvero parecchi problemi disfunzionali. Cercare di inserirli in uno schema logico non serve, perché di logico non c’é nulla.
    Questa probabilmente é la giustificazione delle azioni che hai visto.
    Non che lui abbia preso per i fondelli lei e lei ci abbia creduto. Cosi come davvero lui probabilmente pensava di amare te prima di vedere una donna che secondo il suo modo di percepire l’amore ha dimostrato con la sua rabbia e il suo dolore di amarlo piu’ di te. (I narcisisti cambiano parere da un giorno all’altro)
    Nella sua testa non stava mentendo, ne a te ne a lei.
    E’ probabilmente il risultato del loro disagio psicologico. (che si ripete ciclicamente, perché lei ricomincerà a svalutarlo prima o poi).

    Tu non centri niente e cammina in ufficio a testa alta.
    Puoi solo dirti fortunata ad esserne uscita.
    Sono distruttivi. Tutti e due.

  • Azzurra, 12 Ottobre 2021 @ 13:30 Rispondi

    @Giulia, non te la prendere. @avvocato parla come mangia di conseguenza pensa ciò che vive lui in primis e tutti ma proprio tutti siamo sulla sua stessa barca. Mal comune mezzo gaudio e così tira a campare… contento lui

  • Molly, 12 Ottobre 2021 @ 12:50 Rispondi

    @Ads io sono stata cresciuta dalla mia famiglia e insieme a mio marito abbiamo scelto di crescere i nostri figli che quando si fa qualcosa di sbagliato, quando si arreca dolore agli altri o ci di comporta scorrettamente, tutti elementi presenti nel tradimento tra l’altro, si ammette la propria imperfezione, si chiede scusa e ci si impegna a non ripetere la stessa scelta del cavolo.

    Se tu sei cresciuto o trasmetti ai tuoi figli dei valori sommari, superficiali, ho tristemente imparato a non stupirmi più di nulla ma gente incapace di prendersi la responsabilità delle proprie azioni e opportunista io preferisco perderla che trovarla.

    Sono molto lontana dalle tue scelte e per fortuna!

  • LaMilla, 12 Ottobre 2021 @ 12:35 Rispondi

    @avvocato, belli i primi mesi, poi l’ormone cala e iniziano le montagne russe…come ti capisco!
    Il mio amante non mi ha mai fatto scenate di gelosia, al massimo qualche sguardo truce e frasetta acida se un cliente si mostrava interessato. È un uomo passionale ma equilibrato che raramente perde il controllo.
    Riguardo la tua amante sembra parecchio incasinata: confessa ma rimane in casa, fa psicoterapia ma è impantanata da anni nella medesima situazione. Bloccata in un eterno loop in cui trascina anche te. Ma perché non te ne tiri fuori?
    Da quello che scrivi a volte mi sembra che, anche se stai comodo in questa situazione, tu non stia poi così bene come lasci intendere.
    Potresti aspirare a qualcosa di più. Consiglio spassionato da una doppiogiochista come te, eh!

  • LaMilla, 12 Ottobre 2021 @ 11:14 Rispondi

    @Molly, capisco il tuo punto di vista ma perché dovrei confessare? Cosa cambierebbe a mio marito? E mia figlia che verrebbe tirata in mezzo all’uragano cosa ci guadagnerebbe? La sincerità è un bel concetto ma tale rimane.
    Comunque cara Molly, bellissima lettera. Hai fatto la scelta giusta per voi e ora ne raccogli i frutti. Sei stata molto coraggiosa.

  • Molly, 12 Ottobre 2021 @ 10:28 Rispondi

    “Ariel, 11 Ottobre 2021 @ 22:42Rispondi
    I terapeuti se vogliono essere bravi terapeuti non dovrebbero affatto dare nessun consiglio
    Il compito di un terapeuta NON É DATE CONSIGLI!!!!

    Ma creare una situazione ottimale a che la persona in difficoltà riesca ad esprimere ciò che ha dentro a livello profondo emotivo
    Siamo noi stessi che riuscendo a portare in luce ciò che sta in profondità nel inconscio nella inconsapevolezza
    Riusciamo a accorgerci di ciò che davvero sentiamo di ciò che davvero vogliamo fare per riuscire ad essere le vere noi stesse e fare di conseguenza le vere nostre libere scelte

    Un terapeuta che da consigli è meglio lasciarlo a dare consigli a qualcun altro !!!
    Non si fa terapia per avere consigli!!!!“

    Cara @Ariel condivido OGNI PAROLA!!!

    • alessandro pellizzari, 12 Ottobre 2021 @ 10:35 Rispondi

      i ruoli nella terapia non sono così rigidi ma convengo che lo psicoterapeuta ha un ruolo di lavoro sull’analisi di chi è presente. Poi le persone vogliono anche consigli, ma non dobbiamo fare un dibattito sulle professioni, non è questo il luogo. L’importante che l’aiuto aiuti davvero

  • Ariel, 11 Ottobre 2021 @ 22:42 Rispondi

    I terapeuti se vogliono essere bravi terapeuti non dovrebbero affatto dare nessun consiglio
    Il compito di un terapeuta NON É DATE CONSIGLI!!!!

    Ma creare una situazione ottimale a che la persona in difficoltà riesca ad esprimere ciò che ha dentro a livello profondo emotivo
    Siamo noi stessi che riuscendo a portare in luce ciò che sta in profondità nel inconscio nella inconsapevolezza
    Riusciamo a accorgerci di ciò che davvero sentiamo di ciò che davvero vogliamo fare per riuscire ad essere le vere noi stesse e fare di conseguenza le vere nostre libere scelte

    Un terapeuta che da consigli è meglio lasciarlo a dare consigli a qualcun altro !!!
    Non si fa terapia per avere consigli!!!!

    Infatti la evoluzione parte da noi stessi e la terapia ci serve per riuscire appunto a sentirci bene al meglio per tirar fuori le proprie forze naturali che spesso nel dolore nei forti condizionamenti della propria crescita vengono indebolite e nei casi peggiori paiono scomparse

  • Ariel, 11 Ottobre 2021 @ 22:25 Rispondi

    Un buon terapeuta NON DA NESSUN CONSIGLIO!

  • giulia, 11 Ottobre 2021 @ 22:20 Rispondi

    @ads “senza offesa”? Tu stai offendendo.

    “rimarrai dove stai, non gli dirai nulla, e sta cosa te la porterai dietro..scommettiamo?”
    Ma va? Veramente è proprio l’obiettivo che mi sono posta: rimanere dove sono, non dirgli nulla, portarmi il segreto nella tomba.

    “Nella tua casuccia”.
    Tu ci stai ancora, io no.
    Se avessi letto “ascoltando” con attenzione, senza la presunzione di giudicare con quell’astio e rancore malsano verso il genere femminile (che io non ho, grazie a Dio, nei confronti dell’altro sesso), avresti inteso che, da anni e per gran parte dell’anno, viviamo distanti centinaia di chilometri, io e mio marito, per motivi di lavoro (sono stata trasferita io). Ma ti fa più comodo immaginare il nido d’amore finto, con la sottoscritta afflitta dalla noia e dalla monotonia casalinga a fianco a un uomo assente.

    Infine, sulla mia vita, sul mio futuro, sulle mie scelte, non faccio scommesse.
    Quelle puoi andare a farle al bar: sport, possibilmente, ti ci vedo bene… senza offesa, naturalmente.

    Con questo, chiudo questa sterile chiacchierata, @ads, sfioriamo il ridicolo.
    A te l’ultima parola.

  • avvocatodistrada, 11 Ottobre 2021 @ 21:06 Rispondi

    @molly il tradimento non si confessa mica sono tutte come te,
    il tradimento non si confessa laddove sei certo che lui che non ti ama, poichè se io non ti amo e mi dici che mi hai tradito io ti mando a fare una passeggiata,confessione uguale autogol,a quel punto mi lascio sul serio se devo poi mettermi in galera.

  • Lia, 11 Ottobre 2021 @ 21:02 Rispondi

    Pensierino della sera. Sono stata male perché ho conosciuto il cinismo, l’opportunismo nel mio ex. Ero abituata alla nobiltà d’animo del mio ex compagno che è una persona che non ha mai guardato alle convenienze ma ha sempre fatto tutto con il cuore. Pensavo che la maggior parte degli uomini fosse così e invece mi scontro ogni giorno con una realtà diversa. Ieri sera parlavo di quest’argomento con un amico che vedo molto razionale e che ha abbracciato la filosofia del prendo quello che la vita mi offre…
    Quando gli ho espresso i miei dubbi mi ha guardata come per dire ma tu a 50 anni sei messa così?
    Poi mi ha inviata a leggere “i pro e i contro del matrimonio” di Darwin che ha stilato una lista per verificare se conveniva sposarsi, e alla voce 2 dei pro scrive:
    Una compagna fedele(meglio di un cane). Ecco, questo è l’uomo…

  • avvocatodistrada, 11 Ottobre 2021 @ 21:02 Rispondi

    @lamilla, ti capisco guarda anche noi non quagliamo un cavolo,
    e ne sento parecchiè di ste cose, quindi da un certo punti di vista invidio gli inizi di ste cose quando ti sembra di toccare il cielo con un dito, anche io ho avuto momenti di grande up, non corrisposti e viceversa,
    scusa @lamilla, ma non ti fa scenate di gelosia, a me una cosa tremenda, capisco anche io ho figli in quella eta..e lei pure,
    pensavo che riuscivamo a troare un punto d’incontro, purtroppo non è mai successo,per tanti motivi, non ultimo la sua permanente umoralita, poi la scoperta del tradimento, grosso casino

  • Ariel, 11 Ottobre 2021 @ 20:48 Rispondi

    ma se uno dei due dovesse cambiare posto di lavoro finirebbe in pochi giorni!!

    Evviva cara Dispersa quando ti decidi allora a cambiare almeno il lavoro e toglierti da la tua ostinata come sempre lo fa il meccanismo della tua chiara DIPENDENZA AFFETTIVA ARCAICA……

    Non hai bisogno di fare la «  parte della cinica »
    Che fai la uomo cialtrona

    Perché così ti flagelli sul chiarissimo senso di colpa che sentì
    É visibile in ciò che scrivi

    Smettila di paragonarti a una cialtrona qualunque

    Perché HAI DA SCOPRIRE LE TUE VERE LUCI STUPENDE QUELLA VERA DISPERSA AUTENTICA CHE HAI CACCIATO IN FONDO A TE STESSA

    Falla emergere e LIBERATI DALLE PRIGIONI TUTTE …..
    CE LA PUOI FARE

    CURATI DI TE STESSA MEGLIO DI PIÙ !!
    FORZA DISPERSA

    MAI É TUTTO PIATTO E PERDUTO

    TE LO SCRIVE NA VECCHIIONA FELICE COME NA PASQUA

    EPPURE ne ho passate tantissime
    Ma mi sono fatte le terapie a stecca e mai persa di animo

    Lotta dacci dentro non fermarti alle apparenze

    Ti scrivo per spronarti perché come scrive caro @CaroAlessandro

    Non ESISTONO FERITE INGUARIBILI!!!!!

    Un abbraccione !

  • avvocatodistrada, 11 Ottobre 2021 @ 20:39 Rispondi

    @cara giulia, in primis sono sposato anche io da anni,
    saro’ cinico, ma sti paroloni che usate ogni volta per giustificare il vosto mantenere di fatto lo status quo, lo trovo simpatico,io non ho la verità, in fin di conti per motivi apparentemente legittimi sta li nella tua casuccia, non sei diversa da me, tu come altre del resto, la cosa è semplice, poi sei cerchi la finta solidarieta’ la trovi qui,
    mi dite sempre che contano i fatti, i fatti rimarrai a casa come me, non lo dici a lui come me,
    non sei innamorata come me,poi se vuoi infarciamo con famiglia, e altri paroloni che vanno bene in tv , cosi per fare un po di audience, qui poche persone sono coerenti,la maggior parte consiglia ma fa come te e me.
    con il tempo imparerai a conoscerci e conoscerle, ti manca la psicoteraupeta eppoi sei perfetta per stare qui.
    senza offesa, soltanto qui la donna chissa perchè fa sempre la parte della poveretta abbandonanta, innamorata,pronta a tutto…ma dopo di lui, poi vi lamentate se gli uomini non scrivono, appunto vi sentite giudicante, eppure l’amantato vi avrebbe dovuto insegnare che è meglio scendere dal piedistallo.
    rimarrai dove stai, non gli dirai nulla, e sta cosa te la porterai dietro..scommettiamo?

  • LaMilla, 11 Ottobre 2021 @ 20:21 Rispondi

    @cossora, sì. Negli ultimi sei mesi mi sono sforzata di credere che l’amore per mio marito si potesse recuperare, anche perché lui è veramente una persona eccezionale che al confronto l’altro è carta straccia. Ma che ci vuoi fare: a questo giro mi sono innamorata dello sfigato!
    Ho rigirato il mio matrimonio da ogni lato ma nulla, l’amore non si ritrova a comando. Rimangono tante altre cose, come dicevo nell’altro commento. Cose che mi fanno desistere dallo scegliere la separazione, almeno per il momento. Ho scelto di essere onesta con me stessa e non indorarmi la pillola sulla fine del sentimento per mio marito.
    Ma l’amore è un’altra cosa e se l’altro tornasse veramente, niente mi tratterrebbe.
    Un abbraccio cara.

  • LaMilla, 11 Ottobre 2021 @ 20:08 Rispondi

    @avvocato, perché sono innamorata di lui. Follemente. Aldilà di qualsiasi ragione e ostacolo. È stato lui a fermarmi un anno e mezzo fa quando io ero pronta a buttare dalla finestra tutta la mia vita. E sarei pronta a farlo ora. Si chiama Amore.
    D’altro canto se lui non fa il salto dopo trent’anni di litigate e tradimenti, perché dovrei farlo io con un matrimonio che va piuttosto bene e una figlia di 10 anni che cresce serena e amata?

  • Molly, 11 Ottobre 2021 @ 19:47 Rispondi

    Comunque spero che @Ale riesca a riportarci SU QUESTA PAGINA al tema del matrimonio ricostruito ex novo dopo il dolore di una vita parallela e che dei nuovi lettori e lettrici si uniscano al tema della coppia che riparte e si mette in discussione.

