rectangular white building under blue sky
Photo by Scott Webb on Pexels.com

In questo video ti parlo di come molti uomini che hanno l’amante possono dividere completamente la loro vita in scatole chiuse, in compartimenti stagni e ben divisi in modo da poter vivere bene e senza problemi sia la vita con la moglie e con la famiglia che quella con l’amante.

Questa è la vita standard, per esempio, dell’uomo che ti dice amo te e amo lei in modo diverso. Impossibile se amasse veramente (il vero amore è esclusività), possibile se vive più vite a scompartimenti stagni e divisi

CICCA QUI SOPRA PER VEDERE SUBITO IL VIDEO

In questa diretta analizzo il tema e rispondo alle domande delle ascoltatrici: ecco alcuni argomenti toccati

  1. L’uomo innanzitutto sa dividere sesso e sentimenti, la donna molto meno e più raramente
  2. Due mondi: quello di casa sua e quello con te, per lui convivono benissimo e non ha bisogno di cambiarli finché non viene scoperto o tu ti ribelli
  3. Ecco come fa a non vergognarsi di dire o fare certe cose, e di mentire così tanto
  4. Ecco perché prima sembrava perfetto e ora è un disastro: da dottor Jeckyll a MIster Hide
  5. Ecco perché sul lavoro è tanto corretto e invece con te è un cialtrone
  6. Ecco perché ha il coraggio di tornare da te a mani vuote e con altre balle e promesse
  7. Ecco perché non si vergogna di parlare male della moglie, di invitarti nel letto coniugale, di coinvolgere i figli nella vostra storia
  8. Due esempi di scatole chiuse, di recinti costruiti da lui; l’amante part time e l’amante da trasferta lavorativa
  9. Che cosa devi fare in questi casi

Buona visione: e se ti trovi impantanata in una storia così scrivimi ad anpellizzari@icloud.com

Condividi:

267Commenti

  • Cossora, 20 Marzo 2024 @ 10:51

    Grazie @ale. Si @leilei per me l’amicizia è sacra. Pura. L’amicizia ti salva sempre. L’amore può anche ucciderti.
    Se si incrina un amore.. se ti tradisce.. una parte irrazionale può perdonare, ricostruire.
    Un’amica che tradisce rompe un patto irreversibilmente. L’amore può avere un ‘motivo’ per sbagliare, l’amicizia no. Questo è quel che penso io.

  • Mimi, 20 Marzo 2024 @ 08:36

    @Lilli (e così anche @Linda, che in un altro articolo ha scritto cose simili) ha ragione Cossora a dire che tutto accade per un motivo.
    Ancora non ve ne rendete conto. Adesso c’è la fase di rabbia, di senso di colpa per essersi fatte raggirare, tutto quello che è giusto ci sia.
    Riprendi la terapia e scava ancora più a fondo: con i due anni fatti precedentemente pensavi di essere a posto ma evidentemente non è così, come ti ho già detto probabilmente se non avessi incontrato un uomo sposato ne avresti incontrato uno single ma sbagliato. Quando davvero avrai risolto tutto te ne accorgerai e sarai capace di leggere le persone che la vita ti metterà davanti. In quel momento smetterai di volerti prendere a schiaffi da sola e inizierai a “ringraziare” (tra virgolette, perchè è comunque un massacro) di aver vissuto quell’esperienza.
    Il mio ex l’ho maledetto per anni. Quando, grazie ad una terapia serrata, ho fatto pace con me stessa e mi sono perdonata per tutto ciò che gli ho permesso di farmi sono arrivata a ringraziarlo: se non avessi passato quello che ho passato non sarei arrivata al livello di consapevolezza e di serenità che ho adesso.

    Col senno del poi, per quanto sia stata una storia sana con una bellissima persona, anche quella col mio ex ragazzo col quale ho convissuto ha avuto delle basi non solidissime perchè non ero solida io. Ho capito tutto dopo. Quell’anno di terapia mi ha salvato tutti i restanti della mia vita. Sbaglierò sicuramente ancora ma mai così tanto.

  • Dispersa, 19 Marzo 2024 @ 20:52

    @Lilli prendila come onestà… Se lui non può o non vuole darti di più è un problema suo, ora tocca a te scegliere cosa vuoi… Tanto tornerà alla carica, costa così poco!

  • Ariel, 19 Marzo 2024 @ 17:40

    Gli amici i parenti i colleghi c’entrano sempre se si tratta di relazioni tossiche e sicuramente amantati di lunghi anni sono tutte relazioni tossiche!!!
    ATTENZIONE A STUDIARVI COSA SIA LA TRIANGOLAZIONE!!!! Che fa parte integrante della manipolazione negativa!!!

  • Lia, 19 Marzo 2024 @ 17:13

    Ma dai @Ale, credi sul serio alle parole dell’amante di Cossora? Che si è lasciato avvicinare (???) dall’amica con l’obiettivo di riavvicinarsi a lei? Eddai, su!
    Sul fatto che l’amica si sia comportata male sono d’accordo. Ma lui molto peggio!

  • alessandro pellizzari, 19 Marzo 2024 @ 16:29

    beh un’amica non deve fare il doppio gioco o avere segreti strani che amica è? Ha ragione Cossora e l’amicizia e gli amici non c’entrano con il rapporto con l’amante

  • Leilei, 19 Marzo 2024 @ 10:32

    COSSORA ancora una volta fatico a capirti, te la sei presa con la tua amica perchè non ti ha detto che il tuo amante l’aveva avvicinata, però tu sostieni il tuo diritto a mentirgli quando hai intenzione di frequentare altri uomini. Molto strano.

  • Cossora, 19 Marzo 2024 @ 10:18

    Figurati @elleelle.. può capitare siamo in tanti e io con lui ho navigato tanti ‘mari’..!!
    So che ti farà sorridere ma la mia percezione è che lui non abbia mai desiderato nessun altra, non parlo del vedere un bel corpo e volerlo.. puoi capire cosa intendo.
    Non sono fedele, ammetto che ho cercato e avuto occasioni, ho anche avuto voglia di ‘vendicarmi’ di sfregiare emotivamente ilnostro rapporto, ho vissuto momenti di ripicca .. sono single e non mi privo di nulla.
    Ma quando mi guarda percepisco nei suoi occhi una sincerità e un abbandono che io so di non avere più.

  • Cossora, 19 Marzo 2024 @ 10:08

    @lilli che “vorrei davvero il teletrasporto, per tornare indietro di 10 mesi per prendermi a schiaffi.”
    Gli schiaffi te li ha dati la vita. Attraverso l’incontro con lui.
    Tornassi a 10 mesi fa.. incontreresti lui o un suo sostituto. Le cose succedono per un motivo. Anche io avevo avuto un lungo fidanzamento con matrimonio e due figli prima di incontrarlo. Che vuol dire? Che non lo meritavo? Che dovevano avvertirmi prima?
    Il destino ti mette davanti un’occasione per conoscere una parte di te che nella tranquillità non avevi mai tirato fuori. Non è quel che ti succede, ma come reagisci a quel che ti succede.
    Il tempo te lo racconterà, di questo puoi starne certa!

  • elleelle, 18 Marzo 2024 @ 22:07

    @Cossora
    Grazie per avermi rinfrescato la memoria, mi ricordavo vagamente che era coinvolta una tua ex amica ma ovviamente i dettagli erano andati perso.

    @Leilei
    In effetti ho molta memoria, mi tengo allenata con vari hobby che richiedono memorizzazione di parole e forme ma sono sempre stata così. Quando qualcosa mi colpisce in modo particolare è come se la catalogassi. Per questo a volte ricordo nitidamente frasi che aveva detto en passant il mio ex ma che mi erano sembrate strane.
    È un po’ una maledizione a volte 😀

  • @lilli, 18 Marzo 2024 @ 20:54

    @cassora, vorrei davvero il teletrasporto, per tornare indietro di 10 mesi per prendermi a schiaffi, i segnali c’erano tutti , ma a volte nella nostra testa si insinua un tarlo ” con me sarà diverso capitolerà” non puo essere altrimenti io più Giovane e bella , ho conosciuto uomini molto migliori di lui e non li ho voluti.. ( scusate ho bisogno di una dose di autostima ) a volte mi chiedo: sarà una sfida con me stessa? È amore o solo ossessione per qualcuno che non ci vuole, sono stata una donna fortunata nella vita ho incontrato solo uomini perbene non ero vaccinata alla schifezza umana! La dignità sotto i piedi come si può arrivare a tanto per un individuo..

  • Cossora, 18 Marzo 2024 @ 15:59

    @ellelle avevo dato troppi particolari.
    No, era la mia (ex)amica ad averlo avvicinato per trarne alcuni vantaggi lavorativi (lei era davero nella emme, ai tempi) e lui le ha dato sostegno perchè è un buono, aiuta tutti. E perchè era comunque un modo di avvicinarsi a me, che stavo iniziando a frequentare la new entry. Lei sapeva che me la sarei presa molto. Ho compreso il suo problema ma ho tagliato il rapporto di netto. Avrebbe dovuto dirmelo visto quanto eravamo vicine.

  • alessandro pellizzari, 18 Marzo 2024 @ 15:10

    basta che non faccia il cialtrone egoista e fra un po’ torni con una scusa tipo l’amicizia. Occhio e respingere

  • Cossora, 18 Marzo 2024 @ 14:56

    @lilly c’è un tempo per tutto.
    Una strada per tutto, e per quanto tu possa essere veloce, non hai il teletrasporto.
    Le emozioni, le azioni e il tempo devono ‘succedersi’. Non puoi annullare le dimensioni di ogni cosa.
    Intanto vivi, ci sono momenti che sembrano non portarti da nessuna parte ma.. credimi: ti stai spostando.
    Un abbraccio!

  • Leilei, 18 Marzo 2024 @ 13:17

    La memoria di Elleelle mi stupisce sempre, si ricorda post di anni fa di ognuna di noi. Io faccio fatica a distinguere anche i nomi…

  • @lilli, 18 Marzo 2024 @ 08:13

    Grazie a tutte ,@ariel si ho letto molto i tuoi scritti, credo che si tratti di dipendenza a questo punto. Ieri confronto finale, mi ha mollato lui dicendo tutta la verità, mettendomi di fronte ad una scelta ” questo posso darti non di più” le mie pressioni non lo fanno stare bene e allora dice meglio che non ricominciamo a vederci. Io non ho accettato,. Però da un lato mi sento sollevata perché per una volta è stato sincero mi ha voluto liberare. Sono a pezzi ragazze fa male molto molto male . Vi abbraccio tutte

  • Ariel, 18 Marzo 2024 @ 00:57

    @lilly
    Hai bisogno sicuro di farti aiutare da uno psicoterapeuta che si occupi in prevalenza di relazioni tossiche
    Il fatto stesso che tu razionalmente comprenda che non ti fa affatto bene sottometterti a quest uomo e il fatto stesso che tu abbia già provato due volte a fare il cds o no contact senza riuscirci
    E il fatto stesso che sia stata tu a ricontattarlo buttando via tutta la fatica fatta dimostra che sia più che ipotizzabile che tu abbia un comportamento dettato da dipendenza affettiva.
    Se già un po’ avrai letto anche i miei scritti saprai già che quando non si riesce a staccarsi unico REALE MOTIVO resta la Dpendenza affettiva che come saprai si può superare solo e soltanto facendo un percosso di aiuto psicologico adeguato

    Essendo una dipendenza ovviamente non si riesce a smettere perché scatta la crisi di astinenza esattamente come per qualsiasi dipendenza che sia affettiva o droga o gioco azzardo etc la scienza ha scoperto essere stesso meccanismo.

    Quindi non colpevolizzarti ,questo resta PRIMO STEP STRAIMPORTANTE

    Passa azione concreta facendoti aiutare da percorso psicologico con professionisti che sono impegnati in particolare con relazioni tossiche.

    Solo così potrai riuscire a liberarti non solo da questa esperienza ,ma a non venire attratta dal bisogno di soggetti manipolativi negativi..

    Forza @Lilly
    Agisci e fai la terapia senza rimandare.
    La azione dello scrivere sul BLOG NON PUÒ SOSTITUIRE IN ALCUN MODO IL FARE LA PROPRIA TERAPIA!

    Qui sicuro è un ottimo modo per condividere le proprie esperienze vissute ,ma non basta di certo COME
    Nessun amico o parente può sostituire il percorso di cura e sostegno professionale

    Forza @Lilly ce la farai se ti curi !

  • Cri28, 17 Marzo 2024 @ 17:39

    Come amanti si vive, in un certo senso, a compartimenti stagni. Penso che succeda facilmente a chi ha matrimoni in cui domina l’aspetto famiglia, a discapito del resto, ma anche in altri casi. E’ un rapporto che permette di dare spazio a parti della propria personalità, che non si riescono a vivere nel rapporto ufficiale. Di certo, però, chi sparla della persona con cui continua a vivere, è un persona con cui non consiglierei di avere un rapporto tra amanti, perché è evidente che non è in grado di assumersi la responsabilità del modo in cui ha portato avanti il rapporto ufficiale, preferendo scaricare tutte le colpe addosso a una persona inconsapevole. Una persona così ci mette ben poco a farlo anche con l’amante.

  • Lia, 17 Marzo 2024 @ 15:35

    @lilli, non credo tu sia pronta per affrontare un cds. Cedere dopo soli 3 mesi vuol dire che sei troppo coinvolta e non hai la forza di resistere alla sua assenza.
    Purtroppo hai sole due alternative.
    Continui a fare l’amante nella consapevolezza che non lascerà la moglie oppure decidi di chiudere facendoti aiutare da qualcuno.
    Ovviamente io ti consiglio fortemente questa seconda.
    Io ho ceduto a qualche suo ritorno prima di trovare la forza, non è per nulla facile.

  • @lilly, 17 Marzo 2024 @ 15:29

    la verità è che non ho portato ancora la speranza al cimitero..

  • elleelle, 17 Marzo 2024 @ 12:32

    @Lilly
    Ma no, niente insulti, semplicemente ti sei resa conto che hai fatto un errore enorme e adesso devi ricominciare da capo.
    Se lo fai subito è meglio.
    Sai che lui la moglie non la molla per cui puoi solo lasciarlo e fare un no contact definitivo.
    Fossi in te mi farei anche dare una mano da uno psicologo, se non lo stai già facendo.

  • alessandro pellizzari, 17 Marzo 2024 @ 11:53

    Ciao Lilly macché insultarti sei una donna innamorata e lui no. Piuttosto benvenuta e fatti aiutare

  • @lilly, 17 Marzo 2024 @ 10:29

    Ciao a tutti, grazie @ale per il tuo bellissimo blog, vi leggi ormai da mesi, è come se vi conoscessi tutti @ariel @cassora @elle @ads ecc… Faccio parte delle “sfigate” quelle innamorate di uno che al netto dei tanti ti amo, non molla la moglie . 1 no contact saltato dopo un mese. Ho messo i paletti subito dopo 3 mesi di relazione , o la molli o niente… Niente era troppo presto diceva ci conosciamo poco. Ritorno con lui a 8 mesi di relazione nuovo CDS durato 3 lunghi mesi niente ho ceduto io gli ho scritto ,l’ho rivisto ieri..buttato nel wc tutti i sacrifici fatti ,un bagno di sangue.. Ok scatenatevi insultatemi fatemi male ne ho bisogno

  • elleelle, 16 Marzo 2024 @ 12:56

    @Lia
    “Come te lo spieghi?”

    Me lo spiego come te lo spieghi tu.
    Purtroppo quando si ha a che fare con un cialtrone e per di più narcisista questo è il risultato.
    Per loro non siamo persone, siamo oggetti che valgono un po’ di più o un po’ di meno a seconda del bisogno del momento.

  • Lia, 15 Marzo 2024 @ 23:07

    @elleelle, il mio non è che non parlasse mai della moglie… evitava come la peste ogni discorso. Lei non esisteva.
    Comunque il mio post sul sesso era provocatorio.
    Il sesso è importante in un rapporto, ma può succedere che ci siano periodi in cui non si può. Per motivi di salute, logistici o altro. Mi piacerebbe scoprire quanti resterebbero lì in attesa di tempi migliori…
    Anche il tuo ex, elle, non ci ha tenuto minimamente a conservare un rapporto con te. Ha fatto lo strxxo sapendo che avrebbe perso una persona con cui aveva una fantastica intesa mentale.
    Come te lo spieghi?
    Io, purtroppo, me lo spiego sempre allo stesso modo…
    @Cossora, non ti sentire offesa… Per me fai bene a tradire a tua volta uno così

  • Crocus, 15 Marzo 2024 @ 22:08

    @elleelle il mio diceva che lei manco sapeva la rata del mutuo che lui pagava mensilmente ahahahaha, quante Ca**** di questo tipo mi è toccato sentire… Per fortuna le ho quasi rimosse tutte.

    @Mimì grazie di cuore per le tue bellissime parole ❤️ mi piacerebbe molto conoscerti! Comunque, a proposito dell’equilibrio di cui parlavi sopra, concordo, vale anche per il mio ex stro***. Per quanto riguarda le dipendenze, la mia rimane inspiegabile, perché non ho traumi da bambina (per fortuna), vengo da una famiglia bellissima piena di amore, felicità e semplicità. E non ho mai avuto esperienze di dipendenza con altri uomini quindi, questo per dire che il problema sono questi esseri pericolosi perché riescono a distruggere CHIUNQUE, a prescindere dal background delle loro vittime. Un abbraccio :*!

  • elleelle, 15 Marzo 2024 @ 20:44

    @Viovio
    “riescono perfettamente a tollerarle, perché compensano con altro.”

    Eh ti credo, compensano con l’amante…
    Posso solo parlare per il mio ex e avendo più di una persona che mi ha confermato le stesse cose, evidentemente quello che lui diceva non erano balle.
    Credo che in passato gli andasse bene anche per questo suo disinteresse generale, perché lui aveva molta libertà di farsi gli affari propri. Adesso da quanto mi hanno detto non è più così.

  • Cossora, 15 Marzo 2024 @ 16:55

    @ellelle per quanto io conosca da più di 30 anni e mi piaccia fisicamente tanto l’amico di letto che ogni tanto ‘rivedo’.. mai mi sognerei di farci un week end o di tenerci per mano o di coccolarci.. insomma con lui fare la coppia sarebe fastidioso come un incesto. La tenerezza esiste solo con lui.
    Secondo me abbiamo proprio delle frequenze che si accendono senza ‘fastidio’ solo con una determinata persona.
    Ed è anche una bella cosa.. buon week end a tutti!!

  • elleelle, 15 Marzo 2024 @ 16:38

    @Mimi, Crocus,
    Narcisisti tutti e tre, con gli stessi schemi mentali, le stesse scelte.
    Ci credete se vi dico che un giorno si lamentò perché la moglie non sapeva fare i conti della sua attività e lui la doveva aiutare?
    La chiudo qui ma quando vedo che si insiste a dire che siamo tutti così diversi, penso alle nostre storie e a quanto siano orribilmente simili. Secondo me ci sono persone che davvero non vogliono vedere.

  • elleelle, 15 Marzo 2024 @ 13:19

    @Cossora
    “lia non so a cosa tu ti riferisca ma non ci ha mai provato con nessuna.”

    Sai che però anche io ricordo che si era avvicinato a una tua amica o a una tua collega?
    Non so se era nel periodo in cui vi eravate lasciati durante la pandemia e tu uscivi con quell’altro. È stato anni fa e non mi ricordo bene ma ne avevi parlato qui.

  • Mimi, 15 Marzo 2024 @ 08:46

    @Crocus anche io zero dipendenze, eppure di lui lo ero. In terapia ho analizzato e capito meglio invece di soffrire sin da piccola della sindrome della “brava bambina” che, unita ad altre insicurezze, ha fatto si che finissi così dentro a quella storia malata. Analizzandola in terapia sono riuscita sia a chiudere la storia con lui che a cambiare il mio modo di pormi nei confronti di mia madre (fonte dei miei traumi) e mi è cambiata la vita a 360°, è partito un effetto farfalla spettacolare.

    E della serie “non tutti i mali vengono per nuocere”, non so come andrà la mia nuova storia ma a me piace credere nel destino. Io avuto bisogno di tre anni di storia per chiudere + altri 5/6 mesi di solitudine, recupero amici e riaffaccio al mondo esterno per sentirmi pronta. Nello stesso periodo, il mio attuale compagno stava chiudendo la sua storia passata e si stava riaffacciando al mondo. Eravamo pronti tutti e due nello stesso momento. Magari se fosse successo prima o dopo avrei comunque trovato qualcun altro, chissà, però a me piace vederla cosi.

    Riuscire a vedere del buono in tutto quello che hai passato è una dimostrazione di forza enorme: la tua storia l’ho seguita stando dietro le quinte e, te l’avevo già detto, tu sei una delle guerriere più tenaci passate da qui. Ti meriti tutto ciò di bello che ti possa capitare, sono felice che tu sia viva, sana, serena e con delle nuove amiche a scaldarti il cuore.

  • elleelle, 15 Marzo 2024 @ 08:38

    @Lia
    Probabilmente il mio era un caso isolato ma per noi il sesso era una rarità e confinata a certi periodi, poi potevano passare mesi.
    Ma questo non gli toglieva l’interesse verso la condivisione intellettuale con me, anzi. C’era sempre qualcosa di cui parlare, da leggere o da guardare. Per questo dicevo che per lui era realmente anche una questione di testa e non solo di sesso come per tanti altri.
    Purtroppo era per tante cose come gli ex di Crocus e Mimi, le loro descrizioni potrebbero essere la mia, le situazioni le stesse. Non è un caso che siano narcisisti tutti e tre.
    Il tuo invece come seriale mi ricorda il mio amico, seriale pure lui. Anche lui parlava molto poco della moglie, diceva davvero il minimo, perché è più semplice compartimentalizzare.

  • Mimi, 15 Marzo 2024 @ 08:30

    @Lia io non metto in dubbio che senza sesso sarebbe crollato tutto, ci manca, come in una storia normale è una componente importantissima per bilanciare il tutto.
    Ma il mio era un rapporto tossico e lui era un narcisista di alto livello quindi aveva bisogno di soddisfare il suo corpo, la sua mente e il suo ego in egual misura. Si era creato un equilibrio di queste tre cose che lo soddisfava a sufficienza (per essere una storia parallela, sempre) e se avessi tolto una di quelle sarebbe crollato tutto, indipendentemente da quale avessi scelto.

  • Crocus, 14 Marzo 2024 @ 21:44

    @Mimì lo so che sarò ripetitiva ma tutto ciò che hai scritto è quello che è successo anche a me! Impressionante! Quando dici “ha preso da me tutto ciò che gli serviva ecc” e poi è tornato da lei per sentirsi comunque superiore. Ecco, uguale nel mio caso! E comunque, avrebbe fatto molta fatica con me perché io sono uno spirito libero e a me NESSUNO dice cosa devo fare, quando e come. Poi che io in quel periodo sia stata dipendente (sentimentalmente intendo) da lui è un dato di fatto. Ma perché era un rapporto malato in tutti i sensi. E pensare che io non mai sofferto di dipendenze di nessuno tipo (per fortuna) ma ad oggi l’unica dipendenza che riconosco di aver avuto è quella di quell’uomo misero, infimo e stro*** fino al midollo. Ma lui è un narcisista patologico di altissimo livello quindi questo spiega bene la mia dipendenza. Mi reputo molto fortunata perché sono viva e sana (e vista la storia che ho avuto e lo schifo che ha fatto la moglie, non era così scontato che io restassi viva…), perché sto coltivando le mie passioni e perché mi sto godendo la vita al massimo! ❤️

    P.s. devo anche dire che questo blog mi ha regalato due persone meravigliose che ad oggi sono tra le mie migliori amiche in assoluto, 2 persone preziose! Non tutti i mali vengono per nuocere 😉

  • Lia, 14 Marzo 2024 @ 19:46

    Il mio ex amante ha una moglie sulla carta perfetta.
    Con me non ha mai parlato di lei.
    Evitava il discorso. Solo una volta mi disse che non l’amava più da tempo.
    Quello che penso io è che questi soggetti che hanno o hanno avuto amanti di lungo corso, ricercano emozioni, soprattutto fisiche.
    Dichiarare sentimenti forti è sempre strumentale e funzionale, sia nei confronti della moglie che dell’amante.
    Amanti, provate a togliere il sesso, vediamo quanto tempo ci mettono a scomparire, vediamo quanta mancanza sentono del vostro cervello…
    Mogli, idem, quanto ci mettono a ri/tradirvi…

  • elleelle, 14 Marzo 2024 @ 18:45

    @Mimi
    Siamo già in 4 con un’esperienza simile.
    Mi piacerebbe sapere se è capitato ad altre, tipo @Lia

  • Mimi, 14 Marzo 2024 @ 16:18

    @Crocus ti avevo riposto ma Ale mi ha cassato il commento, peccato perchè ero stata attenta a spiegarmi il più possibile senza dettagliare. Lo sintetizzo, vediamo se passa.
    Il mio ex era un narcisista patologico quindi un po’ un caso limite rispetto ad altri ma aveva a disposizione:
    – la moglie con intelligenza ed istruzione modesta (scoperto nel tuo stesso modo), dipendente economicamente e socialmente e sentimentalmente. E’ stato il suo primo fidanzato in giovanissima età, nessun’altra esperienza. E’ stato il suo primo in tutto, vita, sesso, tutto.
    – io più istruita (non per farmi figa, il percorso scolastico parla chiaro), indipendente economicamente e socialmente (per ovvi motivi lui era completamente escluso da qualunque mia interazione sociale tranne il lavoro – quindi io fuori dal suo controllo) e dipendente sentimentalmente. Io però ho un passato e questo, oltre a non andargli tanto a genio, faceva sì che per quanto fossi dipendente da lui e cercassi di accontentarlo in tutto e per tutto, non avrei mai potuto garantirgli lo stesso livello di sottomissione.

    Escludendo le parti logiche già affrontate del “ti ha presa in giro” che ormai sappiamo, se fosse venuto con me avrebbe dovuto accettare una persona intellettualmente e praticamente più formata di lui (erano allo stesso livello) quindi si sarebbe confrontato ogni giorno con la sua inferiorità, in più ero meno addomesticabile e esteticamente inferiore (lui non è un adone però lei è oggettivamente bellissima).
    Quindi cos’ha fatto? Ha appreso da me tutto ciò che poteva, ha migliorato sè stesso il più possibile (nel mentre ha anche preso aumenti lavorativi) ed è tornato poi dalla moglie tutto gonfio per essere ancora migliore di lei. Ecco perchè, tra le altre cose, è sempre tornato indietro. Io lo stimolavo più di lei ma lei nutriva il suo ego più di me.
    Ad oggi non so se sia ancora così o se siano maturati insieme, parlo della situazione finchè ho avuto a che fare con loro.

  • elleelle, 14 Marzo 2024 @ 15:48

    @Ale, Cossora,
    Infatti ho scritto che nel mio caso era attratto da me anche fisicamente per cui una relazione virtuale non gli bastava.
    Però se posso dirlo, siamo adulti e ci rendiamo conto quando l’interesse è solo fisico.
    Con l’ex trombamico era una cosa fisica, avevamo pochi argomenti in comune. Con l’ex prima di metterci assieme abbiamo fatto due anni e mezzo di chiacchiere e scambi di opinioni su argomenti che non erano la partita di serie A.
    Ci sta che lui, non avendo in casa qualcuno con cui fare certi discorsi, a un certo punto abbia trovato altrove. Altrimenti se avesse avuto una moglie perfetta per lui, sexy, gran testa e una bomba a letto, perché tradirla?

  • Viovio, 14 Marzo 2024 @ 15:32

    Io credo che questi uomini pensino realmente ciò che dicono sulle mogli (e a me basta e avanza per far cadere le braccia), ma al contrario di quello che vogliono farci credere riescono perfettamente a tollerarle, perché compensano con altro. Raggiunta una certa età e a tal proposito mi viene in mente @Roberto, chi te lo fa fare di stravolgere la tua vita quando a casa c’è una routine consolidata e sai perfettamente come comportarti perché tua moglie non rompa le scatole?
    Tutto quello che il mio ex ha detto sulla moglie l’ho constatato con i miei occhi e per lui è una grande fortuna, perché con due moine un post su Facebook e magari una cena romantica al ristorante, ottiene un lascia passare per farsi i cavoli suoi più giorni in una sola settimana.
    In tutto questo non vedo una sola briciola d’amore ne per la moglie e nemmeno per l’amante.

