A CASA DI ALE RACCONTA, I PODCAST DEL BLOG ALESSANDROPELLIZZARI.COM

NOVE COSE CHE UN’AMANTE DEVE SAPERE

PRIMO: Chi ama scommette

Separarsi? La fai troppo semplice scrive un uomo sul mio blog. La farò pure semplice (e una separazione non lo è mai, non esiste la botte piena e la moglie ubriaca) ma la legge dei grandi numeri dice che, se si deve decidere di separarsi, i dubbi di oggi saranno i dubbi di domani, se non si è veramente innamorati. A un certo punto non si può avere la garanzia su tutto, bisogna buttare il cuore oltre l’ostacolo. Bisogna scommettere sulla quota in dubbio restante. Chi ti garantisce che andrà bene la vita futura con l’amante? Solo il cuore, il resto va vissuto e provato su pista, più prima che poi. Un esempio. Le coppie che si amano e decidono di avere un figlio ma poi si fermano e si chiedono: sarà sano? Il parto andrà bene? Lui non avrà malattie o incidenti crescendo? Se non scommettono non fanno figli. Se per imbiancare un muro finisci a pensare se non sia il caso di ristrutturare tutta la casa non dipingerai neanche un metro quadrato.  E GLI UOMINI LO SANNO FIN DALL’INIZIO Se SONO DAVVERO DISPOSTI A LASCIARE LA MOGLIE O NO, SE AMANO DAVVERO O NO. Tutto il resto è noia. O scuse.

SECONDO Il vaccino anti-cialtroni

Se c’è un vantaggio in quello che avete passato come amanti versione “è finita la festa” è che ora siete vaccinate e avete gli anticorpi per i cialtroni. Quindi non dovreste cadere più in separati in casa posticci o bugiardi seriali venditori di fumo, o in entusiasti che vi parlano d’amore e di vita insieme dopo il primo aperitivo. Inoltre, dovrebbe essersi riattivato, grazie all’esperienza sulla propria pelle, quel prezioso sesto senso femminile che avevate messo da parte per amore. Insomma, siete avvantaggiate rispetto alle altre nella selezione del futuro personale maschile. Almeno quello, dopo tante sofferenze, schiavitù dell’attesa, parole senza fatti e ti amo ma.

TERZO Ma la moglie ci è o ci fa?

La moglie non si accorge di nulla? Chissà come mai… non può non sapere. Vero è che molte mogli (soprattutto quelle dei seriali) spesso guardano dall’altra parte, fanno le struzze e perdonano anche più di un tradimento tenendosi il marito. Le motivazioni possono essere varie: dipendenza affettiva, economica, tutela dei figli, anche lei ha l’amante stampella… Non importa e non devono importare all’amante. La moglie non è il vero competitor, il vero competitor è lui, è lui che sceglie lei e, alla fine, butta giù dalla torre te. Quindi non decidiamo mai le nostre azioni, soprattutto quelle meno eticamente accettabili anche in regime di amantato (come quella di fare o continuare a fare l’amica della moglie), in base al fatto che lei lo sa e in fondo accetta, le fa comodo. Molte mogli, poi, stanno con bugiardi incalliti che del tradimento hanno fatto una professione, difficilissima da scoprire, praticamente “perfetti” mariti quando sono in casa, insospettabili. Sembra impossibile ma è così.

QUARTO L’uomo che decide è perché è più coraggioso

L’amore. Ho visto scegliere l’amore solo da uomini veramente innamorati, non solo coraggiosi. E lo hanno fatto anche uomini che nel matrimonio ci stavano decentemente, e che avrebbero anche potuto continuare così, con qualche amante stampella ogni tanto. Un uomo innamorato non può rinunciare a lungo alla donna della sua vita, ha paura di perderla e che vada con un altro, o anche solo di deluderla così profondamente da non essere più credibile come partner futuro. Ci mettono un po’ ma, messi con le spalle al muro (eh sì, anche quelli innamorati e in buona fede hanno spesso bisogno dello spintone) trovano comunque il coraggio di fare la grande scommessa e salto. E fanno Stranamore, altro che messaggini, orbiting e promesse! Nessun uomo veramente innamorato si ferma davanti a un Codice del silenzio ma, a differenza degli altri, lo interrompe entro pochi mesi e con i fatti. Una volta per tutte

QUINTO I nodi vengono al pettine, prima o poi.

Finché la stampella funziona reciprocamente tiene in piedi anche i rispettivi matrimoni, questa è realtà statistica. Ma se hai il mal di testa cronico non puoi andare avanti tutta la vita ad analgesici, occorre individuarne la causa e porvi rimedio. L’amante è un rimedio sintomatico se non diventa il nuovo compagno di vita. O, se non lo diventa, comunque nei matrimoni lesionati da tradimenti plurimi e/o datati, occorre fare un punto per il futuro. Altrimenti continueranno a produrre amanti e disagio. I nodi vengono al pettine, prima o poi.

SESTO I Codici del silenzio fatti male fanno male

Non c’è niente di peggio di un Codice del silenzio (o no contact) fatto male, senza l’assistenza di un esperto e fatto al momento sbagliato. Ma il Cds deve servire più a te che a spronare lui, non esistono strategie per convincere chi non è innamorato. I cds poi non vanno ripetuti: se si ripetono vuol dire che i precedenti sono falliti o erano pause di riflessione, che servono poco o sono scuse per lasciare. L’uomo poi prende questi fallimenti come Pierino e il lupo, della serie tanto di lei faccio quello che voglio, mi riprende sempre anche se minaccia e ci prova. I Cds falliti fano male all’autostima e alla propria credibilità.

SETTIMO Basta con le domande

Quando una storia è finita è controproducente continuare a celebrare il suo funerale: lui ha scelto, l’amante è stata buttata giù dalla torre anche più volte. Basta domande ed elucubrazioni. Silenzio. Voltare pagina. Guardare oltre e non girarsi indietro. Depurarsi. Trovare nuovi scopi e piaceri. Altrimenti si rinnova la schiavitù dell’attesa. Ormai sappiamo chi è e cosa vuole quest’uomo. Questo insegna il mio counseling, in un percorso di accompagnamento sul ponte che ti deve trasferire da una sponda (il passato con lui ormai concluso) all’altra sponda, la tua nuova vita senza di lui. Lui nel frattempo vuole fare l’ufficiale e gentiluomo? Se accade il miracolo, lui non deve raggiungerti a metà ponte per farti tornare indietro, come ha fatto fino ad oggi, ma accompagnarti sulla nuova sponda, la vostra nuova vita. E se arriva in ritardo dovrà tornarsene indietro da solo.            

