Home » Amanti » Natale da amanti: ma anche lui soffre?

Natale da amanti: ma anche lui soffre?

Un altro Batsle da amanti
Un altro Natale da amanti

 

Care amanti lettrici, mi avete chiesto: ma adesso che lui deve stare in famiglia per le feste comandate, anche lui soffre come voi l’impossibilità di vedersi?

 

Se è davvero innamorato certo che soffre, ma succede i primi mesi di amantato.

 

Dopo l’anno e tante promesse rimandate lui sta sostanzialmente bene in famiglia, si gode la serenità di quello che ha, fossero anche solo i figli o la parte che gli piace della routine.

Farà sesso con la moglie, perché ricordatevi che il clima natalizio aiuta anche a letto nonostante la frequenza da matrimonio asfittico. Ricordate anche che 9 uomini si 10 mentono quando dicono che non hanno rapporti con la moglie, e quelli che dicono che “lo devono fare” dimenticano che l’erezione è sempre un sentimento sincero.

Se non è più innamorato di voi o meglio dice di esserlo ma sa già dentro di sé che non lascerà mai la moglie in questo periodo cercherà di tenervi con messaggi e telefonate strappalacrime che gli costano poco e tengono caldo il vostro letto per il post feste, quando avrà voglia di fare del vero sesso  

non voletemene, non sono il grinch ma questa è spesso la cruda realtà del Natale da amanti

diffido soprattutto di quegli uomini che piangono tanto, che si strappano i capelli perché non possono stare con voi, che si struggono d’amore per voi a parole e che poi è il secondo, terzo, quarto Natale che vi fanno passare così.

voi lo passate così perché lui ha la sua famiglia. Anche voi forse ne avete una, ma una donna quando sceglie un uomo può rimanere una brava mamma, addirittura un’amica per il marito ma non sarà più moglie. Questa è la grande differenza fra uomini e donne impegnati con l’amante.

Care amiche, vi auguro che questo sia l’ultimo Natale d’attesa e di lacrime. Spero che il 2019 vi porti o lui finalmente libero o nuove certezze su di voi e cosa volete fare

Buon prossimo (non questo) Natale

Sincerely yours

contatti: anpellizzari@icloud.com

 

 

 


158 commenti

  1. Grazie dell’augurio Alessandro!! Questo per me sarà il primo Natale di chiusura definitiva, quello scorso era di forte crisi ma non c’era ancora abbastanza per aprire gli occhi. Lo passerò immersa nelle cose che sto facendo finalmente, senza la testa altrove e quel senso di sbagliato che mi ha accompagnata negli ultimi anni. Auguri a tutti!

  2. Grazie per l’augurio che ci fai, per me sarà un nuovo anno, sperando in un nuovo futuro!
    I tuoi scritti mi hanno aiutato tanto, a dire basta, a dire addio… Grazie davvero!

  3. Alessandro esco giusto da una settimana di lacrime a non finire in vista del Natale! Questa ciliegina amara non ci voleva, ma spero mi serva ancora di più per essere motivata nel mio silenzio, che ormai è anche il suo. Mi fa tanto senso pensare a lui nella sua famiglia del Mulino Bianco, che si scambia i regali con la compagna, ci fa l’amore (non ci posso pensare), gite con amici e bacini alla mezzanotte di capodanno! Vorrei “morire” in questo momento ma dentro lo sono già… pertanto resisto perché non merita neanche questo……E che il 2019 mi porti questo bel chiodo libero!

  4. Grazie, grazie di cuore.
    Il Suo sincero augurio è molto importante, come lo è aver incontrato per caso questo blog (o fors non è stato il caso ma è quello che mi serviva) e leggerLa tutti i giorni e leggere le lettere delle ragazze che qui scrivono.
    Ogni giorno di silenzio porta tristezza è un impegno lungo e difficile ma sapere che qui posso trovare forza e appoggio mi aiuta tantissimo.
    Un abbraccio a tutte le Ragazze!
    Eli

  5. Grazie, non potrebbe esserci augurio migliore per questo fine anno. Per quanto riguarda l’articolo, credo che un po’ tutte pensiamo a cosa “farà lui” e come “starà lui”, ma proviamo a cacciare questo pensiero e ricordiamoci che ciò che conta è ciò che facciamo noi e come stiamo noi… Un abbraccio a tutte

  6. Grazie per le tue profonde riflessioni e forse anche grazie alle tue affermazioni che passerò un sereno Natale con la mia meravigliosa famiglia con il cuore e la testa dedicati esclusivamente a loro che mi sono vicini e mi sostengono con il loro amore sincero e puro
    Grazie Alessandro

  7. Io non voglio pensare a cosa farà, tanto questo sarà per lui un natale eccitante e carico di aspettative. Ormai ho raggiunto la consapevolezza che lui non é l’uomo giusto per me e nemmeno se tornasse pieno di rimorsi potrei cambiare idea. Ho visto cosa si cela dietro quella maschera meravigliosa e porto sul cuore le cicatrici per le ferite causate dal suo cinismo. Non si può dimenticare. Mi manca solamente la nostra intimità, la nostra passione. L’attrazione ancora c’è, é reciproca e si vede. Siamo creature fatte di emozioni, ma anche di carne. Ecco devo solamente superare questo ultimo ostacolo e arrivare a considerarlo un uomo come tanti. Quando quel momento arriverà, e spero prima possibile, sarò finalmente libera. Vi auguro un buon Natale, Alessandro e amici che fate parte di questa famiglia virtuale. Qui si sta come a casa, ci si confronta, si condivide, ci si sostiene senza giudizi, né pregiudizi. La vostra presenza é preziosa. Grazie.

  8. A me da fastidio che non trova il modo di farsi sentire per telefono quando è con lei… in generale riesce a farmi un messaggio o anche una breve chiamata ma non so se lo fa come contentino per farmi stare buona. La moglie non penso gli stia addosso h24… ma quando è con lei sparisce. Medito di lasciarlo perdere… e se non l’ho ancora fatto è perché quando non è con lei si fa sentire tutti i giorni anche per ore al telefono… ma già gli ho fatto capire che mi da fastidio e dato che forse non ha compreso bene devo essere io a cambiare. Mi spiace ma se la sta cercando. Sono veramente stanca… e meno male che si tiene stretto la mogliettina che in passato non ci ha pensato due volte a tradirlo e a lasciarlo per pausa di riflessione.. per poi riprenderselo quando ha voluto lei. Devo ammettere che anche questo suo tornarci mi fa pensare male di lui… perché sentirmi preferita/seconda ad una donna che ha tradito, varie volte… è brutto pur comprendendo che abbia dei lati positivi per lui.
    Anche questa cosa mi sta facendo stancare….

