battle black blur board game
Photo by Pixabay on Pexels.com

Uno dei nemici più acerrimi della coppia è la routine sessuale, la noia e ripetitività degli schemi a letto. Qualche idea che non sia la solita lingerie sexy (apprezzabilissima intendiamoci, ma magari già provata e forse non sempre sufficiente, e poi con sto caldo…)? Una lettrice ha provato “su pista” due nuovi sex toys, e l’accolgo volentieri nella sua testimonianza. Interessante anche il punto di vista personale, e non solo di coppia. Buona lettura

Sex toys: un tabù o un piacevole passatempo? Troppe volte ancora prevale la prima ipotesi, ma il fatto che se ne parli, e sempre più spesso, fa sperare nel fatto che l’ago della bilancia possa propendere presto per la seconda chiave di lettura. Lo dice la parola stessa “toy”, dall’inglese “gioco”, e “sex”, che non ha bisogno di presentazioni. Il gioco del sesso, che proprio come tale deve essere vissuto, da sole oppure in coppia.

Mi è capitato più volte negli ultimi tempi di raccogliere confidenze di amiche che lamentano il fatto di non avere rapporti soddisfacenti con il proprio partner, di non averne del tutto, o addirittura di non riuscire più a raggiungere l’orgasmo.

Vero è che il piacere femminile ha una complessità tutta sua dettata da vari aspetti, quello mentale in primis, ma anche dalla presenza o meno di una buona conoscenza e confidenza con il proprio corpo, la situazione (anche sentimentale) nella quale ci troviamo.

Non si tratta solo di lui e “di quanto sia in grado di farci godere”. E’ indubbio che ci siano uomini particolarmente portati e dotati di esperienza, ma non riduciamoci a quello. Se qualcosa non va con il nostro partner, o non riusciamo a trovarne uno all’altezza, prima di pensare che il problema sia nostro e dire addio al piacere proviamo a riconquistarlo da sole. Come? Con la masturbazione.

Non è una pratica da adolescenti alle prese con le prime pulsioni, ma un piacevole momento di intimità, di gioco appunto. Non lo fanno anche i nostri amici uomini? E’ risaputo che l’orgasmo offre diversi benefici a livello di riduzione dello stress, ginnastica per il pavimento pelvico (specie se siete mamme), terapia naturale contro i disturbi legati al ciclo mestruale. Un contributo al benessere generale insomma, che possiamo raggiungere anche con l’utilizzo dei sex toys. Il ventaglio di possibilità offerte dal mercato è sempre più ampio, sia per “giocare da sole”, per ritrovare e liberare la nostra femminilità, che in coppia.

Ricordo ancora la prima riunione de “La Valigia Rossa” alla quale partecipai qualche anno fa. La consulente, presentando l’ultimo ritrovato da lei denominato “succhiaclitoride” (al momento era un’assoluta novità) incoraggiava le presenti a smettere di nascondersi dietro la mancanza di tempo, perché il magico oggetto in questione prometteva di essere in grado di far raggiungere un orgasmo alla fortunata che lo possedeva in un tempo inferiore a quattro minuti.

Trovata pubblicitaria o no la curiosità si è accesa, e nonostante gli anni passati non è scemata, tanto da condurmi finalmente ad avere l’occasione di provarlo. Come dice la parola stessa, a differenza dei toys classici atti alla penetrazione, simula il sesso orale. Una volta acceso dispone di diverse velocità e ritmi di “risucchio”, regolabili con i simboli più e meno. Se siete alla vostra prima esperienza non spaventatevi qualora all’inizio possa sembrare troppo vigoroso sul clitoride. Si tratta di una parte molto sensibile per alcune (io stessa faccio parte della categoria) perciò può essere meglio avvicinarsi dolcemente, magari partendo dalle labbra, per prendere confidenza con l’intensità delle sensazioni. Spesso si pensa che ci sia una regola generale di utilizzo dei toys, per la masturbazione in genere e per il sesso, ma non è assolutamente così.

Non esiste un libretto di istruzioni, ognuna di noi prova sensazioni uniche, ha zone più o meno erogenee in differenti punti, così come diversi tempi per raggiungere il piacere. Ecco perché è importante, prima di tutto, imparare a conoscerci. Ho testato un approccio dolce con questo gioco, partendo appunto dalle labbra, e man mano che mi sono abituata a ciò che sentivo mi sono avvicinata sempre più al clitoride, tanto da sentirne proprio l’esigenza, fino a giungere all’apice. Tralasciando le promesse sui tempi di raggiungimento (che non ho cronometrato) ho promosso il succhiaclitoride a pienissimi voti. Questo toy regala sicuramente un orgasmo molto intenso e potrebbe diventare quasi insostituibile. E sottolineo il “quasi”.

In alternativa, per chi desiderasse provare a giocare in coppia con un nuovo oggetto, vi suggerisco il cock ring.