  • Molly, 11 Ottobre 2021 @ 19:01 Rispondi

    “Non confessare, non ha senso a storia finita con l’amante. Quando la ferita si sarà rimarginata e non brucerà più, sarai abbastanza lucida da guardare il tuo matrimonio e decidere cosa farne.”

    @lAMILLA Io ho espresso più volte che non va affatto bene non confessare e ne divento sempre più convinta.

    Cioè il coniuge, che è già stato nell’inganno quando il tradimento era in essere, ORA DOVREBBE RESTARE NELL’INGANNO ANCORA UN PO’ e non sapere né del tradimento né del fatto che non è tanto sicura del matrimonio e magari tra 4 mesi spunta fuori con la notizia “ho deciso di lasciarti”? Perché non dare alla persona tradita la possiilità di vivere nella REALTA’ ORA, ma l’inganno deve pure proseguire?

    Non è generosità e cura del coniuge ma NUOVAMENTE approfittare del fatto che sono ignari. Ma veramente riuscite a guardarli in faccia questi coniugi ignari? A parti invertite vi piacerebbe vivere nell’inganno?

    Ovvio che il rischio che la persona tradita non riesca più a volervi a fianco è alto. Ovvio che se succedesse la vostra vita subirebbe un forte scossone. Ma sono tutte cose a cui si doveva pensare prima….

    Rimanere a casa in una relazione dove si nascondono cose importanti, dove è evidente che VOI non vi fidate del coniuge a cui non volete far sapere come stanno le cose non sono premesse per un futuro di coppia. Questo è il momento di dare uno scossone al vostro matrimonio e mettervi a nudo, farvi conoscere anche nelle vostre imperfezioni.

    • alessandro pellizzari, 11 Ottobre 2021 @ 20:39 Rispondi

      Molti terapeuti consigliano di non confessare in certe fasi del rapporto. Soprattutto se lo si fa per scaricarsi la coscienza

  • Dispersa, 11 Ottobre 2021 @ 18:33 Rispondi

    @Ads per un attimo ho pensato… Ohh my god scrivo come un uomo!!… Invece stavi riportando il mio pensiero!!
    Bisogna essere consapevoli… Sarò immatura ed egoista… Ma purtroppo il mio pensiero al momento non cambia!!
    @LaMilla non ci si innamora più… Ma ci sono altri mille motivi per cui si rimane dove ci si trova e non è sempre per convenienza!!
    Siamo onesti a 60 anni difficilmente si fa una svolta… Prossimo alla pensione e magari nonno… Tu probabilmente sei ancora troppo giovane e lui lo sa!!
    Se io continuo tra chiusure e ritorni è semplicemente perché ci si vede per lavoro, ma se uno dei due dovesse cambiare posto di lavoro finirebbe in pochi giorni!!

  • Clarabella, 11 Ottobre 2021 @ 17:12 Rispondi

    Ariel, è verissimo ciò che hai detto!!
    Solo a completa guarigione arriva il bello e il buono in ogni ambito…. perchè NOI STESSE riacquistiamo la capacità di guardarci intorno con serenità e senza più oppressioni.

    Ragazze chiudete a stecca.
    Ascoltate il vostro io.
    Si rinasce.

    Ti faccio tantissimi auguroni cara Ariel ❤ grazie….

  • cossora, 11 Ottobre 2021 @ 16:43 Rispondi

    Beh @ads qualcuno che si innamora davvero e che per un 15-20 anni rimane innamorato e fedele c’è.
    Poi c’è la routine, c’è che sei la madre/il padre dei miei figli, c’è che ti vedo tutti i giorni da 20 anni, c’è che le emozioni piacciono ma poi la realtà, finita l’emozione (che sia un’ora, una serata o un week end) rimangono da gestire altre cose.
    C’è anche a chi un po’ dispiace l’idea che una passione si raffreddi.
    E poi a casa non si è da soli, ci sono altre persone con i loro trascorsi, i loro attaccamenti, i loro legàmi, le loro immaturità e le loro incoerenze.
    Io sono stata coerente e mi sono separata in pace e civiltà. Ho deciso per tempo di non avere più balle da raccontare ne da giustificare in caso venissi scoperta. Ma mi hanno giudicata anche per questo.
    La gente quando non riesce a fare quello che fai tu, lo critica.

  • giulia, 11 Ottobre 2021 @ 16:42 Rispondi

    @avvocatodistrada accolgo con piacere, gratitudine e autocritica i commenti, i consigli delle altre.

    Ma i tuoi risultano superficiali e ti portano a liquidare facili giudizi.

    Non tieni conto della complessità del vivere in coppia per tanto tempo, come evolve un amore, come cresce, come trova ostacoli e difficoltà, come può indietreggiare e subire colpi, a volte mortali, ma non sempre. Scusami, ma la tua visione della vita non corrisponde alla mia, sarai pure cinico, ma essere cinici non significa essere realistici o avere la verità assoluta in mano.

    “poi quando il tizio ti ricontatterà tornerai al punto.0” è un’espressione altrettanto superficiale, peggio, gratuitamente brutale.

    Sì, faccio fatica a dimenticare il mio ex amante, purtroppo è un collega, per di più seriale e probabilmente narcisista, e anche se io non l’ho MAI PIU’ cercato e non ci vediamo (almeno per ora, perché siamo in sedi diverse), mi chiama periodicamente in modo metodico con la scusa del lavoro. Per la cronaca, mi ha cercata ancora qualche giorno fa, non ho risposto per 4 volte al cellulare del lavoro ed è passato dal centralino con la complicità della segretaria. Le scuse del lavoro sono il suo lasciapassare (sono scuse, ma formalmente non posso esimermi). Capirai che non è semplice archiviarlo.

  • avvocatodistrada, 11 Ottobre 2021 @ 15:14 Rispondi

    @cossy, avevo capito bene,infatti lamilla mi piace,…strano sono tutte quasi cosi,..farei, avrei fatto,
    ero disposta a tutto!..ad ogni modo fate bene, l’uomo è inaffidabile intrinsecamente,
    la moto,la macchina, la barca e chi ci rinuncia

  • Ariel, 11 Ottobre 2021 @ 15:02 Rispondi

    Grazie cara Clarabella
    Pochi estimatrici ed estimatori di Ariel e il mio vulcano del deserto lontano,ah ah ah

    ma sicuro molto buoni e pieni di intelligenza e vera onestà intellettuale !!!

    Buona vita nuovaaaa cara Clarabella!!❤️
    Che pure per me é cambiato tutto in meglio vita nuova anche per me
    Alla faccia a di qualsiasi esperienza dolorosa

    Possiamo solo ringraziare noi stesse capaci di ascoltare e impegnarsi a curarsi senza vergogna alcuna di ciò che si era state un tempo
    Con la vera guarigione nascono come funghi le opportunità positive in ogni ambito

    Impegno terapeutico a stecca da i suoi frutti

    Evviva la nuova Vita!!!❤️

  • cossora, 11 Ottobre 2021 @ 13:54 Rispondi

    @ads sei distratto. Perchè se non torna a prendersela da libero lei non molla il marito.
    Una volta tanto che una donna lo ammette!

  • avvocatodistrada, 11 Ottobre 2021 @ 12:17 Rispondi

    scusa lamilla,perchè dici se lui tornasse libero..buttate sempre la palla di la..

  • cossora, 11 Ottobre 2021 @ 12:04 Rispondi

    @lamilla sei onesta, non ti giustifichi, non ti fai sconti. Brava, qualsiasi cosa deciderai di fare, sei una che ci mette la faccia.

  • Ariel, 11 Ottobre 2021 @ 11:00 Rispondi

    @ads i tuoi commenti non sono affatto attendibili perché tu fai di tutta un erba un fascio e riuscire e vokere distinguere casi dove si vivono relata di relazioni manipolazione negativa e in alcuni ,non pochi casi,qui testimoniati relata di relazioni tossiche fa una differenza enorme sul poter esprimere una valutazione come fai tu chiaramente tesa a giustificare le tue azioni di vero puro ego carenza di empatia che hai come alcuni uomini non pochi che fanno gli amanti si,
    Ma solo di se stessi e punto.

    In molte volte ti é stato fatto notare queste tue continue mettere gli altri casi come fosssero le solite disgustose situazioni di vere truffe emotive fatte a danno sia del coniuge che si prende per i fondelli facendoti i cxxxzi tuoi sempre nella BUGIA DELLA TUA DOPPIA VITA

    Ma pure verso la tua amante LA TRATTI UGUALE
    ti ricordo che su questo Blog hai scritto

    Che ti sei sposato perché ormai era ora di sposarsi
    Che hai fatto figli perché erano da farsi
    Come fosse la tua già in partenza una vera IRRESPONSABILITÀ TOTALE
    Empatia a zero

    Poi HAI SCRITTO TU
    Che se la tua amante rompe le palle
    Nessun problema va cambiata che ci sta pieno di sostitute

    Ora capisci da che pulpito osi mettere i tuoi commenti mettendo sullo stesso piano donne che qui sono state amanti di veri Cialtronzi
    Che significa che hanno vissuto una azione di relazione tossica e disfunzionale grave
    Infatti per questo che la Scienza ne ha scoperto il meccanismo aiutando chi vive realtà di questo tipo a cercare di chiudere e curarsi le ferite subite senza nessuno scrupolo da parte del uomo amante double face esattamente come sei o meglio appare qui dai tuoi commenti

    Le donne ex amanti occorre sempre vedere da quanto tempo dura amantato perché se sta più di un anno
    Ci sta puzza di manipolazione negativa e di dipendenza affettiva da parte della donna

    La crocerossina che sempre perdona e viene ILLUSA INTORTATA DA UN SISTEMA A SCHEMA BEN PRECISO E SEMPRE UGUALE
    Roba di SCIENZA che dovrebbe stimolarti a documentarti meglio e seriamente prima di fare i soliti discorsi del tutto fanno così
    E donne rassegnatevi

    Veri discorsi da ignoranza e da immobilismo nella tua bolla priva di empatia
    Conti solo tu e la tua BELLA VITA DI BUGIARDO A DOPPIA DIREZIONE
    CON MOGLIE
    CON AMANTE

    buoni 130 mq di FALSITÀ !!!

  • LaMilla, 11 Ottobre 2021 @ 10:47 Rispondi

    @avvocato, uno schiaffo in piena faccia questo tuo commento ma concordo con te al 100%.
    Meglio arrivare alla consapevolezza di un amore matrimoniale finito che raccontarsela. Non si trova l’acqua nel pozzo asciutto. A quel punto si accetta il compromesso e si va avanti.
    Un consiglio però: il tuo compromesso dura un po’ da troppo tempo…

  • LaMilla, 11 Ottobre 2021 @ 10:36 Rispondi

    Io ho lasciato definitivamente il mio amante quasi due mesi fa, perché dopo due anni non riuscivo più a vivere la storia con serenità. È stato un buon amante, molto più vecchio di me, mai bugiardo, il lieto fine tra noi piuttosto tangibile. Mi ha chiesto di aspettare troppo ed io sentivo la necessità di sciogliere i nodi del mio matrimonio. Di prendere una decisione sulla mia vita, indipendentemente da lui. Quindi ho chiuso e ho iniziato la psicoterapia. Con mio marito è sempre andato tutto bene, perfino il sesso. Siamo complici, facciamo un sacco di attività e viaggi insieme. Cresciamo nostra figlia libera e serena. Sono di nuovo una madre presente, dopo essere stata distaccata e distratta per mesi. Conclusione: sono soddisfatta di me, finalmente mi sento di nuovo in grado di trasmettere positività ai miei cari, sorrido. Sono felice? No. L’ultima volta in cui mi sono commossa fino alle lacrime dalla felicità è stato durante un aperitivo prenatalizio sul mare con l’altro. Amo mio marito? No. C’è affetto, stima, un legame bello e indissolubile. Ma l’amore non si recupera. O c’è o non c’è. Il mio amore è ipotecato ad un uomo quasi sessantenne, bruno, una montagna che cammina. Se lui tornasse da libero, ora come ora farei saltare tutto in aria in 24 ore. Sono consapevole di questo, ho accettato la mia doppiezza e vado avanti. Di meglio non posso fare. Ho smesso di raccontarmi la favoletta che tutto tornerà come prima nel mio matrimonio, che guarderò di nuovo mio marito con gli occhi a cuore. Al momento però non ho motivo per separarmi. Sarebbe distruttivo per tutti, anche per me. Quindi semplicemente vado avanti, cercando di dare il meglio a chi mi circonda e a me stessa. Adesso è il momento di sostare in porto, dopo la tempesta mi riposo in acque tranquille e conosciute. Non significa che non prenderò mai il largo. La non felicità non mi si addice a lungo termine.
    Un abbraccio cara!

  • avvocatodistrada, 11 Ottobre 2021 @ 09:35 Rispondi

    @giulia, ci aggiorniamo tra qualche mese…non c’è nulla di male ad ammettere che non sei piu innamorata di tuo marito,
    che lo vedi solo come genitore, ci rinfacciate ogni cosa, ma anche voi, spuntano problemi irrisolvibili dei vostri coniugi, a me sembra che non vi rendiate conto che siamo in forma anonima, non c’è bisogno di narrare come si fa fa nella quotidianità,
    poi vi offendete se vi dico che siete uguali a noi, ecco diciamo che ve la raccontate meglio,
    anche io sono certo che mia moglie sapesse..ma non lo sa, un conto immaginarlo un altro è saperlo.
    ho valutato …non sei condannata all’infelicità , deve gestire sta cosa.con il tempo si impara.
    ultima cosa qui nessuno di quelli che si è lasciato ritorna dal partner,si rientra in una modalità piu tranquilla,
    ad ogni modo sento che ci farai compagnia per un bel po’, alti e bassi,
    poi quando il tizio ti ricontatterà tornerai al punto.0

  • Ginger, 11 Ottobre 2021 @ 09:22 Rispondi

    @ Giulia, hai scritto delle cose molto sagge. Non dire nulla a tuo marito, servirebbe solo a lavarti la coscienza. Indipendentemente dal fatto che possiate ricostruire o meno, non dargli questo dolore inutile.

