close up of pictures
Photo by Leah Kelley on Pexels.com

La maledizione degli uomini è che essi dimenticano

Merlino – Excalibur

Come ha fatto a dimenticare i nostri anni di amore in un lampo? Come ha fatto a sparire e, in pochi mesi, ad annullare gli effetti di anni di amantato?

Se lo chiedono tutte le donne, spesso amanti, che hanno chiuso da qualche mese la loro storia d’amore con quello che all’inizio sembrava il principe azzurro e poi si è rivelato, nella migliore delle ipotesi un debole, nella peggiore un cialtrone bugiardo.

Quello che mi chiedete spesso, in counceling o nelle altre forme con le quali mi contattate, è l’incredulità di vedere come Jeckyll può trasformarsi in Hyde, e in pochissimo tempo. In un lampo, appunto, anche dopo anni di “amore”.

Il primo errore che fanno tutte

Il primo errore che fate quasi tutte è applicare la vostra morale e il vostro modo di pensare al suo. È un errore basilare. Fra i due chi ha il comportamento normale siete infatti voi: siete innamorate e quindi vi comportate da innamorate, e quindi volete tempo, coccole, sesso, disponibilità, progetti. Lui no: dice di volere le stesse cose, ma poi manca in uno o più di questi cambi. Vi siete chieste perché? Quante volte siete impazzite dietro suoi comportamenti anomali che possono essere spiegati solo da un frase: non è innamorato.

Lui? Non ha tempo: moglie, lavoro, figli, i suo cavoli. Moglie: è più importante di voi, punto. Non importa quanto ne parli male o la cornifichi. Coccole: all’inizio sì, poi sempre meno. E solo a lui, che è tanto stanco e stressato. Sesso? Sempre ma non in fase di vostra liquidazione (memo: anche con la moglie fa sesso). Figli: importantissimi ma po scopri che li fa giocare ai videogiochi, mica gli sta dietro; sono il jolly che tira fuori all’occorrenza per bloccarti nei progetti. I suoi cavoli: se ti va bene è il calcio, se ti va male sono altre donne. Inoltre voi sete innamorate e basta, lui è innamorato molto, abbastanza, quasi, dipende…

Gli uomini si sono inventati le diverse declinazioni dell’Unico Amore per giustificare frasi come amo lei e anche te in modo diverso, ti amo ma, ti amo abbastanza… Quindi stop a ragionare con la vostra testa per lui: è come cercare dispiegare a un ladro che non si ruba perché voi non lo fareste mai, non è etico, non è giusto (e mentre glielo spiegate lui vi ha sfilato il portafoglio).

LE DECLINAZIONI DELL’AMORE PER TE E PER LUI

Per te:

  1. Innamorata (scala da 1 a 10 dieci)
  2. Non innamorata (scala da 0 a 7: i valori superiori vanno da sto bene a presa a molto presa)

Per lui:Innamorato davvero ( se è davvero vero vale 10)

Molto innamorato (valore 7 reversibile)

Parecchio innamorato (6)

Abbastanza innamorato (5)

Innamoratino (5-)

Sei importante (4/5)

Sono preso (4)

Ti amo in modo diverso da lei (3)

Ti amo ma… (2)

Sei la donna della mia vita se solo ti avessi incontrato prima (2)

Se non ti avessi incontrata starei bene nella vita nella quale sono (1)

Noi siamo soprattutto amici (0)

Il secondo errore: voi siete innamorate lui dice di esserlo

Lui si spertica in dichiarazioni d’amore? Guardate i fatti: quanto è grosso l’arrosto diradatisi i vapori di cottura? Poco, comunque molto meno del vostro. Perché lui non ha paura di perdervi, voi sì. Perché lui è innamoratino, non vi ama. Sì lo dice, ma magari dice anche “fatti la tua vita io non voglio impedirtelo, cerca uno più libero, vai a letto con tuo marito che magari rifunziona…” Ma quale innamorato direbbe o solo penserebbe cose del genere? Solo uno disposto a perdervi. E se è disposto a perdervi, non vi ama. E, per favore, non confondete la gelosia da possesso (quella del marcare il territorio contro gli altri) con quella vera dell’amore. Quindi è chiaro perché ora che vi lascia o si è fatto lasciare non capiate come può farlo.

Per dirla come un uomo: non vi ama abbastanza

Ma vediamo di analizzare alcune situazioni, dove il suo amore sparisce in un lampo

IL LAMPO DELLA MOGLIE

Lui è stato scoperto e la moglie gli indica l’uscio di casa o gli intima di lasciarvi. Qualsiasi uomo innamorato prenderebbe la palla al balzo per dichiarare (finalmente…) la crisi, uscirebbe il tempo di fare la valigia, vi contatterebbe subito per condividere con voi il tutto e il giorno dopo andrebbe dall’avvocato. L’uomo che dimentica in un lampo sceglie la moglie e, se vi va bene, ve lo spiega. Se va male vi liquida con un messaggio vigliacco quanto laconico.

IL LAMPO DELLA MOGLIE DUE

Finalmente vi dice che è uscito di casa ma, sorpresa, non vuole vedervi. Vuole prendersi un po’ di sabbatico, per pensare, riprendersi, tutelare i figli. Che tradotto vuol dire: lei lo ha scoperto e cacciato ma lui dice che è uscito “lui”, e da fuori sta trattando per rientrare. Capite bene che non potete ronzargli intorno, altrimenti addio trattativa. Insomma, in un lampo si dimentica tutte le cose belle che potreste fare subito insieme ora che è “libero”.

IL LAMPO DELLA NOIA

Non ha il coraggio di dirvelo (perché ogni uomo ha paura di farvi arrabbiare scatenando robe tipo attrazione fatale, non importa se siete le donne più equilibrate e corrette del mondo) ma lui si è stufato. Son tre anni che siete insieme, siete diventate un peso: vi lamentate, non volete più fare le amanti, non credete più alle sue scuse, fate domande impertinenti e imbarazzanti come le sue bugie. Piazzate i codici del silenzio, non scopate zitte e basta. È da tempo che si è dimenticato di quello che lo esaltava con voi anche perché non era amore, era entusiasmo, psicologa gratis e sesso a go go. “Amore” dimenticato con un lampo di noia.

IL LAMPO DELLA VERITA’

Lui non ha mai pensato di lasciare il suo pacchetto famiglia. Peccato che vi abbia detto mille volte che vi ama, peccato che anche se vi ha detto che non avrebbe mai lasciato la famiglia lo ha fatto all’inizio e poi andava a vedere nidi d’amore per voi due insieme e parlava di figli e di futuro con voi. Comodo eh? Ma il difetto sta nel manico: tutto quello che avete passato di bello insieme era falsato all’origine. Lui lo sapeva, dentro di se, da sempre. Non ha dimenticato, non lo ha mai pensato davvero.

IL LAMPO DEL CONTO

Il suo amore per voi ha un timer. Scatta quando gli dite che non volete fare più l’amante e, se vuole continuare con voi, deve separarsi non in tempi biblici ma concordati. In quel preciso momento, non importa quanto tempo passi dopo con i tira e molla, scatta la molla che sostituisce, in un lampo appunto, i momenti belli con una frase: non mi conviene più, devo farmi lasciare.

IL LAMPO DELL’EGOISMO

Gli uomini sono dei pragmatici egoisti. E solo se innamorano veramente e totalmente diventano altruisti verso l’amata. Altrimenti vince sempre il tornaconto. Ti amo ma… è il credo di questi uomini, dove il ti amo condizionato è un non ti amo. Ecco perché, in un lampo, da donna della sua vita diventi stampella al suo matrimonio sacrificabile o sostituibile.

IL LAMPO DI UN’ALTRA

Le morti “naturali” di un amantato sono 5:

  1. Volete e chiedete che si decida finalmente a lasciare la moglie
  2. È stato scoperto
  3. Lo avete annoiato o siete diventate troppo ingombranti
  4. La storia è finita per fine veramente naturale, come le storie non clandestine: capita anche agli amanti, solo che di solito il finale è più drammatico

5. Lui è interessato a un’altra

Mi soffermo su quest’ultimo caso. Molti, durante il lockdown, annoiandosi a casa hanno intrapreso nuove amicizie. Chattavano con voi e con altre 5 donne interessanti. Se una di queste ha accettato il famoso aperitivo lui ora sa se ci sarà una cena anche. Oppure ha già scopato con lei. Niente fa dimenticare a un uomo un “amore” della novità con la F maiuscola. E non ha più tempo per voi.

In conclusione, care amiche, l’uomo dimentica in un lampo anni di “amore” perché per lui l’amore non è mai esistito davvero e fino in fondo. Per la moglie, per i soldi, perché lui cambia donne, perché si stufa: i motivi sono mille il risultato lo stesso.

Lui dimentica in un lampo perché non vi ha mai amato abbastanza (un po’ come quello che non si fa più sentire dopo il primo giro perché non gli piacete abbastanza)

Non contano dunque le parole, il love bombing, le promesse: contano i fatti. Certi uomini dicono ti amo come dicono ciao. E poi si dimenticano non solo che lo hanno detto, ma anche a chi lo hanno detto

Sincerely yours

Per il counseling e contatti anpellizzari@icloud.com

Condividi:

119Commenti

  • Ariel, 15 Settembre 2020 @ 21:37 Rispondi

    Eh già,
    Eh già,
    Eh già,
    Esattamente così @CaroAlessandro sono alla frutta ,noo nel senso che sto mangiando les Mirabelles tipiche prugne piccole giallognole che a settembre qui sbarcano per fare le marmellate di Mirabelles

    E comunque fa da richiamo questo essere alla frutta di queste relazioni e comportamenti Maschili così negativi e logicamente è verissimo quello che hai scritto spesso ci si confonde perché istintivamente si è portate a ragionare secondo una logica naturale a pensare che anche l’altro se ci abbraccia e ci dice ti amo pure senza dirlo a parole ma ti stringe e magari ti guarda negli occhi in un modo che rende proprio esattamente un vero ti amo ,ma per loro no non è così e molti purtroppo hanno usato appositamente tutti i loro strumenti del mestiere Cialtrone e stop col debole che qui di debole non ci sta nulla

    Se non le attenuanti che solo una difesa che si arrampica sugli specchi potrebbe trovare

    Credo che il punto più importante che hai scritto sia proprio il pensare che loro hanno la loro logica che avendo uno scopo ben diverso gli fa compiere gesti e azioni così repentine marce indietro con aggravanti intollerabili di svalutazioni verso la amante con anche magari l’aggravante che in prima fase con la amante sputavano nel piatto moglie dove continuavano a mangiare parlando male della moglie pure come incapace a letto ,mi rammento alcune frasi racconti qui testimoniati ,tipo la sveltina in piedi raccontata alla amante come se fosse un GNIENTE fatto con la moglie ,una cosa così degradante per entrambe le Donne la moglie e la amante
    Che schifo ,scusami ,ma mi sono adesso ricordata di questo scritto qui testimoniato quasi un anno fa circa.

