La volpe e l’uva da Wikipedia

Chi si accontenta non gode quasi mai

Qualsiasi amante, se si innamora, dopo un periodo di divertimento vuole costruire qualcosa e vuole esclusività, è la normalità dell’amore.

Ci sono amanti che non sono per niente gelose della moglie, ma lo diventano dopo.

È un segnale preciso dell’evoluzione del rapporto fra amanti, e della trasformazione da amante carpe diem a voler essere l’unica partner ufficiale, un’aspirazione legittima soprattutto se sono passati più di due anni di storia, non importa se lui ha sempre detto che non avrebbe lasciato la famiglia: è troppo comodo dire io sono stato chiaro con te dall’inizio e tenervi in una sorta di matrimonio parallelo e clandestino per anni. Si chiama illudere e, troppo spesso, sfruttare il vostro amore e paura di perdere

L’amante innamorata, quando chiede esclusività e il partner non gliela dà, promesse o no, ha due strade: chiudere o accettare quello che le viene dato che, di solito, peggiora nel tempo.

Per alcune significa adattarsi allo status quo soffrendo, per paura di perdere chi non ha paura di perdere voi e sceglie sempre la moglie e/o il pacchetto famiglia.

L’importante è esserne consapevoli, agire di conseguenza, e quindi non sviluppare una dolorosa dipendenza affettiva che potrebbe portare anche a depressione ed esaurimento nervoso.

O diventare come la volpe e l’uva: siccome non posso avere quello che voglio faccio finta che non mi interessi e dico che le altre, quelle che non si accontentano, non sono donne “evolute” o sono legate a concetti superati, come quello dell’esclusività in amore.

Ma L’amore, il vero innamoramento, pretende esclusività, non c’è alternativa e prima o poi il nodo viene al pettine.

E quel malessere che si nasconde quando accetti che lui vada via anche dopo averti concesso anche una notte, anche un weekend significa che hai perso.

Possiamo decidere di dargli e darci ancora tempo, ma già sappiamo che lui farà poco o nulla, se non briciole per le amanti. E più aspetteremo più il disagio si trasformerà in Calvario.

Altrimenti oggi non sentiresti malessere, anche quando dici va bene così. Chi si accontenta non gode quasi mai.

Se sei in questa condizione e non riesci a venirne fuori contattami: anpellizzari@icloud.com

Condividi:

31Commenti

  • elleelle, 14 Marzo 2022 @ 19:09 Rispondi

    @Dani
    Lo psicologo dovrà individuare quale tipo di problemi sono presenti, da dove derivano e trovare un trattamento efficace.
    Non mi preoccuperei di essere pazza, non è questo il punto.

  • dani, 14 Marzo 2022 @ 16:16 Rispondi

    elleelle allora per quello che lo psicologo mi ha detto che la prossima volta mi farà dei test per capire perché ho questi difetti.
    sono in ansia a leggere che poterei essere pazza?
    scrivo perché mi aiuta a sfogarmi ,a leggere cosa hai scritto vero che a volte mi ubriaco in casa e mio marito mi raccoglie per terra.
    Lui dice di amarmi anche se ogni tanto bevo,e anche litighiamo molto perché mi arrabbio molto perché sono gelosa di lui e secondo me lui mi tradisce
    poi mi pento e allora mi ferisco a volte da sola per non sentire il vuoto che mi divora dentro da sempre
    Mio marito gli piace moltissimo fare sesso con me e mi ha detto sempre che non ha mai incontrato una donna come me.
    Secondo lui sono strana e nel fare sesso una bomba ,è una sua idea ,lo faccio anche perché voglio godere al massimo sempre non ho vergogna a fare di tutto per godere
    Così anche se litighiamo tanto e urliamo poi si finisce a letto sempre
    Ecco ti ho un poco raccontato cosa vivo ,così per sfogarmi. A volte mi sento una Dea una Diva irraggiungibile poi mi sento sempre una merda ,scusatemi.