  • Nina, 14 Marzo 2024 @ 14:13

    “sono cose che vi servono per riuscire a perdonare.”
    No,sono cose dette dagli psicoterapeuti che ci hanno seguiti che servono per analizzare le dinamiche della coppia e mettere le basi per un confronto costruttivo. Per perdonare serve ben altro come ti potrà confermare chiunque maschio o femmina ci sia passato. Ma finche non ci passi non lo potrai mai capire.

  • Cossora, 14 Marzo 2024 @ 12:34

    @ale ma spero si sia un po’ oltre questa cosa.. no? Io so di piacergli tanto (ricambiato) e so di avere un temperamento che lo prende (idem).. ma se non fossi esteticamente come sono e il sesso non funzionasse come funziona.. per quale motivo dovrebbe continuare a portare avanti una relazione come la nostra, con tutti gli annessi e connessi?
    Chi dice ti amo per la tua testa (e chi ci crede) .. alla fine si accoppia bene.

  • Cossora, 14 Marzo 2024 @ 12:15

    @lia non so a cosa tu ti riferisca ma non ci ha mai provato con nessuna.
    E comunque se mi rileggi non hai motivo di essere così acida e piccata. Mi sa che non stai tanto bene.
    Per piacere @ale pubblicami. Lia è sempre molto antipatica soprattutto con me, io tollero fino a un certo punto. Sono stata educata ed inoffensiva. Lo sono sempre e sotto gli occhi di tutti. Non la capisco, ma forse è ora si dia una regolata, la sua aggressività è fuori luogo.
    Grazie.

  • alessandro pellizzari, 14 Marzo 2024 @ 11:00

    Un grande classico dei cialtroni è proprio la frase “io non sono innamorato di te non per l’aspetto fisico ma per la tua testa”. Certo la psicologa gratis confidente e discarica emotiva è uno die benefit maggiori dell’amante, ma sminuire il ruolo sessuale dell’amante (o in qualunque storia) è marketing maschile. Non a caso non fanno più sesso (dicono) con la moglie giusto? E perché ci rimangono? Per la loro testa? Cialtrones

  • Crocus, 14 Marzo 2024 @ 08:57

    @Molly non è che a questo blog non piace sentirsi dire certe cose… È che TUTTE le mogli tradite che arrivano qui dicono la stessa cosa “era in crisi personale, si stava avvicinando ai 50 e bla bla bla” sai, da fuori questi ragionamenti stridono parecchio e si percepisce che sono cose che vi servono per riuscire a perdonare. Fece così anche la moglie del mio ex. Lui le aveva detto chiaramente di non amarla (ho le prove), le ha detto chiaramente di essere innamorato di me, ha straparlato malissimo di lei su tutti i fronti (carattere, come era a letto ecc) e lei certe cose LE HA LETTE eppure alla fine se lo è tenuto quindi smettiamola di dire “ma a voi non deve interessare perché ha fatto certe scelte e bla bla bla”, siamo umani e con un cervello funzionante grazie a dio quindi farsi certe domande lo trovo più che corretto. Poi che a una certa uno guarisce (per fortuna) e smette di farsi le domande ci sta, ma è inevitabile fare questo passaggio!

    @elleelle quanto hai ragione quando parli di testa! Nel mio caso lui me lo diceva sempre “sono gelosissimo di te e non per l’aspetto fisico ma per la tua testa”. E concordo sul fatto che se ti frega la testa di una persona, sono cazzi. Anche sua moglie ha un QI bassissimo (non lo dico io @Crocus anche se me ne sono accorta subito, lo diceva direttamente lui, mi faceva vedere certe cose che scriveva lei ecc ecc).

    @Mimì è comunque molto strano come tutti questi uomini che tradiscono scelgano donne forti e indipendenti economicamente ma in casa hanno una persona che dipende da loro al 100%, chissà come mai, sarei davvero curiosa di capire se c’è un ragionamento particolare alla base o sono semplici coincidenze.

    Un abbraccio ragazze! ❤️

  • elleelle, 14 Marzo 2024 @ 06:50

    @Vio
    “Il mio ex sulla moglie ne ha dette di tutti i colori a me ed ai miei genitori”

    Stando ai discorsi che si fanno qui, lui avrebbe mentito solo a te con l’intento di intortarti. Poi per fare un bel lavoro completo è andato a dire le stesse cose ai tuoi genitori, sempre con l’intento di intortarti.
    Nel frattempo è ancora a casa, sinceramente innamorato della moglie, scelta perché ha tutti i diritti di cambiare idea come una banderuola, nonostante le incursioni che fa regolarmente nel tuo territorio per farti capire che se tu fossi disponibile lo sarebbe anche lui.
    Perché sai, i sentimenti veri e profondi come l’amore e il rispetto sono come l’acqua, a volte apri quella calda, a volte quella fredda, a seconda di quella che ti serve.

  • alessandro pellizzari, 13 Marzo 2024 @ 20:54

    una buona metà di uomini cialtroni chiama amore a casa la moglie e dice all’amante che gli fa ribrezzo ed è un’arpia

  • Lia, 13 Marzo 2024 @ 18:17

    @Cossora, non ci provare neanche a paragonare quello che ho subito rispetto a quello che ho fatto!
    Sai dare il giusto peso alle cose o anche tu sei prigioniera del giustificare a tutti i costi?
    Lo capisco, considerando che il tuo amante te ne ha fatte di tutti i colori, compreso provarci con la tua amica…

  • Viovio, 13 Marzo 2024 @ 15:08

    @Elle
    Il punto è che chi mente così bene da tradire per anni, è capace di continuare a farlo. Ce ne vogliamo rendere conto o no?

    Mi trovi totalmente d’accordo, aggiungo che esistono persone capacissime di portare avanti relazioni parallele per anni senza destare alcun sospetto.
    Il mio ex sulla moglie ne ha dette di tutti i colori a me ed ai miei genitori, eppure in casa è sempre stato un marito devoto apparentemente innamorato.
    Sono assolutamente certa che se lo avesse scoperto sarebbe riuscito a farsi perdonare (in passato capito’ un episodio molto a rischio).
    Spari’ per una settimana senza lasciare tracce o darmi spiegazioni, perché la priorità era ripristinare la tranquillità in casa, ripresentandosi a cose fatte.
    Se sua moglie avesse scritto qui ci avrebbe sciorinato la solita storia: mi ama tanto e vuole stare con me.
    Secondo me chi fa ammenda e ricostruisce seriamente non ha nulla a che vedere con questo genere di uomini.

  • elleelle, 13 Marzo 2024 @ 14:51

    @Lia
    “Peggio pensare che nei suoi comportamenti ci fosse dolo.”

    Nel mio caso, come ho scritto in passato, ho il sospetto che ci sia stato proprio del dolo, perche secondo me non mi ha puntato a caso ma per un disegno preciso, conscio o inconscio che fosse. Ma lui è un caso molto particolare, non penso che sia comune che una persona scelga la sua preda e la maltratti per colpire indirettamente e vendicarsi su una terza persona.
    Il resto invece era tutto come da copione del cialtrone, con un’aggiunta dovuta al narcisismo. E anche qui non è che lui fosse narcisista solo con me e una volta varcata la soglia di casa gli passasse. Lui lo è con tutti.
    Quello che faceva a me lo faceva anche in casa e ad altri, lo ha ammesso lui stesso ed è stato confermato da più di una persona.
    In un certo senso ho avuto una fortuna che altre non hanno e cioè di avere l’opinione di persone che lo conoscevano da prima di me.
    Anche molto recentemente mi è stato detto che in giro ci sono persone che hanno grossi rancori nei suoi confronti, ulteriore conferma di quello che ho sempre scritto qui.
    Che poi le persone si vogliano illudere o che per carattere siano più accomodanti poco importa. Se una persona è fatta in un certo modo, continua a essere fatta in un certo modo.

  • Leilei, 13 Marzo 2024 @ 13:59

    Personalmente non credo che l’amante parli male del coniuge solo per intortare…io credo e lo dico perchè per me è stato così, lo si vede sotto una luce diversa e sicuramente poco splendente, rispetto all’amante che viene messo su un piedistallo.

  • Nina, 13 Marzo 2024 @ 11:52

    “Sicuramente lui non amava me e mi sembra ovvio, ma davvero c’è chi crede che una persona che parla così della moglie la ama, solo perché ci resta assieme?”
    @Ellelle credo che qui non lo pensi nessuno, in nessuno dei commenti mi pare di aver letto questo. Io penso ,come tu confermi d’altronde, che quest’uomo fosse un grande manipolatore e come ha manipolato te ha manipolato la moglie.Probabilmente con lei ha usato la stessa tattica della denigrazione che ha usato con te,visto che gli aveva già portato frutto . E lei come te ci avrà creduto a maggior ragione se come dici è una persona semplice(ma questo non è una colpa).Penso che qui nessuno metta in dubbio il tuo giudizio su di lui dal momento che l’hai conosciuto anche nel suo aspetto peggiore,che i suoi conoscenti nemmeno immaginano probabilmente.

  • Cossora, 13 Marzo 2024 @ 09:59

    @lia eccome se sistono. E forse ti stupirai, ma per qualcuno tu stessa sei stata incapace di provare empatia almeno una volta nella vita.

  • Cossora, 13 Marzo 2024 @ 09:51

    Lui della moglie non parla male, qualche lamentela (ma del tenore che appartiene a tutti noi) ma di lei non si parla praticamente mai. L’amantato non è ridotto rispetto al rapporo ufficiale. E’ proprio un’altra cosa. In questo senso è a compartimenti stagni. C’è intensità, profondità e -almeno per la mia esperienza- volontà, intenzionalità.
    Non trovo che il momento di confronto o di sostegno sia più importante delle effusioni erotiche la mattina in macchina nel posteggio del bar.
    Fa tutto parte della stessa relazione.
    Certo, se con mio marito non mi vedo per fare colazione al bar, non mi trovo nemmeno a pomiciare nel posteggio. Ma forse anche ci vedessimo al bar non lo faremmo comunque.
    Sono due rapporti diversi.

  • Lia, 13 Marzo 2024 @ 08:51

    @elleelle, quello che non si vuole capire è che i profili descritti da Ale esistono davvero e, al netto di chi tradisce una volta e subito si rimette in riga, il resto rientra in qualcuno di quei profili.
    In generale, tutti quelli che lo fanno con piacere e senza sensi di colpa.
    Un’altra cosa che non si vuole capire è che un soggetto del genere non è così fuori casa e, varcando la porta del suo nido coniugale, diventa un’altra persona.
    Lo è sempre!
    Chi è stato capace di recitare una parte con l’amante, lo è potenzialmente con tutti. Parlare male della moglie aiuta a raggiungere l’obiettivo con più facilità.
    Queste persone pensano a loro stessi e a quello che vogliono raggiungere.
    Il come è un dettaglio.
    Ti ricordi che un periodo sono andata da uno psicologo…
    Gli ho detto che non riuscivo ad accettare l’idea di aver stravolto la mia vita per uno che poi mi ha trattata come sappiamo, con nessuna empatia e affetto.
    E lui mi rispose che forse è meglio concepire che esistano persone incapaci di provare davvero affetto ed empatia. Peggio pensare che nei suoi comportamenti ci fosse dolo.
    Come la giri giri, non se ne esce.

  • elleelle, 12 Marzo 2024 @ 22:06

    Mah, a me sembra che esageri un po’ nel cercare di sminuire quello che succede durante un amantato.
    Qui si parla di come un uomo tradisca la moglie di cui parla male e in modo umiliante, senza amore né rispetto. Che lo abbia fatto per intortare me è irrilevante, le sua parole sono state confermate da altre persone e in ogni caso l’ha messa in pessima luce per scopare un’altra e non era necessario.
    Veramente una cosa del genere non ha alcuna importanza, davvero è tutto perdonabile perché è rimasto in casa?
    Sicuramente lui non amava me e mi sembra ovvio, ma davvero c’è chi crede che una persona che parla così della moglie la ama, solo perché ci resta assieme?
    Un atteggiamento come quello del mio ex, così gratuito e non necessario, è una tale mancanza di rispetto che nega qualsiasi amore e rispetto per la moglie. Già la tradisci, puoi farlo senza ingiuriarne ulteriormente le capacità mentali.
    A me non cambia niente, nel momento in cui ho deciso di mettere fine a questa storia l’ho fatto in modo definitivo. Però sarebbe bello che fosse ben chiaro che certe frasi e certi giudizi impietosi non comprendono né amore né rispetto
    Solo che ormai pur di non ammettere che un uomo possa restare con la moglie per convenienza ci si aggrappa a tutto. Eppure c’è un 60% che resta a casa senza ricostruire un bel niente. Perché non ammetterlo?
    E comunque, se ha mentito a tutto tondo, perché non potrebbe mentire a lei fingendo un amore che non c’è più? Le aveva già mentito più volte mentre la tradiva e anche mentre millantava una ricostruzione, perché non continuare a mentire fingendosi innamorato? In fondo si era finto innamorato anche con me ed era stato molto credibile, per cui è capacissimo di farlo.
    Il punto è che chi mente così bene da tradire per anni, è capace di continuare a farlo. Ce ne vogliamo rendere conto o no?

  • elleelle, 12 Marzo 2024 @ 19:11

    @Mimi
    “si preoccupava molto del calo di immagine che avrebbe avuto.”

    Capisco perfettamente.
    Nel mio caso credo che si preoccupasse del fatto che non sarei stata la compagna giusta per la sua famiglia cattolica, che si aspetta una donna devota e un po’ dietro le quinte.
    Lui fa la pecora nera perché gli fa comodo darsi quell’immagine ma in realtà è sempre stato buono buono a pochi metri dalla casa dei suoi. Non ha mai avuto il coraggio di inseguire i suoi sogni, anche sbagliando. Si è sempre attenuto a quello che si aspettavano gli altri da lui.
    Io sono il contrario, sono una persona intraprendente e che non si piega a certe situazioni di circostanza. Ho certe idee, non sono malleabile, se mi manipolano reagisco male come ho poi fatto con lui.

  • Nina, 12 Marzo 2024 @ 19:04

    ” Che le cose finiscano ci sta. Ma questo è credibile se il traditore dopo si trova da solo/sola per un periodo più o meno lungo prima di inziare una nuova relazione con una terza persona”
    @Stefano, ma di cosa stiamo parlando?Forse tu quando è finita la storia d’amore con la tua compagna sei stato da solo per un periodo prima di iniziare la storia con la tua ex? Non mi sembra che nessuno qui abbia fatto come dici. Qui da quando leggo ho sempre visto testimonianze che raccontano di rapporti con la nuova iniziati ad insaputa del compagno/a in corso e continuati in parallelo. O forse intendevi che la correttezza va usata solo quando si lascia l’amante e non con i compagni?In questo caso qual’e’ il motivo che rende diversa la situazione?
    Quanto agli amantati che finiscono con la scoperta, non penso tu sia tanto titolato a spiegarne le dinamiche perché mi pare che tu non sia stato scoperto e tra immaginare la propria reazione in una situazione e viverla davvero ci passa un mare in mezzo. Ti dico solo che io ho sempre pensato che in un caso simile avrei lasciato e poi…non è andata cosi.

  • Molly, 12 Marzo 2024 @ 18:52

    @Rinascita non so perché non è passato un precedente commento. Riprovo ma poi ho altro da fare e lascio perdere.

    Io non ho mai detto che la ex amante di mio marito non sia stata importante. Dico che OGGI non lo è più. E io vivo nel presente, non nel passato.

    E’ successo anche a te di avere un marito che, se hai scelto di sposare, evidentemente era importante, non credo ti abbia forzato nessuno. Ma come è stato importante nel passato, oggi non lo è più. Avrai tanti bei ricordi e fai bene a tenerli e a guardarli con affetto, ma oggi non fa più per te.

    Questo è quello che è accaduto a mio marito. Che sia rimasto per convenienza lo dubito fortemente perché ti posso assicurare che quando è venuto fuori il tradimento era il momento più perfetto in assoluto perché ognuno andasse per la sua strada: conti economici familiari in salute per la nostra famiglia, ognuno ha il suo lavoro e i suoi risparmi e altri propri asset, i figli grandi e indipendenti e fuori casa, le famiglie consapevoli di una crisi. La strada era spianata eppure….

    Tranquilla che se l’amante fosse stata la persona che DAVVERO VOLEVA, OGGI SAREBBE CON LEI E NON CON ME. Non ho dubbi.

    Io racconto e descrivo la nostra situazione. Poi se tu non sei convinta la mia vita va benissimo avanti senza la tua “validazione”. A me non cambia proprio nulla.

  • elleelle, 12 Marzo 2024 @ 18:26

    @Molly
    “Magari aveva capito che elogiandoti per quelle doti”

    Ho dovuto far mente locale per ricordarmi un po’ di dettagli ma non era solo un elogio, era una manipolazione completa in cui lui però era parte attiva, non erano solo parole.
    Ci metteva molto impegno, proponeva film, serie e libri su cui disquisire. Mi aiutava e si informava su cose che dovevo fare per un percorso di studio e così via. Ci metteva tempo e impegno, ne aveva bisogno lui, non era solo per intortare me.
    La cosa strana è che abbiamo un hobby in comune e lui è molto più bravo di me ma in quello non mi aveva mai realmente aiutato o motivato, proponendomi ad esempio cose da fare.
    Era il resto che gli interessava, quello in cui eravamo alla pari o che richiedeva una certa curva di apprendimento da parte sua. Aveva cominciato ad imparare una cosa che gli avevo detto che stavo studiando io per mettere alla prova una mia teoria e all’inizio non mi aveva detto che lo stava facendo anche lui, me l’ha detto dopo qualche giorno. Lo avevo trovato un po’ strano, un po’ morboso, come se si volesse misurare sempre con me e avevo lasciato perdere quell’esperimento che stavo facendo.
    Per questo dico che gli servivo da stimolo, anche se da parte sua probabilmente non era vissuto come uno stimolo sano. Del resto i narcisisti queste cose le fanno, è ben noto.

  • Mimi, 12 Marzo 2024 @ 17:45

    @ellelle hai espresso perfettamente quello che penso. Io ci ho messo più di te, mi sono fatta fare molto più male, ma ho mollato. Lei no. Poi cosa sia successo dopo non lo so, magari come ho sempre detto lei potrebbe scrivere le stesse cose di Nina o Molly e crederci, magari stanno ricostruendo sulle stesse basi tanto la durata é la stessa ma non ho il minimo interesse. Io so cos’è successo prima e mi basta e sono certa delle cose che dico.
    @Molly quello che sbagli é il continuare a pensare che noi ci siamo creati idee sui vostri matrimoni solo basandoci sulle loro parole e fai finta di non leggere quando ti viene scritto che un amante, uomo o donna che sia, viene fatto entrare nelle vostre vite più di quanto credi.
    Tanto é vero che tempo fa sei stata proprio tu a dire che é una violazione della privacy il gatto che abitudini e fatti della moglie venissero messi in piazza.
    Giusto o sbagliato che sia (fatto dai vostri mariti per guadagnarsi fiducia, non da noi che facevamo indagini) questo dimostra che sapevamo per certo molte piu cose di quelle di quelle che vuoi credere e farci credere.
    Puoi insistere all’infinito. Sono certa di quello che dico anche perché, una volta ammesso quanto sono stata fessa, ho zero interesse a girare le cose a mio favore.

  • Molly, 12 Marzo 2024 @ 14:26

    “E mi spiace, credimi, come ho scritto prima per me è orribile che lui abbia parlato di lei così male proprio su queste cose. Non c’è bisogno di far passare la moglie per ignorante e umiliarla in questo modo per farsi un’altra, almeno non con me, queste cose non mi interessano, ho amiche e amici di ogni livello sociale e culturale.”

    Considerando che ti ha mentito su altre cose, che ne sai che dicesse la verità sia riguardo la moglie sia riguardo a cosa cercava in te? Magari aveva capito che elogiandoti per quelle doti ti avrebbe agganciata peoprio sulla cosa che sta più a cuore a te, essere considerata istruita e intelligente. Sta di fatto che adesso gli vanno bene altre cose, @Ellelle. Come dice Alessandro tanto foste rimasti assieme avrebbe prima o poi sputato nel piatto che aveva a disposizione in quel momento.

  • Stefano, 12 Marzo 2024 @ 13:01

    @Nina
    “Non tutte le storie vanno a buon fine, capita anche nelle relazioni “normali” che dopo un certo periodo di innamoramento si passi poi a non stare più bene nella relazione, ci sono matrimoni che non vanno oltre il terzo anno. È poi tanto strano che ci si stufi anche in una relazione di amantato e la storia finisca o si trascini per inerzia? Io non ci vedo niente di strano”

    Ma infatti non si discute sul fatto che una storia possa finire. Se un amante dopo un po’, dopo un periodo di calo, di stanca ti dice “guarda non ti amo più” e se ne va, fa male ma lascia di quella persona un’immagine comunque positiva. Che le cose finiscano ci sta. Ma questo è credibile se il traditore dopo si trova da solo/sola per un periodo più o meno lungo prima di inziare una nuova relazione con una terza persona. Questo è il percorso degli amori che finiscono. Ma qui non si parla di questo. Quello che non è accettabile è il doppio gioco, la presa in giro, la bugia sia verso il coniuge che verso l’amante. E negli amantati che finiscono perché scoperti e si concludono con il rientro dalla moglie o marito dopo anni ci sono tutti gli ingredienti per un doppio gioco egoistico e opportunistico. Continuato nel tempo. Non c’è nulla di amori che iniziano e finiscono. Non c’è nulla di quell’evoluzione fisiologica dei rapporti di cui parli tu. Quello che non è chiaro è che descrivere questi percorsi come normali percorsi d’amore è assolutamente fuorviante. Però se volete continuare a farlo, liberissimi. Vi auguro che abbiate ragione e che tutto andrà benissimo. Intanto quello che è certo è che in passato è andato tutto molto male e vi siete trovati in casa degli sconosciuti che non avreste nemmeno voluto vedere in cartolina se si fossero presentati così. Ma oggi sono degli ottimi partner. E sono gli stessi di cui parliamo adesso con Martina, ennesima vittima di questi fantastici uomini !!! Che come ho già detto voi donne, amanti e mogli in alleanza, dovreste mollare in mezzo alla strada. Così la prossima volta ci penseranno due volte a prendere per il culo una donna! E invece trovano sempre una “mamma” che invece di buttarli fuori di casa li accoglie con tanto di carezze e baci. Poverini.

  • Leilei, 12 Marzo 2024 @ 12:44

    Non lo so se per gli uomini è diverso, ma quando è iniziata la mia storia extra io ero in un periodo di massimo splendore, soddisfatta di me stessa, altro che crisi esistenziale. Forse proprio perchè mi stimavo, ho pensato di aver diritto a qualcosa di più di quello che avevo a casa.

  • Ariel, 12 Marzo 2024 @ 11:38

    @elleelle
    Sicuro concordo in pieno sul fatto concreto che ovviamente non basta documentarsi in generale ,ma occorre dire che proprio su argomento di difficoltà di relazioni affettive tutte resta soprattutto in Italia qualcosa di veramente RECENTE così recente che anche gli stessi esperti hanno tra loro opinioni diversissime su analisi e il come procedere in terapia adatte ad ogni caso.

    Voglio portare alla conoscenza ad esempio ,giusto per rendere ciò che qui scrivo un qualcosa di concreto esistente a questo mio pensiero.

    Ad esempio la Validissima Dott.ssa Saccá di Roma dal mio punto di vista veramente eccezionale professionista che si è dedicata e si dedica in ogni modo al tema specifico di relazioni tossiche con anche una competenza notevole su Narcisismo e derivati e tutto ciò che ruota intorno a ciò che si definisce Manipolazione Negativa E Dipendenza Affettiva

    La seguo da tempo ovunque ha scritto dei libri e libricini gioiello dove aiuta davvero chiunque si trovi in difficoltà a fare anche cose concrete .

    Ecco pur essendo una Stravalida Professionista che pur non conoscendola di persona colgo occasione per esprimerle la mia immensa gratitudine per tutto suo operato di vero aiuto
    Ecco che lei stessa in un video parla di essere stata attaccata come una persona fissata sul Narcisismo come la tendenza tutta Italiana rema contro il fatto concreto di quanto restino in aumento esponenziale le realtà di manipolazioni negative mosse anche attraverso comportamenti di tipologia Narcisistico.

    Ora questo esempio @Molly e chi pensa che sia sufficiente documentazione generica resta evidente come ancora occorra scoprire meglio da sé stessi in che cosa è con chi ci si documenta

    Le fonti importantissime e pure la storia su questi argomenti nel proprio Paese di residenza dove si vive dove ad esempio sono nate e sviluppate le difficoltà di relazioni affettive tutte.

    Vi ripeto anche tra professionisti esistono scuole di pensiero diverse tra loro soprattutto in Italia perché argomento recentissimo se pensiamo che la prima professionista a portare alla luce argomenti su questi temi è stata la Dott.ssa Cinzia Mammoliti che da dieci anni ne scrive ricerca e ne opera in stretta collaborazione con altri professionisti compresa ad esempio la Dott.ssa.Saccá di Roma.

    Non ci sono affatto molti professionisti così davvero dentro alla vera conoscenza ,no colpa loro ,ben inteso ,ma semplicemente occorre più tempo ,dieci anni sono un soffio insufficiente per avere le idee davvero chiare.

    In più sicuro come scrivi benissimo @Elleelle resta umanamente possibile che ciascuno nel suo cercare se si vive ancora in situazioni precarie non ancora ben definite si tende a cercare la risposta che si vuole avere al momento perché ovviamente si tende a voler placare istintivamente il proprio eventuale presente disagio

    Importanti ,ritengo queste considerazioni perché ci aiutano a poter meglio dipanare la complessa matassa di tutte le nostre esperienze vissute e ancora in parte per qualcuno in corso.

  • elleelle, 12 Marzo 2024 @ 10:39

    @Ale
    Questo sputare nel piatto in cui si mangia mi sembra una cosa piuttosto comune. L’hanno fatto gli ex di Crocus, Vio, di Martina che è appena arrivata e chissà quanti altri che non ricordo.
    Io non l’ho mai fatto. Non ho mai parlato male di mio marito, non ce n’era bisogno. Avevo solo detto che non andavamo più d’accordo a causa di caratteri diversi. Dovrebbe essere sufficiente.

  • elleelle, 12 Marzo 2024 @ 10:26

    @Mimi
    C’è un’altra cosa: che una moglie buona, comprensiva e indulgente che ti perdona tutto perché ti vede come un bambino un po’ bricconcello è più facile da gestire di una donna che non ci penserebbe due volte a mandarti a fare un bel giro.
    Tu lo hai fatto, l’ho fatto io. Non sono scemi, chi manipola per abitudine è sintonizzato su queste cose, sa fin dove si può spingere con una persona.
    Il mio ex aveva tastato il terreno, aveva chiesto e aveva ottenuto la risposta che gli serviva e cioè che lei se lo sarebbe tenuto nonostante tutto. Così è successo. Era stato avvertito da me che ci sarebbero state conseguenze se mi avesse preso per il culo ma sapeva di non rischiare niente neanche nella peggiore delle ipotesi. Così è stato.
    Amore per lei? Non scherziamo.

  • alessandro pellizzari, 12 Marzo 2024 @ 09:58

    Chi sputa nel piatto dove mangia o ha mangiato sputerà nel tuo

  • elleelle, 12 Marzo 2024 @ 09:46

    @Dispersa
    Il mio ex è indubbiamente un uomo colto e a lui interessava molto questa condivisione di alto livello intellettuale che poteva avere con me. Lo è anche in modo un po’ pretenzioso e radical chic, mentre a me non interessa questo aspetto.
    Lei non ha gli strumenti per esserlo per via delle scelte scolastiche e della professione. Lo fa di riflesso tramite lui ma si capisce che è artefatto. Non è colpa sua, la vita va così.
    E mi spiace, credimi, come ho scritto prima per me è orribile che lui abbia parlato di lei così male proprio su queste cose. Non c’è bisogno di far passare la moglie per ignorante e umiliarla in questo modo per farsi un’altra, almeno non con me, queste cose non mi interessano, ho amiche e amici di ogni livello sociale e culturale.
    Purtroppo ne hanno parlato in questo modo anche varie altre persone e quindi il mio ex non aveva mentito. Ma proprio perché non aveva mentito, perché stare con una donna del cui cervello hai un’opinione così bassa? Io mi sentirei morire se la persona con cui sto pensasse di me certe cose.
    Il mio ex mi aveva anche detto che non riusciva a stare senza le nostre conversazioni e le nostre condivisioni di libri, film ecc. Lo facevano sentire intelligente e sentiva di dover stare al passo ma al contempo si sentiva inadeguato.
    In realtà credo che l’ideale per lui sarebbe stata una situazione virtuale tipo quella di Beatrice ma dal momento che lo attiravo anche fisicamente, non ci riusciva.
    Io poi sono una persona concreta tipo @Cossora. O si è amici e basta, allora va bene anche il virtuale, ma se si comincia coi ti amo e i vorrei farti questo e quell’altro, allora no.
    Secondo me nel suo caso lo salva il suo narcisismo. Io ero lo strumento che lo motivava, lei è lo strumento che lo fa sentire superiore. Ma non credo che sia amore, non quando dai certi giudizi e non quando l’altra persona è uno strumento.