  • LaMilla, 11 Ottobre 2021 @ 09:18 Rispondi

    @giulia, carissima. Sono esattamente nella tua stessa situazione in questo momento. Non confessare, non ha senso a storia finita con l’amante. Quando la ferita si sarà rimarginata e non brucerà più, sarai abbastanza lucida da guardare il tuo matrimonio e decidere cosa farne. Se hai al tuo fianco una bella persona e la tua famiglia serena, vale la pena riprovare.

  • Molly, 11 Ottobre 2021 @ 09:17 Rispondi

    @Ads il tuo cinismo è deprimente. Non hai dato una parola di speranza a @Giulia e hai già determinato il suo futuro in maniera ferma e irrevocabile per tutta la vita: una condanna!

    Beh sappi che la nostra vita non è determinata da UNA SOLA SCELTA, che tutto si fa e si può disfare a seconda delle scelte future perché siamo potenzialmente tutti in evoluzione, salvo le nostre grosse resistenze. È proprio vero che spesso si realizza ciò in cui SI CREDE! Tu credi che credi che avrai una vita mediocre e sicuramente l’avrai.

    Lascia che gli altri sognino e realizzino la loro vita basata su altre profezie.

    Due anni fa ho fatto una scommessa e ho avuto fiducia. La stessa scommessa l’ha fatta mio marito e abbiamo trasformato la nostra vita. Tutto può cambiare. Il nostro futuro lo decidiamo noi con le nostre scelte.

  • giulia, 11 Ottobre 2021 @ 07:17 Rispondi

    @avvocatodistrada, la storia extraconiugale è durata pochi mesi e non ho mai tradito in generale nessuno prima di questa volta. Butto via un matrimonio di vent’anni per una storia finita di pochi mesi?

    Certo che ci sono le responsabilità, i figli, ecc, ma se mi accorgerò di non riuscire più a ricostruire la mia felicità accanto a mio marito, sarò la prima ad andarmene.

    Ho detto che sto cercando da un lato di togliermi dalla testa il mio amante (questione di mesi mi auguro, ma lo dico anche realisticamente e statisticamente parlando), dall’altro di salvare il rapporto con mio marito e vent’anni di progetti e vita insieme.

    Ti prendi poi, una grande responsabilità a dire a una donna nella mia situazione di vulnerabilità e confusione che la sua “coppia è finita”, senza conoscerne le storie e i vissuti. La chiamo presunzione, tra l’altro molto pericolosa.

  • Molly, 11 Ottobre 2021 @ 06:52 Rispondi

    @Giulia con tutto il dolore immenso che ho attraversato per aver realizzato una realtà che non mi è piaciuta, ringrazio infinitamente mio marito che ovviamente sapeva di gettarmi nel baratro e nel momento della rivelazione del tradimento si è messo nella TOTALE POSIZIONE DI VULNERABILITÀ e ha ovviamente rischiato tutto, ma lo ha fatto sapendo che era l’unica via possibile tra noi. Non ha NUOVAMENTE scelto lui di nascosto “per il mio bene”(calpestato negli anni del tradimento!), ha lasciato che le cose andassero come dovevano andare.

    Come ho spiegato non è stato per nulla facile attraversare quel dolore, quella delusione. No, mio marito non si è scaricato la coscienza, ha fatto un gesto d’amore nel RENDERMINLIBERA DI DECIDERE ALLA LUCE DEL SOLE. Dopo anni di inganni finalmente mi ha presentato la realtà DEL PASSATO e mi ha resa libera di accettare lui con le sue imperfezioni, genuino e mi ha aiutata ad affrontare le conseguenze delle sue scelte. Mi è stato vicino, proprio lui che il dolore me lo aveva procurato, proprio lui che era fuggito quando ero stata in un altro grande dolore.
    Io sono convinta che prima o poi la verità emerge e anche se non succede si vive meglio entrambi se INSIEME si affrontano le paure, il dolore, le insicurezze, la fiducia che deve essere piano piano ricostruita.
    Certo lo shock da parte mia è stato enorme, avevo tutti i sintomi del post traumatic stress disorder ma finalmente avevo l’uomo onesto, vero e sincero che era quello che vari decenni fa mi aveva fatto innamorare.
    Non ci sarebbero state le basi della fiducia e della ricostruzione del nostro rapporto senza la VERITÀ! Lui sa quali sono i valori in cui credo e non avrebbe avuto senso essere scelto perché non sapevo. Lo avrebbe reso un insicuro tutta la vita.
    La nostra relazione sarebbe monca e falsa senza quella orribile verità.
    Fai come credi @Giulia. Io sento che non è vero fino in fondo che il tuo pensiero va a lui. Rivelarsi e mettersi a nudo non è da tutti. Affrontare la persona che si è ferita non è facile e RESTARE con chi ti ha procurato tanto dolore non è da tutti. Ma sono esperienze di grande crescita interiore, di cambiamento.

  • giulia, 10 Ottobre 2021 @ 22:20 Rispondi

    @molly grazie per la tua risposta. Sí, ancora sono troppo confusa.
    La scelta di non confessare finora il mio tradimento non è per paura di rimanere da sola, non è dettata dalla codardia e neppure da qualche convenienza.
    Sono certa che se lui sapesse della mia relazione, gli darei un dolore grandissimo, in un momento tra l’altro molto difficile per lui per altre vicissitudini… e per cosa? Per una storia che è finita, che continua sí ad avere ancora delle conseguenze sul mio matrimonio, ma che spero, a breve, rimarrà solo nel mio passato, quando finalmente smetterò di pensare al mio ex.
    E non sto correndo a rifugiarmi da mio marito dopo essere stata lasciata dal mio amante. Ho valutato seriamente, i mesi successivi la rottura con lui, la possibilità di lasciare mio marito.
    Ma penso che siamo una coppia che si può ancora ritrovare: vent’anni di vita insieme (metà della mia vita) non li posso buttare senza provarci, per una storia di pochi mesi, per quanto travolgente sia stata. Lo penso con lucidità, mentre il mio cuore ancora non è guarito. Mio marito c’è, ora ancora più presente di prima per me, sono io che devo tornare. Non mi sto condannando all’infelicità, sto cercando di capire se riesco a ricostruirla a fianco a mio marito.

  • avvocatodistrada, 10 Ottobre 2021 @ 22:09 Rispondi

    @giulia, la mia tesi, sei stata lasciata dal tuo amante , sei tornata a casa, ovviamente farai finta di nulla,ti comporti come tutti noi, non ne faccio questione di genere,accampi le solite scuse famiglia, figli, tuo marito che diventa amorevole, salvare la famiglia, insomma solito epilogo,..non ricostruirai un bel nulla,fare riflessioni post per massaggiarsi la coscienza non serve a nulla,io non c’è l’ho con te,fate cosi, come facciamo noi,non fare la cazzata di confessare, questo segreto te lo porti nella tomba,se è stata una relazione pluriennale, il tuo matrimonio è finito,
    compenserai tuo marito con i figli, poi dopo tornerai ad essere inquieta.
    vuoi recuperare, ci vuole una grossa volontà,ed i sentimenti non si accendono o spengono come l’auto,
    un conto è fare la vacanze di famiglia, il pranzo la domenica, altra cosa è la coppia!
    la tua coppia è finita , come la mia e della maggior parte delle ragazze qui.
    lo accetti e vivi meglio

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 20:56 Rispondi

    @Titti grazie per il tuo commento ❤️! E sono felice di sapere che ti sono stata di aiuto! Io non sono piombata nello schifo di un anno fa, ma proprio no, però rientrare in ufficio ha riaperto la ferita + ho sentito determinate cose (scabrose) quindi… Mi dispiace molto per la perdita dei tuoi. Ti abbraccio. Una cosa @Titti, non sentirti in colpa per favore, quella frase “se dovesse sapere e avercela con me, avrebbe una parte di ragione”, non furia mai più! NO! Per favore NO! Non c’entri tu, chi non doveva cedere è suo marito, tu sei completamente INNOCENTE nei confronti della moglie, ricordati questa cosa, è molto importante. Puoi sentirti in colpa nei confronti di tuo marito per dire, ma la moglie lasciala fuori. E poi, quando ci innamoriamo mica stiamo lì a pensare “ah ma tanto è sposato”. L’amore è amore, punto. Grazie ancora cara @titti, le vostre parole in questi giorni mi sono di grande aiuto. ❤️

  • Ariel, 10 Ottobre 2021 @ 20:27 Rispondi

    Ê qui aggiungo che nei casi come quello di @Crocus o di altre che vedono la loro vita privata messa in una vera azione di continuo disturbo della privacy azioni di diffamazione essere messse alla gogna in ambiti diversi la voro e quantAltro in Italia esiste comunque la ottima possibilità di rivolgersi ad avvocato denunciare almeno lo stalking in apparsi di minacce anche solo di pubblicare ad esempio foto personali di qualsivoglia posa essere sempre raggiunte sotto casa o a correre essere visibili a uscita vostra di casa o ufficio essere contattate da social mail sms pure di amici comuni che si prestano alla manipolazione e fanno i messaggeri del Cialtronzo

    Tutta sta roba qui si può denunciare chiedere ad Avvocato e METTERE UN ARGINE UN MURO INVALICABILE TRA VOI E IL MANIPOLATIVO NEGATIVO E LA SUA CORTE

    Per il resto credo che il nostro diritto di difesa come si può in Italia ristretto a poche azioni ma meglio di niente e comunque quando andiamo a votare occorre essere informate ad esempio su chi porta avanti da anni in Italia proposta allo studio di legge sulla violenza psicologica

    Una vera ARMA CHE AIUTA AD ESEMPIO SOLO CHE AD ESEERE RISARCITE ECONOMICAMENTE PER SPESE SOSTENUTE IN CURE FARMACI MEDICI PSICOTERAPEUTI e danni appunto causati da truffe vere e proprie

    NON SONO LIBERE SCELTE come spesso leggo alcune si ostinano a pensare di scegliere liberamente di fare le amanti assenza un domani tipo stampelle varie o mi faccio il giro del quartiere con gli sposati

    No Chi Agisce in questi casi é VITTIMA TEMPORANEA DI MANIPOLAZIONE NEGATIVA E HA DA CIRARSI LA DIPENDENZA AFFETTIVA

    Non si diviene amanti sempre per libera scelta
    O meglio non si RESTA AMANTI MAI PER LIBERA SCELTA

    Curatevi di voi stesse
    Imparate a proteggere legalmente voi stesse
    È finalmente VINCERETE LA VOSTRA GUERRA
    LIBERTÀ DENTRO NOI STESSE!!!

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 19:56 Rispondi

    @Piccola ❤️ ❤️ ❤️. Ce la farò! Sono una donna cazzuta eh, mi rialzo, poi cado, poi mi rialzo ancora e così via. Chi meglio di te può capirmi, visto che stai vivendo più o meno le stesse cose. Io semplicemente sono una che non se la racconta @Piccola. Mi spiego meglio, non sono una che deve dire che sta bene per forza, anche quando non è così. Non è mica una gara questa. Certo, non sto male come un anno fa, per carità di dio! Però i momenti di sconforto ci sono e lo trovo assolutamente umano e normale (visto ciò che ho vissuto). La mia fortuna sai qual è? Di essere circondata da persone vere nonostante tutto. E questo mi dà speranza e mi fa capire che tutta quella fiducia che avevo perso nel genere umano, la posso riavere. Certo, dovrò fare attenzione 30.000 volte in più rispetto a prima, ma voglio sperare che ci siano ancora belle persone là fuori. Tu bellissima come stai? Ti penso sempre tanto, sappilo. Piacerebbe anche a me moltissimo parlarti di persona. Chissà, magari prima o poi accadrà! Ti abbraccio ❤️

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 19:49 Rispondi

    @lia ti ringrazio, sapere che hvai capito perfettamente cosa intendevo dire mi rincuora. Grazie davvero ❤️.

  • Ariel, 10 Ottobre 2021 @ 19:49 Rispondi

    alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 18:59Rispondi
    Questo articolo è un messaggio di speranza per tutte le mogli e i mariti che vogliono giocarcela seriamente. La guerra fra mogli e amanti deve finire

    Care Ragazze concordo totalmente con quanto ha scritto più volte CaroAlessandro
    @ÉORADIBASTAGUERRATRAVITTIMEAMANTI EMOGLIUGUALIVITTTIME@

    @Cara Lia e tutte qu’elle altrettanto care Amiche di Blog che so benissimo cosa significato vivere relazione di manipolazione negativa
    So benissimo cosa sia stato VENIR PRESA IN GIRO DALLA A ALLA ZETA

    Ho vissuto il mio inferno e senza neppur aver potuto scegliere liberamente prima di avere un amante
    Sono stata truffata alla facciata del mio lutto gravissimo di vedova

    Ma vi prego non facciamo più la guerra dei poveri
    Non serve non ci aiuta a guarire del tutto le proprie innegabili profonde ferite subite senza nessuno scrupolo da parte di uomini veri manipolatori negativi

    Il fatto che si possa pure scrivere come fa CaroAlessandro di altro argomento un punto di vista diverso che riguarda una possibilità esistente pure in statistica anzi é la statistica che ko ha rilevato é che esistono alcuni casi pure se minoranza numerica di matrimoni che riescono a proseguire in. Nuovo percorso di vita tra coniugi nonostante uno dei due abbiano tradito il partner

    Non sono la maggioranza affatto e questo infatti coincide con la realtà concreta di quanto sia difficile risorgere da relazioni disfunzionali e tossiche

    Pure le mogli ,già scritto,sono state e sono vere vittime di veri Stronzi di mariti che si sono comportati esattamente in modo speculare prendendo in giro la moglie e la amante

    La maggioranza tra questi casi di relazioni disfunzionali le mogli che se lo tengono spesso la cronaca e i terapeuti constatano essere donne spesso e volentieri minacciate di vere violenze psicologiche ricatti sui figli sul fargli del male
    Nessuno se ne accorge in paese tutto tace

    Nessuno denuncia perché non esiste legge sulla truffa emotiva e violenza psicologica

    Amanti sono mogli e viceversa e cioè vittime entrambe nella maggioranza dei casi di relazioni a carattere manipolazione negativa o tossica

    Vi comprendo ma vi dico

    Usciamo DEL TUTTO DAL TUNNEL CIRCOLO CHIUSO DI UNA GUERRA ASSIRDA E CHE PORTA SOLO CHE DOLORE!