    • alessandro pellizzari, 14 Marzo 2022 @ 16:53 Rispondi

      affidati allo psicologo e non fare congetture, non sei matta, sei solo confusa e hai voglia di uscirne.

  • cossora, 14 Marzo 2022 @ 16:00 Rispondi

    @dani io sono l’ultima delle ultime perhcè no seguo nessun consiglio, ascolto leggo, posso trovarmi in accordo o no ma di fatto seguo la bussola interna.
    Certo può capitare che sia sballata.
    Il tuo problema mi fa pensare più a una forma di bulimia che non di dipendenza.
    Ma ripeto: io non ci capisco niente.

  • dani, 14 Marzo 2022 @ 12:58 Rispondi

    grazie Lia ,sto cercando di avere aiuto con uno psicologo,ho iniziato da poco .Vedo che mi aiuta scrivere qui ,mi fa essere meno sola,nessuno deve sapere di come sono e sicuro no mio marito e tutti quelli che mi conoscono.
    Per caso ho visto questo sito e ho letto un po di storie di amanti ,allora mi sono detta provo a scrivere e vedere se per caso altre donne fanno come me,come ad esempio le amanti che ho letto stanno anni senza nessun problema a tradire il marito come me.
    se potrò scriverò ancora.grazie

  • elleelle, 14 Marzo 2022 @ 10:26 Rispondi

    @Lia
    Si vede che @ads ha smesso di andare dallo psicologo. È tornato quello di prima, stessi discorsi, stesse parole. Peccato.

  • sunflower, 14 Marzo 2022 @ 09:55 Rispondi

    nel primo periodo del mio amantato stavo benissimo, senza problemi, ci si vedeva, sesso a mille, chiacchiere, risate, il sentirmi desiderata di nuovo dopo 20 e rotti anni di matrimonio ormai in cui per mio marito ero scontata come un soprammobile…..poi non so cosa sia successo, come se qualcosa si fosse rotto, al momento di salutarci e ognuno a casa sua, provavo una sorta di fastidio, ho cominciato a passare sotto la lente d’ingrandimento certi suoi atteggiamenti, ad essere gelosa invece di godermi l’amantato ludico… e da lì è stato un punto di svolta, di non ritorno, fino a decidere di chiudere.
    Una mia amica mi ha chiesto: “ma non riusciresti a vedervi così senza impegno come era prima?” Ci ho pensato e dentro di me ho detto no… dovrei fingere che va tutto bene, quindi meglio tagliare…difficile ma necessario.
    Oltretutto complicato dal suo assedio e dal dirmi che lui (ora) vuole un futuro tra di noi….peccato che io non lo voglia più. Triste pensare come i tempi a volte siano sbagliati, prima ero io disposta a mettermi in gioco ora lo è lui (a parole).

  • elleelle, 14 Marzo 2022 @ 09:37 Rispondi

    @Dani
    Borderline è un disturbo della personalità che spesso comprende comportamenti rischiosi: alcool, droga, sesso, gioco d’azzardo ecc.
    Spesso non è un disturbo a sé ma è accompagnato da una famiglia di disturbi tipo narcisismo, disturbo istrionico ecc.
    Sono problemi complessi ed è una buona cosa che tu abbia fatto un primo passo. Continua ad andare dallo psicologo, sicuramente ti aiuterà.

  • maribel, 14 Marzo 2022 @ 09:12 Rispondi

    @ads secondo me qui nessuno è migliore di nessuno, per il solo fatto che siamo qui a parlarne è perchè comunque tutti abbiamo qualcosa che sentiamo che non va, o non è andato come doveva.
    quelli che si sentono perfettamente a posto con se stessi non sono qui, sono bellamente in giro a godersi la vita senza farsi troppe menate.
    poi, ovviamente, c’è modo e modo di discuterne. di raccontare le cose. ma questo è un fatto di empatia e basta. o ce l’hai o no.
    comunque secondo me quando tu troverai il tuo equilibrio con questa o un’altra donna o tua moglie vedrai che tutti questi racconti ti sembreranno normali esperienze di vita e tranquillamente darai i tuo parere, senza rancore, senza sentirti toccato sul personale.
    adesso non ce la fai perchè ogni racconto ti sembra un paragone, un giudizio. ma non è così. è perchè tu per primo non ti senti proprio perfettamente a posto, anche se tutti ti dessero ragione.

    anch’io non mi sento a posto nel posto dove sono, cosa credi? siamo in tanti a essere ancora in ballo.