  • alessandro pellizzari, 12 Marzo 2024 @ 09:03

    Un uomo tutto apparenze insomma, vuoto come il suo cuore.

  • Mimi, 12 Marzo 2024 @ 08:59

    @Ellelle io ho vissuto la stessa cosa. Era un fattore intellettuale si ma soprattutto un fattore di indipendenza: io sono indipendente da anni, mi mantengo da sola, sono una risparmiatrice. L’esatto opposto di lei. Non lo dico con cattiveria, non mi interessa screditarla, non l’ho mai fatto durante la relazione con lui figurati adesso. Lui in me vedeva la responsabilità economica, la capacità di gestire una casa, pagarsi l’assicurazione da soli, cose del genere. E bada lui non era un campione, su moltissime cose erano uguali, quando però ha conosciuto me ha trovato quello stimolo che in lei non ha mai trovato (parole sue) tanto è vero che molte cose le ha imparate e su altre invece si faceva aiutare da me.
    Nei vari rientri ha provato sotto questi aspetti a “farla diventare come me” ma a lei non interessava ascoltarlo e quindi tornava indietro.
    Di contro lei invece è molto molto bella, ha una presenza impattante, quella per esempio in me non la ritrovava. Sono una ragazza semplice, gli piacevo si ma capivo che si preoccupava molto del calo di immagine che avrebbe avuto. Così come sicuramente lei gli dava più sicurezza come tenore di vizi che poteva dargli e certezza di essere un’ottima madre per degli ipotetici figli (lei insisteva da tempo per averne, era già pronta, io si ne vorrei ma non sentivo e non sento il ticchettìo dell’orologio biologico), con me non le aveva e quindi tornava da lei da bravo narciso.
    Lei aveva un senso di moglie/madre più sviluppato ma con molti sacrifici, io quello di stabilità pratica di vita senza acqua alla gola ma senza step certi nel tempo.
    La compagna perfetta sarebbe stata una fusione tra noi due, in sostanza.
    Il sesso era l’ultimo dei suoi problemi, quello non gli è mai mancato nè a casa nè fuori, vero che per lui è sempre stata una componente importantissima ma non era necessario incagliarsi tre anni in un amantato solo per quello.

  • alessandro pellizzari, 12 Marzo 2024 @ 08:59

    Non è credibile che questi uomini in preda a una crisi di nervi non abbiano spina dorsale per anni e poi solo nel momento in cui sono stati beccati in cinque minuti hanno tutto chiarissimo.

    Cara elle, fermo restando che il 10/15% delle coppie ricostruisce per amore e non per convenienza devo precisare che almeno metà di queste lo fa dopo essere state scoperte, non dopo una confessione. Sono persone al primo tradimento per le quali essere scoperti è come un elletroshock che le risveglia di colpo da un sogno che ormai stava diventando disagio. Ho diverse testimonianze in merito e molto di questi beccati erano lì lì per confessare spontaneamente prima della scoperta. Ma si sa, gli uomini tirano alla lunga e rimandano le cose spiacevoli

  • Nina, 11 Marzo 2024 @ 23:13

    “È molto più facile che si decida di fare una cosa perché fa piacere piuttosto che perché ci fa schifo, soprattutto se si parla di andare a letto con una persona”
    @Ellelle nessuno ha mai affermato questo, certo che si fa una cosa perché fa piacere farla e con una persona che piace,sarebbe assurdo dire il contrario. Ma non tutte le storie vanno a buon fine, capita anche nelle relazioni “normali” che dopo un certo periodo di innamoramento si passi poi a non stare più bene nella relazione, ci sono matrimoni che non vanno oltre il terzo anno. È poi tanto strano che ci si stufi anche in una relazione di amantato e la storia finisca o si trascini per inerzia? Io non ci vedo niente di strano. La scoperta puo’ essere un modo per uscirne,così come incontrare una terza persona oppure rendere la relazione così pesante da costringere l’altra persona a fare il passo. Lo dice anche @Alessandro nella sua epidemiologia.

  • Nina, 11 Marzo 2024 @ 22:58

    “In ogni caso il non amare l’amante ed il rimanere con il coniuge non significa che si ami quest’ultimo”
    Nessuno ha detto questo in modo tassativo @Rinascita. Sia io che Molly che Nara abbiamo parlato sempre e solo dei nostri mariti,che nel nostro caso hanno scelto di ricostruire in toto la coppia,liberamente e senza pistole puntate. Potevano proporre di mantenere una convivenza familiare,scegliere di uscire da soli o con la ex,oppure continuare a mantenere il piede in più scarpe sperando ancora di non essere beccati,ma hanno deciso di provare a rimettere in gioco se stessi nella coppia e se hanno espresso questa intenzione, nonostante la durata,l’intensita’ e i particolari dell’amantato è perché il loro sentimento li ha spinti in quella direzione e finora i fatti li vedono coerenti con la scelta fatta. Nessuno nega che in altri casi sia diverso(come dimostra infatti l’epidemiologia di @Ale),nessuno ha affermato che i vostri ex abbiano fatto altrettanto o che voi dobbiate fare altrettanto. Non trovo corretto dire “il mio ha fatto cosi’ e così quindi quello che fa il tuo non può essere come dici”. Chi ha tradito, io penso,conosce il SUO retroscena cosi’ come chi è stato tradito conosce la SUA storia di coppia.Ognuno ha vissuto la sua storia ,ciascuno la racconta e ovviamente ognuno ha scelto per la sua vita in base ai fatti che aveva davanti,sperando di fare al meglio. Non c’è e non ci deve essere nessuna competizione, perchè su ciascun fronte c’è solo il racconto di sofferenze ormai passate e risolte o ancora in evoluzione.
    Comunque, giusto per puntualizzare, il blog è sulle relazioni amorose,infatti ci sono parecchi articoli sulla coppia in generale oltre a quelli sull’amantato. Sulla felicità nella coppia, sul sesso,sui figli e altro,oltre a quelli sul tradimento,che comunque come dice @Ale interessa il 50% delle coppie.Quindi credo anche noi,come voi,abbiamo titolo per essere
    qui e raccontare la nostra storia.

  • elleelle, 11 Marzo 2024 @ 22:50

    @Molly
    “Esattamente, basta documentarsi, NINA o frequentare uno psicoterapeuta.”

    Bisognerebbe documentarsi e tenere presenti tutte le opinioni, non solo quelle che fanno al caso vostro.
    Ci sono tanti motivi per un tradimento, non solo la crisi personale. Pensare che la crisi personale sia il motivo principale vi aiuta a perdonare (chi non si sente compassionevole verso un povero uomo in crisi?) ma tralascia tutte le altre possibili spiegazioni.
    Selezionare solo le informazioni che fanno al caso proprio non è esattamente un metodo scientifico e ben documentato.

  • elleelle, 11 Marzo 2024 @ 22:44

    @Rinascita
    “In ogni caso il non amare l’amante ed il rimanere con il coniuge non significa che si ami quest’ultimo.”

    Cito questo ma concordo con tutto quello che hai scritto.
    Per me qua sul blog non si fa alcuna fatica ad ammettere che nonostante le belle parole questi uomini non ci amavano realmente.
    @Ale li chiama cialtroni a ragion veduta, perché ti amano come la loro vita ma appena vengono beccati tornano a casa con la coda tra le gambe.
    Io l’ho scritto e riscritto: il mio ex mi ha preso per il culo, non mi ha mai amato. Però credo che pensare che amasse la moglie, dopo tutto quello che ha fatto e le ha detto dietro, sia una cosa fuori dalla realtà.
    Lui si è fatto semplicemente i conti in tasca.
    Penso che il mio ex non sia affatto un caso isolato, anzi, credo che sia la norma e sarei proprio curiosa di sapere che stratagemmi aveva messo in atto il tuo compagno per cercare di ricostruire in casa. Credo che saperlo sarebbe illuminante.
    Penso che almeno su questo delle persone intelligenti dovrebbero essere d’accordo: quando le cose vanno così, soprattutto quando un amantato finisce solo perché si è stati beccati, non c’è amore né per l’una né per l’altra.
    C’è tutto il resto che sappiamo: paura, convenienza, umiliazione, egoismo. Umano ma non necessariamente desiderabile.

  • Dispersa, 11 Marzo 2024 @ 22:20

    @Elleelle nel più dei casi l’uomo tradisce perché a casa manca il sesso… Forse con te compensava altro, ora non so se lui è una persona colta ed intelligente, ma quando una persona tradisce con la testa è un ‘problema’.

  • elleelle, 11 Marzo 2024 @ 21:47

    @Molly
    “Quando realizzi che mancano quegli elementi, secondo me ormai si è in un ginepraio da cui si fa fatica a uscire anche se si sa che non ci sta aiutando affatto.”

    Scusami ma sembra che tu stia parlando di bambini invece si tratta di uomini adulti.
    Capisco che la donna italiana deve essere mamma sia dei figli che del marito ma secondo me stiamo esagerando. Sembrano uomini che hanno meno consapevolezza di un bambino delle elementari.
    Non è credibile che questi uomini in preda a una crisi di nervi non abbiano spina dorsale per anni e poi solo nel momento in cui sono stati beccati in cinque minuti hanno tutto chiarissimo.
    Va bene, hanno preso paura, ma paura di trovarsi col culo per terra. Ci può stare il caso su un milione dell’uomo che tradisce e si rende conto di amare la moglie ma quest’uomo agisce prima, non lo fa quando viene beccato.
    Ammettete almeno questo, che se non fossero stati beccati potrebbero essere ancora lì.
    Non sono dei bambini, sono adulti che hanno calcolato tutto quello che dovevano calcolare per stare con chi volevano stare. Basta scuse, basta giustificazioni.
    È più dignitoso dire che ve la siete vista brutta e avete fatto tutto quello che avete dovuto fare per tenerveli. Ci sta, io la capisco la debolezza, la paura ecc. Capisco che una persona alla soglia dei 60 anni non voglia perdere quello che ha costruito, è umano.
    Ma l’ingenuità no, quella proprio no.

  • Dispersa, 11 Marzo 2024 @ 21:15

    @Ale nel mio caso lui ha iniziato a prendersi cura del suo aspetto quando abbiamo iniziato la relazione, in particolar modo nell’abbigliamento prima non badava molto a come si vestiva… Io ho sempre amato la moda e tenuto alla mia forma fisica, ma ho intensificato il tutto nei suoi up and down perché non mi sentivo mai abbastanza (nonostante le attenzioni di altri non mi siano mai mancate)… Ora continuo per me perché mi gratifica la cosa.

  • elleelle, 11 Marzo 2024 @ 20:09

    @Ale
    Secondo me possiamo dire che io sono stata una stampella per il mio ex ma di che tipo?
    Premetto che per me la moglie è sicuramente una buona e brava ma varie persone mi hanno detto che lei è così semplice e poco colta che posso solo dire di essere l’opposto.
    Io ho sopperito a delle mancanze intellettuali e questo secondo me è gravissimo. Pensare che tua moglie non è sufficientemente stimolante o intelligente per cui vai a tampinare l’esatto opposto avrebbe dovuto far nascere molte domande sia in lui che in lei.
    Per lui non era sesso e basta, lo facevamo così poco! Era altro, era la testa.
    Lei sa di me, sa cosa ho fatto, dove ho vissuto, cos’ho studiato. Per un lungo periodo di tempo era tutto visibile nel mio profilo. Mi ha visto quando ancora tra noi non c’era niente ed è stata subito gelosa.
    Ecco, se io fossi stata al suo posto non ce l’avrei fatta e non per il sesso ma perché io avevo l’insufficienza e lui si è cercato il 110 e lode. Per me sarebbe stato così umiliante che non sarei riuscita.
    Oltretutto visto che era la testa quello che cercava lui e non il sesso o un corpo, lei non ha possibilità di recuperare quello che io ho creato nella mia testa in 40 anni. Le resta l’insufficienza ma non lo dico con cattiveria, non è colpa sua, ognuno nella vita fa le sue scelte e le mie mi hanno portato in un posto intellettuale diverso dal suo.
    Se lui l’avesse tradita solo per sesso sarebbe stato un altro discorso. Quando tradisci per quello che c’è dentro alla testa di una persona secondo me son cazzi.
    Credo che in amantati di lunga data, con uomini abbastanza scaltri come certi mariti, non possa non esserci qualcosa che va oltre il sesso. Ci deve essere qualcosa di importante che manca in casa, altrimenti la durata dell’amantato e la portata delle cose fatte non si spiega.

  • Rinascita, 11 Marzo 2024 @ 20:00

    Molly quando si defenestra un’amante e’ sicuramente indice che non là si ami “abbastanza”, come scrive Ale da sempre.
    Ci sono anche i deboli, persone irrisolte che sono infelici ma non riescono a fare il salto.
    In ogni caso il non amare l’amante ed il rimanere con il coniuge non significa che si ami quest’ultimo.
    E’ questo il passaggio su cui sorvoli
    Su questo blog non c’è la difesa a spada tratta delle amanti in quanto amori irrealizzati.
    Ma spesso la pochezza dei sentimenti, l’imbroglio o la debolezza di chi tradisce.
    L’uomo quando resta nel matrimonio, nella stragrande maggioranza, lo fa per una situazione di comodo.
    Tu vuoi che ti si dica che tuo marito è rimasto con te perché ti ama follemente, che l’amante non ha avuto alcun valore nella sua vita, che non era lei che voleva ma ha sempre e solo voluto te, che era depresso, triste, in crisi.
    Chi ha tradito non può dirlo perché conosce esattamente i retroscena.
    Tu mitighi la situazione ma noi non possiamo.
    Su un blog di mogli tradite potresti sentire quello di cui hai bisogno.
    Se vieni in mezzo a chi ha tradito, no!

  • Molly, 11 Marzo 2024 @ 19:47

    ““chi cerca un’altra relazione sta vivendo una propria crisi personale e spesso accade in momenti particolari della propria esistenza”

    Vero quello che dici @Molly,me l’ha confermato anche la psicoterapeuta,è il motivo più comune(escludendo i seriali),tanto che ci sono statistiche che mettono la nascita di un figlio e l’arrivo dei 50 tra i periodi più a rischio tradimento.”

    Esattamente, basta documentarsi, NINA o frequentare uno psicoterapeuta.

  • elleelle, 11 Marzo 2024 @ 19:45

    @Ale
    Ma soprattutto, stampella che va avanti tranquillamente finché non si viene beccati e secondo me bisognerebbe tenerne un po’ più conto invece di arrampicarsi sugli specchi con mille spiegazioni.
    Va bene la crisi, va bene i figli, l’avvicinarsi dei 50 anni, la rava e la fava ma che questi uomini passino dallo stato larvale in cui sono così in crisi da perdere il lume della ragione per una donna e così decisi quando se la fanno sotto è un controsenso.
    Di nuovo, cerchiamo di essere coerenti altrimenti si finisce per parlare del nulla, è ridicolo.
    È molto più facile che si decida di fare una cosa perché fa piacere piuttosto che perché ci fa schifo, soprattutto se si parla di andare a letto con una persona. Siamo seri, chi va a tradisce e va a letto con una donna che gli fa schifo per anni, quando a casa comunque lo fa con la moglie?

  • Molly, 11 Marzo 2024 @ 19:17

    “Un marito che ammette di essere innamorato dell’amante con cui ha una storia di anni e con cui si fa centinaia di foto a me non sembra che risponda ai criteri di una situazione vissuta così controvoglia.”

    Io non credo che nessuno abbia parlato di “controvoglia” @Ellelle. Si fa riferimento al fatto se questa relazione sia utile e faccia bene, aiuti la persona stare meglio non solo quando è in presenza di quella persona, ma se avere una relazione aiuta ad essere delle persone più serene e migliori, a crescere. Quando realizzi che mancano quegli elementi, secondo me ormai si è in un ginepraio da cui si fa fatica a uscire anche se si sa che non ci sta aiutando affatto. Si realizza che si deve fare un GROSSO cambiamento ma si ha paura dell’ignoto. E allora si perde tempo per lasciare le cose proprio come sono.

  • alessandro pellizzari, 11 Marzo 2024 @ 19:03

    Stampella si ma molto complessa e variegata

  • Molly, 11 Marzo 2024 @ 18:40

    Ragazze, mogli, io credo in certe ricostruzioni lo sapete (quelle vere per amore e non per convenienza, lo ricordo, sono il 10/15% delle ricostruzioni totali, lo dice la mia Epidemiologia di coppia), ma non possiamo affermare in modo credibile che una amante che dura più di un anno e arriva persino a 4 anni ha il solo ruolo di “tirami su”.

    Scusa @Alessandro ma quando tu parli dell’amantato stampella non mi sembra che sia diverso. Quello stampella utilizza l’amantato per restare nella coppia ma la persona che tradisce non vuole lasciare il matrimonio che sia uno, due, cinque o sette anni poco importa. Mi pare che chi desidera un’amante per “tirarsi su” non sia in una situazione diversa. La relazione sarà anche profonda tra i due amanti ma come mai quando è messa alla prova sei tu che hai portato gli esempi del “buttare giù dalla torre l’amante” anche se erano anni e anni di relazione. Caspita ne hai fatto articoli e ora ritrai quello che hai scritto? Se una persona è così importante NON VIENE DEFENESTRATAT DALL’OGGI AL DOMANI, soprattutto se c’erano sentimenti profondi e una relazione CHE SI PENSAVA TALE. Questo penso che tutti lo pssano capire.

    Chi ha bisogno dell’amante per “tirarsi su” ne ha bisogno perché ha una sua crisi personale e fino a prova contraria queste crisi non sono mai questione di qualche mese, soprattutto se si fanno dellE scelte del cavolo per “tirarsi su” invece di tirarsene fuori si vanno a mettere in un ginepraio da cui poi fanno ancora più fatica a disincastrarsi. E lì certo che passano gli anni. Se la gente andasse in terapia invece di farsi l’amante sarebbe molto più saggio e sano,

    Del resto avevo avvisato NINA che l’idea su questo blog non passa, ma basta documentarsi….

  • elleelle, 11 Marzo 2024 @ 18:07

    Cerco di seguire certi ragionamenti ma non riesco.
    Secondo questi ragionamenti il mio ex poteva essere in profonda crisi personale quando mi ha conosciuto, era in sovrappeso e non si piaceva, era imbarazzato dalla sua pancia ecc.
    Comincia questa storia con me, perde peso, va in palestra, recupera un discreto fisico e lo mantiene finché ci frequentiamo.
    Finisce tra noi e torna quello di prima, di quando era in crisi e non si piaceva perché era in sovrappeso: pancia, culone, gambone, capelli trasandati e spettinati.
    Eppure secondo questi ragionamenti ero io che gli causavo un danno…

  • elleelle, 11 Marzo 2024 @ 18:00

    @Dispersa
    “Maribel vero quello che hai scritto sulla forma fisica, ogni individuo è a se.”

    Sì però nella propria narrazione bisognerebbe essere coerenti. Un marito che ammette di essere innamorato dell’amante con cui ha una storia di anni e con cui si fa centinaia di foto a me non sembra che risponda ai criteri di una situazione vissuta così controvoglia.
    Se si racconta che quest’uomo aveva problemi dentro e fuori casa e che l’amante era una cosa bella nella sua vita, è più probabile che io nervosismo derivi da questi problemi che dall’amante.
    D’accordo cambiare le carte in tavola per assecondare una certa narrazione, ma con moderazione.

  • elleelle, 11 Marzo 2024 @ 17:51

    @Rinascita
    Non credo che esista un marito kamikaze che resta in un amantato se sta così male ed è così infelice. Un uomo che molla l’amante su due piedi quanto viene beccato, è un uomo che saprebbe mollarla anche prima se lo fa stare così male.

    @Ale
    Secondo me ci sono proprio delle ricerche che dicono che quando ci si innamora passa la fame e si dimagrisce. È una conseguenza delle sostanze che entrano in circolo quando ci si innamora.

  • Nina, 11 Marzo 2024 @ 17:01

    “chi cerca un’altra relazione sta vivendo una propria crisi personale e spesso accade in momenti particolari della propria esistenza”
    Vero quello che dici @Molly,me l’ha confermato anche la psicoterapeuta,è il motivo più comune(escludendo i seriali),tanto che ci sono statistiche che mettono la nascita di un figlio e l’arrivo dei 50 tra i periodi più a rischio tradimento. Ma comunque hai ragione tu,io la fase dei perché e percome l’ho superata, ne parlo come testimonianza qui perché mi viene chiesto o viene ipotizzato qualcosa che non coincide con quello che ho vissuto o mi è stato detto. Ripeto, ora siamo sereni,quello è il passato e che la visione che me ne sono fatta sia o più meno veritiera non cambia la sostanza o il mio sentimento.

  • Cossora, 11 Marzo 2024 @ 16:39

    Beh ma ci sta che dopamina e serotonina ci diano dei forti stimoli per migliorare noi stessi. Sono ormoni che danno buon umore, e quando si sta bene ci si vuole bene. Intossicarsi di cibo o di sostanze nocive, chiudersi in casa, essere isterici.. se stai bene non lo fai. Con nessuno.
    Io parlo di lungo periodo, non sei mesi, quindi se una persona è contenta (attenzione: non sovraeccitata) trovo difficile pensare che ‘viva male’. Più probabile si sia trovata una sua quadratura senza farsi troppe domande. Lui ed io ormai da un anno manteniamo una vita sana: io ho perso un bel po’ di kg (più che altro non oscillo più) e lui in sotto certi aspetti nella definizione fisica è irriconoscibile.
    A mio parere sono buoni segnali.

  • alessandro pellizzari, 11 Marzo 2024 @ 15:59

    Gli uomini, soprattutto al primo tradimento oa un tradimento importante dove lei è particolarmente bella, in forma e invidiabile come partner, si rimettono in riga eccome, almeno 7 su dieci. Sesso e farfalle nello stomaco, ma anche competitività con altri possibili spasimante mette il pepe alla dieta e allo sport. Statistico

  • alessandro pellizzari, 11 Marzo 2024 @ 15:57

    Molly scrive: Ovvio che l’amante aveva il ruolo di “tirarlo su” ma evidentemente finito l’effetto immediato tornava nel suo stato precedente.

    Ragazze, mogli, io credo in certe ricostruzioni lo sapete (quelle vere per amore e non per convenienza, lo ricordo, sono il 10/15% delle ricostruzioni totali, lo dice la mia Epidemiologia di coppia), ma non possiamo affermare in modo credibile che una amante che dura più di un anno e arriva persino a 4 anni ha il solo ruolo di “tirami su”. Sono relazioni profonde che per lunghi periodi cancellano il matrimonio di fatto e anche psicologicamnete. E che, nel 35% dei casi e più lo sotterrano

  • Dispersa, 11 Marzo 2024 @ 13:23

    @Maribel vero quello che hai scritto sulla forma fisica, ogni individuo è a se.
    Ci sono persone che sotto stress perdono peso e persone che si abbuffano ed ingrassano, come ci sono persone che si prendono cura di loro nei momenti difficili per riscattarsi e viceversa.
    L’unica cosa che fa la differenza è la luce degli occhi, credo sia l’unico vero termometro.

  • Molly, 11 Marzo 2024 @ 12:36

    “Non stava bene in quel periodo ne come aspetto(emaciato)ne emotivamente.Infatti a momenti era cupo, pessimista e polemico a momenti del suo solito umore e non solo con me, con i figli, gli amici e persino al lavoro(non glielo dicevo solo io). Quindi no,lui non era “rifiorito” con la relazione extra,semmai lo è ora.”

    @Nina in questo blog non piace sentirlo dire ma in realtà spesso chi cerca un’altra relazione sta vivendo una propria crisi personale e spesso accade in momenti particolari della propria esistenza, quando si entra in contatto con le proprie ferite infantili, quando si attraversa una propria crisi di identità per esempio dopo la nascita dei figli, con conseguente meno possibilità di fare sesso come da fidanzati o neo sposi, intorno ai 50 anni quando ci si comincia a sentire “vecchi” e si prova a cambiare “aria” a vedere se una nuova persona nella propria vita riesce a portare vitalità, validazione, se aiuta se stessi ma il centro rimane la propria vita e l’amante è “accidentalmente“ al posto giusto al momento giusto.

    Quindi non mi stupisco che stesse male. Ovvio che l’amante aveva il ruolo di “tirarlo su” ma evidentemente finito l’effetto immediato tornava nel suo stato precedente. Puoi utilizzare tanto tempo a capire perché e per come ma a un certo punto dovrai tirare una riga e dire “ È andata così, è stato un grosso dolore che mi ha dato, mi ha davvero pugnalato il cuore ma non soggiorniamo su quel periodo, il passato è passato e può avere solo il peso che si è capaci di attribuirgli.”

    Se ora vivi un’altra realtà, goditela!

    Non devi dimenticare, ciò che è stato non deve modellare la tua e la vostra vita. Ogni giorno insieme è un dono e sta a voi renderlo prezioso.

    Purtroppo tuo marito, come il mio, ha rovinato la propria immagine in noi e lo hanno fatto con le loro stesse mani e scelte e sappiamo di cosa POSSONO essere capaci se VOGLIONO.

    Era una cosa che non avevo mai considerato perché ragionavo con i miei VALORI e le mie CIRCOSTANZE. Ora sai cosa devi osservare e starai più attenta a non farti più prendere in giro e se lo dovesse rifare, la persona disonesta sarà lui e tu non perderai la tua integrità ma te ne renderesti conto molto prima.

    Goditi il presente e riscrivete la vostra storia, unica e spero che continui a scaldare il vostro cuore. So bene che non hai meritato tutto questo.

  • Ariel, 11 Marzo 2024 @ 12:21

    “ se uno deve litigare su un blog c’è qualcosina che non funziona.”

    @Maribel fermo restando che condivido ciò che hai scritto a @Giulia

    Vorrei ,però,mettere in evidenza che da mio punto di vue,
    La frase che ho virgolettato resta incompleta e cioè pur se verissima il fatto che sicuro qualcosina possa non funzionare in realtà è al opposto un segnale molto positivo

    E cioè che qualcosa ha scosso dentro noi stesse/i ogniqualvolta ,resta umano ,potersi esprimere con emozioni anche negative ,che se da un lato sicuro rivelano che quel qualcosina non funziona in realtà possono generarsi vere scoperte straordinarie alla propria guarigione interiore

    Certamente è cura di @CaroAlessandro moderare i nostri commenti
    Ne so bene qualcosa perché a volte mi capitato di accendermi a mo di fuoco incrociato ahahah
    Ma ecco secondo me,resta validissima la reazione accesa perché segnala al contrario di negatività
    Una sorta di RISVEGLIO

    La ribellione contiene sempre il primo passo verso la propria scoperta personale sul come fare per stare al meglio nella propria vita ,nelle proprie difficoltà che qui sicuro tutti possiamo ben comprendere proprio perché ci siamo esattamente passate.

    E poi come saprai saprete ognuno ha il suo modo
    Ci sono utenti più emotivi più che si Incas come espressioni lasciarsi libere di farlo
    Questo secondo me resta primordiale per il valore del Blog.
    Non siamo utenti qualunque che si dedicano al giardinaggio e invitate a discutere di argomenti così lontani da propria esperienza di vita
    Non siamo ROBOT
    ma utenti pure se tasti sconosciuti si cela dietro LA PERSONA LA NOSTRA UMANITÀ DEVE PREVALERE
    Perché proprio sulla UMANITÀ EMPATIA che RESTA LA FONDAMENTALE VIA DELLA EVOLUZIONE UMANA compresa quindi la soluzione alle difficoltà di esperienze affettive di cui qui si scrive.