OTTAVO Attente agli incoscienti travestiti da innamorati

Ragazze, il mondo maschile è pieno di incoscienti che fanno festa e programmi con la pelle, e non solo i sentimenti, degli altri: gente che come dice a voi prima fa e poi ci pensa perché si vive il momento (salvo poi dirvi che non lascia per i figli che non hanno impedito migliaia di “momenti”), che non usa il preservativo e va anche con altre (tipico dei seriali), che promette e poi si vedrà tanto chi soffre sei tu… Incoscienti. E poi ci sono gli incoscienti – amorali: gente che non usa precauzioni e vi lascia sole ad abortire perché si dilegua, gente che sta con l’amante e mette incinta la moglie e neanche per sbaglio (povero nascituro, bella coppia di genitori felici), gente che vuole conoscere i vostri figli o vi presenta i suoi solo per guadagnare punti bonus di longevità dell’amantato (sapendo benissimo che non durerà). Attente ragazze attente.

NONO: LUI NON E’ IMMOBILE, LUI SCEGLIE

Il debole dice di sentirsi bloccato, confuso… più che bloccato lui ha scelto di stare lì. E più ha motivazioni emotive per non restarci meno si capisce perché ci resta, che tradotto vuol dire che prevalgono le motivazioni di convenienza. La tanto criticata moglie rimane con lui e nella sua vita, non si sa fino a quando: lui deve lavorarci, ha bisogno di tempo, deve pensarci senza di te (che fuori dal letto e da quando ti lamenti sei diventata una interferenza che crea confusione), deve farci le vacanze e magari ogni tanto scoparci pure. E voi lì ad aspettare che questo trovi la scintilla per agire, che i suoi figli siano sposati, autonomi eccetera eccetera. Le scuse di questi uomini sono tutte uguali, i fatti chiari: stanno lì, non si sa fino a quando. E per stare lì sono disposti a lasciarvi andare, a rischiare che incontriate qualcuno. Dov’è l’amore qui? Nell’altruismo di farvi fare una vita “normale” senza di loro, nel “non posso pretendere di trattenerti”? Ma mi faccia il piacere! direbbe Totò. Ma quante ve ne bevete per amore? Aprite gli occhi, che lui è dalla mogliettina a festeggiare l’anniversario di matrimonio!

Era acasadiAleracconta, i podcast di Alessandro Pellizzari. Alla prossima puntata!

Condividi:

41Commenti

  • Titti, 18 Settembre 2021 @ 19:36 Rispondi

    @Love, anche il mio ex fantasticava sui viaggi meravigliosi che avremmo fatto insieme. Preferiresti andare qui o là, amore mio? Mi mostrava posti stupendi…Poi nella realtà voleva portarmi in un b&b vicino casa ( ho sempre rifiutato perché l’idea mi disturbava) e ad agosto è partito per una meta esotica con tutta la famiglia. Viaggio organizzato quando stavamo già insieme ( ha fatto tutto mia moglie… sì sì..come no). Come ho già scritto in un altro post, lasciala giocare altrove. Lasciala andare, anche se fa male. Come scrive @Azzurra, alzano sempre un po’l’asticella, per vedere quanto siamo disposti a sopportare. Spacchiamo gliela in testa l’asticella Love ( metaforicamente parlando). O più sobriamente, lasciamo che gli si rompa fra le mani.

  • elleelle, 18 Settembre 2021 @ 13:34 Rispondi

    @Marcelle
    Io ho chiuso nel giro di un paio d’ore, ma in relazioni passate è andata così, dopo in po’ senti che non c’è più quello che ci dovrebbe essere.
    Di solito è perché qualcosa cova sotto la cenere da tempo e magari i primi tempi è qualcosa di cui non ci si rende ben conto e quindi sembra essere capitato velocemente, quando magari era cominciato molto prima.

  • elleelle, 18 Settembre 2021 @ 13:30 Rispondi

    @Love
    Mi dispiace molto che tu abbia saputo questa cosa del viaggio da persone estranee. Credo che questo confermi che è una buona idea lasciarla andare e rivalutarla al ribasso.
    Ti ha causato tanta sofferenza, pur sapendo che eri innamorato di lei e questo non è giusto. Non ci si approfitta di un amore che non si può ricambiare. Chi lo fa è un egoista.
    Ti auguro di stare meglio al più presto e che tu possa incontrare una persona che ti sa valorizzare e voler bene davvero.
    Torna a dirci come va ❤️

    • alessandro pellizzari, 18 Settembre 2021 @ 19:19 Rispondi

      Lei dimostra anche così che può continuare a vivere senza love e di sicuro non lascerà mai il marito

  • Azzurra, 18 Settembre 2021 @ 08:26 Rispondi

    @Alessandro anche il mio ex lo fece. Sognavamo di andare in un posto bellissimo e molto romantico, dopo qualche mese ci è andato con lei. È stato il primo torto che mi ha fatto dopo i primi sette mesi in cui andava tutto bene, così all’improvviso se ne è uscito con questa cosa. Appena me lo ha detto sono rimasta incredula,poi mi sono arrabbiata e lui con una freddezza agghiacciante non ha cercato nemmeno di scusarsi oppure dirmi che non poteva farci nulla e bla bla bla, quando voleva le bugie sapeva dirle, invece in quel caso : è così e basta. È stato secondo me uno dei suoi modi per capire quanto di quella relazione io avrei accettato infatti se ci penso poi ha fatto cose ben peggiori,spostando l’asticella sempre un po più in basso.
    @Love mi dispiace per il dolore che stai provando ma ti rendi ben conto che mentre tu stai lì a soffrire lei invece fa le valigie e parte in un luogo sognato con te. Questo la dice lunga… Ti sono vicina, un abbraccio

  • Maddy, 17 Settembre 2021 @ 22:26 Rispondi

    Caro @Love capisco molto bene le tue sensazioni.
    Anche a me capitava, soprattutto in occasione dei compleanni o festività, quando gli regalavo il profumo, la camicia, ecc. E poi dentro di me pensavo: Ecco, adesso lo indosserà per uscire con lei.

  • Maddy, 17 Settembre 2021 @ 21:53 Rispondi

    @Chiara, WoW!
    Sono riuscita a leggerti soltanto adesso.
    Ho solo un commento: sei una donna molto forte e puoi essere di grande ispirazione per tutti qui sul blog.
    Un abbraccio

  • Lia, 17 Settembre 2021 @ 20:23 Rispondi

    @Love, spero con questo post tu non voglia lasciarci.
    Si sente dalle tue parole che stai soffrendo e quanto ti abbia scosso sapere che è andata con suo marito in quel posto…. ma mandarli seriamente in quel posto tutte e due, no? Scherzo!
    Questo post è una dichiarazione d’amore.
    La ami nonostante tutto, per quello che ti ha fatto provare e per i ricordi felici che hai.
    Non so se può consolarti ma qualsiasi donna vorrebbe essere amata come fai tu. Con rispetto, educazione e dolcezza.
    Saper amare, avere il coraggio di mettersi in gioco fino in fondo, non è da tutti.
    Mi fai tenerezza quando cerchi di ridurre ciò che provi ad una lista di comodità per poi dire che ti manca rivederla nuda sotto la doccia.
    Anche se non ti conosco mi vien da dire che sei una gran bella persona.

