la trasformazione…

Non lo riconosco più: l’uomo perfetto del quale mi sono innamorata si è trasformato in un arido crudele distante vigliacco soggetto, come Jekyll e mister Hyde

Ma com’è possibile che l’uomo del quale vi siete innamorate perdutamente e con il quale avete condiviso, in molti casi, anni di amore per quanto più o meno clandestino (certe coppie di amanti si comportano come veri fidanzati ufficiali), si sia trasformato da partner ideale (tanto da sognare una nuova famiglia con lui) a vigliaccone o manipolatore crudele, da promesso ufficiale e gentiluomo a zerbino pentito della moglie?

La risposta ve la ripeto spesso nelle mie dirette (le trovate registrate tutte qui, #acasadiale) e in counseling: se gli amici si vedono nel momento del bisogno, i parenti nel momento in cui gli chiedi dei soldi, l’amante uomo si vede quando lei gli presenta il conto.

O, se preferite, la risposta sta nella formula matrimoniale insieme nella buona e nella cattiva sorte. Quando arriva la cattiva sorte molti spariscono.

Già perché, se ci pensate, tutti gli uomini danno il meglio di sé i primi mesi di frequentazione. Il seriale farà l’uomo alla disperata ricerca di una nuova compagna di vita (mai trovata…), il reduce ammaccato sarà tutto pimpante e poco lamentoso, il coccodrillo sicuro e forte, il mammone vi sembrerà orfano consolabile… Anche il più sfigato deve darsi da fare se vuole scopare, e tutti vogliono scopare (a parte i virtualoni, i narcisisti covert e i soverchiati dai sensi di colpa).

I problemi arrivano dopo. Arrivano quando voi gli dite: io senza di te un altro ferragosto, un’altra estate o Capodanno senza di te che devi stare con lei (lui dice i figli, ma si traduce moglie, alla meglio famiglia o matrimonio azienda) non ci sto.

Al primo giro di rivendicazione lui gioca il jolly: d’accordo vi dice, dammi tempo. E così voi aspettate altri sei mesi, un anno, a volte molto di più, perché lui sfrutta le promesse, le bugie e, soprattutto, la vostra paura di perderlo (che lui ha molto meno, fa sempre quello che gli conviene… in casa).

Alla seconda presentazione del vostro conto però, secondo La matematica del cuore e la mia Epidemiologia di coppia, in 8 casi su 10 salta fuori la verità. Perché il bravo e buon dottor Jekyll, quello del quale vi siete innamorate, si trasforma in Mister Hyde, in un mostro dei sentimenti, non importa se nega tutte le sue promesse e rassicurazioni di anni piangendo (occhio all‘uomo che piange) o lasciandovi di colpo in mezzo all’oceano, usando la sola barca di salvataggio per tornare in porto e senza lanciarvi nemmeno il salvagente. Il risultato è lo stesso: vi ha piantato in tronco o ha fatto in modo, crudelmente ma inesorabilmente, di farsi lasciare o provocare un vostro Codice del silenzio senza prospettive.

Quello scoperto dalla moglie, sì la stessa moglie che era separata in casa a sua insaputa e che per lui contava zero da un punto di vista coppia, di colpo diventa la più importante donna del mondo perché lo può rovinare, perché ci sono i figli (c’erano anche mille scopate fa), perché si è ammalata, perché è sola e dove va…

A volte basta anche che la moglie alzi solo le antenne, bastano sospetti domande sibilline e frasette di lei per farlo scappare da voi: e pensare che ve l’aveva presentata come una completamente disinteressata alla vita privata del marito… In questi casi il dottor Jekyll non deve prendere neanche la pozione per trasformarsi in Hyde: lo fa immediatamente, prendendo subito le sembianze dello zerbino, spesso consegnando cellulare, rivelando dettagli intimi anche vostri (vigliacco e totalmente inutile anche nel rabbonire la furia coniugale) e sparendo senza tante spiegazioni, a volte senza neanche un messaggio, dalla vostra vita.

Solo su alcune cose mente con la moglie inviperita: gli anni di amantato (se erano tre diventano uno scarso) e il suo tanto decantato amore per voi:

“cara non sono innamorato di lei, è stato un incidente di percorso, è iniziato tutto perché mi ha sedotto, poi non mi mollava anche se io la mollavo tornava sempre, io non volevo ma lei insisteva…”

Povero dottor Jekyll: insomma, pure rovinafamiglie patentata o maga Circe senza scrupoli diventate, una bella trasformazione da “donna più importante e più amata della mia vita”. Il tutto, spesso, il tempo che la moglie gli indichi la porta di casa.

Il problema è che il vero lui non è il Jekyll che vi ha fatto innamorare, ma il Mister Hyde che si è rivelato nel momento del bisogno, nel quale avevate più bisogno di lui: lo sanno bene le amanti single del periodo Covid-lock down, lo sanno tutte le amanti ancora alle prese con le sue vacanze “di famiglia”, che sono sempre le “ultime”.

Il problema è che voi siete ancora innamorate di Jekyll, anche se avete subito le malefatte di Mister Hyde. Il problema è che Jekyll è un bel sogno, purtroppo il più bello, e voi siete innamorate di un sogno che è finito, se c’è mai stato, al netto di promesse e bugie.

Perché ragazze, ve lo ripeto sempre, non contano le parole, i messaggi, le promesse, per quanto belli, roboanti e numerosi siano: contano sempre e solo i fatti. E contano i fatti di quando il gioco si fa duro: siamo molto bravi noi uomini a fare i principi azzurri quando va tutto bene. È quando c’è da saldare il conto, dopo aver mangiato a sbafo nel vostro letto per anni, che scappiamo.

Dunque vale al fin dei conti Mister Hyde: Hyde, nel caso si palesasse, vince quasi sempre. E più è crudele o vigliacco l’epilogo con voi, più vince senza ritorno (non valgono ovviamente i frequenti ritorni interessati, quelli per riscoparvi o farvi continuare a fare l’amante).

Quindi, care amiche, guardatelo bene Mister Hyde in tutto il suo splendore: questo è l’uomo che si è rivelato alla fine della vostra storia.

Ma vi chiedo: è questo l’uomo che vorreste al vostro fianco per il futuro? No care, non potete credere a Mister Hyde, investire anima e cuore ancora in lui, e Jekyll non esiste più, era un sogno, in certi casi non è mai esistito se non in un film interpretato da lui per incassare i soldi dei biglietti.

Credetemi: se avete visto Hyde siete fortunate, perché non solo non avete perso nulla, ma vi siete salvate da molto peggio. Parlo soprattutto di quei “bravi ragazzi” che parlano di figli con voi o interagiscono con i vostri facendo i finti “nuovi papà”. Altro che Mister Hyde: il ritratto di Dorian Gray!

Ragazze, approfittate del colpo di fortuna: alla larga dai Mister Hyde! E senza rimpianti.

Scrivetemi a anpellizzari@icloud.com

Sincerely tours

Condividi:

370Commenti

  • Lia, 26 Agosto 2020 @ 10:59 Rispondi

    Grazie @Ale! Il riassunto perfetto di tutto ciò che c’è da sapere. È esattamente così. Apriamo gli occhi! Nessuno dice che sia semplice cambiare vita, ma il sospetto grande che non ne abbiamo MAI avuta nessuna intenzione c’è…
    Se ne fregano di condizionarci la vita, di farci sprecare anni di energie a di lacrime. Loro vogliono tutto. Moglie, famiglia e amante. E indovinate qual ‘è delle tre l’ unica variabile che è possibile cambiare quando li si mette alle strette?
    Durante la mia uscita di casa, il lock down, le ferie estive, una di seguito all’altra, non un accenno ad una vita, un futuro insieme. No dico, il messaggio è più che chiaro :”non ti voglio, ma se ti va di fare l’amante io ci sto”. E chi non ci starebbe! Se vuoi mi infilo una scopa e ti ramazzo la stanza prima di uscire… come disse Elio.

  • Galliano, 26 Agosto 2020 @ 11:51 Rispondi

    Quanto ha scritto (uso il “lei” perché mi consente di essere meno emotivo) riflette ciò che probabilmente succede spesso.
    Ma lei continua a non vedere una parte della realtà.
    Questo comportamento, Doctor Jekyll/Mr Hyde, NON È PREROGATIVA MASCHILE.

    Non lo sopporto, mi sta addosso, vorrei che sparisse, più lontano mi sta meglio sto, ma figurati quando si avvicina mi giro, ma vaaa…non gli interessa…è tutto preso dalle sue cose…è uno tranquillo…non farebbe alcun casino, io li non mi sento a casa, è tutta roba sua, io sono arrivata con le mie cose e me ne andrò via senza chiedere niente perché da lui non voglio niente.

    Ti amo, ho capito che prima di te non avevo mai amato, non avevo mai fatto all’amore (<— SI HA LETTO BENE), senza di te c’è il vuoto, non rinuncio a noi, il tempo che i miei figli crescano e vadano all’università e…

    Tre anni

    Poi lui l’ha scoperta

    E lì è arrivata Ms Hyde…

    Ma dice che mi ama! mi dice che vive per rendermi felice. ma no che non gli ho detto che ti amo. ma vaaa…gli ho detto che è solo una cosa fisica…che non me ne frega nulla…che ti ho incontrato in un sito di quelli per una botta e via…ma nooo…ma non posso lasciarlo!…mi dice che non ha mai sofferto così in vita sua. che se lo lascio allora per me sono guai. che sarà vendicativo. non posso lasciarlo. non posso uscire dalla mia casa (sic…)

    … ed è finita con il farmi i conti in tasca…

    “ma dove vuoi che andiamo noi due? a ridere come due idioti senza meta? una volta che paghi il mutuo, dai gli alimenti, lei che sarà una bestia arrabbiata…ma cosa ti resta?!?”

    Quindi, carissimo Pellizzari, tutto il mondo è paese e qui fuori ci sono anche le Ms Hyde.
    Saranno tante? Saranno poche? Saranno meno o più dei Mr Hyde?
    Non lo so.

    Una c’è ne. L’ho incontrata io.

    Saluti.

    GP

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 13:31 Rispondi

      Grazie per la tua testimonianza. Ti dico io quante sono le donne Mr. Hyde sono una su 10 uomini

  • Galliano, 26 Agosto 2020 @ 12:04 Rispondi

    …scusi, dimenticavo

    Un anno dopo che lui l’ha scoperta…e dopo ripetuti

    “io non sono la donna che può renderti felice…stammi lontano, no! non uscirò mai da questa casa! se non lo capisci sono affari tuoi!”…

    un giorno arriva una mail …
    “…sto cercando un posto dove incontraci…mi tremano le gambe…“

    non c’è limite alla miseria umana.

    GP

  • elleelle, 26 Agosto 2020 @ 12:45 Rispondi

    Ammetto che non sono stata un angioletto quando mi sono liberata del mio Mr Hyde ma non c’era scelta. Se non l’avessi fatto sarebbe stato ancora qui a impormi i su e giù della sua doppia personalità.
    Mi manca? No.
    Gli rifilerei ancora un paio di pedate nel sedere? Certo.
    Osservo con pena le sue esternazioni original-alternativo-tormentato sui social? Sì
    Provo compassione per la moglie? Poca, credo che in fondo lei sia come lui.
    Ho ancora della strada fare? Sì, per fidarmi degli altri e per non svalutare me stessa.
    Più che Mr Hyde, questi sono Jack the Ripper e ci vuole tanto tempo per ricucire il danno.

  • Lu, 26 Agosto 2020 @ 13:30 Rispondi

    Mi ha fatto veramente impressione leggere questo tuo articolo…. nonostante sia tanto che ti seguo questa analisi così precisa di come vanno le cose mi ha scioccato. Ancora una volta.
    Sembra la mia storia , le ho vissute tutte queste cose …
    Grazie per essere così di aiuto nell’aprire gli occhi.
    Leggere te e chi commenta aiuta a svegliarsi e crescere.

  • Oldplum, 26 Agosto 2020 @ 13:47 Rispondi

    Eh @Galliano…che dire. Le tremano le gambe, poretta.
    Lasciala tremare da sola. Ne ha ben donde visto la piccola, piccola persona che dimostra di essere a parole.
    Ma non essere arrabbiato. C è gente proprio matta in giro. Vedila così: meglio averla “persa” prima di aver scoperto la bassezza dell’articolo (non se ne rende conto nemmeno lei attualmente del suo infimo livello, ne sono certa).

  • Outlier, 26 Agosto 2020 @ 14:03 Rispondi

    @Alessandro anche io l’ho incontrato e ho dovuto quasi darmi le bastonate da sola per svegliarmi dal sogno. Perché poi il problema è che ci diciamo “non può essere così/quella persona di cui mi sono innamorata c’è ancora” e devi sbattere la testa n volte per renderti conto che lui è così come si presenta ora.
    @Galliano nessuno dice che sono solo gli uomini. Ma la maggior parte delle amanti che soffrono sono donne. La maggior parte dei Mr Hyde sono uomini. Questa è la verità.
    E se ti può consolare anche a me il mio ex sposato mi disse una volta che avrebbe detto alla moglie che si era innamorato di un’altra donna. Poi quando l’ha scoperto ovviamente non gli ha detto nulla. Quindi, benvenuto nel club.

  • Lia, 26 Agosto 2020 @ 14:07 Rispondi

    @Galliano, mi dispiace per la tua storia che assomiglia tanto alle nostre. Hai conosciuto la versione femminile dei nostri Hyde. La parte peggiore di queste storie, a mio avviso, è sempre la stessa. La mancanza di onestà. Persone che si permettono di giocare con la vita degli altri perché poi, alla fine, la colpa è solo tua, la vita è la tua e tu devi saperla tutelare. Come dire, sì d’accordo, forse posso averti illuso, ma alla fine hai deciso tu di crederci… Responsabilità zero.

  • Vita, 26 Agosto 2020 @ 16:09 Rispondi

    @alessandro, grazie, gran pezzo. Dura, durissima fare i conti con mister Hyde, credere che la persona con cui sei stata per tanto tempo, a cui ti sei regalata con tanta generosità sia così piccola, così miserevolmente vigliacca.

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 17:02 Rispondi

      grazie

  • Stella, 26 Agosto 2020 @ 16:09 Rispondi

    Stupendo articolo…letto tutto d’un fiato …continua così Alessandro ,spero che tu venga a Roma per il libro , intanto mi godo le mie ultime vacanze …un abbraccio

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 17:02 Rispondi

      vengo a Roma di sicuro e non manca tanto

  • Ariel, 26 Agosto 2020 @ 16:32 Rispondi

    Validissimo articolo anche questo che da la misura del proprio vissuto pur se ognuno ha la sua storia personale innegabile lo schema fisso del comportamento manipolativo fatto a solo scopo di soddisfare i propri bisogni senza avere e farsi nessuno scrupolo di ferire e fare del male al altro.

    Qui @acasadiAle abbiamo tutta la panoramica diversa nei dettagli di tutte le nostre testimonianze di vissuto dove appunto la Costante è sempre uguale
    Prima Dott.Jakill e poi Mr Hide

    E qui voglio spezzare una arancia per Galliani
    Mi spiace ovvio umanamente anche per te che hai testimoniato di aver vissuto la stessa dinamica difficile e dolorosa.
    Vero è che la maggioranza di relazioni manipolative a scopo negativo verso l’altro partner è come dice @CaroAlessandro la maggioranza sono uomini che abusanondella buona fede delle Donne ,

    Ma ci tengo comunque a dare rilievo anche alla minoranza che sempre non va mai dimenticata o non accolta solo perché minoranza numerica

    Infatti empaticamente posso comprendere la tua emozione di rabbia ,essere minoranze infatti non facile mai ,
    Ma qui come vedi @CaroAlessandro ti ha ben accolto pubblicando il tuo racconto e quindi nel farlo ha veramente dato spazio a tutti aldilà dei numeri
    Di fronte a qualcuno che soffre o ha sofferto non ci stanno più le statistiche ,
    Ma soltanto una condivisione e accoglienza sentita anche in chi ti ha già risposto così bene come la cara @Oldplum.

    Se esce @Galliano
    Abbi cura di te e se vorrai scrivici ancora.

  • Ariel, 26 Agosto 2020 @ 16:51 Rispondi

    Se ne esce nel senso si supera il dolore disagio ,
    Scusa l’errorindi Battitura
    Altrimenti sembra che debba uscire Galliani

    È ,
    se ne esce !

  • Dispersa, 26 Agosto 2020 @ 23:19 Rispondi

    @Ariel tesoro…. Mi hai fatto morire con il tuo ‘spezzo una arancia….’ mi fai sorridere, ridere e mi fai bene!!
    Ti adoro!!
    ….
    @Ale scusa…. Non sei da meno…. Preciso come sempre…. Sei speciale!! Grazie!!

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 23:29 Rispondi

      GrAzie a te

  • Ariel, 26 Agosto 2020 @ 23:40 Rispondi

    Grazie Cara @Dispersa mi fa piacere se hai riso ,come in effetti è fa bene anche lasciarsi andare nel umorismo e battute
    ,ma sappi che il vero autore della frase è almeno per me la ho letta qui da @CaroAlessandro che ogni tanto spezza arance anche per qualcuno di cui di solito si contesta
    E poi a forza di andare dietro allo zoppo a ah ah si impara a zoppicare uguale
    Il copyright è di @CaroAlessandro

    Che vuoi che faccia ,mi tocc spezzare una arancia anche per lui che sta a dieta come saprai ah ah ah

    @CaroAlessandro ,l’arancia si può spezzare e dividere senza temere di ingrassare

    P.s. la cotica non si sta più ,
    Che nostalgia,
    Che amarezza
    Prosit da qui che si sbevazzano i cicchetti ah ah ah

    • alessandro pellizzari, 27 Agosto 2020 @ 07:28 Rispondi

      Tu sai vero che si dice in realtà spezzare una lancia? L’arancia è un errore voluto per amor di battuta

  • Angelina, 27 Agosto 2020 @ 00:01 Rispondi

    Ciao ragazze, ciao Ale ogni tanto ritornano!!
    Vi leggo da un po’ senza commentare è stato un periodo brutto…lui era ritornato per l’ennesima volta pieno di pianti,belle parole e aime si cretina gli ho creduto di nuovo perché uno non può mentire sulle emozioni che manifesta, cacchio io lo sentivo…ma dopo due mesi ha riniziato a mettermi da parte, era un mese che non lo vedevo più,perché sempre preso da mille impegni…domani,anzi oggi è il mio compleanno e visto che venerdì doveva venire da me ha pensato bene oggi di dirmi che non ce la fa,non riesce più a inventare scuse per vedermi, che ha l’ansia visto che gli sto chiedendo il minimo indispensabile…che non regge più che pensava di farcela ma ovviamente mi ama eh,va beh me la sono cercata, lo so…avevo riniziato ad andare dallo psicologo proprio perché non riuscivo a staccarmi da lui, ma consapevole di volerlo fare, stavo male.,,
    Ragazze,Ale mi date una mano a non ricaderci più a cercare di andare avanti quando tornerà la mancanza e passerà la rabbia…gli ho vomitato addosso di ogni, voglio solo farlo uscire dalla mia testa.

  • Vita, 27 Agosto 2020 @ 11:56 Rispondi

    Caro @alessandro, carissime amiche di penna, vi leggo sempre: raccontate di uomini meschini che vi prendono e vi lasciano, del vostro desiderio di ricominciare da voi stessi. Alessandro invita tutte ad adottare il cds. Io ci ho pensato mille volte e non l’ho mai fatto se non quando mi è stato imposto perché lui, quando è stato scoperto, ha detto chiaro e tondo, lo sapete, che nonostante l’amore durato tanti anni non ce la faceva e sceglieva la famiglia. Lo ha fatto senza mai voltarsi indietro, mai. Con un taglio netto. E io oggi mi domando: è un vigliacco o un eroe? il suo silenzio, la sua determinazione nel riprendersi la sua vita senza guardare in faccia niente e nessuno è da condannare o piuttosto da ammirare? È lui quello forte e coerente? credevo di esserlo io, che pure non ci sarei mai riuscita, lo so, ad andarmene così: Forse, nemmeno io avrei lasciato la famiglia (e invece ora ci penso), ma mi sarei voltata, sarei inciampata, avrei chiamato di nascosto, scritto lettere, provato a spiegare, chiesto scusa, Magari protraendo l’agonia, comunque vivendo nel compromesso. Sono io il maschio narciso?

  • cossora, 27 Agosto 2020 @ 11:59 Rispondi

    Ieri cercavo delle immagini in una chat con la mia migliore amica perchè dovevo risalire a delle info che ricordavo di aver fotografato ad agosto 2018.
    Tra i media inviati, alcuni screenshot, frammenti di conversazioni con l’ex che già mi mettevano qualche dubbio (motivo per cui li scambiavo con lei).
    Stessa cosa quando rileggo il mio diario, rigorosamente scritto per sfogo, quando ce n’era bisogno.
    Mr Hyde è sempre esistito. Ero io che lo vedevo diverso.
    Dalle foto era più magro, più in forma.
    Si vede che la nutria affamata esce la versione Jekyll..

  • Ariel, 27 Agosto 2020 @ 12:39 Rispondi

    Ma,insomma,CaroAlessandro
    Vuoi scherzare vero?
    È una boutade ,la tua ,lo spero

    Mi stai ,FORSE,dando della ignorante?
    Ahahahahahah,

    Ovviamente mi riferivo al fatto che tu usi spesso questa battuta qui sul Blog e nelle tue video dirette

    Non certo che ne sei tu l’autore !!!!
    Tu sei autore della “ Matematica del cuore”

    Questo si,
    sai scrivere.

  • Marta, 27 Agosto 2020 @ 14:12 Rispondi

    Ciao a tutti! Scrivo per la prima volta, Alessandro nei tuoi articoli c è sempre quel filo di ironia che mi fa ridere nonostante l umore non sia alle stelle!L altro ieri il mio ha condiviso la foto della moglie che li ritraeva che si baciavamo il giorno del loro matrimonio. Lui che era da un mese che non tornava a casa perché scoperto, in cui ci siamo visti poche volte, mi ha subito mandato un msg dicendomi che gli dispiaceva tantissimo, che era stato minacciato e costretto a farlo. Bene, da ieri è ritornato a casa! Oggi gli chiedo Perché continuare a prendermi in giro, se sei stato così tanto costretto perché il giorno dopo ritorni dopo un mese a casa?! E mi dice che cmq lui si sente legato a me e ha sentito di doversi giustificare. Non ce la faccio piu, credo che sia finita totalmente stavolta. Da un lato so che è la cosa migliore, dall altra, non riesco a dimenticare il dottor jekyll. Cosa ne pensate?

    • alessandro pellizzari, 27 Agosto 2020 @ 14:25 Rispondi

      Uno zerbino e che roba triste essere costretti a postare una foto falsa per dimostrare al mondo chi ha vinto la gara delle corna

  • Clarabella, 27 Agosto 2020 @ 14:13 Rispondi

    Proprio così Outilier…bisogna darsi delle bastonate in testa!
    Io, adesso, sono arrabbiatissima con me stessa.
    Perchè ho sempre negato l’evidenza.
    Mi faceva delle promesse, poi rimangiate con giri di parole assurde…ma niente…negavo a me stessa che non era buona cosa.
    Gli ho sempre dato delle chance perchè speravo che ogni volta, fosse quella buona…e questo è durato anni.
    Ma arrivata a un certo punto, credo che la colpa sia stata solo mia…lui sapeva che mi aveva in pugno!
    Sai quante volte, a seguito di discussioni con la moglie, mi diceva: “le apro il libro!”??
    Ovviamente mai aperti….o per lo meno, aperti ma senza la verità!
    E così continuava: moglie per la vita sociale di facciata, amante per le belle scopate mai fatte a casa!
    Beh, in questi giorni, con il senno di poi, sto pensando di rivolgermi a uno psicologo.
    Mi ha distrutto dentro, ho perso stima di me stessa…è un brutto periodo

  • Oldplum, 27 Agosto 2020 @ 14:30 Rispondi

    @marta, non penso nulla in particolare
    Mi chiedo solo come tu possa desiderare ancora una persona così e come tu possa dire “credo sia davvero finita ora “.
    Cosa ancora ti serve per decidere tu di finirla?
    È un uomo falso e vile. Lascialo a sua moglie senza sprecare più il tuo tempo prezioso. Lasci che lei lo sprechi insieme a lui.

  • Oldplum, 27 Agosto 2020 @ 14:44 Rispondi

    Ps: a lei avrà detto che l’hai costretto tu ad andare a letto insieme.

  • elleelle, 27 Agosto 2020 @ 14:56 Rispondi

    @Clarabella
    Pensa a quanto sono distruttive queste relazioni!
    Ci sentiamo tutte inutili, distrutte, senza valore… Possibile che siamo cosi’ veramente? Noi che siamo qui a confrontarci, a aiutarci a vicenda, tutte con storie simili, piu’ o meno vomitevoli.
    Capovolgi questo pensiero appena puoi: non siamo noi, sono loro. Li abbiamo amati, siamo state sincere, ci saremmo messe in gioco per loro, anche separandoci. Ci sono quindi gia’ tre cose che noi siamo state in grado di fare e loro no.
    Un’altra cosa da fare quando riesci: non pensare che lui sia felice. Tu pensi che lo sia ma una persona che non sa trattare gli altri con rispetto non puo’ essere felice e a posto con se stesso. Puo’ fingere, puo’ evitare di pensarci ma prima o poi quello che ha fatto torna fuori.
    Pensa inoltre che mentre tu puoi trovare una relazione diversa e che ti appaga (se ti va), lui ha scelto di restare nella situazione che lo rendeva infelice ma a cui era abituato. Sai quanto durera’ questa illusione? Poco.
    Tu puoi fare qualcosa di nuovo, lui e’ obbligato a ripetere il copione con un’altra poveretta, se non riesce a tenerselo nelle mutande. L’inutilita’ di questa scelta e’ schiacchiante ma e’ quello a cui si sono condannati e gli sta bene.
    Ti abbraccio e ti auguro di ritrovare te stessa al piu’ presto!

  • Clarabella, 27 Agosto 2020 @ 15:09 Rispondi

    Marta…Cioè: di cosa stiamo parlando?
    Era stato beccato, fuori casa da un mese…cede alla minaccia e alla costrizione e rientra a casa??
    Allucinanti questi uomini!
    Marta, il fatto parla da solo, il consiglio è molla!
    Lascialo andare per la sua strada.
    Lascialo nella sua ombra….ti farà soffrire tantissimo.
    Non sperare in una prossima volta, in una prossima uscita di casa, perchè quella che tra voi 3 ci rimetterà di più, sarai tu.

  • Clarabella, 27 Agosto 2020 @ 15:19 Rispondi

    Elleelle grazie…mi sono emozionata giuro nel leggerti…
    Grazie veramente perchè ci aiutiamo a vicenda.
    È verissimo quello che hai scritto: con pazienza posso rinascere…
    L’ho lasciato poco dopo il lockdown…credevo di essere forte dentro perchè ho chiuso io.
    Invece in questi giorni ho avuto un crollo su me stessa…stò appunto mettendo in dubbio la mia credibilità, per aver dato adito a tante fandonie.

  • Clarabella, 27 Agosto 2020 @ 15:21 Rispondi

    No no Oldpum, disse che sono un amica come tante altre, e che come le altre non mi vuol perdere….
    Della serie….fondamentalmente, che ti piaccia o no, tu vali così…però, porta pazienza che forse un giorno andremo a vivere insieme….

    • alessandro pellizzari, 27 Agosto 2020 @ 16:18 Rispondi

      Come tante altre ma vivrete insieme come tante altre? Buffone

  • cossora, 27 Agosto 2020 @ 15:40 Rispondi

    Mi viene la pelle d’oca @Ale..
    io credo che se due giorni fa avessi dato credito a lui che scrive che mi ama dal profondo e che mi segue con la moto.. prima o poi sarei arrivata a questo.
    E’ uno scempio. Un adulto che copre i propri errori con altri errori è veramente uno scempio.
    Il silenzio dovrebberlo farlo loro, per rispetto. E sparire.

  • Marta, 27 Agosto 2020 @ 15:42 Rispondi

    @Ale @Oldplum ciao,grazie per letto e risposto al mio commento. Hai ragione, eppure non ce la faccio ancora. Mi dico anch io che è una persona zerbina che racconta frottole ad entrambe. Pensa che fino a 4 gg fa voleva rivedermi e ieri è tornato da lei ,a suo dire, perché ci sono delle dinamiche famigliari ,che non spiega ,perche io non potrei capire. Credo anche che sia stato lui a darle il mio numero, le abbia detto come cercarmi su fb e il mio cognome. Un giorno lei mi ha scritto, scrivendo il mio nome e cognome per poi dirmi che me lo regalava, un’ altra che andava a dirlo ai miei genitori,Un’ altra volta,sempre lei, ha chiesto l amicizia ai miei amici su fb. L ho chiamato e gli ho detto che se avesse continuato ,avrei agito legalmente. Credo che approfittino del fatto che io non sono come loro, non sono una persona vendicativa né mi metto a fare bambinate, eppure soffro anch io. Credo anche che la loro felicità non si debba basare sugli attacchi da fare sulla mia persona.Ragazzi, scrivervi, mi sta facendo stare meglio!

  • Eli, 27 Agosto 2020 @ 15:50 Rispondi

    Ciao @Marta, ho i brividi… il mio ex amante fuori casa da un anno (per sua scelta – diceva lui), scoperto dalla moglie per la terza volta … postò una foto di famiglia scrivendo che lei era il suo mondo e che la amava! Lui non lo fece costretto da lei, che in effetti è una roba proprio triste, lo fece di sua iniziativa perchè lei il pomeriggio si sarebbe recata dall’avvocato! aaaaah che amore vero!!!
    Beh sai una cosa? con il senno di poi e a distanza di 9 mesi lo ringrazio… perchè per me è stato il punto di non ritorno. Perchè è ritornato sai!? dopo un mese in cui ha capito che sua moglie non se lo riprendeva è tornato a cercarmi ed è stato bellissimo sbattergli la porta in faccia.
    Cara Marta, so che fa male, so che ti senti delusa, ti senti valere zero, ti senti perdente… ma prendila come un’opportunità per mandarlo a “cagher”! Se ti avesse voluto almeno un pò di bene non ti avrebbe mai fatto tutto questo male! Poniti questa domanda: tu lo avresti fatto nei suoi confronti?

    N.B. ci sono voluti un pò di mesi ma il dolore passa e si rinasce meglio di prima! Provare per credere 😉

  • Dispersa, 27 Agosto 2020 @ 15:58 Rispondi

    @Cossora ho detto la stessa cosa ieri ad una mia amica….
    Io lo avevo idealizzato…. Ricordo molto bene il Natale di due anni fa, gli auguri arrivati in serata perché era preso con lo scarto dei regali…. E dopo avermi fatta sentire l’ultima della lista, iniziò a tartassarmi di messaggi….
    Credo fossero iniziati i primi sospetti da parte della moglie….
    Nello stesso periodo avevo iniziato a leggere gli articoli del blog…. Ma non ero ancora in grado di fare uno più uno!!