    Grazie per questo articolo che sento di vero aiuto e pieno di verità
    Che amarezza però ,@CaroAlessandro ,sai a volte penso che forse non per essere noiosa con la mia Francia ,ma credo che forse qui certe dinamiche siano diverse perché qui la gente sta più libera di testa e cioè la mentalità più se vuoi di tipo anglosassone tende a voler chiudere un matrimonio se non funziona e punto senza tenersi ancorato al solito bar calcio e effe e moglie e Seriali e via discorrendo
    Casa chiesa e calcetto e motel quando lo decide Il Padrone del xxxxzo !!!

    Ma noi Donne mica siamo sceme e lo ripeto sempre ogni giorno si aggiunge un nostro vaffa sentito di cuore
    E quindi quando il Macho siffatto non troverà più effe disposta a fare servizio di ogni tipo e genere e cioè non solo sesso ecco che Cambieranno pure i maschietti ?

    Ecco Mirabelles finite e ora passatemi il Cognachino che ne ho bisogno
    Ah ah ah
    Prosit a te e a tutto il Blog !

    P.s.
    Avanti il prossimo
    Ah ah ah
    E che non mi venga a dire ti amo se no ……..
    Occhio alle forbiciate …..lî,
    Proprio lì ah ah ah ah
    Je t’aime mon Amour!!!!

  • Polly, 15 Settembre 2020 @ 22:41 Rispondi

    Devo tatuarmi questa frase: contano i fatti! Articolo molto bello, uno dei più belli.

    • alessandro pellizzari, 15 Settembre 2020 @ 23:06 Rispondi

      Grazie

  • She, 15 Settembre 2020 @ 23:53 Rispondi

    Leggendo ho avuto tutte le risposte alla mie domande, grazie Alessandro!

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 07:33 Rispondi

      Grazie a te

  • Lilly, 15 Settembre 2020 @ 23:53 Rispondi

    @alessandro tu parli di uomini che hanno una relazione extraconiugale…ma in questo articolo io mi sono ritrovata pensando al mio ex marito. Lui mi ha lasciata dopo una litigata. In meno di mezz’ora. In macchina. E per nove mesi non si è mai fatto vedere, mai, sentire solo per questioni legali..lui ha smesso di amarmi proprio come fanno i cialtroni più comuni. Meno di un mese prima mi diceva che era fortunatissimo ad avere una moglie bellissima e in gamba come me. Dopo neanche 30 giorni non mi amava più e “è inutile che piangi non posso dirti bugie”. Quindi alla fine traditori o meno, questo discorso si adatta un po’ a tutti gli uomini. Lui in un attimo ha cancellato 10 anni di vita. E mi sono chiesta per molti mesi come avesse potuto farlo. Ora me lo chiedo sempre meno per fortuna. E inizio a chiedermi come ho fatto io a vivere in un matrimonio privo di affettività. Però credo che questa capacità di distaccarsi da qualcuno con cui si ha condiviso tanto sia proprio insita nella persona. Al di là che ti abbia mai amato o meno. Sono anaffettivi di base questi soggetti, altrimenti non me lo spiego.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 07:34 Rispondi

      Aveva un’altra immagino

  • Crocus, 16 Settembre 2020 @ 08:06 Rispondi

    Questo articolo fa male, malissimo, la verità fa sempre male :-(. Però Ale questi soggetti non amano nemmeno la moglie anche se la scelgono, perché di fatto hanno trattato a pesci in faccia pure lei. Dopo come faccia lei a volerlo a tutti i costi pur scoprendo tutte le sue malefatte e bugie questo è un altro discorso… Stando a questo articolo quindi questi farabutti non solo dimenticano in un lampo ma manco gliene frega nulla di tutto il male che hanno causato. Mi chiedo ogni giorno come possano vivere sereni, cavolo prima o poi pagheranno il conto anche loro spero, per tutto il male causato.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 10:09 Rispondi

      questi tizi amano solo se stessi e non hanno morale se non falsa

  • Crocus, 16 Settembre 2020 @ 08:08 Rispondi

    Che bella botta @Lilly, mi dispiace molto. Un abbraccio. Ps: Ma poi lui è tornato?

  • Serena, 16 Settembre 2020 @ 08:45 Rispondi

    Ma le mogli le amano o no? Perché da donna ho difficoltà a capire che se uno tradisce è solo per sesso… L’amore non avrebbe da essere rirpetto e fiducia? E perché provare a ritornare a casa? Per amore o per comodo? Grazie

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 10:12 Rispondi

      No non le amano. Sono un pacchetto matrimonio azienda routine. E se non ami e sei un cialtrone e ipocrita non ti curi del male che fai e il rispetto lo hai solo per te. Ritornano a casa solo se scoperti o per comodo, però lo fanno otto volte su dieci

  • Lilly, 16 Settembre 2020 @ 11:30 Rispondi

    A quanto pare no, inaspettatamente nessuna donna. I dubbi ci sono stati, ma ora ti dico che anche ci fosse stata non era quello il problema vero. I problemi tra noi erano molti e una donna extra sarebbe stato solo il naturale esito di mancanza di una moltitudine di cose. E comunque l’affetto avrei pensato che ci sarebbe stato nonostante tutto, anche se ci fosse una donna di mezzo. Ma ripeto…se sei anaffettivo non ci si può aspettare niente di diverso.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 12:15 Rispondi

      più che anafettivo str. Molte “patologie” e ditrubi del comportamento al maschile sono pura str… aggine

  • Lilly, 16 Settembre 2020 @ 11:32 Rispondi

    Assolutamente no. Mai dato segni di un cambio di rotta. Per lui sono morta. Per me lui è un fantasma del passato. Si una bella botta. Ma sono ancora qui, nonostante questo ciclone emotivo. Alla fine sopportiamo cose inimmaginabili.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 12:16 Rispondi

      dovrebbe esserci una sorta di risarcimento pecuniario, come quando divorzi. molte amanti sono state mogli a tutti gli effetti

  • Lia, 16 Settembre 2020 @ 12:34 Rispondi

    @Ale, sono d’accordo con te sul risarcimento, almeno per quei casi in cui il raggiro è evidente e l’amantato davvero lungo. Non esiste solo la violenza fisica sulle donne, ma anche quella psicologica.
    Tu dici che la cosa migliore è diventare indifferenti e buttarsi tutto alle spalle, ma anche sopportare che i casi più gravi e seri restino impuniti è davvero difficile.
    Ci sono donne costrette ad anni di terapia per uscire da certe situazioni, e tu lo sai bene.
    Facile dire “però lei ha accettato”.
    Non mi capacito che ci sia una sola parte che paghi e a volte un prezzo altissimo.
    Anni sprecati, depressioni, ansie…
    Per me anche ingigantire quello che si prova realmente, dire ti amo come si direbbe ciao è un raggiro e ha delle conseguenze emotive sull’altro. Che rabbia che mi fa tutto questo.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 12:58 Rispondi

      dovrebbe essere la legge a stabilirlo. In certi casi sì, il risarcimento del danno. Argomento complicato ma lo chiederò a un esperto

  • Ariel, 16 Settembre 2020 @ 13:09 Rispondi

    @Lia
    Infatti hai perfettamente ragione
    E certo che occorre la legge @CaroAlessandro perché ripeto la manipolazione è voluta a scopi egoistici di sfruttamento della buona fede altrui e sfruttamento delle condizioni di maggior fragilità in cui le prede vengono opportunamente scelte già dal inizio infatti

    Tutte dico tutte ne venivano da esperienze di difficoltà psicologica importante come matrimonio che non funzionava da tempo
    Separazioni
    Divorzi
    Lutti

    Ecco che eccome se occorre la legge
    E ripeto hanno tolto il dolo di Plagio e non ci hanno messo un nulla

    Insomma al estero non funziona affatto così proprio perché non solo esiste la legge che difende dalla violenza psicologica ma tutta na serie di cose come ad esempio risarcire tutte le spese sostenute per evitare di stare così male che alcune persone si suicidano

    Sembra essere troppo esagerati???
    Andatelo a dire ai parenti di chi ci è morto
    O ai figli che hanno vissuto con madri depresse e disperate

    Le cure esistono e curano qualunque difficoltà ,ma Kostano un Botto in tutto tempo fatica soldi insomma
    Non dico che la legge sia la panacea universale ma pone un indotto positivo pure un deterrente un contenere il più possibile queste truffe emotive che sono a tutto tondo la varietà immensa che costituisce la violenza psicologica

    E che duole dirlo ma purtroppo è rivolta a tutte le Donne e cioè la moglie e la amante
    E questi vanno denunciarti e stop poi avranno modo di difendersi come giusto resta essere in piena democrazia.

    Et Bonjour con un fiore di legge sperata!!!!
    Anche in Italia!!!