    Vi abbraccio tutte!
    Amanti e mogli!!

  • Clarabella, 10 Ottobre 2021 @ 19:16 Rispondi

    Ariel…mia cara dolce Ariel….ti adoro!
    Per me sei un vulcano!
    Leggo sempre i tuoi commenti e colgo in ognuno l’aiuto che cerchi di trasmettere, tramite le tue opinioni.
    Rimani così cara Ariel, che c’è bisogno di positività in questo mondo così distorto.

    Ti ringrazio per il bellissimo augurio fattomi ❤
    Ti voglio bene!

  • Titti, 10 Ottobre 2021 @ 19:15 Rispondi

    @Lia, capisco davvero il tuo punto di vista, ma Molly che colpa ne ha? La moglie del mio ex..che colpa ha? Come ho già scritto, il mio è stato schifoso nei miei confronti. Il marito di Molly non sappiamo. Lei è serena e tanto basta. In una storia a tre, qualcuno ne deve uscire necessariamente con le ossa rotte. Magari la ex amante del marito di Molly sta meglio di come possiamo immaginare. È umano proiettare la nostra storia su tutte le altre, ma per fortuna non sono tutte uguali.

  • Lia, 10 Ottobre 2021 @ 18:55 Rispondi

    Preferisco non commentare. Sono troppo emotivamente vicina all’unica vittima che è arrivata a separarsi mentre lui ricostruiva con Molly senza avere mai avuto la minima intenzione di lasciarla.
    @Ale, io spero tu capisca che in altri articoli uno così lo avresti condannato ai lavori forzati in miniera. Da qui credo nasca la legittimita confusione di @Crocus.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 18:59 Rispondi

      Questo articolo è un messaggio di speranza per tutte le mogli e i mariti che vogliono giocarcela seriamente. La guerra fra mogli e amanti deve finire

  • Piccola, 10 Ottobre 2021 @ 18:08 Rispondi

    @Cro adesso fa male, ho vissuto anch’io questi momenti di ritorno e ho sempre il terrore si facciano vivi. Quando ami davvero è così, o meglio, io mi sento così. Però adesso concentrati su di te e taglia, vola, liberati da questo male, da questa gente orrenda. So cosa ti fa male e ti vorrei tanto parlare di persona. Leggi le belle parole che ti ha scritto @Cossora e non avere paura. Anch’io al lavoro spesso mi sento osservata, so che a molti è stato raccontato di me da lei ma poi penso che è così bello non essere caduti definitivamente nel loro squallore e vado avanti. Io non le voglio nella mia vita queste persone. Me l’hai data tante volte tu questa forza di reagire che non posso credere che tu stia cosi! Ritorna a vivere, conosco la tua delusione, è anche la mia e non andrà mai via perchè noi siamo state oneste. A me basta questo. Abbiamo amato un uomo che ci ha truffato, adesso staranno bene ma sono convinta che la vita li metterà di fronte alle cattiverie che ci hanno fatto. Credici. Il solo fatto di aver disprezzato la loro vita quando stavano con noi li definisce. Io non ho mai disprezzato con lui la mia. Adesso lo vedo con occhi diversi. Fallo anche tu, Non esporti mai più alla loro cattiveria gratuita, nemmeno con i pensieri.

  • Ariel, 10 Ottobre 2021 @ 17:50 Rispondi

    Ciao @Clarabella che bello leggerti
    Che sia sempre sole sulla tua nuova vita!
    Un abbraccione

  • Ariel, 10 Ottobre 2021 @ 17:44 Rispondi

    Avevo scritto un commento cara @agiulia ma pazienza si vede che non é passato forse lungo ,ma qui vorrei porre accento sul fatto concreto che sicuro secondo me occorre sempre unBUONA VOLTA aprirsi e fare chiarezza col marito aldilà del fatto del dopo cosa accadrà come reagirà ecc.

    La azione del tirare fuori la forza della verità é un asse portante di beneficio personale per riuscire a vivere la verità di se stessi e non ha nulla a che vedere sul risultato di cosa farà o non farà il marito

    Lui ti ha fatto chiaramente capire che con la sua domanda esplicita che ti ha invitata a parlar chiaro
    Ti ha addirittura fatto il nome e cognome
    Secondo me ti farebbe benissimo dire chiaramente ciò é stato e ch ed e punto

    Basta Fingere con te stessa ti fa male alla salute psicofisica é un indotto dimostrato dalla Scienza
    Trattenere dentro la verità del proprio essere delle proprie emozioni vissute dei propri motivi e i perché di ciò che si vive incide pesantemente sul proprio star bene

    É cosa che scoppia magari pure dopo anni e anni
    Hanno scoperto la connessione tra il restare incastrati da soli in situazioni di prigioni delle proprie bugie di omissione che più passa il tempo più ovviamente resta difficile e doloroso farvi fronte aprendoti

    Ti incoraggio a farlo per te stessa prima che per la vostra situazione che gioco forza non può restare appesa a un filo ormai sottilissimo visto che pure tuo marito ripeto vuole avere almeno il rispetto della suo diritto alla verità di scelta

    Come si può pensare di stare in una situazione di coppia in crisi bendato uno solo dei due resta obbligato alla ciecita al dubbbio che divora chiunque

    Fa male alla propria salute

    Tutte le altre motivazioni accessorie variegate sperticate e arrampicate su specchi già in frantumi
    Ormai non servono più a stare al meglio

    Forza Giulia é arrivata la OPPORTUNITÀ PER TE STESSA DI RENDERTI UNA DONNA. E PERSONA LIBERA
    Rendi libero anche tuo marito

    Libertà per entrambi di scegliere!!

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 17:03 Rispondi

    @White grazie per i tuoi interventi. Messa così mi è già più chiaro e soprattutto lo trovo più plausibile. Per quanto riguarda lei – ho saputo delle cose che mi si è ri-accapponata la pelle. Per la gente in ufficio hai ragione, chi è cattivo tale rimane. È difficile metterli in riga… 🙁 ma mi impegnerò! ❤️

  • giulia, 10 Ottobre 2021 @ 16:59 Rispondi

    Quale tesi @avvocatodistrada? I 20 anni con mio marito sono stati fin troppo movimentati, certo non ci siamo annoiati, anzi molto probabilmente proprio una vita troppo stressante e sempre sul filo del rasoio mi hanno portata a cercare una spensieratezza che ho trovato nel mio amante e nella relazione con lui. Nessuna apatia o vita matrimoniale fatta di quotidianità finora, era la vita che volevo, non facile. Probabilmente il vivere distante da mio marito per motivi di lavoro negli ultimi anni mi ha fatto allontanare e prendere a un certo punto una strada diversa. Ti assicuro che la lontananza non è semplice da gestire per una famiglia.
    @ale sono 20 anni gli anni con mio marito: devo cercare di recuperare in qualche modo, ho sbagliato, mi sono allontanata io, non dovevo farmi coinvolgere e avrei dovuto fermarmi prima con il mio ex amante, subito allontanarlo, quando mi sono accorta di essere attratta da lui. Non l’ho fatto, pago le conseguenze e le sofferenze di questi mesi, ma vorrei provare a salvare la mia famiglia…

    Vorrei capire a che tesi @avvocatodistrada ti riferisci?

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 16:52 Rispondi

    @Franca quante bellissime parole nel tuo commento, ti ringrazio di cuore ❤️! È vero, non abbiamo mai interagito, io ho letto moltissimi commenti tuoi e +/- credo ci conoscere la tua storia. Se non erro anche tu hai avuto a che fare con la ex moglie del tuo attuale compagno, tanti commenti tuoi era come se li avessi scritti io. Non mi voglio dilungare qui per non essere ripetitiva ma ti faccio un breve riassunto della mia storia. Lui è stato scoperto e la moglie ha reso la mia vita un inferno (mi ha fatto terra bruciata in ufficio, sono stata minacciata di morte, ricattata ecc ma la cosa più grave è che lo aveva detto a mio marito, e non ti dico i modi in cui lo ha fatto e ancora + grave il tutto è accaduto pochissime settimane dopo che è mancato mio papà). A me non fa male leggere della ricostruzione di @Molly, sono altre le cose che mi hanno fatto male (es. sminuire la figura dell’amante e vederla solo come trasgressione e via dicendo). La mia è una storia davvero brutta. Terrificante oserei dire. Ci sono in qualche modo saltata fuori, dopo un anno e passa dalla rottura (mi ha dato un calcio nel sedere lui mentre qualche giorno prima che lo facesse eravamo andati a vedere una casa insieme, giusto per darti una idea del personaggio). Non ti dico le cose brutte e pesanti che ha detto sulla moglie (e sinceramente se le meritava tutte). Parlava con me della nostra famiglia, il nostro futuro, i nostri figli. “Ti amo smisuratamente amore mio” questo la sera prima, la mattina dopo “io non voglio una vita di conflitti, ricostruisci con tuo marito”. Mollarmi è stata l’unica cosa positiva che ha fatto, il marcio che mi ha lasciato dentro meglio non commentarlo. Mi ha uccisa, letteralmente uccisa. Bugie su bugie su bugie e prese per il cu** allucinanti. È stata una brutta settimana per questo sono ricaduta nello sconforto. Ma già da domani andrà meglio, ne sono certa! Un abbraccio cara @Franca e grazie ancora per il tuo intervento. Mi hai alleggerito il pomeriggio ❤️.

  • Clarabella, 10 Ottobre 2021 @ 16:50 Rispondi

    Stò bene Cro…stò iniziando un percorso nuovo di vita, e incrocio le dita perchè tutto vada bene…ho al mio fianco un uomo single meraviglioso….particolare, ma meraviglioso, che mi sprona a dar il meglio di me stessa.

    Cro non sapevo dell’acido e chiedo scusa.
    A questo punto, se ancora ti minaccia, ma forse lo hai già fatto, inizia a tutelarti tramite vie legali, parla con un avvocato, o con le forze dell’ordine.
    Che ci sia qualcuno che sia al corrente di queste cose…dalle mie parti si dice: meglio aver da avere, che aver da dare!

    Rimarco e concordo con Ale e White: zittisci e metti tutti al loro posto….non permettere a nessuno di destabilizzare con la cattiveria, la ricerca della tua pace. Ce la farai Cro, non è impossibile…anche con i colleghi di lavoro, credimi.

  • Molly, 10 Ottobre 2021 @ 16:40 Rispondi

    Ciao @Dispersa, troppo gentile!

    Ho scritto esattamente ciò che ho vissuto e abbiamo vissuto come coppia.
    Per una volta ho letto e riletto l’articolo prima di inviarlo e mi sono scappati comunque un paio di errori ma purché si capisca e magari serva a qualcuno…

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 16:35 Rispondi

    @Molly trovare un nuovo lavoro è il mio sogno più grande da 3 anni a questa parte. Il primo anno e mezzo non sono stata in grado manco di parlare (alla luce di tutta la storia con l’ex) figurati provare a cercare un altro lavoro e poi invece è arrivata la pandemia (quindi un altro anno e mezzo). Non sono negativa. È stata una settimana veramente di me***. Se potessi raccontare di più qui lo farei, ma non si può. Cambiare lavoro per me sarebbe una manna dal cielo, perché questo significherebbe staccarmi totalmente dal mondo legato al mio ex amante/consorte. Infatti sto cercando assiduamente, ogni santo giorno. Ma non è così facile e non posso permettermi di rimanere senza un lavoro…

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 18:40 Rispondi

      Brava non demordere

  • Molly, 10 Ottobre 2021 @ 16:33 Rispondi

    “Se si confessa bisogna essere pronti a uscire di casa un minuto dopo“
    e lui lo era@Ale. Non per andare con lei ma per rispetto del mio dolore.

  • Titti, 10 Ottobre 2021 @ 16:15 Rispondi

    @ Crocus. Mi dispiace tanto sentirti così provata. Sei stata fra le prime ragazze a tendermi la mano qui a casa di Ale, e mi sei stata di grande aiuto. Immagino quanto possa essere duro il ritorno in ufficio, anzi , dubito di poterlo immaginare. Stai pagando un prezzo altissimo. A me paradossalmente, leggere di storie a lieto fine rasserena , anche se la mia è stata schifosa. Che siano amanti, che siano mogli, mi fa piacere che l’amore trionfi, anche se richiede molto coraggio, qualche compromesso. Tanta forza. Mi fa capire che non è tutto marcio. È marcio il mio ex, ma magari sua moglie no. E se dovesse sapere e avercela con me, avrebbe una parte di ragione. Ho sbagliato anche io, per quanto il 90% di responsabilità la abbia lui, io avrei potuto fermarlo al caffè, sapevo che fosse sposato e non ne ero ancora innamorata. Ovviamente fra avercela con me e assumere atteggiamenti da denuncia ce ne corre. Ti auguro di venirne fuori. Nessuna ferita guarisce mai del tutto, dolce Crocus. Io ho perso i miei e non guarirò mai. Ma andrò avanti e lo supererò. Vedrai che ce la farai anche tu. Adesso sei completamente destabilizzata dal rientro in ufficio e la tua crisi ci sta tutta. Fatti coraggio.

  • Dispersa, 10 Ottobre 2021 @ 15:48 Rispondi

    @Molly cosa dire… Bellissimo il tuo articolo!!
    @Ale hai trovato una degna rivale!!
    Scherzi a parte @Molly io ti sento sincera, in bocca al lupo per tutto!!

  • Molly, 10 Ottobre 2021 @ 14:21 Rispondi

    “@Ale ma perché ora dici che è normale prendersela con l’amante? Quindi ora trovi corretto ciò che mi ha fatto la moglie del mio ex?“

    Io non credo proprio che sia quello che voleva dire @Ale!! “Prendersela”, nel senso di portare rabbia e rancore verso di lei, non andare a perseguitarla!!! Ma ti pare che @Alessandto Pellizzari approverebbe una roba del genere? Dai!!

    Io non sarei mai andata da lei romperle le scatole o a perseguitarla! Figurativamente posso dire che le avrei dato “una badilata nei denti” ma solo a livello di sfogo verbale mio lo posso dire, mai le avrei arrecato più dolore di quello che già poteva avere. La rabbia ci sta, l’azione diretta assolutamente no!