    • Gli amanti che spariscono quando stanno in famiglia non agiscono solo così per una questione di opportunità. Il fatto di non farsi vivi nemmeno un minuto, neppure con un messaggio, tradisce un loro sentire profondo, che è quello di non rischiare neanche il minimo quando sono con lei o con lui. E se non rischiano per un messaggio, di certo non si separeranno per voi

      • È proprio quello che penso pure io… anche se ne conosco uno che rischia molto ma che non lascia ugualmente… (ad esempio spedirle regali, partire e spostarsi da una città all’altra per vederla, chiamate sempre e comunque ed ha figli adolescenti…. anzi tra i due paradossalmente il “mio” è più incline a cambiare ma attualmente non lo fa per due ragioni che per privacy ti direi solo in privato…. quindi posso dire che non è indicativo ma, sicuramente, non depone a suo favore. Lui non ha figli e quindi quando stanno insieme lei sta con lui…però in bagno ci si va separati immagino. Però vedi.. È una cosa che mi da fastidio. Io sono una donna libera senza legami ed altro.. e vedermi preferita ad una donna che non solo ha tradito ma ha pure negato e mai ammesso nulla… mi fa ancora più rabbia…

        • Poi un paragone lo faccio con me stessa. Nel senso che non vivo da sola e spesso capita che ci sono persone o amici in casa che ignorano che io abbia questo rapporto… e pur di sentirlo faccio di tutto per liberarmi anche da qualsiasi impegno perché so che quel poco tempo è quello … e se lui non fa lo stesso o lo fa ogni tanto mi fa passare la voglia di farmi in 4 per chi non lo merita. Capisco che io non sono sposata ma mi sembra che come intenzione io sono più disposta a fare…e adesso ho deciso di iniziare a cambiare e se sono occupata non gli rispondo.

  9. Con il mio discorso fatto sopra non voglio dire che sono migliore di lei perché se si tradisce è per sintomo di qualcosa… come ben diciamo su questo blog… ma stare insieme dopo uno o più tradinenti e starci avendo una vita sessuale quasi assente dopo solo una ripresa del sesso quando sono tornati insieme mi sembra una presa in giro e una decisione di comodo. penso che se non ci si ama più si dovrebbe avere il coraggio di lasciarsi. Il fatto che io esista è la dimostrazione di tutto questo… ma perché devo essere io a “pagare” di un non amore quando io sarei disposto a darlo veramente?
    È quello su cui sto riflettendo in questi giorni…

    • Ti rispondo come donna che è stata un po come la moglie del tuo lui. Ho avuto un altro. L’ho confessato . Siamo tornati insieme.
      Attualmente se mio marito avesse un’altra donna e io venissi a saperlo sarebbe una liberazione.

      • Ma lei non ci fa sesso come non lo faceva prima.. lei non lo vuole sotto quel punto di vista. In genere, essendo donna, posso ipotizzare che lei non sia più interessata al sesso con lui almeno. Non so se poi lo tradirà o meno ma se lo facesse e lui scegliesse me sulla base di questo io non me lo prenderei… non sono la ruota di scorta. Ovviamenete questo lui non lo sa.. ma sono disposta a cambiare vita per lui se mi scegliesse ma se fosse per scelta di lei non muoverei un dito… ho Comuque la mia dignità.

        • Siamo tornati insieme perché pensavo avesse capito cosa avevamo sbagliato. Aveva pianto, giurato di amarmi (e nota che a tradirlo e a confessarlo nell’atto di lasciarlo ero stata IO). Purtroppo il suo cambiamento è durato qualche mese, poi è tornato come prima. Ha ricominciato a non ascoltarmi mai e a ripetere vecchi copioni. Ho capito che lui mi vive come un abitudine ed è fatto così. Non c ‘erano stati sbagli. Lui era così e non sarebbe cambiato . E io avevo smesso di amarlo. Ho passato anni pensando non mi sarei più innamorata. Poi qualche anno fa, come avete letto su queste pagine, è capitato che mi sono innamorata. Non riinnamorata. Innamorata per la prima volta in vita mia davvero.

          • Oldplum io sono in una situazione molto simile alla tua.
            Quando mio marito ha scoperto il mio tradimento, ha accennato un cambiamento.
            I nostri problemi erano legati innanzitutto al suo egoismo, al pensare solo al suo tornaconto.
            Ma alla prova dei fatti, anche banali, comunque il suo modo di essere e di pensare salta fuori in tutta la sua piccolezza ( e di proposito non ho voluto utilizzare termini peggiori). Evidenziato maggiormente dall’estrema generosità del mio amante, e non parlo di questioni materiali ma di una persona che veramente si preoccupa per me, che tiene al mio benessere e alla mia serenità.
            Perché resto con mio marito? per problemi economici e per non rischiare di dovermi allontanare da mio figlio.
            L’amante è un’altra storia. Lui non lascerà mai la sua famiglia, proprio perché così altruista.

        • Sarebbe una liberazione perché gli voglio bene e vorrei fosse amato. E spero di lasciarlo con un perché diverso da “Non ti amo”.
          Una cosa del genere ” vai con lei, rispetto il tuo amore. Saremo amici sempre.”

          • Anche lui vive come fratello e sorella. Però se l’è ripresa è vero ma a sua volta per sesso, per rivalsa, l’ha tradita con altre donne! Poi ha deciso di stare con lei. Ora ci sono io e non è nata per sesso… Però sapendo i trascorsi mi da parecchio fastidio che mi preferisca ad una donna così solo perché è da anni che stanno insieme e il sesso poi è sparito deltutto… insomma come per il tuo caso si è tornati non solo punto ed accapo ma anche peggio di prima.