  • Lia, 13 Marzo 2022 @ 23:13 Rispondi

    @dani, riconoscere di avere un problema è il passo più importante. La tua è una dipendenza. Bisogna farsi curare da uno specialista. Noi possiamo solo ascoltare il tuo sfogo, ma non possiamo darti una mano concreta.
    In bocca al lupo e facci sapere come procede…

  • Lia, 13 Marzo 2022 @ 22:58 Rispondi

    @ads, non era rabbia, era un modo per dirti che certi comportamenti li considero ormai scontati e abbastanza standard, quindi alla tua portata :-). Ti vanti di essere lo standard, quindi non credo di dire nulla che non sai… Nessuno qui è migliore di nessuno, cerco solo di darti un altro punto di vista rispetto al discorso che fai tu sulle donne in generale che sono incontentabili e frustrate. Non credo sia vero e credo che tu stia amplificando certi nostri comportamenti perché trasli su di noi quelli della tua amante.
    Una cosa non l’hai capita. Non condanno chi resta a casa. Credo sia una scelta legittima. Il mio ex non mi ha scelta e non lo condanno per questo.
    Condanno, invece, tutti i comportamenti falsi, e le prese per il culo.
    Ci ho messo del mio per chiudere col mio ex? Certo che sì! Dovevo accontentarmi di essere la seconda e continuare ad illudermi che fosse seriamente innamorato di me?

  • dani, 13 Marzo 2022 @ 22:34 Rispondi

    Cosa è “Border”?

  • dani, 13 Marzo 2022 @ 22:31 Rispondi

    grazie elleelle
    sto andando da poco da uno psicologo,ma di nascosto da mio marito ,tutto è complicato ,non so volevo capire se qui ci fosse stato qualche caso somigliante al mio
    perché ho visto qui che scrivono tante amanti e quindi mi chiedevo se per caso qualcuno ha vissuto più di un amante e per quale motivo
    so che rischio molto a vivere così,ma lo faccio proprio per riuscire a sentirmi viva
    dopo mi vergogno molto ,sempre mi vergogno dopo ,ma poi ricomincio
    dipendo da questa cosa che non riesco a spiegarmi
    grazie per avermi scritto

  • elleelle, 13 Marzo 2022 @ 21:27 Rispondi

    @Dani
    Certo che ne puoi parlare, perché non dovresti?
    Ci sono persone per cui il sesso diventa come una tossicodipendenza, un comportamento auto-distruttivo.
    Ha ragione @Ale, è un problema serio e ne dovresti parlare con un professionista specializzato in questo tipo di disturbo. Alla base di un comportamento di questo tipo ci possono essere problemi più profondi che non possono essere oggetto di “chiacchiere” su un forum di persone non specializzate.
    È troppo rischioso dare consigli in una situazione come la tua senza avere la preparazione necessaria. All’estero chi soffre di questo disturbo segue percorsi di cura specifici, in strutture apposite che si occupano di dipendenze.
    Non aspettare oltre perché ogni uomo che incontri può essere un rischio, non solo per la tua salute ma anche per la tua incolumità. Non tutti sono bene intenzionati e vogliono solo fare sesso.
    In bocca al lupo @Dani, spero che tutto si risolva.