  • Franca, 10 Ottobre 2021 @ 13:54 Rispondi

    È vero @Crocus, ci sono ferite che non guariscono mai. O meglio lasciano cicatrici profonde. Ho letto i tuoi interventi e ci percepisco tanto tantissimo dolore. Forse in questo momento interagire con una moglie che ricostruisce il suo matrimonio e spende tante belle parole per la nuova relazione col marito non è proprio ottimale per te. È sale sulla ferita e capisco la tua reazione.
    Anche io credo poco alle ricostruzioni, l’ho vissuto sulla mia pelle, ma quel 2 su 10 esiste. Dato quello che stai vivendo non hai bisogno di spiegare perché ci credi o non credi, a meno che non ti faccia stare meglio.
    Tutte noi amiamo, abbiamo amato e abbiamo sofferto per amore. Quando si arriva al punto di rottura, quando si viene ingannati e abbandonati dentro di noi si apre una voragine. Vedi tutto con occhi diversi, ascolti le parole degli altri e le interpreti col filtro della delusione e dell’amarezza.
    Non ci siamo mai confrontate sul blog ma mi dispiace tanto sentirti così. Tempo fa anche io ho vissuto un periodo così, in cui ho creduto fosse tutto finito. Ricordo ancora la sensazione di rabbia e impotenza che accompagnava le mie giornate. Non credere più a nulla è terribile, essere disillusa su sentimenti e relazioni ingrigisce tutto ma tu devi farti forza e aggrapparti alle cose che hai e che ti fanno stare bene. Col tempo questa amarezza ti darà tregua.
    Saluto tutte le altre e Alessandro.

  • Whiterabbit, 10 Ottobre 2021 @ 13:38 Rispondi

    E le persone che si permettono di commentare, visto che mi pare palese che tutti sappiano, le devi rimettere al loro posto, basta ricordare alla gente che prima di commentare ciò che accade a casa degli altri bisogna essere ben certi di ciò che accade nella propria.
    Sei tu che gli dai il potere di farti star male, toglierglielo!
    So di cosa parlo, ci sono passata dall’altra parte, perché le persone cattive rimangono cattive a prescindere.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 16:05 Rispondi

      Vanno zittiti. Con ke buone o con le urlate

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 13:33 Rispondi

    @Ale sono e calma e super equilibrata (ma con la ferita che sanguina in questi giorni), ho solo trovato delle discrepanze e te l’ho segnalato. Se così non fosse ti chiedo scusa.

    @Clarabella ciao! Che bello risentirti ❤️! Come stai? Per quanto riguarda il mio ex mi spiace ma la tua interpretazione è errata. Io NON voglio sapere ma io al contempo NON posso controllare ciò che le persone potrebbero dire in determinati momenti. Inoltre, io ho talmente le palle piene di sta storia che non voglio manco entrare nel merito con nessuno. Tu dici “ma cosa te ne frega della moglie, di quello che fa o dice?” Beh allora credo che tu non abbia capito la gravità di ciò che mi è successo. Stiamo parlando di una persona che voleva sfigurarmi con l’acido @clarabella. E anche in tal caso io non posso prevedere ahimè le reazioni di una pazza. Vorrei solo che svanissero nel nulla. Che non esistessero proprio. Tutto qui. Vorrei andare a lavorare serena e non con il timore ma soprattutto non è bello essere vista come una persona di mer** perché ho rovinato una famiglia (a me sembra più una famiglia che ha rovinato la via a me, loro se la staranno passando alla grande, immagino). Lo so, bisogna fregarsene e a giorni alterni ci riesco pure, ma sono umana, e vedere gli sguardi cattivi di tutta quella gente che mi è stata messa contro dalla moglie, non è piacevole e fa pure male. L’unico errore che ho fatto è stato quello di AMARE. E infatti il mio cuore è chiuso. Non dico per sempre perché la vita può sorprenderci ancora, però in questo momento sono parecchio schifata.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 16:04 Rispondi

      Devi fare in modo di stoppare estranei conoscenti e amici prima che ti riferiscano certe cose. Non è impossibile

  • Whiterabbit, 10 Ottobre 2021 @ 13:29 Rispondi

    No @Crocus, Alessandro non sta dicendo che le mogli facciano bene ad arrabbiarsi e vendicarsi con le amanti del marito. Sta dicendo che provare sentimenti di rabbia nei loro confronti, per quanto sia errato perché non ne sono responsabili loro, può essere umano. Purché rimanga circoscritto a ciò che si pensa e non si passi ad azioni di vario genere o Natura, e purché finisca in un ragionevole lasso di tempo.
    Si vede che è un brutto periodo @Crocus, cerca di rimetterla nella casella delle inutilità. Se persiste falle scrivere da un avvocato. Unica nota positiva del fatto che tuo marito sappia è che puoi non farlo nell’ombra.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 16:02 Rispondi

      Esatto

  • Molly, 10 Ottobre 2021 @ 13:26 Rispondi

    “@Ale la mia è una ferita troppo profonda e non si rimarginerà mai, devo solo imparare a conviverci. Tutto qui“

    @Crocus per quanti dissapori possiamo avere avuto mi rattrista molto leggere che sei così sfiduciata e vedi tutto così negativamente.

    Non so in che parte dell’Italia vivi ma certamente ti aiuterebbe allontanarti per sempre da quel luogo di lavoro.

    Esisteranno altre ditte dove potresti non vivere quelle dinamiche che ti fanno davvero molto male e vedere persone che non devono più far parte della tua vita.

    Non mi dire che per principio non te ne vuoi andare di lí e che è un tuo diritto lavorare lí perché qui ne va della tua salute mentale e quel luogo non va proprio bene per te.

    Spero che tu possa riprendere in mano la tua vita. Te lo auguro davvero. Ma qualche cambiamento radicale credo sia necessario. Si guarisce da queste ferite ma bisogna fare tanto lavoro per favorire la cicatrizzazione.

  • Molly, 10 Ottobre 2021 @ 12:54 Rispondi

    @Giulia molte risposte le hai nel commento di @Ale.

    Io faccio parte di quelle persone che credono che SOLO LA VERITÀ rende liberi insieme all’assunzione di responsabilità delle proprie azioni. Solo la verità permette all’altro di non essere circuito ma di scegliere veramente. E anche per te non avresti il dubbio “mi avrebbe scelta lo stesso avesse saputo la verità? Quindi sei stata scelta davvero o la relazione è continuata perché non saprà mai la verità?” Io avrei preferito essere SCELTA con le mie imperfezioni e tu?

    Come ha detto @Ale non puoi ricostruire nulla se la tua testa è ancora con l’amante anche perché nel tuo caso è stato lui a lasciarti, ma dato che tutto è possibile ti consiglio di fare un percorso con un professionista e farti consigliare al meglio come gestire il presente.

    Nessuno ha l’interruttore dei sentimenti e credo che una certa ambivalenza ci stia appena gli eventi accadono, non si dimentica in un batter d’occhi una persona che ci ha fatti stare bene. Tutto è prematuro e vulnerabile all’inizio.

    L’unica cosa che ti voglio dire è che se a tuo marito, alla domanda “hai un altro?” hai esplicitamente risposto con una bugia, hai fatto un passo indietro verso il recupero con lui perché hai calpestato ancora una volta la sua fiducia e lo hai gettato nel baratro.

    Io avevo scoperto una chat segreta (trovato messaggi per nulla compromettenti) ma inizialmente aveva detto che si trattava di “un’amicizia” e io me ne sono stata perché ho ragionato con il mio metro fatto di fiducia. Poi dopo qualche settimana ha confessato.

    Ma la nostra ricostruzione era già iniziata: ci eravamo già connessi ma non del tutto. Quindi anche io ho saputo dopo e per me è stata una doppia batosta, ma aveva già deciso in cuor suo che voleva propormi di ricominciare e quindi nonostante lo shock terribile, siamo andati avanti. Il suo atteggiamento era chiaro e ha aiutato anche me a valutare. Però questo è quello che è accaduto a noi con le nostre personalità e i nostri vissuti. La vostra situazione la devi valutare tu magari con un professionista.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 16:00 Rispondi

      Se si confessa bisogna essere pronti a uscire di casa un minuto dopo

  • avvocatodistrada, 10 Ottobre 2021 @ 12:47 Rispondi

    ciao ragazze, anzitutto ogni tanto ringraziateli questi amanti che vi hanno risvegliato dal vostro torpore sentimentale,apatia affettiva,indolenza sessuale,
    ho letto il commento di @Giulia, da un punto di vista mi dispiace dall’altro sorrido, conferma la mia tesi, la conoscete quindi non mi dilunghero’,certo che anche voi, siete quasi tutte uguali .
    ad ogni modo vi voglio riportare questa cosa, ieri ho interloquito con il mio amico, quello che aveva deciso di separarsi dopo 1 anno,
    cosa che ha fatto poi,insomma mi ha confessato che quest’ estate ha cercato un riavvicinamento con la ex coniuge e lei ovviamente dopo la umiliazione subita l’ha rispedito al mittente.
    quali posso essere i motivi di questa cosa, sicuramente non il ritrovato amore per l’ex, direi piuttosto motivi pratici,
    ovvero il periodo ludico con la nuova compagna continua, tuttavia ora è nell’ambito di una quotidianità fatta di gestione del figlio di figlio di lei, gestione di sua figlia,eppoi lo sapete anche con l’amante si instaurano quelle dinamiche piu o meno tossiche che avvengo nella famiglia ufficiale, aggiungo che lui non ha problemi di case, tuttavia questo giochetto comunque gli è costato un appartamento in cui vive l’ex,la figlia,…e il fine settimana è diventato anche alcova del nuovo compagno di lei.

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 12:23 Rispondi

    @Ale la mia è una ferita troppo profonda e non si rimarginerà mai, devo solo imparare a conviverci. Tutto qui. A nessuno piace essere preso per il cu** credo, si fa presto a dare consigli, talvolta inutili, ma la miseria è piovuta addosso a ME e non agli altri. Sono ferita in questi giorni ma passerà. Le info mi arrivano perché purtroppo sono tornata in ufficio full time (e lavorare da casa mi faceva sentire in qualche protetta da tutto ciò) e ci sono persone che sono in contatto con quella mentecatta e altre che ti fanno arrivare info (non richieste), non posso spiegarvi di più per via della privacy ma non sono di certo io che cerco notizie, anzi, se fosse per me vorrei non sentire mai più nulla di quelle mer**. Non si possono chiamare persone. Sul perdono Ale, l’equazione e la seguente: lei è stupida, lui è furbo. A lei è bastato un “amore mio avevi ragione, lei è una troia” e il perdono e arrivato. Semplice no? Non devo fare terapia Ale, purtroppo ogni tot la ferita tornerà, ora però so gestirla e so che tra poco passerà però appunto con il rientro in ufficio devo in qualche modo rifare tutto da capo. Perché per me quel luogo è il posto della sofferenza, è il posto dove vengo additata come la peggiore puttana dell’universo perché ha fatto del male a una povera donna che è mamma a due bambini. Non è semplice eh, ma sono una donna coi controcazzi (scusate la parola) e tempo due giorni mi sarà passato tutto. Spero.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 12:30 Rispondi

      Io tifo per te ma alcuni tuoi commenti li trovo fuori equilibrio anche nei miei confronti mi preoccupo

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 12:14 Rispondi

    @Azzu ed io sono pienamente d’accordo con te e @elleelle. Grazie, siete le mie stelle ❤️. Un abbraccio a entrambe. Hai ragione su tutto, chi ha fatto la differenza amante – moglie non siamo di certo noi. Basta solo vedere come ci si relaziona con @lolly. E basta vedere come la pensa. E meno male che ha dato un calcio nel sedere al marito, il quale voleva rimanere in casa con lei dopo la scoperta ma ahimè gli è andata male. Fortunatamente qualche volta ci sono anche donne che fanno queste scelte, così questi cialtroni magari imparano una lezione (anche se temo che non accadrà cmq).

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 12:10 Rispondi

    @Ale ma perché ora dici che è normale prendersela con l’amante? Quindi ora trovi corretto ciò che mi ha fatto la moglie del mio ex? Io non lo trovo mai corretto, si è sempre detto qui che l’unico RESPONSABILE è il cialtrone di turno. La moglie deve vedersela con il marito e non con l’amante. Se diciamo che è normale una cosa del genere, temo che non ci sarà mai una evoluzione…

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 12:27 Rispondi

      Crocus hai una grande confusione figurati se quello che racconti ti abbia fatto la moglie del tuo ex la giustifico. Ti trovi in grande squilibrio di giudizio anche nei miei confronti cerca di calmarti

  • Clarabella, 10 Ottobre 2021 @ 11:33 Rispondi

    Ciao cara Crocus. È tanto tempo che non interagisco, ma vi leggo assiduamente.
    Questo tuo ultimo commento mi ha destabilizzata un pò nei tuoi confronti, e concordo con la domanda che ti ha fatto Ale: come mai ti giungono ancora notizie del tuo ex?
    E aggiungo: perchè te la sei presa così tanto, nei confronti della moglie?
    Ma cosa te ne frega!?
    Lascia che faccia o dica….tu hai chiuso giusto?
    Come forse ricorderai, anche io ho chiuso da tempo, bloccato in tutto e di più…ho persone intorno a me che cercano di farmi vedere ciò che fa il mio ex, ma ho detto a parole chiare che non voglio sapere nulla.
    Ho chiuso. Pet me è morto…gli ho fatto il funerale da tempo.
    Ti sento ancora coinvolta cara Crocus.
    Credo che solo quando avrai la forza di non voler più sapere nulla, potrai dichiararti libera definitivamente.
    Fatti forza e lavora su te stessa che puoi farcela…c’è solo uno scalino da saltare….