  • cossora, 27 Agosto 2020 @ 16:01 Rispondi

    @Marta tornerà.
    Subito appena passata la paura gli si riapre lo stomaco.
    Più avanti perchè di nuovo fuori di casa: la merda puoi spingerla giù qunato vuoi, ma torna sempre a galla. La moglie è una donna e potrebbe a un certo punto rimetterlo alla porta della serie ‘ci ho provato ma sai che c’è? Sei un pezzo di merda quindi sparisci’ a meno che non sia povera di carattere e di conto in banca.

    Rispondi sincerissima: quando hai letto ‘tornerà’ non hai sentito le farfalle nello stomaco?

  • Outlier, 27 Agosto 2020 @ 16:26 Rispondi

    @Vita cara, non sei tu il maschio Narciso. Vedi, noi donne quando ci innamoriamo anche nelle uscite di scena lo facciamo sempre con amore, con dolcezza, spiegando.
    Loro no, prendono, ci fanno credere per anni cose che poi, Puff, spariscono nel nulla.
    Cerca di non pensare a questo. Io sono dell’idea che il tuo Mr Hide tornerà appena si calmeranno le acque a casa, vedrai. Ma nel frattempo tu non fatti trovare più. Pensa al tuo matrimonio, pensa a te stessa, pensa a cosa fare della tua vita.

  • Outlier, 27 Agosto 2020 @ 16:30 Rispondi

    @Clarabella lo psicologo fa sempre bene, aiuta a sfogarsi. Ci passiamo tutte nelle fase in cui ti trovi tu ora. Anche io ho avuto una storia per anni. È che è difficile accettare, pensare che quelle cose le dicesse per un unico fine e poi non fosse la realtà. Purtroppo sono bravi a farci credere quello che vogliamo. È così. A volte siamo noi che ci incaponiamo. Anche quando sappiamo già dentro di noi cosa fare, restiamo, resistiamo e continuiamo ad amare forse l’immagine iniziale dell’uomo che abbiamo incontrato.
    Però adesso rimboccati le maniche, attraversa le fasi ed esci vittoriosa. Questo è quello che mi hanno consigliato le amiche di penna qui. E quando hai voglia di scrivere a lui o sei giù vieni qui, scrivi #acasadiale.

  • elleelle, 27 Agosto 2020 @ 16:35 Rispondi

    @Clarabella
    La mia relazione e’ finita esattamente un mese fa. Ogni 3-4 giorni ho un momento di cui mi sento triste, mi viene da piangere ecc. Non per lui in se’, lui e’ un vile e non una volta in questo mese avrei voluto parlare con lui.
    E’ l’impatto di quello che e’ successo, l’essermi sentita un oggetto senza alcuna importanza se non per quello che lui poteva usare. Tutto il mio amore e la mia disponibilita’ sono stati sviliti per la sua comodita’. Un uomo che non valorizza il bene che gli altri gli vogliono, non e’ un uomo.
    Tutte le volte che mi capita di essere triste, cerco di saltarci fuori pensando che prima o poi, come dice @Cossora, la merda torna sempre a galla e a lui arriva gia’ al collo.

  • Ariel, 27 Agosto 2020 @ 16:38 Rispondi

    @Marta
    Benvenuta nel club di quelle che hanno creduto a Mister Kakill che sono er meno de tutti e celo duro e tipglio per il ……………………..

    Sono volutamente un due righi e di vulgarisms Donna Ariel che prima mia hanno scossa
    E mo sto
    Alla riscossaaaaa !!!!

    Carissima @Marta abbi cura di te e della tua Autostima cerca un modo un aiuto terapeuta un mille modi di aiuto che ti piacciano ti possano incuriosire nuove cose buone per te stessa
    Esistono veramente tantissimi metodi olistici per riuscire a gestire le proprie emozioni di negatività che hai tutte le ragioni per avercele.
    Ma l’unico sistema come vedi da te nelle nostre testimonianze è

    Il VAFFANCULO con vaselina del NO RANCORE
    NO COMUNICARE
    NO MONITORARE
    BLOCCA TUTTA LA RICEZIONE

    SSSSST. IL TUO SILENZIO
    Nuova vita
    TRUCCO E PARRUCCO
    Ciò che più piace a te
    E scrivi
    Progetta il NUOVO VIVERE TUO ESCLUSIVO

    Datti spazio tempo
    Respiro
    NON MOLLARE MAI TE STESSA
    Quella vera che VALIIII

    Buon cammino con vero cuore di Donna che valgo un BOTTO
    Infatti stappo Champagne ad ogni ora
    Senza tempo nel tempo della mia Nuova vita!

    Un caro sentito Abbraccione!

  • maribel, 27 Agosto 2020 @ 16:39 Rispondi

    @vita, rispondo al tuo commento perchè, per certi versi posso capire chi rientra a casa, come il tuo ex.

    la mia storia non assomiglia alla tua ma ti posso dire cosa è successo a me: la testa ti dice di farlo, se sei donna anche l’istinto materno, il tuo essere madre. non è essere, quindi, eroi, nè essere coerenti, nè essere forti. è il bisogno di sentirti dalla parte del giusto, ti sembra di “rovinare” meno persone e di far soffrire meno persone. credo sia una questione di come si è stati educati, di impostazione. roba da scardinare, ovviamente. ma tant’è.
    nel mio caso una decisione presa per questi motivi ma che non ha dato i risultati sperati. tant’è vero che ho deciso di seguire un percorso psicologico. il tuo ex amato non so, ovviamente… abbiamo capito che gli uomini ragionano con altri schemi e in altri modi.
    ti abbraccio perchè per qualche motivo che non ti so spiegare sei tra quelle che sento più affini a me.

  • Marta, 27 Agosto 2020 @ 16:51 Rispondi

    @Eli grazie per le tue parole. Si, dobbiamo rinascere, in fondo credo siano persone senza attributi e che cercano di pararsi il sedere, e a noi serve altro. Credo di non riuscire ancora ad andare avanti perche come hai scritto,mi sento una perdente, una scema per aver creduto alle sue parole sdolcinate, ai suoi ti amo e al suo “tu sei il mio tutto”. Sento che per lui non ho alcun valore, neanche come persona, visto che mi svende così. Spero che come dici tu, il tempo cancelli questo dolore. Grazie

  • Marta, 27 Agosto 2020 @ 16:56 Rispondi

    @ Clarabella tutti allucinanti si… E si, non ci devo ricercare di nuovo, già ora mi sento una burattina. Grazie☺

  • Lia, 27 Agosto 2020 @ 17:19 Rispondi

    @Marta, sarò diretta, a me è servito!
    Credo che il mio ex avrebbe fatto la stessa cose se cacciato di casa.
    Si sarebbe inzerbinato un periodo e poi sarebbe tornato a bussare.
    Le nostre storie possono essere diverse ma i soggetti sono tutti uguali.

    Ti faccio solo notare 3 enormi umiliazioni che ci fanno subire.
    1) Hanno GIÀ DECISO LORO quale deve essere il nostro ruolo : LA SECONDA! LA RISERVA! LA RUOTA DI SCORTA! Chiamala come ti pare… con tutto ciò che comporta. Sopportare in silenzio l’esistenza dell’altra, feste, vacanze da sole, ci si vede quando lui può, telefonare quando e se si può, una lista infinita di voci…
    2) Si inzerbinano sotto i nostri occhi umiliando innanzitutto noi!
    3) Tornano illudendoci, raccontando balle che sanno già che si riveleranno tali.

    Lo scenario descritto sopra non è giustificabile da nulla!
    Se uno ha deciso di sacrificarsi per la famiglia, lo fa, senza umiliare nessuno!
    Se ha deciso di non sacrificarsi, si separa!

    Reagire a tutto questo non vuol dire rinunciare ad un amore, vuol dire avere un briciolo di amor proprio!
    Va bene essere innamorati, ma se insisti in questo massacro, ad inzerbinarsi sarai tu.

  • Marta, 27 Agosto 2020 @ 17:40 Rispondi

    @Ariel in queste circostanze essere un po volgari ci sta pure! Grazie per i tuoi consigli!

  • Stella2, 27 Agosto 2020 @ 19:58 Rispondi

    Cara @Marta non pensare MAI neanche per un secondo di essere “scema”, “perdente”, ecc. Non sminuirti assolutamente, tu gli hai creduto perché provavi e provi un sentimento e dal momento che il tuo sentimento è sincero, ti aspettavi lo stesso da lui. Lui è il poveretto che sceglie la convenienza invece dell’amore.

  • Vita, 27 Agosto 2020 @ 23:57 Rispondi

    Cara @maribel grazie! Quello che mi scrivi in cuor mio lo so, e credo valga moltissimo anche per lui e persino per me. Lo so, ma faccio molta molta fatica ad accettare questo abbandono. È finita malissimo e in modo tragico ma resto convinta di aver vissuto un grande amore, pur con tutti i suoi limiti, difetti, vigliaccherie. per questo forse ne soffro tanto. Ho paura di non provare piu un’intimita così e ho paura di non riuscire a ricostruire in famiglia. Sto vivendo due lutti. Ti abbraccio

  • Outlier, 28 Agosto 2020 @ 08:30 Rispondi

    @Vita forse è proprio da questi due lutti che troverai una nuova vita, una nuova te. La fenice risorge sempre dalle ceneri.

  • Vita, 28 Agosto 2020 @ 08:30 Rispondi

    Cara @outlier grazie per le tue parole. Io non credo tornerà, ha fatto scelte molto drastiche che non sto qui a dire ma ha fatto chiaramente la sua scelta, l’ha fatta fino in fondo. Lo so e so che non avremo più modo di confrontarci e io mi domando se sarò mai capace di mettermi via questa cosa senza averlo mai affrontato. Ma è così e devo accettarlo. Giusto o sbagliato che sia oggi effettivamente ha poca importanza. Sono giorni particolarmente complicati, il dolore si è ripresentato più forte che mai e io sono un po’ stremata, ho voglia di star bene e di ripartire davvero. Mi sento vinta e non mi riconosco. Dicono che passerà: d’amore non è mai morto nessuno, mi ripeto. Un abbraccio.

  • Eli, 28 Agosto 2020 @ 09:07 Rispondi

    Cara @Marta, tu sei una donna splendida che si è fidata dell’uomo che ama, pensa quanto è meravigliosa questa cosa! Avere fiducia nelle persone, innamorarsi… sono sentimenti nobili e chi è in grado di provarli in modo sincero non sarà mai un perdente. Non sei tu ad aver sbagliato è lui il poveretto.

  • Dispersa, 28 Agosto 2020 @ 10:28 Rispondi

    @Vita…. Purtroppo nemmeno io escludo il ritorno…. Ma se non ritorna sinceramente è meglio così, almeno dimostra di aver fatto una scelta e di riuscire a portarla fino in fondo, non perdendo di credibilità!!
    Ma purtroppo ce ne sono pochi….

  • Chiaretta, 28 Agosto 2020 @ 11:59 Rispondi

    Io penso che tu sia davvero come un paio di occhiali per le donne: aiuti a vedere bene, sempre che le donne abbiano il coraggio di guardare quello che fa davvero male. Mr.Hyde è viscido, squallido, brutto….come abbiamo fatto a lasciargli il nostro cuore in mano? Eppure capita. Ma una volta che lo si riesce a vedere….beh, difficile nn rendersi conto. Cercatelo ragazze: lo scorgerete….mettetevi questi occhiali che Ale ci fornisce, sono limpidi, confortevoli, rassicuranti e ci aiutano a guardare Hyde per quello che è.

    • alessandro pellizzari, 28 Agosto 2020 @ 12:55 Rispondi

      Che bella descrizione grazie

  • cossora, 28 Agosto 2020 @ 12:06 Rispondi

    Sapete, io credo che per loro faccia molta differenza sapere se ci hanno lasciate libere o se ci hanno lasciate ingabbiate in un matrimonio infelice.
    Il mio ex può anche fare i salti tripli.. ma dei due chi torna all’ovile dal quale evade da almneo 3 anni è lui.
    Se io ho un uomo nel letto.. (che sia solo per scopare o per dormirci abbracciata) .. è perchè mi appaga e mi da piacere.
    Questo fa di lui l’eterno perdente.

  • Oldplum, 28 Agosto 2020 @ 12:31 Rispondi

    Io vedo una enorme confusione qui. Ci sono donne SPOSATE che hanno l’amante SPOSATO da anni. Queste donne si lamentano del soggetto in questione che è un falso, vile, che non rischia che non si muove e sono a loro volta SPOSATE e non è che loro.stiamo facendo qualcosa di diverso. Vorrei capire la dinamica, tutto qui.
    Il pensiero mi è venuto leggendo i commenti sulla diretta FB (una delle tante) . Uno di questi è di una bella donna di cui ho sbirciato il profilo FB (sono curiosa) dove ho visto pubblicate foto di lei e il marito abbracciati con sotto 150 commenti tipo “come siete belli!” “Evviva!” “Viva l’amore!”. E la persona in questione a mettere like e cuoricini e a ringraziare..
    No, sul serio. Ora vorrei capire.
    @Ale, mi aiuti?

  • lei, 28 Agosto 2020 @ 13:00 Rispondi

    Il mio amante in vacanza si chiude in bagno per fare sesso virtuale con me.
    Al ritorno gli chiedo com’è andata, mi risponde bella vacanza in famiglia, bella atmosfera, e si, hanno anche fatto l’amore.
    Bene gli ho risposto sono contenta che tu stia bene in famiglia, peccato che solo qualche giorno fa, proprio in vacanza, mi hai detto ti amo, quando rientro voglio vederti subito.
    Se non è questo il massimo del trasformismo…

    • alessandro pellizzari, 28 Agosto 2020 @ 14:18 Rispondi

      stampelle quasi tutte stampelle

  • Vita, 28 Agosto 2020 @ 13:32 Rispondi

    @oldplum tu hai ragione da vendere. Io sono una quelle (niente foto però, che i social non li ho nemmeno). Se tu però leggi i miei ultimi commenti dico esattamente quello: non me la sento di giudicarlo oltre misura (forse solo nel modo in cui ha chiuso, ma ne esiste poi uno meno doloroso di altri?) e non mi sento tanto migliore di lui, anzi, non di certo nei confronti di mio marito. Con lui sono sicuramente stata più cauta e consapevole di quanto lo fosse lui. Però quando ascolto le dirette di @alessandro e quando leggo certi commenti mi chiedo spesso se quanto vale per questi uomini schifosi non possa dirsi anche di me. Possiamo parlarne finché vuoi perché è una delle tante cose su cui oggi mi macero.

  • Ariel, 28 Agosto 2020 @ 13:58 Rispondi

    Da quel dì che ho messo i tuoi occhiali
    @Cher Alessandro,
    Allora per dimostrarti quanto apprezzo le tue video dirette ,mi inserisco qui perché non so dove attaccarmi in quale spazio
    Sul chiederti come mai ancora non hai pubblicato la video diretta ultima scorsa “
    LA PAURA DI PERDERLO VI FREGA E LUI LO SA “

    Te lo chiedo perché ho trovato particolarmente interessante ciò che hai detto e infatti ho già scritta la risposta da tanto fremo nel poter accedere nel vivo del tuo argomento.

    Come mai non la hai ancora pubblicato?
    E perché ho voglia di commentare proprio cadi a fagiuolo
    Che per te che stai a dieta sicura è il benvenuto!!!
    Ahah

    Grazie di dare notizia di questo video diretta e la sua pubblicazione qui.

    • alessandro pellizzari, 28 Agosto 2020 @ 14:20 Rispondi

      la pubblico presto sono preso su altri fronti

  • Ariel, 28 Agosto 2020 @ 14:25 Rispondi

    @CaroAlessandro
    Bene ,grazie resto in buona attesa della pubblicazione quando potrai.

  • cossora, 28 Agosto 2020 @ 14:46 Rispondi

    @LEI ti ha detto che ti amava con i testicoli pieni.
    Poi è andato con la moglie, si è rilassato e oggi ti dice ‘bella vacanza in famiglia’.
    Sarai risoluta e cinica.. a me pari più ingenua di Polyanna..

  • elleelle, 28 Agosto 2020 @ 14:49 Rispondi

    @Lei
    Forse questo tuo amante ha superato la data di scadenza… Ti dà veramente qualcosa di importante un uomo così?

  • Lia, 28 Agosto 2020 @ 14:58 Rispondi

    @lei, non dirmi che credi ancora ai suoi ti amo. Almeno questo no…

  • cossora, 28 Agosto 2020 @ 15:00 Rispondi

    @Vita.. secondo me sei in una fase di transizione. tra un po’ ci darai tue news, alla fine di questo amantatovirale (che come tutti i virus, deve fare il suo corso e non si può intervenire) e ci dirai se hai mollato tutto per iniziare a viverti da sola per poi riaffacciarti purificata a nuove relazioni.. oppure se ti impegnerai sinceramente a vivere nel tuo matrimonio senza atteggiamenti seriali.
    Non ti ci vedo recidiva col piede in due scarpe.

  • Key, 28 Agosto 2020 @ 15:34 Rispondi

    Ieri sera ho davvero sentito “crack”. In quasi quattro anni di relazione mai una volta avevo sentito che profondamente qualcosa si fosse spezzato nel nostro legame, nei tira e molla sua dell’ultimo anno, 12 mesi fa veniva dichiarata la crisi e che lui era innamorato di me alla moglie. E poi 4 o 5 “ti lascio perchè li amo troppo” “ti lascio perchè forse non voglio starci con te”, “ti lascio perchè posso innamorarmi di lei, ora che siamo cambiati e siamo più felici!”. Dopo quest’ultima, uccisa dal dolore, cerco di elaborare, tra notti insonni, ansiolitici e sedute di terapia in emergenza per gestirmi. Mi sento una pazza che non sa distinguere cosa è stato vero e cosa no in 4 anni, Jekyll c’era? Hyde pure? possibile che non me ne sia accorta? cosa è reale? cosa una mia illusione? tanto che lui pensa bene di venire a casa mia, abbracciarmi forte, fare l’amore e dire che l’amore è vero,esiste ed io non ho inventato nulla ma lui è un codardo, amen e cosi sia. Ti aspetteresti a questo punto che dignitosamente sparisse…e invece dopo 15gg torna, prima timidamente perchè soffre ma ricomincia “da quando non ci sei non sono lo stesso”, “mi servi anche tu per essere felice ed in equilibrio” “non potremo mai essere quello che non è stato in X anni di matrimonio” “io l’ho sempre vista come una figlia” e quando torni dalle ferie ti promette una road map..e lo dice pure a lei. Tu torni dalle ferie felice perchè lui nel frattempo è stato la versione migliore di sè in ogni senso e cosa succede? il terapista ha riassunto così: lui ama la cioccolata ed io sono la migliore pasticcera di cioccolata che lui abbia mai incontrato, ha provato a mangiare torte di cioccolata da altri ma purtroppo il motivo per cui non gli piacciono è che paragona tutte alla mia e quindi alla fine quando vuole cioccolata IL SUO BISOGNO lo fa tornare sempre dalla torta più buona, non torna LUI da ME. Quindi ora scoprirà se i suoi bisogni importanti possono essere soddisfatti dal suo pasticcere casalingo perchè lui dice di non averglielo mai permesso…e chissà che scopre che la stracciatella gli piace pure di più. Vuole scommettere sul pasticcere domestico perchè lo fa sentire in pace mentre a te ti vede e gli scombussoli il mondo per una settimana…e sai perchè? in realtà ha deciso di rimanere con lei però TU NON ACCETTI e lui si obbliga a vederti contro la sua volontà, per questo sta male. Morale della favola: la mia persona non è minimamente coinvolta se non nella misura in cui rispondo ai suoi bisogni, non sono io speciale è lui che si è imposto di non dare possibilità ad altri di soddisfare quei bisogni e sono io che non accetto. Ha detto che devo lasciargli sentire il vuoto…o meglio lasciargli scoprire che la stampella non serve più.
    Jekyll e Hyde si danno il cambio in poche ore a volte e questa è l’unica cosa che so ora

    • alessandro pellizzari, 29 Agosto 2020 @ 07:38 Rispondi

      Riassumo anch’io: lui è un cialtrone senza vergogna che gioca con i sentimenti degli altri cancellalo

  • Ariel, 28 Agosto 2020 @ 15:37 Rispondi

    @Lei
    Secondo me,la parola trasformismo non rende giustizia al fatto concreto del tuo racconto episodio in vacanza del tuo amante
    Amante de che????????????????????
    Amante del cxxxxxxxxo OVUNQUE SI TROVI ……………

    SI una battuta ai perché la parola NON È TRASORMISMO
    Ma

    DOTT KAKILL
    Er meno de tutti che c’è lo duro e ti piglio per il c……..o
    La frase ovviamente si riferisce a qualunque Donne entrambe le Donne che ci stanno a farsi ……….prendere per ………..

    Si Sto Drastica Tesoro di @Lei
    Lo posso immaginare ovviamente bisogna vivere le situazioni
    Il mio non è un giudizio fine a se stesso senza valore costruttivo e credo che tu possa darmi atto del significato che in ottimo proprosito di incoraggiamento desidero dart
    Lo sai cara @Lei che c’è la farai anche tu!!!!!
    A uscirne LIBERAAAAA❤️

  • Dispersa, 28 Agosto 2020 @ 15:53 Rispondi

    @Lei perdonami…. Fai parte dell’arredamento come ormai lui fa parte del tuo….

  • Vita, 28 Agosto 2020 @ 16:06 Rispondi

    @cossora provarci voglio provarci, una terapia di coppia la farò fosse anche per lasciarci dignitosamente, visto che abbiamo tre ragazzi da tutelare e amare. Non lo sarò recidiva: sbagliare è umano perseverare diabolico. Seriale poi non lo sono mai stata, le mie relazioni si contano su una sola mano, poche ma molto intense.

  • Oldplum, 28 Agosto 2020 @ 16:23 Rispondi

    @lei, in pratica (e scusami del mio essere diretta) tu lo scaldi e poi ne gode la moglie.
    Ok.
    Non mi pare che la situazione sia alla pari come la descrivi. Lui non ha rispetto né per sua moglie né per te.
    Ma non perché non te lo meriti. È lui che è davvero un omuncolo. L’unica corazza che ti vedo addosso è quella di chi vede le cose alla rovescia per non farsi troppo male.
    Per me sei un fake da oggi. Sappilo. Sei incredibile.

  • Outlier, 28 Agosto 2020 @ 17:19 Rispondi

    @Vita cara passerà come per noi tutte. Farà un po’ male, ci saranno cose che torneranno a ricordarti lui ma passerà in qualche modo. E comunque tornano sempre tutti. Anche se sembra che abbiano fatto scelte drastiche. Te lo assicuro. Ma se dovesse tornare tu non devi proprio aprirgli. Scrivi tutto ciò che vorresti dirgli su un foglio o su una mail e poi brucia tutto e rinasci.

  • Outlier, 28 Agosto 2020 @ 17:28 Rispondi

    @Lei comunque questa cosa che ti dice che ha fatto l’amore onestamente a me urterebbe. Per carità, conosco i tuoi pensieri e non dico che non si immagina però onestamente per i miei gusti sarebbe troppo.

  • Angelina, 28 Agosto 2020 @ 20:33 Rispondi

    @Cossora quello che dici è vero ma loro in fondo stanno bene nella loro tranquillità,routine,ha ragione Ale a dire che noi non combattiamo contro le mogli ma contro la routine…a loro va bene così poi se c’è anche qualche scossone ogni tanto.
    @Old io ne conosco purtroppo tanti così lo sai..

  • Vita, 28 Agosto 2020 @ 22:48 Rispondi

    @dispersa non ritornerà, ha fatto scelte drastiche, forse costretto, sicuramente terrorizzato e un ritorno non è possibile, se non nei romanzi dell’800. Lo ha detto subito: io non ci riesco, la mia identità dipende dalla famiglia. Poi mi conosce e forse ha escluso dal principio che io potessi tornare, si sbagliava perché io me lo sarei ripresa, forse commettendo un grande errore perché poi probabilmente tutta questa delusione sarebbe pesata eccome. Comunque. È finita. Senza se e senza ma. Ne sono sicura. Bisogna guardare avanti, ora è dura ma le situazioni chiare alla fine sono le migliori. Su questo sono d’accordo.

  • Outlier, 29 Agosto 2020 @ 08:07 Rispondi

    Cara @Key la descrizione che ha dato il tuo psicologo me la segno pure io. Da non dimenticare.
    Il fatto che lui ti dica addio e poi ritorna, ahimé, è un must. Molti fanno cosi. Quando hanno bisogno di una botta di adrenalina seria allora tornano a cercarci. Quando in pratica il livello sessuale arriva alle stelle. E quando ritornano ci dicono anche le cose più belle eh per portarci a letto. Poi dopo 5 minuti hanno già rimosso oppure partono i sensi di colpa verso la moglie. Prima no?!
    Ecco questo copione durerà nei secoli dei secoli. Amen.

  • elleelle, 29 Agosto 2020 @ 10:11 Rispondi

    @Key
    Sono esterrefatta dal tuo racconto. Non so cosa dire, posso immaginare come ti senti e ti abbraccio forte.
    Nessuna donna si merita di essere trattata così.

  • Ariel, 29 Agosto 2020 @ 12:47 Rispondi

    @Kei
    Meno male che sei supportata dalla Terapia !
    Hai scritto una cosa IMPORTANTE che aiuta tantissimo a fare davvero magari fallo in terapia ma qui il fatto che lui scrivi Fa Jakill e poi dopo poco passa ad Hyde
    Porta a una più che Plausibile ipotesi ,ipotesi perché nessuno può saperlo ,ma ti scrivo che I Narcisisti fanno esattamente così

    Taglia tutto no contact mollalo sicura di salvarti dal peggio perché a restare è sicuro una escalation al peggio

    Abbi cura di te
    Molla tutto renditi irraggiungibile e irreperibile parla anche in terapia di queste cose!!!

    Non sei una pazza visionaria
    Hai solo bisogno di mollare tutta la relazione e prenderti cura di te ogni giorno
    Un abbraccione!

  • maribel, 29 Agosto 2020 @ 13:33 Rispondi

    @Key tutti quanti noi che abbiamo situazioni traballanti, in sospeso o da risolvere è perchè facciamo i conti, che ci piaccia o no, con BISOGNI, nodi che ci appartengono magari dall’infanzia o che comunque vengono dalla nostra storia passata.

    però alcuni, anche con fatica, più o meno dignitosamente spiegano, decidono, si fanno da parte, cercano di risolvere da soli o con l’aiuto di una terapia, sapendo che potrebbero metterci tempo e anche perdere una persona ma almeno potranno camminare a testa alta e sentirsi di averci provato veramente. questo è essere adulti e maturi secondo me. si può sbagliare, ma se capisci che il problema è tuo, almeno provi seriamente a risolverti!

    altri continuano a pucciare le dita nella torta al cioccolato o nella stracciatella imperterriti, tanto prima o poi una delle torte finirà, oppure ne arriverà una nuova e diversa da assaggiare, ma intanto si continua a mangiare e il pancino è sempre pieno. questo è il cialtronismo di cui tanto si parla qua. quelli che fanno decidere agli altri, alla vita e alle circostanze.

    e secondo me il tuo mangiatore di torte, perdonami, ma rientra nella seconda.

  • Galliano, 31 Agosto 2020 @ 11:25 Rispondi

    @Vita
    Io sono quello della prima risposta in testa a questo blog
    L’unico uomo a quanto sembra
    Leggendoti, sembra, ognuna con le proprie peculiarità, che le nostre due storie abbiano diversi punti in comune.
    Anch’io sono sposato così come lo era lei.
    Anch’io l’ho amata (e purtroppo l’amo) e ritengo che il sentimento fosse ricambiato.
    E anche lei, una volta scoperta, ha scelto “la famiglia” (senza cds, ma anzi cercando di rivedermi “ma solo occasionalmente perché ho paura che lui ci scopra nuovamente e allora ho perdo tutto”)

    Quello che mi ha colpito della tua storia e quando dici che nella sua famiglia lui trova la sua “identità”

    Io per un anno sono impazzito dal dolore
    Non capivo
    Non capivo come era possibile dire “Ti Amo” e allo stesso tempo concludere con un “ma sto a casa”
    E vedevi che soffriva, piangeva ma irrimediabilmente concludeva con quel “non posso fare altro. ho deciso”

    Era assurdo. Io ero pronto a lasciare tutto e vivere con lei. L’assenza del Noi era per me assenza di vita

    Dopo molti anni, sono quindi tornato dalla mia psicoanalista
    E parlando con lei ho ricostruito
    Ho capito molto della personalità di “Rebecca”, della sua incapacità di far seguire l’azione al desiderio. Alla luce del sole.
    Di nascosto, si è capace, di nascosto al desiderio consegue l’azione
    Ma alla luce del sole, davanti a tutti, al tessuto sociale di cui fa parte, alla famiglia allargata, quel desiderio non si trasformerà mai in azione.
    Perché le manca la capacità di identificare se stessa con il proprio desiderio
    Non c’è la fa e non c’è la farà mai
    Incapace di identificare la propria identità nei propri desideri, la identifica in quelli altrui
    E allora prevale il “desiderio” della madre di vederla “ben sistemata”, quello del marito di “io vivo le renderti felice”, quello della gente del paesino “siete una coppia perfetta, proprio una bellissima famiglia”:.. e così via.
    Un’esistenza rinnegando la propria interiorità

    Ciao Vita
    …e che la vita ci sorrida.

    GP

  • Key, 31 Agosto 2020 @ 11:36 Rispondi

    Cara @Outlier, non credo più in un cambiamento, ecco che cosa si è rotto in me. La cosa più orrenda ed inaccettabile (si lo so che può sembrare assurdo che si questo e non tutto il resto) è che ha detto che sono io che non accetto che lui vuole stare a casa…certo è difficile accettare una decisione se torni ogni tre per due a bussare al convento. Coerenza e credibilità queste sconosciute. Stamattina, dopo 3 giorni di assoluto silenzio mi ha scritto “ciao, ma non ci sentiamo più?”…io non esisto proprio. Comunque ha detto che vuole sentire il “vuoto”, la mia “mancanza” e “far succedere le cose con la moglie”…staremo a vedere, la cosa positiva è che mi basta non fare nulla.

  • Key, 31 Agosto 2020 @ 11:38 Rispondi

    @elleelle Grazie tante per la solidarietà, affetto e per le parole. Mi sento invisibile, 4 anni e non mi vede, per lui non è successo niente di grave. Sul fatto che nessuna donna si merita di essere trattata cosi sono d’accordo, ma questa è solo una mia responsabilità e lo è sempre stata. Se bussa e lo faccio entrare tutte le volte.

  • Key, 31 Agosto 2020 @ 11:45 Rispondi

    @Ariel la prima cosa che ho fatto quando ho capito che stavo letteralmente uscendo fuori di testa e perdendo la cognizione della realtà ho chiamato la mia terapista per una seduta alle 9 di sera! povera, “intervento di urgenza” ma ha capito che ne avevo bisogno…so che tu evidenzi tanto i tratti della personalità narcisistica e manipolatoria nei personaggi di cui ci innamoriamo e nel mio caso sono arrivata anche io alla conclusione che è una persona disturbata. Faccio fatica ad ammetterlo ma le cose che fa, messe una dietro l’altra, non lasciano molti dubbi…quale disturbo non importa, l’egoismo a mazzi però con una badilata di superficialità. Ho deciso di concentrarmi con la terapia su quale disturbo ho io per rimanere agganciata a queste dinamiche malate, ecco tutto.
    Ricambio l’abbraccio di cuore!

