foto di Dirkriehele.com
foto di Dirkriehele.com

Selvaggia Lucarelli, ottima bacchettatrice dei malcostumi maschili imperanti, questa volta se la prende qui (leggi articolo) con l’uomo che, facendo finta di non voler disturbare, si fa beatamente i xxi suoi e non riesce mai a mettere al centro dei suoi interessi la donna.

Lei parla di ignavia, sciatteria e mediocrità: ci stanno. Ma sono solo l’espressione della massima caratteristica maschile, l’egoismo. Che si esprime alla massima potenza quando ce l’avete data, non prima.

Prima dobbiamo far finta di darci da fare, l’inattivo fa l’attivo, il silenzioso si sforza di essere ciarliero, l’infedele si mostra fedele, l’arido fa il coccolone passionale.

Ma, una volta varcata la soglia della vostra camera da letto, o ci accasiamo o torniamo in noi, dopo un momento ipnotico. E l’egoismo esplode in tutta la sua prepotenza.

C’è quello che è egoista con la moglie che ha appena avuto un bambino. Notti in piedi, faticate, pappa sputata a mitraglia: fa tutto lei, perché è la mamma e lui è stanco per il lavoro (però va fuori con gli amici, poverino deve tirare il fiato). L’ho fatto anch’io… Chiedo scusa, sono reo confesso e recidivo su tre figli.

C’è quello che è egoista sociale. Andiamo fuori? No sono stanco, stiamo tanto bene in casa. Uscirei con le mie amiche… Mi lasci sempre solo! Invitiamo Carlo e Diana? Uffa che palle, stiamocene per conto nostro, che palle sto buckingham palace. Mi accompagni a fare la spesa/shopping/prendere i bambini? Proprio oggi? In due versioni: pantofolaio e attivo. Il pantofolaio vi farà marcire a casa. L’attivo invece boccerà tutte le vostre proposte sostituendole con le sue: così vedrete per la prima volta San Siro, che è un bel vedere, ma sai che palle per chi non regge il calcio…

C’è l’egoista sessuale. Frequenza? La sua. Tempi? I suoi. Preliminari chi? Viva la sveltina. Meglio ricevere che dare. Fa e si gira dall’altra parte: dorme. Se poi è un eiaculatore precoce fate tesoro dei suoi pochi secondi perché Paganini non replica.

Siamo egoisti. Per questo motivo non vi chiamiamo. Non vi richiamiamo. Non è una strategia, è uno status. Non siamo tutti così ma molti di noi, se sono davvero innamorati di voi, vanno rieducati. E gli altri? Sostituiteli con uno più giovane: di solito sono più attenti e non ancora contaminati dal virus dell’egoismo. Che è come quello dell’herpes labiale. Torna sempre, e sempre nello stesso punto: basta un minimo calo delle vostre difese immunitarie. O meglio, della vostra voglia di dirci cosa dovremmo fare per rendervi più felici (ci vuole poco, ma l’egoista ha poco margine).

Condividi:

65Commenti

  • Michela De Liquori, 7 Dicembre 2014 @ 13:51 Rispondi

    wow…diagnosi perfetta. Il punto è che non è possibile cambiare nessuno e..dopo i primi anni, o addirittura i primi mesi ogni uomo si trasforma in ” ciò che è veramente “.Facciamocene una ragione, a parte qualche rara eccezion, uomini e donne sono troppo diversi per stare insieme, e condividere una vita insieme è un atto di fede.

    • alessandro pellizzari, 7 Dicembre 2014 @ 13:53 Rispondi

      La cosa impressionante che l’uomo sembra avere una maschera molto solida ma un’autonomia molto breve

    • alessandro pellizzari, 7 Dicembre 2014 @ 20:06 Rispondi

      No, bisogna che noi uomini facciamo di più. Spesso la diversità è il nostro alibi per non darci da fare. Voi ci venite troppo incontro

      • Paola, 8 Settembre 2015 @ 09:45 Rispondi

        Ciao Ale, permettimi di contraddirti o cmq di dissentire in parte rispetto a quanto scrivi… “basta un minimo calo delle vostre difese immunitarie. O meglio, della vostra voglia di dirci cosa dovremmo fare per rendervi più felici” Non credo che noi dovremmo dirvi cosa dovete fare per renderci felici… non siete dei bambini che vanno rieducati, su su… non le posso sentire certe cose, manco si trattasse di ragazzini adolescenti alle prima armi con i sentimenti e le ragazzine.
        Qui si tratta di poche semplici regole: se una donna si trova davanti ad un uomo che fa chiaramente intendere coi suoi silenzi che non gli interessa c’è ben poco da far capire o rieducare, in quel caso sparire è l’unica soluzione.
        Ma nel caso dell’uomo indeciso, magari a causa della troppa disponibilità della donna, allora sì che possiamo fare qualcosa: NON CERCARVI, farvi capire che non esistete solo voi, e aspettare che siate voi a muovere le belle chiappette e cercarci… siete semplici e prevedibili… questo è proprio vero. Dovremmo svegliarci noi donne: la ricetta è più semplice di quanto sembri.