  • avvocatodistrada, 13 Marzo 2022 @ 20:33 Rispondi

    vedi lia..io non mi sento migliore, non parlo di principi, di rispetto e poi continuo a stare con chi non amo, hai il dente avvelenato, ma non ne farei una questione di genere, @maribel,rosa,titti,elle@ qualche altra non le ritengo migliori di me,piu’oneste,..nosignore.
    tornerai da tua moglie implorando…..si conferma la tua rabbia interiore,
    esci da questo schema, non hai capito proprio nulla, certi uomini , ma anche certe donne si comportano cosi perche hanno vicino persone che glielo consentono, non so perchè lo fanno, tuttavia puoi evincere che è una cosa diffusa.
    ..ho letto di la che una collega dopo 12 anni di amantato..dodici! ha una crisi d’identità..ragazze ma qui non serve un terapista, bensi’ un pool di psicologi.
    @ciao titti..che dire sopravvivi, ma non ti spegnere, tieni botta,
    non perdere la luce negli occhi.
    vi racconto di oggi.
    oggi casualmente ma ovviamente non è un caso visto che non abito in un paesino , ci siamo incrociati,lei mi ha voluto incontrare in questa finta modalità casuale, lasciamoglielo credere,
    la prima cosa che ho fatto l’ho abbracciata, si come al solito si èlamentata del mio affetto
    poi le ho dato due baci sulla guancia, poi se ne andata, poi è tornata, eppoi abbiamo bisticciato.
    ..poi vi sento parlare in maniera costante e stucchevole dei vostri amanti cialtroni e sinceramente mi irrito, comincio a pensare che a parte in qualche caso eccezionale, anche voi ci abbiate messo un po’ del vostro per far naufragare la cosa.
    sin ora ho letto di 3 uomini qui, io , love, e alessio,anche se è una piccola statistica, come vedete non siamo 3 persone bestiali, al contrario leggo sempre di voi vittime , vittime, abusate, ingannate, manipolate, raggirate.
    buona serata.
    @dani..non sono un esperto, ma questo comportamento è tipico dei ” border”

    • alessandro pellizzari, 13 Marzo 2022 @ 21:01 Rispondi

      non facciamo diagnosi buttando lì termini così grazie

  • Lia, 13 Marzo 2022 @ 18:44 Rispondi

    @ads, tu proprio non concepisci che si possa parlare di principi, di rispetto, e che qualcuno possa agire in nome di quelli. Per te vale solo la comodità, per te si ragiona solo in quei termini.
    Poi perché ti aspetti ancora che la tua amante faccia quello che non sei in grado di fare tu? Muà.
    Comunque, ti piaccia o no, si sta male perché in primis non si rispetta se stessi e i propri principi.
    La tua previsione la condivido e ne aggiungo un pezzo. Ti innamorerai di nuovo, uscirai di casa e tornerai da tua moglie implorando…

  • Titti, 13 Marzo 2022 @ 18:39 Rispondi

    Hai ragione@ads son fissata. Mi rendo conto che ne parlo quasi in ogni post. Io ho avuto solo mio marito, capirai che con il mio amante mi si è aperto un mondo, pe me imprescindibile dall’amore e viceversa. Sicuramente penso troppo, rimugino. Me lo rimproverano tutti quelli che mi conoscono. Quindi sicuramente ci hai preso…ma come si fa a cambiare? Ci proverò…

  • dani, 13 Marzo 2022 @ 18:28 Rispondi

    Ciao vi leggo da un po’ di tempo
    Non so come fare a raccontare quello che vivo da sempre .Ho molti uomini uno dopo l’altro a volte due la stessa giornata
    Mi sto facendo aiutare ,mi vergogno certe volte,ma poi non resisto e devo farlo devo darmi senza nemmeno conoscere l’uomo a cui mi do e gli lascio fare di tutto
    godo moltissimo a vederli tremare a vederli distrutti dal desiderio che hanno di me Non so se posso scrivere qui di questo .È unico posto in cui posso scrivere di questo mio difetto non riesco a fare diverso e mio marito credo sappia che lo tradisco sempre però mi tiene lo stesso
    Non gli dico nulla non riesco abbiamo rapporti insieme e con lui faccio uguale ma non mi basta
    Non so se posso scrivere qui di questo