          • Stare insieme se non ci si ama più non ha senso.. nel tuo caso almeno ci sono i figli. Poi non sono d’accordo con chi sostiene che con gli anni il rapporto cambia e ci sono altre cose importanti. Il sesso viene spesso visto come una cosa normale che finisca ad una certa. Mentre poi si scopre che è una delle cause principali di tradimento. La mia storia non è nata per sesso come le precedenti storie di lui dove specificava che cercava solo quello. Ci piacciamo molto sotto vari profili. Ma non posso megare che l’attrazione e il sentirsi desiderati non sis stata la molla scatenante dovuto anche al fatto che non ama più la moglie. Onestamente credo che per lei sia lo stesso. Ma se lei resta con lui e non si interessa ad altri dubito che lui la lasci… più per motivi economici e interessi. Che tristezza.

  10. Grazie mille Alessandro.
    Questo per me sarà il primo vero Natale di cambiamento. Non voglio disperarmi più a capire, a fare, ad aspettare. Ecco, soprattutto ad aspettare.
    Ho aspettato troppo ed ora dico stop.
    Ho sognato di essere incinta. Che significa semplicemente aria di una maturazione diversa.
    Quindi, mi auguro che è così.
    Ed é merito tuo e delle ragazze che sento amiche ormai se sono riuscita pian piano ad arrivare a certe conclusioni.
    Fa ancora tanto male, ma sto meglio. Starò meglio.
    Vi abbraccio tutti, di cuore

  11. care, anche per me si va verso il secondo natale da amante e non ci posso credere. mai avrei pensato di arrivarci. stavo già per chiudere lo scorso natale. la cosa grave è per me che più vado avanti con lui, meno sono convinta. è come se avessi superato una fase di slancio in cui avrei fatto davvero di tutto, e ora le mille e mille delusioni, anche se stiamo ancora insieme, hanno come raffreddato i sentimenti. lui continua la sua pantomima della ricerca di una casa, siamo in una metropoli, ce ne sono a centinaia, ma lui ci trova sempre qualcosa che non va rispetto alla sua villetta. ovvio. ma va benissimo. quello che mi manda in bestia è che da una parte fa l’uomo denim, il duro della situazione, quello che potrebbe vivere di radici nel deserto, dall’altra se non ha la sua villetta con tutto scelto da lui si sente depresso. e quindi continua questa ricerca senza fine, e io faccio finta di crederci. @lei, hai ragione, sono incerta rispetto a mio marito, e non riesco a pensarmi senza uno dei due. non ci riesco. lo so che è sleale ma qui ammetto la mia incapacità. @oldplum, ma sei tornata insieme a tuo marito nel senso che vi eravate lasciati? mi sono persa qualche pezzo credo…

    • È successo molto tempo fa, nina. Ci ho riprovato ma purtroppo cio che mi ha portato a tradire era sintomo davvero di un amore finito come poi si è dimostrato nell’attualita’.

    • Nina, scusami se mi permetto, ma non mi sembra che tu ti stia comportando meglio di lui, con tutte le tue indecisioni.
      Allora statevene entrambi nella situazione attuale e fate gli amanti.
      Non puoi chiedere a lui di esporsi di più, se poi tu per prima sei così insicura. ci vuole un po’ di coerenza nei propri comportamenti, se si chiede la stessa cosa ad altri.

  12. Per me sarà il primo Natale senza di lui, non ci sentiamo da 10 mesi, nessun contatto e l’ho evitato come la peste.
    Non provo nessun rancore, è stato l’amore delle mia vita e sono contenta di averlo vissuto. Ho provato un sentimento unico e gli auguro di essere felice con chi vorrà…

    Cara @oldplum…coraggio…la vita è imprevedibile!!

  13. Per me è diverso invece. Lo scorso Natale la nostra storia era appena iniziata, lui ha avuto uno slancio incredibile, mi scriveva di continuo che avrebbe preferito stare con me, che non vedeva l’ora di rivedermi e dal momento che viveva una situazione con lei già degenerata (a suo dire) dopo Natale si sono separati. Nei mesi successivi ci siamo stati noi, la nostra storia, la nostra passione… poi cambio di marcia d’estate come ho raccontato. Ad oggi non so se è con lei o meno, ma mi ha chiesto di non sentirci per tutte le vacanze. Non mi aspettavo di sentirlo onestamente, non stiamo insieme da mesi anche se ci siamo sentiti e visti ultimamente e sento che c’è ancora molta attrazione e coinvolgimento da parte di entrambi. La differenza è che lui riesce a fare a meno di me, ho la sensazione che se non mi vede sta bene, mentre vedermi lo destabilizza. Lontano dagli occhi lontano dal cuore insomma. Sono triste, come sempre ultimamente, ma vivo alla giornata, non so cosa aspettarmi da questo Natale, so pero’ cio’ che desidero: un po’ di serenità. Un abbraccio a tutti!

  14. Primo Natale da donna libera anche per me. Non mi faccio auguri in particolare, e non ho grandi pretese… Soltanto un po’ di serenità e un amore che ci sia sempre e non a intermittenza!! Auguroni a tutti/e e buone feste!! Vi voglio bene

  15. “…una donna quando sceglie un uomo può rimanere una brava mamma, addirittura un’amica per il marito, ma non sarà più moglie. Questa è la grande differenza fra uomini e donne impegnati con l’amante.”
    Alessandro, penso che tu abbia detto una grande verità!
    Illuminante come sempre!

  16. Primo Natale da amanti, lui in vacanza con la famiglia perfetta, con quella moglie con cui dice di non fare “quasi mai” sesso, dice che lo fa per stare con i figli, ma lei ci sarà, eccome se ci sarà! Io con la mia famiglia, marito e figlio e appuntamento a metà gennaio….da una parte vorrei liberarmi di questo amore che ho per lui, ma poi se non lo sento per mezza giornata mi manca da impazzire!

      • Grazie Alessandro! Si hai ragione, ma quanto è difficile!!! Mi colpevolizzo di continuo di non essere abbastanza “leggera”, per non saper prendere quello che mi da, continuando anche io la mia vita da mamma e moglie…ma c’È un unico problema, cioè, mi sono proprio innamorata!!!

