Il peggiore di questa settimana è l’ominicchio che ha il “coraggio” di dire all’amante che non lascia la moglie per non farla soffrire, dopo averla cornificata per anni e magari con più donne nel tempo.

So che soffri anche tu ma sei una donna forte, puoi sopportare

Della serie sono cavoli tuoi

Cancellatelo dalla vostra vita. E anche dalla memoria

Condividi:

161Commenti

  • Piccola, 18 Ottobre 2020 @ 11:19 Rispondi

    grande Ale. È di pochi giorni fa il suo ” devo assecondarla non ti chiamo per un po’.Ha capito che ci sei ancora. La lascio appena i bambini crescono”. Ridicolo. Non mi chiami più per recitare meglio la parte del marito perfetto? Fa finta che non esisto. Mi fa solo pena. Hai ragione Alessandro …..cancellare.

    • alessandro pellizzari, 18 Ottobre 2020 @ 11:22 Rispondi

      Dopo i suoi figli ci saranno i nipoti. Un ergastolo

  • elleelle, 18 Ottobre 2020 @ 12:06 Rispondi

    @Piccola
    Sono tutte delle enormi balle. Fa star male te, lei, i figli… Ignobile.

  • Oldplum, 18 Ottobre 2020 @ 19:00 Rispondi

    Non ti chiama più @piccola ma sa che ci sei. Che presuntuoso.

  • spike, 18 Ottobre 2020 @ 20:11 Rispondi

    “Sappi che tra due sei quella con cui faccio l’amore di più in assoluto”
    Alessandro, Può vincere?

    • alessandro pellizzari, 19 Ottobre 2020 @ 08:10 Rispondi

      Ottimo candidato cialtrone

  • Crocus, 19 Ottobre 2020 @ 09:01 Rispondi

    @Spike, almeno ammetteva che lo faceva anche con lei. Che sant’uomo!

  • cossora, 19 Ottobre 2020 @ 09:02 Rispondi

    Va beh @spike.. questo è l’ABC.. un signore porprio!!
    Fantastico, sapevilo 🙂

  • Crocus, 19 Ottobre 2020 @ 09:04 Rispondi

    Ecco, la mancanza di rispetto più totale è quando ti dicono “tu sei forte, tu ce la farai”. Tra poco di dimenticherai di me e ti rifarai una vita. È impressionante la leggerezza con cui ti dicono certe cose. Come se tutto fosse una passeggiata, come se uno avesse la bacchetta magica, che tac! ti ripigli in un attimo. Ma fammi il piacere stronzo.

    • alessandro pellizzari, 19 Ottobre 2020 @ 10:11 Rispondi

      danni collaterali non contemplati o comunque accettabili

  • Sole, 19 Ottobre 2020 @ 10:13 Rispondi

    Anche il mio ex amante dopo un anno che non ci vedevamo mi ha detto: dai non si fanno soffrire le persone così…( parlava della moglie che lo scoprii anni fa in un altra storia). Ha ragione @Ale, il tempo è galantuomo e prima o poi ci mette di fronte alla verità.

  • leilei, 19 Ottobre 2020 @ 10:55 Rispondi

    Ale sei un mito, questa di noi donne forti è la scusa più gettonata. Il fatto è che lo siamo davvero, perchè abbiamo fatto tesoro di tutte le porte prese in faccia nella vita e sappiamo che domani è sempre un’altro giorno!
    Ragazze, vi prego, non soffrite, voi siete meglio, siete di più…Amateli, vivete la storia, ma sappiate che alla fine sarà sempre così.

    • alessandro pellizzari, 19 Ottobre 2020 @ 14:33 Rispondi

      Trovo questo peggiore della settimana il peggiore

  • Piccola, 19 Ottobre 2020 @ 11:14 Rispondi

    Fa stare male solo me. È vomitevole sentire come da un giorno all’altro si cambi nelle parole, nel tono della voce. Sono arrabbiata con me stessa perché io davvero ho messo in discussione la mia vita per lui e creato un abisso tra me e mio marito perché in crisi parlandogli e fandogli capire di non stare bene. Lui invece? Ogni volta si piega a lei in nome della serenità dei figli. Balle. Scuse. Se riesce a non sentirmi per settimane intere non gli frega un cavolo di me e in questo silenzio lo immagino a fare lo zerbino e a recitare la parte del marito innamorato. Inaccettabile.

  • Crocus, 19 Ottobre 2020 @ 15:55 Rispondi

    @Piccola, ti capisco quando dici di aver creato un abisso con il marito e di aver messo in discussione la vita per l’amante. Ma purtroppo a loro non frega nulla, questa è la verità nuda e cruda. E si, si azzerbinano e fingono. Bel modo di vivere. Ma quindi la vostra relazione continua ancora? Nel tuo caso lui è stato scoperto? Un abbraccio e fatti forza!

  • Viovio, 19 Ottobre 2020 @ 19:03 Rispondi

    @piccola sembra la descrizione del mio ex. Scorsa settimana ha interrotto il mio cds perché dovevamo chiarirci, stava troppo male senza di me. Alla mia domanda: cosa hai fatto in questi anni per dimostrarmi il tuo grande amore?(oltre a portarmi a letto e telefonate mielose). Non sapeva cosa dire..
    Non ha fatto nulla. In casa recita la parte del marito e padre perfetto, mentre io ho messo seriamente in discussione il mio matrimonio perché non riuscivo più a fingere.
    Non so che scuse usasse il tuo per giustificare assenze di 24 oppure 48 ore(una volta successe pure di non sentirlo x3/4 giorni), il mio andava forte con: mio figlio ha l’influenza è stata una giornata terribile, per questo non mi sono fatto sentire.
    Oppure la madre doveva essere accompagnata ad una visita, prediligeva il campo”salute” un po’ come a scuola ci si giustificava di non aver studiato perché la nonna stava male…
    Tutto questo come dici tu è inaccettabile.
    Lo frequenti ancora oppure avete chiuso?
    Ti abbraccio

  • Viovio, 19 Ottobre 2020 @ 19:08 Rispondi

    @ piccola perdonami non avevo letto il tuo primo messaggio, assolutamente CANCELLARE!!! Cosa darei perché fosse facile riuscirci al più presto. Sarà che l’ho rivisto per altri motivi un’ora fa e mi è montata una rabbia. Cosa darei per avere un interruttore e spingere OFF

  • Piccola, 19 Ottobre 2020 @ 19:15 Rispondi

    @Crocus…dire che continua non è esatto. Lui è stato scoperto e da allora non muove un passo da solo. Ha ceduto il tel, mail…lei si è incattivita e lui non riesce a gestirla. Mi sono trasferita in un’altra sede di lavoro perché quando ero li lei ha fatto mille sceneggiate. Dopo un lungo silenzio ci siamo risentiti ma lui non riesce piu a stare sereno, viene ricattato davanti ai figli se esce da solo e per quiete la asseconda in tutto. Mi chiede pazienza perché abbiamo entrambi bambini piccoli. La cosa che mi fa piu male è che riesce a staccarsi da me in un soffio appena lei sta meno tranquilla con la scusante che deve far star sereni i bambini e sparisce per giorni. Quando lo risento dice che vive un inferno, che deve assecondarla, che è stato un cretino ma non ha scelta. So che direte che la scelta c’è ma per privacy non posso raccontare perché rimarrebbe in mutande e senza vedere i piccoli. Io non giudico la sua scelta ma non capisco perché ogni volta percorre la via più facile, quella di allontanarmi per poi tornare e pretendere che creda al suo amore a “puntate “. Nei giorni del suo silenzio lo immagino a fare il marito perfetto per convincere lei del suo amore e mi abbatto. È facile dire e pensare razionalmente di cancellarlo anche se ormai la delusione me lo fa vedere piccolo piccolo e non vi nascondo che quando è sparito di nuovo in questi giorni ho avuto un crollo perché avevamo cercato di trovare un equilibrio tra noi per non perderci e pensare a tappe a come fare. Ovviamente, appena è rientrato al lavoro e ha avuto contatto con il mondo lei ha ricominciato ad aggredirlo e lui, invece di fare l’uomo, ha preferito fuggire dimostrando che non gli importa nulla di noi. Non prova nemmeno vergogna nei miei confronti.

  • leilei, 20 Ottobre 2020 @ 08:28 Rispondi

    Piccola che non possa vedere i figli è una balla grande come una cosa, non è lei che decide ma un giudice del Tribunale dei Minori, e se lei non rispetta gli accordi passa dei guai grossi.

  • Crocus, 20 Ottobre 2020 @ 10:53 Rispondi

    @piccola, per molti aspetti la tua storia è uguale alla mia. Scusa se mi permetto, ti do un consiglio spassionato (ora che io ormai ho chiuso tutto e sto analizzando la situazione con lucidità) staccati da lui. Il prima possibile. Che cosa si può volere da un uomo che si azzerbina così tanto e viene comandato come se fosse un cagnolino? Lei ti ha fatto scenate al lavoro? Mamma mia, mi vengono i brividi. Non è lo stesso amante per caso :P? Il mio quando lei aveva scoperto il tradimento ha fatto esattamente le stesse cose del tuo, lei mi ha scritto/chiamato dal telefono di lui, ma dico io cazzo, non potevi impedirglielo? Danno tutta alla colpa alla paura invece non è paura, le lasciano fare tutto perché gli conviene. Poi quando lei minacciava di non fargli + vedere o figli gli ho detto vai da un avvocato. Avrà aspettato non so quanti mesi prima di andarci. Quel giorno l’accompagnato ma l’ho aspettato fuori. Era uscito con un faccia grigia e mi aveva raccontato una marea di frottole (purtroppo ho capito solo ora che mi aveva mentito). Poi a distanza di tot mesi ho trovato un avvocato io e siamo andati insieme e guarda caso quell’avvocato aveva detto tutt’altro. Che le leggi sono cambiate, che lei non può farti la guerra ecc ecc. Se ci ripenso mi sale una rabbia infinita. Mi ha presa per il culo in tutto e per tutto. Io davvero non capisco come si possa vivere così sereni sapendo di aver raccontato solo bugie. Sapendo da subito di non voler lasciare la moglie ma raccontare tutt’altro. Non tornerà mai, ma se dovesse farlo troverà solo uno schiaffo, mi prudono le mani guarda. Come si può perdonare un essere di merda di questa portata? Bleah. Piccola fatti forza e mandalo a quel paese. Più aspetti e più aumenterà la sofferenza.

  • cossora, 20 Ottobre 2020 @ 10:55 Rispondi

    @piccola, eccola qui la frase chiave “lo immagino a fare il marito perfetto per convincere lei del suo amore”.
    Capisci che questa cosa non sta in piedi?
    C’è un modo dignitoso di dire ‘non posso lasciarla ora, devo essere cauto, tutelarmi, perchè mi lascia in mutande e senza figli (che poi ribadisco: non può!)’.
    E uno che ti getta nel panico e nelle più colorite interpretazioni.
    Lui non sta scegliendo il modo dignitoso. Ma appunto, ti lascia immaginare di se la versione più gretta.
    Perchè è quella reale.
    Lo so che fa male ammettere che si è preso (e creduto a) un abbaglio, però è l’unico punto di partenza veramente funzionale all’uscita e alla guarigione.

  • leilei, 20 Ottobre 2020 @ 10:59 Rispondi

    Mi ricordo bene una frase all’inizio della nostra storia, in cui diceva che il fatto che fosse innamorato di me lo destabilizzava perchè aveva la testa sempre lì e trascurava casa e famiglia, col rischio che cascasse giù tutto senza lui a reggere.
    Col tempo mi ha “riposizionata” , mi ha incastrata nel resto dei suoi impegni, non so a che punto della scala delle sue priorità, ma la testa ora l’ha riacquistata tutta.
    E visto che ultimamente gli ho rimproverato il fatto di non esserci quanto vorrei, mi ha detto io sono così, faccio tutto con impegno e il mio tempo è poco, non devo giustificarmi se non mi faccio sentire per mezza giornata.
    Gli ho detto tieniti il tuo preziosissimo tempo e sono sparita. Nemmeno buongiorno e buonanotte, non vorrei mai sottrargli tempo fondamentale.

  • Vita, 20 Ottobre 2020 @ 12:35 Rispondi

    @Piccola
    Le persone non cambiano, non nella sostanza, specie a una certa età. Vogliono crederlo, provano a convincersene e a convincerti, ma chi nasce quadrato non muore tondo. Io lo sapevo che eravamo diversi, io l’ho sempre sentito che c’era in lui qualcosa di “sbagliato” ma anzichè fuggire mi sono lasciata sedurre. Perchè i ladri hanno un gran fascino. Ho ascoltato, giustificato, mi sono infuriata, gli ho creduto perchè era bello farlo e perchè presuntuosamente credevo che io non sarei stata una sua vittima. Io no. Ho peccato di megalomania, ho pensato di reggere e “correggere” ma ho pagato un conto salato. Non fare quell’errore. Chi nasce ladro, prima o poi rapina anche te!