  • agnese, 16 Settembre 2020 @ 13:38 Rispondi

    La legge non ci sarà mai ma il karma li trova prima o poi. Magari noi non lo veniamo mai a sapere ma io ci credo fermamente.
    Oggi mia cara amica molto più grande di me mi ha detto di non pensare che lui avrà una vita felice. Io ero il presagio di un suo futuro matrimoniale che con il tempo può solo deteriorarsi.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 16:10 Rispondi

      a Milan dicono San Giuan fa mia ingan (perdonate se ho scritto male ma sono pur sempre un Veneziano deportato a Milano da piccolo)

  • Memole, 16 Settembre 2020 @ 13:56 Rispondi

    Buongiorno a tutti,
    vi leggo da parecchio tempo ma non ho mai trovato il coraggio di scrivere; da alcune settimane questo blog è diventato il mio porto sicuro, il luogo dove rifugiarmi quando i fantasmi del passato ritornano prepotenti. La mia storia è molto simile alle vostre, entrambi sposati con figli, lui non avrebbe mai lasciato la sua famiglia e lo sapevo. L’ho accettato e per tre anni tra alti e bassi siamo andati avanti.. ho provato diverse volte a fermare questa storia ma alla fine tornavo, sempre. Lui era diventata la mia “droga”, passatemi l’espressione; sapevo che mi faceva male ma non riuscivo a dire basta, fino a quando ho deciso di volermi bene e di interrompere questa frequentazione. E’ finita, per davvero, ma fa ancora male. Mi domando come sia potuto succedere e soprattutto mi domando quando vedrò la luce e tornerò a sorridere di nuovo; nel frattempo vi leggo e mi sento meno sola.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 16:11 Rispondi

      benvenuta e se hai bisogno contattami per mail

  • Dispersa, 16 Settembre 2020 @ 15:55 Rispondi

    Che tristezza…
    Sapere che il ns valore era meno di una ‘pipata di tabacco’…
    Per le mogli credo ci sia cmq stima e affetto (lasciamo stare il rispetto), anche se l’amore con il tempo si è trasformato, rimane il fatto che il tutto ha delle radici molto più profonde di quello che possiamo immaginare!!

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 16:13 Rispondi

      ci sono molti matrimoni azienda o spa

  • cossora, 16 Settembre 2020 @ 16:18 Rispondi

    Ma guarda @agnese, io come te so che il cadavere prima o poi passa, il fiume va in discesa quindi la corrente se lo porta dietro per forza.
    Però un conto è passare di li per caso e vederlo (e qui ci sta: libidine!!), altra cosa è passare tutta la vita seduti sul bordo del fiume, per vederlo il mio ultimo giorno su questa terra.
    Ma chi se ne frega!!

  • cossora, 16 Settembre 2020 @ 16:49 Rispondi

    No @dispersa.. per le mogli c’è un affetto della serie: è sempre un essere umano quindi le voglio bene il minimo sindacale per non sentirmi una merda con le gambe. Le scoprissero fedifraghe probabilmente le metterebbero al rogo.
    Per quanto riguarda la stima: come ci si vuol sentire quando si prova sincera stima per una persona? All’altezza.
    C’è poco da aggiungere, direi.

  • Ariel, 16 Settembre 2020 @ 16:59 Rispondi

    Veneziano trasferito a Milano da piccolo
    E non deportato
    Meno male!!!

  • Ariel, 16 Settembre 2020 @ 17:09 Rispondi

    Cara @Agnese mai disperare sul fatto dei cambiamenti sociali di idee e di attuazioni di nuove leggi
    Pensa al Divorzio ad esempio
    Quando ero piccola ricordo benissimo che le famiglie si vergognano di dire siamo separati pure legalmente era una vergogna sociale soprattutto per la Donna

    Ho ancora nelle orecchie mie di bambinetta frasi ascoltate nei negozi o per strada fermi al semaforo
    Gente che diceva a bassa voce parlando con suoi amici
    “ Sai lei è una Donna separata” intendendo dire che è na zoccola

    Da allora finalmente nel ‘75 ecco la legge sul divorzio che ha prodotto moltissimi cambiamento nella mentalità delle persone tutte infatti allora sarebbe stato impensabile fare un Blog sull’amantago e relazione di coppia in genere
    Non solo perché tecnicamente non esisteva internet e nemmeno un pc inteso come oggi ,ma proprio sarebbe stato VISTATO SICURO DALLA BUON COSTUME e Vaticano a seguire con le predike di inferno assicurato.

    Quindi no ,cara@Agnese la legge cambia proprio grazie alla informazione della stampa media e Blog ,qui scriverne tra noi costituisce un frammento importante al mosaico della legge che sicuro verrà.

  • Dispersa, 16 Settembre 2020 @ 17:25 Rispondi

    Vero…
    Parlo nel mio caso, lui non parlava male della moglie, capitava che parlassimo dei ns coniugi magari di cose del quotidiano e si percepiva affetto nei suoi confronti.
    Lui sosteneva di amarla, solo che l’amore con il tempo si era trasformato… Lui giustificava il fatto che lei fosse meno attenta a loro rapporto di coppia, perché si occupava di famiglia e casa a 360° e un lui assente perché molto preso dalla carriera.
    Saranno anche una SPA (e per come ragiona lui probabile)… Ma hanno tutte le carte per funzionare!!

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 18:11 Rispondi

      Anche l’amore che si trasforma è una grandissima balla al maschile per giustificare il tradimento e per giustificare che non molla la moglie

  • Nina, 16 Settembre 2020 @ 21:40 Rispondi

    Io credo di essere già stata rimpiazzata non con la compagna ma con una che gli ronzava già intorno ai tempi. Io e lui avevamo progetti di lavoro insieme e ho visto su internet pubblicizzata una cosa in cui fino all’altro giorno c’era scritto Nina e Pincopallo, oggi c’è scritto Tizia e Pincopallo ma non ha cambiato nemmeno intestazione..mi ha fatto impressione perché mi sembra di essere stata una funzione nella sua vita non una persona. Non so se mi spiego. Ora in quella casella, e non solo dal punto di vista sentimentale, c’è un’altra persona, e mi fa impressione..

  • Nina, 17 Settembre 2020 @ 00:06 Rispondi

    Cioè lui non vedeva Nina come persona ma quello che Nina rappresentava nella sua vita, cioè lui non era davvero aperto all’incontro con me, ma esattamente come la sua compagna di prima (che non rientrava x bene nella casella) e quella di ora (che pare quella giusta) io servivo a determinate cose. Non mi “vedeva”, mi usava. In modo inconsapevole forse, ma io ne soffrivo. Ora vedo con chiarezza che quella casella mi rendeva e mi avrebbe resa infelice, non invidio chi è lì, non ci sto male, ma un po’ di turbamento me lo dà, forse perché pensavo che fosse difficile dimenticarmi, e invece lui si è dimenticato di me davvero in fretta..

  • Stella2, 17 Settembre 2020 @ 07:50 Rispondi

    @Nina, a me sembra che, dal momento che non ha nemmeno cambiato intestazione, questa “nuova” abbia solo rimpiazzato la tua funzione…

  • elleelle, 17 Settembre 2020 @ 09:52 Rispondi

    @Nina
    Credo che usare le persone sia una cosa abbastanza comune da parte di queste persone. Hanno bisogno di qualcosa e lo trovano in altre, al di la’ della coppia.
    Il mio ex aveva bisogno di me per le attenzioni che gli davo e perche’ parlavamo tanto, leggevamo le stesse cose ecc. Lui non aveva bisogno di me come “elleelle” ma come fornitrice di cose. Un giorno parlando del fatto che era bello sentirci mi ha detto “Ed e’ bello avere una persona che ti ammira a prescindere”. Io che ero gia’ in fase di osservazione nei suoi confronti ho preso subito nota della sua frase e l’ho messa in uno dei miei cassettini. Lui aveva bisogno di quello, di ammirazione, di una persona che condividesse con lui non tanto per il piacere di condividere, quanto per gratificarsi.
    Leggevo su internet proprio stamattina che mentre ci sei dentro, queste dinamiche non le vedi chiaramente. Vedi che c’e’ qualcosa che non va (e infatti tu ne soffrivi), noti che ci sono delle incoerenze pero’ e’ solo dopo che tutto ti risulta chiaro e anche prevedibile. Due sere fa, quando il mio ex e’ uscito da uno dei social, ho pensato tra me e me “bene, adesso ricomincera’ sull’altro”. Detto, fatto.
    Dimenticare in fretta e’ comunque una caratteristica maschile, nel senso che loro non perdono il tempo che perdiamo noi ad analizzare le situazioni da tutti i punti di vista. Una storia e’ finita? Bene, pazienza, e’ capitato, adesso andiamo avanti. Vado a cena da amici, due birre e sto gia’ meglio. Dopo ce li ritroviamo cosi’ incompetenti dal punto di vista sentimentale.

  • cossora, 17 Settembre 2020 @ 10:13 Rispondi

    @Nina ti spieghi e non sbagli.

  • Hara, 17 Settembre 2020 @ 10:27 Rispondi

    @Nina…VIVADDIO vai a rileggere i tuoi post di un anno e mezzo /due fa. Quando sono arrivata qui a #acasadiAle leggere i tuoi post mi faceva paura, eri una persona completamente diversa triste buia disperata non completamente lucida e, scusa la brutalità, avevo timore che potessi farti del male fisico. Quanta strada per fortuna hai fatto!!! Ci stavi stretta stretta in quella casella non ti ha dimenticato in fretta …eri fantastica sotto ogni aspetto a lui in quella casella piacevi proprio gli stavi proprio giusta sii oggettiva dove la trova un’altra valida come te? Ha trovato una supplente per fortuna tua! Non abbassare la guardia perché quello se può ci riprova non è cretino lo sa quanto ha perso!!!

  • Nina, 17 Settembre 2020 @ 11:30 Rispondi

    Grazie ragazze vorrei specificare che non sto male ora sono solo basita. @hara del male non me ne sarei fatta più di quello che mi stavo già facendo ma nel mio caso la terapia mi ha salvato la vita. Comunque questa cosa della casella mi è risultata lampante ora che ho visto questa cosa e d: altro canto se penso che voleva sbattere fuori casa la sua ex x metterci dentro.me (che mai.ci sarei stata) mi rendo conto che il meccanismo è uguale. @elleelle che impressione sai che anche il mio mi ha fatto stesso discorso su ammirazione? Era felice di come lo facevo sentire ma non pensava a come stavo io.

