Ecco la seconda puntata della mia rubrica sul Benessere della coppia su Telenova

Buona visione!

Condividi:

1Commento

  • Ariel, 25 Novembre 2021 @ 13:06 Rispondi

    CaroAlessandro come vedi ti seguo pure da lontano
    Ah ah grazie per dare la possibilità di seguire questi tuoi interventi pur se telegrafici restano buone tracce di conoscenza e riflessione.

    Infatti riflettevo sul fatto della storia fatta di corsi e ricorsi e cioè che quando umanità si trova a vivere una prima emergenza senza sapere in effetti la portata della gravità del problema come è stato per il primo confinement di fronte al inaspettato e sconosciuto Covid 19 ecco che come in passato si era vissuto lo stato di guerra durante la guerra seconda mondiale o sicuro durante la storia di qualsiasi guerra stato di emergenza appena scoppia sul non si Sto arrivando! Nulla del cosa porterà quanto durerà che cosa mancherà chi e quante persone moriranno o quanti magari non si rivedranno più

    Ecco che ci si rifugia nel proprio nido ci si stringe compatti per chi puo startene vicini esiste ,forse,una sorta di istinto della sopravvivenza che si concentra sui veri fondamentali per se stessi come la famiglia
    Come na bacchetta magica si riscopre che tutto sto schifo poi non è affatto

    Poi però nel secondo anno esattamente come con una guerra vera la gente “ Si abitua” in un certo senso a vivere come si può pure un vero stato di grandi limitazioni e col filo conduttore sempre del,ansia del vero domani che accadrà ?

    Cosí quando la precarietà della vita avanza nel tempo ecco che allora si tende ad avere uno spirito più sul CARPE DIEM e quindi gioco forza ad esempio tra amantati che parevano finiti
    Ci si sveglia su alla onda del oggi cerchiamo di vivere al massimo delle emozioni positive perchè domani potrebbe arrivare il peggio del peggio

    Credo che sia anche e non soltanto ,ma ,anche questa una possibile motivazione del come mai in secondo anno Covid ci sia stato un ritorno al vivere amantato just pour allontanare la “ Morte”
    Inteso come un sentire precario su tutto ,la propria vita ,la vita dei propri cari,la casa ,il lavoro,i risparmi ,il chissà senza più quella certezza almeno in percentuali di probabilità che in situazione di normalità ci si può meglio affidare

    Nella incertezza sulla propria pelle e vita scatta il CARPE DIEM

    Che ne pensi ?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.