  • Viovio, 20 Ottobre 2020 @ 14:38 Rispondi

    @piccola che tristezza quando si azzerbinano in questo modo… pensa che a me capitò una cosa simile anno scorso, credevo fosse solo e lo chiamai di sera tardi ma ahimè non lo era. A parte il cazziatone preso da lui perché prima di tel dovevo sempre preannunciarmi con messaggio(non lo feci solamente perché disse sarebbe rimasto da solo poi lei all’ultimo cambiò idea), le sue parole nei miei confronti furono:BRAVA!ORA NON POTRÒ PIÙ’ FARMI I CAZZI MIEI PER CHISSÀ’ QUANTO.
    Sparito nel nulla per circa una settimana e riapparso come se nulla fosse: ti rendi conto?
    Anche io avevo gli occhi foderati di prosciutto e ho cercato di raccontarmela per non so quanto tempo però la verità prima o poi viene a galla e ci porta a prendere una decisione.
    A me ha aiutato, se così si può dire, focalizzarmi sulle sue mancanze ed il suo non amore. Se ami una persona non sparisci per giorni senza lasciare traccia, tornando a casa con la coda fra le gambe in attesa che la moglie di calmi.
    Che bambocci!

  • elleelle, 20 Ottobre 2020 @ 17:00 Rispondi

    @Viovio. @Crocus e altre,
    Ma vi rendete conto di che vita devono fare queste mogli? Decidere di restare con un marito fedifrago e inaffidabile e poi patire ogni giorno perche’ non si fidano, hanno paura che lo faccia di nuovo, gli devono controllare il telefono, non lo lasciano uscire… Come le mamme coi figli adolescenti che hanno fatto un qualche casino e devono essere messi in punizione, togliendogli il telefonino. Che esistenza patetica per entrambi!
    A che cosa serve umiliarsi fino a questo punto, quando magari queste donne sono indipendenti economicamente, avrebbero diritto alla casa e anche a un assegno familiare?
    Sinceramente, voi vorreste vivere cosi’?

  • Crocus, 20 Ottobre 2020 @ 17:36 Rispondi

    @Viovio, che uomo di valore! Ma almeno tu potevi scrivergli. Io nada de nada. Ero perennemente in attesa… Quindi mai un buonanotte (solo quando era in trasferta) e il buongiorno solo quando usciva di casa per andare in ufficio. I weekend e le vacanze non ne parliamo. Sembravo una tossicodipendente che viveva con il cellulare in mano, sia mai che mi perdessi un suo messaggino. Cioè era riuscito a farmi credere che faceva dei salti mortali per sentirmi ed io come una cogliona a pensare che tesorino che mi scrive anche se non potrebbe. Due minuti e a volte anche durante quei minuti mi diceva di non rispondere, scriveva solo lui. Mi vengono i brividi lungo la schiena se ci ripenso. Altroché regime. Dire di amare tantissimo e contemporaneamente imporre delle regole a chi dici di amare lo trovo di uno squallore esagerato. Purtroppo anche questa cosa l’ho capita solo a cose fatte. Cioè io gli dicevo che stavo male per questo modo di comunicare ma in quei momenti non la vedevo come una privazione della mia libertà, come mancanza di rispetto. Ora vedo tutto in maniera chiara e limpida. E faccio pena a me stessa.

  • Crocus, 20 Ottobre 2020 @ 17:41 Rispondi

    @Viovio, aggiungo che quando mi ha mollato tra le tante cose gli ho detto “quindi se io non avessi accettato questo modo di comunicare la nostra storia non sarebbe mai esistita?”. Mi ha risposto “probabilmente no”. Ho sentito l’ennesima coltellata in quel momento. Bello eh avere un’amante che sta bella tranquilla in un angolo che esegue i tuoi ordini. Che orrore.

  • Piccola, 20 Ottobre 2020 @ 17:44 Rispondi

    @Cossora si è preso un abbaglio che dura da piu di 3 anni? Che è tornato a fare se ha riproposto le stesse dinamiche di quando è stato scoperto? La mia rabbia è questa e vorrei prenderlo a schiaffi. È un egoista e al momento del bisogno riversa tutto su di me. So che non serve ma vorrei tanto dirglielo.

  • spike, 20 Ottobre 2020 @ 20:09 Rispondi

    Si un Santo, vero, come farla sentire l unica, tra molte. mentre la usi. quasi quasi lo premio per la sincerità.

  • spike, 20 Ottobre 2020 @ 20:10 Rispondi

    eh si cossora, ora lo so. UN SOGGETTONE. Chissà cosa abbiamo noi donne in quella testolina.

  • Mac, 20 Ottobre 2020 @ 22:31 Rispondi

    Quando ho iniziato a coinvolgermi con l altra, dopo dieci anni insieme a mia moglie, sapevo e sentivo che le cose in casa andavano male. Ma i figli nati da poco, e che amo con tutto me stesso rendevano il pensiero di una separazione da lei inaccettabile. Che mostro sarei stato a lasciarla? L incontro con l altra ha accelerato tutto: una parte di me ha deciso con l azione. Ed è scattato il coro di amici a consigliarmi di lasciare la cosa nell’ ombra, di non sollevare un casino. Ho comunque deciso di parlare con mia moglie prima di infilare una serie di bugie infinte, che avrebbero reso la ferita ancora più profonda di quanto già non fosse. Inoltre se avevo una speranza di cambiare le cose con lei era proprio questa. Risultato, sto attraversando uno dei periodi più complicati della mia vita. Il difficile, con i figli piccolissimi, è proprio mantenere e preservare l esserci come coppia di genitori, attraversando il dolore ma senza mai potersi fare travolgere da esso. I parenti ancora non sanno. Ancora non abbiamo affrontato il discorso festivita, il covid aiuta in questo caso.
    Ora sto provando, poco a poco, a conoscere l altra alla luce del sole e non più clandestinamente(anche per lei una vita difficile, visto il poco tempo che mi rimane avendo messo al primo posto i figli). ma ammetto di soffrire molto per il dolore di mia moglie e per la fine che abbiamo fatto come coppia. Vivo ancora in casa con moglie e figli, in disparte, ma sempre presente con loro. Quando la sofferenza è troppa, ci dividiamo con i bimbi o chiamiamo rinforzi. Non so dove finirò. Ma leggere gli articoli di questo blog mi ha aiutato a non chiudermi e non chiudere due donne così importanti in un loop temporale terribile. Grazie

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 11:46 Rispondi

      Non potrà durare a lungo così ne sei conscio?

  • cossora, 21 Ottobre 2020 @ 10:21 Rispondi

    Certo @piccola, noi donne siamo bravissime a mantenere abbagliante l’abbaglio per anni.
    Bravissime.

  • Crocus, 21 Ottobre 2020 @ 11:27 Rispondi

    @elleelle, nel mio caso, lei lo ha sempre controllato. SEMPRE. Figurati dopo un tradimento, gli metterà in cip nel sedere :-). Poi lei non è economicamente indipendente, ma lui comunque le avrebbe passato un assegno e in casa ci sarebbe rimasta lei, non cascava male. Ma per lei era più che altro una questione di guerra, cioè questo è il mio giocattolo ed io lo riavrò. E così è stato. Ecco, questa parte si che mi mette tristezza, perché davvero non capisco come sia possibile. Lei è una donna molto stupida ahimè e molto cattiva, la combo “perfetta” quindi non mi stupisco più delle sue reazioni. E lui di queste sue due “qualità” se ne è approfittato alla grande.

  • maribel, 21 Ottobre 2020 @ 11:36 Rispondi

    @leilei
    “Gli ho detto tieniti il tuo preziosissimo tempo e sono sparita. Nemmeno buongiorno e buonanotte, non vorrei mai sottrargli tempo fondamentale.”

    BRAVISSIMA!!!

  • Vita, 21 Ottobre 2020 @ 11:51 Rispondi

    @mac
    Forza. Sei stato coraggioso ad affrontare il problema, piano piano le cose andranno a posto. Grazie della tua testimonianza

  • leilei, 21 Ottobre 2020 @ 12:04 Rispondi

    Mac complimenti per la forza d’animo, hai ancora qualche tappa da affrontare ma la strada e quella giusta! Ale aggiorna le percentuali…

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 12:18 Rispondi

      Una rondine non fa primavera

  • elleelle, 21 Ottobre 2020 @ 12:33 Rispondi

    @Crocus
    La moglie del mio ex sta adottando la mia personalita’ sul social. Lei che non ha mai partecipato, adesso scrive sotto ai post di persone con cui interagisco da anni e con cui lei non ha mai interagito. In piu’ scrive come lui, stesso modo forbito e intelletualoide, con sintassi contorta.
    Il mio ex ha provato a restare nel mio spazio senza avere alcun riscontro da parte mia e si deve essere stancato perche’ non scrive piu’ sulla pagina di un amico comune. Adesso ci prova lei, copiandomi le foto, scrivendo dove scrivo io.
    Dimmi tu se ti sembra una cosa normale, perche’ io ormai non penso nemmeno, mi si e’ chiuso il cervello, queste considerazioni le ha fatte una mia amica, non io, ma le riporto qui cosi’ capite fino a che punto ci si puo’ spingere.

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 14:49 Rispondi

      Dovresti bloccare tutto praticamente vivo con loro

  • Mac, 21 Ottobre 2020 @ 12:37 Rispondi

    Si. Un passo per volta e cercando di mantenere lucidità, il che non è sicuramente facile, con sentimenti così potenti e complessi in gioco.

  • cossora, 21 Ottobre 2020 @ 12:37 Rispondi

    Ciao @Mac io ti faccio i miei complimenti per l’audacia.
    Credo che non sia tanto saper fronteggiare il dopo (che comunque sia per uomini che per donne può avere dimensioni importanti o una pacifica gestione, comuqnue si stabilizza sul trend della coppia) quanto cogliere il momento in cui dare il ‘La’ non ti sembri una cazzata.
    Perchè se perdi quell’attimo.. poi passi anni a dirti ‘eh menomale che quella volta poi non ho detto niente, comunque con un paio di bugie e un po’ di agilità si può gestire tutto’.

    Se rompi un argine sei destinato a straripare, è solo questione di quanta pressione c’è.
    Quindi bravo hai riconosciuto e saputo cogliere l’attimo.
    Domani i tuoi figli comprenderanno l’importanza di questo tuo agire, non sottovalutarlo e non archiviarlo negli ‘sbagli’ solo perchè ha generato una situazione diffcile.
    Prendere le decisioni giuste costa molto di più che prendere quelle sbagliate. Fìdati, un abbraccio.

  • Piccola, 21 Ottobre 2020 @ 12:41 Rispondi

    @Crocus praticamente come la mia situazione. Non posso scrivere o chiamarlo perché il suo telefono è sotto controllo. Mi faccio pena anch’io. Come hai fatto a liberarti dal pensiero di lui? Sono stata dalla psicologia dopo la prima rottura e ho cominciato il CDs durato 6 mesi ma quando è tornato nn pensavo rifacesse gli stessi errori, invece…adesso mi sento bloccata e non riesco a rialzarmi. Ricominciare da capo pesa. Il suo sparire all’improvviso mi fa soffrire troppo.

  • Piccola, 21 Ottobre 2020 @ 12:49 Rispondi

    @Mac ciao. Almeno riesci ad ammettere che eri già in crisi quando è arrivata lei nella tua vita. La moglie del mio non non tollera la mia esistenza e imputa il fallimento del suo matrimonio a me. Purtroppo lui, quando lei lo umilia davanti ai figli, si sente in colpa e si allontana da me illudendosi che tornerà il sereno. Per me continue umiliazioni. Non so da dove ricominciare.

  • leilei, 21 Ottobre 2020 @ 12:59 Rispondi

    Ale però non puoi smontare così un uomo che si è preso le su responsabilità e che ha avuto il coraggio di venire a raccontarlo qui. Un pò di solidarietà maschile!

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 14:52 Rispondi

      Sono spudoratamente di parte e me ne vanto

  • Viovio, 21 Ottobre 2020 @ 13:21 Rispondi

    @elleelle nel mio caso a differenza di @Crocus lui non è mai stato scoperto. L’aneddoto della telefonata si e’ concluso come una bolla di sapone perché ha saputo raccontargliela, ricordo che accadde in occasione di un loro viaggio e pochi giorni dopo la discussione(e la sparizione nei miei confronti), la moglie posto’ una foto che gli ritraeva felici e contenti. So benissimo che sui social mettiamo solamente quello che vogliamo mostrare al mondo e non di certo immagini che possano far trasparire crisi, però se veramente il suo matrimonio fosse stato lo schifo Che mi descriveva perché lei si comportava e comporta così?!? Non è una maniaca di facebook, i suoi post di famiglia non sono ricorrenti per delimitare un confine, ma semplicemente dei momenti felici trascorsi lontano da casa in occasione di determinate circostanze.
    Sicuramente non invidio una donna del genere, credere di avere un marito innamorato quando in realtà fa l’amore con un’altra dicendole di amarla credo sia molto più terribile di quello che ha fatto a me. Nonostante tutto, continuo ad interrogarmi su come ci si possa comportare così, nei confronti di due persone che a prescindere tengono a te.

  • Mac, 21 Ottobre 2020 @ 13:22 Rispondi

    Voglio essere chiaro. Non intendo ci siaqualcosa per cui cantare vittoria, e c è sin troppa sofferenza comunque per gioire di alcunché. Ho comunque ferito una persona che ho amato e che è parte della mia vita. Io ringraziavo questo spazio solo perché in un modo nell’ altro ha contribuito a mostrarmi alcune trappole in cui non cadere. A volte abbiamo poca lucidità rispetto al nostro egoismo .e comunque condivido quanto è mostruoso prendere queste decisioni quando ci sono di mezzo dei bambini piccoli- anche se, anche qui, se ne potrebbe parlare circa cosa può essere meglio per loro a lungo termine (stante il mantenimento di un minimo di ambiente stabile, sicuro e non eccessivente conflittuale e ovviamente una presenza viva e piena dei genitori verso di loro). Ma su questo ultimo punto potrei pensarla diversamente da Alessandro (e da qualche altro collega psicoterapeuta) -sempre senza pretesa di avete certezze.