Si tratta di un anello in silicone dotato di un corpo vibrante. Viene indossato dal partner prima della penetrazione in modo da unire a quest’ultima, naturale, una maggiore stimolazione clitoridea per un orgasmo più intenso. Dispone di diverse velocità e ritmi di vibrazione regolabili, come per quasi tutti i sex toys in commercio, ma la cosa che mi ha colpito è stata proprio l’aspetto ludico dell’approccio in coppia. La curiosità, i tentativi, i feedback reciproci in corso d’opera. Se preso come un vero e proprio gioco da condividere, sorridendo di eventuali inciampi, è una vera e propria iniezione di complicità e piacere come premio finale. In questo caso ricordate di avere a portata di mano un lubrificante per facilitare il posizionamento dell’anello, specie se utilizzate contemporaneamente il preservativo.

Come abbiamo visto il sesso è gioco, piacere, benessere. Se per routine, stress, o altri impedimenti di varia natura dovesse perdere la propria natura ludica e benefica fermiamoci un momento e ripartiamo da noi stesse. Cominciamo a ritagliarci un momento di intimità con il nostro corpo, magari sfruttando i giorni “caldi” dell’incremento di desiderio indotto dall’ovulazione,  per provare a ritrovare il gusto del piacere, anche e prima di tutto da sole. Poi, perché no, con un bel giocattolo nuovo come regalo (e come premio per le nostre fatiche quotidiane, ce lo meritiamo, non dimentichiamolo).

Tutto il resto verrà da sé, anche in coppia.

Buon gioco a tutte!

Se volete raccontarmi la vostra esperienza (o consigliare qualche giocattolo sfizioso) fatelo nei commenti

Dafne, lettrice e aspirante love coach

Condividi:

6Commenti

  • cossora, 5 Luglio 2022 @ 10:31 Rispondi

    @arile imoara la differenza tra la tua opinone e quella degli altri. Se per me un sex toy è un sintomo di ‘ci stiamo annoiando’ no è che siccome tu dici la tua io cambio idea.
    Dai che la puoi fare anche tu.

  • Ariel, 4 Luglio 2022 @ 22:27 Rispondi

    Ma Cossora usare degli oggetti sex Tony non equivale affatto a non avere più nessuna attrazione o al non riuscire a godere o al fatto di essere giovani o meno giovani o vecchi .
    È straimportante parlarne e divertirsi a farlo ,ovviamente se nasce spontanea voglia ,come una nuova scoperta di nuove possibilità,divertirsi
    E soprattutto per chi ne sta curioso denota libertà interiore naturalezza e voglia di non porre limiti alla possibilità soprattutto per le donne che in maggioranza numerica non sanno manco come sono fatte ,e peggio neppure gli uomini

    No colpa ma responsabilità dei genitori che statistica alla mano non educano e non informano affatto i figli se non in modo o parziale o en passante sicuro vergognandosi

    Quindi parlare e provare e raccontarsi sui sextoy resta un modo concreto per far capire alle donne che non ci sta proprio nulla di male a parlar chiaro facendo i nomi delle proprie parti del corpo che tra scrivere del proprio naso o della propria vagina o vulva o le piccole e grandi la bara e il clitoride. Dove sta e come funziona e come è fatto e la scienza cosa ha scoperto ad esempio sul orgasmo femminile è quello maschile

    Insomma parlando dei sex tot si da la opportunità concreta di parlare del proprio corpo che soprattutto in Italia esistono ancora molte difficoltà mancata conoscenza vergogna a stecca solo che scriverlo ad esempio

    Non ha nulla a che vedere età o meno nel uso dei sex Tony e non significa per forza non godere col proprio partner se non li si usa

    Ma è anche valido e curioso stare al passo dei tempi tecnologici fa parte della propria evoluzione uscire dai paraocchi e dai veri tabù che ancora resistono fortissimi in Italia e paesi latini .

  • Lia, 4 Luglio 2022 @ 16:39 Rispondi

    @Ale, condivido quanto scritto sui sex toys! Possono aiutare nel periodo in cui si è single e concordo che possano sicuramente diventare uno stimolo nuovo per la coppia!
    Il sesso stimolante e anche giocoso fa bene alla coppia ed evita che poi uno dei due vada a cercarselo fuori.
    Questa è stata sicuramente una componente che nel mio rapporto ufficiale era venuta a mancare per tanto, troppo tempo e che ho sbagliato a non coltivare.
    Sono convinta che il tuo blog poi raccoglierebbe solo quei casi di traditori seriali che proprio non ce la fanno ad essere fedeli.
    Sul fronte sesso confesso anche che con il mio ex ho esagerato facendogli credere di essere il migliore dei migliori!
    Non so perchè! Forse per gratificarlo. Se ci ripenso adesso sono stata proprio una cretina! Lui ha ingenuamente pensato di avermi in pugno da quel fronte e che lo avrei sempre ricercato!
    Adesso che tutto è diventato chiaro nella mia testa capisco anche quante fossero le storture di quel rapporto.
    Lo psicologo da cui vado, @Ale, mi dice più o meno le stesse cose che tu scrivi qui.
    Mi ha detto: “Lui provava 20 ma raccontava 100. Lui ha capito che per farle concedere certi “favori” aveva bisogno di farla innamorare… e farvi innamorare a voi donne non è poi così difficile, specie per chi ha molta esperienza di queste cose”
    “Se prendessi un euro per ogni caso che ho visto di persone scaltre che esagerano i sentimenti per tenervi lì belle pronte e a disposizione, sarei milionario!”
    Aggiornamento: Col nuovo tipo procede…
    Mi sono dimenticata di dirvi che lui ha avuto un rapporto con una narcisista qualche anno fa.
    Siamo ben assortiti! Due traumatizzati! 😉