  • Vita, 17 Settembre 2020 @ 11:51 Rispondi

    @nina, @elleelle, credo anche io che queste relazioni si reggano su un bisogno. Colmano vuoti, riempiono buchi. In qualche modo il mio ex lo ammetteva: ero fonte di energia e passione . Nel lavoro come nella vita. Ho conosciuto un uomo disilluso e cinico, molto borghese e molto “democristiano” a cui ho portato una ventata di vitalità. Pareva incantato e sorpreso dalla mia energia. E forse, anzi sicuramente, mi è piaciuto molto sentirmi capace di ridargli “vita”, sono stata presuntuosa e avida, un po’ megalomane. Perché lui era altro da me, siamo sempre stati diversi e lui me lo diceva spesso: giochiamo in due campionati diversi e io non capirò mai perché tu voglia giocare nel mio. Non ho voluto capire, è la mia grande colpa. La vita è dentro di noi. Le emozioni non si trasferiscono, si sentono, i sentimenti si maturano, se non se ne ha consapevolezza poi scivolano via. I miei c’erano. Io nella nostra storia ci ho messo tutta me stessa, lui mi ha semplicemente indossato ma i suoi abiti erano altri.

  • To the moon and back, 17 Settembre 2020 @ 14:20 Rispondi

    Quante storie identiche…talvolta sembra che il lui (con la “elle” minuscola), sia lo stesso, con tante piccole sfaccettature (nel mio caso “zerbino”)

  • Marzia, 17 Settembre 2020 @ 15:18 Rispondi

    Sono uguali uomini e donne, non cambia niente nella sostanza matrimoni in particolare anche convivenze servono per creare società riproduttive ed economiche e altri rapporti extra per diversivo oppure per cessata attività in famiglia Ecco la verità, poi l’ eccezione conferma la regola La donna si porta dietro un patrimonio culturale a perdere e quindi le pare di essere ancora diversa L’essere umano non conosce amore conosce solo sesso, riproduzione e vantaggi economici. QUESTO in percentuale circa del 98

  • leilei, 17 Settembre 2020 @ 16:45 Rispondi

    Dispersa lo credo anche io, classica la frase “è la madre dei miei figli”.

  • leilei, 17 Settembre 2020 @ 16:59 Rispondi

    Vita io in questi anni mi sono sempre più convinta che quello che chiamiamo amore è solo la ricerca disperata di colmare i vuoti di certe mancanze e di vedere soddisfatti certi bisogni. Il problema poi è che a volte si cresce, non si hanno più vuoti e i bisogni si modificano, e allora quella persona non va più bene. Questa storia dell’amore che dura in eterno mi sembra sempre di più una gran fregnaccia, o il frutto di una botta di kiulo nell’aver trovato davvero la persona giusta.

  • elleelle, 17 Settembre 2020 @ 16:59 Rispondi

    @Nina, @Vita
    Le nostre relazioni potrebbero essere sovrapponibili in molti del loro aspetti, tanto che a volte ancora mi stupisco.
    Anche il mio ex era di famiglia altolocata, democristiana e di successo, impossibile non esserne influenzati, solo che lui lo era all’eccesso.
    @Alessandro dice che la malattia mentale negli uomini e’ un evento raro e ci credo, solo che i nostri casi non sono da ricovero perche’ sono degli psicopatici, sono semplicemente persone che non hanno una personalita’ definita e hanno bisogno di prendere quello di cui hanno bisogno dagli altri. Hanno tutti questi comportamenti standard perche’ sono insoddisfatti, non hanno il coraggio di cambiare e hanno imparato negli anni che per ricevere attenzione si devono comportare in un certo modo.
    Quindi ripetono all’infinito, senza rendersi conto, senza cambiare.

  • Vita, 17 Settembre 2020 @ 17:35 Rispondi

    @elleelle anche io come @alessandro escludo l’aspetto patologico vero e proprio, non solo perché non ho gli strumenti per fare una diagnosi, ma perché in un certo senso mi pare pure un’attenuante. Credo, e l’ho già detto (e lo diceva persino lui un po’ per vittimismo, un po’ perchè era furbo) Che fosse una persona molto debole, con un’identità poco definita, con un senso etico scarsamente sviluppato e intimamente conformista. E io, vorrei tanto essere una garibaldina, ma alla fine sono cresciuta nello stesso contesto sociale. Sai cosa mi scoccia e non poco @elleelle? Se accetto che è un poveraccio, io come ne esco? come è possibile aver desiderato fortissimamente per tanti anni una persona così piccola, mettendo a rischio la propria vita, la propria serenità e quella delle persone che ami??? Qualche problema devo averlo anche io. E dico sul serio. Perché i segnali @elleelle c’erano e non è che io non li vedessi. Tanti piccoli indizi, tante piccole miserie, debolezze, vigliaccherie su cui abbiamo discusso pesantemente un milione di volte e che infine io ho Sempre lasciato passare, perché mi bastava che lui mi desse ragione. Dovevo scappare, @elleelle, non l’ho fatto e sono colpevole di questo. Verso me stessa. Perché non ci si lascia ridurre così.

  • Vita, 17 Settembre 2020 @ 17:46 Rispondi

    @leilei concordo su molto di quanto scrivi. E non escludo affatto, anzi, che anche io abbia soddisfatto dei bisogni, più o meno consapevoli e inconsci. Così come concordo sulla difficoltà di vivere un amore eterno. Razionalmente lo capisco ma, Superati gli anta già da qualche anno, io litigo ancora con l’idea di rinunciarci, sebbene la ragione mi suggerisca che è pura utopia. Forse. È una delle tante ragioni per cui sono combattuta fra il buttare tutto all’aria, anche la famiglia (una famiglia e un matrimonio che per tanti versi funziona ancora) oppure ricostruire, con la consapevolezza che forse non è amore folle (passionale, istintivo, ecc ecc) ma è comunque amore. Può bastarmi? Non lo so, So per certo però che non rivivrò una situazione ambigua.

  • maribel, 17 Settembre 2020 @ 20:20 Rispondi

    Ragazze vi ho lette tutte ma dissento su una cosa. Una relazione sana non si basa su bisogni. Una malata Sì.
    In una relazione alla.pari,tra due adulti risolti e maturi dove amore libertà e rispetto di se’ si mescolano non si riempiono BISOGNI nascosti e inespressi, ma desideri di amore e di condivisione.
    Le storie dove ognuno di noi si sente di dover qualcosa o.di non ricevere abbastanza, chi si annulla, chi resta ma non è felice, chi non è felice ma non riesce a cambiare, chi tradisce, chi non si sente all’altezza o si.sente soffocare… li si ci vuole un bel lavoro per rispondere alla.domanda “a quale bisogno sto cercando di dare risposta con questo rapporto in cui mi devo sforzare accettare e sacrificare ?? ”
    L’amore esiste. Io ci credo e credo che sia anche semplice . Lavoriamo su di noi stesse.
    Un bacio a tutte

    • alessandro pellizzari, 18 Settembre 2020 @ 00:44 Rispondi

      Concordo

  • elleelle, 18 Settembre 2020 @ 07:17 Rispondi

    @Vita
    Stai passando le fasi che ho passato io mesi fa, la prima volta che ci siamo lasciati, per cui ti capisco molto bene. Quando siamo coinvolte, gli indizi non li vogliamo vedere in modo negativo, è normale, però arriva in momento in cui dobbiamo farlo.
    Ti posso solo dire che per me è stato essenziale reagire alla sua presa in giro. È stato il primo passo che ho fatto, sbattendogli in faccia che per me lui non era niente, che per me venivo prima io costi quel che costi e che della sua offerta di amicizia non sapevo cosa farmene.
    Il secondo è stato rendermi conto che per lui non ero un essere umano ma un oggetto. Niente scuse e giustificazioni da parte mia, semmai una grande accusa: non sei quello che fai credere di essere. Non sei sensibile, integerrimo, rispettoso, sei falso, l’immagine che proietti non esiste.
    In più, hai superato il limite che non permetto a nessuno di superare.
    Il fatto che lui sia molto probabilmente un narcisista è una considerazione accessoria.
    Non tutti gli uomini sono narcisisti, però il mio ex mi ha dato così tanti elementi in tutti gli aspetti della sua vita che è davvero improbabile che non lo sia. Anche qui nessuna scusa per lui, ma un motivo in più per me per scappare.

  • elleelle, 18 Settembre 2020 @ 07:26 Rispondi

    @maribel
    D’accordo con te al 100%.
    Vorrei solo aggiungere che come il discorso vale per noi, vale anche per i nostri ex che hanno tradito. Noi ci disperiamo perché li immaginiamo felici e a posto nel momento in cui ci lasciano per “ricostruire”, ma non è così. Se ci rendessimo conto di questo, credo che soffriremmo un po’ meno.
    Vedere il mio ex che perde il controllo sui social è uno spettacolo poco edificante ma specchio di quello che ha dentro. Di felicità neanche l’ombra e non è più affari mio.

  • Vita, 18 Settembre 2020 @ 09:02 Rispondi

    @elleelle credo anche io che immaginarli felici, capaci di dimenticarci in un attimo e apparentemente di ridare vita a un matrimonio che Ci pareva morto e sepolto (perché così ci era stato detto) renda tutto ancora più doloroso perché ci fa sentire ancora più sole e anche più stupide. È questo non solo perché rende più evidente l’inganno svilendo l’amore ma anche, sia detto, perché ci ferisce nell’orgoglio. Nel mio caso almeno, so che c’è pure questo. Non credo siano felici e in fondo lo sappiamo. Non credo lo fossero nemmeno quando stavano con noi. Credo che non siano persone capaci di esserlo felici, se vuoi che te la dica tutta. Penso Piuttosto che siano persone poco consapevoli, deboli, irrisolte, vittime loro stessi delle loro fragilità, insicurezze, meschinerie. Fa star meglio pensarlo? Aiuta sapere che anche loro soffrono più o meno consapevolmente? Non lo so. A me tutto questo dolore inutile (Mio, suo, di sua moglie e di tutte le altre persone indirettamente e inconsapevolmente coinvolte) pare un gran spreco. Non mi consola, mi fa male. L’amore, ha ragione @alessandro, è semplice e porta felicità, non solo a se ma anche agli altri. Quando si è felici, e io lo sono sempre stata (mica solo quando stavo con lui), si è più generosi, più aperti, più disponibili. C’è più amore per tutti. Ed è questo che mi manca di più: quella energia in eccesso che ho sempre avuto, che mi veniva da una vita felice, che mi consentiva di regalarne un po’ anche al mondo intorno a me. È ciò che voglio ritrovare.

