Home » Amanti » Non diventare la sua discarica emotiva

Non diventare la sua discarica emotiva

DF53F92C-9E3B-4595-BF07-100B48BE50F1

Non diventare la sua discarica emotiva

Molti uomini cercano una donna per le solite ragioni ovvio, ma anche perché hanno bisogno di una psicologa gratis e disponibile a tutte le ore (anche in chat notturna), di un “contenitore” dove scaricare tutto il loro peso di stress e ansie. Hanno bisogno di una discarica emotiva.

È normale, direte voi, che una coppia condivida anche idee, problemi, ansie, speranze, sogni, incubi. Certo, ma gli uomini che vi usano come discariche emotive hanno una caratteristica: prendono e Non contraccambiano o, se lo fanno, è in maniera minima. Non c’è paragone fra quello che date voi in termini di ascolto e consiglio per qualità e quantità rispetto a quello che vi ritorna lui.

Vi riversano anche per ore e per giorni e per mesi e per anni (se glielo concedete) tutta la loro pattumiera psicologica, ma quando avete bisogno voi sono sfuggenti, hanno poca pazienza, sono minimalisti (ma sì vedrai che andrà tutto bene: parlano come quei dottori che genericamente ti dicono vada in vacanza si stressi di meno mangi bene dimagrisca faccia sport sia felice diventi ricca), parlano per un’ora loro e ascoltano voi distraendosi dopo 10 minuti, guardando il telefono o chiudendo il vostro discorso con una pacca sulla spalla.

No, non sono a corto di argomenti o poco psicologi, sono semplicemente poco disponibili. I vostri problemi spesso li annoiano, se poi sono i vostri problemi di coppia, quelli con lui, gli fracassano gli zebedei.

Spesso questi uomini vi mettono a parte anche di cose che dovrebbero evitare di condividere con voi.

I dettagli della vita con la moglie, anche nei minimi particolari. Certi arrivano a chiedervi anche consigli per il regalo alla moglie. Ho casi in cui lui ha condiviso con l’amante l’intenzione di sposarsi o di fare un figlio con la moglie, un dimostrazione mostruosa di egoismo all’ennesima potenza. Ho casi in cui lui vi parla dell’attrazione che prova per un’altra, chiedendovi di passarci sopra…

Non è condivisione e confidenza, è considerarvi nulla, è usarvi, è non pensare neanche per un secondo che certi discorsi su come hanno festeggiato il loro anniversario potrebbero ferirvi. Siete una discarica.

Lui non ci pensa alle vostre ferite, e se ci pensa per un secondo la chiude pensando: “digerirà anche questo, digerisce tutto”.

Voi per lui digerite tutto. Anche l’indigeribile. Come può amarvi un uomo che la pensa e si comporta così? Eppure voi vi fate bastare le briciole che vi dà, guardandole come se fossero i pranzi da regine dei primi mesi di amantato. Vivete di ricordi o di quello che potrebbe essere se fosse un miracolo.

C’è poi quello che vi sparla della moglie, parlando della madre dei suoi figli, quella che ha scelto di sposare e che gli è andata bene per decenni come di una cretina, di una donnetta, di un palo della luce a letto, di un’arida mantenuta e asessuata.

L’ho già scritto: questi sono fra i peggiori. Il matrimonio può essere in crisi da anni ma non sputi nel piatto dove hai mangiato e continui a mangiare. Non c’è bisogno di sputtanare le persone per compiacere l’amante o descrivere i motivi di una crisi, ammesso che siano veri, denigrando l’altra.

Chi sputa nel piatto dove mangia prima o poi lo farà anche nel vostro. Centinaia di questi uomini, una volta scoperti dalla moglie, vi descriveranno come insignificanti (dopo che vi hanno detto ti amo e magari voglio un figlio da te) o come delle ammaliatrici che li hanno soggiogati con sesso e filtri d’amore. La discarica allora diventerà fisica oltre che emotiva.

Molte di voi mi raccontano che lui, una volta che avete iniziato il Codice del silenzio perché eravate distrutte dai suoi comportamenti beceri, lo interrompe non per fare sesso, ma per ricominciare a riversare su di voi lavoro famiglia debiti Salute e tutte le menate della sua vita.

Siete la psicologa gratis, avete pure il suo archivio di rotture di palle con tutti i suoi file, da quelli del rapporto con sua madre alla fidanzata che lo ha lasciato facendolo soffrire tanto (proprio come lui sta facendo con voi adesso, ma questo è un dettaglio trascurabile per il nostro campione di altruismo e amore). Ecco perché torna.

Lui interrompe il vostro codice del silenzio, sapendo benissimo che vi procurerà una dolorosa interruzione del vostro faticosissimo percorso di distacco e rinascita con un bel “soffro troppo senza di te” oppure “ho bisogno di te”, con la recondita voglia di riscoparvi (questo desiderio c’è sempre, soprattutto dopo mesi che ha “riscoperto” che scopare con la moglie è terribilmente ripetitivo e noioso) ma, in ogni caso, con la voglia di mettervi al corrente di tutte le puntate precedenti della sua telenovela col capo che lo vessa o le fatture non pagate, perché come voi non lo capisce e non lo consiglia nessuno. Se proprio non volete ridargliela potete essere ancora il suo migliorissimo amico no?

Ecco spiegato perché interrompe il vostro silenzio: non è amore disinteressato o vera mancanza di voi come donna, è in cerca della sua discarica. E che non voglia scopare (ora, poi ci prova se vi rivedete, tranquille) non è una prova di disinteressato amore.

Usarvi come discarica emotiva è grave quanto usarvi per scopare.

Vuole farvi ulteriori promesse di futuri radiosi o richieste di più tempo in cambio di sesso ma anche di sedute di psicoterapia a sbafo.

Basta, basta scambiare le sue confidenze, le sue aperture per dimostrazioni di amore. Lui solo con me si è aperto totalmente, lui solo a me ha detto tutto… e tu cosa hai avuto e hai in cambio?

Quando la discarica è piena, l’uomo va a riciclare i suoi bisogni da un’altra parte. Fa pure la raccolta differenziata moglie e amante.

Quello che vi dice e quanto vi ascolta ha lo stesso peso specifico delle sue promesse mantenute e realizzate nei fatti. O quello delle bugie e dei bidoni che vi ha tirato.

Ricordatevene soprattutto quando vi ricontatta disperato e piangendo vi dice ho bisogno di te, ho bisogno di parlarti.

Sotto casa ha posteggiato il furgone della nettezza urbana. Carico. Solo per voi amatissime.

Sincerely yours

Per contatti anpellizzari@icloud.com

foto Pixabay



177 commenti

  1. Grazie infinite per questo articolo! Illuminante il paragone tra quello che diamo noi e quello che da lui in termini di ascolto! Ed è verissima la parte che dice che quando si parla dei nostri problemi ci liquidano con un “vedrai passerà”!Personalmente con me il “mio” faceva proprio così…Io disperata per problemi a casa e lui a dirmi ma si dai vedrai che si risolve o usando misere frasi fatte. Ultimamente mi aveva iniziato a parlare anche della moglie…aaaah!Che lei non aveva amiche, che non capiva perché… poi che voleva comprarle la macchina nuova..E io che pensavo ma che cavolo me ne frega, ma perché me ne parli!!!Mamma mia ora che lo scrivo mi rendo conto… Ma sono sicura che mi piaccia uno cosi o la mia è solo più dipendenza dal dolore? Riflessioni di una domenica quasi serena.

    • Come sempre più di sempre ti leggo con vero interesse
      E anche qui @ Caro Alessandro
      Hai proprio scritto un altro aspetto caratteristica inconfondibile del metodo messo in atto da queste tipologie di uomini

      Perché è da parte loro consapevole di farlo
      Fa pRte ad esempio come anche nel mio vissuto di una manipolazione messa in atto da Gente disturbata ,ma anche sana che ovvio che fanno
      Primo round
      Il ti bobmbardo del meglio che posso dimostrarti tutto è per noi
      Compresa la disponibilità ad ascoltarci ,ma questo è un metodo fatto apposta per scoprire meglio i nstri punti deboli e frne uso contro nel seguito della relazione e cioè quando ormai intortate dal prima in cui lui era apparso sembrava darci qualcosa invece era solo finto tutto finto e con lo scopo di poterci meglio manipolare

      Così dopo a seguire sono divenuta il cassonetto di tutte le sue magagne nota bene vere e molte di più FALSE!!!!!!

      Ma anche in cose più banali non so dal lamento
      Sai oggi ho dovuto fare la coda alla posta e con lo stress che già ho perché la mia ex moglie mi ha chiesto soldi

      .nota bene la ex moglie è sua moglie a tutti gli effetti
      Non si era mai divorziato e nemmeno separato

      Alla posta mai andato

      Allucinante ci vorrebbero i km di carta da riempire di esempi i peggio

      Meno male che adesso ormai a forza di terapia sto LIBERA dentro e fuori me stessa

      Mi godo la vita che mi resta da vivere
      E mi visualizzo sempre vecchissima piena delle mie autentiche rughe mai toccate perché ogni solco è
      Un Prezioso passo avanti verso la
      PROPRIA VERA

      LIBERTÀ.

      LO SO GIÀ MORIRÒ VECCHISSIMA E SICURO
      LEGGENDO UN LIBRO!!!!

  2. Oggi è toccato a me, ebbene dopo mesi in cui è andato dalla psicologa per riuscire a lasciare la moglie, era riuscito da 10 giorni ad uscire di casa, lei ha un attacco di panico e allora lui mi molla. Ebbene sì sceglie lei, ovvio, perché lui se lei ha bisogno partirebbe sempre ed io mi arrabbiare, questa è stata una delle sue scuse, io sono quella forte, troppo evidentemente. Invece io piango, lacrime amare, non so come affrontare certe cose, in cui lui si era ripromesso presente, avevamo progetti, usciti dalla sua bocca ma a cui avevo creduto. Alessandro come si fa ad andare avanti e non infamarlo per messaggio? So che non merita il mio dolore ma il silenzio mi è sconosciuto, c’ho provato ma io aspetto il miracolo. Sono a pezzi

    • @silgo75 ma infamarlo con chi, con la moglie? Ti userebbero entrambi come scarica barile per i loro problemi di coppia. Non muovere un dito, è la cosa migliore che puoi fare. Ma mollalo di brutto, non che lui continua a chiamarti.

    • @Silgo75 ti prego chiudi subito, non fare il mio stesso errore, quando fanno così è la cosa peggiore!!! E’ ritornato a casa? basta!!! CHIUDI prima che sia troppo tardi per te e se riapri assicurati che abbia in mano le carte del divorzio firmate. Escono, entrano, sono prima decisi poi indecisi, perché la moglie sta male perché dopotutto è cambiata, il mio sarà uscito e rientrato 4 volte in 2 mesi, e il più delle volte era perchè lo mandava via lei e poi se lo riprendeva… un calvario per me. Tornassi indietro chiuderei subito! Fatti forza

    • Piano piano non aspetterai piu il miracolo. E sara’ meglio cosi. E sopravviverai anche senza di.lui e capirai che meriti di piu. Ti riscoprirai piu’ forte. Fidati. Abbi fiducia nel futuro.

  3. @Ale di nuovo un’altro centro! Colpito e affondato! La cosa che ho trovato terrificante è la condivisione con l’amante dei dettagli dei loro rapporti sessuali coniugali, denigrandoli ovviamente.
    La cosa peggiore è che in molti commenti nel blog vedo che viene interpretato come un “mi vuole tranquillizzare”, “si sente in colpa e me lo dice”. Per me è la peggiore mancanza di rispetto, verso la moglie e verso l’amante. . È la chiara dimostrazione che non è abbastanza coinvolto e che non ha intenzione di far emergere alcuna crisi con la moglie.
    Comunque mi è ultimamente capitato il caso di un rientro a casa di un marito scoperto con l’amante che ha chiesto alla moglie di aiutarlo a dimenticare l’altra dedicandogli maggiori “attenzioni”. La discarica è senza fondo…

    • Il mio lui mi diceva che non aveva più rapporti intimi con la moglie perché lui non aveva più attrazione..
      Comunque sapeva ascoltarmi e aiutarmi se il problema era il mio questo gliel’ho sempre riconosciuto

  4. E qui invece dal mio ex sposato sentivo l’amore: lui era interessato, partecipe, chiedeva e cercava soluzioni per la mia vita, le mie gioie e i miei problemi. Era uno scambio alla pari. Metteva molta cura, nessuna vomitata fuori posto, piuttosto il silenzio. In alcune situazioni per me difficile è stato anche risolutivo… certo era tutto confinato nel recinto, e dentro quei limiti che non varcava faceva di tutto per vedermi felice e strapparmi un sorriso. Non era un lamentoso. Questo va riconosciuto.