        Ciao

        • alessandro pellizzari, 8 Settembre 2015 @ 10:03 Rispondi

          Grazie per l’intelligente commento. In realtà siamo spesso molto bambini, e pure egoisti e capricciosi. Chi non scrive e non chiama non ama. Perché ho scritto questo post, che è il più letto da mesi? Perché il problema è reale ed è diffuso fra migliaia di coppie. Come facciate a sistere cin uno che non vi caga lo spaete solo voi. Io ho solo cercato di ragionare ad alta voce, come faccio sempre, conoscendo bene le dinamiche maschili

          • Paola, 8 Settembre 2015 @ 10:19

            E allora caro Ale spiegami questa dinamica con cui ho a che fare da 1 anno e mezzo: grande coinvolgimento emotivo, passionale, sessuale, interessi comuni, volontà sua di far incontrare e fare diventare amici fra di loro i nostri rispettivi figli, voglia (anche sua) di fare evolvere il nostro rapporto, ma da parte sua i famosi 3 msg canonici (minimo sindacale?) al giorno di cui parli non ci sono quasi mai stati… spesso se non lo cerco io, passano anche 3-4 gg senza che ci si senta… adesso sono 4 giorni che non ci sentiamo… cosa dovrei fare? Rieducarlo? Non voglio e non credo sia giusto cambiare le persone… forse una bella scossa è l’unica cosa giusta da fare… cosa ne pensi? Vorrei ribaltare la situazione, da inseguitrice ad inseguita, come era all’inizio… Graditissimi i consigli 🙂

          • alessandro pellizzari, 8 Settembre 2015 @ 10:24

            Ne avete parlato ?

          • Paola, 8 Settembre 2015 @ 10:34

            certo… sua risposta “ma lo sai che io sono fatto così… sono un po’ orso”… Me lo devo tenere così o posso fare qcosa secondo te?

          • alessandro pellizzari, 8 Settembre 2015 @ 10:36

            Se ti ama deve venirti incontro: ci sarà una via di mezzo fra il non sentirsi per 4 giorni e sentitisi 5 volte al giorno.,,

          • Paola, 8 Settembre 2015 @ 11:47

            Grazie! Cercherò di farglielo capire meglio 🙂
            Solo un ultimo tuo parere se puoi: lo so che le tattiche in amore fanno sempre un po’ sorridere, ma come si può ribaltare una situazione in amore (e non essere più quelle che inseguono/amano troppo o cmq non darlo a vedere)? La tattica del farsi desiderare un po’, con voi uomini funziona?

            Grazie!

          • alessandro pellizzari, 8 Settembre 2015 @ 12:00

            Funziona eccome. In amor vince chi fugge

          • Paola, 8 Settembre 2015 @ 12:24

            Allora provo a non cercarlo finchè non lo fa lui… che dici? Senti, ma un po’ di lovecoaching me lo faresti? Sul serio dico eh 🙂

          • alessandro pellizzari, 8 Settembre 2015 @ 12:27

            Ah ah ah

          • Paola, 8 Settembre 2015 @ 12:28

            No, no, non sto scherzando…
            Quest’uomo mi sta facendo impazzire…

          • alessandro pellizzari, 8 Settembre 2015 @ 12:28

            Chiedimi l’amicizia su Facebook

          • Paola, 8 Settembre 2015 @ 12:32

            Non ti trovo… com’è il tuo nome su FB?
            Ah, io in realtà ho usato un altro nome, mi chiamo Linda

          • Paola, 8 Settembre 2015 @ 12:33

            Ti ho trovato… Nicolo non Niccolo avevo messo una c di troppo 🙂
            Ti ho chiesto ora l’amicizia

      • Ariel, 4 Gennaio 2019 @ 11:06 Rispondi

        Una volta in libreria en passant avevo letto una frase forse il titolo non ricordo bene,ma la frase si: “GLi UOMINI PREFERISCONO LE STROXXE”
        Trovo che ,forse questa in effetti potrebbe essere la vera soluzione al problema del egoismo maschile e del “FACCIO I CAXXI MIEI tanto poi lei è sempre lì e me la prendo quando voglio”
        Ma,se invece noi Donne iniziassimo a non rispondere o meglio a vivere qualcosa di nuovo ,nuovi amici,un nuovo interesse che impegna fuori casa dove lui non possa entrarci,però glielo facciamo sapere direttamente
        Ecco che allora pure lui ,forse,potrebbe prendersi un poco di paura di non essere proprio in cima ai nostri pensieri come fossimo zerbini al suo servizio.
        Ecco che il generare quel filo di insicurezza allora potrebbe essere come uno scrollone ,come a pensare ,ma,me la darà ancora?…..e soprattutto non è che poi magari sta guardando altrove..???
        Ah ah ah !
        Che ne pensi Alessandro , potrebbe funzionare????
        E secondo te è vero che gli Uomini preferiscono le stroXXe?