  • Oldplum, 31 Agosto 2020 @ 14:12 Rispondi

    @key, come mi dispiace tu abbia avuto la sventura di trovare un uomo del genere. Anche in questo caso deve esserci qualcosa che devi imparare da questa sfortuna. Non immagino cosa sia.
    Ti prego, cara amica, di affrancarti da questa storia, di non farti più toccare né nel corpo né nei pensieri. Di immaginare quale dolore e quali danni abbia provocato, provochi e provocherà a sua moglie. Di essere convinta che tu puoi decidere che se te li ha provocati puoi evitare che te li provochi per il futuro più facilmente di lei.
    Tu sei un essere libero e puoi decidere.
    È un uomo evidentemente egoista e che non si cura di nessuno, nemmeno di sé stesso. Un infelice . L’infelicità può essere contagiosa quando nemmeno tu hai un robusto sistema immunitario. Distaccati. Rafforzati . Non essere più una donna in emergenza.
    Sii felice.

  • Ariel, 31 Agosto 2020 @ 14:26 Rispondi

    @Kei carissima sei una Donna davvero coraggiosa !!
    Infatti lo scrivo sempre arrivare a farsi il percorso terapeutico ovviamente risolve ciascuno con calma nel proprio tempo senza impazienza e il chiedersi ,ma quando ne uscirò risolta ,
    Ecco è la vera certezza che ti aiuta a farcela nelle tue scelte via via da sola

    Bravissima e se mi permetti vorrei correggerti nella espressione che ci riguarda tutte le Donne che si sono prestate a queste relazioni di amantato e pure iin matrimonio accade la coodipendenza e dipendenza affettiva è corretto chiamarla il gancio interiore acuì si attaccano i manipolatori tipo questi bei tipi campioni di intortatore ,
    Cioè il nostro non è un disturbo comportamento ,ma una forma di reazione data da questo nodo antico irrisolto una volta scoperto si scioglie come neve al sole e sibresta davvero libere e mai più si verrà attratte da altre relazioni con cialtroni di tutti i tipi

    Quindi non sei malata!!!!!
    Stai benissimo è solo una tappa evolutiva ,
    Buona buonissima rinascita ,cara@Kei❤️

  • Hara, 31 Agosto 2020 @ 14:40 Rispondi

    Carissime vi leggo spesso e torno qui come si torna tra amiche fidate.
    Non dobbiamo sentirci sminuite perché non hanno “scelto” noi, perchè, in realtà, non hanno mai avuto l’intenzione di scegliere, stanno bene come stanno nella casa dove continuano a tornare. Non lo dico come se fosse un giudizio, è semplicemente un prendere atto che anche noi donne se avessimo voluto cambiare qualcosa saremmo andate dall’avvocato, chi ha cercato un’amante non ha voglia di mettere in discussione niente della sua vita familiare, non fa neanche un tentativo di cambiare la routine.
    Se non ho capito male, statisticamente poi noi donne evolviamo, mettendoci il cuore e ricominciando, e gli uomini invece contiuano a farsi l’amante.
    Non sono importanti i motivI per cui non si esce di casa, ma è chiaro che finchè c’è uno svago, un momento di piacere e relax, una gratificazione dell’ego la relazione clandestina vive e fa da stampella al matrimonio, altrimenti non ha senso continuare. E tornano tornano tutti perché come mi scrisse qualcuna di voi, al di là del fatto che possano essere manipolatori o altro, un giro gratis in più fa sempre piacere!!!
    @Vita scusami ma incazzati davvero!!! questo uomo ha messo a rischio la stabilità e la felicità dei tuoi figli, il tuo lavoro, il rapporto con tuo marito (e non sentirti in colpa verso di lui! quello che è stato ormai è stato, certo tu non volevi lasciarlo non consideravi i problemi che avete un valido motivo per lasciarlo, quindi coraggio cercate di ricostruire il rapporto!!!), ha messo a rischio persino la tua salute e la tua autostima… io uno così se dovessi rivederlo sarebbe per menarlo!!!! è vero avete condiviso tanto ma il 60% lo hai messo tu o sbaglio? si forse sbaglio era il 70? o l’80? certo che ti chiede di aspettare lo sa che vale poco e un’altra come te non la troverà mai, appena la moglie si tranquillizza torna a farsi curare l’autostima da te tra le lenzuola ma …mandalo affanculo sto stronzo!!! anche da parte mia!
    grazie
    un abbraccio grande

  • Key, 31 Agosto 2020 @ 15:04 Rispondi

    Ciao @Galliano e @Vita, anche nel mio caso la famiglia è vista come elemento di identificazione. Lui mi continuava a dire “senza di loro io non so più chi sono” e “senza di loro io perdo me stesso”. Io ho sempre provato grande tenerezza a questa frase ma se ci ripenso ora forse non ho riconosciuto la sua incapacità di guardarsi e guardare al futuro, un perenne camminare con la testa rivolta all’indietro. Come se la Vita vissuta fino ad oggi, i legami, le cose fatte noi potessimo davvero perderle in qualche modo… Grazie per la condivisione della lettura del tuo terapista @Galliano, la mancanza di aderenza tra i desideri e la realtà. Sono i desideri e la voglia di realizzarli che ci fanno sentire vivi e ci fanno vivere veramente, anche se ci fanno soffrire. Non ce li facciamo rubare!

  • elleelle, 31 Agosto 2020 @ 15:34 Rispondi

    @Key
    Stessa mia sensazione: mi conosceva da 5 anni anni, tante parole di amore, affetto e stima e alla fine mi ha dato meno rispetto di quello che avrebbe dato a un cane di passaggio.
    Adesso sta solo a te non farlo piu’ rientrare dalla porta, anche se so che e’ una sensazione terribile. A distanza di un mese mi capitano ancora momenti di forte demoralizzazione perche’ queste cose ti intaccano nel profondo.
    Pero’ anche il mio ex e’ una persona disturbata e la vita con lui come sarebbe stata? Forse ci sarebbero stati solo dei miraggi di felicita’, in mezzo ai suoi numerosi problemi, malumori e difficolta’. Non avendo mai vissuto con lui, non so come sia nella vita quotidiana. Se e’ veramente un narcisista covert, chi lo sa come tratta moglie e figli in casa? Chi lo sa come avrebbe tratto me e i miei figli? Sono pensieri davvero preoccupanti che ti tolgono la fiducia negli altri per tanto, tanto tempo.
    Sii forte pero’, che magari alla fine sarai tu quella che ha vinto la lottteria.

  • Lia, 31 Agosto 2020 @ 18:54 Rispondi

    @Key, questa persona è da manicomio. Ha bisogno lui dello psicologo. Due sono i casi:
    O è davvero in crisi e non riesce a mantenere una linea coerente o ci sta meschinamente giocando.
    In entrambi i casi non è in grado di vedere oltre le sue esigenze.
    Non gli permettere più di mancarti di rispetto in quel modo.

  • Outlier, 31 Agosto 2020 @ 19:00 Rispondi

    @Key sai che anche io di me stessa ho pensato per tanto, troppo tempo quello che lui ti ha detto, ovvero il fatto di non accettare il fatto che lui sia rimasta a casa dopo aver tradito sua moglie e le sue figlie con me per 6 anni. È la verità. Non riuscivo (e forse non l’ho fatto ancora pienamente) ad accettare questa cosa. Mi dicevo “ma come può? Come fa? Dopo tutto questo tempo?” Eppure è così. Sarà per soldi, per abitudine, per qualsiasi cosa ma comunque sono lì. Ma non ci credo più quando dicono che dopo tutti questi anni sono innamorati della moglie. Se fosse così non ti faresti l’amante per anni. Ma comunque non torneresti ogni 3×2 dall’amante senza renderla libera. Sono molto egoisti Key. Vedi tutti i lati brutti di lui e concentrati su quelli per ora.

  • Outlier, 31 Agosto 2020 @ 19:01 Rispondi

    @Key comunque io alla domanda perché non ci sentiamo più, dopo il modo in cui ti ha trattata e lasciata, gli avresti risposto “ma come ti permetti? Ma pensi che sono un giocattolo a tuo uso e consumo?”

  • Vita, 31 Agosto 2020 @ 20:03 Rispondi

    @galliano, grazie! Mi fa piacere che anche un uomo mi abbia scritto, esprimendomi la sua solidarieta. Sono giorni difficili ma forse di svolta. Io che provo a chiudere, tanti che mi parlano di lui, di ciò che dichiara. Ha scelto la famiglia, e sebbene nessuno ci creda qui, io penso che non tornerebbe indietro, non ora almeno. Lui ne ha bisogno, e su questo in fondo non ha mai mentito sebbene dicesse di amarmi alla follia. Quando ha confessato, perché messo sotto pressione dalla moglie, pensava di riuscire a uscire, mi avrebbero detto, ma non ci è riuscito. Il problema è che ha rovinato la vita a sua moglie (perché sembra gli abbia detto gli anni effettivi di amantato, troppi, e che effettivamente lui era innamorato di me, come non lo era mai stato di lei) e un po’ anche a me (ma spero di riprendermela tutta). Ma come si fa? Come si fa a scaricarsi così? Pare lui si senta integro, pare che abbia dichiarato che una volta che aveva deciso di confessare doveva dire tutto. Che verita!!!!

  • Vita, 31 Agosto 2020 @ 20:11 Rispondi

    @hara mi ha fatto tanto ridere!!! Ma si, più che uno stronzo, un poverino, sono sincera. Uno zerbino, un debole. Debolissimo travestito da altro. Lo sapevo. Ora dipende dalla moglie, prima dipendeva da me. Ero io quella forte, o almeno così sembrava! Oggi ne ho sapute altre che mi ha atterrito.

  • Vita, 31 Agosto 2020 @ 20:17 Rispondi

    @key, @galliano, anche io non me la sono mai sentita, anche io pensavo che avrei perso tutto e anche io ero terrorizzata all’idea di far soffrire troppo le persone che amavo. Però c’è un limite che non si può mai superare: l’infelicita. Io ero tormentata ma non infelice e per questo non ho lasciato mio marito. Durante il covid, dovendo stare separati, ho iniziato a pensare seriamente ala possibilità di una scelta: perché ho iniziato a star male. Delle due una: o sono felicissimi anche senza di noi o sono persone disturbate, perché la ricerca della felicità è un istinto naturale come quello per la sopravvivenza. Abbraccio entrambi, tenete duro, ne usciremo.

  • elleelle, 31 Agosto 2020 @ 20:43 Rispondi

    @Outlier
    Innamorati della moglie? Ma non scherziamo!
    Credo che ormai sia appurato che chi tradisce per anni la moglie, senza avere alcuna intenzione di lasciarla, può parlare né di amore, né di voler bene, né di rispetto.
    È un’enorme balla che si e ci raccontano perché è più semplice di ammettere di voler restare con il culo al caldo.
    Questi uomini non amano neanche l’amante, si preoccupano solo di se stessi e dei loro bisogni immediati, senza considerare le ripercussioni.
    Capire che niente di tutto questo è amore, ci aiuterebbe tantissimo a non restare troppo a lungo in queste storie e a recuperare più facilmente.

  • Key, 31 Agosto 2020 @ 21:12 Rispondi

    Cara @Lia, grazie del tuo commento. La cosa bella è che ci va dietro mia insistenza dallo psicologo da più di un anno e “stranamente” è sempre dopo la seduta dello psicologo che si accorge dei dubbi e dei travagli. Anche il mio ex ha necessitato di 3, dico 3 sedute per farsi un degno alibi. Perchè cosi lo usano, non come strumento di cura ed emancipazione. In cuor mio, dannata speranza, penso che sia una persona irrisolta che non conosce se stesso, un bambino in balia dei capricci ma questo non togli i danni che può provocare. Per lui esiste lui ed i suoi bisogni, lui e quello che può prendere. Si può discutere con qualcuno che non ha orecchie per sentire e occhi per vedere?

  • Key, 31 Agosto 2020 @ 21:20 Rispondi

    Cara @Outlier, ma secondo te la sua era una domanda seria?? 🙂 quella domanda era accettabile da uno che ALMENO aveva già provato a contattarti e lo avevi mandato in bianco, non il messaggio dopo 3 giorni di silenzio dopo la tua ennesima fuga ritrattando. Dai! Non merita risposta seria perchè era il messaggio del Lattaio, come dice @Ale.
    Mi voglio soffermare invece su quello che hai detto su non accettare la loro decisione. Me lo sto chiedendo pure io e la domanda che mi faccio è la tua stessa identica “come è possibile?” come fa a cancellare tutto con un colpo di spugna? come può dirmi che si può innamorare di nuovo di lei? (questo dice) che dopo 20 anni puoi scoprire che fa la stracciatella più buona del mondo e tu scopri improvvisamente pure che ti piace la stracciatella? scusate l’esempio pasticceria ci sta sempre bene con la sua dolcezza! 🙂 Ma poi alla fine, che cambia perchè? non cambia niente. Ci servono risposte è vero, ma se non ci fidiamo più di chi ce le dovrebbe dare una risposta vale l’altra… pure che in fondo preferiva il salato al dolce! 🙂

  • Outlier, 1 Settembre 2020 @ 08:34 Rispondi

    @Key anche a me diceva che senza la famiglia era perso e che quella era la vita che si era scelto.
    Però per farsi l’amante per anni fuori andava bene comunque.
    Io ci ho sbattuto dopo molto la testa. A quella frase sarebbe stato da alzarsi e chiudere.
    Teniamo duro tutti.

  • Ariel, 1 Settembre 2020 @ 12:45 Rispondi

    @elleelle verissimo quello che scrivi infatti ovviamente un manipolatore di amanti è sempre un manipolatore tout court e cioè manipola comunque amante e moglie e tutto il suo entourage

    Infatti secondo una mia teoria,e cioè una mia ipotesi se vuoi azzardata e qui mi rivolgo anche a @CaroAlessandro che infatti giustamente molte volte ha parlato di questi che tornano a casa lasciando da oggi al domani le amanti tornare dalla moglie per ciò che si chiama convenienza di benefit vari ,
    Ma credo che la parola da aggiungere a convenienza sia manipolazione perché ovviamente chi manipola persone che siano amanti o il postino o la moglie resta un manipolatore a meno che non si curi sul serio ,ma pochissimi casi riescono a farlo.

    La maggioranza di uomini ricordiamoci che sono Nella sindrome atavica del diktat imposto a loro da piccoli che L’ Uomo vero non deve chiedere mai aiuto non ha bisogno di nulla e così poi nascono i manipolatori pure tra femmine ovviamente come a dire che i diktat impediscono al essere umano di essere i veri se stessi e siamo come pentole a pressione che poi prima o poi scoppiano facendo Kasino danni manipolativi inenarrabili

    Convenienza con un pizzico di capacità manipolativo tesa a fare il Morte tua vita mia
    Senza batter ciglio ,come se il problema di questi ultimi decenni nel uomo nel senso umanità sia un calo vistoso della Empatia non sentire nessun disagio se si fa danno agli altri ,ma insomma se tu mi servi per stare meglio ti uso poi non mi servi più ti butto ne faccio una nuova .

    Questa analisi occorre farla soltanto con lo scopo di trovare via via sempre nuove soluzioni positive che possano superare ogni ostacolo
    E si fa si può benissimo uscirne migliorare vivere al meglio sempre.

    Convenienza mossa da manipolazione consapevole per soddisfare il proprio ego a scapito degli altri tutti gli altri.

    P.s.ovviamente non estremizzo ,ognuno ha il suo livello di impatto diverso .

  • Ariel, 1 Settembre 2020 @ 12:57 Rispondi

    @Key Cara ti sta tirando scema nel senso che appunto tutte noi abbiamo vissuto in qualche modo questo vsenso di stupore per il cambiamento tac prima tutto dolce amore e poi tac in un secondo tutto il contrario di tutto pure con avanti indietro tra dire amo lei per poi dire no ma amo te no ma vedi vi amo entrambe ma in modi diversi

    Ricordo che fa parte della dinamica manipolativo quello che io chiamo
    Tirar scema una persona e cioè portarla al limite del sentirsi lei e cioè tu la inadeguata visionaria
    In queste strategie spesso il manipolatore relazionale ci mette alla prova proprio con queste tipiche azioni di triangolazione e cioè metterci sempre in un paragone di competizione tra due o più donne è un test che gli serve per capire quale strategia è meglio adottare per proseguire nel possesso delle sue donne tutte Moglie e amante o amanti se seriali

    Quindi Cara @Kei respira grande tu vai benissimo lui è fuori come un poggiolo
    Alza i tacchi e sparisci dalla sua vista e comunicazione è inutile e soprattutto dannoso doloroso per te restare a fare la Pedina un oggetto giocattolo in mano di Mister Hyde o Dott Kakill come lo ho ribattezzato

    Forzaaa @Kei scrivere ti fa benissimo perché ti sfoghi e in più puoi scoprire il perché dei suoi comportamenti
    Un bacio❤️

  • cossora, 1 Settembre 2020 @ 12:58 Rispondi

    Sai @key cosa dice a mo’ di disco rotto il mio ex alla mia amica?
    Che con la moglie c’è tanta armonia, che si vogliono bene, vanno d’accordo e che il figlio non sente nessun contrasto perchè sono due amici che vanno d’accordo.
    Si autoconvince? Giustifica il fatto che non esce di casa?
    Ma secondo te, una persona normale ed equilibrata va in giro a dire ste cose agli altri?
    Qualsiasi sia il motivo, chiudi.
    Dare giustificazioni teoriche che contrastano con i fatti (la tradisco, ma andiamo d’accordo) è un segnale forte di squilibrio.

  • Annabell, 1 Settembre 2020 @ 13:21 Rispondi

    E non può tornare? Quel meraviglioso mr. Jekyll di cui ci si è innamorate non può tornare? La trasformazione è davvero irreversibile?

    • alessandro pellizzari, 1 Settembre 2020 @ 14:20 Rispondi

      Dipende da che tipo di Hyde si è mostrato: si è limitato a essere debole e vigliacco o si è rivelato come un crudele bugiardo e calcolatore? Nel primo caso il 20% di ufficiale e gentiluomo è un miracolo possibili (ma solo se è innamorato veramente e il tuo Cds lo ha fatto rinsavire per davvero), negli altri casi non ti ha mai amato e anzi ritieniti fortunata che è sparito. Te lo immagini un convivente così?

  • Oldplum, 1 Settembre 2020 @ 13:33 Rispondi

    @key, @out, idem ” qui sono infelice, soffoco ma senza sarei morto, non sopravviverei”.
    Ok…ciao

    • alessandro pellizzari, 1 Settembre 2020 @ 14:20 Rispondi

      un po’ come dire che senza il gas non respira. Che cialtroni!

  • Ariel, 1 Settembre 2020 @ 14:21 Rispondi

    Esattamente!
    @Cossy hai capito tuttooo!
    E vaiiii!!!

  • Lia, 1 Settembre 2020 @ 14:27 Rispondi

    A leggervi sono quasi contenta che mi sia capitato il prototipo di stronzo tutto d’un pezzo.
    Nessun cedimento. È così se ti va. Nessun futuro. Non cambio. No amici. No chiarimenti. Lascio aperto i canali. Bene che va, hai un cedimento e io scopo. Coscenza pulita!
    Che vi devo dire, io sono una coxxxna e lui un genio del male! Uno stratega del sesso! Uno che sa come uscirne pulito!
    Uno che se lo vedo, lo metto sotto con la macchina e poi faccio retro!

  • Vita, 1 Settembre 2020 @ 16:32 Rispondi

    @cossora, @oldplum, @rosa, @maribel e tutte le altre. Vi chiamo a raccolta. Oggi ho l’umore sotto i piedi. Ieri ho parlato con un suo amico, siamo ritornati sulla questione dell’ultimo incontro, sulla sua volonta di farlo: pare stia trattando con la moglie, sul come e sul dove potra darmi l’ultimo saluto e la sacra unzione, prima di sparire completamente. nel frattempo la mia amica ancora non l’ha sentito e non gli ha riferito la mia intenzione di dare fortait. Comunque sia, parlarne, ascoltare certe cose (ti ama (già, quanto mi ama) ma ha detto che non ce la fa ad uscire di casa e dopo aver confessato tutto deve provarci) al di la del loro senso e valore (lui, non è me e probabilmente non diamo lo stesso valore alle parole) mi ha scombussolato moltissimo. So che non lo vedro più (nemmeno al lavoro) e sto provando a elaborare, ma non è semplice. Sicuramente è meglio ma non semplice. Avete qualche parola di incoraggiamento, qualche consiglio, qualche schiaffo per me?

  • RosaSpina, 1 Settembre 2020 @ 16:45 Rispondi

    Io ho beccato un mix dei due.
    Dottore, è grave?
    Grazie a me è arrivato a costruire un livello di autostima che era stata rasa al suolo da storielle fatte male ed una sfilza di rifiuti.
    Ma come dico sempre, nel caso mio la cattivissima sono io, lui è libero, io no.
    Solo che adesso che mi snobba e mi ignora dopo un anno e mezzo di amantato eccessivamente passionale benché sporadico, sono io che soffro.
    Anzi ho sempre sofferto e mi sono sempre comportata benissimo con lui.
    Ho adorato il corteggiamento e le follie dei primi mesi.
    Ho detestato che volesse parlarmi della lista dell sue fantomatiche conquiste mentre era con me negli ultimi, poco prima dell’ondata COVID ed anche subito dopo.
    Imperdonabile.
    Ma la cattiva sono io perchè ho famiglia…io dico che certe situazioni estreme non possono esser capite da chi non le ha mai vissute.

    • alessandro pellizzari, 1 Settembre 2020 @ 21:09 Rispondi

      Ma questo fa schifo dai

  • Vita, 1 Settembre 2020 @ 16:46 Rispondi

    @cossora ahimè quella frase avrei potuto dirla anche io…lui no (lui diceva che in casa stava malissimo e lei non la sopportava), ma io si. Ho disturbi gravi??? 🙂

  • elleelle, 1 Settembre 2020 @ 17:13 Rispondi

    @Annabel
    Quando ti rendi conto che Dr Jekyll non e’ mai esistito ma era solo una recita, non lo vuoi piu’ indietro perche’ sai che e’ irrecuperabile. Ci sarebbe una tale mancanza di fiducia che non sarebbe una relazione normale e non avrebbe senso.
    Se il mio ex dovesse rifarsi vivo, non saprei nemmeno cosa dirgli. E’ poco piu’ di un mese che non ci sentiamo, sono ancora viva e non ho mai avuto un momento in cui ho desiderato condividere qualcosa con lui. E’ esistito in un certo modo nella mia mente ma quella persona non esiste piu’.
    Quando esci dalla loro sfera di influenza e ti togli i paraocchi, ti rendi conto che sono delle persone piccole piccole, con cui faticheresti a parlare in modo non superficiale perche’ non sapresti se quello che ti dicono e’ vero o falso. Non vanno bene neanche come amici, perche’ anche gli amici vengono manipolati.
    Bisogna girargli le spalle e andare per la propria strada.

  • Oldplum, 1 Settembre 2020 @ 18:30 Rispondi

    No, lui è uno zerbino senza palle. Non è cialtrone. È proprio senza coglioni.

  • Annabell, 1 Settembre 2020 @ 19:43 Rispondi

    Grazie Alessandro. C’è modo di poter avere una consulenza da te? Ti ringrazio tantissimo.

  • Annabell, 1 Settembre 2020 @ 21:18 Rispondi

    Ti ringrazio infinitamente

  • Lia, 1 Settembre 2020 @ 21:21 Rispondi

    @Vita, se lo rivedi ci torni a letto, lui non esce di casa e tu ricominci tutto da zero!
    Questa è la realtà. Fa schifo, schifissimo, ma è così. Cosa scegli?
    Pillola blu=lo rivedi e soffri
    Pillola rossa=ti liberi

  • cossora, 1 Settembre 2020 @ 21:31 Rispondi

    @Vita, simbolicamente ‘scioglilo nell’acido’ dentro di te. Visualizza un posto buio nella tua pancia e come ci scompare piano Ma proprio che non deve rimanere nessuna traccia. Malissimo l’amico in comune, Evitalo come un appestato. Se ne avete in comune e puoi farlo, piuttosto chiedi la cortesia di non nominartelo più. Mi ha detto a gennaio ‘ieri ho parlato un po’ con mia moglie’ lasciando intendere a me che avessero parlato di separazione. credo abbiano deciso il ral per il cancello di casa. E’ riuscito a portarmi via una notte e a parlarmi di progetti, ma io avevo lo stomaco chiuso, sentivo che c’era del marcio. Dovevo ascoltare la vocina nela mia testa. Il dopo (pandemia illuminante) è stato un supplizio lento, lentissimo, tanto che ho pensato dovessi espiare qualcosa di brutto perchè tanto dolore da lui, dopo quello già provato per lui.. non me lo spiegavo.
    Invece no. Invece ancora oggi insozza con disegni evocazioni stati e post .. anche il bello che avrei voluto salvare.
    Ho bloccato tutto. Ho chiesto di non parlarmene più.
    E’ una malattia, un’infezione. Devi evitarlo, parlane sempre meno. Inizia subito!

  • maribel, 1 Settembre 2020 @ 21:32 Rispondi

    @vita cara. Sei una donna intelligente e lo avevi già detto tu che non sarebbe tornato. Non adesso, non dopo tutto questo polverone. Ora deve provare o almeno atteggiarsi a quello che prova a impegnarsi. Anche ai.tuoi occhi, dopo.la.mazzata che ti ha dato, riterrà di doversi dare un minimo di contegno.
    Io credo che tra un po’ di tempo tornerà. Queste cose @vita le abbiamo capite… un matrimonio non rinasce sulle sue macerie… rinasce su ben altri presupposti.
    Adesso hai deciso di non vederlo e fai bene. Resta sulle tue posizioni. Una mia amica saggia dice che se tutto intorno a noi si muove troppo, noi dobbiamo.restare immobIli. Tu resta sul pezzo e vivi un giorno alla volta. Ti abbraccio forte! Sei una donna brillante e piena di risorse!!

  • Oldplum, 1 Settembre 2020 @ 21:33 Rispondi

    Cara @vita. Calma. Andiamo per piccoli passi. Che ti ama, che ti ha amato (a modo suo) sarà anche vero. Il problema è uno solo: non è capace di rispetto. Ti ha lasciata nel limbo per 4 mesi e ora chiede l’imprimatur in bollo alla moglie per vederti e per dirti che è finita.
    L’autorizzazione alla moglie!!
    Bene. Io mi chiedo anche come la moglie possa sentirsi nel concedergli questa possibilità. Non ci credo. E non capisco perché ora lui non te ne parli liberamente ma debba usare altre persone per l’invito, visto che lei sa tutto e deve dare il lasciapassare o l’ha già addirittura dato.
    Credo sia una prova terribile sia per te sia per lei.
    Te che devi sentire questa lagna indegna (e inutile ) facendoti turbare di nuovo e lei che deve pensare che ti debba vedere di nuovo con i possibili risvolti del caso.
    Non capisco, sul serio, a cosa serva.
    Anche il mio ex diceva che sceglieva il dovere che mi amava ma non riusciva a uscire (paura per i figli, faccia, reputazione, parenti, prete, maresciallo, zio..).
    Ma che senso ha? Vuoi essere umiliata sentendoti ripetere le stesse cose? Ricominciare da capo a digerire il rospo che ti infila in gola ex novo? Dare a lui e lei la soddisfazione di saperti in lacrime?
    No, @vita
    Evitalo. È una trappola. Ti farai tanto male.
    Se ti ama come dice, torna liberamente e senza emissari ed imprimatur della moglie.
    Altrimenti lascialo dove sta.

  • Oldplum, 1 Settembre 2020 @ 21:36 Rispondi

    Ps: ti dico cosa farei io al posto tuo? Darei fuori come un cobra reale. Non mi umilierei mai . Mai. Farsi vedere dopo mesi con l’autorizzazione della moglie per dirmi che è un perdente, zerbino, cagnolino?
    Ma che vada a cuccia. Gli comprerei anche i croccantini..

  • Outlier, 1 Settembre 2020 @ 21:39 Rispondi

    @Vita a parte quello che ti è stato riferito, pensa che lui è rimasto lì nonostante dichiarasse questo fantomatico amore e ti ha trattata come uno straccio.
    Per cui fatti uno schiaffo, riprenditi e non farti passare per la testa l’idea di incontrarlo!

  • Vita, 1 Settembre 2020 @ 21:44 Rispondi

    @oldplum a quale dei tanti ti riferisci? 🙂

  • Dispersa, 1 Settembre 2020 @ 22:40 Rispondi

    Fa schifo…. Ma soprattutto vuole farti sentire in colpa o farti ingelosire!!
    Un narciso?

  • elleelle, 1 Settembre 2020 @ 23:31 Rispondi

    @Vita
    L’autorizzazione della moglie è una delle fregnacce più grosse che io abbia mai sentito in tutta la mia vita.
    Ti prego, dicci che non lo vuoi davvero un uomo così.

  • Ariel, 1 Settembre 2020 @ 23:54 Rispondi

    Un vero Narcisista
    @Vita
    Come ormai da tradizione mia qui sul blog ti dico
    Occorre il VAFFANCULO
    Ma solo col tuo sparire nel silenzio assoluto Blocco comunicazioni
    Pensa a rifarti la tua nuova vita
    Ogni giorno fai qualcosa per te che ti piaccia
    Basta è una tica trappola Narcisista

    Salvarti dal peggio garantito non sono recuperabili
    In questi casi la amante ha un vantaggio grande sulla moglie che può con un clic definitivo chiudere per sempre e salvarsi per sempre
    Forza @Vita
    Fatti la Nuova vita!!!
    C’è la fai e farai

    Stacca stop dacci un tagliooo !

  • Oldplum, 2 Settembre 2020 @ 01:13 Rispondi

    @vita, intendi i croccantini?
    Quelli del Penny Market.

  • Oldplum, 2 Settembre 2020 @ 01:20 Rispondi

    @cossy, il tuo ex ha evidenti problemi di testa. Posso dirlo? Ma crede che sei scema? Non si rende conto DELL’ENORME vigliaccata che ti ha fatto dopo mesi di doloroso cds? Portarti via per una notte dandoti a vedere che si sarebbe separato e poi facendo lo gnorri per altri mesi successivi…ma uno com’è che si immagina che una donna normale possa anche solo ancora rivolgerti uno sguardo?
    Hai fatto bene a bloccarlo. È davvero un coglione, scusami se re lo dico. Tornare con la solita solda dopo una tale figura di merda è da faccia di bronzo. Ci è o ci fa? Per me ci è. Perché cazzo sei una donna di valore, bla, intelligente, unica
    ..e se pensa che un topo grigio pelato possa permettersi di comportarsi cosi è proprio coglione (noblesse oblige)

  • elleelle, 2 Settembre 2020 @ 08:15 Rispondi

    @Oldplum
    Hai ragione, chi ti ama ti rispetta, rispetta anche la tua intelligenza, non crede ti poterti fare certe cose senza che ci siano conseguenze su come ti percepisco e il dolore che sentirai.
    Si sta bene quando queste persone sono fuori dalla nostra vita. Non si subiscono più i loro alti e bassi, il loro egoismo, i loro problemi ormai irrisolvibili. Si può finalmente vivere una vita vera e non una farsa in cui tu sei l’ultima ruota del carro e, come nel mio caso, anche l’intrusa in un rapporto malato tra un narcisista e la sua controparte.