  • Ariel, 17 Settembre 2021 @ 20:06 Rispondi

    Carissimo @Love hai fatt benissimo a scrivere qui il tuo accorato e caro commento nel quale traspare la tua fatica nel dover riuscire a conciliare la parte cognitiva emotiva che nelle realtà di relazione tossica come pure é esempio la tua con una donna chiaramente manipolativa negativa che infatti non ha affatto perso tempo a ferirti se possibile ogni volta un poco di più

    Nulla di nuovo ,purtroppo ,caro Love nel tuo racconto relativo alla vera STRONZAGGINE CHIARAMENTE STUDIATA E FATTA APPOSTA del farti sapere che GUARDA CASO si sollazza col marito ( e non solo è sicuro na seriale) proprio nel posticino di cui con te ti aveva fatto progetto o idea di andarci insieme voi due

    Questo fatto concreto può aiutarti a sentire nelle emozioni profonde che la realtà purtroppo é stata quella di teatro puro verso di te

    Ma questo livello di consapevolezza prevede il percorso di accettare dentro se stessi di aver vissuto un teatro da parte sua
    Tu innamorato vero caro uomo serio e pieno di sensibilità e lei il cliché tipico della manipolazione negativa

    Nel tuo caso é uno schema a ruoli invertiti e cioè la donna che sta Cialtronza

    Di solito anche nel mio caso quando ex si é reso conto che il mio vaffa e NO CONTACT ERA VERO E RISOLUTO E SENZA RITORNO SENZA NESSUN ORBITING

    Allora ha tentato in ogni modo usando terze persone di farmi sapere cosucce tutte spiacevoli tipo la tua e ben di peggio

    Ma tutto il mal non viene per nuocere perché questi fatti sono così dolorosi che danno una sveglia interiore nel riuscire a guardare la realtà verità di ciò che é successo e cioè che era solo e soltanto teatro e che noi eravamo solo cose con cui giocare

    Duro difficilissimo percorso ma ti incoraggio moltissimo caro Love a non mollare il tuo ces a resistere al richiamo interiore che cose così come questa che ti ha fatto SONO FATTE APPOSTA PER MINARE LE TUE DIFESE !!!!!!

    Tu sii forte caro love e segui il tuo istinto ascolto del guaritore interiore che ciascuno ha dentro di se
    Quella tua voce che ti dia guidare verso la nuova vita
    Riuscendo poco a poco a staccarti dentro da tutto il teatro che hai vissuto dove tu sei stato te stesso vero e lei no
    E quindi inutili ricordi che non agevolano il distacco

    La fata Morgana bellissimo effetto ottico!
    Ma non esiste una volta vicini tutto si rende un nulla di fatto

    Forza Love se preferisci staccarti da qui mi pare una ottima idea che viene da te

    Se ci fai caso staccarsi é come un esercizio buono per te
    Comunque tu sai che qui le braccia restano aperte con i nostri cuori anche per te!❤️

  • Molly, 17 Settembre 2021 @ 19:14 Rispondi

    “Gli ho mandato un messaggio avvisandolo di scendere che ero lì sotto, mi ha risposto di allontanarmi ché “non voleva casini”… che mi avrebbe raggiunta più tardi… E qui ho realizzato anche che cosa fossi diventata per lui… un potenziale “casino”… dall’essere “la cosa più importante”…”

    Mamma mia che botta, @Chiara!
    Sono contenta che leggere il blog ti abbia aperto gli occhi e dato il coraggio di decidere per la tua vita. Grazie di aver condiviso questa storia! ❤️

  • Ariel, 17 Settembre 2021 @ 17:48 Rispondi

    Cara Marcelle quando la donna di fronte a chiari segnali di comportamento MANIPOLATIVO e del sentirsi sempre messa in stand Bay in azioni sempre tese a creare illusioni che poi col tempo lui cambia che poi quando il figlio avra fatto da asilo a università e pure trovato master in Francia e dopo emigrato a estero e allora si doveva trovargli casa e arredarla ecc ecc eccetera

    Più la donna impiega POCO TEMPO A MANDARLO AFANCULO

    PIU SIGNIFICA CHE LA SUA AUTOSTIMA FUNZIONA
    E cioè che si é PIÙ FORTI E EQUILIBRIO DI AUTOSTIMA NON PREVEDE AFFATTO LA COIXROUGE A STECCA
    « la sindrome della crocerossina che immancabile candidata a sviluppare una dipendenza affettiva che poi si incastra col Cialtrone che viene percepito solo come un normale uomo che non voleva la stessa cosa

    Ho letto questo e cioè la dipendenza affettiva fa CONTINUARE LA RELAZIONE anche per anni trasformando i propri pensieri e dando nomi diversi ai propri sentimenti con una COSTANTE GIUSTIFICARE SEMPRE SE STESSE NEL NON RICONOSCERE LA PROPRIA DIPENDENZA AFFETTIVA E LUI IL CIALTRONE CHE POVERINO VOLEVA SOLO COSE DIVERSE NON VOLEVA FARE NUAVA COPPIA

    EH MA INSOMMA capisci SEMPRE A GIUSTIFICARLO PIEGARSI TRASMORARSI LA REALTÀ PUR DI FARE LA AMANTE ZERBINO FOREVER

    Se tu cara dopo quattro mesi sei riuscita a sentire e fare il vaffa lo STOP FINITO
    PUOI ESSERE CONTENTISSIMA CHE HAI UNA AUTOSTIMA CHE STA IN VERO EQUILIBRIO
    E QUINDI FESTEGGIATI ALLA GRANDISSIMA!!!!

    Che sicuro non ti fai sottomettere non ti fai incantare non sei una crocerossina sempre pronta a giustificare i propri comportamenti e quelli di c eri cialtroni da strapazzo
    Sii contentissima di te

    Comunque nel mio caso dopo circa sette mesi mi accorsi che qualcosa di troppo accadeva e infatti già avevo vissuto fase da solito schemi o del ti amo ch e vita mia che sei
    Al silenzio e varie scuse scusanti e soprattutto menzogne molte così poi ci misi due mesi a chiudere ma con supporto terapia ho fatto il no contact totale e PERMANENTE indispensabile se solo si vuole uscire dal loop eterno del melofaccioandarbenlostesso

    Per la paura della solitudine e di venire scartata
    La dipendente lei stessa si sposta asticelle a si adatta sempre nelle sue dichiarazioni di aver cambiato idea che nomina come aver imparato meglio
    Si infatti imparato meglio il comando del Capo Padrone assoluto che ha ottenuto il suo ritorno al suo posto

    Lo zerbino !!!
    Cara Marcelle quando se ne ses e prima significa autostima à stecca !!