        • alessandro pellizzari, 4 Gennaio 2019 @ 11:20 Rispondi

          Sono attirati dalle donne str (ma poi in che senso str, che devi fare l’uomo per averle? Allora non sono str sono esigenti, ben vengano!) ma poi certi uomini preferiscono le più manipolabili. La paura di perdere l’altro fa parte dell’innamoramento Se non è eccessiva e fonte di uno squilibrio di coppia (lui è un seriale per esempio). Se non c’e Minimamente c’e Disinteresse

          • Ariel, 4 Gennaio 2019 @ 11:34

            Concordo in pieno ,infatti il trucco per mantenere un legame duraturo nel tempo è proprio dato dal riuscire a non dare mai il proprio compagno/a per scontato.
            Però è vero che in pratica è come se funzionasse in base alla natura e cioè il Maschio deve sentirsi Cacciatore in permanenza e la femmina fa la sua preda ,ma lo fa penare con Amore,con il “mi devi saper prendere ogni istante della vita altrimentI mi prenderà un altro”
            Questo concordo funziona soltanto in relazioni sane.
            Grazie

  • » Lui non ti scrive? Non gli piaci abbastanza. Ecco le 5 regole d’oro della normalità in amore Alessandro Nicolò Pellizzari, 7 Dicembre 2014 @ 18:32 Rispondi

    […] ma è determinato da uno status, e l’uomo, che è per sua natura egoista, non chiama, punto (leggi qui il post completo). Può essere un punto di vista interessante, ma secondo me bisogna semplificare molto di più: […]

  • rosamaria, 8 Dicembre 2014 @ 08:34 Rispondi

    uauuuuu……..descritto l’uomo perfetto, che nonostante ti sforzi a fargli capire i tuoi punti di vista, vuole avere sempre ragione lui. Gli uomini innamorati sanno donare, ma ahimè quando capiscono che ci sei cascata è finita fanno proprio i c…i loro……….

  • Odette, 1 Febbraio 2015 @ 14:48 Rispondi

    bella e significativa la foto di “dirkriehele.com”

  • Roberta, 24 Marzo 2015 @ 18:46 Rispondi

    Allora lo sapete anche voi di essere egoisti?!? 😀 e stai anche dicendo che non vi è sotto nessuna tattica?… aiuto! Bè, almeno tu, Alessandro, lo ammetti…
    Io ho conosciuto un uomo da poco più di un mese (vivamo a 200 km di distanza e non ci siamo ancora rivisti)… allora, è venuto a conoscermi lui, ci siamo scambiati i numeri… è molto discontinuo il suo atteggiamento verso di me: ci sono giorni filati che mi messaggia e mi chiama, altri giorni che neanche risponde alle mie telefonate e ciò mi fa abbastanza arrabbiare, mi pare ovvio che si stia facendo i xxx suoi, come tutti appunto. Però quando chiama è così dolce… ci dobbiamo raddegnare oppure, come andreste rieducati? Perché sento spesso dire che voi uomini siete anche abbastanza insofferenti alla nostra voglia di dirvi cosa dovreste fare per renderci più felici… mah?!??? ciao, R.

    • alessandro pellizzari, 24 Marzo 2015 @ 20:02 Rispondi

      Grazie Roberta per il tuo commento. Ma come, vi siete appena messi insieme, siete lontani 200 km e lui sparisce ed è irreperibile per intere giornate? Nell’era dei messaggi e delle chat? Moooolto strano! E poi però quando ha tempo per te è dolce… Ci mancherebbe anche non lo fosse! Ho un solo consiglio: affronta subito con lui il perché di questi black out e digli che a te non stanno bene. È vero che non dovete romperci troppo le palle, ma c’è anche un minimo sindacale da rispettare. O no?

      • Roberta, 31 Marzo 2015 @ 18:27 Rispondi

        Eccomi qua Alessandro, ieri gliel’ho chiesto il perché di questa sensazione di distanza nei miei confronti e la sua risposta è stata: “tu mi piaci tanto, ma ho pensato che siamo troppo lontani. E’ troppo complicato, poi ci staremo ancora più male.”
        Lui è divorziato da qualche anno, senza figli, ed è più giovane di me, dice che ha imparato a vivere bene da solo e a momenti sta bene anche senza donne e dice anche che avere una relazione fa solo stare male e crea problemi e non ha voglia di stare male… che dire?!??…. penso che lascerò perdere. Ciao

        • alessandro pellizzari, 31 Marzo 2015 @ 18:51 Rispondi

          Mi piaci tanto ma siamo troppo lontani. Dice tutto

          • Roberta, 31 Marzo 2015 @ 19:01

            infatti…

          • alessandro pellizzari, 31 Marzo 2015 @ 19:02

            Adieux

  • lorena lorici, 7 Luglio 2015 @ 15:57 Rispondi

    il mio commento è un aforisma stupendo, purtroppo non è mio ma che riassume ciò che ho imparato sugli uomini :Gli uomini sono come i francobolli per farli attaccare a te, prima devi sputarci un pò sopra.