  • elleelle, 21 Ottobre 2020 @ 13:29 Rispondi

    @Crocus
    Comunque adesso e’ venuta l’ora di bloccarli e l’ho fatto. Non era piu’ gestibile vederli negli spazi social che frequento. Adesso io non vedo loro e loro non vedono me.
    @Ale vedi, i consigli prima o poi li seguo. Basta solo che scatti il rele’ dell schifo oltre al quale non si puo’ piu’ andare.

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 14:54 Rispondi

      Brava!

  • Ariel, 21 Ottobre 2020 @ 14:14 Rispondi

    Ah ah ah
    @CaroAlessandro sempre ottimista vero?????
    Ah ah ah ah

    A volte l’altra rondine sta soltanto un poco arrancando e non si vede arrivare
    Causa peso ah ah ah ah

    Che vuoi il peso della vita ah ah ah
    Però bisogna saper guardare meglio
    Avere la vista delle Aquile che VOLANO ALTO… e cioè sanno guardare OLTRE ALLA APPARENZA

    Non è tutto uno schifo
    No la schifo eventualmente occorre per far EMERGERE LA SCOPERTA DELLA VERA BELLEZZA ……!!!!

    Sto troppo saggia ,credo di aver bevuto na damigiana de vin !!!!
    Ah ah ah
    Prosit a te e a tutte/i

  • Viovio, 21 Ottobre 2020 @ 14:28 Rispondi

    @Crocus ogni volta che aggiungi dettagli alla tua storia, verrebbe voglia a me di andarlo a cercare per menarlo non posso neanche immaginare le tue sensazioni…
    È finita da quanto? perché mi sembra così “fresca” la tua rabbia.
    Non pensare di essere sfigata, eri solo innamorata persa come è successo a tutte noi altrimenti ora non saremmo ancora qui a parlarne. Sai quante volte mi sono data della stupida perché sapevo benissimo mi rifilasse delle scuse?però’ il desiderio di vederlo e stare con lui era più forte, quando ci vedevamo riusciva a farmi toccare il cielo con un dito, il peggio arrivava sempre dopo il ritorno a casa.
    Quando dici sembravo una tossicodipendente con il telefono mi sono rivista perfettamente e ti dirò, averlo bloccato mi sta aiutando molto in quel senso, perché non sono più così maniacale nel controllarlo Ma soprattutto non devo vivere in perenne attesa: di una telefonata, un messaggio, un appuntamento..
    Fatti forza e quando ti senti giù scrivici!!!
    Ti abbraccio cara

  • Viovio, 21 Ottobre 2020 @ 14:40 Rispondi

    @Mac già il fatto che tu dica:”non posso chiudere due donne così importanti in un loop temporale terribile” ed aver parlato con tua moglie è sicuramente un grande passo avanti. In primis per te stesso, perché vivere nella menzogna perenne è terribile, almeno per me lo è stato.
    La maggior parte degli uomini descritti in questo blog non mostrano alcuna difficoltà nel portare avanti due relazioni parallele, sei uno dei pochi che non ha guardato la convenienza ma ha preferito assumersi le proprie responsabilità.
    In bocca al lupo!

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 14:57 Rispondi

      Dichiarare la crisi e addirittura dire alla moglie che si è innamorati di un’altra fa la differenza fra uomini e cialtroni

  • Crocus, 21 Ottobre 2020 @ 14:55 Rispondi

    @elleelle, concordo con Ale, blocca tutto. A prescindere. Sono persone disturbate e probabilmente non hanno nulla di meglio da fare. Io capisco molto bene perché ti poni così tante domande su di lei (lo faccio anche io) però alla fine così facendo non otteniamo nulla se non a roderci il fegato ulteriormente. Lo so, è comunque più facile a dirsi che a farsi. Mi raccomando, BLOCCA TUTTO!

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 16:05 Rispondi

      Saranno anche disturbate ma spesso queste persone prendono la non reazione come debolezza e attaccano ancora di più

  • Ariel, 21 Ottobre 2020 @ 14:55 Rispondi

    Ah ah @CaroAlessandro non avevo dubbi sul fatto che sei di parte
    E anche sicuro che te ne vanti
    Ah ah ah ah ah

  • Whiterabbit, 21 Ottobre 2020 @ 15:07 Rispondi

    @elleelle ma a te che ti frega? Non sono più affar tuo. Tu hai questa donna nel cervello più di lui.
    Quello che fa o non fa, vuole o non vuole, pensa o non pensa, non sono cose che ti riguardano. Ma tu cosa diresti a me se continuassi a scrivere ciò che pubblica, fa, scrive o non scrive l’ex di mio marito?!

  • elleelle, 21 Ottobre 2020 @ 15:07 Rispondi

    @Alessandro
    La sensazione e’ stata proprio quella, di avere qualcuno in questo ambiente virtuale che mi segue. Da una parte il mio ex che era come se cercasse di avere un contatto casuale con me, dall’altra la moglie che mi copia e che comincia a frequentare i posti che frequento io, ad interessarsi alle cose che interessano a me e a cui non ha mai prestato attenzione per anni. Come se volesse dimostrare che se ci mette impegno, ci riesce anche lei a fare le cose che faccio io.
    E’ tutto cosi’ strano.

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 16:06 Rispondi

      Falli sparire dai tuoi sociale stati e contatti

  • Viovio, 21 Ottobre 2020 @ 15:24 Rispondi

    @Ale PAROLE SANTE

  • elleelle, 21 Ottobre 2020 @ 16:39 Rispondi

    @Crocus
    Non reagisco da quel fatidico giorno di fine luglio, nonostante insulti, cattiverie, intrusioni nei miei spazi ecc.
    Osservo e riporto, come esempio per chi vive la stessa situazione. Chi si trova con ex che cominciano a comportarsi in modo strano sui social, sanno che capita anche ad altri. Sono stanca pero’ di ripetere questa cosa, ogni volta mi devo giustificare.
    Pazienza, magari in futuro mi capitera’ qualcosa di nuovo da condividere.

  • elleelle, 21 Ottobre 2020 @ 16:47 Rispondi

    @Whiterabbit
    In realta’ parte del commento che ho scritto a @crocus era per te.
    A me non interessa quello che fa lei, ma mi interessa se questo diventa un’intrusione nei miei spazi “storici”. Mi incuriosisce se una persona comincia a copiare la mia personalita’ e le mie foto, perche’ ci vedo qualcosa di strano che potrebbe sfociare in comportamenti malsani. Ci sono persone che sviluppano ossessioni e come dice @Alessandro, c’e’ chi attacca ancora di più quando non ottiene una reazione.

  • cossora, 21 Ottobre 2020 @ 16:49 Rispondi

    @viovio..smettila di interrogarti. Tutti facciamo cose di cui non andiamo fieri. Alcuni le fanno anche illegali. Per quelle c’è una pena, vengono processati, la scontano e poi si va avanti.
    Tu cura il tuo pezzo, il suo o quello delle varie mogli lo cureranno loro.
    C’è una enorme tendenza ad occuparsi a lungo dei cazzi altrui.
    Come se aver subìto un torto ci desse il diritto di invadere lo spazio personale.
    No.
    Non ce lo da il diritto. In nessun caso. Va bene qualche tempo, va bene il pettegolezzo, va bene la curiosità.
    Un mese, due, sei.
    Ma poi ognuno di noi ha un suo pezzo da smazzarsi. impossibile tu non ce l’abbia.
    E interrogarti su come facciano gli altri a fare qualsiasi cosa non può essere il tuo pezzo.

  • Key, 21 Ottobre 2020 @ 19:37 Rispondi

    Cara @elleelle, ho letto vari tuoi commenti degli ultimi giorni e sento che stai scivolando da qualche parte, in un posticino dove non c’è molta luce. Questo mi dispiace e mi fa essere preoccupata per te. Sei una donna pura, con un cuore buono e ferito ma con un’anima pulita e che crede ancora che valga la pena essere corretti e sinceri ed integri, per quanto si possa. Sono un po’ ritirata questi giorni ma cerco di leggervi e tu non mi sfuggi mai, in senso buono ovviamente 🙂 Sai cosa penso? che anche fossero disturbati, il tuo ex e sua moglie, cosi come il mio ex eh…senza sconti, il vero problema è quanto sono DISTURBANTI. Perchè se tu arrivi a sentire che in qualche modo attraverso i loro social ti vogliano lanciare qualche messaggio, che ti fa sentire “seguita” o “imitata”…beh è chiaro che questa sensazione disturba profondamente te ed il tuo equilibrio che stai faticosamente tentando di ricostruire. Tesoro, che questa sensazione sia l’ennesimo modo per sentirti legata a qualcosa che non vuoi lasciare andare? pensare che abbiano un piano seppur assurdo per “comunicare” con te è rinnovare un doloroso legame, Temo che la situazione non sia cambiata dall’ultima volta che lo hai visto: non aveva un piano nei tuoi confronti né cura, non lo ha ora, fanno quello che vogliono e non siamo nei loro pensieri come esattamente non lo eravamo prima. Semplice: il rasoio di Occam.
    Pensi che siano disturbati? ok, facciamo che lo siano davvero, metti l’etichetta e basta. Ma il punto è un altro. I pensieri che gli regali ancora disturbano te @elleelle, al punto da tenerti giù e farti scivolare. So bene quanta fame di risposte una abbia dopo il dolore, lo strappo ed il trauma al quale ci siamo esposte ma la fame compulsiva, anche in queste cose, fa solo male. Parla con noi, parla con uno specialista che possa ascoltarti e guidarti. Vero che c’è la salita ma poi da questo buco ne usciremo. Senza ombra di dubbio. Ti abbraccio cara, a rileggerti

  • Whiterabbit, 21 Ottobre 2020 @ 21:26 Rispondi

    @elleelle magari anche il tuo verso di lei è stato interpretato come un comportamento malsano?
    Tu non devi giustificare nulla a noi, ma se tutti hanno una sensazione può darsi che si avvicini al vero no?

  • Viovio, 21 Ottobre 2020 @ 21:56 Rispondi

    @cossora hai ragione, razionalmente parlando so benissimo che dovrei smetterla di Farmi domande dal momento che era una storia clandestina con un uomo che mi ha sempre detto non avrebbe lasciato la moglie.
    Mi riesce difficile accettare che sia riuscito a mentire così bene in casa visto quello che diceva di provare per me, sarà un mio limite, però al momento faccio veramente fatica a non chiedermelo.

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 00:31 Rispondi

    @Viovio grazie! Allora, lui mi ha liquidata a metà marzo in pieno lockdown, con due telefonate di merda. Poi fino ai primi di luglio ci sono stati momenti di silenzi e messaggi (l’ho cercato io, lo ammetto, perché avevo bisogno di chiarimenti, ero disperata, non capivo) quindi ci siamo anche visti un paio di volte. In tutto ciò ci siamo detti di ogni e l’ultima telefonata è stata ALLUCINANTE. Allora lì ho deciso che la tortura doveva finire (ma per me, a lui non fregava un tubo) quindi ho bloccato tutto il bloccabile e ho attuato il CDS. IL primo mese è stato un INCUBO se ci ripenso mi sento svenire, ho provato una rabbia così forte e avevo una voglia di scrivergli ed insultarlo a dismisura. Ma ho resistito. Non chiedermi come ho fatto perché non lo so. Si vede che inconsciamente il mio orgoglio aveva deciso di agire. Poi si, la rabbia a volte ritorna, come tra ieri e oggi ad esempio, oggi ho anche pianto molto (mesi fa piangevo 24/24 praticamente). Mi dispiace da morire che qui non possiamo raccontare di più. Ho l’impressione che la mia guarigione sarà lunga, ma quello che conta è che VOGLIO guarire. Non mollerò. Ti voglio bene @Vio. Grazie di tutto.

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 06:47 Rispondi

    @Ale, quanto è vero ciò che dici. Il fatto che spesso queste persone prendono la non reazione per debolezza, è quello che racconto da un po’ qui sul blog, è ciò che è capitato a me. Ho solo subito. Mi chiederò per sempre quanto sia stato corretto da parte mia non agire, incassare e basta. Piangere, star male fino allo sfinimento ma non scendere mai ai livelli di chi mi insultava, minacciava, ricattava. Che gente di merda che esiste in giro comunque.

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 06:52 Rispondi

    @Mac, ho riletto più volte il tuo commento. Si percepisce molto bene dalle tue parole tutto il dolore di cui parli. Tuttavia credo che tu abbia fatto la scelta corretta e cioè essere onesto con tua moglie, con la quale hai costruito una famiglia. Ti auguro ti riuscire a superare questa situazione il prima possibile.

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 07:00 Rispondi

    @piccola, sono ben lontana dall’essermi liberata dal pensiero di lui, purtroppo ogni giorno ancora penso alle cattiverie che mi ha fatto. L’unica cosa positiva è che non penso mai ai momenti belli, non mi interessano. E soprattutto è finito l’amore. Dopo che ho capito bene il suo doppiogiochismo, di che amore possiamo parlare ancora? Ora mi resta da smaltire la rabbia per essere stata presa in giro clamorosamente. Ma la prima volta lo hai lasciato tu o l’ha fatto lui? Si è fatto vivo a distanza di 6 mesi con che scusa? Mi rendo conto quanto deve essere difficile ricominciare da capo. Ma se vuoi guarire devi staccarti da lui definitivamente (come ci insegna Ale). Ricordati che lui è bello beato e sereno a casa sua e l’unica che stai male sei tu. Solo questo dovrebbe bastarti per mandarlo a quel paese definitivamente e pensare a te stessa e alla tua guarigione.