  • Love, 17 Settembre 2021 @ 17:42 Rispondi

    Ti chiedo scusa @Alessandro già da subito per la lunghezza di questo mio…
    Ho saputo da suoi vicini di casa, che lei è in partenza nel posto che mi aveva promesso di portarmi in vacanza, e questo mi ha fatto veramente male…e dopo aver letto il commento di @Chiara, nella prima parte, ho pensato alla mia storia, o meglio è da qualche giorno che ci penso, non in modo continuo (sarebbe preoccupante se così fosse), ma in quegli attimi dove qualcosa mi fa ricordare lei.
    Mi sono reso conto, che molte volte leggendovi, tutte, @Ads compreso, che anche questo posto inizia a farmi male, mi ricorda troppo i momenti passati con lei.
    Ho pensato a quanto l’ho corteggiata ed a quanto ho dovuto pazientare per averla, ed ora dovrò fare altrettanto per lasciarla andare, ma non dimenticarla…quello mai, perché le cose belle non si dimenticano, rimangono nel cuore.
    Siete delle donne meravigliose, ed anche coraggiose, perché anche se @Ads scrive, che anche voi siete uguali a noi uomini (cosa non vera), ci vuole coraggio anche a rimanere in un matrimonio dove ci si sente infelici, se realmente si è infelici, perché io non credo nelle ricostruzioni.
    Non prendetevela per questo mio commento perché è un pensiero puramente personale, dovuto forse al mio credere che una volta che nella coppia si rompe qualcosa, e dopo anni di amantato, si debba anche lasciar andare, ed avere il coraggio di trovare la felicità personale.
    Chiedo venia, lo dico a voi, che avete magari anche figli…mutuo e chi ne a più ne metta, quando io sto facendo un enorme fatica a lasciar andare una donna che nemmeno era la mia compagna.
    Noi uomini, e qui mi includo anch’io, la comodità non la lasciamo tanto facilmente, anzi…non la lasciamo proprio, e forse anche la mia era una comodità, non dovevo sbattermi per cercare una donna che fosse solo mia, anche se nessuno appartiene a nessuno, nessuna rottura a casa dopo che avevi finito il lavoro dove qualcuno ti aveva stressato o non avevi lavorato a sufficienza, oppure non era stirata bene la camicia o la casa non era in ordine come dovrebbe…e non parlliamo del sesso garantito, ma…quando voleva lei naturalmente, e ringrazio perché almeno sotto quel lato, era veramente come me, non avrebbe mai voluto smettere ma doveva essere assolutamente di qualità.
    Oggi ripenso che se un giorno ero io ad averne voglia, non potevo…o meglio, potevo anche chiamarla e chiederglielo, ma se lei non poteva o voleva, era no…quindi niente.
    Non metto il sesso al primo posto, ma era quello che ci permetteva di chiudere quel famoso cerchio, che fa parte di un uomo ed una donna che si amano.
    L’ultima volta che l’ho vista, ho pensato molto a quanto fosse stato bello far l’amore con lei, sentire, ed accarezzare il suo corpo nudo tra le mie braccia quando si addormentava, o guardarla mentre si faceva la doccia a casa mia, questo per dirlo ha chi scrive qui ed afferma che gli amanti fanno solo sesso e basta.
    Non sapete cosa darei per poterlo rifare ancora una volta con lei…ma immagino quanto poi sia difficile non volerlo rifare ancora.
    Lei è presuntuosa…egoista e stronza??
    Forse…ma lo amata veramente anche per questo, ed ho sempre desiderato, vivermi anche solo pochi anni con lei, perché ciò che ho visto di lei la prima volta era proprio quegli anni insieme, anche solo da vecchi.
    Per ora vi abbraccio tutte, mi avete ripreso molte volte e vi ringrazio, e sopratutto mi avete coccolato con le vostre parole ed abbracci virtuali…
    Non accettate tutto dal vostro compagno/marito/amante che sia, e se dovete per qualsiasi motivo accettare un compromesso, accettatelo solo se quella persona è speciale per voi, ma sopratutto se siete veramente speciali per quella persona, questo è il pensiero di Love.
    A presto.

    • alessandro pellizzari, 17 Settembre 2021 @ 19:21 Rispondi

      Ecco vedi quanto “pesa” il suo millantato amore? Ti promette di portarti in un posto e poi ci va col marito. Tipico dei seriali che mon hanno mai amato. Parlano ma è tutto marketing

  • Marcelle, 17 Settembre 2021 @ 16:16 Rispondi

    Grazie @ellelle, mi rincuori. E so anche che sei una girovaga.. seguo questo blog da tanto 🙂

    Mi sto chiedendo in effetti come sia possibile che questo cambiamento sia avvenuto in me dopo “cosi poco tempo”? Leggo di storie di anni.. e mi sento quasi colpevole.
    E se sia stato perché sono andata in implosione dopo 4 mesi dall’inizio, perche non mi capacitavo che dicesse che doveva finire senza avere lui stesso il coraggio di chiudere per primo, e se tutte queste piccole ferite continue, unite alla mancanza di speranza ed all’attesa che lui si chiarisse le idee, abbiano fatto il resto..
    Vi siete anche voi sentite cosi quando iniziavate a voltare pagina?

  • Vittoria, 17 Settembre 2021 @ 14:30 Rispondi

    Vorrei avere il Coraggio del tuo cuore anche io. Smettere di aspettare il nulla . Smettere di sperare. Smettere di sentirmi così incatenata . Quanto deve ancora essere profondo il fondo che devo toccare per mettere la parola fine a questa prigionia? Maledico la mia fragilità ogni giorno . Un saluto e ti stimo .

  • elleelle, 17 Settembre 2021 @ 08:34 Rispondi

    @Marcelle
    Sono girovaga anche io, di corpo e di mente e quando qualcosa non va, un posto nuovo è sempre un toccasana.
    Un posto nuovo può essere geografico ma anche sentimentale e forse il tuo inconscio ti sta dicendo proprio questo: che il vecchio non va più bene, ha tirato troppo la corda.
    Tanti di questi uomini tirano troppo la corda, in questo yo-yo distruttivo tra moglie e amante. Quando sembra che mettano in discussione la famiglia, magari anni fuori tempo massimo o dopo mesi di stress, noi siamo esauste e quello che che sentiamo è senso del dovere, più che entusiasmo e amore vero e sentito.
    Ma l’amore che prima sentivamo è stato affievolito dal loro comportamento. A volte è recuperabile, a volte no. A quel punto è meglio essere oneste e rinunciare. Tanto quel che deve essere, sarà.