  5. E nemmeno qui lo ritrovo.
    Abbiamo sempre parlato tanto, lasciando accuratamente fuori dai nostri discorsi i rispettivi coniugi, ma per tutto il resto ho sempre il suo punto di vista, il suo aiuto se occorre e il suo appoggio. Come del resto, io per lui.

  6. In questo post non ritrovo il comportamento del mio ex amante, sempre lui, che viveva fuori dalla casa coniugale e mi trattava come una compagna vera e propria ma non ha mai reso “ ufficiale “ la nostra storia.
    Sotto questo profilo il suo stare con me sembrava veramente amore: più passava io tempo, più mi stava più vicino in termini di ascolto; era partecipe dei miei problemi, pieno di premure e accudente, spesso mi ha aiutata a risolvere questioni mie e di persone a me vicine. Forse ha fatto per me più di quanto io abbia fatto per lui.
    Certo lui tendeva ad essere lamentoso e io no, ma quando sono stata in difficoltà ho potuto scaricargli tutto addosso e lui, a parti inverse, lo ha fatto con me.
    E no, già dopo pochi mesi sentivo che non ero sola.

  7. Eccomi qui presente. Discarica abusiva per eccellenza. Ho letto con attenzione l’articolo e che dire…tutto quanto hai descritto si è verificato nei 4 lunghi anni della mia storia con l’amante. Questi uomini che hanno tanto bisogno di parlare sono degli irrisolti oltre che bastardi. E sono furbi. Tanto furbi da organizzare una bella trappola nella quale la donna cade come un animaletto indifeso. Ora che la mia storia è finita e mi sforzo di analizzarla con occhi più disincantati è questo che vedo. Ma finché ci ero dentro i meccanismi che si innescano sono ai limiti del surreale. In una prima fase queste persone si concentrano su di te e di loro parlano poco. O meglio sono bravi a tenere fuori le loro menate e i loro problemi. Il mio amante nel primo anno non mi ha mai parlato della moglie e dei problemi che aveva con lei. Conversavamo molto ma tenendoci su argomenti come il lavoro e i nostri interessi personali. Lui mi riempiva di complimenti, mi diceva che ero speciale e sembrava davvero interessato a me e a quello che avevo da dire. Forse mi stava facendo un’esame. Inconsciamente stava verificando se ero in grado di accogliere i suoi sfoghi futuri. Chissà. Poi, così, in seguito alla scoperta da parte della moglie di una mia mail (tra l’altro nemmeno compromettente) in risposta ad un suo messaggio è iniziato il mio calvario. La moglie iniziò a contattarmi e a minacciarmi ma io oramai mi ero innamorata e lui pure, almeno così diceva. Non abbiamo chiuso ma da quel momento la moglie è entrata nella nostra storia e lui si è confessato. Ore ed ore a parlare del fatto che lei lo aveva tradito e che lui aveva sbagliato a sposarla perché, in fondo, quel tradimento lui non glielo aveva mai perdonato. Ore ed ore ad analizzarne i difetti, la mediocrità, i limiti.
    A volte mi chiedeva perchè lei non volesse fare l’amore con lui, perchè non lo cercava…mamma mia…che idiota che sono stata. Io mi incazzavo tremendamente. Lui si difendeva affermando che non mi diceva queste cose perché desiderava la moglie ma perchè voleva capire, usando me e la crisi con mio marito, se la moglie non era più innamorata di lui da quando l’aveva tradito. Caxxo…gli dicevo io…sei tu che ora tradisci lei. Che te ne frega di capirla? Cerca di capire te piuttosto.
    Insomma abbiamo psicanalizzato tutto il suo matrimonio. Un colabrodo nel quale lui ha scelto di stare. La moglie ha continuato a perseguitarmi perché nel frattempo siamo stati scoperti altre volte. Ogni volta lui rimodulava le regole che dovevamo rispettare per continuare a stare insieme. Aveva probabilmente ancora bisogno della discarica. Io ascoltavo, soffrivo ma al tempo stesso mi sentivo amata perché lui sceglieva me per confidarsi. Perchè si fidava solo di me. Che assurdità. Lui si era accanito ad evidenziare i difetti e le mancanze della moglie, cosa che a me comunque infastidiva per il solo fatto che per lui fosse una fissazione, e adulava me, per quello che ero come donna, per come lo facevo sentire, per il sesso insieme che era spettacolare a confronto di quello coniugale. Io, che non so cosa sia l’amore ho scambiato tutto questo per amore. Certo in questo periodo anche lui mi ha supportato in alcune scelte. Ma al confronto era sempre poco. Anche perchè i miei sfoghi non lo ferivano nel profondo come i suoi ferivano me. Io non mi lamentavo mai di mio marito o delle sue mancanze. Se lui mi chiedeva perchè lo tradivo…semplicemente rispondevo: perchè non lo amo più. Non c’è molto da aggiungere. Non piagnucolavo con lui per le mancanze di mio marito. Cosa invece che lui faceva continuamente.
    Gli abusi psicologici che ho subito sono tanti. Alessandro in questo articolo ci è andato cauto e non è stato tanto aggressivo. In verità si sprofonda in una spirale di impotenza, sofferenza, amore e dipendenza. Tutta tossicità. Che come ho fatto a reggere e ad andare avanti nella mia vita…beh…ancora non so. Forse perché ci sono abituata. Per non dilungarmi ancora…
    Vi ho già raccontato che poi lui ha avuto trasferimento in altra città per lavoro. Come ci è arrivato a quel lavoro è stato anche merito mio. È stata questa la nostra fase calante. La realizzazione di questo progetto lo ha rinvigorito nella sua autostima e ha iniziato ad allontanarsi da me. Le mie richieste erano sempre lamentele. Lui non aveva tempo per accoglierle impegnato com era nel nuovo lavoro. Mi chiedeva di essere comprensiva. Ma io stavo male. Nonostante le merdate io l ho amato e mi mancava. Toccava a lui adesso accogliere i miei sfoghi. Sfoghi che tra l altro riguardavano noi e basta. Era questo il momento di bilanciare una relazione fortemente sbilanciata. Era questo il momento di dare per lui e di ricevere per me. Mi ha bloccato. Non assolvevo più al ruolo di discarica.
    Fine della storia.

  8. Noi ci siamo sempre appoggiati reciprocamente, e se potessimo, faremmo anche di più.
    A volte posso sentirmi “usata”, nel senso che ascolto i suoi lamenti ma non vedo nessun cambiamento da parte sua su certe questioni.
    Ma forse è un problema mio: spesso le persone hanno solo bisogno di qualcuno che ascolti i propri sfoghi, io invece ho il vizio di cercare soluzioni…

    • Come sei sincera @LEI
      Io giel’ho detto ogni volta che mi diceva ‘fai bene a parlarmi di cosa non ti va bene, anzi devi’ .. gli rispondevo ‘ma si tratta solo di spostare i problemi da un cassetto all’altro, se li tiro fuori, io poi vogli risolverli’
      Lui invece non si è praticamente mai lamentato di niente con me, magari piccoli ostacoli del momento ma per il resto mi diceva soltanto ‘tu mi fai felice’.

  9. Quello che mi sento di dire a chi, leggendo questo articolo, si riconosce anche in minima parte…
    Lasciate perdere questi uomini. Sono solo dei parassiti emotivi. Non amano nessuno. Chi di ritrova ad assolvere al ruolo di discarica ha un forte senso al sacrificio e facilmente scambia l’opportunismo di queste persone con l’amore. Occupatevi di voi non di loro, della moglie e del loro matrimonio. Una relazione che sia clandestina o ufficiale deve essere equilibrata proprio perchè è una relazione. Non esiste chi ha più bisogno e chi meno. Non esiste chi è più bravo ad ascoltare e chi no. State attente se vi lusingano con complimenti che esaltano la vostra sensibilità o intelligenza dopo che vi hanno ferito con le loro confessione. Giocano di anticipo. Vogliono solo mettere a tacere eventuali vostre ribellioni o lamentele. Voglio solo darvi il contentino. Come il pesciolino che si da alla foca dopo che ha fatto tutto il numero al circo.

  10. Qui ognuno parla in base alla sua esperienza … I motivi che portano un uomo a volerti tenere come psicologa sono diversi, ognuno di loro segue i suoi bisogni … Ma chi non lo fa? Nel mio caso credo solamente di aver incontrato una persona debole che ha voluto smettere di frequentarmi ma che tiene tanto alla sua amica. Mai una parola negativa sulla moglie. Ho pensato fosse uno di quelli che @Ale chiami “Traditore per Bisogno” ma se un uomo ti cerca per parlare credo abbia altre mancanze tra le mura di casa. Per dirla in maniera elegante mi sono cadute le braccia, la donna per cui provava attrazione adesso è diventata trasparente o cmq camuffa bene. Sono serena perché mi sono emotivamente distaccata da lui, anche se non nascondo alcuni momenti di turbamento

  11. la domanda che uno dovrebbe porsi è la seguente…:

    Che problemi ho per permettere tutto ciò?

    Non raccontiamoci la favoletta…dell’ero innamorato/a…

    • Appunto anonimo. Invito chi si trova a sopportare queste situazioni ad interrogarsi. Io, ancora prima che finisse la mia storia,mi ero già rivolta ad uno specialista. Oramai stanca di sopportare e di non riuscire a venirne fuori. Alla fine ha chiuso lui giocando di anticipo ma sono state le mie richieste a spingerlo a farlo. Avevo cominciato ad aprire gli occhi e fargli notare le cose. Non andavo più bene. Questa è la verità. Ci saremmo comunque arrivati lo stesso…in un modo più dignitoso se fosse dipeso da me. Ma probabilmente la nostra storia per lui non era dignitosa e non si è preoccupato di trovare un modo per finire in maniera rispettosa. Per lui io ero solo una discarica.

      • Vero Cristel…è su di noi che bisogna lavorare…e ognuno di noi dovrebbe pensare alle sue responsabilità…nessuno ci costringe a fare nulla che a noi non vada o che non ci stia bene…concentrarsi su se stessi…forse così può arrivare una storia vera ed appagante…i vittimismi in genere non mi piacciono…non sono utili…

  12. Stavo per commentare su “quanto siete disposte a sopportare” quando ho visto questo nuovo articolo e come ogni volta l’ultimo sembra scritto apposta per qualche episodio attuale. Come il messaggio che mi manda in piena notte, vedo che si tratta di un audiomessaggio, mi agito, con il cuore in gola sono tentata di aprirlo, ma non voglio che lui veda che l’ho letto subito, una vocina dentro di me mi dice di aspettare, non so se augurarmi una frase romantica o una frase di scuse per il suo comportamento da vigliacco. Decido di non aprirlo fino alla mattina. Sorpresa… è uno di quei video di messenger, non è la sua voce, ma un video denuncia dei fatti del Cile! Mi sale la rabbia e le lacrime, non solo per la delusione ma mi sento umiliata, offesa, la discarica è aperta anche di notte per i suoi voleri, ma cosa vuole non lo capisco più. iGNORO il messaggio e lui immagino urtato per essere ignorato mi telefona il giorno dopo, ciao tesoro ( !!) ma lo sai che stanotte ti ho sognato?… a quel punto gli chiedo del audio messaggio cosa c’entrasse con noi. Mi risponde piccato, ma come non hai proprio a cuore quello che sta succedendo in Cile? e io insisto ma all’una di notte pensavo fosse una cosa diversa! Lui risponde mah ho fatto invia e l’ho mandato pure a te. E tronca la telefonata, urtato ed irritato. E io resto li sono solo una grandisssima cretina incapace di mettere il lucchetto alla discarica… Per fortuna c’è Alessandro che noi sfruttiamo come il nostro psicologo gratuito, a darci sempre nuovi stimoli e riflessioni sullo zerbinaggio emotivo.

