body bubbles deep dive
Photo by Pixabay on Pexels.com

In questo video analizzo una domanda che nasce dalla community di questo blog, che commenta quotidianamente gli articoli che pubblico (andateveli a leggere e partecipate, portate la vostra testimonianza anonima, aiuterà e vi aiuterà): PER RINASCERE DA UNA RELAZIONE ANDATA MALE BISOGNA TOCCARE IL FONDO? CLICCA SUL VIDEO PER AVERE LE RISPOSTE

E poi, in questo video, analizzo anche i seguenti temi

Codice del silenzio, contact o no contact: meglio parlare con l’ex per rendersi conto di chi davvero è anche dopo la fine della storia o è meglio il silenzio?

Occasioni di auguri, compleanni e ricorrenze: meglio evitare di fare gli auguri o bisogna essere superiori?

Si può rimanere amici?

L’esempio del video strappalacrime dichiarazione d’amore e la lettera finale

Come reagisce chi vi ha lasciato: zero, small, medium e reazioni large

Il rischio più grande: toccare il fondo e iniziare a scavare

I rischi emotivi: ritiro sociale e dna emotivo a pezzi

I rischi fisici: malattie psicosomatiche, esaurimento fisico e nervoso, depressione

La soluzione: il Codice del silenzio assistito da un esperto

Buona visione!

PERC ACQUISTARLO CLICCA QUI https://www.amazon.it/dp/8893970678/ref=cm_sw_r_api_i_R2YSGHR9FV4D50JWSDEX_0

Condividi:

652Commenti

  • alessandro pellizzari, 2 Maggio 2023 @ 09:24

    le mogli che accettano i seriali perdonano all’infinito purtroppo, e purtroppo spesso se la prendono con l’amante

  • Marten, 2 Maggio 2023 @ 00:20

    @Elle elle esatto valutare se ne vale la pena e’ fondamentale, al momento mi accontento di vedere i miei figli sereni con una mamma meno nervosa e più presente … la coppia non fa fuochi d’artificio ma il tempo farà da cartina tornasole . Sicuro mi e’ abbastanza chiaro che, visto l’epilogo e sopratutto il tipo di uscita di scena del mio amante, sarebbe forse più valsa la pena fare terapia di coppia e capire se c’erano margini di salvezza del matrimonio piuttosto che incappare in un diversivo e innamorarsene … ma col senno di poi e’ tutto più facile, ora con 8 anni di amantato alle spalle la situazione e’ decisamente peggiorata che il marito sappia o no . Il futuro non e’ ancora scritto vedremo .

  • Marten, 2 Maggio 2023 @ 00:07

    @molly ah no non c’è pericolo che ai miei occhi diventi la vittima ..gli ho sempre rimproverato di non avere le palle per affrontare la situazione invece di lamentarsi … se davvero si e’ finto lei mi viene solo da ridere . Di lei cosa dire e la terza volta che gli perdona un tradimento di cui due con me, non sono la prima non sarò l’ultima . Affari loro io devo pensare a stare bene

  • Molly, 1 Maggio 2023 @ 21:19

    Dici che sono ingenua a credere che abbia scritto la moglie? ma in questo caso che motivo avrebbe avuto lui di fingersi la moglie?”

    @Marten capsico che ci sei in mezzo, ma a me pare chiarissimo il motivo: diventa lei “la cattivona, l’arpia” e lui…. spera di cadere in piedi e di essere visto pure come vittima. Si sta discolpando scaricando su un’altra persona la propria responsabilità, d’altra parte ha otto anni alle spalle di allenamento a raccontare balle e non sono un trattamento esclusivo per la moglie, mi sa. Così il risultato è che tu trovi inopportuna la moglie, mica lui!! Quello è una volpe, un manipolatore da cui stare alla larga!!

    UN uomo del genere non eserciterebbe su di me nemmeno il fascino su un mio capello.

  • elleelle, 1 Maggio 2023 @ 16:42

    Grazie @Rinascita e Ads
    Credo che chi come noi non ha ricostruito abbia fatto tutti questi passaggi per arrivare a capire cos’era la cosa giusta da fare per noi stessi e per il coniuge.
    La non-ricostruzione non e’ la cosa giusta per tutti ma le domande si’, bisogna farsele comunque, per esplorare se stessi e le proprie convinzioni, che a volte ci portano ad avere un’idea degli altri e delle relazioni che tende a lasciarci poi insoddisfatti da una parte, illusi dall’altra.
    Sono coperte di Linus che funzionano finche’ restano a posto, ma appena le tiri un po’ ti restano fuori i piedi.
    E infatti, le utenti che sono restate con il marito ad amantato finito usano molto spesso le parole e le stesse frasi, segno che sono strumenti che servono per cercare di restare in piedi in una situazione traballante.
    Va benissimo, ci mancherebbe, ma bisogna essere consapevoli che se qualcosa traballa la dovrai puntellare sempre, anche a costo di sensi di colpa, bugie, cose non dette, sottili forme di manipolazione ecc.
    Ognuno deve valutare se vale la pena.

  • Marten, 30 Aprile 2023 @ 12:30

    @tiziana si vero al momento e’ dolore delusione stupore …

  • Rinascita, 30 Aprile 2023 @ 08:02

    ADS condivido con te che quanto ha scritto ElleElle sia profondo, vero, scomodo per molti ma al tempo stesso delicato e non giudicante.
    Fa riflettere molto ed è quello di cui ha bisogno chi approda qui. Grazie ElleElle

  • Marten, 30 Aprile 2023 @ 05:33

    @elleelle grazie del tuo intervento . Certo che avrei continuato a tradire mio marito se lui non mi avesse lasciato fino a quando non lo so, non posso saperlo ma non ero l’amante sposata che si faceva andare bene l’amantato, ho chiesto più volte sopratutto negli ultimi periodi che prendesse una posizione, il mio amante non era tra quelli che sosteneva di non voler divorziare mi sono fidata ho aspettato oltre ogni limite dovevo chiudere io e prima . Comunque questo e’ il passato . Il presente e’ incerto chiaramente, mio marito non e’ una stampella, ne io ho paura di stare da sola, ricordo che sono al secondo matrimonio, so stare da sola . Come già scritto voglio provare a tenere in piedi quello che ho per diversi motivi e non posso elencarli qui non saranno gli stessi motivi per i quali avrei voluto una relazione ufficiale con l’amante ….al momento va bene così . 🙂

  • ADS, 29 Aprile 2023 @ 17:20

    quando imparero’ a scrivere con la delicatezza ,la sagacia financo introspezione di @elle, smettero’ di scrivere sul blog

  • Tiziana, 29 Aprile 2023 @ 15:26

    @Marten, mi dispiace per la tua sofferenza che avverto molto forte nei tuoi scritti. I pensieri all’inizio non si possono comandare, sono una costante. Il malessere ti accompagna tutto il giorno. E per agganciarmi al titolo di questo articolo credo che bisogna purtroppo toccare il fondo per poi risalire. Quando tu stessa non ne potrai più delle lacrime, delle domande, di tutto questo processo negativo e realizzerai la tua perdita di tempo che peraltro non cambia una virgola del risultato finale, sarai pronta a risalire.

  • elleelle, 29 Aprile 2023 @ 12:10

    @Marten
    Dovresti contare sulle tue forze per superare quello che e’ successo, senza cercare punti di ancoraggio al di fuori di te stessa. E’ piu’ difficile ma te la devi cavare da sola, senza mettere in mezzo altre persone.
    Tuo marito non e’ un oggetto da usare per darti una mano a stare in piedi, lo sai bene anche tu e otto anni di tradimento sono tanti. L’avresti lasciato per il tuo ex o avresti continuato a tradire, se non l’avesse beccato la moglie.
    Per questo devi lavorare su di te per capire perche’ credi che sia normale e giusto spostare la tua attenzione emotiva da un uomo all’altro come se fossero intercambiabili. Devi capire tu perche’ piangi e ti disperi per un coglione e allo stesso tempo credi di poter tenere in piedi e addirittura migliorare il tuo matrimonio.
    E’ normalissimo che tu ti senta persa ma e’ meno normale che tu abbia gia’ progettato di far andare bene le cose in casa, dopo 8 anni di tradimento.
    Come le vedi tu le relazioni, sono strumentali a darti soddisfazione a livello di ego? Sono delle stampelle che ti permettono di rendere piu’ semplice la giornata, per cui se si rompe la stampella amante tiri fuori dall’armadio la stampella marito? Hai bisogno di sentirti desiderata e di non essere sola per cui tutto fa brodo?
    Non lo dico con cattiveria, sono domande che si dovrebbe fare chiunque creda che sia possibile che finisca brutalmente una relazione di amantato e che si riesca a ritornare in casa e a fare andar bene le cose mettendosi a tavolino. Ci si puo’ anche riuscire per un po’, perche’ comunque le endorfine funzionano alla grande ma la persona che hai di fianco e’ la stessa e soprattutto, tu sei la stessa.
    Il cambiamento deve venire da te, da come vedi tu il rapporto con una persona, come ti sintonizzi con questa persona e le tue esigenze. Se vuoi rispetto, il rispetto lo devi dare. Tuo marito non sa niente e va bene cosi’, ognuno sceglie di dire o meno la verita’, ma tu gli dovresti almeno il rispetto di non usarlo e di smazzarti questo errore da sola.
    E poi, come ha scritto @Rosa qua sotto, perche’ incaponirsi su rapporti finiti? Perche’ non imparare a stare da soli sulle proprie gambe? Tenersi il marito che tradisce ripetutamente (lo ha fatto anche la moglie del mio ex, poveraccia), restare attaccate ad amanti indegni e cercare di mettere le pezze a un rapporto matrimoniale finito sono tutti lati della stessa medaglia: la paura di restare da soli, la dipendenza affettiva.
    Non parlo di patologia ma di debolezza e la debolezza la vinci solo con le tue forze.

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 18:02

    @Molly mio marito al momento è l’unico che non ha sofferto…l’ex amante avrà sofferto per se stesso perchè la moglie lo avrà strapazzato per bene …io vabbè mi leggete… per questo ritengo che una confessione post relazione sia inutile non molto corretto tacere, ma almeno qualcuno si salva, chiaro che se decido di divorziare sarà menzionato anche l’amante come conseguenza ma non come causa del fallimento.

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 17:57

    @Marcelle Da queste storie purtroppo si esce spesso devastati e sono piu lunghe da elaborare di “storie normali” non solo perchè non finiscono per noia, fine del sentimento, etc.. ma soprattutto perchè non puoi nemmeno vivere il dolore apertamente. Si esatto nel mio caso poi un fulmine a ciel sereno come già scritto…in una giornata normale, sono “venuta giu’ con la piena” proprio, tant’è che quando gli ho scritto e mi sono ritrovata bloccata ho immaginato di tutto tranne che lui mi avesse lasciato, ebete fino alla fine proprio ahahah

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 17:54

    @Stefano veramente accetti e fai cose che non pensavi fosse possibile. Esatto !! Pure io a volte pensavo di sragionare davvero

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 17:53

    @Molly
    Purtroppo questi uomini si rivelano così solo nella fase finale di queste storie, quando i nodi vengono al pettine e soprattutto quando vengono scoperti, dove si scoprono gli altarini e danno il peggio di loro stessi. esatto Molly lo sgomento e la delusione sono dati anche da questo oltre che dalla fine della relazione in cui hai creduto. Improvvisamente ti ritrovi davanti una persona diversa. Dici che sono ingenua a credere che abbia scritto la moglie? ma in questo caso che motivo avrebbe avuto lui di fingersi la moglie? la mia era una risposta alla sua lettera non era una richiesta di tornare insieme anzi era esternare solo la mia incredulità per avere avuto a che fare con una persona cosi, pertanto pure la moglie l’ho trovata inopportuna…alla fine con quella mia mail stavo semplicemente dicendogli stai pure li

  • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2023 @ 17:38

    di sicuro da queste storie ne uscite vaccinati

  • Molly, 28 Aprile 2023 @ 17:04

    @Alessandto grazie per aver condiviso la tua esperienza di counsellor. Non colpevolizzo gli amanti “fregati” ma dico solo che sebbene capisco l’orgoglio ferito, il dolore di aver credito a delle menzogne, prima o poi verranno a realizzare, ed è meglio che li facciano al più presto, che grande benedizione sia stata che si siano finalmente rivelati per gli imbecilli patentati che sono, perché almeno si sono scampati la sorte peggiore che è quella di metter su casa con degli esseri così spregevoli. Immagina se quelle storie si fossero trasformate in storie alla luce del sole: la delusione sarebbe molto più grande! Quindi Marten davvero si deve chiedere “Come ho fatto a perdere la testa per una persona così?” ‍♀️

    E mi dispiace per Marten che ha “buttato via” 8 anni per una persona de genere. Ma il mio pensiero va ANCHE al marito di Marten perché le sue fregature le ha prese anche lui e nemmeno lo sa. Purtroppo queste storie sono un campo minato dove tante persone sono destinate a soffrire. Tutta esperienza per scegliere meglio in futuro!

    Mal comune: mezzo gaudio? No, mal comune!!

  • Marcelle, 28 Aprile 2023 @ 16:51

    Eh si, @Molly ci innamoriamo di imbecilli, bugiardi e traditori comodisti. Del resto anche tu ti sei innamorata di uno cosi, con cui hai anche rinnovato l’amore. Quindi ci andrei con calma e con tatto. Tu stessa non sei rimasta con tuo marito per voglia di rivincita o orgoglio ferito ma per amore.

    Io davvero non capisco certi tuoi interventi. E sulla moglie ci credo proprio. Una mia non-cara parente ha fatto proprio cosi e di esempi ne da conferma pure @Ale. Purtroppo nella mente di queste persone e coppie si agisce con un prisma di valori ben identificato dai commenti precedenti (@ads mi ha fatto morire!).

    Che sia meglio perderlo che trovarlo uno cosi, non ci piove. Ma lo sconcerto ed il dolore si elaborano solo col tempo e talvolta con un aiuto professionale, che io consiglio a @Marten sulla base della mia esperienza per il supporto che mi ha dato. Da queste storie putroppo si esce spesso devastati e sono piu lunghe da elaborare di “storie normali” non solo perche non finiscono per noia, fine del sentimento, etc.. ma soprattutto perche non puoi nemmeno vivere il dolore apertamente.

  • Stefano, 28 Aprile 2023 @ 16:49

    @Ale
    Condivido ogni frase della tua risposta a Molly. Il problema sono gli amanti falsi ed egoisti non gli illusi. E quando sei innamorato e ti fidi del sentimento e delle parole dell’altro (anche perché pensi sia una persona diversa da quello che poi si rivela) veramente accetti e fai cose che non pensavi fosse possibile. A me è successo così. Tutta esperienza per noi che ci rafforziamo e affrontiamo meglio il futuro, immagine negativa per loro che quel futuro lo vivranno con le loro contraddizioni, i loro difetti, le loro situazioni irrisolte, dentro e fuori. Per questo tutti noi, @Marten compresa che si trova in grande difficoltà, dobbiamo in un certo senso essere fieri di noi stessi e sereni. Ci aspettano altre soddisfazioni come qualcuna delle amiche qui mi ha spesso preannunciato.

  • Stefano, 28 Aprile 2023 @ 16:38

    @Viovio
    “Dai tuoi commenti percepisco un cambiamento positivo e questo mi fa molto piacere!”

    Grazie Viovio! Un’evoluzione c’è stata sicuro. Non poteva essere diversamente viste le cose successe in questi ultimi 5 mesi. Per me i sentimenti non riescono a superare certi attacchi. E poi scrivere qui permette di autoanalizzarsi e guardare le storie altrui percependone da osservatore le contraddizioni e dirsi “guarda che la tua è la stessa cosa!”. Non ti nascondo che in fondo in fondo ancora credo a quell’amore che mi è stato raccontato per tre anni e mi dico “tornerà per stare con me”. Perché mi sembra ancora tutto surreale. Ma so che è un’illusione e mi aggrappo a tutte le sensazioni negative per proseguire il mio cammino. La cosa bella è che non la cerco più, non l’aspetto più, non mi manca più. Mi sento distaccato. Anzi evito di incontrarla perché sarei imbarazzato a ignorarla perché sarebbe quello che farei. Faccia quello che crede e se tornerà dovrà farlo lei e pesantemente. E non è detto che io ci sia ancora dopo tutto ciò. Probabilmente mi troverebbe spento. E se non siamo quelli di prima le cose si complicano e potrebbero essere addirittura “tristi” se paragonate a prima. Credo che quando si rompe un giocattolo non si torna indietro. Ormai quella magia potrebbe essere definitivamente finita e ci troveremmo a dover ricominciare da capo. Quasi come una coppia che vuole riprovare. E non eravamo questo. Per tutte queste cose ogni giorno mi dico “guarda che è finita, non tornerà più. Vai avanti e non voltarti indietro”. Ma è difficile per due motivi: il primo è che una storia così intensa e bella non si cancella in un attimo nonostante tutto, il secondo è che la vera lei era l’altra, quella che ha prevalso, quella che io non vedevo nei momenti vissuti non insieme. E questa è una delusione profondissima che per andar via richiederà più tempo della sua mancanza.

  • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2023 @ 16:36

    Molly, purtroppo questi uomini si rivelano così solo nella fase finale di queste storie, quando i nodi vengono al pettine e soprattutto quando vengono scoperti, dove si scoprono gli altarini e danno il peggio di loro stessi. Non me la sento di colpevolizzare le vittime di queste situazioni, maschi o femmine che siano, perché essere innamorati (e non ricambiati, anche se crediamo che sia così) porta a fare e sopportare cose che in condizioni normali non accetteremmo mai. Questi uomini spesso si rivelano non idonei come partner neanche se fossero single. Purtroppo tutto ciò si realizza al latte ampiamente versato e quando molti danni sono stati fatti. Che la moglie abbia dettato o meno la lettera di commiato (cosa che in counseling mi succede spesso; nella fase della scoperta succede anche di telefonate in vivavoce dove lui deve abiurare l’amante manco fosse Galilei alla santa inquisizione) ha una sola rilevanza: lui ha sempre mentito sui suoi sentimenti con l’amante ed è disposto anche a umiliarsi pur di non vedersi mettere fuori di casa.

  • Molly, 28 Aprile 2023 @ 15:38

    Ma veramente credete alla storia che la moglie scriva al posto di lui? Io non ci credo affatto!

    O se anche @Marten ne è convinta come fa a non pensare “ma di che razza di emerito imbecille mi ero innamorata?”

    Ma che fascino può avere un senza spina dorsale del genere? Inutile provare a scaricare sulla moglie! Se anche fosse, è chiaro che lui tutto sommato lo trova accettabile e non si fa scrupoli a bloccarla per non fare soffrire la ex amante. E questa sarebbe gente di cui innamorarsi? Ma per carità!!

    Se questo è il quadro è solo l’orgoglio ferito che la fa soffrire, non la decisione di non poter stare con uno così.

    Dovrebbe ringraziare di avere avuto l’occasione che lui si sia allontanato. Magari da lontano, senza le fette di prosciutto agli occhi, lo vede meglio per quello che è: una persona di cui è molto meglio non fidarsi e con cui è meglio non avere a che fare!

    Vedrai che starai meglio giorno per giorno.

  • Ariel, 28 Aprile 2023 @ 14:32

    purtroppo @CaroAlessandro capita spesso in relazione tossica che il manipolatore negativo APPOSTA provoca la ESASPERAZIONE della preda di turno

    È infatti un meteo tipico dello schema come ti manipolo negativo ma facendo apparire che sei tu preda la COLPEVOLE DI TUTTO E DIVFRONTE A TUTTI
    Così spesso , purtroppo accade che da “ vittime temporaneee” si passi a “ DARE IL PEGGIO DI SE STESSE” perché fa parte dello schema ridurre a passare da parte del torto la preda

    Così che molti casi la amante ESASASPERATA arriva a fare la spia a sua moglie
    Oppure fare in modo che lo scopra
    Fare di tutto e di più mettendosi sicuro a volte a rischio anche di venire denunciata per stalking ad esempio
    Ci sono diversi casi di persone che ho conosciuto durante la mia terapia e anche interviste inchieste fatte dalla stampa

    Così testa davvero incredibile ma esasperazione riduce a fare azioni negative che si ritorcono come boomerang verso se stessi

    Non affatto facile non reagire fa parte della TOSSICITÀ della relazione manipolazione subita per anni e anni

    questo x dire che @ Marten fa parte della tipica casistica di casi identici schemi

    E queste cose accadano pure in matrimoni con uguale schema
    Una mia compagna di terapia di gruppo è finalmente riuscita a separarsi dal marito vero manipolatore negativo double face e cioè con schiera di amanti in contemporanea

    La moglie mia compagna dopo venti anni di matrimonio non ne poteva più ma essendo dipendenza affettiva no riusciva mai a lasciarlo

    Poi fece terapi di gruppo e riuscì a separarsi ma purtroppo anche lei ESASASPERATA fece un casinò con le amanti del marito creando un vero caos e beccandosi pure denuncia di stalker

    Accetto la separazione pure perdendo tutti i soldi la casa ma finalmente era SERENA COB KS SUA CETA LIBERTÀ INTERIORE ED ESTERIORE CNQUISTATA!

    Dopo un anno so che che rinata trovato nuovo posto nuovo lavoro e pure un vero uomo libero come lei !!

    Forza Marten cercati la terapia e inizia a farla !!!

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 13:54

    @marina “ Vedrai che cmq il senso di liberazione da una storia tossica ti darà ossigeno, triste e devastata ma libera, io mi sento così da mesi che basta per continuare a tenere bloccato tutto.” ecco devo arrivarci al momento la mia apparente normalità cela un disagio profondo … piango continuamente

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 13:49

    @non e’ questo che intendo con ricostruire mi sembra di aver già scritto che a mio marito voglio bene… non posso certo scrivere che e’ ritornato l’amore e la passione . Con calma vedremo come evolverà e in cosa 🙂

  • Viovio, 28 Aprile 2023 @ 13:27

    Sono d’accordo con @leilei “ricostruire un matrimonio non è la stessa cosa di dire rimango a casa mia e cerco di passarmela”.
    @leilei si è rifatto vivo?
    @Marten tuo marito non ha notato il tuo sgomento?

  • Viovio, 28 Aprile 2023 @ 13:22

    @Stefano
    Dai tuoi commenti percepisco un cambiamento positivo e questo mi fa molto piacere! Mi raccomando non abbassare la guardia perché è ancora presto ed in certi casi (ma non credo sia il tuo) meglio non farlo mai!!

  • Leilei, 28 Aprile 2023 @ 12:42

    Marten ricostruire un matrimonio non è la stessa cosa di dire rimango a casa mia e cerco di passarmela.
    Ricostruire vuol dire impegnarsi per far rifiorire certi sentimenti.

  • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2023 @ 12:08

    e sei passata automaticamente come rovina famiglia ottenendo cosa? Lui è sempre lì, anzi, è diventata una povera vittima…

  • Marina, 28 Aprile 2023 @ 12:06

    @Marten, concordo con tutti, prenditi il tuo tempo, prima devi guarire e poi pensare al tuo matrimonio.
    Anch’io sono ancora nel mio matrimonio e nn mi sento in grado di decidere cosa fare fino a quando le mie ferite non saranno cicatrizzate, un passo alla volta, è una decisione importante e merita secondo me la giusta lucidità. Vedrai che cmq il senso di liberazione da una storia tossica ti darà ossigeno, triste e devastata ma libera, io mi sento così da mesi che basta per continuare a tenere bloccato tutto. Arriverà anche per te.
    Per quanto riguarda il tuo ex dico solo che quando hanno distribuito le palle, lui era da un’altra parte, penoso veramente e personalmente anche sua moglie, parliamo di comportamenti da asilo altro che persone mature di 50/60 anni, è tutto molto triste e tu sei superiore a questi due elementi, comincia a sentirti così, sopra un altro livello perchè è quello che meriti e dove devi stare.
    Un abbraccio

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 11:59

    @lia dimenticavo beccato la prima volta è stato “trascinato per le orecchie” a fare terapia di coppia a me diceva serviva a lei per metabolizzare la separazione …un classico dei cialtroni dire ste robe…pensa quando ha saputo che la sottoscritta era ancora presente dopo anni, nonostante lei insospettita avesse chiesto più volte se ci sentissimo …altro che in 41 bis lo ha messo…affari loro …e che non ricompaia mai piu’

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 11:51

    @Rinascita Una storia può finire, ma il modo in cui avviene ha il suo significato, consente di elaborare. Brava esatto e la cosa piu’ becera che potesse fare è stata lasciarmi in quel modo, conoscendo le mie fragilità e sapendo che sarebbe stato il modo che piu’ mi avrebbe ferito..uno schifo tremendo…

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 11:40

    @Stefano sei sempre molto saggio i tuoi interventi mi piacciono tantissimo come quelli della maggior parte di voi e vi ringrazio di cuore perchè mi state davvero dando coraggio e sostegno . Un’altalena certo si assolutamente…un giorno sono piena di fiducia un giorno nel baratro…un giorno penso che dimentichero’ un momento dopo vorrei andare a sputagli in faccia…poi mi manca poi e poi e poi lo sai….attendo fiduciosa il passare del tempo….quello aiuta lo so, ricordo di aver già superato un divorzio molto doloroso. Lo so posso farcela a superare anche questo lutto,

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 11:35

    @cri28 grazie mille delle tue parole

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 11:34

    @ads voglio ricostruire il mio matrimonio..ho detto consapevole che davanti ad un bivio forse scelgo la strada piu’ facile, non ho detto che scoppierà l’amore ho sempre detto è un uomo cui voglio bene abbiamo avuto figli nipoti e stiamo insieme da piu’ di 20 anni….l’errore è stato colmare le lacune con un altro e, incapace come la maggior parte delle donne di vivere l’amantato in modo sportivo (leggi trombamicizia) e credimi anche qualche donna ne’ è capace mi sono innamorata ho sognato fatto progetti quando invece avrei dovuto investire sulla mia famiglia. No non voglio divorziare ma puo’ essere che il mio tentativo fallisca…e allora come mi ha scritto @Rosa vivro’ da sola…cosa peraltro già fatta dopo il primo matrimonio..ma voglio tentare perchè escludere a priori perchè non dare una chance alla famiglia o a quel che resta della coppia? Certo ora buttarmi a capofitto faccio fatica, sono partita lanciata ma poi mi sono lasciata ammosciare dalla mancanza di lui e dalla delusione…vedremo cosa riserverà il futuro, di certo non un altro amantato

  • Marten, 28 Aprile 2023 @ 11:28

    @lia la moglie lo sa perfettamente che ci siamo frequentati per 8 anni perchè avendo avuto la pessima idea di rispondere alla mia mail al posto del marito se non gliel’ha detto lui gliel’ho detto io o la sua segretaria che mi ha risposto al telefono…sono stata per 8 anni nell’ombra zitta e buona (cit maneskin) ma poi esasperata dalla sua vigliaccheria e umiliata dal suo comportamento devo dire ho dato il peggio di me.

  • Rosa, 28 Aprile 2023 @ 10:51

    Sono d’accordo con @Maribel, capisco dopo una delusione rifugiarsi nel matrimonio, ma se è stato proprio questo a farti iniziare una relazione col tuo ex, forse non ci sono le basi per stare meglio.
    Capisco anche che a 50 anni e più è veramente difficile separarsi con l’idea di trovare un altro compagno.
    E invece prende in considerazione l’idea di cavarsela da soli? Assaporare quella libertà che tanto mancava nel matrimonio, il fatto che nella vita quello che si è fatto e costruito va bene e che non bisogna più dimostrare nulla, i figli sono abbastanza autonomi, vivere così sereni DA SOLI. Fa così paura?
    Ma, dico in generale, non è meglio che incasinarsi la vita con mariti che non si amano e che si cornificano, amanti che si reputano perle e si rivelano pirla, situazioni in cui addirittura la moglie dell’amante interviene a scrivere lettere e messaggi ecc. Ma i personaggi di questo quadrilatero come stanno vivendo? veramente c’è un abbruttimento generale , dove ognuno ne esce senza dignità. L’accanimento di queste mogli disperate di tenersi mariti fedifraghi con anni di amantato alle spalle è un insulto al genere femminile, piuttosto ci si parla chiaro e si vive da separati in casa dove entrambi i coniugi hanno le loro storie fuori casa, lo capirei di più, si diventa complici e amici in un certo senso.

  • Marina, 28 Aprile 2023 @ 10:45

    Ogni commento stamattina si sintetizza nella nuova canzone di Ligabue, “Riderai”, che ho ascoltato e dedico a tutti noi…
    Ti vedrai dare fuoco alle vergogne
    Bruceranno come legna
    Ecco quanto riderai
    E crolla il muro su cui sbattevi
    Hai visto cos’era? Soltanto un pensiero
    Buon ascolto!

  • Lia, 28 Aprile 2023 @ 10:42

    @ads, confesso di non aver seguito la storia di Marten, quindi mi perdo sicuramente dei pezzi. L’ex tipo di Marten avrà detto alla moglie che si è trattato di una scappatella. Non gli avrà certo confessato gli 8 anni di tradimenti.
    Quello che confessano alla moglie uomini di questo livello lo devi moltiplicare per 10000 e forse sei vicino alla realtà.
    Questo gran pezzo di signore sarà stato messo al 41 bis senza ora d’aria da una moglie che adesso vuole la certezza assoluta che l’altra sparisca! Marten è vittima di questa dinamica folle.
    Parli di persone mature, ma in questi casi l’età gioca a sfavore perchè le donne pensano di essere passate di cottura (come hai sottolineato anche tu in diversi post :-))))) e che sia tardi per rimettersi nuovamente in gioco. Hanno paura di restare sole, di ricominciare da zero e quindi accettano di tutto!
    Lui, come dice elleelle, un cagasotto di prima categoria, un totale senzapalle! @Marten, ma che ci devi fare con uno così? Assolutamente incapace di assumersi un minimo di responsabilità di ciò che ha fatto!
    Neanche il coraggio di parlarti in modo decente! No vabbè, un’altra perla!

  • ads, 28 Aprile 2023 @ 10:00

    @marten..@rinascita@elle e@maribel ti hanno scritto quello che succede in chi si trova in queste situazioni..noi siamo rimasti stupiti perchè hai esordito dicendo ” voglio ricostruire il mio matrimonio” …cosi dopo 8 anni..a tavolino come fosse una casa da compare, putroppo non succede cosi.e piu vai avanti e piu tutto si evincerà nella sua chiarezza.
    si sei sola..e tu hai voglia di ributtarti in una relazione nuova con tuo marito..ammirevole ma stressante..
    io resto solo molto stupito da cambiamenti repentini dei coniugi che sono cambiati..forse vivo in un altro mondo

  • Cri28, 28 Aprile 2023 @ 09:39

    Marten, a me sembri una donna forte e capace di riprenderti. Questa sofferenza è fatta anche di perdita delle abitudini, di senso di vuoto, perciò diventerà meno acuta, con il tempo vedrai tutto in modo più lucido, anche lui. Concordo con chi ti ha detto che la relazione tra il tuo ex amante e sua moglie non è sana; guarda, considerati fortunata se spariscono senza creare danni al resto della tua vita. Fatti aiutare, fai una cosa per te ogni giorno, andrà meglio.

  • Stefano, 28 Aprile 2023 @ 09:18

    Bene @Marten. Direi che hai potuto leggere tanti commenti in alleanza con te di chi queste cose le ha vissute sulla propria pelle. È servito a me qualche mese fa per superare il tutto e oggi anche io posso dirti che ce la si fa. Ripeti questa cosa. E ripeti che non è colpa tua per tutto quello che è successo. Né in casa né fuori. È successo perché doveva succedere. Da un lato perché ti mancava qualcosa, dall’altro perché quel qualcosa lo hai trovato in una persona in cui mancava però tutto il resto. Tu hai bisogno di amore, quello vero, e di un uomo che sia degno di questo nome. E per esserlo non è sufficiente essere passionale e carino all’occorrenza. Per esserlo bisogna avere le palle. Solo un uomo così ti avrebbe veramente resa felice nella tua vita futura. E questa specie di mezzo uomo non lo avrebbe fatto. Quindi capitolo amante diciamo chiuso. Poi ci metterai del tempo ma mano a mano ti staccherai dal pensiero. Come detto ti resterà solo il sogno di quello che avresti voluto con un uomo. Non lui. Magari arriverà, magari no. Ma tu sarai viva!!! Detto questo parliamo dell’altro aspetto che è il matrimonio. Capisco che non vuoi affrontare un altro divorzio. E infatti non lo devi fare. Non oggi, non è il tuo problema centrale. Magari nemmeno domani. Per ora devi solo stare tranquilla e aspettare che arrivi un po’ di sereno. Ci vorrà qualche mese. Abbi pazienza e aspetta. Non devi fare nulla di forzato. Solo cercare di stare bene. Quello su cui devi concentrarti, in cui per ora se vuoi puoi “rifugiarti”, è la famiglia. Quella non ha nessuna implicazione extra o di recupero con il marito. C’è e ci sarebbe stata anche se avessi proseguito. Mia madre, donna di grande intelligenza ed esperienza, quando ero nella tua situazione e reagivo d’impulso, prima pensando di andare via, poi pensando di ricostruire, poi … poi…in un’altalena che non faceva altro che crearmi sconforto perché non sapevo cosa fare in preda al dolore mi disse una cosa “non avere fretta, non fare nulla che non sia quello che ti senti di fare. E aspetta. Le cose andranno come devono andare”. Ora fatti trasportare dal fiume senza panico e senza cercare appigli che possono essere controproducenti perché così si rischia di affogare. Cerca di nuotare, stare a galla, mantenere un po’ di lucidità (so che non è facile ma è l’unica cosa che aiuta), capire che quella storia era sbagliata. E vedrai che prima o poi il fiume ti porterà in zone più tranquille e su rive in cui potrai sdraiarti, respirare e riflettere. Occhi all’insù verso il cielo azzurro e ti dirai “finalmente”. Lì sarà il tuo destino e il tuo futuro. E tornerà il sorriso. Io sono ancora nel fiume, come te. Ma sto nuotando e aspetto la riva. Qualsiasi essa sia.

  • maribel, 28 Aprile 2023 @ 08:15

    sul cambiare lavoro francamente mi girerebbero le scatole tantissimo.
    mi hai rovinato l’esistenza diciamo “sentimentale”, mi devi pure far cambiare lavoro? magari dopo anni che una si fa il mazzo per farsi un minimo di posizione decente? eh no.
    chi parla così probabilmente ha un tipo di lavoro dove può prescindere da un certo tipo di struttura o di organizzazione.

    @marten
    poi volevo dire a @marten che io la vedo come @rinascita, tu ti sei presentata qua dicendo che volevi a tutti i costi ricostruire il tuo matrimonio.
    si può capire dal punto di vista emotivo, cioè: tu mi hai distrutta e io mi attacco all’unica cosa che è rimasta in piedi (cioè ‘sta catapecchia del mio matrimonio).
    questo a botta calda ci sta, ma pian piano che tornerai lucida ti renderai conto che la ricostruzione non è un tuo personale lavoro per restare a galla quando ti sembra di affogare, è qualcosa che fa parte di un lavoro comune in cui LO SFORZO è il mettere insieme comportamenti e atteggiamenti e abitudini MA NON E’ UNO SFORZO IL SENTIMENTO, QUELLO CI DEVE ESSERE GIA’.
    Tu questo sentimento lo provi? non credo.
    La ricostruzione deve essere un desiderio del tuo cuore, non un lavoro, non un allenamento a stare in un posto che non ti rispecchia piu’. quella è una RIEDUCAZIONE a stare in un certo modo.

    permettimi di scrivere che secondo me tu il matrimonio lo hai preso come salvagente, come scudo davanti al mondo, al giudizio universale: tu sei ancora una donna sposata, con una famiglia, e questo ti fa sentire meno sola, come se dovessi difenderti da un fallimento e dimostrare che non hai fallito.
    ma le relazioni finsicono marten, non è un tuo fallimento come persona, chi si mette in gioco può perdere, bisogna lavorarci su per vederla così. come sta facendo benissimo stefano, per esempio. non hai fallito tu come individuo, è fallita la vostra relazione, ma tu non sei doppia, tu sei UNA persona e una persona da sola si rialza, non per forza ci si deve rialzare in due.

    ma il lavoro che ti hanno consigliato tutti e ti consiglio anch’io è un lavoro profondo su di te per capire dove eri finita TU, la tua voglia di vivere, in questi anni in cui ti sei tenuta sia sogni, sia i salvagenti, facendo della tua vita una vita mentale, immaginata, fatta di quello che dovevi tollerare in casa, magari in modo annoiato, meccanico, trascinato, in attesa di quello che avresti poi vissuto fuori. cioè tutto vissuto nella tua testa.

  • Dispersa, 28 Aprile 2023 @ 08:12

    Certo chi non vorrebbe il confronto viso a viso, il problema è che in queste situazioni il più dei casi è farlocco!
    Sinceramente da uno che ha scelto di rimanere in 41 bis è meglio così… In una lettera tiri fuori tutto quello che a parole non riesci a dire (sempre se non scritta sotto controllo).

  • elleelle, 27 Aprile 2023 @ 23:46

    @ads
    Questi non sono uomini, sono dei cagasotto che vivono relazioni tossiche di co-dipendenza e di vittima-carnefice, con i ruoli che ciclicamente si ribaltano.
    Sono matrimoni che non scoppiano mai perché appunto c’è una dipendenza.
    Meglio stare molto alla larga da queste dinamiche!

  • Ariel, 27 Aprile 2023 @ 23:41

    ads, 27 Aprile 2023 @ 21:28Rispondi

    E vaiii @Ads ci hai azzeccato in. Pieno !,
    E finalmente un commento che stato capace di risvegliarmi dal sonno di chi non si accorge delle prese in giro mostruose che hanno sti soggetto i di veri manipolatori negativi

    ANZIANI PER DI PIÙ!!!

    Ah ah ah passatemi la battuta che sono sul verre de la staffa!!!

    CHAPEAU @Ads!
    Bonsoir!

  • elleelle, 27 Aprile 2023 @ 23:30

    @Marten
    Concordo con @Vio, alcune persone avranno sempre da dire su quello che provi, anche su tuo dolore, perché loro hanno fatto meglio, hanno fatto così e hanno fatto cosà. Anche se le circostanze sono radicalmente diverse, non vedono perché tu non possa fare come loro e ottenere gli stessi meravigliosi risultati.
    Così facendo, ti fanno star male e perché tu dovresti stare ancora peggio di quello che stai a causa di tanta perfezione altrui?
    Posso darti un consiglio da chi ci è passata? Hai diritto al tuo dolore ma prova a viverlo in silenzio. Stacca, anche da questo confronto quotidiano con chi non sa cosa stai provando e ti butta ancora più giù.
    Spiegare le tue circostanze a chi non vuole capire è una perdita di tempo ed energie. Energie che ti servono per la vita di tutti i giorni e per smettere di farti mangiare l’anima da quello che è successo.
    Chi si comporta come ha fatto il tuo ex lascia un trauma e il trauma ha bisogno di tempo, gentilezza e consapevolezza.
    Tu sei consapevole che con quest’uomo non c’è possibilità di ritorno per cui da quel punto di vista la porta è chiusa, la devi tenere chiusa tu ed è meglio per te. Lo sai. Non c’è bisogno di chiarire, è già stato detto e fatto tutto, implicitamente ed esplicitamente.
    Lavora sull’altra porta che è aperta, te stessa.
    Accetta che lui si sia rivelato per quello che è e che non lo puoi cambiare. Cerca di capire perché ti è successo e trova le forze dentro di te. Non cercare surrogati, ce la devi fare tu se no sarai da capo la prossima volta.
    Parla con qualcuno, psicologo, gruppo di aiuto e poniti degli obiettivi giornalieri.
    Ma soprattutto stacca, anche da certe conversazioni che ti si ritorcono contro proprio nel posto in cui tu a regola dovresti essere al sicuro. Hai già capito da te che non è così, purtroppo. C’è chi ci gode a umiliare.
    Forza Marten, tutto passa, ma devi lasciare andare. Dopo l’orribile rottura con il mio ex non ho mai cercato un chiarimento con lui ed è stata la cosa migliore da fare. Te lo consiglio caldamente, lavora su te stessa per capire che non hai bisogno né di un confronto né di un chiarimento. Con uno stronxo così e una situazione così, hai già tutti gli elementi che ti servono.

  • Stefano, 27 Aprile 2023 @ 22:32

    @Viovio
    “Io la frustrazione di @Marten per la mancanza di un confronto la capisco molto bene”

    Sono pienamente d’accordo con te. Un conto è essere dalla parte dell’amante delusa, presa in giro che ne ha piene le palle e che a un certo punto dice basta, lettera o non lettera. Un conto è essere dalla parte di colui che ha deluso, che ha preso in giro e che semplicemente ha messo la coda fra le gambe dopo aver finto per l’ennesima volta un amore da “vita insieme alla luce del Sole” per poi tornare a casina.

    @Marten, se uno fa così nella sua vita, se è uno che scappa, se è uno che non ha le palle di dirsi che è un bugiardo allora non puoi nemmeno aspettarti un confronto vis a vis. Si vergognerebbe!!! Quindi meglio che non l’abbia fatto, ma non perché in questo caso è la modalità giusta, ma perché non avrebbe avuto il coraggio di guardarti negli occhi oppure ti avrebbe detto l’ennesima bugia per poi sparire. Queste sono le cose che te lo devono via via far scadere fino al punto di dirti “meglio così”. La mancanza ci sarà ancora un po’ ma è l’abitudine, il voler vivere quelle sensazioni, il pensare a come sarebbe stato bello. Ma la persona è sbagliata. E probabilmente non sarebbe stato bello nella quotidianità con uno così. Ti assicuro che passa. Io l’ho incrociata per caso una volta in macchina e non l’ho nemmeno salutata e un’altra volta stamattina mentre parlava per strada con le amiche. Ignorata. E sai cosa? Dopo 10 minuti mi ero già dimenticato di averla vista. Un mese fa mi sarebbe venuta voglia di scriverle. Ma in questo momento è talmente scaduto il sentimento che per risvegliarlo dovrebbe presentarsi con la sua miglior versione in assoluto e con un libro di scuse, oltre alla frase definitiva “sto con te”. Ma oltre a essere quasi impossibile ormai, non so nemmeno se funzionerebbe. Come sono adesso direi di no. E questa consapevolezza mi fa sentire libero di non aver più paura di non vederla più. Ed è un enorme vantaggio. Come hanno detto molte, se lo vuole veramente tornerà. Se no vada come vada. Io sono fuori e seguo il mio destino.

  • Stefano, 27 Aprile 2023 @ 22:14

    @Molly
    “di nuovo con questa storia? […] Cambiare lavoro è un’opportunità, non una rovina, una ulteriore protezione della propria salute mentale.

    Guarda che quella roba lì l’ho scritta una sola volta ed era il 30 marzo … È passato un mese. Mi fai morire Molly!! Hai ragione, forse è l’età!!! aahahahahha
    Comunque tutto il discorso sul cambiare lavoro, sulle opportunità, sulla mentalità italiana deprimente, eccetera che hai scritto non c’entra nulla con il discorso che facevo io. Su questo sono d’accordo e non dirlo a me che ho cambiato lavoro varie volte nella mia vita. Ma un conto è decidere, perché lo si vuole, di fare nuove esperienze professionali, di crescere, eccetera. Un altro e di doverlo fare per non vedere più una persona! Che criterio è? Se è una tua scelta sei pronta anche al fatto che magari le cose possano non andare bene e ti rimetti in gioco. Se è un obbligo per un uomo egoista, allora se dovesse andare male ti dai della cretina doppiamente: uno perché non era quello che volevi, due perché lo hai fatto per un pirla. No no. Se una persona vuol fare del male invece di amare tutto si semplifica perché alla fine non la vedi più, diventa trasparente. E se non riesci perché c’è una “dipendenza” (in questo caso sì che ci sarebbe perché stai agganciata a uno che ti fa male volutamente e non è amore) allora la soluzione non è cambiare lavoro ma farsi seguire da uno specialista per risolvere il problema che c’è alla base, non il sintomo. E mandare come avevo detto a fanculo il verme.

  • ads, 27 Aprile 2023 @ 21:28

    innanzitutto non voglio dare consigli a @martens, mi dispiace,solo il tempo, e lo 0 contatto puo’ far migliorare le cose.
    facevo una riflessione e spero di sbagliarmi, diversamente veramente non so cosa pensare sul tenore delle persone.
    …questo signore, l’ex amante di @martens, che diciamo ha 55 anni suonati, si fa dettaree una lettera dalla moglie,gli fa cambiare numero di telefono, risponde per lui alla mail,..io sinceramente sono sbalordito..da lui che è una mezza tacca..ma anche da lei ..sarà mica brad pit lui, un po’ di amor proprio, chissa cosa cosa scatta nelle persone..non parliamo di ragazzini..io mi immedesimo..ma francamente non riesco ad immaginarmi in una situazione del genere..anche sta donna avra 55 -60 anni..è propria messa male..
    una lettera sul cruscotto..coglione ..scrivi una maill..cavolo io ho 10 mail!
    hai 55 anni 60 quello che è…cosa sono gli interesse che ti legano..io posso anche capire che non voglia scassare la famiglia.. ma non mi faccio mettere i piedi in testa, non esiste.
    poi sta qui 8 anni di tradimenti subiti …che vuoi giustificare..a fare inc.ulo lo deve mandare senza se e ma

  • Rinascita, 27 Aprile 2023 @ 21:20

    Marten ad aggravare la tua insofferenza, secondo me, c’è anche l’aver cercato nell’immediato di riprendere la tua relazione matrimoniale. Ma come si fa. Altro che esaurimento. Risolvi una questione alla volta. Non è umanamente possibile sovrapporre le due cose. Rimettiti in sesto, poi con naturalezza capirai l’evoluzione della situazione in casa. Sforzarsi in amore secondo me produce l’esatto effetto contrario. Giorno dopo giorno. Proprio uno alla volta. Ti abbraccio

  • Rinascita, 27 Aprile 2023 @ 21:09

    Viovio ha ragione. Pure io Rinascita ne direi quattro all’ex di Marten, figurarsi lei. L’unica nota positiva è che ha manifestato la sua pochezza e su questo, tu Marten, devi fare leva. Rifletti, ma l’avresti mai voluto un uomo senza attributi così? Una storia può finire, ma il modo in cui avviene ha il suo significato, consente di elaborare. Ti assicuro Marten che avrai modo di dirgli tutto, perché quel pavido tornerà, mi auguro che quando sarà, avrai il ricordo (lontano ma ben presente) del dolore che ti ha causato e saprai come rispedirlo alla mittente.

  • Viovio, 27 Aprile 2023 @ 18:35

    Io la frustrazione di @Marten per la mancanza di un confronto la capisco molto bene. In questo caso non è lei che ha scritto una lettera d’addio ma è stata scaricata nel peggiore dei modi dallo stesso uomo che poco prima di essere ri-beccato dalla moglie, le aveva promesso un futuro insieme. Oltretutto questa lettera sarà sicuramente stata dettata dalla moglie, aumentando vorticosamente la rabbia ed il dolore di @Marten per aver creduto ad un simile cialtrone. Chi al posto di @Marten non vorrebbe dirgliene di tutti i colori?!? Io sarei la prima a farlo.
    @Marten certa gente non cambierà mai. Sfoga il tuo dolore e cerca di volerti bene, cura le tue ferite perché in tempi non sospetti sicuramente tornerà e avrai la possibilità di dirgli ciò che merita. Magari quando arriverà quel momento sarai tu a non sentirne più il bisogno ed io te lo auguro di cuore.
    Un abbraccio

  • Dispersa, 27 Aprile 2023 @ 15:26

    @Marten anche secondo me la lettera è stata la cosa migliore.
    Il viso a viso il più delle volte peggiora solo la situazione.

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 15:19

    Come se fosse facile cambiare lavoro dopo i 40… molly si vede che sei espatriata

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 15:17

    No la lettera e lo scritto ha molti vantaggi, soprattutto deve essere un confronto definitivo che segue tanti incontri bla bla. La sua presenza è tossica e va interrotta il resto sono scuse

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 14:53

    @molly Volevi il faccia a faccia? Sei sicura? Certo Molly siamo adulti non ragazzini nel tuo caso e’ diverso vivete insieme . Due persone che hanno condiviso un pezzo di strada insieme che hanno fatto progetti e avuto sogni ( forse solo io ) che non si vedranno mai più in vita loro ti sembra normale si lascino con una lettera che per di più non da la possibilità di uno scambio ? No dai così e’ stato un ennesimo gesto di egoismo si e’ lavato la coscienza e ha accontentato lei che giù ha posto il veto di incrociarmi

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 14:39

    @Molly certo che è importante la comunicazione scritta, anche se preferisco il vis a vis…no ovvio che non volevo essere lasciata, ma un po’ di rispetto per come ha terminato una relazione di 8 anni sarebbe stato gradito. Certo non avrei fatto salti di gioia, anche perchè il giorno stesso in cui mi ha lasciato mi ha detto di persona che avrebbe lasciato lei. ma tornando alla comunicazione scritta ci vuole reciprocità, se mi lasci una lettera sul cruscotto e non mi dai diritto di replicare è un monologo, ho provato a rispondergli per mail non sapendo come fargli avere una eventuale lettera, e mi ha risposto la moglie ti pare normale? Lui mi scrive e io non posso rispondere e allora faceva bene a restare nel silenzio e nel no contact dove è stato per tutto il primo mese …Ora pero’ questo benedetta risposta gliela voglio lasciare ma credimi è un problema…per il lavoro che fa anche trovare l’auto…non ha orari fissi ed è sempre in giro.

  • Molly, 27 Aprile 2023 @ 14:04

    “Io sinceramente a differenza di quanto pensa @Molly mai e poi mai cambierei lavoro per non vedere più un’altra persona. Oltre al danno la beffa. Dovrà sentirsi così poco importante da esserti indifferente. Perché se cambi lavoro tu ci rimetti e lui si sente figo: una donna ha sofferto per lui. Mandalo a fanculo e fallo sentire meno di niente e vedi che il lavoro magari lo cambia lui. Si può soffrire per amore, io lo sto facendo. Ma mai permetterei a nessuno, tantomeno a una persona che non solo non mi ama ma non mi rispetta, di rovinarmi la vita.”

    @Stefano di nuovo con quest astoria? Se esprimi la tua opinione allora ribadisco la mia. La prospettiva tua è proprio agli antipodi della mia. Cambiare lavoro è un’opportunità, non una rovina, una ulteriore protezione della propria salute mentale che NON HA PREZZO.

    Cogli un’occasione per imparare nuove professionalità (ho quasi 60 anni e sto facendo dei corsi per imparare cose che non ho mai fatto perché di natura sono curiosa, mi entusiasmo per tante cose) e per conoscere nuove persone. Se dove hai lavorato per anni hai degLi AMICI, quelli continuerai a frequentarli e non parlerete di lavoro. Questa mentalità dello stesso luogo di lavoro per 40 anni è molto italiana e di un deprimente incredibile. ne fai una questione di “principi” quando se ti fossi appellato a dei “principi” nemmeno l’avresti iniziata una relazione extra, i principi sono inviolabili solo quando fa comodo, mi pare, ma di cosa stiamo parlando?

    Io me ne andrei per respirare aria nuova e non vedermi quella faccia davanti e magari doverci collaborare obbligatoriamente per lavoro anche se mi diventasse indifferente.

    I miei occhi devono posarsi su qualcuno e qualcosa di meglio di chi mi ha fatta soffrire e non mi ha voluta.

    Come vedi una prospettiva completamente diversa, nessuna “rovina” della vita ma benessere e nuove opportunità. Poi per carità, libera di pensarla come vuoi, tra l’altro non mi pare di ricordare che voi lavoriate assieme, ma magari mi confondo, sai ho una certa età…. hahahaha.

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 13:42

    Io e mio marito abbiamo avuto occasione inizialmente di spiegare l’uno all’altro i nostri dolori, le nostre delusioni,, i nostri pensieri più profondi proprio per iscritto. Per noi è stato importante la comunicazione scritta perché potevi metterci tutto il tempo a leggere che ti serviva, interrompendo quando era troppo, rileggendo le frasi significative, quotando frasi importanti.

    OTTIMA MODALITÀ CHE CONSIGLIO A TUTTE

  • Molly, 27 Aprile 2023 @ 13:35

    @Marten non esiste un modo piacevole per essere scaricati. Hai visto che il silenzio ti ha fatto male ma la lettera ti ha fatto male lo stesso. Volevi il faccia a faccia? Sei sicura? Volevi che ti prendesse le mani guardandoti in faccia e ti dicesse cosa di diverso da quello che i fatti ti avevano già detto? Non credo che la sensazione finale sarebbe stata migliore.

    Io e mio marito abbiamo avuto occasione inizialmente di spiegare l’uno all’altro i nostri dolori, le nostre delusioni,, i nostri pensieri più profondi proprio per iscritto. Per noi è stato importante la comunicazione scritta perché potevi metterci tutto il tempo a leggere che ti serviva, interrompendo quando era troppo, rileggendo le frasi significative, quotando frasi importanti. Non vedo tutta questa negatività in una lettera di addio.

    La verità è che dato che non volevi essere lasciata, qualunque modalità avrebbe ricevuto critiche o critiche avrebbero avuto i contenuti. Ma la verità è che non eri nemmeno più tanto convinta che lo avresti voluto per la storia alla luce del sole. Una relazione extra di otto anni, sai bene che è stata tutta una scelta sbagliata, assurda, non da ripetere.

    Starai meglio, te lo hanno detto in tanti. Prenditi cura di te e non rimuginare perché quello davvero rallenta la tua guarigione. Ma soprattutto non permettergli mai più di contattarti. Ora hai tutti gli elementi per elaborare il tuo lutto.

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 10:55

    Inizia a smaltire la sbornia per il finto innamorato, poi guarderai in casa. Raccomando aiuto esperto, non perdere tempo

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 10:55

    Dopo due volte non c’è nulla da chiarire e la novità è una sola possibile: ti sei separato?
    NB: la domanda sbagliata è quanto ti separi, perché gli lasciate il boccino (infinito) in mano

  • Dispersa, 27 Aprile 2023 @ 10:42

    @Amanda anche noi ci siamo chiariti mille volte, non a caso è durata così a lungo… Ma si arriva ad un punto nel quale parlare non ha più senso, ognuno ha le proprie ragioni e proprio per questo bisogna guardare la realtà e andare avanti.
    Non l’ho più lasciato giustificare, io non mi sono più giustificata e sono tornata a vivere.
    Sei all’inizio… Vedrai che con il tempo ti sarà tutto più chiaro.

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 10:38

    @Ale hai ragione ma l’avrei fatto per amore di un uomo sapendo di seminare sofferenza e difficoltà l’amore per lui mi avrebbe dato la forza.. nel mio caso separarmi è davvero un bagno di sangue…cosi non trovo il senso nonostante per mio marito provi solo del gran bene…

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 09:50

    Ci si separa perché il proprio matrimonio è defunto, non perché lo farà (forse) anche l’amante

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 09:49

    lei era al corrente e d’accordo: che zerbino d’uomo, scritta sotto dettatura. Ma questo non riprendertelo neanche se si separa!

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 09:47

    Occhio all’esaurimento nervoso e alla depressione, non indugiare più a lungo a farti aiutare

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 09:47

    Come ti ha lasciata dà la misura del suo amore per te: non c’è neanche affetto e rispetto, figuriamoci amore

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 09:46

    Di sicuro i narcisisti veri rifuggono la psicoterapia (negherebbe la loro “perfezione” maligna) ma anche molti uomini. Mariti che non hanno voglia di cambiare, scettici che credono che la psicoterapia sia come pagare un amico per raccontargli i fatti propri: si va dall’ignoranza sul tema alla mancanza di volontà di cambiamento. A parte chi vuole risolvere e approfondire veramente (e ci metto anche il counseling) chi usa la terapia al maschile purtroppo sono quegli amanti che la vendono alla moglie come ricostruzione di coppia e all’amante come “faccio capire a lei tramite il terapeuta che è finita”. Ma è una truffa per tutti, anche per l’esperto che si ritrova con un uomo che mente anche a lui o non la dice tutta. Cialtrones

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 09:44

    @ale peggio scritta a pc e firmata solo col nome di battesimo ma nel testo della lettera ha tenuto a precisare che lei era al corrente e d’accordo…

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 09:42

    @Luciana ciao grazie delle tue parole si devo farmi aiutare sto proprio in fondo . Due divorzi caspita…e io non voglio affrontarne un altro non ora, l’avrei fatto per costruire qualcosa con lui…mi sono fidata delle sue parole…ho atteso inutilmente, certo inizialmente faceva “comodo” anche a me, figli piccoli non c’era fretta …poi quando sembrava che fosse arrivato il momento ecco il fulmine a ciel sereno…difficile da superare si

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 09:41

    Magari la lettera non l’ha nemmeno firmata per essere sicuro di non essere identificato. Il latore della presente ha fatto quello che ha fatto (Dumas)

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 09:38

    @rosa la lettera che mi ha scritto è arrivata dopo un mese dalla sua sparizione dopo che l’ho implorato via mail per avere un confronto,, la sua risposta è stata una lettera del cavolo lasciata sul cruscotto …la bassezza di quel gesto….di questo non mi capacito come di molte altre cose…c’è sempre modo e modo per uscire dalla vita di una persona…non posso fargli certo una colpa se non lascia la moglie e i figli ma di certo di avermi trattato come mi ha trattato si…

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 09:35

    @sunflower terapia di coppia figurati mio marito nega anche l’evidenza…il percorso deve essere mio solo mio devo capire perchè con gli uomini ho questo rapporto tremendo…come Amanda anche io sono molto introspettiva e analizzandomi so che i miei problemi arrivano da molto lontano…..ma qui non posso scrivere…e so che l’abbandono per me è devastante in quanto non sono strutturata per affrontarlo…e lui lo sapeva e ha scelto il modo peggiore per chiudere perchè è un malato di narcisismo ed è cattivo.

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 09:32

    @Molly non so cosa fa piu’ male se averlo perso che il modo in cui sono stata scaricata senza alcun rispetto per i miei sentimenti dopo i salti mortali fatti e i rischi corsi…e tutto il tempo le speranze i sogni dedicati…

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 09:31

    @Stefano carissimo…io piango in continuazione piu’ ora a distanza di 3 mesi che le prime settimane…di hobby ne ho tanti e di impegni ancora di piu’ tra lavoro e famiglia (numerosa) ma non basta ho un vuoto dentro che al momento sento incolmabile…

  • Marten, 27 Aprile 2023 @ 09:29

    @Ariel grazie si a questo punto credo proprio di averne bisogno…non mi sento per niente bene proprio per nulla e ho bisogno di capire perchè alla mia età a meta’ strada tra i 50 e i 60 io sia di nuovo ridotta cosi uno straccio….

  • Stefano, 27 Aprile 2023 @ 09:17

    @Sunflower
    “cerca anche l’aiuto di tuo marito se può essere un valido supporto, se credi che valga ancora la pena riprovarci…magari anche una terapia di coppia?”

    Io non sono d’accordo. Chiedere aiuto adesso a chi hai tradito per farti star bene rispetto all’amante mi sembra un modo per cercare una scorciatoia che non porta niente di buono nel medio periodo. Oltre a non essere proprio una bella cosa. Se dovrà ricostruire col marito, questa cosa arriverà dopo, spontaneamente. Ma deve succedere nel momento in cui lei per prima e da sola è venuta fuori dalla situazione. Altrimenti si rischia di infilarsi in un ulteriore senso di colpa nel momento in cui trovasse quell’aiuto, vanificando l’eventuale percorso fatto con lui. Ripeto secondo me @Marten deve attraversare queste fasi da sola, magari col supporto psicologico, questo sì. Appoggiarsi alla “casa” può essere utile magari per avere un po’ di stabilità, per non aggiungere problemi a problemi in questo momento. Si deve prendere il suo tempo e fra qualche settimana o mese potrà vedere tutto con più serenità, anche l’eventuale ricostruzione col marito. Ci vuole tempo. Per me è stato così.

  • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2023 @ 08:46

    Altro che martiri spesso questi uomini sono “carnefici” dei sentimenti e producono dolore. No alibi no scuse anche il debole sceglie di rimanere a casa

  • Amanda, 26 Aprile 2023 @ 23:20

    @Marten
    Tutto quello che stai vivendo è normalissimo! E fidati che non vederlo più è meglio, aiuta! io oggi l’ho visto a lavoro. Quando mi aveva lasciato non c’era stata anche per me la possibilità di un confronto, invece poi ne abbiamo avuti molti. Lui ha preso una scelta in un momento totale di confusione e ogni volta che mi vede cerca di spiegare (e spiegarsi) razionalmente la qualunque, il risultato è però ridicolo e contraddittorio (vi farebbe ridere! invece io come una scema lo sto ad ascoltare). A me fa comunque tanta tenerezza. Arriverà forse il giorno che mi susciterà rabbia, un po’ lo spero…
    La psicoterapia aiuta tanto, pensa che quando in questo mese ho parlato di lui come un martire la psicologa mi ha detto “però è un po’ stronzo!”. Aiuta ad aprirti gli occhi. Io ho ancora probabilmente delle fette di salame ma mi sto allenando mentalmente ad affrontare tante cose. Lui sente uno “psicologo” e gli chiede tutto quello che deve fare: così non serve a niente! La psicoterapia ti dà degli strumenti che tu e solo tu, con tutto il tuo essere e il tuo vissuto, devi capire come utilizzare per il tuo bene. Vedrai che ti aiuterà!
    Io ho fatto un mese a vedere tutto grigio, non avevo voglia di fare niente, ho preso pure malattia per non andare a lavoro! Crisi d’ansia, niente appetito… Anche io ho scritto tanto senza mai mandare niente, aiuta! E ha ragione Stefano, il dolore va attraversato. Dopo due settimane mi chiedevo “perchè non mi passa? perchè sono così sbagliata?” mi accusavo pure di stare male. Il dolore invece va assecondato. Non sono uscita di casa, non ho visto gli amici. Poi sentirai che qualcosa, in fondo, ti va di farla..coi tuoi tempi, senza importela troppo. E la vita lentamente riprende… Qualcosa torna a colori. Due settimane fa ho fatto qualche giorno senza piangere, settimana scorsa invece ho pianto tutti i giorni. Mi sono maledetta, sempre a colpevolizzarmi: “ma come? dopo due mesi ANCORA a piangere?”. Lo dico a una mia amica, lei giustamente mi dice: due mesi ti sembrano troppi? è passato poco tempo, abbi pazienza, datti tempo! Avevo paura di aver fatto dei passi indietro, invece la vita è così: alti e bassi, come il battito del cuore, se fosse piatto saremmo morti! Datti tregua e ascolta te stessa. È quello che dico anche a me. Ce la possiamo fare!

  • luciana, 26 Aprile 2023 @ 21:55

    Cara @Marten, io invece non ti daro’ alcun consiglio e sai perche? perche’ se fossi al tuo posto non riuscirei a seguirne nessuno, a parte quello di non scrivere a lui perche’dopo, stai certa, ti sentiresti ancora peggio. Le parole di sofferenza che usi fanno intendere che tu abbia realmente bisogno di una consulenza professionale, perche’ in una qualche maniera, una qualche forma di dipendenza l’hai sviluppata, ed e’ quella forma di dipendenza che ti ha trattenuto per 8 anni in una storia senza futuro. Non siamo piu’ giovani, anche io ho 58 anni ora, capisco bene cosa significhi non solo aver voluto bene a qualvuno che in verita’ non ci ha ricambiato come speravamo, ma anche avere “buttato” (consentimi il termine) il tempo, anni preziosi che per noi, in questa fase della vita, diventano ancora piu’ preziosi. Capisco bene anche che questa tegola sulla testa appesantisce ulteriormente un fardello di passate esperienze gia’ pesante di suo. Ne so qualcosa: ho divorziato due volte, con tutto cio’ che di problemi e sofferenza hanno comportato. Ora il fardello non riesci piu’ a portarlo: non riesci piu’ a camminare e tra poco potresti fermarti. E’ ora di farsi aiutare da chi ti puo’ ascoltare e analizzare con te anche cio’ che qui non puoi raccontare.

    Non scrivergli, questo no, ammeno che tu non sia pronta a scavare verso il fondo ancora di piu’, perche’ probabilmente non ti direbbe quello che vorresti sentirti dire. Ti infileresti in un vicolo cieco: se ti dicesse che ti ama, forse lo imploreresti di spiegarti perche’ non potete stare insieme. Se ti dicesse che non ti ama piu, sarebbe comunque una ulteriore mazzata anche se magari dentro il tuo cuore sai che magari e’ cosi. In ogni caso, sarebbe per te una ulteriore mazzata.

  • Rosa, 26 Aprile 2023 @ 17:27

    @Marten
    il momento in cui si prende coscienza di aver perso una persona importante è quello più brutto in assoluto, è come se tutto si spegnesse e cambiasse colore, le cose che prima ti facevano bene come la musica d’improvviso infastidiscono o peggio rattristano. Mi pare di capire che la lettera che ti ha scritto non ti ha fatto stare meglio. In questi giorni non forzarti a fare cose che non ti senti e non importa se non riesci ad apparire come al solito, è snervante fare sempre finta di stare bene come fosse sempre tutto ok. Prenditi il tuo tempo, forse riuscirai a rispondere più in la. Anche io sto attraversando varie fasi, ci sono giorni più bui e giorni meno.
    Vivo il quotidiano perchè altrimenti monta l’ansia.
    Un abbraccio

  • Ariel, 26 Aprile 2023 @ 16:52

    Carissima @Marten la conoscenza resta importantissimo punto di vera partenza per percepire dentro se stessi la necessità di poter farsi aiutare in vero percorso terapeutico non qualunque ma quello riservato a professionista che si dedica in maggioranza ad aiutare tutte le persone coinvolte in queste esperienze deleterie e così dolorose come la realtà delke relazioni tossiche che si definiscono così proprio per via di incastro nefasto tra chi porta in se un comportamento da dipendenza affettiva che voglio qui ricordare no essere una malattia
    No essere essere scemi o qualsiasi altra definizione negativa

    Appunto a me aiutato tantissimo la terapia e in più documentarmi molto con varie cose su questa tematica di realtà delle relazioni tossiche
    E di come sia diffusa la esperienza che molte persone fanno.
    Il bello delle scoperte scientifiche resta appunto il darci veri strumenti adatti a superare queste difficoltà di cui nessuno ha nessuna conoscenza e consapevolezza fino a che vive su di se la esperienza del legame tossico.
    Fatto da un soggetto dipendente affettiva/o e altro manipolatore /trice negativa.