  • giulia, 10 Ottobre 2021 @ 11:20 Rispondi

    Grazie Molly per la tua storia. Io sto cercando di ricostruire con mio marito, dopo la rottura con il mio amante (decisione sua, quando si stava andando troppo oltre, lui aveva lasciato la fidanzata e io, cosa molto più grave, stavo rischiando di distruggere il mio matrimonio). Non è facile, a volte mi sembra di riuscirci, altre volte, come oggi che abbiamo litigato pesantemente, mi sembra impossibile. Sono ancora legata sentimentalmente al mio ex amante, mio marito mi sente lontana a livello affettivo, e lo sono, mentre sono presente per tutte le cose familiari “pratiche” di vita comune. Ma non basta. Lui ha il sospetto fortissimo che ho un amante o che l’ho avuto, addirittura mi ha chiesto più volte in modo diretto se avevo avuto una storia proprio con il mio ex amante (mio collega di lavoro).
    A volte mi verrebbe di confessare, non per lavarmi la coscienza, ma perché questo spiegherebbe a mio marito tanti miei comportamenti, malesseri, umori neri, sfoghi, attacchi nei suoi confronti, spesso immeritati. Ma non posso. Lo annienterei. Già sta passando un periodo difficile e io non gli sono vicina come dovrei. Già sta facendo di tutto per “farmi tornare affettivamente” da lui, sopportando le mia assenza, i miei sbalzi d’umore, la mia tristezza. Tutto questo non dipende da lui. Ma da me e dai sentimenti che provo ancora per il mio ex amante.

    Posso farti una domanda?

    Fu tuo marito a confessarti il tradimento oppure fosti tu a scoprirlo? Pensi che sarebbe stato meglio non saperlo oppure ti è servito saperlo per ricostruire le parti danneggiate del tuo matrimonio?

    Io penso che subire un tradimento dalla propria moglie, per un uomo, sia ancora più difficile, proprio per le diversità uomo/donna nel vivere i rapporti e le diverse psicologie. Ha il sospetto, ma gli farebbe troppo male sapere che è fondato, annienterei il suo orgoglio e credo che ricostruire il nostro matrimonio diventerebbe impossibile.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 12:24 Rispondi

      Giulia finché sei innamorata del tuo amante come fai a ricostruire con tuo marito? In più è il tuo amante che ti ha lasciato e quindi non hai deciso tu anche questo pesa

  • Azzurra, 10 Ottobre 2021 @ 10:44 Rispondi

    @Ellelle io sono pienamente d’accordo con te. Non ho nulla contro le riconciliazioni né nel caso specifico di @Molly ma io che ho una grande empatia non riesco ad empatizzare con lei proprio perché c’è un precedente : ciò che lei ha sempre detto degli amanti in generale. Come li ha descritti, come li percepisce. Il più delle volte mi sono sentita ferita dalle sue parole come donna e questo non mi permette di leggere questo racconto con l’obiettivita’ e la sensibilità che in genere mi accompagnano. Prima di essere amanti o mogli siamo persone con una dignità che nessuno deve permettersi di infangare. Proprio per non fare polemica non dirò ciò che penso realmente perché tanto ciò che penso l’ho già detto numerose volte. Io credo che neanche @Crocus, alla quale va un mio forte abbraccio perché la sento diversa dalle altre volte e della quale percepisco un momento di forte dolore, credo che se @Molly si fosse posta in modo diverso sarebbe stata accolta e ascoltata diversamente e forse anche noi avremmo avuto la preziosa occasione di vedere le cose da un altro punto di vista. Io non dimentico le parole dette né dal mio ex né quelle superficiali dette da altri e ho imparato ad essere empatica e accogliente solo con chi merita. In ogni caso, buona fortuna.

  • Molly, 10 Ottobre 2021 @ 10:30 Rispondi

    Grazie, @Alessandro.

    Ho specificato anche perché non avevo parlato dell’amante. Ho voluto INTENZIONALMENTE, già dal titolo di capisce, parlare del vissuto all’interno della NOSTRA coppia e già così è venuto fuori un articolo piuttosto lungo, ma il fuori tema mi sembrava superfluo.

    Ho detto che non è stato un percorso facile come coppia ma ovviamente non lo è stato nemmeno come individuo per me né per mio marito. Ho attraversato tutte le fasi e l’ho anche scritto che ho provato rabbia. Avevo i miei motivi per essere arrabbiata anche con lei e grazie per aver sottolineato che le circostanze hanno certamente motivato la mia rabbia che comunque è quasi sempre un passaggio obbligato come il dolore e poi l’accettazione.

    Non avrebbe senso spendere i miei giorni ancorata ai fatti e alle emozioni del passato e ignorare i DIVERSI fatti ed emozioni del presente.

    COSA MI FA STARE MEGLIO OGGI? ANCORARMI AL PASSATO O ACCETTARE CHE NON È PIÙ CIÒ CHE È STATO? IN CHE REALTÀ VIVO OGGI? VOGLIO STARE MEGLIO O NO?

    Le risposte non saranno le stesse per tutti.

    Queste domande se le dovrebbero fare anche le amanti deluse PERCHÉ LA VITA È ADESSO, come diceva la grande canzone di Claudio Baglioni e rimanere ancorati alle emozioni negative ci imbruttisce e rende prigionieri del passato.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 10:32 Rispondi

      Una caratteristica delle mogli che ricostruiscono davvero è proprio quella di non prendersela più di tanto con l’amante. È normale prendersela all’inizio è normale prendersela se scopri che ha fatto delle scorrettezze che poteva risparmiarsi.ma poi le moglie che ricostruiscono come te si concentrano sulla coppia l’amante è acqua passata

  • maribel, 10 Ottobre 2021 @ 09:20 Rispondi

    @crocus bella, se mi posso permettere, sbagli a porti così.
    intanto sono persone che non conosciamo. Poi ogni storia ha sue caratteristiche. Se noti, qui vivevano a distanze siderali, era una situazione particolare e si sono riavvicinati piano piano prima ancora che saltasse fuori la verità. Era una storia non finita e che quindi a un certo punto ha ripreso vigore.
    Non fare paragoni con la tua. Non essere così rigida. sai cosa sembra, altrimenti ? Che tu non possa ammettere che qualcuno ce la faccia o che qualcuno ricostruisca.
    Non mettiamo in discussione le storie altrui, piuttosto cerchiamo spunti per capire le nostre e fare chiarezza. La vita è sorprendente, crocus. Lasciamoci sorprendere.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 10:26 Rispondi

      Concordo

  • Molly, 10 Ottobre 2021 @ 09:03 Rispondi

    “@Ale posto che io non credo nelle ricostruzioni, la mia domanda era un’altra ossia ci hai sempre detto che gli uomini ci vanno a nozze con le donne che li perdonano.“

    Capisco @ Crocus che data la tua grossa delusione ti fa meno dolore convincerti che non si ricostruisce nulla, che non è possibile tornare ad amare il coniuge. Magari al tuo ex non è successo di tornare ad amare la moglie. Né tu né io possiamo dirlo perché in casa loro noi non ci siamo.

    È un po’ come se una moglie dicesse che non è possibile che l’uomo con cui ha vissuto anni speciali, emozioni profonde, vissuti incantevoli a casa non potesse avere occhi e cuore per un’altra persona al di fuori del matrimonio in virtù dell’esperienza pregressa e sminuisse il vissuto extraconiugale definendolo “impossibile “. Sarebbe solo inutile cocciutaggine e non voler guardare la NUOVA REALTÀ e accettarla.

    Stai mettendo in dubbio quello che io e altre lettrici diciamo? Siamo quindi delle illuse visionarie?

    Può essere vero solo se ne fai esperienza diretta tu?

    Perché una storia sia ripartita e solida deve per forza durare i prossimi 20 anni? Io non lo so se e quanto durerà (le relazioni se non ti fosse chiaro sono SEMPRE una scommessa!!) ma ti posso garantire che il vissuto di oggi è un vissuto positivo, non solo sereno e di affetto ma anche fatto di passione, complicità e piani per il futuro. Non sono forse gli ingredienti giusti insieme alla fiducia reciproca per una relazione d’amore?

    Sei sicura che siamo noi mogli in un “secondo matrimonio con lo stesso marito cambiato” a raccontarcela e ad avere gli occhi foderati di prosciutto?

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 08:57 Rispondi

    @Titti posto che ora non mi interessa, vorrei solo che soffrissero tanto quanto loro hanno fatto soffrire me. Della storia di @Molly non mi frega nulla ma perché non ci vedo amore, non ci vedo onestà, non ci vedo nulla di buono. Parere MIO.
    @Ale io non credo nelle ricostruzioni ma non posso non fidarmi delle tue statistiche! Però parliamo comunque di DUE casi su dieci. DUE per me sono davvero pochi. E hai ragione Ale il mio ex è il peggio del peggio del peggio. Però la domanda nuovamente mi sorge spontanea. Perché un uomo così dall’altra parte viene perdonato e deve essere visto come quello che va beh, era confuso, ha sbagliato patatino, ha avuto un momentaccio ma poi è tornato in carreggiata. Se sei un uomo di mexda tale rimani. Non è che cambi.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 10:21 Rispondi

      Bisogna vedere chi lo perdona cara Crocus. La moglie mi sembra più “confusa” di lui quindi di cosa parliamo? Di una realtà distorta dove lui è un bambino da rieducare e l’amante colpevole di tutto. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire

  • Crocus, 10 Ottobre 2021 @ 08:31 Rispondi

    @Molly purtroppo con te risulta davvero impossibile intavolare una conversazione, ripeti sempre le stesse cose e non rispondi mai alle domande che ti vengono fatte (perché sono domande che bruciano) e soprattutto stai travisando ciò che ho scritto. NON ho mai detto che tuo marito abbia parlato male di te con lei ma credo che potrebbe averlo fatto (uno che te la porta a cena in casa vostra, non deve essere proprio uno stinco di santo). E poi continui a dire che lei doveva accorgersene che le cose erano cambiate tra loro. Beh ma se tuo marito ha fatto l’attore da premio Oscar come i nostri ex, ti garantisco che FAI FATICA ad accorgertene. Ma tu mentri scrivi ti leggi? Lo vedi che stai giustificando quell’uomo in tutto e per tutto? Guarda preferirei una risposta del tipo “@Crocus non mi va di risponderti” piuttosto che questa ripetizione nauseante di cosa avete fatto, i corsi bla bla bla. Io sono guarita, ma in questi giorni ho ricevuto alcune notizie su ciò che ha fatto ancora la moglie (che mi hanno devastata di nuovo) e ovviamente non è semplice. E comunque non usare il condizionale per me ok? Perché io HO PERSO la fiducia ma non solo, diciamo che è la cosa meno grave di tutta la storia. Io personalmente non mi faccio trombare da uno che si è trombato un’altra mentre stava con me. Sbagliato? Giusto? Chi lo sa. Io provo ribrezzo per una cosa del genere e non è il caso di fare l’amore con chi mi provoca quel sentimento. A te non frega niente dell’argomento? Buon per te. Il mondo è bello perché vario.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 10:18 Rispondi

      Crocus, in due anni di riconciliazione evidentemente Molly ha ben altre prove della buonafede del marito il passato è passato altrimenti nessuna coppia ricostruirebbe, e invece succede. Non usare termini tipo nauseante, è scortese e non passerò più commenti con giudizi estremi. E poi non puoi pretendere che siccome credi che il marito di Molly sua in bugiardo irrecuperabile lei che lo vive non sia d’accordo. Veniamo a te. Come mai la vita del tuo ex e tra ancora nella tua con delle notizie? Il blocco non funziona? Ti sento ferita di nuovo stai facendo psicoterapia?

  • elleelle, 10 Ottobre 2021 @ 06:51 Rispondi

    @Ale
    Per me che ho frequentato il blog da prima che @Molly arrivasse, questo articolo che hai pubblicato è incompleto su una cosa molto importante: non si vede che il perdono per il marito va di pari passo con un enorme livore per l’amante.
    Solo chi ha frequentato il blog e letto i tantissimi commenti di Molly sa cosa pensa lei della categoria “amanti” e non è mai qualcosa che vada al di là dell’astio.
    Tutta questa apertura mentale da gran donna nasconde il fatto che è unidirezionale, solo verso il marito e mai verso l’amante, di cui ha sempre parlato in modo pessimo e di cui non riesce proprio a cogliere la situazione.
    Non potendo prendersela con l’amante del marito, che giustamente l’ha bloccata su ogni canale, se l’è presa qui, con noi che formiamo la maggior parte del blog.
    Capisco l’intento dell’articolo ma per par condicio, questa parte della storia dovrebbe essere mostrata, perché non è tutto oro quello che luccica.
    Per correttezza e per non essere trascinata nella solita discussione, non commenterò oltre questo articolo ma volevo solo farlo presente in modo educato, come sempre.

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 10:13 Rispondi

      Questo articolo è destinato alle mogli che si chiedono oggi se perdonare e come andare avanti questa è l’ottima valenza dell’articolo. La polemica sulle amanti aspra a tratti e da tutte le parti qui non voglio sia in questo articolo e bene ha fatto Molly a non accennarne anche perché è una polemica che ha fatto il suo corso e che d’ora in poi per me è sterile. Il fatto che una moglie tradita ce l’abbia più o meno con l’amante lo trovo naturale e accettabile se rimane nei confini del dibattito. Non mi aspetto certo che una moglie tradita da un’amante che andava a casa sua, ovviamente complice il marito, a fare la gatta morta e l’amicona della moglie, ne parli bene. Non ne parlerei bene neanche io, al netto che vorrei sapere quanta farina del sacco è dell’amante e quanto del marito in questa operazione meschina del porto l’amante a casa. Ma per Molly la questione è superata e a lei non interessa l’amante ma il marito come è con lei oggi. Vi invito a superare la polemica io vigilerò sui commenti se qualcosa mi scappa segnalatemelo

  • Ariel, 9 Ottobre 2021 @ 23:32 Rispondi

    @Crocus cara si comprende da ciò che scrivi che sei ancora traumatizzata tanto non farti problema perché sta naturale dopo chio che hai vissuto di veramente violento e schoc averne dei ritorni di fiammante emotività
    Così resta umano e comprensibile il fatto che solo che leggere commenti dove una moglie ha in effetti col marito che la già tradita per anni ritrovato un modo nuovo per proseguire un nuovo amore
    Non é ricostruire e nemmeno ritrovarsi ma scoprire di TROVARSI NUOVI

    É molto diverso anche perché nulla resta uguale la natura stessa nella fisica tutto si rinnova e muore e rinasce del nuovo

    per questo che in alcuni casi resta evidentemente possibile proseguire la strada di un nuovo amore con la stessa persona nonostante tutto il comportamento negativo che ha avuto

    E questo se ci pensi pure per te resti almeno per adesso in questo tuo presente sei insieme a rtuo marito che non ti ha lasciato ma al contrario siete insieme e questo potrebbe aiutarti piano piano a capire che ciò che accade di buono anche agli altri può accadere anche a te e tuo marito

    Non si può escludere vivi il tuo presente accogliendo con un respiro questa vostra buona convivenza
    Senza aspettative giusto già scrivi che ti stai rendendo conto che tuo marito non é poi così male rispetto ,hai scritto,a ciò che ti circonda o che chiunque può vedere nelle esperienze altrui

    Questo guardare la tua situazione attuale puo in effetti aiutarti tanto a renderti più serena solo che a leggere commenti che posso comprendere per ciò che di terribile hai vissuto non sia facile riuscire a restare calme
    Fanno cme da un déjà vu un qualcosa che ti fa richiamare il dolore emotivo che hai vissuto

    É naturale cara Crocus ,vivi il tuo adesso e guarda tuo marito già lo stai vedendo con nuovi occhi
    E questo resta comunque sia il vostro futuro un ottimo segno per te di buona guarigione interiore dalle tue ferite subite

    • alessandro pellizzari, 10 Ottobre 2021 @ 10:04 Rispondi

      Apprezzo molto questo tuo intervento Ariel

  • cossora, 9 Ottobre 2021 @ 23:25 Rispondi

    @Molly eccomi qua. Tre anni e mezzo (totali) di amantato e non ha superato 5 critiche appena polemiche sulla moglie.
    Paraculo, insensibile, educato, politicamente corretto..?
    Sono solo pareri. Inutili.
    Il risultato pratico è che io ad oggi non ho nessun rancore o cattiva idea su di lei. Non mi è arrivata rabbia. E basta. Sono troppo buona, caritatevole, soggiogata..?
    Sono solo pareri, ancora. Inutili, ancora.
    Questi sono i fatti. Non è che se una persona ‘non crede’ negli amanti discreti allora la mia esperienza cambia.
    Quindi chi non crede nella ricostruzione non cambia i fatti tuoi e di tuo marito.
    Al limite dovrebbe dire ‘non credo a te’. Ma perchè venire qui e mentire?