    Sono certa che @Giulia cara come tutte e tutti utenti qui riuscirà a scoprire meglio cosa si nasconde della vera sé stessa

    Qualcosa sicuro di bello ,qualcosa che sa Di un suo talento ancora a lei sconosciuto perché nascosto ma che esiste dalla sua nascita !

    Bonjour e che sia un buon giorno per tutti noi qui e fuori di qui.

  • Cossora, 11 Marzo 2024 @ 11:47

    @giulia ma veramente dai questa importanza alle parole di tutti? Credo tu sia solo molto ‘esposta’ emotivamente adesso. A me non frega niente ma ai tempi quando non avevo il baricentro centrato mi toccavano moltissimo i pareri qui. Prova a fare un pensiero in questo senso.

    @rinascita anche per me una volta che l’amore finisce, non rinasce (non ci si innamora mai due volte della stessa persona) credo l’amore di lei non sia mai finito, tutto qua. Del marito di Nina non si sa. Ma lei sta bene? Basta.

  • Leilei, 11 Marzo 2024 @ 09:43

    Concordo con Rinascita: il nervosismo in casa è normale, dovuto al fatto di non stare bene dove si sta e voler essere da un’altra parte. Per tutti gli amanti è così. E anche il mio amante, tendenzialmente sovrappeso, in quel periodo aveva tentato varie diete.

  • maribel, 11 Marzo 2024 @ 09:09

    @giulia secondo me te la prendi tantissimo. questo è un blog e ognuno è libero di scrivere il suo parere su ogni argomento, sarà alessandro a censurare se i toni non sono consoni all’ambiente. quindi mi chiedo come mai ti senti di condividere cose su un blog se poi ti irrigidisci quando leggi le risposte? ricordati che quando qualcosa ci innervosisce o ci fa reagire in modo acceso è perchè quella cosa tocca corde profonde. se sei convinta della tua strada il blog dovrebbe essere semplicemente un luogo protetto dove scrivere i fatti tuoi, un rifugio segreto e piacevole. chiediti questo. se uno deve litigare su un blog c’è qualcosina che non funziona.

    a @rinascita e @nina sul fatto del peso e della forma fisica. credo che ogni caso sia a sè. il marito di nina non stava bene con se stesso e si trascurava fisicamente. è il non prendere decisioni, secondo me, che ti fa saltare l’equilibrio e l’amor proprio, il limbo, il non trovare un modo per decidere, nel bene o nel male.
    cio’ non significa quindi che la forma fisica significhi felicità. magari è uno step ancora diverso: mi son sacrificato, ho preso una decisione e quindi adesso ALMENO mi curo la forma fisica. ogni cosa può avere letture diverse. bisogna vedere caso per caso.

  • Nina, 11 Marzo 2024 @ 09:02

    @Rinascita esiste eccome nei profili di @Alessandro. È quello a cui si è rotto il giocattolo(leggi l’amante è diventata rompipalle) e non sanno come uscirne e…aspettano che lasci lei,ma lei non lascia . Ne ha scritto in parecchi articoli.

  • Stefano, 10 Marzo 2024 @ 23:59

    @Giulia
    “ma insiste a farmi la solita predica e additarmi per la mia decisione di provare a ricostruire che lui ritiene scorretta e rassegnata quando lui è il primo a stare ancora dentro casa.”

    Ma come fai a mettere sullo stesso piano le nostre situazioni? Ne riparliamo fra 3 mesi. Io faccio veramente fatica a capire come non si riesca a guardare in faccia la realtà, anzi a modificarla a proprio uso. Se tu ricostruisci a casa a me non togli niente e non mi cambia nulla. Semplicemente ci vedo qualcosa di incredibile. Ma come lo hai fatto tu, lo hanno fatto tanti altri, anche quei cialtroni che additiamo e che si sono comportati come tuo marito e tutti gli altri mariti di cui si parla da anni qui. E anche la mia ex. Ognuno è libero di fare quello che ritiene giusto. Così come ognuno è libero di rimanere sorpreso di fronte alle metamorfosi se non le condivide e non è il proprio stile di vita. Se invece voi credete nei camaleonti non c’è problema. Ma ricordatevi che un camaleonte resta un camaleonte anche quando si colora come volete voi. Basta cambiare sfondo e il colore cambierà ancora una volta. Chi lo sa fare lo farà ancora e soprattutto non saprete mai quando succederà di nuovo. Perché poi tornerà del colore che piace a voi e vi farà ancora illuminare gli occhi. E così via. Ma se siete felici è giusto che andiate avanti così.

  • Rinascita, 10 Marzo 2024 @ 23:17

    Nina quello che scrivi è il tuo vissuto ed il
    Tuo pensiero, che naturalmente rispetto.
    In termini generali, mi risulta strano che chi tradisce sia infelice e per questo emaciato.
    Il nervosismo con parenti, amici e colleghi di lavoro, lo assocerei a qualcos’altro. Ad esempio, voler essere ed immaginarsi da un’altra parte.
    Anche io ero molto nervosa da amante, credimi che non era perché l’altro mi stava stretto ma era tutto il restante contesto che non sopportavo più.
    Se la pensassi diversamente dovrei credere che esistono gli “uomini kamikaze”, quelli che stanno nell’amantato controvoglia.
    Non so se esiste tra i profili di Ale.

  • Dispersa, 10 Marzo 2024 @ 22:45

    @Giulia se te la senti di ricostruire… Fallo!
    Tutti possono darti consigli in base alla propria di esperienza, ma sta a te prendere ciò che ti può servire e lasciare andare ciò che non ti serve.

  • Mimi, 10 Marzo 2024 @ 19:13

    @viovio non so se lo sa ma ad oggi non mi interessa. All’inizio ho protetto questa relazione il piu possibile anche ai tempi in cui era solo sesso perché il mio ex era ancora invadente, mi chiamava ancora, temevo ancora potesse passare sotto casa. Temevo potesse fare qualcosa per rovinarmela (ne sarebbe stato capace) e non era ancora il momento di parlarne con il mio attuale compagno, era una cosa grossa, sarebbe uscita a tempo debito cosa che infatti é successa e vedendo lui tranquillo e comprensivo ho smesso di preoccuparmi.
    L’ex amante ha bussato un ultima volta ad inizio anno e poi basta. Ti direi che se n’è fatta una ragione ma ho imparato a non sopravvalutarlo ahahaha

    @beatrice com’è andata con tuo marito?

  • Nina, 10 Marzo 2024 @ 18:00

    Mio marito non era sovrappeso,anzi tendenzialmente magro.Non stava bene in quel periodo ne come aspetto(emaciato)ne emotivamente.Infatti a momenti era cupo, pessimista e polemico a momenti del suo solito umore e non solo con me, con i figli, gli amici e persino al lavoro(non glielo dicevo solo io). Quindi no,lui non era “rifiorito” con la relazione extra,semmai lo è ora.

  • elleelle, 10 Marzo 2024 @ 15:46

    @Nara
    “può darmi lo spunto di analisi e farmi riflettere”

    Esatto, si danno spunti su cui riflettere e non ci si inventa niente, ci si basa su quello che viene scritto qui.
    Una persona può poi scegliere se reagire stizzita o pensarci su.

  • alessandro pellizzari, 10 Marzo 2024 @ 15:09

    Purtroppo gli eventi di sabato mi piacciono tantissimo ma librerie biblioteche che sono quelle che organizzano questi eventi gratuitamente e vi assicuro che le spese da sostenere per questi eventi non sono irrilevanti quindi almeno risparmiare la location che di solito costa tantissimo dicevo librerie biblioteche fanno le cose infrasettimanali al massimo il venerdì però sto studiando una possibilità anche domenica

  • alessandro pellizzari, 10 Marzo 2024 @ 15:08

    Gli uomini quando hanno un amante si trasformano in pavoni

  • Giulia, 10 Marzo 2024 @ 14:44

    @Viovio, 10 Marzo 2024 @ 07:52
    Vi prego di rileggere i miei commenti riguardo a cosa intendevo per “sensazione di sospeso” e in che senso ho “in mente in un certo modo” l’altro. L’ho rispiegato più volte, ma lo interpretate tutti nel modo sbagliato, probabilmente mi sono spiegata male io all’inizio.

    Con Stefano sarà stato cattivo gusto il mio, ma insiste a farmi la solita predica e additarmi per la mia decisione di provare a ricostruire che lui ritiene scorretta e rassegnata quando lui è il primo a stare ancora dentro casa.

    Quanto a confessione o no. Mio marito sa che abbiamo attraversato una crisi importante e sa che c’è stato qualcosa di importante con il mio ex, sa anche chi è, ma anche che non c’è più e che è passato. Non si ostina a saperne di più, ad approfondire. Io non lo faccio e non lo farò mai. A volte di certe cose è meglio non parlarne. Sa anche che lo incrocio ancora in occasioni di lavoro, ma non lo preoccupa più e dovrebbe essere lui semmai il primo a preoccuparsi. Come prima ha sentito subito il tradimento, così oggi, da mesi, si sente sicuro. Mio marito ha una sensibilità e un intuito tipicamente femminili, sentirebbe subito la presenza dell’altro come l’ha sentita subito negli anni passati. Evidentemente riesco a trasmettere più a lui che a voi, per fortuna direi.

    Con molti qui mi sono arrabbiata perché credo di essere stata fraintesa e, nonostante abbia cercato di dare spiegazioni, molti partono in quarta anche con una certa aggressività e diventa inutile un dibattito ragionevole perché ormai sono partiti per la tangente. Sì mi fa incazzare avere dei muri davanti chiusi al dialogo.

  • elleelle, 10 Marzo 2024 @ 13:53

    Comunque @Giulia
    Non ho mai usato il termine “carnefice narcisista” nei tuoi confronti.
    Tu hai detto che tuo marito ha una personalità di tipo narcisistico e ho usato questo termine per lui, riprendendo il timore che hai espresso relativamente alle sue possibili reazioni.
    Ho parlato di un rapporto tipo “vittima-carnefice” per Nara, non per te
    Forse sei tu che leggi in modo superficiale?
    E poi no, nessuno si scaglia contro di te, nemmeno io. Ti stiamo semplicemente dicendo cose che ti dà fastidio sentire ma te le diciamo da un pezzo. Non solo io, te le hanno dette Stefano, Mimi, Vio e sicuramente anche altri. Ma se tu scrivi qui da tempo coi tuoi problemi, dubbi e delusioni, vuol dire che in fondo non hai ancora risolto la tua situazione.
    I motivi per cui non l’hai risolta sono quelli che ti sono stati elencati.

  • Stefano, 10 Marzo 2024 @ 11:47

    @Rinascita
    “Anche il mio ex amante aveva perso 10
    Kg conoscendomi e tutti erano preoccupati.”

    Anche io avevo perso 6 kg ma era tutt’altro che tristezza. Anzi mi stavo prendendo cura di me perché stavo bene, molto bene. È stato il periodo in cui mi sono sentito al settimo cielo come non succedeva da tantissimo tempo. Anzi forse non mi era mai successo così. Senza contare il fatto che “l’attività fisica”, e non parlo di palestra ahahahahaha, era molto molto frequente e intensa. Quindi farei attenzione a vedere nel calo ponderale dei traditori dei problemi ahahah. Chissà se accettassi la proposta della mia compagna di ricostruire e le raccontassi perché avevo perso peso (lei pensava fossi stressato visti anche il mio allontanamento e la crisi) come reagirebbe? Forse farebbe come le altre moglie e direbbe “vabbè dai, il passato è passato”. E dopo questo, a maggior ragione vista la sua disponibilità e il suo “amore” oltre misura, me ne andrei perché mi sentirei la merda delle merde ahahahaha. Parlo per me naturalmente. Non deve essere per forza così.

  • Viovio, 10 Marzo 2024 @ 11:47

    @Mimi
    Faccio il tifo per te! Il tuo ex sa di questa relazione? Spero abbia smesso di importunarti!

    @Ale Roma è una meta bellissima ma a te gli eventi di sabato non piacciono più? :-p

    Se si riuscisse a replicare la domenica potrei farcela. @Elle per favore sistema la prole e raggiungici!!!!!!

  • elleelle, 10 Marzo 2024 @ 11:28

    @Rinascita
    “Quindi tuo marito potrebbe essere dimagrito perché stava finalmente bene e non perché stava male.”

    Interessante questo tuo commento.
    Anche il mio ex aveva perso molto peso dopo avermi baciato, nonostante io non fossi presente. Non ci siamo visti per un lungo periodo per cui diciamo che in quei mesi non tradiva “attivamente” la moglie, c’era solo un frequente contatto virtuale tra noi ma niente di fisico. Aveva anche cominciato ad andare in palestra.
    Ho visto poco tempo fa un video pubblicato da un amico comune e ha ripreso tutto il peso che aveva perso.

  • Nara, 10 Marzo 2024 @ 11:22

    @giulia, non ho mai interagito con te su queste pagine, ma un po’ comprendo quello che hai voluto dire. Il senso di sospensione lo vivi quando non metti un punto grande come una casa, e fai tabula rasa. Questa cosa deve avvenire dentro di te (prima lo fai e prima riuscirai a non avere il bisogno di aggrapparti al pensiero di lui). Un po’ come con @beatrice credo che finché ci sia il pensiero dell’altro, non si possa realmente provare a recuperare sulla coppia ufficiale. Credo che sia importante farlo. Per capire se c’è modo di andare avanti, o in caso contrario andare altrove. Ti faccio un esempio concreto del mio caso specifico, io sono stata tradita, il mio compagno quando ha deciso di lavorare con me per la coppia, lei l’ha tagliata fuori dal giorno alla notte, sparita, cancellata, bloccata, ecco, immagina come possa essersi sentita: sospesa. Una chiusura senza una spiegazione, che poi avrebbe avuto poco senso, era chiaro che non ci fosse mai stato nemmeno una straccio di vero inizio, lei mi disse in quella famosa telefonata: facevo finta che tu non esistessi. In quel momento ha dovuto fare i conti con la mia presenza. Non ha potuto più negare a se stessa che io fossi la sua compagna. Però credo che anche lei abbia vissuto questo stato di confusione all’allontanamento del mio compagno. Sul discorso dei giudizi forti, ancora ti comprendo, secondo @elleelle io e il mio compagno siamo una coppia vittima-carnefice, abusanti uno dell’altro, sono parole fortissime, ma sono una sua supposizione, un suo pensiero (un po’ forzato certo, ma libera di pensarlo), può darmi lo spunto di analisi e farmi riflettere, ma è il mio terapeuta di coppia, e la psicologa psichiatra che segue lui individualmente, che hanno il compito di farci una diagnosi. Qui siamo donne e uomini che hanno tutte un proprio bagaglio, che proiettiamo su altri, ma non siamo assolutamente la bocca della verità. Nemmeno il mio pensiero può esserlo. Però nel confronto possiamo assolutamente migliorarci.

  • alessandro pellizzari, 10 Marzo 2024 @ 10:27

    Grazie Ariel e Grazie a tutte voi di esserci! Spero di vedervi a Roma il 17 maggio al prossimo evento

  • Viovio, 10 Marzo 2024 @ 07:52

    @Giulia
    Perché non fai un bel respiro e ti calmi?
    Sai, anche io mi stizzivo quando mi veniva detto quello che non volevo sentire e pensa un po’, tra tutte anche @elleelle manifesto’ perplessità sul mio percorso ma non troverai mai da nessuna parte una nostra discussione. Semmai uno scambio di opinioni.
    A parte che non capisco per quale ragione te la prendi tanto se sei convinta della strada che hai intrapreso.
    Quello che hai scritto a @Stefano lo trovo veramente di cattivo gusto, oltre ad averlo fatto in modo aggressivo.
    Io per ricominciare ho chiuso prima con l’amante e poi ho trascorso un periodo di separazione con mio marito, con il quale avevo aperto la crisi molto tempo prima.
    Se continui a pensare all’altro, dagli corda per ascoltare quello che dice, andrai avanti con il piede sbagliato se il tuo scopo e’ ricostruire a casa.
    Non ricordo da quanto tempo sei qui, però ti garantisco la maggior parte delle utenti che si sono messe a nudo hanno sempre trovato un salvagente su questo blog. Sono passate persone vicine al suicidio, storie al limite dell’impossibile ed oltre alla fase delle coccole, quando diventavano dischi rotti (tra cui la sottoscritta), ti veniva detto cosa “scricchiolava”.
    Non si tratta di emettere sentenze, però se più di una persona in base a quello che legge ti segnala che c’è qualcosa che non va proverei a rifletterci.
    Anche io ho fantasticato parecchio sul mio ex, mi ero costruita a regola d’arte un bellissimo film romantico nella testa legato agli amori sospesi… ecco, quando ti sarà passata, l’unica cosa che dirai sarà “un coglione in meno nella mia vita!”
    Ti auguro quel momento arrivi presto.

  • Giulia, 10 Marzo 2024 @ 05:42

    @elleelle “Mi stai chiedendo se un giorno amo mio marito, poi flirto con un collega di cui mi invaghisco…” Sai bene che per cambiamento parlavo di altro. Letture superficiali generano interpretazioni superficiali.

  • Rinascita, 9 Marzo 2024 @ 17:48

    Nina a me non infastidiscono le ipotesi di ricostruzione. E’ che fatico ad ipotizzarle. Sarei addirittura felice di sentire che si può ricostruire davvero. Mi sembra impensabile per quanto ho visto io come moglie e come amante. Mi sembra impensabile per quello che vedo nel quotidiano, perché per motivi di privacy non posso andare oltre, ma sono situazioni che conosco anche per motivi lavorativi.
    Tutte situazioni fotocopia.
    Come moglie non sarei potuta tornare indietro.
    Se il mio ex amante mai lo facesse direi di lui le stesse cose che scrivo di chi ritorna all’ovile.
    Non lo salverei, non sarebbe diverso da quello che dico dei vostri coniugi,
    Prenderei consapevolezza della persona che è e non avrebbe scampo.
    Sarei certa che non ama me ma che rientrando non avrebbe riscoperto i sentimenti per la consorte.
    La ripresa della mia storia con l’ex amante non è una “ricostruzione” come la tua, la definirei una “prosecuzione”.
    Tradiva la compagna con me; io ho chiuso; lui è tornato da me.
    Mi tradisse con un’altra donna da me non potrebbe più tornarci.
    Proprio per quello che abbiamo vissuto siamo consapevoli che il tradimento è sintomo che il sentimento non c’è più.
    Una storia parallela di lungo corso a noi ha insegnato questo.
    A te da tradita avrà insegnato altro.
    Quello che ha insegnato a tuo marito lo sa solo lui.
    Le mie parole non vogliono affossare la tua coppia sia ben chiaro.
    Io tifo per te.
    Tifo un po’ meno per tuo marito perché diciamo che ci è proprio andato con la vanga.
    Che l’altra non fosse la persona giusta per lui non ho dubbi, ma questo non lo abilita automaticamente a poter rientrare in casa.
    Devi chiederti solo se tu sei quella giusta.
    I ripieghi non vanno bene mai,
    ne’ quelli coniugali né quelli extraconiugali.
    Anche il mio ex amante aveva perso 10
    Kg conoscendomi e tutti erano preoccupati.
    In realtà aveva preso peso per l’infelicita’ nella coppia.
    Quando ha ritrovato l’amore si è preso cura di sé stesso e quello che cercava prima nel cibo non gli serviva più.
    Quindi tuo marito potrebbe essere dimagrito perché stava finalmente bene e non perché stava male.
    Sono punti di vista!

  • Ariel, 9 Marzo 2024 @ 17:38

    @CaroAlessandro
    Ci tengo a farti gli auguri per il tuo compleanno
    E lasciami scrivere con vero senso humour la citazione della frase che mio Caro Padre diceva a noi famiglia ogni volta nel giorno del suo compleanno

    Prenderla con umorismo un poco noir o inglese

    “ Meglio vecchi che morti”
    E subito dopo si faceva una grande risata contagiosa e così si brindava tutti insieme alla vera
    Joie de vivre!!

    Auguri @CaroAlessandro!❤️

  • Beatrice, 9 Marzo 2024 @ 16:47

    Mimi,

    Oggi ho parlato con mio marito.
    Prima di leggere ciò che hai scritto tu, che ho letto solo ora.
    Avevamo qualche ora da soli e abbiamo parlato di tante cose, forse anche di quelle che mi hanno portato a questa relazione.

    Giulia,
    Anche io come te metto in conto che chi arriva qui può essere in un momento di particolare vulnerabilità, infatti starei attenta a quello che dico perché so che in certi momenti le parole degli altri possono avere un forte impatto.
    Sul fatto di lasciare mio marito però non ho dubbi, non ho dubbi su di lui e l’ho sempre detto.
    L’altro rappresenta qualcos’altro, ma non so cosa.

    Elleelle,
    Non so a 60 anni cosa cerchi da me. Cosa sta facendo, che idea ti sei fatta? Su cosa volevi farmi riflettere?
    Dice che sono il suo punto di riferimento affettivo. Che non mi vuole perdere, che gli sono di conforto, che mi vuole bene, che avrebbe voluto conoscermi prima.
    Se ho bisogno c’è, poi non è che lo cerco quando ho bisogno, ho però visto che si fa avanti lui.
    Io gli voglio bene e non so come fare a decidere di non avere più a che fare con lui, non mi ha mai fatto niente di male, non in modo voluto almeno

  • Giulia, 9 Marzo 2024 @ 16:34

    @elleelle mi sembra che tu scelga a turno le donne contro cui scagliarti, ‘sta volta è il turno mio. Lo è già stato, mi pare, l’estate scorsa, poi ti è passata. Ti passerà anche questa volta. Passo ai tuoi occhi da vittima dipendente a carnefice narcisista. Ti ricordo che questo è un blog di amanti, quelle/i sposate/e che hanno tradito hanno tutte/i mentito alle famiglie e ai mariti/mogli. Tu no? Non me la ricordo la tua storia, che vuoi che ti dica, brava, sarai stata moralmente ineccepibile, io invece ho peccato.

  • alessandro pellizzari, 9 Marzo 2024 @ 15:32

    Seguo la tua psicoterapeuta che è sul campo in presa diretta

  • elleelle, 9 Marzo 2024 @ 15:05

    @Giulia
    “Voi non cambiate mai idea, rimanete sempre nello stesso punto, provate ogni giorno le stesse cose, emozioni, sentimenti? Lasciami dire, che noia! Io cambio.”

    Mi stai chiedendo se un giorno amo mio marito, poi flirto con un collega di cui mi invaghisco perdutamente, ci faccio una tradimento di qualche anno in cui mio marito e il supposto amore per lui sono l’ultimo dei miei pensieri, poi quando con l’amante va tutto a rotoli riscopro mio marito e lo amo ancora perché ho diritto di cambiare idea?
    Aspetta che ci penso…
    No, non cambio idea solo perché l’ho presa nei fondelli, sono una donna tra i 50 e i 60, non il galletto sul campanile che gira con il vento. Svolazzamenti di questo tipo ci sono solo in assenza di profondità di sentimenti per l’uno e l’altro, mentre il pozzo del proprio bisogno… quello invece è molto profondo. In questo caso sì che tutto fa brodo, ma perché non si ama davvero nessuno se non sé stessi.
    Tutto il mondo gira attorno a noi, non è possibile farsi da parte quando lui si sposa, non è possibile che l’amante non ci abbia amato, non è possibile che non fosse attratto da noi, non è possibile che non si riesca a ricostruire, tanto il coniuge mica lo sa.
    Volli, volli, fortissimamente volli, disse l’Alfieri, che però si fece legare a una sedia.

  • Nina, 9 Marzo 2024 @ 14:38

    A muovermi tutto questo la narrazione di Nina sulla coppia ritrovata.
    Non metto in discussione la versione di Nina, e’ che mi piacerebbe sentire quella del marito.
    @Rinascita, capisco che a te,in situazione opposta alla mia possa infastidire anche solo l’ipotesi di una ricostruzione,ma ti posso assicurare che stiamo su due piani diversi,non necessariamente antitetici. Ti posso solo dire che la mia versione è uguale a quella di mio marito, come ho già detto in passato non sono abituata a mentire e quello che lui ha detto in linea di massima l’ho scritto qui(tranne i commenti che per eccesso di particolari non sono passati). Ad un certo punto,per motivi anche esterni alla coppia(anche interni,ma preponderanti quelli esterni) in lui è venuta meno la volontà di portare avanti il nostro amore(che a lui sembrava legato ad un certo ruolo in famiglia e nella vita in generale)e alla prima occasione che si è presentata non si è tirato indietro convinto di meritarsi qualcosa di bello in un momento in cui la sua vita era un susseguirsi di eventi spiacevoli ed ha cercato una vita diversa. Nell’evolversi della storia parallela si è reso conto che nonostante quella e i momenti belli che viveva lui,i suoi problemi e le sue responsabilità erano comunque presenti e che la persona con cui conduceva una storia parallela non aveva poi cambiato di molto le cose,anzi su certi fronti le aveva complicate parecchio(addirittura nel pieno della storia ha perso quasi 10 kg per lo stress tanto che tutti in famiglia e fuori si erano preoccupati per la sua salute).Nel momento della scoperta ha capito che a lei avrebbe potuto rinunciare, perché gli era stata bene,fino ad un certo punto, in quel ruolo ma non l’avrebbe scelta come.compagna di vita e quello che aveva vissuto era diverso da quello che aveva cercato. A questo punto ha scelto di rimanere con me e si è messo in gioco con tutto se stesso per rimettere a fuoco la nostra storia ed il nostro amore. Non vedo molta differenza con la tua storia. Il tuo uomo ha provato una strada,ha visto che non era per lui ed è tornato scegliendo te. Perche’ la mia ricostruzione ti puzza e la tua invece no? Entrambi hanno fatto una scelta,per amore sottolineo io, perché stare a spaccare il capello in quattro sul perché e su sarà vero o no? Io mi godo il mio presente,consiglio anche a te di fare altrettanto.

  • Giulia, 9 Marzo 2024 @ 14:28

    @alessandro ho estremizzato, ma per sottolineare che credo non si possano fare certe asserzioni con superficialità su situazioni familiari delicate.
    Questo blog e il tuo lavoro, che, credimi, rispetto, ha come primo obiettivo quello di ridare dignità alle amanti, qui si viene a confrontarsi e, sì, anche ricevere consigli e supporto su come fare a uscire da amantati che fanno soffrire. Aiuta, molto. E infatti non si viene additati come amanti. Finchè non si decide di provare a ricostruire un matrimonio dopo un tradimento. Sto seguendo il consiglio della psicologa secondo la quale i presupposti per ricostruire il rapporto con mio marito c’erano e valeva la pena provare a darci una possibilità; questo mi avrebbe anche aiutato a superare l’altro. Mi sembra di star andando in questa direzione, senza accontentarmi di tornare a com’era prima, ma lavorando sul rapporto per cambiarlo e riscoprirlo diverso. Tutto qui. Rispetto a una separazione non è una strada facile o comoda neanche questa.

  • Mimi, 9 Marzo 2024 @ 11:45

    @giulia ripeto, se uno scrive su un blog anonimo si prende la responsabilità di quello che scrive e di quello che gli viene risposto, se non é pronto a critiche, a pareri duri, anche a volte a giudizi (siamo in tanti qui e non siamo tutti uguali) allora non scrive, parla agli amici che sono molte volte meno duri e piu accondiscendenti oppure si fa solo terapia con un professionista e si lascia il blog.
    Mi sono scaldata anche io alcune volte, ho risposto con tono più acceso, dove ho capito che non era possibile dialogo ho smesso di interagire. É facile. Se i toni o i pensieri diventano non consoni Ale é il primo a stoppare. Finché si parlava del tuo amante andava bene, ora che si parla di tuo marito non va più bene.
    Marten all’epoca ebbe lo stesso tuo trattamento quando decise di chiudere con l’amante e rientrare a casa. Ci ha sbattuto la testa da sola (e sappiamo com’è andata a finire) e non se l’è mai presa con chi ha avuto a cuore il suo bene, seppur sconosciuti.

    @viovio farebbe davvero tanto piacere anche a me, aspetto un’occasione a me comoda per potermi organizzare! Comunque si é proprio lui, partita senza coinvolgimenti e alla fine ci siamo lasciati andare entrambi. Non so dove andrà ma, al momento, posso dire che per modi, tempi e sicuramente grazie anche ai rispettivi percorsi passati sta andando tutto benissimo. Non mi sbilancio troppo a parole, i fatti bastano, ma sto vivendo finalmente davvero BENE 🙂

  • elleelle, 9 Marzo 2024 @ 11:24

    @Giulia
    “portare il disagio in famiglia di una separazione”

    Perché il tradimento non ha portato alcun disagio in famiglia?
    Se siete state sempre sul pezzo in casa, mai una serata passata in chat con l’amante invece che con l’attenzione sui figli, sempre presenti e calde con il marito, mai trascurato le faccende e la preparazione dei pasti perché troppo distratte o in crisi, beh, allora avete vissuto poca cosa e state facendo drammi inutili.
    Tenetelo presente così ridimensionate il tutto e una soluzione arriverà prima.