    • alessandro pellizzari, 7 Luglio 2015 @ 16:04 Rispondi

      Ah ah ah un uomo però ribatterebbe… Leccarli!

  • rosamaria, 10 Novembre 2015 @ 07:09 Rispondi

    Ciao Paola, io rispondo a te. Dopo un po’ di anni che ho avuto una situazione simile alla tua, un mese fa ho provato a non cercarlo più, dandogli dell’egoista, beh, sto ancora aspettando che mi cerchi. Sarà orgoglio o puro menefreghismo??

    • alessandro pellizzari, 10 Novembre 2015 @ 08:32 Rispondi

      L’orgoglio che pesa più dell’amore e del bisogno di sentirsi? Non è amore

  • Filomena, 14 Dicembre 2015 @ 11:21 Rispondi

    Ciao Alessandro, mi sono imbattuta nel tuo post, e devo ammettere che l’ ho trovato molto interessante, soprattutto per l onestà con cui é stato scritto. Trovo che tale onestà, per quanto significativa, non risolva il problema: dovremmo quindi entrare nell ottica delle idee che uomo e donna siano diversi di natura. Quale dovrebbe essere quindi il punto di incontro se percorriamo due vie parallele?!!
    Ma soprattutto, qual’è il segreto che fa stare voi uomini sempre così tranquilli e disposti a rinunciare, e noi donne sempre agitate in attesa?
    Lo status? Invidio decisamente la vostra forma mentis..

    • alessandro pellizzari, 14 Dicembre 2015 @ 16:54 Rispondi

      Abbiamo cervelli semplici e non riusciamo a fare due cose contemporaneamente. E poi noi non ci giudichiamo mai, voi tantissimo. Se qualcosa va male in una coppia voi dite: cosa avrò sbagliato? Lui non lo fa. Smettetela di colpevolizzarvi

      • Filomena, 14 Dicembre 2015 @ 20:54 Rispondi

        Hai ragione. Questo é un errore che una donna commette molto spesso. Ogni donna se lo chiede. E ogni volta ci si chiede com’è che sia così difficile lasciare andare…gli uomini dimenticano più facilmente.

        • alessandro pellizzari, 15 Dicembre 2015 @ 00:36 Rispondi

          Gli uomini sono dei primitivi egoisti per fortuna non tutti

    • Roberta, 14 Dicembre 2015 @ 21:46 Rispondi

      Anch’io invidio enormemente la forma mentis maschile, così maledettamente semplice eppure così efficace :-((((
      Vorrei tanto essere un uomo guarda…

      • alessandro pellizzari, 15 Dicembre 2015 @ 00:36 Rispondi

        Sbagli. Siete voi la razza superiore. Madri

        • Roberta, 15 Dicembre 2015 @ 23:07 Rispondi

          … non ho mai desiderato essere madre, non lo sono e per giunta non ne sono pentita…

          • alessandro pellizzari, 15 Dicembre 2015 @ 23:23

            Non importa lo sei in fieri e quindi superiore di default a qualsiasi maschio

  • Maja 333, 24 Marzo 2018 @ 06:46 Rispondi

    Secondo me da loro abbiamo molto da imparare! In effetti a pensarci bene quali sono gli uomini che ci sbavano dietro? Quelli con cui risultiamo essere perfette egoiste! Anziché spalmarci generosamente allora direi che mettere un freno all’emotivita’ e cercare di adottare un minimo di “tattica” se male non fa…potrebbe rendere le cose piu equilibrate.
    Gli uomini si innamorano molto dopo….fino a quel momento io direi che dovremmo essere delle stronze impeccabili!

  • Oldplum, 24 Marzo 2018 @ 09:19 Rispondi

    L’amore non è indossare maschere. Poi non lamentatevi del risultato

    • alessandro pellizzari, 24 Marzo 2018 @ 09:24 Rispondi

      Gli amanti indossano sempre delle maschere, lo sanno fin dall’inizio. Molto
      Matrimoni sono commedie dell’arte

  • Oldplum, 24 Marzo 2018 @ 12:15 Rispondi

    Infatti l’amantato è una promessa che viene mantenuta solo se alla base c’è un vero amore inteso come incontro di anime che tolgono la maschera con fiducia e desiderio reale di condivisione. I sotterfugi sono solo una finzione assurda perché tendono ad una conquista inautentica sin dai suoi prodromi. Se costruisci sulla menzogna non puoi pensare di ottenere verità. Può essere che l’incontro porti alla levata delle maschere iniziali. Ma user tattiche per far togliere la maschera non porta secondo me a risultati autentici.

