La quarantena da Coronavirus sta spazzando via gli amantati che erano già in crisi o non all’altezza di avere un vero futuro, ma il fenomeno più interessante che sto osservando è una sorta di rivincita delle mogli come categoria.

Intendiamoci: non è che la quarantena stia salvando matrimoni così fallimentari da avere in parallelo un amante magari anche datato (più di un anno), o stia resettando quelli che da tempo si reggono su una o più stampelle psicoerotiche esterne. Non li vedo, e se non li vedo non ci credo.

No, la rivincita delle mogli non solo non è sempre sulla competitor, cioè l’altra, presunta od ormai conclamata: è anche sugli uomini, sui mariti magari seriali, e dipende dalla tipologia di moglie. Vediamole, servirà a far capire molte cose innanzitutto a quel folto gruppo di amanti che hanno a che fare oggi con “inspiegabili” atteggiamenti latitanti o confusi del loro amati distanti.

IERI MOGLIE STRUZZO OGGI MOGLIE VENDETTA

Più del 50% delle mogli sa o immagina che il marito abbia un’amante ma fa finta di non vedere, mettendo la testa nella sabbia. Non è tutta vigliaccheria o interesse: non sono sempre e solo i soldi o la paura di rimanere sole o peggio (diffusissima purtroppo nella nostra italietta provincialotta) il timore del biasimo sociale. Ci sono mogli che abbassano lo sguardo per non vedere perché hanno come priorità la difesa dei figli piccoli, e nessuno come una madre sa quanto questo istinto possa essere forte, anche più dell’umiliazione delle corna, del dolore per il tradimento di chi era o è ancora innamorata del marito. Poi ci sono le donne che rendono la pariglia: tu hai una storia parallela? Io posso averne tre. Magari all’inizio lo fanno come vendetta, condita dal bisogno di sentirsi di nuovo al centro dell’attenzione di un uomo, di nuovo belle e ricercate e, perché no, di fare di nuovo del gran bel sesso che il marito ormai riserva all’altra. Poi, come vedremo, la cosa può portare alla separazione o a un nuovo status.

In ogni caso, molte delle mogli struzzo che adesso hanno lui in casa, imprigionato nella quarantena, si stanno prendendo la loro vendetta, chi più chi meno, chi in modo pesante chi più sottilmente. E anche qualche rivincita nei confronti dell’altra. Così mi arrivano testimonianze, anche di uomini, che notano il cambiamento. Ieri era educata e gentile, adesso è pungente e allusiva. Sfruttando la grande difficoltà nelle comunicazioni fra amanti le rende più difficili buttando l’occhio sul telefono del marito per poi fare la battutina, entrando in bagno di colpo, inventandosi la qualunque per disturbare. La moglie vendetta è come il maestro che mette in prima fila il discolo della classe per impedirgli di copiare e gira continuamente fra i banchi minacciosa, annullando ogni due per tre l’ora di ricreazione, l’unica ancora a disposizione degli amanti per comunicare. Lui non può scappare, si sente in colpa perché sa che fino a oggi se ne è approfittato largamente e senza ritegno di questo regime di convenienza del vedo e non vedo e adesso, per quieto vivere, sceglie di mandare giù battutine, restrizioni, occhiatacce, allusioni.

Non sappiamo se la moglie ieri struzzo oggi vendicatrice porterà questo crescendo Rossiniano di piccole vendette e punizioni alle estreme conseguenze alla fine della pandemia, facendo outing (sapevo ma ho sopportato fino a oggi perché…) per poi spedirlo fuori di casa. Non credo però che la moglie struzzo, tirata fuori la testa dalla sabbia, la rimetterà completamente dentro. Non sarà mai più come prima.