  • Marcelle, 16 Settembre 2021 @ 19:35 Rispondi

    Grazie di cuore per la tua testimonianza, @Chiara.. sentivo quello che dicevi nel profondo del cuore e la mia storia é durata solo un anno e mezzo…

    Sai, in questo momento avverto che in me é cambiato qualcosa da quando io e lui abbiamo iniziato ad avere separazioni alternate a riavvicinamenti fugaci.. dai Ti amo, ma devo riprovare con la mia compagna.. ai Ti amo e non credo si possa ricostruire..
    [ breve parentesi: avevo chiuso a marzo, poi lui aveva dichiarato crisi alla compagna ed aveva iniziato un percorso di “comprensione” dei suoi sentimenti e del suo rapporto ufficiale, doveva capire se c’era ancora amore anche li.. Ha figli piccoli ed una compagna che ha molto amato, che mi aveva detto, fino a marzo, non avrebbe mai lasciato]

    Io oggettivamente lo capisco, ho sconvolto la sua vita perché non aveva mai tradito, ma anche lui ha sconvolto la mia.. Ed io questo l’ho vissuto come un tracollo di certezze che andavano dal “perché dovevo provare questo sentimento per lui?” “Che cosa é l’amore?” Chi sono io?” alla rabbia che é venuta fuori molto dopo, visto che, a detta della mia psicologa, ho con la rabbia un rapporto complicato. Dopo sei mesi di relazione io ero gia al limite: non dormivo, avevo attacchi di tristezza e panico, mi ero isolata e non ne ho mai parlato con nessuno. Non ero piu io. Anche se con me lui é stato sempre presente: ci vedevamo ogni giorno fosse anche solo per 15 minuti, quando poteva dormiva da me, abbiamo parlato moltissimo (é iniziata cosi..) abbiamo viaggiato insieme e superato un lutto a testa facendoci forza…

    Ebbene, quello che leggevo qui e che la psicologa mi aveva sempre invitato a fare, sta accadendo.. sto spostando l’attenzione su di me, ma quasi non volendolo.. mi chiedo perché devo mettere la mia felicitá, futuro e stabilitá mentale nelle mani di qualcuno che domani potrebbe dirmi che ha capito di amare ancora la compagna.. perche devono essere i suoi bisogni, legittimi, a immobilizzare la mia vita senza farmi prendere decisioni importanti per me stessa.
    Perche io sono single, ho 36 e sono una girovaga. Nel senso che ho cambiato Paese molto spesso ma incontrare lui mi ha messo in discussione.. la scorsa estate adoravo dove vivo, qualche mese dopo cercavo lavoro il piu lontano possibile per fuggire da questa situazione, ma senza crederci, non era quello che volevo..

    Ed ora mi sento piu calma, piu in controllo e mi stupisco.. perche una parte di me ha paura di lasciarlo andare.. Mi conosco, so che quando qualcuno mi ferisce ripetutamente quella persona mi diventa semplicemente indifferente.. ed ho paura che stia accadendo.. E che magari lui torni con fatti, visto che, prima di troncare i ponti qualche giorno fa, mi ha ribadito che a casa sua si discute anche di separazione.
    Mi sembra di tradirlo.. anche nelle aspettative perche lui non sa quello che sento.. Non lo capisco neanche io. Me lo chiedo. Io so che lo amo ancora ma non ho piú forza e sicurezze da donargli.

  • Titti, 16 Settembre 2021 @ 15:45 Rispondi

    Grazie @ale. È l’unico modo per riprendermi un po’ della dignità rubata. Grazie di cuore anche a tutte le testimonianze che vengono lasciate sul blog. Sono preziose .

  • Simo, 16 Settembre 2021 @ 13:32 Rispondi

    @chiara Cara Chiara, io sono abbastanza nuova del blog e non aveno letto nulla della tua sotia. Ti ringrazio della tua testimonianza, è di monito a chiunque legga ed incappi, si ritrovi, o si innamri di un uomo impegnato che non ha intenzione di cambiare la sua vita “perfetta. Sei stata fantastica e forte. Hai preso decisioni importanti dopo 4 anni di relazione. Sei davvero in gamba. grazie ancora.

  • Titti, 16 Settembre 2021 @ 03:16 Rispondi

    @chiara, ho letto la tua testimonianza tutta di un fiato e ho percepito il tuo dolore, la tua incredulità, come se fossero miei. La mia storia è diversa, molto più breve, ma il mio dolore è stato profondo e le cicatrici che ha lasciato saranno incancellabili. Casa di Ale mi ha aiutata a resistere nei momenti di sconforto, a farmi vedere chiaramente ciò che volevo ignorare. Mi ha aiutato a disinamorarmi di una persona che non era mai esistita, se non nei miei desideri. A interpretare tutti gli atteggiamenti, a prevederli addirittura, e a sapermi difendere facendogli credere che non soffrivo più, che alla fine era stata una storiella senza importanza. Mentirgli e sentirlo spiazzato ( il giocattolo si è rotto), per me è stato fondamentale. Mi ha restituito forza e dignità , sembrerà una rivincita infantile e invece è stata la base della mia rinascita. Ci sentiamo ogni tanto ( @ale non si tratta dei miei genitori, fra l’altro uno dei lutti dai quali ero reduce quando mi ha puntato era proprio questo, bel bastardo, ma parenti stretti senza figli) per questioni professionali. Le prime volte le usava come esca ma io non ho mai ceduto, e non l’ho più rivisto da luglio, quando mi spergiuro’ amore eterno ( sono stata scaricata con messaggio e breve telefonata il giorno Dopo!!!) Solo mail, colloqui telefonici e bonifici nonostante le sue pressioni per sbrigare il tutto di persona. Gli è andata sempre male. Adesso abbiamo chiuso un’altra questione, per l’ultima in sospeso ci aggiorneremo a gennaio e anche lì so già come evitare ogni incontro ( benedetta tecnologia!), Dopo se Dio vuole abbiamo finito . Non ha più alcun controllo su di me. Quando mi ha lasciato in quel modo barbaro prima delle ferie aveva calcolato tutto. Anche il gran ritorno. Gli è andata male. Restano il dolore e la mia dignità ritrovata. La serenità e il perdono per me stessa arriveranno col tempo. Lo so. In bocca al lupo, Chiara.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2021 @ 08:33 Rispondi

      Brava un esempio per chi deve gestire l’ex sil lavoro che non si fa scrupoli di usare anche il lavoro come metodo di pressione

  • MP, 16 Settembre 2021 @ 01:44 Rispondi

    Cara @Chiara, la tua lettera è meravigliosa. Traspare tanto amore e tanto dolore.
    Fa male perché la tua è una delle prove lampanti che la questione “figli” è lì e lì sarà in eterno, perché in realtà non si tratta di loro, ma di tutto. Di tutta la loro vita, moglie compresa. E quella vita non comprende noi.
    Fa male perché ricorda cosa si prova quando ad un tratto apri gli occhi, e capisci di aver ignorato un qualcosa che invece era enorme, mille volte più grande di te.
    Fa male perché io, così come molte di noi qui capiamo cosa si provi a sentire la mancanza di quella felicità così grande, che poi si è rivelata così effimera, e che abbiamo dovuto pagare a caro prezzo.
    Sei stata incredibilmente forte, e coraggiosa, e ti auguro così come a tutte noi di ritrovarla un giorno, ma senza tutta la sofferenza che ne è conseguita.

  • Angelina, 16 Settembre 2021 @ 00:45 Rispondi

    Ciao Chiara accidenti la tua storia in questo momento mi tocca tanto…e ti capisco…anche lui mi chiedeva fino qualche giorno fa di portare pazienza ma la pazienza si è trasformata in sei anni…e io non ne ho più…capisco bene quando dici rientrare nella spirale,quel senso di ansia.
    Infatti come ho stretto il cerchio per capire quanto fosse veritiero ciò che diceva, lui se n’è andato…
    Ora come stai?Quanto è passato?