    Così già il fatto di conoscere meglio il meccanismo di queste esperienze mi ha aiutato moltissimo a capire o meglio sentire che era pure il mio caso è che quindi solo sostenuta da terapeuta sarei riuscita non soltanto a staccarmi da ex amante tossico ,ma pure a scoprire il perché del mio comportamento da dipendente affettiva

    Una volta scoperto durante terapia da sole si riesce in automatico poco per volta a riacquistare equilibrio di propria autostima così da smettere istintivamente di essere attratte da gente che inrtorta .

    Probabilmente tu adesso sei sotto tiro nefasto della probabile dipendenza affettiva che ti ricordo si cura e si supera e importante no farsi colpa dei nulla la via della cura non conosce limiti di tempo
    Ognuno ha il suo ,ma ,ciò che resta costante certezza che se non si smette mai di curarsi fino a risultato percepito in se stesse sicura funziona sempre curarsela.

    Un no contact fatto da soli impossibile ,statistiche alia mano no posso fare da sola o solo ,e proprio come i drogati di qualsiasi cosa che sia alcol droga o gioco azzardo ormai la nuova addiction ,scoperta Scientifica,resta la dipendenza affettiva ormai non più tanto nuova in ambito scienza e terapeutico.

    se non avessi avuto il sostegno terapeutico no sarei sicuro riuscita a staccarmi da ex vero manipolatore negativo pure che nel mio caso la relazione duro poco tempo nove mesi ,ma ogni caso rappresenta storie precedenti diverse e ognuno può aver sviluppato comportamento dipendente in varie forme e livelli più grandi o meno.

    Nonostante che in mio caso la relazione sia durata nove mesi ho dovuto ricorrere a terapia a stecca per riusvire non soltanto a staccarmi
    Ma ancora di più scoprire i vari motivi e metodi del mio comportamento da dipendente e riuscire poi a superarli cambiando via via tutte le mie relazioni affettive e sociali in un trend di grande miglioramento per mia autostima in maggior deciso equilibrio.

    Ti incoraggio tantissimo cara @Marten a cercarti un metodo terapeuta adatto a questi casi
    A me già il fatto di impegnarmi nella ricerca di terapia mi aveva aiutato a sentirmi capace di voler perlomeno provare a reagire per il mio bene
    Per imparare ad amare me stessa in vero equilibrio ne più ne meno degli altri

    Non abbatterti mai no colpevolizzarti mai perché sentirsi in colpa fa parte del sistema messo in atto dal manipolatore negativo!,
    Agisci fatti il tuo piano di vera rinascita
    Pianta il tuo primo seme di cura per te stessa

    Provaci sicuro scoprirai qualcosa di nuovo e inatteso positivo per te stessa.
    Immaginati tuo nuovo Arbre
    Innaffia la tua terra e scopri il tuo retroterra che sempre resta nascosto per ciascuno di noi

    Così ogni giorno il tuo nuovo albero crescerà con nuove radici quelke così belle della VERA TE STESSA!!!
    Bon chemin ,cara @Marten

  • Stefano, 26 Aprile 2023 @ 16:19

    @Marten
    Non aver paura, sfogati e starai meglio. Anche io scrivevo lettere che non le mandavo. Una al giorno, poi una ogni tre, poi una alla settimana, poi basta. Le scrivevo e le salvavo sul computer. Le ho tutte. Te le farei leggere. Io ormai non lo faccio più. Ma mi faceva bene sfogarmi scrivendo per non scrivere a lei. E scrivevo anche qui. Non pensare al perché si sono comportati così con noi. Loro sono così. E la delusione ti allontanerà. Piangi pure, urla (io a volte lo facevo in macchina, da solo ahahahah), sfogati. E sappi che passerà. Se non riesci a focalizzarti su casa non fartene una colpa. Prenditi i tuoi tempi, riposa quando ne senti il bisogno. Se hai degli hobby coltivali. Piano piano vedrai che la nebbia andrà via. A volte ti sveglierai al mattino e ti sembrerà tutto finito, poi il giorno dopo qualcosa (a me a volte i sogni) ti faranno ritornare giù. Non importa. Il giorno doppia andrà meglio. Sei su una barchetta in mezzo alla tempesta. Su e giù. Ma vedrai che all’orizzonte il sereno arriverà e il mare diventerà sempre più calmo. E scoprirai che sei viva. E non sentirai più quelle sensazioni. Il dispiacere, quello ci metterà un po’ di più ad andare via. Ma sarà solo un pensiero. Stai qui. Io sono qui. Noi siamo qui.

  • Molly, 26 Aprile 2023 @ 16:19

    @Marten Stefano ti ha detto delle cose preziosissime. Rileggi bene quello che ti ha scritto: “devi farti attraversate dal dolore….Vedrai che fra un mesetto andrà meglio e poi sempre meglio. Apriti a ogni strada possibile.”

    Mi sono commossa anche io. Dai che ne esci! Abbi pazienza e non pensare al latte versato, a quello che avrebbe potuto essere SE, vivi il presente e fai tesoro del passato. Ti abbraccio.

  • Marten, 26 Aprile 2023 @ 15:58

    @Stefano malissimo… sono rientrata a lavoro dopo il ponte..la prospettiva di non vederlo e sentirlo mi angoscia… mannaggia oh mi credevo piu’ forte e invece…niente sotto un treno….e mi ritrovo a pensare meno male ha chiuso ogni forma di contatto e alle mail risponde la moglie…se no io mi renderei solo ridicola…andiamo bene…faccio come i gamberi… sto peggio oggi che mesi fa..

  • sunflower, 26 Aprile 2023 @ 15:56

    @Marten sai che ti capisco sotto tanti aspetti anche nella dinamica di restare nel matrimonio… effettivamente se sei ancora così un percorso psicologico potrebbe aiutare, cerca anche l’aiuto di tuo marito se può essere un valido supporto, se credi che valga ancora la pena riprovarci…magari anche una terapia di coppia?

  • alessandro pellizzari, 26 Aprile 2023 @ 15:46

    SE HAI BISOGNO SCRIVIMI AD ANPELLIZZARI@ICLOUD.COM

  • Stefano, 26 Aprile 2023 @ 15:36

    Marten, come va oggi?

  • Marten, 26 Aprile 2023 @ 15:11

    @ariel “Reagisci esattamente come da schema da dipendenza affettiva che infatti non riesci a staccarti con vero no contact!
    Infatti la dipendenza affettiva risponde a droga nel cervello e il drogato di qualsiasi cosa sia compresa
    A dependence affettiva EVITA A QUALUNQUE COSTO la CRISI DI ASTINENZA” , Ebbene mi arrendo credo che questo valga anche per me …sto prendendo coscienza che il no contact che ha deciso lui dopo che la moglie lo ha beccato mi sta facendo sprofondare nel baratro e, con la scusa di rispondere alla lettera che lui vigliaccamente mi ha lasciato invece che affrontarmi di persona continuo a scrivere biglietti che non gli lascero’ da nessuna parte…pero’ che fatica.

  • Marten, 26 Aprile 2023 @ 15:04

    @Amanda…io non ho mai fatto psicoterapia, ne dopo i lutti subiti ne dopo il divorzio dolorosissimo ora credo il contenitore sia pieno ora mi sento cosi fragile e insicura è tutto un disastro forse dovrei prendere in considerazione l’idea di un percorso..Certo che averlo intorno a lavoro per nulla facile, una vera tortura pero’ chissà che non aiuti a vederlo realmente per quello che è . Mi ha colpito la tua frase “Ho dentro di me quello che ho vissuto, lo tengo con grande dolcezza”… è bellissimo quello che provi…un giorno ci arriverò forse non lo so al momento è tanto di altro.

  • Marten, 26 Aprile 2023 @ 14:51

    @Stefano mi hai commossa, mi sento cosi stupida…piango senza motivo, scrivo biglietti che non avrà, non mi capacito del modo non ci riesco, la cattiveria gratuita per avermi lasciato cosi dopo 8 anni nemmeno un confronto com’è possibile…non contento ricompare dopo la sparizione con una lettera di addio tanto per farmi ripiombare nell’abisso perchè?? Non riesco a focalizzarmi come dovrei su casa, cerco con tutte le mie forze di aggrapparmi a quello che rimane della mia vita e mi sento sempre piu’ sprofondare ….ero convinta di farcela e invece ora piu’ passa il tempo piu’ tutto sembra franare sotto i piedi…speriamo passi in fretta

  • Stefano, 26 Aprile 2023 @ 13:46

    @Marten
    “E’ normale sentirsi come anestetizzati ? Un brusco ritorno alla realtà ma come se non fosse la mia … in questi giorni spesso mi sono sentita così .. non protagonista della mia vita e ancora in balia di rabbia delusione e ricordi che mi pare impossibile appartengano al passato . Forse perché e’ finita in modo inaspettato e di colpo ma ancora non mi capacito che non lo rivedrò e sentirò mai piu . Mi sento sciocca …. E infantile . Tutto normale ?”

    Ciaooooo. Non preoccuparti, non sei nè sciocca nè infantile. Quello che stai provando è esattamente quello che ho provato io nei mesi scorsi e penso sia quello che hanno provato tutti nella nostra situazione. Non tenere conto di quelli che pensano o hanno scritto anche qui che questo attaccamento è sintomo di immaturità. Non ci sono dentro e da fuori tutto è facile da analizzare. Sono ben altre le cose che devono essere considerate come mature. Anzi è la dimostrazione che ci sei, che sei ancora “viva”, che sei ancora in grado di provare emozioni. E le emozioni non hanno età, per fortuna. La descrizione che hai fatto è perfetta. Il mondo intorno cambia: cambiano i suoni, i colori, tutto. Se recuperi dei miei commenti di gennaio ne parlavo così. Purtroppo, o per fortuna, in quella fase siamo in balia di “sostanze” che ancora goverano il nostro sentire, il nostro cervello. Ma col tempo, se non vengono stimolate, quelle sostanze calano e con loro cala anche il velo che si copre la visuale e piano piano si torna alla “normalità”. Devi avere ancora un po’ di pazienza. Tanto ormai sai che lui, questo lui, che voi, questo voi, non è quello che vuoi. Fatti attraversare dal dolore, vivilo perchè è l’unica cura, l’unica cosa che fa scendere quelle sostanze. Io ormai ne sono fuori. E quando me lo dicevano le amiche qua mi sembrava tutto così lontano e difficile. E invece è successo. Vedrai che fra un mesetto andrà meglio e poi sempre meglio. Apriti a ogni strada possibile. Io non mi aspetto più nulla. Vivo alla giornata e cerco di stare bene. Lei non è più la mia unica opzione. Vedremo cosa ci riserverà la vita Marten!!! Ma una cosa è certa: questa nostra sensibilità, questa nostra capacità di amare ci riserverà un futuro migliore dei nostri ex. E se lo vorranno migliore anche loro lo potranno avere solo con noi. Se non ci saranno, peggio per loro ahahahahahah. Ti mando un abbraccio fortissimo, spero che tu lo senta. Ti sono vicino.

  • sunflower, 26 Aprile 2023 @ 11:59

    @Ariel grazie per la riflessione, anche io subito dopo la rottura avevo pensato ad una terapia, conosco il percorso con l’aiuto di uno psicologo a cui me ero rivolta molti anni fa per altri motivi…. e ho anche riflettuto se si tratta di una dipendenza, ma non credo, averlo rivisto mi ha confermato ciò che è ma anche questa cosa concordo deve finire, infatti sto seriamente pensando di chiudere anche con questi sporadici contatti perché effettivamente sul concreto non servono a nulla.

    Alla fine ritornano, probabilmente perchè in giro non hanno trovato nulla di adeguato a sostituirti (poi il mio ex ha la sua età, non un aitante giovanotto, affascinante di sicuro per la sua età ma…insomma con gli anni il “parterre” a cui attingere diminuisce) quindi tornano a bussare e effettivamente con nulla di concreto in mano… il mio ex ripropone persino gli stessi argomenti (un disco rotto)…. quindi penso che la sensazione di “fastidio” che a volte provo ad ascoltarlo mi confermi solo che è davvero finita.

  • Marten, 25 Aprile 2023 @ 23:50

    Domanda a chi c’è già passata da tempo . E’ normale sentirsi come anestetizzati ? Un brusco ritorno alla realtà ma come se non fosse la mia … in questi giorni spesso mi sono sentita così .. non protagonista della mia vita e ancora in balia di rabbia delusione e ricordi che mi pare impossibile appartengano al passato . Forse perché e’ finita in modo inaspettato e di colpo ma ancora non mi capacito che non lo rivedrò e sentirò mai piu . Mi sento sciocca …. E infantile . Tutto normale ?

  • Dispersa, 25 Aprile 2023 @ 12:49

    @Amanda anch’io sono diventata mamma molto giovane, la scelta di non sposarmi è stata molto criticata… Ma il dover dimostrare a tutti di essere all’altezza del ruolo è stato determinante nel mio caso (poi per uno spirito libero come me).
    È difficile lavorandoci assieme, capisco benissimo, ma con il tempo, non dico che te ne farai una ragione, ma inizierai a capire che non c’è un giusto o sbagliato ma semplici scelte di vita che ognuno fa per sé stesso (siamo tutti un po’ egoisti quando si parla della nostra vita).
    Ti auguro il meglio… Sei una donna libera… Goditi la tua libertà!

  • Nina, 25 Aprile 2023 @ 10:42

    @amanda, da giovane era stato più facile perché ero libera, potevo gestire me stessa e la mia sofferenza, avevo un ventaglio di scelte più ampio anche nelle frequentazioni e nella scelta di cambiare cose. Da sposata (senza scendere nei dettagli) ho responsabilità verso mio marito e le famiglie, i soldi e la casa sono in comune, il tempo e le possibilità della fare cose per sé e cambiare sono molto ridotti.. capisco molto bene ciò che dici circa la tua remissività, credo di avere un carattere simile, ciò che intendo dire è che l’età e la libertà ti consentono di lavorare in terapia con un maggiore agio per arrivare più “centrata” e consapevole alla prossima relazione. Te lo auguro di cuore.

  • alessandro pellizzari, 25 Aprile 2023 @ 09:10

    Questi uomini che ogni volta che vengono beccati dalla moglie spariscono per poi tornare quando il coniuge allenta il guinzaglio vi hanno dato la prova delle loro reali intenzioni. Mai riprenderseli

  • Marten, 25 Aprile 2023 @ 08:11

    @Rosa il mio ex amante era stato già pizzicato una volta dalla moglie e mi aveva mollato ed e’ li che sono stata stupida a ricascarci . Tornato a cercarmi dopo 15gg abbiamo continuato per altri 7 anni per un totale di 8 . Ora beccato nuovamente e’ entrato in regime di 41 bis coniugale Ahahah ma questa volta e’ sparito davvero, nessun contatto, credo abbia anche cambiato numero di tel, non ho occasioni di vederlo, non e’ social meno male, insomma se non viene lui a cercarmi impossibile incrociarsi per fortuna . Mio marito si ha sospettato ma non chiede … stiamo cercando di far funzionare le cose lui si impegna decisamente più di me io ancora sono molto delusa, addolorata e amareggiata e quando non vista piango come una fontana … ma la mia strada e’ questa non ribalterò di nuovo la mia vita sono al secondo matrimonio, a meno che la vita non diventi insopportabile, ma perché dovrebbe ? Se solo avessi affrontato i miei problemi di coppia invece che rifugiarmi in una relazione senza speranza …. Ad ogni modo cosa fatta capo ha ora si ricomincia … speriamo funzioni . La mia relazione e’ finita 3 mesi fa . Spero il mio ex non faccia più come il tuo che maledetti veramente .. la separazione eh ho ricordi cavolo che periodo tosto…. Davvero duro si . Lo ricordo come un periodo davvero complicato anche in termini di fatica fisica oltre tutto il resto ( sono stata lasciata ) quindi col cavolo che mi separo se solo posso evitarlo.

  • Amanda, 25 Aprile 2023 @ 01:04

    Eccomi, ho letto attentamente tutto ciò che mi avete scritto

    @Marten
    Io facevo già psicoterapia prima di incontrare il mio ex amante, perchè non mi sono mai del tutto ripresa dal rapporto con il mio ex fidanzato (lui ha subito due grandi lutti, non è più stato lo stesso, io ero diventata perlopiù invisibile ma mi sono annullata per lui tanti anni..che ho ancora gli strascichi ora, credo che anche per questo do così credito a quello che mi si dice di triste sull’amore). Trovo giovamento? in parte sì. Mi ha aiutato tanto nel mese in cui il mio ex amante ha deciso di non scegliermi, a lavoro lo dovevo evitare e ho avuto tante crisi di ansia. Parlarne mi ha un po’ sollevato. Io poi sono molto autocritica e riflessiva, quindi parte del lavoro lo faccio da me, ma avere un punto di vista diverso sulle cose molto spesso aiuta, anche tanto!

    @titti @nina
    Vi ringrazio tanto! So che devo pensare a star bene da sola. Non sono mai stata una di quelle ragazze sempre fidanzate o in cerca..dopo che mi sono lasciata con il mio ex storico sono stata single per anni..però ho sempre sentito che mi mancava qualcosa, che avevo tanto amore da dare che quasi mi sembrava uno spreco tenerlo per me. Ma avete ragione, devo ancora lavorare tanto su di me. Sicuramente non voglio guardarmi indietro. Voglio stare bene e godermi la mia libertà, solo che vedo ancora tutto in salita. Quando il mio ex amante mi ha lasciato ho passato un mese d’inferno, sento che inizio a riprendermi solo ora… In qualche mese di amantato lui ha fatto piccoli passi verso di me, per poi di colpo farne 100 indietro. Eppure ancora so che lo idealizzo, e che giustifico la sua scelta per tutti i motivi che mi ha detto. Non riesco a provare rabbia…forse perchè anche io in passato sono stata così, arrendevole, in amore ho subìto… per questo ho tanta paura di un futuro rapporto e sono infuenzata dalla sua visione così disillusa dell’amore..
    @nina se posso, perchè è stato più facile uscirne la prima volta?

    @Ariel
    lui si sposò anche per pressione di entrambe le famiglie, molto credenti. Era davvero supergiovane, secondo me l’ha fatto con un poco di incoscienza. Sicuramente quello che ha fatto con me è sbagliato, io ancora però non lo vedo in mala fede. Non ho mai percepito l’intenzione di manipolarmi, certo poi i risultati sono stati catastrofici lo stesso. So comunque come dici che non ci devo neanche più riflettere e ragionare, su di lui, che ha detto che ha fatto o cosa fa ora. Ho dentro di me quello che ho vissuto, lo tengo con grande dolcezza. E ora devo pensare a me, che sono sola, lui non c’è più. Anche se lo vedo a lavoro, questo rende tutto più difficile. Forse avrò la possibilità di cambiarlo, se sarà lo farò.

  • Rosa, 24 Aprile 2023 @ 22:09

    @ Marten da quanto tempo non ti senti con il tuo ex? Quando è finita? Io comprendo bene i tuoi ragionamenti, il voler ritirare i c.d. remi in barca, sono pensieri che ho avuto anche io, mi chiedo se tuo marito ha mai sospettato qualcosa e come si comporta con te, nel senso in questo periodo che stai metabolizzando una delusione d’amore, cosa comunque dolorosa, nella tua coppia ci sono ancora momenti di intimità? Tuo marito non si è accorto del tuo stato d’animo?
    Il tuo amante ha provato a ricontattarti? Il mio sta provando, purtroppo ogni tanto devo averci a che fare per lavoro e questo è un pretesto per poi mandare messaggi da amico ovviamente. che ipocrisia!
    E’ un periodo per me tosto, la separazione, le ragazze e la scuola, il mio ex marito che non ha accettato ancora la cosa, il chiodo e sto biiip che manda messaggi del cavolo che però mi disturbano. Si insinua sempre quel dubbio strisciante (si spera sempre) che forse ha capito di uscire dal suo matrimonio, anche se so che non accadrà.
    Ma sti cavolo di ex, hanno deciso di stare con la moglie, che almeno portassero avanti le loro decisioni! Ma nooo ovviamente sono infelici in matrimoni morti che si ostinano a tenere in piedi. Io mi sono liberata di tutti, ma ritornano walking dead come nei peggiori film horror. Esausta.

  • Ariel, 24 Aprile 2023 @ 19:56

    Carissima @Nina a te capitato così di sposarti giovane perché se ho ben capito avevi un condizionamento del approvazione dei genitori o comunque della famille e entroutrage sociale
    Che infatti soprattutto in Italia aspirava per le donne che si sposassero entro certi limiti di età ,ad esempio pure a trent’anni ko,te venivano considerate ormai vecchie alla frutta

    Mi fa ridere pensarci a quei tempi
    Ma ecco per me ad esempio andata esattamente a opposto tuo mi sono voluta insieme a mio marito sposati giovani davvero tanto che mio Padre ha dovuto autorizzarmi perché a quel tempo maggiore età era 21 anni e non 18

    Ecco che al contrario mia gpdamiglua è mio Padre soprattutto no era convinto che fosse un bene per me sposarmi giovane ,però mi disse che ovviamente stava solo a me scegliere di pancia,così mi disse scegli di pancia cosa vuoi davvero fare.
    Questo per dire che non c’entra affatto avere avuto esperienze tante prima

    Ricordiamoci il personaggio di Miss Marple di Agata Christie

    Miss Marple non era mai uscita sandal suo piccolo paesello ,non aveva avuto numero di relazioni con uomini numerose
    Per non dire nulla o quasi

    Maaa Riusviva ugualmente ad aver accumulato vera perspicacia e lungimiranza attraverso la analogia delle vite dei suoi compaesani

    Così ogni caso difficile da risolvere lei nonostante non avesse nessuna esperienza in merito a vari casi di delitti da risolvere riusciva sempre a scovare assassino e suoi motivi

    È un mito molto diffuso che aver avuto esperienze a stecca equivalga a avere accumulato esperienza che possa tornare utile dopo in età più adulta

    No vero infatti i fallimenti di relazioni affettive NON DIPENDONO NE DA ETÀ NE DA ESPERIENZA FATTA PRIMA E IN CHE MISURA
    NO DIPENDONO DA NULLA
    MA DA UNA COSA SOLA

    EQUILIBRIO DI AUTOSTIMA!!!

    Cara @Nina non darti per vecchia ormai spacciata e confinata a casa del marito un grande manipolatore negativo con i contro fiocchi finto ce,este angelico!!!!!

    Ahahah

    Datcci dentro e curati ancora chissenefrega del passato
    È adesso che si balla la vera Danza della tua vita vera!!!
    Grands Bisous!!

  • Ariel, 24 Aprile 2023 @ 19:18

    “ Sto cercando di rialzarmi dal fondo, e vedo che il pensiero costante all’altro e a quello che fa è deleterio.”
    @Amanda
    Cara ho letto con vera attenzione di pensiero e cuore il tuo racconto
    E ecco che la chiave che ti apre la porta al tuo nuovo percorso di crescita e di iniziare a fare nuova vita è contenuto nella saggezza e perspicacia del tuo sesto senso.
    Se rileggi la tua frase ci sta contenuta la verità realtà di ciò che lui ha messo in piedi molto abilmente
    Quante storia c’è di gente senza scrupoli che si sposa perché così fan tutti soprattutto se lei aspetta un figlio
    Soprattutto i maschi MACHISTI fanno così
    Si permettono di incastrare in parallelo relazioni connSINGLE che siano separate già di legge o di fatto viventi a casa loro
    Che siano single e cioè senza nessuna relazione recente in piedi
    Che siano vedove

    Ecco spuntare i grandi amori e cuoriiii a stecchissima
    Grandi teatrali situazioni che inizialmente sembrano voler quagliare per poi improvvisamente NIGNEAFANNO PIÙ
    Allora la panoramica resta varia e vasta in testimonianze p,ufi e di persone che come te ci sono cascate tutte!!!

    Come mai? Si lo so sembra un disco rotto ma cara Amanda quando non si riesce più a capire che cosa avrà voluto dire o fare e dove sia la realtà verità di ciò che lui ti ha trasmesso con tutto il suo comportamento da povera stellina che sta così bravo ragazzo che ti racconta di moglie che mette alla prova che poi ti racconta qualsiasi cosa return sia disposta a ascoltare
    Infatti meno male per adesso sei per conto tuo ,ma come da frase qui scritta non riesci a toglierti dalla testa

    Tutto di lui compreso ciò che ti ha fatto e detto

    Il tuo sesto senso è validissimo e ti funziona bene suggerendoti di stare per conto tuo pensare a te stessa che hai tutta na lunghissima vita davanti a te

    Sti sposati per di più perché incinti

    Vanno ARCHIVIATI ALKA NASCITA!!!
    Cara @Amanda se non riesci a vivere nuova vita fai terapia che ti aiuta a fare un vero no contact pure se ci la ori insieme esiste metodo per ignorare la persona escluse comunicazioni fredde telematiche solo per lavoro

    Meglio ancora cambiare lavoro e levarti dalla chiarissima manipolazione negativa che hai subito senza accorgertene prima

    Conta adesso adesso hai già capito tutto
    E allora che sia vita nuova per te senza nessun monitoraggio sud di lui e suoi chiaro casini di vita

    Un abbraccio!

  • Molly, 24 Aprile 2023 @ 14:48

    Sante parole, @ Ariel per Sunflower.

    Sembrerebbe che anche lei voglia tenersi uno spiraglio aperto frequentandolo ogni tanto. Che sarà mai in messaggio o un caffè assieme? Niente di più sbagliato! Tagliare i ponti è l’unica rivetta per non fregarsi con le proprie mani.

    Non mi sembra che @Sunflower ne sia davvero fuori.

  • Nina, 24 Aprile 2023 @ 14:25

    @amanda, mi riaggancio a commento di Titti, fai attenzione, io ho subito, x mia debolezza e incapacità, il desiderio dei miei di vedermi sistemata.. nessuno mi ha obbligata a fare nulla ma io l’ho introiettato, sposandomi troppo giovane e comunque senza aver fatto esperienze. 30 anni oggi non sono nulla, prenditi il tuo tempo e cerca di frequentare non solo gli amici sistemati, il mondo è pieno di persone anche più grandi di te che non hanno ancora trovato la persona giusta, ma è un bene custodire la propria libertà mentre la si cerca, perché certe trappole quando scattano ti sembrano una fortuna, e invece sono quello che sono: trappole..io se tornassi indietro farei tante cose in modo molto diverso e soprattutto senza fare mie le aspettative altrui. Ti mando un grande abbraccio e ti auguro buona fortuna. So che adesso soffri e non lo sottovaluto, anche io sono stata amante una prima volta da libera a 25 anni e poi pochi anni fa da sposata: non sai quanto sia stato più facile uscirne la prima volta..

  • Meta, 24 Aprile 2023 @ 13:47

    @ale lo so che mente ed è il motivo per cui non ho dato corda alle sue parole in questa settimana. Ma a maggior ragione se voleva tenermi “in caldo” avrebbe dovuto evitare queste foto che non ho visto in oltre 4 mesi, non so mi sembra follia! O forse ripicca perché non ho reagito come lui avrebbe voluto in questi giorni. Ma che schifo.

  • Titti, 24 Aprile 2023 @ 11:00

    Amanda cara, partire con l’idea di “sistemarsi” è garanzia di infelicità, credimi. Devi ritrovare te stessa , capire come dice Stefano, cosa vuoi , cosa ti piace, chi sei. Il mio non era un invito a ” metterti a caccia” . Ho avuto anch’io quel tipo di fregola, è umano. Ci autoimponiamo, per essere felici, determinati traguardi. Dall’alto dei miei quasi cinquant’anni ti assicuro che così non è. La felicità la devicercare in te stessa. Alla tua età mi sembravano banalità, frasi fatte , c’è voluta tanta vita e tanto dolore, per capire che le ovvietà sono altre. Anche la moglie del tuo ex magari un giorno si guarderà indietro e dirà: mi son tenuta questa persona accanto a tutti costi, e ora cosa mi resta? Oppure lo guarderà negli occhi e penserà: abbiamo fatto la cosa giusta. Nulla è scritto e nulla e certo. Vivi ben ancorata alla realtà, guarda i fatti, SEMPRE,mai le parole e fa della tua vita un capolavoro ( cit :-)) ). Lui è andato, ha scelto, non guardare più indietro.

  • alessandro pellizzari, 24 Aprile 2023 @ 09:46

    Nessuno sceglie l’amante oltre i tre anni di amantato

  • alessandro pellizzari, 24 Aprile 2023 @ 09:45

    le foto di lui con la moglie devono servirvi a vedere la realtà fotografata e a capire quanto lui sia in grado di mentire. Vanno guardate una volta, che basta e avanza: basta una pistola fumante farsi un’armeria di prove della sua bugiarda manipolazione (verso due donne) serve solo a stare male per niente

  • Ariel, 24 Aprile 2023 @ 09:19

    @sunflower
    Giochi col fuoco nemico al 100/100!
    Reagisci esattamente come da schema da dipendenza affettiva che infatti non riesci a staccarti con vero no contact!
    Infatti la dipendenza affettiva risponde a droga nel cervello e il drogato di qualsiasi cosa sia compresa
    A dependence affettiva EVITA A QUALUNQUE COSTO la CRISI DI ASTINENZA

    E cioè IL VERO NO CONTACT PER SEMPRE CON LA SOSTANZA che rappresentata da lui il “ MANIPOLATORE NEGATIVO “
    che ti ha intortato perché si crea incastro NEFASTO tra chi porta il comportamento da dipendenza affettiva senza ovvio rendersene conto ,si cerca apposta il proprio “ carnefice” ( studiare il sistema attaccamento affettivo ti aiuta a capire come funziona il meccanismo deleterio )

    Così che NONOSTANTE TU SAPPIA BENISSIMO CHE LUI STA CIALTRONZO

    NON RIESCI A STACCARTI PERCHÉ staccarsi da “SOSTANZA “ equivale a CRISI DI ASTINENZA NEL CERVELLO!!

    Così ci prendi il caffè fosse anche na volta al anno dai modo a lui di verificare che ti ha SOTTOMESSA MENTALMENTE PSICOLOGICAMENTE E FISICAMENTE

    cara@sunflower fai terapia dedicata a relazione tossica?
    Spero di sì perché questo aiuta moltissimo nel realizzare concretamente il NO CONTACT PER SEMPRE

    Documentati per conto tuo su ciò che qui leggi ,ti aiuta a deciderti sul no contact .

    NO CAFFÈ TOSSICO……!

  • Marten, 24 Aprile 2023 @ 08:43

    @Amanda cara che tenerezza leggere le tue parole . No non c’è una data di scadenza per il vero amore ma nel momento in cui si hanno figli e un matrimonio ventennale, debiti a lunga scadenza e tante difficoltà superate insieme e’ davvero difficile pensare di ricominciare da capo . Io sono al secondo matrimonio ho figli e nipoti . Ho provato un sentimento forte pensavo ricambiato, ho aspettato 8 anni e poi lui e’ rimasto dov’era per ragioni molto simili a quelle del tuo ex. Io mi ritrovo per scelta altrui a guardarmi dentro e davanti ad un bivio se divorziare o no, l’età e tutto quanto elencato sopra, sommato all’affetto che comunque provo per mio marito mi fanno restare qui . Non voglio più soffrire per un uomo e tra i miei coetanei e’ più facile incappare di nuovo in situazioni complicate tra separati in casa all’insaputa della moglie e sposati, sono così delusa ferita e amareggiata che tiro i remi in barca e mi chiudo nel mio guscio come andrà lo vedremo . I tuoi coetanei saranno per lo più sistemati ma tanti ancora liberi e sono certa che tra loro troverai l’amore, chiaramente adesso devi stare bene tu per poterti aprire al nuovo . La psicoterapia ci sto pensando pure io … trovi giovamento ?

  • Marten, 24 Aprile 2023 @ 08:28

    @meta che uomo orrendo … tremendo dover vedere foto e avere notizie del loro patetico Mulino Bianco . Così e’ ancora più difficile andare oltre …. Però vedere certe scenette spero che presto ti aiuti a catalogarlo come cialtrone doc !

  • Marten, 24 Aprile 2023 @ 08:24

    @ale “ Soffrono come quello che non può più mangiare il cioccolato: ne ha voglia ma può farne a meno” parole dure ma realistiche … che aiutano anche se fanno male .

  • Marten, 24 Aprile 2023 @ 08:21

    @titti “Se non hai fatto il salto a trenta , a cinquanta non lo prendi nemmeno in considerazione.“ già sacrosante parole

  • alessandro pellizzari, 24 Aprile 2023 @ 08:05

    Non solo esiste il vero amore ma vedrai che questa storia ti ha vaccinata contro i bugiardi sposati. Mai più ci cadrai

  • alessandro pellizzari, 24 Aprile 2023 @ 08:04

    Con che coraggio? È un bugiardo che non ti rispetta, cerca solo di tenersi in caldo l’amante per quando Sarà più libero di tornare. Soffre? Guarda le foto, quelle sono la verità è mostrano chi è lui veramente e che cosa è capace di fare. Ha tradito la moglie e con lei fa l’innamorato. Pensi che con te non menta?

  • alessandro pellizzari, 24 Aprile 2023 @ 08:02

    Soffrono come quello che non può più mangiare il cioccolato: ne ha voglia ma può farne a meno

  • alessandro pellizzari, 24 Aprile 2023 @ 08:00

    Un caffè tossico da evitare

  • Titti, 24 Aprile 2023 @ 07:20

    Sono d’accordo con te , Stefano. Per me è stato lo stesso. Mi sembrava di aver preso al volo l’ultimo treno. L’ultima chiamata. E invece a momenti finivo stritolata sulle rotaie. Ciò che mi turba sono i discorsi dell’ex di Amanda, che molto probabilmente resterà davvero dov’è , farà un altro figlio e aspetterà serenamente la vecchiaia. Salvo qualche digressione verso i temibili cinquanta, che ovviamente non comporterà alcun cambiamento drastico. Se non hai fatto il salto a trenta , a cinquanta non lo prendi nemmeno in considerazione.

  • sunflower, 24 Aprile 2023 @ 00:55

    @Dispersa, lo vedo raramente…a volte un caffè, mi chiana al telefono, ma non sono più disponibile, sotto tutti gli aspetti, infatti sto pensando anche di chiudere questi rari incontri… come suggeriva il nostro @Alessandro.Rivederlo mi è servito per ricordarmi di come è lui, a volte la distanza lì rende migliori di quanto realmente sono, un gioco strano della mente che dopo il dolore sembra ricordare di più il bello…
    Il mio ex mi rappresenta la conferma del cialtrone che è ogni volta che lo sento.

  • Marten, 23 Aprile 2023 @ 23:15

    Ciao @Amanda “ Sto cercando di rialzarmi dal fondo, e vedo che il pensiero costante all’altro e a quello che fa è deleterio.” esattamente fa male e si spera che un poco anche loro soffrano per aver rinunciato a noi . Pero’ lascia che te lo dica un altro come il mio ex amante che si para dietro al figlio e alle suppliche della moglie e altre scuse . Se fossero innamorati non si farebbero fermare da questo, .. non riuscirebbero . Chi rinuncerebbe al vero amore una volta incontrato condannandosi ad una vita a metà ? Il tempo forse darà risposte alle tue domande ma se tornerà dovrà farlo da uomo libero, altrimenti non dargli più credito . Sei tanto giovane e chance ne avrai di avere un amore tutto tuo senza se e senza ma… ora e’ tempo di metabolizzare quanto accaduto e andare avanti … possiamo farcela ..

  • Meta, 23 Aprile 2023 @ 21:56

    E rieccoci qui, pur avendolo bloccato ha trovato comunque il modo di comunicare con me in questa settimana. Sono ancora innamorato di te, ti penso sempre, mi manchi da far male, ho sofferto e soffro ancora, sei il mio primo pensiero, con mia moglie non c’è intesa, non c’è un rapporto di coppia, non c’è intimità…blablabla non ho dato corda alle sue parole ma purtroppo non mi hanno nemmeno lasciata indifferente. Mi vergogno a dirlo ma queste sue attenzioni e parole mi hanno in qualche modo fatto sentire quasi meglio pur non credendogli. Ma poi ieri ennesima vacanzina e Siccome non bastavano le foto di famiglia del Mulino Bianco ha aggiunto pure un bel selfie di coppia fatto da lui con lui sorridente abbracciato e spalmato su di lei. Giusto per precisare non sono stata io a guardare o a controllare ma purtroppo abbiamo amici in comune. Aldilà della mia reazione che è stata un misto tra vomito e pianto, mi chiedo ma con che coraggio?! Ma perché? E soprattutto perché è ancora in grado di ferirmi così?

  • Amanda, 23 Aprile 2023 @ 21:24

    @Titti @Stefano
    Vi ringrazio di cuore per le vostre parole. Quello che sto cercando di fare è di voltare pagina. Però è davvero tanto difficile. Ora non ho cuore e testa per una nuova storia, ma in futuro vorrei innamorarmi di qualcuno come è successo con lui e vivere tutto alla luce del sole. Ho avuto una storia precedente di moltissimi anni che per tanti motivi mi ha lasciato distrutta (ho lasciato io), e quando è arrivato lui stavo ancora cercando di mettere insieme i pezzi, non credevo sarei più stata capace di amare qualcuno, invece è successo come non avevo mai provato prima. Sto andando da una psicoterapeuta ma il percorso è molto lento. Mi dite che sono giovane, è vero, ma vedo i miei coetanei già tutti sistemati e allora cresce l’ansia di non trovare nessuno di davvero “giusto”. E dopo questa storia mi chiedo: esiste il vero amore? è ancora possibile trovarlo? E per chi benevolmente mi dice che io ho ancora occasioni chiedo: per l’amore vero c’è una data di scadenza? Leggendo di tante storie qui e vedendo come si è evoluta la sua, la mia paura è che tutte vadano a finire allo stesso modo, con un amore che si affievolisce, o con un sentimento che a volte nemmeno c’è ma ci si accontenta. È una paura forse stupida, irrazionale ma ancora non riesco a ignorarla, e so che in futuro potrebbe costituire un blocco per me. Mi sono ritrovata in tante vostre riflessioni, quello che faccio è cercare di analizzare tutto con più lucidità possibile quando riesco, ma a volte è davvero un’impresa..

  • Titti, 23 Aprile 2023 @ 20:19

    Ciao Amanda, benvenuta. Da ciò che hai scritto, io non credo che ti abbia preso in giro. Credo che al tuo ex sia mancato il coraggio. Sicuramente non ti ama abbastanza per fare il grande passo, ma è certo che non ami neanche sua moglie. Un ritrovato amore non porta a quel tipo di discorsi. Hai ragione quando affermi che rimuginare su cosa accada a casa loro sia deleterio. Non è più affar nostro. Sei talmente giovane cara, cerca di girare pagina il prima possibile.

  • Stefano, 23 Aprile 2023 @ 20:11

    @Amanda
    Ciao Amanda, benvenuta. Mi sembra che nel tuo racconto ci siano già tutte le risposte alle domande che hai fatto. Quello che vuole lui è abbastanza chiaro. Ma tu cosa vuoi? Hai trent’anni e sei giovane rispetto a noi amanti oltre i 50. Per noi è stata l’occasione di un cambio di vita, una nuova prospettiva quando l’orizzonte temporale e le opportunità non sono le stesse che alla tua età. Fammi dire quasi l’ultima occasione della vita di innamorarsi veramente. Perché certi amori si possono ritrovare ma ci vuole tempo e occasioni. E tu le puoi avere. Lui ha una famiglia che non vuole lasciare credo. E tu? Che progetto hai?

  • alessandro pellizzari, 23 Aprile 2023 @ 19:21

    Benvenuta. L’amore vero non dà spazio a matrimoni zoppi

  • Marten, 23 Aprile 2023 @ 18:48

    @Stefano sai nei nostri decennali matrimoni manca l’adrenalina la scoperta il batticuore il nuovo quello che il mio ex amante diceva lo faceva sentire vivo ebbene dov’è adesso? Ha scelto la routine la noia le rotture di scatole… mi chiedo mille cose in questo periodo se gli manco se e’ contento della sua decisione se e’ in pace con se stesso credo di sì la moglie non l’ha sbattuto fuori casa e lui ha la sua bella piccola ipocrita vita borghese buon per lui . Io … io cerco di convincermi che in una situazione di routine non sarebbe stata la stessa cosa che una coppia formatasi sulla sofferenza altrui forse non sarebbe durata che lui così instabile magari avrebbe fatto dietro front dopo 6 mesi la moglie lo avrebbe ripreso e io mi sarei trovata distrutta con tutto da ricostruire e problemi da affrontare … tacciata come quella che ha lasciato il marito per l’amante e poi l’ha “ presa in saccoccia “. Ne sarei morta . Mi tengo la mia di quotidianità mi manca passerà …. @ale il deserto matrimoniale mi auguro sia solo suo .. io spero di ritrovare un po’ di serenità dopo aver compreso che l’amantato non e’ la soluzione ai miei problemi e talmente delusa e scottata da non voler più nel modo più assoluto rimettermi in gioco . Ho dato tanto per 8 anni ma la fuori per persone della mia età c’è solo schifo

  • Marten, 23 Aprile 2023 @ 18:33

    Ciao Tiziana bravissima una nuova vita !!

  • Ariel, 23 Aprile 2023 @ 14:14

    alessandro pellizzari, 22 Aprile 2023 @ 18:38Rispondi
    Ragazze, mai più separati in casa, a scanso di equivoci manco quelli veri

    Concordo @CaroAlessandro e restò convinta sempre di più che una forma di prevenzione resti comunque evitare di mettersi con persone occupate a vario titolo
    Come ad esempio
    Sposati
    Fidanzati
    Indecisi sul punto di lasciarsi con partner
    Quelli appunto che sostengono essere separati in casa
    Quelli veri
    E quelli a metà ad esempio chi staziona in casa con compagna o moglie o fidanzata che sia ma omettendo che la tradisce o che lo tradisce a seconda se chi subisce manipolazione negativa sia uomo o donna

    Quelli che raccontano la QUALUNQUE ma PASSA IL TEMPO E NON ACCADE NULLA!!
    Quelli che già fanno “ GLI ONESTI DEL TE LO DICO GIÀ MAI LASCERÒ MIA MOGLIE”

    Che abbiamo si spera imparato qui anche grazie a @CaroAlessandro che no funziona il dichiarare a parole so onesto e no lascio moglie se poi in pratica ti scopa in ogni senso e luogo e ti intorta di veri messaggi che SEMBRANO AMARCI!???

    E cioè essere MANIPOLAZIONE NEGATIVA SCIENTIFICA DIRE SO ONESTO/a no mollo moglie o marito

    Perché se fosse davvero così la relazione sarebbe solo sesso e durata BREVISSIMA!!!
    Invece naaa durata ANNI E ANNI SMENTISCE ONESTA DICHIARATA !
    Ma rivela MANIPOLAZIONE NEGATIVA!!!

    Io penso che nella ottica attuale con grande development di realtà tossiche da un lato occorre fare di più per curarsi i propri evidenti problemi di relazioni affettive ma anche EVITARE QUESTA LISTA PROTEGGE SICURO

    FACCIO ESEMPIO

    Contano i fatti
    Ok
    Sono una moglie disperata xche mio matrimonio no fu zio a ,a me sembra in vera buona fede di aver tentato di dire a marito che sto in crisi che no godo di attenzione di vero sesso a stecca etc etc

    Poi vedo uomo diverso e mi prende il pensiero forte di compensare il mio vuoto dentro casa
    Maaaa se questo sta nel e,enco qui sopra MEGLI9 EVITARE

    Perché SCIENTIFICO CHE SE UOMO POTENZIALE CANDIDATO A FARE AMANTE DI BREVE DURATA CON EVENTUALI SVILUPPI DI NUOVA COPPIA ,SE COSTUI O COSTEI STANNO IN ELENCO SOPRASCRITTO E SONO DAVVERO COSÌ INTERESSATI E INNAMORATI

    SI LIBERANO DA LEGAME PRECEDENTE E CI VENGONO A CERCARE PURE SULLA LUNA O MARTE!

    Ergo il TEMP FA DIFFERENCE
    CI SEGNA QUANDO ELEMENTO SOGGETTONE STA MENTENDO!!!!!

    E meglio DIRSI SE Mi VUOI TORNA A CERCARMI GIÀ DA LIBERO!!!

    Se mai avete provato questo metodo del EVITAMENTO A STECCA DI LUSTA QUI SU SCRITTA

    PROVARE PER CREDERE
    FUNZIONA SEMPRE GARANTITO AL 100/100!

    Chi vi ama no perde temp e corre su luna a cercarvi da LIBEROOOOOOOO O LIBERAAAAAA!!
    Bonne dimanche!

  • Amanda, 23 Aprile 2023 @ 12:54

    Ciao a tutti, sono nuova ma vi leggo da ormai qualche mese. Io e il mio ex amante siamo entrambi trentenni, lui si sposò perchè lei rimase incinta molto giovane. Nei mesi di amantato c’era tutto: passione, intimità, complicità, mai ero riiuscita a provare tutte queste cose insieme nelle mie storie precedenti. E così mi diceva lui: mai così felice, mai questo amore per la moglie. Io ci ho creduto e un po’ ci credo ancora: “ci siamo sposati che era troppo presto, non sapevo ancora cosa fosse il vero amore”. Dopo qualche mese le dice di non amarla più, poi, dopo un cds di pochissimi giorni, inizia a parlarle di separazione. Lei non ne vuole sapere, non si spiega perchè lui non faccia almeno un tentativo per ricostruire, soprattutto per il bambino. Dopo un mese di pressioni lui le confessa che è innamorato di un’altra (si sente in colpa, non ce la fa e forse spera che anche grazie a una reazione di lei le cose cambino). Ma lei gli chiede di non vedermi e sentirmi per un mese, vedranno come va, DEVE darle questa possibilità, in fondo stanno insieme da dieci anni, se andrà male si separeranno. Lui lo fa, sembra che non ci creda davvero, ma lo fa. Dopo due giorni mi scrive. Sono io che mi impongo con tutta me stessa perchè continui questo silenzio, ha fatto una scelta. Al lavoro ci evitiamo. Dopo pochi giorni lo vedo. Inizia a piangere, mi dice che le ha detto le cose più orribili, tutti i dettagli riguardanti me e lui, pronto ad andarsene. Ma lei lo perdona,anzi CI perdona. Davanti a questa rivelazione di santità lui crolla. Mi dice che deve scegliere la famiglia, vuole essere nel giusto, vuole comportarsi bene, si sente troppo in colpa per tutti, ma soprattutto per il bimbo. Forse è troppo debole, forse anche lui è stato folgorato sulla via di Damasco. CI sono tanti altri fattori che si intrecciano, ma non voglio dilungarmi, perchè volevo soffermarmi sul ricostruire.
    Sono passati due mesi da quando mi ha detto di aver fatto la sua scelta: ci siamo sentiti e anche visti, lavoriamo insieme . Abbiamo parlato di tutto, lui mi dice che forse l’amore è arrivare alla vecchiaia, con fatica, sforzo, impegno e dirsi “ce l’ho fatta, ce l’abbiamo fatta”, mi dice ora che conta anche la quantità di tempo passato insieme, non solo la qualità. Insomma, tante cose di cui mi sembra si debba convincere per andare avanti. Spesso mi chiedo se queste cose le pensa davvero o si costringe a pensarle, ma cosa conta alla fine? Non ha senso aggrapparsi a nessuna speranza. Io lo amo ancora e sento che anche per lui è così. Mi dice che con me ha passato i mesi più felici della sua vita. Ma lui ha fatto una scelta. Sta ricostruendo davvero? Ce la sta facendo? O mente a se stesso? Mi ha preso in giro? Sono domande che mi faccio quasi tutti i giorni ma la cui risposta in realtà mi serve a poco o a niente. Ha deciso: non farò più parte della sua vita come prima. Quello che fa in casa non deve più interessarmi. Perchè continuare a crucciarsi? Quello che conta è quello che ho sentito quando stavamo insieme. Quanto amore mi ha dato e quanto gliene ho dato io. E anzi conta più quello che NOI, amanti lasciati e distrutti, sappiamo di aver provato, quanto NOI siamo stati capaci di amare, perchè in fondo è l’unica cosa che abbiamo sperimentato nel profondo, l’unica cosa VERA e PURA di cui abbiamo assoluta certezza. Sto cercando di rialzarmi dal fondo, e vedo che il pensiero costante all’altro e a quello che fa è deleterio.

  • Ariel, 23 Aprile 2023 @ 12:43

    Rosa, 22 Aprile 2023 @ 22:07Rispondi

    Cara @Rosa non cedere sii fortissima ,rivolgiti immediatamente a un terapeuta specifico per realizzare sostenuta il no contact
    Non scoraggiarti mai

    Fa parte del meccanismo deleterio il ritorno i diversi tentativi di RIACCIUFFARE LA PREDA!! Con ogni metodo
    Con ogni mezzo con nuovo Love BOMBING
    Oppure al contrario con minacce ricatti di parlare oppure primo love bombing per poi USARE LA PREDA E SCARTARLA DI BRUTTO!!
    Carissima leggendo qui e pure documentandoti su fonti attendibili come stampa casi di cronaca non solo nera ma tutte le sfumature inchieste e interviste journalist in ogni luogo se non trovi in Italia puoi trovare on Line in altri paesi ciò che qui scrivo da anni in France ad esempio on Line puoi reperire differents interviues e reportage di casi identici a quelli nostri qui testimonianze

    A me aiutato moltissimo fare una specie di piano di differente aiuti terapie e anche dedicarmi a ascolto e studio di casi di informazione di Journalisme!! Fonti attendibili ai quali occorre sempre avere GRATITUDEper il servizio che mettono per aiutare a diffondere la realtà di ciò che si vive
    Journalisme di inchieste e interviste a persone come noi e come hanno fatto a uscirne per sempre in vera vita nuova

    Così qui ti do spunti e punti sui quali puoi sicuro appoggiarti perché so benissimo per averlo vissuto che NO FACILE AFFATTO RESISTERE A RITORNO……!!!

    Forza carissima @Rosa sono certa riuscirai a resistere
    E ti incoraggio come posso da qui a fare qualcosa per riuscirci farti sostenere!!!
    C’è la farai SICURO!!!

  • Titti, 23 Aprile 2023 @ 11:53

    Va bene Ariel, tranquilla.

  • alessandro pellizzari, 23 Aprile 2023 @ 10:51

    Il problema di un matrimonio che rimane in bilico, non affronta i problemi e che ha già prodotto un tradimento sta nel fatto che nel corso del tempo potrebbe produrne altri o un malcontento e una mancanza strisciante. Capisco che la separazione non è per tutti ma bisogna sapere che decidere di stare a casa decidendo a tavolino sulla base di elementi che non sono i veri costitutivi di una coppia espone a una vita vissuta a metà. Io lo chiamo limbo sentimentale.

  • Ariel, 23 Aprile 2023 @ 10:41

    @Titti Cara ,mi scuso ,non volevo certo essere esasperante ,ma sono consapevole di essere a volte o spesso insistente ,ma il mio scopo è sempre quello cdi rivolgermi non tanto a quello specifico caso o utente ,ma attraverso il caso x qui testimoniato poterl rivolgersi a molti altri casi analoghi al tuo che purtroppo ci sono!

    So benissimo che ovviamente ognuno è qui di sicuro anche tu ,sai benissimo in che situazione reale ti trovi ,ma ripeto io credo molto che il valore dello scambio qui sul Blog non si limiti a solo sfogo comparativo ,ma anche a qualcosa di più come un insistere sul piano Terapia e certi meccanismi assodati da anni e anni da scienza che si Sto arrivando! Già che per superare ferite così grosse piene di schok post traumatic necessario fare determinate azioni terapeutiche..
    Ecco ci tengo molto a che tu o chiunque qui scriva non prenda i miei insistere su punti cardine che purtroppo nella maggioranza delle persone ad esempio ancora resta davvero difficile accettare ad esempio di curarsi in terapia no una qualsiasi ma adatta a aver vissuto relazione tossica.

    E quindi scusami se ho insistito ma non è rivolto a te come fossimo dal vivo di persona ,ma al tuo caso no diverso da molti altri e si mi spendo
    Per cercare di parlare sempre di ciò che so già perché lo ho fatto su me stessa e perché lo ho studiato in anni e anni che occorre insistere perché si parli comunque di terapia e di no contact vero

    Molte persone no per colpa loro ma la diffusione di informazioni e modus vivendi cambia a seconda di quale paese si vive.
    E qui comunque resta un paese Italia a maggioranza numerica di utenti ,
    E resta importante che si parli d8 terapia e no contact in particolare pure se questo può sicuro suscitare dissensò o equivoco di quando scrivo
    Preferisco essere pure criticata piuttosto che rinunciare a diffondere il valore scienza del fatto che occorre farla la terapia no possibile per nessuno risolvere questi grandi dolori .

    Un abbraccio caro Tito e scusami se puoi ,ma spero si capisca che mi rivolgo no solo a te ma a tutti i casi come il tuo.

  • Cri28, 23 Aprile 2023 @ 08:57

    Grazie Rosa. Fai bene a uscire con altre persone, in amicizia, aiuta a restare centrati ma senza chiudersi e con il tempo accadrà l’inaspettato. Io non credo che mi separero, con mio marito c’è un rapporto affettuoso basato sul non affrontare i problemi. È a me che manca la coppia, in tutti i sensi, perciò quando ho incontrato il mio amante mi sono buttata. Ma bisogna dire che è raro provare sentimenti forti. Per fortuna c’è anche molto altro su cui spendere le proprie energie, non compensa ma aiuta.

  • Titti, 23 Aprile 2023 @ 07:46

    Ariel per favore, datti pace! Non cambierò lavoro benedetta ragazza e nel post raccontavo episodi di due anni fa. Ti voglio bene ma sei esasperante :-))

  • Rosa, 22 Aprile 2023 @ 22:07

    Grazie @Ariel delle tue belle parole di conforto, sto vivendo alla giornata in effetti, mi prendo cura oltre che delle figlie anche di me stessa, coltivo le amicizie, in questo periodo fondamentali e vado in palestra, cerco di essere centrata anche se il mio ex amante pare stia tentando un riavvicinamento. Devo essere forte.

  • Ariel, 22 Aprile 2023 @ 21:36

    Purtroppo per te @Titti finché continui a comunicare con lui a monitorare cosa fa e le foto a vederlo pure per lavoro una volta

    È esattamente a darsi a cercare da sola i guai molto più seri !
    Insomma credo sia un bene necessario che tu possa leggere qui anche questo punto di vista che non ê personale mio ma rispecchia esattamente il COME SI FA A SUPERARE TUTTO DAVVERO e non a mezze misure che siolo male ti fanno e lo si percepisce dal modo in cui scrivi portando le tue testimonianze del tuo vissuto nefasto
    Ti curi fai terapia oppure fai così come ti viene pensando sia possibile superare tutto così ?

    Pensaci e curati in terapia con no contact totale
    Lo vedi per lavoro? cambia lavoro
    Cosa aspetti a fare davvero qualcosa per guarire le ferite ?

  • alessandro pellizzari, 22 Aprile 2023 @ 18:44

    Per un periodo, anche dopo aver raggiunta la consapevolezza di che pochezza era il potenziale futuro partner (spesso addirittura un truffatore sentimentale purtroppo) si rimane innamorati di quello che si è provato insieme anche per lungo tempo. Soprattutto se si decide di tornare a vivere nel deserto matrimoniale che ha prodotto, a suo tempo, il tradimento

  • alessandro pellizzari, 22 Aprile 2023 @ 18:38

    Ragazze, mai più separati in casa, a scanso di equivoci manco quelli veri

  • alessandro pellizzari, 22 Aprile 2023 @ 18:34

    Chi sputa nel piatto dove mangia sputerà nel tuo

  • Titti, 22 Aprile 2023 @ 15:55

    Ciao Tiziana, benvenuta. Anche io ho pensato sovente a sua moglie. Quando ho riacquistato lucidità ho visto una donna ingannata orribilmente, di gran lunga più di me. Ho immaginato se avesse potuto osservarci e ascoltarci. Le parole d’amore che il marito,.padre dei suoi figli, mi rivolgeva . Il sesso libero, con me. Quello coniugale e protetto, con lei. ( Quando ha ripreso i rapporti, forse non interrotti mai davvero)La sua intimità familiare, coniugale, data in pasto a me. Le sue fragilità personali, lavorative, la sua storia familiare. Quando l’ho incontrata e mi ha sorriso tranquilla e ignara. Quando sui social ho visto le foto di famiglia, il suo sorriso sereno. Lui ha sostenuto di doverla proteggere, di non poterla lasciare per motivi validissimi e nobili. In verità è rimasto per comodità, per mantenere la sua posizione sociale ed economica. Continua a parlarmi d’amore a due anni dalla nostra chiusura, a rimpiangere il sesso favoloso che faceva con me. A denigrare gli incontri sporadici ed obbligati che hanno. Battute fulminee perché io taglio corto, mi allontano, interrompo le conversazioni ecc. Cosa ha fatto di male questa donna per meritare tutto questo inconsapevole schifo? Io ho potuto scegliere di andare oltre , lei continua a mandare avanti la famiglia, a lavargli la biancheria, a mettergli un piatto davanti a pranzo e a cena. Ad avere questa persona immonda davanti, finché morte non li separi. E io sono stata complice, all’epoca , finché non ho aperto gli occhi.

  • Leilei, 22 Aprile 2023 @ 14:17

    Stefano ma tua moglie non si accorge di nulla? Non vede gli occhi rossi e il tuo umore nero?

  • Stefano, 22 Aprile 2023 @ 13:23

    @Tiziana
    “ho conosciuto un uomo in giacca e cravatta (sono sempre attirata dallo stesso tipo di uomo….). Molto simpatico, spritoso, mi ha messo subito a mio agio Ma poi … mi ha raccontato di vivere da separato in casa. Spesso in trasferta per lavoro… una storia già vista, sentita e vissuta. No grazie! Ho salutato rapidamente e me ne sono andata via”

    Bene Tiziana, tutti sulla stessa barca! Anche io penso che se si vuole quagliare le cose devono maturare entro un anno, un anno e mezzo. Io ho notato che nel mio caso la storia ha avuto il massimo della tensione positiva dopo un anno e mezzo, poi sono iniziati i problemi e l’inversione di tendenza. Perché capiscono che non è quello che vogliono ma cercano lo stesso di tenerti ancora il più possibile sapendo che si è a scadenza. E per farlo iniziano le omissioni e le recite.
    Comunque visto il tuo nuovo incontro prova a considerare che magari il tipo di uomo giacca e cravatta non va bene!! ahahahah.
    Prova a guardare con più interesse i tipi jeans e t-shirt e magari scopri persone più spontanee. A me la giacca e la cravatta non mi hanno mai dato fiducia. Troppa costruzione. Con questo non vuol dire che nelle occasioni giuste non ci si possa vestire eleganti, cosa che oltretutto migliora sicuramente l’immagine. Ma che essere sempre troppo impostati per me è un campanello d’allarme. Pensaci. Io faccio parte dell’altra tipologia ed ero disposto a separarmi per amore oltre ad aver fatto il separato in casa davvero. Medita Tiziana medita ahahahah.

  • Stefano, 22 Aprile 2023 @ 13:08

    @Marten
    “Mi ha dato un bel calcio nel posteriore cosa cavolo mi manca di lui ?”

    Ci manca tutto Marten. Questo è certo. Io ho una lista lunghissima di cose belle che ho provato con lei. E non le ho con la mia compagna perché non le avevo nemmeno prima. E a proposito del discorso ricostruzione è proprio per questo che penso sia difficile dopo aver capito cosa ci fa stare veramente bene, cosa ci trasformava ogni momento, anche solo guardare un film, andare a un concerto, fare una gita fuori porta, in un momento unico, pieno di emozioni, di divertimento e gioia. Attimi in cui interagivamo ed eravamo in sintonia completa. Non dico che sia spiacevole passarli con i nostri compagni. Semplicemente sono ordinari, anonimi, poco complici. Con loro invece erano stra-ordinari, intensi e molto complici. C’è un’enorme differenza! Però oggi sappiamo che quei momenti non ci appartenevano perché loro stavano con un’altra persona. Riuscivano a stare con noi in quegli attimi ma poi ci lasciavano alle spalle quando tornavano a casa. Esattamente come adesso. Oggi la differenza è che hanno meno motivazioni e quindi il piatto della nostra bilancia si è svuotato. Quindi via, giù dalla torre. Amore? Ma va!!! E la frase che mi ha detto “non voglio più passare ore bellissime con te per poi passare giornate di disagio a casa” sintetizza questo concetto della piccola finestra in cui stavano con noi. A me questa cosa non è mai successa. Stavo bene quando ero con lei e stavo bene anche a casa perché lei era sempre con me e tutti i miei comportamenti ruotavano intorno a questo. Lei non era a tempo. C’era sempre. Noi no. Comunque Marten, ormai siamo legati ai momenti, non più alle persone che ci sono scadute pesantemente. Ma naturalmente una cosa bella, indipendentemente da tutto, resta bella. Piano piano vedrai che andrà meglio nel senso che si prende sempre più consapevolezza. Ma quel ricordo, quella mancanza resterà finché non sarà così lontana da non sentirla più. Ma ci vorrà molto tempo. Nel frattempo magari ci capita qualcosa di bello. L’importante è non sentirsi in gabbia.

  • alessandro pellizzari, 22 Aprile 2023 @ 12:36

    Brava e forza Tiziana!

  • Marten, 21 Aprile 2023 @ 23:42

    @stefano grazie delle tue parole @ ale piango da sola quando sono certa di non essere intercettata da marito e figli oppure al telefono con un’amica … pensavo di essere vicino alla fine del tunnel eppure basta un particolare che mi riporti ad un ricordo e si aprono le cataratte . Io dico si può essere così stupidi !? Mi ha dato un bel calcio nel posteriore cosa cavolo mi manca di lui ?

  • Marten, 21 Aprile 2023 @ 23:34

    @sunflower oddio immagina se fosse lo stesso no vabbè ahahah … io al momento non ho traccia spero che non si faccia più vivo finché non sarò ben corazzata, ma se fosse mai sarebbe meglio, perché purtroppo ci sono momenti in cui scendono lacrime e manca … passerà

  • Tiziana, 21 Aprile 2023 @ 19:13

    Trovo che questo blog sia davvero un prezioso aiuto nell’elaborazione di un tradimento. Anche se ogni coppia di amanti ha la propria storia la fine sembra sempre la stessa: uno dei due si innamora, l’altro solo a parole per prolungare la durata del gioco. Eccezione sono ovviamente le nuove coppie che si formano in tempi brevi. Quelle che conosco personalmente non hanno avuto bisogno di vivere una doppia vita per anni.

    In questi mesi ho pensato molto alla sofferenza che mi ha causato la storia con il mio ex. Ho iniziato ad analizzare prima me, poi il pazzo bugiardo. Ultimamente ho pensato anche alla moglie ignara. Ignara lei dell’esistenza di un’amante, ignara io che credevo alla storia del separato in casa. In fondo sapere la verità sulla moglie mi ha dato una spinta in più per distaccarmi. Proprio perché l’ho vista innamorata, piena di vita e molto dolce dopo decenni che stanno insieme (e purtroppo anche lui insieme a lei). Cosa erano in confronto i miei quasi 4 anni di forte innamoramento? 4 anni nemmeno alla luce del sole.

    Oltre ad elaborare lo shock della scoperta sulla vera natura del loro rapporto ancora ben funzionante e sessualmente attivo qualche volta mi chiedo cosa abbia visto in me. Un dispersivo, una specie di escort, confidente, oggetto?

    Sto facendo passi in avanti. Qualche settimana fa sono uscita con un’amica e ho conosciuto un uomo in giacca e cravatta (sono sempre attirata dallo stesso tipo di uomo….). Molto simpatico, spritoso, mi ha messo subito a mio agio. Ma poi … mi ha raccontato di vivere da separato in casa. Spesso in trasferta per lavoro… una storia già vista, sentita e vissuta. No grazie! Ho salutato rapidamente e me ne sono andata via.

    Sono fiduciosa di andare avanti con la mia vita più forte di prima. Mi sto godendo la mia nuova libertà con gli orari che decido io quando voglio io. Non sto più in attesa 24 ore con l’occhio sul telefono, vivo.

  • Ariel, 21 Aprile 2023 @ 17:14

    @Rosa Cara non vedere gia il futuro come se per te fosse impossibile di nuovo innamorarti ma di qualcuno che sia capace di accorgersi della tua vera autostima in equilibrio che ti sei conquistata da sola nel momento in cui sei riuscita a tagliare i rami secchi
    Datti tempo senza nessun programma o visione del futuro che nessuno può conoscere prima

    Come già hai saputo scoprire tutto dipende da noi stessi goditi il NUOVO SPAZIO TUO qualunque esso sia
    Piano piano vedrai tu che cosa davvero vorrai per te stessa.

    Non restiamo legate a condizionamenti machisti che ci vogliono vedere per forza essere di valore solo se si sta in coppia fissa
    Nemmeno io avrei mai mai potuto immaginare di innamorarmi di nuovo e stavolta di un vero uomo adorable !

    Eppure sto vecchia e t tutto ciò che ho vissuto pure una relazione tossica
    Ma ripeto poi mi son9 detta vivo giorno per giorno e poi vedrò al momento che voglio fare

    Mai più avrei pensato che avrei proprio incontrato un vero caro uomo innamorati entrambi liberi davvero!!

    Tu vivi e vai nel tuo presente ,poi il bello ha sempre ancora da arrivare!!!
    Un abbraccio!

  • Dispersa, 21 Aprile 2023 @ 15:50

    @Sunflower… Magari mi confondo con qualche altra utente, ma non avevi ripreso a vederlo, solo con uno spirito diverso? Più leggero per intenderci.