  • maribel, 18 Settembre 2020 @ 09:17 Rispondi

    @elleelle si certo vale per donne e per uomini, per tutti quelli che hanno relazioni contorte, indefinite, complicate e poco chiare. Perchè siamo poco chiari dentro di noi.

  • Vita, 18 Settembre 2020 @ 09:30 Rispondi

    @maribel certo, una relazione sana NON si basa sui BISOGNI. E Anche io credo nell’amore, sulla sua durata Ho qualche dubbio in più. Forse dipende anche molto dalle aspettative che si hanno e da quanto quel le aspettative siano realistiche, mature, consapevoli.

  • elleelle, 18 Settembre 2020 @ 10:22 Rispondi

    @Vita
    Un’ultima cosa: ti eri accorta dei segnali che c’erano e non sei scappata in tempo.
    Ho fatto lo stesso errore ed e’ proprio quello di cui ho parlato con la psicologa. Noi donne siamo abituate a non ascoltare il nostro istinto, perche’ cresciamo con l’idea che non dobbiamo essere drastiche, non vogliamo sembrare maleducate o addirittura pazze. Il mio ex, dopo avermi preso per i fondelli, mi ha detto che ero pazza perche’ ero arrabbiata nera.
    Ma sai una cosa? Chi se ne frega! Adesso che lo sai, lo saprai anche in futuro. In futuro ti ascolterai di piu’ e questa e’ una delle lezioni positive da imparare da queste esperienze.
    Quando da giovane mi sono lasciata con il ragazzo del liceo dopo anni di tormenti, ero all’estero per un periodo di studio ed ero davvero a terra. Mi sono ricostruita da sola, senza psicologi, semplicemente passando tempo con me stessa e con il cane della mia padrona di casa. Il fine settimana mi mettevo al sole in giardino con il cane e pensavo che comunque ce l’avevo fatta da sola. Che non gli avevo mentito, che gli avevo dimostrato il mio interesse, che mi aveva tradito lui e che io avevo la forza per superarlo. Non ho mai fatto un passo indietro, non gli ho mai chiesto un briciolo di spiegazione, mai chiesto sue notizie.
    Vivo di quella forza ancora adesso: ogni volta che ne ho bisogno, c’e’ sempre una riserva di forza da cui attingere.
    Vedrai che sara’ cosi’ anche per te alla fine di questo dolore, avrai qualcosa che ti rende piu’ forte.

  • leilei, 18 Settembre 2020 @ 10:46 Rispondi

    Maribel allora io l’amore non l’ho mai conosciuto.

  • maribel, 18 Settembre 2020 @ 12:09 Rispondi

    @Lei lo puoi sapere solo tu, certo da come scrivi sembra così anche a me, quanto meno non è amore quello che provi per gli uomini che hai vicino a te adesso e nemmeno quello che loro provano per te (sempre riferito a quello che scrivi tu, ovviamente).

  • maribel, 18 Settembre 2020 @ 12:21 Rispondi

    @vita sulla durata dell’amore non saprei dirti, magari Ale ha le statistiche, ma quello di cui sono sicura dentro di me è che può finire l’innamoramento (anzi, finisce, è scientifico) ma è l’amore che ti impedisce di tradire. Cioè puoi non sentire più, dopo un certo tempo le farfalle nello stomaco, gli ormoni e il corpo faranno il loro corso naturale, ma se c’era un sentimento vero e sincero resta quello, compresi fiducia, rispetto e unicità. E il tradimento non ti viene nemmeno in mente.

    • alessandro pellizzari, 18 Settembre 2020 @ 18:05 Rispondi

      le statistiche sono diverse: per la matematica dell’amore l’innamoramento travolgente e passionale dura da sei mesi a due anni, l’amore evoluto dai 7 (la famosa crisi del settimo anno) ai 15/20 anni

  • Stella2, 18 Settembre 2020 @ 14:04 Rispondi

    @Vita il tuo commento delle 9:02 di oggi mi è piaciuto moltissimo! Hai dato voce ai miei pensieri. Stai facendo un bellissimo percorso comunque, si deve il cambiamento da quando hai iniziato a scrivere qui. 🙂 hai preso consapevolezza di quello che vuoi, di chi sei, di chi è lui è ti stai pian piano concentrando su di te! Complimenti!

  • elleelle, 18 Settembre 2020 @ 15:22 Rispondi

    @leilei
    Ne dubito, anche se e’ una possibilita’. Piu’ probabile che tu fossi innamorata di tuo marito agli inizi, poi ti e’ passata.
    Secondo me quello che vuole dire @maribel e’ che se stai con una persona per motivi che vanno al di la’ del piacere di stare con lei, allora c’e’ un problema. E’ un esempio molto semplificato, me ne rendo conto, ma ti permette di capire la differenza tra una coppia che sta assieme perche’ se lo aspettano gli altri e una che sta assieme perche’ vuole; una coppia che si parla e si rispetta e una che non parla e arriva a tradire; una coppia che vive assieme con la testa altrove e una che invece nonostante tutto fa lo sforzo per essere presente.
    Un partner non deve essere al nostro fianco per colmare le nostre insicurezze, altrimenti diventa uno strumento. Tante di noi sono state degli strumenti usati da uomini che avevano un vuoto dentro (cerebrale e sentimentale) e questo vuoto non scompare perche’ si rendono conto che in casa abita anche la moglie.
    Nel mio caso, condividere con il mio ex era una gioia, ero felice di parlare con lui, di fare cose con lui le poche volte che ne avevamo l’opportunita’. Non avevo secondi fini, non dovevo inserirmi in una famiglia importante per avere degli agganci, ad esempio. Da parte mia era amore, puro e semplice. Non avevo bisogno di lui per la mia vita, che andava avanti comunque, ma era un piacere che lui fosse presente.
    Nel momento in cui mi sono resa conto che cominciavano ad esserci troppi problemi, non ho aspettato in silenzio, nel giro di un mese l’ho messo di fronte ad una decisione, proprio perche’ l’amore non deve essere una sofferenza costante.

  • Vita, 18 Settembre 2020 @ 18:13 Rispondi

    @alessandro ahia! Ho fatto 20 anni di matrimonio lo scorso anno. Battute a parte, non è sicuramente facile, ma è bello e bisogna crederci. Io di danni ne ho fatti parecchi e non so quanto sia rimediabile. Mi permetto anche di aggiungere che l’amantato, per La sua natura, sfugge a quelle statistiche e crea l’illusione di un innamoramento infinito, con tutta l’adrenalina che ne deriva, perché non deve mai superare lacprova impietosa e difficile della quotidianità. O almeno questa è stata la mia esperienza.

  • Vita, 18 Settembre 2020 @ 18:14 Rispondi

    @stella2 grazie!!! Davvero. Ti abbraccio

  • MP, 19 Settembre 2020 @ 11:06 Rispondi

    Ciao a tutte! Sono mesi che non scrivo ma vi leggo sempre con “affetto”.
    Innanzitutto grazie. Con le vostre storie, con le parole di @Ale, riesco a mantenere i piedi per terra. Mi è stato giurato l’impossibile (non Sc*** con lei, se tu volessi lascerei tutto per te ecc ecc) e io mi rifiuto di crederci. Penso che molti di questi uomini trovino in noi quello che manca nella propria vita: sesso infinito, e se viene anche quel po di romanticismo fino al “ti amo” che per tanti di loro è solo entusiasmo, come dice @vita è nuova “vita” a qualcosa che tanto male non è o come diceva Bianca a volte sono uomini felici che vogliono essere “più felici”. Conosco la moglie e non posso illudermi che sia sciatta o disinteressata o che il loro matrimonio vada male e la tentazione di crederci era forte all’inizio, a volte penso che mi dica davvero la verità su certe cose… poi vengo qui! Questa sottospecie di lucidità mi ha permesso di non perdere la testa e non rinunciare alla mia vita attuale, anche perché io non voglio che molli famigli e figli. Il problema è mia e sua gelosia! Non me lo spiego perché io sia così folle nei suoi confronti. Ho attraversato un periodo nero in cui cercavo di lasciarlo, poi tornavo indietro, poi sì poi no. E ora ho raggiunto più o meno questo status che non so quanto durerà.
    Vi chiedo allora: cosa differenzia la gelosia dal possesso???

    • alessandro pellizzari, 19 Settembre 2020 @ 13:44 Rispondi

      La gelosia solamente possessiva sia attiva Solo quando lui percepisce la vicinanza di un maschio mentre la gelosia naturale c’è sempre questo le grandi linee. Un geloso naturale non ti dirà mai fai la tua vita ma vorrei esclusività un geloso possessivo ti dice non posso impedirti di fare la tua vita ma poi quando succede qualcosa ti dice non farlo. e tenta di non farti fare cose tipo uscite. Il geloso possessivo accusa la donna di essere leggera il geloso naturale e innamorato si fida della sua donna il suo è uno stato naturale in tutti questi casi il geloso naturale non è mai eccessivo mentre il geloso possessivo lo è passa dal niente alle scenate

  • Disillusa, 22 Settembre 2020 @ 03:48 Rispondi

    Io sto facendo una gran fatica davvero… scrivo qui per non scrivere a lui che poi che senso avrebbe scrivere a uno che ha dimostrato di strafregarsene di voi al primo problema ? Io, che sono sempre stata “distaccata” nei suoi confronti anche quando avrei voluto fare e dire tante cose in più, alla fine poi ho avuto ragione. Appena mi sono lasciata un po’ andare poi ho ricevuto il benservito. Io capisco anche che ha dovuto gestire una situazione imprevista con la moglie, ma dopo?? Possibile che non gli sia passata per l’anticamera del cervello che dall’altra parte c’era una persona che soffriva? Nonostante poi glielo avessi detto chiaro e tondo?
    La famiglia viene prima. E io che posso dire o fare ?
    Niente. Ha ragione lui. Mi sta tenendo a galla il mio orgoglio ma chissà se durerà.
    Ho perso un amico oltre che un amante. So che alla fine poi l’importanza che mi ha dato è pressoché nulla, ma per farsela andare giù, per farsi scivolare addosso tutto il dolore che mi ha e mi sta causando, serve una forza di volontà che non so più dove andare a cercare.
    Scusate lo sfogo ma almeno così evito di cercarlo.