  • leilei, 22 Ottobre 2020 @ 08:17 Rispondi

    Ale di parte ci sta, ma l’obbiettività da una persona corretta come te me l’aspetto.

    • alessandro pellizzari, 22 Ottobre 2020 @ 08:45 Rispondi

      Ovvio mica sono cieco

  • Vita, 22 Ottobre 2020 @ 08:47 Rispondi

    @crocus
    Alti e bassi li abbiamo tutti ma con il tempo cambiano le proporzioni. La rabbia è sana e salvifica: ci aiuta ad andare avanti e anche ad evolvere. È peggio la nostalgia e il rimpianto che a lungo io ho provato: nonostante tutto ho creduto per mesi che il nostro rapporto avesse in se qualcosa di speciale. Colpa di una narrazione fuorviante, di parole dette senza consapevolezza: un racconto epico che non ha retto alla prova della vita. Tutto il contrario di quanto sta accadendo a casa: mio marito è un homo faber, narra poco ma sa costruire. Non mi ha mai incantato con le parole, che io forse stupidamente amo cosi tanto, ma ha saputo dimostrarlo con i fatti, in questo momento soprattutto. I fatti sono prove. Lo dice @alessandro e prima di lui i sostenitori del metodo empirico, le verità vanno dimostrate, quelle a priori non contano nulla.

  • orsa, 22 Ottobre 2020 @ 09:29 Rispondi

    @ Crocus,

    ti abbraccio forte! Non sei sola…virtualmente ti sono vicina, purtroppo non riesco a fare di più.
    Ma sappi che idealmente e col pensiero stiamo combattendo la stessa battaglia. Ce la faremo. Anche x me ieri è stato un giorno brutto brutto, si vede che c’era qualcosa nell’aria. Oggi può andare solo meglio. Un bacione.

  • elleelle, 22 Ottobre 2020 @ 09:55 Rispondi

    @Whiterabbit
    La moglie del mio ex ha avuto a che fare con me per una mezz’ora in totale, in un arco di due anni e solo perché suo marito è un deficiente.
    È una donna che ho difeso molto spesso di fronte a lui. Non la copio e comunque non ho niente a che fare con lei. Visto che abbiamo contatti in comune a volte mi compare la sua foto profilo.
    Questo è tutto.
    Certo che mi devo giustificare, perché se dico che quello che mi è successo è l’unico esempio che ho di storia “patologica” da amante e che lo uso per fare dei confronti, non viene accettato e viene sempre cercato un motivo recondito.
    Ragazze, ho messo io la parole fine e ho inchiodato la porta, secondo voi sono qui a rimpiangerlo?
    Non so come spiegare che osservo certe cose in modo curioso, perché io agirei diversamente.
    Se lui dice che sono una persona di merda o che vuole distruggere una cosa che mi appartiene, con tanto di esempio, posso pensare che forse ha qualche problema o non mi è più concesso?
    Se io ritengo che per me stessa, nella mia esperienza, chi ama non tradisce e che troppe prese in giro mi risulterebbero impossibili da scusare, non posso più pensarlo perché altrimenti dimostro che mi manca?
    Non mi manca un bel niente, sono solo considerazioni mie che valgono per me ma che vedo essere condivise da tante altre persone.

  • Ariel, 22 Ottobre 2020 @ 10:03 Rispondi

    Ecco la seconda parte
    Quindi la tua frase @CaroAlessandro resta in effetti veritiera perchè infatti più lui ci ha manipolato con tutti i meccanismi che sopra ho scritto e lì ho vissuti tutti
    Più io facevo silenzio e lui in APPARENZA considerava il mio silenzio il non reagire un DIRITTO DI FRONTE AL MONDO AL SUO ENTOURAGE TUTTO COME UN DIRITTO come dire al mondo VEDETE CHE DEBOLEZZA NON REAGISCE STA ZITTA LA STRONZA E SI MERITA IL MIO AFFONDO FINALE BRUTALE

    Ecco che sta importante conoscere a fondo la dinamica della manipolazione che in questi casi sta veramente a ferire in modo devastante una persona
    Ecco perché poi occorre curarsi in mille modi e vivere piano piano nella dolcezza verso se stessi

    Ecco che occorre tanta conoscenza approfondita per capire meglio come agiscano per poter capire come ci si sente e il come mai ci si sia ridotte così a star male
    Meno male che esiste la via della cura che è fatta di tante cose in sinergia il poterne scrivere ad esempio qui magari trovare un amico in @CaroAlessandro
    In voi che scrivete e condividiamo tanto e si scopre sempre qualcosa di più

    Oggi sto mossa in una onda un po’ fragile e scura ,ma scrivere e ricevere risposte e vero che contribuisce sicuro a scegliere di vivere sempre costruire poco a poco la propria nuova vita.

  • elleelle, 22 Ottobre 2020 @ 10:04 Rispondi

    @Whiterabbit
    Se io leggo il commento di un’altra utente che magari sta male per una cosa o non se la spiega, e le dico che è successa anche a me facendo un esempio, non è perché il mio ex mi manca.
    Di certo non posso dirle “Mmm, quando avevo 20 anni sono stata per tre mesi con uno che aveva la ragazza. Quando gli ho chiesto di prendere una decisione, lui ha scelto lei, io non ho fatto una piega, non ho versato una lacrima e sono andata in vacanza con le mie amiche. Perché tu allora ci stai così male?”
    Il contesto è estremamente diverso e i miei esempi non sottintendono che io senta la mancanza di quest’uomo.
    Ho anche spiegato chiaramente perché per un periodo ho controllato i suoi post, visto che era rientrato in modo molto volgare e aggressivo.
    Questa persona adesso abita a pochi km da me, magari ho diritto anche io di tutelarmi da uno che non è la prima volta che perde il controllo sui social.
    Credo che tutto questo dovrebbe bastare…

  • cossora, 22 Ottobre 2020 @ 10:51 Rispondi

    @viovio il problema non è la clandestinità o meno della storia. E’ che se una persona decide di staccare, ed è nelle sue facoltà, stacca e basta. Giusto-sbagliato-bastardo-disonesto.. ne ha diritto.
    Tu hai diritto di prendertela, di odiare, di recriminare. Fino a che questo non oltrepassa il limite del suo privato.
    Ti ci faceva entrare prima, è vero. Ora non lo fa più.
    Ripeto, anche un delinquente viene processato, poi sconta la sua pena, poi basta.
    I diritti umani vanno rispettati.
    Anche io sicuramente avrò fatto del male o mi sarò comportata in modo poco etico con un mio ex. E sicuramente il mio ex ha fatto del male a me ‘abbandonandomi all’altare’.. ma se dopo 9 mesi fossi ancora qui a dannarmi e interrogarmi su ‘come ha potuto’.. ci sarebbe EVIDENTEMENTE qualcosa che non va.
    Guarda che lo penso, ogni giorno.
    Che sento di averlo amato per sempre, ogni giorno.
    Ma ciò che trasforma un ricordo in una ossessione ha a che fare con chi la prova, non con chi ne è oggetto.

  • PuntiDiVista, 22 Ottobre 2020 @ 10:54 Rispondi

    @Viovio, gli esseri umani sanno mentire splendidamente. Tutti, senza eccezioni.

  • Ariel, 22 Ottobre 2020 @ 12:29 Rispondi

    @CaroAlessandro non hai pubblicato la mia prima parte a cui mi riferisco qui nel tema dei metodi usati dai manipolatori
    Non ho idea del perché non andasse bene
    Lunga ?

    Non lo mi farebbe piacere sapere perché non la hai pubblicata così da regolarmi se ho sbagliato qualcosa
    Grazie se puoi indicarmi il motivo o i motivi
    Perchè ci terrei molto parlare del mio vissuto e di questi metodi che poi scoprii in terapia e studiando guidata da esperti leggendo moltissimo libri di tecnici validi articoli ecco che scoprii esattamente in cosa consiste il metodo messo in atto dal manipolatore relazionale

    Quindi spero tu mi indichi il motivo del non pubblicazione
    Così potrò regolarmi in base alla tua indicazione e provare a riscriverlo

    • alessandro pellizzari, 22 Ottobre 2020 @ 20:28 Rispondi

      Lunghissima

  • Viovio, 22 Ottobre 2020 @ 12:56 Rispondi

    @Cossora la mia non è ossessione, o meglio, spero bene non lo diventi!! La nostra relazione si è conclusa adesso perché sono stata io a dire basta, lui ha cercato in tutti modi di farmi cambiare idea e di continuare però alle sue condizioni: amante. Stop. Che poi a sentire quello che diceva non mi ha mai considerato tale, ma ti risparmio le sue chiacchiere.
    In questo momento sono molto arrabbiata perché devo fare i conti con la realtà, ma soprattutto con me stessa perché dentro di me ho sempre saputo di non essere così importante come diceva, lo dimostrano i fatti altrimenti ora sarebbe con me e non con lei. Però mi domando come faccia a recitare così bene in casa (visto questo grande amore per me), quando io non ci sono riuscita affatto.
    Sicuramente non era amore, non mi ritengo stupida, ma nonostante tutto continuo a pormi domande “stupide” avendo già la risposta.
    Forse è una fase, forse sono io, non so risponderti però di una cosa sono assolutamente certa: voglio uscire da questa situazione!

  • Viovio, 22 Ottobre 2020 @ 13:28 Rispondi

    @Crocus @Orsa ieri e’ stata una grandissima giornata di merda pure per me, forse c’era veramente qualcosa nell’aria :-p
    Comunque cara@Crocus sono certa che “guarirai” come “guariremo” tutte e lo dimostrano le testimonianze di tante donne che hanno deciso di condividere qui le loro storie.
    Il mio problema è il tempo, essendo molto impaziente vorrei tutto subito e so che non sarà possibile perché la risalita è soggettiva da persona a persona. Non ti percepisco debole, nonostante tu non abbia reagito alle carognate inflitte dalla moglie di lui. Sei consapevole dei tuoi sbagli e invece di annientarti stai combattendo per uscirne! In un tuo post ho letto: “spero di innamorarmi di nuovo”; questo desiderio ce l’ha chi nonostante le mazzate ricevute non si è arreso, quindi tieni duro e continua a prenditi cura di te 🙂

  • PuntiDiVista, 22 Ottobre 2020 @ 13:44 Rispondi

    @cossora, molto vero.

  • PuntiDiVista, 22 Ottobre 2020 @ 13:52 Rispondi

    @Elleelle, una volta che ti sei risposta dicendo che chi ama non tradisce, cosa risolvi? Questa é la domanda che alcuni secondo me si fanno leggendoti. Perché questa tua domanda ha certamente un senso. Il senso che si intuisce é sempre comunque rivolto a lui, immagino. Della serie, lui non ama veramente la moglie, quindi il teatrino che sto vedendo tra di loro sui social é falso.
    O é una domanda generica la tua? non credo sai.
    Capisco che certe risposte servano, ma penso sinceramente che in questo caso specifico non servano affatto.
    Quello che hai vissuto e l’esito che vedi fa malissimo e lo stai ancora elaborando. Chi ha superato ti sta solo dicendo che é un esercizio che ti tiene ancora legata a lui. Piu’ domande ti fai, piu’ spiegazioni tenti di darti, piu’ la ferita rimane aperta.

  • PuntiDiVista, 22 Ottobre 2020 @ 14:57 Rispondi

    @mac, domanda. Come si fa a capire che le cose in casa vanno male con due figli nati da poco?
    uno, due anni?
    stai con tua moglie dieci anni, ci fai due figli e con loro ancora in fasce capisci di non amarla piu’.?
    Non é per giudicare, solo capire. Ti sei accorto di non amare piu’ tua moglie o che tua moglie é cambiata quando sono arrivati due figli piccoli? Perché certamente, per tua moglie, essere tradita in un momento cosi delicato e poi lasciata per un’altra donna, con richiesta di vivere insieme per poter seguire i figli, la vedo come una situazione mostruosa per lei e, perdonami, molto piu’ che per te.
    grazie

  • Viovio, 22 Ottobre 2020 @ 15:29 Rispondi

    @Punti di vista hai pienamente ragione ed io non sono da meno, per anni ho recitato una parte sia in casa che fuori portando avanti quella relazione.
    Sono stata egoista, invece di affrontare i problemi con mio marito ho scelto la via più facile poi i sentimenti hanno preso il sopravvento e mi hanno indotto a scegliere che tipo di vita volessi avere(per fortuna).
    Questi discorsi li ho affrontati più volte con il mio amante, ma non ho mai sortito effetti perché a lui non pesava più di tanto vivere nella menzogna, nonostante mi abbia riempito la testa di mille parole ma fatti ZERO. In questo momento mi auguro rispetti la mia decisione e che mi lasci in pace(CDS assoluto), visto che in passato e fino a qualche gg fa le ha tentate tutte per non farmi andare via.
    Credo che l’amore sia anche fare un passo indietro nei confronti di chi vorrebbe una vita alla luce del sole, dal momento che non ha mai voluto stare seriamente con me.
    Avrei preferito questo tipo di rispetto e non essere accusata di non amarlo perché volevo chiudere un rapporto clandestino Fregandomene dei suoi sentimenti. Alla fine della fiera la stronza in tutto questo “casino” sarei io. Bah

  • orsa, 22 Ottobre 2020 @ 16:23 Rispondi

    @ Viovio
    si fanno i cavoli loro e poco importa se lasciano dietro una scia di macerie.
    Dal loro punto di vista, che loro ci abbiano mollate è solo un incidente di percorso; che ci abbiano mollate in malo modo ce lo dovevamo aspettare. Una volta mi disse che sua moglie non avrebbe mai tradito (MAI DIRE MAI, SPERO NEL KARMA!). Facendo due più due e unendo i puntini capisco ora che, quella volta, ha voluto condannare me e il mio comportamento amorale. Di certo, implicitamente, ho capito che della moglie ha un’opinione migliore di quella che ha di me. E’ già andata grassa che non mi abbia dato della puttana. Alla faccia dell’ipocrisia e dello sputare nel piatto dove si mangia. Che disgusto.