  • Oldplum, 24 Marzo 2018 @ 12:17 Rispondi

    Tutto sta a vedere se l’amore permette ad entrambi di superare la paura e togliersele le maschere.
    Non con tattiche. È una finzione anche quella.

  • Sognatrice, 24 Dicembre 2020 @ 09:08 Rispondi

    Buongiorno, ho letto solo ora questo articolo molto interessante. Stavo cercando risposte ad atteggiamenti che ormai vanno avanti da parecchi anni con il mio amante. Più che rieducato, lui è stato magnificamente addestrato dalla compagna con cui convive da 8 anni, hanno una figlia di 7 e la tradisce da 7 anni. Addestrato perché la compagna ha bisogno di sentirlo svariate volte al giorno (20-30 messaggi più le telefonate non solo per cose pratiche che riguardano la famiglia e la figlia ma anche solo per “sentirsi” tipo “come stai, cosa fai, cosa hai mangiato…”tutto condito con nomignoli dati da lei “topo” in tutte le declinazioni possibili e che lui “deve” ricambiare per farla stare tranquilla perché altrimenti avrebbe dei sospetti. Con me invece, a volte fatica a scrivere (nonostante sia molto migliorato negli anni) spesso scrive il buongiorno e poi sparisce per il resto della giornata. Capisco che ne abbia già abbastanza della sua compagna a cui scrivere, però spesso soffro di questo loro rapporto anche se “falso” e vorrei qualche attenzione in più, mi basterebbe davvero poco.

    • alessandro pellizzari, 24 Dicembre 2020 @ 09:16 Rispondi

      Benvenuta. I seriali scelgono mogli struzzo che richiedono però attenzioni formali: l’importante che la società non sappia e che lui non lasci la famiglia. Tutto il resto è noia

  • Sognatrice, 24 Dicembre 2020 @ 10:28 Rispondi

    Grazie Alessandro, gentilissimo a rispondermi nonostante sia la vigilia! Infatti è proprio così, quello che conta per lui sono le apparenze di fronte alla società di una famiglia “perfetta”, dove lui è un bravo marito e padre, e soprattutto la convenienza e la comodità (anche economica). Come dovrei comportarmi però io di fronte ai momenti in cui non mi considera standosene in silenzio o peggio rispondendo in maniera sgarbata perchè magari ha discusso in casa e sono giornate frenetiche? Quando l’ha fatto in passato, attuavo il codice del silenzio fino a quando tornava in tutti i modi (anche seguendomi) per chiedere scusa e dichiarare il suo amore per me.

  • elleelle, 24 Dicembre 2020 @ 13:10 Rispondi

    @Sognatrice
    Una persona interessata non ha bisogno di essere sgarbata e di punire con silenzi e malumori.
    Il mio ex aveva cominciato a fare queste cose negli ultimi mesi: prima enormi dichiarazioni d’amore, poi ha cominciato a svalutarmi e a ferirmi, alternando questi sgarbi a momenti di interesse e affetto.
    Ma una relazione come si deve – anche da amanti! – non può vivere tra silenzi e ripicche.
    Quest’uomo ti dà molto poco e ti fa soffrire per niente, come la maggior parte dei cialtroni descritti su questo blog. Sei sicura di voler andare avanti così?

  • Sognatrice, 27 Dicembre 2020 @ 09:51 Rispondi

    @elleelle
    In sette anni di relazione ci sono stati alti e bassi certo, soprattutto per la mia difficoltà ad accettare il rapporto che ha con la sua compagna, ma se dovessi fare un bilancio sarebbero di più i momenti belli a prevalere. I momenti di “silenzio” che ci sono stati nascevano da discussioni che avevano sempre la stessa problematica, ovvero la mia gelosia nei confronti della compagna e la richiesta da parte mia di presenza e attenzioni. Il silenzio durava molto poco perché (faceva sempre lui il primo passo) tornava pieno di buoni propositi che poi in effetti manteneva. Tuttavia, a volte, è un meccanismo che si ripete.

  • elleelle, 30 Dicembre 2020 @ 17:19 Rispondi

    @Sognatrice
    Sette anni di relazione parallela sono troppi, mi sembra logico che tu non riesca ad accettare con leggerezza il protrarsi di questa situazione.
    Dal momento che lui la sua compagna non la lascia, sei tu che devi lasciartelo alle spalle.
    Non si può impostare la propria vita in funzione di una persona che non c’è, a meno che non vada bene così ad entrambi e non ci sia sofferenza.
    Nel momento in cui tu sei gelosa della compagna e dopo sette anni lui è ancora lì con lei, secondo me è ora di scegliere una vita diversa.