  • cossora, 2 Settembre 2020 @ 09:13 Rispondi

    @old anche io come te alzo le mani quindi: i giorni pari penso sia un coglione, i giorni dispari penso sia lucidissimo.
    E’ bloccato ovunque, mancano sono i cecchini sui palazzi davanti a casa mia.

  • Vita, 2 Settembre 2020 @ 09:19 Rispondi

    Grazie, grazie, grazie, ragazze Purtroppo è tutto vero: tanto la richiesta di autorizzazione alla moglie per vedermi, quanto quella alla mia amica di leggergli la lettera, perche lui non sarebbe in grado di reggere. Non entro nei dettagli per una questione di privacy ma ne ho le prove. Una pochezza imbarazzante, non c’è limite al peggio. Dovrei forse sperare che lo stia facendo per aiutarmi a dimenticarlo, ma non è così. Non ci incontreremo e nessuno leggerà la lettera al posto suo (manco fosse un audiolibro): siamo alla follia. Si vede che non è cosi importante. certo resta da chiedersi non solo come abbia potuto amare un uomo cosi per cosi tanti anni e come possa ancora soffrirne. Ma così è. “Sai cosa penso/che non ha un senso/un senso arriverà”. un abbraccio a tutte

    • alessandro pellizzari, 2 Settembre 2020 @ 14:07 Rispondi

      Uomo d’acciaio

  • Eli, 2 Settembre 2020 @ 11:45 Rispondi

    Sta trattando con la moglie per capire come potrà darti l’ultimo saluto? e magari te lo fa apparire come gesto coraggioso e di grande rispetto nei tuoi confronti! @Vita ma quest’uomo ha bisogno di una mamma non di una donna!

  • maribel, 2 Settembre 2020 @ 12:05 Rispondi

    @vita la cosa dell’autorizzazione della moglie è talmente ridicola che io non ci credo. Stai sul.pezzo. Non cedere. Se tornerà un giorno, da ufficiale e gentiluomo come dice Ale, vedremo se sarà il caso di rivalutarlo e riprenderlo in considerazione. Adesso no.

  • Dispersa, 2 Settembre 2020 @ 14:14 Rispondi

    @Vita…. Ora verrò decapitata….
    Purtroppo ci sarà il tuo grillo parlante che ti dirà ‘lascialo andare’…. Ma esiste anche una parte di noi che si chiama rimpianto e non dargli la possibilità di darti le sue spiegazioni potrebbe con il tempo farti rimpiangere il fatto di non averlo fatto.
    Credo che l’unico modo sia parlare in luogo non isolato, dove non potrete andare oltre ad un semplice caffè…. Sarà dura? Vero, ma chi ama lascia andare….
    Un abbraccio!

  • Oldplum, 2 Settembre 2020 @ 14:17 Rispondi

    @vita, quello che conta è come uno si comporta nei momenti decisivi. Ti sei innamorata dell’uomo che non doveva decidere e tutto era rosa e disperato insieme.
    Poi la scoperta. La decisione. Hai visto quello che è davvero. Niente di male. Meglio ora che tra altri 4 anni.

  • cossora, 2 Settembre 2020 @ 14:22 Rispondi

    @Vita.. il senso arriverà e non avrà niente a che fare con lui.
    Guardiamoci intorno: le cose girano lo stesso senza di loro.
    Il sole sorge, siamo state in ferie e siamo rientrate. Inizia settembre, la vita prosegue.
    Sono fasi. Chi vuole rimanere lo sa che deve tenersi saldo alla nostra vita, tranquilla che chi vuole, si vede.

  • Vita, 2 Settembre 2020 @ 14:53 Rispondi

    @cossora, certo , il senso a cui mi alludevo non si riferiva a lui.
    @dispersa io ho già deciso: non andrò. Non ha nessunissimo senso (appunto), è fuori tempo massimo. Cosa potremo mai dirci che non mi abbiano già detto i suoi comportamenti, il suo totale silenzio e le sue scelte? La verità è che fino a una settimana fa una parte di me nutriva ancora qualche speranza: mi illudevo forse che non avrebbe retto senza di me, ma le decisioni drastiche (di cui non riferisco per privacy) che ha preso in accordo con (su costrizione della) la moglie sono un certificato di morte chiarissimo e e quindi vedere il morto non mi serve più. Lui vuole solo (anche) la mia assoluzione. Bisogna sapersi fermare se si vuole davvero ripartire: nessun incontro.

  • cossora, 2 Settembre 2020 @ 14:55 Rispondi

    @Dispersa scusami eh.
    Ma uno che sparisce per 4 mesi e poi parla per interposta persona, si fa leggere la lettera dall’interposta persona e dichiara disponibilità al confronto diretto previa approvazione della moglie.. come cazzo fai a rimpiangerlo?
    Poi vedi tu @Vita.. io sono dell’idea che la sentenza stia a te.
    Io faccio la differenza tra: dolore che mi provoca (orgoglio/malinconia/sensazione di presa in giro) rinfrescarmi la memoria e una spiegazione che con ogni probabilità finirà nel nulla come tutte quelle chieste e date nei due anni con lui.
    Ma non c’è neanche da fare i conti. Ciao.

  • Vita, 2 Settembre 2020 @ 15:40 Rispondi

    Comunque devo dirvi la verità, forse sono fatta male, ma io non riesco nemmeno a incazzarmi con lui ad infierire, mi pare un tale inetto, ci vedo una tale debolezza e miseria che provo pena, anche per me. Ciò che non capisco è perché lo abbia mitizzato, quando in realtà i suoi limiti almeno in parte li conoscevo (poi in questa situazione ha dato il peggio di me) Non ha gettato in mare me, ha gettato tutta la sua vita per salvare un matrimonio che era messo male ben prima di me, cioè da sempre. comunque si, lo so, cazzi suoi.

  • RosaSpina, 2 Settembre 2020 @ 16:58 Rispondi

    Mi viene da ridere :)) per non piangere…

  • Dispersa, 2 Settembre 2020 @ 18:42 Rispondi

    Ehh lo sò @Cossora…. Sono fatta così…. Io purtroppo le chance le do a tutti anche per un solo chiarimento, solo quando mi cade la catena, anche se un po’ (a volte molto) ci soffro, ho la capacità di voltare pagina e la mia rabbia lascia il tempo che trova….
    @Vita…. La scelta è tua e viene da dentro, se hai deciso che non ci sarà nessun chiarimento è giustissimo così, seguire il proprio istinto…. Sempre!!

  • Oldplum, 2 Settembre 2020 @ 18:49 Rispondi

    Mah, @vita. Questa cosa dell’essere inetto e dunque non meritevole di sonori vaffanculo mi pare un salvacondotto dato troppo alla leggera. Quanti anni ha? 16?
    Credo ne abbia qualcuno in più.
    No, @vita. Non è giustificabile neppure cosi. Ad una certa età, quando passi 4 anni di dichiarato amore con una persona non le fai soffrire questa umiliazione per inettitudine. Lo fai per puro egoismo. Perché io posso essere inetta, paurosa, azzerbinata ma se ho voluto bene ad una persona, se l’ho amata la rispetto comunque.
    Tu avresti fatto come lui se tuo marito vi avesse scoperto? E anche se avessi subito ricatti da tuo marito, avresti riservato a lui un trattamento uguale a quello che lui ha riservato a te?
    Non è inettitudine . È puro egoismo.
    Ha ancora la faccia da reputarsi tanto importante da venirti a dire che ti lascia. Dopo 4 mesi di silenzio. Ma che persona è?
    Incazzarsi non serve. Ma nemmeno giustificarlo. Non si giustifica. È una persona brutta. Punto.

  • cossora, 2 Settembre 2020 @ 19:13 Rispondi

    Quando ho fatto questa riflessione con il mio uomo, @Vita, lui mi ha risposto ‘lo so che ti fa male, ma dove tu ci vedi miseria, io posso vederci intelligenza. Chi ha ottenuto tuto quello che voleva per due anni? E chi ha sofferto?’
    Dobbiamo accettare anche questo. Volevano scopare fuori casa (con tutti i magnifici collaterali, la poesia e via andare) e senza spendere nulla di loro, hanno avuto mesi, anni delle nostre vite.
    Siamo sicure che questo sia ‘gettare via’ la loro vita?
    Apriamo gli occhi e non ci ricadremo più.

  • maribel, 2 Settembre 2020 @ 20:33 Rispondi

    @vita… le decisioni drastiche “prese su costrizione della moglie” ci danno la misura delle basi su cui il tapino poggia il futuro del suo matrimonio! che bella coppia…. sembra una di quelle vignette di tanto tempo fa…. con il donnone arcigno con il mattarello in mano sull’uscio di casa e l’omettino piccolo e intimorito che cerca qualche scusa per scamparla!

  • Ariel, 2 Settembre 2020 @ 21:04 Rispondi

    @Vita
    Cara sicuri se ti dai aiutare per resistere alla tua sofferenza duplice e cioè
    Oggettivamente il comportamento di quest’uomo per chiunque lo avesse vissuto è innegabilmente una fonte di dolore abusivo verso di te e pure gli altri ,ma qui sei tu che conti ognuno penserà per se stesso.

    Poi in più ci si aggiunge che soffri come ‘na bestia ferita la dipendenza affettiva che infatti tu stessa qui ripeti che in effetti capisci razionalmente che non esiste proprio accettare una vera manipolazione che ti ha messo piegata alle sue volontà

    E si ,la crisi di astinenza inizia proprio così prima ancora vedi chiudere del tutto col Cds duro e puro
    NON SI RIESCE a SENTIRLO LUI IN DIFETTO GRAVE ,ma LO SI GIUSTIFICA IN MILLE MODI E X MILLE MOTIVI

    Ecco la Azione da DROGA DA DIPENDENZA AFFETTIVA che il solo fatto di poter far scendere di un millimetro la catena per dirla alla @Oldplum
    Ecco che ti fa scattare la errata percezione della realtà oggettiva
    E cioè magari capisci razionalità che così non funziona e ci stai malissimo ,ma TANT’È PREVALE LA AZIONE MANIPOLATIVA
    Come un DIKCTAT da robot

    Quindi riassumendo
    Prenditi cura di te stessa e per fare sto BENEDETTO CDS BLOCCO COMUNICAZIONE TOTALE

    Come giustamente ci dice scrive @CaroAlessandro
    Occorre farsi aiutare da un professionista che fa da supporto soprattutto appunto per superare la crisi di astinenza da dipendenza affettiva.

    Forzaaaaaaa @Vita c’è la fai e farai!!!!!!❤️

  • Oldplum, 2 Settembre 2020 @ 22:08 Rispondi

    @Cossora, sono d’accordo ma solo in parte. La loro rimane miseria, comunque. Dove la vedi l’intelligenza e la lungimiranza in un uomo che si comporta così? Un uomo che non potrà mai essere amato e non è amato da nessuno che lo conosce davvero. Un uomo che mente, devasta e rema contro il suo matrimonio di nascosto. Che butta benzina intorno al perimetro della casa dove dorme la moglie spesso inconsapevole. Un uomo che succhia vita ed energia da una donna bellissima sapendo di farle male. Un uomo che nasconde un’anima nera e che sporca le lenzuola del letto in cui dorme la moglie. Una moglie che fa l’amore con lui inconsapevole del fatto che qualche ora prima lui ha messo il suo coso dentro un altra donna. Magari senza preservativo. Bella storia. Che schifo . Io tutta sta intelligenza non la vedo. E mi sforzo. Vedo solo miseria, grettezza e schifo.

  • elleelle, 2 Settembre 2020 @ 22:47 Rispondi

    @Oldplum
    Eh sì, basta scuse, è ora di ritenerli responsabili al 100% di quello che fanno.
    Sono uomini adulti, se si rendono conto di avere dei problemi psicologici possono andare in terapia. Però basta prendere in giro persone innocenti.
    Il mio ex non riesco a scusarlo. Le volte in cui mi viene un momento di pena per lui, me lo faccio passare in fretta ricordando a me stessa che con tutto l’amore che gli ho dato ci si è pulito il cxlo.
    Nemmeno la mia amicizia è riuscito a conservare e dire che sono rimasta amica con vari miei ex.
    Quest’uomo che si crede tanto perfetto, invece, ha fallito su tutta la linea.

  • elleelle, 2 Settembre 2020 @ 22:53 Rispondi

    @Ariel
    Se non è dipendenza affettiva, è comunque una routine che si è instaurata e come qualsiasi abitudine è dura da perdere.
    Avere occasione di parlare di queste cose è già un aiuto.
    Sto riflettendo molto su me stessa, tante domande tra cui anche “Ma sono una psicopatica per aver reagito in quel modo o è stata solo una disperata reazione di autoprotezione?”
    Prima o poi dovrò parlarne con uno psicologo ma adesso forse è troppo presto. In ogni caso, ogni spunto che ricevo da voi è una cosa che tengo presente.

  • Vita, 3 Settembre 2020 @ 07:24 Rispondi

    @oldplum, non 4 anni, molti di più, ahimè. E tu scrivi cose giuste e sagge: hai ragione non mi sarei mai comportata così, non ci sarei riuscita per rispetto e coerenza rispetto a quanto vissuto, perché non so rinnegare, non lui, ma le mie scelte di vita e i miei sentimenti. @dispersa anche io fatico a chiudere rinunciando a un chiarimento, non in questa occasione, in generale. Non riesco ad essere categorica, giustifico sempre e troppo le umane debolezze, forse perché ben consapevole di averne avute moltissime. In tutta sincerità nemmeno desidero nutrire rancori in eterno, l’ho detto anche con il mio psico, voglio tornare ad essere libera. Detto questo, ho la capacità di capire razionalmente che non vi è nulla da chiarire, ne ora né mai, e che rivedersi per me è semplicemente cedere alla nostalgia, per lui probabilmente il tentativo disperato di avere la mia assoluzione, di scaricarsi la coscienza, proprio come ha fatto con lei. Quindi no. Ciascuno porti il suo fardello e faccia i conti con la sua coscienza, se ce l’ha.

  • maribel, 3 Settembre 2020 @ 08:53 Rispondi

    @vita adesso sei al bivio. Che da una certa prospettiva è anche molto positivo : puoi scegliere una rinascita del.tuo matrimonio o una rinascita tua al di fuori del matrimonio. Il focus non è la sua vita gettata a mare o chi lo sa, ma la tua.

  • Eli, 3 Settembre 2020 @ 10:30 Rispondi

    Il mio ex anziché una lettera scrisse “il quaderno delle sue memorie”. Praticamente un diario dei suoi giorni a partire da un mese dopo che mi aveva lasciata perché scoperto dalla moglie. Ovviamente non è dato sapere cosa sia accaduto il primo mese, quello in cui avrà strisciato tutti i giorni ai piedi di lei. Comunque voleva farmelo recapitare perché lo leggessi… ma mi sono rifiutata.

    • alessandro pellizzari, 3 Settembre 2020 @ 10:58 Rispondi

      che noia

  • Eli, 3 Settembre 2020 @ 10:37 Rispondi

    Ti volevo chiedere un parere @Ale, dopo la fine della nostra storia, in uno dei suoi contatti per cercare di riprendermi, io gli chiesi a che punto fosse il rapporto con la moglie, sapevo che lei si era recata dall’avvocato per le pratiche, anche se lui si ostinava a dire che era anche per scelta sua. Alla fine mi disse che per il momento non si sarebbero separati legalmente perché andava bene così ad entrambi, perché non sentivano il bisogno. Che vuol dire? Ancora in contrattazione con lei secondo te?

    • alessandro pellizzari, 3 Settembre 2020 @ 10:59 Rispondi

      che se la tiene fino a nuovo ordine. cioè anni. lascia perdere

  • Eli, 3 Settembre 2020 @ 11:05 Rispondi

    Fino a nuovo ordine di lei ! Si @Ale io ho lasciato perdere da un bel pò grazie a dio ma vedo che certe dinamiche non sarebbero cambiate

  • Ariel, 3 Settembre 2020 @ 12:21 Rispondi

    @Oldplum
    Concordo in pieno,proprio così!

  • cossora, 3 Settembre 2020 @ 12:28 Rispondi

    No @old.. io non ne vedo di intelligenza. Ma c’è chi può vederla. Questo voglio dire. Che chi per noi vive malissimo, per altri (quindi anche per loro in prima persona) è normale approvvigionamento di ciò che gli serve.
    Oggi ha disturbato nel giro di poche ore due mie care amiche (che sanno ma lui non lo sa). Per motivi ‘professionali’. All’improvviso fa casting tra le mie più care amiche?
    Non è l’amore che fa fare queste cose. Ma nemmeno la miseria.

  • Ariel, 3 Settembre 2020 @ 12:31 Rispondi

    @elleelle si occorre parlare con un terapeuta psicologo così ti Sto arrivando! Spiegare e trasmettere meglio come funziona la manipolazione relazionale messa in atto da questi cialtroni e anche come funziona e tutti i perché delle tue reazioni da dipendenza affettiva

    Certamente qualcosa ne so per aver vissuto una esperienza similare e con in più la azione di guida terapeuta che mi ha insegnato la conoscenza di tutto il meccanismo
    E quindi non riguarda me stessa l’addentrarmi in altri approfondimenti sulla dipendenza affettiva ,ma sicuro quello che posso dirti in aiuto specifico qui è che leggendoti si vede che non hai la guida terapeuta e che quindi attribuisci certe tue spiegazioni sulle tue reazioni in modo diciamo lontano da ciò che è

    E perché è per questo che la terapia è fondamentale
    Non si può inventarci da sole certe soluzioni
    Occorre la Scienza e la Conoscenza.

    Stai progredendo moltissimo e infatti già sei sulla tua strada buona per prenderti cura di te anche con Terapia adeguata a questi nostri casi di relazione manipolativo e dipendenza affettiva .

    C’è la fai sempre al meglio e di più !

  • cossora, 3 Settembre 2020 @ 13:22 Rispondi

    @Eli!! ..ma poi che presuntuoso a pensare che te ne freghi qualcosaaaaaaaaaaaaaaaaa

  • Dispersa, 3 Settembre 2020 @ 13:29 Rispondi

    @Vita…. Nel mio caso è stato diverso, perché lavorando assieme era impossibile non vedersi.
    Nelle prime due settimane era talmente freddo che mi ero autoconvinta che il casino combinato fosse tutta colpa mia…. Poi sempre meno…. Fino a lanciare sassi continui seguiti dal tirare indietro la mano (mettendo in dubbio quello che vedevo)…. Abbiamo ripreso dopo 4 mesi…. Probabilmente se la situazione fosse stata diversa non mi avrebbe più cercata o lo avrebbe fatto con dei tempi molto più lunghi!!
    È solo una questione di ‘caso’….
    Con il senno di poi avrei dovuto tener duro, visto che ne stavo uscendo bene, e lasciarlo andare per la sua strada…. Ma è andata così…. Ora voglio solo ripartire e da me!!
    Un abbraccio!!

  • Oldplum, 3 Settembre 2020 @ 13:41 Rispondi

    Molto più di 4 anni? @vita, tesoro. Ringrazia il cielo che vi abbiano scoperti ! Non sprecare questo aiuto della grazia divina. Si, si vuol lavare la coscienza e apparire, con l’arroganza di una pulce, quello che ti da ricevimento per giustificare l’ingiustificabile.
    Vanno educati . Non c è riuscita la mamma, la zia, la vita, la moglie…prova tu a fargli capire che certi comportamenti sono indice di grande immaturità ed egoismo. Almeno prova.
    Basta messaggi per vie traverse. Pensa alla tua vita. Non è successo nulla di irreparabile ma invece un occasione per te di fare il punto e di capire che cosa vuoi fare del tuo matrimonio. Questo è il regalo che ti ha fatto. Lo so, pare poco, pare fatto senza volontà. Ma è la grazia ad essere scesa su di te. Basta baciare rospi. Amati. Sei la persona con cui passerai tutta la tua vita. Ti devi un po si rispetto, di coccole, di amore. Inizia tu a dartelo. Quello non può esserti tolto da nessuno (tranne te).

  • Dispersa, 3 Settembre 2020 @ 13:42 Rispondi

    @Eli mi hai fatto venire in mente una cosa…. Nei vari tira e molla lui faceva delle cose con la moglie, che prima non faceva (o in modo minore)….
    L’ho sempre visto come un suo modo per ricostruire, bello e giusto se fosse vero…. Ora il dubbio…. Non è che fa tutte ste belle cose perché lo vuole la moglie? Se così fosse…. È pure uno zerbino!!

  • Outlier, 3 Settembre 2020 @ 14:50 Rispondi

    Comunque ragazze, io mi rendo che sono tutti uguali e diffusi! Ma come diamine è possibile?

  • Eli, 3 Settembre 2020 @ 14:52 Rispondi

    uguale al mio @Dispersa, e se glielo facevo notare si incavolava lui e mi rispondeva che era un anno che non usciva solo a cena con sua moglie e quindi ne aveva tutti i diritti. Adesso comprendo che era lei a decidere tutto… se non si vedevano era perchè lei aveva le paturnie e decideva di non parlarci e non vederlo, al contrario faceva dei periodi in cui recuperava sicurezza e autostima e ritornavano a frequentarsi. Nel frattempo a demolirmi ero io… era un ciclo continuo in cui quest’uomo sfruttava e riduceva a pezzetti entrambe.

  • Eli, 3 Settembre 2020 @ 14:55 Rispondi

    @cossora ma infatti! ma poi secondo lui avrei anche dovuto credere alle sue fregnacce perchè scritte nero su bianco?

  • Vita, 3 Settembre 2020 @ 15:37 Rispondi

    Eccoci ragazze, ho fatto quello che dovevo fare: declinare l’invito e inviare, attraverso la mia amica, la mia lettera che si è degnato di ricevere e di leggere. Le ha scritto che non aveva dubbi sulla mia incredibile forza perché dei sue quella che ha sempre saputo nuotare da sola ero io. A parte il suo vittimismo, che conosco bene, speriamo che sia vero e io dia prova di esserne capace! Mi ha gettato in mare, è vero, ma io ho sempre avuto e ancora ho tutta l’intenzione di raggiungere la riva, per poi tornare a tuffarmi nel mare della vita! Grazie a tutte intanto perché tifate per me!

  • elleelle, 3 Settembre 2020 @ 15:38 Rispondi

    @Eli
    La sensazione e’ che questi matrimoni siano malati. Entrambi i partner sono in balia delle paturnie dell’altro e noi ci troviamo in mezzo. Il problema e’ che non si sa mai cosa e’ vero e cosa no ma soprattutto, nessuno della coppia ha voglia di cambiare, stanno bene cosi’ perche’ sono abituati e riescono a sacrificare tutto in nome delle loro abitudini.
    C’e’ davvero poco da fare, al mondo ci sono tantissime coppie che si separano. Oso dire che dove c’era vero amore e’ piu’ facile che una coppia si separi in caso di un tradimento, perche’ non si accetta di prendere in giro l’altro che si amava e a cui si voleva comunque ancora bene.
    Dove invece il vero amore non c’era dall’inizio ma c’era solo una mutua soddisfazione di determinati bisogni, allora si arriva a compromessi e comportamenti normalmente considerati inaccettabili.
    Forse siamo tutte qui perche’ abbiamo avuto a che fare con lo stesso tipo di persona, fondamentalmente disturbata nel profondo ma in grado di funzionare in societa’ e quindi insospettabile. Per questo sembrano tutti cosi’ simili, perche’ hanno tutti piu’ o meno lo stesso problema alla base.

  • Eli, 3 Settembre 2020 @ 15:51 Rispondi

    @elleelle, sicuramente lui dei problemini li ha, perchè ha avuto dei comportamenti un pò “borderline” che non sto a specificare per evitare dettagli… ne conseguo che anche sua moglie per accettare certe dinamiche sia fatta più o meno della stessa pasta. Spesso lui mi diceva che adorava litigare con lei per poi fare pace… credo che loro avessero questo modus operandi… grandi scenate e grandi gesti romantici per recuperare. In tutto questo io perdevo autostima a litri e facevo parte del loro “gioco”. Tra l’altro sono molto pacata per natura e non amo le sceneggiate. Devo dare atto alla moglie di averlo mandato a quel paese (non so se definitivamente… non sono più affari miei), come biasimarla d’altronde… anche se io credo che prima o poi con me fuori dalle balls lei se lo riprenda. Lo schifo è che lui è completamente in balia delle decisioni di lei.

  • Vita, 3 Settembre 2020 @ 15:54 Rispondi

    @elleelle concordo pienamente con la tua analisi e sul fatto che sia più semplice restare assieme laddove il matrimonio non si regge sull’amore ma su ragioni di natura differente. Io, ad esempio, ho sempre pensato che la mia verità fosse “indicibile”: mio marito non l’accetterebbe mai perché so che mi ama davvero e crede davvero nel nostro amore, motivo per cui mi sento particolarmente in colpa. Mi sono domandata spesso come potessero loro reggere un colpo simile e sono arrivata alla tua stesse conclusioni.

  • Oldplum, 3 Settembre 2020 @ 16:10 Rispondi

    Si @vita
    Non si fonda sull’amore ma sulla paura il loro matrimonio ma neppure si fonda sull’amore (ma sul bisogno) anche la relazione con l’amante.
    Non c è amore. Da nessuna parte la si guardi.
    Forse un po dell’amante, per un po. Ma poi se sopporta la condivisione e continua no. È solo dipendenza e bisogno anche il suo.

  • Oldplum, 3 Settembre 2020 @ 16:14 Rispondi

    Eh si @vita…no aveva dubbi sulla tua incredibile forza. In pratica un altro modo per uscire pulito (con quello che pare un complimento) dopo averti lasciato sola.
    “Lei è forte, ce la fa”.
    “Si, io sono forte ma credevo mi avessi tenuta per mano mentre superavo la tempesta ”
    Bella merda, scusami .
    Sai che la tua lettera l’ha buttata nel primo cestino dopo averla letta, vero?
    Mica può rischiare che sua moglie la trovi
    @vita…non chiederti nulla. Seppelliscilo.

  • elleelle, 3 Settembre 2020 @ 16:20 Rispondi

    @Eli @Vita
    Una delle grosse verita’ di questo forum e’ che le persone sono tutte molto simili nei concetti di base: non ci sono mille modi di amare, di rispettare, di dimostrare affetto. Ce n’e’ uno ed e’ quello che noi concepiamo a livello della nostra cultura e della nostra societa’. Leggevo una cosa simile su come ci esprimiamo: le basi della comunicazione devono essere chiare e comprensibili, altrimenti si mina alla base quello che ci tiene assieme come gruppo di persone. Abbiamo bisogno di capirci, in poche parole.
    Quando si esce da questi codici, lo capiamo all’istante e comincia ad insinuarsi il dubbio. @Eli, dici che il tuo ex era un po’ borderline, credimi che il mio ex mi e’ stato descritto come borderline da un amico!
    Sia io che te abbiamo notato delle dinamiche strane, sia io che te siamo arrivate a dirci che evidentemente la moglie deve essere della stessa pasta per sopportare oppure deve essere succube, che e’ ancora peggio. Noi non siamo riuscite a tollerare e non e’ solo perche’ loro non ci hanno scelte, io non gli avevo mai chiesto di scegliere ma mi ha portato a un punto in cui ho dovuto spingerlo io a farlo perche’ mi aveva stressato oltremisura. Chi ti vuole bene non ti fa fare questa trafila, non ci riesce, prima ci pensa molto bene e poi agisce. Se torna indietro, non e’ per passare il tempo, e’ perche’ si e’ reso conto che ha sbagliato e lo fa una volta, non tre o quattro. Dopo la prima volta, se si continua a comportarsi male si entra nel patologico.

  • elleelle, 3 Settembre 2020 @ 16:22 Rispondi

    @Vita
    TI capisco molto bene, purtroppo anche io sono in un matrimonio che non funziona piu’ a livello di coppia, ma funziona per i figli. Pero’ con mio marito abbiamo parlato e anche se lo abbiamo ammesso a meta’, ne siamo consapevoli. Non e’ bello, questo no.

  • vittoria, 3 Settembre 2020 @ 16:56 Rispondi

    caro Alessandro e care amiche , sono 8 mesi che ho attuato il cds assoluto.
    devo confermare che è l ‘unico sistema x poter depurare il cervello .Ora nn ho più pensieri ossessivi e se mi sveglio di notte ,non è lui il primo pensiero. Ho letto molto ( tra cui il tuo Matematica dell’amore , che mi è piaciuto molto ) e mi sono documentata x poter dare un nome a quello che mi è successo . Sono un medico x cui cerco spiegazioni scientifiche . Le ho trovate , in un testo che parla di NARCISISTI PATOLOGICI. Ecco,sono incappata in un signore cosi. Ho scoperto che ogni sua parola , ogni suo comportamento è conosciuto e codificato. Classificato come disturbo della personalità. Vedere scritto ESATTAMENTE, come un ciclo, il suo modus operandi è stato uno shock. Mi ha usato come un giocattolo x il godere del senso di onnipotenza che gli dava, vedermi ridotta a zerbino . Voglio solo con questo aprire gli occhi a tante amanti o compagne che stanno x anni in un tiramolla che è devastante , cercando mille perché e dando mille giustificazioni al loro comportamento.
    Stop: esistono persone sadiche e malate che godono di ogni tua emozione . E perché è difficile uscirne ? perché si crea una fortissima dipendenza fisica e psichica che è dimostrata scientificamente . Io faccio i conti con ferite profonde nell’ anima. Ti lascia un deserto dentro e nessuna voglia di coltivarci qualcosa . Ora sono qui . Ma so che passera ‘ e che la vita avrà di nuovo dei colori. Per cui VIA ! il piu velocemente possibile quando la vocina dentro ti suggerisce che non dovrebbe essere cosi x te !
    un abbraccio

    • alessandro pellizzari, 3 Settembre 2020 @ 17:56 Rispondi

      Benvenuta e grazie!

  • Vita, 3 Settembre 2020 @ 18:04 Rispondi

    @elleelle io non so se non funziona più, certamente c’è da lavorarci, cosa che non ho fatto, trovando soluzioni diverse che ben conoscete. Forse invece semplicemente non mi rassegno alla fine di questo matrimonio che tanto di buono e bello ha portato nella mia vita. L’ho sempre detto. Sempre. Non ho mai smesso di stare bene in casa, certo ho avuto bisogno di una stampella, come dice @alessandro. Ciò che ho io credo basterebbe a tanti e mi chiedo perché per me non può essere così, se la mia irrequietezza non mi ha già procurato molto dolore inutile e me ne produrrà altro. Se non debba fermarmi in porto godendone, senza dover sempre navigare in mari mossi, aperti e pericolosi. Cercherò di capirlo con il mio psico e dalla settimana prossima nella terapia di coppia.