  • Molly, 9 Ottobre 2021 @ 22:43 Rispondi

    @Crocus la TUA storia con il tuo ex amante è andata così.
    Mi dispiace che tu abbia sofferto e sia ancora molto arrabbiata e lo capisco.

    Non so i dettagli della storia di mio marito e la sua ex amante. Posso però assicurarti che durante l’ultimo anno si sono visti veramente poco e quindi era abbastanza prevedibile che sarebbe finita la loro storia.
    Già nell’ultimo anno io e mio marito abbiamo fatto un paio di vacanze senza i figli e sono state molto belle, c’era serenità, non era più ossessionato dal cellulare. Abbiamo anche fatto un corso di formazione e iniziato una nuova attività insieme e a frequentare un nuovo gruppo di amici.

    Ora se una persona non è cieca si accorge che le cose sono cambiate. Non è successo repentinamente.

    Non ho elementi io, figurati tu, per dire che di me dicesse le peggior cose alla ex amante.

    Quindi non mi portare l’esempio del tuo ex amante che ti descriveva la moglie arpia come fosse la certezza che tutti fanno così, perché abbiamo anche le testimonianze di amanti che non hanno mai sentito l’amante dire cose brutte della coniuge, quindi non sono tutti uguali.

    Ripeto, a fronte di una storia clandestina di quattro anni sono due anni che ho visto un cambiamento notevole in mio marito.

    Accetto che a te non convincerebbe neanche se passasse i prossimi 50 anni da santo perché tu evidentemente avresti (d’obbligo il condizionale!!) perso la fiducia.

    Come dice @Cossora devi vedere cosa ti fa stare bene e dato che non siamo tutti uguali, è PROBABILE che per te sarebbe meglio allontanarti da quella persona (dici, in teoria) e per me le cose sono diverse. Non sei tu che devi vivere con mio marito ma io.

    Io (dico!) che non avrei tradito e tu (dici!) che non te lo saresti preso “indietro”. Teoria la mia e la tua.

    • alessandro pellizzari, 9 Ottobre 2021 @ 22:53 Rispondi

      L’amante di crocus è il peggio del peggio e dimostra che toccato il fondo si può sempre scavare

  • Titti, 9 Ottobre 2021 @ 19:51 Rispondi

    @ Crocus, dobbiamo paventare tutte le ipotesi , però. Io non so cosa succedesse davvero a casa del mio ex. Praticamente tutto ciò che so, proveniva da lui. Potrebbe essere stato tranquillamente tutto falso, come si sono rivelate le cose che diceva a me. Magari con la moglie andava d’accordo , magari andarci a letto piaceva ad entrambi e lo facevano frequentemente. Magari erano felici ma lui voleva dare una scossa alla quotidianità. Magari la ama davvero in un folle modo malato che soddisfa entrambi…che ne so, Crocus. Nello stesso modo non sappiamo cosa realmente dicesse il marito di Molly alla sua amante, come fosse il loro rapporto… Se lui sia restato a casa per comodità che poi si è trasformata in amore ritrovato. Se la comodità non c’entri nulla e si sia riscoperto davvero innamorato di Molly. Se andiamo oltre tutti i se e i ma e facciamo parlare i fatti, vediamo una donna felice di aver ricostruito il proprio matrimonio e innamorata del marito. Una donna capace di andare oltre. Poi se vogliamo fare i processi alle intenzioni non ne veniamo fuori. A me la storia è piaciuta e sono contenta per lei.

  • Crocus, 9 Ottobre 2021 @ 19:33 Rispondi

    @Ale posto che io non credo nelle ricostruzioni, la mia domanda era un’altra ossia ci hai sempre detto che gli uomini ci vanno a nozze con le donne che li perdonano. Cioè tu stesso dici di essere stato un “seriale” ma non cialtrone. E ovviamente fa la differenza. Tu stesso dici che non avresti mai portato l’amante a casa tua a cena per farla stare allo stesso tavolo con la moglie. Questi non sono “errori” che uno fa perché era confuso poverino, queste sono azioni pensate a tavolino, di cui si è assolutamente consapevoli. Se proprio proprio posso credere in una ricostruzione dove c’è stata la scoperta e fine, nessun tipo di interferenza tra moglie e amante in passato e via dicendo. L’amore non torna indietro. Anche perché se così fosse, sarei la persona più felice del mondo visto che ho sposato una persona strepitosa e se tornassi ad amarlo come una volta sarebbe meraviglioso (a maggior ragione visto lo schifo che c’è in giro). Però qui si va aldilà della ricostruzione, hai sempre detto che ci sono azioni/parole dalle quali non si torna indietro e nel caso di @Molly quelle azioni ci sono state. Poi ovvio a me non fa né caldo né freddo cosa succede a casa sua, vivo bene lo stesso però certi concetti che esprime sono parecchio dolorosi. Perché c’è sempre un velo di “voi eravate solo sesso, solo trasgressione, non sapete nulla della complicità dei coniugi e via dicendo”. Mentre noi dall’altra parte invece abbiamo amato e pure tanto. Altroché trasgressione. Non sporchiamo un sentimento così nobile come l’amore :-(.

    • alessandro pellizzari, 9 Ottobre 2021 @ 22:37 Rispondi

      Eppure 2 coppie su 10 sposate ricostruiscono davvero e solo per amore ritrovato e rinnovato. È statistico

  • Crocus, 9 Ottobre 2021 @ 19:21 Rispondi

    @Molly scrivi “Verissimo però è anche il contrario, che gli amanti non possono immaginare cosa si dicono marito e moglie tra le mura domestiche, quali sentimenti ed emozioni condividono, quali emozioni scatena uno tsunami come il tradimento, che cosa smuove interiormente. Non si può sapere!! Non credo che la ex amante di mio marito immaginasse che nell’ultimo anno della loro relazione lui si stava riavvicinando a me, che ci stavamo riscoprendo. Non immaginava che esisteva anche un segreto tra noi. Quello era il NOSTRO vissuto, LA NOSTRA COMPLICITÀ da cui lei era esclusa.” Ecco lo hai detto. Ora capisci che noi CONTESTIAMO esattamente questo aspetto? Ora capisci che chi sta dall’altra parte si sente truffata? Si, truffata, fino al midollo! Perché quello stronzo in casa sta ritrovando la complicità/trombando con la moglie e fuori invece sta trombando (di brutto aggiungerei) con la amante e non solo, sta PROGETTANDO la sua vita con lei, stanno andando a vedere una casa insieme, parlano di NOSTRA FAMIGLIA e NOSTRI FIGLI (e nel frattempo le dice che la moglie è una stronza, befana, mongoloide, mentecatta, scopa come un sacco di patate ecc ecc ecc nonostante la tanto ritrovata complicità). Il dilemma sta proprio qui. Ed è per questo che tante di noi si pongono tutte quelle domande, e lo fai perché sei un essere umano SINCERO ma a un certo punto non stai capendo più un tubo. Come si fa a tornare con quella di cui fino a ieri hai detto le peggio cose? Come fa quella a tenerti se il giorno prima ha letto con i suoi occhi dei messaggi agghiaccianti scritti da suo marito? Dai @Molly non semplifichiamo tutto con il concetto “uno sbaglia e deve essere perdonato oppure i sentimenti mutano”. Non siamo delle mentecatte. Siamo esseri pensanti, che hanno provato dei sentimenti veri e hanno stravolto la loro vita per la persona che amavano follemente (per poi prenderla in quel posto).

  • Molly, 9 Ottobre 2021 @ 19:06 Rispondi

    “Sei stata fortunata ma soprattutto sei stata brava, coraggiosa, lucida e “tosta”,Molly. Vi auguro di cuore ogni bene.“

    Grazie @Titti. Sicuramente sono stata fortunata che mio marito avesse le mie stesse intenzioni. Anche avessi amato il triplo, l’amore di uno solo non basta in una coppia!!

  • Molly, 9 Ottobre 2021 @ 19:01 Rispondi

    “Se fosse così crocus nessuno ricostruirebbe davvero. In queste coppie è l’amore che fa ricostruire e infatti sono poche ma ci sono. rifondano dalle ceneri perché il passato non è più forte del futuro insieme“

    Il passato non si può cambiare ma non deve pregiudicare il futuro e dargli forma.
    Siamo noi con le nostre scelte che determiniamo il nostro futuro.

    Il famoso detto “acqua passata non macina più “ dipende esclusivamente da noi.

  • Titti, 9 Ottobre 2021 @ 17:04 Rispondi

    Grazie della tua testimonianza@Molly, restituisce fiducia nei rapporti umani. Per un periodo, dopo lo scarto, ho sperato che davvero stesse ricostruendo con la.moglie. Mi serviva per placare i miei sensi di colpa,.perché per quel poco che so di lei, e magari mi sbaglio, è una donna vecchio stampo. Molto tranquilla e dedita alla famiglia, ai figli , al lavoro. Di quelle che ti lasciano la cena in caldo quando esci per lo sport , gli amici, gli hobbies ( il mio ex almeno tre sere a settimana). Speravo che la vedesse e la apprezzasse, anche per un senso distorto di solidarietà femminile. Nel suo caso non è assolutamente così, lui è restato nel luogo che non aveva mai pensato di lasciare, perché ci sta alla grande. Non alza un dito in casa, sta con i figli solo nel weekend, esce al mattino e torna la sera. Ci va a letto sporadicamente e non apprezzando particolarmente i rapporti ( se non mentiva, poi … chissà) , ma senza sospenderli perché che fai …rinunci a godere tranquillo nel tuo letto, allungando una mano quando ti va? E nel frattempo continua a cercare evasione , con me e chissà con quante altre contemporaneamente…finché qualcuna abboccherà e via con la nuova giostra. Sei stata fortunata ma soprattutto sei stata brava, coraggiosa, lucida e “tosta”,Molly. Vi auguro di cuore ogni bene.

  • Crocus, 9 Ottobre 2021 @ 16:39 Rispondi

    Questo racconto lo trovo a dir poco agghiacciante. Ognuno ha il suo parere, e questo è il mio, visto dal MIO punto di vista. Hai ragione Ale, solo ora capisco che forse il mio ex stronzo ha esagerato nei racconti della loro situazione in casa, però la domanda mi sorge spontanea, è un uomo da perdonare questo? Cioè uno che ha sputato nel piatto dove ha mangiato e poi è rientrato alla base? Bah. Cioè io nel racconto qui sopra ci vedo un uomo che si è comportato esattamente come i nostri ex. Vorrei tanto sentire l’amante. Sicuramente dal suo punto di vista il marito di @Molly è un cialtrone. Quindi la domanda “ma tu uno così lo vorresti?” a chi avrebbe fatta? Solo all’amante o anche alla moglie? Non è polemica la mia. Ma una lunga riflessione perché veramente non ci capisco più nulla.

    • alessandro pellizzari, 9 Ottobre 2021 @ 18:30 Rispondi

      Se fosse così crocus nessuno ricostruirebbe davvero. In queste coppie è l’amore che fa ricostruire e infatti sono poche ma ci sono. rifondano dalle ceneri perché il passato non è più forte del futuro insieme

  • Molly, 9 Ottobre 2021 @ 16:26 Rispondi

    “Colgo l’occasione del tuo commento Ariel per ringraziare Molly per quanto ha scritto (scritto benissimo fra l’altro) e per il valore di speranza e chiarificazione che fornisce a tutte le mogli nella sua situazione, senza dimenticare che questa storia è una lezione anche per quelle amanti che si affidano troppo alle descrizioni da inferno che certi mariti fanno del loro matrimonio“

    Aggiungo @Ale che spesso sul tuo blog le amanti e gli amanti scrivono che il coniuge tradito non saprà mai cosa è successo tra amanti, cosa hanno vissuto, il loro livello di complicità: affermazione verissima!

    Verissimo però è anche il contrario, che gli amanti non possono immaginare cosa si dicono marito e moglie tra le mura domestiche, quali sentimenti ed emozioni condividono, quali emozioni scatena uno tsunami come il tradimento, che cosa smuove interiormente. Non si può sapere!!

    Non credo che la ex amante di mio marito immaginasse che nell’ultimo anno della loro relazione lui si stava riavvicinando a me, che ci stavamo riscoprendo. Non immaginava che esisteva anche un segreto tra noi. Quello era il NOSTRO vissuto, LA NOSTRA COMPLICITÀ da cui lei era esclusa.