    • @Lei hai proprio ragione! Siamo stati appena insieme un paio d’ore, e mi sembra di vivere in una favola, lui così perfetto, attento, e poi salgo in macchina e la favola diventa ansia!!! Sappiamo già che per tre settimane non ne avremmo occasione, io mi sento morire al pensiero, lui mi dice che starà male a sapere che io soffro, promette messaggi, ma avrà intorno tutta la famiglia…

  17. Quante siamo…! Vedermi così dal di fuori, in una situazione tipica, mi fa prendere ancora più consapevolezza.
    Primo vero Natale senza lui anche per me, non lo vedo da 10 mesi. Ma è sempre li’ “presente” come un fantasma. Forse perché sono io che non voglio davvero credere che quell’ uomo meraviglioso di cui mi sono innamorata 5 anni fa domani, in realtà è solo un poveretto vigliacco ed incoerente.
    Le relazioni sono complesse. Ma non potevo piu accettare di stare male. L’ amore non fa soffrire…cosi dicono. Vero o no, ho pensato che se mi fa star male non va bene. ” Sono felice?” se la risposta è no, …lascia perdere.
    Il pensiero di lui a casa ” sereno” mi fa vomitare considerando che cornifica la moglie da 15 anni. Ma non mi riguarda. Anche io sono più serena e cerco di rispettare in primis me stessa. Il resto, non ci riguarda.
    Non abbiamo bisogno di un uomo per completarci, figuriamoci part time poi. Un abbraccio a tutte quelle che stanno facendo chiarezza e grazie Alessandro.

    • Sono felice? Se la risposta è no e lui non dà risposte o peggio le dà nei fatti è lui da cambiare. Ma seppellitelo però non lo lasciate lì che aleggi

      • Hai ragione, Alessandro. Ma ammetto che sono ancora nel lutto…anche se c’è già stato il funerale. Ma più sto lontano e più acquisto consapevolezza di ciò che era la realtà, cioè una situazione di comodo dove facevo pure manutenzione al suo finto matrimonio, o meglio alla sua società con sua moglie. Chissà che nel 2019 non mi passi il vomito definitivamente… Grazie per i tuoi interventi. Buon Natale di cuore!

    • Carla,
      io sono solo a due, intendo i mesi del silenzio, però da oggi vorrei dare anche un altro valore a questo tempo che passa e cominciare invece a contare il tempo che manca per riprendere in mano la mia vita e stare un po’ meglio.
      Allora cerco di dare più importanza ai mesi di silenzio che verranno, perché più “svuoto” di lui più “riempio” di altro.
      Certo me lo devo andare a cercare questo altro che mi riempie e non sempre ho l’energia per farlo ma ci provo, vado a concerti, leggo tantissimo, faccio camminate in montagna.
      Devo farlo.
      Questo è quello che al momento riesco a fare per riempire, non tutto, ma almeno dei momenti e non pensare al suo silenzio.
      Secondo Alessandro ci vorranno dai 3 ai 6 mesi per ricominciare a camminare e stare bene, sono a un terzo ma qualche beneficio posso già intravederlo.
      Grazie Alessandro.
      Un forte abbraccio Carla.

      • Elisabetta, anche io sto passando dei mesi più sereni rispetto all’ anno scorso dove magari lo vedevo, si discuteva ( discussioni infinite), ma stavo male. Anche io ho le mie cose, i miei amici, i miei momenti di silenzio. E di pianto, soprattutto la sera al momento di dormire. Ogni santo giorno lo vivo tenendo in considerazione ME.
        Penso ancora a lui, come dicevo, lo ammetto. Ma la qualità della mia vita è migliorata. Solo che voglia di innamorarmi per ora zero. E non perché lui sia chissà quale essere perfetto insostituibile. Ma perché mi sento il cuore svuotato. Sarà sempre meglio, come la vita vuole. Sicuramente.
        Oggi sono 5 anni che l’ ho conosciuto. Sono triste. Mi sembra una vita fa. E lui chissà ora sarà in famiglia. A far finta che vada tutto bene. Non lo invidio. E non invidio sua moglie. Forse ignara. Forse consapevole.
        Andiamo avanti. Testa alta. Spalle in fuori. Sto imparando tanto in questa solitudine. Forse più di tutto a volermi BENE. Un abbraccio, Elisabetta e Alessandro . E in bocca al lupo a tutte noi.

        • Grazie Carla per il tuo abbraccio che ricambio subito subito.
          Non so quanto tempo possa servire per sentirsi pronte ad amare nuovamente qualcuno, figurati per me che sono solo all’inizio della fase del silenzio.
          Allora, quando arriverà, saremo però in grado di usare tutti i consigli di Alessandro per innamorarci solo di chi davvero merita il nostro amore e sarà capace di ricambiarlo.
          Ehi Carla!
          guarda che ti seguo nel calendario del silenzio, sono indietro ma la strada è la stessa per cui
          mi raccomando non fermarti di colpo perche non ho nessuna intenzione di sorpassarti e lasciarti indietro, parcheggiata sulla corsia di emergenza!
          Piuttosto quando sarà arrivato per te il momento di un nuovo amore allora ci saluterai e cambierai sentiero verso una nuova e certamente più costruttiva storia d’amore.
          Elisabetta

  18. Natale da single. Che dire? Bellissimo!!! Mi sono goduta ogni momento con la mia famiglia che durante l’anno posso vedere poco, ho riso, cantato, cucinato, ho incontrato vecchi amici con enorme piacere, sono uscita da un sepolcro! Lui? Boh, immagino che se nei tre anni passati aveva l’esigenza di scappare in bagno a scrivermi durante le riunioni familiari tanto sul pezzo non era. E quest’anno la sua scelta se la sorbisce al cento per cento. Piccolo dettaglio: le foto. Rispetto all’anno scorso ho una luce diversa negli occhi. Sorridono. Auguro a tutte voi che non vi state godendo nulla di scrollarvi questa muffa di dosso. Un bacio a tutti!!!❤️

  19. Buon Natale famiglia! Auguro a tutti noi di ricevere e dare amore, quello vero, quello che ci fa gioire, quello che ci fa stare bene, quello che arriva quando meno te lo aspetti. Vi abbraccio con il cuore.