  • Rosa, 3 Settembre 2020 @ 18:07 Rispondi

    Ragazze, ma secondo me quelli con problemi psicologici non sono mica poi così frequenti.
    Continuiamo a misurarli con il nostro metro.
    Nulla di tutto ciò semplicemente loro stanno bene così : con la moglie a casa e il fuoripista .
    Mi spiegate come mai tutti i loro problemi sorgono o quando vengono scoperti o quando noi chiediamo di più?
    Sono certa che se tutto filasse liscio (ossia moglie cieca e noi lobotomizzate) questi continuetebbero così in eterno altro che problemi psicologici o uomini irrisolti!

  • Ariel, 3 Settembre 2020 @ 18:11 Rispondi

    @Vittoria
    Benvenuta e davvero Grande e utilissima la tua testimonianza nella quale mi riconosco in pieno per aver vissuto simil esperienza proprio simile anche nel documentarmi io stessa pur non essendo medico ,ma mio Padre lo era e quindi esiste in effetti una propensione al cercare fare ricerca e documentarsi al meglio da fonti attendibili.
    In più ora non ricordo esattamente in quale testo o forse sono stati video di esperti professionisti ciò che mi ha soul anger,cioè sollevato confortato è scoprire che chiunque può cadere vittima diciamo così per praticità ,ma chiunque veramente può incorrere a cadere nella rete di questi disturbati nel comportamento perché se ci si riflette in ciascuno di noi è presente o latente una o più a seconda dei casi delle ferite antiche nodi irrisolti e questo infatti spiega anche il perché esista la vera possibilità che chiunque possa cadere in questo vortice di distruzione della propria energia vitale

    Meno male che basta curarsi e tante cure unite danno veramente la vera rinascita e tornare alla Jolie de vivre!
    Un caro abbraccio e se avrai voglia di raccontare ancora di più la tua esperienza è un vero grande valore di aiuto per tutti noi

    Un caro abbraccio e grazie!

  • Vita, 3 Settembre 2020 @ 18:39 Rispondi

    @vittoria, ti ho letta, ti abbraccio fortissimo. Stare qui aiuta, quanto meno a relativizzare. Io non ho subito il tira e molla (pure io ero sposata, va detto) ma un abbandono orribile E dolorosissimo Che è il tradimento peggiore: cosa vuoi che sia, lo pensò davvero, una scopata (una, due, tre, non milioni) in confronto. Ma come te ho tutta la voglia e l’intenzione di riprendermi la vita, per intero! Resta con noi. Benvenuta!

  • Rosa, 3 Settembre 2020 @ 18:44 Rispondi

    Mi spiace che il mio intervento sia comparso qua,.perché sembra una risposta all’intervento di Vittoria, e sembra quasi voler sminuire quanto da lei scritto. In realtà volevo rispondere ben più su ad un intervento di Ellelle

  • Lia, 3 Settembre 2020 @ 19:39 Rispondi

    Sì l’avevo capito @Rosa e concordo con te. La maggior parte semplicemente non vuole rinunciare al pacchetto moglie più amante

  • Ariel, 3 Settembre 2020 @ 20:31 Rispondi

    @Rosa non preoccuparti cara in effetti è qui mi rivolgo a @CaroAlessandro ,esiste questo problema tecnico non so ma è pur vero che i commenti seguono un principio di collocazione di pagina totalmente diverso rispetto al “ Vecchio Blog” e cioè se ad esempio come capitato qui a @Rosa si omette di scrivere il nickname a chi si rivolge il commento ecco nascere il problema del equivoco

    Non so se puoi per favore guidarci dirci come tecnicamente dobbiamo inserire i commenti ,cioè come funziona adesso nel Nuova versione Blog questa comparsa che pare di difficile capire il nesso delle risposte a chi è a quale commento si riferiscono

    Non sempre è così ,ma resta vero che siamo disorientate cosa dobbiamo fare per ovviare a questo inconveniente?

    • alessandro pellizzari, 3 Settembre 2020 @ 20:50 Rispondi

      Adesso che sono finite le ferie i tecnici lo risolvono

  • maribel, 3 Settembre 2020 @ 20:54 Rispondi

    @VITA cara se tu stavi comunque bene, se pensi che il tuo matrimonio abbia portato tanto di buono e di bello nella tua vita fai bene a crederci… io invece mi rendo conto più passano i giorni che in me è rimasto tanto affetto ma anche tanto rancore per tante cose vissute. Niente di drammatico, ma credo di essere arrivata al capolinea. A malincuore lo scrivo, perchè mi sono impegnata tanto per avere una famiglia bella e serena. Ma oggi vedo meglio la realtà e mi sembra arrivato il momento di fare i conti con i famosi ” bisogni” irrisolti e con tutto quello che va ” spazzato” via

  • Oldplum, 3 Settembre 2020 @ 21:19 Rispondi

    Buonasera a tutte. Volevo salutarvi. Credo che per me sia tempo di lasciare la casa di Ale. È stata una casa accogliente in cui ho potuto trovare risposte, confrontarmi, arrabbiarmi, ridere insieme a tutte voi. Vi voglio bene.
    Mi sono resa conto che dentro di me c’e proprio la voglia di lasciarmi alle spalle questa esperienza da “amante” e che non sento più il bisogno o la voglia di parlarne.
    Mi sono risolta e sono felice.
    Ale diceva ci voleva di più. Io ho impiegato un paio di mesi a uscirne del tutto. Ce la si fa !
    Vi saluto tutte. Terrò d’occhio la pagina FB per le prossime presentazioni del libro e spero di conoscervi personalmente.
    Vi voglio bene.
    Vogliatevi bene.
    Grazie @ale. Sei stato prezioso. Non dimenticherò mai il tuo aiuto.

    • alessandro pellizzari, 3 Settembre 2020 @ 22:55 Rispondi

      Torna quando vuoi

  • Ariel, 3 Settembre 2020 @ 21:58 Rispondi

    Oh bene grazie ,ma quindi anche tu ti sei accorto di questo problema?
    Bene ad ogni problema esiste sicuro la soluzione!

  • elleelle, 3 Settembre 2020 @ 22:50 Rispondi

    @Vittoria
    Benvenuta nel gruppo delle amanti del narcisista! Qui narcisista covert, piacere di conoscerti. Sono storie devastanti.

    @Rosa @Lia
    Per il mio ex non ho considerato solo il suo comportamento con me, ma il suo modo di fare in generale e con altre persone a me molto vicine.
    Negli anni ho messo assieme tanti elementi, incluso il suo modo di esprimersi sui social e con me, che era estremamente particolare. Non entro in dettagli ma ho una preparazione specifica sull’uso del linguaggio e questo mi ha facilitato il compito.
    Un giorno mi disse che si sentiva sotto al microscopio e forse era proprio così, perché osservavo tutte le sue stranezze e contraddizioni.

  • elleelle, 3 Settembre 2020 @ 22:57 Rispondi

    @Rosa @Lia
    Quando parlo di patologico non intendo persone da rinchiudere, intendo comportamenti così irrispettosi nei confronti dell’altro che sono fuori da quello che noi concepiamo come normale.
    Per fare un esempio, il mio amico seriale è una persona normale: è un uomo che parla chiaro, che rispetta, non ti tortura, non ti illude, è stabile, molto intelligente, non ha alti e bassi di umore, niente tira e molla e non ha alcun problema di autostima. Lo conosco da 15 anni e non ho mai notato in lui alcuna caratteristica del narcisista, eppure vive tra moglie e un continuo di altre donne.
    Gli amanti descritti da tante di noi su questo forum sono dei bambini confronto a lui, a livello di comportamento. La loro abnormalità è evidente perché non hanno alcun rispetto per le donne che dicono di amare. Non sanno cosa siano né l’amore né l’amicizia.
    Il mio amico seriale sa cos’è l’amicizia e mi porta su un piatto d’argento. In 15 anni sono capitati in paio di malintesi subito risolti e mai ripetuti.
    Il mio ex negli ultimi mesi aveva fatto la malora. Gli avevo chiesto di evitare un comportamento che mi faceva stare particolarmente male e lui continuava imperterrito a rifarlo ogni due-tre settimane.
    Per me è chiaro chi è normale e chi no, l’amante non fa alcuna differenza.

    • alessandro pellizzari, 3 Settembre 2020 @ 23:41 Rispondi

      Il seriale vive nella menzogna

  • Ariel, 3 Settembre 2020 @ 23:08 Rispondi

    @Oldplum tesoro caro di Donna questo sei una Donna
    Di grande tutto e che dire mi manchi già ,ma capisco che è bello e giusto che segui il tuo volo libera davvero
    Sii soddisfatta di te stessa ormai Nuova vita
    E brindo con te in un prosit di ❤️ E chissà ch un giorno possa incontrarti per farti sentire il bene che da qui sento per te.

    Un caro abbraccione
    Sii,come ti ha scritto @Ale
    Torna quando vuoi

    Per ora restò qui perché semplicemente ci sto bene e grazie per ogni tuo scritto commento parola frammento di te che resta qui dentro impronta preziosa di te e della tua vita adesso Nuova!

    Bon Voyage ma trés chére Oldplum❤️

  • elleelle, 3 Settembre 2020 @ 23:09 Rispondi

    @Oldplum
    Mi spiace ma capisco e ti ringrazio per avermi detto tante cose che mi hanno fatto pensare e mi hanno aiutato a fare dei passi avanti che in un mese non avrei mai pensato di riuscire a fare.
    In bocca al lupo!!

  • Nina, 4 Settembre 2020 @ 00:12 Rispondi

    @oldplum ti capisco e ti ringrazio, credo sia fisiologico, mi mancherà la tua intelligenza, sei stupenda e ti voglio bene davvero!!!

  • Nina, 4 Settembre 2020 @ 00:15 Rispondi

    @vittoria eccomi, anche io sono del club! Non so, forse i patologici non sono così diffusi, eppure chi ne ha incontrato uno ha un disperato bisogno di condividere prima, e di aiutare le altre dopo. A volte @ariel appare esagerata, ma è fondamentale la sua presenza nel martellare tutte noi. Benvenuta!

  • elleelle, 4 Settembre 2020 @ 00:16 Rispondi

    @Alessandro
    È vero, non si può negare.
    Quello che intendevo io è che ho visto molta differenza di comportamento tra il mio amico e il mio ex, al di là dell’esistenza di una relazione extra-coniugale.
    Certi atteggiamenti si ripetono con tutti. Ad esempio il mio ex mollava di punto in bianco gli amici con cui collaborava e per certi versi li manipolava. Il mio amico no, è una persona molto corretta e affidabile.
    Chi ha una personalità strutturata non cambia perché ha l’amante.

  • Outlier, 4 Settembre 2020 @ 07:07 Rispondi

    @Old grazie per i tuoi pensieri, suggerimenti e le tue cazziate.
    Ci mancherai.
    Sii felice.
    Un abbraccio

  • Dispersa, 4 Settembre 2020 @ 07:33 Rispondi

    Concordo con te @Rosa…. Sicuramente tra i tanti ce ne sono di ‘problematici’, ma questi si distinguono perché si muovono così in tutti i campi della vita, il più sono semplici egoisti.

  • Key, 4 Settembre 2020 @ 08:23 Rispondi

    Cara @oldplum, che dire? mi dispiace che dovremo fare a meno dei tuoi interventi ma sono felice che tu stia bene. Le tue parole sono un incoraggiamento fortissimo e speranza. Grazie per le tue ultime parole di commiato e per tutte quelle prima! Ti abbraccio e a presto…ma solo per piacevoli chiacchiere tra signore libere, risolte e felici 🙂

  • cossora, 4 Settembre 2020 @ 08:51 Rispondi

    Ciao sister <3

  • Eli, 4 Settembre 2020 @ 09:17 Rispondi

    @Vittoria, benvenuta! interessante la tua testimonianza.
    @Rosa il mio ex aveva comportamenti “esagerati” anche pre scoperta della moglie, solo che io da ingenua innamorata li ho voluti vedere come gesti molto romantici, in realtà erano spesso poco rispettosi e troppo invadenti. Credo anche io che non siano tutti malati ma il mio qualche problemino lo aveva e l’ha confermato in seguito anche il suo psicoterapeuta… e tieni conto che lui non si riconosceva assolutamente nel ritratto che gli veniva fatto, anzi si indispettiva con lui. Ho saputo in seguito grazie alla mia terapia che è proprio un comportamento tipico il negare da parte di un manipolatore… lui non si riconosce così.
    @Oldplum mancherai tanto, io scrivo poco qui ma leggo e i tuoi interventi sono stati tra i più illuminanti per me e mi hanno aiutata molto. grazie

    • alessandro pellizzari, 4 Settembre 2020 @ 09:59 Rispondi

      troppi malati e troppi alibi per gente amorale egoista e bugiarda. I casi veri di malattia sono la minoranza, il resto è egoismo allo stato puro e uomini senza vergogna

  • Vita, 4 Settembre 2020 @ 09:19 Rispondi

    @oldplum carissima, ti ho appena incontrato e mi spiace sapere che te ne andrai perché se stata di grande aiuto, ho apprezzato i tuoi interventi, le tue riflessioni, i tuoi ammonimenti. Detto questo, Trovo giusto e sano che tu lasci questo spazio, ho pensato in questi giorni che verrà anche per me il giorno di lasciare, quando probabilmente sarò “guarita” del tutto. Un abbraccio. Buon viaggio.

    • alessandro pellizzari, 4 Settembre 2020 @ 10:00 Rispondi

      non escludo il ritorno

  • maribel, 4 Settembre 2020 @ 09:32 Rispondi

    @OLDPLUM mi dispiace solo di non conoscerti di persona! ma chi lo sa, la vita è lunga! un abbraccio, davvero!!!

  • lei, 4 Settembre 2020 @ 10:12 Rispondi

    Lia, Ellelle, Cossora, ma che ne so…

  • Vita, 4 Settembre 2020 @ 10:26 Rispondi

    @alessandro, sono d’accordo sia con te che con @rosa, credo che ricorrere alla malattia sia un alibi e che spesso si tratti semplicemente di vigliaccheria, egoismo, debolezza ingiustificabile. Credo anche, però, che la nostra “guarigione” passi attraverso “all’assoluzione” non solo di se stesse ma anche dell’altro per salvare, se è possibile, qualcosa di quanto si è vissuto. Io personalmente ho sofferto molto, il modo in cui mi ha lasciato, la sua totale assenza di premure nei miei confronti, è stato orribile ma, senza giustificarlo, non vorrei ugualmente “Buttar via l’acqua sporca con il bambino dentro.”: Non è buonismo. ogni caso è a se. Io non sono stata presa e mollata infinite volte, non ho subito angherie orribili (come tante altre qui) ho vissuto una storia clandestina, essendo consenziente e “consapevole”, e infine sono stata “tradita” (nella sua accezione più estesa) in modo oggettivamente terribile. Non è stato all’altezza, hai ragione tu, ma non credo fosse tutta una menzogna e comunque spero mi resti qualcosa, almeno un insegnamento. Si fa quello che si può e questo vale per tutti, non voglio diventare una persona rancorosa: la rabbia aiuta, almeno in una prima fase, ma poi io credo si debba lasciare andare anche quella.

  • Ariel, 4 Settembre 2020 @ 11:40 Rispondi

    Bonjour,
    Il ritorno di chi?

  • Vita, 4 Settembre 2020 @ 11:52 Rispondi

    @maribel cara, di cose buone ce ne sono tante certamente dopo 25 anni e 3 figli assieme. Forse io non sono semplicemente in grado di accettare che sia finita, forse invece c’è la possibilità di ripartire su basi diversi: recuperando un dialogo sincero e profondo, non solo basato sulle necessità quotidiane, mettendoci Entrambi in discussione. Lo scopriremo.

  • lei, 4 Settembre 2020 @ 12:14 Rispondi

    @outlier la regola che dovrebbe valere per tutti è non fare mai domande sull’intimità dei propri amanti. Come dice Alessandro, soprattutto gli uomini ci vanno a letto e come con le mogli. Un pò perchè gli va, un pò per tenere tranquilla la situazione.
    Siamo noi donne che diamo troppa importanza a questa cosa forse, e certamente immaginarmelo a letto con lei mi dà parecchio fastidio. Ma nel momento in cui si decide di restare in questa terra di mezzo, bisogna sopportare anche questo aspetto.
    Per quanto riguarda il fatto di amarmi o meno, io credo che sia sincero. Come posso affermare che è una persona facilmente manipolabile. Per la sua storia familiare e per carattere, ho compreso che ha bisogno di sentirsi indispensabile, riconosciuto nella sua figura di guida e roccia a cui appoggiarsi.
    Il fatto che abbia scelto una donna con un difficile passato alle spalle, che lo ha fatto sentire il suo “salvatore”, che si sia fatto carico dell’intera famiglia di lei (vivono tutti nella stessa villa) ne è la chiara dimostrazione. Il fatto che sia pronto a correre in soccorso di chiunque ne abbia bisogno, ne è ulteriore conferma.
    La sua doppiezza sta nell’essere forte e fragile allo stesso tempo. E’ così e non cambierà mai.

    • alessandro pellizzari, 4 Settembre 2020 @ 13:22 Rispondi

      Perché sopportare che lui vada a letto con la moglie? Voi quando siete innamorate non andate più a letto col marito

  • elleelle, 4 Settembre 2020 @ 12:41 Rispondi

    @Alessandro
    Capire che tutte le stranezze che avevo notato possono avere un nome mi è stato molto di aiuto perché mi ha permesso di capire che la colpa non era mia, che non ho mancanze fondamentali. Mi ha permesso di allontanarmi con la consapevolezza che con lui mi ero comportata al meglio fino all’ultimo pomeriggio della nostra relazione.
    Ci sono persone a cui puoi dare tutto l’amore che vuoi ma non basterà mai, che sanno di avere dei problemi a relazionarsi ma non accettano di cambiare, nemmeno con l’aiuto di uno psicologo. Fanno finta di ascoltarti ma in realtà non fanno alcun passo avanti e se non ti tiri fuori, verrai travolta.
    Il mio ex non lo scuso, anzi, l’ho punito nel modo peggiore. Aveva tutte le possibilità di comportarsi meglio e non lo ha fatto, deliberatamente. Che lui sia un narcisista o meno non cambia la realtà di quello che è successo, è solo un tassello in più. Se faticano gli psicologi a trattare un narcisista, cosa avrei potuto fare io se non annientarmi o fregarmene progressivamente di lui per mantenere la mia sanità mentale?
    Non è quello che vorrei da una relazione.

    • alessandro pellizzari, 4 Settembre 2020 @ 13:22 Rispondi

      La colpa non è mai vostra

  • Rosa, 4 Settembre 2020 @ 13:28 Rispondi

    ciao @old, buona vita, sìì felice.

  • elleelle, 4 Settembre 2020 @ 13:41 Rispondi

    @Alessandro
    Fai bene a ripetercelo sempre, perché la realtà è che questo uomini ci fanno sentire “mancanti”, piene di dubbi e di paure. È come una “dissonanza cognitiva”: ti dice una cosa, ma ne fa un’altra e ti sembra tutto così assurdo che perdi ogni punto di riferimento e cominci a chiederti se stai impazzendo.
    L’amore che ti viene professato ogni giorno, più volte al giorno, ti viene tolto nel giro di pochissimo tempo e tu vivi un vero e proprio trauma, che spesso si ripete perché tornano sempre se non glielo impedisci.
    È un grosso passo riuscire a non darsi la colpa e a non sminuirsi.
    Ancora adesso, a distanza di più di un mese, più volte a settimana mi dico che non valgo niente. Mi devo impuntare per togliermi questi pensiero e fare forza su quello che ho di bello attorno a me.
    Io ho avuto a che fare con lui per due anni di relazione, non oso pensare chi ha a che fare con lui da più tempo.

  • Dispersa, 4 Settembre 2020 @ 14:27 Rispondi

    @Vita belle le tue parole!! Anch’io la vedo come te…. Non lo voglio giustificare, ma ero consenziente…. Anche nei vari tira e molla!!
    Io l’ho amato e non voglio distruggerlo del tutto, so che a giorni alterni proverò un mix tra rabbia/delusione/nostalgia/amore/tenerezza e quel senso di ‘doveva andare così’!!
    In fondo credo mi abbia voluto bene, sicuramente me ne vuole ancora, ma non ero la sua priorità!!
    @Maribel devi fare quello che più ti fa star bene…. E se il tuo matrimonio è arrivato al capolinea ad un certo punto bisogna accettarlo e andare avanti con la propria vita…. Il ‘sacrificio’ non porta da nessuna parte!!

  • Ariel, 4 Settembre 2020 @ 14:30 Rispondi

    Infatti @Lei
    Perché sopporti che vada a letto con Un altra donna in questo caso sua moglie
    Ecco che metto in evidenza a caratteri cubitali che non uso qui per delicatezza e
    ,ma cara@Lei accettare che vada a letto con la moglie o fosse anche na altra donna amante ,pourquois pas?
    Cosa ne sai?

    Insomma il principio base è che accettare di condividere un aspetto così importante nella relazione tra due persone comunque sia il rapporto sessuale tra due persone resta comunque Aspetto mi viene da dire il più Importante
    Infatti perché le persone e soprattutto è uno dei MOTIVI per cui le Donne tradiscono poi i loro partner perché sono pochi gli uomini che veramente sanno a livello di conoscenza tutto ciò che significa sesso atto sessuale come è fatta una Donna a 360 gradi e cioè fisicamente e psicologicamente

    Tu pensa quanto è importante tutto questo
    Infatti tu stessa preferisci fare lo struzzo e cioè cercare di non pensarci
    Ma ti incoraggio a pensarci eccome che lui quando ti entra dentro è uscito da là……………

    Allora questo serve molto non per giudicare te o nessuno ,ma perché la azione sulla psiche emotiva nostra KAMBIA radicalmente a seconda delle parole lette o ascoltate che descrivono un fatto .

    Infatti pensiamo al Giornalismo di cronaca
    A seconda di come scrive un Giornalista un fatto cruento se sta sul evasivo senza scrivere particolari specifici accaduti nel fatto di cui informa la gente resta si colpita ,ma mica più di tanto ,

    Se invece descrive la scena come un fotoreporter magari pure con le foto dei bambini a pezzi saltati in aria
    Oh ,ma guarda un poco che la massa resta colpita GIUSTAMENTE COLPITA

    Perché il GIUSTAMENTE serve per poter SENTIRE LA PERCEZIONE CORRETTA OGGETTIVA DELLA REALTÀ CHE SI ACCETTA DI VIVERE

    Ergo,
    Fare la Struzza non serve a uscirne fuori vincenti verso amare se stesse
    Invece a volte fare LA STRONZA CHE MANDA AFFANCULOOOOOO I PROPI ABUSANTI DI CROCEROSSE addormentate nella descrizione generica dei fatti

    SERVE A TOGLIERSI DALLA DIPENDENZA!!!!

    Buone riflessioni
    Je t’aime come si usa dire in Francese rivolgendosi a amici cari !!!!!❤️

  • Dispersa, 4 Settembre 2020 @ 14:30 Rispondi

    Buona vita @Old!!

  • cossora, 4 Settembre 2020 @ 14:35 Rispondi

    No @lei.. ma che cagate leggo? Dopo anni di sentimento vero e condivisione devo farmi i problemi a fare le domande? Devo rispettare il decalogo dell’amante discreta? Non devo avere pretese e sorvolare sull’eventuale intimità ‘da catasto’ che ha con la moglie/marito?
    Ma di che razza di personcine parliamo? Quale essere umano ha tanto disprezzo per se stesso.. non dico da viverlo perchè la debolezza è cosa umana e chi ama a senso unico è più debole, ma affermarlo come il segreto per vivere -da amante- felici e contenti .. anche no.
    E’ ridicolo. Ma neanche la donna delle caverne.

  • maribel, 4 Settembre 2020 @ 14:39 Rispondi

    @vita te lo auguro di tutto cuore, 25 anni di matrimonio sono tantissimi in effetti!! ma i tuoi ragazzi sono già grandicelli o bambini? forse lo avevi scritto ma non ricordo più…
    @dispersa lo so, è che non sono più abituata a fare quello che fa stare bene me… e qui @ariel potrebbe scatenarsi, lo so!!!!!! ciao @ariel bella!!!

  • Whiterabbit, 4 Settembre 2020 @ 14:59 Rispondi

    @Oldplum, tante volte mi hai cazziata e altre mi hai incoraggiata. Grazie per tutte.
    Buona vita. ❤️

  • Stella2, 4 Settembre 2020 @ 15:52 Rispondi

    @Old non scrivo molto, ma leggo sempre il blog e i tuoi interventi mi mancheranno molto, perché mi hanno aiutata molte volte. Ti auguro di essere sempre felice e sono contenta per te che ti sei ritrovata e sei di esempio per tutte noi! Spero di conoscerti un giorno alle presentazioni di Ale magari, un abbraccio forte! Sei una guerriera 🙂

  • Lia, 4 Settembre 2020 @ 15:56 Rispondi

    @Oldplum, fatti vedere ogni tanto! Ciao!

  • dubbiosa, 4 Settembre 2020 @ 16:08 Rispondi

    Cara @elleelle le tue parole sembrano le mie.vi leggo e vi leggo cercando un po di conforto e vedere che non sono l unica a trovarmi il questa situazione mi rincuora…non sono evidentemente io a essere sbagliata e a dover cambiare a tutti i costi come mi dice sempre lui…3 anni insieme,lei scopre e il mio inferno. Lui mi molla dopo che fino al giorno stesso voleva un figlio con me e lei era ” inesistente” (parola sua). In più a distanza di un anno non solo non accetta di parlare di noi ma dice che io sono la più grande delusione della sua vita perché non ho capito il momento difficile che viveva e ho solo preteso.credetemi in un anno ne ho vista di ogni…ma io mi chiedo…e’ possibile davvero non conoscere la persona con cui si è vissuto in simbiosi per tre anni?lui è veramente questo? E’ un continuo farmi sentire inadatta,sbagliata, inutile e colpevole. Come uscirne? Il cds non riesco, non riesco a farlo…cedo sempre..con la speranza ogni volta di sbagliarmi io…

  • maribel, 4 Settembre 2020 @ 16:43 Rispondi

    @elleelle secondo me però un giro da uno psicologo per sfogarti e lasciare uscire tutto quello che hai dentro ti farebbe bene. scrivi benissimo, sei una donna molto decisa e sei molto lucida, ma lo psicologo trovo che sia una buona valvola di sfogo in certi momenti bui, intanto ti fa da “specchio” cioè ascolta senza dare giudizi, come se ci fosse lì un’altra te che ti ascolta e non ti fa nè la morale nè ti critica. poi rileggerebbe anche i tuoi comportamenti magari dandoti una chiave che vada un po’ oltre i concetti del narcisismo suo e del rapporto malato con la moglie. magari ti farebbe capire anche cose diverse di te stessa. te lo dico perchè a me sta facendo bene, anche se ovviamente siamo sempre noi a poi dover decidere. nessuno ti dice come fare o cosa fare o cosa succederà .

  • Vita, 4 Settembre 2020 @ 16:50 Rispondi

    @alessandro, non tutte. Io a letto con mio marito ci andavo. Sempre meno, forse, ma ci andavo. Non volevo rompere con lui e lo facevo, perché lui mi cercava e io non mi sentivo di negami. Volevo restare a casa, non volevo dichiarare la crisi… , L’ex sapeva. Ora lapidatemi!!! (Si fa per dire) sono peggio di un uomo? Me lo chiedo.

    • alessandro pellizzari, 4 Settembre 2020 @ 16:56 Rispondi

      Non tutte è ovvio. Ma 9 uomini contro due donne

  • Ariel, 4 Settembre 2020 @ 17:01 Rispondi

    @Dubbiosa
    Cara Dubbiosa fossi in te avrei sicuro una certezza senza alcun dubbio
    Hai sicuro bisogno di farti seguire da un terapeuta perché ovviamente sta naturale a volte quando si è vissuto veramente un abuso psicologico che Sto arrivando! Di Trauma vero occorre farsi aiutare
    Non preoccuparti che se ti fai seguire riesci a fare il Cds
    Occorre un supporto nei casi così come il tuo in cui sta evidente aver vissuto la dissonanza cognitiva essere sentirsi sconbussolati non riuscire più a capire cosa si sia vissuto

    NON È COLPA TUA!
    Se ti fai seguire da terapeuta ne esci fuori rinata
    Occorre tempo pian pianino respira se riesci grande e se riesci inizia a cercarti un terapeuta che tratti soprattutto le relazioni abusanti
    Un caro Abbraccio
    Questa è la tua certezza prenditi cura di te stessa ,ma non perché sei malata nooo
    Ma perché quando si soffre tanto è naturale avere un punto di riferimento terapeutico che aiuta nel fare il Cds

  • Vita, 4 Settembre 2020 @ 17:04 Rispondi

    @alessandro, lo sapeva e gli stava pure bene, prima molto bene, più avanti Un po’ meno. Comunque si, per taluni aspetti credo di ragionare come un uomo per altri sono decisamente una donna. È così dice anche l’esperto.

  • elleelle, 4 Settembre 2020 @ 17:12 Rispondi

    @Dubbiosa
    Certo che e’ possibile! Ti dico solo questo: dopo che mi ha tenuto in ballo per mesi, mi ha mentito, mi ha usato venendo a letto con me dopo avermi fatto regali ecc. per poi mollarmi, quando mi sono davvero ma davvero arrabbiata, mi ha detto che aveva fatto male a fidarsi di me!!!! Avrei una lunga lista di esempi ma non voglio annoiarti.
    Possono fare tutte queste cose e se cerchi di fargli capire che ti fanno star male e vorresti che si comportassero in modo diverso, se ne fregano e continuano imperterriti. Prova a immaginare come sono in casa, come deve essere difficile la loro presenza costante!
    Se posso darti un consiglio, segui quello che dice @Alessandro e non contattarlo piu’. E’ l’unico modo per liberarti di lui.
    La psicologa e tutte qui sul forum mi avevano detto di non contattarlo piu’ ma lui aveva fatto un orbiting cosi’ pesante che mi aveva fatto crollare. Faccio fatica a ricordare la pressione a cui mi aveva sottoposta in quei giorni, con post che poi descriveva con uno “stavo scherzando” o “non era fatto in modo intenzionale”, cosi’ tu pensi di aver perso la ragione perche’ hai interpretato male.
    Nel momento in cui lui ti accusa delle sue colpe, della sua indecisione, della sua mancanza di rispetto, sai che questa persona e’ nociva per te e devi riprendere in mano la tua vita. Incolpa te perche’ non e’ in grado di accettare i suoi errori e fare un esame di coscienza per migliorare.
    Non e’ facile, lo so benissimo, ma non hai scelta, secondo me.

  • elleelle, 4 Settembre 2020 @ 17:17 Rispondi

    @maribel
    C’ero andata qualche mese fa pre-covid e ho gia’ un appuntamento nei prossimi giorni.
    Ho intenzione di parlarle di tante cose, in modo da capire anche cosa c’e’ dentro di me perche comunque ci sono cose che devo cambiare e altre che devo accettare.