  • Dafne, 4 Luglio 2022 @ 15:31 Rispondi

    Ciao @Ariel, grazie per il tuo feedback! sono convinta che parlarne sia utilissimo, crea occasioni per conoscere e, per le donne magari un po’ più timide, un’opportunità per approfondire anche in forma anonima. I tabù e le convenzioni hanno fatto di una cosa così bella come il piacere, rispettivamente una cosa proibita e superflua.
    Facendoci dimenticare quanto in realtà benefica sia (e oserei dire necessaria!). Facciamoci sentire
    Grazie anche ad @Alessandro per la condivisione della tematica!

  • cossora, 4 Luglio 2022 @ 12:07 Rispondi

    Sono, mai nascosto, sempre stata una femmina appassionata, attiva e pretenziosa.
    Non mi è mai capitato di annoiarmi con il mio ex marito, personalmente non avrei rifiutato toys ma eravamo più tipi di ‘tutto con i nostri corpi’ credo che fosse dimostrare quanto mi piaceva fare sesso con lui ad eccitarlo.
    Con il mio amore c’è stato un toy abbastanza easy che abbiamo usato credo in tutto tre volte e nei primi periodi. Il famoso periodo ludico (provammo anche una spa naturista, senza arrivare allo scambismo) in cui si tende a provare quel che non si chiederebbe al partner ufffciale perchè appunto, ufficialmente ‘va tutto bene’ quindi perchè proporre novità?

    Sono lontana da quelle prigionie quindi ad essere onesta tutt’ora mi basta ‘farmi sfinire’ dall’energia e dalla carica erotica che scaturiscono con il mio amore. I toys li vedo come aiutini.
    PER ME (per me) non ha senso rimanere con una persona con la quale per divertirsi a letto devo trovare un diversivo.
    PER ME (per me) a 46 anni è troppo presto. Se non c’è attrazione a letto è finita.

  • Ariel, 3 Luglio 2022 @ 13:40 Rispondi

    Ottimo CaroAlessandro fatto benissimo a pubblicare questo articolo scritto da @Dafne

    @Dafne
    Guarda ti ringrazio davvero molto per tutto ciò che qui hai scritto così bene riuscendo a trasmettere la vera bellezza del essere donna davvero libera e in continua vera emancipazione personale
    La naturalezza espresssiva con la quale ci si sente così a proprio agio ,ecco ho trovato bello e molto anche educativo questo tuo articolo
    Perché si ha così necessità soprattutto in Italia del dare valore alla donna al cosa significa conoscere anche il proprio corpo e che non vi sta nulla di male da non potersi vivere pure esprimendolo chiaro è davvero in vera dimensione della naturalezza contenuta nel tuo modo espressivo di scrittura

    Sicuro non vedo l’ora di provare il risucchio clitoride uauuu!
    Questo non lo mai provato mentre anello indossato da lui si è sta na goduria incredibile
    E anche ho riso divertita perché in effetti ho condiviso le risate dei primi tentativi in cui occorre diciamo riuscire a posizionarsi reciprocamente
    E inevitabile le risate escano fuori a steccaaa ah ah ah

    E cosa ci sta di meglio che sentirsi così liberi felici di poter davvero lasciarsi andare in vere nuove scoperte avere il rapporto affettivo sessuale così stimolante non solo clitoride e pene ,ma senso della libertà di ridere e giocare esattamente con lo spirito unico che hanno i bambini quando si scoprono tra loro differenze e si toccano coisci bene ridendo e rotolandosi nei colori magici del poter esprimere fino in fondo i veri se stessi!

    Grazie Dafne mi farebbe molto piacere se scrivessi ancora

    E sicuro mi attrezzerò per un giro personale di succhio clitoride vero gioco pieno di godimento e nuova scoperta sicuro per me .
    Anello lo consiglio “Caldamente” eh si fa la differenza ,perché poi dipende molto dalle forme e posizioni anatomiche degli apparati ed organi sessuali della coppia
    Ecco che in base anche alla posizione collocazione naturale di ognuno sicuro quando esistano distante differenti questi sex Tony possono veramente fare una grande differenza.

    Buone scoperte nuove a tutte!!
    Evviva le Donne !!!!

    Uomini attenti che avete dei concorrenti notevoli nei d’ex toy!

    Ah ah ah ah ah
    È na battuta mai oggetto potrà sostituire un essere umano del tutto.

    Ma sicuro la Unione fa la forza .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.