  • cossora, 22 Settembre 2020 @ 14:49 Rispondi

    Meraviglioso il tuo post, @Disillusa.
    Che anima grande, alta proprio.
    Non celi la delusione, la reazione al colpo basso, ma con che dignità!
    Grandissima.
    Continua così.
    Bisogna smetterla di regalare tutto a chiunque: le cose grandi ai grandi, poco a chi dimostra pochezza, una miseria ai miserabili.
    Sii misurata, così come lo se stata sino ad ora.
    Lui capirà? Dipende dalla sua statura morale. Non è affar tuo.
    Non siamo tutti uguali, non è vero.
    Non devi a nessuno la possibilità di riscattarsi. Chi vuol riscattarsi non aspetta che qualcuno gliene dia l’occasione, ma lo fa per se stesso..
    Mantieni la testa alta.. ti aspettano cose grandi quanto te!

  • Disillusa, 22 Settembre 2020 @ 15:33 Rispondi

    Grazie… giuro che mi hai fatto commuovere. Sentirsi dire queste cose da una persona che non conosco, disinteressata… mi stai facendo arrivare in fondo alla giornata per una volta un po’ più sicura di me stessa. Grazie. Rileggerò la tua risposta altre mille volte.

  • Elena, 22 Settembre 2020 @ 15:34 Rispondi

    @Disillusa, fai bene a scrivere qui e non a lui….
    Lascia perdere l’orgoglio, io ho pensato a questo: ” io non voglio qualcuno che non mi voglia al 100 %, che i problemi della sua famiglia siano sempre i più importanti”. Qualsiasi sia il motivo per cui loro sono lì è indifferente, ma intanto sono lì.
    Non che sia semplice, per carità… nel mio caso sono passati anni e ogni tanto ci penso ancora. MA se loro volessero noi, saprebbero sicuramente cosa fare. Il problema è che non lo fanno, ( quasi tutti) per cui è inutile implorare amore. L’amore non si implora, trova la forza da solo di andare avanti…..
    Sono solo parole, lo so…..e so che si sta male, eccome se lo so….
    Ma non scrivergli più…

    Scusami non conosco la tua storia, magari ho detto cose che non c’entrano nulla ….

  • Orsa, 22 Settembre 2020 @ 16:05 Rispondi

    @ Disillusa
    Mi hai fatto venire i brividi col tuo post che sento calzarmi addosso alla perfezione. Sei riuscita a focalizzare il tutto e a trovare le giuste parole per esprimerlo. Non avrei saputo fare di meglio, i miei pensieri sono ancora nebulosi e in questo mi hai aiutato. A mio modesto parere ti serve solo un po’ di tempo per metabolizzare. La consapevolezza c’è già, serve solo tempo e pazienza verso te stessa. Coccolati. Un abbraccio virtuale

  • cossora, 22 Settembre 2020 @ 16:19 Rispondi

    @Disillusa sono felice di averti fatto sentire meglio, a volte si ha bisogno di qualcuno che ci faccia da specchio e ci faccia concentrare una volta tanto su QUANTO SIAMO STUPENDE NOI.
    Ho notato che si fa spesso un errore: si sa di essere ‘grandi’ e allora si sperpera.
    Generosità e spreco sono due cose diverse.
    Tenere a mente, please.

  • Stella2, 22 Settembre 2020 @ 17:02 Rispondi

    @Disillusa il tuo sfogo mi ha toccata particolarmente, mi era successo più o meno la stessa cosa che è successa a te. Hanno ragione le altre: devi cercare di volerti bene (lo dico a te, ma è come se lo dicessi a me stessa), di coccolarti e devi iniziare a farlo dalle piccole cose, che può essere banalmente un bel bagno caldo e rilassante.
    L’importante è che non lo cerchi, scrivi qui invece di scrivere a lui, esattamente come hai fatto! Sei stata bravissima già soltanto in questo! 🙂
    Purtroppo, loro ci danno poca importanza e viene sempre prima la famiglia, ci mettono in secondo piano. Non so quale sia il motivo di fondo. Ho imparato però che il motivo non è importante. Noi siamo donne che ci meritiamo di essere messe al primo posto, sempre! Di essere amate davvero e non solo quando va a loro (per loro comodità o bisogno). Ricordati che per loro la nostra sofferenza è sempre un: sì, lo so, ma soffro anch’io, non credere! (Soffre nell’avere due donne, poverino…!) questo perché?? Perché fondamentalmente sono degli str**** egoisti!! Scrivici ancora mi raccomando! Ti abbraccio e ti sono vicina.

  • elleelle, 22 Settembre 2020 @ 17:21 Rispondi

    @orsa @Disillusa
    E’ vero, serve tempo, tanta forza di volonta’ e pazienza per sopportare i momenti difficili che ci saranno, anche se sempre meno frequenti. Magari li’ fuori c’e’ qualcuno migliore in arrivo, magari no, ma questi uomini sono sanguisughe di tempo e di sentimenti: due cose preziose che non vanno sprecate con chi non se le merita.

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 14:18 Rispondi

    @Vita, touché! Domande che mi faccio tutti i santi giorni anche io. Cioè ogni volta che vedevo delle incongruenze e glielo dicevo anche, si discuteva anche, perché poi sono rimasta? È una cosa che non mi dà pace. Anche perché mi girano le palle e non poco che alla fine mi abbia lasciata lui.

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 14:26 Rispondi

    @Vita, @elleelle lo so che potrei essere ripetitiva nel dire “è esattamente ciò che penso anche io” però impressionante come su alcune cose facciamo gli stessi pensieri uguali identici. Anche io sto impazzendo pensandoli felici e sorridenti che fanno l’amore come se nulla fosse mentre io sono qui che sto cercando di SOPRAVVIVERE. Dico sopravvivere, perché questo non è un vivere normale. Rivoglio la mia energia, rivoglio il mio sorriso, rivoglio il mio menefreghismo di fronte a ciò che potrebbero pensare le persone… Invece sono in un mare di dolore e sto provando a sguazzare per non affogare e spero che prima o poi tutti questo passi e che il karma non si perda per strada.

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 14:33 Rispondi

    @elleelle, ma tutti uguali questi? A me ha dato della PSICOPATICA perché ero arrabbiata. Ah, quindi tua moglie può sfogarsi in ogni dove perché sai lei è stata ferita, tradita ecc. Ed io? Oltre ad essere ferita, tradita, infangata al lavoro, diffamata, calunniata, discriminata ecc ecc. Quello che mi infastidisce molto è il fatto che ho perso me stessa. E non mi era mai successo prima.

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 14:42 Rispondi

    @stella2, bello leggere queste parole. Aiutano molto. “Soffro anche io” lo diceva pure il mio ex, ma non sono poi così sicura che soffrisse… Altrimenti avrebbe fatto scelto diverse. In questi giorni mi è tornata di nuovo una rabbia fortissima e allora scrivo qui per non fare danni. Questo luogo aiuta. Aiuta davvero tanto.

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 14:45 Rispondi

    @Elena, si lo sto capendo anche io che non mi interessa una persona che non mi voglia al 100%. E che i suoi problemi erano sempre più importanti di me. Voglio solo che mi scatti il famoso relè e che tutto passi in fretta, ma vedo che in realtà ci vuole del tempo. Tanto tempo.

  • Stella2, 30 Settembre 2020 @ 19:12 Rispondi

    @Crocus sì, dicono di soffrire, ma non so quanto crederci. Comunque sono in un pessimo periodo anch’io, ha il potere di farmi andare sempre in confusione 🙁 invece di discutere con lui, vi leggo, ascolto le dirette di Ale e vi scrivo. Per fortuna esiste questo blog, sennò come farei?!?! Mi troverei spiazzata e mi sentirei sola, perché solo chi ci è passato capisce come ci sentiamo. Grazie @Ale di cuore

    • alessandro pellizzari, 30 Settembre 2020 @ 23:40 Rispondi

      Un abbraccio

  • Stella2, 30 Settembre 2020 @ 19:17 Rispondi

    Sai @Crocus a volte penso che magari per soffrire, una parte di loro soffre davvero. Ma come dice la mia psicologa, lui probabilmente vive solo con una parte di se stesso la nostra relazione, o comunque certe parti, tutte le altre sono nascoste, mette su un muro (spesso mi ha chiesto di non psicanalizzarlo per esempio e fa fatica in generale a parlare di sentimenti), cerca quasi di difenderle da quello che prova per me, che considera profondamente sbagliato (perché è padre e compagno)… Io invece con lui ho messo in gioco tutta me stessa… ecco perché io sono innamorata e lui prova solo un sentimento, gli piaccio, certe parti di lui mi vogliono e mi hanno vissuta e mi vivono appieno, altre no… è così che crea una barriera. Magari queste riflessioni aiutano a capire anche i vostri “corrispettivi”…

  • Orsa, 1 Ottobre 2020 @ 06:46 Rispondi

    @ cara Crocus, in realtà che ti abbia lasciata lui forse è meglio. Così lo stronzo è lui e davvero ti puoi concentrare su come distruggerlo meglio. Stessa cosa capitata a me. Per come siamo fatte noi, per come ragioniamo, se li avessimo mollati noi ora saremmo alle prese anche coi sensi di colpa. Di sicuro, però, io mi sarei comportata diversamente. Comunque ormai è inutile rivangare. O.noi o loro, l’importante che sia finita. Focus su di noi ora! Non è facile neanche un po’ ma il tempo aiuta. Buona giornata….cercando di pensare un po’ meno a loro, ogni giorno di meno.