  • Outlier, 4 Settembre 2020 @ 17:24 Rispondi

    @Dubbiosa benvenuta.
    Direi che anche il tuo è un dell’esemplare considerando che voleva pure un figlio con te. Assurdo.
    Il cds lo devi sentire dentro. Non viene automatico perché non riesci a credere ancora che persona si è rivelato e tu non sei arrivata al limite dell’esasperazione per metterlo in pratica.
    Inizia con il non contattarlo (se lo fai). C’è un articolo di Alessandro molto utile che parla del fatto di controllare le email, per esempio, per vedere se ha scritto e farlo sempre meno. Leggilo, ti aiuterà.
    Per il resto cara, è un grandissimo cialtrone. Ok, è stato scoperto ma come può dirti che non hai capito il momento se voleva un figlio da te? Non è pensabile una cosa del genere!

  • Dispersa, 4 Settembre 2020 @ 17:56 Rispondi

    @Dubbiosa non sei sbagliata!!
    Sai cosa? Ora lui riversa tutta la sua delusione, non di te ma del caos che lui ha creato a casa, su di te!
    Non essere speranzosa, non c’è più nulla da sperare, ma c’è solo da imparare…. Ritrova la tua libertà!!

  • Dispersa, 4 Settembre 2020 @ 18:16 Rispondi

    Ahh Ahh @Vita…. Tranquilla non sei l’unica!!
    Anch’io ci andavo anche se in realtà, il molto meno è iniziato a luglio quando ho chiuso definitivamente con lui…. È una cosa che devo capire….

  • Ariel, 4 Settembre 2020 @ 18:48 Rispondi

    @Vita lo sai che hanno studiato questo comportamento femminile del non negarsi che richiama alla memoria il così detto dal Popolo sociale religioso
    Il DOVER CONIUGALE

    A me scusate mi pare na cazzata enorme
    Nel senso che ovviamente se uno o una ci sta male si separa esiste la separazione che prima di essere legale è fattuale e cioè PARLARE CHIARO ,ma possibile dico che si resti COSÌ TANTO CONDIZIONATI DA QUESTO BENEDETTO SESSO??????

    E cioè pare che in realtà il meccanismo psicologico che scatta nelle Donne a causa di tutta sta serie di vox populi e paesini e chiesine eccc.
    Che Assolvere ai così definiti DOVERI CONIUGALI faccia MALISSIMO ALLA PROPRIA SALUTE PSICOFISICA

    Quando ho sentito alla radio questa notizia ho riso e ho pensato hanno scoperto l’acqua calda!!!

    Ma mi pare così evidente che stare col piede in due scarpe a lungo sia DELETERIO PER LA PERSONA e tutto l’entourage

    Perché PARLIAMO DI ADULTI e allora lo vogliamo ricordare che la principale trasmissione della aReale situazione emotiva di chiunque passa per la Comunicazione NON VERBALE E SOPRATTUTTO COL SESSO che resta LA MAX espressione di ciò che si vive e si sente.

    Allora qui come al solito NON SI PARLA AFFATTO DI MORALE,ma semplicemente di tutta sta roba che NON FUNZIONA MAIIIII

    Se uno o una ci sta male nella coppia DEVE DIRLO CHIARO E TONDO
    CIÒ LA AMANTE PERCHÉ ECC.ECC.

    Quanti Kasino di meno ci sarebbero nelle persone nelle relazioni tutte se si studiasse meglio e di più
    Insomma i meccanismi base del come si funzioni ormai dovremmo conoscerli

    E invece purtroppo no
    Si Sto arrivando! Tutti fare social sapere come funziona il frullatore lo smartphone il cavolo di Twitter Facebook per cuccaggio telazioni a stecca on line

    Scusate lo sfogo ,ma a volte scappa la pazienza a leggere certe cose ,
    Non vi scappa mai la pazienza?!!!
    Vabbè mi raccomando che nessuno si offenda perché riguarda tutti
    Vado ad attaccarmi alla bottiglia
    Almeno un petit verre
    Et prosit
    Il meglio deve ancora venire

    Infatti sto ancora aspettando delle risposte
    Ah ah ah
    Forza gente studiate e moltiplicatevi nei libri !,,

  • dubbiosa, 4 Settembre 2020 @ 19:17 Rispondi

    @ariel hai ragione,io ne sono consapevole..pero non riesco ad accettare di essermi sbagliata in questo modo..inaccettabile per me..ha mentito 3 anni?ha finto? Ma.cavolo,sono cosi scema da non accorgermi??anche ora…gli sto dicendo in mille modi di dirmi cosa vuole…che sono disposta a sparire,a provare a ricostruire la mia vita senza di lui però mi deve aiutare…deve essere onesto e dirmi che non esisto più per lui…ma non riesce ad essere onesto,a dirmi di sparire..perche mi fa stare male così?dovrebbe volermi almeno bene dopo tutto…..perché non riesce ad essere onesto nemmeno ora?eppure ero la persona più importante della sua vita,la sua vita come diceva.

  • Vita, 4 Settembre 2020 @ 19:25 Rispondi

    @elleelle mi dispiace sentirti così tormentata, sapere che metti in discussione il tuo valore, cosa che non dovresti. Ho anche la sensazione che tu di senta in colpa per come hai chiuso, non perché lui non lo meritasse, anzi, ma perché non riconosci come tuoi quei comportamenti. Penso anche io, come @maribel, che parlarne con uno psicologo ti aiuterebbe, troveresti forse la definitiva conferma alle tue conclusioni e ti darebbe un po’ di pace. Perché lo escludi?

  • Ariel, 5 Settembre 2020 @ 00:56 Rispondi

    @Dubbiosa cara non dicevo a te in particolare ,ma tu tesoroncaro davvero hai bisogno di farti aiutare perché mi Sto arrivando! Proprio che hai vissuto una brutta relazione con un uomo manipolativo brutto forse Narcisista e comunque negativo significa che appunto rende la Donna destabilizzata apposta la fa venire scema nel senso appunto che prima ti fa capire in mille modi che si la sua vita e poi come niente fosse te la toglie per poi magari tornare a fare le solite cazzate del tira e molla della carota e bastone
    Cara @Dubbiosa sicuro base farai un percorso terapeutico ti aiuta tanto proprio a trovare le risposte che cerchi e riuscire a superare le crisi di sofferenza nelmfare il Cds.

    Quindi Cara abbi cura di te e non ti angustiare che ci siamo passate in tante e però siamomriuscite a ribnascere nella nuova vita.

  • elleelle, 5 Settembre 2020 @ 07:01 Rispondi

    @Dubbiosa
    Sono le domande che ci facciamo tutte e l’unica risposta viene da noi stesse. Non devi aspettare che decida lui, lo devi fare tu. Se vedi che lui ti tratta male, che non decide e che dimostra di non volerti bene davvero, devi essere tu a lasciarlo.
    Devi pensare: chi ti dice che vuole un figlio da te e poi scompare? Chi torna e ti dà la colpa?
    Questo non è un uomo che ti vuole bene, nel discorso “amore” non entriamoci nemmeno.

  • dubbiosa, 5 Settembre 2020 @ 07:11 Rispondi

    @elleelle mi spiace per quello che stai vivendo .io sono nella identica situazione. Ho momenti di estrema lucidità in cui mi rendo conto di tutto,analizzo i dettagli e mille cose..capisco,e lo e lo rifiuto, mi fa schifo per tutto quello che mi ha fatto. Poi arriva in ufficio,mi guarda come un disperato,mi porta il caffè,mi chiede consigli lavorativi e mi guarda in un modo particolare,mi saluta 100 volte prima di andarsene e mi riosserva.mi riuscire. Io ho 35 anni, mi ha rubato tanti anni preziosi, che non torneranno più.. a questo devo pensare…devo riprendermi la mia vita e riuscire a vivere senza di lui, proprio come ha fatto. Non scoraggiamoci,riusciremo ad alzarci anche se ora sembra impossibile.

    • alessandro pellizzari, 5 Settembre 2020 @ 07:44 Rispondi

      È un cialtrone che fa orbiting sfruttando la professione. Zero professionalità

  • elleelle, 5 Settembre 2020 @ 07:11 Rispondi

    @ Vita
    Ieri ho visto due messaggi che avevo preparato per il mio ex e che non gli avevo mai mandato, per non essere troppo dura con lui e non farlo star male/arrabbiare. Avevo capito tutto di quello che stava facendo e non era la prima volta che il mio istinto mi diceva di allontanarmi. Non avendo ascoltato il mio istinto, ho accumulato tutta la pressione a cui ero sottoposta e alla fine sono esplosa.
    È vero, faccio fatica ad accettare com’è finita perché non avevo mai fatto niente di simile in tutta la mia vita. Non mi dispiace per loro, mi dispiace perché continuo a sentirmi inutile io, mentre chi ha creato questa situazione è lui.
    È difficile spiegare agli altri e se stessa quanto hanno inciso i mesi di presa in giro che mi ha fatto vivere e la sconforto nel capire che per lui non ero un essere umano con dei sentimenti.
    Devo imparare ad ascoltare me stessa al momento giusto, senza la paura di fare una brutta figura o di perdere chissà che cosa. Essere “ben educate” nei confronti degli altri non serve a niente se gli si dà un lasciapassare per trattarti male.
    Queste cose le so tutte ma non le faccio. È qui che spero che la psicologa possa aiutarmi.

  • dubbiosa, 5 Settembre 2020 @ 07:46 Rispondi

    @elleelle lui ha deciso.deciso di stare con lei. Non lo ammette. Dice di non stare con me perche non cambio,perché non l ho capito,perché non gli sono stata vicina dopo che lei l ha scoperto. Ma.dice che non la.ama e dopo la scoperta di lei non è cambiato niente nei suoi sentimenti verso di lei. Dice che sono io il problema,per questo non vuole stare con me,senza avere il coraggio di ammettere che ha scelto lei. Molto contorto e questo mi ha fatto impazzire. Non ha le palle!

    • alessandro pellizzari, 5 Settembre 2020 @ 11:08 Rispondi

      Esatto

  • dubbiosa, 5 Settembre 2020 @ 07:55 Rispondi

    @elleelle devi pensare che sei stata sempre corretta nei suoi confronti,che non puoi incolparti di nulla. Purtroppo è vero che quando un uomo è impegnato sceglierà sempre o quasi la famiglia..quando tutto rosa e fiori siamo splendide e uniche poi nel momento di difficoltà vero non esita a calpestarci. Ci portano a fare cose ed assumere comportamenti che non ci appartengono, ci portano ad essere persone che non eravamo…Devi dedicarti a te stessa e ritrovarti, difficile lo so,lo e’ anche per me,i momenti di sconforto e disperazione ci sono sempre,ogni attimo della giornata ma devi anzi dobbiamo imparare a conviverci,accettarli e sperare di prendere in mano la nostra vita. Dobbiamo evitare di farci domande,perché loro non sono come noi.sicuramente non sono sul divano a tormentarsi,tutt altro, non si rendono conto di quello che ci hanno fatto e del dolore che hanno causato. Sono esperienze traumatizzanti e se non le si vive non ci si crede.ma l importante uscirne.

  • Dispersa, 5 Settembre 2020 @ 08:07 Rispondi

    @Dubbiosa a te sembra un uomo disperato, che ti porta il caffè e ti chiede consigli lavorativi e che ti saluta cento volte…. In realtà i suoi occhi disperati sono ‘come faccio a farle rifare l’ amante?’, il caffè non gli costa nulla, i consigli magari non li piglia in considerazione e ti saluta così perché vuole la tua attenzione…. Tesoro quel ‘tu non puoi capire’ lo abbiamo sentito in tante qua…. Tu non potrai capirlo, ma nemmeno lui capisce quanto male ti fa. Siamo uno a uno, vero?
    Sai cosa? Lavorate assieme, e mentre tu ti rodi e ti tormenti con mille ipotesi, lui semplicemente fa il suo gioco con sforzo pari zero!!

  • Vita, 5 Settembre 2020 @ 08:27 Rispondi

    @elleelle capisco quello che scrivi rispetto all’essere “educate” ma forse non c’entra l’educazione, forse si tratta di correttezza, di etica, del desiderio di non tradire se stessi, assumendo comportamenti che noi stesse disapproviamo. Ti racconto questo: dal momento in cui ha confessato tutto (ma proprio tutto), mi ha comunicato con un messaggio di una freddezza imbarazzante che sarebbe rimasto in famiglia e mi ha intimato di rispettare la sua scelta, io ho cancellato il suo numero di telefono e sono sparita, e lui anche ovviamente. Dopo due mesi di silenzio totale a luglio ho chiesto attraverso un suo amico di avere un confronto. È stato lì che mi disse Per la prima volta di avere PAZIENZA, che ne avevo avuta moltissima, ma prima o poi ci saremmo parlati. Ecco, la pazienza forse è una questione di educazione. Ma io non sono stata Paziente, e nella mia ultima lettera glielo ho scritto. Io non sono paziente e lui dovrebbe saperlo. È stato orgoglio, dignità, rispetto delle sue scelte, sebbene lui non ne abbia avuto alcuno per me. Forse, elleelle, vinta dalla rabbia e dal dolore, hai semplicemente avuto un comportamento nel quale non ti riconosci e ne soffri, è capitato anche a me, perché la cosa peggiore effettivamente è tradire se stessi. Ma capita e bisogna sapersi perdonare. Capirlo, è un buon inizio perché non accada nuovamente. Forse può essere così?

  • Vita, 5 Settembre 2020 @ 08:42 Rispondi

    Cara @dispersa forse non dovresti stupirtene. Io credo che il sesso con mio marito fosse un “risarcimento” per quello che io mi concedevo con il mio ex. È terribile, lo capisco, ma temo che sia così. Se non avessi fatto sesso con lui, sarebbe stato più facile negarlo anche a mio marito, e questo vale anche in risposta a @ariel. Aggiungo: Non si tratta di adempiere ai DOVERI CONIUGALI, non solo almeno nel mio caso, ma di avere la consapevolezza che il sesso E il desiderio sono parti importanti e distintive di una relazione d’amore e sottrarsi è una dichiarazione ufficiale di crisi. Io non sono mai stata pronta ad aprire quella crisi, ad esplicitarla e quindi ho evitato che l’aprisse lui, facendomi domande scomode a cui non volevo rispondere. L’ex, con sua moglie non aveva nessun rapporto, non per me, ma perché il loro, da molti anni, era un matrimonio “bianco” (@alessandro io e lui siamo fuori statistica evidentemente: forse “malati” entrambi 🙂 ) ed è la ragione per cui non mi sono mai troppo preoccupata che lei potesse fare un casino: pensavo che le interessasse altro e non avrebbe mai detto nulla, coerentemente con le sue scelte. Credevo si dicesse: a me la casa, il marito, i soldi, la reputazione (lei quando ha saputo ha parlato di reputazione) all’altra l’amore, il sesso, l’intimita. Ma mi sbagliavo. Avevo fatto male i calcoli perché la “coerenza” (se vogliamo chiamarla così) non è di tutti.

  • Vita, 5 Settembre 2020 @ 10:46 Rispondi

    Aggiungo, e spero che @alessandro mi perdoni, che io personalmente ho sempre cercato di esserlo coerente e consapevole, anche se pare assurdo detto da chi ha vissuto così a lungo con due piedi in una scarpa. È il motivo per cui io non mi sento una vittima: io sapevo che stavo “giocando” con il fuoco ma sono stata così presuntuosa da pensare che io non mi sarei bruciata. Ciò che credevo valesse per sua moglie, in fondo, era ciò che IO credevo possibile, se pure per ragioni diverse (per affetto e amore della mia famiglia e delle mie radici, della mia storia e del mio vissuto): un compromesso, un equilibrio (strampalato, certo) che non facesse soffrire nessuno. E ci ho lavorato per anni con il mio psicologo. Ma non era così. E cio che nessuno di noi poteva immaginare, il Covid e il conseguente lockdown mi hanno fatto aprire gli occhi: è stato in quel momento che le mie certezze hanno iniziato a vacillare e io ho capito che senza di lui l’equilibrio vacillava e non riuscivo a star bene nemmeno in casa, allora ho iniziato a domandarmi se era il momento di fare una scelta. Io credo che a lui sia successo esattamente l’opposto: abbia compreso cioè che il suo posto era lì, e la sua identità dipendesse dalla sua famiglia assai più che da me.
    Credevo di non fa soffrire nessuno e ho fatto del male a me stessa (e io prego di non farne ad altri: mio marito e i miei figli in primis). Ma è giusto così. I conti tornano sempre, o quasi, e si pagano. E va bene così. Se si gioca con il fuoco, ci si brucia, se si è particolarmente presuntuosi si può persino finire in cenere.

  • elleelle, 5 Settembre 2020 @ 11:08 Rispondi

    @Dubbiosa
    Il tuo ragionamento è giusto, hai 35 anni e lui ti ha già fatto perdere tanto tempo. Io di anni ne ho molti di più e non è facile rifarsi una vita.
    Tu puoi e devi farlo. Esci con le tue amiche, cerca di conoscere gente nuova e di distrarti. Ti devi voler bene, è un grande favore che fai a te stessa, pensala in questo modo e tira fuori tutte le energie che hai!

  • Vita, 5 Settembre 2020 @ 11:19 Rispondi

    Si, @dubbiosa, ha ragione @elleelle alla tua età non si può rinunciare a un amore vero, totale, esclusivo. Non si può. L’ho già scritto una volta qui: c’è tempo per i compromessi, per la disillusione e il cinismo. E a dirtela tutta, io che di anni ne ho oltre dieci di più, non mi rassegno a quella roba lì. Fatti forza! Riprenditi la tua vita.

  • dubbiosa, 5 Settembre 2020 @ 11:20 Rispondi

    @elleelle così difficile,quasi impossibile.

  • elleelle, 5 Settembre 2020 @ 12:26 Rispondi

    Grazie a tutte per i vostri commenti, per quanto riguarda me avete ragione, lo so e ci devo lavorare sopra. Dovrei anche cercare di vedermi in una luce migliore, magari.

    @Dubbiosa
    Se per lui il problema sei tu, non sarebbe felice neanche se scegliesse di stare con te, perché ogni difficoltà ti cadrebbe addosso, a torto o a ragione. Diventeresti quella per cui ha lasciato la moglie, commettendo chissà che errore.
    Tutte sappiamo come ci si sente quando comincia una relazione normale e che ci devono essere certi presupposti per cominciare con il piede giusto.

  • dubbiosa, 5 Settembre 2020 @ 12:37 Rispondi

    @vita lo so ma io ci ho riposto la vita in lui.tutto. e non so come uscirne…

  • Rosa, 5 Settembre 2020 @ 13:43 Rispondi

    @Vita, anche io non mi sento vittima. Nessuna promessa non mantenuta. Con lui, una volta appurato che non avrebbe mai lasciato ( io sì, alla seconda volta che abbiamo ripreso dopo una pausa di 10 anni e i figli grandi) ho usato il termine compromesso. Mi sarei fatta andar bene viverla così, in parallelo. Ma avrei voluto viverla! invece lui arrettrava e sotttaeva sempre più.
    Il lockdown a me è servito per constatare che potevo benissimo farcela senza di lui. Perché di fatto era ciò che già stavo facendo.
    Ho avuto il bisogno di formalizzare con una telefonata tutti i miei pensieri ho dovuto dirgli cosa pensavo dei suoi impegni e delle sue mancanze, dopodichè ho chiuso dentro di me definitivamente.
    Lui è un pò smarrito ora che hs capito che non è come al solito, che questa volta può fare ciò che vuole ma non mi riacciuffa.
    Tanti anni per me, troppi. Ho vissuto momenti bellissimi con lui e proprio per non rovinare almeno quelli è stato necessario per me fermsrmi e metterci un punto.

  • Rosa, 5 Settembre 2020 @ 13:47 Rispondi

    @Dubbiosa hai solo 35 anni! Puoi ancora fare tutto.
    Devi solo liberarti di qursto peso morto che ti porti da troppo tempo sul groppone.
    Finchè ci sarà lui nella tua vita non avrai spazio per nessun altro.
    Su dai, scrollatelo di dosso e riprendi a vivere.

  • Vita, 5 Settembre 2020 @ 16:23 Rispondi

    @rosa, una pausa di 10 anni? Davvero “certi amori fanno dei giri immensi e poi ritornano”… ti invidio comunque perché sentire che una cosa è compiuta è chiusa e avere il coraggio di ammetterlo credo dia grande serenità e restituisca libertà. Aver subito la fine, come atto necessario, conseguente alla scoperta della moglie, mi rende più complicato accettare tanto più perché sono una decisionista che vuole sempre avere la cloche in mano. Forse la vita mi ha voluto dire qualcosa…

  • Vita, 5 Settembre 2020 @ 16:41 Rispondi

    @dubbiosa, io ci credo che tu abbia il cuore a pezzi, lo ami e lo vuoi, ma prova essere razionale. Le statistiche parlano chiaro e, se i numeri non ti piacciono, leggi questo blog. Le storie sono tutte molto simili, i finali si somigliano e si portano dietro una scia di dolore, spesso proporzionale alla durata del rapporto. Ma c’è di più. Io sono stata amante e amata (essendo sposata) dopo essere stata moglie felice per tanti anni e madre di tre splendidi ragazzi: questa esperienza, che pure non rinnego (perché ho amato e parecchio) mi ha generato un dolore che non conoscevo ma grazie a Dio è arrivata dopo e non ha compromesso la possibilità di scelte esistenziali importanti (come avere dei figli) e la meravigliosa esperienza di essere amati E ricambiati, condividendo un progetto di vita. Dammi retta: non toglierti questa opportunità, di questo si, potresti pentirti Per il resto dei tuoi anni. prima o poi, senza minimizzare, il tuo dolore passerà. Credimi. Prova a disintossicarti. È una droga. Lo sai anche tu che ti fa male. Ti abbraccio forte.

  • elleelle, 5 Settembre 2020 @ 16:41 Rispondi

    @Dubbiosa
    Vedi che tutte siamo d’accordo sul fatto che hai ancora tutta la vita davanti a te?
    Forza, davvero. Immagina la tua vita senza di lui: sarai di nuovo te stessa!! Anche se ci vorra’ tempo, ne vale sicuramente la pena. Non rinunciare, non pensare che gli hai dedicato la tua vita perche’ se non veramente non ne esci piu’. Pensa che ti sei resa conto di che uomo e’ in realta’ e fatti molti complimenti, comunque. Hai capito, stai pensando a come uscirne, e’ gia’ un grosso passo.
    Devi essere consapevole che sara’ molto difficile ma che pian piano supererai questi momenti.
    Hai letto le cose che ho scritto su di me, sai che non sono di certo contenta e su di morale. Pero’ mi stanno uscendo i meccanismi di protezione che passano anche attraverso una buona dose di disprezzo.
    Oggi il mio ex e’ tornato su FB, me lo ha detto un’amica. Ha scritto le solite cose criptiche, un gestaccio accompagnato da una cassa da morto, una foto profilo in cui dichiara la sua misantropia, il suo modo di scrivere balordo.
    E sai una cosa? Nonostante tutto il male che sento ancora, mi ha dato una senzazione di noia enorme. Questo suo copione e’ sfiancante, non voglio essere in nessun modo ne’ una spettatrice ne’ l’obiettivo del suo disagio. Per le prima votla mi sono detta “E’ un poveretto, bloccalo!”.
    Pensa che ci arriverai anche tu, spero molto in fretta.

  • Vita, 5 Settembre 2020 @ 16:50 Rispondi

    @dubbiosa, io però non ho capito una cosa. Dopo che un anno fa la moglie vi ha scoperto e vi siete lasciati cosa è successo? Siete tornati insieme ma lui ti maltratta? O non state più insieme?

  • dubbiosa, 5 Settembre 2020 @ 17:37 Rispondi

    Ma secondo lei loro si rendono conto del male che ci fanno?io penso che lui se ne sbatta altamente e gli faccia comodo fingere di non capire quello che hanno fatto non solo alla moglie ma a noi. Riducono uno straccio da calpestare quando fino alla famigerata scoperta esistevano solo noi.

  • elleelle, 5 Settembre 2020 @ 18:49 Rispondi

    @Dubbiosa
    Secondo me siamo metà e metà. Ci sono gli uomini che se ne rendono conto e quelli che, a detta degli psicologi, non riescono ad immedesimarsi nella sofferenza altrui perché hanno personalità fortemente disturbate.
    Io non li assolvo in nessun caso perché a molti di questi uomini è stato detto da noi che ci stavano facendo del male. Bastava ascoltare e lasciarci stare. Nel momento in cui non l’hanno fatto, cade ogni giustificazione.

    • alessandro pellizzari, 6 Settembre 2020 @ 08:02 Rispondi

      I malati veri sono pochi i tanti sono egoisti amorali non diamo alibi a chi non se lo merita. Se tutte le persone Che hanno avuto un’infanzia difficile fossero legittimate a rapinare le banche avremmo le banche vuote

  • Rosa, 5 Settembre 2020 @ 21:12 Rispondi

    Si @Vita, avevo raccontato qui la mia storia.
    Ne ero uscita una prima volta con le unghie ed i denti (all’epoca figli piccoli entrambi, non ce l’abbiamo fatta) ho persino cambiato posto di lavoro.
    Per poi dopo 10 anni ad una rimpatriata tra colleghi (certa di esser “guarita”) abbiamo ripreso a sentirci e poi a vederci e poi.
    Ho ripreso perché ho creduto che era la nostra volta per esser felici. L’ho visto così convinto che ho pensato che saremmo stati insieme.
    Ci ho messo ancora qualche anno per realizzare che era solo tutto nella mia mente.
    Ora non ci sono più i figli ma i nipoti e prima dei nipoti la mancanza di coraggio o il non amare abbastanza, non ti so dire. A questo punto ormai non mi interessa nemmeno più metterci un’etichetta.
    @Vita tu dici che io ho scelto. Ho scelto di smettere di mortificarmi di fronte alle sue scuse per non vederci ,al suo tempo sempre più scarso nonostante la pensione ,al suo egoismo.
    Ho scelto perché lui non ha nemmeno avuto il coraggio di lasciarmi.

    • alessandro pellizzari, 6 Settembre 2020 @ 08:06 Rispondi

      In attesa dei pronipoti

  • elleelle, 6 Settembre 2020 @ 10:42 Rispondi

    @Alessandro
    Per questo ho scritto che non li assolvo in nessun caso. Al mio ex ho spiegato molto spesso come mi sentivo e gli ho chiesto chiaramente di comportarsi meglio e di non prendermi in giro. Se ne è fregato in pieno, lo dimostrano anche gli ultimi eventi sui social.
    A questo punto può anche essere un narcisista, non mi interessa, è una persona ignobile e basta. Nessuna scusa per lui, se ha dei problemi seri può chiedere aiuto a uno psicologo.

  • Mary, 6 Settembre 2020 @ 15:46 Rispondi

    @dubbiosa ma assolutamente no, l’amante è una scelta consequenziale alla moglie, tradiscono nel terrore di essere scoperti. Non c’è sentimento verso l’amante, c’è emozione ma non sentimento. Anche se mentono alla moglie non sono nello stesso piano. Per la moglie c’è sentimento (anche se non leva l’egoismo), per l’amante no. Quindi possono pensare al male fatto alla moglie, ma non a quello fatto all’amante.

  • elleelle, 6 Settembre 2020 @ 15:54 Rispondi

    @Mary
    Sei troppo buona, io direi che moltissimi uomini che tradiscono non amano affatto la moglie. Se ami davvero non tradisci, perché sei consapevole del male che puoi fare.
    In caso di matrimoni traballanti da anni e di relazioni extraconiugali protratte nel tempo, anche la moglie molto probabilmente non è più innamorata. La frase “ti ho dato per scontato” è solo una scusa per non dire “di te non me ne fregava più niente, ma adesso che rischio di perdere la vita a cui sono abituata, te la racconto un po’ e ti recupero”.
    Un matrimonio che non funziona non è colpa di uno solo dei coniugi, è colpa di entrambi. Poi c’è chi è più bravo a fare finta di niente e chi meno.

    • alessandro pellizzari, 6 Settembre 2020 @ 17:24 Rispondi

      Esattamente

  • Mary, 6 Settembre 2020 @ 22:06 Rispondi

    @elleelle io ho parlato di sentimento, non di amore. Non credo si possa generalizzare come le “amanti” non sono tutte uguali. Il sentimento è qualcosa che dura a lungo, l’emozione è una farfalla che vola via. Sarebbe inumano non provare sentimento per una persona a cui si è vicino da 10, 20, 30 anni, sarebbe un mostro, non una persona. Tu potevi non saperlo all’inizio che la storia con la moglie era ancora pienamente in corso, per una valanga di balle dette, e il cervello che va un fumo come capita quando una persona ci piace. Ma oggi credo tu ne abbia preso coscienza se sei qui, anche se non conosco nel dettaglio la tua storia. So che è una cosa dura da accettare, che fa male, ma va affrontata per capire davvero a cosa si è stati dentro, senza colpe che non servono a niente. L’amore si fa in due, si vuole in due, e fa stare bene, rende persone migliori, non fa soffrire, non ti fa trovare con l’autostima sotto terra, percui nessuna di noi può dire di aver vissuto un amore. Spesso, ora generalizzo un po’ ma si tratta sempre di situazioni singolari che andrebbe vagliate una ad una, ci sono le basi per un innamoramento, che nasce dall’emozione, ma che ha un corso naturale e una fine piuttosto breve (in genere si parla di 6 mesi, 1 anno), e che abbia una fine è qualcosa di positivo, proprio per quello stato che ci produce nel cervello (non lo dico io, ci han fatto studi quelli bravi). In queste relazioni viene richiesto di fermare quella parte, di metterla in stallo. Succede tutte le volte che vengono dette menzogne come “stai lì che risolvo dopo…” a fantasia mettici quel che vuoi, e questo non fa bene. Sembra “bello” il prolungamento ma non è salutare per lo svolgimento della vita. Siamo animali. Strutturati per riprodurci come molti altri. Poi abbiamo incasinato tutto ma il nostro innamoramento in origine servirebbe per farci andare in calore e consentire la riproduzione. L’amore invece servirebbe alla cura e alla crescita sana della prole. A volte penso ci insegnino tante baggianate a scuola, con quelle favole che ci leggono poi… basterebbe insegnare cosa siamo come ci spiegano la vita di una volpe, o di una cinciallegra. Che possano avvenire cambiamenti, in noi donne, quando ci concentriamo sulla prole non lo trovo così strano. Ci mancherebbe che sfarfalliamo dimenticandoci del cucciolo. Anche negli animali che non sono monogami il maschio nel periodo della crescita della prole mica va altrove, sta lì e aiuta. Cosa sono le amanti? Un pezzo di qualcosa che è andato contronatura. So che ci si racconta che lui almeno ci ha voleva bene, e cose del genere, perchè l’idea di aver avuto dentro di se uno per quel che è fa vomitare, e non si può tornare indietro. Se si riesce a chiudere tenendosi questa idea non lo critico, se fa stare bene, se fa proseguire nella vita va bene. Ma non ricercateli mai, non rispondere se vi cercano ancora. Io ci ho visto fino in fondo, e credimi che quello che ho visto mi ha veramente sconvolto. Le amanti sono come le puttane dei casini nei tempi del fascismo, quella è la funzione per loro. Non provano niente come lo crediamo noi, per questo riescono a dire menzogne che toccano l’incredibile. I più grandi moralisti sono proprio i traditori, e questa è parte della risposta al perchè voi che vi trovate in una situazione in cui il tradimento viene scoperto, venite falciate via in un nanosecondo, e non vi meritate neppure un messaggio di spiegazione. Imho.