  • sunflower, 21 Aprile 2023 @ 14:53

    @Marten la tua citazione mi ha impressionato “quella che definiva “gabbia dorata ma pur sempre gabbia””… il mio ex usava la stessa frase (adesso scopriamo che è lo stesso e visto che il mio ex era un seriale…)
    Di nuovo il ripetersi delle stesse frasi, stesse dinamiche….oltre a stronxxxxi pure poco fantasiosi.
    Questo già dovrebbe aiutarci nel buttarli nel dimenticatoio, la loro banalità, io sto ancora fronteggiando i suoi messaggi, le sue lacrime, i non posso stare senza di te…. e davvero, più lo ascolto nelle sue telefonate fiume, leggo i suoi messaggi che ora trovo ridicoli .. insomma il repertorio c’è tutto… solo che adesso lo vedo per il cialtrone che è e io non ci sono più!!!
    Qualcuno potrebbe chiedersi ma perché gli dai corda ancora?…..perché per fortuna dopo oltre un anno ne sono fuori e sentirlo mi conferma solo che mandarlo a quel paese è stata la migliore decisione della ma vita.
    (naturalmente prima c’è stato un codice del silenzio di molti mesi)

  • Stefano, 21 Aprile 2023 @ 14:22

    @Ale
    “Il pianto purtroppo soprattutto nell’uomo e non è certamente il tuo caso non è un sentimento sincero due volte su tre.è una forma di pressione soprattutto se l’amante è una crocerossina”

    Sono d’accordo con te, ma non parlo di quel pianto. Parlo di quello discreto, fatto da solo nella propria stanza o in macchina. A volte quando mi lasciava restavo impassibile e duro davanti a lei proprio per evitare quell’effetto per poi salire in macchina e sfogarmi. L’unica volta che mi è successo è stato a dicembre quando guardandola negli occhi li ho visti vuoti. Quegli occhi profondi in cui mi ero perso 1000 volte. Non hai idea di cosa mi è passato dentro e lì è stato come aver vissuto una morte in diretta e non sono riuscito a trattenermi. Io non sono contro il pianto, anzi. Tranne quando è un mezzo, come dici tu, di pressione o per farsi compatire che è l’ultima cosa che io farei nella mia vita. Quello che dici per svegliare la crocerossina lo ha fatto più volte il compagno e alla fine ha funzionato. Alternava momenti di arroganza e violenza verbale a scuse piangenti. Mamma mia che tristezza!!! Va bene così stia con lui.

  • alessandro pellizzari, 21 Aprile 2023 @ 14:09

    L’amante molto spesso viene tradita e truffata quanto la moglie

  • alessandro pellizzari, 21 Aprile 2023 @ 14:09

    Il pianto purtroppo soprattutto nell’uomo e non è certamente il tuo caso non è un sentimento sincero due volte su tre.è una forma di pressione soprattutto se l’amante è unacrocerossina.è quello che fa il bambino quando ha fatto la marachella imperdonabile ha le spalle al muro e non sa che cosa fare per uscirne e allora piange perché sa che la mamma davanti alle lacrime pensa che tutto sia sincero e vero.poi ti buttano giù dalla torre

  • alessandro pellizzari, 21 Aprile 2023 @ 14:06

    Mica ti “devi” innamorare, l’importante è in questa fase uscire conoscere gente svagarsi e non è obbligatorio andare a letto con nessuno.le lettrici in questa fase di counseling che incontrano un chiodo mi dicono: non sono innamorata ma che bello avere una storia normale

  • Rosa, 21 Aprile 2023 @ 12:29

    @cri28
    io sto affrontando la mia vita senza più marito ne amante interrotto tutto con la mia separazione. Da una parte ho sentito un senso di liberazione, veramente oppressa nella coppia, negli ultimi tempi al limite della sopportazione, dall’altra il dispiacere per aver lasciato l’amante che mi manca ancora adesso. Comunque sto uscendo con un “amico” nella speranza che il chiodo schiaccia chiodo funzioni. In realtà penso che non mi innamorerò più e anche che devo abituarmi all’idea di essere una mamma single e va bene così ho ancora due figlie che hanno bisogno di me. Può sembrare triste ed un pò lo è, ma negli anni di matrimonio ho dato tanto, non mi sono risparmiata divisa come ero tra marito, figli, lavoro, si vede che non fa per me la vita di coppia (intesa un pò come quella di una volta).

  • Stefano, 21 Aprile 2023 @ 11:18

    @Marten
    “da due giorni è proprio no …e ho le lacrime in tasca”

    Che bello Marten!!! Anche per me è stato così tante volte e ne sono felice. Il pianto è la massima espressione della sensibilità. Il resto è calcolo e freddezza. E sinceramente anche ieri dopo tutto questo tempo, anche io ho pianto ancora. Ieri però è stato diverso, continuavo a dirmi “dimenticala, cancellala, è una donna che ti ha preso in giro”. Ma tutto questo cara Marten, tutto questo dolore è un grande dono sappilo. Perché ci restituisce una visione di noi stessi bella, emotiva, vera. Siamo capaci di amare, fino in fondo. Siamo empatici, affettivi, generosi, accoglienti. Siamo meglio di quelli che ci hanno trattato come degli incidenti di percorso dopo averci detto di tutto per anni. Non c’è sensibilità, coerenza, empatia. Non c’è amore in tutto questo. Solo un gran casino, uno squilibrio e un’incapacità di gestire i rapporti, di essere onesti e sinceri. Non è una bella cosa per la loro vita e questo aspetto lì perseguiterà nelle loro relazioni ma anche in tanti altri aspetti. La delusione è tanta, infinita. Ma non possiamo farci niente. Abbiamo incontrato persone con cui stavamo bene ma per merito nostro. Questo è quello che ci manca. Quella sensazione di essere noi stessi, a nostro agio, spontanei. Ma per come si sono comportati loro, sono da rispedire al mittente.

  • Marten, 21 Aprile 2023 @ 11:05

    @sunflower “Capisco la moglie tradita, ma anche un’amante ingannata non se la passa così bene, soprattutto quando si era innamorata e si era completamente messa in gioco inoltre, come nel nostro caso che decidiamo di ridare una possibilità al nostro matrimonio, che non tornerà come “la famiglia del mulino bianco” (quella sarebbe davvero finzione) siamo messe all’indice perchè non confessiamo oppure non lasciamo il marito, molte persone sono categoriche, senza capire che nella vita ci sono anche varie dinamiche che non sempre vanno nella stessa direzione,”

    Già ! il mio matrimonio non potrà mai piu’ essere quello che è stato prima che mi infilassi in quel pasticcio…non era un periodo di stanca, non volevo una distrazione, io e mio marito eravamo proprio lontani da tempo a causa di problemi che non posso scrivere qui…e cosi è iniziata la mia relazione una conseguenza non la causa dei problemi in casa, me ne sono innamorata, ho aspettato, lottato, gli sono stata vicino, l’ho pure consolato ogni volta che si sentiva una cacca nei confronti di entrambe, mi sono sorbita tutte le sue ansie, frustrazioni, problemi dell’azienda, i suoi silenzi, le sue punizioni quando ne avevo piene le scatole e lo invitavo a prendere una decisione, ho provato a chiudere è tornato, ha chiuso lui ed è ritornato…come descriverti 8 anni in maniera sintetica e il piu’ possibile anonima? Tanto lo puoi immaginare, tutte storie molto simili tra loro e purtroppo nella maggior parte dei casi con lo stesso finale. Il proseguo dopo tutto questo sfacelo è davvero troppo intimo e personale condivisibile o non ….per me tanto fa aver affrontato un divorzio che non avevo nemmeno 30 anni e due figli piccoli… (lasciata per l’amante eh ) quindi figurati se mi metto in pista con un altro divorzio adesso a fronte di cosa? di quale libertà? l’avrei fatto per stare con lui diversamente non ho problemi cosi insormontabili che mi spingono a separarmi…almeno non prima di averle provate tutte. Avrei dovuto farlo prima invece che avere un amante? eh grazie al piffero lo so ora lo so…

  • Stefano, 21 Aprile 2023 @ 10:59

    @Marten
    “Dove caspita è finito @Stefano? Ci sarà mica ricascato di nuovo?”

    Ahahahah, no Marten tranquilla !!! Anzi mi sto staccando sempre di più. La consapevolezza che ogni giorno aumenta di non essere importante per lei, il fatto che mi abbia cancellato, che mi eviti come la peste mi fa dire “ma che cavolo ci sto ancora a pensare?” Se chiudo le porte io è veramente finita perché non ci sarà nessun ritorno che mi possa far “ricascare” come dici tu se non alle condizioni che ho sempre messo e che sono le uniche che possono funzionare: separazione dal suo compagno. Che poi sia in casa per il figlio ci può stare. Ma purtroppo anche in questo caso penso che non mi fiderei più e poi sono successe troppe cose che come dice @Ale sono incompatibili con l’ufficiale e il gentiluomo. Se rientri col compagno, da cui poi in fondo non ti sei mai allontanata, diventa difficile fare un ulteriore dietrofront. Non ne ha più voglia. Perché in fondo io non ne valevo la pena. Lo ha fatto finché sentiva ancora qualcosa che la portava da me. Ora quella spinta è finita e non era amore. Ero una distrazione, una curiosità, un mondo nuovo da esplorare o qualcosa che non so, un viaggio da fare per poi tornare a casa. E adesso tutto quello che mi riguarda è diventato pesante. Per questo mi ha parlato le ultime volte con quel tono come se fossi il responsabile della sua “separazione”. Mi diceva seccata “Ma hai sentito cosa ho detto? Io non lo voglio lasciare, non voglio far soffrire lui e i miei figli”. Manco fossi uno che si era inventato chissà cosa. Se ci penso sono veramente stati mesi di parole folli rispetto al passato. Comunque vedrai che succederà anche a te come a tutti. Ci ho messo circa 4/5 mesi ma in realtà è il risultato di almeno 2 anni di tira e molla. E quando il velo dell’emotività scende vedi tutto con più chiarezza e dici “ma cos’altro devi capire? La donna fantastica che ti sei immaginato non esiste”.

  • Love, 21 Aprile 2023 @ 10:35

    @Marten non pensare di essere la rovina famiglie di nessuno sia la sua che la tua.
    Sei siamo delle persone normalissime che ci hanno creduto.
    Penso di sapere o per lo meno di aver capito in che fase sei, io ero arrivato anche a vomitare dopo aver mangiato…piangevo di nascosto ed a volte gli occhi si riempivano di lacrime al lavoro perché la vedevo passare.
    Ci vuole tempo e molte volte la forza di resistere a vederlo chiamarlo ed anche il solo poter abbracciarlo…io abbracciarla per avere il suo profumo addosso.
    L’altro ieri mi è stato chiesto da una donna:
    “Ma tu pensi che lei se la passi bene a casa?”
    La prima ed unica risposta che mi è venuta è stata:
    “Di salute spero bene….il resto non è più un problema mio!”
    @Marten avrai letto non accetto chi rimane a casa dopo aver percorso un lungo tradimento con tanto di dichiarazioni e balle varie perché trovo sempre sia solo una situazione di comodo…ma posso concepire a prescindere quanto siano difficile questi periodi di sofferenza.

  • alessandro pellizzari, 21 Aprile 2023 @ 10:12

    @Alessandro è verissimo ogni volta c’è un motivo valido per non cambiare vita, quello che leggo nelle varie testimonianze e nelle tue parole, nei tuoi scritti, nei tuoi libri è che queste situazioni sono tutte uguali, le modalità nella maggior parte dei casi questi uomini usano le stesse scuse, io le ho sentite per quasi 3 anni, adesso non posso, problemi economici, l’azienda in comune ecc. ecc. guardandolo in faccia glielo ho proprio detto “se domani i tuoi problemi sparissero?” e al di là delle sue parole quello la faccia era quella di chi non avrebbe mai lasciato la famiglia….da li ho capito.

    Guarda un esempio classico: non voglio perdere i miei figli. E tu gli spieghi: guarda che l’avvocato ti spiegherà che non è così e la legge ti dà dei diritti chiari. Risposta: e però poi mi perdo la quotidianità con loro. E gli rispondi: guarda che non la perdi, dipende da te, ci sono padri separati che fanno colazione portano a scuola e mettono a letto i figli con la favola. E però sono troppo piccoli, sono adolescenti, sono grandi ma vivono in casa, hanno il raffreddore… Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Sono gli stessi uomini che se aspettate che i figli si sposino poi vi dicono “eh però adesso c’è il nipotino”

  • Marten, 21 Aprile 2023 @ 09:18

    @maribel GRAZIE di questo tuo intervento, da due giorni è proprio no …e ho le lacrime in tasca, il tuo commento mi ha commosso tantissimo grazie infinite. Le volte che mi sono sentita diversa, sciocca, fuori posto, la rovinafamiglie e nel mio caso essendo entrambi sposati la rovina di due famiglie …mi hai fatto sentire meglio mi sento meglio anche se sto piangendo come un vitello davanti lo schermo. Detto questo ma dove caspita è finito @Stefano? Ci sarà mica ricascato di nuovo?

  • sunflower, 21 Aprile 2023 @ 09:15

    @Alessandro è verissimo ogni volta c’è un motivo valido per non cambiare vita, quello che leggo nelle varie testimonianze e nelle tue parole, nei tuoi scritti, nei tuoi libri è che queste situazioni sono tutte uguali, le modalità nella maggior parte dei casi questi uomini usano le stesse scuse, io le ho sentite per quasi 3 anni, adesso non posso, problemi economici, l’azienda in comune ecc. ecc. guardandolo in faccia glielo ho proprio detto “se domani i tuoi problemi sparissero?” e al di là delle sue parole quello la faccia era quella di chi non avrebbe mai lasciato la famiglia….da li ho capito.

    @Marten “di tutto ho bisogno tranne della coniuge del blog che mi ricordi che non sono stata la sua scelta che quello che fa lui con la moglie non sono fatti miei…intanto la maggior parte di questi mariti pentiti torna indietro o ricomincia con un’altra…quindi insomma tutte queste certezze non le avrei” concordo pienamente, la dimostrazione è che quasi tutti tornano indietro, assediano o orbitano e siamo noi che dobbiamo trovare la forza di mandarli a…….
    Capisco la moglie tradita, ma anche un’amante ingannata non se la passa così bene, soprattutto quando si era innamorata e si era completamente messa in gioco inoltre, come nel nostro caso che decidiamo di ridare una possibilità al nostro matrimonio, che non tornerà come “la famiglia del mulino bianco” (quella sarebbe davvero finzione) siamo messe all’indice perchè non confessiamo oppure non lasciamo il marito, molte persone sono categoriche, senza capire che nella vita ci sono anche varie dinamiche che non sempre vanno nella stessa direzione, che l’inaspettato è dietro l’angolo (io non avrei MAI voluto innamorami del mio amante, non l’ho cercato) quindi personalmente non mi permetto di giudicare nessuno, ho portato la mia testimonianza, sto lavorando faticosamente per uscire dai ricordi, per ritrovare una certa serenità e questo penso possa essere già un buon inizio, senza fuochi artificiali? senza grazie con gli ultimi mi sono scottata

  • alessandro pellizzari, 21 Aprile 2023 @ 09:00

    Grazie maribel. il più bel complimento che mi è stato fatto in questi anni è “tu hai ridato dignità alle amanti”. Detto questo, io voglio ridare dignità a tutte le donne, comprese le mogli tradite. Il mio sogno? Far capire a queste ultime che il responsabile non è l’amante, ma il marito. Purtroppo, per tenerselo a tutti i costi (che condanna!) è spesso più semplice fabbricarsi un nemico esterno. Ma non demordo, anche perché ho in counseling un po’ di mogli tradite

  • alessandro pellizzari, 21 Aprile 2023 @ 08:56

    Ok vediamo di chiudere questa polemica altrimenti diventa il blog di molly pro e contro

  • Viovio, 21 Aprile 2023 @ 08:38

    @Marten
    Tu sei nuova, ma noi il personaggio @Molly lo conosciamo bene. La sua è una sorta di presa di posizione ed in mezzo alle nostre storie ci sguazza, ne ha bisogno, altrimenti dopo tutti questi anni ci sarebbe stata una sorta di evoluzione come è capitato a tutte noi. Invece no, continua a ribattere all’infinito sempre sui soliti tasti e non si fermerà, D’altra parte mica può farlo a casa sua e il motivo lo sappiamo benissimo.
    @Elleelle ha fatto una analisi perfetta in un precedente post.
    Vuoi mettere sbandierare qui dentro di aver resuscitato il matrimonio rispetto ad un altro luogo, in cui ci sono persone che hanno subito un tradimento?
    Pensa a due amanti che diventano coppia ufficiale e su un blog di mogli tradite portano la loro esperienza, dicendo che l’amore ha vinto, queste povere donne tradite devono farsene una ragione, d’altra parte se i loro mariti le hanno tradite e lasciate è perché non le amano che noia tutte le loro lamentele! Se il matrimonio è finito e l’amante non ha mantenuto le promesse credo sia molto ovvia la mancanza di amore, non c’è bisogno arrivi una persona priva di empatia a farcelo notare.

  • maribel, 21 Aprile 2023 @ 08:27

    questo posto nasce secondo me da una bellissima intuizione di @alessandro ( scusa alessandro se mi permetto di fare una premessa mia su come interpreto io questo blog) di fotografare la realtà delle coppie nel nostro periodo storico. utilissima e spesso fonte di scambi, di riflessioni intelligenti e anche disincantate. Lo trovo un posto interessante.
    ovviamente alessandro si è anche molto schierato, secondo me, a difesa di quelle persone che da sempre, per mentalità e abitudini, sono considerate quelle che non vanno bene, le rovinafamiglie, quelle poco serie e che sono la causa stessa dei loro mali… quelle per cui va bene il motto TE LA SEI CERCATA.
    qui è stata sdoganata una figura nuova, una donna che si innamora, che sfida l’atteggiamento borghese e il perbenismo, che se ne frega della facciata. quella che rompe le regole. qui si è capito che non è una donna a rovinare i matrimoni, è un’istituzione che spesso non funziona, il matrimonio stesso, tant’è che l’amantato è parte di questa società, ne rappresenta il tarlo, la goccia che scava la pietra, il bug che sfida i sistemi di sicurezza. niente è al sicuro, niente è solo nostro.
    a volte va bene e molto spesso va male. ma c’è, esiste, per tanti motivi, e le statistiche ce lo confermano.
    questo credo sia il taglio (non solo questo, per carità, alessandro scusa la mia sintesi) di questo posto. l’apertura mentale, una certa libertà di pensiero e l’andare oltre i luoghi comuni e il perbenismo.

    chi lo vuole capire, condivide con onestà intellettuale, chi non ce la fa non se la deve prendere troppo. la realtà è questa. l’integralismo e la rigidità non servono, creano solo attriti e inutili battibecchi. bisogna anche adattarsi al luogo che si vuole frequentare, capirne le caratteristiche…. altrimenti è come presentarsi alle riunioni degli alcolisti anonimi per continuare a blaterare che bere è inutile e che ci sarebbero stati altri modi per affrontare i problemi.

  • Marten, 21 Aprile 2023 @ 07:11

    @marcelle tutto chiaro certo ora comprendo meglio. 3 anni buttati dici ? Però ci hai creduto tanto .. perdonarsi si e’ il termine corretto perché non ci si capacita di come ci siamo fatte ingannare da questi galantuomini . Il passato poi influenza le scelte future inevitabilmente … io dopo un divorzio subito e doloroso in giovane età, non riesco ad immaginare di doverne affrontare un secondo, per lui ero pronta a rivoluzionare la mia vita per la seconda volta, ma ora solo l’idea mi terrorizza ma mi perdono perché so quanto mi e’ costato ed e’ costato ai miei figli arrivare fino qui .

  • Marten, 21 Aprile 2023 @ 07:01

    @scusa Molly posto che mi stai attribuendo una frase non mia ma che condivido in pieno, il mondo non gira intorno a me infatti, tant’è che non sono affatto l’unica qui dentro ad essere infastidita da certe tue uscite . Hai ritrovato l’amore buon pro ti faccia. Brava “ hai vinto “ applausi sono convinta che da qualche parte in rete ci sia un posto dove sbandierare il Mulino Bianco ritrovato ma forse questa non e’ proprio la sede giusta .

  • Lia, 20 Aprile 2023 @ 22:56

    @Molly però basta lamentarti di come sei considerata nel blog.
    Credo sia fuori luogo il paragone con quello che scrive Ale.
    Una cosa è raccontare la propria storia e un’altra è dare consigli.
    Per la prima è sufficiente avere una storia, per la seconda bisogna essere empatici e credibili.
    Tu, mi dispiace, ma non sei né l’una né l’altra. Ma non per colpa tua, sicuramente è a causa del tuo trauma.

  • Marcelle, 20 Aprile 2023 @ 21:40

    @Marten dico diesel perche da un certo punto di vista io non potevo permettermi il lusso di aspettare. Ho 37 anni, non avevo gia “costruito” qualcosa e rischiavo di non poterlo (piú) fare. Non hai idea di quante volte questo mi abbia angosciato. Per questo parlo di quasi 3 anni buttati. Perche poi ti chiedi quando e se ti innamorerai ancora (ed io non ho l’innamoramento facile e sovente..) e se avrai il tempo di avere tutto per come lo vuoi.. coppia, convivenza, progetti, figli..
    Questa é forse stata la cosa che mi ha fatto impazzire di angoscia, tanto quanto il dolore di non avere tutto questo con lui. Ed avrei anche accettatto dei compromessi in senso alto per lui, condivisi e paritari, perché lo capivo. Come detto vengo da una famiglia di separati. Anche lui viene da una famiglia disfunzionale che si é sciolta quando era adulto tirando avanti insieme fino ad allora per il “suo bene”. Entrambi abbiamo letto queste esperienze in modo diverso. Io sono piú per la libertá e l’onesta dei sentimenti, lui ovviamente conservatore.
    Mi sto perdonando, ma a volte torna su.

  • Nina, 20 Aprile 2023 @ 19:54

    @titti ti mando un abbraccio che spero arrivi caldo e sincero. Anche io ho subito un danno economico grave, che non posso dettagliare. Anche io ho fatto sesso senza protezione, solo con lui in tutta una vita. Non c’era la questione, che ti ha fatto soffrire, della disabilità, ma stavo vivendo malattia cronica e lutto per mio padre. Lui ha approfittato di tutto questo, io lo sapevo, eppure ci sono ancora una volta ricaduta alcuni mesi fa. Lui si è riproposto in un modo tale che all’inizio ho pensato che fosse davvero cambiato, ma in poche settimane è caduta la maschera. Stavolta ho chiuso davvero x sempre. Ma sappi che sento molta tenerezza x il tuo racconto e che credo, anche per tante cose che non posso dire, che siamo persone molto simili. Ti abbraccio forte.

  • Molly, 20 Aprile 2023 @ 19:35

    “perchè a chi sta già malissimo non serve sapere che un marito su un milione ha ricostruito il suo matrimonio, non serve e non interessa, diciamocelo!!!!”

    Scusa @Marten ma come ha scritto @Alessandro sono milioni i visitatori di questo blog e non sono tutti amanti delusi. C’è anche chi sta male perché il tradimento e la doppia vita del coniuge l’ha subita insieme a tutti gli inganni e bugie del caso e se n’è accorto da poco di anni di sotterfugi alle proprie spalle e magari ha una delusione altrettanto grossa da affrontare.

    A te magari non interessa e non ti è utile ma c’è a chi può interessare e trova utile sapere anche questo. Sai il mondo non gira solo attorno a te, diciamocelo! E scusa ma quando ce vo’, ce vo’!

  • Cri28, 20 Aprile 2023 @ 17:48

    Grazie per le risposte. Mi pongo questi dubbi, perché vivo una situazione in bilico e prima o poi ciò che è in bilico cade. Non avendo subito le truffe che purtroppo hanno subito molte persone, colgo solo il momento. E intanto cerco di imparare, di farmi domande.
    Marten, non giustificarti, io sono per le soluzioni che fanno stare bene. Semplicemente, non è praticabile per me, non eravamo coppia anche prima dell’amante, quanto a un nuovo compagno, la vedo come una cosa lontana. Spero di avere la capacità di stare bene.

  • Marten, 20 Aprile 2023 @ 17:32

    @titti un abbraccio di cuore sentito davvero perchè queste tue parole mi colpiscono particolarmente ” Mi ha vista piangere, implorare, soffrire come un cane e non ha fatto una piega . Non mi riferisco ovviamente a scegliermi come compagna di vita ma a rispettare il mio dolore, il mio sgomento.” esatto proprio questo…lo sgomento il non capire perchè comportarsi in modo cosi vigliacco…il mio ex ha dei tratti narcisistici molto spiccati e credo forse anche il tuo pertanto non provano empatia…sono egoriferiti, non ho trovato, al momento, una spiegazione altrettanto convincente…sono dei malati di mente, infelici insoddisfatti della loro vita, questo è, perchè se è legittimo scegliere di restare dove sono, è doveroso almeno rispettare il dolore della persona che si ha illuso per anni invece a loro piacimento un bel calcione e poi nella maggior parte dei casi tornano pure a bussare senza vergogna …non so se provo piu’ rabbia disprezzo o cosa per questi soggetti inutili.

  • alessandro pellizzari, 20 Aprile 2023 @ 17:32

    Vi fidate totalmente di questi uomini. Troppo

  • marten, 20 Aprile 2023 @ 17:24

    @A. ma sono senza vergogna questi ex amanti …come possono tornare ancora all’attacco con le loro ciarlonate? ma non è possibile….sono contenta che tu abbia ritrovato la tua serenità con un altro compagno degno di tale nome e mi auguro e spero di arrivare quanto prima al non sentire piu’ caldo ne freddo per una persona che ha preso tutto cio’ che poteva per poi sparire come nulla fosse.

  • Titti, 20 Aprile 2023 @ 16:58

    Grazie mille ale e scusami. Aggiungo se me lo permetti, sempre in relazione al sentirmi stupida, che nonostante facessi una testa così ai ragazzi per il sesso sicuro, io con lui avevo rapporti non protetti. Nel breve periodo della nostra storia sono stati tantissimi e di ogni tipo. A breve rifarò tutte le analisi di routine, sperando che escano ancora negative. E chi mi conosce sa che sono tutto, tranne una sprovveduta. Eppure….

  • alessandro pellizzari, 20 Aprile 2023 @ 16:48

    Ragazze, io sì intervengo per privacy tagliando o cassando commenti troppo ricchi di particolari dove vedo e come posso, ma ricordatevi che siete voi responsabili di quello che pubblicate e quindi a essere le prime a vigilare sui vostri scritti e a dover stare attente a non esporvi. “Sembrate” una piccola comunità voi che scrivete di frequente, ma in realtà non lo siete. Tenete in conto che solo l’anno scorso questo blog ha avuto un milione di visualizzazioni, in pandemia due milioni. Esiste un’enorme comunità silente che legge. Quindi attenzione e, già che ci siamo, non scrivete messaggi troppo lunghi. Alle nuove e ai nuovi dico anche: attenzione al nick name e alle foto che se usate certi tipi di mail appaiono in automatico: su quelle non posso intervenire e devo cassare i messaggi, e mi dispiace. Grazie

  • Titti, 20 Aprile 2023 @ 16:26

    Luciana 15.34: ti abbraccio, bella testimonianza. Aggiungo due cose: 1. Ale ha giustamente e lo ringrazio, tagliato la.parte del mio commento in cui esponevo con troppa dovizia di particolari i danni economici che mi ha arrecato, lo specifico perché parlare solo di consulenze gratuite mi fa apparire un po’ frustrata, siamo andati ben oltre 2. Io mi sono sempre immedesimata nella moglie , mai odiata o criticata, essendo moglie a mia volta, per giunta non amata, conosco bene la frustrazione e il dolore che pensavo stesse subendo anche lei. I rapporti sospesi. Il sentore della fine. Nessuna è esente da certe situazioni, e può anche darsi che mio marito abbia la medesima situazione in piedi con un’altra persona, alla quale magari ha detto: non posso lasciarla perché è malata. Non sappiamo, non sappiamo davvero nulla di cosa succede nelle vite altrui, motivo per cui puntare il dito è sempre inutile. C’è la sofferenza, quella sì, tanta. Dovremmo coltivare molto di più la rara dote dell’empatia.

  • alessandro pellizzari, 20 Aprile 2023 @ 15:47

    Ti abbraccio cara Luciana, grazie per la tua testimonianza super partes

  • Luciana, 20 Aprile 2023 @ 15:34

    “Sai non solo gi amanti delusi hanno il diritto di stare meglio.” @Molly, sono d’accordo con te.
    Io sono una ex moglie tradita e lasciata. Vent’anni fa il mio ex marito mi ha tradito e dopo un po’, meno di un anno dall’inizio della sua relazione con l’altra donna, se ne e’ andato a vivere con lei lasciandomi un uno stato di prostrazione che sicuramente capisci. Ero in uno stato di disperazione che non riesco a descrivere in quanto non solo lui se ne era andato, ma avevamo un figlio di pochi mesi e io non avevo abbstanza mezzi economici per farcela da sola. Non mi vergogno a dire che mi attaccai al risvolto dei suoi pantaloni – per cosi’ dire – per tentare di fermarlo. Non mi vergogno a dire che ne ho mandati di impropreri all’indirizzo dell’altra, anche se l’altra alla fine non era la responsabile del fallimento del mio matrimonio. Non e’ servito a niente per me: lui se ne ando’ e non e’ mai tornato sui suoi passi e in questi anni ha avuto contatti quasi esclusivamente con nostro figlio. Per un periodo cominciai a bere, poi grazie ad amici carsissimi, una parte della mia famiglia, e la mia grande forza di volonta’ mi sono rimessa in piedi. Ma ho dovuto affrontare il mare in tempesta e ho rischiato di affogare.
    Pero’ ho vinto: ho vinto perche’ mi sono rimessa in piedi e non mi sono incattivita, malgrado la vita mi abbia dato sonore batoste.
    Il problema vero non sono gli/le amanti ma certi mariti/mogli, bugiardi, inaffidabili e cialtroni come dice @Ale. Il problema, che leggo quotidianamente qui, e’ il creder loro, il voler pensare a tutti i costi che a casa stia male e voglia cambiare vita per essere felice con l’amante. Non e’ cosi quasi mai: un uomo o donna che vogliono realmente fare il salto, lo fanno, come ha fatto il mio ex marito. Il problema alla fine sta dentro di noi che ci aggrappiamo a storie che chiaramente non portano da nessuna parte. Tu spesso fai notare questa incongruenza, e hai ragione, ma evidentemente non lo fai col tono giusto.

  • maribel, 20 Aprile 2023 @ 15:28

    “Qui si insiste che tanto in quelle case dove una persona è stata tradita è tutta finzione se il coniuge che ha tradito resta. E questo è il messaggio che passa a chi legge.”

    perchè in queste storie è andata così. perchè alessandro dà delle percentuali in quel senso. perchè pur non mettendo in discussione la tua situazione, la maggioranza dei casi va così. perchè non si può parlare di una persona sola e tacere delle statistiche. perchè a chi sta già malissimo non serve sapere che un marito su un milione ha ricostruito il suo matrimonio, non serve e non interessa, diciamocelo!!!!
    qua si sta bene quando si discute, si condividono cose, ci si dà una pacca sulla spalla e una affettuosa strigliata, si cerca di capire che è difficile per tutti, ognuno con il suo percorso. possibilmente mantenendo un buon livello, di scrittura e di statura morale.
    le statistiche ce le dà alessandro, che ci piaccia o no.

  • Marcelle, 20 Aprile 2023 @ 13:59

    @Elle, @rinascita, @Viovio condivido la vostra lettura.

  • Marcelle, 20 Aprile 2023 @ 13:54

    Grazie @Ariel, ci rifletteró 🙂

    E @grazie @Cri. La “beffa” mia é che non l’ho mai rincorso, avevo ed ho sempre chiuso io. Giusto per tranquillizare @Molly, gli avevo chiesto anche di fare luce nei suoi sentimenti per la compagna. Due estati fa e poi ancora. Era ed é arrivato alla conclusione che non la ama. Mi dispiace, ma mi perdono e rispetto anche per questo, di non avere messo da parte la speranza ed avere avuto la lucidita giusta per leggere fra le righe che quel tempo lo stavo perdendo solo io. Anzi lo vedevo ma non mi arrendevo. Per questo l’ho dovuto bloccare mesi fa. Non solo per evitare a lui di farsi ancora vivo, visto che dice di amarmi, ma per evitare a me stessa di cercare informazioni su di lui. Ci vuole un bel coraggio ad ammetterlo ed ora lo riesco a dire.

    La mia vita, da single, la affronto rendendola piena di ció che mi piace, spingendo i miei limiti, come dicevo ad @Elle, e mi aiutano i viaggi. Ho vissuto pienamente il mio dolore e la mia stasi, forse solo quando lo fai fino in fondo puoi ricominciare davvero. Lui no, mi ricorda il tipo di @Rinascita, perche mi sembra che entrambi si riempiano la vita per non pensare, distrarsi e poi sono li daccapo con i loro mantra stantii. Io penso invece di essere quasi pronta a rivivere davvero. E’ una sensazione strana di vitalita interiore che sento. Di liberta e possibilita. Finalmente!

  • Titti, 20 Aprile 2023 @ 13:51

    @Rinascita no, non riesco a mantenere alta l’autostima perché lui veniva a letto con me. Tutt’altro. Ci sono tanti casi di uomini che hanno abusato (passatemi il termine) di donne con disabilità psico-fisiche, perpetrando anche truffe economiche. Io questo pensiero l’ho avuto e mi ha dilaniata. Preda perfetta e insospettabile. Usata sessualmente imbambolandola con parole d’amore, usata per consulenze lavorative gratuite. Dimmi tu che quadro ne esce. Adesso non ci penso quasi più , come dice Madame: a me resta il bene e a lui il male. Ma il dubbio atroce, c’è. E ha fatto malissimo.

  • Titti, 20 Aprile 2023 @ 13:37

    Non riesco ad essere costante nei commenti, e me ne scuso. Ringrazio chi mi ha compresa e mi ha fatto sentire meno sbagliata. Sposo in pieno ciò che ho letto rispetto al sentirsi ” sporchi”. Io i primi tempi ho avuto addirittura nausea e conati quando ripensavo a tutto ciò che abbiamo fatto insieme, nell’intimità. Non avevo mai sperimentato nulla del genere e glielo dicevo candidamente, lui sorrideva e mi tartassava di ti amo e affini. Presto sarà la nostra quotidianità, diceva. Ci ho messo quasi due anni a stare meglio, per soli sei mesi di storia, proprio per ciò che ha scritto ale: la truffa sentimentale subìta. Lo sgomento di essere stata con un uomo di fatto inesistente, con un attore. Chiedevo solo onestà , volevo fare pace con me stessa. Non ho mai pensato di tornare indietro dal momento in cui mi ha scaricata in quel modo. Ho cercato tante volte delle risposte, ma non sono mai arrivate. Risposte non ce ne sono. Ha vissuto come ha voluto, ha preso ciò che c’era da prendere, è tornato liddove è sempre stato. L’unica certezza è la totale indifferenza nei confronti della mia atroce sofferenza. Mi ha vista piangere, implorare, soffrire come un cane e non ha fatto una piega . Non mi riferisco ovviamente a scegliermi come compagna di vita ma a rispettare il mio dolore, il mio sgomento. Come un robot .

  • Marten, 20 Aprile 2023 @ 13:36

    @CRI28 Senza avere “ricostruito” un matrimonio (cosa che fatico a comprendere, visto che per me i sentimenti non sono una cosa costruita), infatti parlo di ricostruire un matrimonio e una vita di coppia non un sentimento, consapevole che l’uomo con cui forse vivro’ per sempre non è l’uomo per il quale provo quel sentimento che mi fa dire : “senza te non posso vivere, ti amo” Ti amo seee non lo dico da anni, da prima dell’amante, non lo diro’ mai piu’ io credo. Gli voglio bene, dio solo sa le volte che anch’io mi sono sentita in colpa, non erano lacrime di coccodrillo ma capitava che non andassi a cuor leggero dall’amante. Questa esperienza mi ha insegnato tanto…ne sto pagando a caro prezzo le conseguenze, ho giurato a me stessa che non ci ricadro’…ricostruire un matrimonio per me è trovare voglia di condividere progetti di vita insieme, ritrovare pian piano un minimo di serenità, l’intimità di un certo tipo eh questa sconosciuta eh boh vedremo di certo non tornero’ qui a dirvi di ‘essere nuovamente innamorata follemente di mio marito……vorrei un giorno tornare non piu’ arrabbiata addolorata ferita e delusa…ma piu’ forte consapevole di aver preso un bell’abbaglio. Davanti a un bivio ho scelto di restare con mio marito, forse la strada piu’ facile e sicura al riparo da altri problemi e batoste …faccio i conti ogni giorno con mille sensazioni diverse, non metto sotto il tappeto nulla ci convivo, con la certezza che non lo amo piu’ gli voglio bene ma la passione è altro, ma questo lo sapevo già prima di iniziare una relazione extraconiugale, resta il bene gli anni, più di 20 insieme, figli e nipoti…poi ci sarà tutta una sfera da capire se sarà come sarà, sesso fine a se stesso? puo’ essere e allora? Che male ci sarebbe? Dove mi ha portato quello che credevo amore? mi ha portato qui…ora per me voglio solo serenità e tranquillità …ho passato 8 anni dove tutto mi andava stretto anche solo pensare ad uscire a cena col marito mi innervosiva, boicottavo qualsiasi cosa preferendo piuttosto stare in casa davanti la tv…ora voglio ritrovare almeno l’entusiasmo di vivere con qualcuno con cui ho costruito qualcosa di concreto. .non sarà piu’ l’amore passionale di una volta …quello mi ha solo portato dolore e poi chissà se con la routine sarebbe diventata la solita zuppa con in piu’ un ex moglie inferocita da gestire e mille altri casini annessi e connessi…ecco non credo di averti fatto comprendere il mio punto di vista perchè frutto di un mio percorso e posso saperlo solo io cosa provo e perchè scelgo il matrimonio e non il divorzio ..pero’ mi piace condividere qui quello che sento cosi come mi piace leggere le vostre esperienze .

  • A., 20 Aprile 2023 @ 13:17

    @cri28 ti rispondo io.
    Non ho ricostruito nulla, sono separata e vivo molto molto lontano sia dal mio ex marito che da ex amante e purtroppo, anche dal mio compagno nuovo che spero, ex non diventerà mai.
    Ricostruire non ho mai voluto, non potrei e non saprei come farlo. Dopo la storia con ex amante sono rimasta a casa ma sempre da coinquilina. Poi sono inciampata in un altro impegnato ma con una fine diversa. È malgrado la lontananza sono una donna felice 🙂
    Ex amante? Che dire. Mi è completamente indifferente. Se è tornato? Certo! Dopo 4 anni di storia e due di distacco. È sempre là, con la moglie, figli e il suo regno. Ma “ti amo”, “mi manchi” e “per sempre nel mio cuore” ci sono ogni tot di giorni. Ah! E io non rispondo mai, mai. Non mi fa ne freddo ne caldo. Lo trovo penoso e ridicolo e auguro a tutti nuovi utenti di provare la stessa cosa. Con il tempo arriverà!

  • Dispersa, 20 Aprile 2023 @ 13:09

    @Viovio complimenti per il commento scritto a @Molly… Diretto, educato con la giusta dose di empatia.
    Ci dovrebbe essere più coesione tra donne… Ma in molti casi sembra difficile se non impossibile.
    Certi commenti li trovo utili, servono a far capire cosa si nasconde il più delle volte tra le mura domestiche, altri indelicati con il semplice scopo di ferire.
    Come giustamente ha scritto @White non c’è una sofferenza di serie A o B… Chi soffre sta male e in quel determinato momento ognuno sente il proprio di dolore, infierire non serve a nulla.

  • Molly, 20 Aprile 2023 @ 11:55

    “Mi chiedo solo quale sia il senso per te, dal momento che in fondo non concepisci neppure gran parte delle esperienze che qui vengono raccontate.”

    @Luciana mi pare di averlo scritto chiaramente perché continuo a scrivere. Proprio perché molti che sono qui non concepiscono l’esperienza dell’altra parte, quella che hanno finto non esistesse e non fosse in grado di avere emozioni o sentimenti ma solo concorso di colpa e convenienza.

    Per ogni tradimento c’è una parte lesa, nascosta, insultata (qui traspare chiaramente) e silente. Qui si insiste che tanto in quelle case dove una persona è stata tradita è tutta finzione se il coniuge che ha tradito resta. E questo è il messaggio che passa a chi legge. Visto che tra chi legge c’è tanta gente che ha scoperto il tradimento e sta vivendo un inferno, voglio urlare ai quattro venti che non tutti gli epiloghi sono uguali. Non tutti quelli che restano lo fanno con un colpo di spugna o una separazione in casa unilaterale. C’è gente che si mette a nudo e si fa in quattro per darsi un futuro migliore.

    Sai non solo gi amanti delusi hanno il diritto di stare meglio.

  • alessandro pellizzari, 20 Aprile 2023 @ 11:01

    Non siete sceme, vi siete innamorate di un baro in amore che vi ha illuso e ha mentito. Non si può vincere con uno che tiene l’asso nascosto nella manica. O meglio, si vince smettendo di giocare con lui all’amore, vero per voi, millantato per lui

  • alessandro pellizzari, 20 Aprile 2023 @ 11:00

    Aspettare e aspettare anni, prima perchè i figli erano piccoli, poi perchè l’azienda aveva problemi e poi poi poi …e poi dopo le vacanze estive parlo a tutti, poi dopo quelle di natale, si vado a fare un viaggio pero’ l’ha organizzato lei io mica ci voglio andare e giu’ di ciarlonate e io ad aspettare e aspettare e aspettare

    SONO TUTTI UGUALI: STESSE SCUSE, STESSI BIDONI, STESSE BUGIE

  • Viovio, 20 Aprile 2023 @ 10:48

    @Marcelle
    Anche io come te non avevo mai fatto parola con nessuno della relazione con il mio ex e trovare questo posto è stata una manna dal cielo.
    Ho trovato persone piene di dolore ma anche molto empatiche con cui mi sono confrontata e nonostante fossi un disco rotto mi sono sentita ascoltata e capita ma soprattutto accolta.
    Per assurdo, a volte penso che quel cialtrone del mio ex a qualcosa è servito, senza di lui non avrei stretto amicizia con alcune persone bellissime conosciute qui.

  • Marina, 20 Aprile 2023 @ 10:10

    @Stefano
    “Immagina di scoprire a posteriori che la persona con cui sei andato a letto, tanto per parlare dell’atto finale della complicità, dando tutto te stesso in quel momento, non solo il corpo, ma anche l’anima, in realtà era una donna che la tua anima non la voleva, che ti aveva già messo a scadenza, che sapeva già che l’intimità che voleva coltivare era a casa e che, nonostante tutte le parole di distanza, in realtà lo stava già facendo da tempo. A me non è mai successo, ma questa cosa mi ha fatto sentire “sporco”, di essermi buttato via per una donna che non se lo meritava.”

    Quello che scrivi è quello che penso proviamo tutti quando siamo stati nella tua posizione, perchè per te, per me e per chi ha amato con il cuore ha dato tutto e non è stato scontato darlo, è stato fatto perchè c’erano dei sentimenti e fiducia e quando poi scopri che dall’altra parte non è stato lo stesso peso, hanno preso per poi buttare via, fà molto male e penso sia normale. Le famose perle ai porci. Io quando penso a quello che ho fatto, detto e certe foto adesso mi vergogno moltissimo. Ci vuole tempo per farsi che questa sensazione di essere sporci o vergogna si trasformi in qualcosa di positivo, siamo stati veri e abbiamo amato sinceramente e questo rivela che grande cuore hai avuto e che grande persona sei e siamo.

  • Ariel, 20 Aprile 2023 @ 09:46

    @Marcelle cara,davvero ,capisco molto bene ciò che qui scrivi perché anche se per motivi diversi che qui non hanno posto per via di privacy e argomento totalmente diverso da ciò che qui è riservato spazio ,ecco che so che significa fare parte di una minoranza numerica di persone che diciamo possono venire discriminate ,giudicate male tout court .

    Ecco che però si vede che sono una persona ecco diciamo un poco speciale ,che significa appunto qualcuno ,forse ribelle un poco di mia natura ,ma molto per via della naturale reazione a quando si appartiene a minoranze che per questo motivo numerico la storia ci insegna vengono sempre giudicate male da maggioranza di persone ,da società che per diversi regali motivi storici tende sempre ad avere paura del “ diverso”
    Si diviene “ diversi” e quindi percepiti come una minaccia verso gli altri ,per questo che idee e comportamento sociale vengono sempre storicamente combattuti ,contrastati criticati ,

    So bene quindi per mia storia perso che signifie stare nella minoranza numerica.

    Ma ciò anziché mettermi in allarme mi ha spinto a cercare i miei perché dei miei comportamenti,conoscere a fondo il più possibile ciò che nella mia vita non andava bene quando non andava bene ad esempio anche mio long matrimonio che funziono molto bene proprio perché ero una minoranza da sempre e così quando ci si sente come un handicap interiore si arriva ad essere più forti nel senso però positivo del termine
    A evitare di giudicare male o bene gli altri ,il che equivale ad imparare a conoscere al meglio se stessi .

    La conoscenza apre qualsiasi porta difficile da superare
    Così ad esempio letto moltissimi libri di vario tipologia saggi di arte di storia di usi e costumi di religions differences
    Per poi nel tempo scendere in profondità delle mie carenze mancanze crisi mie come sicuro sono condizioni naturali che si vivono in propria vie.

    Ero da sempre e ancora molto curiosa ,un poco indisponente e grande provocatrice a scuola biricchina ,no resistevo dovevo sempre fare domande che apparivano a sproposito ,impertinenti e che mettevano i miei prof in vera arrabbiatura ,mi escludevano ,sembrava a me che stare a essere mandata fuori dalla classe fosse il mio normale posto
    Perché io in feffetti pensavo ero infatti una “ FUORI CLASSE” ahah
    Da no confondre signification che si da a essere fuoriclasse
    Massi quindi capisco bene che a chi vissuto comportamento da minoranza numerica per di più come genere femminile già percuté nella societé sia eccome plus difficile esprimersi chiaro con gli altri

    Se ci fai caso la emozione che rema sempre contro in se stessi è la PAURA

    La Paura contiene come MATRIOSKA diverse altre paure

    E la più grande resta se ci fai caso per tutti indistintamente la Paira di NON MERITARE AMORE!

    Ecco perché avevo scoperto studiando il mio comportamento leggendo libri e anche informazioni di stampa e inchiesta journal che la paura del NON MERITARE AMORE faceva parte di problemi nel proprio sistema attaccamento affettivo

    Così studiai anche cosa è il sistema attaccamento affettivo e in cosa può non funzionare e cosa può produrre come ad esempio anche la dipendenza affettiva che caratterizza le più grandi difficoltà che non riguardano categorie di persone come qui scrivi
    Non c’entra essere state amanti
    Ma c’entra no il ruolo di proprio vissuto ma la difficoltà di relazione affettiva qualsiasi essa sia .
    E quindi pure come donne come uomini come mogli o compagne o come amanti o fidanzate come madri come sorelle o fratello
    I. Amici o colleghi,

    Ecco perché conoscenza resta così importante a scoprire COME FARE PER SUPERARE PROPRIE DIFFICOLTÀ?

    Non solo la terapia a stecca è come una via lunghissima lattea di luci meravigliosa da potersi scoprire da sole
    Terapia con professionista delke relaxioni tosdiche e tutta na serie infinita di experiences che esistono da farsi come ad esempio avevo fatto la terapie de group de parole ,e anche incontro breve compi medico psichiatra che cura les dependence’s di ogni tipo droga sostanza ,alcol,gioco azzardo ,e anche la relativamente nuova addiction dependence affettiva che agiscisconontutte uguali in nostro cervello.

    Tutto fa tutto aiuta a SUPERARE SIPRATUTTO IL RUOLO CHE REMA CONTRO PROPRIA BATTIGLIA INTERIORE

    NO SIAMO PIÙ VITTIME ne di qualsiasi minoranza possiamo vivere

    SIAMO STATE IN PASSATO VITTIME TEMPORANEEE
    Così lèssi su diversi articoli internazionali su importanza di USCIRE DAL SENTIRSI VITTIME
    no per riuscirci occorre LAVORARE TANTISSIMO e CONOSCERE PER STUDIARE PER CONTO PROPRIO COSA ESISTE IN SCIENZA SCOPERTA

    Se no conosco come faccio a uscire da vittima
    Vittima sociale di chi pensa che sia cattiva o brutta o pericolosa????

    Devo conoscere e poi agire per mio bene primario
    Imparare che si può eccome superare qualsiasi difficoltà se si lavora su di se si sta curiosi
    Non ci si arrende mai ,ma nel bene di se stessi in vera armonia verso altri.
    Comprendere significa anche spingere verso reazione
    Prima sarà doloroso uscire da vestito di vittima
    Ma poi si apre un mondo intero di

    TERAPIA A STECCA LA VIA DELKA PROPRIA CURA passa per lacrime e sangue

    Così è La Storia della umanità in ogni senso e sgnificato

    Bonjour Cara @Marcelle

  • Marten, 20 Aprile 2023 @ 09:39

    @elleelle “Bisogna elaborare, digerire e superare e non si fa in un paio di settimane.” un lavoraccio..davvero una fatica pazzesca, ritrovare l’autostima perduta, capire come sia stato possibile credere a certe ciarlonate, eppure sono al secondo matrimonio e pure grandicella insomma come ho potuto fidarmi di lui ? Aspettare e aspettare anni, prima perchè i figli erano piccoli, poi perchè l’azienda aveva problemi e poi poi poi …e poi dopo le vacanze estive parlo a tutti, poi dopo quelle di natale, si vado a fare un viaggio pero’ l’ha organizzato lei io mica ci voglio andare e giu’ di ciarlonate e io ad aspettare e aspettare e aspettare…Ora che dopo tutto questo mi ha pure mollato lui devo capire cosa ne sarà della mia vita di coppia o della mia famiglia, se sarà come sarà…sono cambiata io. Pensavo di conoscermi pensavo che a me non sarebbe mai successo non con un uomo sposato…insomma un caos. da tempo seguo le dirette di Ale perchè volevo convincermi che in fondo lui era come tutti gli altri e non ci sono riuscita gli ho creduto fino all’ultimo giorno ed ora mi trovo qui a sfogarmi su una storia che evidentemente aveva già il finale scritto. Quindi si cara elleelle di tutto ho bisogno tranne della coniuge del blog che mi ricordi che non sono stata la sua scelta che quello che fa lui con la moglie non sono fatti miei…intanto la maggior parte di questi mariti pentiti torna indietro o ricomincia con un’altra…quindi insomma tutte queste certezze non le avrei ….detto questo grazie ad ale per l’opportunità di confronto che da a persone che hanno vissuto esperienze simili..

  • Cri28, 20 Aprile 2023 @ 09:16

    Marcelle, non credo che tu abbia sprecato nulla e di certo non sei stata scema. Nella vita, crediamo a ciò che ci viene mostrato ed è normale che sia così. Poi, con il tempo, se emergono delle ambivalenze, ci troviamo a dubitare e a vivere legittime e normali delusioni. Del resto, ancora oggi il tuo amante dice di amarti, ma tu, ora che hai più esperienza di ciò che è lui, sai che il suo concetto di amore per te non è ciò che vuoi, ciò in cui credi.
    Visto che esperienze di queste chiusure improvvise sono comuni (e me la attendo), mi piacerebbe leggere le esperienze di chi ora affronta la vita “senza”, senza avere più quel rapporto, senza avere “ricostruito” un matrimonio (cosa che fatico a comprendere, visto che per me i sentimenti non sono una cosa costruita), senza un altro amore (tu sei giovane e senza legami e hai tantissimo di fronte a te). .

  • Viovio, 20 Aprile 2023 @ 08:38

    @Molly
    Come sei brava a girare la frittata ma sono passati anni, ormai ti conosciamo.
    Sul fatto che non smetterai mai di scrivere lo sappiamo perfettamente (e mi permetto di parlare al plurale), perché di questo posto ne hai bisogno come l’aria e non di certo per dare supporto.
    Basta ricordare quando ti hanno accompagnato alla porta e dopo un breve periodo sei riapparsa con un altro nick.
    Piacerebbe molto leggere esperienze diverse, persone come @White a mio avviso hanno fatto la differenza perché hanno capito il dolore di un’amante, direttamente proporzionale a quello di una moglie quando le carte vengono scoperte.
    Indimenticabili certi tuoi commenti in cui ti vantavi della carica erotica ritrovata con tuo marito e che in occasione di una cena con altre persone vi eravate accordati per fare “qualcosa” in modo tale che gli altri commensali non se ne accorgessero. È un po’ come se l’amante di tuo marito o una di noi scrivesse in un blog di mogli tradite raccontando la telefonata di lui alla moglie ignara per darle la buonanotte e tenerla tranquilla; dopo di che fare l’amore tutta la notte, ridere insieme, scambiarsi confidenze inconfessabili e svegliarsi la mattina abbracciati stretti stretti con il desiderio di fermare il tempo e rimanere così, perché si è talmente felici che non esiste nient’altro al mondo.
    Non siamo tutte sceme che ci innamoriamo dopo una tromxxxx, alla base c’è tanta condivisione e promesse di un futuro insieme.
    Anche io sono tornata con mio marito e ci sono state tante evoluzioni in ogni aspetto del nostro rapporto, ma mi sentirei una merda a sbandierare qui dentro certi dettagli o progetti condivisi, perché ho provato sulla mia pelle la tempesta che stanno attraversando alcuni utenti e sbattergli in faccia certi dettagli non sarebbe affatto un valore aggiunto, tutt’altro.
    @elle quanto sono mancati i tuoi post!!!

  • alessandro pellizzari, 20 Aprile 2023 @ 08:05

    Un grande classico dire all’amante che si fa terapia di coppia con la moglie per convincerla a separarsi mentre alla moglie dici che fai terapia per ricostruire. Fa guadagnare tempo con tutte e due ma poi lui lascia l’amante.

  • elleelle, 19 Aprile 2023 @ 23:47

    @Rinascita
    Chi vince si sente ovviamente in diritto di imporre la propria presenza e la propria esperienza di vittoria a dei vinti a cui non resta più niente.
    Io parlo, tu mi devi ascoltare. Io ho fatto questo, fallo anche tu, non importa se ero proprio dalla parte opposta e non ho idea di come avrei reagito se l’avessi presa in quel posto.
    Il problema è che non si capisce per prima cosa di non essere nella posizione giusta per dare consigli alla parte lesa e secondo, di non avere credibilità per mancanza di esperienza.
    L’amante che dice all’amante “Guarda che ti capisco, ho vissuto la stessa cosa, si sta male ma chiudi tutto e ce la farai” non è la stessa cosa di una moglie che dice “Mio marito è tornato da me, ci amiamo più di prima, il sesso è una bomba, l’amante (e cioè anche tu, proprio tu, parlo con te!) era una scopata senza importanza e senza progetto quindi cosa stai lì a rimuginare, via, datti una mossa, lui/lei ha scelto e non sei tu”.
    Sta tutto qui, nell’essere più o meno inopportuni e non rendersene conto ma insistere e insistere e insistere e insistere.
    Per questo parlo di bisogno fortissimo e sta a noi capirlo e in un certo senso proteggerci nella sofferenza che si prova e che non può essere cancellata con un colpo di spugna.
    Ci vogliono tempo e impegno, sicuramente, ma anche una buona dose di amore per se stessi e di accettazione.
    Non si capisce e non si migliora se non si accetta fino in fondo quello che ci è successo. Non si guarisce nascondendo tutto sotto al tappeto perché tanto quel che è stato è stato. Bisogna elaborare, digerire e superare e non si fa in un paio di settimane. In fondo da queste delusioni dobbiamo guarire e cambiare nel profondo, spesso da soli, spesso traumatizzati e senza forze, senza il bacio o l’abbraccio del coniuge che è tornato e vuole farsi perdonare. In quest’ottica, abbiamo tutto il diritto di rivendicare anche la negatività per un certo periodo.

  • Marcelle, 19 Aprile 2023 @ 22:51

    Sai @Ariel, onestamente io non ho avuto coraggio di dire tutto neanche qui. Della mia relazione io non ho parlato con nessuno. Fino al momento in cui l’ho fatto con la mia psicologa. Ero nel mezzo del periodo dei ritorni febbrili e falsamanete densi di speranze quando ne ho parlato con delle persone care. Ma dove vivo non lo sa nessuno. E mi é pesato. Immensamente, ma non sarei riuscita a fare altrimenti. Parlo tanto, molti amici ed “attacco bottone” facilmente, ma questo potevo dirlo solo a chi mi conosce davvero intimamente.

    Quindi non solo capisco ma ammiro chi viene qui e cerca conforto, anche perche potrebbe essere uno dei pochi luoghi di sfogo che si hanno.. E di questo ringrazio @Ale. Se ti fai un giro nel web trovi solo insulti e giudizi verso chi é stato amante, o al massimo pezzi in cui l’amante deve essere per forza un dipendente affettivo con scarsa autostima.

    Ecco perché dico che i dissensi ripetuti abbastanza sterilmente come mantra non aiutano. Tanto mica siamo o siamo stati scemi! Razionalmente lo sappiamo, il cuore ci impiega un pó ad arrendersi.

  • Luciana, 19 Aprile 2023 @ 22:47

    ciao @Molly. A me non dispiace quello che scrivi, anche se, a volte, traspaiono un eccesso di rigidita’ nelle tue affermazioni e anche condiscendenza, come dice @Marcelle. Spesso ho l’impressione tu voglia avere sempre l’ultima parola. Una sola cosa mi son chiesta e la chiedo qui: perche’ sei cosi’ ostinatamente determinata a scrivere in un forum di amanti, visto che tu non concepisci il tradimento? ora che hai riscostruito con tuo marito e sei contenta, quale e’ il senso del tuo continuare a scrivere? A scanso di equivoci: tu per me puoi continuare a scrivere fino a cent’anni in questo blog e spesso mi ritrovo pure d’accordo con cio’ che scrivi. Mi chiedo solo quale sia il senso per te, dal momento che in fondo non concepisci neppure gran parte delle esperienze che qui vengono raccontate.

  • Ariel, 19 Aprile 2023 @ 22:35

    “ La donna che amavo era proprio morta. E non sarebbe più tornata”

    molto Interessante questa frase,!
    Coniugazione dei verbi spontanea…..
    @Stefano

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 22:20

    @viovio faceva terapia di coppia e a me diceva che ci andava perché lei pian pianino metabolizzasse la futura separazione . Si lo so fa ridere e io come un’allocca a credergli . Come cavolo ho potuto credere una roba simile ? Che solo a scriverlo mi faccio pena da sola . No vabbè ridiamoci su va

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 22:16

    @rinascita eh si proprio vero facile parlare dall’alto della Torre eh beh poi bisogna vedere se la torre e’ di granito o di cristallo

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 22:13

    @marcelle tu Diesel? e io che per 8 anni ho sperato in qualcosa che credevo possibile ? Si ma solo io visto che brava ? E pensare che la moglie ci aveva beccato dopo il primo anno … e lui mi aveva mollato per poi tornare dopo 15gg e io ci sono cascata …. Passerà lo so che passerà … ho affrontato di peggio nella mia vita .. sia in termini di lutti veri e propri che di separazioni e lo so che mi rialzo però intanto ahia

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 22:06

    @viovio non posso essere certa sia la moglie ma che motivo avrebbe di fingersi lei !? Mi ha mollato da un momento all’altro, insomma non mi ripeto per non essere una lagna la storia la sapete . In realtà mi ha bloccato lui ovunque mentre io ingenuamente aspettavo di sapere come fosse andata la giornata che si prospettava pesante visto che mi ha salutato di persona fuori dall’ufficio dicendomi che ci saremmo sentiti più tardi . No guarda se ripenso a quel giorno .. ma sorvoliamo va … tutto assurdo . Non non lo rivoglio più solo che non provo ancora indifferenza e vederlo riaprirebbe ferite . Ho buttato tutto non ho più un messaggio una chat una mail nulla basta . Se lo tenesse ….

  • Rinascita, 19 Aprile 2023 @ 21:49

    Sono contenta ElleElle di tornare a leggerti! Sei mancata.
    Gli ultimi commenti tuoi, di Marcelle, di VioVio, di Maribel sono perfetti e centrati al punto che rendono superfluo aggiungere altro.
    Avrei voluto vedere la coniuge del blog cosi integerrima e razionale, se avesse dovuto gestire una scelta differente del marito. Altro che non interessargli della sua vita, gliela avrebbe resa impossibile.
    Probabilmente ci considera le controfigure della sua competitor, si rivolge a noi amanti come farebbe con lei.

  • Stefano, 19 Aprile 2023 @ 18:44

    @Marcelle, come esprime bene quello che si prova quando scrivi “con un amore che mi faceva scoppiare il cuore e neanche la speranza, l’intima convinzione che io e lui fossimo diversi”. E proprio quella delusione che il cuore invece di fartelo scoppiare, te lo devasta e lo rende duro. Ma come dici non si muore. E passerà. Tutte quelle doppie attenzioni, di qua e di là, fanno decadere ogni frase d’amore. Se penso adesso alle cose che mi ha detto non mi emozionano più. Anzi mi fanno rabbia, perché le ho ascoltate. Il sentimento non so se c’è ancora. Qualcosa c’è ma non so cosa sia. Perché tutto quello che ho visto, le parole fredde hanno prodotto graffi così profondi da arrivare alle ossa. Laddove lei era arrivata ma in altro modo. Dove a suo dire io le ero arrivato (“sei dentro fino al midollo”, mi ha scritto più di una volta, pensa te!!!). E a differenza tua, vederli abbracciati e baciarsi non mi ha fatto venire voglia di menarli (anche perché Molly mi avrebbe citato il codice penale ahahahah … Scherzo Molly) ma ho provato un disgusto talmente forte che ho espresso scrivendo la parola vomito nel mio sfogo. Ero impietrito. Ho provato schifo a pensare di averla baciata per tutto quel tempo. A pensare che mi abbia abbracciato nello stesso modo in cui adesso abbracciava lui. Con quel sentimento, quel trasporto. Dopo avermi ripetuto per 3 anni “non lo amo più, so che non starò con lui”. Ho provato pena per quell’uomo ignaro e felice di avere la sua donna. Bugiarda per il suo bene. Lui pieno di sorrisi e desiderio per il suo grande amore ritrovato. Pensa te che falsità. E ho provato tanta tristezza perché ancora una volta dentro di me sapevo che non l’avrei più potuta perdonare. La donna che amavo era proprio morta. E non sarebbe più tornata

  • Viovio, 19 Aprile 2023 @ 18:29

    @Marten
    Quando faceva terapia di coppia con la
    Moglie aveva ripreso a vedere te oppure è successo dopo aver concluso il ciclo?
    Se penso a quanto costa e non solo in termini economici la terapia, hanno fatto un vero affare!

  • Molly, 19 Aprile 2023 @ 18:13

    Purtoppo ci sono alcuni utenti che commentano solo per criticare i miei commenti e tutta la mia persona con frecciatine, giudicando, facendo di tutta l’erba un fascio.

    Ho per esempio notato dei commenti preziosissimi di @Alessandro quando suggerisce di tagliare completamente con una persona che non vi ha voluto nella sua vita, ha suggerito di dare al massimo risposte brevi e decise e poi chiudere, non rispondere al telefono così come ha suggerito che se una persona continua a chiamarvi anche anonimamente si può trattare di stalking e va denunciato, di farsi aiutare da professionisti e sono commenti che condivido in pieno ma che se li avessi scritto io, alcuni avrebbero detto che bisogna dare tempo alle persone di metabolizzare (nonostante siano ormai mesi che hanno pensieri ricorrenti), che non sono empatica e altri avrebbero provato a tapparmi la bocca dicendo che non posso capire perché non l’ho provato. Ho imparato alcuni commenti a non leggerli nemmeno e mi dispiace ma quando si tratta di attacchi personali vado oltre.

    Ripeto che a me è servito molto quando la mia psicoterapeuta mi ha dato una scrollata e mi ha detto che sembrava che volessi crogiolarmi nel mio dolore e visto che ad alcuni può servire anche questo penso che i miei commenti non siano tutti inutili come qualcuno vuole far passare.

    Altro concetto che voglio far passare con chiarezza e che ci sono i cialtroni, dai quali bisognerebbe solo essere felici di essersi distaccati, poi esistono coloro che suonano la ritirata all’ovile per pura convenienza e poi non cambiano nulla nella loro gestione di coppia, ma voglio condividere a caratteri CUBITALI che ci sono i casi dove l’evento scatenante del tradimento trasforma la coppia e la speranza per le persone tradite di essere felici con il coniuge che ha tradito esiste, se esistono sincerità, trasparenza e amore ma che ci non può accadere se si tengono segreti importanti, se si agisce con un colpo do spugna.

    Mi dispiace molto che anche le persone che hanno ritrovato la felicità portando alla luce la loro storia una volta clandestina non si fanno mai sentire, eppure sappiamo che sono passate persone con questo epilogo anche di qui.

    Finché il titolare di questo blog, @Alesaandro Pellizzari, non metterà esplicitamente la regola che qui possano scrivere solo persone che hanno tradito e che sono infelici, io continuerò a scrivere.

  • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2023 @ 18:00

    io ho buttato via tutto conversazioni, mail, foto, ricordi di due viaggi fatti insieme non ho piu’ nulla di nulla perchè i primi tempi passavo le nottate a rileggere ogni cosa per cercare di capire se avesse dato segnali di essere stufo e voler restare a casa…Cestina tutto non tormentarti piu’..

