Buongiorno Alessandro, è la seconda volta che mi permetto di scriverle. La prima in occasione della mia scoperta del suo blog e la seconda oggi. Mi consenta prima una breve riflessione/considerazione. Ho scoperto il suo blog in occasione di una mia ricerca su internet e da allora la seguo con grande piacere. La trovo superlativo. Divertente, ironico, crudo ma sensibile. Mi piace molto il suo approccio, la sua lucidità nel descrivere senza fronzoli e senza orpelli una qualsiasi verità che, generalmente, noi donne tendiamo a mitigare trincerandoci dietro duemila scuse e duemila giustificazioni. Mi piace la crudezza con cui analizza il dato oggettivo e ci riporta coi piedi per terra, il più delle volte facendoci sbattere di faccia contro il suolo… E mi creda non solo fa male ma credo di averci lasciato tutti i denti e di poterle oramai sorridere come solo i neonati o i vecchi possono fare!!! 

Daniela

Pubblico volentieri la lettera di Daniela con la consapevolezza che “chi si loda si imbroda” ma, in questo caso, le lodi vengono da una lettrice e ben rappresentano come descrivete il mio impatto su di voi, che si esprima qui #acasadiAle, durante il Counseling o sui miei social.

La consapevolezza, per quanto dura, è il primo passo verso la rinascita. Con lui o senza di lui.

Sincerely yours

vostro Alessandro

Condividi:

1Commento

  • Ariel, 3 Ottobre 2020 @ 16:54 Rispondi

    Secondo test
    Qui il commento secondo Chagall.

    Caro Alessandro la ho scoperta mentre stavo dipingendo il muso di un cavallo selvaggio e non mi riusciva affatto di trovare la mia ferma e buona pennellata espressiva
    Si perché la tela si muoveva tutta e nn capivo come mai

    Un sacco di cvolte ho provato a meglio sistemarla ,pensi che a volte mi pareva di vederci attraverso come una forma di Donna che stava a piazzarsi li
    Nel lo stare nel mio quadro
    Che scocciatura ,però la sentivo come una cosa buona e curiosa

    Ho sempre dipinto mia Cara Moglie Bella una pittrice come me e la nostra unione è sempre stata mossa dal vento dei miei colori e i suoi di cuore.

    Nelle mie pause di pittura h o letto tutto di lei e pure le sue video dirette con quegli scorci e paesaggi di Venezia che incantano persino un pittore schivo come me.

    Ecco non pensa che non sia necessario pubblicare le lodi e che il termine usato in piena libertà dalla sua lettrice sia un tantino esagerato?

    Superlativo in cosa mai possa essere qualunque essere umano?
    Pensi che neppure io mi sento superlativo mai ma semplicemente dipingo col vero cuore attaccato alla semplice emozione che esce spontaneo gesto equilibrato e sentito soltanto quando si resta nella propria dimensione della propria tela

    Credo che il suo vero valore non sia certo dimostrato da lettere pubblicate qui
    Occorre guardare la tela e il suo sfondo
    Scorrere le pagine sue e di tutti glia altri ma in un gesto creativo che è solo mosso da vera improvvisazione nulla di progettattona tavolino
    Un punto fermo che muove in ogni direzione la propria traccia di colore

    Ecco riprendo la pittura e la dipingo con vera stima.
    Farò un occhio al cavallo selvaggio un poco divertente e divertito sguardo sornione giusto fatto apposta per lei.
    Con questi colori
    Chagall.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.