  • Dispersa, 7 Settembre 2020 @ 08:15 Rispondi

    @Mary purtroppo è così… L’uomo che tradisce cerca trasgressione e non amore.
    A volte sembra impossibile vista la longevità di certe relazioni, semplicemente si sono accomodati, come dice sempre @Ale trovare un’altra diventa un’impresa ardua!!
    Di sicuro molti si affezionano, ma il loro non è amore, perché amare è tutt’altro sentimento!!
    Gli unici sinceri? Quelli che quagliano e quelli che resosi conto che così non si può continuare e che la famiglia non si tocca, ad un certo punto troncano, in maniera netta e definitiva!!

  • elleelle, 7 Settembre 2020 @ 10:52 Rispondi

    @Mary
    Il sentimento di cui parli tu è poca cosa se scegli di tradire la fiducia di tua moglie, magari ripetutamente come nel mio caso e dirglielo ogni volta. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico, come si suol dire.
    Qui si va oltre, ci sono motivi di convenienza che vanno al di là della minima quantità di rispetto per entrambe le donne.
    Che siano personalità patologiche, amorali, egoiste e quant’altro poco importa. Dobbiamo essere chiare con noi stesse, per non accettare compromessi: questi non sono sentimenti, non è voler bene, non è rispettare, non è amare.
    È il vuoto di una relazione interpersonale basata su dei bisogni e basta, senza più dignità come coppia.
    Almeno io e mio marito siamo stati onesti: stiamo insieme per i figli. Se siamo riusciti ad ammetterlo noi, possono farlo anche gli altri, invece di seminare così tanto dolore sul loro cammino.

  • elleelle, 7 Settembre 2020 @ 11:01 Rispondi

    @Mary
    Io ho capito e accettato che per lui sono stata un oggetto. Lo stesso è la moglie, un oggetto. Perché un uomo che va a letto con un’altra più volte dopo mesi in cui non si sono visti ma in cui l’ha tenuta in sospeso e che si rende conto di essere innamorato della moglie nel giro di 24 ore, ha ben altri motivi.
    È un codardo schifoso che usa chiunque gli sia accanto. Che poi resti con la moglie è solo un motivo per avere pena per lei, se non è anche lei fatta della stessa pasta e sappiamo che ce ne sono tante.
    L’amante estranea alle loro dinamiche viene coinvolta in queste relazioni malate in cui di amore non c’è neanche l’ombra.
    Chi amava, lascia nel momento in cui si innamora di nuovo. Lascia perché rispetta l’altro.
    Io almeno avrei fatto così ed ero pronta. Non sono una superdonna, sono normale e in una situazione non particolarmente facile, ma lo avrei fatto. Chiamalo come vuoi, coraggio, etica, rispetto, sincerità, amore. Tutte qualità che il mio ex non aveva.

  • Mary, 7 Settembre 2020 @ 13:45 Rispondi

    @elleelle invece credere che il fatto che lui tradisca significhi che non ama più la moglie è il più grande errore, ed è l’errore che porta tante ad iniziare queste storie, e poi a ricaderci nel tempo come racconti. Non sono fatti così gli uomini (almeno un buon 95%, ovviamente i seriali veri non fan testo, ma non è che se uno è seriale cambia con te). Loro riescono benissimo a tradire e amare la moglie. Si arrabbiano con lei, di una rabbia che non riescono ad esprimere perchè a volte non si sentono visti come vorrebbero (per quanto in tanti casi a noi sembri infantile). Sono egoisti all’ennesima potenza e su questo non ci piove. La moglie è la donna che hanno scelto di sposare, con cui hanno visto un sogno, un favola, la donna con cui hanno avute dei figli, e condiviso tanto della loro vita, e non la vogliono lasciare!!! Non puoi avere quel brio di innamoramento verso una persona che hai vicino da decine d’anni, è ovvio che non sono innamorati, ma la amano, le vogliono bene. Il rapporto che tu conosci dell’uomo di cui parli con sua moglie è raccontato da lui a te, è una versione per te, non è la verità, non l’hai visto, non sai com’è quando le sta vicino.
    So che è pazzesco perchè tu hai tutto un vissuto, hai dialoghi, un rapporto e dici ho capito che per lui ero un oggetto ma vai avanti a tenere il contenuto di quel rapporto e commisurarti ad esso come fosse vero. Va buttato giù tutto. Tabula rasa.
    Vedi io non capisco quando leggo di persone qui che dicono di soffrire e non hanno ancora fatto questo. Perchè è questo che fa soffrire, perchè buttare giù tutto vuol dire buttare giù anche una parte di se, e poi riprendere l’autostima che va inevitabilmente sotto terra e tirarla fuori (quella ci serve, il resto no), buttare già tutto vuol dire che ti trovi un tempo di vita cancellato (tutti i ricordi che tu puoi avere della tua relazione sono ricordi falsati), e quel tempo non tornerà più. Quel tempo in cui lui è andato avanti a progettare la sua vita, tu l’hai tenuto fermo, ibernato, ma è andato uguale.
    Non serve poi a molto dibattere della moglie, quello su cui ci servirebbe confrontarci eventualmente sarebbe: dove metto la me che ha un “vuoto temporale”? Tu puoi dire: ero innamorata, sono stata imbecille, mi hanno fatto una abduction… Si ok ma la sostanza non cambia. Non è che sono relazioni che sono state vissute, poi sono andate male, sono finite e morta lì, e allora hai un ricordo piacevole di un pomeriggio, o di altri momento. Qua era tutta una finzione, tutto un palco enorme. Non so se capisci cosa ti voglio dire.

  • elleelle, 7 Settembre 2020 @ 14:56 Rispondi

    @Mary
    Capisco, certo, su alcune cose sono d’accordo, su altre no.
    È proprio una concezione diversa dei sentimenti e ognuno ha la sua. Preferisco tenermi i miei valori in questo caso, perché li ritengo più consoni al mio modo di pensare.
    Se cominciamo a dire che l’uomo ama in un modo diverso, che riesce a fare questo e quell’altro mentre noi non riusciamo, gli diamo solo un sacco di scuse e giustificazioni che non merita. La colpa si scarica automaticamente su di noi, che siamo diverse, che non capiamo.
    Basta scuse, invece, ci hanno fatto fin troppo danno fino ad ora.

  • elleelle, 7 Settembre 2020 @ 15:32 Rispondi

    @Mary
    Quando mi sono resa conto che era stata tutta una presa in giro, ho messo fine alla relazione in modo irrimediabile. Sono una delle poche qui che può dire con quasi totale certezza che il mio ex non tornerà più.
    Lui non mi manca mai. Se soffro è perché mi sono resa conto di aver vissuto una grande bugia. Sono una di quelle persone che non spreca le parole “ti amo”, lui ha sprecato e calpestato.
    Spero che questa sofferenza serva a darmi qualcosa di buono per me stessa, ma non mi faccio illusioni.

  • Mary, 7 Settembre 2020 @ 16:06 Rispondi

    @elleelle io mi riferivo a quanto avevi scritto tu sopra: “scegli di tradire la fiducia di tua moglie, magari ripetutamente come nel mio caso e dirglielo ogni volta” queste sono cose che ti ha detto lui, io non trovo neppure questo credibile. Non confessano mai di tradire, per poi tradire ancora. Ci crederei se te l’avesse detto sua moglie, ma sono le parole di un traditore, di uno che inganna. Adesso sapere come stiano le cose veramente a te non fa nessuna differenza (e tanto non lo saprai mai), volevo solo farti notare che tante cose vengono dette per creare l’idea di una relazione non stabile, finita, di una moglie che sta con lui per comodo, che non è più innamorata, ect. Tu continui a credere che lui confessasse i tradimenti alla moglie, ma prova a immaginare che lei invece lo beccasse ogni volta, e proprio perchè molto coinvolta sentimentalmente da lui (niente a che vedere con “non lo ama e sta con lui per comodo”) non riuscisse a chiudere, a troncare, un po’ come te… vedi come la realtà cambia forma?

  • Ariel, 7 Settembre 2020 @ 16:13 Rispondi

    @Mary
    Qui in questo commento in parte concordo con @elleelle
    Esattamente sarebbe ora di rendersi conto che NON ESISTE la differenza di amare tra uomo e donna ,ma esiste semplicemente
    Fare gli stronzi oppure no e punto

    Vero mito e cliché tutto messo in giro dalle caverne in poi dagli stessi Uomini quello delle differenze del loro caro bisogno di mamma accudente e punto di riferimento nel senso del bisogno una forma EVIDENTE di Fare il PASSIVO AFFRESSIVO

    E infatti spesso pure le Donne sinceramente illuminate in positivo come sicuro sei tu se ti leggo da tanto e tanto mi trovo d’acc su ciò che scrivi ,ma qui secondo mio modesto punto di vista,anche tu come molte donne in vera buona fede sono “ Vittime di condizionamento su questi concetti deleteri sul cosa sia Amare e sul cosa sia amare la moglie o chiunque

    Tutte GRANDISSIME BALLE MASCHILISTE così dure a morire perché oggettivamente infatti la azione manipolativo di chi detiene il potere fattivo e legislativo mette ZIZZANIA APPOSTA PROPRIO CON I MITI I CLICHÉ LE PATENTI DI PIRANDELLO TRA DONNE

    Una evidente innegabile oggettiva strategia Maschilista manipolativa tesa a TENERE LA BARRA DEL POTERE DECISIONALE PURE SULLE EMOZIONI SU COSA SIA AMARE O NO ECCC.

    Quindi secondo me tu sei condizionata inconsapevole di questi antichi e che permangono ancora DIKTAT MASCHILISTI

    L’Amore è uno e tra due persone in qualunque ruolo e vissuto si trovino a vivere nella loro vita funziona esattamente uguale in un equilibrio perfetto del dare e avere
    Amore ha un decorso come in natura tutti gli esseri viventi hanno piante comprese
    E quindi innamoramento è la prima fase anticamera del Amore poi a seguire ogni fase di sviluppo evolutivo compreso di tutte le difficoltà ogni volta che si muove in una tappa diversa.

    Insomma come sempre penso tutti noi ,me compresa,abbiamo bisogno di studiare meglio e sempre di più il come funzioniamo tutti
    E infatti si scopre che non esistono differenze per amare una persona

    Ma soltanto del grande condizionamento Maschilismo
    Che in via proprio di ottimismo si può avanzare nel meglio sempre più con la conoscenza lo studio scientifico che danno la consapevolezza in questo nostro scambio tra le Donne
    È da noi che può partire il vero slancio positivo per tutti
    Quando ci si da la mano esiste sempre qualcuno che precede nel invito a darsela

    Un lungo cammino positivo da fare tutto insieme!

  • cossora, 7 Settembre 2020 @ 16:22 Rispondi

    @elleelle mi hai fatto notare una cosa. Il mio ex non mi diceva mai ti amo. Forse due volte in due anni e poco prima del lockdown.
    Invece me lo ha scritto in tutti gli utlimi disperati messaggi.
    Io non ho detto ti amo al mio uomo.
    Lui .. sento che non me lo dice perchè non vuol pressarmi.
    Forse.
    Magari sbaglio.
    Ma non ci penso.

  • elleelle, 7 Settembre 2020 @ 16:55 Rispondi

    @Mary
    La moglie sicuramente adesso sa tutto, ma lo sapeva anche prima, credimi e probabilmente non è nemmeno la prima volta che la tradiva.
    Ma questo non conta assolutamente niente, io e sua moglie per lui siamo due oggetti, seppure con valenza diversa. La differenza è che lasciando la moglie avrebbe perso più di quello che avrebbe guadagnato mettendosi con me, nella sua scala di valori in cui rispetto e amore vero non esistono.

  • elleelle, 7 Settembre 2020 @ 17:58 Rispondi

    @Cossora
    Il mio ex invece, da bravo narcisista, me lo ha detto dopo 4 mesi dall’inizio della nostra relazione. Ci eravamo frequentati pochissimo causa distanza e mi era sembrato un po’ prematuro.
    Quindi vedi, chi troppo e chi niente, ma il risultato è lo stesso.
    Adesso il tuo ex si sta giocando le ultime carte, con poca dignità. Per fortuna tu sei già andata avanti e vedi la sua sceneggiata.

  • Vita, 7 Settembre 2020 @ 20:13 Rispondi

    @mary, è proprio la domanda che mi faccio io “dove lo metto quel tempo?” Che senso ha avuto? Cosa me ne faccio? Era solo una fiction? Devo riavvolgere il nastro? Terribile se penso, non tanto al sesso, ma alle parole, alle confidenze intime ed esclusive, alle lacrime, alle esperienze condivise. Terribile. Un vuoto di senso che mi paralizza. Ma come ho già scritto “sai cosa penso, che non c’è un senso, un senso arriverà”. Spero di trovarlo.

  • Charly, 8 Settembre 2020 @ 06:54 Rispondi

    Spero di trovarlo anche io un senso a tutto questo dolore, dalla persona più importante per lui a niente. Perché è questo che adesso sono diventata per lui. Niente. È bastato che la moglie lo scoprisse (per colpa sua oltretutto) e adesso da tutto sono niente. Il CDS lo sta facendo lui e io mi sento troppo debole anche solo per prendere una qualsiasi decisione.

  • Vita, 8 Settembre 2020 @ 08:47 Rispondi

    @charly, non sentirti sola, almeno. La mia storia è uguale uguale alla tua e probabilmente a quella di molte altre. Ciò che pareva speciale d’improvviso diventa banale. Se ne esce lo dicono tutte, mi unisco anche io: sono ancora a pezzettini, chi ha un minimo di consapevolezza non può non esserlo, ma ogni giorno l’orizzonte si fa un po’ più chiaro. Schiena dritta e sguardo fiero. Non perdiamo almeno la nostra dignità. Per quanto possa suonare retorico. Ti stringo.

  • cossora, 8 Settembre 2020 @ 10:16 Rispondi

    @elleelle è vero.
    Vedere la sceneggiata è stato ed è tutt’ora fondamentale.
    Mi succede una cosa: se chiudo tutto la vivo come una malattia. Tipo un tossico che vive benissimo e pulito in comunità ma cosciente che la prima volta che esce ci ricade. E l’idea ce ho di me va a farsi friggere.
    Se ho altro, ma assisto alla sceneggiata senza esprimermi (e senza giudicarla più di tanto dentro di me) piano piano perde forza e ne prendo semplicemente atto.

  • Rosa, 8 Settembre 2020 @ 13:23 Rispondi

    @Charly, probabilmente ti sembrerò cinica, ma ringrazia! E spera che non torni quando le acque si saranno chetate (lo fanno quasi tutti) ti sei risparmiata un bel pò di tempo e di dolore, credimi.
    Lo so, adesso fa male e tanto, avevi creduto che per te fosse diverso, che lui fosse diverso. Lo crediamo tutte, fino a quando non ci arriva lo sberlone in faccia a farci riprendere il contatto con la realtà (che sia la moglie che scopre, che sia la pandemia)
    Leggi quì, sono tutti uguali, come dice Ale la variabile siamo noi, ma loro sono davvero miseramente, squallidamente tutti uguali, soprattutto quando si tratta di passare dalle parole ai fatti.

  • Lilly, 8 Settembre 2020 @ 15:01 Rispondi

    @charly mi dispiace molto che tu stia passando questo momento difficile. Penso di parlare a nome di tutte dicendoti che questo momento per te può essere una svolta. Lui ti ha chiuso fuori dalla sua vita. Ok. Sei distrutta. Ma non devi stare a bussare a quella porta che con tanta semplicità ti è stata sbattuta in faccia. Devi girare ed andartene. Per te stessa. Nessuno ha il diritto di farti soffrire così,nessuno!!!!

  • elleelle, 8 Settembre 2020 @ 17:49 Rispondi

    @Cossora
    Capisco, vedere quello che possono arrivare a fare ti fa tenere ben presente che li’ non ci vuoi tornare.
    Quando ho visto che il mio ex era rientrato sui social in quel modo qualche giorno fa, mi sono detta che quella versione di lui non mi piace e che se fossimo stati assieme l’avrebbe nascosta, come ha fatto in passato. Non voglio accanto a me una persona che finge di essere quello che non e’.
    Inoltre, le dichiarazioni fatte in extremis come quelle del tuo ex puzzano di orgoglio ferito e non di vero amore.
    Sono attori e alla lunga neanche tanto bravi.

  • elleelle, 8 Settembre 2020 @ 17:52 Rispondi

    @Charly
    Mi dispiace tantissimo per te! Qui sei in buona compagnia, se cosi’ si puo’ dire.
    Ti ha tolto l’amore che di sicuro ti professava da un giorno all’altro ed e’ uno shock. Prenditi tempo, butta fuori il tuo dolore ma stai lontana da lui. Coraggio.

  • Charly, 8 Settembre 2020 @ 19:34 Rispondi

    Grazie a tutte, lo so che la mia è una storia come tante altre qui, ma la cosa che mi fa stare male è essere stata usata per pararsi con la moglie. Io mi ci gioco quello che volete che lui ha ribaltato tutto su di me per uscirne pulito, quindi alla fine la Str.. rovina famiglie sono io. È questo che non riesco a mandare giù. Non avrei mai creduto che una persona potesse essere così doppia faccia.
    Leggervi comunque mi fa stare bene e mi fa capire che non sono sola. Grazie.

  • Lilly, 8 Settembre 2020 @ 23:33 Rispondi

    @charly Tesoro ricorda che una moglie che decide di dare la colpa alla amante è una donna che non usa il tradimento e la sua scoperta per ricostruire il matrimonio. Perché dopo un tradimento bisogna mettersi a nudo,stare male e farsi delle domande. Chi non lo fa, da cosa ho letto qui, difficilmente ricostruisce un rapporto. Magra consolazione, lo so, ma almeno ora lo sai…loro così non ricostruiscono. Tirano avanti,ma non felici come puoi pensare tu. Ma quelli sono affari loro. Tu non voltarti e lasciali alla loro vita. Usa il dolore per tirartene fuori. Non sei sola.

    • alessandro pellizzari, 9 Settembre 2020 @ 12:43 Rispondi

      Esattamente

  • elleelle, 9 Settembre 2020 @ 01:24 Rispondi

    @Charly
    Non puoi sapere con certezza cosa le ha detto lui, anche se saranno state le solite scuse.
    Non soffermarti troppo sul fatto che magari lui ti ha scaricato la colpa e tu passi per una rovina famiglie. Tu sai come sono andate le cose veramente e l’opinione che si fa la moglie di te è irrilevante, in quanto avrà ben altro a cui pensare.
    Soffermati invece su quanto è cialtrone lui, per riprendere la giusta prospettiva.

  • Outlier, 9 Settembre 2020 @ 11:30 Rispondi

    Cara @Charly, a maggior ragione devi lasciar perdere questo personaggio. È ovvio che si è dovuto parare facendo ricadere tutto su di te. La maggior parte fanno così. Stai sicura che appena sarà tutto calmo tornerà a cercarti dicendo che ha dovuto farlo.

  • Whiterabbit, 9 Settembre 2020 @ 13:12 Rispondi

    @Lilly concordo nella maniera più totale!!
    Io di lei ho parlato pochissimo, sia con voi che con lui che con amicizie reali e non virtuali, perché lei non era il problema. E mi sono cavata via la pelle da tanto mi sono messa a nudo e analizzata, a dispetto di chi mi diceva:lo stronzo è solo lui.
    Certo lui è stato stronzo, ma da lì si deve partire per capire cosa eri tu.

  • Whiterabbit, 9 Settembre 2020 @ 13:14 Rispondi

    @Outlier, un merito mio marito lo ha. Non ha mai fatto quelle sceneggiate, mai neanche una volta. Mi sarebbero cadute le braccia per terra se lo avesse fatto.

  • Outlier, 9 Settembre 2020 @ 14:17 Rispondi

    Ma infatti @White la maggior parte usano la scusa dell’amante per dare la colpa a lei, non tutti per fortuna.
    Nel tuo caso lui è stato onesto e siete ripartiti insieme.
    Sono pochi gli uomini che ammettono la colpa
    Mentre quelli chesl sembrano essere sotto una magia dall’amante sono la maggior parte. Improvvisamente poi quando vengono scoperti si svegliano dall’incantesimo e pure di non perdere il proprio status raccontano di questo strano incantesimo fatto dalle amanti

  • Stella2, 9 Settembre 2020 @ 17:08 Rispondi

    Per loro siamo tutte la maga circe… fa comodo a loro crederlo e convincersene, per scaricarsi la coscienza (se noi non fossimo così, proprio la donna che hanno sempre desiderato, loro non avrebbero mai tradito!!!) e per poi esserne convinti quando dovranno dirlo alla moglie/compagna qualora venissero scoperti (se sei convinto di una cosa, appari più credibile anche agli altri quando la racconti). Sono tutti uguali (o quasi tutti) @Charly… mi dispiace ti abbia fatto soffrire così tanto e ti abbia “venduta”. Lascialo perdere, non è alla tua altezza uni che si comporta così! Stai qui con noi per curarti le ferite. Un abbraccio

  • Charly, 9 Settembre 2020 @ 17:12 Rispondi

    Non so più a questo punto se tornerà e se voglio che torni, una parte di me ovviamente sì, ma se penso che davo per scontato che si sarebbe fatto sentire a breve perché credevo fosse una persona onesta, mi sento ribollire il sangue ! Sarò stata ingenua sicuramente ma non avrei mai creduto ad un silenzio del genere.
    Sto provando a girare pagina e a non pensarci, ma dopo essere stati amici più che amanti è davvero dura. Passerà …Spero.

  • Lilly, 9 Settembre 2020 @ 21:13 Rispondi

    Passiamo molto spesso dal ruolo di amica a ruolo di amante…in fondo cosa c’è di meglio di un amico che ti fa ridere, ti ascolta e in più ti dice che sei meravigliosa?magari proprio nel giorno in cui ti sei alzata e sentita uno schifo…peccato che, chi più lentamente chi meno, da ruolo di primissimo ordine nella loro vita, diventiamo poi una comparsa, a volte neppure entriamo nella inquadratura della loro vita. Io ho aspettato di essere in primo piano nello schermo della sua vita, prima di mio marito, poi dello sposato in cui sono incappata. Ma non è terribilmente doloroso aspettare sempre di essere confermate? Come se ogni giorno lui dovesse dirti “ok,anche oggi mi stai bene. Puoi respirare”. Io ho trattenuto il fiato per un sacco di tempo. Così tanto da morirci quasi. Non so dirti come uscirne, io non so ancora come uscire dalle relazioni tossiche. Ma so dirti che quella che hai non è una relazione sana e qui nel blog troverai tanti consigli su come affrontare il distacco e riprendere in mano la tua vita. Ora aspetti che torni ma chiediti questo:cosa mi porterà un suo eventuale ritorno?

  • Charly, 10 Settembre 2020 @ 16:12 Rispondi

    Posso chiedervi una cosa ? Ma è normale che adesso lui da che era sempre online su whatsapp adesso non ci sia mai ? Voglio dire ? Cos’è stato rinchiuso in casa ?
    So che è una domanda scema ma vi giuro io sono una persona super razionale, ma non riesco tanto ad esserlo in questo momento … 🙁

    • alessandro pellizzari, 10 Settembre 2020 @ 18:43 Rispondi

      Smetti di guardare

    • alessandro pellizzari, 10 Settembre 2020 @ 18:44 Rispondi

      Avrà una nuova su telegram

  • dubbiosa, 10 Settembre 2020 @ 19:34 Rispondi

    @charly me lo chiedo anche io.l unica risposta che mi sono data e’ che lo fa per lei,per non farla insospettire, nel tempo in cui non si collega e’ impegnato con lei,fregandosene di noi perché sanno che noi guardiamo,cerchiamo segnali. Per noi tutto diventa importante. Loro lo sanno ma nn gli interessa perché pensano perche sono impegnati nel salvaguardare lei.

  • Charly, 11 Settembre 2020 @ 07:06 Rispondi

    Alla fine ieri sera ho cancellato tutto: numero, chat, sms, facebook (anche se lui non ce l’ha, ma avevo comunque modo di guardare profili di persone in comune), pure le app per non avere la tentazione di riconnettermi.
    Non so se servirà, ma di sicuro non voglio più passare il mio tempo a guardare i cavoli suoi. Già comunque ce l’ho sempre in testa e lì resettare non è così semplice.
    Sto cercando di analizzare la situazione e alla fine il suo silenzio mi sta comunque dando tutte le risposte: non sono importante, probabilmente non lo sono mai stata.

  • Outlier, 11 Settembre 2020 @ 10:21 Rispondi

    Ragazze voi però non dovete pensare a queste cose. Non vi fanno bene.
    Dovete pensare a stare in pace con voi. Loro adesso devono fare di tutto per recuperare agli occhi della moglie. Se sono in linea vi immaginate le domande “Con chi chiatti? Perché?” Avranno anche il telefono in bella vista per dimostrare che non hanno nulla da nascondere.
    Credetemi, una volta che la tempesta a casa sarà passata, che la moglie si sarà calmata, torneranno a farsi vivo con voi. È sempre cosi, la maggior parte dei casi almeno. Ma Alessandro è sicuramente più preciso.
    Ora pensate a come potete cambiare pagina e andare avanti. E soprattutto a come comportarvi se dovessero rifarsi vivi. Ragazze concentrate su di voi.

  • elleelle, 11 Settembre 2020 @ 13:52 Rispondi

    @Charly, ti faccio un sacco di complimenti, sei stata molto forte a cancellare tutto!
    Io non sono riuscita in passato, lo sto facendo adesso passo a passo, quindi tu sei già avanti come forza di volontà.

  • dubbiosa, 11 Settembre 2020 @ 21:08 Rispondi

    @charly bravissima!come andata la giornata?non farti troppe domande…cerca un po di tranquillità..io vivo la stessa situazione ma rispetto all inizio del mio inferno ora sono più razionale,mi rendo conto di tante cose. Nn avrei mai pensato di riuscire a non sentirlo,impazzivo all inizio…ora mi da un po più do tranquillita non sentirlo
    Ogni volta che ci sentivamo litigavamo e stavo malissimo. Ora penso sempre a lui, mi manca ma sono meno nervosa.

  • Charly, 12 Settembre 2020 @ 12:52 Rispondi

    Ieri dopo due settimane di CDS (da parte sua) si è presentato, senza nemmeno chiedermi se poteva, al lavoro da me. Peccato che ci fosse il mio capo…. Lì per lì sono rimasta senza fiato, ma poi gli ho fatto cenno che non era decisamente il caso e si è dileguato. Ma voglio dire ? Non rispondi ai messaggi, ti fai di nebbia e bello bello ti presenti dove lavoro mettendomi pure in imbarazzo ? Meno male che nessuno si è accorto di niente. Chiaramente poi è ri-sparito. Al momento sta prevalendo la rabbia alla tristezza… spero che duri sinceramente, preferisco essere inca…. che triste.

    • alessandro pellizzari, 12 Settembre 2020 @ 16:52 Rispondi

      È senza vergogna

  • Dispersa, 12 Settembre 2020 @ 19:51 Rispondi

    @Charly sta iniziando il suo ‘orbiting’ visto che per motivi ‘tecnici’ non vuole usare il telefono, sarebbe troppo pericoloso, usa un mezzo più sicuro (per lui) e più d’impatto (per te)… Orario lavorativo, magari la moglie lavora pure lei… Insospettabile (o quasi!!).

  • Charly, 16 Settembre 2020 @ 10:08 Rispondi

    Alla fine ieri ho fatto una cavolata… gli ho scritto perché volevo sapere se aveva intenzione di ripassare al lavoro da me poiché in sti giorni avevo l’ansia che tornasse e avrei preferito delle due vederlo in un altro posto.
    Mi ha scritto che andava bene dove dicevo io, allora gli ho scritto che però aveva senso vederci se lui aveva qualcosa da dirmi, visto tutto il casino che è successo e non mi ha risposto più. Ovviamente adesso mi sto mangiando le mani perché non avrei dovuto scrivergli.
    Ma faccio una fatica incredibile, non riesco ad andare avanti come vorrei.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 10:24 Rispondi

      devi avere pazienza con te stessa. Scrivi qui o a me quando vuoi scrivergli perché ogni volta che lo fai lui sa che sei ancora innamorata e si prende ulteriore tempo, ammesso e non concesso che voglia fare qualcosa.

  • Charly, 16 Settembre 2020 @ 11:04 Rispondi

    Grazie mille! A te Ale e a tutte le ragazze che mi hanno risposto. Qui non mi sento sola.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 12:14 Rispondi

      siamo qui per te tutti i giorni!

  • Vita, 16 Settembre 2020 @ 12:29 Rispondi

    @charly, la tentazione, per una ragione qualsiasi, di mettermi in contatto con lui, dopo 4 mesi ce l’ho ancora, tutti i giorni. Tieni duro e scrivi qui come ti ha suggerito @alessandro. Ogni contatto ti riapre la ferita e ti riporta indietro. Un abbraccio anche da parte mia.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 12:32 Rispondi

      se lo contatti azzeri la tua disintossicazione e lui saprà che lo aspetti (e quindi non farà nulla di ciò che speri a breve, anzi)

  • Vita, 16 Settembre 2020 @ 12:49 Rispondi

    @ale sei un buon maestro, la lezione è molto chiara. Tentazione. Non lo faccio. Sinceramente ormai non ha più senso, non c’è nulla da aggiungere: la mia lettera è stata inviata e letta, la telefonata c’è stata, le Sue scelte sono chiarissime e molto drastiche perchè questo era richiesto per salvare il matrimonio dopo quasi 10 anni di amantato. Sarebbe un folle ora se facesse sciocchezze. Io, molto presuntuosamente, penso che mi rimpiangerà tutta la vita, Io personalmente spero di dimenticare e amare ancora e tanto.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 12:59 Rispondi

      Certo che dopo 10 anni di amantato dire che si vuole salvare il matrimonio è come dire che di colpo ti sei accorto dopo dieci anni che c’era una persona che viveva in casa e non eri da solo, o che ci sono i figli o, peggio c’erano loro e ora i nipoti. Cialtrone decennale

  • Vita, 16 Settembre 2020 @ 13:07 Rispondi

    @ale purtroppo lo stesso ovviamente vale per me ( come posso recuperare??) Comunque, si, è pura follia. Non posso raccontare i dettagli ma sinceramente mi pare una nevrosi la loro, una codipendenza vera! Tutto talmente assurdo e doloroso per tutti che io non riesco a farmene ancora una ragione.
    Un debole, al limite del patologico, @alessandro, che nel disastro è diventato un cialtrone dei peggiori. Ma io sinceramente non riesco nemmeno ad essere particolarmente incazzata ora, mi fa Abbastanza pena. Questo non toglie che il passato faccia ancora molto male. E sia difficile da lasciare riposare in pace.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 16:06 Rispondi

      faccio molta fatica a trovare alibia questi uomini anche se fra i deboli non pochi sono in buona fede, pur facendo inevitabilmente danni

  • Ariel, 16 Settembre 2020 @ 13:13 Rispondi

    Cialtrone decennale
    È bellissimo aggettivo !!!
    Ah ah mi hai fatto ridere ah ah

    Eh ma è proprio così anzi a volte verrebbe da dire
    Cialtrone permanente!!!!