  • Viovio, 19 Aprile 2023 @ 17:26

    @Marten sicura non sia la moglie?
    Sarà che ne ho lette talmente tante restando qui che non mi stupisco più di nulla!
    Conosco perfettamente quell’ansia di poterlo incontrare fuori dall’ufficio e la cosa che fa più arrabbiare è dover combattere contro due persone: lui che diceva di amarti e scoppiata la bomba ti lancia dalla torre;
    la moglie incazzata che ti considera l’unica responsabile del fallimento matrimoniale e di conseguenza si accanisce contro si te, perché questa perla d’uomo vogliamo tenercelo a tutti i costi!
    Dopo quello che ti ha dimostrato tu lo rivorresti? Io gli darei una pedata da mandarlo in orbita.
    Blocca tutto e segui il consiglio di @Ale
    Forza e coraggio

  • Viovio, 19 Aprile 2023 @ 17:11

    @Elle io aggiungerei e meno male che ha trovato la pace interiore!! Pensa se fosse il contrario…..
    Diatribe a parte credo che chi in questo momento si trova in alto mare come @Marten e @Stefano abbiano solo bisogno di tempo per elaborare, attraversare la tempesta e ripartire con una nuova consapevolezza. Esattamente come è successo a noi.
    @Marcelle mi è piaciuto tantissimo il tuo intervento.

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 16:51

    @stefano io ho buttato via tutto conversazioni, mail, foto, ricordi di due viaggi fatti insieme non ho piu’ nulla di nulla perchè i primi tempi passavo le nottate a rileggere ogni cosa per cercare di capire se avesse dato segnali di essere stufo e voler restare a casa…Cestina tutto non tormentarti piu’..tanto non la rivorresti dopo un voltafaccia cosi e nemmeno io il mio ex amante dopo che mi ha gettato in pieno oceano di notte e senza salvagente…e se tornasse mi resterebbe sempre il dubbio che la moglie lo abbia cacciato e sarei solamente la sua ancora di salvataggio, magari provvisoria, intanto che lui riprova a conquistarsi quella che definiva “gabbia dorata ma pur sempre gabbia”

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 16:45

    @elleelle perfetta analisi. “Tutti questi amanti che ritornano alle spalle di queste mogli che pensano che vada tutto bene, mentre lui invece dice di nascosto a un’altra che la ama ancora, che sta a casa ma che è in gabbia, che va a letto con la moglie per non farle cadere l’autostima” infatti mi ricorda tanto qualcuno che andava a fare terapia di coppia dopo essere stato beccato la prima volta e intanto ha ripreso a vedermi per altri 7 anni ….io ingenua ancora a sperarci invece che aprire gli occhi su che persona fosse ma lei che lo ribecca per la seconda volta e lo difende pure sta messa peggio di me visto che ha deciso di invecchiarci insieme.

  • Marcelle, 19 Aprile 2023 @ 16:39

    Vorrei anche dire che per me é molto brutto scrivere qui e leggere cosa dico nei confronti del mio ex. Mi rivedo nelle utenti che dicevano queste stesse cose quando sono arrivata qui disperata, con un amore che mi faceva scoppiare il cuore e neanche la speranza, l’intima convinzione che io e lui fossimo diversi.
    Lo sentivo proprio. Eppure..
    Eppure poi ci si arriva a questo passaggio. Ti rendi conto che non muori di dolore anche se sei quasi morto dentro, che quel “ti amo ma” é una cagata, che o non ti amava o non ha la stoffa per essere la versione piú limpida e migliore di se stesso. E fai pace con te stesso, anche se io, ammetto, sono un pó arrabbiata per aver buttato quasi 3 anni della mia vita (sono proprio un diesel!) e che se scavo c’é ancora qualcosa di quel sentimento per lui. E se li vedessi allacciati in un bacio appassionato col cavolo che non gli vorrei menare!
    Tuttavia arriva il momento in cui ti sembra di vivere dopo tanto. A me sta succedendo 🙂 E mi fanno quasi tenerezza i nuovi utenti perché mi identifico nel loro dolore, anche se siamo molto molto diversi.

  • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2023 @ 16:29

    L’amante brutta e cattiva non sa, non immagina, non ha idea, non ha nemmeno il diritto di farsi delle naturalissime domande perché quel posto non era suo, non le spettava, era solo un’usurpatrice destinata al fallimento e l’amore può solo esistere all’interno di una coppia ufficiale.

    Credo che il problema numero uno di una moglie che se la prende con l’amante per il fallimento del proprio matrimonio o perché tollera un uomo seriale bugiardo e traditore cronico “perché poverino l’uomo è cacciatore o è stato irretito da una zoccola rovinafamiglie” sta proprio nel attribuire a un nemico esterno fattori interni alla coppia. Una condanna a ulteriori corna, appena si allenta il guinzaglio dell’azzerbinato

  • Ariel, 19 Aprile 2023 @ 16:29

    Apprezzo molto @Marcelle il tuo esprimerti su cosa sentì e pensi su quanto ho scritto in relazione a terapia di group che chiaro qui su Blog assume per ovvie condizioni diverse tipo anonimato caratteristiche áncora differente rispetto a reale group e de parole
    Sicuro chi no mai fatto experience di terapie de group e non ha idea di cosa consista e come funzioni ,ma ecco credo che pure in un Blog così bene condotto da @CaroAlessandro possano comunque esistere una sorta di similitude
    Intanto anon8mato spinge naturale esprimersi forse ancora più liberamente rispetto a vivo di persona
    Ci si vergogna meno ad esempio del essere giudicati male dal group stesso perché intanto siamo solo tasti che battono su ciò che si sente essere meglio da esprimere.
    Ma innegabili risultato invece di ogni commento qui scritto risulta vera spinta energetica proprio in virtù del fatto che spinge a esprimersi pure se da contrario pensiero o emozion8 contrastanti e di ribellione interiore

    Sentirsi presi sul viv9 di ciò che si è realmente vissuto o ch3 si vive ancora aiuta moltissimo come indotto e cioè reagire
    Esprimersi pure in dissenso o emotions negatives sentirsi colpiti attaccati pure come fosse un vero attacco personale.
    Questi meccanismi restano totalmente differents da scopo fatto in terapia individuale

    Sicur9 per chi mai ha fatto experience d8 terapia groupe posso eccome comprendere il disagio
    ,ma se qui si scrive lo si fa certo spontaneamente e ognuno conosce il proprio reale motivo vale per tutti
    Chi no vuole rischiare di venire criticato può scegliere di no partecipare e l8mitarsi a leggere

    Chi scrive vuole eccome avere commento e risposta e anzi chi lo fa determina un vero avanzamento in se stesso senza mai aver paura d8 essere jujé in. Essendo modo perché scopo qui non è essere ne capiti ne giudicati bene o male ma semplicemente avanzare meglio nel vero confronto che gioco forza passa per venire attaccati su ogni fronte
    Perché sfogarsi aiuta ma non come lamento greco a mò di elenco dei poveri sfigati che no azzeccano una relazione affettiva che funzioni mai
    E cioè sia che si riesca a funzionare in una coppia e stop sia che al contrario si sia capaci di staccarsi da tutti i partners che solo male si sentito in ANNI E ANNI E ANNI

    Le temp fa difference tra sto bene e sto mica tanto bene come autostima in equilibrio
    Anche questo Blog pur se diverso da vera therapy de group risulta esserne una valida similitudine

    Non si può paragonare una terapia individuale con un group
    Sono entrambi methode diversi ugualmente utili a progredire al meglio in se stessi e porre ottime basi di nuova vita personale e collettiva.

  • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2023 @ 16:22

    Se fosse solo lo sgretolamento del sogno con la mia ex sarebbe più facile. In realtà c’è dentro di me il dolore di aver condiviso intimità, complicità, passione, fiducia e tutto quello che per me era essere, fammi dire, una vera coppia con una persona che è diversa da come l’ho vissuta.

    Sono “truffe sentimentali”

  • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2023 @ 16:19

    È molto semplice: se devi rispondere a un numero sconosciuto appena senti la sua voce sbatti giù il telefono, non interagisci un secondo. E poi non rispondi più perché ovviamente sarà lui

    Se dovesse farsi trovare fuori o in luoghi che frequenti contro la tua volontà in un minuto (e poi giri i tacchi o sali in auto e parti) gli spieghi che non hai nulla da dire o da sentire, e che lui non può imporre la sua presenza alla tua libera vita e che prima di insistere vada a leggersi cosa trova in rete nei siti legali sullo stalking

  • elleelle, 19 Aprile 2023 @ 15:59

    @Maribel, Marcelle
    L’accanimento contro chi già soffre di suo perché magari mollato da un giorno all’altro risponde a un bisogno fortissimo e ben preciso.
    Avete presente il detto che dice “La miglior difesa è l’attacco”?
    Esattamente questo. Chi attacca per primo e zittisce e maltratta chiude il dialogo e non permette ad alcun dubbio di insinuarsi nella propria situazione.
    L’amante brutta e cattiva non sa, non immagina, non ha idea, non ha nemmeno il diritto di farsi delle naturalissime domande perché quel posto non era suo, non le spettava, era solo un’usurpatrice destinata al fallimento e l’amore può solo esistere all’interno di una coppia ufficiale.
    Ragazze, sono anni ormai e vi sembra normale? Non vi sembra malsano che una persona “felice” passi il suo tempo nella tana del nemico tanto odiato a rigirare il coltello nella piaga di chi soffre, ogni singola volta che ce n’è l’opportunità?
    Vi sembra sano e risolutivo che tutto venga catalogato sotto la voce “quello che non si vede non esiste”, nonostante le decine e decine di storie che provano il contrario?
    Spiace che ne fa sempre le spese chi sta male e avrebbe bisogno di delicatezza e tempo ma provate a pensare un attimo a pensare a cosa sta dietro a questo bisogno di essere sempre intransigente, perfetta e vincitrice… E di dover stare qui a vivere e rivivere e rivivere quello che è successo in casa propria, alle proprie spalle e potrebbe succedere ancora, come dimostrano le vostre storie.
    Tutti questi amanti che ritornano alle spalle di queste mogli che pensano che vada tutto bene, mentre lui invece dice di nascosto a un’altra che la ama ancora, che sta a casa ma che è in gabbia, che va a letto con la moglie per non farle cadere l’autostima. Cavolo, può davvero capitare a tutti…
    Pensate a questa tortura autoinflitta e poi credo che vedrete tutto sotto una luce un po’ diversa.

  • Stefano, 19 Aprile 2023 @ 13:43

    @Marcelle
    “Stefano quello in cui deve fare i conti sul castello sgretolato di sentimenti e di progetti che aveva investito nella sua ex ed in cui deve trovare un modo di trarre un senso e focalizzarsi su stesso e da li ripartire.”

    Grazie Marcelle. Quello che dici è giusto anche se è solo una parte del mio dolore. Se fosse solo lo sgretolamento del sogno con la mia ex sarebbe più facile. In realtà c’è dentro di me il dolore di aver condiviso intimità, complicità, passione, fiducia e tutto quello che per me era essere, fammi dire, una vera coppia con una persona che è diversa da come l’ho vissuta. Di essermi donato totalmente convinto che fosse la persona giusta e aver preso un abbaglio. Immagina di scoprire a posteriori che la persona con cui sei andato a letto, tanto per parlare dell’atto finale della complicità, dando tutto te stesso in quel momento, non solo il corpo, ma anche l’anima, in realtà era una donna che la tua anima non la voleva, che ti aveva già messo a scadenza, che sapeva già che l’intimità che voleva coltivare era a casa e che, nonostante tutte le parole di distanza, in realtà lo stava già facendo da tempo. A me non è mai successo, ma questa cosa mi ha fatto sentire “sporco”, di essermi buttato via per una donna che non se lo meritava. E il dispiacere di guardare le sue foto e al posto di vedere quella persona che mi faceva emozionare solo a vederla, oggi vedo una persona che è stata cinica nei miei confronti. Altro che amore folle. E questa cosa mi sto rendendo conto che è la cosa più difficile da risolvere perché non riguarda l’altra persona ma me stesso. Passerà anche questa.

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 13:39

    @alessadro . “Prima si guarisce la ferita sanguinante, poi si va a vedere cosa l’ha causata. Un lavoro complesso che richiede spesso mesi, ma che funziona in molti casi ” esatto un lavoro pazzesco, perchè da una parte c’è il dolore solo mio che non posso condividere in casa, dall’altro c’è il desiderio e, diciamolo, per chi tra noi ama setacciare scientificamente i termini usati, BISOGNO, di rimettere in sesto il proprio matrimonio, non oso dire coppia prima di essere tacciata di convenienza e opportunismo quindi diro’ famiglia

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 13:32

    @viovio chiama sul fisso dell’ufficio dove lavoro…ad orari che in qualche modo rimandano a momenti nostri…esempio poco prima della fine della giornata lavorativa quando a sorpresa mi chiamava per dirmi che era fuori dall’ufficio ….ieri sono andata nel casino al punto che ho aspettato ad uscire per paura di trovarlo qui fuori e talmente ero agitata non trovavo nemmeno piu’ l’auto parcheggiata…

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 13:28

    @Marcelle grazie del tuo intervento “Per @Marten questo é il tempo dello schock e del dolore ad esempio, ” si è così e del caos e del tentativo di ritrovare la mai vita prima che questo tsunami mi travolgesse, questo non vuol dire che sia stata vittima passiva…e nemmeno nel posto sbagliato al momento sbagliato…sono co-protagonista di tutta la vicenda ma ora è davvero dura…In effetti l’empatia è una gran cosa ma non tutti sono capaci di provarla. Chi sminuisce il dolore altrui sventolando un po’ troppe certezze ne ha ancora di strada da fare per raggiungere la serenità…

  • Marcelle, 19 Aprile 2023 @ 12:41

    sinceramente @Ariel, non ho mai fatto terapia di gruppo ma individuale, ed immagino che anche quella sia mediata da un professionista. Quindi il parallelismo sul blog lo trovo fuori luogo. Nella terapia individuale peró non si spinge “infierendo”, tutt’altro. Non si usa la clava né la condiscendenza ma l’empatia, si sottolineano le contraddizioni che tutti abbiamo ma con cura. Ecco perche spesso e volentieri alcuni interventi di @Molly non aiutano ed i tuoi possono risultare monocorde. Ognuno ha i suoi tempi per elaborare. Per @Marten questo é il tempo dello schock e del dolore ad esempio, per @Stefano quello in cui deve fare i conti sul castello sgretolato di sentimenti e di progetti che aveva investito nella sua ex ed in cui deve trovare un modo di trarre un senso e focalizzarsi su stesso e da li ripartire.
    Ci siamo passati tutti. Ecco perché dire che non deve loro interessare il perché delle scelte dei loro ex e cosa succede nelle loro coppie non ha senso. Lo abbiamo fatto tutti. Poi arriva un giorno in cui sinceramente ti rode sempre, ma meno. Hai la tua vita a cui pensare e questi ex, che spesso tornano e tornano senza essere cercati, poveri sacrificati all’altare della famiglia tradizionale, beh non li riconosci piú. Ti sembrano ipocriti e patetici, troppo diversi da chi avevi pensato di conoscere ed amare..
    Ma occorre garantire a chi viene qui nel dolore la possibilita di elaborarlo, soprattutto a chi ha ed ha avuto il coraggio di condividere qui le sue reazioni piú pure senza farlo sentire uno stupido. Gia ci pensa la realta per come la sentono. Non sanno ancora che se l’altro é davvero cosi é forse una fortuna non condividerci la vita. Ma ci arriveranno perche ci si arriva.

    A me ad esempio gli interventi di @Molly non hanno mai aiutato perche non ci ho mai letto empatia, introspezione e vera apertura. (e ci tengo a dire che non lo dico per accusare ma per condividere la mia percezione). Quelli di @white, si. Anche mia madre é stata una donna tradita e con lei parlo. Questo perché sono le persono che fanno la differenza non il ruolo che si sono trovate a ricoprire.

  • Ariel, 19 Aprile 2023 @ 11:35

    @maribel ma non credo nessuno qui voglia infierire ma semmai svegliare e cioè ovviamente la magia ,passami ,@CaroAlessandro ,la espressione
    La magia di questo Blog è una pseudo therapy de groupe
    E la valenza utilità insostituibile della therapy de groups risiede nel lasciarsi andare totalmente a ciò che si pensa e si vuole esprimere ,fermo restando ovviamente che sta al conduttore stoppare le espressioni troppo maleducate come insulti esplici etc.

    Ma in realtà therapy group sta efficacissima perché veramente ciascuno si esprime esattamente in base a propria unicità di persona e di propria storia
    Ci si incazza ,pardon ,modello iena furiosa! Ci si abbraccia selezionando istintivamente i soggetti preferiti per poi cambiare idea in corso del tempo che rivela cambiamento straordinario !!!

    Infierire non assume steso significato in un group des personnes qui scrivono di loro vissuto e che hanno passato schemi simili per no dire egali

    Se anche qui occorresse fare come un galateo da salotto sarebbe veramente inutile starci.
    Per questo secondo me il faut spingere “ infierendo””

    È la magie de la therapy de group!!!

  • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2023 @ 11:17

    Le regole della privacy sono di diritto pubblico e privato, non sono le mie

  • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2023 @ 11:16

    si annoiano, non hanno rispetto o affetto per voi, non hanno vergogna, vi considerano stupide o dipendenti o un genere “inferiore”, non gli costa nulla, magari ci scappa una scopata. Di certo il fatto che in passato abbiate ceduto più di una volta non aiuta. Dopo anni invece succede un po’ come nel film di Verdone che non sa con chi andare a fare la vacanza e allora apre l’agenda e prende quello che c’è e rimane

  • Ariel, 19 Aprile 2023 @ 11:12

    Esattamente@Maribel et @Nina e in più cadrebbe la fiducia degli utenti verso la GARANTITA PRIVACY perché infatti questo Blog fino ad adesso si basa su GARANZIA DELKA PRIVACY che infatti @CaroAlessandro GARANTISCE A STECCA!!! Ahahah

    Senza nulla togliere al naturale desiderio che sicuro può nascere di vedersi conoscersi dopo anni che qui si scrive ,ma appunto chi vuole farlo lo può fare partecipando a uno dei numerosi incontri organizzati da @CaroAlessandro

    Sono molti in città diverse e in periodi anno diversi e quindi prima o poi qualcuno si incontrerà di sicuro come accaduto a Venezia e in altri posti .

    Se @CaroAlessandro si caricasse di cambiare le regole del Blog come quella su privacy mo,ti utenti se ne andrebbero sicuro perché si scrive qui proprio perché garanzia privacy!!

    Bonjour !!

  • Viovio, 19 Aprile 2023 @ 11:10

    @Dispersa
    In molto casi tornano. Punto.
    Porca miseria se tornano e orbitano, secondo me il mio ex sarebbe capace di farmi avere sue notizie anche se si trovasse dall’altra parte del mondo e non certo per amore! va bene che certa gente ci vede “stupide” ma arrivati ad una certa ci siamo arrivati/e tutti/e a capire. L’unica è ignorare e passare oltre, Purtroppo molti uomini adottano uno schema che si ripete ciclicamente nel tempo.
    @Marten mi dispiace per le chiamate anonime, anche a me capitava, non so se lo sai ma c’è la possibilità di bloccare anche i numeri sconosciuti. Io l’ho fatto, altrimenti l’alternativa era cambiare numero.

  • Ariel, 19 Aprile 2023 @ 10:57

    Molly, 19 Aprile 2023 @ 04:57Rispondi
    Grazie per l’augurio @Viovio ma…. credo di averla trovata da un pezzo. Poi il fatto di mon avere nulla da nascondere non fa altro che darmi serenità da sempre: nessuna finzione, nessuna bugia, ma pace vera.

    E VAIIIII @Molly
    Esattamente!,,
    Ho riportato questo tuo scritto perché contiene una valenza di funzionamento scientifico UNIVERSALE

    molti pensano che il “ FUNZIONARE” si riferisca soltanto a quando una relazione resta in piedi su basi di chiarezza totale tra la coppia

    Ma la chiarezza totale il NON DOVER PREOCCUPARSI COME UNA SILENTE MUSICA CHE STRIDE nella propria testa e cuore
    Monitorare ogni cosa che si dice e si fa avere sempre pure da monitorare eventuali reazioni del ex che vive a due passi ,

    La chiarezza il non DOVER NASCONDERE equivale a far FUNZIONARE SE STESSI IN VERA AUTOSTIMA IN EQUILIBRIO
    E cioè se la reazione del partner a fronte della chiarezza non ci va più di restare

    E viva ci si separa e ciaone !
    Se al contrario avrà voglia di proseguire sicuro sarà VERO AMORE AL 100/100!,,

    Il proprio funzionare dipende esattamente da autostima in equilibrio e se io ho avuto una esperienza extra coppia e lo dico e punto se voglio tornare a starci insieme equivale a non ASSOGGETTARSI A NESSUN RICATTO IN SE STESSI
    E quando si accettano i ricatti pure propri autostima no funziona in equilibrio perché mi punisco per qualcosa che no bisogna vergognarsi ma semplicemente mettere in chiaro e scoprire i perché sia successo ed essendo due in coppia occorre farlo insieme

    Se no voglia di farlo insieme nasce spontanea reciproca voglia di separarsi e punto.

    No poco la difference di tuo percorso alla totale luce del sole ,ma pure molte utenti qui passate che erano state amanti a dopo terapia hanno scelto di aprisirsi con marito e poi separarsi da tutti ex amante nocivo e pure marito nocivo

    Come cara @Maddy ad esempio!!!!
    E cioè se si funziona si agisce senza MA O SE
    Chi resta per funzionare deve aprirsi totalmente

  • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2023 @ 10:57

    comunque sono già iniziate le telefonate anonime da numero sconosciuto…e la pena aumenta

    che cialtrone ominicchio

  • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2023 @ 10:56

    ma perchè bisogna infierire su chi già deve fare fatica a ricostruirsi dopo un abbandono?

    Giusto. Quando affronto personalmente i vostri casi ci sono due “malattie da guarire” (perdonate se uso paragono da vicecaporedattore di Starbene): quella acuta, dell’abbandono e dello shock di scoprire in un lampo che chi aveva dichiarato (e dimostrato, almeno in parte, o almeno ci pareva così) amore ci ha ripudiato per la moglie e per convenienza (e paura: quella è la porta fa azzerbinare molti uomini e qualche donna), e quella cronica, il matrimonio o il rapporto di base, che ha prodotto poi il sintomo acuto. Non ci si mette a dieta smettendo di fumare contemporaneamente. Prima si guarisce la ferita sanguinante, poi si va a vedere cosa l’ha causata. Un lavoro complesso che richiede spesso mesi, ma che funziona in molti casi

  • Dispersa, 19 Aprile 2023 @ 09:54

    Brava @Cri!!
    Un po’ di dignità personale ce l’abbiamo, non è che ci mettiamo in mostra per essere ricercate (forse in un primo periodo può succedere, magari si spera in un miracolo)… In molti casi tornano, punto.
    Non è un voler sapere cosa succede nelle loro vite, io personalmente non chiedo e non voglio sapere, ma sono loro a raccontare (a me succede che lo faccia anche in maniera indiretta).
    Se solo fossi certa di una loro ricostruzione sarei felice, alla fine ha scelto lei, e sinceramente sarebbe la cosa migliore.

  • maribel, 19 Aprile 2023 @ 09:41

    Nina, 18 Aprile 2023 @ 21:39Rispondi
    Dai però rispetto alla privacy @alessandro conosce il suo mestiere e tra l’altro se iniziasse a mettere in contatto anche solo eccezionalmente due persone, sarebbe un precedente e poi il suo lavoro diventerebbe infinito. Se ha detto no è no, mi pare un capriccio insistere, posto che farebbe piacere a tutte noi..

    condivido. ma poi immaginatevi la mole di lavoro per incrociare i dati, inviarli, chiedere consensi e autorizzazioni. maddai.

  • maribel, 19 Aprile 2023 @ 09:23

    non capisco perchè alcune si debbano accanire su chi scrive qui. mi riferisco a chi immagina dei rientri all’ovile non idilliaci, basati sulla convenienza o sul poco coraggio. e a chi replica che non è vero e che comunque non sono fatti nostri.
    ok, ma perchè bisogna infierire su chi già deve fare fatica a ricostruirsi dopo un abbandono?
    perchè dover per forza rigirare il coltello nella piaga, dovendo sottolineare che sono tornati a casa e quindi sono contenti lì, stanno meglio lì e vogliono stare lì? è evidente che lo hanno fatto. ma le motivazioni non le sappiamo ne’ noi nè tu (molly).
    lo stesso alessandro nelle sue percentuali ci dice che i rientri sono di convenienza per lo più, e le percentuali di vera ricostruzione sono basse. tant’è vero che molto spesso i traditori tornano a tradire, tornano ad aprire quel portoncino. o comunque tornano nel loro torpore di prima, in quella rassegnata normalità.
    ma in ogni caso si chiama DELICATEZZA, la capacità di non infierire su chi già sta cercando faticosamente di mettere insieme le forze per darsi di nuovo un contegno e una dignità.

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 09:20

    @Stefano ” Non siamo tutti matti, ma come vedi gli schemi dei nostri discorsi sono sempre gli stessi. Passerà. Sappi che la delusione è molto profonda e lascia il segno. Parliamo di amori fintamente corrisposti in cui si è creduto tanto, che è una delusione fra le più pesanti.” Bravo Stefano ti abbraccio virtualmente, pure io mi sento cosi un disco rotto, con la mia amica del cuore è un continuo scusarmi per i miei vocali dove ripeto sempre le stesse cose, ma aiuta. Certo chi si fa forte di essere quella/o scelta/o puo ‘ permettersi il lusso di fare un po’ la spocchiosa/o, come la moglie del mio ex amante che risponde alla mia mail inviata al marito scrivendomi che le mie sono missive pietose, eh si certo intanto si è beccata le corna per 8 anni, il marito è rimasto per motivi che sono ben lontani dall’essere follemente innamorato di lei, è sempre tornato a cercarmi lui e quindi meglio che guardi in casa sua piuttosto che dare addosso a me, che se le avessi risposto come avrei voluto davvero, non se se lo sarebbe tenuto in casa nemmeno per altri 5 minuti. Detto questo e preso atto delle mie responsabilità nell’aver frequentato un uomo sposato, che stiano bene dove stanno, ma comunque lontani anni luce da me ….

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 09:09

    @Viovio si una pena ….guarda la sua scelta di restare in famiglia è tanto rispettabile quanto dolorosa per me…ma il modo in cui mi ha trattato è semplicemente vergognoso …ps comunque sono già iniziate le telefonate anonime da numero sconosciuto…e la pena aumenta

  • Marten, 19 Aprile 2023 @ 09:06

    @Stefano ” Perchè ognuno deve fare il suo percorso e trovare la sua via d’uscita. E ognuna va rispettata. Il dolore va sempre rispettato, anche quando istintivo e apparentemente “immaturo”. E il tuo dolore, il nostro dolore, sono entrambi molto profondi.” Stefano grazie hai dato dignità a quello che è il nostro sentire..

  • Molly, 19 Aprile 2023 @ 04:57

    Grazie per l’augurio @Viovio ma…. credo di averla trovata da un pezzo. Poi il fatto di mon avere nulla da nascondere non fa altro che darmi serenità da sempre: nessuna finzione, nessuna bugia, ma pace vera.

  • Stefano, 19 Aprile 2023 @ 00:20

    @Molly
    “Non devi rivolgerti a me come ad una ragazzina senza esperienza: abbiamo circa la stessa età.”

    Scusami se è passato questo messaggio. Non era mia intenzione e non è nel mio modo di dialogare. Dicendo che certe cose bisogna provarle sulla propria pelle mi riferivo al fatto che tu, per tua fortuna, la perdita della persona che stavi amando non l’hai provata. Per esempio con un finale diverso con tuo marito se avesse scelto la tua amante. In quel caso avresti provato certe sensazioni e avresti magari continuato a cercare spiegazioni per quel finale. Come noi. Non penso avresti detto di buon grado e con raziocinio “Molly, la cosa più saggia è che accetti che non sta più con te e quello che fa, vive e desidera ti è ormai sconosciuto”, la frase che hai scritto per noi. Anche se la sintesi è vera. Ma la ragione e l’emotività non lavorano insieme in queste situazioni. Come penso non hanno lavorato insieme quando hai scoperto il tradimento di lunga data di tuo marito. E infatti lo hai dovuto elaborare a lungo prima di iniziare a mettere ordine e uscire dal loop. E le sensazioni che hai provato tu io non sarei in grado di sentirle nè giudicarle perchè non le ho provate. Ma se me le avessi spiegate, ne avrei avuto il massimo rispetto, anche nella loro irragionevolezza, ridondanza, stravaganza, incomprensibilità. Perchè ognuno deve fare il suo percorso e trovare la sua via d’uscita. E ognuna va rispettata. Il dolore va sempre rispettato, anche quando istintivo e apparentemente “immaturo”. E il tuo dolore, il nostro dolore, sono entrambi molto profondi.

  • Cri28, 18 Aprile 2023 @ 22:29

    Molly, dai che hai capito benissimo. Non sono le donne (o uomini) che si focalizzano sull’amante che le ha lasciate e su cosa fa con la moglie ora. Se lo fanno, è perché questi amanti tornano a cercarle anche dopo due o tre anni.
    Siamo tutti in grado di capire che è bene focalizzarsi su sé stessi, per superare il dolore della fine di una storia d’amore, non sei la sola a non avere quindici anni, ma l’amore, per fortuna, è scambio e comporta dei rischi, dei dolori, ma anche delle gioie, che non ci sarebbero se passassimo il tempo a guardarci allo specchio per stare bene con noi stessi. E, quindi, post rottura le domande e i dubbi sono naturali ed è rispettoso permettere agli altri di esprimerli.

  • Molly, 18 Aprile 2023 @ 21:44

    All’80% sono gli uomini

    Vedi @Cri28 sono meno le donne ma ci sono anche loro. Basta parlare con @ Love.

    E poi cosa c’entra se sono uomini o donne? Vedi che nel caso di @Stefano è lui, la persona lasciata, che ha continuato a contattarla, persino a mandarle i fiori e bigliettini….

  • Nina, 18 Aprile 2023 @ 21:39

    Dai però rispetto alla privacy @alessandro conosce il suo mestiere e tra l’altro se iniziasse a mettere in contatto anche solo eccezionalmente due persone, sarebbe un precedente e poi il suo lavoro diventerebbe infinito. Se ha detto no è no, mi pare un capriccio insistere, posto che farebbe piacere a tutte noi..

  • Molly, 18 Aprile 2023 @ 21:37

    “Hai ragione. Il tuo modo di vedere le cose dall’esterno, non coinvolta è assolutamente corretto. Ci arriveremo anche noi. Io piano piano ci sto arrivando. Il problema è quando ci sei dentro emotivamente. Cerco di spiegarti cosa si prova anche se è difficile capire se non lo si prova sulla propria pelle.“

    Guarda @ Stefano che ho passato la mia dose di sofferenza eccome!! Non devi rivolgerti a me come ad una ragazzina senza esperienza: abbiamo circa la stessa età.

    Ma devo dire con il senno di poi che stavo male, anzi malissimo, perché non seguivo i consigli di mia sorella che poi erano identici a quelli che mi dava la mia psicoterapeuta.

    Quello che mi ha scossa e mi ha fatto iniziare a stare meglio è stata la mia psicoterapeuta che mi ha detto a un certo punto “sembra che tu non voglia stare meglio. Non riesci a goderti quelle meraviglie che ti stanno accadendo, le mille opportunità di pensare ai tuoi desideri, a stare bene perché ti focalizzi sugli altri, tuo marito, la ex amante. Se vuoi stare bene devi focalizzarti su te stessa e lasciare andare. Quello che succederà, succederà. Non pensare a riconquistare tuo marito ma a conquistare la tua consapevolezza e a cambiare tu. Se tu cambi, tutto intorno a te cambia.
    Su quello che è accaduto non hai nessun controllo, non lo puoi cambiare. Ma se vuoi cambiare il tuo presente e stare meglio, hai a disposizione gli strumenti che ti ho dato e che sai adoperare. Io non posso fare null’altro per te, devi metterci del tuo.”

    E proprio quando ero assolutamente pronta ad accettare che avremmo fatto strade diverse, ognuno per conto proprio, solo allora abbiamo dato la svolta vera alla nostra relazione. Ho imparato ad essere autonoma dentro, a non amare dal bisogno. Ero già serena.

  • Viovio, 18 Aprile 2023 @ 21:02

    @Molly ti auguro di cuore di trovare la tua pace interiore… buona serata 🙂

  • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2023 @ 20:47

    All’80% sono gli uomini

  • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2023 @ 20:47

    Basta venire ai miei eventi come è successo a Venezia e Milano

  • Viovio, 18 Aprile 2023 @ 18:54

    @Marten se a 60 anni permetti a tua moglie di metterti in 41bis non saprei dirti chi mi fa più pena dei due…
    Purtroppo però è un luogo comune quando si viene beccati: si azzerbinano e rinnamorarono all’istante della moglie.
    Che tristezza

  • Molly, 18 Aprile 2023 @ 18:43

    @Elle
    Anche io ho fatto la stessa richiesta ma purtroppo per privacy è sempre stata negata

    @Viovio è evidente che la privacy non c’entra nulla perché se una persona autorizza un’altra, tra l’altro per iscritto, a dare il proprio indirizzo di posta elettronica ad una persona specifica, è ovvio che è una azione alla luce del sole che non viola nessuna privacy.

    Evidentemente Alessandro non ha voglia di farlo e non c’è nulla di male.

    Basterebbe parlare chiaro e lo capirei benissimo che non voglia aggiungersi degli oneri.

  • Cri28, 18 Aprile 2023 @ 17:12

    Molly, non mi sembra che nessuna delle donne qui sia andata a ricercare l’amante dopo la rottura. Mi sembra che sia il contrario, che siano sempre questi uomini che, nonostante tutto, continuino a rispuntare, mandare messaggi, telefonate, contatti per fare sapere come stanno.
    In generale, quello che mi sembra di capire, e vuole essere un incoraggiamento per tutti e tutte, che, a parte i seriali o i narcisisti che passano da un’amante all’altra per sfizio, chi esce da queste storie dopo avere dato tutto e avere ridiscusso la propria vita, supera il dolore e ritrova in un tempo ragionevole la propria serenità. Chi, invece, non ha lasciato il coniuge per altre ragioni, scegliendo il male minore, fa una vita grama. E sono quelli che si ripropongono anche per dire nulla, così, restando attaccati a un ricordo.

  • Dispersa, 18 Aprile 2023 @ 16:36

    @Molly non travisare le mie parole, non ho detto che lui è triste (furbo… Anche se non troppo… Forse egoista che non ama nessuno se non solo se stesso), ma uno che continua a fare ‘cucù’ nella vita di una persona non mi da l’idea che sia andato oltre.
    Una persona che vuole rientrare in famiglia seriamente e che vuole ricostruire non torna a farsi sentire con l’ex amante… Dai non me la raccontare!
    Che poi lei debba avere la forza e il coraggio di guardare oltre sono d’accordo con te.

  • Stefano, 18 Aprile 2023 @ 16:33

    @Molly
    “La cosa più saggia, dal mio punto di vista, è accettare che quella persona non sta più con voi e quello che fa, vive e desidera vi è ormai sconosciuto.”

    Hai ragione. Il tuo modo di vedere le cose dall’esterno, non coinvolta è assolutamente corretto. Ci arriveremo anche noi. Io piano piano ci sto arrivando. Il problema è quando ci sei dentro emotivamente. Cerco di spiegarti cosa si prova anche se è difficile capire se non lo si prova sulla propria pelle. E può sembrare tutto un po’ “immaturo” come dici tu. Quando ti succede qualcosa a cui non sai dare una spiegazione perché le modalità con cui avviene sono fuori dalle tue logiche, da quello che hai sempre pensato, ti aggrappi ad ogni cosa analizzando e spaccando il capello in quattro. Spesso inutilmente, spesso in cortocircuiti che possono sembrare ripetitivi. Anche se alla fine la sintesi è semplice e in fondo lo sappiamo anche se non vogliamo ammetterlo: non vogliono stare con noi, hanno scelto un’altra persona, non ci amano, amano altri. Poi che la causa sia un loro squilibrio, un modo di vivere bugiardo o qualsiasi altra cosa cambia poco. La realtà è la stessa. L’unica cosa che ti dico è che a noi parlarne serve per affrontare, metabolizzare, uscirne. È terapeutico e impegnamo la mente interagendo fra noi invece di essere tentati a interagire con loro. Leggere poi quello che scriviamo e vederne anche la banalità a volte, permette di rendersi conto. Un po’ come guardarsi allo specchio. Se ti capiterà lo capirai anche tu. Non siamo tutti matti, ma come vedi gli schemi dei nostri discorsi sono sempre gli stessi. Passerà. Sappi che la delusione è molto profonda e lascia il segno. Parliamo di amori fintamente corrisposti in cui si è creduto tanto, che è una delusione fra le più pesanti.
    PS. In un altro commento il correttore mi ha messo un “ha” al posto di “a” .. non vorrei pensaste male

  • Stefano, 18 Aprile 2023 @ 15:48

    @Ariel
    Mi spiace che tu sia così schematica nelle tue analisi. Non c’è un pensiero tuo, una tua sensazione, una tua emozione. È tutto una ridondanza di schemi, frasi. Tutto scientifico, matematico. Tutto dipendenza affettiva scientificamente provata. Tutto da terapia a stecca. Va bene sono un dipendente affettivo scientificamente provato.
    Ti segnalo comunque che io non ho detto ti salverò, non ho detto poverina non posso lasciarla (quello al massimo lo ha detto la mia ex per non lasciare il compagno). Ho solo detto che insieme potevamo aiutarci in tanti aspetti, completarci, maturare, migliorare. Che io avrò potuto crescere con lei e viceversa. Avevo da prendere e avevo da dare. Questo è il bello degli amori completi, non delle dipendenze affettive. Mia opinione tutt’altro che scientifica. Diciamo un mio pensiero, opinabile. Non ho tutte le verità e certezze che hai tu. E meno male direi altrimenti sai che palle mettere tutti i rapporti sotto il microscopio della terapia!!! Viva la spontaneità, viva le soddisfazioni, viva gli errori, viva le gioie, viva i dolori. Si chiama vita. Le patologie lasciamole ha chi le ha veramente in situazioni veramente difficili in cui c’è poco da scherzare.

  • Marten, 18 Aprile 2023 @ 15:36

    @meta nemmeno io capisco perchè la moglie di lui abbia voluto sentire solo la sua campana, credo pero’ che leggendo la mia mail (corredata di screenshot di suoi messaggi)e volendo rispondere al posto del marito ora abbia le idee un po’ piu’ chiare di quello che il suo consorte andava dicendomi .giusto perchè non passi la solita favoletta dell’attrazione fisica fine a se stessa, dal momento che andava in crisi se solo un giorno non riusciva a vedermi almeno per un caffè o per un bacio al volo…perchè noi, in un modo o nell’altro ci vedevamo praticamente tutti i santi giorni . Non ha voluto sapere, si è fatta solo del bene brava, che tenesse buona la versione rivisitata del marito. Il mio ex amante piu’ volte ha scritto di restare per motivi che nulla hanno a che vedere con l’amore per la moglie. Sai una cosa? cavoli loro io ho già abbastanza dei miei di problemi, di come mettere un punto a tutta questa vicenda e ritrovare la mia vita là dove l’ho lasciata 8 anni fa. per nulla facile perchè tanta acqua sotto i ponti è passata e tante cose forse troppe sono cambiate…sono cambiata pure io perchè da queste esperienze, come ben sapete, non se ne esce mai piu’ come prima

  • Meta, 18 Aprile 2023 @ 14:22

    @Molly se sta bene dove sta, buon per lui. Come dici tu non mi dovrebbe fare la differenza che sia felice o triste, purtroppo non mi è ancora indifferente. Ha fatto la sua scelta e se davvero vuole sistemare le cose a casa che lo faccia, magari riscoprendo l’amore per sua moglie e lo auguro soprattutto a lei che dopo 6 anni di tradimenti (prima di me ci sono state altre) non si meriterebbe altra sofferenza. Lei può non aver voluto sapere e scoprire di più ma il sospetto del tradimento credo sia anche peggio e più logorante. E per questo motivo trovo avvilente che mi abbia scritto che la scelta che ha fatto non sarà mai quella giusta e che ancora mi pensa sempre, che gli manco ed è ancora innamorato. Sappiamo tutti che non era amore, almeno abbia la decenza di tacere. @Elleelle hai ragione, probabilmente gli serviva solo nutrire l’ego e sapere che non l’ho dimenticato.

  • Molly, 18 Aprile 2023 @ 13:16

    @Meta non è andato oltre… Guarda queste parole le conosco benissimo, ma sono fasulle com’è fasullo il suo rientro in famiglia e com’è fasullo tutto quello che ti racconta!

    @Dispersa è una possibilità ma non l’unica. Se la consola saperlo triste senza di lei, che la pensi così. Ma che lui sia triste o felice ormai non è più un suo problema e soprattutto non ne ha alcuna certezza.

    E poi perché vorrebbe stare con una persona le cui parole sono tutte fasulle? Lo sono solo quando dice che sta bene lontano da lei. Difficile restare dove si sta PEGGIO.

    Se c’è gente che sceglie tra i mali minori, sceglie comunque il minore.

    Smettetela di voler sapere cosa vive una persona che non è con voi. Sembrano i discorsi delle mamme che “sanno tutto dei loro figli”. Però poi non sanno tante cose perché quelle cose si rifiutano di vederle, sono lontane dall’immagine idealizzata di quella persona.

    La cosa più saggia, dal mio punto di vista, è accettare che quella persona non sta più con voi e quello che fa, vive e desidera vi è ormai sconosciuto.

  • Ariel, 18 Aprile 2023 @ 11:39

    “ Spero ancora che si possa salvare. Era quello che forse volevo fare io. Le ho offerto il mio aiuto. Ma lei lo ha respinto. Occasione sprecata. Peggio per lei.”

    Ecco @Stefano esattamente è questo che ogni persona che porta in se la dipendenza affettiva esattamente questo resta lo scopo principale nella relazione affettiva
    Quello che si chiama

    “ IO TI SALVERÒ “

    Rifletti documentandoti molto su questo aspetto che Scienza ci spiega benissimo essere una caratteristica tipica del comportamento da presenza di dipe Affettiva.

    Questo è proprio su questo che occorre lavorare in terapia su dipendenza affettiva per superare il comportamento che in automatico viene spontaneo mettere in pratica a partire dal proprio pensiero

    Resta importante rendersene conto ,senza stare sul ring di nulla.
    Si percepisce nei tuoi commenti che sei un poco confduzionato da competizione tipica del condizionamento del MACHISMO e cioè per essere considerati uomini di valore occorre sempre precisare che NON SI È STATI sconfitti
    ,ma anzi il contrario

    Questo resta un automatismo arcaico di cui difficilmente ci si rende conto ,e sicuro non ti aiuta vedere le cose come fosse na competizione

    Il famoso DUE DI PICCHE. Di cui pure giustamente ci ha scritto e parlato il nostro @CaroAlessandro e che fa parte integrante del modus vivendi MACHISTA al italiana storia .

    Lo scrivo a beneficio tuo e di tutti gli uomini di buona stoffa e volontà ,e cioè non facile affatto anche per gli uomini distaccarsi da condizionamenti antichissimi e sempre presenti a tutt oggi.

    Così la sindrome dei crocerossine e crocerossina resta tipicissima di chi ha sviluppato il comportamento da dipendenza affettiva che tende infatti
    A NIN RIUSCIRE A STACCARSI DA NESSUNO partner
    Lo si conserva si sente dentro prevalere il senso di voler SALVARE O DI VOLER PROTEGGERE in qualsiasi modo i propri partners

    Tu pensa che ho avuto una relazione stracossi a con un uomo pessimo manipolatore negativo con aggravante del avere il vero disturbo del comportamento Narcisista e Borderline diagnosticato ,( troppo lungo raccontare come lo scoprii)

    Ecco che al epoca pure che dopo aver scoperto tutti i suoi inganni verso di me ,le vessazioni a cui mi sono prestata a sopportare a credere sempre che in fondo mi dicevo
    Poverino è malato come faccio a lasciarlo?

    Potrei aiutarlo potrei salvarlo in qualche modo!!!

    Mi ha salvata la TERAPIA A STECCA che feci per tutto il tempo necessario a scoprire il mio comportamento da dipendente affettiva e poterlo così superare veramente impegnandomi moltissimo in ogni sfumatura della mia nuova rinascita e vita nuova

    Occorre sempre essere vigili perché intuitivo capire che seppure curandosi in effetti concretamente si rinasce a nuova vita e a nuovo modo di comportarsi in vera autostima in equilibrio
    Si resta comunque vigili e cioè farsi “ il tagliando terapeuta “ ogni tanto fa solo che BENE!!

    Forza @Stefano curati e non vorrai più fare il
    “ io ti salverò “

  • Viovio, 18 Aprile 2023 @ 11:11

    @Elle
    Anche io ho fatto la stessa richiesta ma purtroppo per privacy è sempre stata negata. Confidiamo in un incontro nel weekend!
    Quoto tutto quello che ha scritto @Lia ed anche la tua risposta.
    La presa in giro è durissima da accettare, mi sono tormentata fino allo sfinimento perché trovavo incredibile un volta faccia simile da parte di una persona con cui avevo condiviso tanto (amici d’infanzia) e soprattutto con cui non c’erano obblighi: perché mentire così spudoratamente?
    Mi serviva una spiegazione logica a tutte quelle bugie e non tanto perché era rimasto con la moglie (quello posso capirlo) ma spacciarsi per una persona diversa dalla realtà solo per ottenere i propri scopi è aberrante.
    Detto ciò, credo che nessuno di questi personaggi se la passi bene.
    Ti farei vedere il mio ex come è conciato e i teatrini che esibisce nonostante siano passati quasi 3 anni.
    @ragazze/i bloccate tutto non devono raggiungervi nemmeno con uno squillo

  • Marten, 18 Aprile 2023 @ 10:38

    @Stefano “Semplicemente non ho mai pensato che l’amore potesse portare su un ring. Che una persona che dice di amarti potesse prenderti a cazzotti in quel modo.” esattamente… resta l’amarezza e la delusione, io che fino all’ultimo gli ho pure creduto perchè fino a prima di bloccarmi ovunque è sparire mi ha raccontato cavolate…ci sentiamo dopo dovevamo vederci la sera e svanito nel nulla ..Per questo è difficile elaborare il lutto perchè non mi capacito del modo, oltre che delle bugie…nemmeno un vis a vis per spiegarsi…nulla…poi quella lettera dopo un mese ma si puo’? ma come è possibile che una persona arrivi a tanto? Una lettera che non da diritto di replica e nel momento in cui ho risposto con una mail non avendo altro modo mi arriva la risposta della moglie…dovrei andare oltre ma la pochezza di quei due mi fa ancora arrabbiare e un po’ mi sono pentita di averle risposto in maniera fin troppo contenuta, ma alla fine mi fa pena, cosa dirle se non auguroni…tienitelo pure in regime di 41 bis tanto non ti salverai da un altro paio di corna…io pero’ anni luce lontano…

  • Marten, 18 Aprile 2023 @ 10:12

    @ Ale “Più dell’amor poté “quella è la porta” bravo ben detto e anche è tutto intestato alla moglie…due cuori e una capanna solo nei film poi lascia la vita agiata per ricominciare da capo dopo i 50 con una coetanea nemmeno benestante seeeeeeeeeeeeee siamo mica matti…la conclusione è abbastanza scontata…la noia arriverà presto l’importante è che bussi altrove

  • Dispersa, 18 Aprile 2023 @ 09:47

    @Meta non è andato oltre… Guarda queste parole le conosco benissimo, ma sono fasulle com’è fasullo il suo rientro in famiglia e com’è fasullo tutto quello che ti racconta!
    Ti auguro solo di trovare la tua serenità… Ma la tua di serenità!
    Ps. Se lui vorrà esserci ci sarà… Altrimenti sappi che doveva andare così, che non hai colpe e che non era la persona destinata a te!

  • Stefano, 18 Aprile 2023 @ 08:53

    @Lia
    “Questo è un lutto che va ugualmente elaborato ma senza spiegazioni, e con la persona ancora viva.
    A mio avviso può essere anche peggio di chi viene lasciato dopo anni di matrimonio dove l’amore e l’intesa ormai non sono più così vivi. La perdita avviene quando tutto è ancora vivissimo!”

    E’ esattamente così. Anche se per quanto mi riguarda è viva la persona, ma l’immagine che avevo, quello che pensavo fosse, è proprio come se fosse morta. Non c’è più. Resta la donna che non mi piace e della quale quindi non sono innamorato. Anzi, se parlassi con un amico e mi raccontasse quello che è successo a me, gli direi “ma come fai a non disprezzarla?”.

    “quando ho letto la metafora del ring ho percepito tutto il senso di sconfitta e di debolezza”

    Vorrei farti concentrare l’attenzione su un altro aspetto di quella metafora che è ancora più profondo per me. Ed è la delusione, il disincanto. Perchè sinceramente non mi sento sconfitto nè debole. Semplicemente non ho mai pensato che l’amore potesse portare su un ring. Che una persona che dice di amarti potesse prenderti a cazzotti in quel modo. Uno potrebbe dire “vabbè ma avrebbe dovuto farlo con il compagno per stare con te”. Infatti non lo ha fatto. E questa è la risposta definitiva ai miei dubbi che le esprimevo sui sentimenti verso di me e verso il suo compagno. La narrazione che ne ha fatto (amo te, non amo più lui) è stata l’opposto dei fatti. Sul ring ci ha portato me. Giù dalla torre ci ha buttato me. E questo mette la parola fine ai pensieri. Come ho spiegato invece per me il ring ha avuto un significato di vittoria e forza. Forza perchè non ho avuto paura di salirci ed affrontare la realtà di vederla con i guantoni, a viso aperto. Vittoria perchè l’ho guardata con lo sguardo di uomo innamorato fino all’ultimo mentre lei, senza la minima esitazione, sferrava i suoi colpi fino a vedermi cadere a terra. Ne esco con la consapevolezza di avere capito cosa vuol dire amare veramente, parole e fatti. E di aver capito che lei non riesce a farlo. Che per stare bene è in grado di mentire anche a se stessa. A parole e nei fatti. Figuriamoci agli altri. Spero ancora che si possa salvare. Era quello che forse volevo fare io. Le ho offerto il mio aiuto. Ma lei lo ha respinto. Occasione sprecata. Peggio per lei.

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 23:44

    Più dell’amor poté “quella è la porta”

  • Marten, 17 Aprile 2023 @ 22:49

    @ariel grazie dei suggerimento ci penserò alla terapia

  • Marten, 17 Aprile 2023 @ 22:45

    @sunflower si mi sento proprio in sintonia con te . Ho imparato molto da questa lunga esperienza di amantato . Uno che non sono fatta per queste relazioni troppo gelosa sono stata da cani per anni nella vana speranza di avere un futuro .. non pensavo di avere così poca autostima mo hs trascinato nel baratro ed io non sono stata capace di mettere un freno di andarmene… piangevo chiedevo che scegliesse ma in fondo non andavo mai vis e lui approfittava di questo . Ora si riparte ma ancora mi capacito poco di ciò che e’ accaduto mi sento così ingenua … ma ciò che segna insegna giusto ! ? Avanti tutta possiamo farcela e sicuro ne siamo uscite più forti di prima

  • Marten, 17 Aprile 2023 @ 22:36

    @elleelle parole sacrosante … bisogna riuscire a vederli per quello che sono

  • Marten, 17 Aprile 2023 @ 22:33

    @ metà dice così per tenersi lo spiraglio per la serie non ho sistemato tutto quindi forse torno . Non aspettarlo più mandalo a quel paese e’ difficile lo posso immaginare per questo mi auguro che il mio ex che ha scelto di sparire mantenga questo suo stato di marito pentito fino a che morte non li separi a 100 e passa anni per carità del male non auguro a nessuno

  • Meta, 17 Aprile 2023 @ 21:53

    @dispersa @piccola nemmeno noi ci eravamo mai promessi nulla, mi aveva già lasciato una volta ed era però tornato velocemente e come dici tu era stato bellissimo. In realtà siamo andati avanti mesi in perfetto equilibrio e mi dava molto più di prima, sembrava che lo stare lontano da me gli avesse fatto capire più su di noi. Poi appena mezzo scoperto dalla moglie ha piano piano modificato il suo comportamento fino alla chiusura in un modo terribile e in un momento pessimo per me. Poi sparito non ha mai orbitato o altro tranne per una serata di messaggi che avevo iniziato io dopo un paio di mesi. Quello che proprio non capisco è questo venirmi a dire che mi pensa etc etc senza però un cercare o volere nulla da me. Anzi dalle sue parole ho dedotto che per lui la storia è finita ed è andato oltre. Che senso ha avuto? Boh forse voleva solo una chiusura diversa. Comunque sia mi ha mandato totalmente in confusione.

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 20:19

    Quelli che piangono sono i peggiori coccodrilli

  • Dispersa, 17 Aprile 2023 @ 19:12

    @Meta noi in realtà non ci siamo mai promessi nulla, ma dopo essere stato scoperto dalla moglie ha fatto presto a chiudere con me come a tornare… Il primo ritorno è stato bellissimo (almeno lo vedevo così al tempo) e poi… Poi tutto si è trasformato in un continuo tira e molla.
    Nelle pause è sempre rimasto in orbita, ma più il tempo passava più mi dava per scontata… Tanto io c’ero (mia culpa ehh).
    Un paio di giorni fa ha fatto un tentativo di ritorno pensando di trovarmi bella pronta e disponibile… Ma ormai tutto è scemato, tutto così scontato e triste.
    @Meta se il tuo desiderio è che torni come uomo libero, non lasciargli alcun spiraglio aperto, chiudi tutti i canali… Deve toccare con mano che ti ha perso, altrimenti rischi solo che la Vs possibile storia si trasformi in un luogo e logorante amantato.

  • Piccola, 17 Aprile 2023 @ 18:53

    @Meta, io vivo questa pantomima da anni. Da quando è stato scoperto non mi ha più voluto vedere ma si ripresenta a piagnucolare dicendo che mi ama, che sta male, che devo aspettarlo, che è una merda e lo sa ma non ha scelta…e bla, bla. Ti capisco, meno loro.
    Comunque…non ci credevo, ma come docet Ale ” Tornano a rompere tutti”. Attenzione!

  • Ariel, 17 Aprile 2023 @ 17:45

    @Stefano saper amare se stessi in vero equilibrio di autostima è questo l’amore di cui parli??
    Se fosse così mai avresti accettato di passare tre anni dico tre anni insieme a una manipolatrice negativa!!
    Ti ricordo che saper amare

    Inizia da

    Saper amare se stessi senza ma o se
    E cioè sapersi SEPARARE DI FATTO IN TEMPI BREVI ,
    DA OGNI RELAZIONE CHE NON HA FUNZIONATO!!!

    se fai terapia imparerai ad AMARE
    Partendo da te stesso !
    Chi no capace di amare se stesso in equilibrio di autostima no capace di amare nessun altro!
    Fai terapia allora?
    Se ti curi impari ad amare sicuro!!

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 17:24

    come si reagisce a una cosa del genere? si manda a c/are e si blocca tutto. Non sarà un bugiardo ma cialtrone molto

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 17:22

    Queste persone non vanno mai fatte tornare. Se come adulti ne hanno fatte di ogni sorta, vuol dire che sono immaturi, inaffidabili, indecisi ed egoisti.
    Questi “ritorni” servono solo al loro ego, per capire se hanno ancora potere si di voi.

    E ricordatevi: vi hanno mollato per tornare con il coniuge, che non volevano lasciare. Amo te ma amo anche lei, sì certo come no! Ti penso ancora, sto male, ma ti volevo dire che però da casa mi muovo, ma sì caro che gentile a chiamarmi apposta per informarmi!

  • Meta, 17 Aprile 2023 @ 16:20

    @stefano @molly @Marten stando alle storie lette qui avevo ipotizzato che prima o poi si sarebbe rifatto vivo ma pensavo non così presto, ma la cosa che davvero mi lascia più perplessa è che non è stato nemmeno un cercare di riaprire la porta per rifarsi un giro di giostra. In quel caso sarei stata pronta a mandarlo a quel paese invece in realtà mi ha solo fatto sapere che si gli manco mi pensa ogni giorno, è ancora innamorato (buahhahaha) ma alla fine sta bene dove sta con il suo ritrovato matrimonio (che però dice di non avere sistemato) A che pro? Come si reagisce a una cosa così? Dovrei esserne indifferente e ho cercato di esserlo con lui, ma in realtà non sono ancora a quel punto. Il mio problema però ora è capire perché io ancora e dopotutto non riesca a vederlo per quello che è? Lo odio ma non riesco ad odiarlo. So che è un bugiardo eppure ho quasi creduto a quello che mi ha scritto. Continuo a vederlo per quello che pensavo che fosse e non per quello che si è dimostrato essere.

  • elleelle, 17 Aprile 2023 @ 16:07

    @Lia
    La spiegazione in moltissimi casi c’è ma è dura da accettare. In tanti casi si trattava di una persona che fondamentalmente valeva poco, impegnata a giochicchiare a casa e fuori.
    In nostro ego ci impedisce di accettarlo, per questo ci si trascina così a lungo.
    Se lasciamo da parte l’ego e incassiamo la batosta di vedere la mancanza di amore che credevamo ci fosse nell’altro, guariamo prima.
    Noi non siamo il coniuge vincitore perché il fedifrago è restato a cass, noi siamo la parte che ha perso e non ci dovrebbe essere un secondo round, men che meno nella nostra testa.
    L’ho sempre detto, quello che mi ha aiutato è stato proprio rendermi conto in un tempo brevissimo, pochi minuti, che lui mi aveva solo preso in giro. La spiegazione era finalmente davanti ai miei occhi e l’ho vista subito, non mi sono coperta gli occhi. Dopo ci si sta male il tempo fisiologico, nel mio caso un anno, ma poi basta.
    Io non ho più domande da fare, perché ho la certezza di quello che mi è successo e la certezza che non ci sarà mai un ritorno. Nel momento in cui ho capito che il tipo specifico di sifferenza che privavo era dovuto al fatto che è un narcisista, la mia porta sarà sempre chiusa.
    Dobbiamo aiutarci da soli, obbligando noi stessi a non rimuginare oltre il necessario, soprattutto se questo rimuginare nasconde una speranza.
    Io non ho mai sperato di tornare con un tale stronxo, per dire e questo è di grande aiuto.
    Dobbiamo concederci il grande regalo di smettere di soffrire, Lia ❤️

  • elleelle, 17 Aprile 2023 @ 15:21

    @Meta
    Queste persone non vanno mai fatte tornare. Se come adulti ne hanno fatte di ogni sorta, vuol dire che sono immaturi, inaffidabili, indecisi ed egoisti.
    Questi “ritorni” servono solo al loro ego, per capire se hanno ancora potere si di voi. Perché se non fosse così, si chiederebbero perché a voi dovrebbe interessare che vi pensano ma restano tranquilli a casina. Ve l’hanno già detto, se vi rispettassero si terrebbero dentro queste fisime e vi lascerebbero vivere.
    Ma la dipendenza affettiva sta anche qui, nel non bloccare, nel non lasciare andare, nel tenere sempre uno spiraglio aperto nel caso possano tornare.
    Grosso errore! Il 99% per cento delle volte tornano solo per darvi l’ennesima delusione. Bloccate tutto, adesso.
    E ricordatevi: vi hanno mollato per tornare con il coniuge, che non volevano lasciare. Amo te ma amo anche lei, sì certo come no! Ti penso ancora, sto male, ma ti volevo dire che però da casa mi muovo, ma sì caro che gentile a chiamarmi apposta per informarmi!
    Nonostante questo amore, sono ancora lì a pensare a voi, vi cercano, raccontano balle a voi e ai coniugi.
    Che brutta gente!

  • sunflower, 17 Aprile 2023 @ 15:12

    @ Marten sono d’accordo con te, a cosa servirebbe parlare di un ormai ex? se si è convinte che questo EX rimarrà tale e che la storia è finita a cosa servirebbe confessarlo al marito? per scaricarsi la coscienza? no secondo me bisogna convivere anche con i propri errori, casomai imparare dai propri errori, a me la lezione è servita è stata un batosta, mi ha frantumato ma mi ha reso anche più forte, più decisa e più sicura.
    Anche il mio matrimonio è sotto osservazione, vedo come va, tante cose stanno cambiando (e per fortuna) proprio perchè mi sono fatta sentire anche a costo di minacciare una mia “uscita” da sola chiaramente.

    @Stefano tu ti domandi come si fa a ricostruire con il coniuge dopo una relazione? il mondo non è in bianco o nero esistono varie sfumature di grigio, la vita insieme è anche un compromesso, che ovviamente deve essere accettabile ed equilibrato, il mio prima non lo era, accettavo e basta ora ho messo in chiaro e aver visto la pochezza che gira (parlo del mio ex) potrà sembrare strano ma mi ha fatto rivedere anche il mio matrimonio, che ripeto se le cose miglioreranno come sembra potrà continuare altrimenti ci faremo una riflessione sopra e decideremo di conseguenza.
    Non giudico chi sia dalla parte della ragione o del torto, chi confessa, chi ricostruisce, chi non ci riesce… il mondo è bello perchè è vario… e i nostri ex ci hanno fornito una “varietà” di bizzarrie e comportamenti allucinanti che appunto il nostro Alessandro ci ha scritto ottimi libri…. e speriamo che continui a illuminarci.

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 15:10

    Invito @tutti a non sottovalutare la condizione di chi ha toccato il cielo con un dito e dopo si ritrova a terra.
    Non sono situazioni da cui si esce con facilità.
    Si vive un trauma e si resta per molto dipendenti da quei ricordi.
    Dopo anni di coinvolgimento dove si spendono tutte le energie e le speranze su una persona che ci ha dato la felicità, arriva la botta, spesso improvvisa e inaspettata, che ci spiazza completamente.

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 15:09

    Questi cialtroni che vi dicono ti amo poi vengono scoperti e non solo vi abbandonano e si rimangiano tutto, ma dicono pure che sono innamorati della moglie pluritradita! Ma questi manco da single vanno bene, manco per la vostra peggior nemica

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 14:58

    Bene dai mi rassicuri

  • Leilei, 17 Aprile 2023 @ 14:45

    Titti io ti capisco, ho una patologia cronica che mio marito, a differenza del tuo, mi ha sempre fatto vivere come se io fossi un peso.
    Quando la malattia “dorme” faccio una vita normalissima. Ma quando si riacutizza ho bisogno di qualcuno che mi dia una mano per la gestione della casa.
    Se fossi ricca, potrei vivere anche da sola, pagando qualcuno che mi possa aiutare. Ma col mio stipendio non potrei permettermelo. E allora chiedo aiuto a marito e figlio, nonostante me lo facciano pesare.

  • Molly, 17 Aprile 2023 @ 14:25

    @Meta, la tua testimonianza è molto utile.

    Purtroppo hai capito nella maniera più dura la necessità di chiudere i ponti con la persona che ha scelto di non essere più nella tua vita o che non aveva scelto di esserci nella maniera che desideravi. Ora che la ferita è riaperta, fatti aiutare a rimarginarla e prendi le necessarie misure perché non venga più riaperta. Cerca di prenderti cura di te per costruirti un futuro sereno.

    Resto dell’idea che quando succede che non si desidera più condividere un progetto di vita va fatto anche con i coniugi con cui i rapporti devono continuare solo per la gestione dei figli, se ce ne sono, perché il ruolo di genitore non smetterà mai, ma vanno interrotti. Prima o poi anche altri lo capiranno, spero.

  • Ariel, 17 Aprile 2023 @ 13:09

    Mah il fatto che resti sulla coscienza di un soggetto che si è comportato davvero male da manipolazione negativa il pensare come scrivi tu Cara @Martens che a lui resti una qualche forma di coscienza
    Primo non deve più interessare cosa pensa o cosa farà dira e come reagirà lui ,ma se davvero vuoi superare tutto occorre che ti concentri su di te e soprattutto che fai un percorso di terapia soprattutto in tutti i casi dove per veramente troppo tempo di anni e anni si sono vissuti solo che relazione che non ha funzionato lasciando ferite mica da poco!

    Il fatto di pensare tout court che chi si comportato malissimo possa sentire una qualche rimorso o rimpianto resta una cosa che viene spontaneo pensarla come ogni vittima temporanea di abuso truffa emotiva su vita per anni e anni e anni.
    Resta naturale pensarci ,ma in realtà purtroppo un manipolatore/ce negativo che si comporta così per tanti anni non se te affatto rimorso o rimpianto non ha un livello di empatia sufficiente a sentirsi in colpa ,dove in questi casi il senso di co,la resta una naturale meccanismo che in persone equilibrate serve solo per darsi da fare a cambiare il proprio comportamento,come un incentivo a dirsi
    Okkei fino ad adesso ho vissuto così comportandomi in un modo x
    Da domani anzi da oggi mi rimbocco maniche e penso a me stessa ad esempio facendo la cosa che più serve scientifico e cioè terapia adeguata a fare come primo step il NO CONTACT

    Solo con professionista che ha esperienza su questi casi si può davvero riuscire a farlo e a progredire nel meglio per se stessi e per fare passo dopo passo terapeuta vere scelte di vita in vero equilibrio di autostima.

    Inutile quindi farsi i pensieri ,che pur se umanamente comprensibile,sti soggetti non sentono affatto rimorso o rimpianto
    Sta gente non si cura e ripete lo schema con altre prede tutte portatrici di vere dipendenze affettive

    Si cura la dipendenza affettiva e BISOGNA CURARSELA altrimenti di nuovo si ripete sempre lo stesso esperienza pure cambiando un partner.
    Documentati su queste realtà .ti aiuta sicuro nel ruo percorso per uscirne davvero dentro e fuori te stessa.

  • Viovio, 17 Aprile 2023 @ 12:57

    @Stefano
    Penso che le delusioni abbiano impatti diversi in base anche all’età.
    Sicuramente a 20 anni si reagisce in un modo, a 30 in un altro e a 50 in un altro ancora.
    Sei seguito da una terapeuta, prosegui nel percorso, i risultati si vedranno nel tempo e ci saranno come è successo a molte di noi!
    Sei una bella persona, sono convita che tua figlia abbia compreso perfettamente il tuo stato d’animo, infatti in diverse occasioni ti ha dimostrato la sua vicinanza oltre ad aver capito la situazione fra te e tua moglie.
    Ti abbraccio e non mollare!