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 19:25 Rispondi

    @Vita, anche mio marito è di poche parole, parla poco e agisce tanto. È una bravissima persona e mi spiace molto che l’amore per lui sia finito. L’ex amante invece pieno di parole e complimenti, peccato che poi nei fatti si è rivelato per quello che è. L’ideale sarebbe trovare una via di mezzo. Ho imparato che le parole senza fatti non servono a nulla. Sembra un concetto così banale come per dire “mo’ l’hai capito?”. No, lo so da sempre teoricamente eppure ci sono cascata. Mumble mumble.

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 19:26 Rispondi

    @Orsa, grazie mille. Purtroppo i giorni NO sono ancora tanti e la cosa mi infastidisce parecchio. Continuo a lottare. Un abbraccio!

  • Ariel, 22 Ottobre 2020 @ 20:32 Rispondi

    @Cossora concordo in pieno ,ma occorre comunque saper distinguere quando si “ viaggia alla pari “ e cioè che in alcuni casi la azione manipolativa fatta apposta genera apposta la dipendenza affettiva che come droga LEDE IL LIBERO ARBITRIO

    Allora concordo in pieno che attaccarsi ai propri guai emotivi pure se indotti creati appositamente in diversi casi qui scritti a km di testimonianze,certo che sta noi prendersi cura di se non perché malate ma per riuscire a riprendere la propria essenza il proprio DNA emotivo a volte molto danneggiato e il danno è stato indotto abilmente provocato proprio sulla dipendenza affettiva che ha impedito di rendersi conto del Cialtrone o Cialtronzo

    La responsabilità quindi va comunque distinta tra alcuni uomini che hanno fatto apposta per beneficiare dei loro EGOISMI BISOGNI hanno USATO LE DONNE COME COSE

    Certo anche io come te pur avendo vissuto una relazione molto tossica mi sono assunta la responsabilità di avere cura di me che ancora dura perché ancora è dura uscirne del tutto

    Ma minresta come una compassione umana che secondo me non va mai dimenticata e cioè che ciascuno di noi di fronte al comportarsi malissimo come questi ex restano comunque persone davvero piene di difficoltà e il non provare rancore aiuta tantissimo a uscirne psicologicamente del tutto.

    Ogni giorno meglio ogni giorno diverso cercare di amare tutto di noi quando si sta peggio che sembra di tornare indietro ma invece aiuta a prendere nuove consapevolezze sul cosa sia necessario fare per completare la propria conquista di libertà interiore.

  • elleelle, 22 Ottobre 2020 @ 20:34 Rispondi

    @Puntidivista
    È solo una mia opinione, per me sarebbe così perché io ragiono in un certo modo. Per altri non so, c’è chi la pensa come me, chi no.
    Siamo qui per scambiarci idee ed esperienze, se non lo possiamo fare, non ha senso restare sul blog, non trovi?

  • elleelle, 22 Ottobre 2020 @ 20:46 Rispondi

    @Puntidivista
    Ti faccio un esempio. @Alessandro ha scritto un pezzo sull’uomo zerbino, che dimostra alla moglie sui social un amore mai dimostrato prima e men che meno mentre la tradiva.
    Ci sta, vero, che io porti l’esempio del mio ex, che per anni non mai mai nemmeno lontanamente menzionato la moglie ma lo fa adesso dopo quello che è successo?
    È un esempio di comportamento standard, che si rivede in tante coppie, anche in quelle che si tradiscono e ne sono consapevoli, tanto che me ne parlava pochi giorni fa un amico. La mia esperienza non è un’eccezione, è banale, uguale a quella di tantissime altre e in un certo senso rafforza quello che dice @Alessandro qui nel blog. Non è colpa mia, se il mio ex è una persona banale e si comporta secondo copione, tanto che è fin troppo facile citarlo.

  • Ariel, 22 Ottobre 2020 @ 21:35 Rispondi

    Davvero mi sembri La ex Bianca
    Ah ah qui stiamo messe tutte tra ex qualcosa
    Ah ah ah

    Tant’è mi virano le onde in un sorriso anzi na risata aperta di gusto
    Il buon gusto del vivere da ex qualcosa e
    Fottersene brindando
    Alla Vita che KONTINUAAAAA!,,

    Prosit a tutte le ex qualcosa!!!!!!!

  • Ariel, 22 Ottobre 2020 @ 21:51 Rispondi

    @CaroAlessandro
    “ Lunghissima”
    Storia?

    No va bene lo avevo pensato subito dopo Acer fatto invio
    Lo so ,si lo so
    È una Storia Lunghissima la mia
    Quanta verità!!!!!

    Ok cercherò di scriverla a tappe brevi ,ma ci tengo perché secondo me leggendo qui ancora poche care Donne sono a conoscenza dei particolari metodi di manipolazione e conoscere la dinamica specifica che ho vissuto non soltanto io ma moltissimi casi tanto da aver generato moltissimi libri articoli di tecnici medici terapeuti internazionali significa che ciò che ho vissuto e che racconto e racconterò meglio i dettagli aiutano a colmare il vuoto doloroso della smania di sapere cosa cxxxzo ci sia successo e tutti quei perché ha fatto così??

    Un esempio tra tanti
    Analisi necessaria anche da chi la ha vissuta personalmente un vero Patrimonio per la salvezza di molte Donne !!

  • Ariel, 22 Ottobre 2020 @ 22:06 Rispondi

    Quindi anche tu @Puntidivista secondo la tua affermazione siamo tutti bugiardi ,alias ex Bianca ah ah ah ah

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 23:03 Rispondi

    @Viovio, che belle cose che hai scritto! Grazie <3. Sono sempre stata una donna coi controcazzi e vedermi in queste condizioni ora mi innervosisco ancora di più. Io vedo solo che la guarigione è lenta, ed anche io come te voglio tutto subito ma non si può. Si, spero di innamorarmi ancora anche se ora avrei tante paure e fisime e soprattutto è l’ultimo dei miei pensieri (in questo momento). Devo prima risolvere tutta una serie di cose importanti, riuscire a stare un po’ da sola perché ne avrei bisogno, e poi quel che viene viene. Un abbraccio!

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 23:08 Rispondi

    @Orsa, sai che anche il mio mi fece un discorso simile sul fatto che sua moglie mai lo avrebbe tradito? E quindi? Intanto l’hai tradita tu quindi non è che sei un fenomeno. Ma vai a capire sta gente. Senza senso.

  • Viovio, 23 Ottobre 2020 @ 09:14 Rispondi

    @Orsa sarei curiosa di sapere che opinione avrebbe la moglie di lui se solo sapesse quello che le ha combinato.
    Parlare della compagna come angelo del focolaio e demonizzare l’amante perché tradisce il marito della serie IO uomo posso fare tutto TU donna no.
    Ma un esame di coscienza ogni tanto?!?
    Anche il tuo a stronzate vedo che non si è sprecato…
    secondo me certi personaggi scaricano le loro frustrazioni sulle amanti sputando sentenze solamente perché valgono zero, altrimenti non si spiegherebbe tutta questa cattiveria gratuita.
    Il mio non si è mai permesso di fare paragoni o morali, andava fortissimo con le sviolinate d’amore però c’era sempre un “MA”
    Ti amo ma.. vorrei stare con te ma.. vorrei andare in vacanza con te ma…
    Sai cosa penso? Che finché ci saranno donne disposte ad ascoltarli (io per prima) la mamma dei cialtroni sarà sempre incinta.
    Ti abbraccio cara

  • orsa, 23 Ottobre 2020 @ 09:56 Rispondi

    @ Eh Viovio,
    la moglie del mio cialtrone, se sapesse, lo butterebbe fuori di casa a calci nel sedere, è lei che ha il coltello dalla parte del manico, anche economicamente! e lui sta lì bello punito ai suoi ordini, non disdegnando però di farsi qualche bella scopatina di qualche anno se ci scappa, così, in buona fede, che vuoi che sia! Il mio è il re delle stronzate e ormai mi sono convinta che le dice talmente grosse che persino lui ci crede. Ecco, gli invidio questa sua capacità di “cantarsele” e di autoconvincersi a piacimento, questo suo riuscire a dire una cosa e comportarsi esattamente all’opposto, conservando la sua bella faccia di bronzo e la convinzione di aver ragione. Viovio, sarebbero stati con noi “l’anno del mai e il mese del poi”. Comunque sì, a volte la realtà supera la fantasia, talmente è squallida.

    • alessandro pellizzari, 23 Ottobre 2020 @ 10:16 Rispondi

      sanno benissimo che mentono

  • elleelle, 23 Ottobre 2020 @ 09:59 Rispondi

    @crocus
    Il tuo ex ti ha distrutto, hai bisogno di tempo. Non sono cose che si superano nel giro di poche settimane. Vedo benissimo che hai i controcazzi, ma quello che ti ha fatto durante la vostra relazione non e’ una cosa normale.
    Posso dire una cosa? Spero che @Alessandro me la passi.
    Secondo me non solo ti senti vittima del tuo ex, ma anche della moglie. Ed e’ vero, sei stata loro vittima senza meritartelo, questo non lo devi mai dimenticare.
    Reagire e’ una reazione umana di difesa e tu non hai reagito. Io capisco benissimo cosa dice @Alessandro e il motivo per cui non va bene vendicarsi ecc. Pero’ credo che si dovrebbe parlare su questo forum di cosa succede quando non si reagisce, per capire che meccanismi si innescano dentro di noi. Se da una parte ci si sente superiori perche’ non si e’ scesi al loro livello, dall’altra parte non ci si e’ protetti da un abuso. Come posso dirlo… Se non ci proteggiamo noi, chi ci protegge? Non reagendo, dentro di noi si mette in moto una sensazione di tradimento di noi stesse. “Non ho reagito, non mi sono protetta, mi sono fatta calpestare” e questo aumenta i sensi di colpa.
    Non voglio dire che da questa discussione deve uscire un via libera per reagire sempre e comunque. Ne deve uscire un modo per affrontare quello che e’ successo, perche’ altrimenti diventa molto difficile superare quello che e’ a tutti gli effetti una violenza reiterata nel tempo.

    • alessandro pellizzari, 23 Ottobre 2020 @ 10:21 Rispondi

      La nuova rubrica Chiedilo all’avvocato servirà anche a questo

  • Vita, 23 Ottobre 2020 @ 10:49 Rispondi

    @elleelle
    Io non credo che non reagire sia un segno di debolezza di cui addirittura farsi una colpa, penso il contrario, come ho già scritto a @crocus questa mattina.
    Reagire ai capricci di un figlio piccolo (e questi uomini hanno la stessa consapevolezza e maturità dei bambini) urlando e dando di matto non è indice di autorevolezza e forza, è la prova evidente che sono scappati i cavalli. Capita a tutti, è umano: quando ti esasperano i nervi cedono. Anche a me è successo, ma è stato quando ho saputo ignorare i loro pianti e le loro urla, imponendo con calma e fermezza il mio volere che ho sentito di aver fatto bene e stabilito il giusto equilibrio.
    Come dice sempre @ale: fatti e non parole.
    È sottraendosi alle loro violenze, imparando a farsele scivolare addosso, ignorando le loro provocazioni, che ci si difende davvero e li si neutralizza.
    Poi, certo, più facile a dirsi che a farsi.
    Sogno anche io, talvolta, di farlo a pezzetti, non con volgarità e insulti, ma con la forza della dialettica e della logica di cui sono capace, se voglio.
    Ma anche questo servirebbe?
    Lenirebbe le ferite?
    Mi curo da sola il mio orgoglio ferito e il mio cuore fatto a pezzi, perché a loro non bisogna più chiedere nulla ne regalare alcunché, nemmeno il nostro disprezzo. Non se ne farebbero nulla. L’ennesima inutile frustrazione. Frecce andate vuoto, le custodisco nella faretra.