  • Vita, 16 Settembre 2020 @ 13:16 Rispondi

    @alessandro, però sia chiaro lui non ha mai detto, ne a me ne a lei (lo so con certezza) che ama la moglie, lui ha detto che vuole stare con lei. Lui ha dichiarato con una freddezza imbarazzante da un giorno all’altro che non poteva lasciare la famiglia, la casa e tutto il resto. E mi pare che lo stesso discorso valga per lei. Perché altrimenti non so come potrebbe riprenderselo senza fargli fare nemmeno un giorno fuori casa. Lui ha detto chiaramente a lei che amava me ma vuole restare a casa. Anzi, a me ha detto che evidentemente non mi amava abbastanza, che ero il livello più alto di amore che potesse provare, ma difronte alla rinuncia di tutto il resto ha SENTITO (ha proprio detto così) che quello era il suo posto. Ha le idee molto chiare in questo.
    Poi ha aggiunto: forse sono difettoso, mi manca un pezzo.
    DiRei più di uno: cuore e palle sicuramente, forse anche la testa! Ma c’era bisogno di fare tutto questo male? Perché pare che lei abbia dato di matto, ma sul serio, e sinceramente lo capisco (sebbene fossero praticamente separati in casa), e io ci sono andata vicino 🙂

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 16:07 Rispondi

      E questo te lo ha detto dopo quanto tempo?

  • elleelle, 16 Settembre 2020 @ 13:20 Rispondi

    @Vita @Charly
    Vi dò speranza: per me ormai sono quasi due mesi che è finita, non ho avuto un giorno in cui ho desiderato sentirlo.
    Ogni tanto guardo anche il suo profilo fb e ogni volta mi conferma che non ho perso niente. Entra ed esce da questo povero social come un’anima in pena, perché davvero lui non sta bene e si vede da quello che scrive.
    Ringrazio continuamente me stessa per quello che ho fatto: brutto ma salvifico.
    Ce la si può fare però non dovete dare loro alcuna scusa. Appena vi viene un pensiero nei suoi confronti, cacciatevelo via dalla testa.
    Ve lo scrivo in maiuscolo come farebbe @Ariel: LORO NON VALGONO TUTTA QUESTA SOFFERENZA.
    Ci siete solo voi e la vostra vita, andate avanti, meglio da sole che con uno del genere al fianco, che dopo 10 anni si ricorda di colpo di essere sposato. Ma figuriamoci!
    Persone con lo spessore sentimentale di un foglio di carta igienica. E sapete cosa si fa con la carta igienica, vero?
    Fatelo voi, metaforicamente.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 16:08 Rispondi

      scrive quello che vuole apparire e far vedere, non quello che è veramente

  • Ariel, 16 Settembre 2020 @ 13:38 Rispondi

    @Charly mi aggiungo al coro del sostegno e chiaro che stai in vera difficoltà di dipendenza da lui ,ma non è colpa tua ricordalo non è colpa tua,
    Si è come sotto un incantesimo ,immagina questi tipi di cialtronzi è come nelle fiabe ci hanno dato da bere una pozione del resto in potere suo nel suo possesso
    Ridotte come robot sinagisce in preda a questo incantesimo che si chiama Manipolazione Relazionale e che viene apposta messo in atto a mo di schema di un comportamento uguale e ripetitivo in tutte queste tipologie di relazioni

    La ottima notizia è che SI RIESCE AD USCIRE DALLA POZIONE INCANTESIMO

    Avendo cura di se senza colpevolizzarti e facendo un piano B anzi un piano A.M.S. AMO ME STESSA e punto

    Inizia a progettare il tuo piano A.M.S. scrivilo se ti viene dedicando un tuo quaderno speciale e poi qui ovviamente ogni volta che sentì e vuoi scrivi senza mai temere giudizio che qui non ci sta mai ma solo che sfogarsi e avere un sostegno offrire dei suggerimenti che poi libera tu potrai o meno seguire

    Sicuro anche farsi sostenere da un percorso terapeutico aiuta moltissimo proprio a liberarsi dalla Presa del incantesimo pozione di Amore finto velenoso che intacca le proprie energie vitali

    E quindi Forzaaaaaa @Charlie che c’è la fai e farai sempre al meglio
    Ogni giorno pianta una bandierina sul tuo nuovo quaderno progetto tuo del piano A.M.S. che prevede lo staccarsi da questa presa che lui ha ancora su di te,ma ogni istante di meno perché il solo fatto di scrivere qui e farti il tuo piano di vita nuova ogni giorno qualcosa di nuovo per te stessa una azione concreta che ti aiuta in questo percorso di rinascita e a uscire dal tunnel dalla pozione negativa che ci hanno fatto bere senza che ce ne accorgessimo prima

    Un caro abbraccione!

  • Vita, 16 Settembre 2020 @ 16:15 Rispondi

    @alessandro, me lo ha detto quando lei ha scoperto e lui a ruota ha confessato l’incofessabile e Subito dopo mi ha gettato in mare dichiarando che lui non riusciva a uscire di casa, non ce la faceva, e Che la condizione per restarci (e il patto stipulato con lei in quello stesso momento) era non avere più nessun tipo di contatto con me da quell’istante. È così è stato, nonostante il lavoro. È fatta eccezione per la mail e la telefonata chiarificatrice a 4 mesi di distanza.Sinceramente non so come si possa pensare di fare scomparire una persona Con cui hai condiviso moltissimo (moltissimo, alessandro, credimi) da un giorno all’altro. Io infatti credo che sia un uomo che si è condannato al l’infelicita ma consapevolmente (hai/avete letto LACCI?)
    Comunque, ho una domanda per te: perché sei sempre severo con gli uomini e molto meno con le donne? Io sono molto diversa da lui? Cosa te lo fa pensare?

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 18:08 Rispondi

      La statistica. Le donne Sono statisticamente più corrette. Intanto si innamorano per davvero senza se e senza ma. Secondo quanto dicono che non vanno a letto col marito non ci vanno mentre gli uomini vanno sempre a letto con la moglie. Inoltre una donna quando si innamora o si rende conto che il matrimonio è finito si separa un uomo quasi mai. Ti basta?

  • Vita, 16 Settembre 2020 @ 16:30 Rispondi

    @alessandro entrambi, non solo lui, abbiamo sempre detto che le famiglie non volevamo lasciarle, forse nella stupida illusione di non essere mai scoperti e di continuare così. Ne parlavamo spessissimo e c’era, o sembrava esserci, il desiderio di fare quel passo ma mancava il coraggio anche il mio. Va detto. Dei due Lui era quello con il matrimonio apparentemente già morto e i figli già gradi, io, sono sincera, pensavo che la moglie in fondo sapesse e le andasse bene. Un tacito accordo. Anche se talvolta gli lanciava qualche frecciata. Pare invece che lei sospettasse (ed evidentemente pure accettasse) di avere un seriale fra le mani ma non un uomo che aveva una vita parallela, è una relazione d’amore, da lui stesso definita tale. Questo sembra, anche giustamente forse, l’abbia letteralmente fatta impazzire. Comunque sia, ha fatto del male a tutti, su questo non ci sono dubbi. Le cose si possono gestire in tanti modi e lui ha scelto il peggiore.

  • elleelle, 16 Settembre 2020 @ 16:45 Rispondi

    @Alessandro
    Non dico che non sta bene perché soffre, ma che proprio non c’è con la testa, è fuori.
    Era uno dei miei circa 400 contatti sui social ed è l’unico che disattiva e riattiva il suo account da anni. È un suo modo tipico per attirare l’attenzione. Esce da un social e comincia a postare sull’altro. Smette sull’altro e torna sul primo, solitamente in modo esagerato. Prima i suoi amici più stretti reagivano alle sue scomparse, adesso nemmeno loro.
    Quando dico che è un narcisista, non esagero secondo me. Osservarlo è stupefacente e farebbe quasi pena, se non fosse che con lui ogni sentimento di compassione è sprecato.

  • Vita, 16 Settembre 2020 @ 18:42 Rispondi

    @alessandro ma certo che mi basta!!! 🙂 mettiamola in ridere: il mio psicologo dice che io sono alla ricerca Di qualcuno che mi crocifigga!!! Più corretta, si, migliore anche, ma colpevole. Grazie @ale

  • Charly, 16 Settembre 2020 @ 19:31 Rispondi

    Mi ha chiamata: avevate ragione tutti. È fuori di testa. Ha detto che il silenzio era la cosa migliore per me così avrei sedimentato meglio la cosa…. whaaaaaat????
    Per me è proprio il contrario. Se sparisci è perché non te ne frega niente. Ha anche detto che sta tutelando me da lei. Ma io non ho proprio bisogno che mi si tuteli un bel niente. Avevo solo bisogno di capire che lui ci sarebbe stato e NON c’è stato. Tanto mi basta. Mi ha accusato di non volerlo ascoltare. Ma cosa ascolto? Lui che si arrampica sugli specchi con la moglie ? Peccato che io non sono lei e le sue cazz… te le capisco al volo.
    Non so, ora come ora, mi è sceso talmente in basso che non credo mi risalirà mai. E a detta di tutte voi è meglio così. Devo solo convincermene anche io.
    Vi leggo e vi rileggo, mi aiuta tantissimo. Grazie.

    • alessandro pellizzari, 16 Settembre 2020 @ 20:34 Rispondi

      Il difensore cialtrone

  • Vita, 16 Settembre 2020 @ 20:36 Rispondi

    @charly escine adesso, sparisci, rinasci!

  • Outlier, 16 Settembre 2020 @ 21:20 Rispondi

    @Charly ce lo aspettavamo che ti chiamasse. E sai perché? Vuol dire che adesso la situazione è leggermente calma e lui poteva tornare alla carica con te.
    Hai reagito bene. Forza.

  • Outlier, 16 Settembre 2020 @ 21:21 Rispondi

    Comunque ragazze io sono sempre più convinta che questa quarantena dove fraci vedere qualcosa, capire qualcosa, prendere decisioni.

  • cossora, 16 Settembre 2020 @ 22:39 Rispondi

    Io ..cara @charly, ti leggo, vi leggo e benedico il giorno in cui ho chiuso, ma chiuso dentro di me. Quando ho lasciato entrare qualcuno che non fosse l’ex nella mia vita, nel programmare una serata, nell’organizzare un week end.
    Certo, per quest’uomo non mi aprirei il petto e mi farei strappare il cuore, per lui non mi butterei nel fuoco.
    E menomale.
    Non è amore quello. E’ aver rinunciato a se stesse, ad evolvere, a godere delle cose belle che abbiamo (ammettetelo: quante volte per colpa dell’amante siete state nervose e insofferenti verso i vostri stessi figli.. i vostri figli cazzo!!).
    Con il mio uomo attuale non mi sento di dover rinunciare a niente, se mi sta troppo sotto glielo dico, se mi organizza ogni serata libera mi riprendo i miei spazi dicendo che ho scelto di non tenere un marito a fianco tanto per non star sola, che da allora ho conquistato e difeso e vissuto una vita mia, che non voglio ne rinunciare alle mie amiche, ne alle mie serate da sola.
    Non ho una vita vuota. Di non offendersi ma io non voglio una vita intrisa soltanto di lui.
    Sapete cosa mi risponde? Ci organizzeremo, vedrai funzionerà.
    A volte percepisco che mi vorrebbe più addosso, ma io gentilmente riprendo la mia distanza. E non è perchè devo lasciare spazio a un altro, o perchè ho qualcosa da nascondere, ma perchè non ho più bisogno di dedicare tutta la mia vita a un uomo.
    Non ci penso nemmeno.
    L’altro mi ha succhiato il sangue, la gioia, l’energia e.. quando ho chiuso i rubinetti ha cercato di succhiarmi ancora usando le mie amiche come cannucce.
    Quando è ‘da morire’ non va bene. Non va mai bene. Si hanno dei problemi, dei vuoti, non ci si basta e non ci si ama.
    E nessuno ama una donna così, ma può ingannarla. e infatti lo fanno tutti.

  • Angelina, 16 Settembre 2020 @ 23:46 Rispondi

    @Cossora mi piace leggere ciò che scrivi e ti ammiro davvero…io sono ancora ben lontana…purtroppo…questo è il momento dell’ansia, della malinconia di cosa poi?Cosa ho perso?Eppure sto male, sarà’ la dipendenza da questo amore malato, perché qui di amore non c’è nulla, c’è solo il malato.
    Oggi l’ho visto, un saluto gelido da parte di entrambi, credo che lui neanche mi avrebbe salutata…per assurdo e’ lui che sembra arrabbiato con me…mah…che brutto finire così, nessuna storia finisce bene ma un mese fa parlava di bene ,non dico di amore…ora c’è indifferenza totale,io non riesco a far entrare nessuno nella mia vita,c’è un ragazzo che mi corteggia ed è un bel ragazzo e anche bravo.
    Ditemi solo che ne uscirò e dimenticherò tutto questo?Voglio tornare a vivere

  • Ariel, 17 Settembre 2020 @ 06:06 Rispondi

    Cara@Cossora e prestissimo stamattina,ma ho da fare cose nuove e così mi sono fermata un momento a prendere il mio dejeuner e in una pausa del mio daffare privato ti ho letta qui più di una volta e sapessi quanto apprezzo in particolare questo tuo commento personale di cui cito la data e la ora perché possa essere letto e riletto ciò che qui hai scritto così bene e di vero e che rivolgi qui a tutte e tutti il 16 settembre alle 22,39

    Ecco non potevi che trovare le parole migliori più adatte calzanti a pieno per riuscire davvero a esprimere e descrivere esattamente cosa ci sia accaduto e il perché è il come poi se ne esce e appunto soltanto da fuori alla vera luce tua conquistata sei riuscita finalmente a evolvere così tanto
    E dare un vero aiuto a tutti,così speciale secondo me ,proprio contenuto in questa tua pagina che tanto mi trova davvero felice per te e pure commossa

    Dato che come ho scritto prima ieri sera sto appunto nel mio nuovo viaggio della mia nuova vita ecco così mi piace che le mie parole di davvero ultimo saluto qui al Blog siano interamente dedicate a te
    Cara La mia ragazza @Cossora!!!!

    Fai una splendida nuova vita
    Con vero sentito affetto
    La tua Amica evoluta con te,
    Ariel

  • Charly, 17 Settembre 2020 @ 06:19 Rispondi

    Che bel post, hai ragione. È esattamente così che dovrebbe essere. Forse lo avrai già detto ma tu come hai fatto a chiudere definitivamente e poi più che altro a fare in modo che ti uscisse dal cuore.

  • Vita, 17 Settembre 2020 @ 08:10 Rispondi

    @cossora, si, è molto bello e molto giusto quello che scrivi!

  • Vita, 17 Settembre 2020 @ 08:40 Rispondi

    @Charly passare, passa. @alessandro ti direbbe che le statistiche non mentono: tutti prima o poi, meglio prima che poi, voltano pagina. Ho l’impressione fra l’altro che tu sia giovane, non so perché. Io piuttosto, sono sincera, mi domando che farmene di quegli anni, che senso dargli. L’idea di buttare tutto, che tutto si sia ridotto a una bolla di sapone, scoppiata, di cui non resta traccia mi mette sinceramente una grande tristezza. C’è questo e altro. In questi mesi ho sofferto davvero come un cane e reprimere quel dolore perché non investisse gli altri, i miei figli e mio marito, è stato faticosissimo. Ma ho retto. E ho continuato a fare tutto. Adesso che il dolore si sta attenuando e tutto si è fatto un po’ più chiaro, paradossalmente (o forse no) mi sento stanchissima, meno combattiva, non pessimista ma certamente meno energica.

  • Vita, 17 Settembre 2020 @ 08:48 Rispondi

    @charly, passare, passa. @alessandro può probabilmente confermartelo anche attraverso le statistiche: che si sa, i numeri non mentono. Piuttosto vi chiedo: che ve ne siete fatti di quegli anni? Non è terribile trovarsi all’improvviso senza un senso? Gettare tutto (nel mio caso purtroppo sono davvero tanti anni) mi mette una grande tristezza. Vi confesso anche che in questi mesi ho sofferto davvero moltissimo e reprimere quel dolore, perché non investisse gli altri, mio marito e i miei figli, è stato faticosissimo. Eppure ho retto. Adesso che il dolore si è un po’ attenuato e tutto si fa più chiaro, paradossalmente (o forse no) mi sento mancare le forze, ho meno energia, sono meno combattiva. Spero di ritrovarle, quello sì.

  • Vita, 17 Settembre 2020 @ 08:49 Rispondi

    @alessanro scusami non me lo visualizzava e l’ho riscritto, è venuto doppio. Pardon!!!

  • Outlier, 17 Settembre 2020 @ 08:51 Rispondi

    Che bello @Cossora. È sempre confortante leggerti. Poi dici cose giuste e colpisci sempre nel segno.
    Che possa essere di esempio a tutte noi, a chi ha ancora tanta strada da fare e a chi piano piano ce la sta facendo.
    Ti abbraccio

  • cossora, 17 Settembre 2020 @ 10:00 Rispondi

    Non è ancora uscito dal cuore @charly.
    Ho lasciato avvicinare un altro uomo. Lo ammetto. Sono uscita dalla zona comfort (che tutto era, tranne che confortevoel) e quando me l’hanno presentato (non era più bello-alto-figo- ricco di altri che avrei -che avevo- già guardato) ho deciso che gli avrei dato una possibilità seria.
    Non di chiodo e non di sesso scacciapensieri.. in realtà stavo dando la possibilità a me.
    Stavo facendo un atto d’amore verso di me, mi stavo mettendo al primo posto.
    Ha funzionato. ci è voluto un po’ prima che mi liberassi dall’ex nelle cose importanti (intimità, reazioni ai vari suoi richiamini del cavolo) ma l’uomo con cui sto adesso può giocare la sua partita anche perchè ha sgomberato il campo da quel che c’era prima.
    Ha fatto fatica? Si certo ma questo anche dimostra se le sue intenzioni sono reali o no.
    Poi come ho scritto .. sono la prima ad ammettere che non ci muoio dentro.
    Ma chi ha detto che bisogna morirci dentro?
    Io non credo che permetterò più a me stessa di investire ciecamente così tanto.
    E’ una follia.

  • cossora, 17 Settembre 2020 @ 10:05 Rispondi

    Bon voyage @Ariel!

  • cossora, 17 Settembre 2020 @ 10:12 Rispondi

    Grazie @Angelina, ma non perdere tempo ad ammirarmi.. inizia a mettere te al primo posto!
    Smettila di raccontarti che il suo bene è il tuo bene, che la sua opinone è la tua definizione.
    Smettila. Sii responsabile di chi sei e agisci in prima persona.
    Ti sembrerà una provocazione ma spesso è più semplice lasciar fare i cattivi a loro, per poi incolparli.
    Basta, prendi in mano sto volante perchè quando sarai morta chi stava guidando sarà solo un dettaglio.

  • elleelle, 17 Settembre 2020 @ 10:44 Rispondi

    @Vita
    Scusami ma credi davvero di aver perso anni di vita? Prova a pensare che non e’ cosi’. Tu hai fatto la tua vita mentre stavi con lui, non l’hai interrotta. Non sei stata a casa a guardare il soffitto. Hai lavorato, hai seguito la tua famiglia, sei andata in vacanza con figli e marito, avrai incontrato amiche, parenti, avrai guardato film, letto libri, ascoltato musica… Di piu’ cosa avresti voluto fare?
    Io non ho perso niente di quello che avrei fatto perche’ lui era presente, la mia vita e’ andata avanti come sempre. Lui lo vedevo davvero poche volte a causa della distanza, l’unica cosa e’ che ci siamo messaggiati cosi’ tanto che ho un problema a un dito, un’infiammazione che va avanti da tempo.
    Capisco che sei in crisi ma adesso e’ finita, non continuare a farti del male pensando a cose che non ti portano da nessuna parte. Il tuo ex era la ciliegina sulla torta, ma la torta c’era, non e’ scomparsa. Se non ci fosse stato il tuo ex, puo’ darsi che non ci sarebbe stato nessun altro. Alla nostra eta’, non si conoscono uomini nuovi ogni settimana. Non pensare che la presenza del tuo ex ti abbia fatto perdere altre opportunita’, perche’ magari queste non ci sarebbero mai state.

  • Vita, 17 Settembre 2020 @ 11:27 Rispondi

    @elleelle , non mi riferivo a quello. Non è ciò a cui ho rinunciato: la mia vita era ed è piena di cose belle. Un lavoro creativo e stimolante, dei figli stupendi che mi inorgogliscono (si, lo ammetto!), un marito affettuoso, amici, viaggi e interessi. Tanta passione. Per la vita soprattutto. C’era e c’è, anche se la stanchezza e il peso di questi mesi un poco di fanno sentire. Non penso dunque che la mia vita senza di Lui sia vuota o privi di senso. Non è questo. Ma io in quella relazione ho messo tanto Di me e ho condiviso un pezzo di vita importante e non solo virtuale (abbiamo condiviso molto tempo e molte esperienze insieme anche per via del lavoro). Ho creduto davvero ci fosse qualcosa di speciale e mi sono aperta e donata (non annullata, anzi) come forse, anzi sicuramente, non avevo mai fatto prima. Confidenze, intimità, riflessioni, anche sesso certo, davvero importanti. Erano tanti anni, @elleelle! Che ne faccio di tutta quella roba? Che senso gli attribuisco oggi? Era tutto falso? C’era del vero? Con chi sono stata? Perché? Cosa mi resta oggi di quell’esperienza? Cosa posso tenere? Io non credo che buttare tutto sia una soluzione, se è l’unica lasciami dire che è molto amaro

  • elleelle, 17 Settembre 2020 @ 17:04 Rispondi

    @Vita
    E’ stato il tuo ex a non volerti lasciare niente di quello che avete vissuto assieme, esattamente come e’ successo a me.
    Non so nemmeno se valga la pena tenersi quei ricordi.

  • Outlier, 17 Settembre 2020 @ 17:34 Rispondi

    @Vita cara sono domande lecite e normali in questo momento. Ha senso conservare tutto? Si per quello che hai vissuto, per come ti sei sentita, per come hai amato e per come ti ha fatta sentire amata. Ha senso pensarci ora? No perché ora devi pensare solo a stare meglio e a vederlo per quello che è davvero.
    A me diceva “Peccato che non possiamo stare insieme. Magari in un’altra vita” e io rispondevo sempre che la vita è ora e lo volevo ora.

  • maribel, 17 Settembre 2020 @ 20:31 Rispondi

    @vita cara io ti capisco benissimo. L’unico modo che hai per dare un senso a tutto è lavorare sodo su te stessa e capire cosa vuoi e dove ti senti di stare da adesso in poi. Risolvere i nodi. Quelli del passato. Secondo me diventare donne risolte dà un senso a tutte le esperienze vissute. Perché tutte hanno concorso a portarci li. Un bacio.

  • Vita, 18 Settembre 2020 @ 08:42 Rispondi

    @maribel, @outlier grazie per le vostre parole e il vostro caldo abbraccio. Lavorare su di me è proprio ciò che sto facendo e anche io credo sia la strada giusta che mi porterà a ritrovare un nuovo equilibrio. Fino a pochissimo tempo fa il dolore era tutto concentrato su di lui, su ciò che era accaduto e su come, ultimamente è diverso: l’intensità (del dolore) si è attenuata ma Il dolore si è espanso, coinvolgendo la mia vita, la mia persona, i miei affetti, le mie scelte presenti e future. Sono piena di domande e di dubbi. Si farà chiaro. Vi stringo.

  • cossora, 18 Settembre 2020 @ 11:27 Rispondi

    Sai @Vita.. probabilmente dopo certe tempeste (il tuo ex che porta a una chiusura dolorosa con conseguente rimescolamento di tutti gli aspetti della tua vita affettiva e personale) bisogna dare alla vita il tempo di fermarsi.
    Come quando agiti la bolla di vetro e poi la posi, guardi dove si deposita la neve, dove si fermano in perfetta stabilità le cose che tutta quell’energia ha mosso e scombussolato.
    Io ho avuto questa impressione quando ho visto quella foto di lui e la moglie questa estate in barca. Dopo più di due anni, ecco cosa succede quando posi la bolla di vetro: stabilità perfetta, sorrisi (finti, veri.. che differenza fa?) per la terza estate di seguito.
    Non è cambiato niente.. ‘a casa tutti bene’.

  • Vita, 18 Settembre 2020 @ 12:07 Rispondi

    @cossora ho riso: forse condividevamo l’amante!! Sono trascorsi appena pochi mesi dalla tempesta che a me ha stravolto la vita (e rivoltato le budella) e che sinceramente davo per scontato la stravolgesse a tutti gli altri “sfortunati” (e più o meno consapevoli) protagonisti di questa triste storia. Invece pochi giorni fa anche loro veleggiavano felici in acque apparentemente placide. C’è chi riesce.
    Devo confessarti però, @cossora, che a me le onde fanno, si, paura, ma il mare mi piace moltissimo e senza onde non è mare.

  • Outlier, 18 Settembre 2020 @ 16:03 Rispondi

    E’ proprio vero quello che dici @Cossora. Loro possono continuare ad avere una relazione con noi, finirla o iniziarne un’altra, possono pure dichiarare di stare male in casa, ma nonostante questo stanno bene dove sono. Si dicono insofferenti, ma non lo sono.
    Sai cosa mi è tornato in mente? Io quando ero assente da lavoro e quindi non ci saremmo visti o sentiti se presenti in posti diversi, gli scrivevo. Mi facevo sentire, mi mancava d’altronde. Mi comportavo da donna innamorata.
    Lui quando si assentava diceva che mi avrebbe comunque scritto, che ci saremmo sentiti per email visto che telefonicamente non era possibile. Diceva pure di non preoccuparmi perché l’avrebbe fatto e invece non lo faceva. Si prendeva il venerdì di ferie e quindi non ci saremmo rivisti o sentiti prima di lunedì? Ecco, non si faceva sentire dopo che l’aveva promesso. E se glielo facevo notare mi diceva pure che era con la famiglia.
    Quanti rospi mandati giù…

  • Vita, 18 Settembre 2020 @ 18:02 Rispondi

    @alessandro, concedimi un moto di orgoglio femminista (se si può!) Nel mio sali e scendi quotidiano, torno da voi questa sera più forte e positiva. Merito del lavoro, perché il lavoro per me è sempre stata un’altra grandissima fonte di energia, passione, autostima e orgoglio. L’ho condiviso con lui per tanti anni seguendo assieme progetti importanti ma poi, quando è finita, prima si è fatto d’ombra, lasciandomi completamente sola e senza nemmeno risposte, poi si è defilato anche da quello, gettato in mare assieme a me. Ho avuto paura, paura di restare sola e di non farcela. Paura anche che non sarebbe stato lo stesso, che avrei perso interesse ed entusiasmo. Ma non ho mollato, ho sempre tenuto duro, anche nei momenti peggiori, non so nemmeno come, facendo finta di niente e tirando dritto se pure in un mare di casini, in parte creati dalla situazione globale, in parte pure dal suo improvviso e non ancora dichiarato assenteismo. Oggi ne ho raccolto i frutti e ne sono felicissima: piena fiducia in me da parte dei mie interlocutori, approvazione unanime della mia presentazione. Il progetto è salvo ed è mio. Ora solo mio. Ed io ne sono fiera. Gli uomini a volte oltre ad abbandonare le donne dimenticano anche i figli, alle donne capita assai più di rado. E so che @alessandro sarà d’accordo. E non è finita: settimana prossima torno per il secondo colloquio, vogliono farmi una proposta. Vedremo. Chi la dura la vince. Scalo il mio Nanga Parbat ma vedo la vetta. Un passo dopo l’altro arriverò in cima e sarà luce! Grazie ad @alessandro e a tutte voi che fate il tifo per me è io per voi! Ci si salva da soli ma insieme è più facile.

    • alessandro pellizzari, 18 Settembre 2020 @ 18:10 Rispondi

      Evviva!

  • maribel, 18 Settembre 2020 @ 18:53 Rispondi

    @vita, complimenti!

  • cossora, 19 Settembre 2020 @ 09:25 Rispondi

    Grandissima!! @Vita domina tutto, non farti tirare su e giù dagli eventi, onda o no.. rimani sempre sopra le cose. Goditi questa vittoria ma sappi che scenderà, devi rimanere in alto anche dopo. Un abbraccione!

  • Vita, 19 Settembre 2020 @ 10:16 Rispondi

    @cossora, l’obiettivo è quello ma il Nanga Parbat è una montagna insidiosa e piena di pericoli, si affronta un passo alla volta, senza spavalderia perché se la sottovaluti e hai fretta di raggiungere la cima, il rischio è quello di non arrivarci mai. Sono felice di aver raggiunto il campo base sana e salva, ancora viva, ora prendo fiato e riprendo la salita. In questi giorni, dopo 4 mesi, qualcosa finalmente è cambiato: il dolore non è scomparso, si affaccia all’improvviso e mi fa molto male, ma non è più la sola emozione che avverto. I sensi di stanno risvegliando: ho riacquistato i sapori, l’olfatto, la vista, il tatto, l’udito. Sento. Ho vissuto a lungo sotto una campana di vetro: vedevo il mondo fuori ma non mi toccava perché avvertivo solo il mio dolore, ne ero avvolta. Ho continuato a vivere e ad assumermi le responsabilità che spettano a una persona adulta ma l’ho fatto con senso del dovere, senza piacere, senza passione, senza particolare partecipazione, perché sono resiliente, orgogliosa, dignitosa. Ma io normalmente sono anche appassionata, entusiasta, vigile, vivissima. Mi domandavo e ne soffrivo se avrei mai ritrovato quella energia perché la mia paura più grande è sempre stata quella, per dirla con Jovanotti, “di non riuscire più a sentire niente”. Invece ci sono ancora. Sto ritrovando me che è la cosa più importante. Un passo alla volta dominerò il resto. Ti abbraccio anche io.

  • Lia, 19 Settembre 2020 @ 12:09 Rispondi

    Bravissima @Vita!

  • Hara, 19 Settembre 2020 @ 21:03 Rispondi

    Complimenti @Vita bravissima

  • Vita, 20 Settembre 2020 @ 11:53 Rispondi

    @alessandro, @lia, @hara @maribel E tutti, Grazie! Era soprattutto per condividere oltre ai tormenti dell’animo 🙂 anche le gioie ma anche e soprattutto per dire che la ricostruzione passa anche attraverso la consapevolezza che la nostra identità si regge su molto altro, che la nostra autostima e ancora prima la nostra vita si nutre di molte cose che non dobbiamo mai trascurare, soprattutto in questo momento, per quanta fatica e coraggio possa richiedere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.