  • avvocatodistrada, 13 Marzo 2022 @ 17:55 Rispondi

    @ciao titti si è un proprio una cosa femminile, è un fatto di approccio, non dipende dall’essere amante o meno,
    io capisco che volte di voi sono molto deluse, ma siete fissate con sta idea dell’esclusività, la luce del sole,
    poi l’avete e non va bene, purtroppo le donne sono intrinsencamente complesse, vi manca sempre qualcosa spesso.
    è ed vero è piu’ difficile per voi rifarsi una vita,noi spesso non abbiamo la gestione dei figli,siamo piu’ superficiali diciamo cosi, piu farfalloni, piu cazzoni, almeno quelli che vi hanno sedotto.
    io vedo mia moglie ogni giorno che si fa venire un capello bianco per i compiti,il lavoro,i piccoli malessi con le colleghe.
    ..titti anche tu sposti come molte tue colleghe il problema sugli altri,tuo marito, il tuo amante,
    mi spiace ma qui il diritto di parola se vogliamo dire cosi, ce l’hanno persone come la cossora,la ginger e qualcuna altra che mi sfugge, voi in fin dei conti siete come tanti uomini.
    eppoi titti sei fissata con il sesso,
    guarda che alessio ti ha detto quello che ti dico io, se funziona non è una cosa difficile, certo una moglie attenta noterebbe ma non è questo il caso.
    eppoi cara titti parli di eslusivita’, tu questa esclusività la davi solo perchè tuo marito passami il termine ti lasciava a secco,
    voglio vedere se ti si avvicinava cosa facevi..a volte è sconfortante leggervi,distorcete tutto.
    ci solto molte tue colleghe che questo concetto di esclusività non lo consideravano affatto per motivi pratici tutto qui.
    ..la mia ex amante è quasi due anni che si deve lasciare…sta ancora li..piu o meno dice le cose che dici tu e molte di voi.
    eppoi il problema della sua vita sono io..siate serie.
    …non fate le fenomene con l’esclusivita..sti giochetti fateli con i vosti mariti assenti e spesso inconsapevoli.
    la mia previsione…rimarra cosi e si spegnerà gradualmente nella sua gabbia di rinuncia alla vita, all’amore,ai sentimenti,
    al sesso..lo farà per i figli, perchè si sente in colpa verso il coniuge tradito
    io..incontrero’ un altra persona.,..scommettiamo?

  • vale, 13 Marzo 2022 @ 16:34 Rispondi

    Ciao Ale e tutti, quanto ho capito in poche settimane di lettura di post, lettere e simili. Ho ritrovato tutto uguale a quello che stavo vivendo, colgo l’occasione di questo sentirmi “volpe” per esprimermi: 12 anni di amantato, lui SINCERO nel dirmi che non avrebbe mai lasciato casa o cambiato nulla per me, niente promesse… io a dir il vero ero pure sincera nel dire a me e a lui che non mi interessava tutto ciò, che mi andava bene accompagnarci l’un l’altro nel proseguire delle nostre vite. La mia situazione di madre separata con figli adolescenti mi mette al pari di coloro che hanno un altro rapporto fisso a casa, nello stesso modo di chi non lascia la propria famiglia per l’amante, anch’io non avrei mai imposto lui ai miei figli, infatti non li ha mai nemmeno incontrati. Ma c’è sempre un ma…… che io ritrovo nel non sentirmi mai scelta veramente per anni, nel non sentirmi mai abbastanza importante da scalfire neanche la piu piccola abitudine o impegno familiare suo. Devo dire, ora che ho chiesto una pausa di riflessione, che rivedo il poco che ho avuto, che son certa lui definirebbe “poco ma il massimo che potevo darti”, mi sento stupida. Il sesso a mille, certo, quasi sempre. Ma come ho fatto? Oggi, al primo giorno di pausa, riesco a chiedermi se sta forse soffrendo per l’allontanamento che gli ho chiesto, non vorrei farlo soffrire anche se io ho sofferto tanto per alcuni suoi atteggiamenti di rifiuto nei miei confronti. devo dire la verità, mi faccio pena, per aver nascosto me stessa per tanto tempo e non aver saputo reagire, dire, arrabbiarmi. Se me la sentirò, scriverò ancora qui per rafforzarmi e confrontarmi. Ti ringrazio Alessandro e grazie a tutti