    • alessandro pellizzari, 1 Ottobre 2020 @ 07:07 Rispondi

      È uno dei motivi per i quali gli uomini si fanno lasciare e non lasciano: non essere dalla parte del torto

  • Orsa, 1 Ottobre 2020 @ 06:57 Rispondi

    @ Stella2 meglio non approfondire su “quale sia la parte con cui ha vissuto la relazione con noi”..potrei giurare che è la stessa per tutte noi. Mentre loro si sentono in colpa verso i loro doveri di padri e mariti e quindi non vivono appieno ciò che provano per noi, oppure lo vivono a intermittenza e poi ci dicono che ci siamo inventate tutto, in realtà a letto con noi continuano a venirci.E questo andrebbe avanti per anni se non ci stancassimo perché tirate sceme La tua psicologa ha ragione, succede proprio cosi. Sono dei vigliacchi e in analisi dovrebbero andarci loro. Scappa e non pensare se soffrono o meno. Non soffrono.

    • alessandro pellizzari, 1 Ottobre 2020 @ 07:07 Rispondi

      Tutti questi sensi di colpa non sono mai sufficienti per impedirgli di tradire. Come i figli

  • Vita, 1 Ottobre 2020 @ 08:26 Rispondi

    @crocus
    Il sorriso tornerà e tornerà la gioia di vivere. Piano piano metabolizzerai. È andata così, non ti crucciare, fai tesoro di ciò che hai imparato. Si ama per evolvere. Un abbraccio.

  • Crocus, 1 Ottobre 2020 @ 09:20 Rispondi

    @Orsa, grazie per il tuo commento. Si inutile rivangare, il punto è che io lo sto facendo ancora… A gennaio avevo iniziato un CDS io, il primo, interrotto da lui 3 giorni dopo con “io a breve uscirò di casa, perché fai così ecc ecc ecc” ci sono cascata e da lì è stato un delirio (l’incubo degli incubi, con una moglie impazzita completamente), durato due mesi e poi mi ha dato un calcio nel culo lui. Ci vorrebbe un risarcimento danni per le amanti come dice @Ale, beh nel mio caso potrei comprarmi un elicottero con quei soldi!

  • Crocus, 1 Ottobre 2020 @ 09:25 Rispondi

    @Stella2, interessante ciò che ti ha detto lo psicologo. Io ormai davvero non so più cosa pensare. Anzi, vorrei proprio smettere di pensare ma ancora non ci riesco. La rabbia è ancora tanta (anche se più mite rispetto a 3 mesi fa quando ho iniziato il CDS) e a ogni diretta di Alessandro mi si gela il sangue per quanto sia vero tutto ciò che dice… Hai ragione @stella quando dici che questo blog è la nostra medicina, perché è un dolore che solo chi ci è passato può comprendere. Quanto vorrei che ci potessimo conoscere anche dal vivo, perché un abbraccio aiuterebbe ancora di più a rialzarci. Vi stringo forte. ❤️

  • Crocus, 1 Ottobre 2020 @ 09:27 Rispondi

    @Orsa, ahahahaha mi hai fatto ridere! Con quale parte ci abbiano “amato” ormai grazie ad @Ale, lo sappiamo benissimo.

  • Crocus, 1 Ottobre 2020 @ 09:45 Rispondi

    @Ale, a me circa i figli sai cosa mi ha detto dopo che mi ha lasciato? “Tra qualche anno, quando avrai dei figli perché so che li avrai, chiamami e dedicami una mezza ora e mi dirai cosa ne pensi”. Orribile. Cioè sai quanto desidero avere dei figli, mi hai detto “amore mio solo l’idea che tu possa farli con un altro mi ammazza bla bla bla” sai che per una donna alla soglia dei 37 anni non è proprio una passeggiata (anche perché prima devo guarire da sto schifo, sperare di innamorarmi di un altro uomo con cui decidere poi di farli ecc ecc) e il tutto detto dopo un anno e mezzo di storia? Ma fino a questo momento i tuoi figli dove erano scusa? Mi ha risposto “ma è stata tutta una evoluzione come fai a non capire?”. Insomma, IO devo capire. E come faccio ad essere così insensibile da non capire i suoi tormenti.

    • alessandro pellizzari, 1 Ottobre 2020 @ 14:49 Rispondi

      Digli che non avrei tempo perché vorrei stare con le persone che ti amano figli per primi

  • Disillusa, 1 Ottobre 2020 @ 13:41 Rispondi

    Stamattina dopo una settimana mi ha chiesto come stavo. Io aspettavo questo momento per dirgli che non posso più sentirlo, ne’ vederlo. Dire queste parole mi ha fatto non male, malissimo. So che è dura specialmente per me, perché poi lui di fatto ci riesce benissimo a non vedermi, ne’ sentirmi. Il fatto che mi abbia detto: “ok , come vuoi tu. Mi farò da parte perché ti voglio così bene (non amo) che voglio solo il meglio per te” mi ha fatto proprio capire che mi ha preso per il C… per tutto questo tempo. Che se ne stia con sua moglie, con un’altra, con chi cavolo gli pare, basta che la smetta di fare soffrire me. La cosa più ridicola è stata quando mi ha detto (premetto che il CDS l’ha iniziato lui dopo che la moglie l’ha scoperto): ma io pensavo che mi avessi già dimenticato visto che non mi cercavi più…. vabbè senza parole guarda. E ha concluso con un bel “buona vita” che se c’è una cosa più senza senso è quella di augurare “buona vita”.
    Non c’è mai fine al peggio. Cavolo però quanto è dura…. nemmeno gli auguro del male guardate, per lo schifo che fa. Solo di passare una vita mediocre per sempre.
    Scusate dello sfogo.

    • alessandro pellizzari, 1 Ottobre 2020 @ 14:51 Rispondi

      Dicono tutti le stesse identiche cose

  • MP, 1 Ottobre 2020 @ 15:40 Rispondi

    Concordo!!!
    Mi sono sentita dire “buona vita”
    “Quando avrai anche tu figli piccoli capirai”
    “Se ti avessi incontrata prima”
    E tutta l’infinità di str**** che ho letto qui!!!
    Ragazze, è sempre la stessa storia!!!
    Sono sempre le stesse balle!!!

    • alessandro pellizzari, 1 Ottobre 2020 @ 18:25 Rispondi

      buon vaffa a lui

  • maribel, 1 Ottobre 2020 @ 15:46 Rispondi

    @disillusa come hai ragione, “buona vita” fa venire i nervi anche a me! sei una donna in gamba, dunque archivia il deficiente, che vuole “solo il meglio per te”, e certo non è lui. coraggio!!! un bacio!

    • alessandro pellizzari, 1 Ottobre 2020 @ 18:25 Rispondi

      omino ipocrita

  • cossora, 1 Ottobre 2020 @ 16:19 Rispondi

    @disillusa muoio.. anche a me in uno degli ultimi messaggi ai quali ormai non risondevo più ha scritto buona vita.. no va beh io comunque li stimo!

  • cossora, 1 Ottobre 2020 @ 16:21 Rispondi

    Però ti devo tirare le orecchie, a te @disillusa ma a tutte che qui (come facevo io) ascoltano, leggono tutte le loro cagate per poi dire che ‘non c’è mai fine al peggio’.
    Si che c’è, basta che ce la mettiamo noi, e finisce,

  • orsa, 1 Ottobre 2020 @ 16:24 Rispondi

    @ Disillusa, uno che ti dice queste cose sarebbe da prendere a sberle e da rispedirlo al mittente senza remore. Ti dà esattamente la misura del fatto che non hai perso nulla!! Anche se forse ora non te ne rendi conto perchè stai soffrendo. Il peggio per te potrebbe essere che lui tornasse quindi ora fai finta che sia morto, soffri qualche mese ma poi ti riprendi. E la vita piccola e mediocre ce l’ha già, fidati!!

  • Disillusa, 1 Ottobre 2020 @ 18:55 Rispondi

    Avete ragione tutte lo so… ma fa un male ragazze! Come se alla fine fosse tutta colpa mia perché la moglie lo ha scoperto! Ma che cavolo c’entro io! Comunque basta! I social per fortuna non li uso e su whatsapp l’ho già cancellato così non guardo nemmeno se è online.
    Ma che fatica … ogni giorno mi sembra una salita infinita.
    Grazie delle vostre parole! Che mi fanno anche ridere e mi serve anche quello.

  • maribel, 1 Ottobre 2020 @ 19:28 Rispondi

    grande, grande @cossora!!! ho sempre adorato chi ha il dono della sintesi! grande qualità secondo me! e tu ce l’hai!!

  • Crocus, 2 Ottobre 2020 @ 08:30 Rispondi

    Ahahahahaha pure a me ha detto “buona vita” ahahahah muoio! E poi tutte le altre stronzate! La migliore è stata “permettimi di regalarti una vita migliore” @Ale, io aspetto ancora la diretta si questa grandissima perla. Voglio troppo sapere cosa nei pensi 😀

    • alessandro pellizzari, 2 Ottobre 2020 @ 12:33 Rispondi

      certo

  • Crocus, 2 Ottobre 2020 @ 08:31 Rispondi

    @Ale, fortunatamente non lo sento più, ma sarebbe stata la risposta giusta.

  • Crocus, 2 Ottobre 2020 @ 08:32 Rispondi

    @Vita, grazie di cuore per le tue parole e coraggio anche a te!

  • cossora, 2 Ottobre 2020 @ 12:39 Rispondi

    Non vi hanno mai detto ‘non pensare male di me. Se qualcosa non va dimmi e ti spiego’?
    A me si.
    Che uomo di categoria.

  • leilei, 2 Ottobre 2020 @ 13:20 Rispondi

    Per Disillusa e le altre, anche io ho detto queste frasi al mio amante. Anche di recente, dopo aver avuto la sensazione che le cose a casa sua stessero migliorando (grazie alle vacanze), gli ho detto che se aveva un margine di possibilità di ricostruire la sua coppia, io mi sarei fatta da parte senza problemi, e sarei stata felice per lui . Ed ero sincera, avrei sofferto certo, ma preferisco sempre una dura verità ad una dolce finzione. Se ami davvero qualcuno gioisci della sua felicità, anche se va a discapito della tua.