  • Lia, 15 Settembre 2021 @ 23:58 Rispondi

    Ciao @Chiara, che emozione leggerti! Una bellissima testimonianza.
    Hai spiegato benissimo come ci si sente quando si capisce che l’altra vita con la famiglia non è affatto come avevamo pensato e come ci hanno fatto credere.
    Ci si rende improvvisamente conto che farebbero carte false per proteggere moglie e figli.
    Non sarebbe mai uscito di casa e, ad ogni modo, se c’è anche solo una remota possibilità che lo faccia, non è certo avendo la garanzia che tu sia lì ad aspettarlo.
    Ti stringo forte. Ricomincia a vivere per te. Se ti ama davvero farà di tutto per riprenderti. Se ti lascia andare via, vuol dire che qualsiasi cosa lo trattenga di là è più forte di quello che prova per te. Ragione per cui non ci rinuncerà mai.

  • Dispersa, 15 Settembre 2021 @ 22:37 Rispondi

    @Chiara ti ho letto tutto d’un fiato…
    Mi si è stretto lo stomaco, il tuo racconto mi ha trasmesso tanto dolore misto ad amore.
    Leggo in te una grande donna!! Come se tutta questa storia ti abbia dato la forza per rinascere dalle ceneri!!

  • Piccola, 15 Settembre 2021 @ 21:32 Rispondi

    Ciao @Chiara, grazie. La tua storia è quella di tutte noi. Del nostro amore a senso unico e dell’attesa che ci hanno chiesto di avere questi uomini. Le tue parole sono piene di amore e dolore e dipingono perfettamente quello che accade. Loro rimarrebbero “appesi” a noi all’infinito nelle loro vite raccontate
    come sbiadite ma alle quali sono ancorati con forza. I figli, i soldi, poi noi…forse. E quando arriva la paura hanno timore solo dei ” casini”. Ho sentito questo termine troppe volte quando esternavo lui la mia sofferenza: “Dobbiamo fare casini senza pensare ai bambini?”.
    Voglio conservare la tua lettera per farmi forza nei momenti no, come quello di oggi in cui i ricordi hanno sfondato improvvisamente la mia giornata. Invece per loro è come se non fosse successo nulla, allora per fortuna siano rimasti lì perché avremmo sofferto e basta. Sei stata grandiosa. Ammiro la tua forza. Un abbraccio

  • Ariel, 15 Settembre 2021 @ 21:24 Rispondi

    Carissima Chiara grazie davvero tantissimo per questa tua così cara e così importante testimonianza che é di vero aiuto per tette e tutti noi
    Il tuo racconto così scritto bene in ogni senso così chiaro e esplicativo di come agisce la dinamica di un vero MANIPOLATIVO negativo

    Infatti non a caso hai usato ad un certo punto del tuo racconto la parola spirale
    Avevi paura di tornare nella spirale
    Esattamente la spirale che come un vortice si viene risucchiati nella propria dipendenza affettiva che viene alimentata e resa sempre più viva dalle manipolazioni negative subito

    La Costante dello SPOSTARE LA ASTICELLA PIÙ IN ALTO e cioè prima erano i figli poi era qualsiasi altro motivo un giochino che si chiama VIOLENZA PSICOLOGICA
    False promesse e ti riprendo quando voglio proprio perché queste manipolazioni mettono in primo tempo della relazione una SPARATA A RAFFICA DI LOVE BOMBING DI AMMMMMORE E CUORE E SESSO SPAZIALE E CAPUCCIONI E BRICHES PORTAE DAL FORNO DI MARTE

    Tutto pur di ridurre nella dipendenza e sottomissione la propria preda

    Sei stata grande cara Chiara e lo si capisce quando leggendoti nulla hai lasciato al caso nel tuo racconto é pieno steppò dello schema scientifico di come questi Cialtronzi riescano a INDURRE le loro presede ad obbedire ad aspettare pue fregandomene TOTALMENTE DI DITRUGGERE dentro una persona

    Bravissima sono mimolto contenta quando si legge di una Donna capace di rendersi davvero una Donna libera Dentro e fuori
    NUOVA VITA SOLENDENTE SIA PER TE e ormai chiudi nel scatola cole case
    Questa esperienza che ormai fa parte del tuo passato

    Un grande cari abbraccio pieno di calorosa ammirazione per la tua FCONSAPEVOLEZZA È FORZA TUA DI EESRNE USCITA !❤️

  • MP, 15 Settembre 2021 @ 20:35 Rispondi

    Per esperienza: la moglie del mio ex si è fatta uscire dopo averlo sgamato che “sapeva” già da almeno un anno. Non penso che sapesse davvero ma che abbia avuto in più occasioni (come da lei affermato) diverse prove e sospetti su di noi, ma di facciata anche (o soprattutto?) in mia presenza continuava a recitare la commedia del Mulino Bianco. Ed è quella che una settimana dopo il fattaccio è tornata a decantare il proprio amore per lui come se niente fosse successo. Le motivazioni non mi interessano più.
    Inoltre sempre per esperienza, ho scoperto quanto davvero il cds assoluto faccia bene. Come a volte ho scritto qui ero costretta ad interagire con lui per lavoro, o a subire la sua presenza in maniera “indiretta” fino quando, complici ferie estive e altro, ho ridotto quasi a zero ogni interazione: sono rinata, ho ritrovato una serenità che non credevo fosse possibile. Mi è costato tanto, anche a livello lavorativo e questo non me (e glie-)lo perdonerò mai, ma a livello psicologico sto mille volte meglio.

    • alessandro pellizzari, 15 Settembre 2021 @ 20:41 Rispondi

      ho scoperto quanto davvero il cds assoluto faccia bene. Come a volte ho scritto qui ero costretta ad interagire con lui per lavoro, o a subire la sua presenza in maniera “indiretta” fino quando, complici ferie estive e altro, ho ridotto quasi a zero ogni interazione: sono rinata, ho ritrovato una serenità che non credevo fosse possibile.

  • Chiara, 15 Settembre 2021 @ 18:29 Rispondi

    Ciao a tutti. Da tanto tempo ormai non scrivevo più. La verità è che mi faceva troppo male pensare alla mia situazione e leggere testimonianze a conferma di ciò che non volevo sapere… così mi ero presa una pausa dal Blog.

    Nel frattempo “lui” si è fatto lasciare e volevo scrivere la mia testimonianza perché a me le vostre sono servite tantissimo, anche se ci è voluto molto tempo per rendermi conto della realtà e per riuscire a prendere le distanze dal mio amore impossibile.
    In particolare vorrei ringraziare, oltre Alessandro per questo preziosissimo spazio di confronto che ha creato, le tostissime Oldplum e Cossora, la fortissima Ariel, l’empatica Mary e tutte coloro che avevano condiviso i loro pensieri con me.