  • Crocus, 23 Ottobre 2020 @ 11:06 Rispondi

    @elleelle, grazie davvero. Ho letto quello che hai scritto e si, anche se odio la parola vittima o sentirmi tale, ma di fatto lo sono stata, di tutti e due. Hai ragione. Ed è vero che mi sono sentita calpestata (e manco lui mi ha difesa e come dice Ale, spettava a lui fermarla) quindi mi sono sentita piccola piccola e il non aver reagito per ora non mi dà l’idea di superiorità (anche se col tempo la cosa mi renderà orgogliosa) ma di essere una sfigata come già detto. Se solo si potessero raccontare più cose qui… La violenza che ho subito mi ha distrutta a tutto tondo quindi avoja a dire “si sono forte, con i controcoglioni bla bla bla” ma io sto soffrendo come un cane. Perché tutto ciò che ha messo in piedi la moglie si ripercuote sulla mia vita di tutti i giorni. Alla fine lei credo che sia davvero una narcisista patologica, una che manipola a dismisura, che inventa le cose (leggevo che è proprio una loro caratteristica principale) bugiarda, finta. Me lo diceva lui stesso “guarda nessuno crederebbe mai che lei è capace di così tanta cattiveria, tutti la vedono come una donna strepitosa sempre sorridente, poi in casa è una iena e parla male di chiunque”. Vabbeh sono due dementi e ripeto per fortuna mi sono liberata. Ma non mi sono ancora liberata di ciò che mi hanno fatto. Ed è la parte più difficile questa. Grazie @elleelle per la comprensione.

  • Ariel, 23 Ottobre 2020 @ 12:12 Rispondi

    @elleelle
    Questo tuo commento a @Crocus è da INCORNICIARE EVIDENZIARE per la VALIDITÀ UNIVERSALE in cui hai CENTRATO PERFETTAMENTE il MECCANISMO DISTRUTTIVO DEL “ NON AVER REAGITO PROTEGGENDOSI”

    E questo SICURO HA GENERATO IN NOI TUTTA NA CASCATA A CATENA DI EMOZIONI NEGATIVE CHE NOI STESSE MUOVIAMO dentro
    Come una BOMBA A LENTO RILASCIO scoppiano e scoppiettano i fuochi del dolore inferto Sto arrivando! Queste azioni compiute da questi tipi di uomini e relazioni tossiche

    La dinamica interiore appunto che ci ha visto subire inermi dei veri trattamenti di violenze psicologiche come iniezioni di piccole dosi di veleno messe appositamente in un lento rilascio di principio attivo della Dominanza e Presa manipolativa e crescita in un trend di costante aumento della DROGA DIPENDENZA AFFETTIVA

    Ovviamente quando FINALMENTE ci si arriva a quel punto di darsela perché il DOLORE È PAZZESCO e questo termine non lo uso a caso perché infatti purtroppo ci si sente spesso noi le pazze noi quelle sbagliate noi quelle che appunto

    NON SIAMO STATE CAPACI DI DIFENDERE NOI STESSE MA IL DNA EMOTIVO DI NOI STESSE LA NOSTRA ESSENZA PROFONDA!

    Questo Cara STUPENDAAAAA @Elleelle hai fatto così scrivendo a noi una LUCE IMMENSA sul quale sia il problema ASSE PORTANTE DEL NOSTRO DOLORE e che resta meccanismo identico pur nella ovvia diversità di persone che siamo uniche e ognuno con la sua storia

    Il fatto di AVER IDENTIFICATO QUESTO PERNO FA IN MODO DEL POTERCI FARE QUALCOSA DI USCIRNE BENE SOLO CHE BENE!!!!!

    Grazie @Caraelleelle
    Sei una vera LUCE per me veramente ti ringrazio di cuore per quanto ogni volta che ti leggo mi muovi le emozioni le mie più nascoste e tu pensa leggendoti qui in questo tuo post mi sono resa conto per la prima volta così chiaro in me che questo meccanismo infatti ho vissuto tanto tanto tanto male proprio per questo non reagire nel proteggere me stessa ,dovevo proteggere tante persone tante situazioni,ed ero solo che piccola così piccola e già così grande ,
    Troppo grande il peso da portare!! Un meccanismo molto comune sicuro in tante storie di crescita ,necessario tornare nel passato per vederlo con nuove scoperte e Sentirsi libere di esprimere le proprie emozioni trattenute nel tempo .

    Grazie @elleelle scrivi scrivi che mi fai solo che bene!!!

  • Piccola, 23 Ottobre 2020 @ 14:38 Rispondi

    @ Cossora non penso si tratti di ossessione. Come fa una donna a non pensare di essere stata trattata con sufficienza e a chiedersi il perché? Ognuno ha diritto di uscire dalla vita dell’altro ma nel rispetto dei modi. Questi uomini denotano la loro mentalità maschilista, prendono quello che vogliono per poi sparire in maniera meschina. L’ amante va trattata male perché nella società è la rovina famiglia colpevole di tutto e finisce sempre cosi. Piano piano sto capendo la frase di Ale dell’uomo che ” non è all’altezza ” , non ha spina dorsale, è vigliacco. Il ricordo fu cui parli sarebbe dolce se l’uscita dalla storia fosse leale, senza sotterfugi. Purtroppo tra le storie che leggo qui sono pochi gli uomini che rispettano l’amante, almeno come persona e allora meritano di stare dove sono, senza offendere nessuno.

  • Piccola, 23 Ottobre 2020 @ 14:47 Rispondi

    Ale, oggi ho capito che ha detto un mare di cazzate sulla moglie stia, sul controllo del telefono, sulle scenate. Ma non si vergogna? Chi gli ha chiesto nulla! È tornato lui dicendo che non riusciva a dimenticarmi! Il pazzo è lui, non la moglie. Cerco un senso al suo comportamento ma non c’è.

    • alessandro pellizzari, 23 Ottobre 2020 @ 16:35 Rispondi

      Sono senza vergogna e senza scrupoli

  • elleelle, 23 Ottobre 2020 @ 17:41 Rispondi

    @ariel
    ti mando un grosso abbraccio!!!
    Come sai io ho reagito ma non ti posso dire cosa c’e’ di positivo e cosa di negativo. Pero’ questi due aspetti esistono e se non ci fosse il giudizio negativo di chi dice che reagire non e’ una cosa da signora, tante storie finirebbero prima, senza alcun ritorno. Se @crocus avesse potuto reagire senza sentirsi in colpa, si sarebbe risparmiata tante cose che ha fatto la moglie del suo ex.
    Si torna sempre ai bambini: a un certo punto gli si deve dire che devono reagire per difendersi dal bullo del quartiere e che se anche lo menano, la mamma sara’ dalla loro parte.

  • Viovio, 23 Ottobre 2020 @ 17:46 Rispondi

    @Piccola sono tutti uguali! È un anno che cerco di chiudere e lui puntualmente ritorna dopo qualche giorno al massimo una settimana con la solita sceneggiata: fa la vittima in primis, quando capisce che non lo assecondo si incazza e mi accusa di non amarlo, se continuo a non considerarlo comincia con l’orbiting pesante(me lo trovo ovunque e mi intasa il tel di messaggi). All’ennesima litigata dove gli chiesi di stare con me, visto che a suo dire mi ama da morire sempre la stessa risposta…NON POSSO.
    Sai cosa c’è?!? Che mi ha frantumato le palle!!! CDS e lo sto evitando come la peste, non voglio più avere ricadute altrimenti come dice @Ale pago con gli interessi.

  • Crocus, 23 Ottobre 2020 @ 19:15 Rispondi

    @elleelle, già. Grazie ragazze perché mi “ascoltate”. Come dicevo, non sto vivendo ora queste situazioni, ma gli strascichi come potete percepire ci sono. Ve ne parlo perché il confronto mi aiuta. Io da fuori stavo sclerando. Ora con l’aiuto della terapia, di Ale e di voi tutte inizio a mettere insieme i pezzi e cerco di andare avanti.

  • Crocus, 23 Ottobre 2020 @ 19:17 Rispondi

    @piccola @viovio CDS totale, è l’unica. Ragazze basta credere a sti bugiardi bastardi, che restino dove sono e da dove non possono uscire perché “ti amo ma”. Stronzoni.

  • Piccola, 23 Ottobre 2020 @ 20:14 Rispondi

    @Viovio…non posso, frase giornaliera. Ora non possiamo più noi. Non ci siamo più. Non puoi? Nkn rompere, stai sereno dove sei. Io sono incredula perché mi ha fatto creare un abbisso tra me e mio marito, mi ha fatto credere di aver fatto la stessa cosa a casa e poi nel giro di 1 giorno, non scherzo 1 giorno, mi ha detto che non può chiamarmi perché lei rompe e deve assecondarla per il bene delle bambine. Quante fesserie! Senza vergogna.

  • Viovio, 24 Ottobre 2020 @ 01:06 Rispondi

    @Piccola a me diceva che non si sopportavano, stavano insieme solamente per i figli e che dormiva sul divano poi come scattava sugli attenti quando lei lo chiamava e si catapultava nel giro di zero secondi a casa. Ma dico io, se due persone non si amano più e stanno insieme per i figli come mai la assecondi in tutto?!? Risposta: per il bene dei bambini… Ahahahahah rido per non piangere dal momento che ho pure voluto crederci, pensa come stavo messa! Intanto io ho cominciato a parlare di crisi a mio marito (lo avrei fatto comunque visto il precipizio in cui siamo sprofondati) e il mio ex sai che diceva? Spero che QUELLO se ne vada al più presto così amore vengo tutti i giorni a casa tua(naturalmente come ospite in incognito questo era sottinteso).
    Stavo per mandare a puttane la mia famiglia per un COGLIONE del genere.

  • cossora, 24 Ottobre 2020 @ 08:32 Rispondi

    Aspetta @piccola, parlo di ossessione quando a mesi dalla storia finita (e cioè che noi si smetta definitivamente di andare a sfrugugiliare sui social, mogli, amici e colleghi, insomma si pianga in silenzio) siamo ancora li a mettere il untino sulla ‘i’ che ci ha trattato male che non doveva e pace. Dopo mesi e in assenza di una legislatura dedicata abbiamo il dovere di lasciar perdere. Un torto rimane un torto anche se cade in prescrizione.
    D’accordissimo su quel che rimane dopo. Ma anche li, lo valuti correttamente a freddo. Io nonostante mi sia sentita dire che voleva separarsi, oggi ricordo e riconosco che se la faceva sotto. E lo vedevo già allora (lo scrissi qui, durante il covid che arrivò come un segno divino) quindi mi dico (per le rpossime volte) se vedi che è indeciso, non metterlo alle strette, anzi. Molla il colpo e vedi cosa fa. Se non ci ripensa.. non era cosa.
    La road map, il CDS sono strumenti che @Ale ci da, ma la mano ferma deve essere la nostra.
    Inutile forzare un indeciso.
    Lo dico per esperienza mia. Se mi metti nell’angolo quando ho bisogno di correre.. appena riesco a scappare non torno più.

  • Vita, 24 Ottobre 2020 @ 11:15 Rispondi

    @crocus
    È normale così. Parlarne e sfogarsi è salvifico per tutte. La situazione rende spesso impossibile farlo. Avessi potuto piangere e disperarmi e mandarlo pubblicamente a fanculo sarebbe stato più semplice. La cosa brutta è che per il mondo non esisti e all’improvviso nemmeno per loro, il rischio è quello da una parte di sentirsi un fantasma, pure un po’ pazza, dall’altra di riuscirsi a liberare di tutta quella negativita che una via di fuga deve pure averla. Una moglie abbandonata riceve ascolto, comprensione e solidarieta, un’amante nella migliore delle ipotesi non la si ha nemmeno in nota (perché non esiste) nella peggiore viene additata, criticata e ha avuto quel che si merita. Brava ad affidarti agli esperti e a parlarne qui, il resto dobbiamo farlo noi, ahimè, non c’è altro modo. Ti abbraccio.

  • Dispersa, 24 Ottobre 2020 @ 15:51 Rispondi

    @Piccola credo sia l’iter del ‘beccato’… Un tira e molla assurdo e un dire e ritrattare le cose da un gg all’altro… All’inizio me la sono fatta andare bene… Poi mano a mano che il tempo passava era sempre peggio… A me, egoisticamente parlando, bastava lui e il non dover toccare le famiglie mi andava bene!!
    Dopo il suo ultimo ‘abbiamo figli’ ho detto basta!!
    Alla fine io non stavo più bene in questa situazione, lo vedo tutti i gg, mi manca quello che avevo costruito nella mia testa, lui a tratti incazzato, presente e poi assente mi fa capire che è un uomo ‘vorrei ma non posso’, probabilmente si nutre di questa situazione, non lo so, forse è meno determinato e deciso di quello che appare… In ogni caso devo salvaguardare me, la mia vita!!
    Alla fine siamo tutti adulti e vaccinati!!

  • Crocus, 25 Ottobre 2020 @ 07:09 Rispondi

    @Vita, “una moglie abbandonata riceve ascolto, comprensione e solidarieta, un’amante nella migliore delle ipotesi non la si ha nemmeno in nota (perché non esiste) nella peggiore viene additata, criticata e ha avuto quel che si merita”. Ecco cara Vita, brava, è proprio questo il punto più triste. Perché il dolore dell’amante donna non viene considerato. Solo la moglie è poverina (anche se poi è la persona più cattiva dell’universo) però sai è stata tradita quindi le sue lacrime hanno un valore. Le nostre no. L’amante uomo invece viene insultato per un periodo ma poi comunque giustificato con la crisi di mezza età, e perché è stato abbindolato da una poco di buono ecc ecc e anzi, alla fine gli si dà pure una pacca sulla spalla. Quindi la figura dell’amante donna resta quella che è. E per fortuna c’è Alessandro che aiuta a dare una connotazione positiva a noi tutte e ci fa sentire meno in colpa, ci accoglie qui in questo spazio per farci ragionare e per farci aiutare a vederci sotto una luce diversa. Grazie di tutto Vita, come sempre hai le parole sono giuste al momento giusto. Un abbraccio.

    • alessandro pellizzari, 25 Ottobre 2020 @ 07:46 Rispondi

      Dignità alle amanti!