  • elleelle, 30 Dicembre 2020 @ 17:24 Rispondi

    @Sognatrice
    In più, se il tuo ex è seriale, non cambierà solo perché si mette con te. Sta con la moglie da 8 anni e la tradisce da 7 e guarda un po’ che coincidenza, la figlia ha 7 anni, quindi ha cominciato a tradire la moglie quando lei era incinta oppure la bambina era piccolissima.
    Che uomo è uno che fa così? Che opinione ha delle donne?

  • Blu, 30 Dicembre 2020 @ 21:21 Rispondi

    Ciao @Sognatrice, penso che nessun ragionamento logico né consiglio accorato possa convincerti ad allontanarti da chi ami. Ognuna ha i suoi tempi. Però quando leggo le tue parole “vorrei qualche attenzione in più, mi basterebbe davvero poco”, mi sento di dirti che non sarà cosí. Se lui ti desse più attenzioni, tu ne vorresti ancora di più, perché l’amore che provi non può accontentarsi. Il codice del silenzio e la ricostruzione di noi stesse sono l’unico modo per uscire dal loop di questi amori sofferenti. Sarà l’inizio di una nuova vita senza di lui (e di lei) o il passo che lo farà capire di amare te e volerti vivere alla luce del sole. In ogni caso intraprenderesti un cammino verso un luogo più autentico. E arriva un momento in cui anche le emozioni e passioni più belle non possono competere con ciò che è autentico.

  • Sognatrice, 31 Dicembre 2020 @ 09:44 Rispondi

    @elleelle Sicuramente 7 anni sono tanti e se siamo arrivati fino a questo punto è perché c’è un legame molto forte e siamo riusciti ad accettare diversi compromessi probabilmente perché abbiamo entrambi una famiglia e dei figli che vogliamo proteggere. A lui va benissimo continuare così e in un certo senso potrebbe andare bene anche a me se solo riuscissi ad essere meno gelosa della compagna, pur essendo consapevole che la compagna non sia una competitor, sono tuttavia gelosa del loro rapporto fatto di condivisione della quotidianità. Per quanto riguarda l’essere seriale, il dubbio di poter fare la fine della sua compagna se prendessi il suo posto ovviamente c’è, ma non possiamo avere nessuna certezza in merito.
    Lei è rimasta incinta dopo pochi mesi che si frequentavano e lui probabilmente non era poi così innamorato di lei visto che quando mi ha incontrato ha avuto un colpo di fulmine e ha fatto di tutto per conoscermi e corteggiarmi.

  • Sognatrice, 31 Dicembre 2020 @ 09:47 Rispondi

    @blu Hai ragione, negli anni la nostra relazione è molto migliorata in fatto di attenzioni e presenza da parte sua e questo non è bastato a farmi “accontentare” perché continuo a volerne sempre di più, anche se so che per non essere scoperti dobbiamo restare dentro certi limiti. In questo momento non mi sento di voler rinunciare a lui (di lei ne farei volentieri a meno) forse perché sarebbe un dolore più grande perderlo piuttosto che continuare ad accettare la situazione così com’è.

  • Stella, 31 Dicembre 2020 @ 10:36 Rispondi

    Buongiorno sognatrice, do il mio parere a questa storia ,per come la vedo io, dopo 7 anni non per buttarti giù ,ma non credo che tu possa trovare un futuro con questa persona,se dovesse lasciarsi dalla moglie perché scoperto, non ti sceglierebbe comunque. La penso come Ale e cioè lui secondo me è un seriale ,stai molto attenta perché i seriali riescono ad imbastire tante relazioni insieme e stare pure per anni con amanti varie e non lasciano mai la moglie ,mi auguro per te che tu non sia single perché questo vorrebbe dire un egastolo ,se tu sei sposata comincia a pensare a te e cosa vuoi fare ,credo che a questo punto come si comporta lui con la moglie non ti dovrebbe interessare ,piuttosto concentrati e domandati tu cosa vuoi? Cosa vuoi dalla tua vita? Dopo 7 anni mi concentrerei su me stessa, proverei a valutare un aiuto esterno ,perché non vorrei fossi dipendente da questa persona.

  • elleelle, 31 Dicembre 2020 @ 11:09 Rispondi

    @Sognatrice
    Ti rendi conto di quello che scrivi, vero?
    “Lei è rimasta incinta dopo pochi mesi che si frequentavano e lui probabilmente non era poi così innamorato di lei visto che quando mi ha incontrato ha avuto un colpo di fulmine e ha fatto di tutto per conoscermi e corteggiarmi.”
    Cioè qui stiamo parlando di un uomo che nel 2012 non ha usato mezzi anticoncezionali con la donna di cui non era innamorato, ci ha fatto una figlia e subito dopo l’ha tradita.
    Però ha avuto un colpo di fulmine per te, giusto? E dopo sette anni è ancora con la compagna che non ama…
    Bene, gran bella storia di egoismo e valori praticamente a zero.
    So che questa frase sarà cattiva ma chi fa figli a caso e non si ferma nemmeno davanti a una nuova vita si merita quello che gli capita.
    Sta a te scegliere se continuare a credere in questa relazione partita alle spese di una donna che si stava prendendo cura di una bambina nata da poco, con un uomo che non si è fatto scrupoli.
    Ma se ci fossi stata tu al posto di lei, come ti saresti sentita? Ci hai mai pensato?
    Avere una relazione non è un obbligo, ci sono circostanze in cui è essenziale tirarsi indietro.