    L’allontanamento da “lui” è stato lungo e difficile, tutto sommato era un buon amante: mi concedeva molto tempo pur abitando in un’altra regione (2/3 volte a settimana con qualche weekend intero), mi faceva pensieri e regali molto azzeccati, non è mai sparito per evitare miei contatti in momenti “inopportuni”, non è mai andato in vacanza con “lei”, facevamo un sacco di cose insieme (non solo quello), mi aveva anche presentata ai suoi migliori amici. Insomma, tutto mi aveva fatto pensare che “con lui sarebbe stato diverso”.

    [Riepilogo: Conosciuto in villeggiatura, siamo stati “assieme” quattro anni e mezzo (io mi sono innamorata dopo due anni, lui – sembrava – subito). Il mio matrimonio era in crisi e nel frattempo mi sono separata.
    Lui diceva di essere “praticamente separato in casa”, che il suo era un matrimonio infelice di cui non era mai stato convinto e che con la moglie, che si faceva i fatti suoi, ormai non c’era più niente da tempo se non il mandare avanti la famiglia (figli). Prima di me aveva avuto un amantato di tanti anni ma lei viveva in un altro Paese ed era troppo complicato…]

    Con lui ho passato altri due anni molto belli e intensi. Mi diceva che ero la donna della sua vita e che per me avrebbe lasciato tutto. Il nostro rapporto sembrava diventare sempre più profondo e importante, nel frattempo io avevo chiuso il mio matrimonio e mi ero sistemata con il lavoro e con la casa. Gli avevo proposto una “road map” e avevamo cominciato a fare progetti per un futuro insieme, ma era sempre un “futuro”… nell’attesa che i suoi figli (grandi) uscissero di casa, per non rovinare i rapporti… Ça va sans dire, le tappe continuavano a essere rimandate… Il tempo passava e a me la situazione cominciava a far male. Vederlo tornarsene “a casa sua” la sera, magari dopo una giornata d’amore, mi straziava più di tutto.

    Una sera abbiamo discusso al telefono (dopo un suo bidone) e lui mi ha detto che, se proprio avessi voluto sentirmelo dire, non se la sentiva di fare “il salto”, per i figli e per i soldi… Mi è crollato il mondo addosso.

    Il mattino dopo ero sotto casa sua, per la prima volta (non mi era mai venuto in mente di vedere la sua abitazione). Nel momento in cui mi si è materializzata davanti casa sua, è come se avessi realizzato di botto che lui aveva una sua vita, una sua vita senza di me, anzi una sua vita con la sua famiglia, che lì dentro lui ci viveva, ci faceva tutto… tutto-.
    Una vita che era sempre stata al massimo accennata… che sembrava lontana, sbiadita, anzi che sembrava proprio non esistere. Tanto da essermene totalmente dimenticata… Ma che era lì, ora, davanti ai miei occhi!
    (Da lì qualcosa ha cominciato a cambiare dentro di me. Ho cominciato a vederlo con occhi diversi, anche se purtroppo ci sarebbe voluto ancora del tempo per rendermi conto davvero di non potere andare avanti).
    Gli ho mandato un messaggio avvisandolo di scendere che ero lì sotto, mi ha risposto di allontanarmi ché “non voleva casini”… che mi avrebbe raggiunta più tardi… E qui ho realizzato anche che cosa fossi diventata per lui… un potenziale “casino”… dall’essere “la cosa più importante”…
    Tra l’altro io non ero andata sotto casa sua per piantargli un casino (tanto meno con quella povera crista della moglie), ma per essere sicura di riuscire a parlargli di persona perché ero stufa di farlo per telefono!
    I discorsi comunque non hanno portato da nessuna parte.

    Tornata a casa ho pianto quanto non avevo mai fatto.
    Lui continuava a scrivermi dicendo di amarmi veramente MA che aveva bisogno di “ancora un po’ di tempo” (dopo 4 anni). Io ero totalmente frastornata.

    Nel frattempo è arrivato il lockdown, che mi ha fatto rendere conto della sua mancanza, nonostante le parole, nei momenti in cui più avrei avuto bisogno di lui: se eravamo lontani e divisi era perché lui non si era mai deciso!
    Finisce il lockdown, lui arriva qualche giorno dopo, accetto di incontrarlo ma dopo mesi di separazione forzata, di attesa, di speranze nonostante tutto, il suo responso è stato: Devi aspettare ancora un po’ (il figlio si doveva laureare!).
    Ma il mio cuore non ce la faceva più ad alzarsi ancora un altro giorno chiedendosi se fosse quello giusto

    Entro in codice del silenzio.
    Lui mi scrive, mi chiede perdono, mi dice che non vuole perdermi, che vuole me… Ogni tanto cedo e rispondo per capire se ci siano novità, temo che il mio non volere più attendere mi faccia perdere l’opportunità finalmente arrivata, ma… non succede nulla. Smetto di rispondere, lui si fa trovare un paio di volte sotto l’ufficio e sotto casa, mi chiede di “ricominciare” (senza novità), il figlio è uscito di casa, ma io ho paura di rientrare nella spirale (c’è ancora la figlia come spauracchio)… Mi telefona un’ultima volta sul lavoro (dove non mi compaiono i numeri) e mi dice che se non volevo più non mi avrebbe più cercata e di farmi sentire io qualora lo desiderassi…

    Non lo sento più da mesi.
    Quando mi veniva voglia di contattarlo, venivo qui e leggevo un po’ di Blog così mi dissuadevo…
    Ogni tanto il suo ricordo ritorna e mi mancano i bellissimi momenti trascorsi con lui, le emozioni, e quanto scherzavamo e ridevamo insieme. I messaggi a tutte le ore, le sue chiamate chiuso nel cesso. Le notti d’amore e poi cappuccio e brioche a letto. La mia felicità quando stavo con lui e la speranza nel mio cuore.
    Però poi ripenso a quanto ho anche sofferto, e che, se non mi fossi resa conto dell’immobilità della situazione, avrei potuto continuare così senza accorgermene chissà quanti altri anni, svegliandomi ogni mattina col cuore in gola chiedendomi se magari oggi…… ?

    • alessandro pellizzari, 15 Settembre 2021 @ 20:48 Rispondi

      Bentornata e grazie per la tua preziosa testimonianza che pubblicherò anche nelle lettere

  • cossora, 15 Settembre 2021 @ 11:50 Rispondi

    @Vittoria mi permetto.
    Non è che esiste o l’Amore o il gioco sotto le lenzuola.
    Esiste anche la passione e la volontà di viversi una trasgressione.
    Se chiudi pensando che è stata una presa per il culo dal primo all’ultimo giorno… per forza ci stai male.
    Non è così.
    Sii più realista: avete vissuto una trasgressione E POI tu ti sei innamorata ed hai desiderato costruire. Lui evidentemente .. no. Mica è l’unico, come vedi!

  • Titti, 15 Settembre 2021 @ 09:28 Rispondi

    @ale, staccarlo dai miei familiari sarà difficile. Hanno fiducia piena, sono anziani. Anche se mi occupo delle loro questioni, la scelta è loro. Per me mi sono già rivolta altrove.