  13. Anch’io dopo che è stato scoperto, sono diventata la sua discarica emotiva. Quando mi ha ricontattato mi ha chiesto solo di sentirci perché la paura era grande e così “non facevamo male a nessuno”, gli mancavo troppo e con calma ci saremmo rivisti. Nelle chiamate non ha fatto altro che lamentare la situazione in cui si trovava sparlando di lei, la madre dei suoi figli. Ho bloccato sempre qualsiasi forma di offese nei confronti della moglie ma era un continuo far paragoni tra lei e me. Ho capito allora che in me vedeva la moglie /badante mancata perché non faceva altro che adulare, ed invidiare , la mia capacità di gestire tutto da sola e soprattutto di cucinare. Era invidioso di tutto quello che preparavo, lui che doveva occuparsi di tutto nonostante lei sia casalinga. Adesso dovrà pagare una psicologa e guardare un programma di cucina visto che era interessato soprattutto alle mie ricette. Se ho sopportato è perché credevo che tra noi ci fosse un legame profondo, fatto non solo di sesso. Infondo noi ci siamo avvicinati chiacchierando e non abbiamo mai smesso di farlo. Lui mi ascoltava e mi ha appoggiato sempre fino a quando lei ha cominciato a controllare ogni suo respiro. Lui è un codardo perché non ha saputo gestire nulla.
    Adesso si facesse consolare da lei e , come ha perfettamente delineato Alessandro, sparlasse di me con lei visto che per pararsi il sedere lo ha fatto senza pensarci 1 secondo.

    • @Piccola quante cose abbiamo in comune…tutta la mia indipendenza la mia forza non riusciva a domarla non riesce anche oggi a non essere invidioso di me…come si può invidiare chi si dice di amare…è difficile ma non voglio rinunciare alla mia felicità.

      • @ Francesca qui tutte abbiamo molto in comune. Lui, più che di me, era invidioso del mio modo di essere donna libera indipendente, realizzata, autonoma. Aveva sempre sognato una donna come me (parole sue) e sinceramente anch’io un uomo come lui (prima che diventasse un fantoccio dopo essere stato scoperto) . Il problema è che io dopo questa storia mi sono fermata , mi sento spenta e infelice e non riesco ad essere più la donna di prima. Ammiro Cossora, Olplum, donne forti e poco fragili. Io sarò infantile ma non riesco a superare questo distacco perché con lui finalmente mi sentivo me stessa.

        • Ma no Piccola, non invidiarmi! Non sono forte, sono arrivata oltre il limite della delusione. Così è più facile togliere le persone dal proprio orizzonte. Come amare una persona le cui azioni ti paiono non meritevoli di stima? Una si innamora anche dei difetti, vero. Che cucciolo, tanto debole e coccoloso..solo che uno così alla fine o ti riduce al reparto di igiene mentale o ti accoltella alle spalle appena viene beccato. Non rinnego l’amore, dico solo che la mia fiducia nella nostra relazione è svanita in me. Mi è tracimata la delusione. Come si fa a desiderare anche solo sessualmente una persona tanto paurosa ed egoista? Gli voglio bene, scopa bene, ok. Ma io non la do al più debole del branco. Spiace ma ci tengo alla mia incolumità.

          • Vero!!! Anche il mio tanto caro, coccoloso che mi ha fatto e ancora adesso mi sento in colpa…ma nel momento in cui la moglie mi ha ricontattato nuovamente, lui mi ha scaricato letteralmente dopo anni!!! E mono male che lui per me ci sarebbe sempre stato….omuncolo. Povero piccolo, lui che nel nostro ultimo incontro chiarificatore mi ha detto riguardo alla moglie ” è sempre la madre dei miei figli”. No comment.

        • PIccola, Francesca, anche il mio mi diceva e lo dice ancora adesso quando tenta l’avvicinamento inutilmente, che invidia il mio essere libera e nividia chi mi sta accanto per potersi divertire come faceva lui con me e come non ha mai fatto in vita sua.
          Cerca di uscire e guardarti intorno, io sono rinata

  14. Leggo due profili: uno è l’uomo che non si lamenta mai della situazione a casa, glissa semplicemente (poi ovvio che se hanno una vita nascosta qualcosa che non va c’è.. ma personalmente non amo impicciarmi) e l’altro è l’uomo che si ‘svuota’ -sia in senso pratico che no.
    Se la situazione cambia e come per @Piccola, il cui amante è stato scoperto, come ci si deve comportare?
    Un conto è non dover fare la discarica perchè non si presenta la condizione, un conto è trovarsi li e girarsi dall’altra parte.
    Mi par di capire che la troppa confidenza che molte di noi valutano apprezzabile in realtà sia solo fumo negli occhi.

  15. Che meraviglia leggo sempre quello che mi serve proprio nel momento buio che attraverso …perché per lui ora sono la psicologa della sua vita…non può stare senza di me( non ci credo è solo un malato del controllo) oggi ho nuovamente applicato il codice del silenzio. Possibile che capiti a così tante donne…tutte cadiamo in questa trappola sciocca e trita.
    Grazie per il supporto almeno apro gli occhi.

  16. Frequento il blog da poco meno di due anni e vorrei portare agli occhi di tutti una statistica.
    Donne che negli ultimi 2 anni hanno concretizzato con l’amante? 1. Franca.
    Quante donne scrivono frequentemente su questo blog?
    Una trentina in 2 anni?
    Frequentemente eh. Non una volta o 2, ogni tanto.
    La proporzione è mostruosa.
    È come investire in Bond argentini già sapendo come va a finire.

      • Questo l’ho notato anche io, poi ho pensato: le proporzioni si basano sulla totalità di persone che tradiscono. Qui non credo siano rappresentati tutti i campioni ma molto di più i campioni con “tormento”. Spiego: se ho una storia extraconiugale e lui/lei si stanno comportando in maniera corretta nei confronti di tutti forse non sento il bisogno di rimanere mesi e anni a commentare oppure commentare si ma magari non a farmi domande e soffrire.

    • @Oldplum interessante riflessione. Non sono da tanto qui ma mi sembra ci siano anche tante che in realtà, quasi paradossalmente, sono qui pur continuano a frequentare l’amante o perché “soddisfatte?” o perché non riescono a chiudere. Bisognerebbe selezionare, per la tua statistica, quelle in VERO cds che, a mio avviso, significa almeno 6 mesi, non ti pare? ….

  17. Ps: non ho contato Ema, perché quando ho iniziato a scrivere qui lei aveva già concretizzato. Ricordo con piacere Daisy che aveva i controcoglioni e mi ricorda un po Cossora. La prendeva alla stra leggera, si divertiva, era sagace, intelligente e profonda. Ricordo che lui venne scoperto dalla moglie e la lasciò. Lei dopo 3 settimane aveva un uomo nuovo, figo e libero. E lui invece piangeva come un vitello.

      • Si, mi manca. Era davvero una donna piena di autostima. Certo quando lui si tirò indietro dopo anni di visite a castelli, lezioni di equitazione e viaggi, lei ci rimase davvero male. Ma reagi quasi subito. Lui tornò quasi subito ma lei era già attaccata ad un altro treno .

    • @Oldplum grazie per ricordarmi così.
      Io lo sento, o meglio, rispondo, chiacchiero (programmi, viaggi miei o suoi nuovi progetti di lavoro, eventi etc.. sai che della sua vita coniugale non arriva nulla) praticamente quotidianamente.
      Non so se questo colma in me la voglia (l’abitudine? ci sta dopo 26 anni di convivenza e di bla bla bla a tavola, al telefono etc.) di condividere, chiedere, spiegare e confrontarmi.
      Ma posso dire che non avverto ‘dispiacere’.
      Che sentimento è? Boh. Dovrei saperlo?
      Sentire te che lotti cazzuta contro ogni contatto, che ‘o solo me o niente’ dovrebbe farmi mettere in dubbio quello che provo. Ma intimamente non accade.
      Dovrebbe far vacillare mio amor proprio. Ma intimamente non accade.

      Sono avvenuti cambiamenti che li costringeranno nel prossimo inverno a viversi di più, nelle 4 mura di casa.
      Quindi -ironicamente ma neanche tanto- immagino che la prossima mossa la farà su invito della moglie!

      Io alzo le mani. It’s not my business.

      • Io non so @cossora, nulla. So solo che ho sentito parole importanti e sentito un legame altrettanto profondo. Stare in panchina non fa per me. Voglio giocare.

        • Non è vero che non sa nulla @Oldplum, sai che non vuoi stare altro tempo in panchina, niente attese, niente tira e molla. Sai che vuoi giocare.
          E allora gioca,
          Io faccio il tifo per te.

      • Sei nella fase della ricaduta: Fase due.

        Comunque si era capito alla grandissima Cossora, ormai ti conosciamo ed abbiamo imparato a capire cosa c’è dietro i tuoi umori…
        Comunque, come dicevo, sei nella fase 2 di 4 del CDS: quella dei CDS alternati all’illusione di non fregartene una beata mazza e di star benissimo come stai.
        Ma arriverà il giorno della fase 3… ti auguro che non arrivi tra qualche anno però.

      • Meno male che it ”is not your business” e ti fai raccontare tutti i pippono sugli inverni nelle 4 mura domestiche….figuriamoci se ”it was your business”….

        • C., ognuna ha la sua storia e i suoi tempi. Anche a me dava un fastidio orrendo quando tempo fa mi beccavo le reprimende di amiche reali e virtuali. Finché ci credi, ci ricadi in qualche modo. Ma è giusto così. Arriva per tutte prima o poi la stanchezza, la noia, lo sbuffo vero. Una lo chiama autostima, altre consunzione, altre CDS. sta di fatto che arriva. O , se non arriva, arriva la SCOPERTA da parte della legittima consorte che allontana lui (per forza). Oppure si stanca lui e sparisce dal tuo orizzonte. È questione di tempo. Sono questi 3 i possibili epiloghi. Il quarto, il lieto fine, non arriva quasi mai. A meno di miracoli veri e propri.

          • Oldprum,
            lo so perfettamente ed infatti se dico quel che dico è solo perché, avendolo vissuto per prima, voglio solo mettere in guardia/aprire gli occhi.
            A volte, non ti nego, mi da fastidio essere tacciata per pesante e retrograda ma alla fine ripenso a quando ero nella stessa fase e capisco l’atteggiamento.

            Certo che ci arriverà anche lei anche perché ora lui ha capito di averla in pugno e può continuare ad utilizzarla come discarica emotiva (come ha magistralmente descritto Alessandro) fino a quando lui si stancherà…perché sarà lui a stancarsi essendo lui la persona con più vincoli.

            Le auguro di cuore di uscirne al più presto come abbiamo fatto noi non senza sofferenze/delusioni.

          • Il lieto fine non sarà possibile in questo caso perché con tutti i CDS già attuati e falliti lui avrebbe già dovuto svoltare (e di questo Cossora è consapevole, credo).
            Se non cambia nulla al primo CDS non cambierà mai più nulla perché è all’inizio, quando vieni lasciato la prima volta, che quella persona ti manca come l’aria….se riesci a sopravvivere a quella prima volta e constati che la controparte (amante) ritorna comunque e alle tue condizioni, alla fine scadi pure a lui….allora oltre il danno pure la beffa.
            L’uomo è banale nei suoi ragionamenti, siamo noi troppo mentali, con il ritorno da te accettato tu sei già stata schedata come “debole” e “dipendente”.
            E’ solo un mio pensiero Alessandro o è proprio così?

          • Sono d’accordo con te sulle dinamiche descritte. Ogni resa ha un costo in termini di credibilità. Non credo Cossora non ne sia consapevole, anzi. Io credo che a lei vada sul serio bene così in questo momento. Anche a me sarebbe piaciuto mantenere un rapporto con lui ma ora mi risulta più doloroso che il non mantenerlo. In passato l’ho lasciato ma poi a tempo zero tornavamo “insieme” perché non riuscivo io per prima: ero troppo presa e bisognosa. Poi con la mia separazione lui è diventato più presente e ha rischiato anche di più consapevole che ormai io ero fuori dal bisogno di lui. Io però non ce la facevo più. Per me era troppo pesante dividerlo con un altra, un altra che aveva di fatto la priorità. Lui era la mia. Io no. Questo non mi ha fatto incaponire come al solito. Come prima. Forse perché non ero più obbligata a vivere con un uomo che non amavo più ed era una sofferenza tornare e stare a casa.. ora torno a casa mia stanca dal lavoro e felice. E se lui non vuole far parte di questa mia felicità ma anzi mi mette dietro a sua moglie io lo capisco, lo rispetto ma non lo voglio più nella mia di vita. Per correttezza anche verso la moglie, alla fine. Se so che vuol star lì, perché insistere?