  • Dispersa, 17 Aprile 2023 @ 12:51

    @Stefano allora da oggi ti chiameremo @Disperso!!
    Sicuramente hai bisogno di un supporto, ma è anche vero che il tuo essere ‘disperso’ è abbastanza normale.
    Portare la mente altrove fa bene, impegna il tuo tempo il più possibile ma nel contempo impara a creare dei momenti per pensare alla situazione, magari per farti un pianto, ma dovranno essere dei tempi scelti e dettati da te.
    Forza che se ne esce!

  • Lia, 17 Aprile 2023 @ 10:17

    Invito @tutti a non sottovalutare la condizione di chi ha toccato il cielo con un dito e dopo si ritrova a terra.
    Non sono situazioni da cui si esce con facilità.
    Si vive un trauma e si resta per molto dipendenti da quei ricordi.
    Dopo anni di coinvolgimento dove si spendono tutte le energie e le speranze su una persona che ci ha dato la felicità, arriva la botta, spesso improvvisa e inaspettata, che ci spiazza completamente.
    Dico una cosa impopolare. Un lutto, per quanto brutto sia, lo si riesce a spiegare e spesso, specie se alla fine di una malattia, può essere anche un sollievo per tutti. Brutto a dirsi ma è così.
    Questo è un lutto che va ugualmente elaborato ma senza spiegazioni, e con la persona ancora viva.
    A mio avviso può essere anche peggio di chi viene lasciato dopo anni di matrimonio dove l’amore e l’intesa ormai non sono più così vivi. La perdita avviene quando tutto è ancora vivissimo! Chi non c’è passato pensa che siano storie effimere, di solo piacere e senza spessore, ma non è così, almeno per uno dei due non lo è.
    Lo dimostrano le persone che scrivono ancora qui dopo anni, e quelle che ci ricascano ancora.
    Con questo voglio dire che non bisogna sottovalutare la propria condizione e che uscirne è un lavoro che va pianificato.
    Ogni giorno bisogna fare qualcosa per allontanarsi da quei pensieri.
    Concentrarsi su se stessi, cambiare le proprie abitudini, farsi aiutare da un professionista se occorre.
    La primissima cosa è la lontananza fisica dalla persona. In questo vostro periodo di guarigione non deve potervi contattare. La priorità adesso siete voi e il vostro recupero dalle macerie e nessuno deve interferire.
    @Stefano, quando ho letto la metafora del ring ho percepito tutto il senso di sconfitta e di debolezza.
    Ti posso mettere per iscritto che quando ne sarai fuori ti sentirai un leone, molto più forte di prima di conoscerla. Se non riesci da solo, fatti aiutare, ma focalizzati sulla tua rinascita. Il tuo tempo sprecato a starci male è ancora tempo che le stai regalando.

  • Marten, 17 Aprile 2023 @ 10:08

    @Meta scusa rispondo perchè ho sentito tutta la tua sofferenza e il tuo smarrimento…ho provato le stesse sensazioni… il mio ex dopo un anno che ci frequentavamo e’ stato beccato dalla moglie, mi ha mollato seduta stante dicendomi pure di essere innamorato di lei e di conseguenza non volerla lasciare…dopo 15 giorni è ricomparso ed io gli ho permesso di tornare nella mia vita dove è rimasto per altri 7 anni….è stato l’errore piu’ grosso della mia vita…ed ora dopo due mesi sto cercando di riprendere in mano la mia vita ed è difficile…sono persone egoriferite…tossiche terribili….veleno hai ragione. DEVONO restare dove sono…con le persone che perdonano loro qualsiasi scappatella o relazione duratura pur di avere il cartonato vicino o pur di salvare la facciata. Comprendo il perdono per un errore ma dopo la terza volta la moglie del mio ex deve avere l’autostima sotto la suola delle scarpe..la stessa che ho avuto io per permettere a quell’essere di comportarsi con me come si è comportato ora io sono libera da lui dal suo egoismo dal suo narcisismo e dal suo male di vivere…spero te ne liberi anche tu. Ps il mio almeno è sparito e ha cambiato tutti i numeri bene cosi…chi lo cerca poi…mah

  • Marten, 17 Aprile 2023 @ 09:59

    @Stefano non sentirti solo stanotte ho sognato che squillava il telefono e ho sentito distintamente la sua voce che mi diceva “heilà ciao come stai?”…mi sono svegliata di soprassalto…il pensiero c’è ogni volta che resto da sola…non possiamo cancellare la delusione e il dolore…comunque è un lutto, come ogni addio…poi tu hai fatto il passo che io non ho fatto perchè non mi fidavo piu’ di lui, troppo indeciso, troppe smentite, troppo di tutto. Mettere la parola fine alla tua coppia in cambio di nulla non è stata a mio avviso una bella mossa per quanto possa apprezzare la coerenza che io non ho avuto …forse ti saresti separato comunque a prescindere da lei o forse no …ora pero’ devi andare oltre sei single e quindi hai la possibilità di fare nuove conoscenze e, chissà, di crederci ancora…non mollare e se senti che sta crollando fatti aiutare mi raccomando. Io cerco di vedere il rovescio della medaglia, ho perso una persona che si è rivelata un bel buco dell’acqua, se penso a come mi ha lasciato e a come ne è uscito con la moglie…permettendole di leggere chat e mail cosi da essere lei a dover prendere in mano la situazione perchè lui non era in grado di affrontare nessuna delle due di sua iniziativa, insomma un uomo dai grandi attributi…bene che se lo tenga la signora…io lo vedo per cio’ che è anche se fa male..ma fa male il ricordo di una persona che forse è esistita solo nella mia testa.

  • Stefano, 17 Aprile 2023 @ 09:26

    @Meta
    Non giudicarti per quello che hai fatto e detto. Dopo è sempre così “se non avessi fatto, se non avessi detto”. Ma non è una partita a scacchi, non credo alle strategie. È andata e come vedi hai fatto un passo in più. Prima non l’avevi bloccato, ora lo hai fatto perché hai sentito che ti fa stare meglio. Quindi non stai ricominciando da capo, ma stai andando avanti. Un altro passo. E lui ha perso ulteriore appeal. Perché poi sono costretti a dire e fare cose che li fanno diventare grotteschi e perdono valore ai nostri occhi. Questa è la vera cura. Se hai letto la mia metafora del ring, concludo dicendoti che la nostra grande vittoria, anche se siamo andati KO, è di scoprire chi siamo, di che pasta siamo fatti rispetto a loro. Noi siamo capaci di amare veramente, loro no. E quando si ama non si combatte. Sanno solo recitare delle parti. E questo ci eleva ad un altro livello da dove possiamo guardarli anche con un po’ di pena. Meta, sei una grande donna proprio perché dimostri di saper amare. E anche soffrire per questo. E il nostro dono loro non se lo meritano. Io la sto aspettando al varco. Spero che riesca in qualche modo a contattarmi. Facendo fatica, così per me sarà più bello. Non ne ho paura. Non dobbiamo far sentire che abbiamo paura. E le dirò “io con te non voglio più combattere. Hai messo i guantoni? Stai nella tua vita fatta di ring”. Perché loro passeranno da un ring all’altro sempre combattendo per sentirsi forti. Io preferisco amare, baciando e abbracciando l’altro. Su un divano o dentro un letto. Vedrai che starai rapidamente meglio. Se vuoi io sono qui.

  • Stefano, 17 Aprile 2023 @ 08:57

    @Ale
    Grazie del tuo consiglio. In realtà sto molto meglio da un certo punto di vista e nel mio racconto la metafora del ring vuoto significa che ormai il combattimento è finito. Non c’è più nessuno. Né pugili, né arbitri né pubblico. E questo è un grande passo avanti. Resta la delusione profonda di essermi trovato su un ring con chi non avrei mai pensato. Ma se la persona che ami diventa un avversario, un nemico, se ha messo i guantoni contro di te vuol dire che la distanza è diventata quasi incolmabile. Solo un miracolo potrebbe riavvolgere il nastro. E potrebbe farlo solo lei. Ma non succederà.
    Il mio disagio ora è quello di scendere da quel ring, archiviare lo sbigottimento di quel KO, l’incredulità che possa essere successo, il disorientamento di non aver capito che lei non voleva nessun viaggio con me. Anzi ha deciso di escludermi dalla sua vita. Altro che organo vitale. Ero diventato un virus da debellare. Quello che mi lega ancora, è proprio la difficoltà di credere che possa essere veramente successo a lei, a noi. Ma sarebbe successa la stessa cosa al suo compagno e alla mia compagna. È lei ha scelto la vittima che avrebbe dovuto farsi carico di questa situazione. Perché pensa che io sia l’unico dei tre in grado di affrontarla. Inconsciamente forse tengo la porta socchiusa perché vorrei scoprire che quella persona che ho amato, e che in un certo senso amo ancora, fosse diversa. Di essermi sbagliato. Ma non sarà così. @Ale, il tempo passa. Gli effetti del KO stanno via via diminuendo e riesco a stare sempre meglio in piedi per poter finalmente scendere dal ring con le mie gambe e archiviare. In fondo sono passati pochi mesi e mi ritengo già a buon punto rispetto a chi ha dovuto aspettare anni. Io non lo farò. Perché su quel ring ho avuto il coraggio di salirci. E questo mi fa sentire forte. Perché io non ho perso. Semplicemente non l’ho voluta colpire, non ho voluto combattere. Perché a differenza sua, so amare. E questa è la mia vera vittoria e la sua vera sconfitta.

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 07:47

    Ci sei ancora dentro di brutto Stefano. Devi farti aiutare da un esperto da solo non ce la fai e io tuo concetto più ci picchio il naso più mi serve è il viatico per stare sempre peggio. E se superi un certo peggio non ti rialzi più da solo. Sfogarsi qui aiuta ma non basta.

  • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2023 @ 07:44

    Quando tornano …

    Come sto ora? Da schifo. Ha riaperto tutte le ferite. Devo ripartire da zero e ho annullato gli sforzi fatti. Mi sento anche sciocca nell’avergli dato informazioni su di me ed aver nuovamente nutrito il suo ego. Tutto questo per dirti che ha ragione @Ale bisogna bloccarli. E cds totale. Perché qualunque cosa ci dicano sono tossici per noi. Veleno puro.

  • Stefano, 17 Aprile 2023 @ 00:33

    @Viovio
    “Oggi come va?”

    Per usare il nickname di un’amica qui, direi “disperso”. Proverò a spiegarti con questo racconto/metafora con cui spero di farti immedesimare per quanto possibile.
    Sono in un ring dopo un KO e non c’è più nessuno. Solo silenzio e luci spente dopo anni di suoni e colori. Nemmeno lei, quella donna che si è trasformata dal tuo amore più grande al tuo avversario più determinato e che prima di andarsene ti ha colpito più volte sapendo che ti avrebbe messo KO. Lasciandoti lì a terra. Cerchi di rialzarti sfruttando il passare del tempo, ma la testa ti gira ancora. Quando ti alzi, barcolli. Reagisci. Ma nonostante tu faccia tante cose (oggi sono uscito con un gruppo di amici) e passi momenti divertenti e spensierati, poi ti accorgi che sei ancora sul ring, dove mai avresti immaginato che ti saresti trovato con davanti la donna che pensavi ti amasse pronta per stenderti. E quel pensiero, quel ricordo resta. E ritorna. Anche il lavoro e gli impegni non bastano a farti uscire da quel ring. Avere mia figlia invece cancella il dolore delle ferite e stai meglio. Ma sono lì. La cosa buona è che non stai più prendendo cazzotti e sai che da quel ring prima o poi scenderai. Ma resterà per sempre il ricordo, le sensazioni di quel finale inatteso di quella che pensavi fosse una storia d’amore. E queste sensazioni offuscano e offuscheranno tutte quelle belle provate prima. E l’oblio si avvicina. E ti sembra tutto così irreale, lontano.

  • Marten, 17 Aprile 2023 @ 00:27

    @stefano si mi sento sempre più lontana da quella situazione, alla fine credo che col tempo il modo in cui ha chiuso fare male più a lui che a me . Un comportamento così meschino può far soffrire chi lo subisce ingiustamente ma per breve tempo, resta sulla coscienza di chi lo ha compiuto . Verso mio marito invece a proposito di sensi di colpa devo dire non ne ho eravamo troppo lontani e ciascuno di noi pensava solo a se stesso … concorso di colpe avrei dovuto fermare prima il declino prima di far entrare qualcuno nella mia coppia, coppia che non sta insieme per convenienza o perché il sesso funziona bene … intanto siamo in prova e poi si vedrà . Questo ponte andiamo via solo io e lui ho insistito tanto perché prendesse ferie cosa che non vuole mai fare ma c’è necessità di parlare e stare insieme . Non ho alcuna intenzione di nominare il mio amante questo e’ un segreto che mi porterò nella tomba . Leggo di molte persone coerenti wow coraggiose io sono ferma al vecchio schema “da cielo mio marito !!! “ al vecchio e saggio consiglio “negare fino all’evidenza” . Beato chi ha un coniuge comprensivo mio marito farebbe le valige seduta stante .. poi forse tornerebbe perché ancora molto innamorato ma nel dubbio la coscienza non me la lavo aprendo il libro . Prosegue il mio percorso. Quell’essere spero di dimenticarlo ma sopratutto dimenticare come mi sono fatta abbindolare e condizionare dai suoi discorsi senza fatti . Capita non ricapiterà

  • Meta, 17 Aprile 2023 @ 00:04

    @stefano scrivo a te perché da quando sono qui è la storia che ho letto che più si avvicina alla mia. Dopo mesi di silenzio eccetto che per quel tristissimo messaggio di compleanno, due giorni fa mi ha scritto. Non lo avevo bloccato dato che non aveva dimostrato interesse nello scrivermi ma mi pento di non averlo fatto. Credo forse che vista la brutta chiusura ci potesse anche stare il bisogno di un confronto finale. Non so cosa mi aspettassi o se mi aspettassi qualcosa. La verità è che non ero pronta ne forse preparata ad averlo. Stavo andando avanti giorno dopo giorno barcamenandomi nel trovare un equilibrio. Mi ha scritto dicendomi che in quei giorni continuava a pensarmi e stava male. Il succo della conversazione che ne è nata è che è andato avanti ma che mi pensa ancora che non sta bene ma nemmeno peggio che tornasse indietro non vorrebbe arrivare al punto di dover fare la scelta di chiudere ma che trovandosi in quella situazione prob. lo rifarebbe. Ha lasciato intendere di essere ancora innamorato ma
    Ovviamente senza dirlo in maniera esplicita,che ha pensato varie volte di tornare da me ma non lo ha fatto e non lo farà. Nel mentre ha chiesto di me. Non sono entrata in dettagli ho semplicemente detto che giusta o meno la scelta di chiudere lo ha fatto nel modo e nel momento peggiore, che avevo fatto fatica ad accettare la cosa ma che pur non avendolo ancora dimenticato sono andata avanti. Ho sminuito il mio dolore ma sono cmq stata onesta. Come sto ora? Da schifo. Ha riaperto tutte le ferite. Devo ripartire da zero e ho annullato gli sforzi fatti. Mi sento anche sciocca nell’avergli dato informazioni su di me ed aver nuovamente nutrito il suo ego. Tutto questo per dirti che ha ragione @Ale bisogna bloccarli. E cds totale. Perché qualunque cosa ci dicano sono tossici per noi. Veleno puro.

  • Stefano, 16 Aprile 2023 @ 23:29

    @Titti, leggere i tuoi post, usando un termine di moda, è estremamente “inclusivo”. Mentre ti leggo vengo tirato dentro lo schermo del tuo film e sembra di essere lì, dentro la scena. Di sentirne le energie positive, le tue, e quelle del tuo ex-amante, negative, non pervenute. E vorrei rispondergli insieme a te, andare da lui, alleati contro queste anime aride, bugiarde e farle sentire quello che sono. E poi stessa cosa tu con me. Così si rendono conto di quello che sono stati in grado di fare, anzi di non fare. E forse riuscirebbero anche a vedere come battono i cuori, quelli veri. I nostri. Ho detto vedere, non capire. Questo sarebbe più complicato per loro e non so se avrebbero gli strumenti per farlo. E poi sedermi di fronte a te in un salotto davanti a uno Spritz a parlare. Prima ti ascolterei per poi dirti le mie parole. E fra le altre ti direi che non siamo noi a essere sbagliati. E lo squallore non è da noi, ma da loro. Per qualsiasi cosa, se vuoi sfogarti io sono qui e posso portarti la mia visione da uomo se la ritieni autorevole. Però poi dovrai essere disponibile a parti invertite di ascoltare i miei di sfoghi ahahahahah. Un grande abbraccio !!!

  • Viovio, 16 Aprile 2023 @ 20:06

    Caro @Stefano …. Ma come cavolo fai ad avere questa aplomb?!? Danne un po’ a me che in questo periodo ne avrei davvero bisogno!!!
    A me tua moglie non sembra un’illusa e nemmeno una povera vittima del sistema.
    Le hai detto che non la ami, non la sfiori da diversi anni, l’hai spronata ad uscire con altri uomini e vivete da coinquilini di comune accordo per ovviare a problemi logistici/economici, oltre a stare entrambi vicini a vs figlia. Siete riusciti a raggiungere un equilibrio che non è da tutti, quindi ritengo che questa donna sia molto intelligente, di conseguenza mi viene da dire ma illusa de che?!? Per una gita fuori porta insieme a vs figlia? Ma per favore dai…
    Oggi come va?

  • Viovio, 16 Aprile 2023 @ 19:55

    @Titti
    Spezzo il commento… il tuo ex fa schifo che più schifo non si può!Ricordo fosse un amico di infanzia, sotto questo aspetto abbiamo situazioni simili, per loro è stato semplice abbindolarci perché chissà da quanto tempo ci osservavano e hanno approfittato della fiducia costruita negli anni.

  • Viovio, 16 Aprile 2023 @ 19:50

    @Titti
    Io non ti biasimo per nulla, anzi!! Capisco molto bene la tua situazione e apprezzo la tua sincerità. Tutte ci siamo sentite sciocche ad aver creduto a certi uomini e quando ci siamo sentite dire “eh dovevi pensarci prima, se mentiva a sua moglie prima o poi avrebbe mentito anche a te” oppure “anche tu hai mentito a tuo marito e blablabla” l’unica cosa che mi viene da rispondere ora è un bel Vaff…(Ale perdona la parolaccia), ma a suo tempo, quando ero ancora in alto mare certe affermazioni mi facevano sentire ancora più stupida.
    Io non ho le tue problematiche ma ci sono cascata per le stesse motivazioni e come noi la maggior parte delle persone che scrivono qui.
    Tuo marito? Non mi fa pena per nulla, da quello che dici non e’ affatto una vittima ma ha sicuramente un tornaconto personale a restare dove si trova.
    Tradire è sbagliato e lo specifico prima di scatenare l’esercito dell’indignazione e della coerenza, ma a volte è inevitabile e le cause nascono nella coppia ufficiale, c’è sempre un concorso di colpa.
    Se penso a com’era mio marito anni fa non mi pento affatto di averlo tradito.
    Se guardo all’uomo che è diventato dopo tutta la tempesta che abbiamo attraversato, il tradimento non mi passa nemmeno per l’anticamera del cervello.
    @Titti ti mando un abbraccio fortissimo

  • Dispersa, 16 Aprile 2023 @ 19:43

    @Titti non sei agghiacciante… Ma semplicemente splendida!!
    Tra tutte le utenti sei stata una delle più forti e determinate.
    Scusa ma se in fondo il rapporto con tuo marito è sereno, cosa c’è di male? Se voi state bene, meglio per voi. I commenti di chi non capisce lasciano il tempo che trovano e ricorda che è meglio fare invidia che pena.
    Ps. Il tuo ex uno schifo.

  • Rinascita, 16 Aprile 2023 @ 19:42

    Titti per me lo squallore è solo del tuo ex amante. Rivoltante a dir poco! Per quanto riguarda tuo marito, qui dentro, ci sono innumerevoli esempi di coniugi che stanno insieme senza amore. La componente sessuale è centrale nel potersi considerare coppia. Siete un’altra cosa, una squadra che funziona bene. La tua disabilità non ha influito sulla passionalità che ti legava il tuo ex (quanto meno quella), che l’ha pure ricercata in seguito. Quindi tira su la tua autostima, come sei stata desiderabile per lui, puoi esserla per molti altri uomini. Aver trovato un miserabile non vuol dire che siano tutti così.

  • Nina, 16 Aprile 2023 @ 18:36

    @ariel ha assolutamente ragione sul dire la verità..il mio male non è l’ex amante, ma mio marito. Lo è perché sono IO che non ho il coraggio di andare via, perché so che x lui sarebbe devastante e anche perché con tutto quello che si può dire e pensare, ci sono famiglie/coppie che affogherebbero economicamente separandosi.

  • ads, 16 Aprile 2023 @ 18:07

    ho letto i commenti di @piccola e soprattutto @titti,
    voglio complimentarmi per la loro diamantina trasparenza, senza zone grige, e mi riferisco soprattutto al rapporto con il coniuge, che non si è trasformato in un cavaliere senza macchia solo perchè l’amante è evaporato, mi conforta sapere che non sono solo in questa situazione, se c’è stato un tradimento pluriennale, c’erano dei problemi gravi, in primis l’amore non c’era piu,si resta l’affetto, ma quello si puo’ provare anche per un animale domestico dopo anni..a volte leggendo qualche commento sembra che cosi di punto in bianco il nostro coniuge tradito ,rinsavisca, riemerga da un torpore, si sente respondabile un po’ dell’allontamento..ma dove..quindi mi conforta sapere che anche loro seppur vivono sotto lo stesso tetto hanno un opinione molto precisa del coniuge…e dalla parole non si evince grande stima..anche per me è lo stesso.
    …poi sul fatto che gli amici giudicano , purtroppo è cosi..e che spesso uno vuole anche confidarsi..ma io mi pento sempre perchè poi la gente si vuole elevare sul piedistallo a dispensare consigli e giudizi.

  • Luciana, 16 Aprile 2023 @ 17:24

    ciao @Titti. Nessun squallore ai miei occhi. Ti comprendo benissimo. Sei stata molto brava invece. Ti sei presa dei rischi, essendo per giunta in una condizione di vulnerabilita’ fisica. Non e’ sempre facile vivere da soli quando le condizioni economiche o di salute o tutte e due rendono la vita complicata. Io ne so qualcosa. So quanto ci si debba arrabattare quando si vive soli e ai tempi odierni per taluni la poverta’ e’ sempre dietro l’angolo.
    Un abbraccio

  • alessandro pellizzari, 16 Aprile 2023 @ 17:00

    Vedi io non ti biasimo. Non c’è truffa fra te e tuo marito. La truffa l’ha messa in piedi l’altro. La separazione non è per tutti ma in questo caso tutto sanno tutto, tutto sono volontari

  • Titti, 16 Aprile 2023 @ 15:15

    Ciao @piccola. Anche io come sapete sono rimasta a casa. Mio marito sa praticamente tutto e mi chiese a suo tempo, di restare. Aggiunse che anche se fossi andata via da sola,non avrebbe smesso di darmi una mano ( per via della mia disabilità), tanto valeva restare, aggiunse. Al mio ex per una questione di orgoglio e dignità lasciai credere che il mio matrimonio fosse rinato e lui da perfetto imbecille continua a crederci.Ovviamente così non è. Credo che lui mi abbia chiesto di restare per comodità, per facciata , per senso di responsabilità, per affetto . È più facile, economico e pratico aiutarmi tenendomi a casa, dove porto comunque il mio apporto organizzativo ed economico, con la casa e i ragazzi e lui ne viene fuori come un marito eroe. Ogni tanto mi concede una coccola un po’ più spinta, perché sa che mi fa stare bene, ma definirla sesso sarebbe azzardato. Era ed è completamente disinteressato all’argomento. Dall’esterno siamo una bellissima coppia, in realtà di amore non c’è traccia. Stiamo bene insieme, abbiamo interessi in comune, mi fa ridere e mi supporta, usciamo senza figli che ormai hanno i loro impegni , abbiamo progetti per il futuro. La potenza dell’amore l’ho conosciuta con il mio ex, la fusione totale di anima e corpo . Peccato che per lui fosse una truffa, che mi ha portato sull’orlo del precipizio. Sono pronta a leggere commenti agghiacciati sulla mia situazione, ne ho letti tanti in passato e scrivere è ancor più facile che parlare, ma io so cosa ho vissuto e cosa vivo. Che significa cercare di condurre una vita pseudonormale con un’autonomia ridotta. Voglio tenermi stretto il lavoro e non per soldi, la casa , i ragazzi. Solo l’ingenua che ero, poteva credere che il mio ex si sobbarcasse la mia patologia. Ero un’amante insospettabile, una volta si lasciò sfuggire che la moglie gelosa, con me era serena. Questo è stato e questo è. Anche io come te avrei voluto incontrare uomini forti, invece mio marito è un debole che mi ha sposata per chissà quale motivo ( ho anche pensato ad un’omosessualità latente, ma ha sempre negato), e il mio ex mi avrà vista come preda facile come effettivamente sono stata e insospettabile. Mi avrebbe salvata una maggiore autostima, ma parlare da “sani” è facile. Io vengo da un contesto familiare che un po’ ancora si vergogna di me e che non credeva ai propri occhi quando mi sono sposata con un uomo forte e sano ( e facoltoso, aggiungo). E con questa testimonianza vinco il premio squallore, lo so. @ale non censurarmi per favore. Io sono questa e me ne assumo le conseguenze.

  • alessandro pellizzari, 16 Aprile 2023 @ 14:24

    Gli amici vanno coinvolti fino a un certo punto. Per sfogo all’inizio per non sentirsi soli ma molto non capiscono. In ogni caso e usare tempo libero per parlare degli ex. Tossico

  • Piccola, 16 Aprile 2023 @ 14:16

    @Stefano non sentirti toccare dalle esternazioni di chi non sa. Solo chi ha vissuto queste storie può capire, gli altri giudicano. Lo hanno fatto anche le mie care amiche con me, generalizzando su comportamenti e riducendo il tutto a qualcosa di effimero e fisico. Io trovo che tu sia uno dei pochi uomini coerenti con se stesso. Differente l’uomo di cui mi sono innamorata io. In questi due anni sono rimasta a casa e la mia vita con mio marito è identica a prima. C’è stato un piccolo riavvicinamento ma i problemi sono tanti e lui non vuole vederli e non vuol toccare l’argomento. Non è una persona cattiva ma è presa da sé e dal suo lavoro, ha una mentalità che lo porta ad avere degli atteggiamenti stereotipati che non mi fanno vivere serena. Lo dico a te e a tutti, io per adesso non riuscirei a rompere la mia famiglia, non ne sarei in grado psicologicamente, per la mia storia personale e per i miei figli. Non so se tra qualche anno prenderò una decisione diversa. Ora ho trovato un piccolo equilibrio che due giorni fa è stato minato nuovamente da lui. Ero convinta di star bene, invece dentro di me si sono attivati tutti i pensieri che avevo spento. Avrei avuto bisogno di confrontarmi con un uomo forte come te, invece mi ritrovo sempre di fronte a bambini egoisti che non si assumono le proprie responsabilità. È difficile crescere.

  • Ariel, 16 Aprile 2023 @ 13:27

    Lina, 16 Aprile 2023 @ 09:09Rispondi
    Cara@Lina
    PURO ORO COLATO!!!!

    Esatto!!!!!

    Quando si continua a mettere in pratica la bugia di omissione evidement si ha una PAURA NERA di essere

    “NUOVAMENTE RIFIUTATI”

    lo ho virgolettato perchè questa frase contiene una chiave per aprirsi la porta della conoscenza e consapevolezza del meccanismo
    Della Dipendenza affettiva!,,

    Infatti questi casi in cui si fa ritorno a testa bassa ,è bassa cosa?
    La propria autostima!
    Ci si sente
    INADEGUATI ,IMMERITEVOLI DI ESSERE AMATI ,SENSO DI COLPA ALLE STELLE

    Tutto resta MEJO DI GNIENTE

    Almeno il o la partner all’atto pratico concreto

    NON CI HA RIFIUTATO AL 100/100……
    E pure se legame tutto sbilanciato difettosa dinamica

    Ritorno a ovile NON LO SI FA per convenienza pratica ,o convenienza economica
    O convenienza di immaginerà social/ religiosa

    No LO SI FA DA EQX AMANTE RIFIUTATA O RIFIUTATO
    Così difficile staccarsi da partner
    Che infatti non si è riuscito a spiegarsi in anni al plurale

    Il tempo spSEGNA LA LINEA DI DEMARCAZIONE TRA RELAZIONE TOSSICA da lieve a più consistente

    Cosiche non soltanto il caso di @Stefano presenta la costante bugia di Omissione verso il Ritorno a ovile che almeno lei o lui tanto prima criticato
    Nella ottica della dipendenza affettiva resta

    ULTIMA SPIAGGIA IN CUI SI PENSA,ERRONEAMENTE DI TROVARE UNA SOLUZIONE AL PROPRIO DISAGIO/DOLORE INTERIORE

    DEL “ESSERE STATI RIFIUTATI COME ESSERI DA RISPETTARSI NEL DIRITTO DI ESSERE AMATI”….

    Ecco come mai PERSISTONO LE BUGIE DI OMISSIONE

    Che chiaramente NUOCIONO A TUTTI
    A se stessi che ci si illude di potersi nascondere dietro un dito……

    Ai partners INGANNATI ANCORA DOPO ANNI DI CORNA ANCORA RITORNO A TE PARNER CHE NON MI VAI BENE
    MA PERÒ MI VAI BENE LO STESSO

    SONO DISPOSTAO O DISPOSTA ,A RIVALUTARE TUTTO

    PUR DI ……

    NON VENIRE RIFIUTATA ANCORA

    MA QUESTO ANCORA SI RIFERISCE ED È DA CERCARSI TERAPEUTICAMENTE in tempi molto lontano nella promo sistema di attaccamento affettivo

    Per riuscire A decidersi cosa fare anche qui finché esiste la dipendenza affettiva che sta dimostrata già la sua esistenza dal fatto concreto che da ANNI nessuna relazione affettiva con partner ha funzionato
    Ne con marito o moglie che si è tradito proprio perché sofferenti

    Ne con amante che ci ha rifiutato illudendoci

    E chi si è adattato a vivere così necessità sicuro di un vero percorso attivo terapeutico mirato a relazioni tossiche

    Non si può certo pretendere che il soggetto dipendente affettivo /a possa da solo o sola scegliere liberamente di aprirsi in verità realtà verso partner

    Occorre curarsi la dipendenza affettiva,allora sicuro si riesce a scegliere in piena libertà cosa fare
    Separarsi ad esempio
    Oppure se si vuole restare parlarsi chiaro
    No possibile FARE GLI STRUZZI NO FUNZIONA MAI

    DA STRUZZI POI SI DIVIENE INEVITABILI STR….,MA CON FINALE DIVERSO !,

    Ah ah ah

    Un abbraccio corale forza Gente curatevi a stecca luminosa che è unico modo per superare qualsiasi difficoltà!!!

    Benvenuta @Lina e grazie per tuo commento azzeccatissimo!

  • Stefano, 16 Aprile 2023 @ 13:12

    @Lina
    “lei ha scelto di rimanere in un matrimonio col marito che non la ama piu’ ma che resta e si fa consolare.”

    Forse non leggi bene quello che scrivo. In casa mia nessuno consola nessuno. Non ci baciamo, non ci abbracciamo, non facciamo sesso, non parliamo di progetti. Mi sono già mosso per cercare casa e lei lo sa. A lei va bene così, la mia presenza per lei è sufficiente a farla “stare bene” sapendo che non la amo più, che non ci sono più, che da un giorno all’altro potrei non essere più in casa. Se avesse voluto riaccendere il sentimento avrebbe provato a fare a qualcosa che non ha fatto. Sai chi è l’unica che consoliamo: nostra figlia. Confessare? L’ho già detto. Lo farei, ci ho pensato mille volte. Molti mi hanno dissuaso dal farlo. Qualcuno, compresa la psicologa, mi ha detto che sarebbe un atto egoistico per pulirmi la coscienza senza vantaggi e solo svantaggi e sofferenza per gli altri. Di prendere tempo e vedere cosa succede. Vantaggi rispetto ad ora? Nessuno se non la mia coscienza pulita. Non penso che per la mia compagna ci sia un vantaggio rispetto alla situazione attuale a meno che non voglia io riprovare e allora dovrei farlo a carte scoperte per essere sullo stesso piano e onesto. Altrimenti mi sentirei falso come lo sono tutti quelli di cui tu non parli, in primis la mia ex-amante che fa la mogliettina amorevole e felice, la coppia affiatata (non ti dico le risposte alla loro foto social di complimenti “siete bellissimi” … Io mi sotterrerei e non pubblicherei più nessuna foto!!! Ma ognuno è a suo modo) Svantaggi? Sofferenza per la mia compagna, sofferenza per mia figlia, bomba nucleare nel nostro giro, probabili conseguenze sulla famiglia della mia ex per i quali se fossi di là mi odierei per sempre, disagi per tutti di gestione in una situazione di difficoltà economica per trovare rapidamente una sistemazione. Vuoi che vado avanti o sei abbastanza grande da immaginarli da sola? Non capisco di cosa stai facendo la paladina. Rivolgiti ai mariti e alle mogli false non a me per favore che per essere coerente con una che mi ha preso per i fondelli (una donna) ho buttato tutto alle ortiche e sono in mezzo alle macerie. Vorresti la mia punizione, vedermi soffrire ulteriormente? Penso di essermi già punito abbastanza da solo.

  • Rinascita, 16 Aprile 2023 @ 13:05

    Lina sbagli su un passaggio fondamentale. I nostri ex tornano dicendoci che ci amano e quindi si’ ci illudono e provocano dolore. Stefano non intorta la moglie dicendole che l’ama.
    Se il mio ex tornasse dicendo “non ti amo più”, starei lì’ ad illudermi? Per che cosa? Non mi ama, punto. Che poi stia con la moglie o con chiunque altra, non importa, perché non ci sarebbe più il sentimento ed ogni suo ulteriore rapporto sarebbe irrilevante.
    È così semplice la differenza che mi stupisco di come tu possa trovare cavilli per avere da ridire ed anche con un certo piglio (sei cugina di Molly?)
    Insomma per te la differenza la fa il tradimento, sul venire meno del sentimento si può bypassare.
    Mi sembra una visione stile moglie tradita….. anche se dici che non la sei.
    Apriti pure, sei in anonimato.
    Se sei venuta a bacchettare sterilmente gli amanti, fai pure!

  • Ariel, 16 Aprile 2023 @ 11:52

    @Stefano e tutti i casi simili al suo

    “Solo il completo di stacco e il Codice del silenzio garantiscono il distacco e la rinascita. E se non ci si riesce occorre chiedere aiuti a un esperto. Collezionare pistole fumanti che provano che l’ex ha barato in amore è tossico. Ne bastano una o due”

    Esattamente @CaroAlessandro come tu stesso puoi constatare NON basta di certo LO SFOGO AD OLTRANZA ,che ben inteso sia sempre il benvenuto anche qui ,ma vedi @Stefano e tutti i casi simili al tuo e per simili intendo quei soggetti che HANNO STAZIONATO ANNI in vere relazioni TOSSICHE

    Che ANCORA OGGI RESTANO IN CONTATTO CON EX ,GLI STESSI EX O MEGLIO PSEUDO EX nel momento in cui qui si va a scrivere riportandone notiziole a 360 gradi

    Il VERO CDS O NO CONTACT CHE È LO STESSO PREVEDE ZERO COMUNICAZIONE
    ZERO CONTATTO
    ZERO ASCOLTO DIPELLA VOX POPULI del passante che passava di lì per caso e guarda un poco ha fatto sapere a tizia o caio
    Che QUANTO AMMMMMMMORE ANCORA SIA EX TOSSICO A STECCA INNAMORATO A STECCHIASSIMA DI EX AMANTE???

    Quando SI DIVIENE VERE E VERI EX????????????

    SOLO CON INTERVENTO PSICOTERAPEUTA IN VERO SCIENTIFICO NO CONTACT!!!
    Altrimenti perdete davvero tempo INUTILMENTE A PIANGERSI ADDOSSO A RECRIMINARE QUESTO O QUELO
    A REGGERSI A VICENDA IL MOCCOLONE DEGLI SFIGATI IN RELAZIONI TOSSICHE DOUBLE FACE!

    E cioè senza riuscire a STACCARSI DA NESSUNO
    ne da pseudo ex ,pseudo perché ci si tiene informati ,
    Non si fa nessuna terapia di sostegno adeguata al NO CONTACT TOTALE

    Non venite a dire che ogni caso è a se

    No il NO CONTACT RESTA UNO E UNO SOLO
    E quindi gioco forza occorre obbligatorio staccare tutto
    Chi ci lavora molli il lavoro e se ne cerchi n’altro

    Non venite a dire eh ma difficile perché dovrei proprio io la povera vittima allontanarmi???

    Tutti questoi interrogativi vanno SEMPRE AFFRONTATI CON TERAPEUTA SPECIALIZZATO in questo PERCORSO DI NO CONTACT

    No deroghe

    La dipendenza affettiva è na droga
    E per superarla NO DEREGHE NO SCONTI
    È DROGA NEL PROPRIO CERVELLO VA SUPERATA COM METODO E PRECISIONE .

    Altrimenti veramente diviene UN CIRCOLO CHIUSO
    DEI POVERE VITTIMINE SFIGATISSIMI CHE SI LAMENTANO GIUSTAMENTE,SICURO,MA CHE IN REALTÀ NO FANNO UNICA COSA DA FARSI CHE SICURO SE LA SI FA SERIAMENTE E CON COSTANZA

    SERVE AL 100/100

    Coraggio ,quindi
    Chi ancora qui scrive come se ne avesse notiziò la e ancora qui ne parla !,,,,,,,

    È un segnale che OCCORRE IL NO CONTACT FATTO DA ESPERTO !

    Bonjour
    Inutili lamenti a stecca se no esiste il no contact fatto seguito da un professionista che ne ha esperienza professionale

  • Cri28, 16 Aprile 2023 @ 10:48

    Stefano, quello che intendo dirti è che tu non avevi ragioni per sopportare gli aspetti negativi e i compromessi di un rapporto tra amanti e sopportare i limiti di questa donna. Con la tua compagna, sei riuscito a gestire una fase di separazione in modo tranquillo, conservando il rapporto con tua figlia e senza dover affrontare problemi economici. Ora forse ti sembra di avere perso tutto, ma in realtà tu, come tutte le persone che hanno fatto chiarezza, sei in condizione di poter fare delle scelte in modo libero, puoi proseguire nella ricerca di un rapporto d’amore che corrisponda a ciò che desideri senza essere vincolato a un rapporto problematico e costretto a fartelo andare bene. Potrai cercare un’altra casa o restare con la tua compagna, ma libero, solo se sentirai di volerlo e di avere nuovi sentimenti per lei.
    Io non sono infelice, mi piace anche il rapporto che si crea tra amanti, ma è un compromesso che ho accettato perché so di avere degli irrisolti, che tu non hai.

  • Stefano, 16 Aprile 2023 @ 09:33

    @Piccola
    Che tristezza queste recite!!! Dopo 2 anni!!! Queste sono solo persone che vogliono sentirsi bene con il loro harem di donne o uomini che amano sentir legati a loro. Persone che hanno dei problemi e che non saranno mai felici, gli mancherà sempre qualcosa. Che stiano nel loro mondo mediocre. Noi abbiamo altre vite da vivere, ma piene.
    Tu cosa hai fatto nel frattempo in questi due anni? Cone stai adesso?

  • Lina, 16 Aprile 2023 @ 09:09

    Certo @rinascita, come no. La moglie non e’ prigioniera..perche’ ha scelto liberamente di stare con un uomo che le ha detto “amo un’altra”, vero? Ah no, non le ha detto cosi. Infatti sta con un uomo che le ha detto una parziale verita’, perche’ la totale, probabilmente lo avrebbe visto fuori di casa.
    Quindi, stiamo dicendo che gli amanti non devono piu’ tornare per non illudere e non far star male (cosa che ritengo giustissima), non illudere chi si e’ sentito preso per il naso mille volte e umiliato altrettante e anche lui nin e’ prigioniero e costretto.. ma la moglie di Stefano no.. lei ha scelto di rimanere in un matrimonio col marito che non la ama piu’ ma che resta e si fa consolare.Sono segnali discordanti nella testa di una persona che soffre e spera…sono sposati da vent’anni. Chi soffre e’ piu’ debole.. La moglie deve essere razionale, l’amante invece deve essere protetta dai ritorni del cialtrone . Perche’ la sua emotivita’ e’ diversa da quella della moglie e le sue illusioni pure..Faccio fatica a capire. Ah, per la cronaca non sono una moglie tradita, cosi non inizio a sentirmi etichettata da subito perche’ vorrei che stefano uscisse di casa. Stefano deve uscire di casa per se stesso e per la moglie.

  • alessandro pellizzari, 16 Aprile 2023 @ 08:51

    Bloccarle, sfuggire non farà altro che lasciare tutto aperto e trascinare.

    Invece è esattamente il contrario. Solo il completo di stacco e il Codice del silenzio garantiscono il distacco e la rinascita. E se non ci si riesce occorre chiedere aiuti a un esperto. Collezionare pistole fumanti che provano che l’ex ha barato in amore è tossico. Ne bastano una o due

  • Stefano, 16 Aprile 2023 @ 02:22

    @Marten
    “speriamo passi in fretta .. ho dei momenti di down pazzeschi”

    Ti capisco!! Purtroppo non passerà in fretta ma sappi che ogni dolore, ogni sofferenza servirà per superare il tutto. Bloccarle, sfuggire non farà altro che lasciare tutto aperto e trascinare. Io ho passato momenti pesantissimi e delusioni continue. Ma che non ho voluto evitare. Anzi le ho volute affrontare. Ogni volta era una pugnalata. Durava qualche ora ma quella dopo durava sempre meno. E oggi le cose iniziano a scivolarmi addosso. Mi sto dimenticando di lei, la sto rimuovendo piano piano. Non dico che sto bene perché non ci starò per tanto tempo. Ma i pensieri stanno cambiando. E ti senti più distante. Devi avere pazienza. Scrivi e condividi. Io come hai visto ho scritto tanto e letto. È stato molto utile.

  • Stefano, 16 Aprile 2023 @ 01:59

    @Cri28
    “tu hai ottimi motivi per non accettare compromessi e non rinunciare a ciò che desideri; nessun amore merita una rinuncia così. Stai tranquillo e non farti venire dubbi”

    Grazie, ma non ho capito esattamente cosa intendi ahahahahaha. Aiutami a capire 🙂 😉

  • Stefano, 16 Aprile 2023 @ 01:56

    @Rinascita
    Siamo spesso sulla stessa lunghezza d’onda. A te almeno dice che ti ama ancora ed è ingabbiato. A me nemmeno questo ahahahah.
    Anzi l’amore folle, tutto quello che mi ha detto è sfumato verticalmente in poche settimane. È diventato “con te ho provato sensazioni nuove, ma non ho mai detto che prima non stavo bene. E sono cambiata”. Sono cambiata? Non ci potevo credere!!! Che frase profonda!!! Vabbè, non ripeto per l’ennesima volta tutta la serie di parole e di comportamenti che mi hanno ferito in questi 5 mesi e il contrasto con quelle dei mesi precedenti. La lascio al suo “amore” ritrovato con il compagno che durante una discussione le ha detto parole allucinanti e offensive che qui non posso ripetere. Che stile!!! Come le ho scritto nel biglietto dell’8 marzo “Buona fortuna”. Io sono lo stesso di sempre e so chi sono. E oggi ne sono ancora più consapevole

  • Marten, 15 Aprile 2023 @ 23:53

    @piccola … non ci credo ma con che coraggio si ripropone dopo due anni? … veramente non c’è mai fine al peggio …

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 22:07

    @Dispersa
    “non escludo che a distanza di mesi, quando tutto si sarà riassettato, lei non possa tornare a bussare alla tua porta… ed è su questo che ti devi concentrare e cioè a non farla mai più rientrare nella tua vita.”

    Non penso succederà. Comunque io fra qualche mese non sarò più qui ad aspettarla. Il tempo sta già scadendo. Anzi forse è già scaduto. Le cose viste non si cancellano con un ritorno. Ed è cambiato tutto. Quella magia è stata definitivamente rovinata. L’unico scenario possibile sarebbe ricominciare da zero, ma con presupposti diversi, ma non so se funzionerebbe ancora. Io credo proprio che il vaso sia stato rotto. Lei lo ha rotto, sapendolo. Sapeva cosa rischiava ma mi sembra non si sia fermata. Non l’aveva fatto nemmeno le altre volte perché io avrei potuto non farla tornare più. E questo timore la portava a risentirci in breve tempo. Iniziava a mandare segnali già dopo 3/4 giorni. Questa volta ha fatto passare mesi durante i quali non ha usato il tempo per metabolizzare la perdita del “grande amore” ed eventualmente ripartire. Colpo di spugna ed è ripartita in pochi giorni. Ma forse non è ripartita. È solo andata avanti, semplicemente togliendo il “disturbo” che noi eravamo diventati. E oggi i motivi sono evidenti. E questo dice molto su quanto fossi importante.

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 20:36

    @Love
    Grazie, ora ho capito meglio il tuo pensiero e lo condivido. A quanto tempo fa risale la fine della tua relazione? Com’è andata dopo? Come stai? Magari ne hai già parlato ma io non ricordo di averlo letto.

  • Rinascita, 15 Aprile 2023 @ 20:35

    Stefano ho scritto l’altro post senza avere ancora letto l’ultimo tuo. Anch’io sono convinta che nessuno, neppure un figlio, debba guidare o condizionare le scelte sentimentali di un genitore. La libertà che cerco di insegnare a mia figlia è quella che esigo per me. Conosco una coppia di separati in cui la moglie aveva enormi resistenze (a volerle degradare così) che i figli potessero frequentare una nuova compagna del padre. Sono passati pochi mesi, il padre già convive con la nuova compagna (ex amante) ed è ora la moglie a richiedere che i ragazzi trascorrano più tempo con la nuova coppia perché sono i figli a richiederlo. Questo nostro modo di pensare non è però la logica comune, i figli ma anche le famiglie di origine la fanno da padroni. Mi sembra che li fuori ci sia un mondo di burattini alla mercé’ del volere degli altri, incapaci di vivere per se’, per le loro emozioni, in sintonia piena con se’ stessi. Sicuramente non eravamo noi quelli in grado di trascinarli fuori e ti dico la verità non ho mai avuto la minima intenzione di convincere nessuno ed infatti non l’ho fatto. Se fossero stati bene dov’erano però non avrebbero avuto l’amante. Questo è un dato oggettivo. Il mio ex spertica ai quattro venti che ama solo me, che è ingabbiato in una situazione dalla quale non riesce ad uscire. Si riempie la vita di cose ed impegni. La sua ambizione è di stare il meno possibile a casa. Eppure li’ resta! È come dice Marcelle appartengono a logiche e luoghi comuni che non ci appartengono.

  • Piccola, 15 Aprile 2023 @ 20:27

    @Stefano sono assolutamente d’accordo con te. Capisco la delusione e lo sdegno quando hai visto lei baciare affettuosamente il marito. Anch’io ero in casa quando mi sono innamorata di un altro, ma cercavo di non avere contatti con mio marito, evitato di uscire con lui, dormivo sola, mi dedicavo ai ragazzi. Lui , scoperto, ha invece cominciato a recitare la parte del marito perfetto e non mi ha più voluto vedere. Ieri mi ha scritto nuovamente, non lo ha fatto per 2 anni, affermando che i suoi sentimenti per me sono sempre vivi e questo gli permette di aspettarmi. Ma aspettarmi per dove? E questi sentimenti che dice di avere per me li coltiva amoreggiando con la moglie? Nessuno gli ha chiesto nulla , trovo il suo comportamento infantile. Gli basta sognare? Perché dirmelo? La gente sta male.

  • Cri28, 15 Aprile 2023 @ 20:11

    Stefano, io preferisco non parlare di amore, perché l’amore esige coerenza e io non ce l’ho, come non ce l’ha il mio amante. Il rapporto con mio marito ha dei problemi e non c’è nulla da ricostruire, perché mancano delle cose essenziali per essere una coppia e non le posso creare, ma non ne soffro. Ognuno di noi ha la sua vita e fa le sue scelte in base ai propri motivi, tu hai ottimi motivi per non accettare compromessi e non rinunciare a ciò che desideri; nessun amore merita una rinuncia così. Stai tranquillo e non farti venire dubbi.

  • Rinascita, 15 Aprile 2023 @ 19:17

    Stefano, se può aiutarti la mia esperienza, io nella comunicazione con mia figlia circa la situazione mi sono fatta aiutare da una psicoterapeuta che si occupa di adolescenti. L’indicazione è stata di rispondere alle domande (quindi su sua richiesta) con trasparenza e verità, naturalmente edulcorata ed adeguata alla sua età. Quindi alla fatidica domanda “ami il papà”? Le ho risposto: che ho stima di lui, che dopo tanti anni l’amore non c’è più ma gli voglio molto bene. In altri frangenti, le ho anche fatto capire che sono sua mamma ma sono anche una donna, che possiamo confrontarci su tutto quello che riguarda il nostro rapporto ma ho anche un mio privato su cui non sono consentite intromissioni. I figli vogliono vedere sicurezza, punti di riferimento anche se gli argomenti sono scomodi. Se ci si autorizza rispetto alle proprie condotte, se per primi le sentiamo come giuste anche a loro passa un messaggio corretto, rassicurante.

  • Marten, 15 Aprile 2023 @ 19:06

    @stefano speriamo passi in fretta .. ho dei momenti di down pazzeschi ..

  • ads, 15 Aprile 2023 @ 19:06

    Allora ho ragione quando scrivo che spesso ad alcuni coniugi dell’amore non importa proprio nulla. Basta che si resti a casa! Basta che non si abbia l’amante. Poi se non ci si ama più, pace!esatto.
    ..qualche giorno fa mia moglie mi ha chiesto se avessi un altra, un amante, non è stata mai diretta cosi.
    non me lo chiedeva quando uscivo 3 sere a settimana, che sempre al telefono, non rispondevo , non stavo quasi mai a casa..e sapete perchè ora me l’ha chiesto perchè a mio avviso ora ha notato che mi è completamente invisibile

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 18:37

    @Cri28
    “ci siamo detti non sono che non avremmo lasciato la famiglia, ma anche che c’era affetto verso di loro.”

    Anche noi abbiamo sempre dichiarato di voler bene ai nostri partner perché è così. La mia compagna è tutt’altro che una persona spiacevole e come ho già detto ha tanti pregi: è intelligente, indipendente, buona, disponibile, ragionevole. Anche il suo compagno è un buon papà ma ha avuto comportamenti e parole violente e irrispettose nei suoi confronti che avrebbero solo per questo giustificato le valigie sulla porta. Ma lei gli ha sempre perdonato tutto perché poi faceva il pentito bastonato, chiedeva scusa, diceva che aveva bisogno di lei, che era solo, eccetera. E lei si addolciva e tornava a coccolarselo.
    Capisco il vostro compromesso e può starci. Ma se vi amate, pur avendo affetto verso i partner, non penso amiate anche loro. E questo immagino determini comportamenti diversi fra voi amanti e con i partner. Affettuosità di un certo tipo non saranno all’ordine del giorno a casa e in mezzo alla gente perché credo che vadano oltre al vostro essere d’accordo di non separare le famiglie. Magari mi sbaglio. Io avrei accettato questa differenza. Ma come si è dimostrato nel dopo, nel mio caso sottotraccia tutto andava avanti da coppietta. E questo a me non andava bene naturalmente.
    Poi secondo me quando l’amore è forte, alla fine trovare il modo di creare una nuova coppia è la cosa giusta. Le famiglie possono essere gestite in una nuova dimensione che non necessariamente deve essere distruttiva. È solo diversa. E a volte anche educativa per capire che l’amore è un valore importante che va sempre messo davanti, sia verso l’uomo o la donna che si vogliono a fianco, sia verso i figli che restano tali a prescindere e non devono essere l’ago dei sentimenti e delle scelte di vita. Perché anche loro sono prima di tutto individui, non propaggini. E il nostro compito è quello di guidarli verso la loro vita. Dalla quale ci escluderanno, giustamente, e ci ritroveremo soli con il compagno. Che deve essere però quello che vogliamo noi, non loro. È solo questione di volontà e intelligenza nella gestione.

  • Love, 15 Aprile 2023 @ 17:49

    @Stefano… forse l’hanno fatto perché si ricordano ancora quando sono arrivato qui in casa di @Ale…@Ariel, @Outlier, @ellelle, @Viovio, @Maddy, @Cossora, @Crocus, @Dispersa, @ Rinascita….ed altre che non ricordo mi hanno bastonato anche lo stesso @Ale facendomi vedere quanto poi tanto di speciale non era nemmeno la mia di storia, ma come quella di tanti altri ed pero’ io la difendevo
    Allora ero più o meno come te, scrivevo anch’io come te, ho sofferto ma ho fatto molto su di me per arrivare a come sono oggi con l’unica differenza che io sono single.
    Avevo pensato di aver trovato veramente la donna che ho sempre sognato era il genere di donna che cercavo.
    Non esiste che chi ama lascia andare perché il concetto o la visione di questa affermazione siamo in grado di scriverla a seconda di come vogliamo noi e per noi.
    Se scrivessi chi ama lascia andare per il bene dell’altro apparirei come quello bravo che rinuncia alla persona che ama per il suo bene, mentre se aggiungessi: chi ama “se stesso” lascia andare..non per il bene dell’altro ma per il bene che ha di “se stesso” perché l’altro sceglie da solo se rimanere o no, pur sapendolo (sarebbe ora di smettere di credere che l’altro non sappia….che non vede e non sente)del tradimento…vedi il marito di @Leilei, o la stessa @Molly e se vuoi ti aggiungo anche il marito della mia ex che lo sapeva benissimo.
    La chiusura del mio post?
    Non era un giudizio e nemmeno un consiglio…ho espresso delle semplici opinioni personali.
    Guardarsi allo specchio?
    E perché?
    Non è capitato una sera per caso…e successo per anni ecco perché non credo, ma rimane puramente un MIO pensiero personale, che questi uomini/donne che rimangono a casa perché hanno deciso di ricostruire a prescindere che siano state lasciate o meno dell’amante, perche’ avranno sul groppone un peso da portare per sempre.
    Vale veramente la pena mandare giù ogni giorno della propria vita anni di bugie a chi si è scelto come compagno di vita? E qui ritorno a quel chi ama lascia andare….lo amo veramente?
    Lho/a tradito per anni bene non lo amo gli do la possibilità di trovare qualcuno che lo possa amare ed io ricomincio da me…non c’è “in nome di cosa…del perché…del non voglio o perché lui o lei non saprebbero cosa fare da soli e chi più ne ha più ne metta…non pensi possa essere corretto anche averlo scritto in questo modo?
    Prima abbiamo scelto per noi quando c’era l’amante…poi non c’è più… scegliamo anche per marito/moglie…trovo comodo anche questo.
    Della mia ex non ne parlo quasi più, ripeto leggerti mi ha fatto ricordare alcune cose…ma lho amata per quasi sei anni e non ti nascondo che provo ancora qualcosa per lei ma non penso affatto se lei sta bene o meno a casa…la vera certezza è che lei ha voluto l’azienda.
    Fa male?
    A me ne ha fatto tanto!

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 17:31

    @Ale
    “La speranza è l’ultima a morire ed è quella che poi ti frega quando ritornano con tante parole ma ancora zero fatti”

    Non tornerà, perché si vergognerebbe. Ma se dovesse ricontattarmi in qualche modo, la prima cosa che farò e di dirle che ha superato ogni limite: “Ora so chi sei”. E questo la farebbe incazzare e allontanare come la faceva incazzare ogni volta che le dicevo cose che lei negava ma che evidentemente erano verità. Quindi problema ritorni risolto ahahah. Avrei dovuto ascoltare me invece che ascoltare lei. Ma forse mi piaceva pensare che avesse ragione lei. E mi fidavo. Ne parlo tanto perché è un modo per elaborare e chiedo scusa a tutti se scrivo molto. Prima o poi diminuirò anche io e come voi sarò qui ad aspettare qualcuno che è cascato dentro al vortice per dare il mio contributo. Grazie a tutti per il vostro ascolto paziente e ad @Ale per questo spazio “terapeutico”.

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 17:29

    Come cambiano le cose. Forse come qualcuno ha scritto, mi sono salvato. Ma faccio fatica a pensare che sia diversa da come l’ho pensata. Non avrei amato una persona così se avessi sentito questo suo modo di essere. Per questo sono incredulo. O non è così, cosa improbabile, o non mi sono accorto. Ma ogni tassello sta componendo quel puzzle. E non sapete quanto mi spiace, soprattutto per lei che ho pensato fosse una donna rara ed eccezionale. Evidentemente mi sono sbagliato. Nel giro di poche settimane ha cancellato me (l’organo vitale, la sua metà, l’uomo migliore che abbia mai conosciuto … mi viene da ridere), ha riabilitato il compagno e ora sembrano una coppietta di neo fidanzati. Evidentemente era tutto sotto traccia. Adesso, cosa che non faceva da anni, ma nemmeno nei mesi prima di mettersi con me, ha iniziato a pubblicare lei sui suoi social a pioggia le foto di loro due. Le stesse foto su Instagram e facebook quasi come se volesse dire a tutti, loro compresi “eccoci siamo tornati”. Dico la verità: non me lo sarei mai aspettato dopo tre anni insieme e le cose che ha detto sia di noi che di loro. Io capisco che disfare tutto non sia facile e magari non te la senti e me lo ha sempre detto, questo sì. Ma se dici per tre anni che non ami più una persona quello che ho visto non ha nessun senso. Che sia vero, quindi palle raccontate a me, o che sia una recita, quindi palle raccontate a lui, c’è un problema. Comunque mi continuo a nutrire di quello che vedo e mi aiuta a tagliare uno alla volta i pochi fili che mi tengono ancora legato a lei. Pochissimi. E sono solo fili emotivi. Quelli razionali sono già tutti tagliati.

  • Roberto, 15 Aprile 2023 @ 17:26

    Ma @Stefano, io qui ho letto di uomini spariti all’improvviso. Dal giorno alla notte. Di punto in bianco. La tua hai detto che ti aveva lasciato più volte. Che poi era tornata. Insomma, dubbi ti aveva dimostrato di averne. E non pochi. Poi, ti chiedo questo. Tu hai iniziato una sorta di separazione in casa tua. Ma lei ti aveva detto che in casa sua non stava accadendo la stessa cosa, oppure ti aveva mentito dicendo che viveva da separata? Secondo me, ed è solo un parere esterno che scaturisce dai tuoi scritti, è come se tu avessi vissuto un viaggio che in parte era solo tuo. Ti sei separato in casa, eri pronto a lasciare tua moglie per lei. Per una donna che comunque , in tre anni, aveva abbandonato la storia. E più volte. Forse erano segnali che magari hai sottovalutato. A volte quando si ama si tende a vedere solo ciò che ci piace dall’altra parte, cercando di cancellare le cose che non gradiamo. Comunque vedo che ancora ti governa la rabbia, per cui forse non se sei ancora fuori. Non prendere ancora decisioni con la tua famiglia. Prenditi tempo. Giorno dopo giorno.

  • Dispersa, 15 Aprile 2023 @ 16:26

    @Stefano so che tu la vedi in maniera diversa, ma il commento di @Roberto è molto vicino al mio pensiero.
    Probabilmente l’intimità tra loro c’è sempre stata, se non sbaglio lei non te l’ha mai negato, ed ora gioca le carte che ha ovvero una complicità ritrovata (nota bene è fasulla) serve a lei per ripulire la sua coscienza, per rimanere a galla e per non far soffrire ulteriormente un compagno che in fondo non vuole perdere.
    Non penso sia cialtrona (queste sono persone che dicono una cosa e poi ne fanno un’altra) ma semplicemente egoista (fa solo i suoi interessi).
    @Stefano non escludo che a distanza di mesi, quando tutto si sarà riassettato, lei non possa tornare a bussare alla tua porta… ed è su questo che ti devi concentrare e cioè a non farla mai più rientrare nella tua vita.

  • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2023 @ 14:55

    La speranza è l’ultima a morire ed è quella che poi ti frega quando ritornano con tante parole ma ancora zero fatti

  • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2023 @ 14:54

    Sono tutti sereni quanto sono innamorati nelle foto col coniuge

  • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2023 @ 14:53

    Solo se affronta lei l’argomento

  • Rinascita, 15 Aprile 2023 @ 13:43

    Stefano non deve liberare la moglie perché la moglie non è una prigioniera. I coniugi hanno la capacità di intendere e di volere. Se restano nonostante gli sia stato detto che il sentimento è finito è una loro libera scelta. Si vogliono auto illudere tutt’al più, fa comodo anche a loro. Sanno che non li si ama, quale altra informazione dovrebbero ricevere? Allora ho ragione quando scrivo che spesso ad alcuni coniugi dell’amore non importa proprio nulla. Basta che si resti a casa! Basta che non si abbia l’amante. Poi se non ci si ama più, pace!
    Pazzesco!

  • Rinascita, 15 Aprile 2023 @ 13:32

    Stefano è assolutamente normale che l’emotività prevalga ed è assolutamente normale che ti sia venuto il voltastomaco a vedere le effusioni della tue ex con il marito. Avrebbe devastato anche me. Chi con nonchalance scrive che non devi pensare a lei ed alla sua “ritrovata” vita di coppia, che dovresti addirittura essere contento se lei è felice, è chi poi nel profilo dell’amante del coniuge ci ha sbirciato o ci sbircia parecchio e non si è trattenuto dal definirlo malamente nel suo aspetto estetico e nelle abitudini. Quindi di cosa stiamo parlando? Due metri e due misure. Sono commenti che non hanno nulla a che fare con la tua storia ma con la loro.

  • Marcelle, 15 Aprile 2023 @ 13:32

    Ciao a tutti, ieri @Ale non ha fatto passare un mio commento.. ma capisco. Comunque l’ho rivisto per caso, mi ha chiesto di parlare. Mi ha detto di aver rinunciato all’amore “come del resto ha fatto mia madre” (ndr mia madre si é separata da mio padre a seguito di un rapporto burrascoso con mio padre e del fatto che lui si fosse innamorato di un’altra, scelta di lei, mio padre non avrebbe mai scelto, e poi si é dedicata totalmente a noi figli senza altre relazioni, purtroppo..), che lo lega alla compagna qualcosa di piú forte, che non é amore e che forse non é mai stato quello, ma il progetto di vita, i figli, la famiglia.. che ci sono cose che non so, grandi cambiamenti e forse lui andra a vivere altrove.. Mah, non ho chiesto altro, é finito il tempo del voler sapere, degli interrogatori.. Da tutto il suo discorso ho solo capito di non essere mai stata una prioritá, qualsiasi rapporto, malato per me perche basato su concetti piú simili all’idea di famiglia e coppia del secolo scorso, abbiano loro, é su quello che ha deciso di concentrarsi e solo quello che internamente se ne sprigiona potrebbe portare ad un eventuale fallimento del “progetto”.

    Abbiamo nuclei totalmente opposti e penso onestamente di far parte di una generazione diversa, di un modo di vivere piu vero e sincero del suo. Per contrapposizione mi amo ed apprezzo ancora di piú. Mai sarei stata felice con un uomo come lui in fondo. Ed alla fine io voglio accanto un uomo che senta come me, che viva in sintonia con se stesso e con gli altri il suo cammino su questo mondo.

    Mi ha lasciato una profonda amarezza questo incontro, sentire che usasse mia madre per giustificare le sue scelte.. mia madre che non ha avuto l’immensa fortuna di innamorarsi, riamata, di un altro e lei lo avrebbe meritato 1000 volte piú di lui.

    @Ale perfavore fai passare il commento!

  • Cri28, 15 Aprile 2023 @ 11:46

    Stefano, indipendentemente da ciò che hai visto, tu, come tutti gli altri, se sei attivato a pensare che avrebbe lasciato il marito per te e che il suo matrimonio fosse finito, ci sei arrivato perché te lo ha fatto credere.
    Con il mio amante, ci siamo detti non sono che non avremmo lasciato la famiglia, ma anche che c’era affetto verso di loro. Certo, con il tempo diventa difficile, perché i sentimenti tra amanti possono diventare forti, a volte occorre fare uno sforzo per distaccarsi, ma se c’è una certa chiarezza, non capita ciò che è capitato a te.
    Detto questo, ora pensa a te, a come stai, a come vuoi stare. Forza, andrà meglio ogni giorno.

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 11:13

    @Roberto
    “Non trovo nel comportamento dell’amante di @Stefano niente di cialtronesco”

    Se non trovi niente di cialtronesco, allora non c’è in nessuno dei racconti che ha fatto @Ale. Perché sono sempre stati esattamente così in versione amante uomo. Io mi sono ritrovato in quasi tutto quello che ha detto e scritto. C’è una esatta corrispondenza nelle parole dette (a volte ascoltandolo ho pensato ridendo che avesse letto le cose che mi diceva perché erano identiche), nei comportamenti a casa e fuori, nei profili psicologici e guardacaso nel finale. Tutto, tutto ma solo in versione femminile. Tant’è vero che ero stupito perché pensavo che fossero cose che solo gli uomini potessero fare. Che le donne fossero diverse. E magari mediamente è così. La mia no. Mi piacerebbe sapere da @Ale se anche lui non la trova cialtronesca e da te perché non lo dovrebbe essere.

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 11:06

    @Ale
    “Gli ufficiali e gentiluomini non si comportano così. Nei tre mesi di Cds fanno come te a casa tua non ricelebrano il matrimonio. Si rodono il fegato per l’ultima volta per poi decidere”

    Ok. Allora nel mio caso direi che non c’è nessun’altra opzione. Donna da archiviare e dimenticare definitivamente. Senza speranza che qualcosa possa cambiare o che le cose possano essere come mi aveva fatto pensare.
    Razionalmente so che è così. Emotivamente faccio ancora fatica ad accettarlo. Perché mi sembra tutto così folle e surreale. Fammi dire impossibile. Ma evidentemente il mondo è vario, più di quanto pensassi. E devo farmene una ragione. Sto provando a trovare la forza di disinnamorarmi attraverso il disprezzo e la consapevolezza di essere stato ingannato non tanto dai fatti, che erano e sono evidenti, ma dalle parole. E questo è ancora più grave.