  • elleelle, 9 Marzo 2024 @ 11:19

    @Rinascita
    Io la penso come te. Anche io sono incredula quando leggo certi racconti e vorrei tanti sentire la versione dell’altra parte.
    Però sotto a un altro argomento Nina mi ha suggerito di riprovare a ricostruire con mio marito per cui alzo le braccia al cielo. È come se venissimo da pianeti diversi.
    Sinceramente se mi buttassi in una ricostruzione mi sentirei come se prendessi in giro mio marito. Ma io lo stimo e gli voglio bene, non voglio prenderlo in giro.
    Perché non va bene essere semplicemente squadra e rispettarci all’interno di questo ruolo? Non è forse un segnale di maturità questo? Andare a letto senza desiderarlo davvero e solo per mantenere una parvenza di coppia, non è maturità, è umiliazione e disperazione. Non nego che tanti scelgano questa strada ma per me preferisco di no.

  • elleelle, 9 Marzo 2024 @ 10:52

    @Giulia
    “Forse i professionisti da cui vai tu sono più bravi.”

    Forse sì, visto che pensi che qui sul blog ti stiamo spingendo verso una separazione.
    Noi ti stiamo spingendo a riflettere su te stessa, staccandoti dal marasma in cui ti trovi.
    Non vuoi riflettere? Affar tuo. Non si riesce ad aiutare chi non vuole essere aiutato.

  • alessandro pellizzari, 9 Marzo 2024 @ 10:37

    Beh Giulia, con tutto il rispetto per il mio blog e per le persone che lo seguono, se una persona dovesse decidere di separarsi sulla base di considerazioni anonime sarei molto preoccupato per questa persona. Detto questo… Prossimo appuntamento con me il 17 maggio a Roma è un venerdì e forse replico la stessa domenica

  • alessandro pellizzari, 9 Marzo 2024 @ 10:30

    Prossimo appuntamento con me il 17 maggio a Roma è un venerdì e forse replico la stessa domenica

  • alessandro pellizzari, 9 Marzo 2024 @ 10:29

    Prossimo appuntamento con me il 17 maggio a Roma è un venerdì e forse replico la stessa domenica

  • alessandro pellizzari, 9 Marzo 2024 @ 10:24

    A Venezia è andata benissimo. Venezia è il mio grande amore

  • Giulia, 8 Marzo 2024 @ 20:36

    Questo è l’ultimo commento, poi mi taccio e lascio a voi.
    Ma vi rendete conto della responsabilità che vi prendete a dire a una donna che sta ricostruendo un matrimonio o a una donna che si è ripresa il marito dopo il tradimento, di lasciare il proprio marito e portare il disagio in famiglia di una separazione, solo perché voi siete convinti che è una ricostruzione fittizia sempre e comunque?

    Ma se io fossi in una situazione mentale di assoluta vulnerabilità e accordassi a voi le ragioni che portate, lasciassi mio marito non convinta, voi vi accollereste veramente questa responsabilità?

    È giusto spingere una persona a una separazione solo perché per voi, per voi, sarebbe impossibile?

    È vero che c’è l’anonimato, ma è pericoloso.

    Io non mi permetterei mai di dire a @Beatrice di lasciare il marito o che ha un matrimonio morto: non lo penso poi e lei non lo ha mai detto. Stessa cosa dall’altro lato per @molly.

    Non è la stessa cosa che consigliare a un amante di lasciare l’amante che si è comportato/a male e la/o fa soffrire.

  • Giulia, 8 Marzo 2024 @ 19:49

    @Mimi, 8 Marzo 2024 @ 10:20
    Basta un secondo me, un io credo che, un condizionale in più e nessuno si stizzisce: questa sarebbe un’educata espressione del proprio pensiero. Ma se devo rispondere a delle sentenze, ai “Tu sei”, rispondo a tono. Nessuna gara a chi è più bravo. Mi elenchi le tue azioni rischiose: se dovessi fare a gara con te, ti dovrei elencare le mie.

  • Giulia, 8 Marzo 2024 @ 16:52

    @elleelle
    “VUOL DIRE NON ESSERE IN GRADO DI VEDERSI DA SOLE. Vuol dire fare di tutto per vedersi riflesse in un uomo e in una relazione. Vuol dire non riuscire ad accettare che una relazione è finita o deve finire e fare di tutto per tenerla in vita, incluso illudersi”

    No, allora se questa è la definizione di dipendente affettiva, non lo sono. In ogni caso, non mi è stata diagnosticata dalla professionista con cui ho fatto quegli incontri, che peraltro ha valutato non avessi bisogno di alcun tipo di terapia. Forse i professionisti da cui vai tu sono più bravi.

  • Rinascita, 8 Marzo 2024 @ 15:15

    Stamattina mi sono imbattuta in un reel di Raffaele Morelli (lo psicoterapeuta), diceva che quando un amore è finito e’ finito, non torna. I rientri nelle relazioni non sono mai cosa positiva perche’ hanno a che fare con la solitudine e non con l’amore.
    E’ quello che penso io dei rientri all’ovile.
    La coppia lungamente tradita e bistrattata, viene improvvisamente magnificata. Ma come è possibile?
    Se il mio ex marito mi avesse tradito non me lo sarei ripreso, non per la fiducia venuta meno ma per la consapevolezza che sarebbe stato l’amore a non esserci più.
    Poi che qualcuno possa riscoprirsi, che una breve sbandata possa starci va bene.
    Sulle relazioni parallele di lungo corso si è devastato troppo per tornare indietro.
    Nina racconta del marito che ha fatto centinaia di foto con l’amante, io neanche una mezza foto finché sono stata amante.
    Il marito di Molly aveva impostato la geolocalizzazione e poi si faceva gli affari suoi alla grandissima.
    Già mi chiedo come si possa passare sopra ad un tradimento, ma ancora di più a tali mancanze di rispetto.
    Alle amanti si dice che non devono sottostare alle angherie ma lo stesso discorso vale anche per le mogli.
    Nel mio amantato neanche sulla sua macchina salivo.
    Se avessi anche solo lontanamente ipotizzato di entrare in casa sua alla presenza della compagna, avrei avuto l’urto del vomito perché entrare nella loro casa mi avrebbe fatto un male insopportabile.
    I vostri mariti le hanno portate a casa, vi hanno sottoposto alle peggio cose ed oggi ne parlate come di agnellini, vittime di loro stessi.
    Io davvero sono incredula.
    A muovermi tutto questo la narrazione di Nina sulla coppia ritrovata.
    Non metto in discussione la versione di Nina, e’ che mi piacerebbe sentire quella del marito.

  • elleelle, 8 Marzo 2024 @ 14:27

    @Beatrice
    “Non so se mi faccio intortare o se sia lui fatto proprio così.”

    Secondo te è normale che un 60enne si comporti così e ti dica che vuole sempre essere con te in questa relazione virtuale?
    Fai un piccolo sforzo, ti sembra logico che un 60enne provi tutto questo interesse per una 35enne evidentemente immatura con cui chatta e arriva fino ai baci e magari ad allungare un po’ le mani, poi si rintana in chat a fare il marpione con delle frasi ad effetto?
    Sento già @Ale che ride ma è ovvio che rida.
    A te pare normale tutto questo?
    Se non ti pare normale ti sei data la risposta giusta.

  • Viovio, 8 Marzo 2024 @ 14:04

    @Mimi
    Che bello leggerti! Mi piacerebbe tanto conoscerti un giorno, chissà 🙂
    Sono contenta che la tua relazione stia procedendo al meglio, dopo tutto quello che hai passato te lo meriti!!
    E’ il ragazzo di cui avevi parlato qui? La frequentazione iniziata senza voler avere coinvolgimenti sentimentali?

  • Cossora, 8 Marzo 2024 @ 13:31

    @ale ho capito che provare appagamento dal virtuale è ‘particolare’. Ho rispetto dei gusti particolari. Non li vedo sbagliati, se due (e ri-sottolineo due) persone ci stanno dentro bene, bene.
    Come le coppie bianche. Per me sono fuori. Ma io infatti ne sto fuori, dentro ci sono loro.
    Com’è andata ieri?

  • Beatrice, 8 Marzo 2024 @ 13:14

    Ale,

    ma anche io vorrei farci sesso, penso spesso a lui in quel senso.
    Mi frena il senso di colpa verso mio marito e il fatto che il sesso mi farebbe sentire legata in modo più profondo, modo che non possiamo avere all’interno di questa relazione, e poi dato che già sono messa così ci manca solo quello.
    Il virtuale era nato come una sorta di ripiego, ci è sembrato lo stesso piacevole, seppur in modo diverso.
    Ma più ne parlo qui e più mi rendo conto che però non è quello che voglio, che continua a esserci qualcosa che non mi piace in questa cosa, al netto del senso di colpa intendo

  • Mimi, 8 Marzo 2024 @ 13:03

    Scusa Beatrice ma se questa persona colma le mancanze del tuo matrimonio (leggerezza, divertimento, discorsi futili, qualunque cosa sia) ma a tuo marito tieni, non vuoi rinunciare, è una persona meravigliosa perchè la tua ossessione è trovare una definizione al rapporto con l’amante e non ti passa neanche per la mente di parlarne con tuo marito per fartele dare da lui queste cose?
    Se ti passa per la testa credo che tu qui non l’abbia mai detto o comunque non in modo non così memorabile.
    Hai un matrimonio dal quale non vuoi uscire ma spendi dei soldi e del tempo in una terapia che si focalizza si su di te e sulla tua persona ma che ha come punto di partenza il tuo amante invece che tuo marito?

  • Beatrice, 8 Marzo 2024 @ 12:50

    Ale,

    in effetti “per sempre” è … un pò vago……!
    Non so se mi faccio intortare o se sia lui fatto proprio così. Sembrava convinto, sembra che lui abbia bisogno di questa “cosa” come sento di averne bisogno io.
    Leggevo Michele sull’altro post, lui si è presentato a me così: bisognoso di tenerezza e amore e io dal giorno zero ho sentito la necessità irrefrenabile di darglieli.
    Il fatto poi che se li faccia bastare nel virtuale mi sembrava la soluzione più pratica e anche efficace.
    La verità è che iniziamo già a mancarci anche se non ce lo diciamo. Si è capito da una cosa che mi ha detto lui e da quello che gli ho risposto io

  • alessandro pellizzari, 8 Marzo 2024 @ 12:47

    Cossora ma non sei tu che sei particolare che vuoi fare sesso con un uomo, sei normale

  • Beatrice, 8 Marzo 2024 @ 12:35

    Giulia,

    Io lo comprendo il tuo senso di sospeso, come se fosse necessario un finale diverso, più chiaro. Dove ad un certo punto ci si è capiti e trovati, anche se per poco.
    La sensazione che quel momento ci sia stato.
    O semplicemente un finale, perché anche se tu ci sei riuscita a mettere il punto, forse non la senti ancora veramente finita.
    Non lo so spiegare neanche io

  • Beatrice, 8 Marzo 2024 @ 10:43

    Lia,

    forse ne parlo poco, ma lo so che è grave quello che sto facendo, anche se è confinato al virtuale. Anche perchè ora è nel virtuale ma il passo per tornare a vedersi potrebbe essere breve.
    Se lo facesse mio marito starei malissimo perchè capirei che lo farebbe per bisogno di avere una seconda persona al suo fianco, probabilmente per colmare qualche mia mancanza.
    Starei malissimo perchè non me lo aspetterei mai, così come lui non se lo aspetterebbe mai da me, perchè mi crollerebbe l’idea di famiglia che mi sono fatta.
    La psicologa spesso mi mette davanti alla prospettiva di essere scoperta, per invitarmi a riflettere. L’idea è spaventosa, mi è capitato anche di fare incubi a riguardo.
    Infatti non vederci più mi ha aiutata in questo senso, è meno rischioso, lo considero un passo nella direzione giusta.
    Sulla necessità di avere questo rapporto nonostante ciò che ti ho appena scritto non lo so, oggi poi è uno di quei giorni in cui sono più dubbiosa, poi ho quelli invece dove penso che gli voglio troppo bene per rinunciarci e quindi la questione non si pone.
    E così, in loop

  • Cossora, 8 Marzo 2024 @ 10:29

    @beatrice “nonostante la stramberia della frase e della situazione questa sua frase mi riempie di calore, mi fa stare bene, mi fa sognare.”
    Mettiti a fuoco.
    Vuoi il sogno? Lascia tuo marito (se sei come me, stai bene senza briglie, libera oggi di vivere un’emozione a mille, domani di stare a casa a leggere con gli occhiali sul naso, tipo Nonna Papera, senza preoccuparti di essere coerente per il resto del mondo)
    Vuoi l’approvazione altrui? Auguri, è un inferno. Perchè per definizione chi vuole l’approvazione dell’altro non si vede mai approvabile.
    Trova te stessa non in relazione ai figli, all’amante, al marito.
    Trova il tuo modo, ribellati.
    Io sto leggendo la Bibbia. Una pagina a caso ogni sera, con spirito critico, riferimento storico, apertura mentale. Riflessioni, appunti. Trova il tuo modo @beatrice!

  • elleelle, 8 Marzo 2024 @ 10:27

    @Giulia
    Scusami ma anche tu non vuoi vedere il treno che ti è arrivato in faccia.
    Innanzitutto perché non si ricostruisce niente con l’amante ancora in testa, punto. Se pensi di farlo, stai mentendo a te stessa ed è ovvio che poi ti sembra di avere una situazione irrisolta che non si chiude mai.
    Secondo, cos’è che ti fa restare con tutto marito che non ami più e cercare una ricostruzione in circostanze improbabili se non la famosa dipendenza affettiva che con lui magari hai da quando l’hai conosciuto e potrebbero essere decenni?
    Essere dipendenti affettive non vuol dire non saper dire di no e non voler affrontare un litigio, VUOL DIRE NON ESSERE IN GRADO DI VEDERSI DA SOLE. Vuol dire fare di tutto per vedersi riflesse in un uomo e in una relazione. Vuol dire non riuscire ad accettare che una relazione è finita o deve finire e fare di tutto per tenerla in vita, incluso illudersi.
    Da chi fate terapia se non avete chiare le basi, spiegami per favore che almeno ci capiamo perché così non si va da nessuna parte.

  • Beatrice, 8 Marzo 2024 @ 10:26

    Ciao Elleelle,

    i motivi per cui mi crogiolo in questa situazione onestamente non li conosco neanche io.
    La psicologa ha provato intanto a capire i suoi (mentre cerchiamo di capire i miei) dice che secondo lei, lui si sente solo e trova in me quel calore e comprensione che non trova in famiglia o altri contesti.
    Non posso dire sia esattamente la stessa cosa per me, nel senso che io da lui non ricevo lo stesso calore che lui riceve da me, però credo di sentirmi sola anche io.
    Sola non perché io lo sia davvero, sono costantemente circondata da persone, famiglia, colleghi, amicizie, forse sola nel senso che non ho un rapporto davvero intimo con nessuno.
    Con mio marito ho un bel rapporto, ma è diventato più pratico e meno sentimentale e tenero.
    Con l’altro invece sento continuamente il bisogno di essere sentimentale e tenera, mi porta in una dimensione diversa e a vivere emozioni che non provavo più da tempo e ad esprimere emozioni che non esprimevo più da tempo.
    In più ha un modo di ragionare che sento vicino al mio e che difficilmente trovo in altre persone e mi fa sentire compresa su temi complicati.
    E con lui parlo di cose di cui da tempo non parlo con mio marito, perché con mio marito parliamo di cose più “serie” (semplifico).

    Alcune volte anche io penso che lui mi manipoli, altre penso che non sia molto in contatto con le sue emozioni, si trova dentro questa situazione e prova a gestirla nel modo che può, senza sapere bene come muoversi, così come me.
    Io se sono, o sono stata, manipolatoria con lui l’ho fatto in modo involontario.
    Mi ci sento un po’ quando penso che se siamo in questa situazione è anche colpa mia, in fondo sono io che non l’ho mai lasciato andare quando ci provava.
    D’altra parte lui sembra non essere mai voluto andare via davvero e si faceva sempre riprendere.
    E comunque non mi lasciava mai davvero, continuava sempre a scrivermi.
    Ma più che manipolazione la mia mi sembra mancanza di determinazione, incapacità di rinunciare a lui.
    Lui poi ora dice che vuole “rimanere con me” per sempre….e questa cosa mi fa piacere…. perché dite che lui forse ha dei problemi, a questo punto li ho anche io, perché anche io trovo conforto nell’immaginare questo rapporto virtuale per sempre.
    Ho chiesto alla psicologa se mi trova strana, se ci trova strani, se trova la cosa strana, ha risposto di no, come vi dicevo qualche messaggio fa, dice che sono relazioni più frequenti di quanto si possa immaginare.
    Sono confusa, lo dico spesso. A volte provo a non farmi sentire per vedere cosa mi provoca il non sentirlo, poi non resisto o se resisto un paio di giorni poi mi scrive lui.
    Penso sia davvero una dipendenza e non è facile uscirne come qualsiasi dipendenza.

  • Cossora, 8 Marzo 2024 @ 10:21

    @Ale Ma tu Cossora accetteresti un rapporto solo virtuale?
    No, ma io sono Cossora. Appunto. Qui non si sta parlando di me.
    Se mi chiedi cosa ne penso.. beh sono gusti particolari io sono concreta: esperienza, corpi, materia, cena, chiacchiere, sguardo, contatto fisico mentre si passeggia, suono delle risate sotto la odccia, discussioni accese in macchina, consigli ..
    Ma se due (e sottolineo due) persone traggono lo stesso ‘mio’ piacere dai messaggini, chat, etc.. che giudizio devo dare? L’importante è che vivano le emozioni che desiderano.

  • Mimi, 8 Marzo 2024 @ 10:20

    @Giulia io ho chiuso col mio ex compagno, mi sono fatta trattare come una pezza da piedi, mi sono impoverita come pochi per mantenere sia la casa che ho comprato per aver chiuso con l’ex compagno e sia la terapia per chiudere con l’ex amante. Ho cambiato tutto e ti posso assicurare che non mi sono annoiata per niente…Adesso ho una nuova relazione normale, sana e serena che sta virando piano piano verso livelli più alti quindi sono ancora in movimento. Ho cambiato realtà, città e situazioni negli ultimi anni, rischiando sempre tutto per inseguire quello in cui credevo finchè non ci sbattevo il muso.
    Che tra l’altro è la cosa che ho sempre detto a te dall’inizio, sono stata anzi forse una delle poche a sostenerti nello sbatterci la faccia fino a farti male e ricordo ancora i “rimproveri” (in senso buono) di @Ellelle.

    Non sono qui a smontare tesi agli altri, ho sempre detto di non credere nelle ricostruzioni dopo lunghi amantati (che sia la tua, di molly, nina, nara, fosse stata anche quella dei miei genitori) ma di insistere a me non torna in tasca nulla. Se le vostre ricostruzioni vanno bene la mia vita procede lo stesso, idem se vanno male. Ho sempre e solo espresso il mio pensiero, che ho fortemente applicato nella MIA vita ed era questo l’importante. Se tu non riesci a rispondere senza stizzirti e senza tirare frecciate (tra l’altro di pessimo gusto come quella a Stefano del cadavere, dove lui è stato veramente un signore a risponderti) il problema non è mio. Non mi stizzisco se tu continui a dire che scrivo qui perchè non ho dimenticato il mio ex amante, rispondo educatamente, tu non dovresti farlo se scrivi qui e ti viene detto che non hai risolto nessuno dei due conflitti. Sta diventando una gara a chi sta più male, a chi è più sincero, a chi ha più dimenticato l’amante, a chi ha vinto tenendosi il marito, a chi è meno dipendente, a chi è più invidioso, a chi fallisce di meno, a chi è stato meno preso per il culo. Prima si esprimevano pensieri e ci si aiutava, ora si attaccano gli altri per difendersi. Se ci si vuole confrontare in un posto pubblico bisogna esserne in grado, se no ci sono gli amici che dicono cose positive oppure negative ma facendo le coccole.

  • elleelle, 8 Marzo 2024 @ 10:20

    @Beatrice
    “Sto cercando di dare un ruolo, una posizione nella mia vita a questo uomo dato che al momento non me ne riesco a staccare”

    L’errore che fai è proprio questo, cerchi di trovare una posizione a un uomo che una posizione non la deve avere nella tua vita.
    I motivi te li abbiamo già scritti mille volte, se la psicologa non riesce a farti staccare da lui e ti asseconda e basta, cambiala, vai da un’altra.
    Però ci devi mettere impegno anche tu, non è possibile dover pagare uno psicologo e restare immobili per mesi. Se tu avessi dato un taglio netto quando sei approdata qui mesi fa, a quest’ora sta storia sarebbe acqua passata e ti saresti risparmiata mesi di elucubrazioni.
    Ha ragione Ale a dire che viene da ridere, perché sei soggiogata. Invece ti devi svegliare e ti devi dare una mossa.
    NON È NORMALE CHE UN UOMO DI 60 ANNI ABBIA BISOGNO DI UNA RAGAZZINA DI 35!!!
    Non so come scriverlo più chiaramente di così.

  • alessandro pellizzari, 8 Marzo 2024 @ 10:04

    Lui poi ha detto che vuole “rimanere con me” per sempre (nel virtuale!)

    Assurda affermazione. Anche dopo il trapasso? Rido per non piangere.

  • Beatrice, 8 Marzo 2024 @ 09:58

    Cossora,

    ha ragione Elleelle, tu non sei sposata e la tua relazione ti rende serena, mentre io alterno momenti di serenità a momenti carichi di interrogativi, motivo per cui vengo qui a capire cosa ne pensano gli altri della mia relazione. Io a differenza tua ho bisogno di sapere cosa ne pensano gli altri.
    Perchè dentro di me lo sento che qualcosa non torna, non parlo solo dell’aspetto morale, cioè del danno che faccio alla mia famiglia tradendo, parlo di tutto quanto l’insieme.
    Infatti vado anche dalla psicologa, le sto tentando tutte per cercare delle risposte.
    Sto cercando di dare un ruolo, una posizione nella mia vita a questo uomo dato che al momento non me ne riesco a staccare. Mi sento già abbastanza brava ad averlo confinato al virtuale perchè non sono così sicura che di fronte a una mia proposta di vederci direbbe di no.

    Lui poi ha detto che vuole “rimanere con me” per sempre (nel virtuale!), e questo non semplifica le cose, perchè nonostante la stramberia della frase e della situazione questa sua frase mi riempie di calore, mi fa stare bene, mi fa sognare.
    Poi il giorno dopo tornano gli interrogativi. Per sempre senza vedersi più? Nel mentre ci dimenticheremo anche come siamo fatti? Non riceverò mai più un suo abbraccio? Andrà bene così?
    Senza contare che ogni volta in cui le cose vanno “bene” con lui mi parte il senso di colpa verso mio marito.
    Cossora, sono messa peggio di te 🙂

  • Giulia, 8 Marzo 2024 @ 07:09

    @mimi @stefano mi stizzisco perché mettete in dubbio quello che racconto e che mi è costato fatica, preoccupazioni e anche sofferenza. Se voi non avete recuperato, non è detto che gli altri non ci riescano. Preferite per forza vedere la fine di un matrimonio perchè secondo voi è possibile solo questo visto che non ci siete riusciti anzi visto che voi non lo volevate neanche.

    @stefano tu in me vedi la tua ex che è tornata dal marito, bè permettimi di dire che siamo due donne molto diverse stando ai tuoi racconti.

    @mimi mesi fa vi scrivevo che speravo non mi chiamasse perchè rischiavo di cedere: e allora? Anche fosse stata l’altra settimana, cambiare è così strano? Voi non cambiate mai idea, rimanete sempre nello stesso punto, provate ogni giorno le stesse cose, emozioni, sentimenti? Lasciami dire, che noia! Io cambio.

    Ammetto la mia dipendenza affettiva @elleelle sempre ammessa, ma ora ti dico che avendo scoperto questo aspetto di me sono sempre molto molto attenta nel rapporto con gli altri.

    Ho fatto quei pochi incontri con una psicologa, ma sono stati decisivi non per scordare l’altro, ma per cambiare ME nel rapporto con mio marito. Sono stati anni questi di litigate, sfuriate, ho messo in discussione molto non del “mio matrimonio”, ma del “rapporto con mio marito”, di cosa io sbagliavo, ho capito cosa non andava, mio marito ha capito lui stesso che dovevo affrancarmi da quella dipendenza affettiva di cui parli @elleelle.

    Oggi mi sento più libera e decido: se qualcosa non mi va non la faccio per forza per non dispiacere mio marito, per sostenerlo in tutto e per tutto. Non la faccio e semmai ci litigo ferocemente o lo faccio star male, a costo poi di star male io. Cosa che prima dell’amantato non ho mai fatto.

    Oggi l’altro è passato, c’è perchè è stato un’esperienza dolorosa che mi ha segnata profondamente. Il senso del sospeso credo sia perchè non sono arrivata ad avere un rapporto normale con quest’uomo, non per forza un rapporto sentimentale, ma un rapporto umano equilibrato. Forse perchè non lo è lui.

    @Alessandro con grande dispiacere non sono riuscita a venire a trovarvi in libreria, spero di riuscire a organizzarmi per la prossima presentazione.

  • elleelle, 8 Marzo 2024 @ 06:49

    @Cossora
    C’è una grande differenza: tu sei separata, Beatrice no. Oltretutto lei si strugge da mesi, tu no e se anche lo facessi, non lo faresti alle spalle di qualcuno.
    Lei invece non solo ha un marito, dei figli piccoli e il solito lavoro di responsabilità, ogni volta che soffia il vento è in chat con questo tizio e tutte sappiamo quanto tempo porta via e sottrae alla propria famiglia e a se stesse questo chattare durante la giornata.
    Non è un paragone che regge su tanti livelli.
    Tu fai quello che ti pare ma anche Beatrice, se ne frega anche lei dei consigli che riceve da mesi su questo blog. E ribadisco che sono consigli, non giudizi e che li ha chiesti lei perché dice di starci male, di essere confusa, bla bla bla.
    Hai visto anche tu che quello che è sempre stato detto a te lo hai confermato tu stessa qualche giorno fa, no? Non è che qui si spara a caso se una persona arriva e racconta una storia indicativa delle solite dinamiche relazionali.
    Non c’è un giudizio tout court tipo “non devi tradire, brutta cattiva”. È un aiuto a non vivere al ribasso, a non starci male, a non danneggiare la propria famiglia per il nulla, come nel caso di Beatrice.
    Uno è liberissimo di fare quello che vuole ma se poi vive continuamente nel dubbio come Beatrice, non mi sembra che abbia senso. Queste non sono nemmeno situazioni romantiche, sono banali, fondamentalmente vuote perché c’è sempre il dubbio di chi sta usando chi.

  • alessandro pellizzari, 7 Marzo 2024 @ 23:21

    Uno che gioca col fuoco

  • alessandro pellizzari, 7 Marzo 2024 @ 23:07

    Ma quale affetto scusa se non vi siete quasi mai visti ?

  • alessandro pellizzari, 7 Marzo 2024 @ 23:06

    Ma tu Cossora accetteresti un rapporto solo virtuale?

  • Dispersa, 7 Marzo 2024 @ 19:14

    @Giulia… Sinceramente ho capito cosa intendi… Hai solo portato una cosa che accade in molte situazioni di chiama ‘guestapp aperta’!

  • Leilei, 7 Marzo 2024 @ 17:00

    Ale un uomo di 50 anni che scopre messaggi “allegri” ma non compromettenti, che sa che la moglie è una “profumaia” ma non lo considera un tradimento perchè non ha mai avuto prove della sua posizione orizzontale, cos’è?

  • Lia, 7 Marzo 2024 @ 14:19

    @Beatrice, ti conviene indagare sulla necessità di avere questo rapporto virtuale. Avere atteggiamenti intimi online pensi che (vi) assolva dal tradimento?
    Cosa penseresti se lo facesse tuo marito? Ti farebbe stare meno male se tuo marito ti dicesse che lo fa perché le vuole bene ed è un romantico ingenuo?
    Tradire non ha nulla di ingenuo.
    Tradire é un torto forte.
    Devi uscire dal tuo guscio e capire la gravità delle tue azioni.
    Sveglia!!!!