    • alessandro pellizzari, 13 Marzo 2022 @ 16:41 Rispondi

      Grazie benvenuta. Gli uomini il primo mese di distacco stanno bene poi gli mamca la stampella e le abitudini che si instaurano anche negli amantati più longevi. Tornerà ma no n per proporti un rapporto meno part time il tuo steccato è quello

  • Lia, 13 Marzo 2022 @ 12:03 Rispondi

    @elleelle, sono dell’idea che si possa parlare di evoluzione solo nella consapevolezza di ciò che si vive o si è vissuto.
    consapevolezza = vedere le cose per quelle che sono davvero. Il blog ha questo scopo.
    Il percorso per acquisire questa consapevolezza non è facile e richiede delle rinunce.
    È più facile raccontarsela e convincere gli altri di essere quelli meno evoluti.
    Per esempio, ad Alessio che fa un ritratto della sua scelta come quella perfetta in cui tutti sono felici è giusto far notare che forse tanto perfetta non è…
    Credo sia normale rispondere facendo notare che si tratta della versione più comoda da raccontarsi, che stride, però, con la realtà dei fatti.
    La stessa cosa succede anche con altri post.
    Credo si tratti di scambi costruttivi.
    Il limite è quello di non scivolare negli insulti.

  • elleelle, 13 Marzo 2022 @ 09:10 Rispondi

    @Lia
    Che bel commento il tuo, mi ci rivedo molto.
    Anche io preferisco il digiuno a un piatto in cui lo chef ha sputato dentro.
    Se sono stata con il mio ex, è perché pensavo sinceramente che tra noi ci fosse qualcosa di profondo, che ci amassimo davvero.
    Dopo questa esperienza fallimentare, non intendo ripetere e svendermi al primo che fa qualche moina. Non mi interessano viaggi, ristoranti, alberghi e regali. Vorrei una persona normale e con intenzioni sincere.
    Venire considerata una persona poco evoluta mi fa sorridere, perché nel mio passato ne ho fatte tante e trent’anni fa il pensiero era ancora meno “evoluto” di adesso. Ma la verità è che alcune cose si fanno per sperimentare e ti fanno crescere, altre invece non ti lasciano niente.

  • Lia, 12 Marzo 2022 @ 23:07 Rispondi

    @titti, è la stessa cosa di cui mi sono accorta anch’io.
    Gli uomini più di noi riescono a separare gli ambiti, ad essere presenti sia con l’amante che con la moglie, a fare meno fatica su tutto.
    Ci pensavo in questi giorni riflettendo sul mio ex che con estrema facilità passa da una a quell’altra.

  • Titti, 12 Marzo 2022 @ 20:45 Rispondi

    Leggendo le testimonianze maschili qui sul blog, ho come l’impressione che il malessere di cui si parla in questo articolo, sia una prerogativa prettamente femminile. Escludendo Love, ma credo che lui non essendo sposato, non possa fare testo in questo caso, vedo negli uomini molta più facilità nel gestire il tutto. La testimonianza preziosissima di Alessio, per quanto mi riguarda è davvero illuminante. Lui a casa sta bene, tanto da riuscire a mandare avanti serenamente il proprio matrimonio. Riesce ad avere una vita sessuale con la moglie senza alcuno sforzo. Ama Elisa, ma questo amore non gli impedisce di avere una vita familiare serena. Mi ricorda alcuni tratti del mio ex ( senza offesa eh ..lui era immondo, Alessio non lo è affatto), che dopo aver fatto il pieno di energia, allegria, sesso e amore con me, tornava a casa rigenerato e carico. Io a differenza sua, a casa mi sentivo morire. Non vedevo l’ora di mettere in chiaro il tutto, di chiudere ufficialmente il mio matrimonio e cominciare la mia nuova vita con lui. Avevo proprio questo disagio nel saperlo a casa sua, e nello stare a casa mia, con tutto ciò che mi ribolliva dentro. Aspettavo con malessere crescente l’esclusività, la luce del sole, la verità. Ero solo una povera volpe che bramava l’uva che le veniva sventolata sotto il naso, senza immaginare che non l’avrebbe mai raggiunta. Avrebbe solo rubacchiato qualche acino lasciato cadere ad arte. E vabbè pace, è andata così.