          • Comunque è dura, eh. Pare incredibile che una persona possa rinunciare all’amore per una vita di merda. Però ognuno ha i suoi gusti che non discuto. Certo è che non lo perdonerò o forse si. Magari è stata una fortuna perderci.

          • Oldplum,
            Quello che succede a te è ciò che succede a chi arriva nella tua fase, il bilancio tra sofferenza e mantenere un rapporto pende per la prima opzione.
            Impossibile desiderare di avere una comunicazione quando si vuole tentare di chiudere davvero quindi ciò che provi è normale.
            Ora ti senti di non perdonarlo ma forse un giorno lo farai, dubito però che continuerai ad avere un rapporto confidenziale con lui. Più che perdonare capirai lui e la sua scelta ma lui ti sarà comunque scaduto.

            Un abbraccio

          • Si, @C, in realtà l’ho già perdonato. La vita è troppo bella per tenersi dentro rancore o sentimenti negativi. Abbiamo vissuto momenti davvero belli. Ricordo una volta che finito di far l’amore mi ha guardato, ha sorriso e io mi sono messa a ridere e a piangere e anche lui. È uno dei momenti più belli che io abbia vissuto e sarò sempre piena di gioia nel ricordarli.

          • È successo un paio di volte anche a me sia di piangere che di vedere occhi commossi…
            Ma non voglio attribuirli a nulla.
            Non sono rancorosa ma non sono nemmeno romantica.
            Voglio pensare che da parte sua fosse un mero bisogno di ”sesso aggiuntivo e più trasgressivo” che gli mancava per essere completo così da creare il giusto distacco.
            Nel mentre si è affezionato ma questo nn era sufficiente. Per il resto ho lavorato troppo di fantasia io con molta probabilità.

          • Convincermi che sia stata la mia debolezza a spingermi tra le braccia di quest’uomo è stata molto dura a livello di consapevolezza ma altrettanto necessario per dare la svolta definitiva. Sono molto più forte ora e difficilmente ricadro’ in questo tipo di trappole.
            Il segreto, quando incontri la persona giusta è capire se la stai incontrando in un momento di assoluta serenità interiore (allora rischi veramente poco la fregatura) o se la stai incontrando in un momento di assoluta debolezza. A me è capitato con lui di incontrarlo in una situazione di vulnerabilità lavorativa (ero assolutamente insoddisfatta lavorativamente parlando) e personale (ho scoperto di non poter avere facilmente figli in modo naturale e non ne ho avuti in modo naturale infatti)…questo per far capire come, in condizioni di estrema debolezza diventiamo agnellini pronti al sacrificio (in quanto già provati dagli eventi).
            Ho raccontato questo anche per spiegare a molte che si chiedevano come mai di certe cose io sia rimasta a lottare per risolvere la mia situazione domestica piuttosto che gettare la spugna dopo la delusione.
            Riprendersi l’autostima (in tutti i sensi) è davvero la chiave per uscirne.

            Buona serata a tutti quelli in ripresa…Coraggio che ce la si fa….dipende tutto da noi

          • @Olplum, Cossora C…. ragazze tutte! Intanto buongiorno…anch’io un po’ latitante cm Mic in questo periodo!
            Cm state tutte? @Mic ma ti sei sistemata cn il lavoro?
            Ho letto interventi qua e là…sempre di grande interesse…e che mi inducono ad una riflessione…
            Intanto voglio conoscere il fratello di Cossora…che le diceva di far stare scomodo il marito…altrimenti nn se ne sarebbe mai andato (sorella cm ti capisco!!!!…na fatica pure io… )
            Il suo… insieme al ricordo delle percentuali di sopravvivenza…(20-60-20) del mio “principe azzurro” e il commento del LUI reticente di qualche altra amica in riferimento ad un conoscente che aveva fatto le valige in quattroequattrotto xchè “in casa volavano i piatti”…mi hanno ulteriormente aperto gli occhi…anche se ormai è più un interesse sociologico che un aiuto concreto a me stessa…xchè mi è già tutto chiaro ahimè!

            LA CONSAPEVOLEZZA di questi uomini nel portare avanti certii comportamenti (siano essi amanti stronzi o mariti…stronzi)… è incredibile! Ed è la cosa che forse ancora oggi mi stupisce e mi turba maggiormente…

            Noi li trattiamo cm dei “poverini in balia di eventi”…in realtà loro “programmano” quasi tutti…dal divano indisturbati pro Champions…al prendere le misure sul ns grado di dipendenza…fino a razionalizzare percentualmente qnt vale la pena di restare dove si è…

            Oggi che ho accettato la loro scelta di vivere vuoti…ma comodi…avverto cmq una tristezza immensa…e sn felice di nn fare più parte di questo mostruoso gioco!
            Sia dalla parte MARITO…sia dalla parte AMANTE…

          • @Ep, tutto ok. Una settimana fa mi ha chiesto un chiarimento via mail, perché non accettava (sic) di essere lasciato con 3 righe di mail. Così, senza rancore ho risposto in modo molto razionale e senza rabbia. Da allora abbiamo mantenuto silenzio. Io sto bene. Non torno indietro perché (come è successo con mio marito) mi fa più paura l’idea di tornare al passato che il guardare il futuro pur non sapendo cosa mi aspetterà. Un abbraccio.

          • Bene bene cara.
            Molto impegnata con nuovo lavoro, palestra, gite fuori porta, impegni familiari…
            Sono stanca la sera ma felice.

        • @Mic mi chiama anche tre volte al giorno. Io rispondo. Mi scrive, io rispondo. Sono contenta che lo faccia, forse è il mio ego, non ho intenzione di negarlo. Tanto poi chi vuole trarre solo le sue conclusioni lo fa a prescindere da quel che scrivo.
          Ho saputo di alcune cose di casa sua (dedotte e non ‘sciroppate’ ma tanto è inutile) e le ho riportate qui.
          Le telefonate sono sempre interessanti, seppur molto tecnica, la sua azienda opera in un ambito creativo e ha una bella testa imprenditoriale, io ho un ruolo importante in termini di vicinanza e collaborazione con chi decide dove lavoro e sono affascinata dalle figure decisioniste.
          Non parliamo ne di progetti ne di problemi familiari ne di frustrazioni.
          I suoi messaggi sono brevi, a volte teneri per dirmi ‘hey sto pensando a te’ oppure per dirmi che mi desidera.
          Mi ha invitata fuori a cena due volte. Ho glissato.
          Grazie per la richiesta di aggiornamento comunque, e grazie anche a @Oldplum perchè come me la sento dura fuori ma sempre morbida sulla persona.

          ps senza preavviso, il divorziato della cena di un mese fa ha garbatamente inziato a scrivermi. E io sto rispondendo senza sforzarmi, un light-flirting.

          • Ok ora mi sono allineata.
            Ognuno trae le proprie conclusioni ma tanto la vita è la nostra e quello che deve interessarci è solo come la vogliamo vivere noi, i giudici più importanti e spesso troppo poco indulgenti di noi stessi.
            ❤️

          • Un giorno ringrazierai anche me per le parole schiette e senza fronzoli che ti ho detto.
            Passerai a breve, spero, nella fase 3 ma ti aspettiamo quando sarai nella 4 dall’altra parte del fiume, a sorseggiare un drink tutte insieme per festeggiare la libertà.

  18. Articolo perfetto x me. Discarica fin dal primo giorno.
    @dyna, ti capisco tantissimo. Anche a me sono accadute tante cose simili. Lui voleva che io scrivessi x lui delle riflessioni che poi pubblicava come sue (io non avevo fb e l’ho scoperto x caso) per farsi bello con il resto del mondo. Una volta mi ha mollata lì come una scema perché doveva informarsi su elezioni..io incazzatissima, lui manco se ne accorge e mi chiede di fargli le solite due righe sui fatti del giorno..io usata come psicologa ma anche come segretaria e collaboratrice. Inizialmente lusingata..

  19. @cristel se hai letto la mia storia sai che mi ci ritrovo totalmente. Anche io ho lavorato x lui a titolo del tutto volontario, in vacanza e di notte, ho gestito suoi guai di lavoro e di salute, e ben felice di farlo..solo che lui non mi ascoltava mai, mi usava anche lavorativamente e io ero davvero stanchissima a un certo punto, e mi feriva che lui non se ne accorgesse, prometteva eterna gratitudine ma poi era sempre preso da se stesso..

  20. Anche il mio sempre a sottolineare quanto apprezzasse mia intelligenza forza e disponibilità.. quanto lei fosse incapace e inadeguata.. c’è da dire che da lei non è tornato. Ma Barbablù non si ferma..

    • Si, anche lei in pochi mesi. Ricordo che il suo ex amante usciva di casa ogni natale nella promessa, poi rimandava per motivi di lavoro.

  21. Il mio ex invece mi ascoltava sempre, capiva già dal tono della voce o dal modo in cui rispondevo ai mess, se qualcosa mi disturbava. Non mi parlava della moglie, non me ne ha mai parlato male….gli ultimi due anni quando la moglie ha scoperto il tutto, e abbiamo continuato a vederci non abbiamo più avuto rapporti completi. Eppure la nostra intesa è sempre stata il top…mi sono sempre chiesta il perché, era solo distrutto dal rapporto che si era creato con il figlio quattordicenne, dopo aver saputo della storia con me. Non penso di essere stata la sua discarica emotiva, però pensandoci siamo arrivati alla fine perché io non sopportavo più il suo stare male per lui.

    • Beh @Elsa non ti biasimo. Che senso ha stare male per ‘il suo stare male’ per una persona che non sei tu? Se non sei tu il problema, di certo non lo puoi risolvere tu. Puoi sostenerlo (ma anche qui, si sostiene un problema circoscritto, non esistenziale) ma che cosa sei.. una colonna?

      • A volte mi sento in colpa per non aver fatto la parte della crocerossina…per lui il problema era diventato il figlio che non lo rispettava più, per me era lui che non mi vedeva più…poi il controllo della moglie…lui si era spento. Dimagrito di 10 chili. Ma a me faceva solo incavolare ancora di più. Mi diceva di stare tranquilla e di aspettare, di avere pazienza. Sono scoppiata. Ho dato il peggio di me..

  22. Mi sono accorta di essere diventata la sua discarica emotiva, quando io l’ascoltavo per ore su problemi a lavoro, sulla sua infanzia triste e difficile sui problemi di salute, e le varie fissazioni sulla linea e l’alimentazione ma quando parlavo io dopo 5 minuti mi interrompeva con un “Ti amo buttato lì.. sei bellissima..) all’inizio non capivo e la trovavo una cosa tenera ma poi con il tempo, mi sono resa conto che per lui era un modo per interrompere una conversazione che lo stava annoiando e riportare l’attenzione di nuovo su di lui.
    Quando ho deciso di chiudere la storia, l’impossibilità di non potermi più avere come psicologa gratis, era la cosa che lo faceva più stare male e continuava a chiedermi dì sentirci al telefono, per poter almeno parlare perché lo aiutava tanto. lo fatto per un lungo periodo ma la cosa per era diventata troppo pesante e difficile da gestire così ci ho messo un blocco che lui continua a non accettare, e di tanto in tanto trova il modo per farsi vivo e riproporsi, ma io per lui ormai non provo più nessun sentimento d’amore ma solo delusioni, per aver approfittato della mia empatia e voler continuare a farlo continuando a raccontare bugie che io puntualmente scopro.
    Volevo dire a tutte/i quelle che in questo momento pensano che è troppo doloroso attuare il CdS perché sentono la mancanza.
    Non è facile, ci saranno giorni in cui vi sembrerà di vivere in una bolla di dolore e sentirete solo quello, ma ci saranno anche giorni in cui vi sentirete serene e libere, consapevoli della voglia di voler amare e dare ancora fiducia, per una bella storia con un’uomo che non ha bisogno di una discarica emotiva perché è una persona risolta e in pace con se stesso e il mondo.
    Ma per arrivare a non soffrire più a causa del cialtrone di turno che ad ogni interruzione del CdS si ripropone sempre con gli stessi argomenti ( come la peperonata di sera), bisogna prendere coscienza che un CdS rigido è l’unico mezzo e il tempo farà il resto.
    Un abbraccio.