  • Ariel, 7 Marzo 2024 @ 12:11

    Beatrice, 6 Marzo 2024 @ 23:15

    Beatrice ,la importanza che ha il sapere riconoscere dove sia la REALTÀ CONCRETA DELLA VITA CHE SI VIVE è fondamentale per riuscire proprio a vivere in ogni ambito se stesse e saper riconoscere i propri desideri e limiti ,il dove risiedano le proprie difficoltà tutte in ogni ambito della propria vita.
    Tu sei giovane e più si sta giovani ahimè per voi. Giovani resta così difficile riuscire a capire e soprattutto saper DISTINGUERE TRA FINZIONE E REALTÀ

    non sono qui a scriverlo per colpevolizzare i giovani ,ma semmai per mettere in evidenza che il. Limite della tecnologia esiste da sempre .
    Ecco che la comunicazione da che esiste la rete si è basata TROPPO IN MANO LIBERA già dei bambini piccoli piazzati davanti allo schermo ancora nella culla!!!

    Questo fatto ha generato la progressiva INCAPACITÀ DI DISTINGUERE REALTÀ FISICA E CIOÈ LA UNICA VERA REALTÀ DELLA VITA VISSUTA é DI PERSONA,
    dal VIRTUALONE che ovviamente pur avendo e avendo avuto una marcia straordinaria in più per trasmettere conoscenza e dati scientifici e cultura da potersi leggere e trasmettere in ogni angolo del pianeta Terra allo stesso tempo senza che i propri genitori e la scuola si siano davvero impegnati a non. Dare il. Via libera al web come se non ci fosse un domani.

    È in effetti un argomento immenso ,ma ecco la tua difficoltà resta anche dentro a questa confusione che fai tra virtuale e reale

    Certamente si comprende bene che la Cassazione nel sistema delle leggi abbia attribuito un vero tradimento solo perché ci si trattiene virtualmente con altro persona perché lì resta logico in quanto lo. Si fa DI NASCOSTO DAL PARTNER !

    Ma questo è altro aspetto legale,

    Cara Beatrice stai sul unico pezzo che conta

    LA REALTÀ FISICA DI CIÒ CHE VIVI
    !
    Staccati dalla manetta virtuale e VIVI SOLO NELLA REALTÀ
    Sapessi quanta violenza si sia generata nei giovani e meno giovani proprio. Da questa confusione tra Virtuale e reale!
    Se pensiamo che ragazze e ragazzi e giovani adulti sono stati capaci di aggredire persone innocenti solo con lo scopo. Di. POSTARE LA FOTO !

    Riflettiamoci tutti!,,e usciamo di casa
    Per vivere a pieno la unica VERA VITA DI. PERSONA!

  • Beatrice, 7 Marzo 2024 @ 11:33

    Ale,
    mi hai fatta sorridere con la battuta sullo starnuto.
    Non lo chiamerei amore, più un grande affetto forse. Mi dice che per lui avermi anche solo virtualmente è un aiuto alla sua vita, che sapermi lì lo fa stare meglio.
    Un’altra magari lo troverebbe strano, ci rimarrebbe male, non se ne farebbe di niente. Io invece gli ho risposto che anche per me è così, perchè è così. So che se ho voglia di raccontagli qualcosa è li, se ho bisogno di un consiglio è li, se ho una giornata storta è li. E poi mi fa sentire apprezzata. L’idea di perdere questo legame mi fa male, lo considero comunque importante.
    E’ difficile da spiegare, non so nemmeno se possiamo definirci amanti, anche se sicuramente è una forma di tradimento.

  • Cossora, 7 Marzo 2024 @ 11:29

    @beatrice io non ho fatto un giro di terapia negli ultimi anni ma posso capire certe affermazioni della tua. Anche per me i ‘nostri’ ‘uomini’ non sono cattivi e hanno un sentimento vero. Anche per me può capitare che con il tempo noi si voglia di meno, piuttosto che di più.
    Capita alle mogli .. non vedo perchè non a noi.
    Anche a me hanno dato spesso della sognatrice, romantica, adolescenziale.
    Ma (oltre al fatto che tu sei in famiglia e io no) ci distingue una cosa: a me non interessa cosa pensano gli ALTRI della MIA relazione/vita.
    Io guardo il risultato. Intanto sto bene di salute fisica e mentale.
    I miei figli, la mia allargata famiglia, il mio lavoro, le mie amicizie del cuore, il mio tempo libero, le mie esperienze, i miei viaggi, il buon sesso, la tenerezza.
    C’è tutto, va bene? Si. Basta.

  • Ariel, 7 Marzo 2024 @ 11:28

    elleelle, 6 Marzo 2024 @ 17:15

    Hai ragione qui in ciò che hai scritto ,ma ecco. Vedi @elle occorre considerare sempre che una delle caratteristiche principali per cui appunto si reagisce esattamente come qui hai scritto. ,resta dovuta proprio alla dipendenza affettiva ancora evidentemente presente dove la prima costante reazione resta la NEGAZIONE perché se anche ormai dovrebbero saperlo utenti e genti fuori di qui ,che la dipendenza è come dice la definizione stessa una Dipendenza e cioè una vero effetto droga nel cervello e nella emotività che fa sì che il libero arbitrio ne soffra moltissimo perché se da un lato si riesce magari a ragionare e si resta magari inizialmente convinti che non si sia deficienti che non si sia stupide che si capisce benissimo che l’altro ABUSA DI NOI IN OGNI FORMA METODO E INTENSITÀ proporzionale al tempo della durata del legame attivo dove attivo significa pure solo che comunicarci pure con un solo sms ogni tanto

    Tutto capisce il proprio cervello
    Peccato che PREVALE LA DIPENDENZA E CIOÈ IL MECCANISMO DELLA PAURA DEL METTERSI IN CRISI DI ASTINENZA e cioè il solo pensiero di tagliare tutto produce qualsiasi cambiamento di pensiero sempre teso ad ADATTARSI AL CIALTRONE

    Produce esattamente i comportamenti di cui qui hai così bene scritto.
    Su un Blog e pure in un salottino resta praticamente impossibile generare una evoluzione che si può produrre SOLO E SOLTANTO PERCHI FA TERAPIA DELLA RELAZIONE TOSSICA!

    Come drogati finché assumono la dose stanno benissimo non hanno nessun sintomo né fisico né psichico fino a un certo limite maximo dove appunto. Continuare nel tempo “ uccide se stessi” in ogni senso FIGURATO e livello diverso.

    Qui secondo me,piu che il Ragionamento puro e semplice serve attivare il contrasto e più la reazione sarà accesa meglio sarà per poter generare, non dato sapersi quando, una specie di sveglia interiore.

    Solitamente si accede alla terapia quando si viene scartati
    E sicuramente nelle. Relazioni tossiche tipo queste testimonianze accade sempre così

    La scossa del abbandono del essere svalutato oltremodo e con ogni metodo. Sempre uguale
    Genera il ricorso alla psicoterapia almeno parrebbe così da statistiche che ho letto in libri di psicoterapeuta delle relazioni tossiche e anche in inchieste journaliistiche qui dove abito.
    Poi in ultimo chiaramente se così funziona il meccanismo dipendenza affettiva logicamente chi la ha superata e che si impegna a mantenere in salute il proprio equilibrio di autostima vi è ovviamente visto come qualcuno che vorrebbe mettere in atto il sabotaggio del legame che equivale alla CRISI DI ASTINENZA!

  • elleelle, 7 Marzo 2024 @ 09:27

    @Ale
    Secondo me tutti e due.
    Probabilmente crede che sia una forma di tradimento minore e ha anche dei problemi. Non so esattamente quali ma particolarmente maturo non deve essere e in più secondo me è uno che sa manipolare e che ne ha proprio bisogno.
    Peccato che Beatrice non ci ascolta ma del resto, come dice la sua psicologa, sono molto simili. Non credo infatti che Beatrice non sia una che manipola, anzi, da quello che ha raccontato lo ha fatto spesso con lui.

  • elleelle, 7 Marzo 2024 @ 09:23

    @Beatrice
    Se te lo dice anche la psicologa che ti comporti come una ragazzina, cosa aspetti a darti da fare e cambiare il tuo modo di fare?
    Sono mesi che qui ti diciamo che devi crescere, vai dalla psicologa da molto più tempo, perché non agisci?
    Tu ti sta crogiolando in questa situazione per motivi che conosci solo tu. Bisogno di attenzioni? Niente di meglio da fare? Non lo so.
    Personalmente faccio fatica a credere che tu non sia mai stata così. Un atteggiamento del genere non nasce dall’oggi al domani.
    Ma se realmente è così, allora devi mettere in conto che tu sia in una situazione in cui lui ti manipola. Se lui ti manipola, devi allontanarti e recuperare te stessa.
    Te lo hanno detto tutti ormai che questa situazione non è normale. Datti da fare e interrompi i contatti, mica muori. È una relazione virtuale ormai, vi mandate messaggi. Piangerai un po’ e sentirai la mancanza ma poi ti passa. In fondo, per fortuna, non hai 14 anni.

  • alessandro pellizzari, 7 Marzo 2024 @ 08:18

    Ci sono tanti amanti virtuali certo ma rimane un rapporto anomalo, senza fisicità. Allora tutto diventa amore, anche uno starnuto

  • Beatrice, 6 Marzo 2024 @ 23:15

    Elleelle, Ale,

    Non molto tempo fa la mia psicologa mi ha detto che io vivo in un mondo incantato.
    Che faccio discorsi dove sembra non mi rendo conto di come gira il mondo.
    Anche qui a volte me lo avete scritto che non sembro neanche una della mia età, che non sembro neanche reale.
    Infatti vi ho pensati quando mi ha detto così, perché non me lo ero mai sentita dire prima di questa esperienza con lui.
    Anzi io sono la tipica persona vista come responsabile, centrata, affidabile, pragmatica… ora è emersa questa parte invece.

    Di lui non ha mai parlato male, dice che secondo lei alla fine è un brav’uomo che non mi ha trattata male o perlomeno, che sicuramente avrebbe potuto trattarmi peggio.
    Ha anche sempre detto che si capisce che mi vuole bene.
    Tranne alcuni momenti in cui aveva comportamenti non proprio chiari, o circostanze in cui non avrebbe dovuto comportarsi così, e in quelle occasioni mi metteva in guardia.
    Ma nel complesso dice che al massimo è un tipo un po’ particolare e complicato, come poi lo sono io.
    Che abbiamo dei tratti in comune e forse questo ci ha avvicinati.

    Sulla modalità virtuale lei dice che non siamo gli unici, che sa di altri che trovano conforto in questo tipo di rapporto.
    Quindi lei non lo trova così strano.
    Solo è scettica riguardo alla durata di lui dentro questo tipo di rapporto, dice che senza la parte fisica arriverà a stancarsi.
    Mentre vede me inaspettatamente più a mio agio dentro questa modalità rispetto a quella di prima.
    Pensava che io volessi di più, non di meno.
    Credeva fosse un adattarmi a condizioni peggiorative invece mi vede più serena.
    Dice che se riesco a essere serena di provare a viverla così, solo preparata all’idea che potrà finire.

    Poi lei mi sostiene, mi sostiene come gli psicologi sostengono i pazienti nelle loro scelte, ma contemporaneamente sta cercando di farmi staccare da lui e di farmi rientrare nella mia famiglia, ma più per la situazione sbagliata, che perché lui abbia qualcosa di sbagliato come persona.

    Elle hai detto di considerarlo solo come amico, ma faccio fatica a considerarlo solo amico per il tipo di rapporto che abbiamo, che è “intimo” oltre che quotidiano e a tratti sentimentale.
    Se un esterno leggesse i messaggi capirebbe che non è solo amicizia, così come capirebbe che non è una relazione.
    È quella cosa indefinita di cui sto parlando da un po’.

    Ho scritto tutto questo perché Ale una volta mi ha detto che ogni testimonianza può essere utile ai lettori che non intervengono.
    Magari c’è qualcun altro nella stessa situazione che mi legge e forse il mio racconto può essergli utile in qualche modo.
    Non so in che modo…ma ci ho provato

  • alessandro pellizzari, 6 Marzo 2024 @ 20:56

    Un uomo over 60 che intrattiene una relazione extraconiugale virtuale o crede e pensa di non tradire la moglie così (vada a leggersi la sentenza della Cassazione che equipara il tradimento virtuale a quello reale però) o ha dei problemi o tutti e due. Altro che romanticone

  • elleelle, 6 Marzo 2024 @ 18:04

    @Ale
    “Appunto come dici dinamiche poco sane quindi Beatrice dovrebbe chiudere questa amicizia virtuale che le fa male”

    Dovrebbe ma dubito che lo farà perché in fondo si nutre di tutto questo dramma. È il suo solito atteggiamento un po’ fanciullesco, si fa le domande e si dà le risposte ma senza davvero prendere una decisione.
    Davanti a sé evidentemente ha il corrispettivo maschile perché un uomo della tua età secondo te cosa ci fa in una situazione così?
    C’è immaturità anche da parte sua, assieme a tanta comodità. Poverino lui è tanto infelice, in lei scatta la crocerossina ed è fatta.
    Chi guarda da fuori scuote la testa.

  • Ariel, 6 Marzo 2024 @ 17:50

    @Stefano

    @Giulia sicuro non ha bisogno di essere difesa ,ma lasciami spezzare una arancia,a suo favore ,perché magari si sarà espressa in modo impulsivo ,ma la sostanza resta che aldilà del suo vissuto attuale che sicuramente occorrerebbe tener conto che chi ha vissuto una realtà stratosferica porta in sé un vero trauma che va curato e che spesso non consente di riuscire a riprendersi subito ma semmai resta pure statistica che si reagisce almeno inizialmente con il “ confortarsi con partner”

    Ciò sicuro può essere opinabile ,ma ciò non toglie che anche tu sei mi vien da dire da che scrivi qui sempre a scrivere che staresti separandoti

    MAAAAAA,PERÓ SEMPRE ANCHE NO!!
    Infatti sei sempre lì esattamente come @Giulia!!

    Rifletti @Stefano su questo più che realistico punto di vista..
    Come mai sei sempre lì????

    Secondo me ,esiste il stress post traumatico da relazione tossica che accomuna diversi casi sia come il tuo che come quello di @Giulia
    Per di più entrambi non è che sia passato molto tempo da essere stati scartati come cose di poco conto da ex amanti steatossici!

    Per di più tu a tua scrittura non mi pare abbia mai scritto che tu stia facendo una vera psicoterapia delle relazioni tossiche

    Non vedo differenze sostanziali tra caso di @Giulia e il tuo!

    Una si
    Almeno @Giulia fa terapia!!! Buon per lei !!!

  • alessandro pellizzari, 6 Marzo 2024 @ 17:46

    Appunto come dici dinamiche poco sane quindi Beatrice dovrebbe chiudere questa amicizia virtuale che le fa male

  • elleelle, 6 Marzo 2024 @ 17:15

    @Mimi
    “Poi non capisco perchè tu ti sia stizzita così.”

    Facci caso ma ci si stizzisce quando si fa fatica ad ammettere che ci sono tanti problemi da risolvere, molti dei quali derivanti da noi.
    Secondo me è molto difficile essere “duri” con sé stessi e infatti sul blog vedo atteggiamenti molto indulgenti e finalizzati a dare colpe agli altri piuttosto che ammettere che siamo fondamentalmente sole e affrontare questa situazione con serietà e maturità.
    Alla fine invece di agire o ci si lagna o si attaccano gli altri e questa è un po’ una costante ormai. C’è tanta presunzione anche dove questa non ha alcun motivo di esistere.
    Vedo anche tantissima dipendenza affettiva ma stranamente non diventa un segnale d’allarme ma una gara a chi nega più rapidamente di esserlo.
    Eppure ammettere di essere in una situazione di dipendenza affettiva, anche se solo temporanea a causa di una relazione tossica, dovrebbe essere nell’interesse di tutti…
    Invece no, viene percepita come una tara personale e piuttosto che ammetterlo e lavorarci sopra si cerca ogni scusa.
    Secondo me non è un caso che chi ha ammesso tutte queste cose alla fine ha risolto molto prima degli altri. Chi ha risolto dovrebbe essere un esempio positivo e invece diventa competizione in negativo.
    Non me lo spiego ma non posso nemmeno negare che sia così…

  • elleelle, 6 Marzo 2024 @ 16:39

    @Beatrice
    E se invece di farneticare tu prendessi questa cosa per quello che è e cioè un’amicizia, senza farti troppe fisime?
    Non fate niente, non vi vedete, non vi baciate, state solo in chat. È un rapporto puramente virtuale ormai.
    Lui ha trovato quello che cercava, un rapporto platonico che insiste per far andare avanti anche quando tu cerchi di allontanarti.
    Tu invece? Che senso ha questo continuo tormento che ti dai? Forse perché in realtà vorresti di più?
    Ma comunque i segnali che non va tutto bene come dici ci sono. Io mi concentrerei su quelli piuttosto che su un uomo che potrebbe essere tuo padre e con cui avete già sviluppato dinamiche relazionali poco sane.

  • Stefano, 6 Marzo 2024 @ 15:20

    @Giulia
    “Io a fianco ho un marito vivo, tu piuttosto ti sei rassegnato a vivere con un cadavere dentro casa. La puzza dovrebbe essere insopportabile, ma tu ti ostini a stare dentro”

    Ok @Giulia. Al di là che io mi sto separando e quindi non sono rassegnato a nulla, non mi sembra di avere usato termini così dispregiativi per la tua scelta di continuare con tuo marito dopo aver desiderato il corpo di un’altra persona in contemporanea a quello del tuo partner abituale. E continuare a dire che ami tuo marito ma sei in sbattimento per l’altro. Forse dovrebbe essere più “spregevole” questo, piuttosto che dire a una persona che non la ami più e non baciarla né toccarla più perché ne stai baciando e toccando un’altra. Detto questo ognuno ha la sua vita. Se a te piace litigare, amare, odiare, stimare e tradire, andare a letto con uno e poi tornare dall’altro, tutto assieme in un bel minestrone, libera di farlo. Ma pensare che la tua vita sia migliore di quella degli altri mi sembra non solo presuntuoso ma anche sinceramente opinabile. Comunque è la tua vita, fanne quello che vuoi ma evita di portare la discussione su piani su cui non sei nelle condizioni di andare. Lo dico per te. Un abbraccio

  • elleelle, 6 Marzo 2024 @ 14:30

    @Titti
    “Sono stata come una bambina folle cieca e irresponsabile”

    In realtà non è così. Eri in un matrimonio finito e ti sei innamorata di un’altra persona che ti ha truffato. Il problema è il truffatore, se lui fosse stato onesto tu a quest’ora avresti un’altra vita.
    Certe esperienze non si dimenticano ma non vale la pena tenerle dentro di noi come una spina. Se non fossero così bravi a prendere in giro, non ci sarebbero manuali di psicologia dedicati a queste persone e all’impatto devastante che hanno sugli altri.
    Ripetitelo ogni giorno che non è colpa tua e che l’unica cosa giusta da fare è seppellire lui e questa esperienza. Hai ogni diritto di andare avanti più leggera.

  • Ariel, 6 Marzo 2024 @ 14:18

    La dipendenza affettiva fa fare i milioni di ragionamenti
    Che siano i compartimenti stagni
    Non stagni
    Carriere o meno
    Figli o non figli
    Amiche e non amiche

    Tutto si fa pur di

    RESTARE ATTACCATI ESSENDOSI ADATTATE SEMPRE!!!!

    Al cialtrone!!!
    Che infatti gratifica ,
    Eccome se gratifica!…..

    Lo credo la manipolazione negativa funziona alla grandissima proprio su chi
    Si racconta trovando ogni sistema valido

    Purché mi raccomando

    Non ci si stacchi dal cialtrone!!!

    P.s.
    Vorrei sottolineare che non c’entra essere colti ,
    Donne in carriera
    O cervelloni

    Come disse il magnifico Totò
    La livella significa che in certe condizioni tutti indistintamente si è esposti a farsi fregare ê sottomettere
    Basta la formuletta

    DIPENDENTE AFFETTIVA +CIALTRONE

    Non mi stacco manco morta!!!
    Ma resto a cuccia bravissima! A raccontarmi la qualunque bella convinta sicuro. La manipolazione negativa è ad ogni effetto un vero Plagio!

    Non riguarda affatto le capacità intellettive né di prestazioni diverse

    Ma intacca chi ha vere difficoltà di autostima in equilibrio e cioè le brave bambine efficienti che obbediscono per anni e anni al adattarsi in un continuo a veri cialtroni!

  • Mimi, 6 Marzo 2024 @ 12:47

    @Giulia questo è un blog di amanti e di amanti, ancora in essere o ex, si parla. Fosse un blog sugli alieni sarebbe alienocentrico, fosse un blog di mogli tradite sarebbe mogliecentrico.
    Si parla di amanti e di rapporti di amantato. Hai scritto che tutti quelli che scrivono qui hanno ancora in testa l’ex quindi secondo il tuo ragionamento io ho ancora in testa l’ex e per dimostrare che non sia così dovrei smettere di scrivere. Eppure anche tu, come altre, come me quando ho iniziato a leggere, cercavi qui delle testimonianze di chi è riuscito ad uscirne e di come avesse fatto.
    Eppure io ed @Ellelle sotto ti abbiamo risposto in modo chiaro, credo.
    Poi non capisco perchè tu ti sia stizzita così. Seguiamo la tua storia dall’inizio, non parliamo a caso. Se poi ci sono cose che non puoi dire per privacy, per tuo scrupolo, se non ti spieghi bene non possiamo farci nulla, qui si scrive quello che si vuole e si commenta sulla base di quello che si scrive. La realtà dei fatti è che stai cercando di rimettere in piedi il tuo matrimonio (con l’uomo del quale non parlavi proprio così tempo fa) avendo ancora in testa l’amante anche se solo come lutto da elaborare (ma ricordo che fino a poco tempo fa eri quasi grata che non fosse particolarmente insistente perchè se no sarebbe stato più difficile). Questo è quello che scrivi ed è ciò su cui ci basiamo per commentare.
    Non serve neanche attaccare Stefano che, mettendoci del tempo, sta uscendo di casa e Ads che ha parlato senza filtri ed ha un matrimonio morto e non lo nasconde.

  • Beatrice, 6 Marzo 2024 @ 12:40

    Elleelle,

    farnetico perché gli voglio bene di un bene vero, ma so di dovermi rassegnare a perderlo perché non so quale posto dargli nella mia vita.
    Il tutto condito da senso di colpa verso mio marito anche solo per il fatto che rifletto su questo possibile ruolo da dargli, anche ora che è nel virtuale.
    Mi ha fatto del bene, in modo diretto e indiretto, ha migliorato me e alcune parti della mia vita, quindi gli sono riconoscente.
    Mi ha fatto anche del male, ma per me non è stato lui, ma la situazione scomoda dentro cui eravamo e siamo, credo che anzi mi abbia sempre voluto bene.
    So che è infelice e mi dispiace non riuscire e non potere fare niente per lui.
    Quando mi allontano io si avvicina lui e viceversa, non ci lasciamo mai andare, senza sapere cosa stiamo facendo.
    E allora niente, la situazione mi porta qui a farneticare

  • Cossora, 6 Marzo 2024 @ 12:18

    Compartimenti stagni anche per me.
    E sono donna, single separata con due figli.
    Ma la mia vita è così. Ho un lavoro che sta prendendo una piega impegnativa, ma ho definitivamente smesso di essere un numero. Per necessità aziendali ho potuto farmi notare negli ultimi mesi e la direzione se ne è accorta. Risultato: meno routine, alto coinvolgimento con i soci, le cose stanno cambiando. Ha lo stesso effetto della ventata di freschezza che ti da anche modo di proiettare altri scenari futuri.
    Quindi mi gratifica.
    I figli sono sempre la priorità, ma so che crescono, non saranno sempre la mia urgenza h24.
    Lui .. è una persona con la quale amo ritrovare odori e sapori e suoni di intimità, ma lo ammetto: mi piace stare un po’ lontani e incrociarci quando possiamo essere soltanto io e lui.
    L’atmosfera è troppo bella per farmi venie voglia di farla somigliare a un matrimonio o simili.
    Non mi va che si intrecci col mio quotidiano, preferisco viverlo nel nostro compartimento, dal quale torno rigenerata. Come sono tornata dall’ultimo incantevole week end con la mia amica. La adoro ma non la vorrei nella mia casa a parlare di meccanismi che ormai vanno avanti da soli per i quali sarebbe solo un ostacolo.
    Non sempre ragionare a compartimenti è un segno di disinteresse o di ciniscmo.
    A volte tieni le cose separate perchè se si contaminassero sarebbe un peccato.

  • Titti, 6 Marzo 2024 @ 06:31

    @ellelle 05 marzo ore 15.36. Grazie del pensiero ,cara. Avanti sono andata avanti e a lui inteso come persona non penso più da secoli , è la situazione, il modo in cui mi sono sentita. Ne ho tratto grandi insegnamenti che sto applicando nel mio quotidiano, nei rapporti interpersonali in genere. Ho smesso di pormi fatidici “perché” da anni, alimenta il ricordo e un perché non c’è e se c’è stato di certo non avrebbe lenito il mio dolore…anzi. Il meccanismo è stato chiaro, leggo tanto sull’argomento, ne sono diventata un’ appassionata se così si può dire, dal blog fino alle pagine social satiriche sull’argomento, ma seppellire il tutto non riesco. Sono stata come una bambina folle cieca e irresponsabile e per quella bambina ( anche se avevo già più di 40 anni) provo un misto di rabbia e pena che non condiziona il mio presente più di tanto, ma che non passa mai del tutto. Un bacio

  • Giulia, 5 Marzo 2024 @ 23:37

    @elleelle
    “Giulia più che essere innamorata di suo marito lo teme e ne teme le reazioni. In un caso come il suo, con un marito esplosivo dalla personalità narcisista, ricostruire è un azzardo e con l’amante ancora in testa è praticamente impossibile.”

    No, non ho paura delle reazioni di mio marito. Detto così, sembra che sia uno che usa violenza sulla moglie ci mancherebbe, no, semmai ho sempre detto che se i suoi sospetti fossero stati confermati da una mia confessione, avrei avuto paura di una reazione violenta nei confronti del mio ex, questo sì.
    Non ho più l’amante ex in testa come prima, ho scritto “in un certo modo continua a essere presente nella mia mente” proprio per quel sospeso di cui vi scrivevo. Attenzione perché qui tutti quelli che scrivono hanno ancora in testa l’ex, continuate a parlarne anche voi, non mi pare vi limitiate a esprimere opinioni sugli amanti o ex degli altri e se lo fate tirate fuori la vostra esperienza o c’è ancora del veleno che circola.
    Non mi sembrava di aver scritto una cosa tanto assurda, credo sia stata interpretata nel modo sbagliato, forse mi sono spiegata male io…

  • Giulia, 5 Marzo 2024 @ 23:19

    Non ho scritto che voglio tornare da lui. Se rileggete quello che ho scritto, ho detto che è finita male ma è sospesa perché per me molte cose sono rimaste incomprensibili.
    Non ho detto altro mi pare. Sì sospeso nel bene o nel male, sospeso. Una cosa che non è neppure un fallimento che dici vabbè capita è andata così, lo capisco. E volti pagina.

    Guardate poi che a fianco non ho un morto, ma un marito con cui litigo, discuto, mi innervosisce, mi diverto, sono serena, preoccupata, lo stimo, lo odio, gli voglio bene, ricomincia pian piano anche ad attrarmi mentalmente e fisicamente sinceramente, ma voglio essere cauta. Anche fuori casa ho una vita fin troppo frenetica e piena e sono tutt’altro che depressa. Vita che non spreco e sento di non aver sprecato mai. C’è quel sospeso che in altro modo non so spiegare, forse sono una ferita ancora da rimarginare?

    @Stefano io a fianco ho un marito vivo, tu piuttosto ti sei rassegnato a vivere con un cadavere dentro casa. La puzza dovrebbe essere insopportabile, ma tu ti ostini a stare dentro. @ads anche tu vivi la famiglia in modo rassegnato… ma dio mio, mi chiedo, avete mai litigato in casa?

  • elleelle, 5 Marzo 2024 @ 22:28

    @Mimi
    “anche solo il pensiero del tuo amante è una stampella per il tuo zoppo matrimonio. Tutto il malessere, tutte le sensazioni negative puoi addossarle al pensiero dell’amante e andare avanti così ancora settimane o mesi.”