  20. Grazie Angelica, bellissime le tue parole e la testimonianza che hai condiviso con noi. È vero…è tutto nascosto nei nostri occhi e quando siamo tormentati la loro luce si spegne. Io sono al mio terzo Natale con lui, il quarto per l’esattezza ma al primo Natale era da poco partita la nostra storia e dunque non lo considero come se stessimo già insieme!
    A onore di cronaca e per fornire ad Alessandro dati utili per gli studi di epidemiologia di coppia vi dico che è il primo Natale che sto tranquilla. O meglio. Soffro all’idea che lui non è con me ma mentre negli anni passati mi bruciava l’anima al pensiero di lui insieme alla moglie, ne ero gelosa e avevo paura che lo potesse riconquistare ora non è più cosi. Non ho più paura. Non la temo. Non so esattamente cosa significa. So però che adesso non li rincorro più impaurita perchè so quanto valgo. So bene cosa vedo nei suoi occhi quando è con me e quando lo rivedo dopo qualche giorno di pausa in famiglia. Mai che lo abbia rivisto rilassato, anzi il contrario…sempre spento, tormentato. Di questo ovvio me ne dispiaccio. Mi dispiace che lui si senta cosi incatenato e fondamentalmente solo. Ma io non posso farci nulla. A distanza di tre anni anche lui ha raggiunto le sue consapevolezze e questo è un aspetto importante. Gli uomini vivono le relazioni in maniera molto più infantile e superficiale. Sembra una frase fatta ma è la verità. L’ho vissuto sulla mia pelle. Ma anche per loro, per chi è onesto e ha una predisposizione al linguaggio dell’anima, arriva il momento di lasciarsi interrogare dall’inquietudine generata dal tradimento. E quando questo momento giunge ci si trova al baratro. Lui lo sta trascorrendo così il Natale. Come un’anima in pena.
    In pieno viaggio dentro di sè.
    Io il mio viaggio l’ho già fatto e sto bene.
    Ecco volevo lo sapeste.
    La verità è che bisogna lavorare su noi stessi, che si scelga di continuare una storia di amantato o che si decida di chiudere con il silenzio.
    È l’unico modo per cavare qualcosa di buono dal dolore che attraversiamo.
    Grazie sempre per i confronti e gli spunti di riflessione che offrite. Grazie ad Alessandro per questa casa che ha messo a nostra disposizione.
    Anche se non vi conosco, sento per tutti voi, per quelli che come me frequentano da tempo questo blog, un sincero affetto.
    Buon Natale.

    • Buon natale. Tu sei uno dei percorsi più lunghi e quindi più faticosi. Dopo due anni ogni amantato dovrebbe avere un epilogo Fausto o infausto

    • Grazie Franca. Ti auguro di arrivare ad essere pienamente felice. Stanotte ho sognato che dipingevo le stanze della mia casa (mai vista prima). Pareti colorate, a pennello, arrampicata su una scala:) questo sogno mi è piaciuto assai

    • Franca io ti ammiro…io tre Natali non ce la faccio proprio, mi scoppia il cuore!!! È il nostro primo Natale e mi è sembrato così difficile! Come per te, non è tanto la gelosia verso la moglie, ma più la sua assenza, il nonnpoterlo vedere o sentire come sempre

    • Io ci ho provato a non pensarlo, a lasciar perdere
      Ma é sempre lì nella mia testa e nel mio cuore.
      Alterno pensieri da “Mi ha detto che gli mancherò, ma sarà vero?” a “Chissà se starà facendo finta di stare bene o sarà proprio cosi?”
      E so che sono io la sciocca, ma mi manca tantissimo ed io non riesco a fingere, con nessuno.
      Non riesco a lasciarmi andare

        • Mi sa che lo stampo proprio e me lo tengo anche vicino al PC dell’ufficio!
          Mia nonna, cazzata donna del sud, si rivolterebbe nella tomba per quanto ancora non riesca a riemergere.

          • Cara @Outlier non sentirti stupida perché io ho esattamente i tuoi stessi pensieri… mi manca tantissimo, mi rendo conto che è come se mi avessero tolto tutto ciò che mi poteva rendere felice. È una dipendenza insana lo so… ma non sei sola, questo è stato il Natale più brutto della mia vita. Più brutto di un vero lutto, dolore fortissimo ma con la componente della rassegnazione che queste storie non hanno, soprattutto quando vedi anche lui che soffre, quando vedi due creature piccolissime ed innocenti e quando pensi che devi accogliere tutto questo dolore per loro.

          • É straziante.
            Vorrei vivere una volta tanto un Natale che sia un vero Natale. Dove c’è la gioia, la felicità e la serenità.
            Vorrei vivere una volta tanto la gioia di godermi le vacanze anche io.
            E invece no.

      • Come ti capisco Outlier….mi gira fisso in testa. Qualche messaggio, in realtà il giorno di Natale mentre ero ancora a letto, dove mi dice di guardare alle cose importanti (per pararsi il culo dalle foto su Facebook, secondo me), che gli manco, che mi pensa….si ma intanto è con lei, e io che mi domando se sono messaggi veri o di convenienza…

  21. Io sono stata usata come psicologa e poi nuovamente messa da parte una colta constatato che ci sono sempre e passata la crisi. Ma questo non mi ha destabilizzata anzi… Mi ha dato conferma della persona che é. Per cui é stato un bel Natale e non vedo l’ora di accogliere tutte le cose belle che mi aspettano al di là di lui… Anche un uomo nuovo per il prossimo Natale magari!

  22. Ieri l’ho rivisto dopo tre mesi. È stato un attimo, lui era in macchina con la moglie. Oggi mi ha scritto una mail strappalacrime, alla quale non ho risposto. Mi ha scritto che è minacciato e che se non avrà nessun cenno da parte mia mi lascerà in pace. E non lo avrà. Che amarezza!

