Care amiche e amici, il 7 marzo scorso ho avuto l’onore e il piacere di incontrare le mie lettrici Veneziane e non alla storica, mitica Libreria La Toletta nella mia città di famiglia.

È stato un incontro emozionante perché, ogni volta che arrivo nella mia Venezia, entro in una dimensione spirituale che mi porta al mio passato vissuto proprio qui. Anche La Toletta fa parte di questo passato, con il mio papà che mi portava a curiosare fra i libri, che ho amato fin da piccolo ma mai avrei pensato di scrivere io stesso. Love Advisor è infatti il mio secondo libro sui sentimenti dopo la Matematica del cuore.

Nello Spazio Eventi della libreria, un salotto ricavato dal magazzino libri della Toletta che unisce le origini del posto al nuovo confortevole spazio, sono arrivate lettrici (e lettori) attente che hanno fatto tantissime domande molto profonde e interessanti.

Emma Mietti (a destra nella foto sotto), artista e mio partner nel dialogo con i lettori non è stata solo una moderatrice, ma davvero una compagna di conversazione che ha trasformato il tutto in un talk show a botta e risposta continua con chi era in sala, e queste sono le presentazioni che mi piacciono di più

Un grazie sentito anche a Beatrice Carbone (foto), amica che condivide con me l’amore per Venezia e Ballerina Solista del Teatro alla Scala di Milano First Soloist, Organizzatrice di stage e spettacoli, ricercatrice spirituale, che mi ha sostenuto nell’organizzazione, presentato l’insostituibile Emma Mietti e mi ha ospitato in una diretta Instagram che trovate qui: https://www.instagram.com/p/C38jD6OIlwB/

Di che cosa abbiamo parlato al mio evento. Del mio ultimo libro Love Advisor (leggi qui) naturalmente, e quindi di profili di uomini, dal seriale al narcisista, dal reduce ammaccato al debole, ma le domande hanno spaziato anche su temi generali.

In particolare si è parlato della durata dei matrimoni: ho spiegato che la mia Epidemiologia di coppia, cioè la statistica sulle relazioni di coppia che ho costruito grazie alle migliaia di storie e testimonianze (diverse ne trovate anche nel libro) la crisi del settimo anno in realtà avviene in media al decimo anno, in fasce che vanno dai 25 ai 35 (matrimoni contratti presto, spesso “troppo” presto), dai 35 ai 45 (con problemi legati al primo figlio e alla perdita dell’intimità di coppia a discapito di lavoro e famiglia), dai 45 ai 55 (dove la routine del lungo tempo condiviso non di rado uccide la coppia).

Mi è stato chiesto anche come mai certe mogli accettano il tradimento e lo perdonano, anche più di una volta: abbiamo così affrontato le dinamiche del profilo del seriale (leggi qui) e ragionato su quanto il matrimonio azienda (leggi qui) sia una delle tipologie più diffuse di matrimonio in crisi in Italia, e di come ancora molte coppie, non più coppie, stiano insieme per convenienza e, non di rado, per questioni di immagine sociale. Triste ma molto diffuso.

Abbiamo anche parlato di felicità, e dei segreti delle “vecchie” e nuove coppie per rimanere insieme ancora innamorati.

C’erano anche lettrici molto giovani che hanno chiesto soprattutto di come distinguere dai primi approcci un ragazzo gentiluomo da uno superficiale in amore: ho ricordato loro come sia prezioso il vostro sesto senso anche nelle relazioni, che vi lancia campanelli d’allarme molto precoci da non sottovalutare mai.

Insomma, sono state ore bellissime e interessanti anche per me, nella mia adorata Venezia, luogo del mio cuore dove vorrei tornare a vivere; per ora rimarrò ancora per un po’ milanese ma, care veneziane, tornerò presto da voi. E sto scrivendo un romanzo sulla storia della mia famiglia a Venezia… A proposito: nella foto sotto potete vedere mio padre e mia sorella Carlotta a casa nostra a Cannaregio, l’entrata di casa mia (quella finestrella sopra la porta era da dove la servitù spiava i nobili ballare nel salone), l’esterno del palazzetto del 400 (noi abitavamo al piano nobile) e una veduta scattata da me della zona dove è nato e cresciuto mio padre: la riconoscete? Tanta nostalgia che condivido con voi.

Grazie per esserci state: tornerò a Venezia come sempre, anche per rivedervi.

E attenzione: il prossimo evento sarà a Roma il venerdì 17 maggio alle 17 alla Biblioteca Casa del Parco a Roma: segnate in agenda, seguiranno dettagli!

Condividi:

6Commenti

  • alessandro pellizzari, 13 Marzo 2024 @ 20:58

    venite a Roma il 17 maggio

  • alessandro pellizzari, 13 Marzo 2024 @ 20:58

    La mia famiglia è veneziana dal 1479

  • Molly, 13 Marzo 2024 @ 15:27

    Che bello che qualcuno sia risucito a incontrare @Alessandro in persona e che tra utenti ci si possa essere scambiate due parole faccia a faccia e magari un recapito. Spero nascano delle belle amicizie.

    Un caro abbraccio da molto lontano.

  • elleelle, 13 Marzo 2024 @ 14:58

    @Ale
    Se ti trasferisci a Venezia hai tutta la mia invidia. Vorrei tanto poter vivere a Venezia per un po’ e sperimentare abitudini diverse. Niente macchina, ad esempio, ché non ne posso più.
    E poi è una città bellissima, con una storia incredibile.

  • alessandro pellizzari, 12 Marzo 2024 @ 20:00

    Sei molto cara Ariel

  • Ariel, 12 Marzo 2024 @ 18:46

    Ho guardato le foto e anche soprattutto quella antica della tua famiglia
    Il. Palazzo della tua crescita infanzia e sono certa che sia stato un incontro molto bello perché a Venezia è anche interessante sicuro di più,molto di più.

    Ma ciò che più mi ha dato gioia è leggere che stai scrivendo ,ancora meno male,
    Un romanzo su Venezia e i tuoi ricordi

    Come sai quello credo possa essere davvero il LIBRO CHE MI FARÀ VOLARE a VENEZIA per incontrarti e conoscerti personalmente perché tu possa fare una dedicace su quello che sicuro resta IL TUO VERO LIBRO!!che diverrà sicuro il mio!
    Alors ,
    non mi resta che attendere con vera fiducia a quel. Giorno
    Del tuo LIBRO su VENEZIA!!!❤️
    Il più bel BONJOUR!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.