    • alessandro pellizzari, 15 Settembre 2021 @ 17:17 Rispondi

      Forse dovresti parlare con i genitori

  • elleelle, 15 Settembre 2021 @ 08:54 Rispondi

    @Vittoria
    Pensa a quanto è peggio stare con una persona che non ti ama. Almeno adesso hai la possibilità di incontrare una persona sincera nei suoi sentimenti verso di te.
    Mio marito non è mai stato davvero innamorato di me (o non è mai stato in grado di dimostrarmelo in un modo che fosse comprensibile per me) e ho sempre portato con me questa sensazione strana di distacco, di mancanza di vera intimità. È molto triste, meglio da sole perché gli anni passano e i problemi saltano fuori.

    @Titti
    Hai ragione, è un gioco a gatto e topo, fai bene ad evitarlo. Comunque è ottimo che tu riconosca quello che lui sta cercando di fare, perché vuol dire che hai già fatto molti passo avanti!

  • Titti, 15 Settembre 2021 @ 06:30 Rispondi

    @ale, grazie. questo posto mi ha accolta e accompagnata nel durissimo percorso di accettazione. Mi ha dato la chiave di lettura per tutti i suoi atteggiamenti, anche futuri. Lui ha chiuso con me comunicandomi il ritrovato amore per la moglie ( chi mi ha seguita, sa cosa c’è dietro. Magari si reinnamoreranno, glielo auguro, ma non è restato di certo per amore), ma io sono stata brava e non gli ho dato alcuna soddisfazione. La settimana scorsa mi ha scritto che mi avrebbe contattato il giorno seguente per le solite questioni pseudo lavorative che segue per la mia famiglia, e poi è sparito. So cosa sta facendo. Aspetta un mio cenno. Il gatto col topo. Ma aspetterà in eterno. Quando la questione diventerà urgente, lo farò contattare dal familiare che sta seguendo. Non posso tirarmi fuori da queste questioni purtroppo, almeno non al momento, ma posso evitare che le strumentalizzi. Questo è certo. Per me è finita, resta lo squallore, il dolore per non aver capito, non essermi saputa difendere. Il tempo mi guarirà , resteranno le cicatrici. Ho smesso di farmi domande ( vedi il punto 7), non c’è nessun”perché”. Baci a tutti.

    • alessandro pellizzari, 15 Settembre 2021 @ 07:31 Rispondi

      Ti ha usata e vorrebbe continuare a farlo ma in modo peggiorativo e secondo i suoi comodi. MinimizzAte al massimo i contatti di lavoro fino ad annullarli cercando da subito sostituti o alternative

  • Ariel, 15 Settembre 2021 @ 00:58 Rispondi

    Cara Vittoria la tua consapevolezza del cosa hai vissuto e di come si sia rivelato lui un uomo veramente negativo ti rende e renderà davvero una Donna libera dentro te stessa e capace di saper distinguere chi vale e chi no
    Il tuo valore di donna e persona che sei stata capace di chiudere verso una relazione che veramente rischiava di divenire il peggio per te.
    Verissimo che una difficoltà grande dopo aver subito una vera truffa emotiva é quella di rendersi conto e dopo accettare che tutto sto amore suo era solo che teatro ,ne so qualcosa e leggendo qui ci sono ancora donne che dopo anni e anni sono ancora a comunicare con il loro Cialtrone che le ha sfruttate e che continua a trattenerle sfruttando la dipendenza affettiva che evidentemente hanno

    Ecco che si leggono commenti in cui queste donne non solo non sono ancora riuscite a chiudere tutto verso un vero Cialtronzo anni anni in cui sono rimaste in attesa di cambiamento da parte del lui così detto amante non certo innamorato

    Ecco leggere che le resterà il bel ricordo d’Eli bei momenti trascorsi insieme

    Ecco la ennesima priora della presenza della Dipendenza affettiva che CANCELLA LA REALTÀ DI ABUSI SUBITI
    E fa CREDERE ANCORA AL SUO TEATRO

    Mettersi la cornice tua pura finzione della realtà
    Un escamotage dovuto a chi soffre di dipendenza conclamata dal fatto di esserci rimaste per anni e anni
    Per poi essere state buttate giù dalla torre lo stesso !!

    Quindi cara Vittoria conforta leggere che esistono Donne capaci di curarsi seriamente di riuscire a chiudere la porta a chi non ti merita
    A saper accettare la truffa subita

    Purtroppo siamo una minoranza áncora troppe donne credono agli asini che volano e si incazzano se le si sveglia con parole chiare di come funzionano scientifico le relazioni sane e cioè in equilibrio del dare ed avere

    Brava Vittoria puoi essere fiera di te stessa!!
    Sicuro sei già rinata verso la tua nuova vita di vera Donna libera!!

  • Vittoria, 14 Settembre 2021 @ 21:12 Rispondi

    “Non esistono strategie per convincere chi non è innamorato”.
    Verità assoluta ma fa tanto male perché capisci che niente e nessuno ti potrà far ritornare con lui e che soprattutto lui non ti ha mai amata! Dolore ma consapevolezza che per lui è stato solo un gioco sotto le lenzuola e che tu devi andare avanti e questa esperienza deve renderti più forte per evitare che accada ancora!

  • Simo, 12 Settembre 2021 @ 16:12 Rispondi

    @ale. Grazie Alessandro, letto ed ascoltato. Io il punto due..il vaccino anti cialtrone l’ho raggiunto alcuni anni fa. Sono stata la fidanzata e la compagna di un seriale. gli ultimi anni con lui sono stati un incubo, non riuscivo a farlo uscire a da casa mia, ma in precedenza non riuscivo a staccarmene. Sono passata attraverso molto dolore, prima di raggiungere la consapevolezza che per salvarmi era necessario chiudere definitivamente con lui. Ora, pur non fidandomi con facilità, sono incappata di nuovo in un bugiardo…la consolazione è che l’ho “sgamato” quasi subito.

  • Ariel, 12 Settembre 2021 @ 13:41 Rispondi

    Come mai qui NESSUNO ANCORA HA SCRITTO UN COMMENTO ????
    CaroAlessandro ti ho ascoltato in ogni punto e quanto sta utile poterti ascoltare quando si svelano tutte le onde nascoste dal vento e pioggia del tempo di relazioni tutte Fallaci e dolorose per chi le vive ancora o le ha vissute

    Così ho pensato che scrivendoti qui se pubblicherai il mio scritto qualcuno ti leggerà o magari RiLeggerá che un ripasso non fa mai male chè ad ogni rilettura o meuglions riascolto si può notare qualcosa di nuovo qualcosa che non si era notato
    E prenderne nota nel proprio interno pensiero e emozione immancabile quando ciascuno ripensa al proprio vissuto o a ciò che ancora sta vivendo
    In più molto utile lo schema scritto che impedisce al pensiero di volare nelle direzioni a volte dispersive delle proprie emozioni personali sempre immancabili

    E quindi ragazze ascoltate e leggete e prendere nota sul quaderno della propria vita NUOVA!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.