  23. care, anche se Natale è passato vi mando un grande abbraccio. vi leggo sempre ma scrivo di meno perchè sono a un punto totalmente fermo. @lei, in parte hai ragione sul fatto che io sono come lui ma c’è una piccola differenza, io ho vissuto una finestra di alcuni mesi nei quali ero davvero sicura della mia scelta, ma per lui era troppo presto. lui dice che più andiamo avanti più è convinto (ma non fa nulla), io sento che più passa il tempo più la finestra si chiude. la mia indecisione è stata fortemente alimentata dalla sua e comunque per ragioni che Alessandro sa a lui ha fatto e fa molto comodo che io ci sia. io posso non essere stata coraggiosa, ma il coraggio andava alimentato in due e lui mi ha frenata sempre. inoltre io le poche promesse che ho fatto le ho sempre mantenute, lui no. quindi è vero che nei fatti siamo allo stesso punto, però è lui che cerca casa e non vuole trovarla. sono molto stanca, meno disperata dell’anno scorso, più triste. più vuota. aspetto sviluppi che non sono in grado di produrre. ormai so che è una farsa ma non ho la forza per chiuderla.vi abbraccio comunque tanto tanto e auguro a ognuna di voi il meglio che possa esistere, che sia la serenità ritrovata o un lui finalmente deciso. vi voglio bene.

  24. ogni giorno che passa di silenzio ci si sente sempre un po’ più vuoti…ma sempre meglio…spero veramente tanto che non si faccia più sentire…spero che anche dopo queste feste abbia il contegno di non farsi viva…

  25. È il secondo Natale da quando lo conosco e di certo non pensavo di provare questa brutta sensazione di nostalgia che mi fa anche piangere. Capisco quanto siano cambiati i sentimenti per me, mentre per lui non sembra essere cambiato un bel niente. Stamattina l’ho sentito per messaggio ma poi ho interrotto perché è difficile far sempre finta di niente come se fosse ancora oggi, dopo più di un anno, una storia di poco conto. E poi lui sarà nella modalità Family …

    • Molti uomini andrebbero avanti con l’amante dei primi mesi come non ci fosse un’evoluzione dell’amantato per sempre.

  26. Così però vuol dire non prendersi alcuna responsabilità sul rapporto … piuttosto avrei preferito un’evoluzione in negativo ma restare fermi mi sta mettendo solo angoscia. Lo so che questa è una storia che non porta da nessuna parte, ma almeno viversela bene. A questo punto non mi resta che pormi una deadline

  27. Assolutamente devi porti una dead Line.
    Non per voi. Per vedere dove va a parare. Per te stessa. Nel momento in cui ti rendi conto che comincia a starti stretta la situazione datti una scadenza (quando ti starà stretta non dovrà essere una scadenza troppo lontana)Comunicarla. Rispettarla. Salvaguardi te stessa e quel che di buono sta storia ti ha dato. La vivrà come la scadenza dello jogurt. Ma è un problema suo. Fará le sue scelte. Tu devi fare le tue. Sennò entri in un circolo vizioso lungo logorante e doloroso. E non ti riconoscerai più.
    L’importante è non perdere di vista che esistevamo prima di loro, senza di loro e possiamo tornare a farlo. Poi se invece saran rose fioriranno.

    • Gli uomini che rispondono alle scadenze rinfacciandovele sono scaduti. Chi non vuole scadenze è perché non le vuole rispettare. Le scadenze si decidono in due, la ponga lui se la tua non è idonea basta che non sia la classica scadenza maschile, indefinita o secolare. E ricordate che chi è in malafede attacca perché non ha argomenti, come quelli che dopo anni di amantato ti dicono che non sai aspettare. Non fatevi prendere per i fondelli

      • Io ho paura a mettere una scadenza perché già so che lui la farà scadere e poi a quel punto dovrò avere la forza di andarmene, e in maniera definitiva….e io ora proprio non ce la faccio! Sono sei mesi, io persa di lui che mi ha sempre detto che non lascerà mai i figli, l’ho accettato, o perlomeno fingo di accettarlo e cerco di convincermi che è la soluzione migliore anche per la mia di figlie…so che dovrà finire sicuramente ma oggi, senza lui, mi manca il fiato

        • Certe cose si fanno quando siete pronte sei mesi sono pochi e nessuno biasima nessuno. Sii conscia che più aspetti più difficile sarà

  28. E stamani si tocca l’apice!‍♀️ Lui deve partire con la famiglia per le vacanze e mi dice “non parto tranquillo, non mi fai neanche godere la vacanza e i bimbi perché mi preoccupo che te stai male e ti logori a sapermi la con lei”…..

      • Poverino!!! ma più poverina io che lo ascolto anche!
        Gli ho risposto “scusa tanto, ma vai, divertiti e goditi la famiglia, moglie compresa, proprio non mi viene!”
        Ed anche avuto la faccia tosta di dirmi “e poi il pensiero di te che andrai a letto con tuo marito”

          • Ti capisco.
            Il problema è che a noi mancano. Loro lo dicono, ma poi, chissà come mai, non riescono a farsi sentire. Un po’ contraddittori.
            A volte vorrei essere in grado di comportarmi come loro.

          • Sarà che vivo una situazione particolare … ma anche il fatto di non sentirsi mai dire un ti penso o un mi manchi ti lascia parecchie perplessità. Nel mio caso ed in quello di Benjy si sa che le famiglie non vengono lasciate. E allora mi e vi chiedo: dove sta il giusto? Nel lasciarsi cmq andare oppure no? Alla fine, detti o non detti, sono i fatti che contano

        • Dovresti pure bloccarlo così alla fine non ti sente e non ci soffre. Povere stelle.
          Io non discuto che possano pensarci a chi scelgono di non scegliere .il fatto è che è un esercizio davvero sterile.
          Di una cosa sono certa, sicura sicura.
          Non farò mai più l errore di rivolgere una parola che non sia ” fuori dalle palle” ad un “uomo” impegnato.

    • Veramente non c’è limite… glielo hai detto vero che alla fine delle vacanze ti sarai così tanto logorata che sarai sparita!?

  29. oldplum…hai ragione, ma ormai io sono alla fase successiva…il mio non è neanche più impegnato, pare, ma continua a stare a casa sua ma a dichiararsi innamorato di me e di voler vivere con me. non lo capisco più. almeno stesse con lei. forse è pazzo. appena mi allontano un minimo lui si avvicina tantissimo, poi si torna in equilibrio e tende a sparire. io ormai non lo presso neanche più. lo lascio fare e vediamo dove si va a finire. non ho al momento la forza di discutere con lui di una nuova chiusura. non ci credo più, non mi dà nulla, ma non riesco a staccarmi. ma ormai forse il problema non è più l’amantato ma che o è matto, o non mi ama, o entrambe.