  • maribel, 12 Marzo 2022 @ 18:19 Rispondi

    Trovo molto, molto bello e realistico questo articolo., grazie Alessandro.
    E questo accade non solo se tu sei libera e lui impegnato. Accadeva a me, quella impegnata, con lui che era libero. Cioè il malessere di non poter vivere alla luce del sole, uscire e prenderci per mano davanti al mondo lo provavo io, tanto quanto lui.
    era la sofferenza più grande. Alla fine o si chiude o si deve diventare una coppia vera. Un’evoluzione é necessaria.

  • Lia, 12 Marzo 2022 @ 17:33 Rispondi

    Eppure @Ale ci sono così tante amanti che accettano di essere le seconde e mogli che accettano i tradimenti…
    La verità è che amare, essere ricambiati e mantenere quell’amore per anni è un evento così difficile e sono pochi i fortunati!
    Tanto tempo della vita lo trascorriamo nella situazione contraria, in cui ci si accontenta e si preferisce illudersi che quella minestrina riscaldata sia un piatto stellato.
    Io preferisco il digiuno ad una portata anche bellissima dove lo chef ha sputato dentro e resto fermamente convinta che bisogna dare a tutti, in primis a stessi, la possibilità di vivere un’amore vero. Quando l’amore è amore, non esiste terzo incomodo. Ci si sente unici e speciali e l’altro è unico e speciale.
    Ma come si fa ad andare con qualcuno sapendo per certo che l’intimità che ha con te ce l’ha anche con un’altra.
    Ma possibile che non si riesca a capire che a questi uomini si sta facendo solo un grande regalo, che loro approfitteranno sempre del pasto gratuito, che una bella giornata da “innamorato” è funzionale ad una bella trombata serale?
    Tutto questo, se non lo si fa per pura trasgressione e nella totale consapevolezza, ha solo un nome. Svendersi.
    Scusate lo sfogo, ma ho vissuto la notizia che il mio ex è un seriale peggio di un tradimento vero e proprio che mi ha fatto venire ancora di più lo schifo!

  • Dispersa, 12 Marzo 2022 @ 13:42 Rispondi

    @Ale l’ho detto più volte che arrivi sempre con i tuoi articoli puntuale come un orologio svizzero!!
    Anche io ho creduto di essere più evoluta, anche se in realtà non sono così arrogante da pensare di essere meglio di altre, perché ho capito come funzionano certi rapporti… Purtroppo anche in questi casi il più delle volte ci si ritrova lo stesso ad avere delle aspettative (magari nulla di eccezionale e tutto ridimensionato) e ci si ritrova, senza renderse conto, un’altra volta nel vortice della sofferenza.

    • alessandro pellizzari, 12 Marzo 2022 @ 18:09 Rispondi

      L’importante è imparare dagli errori

  • Viovio, 12 Marzo 2022 @ 09:12 Rispondi

    se dopo aver dormito insieme o passato un weekend arriva il malessere hai perso, quanto sono vere le tue parole!! Io mi sentivo proprio così e nell’ultimo periodo era tutto accentuato perché non sopportavo più nulla.
    Una cosa l’ho capita forte e chiaro, non sono tagliata per fare l’amante. Quando ci si innamora di qualcuno non c’è nulla di più svilente di essere la seconda scelta.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.