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 10:52

    @Marten
    “mi guardo intorno e vedo tutti molto sereni e io che cerco di non pensare, di archiviare ma e’ davvero dura e mi do della cretina per essere finita in questo casino e non esserne uscita per tempo … essermi illusa e ora raccogliere i cocci con la certezza che nulla sarà come prima . Mi sento persa”

    Non sono tutti molto sereni. Io non lo sono per niente. E ho le tue stesse sensazioni. L’illusione, la certezza che nulla sarà come prima. Anche io come te mi sento perso, totalmente. E penso che si capisca da quello che scrivo. Ma se tornassi indietro rifarei le stesse cose perché era quello che volevo fare e che mi ha fatto stare bene. Non si possono avere ripensamenti con il senno di poi. Sarebbe tutto facile e prevedibile. La centralità di tutto è come siamo fatti. Sai cosa ho scoperto anche con i miei colloqui con la psicologa? Che è tutto giusto, che siamo giusti, che tutto il dolore che proviamo è la prova che siamo persone centrate, capaci di amare. Quindi prendiamo questo nostro struggimento come una prova di essere migliori di chi invece è mutevole, fammi dire un po’ arido, egoista, bugiardo. Abbiamo incontrato persone sbagliate. Portiamoci a casa questa importante consapevolezza su noi stessi. Diamoci tempo. Questo lutto ce lo dobbiamo attraversare tutto, dall’inizio alla fine. Ed è dolore e sofferenza. Per noi non può essere altrimenti. Fai solo attenzione, perché nelle tue parole noto un po’ di indecisione. Non sentire la necessità di ributtarti nella relazione da cui ti eri allontanata per dare sollievo al tuo stato d’animo. Non sarebbe il motivo giusto. E non guardare i nostri ex-amanti che lo stanno facendo così facilmente. Noi non siamo come loro. E se pensano che quella sia la loro strada per star bene, non è la nostra. Facciamo il nostro percorso senza decidere come deve essere ma facendo scorrere le cose e vedrai che fra qualche mese saremo qui a parlare d’altro. Ti sono vicino. Avremo altri alti e bassi. Ma resistiamo e vedrai che sorrideremo.

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 10:27

    @Marten
    “per tua moglie che comprenda che e’ finita e se ti godi la presenza di tua figlia stando in casa attento a non illudere lei”

    Hai ragione. Questo pensiero verso mia figlia mi perseguita da tempo. E siccome lei mi ha scritto cose che mi hanno fatto capire che sente il mio disagio e lo rispetta. E tante volte mi è venuta voglia di prenderla da parte e parlarle apertamente, dirle come sto, quale è la situazione dei suoi genitori, sentire il suo punto di vista, le sue sensazioni. È grande abbastanza per poterne parlare e soprattutto matura e intelligente per poterlo fare. Ma non so se è la cosa giusta

  • Stefano, 15 Aprile 2023 @ 10:12

    @Love
    “Beh….qualche domanda andrebbe fatta…ma non certamente al marito o all’amante”

    Mi sono letto e riletto il tuo commento che terminava con questa frase perché non riuscivo a capire come mai chi critica il mio pensiero sulle ricostruzioni e sulle modalità di gestione degli amantati ha invece condiviso quello che hai scritto tu. E ancora non sono riuscito a capire perché a me sembra che hai detto cose simili alle mie concludendo che alla fine bisogna guardarsi un po’ allo specchio prima di criticare mariti e soprattutto amanti per le loro modalità di agire. Potresti aiutarmi a capire se ho interpretato male il tuo post e la pensi diversamente da me oppure se la pensiamo allo stesso modo e in questo caso capire perché le tue argomentazioni sono state condivise e le mie no?

  • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2023 @ 10:09

    Gli ufficiali e gentiluomini non si comportano così. Nei tre mesi di Cds fanno come te a casa tua non ricelebrano il matrimonio. Si rodono il fegato per l’ultima volta per poi decidere. Ps: la tua se torna è per farsi un altro giro di giostra. Occhio a una nuova ondata di balle…

  • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2023 @ 10:07

    Avete avuto a che fare con gran bugiardi che l’hanno raccontata a voi e in qualche caso se la sono pure raccontata. Ma non diamo alibi ai voltagabbana

  • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2023 @ 10:05

    Cari amici e amiche lasciati da amanti dopo anni di ti amo voglio vivere con te e poi tornati dai coniugi spesso pluricornificati e oggi celebrati sui social come amori infrangibili. Avete avuto semplicemente a che fare con muri di gomma della convenienza

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 23:48

    @ love io ho chiesto più volte che prendesse una decisione davanti a sue affermazioni spingevo perché scegliesse me e non sopportavo più il mio ruolo e glielo facevo pesare . Sono diventata insomma quella che @ale definisce l’amante rompiballe . Se lui fosse uscito di casa io avrei chiesto la separazione con mille problemi e dolore ma scusa un conto e’ affrontare tutto quello che avrei dovuto con un obiettivo, qualcuno con cui portare avanti un progetto un conto e’ farlo per cosa ? Per ricominciare cosa ? Niente ? Io non ho più voglia e’ stata troppo dura la delusione . Preferisco stare qui a coltivare il mio orticello capire se c’è qualcosa da salvare e se no si vedrà … ora mi sento svuotata sfinita … esco da 8 anni di amantato con le ossa rotte e tanto da fare e il lato negativo di non avere confessato che mio marito e’ convinto che risolto un problema grosso che ci perseguitava da anni ora io sia più serena e quindi più presente .. invece oggi ecco tipo oggi vorrei urlare … e dire che e’ dura cercare di portare avanti qualcosa cui avrei rinunciato che lo voglio fare lo desidero davvero ma nello stesso tempo sono ferita … mamma mia come ho potuto farmi così del male

  • Roberto, 14 Aprile 2023 @ 23:46

    Sai @Ads, pensare che una persona rientri nel proprio matrimonio, per non baciare il proprio coniuge, è un’utopia. Se uno torna all’ovile ci torna, punto e basta. Se no si separa o fa il salto con l’amante. L’ex di @Stefano è una donna che secondo me lo ha amato, poi il tempo passa e le cose cambiano. Come ha detto @Ale, tirare le cose per le lunghe potrebbe anche far finire la parte “violenta” del sentimento per poi raggiungere un equilibrio che, se sei tra persone libere, ti fa vivere il rapporto nella normalità, ma se sei sposato ti fa ragionare su magari quello che potrebbe voler dire la parola separazione. A quel punto ti guardi dentro e decidi. Qualcuno tira dritto ed altri tornano indietro. Non trovo nel comportamento dell’amante di @Stefano niente di cialtronesco. Ne abbiamo visti di comportamenti veramente vergognosi subiti dalle utenti di questo blog. Seriali e compagnia bella.

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 23:34

    @stefano grazie del tuo racconto . Non so davvero cosa dire sono situazioni diverse . Quello che mi auguro per tua moglie che comprenda che e’ finita e se ti godi la presenza di tua figlia stando in casa attento a non illudere lei . Per il resto sarà quel che sarà . Scusa ma non ho molto da dire in merito … oggi e’ tutto proprio troppo complicato …mi guardo intorno e vedo tutti molto sereni e io che cerco di non pensare, di archiviare ma e’ davvero dura e mi do della cretina per essere finita in questo casino e non esserne uscita per tempo … essermi illusa e ora raccogliere i cocci con la certezza che nulla sarà come prima . Mi sento persa

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 22:52

    Dopo la visione triste di oggi, il CDS si è rafforzato. Per chi lo sta facendo, vi dico che le delusioni lo rendono sempre più facile. Il distacco diventa sempre più consolidato. I sentimenti calano. I ricordi sfumano. Non si sta meglio, ma ci si prepara probabilmente a stare meglio.
    Chiedo ad @Ale. E se dovesse tornare da ufficiale e gentiluomo dopo tutto quello che è successo, che si fa? Penso che sia normale che nelle storie che hai raccontato il periodo di 3 mesi di separazione corrisponde a grandi delusioni, al tentativo di sistemare a casa, ecc. situazioni che ti fanno dire cose simili a quelle dette da me. Ma se tornasse così, ci si può rimangiare tutte le cose negative pensate e scritte?

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 22:20

    @Ilaria
    “ti assicuro che la maggior parte di noi non bacia e abbraccia i propri partner. Evidentemente sei stato una lunga (ed efficace cura) al loro matrimonio malato. Non morto.
    Comunque hanno voluto e saputo guarirlo”

    Esattamente. Ma la narrazione di questi tre anni è stata diversa. Capisci la delusione? L’amarezza? E c’è il dispiacere di dover rivedere tutto quello che è successo come una bella avventura e non una storia d’amore. E per me questa cosa fa un’enorme differenza. Persino gli orgasmi, la complicità, l’intimità, le giornate insieme prendono una colorazione diversa.

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 22:15

    @Marten
    “ma sono anche un po’ stufa di essere giudicata falsa ipocrita o non so cos’altro . E anche stanca di spiegare e giustificare . Oggi non e’ una bella giornata nemmeno per me .”

    Mi spiace. Giornata no anche per me. Comunque non ho giudicato nessuno e non ti devi giustificare. Scrivo le mie sensazioni, quello che vedo ed esprimo il mio disagio anche colorito. Ma ti chiedo: se tu vedessi il tuo ex abbracciarsi e baciare la moglie diresti “ah beh, giusto ha scelto lei!!” Oppure ti si rivolterebbe lo stomaco con la voglia di andar lì e dire “complimenti!!! Che schifo”? Mi è bastato leggere quello che hai detto solo per una mail, che è meno di un bacio. Guarda cosa hai scritto stamattina:

    “puf sparito bloccata ovunque …roba da non credere, nemmeno i 15 enni…un comportamento che ad oggi ancora non comprendo…che schifo. Ed io l’ho costretto dopo giorni di caccia a guardami in faccia almeno gli ho detto cio’ che meritava che è un vigliacco e un codardo…lui muto e poi ricompare come se nulla fosse con una lettera di due pagine per spiegarmi le sue ragioni…ma l’assurdità della cosa….ma come si fa alla nostra età essere cosi schifosi e vili e cattivi.”

    Non sei stata leggera direi. Ma riporto la tua risposta alla MIA reazione di schifo

    “inutile crucciarsi e vomito a parte la tua amante ha deciso di restare col marito da moglie non da coinquilina … e si comporta da moglie. ”

    E lui ha deciso di stare con la moglie e si comporta come marito azzerbinato. Quindi sei sicura che vale tutto? Che la mia reazione è stata spropositata?
    Io capisco tutto, capisco le tue difficoltà, capisco la tua scelta di riprovare. Ci sta. Come ho già detto ognuno fa quello che si sente. E ti auguro il meglio. Però almeno non bisogna usare due criteri diversi per le cose che fanno gli amanti e quelle che facciamo noi. Se vogliamo qualcosa, dobbiamo essere i primi a farla. Un abbraccio e spero tu stia bene.

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 21:34

    @Ads
    Hai ragione. L’emotività ancora prevale. E vedere certe cose ti aumenta la delusione per essere stato preso in giro a parole. Ma va bene. Sono stati tre anni divertenti. Mi terrò quello e cancellerò il sentimento perché non c’era. Io pure non bacio la mia compagna da tre anni, come il sesso. Come dici tu, sto leggendo le testimonianze e ne faccio tesoro. Ma quello che ho capito è che poi alla fine si predica bene quando si parla dell’amante cialtrone che decide per la famiglia, ma poi si razzola male. Allora, come ho già detto, accettiamo anche i loro comportamenti e non scagliamoci più contro le loro scelte di mollare le amanti. Hanno deciso di stare con la moglie dopo avervi detto un sacco di palle, suvvia prendetela con filosofia!!! È una scelta da rispettare!!! Comunque grazie. Le tue parole sono sempre utili per la riflessione

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 21:26

    @Lina
    “ma la tua ex secondo te e’ malvagia? O schizofrenica? O malata di mente? O ti odia in segreto? Non credo.”

    No. È semplicemente bugiarda. Lo è stata con tutti. Con me, con il suo compagno (con cui lo è ancora adesso visto che fa la mogliettina dopo aver avuto un amante 3 anni con cui ha fatto e detto di tutto) e con la mia compagna con cui ancora adesso a distanza di anni si scrive ogni tanto con tanto di cuoricini. Ripeto in questo sito parliamo di amore fra amanti, non di amanti. Di amantati senza amore se ne parla abbondantemente altrove e vale tutto. In amore invece ci sono delle regole fondamentali e vanno rispettate. Altrimenti è millantato amore. Cialtroneria. Non mi sembra difficile da capire.

    “Decidi di stare con tua moglie illudendola”

    Ancora? Non sto illudendo nessuno. Non è necessario fare scoppiare una bomba nucleare nel nostro entourage confessando per cambiare le cose. La confessione non aggiungerebbe niente al mio non esserci ma solo un gran casino per nulla. Cosa devo dire di più di “non ti amo più”, “fai le vacanze con chi vuoi”, non ti bacio più, non vengo più a letto con te. Cosa serve di più?

    “La ami? Allora vuoi il suo bene. Il suo bene e’, per un motivo o per l’altro, con suo marito, almeno dal suo punto di vista”

    Quindi tu sei della scuola in cui per amore si accetta che la persona amata stia con un altro per la sua felicità? Delle frasi tipo “meriti di meglio” “sono contento che sei felice con lui/lei?” Ma in che mondo vivi? Una parsona che ami la vuoi felice con te. Se è felice con un altro non solo non sei contento, ma dimostra di non amarti. E l’amore non corrisposto non è più amore.
    A me sembra di dire delle cose talmente ovvie se parliamo d’amore che mi stupisco delle risposte che leggo. Risposte in cui quel sentimento non c’è. E allora possiamo dire tutto e il contrario di tutto e le cose sono facili. L’amore è un grande sentimento e richiede coerenza e convinzione.

  • Viovio, 14 Aprile 2023 @ 21:15

    @Stefano
    Quello che hai visto stamattina capito’ anche a me dopo pochi mesi la rottura con l’amante, me li trovai davanti all’improvviso e dovetti addirittura scambiare i convenevoli di rito. Ero talmente allucinata dalla scena che sua moglie mi chiese se era tutto ok……mettila così, a te è andata meglio :-p
    Quello che hai visto è la loro routine, la stessa di quando c’eri tu ma lei era molto più attenta (o fortunata) a non farsi scoprire.
    Hai detto più volte che suo marito è esigente, vuole attenzioni, evidentemente lei non ha problemi a comportarsi così perché purtroppo non ti ama.
    Mi dispiace un sacco @Stefano conosco perfettamente quella rabbia, hai fatto bene a scrivere qui e non a lei!

  • Roberto, 14 Aprile 2023 @ 21:10

    Io penso @Lina che @Stefano si sia comportato in maniera forse più coerente di altri (me per esempio), perché in fondo con la moglie ha parlato chiaro. Comunque, inutile dare sempre queste patenti di coerenza, di correttezza, di lealtà. La vita va vissuta. Poi quando si chiuderanno gli occhi i conti si faranno dall’altra parte. Se ci sarà. Gli errori si fanno. Anche davvero peggiori che avere l’amante. E si agisce sempre nel proprio interesse. Chiunque lo fa. Anche quelli che si separano lo fanno per un proprio egoismo, non certo per “rispetto ‘ verso il coniuge. Lo fanno perché in casa non riescono più a starci. Punto. Gli eroi sono altri nella vita.

  • Ariel, 14 Aprile 2023 @ 20:32

    Marcelle, 14 Aprile 2023 @ 16:29Rispondi

    Dai @Marcelle non mi sembra che @Lina abbia preso a martellate gli utenti ,dai non esageriamo,sicuro il tuo giusto invito se vorrà raccontarci la sua storia e giustamente da dove vengono i suoi pensieri che ovviamente sono sempre collegati a ciò che si è vissuto compreso ad esempio aver fatto terapia o aver studiato documentandosi su fonti attendibili su cosa significhi una relazione tossica il perché in molti casi di amantato tutto finisce a volte per anni e anni in vere relazioni tossiche

    Si mi aggrego a invitare @Lina , se vorrà liberamente ,raccontarsi un poco qui sua esperienza vissuta

    Ma non ho percepito in lei proprio nessuna accusa ma ha solo espresso il suo pensiero

    Quindi @Lina se vorrai sei la Benvenuta a raccontare un poco il tuo vissuto .

  • ads, 14 Aprile 2023 @ 17:21

    @stefano sei troppo emotivo, qui tra di noi non c’è una classifica di chi si comporta meglio,
    pero’ possiamo dire che la tua ex amante che sino a 3 mesi ti spergiurava amore, e che senza che lei lo sapesse , l’hai vista che si baciava con ed abbracciava con il marito , si merita la palma di big cialtrona , senza offesa,qualcuno ti ha detto che era innamorata di te , ma che aveva fatto una scelta..ma quale amore su..mi spiace hai beccato come me la persona sbagliata, pace all’anima loro,non li invidio proprio i loro coniugi.
    il bacio e l’abbraccio come rivela la @ilaria, rivela molto, per la cronaca l’ultimo bacio a mia moglie 5, 6 anni fa..non ricordo.
    @marten fa come puo’,il tempo dira’ come si evolveranno le cose, è tutto prematuro.
    @stefano,fai come me rifletti sulle varie testiomonianze, sono una palestra di vita incredibile.
    @stefano anche io quando ero nella tua fase mi innervosivo, scrivendo spesso cose fuori luogo,poi ho capito, ho assimilato e vado per la mia strada, ed imparo.

  • Marcelle, 14 Aprile 2023 @ 16:29

    @Lina che ne dici di condividere la tua storia invece di arrivare in quarta e prendere a randellate gli utenti?

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 15:45

    E io Roberto sai cosa ti dico che chi ha divorziato per coerenza, l’avrebbe fatto comunque a prescindere dall’amante io invece no non l’avrei fatto ed ora col senno di poi cercherò di far funzionare il mio matrimonio cosa che avrei dovuto fare 8 anni fa .. invece di correre dietro alle chimere . Dal momento che so cos’è un divorzio so anche quali sono le conseguenze e avrei riaffrontato tutto per vivere con lui ma ora nemmeno morta a meno che la convivenza qui non diventi insopportabile ma e’ proprio quello che sto evitando anzi sto cercando di far sì che migliori non sarà certo più come prima non potrà esserlo per ovvi motivi .

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 15:35

    @stefano inutile crucciarsi e vomito a parte la tua amante ha deciso di restare col marito da moglie non da coinquilina … e si comporta da moglie . Stessa cosa faccio più o meno io lo stesso farà il mio ex amante . Cosa dovremmo fare ? Abbiamo capito che sei coerente bene allora vai fino in fondo e di alla tua compagna che hai amato un’altra donna che nr sei ancora innamorato e ti strugge il pensiero che faccia vita di coppia poi vediamo quanto resistete sotto lo stesso tetto . Ciascuno di noi qui omette cose e situazioni ma sono anche un po’ stufa di essere giudicata falsa ipocrita o non so cos’altro . E anche stanca di spiegare e giustificare . Oggi non e’ una bella giornata nemmeno per me . I problemi ci sono sempre ma evidentemente se ho scelto di non spiattellare proprio tutto sono l’unica a comprendere quanto seria e profonda sia la crisi non posso aspettarmi dal marito salti mortali se non si rende conto di come esattamente stanno le cose .

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 15:13

    @Roberto
    “Se la tua amante ti avesse detto di non voler lasciare suo marito ma di continuare con lei senza divorzi, lo avresti fatto?”

    No perché questo è stato l’argomento prima della nostra ultima rottura. Ed era stato l’argomento di tutte le rotture. Diceva di non riuscire ma poi nemmeno di stare senza di me e si ripartiva con buona volontà. Che poi naufragava di fronte alla sua “sofferenza”. E alla fine tieni di più alla persona che non vuoi veder soffrire e non ero io. L’unica cosa che avrei accettato, ma gliel’ho detto tante volte, era di proseguire un percorso di separazione in casa per i figli, se fosse riuscita. Io ero riuscito e le ho dimostrato che si poteva Ma lei diceva che per lei non era possibile quindi la soluzione quale è stata? Farmi sparire dalla sua vita. E questo è amore? Direi proprio di no. Ha rinunciato alla sua bolla, tanto se e quando ne sentirà ancora la necessità, se la ricreera con qualcun altro. Invece perdere una persona che ami, quella è unica. Come lo è lei per me.

  • Lina, 14 Aprile 2023 @ 15:12

    @stefano, perdonami, ma la tua ex secondo te e’ malvagia? O schizofrenica? O malata di mente? O ti odia in segreto? Non credo.
    Ha scelto e ci sta riprovando . Funzionera’, durera’? Sono affari suoi ormai.
    Decidi di stare con tua moglie illudendola (perche’ sai che la stai illudendo, come sai che non stai confessando per evitare di perdere la faccia con lei, non per non farla soffrire..su..Non te ne importa nulla della sua sofferenza, perche’ stare in casa con un marito che speri torni ad amarti e’ uno stillicidio…meglio un taglio netto…)
    Inoltre non accetti che un’altra persona che dici di amare, ora stia meglio cosi.
    La ami? Allora vuoi il suo bene. Il suo bene e’, per un motivo o per l’altro, con suo marito, almeno dal suo punto di vista. Perche’ non lo accetti, visto l’immenso amore che hai per lei?
    Ti ha lasciato e ripreso piu’ e piu’ volte e tu ancora stai ancorato alle parole. Guarda i fatti..
    Vai oltre e sii coerente. Ma soprattutto esci di casa e libera tua moglie.

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 15:02

    @Marten
    “ipotizzi una possibile riconciliazione dopo che hai detto di non amarla piu’ come torneresti indietro”

    Non ho detto che ipotizzo una riconciliazione. Non è minimamente nei miei pensieri e nelle mie corde. Mi godo un po’ mia figlia, visto che ne ho l’opportunità avendo raggiunto un equilibrio di convivenza. Perché viverla a casa non è lo stesso che farlo fuori. Questa è l’unica cosa che ho considerato opportuna per ritrovare un po’ di “casa” dopo la delusione. Quando ho detto di non escludere che qualcosa possa cambiare l’ho detto solo perché vedo dai racconti che può succedere e quindi non posso non considerarlo. Ma se succederà non sarà perché ho agito in fretta e furia per ritrovare stabilità. Magari saranno tanti piccoli passettini che potrebbero nei mesi riavvicinarci. Sto cercando casa e non è detto che possa succedere anche dopo una mia uscita. Di tutto ciò non so nulla quindi non lo escludo. Ma so cosa voglio e cosa non voglio ora.

    @Roberto
    “Però noto già nelle tue parole una sorta di possibile dietrofront. Un viaggio con la tua compagna, il non escludere un ricominciare con lei”

    Così ho risposto anche a te. Nessun dietrofront, nessuna intenzione di ricominciare. Solo voglia di vivere alla giornata le cose che ho ancora: una figlia e una donna a cui comunque voglio bene anche se non è più la mia compagna. Perché non lo è e molto probabilmente non lo ridiventerà. E il viaggio è stata una richiesta per stare qualche giorno tutti e tre insieme. Indipendentemente da tutto, è una cosa che non avrei rifiutato nemmeno se fossi stato separato vero.

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 14:44

    @Marten
    “hai prima detto alla madre di tua figlia che non l’amavi piu’ e poi hai conosciuto lei?”

    No. C’erano delle cose su cui avevo riflettuto in passato e di cui le avevo anche parlato. Evidentemente il sentimento e il rapporto non era più quello di un tempo, altrimenti non avrei avuto un’amante. Lei la conoscevo da qualche anno ma poi abbiamo avuto occasione di stare un po’ assieme ed è nato il feeling. Anche lei evidentemente aveva qualche cosa che le mancava altrimenti non avrebbe accettato il mio invito. Non aveva mai tradito in tantissimi anni di convivenza. Ma la curiosità fra noi e l’interesse erano troppo forti per resistere e le nostre relazioni con delle falle hanno agevolato. Abbiamo iniziato il nostro rapporto e abbiamo sentito subito che c’era qualcosa che andava oltre le aspettative. Ed è stato un crescendo. Dopo un paio di mesi lei per prima mi ha detto “non mi starò mica innamorando” perché un po’ ne aveva paura per la famiglia. E così ci siamo ritrovati con un sentimento enorme. Per me sicuro, per lei a questo punto forse era altro. E io ci sono entrato fino al collo. E a quel punto mi era chiaro che non potevo amare due persone. Se amavo lei, non amavo più la compagna. Ho iniziato ad allontanarmi anche fisicamente e a dirle che le cose stavano cambiando. E sono andato avanti così per mesi un passo alla volta ma sempre avanti. La famosa road map. La sua era diversa e più lenta e con di tira e molla. Mi sentivo relativamente bene perché non dovevo fingere da un lato e stavo dando esclusività dall’altro come l’amore, quando c’è ed è vero, richiede.

  • ilaria, 14 Aprile 2023 @ 14:44

    @stefano baciare e abbracciare il proprio -tradito- partner ufficiale è solo segno che in quel caso l’amore non è mai finito. Ti piaccia o no la tua esperienza è andata così. Ma ti assicuro che la maggior parte di noi non bacia e abbraccia i propri partner.
    Evidentemente sei stato una lunga (ed efficace cura) al loro matrimonio malato. Non morto.
    Comunque hanno voluto e saputo guarirlo.

  • Love, 14 Aprile 2023 @ 14:37

    @Marten rispondo perché quando ho toccato il problema della convenienza nel rimanere a casa come ripiego ho potuto leggere un post tuo dove dicevi che avresti dovuto affrontare un secondo divorzio…
    Chi era vicino a me…avrebbe dovuto fare altrettanto…da lei ho sentito:
    “Non me la sento di ricominciare da capo un’altra volta…non voglio perdere ciò per cui ho faticato tanto per riuscire ad avere ciò che ho oggi…non voglio perdere…e non aggiungo altro perché alla fine erano solo cose materiali non ho sentito non lo lascio perché lo amo ma oggi lo posso dire tranquillamente se non avessi provato a chiedere di vivere una storia tutta nostra oggi io non sarei sparito anzi molto probabilmente sarei ancora quell’amante che lha amata e lha trattata come una principessa…
    Se nella tua visione puoi dirmi come si chiama questa?
    Io ti dico la mia…
    “Convenienza” e che sia per soldi come nel mio caso o perche laltro/a non ha fatto il salto che poi…se l’avesse anche fatto non è detto che l’avreste seguito ( parlo in generale) perché i problemi che c’erano prima per divorziare c’erano anche dopo…troppo comodo scaricare addosso all’altro…prima si fa per se stessi…esattamente come quando si dice rimango ma ora prima penso a me stesso/a poi al mia moglie o marito.

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 13:04

    @stefano quindi tu hai prima detto alla madre di tua figlia che non l’amavi piu’ e poi hai conosciuto lei? scusa ma mi devo essere persa qualche tuo commento o sono approdata qui dopo che avevi già raccontato per filo e per segno la tua storia. E se ipotizzi una possibile riconciliazione dopo che hai detto di non amarla piu’ come torneresti indietro. Io dopo un anno e mezzo sono andata dall’avvocato ma mio marito era corrente…gli ho detto che volevo separami ma non il motivo…lui non ha mosso una virgola, ne ha provato piu’ di tanto a fermarmi, poi gli ho semplicemente detto che non me la sentivo di affrontare una separazione senza troppi perchè e per come, ma nemmeno gli ho mai detto ti amo non posso vivere senza di te. Una doppia vita ce l’abbiamo quasi tutti qui o abbiamo avuta in quanto entrambi sposati…ora ti chiedo se eri già separato in casa sapendo che lei era sposata non avevi messo in conto che non sarebbe mai potuta uscire da li’? Promesse e parole a parte. non sono solo gli uomini a fare promesse da marinaio e quando si frequenta un uomo o una donna sposati bisogna accettare anche questo rischio…lo dico anche a me ovviamente.

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 12:49

    La casualità. Ho scritto stamattina quei due commenti per Molly e dopo poche ore ho visto quello che mi ha confermato quello che avevo scritto e che mi ha portato allo sfogo che mi sono accorto ha ricalcato quello che avevo detto. Il caso!!

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 12:44

    Oggi ho visto casualmente la mia ex all’ingresso di un centro commerciale che baciava e abbracciava il suo compagno, quello che non amava più. Che schifo!!! Vi chiedo scusa ma mi è venuto il vomito. Ma come si fa dopo un tradimento di tre anni come il suo, a tornare a casa e far finta di niente!!! Io veramente non riesco a capire. Quanta falsità!! Molly, tu che sei la paladina della coerenza, del non illudere ti sei scagliata contro il mio essere separato in casa, il mio viaggetto di famiglia e non ti ho mai sentito scagliarti contro chi ha scopato per anni con un’altra persona per poi tornare a casa bello bello e fare la vita di sempre!!! Questo è il completamento del vero tradimento perché si resta con il partner tradito come prima!!! Se ti innamori di un’altra persona e rivoluzioni la relazione col partner è un cambio di sentimenti e amore. Uno finisce e ne inizia un altro. Scusatemi lo sfogo ma stamattina vedere quello che di solito immagini, mi ha fatto stare così male. Tutti bene o male portano a casa capra e cavoli. Io invece non ho più nulla per essere coerente. L’amante è morta e seppellita, visto i suoi comportamenti disgustosi per me. La compagna è intoccabile perché l’ho lasciata il giorno in cui ho detto “ti amo, voglio vivere con te” a un’altra donna e per ipotizzare un riavvicinamento dovrei confessarle tutto perché sarebbe giusto, proprio per non essere falso fino in fondo. Spero di ritrovare presto me stesso e di riuscire a cancellare tutti i pensieri che mi feriscono. Ma è così difficile!!! Intanto sfogarmi qui mi ha frenato da scriverle quello che penso. Un abbraccio a tutti e scusate ancora per lo sfogo!

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 11:55

    @ALE ” Basterebbero solo queste sue abitudini a rendere falsa e impossibile la promessa di lasciare un giorno la moglie, anche se ve l’ha fatta cento volte: aggiungetevi i suoi doveri verso i figli, il non voler affrontare la moglie, l’assetto economico che cambierebbe sfavorevolmente, il giudizio negativo della gente che circonda o fa parte della sua famiglia, e vi renderete conto in un minuto del perché in tutto questo tempo lui o lei, promettendovi la qualunque, non abbia fatto mezzo passo avanti, al di là delle parole che a fatti contano zero.”…Già…il problema che ci si illude …..quante volte mi chiedo come ho fatto a pensare che prima o poi ce l’avrebbe fatta….e mi sento ingenua piu’ che mai

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 11:29

    @Stefano “Bella domanda!!! Mi verrebbe da dirti di no, ma se ti dicessi che ne sono sicuro non sarei sincero. Forse se tornasse dicendomi “ho deciso, voglio stare con te”, ma senza esitazioni, potrei “svenire” perché sono ancora innamorato di quella donna che ho pensato non volesse perdermi.” ecco bella domanda davvero..me lo sono chiesta nel corso di questo tempo senza di lui…concentrata sul mio con dei momenti di up e down che altro che montagne russe. Me lo chiedevo anche durante la relazione…con tutti i dubbi paure che aveva, con tutto il suo promettere e mai mantenere, lui stesso diceva di aver paura di fare il salto e poi tornare indietro pentito.ecco io me lo chiedevo anche durante la relazione se mi sarei potuta fidare davvero di lui. Ora mi chiedo se tornasse cosa farei? me lo chiedo ogni volta che penso al modo in cui ha chiuso…no non potrei mai per rispetto innanzitutto verso me stessa, mi ha trattato come se nn contassi nulla e se tornasse mi sentirei un ripiego perchè non sarebbe tornato perchè non puo’ fare a meno di me, altrimenti non mi avrebbe lasciato cosi senza nemmeno presentarsi di persona, ha fatto tutto secondo un suo schema sadico, sintomo che non mi amava . Se ripenso a quel giorno mi sento male….l’ultima frase che mi ha detto vis a vis è stata che avrebbe dovuto trovare un posto dove andare e capire come gestire il poi, parlare al figlio…insomma per me era fatta ..e poi puf sparito bloccata ovunque …roba da non credere, nemmeno i 15 enni…un comportamento che ad oggi ancora non comprendo…che schifo. Ed io l’ho costretto dopo giorni di caccia a guardami in faccia almeno gli ho detto cio’ che meritava che è un vigliacco e un codardo…lui muto e poi ricompare come se nulla fosse con una lettera di due pagine per spiegarmi le sue ragioni…ma l’assurdità della cosa….ma come si fa alla nostra età essere cosi schifosi e vili e cattivi. Scusate lo sfogo oggi è giornata no! @Ale io spero tu abbia una statistica su questi personaggi senzapalle….

  • Ariel, 14 Aprile 2023 @ 11:07

    Love, 13 Aprile 2023 @ 17:19Rispondi

    Caro@Love un vero GRAZIE E UN ABBRACCIONE DI CUORE per questo tuo commento che sento così vero e condivisibile e poi soprattutto che lo faccia un UOMO è una vera lezione che le Donne ,in questo preciso caso ,possano capire meglio e riprendersi la vita in mano senza più dover ancora fingere usare il coniuge che hanno tradito per anni e anni al plurale!

    Bravissimo @Love ti fa onore e il fatto che sia un Uomo a pensarlo e a scriverlo aiuta e conforta perché NON TUTTI AFFATTO SONO SOLO CHE CIALTRONI!!!

    Non tutto il nero è solo da una parte!!!
    Pure le Donne sono capaci eccome di tradire senza un domani

    Ripeto sempre esiste una responsabilità individuale che va OBBLIGATORIAMENTE ONORATA

    CURANDOSI TERAPEUTICAMENTE LE PROPRIE EVIDENTI DIFFICOLTÀ DI RELAZIONI AFFETTIVE!

    Grazie @Love!

  • Roberto, 14 Aprile 2023 @ 10:50

    Ciao @Stefano, come ho detto in un altro post, mi piace fare l’avvocato del diavolo e provocare la discussione. Per cui mi perdonerai se ti dico alcune cose. Tu spesso fai riferimento a quelle persone (come me) che sono “tornate all’ovile” dopo l’amantato. Non capisci come si può fare sesso con loro, sei quasi allibito nel sentirlo. Però noto già nelle tue parole una sorta di possibile dietrofront. Un viaggio con la tua compagna, il non escludere un ricominciare con lei. Per cui, la vita, non è solo bianca o nera. Ci sono mille sfumature. Posso chiederti una cosa? Se la tua amante ti avesse detto di non voler lasciare suo marito ma di continuare con lei senza divorzi, lo avresti fatto?

  • Rosa, 14 Aprile 2023 @ 10:36

    “Eppure se ci pensate quello continuate a tenerlo anche se non è più amore (la maggior parte qui scrive non lo amo più..) eppure al caldo e in un matrimonio tutto sommato vivibile vi stanno piuttosto che scegliere di provare a vivere o cercare qualcosa di diverso…mentre l’altro perché ci ha illuso non ci amava?
    Beh….qualche domanda andrebbe fatta…ma non certamente al marito o all’amante.”
    @Love
    Tutto vero, non avrei trovato parole migliori.
    Il mio ex, rimasto a casa con la moglie, ha avuto il coraggio di venire a dirmi che io (che mi sono separata) non l’ho mai amato!! Solo perchè non lo voglio più vedere! Assurdo. La fiera dell’ipocrisia

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 09:47

    @stefano “Sono arrivati i problemi? Si certo, li ho affrontati con un periodo lungo di adattamento e chiarimenti. Alla fine si trova un nuovo equilibrio in cui ciascuno è libero di decidere se restare o no. Senza finzioni.” quindi scusa magari ti è stato già chiesto, quindi hai detto alla madre di tua figlia di avere avuto un’altra donna per 3 anni? di essere ancora sotto? e nonostante questo continuate a vivere sotto lo stesso tetto da coinquilini? io non potrei mai non ce la farei mai..ma nemmeno mio marito accetterebbe mai…non è finzione perdonami, è una scelta continuero’ a ripeterlo una scelta, avrei potuto separarmi prima o dopo la fine dalla mia relazione ho fatto una scelta diversa, discutibile o meno…se andrà male significa che non c’è piu’ rimedio..ma anche tu sei possibilista sulla tua convivenza o sbaglio. Io ho continuato a portare avanti il matrimonio perchè nel mio caso mio marito non avrebbe mai accettato di fare i separati in casa o dentro o fuori stop. Quindi si è stata finzione a lungo non a caso stiamo parlando di relazioni extraconiugali e non di fidanzamenti…ora non è finzione è scelta di vita…è diverso..

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 09:24

    @love “Eppure se ci pensate quello continuate a tenerlo anche se non è più amore (la maggior parte qui scrive non lo amo più..) eppure al caldo e in un matrimonio tutto sommato vivibile vi stanno piuttosto che scegliere di provare a vivere o cercare qualcosa di diverso…mentre l’altro perché ci ha illuso non ci amava?” non sarà piu’ amore maè condivisione di una vita, l’aver percorso decenni insieme avere avuto dei figli avere affrontato mille tempeste, tutto questo l’avrei lasciato per il mio ex amante ma mica a cuor leggero sai? Mio marito non mi ha spinto nelle braccia di nessuno, per mille motivi il nostro matrimonio aveva e ha dei problemi che io ho risolto scappando non da casa ma dai casini e sono finita tra le braccia di un altro, non rinnego nulla ci mancherebbe mi assumo la responsabilità della mia doppia vita. Ora che lui è rimasto dov’era perchè evidentemente ha ritenuto di non rischiare non ho alcun motivo di lasciare quello che ho, l’avrei fatto con dolore certo per una progettualità comune non a fronte di nulla. Il mio matrimonio durerà ? Non lo so ci provo pero’ faccio quello che avrei dovuto fare prima di tradire…poi magari andrà male…pero’ ci provo . Non capisco davvero non capisco perchè venga considerato solo un ripiego, una scelta di convenienza o altro…c’è di tutto nella mia scelta anche se è frutto di una delusione e del fallimento di un sogno…non è mi ha lasciato l’amante vabbè mi terro’ il marito c’ammafa’ e’ ok sono delusa ferita amareggiata,da questa esperienza di vita, non facciamo che tutto questo dolore porti altro dolore…cerchiamo di ripartire da dove ho lasciato la mia vita 8 anni fa e invece di scappare dai problemi affrontarli, mettendomi in discussione e capendo se ci sono margini…andrà male? pazienza ma non deve andare male per forza solo perchè ho avuto una vita parallela…

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 09:11

    @ariel e tutto questo maiuscolo non cc’è bisogno di urlare che tanto non sono sorda 🙂 a ciascuno le proprie convinzioni..tutto il resto è noia e frasi fatte

  • Marten, 14 Aprile 2023 @ 09:07

    @stefano torno a dirti…ho scelto di fare la moglie con tutti gli annessi e connessi…inutile continuare a cercare di darti spiegazioni tu hai la tua chiave di lettura io la mia. Ho fatto una scelta, che non è quella di divorziare, nemmeno di fare la separata in casa, la mia scelta è quella di fare la moglie non la coinquilina…poi magari non va perchè non riesco a tenere in piedi tutto, poi magari mi innamoro di un altro anche se me ne guardo bene dall’andarmi a cercare altri pasticci….ho provato per 8 anni ad avere cio’ che volevo…ci ho provato con tutta me stessa, salvaguardando comunque casa perchè se non potevo avere lui per me non aveva senso affrontare un secondo divorzio…capisci? se io avessi detto a mio marito che non lo amavo piu’ pensi che sarebbe rimasto a casa a fare il coinquilino? Io non so tu come riesci a gestire la cosa ma mio marito di sicuro non avrebbe accettato la convivenza, e io sarei andata incontro ad una serie infinita di casini e problemi che non ho alcuna intenzione di affrontare senza avere al mio fianco la persona che avrei voluto. Senza di lui non ha senso sacrificare la serenità degli altri io penso a ritrovare la mia. Matrimonio azienda? va bene preferisco questo che continuare a sbattere la testa al muro per rincorrere qualcosa che non posso avere…o cercare qualcosa che evidentemente non esiste o comunque non mi interessa piu’ questa lezione di vita mi è bastata e avanzata. Comprendo la tua delusione nel sapere che la tua amante ha fatto la stessa mia scelta ma io a differenza sua non avevo un uomo pronto a buttare tutto alle ortiche per me… non ce l’ha fatta…o forse non l’ha mai voluto e le sue erano solo ciarlonate .

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 08:56

    @Molly
    E aggiungo parlando di illudere e di doppia vita: nella tua relazione extra dici “ti amo, vorrei vivere con te”? Hai con quella persona il massimo della complicità, dell’intimità, della passione per anni? Senti di amarla? Allora metti le cose in chiaro a casa e quelle parole, quei comportamenti non li dispensi anche al partner. La famosa doppia vita che poi diventa insostenibile. Questo crea problemi a casa? Se vuoi tenerti l’amante devi essere pronto ad affrontarli. Non vuoi quei problemi? Allora come dici tu non illudi nessuno, lasci l’amante e stai col partner. Ma non dopo tre anni ma dopo tre mesi!!! Certe cose, per non illudere, devono essere riservate a una sola persona. E devi scegliere a chi. Il resto è solo l’egoismo di cui parli e che ti fa avere tutto senza rispettare fino in fondo nessuno. E per il discorso che hai fatto sulla libertà nostra e degli altri, la rispetti quando sei chiaro con chi hai vicino e permetti così dii decidere liberamente se quella situazione in casa gli va bene o no. Sai quale è la differenza fra me è la mia ex-amante? Che io non avendo una doppia vita non ho mai avuto grossi problemi personali, sensi di colpa, ecc. Lei invece, che la doppia vita ce l’aveva, come la maggior parte delle testimonianze qui, non ha retto. Ed è lì che se non ami veramente l’amante la scelta è automatica. Ma se ami veramente, la doppia vita non la fai e la scelta anche qui sarà molto più probabilmente opposta all’altra. Finchè restano aperte le doppie vite, il finale è sempre lo stesso. Il logorio e poi il nulla.

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 08:46

    @Molly
    “senza questo pezzo “…senza far stare male o illudere gli altri” denota un egoismo spaventoso. Ci vuole anche un po’ di considerazione per le persone che ci circondano. La propria libertà è importantissima ma non deve inficiare con la libertà altrui.”

    Concordo al 100%. Ma dovresti rivolgerti alle persone che invece di dire al proprio partner “non ti amo più” e comportarsi di conseguenza, con separazione in casa o vera, dicono “non lo amo più” ma solo a se stessi e continuano a vivere in coppia, sesso compreso che è il massimo dell’intimità e della vicinanza con l’altro. E quando dici di non illudere la mia compagna per un viaggio con mia figlia, cosa che farei anche se fossimo separati, se lo reputi così grave, allora stai guardando le cose da un punto di vista, fammi dire, un po’ di parte. Sai cos’è grave per me e corrisponde a quello che hai detto tu? Non un viaggio di famiglia, ma baciare e abbracciare in un certo modo una persona che hai tradito per anni (questo sì che è illudere), farci sesso, messaggio chiaro di complicità, dopo averlo fatto abbondantemente e in ogni modo con un’altra persona, avere dialoghi complici con parole affettuose e avere tutti quegli atteggiamenti che caratterizzano una coppia. Quella stessa coppia che è stata per anni sovrascritta da un’altra, all’insaputa del partner che si trova a godere di tutta questa “quotidianità” con un mood partecipe, magari piacevole, ma inconsapevole. Questo è illudere, questo è egoismo. Perchè si protegge la propria comfort zone senza pensare che è irrispettoso dell’altro.

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 02:00

    @Marten
    “Non so qui a scriverti che amo mio marito, altrimenti non mi sarei innamorata di un altro, l’ho amato, gli voglio bene è il padre dei miei figli, sono tornata a farci del sesso discreto (prima della crisi avevamo una buonissima intesa)”

    Ecco quando leggo queste frasi mi colpisce la leggerezza con cui si parla del sesso con un’altra persona. Come se fosse un incidente di percorso dello stare insieme. “Ma sì, ogni tanto una scopata non fa male, soprattutto se alla fine è discretamente piacevole”. Boh. Io la mia compagna non la riesco più nemmeno a toccare dopo aver fatto sesso per tre anni con un’altra donna. Sia per me che per lei. Non riesco nemmeno ad immaginarmelo il sesso con lei. Per quel “rispetto” di cui ho parlato rispondendo a Molly in un altro commento. Il sesso è un atto d’amore (do’ per scontato che non siamo per il sesso fine a se stesso), una complicità, il momento di maggior vicinanza. E sento da te le stesse parole che diceva la mia ex-amante. “L’ho amato e anche se non lo amo più è il padre dei miei figli e gli voglio bene”. Ma cosa c’entra con farci sesso? Io veramente è una cosa che non capisco. Sai quanto ci ho messo io a smettere di andare a letto con la mia compagna? Che ho amato, madre di mia figlia e a cui voglio bene? Due mesi. Non avevo bisogno di altro tempo per capire che non potevo condividere una cosa così intima con due persone. Sono arrivati i problemi? Si certo, li ho affrontati con un periodo lungo di adattamento e chiarimenti. Alla fine si trova un nuovo equilibrio in cui ciascuno è libero di decidere se restare o no. Senza finzioni.

  • Stefano, 14 Aprile 2023 @ 00:15

    @Sunflower
    “domanda forte, ora che hai visto tutti i suoi limiti e le sue carenze se fosse libera la rivorresti?”

    Bella domanda!!! Mi verrebbe da dirti di no, ma se ti dicessi che ne sono sicuro non sarei sincero. Forse se tornasse dicendomi “ho deciso, voglio stare con te”, ma senza esitazioni, potrei “svenire” perché sono ancora innamorato di quella donna che ho pensato non volesse perdermi. Quella che però oggi non c’è più. Ma è pura teoria perchè le sue carenze sono legate al motivo per cui non tornerà e se dovesse tornare vorrebbe dire che quelle carenze in realtà non ci sono.

    “io me la sono fatta sul mio ex e la risposta è stata NO, da li la svolta e non è stato un dietrofront”

    Quindi siccome non ti saresti ripresa l’amante, automaticamente rivaluti il partner, quello che avevi messo da parte quando c’era l’altro? Questo, penso si sia capito, non lo condivido e non lo capisco. Ma ognuno ha le sue dinamiche.

    “Non tornerò ad amare mio marito come quando l’ho conosciuto, ma io a quelli che dopo oltre 20 anni di matrimonio dicono che loro sono innamorati come il primo giorno ci credo poco.”

    Questo è scontato. Ma non c’entra con una relazione extra-coniugale con sentimento e voglia di fare il salto, sbagliata o no. E non è motivo di ritorno all’ovile dirsi “vabbè è normale che non lo amo più come 20 anni fa”. Anche su questo non ti seguo. In generale siamo in linea quando parliamo dei rapporti con i nostri amanti che definiamo “cialtroni” ma non lo siamo più quando parliamo di ricostruzione e rivalutazioni a casa.

    “Non escludo che col tempo riscopra la mia compagna.” sei possibilista anche in casa”

    Non sono possibilista. Non è minimamente il mio desiderio nè il mio sentire. Ma come ho già detto credo alla spontaneità delle cose e sarei presuntuoso se dicessi che so cosa può succedere nei prossimi mesi.

  • Molly, 14 Aprile 2023 @ 00:14

    @Love sei da applauso.

  • Ariel, 13 Aprile 2023 @ 23:24

    @Marten ,infatti fai bene a credere poco al fatto che chi vissuto un lungo matrimonio funzionante sicuro non ama affatto come il primo di giorno MA MOOOOLTO DI PIÙ!!!!

    Mi pare una e idenza incontestabile dal momento che si è condiviso anni e anni di vero legame affettivo vero sincero e che nonostante i problemi che tutti si hanno nella vita propria e di coppia ebbene nonostante tutto sono riusciti a amarsi tantissimo in un vero crescendo insieme!!!

    Questo posso sicuro testimoniarti qui del mio legame di matrimonio di vero AMORE NEI FATTI CONCRETI

    No esistono solo matrimoni finiti male
    Amantati falliti in vere relazioni tossiche trasformati in vere commedie del arte del fingersi stare zitti in ogni modo per qualsiasi motivetto dipinto da ,ma sai è per i figli ,per la pagnotta,per la gente di piazza che giudica ,perché poi la portinaia sparla perché già al baratto sotto casa si sparla si sospetta si vivono i 41 bis che fanno IL TRIS E LE QUARTINE E LE CINquine

    A Dio piacendo SEMNRA STRANO A VOI leggerlo qui ,ma esistono pure coppie che sono state capaci di non tradirsi o meglio di DIRSELO PRIMA DI FARLO
    E così poi vedi come scattato sul attenti il coniuge che amando davvero ci si è dati da fare in due per riuscire a mantenere SPONTANEAMENTE IL VOKERSI TENERSI AD OGNI MODO POSSIBILE AMARSI VERAMENTE DI PIÙ AD OGNI ISTANTE DI VITA IN COMUNE !!!
    Si verissimo
    NON SI PUÒ DIRE CI AMAVAMO CONE DAL PRIMO GIORNO

    MA MOOOOOOLTO DI PIÙ!!!

    Tutto il resto è noia!
    Citazione

  • Molly, 13 Aprile 2023 @ 20:34

    “E ognuno deve fare giustamente quello che lo fa stare meglio. Qualsiasi cosa sia.”

    Frase verissima ma che senza questo pezzo “…senza far stare male o illudere gli altri” denota un egoismo spaventoso. Ci vuole anche un po’ di considerazione per le persone che ci circondano. La propria libertà è importantissima ma non deve inficiare con la libertà altrui.

  • Love, 13 Aprile 2023 @ 17:19

    @Ale perdona la lunghezza, ma…
    Il giorno che sono arrivato a questo blog era perché avevo bisogno di risposte alle mie domande che ogni qual volta mi ponevo perché non capivo come una donna come la mia ex che apparentemente non aveva problemi (non intendo economici) riusciva a dichiarmi e parlarmi di quanto il nostro fosse il vero amore che sarebbe durato per sempre non si sganciava dal marito pur nei vari racconti fosse un anafettivo e lei una donna che io ho conosciuto dolcissima ma nel momento di scaricarmi è stata la persona più fredda e cinica che conoscessi…
    In questi giorni vi leggo ancora…poco ma leggo perché mi aveva colpito molto @Stefano per l’amore che trasmetteva nei suoi scritti…amore che nel tempo ha fatto tra alti e bassi tra rassegnazione….ritorni ai ricordi belli…alle curiosità della ricostruzione del matrimonio…a tal punto che quasi ero arrivato a chiedermi cosa avessi o meglio se avessi sbagliato a sparire alla vista della mia ex…ed invece l’unica cosa che sto realizzando è che la mia è stata la scelta giusta dopo essere stato buttato dalla torre.
    Ho assistito ad un incontro tra enti dove si parlava di separazioni e divorzi che stanno aumentando a vista d’occhio in questi ultimi 2 anni…eppure eppure qui leggo solo di “il salto l’avrei fatto se lui…(gli uomini sono talmente pochi che non prendo come esempio una lei), ciò che mi conviene è…. in casa non sto poi così male… lui si sta impegnando perché…. facciamo dei viaggetti insieme…” questo per dire che di amore come nel mio caso c’era solo da una parte o non era nemmeno amore ma semplici emozioni…
    L’amante è un cialtrone perché non ha fatto ciò che vi ha promesso o vi ha illuse/i ed il marito o moglie che si è scelto di sposare non lo è a prescindere che dopo mesi o anni che ci state insieme ha contribuito con il suo concorso di colpa a spingervi tra le braccia di un altro/a ?
    Eppure se ci pensate quello continuate a tenerlo anche se non è più amore (la maggior parte qui scrive non lo amo più..) eppure al caldo e in un matrimonio tutto sommato vivibile vi stanno piuttosto che scegliere di provare a vivere o cercare qualcosa di diverso…mentre l’altro perché ci ha illuso non ci amava?
    Beh….qualche domanda andrebbe fatta…ma non certamente al marito o all’amante.

  • Marten, 13 Aprile 2023 @ 15:43

    @stefano non lo so cosa sarebbe accaduto se lui avesse lasciato la famiglia, non eravamo messi come pensi io che aspettavo che si decidesse e viceversa, io ho assistito piu’ volte a suoi passi avanti e altrettanti indietro, non avevo un amante convinto anzi…a volte era in crisi per noi a volte si sentiva in colpa per casa, un altalena di stati d’animo che non mi dava sicurezza, io sono sempre stata molto chiara, mi sarei separata solo a fronte di una progettualità con lui…e a lui questa cosa evidentemente pesava al punto che è andato via, lui come la tua ex volevano un amante ne piu’ ne meno questa Stefano è l’amara verità

  • Marten, 13 Aprile 2023 @ 15:36

    @sunflower “Non tornerò ad amare mio marito come quando l’ho conosciuto, ma io a quelli che dopo oltre 20 anni di matrimonio dicono che loro sono innamorati come il primo giorno ci credo poco.” esattamente .. noi stiamo insieme da poco piu’ di 20 anni comprendo tutto quello che scrivi

  • Marten, 13 Aprile 2023 @ 14:50

    @Stefano @ Alessandro la mia decisione di ricostruire quanto meno riprovarci, nasce da me non a tavolino, ricordo che mio marito è all’oscuro di tutto e al momento trova giovamento dal mio essere piu’ serena e presente anche se non sa il perchè, ( forse lo sospetta) non credo alle confessioni postume per lavarsi la coscienza quindi non diro’ mai nulla. Premesso questo il tradimento non è stato il trampolino di lancio per cercare di sistemare le cose in casa ricordo che il dietrofront l’ha fatto il mio amante non io. Cose che non vanno molto bene nella mia coppia ci sono, diversamente non avrei avuto un amante, non avrei ipotizzato addirittura di cambiare vita…ma per 8 anni ho evitato di affrontare i problemi me ne assumo la colpa anche se la responsabilità e’ di entrambi, sul finire della relazione ho capito che in fondo mi dispiaceva buttare tutto alle ortiche e volevo sganciarmi da una situazione che intravedevo senza futuro ma non riuscivo a fare a meno di lui. Ora ritorno sui miei passi eccome. Non so qui a scriverti che amo mio marito, altrimenti non mi sarei innamorata di un altro, l’ho amato, gli voglio bene è il padre dei miei figli, sono tornata a farci del sesso discreto (prima della crisi avevamo una buonissima intesa)….gli voglio bene al punto da restare e voglio bene a me stessa quindi non mi metto piu’ nelle condizioni di soffrire per un uomo ne voglio provare a conoscere un’ altra persona col rischio di fare un altro buco nell’acqua . La tua amante Stefano ha scelto il marito, io ho scelto di non provare altre strade dopo che il mio amante mi ha mollata , rimasta senza di lui dovevo scegliere se separarmi comunque oppure no e ho scelto la strada piu’ facile forse o come direbbe il mio ex amante il bene comune e il bene comune è restare a casa mia e dare ai miei figli stabilità emotiva e meno problemi economici possibili, di conseguenza anche piu’ stabilità economica….non aggiungo altro, so cos’è un divorzio…per questo ho piu’ strumenti per scegliere la strada che mi è piu’ congeniale ma siamo tutti diversi ciascuno ha la propria storia…. Spero di essermi spiegata bene 🙂

  • Molly, 13 Aprile 2023 @ 14:26

    Ora che so che non accadrà, me li faccio e li condivido con la mia compagna, senza nessuno scopo di ricostruzione. Sono aperto a ogni cosa possa succedere dentro e fuori casa anche se mi creerà ancora problemi. Non escludo che col tempo riscopra la mia compagna. Ma se dovesse succedere deve essere spontaneamente, senza deciderlo.

    @Stefano ma proprio non ti preoccupi di quello che può passare nella mente e nel cuore della tua compagna? Se ora sei tornato a fare il propositivo nel condividere con lei dei viaggi che evidentemente prima non facevate insieme, ma davvero non credi di crearle delle illusioni? Vedo che parti sempre e solo dal tuo punto di vista e non consideri l’impatto su di lei delle sue azioni e su tua figlia che vi vede fare cose assieme che prima non vedeva.

    Io sarò un disco rotto ma non ce la faccio a tacere davanti a certe cose. Stai attento a non creare altre ferite nelle persone con cui vivi. Non sono bambole e pur razionalmente comprendendo il tuo discorso mi chiedo che impatto abbia su di loro. Non ce la faccio a non chiedermelo.

  • sunflower, 13 Aprile 2023 @ 13:58

    @Stefano, capisco benissimo le tue perplessità, sono anche le mie, tuttavia come dici “Sono aperto a ogni cosa possa succedere dentro e fuori casa anche se mi creerà ancora problemi. Non escludo che col tempo riscopra la mia compagna.” sei possibilista anche in casa, non escludi tout court che sia possibile.

    Il mio matrimonio è sotto osservazione, volevo proporre anche una terapia di coppia a mio marito, ma avendoci già provato anni fa, ho visto che lui non ci crede quindi sono passata a metodi più decisi: io ho taciuto per quieto vivere per i figli piccoli per anni, ho sopportato di sentirmi scontata ecc. ecc.
    La chiave di svolta è che grazie a questa storia extra coniugale mi sento più forte (e anche bella), persino a prendere un’altra strada se non funzionasse, anche io non escludo nulla…. tuttavia sembra che mio marito questa volta si stia impegnando per non perdermi… forse ha subodorato qualcosa (non me lo dirà mai) ma chissà magari ci voleva!!! Non tornerò ad amare mio marito come quando l’ho conosciuto, ma io a quelli che dopo oltre 20 anni di matrimonio dicono che loro sono innamorati come il primo giorno ci credo poco.

    Cosa posso suggerirti, chiaramente di tenerti aperto a tutte le possibilità anche all’interno del matrimonio, già il fatto di condividere interessi, tipo viaggi o altro (ci sarà qualcosa che vi ha unito al netto dei figli), parlare chiaro su quello che ti manca, se vi tiraste dietro i piatti credo che saresti fuori casa no? (terapia di coppia tra te e tua moglie? possibile?) ma soprattutto di vedere la tua ex per quello che è, senza sovrastrutture, giustificazioni al suo comportamento o farti prendere dai bei ricordi (ok archiviali)… domanda forte, ora che hai visto tutti i suoi limiti e le sue carenze se fosse libera la rivorresti? io me la sono fatta sul mio ex e la risposta è stata NO, da li la svolta e non è stato un dietrofront

  • Dispersa, 13 Aprile 2023 @ 13:17

    @Stefano non è che ci si mette a tavolino, ma passato il primo periodo di farfalle nello stomaco, si cerca una soluzione.
    Io del mio compagno non sono più innamorata, ma nonostante tutto sto bene con lui e non mi manca l’aria quando sono con lui. C’è stato un concorso di colpa per quanto riguarda i miei comportamenti, ma i problemi dovevo affrontarli prima anziché tradire e poi parlarne.
    Alla tua amante andava bene fare l’amante (probabilmente la voglia di rifarsi una vita ce l’ha avuta ma non era abbastanza forte per farlo accadere)… Tirate le somme, per i suoi motivi più o meno giusti per te, non ne valeva la pena.
    @Stefano visto che la vedi in maniera diversa, perché i viaggi non li fai da solo o con un amico? Se sei certo di non voler ricostruire a casa rischi solo di confondere la tua compagna.

  • alessandro pellizzari, 13 Aprile 2023 @ 12:17

    Devo ricostruire col coniuge: le decisioni che riguardano la coppia prese a tavolino sono la base dell’ indissolubile matrimonio azienda e quindi in questo caso efficaci, perché il legame si fonda sulla convenienza. Altrimenti sono destinate al fallimento. Però di solito si scopre che la decisione a tavolino era quella da sempre, al netto dei sogni e delle promesse

  • Stefano, 13 Aprile 2023 @ 12:12

    @Marten
    “Non sono una da salto dici ? Eh no qui sbagli più volte gli ho chiesto di decidersi […] Ero stata perfino dall’avvocato dopo un anno che lo frequentavo ma subito dopo lui e’ stato beccato e mi ha mollato la prima volta, poi abbiamo ripreso per altri 7 anni”

    Avevo letto tutto e mi ricordavo. Ma a volte non basta chiedere all’amante o andare dall’avvocato. Perché poi quando si tratta di fare sul serio le cose cambiano. Per tutti. Compreso il tuo ex. E se non si è convinti prima di tutto che l’amante ha aperto gli occhi e cambiato le cose in casa, il che vuol dire sentirsi definitivamente “separati” dal coniuge, allora può succedere che di fronte ai primi veri ostacoli come la sofferenza profonda di chi hai vicino di fronte alla separazione, davanti ai disagi e ai problemi che questo comporta, allora ci si può fermare e tornare indietro perché tutta questa determinazione non c’è più. E non ho visto nemmeno una vera separazione con tuo marito visto che avete continuato ad essere una coppia come hai detto tu. Anche se cambiata ma sempre una coppia. Tant’è che parli di sistemare, ricostruire. Sei tu che lo vuoi, non tuo marito che magari lo ha sempre aspettato. I motivi li hai spiegati e bene e sono comprensibilissimi. Sono sempre le solite paure di ritrovarsi soli, di rivoluzionare tutto, di “buttare” tutto al vento come hai detto. Ma se non ti sei sganciata da tutto ciò a prescindere da come è finita, io credo che di fronte al fare le cose sul serio avresti anche potuto non sentirtela più. Perché anche se aveste coronato il vostro stare insieme, avresti comunque iniziato a pensare “e se poi non va e mi ritrovo sola?” “ma mio marito si merita tutto questo?” “Ma forse sto buttando tutto via”. E forse ti saresti fermata. Per fare certe cose tutto questo deve essere già alle spalle. Bisogna avere, usando un termine di moda, grande “resilienza”. E la tua reazione alla fine del rapporto è stata di immediato ritorno sui tuoi passi alla ricerca della tua comfort zone da cui non ti eri completamente staccata. E questo mi fa pensare. Ma è solo una riflessione. E ognuno deve fare giustamente quello che lo fa stare meglio. Qualsiasi cosa sia. E spero che tu così stia bene.

  • Stefano, 13 Aprile 2023 @ 10:52

    @Sunflower
    “sono stata molto decisa nel dire che alcune cose devono cambiare altrimenti posso anche decidere di vivere da sola (ormai i miei figli sono grandi) e ….qualcosa si vede all’orizzonte, quanto meno ho capito che mio marito si sta impegnando per la prima volta per non perdermi.”

    Sento parlare spesso di questa voglia, soprattutto da parte delle donne (tu, Marten, ecc.), di ricostruire, di ripartire, di sistemare a casa col marito. Faccio fatica a capire. Mi domando cosa si possa chiedere al proprio partner dopo tanti anni insieme in cui quelle cose (quali?) sono mancate e sono state causa del vostro cambiamento di rotta. Mi domando come si possa auspicare che il proprio partner si comporti in modo da non volervi perdere dopo che voi avevate pensato di fare un’altra vita. Mi domando come si possa pensare che partire da se stessi significhi partire dal rapporto con il partner, proprio quello che per mettere al centro se stessi prima, era stato messo in discussione. Sarà perché penso alla mia ex che probabilmente sta facendo tutto questo (in questo caso non perché io mi sia comportato male ma per sua scelta) ma a me sembra un dietrofront così totale che faccio fatica a capirne le logiche. Se mi aiutate spiegandomi magari riesco. Io non ho mai pensato, nemmeno dopo che sono stato buttato giù dalla torre, di sistemare a casa. O meglio ci ho riflettuto per pochissimo ma poi mi sono chiesto dov’era il senso di ricercare “forzatamente” tutte le cose da cui mi sono allontanato. Sento tanto timore di affrontare “l’ignoto” che è stato però quello che vi ha risvegliato dal torpore. Sento tanto timore di affrontare disagi, problemi e anche dolore. Quindi alla fine è proprio vero che il tradimento migliora i matrimoni!!! Se penso alla mia ex questo mio ruolo di “consulente matrimoniale” non mi fa piacere. Se devo dirvi il mio mood in casa non è cambiato adesso che sono “solo”. Non sto ricostruendo niente, non mi sono messo in testa di farlo, continuo il rapporto di prima anche perché non mi sembra sensato che cambi ora che non ho più l’amante, quasi fosse un ripiego. Semplicemente ho ripreso a fare qualche mini viaggio che avevo interrotto perché sognavo di farli con lei. Ora che so che non accadrà, me li faccio e li condivido con la mia compagna, senza nessuno scopo di ricostruzione. Sono aperto a ogni cosa possa succedere dentro e fuori casa anche se mi creerà ancora problemi. Non escludo che col tempo riscopra la mia compagna. Ma se dovesse succedere deve essere spontaneamente, senza deciderlo. Se non succederà nulla da nessuna parte non importa. Ma voglio aspirare a qualcosa di più. E so che c’è chi la pensa così anche qui. Comunque che casino interno!!!

  • Marten, 13 Aprile 2023 @ 10:36

    @sunflower ti ringrazio per la tua testimonianza che mi da coraggio…il mio ex spero di non rivederlo mai piu’, la città è grande se non si vuole non ci si incrocia o almeno lo spero. Con mio marito ho parlato fino ad esaurire le forze piu’ volte nel vano tentativo di ritrovare pace e lasciare una situazione che a fronte di momenti belli mi lasciava sempre un po’ di amarezza…poi mi sono arresa e ho continuato la mia relazione clandestina…ora dopo 8 anni l’amante è tornato all’ovile e mi ha scaricato nel peggiore dei modi ammesso ce ne se sia uno migliore, per me è stato un fulmine a ciel sereno. Disillusa sulla sua capacità di cambiare vita, non ci speravo infatti poi molto che uscisse di casa, ma nemmeno che mi cancellasse così con un colpo di spugna, addirittura cambiando numero di cellulare manco fossi una stalker ma lei probabilmente ha paura delle mie incursioni e insistenze (che non ci sono) perchè sa che lui è un cretino patentato e avrà messo sul piatto le condizioni per non essere sbattuto fuori con un bel calcio nel sedere…. Ora si ricomincia con qualche consapevolezza in piu’…ma è dura…

  • sunflower, 13 Aprile 2023 @ 09:24

    @Marten ti capisco perfettamente anche io probabilmente ti sono vicino di età, la storia con il mio ormai ex amante è durata 3 anni, sua moglie e mio marito non hanno scoperto, mio marito ha sospettato, lei secondo me sa benissimo che ha a che fare con un seriale (visto i suoi numerosi precedenti) e purché torni a casa si gira dall’altra parte.
    Per lui sono probabilmente stata una della serie, interessante visto la durata, oppure perché anche lui intorno ai 60 non aveva tutta questa folla di donne anche se molto affascinante (invecchiando i numeri diminuiscono).
    Quella che si è fatta affascinare dalle sue parole, dai suoi “sogni” sono stata “stupidamente” io che mi sono innamorata e pensavo di cambiare vita, con difficoltà, sofferenza certo, con un percorso condiviso ecc….quando ho fatto i conti con la realtà, con il suo non ti ho mai promesso nulla e con il fatto che l’ho pure beccato a fare il piacione con un’altra, ho capito il dolore che si prova quando cade quel velo rosa che mi ero messa sugli occhi, o come meglio dice il nostro Alessandro quando Jekyll diventa Hyde.