  30. Sono in crisi totale…oggi mi ha fatto due squilli…ma non è quello è che sento tanta tristezza dentro…mi sento fallito…non dovevo sposarmi…e mi faccio tristezza anche per questo…se non lo avessi fatto non avrei i miei bambini…mi sento tanto debole…tanto fragile…solo il suo abbraccio potrebbe consolarmi…sto male cane

    • @Anonimo, la decisione di sposarti é arrivata molto tempo prima che tu conoscessi lei. Volente o meno. E si, non avresti avuto i tuoi bambini.
      Ma non significa che siccome ti sei sposato non puoi lasciare tua moglie.
      Ecco, questo non capisco mai.
      Nel senso che, nel mio caso, lui dice esattamente uguale. Eppure dentro casa ci resta e anche tu. W suppongo che tu sia costretto a fingere a casa che vada tutto bene. Ma perché?
      É vero, ci sono dei bambini di mezzo.
      Ma è più giusto così?

      • Io sono un un momento che non so più cosa è giusto e cosa è sbagliato. Ha sicuramente ragione Alessandro, sei mesi sono pochi, forse devo ancora toccare il fondo. Razionalmente penso che la sua decisione di non lasciare i figli perché piccoli sia giusta, peccato che non lascando i figli resta anche con lei, peccato che io avrei mollato mio marito ad un suo minimo cenno, nonostante anche io abbia un bimbo … che dire…

        • Sei mesi sono abbastanza per innamorarsi ma pochi per certe decisioni. O vi date tempo e concordate delle tappe insieme o è meglio che adotti subito il codice del silenzio per non soffrire troppo

      • Io ormai mi sono convinta che tanto male a casa non si sta. Nessuno di chi non cambia una virgola sta così male. I grossi cambiamenti non avvengono per motivi esterni (un amore) ma per cause interne ineluttabili. Evidentemente non è così motivati da cambiare le cose. Ps. Errare umanum est, perseverare diabolicum

      • L avevo conosciuta poco prima di sposarmi…ma evitai…mi raccontai che era una semplice infatuazione…l’ho rincontrata dieci anni dopo…non esco di casa per non far soffrire i piccoli…sarebbe giusto far soffrire loro?! Da quando metti piede nell età adulta giusto e sbagliato non esistono…sono la stessa cosa

  31. Come promesso, dopo il mio ultimo atto, circa 10 gg fa ho cancellato il suo numero, per non farmi più del male nel vedere i suoi stati social. Immaginavo che sarebbe stato possibile che, a distanza di tempo, avrebbe potuto scriverne uno per me, come già accaduto ciclicamente.
    Beh, è succrsso prima del previsto. Stamattina mi ha inviato una mail in cui ha allegato tutti gli stati da lei scritti e da me ovviamente non letti perché rimosso il numero.
    Ho deciso di risponderle e le ho detto chiaramente che se i suoi “mi manchi” “ti penso ogni momento” ecc significavanoqualcosa di concreto avremmo proseguito a parlare, altrimenti no. Avrebbe voluto vedermi oggi stesso. Io non potevo. Ci vedremo dunque settimana prossima probabilmente. Ma io non le scriverò per organizzare. Sara lei a farlo – e le ho detto di cercarmi non tramite stato wapp – se vorrà ancora. Non sono così forte ma devo forzarmi ad esserlo.

    • And, ma che senso ha? Lei ti tiene legato col silenzio e con gli Stati wa, e già ci sarebbe da dire e hai detto, poi tu ti tiri fuori (e a che prezzo) e lei te li rimanda tutti insieme via mail… che mai potrà dirti, se non prolungare il tuo supplizio.

      • La differenza principale e che lei ieri mi ha detto, dopo mesi, “vorrei vederti oggi stesso”. Sono stato io che non potevo e ho rinviato. Se non cambierà idea ci vedremo e credo che lei stia scoppiando dalla voglia di me. Se non sarà così non ci sara nulla di diverso da questi giorni. Io continuo ad avere il suo nr cancellato. Non voglio tentazioni. Pero se vuole vedermi non posso non farlo. Non per lei sia chiaro. Per me.

  32. Io che sono sempre stata e lo sono tutt’ora in tutte le situazioni che devo affrontare una donna forte, decisa, razionale, con lui crollo, perdo ogni potere su me stessa e questo mi fa schifo di me!
    Queste vacanze mi stanno facendo impazzire, mi manca vederlo e sentirlo, ieri abbiamo avuto una discussione perché non riusciamo a vederci, gli dico basta chiudiamola qui, e la sera lui mi scrive “come fai a non capire che sei importante per me”….es io vado in brodo di giuggiole!!! Cupido esci da questo corpo!!!

    • Ma perché vi date sempre delle stupide? Siete innamorate i vostri comportamenti sono normali. I comportamenti anomali sono degli uomini che dicono di amarvi e poi fanno il contrario di quello che l’amore richiede nella sua estrema semplicità

  33. Anche io mi definisco ” stupida”…perche ti senti un po’ come quando ti truffano…ti chiedi: come ho potuto farmi raggirare così?
    Ma hai ragione, Alessandro…l’ amore è una cosa semplice. Naturale per noi innamorarsi, naturale per loro sottrarsi quando la cosa si fa complicata. Decisioni no.
    Allora pensi: allora voleva solo un ” a tempo perso”! E ti senti si’ “stupida”…

    • Anche per me è quello il concetto di stupida.
      Perché poi ti arrabbi con te stessa.
      Anziché “accarezzarci” e dirci “ok, va bene, ci hai provato. Non importa” ci diamo anche il resto.

      • Già… Piano piano prendiamone consapevolezza. E vogliamoci Bene. Il Bene che avremmo voluto per loro e da loro…rivolgiamolo a noi stesse. Parole inflazionate lo so. Ma veritierie. Questo del volersi bene è un concetto così difficile per noi donne… Forse abbiamo una tara atavica. Nel dna.
        Dobbiamo imparare.