      • Anche a me piace la peperonata ma purtroppo la digerisco male, come gli uomini che parlano tanto ma a fatti concludono poco.
        Come si dice dalle mie parti: la bocca è una ricchezza.
        Un abbraccio.

    • Ogni mattina apro questo blog per trovare spunti di riflessione e la forza di andare avanti nella mia scelta di allontanarmi da lui. Sono giorni particolarmente difficili, dopo un mese di distacco, tra l’altro in cui mi sentivo abbastanza serena, ecco che arriva il momento down, me lo aspettavo… sono giorni in cui mi devo tagliare le dita per non scrivergli, momenti in cui mi manca il respiro, attimi in cui sento una canzone e mi viene da piangere pensando a lui e ai momenti belli passati. Resisto. Ringrazio lui che sta rispettando di non farsi vedere perchè in questi giorni se lo avessi davanti ci ricadrei dentro in pieno. Sono in una fase di vulnerabilità, spero passi. Ma quando passa?

  23. ,ma perché ce la avete con la peperonata di sera?
    Ah ah ah ah
    Morta,
    Si lo so forse indigesta?
    Adoro la peperonata ,però,
    Ah ah ah
    Ah che vita ci tocca fare
    Con sti uomini delle maschere da Carnevale sul loro carro .finto pure quello di cartapesta,verso il loro

    “l’inesorabile inevitabile tramonto”

    Dai colori di peperonata!

    Buona Giornata a tutte/i!!
    Bellezze Care Donne!!!

  24. Digerisce tutto, digerirà anche questa… Le briciole che diventano un pranzo da regina, rispondere con stupore e gioia alla inattesa telefonata, possibile credere ancora alle favole, che mi abbia chiamato per sentirmi, l’egoismo mostruoso usato. per vomitarmi addosso le discussioni sugli investimenti da fare, e mia moglie giustamente dice, e mia moglie ovviamente ribadisce, ecc ecc e senza farmi dire una parola, parla solo lui come un fiume in piena e dopo un quarto d’ora dire tu tutto bene vero tesoro? senza aspettare risposta dice scusa devo chiudere subito ti richiamo. E ti lascia cosi con il vuoto interiore, la rabbia che si mangia il fegato i miei problemi gli fracassano gli zebedei al punto di stopparmi al primo accenno di parola. Come paralizzata riesco solo a pensare alle parole di Alessandro. SI sono una discarica emotiva.

    • Dyna scappa…chiudi. Esiste solo lui. Te non ti vede nemmeno se non per soddisfare se stesso. Ti chiama perché lui lo decide e ti scaricherà perché sempre lui lo deciderà. Anche il mio faceva così, per i suoi problemi ore ed ore a parlare ma se capitava di sentirci e non aveva da raccontarmi le sue paranoie mentre parlavamo leggeva mail e si distraeva, scriveva in altre chat e si distraeva, metteva la nostra chiamata in attesa per rispondere a tutto il mondo, amici, conoscenti e colleghi di lavoro. Insomma un fastidio enorme. Poi in questo distrarsi e interrompersi, quando provavo ad aprire un argomento che mi toccava o riguardava entrambi le risposte erano due:
      1. Ma possibile che litigo sempre con mia moglie e devo litigare pure con te
      2. Scusa ora sono stanco ne riparliamo domani.
      3. Sono arrivato a casa o al lavoro devo staccare. Poi ne riparliamo.
      Ovviamente quel poi ne riparliamo non è mai arrivato veramente. Perche quando riaprivo l’argomento tutto si ripeteva come sopra ti ho descritto.
      Dyna lascialo andare. Riprenditi la tua dignità.
      Da che se n è andato io sto molto meglio.
      Certo a volte mi manca, mi ritrovo a pensarlo più volte durante la giornata…ma sto meglio. Molto meglio.

  25. Scrivo qui perché è l’ultimo post. Mie fresche considerazioni: mi accorgo di essere completamente svincolata da aspettative di qualunque genere, da proiezioni su altri, da obiettivi che riguardano altri. Ora sono sola, e soprattutto libera. Ciò su cui lavoro dipende soprattutto da me. La mia mente spazia, il lavoro decolla, metto molto più a fuoco chi mi circonda e mi dedico a ciò che è intorno a me, con un respiro più ampio rispetto alla gabbietta dell’amore. Sto crescendo, è una fase di gran movimento interiore, bella e generosa.
    Non mi serve la coppia, il fidanzato, e neanche il fuoco d’amore per compensare altre insoddisfazioni. Verrà? Boh? Non mi importa. Ma per la prima volta da secoli tratto gli uomini (e non solo) con leggerezza e luminosità, non mi frega di azioni e reazioni, sorrido del mio stare bene.
    Ho letto da qualche parte che l’amore arriva quando sei occupato a fare qualcos’altro, beh io sono al qualcos’altro ma se non arriva neanche me ne accorgo. Forza ragazze, io ho attraversato come molte di voi tanti di quei problemi che l’amante si può far da paste… torniamo a brillare <3

    • Si cara Angelica
      Toriniamo a brillare

      Come le vere NUOVE stelle ancora da vivere

      Luci che si Sentono brillare dentro
      E nel cielo non si vedono ancora!

  26. Io sono stata la discarica emotiva più grande del mondo. Ho buttato giù di tutto ma mi hanno salvata rabbia ed egoismo. Nel senso che a un certo punto anche io mi sono detta, convinta, che dopo questi due anni di inferno io non avrei avuto la forza fisica di affrontare tutte le problematiche legate alla sua separazione. Non sarebbe mai finita. Lui mi ha buttato addosso tutti i suoi problemi emotivi senza mai mettersi davvero in ascolto. Frasi tipiche:
    Nessuna mi ha mai ascoltato e capito come te
    Ti amo x la tua pazienza
    Meriti molto più di quello che ho dato a persone che non lo meritavano
    Non posso separarmi perdendo tutto perché come tutte le donne anche tu vorrai delle sicurezze economiche
    Dobbiamo davvero parlare dei tuoi problemi ma non voglio sminuirli parlando x telefono. Non sono capace di scrivere messaggi lunghi.
    Ne parliamo dal vivo tra una settimans
    Passa una settimana…
    Non riesco a parlare ma sento che ci capiamo meglio con il corpo.
    Questa era la mia preferita. Traduzione: zitta e scopa!

  27. @cristel il tuo ex sembra il mio..ti capisco tantissimo. La rabbia umiliazione e frustrazione di ascoltarli x ore, e con amore, e di sentirli non presenti di testa e cuore quando noi abbiamo bisogno o anche solo piacere. Io sapevo di lui vita morte miracoli..lui non sapeva nemmeno il nome dei miei. Ma perché non gliene fregava. Lui era pure uscito di casa ma ho capito che avrei vissuto da cani con lui. Lui ritiene di essersi speso troppo x le sue ex e quindi il messaggio è, se mi ami, devi lasciare che io sia egoista e non rompere troppo le scatole, perché ho già dato alle altre. Scusami tu meriteresti quello che ho dato a loro però ora voglio pensare a me stesso. Però scopiamo e ti mi ascolti.

  28. La cosa davvero triste è che lui è pure uscito di casa e se io non avessi lasciato forse ora saremmo insieme. Ma ho temuto che x me il prezzo sarebbe stato troppo alto. D’altra parte lui metteva sempre mani avanti dicendomi che se non fosse andata bene avremmo dovuto chiudere “da persone adulte”, leggi: senza rompere le scatole o chiedere soldi. Figuriamoci. Mi ha dato un’enorme insicurezza il suo guardare sempre e solo al passato e mai esprimere un po’ di gioia. Capisco i problemi ma MAI gioia o felicità x noi.. Questo sembra una stupidaggine ma alla lunga insieme al resto mi ha stroncata x la sfiducia tristezza e rabbia. Ogni tanto la vicina che mi dice che lui ha lasciato lei torna a farsi sentire, ma resisto pensando che sono stata male davvero e che una persona fondamentalmente egoista non mi avrebbe mai resa serena e felice. Sarebbe stato sempre un rapporto squilibrato o magari ci saremmo assestati ma io non mi sono fidata di lui perché in due anni ho avuto modo di vederlo all’opera e non si è mai dimostrato all’altezza. Pensavo inizialmente fosse x clandestinità ma poi ho capito che era lui..

  29. Io sono stata per tanti anni la sua discarica e anche il suo pungiball. Vomitava su di me tutte le sue frustrazioni lavorative e purtroppo lavorando insieme anche la sua rabbia , a volte mi insultava e mi dava la responsabilità per alcuni errori che neanche avevo commesso ma che secondo lui avrei dovuto intercettare. Arrivava a dirmi parole molto pesanti che minavano la mia professionalità . Spesso lo faceva anche nelle riunioni davanti a tutti . Mi faceva passare da incompetente quando le responsabilità erano solo sue . È stato un inferno sia al lavoro che a casa . Ora che mi sono tolta dalla sua cerchia stretta vedo che altre persone che fanno danni veri vengono portati su un palmo di mano da lui solo perché lo adorano e gli danno sempre ragione . Sta sbandierando la sua nuova vita e la sua nuova relazione come fosse un vanto e non mi degna più neanche di un ciao . Che tristezza . Man mano che passa il tempo ritrovo fiducia in me anche perché vedo finalmente che esistono persone belle con le quali posso avere una comunicazione d’anime e non a senso unico è distruttivo come era con lui . Quante cose belle mi sono persa ! Adesso sono nella fase in cui il dolore e la rabbia lasciano spazio per la compassione per un essere davvero irrisolto e povero

    • @cla…ogni volta che ti leggo mi si stringe il cuore!
      Mi chiedo cm si possa sopportare tt ciò.l…x 20 anni pure!..poi mi dico…ma se se io l’ho fatto x un sacco di tempo cn il mio compagno ufficiale di che mi stupisco?
      La mia “giustificazione” sn i figli…in una situazione di amantato nn credo avrei mai sopportato situazioni cm quelle che hai raccontato tu o @nina!

      Men che meno cn vessazioni su posto di lavoro…odio l’aggressività! È l’unica cosa…che se portata agli estremi mi porta a reagire io stessa un aggressività!

      In episodi cm quelli che tu hai raccontato di insulti anche pubblici…io sarei esplosa e lo avrei…scusate il francesismo…SMERDATO pubblicamente!

      Sn contenta che tu ne stia uscendo…nn pensare alle cose belle che ti sei persa…pensa alle cose belle che devono ancora arrivare! La vita sarà migliore x te ora rispetto a quella che hai vissuto “accanto” a questo lombrico!

      Un bacio

      • @EP grazie ! Adesso anch io faccio fatica a capire perché ho sopportato tanto . Ero come ipnotizzata . Mi sto analizzando molto in questo periodo e sto ritrovando tante cose che mi ero dimenticata di me . È sorprendente vedere finalmente la realtà . Pazzesco . Un bacio anche a te !

  30. sono nuova in questo blog anche se vi leggo spesso, sono l’amante di un uomo sposato da un anno e mezzo. la moglie ha da poco scoperto la nostra relazione e anche chi sono.
    Non ho mai scritto prima ma ora ho bisogno di un vostro parere.
    Ho capito che la moglie, scoperta la cosa, sta dando la colpa principalmente a me ( anche se lui nega la cosa) : pochi giorni fa ha pubblicato dei post offensivi (ovviamente generici) nei miei confronti.
    Io da una parte vorrei risponderle dall’altra mi trattengo
    Lui in tutto ciò mi ha chiesto scusa per l’accaduto ..ma la giustifica dicendo che l’ha presa male ed e’ fuori di testa ..ma i post sono sempre lì

    Voi come la vedete..