    Anche io metto una pietra sopra altre possibilità, cerco di stare nel mio matrimonio al meglio, ma con una marcia in più…IO ovvero metto prima me stessa, ho messo in chiaro cosa non mi andava nel nostro rapporto, sono stata molto decisa nel dire che alcune cose devono cambiare altrimenti posso anche decidere di vivere da sola (ormai i miei figli sono grandi) e ….qualcosa si vede all’orizzonte, quanto meno ho capito che mio marito si sta impegnando per la prima volta per non perdermi.

    Ho anche rivisto il mio ex (stremata dai suoi assedi) e mi sono resa conto di chi è veramente, è stato terapeutico, dopo un anno ho capito che non ne sono più innamorata ed è stata una liberazione; ascoltarlo mentre chiacchiera, chiacchiera ….sempre le solite lagne, i sogni, le dichiarazioni roboanti me lo ha fatto pesare ….. quindi cara Marten, caro Stefano e le altre che ci stanno passando… CORAGGIO ci si può riuscire.

  • Ariel, 12 Aprile 2023 @ 22:41

    @Giulia non bisogna confondere il fatto che si chiamano relazioni tossiche proprio perché sono ad incastro e cioè sicuramente nella coppia esiste da un lato uno dei duole che porta la dipendenza affettiva che proprio per via di questo tipo di comportamento si è sottratto esattamente da chi manipola negativamente l’altro

    .la Differenza sostanziale però almeno inizialmente è che chi si comporta con dipendenza affettiva non Sto arrivando! Manco di avere sviluppato quel comportamento tipico per il quale scatta come una droga per cui si resta incapaci di staccarsi nonostante si soffre tutte le varie tattiche e manipolazione negative che l’ altro mette in atto da subito CONSAPEVOLE DI USARE E APROFITTARE DELLA FRAGILITÀ ALTRUI E CIOÈ LA DIPENDENZA

    Certo che si 8ncastrano entrambi i ruoli comportamentali nascono entrambi da una falla nel sistema attaccamento affettivo che ha origine nella primissima infanzia

    Ma il manipolatore negativo o la manipolatrice negativa lo Sto arrivando! Da inizio di usare altro o altra per i suoi scopi egoistici

    La dipendenza affettiva agisce come droga nel cervello e sicuro se non la si cura terapeuticamente si ripete tutto lo schema pure cambiando partner indipendentemente se relazione con amante o cn nuovo marito o compagno.

    Statistiche le più recenti ci dicono o gli esperti che pure chi soffre di dipeNdenza affettiva reiterata nel tempo di anni e anni ovviamente si arriva esattamente come fanno i drogati di qualsiasi dipendenza altre si tratti ,si arriva a manipolare negativo pure chiunque si metta in mezzo a impedire di RIFORNIRSI DELLA DROGA e cioè ad esempio una persona dipendente affettiva dopo anni che non sicura in relazione che vive arriva pure a stalkerare o comunque a compiere azioni negative verso chi si mette in mezzo ,esattamente come fanno i drogati di altre dipendenze

    La responsabilità resta individuale caso per caso ,nel senso che ad esempio sicuro chi porta comportamento di manipolazione negativa compie spesso azioni che arrivano a mettere in azione vessazioni ,violenza psicologica ,anche essi o esse stalker diffamazione tramite terz’età persone e gaslighting e tutta na serie di metodi sempre uguali che caratterizzano le relazioni tossiche

    Mentr chi scopre di avere sviluppato un comportamento da dipendenza affettiva di solito prima o poi approda a fare uno o più percorsi psicoterapici ,
    Sicuro mo,to difficulté per non dire quasi mai un soggetto con comportamento da manipolazione negativa non va mai a curarsi in terapia
    Causando notevoli danni ripentendo lo schema in una costante nel suo tempo di vita.

    Così che sicuro la Maggioranza di danni viene fatta da chi manipola negativo perché da inizio è consapevole di approfittare delle difficoltà del

    Lo sceglie apposta il soggetto dipendente lo individua benissimo
    E chi ci cade ci cade davvero in inizio inconsapevole e in vera buona fede.

    Curarsi non è soltanto un diritto ,ma prima che diritto diviene un dovere a protezione degli altri innocenti coinvolti tutti in vere relazioni negative per tutte le persone gioco forza coinvolte sono intere famiglie e gruppi sociali del proprio entourage.

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 22:22

    @ale si nel mio caso il coltello lo aveva lui

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 22:20

    @stefano a parte lo strafalcione italiano a me mi del commento precedente che ignorante sono.. ti dico che ciascuno di noi reagisce a modo proprio anche in base al suo vissuto ed esperienze o matrimoni precedenti …. (capisciamme’ ) Spero davvero che il tuo entusiasmo e apertura verso il mondo ti porti tutto ciò che desideri .. però non tutti reagiscono come te c’è chi sceglie di non rischiare più e io non rischio voglio provare anzi desidero provare a far funzionare qui .. vedremo .. al momento e’ dura ma perché io continuo a pensare a quel grandissimo ….ehm signore

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 22:11

    @stefano allora saremo più o meno coetanei . Non sono una da salto dici ? Eh no qui sbagli più volte gli ho chiesto di decidersi come già scritto ma forse tra i tanti commenti si e’ perso ero stata perfino dall’avvocato dopo un anno che lo frequentavo ma subito dopo lui e’ stato beccato e mi ha mollato la prima volta, poi abbiamo ripreso per altri 7 anni . Io davvero non voglio più saperne … mi terrorizza solo l’idea . Però stare qui un po’ aiuta sento di essere meno sola, il resto verrà da se’ ci spero tanto ma non al di fuori di casa mia .

  • alessandro pellizzari, 12 Aprile 2023 @ 20:57

    A dire la verità non tutte le relazioni sono anche solo manipolatore Vs dipendente. Io la vedo spesso come dipendente Vs dipendente.

    Nelle relazioni fra amanti che finiscono male c’è sempre uno che ha avuto il coltello dalla parte del manico, che ha amato meno (anche molto) e che ha preso la decisione finale o ha spinto l’altro a decidere

  • Stefano, 12 Aprile 2023 @ 19:53

    @Marten
    “certo che è un mantra ricostruire lo è …non so quanti anni tu abbia, ma sono certa di essere piu’ grande… tu parli solo del rapporto di coppia ma non siamo piu’ soli, abbiamo figli abbiamo nel mio caso nipoti, abbiamo coniugi o ex coniugi. Sono una donna piena di vita si con mille interessi messi un po’ da parte per dedicarmi ad un altro uomo …non rinnego nulla ma ora è tempo di tornare a casa

    Non penso che tu sia più grande. Diciamo che sono più vicino ai 60 che ai 50. Ma da come parli, anche se quello che dici ha un peso specifico notevole, mi fa pensare che non sei proprio una da salto e magari questo può aver influito sul vostro percorso. Mantenere sempre tutto in piedi è il modo per prolungare le cose e non arrivare a niente. Ci vuole gradualità, tempo, ma bisogna essere decisi. I figli, i nipoti sono rapporti che restano indipendentemente dai coniugi. E tu resti mamma. Una grande mamma, fuori o dentro la coppia. Se figli e nipoti diventano il motivo a prescindere per stare insieme, allora siamo al solito discorso e ognuno a questo punto ha la sua ragione nell’aver deciso di non fare il salto.

    “minestra riscaldata? forse ma la fuori c’è un mondo che non mi appartiene”

    Non è il mondo che non ti appartiene. È lui che non ti appartiene. Togli lui e tieni tutto il bello. Pensi sempre che sia un mondo che non ti appartiene? A me è appartenuto, eccome. E mi fido di chi qui mi dice “ti leggo e vedrai che qualcosa di bello arriverà”. Ma bisogna essere aperti. E leggendo te sembra che tu non voglia più qualcosa di bello. In questo momento la delusione è enorme. La capisco. L’ho vissuta. Ma giorno dopo giorno mi rendo conto che il bello in tutto questo sono stato io, non lei. E quell’io non voglio buttarlo. Non le darò anche questa soddisfazione

  • Giulia, 12 Aprile 2023 @ 19:47

    @ariel bravo e cattivo era ironico nei confronti di chi vede il mondo in bianco e nero e giudica spesso senza calarsi ìn contesti che sono complessi. A dire la verità non tutte le relazioni sono anche solo manipolatore Vs dipendente. Io la vedo spesso come dipendente Vs dipendente. Da entrambe le parti c’è un vuoto interiore e sicuramente qualcosa che va approfondito. Se questi rapporti danno qualcosa, quel qualcosa è certamente la possibilità di conoscere se stessi in modo molto profondo, ti mettono a nudo di fronte a te stesso. Mi sembra di leggerlo spesso anche nelle tante esperienze raccontate qui.

  • Stefano, 12 Aprile 2023 @ 19:36

    @Marten
    “il salto l’avrei fatto ma a me questa esperienza non mi ha fatto venire voglia di riprovare a fare il volo di icaro eh mi sono fatta male ,ma parecchio… no che non ho voglia di riprovarci…ma per nulla al mondo”

    Ti capisco. Mi sono fatto male anche io. Tanto te l’assicuro. Ma il male passa, dura qualche mese ma passa. Il resto invece dura anni. Io non voglio togliermi la possibilità di volare anche se potrei farmi male ancora. È un po’ come sciare. Quando provi e ti piace lo vuoi fare sempre anche se cadi. Ti fermi un po’, guarisci e riprendi. La paura di farsi male non deve essere un motivo per decidere di non provare più. Io la penso così e cercherò sempre il meglio. Non mi fermerò solo perché questa volta era la persona sbagliata. Non voglio che per colpa sua oltre ad aver sofferto dovrò anche rintanarmi di nuovo nella comfort zone da cui ho tanto desiderato allontanarmi. Non le darò questa importanza. Lei mi ha ferito? Guarirò e vivrò, senza di lei. Magari anche meglio visti i risultati!!!
    Per il discorso routine e quotidianità è un pensiero che non faccio. Non vedo il futuro. Potrebbe essere uguale, peggio o meglio. Ma bisogna pur rischiare se si vuole provare a cercare qualcosa di più.

  • Stefano, 12 Aprile 2023 @ 11:47

    @George
    Aggiungo una cosa. Per me è stato determinante portare la mia ex fino al limite essendo però sempre presente. Alla fine si è stufata lei e questa è stata la prova definitiva che non mi amava e non voleva stare con me. Se di fronte a prove d’amore la risposta è l’allontanamento, questo scopre le carte. Esattamente quello che succede quando il tradimento viene scoperto e invece di prendere la palla al balzo per ratificare il rapporto, come dice @Ale tutti tornano a casa con la coda fra le gambe. Ti sembra una prova d’amore? Hai l’occasione per fare il salto e invece di azzerbini? Rompiamo le palle e se non ci seguono lasciamole andare. Che davvero come dicono loro, non ci meritano. Io comincio a vedere la luce adesso dopo 5 mesi di distacco nel senso che non ci frequentavamo più e dopo 4 mesi dagli ultimi episodi fra cui Capodanno, San Valentino, i miei “test” della festa della donna, del compleanno e del problema familiare, questo di circa 15 giorni fa. Ogni volta le palle mi scendevano sempre più. Il tempo e le delusioni aiutano ad allontanare anche i pensieri e i sentimenti. Stai qui e parlane. A me è servito sfogarmi, prendermi del coglione, provare, pensare. E soprattutto scrivere e leggere per sentirmi comunque meno “solo”. Un abbraccio @George … E vieni all’aperitivo di maggio.

  • Stefano, 12 Aprile 2023 @ 10:52

    Ciao @George!!!
    Ma cosa è successo venerdì che ti ha fatto sentire l’ultima ruota del carro? C’entra la Pasqua?
    Comunque sai cosa ti dico? Io sono stanco di sentire parlare continuamente di dipendenza affettiva. Quella è una cosa seria e qui se ne abusa abbonamentemente. Per poter dire di averla non devi farti un’autoanalisi basandoti su quello che scrivono qui alcune talebane che oltretutto di mestiere non fanno le psicologhe. Se vuoi toglierti il dubbio fatti un paio di sedute con una professionista vera come ho fatto io e vedrai che non c’è nessuna dipendenza. A me sono servite e vedrai che la tua autostima tornerà. Quando ci si innamora si prova quello che abbiamo provato sia quando ci si è dentro, sia quando si soffre perché si è fuori. Se ti senti pronto, se lei ha superato il limite, è il momento semplicemente di “seppellirla” e immaginare che non ci sia più e affrontare tutte le fasi del lutto. È difficile, faticoso, si soffre. Ma il percorso è quello. Se sono anni che vai avanti è il momento di decidere se sulla bilancia pesano di più i momenti belli quando sei con lei o quelli brutti quando non lo sei. Sappi però che le figlie sono un alibi perché non si è vergognata nei loro confronti avendo l’amante per 7 anni. Mettila alle strette se tu vuoi fare il salto con lei, rompile le palle come dice @Ale ogni tanto. E vedrai che alla fine lei mollerà il colpo perché si stuferà di non avere più quel rapporto funzionale per lei ma un rapporto pesante creato da te. Le togli la sua bolla e la metti al muro. Ma oltre alle sue esigenze ci sono anche le tue e se ti ama le asseconderà. Altrimenti no e per te sarà obbligatorio lasciarla andare sapendo che tu hai messo alla prova il suo sentimento. Se c’è troverà il modo di sistemare le cose. Se non c’è ti allontanerà e scoprirai parole e comportamenti completamente diversi, lontani anni luce dall’amore. E riuscirai a lasciarla andare. A me è successo così. Fammi sapere e lascia che il tempo faccia il suo dovere

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 10:18

    “Le cose restaurate, se anche si riesce e richiede fatica, non sono mai come le cose “costruite” ex-novo (non ri-costruite). Hanno sempre delle falle, delle perdite, delle debolezze.” @Stefano le nostre relazioni avevano la magia del condividere solo il bello e non la routine, anche il nuovo puo’ avere falle e debolezze perchè solo attraverso la convivenza emergono i problemi e i compromessi, emergono quando si parte da zero figurarsi dopo un divorzio e con dei figli di mezzo….cio’ non toglie che il salto l’avrei fatto ma a me questa esperienza non mi ha fatto venire voglia di riprovare a fare il volo di icaro eh mi sono fatta male ,ma parecchio… no che non ho voglia di riprovarci…ma per nulla al mondo.

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 10:12

    @Stefano certo che è un mantra ricostruire lo è …non so quanti anni tu abbia, ma sono certa di essere piu’ grande.. 🙂 tu parli solo del rapporto di coppia ma non siamo piu’ soli, abbiamo figli abbiamo nel mio caso nipoti, abbiamo coniugi o ex coniugi. Sono una donna piena di vita si con mille interessi messi un po’ da parte per dedicarmi ad un altro uomo …non rinnego nulla ma ora è tempo di tornare a casa…non certo a fare la calza sul divano ma nemmeno a vivere di bugie e corse avanti e indietro per far conciliare le agende…lo so che ho tanto da fare lo so che dopo una relazione cosi lunga devo farmi mille domande su cosa è rimasto della mia coppia…ma voglio provarci mi apro alla vita così…minestra riscaldata? forse ma la fuori c’è un mondo che non mi appartiene, ho ritrovato l’adrenalina dei 30 anni in una relazione che pensavo avesse un futuro il mio amante non era la stampella del mio matrimonio, ho sognato ma il risveglio è stato troppo brusco e doloroso. Quindi ciaone come dicono i giovani…:)

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 10:00

    @george ciao sai non credo che lei si sia approfittata delle tue debolezze o almeno lo spero, non ha semplicemente avuto il coraggio di buttarsi come non l’ha avuto il mio dopo 8 anni…se posso spezzare una lancia a suo favore ma solo per solidarietà femminile, siamo nel 2023 ma la donna che ha l’amante è a prescindere una poco di buono figurarsi se molla la famiglia per un altro uomo…donna senza morale . Io ero pronta ad affrontare tutto perfino le critiche e il giudizio sempre severo dei figli.non a cuor leggero, certo, con molte paure e sensi di colpa, ma non ho potuto scegliere…Hai fatto bene a sparire se non ti andava piu’ quel ruolo non voglio pensare pero’ che lei approfittasse di te . Ammettere di dover lavorare sulla propria autostima e ammettere i propri limiti non è da tutti. Speriamo che sia finita qui e non ricominci l’altalena…

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 09:51

    @alessandro si certamente non escludo a priori ora come puoi immaginare l’umore è altalenante…dalla rabbia alla tristezza alla speranza per il futuro…alla malinconia…vediamo come va ora sono ancora stranita…e infatti mi rifugio qui, scrivere aiuta a tirare fuori dal momento che non posso certo farlo in casa o con i figli per quanto grandi …ma c’è un limite a tutto 🙂

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 09:48

    @alessandro pochezza estrema ben detto

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 09:47

    @Stefano senti questa questa magari ti manca “sono come un palloncino d’elio che sta per scoppiare quando invece vorrei volare via” ….senti la poesia…ahahahah signorepietà ….ma a te l’ha detto che quando esce col coniuge è come uscire con una grande amica/o nulla di piu’ ? A me ancora non sembra lontana tutta questa faccenda io ancora sono stranita da me stessa da come ho potuto credergli, dalle palle che mi sono fatta andare bene, mi sento cosi cretina. Non mi faccio inaridire ma dopo questa davvero basta, ho una storia già di mio complicatissima…non posso chiaramente scriverlo qui sarei troppo identificabile…ma credimi per me questa vicenda è stata l’ultima spiaggia ora basta davvero è tempo di ordine equilibrio e’ tempo di altro…se andrà bene il mio progetto restero’ dove sono con buona pace di figli e nipoti…se andrà male staro’ da sola ma mai e poi mai situazioni ibride mai piu’.

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 09:40

    @alessandro vero quando gli ho inviato una mail ha risposto lei per dirmi solo di non cercarlo piu’ che tanto a quell’indirizzo mail non avrebbe piu’ risposto – ammesso fosse lei a scrivere e non il marito a fare il teatrino, ormai non sono piu’ certa di nulla, le ho risposto omettendo ovviamente molte cose pero’ le ho detto che avrebbe dovuto affrontarmi di persona, ma lei non ha piu’ risposto e io ovviamente non ho insistito

  • alessandro pellizzari, 12 Aprile 2023 @ 08:38

    Perché non affrontare l’amante? Molte mogli lo fanno ma non con l’intento di sapere la verità ma di attaccare o scacciare quella che ritengono una rivale e che rivale non è. La crisi matrimoniale è il vero problema, o lui che un seriale impenitente. Ed è vero, soprattutto i seriali sanno di poter contare sempre sul perdono della moglie, basta restare a casa e azzerbinarsi per un po’. I matrimoni azienda funzionano così. Però tu non sperare che si faccia viva per vendicarti o per riprenderti i suoi scarti

  • alessandro pellizzari, 12 Aprile 2023 @ 07:37

    Donne o uomini che siano hanno un denominatore comune: addii e ritorni sono infarciti di paroloni e dichiarazioni filosofico amorose simil altruiste, i fatti sono sempre quelli e di pochezza estrema

  • alessandro pellizzari, 12 Aprile 2023 @ 07:35

    Marten però datti un limite di tempo anche per l’elaborazione del lutto. Se vedi che nei prossimi mesi l’umore non cambia o addirittura peggiora cerca un terapeuta. Occhio perché un malessere profondo che di cronicizza porta a malattie psicosomatiche esaurimento nervoso e poi depressione

  • alessandro pellizzari, 12 Aprile 2023 @ 07:26

    Benvenuto George. Un consiglio: lei tornerà per riavere la sua stampella anche se temporaneamente. Preparati da subito a respingerla, altrimenti toccato il fondo scaverai

  • alessandro pellizzari, 12 Aprile 2023 @ 07:24

    Stefano la tua donna non aveva gli attributi per fare la rivoluzione. Voleva, lo sognava ma non ti ha amato abbastanza. L’amore al 100% è quello che fa fare il salto, altrimenti se si ragiona si resta. E 10 volte di tira e molla sono veramente troppe: non saranno dipendenza ma tu hai staccato 7 assegni in bianco di troppo. Nel tradimento scoperto il crollo della fiducia diventa invece l’ostacolo più grande alla rinascita della coppia: ancora una volta solo l’amore ritrovato può ricostruirla. Tutto il resto è convenienza a restare.

  • Marten, 12 Aprile 2023 @ 07:20

    @ads “pensa avere dei figli insieme con ste persone che ti rigirano come un calzino a loro piacimento facendo leva sulla tua debolezza” ecco esattamente ci pensavo stanotte … chissà che razza di cose assurde ha detto alla moglie per farsi perdonare di nuovo a distanza di 7 anni dopo la prima volta che ha scoperto mi frequentava, perché aveva già scoperto la tresca dopo un anno e mezzo che ci frequentavamo . Sorge spontanea la domanda, perché non affrontare l’amante ? Perché non un confronto ? A me sarebbe piaciuto sapere come ha dipinto la sua relazione extra per riuscire a passare impunito anche questa volta dopo enne volte che quella gli chiedeva se mi vedesse ancora e a quella donna non interessa sapere cosa esattamente dicesse il marito di casa loro ? Forse e’ vero, forse tirano una riga e ricominciano da capo, forse meglio tanti dettagli non saperli e credere al “ momento “ di debolezza (8 anni) …. O fidarsi di ciò che dice il marito del resto e’ giusto se non lo si vuole sbattere fuori di casa . Ne sono convinta ne uscirebbero delle belle. Il mio ex amante quando mi faceva uscire dai gangheri e gli dicevo sarei andata da lei ( non lo avrei mai fatto ) rispondeva che tanto l’avrebbe fatta franca anche a questo giro … un abile manipolatore non c’è che dire … in effetti narcisista lo e’

  • Stefano, 12 Aprile 2023 @ 01:02

    @Martens
    “a me è stato detto di tutto, dal meriti una persona diversa, vorrei spiccare il volo ma non posso, se non riesco a chiudere so che rinuncio alla mia felicità etc etc”

    Sei in buona compagnia ahahahah. È incredibile come le frasi sono sempre quelle. Pensavo fossero appannaggio degli uomini un po’ immaturi. E invece a me le ha dette una donna. “Meriti una donna diversa” “vorrei ma non posso” “so che me ne pentirò” “ti amo ma non voglio farti soffrire”. Il campionario è talmente vario da poterci fare un libro. Poi tornava ed erano di ben altro tenore. Vabbè ormai è storia vecchia. E sento tutto talmente lontano che mi sembra quasi non sia mai successo. E questo mi spiace perché era bello. Martens, non facciamoci inaridire da quello che ci è successo! So che la tendenza è quella, lo sento anche io. Ma tieni aperto il cuore. È un peccato sacrificarlo per questi amanti che ci hanno deluso. Ci hanno detto che meritiamo partner diversi? Lì troveremo. Peggio per loro.

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 23:58

    @martens ..la maggior parte delle persone qui è da tempo che sta cercando di risalire la china..anche lo stesso @stefano..non è tutto cosi linerare il percorso,
    io non penso a mia moglie, penso a me,di conseguenza non posso ributtarmi nella coppia..anzi la distanza aumenta, mi spiace ma cosi sono le cose.“ comprendo …certo ciascuno di noi ha intrapreso un proprio percorso che lo faccia andare oltre la delusione e il dolore ciascuno in base al proprio vissuto certo …

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 23:40

    “Per Marten è tanto presto, deve digerire otto anni di tempo sprecato in una doppia vita. Ci vuole tempo per elaborarlo e ci vuole soprattutto un aiuto professionale.“ non lo ritengo uno spreco, per me non sarà mai stato uno spreco .. ci credevo gli ho creduto e l’ho amato … doppia vita o no e’ andata così … del perché e per come resti dov’è non ha importanza … dovrebbe averlo per la moglie visto cosa pensava suo marito della loro coppia ora lo sa visto che ha letto conversazioni altrui . Affari loro … lui troverà il modo di farsi perdonare, io di andare oltre ma il tempo che ho dedicato a noi non sarà mai considerato tempo sprecato perché in quel momento ero lì perché lo volevo felice di essere lì . La terapia al momento non mi interessa … ho elaborato lutto peggiori … il tempo farà’ il suo non pretendo miracoli non so se ciò che mi sono prefissata andrà a buon fine o dovrò rivedere i miei progetti, ora mi basta andare oltre …. e vedere finalmente con lucidità . 😉

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 23:27

    “Conta solo oggi, adesso, e chi c’è nella tua vita. Il resto è fumo, appartiene a ciò che è stato che è già cambiato.“ già però che fatica prenderne atto … mi sento così stupida .. forse vedevo cose inesistenti ? Ho passato nottate a rileggere chat per capire cosa mi fosse sfuggito o cosa avessi frainteso ma davvero devo andare oltre per forza indietro non si torna ed e’ tutto già passato … però fa male

  • Roberto, 11 Aprile 2023 @ 22:09

    @Molly, non ho capito cosa c’entro io con i SE e con i MA, ma ormai ci rinuncio. Qui stiamo parlando e commentando eventi vissuti da persone. @Stefano non sta facendo un processo ad un fantasma per esempio. Ha avuto un’esperienza che lo ha segnato in qualche modo. Come, lo sa solo lui. Il suo futuro sarà condizionato anche dal suo amantato. Pensare di archiviare ciò che è successo senza tenerne conto e vivere solo il QUI ed ORA forse è comodo per chi come te è stata tradita, ed allora vuole mettere una pietra sopra su quello che è accaduto. E non pensarci più, illudendosi che non sia mai successo. Ma le cose accadute ti fanno pensare, sempre. Se fosse tutto così facile, le professionalità delle persone come @Ale non servirebbero. Invece molte persone devono elaborare il loro trascorso. Come stanno facendo @Ads, @Stefano ed altri che si chiedono perché sia andata così. Tu stessa @Molly sei qui ogni giorno a dimostrare che di risolto hai poco. Quindi anche tu probabilmente hai a che fare ogni giorno con quello che ti è accaduto. Se fossi davvero così serena e felice, perdonami, ma non saresti qui a cercare di convincerci di cose dellle quali forse non sei convinta nemmeno tu, ma saresti a goderti tuo marito ed il matrimonio ritrovato.

  • Stefano, 11 Aprile 2023 @ 21:08

    @Molly
    “Ti posso garantire che quando ho letto che ti ha lasciato 10 volte ho provato molta rabbia nei suoi confronti e grande pena nei tuoi. Fatti curare bene @Stefano, te lo dico con sincerità, perché non hai raccontato fatti che lascino molti dubbi.”

    Ti ringrazio per il tuo affetto e mi spiace che tu non possa partecipare agli aperitivi. Saresti una di quelle che abbraccerei con un grande sorriso. Comunque non ho bisogno di farmi curare. E con questo non dico che non ho fatto o non farò colloqui con psicoterapeuti che sono stati e saranno estremamente utili per conoscersi. E se mi dovessero dire che ho bisogno di un percorso terapeutico lo farò. Per ora non è successo. Anzi mi hanno proprio fatto sentire centrato. Per quanto riguarda il fatto delle 10 volte, l’ho raccontato sin dall’inizio. Ti sarà sfuggito, quando raccontavo che ogni 2/3 mesi entrava in crisi, sistemava a casa e poi tornava. Ne ho già spiegato le mie dinamiche emotive

  • George, 11 Aprile 2023 @ 21:03

    @Stefano sono mesi che ti leggo e mi dispiace molto quello che stai passando . Questo blog é fantastico e trovo che tutti cercando di farsi un volo di mano , tante … tutti ci sono passati e nessuno ha una risposta corretta , anche io come molti qui non ce l ho più fatta a fare l amante , la mia relazione é durata 7 anni e risparmio lo schema perché alla fine é comune per tutti . So solo che venerdì scorso mi sono sentito veramente l ultima ruota del carro e ho deciso di chiudere , non l ho fatto in maniera cattiva ma ho detto “ tra noi da adesso deve regnare il silenzio “ . Certo sto male soffro , scrivo a me stesso mi mando audio a me stesso , insomma ci provo . Anche lei mi ha detto che mi ama ma non ha coraggio di lasciare la famiglia che si vergogna delle figlie .
    Sono qui da agosto e non so nemmeno io le volte che ci siamo lasciati e riprese ma una cosa é certa , lei non lascerà mai il marito . In tutto questo peron c’è del buono , ho capito che soffro di dipendenza affettiva e che non sono capace di vivere una relazione senza essere geloso senza essere in bisogno . Credo di dover lavorare sulla mia autostima a livello affettivo perché per il resto sono molto sicuro di me stesso . Per terminare forse non sono stato l amante che voleva avere con se , quello che la faceva continuamente divertire ma lei ha peccato nella cosa più grande non lasciare il marito , poi mi chiedo se una donna capisce che sei un “ debole “ non credo sia una buona cosa ma ho pensato che se una persona ti ama ti accetta con tutti i problemi che hai e ti aiuta nel superarli . Continuerò a leggerti e leggervi e auguro a te in primis di stare bene
    Ps se qualcuno ha notizie di Lorenzo le fornisca , anche lui soffriva ma é due mesi che non scrive più

  • Stefano, 11 Aprile 2023 @ 21:01

    @Molly
    “Se però tu non vedi una tua dipendenza nel riaccettare per 10 volte un suo ritorno, senza farti domande sulla sua affidabilità e serietà, beh lí ci vedo un tuo grosso “concorso di colpa”, una mancanza di limiti a farti trattare come un bambolotto e mi stupisco che tu non veda la tua dipendenza affettiva”

    Le domande me le sono fatte, ogni volta. E le risposte me le ha date lei, ogni volta. Mi devo sentire “debole” perchè cercavo di capire le sue difficoltà a lasciare la sua vita di 20 anni, di deludere comunque una persona che ha amato per tanto tempo, di aver paura di perdere i figli? Tu ti sentiresti di giudicarla negativamente per questo? Lei è sempre tornata ed era estremamente credibile su questo e sui sentimenti per me. Dal mio punto di vista non serve scomodare la dipendenza affettiva che è ben altra cosa e presuppone traumi personali, rapporti di dipendenza fisica e psicologica con partner narcisisti o comunque egoisti. Se la dipendenza è non riuscire a staccarsi da una persona che si ama, è sentire “il bisogno”, inteso come desiderio, di averla a fianco, se è perdonare comportamenti che però pensi abbiano motivazioni anche comprensibili, beh allora siamo tutti dipendenti affettivi. Compresa tu che non ti sei staccata da un marito dopo 4 anni di tradimento. Perchè io lascio la parola “tradimento” se a una relazione extra segue un ritorno all’ovile. E’ un tradimento della fiducia con una persona con cui si decide di stare ancora. Mi scopri? Chiedo scusa, prendo le mie valigie e me ne vado. Se naturalmente non c’è “dipendenza” come la definisci tu. Se invece finisce un amore e ne inizia un altro il tradimento non c’è più. Coppia finita, tradimento decade. Come vedi ci sono comportamenti più borderline in scelte come la tua, la vostra, rispetto a scelte come le mie che hanno avuto sempre come denominatore comune l’amore, il sentimento. Nessun dovere, nessuna dipendenza. E sto parlando di me. Se vogliamo parlare della mia ex-amante e seguiamo questa tua frase “donna (che lei non rappresenta molto bene come categoria)” allora le cose si fanno complicate. Primo perchè la giudichi. Secondo perchè io oggi non so più chi è, non so più le vere motivazioni dei suoi 10 tira e molla. Forse è solo una donna debole, poco centrata, che ha bisogno di un uomo di un certo tipo. Forse ha pensato fossi io quello di cui aveva bisogno per un po’. Forse non mi ha mai amato, forse … forse. Non riesco ad entrare nella sua testa. Sta di fatto che alla resa dei conti se n’è andata. Fine. Io ho provato a capire se c’era qualcosa con quei miei comportamenti. Non ho trovato nulla. E allora ciao. Altro che dipendenza. Io sono emotivamente solo a differenza di altri che parlano di dipendenze e poi si aggrappano ai loro rapporti ri-costruiti. Questa è dipendenza, ma non la definisco nè affettiva nè patologica.

  • Dispersa, 11 Aprile 2023 @ 20:57

    @Ads probabilmente lasciata alle spalle la relazione con la tua ex, che in qualche modo ti teneva legato ad entrambe le situazioni, sei più lucido e vedi il giusto percorso da intraprendere.

  • Stefano, 11 Aprile 2023 @ 20:29

    @Molly
    “la mia terapeuta che mi diceva di stare attenta ai verbi servili “potere/dovere/volere” e quello che comunicano.”

    Sono d’accordo. Infatti sono quelli che usano tutti coloro che stanno nelle loro vite al servizio dei rispettivi coniugi nonostante tradimenti fatti e subiti. Il più classico? Il senso del dovere!!! Sai invece cos’è stato per me amare un’altra persona ed essere pronto a fare il salto con lei? Un volo libero nel cielo, senza potere, dovere, volere … ma solo col “sentire”. Questo è il verbo che sento mi appartiene e che dovrebbe appartenere a tutti. Se fosse così non scriveremmo fiumi di parole per situazioni contrastanti in cui il sentire non corrisponde a quello che si fa. E lo trovo in quasi tutti i commenti che leggo. Ognuno faccia un esame e si dica se sta seguendo il “sentire” o altri verbi servili o di compromesso emotivo fra cui aggiungo il verbo “ricostruire” che prevede una distruzione. Le cose restaurate, se anche si riesce e richiede fatica, non sono mai come le cose “costruite” ex-novo (non ri-costruite). Hanno sempre delle falle, delle perdite, delle debolezze.

  • Stefano, 11 Aprile 2023 @ 20:17

    @Martens
    “ma dopo questa esperienza tremenda pensi ancora che valga la pena buttare cio’ che hai costruito ?”

    Ti sento dire spesso questa frase come se fosse un mantra. Io non penso che l’argomento sia questo ma che sia la felicità, sentirsi vivi. Almeno per me. Quello che abbiamo costruito è stato per tanto tempo un hotel tre stelle forse. Ma non lo sapevamo. In fondo è sempre un hotel no? Ma quando provi a costruire un nuovo hotel a cinque stelle allora capisci che la felicità e vivere sono un’altra cosa. E parlo solo del rapporto di coppia, uomo e donna. Non di famiglia. Io alla tua domanda rispondo “sì vale la pena”. Se mi dovesse ricapitare un’esperienza come quella passata, mi ci ributterei senza esitare. Magari proverei a interpretare meglio certi segnali grazie all’esperienza. Ma probabilmente farei le stesse cose. Perché buttarsi è l’unico modo per provare emozioni. Il freno a mano tirato non funziona. Per provare il parapendio e volare, bisogna buttarsi, avere paura, rischiare un po’ e magari scoprire che quel volo non è stato poi solo emozionante ma anche doloroso. E allora si prova il paracadutismo, poi la scalata … poi … poi. Ma alla fine in mezzo a paure e dolori c’è stata anche tanta emozione, tanta vita. Solo così si può sperare di trovare finalmente il modo di volare senza paura, senza dolore. Solo tanta gioia e vita. Se invece parliamo di famiglia, quella è per sempre a prescindere. La mia famiglia è fatta dai miei genitori, da mia figlia e dalla mamma di mia figlia, che sia la mia compagna o meno non cambia nulla. Quelli sono ruoli per sempre. Marito e moglie no. E non devono trasformarsi da hotel a prigioni. Quindi io aspetto. Ormai so che la mia compagna non è più la donna con cui vorrei invecchiare. Non avrei amato un’altra per tre anni desiderando di invecchiare con lei. Mi apro alla vita e vedremo cosa mi riserverà. Alla peggio resterà così. Su certe cose a volte non si può intervenire. Ma se non si prova resterà così a prescindere. E io non è quello che voglio. E tu ? Martens, sei una donna piena di vita se hai fatto quello che hai fatto per 8 anni. Prenditi il tempo per ricaricarti e ripartire. Non ti vedo con lo scialle, il gatto sulle gambe e i ferri per fare la maglia ahahhahahah. Scusa la metafora un po’ “anziana” ahahaahahah.

  • elleelle, 11 Aprile 2023 @ 18:36

    @ads
    Scrivo anche a te, e’ vero che stai pensando di cambare lavoro e anche di separarti? Ho letto che ti stai informando e cercando di capire cosa puoi fare. E’ un grande passo, in bocca al lupo!
    Credo che confrontandosi qui la consapevolezza aumenti non solo su queste storie spesso senza speranza ma anche sulle proprie forze interiori. Hai ragione, i percorsi non sono tutti lineari ma l’importante e’ trovare una strada lungo la quale si stia bene.

  • Molly, 11 Aprile 2023 @ 17:35

    “Una cosa sola conta. Oggi, in questo momento c’è ancora lui/lei nella tua vita?
    Se la risposta è no vuol dire che sono mancate le condizioni, che possono essere sentimentali, psicologiche, di circostanza di uno o di tutti e due, non ha importanza. Non ha senso fare il processo ad un fantasma!”

    @Lia sei riuscita ad esprimere meglio di me il ocncetto quando cercavo di spiegare a Roberto che con i SE e con i MA non si va da nessuna parte. Conta solo quello che si è deciso di fare, senza bisogno di aggrapparsi e fare processo ad un fantasma. IL QUI ED ORA è fondamentale, senza tanti voli pindarici.

    Per Marten è tanto presto, deve digerire otto anni di tempo sprecato in una doppia vita. Ci vuole tempo per elaborarlo e ci vuole soprattutto un aiuto professionale.

  • ads, 11 Aprile 2023 @ 17:25

    @lia,Hai sempre rimproverato alla tua ex di non aver lasciato il suo compagno. Forse all’inizio tu ci hai anche pensato, ma da un certo punto in avanti non lo avresti fatto neanche più tu. Quindi sospenderei i giudizi…
    spesso le donne hanno sempre la tendenza ad avere una scatola nera,
    sicuramente l’ho detto, ma ora sinceramente , ognuno facesse come vuole,
    dico soltanto che rimanere in matrimonio dopo una scoperta di un tradimento, per me sarebbe insostenibile nel medio periodo.
    @lia , cara io alla stessa domanda posta 3 anni, fa, due anni fa ed ora ti rispondo in maniera differente ogni volta..
    uno spesso qui fa delle riflessioni..se per questo ci sono molti uomini a cui piace osservare che le proprie donne fanno sesso con altri..contenti loro.
    @martens ..la maggior parte delle persone qui è da tempo che sta cercando di risalire la china..anche lo stesso @stefano..non è tutto cosi linerare il percorso,
    io non penso a mia moglie, penso a me,di conseguenza non posso ributtarmi nella coppia..anzi la distanza aumenta, mi spiace ma cosi sono le cose.
    ..@lia ho espresso un giudizio sull marito della mia ex amante, solo perchè ci ha beccato iln flagranza, contento lui..contenti tutto..e non flagranza per sommi capi, una cosa grave ti assicuro

  • Lia, 11 Aprile 2023 @ 16:32

    @Marten, se ci pensi non è vero che più di quello che ho fatto non potevo fare.
    Non ho accettato di fare più l’amante, non ho accettato neanche di andare avanti con il mio ex compagno. Quindi anch’io non ho accettato tutto pur di non perdere uno di loro.
    Forse anche per il mio ex amante è psicologicamente insostenibile lasciare la sua famiglia e i suoi figli come per me lo è fare l’amante. Quasi certamente l’ho amato più io, forse ho amato solo io, ma, davvero, dopo che mi sono scervellata, ho capito che non ha importanza porsi queste domande.
    Così come non ha senso chiedersi se, col senno di poi, lascerei ancora il mio compagno. Per me era diventato il tutto psicologicamente insostenibile. Per me innamorarmi di un altro, in quel modo, è stato devastante!
    Ognuno fa quello che può facendo i conti con quello che è e quello che sente.
    E’ la vita. Sappiamo bene che ci si può perdere pur essendo innamorati così come si può continuare non essendolo più. La vita è trovarsi anche nel posto giusto ma purtroppo nel momento sbagliato o nelle condizioni sbagliate. Una cosa sola conta. Oggi, in questo momento c’è ancora lui/lei nella tua vita?
    Se la risposta è no vuol dire che sono mancate le condizioni, che possono essere sentimentali, psicologiche, di circostanza di uno o di tutti e due, non ha importanza. Non ha senso fare il processo ad un fantasma!
    Come quando muore qualcuno. Accade e si va avanti!
    Si mettono da parte i giudizi e ci si concentra sul ritrovare se stessi e riprendersi in mano la vita.
    Conta solo oggi, adesso, e chi c’è nella tua vita. Il resto è fumo, appartiene a ciò che è stato che è già cambiato.
    @ads, credo molto nel Karma, ma una cosa te la devo dire. Hai sempre rimproverato alla tua ex di non aver lasciato il suo compagno. Forse all’inizio tu ci hai anche pensato, ma da un certo punto in avanti non lo avresti fatto neanche più tu. Quindi sospenderei i giudizi…

  • Molly, 11 Aprile 2023 @ 16:16

    .”mi fa sentire tutto il male che hai vissuto e se non lo vivi ancora, comunque sento la paura che qualcosa un giorno possa riportarlo a galla e .. mi viene da abbracciarti.”

    Grazie @Ilaria, accetto volentieri l’abbraccio. In verità quella metafora sottolinea anche il dolore che ha vissuto mio marito quando le nuvole sono andate vie e ha dovuto affrontare quello che non voleva affrontare. Perché lo so che il dolore del post amante colpisce duramente anche l’ex traditore quando la maschera cade. Apparire come si è, in tutta la propria nuda verità non è facile da accettare. So che il mio dolore è stato grande ma anche quello di mio marito. Non si dimentica. Si sa quello che si è subito e si sa quale grande sofferenza si è causata. So che per lui apparentemente ne è valsa la pena, dal mio punto di busta era tutto assolutamente evitabile.

    E si va avanti con nessuna certezza se non quella del presente, giorno dopo giorno, finché un giorno ci si più guardare indietro con soddisfazione e dire “quanta strada abbiamo percorso da allora”. Già lo facciamo ma spero che continueremo a volerlo perché se voglio che abbia senso, lo dobbiamo continuare a volere tutti e due.

    Nessuna certezza l’ho capito quando ho scoperto il tradimento. In verità nessuna relazione ha mai alcuna certezza se non quella del presente e di ciò che è stato. Le certezze del futuro non esistono MAI! Prendere o lasciare!

  • ADS, 11 Aprile 2023 @ 16:07

    ho letto il messaggio di @molly per @stefano, potrei essere io qualche mese fa…un disastro insomma, non mi dovevo mettere in quella situazione cosi squilibrata cosi” bisognosa”, amor proprio, dignità forza,rispetto, reciprocità,stabilità..ed una persona che la sera ti dice e la mattina di b..non va bene, puo ‘ avere tutti i motivi di questo mondo,ha ragione @molly , da un certo punto di vista siamo come il loro coniugi, pensa avere dei figli insieme con ste persone che ti rigirano come un calzino a loro piacimento facendo leva sulla tua debolezza,…se ci pensate bene è una cosa molto scorretta, e non è da tutti…
    @le foto @stefano non sono casuali..cose viste…mi spiace ma io non giustifico nulla piu’ ora.

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 15:27

    @ads sto facendo una vita normale, sto cercando di ritrovare il mio equilibrio qui mi sfogo e so di essere capita compresa e (a volte) sopportata 🙂 in casa eh …in casa vado avanti per step…mi sto ributtando nella vita matrimoniale certo ma non facendo l’angelo del focolare non sarei credibile nemmeno a me stessa…forse i miei messaggi lasciavano trasparire qualcosa di diverso perchè mi sto aggrappando con le unghie e i denti alla mia realtà col dubbio che possa anche non andare piu’ bene, ma ci voglio provare. Tu invece cosa ti aspetti? Cos’ è per te qualcosa di migliore ? che io sono talmente delusa e amareggiata che non vedo e voglio altro. ho smesso di crederci dopo 8 anni di balle…e preferisco una realtà certa. Buon pomeriggio a te.

  • ilaria, 11 Aprile 2023 @ 15:07

    @molly leggendo “Il fatto che non si veda non significa che non esiste (a volte le nuvole nascondono il sole ma questo non significa che non esista!) e che non farà male perché io sono convinta che prima o poi i nodi vengono sempre al pettine. E più tardi succederà, più male farà. La vita non è giusta ma gli inganni prima o poi escono allo scoperto e le maschere cadono.” mi fa sentire tutto il male che hai vissuto e se non lo vivi ancora, comunque sento la paura che qualcosa un giorno possa riportarlo a galla e .. mi viene da abbracciarti.

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 14:42

    @leilei brava leilei pare che qui stiamo tutti a saltare da un letto all’altro così senza cognizione di causa. Il mio ex amante si è fatto beccare per essere costretto a rientrare nei ranghi …io ho dovuto affrontare i figli ..perchè qualcuno mi ha visto e ha riportato. Un bagno di sangue…e ora? ora si va avanti il percorso è un casino e il futuro incerto. In tutto questo mi auguro e spero che il mio ex amante faccia parte di quel 20% di mariti pentiti che non cercano di tornare …perchè sarebbe emotivamente devastante

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 14:30

    @lia ben detto lei forse non era pronta ad un drastico cambiamento, non se l’è sentita di affrontare tutto in nome di un amore che forse non provava quanto diceva di provare non so, dobbiamo renderci conto che abbiamo sognato da soli…io forse avrei dovuto dare prova di coraggio e chiedere la separazione cosi che anche lui si fidasse di me….ma avendo avuto da lui comportamenti contrastanti non mi fidavo più, tu piu’ di quello che hai fatto non potevi fare, ma lei non credo che non si sia fidata fin in fondo, non ha avuto coraggio di buttarsi… non so se avesse ulteriori ostacoli di natura economica o altro, sta di fatto che ha scelto di vivere con lui.. questo ci deve bastare il passato è passato….fa male, lo so, io continuo a chiedermi dove ho sbagliato e cosa avrei potuto fare di diverso affinchè lui credesse in noi .ma devo andare oltre, .insomma sarà un lungo percorso incasinato. ma dopo questa esperienza tremenda pensi ancora che valga la pena buttare cio’ che hai costruito ?

  • ads, 11 Aprile 2023 @ 14:26

    ho letto tutti i messaggi, e anche quelli della @martens,devo dire che rientrano in una normalità post amantato,
    dopo il primo messaggio sembrava che era pronta a ributtarsi nella vita matrimoniale, cosi non mi pare, e sinceramente è anche normale che sia cosi.
    volevo dire anche la mia sui vari lasciamenti durante l’amantato, vissuti , rivissuti, forse anche piu di 10 volte,
    ..prendo spunto dal messaggio di @lia, che la ruota gira, speriamo.
    mi dispiace ma l’atteggiamento, di rassegnazione, di serena indolenza non è una cosa
    che fa parte di me, un po’ mi devo sforzare di crederci a qualcosa di migliore,
    ciao ragazze/i,
    buon pomeriggio.

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 14:18

    @LEILEI io invece mi cullavo nelle sue parole…poi quando rientrava nel suo mondo e spariva cercavo di mettermi nei suoi panni. Uscire di casa non vivere piu’ sotto lo stesso tetto con i figli, la moglie che ovviamente sta male dopo una vita insieme e fa leva sul figlio e su cio’ che hanno costruito, la ditta che va a rotoli…ma ci vuole coraggio e tanto amore per far fronte a tutto questo, se non ne è valsa la pena è bene che resti li dov’è. Non sono certa sia sereno…sono convinta che si accontenterà prendendo atto che tanto cose diverse non riesce a farne, che forse l’età per gli stravolgimenti è finita. Peccato …. Mi aggrappo con tutta me stessa a queste considerazioni forte del fatto che non sono stata scelta perchè non vado bene io ma perchè il sentimento non era così forte da fargli affrontare tutto il casino che avrebbe dovuto affrontare, in famiglia e sul lavoro…

  • Molly, 11 Aprile 2023 @ 13:57

    Mi piace fare caso ai verbi aggettivi che hanno un loro preciso significato universale almeno in linea generale poi ovviamente esiste per ciascuno,il proprio “linguaggio emotivo e di mappa famigliare da nascita in poi in cui ciascuno attribuisce ad ogni parola il suo corrispondente eredità emotiva del proprio vissuto e di quello della famiglia origine .

    Bellissimo intervento, @ Ariel, ricordo la mia terapeuta che mi diceva di stare attenta ai verbi servili “potere/dovere/volere” e quello che comunicano.

    Io ho scritto ampiamente che vedo in @ Stefano un approccio alle relazioni che parte da una posizione di bisogno, quella che permette al manipolatore negativo di farci fare quello che vuole e neanche ce ne accorgiamo.

  • Molly, 11 Aprile 2023 @ 13:52

    “Ogni ritorno era pieno di entusiasmo, d’amore, di sofferenza del distacco e voglia di stare insieme. Pensavo non ci potesse essere altro finale. Diciamo che alla fine sia io che te abbiamo accettato ben oltre quello che era ragionevole. Ma l’abbiamo fatto. Tutti e due.Siamo solo su lati diversi della barricata. Un abbraccio.”

    In in certo senso hai ragione, @Stefano. Mio marito però mi ha tradita per 4 lunghi anni (di cui l’ultimo super trascinato e senza che si siano visti molto proprio per parti del mondo diverse) e in quel periodo non ero al corrente di ciò che faceva alle mie spalle.

    Se però tu non vedi una tua dipendenza nel riaccettare per 10 volte un suo ritorno, senza farti domande sulla sua affidabilità e serietà, beh lí ci vedo un tuo grosso “concorso di colpa”, una mancanza di limiti a farti trattare come un bambolotto e mi stupisco che tu non veda la tua dipendenza affettiva. Hai voglia ad essere innamorato… qui manca l’amore per te stesso, @Stefano. E se non si è in grado di amare se stessi, ci si si pone in una relazione in una posizione di BISOGNO, per cui si accetta tutto, si accetta anche di essere lasciati 10 volte. Caspita, davvero la base delle relazioni non è lo struggimento ma lo stare bene, sentirsi “al sicuro” con quella persona, potersi fidare che non rimetterà nuovamente il coltello nella ferita. Ma tu dopo tutto questo hai ancora avuto bisogno di vederla uscire con il marito a San Valentino, hai avuto bisogno di farle un dono dei fiori per la festa della donna (che lei non rappresenta molto bene come categoria) non reciprocato e forse ora cominci a stare un po’ meglio e a fartene una ragione perché l’hai sentita allontanarsi, ma se lei mostrasse ancora interesse verso di te con le sue promesse da marinaio, forse ci ricascheresti e questo è nuovamente prova della tua dipendenza nei suoi confronti e di cui devi essere consapevole e da cui dovresti imparare a proteggerti. Lei conduce i giochi e per fortuna tua, ora lei ha suonato la ritirata.

    Pensa a come hai percepito “azzerbinato” il marito e pensa al tuo ruolo nella relazione con lei. Forse lei è un’abile manipolatrice ma riesce nel suo intento se trova la persona potenziale vittima.

    Ti posso garantire che quando ho letto che ti ha lasciato 10 volte ho provato molta rabbia nei suoi confronti e grande pena nei tuoi. Fatti curare bene @Stefano, te lo dico con sincerità, perché non hai raccontato fatti che lascino molti dubbi. E non pensare al lato della barricata di chi ti scrive, quello qui non c’entra affatto.

  • Leilei, 11 Aprile 2023 @ 13:19

    Sai Roberto, io ricordo che quando il mio amante cominciava con discorsi del tipo “magari un giorno” o “io sono pronto a ricominciare di nuovo la mia vita” io lo zittivo. Perchè sapevo benissimo, conoscendolo profondamente, che non ne avrebbe mai avuto il coraggio, Erano frasi belle perchè piene d’amore, lusinghiere perchè mi facevano sentire davvero importante. Ma completamente inutili perchè prive di ogni fondamento.
    Se conosciamo bene la persona che abbiamo di fronte, credo che possiamo capire quali passi può realmente fare. Ma a volte abbiamo bisogno di quel sogno, e così ci culliamo in certe illusioni. Ma quando alla prova dei fatti la realtà ci appare in tutta la sua verità, soffriamo tremendamente. Perchè è più facile credere a un sogno, a un sentimento forte e vero, che pensare di esserci illusi.

  • Ariel, 11 Aprile 2023 @ 12:36

    “Spero passerà. Ma non ti so descrivere quanto questo sia quasi peggio di un lutto. Perché lei c’è ancora. Ho letto tanto su questi argomenti in passato ma non li ho mai capiti. Ora mi è tutto molto più chiaro.“

    @Stefano
    Molto bene @Stefano scrivere ,infatti aiuta moltissimo tutti chi scrive chi legge chi si accorge di una cosa o di un altra
    È come quando si guarda un dipinto ,un quadro ,ecco che ognuno coglie qualche particolare di cui un altra persona non si è accorto ,ma semplicemente perché noi tutti vediamo solo e soltanto ciò che siamo disposti istintivamente a saper vedere ,o meglio usare il verbo
    Guardare ,che infatti contiene la emozione che da il Vedere.

    Mi piace fare caso ai verbi aggettivi che hanno un loro preciso significato universale almeno in linea generale poi ovviamente esiste per ciascuno,il proprio “linguaggio emotivo e di mappa famigliare da nascita in poi in cui ciascuno attribuisce ad ogni parola il suo corrispondente eredità emotiva del proprio vissuto e di quello della famiglia origine .

    Detto ciò ho riportato ciò che hai scritto spontaneo perché hai scritto qualcosa di MOLTO INTERESSANTE ED IMPORTANTE non solo per te stesso ma scrivendolo qui in automatico si può aiutare chi legge e partecipa a accorgersi di qualcosa di cui non si faceva caso prima.
    Cosiche tu GIUSTAMENTE (E CIOÈ FUNZIONA SCIENTIFICO )
    HAI SCRITTO
    È PEGGIO DI UN LUTTO VERO PERCHÉ “LEI C’è ANCORA”

    La buona domanda che sento di poterti proporre a te e a tutti gli eventuali interessati è questa :

    LEI CHI È???

    Chi è questa lei che c’è ancora???

    Per darti una idea del cosa mi ha comunicato questa tua frase che reputo una tua CONQUISTA DI CHIAVE DI VERA SCOPERTA NUOVA PER TE STESSO E RIUSCIRE A SUPERARE TUTTO ,

    ECCO CHE questa lei che c’è ancora non detto per forza si riferisca a una PERSONA…….!!!!

    Perché infatti a leggerla nel contesto in cui hai scritto accorato e pieno sicuro del tuo dolore ,ecco che emotività prevale e questo è un bene perché i cambiamenti in noi stessi avvengono SEMPRE PER VIA EMOTIVa E mai per via soltanto razionale

    E cioè è la emozione che traccia il nuovo punto di vista che ancora ovviamente hai da scoprire

    Scavare nelle proprie espressioni linguistiche aiuta moltissimo ad accorgersi dei propri segnali di ciò che si sente partire da inconscio e che ci detta le parole che ci occorrono a riuscire ad accorgersi che cosa davvero stiamo scoprendo meglio…

    È un ottimo buon segnale @Stefano
    E può smuovere pure altre persone che magari come te stanno vivendo situazione simile.
    Bonjour!

  • Lia, 11 Aprile 2023 @ 12:30

    @Stefano, ti trovi nella fase di incredulità? In cui ripensi a com’era e non riesci a spiegarti com’è diventato? Ci sono passata anch’io e come me altre qui. Un consiglio te lo do. Conta solo com’è adesso. Il passato è passato. Lei non è più quella persona. Lei adesso è quella che ha fatto una scelta e la deve sostenere.
    Credo che arriverà anche per lei la resa dei conti. Se ha tradito per tre anni e non l’ha fatto a cuor leggero, ci sarà pur un motivo. Ma adesso la resa dei conti è la tua. Reagisci con orgoglio e fierezza. La vita è strana, la ruota gira…

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 12:17

    @Stefano anche mio marito faceva cosi all’ennesimo mal di testa, sbalzo di umore, l’ansia, i problemi al lavoro il calo della libido dovuto a mille cose alla fine non si avvicinava piu’ nemmeno per un bacio, questo ovviamente accadeva gli ultimi tempi, non è stato cosi per 8 anni eh l’ho detto sesso col marito c’era raro sporadico frettoloso ma c’era. Non come hai detto tutto pomeriggio amante, sera marito questo no.

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 12:12

    @Stefano capisco quanto sia devastante perchè immagino il mio ex amante fare lo zerbino e il marito perfetto, come la moglie fare la geisha per paura che lui ci ripensi o la tradisca ancora …e poi ci sono io e il mio matrimonio zoppo, in casa sembra tutto normale…per gli altri è tutto ok….io mi barcameno come posso portando avanti una scelta che è conseguente ad una scelta altrui, e a volte mi ritrovo a piangere quando so di non essere vista. “Senso di colpa nei tuoi confronti”…non so Stefano a me è stato detto di tutto, dal meriti una persona diversa, vorrei spiccare il volo ma non posso, se non riesco a chiudere so che rinuncio alla mia felicità etc etc…tradotto in “ti so addolcendo la pillola ma resto dove mi sento piu’ sicuro perchè non ho i coglioni di sceglierti” ….io sono cosi delusa e amareggiata e mi sento cosi idiota per avergli creduto

  • Marina, 11 Aprile 2023 @ 12:11

    @leilei descrizione perfetta e splendida di quella che si prova a vivere da amanti, niente è a cuor leggero anzi! Grazie!

  • Rosa, 11 Aprile 2023 @ 12:08

    @ Giulia
    Ho provato anche io x tre anni a fare i tuoi stessi ragionamenti, l’amore che provavo per il mio amante mi dava tanta energia per vivere bene anche la mia vita coniugale, perchè con le mie figlie ho avuto sempre un legame particolare (le ho cresciute io, lui era sempre al lavoro) ero propositiva. Anche se il mio era un amantato part-time, la carica che mi dava essere innamorata la canalizzavo in altre cose, sport, viaggi con figlie, amicizie che ho sempre coltivato, e mentre io ero piena di cose da fare e di entusiasmo, mio marito era sempre più cupo, criticone verso tutto e tutti ed oppressivo nei miei confronti, si sentiva poco considerato e forse era così, ma il suo continuo brontolare per cose futili era sempre più in contrasto con il mio stato d’animo sognante e positivo. Se avessi avuto al mio fianco una persona più accomodante, probabilmente il mio matrimonio non sarebbe saltato. Come fai a conciliare tutto? Forse tuo marito ha anche lui tanti interessi e non è focalizzato solo su di te. Io avrei preferito ricominciare una nuova vita con il mio amante, ma lui è rimasto con la moglie, o forse mi è stato “utile” per uscire da un matrimonio senza amore.

  • Roberto, 11 Aprile 2023 @ 11:45

    Intervento perfetto @leilei. Hai detto tutto quello che c’era da dire. Anche io la penso così sull’amante di @Stefano. Io penso che lei sia ancora innamorato di lui. Ma alcune persone ce la fanno. Altre no. Forse la sola cosa da imputare sono le foto della coppia felice. Ecco, magari, quelle si possono veramente evitare. Per il resto l’amante di @Stefano ha fatto il percorso che fanno mille amanti. L’ha lasciato più volte per poi tornare sempre fino a quando si è accorta che non ce l’avrebbe mai fatta. Come dice @Ale, il tempo che passa, alla fine, ti porta verso una soluzione o l’altra. E lei ha scelto l’infelice serenità.

  • Stefano, 11 Aprile 2023 @ 11:42

    @Marten
    “ora vive questo riavvicinamento molto bene chiaramente e non fa domande. Ma sai da quanto tempo non dico ti amo a mio marito”

    So che anche per la mia ex i ti amo al compagno sono spariti (o meglio erano spariti). Ma anche lei sicuramente si è riavvicinata e lui lo vive molto bene come tuo marito. E questa cosa per me è devastante perché nonostante tutto io la amo ancora (anche se amo quella che non c’è più). E la situazione non è conseguenza di una mia scelta, di un mio allontanamento, ma di una sua scelta. E la cosa è decisamente più deludente ed è il motivo per cui non tornerà più per quel “senso di colpa cresciuto nei miei confronti” che l’ha allontanata e che diceva tutto. Spero passerà. Ma non ti so descrivere quanto questo sia quasi peggio di un lutto. Perché lei c’è ancora. Ho letto tanto su questi argomenti in passato ma non li ho mai capiti. Ora mi è tutto molto più chiaro.

  • Stefano, 11 Aprile 2023 @ 11:41

    @Marten
    “quindi sei separato in casa ? caspita difficile da gestire…”

    Onestamente non molto perché la mia compagna “sta nel suo” nel senso che non si avvicina perché, come mi ha detto tanto tempo fa, non vuole sentire il mio rifiuto. E questo aiuta ad andare avanti sereni. E lei sta bene anche così. Basta che io sia presente con il mio buon umore, anche se al 20% rispetto a come ero prima, e come padre. Se si avvicinasse fisicamente quando c’era la mia ex sarebbe stato motivo di attrito che forse avrebbe portato a un rottura. Oggi non so come reagirei ma penso che mi sentirei molto a disagio perché quel contatto fisico mi creerebbe “fastidio”. Naturalmente mi manca, ma non il sesso in quanto tale, ma il sesso con la persona che ami, quello totale che ho provato per tre anni. Il migliore.

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 10:54

    @Stefano ..ah ecco non sapevo quindi sei separato in casa ? caspita difficile da gestire…no io non confessero’ mai nulla questo no. Mio marito pero’ non è un cretino e credo che in fondo sospetti ne avesse…vero che per gli orari di lavoro lavoro che fa l’intimità è rara ma col passare del tempo era ovviamente diventata un problema serio e lui che mi conosce bene, non capiva come mai il sesso non mi interessasse piu’, ma io giocavo la carta salute, problemi da risolvere che mi portavano ansia e tensione, ora vive questo riavvicinamento molto bene chiaramente e non fa domande. Ma sai da quanto tempo non dico ti amo a mio marito ? A occhio e croce almeno 10 anni. Stare qui in effetti è terapeutico 😉

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 10:48

    @Stefano ecco scusa ma sono qui da poco perchè da poco è finita come sai dopo 8 anni…lui mi ha lasciato solo una volta dopo due anni che ci vedevamo perchè beccato da lei, dopo 15 gg tornato a cercarmi ci sono ricascata, non ha mai detto di essere ancora innamorato di lei, ma di essere legato a doppia mandata (lavoro e famiglia), di non sapere come fare a mettere fine a tutto, dopo decenni di vita in comune e i figli. Inizialmente ero io gelosa della moglie poi lo è diventato lui di tutto, in un crescendo di frustrazione e insofferenza verso la sua vita famigliare (si dava del coglione, del senza palle etc) , ultimamente pero’ io mi ero disillusa, ma non riuscivo a lasciarlo. .pero’ avevo iniziato a cambiare l’ordine delle mie priorità e lui ha capito che questa doppia vita mi andava sempre piu’ stretta che volevo che facesse cio’ che diceva era giunto il momento di fare…spiccare il volo e invece non è andata cosi….il no contact lo ha applicato lui. Per fortuna non è social almeno mi risparmio lo schifo di vedere il teatrino del mulino bianco. Conclusione il modus operandi dei nostri amanti è simile…io pero’ non ho mai messo in discussione casa. Solo una volta sono andata dall’avvocato per capire come gestire la cosa (e il mio amante lo sapeva) ma poco dopo lui è stato beccato dalla moglie e mi ha lasciato, da li ho deciso di temporeggiare e capire se veramente volevo un divorzio col rischio di incasinarmi la vita e incasinarla ai figli, avere tutta una serie di problemi che qui non posso scrivere oppure aspettare gli eventi…il resto e storia nota. Quindi mio malgrado raccolgo i cocci e vado avanti. Stefano lo so che non si divorzia per un’altra persona ma perchè non si ama piu’ il coniuge, ma io resto nel mio porto sicuro per tanti motivi e questa bella esperienza mi ha solo dato conferma che faccio bene e cosi faro’ lontana anni luce dal cercare fuori dalla coppia cio’ che la coppia non mi da o non sono piu’ capace a creare, perchè chiaramente le colpe, se di questo vogliamo parlare, sono tanto di mio marito quanto mie.

  • Marten, 11 Aprile 2023 @ 10:29

    @Stefano che bello il tuo intervento mi è proprio piaciuto…mi rivedo in molte cose con la differenza che negli ultimi mesi iniziavo a perdere le speranze e ad entrare nell’ottica che dalla sua oasi “felice ” non sarebbe mai uscito..del resto piu’ volte aveva espresso la paura per l’azienda e altro…insomma tutti motivi che nulla avevano a che vedere con i sentimenti verso la persona con la quale sta da decenni. Tutti abbiamo accettato ben oltre quello consentito, vero, verissimo, questa tua affermazione tocca tasti dolenti ma è cosi, io accettavo il suo tergiversare, le sue bugie, il suo non sapere esattamente cosa volesse dalla vita. Ultimamente era pure invidioso della mia vita o cosi diceva di sentirsi..si puo’? E io che ingenuamente gli dicevo di fare qualcosa di concreto invece di lamentarsi…che io ci sarei stata. Ora vai a capire se davvero stesse male o no…sicuro è un eterno insoddisfatto, troppo instabile…è questa una delle poche cose che mi consola..la sua instabilità avrebbe solo portato disastri oltre al caos che ha già portato nella mia vita con la mia complicità ovviamente .