  • elleelle, 31 Dicembre 2020 @ 11:23 Rispondi

    @Sognatrice
    La certezza del seriale te la do io.
    Ho parlato più volte qui sul blog di un amico seriale che ha tradito la moglie in ogni momento della loro vita assieme: quando si sono sposati, quando hanno avuto figli, con amiche di famiglia ecc.
    Lui è una persona super per certe cose ma è un seriale, non cambierà mai.
    Se il tuo amante è un seriale, non lo salverai di certo tu perché loro non si fermano davanti a niente.
    Voglio molto bene a questa persona e allo stesso tempo mi rendo conto che è disprezzabile, che la sua mancanza di rispetto non ha confini, che si nasconde dietro frasi di circostanza per pararsi il culo e fare quello che gli pare alle spalle delle donne con cui sta.
    In realtà è un debole, quando la moglie si accorge che comincia a fare il cretino, lo richiama all’ordine e lui torna come un cagnolino con la coda tra le gambe. Rinuncia anche a un’amicizia pur di non aver problemi con la moglie.
    Se il tuo è così, se nonostante il colpo di fulmine per te resta con il sedere saldo sul divano, non farti illusioni.

  • Sognatrice, 31 Dicembre 2020 @ 11:25 Rispondi

    Grazie Stella, inizierò sicuramente a pensare più a me stessa e a quello che voglio.

  • Sognatrice, 31 Dicembre 2020 @ 11:30 Rispondi

    Elleelle certo che mi rendo conto! Sono d’accordo che sia stato egoista e probabilmente lo è anche ora dal momento che vuole tutto senza rinunciare a niente. Per questo ho cercato di trovare delle risposte leggendo la pagina di Ale e le vostre esperienze, che per quanto diverse hanno tanti aspetti in comune.

  • Ariel, 31 Dicembre 2020 @ 12:28 Rispondi

    @CaroAlessandro qui mi riferisco al tua frase ricorrente in cui sostieni che i seriali si scelgono mogli Struzzo
    Credo di capire che intendi dire che fanno come lo struzzo e cioè che secondo te sanno o sospettano bene di essere tradite ,ma fanno finta di niente.

    Allora se ho ben capito credo che in realtà la così definita Moglie Struzzo di un Seriale
    Sia semplicemente “ Vittima “ della manipolazione negativa messa in atto apposta dal marito per i scopi suoi di scopate e benefit vari tipici da CIALTRONZO Che sempre sta Maschilista bieco

    Ora segui il mio ragionamento per un attimo
    Secondo me la dipendenza affettiva da ciò che ho ascoltato da mogli di seriali che erano dipendente affettiva del loro Marito seriale
    E infatti facevano in APPARENZA LO STRUZZO

    Ma fare lo struzzo in realtà corrisponde esattamente alla dipendenza affettiva che infatti fa agire
    Col lo spirito del dire questo che ho ascoltato da compagne in terapia di gruppo:

    “NONOSTANTE LUI SI COMPORTI MALISSIMO E MI CORNIFICA
    NON RIESCO A LASCIARLO”

    alcune mi dicevano lo tradivo anche io allora per riuscire a sopravvivere
    Perché spesso ricevevo minacce nascoste in pubblico che se lo avessi mollato mi avrebbe rovinato o uccisa ad esempio.

    Cosa ne pensi di queste dinamiche????

    Fare lo struzzo a volte le Donne mogli o anche amanti lo si fa per sopravvivere
    In ogni senso ,dal essere manipolate negativamente con falso amore o regali da parte del marito oppure con minacce sottili minacce di far del male a la moglie o ai figli

    Molte Donne raccontano di due modi opposti di comportamento
    Uno pubblico di lui che intorta chiunque
    E uno privato oscuro e pure minaccioso!!!

    Quindi a volte si guarda da fuori e si pensa che fare lo struzzo sia un comportamento negativo tout court come a dire peggio per la Donna struzzo lo Sto arrivando! E non fa nulla per via della paura della perdita della immagine sociale del perbenismo o di benefit economici
    ,,ma PURTROPPO LA REALTÀ SI SCOPRE NEGLI STUDI TERAPEUTA in gruppo tra Donne esce la VERITÀ!!!!