    • Finché sono generici non devi curartene. Come non devi curarti del fatto che se la prenda con te. Io capisco le mogli che scoprono il tradimento e che reagiscono così, ma prendersela con l’amante di una cosa di cui è responsabile il marito non può durare più dei primi momenti di rabbia. Perché altrimenti significa fare la struzzA per non vedere i difetti del proprio marito ma anche del proprio matrimonio. Il che vuol dire non avere vere chance per il futuro di salvare quel matrimonio. A meno che la moglie non sia uno di quegli extraterrestri che pensano che il marito sia una povera vittima di una rovinafamiglie (rovinafamiglie in un mondo dove il 60% della popolazione ha tradito almeno una volta) incapace di intendere e volere per libidine irrefrenabile. Come dico sempre, dare la colpa al termometro che misura la febbre non mette al riparo da prossime influenze. Anzi…

      • @Alessandro però sono tantissime le extraterrestri che reagiscono così.
        @Carry ti pare plausibile che lui prenda le tue “difese” e continui a vivere con la moglie? Lascialo immediatamente. Che si regoli lui con la moglie, tirati via. Lei prima di tutto è venuta a cercarti per vedere come sei fisicamente (lo fanno la maggioparte dei traditi), e se non si fa un esame continuerà a farlo nel tempo. A lui avrà sicuramente fatto il terzo grado, che lavoro fai, come eri con lui, e lui a lei avrà detto molto meno della realtà, mettendoci in mezzo debolezze o roba simile. Lei ti vede come una rivale e ti attacca (dentro di se prima che fuori) per distruggerti. E lo farà anche davanti a lui (verbalmente intendo).
        Tu non risponderle mai, se ti metti in mezzo le dai modo di sfogare la rabbia che prova. Siccome deve tenersi il marito il dolore che prova, la rabbia deve pur spedirle da qualche parte, e quella parte sei tu.

          • @ale…pazzesca sta cosa! Però perdonami…una giusta legge del contrappasso, no?
            Xchè scusa… se sei talmente “miope” da nn voler guardare che la responsabilità nei tuoi confronti è di tuo marito…allora forse un po’ di amantato, con relative prese x il cuxx ti fa bene!

            È una sorta di formazione on the job…

            Scherzo naturalmente…nn augurerei queste sofferenze a nessuno a dir la verità! Neanche alla più ottusa delle mogli (che tanto sm sempre noi…una volta di qua…una volta di la)

            Ma vale la solita regola: svegliamoci…e guardiamo solo ai fatti! Senza bisogno di giustificazioni o spiegazioni…i fatti nudi e crudi! LA VERITÀ STA TUTTA LI…

          • @Alessandro grazie per i dati statistici, sicuramente tu hai un quadro più ampio. Io tutte quelle che ho sentito, anche storie lette in altri siti (il tuo è atipico in tal senso), in cui un amante chiede un parere come capita qui, non riceve alcuna risposta ma viene pesantemente attaccata da più donne (anche se non sono state tradite) e il tutto il linea generale segue il “volevi rubare l’uomo a un altra donna? ben ti sta” e a seguire auguri deleteri di vario tipo. Qualsiasi tentativo di replica, spiegazione da parte dell’amante viene totalmente rifiutato, e viene rincarata la dose di insulti di ogni tipo.

    • @Carry
      Spero per te che tu decida ADESSO e non domani ,ma ADESSO
      di lasciare questo uomo amante delxxxxo
      Eh si perché

      Cara Carry e care LE MIE RAGAZZE TROPPO PROSCIUTTOSE SUGLI OCCHI

      tutte queste amanti che GUARDA CASO si viene scoperto dalla moglie e in buona fede il vostro amante vi presenta l’accadimento scoperti dalla moglie come UNA PURA SFIGA SUCCESSA PER CASO……???????????????

      E NO HA UN NOME CHIARO CHE SI CHIAMA

      TRIANGOLARE e cioè io uomo tuo amante improvvisamente ti metto in mezzo mia moglie APPOSTA o per costringerti a lasciarmi in pace perché mi sono rotto il xxxxzo di stare con te
      Oppure PEGGIO è un metodo di MANIPOLAZIONE NARCISISTICA e cioè da uno Stronzo dispurbato psico

      In OGNI CASO

      Fatti questa DOMANDA

      MI CHIEDO ,MA È NORMALE CHE UN ADULTO EQUILIBRATO SI COMPORTI COSÌ???????????

      È NATURALE CHE IO DEBBA SOPPORTARE UN MINUTO DI PIÙ LA VESSAZIONE DI UNA SITUAZIONE IN CUI DUE PERSONE MARITO E MOGLIE
      ognuna per motivi dei cazzi loro devo subire lo stess dei post del CXXXXXXXO? E essere messa in mezzo
      In confronto due donne moglie e amante e lui che se le scopa entrambe

      Si permette le sue sceneggiate triangolari
      E io dovrei stare ancora un secondo in questa situazione di chiaro DOLORE MIO
      SOPRUSO VERSO DI ME
      ABUSO PSICOLOGICO VERSO DI ME?????

      Ecco TESORO DI DONNA CARRY
      Risponditi a queste OTTIME BUONE E GIUSTE DOMANDE.

      Forza mandaloaffanculo sparendo non hai bisogno di dirgli nulla.

    • Ciao Carry, ben arrivata!
      Normale reazione legata alla rabbia. Tu vieni vista come quella che doveva restare al suo posto e non “sfasciare” matrimoni in giro, per giunta proprio il suo!!!!
      Questo è il momento della rabbia. Lascia passare un po’ di tempo, e non rispondere. Lui non può certo chiederle di non scrivere. Lascia stare lei e guarda quello che fa lui e soprattutto pensa a quello che vuoi tu.

    • Saggia idea trattenersi e non rispondere. Inizia una nuova fase, per il vostro rapporto e sopratutto per te:ora arriva il momento di capire oltre la passione cosa vi lega.
      Se vedi che i coniugi fanno gli struzzi insieme, scappa a gambe elevate, dopo ovviamente aver intuito chiaramente ciò, non aspettare troppo. Adottare il CdS sarà salvifico, comunque vada.
      In bocca al lupo.

    • A me è successo esattamente il contario! Quando mio marito ha lasciato la sua amante, lei ha cominciato a pubblicare post offensivi dandomi della cornuta ( sempre in modo generico)

  31. Grazie a tutti per le risposte e i vostri consigli.
    Io mi sarei aspettata dall’uomo che dice di amarmi una Difesa nei miei confronti, ma non c’e’ Stata e dubito che ci sarà .
    Sto molto male.

    • Carry tesoro, hai ragione e purtoppo ti capisco. Sono stata offesa da lei 2 volte ed in più ha continuato a denigrarmi parlando con tutti coloro che mi conoscono. Lui? Non ha mosso un dito per me. Si è fatto sotto. Pensa che diceva di sentirsi marcato da lei che lo insultava in quanto traditore. Quando é tornato la prima volta e gli ho fatto notare che non mi aveva difeso ha risposto che sono una donna troppo intelligente per pesare i miseri insulti di una persona infantile e stupida, sua moglie. Intanto è ancora con lei e sono convinta stia bene. Tu trattieniti, non cadere nella trappola, lasciali nel loro brodo. Io, in 1 anno di insulti, non ho mai fatto nulla e avevo in mano ed ho prove che lo avrebbero distrutto. A che pro? Vuol vivere la sua vita con una che dice di non amare? Vuol farle credere che la colpa è dell’amante? Povero.Non ti merita, merita solo una come lei.

    • Se ti avesse amato non starebbe ancora con lei, incazzata come una biscia e pronta a fargli vivere i prossimi anni pieno di sensi di colpa e bacchettate sulle dita.

  32. @Carry,
    siamo in tante sul blog e chi arriva qui, a CasadiAle, lo fa in un momento come quello che stai vivendo tu ora.
    Poi si ferma, ascolta, parla, scopre tante cose, trova compagnia, sì confida, ride (anche spesso), e intanto il tempo passa.
    Poi ti accorgi che stai cominciando a stare meglio, che non devi addossarti colpe che non hai, e cominci anche tu a dare il tuo benvenuto a chi arriva qui la prima volta.
    Sì modifica qualcosa dentro di te, nella tua testa, cambiamenti che non potevi nemmeno immaginare.
    È un percorso, ci siamo noi con te @Carry ed ora tu sei con noi.
    Resta qui @Carry, datti tempo.
    Abbraccione.

    • @carry…qualche tempo fa avevo accostato @casadi Ale ad una sorta di esperimento sociologico…una specie di alcolisti anonimi dell’:amantato!
      Sì arriva qui…tendenzialmente xchè in qualche motore di ricerca si cercano risposte e confronti che nn si possono trovare “alla luce del sole” xchè noi sm la “parte nn presentabile della società” (io personalmente manco conoscevo le statistiche cui ale si rifà del 60% delle coppie che si rivelano traditricw)
      Quindi…qui troviamo un posto dove sfogarci, dove essere comprese (le storie sn quasi tutte uguali, salvo patologici strani) dove la prima cosa che capiamo è che…quella che sembrava una storia UNICA…MAGICA…nn ha proprio nulla di unico e magico!
      Ma ci vuole un po’ x accettarlo…intanto xò conosci cervelli nuovi (e qui di cervelli c’è ne sn tanti…fidati)

      Qualche volta…si viene “bastonati”…ma fa bene (quasi a tutti…quelli cn la coda di oaglia…fuggono…e di solito sn maschietti…#ogniriferimentoacoseopersoneanonimeèpuramentecasuale!
      Speriamo che @ale nn mi cassi!… ahahahah)

  33. Grazie del conforto . Loro sono due coniugi struzzo: lei vuole ricucire il rapporto e Cerca delle scuse per giustificare il marito come quella che ero io a morirgli dietro (me l’ha detto lui)
    so che avete ragione e che probabilmente lui non mi ama perché se no sarebbe qui con me e avrebbe colto l’occasione per lasciarla.
    A giustificazione mi dice che prova pena per lei e non può lasciarla su due piedi ..e che devo dargli tempo .

    • @carry…regola nr 1…spesso la realtà che dipingono nn è quella che vivono! E le cose che dicono nn sn mai esattamente corrispondenti al 100% a qnt detto…x pararsi il cuxx da un parte o dall’altra abbelliscono, sminuiscono…fino a (nei casi più gravi) stravolgere totalmente la situazione o le parole!

      ERGO…nn puoi sapere cosa lui ha detto a lei…e a mAggior ragione se nn hai sentito cn le tue orecchie nn puoi essere certa che lei stia tentando di giustificarlo dicendo che eri tu a morirgli dietro.
      X le storie che ho sentito qui…propenderei x la versione che LUI abbia detto che eri a tu a morirgli dietro…e poverino lui nn ha resistito (credo che ad un certo punto arrivino anche a convincersii loro stessi che è così). La moglie probabilmente vuole disperatamente credergli!
      Quindi…ATTENZIONEEEEE!

      Regola nr 2…ora che è stato scoperto…secondo te di quanto tempo ha bisogno x prendere la decisione di uscire di casa? Concretamente…
      Intendo…a casa i primi tempi dopo la scoperta di un tradimento deve essere l’anticamera dell’inferno!
      Zero serenità…zero pace…discussioni…litigi…etc etc (White docet)…quindi xchè uno dovrebbe mai flagellarsi cn tutto questo…x poi ributtare tutto a puttane (stasera niente da fare…mi escono solo francesismi 😉 ) facendo saltare fuori il bubbone di una separazione, chenesò, dopo 6 mesi dalla scoperta del tradimento?
      È illogico!
      Oppure il candido principe azzurro…sapientemente penserà…vabbè se la moglie mi persona…resto qua!
      Se proprio proprio volano piatti e si arriva alla guerra dei Roses…ho la ruota di scorta…il paracadute…chiamalo cm vuoi…
      Intanto…aggiungerebbe alessandro…ho ancora la discarica emotiva e magari ogni tanto così x cavalcare l’onda dell’emotività (“dio come sono sfortunato…capiscimi…perdonami…scopami che poi mi sento meglio”) un bel giro in giostra!
      Scusa Carey…imparerai a conoscermi…io sn una di quelle che bastonano…a fin di bene!
      Un bacio…

      • Quoto @EP, anche io ho sentito moltoooo spesso che il lui di turno va a dire che era l’amante che gli correva dietro, anche che non sapeva più come fare a rispondere ai messaggi, non sapeva come liberarsene, che ha ceduto dopo che l’ha corteggiato per mesi, fino al sentivo che sbagliavo ma sono stato circuito, alcune donne sono convinte che ogni amante sia una narcisista che va manipolare il proprio uomo che mai e poi mai potrebbe tradire.
        Nei social girano frasi tipo “si sa che l’uomo è debole, se ogni donna rifiutasse di andare con un uomo sposato il tradimento non esisterebbe più”.