  • Piccola, 25 Ottobre 2020 @ 09:58 Rispondi

    Sempre illuminante @Cossora, quando mi viene voglia di rompere il silenzio mi vengono in mente le tue parole quelle di Ale.

  • Piccola, 25 Ottobre 2020 @ 10:00 Rispondi

    È cosi che mi sento @Crocus, relegata e trattata male solo perché amante. In una delle ultime telefonate ho detto lui nella rabbia che sembrava mi stesse trattando cosi perché le poco di buono non meritano nulla . Lui freddamente mi ha risposto ” Pensala come vuoi”. Da vomito.

  • Mac, 25 Ottobre 2020 @ 13:38 Rispondi

    Dignità a chi ama e ne accetta e ne vive le conseguenze. Dignità a chi tradisce e ne accetta e ne vive le conseguenze. E lo stesso per chi è tradito.
    Per punti di vista@ : è oggettivamente mostruoso, accetto le conseguenze di ciò che è accaduto e le mie responsabilità. Il logorio ovviamente era iniziato da prima, in modi che non mi sento di riportare qui ( c era già stata intenzione di una terapia di coppia), ma c era comunque dell’ altro e la vita, irresponsabilmente da un certo punto di vista, è andata avanti, come tante. Accaduto ciò che è accaduto, il limite di sofferenza di lei e ovviamente il riflesso nei figli è stata una bussola per regolarmi nei passaggi successivi, nel riflettere sulle scelte successive e nel gestire il rapporto con l altra. Per farla breve.
    Mia moglie ha accettato di impegnarsi in una terapia di coppia per comprendere su che equilibrio ci stavamo reggendo e se c è uno spazio per trovarne un altro o separarsi. Ho trovato questo passaggio e questo processo inevitabile visto in primis la protezione che dobbiamo garantire ai nostri figli, e in secondo luogo per dare comunque una dignità alla nostra storia relazionale. Con l amante, per quanto il mio desiderio sia lì, abbiamo vissuto e stiamo vivendo un passaggio complesso, esitato nel lasciarla libera (il primo movimento era stato quello di chiederle di aspettarmi). L alternativa sarebbe stata di relegarla comunque a non essere altro che un ombra della mia vita, una figura infame perché nata esclusivamente alle interno di un altra relazione. Vivrò il mio processo, rischiando di non ritrovarci più.

    Non so in che statistica io rientri. So che al momento ci sentiamo tutti soli, ma più liberi rispetto a prima.
    Sarebbe stato meglio sicuramente le cose andassero diversamente, ma a volte tradire è meglio che nascondersi.

  • Ariel, 25 Ottobre 2020 @ 13:57 Rispondi

    DIGNITÁ A TUTTE LE DONNE

    COSÌ MI PARE RISPECCHI LA TOTALITÀ DEGLI ABUSI FATTI A TUTTE LE DONNE DA PARTE DEGLI UOMINI MASCHILISTI A STECCA SENZA SCRUPOLO DI FERIRE

    @È UNA FALSA ILLUSIONE CHE SOLTANTO UNA PARTE DI DONNE SIA COINVOLTA NEL ABUSO DI RELAZIONI TOSSICHE!!!

    IN PIÙ SONO GLI UOMINI CON LORO BIECO MASCHILISMO CHE FANNO A GARA PER METTERECI CONTRO UNA VERSO L’ALTRAAAAA

    È INFATTI UN METODO A CARATTERE COLLETTIVO

    LA TRIANGOLAZIONE

    METTERE ZIZZANIA TRA LE DONNE

    A LORO VOLTA MANIPOLATE SI AZZUFDANO UNA CONTRO L’ALTRA

    EVVIVA TUTTE LE DONNE

    DIGNITÀ A TUTTE LE DONNE!!!!!

    Questo è PARLAR CHIARO!!!!!!

    BASTA COL MASCHILISMOOOOOO!!!!!

    • alessandro pellizzari, 25 Ottobre 2020 @ 19:05 Rispondi

      Ariel ti pregherei di smettere di scrivere in stampatello grazie

  • Crocus, 25 Ottobre 2020 @ 19:48 Rispondi

    @Cossora, da come scrivi e da ciò che scrivi si percepisce che sei riuscita ad uscirne bene e ad imparare tanto dalla tua esperienza con il tuo ex amante. Sono tutte parole molto vere quelle che scrivi. Forse alcune di noi (io in primis) fanno più fatica ad uscirne o sono più propense a farsi certe domande perché in mezzo c’è stata tanta violenza che purtroppo amplifica il tutto. Oppure magari abbiamo preteso all’amante di pagare il conto ma solo dopo che lui ha promesso di farci mangiare nel ristorante più caro e chic (perdona la metafora ma so che hai capito cosa intendo). Cioè se mi dici “ti prego amore mio resisti ancora un pochino a fine mese sarò fuori da questa casa” io una volta finito il mese te lo chiedo (per dirne una). Costringere invece di punto in bianco una persona a fare determinate scelte (se non se la sente) non lo trovo assolutamente corretto e quindi fa bene a scappare appena può. Grazie ancora una volta per ciò che scrivi. Anche se sono ancora in una fase delicata, leggere certe parole e certi pensieri mi fa solo bene. Arrivano come degli schiaffi ed è giusto che io li prenda per svegliarmi del tutto e diventare la donna di una volta però con nuove consapevolezze.

  • Crocus, 25 Ottobre 2020 @ 19:54 Rispondi

    @Piccola, anche io quando mi arrabbiava dicevo a lui che mi trattava come una ruota di scorta, come una pu**** ecc. Quanto si arrabbiava mamma miaaaaa, anzi se ne usciva con “anche se non lo pensi ma noi siamo una coppia”. Certo come no. Sono finita in ospedale per colpa sua ma non potevamo sentirci perché sai se lei vede per caso che mi hai scritto sai che bordello? Ecco, sarei dovuta scappare a gambe levate già quella volta. Perché se anche di fronte a un problema di salute ciò che contava era preservare la serenità di quella cogliona, cosa potevo aspettarmi di più? Ma il giorno dopo appena uscito di casa “ti amo da morire, non ho chiuso occhio, era tanto preoccupato per te”. Eccerto come no, si è visto.

  • Viovio, 26 Ottobre 2020 @ 00:02 Rispondi

    @Crocus anche a me diceva che stavamo insieme, si sentiva totalmente mio e diceva che io ero sua.
    Una volta gli raccontai di un litigio pesante con mio marito e mi rispose che non si doveva permettere di trattare male la sua donna! Il mio amante sosteneva fossi la SUA donna(perdona il giro di parole). Ti rendi conto?
    Anche io sono finita in ospedale, per fortuna nulla di grave però lo avvisai immediatamente.
    Ci fu uno scambio di messaggi poi lo risentii il giorno dopo perché naturalmente non poteva parlare essendo a casa.
    Appena ebbe la possibilità di chiamarmi mi disse(dopo ben 24 ore inoltrate) :Amoreeee che preoccupazione!!! Ma che ti è successo?!?
    Era così preoccupato da sparire tutto quel tempo e farsi vivo il giorno dopo con un messaggio.
    E questi sono gli uomini con cui volevamo costruire qualcosa?? Ma per carità!

    • alessandro pellizzari, 26 Ottobre 2020 @ 07:44 Rispondi

      Che cialtrone: me lo vedo a menarsi con tuo marito peccato che poi lo venga a sapere sua moglie

  • Crocus, 26 Ottobre 2020 @ 08:18 Rispondi

    @Viovio, ahahahahaha la scena del litigio col marito è successa anche a me, intendo dire che l’amante mi aveva detto “ma questo come si permette ecc” ora se ci ripenso a quel litigio in confronto a come mi ha trattato l’ex, erano fiorellini insomma. Io se non fosse stato fuori casa non lo avrei potuto nemmeno avvisare (come già sai non potevo scrivergli mai quando era in zona rossa, una vera dittatura!). E quello che mi chiedo anche io,a davvero volevi un FIGLIO da uno così? Che schifo.

  • Crocus, 26 Ottobre 2020 @ 08:30 Rispondi

    @Viovio, aggiungo che è veramente doloroso e brutto sapere che non puoi scrivere alla persona che ami l’esito di una intera giornata passata in pronto soccorso. Cioè per fortuna non era nulla di grave, e se lo fosse stato invece? Persone infami senza cuore. Non c’è altro da dire. E il giorno dopo appunto tra le varie cose mi ha detto anche “mi sento una merda perché ti ho trascinato in questo inferno” e quando mi ha mollato invece “beh è colpa tua che non hai valutato le conseguenze delle tue scelte”. Che dire, complimenti. La coerenza prima di tutto.

  • Viovio, 26 Ottobre 2020 @ 09:20 Rispondi

    @Cara Crocus COMPLIMENTONI a lui! Un vero uomo… ma sai che pure io mi domando come vivano dentro di se certe persone, dopo aver fatto così tanto male?Il mio è un CIALTRONE ma non è mai arrivato a tanto, ciò non toglie che il desiderio di urlargli contro tutta la mia rabbia non passa, soprattutto negli ultimi due giorni.
    A me non manca lui, vorrei solo si sentisse uno schifo per le sue bugie, ma sicuramente certa gente non si pone alcun tipo di problemi altrimenti non sosterrebbe di essere nel giusto

  • Orsa, 26 Ottobre 2020 @ 09:32 Rispondi

    @ Crocus @ Viovio,
    che dire, dei signori proprio…io lo so che razionalmente a leggere tutte queste cose una dovrebbe fare presto a convincersi di non avere perso nulla. Perché il cuore ci mette così tanto ad allinearsi col cervello, perché? perché?

  • leilei, 26 Ottobre 2020 @ 09:42 Rispondi

    Crocus ma chi l’ha detto che le persone forti non soffrono? Le persone forti soffrono eccome, ma dopo la caduta si rialzano e fanno tesoro di quello che hanno passato.

  • cossora, 26 Ottobre 2020 @ 11:55 Rispondi

    @Mac.. capisco che tu ti senta in difetto nel chiederle di aspettarti. Non è giusto. Come non sarebbe giusto lei si mettesse volontariamente in attesa. Lasciatevi liberi. Capite. Toccate il fondo, Tutti.
    Nel silenzio della disperazione sentirete chiara la voce di ciò che è giusto.
    Un abbraccio forte.

  • cossora, 26 Ottobre 2020 @ 11:59 Rispondi

    Ho imparato tanto @Crocus. Davvero. Non so dove mi porterà ciò che ho imparato, ma so che è tutto vero, che ho rimesso me stessa al primo posto e qualsiasi cosa succeda non cederò la mia importanza a nessuno.
    I miei figli sono al primo posto e non mi avranno mai più distratta, sottratta, attenta al telefono e ai messaggi.
    Mai più.

  • Crocus, 26 Ottobre 2020 @ 13:52 Rispondi

    @Cossora <3. Io spero di trarre lo stesso insegnamento da tutta questa situazione miserabile. Lo sto già facendo a dire il vero, però vedo che ho ancora necessità di buttare fuori tutta la rabbia e il dolore che mi sono rimasti nelle vene per poi ripartire da una nuova me, però libera da tutte queste ragnatele senza senso. Grazie ancora per questi pensieri preziosi che condividi ogni volta.

  • Crocus, 26 Ottobre 2020 @ 13:55 Rispondi

    @leilei, hai ragione. Forse le persone forti a volte soffrono anche di più perché hanno cercato di tenere duro per troppo tempo quindi in questi casi la botta finale si fa sentire eccome. Farò tesoro di sicuro di tutto ciò che ho passato.

  • Crocus, 26 Ottobre 2020 @ 14:04 Rispondi

    @Viovio, come puoi vedere ho amato profondamente non si sa chi. Che amarezza. 🙁

  • Crocus, 26 Ottobre 2020 @ 14:06 Rispondi

    @Orsa, ma sai nel mio caso in questo momento non è più nemmeno il cuore. È proprio tutto ciò che questo amore mi ha lasciato che non riesco a dimenticare e tollerare. È ciò che mi ha lasciato alla fine della fiera è solo schifo, umiliazione e dolore. Nulla di più. Ma come dici tu non si può soffrire all’infinito, quindi oggi è un altro giorno. :-).

  • orso, 26 Ottobre 2020 @ 18:28 Rispondi

    @mac
    abbiamo una storia molto simile, nelle scelte e nei modi di affrontarle. Ho dichiarato tutto a mia moglie ben presto, abbiamo vissuto per mesi da separati in casa, con i nostri figli che masticavano tristezza e angoscia.
    Ora sto cercando almeno di dare dignità alla fine del mio matrimonio e al rapporto con una persona, la madre dei miei figli, che non si meritava tutta questa sofferenza. Naturalmente con il primo pensiero rivolto ai miei ragazzi che cercheremo di far uscire da questa esperienza nel modo migliore possibile.
    Solo che a me è toccata pure la terribile sorte di scoprire che la mia amante aveva altre “frequentazioni” in contemporanea alla nostra.
    “Con l amante, per quanto il mio desiderio sia lì, abbiamo vissuto e stiamo vivendo un passaggio complesso, esitato nel lasciarla libera (il primo movimento era stato quello di chiederle di aspettarmi). L alternativa sarebbe stata di relegarla comunque a non essere altro che un ombra della mia vita, una figura infame perché nata esclusivamente alle interno di un altra relazione. Vivrò il mio processo, rischiando di non ritrovarci più”…in precedenza avevo fatto la stessa scelta, purtroppo non siamo riusciti entrambi a star lontani e siamo ripartiti. Ma abbiamo solo peggiorato le cose.
    E al momento siam tutti soli, come descrivi tu.
    Sono affranto, vorrei solo poter tornare indietro.
    E evitare di trovarmi ad ammettere la mia crisi coniugale dopo essermi innamorato di un’altra donna.
    Quindi come ho già fatto ,ammetto le mie responsabilità e i miei errori…ma è di poca consolazione.