    E soprattutto al netto di QUALUNQUE COSA SI SIANO DETTI IN UN DETERMINATO MOMENTO, non possono pensare che dopo la rivelazione tutto sia rimasto immutato. Ogni tanto leggo “è rimasto con la moglie e non con la persona che ama”.
    A volte bisognerebbe fermarsi prima e semplicemente dire “è rimasto con la moglie. Punto!”

    Da quel momento in poi non si può immaginare cosa può succedere a casa, quali siano i LORO sentimenti ed emozioni. Semplicemente se non si è lí dentro a quella coppia si fanno solo inutili elucubrazioni o ci si erge a saccenti. Io ne ho fatte tantissime e davvero non sono servite a nulla.

    Siamo esseri umani e le relazioni sono DINAMICHE perché siamo in continuo cambiamento. Tutti abbiamo reazioni individuali e diverse rispetto agli eventi che viviamo e fino a che non si vivono in prima persona si può fare tanta bella teoria (io ero “certa” che gli avrei dato un calcio nel posteriore e infatti…!) ma non si può essere sicuri di nulla nemmeno di sé stessi, figuriamoci se sappiamo con certezza cosa pensano o vivono persone che nemmeno conosciamo o conosciamo evidentemente non così bene.

    Mai dire mai!!

  • Molly, 9 Ottobre 2021 @ 14:48 Rispondi

    Cara @Ariel grazie per le tue affettuose parole nei miei confronti. Nella vita ho avuto diverse occasioni per mettere a prova il mio coraggio e certamente ricorderò per sempre questa occasione!

    Ripeto che non è stato facile e ancora il percorso da fare c’è ma non è forse la vita una continua avventura?

  • Molly, 9 Ottobre 2021 @ 14:43 Rispondi

    Ringrazio pubblicamente @Alessandro, il padrone di casa per aver mostrato interesse verso la mia storia. Ci siamo spesso scontrati anche con lui, sono stata redarguita più volte su alcuni punti e lo accetto.

    Se notate qui non ho parlato di “lei”. Tutto il racconto riguarda la relazione e il periodo oscuro TRA NOI. Non ho menzionato lei che il minimo indispensabile per far capire che esisteva.

    Ma il vissuto era tra NOI.

    Ho usato il termine “infatuazione” e avrei potuto usare “innamoramento”. Ho specificato che mio marito ha ammesso che non era solo sesso. Dategli il nome che volete.

    Sicuramente non era Amore, quello vero, travolgente, che non ti ferma, quello IRRINUNCIABILE. Mio marito non è una persona che sa fare grossi sacrifici “modello Maria Teresa di Calcutta” e se avesse pensato che voleva invecchiare con lei, sono certa che lo avrebbe fatto.

    Più e più volte gli ho detto che dopo gli anni di inganno e falsità che mi ha fatto vivere da ora in poi voglio che lui stia con me SOLO SE NE È CONVINTO E SE MI RISPETTA, che non posso più vivere nella menzogna e NON VOGLIO PIÙ VIVERE UNA VITA CHE NON È QUELLA CHE CREDO DI VIVERE, È UNA VIOLENZA CHE NON VEDO NECESSARIA.

    Io non ho BISOGNO di stare con lui. Si può stare insieme solo se si crede al noi, se c’è un progetto comune.

    Qui a casa di Ale scrivono prevalentemente donne nel ruolo di amanti deluse.

    Questa è l’opportunità per le donne e gli uomini TRADITI di comprendere il calvario che si attraversa per poter ricostruire (per chi ce la fa!). Ma è anche un’occasione di speranza per chi scopre un tradimento che gli arriva in testa come una tegola, inaspettatamente, per avere un’idea della fatica immane che si fa per non lasciarsi schiacciare dall’umiliazione, per accettare l’essere imperfetto che abbiamo a fianco e che siamo anche noi.

    All’inizio ti tremano le gambe. È come trovarsi in uno tzunami, un frullatore emotivo.

    Ad astra per aspera!!

  • Ariel, 9 Ottobre 2021 @ 12:56 Rispondi

    Caro Alessandro non so se potrai considerare di interesse generale questa mia lettera che rivolgo a te nella speranza che tu possa accoglierla come una testimonianza che contiene una verità di fatti concreti in parte vissuti da me direttamente in parte come essere io stessa portatrice di un dna particolare.

    La domanda che spesso ho letto sul blog compresa di articolo tuo e videodiretta e commenti di alcune lettrici commentatrici come me é divenuto come un mantra

    Si può essere amanti felici??

    E ne propongo anche un altra

    Si può essere mogli felici?

    Ecco la mia storia diretta e indiretta dove tutto si fonde e si fonda su mie eredità antiche e mie esperienze dirette come il mio matrimonio é stato funzionante nel vero Amore reciproco e fedele

    Ecco che si può essere mogli felici e mariti felici
    Perché questo vissuto é nato e cresciuti da reciprocità di amore fatto di fatti concreti
    Vissi un matrimonio da giovane sposa in un tempo antico che a guardare oggi poco sembra cambiato come mentalità corrente ,almeno in Italia,
    Credo che essere stata moglie felice e il viceversa sia stato dato principalmente al fatto di esserci sposati innamorati persi ma con una ferma decisa consapevolezza che siamo solo che semi e che per avere buoni frutti occorre sempre inaffiare la propria piantina personale e cioè

    NON DARE MAI NULLA PER SCONTATO
    Così vissi d’amore moglie felice di poter essere me stessa e coltivare la pianta dei miei talenti scoprirli strada facendo e viverli in piena libertà
    Senza distinzione di genere mio Caro Marito non era affatto condizionato da Maschilismo negativo distinguere tra Diritti della Donna di esprimersi e scoprire il proprio essere se stesse poter avere entrambi il proprio spazio tempo di dedicarsi a ciò che si sente valido per se stessi
    Poter pure dare sfogo alle emozioni alla scoperta di ogni giorno del proprio corpo e di quello del altro attraverso i cambiamenti del tempo che passa e che crea quelle meravigliose rughe espressive e di espressione che la vita la si é vissuta nelle emozioni tutte
    Quelle buone e quelle cattive e dolorose

    Quei solchi che hanno aperto a nuove scoperte di me stessa e del mio uomo Grande Uomo!!
    Ero libera davvero
    E lui pure davvero
    Sapevamo sempre che oggi ci saremmo sposati e cioè oggi nel attimo presente e domani chissà occorreva inaffiare la piantina sempre senza mai dimenticarsi di farlo

    Così la Unione se ci si pensa si basa sul unire due persone totalmente uniche e diverse ecco come si possa essere delle mogli felici
    Ma anche dei mariti felici
    Perché prima di scivolare nel proprio mondo difficile ci si può sempre lasciare
    E questo genera la voglia di arginare qualsiasi erbaccia estirparla sul nascere

    La tensione di questo flusso continuo genera la moglie felice
    E il marito felice

    Proprio perché nulla é mai scontato
    Un errore molto comune dato anche da condizionamenti arcaici del modo di dire
    E vissero felici e contenti per tutta la vita

    Si é possibile ma perché nessuno nella fiaba ha mai scritto
    Che nulla era mai scontato

    e vissero felici e contenti é una frase a consuntivo e cioè
    La coppia scopri solo quel giorno in cui uno dei due mori che vissero felici e contenti per tutta la vita
    Senza mai tradirsi un solo giorno ma rischiando di farlo molte volte

    Fermarsi in tempo ecco come si diviene sposi felici se solo si vivono i propri talenti nascosti scoprirli e viverli senza ma e senza se

    Ma si può anche essere amanti felici e i miei Nonni infatti lo furono da amanti a nuovi sposi sempre con lo stesso motto e principio
    Non dare mai nulla per scontato e innaffiate la propria piantina
    Così mia Nonna suonava il pianoforte ed era di professione concertista e mio Nonno coltiva i libri le letture e poi li leggeva anche mia Nonna e poi ne parlavano
    I suoi libri di musica sono rossi e con le sue iniziali in color dell’oro antica incisione di un arte mai spenta.

    Ecco che ho imparato poi dopo che si può essere qualsiasi ruolo felice purchè non si dia mai nulla per scontato e per farlo occorre la Musica e la Matematica che poi la musica é fatta di matematica del cuore

    Ecco che la ricetta é armonia nel rispetto di se stessi senza mai dimenticare chi sono gli altri
    Amare gli altri esattamente come amiamo noi stessi
    Ne piu
    Né meno

    Vivere al sole senza mai nascondersi agli altri
    Non dare mai nulla per scontato
    E sarai ovunque tu viva e comunque tu sia nel tuo ruolo di vera te stessa
    Davvero libera e felice!

  • maribel, 9 Ottobre 2021 @ 12:35 Rispondi

    Bellissima testimonianza. In questa storia a lieto fine vedo un sentimento mai finito, un uomo che ai stava già riavvicinarsi a sua moglie, rapporto mai veramente compromesso. Forse come dice Alessandro la storia di molly fa parte di una minoranza di casi in cui lo “tsunami” serve a dare una scossa e poi ricostruire. Fondamentale è che i due non avevano mai veramente smesso di amarsi, condividevano molto e viene da pensare che tante circostanze avessero contribuito alla.storia parallela. Quindi un amore mai veramente finito.

  • Ariel, 9 Ottobre 2021 @ 11:34 Rispondi

    Carissima @Molly mi sono immersa in questa tua cara testimonianza che hai avuto voglia con vera generosità e forza renderci partecipi e al invitarci sicuro a riflessioni fatte con calma come sento voler far dopo averti Letta qui
    Perché poi nei commenti di Blog si perde il filo la unità del racconto si perdono le sfumature e ognuno come umano che sia tende ad ancorarsi ai propri convincimenti ed esperienze proprie personali.

    Sicuro occorre avere una GRANDISSIMA DONNA quale sei tu nel aver avuto ,secondo me,un CORAGGIO DA LEONESSA a voler ancora poter credere al vostro legame ad aver voglia di iniziare tutto un nuovo percorso di vita che non trovo istintivamente corretto definire Ricostruzione ma semmai NUOVA VITA NUOVO LEGAME

    Resto in vera ammirazione e riguardo il commento scritto da CaroAlessandro ciò che mi ha fatto pensare e che qui propongo alla discussione libera é il fatto che secondo me ,pur restando vero meccanismo di realtà che il traditore resta lui totalmente responsabile della sua negativissima azione distruttiva verso proprio chi FACEVA FINTA DI AMARE e qu’il perdurare nel tempo rende GRAVITÀ PESANTE LA RESPONSABILITÀ DEL TRADITORE
    Che passa in automatico se solo vuole poter osare pensare a proseguire con moglie un nuovo cammino

    Puo zollò che fare silenzio e fare fatti concreti che dimostrino un vero pentimento perché IL TEMPO FA LA DIFFERENZA DEL POTER AVERE UNO STRACCIO DI MOTIVAZIONE ACCETTABILE!!!

    Ecco che sicuro CaroAlessandro chi tradisc significa che qualcosa non va nel legame di matrimonio o convivenza e sicuro come da Scoenza non funziona nulla ne la coppia ne se stessi il traditore non funziona in se stesso sta in crisi sua e di conseguenza la porta nella coppia
    Schema scientifico che riguarda la difficoltà della propria evoluzione personale e i milioni di aspettative che fanno da ancore per se stessi ci si riversa sugli altri le proprie défaillances interiori.

    Detto questo però se sta vero che la amante in apparenza non avrebbe nessuna responsabilità
    Su questo non concordo perché vorrei vedere se un uomo soprattutto un uomo ,maschilismo ad impronta italica maggiore si trovasse spesso a dei bei due di picche da parte di donne che siano capaci di darsela subito che una relazione di amantato porta nel 70/100 dei casi a fallimento dolore malattia personale p

    Ecco che forse tutti sti ometti scopatori e bugiardi per anni forse avrebbero più difficoltà

    Il fatto di continuare a pensare che le amanti donne non abbiano un briciolo di responsabilità non solo non é giusto perché non sono amebe incapaci di intendere e volere ma in più esistono le così definite amanti per scelta felice

    Naturalmente felici solo per il loro egoismo e sollazzo
    Gente che non ha più empatia che come spesso accade i dolori se ci toccano da vicino allora si urla e si condanna ,ma se invece si vive da sole ad esempio e senza farsi nessuno scrupolo per la vita privata altrui si semina tempesta in troppa leggerezza
    Leggerezza non nel senso squisitamente come un moralismo bieco ma leggerezza della ignoranza del come si funzioni e come funzionino scientificamente i legami affettivi tutti

    Occorre il distinguo
    Amante per caso scocca una scintilla e ci si ritrova a scegliere di lasciare la vecchia coppia e farne una nuova
    Intanto lo si dice subito ai rispettivi evitando la sofferenza della bugia ad oltranza senza un domani

    E tutto acquista una vera sincerità pur nel dolore subito di chi la vita se la sente distrutta ma in questi casi sicuro la amante donna non ha una vera responsabilité agire insieme al più vite alla luce del sole

    Ma chi fa la ante di credo di vita convinta di essere onesta e felice solo per se ecco dove la amante sia che sia uomo o donna a fare uguale restano responsabili e nuocciono gravemente,ente alla salute propria e di tutti gli altri società compresa

    Amanti per caso che concretizzano facendo il minimo soffrire i rispettivi si possono definire può accadere
    Ma ci saranno sicuro feriti ma mai morti
    In senso figurato

    Molla a te un gérance abbraccio e ovviamente che sia davvero vita nuova per voi!!

    • alessandro pellizzari, 9 Ottobre 2021 @ 11:44 Rispondi

      Colgo l’occasione del tuo commento Ariel per ringraziare Molly per quanto ha scritto (scritto benissimo fra l’altro) e per il valore di speranza e chiarificazione che fornisce a tutte le mogli nella sua situazione, senza dimenticare che questa storia è una lezione anche per quelle amanti che si affidano troppo alle descrizioni da inferno che certi mariti fanno del loro matrimonio, salvo poi azzerbinarsi quando rischiano di chiuderlo. Invito anche tutte le ragazze amanti e non a mandarmi un loro scritto come molly. Se è di interesse generale sarà un piacere pubblicarlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.