    Un ottimo commento su cui riflettere, perché è molto facile cadere in questa trappola.
    Probabilmente Giulia ha due stampelle, ex-amante e marito, e non sta funzionando con nessuno dei due.
    Giulia più che essere innamorata di suo marito lo teme e ne teme le reazioni. In un caso come il suo, con un marito esplosivo dalla personalità narcisista, ricostruire è un azzardo e con l’amante ancora in testa è praticamente impossibile.
    La cosa migliore da fare sarebbe dare questi rapporti per persi, prendersi tempo e se negli anni rinascerà qualcosa con il marito, si riceverà come un fatto imprevedibile della vita.
    Ma usare il marito come ripiego adesso che l’amante non c’è più e l’ex amante come scaricabarile per un matrimonio finito è un errore su tutta la linea.

  • ads, 5 Marzo 2024 @ 17:12

    @elle..Non accetti di avere subito una sconfitta su due fronti – mariti e amante – e ti incaponisci. Fai male
    questa è la cosa piu’ complicata, non è da tutti immagino vivere in in limbo a casa.
    @elle..ma noi l’avevamo avvertita alla @giulia che i propositi di ricongiunzione familiare era un po’ velleitari.
    se la luce si è rotta, puoi mettere una candela, ma il risultato non sara’ mai piu’ lo stesso della luce.
    il bacio è il termometro di tutto.
    l’atto in se per è una cosa molto gestibile, non c’è bisogno manco di dirlo.
    il bacio è piu veritiero dell’atto sessuale.
    sull’atto sessuale ti possono venire dubbi..ma dai alla fine gli piaccio ancora..
    nel bacio si percepisce tutto.

  • elleelle, 5 Marzo 2024 @ 16:00

    @Beatrice
    Non capisco a cosa ti serve farneticare su questa storia con mille domande, considerazioni e contro-considerazioni. Sprechi solo tempo ed energie mentali mentre ti illudi che in casa vada tutto bene.

  • elleelle, 5 Marzo 2024 @ 15:36

    @Titti
    “ma è stato un dolore talmente grande, un annientamento così forte della mia persona, che continuo a leggere il blog e ad approfondire l’ argomento perché non mi capacito tutt’ora del male subito.”

    Titti, entrambe abbiamo vissuto un’esperienza simile molto traumatica. Se posso, vorrei consigliarti di accettare quello che ti è successo e non tormentarti ulteriormente. Abbiamo incontrato persone orribili e non ci siamo di certo meritate quello che ci hanno fatto. Ma questo è un problema loro e di chi vive con loro, non è un problema nostro.
    Nel momento in cui tu eri sincera con lui, sei a posto così. È lui che deve guardarsi allo specchio, consapevole di quello che ha fatto e credimi, sono certa che non lo dimenticheranno mai.
    Hai voglia a fingere e negare ma proprio perché siamo qui sul blog, sappiamo che queste cose non si cancellano mai.
    Il mio ex sa di avere tradito la mia fiducia e quella della moglie in un modo eclatante. Sa di essere una persona spregevole e io lo conosco, so che essere stato smascherato è una rabbia che si porterà dentro per sempre.
    Sa che è una persona pessima, bugiarda e inaffidabile. Sa che non è né più furbo né più intelligente di me. Sta invecchiando male, non fa le cose che avrebbe voluto tanto fare, è un uomo qualunque. In più, la libertà che aveva prima l’ha persa e la moglie non si fiderà né dimenticherà. Ce lo confermano tutti i giorni le mogli che scrivono qui.
    Credo che sia così anche per il tuo ex e tutti gli altri cialtroni di cui parliamo sul blog. Tu puoi avere il cuore in pace, lui no. Sia il tuo ex che il mio ex si sono bruciati un amore sincero come degli idioti e lo sanno. E sapere di essere idioti per delle persone così è devastante. Dietro alla facciata spavalda c’è il nulla e il nulla non riesce a sostenere niente.
    Perdonati e seppellisci quello che ti è successo. Non è colpa tua.
    Ti abbraccio forte ❤️

  • Mimi, 5 Marzo 2024 @ 11:25

    @Giulia io esattamente come @Ellelle.
    Di lui ne parlo qui per portare la mia esperienza di “sopravvissuta” a chi ancora è dentro, ne parlo nella mia vita reale solo se mi serve come confronto tra esperienze di vita. Per il resto lui non esiste più in nulla anzi, per assurdo, ho buttato tutti i collegamenti sentimentali che avevo ma ci sono un paio di cose materiali che ho ancora perchè mi sono resa conto che le vedo solo come oggettivamente belle, non hanno più collegamenti emotivi. Ormai è un capitolo chiuso e l’ho chiuso quando ho capito che non esistevano risposte che mi avrebbero fatta stare meglio, le uniche risposte esistenti sono: mi ha usata – è un essere umano orribile – mi sono fatta prendere in giro.
    Grazie ad un duro lavoro di terapia l’ho accettato, ho ormai quasi totalmente fatto pace con me stessa e sono rinata. Io ho chiuso al 100%.

    Tu secondo me non chiudi sia perchè non vuoi ammettere la sconfitta e sia perchè, ad oggi, anche solo il pensiero del tuo amante è una stampella per il tuo zoppo matrimonio. Tutto il malessere, tutte le sensazioni negative puoi addossarle al pensiero dell’amante e andare avanti così ancora settimane o mesi.

  • Leilei, 5 Marzo 2024 @ 11:15

    STEFANO hai ragione su tutto, ma raramente è così. Gli uomini traditori continuano ad andare a letto con le mogli tradite, le donne continuano ad andare a letto con uomini che non desiderano più, per quieto vivere.
    Benvenuto nel mondo reale, cittadino del paese di Utopia!

  • Cossora, 5 Marzo 2024 @ 11:05

    Un amico anni fa ha iniziato a coltivare una passione. Oggi questa cosa lo porta in giro, non dico che è un secondo lavoro ma quasi. Ricordo dopo il covid di avergli chiesto come mai si fosse butatto con tanta determinazione in una cosa simile e la risposta è stata (siamo veramente motlo amici) ‘o faccio questo o mi iscrivo su tinder, mia moglie la mattina se facciamo sesso guarda il soffitto e subito dopo mi dice che è ora di dare una mano di bianco’.
    Loro sono stupendi come coppia e hanno una famiglia bellissima, sono spesso a cena da loro.
    nb: lui si è separato per lei..

  • Nina, 5 Marzo 2024 @ 10:10

    @Stefano finalmente siamo d’accordo su una cosa!Concordo in pieno, il bacio è un ottimo preludio e contorno al sesso che deve coinvolgere tutti i sensi,se no meglio non fare nulla. Per questo preferisco usare il termine fare l’amore,rende l’idea del coinvolgimento, fare sesso sa tanto di atto meccanico.

  • elleelle, 5 Marzo 2024 @ 09:22

    @Giulia
    “Avete anche voi la sensazione di non aver messo veramente il punto?”

    No, mai, il punto l’ho messo definitivamente io e non sono mai tornata indietro. Se ne parlo qui è solo come esempio a beneficio degli altri utenti del blog.
    Concordo con Stefano, secondo me hai un’enorme confusione dentr. Non accetti di avere subito una sconfitta su due fronti – mariti e amante – e ti incaponisci. Fai male.
    Per esperienza personale, ho accettato che fosse finita con mio marito e che il mio ex mi avesse preso per il culo. Fa male ma è l’unica cosa davvero giusta e adulta da fare.

  • Titti, 5 Marzo 2024 @ 06:29

    Giulia 4 marzo 22.25: nel mio caso sono passati ormai tre anni. Ho messo un punto quasi subito, ma è stato un dolore talmente grande, un annientamento così forte della mia persona, che continuo a leggere il blog e ad approfondire l’ argomento perché non mi capacito tutt’ora del male subito. La mia vita è andata avanti e va avanti tutt’ora con una rinnovata serenità e consapevolezza, ma è stato come aver subito una violenza, uno stupro dell’ anima come ho letto proprio qui tempo fa. Aver dato fiducia incondizionata sotto tutti i punti di vista un’ unica volta in vita mia, essermi consegnata totalmente ad un altro essere umano ed esserne uscita con il cuore polverizzato. Non mi sono annientata, non mi sono fermata, non ho più riaccolto quella persona che tutt’ ora ci provicchia quando può , ma dimenticare no, non accadrà mai. Sono stata complice del male che mi ha inflitto ed è stata la lezione più importante e più dura che la vita mi abbia impartito.

  • Stefano, 5 Marzo 2024 @ 01:09

    @Giulia
    “Avete anche voi la sensazione di non aver messo veramente il punto? Continuiamo a venire qui a parlare di un’esperienza passata. Quasi come un’opera incompiuta che ti ossessiona proprio perché non l’hai finita. Ovviamente il fatto che continuino a gravitare non aiuta, tutt’altro, allunga questo tempo sospeso, incomprensibile, dannato”

    Ma sei la stessa Giulia che diceva che il suo matrimonio era recuperabile e voleva farlo? Ma di quale tempo dannato vai parlando? Di quale opera incompiuta, se ti stai prodigando per stare con tuo marito? Ma di quale punto da mettere parli se vuoi stare con lui? Boh …. Sai che non capisco? L’unica opera incompiuta è quella di capire cosa vuoi e prenderti la responsabilità di quello che fai e pensi. Quella è la tua vera opera incompiuta e siccome è l’unica che dipende solo da te è l’unica che puoi completare di certo.

  • Stefano, 5 Marzo 2024 @ 00:52

    @Leilei
    “Difficilmente puoi baciare pensando ad altro, durante la penetrazione puoi pensare anche alla lista della spesa.”

    Che brutta immagine! Conferma che il sesso viene spesso ridotto a una timbratura del cartellino e che la donna si sente in “dovere” di assecondare il desiderio dell’uomo senza pensare al proprio. Quasi senza pretenderlo come conditio sine qua non. Se sto pensando alla lista della spesa, il sesso non si fa. Punto! E l’uomo se ne deve fare una ragione. Non è uno svuotamento di palle unilaterale!!! Il sesso deve nascere esattamente come il bacio, anzi spesso deve nascere dal bacio e, quando si riesce, anche conviverci. E così non serve distinguere quale dei due è più intimo. Diventano la stessa cosa, così come gli sguardi, il gioco, la sintonia. E il desiderio dell’uomo deve nascere con quello della donna. Quella donna lì. Non un’altra. Quante volte vi siete sentite sostituibili in quel momento? Che al posto vostro avrebbe potuto esserci un altro pertugio e sarebbe stata la stessa cosa? Io se non sento la vibrazione dell’altra persona, di quella persona, se non leggo nei suoi occhi il desiderio, se non percepisco che le corde stanno vibrando all’unisono il sesso preferisco non farlo. Chissenefrega. Ne faccio anche a meno. Anzi, visto che parliamo di baci, tutti i baci, ecco un bel veicolo di desiderio e il sesso diventa la loro naturale evoluzione. E il bacio non è con chiunque. Non so se sono stato chiaro.

  • Nina, 5 Marzo 2024 @ 00:37

    “c’è una tensione nel raggiungere i vari obiettivi e, una volta raggiunti, la nostra mente si placa. Avete presente la fatidica to do list e il sollievo nello spuntare le cose realizzate e risolte?”
    Giulia c’è del vero in quello che dici,le cose in sospeso tormentano anche se cerchiamo di andare oltre. Io,anche se la mia storia è in un certo senso diversa dalla vostra(ma per alcuni aspetti uguale,perché anche io ho scoperto a posteriori che quello che stavo vivendo era unilaterale ed ero stata presa in giro) ho sentito la stessa esigenza di chiudere la mia personale to do list sugli aspetti della storia che mi avevano fatta soffrire di più. Tra l’altro una delle cose che mi ha fatto stare meglio(tra le tante) l’ho trovata proprio qui sul blog ed era la tecnica del maglione(spero di aver ricordato il nome giusto) suggerita da @Alessandro. Ho ridotto a striscioline una maglia che mio marito indossava in una foto con lei(e a cui lui teneva un sacco)..mi sono veramente sentita meglio dopo.Comunque quello che volevo dire e che se qualcosa è rimasto in sospeso(e non si puo’ chiudere con la persona direttamente interessata perché per vari motivi non la si può contattare) puo’ comunque essere utile fare un gesto simbolico che ci libera da quel “sospeso”. Io per fare un altro esempio ho scritto una lettera(che poi ho bruciato,quindi non spedito) alla sua amante(a lui avevo detto tutto di persona ) e ho buttato fuori tutto quello che avevo nel cuore,dopo non so spiegare perché mi sono finalmente sentita il cuore in pace e nella mia mente con lei ho chiuso il cerchio.Forse anche tu potresti fare una lista delle cose che ti hanno ferita di più nella tua storia(che non ricordo di avere letto,quindi non conosco)e trovare dei piccoli gesti(innocui mi raccomando ) simbolici che ti consentano di lasciarti quel sospeso alle spalle. Forse cosi la tua mente la finira’ di riportarti a quel vissuto. Per me ha funzionato. In bocca al lupo!

  • Beatrice, 4 Marzo 2024 @ 23:36

    Si Giulia,

    Rimane quella sensazione di sospeso, di provare a capirne il senso, di non avere ancora messo il punto perché ce lo impediamo a vicenda.
    Come sto per arrendermi fa qualcosa che mi riporta con la mente da lui e per lui.
    Sto meglio, riesco a vivere il tutto con più distacco, cosa che non mi sembrava possibile fino a qualche mese fa, ma occupa ancora buona parte dei miei pensieri

  • Giulia, 4 Marzo 2024 @ 22:25

    Qualcuno di voi ha visto la serie Un amore con Accorsi e la Ramazzotti? Ci sono molti punti su cui ci confrontiamo in questo blog.
    A parte la serie, mi è capitato di leggere un articolo su un interessante studio di una psicologa a proposito delle storie “sospese” e del perché si fa così fatica a girare pagina. La nostra mente è incline a portare a compimento le cose, c’è una tensione nel raggiungere i vari obiettivi e, una volta raggiunti, la nostra mente si placa. Avete presente la fatidica to do list e il sollievo nello spuntare le cose realizzate e risolte? Succede anche in amore: una storia è finita ma non abbiamo risolto un conflitto, non siamo riusciti a farla andare bene come volevamo, e lascia in noi quel senso implacabile di sospeso. Non riusciamo a girare pagina.
    Sono passati mesi e, nonostante tutto, nonostante io abbia detto basta, il pensiero di lui si ostina in un certo modo a rimanere e ho tuttora la necessità di capire il senso di questa relazione che mi ha fatto perdere l’equilibrio.
    Avete anche voi la sensazione di non aver messo veramente il punto? Continuiamo a venire qui a parlare di un’esperienza passata. Quasi come un’opera incompiuta che ti ossessiona proprio perché non l’hai finita. Ovviamente il fatto che continuino a gravitare non aiuta, tutt’altro, allunga questo tempo sospeso, incomprensibile, dannato.

  • Cossora, 4 Marzo 2024 @ 12:32

    Hai ragione @leilei.
    Verissimo. Hai detto una cosa non scontata.
    Non pensi quando baci: baci e basta.
    Con l’istinto e non con la testa. Non pensi ‘adesso lo mordo così, inclino la testa di la’ tutto accade come se i corpi sapessero già i passi della danza, incastro e sincronia perfetti.
    Non succede con tutti.

  • Nara, 3 Marzo 2024 @ 15:44

    @ellelle si da parte mia, ma eravamo già in crisi, ormai i ricordi si confondono anche per me, come in un cerchio, non so più chi ha iniziato prima, lui la relazione extra, o io ad essere aggressiva e frustrata perché sentivo un’energia negativa. Ci siamo persi, è successo. Non c’è un rapporto tossico, non è emerso in terapia, ma una comunicazione disfunzionale c’è stata, se non mi sento amata io divento una persona aggressiva e frustrata, arrivando a dire cose che non penso ma che poi sono come un macigno sull’altro, lui non affronta il conflitto e io lo creo continuamente. (Parlo al presente. Ma ormai sono dinamiche passate).

  • Leilei, 3 Marzo 2024 @ 15:43

    Non so se avete letto il libro Mantieni il bacio di Recalcati, ma se ci riflettete il bacio può essere molto più intimo dell’ atto sessuale vero e proprio, che può essere molto meccanico. Per essere più prosaici, pensate cosa diceva la prostituta Vivian nel film “pretty woman”. Il bacio è fusione oltre che di labbra, anche di occhi, di odori, di sapori, è esplorazione con tutti i sensi. Difficilmente puoi baciare pensando ad altro, durante la penetrazione puoi pensare anche alla lista della spesa.

  • Nina, 3 Marzo 2024 @ 14:47

    Vero quello che dite dei baci. Un bacio che vale deve durare almeno il tempo di tre respiri, in quei tre respiri ci si lascia andare e il tempo si ferma per poi dilatarsi. È condivisione assoluta. Dovrebbero essere prescritti dal medico ad ogni coppia, almeno tre volte al giorno!

  • Beatrice, 3 Marzo 2024 @ 11:37

    Oh i baci.
    Una volta mi ha detto che bacio nel modo in cui ha sempre desiderato essere baciato.
    Mi ha fatto piacere sapere di avere fatto questo per lui.
    Lui mi ha dato i baci più belli che io abbia mai ricevuto nella vita, ma non gliel’ho mai detto.

    Noi di fisico non facevamo molto altro oltre a baciarci. Ci baciavamo tanto.
    Ogni tanto si fermava, mi guardava, sorrideva e diceva che erano bellissimi i miei baci e che stava bene.
    È una parte che mi manca molto, sia per le sensazioni che dava, sia perché in quei momenti mi sembrava che fosse molto di più anche per lui.

    Ora invece siamo nel virtuale, nessuno dei due nomina più i baci, si parla di altro, di qualsiasi cosa, anche la più strana, ma più di noi e penso che ci sforziamo entrambi così da preservare questa nuova impostazione del rapporto che mi chiedo se potrà durare

  • Dispersa, 3 Marzo 2024 @ 11:25

    Sinceramente non saprei… Il bacio è importante… Ma se dovessi fare un confronto il mio compagno è sempre stata una persona passionale sia nel bacio che nell’atto sessuale in sé… Il mio ex amante meno a dire il vero a volte avevo la sensazione si fosse fermato all’età dell’adolescenza dove si vivono le prime esperienze.
    Eppure… Mi ha ‘fregato’ lo stesso!

  • elleelle, 3 Marzo 2024 @ 10:32

    @Ale
    “Hai un cattivo odore per nn baciarti: crudeltà”

    Crudeltà da parte di Nara, però, se ho capito bene. Forse non mi sbagliavo così tanto la volta che ho scritto che tra loro sembra che ci sia un rapporto strano, tipo vittima-carnefice e non è tutta colpa di lui.

  • Nara, 3 Marzo 2024 @ 09:25

    @alessandro, si, a volte lo sono stata crudele, ma ero frustrata, è solo riconoscendo anche i miei errori, e i meccanismi che avevo attivato per allontanarlo che oggi mi permette di comprendere meglio il tutto, e sono felice di quello che siamo oggi, e ho la forza e la fortuna di lavorare per cambiare atteggiamento e migliorarmi anche io. Ma a volte si arriva ad un punto di non ritorno, si dicono cose che non si pensano, si fanno cose terribili.

  • alessandro pellizzari, 3 Marzo 2024 @ 09:20

    Hai un cattivo odore per nn baciarti: crudeltà

  • Stefano, 3 Marzo 2024 @ 00:20

    Belli questi commenti sul bacio. Per me è fondamentale. La mia ex mi confidò che già al primo bacio aveva capito che sarebbe stato un casino. E aveva provato a interrompere proprio per questo. Ma evidentemente la voglia di non perderlo ha prevalso. Ed è stato un crescendo. E forse, col senno di poi, quello che era nato non era amore, ma il piace di altre sensazioni. Ora l’ho capito anche grazie a quello che ho imparato leggendo @Ale e leggendo tutte voi.

  • Nara, 2 Marzo 2024 @ 19:14

    Noi abbiamo cominciato ad allontanarci come coppia, quando abbiamo cominciato a smettere di baciarci. Il bacio è una comunicazione fortissima in una coppia, nella nostra lo era almeno. Una volta mi ha scritto: “Sentirsi dire, ormai spesso, senza peraltro riuscire a crederci, fai un cattivo odore e ritenere in cuor mio che ciò sia la causa della mancanza di baci, iniziative spontanee o tutto il resto”. Quanto mi ha fatto male questa realtà, molto più del tradimento in se, riflettendoci su, smettiamo di prenderci cura dell’altro, e poi ci sorprendiamo se l’altro si allontana. Certo questo non giustifica le bugie, gli inganni e il tradimento. Ma fa riflettere.

  • Lia, 2 Marzo 2024 @ 14:14

    @leilei, il bacio, come mi ha spiegato anche Ale, per gli uomini può non avere alcuna valenza sentimentale, ma può essere esclusivamente esercizio fisico.
    Siamo più noi donne a caricarlo di significati diversi.

  • Nara, 2 Marzo 2024 @ 12:18

    @maribel è assolutamente corretto volersi bene e prendersi cura della propria felicità, anche a discapito di quella altrui a volte, è che capita di essere noi stessi i primi confusi e a brancolare un po’ nel buio, nel mentre facciamo danni un po’ a destra un po’ a manca, e un po’ dentro di noi (parlo nella fattispecie del mio compagno). A volte il tradimento verso il partner è un “non tradimento” verso noi stessi. Poi io parlo oggi da compagna tradita e ferita. Ma non si può restare immobili a guardare alle ferite senza provare a curarle, e bisogna provare ad uscire da quel ruolo. @beatrice ha sicuramente una mancanza, nel matrimonio forse, o dentro di lei, ed è comprendere quel buco che l’aiuterà a fare chiarezza.

  • Dispersa, 2 Marzo 2024 @ 08:19

    @Beatrice forse il vs sentirvi è più un bisogno di evadere dalla quotidianità, il parlare con qualcuno che non si conosce fino in fondo e il bisogno di raccontarsi senza filtri perché non ce n’è bisogno.
    Probabilmente non c’è quella sofferenza perché per nessuno dei due è scattato l’amore… Non ti dico di non sentirlo, sarebbe inutile, ma ti consiglio di continuare a scavare per capire cosa vuoi.
    Tieni al tuo compagno, ma eri molto vicina nel tradirlo… Questo uomo è stato un segnale… Il prossimo potrebbe diventare la realtà dei fatti.

  • Leilei, 1 Marzo 2024 @ 20:04

    COSSORA lui non vedrebbe l’ora di tornare a vederci, io non voglio tornare a complicarmi la vita perché non provo più per lui gli stessi sentimenti di qualche tempo fa. Gli ho detto che il mio distacco non è una ripicca, ma una conseguenza dei suoi comportamenti, e non si torna indietro.
    E comunque è vero: il bacio accende tutto, è come lo starter del camino. Senza quello puoi mettere tutta la legna che vuoi, ma la fiamma non parte. Se gli uomini lo capissero… sarebbe tutta un’ altra storia. Per la cronaca mio marito non sa baciare e nemmeno gli piace.

  • maribel, 1 Marzo 2024 @ 19:03

    Bellissimo commento @nara, hai proprio ragione. tutti dovemmo tendere a una felicità nostra, anche se è impossibile sperare di non far soffrire qualcuno nel percorso. È un grande lavoro per molti smarcarsi da questo non voler far soffrire gli altri e legittimarsi, AUTORIZZARSI a essere felici. I tradimenti alla fine nascono a volte anche da questa stortura: il tentativo (inutile) di prendersi qualcosa per sé nel.prenne convincimento che il senso di responsabilità e del dovere ti porti invece da un’altra parte.

  • Nara, 1 Marzo 2024 @ 18:59

    Non pretendere l’impossibile da te @beatrice, arriverà il tempo, non è questione di meritarlo, purtroppo la vita è imprevedibile. Ti abbraccio

  • Molly, 1 Marzo 2024 @ 18:56

    Sono in terapia per provare a capire meglio.

    Molto bene@Beatrice. Scava in profondità perché qualcosa ti lascia insoddisfatta e può essere che con tuo mairot non abbia nulla a che fare. Potrebbe essere proprio un tuo problema, di come non riesci a fidarti fino in fondo delle persone che ami, di come non credi di essere “degna di amore” o altre cose che un bravo psicoterapeuta ti aiuterà a scoprire. Spesso il problema non è il partner, ma se stessi.

  • Beatrice, 1 Marzo 2024 @ 18:18

    Molly,

    Hai detto che lui ti fa tenerezza, a volte anche a me. È molto più grande di me e ogni volta che mi cerca o mi parla delle sue fragilità mi sciolgo.
    Il fatto che si rivolga a me per provare a essere più felice mi muove dentro il bisogno di esserci.
    Forse perché lo vedo bello, adulto, in carriera.
    Ha tutto ciò che si può desiderare, ma sembra avere bisogno di me.

    Dici che lasciarlo andare mi servirebbe a vivere a pieno la mia vita.
    Però al momento, e specifico al momento, mi sembra che lui dia invece quella spinta in più alla mia vita.
    Quel brio.

    Comunque ne sto parlando qui appunto perché anche io mi interrogo e spero che leggere cosa ne pensate mi aiuti a capirci qualcosa in più.

  • Beatrice, 1 Marzo 2024 @ 18:07

    Nara,

    Non ero mai intervenuta in precedenza ma ti leggevo.
    Io sono quella che ha tradito, ma mio marito non lo merita, e ho sempre saputo, e tuttora so, di non volerlo perdere.

    “L’altro è qualcosa a parte”, non so cosa rappresenti, appunto perché con mio marito sto bene ed è una persona meravigliosa.
    So che può sembrare assurdo quello che dico, infatti me lo hanno sempre scritto qui.
    Sono in terapia per provare a capire meglio.

  • Molly, 1 Marzo 2024 @ 17:47

    “A volte basterebbe mettere in discussione il rapporto, invece si preferisce metterlo in pericolo.”

    Già… Brava NARA

  • nara, 1 Marzo 2024 @ 15:49

    Io mi sono accorta leggendo il blog ultimamente che, per molte persone, è davvero difficile riuscire a chiudere una relazione, che sia extra o quella matrimoniale/di coppia. Credo che dipenda dalla nostra paura di ricominciare, di riprendere la vita in mano, di rischiare di restare soli. Io ho una età, e una condizione personale, per la quale ricominciare dovrebbe essere semplice e entusiasmante. Se guardo alle mie storie passate non ho mai superato i cinque anni di relazione, se non andava in qualche modo si chiudeva. Oggi una mia amica mi ha detto che devo essere davvero innamorata del mio compagno per decidere di restare dopo il tradimento, eppure non credo che sia solo l’amore a muovermi, ma la scoperta di quanto l’essere umano sia labile, fragile e irrisolto. La terapia, nel mio caso di coppia, mi sta aiutando tantissimo, anzi, ci sta aiutando tantissimo. Tutti dovremmo essere felici, tutti dovremmo trovare il nostro “modo” di raggiungere quella felicità, e sarebbe utopico pensare di poterlo fare senza ferire qualcuno, o ferire noi stessi. A volte basterebbe mettere in discussione il rapporto, invece si preferisce metterlo in pericolo.

  • Cossora, 1 Marzo 2024 @ 15:31

    @leilei ohhhh cazzarola finalmente ti riconosco. Bacia da Dio. Eh che cavolo diciamolo!
    Il bacio è importante. Ma il bacio da Dio lo fanno due che .. si attraggono, si desiderano. Non due amici ex amanti tra i quali la fiamma è spenta.
    Comunque io bacio chi voglio, quindi sono pro-bacio se il bacio è divino!

  • Molly, 1 Marzo 2024 @ 14:53

    alessandro pellizzari, 1 Marzo 2024 @ 08:31
    Questi “legami” virtuali non sono amicizia: cristallizzano la vita sentimentale in un limbo che consuma nel tempo. Sembrano lenire certe pene ma di fatto le prolungano diluite

    Grande commento, @Alessandro. Conciso, diretto e preciso. Da applauso.

  • alessandro pellizzari, 1 Marzo 2024 @ 14:46

    Non mi sembrano buone idee per la salute consiglio vivamente la psicoterapia

  • alessandro pellizzari, 1 Marzo 2024 @ 14:46

    Un matrimonio che funziona sulle privazioni e la lotta alle tentazioni? Quanto potrà durare, anche con le stampelle virtuali o meno? Non è triste così la tua vita?