  • orso, 26 Ottobre 2020 @ 18:47 Rispondi

    @cossora
    spero che questa scelta, il lasciarci liberi tutti e capire, toccando veramente il fondo, serva veramente anche a me per comprendere cosa è veramente giusto per la mia vita. Ma ora è veramente tanto difficile.
    Perché sono sincero nell’ammettere che a mia volta sarei disposto a perdonare la “serialità” della mia amante, per la quale nutro a prescindere da tutto un sentimento reale.
    fatico tantissimo a non chiamarla e sentirla, dentro di me c’è ancora la speranza che si possa rendere conto di quanto ho sofferto.

  • Piccola, 26 Ottobre 2020 @ 21:17 Rispondi

    Crocus i momenti belli ormai non li ricordo piu, cancellati dalle mille bugie e le conseguenti delusioni.

  • Piccola, 26 Ottobre 2020 @ 23:32 Rispondi

    Orso scusami, vorresti tornare indietro e non aver conosciuto la tua amante? Forse lei ha cercato altrove vista la tua indecisione. Se hai aperto la crisi con tua moglie perché non hai avuto la forza di stare con lei? Scrivi che siete tutti soli, allora perché non riesci a dare una svolta alla tua vita? Ale dice sempre che se un uomo non torna è perché non ama davvero. Ormai mi faccio forza su questo, sparisce = non mi ama. Anche tu non sembri deciso.

  • Crocus, 27 Ottobre 2020 @ 08:18 Rispondi

    @Piccola, siamo in due. I ricordi belli hanno un senso se vissuti con una persona onesta. Ma quando capisci che sei sempre stata presa in giro, chissene frega dei ricordi belli. Per me ciò che resta di quello stronzo sono le bugie, il tradimento e il dolore con cui sto facendo i conti ora. Stop.

  • cossora, 27 Ottobre 2020 @ 10:24 Rispondi

    @orso credo che l’unico modo per capire davvero se reagirebbe (a volte serve uno scossone, le multi-frequentazioni sono seducenti, ma se ti innamori.. poi tagli e ti dedichi al tuo amore) sia farti la tua vita.
    Conoscere altre donne, sparire, farle sentire (ma deve essere reale) che ti ha perso.
    Intanto però riparti davvero, non si sa mai.
    Le cose belle esistono, non sei ‘condannato a lei’ puoi scegliere. E no, non devi perdonare proprio niente.
    Se sarà il caso ripartirete da li. Il passato c’è e se ti vuole ci penserà lei per prima a fare il suo pezzo, facendo in modo che tu riacquisti fiducia.
    Ma adesso è il momento di ricominciare da solo, verso la tua vita.
    Dai non farti prendere dalla pigrizia. Nessuno di noi è predestinato. Tocca a te!

  • orso, 27 Ottobre 2020 @ 10:49 Rispondi

    @piccola
    si Piccola. Vorrei non averla conosciuta. Lei non ha cercato altrove per la mia indecisione, l’altro c’era già fin dall’inizio, e c’erano pure altri contatti assidui con svariati suoi ex amanti.
    Cose che ho visto fin dall’inizio ma che non ho voluto vedere.
    Ho detto a mia moglie di essermi innamorato di un’altra, ho aperto la crisi, mentre lei non ha mai fatto nulla con il suo compagno di veramente definitivo, lo ha tenuto li mesi in generica situazione di difficoltà…quando le ho detto di essere pronto ad andarmene, dopo le sue continue richieste di darle una ulteriore prova del mio amore (e parliamo di 6 mesi…non di anni…) si è come bloccata, mi ha detto di non esser più sicura, dicendomi di sentirsi a causa della rovina del mio matrimonio.
    E in più ho avuto la prova che le mie sensazioni sugli altri uomini erano vere e non fantasiose interpretazioni. Mi sono sentito come un semplice rimpiazzo, come se da mesi stesse cercando il sostituto al suo compagno tra una miriade di pretendenti al titolo.
    E le ho detto basta. Ed è sparita. Neppure più una spiegazione, una richiesta di chiarimenti. Nel momento in cui le ho detto “cerchiamo ognuno per proprio conto di risolvere le nostre vite, e se sarà vero amore lo vivremo alla luce del sole e senza più menzogne…. ” mi ha semplicemente eliminato dalla lista dei possibili nuovi compagni.
    io ho rovinato la mia vita , anche se la mia crisi coniugale era già presente in qualche forma e il tradimento lo certifica.
    Lei ne esce in fondo “pulita”, probabilmente si terrà il suo compagno pluricornuto finchè non terminerà la ricerca di un degno sostituto.
    Dimmi ora…può esserci amore in tutta sta m?
    Non sembro deciso??? Sono decississimo ormai, e l’ho dimostrato con i fatti. Mai con parole fini a se stesse.
    sto convincendomi a fatica di essermi semplicemente innamorato della persona sbagliata …ma il suo amore, tante volte dichiarato in modo così eclatante, più ci penso e più mi sa di grandissima presa per il c…
    e ora sono solo. e sono soli tutti, soprattutto la mia famiglia ridotta in cenere.
    Un cialtrone, si ma con me stesso e con la mia famiglia.
    Amen

  • leilei, 27 Ottobre 2020 @ 10:54 Rispondi

    Crocus se hai realizzato che è uno stronzo e ti ha fatto del male, dovresti riuscire ad uscirne prima. Devi dire a te stessa che non hai colpe se non quella di avergli creduto. Pace e amen, metti una data sul calendario dalla quale inizia la tua ricostruzione e butta via il resto. stare a rimuginare non serve assolutamente a nulla.

    Faccio un esempio banale, avevo rimproverato il mio amante perchè il sabato mattina erano ore di contatto per noi, chiacchiere e canzoni via wapp. Adesso spesso in quelle ore non si fa sentire. Mi ha risposto non devo giustificarmi.
    Bene, visto che ogni tanto guardando il mio profilo fb mi faceva appunti su ciò che scrivevo e soprattutto su foto che gli sembravano troppo “libere”, l’ho escluso da quello che posto. Nemmeno io devo giustificarmi. Arrangiati, non saprai più nulla di me se non quello che voglio farti sapere. E adesso rosica pure caro mio!

  • Orso, 27 Ottobre 2020 @ 11:15 Rispondi

    Scusate lo sfogo, ma oggi è una brutta giornata
    Sono inc…..issimo
    Ma con me stesso soprattutto

  • Orso, 27 Ottobre 2020 @ 18:13 Rispondi

    “Non sei condannato a lei”….semplice ma grandissima verità!
    Grazie

  • Ariel, 27 Ottobre 2020 @ 18:26 Rispondi

    @Orso fai benissimo a sfogarti qui e mi Sto arrivando! Che purtroppo tu hai relazionato con una Vera Narcisista di tipo Borderline
    Ti invito a documentarti nel dettaglio reperisci tutte le info di fonte seria che iPod line esistono articoli di terapeuti e di persone che come noi hanno vissuto relazioni di questo tipo

    Io stessa vissi una relazione con lui Narci Borderline e sai perché penso,proprio che sia così di tipo Borderline in particolare
    Perché nel NARCISIMO Borderline Non riescono a regolare le intensità emotive che sono sballatissime e sentono dentro un vuoto enorme hanno continuo BISOGNO DI EMOZIONI FORTISSIME di mettersi pure nei guai Per questi soggetti RESTA NATURALE e necessari io nella loro testa “bacata” avere rapporti seriali a nastro corna su corna e pure darsi a dipendenze droghe e alcol

    Io non mi accorsi di nulla per un po’ tipo per 8 mesi
    Ero vedeva mi aveva detto sono divorziato da anni e invece stava sposato con figli
    Insomma ho vissuto un INCUBOOO!

    Carissimo @Orso non disperarti contro te stesso

    NESSUNA VITTIMA TEMPORANEA come noi e altre qui poteva accorgersi di questo orrore

    Pensa. A salvare la tua essenza sii gentile e caro VERSO TE STESSO
    NON GIUDICARTI MAI MALE!!!!!!!!!

    Hai sol che seguito il tuo vero cuore pronto pure ad affrontare e risolvere in qualche modo il tuo matrimonio
    Cosa vuoi di più??
    Di più non è stato possibile fare allora ieri è già nel passato

    E adesso piano piano se come spero vorrai merita fare un percorso terapeutico per questi abusi psicologici che hai subito ingiustamente
    Sono ferite che guariscono curandosi in ogni modo non siamo malati ma abbiamo bisogno di uscire da Un Trauma !!!

    Un caro Abbraccione e sfogati che fa solo che bene scrivi ciò che ti viene e senti !!
    Siamo qui e la Unione fa la forza!!!!

  • Mac, 27 Ottobre 2020 @ 20:49 Rispondi

    Rileggendo un po’…io credo che il diavolo, e la verità, stia più nei particolari che nei partiti di una parte o l altra. Fuga con l amante? Magari va bene, comunque sarebbe una fuga, già di partenza. Con dei bimbi piccoli lo trovo comunque inimmaginabile. Ritorno alla normalità? Il tradimento non avrebbe avuto senso se non come sfogo di distruttività e rabbia repressa (e comunque lo è). Senza provare a capire ciò che il tradimento ha rappresentato non c è possibilità di dare dignità né ad una relazione né all altra.

  • Piccola, 28 Ottobre 2020 @ 00:17 Rispondi

    Forza @Orso, ti capisco. La cialtrona è lei e il mio lui per me. Anch’io mi sento di aver rovinato la mia vita perché non riesco a tornare indietro e far finta di nulla come fanno loro. Anch’io se potessi tornare indietro preferirei non incontrarlo. Quello che mi fa male è leggo anche nelle tue parole è la loro capacità di distaccarsi facilmente senza una misera spiegazione. Adesso prendi tutte le tue forze e riversare sulla tua vita. Vedrai che qualcosa accadra. Ti auguro di essere sereno.

  • Piccola, 28 Ottobre 2020 @ 00:20 Rispondi

    Quindi @Mac nella maggior parte dei casi finisce con la fuga dall’amante, senza spiegazioni, senza sincerità, senza impegni, tanto si era solo amanti. Semplice.

  • Ariel, 28 Ottobre 2020 @ 01:33 Rispondi

    @Vita
    Ecco mi viene da dire
    Era un vero incantatore di serpenti

    Occhio che quando MOLTO SIMSTA MALE Sul piano EMOTIVO nel senso,che ci pare impossibile che lui sia un vero conta balle o stronzo
    Perché si continua tant’è a ritornate alla emozione forte complessiva che si era provata e che veniva da lui
    Ecco occhio agli incantatori di serpenti perché facilmente possono essere Narcisisti di tipo Borderline

  • Crocus, 28 Ottobre 2020 @ 08:11 Rispondi

    @leilei, hai ragione, fosse così facile… Probabilmente devo ancora metabolizzare tutto, e credo che questo dipenda dalla quantità di schifo che ho ingerito, e nel mio caso ce n’è stato davvero tanto. Leilei il rapporto che hai tu con il tuo amante è un po’ strano e insolito, ma se riesci ad essere comunque felice, sono contenta per te!

  • Hara, 28 Ottobre 2020 @ 12:37 Rispondi

    @Orso scusa se entro a gamba tesa nella tua storia, da quello che scrivi si percepisce benisssimo il dolore e la rabbia. e si capisce anche che sei spiazzato di fronte a questo dolore che ti arriva da più fronti. Fermati un attimo a considerare che è in parte lo stesso dolore che dilania la tua ex moglie, lo stesso senso di smarrimento e a volte di fallimento. Fai buon uso di questo comune sentire per alleggerire il peso di questa situazione sui figli. Sai cosa può farti sentire ancora più giu sai cosa può strapparti un sorriso o lasciarti intravedere uno spiraglio, è cosi’ anche per la madre dei tuoi figli, cercate un nuovo equilibrio partendo da qui, a volte le strade della vita sono le più impensate.
    Non perdere fiducia nell’amore.
    Ti auguro il meglio

  • leilei, 28 Ottobre 2020 @ 13:10 Rispondi

    Crocus forse io sono troppo razionale, forse ho sofferto troppo per situazioni del mio passato che ora mi impediscono di vivere appieno sentimenti e relazioni. Per questo probabilmente, a parte il primo anno, vivo la mia storia extra col freno a mano tirato.
    Forse non è bello così, perchè è come vivere un pò a metà, ma probabilmente ho fatto troppo il pieno di sofferenza nei miei 50 anni di vita e non permetto a nessuno di farmi soffrire ancora.

  • orso, 28 Ottobre 2020 @ 17:23 Rispondi

    Grazie @Piccola

  • orso, 28 Ottobre 2020 @ 17:38 Rispondi

    Grazie @Hara
    è proprio ciò che sto cercando di fare…un nuovo equilibrio è comunque necessario ed è il motivo per cui ho voluto essere chiaro nel volermi dedicare solo a questo dopo tutte le menzogne e le cialtronaggini fatte e subite.
    La fiducia nell’amore non la perdo…sono un fortunato perché i miei figli sono nati da questo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.