      • @EP @CARRY a casa mia litigi urla e aggressività no, volevo tenere fuori mia figlia non meritava che le crollasse il papà. Ma pace e serenità no.. ma effettivamente conosco mogli che sono andate dai figli a urlargli: tuo padre si è scopato un’altra.. e li sono robe che volano battutacce etc etc

      • @EP dritta, lucida e tagliente come al solito!! E’ esattamente così! Bisogna focalizzarsi su di lui, sui suoi tempi, su quello che fa e non sulla moglie che può aver avuto una reazione normale di rabbia oppure essere stata convinta da lui su altro.

    • Tanta pena per lei e te devi pazientare. La tua sofferenza è messa al secondo posto. Vorrei capire perché . Crede che soffri meno? Comunque soffri. Lei non può soffrire, te si. Non è egoismo ..ma quanto hai sofferto TU?

      • Giusto…ha pena per lei e quello che stai passando tu non conta?
        In queste frasi, in queste considerazioni dette forse anche senza rendersi conto del loro significato profondo, c’è scritto il futuro dell’amantato. Lui non la lascerà mai. Ha pena per lei ed in questo momento di scoperta anziché dire…guarda che la colpa non è tutta della @Carry perchè io provo qualcosa per lei…il nostro rapporto è in crisi…beh…anziché dire questo… che fa? Si preoccupa di acquietare la moglie. Dopo tutto il lavoro di rabbonirla poi come fai a sganciare di nuovo una bomba in casa? E tutta la fatica per risistemare le cose? Mah!
        @Carry..ascolta…lui ti chiede tempo e tu questo tempo lo sprecherai per lui. Pensando di doverglielo perchè lo ami.
        Intanto lui questo tempo lo userà per risistemare le sue cose in casa.
        Rendi prezioso il tuo tempo.
        Non fare l’errore di sprecarlo.
        Ti abbraccio e benvenuta.

        • Sono d’accordo con Cristel @ Candy. Io ho passato un anno ad aspettare mentre lui prometteva ed invece stava sistemando le cose a casa. A me diceva che stava pensando a noi. Ho visto! Io mi pento di essermi fidata ed oggi mi sento umiliata ed usata, scappa Candy. Non appoggiarlo. Se ti ama la troverà la strada per Voi.

    • @Carry DEVI DARE. Ti amo = Devi dare? Lui ti chiede perchè sa che tu sei innamorata di lui, si sta approfittando dei tuoi sentimenti. Ti chiede tempo, ossia di continuare a fargli da amante finchè si sentirà pronto a scaricarti. Nel frattempo va benissimo che la moglie ti lanci frecciatine piene di veleno via social. Trai da te se è amore o no.

    • @Carry io concordo con @ep se uno vuole davvero separarsi il momento dello scoppio del bubbone è il migliore. Se anche non si scatenasse l’inferno in casa l’aria risulta belle nella pesante, quasi irrespirabile. Sarebbe un balzo molto facile da fare in quel momento..
      Anche perché al 90% la prima reazione è quella di sbattergli la roba fuori dalla porta. Basterebbe che seguissero la loro roba è sarebbe fatta..

      • Non so se abbia senso, ma quel che fai a caldo, di istinto, credo sia abbastanza lo specchio di quelle che sono le tue intenzioni reali. Se appena scoperto ti getti a terra in lacrime perché non te ne vuoi andare forse è perché davvero non te ne vuoi andare…

        • Non sono del tutto d’accordo. Dipende molto dalla capacità di reazione allo stress.
          In generale però chi si fa beccare è chi ha sensi di colpa e usa il tradimento come richiamo al partner.
          Chi è super attento invece è o un seriale o uno che l’amante la vuol tenere per vero bisogno.

          • Statisticamente la probabilità di essere scoperti cresce col crescere del periodo di amantato. Superati i 6 mesi è del 40%

          • @Ale davvero così alto? 4 su 10, superati i sei mesi, vengono scoperti? Non l’avrei mai detto! Primo perché mi sembra che tutti o quasi tutti i non-seriali superino i sei mesi, secondo perché mi sembrano tante le storie che vanno avanti senza che nessuno se ne accorga. Mi sembra di capire che “alla scoperta” la quasi totalità degli uomini “batte in ritirata” e le donne, invece, si separano. Sarebbe bello scrivessi un articolo per tutte le donne che restano sole perché hanno avuto il coraggio di separarsi a fronte di uomini che rientrano a casa con la coda fra le gambe.
            Donne che subiscono forse l’offesa e l’illusione più grande. E qui mi ci metto anch’io…

          • Lo scriverò. Si tantissimi vengono scoperti ma pochissimi uomini colgono l’occasione per dire alla moglie Sono innamorato di un’altra decidiamo insieme in modo civile cosa fare. Molti diventano dei veri zerbini, abbandonando l”amatissima amante in un batter d’occhio. È la prova dle nove per voi per capire se era sincero e quanto vi amava

          • …aggiungo che non sono meglio quelli che assistono alla di lei separazione senza fare nulla, come se la cosa non li riguardasse!
            E’ vero che ci si separa perché il matrimonio è stracotto, ma lo si fa per una causa scatenante e non si può assistere immobili e non agire di conseguenza….

          • Le donne hanno il coraggio di separarsi e non tornare indietro, gli uomini… pochi

        • Sono d’accordo con @White, ci sono momenti in cui questi uomini sono sinceri nei loro atteggiamenti, sono brevi, un lampo, bisogna coglierli in fretta e capire che è quella la loro vera natura, le loro vere intenzioni.
          Passato quell’attimo riprendono in mano il gioco.
          Il mio stomaco si accorgeva di questi momenti prima del mio cervello, non erano digeribili e mi stava avvertendo, come quando vedi un cibo che ti dà subito una sensazione di nausea.
          Davvero sensazioni fastidiose ma non le avevo mai ascoltate, infatti poi si è rivelato tutto indigesto.
          Sai quei cibi troppo raffinati (nel senso di poco nutrienti), industriali, pieni di roba chimica?
          Ecco uguale.
          La confezione esterna promette bene, ma se leggi gli ingredienti c’è davvero poco di naturale.
          Scusate questa divagazione nutrizionale…devo ancora fare colazione.
          Buon sabato a tutti/e.

        • @White c’è una prima reazione istintiva all’essere scoperti, in cui realizzi che stai perdendo tutto e sei disperato. Poi ti abitui all’idea e cerchi di capire cosa vuoi veramente. L’istinto è conservatore.

          • Infatti Lia lui mi dice che ha il terrore di perdere tutto: me e il suo matrimonio.
            Il mio istinto mi dice che se non è uscito di casa ora non lo farà mai, perché avete ragione che senso ha vivere un periodo di inferno per poi andarsene?
            Lui dice che vuole dar tempo alla moglie di accettare la cosa : intanto dormono in letti separati .
            Io al momento non ho la forza di staccarmi da lui : non mi sento pronta. Sta succedendo tutto troppo in fretta

          • Quando dicono ho paura di perdere tutto, L’amante e il suo matrimonio tutto vuol dire il suo matrimonio. A te se vuole non ti perde, basta che ti scelga. Perdere tutto significa non voler perdere nulla e ciò non è possibile. Occorre scegliere, ma la sua frase. È chiara. Siamo sicuri che sia vero che dormono in letti separati? Occhio che ci sono uomini pronti a tutto, anche a fare foto posticce di camerettte mai usate da loro

          • Anche a vivere di giorno dal parente che lo ospita in attesa di trovare un appartamento e tornare a dormire a casa dalla moglie la notte.
            Tanto quella scena dell’amante (io) non lo viene certo a sapere, abita a 60km di distanza! 😉

          • @Carry quello che ti dice non ha senso. Secondo me le paure sono solo le sue. Vuole capire bene se ha voglia di perdere tutto per stare con te oppure no. La moglie non c’entra, non sta aiutando lei… Mettici in conto che potrebbe non uscire da lì. Se non ce la fai a staccarti stagli vicino ma non farti troppe illusioni.

      • Infatti @White…quale momento migliore per andarsene anche solo per stemperare la tensione e discutere in campo neutro qualunque opzione?
        Comunque non è vero che tutte le mogli o la gran parte buttano la roba fuori casa.
        Io ne conosco una che ha beccato il marito seguendolo e l’ha riportato a casa con il fare de ” Ciccio, vieni che a casa le senti…”.
        Lui è andato ha sentito la moglie che diceva di “perdonarlo” , ha preso la valigia e in 24h era dall’amante. Dopo 25 anni di matrimonio. C’è da dire che questa persona era davvero innamorata dell’amante. Dopo un anno e mezzo di convivenza da lei hanno preso casa insieme.

        • In questo casi specifico poi si sovverte la teoria che un uomo lascia solo se profondamente scagionato a casa tipo volano piatti.
          I due coniugi erano e sono grandi amici e si rispettano e si sono rispettati. Certo lei ha sofferto ma a casa c era una situazione normale.

  34. @Carry Io in una roba così con la moglie che giustificava tutto ci ho perso 20 anni . Soffri adesso, ma lascialo e vivi . Ci sono persone migliori alle quali voler bene. Non ne vale la pena credimi

  35. @carry concordo con le altre. Se proprio uno non ha le palle x uscire e si fa scoprire, almeno non si rimango tutto con la moglie. Non ci vuole davvero niente ad affittare qualcosa di super provvisorio. Niente. In una settimana se vuoi sei fuori e da fuori gestisci tutto. Anche solo x chiarirsi idee tutti quanti. Io ho visto persone uscire di casa davvero velocemente, forse troppo, ma se si vuole si fa. Io nella mia storia ho imparato a odiare i se i ma e i condizionali. Uno che dice farei non farà mai. Il mio parlava di altre vite e universi paralleli..seeee…io ci ho perso due anni. Pure troppi x uno che la prima settimana mi diceva già frasi tipo che non riteneva di tradire lei e che poteva stare così perché provava sentimenti diversi x me e lei ma non in contraddizione. Sia con lui che con mio marito io sono sempre stata “quella che la fa troppo facile” solo perché tendenzialmente decisionista e poco avvezza ai dubbi amletici. Con tutto che ci ho messo due anni a chiudere con amante e che sto ancora con mio marito, quindi non è che sia così frettolosa…ma mi rendo conto che con entrambi la cosa che mi logora è che le cose non vengano mai da loro e che se arrivano è perché ho sudato sangue nel sollecitare convincere e pazientare. Mai uno slancio da loro. Questo è il problema e so che è un problema mio…

  36. Ero convinta che l’amante servisse per fare sesso strepitoso (tutto quello che lui non fa con la moglie)…. Invece mi sono trovata a fare la discarica emotiva!!! Abitiamo lontani e quandi le occasioni di vederci sono state veramente poche….ma tante e lunghe telefonate in cui lui mi vomitava addosso tutta la sua frustrazione per la sua vita personale e lavorativa non appagante.
    Ho detto basta!

  37. @Carry, certo che resterà con la moglie con la quale cercherà di ricucire lo strappo del tradimento. Purtroppo metterà in cattiva luce te, dicendo che lo avrai ammaliato e che ha ceduto in un momento di debolezza. Da sempre nella cultura tradizionale come in quella moderna l’amante non è “colei che ama”, accezione di fatto più autentica, ma è colei che provoca, che seduce, che tenta, che ruba! Non è una donna capace di provare sentimento e dolore, ma una donna (o un uomo) malefica e insensibile. E , spesso, chi viene beccato non fa che confermare questa concezione!
    @ Alessandro, concordo sulle maggiori probabilità di essere scoperti man mano che procede l’amantato. Dipende tuttavia anche dalla frequenza dei contatti e degli incontri: se sono rari, le probabilità sono assai ridotte, seppur non nulle.