    • Beh io mi sono perdonata direi, anzi sono tranquilla perché nella mia storia ci ho messo tutto, oltre non si poteva. Raccolti con classe i miei quattro stracci (anche fingendo una serenità che non c’era ancora) mi sono dedicata con tenacia a volermi bene, ma con atti pratici, tipo smettere di fumare e in cambio via con i prodotti di bellezza e trattamenti estetici, cambio di taglio e colore, essere più sociale, alzare il capino dalle sventure amorose e guardare la vita un po’ attorno… il risultato è che ora mi danno 10 anni di meno, più che una profuga sentimentale sembro tornata da una vacanza! E se guardo indietro mi sembra di soffocare.

  34. Ciao Alessandro,
    anche io mi ritrovo a fare l’amante di un collega, uomo impegnato con due figli piccoli. Il tutto è iniziato molto lentamente un’anno fa. Prima che ci lasciassimo andare a rapporti completi abbiamo puntualizzato che non si poteva lasciar spazio ai sentimenti e che tutto sarebbe stato solo un gioco. Nonostante ciò lui mi ha sempre cercata, e spesso con la scusa del lavoro ricercava la mia compagnia che non si traduceva in sesso. Quando siamo insieme stiamo benissimo e spesso lui rientra tardi a casa per passare tempo con me. Io in tutto questo tempo mi sono ritratta più volte e ho detto lui che ho paura che la situazione possa sfuggire di mano, ma alla fine è difficile tagliare dato che per lavoro ci vediamo spesso. In quest’ultimo periodo la moglie lamenta la sua assenza ma nulla sembra cambiato quando siamo insieme anzi ho la sensazione che ci siamo sentimenti di affetto. Arrivate le vacanze di Natale senza che io le abbia chiesto nulla, quando ci siamo salutati augurandoci buone vacanze mi ha detto vedrai che durante queste vacanze ti chiamerò con qualche scusa lavorativa, e inoltre mi dice puoi chiamarmi anche tu quando vuoi. Poi il silenzio solo un sms per gli auguri di Capodanno e una mail di lavoro il giorno dopo. io non l’ho cercato. Ma perché ? chi ti ha chiesto di sentirci durante le vacanze? Perché dare false illusioni?

  35. Buongiorno a tutti/e, tornato prima del previsto! Mi ha scritto che gli manco che sta soffrendo e che riesce a starmi lontano solo perché mi ama e sa che adesso avendo due bambine piccole lui non mi può dare il figlio che vorrei tanto. Mi ha detto che d’altra parte quello che prova per me è talmente forte da farlo impazzire all’idea di avermi persa. Io ho tratto le mie conclusioni ma vorrei capire voi come lo interpretate da esterni e sicuramente più lucidi? E come vi comportereste al mio posto? Grazie per esserci a tutti voi

      • Appunto! E poi la storia ti sto lontano perché ti amo a me sa tanto di presa in giro, non pensi? Aiutatemi voi ad interpretare quest’uomo perché io non capisco più nulla

        • Guarda io mi sono avviata verso la guarigione quando non mi è importato più nulla di interpretare, ora ci sorrido, ma che liberazione! Ero stufa, è tornato, neanche l’ho lasciato esternare troppo (basta), gli ho detto che a parte i fatti sempre uguali il resto non importava più, che ero cambiata. Gli ho dato anche consigli su come sopportare il mal d’amore per la mia dipartita. Sono davvero buona.

    • Se vuoi farti una famiglia e avere dei figli e lui ti dice chiaramente che non ha intenzione di dartelo nè di lasciare la sua famiglia per te… scappa lontana finché sei ancora in tempo per innamorarti di un altro che può e sopratutto vuole darti entrambi

  36. Credo che le situazioni dove solo uno dei due è sposato siano le peggiori.
    Lui inoltre se ho capito bene ha figli piccoli.
    A meno che non ci siano gravi incompatibilità con la moglie non credo lascerà in tempi brevi, e quindi di conseguenza, non credo lascerà mai.
    Datti un’altra opportunità.
    Sparisci
    Se veramente il sentimento per te è così forte, qualcosa succederà.
    Diversamente avrai gettato le basi per esser libera di incontrare qualcuno che tu possa vivere a 360°

  37. @AnimaTriste…io ero nella tua stessa situazione e lui aveva già un figlio, a fantasticare con me era bravissimo ma dopo 1 anno e mezzo dicendomi….sei la donna della mia vita ( frase che dicono sempre )…la nostra storia è finita.
    Se mi guardo indietro, ho 38 anni, mi accorgo di avergli regalato del tempo che potevo investire con qualcuno che avrebbe potuto darmi amore e una famiglia. In più ho impiegato altri mesi a dimenticarlo.

  38. C’è poco da interpretare. La famiglia non la lascia. Se ne farà una ragione del suo mal d’amore per te e ne guarirà. Quel che conta qui e ora è che più vai avanti più ti farai del male in cambio di pochi momenti esaltanti (concentrati in un letto). Devi fartene una ragione tu prima di lui. A meno che tu accetti di rimanere nell’ombra andando avanti contestualmente con la tua vita

    • La vita va avanti, ha ragione @Ema. La vita quella vera, la quotidianità, il lavoro, la famiglia, i figli. L’altra vita, quella sommersa, fatta di continui sotterfugi, diventa una sorta di realtà a cui non vogliamo rinunciare ma che in fondo crea distorsioni. Non parlo da nessun pulpito, sono ancora infognata nella mia storia parallela, ma sto sfruttando tutto il tempo che ho a disposizione per analizzarla lucidamente. Queste vacanze di natale sono trascorse bene, messaggi continui, parole d’amore, promesse. Appena sono finite, il primo giorno utile, ci siamo rivisti e lui mi ha anche scalettato i prossimi due mesi con le date dei nostri futuri incontri. Vi dirò, a un certo punto, per quanto amore provo, mi sono sentita un pò soffocare. Stranissima sensazione. E’ da un pò che sto lavorando sul distacco e ne sento il risultato. Ci metterò più tempo ma è così. Ora sono a un passo dal pretendere la svolta, dentro o fuori, e mi stupisco pensando che non so dentro ci voglio stare davvero. Però devo a breve smuovere le cose perchè è necessario un cambiamento. Questo per noi è il terzo anno insieme, paradossalmente neanche da single ho avuto storie così lunghe…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

@anpellizzari

La mia Rubrica su Panorama.it

Commenti recenti