In ogni caso, intanto lei si sta togliendo in questi giorni più di un sassolino dalla scarpa, anche perché molti di questi uomini non reagiscono difendendo il proprio spazio vitale con l’amante, ma lo riducono. Fra poco capiremo perché il marito fedifrago ora fa il gioco della moglie al punto da trasformarsi da libertino “separato in casa” in nuovo zerbino, schiavo o sottone, fate voi. Chi perde, comunque, è l’amante.

 

LA MOGLIE RECUPERA MATRIMONIO
Non tutte le mogli sono consce delle attività extraconiugali del marito, e non è sempre colpa loro e delle cosiddette fette di prosciutto sugli occhi alle quali alludono prontamente i facili censori delle corna altrui.
Le mogli dei seriali (leggi qui), per esempio, hanno a che fare con dei professionisti del tradimento. che difficilmente si fanno scoprire e che selezionano le amanti per tempo (massimo sei mesi un anno di utilizzo), remissività (hanno il controllo completo), sicurezza (scelgono fra sposate che hanno anche loro tutto da perdere se fanno outing).
Ma ci sono mogli che hanno anche matrimoni che a lungo hanno funzionato, con mariti che per la prima volta (o la seconda, ma la prima risale agli inizi dei problemi coniugali e si è trattato della classica scappatella) tradiscono. Sono situazioni queste potenzialmente recuperabili proprio grazie alla nuova convivenza forzata e, soprattutto, al distacco fisico dall’amante.
Già perché è la fisicità del rapporto extraconiugale, non raccontiamocela, a fare da cemento fra amanti. Un uomo tradisce innanzitutto perché vuole sesso di qualità ed è attratto dalla bellezza e dalla seduttività di una donna. Sì certo, poi subentra la parte psicologica, molti uomini usano l’amante come confessore amico psicologa ma credetemi, il sesso è l’auto, il vostro supporto psicologico è il navigatore: uno può farne a meno o, se costa troppo, cambia app.
Dunque la moglie che è ancora interessata a recuperare il suo matrimonio si insinua come un cuneo nelle ruote di questa sospensione temporale fra amanti e fa esattamente il contrario della moglie vendicativa: più gentilezza, più comprensione, più cucina (non ridete, l’uomo è terribilmente basico), più comfort da focolare domestico, più sesso e più confronto. Certo deve essere motivata, non può essere solo strategia.
Ma questa quarantena ha lo stesso meccanismo che in certe coppie ha lo shock di scoprire un tradimento: invece di produrre la separazione per morte della fiducia e conclamata prova della fine del rapporto produce paura di perdita, realizzazione del lavoro di avvelenamento che stava facendo la routine, scoperta della grande verità che dice “nulla rimane immutabile”, e che, come l’amicizia, l’amore è una pianta che va coltivata, concimata, dissetata, altrimenti appassisce e poi muore.
Queste donne, vivendo di nuovo 24 ore col marito libero da interferenze come il lavoro e, di fatto, liberi dall’altra, percepiscono la loro grande occasione. E la sfruttano come possono.
Il resto dipende da lui. Che però spesso, in queste condizioni, non dico riscopra anche lui la moglie, ma di sicuro nota la differenza. E, come sempre, mette sul piatto della bilancia Cosa gli conviene e cosa no (leggi qui). Può vedere l’amante è scoparsela allegramente? No. Deve stare in casa con la moglie? Sì. Basta il sesso online con l’amante? No. Sta rifacendo sesso con la moglie? Sì. La moglie è diventata più attenta gentile e comprensiva? Sì. L’amante è diventata più assillante, lagnosa per il distacco, pressante per avere più contatti? Sì. Ecco perché certi uomini stanno lasciando languire l’amante e lasciano che la moglie ricostruisca. Ecco perché alcuni uomini di fatto chiedono un “periodo di riflessione” all’amante sfruttando il distacco forzato. Anche gli uomini fanno il cds (leggi qui) se gli conviene. Ce la farà la moglie a recuperare il suo matrimonio prima della fine della pandemia? Sì se di fatto la crisi è iniziale come l’amantato e sotto la cenere dell’affetto e della routine c’è ancora amore. Ma questa è una grande e unica occasione di riprovarci senza interferenze.