    • Certo. Comunque quasi la metà, a consuntivo dell’amantato e della sua durata, è stato scoperto e lui ha avuto l’occasione di decidere definitivamente per l’amante (pochi) o per la moglie (tanti).

  38. Carry anche il mio lui è stato scoperto ma anziché cogliere l’occasione e andarsene di casa prendeva tempo con la scusa che non riusciva ad andarsene perché la moglie gli diceva di recuperare il matrimonio. Io ho aspettato un paio di mesi dopo l’accaduto nella speranza che facesse davvero quello che prometteva Mi sono logorata ad aspettare, poi ho detto basta e l’ho messo davanti alla scelta o si separa o lo lascio.
    Non si è separato.
    Oggi capisco che la scoperta di un tradimento e’ il momento che segna la svolta al rapporto di amantato: perché i nodi vengono al pettine e si deve decidere e nella maggior parte siamo noi che decidiamo ! Decidiamo perché vediamo la loro immobilità che tradotto significa che non vogliono andarsene se la moglie , nonostante tutto decide di andare avanti.

    • Quando dicono “devo aspettare perché mia moglie vuole recuperare” è finita con voi. Anche se presentata come “non posso darle l’ulteriore shock dopo la scoperta e dirle subito che la lascio” in realtà loro rispondono alla moglie “proviamoci”. Ma a voi non lo dicono e prendono tempo. Anche se la decisione è presa. Non a caso molti iniziano un percorso di terapia di coppia. Con la moglie. Ma naturalmente lo fanno per “accontentarla”. Poi non si separano più. Nll’80% dei casi

  39. @Alessandro allora non erano per niente innamorati? Riprendono con la moglie come se nulla fosse, dimenticano noi in un battibaleno, sono felici e sollevati. Questa è la cosa che fa più male, essere dimenticate in 2 secondi. Io , nonostante la terapia, non riesco ad essere più la stessa e mio marito me lo ripete tutti i giorni.

    • Domani pubblico un nuovo post. Si intitola Uomini non all’altezza di amarvi dove spiegherò la differenza fra chi vi lascia perché vi ha sempre mentito e chi vi lascia perché non è alla vostra altezza

    • @piccola ma credi in ciò che hai sentito? Lui lo conosci. Ti pare sia credibile che stia bene? E se stesse male tu ti sentiresti meglio?
      Io non so davvero cosa sia l’amore.
      Ma non mi faccio domande sul fatto che lui stia male. Lo so.

  40. @Ale pensavo…durante lo scorso anno lui quasi ogni giorno mi diceva che doveva andar via di casa, che si sarebbe trasferito in un’altra regione per lavoro, che non sopportava più la situazione. Io gli dicevo di prendere tempo perché sentivo che non lo stava facendo per sé stesso e riversava tutto su di me. Forse sono stata codarda ma non volevo che mi rinfacciasse di essere uscito per me, lo vedevo altalenante, non diceva che il suo matrimonio era già in crisi prima di noi, affermava di stare bene fino a quando ha conosciuto me. Mi dava fastidio questa affermazione e lo ritenevo infantile in questo. Infatti quando ha deciso di uscire e lei gli ha presentato il conto è tornato subito i dietro ma non so perché visto che non ha voluto più parlarmi. Non so ancora se inserirlo tra i cialtroni, codardi o il non all’altezza. Aspetto il tuo articolo.

    • Uno che dice tutti i giorni che vuole uscire di casa e poi quando davvero può non lo fa è un cialtrone. Tu non c’entri e scommetto che se gli avessi detto facciamolo ci sarebbe stato lo stesso epilogo.

    • Piccola, qualunque sia la situazione, se si tratti di un senza palle che non ha avuto il coraggio di affrontare non solo la chiusura del suo matrimonio ma neanche quella con te, oppure se si tratti di un furbo che te l’ha bellamente raccontata, il risultato è lo stesso. Un uomo piccolo piccolo.

  41. Mi è venuta in mente una cosa di cui non ho mai letto nei vari commenti. Sia mai possa tornar utile a qualcuno. Animali domestici. Una persona in crisi con la moglie, che pensa realmente a separarsi non fa entrare animali domestici a casa propria, tanto più se quella casa dovrà probabilmente lasciarla alla moglie e parla di problemi economici. Poco importa che venga giustificato “per i figli”, poi se ne devono occupare loro, anche come spesa economica per cibo e veterinario. E’ comunque indice di amore, perchè se fai entrare in casa una creatura pensi a occupartene, non è che stai a prendere un pupazzo e tanto poi chissene… percui se durante la relazione, o anche subito dopo che voi iniziate il cds, venite a conoscenza dell’entrata di un animale domestico in casa, capite come era impostato lui veramente.

    • Sono tutti segnali chiari di continuità, è vero. E pensare che c’è gente che invece di prendere un cucciolo fa un figlio con la moglie in piena crisi con amante…

      • E così …a me è venuta pure questa domanda, per la quale mai ho letto nel blog

        C’è qualche donna che ha avuto un figlio dall’amante ( capitato… o voluto …) e lui ha continuato la sua vita matrimoniale?

    • Una cosa strana.. ho chiesto tante volte di prendere un cane, ma lui non ha mai voluto perché era troppo impegnativo per la nostra vita. Devo dire che era vero, noi siamo fuori di casa tutto il giorno e viviamo in appartamento. Quindi io dopo qualche anno ho abbandonato l’idea.
      Dopo la nostra crisi, quando io ancora non avevo scoperto nulla di quanto era successo, ma stavamo ricominciando il nostro rapporto su nuove basi, lui si era messo in testa che dovevamo avere un cane.. eravamo sul punto di confermare la cosa che è scoppiato il bubbone.
      Il cane allora non l’ho voluto io. Mi ha fatto proprio incazzare!! Magari tra un po’, se le cose continueranno così.

      • @Whiterabbit voleva il cane quando ancora aveva l’amante o mentre stavate ricostruendo? Non ho capito. Comunque hai confermato quanto ho scritto, che se entra un animale domestico in casa è una scelta della coppia.

        • @mary in effetti non conosci L storia, la tengo breve. Mio marito ha avuto qualche incontro con una. Avevano già smesso di vedersi quando abbiamo avuto un banale litigio, e io gli ho aperto il libro su cose che tra di noi non funzionavano più. Da quel momento abbiamo iniziato a sistemare queste cose ma io ancora non sapevo nulla. È in questo momento che voleva prendere il cane. Dopo un po’ di tempo ho scoperto che aveva avuto questa storia..

  42. Ciao a tutte Io non mi posso definire proprio un amante nel senso che lui aveva una convivenza di 15 anni in cui non ha mai voluto sposarla e fare figli Poi ha conosciuto me che sono più giovane di 15 anni e c’è è stata una bella Intesa Ma io subito gli ho detto che non intendevo fare la terza incomoda e che avrebbe dovuto subito prendere una decisione Così nel giro di pochi giorni dopo avermi detto che stava male con lei e che erano anni che tiravano avanti con sue scenate da ossessiva gelosa e figura di m**** con la gente e tanto altro Insomma mi diceva che si trascinavano gli anni ma stava poco bene e non riuscivo avere coraggio di chiudere alla fine grazie a me ha avuto questo coraggio e nel giro di qualche giorno la lasciata e l’ha fatta uscire fuori di casa così ha iniziato una relazione ufficiale con me presentandomi alla famiglia ea tutti ed era così innamorato che dopo un po’ mi ha detto ti amo voleva un figlio Insomma mi ha promesso quella famiglia che desideravo e io c’ho creduto ma all’inizio non ero molto presa Diciamo che facevo la mia vita mentre lui era stra innamorato Io lo consideravo poco poi però le cose si sono ribaltate mi sono trovata io innamorata e nonostante alcuni miei errori e Piccole bugie nei suoi confronti ma non tradimenti Diciamo che volevo uscire a volte con le amiche ma lui dava fastidio aveva una sorta di controllo ed era molto geloso del mio carattere solare di parlare con la gente alla fine io Rinunciamo ma a volte dicevo bugie per non litigare oppure a volte mi Assen Tavo per piccoli viaggi in cui andavo a trovare delle persone ma mai tradimenti o altro comunque per farla breve alla fine mi ha chiesto una pausa mi ha detto che non si sentiva considerato io ero una bugiarda e che aveva perso fiducia e dopo poco di questa pausa vengo a sapere che si rivede con la sua ex convivente e tornano insieme e improvvisamente questa dice in giro che io sono bugiarda che non crede a nulla di quello che io posso dire è che io sono stata una semplice sbandata per lui ma che lei è il vero amore della sua vita è lei la donna della sua vita io non contavo nulla non ero nulla ma che lo provocato perché ero giovane e bella e quindi alla fine solo una passione breve per poi ritornare da loro e addirittura che questa pausa è servita a ricucire i loro problemi ed è questo che lei dice in giro mentre lui all’improvviso costretto da lei e della sua gelosia mi ha bloccato su WhatsApp e su tutto e mi parla poco.
    Sto giu

    Che dite voi???.
    Sono tata una passione?
    Sono.servita a loro x ricucire problemi?
    Nin so, diceva a tutti male di lei e di uan storia che andavamale, l aveva gia mollata due anni fa ma lei si e inginocchiata x chidergli.perdono.
    Ora sono.io.bugiarda e lei.improvvisamente bella e brava???
    Diceva ti amo…figlio…bo!!!
    Che senso ha tutto cio???
    Mi senti autostima a pezzi svuotata.
    Aiutatemi a capire.
    È un codardo, non era alla.mia altezza , è scappato alle sicurezze e comodita della.sua vita calma e piatta???
    Inizialmente la vita nuova e le cose nuove con me lo avevano entusiasmato aveva una passione ritrovata poi però improvvisamente sono diventata un male per lui e mi ha detto che non si fidava che ero bugiarda e che ero più giovane quindi aveva paura dell’età che avanza va e di essere tradito è che ero troppo carina e avevo un carattere troppo solare Come fosse una minaccia per lui e io non ho realmente capito nonostante abbia fatto gli errori e ho molti sensi di colpa e non so come uscirne perché poi nel frattempo sono arrivate delle forti attacchi di panico e mi fa male sapere che ora stanno bene alla faccia mia è che io sia stata solo quello è che lei fa sapere in giro che tutto va bene dopo averci parlato male con tutti aver mandato in giro le nostre foto a tutti per parlarci male e per quanto so che è una donna che soffre e che è anche molto dipendente da lui è che hanno un rapporto quasi malato Però non capisco la cattiveria di fare e dire certe cose e non capisco più che ho conosciuto Chi è lui realmente?
    Era buono, serio, onesto.

    Di fatto io non ero l’amante perché l’ha lasciata e mi ha portato ufficialmente nella sua vita ma poi che cosa l’ha riportato indietro e che cosa potrei aspettarmi ora da lui e possa tornare e che cosa devo fare io sono molto a pezzi svuotata triste.

    • @siviglia Non meriti di soffrire per una persona del genere!! Ma alla fine avete avuto un figlio come lui voleva? Mi sembra di rivedere un po’ la mia situazione. Lui si è messo con me dopo che la sua ex si è messa con un altro. Mi ha chiesto subito di sposarlo e di fare subito un figlio. Quando mio figlio era piccolissimo, la sua ex si è lasciata con il fidanzato e così il mio ex marito mi tradiva con lei. Mi tradiva ma allo stesso tempo era geloso. Sono stata malissimo, ma non lo volevo lasciare perché ero innamorata e perché avevo paura delle conseguenze per mio figlio. Alla fine ci siamo separati e mio figlio è comunque felice anche se figlio di separati, ed ho sono tornata la persona solare e felice di prima.
      Non aspettare che lui torni. Sei giovane e bella e sei ancora in tempo per trovare una persona che ti possa amare veramente. In bocca al lupo, super donna!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

@anpellizzari

Ecco La matematica del cuore, il mio nuovo libro

Ci siamo finalmente! Ve lo avevo annunciato, molte lettrici lo aspettavano e ora posso dirvi, rivelarvi tutto: il mio nuovo libro si intitola La matematica del cuore e uscirà in tutte le librerie il 21 novembre 2019.

Premax Shop