  • Leilei, 11 Aprile 2023 @ 09:52

    Molly perchè ti meravigli del fatto che tra amanti ci siano tanti tira e molla? Credi che sia tutto un idillio e un paradiso? La situazione è di per sè estremamente traballante, non vi è certezza di nulla. E non è come pensi tu, non è che si tradisce a cuor leggero. Ogni traditore sa di fare un grosso torto alla persona con la quale ha fatto un lungo percorso di vita, con la quale ha costruito muri e sogni. Sa di fare un torto ai propri figli, per i quali dovrebbe essere un esempio di rettitudine e trasparenza. Non è che siamo solo egoisti e autocentrati.
    So che penserai “allora potevate fermarvi prima”…ma quando manca qualcosa nella coppia, quando ci si sente soli e non capiti può succedere.
    Come può succedere di pensare di farcela a fare il salto, poi sul più bello capisci che ti manca il coraggio.
    Alcuni preferiscono farsi scoprire per essere costretti a rientrare nei ranghi, altri lo riconoscono e onestamente lo dicono all’amante.
    Credo sia quello che è successo all’amante di Stefano.

  • Ariel, 11 Aprile 2023 @ 04:26

    Giulia, 9 Aprile 2023 @ 11:09
    Domanda sbagliata

    Chie è dipendente affettiva
    Chie è manipolatore negativo?

    Queste sono e restano le domande che funziona farsi

    Cosa c’entra il bravo o cattivo???
    Non siamo al asilo
    Ma persone adulte!

  • Stefano, 10 Aprile 2023 @ 23:14

    @Molly
    “Ma davvero ti rifidavi di lei ogni volta? Cosa la rendeva credibile ai tuoi occhi visto che mai menzionava l tua sofferenza? Non so come mai l’hai presa così duramente ma i segni evidenti di una persona che non si intendeva impegnare in un progetto comune c’erano tutti. Non so di cosa ti sei sorpreso, @ Stefano. Mi sa che la storia era idilliaca solo nella tua testa. Spero che te ne farai una ragione.”

    Difficile spiegare. Bisogna solo provare certe cose per capire. Anche se in un certo senso non è molto lontano da quello che ti ha fatto riaccogliere tuo marito dopo 6 anni di tradimento. Altro che 10 tentennamenti che in confronto non sono nulla! Non so cosa sia stato nel tuo caso. Nel mio caso era amore vero, totale. La sensazione che ci fosse un legame così forte da non farci perdere più, nonostante la difficoltà di staccarsi dalle abitudini di 20 anni che capivo. Ogni ritorno era pieno di entusiasmo, d’amore, di sofferenza del distacco e voglia di stare insieme. Pensavo non ci potesse essere altro finale. Diciamo che alla fine sia io che te abbiamo accettato ben oltre quello che era ragionevole. Ma l’abbiamo fatto. Tutti e due. A te è andata bene a me no. I motivi? Ognuno il suo. Nel mio caso l’esito finale ha messo a nudo i veri sentimenti e desideri. E forse anche nel tuo. Visto che mi chiedi perchè l’ho presa così duramente nonostante i segnali, tu come l’avresti presa se fosse andata diversamente dopo 6 anni di tradimento? Serenamente visto il percorso? Non credo. Siamo più vicini di quanto pensi. Siamo solo su lati diversi della barricata. Un abbraccio.

  • Viovio, 10 Aprile 2023 @ 21:44

    @Ariel
    Fortunatamente @Stefano ha capito perfettamente il senso del mio discorso riguardo a “godersi” sua figlia e non ha nulla a che vedere con la tua prosopopea…
    Hai grigliatato oggi oltr’alpe?!? ;-p
    Un abbraccio

  • Dispersa, 10 Aprile 2023 @ 21:17

    @Giulia non c’è un giusto o sbagliato come non c’è una ricetta che vada bene per tutti… Io che vivevo di cicli continui di ‘andate e ritorni’ ho capito con il tempo, anzi ne ero consapevole ma la paura di perderlo era tanta, che non facevano per me.
    Quando si allontanava, rimanendo cmq presente, mi logoravo… Vivevo male io e chi mi stava intorno… Se tu sta bene, continua per la tua strada, ma se non la vivi bene devi iniziare a rispettare in primis te stessa.
    Chi non rispetta se stesso non può pretendere di essere rispettato dagli altri.

  • Molly, 10 Aprile 2023 @ 21:02

    Mi ha lasciato una decina di volte sempre con lo stesso motivo “preferisco far soffrire noi che far soffrire gli altri”

    Me l’ero persa ‘sta cosa che ti avesse lasciato 10 volte!! Praticamente mediamente ogni 3 mesi e mezzo ti lasciava. Ma davvero ti rifidavi di lei ogni volta? Cosa la rendeva credibile ai tuoi occhi visto che mai menzionava l tua sofferenza? Non so come mai l’hai presa così duramente ma i segni evidenti di una persona che non si intendeva impegnare in un progetto comune c’erano tutti. Non so di cosa ti sei sorpreso, @ Stefano. Mi sa che la storia era idilliaca solo nella tua testa. Spero che te ne farai una ragione.

  • Leilei, 10 Aprile 2023 @ 20:02

    Stefano un abbraccio forte forte, spero che tutto questo dolore passi presto

  • Ariel, 10 Aprile 2023 @ 17:01

    @Maribel questo tuo commento verso scrittura di @Molly non lo condivido e già ho scritto un mio pensiero a proposito del uso espressivo che si scrive qui a vo,te sul Blog .
    Non so se poi @CaroAlessandro lo pubblicherà ,ma nella eventuale sua decisione di non pubblicarlo qui mi limito semplicemente a dirti che se ascolterai ultimo podcast di CaroAlessandro più tutti i suoi numerosi scritti articoli e anche in videodiretta ti potrai accorgere che GIUSTAMENTE anche @CaroAlessandro usarlo stessi termini usati da @Molly ma anche da me come ad esempio corna cornificare o scopare scopata

    Ma è più che Giusto nel significato che non vengono affatto usatosi per colpire apposta chicchessia ma esprimono meglio in modo diretto ed efficace la sveglia che molte persone potrebbero darsi di fronte a proprie difficoltà di ostinata restare con vero prosciutto su occhi incastrate in relazioni fallimento totale nel significato scienza termine del NO FUNZIONA la relazione qualsiasi essa sia!

    Così si fa riferimento pure storico di uso e costume del paese in cui si vive come Italia dove i detti termini richiamano in modo perfetto la storia che fu e che purtroppo ancora esiste tipo origine dei termini suddetti nel Maschilismo Italiano storia vera ed ancora attualissima
    Per cui anche @CariAlessandro facendo BENISSIMO LI USA E CONTINUA D USARLIperche rispecchiano la realtà la verità di ciò che si è vissuto e si vive

    Puoi in ogni uno di questi termini ,verbi esiste la differenza tra se riferiti a donna o a uomo
    Maschilismo e persecuzione delle donne da parte MACHISTA ha generato molti condizionamenti culturali che impediscono spesso di saper vedere oltre al “galateo”

    E qui mi fermo nella speranza che tu possa essere in accordo a questa più pertinente visione.

  • Stefano, 10 Aprile 2023 @ 16:31

    @Marten
    “Ma la tua ex amante ti ha detto perché non ha voluto cambiare vita?”

    Riprovo scrivendo meno, spero passi. Le frasi sono cambiate nel tempo. Per 3 anni mi ha detto che era follemente innamorata di me, che ero l’uomo giusto, che avevo tutto. Mi ha lasciato una decina di volte sempre con lo stesso motivo “preferisco far soffrire noi che far soffrire gli altri” cioè compagno (che diceva di non amare più), figli, la mia compagna. Ogni volta chiudeva con “ti amo e ti ho amato, mi hai amato come nessuno. me ne pentirò, sono stupida lo so. Ma non posso”. Poi tornava entro un paio di settimane “sistemate” le cose col compagno (puoi immaginare). Lo faceva contento (lui metteva i musi, pubblicava frasi e canzoni strappalacrime, ecc. e lei si sentiva di stargli vicino). A giugno ultimo distacco. Torna e sembra fatta “senza di te non posso stare”. Arrivano le vacanze. Parte: “stai tranquillo”. A ottobre viene fuori la verità, omessa, e di fronte alla mia ennesima delusione di non riuscire a staccarsi (tre anni!!!) “l’amore folle” è precipitato verticalmente. Cambiate parole e toni. Il non posso è diventato “non voglio lasciarlo” “la mia vita è questa” “con te ho provato nuove sensazioni, ma non ho mai detto che prima non stavo bene”. Sparita. L’amore è diventato “sensazioni”. Capisci la differenza?. E col compagno ha fatto capodanno, San Valentino, ecc.. Sono ricomparse diverse foto pubblicate da lui di loro due (non succedeva da anni). E cosa più deludente, anche lei ha pubblicato una loro foto insieme (mai vista prima e poi cancellata) al mare d’estate. Meno male che dovevo stare tranquillo!!! Negli ultimi 5 mesi, qua lo sanno, l’ho contattata in occasioni particolari. A gennaio è tornata una volta sola per poi dirmi “rivederti mi ha fatto stare male a casa e per i sensi di colpa soprattutto verso di te”. E per tre anni? Boh. Risparita di nuovo. A ogni mio contatto rispondeva gentilmente ma fredda. Sembrava parlasse con l’ultimo dei suoi amici. Ho sbattuto la faccia e trovato la motivazione per mollare il colpo. Ho interrotto tutti i contatti da due settimane e non ho intenzione di risentirla. Il cuore è fermo con un coltello piantato dentro. E piano piano riprendo in mano la mia vita. Emotivamente vuota ma almeno vera.

  • Stefano, 10 Aprile 2023 @ 13:04

    @Marten
    Aggiungo all’altro mio commento che scrivere qui, e ho iniziato ai primi di gennaio, mi è servito molto. Sia per sfogarmi, sia per sentire la vicinanza di molte di voi e anche le critiche di altre, sia per metabolizzare il tutto. Sono passati 3 mesi e tutte le amiche qui hanno potuto seguire il mio percorso fatto di sali e scendi che sono andati via via stabilizzandosi. È dura uscire da situazioni così come lo è per te in questo momento. Ma tu hai la “fortuna” di riuscire a vedere ancora casa tua come una scialuppa di salvataggio con un minimo di intimità e affetto. Io purtroppo per navigare con lei ho affondato tutte le scialuppe e quella cosa non l’ho più. Convivo con una donna a cui voglio bene ma dalla quale mi sono allontanato anni luce con la consapevolezza e coerenza che la donna con cui volevo stare era un’altra. E purtroppo, per come sono fatto, io non riesco più a tornare indietro per ora. E non so se riuscirò mai più. Ma ho tanta voglia di amare ed essere amato (anche se era solo una sorta di “recita”) come mi è successo per tre anni. Perché è stato veramente bellissimo, un sogno da cui avrei preferito non risvegliarmi mai.

  • Marten, 10 Aprile 2023 @ 08:11

    La mia situazione, come quella di tante altre: doveri familiari e affetto da un lato, amore verso una persona instabile emotivamente dall’altro.“ rileggo questa frase e ci ritrovo tutti i miei 8 anni di amantato …. Ora resta l’amarezza per ciò che non e’ stato e il modo in cui lui si e’ disfatto di noi . Passerà spero presto .

  • Molly, 9 Aprile 2023 @ 22:50

    Giulia in cuor tip sai bene che con il tuo amante non saresti MAI FELICE, perché sai chè innaffidabile, emotivamente vivete un’altalena. E tu sei attaccata a quei momenti in cui l’altalena è su e ti dimentichi, vuoi ignorare tutta la sofferenza che ti da saperlo traditore della moglie, averla e mentre si stavano sposando, sorte che toccherebbe a te se lui divenisse ufficiale. Cosí vivi la tua dipendenza da lui e sai che non è e non ti sarà mai fedele.

  • maribel, 9 Aprile 2023 @ 21:45

    @Molly, come spesso accade, esplodi e nemmeno sai leggere bene quello che le persone scrivono.
    Non sto a riscrivere da capo il.mio post, ma qua dentro le.parole “cornuto”,”scopata” e tutto ciò che riduce e squalifica i rapporti a sesso e squallore le ho lette sempre da te e da pochi altri. Vuoi sminuire i rapporti e le persone? Va benissimo
    Io non mi esprimo così è ho ben sottolineato la differenza tra seriali e non. Buona serata.

  • Marten, 9 Aprile 2023 @ 17:44

    @giulia evviva la sincerità !!!! Io non avrei mai chiuso anche se mi ero ormai disillusa sulle sue intenzioni di chiudere . Eppure non riuscivo a lasciarlo e la gelosia mi logorava dentro . Lui l’ho visto piangere e mi sembrava sincero … geloso pure lui . Forse siamo arrivati al punto di rottura perché esasperati dalla nostra eccessiva emotività . Se riesci a starci bene va bene … io continuo a logorarmi pensando che se non fossi diventata l’amante ronpiballe ora ci vedremmo ancora. Ma ad un certo punto premevo per l’esclusiva ma come dice @ale il matrimonio azienda vince sempre .

  • alessandro pellizzari, 9 Aprile 2023 @ 12:33

    Grazie e buona Pasqua anche a voi!

  • Giulia, 9 Aprile 2023 @ 11:09

    Ma perchè, invece, non accettiamo con semplicità la complessità delle relazioni, delle persone, delle situazioni da entrambe le parti?

    La mia situazione, come quella di tante altre: doveri familiari e affetto da un lato, amore verso una persona instabile emotivamente dall’altro.

    Razionalmente: ho un marito, figli e una famiglia che, nonostante le enormi difficoltà e sacrifici da anni, vive nell’affetto. Dovrei chiudere con il mio amante, anzi non avrei mai dovuto iniziare, ma non riesco, non si sceglie chi amare, purtroppo.

    Sentimentalmente: se seguissi il famoso “va dove ti porta il cuore”, dovrei lasciare mio marito perché amo un altro uomo, anche se quest’ultimo non ha nessuna intenzione di lasciare la moglie. Chi godrebbe di questo? Nessuno. Chi soffrirebbe? Tutti.
    Il mio amante non ha mai voluto una storia ufficiale con me ed è sempre stato chiaro. Lo ero tre anni fa e lo sono tuttora: una donna molto più grande di lui, sposata, con figli. Lui, giovane e praticamente libero all’inizio. Oggi è sposato, ma noi non ci siamo mai persi nè prima nè dopo le sue nozze, tranne una brevissima parentesi. Per quanto emotivamente immaturo, con tratti narcisistici, ecc., io non mi sento di accusarlo di non essersi sentito di prendere l’impegno di un progetto di vita con me. Piuttosto di non avermi lasciata andare tutte le volte che mi ero messa in testa di chiudere.

    E allora? Allora vivo con mio marito, continuando una relazione con un altro uomo che mi sottopone a un periodico avvicinarmi e allontanarmi e il mio umore segue il suo andamento instabile. Mi basterebbe solo un rapporto più costante, ma lui mi ha chiesto di capire, che non è facile, a volte è confuso, perde l’orientamento, il controllo. “Ma è inutile provare a chiudere – dice, come ho proposto più volte io – non siamo capaci, non ci siamo mai riusciti”. È vero, continuiamo a cercarci. Sbagliato, ma è così.

    Lui cerca di rigar dritto con la moglie, che dice di amare, ma chiaramente non ce la fa, continuando a cercarmi. Io sono la donna che lo ama, ma alla fine sono anch’io diventata una rovinafamiglie per la mia e per la sua. L’amore che ho per lui è il sentimento puro con cui giustifico anche i miei comportamenti più scorretti, ma fino a che punto è giusto?

    Chi è il buono e il cattivo in queste relazioni?

  • Marten, 9 Aprile 2023 @ 07:40

    @stefano ti auguro il meglio . Si mi sento risorta perché sto puntando tutto su ciò che ho non ho altro un cumulo di macerie e tanto da ricostruire . Non ho mai avuto dall’altra parte qualcuno che mi desse la stessa sicurezza che davi tu alla tua amante per questo non ho fatto alcun passo per dire a mio marito di andarsene . E purtroppo i fatti mi hanno dato ragione ho fatto bene a preservare perché ora sarei disperata il doppio e con una serie di problemi pratico/economici da gestire da sola . Ma la tua ex amante ti ha detto perché non ha voluto cambiare vita ?

  • Marten, 9 Aprile 2023 @ 07:26

    @viovio al mio ex amante gli auguro si quello che hai scritto di restare lì condannandosi a pensare a come sarebbe stato se avesse avuto gli attributi per dormi dai Marten e’ giunto il momento facciamo questo passo ci sei ? Sei pronta ? Sai quante volto ho immaginato questa scena ? In 8 anni ? Centinaia a volte sentendo il momento vicino altre volte sospettando di essere la sola a volerlo sicuramente l’unica a crederci . Pure io mi sono tenuta il mio paracadute o zattera …. Incoerente o semplicemente realista sono arrivata ad un bivio ma la strada nuova ha franato … quindi haime’ non era sicura .. ritorno nella mia strada la solita perché non mi fido più di nessuno ma nemmeno di me stessa della mia capacità di sopportare problemi pratichi e delusioni … perché ricostruire a casa mi da tranquillità perché in fondo sotto la cenere un po’ di brave c’è non sarà fuoco sarà’ bene non lo so . Lui deve avere il rimorso a vita ma non lo avrà anzi sentirà di aver fatto la cosa giusta per il bene comune …

  • Marten, 9 Aprile 2023 @ 07:05

    @Stefano rileggo i tuoi commenti eh si penso che la tua amante abbia scelto la serenità piuttosto che la felicità . Abbia avuto paura di lasciare il certo per l’incerto tu hai messo tanto sul piatto ma non e’ bastato però sei un uomo atipico quanti come te e quanti come il mio ex amante ? Che parlano, illudono, sostengono che la loro coppia sia scoppiata, poi ritrattano etc pure io avrei ricominciato da capo con lui e per lui . Se devo scegliere per me stessa mi domando perché tanta sofferenza, tanti problemi in più, oltre quelli esistenti senza nemmeno la persona che mi sarebbe piaciuto avere vicino . No grazie, non divorzio o almeno provo ad evitarlo … scelgo la serenità . Scelgo ? Beh la scelta non e’ stata la mia …. Come dice @ale buttata in mare aperto senza salvagente ho trovato pezzi della mia vecchia imbarcazione e mi ci sono aggrappata .. ora navigo a vista vedremo dove porterà

  • Molly, 9 Aprile 2023 @ 05:02

    Molly ma se non si sa, il tradimento non esiste. E quindi non può fare male.

    Il fatto che non si veda non significa che non esiste (a volte le nuvole nascondono il sole ma questo non significa che non esista!) e che non farà male perché io sono convinta che prima o poi i nodi vengono sempre al pettine. E più tardi succederà, più male farà. La vita non è giusta ma gli inganni prima o poi escono allo scoperto e le maschere cadono.

    Auguri a chi ha vissuto una vita di falsità.

  • Molly, 9 Aprile 2023 @ 04:58

    Il ruolo dei “cornuti” (detto nel modo cafone che hai di parlare ) non te lo sarai scelta ma sicuramente hai concorso a crearlo.

    Scusa @ Maribel, qui abbiamo testimonianze di uomini quali Roberto e Stefano che apparentemente non avevano motivi per tradire le proprie mogli, erano stufi della routine, di tanti anni passati assieme, volevano riprovare grosse emozioni, uscire da una vita piatta, ma hanno entrambi speso molte parole positive nei confronti delle loro donne ufficiali. Non avevano grossi problemi di coppia qua do hanno deciso di tradire. Hanno tradito per motivi che non sembrano avere a che fare con i concorsi di colpa della loro moglie ma piuttosto per loro scelte personali. Cosa ti fa pensare che tra me e mio marito fosse diverso? Perché ti dà così fastidio che io mi sia definita per un lungo periodo “cornuta”? Lo ero! Non è che edulcorare con le parole rende meno terribile quello che è stato. L’ho scritto di me stessa. Perché mi giudichi cafona? Ricordo un articolo di @ Ale il cui titolo era “To ha fatto le corna e l’hai perdonato”. A lui dici che è cafone nella maniera in cui si esprime? NO! Non capisco perché ti devi scagliare contro di me e giudicarmi così brutalmente. Back off!

  • Marten, 9 Aprile 2023 @ 01:40

    @Stefano bisogna crederci in due però . Il tuo punto di vista e’ quello di una persona che a prescindere ha deciso di chiudere con le compagna della quale non era più innamorato . Io invece ho iniziato una relazione come molti per adrenalina attrazione etc nessuno inizialmente aveva parlato di lasciare la famiglia, in breve mi sono innamorata, ma per motivi già detti non volendo chiudere in casa mantenevo una parvenza di coppia, come l’ha mantenuta lui peccato che questo a lungo andare ci facesse stare da schifo e si discuteva o meglio io rompevo le scatole perché si delineasse un progetto futuro .. poi e’ andata così . Come dice @ale l’amante inizia a rompere e viene scaricata .

  • Marten, 9 Aprile 2023 @ 01:17

    @stefano scusa se rispondo io al tuo commento sulle parole di Ads. Il sesso col marito c’è ed e’ sporadico si cerca di procrastinare, di evitare, di accampare scuse se non si e’ pronti a dire non ti amo più voglio il divorzio . Se arrivata ad una certa età con tutta una serie di problematiche da risolvere devo ricominciare da capo tra mille casini devo avere un progetto sicuro . Un fine. Il mio amante non mi dava questa certezza e in effetti gli ultimi tempi le discussioni erano all’ordine del giorno . Quindi non volendo creare problemi assurdi cercavo di comportarmi come una moglie sotto ogni aspetto ma sorvolerei sul risultato ….

  • Marten, 9 Aprile 2023 @ 01:05

    @stefano ti ho raccontato l’epilogo della mia relazione omettendo molto per non essere riconoscibile . Se permetti pure io come te sono rimasta col cerino in mano lui ha scelto di restare dov’è dopo avermi illuso ma in fondo lo sapevo che sarebbe finita così … più volte si e’ contradetto … in casa mia le cose andavano sempre peggio ma io avevo valide motivazioni per rendere il mio allontanamento non collegabile ad un’altra persona oppure mio marito non voleva vedere … qui non si può dire e scrivere tutto per ovvi motivi . Ne sono uscita ferita e delusa .. ora non e’ che sono confusa sul da farsi ma non voglio nel modo più assoluto avere a che fare con voi .. ne ho viste e sentite troppe .. lui lo credevo diverso … e’ stato bello finché abbiamo sognato poi ci siamo scontrati con la realtà … e’ scoppiata la bomba e lui invece che prendere la palla al balzo ha mollato me … avrei dovuto fare io il primo passo ? Non ero certa avrebbe fatto lo stesso … il giorno che mi ha detto che la moglie aveva scoperto tutto a quindi l’avrebbe mollata io l’ho incoraggiato gli ho detto ci sarei stata l’ho rassicurato … non e’ servito a nulla alla fine lei lo ha convinto a restare …. O ha scelto di restare per motivi che immagino ma non so precisamente quali visto chr e’ scomparso

  • marten, 8 Aprile 2023 @ 21:59

    Spezzato si esattamente.

  • Marten, 8 Aprile 2023 @ 21:51

    @stefano sono in vacanza con la mia famiglia lèggerò’ tutto con calma tutti gli interventi e risponderò . Non e’ questione di andarsene perché altri la pensano diversamente . Ma il non capisci e il “mo’ ti spiego “ mi urta davvero i nervi . Ciascuno di noi vive o ha vissuto esperienze che l’hanno segnato per sempre …quando resto da sola mi faccio ancora dei lunghi pianti … per me, per ciò che ho perso, per ciò in cui ho creduto, per mio marito, per il futuro incerto … perché non ho più ne 30 ne 40 anni e tutto e’ più complicato . Prima di scrivere non capisci, puntare il dito giudicare il vissuto altrui bisogna pensare che non ci conosciamo e qui ciascuno di noi legge solo una parte della vicenda altrui per ovvi motivi non si può dire tutto saremmo troppo facilmente individuabili . Non mi va francamente di essere riconosciuta in rete … ora torno alle mie cose a presto appena possibile torno qui . Mio marito per motivi di lavoro non e’ con noi quindi confido di leggervi presto .

  • Dispersa, 8 Aprile 2023 @ 21:23

    Brava @Viovio… Godersi le persone che ci vogliono bene!!
    Buona Pasqua a tutti… In particolar modo al padrone di casa, probabilmente senza questo luogo (segreto) di confronto sarei ancora in alto mare!!
    Un abbraccio!

  • Stefano, 8 Aprile 2023 @ 19:29

    @Viovio
    “la consapevolezza prenderà il sopravvento e non la rimpiangerai più, anche perché la persona che hai amato così tanto nella realtà non è mai esistita”

    Quella consapevolezza c’è l’ho da tanto tempo purtroppo. È quella con cui sto lottando da mesi. Ma non è facile vincere sulla negazione della realtà quando quello che hai vissuto e sognato, anche se hai scoperto essere diverso da come pensavi, è stato così bello, rivoluzionario e realistico. Provato sulla tua pelle, nella tua mente, nel tuo cuore. In fondo all’anima. Posso dire unico. E unico lo diceva anche lei come tante altre cose. Vabbè. Comunque scrollarsi di dosso le cose belle per me non è per niente facile. Quando parli di obiettivi che raggiungerò, spesso nella mia vita mi è successo. Ma erano situazioni in cui il mio ruolo era fondamentale. In amore invece è fondamentale il ruolo dell’altro e non dipende da noi. Come anche quello che è successo ha dimostrato. Purtroppo, sono sincero, vedo il mio futuro tutt’altro che roseo per questo aspetto. E se anche hai ragione quando mi dici di godermi mia figlia e le persone che mi vogliono bene veramente e lo sto facendo, ciò non toglie che non possono riempire quel vuoto lì. E non voglio nemmeno caricarli di quella responsabilità. Non è il loro ruolo essere sostitutivi o compensare. Quello spazio può riempirlo solo una donna che ami (o un uomo nel vostro caso). E ora so molto meglio quale fantastica sensazione sia. E penso sia un po’ il sentire di tutti, compresi quelli che tornano all’ovile se dalle loro parole sento più rassegnazione e accettazione che gioia e felicità.

  • Ariel, 8 Aprile 2023 @ 18:02

    @Viovio non è godendosi la figlia che si risolvono le proprie dipendenze affettive!!!!!

    Bisogna vedere se questo godimento è reciproco?
    Ovviamente la ragazza non è una stupida e infatti @Stefano lo ha chiaramente scritto che sua figlia percepisce la sua i felicità

    Non mi piace ,scusami ,la espressione goditi tua figlia

    È un modo di esprimersi che contiene la dipendenza

    Nessuno deve godersi del altro soprattutto un figlio che ha diritto di crescere SOPRATTUTTO NELLE REALTÀ TOTALE VISDUTA DAI GENITORI
    E NON NELLE MENZOGNE NASCOSTE!!!!

    Pardon cara @Viovio ma parlo per opinione non soltanto mia personale ,perché io ci si o passata come figlia a cui sono state nascoste cose ,
    E cxxxxxxxzo se mi ha generato vere difficoltà mie evolutive!!!
    I Zgenitorie qualsiasi nostro caro che NASCONDE VERITÀ VISSUTE E PRETENDE DI GODERSI I FIGLI

    Non si rende conto del male che fa

    I figli stanno zitti e dimostrano tutto ok mammina o tanto caro papà perché hanno in loro trasmesso dai genitori il senso di colpa che se i genitori hanno problemi grossi e tutti i figli se ne accorgono come scienza spiega non mostrano affatto il dolore che provano ma al contrario pensano di essere loro la causa del disastro famigliare!!!

    Impossibile nascondersi pure i silenzi sono pieni di grida di richieste ai genitori di parlar chiaro!!!
    Il figlio non gode affatto rispetto a genitori BUGIARDI AD OLTRANZA!!!

    Sono eredità negative molto pesanti
    Guai a dire goditi i figli ? Non sono cose da godersi a proprio metodo e piacimento dando esempi di stare bugiardi !!!!

    Se ne accorgono di ogni segreto
    E
    Io presentano il conto è non importa più quanti anni siano passati

    Ecco perché curarsi in vere terapie a stecca e dove non esista la stecca del Buonismo che non fa altro che spargere benzina sulla brace DELKE PROPRIE DIFFICOLTÀ NASCOSTE
    Così continua a soffiare il vento scuro negativo dei segreti di famiglia???

    Detestato sempre sofferto per segreto famiglia contestato apertamente chi mi ha procurato questo stato di vero dolore

    Perché poi immancabilmente la statistica dice che sono sempre SCOPERTI PRIMA O POI TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE
    Altro che goditi i tuoi figli

    Sicuro al genitore incasinato farà benissimo ci si crogiola nella ILLUSIONE DI VERO RECIPROCO GODIMENTO!!!

    Meglio fare presto e svelare tutto piuttosto che spargere TONNELLATE DI DOLORE PROPRIO SUI PROPRI FIGLI!!!

    Oggigiorno esiste lo sviluppo scienza terapeutica che ai tempi dei miei non esisteva
    E quindi gli adulti di oggigiorno non hanno nessuna scusante

    Responsabilità di curarsi per rendere svelato qualsiasi segreto verso i propri figli!!
    Fate presto !
    Non ve ne pentirete mai !!

  • Viovio, 8 Aprile 2023 @ 14:48

    @Stefano
    sai perché raggiungerai i tuoi obiettivi?perché non ti sei accontentato, gli amori a metà non fanno per te! Lo so che è dura, fare i conti con quello che credavamo fosse vs realtà è un calcio nei denti indimenticabile. Vedrai che prima o poi la consapevolezza prenderà il sopravvento e non la rimpiangerai più, anche perché la persona che hai amato così tanto nella realtà non è mai esistita, altrimenti ora sarebbe al tuo fianco.
    Goditi tua figlia e le persone che ti vogliono bene sul serio, saranno la miglior medicina

  • alessandro pellizzari, 8 Aprile 2023 @ 14:17

    Buona Pasqua a tutti anche se il cuore è ancora spezzato

  • Stefano, 8 Aprile 2023 @ 14:03

    @Sunflower
    “ho messo molte cose in chiaro, non soffro più per musi e silenzi e incredibilmente ce ne sono di meno, sto mettendo me stessa al primo posto e qyuesto è per me una rinascita comunque.”

    Mi chiedo il motivo per cui sia necessario continuare ad avere rapporti col marito se volevi creare qualcosa con l’amante. Ma diciamo che lo facevi perché dell’amante non ti fidavi. Ma se come nel mio caso l’amante ti avesse detto che ti dava esclusività e che di conseguenza l’avrebbe auspicata anche da parte tua, tu cosa avresti fatto? Se l’amante ti avesse amata come ho fatto io con la mia mettendo sul piatto tutto come ti saresti comportata?
    Comunque vedo dalla tua frase finale, come spesso si dice, che l’amante sistema le cose in casa. E anche il sesso migliora da quello che ho intuito. E se in fondo questo a un amante “egoista” può cambiare poco, a un amante che si è messo totalmente in gioco questa cosa non fa naturalmente piacere perché è in un certo senso il danno e la beffa. Ho dato tutto per una donna e alla fine ho fatto un favore al compagno restando col cerino in mano come un pirla. Chi l’avrebbe mai detto!!!

  • Stefano, 8 Aprile 2023 @ 13:50

    @Ads
    “se una donna sposata mi dicesse sai con mio marito non abbiamo intimita..la prima cosa a cui penso è che il marito ha problemi fisici”

    Concordo su quello che hai scritto tranne che su questa frase. Se una donna progressivamente allontana il marito vuol dire che ama l’amante e non teme di creare attriti in casa su un argomento come il sesso. Vuol dire che ha avuto il coraggio di dire al marito “non ti amo più” pronta ad affrontare le conseguenze di tale dichiarazione. Che se è vera può solo portare alla sua naturale evoluzione: la separazione in casa e poi vera ed eventualmente il coronamento del legame con l’amante. Se non lo si fa non c’entrano i problemi o meno del marito. Se non lo si fa è perché non lo si vuole fare e si vuole mantenere “acceso” il rapporto col marito. È una scelta ma non mi si venga a dire che ama l’amante. Ama la comfort zone di avere un po’ tutto. L’amore è altro. Io l’ho provato e non c’erano piani B. Come non ci sono adesso perché lei, anche se l’ho lasciata andare e ho interrotto i contatti, è ancora dentro di me e ci starà per tanto tempo anche se non voglio.

  • Stefano, 8 Aprile 2023 @ 13:37

    @Viovio
    “Porta pazienza […] è solo questione di tempo, vedrai che tornerai a sorridere”

    Grazie Viovio, le tue parole mi danno sempre conforto e mi fanno sentire meno “sbagliato”. Io più che alla serenità, che è più facile raggiungere, miro alla felicità, più difficile ma decisamente più appagante. Anche su questo con la mia ex eravamo in disaccordo. Lei ha preferito la serenità alla felicità e me lo ha detto chiaro. Auguri anche a te di Buona Pasqua.

  • Stefano, 8 Aprile 2023 @ 13:30

    @Marten
    Stai qui con noi e non prendertela se c’è chi la vede diversamente da te. Ci scriviamo per questo, perché abbiamo esperienze e sensazioni diverse. Ed è utile dircele. Anche per me per esempio sentire cose lontane mille miglia dai miei pensieri naturalmente mi dispiace perché le declino su quello che mi è successo e mi “ferisce” ancora di più sapere che la mia ex-amante possa pensare o fare quello che voi raccontate. Ma alla fine mi fa rendere conto che è così, volente o nolente. E mi sta aiutando ad abbandonarla perché mi rendo conto che non è come me. Nonostante quello che posso dire o pensare, ti ringrazio per la tua testimonianza e ti auguro sempre e comunque che tu stia bene. A modo tuo. Forse il modo mio è più “nobile” ma alla fine è un gran casino interiore. Ma sono fatto così e a volte vorrei essere diverso. Buona Pasqua e un abbraccio.

  • maribel, 8 Aprile 2023 @ 11:24

    Cara @Molly
    Il ruolo dei “cornuti” (detto nel modo cafone che hai di parlare ) non te lo sarai scelta ma sicuramente hai concorso a crearlo. Seriali a parte, e tuo marito non è seriale, resto convinta che se una persona normale, corretta e non stron*a un bel giorno cade nella rete del tradimento è perché è infelice e il suo coniuge non collabora e non lo aiuta a superare questa infelicità. Non è il metodo giusto? Ti do ragione. Ma vista la percentuale enorme, è evidentemente la via più spesso usata per uscire da questa infelicità. Poi i risultati sono diversi a seconda della storia e della statura morale dei personaggi che la vivono, non siamo tutti uguali e tu hai vissuto una storia sola. Ma ripeto, tranne dove ci sono i seriali e la loro stupida superficialità, negli altri casi vedo tanti concorsi di colpa di tutti i soggetti coinvolti. Quindi basta con questo quadro dei coniugi innocenti e puri, non è realistico!
    Infine, Molly, tu hai ricostruito e ne siamo tutti felici, ma di come sia partita la ricostruzione in tuo marito ai tempi non lo si sa, magari ha cominciato come Marten, tirando i remi in barca e pensando al meno peggio. Poi siete stati bravi, ma non puoi dire che chi scrive qua è diverso da tuo marito o da te, o da voi. Cosa ne sai?
    Solo su una cosa concordo con te ed é dove scrivi che chi resta per paura dei cambiamenti, resta nella mediocrità per paura, invece di accettare il rischio di una vita nuova e diversa. Concordo, ci si condanna comunque a un limbo di insoddisfazione perenne.

  • alessandro pellizzari, 8 Aprile 2023 @ 09:30

    Incontriamoci a Villa Umberto ad Abbiategrasso (MI) Via Carlo Cattaneo, 64 giovedì 13 aprile ore 18,30. Ci sarò io e Giovanna Luini per parlare di Come evitare le fregature in amore e dei nostri libri Love Advisor e Non parlate (male) dell’amore. Sarà poi offerto un rinfresco. E sarà possibile acquistare i nostri libri con dedica degli autori. Ingresso gratuito prenotazione obbligatoria eventi@villaumberto.it
    O tel 339.6009610

  • alessandro pellizzari, 8 Aprile 2023 @ 09:29

    da quando sono arrivato sul blog, era diffusa l’opinione che le donne amano , smettono di avere approcci con il coniuge , che si separano..ed io sinceramente ho sempre contestato questo assioma..le donne si comportano con i medesimi atteggiamenti degli uomini

    Ribadisco: le donne innamorate degli amanti smettono 8 su 10 di fare sesso col coniuge e 7 su 10 si separeranno nell’arco di tre anni, amante presente o no.
    Queste affermazioni non sono a occhio, leggendo trenta commenti o guardando gli amici o le signore che frequentano la scuola dei figli
    La statistica di fa sui grandi numeri: io ho raccolto in questi anni fra blog counseling social centinaia di migliaia di testimonianze. Capita adesso la differenza fra epidemiologia di coppia è chiacchiere da bar? Lo ripeto a te con la sensazione che però sua inutile, perché te lo avevo già spiegato. Agli uomini piace tanto pensare che le donne siano scorrette e quanto lo sono gli uomini

  • Marten, 8 Aprile 2023 @ 08:46

    @sunflower ecco stiamo facendo lo stesso percorso

  • Leilei, 7 Aprile 2023 @ 22:04

    Molly ma se non si sa, il tradimento non esiste. E quindi non può fare male.

  • Dispersa, 7 Aprile 2023 @ 21:36

    Grazie @Sunflower!!
    Quello che hai scritto lo penso pure io!
    @Marten rimani… Ne hai bisogno, sei in confusione e certi commenti ti fanno male, ma fa tutto parte del percorso…
    Un abbraccio!!
    Ps. Ricorda tu sei tu, gli altri sono gli altri!!

  • Viovio, 7 Aprile 2023 @ 20:57

    Vedo che l’ambiente e’ sempre bello frizzantino :-p
    @Marten OTTO anni sono tanta roba da smaltire. Hai letto i consigli di tutti, fossi in te mi prenderei un po’ di tempo per capire veramente cosa sia meglio fare.
    Uscire da una storia e riabilitarne un’altra in modo così repentino, a mio avviso, rischi solamente di farti ancora più male perché in questo momento e sicuramente per tanto altro ancora, il tuo ex resterà un pensiero fisso.
    @Stefano chi ha tenuto il paracadute dopo la rottura con l’amante ora è in casa con i marxxi che gli sfregano in terra!! Perdona il francesismo…..Almeno tu non dovrai “impegnarti” per fingere una routine di coppia. Porta pazienza(e devo dire che ne hai veramente tanta per rispondere ai soliti pipponi sulla coerenza) è solo questione di tempo, vedrai che tornerai a sorridere 🙂

    Approfitto per augurare a tutti/e buona Pasqua, speriamo porti un po’ di serenità!

  • ads, 7 Aprile 2023 @ 19:38

    no @martens, non eri l’unica ovviamente, ma siccome da quando sono arrivato sul blog, era diffusa l’opinione che le donne amano , smettono di avere approcci con il coniuge , che si separano..ed io sinceramente ho sempre contestato questo assioma..le donne si comportano con i medesimi atteggiamenti degli uomini
    siamo esseri umani, ..se una donna sposata mi dicesse sai con mio marito non abbiamo intimita..la prima cosa a cui penso è che il marito ha problemi fisici, ..non ci vuole lo stratega per capire che se tuo marito si avvicina una , due , tre volte…alla quarta te ne chiede conto..e che fai?
    poi sul fatto che l’intimità sia pressochè inconsistente ci credo,priva di significato ci credo,
    duri qualche minuto ci credo, e che siano una rarità ci credo.
    avere intimita’ con il partner ogni 3, 4 mesi,anche ogni mese,che dura una manciata di minuti a mio avviso è quasi irrilevante, premesso che la sessualità maschile è diversa, è piu pratica diciamo.
    ultima cosa…perchè io non ho mai preso in considerazione di ricostruire?
    in primis perchè un tradimento pluriennale non è come comprare un auto..è una cosa che non succede per caso,secondo ma chi ha voglia di impegnarsi a riconquistarla, di andare con l’umiltà giusta..
    no no passo..io mi metto al centro, mica è scritto nelle sacre scritture che i legami con le persone possono esaurirsi.

  • Stefano, 7 Aprile 2023 @ 19:38

    @Marten
    “nonostante le ferite che ancora sanguinano, risorta un po’ mi ci sento”

    Sono felice per te. È una scelta che forse un po’ mi infastidisce perché mi immagino la mia ex-amante che, nonostante mi abbia detto ti amo per tre anni, alla fine è tornata a casa, da dove evidentemente in realtà non si era mai staccata. E questo nonostante io le abbia detto quasi da subito “io ci sono per stare insieme e fare il salto”. Ma non è bastato. Ma dal tuo punto di vista di donna delusa può anche starci la tua scelta anche se non è il massimo per il marito che gioca una partita non alla pari perché non sa. Ma se è quello che ti fa stare bene è ok così. Purtroppo io non ci sono riuscito e sono sicuro che alla fine stai meglio tu.
    Io inizio a pensare di aver sbagliato proprio tutto perché ho pensato che le cose andassero in generale in modo diverso. Soprattutto per una donna. E tutti dicevano “le donne non sono come gli uomini. Quando amano amano veramente e agiscono. Mica come gli uomini che sono un po’ cagasotto”. E ci ho creduto. Invece vedo che alla fine tutti, donne comprese, vivono con i partner non più amati come il male minore. Beati loro. Io invece sono a pezzi. Su tutti i fronti. Da un lato perché la donna che amavo e che diceva di amarmi si è dileguata trattandomi come uno qualsiasi e ricostruendo come dici tu col compagno. Pensa la gioia di saperlo. Dall’altro perché mi sono fatto terra bruciata in casa e non riesco a tornare indietro nonostante voglio bene alla mia compagna e come detto tante volte la reputo una donna in gamba. Ma l’amore è un’altra cosa. Ed era in un’altra casa. Spero che il futuro mi riservi qualche bella sorpresa che possa contraddirmi e farmi sentire ancora giusto.

  • Molly, 7 Aprile 2023 @ 14:56

    ricordo che è un blog sull’amantato non sul divorzio o davvero sono l’unica che, passatemi il termine, scopava col marito pur avendo un’amante?

    L’argomento “amanti” è parte integrante e insita del rapporto di coppia ufficiale senza il quale il tradimento non esisterebbe. Quindi ci sono gli amanti (o ex amanti) e i traditi ( o ex traditi). Comodo non fare mai i conti con cui il tradimento lo ha subito. Non esiste solo la sofferenza dell’amante ingannato e deluso, esiste anche quella del coniuge tradito e ingannato. Mettitelo bene in testa.

    L’unica differenza è che “il ruolo” i cornuti non lo hanno scelto, è stato loro imposto e spesso nemmeno lo sanno perché la presa in giro continua.

  • sunflower, 7 Aprile 2023 @ 13:50

    @Marten, sono d’accordo con te in pieno, queste persone che hanno tutte le risposte a volte sono fastidiose, sembrano tutte risolte, io non sono assolutamente risolta, la penso come te. Anche io durante il mio amantato avevo rapporti con mio marito, gli stessi rapporti veloci, con orgasmo solo per lui che avevo prima della comparsa del mio amante. Brutto dirlo? no sincerità, quella sincerità che non ho avuto con mio marito per anni nel dirgli cosa non andava, per il bene dei figli accettare musi, silenzi essere data per scontata, il mio errore più grande è stato questo, l’amante un inciampo (unico in oltre 20 anni) un’illusione stroncata dal suo “essere corretto” come l’articolo di Alessandro.

    Sono restata nel mio matrimonio, si…ho confessato? no a cosa serve dato che con l’amante era finita? Una cosa però mi ha lasciato la storia col mio amante, più consapevolezza e sicurezza in me stessa, sentirmi nuovamente desiderata, apprezzata mi ha aiutato, ho messo molte cose in chiaro, non soffro più per musi e silenzi e incredibilmente ce ne sono di meno, sto mettendo me stessa al primo posto e qyuesto è per me una rinascita comunque.

  • ilaria, 7 Aprile 2023 @ 10:32

    @Marten, molly si sta facendo in otto, non in quattro, perchè al marito non nasca più l’idea di trovarsi un’altra amante. Io non riesco a vederci solo del male, lo vuole a tutti i costi. Magari se lo merita.

  • ilaria, 7 Aprile 2023 @ 10:29

    @Leilei una donna che ha tradito può, volendo, riabilitare. Su non credo che il marito la schifi. Ma un uomo che da anni non mi tocca, se viene mollato dall’amante cosa fa? A un certo punto allunga le mani sotto le lenzuola? Si prende una padellata sulla testa. Ecco perchè i mariti traditori non lasciano mai le amanti. Mica perchè hanno paura che lo dicano alle mogli. Il problema non è trovare una che lavi e stiri, è pieno di lavanderie e non costano nulla.
    Siete voi amanti che siete difficili, impegnative, costose e lunghissime da sostituire, sveglia!

  • Marten, 7 Aprile 2023 @ 10:21

    @alessandro si infatti…sono d’accordo…tutti corretti e coerenti…con l’amante e col marito, si certo magari …non saremmo qui a parlarne. Io concludo con questo mio ultimo commento il racconto della mia vicenda, del resto pare una colpa o da ipocriti voler ricostruire o almeno provare a ricostruire qualcosa dopo una delusione, pare che se non si vuota il sacco col coniuge allora non si possa, o non serva o sia da ipocriti. A volte omettere è meglio che lavarsi la coscienza a posteriori, provocando dolore e sofferenza gratuita agli altri o, nel caso del mio ex amante, vuotare il sacco solo perchè toppati dalla moglie. Io come molte donne sono stata accorta a non far scoppiare il casino in casa mia, non avendo preso una decisione diversa da quella di restare e cosi sarà fin quando non mi daro’ per vinta e mi rassegnerò alla fine del mio matrimonio solo allora diro’ il perchè è finita, se il divorzio sarà la mia strada. Per ora la mia mission è questa ricostruire dalle macerie, RICOSTRUIRE EBBENE SI’ resettare tutto per quanto possibile non siamo robot, ricostruire anche se è una decisione conseguente alla scelta di un’altra persona, ma l’alternativa sarebbe il divorzio o un’altra storia clandestina, la seconda ipotesi l’ho già esclusa a priori, il resto non dipende solo da me, vedremo. Buona Pasqua di resurrezione a tutti e io francamente, nonostante le ferite che ancora sanguinano, risorta un po’ mi ci sento. State bene!

  • Dispersa, 7 Aprile 2023 @ 08:18

    @Marten deve ancora metabolizzare il tutto… 8 anni di vita parallela sono un’abitudine (passami il termine)!
    È ancora tutto troppo presto, poco razionale com’è normale che sia, fra un po’ scriverà con un piglio diverso!

  • Stefano, 7 Aprile 2023 @ 03:02

    @Molly
    “Ma sai, @Mårten, Stefano si è trovato la sua metà informazione da dire alla moglie, con la quale si sente a posto “non sono più innamorato di te” mentre tu ti sei sentita a posto dandogliela ogni tanto. Ognuno ha trovato le sue MEZZE VERITÀ da dire al coniuge e con quello so sente a posto”

    Ma veramente pensi che siano entrambi mezze verità con la stessa valenza? Nel mio caso, ma forse mi sbaglio, penso di essere stato coerente con la mia compagna e con la mia amante interrompendo tutti i rapporti di coppia, dal bacio al sesso per amore da una parte e mancanza d’amore dichiarato dall’altra. Nel caso di Marten invece non c’è coerenza rispetto all’idea che ho io, ma anche qui forse mi sbaglio, che l’amore vero chiede esclusività, progettualità, sincerità. Ma lei ha continuato a fare la coppia in casa, che penso si sia capito non condivido, situazione che è ancora presente oggi dopo 8 anni con l’idea anche di rigenerarla un po’. E tu metti queste due cose sullo stesso piano? Io veramente più leggo i commenti e più penso di non aver capito proprio nulla. E per questo mi trovo in questa situazione di m. con l’ex-amante che si è fatta i cavoli suoi facendomi tanti discorsi che alla fine ho ritrovato tanto anche qui e dall’altra parte ci sono io, separato in casa quando forse, se avessi tenuto il piede in due scarpe, se avessi trovato una via di mezzo anche io, oggi mi sentirei forse meglio. Caduto dalla torre ma almeno con sotto un materasso (compagna ritrovata) che mi avrebbe evitato di schiantarmi, come hanno fatto molti di voi. E invece mi sono schiantato perchè il materasso non l’ho voluto. Ho fatto bene? Boh, forse no a sto punto. Perchè io sono plurifratturato mentre gli altri che leggo qui hanno solo avuto qualche contusione ma sono integri e pronti per ripartire. Mi sa che sono stato proprio un pirla.

  • Stefano, 7 Aprile 2023 @ 02:34

    @Marten
    “Il “dagliela ogni tanto” fa parte di cio’ che prevede l’amantato ricordo che è un blog sull’amantato non sul divorzio o davvero sono l’unica che, passatemi il termine, scopava col marito pur avendo un’amante?

    Non entro nel merito delle tue scelte e parlo delle mie sensazioni. Sentire questa leggerezza nel parlare di “scopate col marito” mi fa venire ancora i brividi come mi succedeva quando ne parlavo con la mia ex-amante. Ma veramente pensi che questo approccio sia, dopo anni, compatibile con un rapporto vero d’amore con l’amante? Non un rapporto classico, ma un rapporto d’amore con progettualità? Pensi che dire “scusa se ogni tanto scopo con mio marito” o sentirti dire “scusa se ogni tanto scopo con mia moglie e ci faccio anche un po’ di giochini” sia una prova d’amore che leghi? Per me è solo la prova che non ci si crede per primi e che si è ancora ancorati e a proprio agio nel rapporto di coppia. E quello che mi viene da dire è “stacci pure nel tuo rapporto di coppia”. Come ho fatto. E guardacaso ero così importante che, proprio perchè è andata avanti ad avere rapporti col compagno, alla fine ha scelto lui. Di fatto non si era mai staccata. Come te. E il tuo mood si capisce quando dici che è un blog sull’amantato e non sul divorzio. Invece è proprio un blog che parla di amanti che dovrebbero amarsi, separarsi e stare insieme come dichiarano a parole. E invece non succede. Perchè? Perchè ognuno va avanti a fare la coppia con il partner. E se non ci si crede noi per primi, non possiamo pretendere che ci creda l’altro. E si va avanti anni, nel tuo caso 8, e il finale è scritto. Mi sembra chiaro, e anche @Ale ne parla spesso, che ci sono dei passaggi per ratificare l’amore fra amanti. Altrimenti si è solo amanti. Il primo, non dico dopo pochi giorni ma nemmeno dopo mesi, è di interrompere i rapporti con il partner. Ma questo solo come atto finale dello stop anche di quello che viene prima: baci, abbracci, frasi complici, momenti di intimità, accensione dei desideri altrui. E di quello che viene dopo: momenti abbracciati, chiacchiere post-scopate come le hai definite tu. Mamma mia, mi viene la pelle d’oca a pensare che si possa fare tutto questo il lunedì con l’amante e il martedì con il marito se non addirittura la sera stessa. Ascolta gli esempi delle frasi rubate da @Ale dai cellulare accesi e capisci la filosofia del blog.

  • Stefano, 7 Aprile 2023 @ 01:56

    @Molly
    “avresti portato questa relazione avanti arrivando magari agli otto anni come @Mårten o perché non 12 o 20?? Avresti voluto “esclusività” continuando a stare ognuno a casa propria perché tanto i coniugi sarebbero stati informati NON DELLA RELAZIONE CON UN’ALTRA PERSONA ma della mancanza di amore a casa? Per te quello è un modo coerente di vivere?”

    Vedo che si continua a non inquadrare che la coerenza dei sentimenti, la libertà e il diritto di poterli vivere, non vuol dire passare come degli schiacciasassi sulle persone che ci circondano: partner e figli. Io non l’ho mai pensato. Che seguire il proprio sentire non vuol dire non essere anche pragmatici e cercare le soluzioni meno traumatiche possibile. Che ritengo molto peggio storie, come sentito oggi, di mariti che escono di casa da un giorno all’altro lasciando moglie e figli soli in tutto, cosa che reputo più vile che coerente. Cosa c’è di negativo nel mettere in chiaro con la propria compagna di non amarla più, di lasciarla libera di trovarsi un’altra persona, di lasciarla libera di non accettare la situazione e decidere di proseguire di comune accordo? Quale elemento in più può dare la confessione se non creare inutile sofferenza e disagi a tutti, figli compresi? Unica situazione in cui potrebbe aver senso farlo è se c’è intenzione di ricostruire un rapporto, come nel tuo caso. Innamorarsi di un’altra persona e, indipendentemente da come è andata, distaccarsi dalla propria compagna non è una passeggiata di piacere e può richiedere soluzioni temporanee che presuppongono una separazione in casa la cui durata è legata a tanti fattori fra cui gestione del rapporto, tutela dei figli finche possibile, motivi economici. Cosa avrei fatto se la mia amante ci fosse ancora e entrambi fossimo stati separati in casa? Avrei seguito lo stesso criterio descritto anche per il suo percorso e avrei aspettato e concordato con lei la migliore road map (non certo 8 anni) per uscire in modo meno traumatico possibile dalle nostre situazioni per cercare successivamente il nostro percorso comune.

  • Marten, 6 Aprile 2023 @ 18:38

    @leilei non riabilito nulla ,mi do una chance….quindi qui dentro sono approdata in un luogo dove chi ha l’amante e lo lascia o viene lasciato poi confessa il tradimento al coniuge tutti bravi e coerenti caspita ne avessi conosciuto qualcuno/a oppure divorzia perchè dopo anni di tradimento il matrimonio è finito, quindi perdonami non si capisce perchè tradire bastava divorziare prima no? Bene si sono quella donna che ha deciso di non divorziare, avrei potuto farlo prima o durante la relazione a prescindere dall’amante e invece non l’ho fatto…riprovo.. non ho mai avuto un amante prima l’ho avuto per 8 anni sintomo che non sono fatta per il mordi e fuggi o il trombamico…ora riprovo andrà male a prescindere? Puo’ essere pazienza almeno ci ho provato. Intanto vediamo come va ..magari poi mi molla lui pensa che ridere….

  • Marten, 6 Aprile 2023 @ 18:31

    @leilei non è contraddittorio è finita una storia in cui per un bel po’ ho creduto, forse mi sono illusa….comunque è finita ma è finita perchè lui è tornato sui suoi passi e perchè io se tornasse non lo riprenderei nemmeno se mi dicesse che è uscito di casa, perchè se avesse scelto me l’avrebbe fatto allora….se torna è perchè la moglie l’ ha sbattuto fuori…. il dolore la delusione per questa persona mi hanno davvero fatto ricredere su tante cose e nel mio cuore è finita davvero resta il dolore che è fresco certo . Ricostruire la mia coppia è un tentativo certo perchè no…restare da sola ? Potrebbe accadere, potrebbe essere mio marito a non volere piu’ non è che magicamente io non ho piu’ l’amante e in casa mia siamo nel Mulino Bianco eh i problemi che c’erano prima dell’amante sono rimasti, ora voglio provare a capire se sono risolvibili invece che crearmi distrazioni….lo devo a me stessa e alla mia famiglia.

  • Marten, 6 Aprile 2023 @ 18:25

    @leilei non mi sono mai allontanata perchè lui per primo chiedeva tempo…io al suo posto avessi avuto una persona convinta di volere un futuro con me avrei mollato il colpo…ma purtroppo questa sicurezza non l’ho mai avuta perchè era un continuo contraddirsi. Sul finire della storia ormai non ci speravo piu’ e infatti è finita guarda caso nel momento in cui ho iniziato a modificare la scala delle mie priorità e a ritagliare meno tempo per lui…

  • Marten, 6 Aprile 2023 @ 18:22

    @leilei è sparito dopo avermi detto che avrebbe parlato ai figli il giorno stesso che alla moglie aveva detto che era inutile riprovare tanto non sarebbe durata, che era “contento” fosse uscito tutto a galla, sparito davvero, al punto che io, ingenua, quel giorno ho temuto fosse successo qualcosa era in giro per lavoro ho pensato ad un incidente (che ingenua eh) La lettera è comparsa tempo dopo, diverso tempo dopo 🙂 Lei non glielo avrebbe permesso? mah insomma se avesse voluto avrebbe trovato il modo …è proprio mancanza di palle …

  • Marten, 6 Aprile 2023 @ 18:18

    @dispersa concordo su tutto. Le delusioni mettono in discussione e permettono di fare un passo avanti verso la propria crescita personale…capire gli errori e perdonarsi.

  • Marten, 6 Aprile 2023 @ 18:17

    @Molly non ci penso minimamente a dire a mio marito di avere avuto una relazione per 8 anni…scusa ma sei seria lo dico a te. Il mio matrimonio al momento certo che si regge su mie decisioni ma mio marito è sempre libero di decidere altro…che le cose non vanno bene e c’è da lavorare lo vede e capisce anche lui…se volevo dirgli del tradimento lo avrei fatto tempo fa non certo ora che è finita. Mia decisione di cui mi assumo la responsabilità con cui convivo. Sembra davvero che tu viva in un mondo dove non ci sono tonalità di grigio…. o è bianco o è nero di conseguenza mi domando e dico cosa cavolo esistono gli amanti quando basterebbe semplicemente dirsi sono innamorata di un altro o scopo con un altro’ mah …esistono i tradimenti eccome altrimenti non saremmo qui a scriverne e per quanto mi riguarda sviscerare tutto al marito e’ lavarsi la coscienza e basta provocando dolore e rabbia laddove si puo’ evitare di farlo, io scelgo di tenermi questo segreto per me per egoismo, comodità, ma anche perchè adesso non avrebbe senso. Sono scelte di vita condivisibili o meno, ma da qui a farmi spiegare come si sta al mondo ne passa…se ci si confronta mi sta bene se si pontifica no, capisco la tua posizione di moglie tradita e di conseguenza il tuo astio verso chi tradisce (se ricordo bene spero di non sbagliare) ma ciascuno di noi ha il proprio vissuto…

  • alessandro pellizzari, 6 Aprile 2023 @ 18:11

    Apprezzo molto di più gli amanti che ammettono che c’è del sesso coniugale raro ma esistente di quel 90% di uomini che millantano un matrimonio bianco da anni

  • Marten, 6 Aprile 2023 @ 18:02

    @Molly quello che io non capisco è come fai ad avere tutte queste verità in tasca, ma soprattutto con quale presunzione pensi di spiegare agli altri la loro vita, scusa ma “non capisci” francamente lo trovo un tantino esagerato. Il “dagliela ogni tanto” fa parte di cio’ che prevede l’amantato ricordo che è un blog sull’amantato non sul divorzio o davvero sono l’unica che, passatemi il termine, scopava col marito pur avendo un’amante? Mezze verità certo altrimenti si divorzia e non si tradisce, mi pare abbastanza scontato. Si certo che gliela davo ogni tanto (sempre molto piu’ di rado avendo cuore e testa altrove ma volendo tergiversare sull’argomento divorzio) ..stessa cosa diceva di fare lui (l’amante) poi non so se fosse vero e ora non mi importa piu’ , è parte del passato e quello che succederà da qui in poi non è conseguenza degli 8 anni di amantato e cosa ne sarà di me chi puo’ dirlo. Quello che ha creato la coppia non c’è piu’ certamente, ma dopo piu’ di 20 anni figli, nipoti responsabilità, doveri e bene…possono, nel mio caso, creare le basi per qualcosa che non sarà piu’ fuoco e fiamme ma qualcosa di diverso, che per me è la conclusione che la serenità e stabilità vale piu’ del fuoco e fiamme, che sognare è bello ma la realtà è un’ altra cosa…e purtroppo l’ho scoperto nel modo peggiore. Mi sono illusa cosa che non permetterò ma piu’ accada. Ciascuno di noi ha la propria storia i propri fantasmi e un proprio percorso, compromesso? rassegnazione? razionalità? non lo so lo vedro’, deve passare del tempo ora è presto per saperlo

  • Leilei, 6 Aprile 2023 @ 15:58

    Marten 8 anni e non ti sei mai allontanata veramente da tuo marito…e ti meravigli che il tuo amante sia rientrato in casa dopo essere stato scoperto? Tu al suo posto cosa avresti fatto?

  • Leilei, 6 Aprile 2023 @ 15:55

    Marten quello che sostieni è estremamente contraddittorio, scrivi che non aveva senso lasciare tuo marito se il tuo amante non avrebbe lasciato la sua compagna, poi dici che cercherai di ricostruire per vedere dove va la tua coppia. Io credo che tu non abbia nessuna intenzione di restare da sola.

  • Leilei, 6 Aprile 2023 @ 15:48

    No Marten, ti prego, questa cosa non si può sentire. L’ennesima donna che dopo essere stata fregata dall’amante improvvisamente riabilita il marito e il matrimonio. Ma un pò di onestà con se stessi dopo 8 anni di corna, proprio non riusciamo ad averla?

  • Leilei, 6 Aprile 2023 @ 15:40

    Marten aspetta un attimo, non è sparito nel nulla senza dirti che era finita, se ti ha scritto. Che poi dopo 8 anni avrebbe dovuto farlo di persona, questo è un altro discorso. Ma temo che lei non glielo avrebbe permesso.
    Non lo sto giustificando, sia chiara. Sto solo analizzando la dinamica.

  • Ariel, 6 Aprile 2023 @ 15:33

    Massi ci saranno anche questi casi ma sono NA MINORANZA IRRILEVANTE
    RISPETTO alla realtà della presenza di vere relazioni tossiche!!
    Dove regna la Bugia ad o,Garanza per anni e anni.

    Certo le minoranze contano perché esprimono sempre la speranza che se minoranze riescono a fare diverso in senso positivo un giorno si possa crescere nel bene in trend in salita.

  • ilaria, 6 Aprile 2023 @ 15:31

    @alessandro non so se stai parlando di me, ma io mi sento assolutamente ‘nominata’. @Molly ha ragione, come ha ragione il nutrizionista quando da la percentuale dei nutrienti da assumere ogni giorno, o il personal trainer che dice di alzarsi dalla posizione statica ogni tot minuti e avere momenti di assoluta immobilità dopo lo sforzo, per costruire il muscolo. Tutto perfetto. Tutto teorico.

  • alessandro pellizzari, 6 Aprile 2023 @ 14:43

    Ci sono anche tantissime coppie, per la cronaca, ormai matrimoni bianchi, dove il tradito sa del tradimento e vuole portare avanti il matrimonio lo stesso anche se la coppia non c’è più, basta che l’amante sia stato fatto fuori e archiviato. Molte mogli e mariti sanno. Molte mogli e mariti tollerano amanti scappatella, mentre si allarmano se l’amantato con la stessa persona supera l’anno. Ma spesso danno la colpa all’amante rovinafamiglie, non al coniuge che fa il seriale

  • Molly, 6 Aprile 2023 @ 13:37

    Dire a mio marito non ho voglia perchè sono innamorata di un altro? capisci bene l’assurdità…a meno che anche l’altro non avesse deciso di fare altrettanto…

    Ma sai, @Mårten, Stefano si è trovato la sua metà informazione da dire alla
    moglie, con la quale si sente a posto “non sono più innamorato di te” mentre tu ti sei sentita a posto “dandogliela ogni tanto”.

    Ognuno ha trovato le sue MEZZE VERITÀ da dire al coniuge e con quello so sente a posto.

    Quello che non capisci @ Mårten è che non ci si separa perché si passa da una relazione col marito alla reazione ufficiale con l’amante, quindi con il paracadute, perché quello è usare le persone.

    Ci si separa PERCHÉ QUELLO CHE AVEVA CREATO L’UNIONE DELLA COPPIA NON C’È PIÙ, a prescindere da quello che si vuole o non si vuole realizzare con l’amante. Ma a parti invertite non ti sentiresti usata come un oggetto da tuo marito?

  • Molly, 6 Aprile 2023 @ 13:27

    “Se l’avesse fatto anche lei probabilmente saremmo ancora insieme.”

    Quindi @Stefano avresti portato questa relazione avanti arrivando magari agli otto anni come @Mårten o perché non 12 o 20?? Avresti voluto “esclusività” continuando a stare ognuno a casa propria perché tanto i coniugi sarebbero stati informati NON DELLA RELAZIONE CON UN’ALTRA PERSONA ma della mancanza di amore a casa? Per te quello è un modo coerente di vivere?

    E comunque ogni volta che dici quale è l’unica opzione possibile non è affatto vero che non esprimi un giudizio.

  • Molly, 6 Aprile 2023 @ 13:18

    “quindi al momento preferisco dare un’ ultima chance al mio matrimonio cosa c’è di tanto disdicevole o strano? Io non mi sono mai allontanata eccessivamente da mio marito, anche se l’intimità era ovviamente andata scemando per ovvi motivi … passavano anche 6 mesi a volte senza che a casa mia succedesse qualcosa ciò e’ stato possibile anche per motivi di lavoro”

    Figurati, @Mårten nulla di male o di strano… parli come se il matrimonio fosse retto dalle decisioni di UNA PERSONA e l’altro non dovesse essere coinvolto. Ma sei seria??? Sai cosa è una relazione di coppia?? Ma quanti anni hai? Tuo marito non è un burattino di cui ti volevi sbarazzare e ora vabbè te lo tieni e TU DAI LA CHANCE AL TUO MATRIMONIO. Per far ripartire una relazione di COPPIA (= 2 persone!!) bisogna sviscerare i non detti, bisogna distruggere quella relazione, fare tabula rasa e OGNUNO DEI DUE deve decidere se ci vuole mettere del suo per costruire una NUOVA RELAZIONE con la stessa persona. Prova a dirgli che gli hai mentito per OTTO ANNI e già così capirai se uno dei due della coppia ci vuole essere in quel difficile percorso. È un lavoro enorme, una fatica emotiva grossa e tu non mi sembri affatto attrezzata per un lavoro del genere e soprattutto NON LO PUOI FARE DA SOLA con un colpo di spugna.

  • Dispersa, 6 Aprile 2023 @ 11:08

    @Cri28 scritta così suona in maniera diversa.
    Sono critica nei mie confronti, lo sono in tutti i campi della vita, magari in questo caso di più ma serve a me come stimolo a non rimanere ferma.
    Delusa, sì lo sono stata ma a 360 gradi, le delusioni non le sento come una sconfitta ma servono per portarti verso nuovi orizzonti.