  • Ariel, 31 Dicembre 2020 @ 12:46 Rispondi

    E quindi @CaroAlessandro penso che un vero reale motivo per cui le Donne non riescono facilmente a mollare il CIALTRONZO sia in versione amante o marito loro sia
    Alla base la manipolazione negativa subita attraverso anche spesso minacce sottili

    Sottili manipolazioni ad esempio svalutazioni date in questo modo ,riporto racconti fatti in terapia di gruppo.

    Esempio
    Lui non dice a lei sei una cretina incapace
    Ma lo fa capire in altro modo

    Esempio raccontato realtà accaduta

    Lei torna da aver comprato la colazione e porta in tavola i Pani al cioccolato

    E lui molto tranquillo e calmo la guarda dritto negli occhi e così en passant le dice:

    “ Avevano finito i croissants nel negozio?”

    Ecco una manipolazione per induzione e cioè inizialmente poco a poco lui inietta il senso di colpa in lei ,come?
    Innocentemente fa improvvisamente quella affermazione senza aggiungere altro

    Lei racconta si sentiva un poco rimasta male perché comunque era uscita tutta contenta al Mattino presto per fare un piacere una vera gentilezza comprare la colazione appena sfornata per lui e lei per loro..
    Lui la ha criticata ,ma con INDUZIONE MANIPOLAZIONE NEGATIVA

    Successivamente lui alterna momenti di questi metodi che le Donne dicevano non si accorgevano subito che fossero vere svalutazioni verso di loro

    Infatti poi dopo lui non mancava magari di contraddirla in pubblico con i loro amici mettendola in ridicolo o facendola passare per pazza o bugiarda
    Tipo giocare con la memoria di fatti del passato io avevo detto questo è non quello ecc.

    Analizzare il proprio passato vissuto con animo da ricercatore scientifico aiuta a saper distinguere la portata della manipolazione subita

    E questo rende più facile la uscita dal tunnel!!!

  • elleelle, 1 Gennaio 2021 @ 20:53 Rispondi

    @Ariel
    Il mio amico seriale non ha mai minacciato nessuno, tantomeno la moglie. Lui diceva che se l’avesse lasciata, lei lo avrebbe rovinato dal punto di vista economico, ma ci credo fino a un certo punto.
    Secondo me si tratta spesso di un altro tipo di situazione: la moglie sa o comunque sospetta, ma ha fatto bene i suoi conti, altrimenti non si spiega come possa sopportare tradimenti in serie. Poi ci saranno i casi in cui ci sono di mezzo figli, fattori economici, solitudine ecc. ma questo vale per tutte le coppie.
    Personalmente vedo la manipolazione messa in atto solo da certi tipi di individui (es. narcisisti, borderline ecc.) ma non da tutti gli altri.
    Il mio amico è seriale ma non narcisista, non è una persona instabile, tutto il contrario.
    Come dicevo in un mio post in passato, i seriali “normali” secondo me sono persone bravissime a vivere a compartimenti stagni per cui in un certo senso non devono mai scegliere, tutto coesiste. Non hanno bisogno di manipolare come fanno i narcisisti, non fanno tira e molla, non hanno bisogno di trattare male nessuno perché non c’è conflitto di interessi nella loro mente e loro non devono scegliere alcunché.
    Fanno quello che gli pare fino a quando l’età non lo permette più e in quel momento torna utile la moglie, come sostegno nella vecchiaia.
    Chiaro che poi può esistere il narcisista seriale ma non lo sono tutti necessariamente.

  • elleelle, 1 Gennaio 2021 @ 21:02 Rispondi

    @Ariel
    Io credo che al di là dei casi di vere e proprie difficoltà economiche nel momento in cui una donna dovesse restare da sola, in altri casi si tratta spesso di mancanza di coraggio e di amor proprio e magari anche l’idea del perdono che è molto insita nella nostra morale tra il maschilista e il cattolico.
    Mandar giù più di un tradimento vuol dire avere un problema a livello di autostima, perché si preferisce vivere con un compagno inaffidabile piuttosto che proseguire da sole. Si preferisce fingere una vita di coppia normale mandando giù qualsiasi umiliazione.
    Gli inglesi hanno una frase molto appropriata, che tradotta dice “Meglio il diavolo che conosci” e il discorso è proprio questo.
    Sai che ti tieni in casa un mentecatto ma sai anche come gestirlo, in un certo senso. Ci sei abituata, magari puoi anche fare a meno di farci sesso oppure di farlo il meno possibile, però hai qualcuno che sai che andrà a fare la spesa, che ti lava la macchina, che viene con te in ferie, che viene a pranzo dai genitori mantenendo le apparenze.
    Gli altri non sapranno mai che il tuo matrimonio è fallito, lo saprai solo tu ma spesso sei stata anche tu a provocare la fine di questo matrimonio, quindi ci sei abituata e come non te ne fregava mentre stava finendo sotto ai tuoi occhi, perché dovrebbe fregartene adesso?
    La convenienza e l’abitudine sono brutte bestie.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.