  • Ariel, 2 Ottobre 2020 @ 17:07 Rispondi

    @leilei e i due pesi e le due misure????

    “Preferisco sempre una dura verità a una dolce finzione”

    Due pesi e due misure

    Tuo marito cosa ha fatto di così grave da MERITARE
    QUESTO??????
    Si fa per portare esempio testimonianza che può animare nel positivo la nostra discussione
    Per questo ti ho scritto in modo chiaramente provocatorio ma giusto per incoraggiarti a discuterne scambiare pensieri

  • Disillusa, 3 Ottobre 2020 @ 07:39 Rispondi

    Ciao a tutte ragazze! Ormai siete la mia terapia personale in realtà so che ci dovrei andare davvero, ma al momento le mie finanze non me lo permettono, ma mi piacerebbe un giorno intraprendere questo tipo di percorso. Oggi mi sento un po’ più forte, domani chissà. È tutto molto ballerino. Sto sezionando pezzo per pezzo la nostra storia e mi rendo conto davvero delle briciole che mi dava, delle ovvie (per lui) non attenzioni, vista la sua situazione. Beh devo dire che su una cosa sono d’accordo con sua moglie: lei lo ha accusato sempre di essere un anaffettivo ed è proprio così. Nel nostro ergastolo come direbbe @Ale (alla fine tra amicizia, sesso, pseudo amore, gli anni sono poi quelli) non mi ha mai dato le attenzioni che darebbe una persona innamorata. E io sempre giù ad ostinarmi che prima o poi sarebbe cambiato, ma perché poi ? Perché a letto stavamo bene ? Pazienza, ne farò a meno se questo vuol dire essere trattata perennemente come la seconda, anzi come la terza o la quarta, visto che comunque prima c’erano anche il lavoro e la sua prole.
    Mio padre aveva il suo carattere e noi in famiglia ne abbiamo sempre sofferto e con lui è come se non mi fossi riuscita a staccare nonostante io sapessi che non era sano. Non so bene come spiegarlo a parole, ma credo che fosse (parlo al passato perché spero vivamente che ormai non faccia più parte del presente) più un legame psicologico da parte di entrambi che un qualcosa di vero, di reale.
    Ora, la “partita” la gioco io, io lo conosco: gli ho detto di non farsi sentire e non lo farà. Ci siamo già passati da questa fase. Io che mi danno per farmela passare e lui che va avanti tranquillo con la sua vita. Lui ce la fa, ce l’ha sempre fatta anche senza di me, nonostante mi abbia detto “che sono parte di lui e che non me ne andrò mai per lui”. Ma il lavoro grosso devo farlo io.
    Ciao a tutte! Buon sabato!

  • Orsa, 3 Ottobre 2020 @ 11:15 Rispondi

    Ciao ragazze, ciao Ale! Visto che il nostro ultimo incontro è stato disastroso, perché non sono riuscita a spiegarmi ma solo a piangere e ad implorarlo (alla faccia della dignità) ieri ho deciso di scrivergli. Un messaggio strutturato in 5 punti in cui ho risposto alle “accuse” che mi aveva rivolto. Non gli ho risparmiato nulla. Ho sputato tutti i rospi che mi erano rimasti sul gozzo e che vi giuro, non mi facevano dormire la notte, soprattutto negli ultimi giorni quando, sbollita la rabbia, ho cominciato a mettere in fila i pensieri. Tutte le cose non dette lasciate in sospeso e per le quali, però, non intendevo assolutamente chiedere un altro incontro. A che pro? Ricucire? Spiegarsi? No grazie! Egoisticamente, un messaggio soltanto per me, per prendere commiato in maniera dignitosa, e per lasciarlo andare (a fanculo). Accanto alle cose brutte gli ho scritto anche che io non rinnego nulla (a differenza sua) e che, per l’intesa sessuale che c’era tra noi, io non lo dimenticherò mai. Ed è vero, è quello che sento in questo momento, inutile fingere che non sia cosi. In un certo senso e’ come se l’avessi “perdonato” (forse sarebbe meglio dire che lo compatisco, che mi dispiace per lui…) per tutto il male che mi ha fatto o comunque è come se l’avessi relegato dentro di me in uno spazio-tempo che non è più il presente. Poi l’ho bloccato e cancellato di nuovo dalla rubrica, dubito che mi avrebbe mai risposto o cercato, tanto e’ pavido e falso, soprattutto poi dopo essere stato sfanculato su cose su cui lui sa che ho ragione. O, più probabile, non mi avrebbe più cercata perché già tornato alla sua bella vita di facciata. Tuttavia cio’ aiuta psicologicamente me, sapere che sono irraggiungibile per lui e che nei momenti di debolezza non ho il suo profilo a portata di mano per spiarlo. Non gli ho concesso diritto di replica, non importa se non è corretto. Sono sempre stata corretta con lui e a cosa è servito? Questa e’ stata la mia replica al nostro ultimo incontro. Fine. Ragazze, oggi piove fuori ma il mio stato d’animo è più sereno. Il cds da due settimane già mi aveva dato un gran aiuto, pur nell’estrema sofferenza che anche voi conoscete, il messaggio di commiato di ieri mi ha ulteriormente proiettato in avanti, per me è stata la cosa giusta da fare. Sicuramente ci saranno altre ricadute di nostalgia, purtroppo, ma ora è solo questione di tempo e di riempire un vuoto che in realtà era vuoto anche prima. Spero di poter aiutare qualcuna di voi, scrvere l’ultimo messaggio a me è servito. Vi abbraccio.

    • alessandro pellizzari, 3 Ottobre 2020 @ 14:56 Rispondi

      Sì però adesso basta. Non ci sono più spiegazioni da dare e scuse per contattarlo

  • cossora, 3 Ottobre 2020 @ 15:42 Rispondi

    @leilei mi stai andando sul patetico.. basta ti prego!

  • Orsa, 5 Ottobre 2020 @ 08:33 Rispondi

    No, certo! Basta contattare chi ti ha calpestato in un modo così vile ! Il grado di consapevolezza ormai è troppo elevato e nemmeno io riesco a tornare quella di prima nei suoi confronti, l’incantesimo è rotto e Mr Hyde rimane Mr Hyde. Più mi inoltro nella lettura del Blog, tuttavia, e più continua ad emergere un doloroso sommerso, sto ritrovando in lui parecchi tratti del narcisista che mi spiegano tante cose, ora. Chi l’avrebbe mai detto. Penso che da questo momento mi concentrerò col vostro aiuto su altri aspetti, tipo la crisi con mio marito che io ho evidentemente eluso, di sicuro Mr Hyde è stata la scelta sbagliata. E ora devo affrontare questa realta. Basta cercarlo, basta parlare di lui ma basta anche analizzare il perché e il percome di una storia di cui non faccio più parte. Cambio di prospettiva, cambio di focus e senza lui tra le balle di sicuro l’introspezione sarà più fruttuosa. Buona giornata ragazze e Ale! Grazie come sempre.

  • Folle, 5 Ottobre 2020 @ 08:46 Rispondi

    Buongiorno a tutti, è la prima volta che scrivo, ma ho letto con attenzione i tuoi articoli Alessandro, trovandoli incredibilmente realistici. Anche a me è successo di essere cancellata da un giorno all’altro. Le figlie hanno scoperto dei nostri messaggi spiandogli il telefono (abitudine consolidata in quella famiglia non rispettare la privacy altrui). Gli hanno intimato di parlarne con la mamma altrimenti l’avrebbero fatto loro. Vista la situazione che si era creata ho dovuto confessare subito tutto a mio marito per evitare che lo sapesse da altri. Lui, l’altro… due ore prima di parlarne a sua moglie mi ha scritto che era il nostro momento, sacrificarsi per la famiglia avrebbe voluto dire per lui fingere per sempre come fino a quel momento.
    Resoconto il giorno dopo: situazione afftontata in 4, pianti a tutto spiano, ma la moglie non l’ha sbattuto fuori di casa, ha prevalso la volontà di voler riprovare, l’ha sentita dire alle figlie piangendo che nonostante tutto lei gli vuole ancora bene
    Mi ha scritto che mi ama, che ha sempre temuto la reazione della famiglia ed ora che l’aveva toccata con mano non se la sente di infliggere ulteriore dolore a loro andandosene
    Delusione fortissima, alla fine sono convinta che l’uomo zerbino di sua moglie, che da 25 anni va a lavarsi dalla mamma con le figle perchè lei non vuole che sporchino il bagno, ha scelto la banalità
    Che se la goda tutta
    Buona giornata a tutti

    • alessandro pellizzari, 5 Ottobre 2020 @ 10:41 Rispondi

      Benvenuta. Ho tolot qualche elemento di privacy ma per il resto descrivi benissimo quello che io chiamo “Il miracolo dello zerbino” al quale dedicherò una delle prossime dirette. Stay tuned!

  • folle, 5 Ottobre 2020 @ 11:19 Rispondi

    Non mancherò! Avevo scambiato per sensibilità quello che in realtà era solo debolezza. Siamo passati da frasi sul fatto di non essere in grado di perseguire la propria felicità a frasi sul voler provare a ricostruire un rapporto onesto con sua moglie e proseguire con lei perchè le vuole ancora bene ed è “doveroso” non buttare via 25 anni. Si può ricostruire un rapporto sentimentale a tavolino dopo 6 anni di relazione parallela? Mi destabilizza il fatto di non trovare la stessa forza di volontà per il mio di matrimonio, nonostante mio marito aspetti solo un mio cenno.
    L’onestà emotiva delle donne…
    Grazie dell’attenzione, che per me è un bel conforto

    • alessandro pellizzari, 5 Ottobre 2020 @ 13:05 Rispondi

      A tavolino non si ricostruisce nulla di durevole

  • maribel, 6 Ottobre 2020 @ 15:25 Rispondi

    @vita batti un colpo! come va??

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.