  • Molly, 1 Marzo 2024 @ 14:44

    “Ale,

    si forse è quello il punto, “poco meglio di niente”, ma non mi pesa.
    Nel senso che i nostri matrimoni non sono mai stati messi in discussione, ma come stavamo facendo prima non andava bene perchè era un caos e nessuno dei due era sereno.
    Ma ci vogliamo bene e ci dispiace perderci del tutto, quindi l’unico modo se vogliamo rimanere l’una nella vita dell’altro sembra questo.”

    @Beatrice, mi sembra di rileggere LEILEI quando la storia con l’amante era finita ma avevano deciso di procedere con l’amicizia per non perdersi, in nome di quello che c’era stato tra loro. Non so se sai come è andata a finire, ma a prescindere dall’esito, vorrei fare delle riflessioni…

    Io credo che quando una relazione finisce sia difficile lasciare andare perché quello che nella mente rimane sono i ricordi di quanto si è stati bene durante la relazione, le emozioni positive che si provavano e affiorano alla mente tutti i momenti positivi, le immagini scorrono davanti a noi come un film accelerato e non lasciare andare psicologicamente è una ancorarsi a quelle emozioni e aggrapparcisi sperando che non vadano via e ci continuino a far stare bene. Inoltre si trova difficile lasciare andare perché il futuro è ignoto, non c’è nessuna garanzia che si possa incontrare qualcun altro o che le cose possano andare melgio di oggi, mentre le emozoni provate sono una certezza e un bel ricordo. Sbaglio?

    Lo capisco. E’ umano trovare difficile lasciare andare quella cosa che ci ha fatto stare bene, soprattutto se la situazione reale che si vive non ci dà quelle emozioni che erano state cercate altrove. Quindi si crea una dipendenza per continuare ad attingere e riprovare quelle emozioni anche se in un’altra forma. E’ una forma di dipendenza, si lascia che le cose controllino noi piuttosto che noi controllare gli eventi della nostra vita. Magari ci saranno delle riprese, tornerete per un periodo a volervi anche fisicamente e proverete a ricominciare per poi provare le stesse insoddisfazioni e vi ritroverete al punto di partenza ciclicamente e intanto il tempo passerà ma sarete esattamente nello stesso punto e forse con maggior insoddisfazione per aver realizzato di aver solo inseguito un sogno, un’idea.

    Mi fate molta tenerezza (includo anche lui che a sua volta vuole esattamente la stessa cosa, trova difficile quanto te lasciare andare). PERO’ se avete preso la decisione che quello che avete vissuto non ha senso che duri, dovete trovare la forza di lasciare andare. Non è che trasformare una relazione in un tradimento emotivo, non più anche fisico, sia la soluzione. Il vostro non lasciare andare vi nega la possibilità di godere delle opportunità che la vita vi può offrire, vi fa da zavorra e per quanto remiate, siete sempre nello stesso posto in mezzo al mare in burrasca della vita e vi impedite reciprocamente e a voi stessi di vedere l’orizzonte.

    Puoi e potete decidere in maniera testarda di rimanere ancorati l’uno all’altro ma né ritroverete più le stesse emozioni in quella relazione, né vi date l’opportunità di prendere in mano ognuno la propria vita.

    Se gli vuoi bene, devi lasciarlo andare e accettare che possa trovare la sua felicità senza di te e anzi esserne felice. Se TI VUOI BENE, devi lasciarlo andare per ritrovare te stessa e la tua strada senza di lui e godere di ciò che sarà. Fatti aiutare da un professionista perché sei in una forma di dipendenza e da soli è difficile uscirne. TI abbraccio.

  • alessandro pellizzari, 1 Marzo 2024 @ 14:24

    Ma il tuo matrimonio produce un continuo bisogno esterno e la necessità di un’amicizia affettuosa… non mi sembra vada il tuo matrimonio, ha le fondamenta che scricchiolano e un tradimento a tutti gli effetti consumato e tutto in vita virtuale. Un matrimonio in crisi così produrrà sempre un bisogno esterno, hai pensato alla psicoterapia di coppia? Anche dirlo a tuo marito come se fosse il freno d’emergenza…

  • Ariel, 1 Marzo 2024 @ 13:51

    Bonjour,
    Allora due cose degne di nota
    Come scrive giustamente @elle
    Campanello di sveglia / allarme rosso scatta quando ci si comincia a fare domande no importa di quale tipo ,ma le domande crescono in via esponenziale nel tempo in cui la relazione la fate voi continuare

    Allora infatti una relazione sana prevede sicuro che
    Se si sta amanti NO AD AMANTATO LUNGO perché resta evidente che già in partenza esiste lo squilibrio di autostima che okkei inizio di mesi resta accettabile ,
    ma il procrastino a stecca demenziale ( perdonate la battuta ,ma in humour bonario)può far scattare ,appunto la sveglia del non funziona e mi sto ADATTANDO IN UN CONTINUO A SALIRE SOLO A LUI CREDENDO A TUTTO PER POI FARMI I SANI DUBBI MACOME FOSSE UN CIRCOLO CHIUSISSIMO
    continuo a farmi domande perchè CARE RAGAZZE oltre a propria evidente dipendenza affettiva esiste ANCHE IN AGGIUNTA la dipendenza creata apposta dal CIALTRONES
    Che infatti mette in azione schema di comportamento APPOSTA AMBIGUO
    APPOSTA SUL CHE AVRÀ VOLUTO DIRE ?
    APPOSTA MA con SUA MOGLIE CI SCOPA O NO?
    Maaa VUOLE DAVVERO SOLO ME O NO?
    MA STA GIÀ RICOSTRUENDO O NOOO?
    MA SONO IO CHE REGGO IL SUO MATRIMONIO o nooo???

    In più poi se come OTTIMA SCELTA SI VA IN TERAPIA allora dovrebbe scattare IMMEDIATO IL NOOOOO CONTACT fatto insieme al percorso psicologico dedicato a RELAZIONE TOSSICA.

    Chi qui parla di amicizia virtuale o reale o incontro casuale o ma ci vediamo in ufficio al bar giù dalla portinaia

    IDEM COME SOPRAAAA!

    Care ragazze il comportamento da dipendenza AFFETTIVA è un modo di comportarsi ,che va scoperto in psicoterapia ,che già si attuava da sempre

    Bambine abituate ad accettare da troppo piccole la QUALUNQUE da parte dei genitori o cargiver
    Abituati SENZA ACCORGERSENE CHE RESTA NATURALE CONFONDERE ESSERE EMPATICI CON GLI ALTRI E DIMENTICARSI DI ESSERLO CON SE STESSI

    Le brave bambine che nessuno cagava più di tanto è che hanno imparato spesso da troppo piccole a RISOlPVERSI DA SOLE LA QUALUNQUE!!!

    Attaccamento affettivo con falle nella capacità di mantenere in equilibrio la propria autostima,

    Chiudete qualsiasi relazione che dura ANNI E ANNI SENZA GNIENTE DE FACTO!!!
    No amico è
    Nemmeno scopoamici
    Sono tutte BUFALE TRAVESTITE DA VERI ABUSI PSICOFISICI PROPINATI BENISSIMO
    Vedi campagna MACHISTA in cui si parla di libertà sessuale

    Ma FATECI CASO SEMPRE DETTATE REGOLE DAI CIALTRONES!!!!!!

    Okkio a non confondere cosa sia la VERA PROPRIA LIBERTÀ!!!

    La si conquista ogni giorno a forza di terapia a stecchissima e a circondarsi solo di persone capaci di RELAZIONI SANE SENZA BISOGNO DI AMBIGUITÀ
    RICATTI EMOTIVI
    SILENZI PUNITIVI
    RIAPPARIZIONI COME

    CONIGLIO DAL CAPPELLO!!! Con sotto vera pelliccia di lupo! ( rileggersi favole tipo
    BARBABLÙ
    HANSEL ET GRETEL

    Forzaaa ragazze studiatele queste cose che vi scrivo leggendo libri accreditati etc e curatevi la dipendenza affettiva in apposita terapia
    Se ne esce capaci di staccarsi da tutte le relazioni sociali affettive completamente squilibrate.

  • Leilei, 1 Marzo 2024 @ 12:45

    Ale per quanto mi riguarda non cristallizzo proprio niente e torno a vivere senza vita sentimentale, come all’epoca ante amante. In più mantengo l’astinenza sessuale.

  • Leilei, 1 Marzo 2024 @ 12:42

    Cossora perchè probabilmente fisicamente mi smuove ancora qualcosa e bacia da dio e visto che a casa ho azzerato le effusioni di qualsiasi genere… meglio mantenere le distanze. La carne è debole. Credo che lui lo capisca e quindi fa il diavolo tentatore.

  • Beatrice, 1 Marzo 2024 @ 12:17

    Mimi,
    si, è così.
    E’ scemata, nel senso che prima stava evolvendo verso qualcosa che non si capiva cosa fosse, che non mi faceva stare bene perché per me non era abbastanza e mai lo sarebbe stato anche se si fosse impegnato di più.
    E che comunque non era quello che volevo, perché, e qui rispondo anche a @Nara, io non ho mai messo in discussione il mio matrimonio.
    Lui come avevo detto alcuni mesi fa aveva chiesto l’affettuosa amicizia, ma in quel momento non ne capivo il significato, infatti non sapevo se ci saremmo o meno ancora visti.
    Lo ha deciso lui che non ci saremmo più visti, però abbiamo continuato a sentirci e ho capito che questa decisione mi ha dato sollievo.
    Il vedersi lo vivevo male. Coinvolgeva la parte fisica, che mi fa sentire più vulnerabile e anche più in colpa. Mi portava ad avere aspettative maggiori da lui, insomma complicava tutto.
    Invece così lo sento vicino, ma a distanza.
    So che lui non diventerà mai insistente perché non è il suo obiettivo farmi diventare la sua amante. Non è il suo obiettivo con me almeno, non so se si guardi intorno però mi viene da dire di no.
    Mi sembra che a lui piaccia stare nel virtuale perché è più semplice. E piace anche a me. Forse siamo fatti così. Forse, sono ipotesi.
    Per quanto riguarda me: è lecito che tu possa pensarlo.
    Ma io ho avuto solo lui e lui rimarrà. Se finisce tra noi questa ultima cosa che ci è rimasta, mai più mi rimetterò in una simile situazione.
    Neanche la cercavo, è capitato con lui perché vedevo e continuo a vedere cose in lui. E perché sono stata una sprovveduta e ringrazio che sia capitato la prima volta con una persona come lui che alla fine è una brava persona che non mi ha trattata male.

    Mi è anche di recente capitata una situazione che poteva essere di rischio, con un ragazzo divorziato che incontro spesso e che ha provato ad avvicinarsi a me, in modo delicato, naturale, poteva iniziare da un’amicizia, ma non ho permesso neanche quella.
    Anzi l’ho subito raccontato a mio marito, infatti prima “dell’altro” glielo raccontavo se qualcuno ci provava.
    Sono certa che non succederà mai più. E’ stato lui e solo lui.

  • Beatrice, 1 Marzo 2024 @ 11:23

    Ale,

    si forse è quello il punto, “poco meglio di niente”, ma non mi pesa.
    Nel senso che i nostri matrimoni non sono mai stati messi in discussione, ma come stavamo facendo prima non andava bene perchè era un caos e nessuno dei due era sereno.
    Ma ci vogliamo bene e ci dispiace perderci del tutto, quindi l’unico modo se vogliamo rimanere l’una nella vita dell’altro sembra questo.
    Io preferisco questa modalità a quella di prima, perchè la modalità di prima non la sentivo adatta alla mia personalità, era complicata, mi faceva stare male in tanti aspetti, e aveva il timer, come diresti tu.
    Questa nuova impostazione non so quanto durerà, ma se gli argomenti non mancheranno e lo stato d’animo positivo rimane costante, forse davvero anche per sempre.
    Infatti non deve portarci da nessuna parte, basta che ci faccia rimanere dove siamo.
    Non siamo amanti, però mi ha detto che sperava di incontrarmi prima, quindi non siamo neanche amici. Siamo persone che provano a stare vicine in qualche modo senza sapere se funzionerà.
    Forse c’è una componente di dipendenza, solo mia? Anche sua? Non lo so.
    Grazie del tuo consiglio Ale, mi tengo monitorata

  • Mimi, 1 Marzo 2024 @ 11:14

    @Beatrice a me leggendoti più che altro è venuto un altro tipo di pensiero: adesso, con quest’uomo, sta scemando e io mi sento di dire che è stata semplicemente ridimensionata alle condizioni di lui che evidentemente non vuole avere un’amante ma solo un’affettuosa amica che sa in cuor suo di avere in pugno. Se lui volesse, fosse più insistente, sono quasi sicura che al suo schiocco di dita diventeresti un’amante come lo siamo state tutte noi.
    Credo che però, come dicono Ariel e Ale e come ti abbiamo detto noi in passato, tu debba seriamente lavorare su questo tuo bisogno di tenere in piedi un qualcosa seppur flebile.
    Ad oggi è un filo sottile ma l’equilibrio è precario.
    E se non sarà con lui, se questa cosa si consumerà senza che tu decida di scavare a fondo in te stessa, rischierai di ricaderci col prossimo e fare molti più danni di quanti tu ne abbia già fatti sia a te stessa che alla tua famiglia.

  • Nara, 1 Marzo 2024 @ 09:59

    @beatrice, scusa se mi permetto di chiedertelo, ma tu se single? Perché a volte questi legami ci “legano” proprio e non si riesce a cogliere poi ciò che la vita fuori può offrirci. Spero di non essere stata indelicata. Spesso il distacco drastico ci permette di mettere meglio a fuoco le cose, le dinamiche, i sentimenti.

  • alessandro pellizzari, 1 Marzo 2024 @ 09:51

    Accettabile… Beatrice qualcosa di accettabile non è qualcosa di bello, è qualcosa che si accetta per non perdere, poco ma meglio di niente. Riflettici e tieni ben monitorato il tuo bisogno e gli effetti che ha, fra benefit e costo. Occhio alle dipendenze ti direbbe ariel: danno sollievo al momento ma alla lunga bloccano e consumano

  • Beatrice, 1 Marzo 2024 @ 09:07

    Ale,

    sul fatto che non sia amicizia hai ragione, è sicuramente qualcosa di diverso e indefinito.
    E’ rimasto dell’affetto tra noi e ci dispiace perderci perchè andiamo d’accordo quindi sta andando avanti in questo modo.
    Rispetto a prima sento di aver ridimensionato il tutto, sentimenti inclusi. Non ho aspettative particolari se non il desiderio di avere questi scambi con lui, che sono una compagnia, un sostegno emotivo e pratico, un arricchimento personale perchè apparteniamo a mondi diversi e ogni volta che mi parla di sè mi incuriosisce.
    E poi perchè ci tengo e se avrà bisogno voglio esserci nel modo in cui potrò esserci.
    So solo che non voglio tornare alla situazione precedente.
    Ma se per ora sta funzionando in modo accettabile, non so come andrà alla lunga. Questo dirci che sarà per sempre da un lato è tenero, dall’altro forse poco realistico.

  • alessandro pellizzari, 1 Marzo 2024 @ 08:31

    Questi “legami” virtuali non sono amicizia: cristallizzano la vita sentimentale in un limbo che consuma nel tempo. Sembrano lenire certe pene ma di fatto le prolungano diluite

  • Beatrice, 1 Marzo 2024 @ 07:49

    Dispersa,

    Non so. Noi adesso siamo diventati qualcosa di simile a degli amici.
    Non è chiaro cosa siamo, rimaniamo nel virtuale e ci raccontiamo più o meno tutto. Ci siamo nel momento del “bisogno” (nei limiti del possibile a causa delle circostanze).
    Ci siamo detti che la cosa ci fa stare bene al punto che potrà andare avanti anche per sempre.
    Cosa succederà davvero non si sa.
    È virtuale, è strano, ma è uno dei legami più profondi e significativi che ho.

    Ma la nostra storia è stata sicuramente strana fin dall’inizio e lo sapete.
    Io poi non ero fatta per quello che facevamo prima e per fortuna quella fase dolorosa è finita.
    Forse neanche lui era fatto per fare quello, sembrerebbe, ma non lo so.
    Invece la dimensione che ci mette più a nostro agio è questa.

    Ma sono interpretazioni mie, non ne abbiamo mai parlato apertamente.
    La cosa sta andando avanti di vita propria.
    Ora non sto più male, anzi sento di essere dentro qualcosa di più adatto a me.
    Poi si vedrà…

  • Molly, 29 Febbraio 2024 @ 16:15

    Lo tengo a distanza perchè ho paura di poterci ricascare ancora, anche se non sono più innamorata di lui ma sa essere molto convincente.

    @Leilei chiediti perché se ti ha deluso, praticamente ne hai perso la stima (come per tuo marito) potresti ricascarci. Cosa pensi di trovare in lui? Perché non riesci a prenderne le distanze completamente, emotivamente? Allora ha ragione @Ariel con il suo concetto di diendenza affettiva. Sei ancora in psicoterapia? Gliene parli allo/alla psicoterapeuta?

  • alessandro pellizzari, 29 Febbraio 2024 @ 15:17

    È un cialtrone recidivo se continua a fare ghosting

  • Dispersa, 29 Febbraio 2024 @ 13:28

    @Leilei non saprei… Vi siete cmq sentiti e visti in quest’ultimo anno e se lui si presenta così fuori dal tuo ufficio è perché evidentemente non ha capito che la storia tra voi è definitamente finita.
    @Leilei quando si chiude una relazione l’amicizia è quasi impossibile, soprattutto laddove si continua a vivere una quotidianità fatta di messaggi e di incontri, anche se apparentemente innocui, correndo nel rischio di mantenere una fiammella sempre accesa in uno dei due.

  • Cossora, 29 Febbraio 2024 @ 12:38

    @leilei ‘se fosse stato un incontro casuale lo avrei salutato’
    Se fosse stato un incontro casuale non ti avrebbe lusingata tanto da raccontarlo qui.
    Ah no scusa, lui ti è indifferente.
    Claro que si.

  • Leilei, 29 Febbraio 2024 @ 10:04

    Elleelle la situazione è cambiata da quest’anno, gli avevo detto chiaramente dopo le due sparizioni prolungate dello scorso anno che non avrei tollerato altro ghosting immotivato. A febbraio altra sparizione, cancellato dal cellulare, chiarito che non si parla più di sentimenti tra di noi, per me è tutto finito.
    Lo tengo a distanza perchè ho paura di poterci ricascare ancora, anche se non sono più innamorata di lui ma sa essere molto convincente.

  • alessandro pellizzari, 29 Febbraio 2024 @ 08:11

    Brava mantieni le distanze e se insiste sempre più fastidiosamente senti un legale

  • Leilei, 28 Febbraio 2024 @ 22:00

    DISPERSA, se fosse stato un incontro casuale lo avrei salutato, ma è venuto di proposito e io mi sento in imbarazzo. Preferisco mantenere le distanze.

  • elleelle, 28 Febbraio 2024 @ 17:13

    @Leilei
    “Nonostante io gli abbia detto che la nostra relazione è finita un anno fa”

    Magari glielo avevi anche comunicato ma poi sei andata a letto con lui prima di Natale… Ci sta che il messaggio non gli sia arrivato così chiaramente e lui continui a fare quello che finora ha sempre fatto: andare e venire come gli pare.

  • Dispersa, 28 Febbraio 2024 @ 16:02

    @Leilei tu un anno fa gli avevi detto che era finita ma che sareste rimasti amici, anche se credo rimanga sempre qualcosa di non concluso e di ambiguo in queste situazioni, perché scusa non salutarlo e far finta di non vederlo?
    Forse mi sono persa qualcosa.

  • alessandro pellizzari, 28 Febbraio 2024 @ 11:11

    Lei se osa fermarti trattalo come si merita e caccialo subito perché non is può permettere di entrare nella tua vita non richiesto

  • Leilei, 28 Febbraio 2024 @ 09:32

    Come dice Ale ritornano sempre…Nonostante io gli abbia detto che la nostra relazione è finita un anno fa, finge di non capire. Ieri mi ha aspettata all’uscita dall’ufficio, ho fatto finta di non vederlo.

  • alessandro pellizzari, 27 Febbraio 2024 @ 23:01

    Tornano tutti provarci non ci sta nulla e non provano vergogna o senso di colpa verso di voi. Non vi amano ma non vi vogliono neanche bene

  • Giulia, 27 Febbraio 2024 @ 20:48

    @ale mi ha chiamata neanche un minuto dopo il mio ultimo commento qui. Conversazione di lavoro volta a un cauto, ma palese riaggancio. Appunto… “non escludo il ritorno”. Mi ha sorpreso, pensavo passassero più mesi dall’ultima trasferta. Non avevo considerato che tra un paio di settimane ne arriva un’altra di trasferta… forse voleva solo prenotare ahahhaha!

  • alessandro pellizzari, 27 Febbraio 2024 @ 16:53

    Giulia questi uomini tornano anche per le più banali delle ragioni.vedono una foto, rimangono da soli perché la moglie è in trasferta, sfogliano l’agenda con i vecchi numeri la cosa più semplice che possono fare è provarci ma l’interesse sentimentale rimane quello di una volta e cioè zero

  • Giulia, 27 Febbraio 2024 @ 16:43

    @ale “meno male che te ne sei liberata”. Speriamo ma, citando Califano, “non escludo il ritorno”, è già successo. Tornerà in cerca di conforto tra qualche mese quando con quella nuova inizieranno a smorzarsi le forti emozioni. Non troverà conforto da me, passerà a un’altra e se non lo troverà a quell’altra ancora.
    Di certo oggi non me lo immagino innamorato della moglie: fa quello che faceva prima, ma preso da una nuova.

  • Stefano, 27 Febbraio 2024 @ 10:03

    @Titti
    “vomitarmi addosso l’ assoluta normalità della loro vita insieme, compresi progetti di vita importanti. Tutto condito da: ma io amo solo te , tu sei la mia anima la mia vita il mio respiro l’unico motivo per cui vado avanti . La realtà dei fatti era: così e e sarà per sempre.”

    È proprio così. È successa la stessa cosa a me e ho imparato che in situazioni così, l’epilogo è già scritto anche se non sembra. Io non pensavo che la mente di una persona potesse partorire una duplicità così perché io non ne sono capace e quindi non rientrava nel mio mondo, nemmeno come vissuto. Ora che ho visto il mio, il tuo e quello di tanti altri compresi i discorsi sui rientri a casa anche di chi addirittura era disposto a mollare tutto per l’amante, ho capito invece che nella diversità delle persone c’è anche questo aspetto, questa capacità. La prossima volta mi atterrò ai fatti. È stato doloroso anche per me, ma anche molto istruttivo. Ma nel male, diciamo che ha inserito un nuovo tassello nella mia maturazione e crescita. Che non smetterà mai. E la mia curiosità, se da un lato sono sicuro mi esporrà a nuove “scoperte”, dall’altro mi farà sempre sentiere vivo. Ed è questo il valore che ci dobbiamo portare a casa e che ci deve spingere a non rassegnarci mai. Un abbraccio.

  • alessandro pellizzari, 27 Febbraio 2024 @ 08:12

    Un vero cialtrone senza neanche il minimo affetto per te, meno male che te ne sei liberata

  • alessandro pellizzari, 27 Febbraio 2024 @ 08:10

    Gli uomini per farsi belli con l’amante mentono sui rapporti con la moglie nove volte su dieci. Le uniche che smettono davvero di avere rapporti col marito sono le donne che si innamorano dell’amante. Chi si innamora veramente non può fare sesso con altri. Questa la dice lunga su quelli che dicono di essere innamorati di voi e continuano ad andare a letto col partner ufficiale

  • alessandro pellizzari, 27 Febbraio 2024 @ 08:07

    Goditi la libertà dalla schiavitù dell’attesa

  • Titti, 27 Febbraio 2024 @ 06:44

    Dopo questa ammissione, cominciò a dirmi che per rispetto per me , mi avrebbe detto sempre e solo la verità, il che ha significato vomitarmi addosso l’ assoluta normalità della loro vita insieme, compresi progetti di vita importanti. Tutto condito da: ma io amo solo te , tu sei la mia anima la mia vita il mio respiro l’unico motivo per cui vado avanti . La realtà dei fatti era: così e e sarà per sempre. Vedi tu. Io ho chiuso ormai tre anni fa ed è stata l’ esperienza assolutamente più dolorosa della mia vita.

  • Titti, 27 Febbraio 2024 @ 06:28

    @alida, anche il mio dopo aver raccontato di un matrimonio bianco come il mio, ammise su mia domanda diretta di avere rapporti con la moglie. Assolutamente sporadici e senza trasporto, niente a che vedere con le esperienze sensoriali che aveva con me ( fa ridere, lo so). Avrei preferito una pietosa bugia ( pensa come ero messa), mi sono macerata per mesi per poi giungere alla conclusione che dirmelo servisse a farmi capire che il matrimonio non era affatto finito, a dispetto di quanto mi aveva raccontato fino ad allora. E che non l’ avrebbe mai lasciata, cosa che difatti non è successa,anzi.

  • Giulia, 26 Febbraio 2024 @ 21:13

    @alessandro sì, il caso della moglie che sospetta, poi in parte presentavo anche il conto. Sarei dovuta stare “al posto mio”, a disposizione quando si sentiva tranquillo. Poi, il silenzio di tre mesi da me imposto, che lui per la prima volta ha rispettato, dimostra solo una cosa: che si è stancato e non gli va più. Lui non c’è più. Per voltare pagina, lo ammetto, serviva che lo facesse lui, perchè il pensiero che mi volesse nonostante tutto mi teneva agganciata. Sarà arrivata un’altra.

  • elleelle, 26 Febbraio 2024 @ 20:01

    @Alida
    Se usa il Viagra con te lo può usare anche con la moglie, non pensi?
    Comunque ti fai troppe domande, ogni volta cerchi di analizzare ogni mossa e parola di quest’uomo, non mi sembra che tu te la stia vivendo particolarmente bene.
    Se dopo cinque mesi ne devi già parlare con lo psicologo, forse ti conviene fare altro…

  • alessandro pellizzari, 26 Febbraio 2024 @ 19:21

    Potrebbe essere un test per vedere se digerisci anche i rapporti con la moglie. Sincerità a scoppio ritardato comunque

  • alessandro pellizzari, 26 Febbraio 2024 @ 17:44

    Gli scompartimenti stagni durano solo quando tutto va bene e si vive di carpe diem, cessano quando bisogna fare una scelta, o perché la moglie scopre o sospetta, o perché l’amante presenta il conto. O banalmente perché l’uomo si stufa dell’amante

  • alessandro pellizzari, 26 Febbraio 2024 @ 17:37

    Un abbraccio Lore e a tutte. Venite a Venezia il 7 marzo!

  • Alida, 26 Febbraio 2024 @ 13:59

    Ciao Ale, ma uno a cui chiedi se ha rapporti con la moglie e ti risponde di sì, dopo 5 mesi di frequentazione e rapporti non protetti, come lo vedi?
    Il mio psico dice che è curioso perché avrebbe dovuto rispondere di no, la cosa più ovvia, scontata e che non lo metteva a rischio sfanculamento, cosa che ho fatto. Eccesso di sincerità? Non credo, se non glielo chiedevo stava zitto.
    Non sono così sicura che ne abbia perché ho la certezza che usi il Viagra con me.
    Da comunque la si guardi è una menzogna. Però mi domando perché non rispondere di no.
    La domanda gliel’ho fatta via messaggio (errore mio). Poteva mentirmi tranquillamente.

  • Giulia, 26 Febbraio 2024 @ 13:20

    E quando vorrebbe tenere in piedi tutte e due le relazioni, ma non ci riesce? Perché non riesce poi a dividere in compartimenti stagni? A me all’inizio dell’amantato suggeriva proprio questa tecnica. Lui è stato il primo a non riuscirci, quasi da subito è sempre stato un inferno: un disequilibrio totale, sempre andate e ritorni, poi stava male o aveva paura o incolpava me di essere una tentazione che lo faceva sviare… il santo. I tre mesi di codice del silenzio sono serviti a me, senza dubbio, ma anche a lui per fortuna per superarmi. Ora tocca a un’altra.

  • Lore, 26 Febbraio 2024 @ 12:59

    Caro Alessandro cosa vuoi fare ??? Scappare. Grazie a te che ci insegni tante cose … e ci apri gli occhi . Resta dolore e sofferenza . Inganno menzogne e quello che pensi sia stato bello era finto .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.