 

 

 

LA MOGLIE DETECTIVE
La moglie detective è quella che scopre il tradimento proprio durante la quarantena. Gli uomini che tengono all’amante, infatti, in questo periodo si espongono di più perché hanno bisogno di più contatto remoto. Sono quelli innamorati dell’amante, almeno fino a prova contraria, che è appunto l’essere scoperti. Perché se i messaggi, le chat, le telefonate in bagno si moltiplicano, anche le occasioni di essere beccati si moltiplicano con esse.
E così, anche la moglie più distratta e che non aveva mai degnato di uno sguardo il suo telefonino, ora vuole impossessarsene e aprire il vaso di Pandora.
Cosa succede in questi casi? Dopo le ovvie lacrime scenate e accuse si torna ai due profili coniugali di cui sopra: o la moglie diventa l’angelo vendicatore e lui finisce sul divano o da parenti in attesa di poter andare in tribunale o, come più spesso accade, fatti i calcoli di cosa mi conviene davvero, almeno otto uomini su dieci abbandoneranno l’amante al suo destino, con la moglie che li mette in prova. Ma lui poi con l’amante? La maggior parte dei mariti pentiti si rifarà viva, spinta dalla sete di sesso. Altri punteranno su nuove conquiste.

 

 

 

LA MOGLIE CHE DIVENTERA’ EX
Molti scherzano sul numero di divorzi che questa quarantena (o sarebbe meglio chiamarla ottantena) produrrà. Di certo buona parte delle mogli detective, scoperti soprattutto gli amantati che sono di fatto matrimoni paralleli per durata, liquideranno il marito possibilmente con addebito.
Buona parte delle mogli con voglia di ricostruire scopriranno che nonostante la buona volontà non c’è trippa per gatti, soprattutto se lui si rivela un seriale o riallaccia con l’amante appena si può ricircolare.
Ma tante si accorgeranno che forse erano proprio gli impegni esterni a permettere alla coppia di tirare avanti e che invece, insieme h24, neanche il matrimonio azienda, quello che si regge su mutui soldi figli e interessi materiali in comune, non regge più.
E allora le donne, che diversamente da noi decidono, mentre noi decidiamo di non decidere, decideranno di separarsi. E non ci sarà via di scampo.

 

 

 

LA MOGLIE CHE RENDE LA PARIGLIA
Ho già raccontato di quanto le donne siano oggetto, in questo periodo, di miriadi di richieste di amicizia e di contatto (leggi qui). I maschi allupati, single e single-sposati, sono a caccia nella rete di nuove amichette per sesso virtuale, per preparare la festa dopo la quarantena o, come minimo, per distrarsi un po’.
Come scrivevo prima, parti delle mogli ex struzzo, risvegliatesi dal loro routinario torpore, stanno guardando la realtà coniugale ai tempi del Covid con nuovi occhi.
Alcune di esse vedono un marito ancora più grigio e poco appetibile rispetto ai tempi di libertà, mentre magari fanno qualche incontro virtuale interessante.
Già perché al netto dei morti di F e degli smanettoni fai da te ci sono anche uomini interessanti in caccia. Che poi si rivelino dei cialtroni nella realtà è possibile, ma perché ora non essere corteggiate, lusingate, divertite? Non costa nulla, e sarete voi a decidere se alzare la posta o no, chiudere o aprire la vostra porta.
Alcune di voi iniziano addirittura a pianificare un possibile primo tradimento.
Altre cederanno alle lusinghe di quell’ex perduto nel tempo ma sempre ricordato che si è rifatto vivo. Altre si iscrivono addirittura a siti di incontri. Altre ancora, che avevano già avuto una fugace storia ai primi sintomi di malattia del matrimonio risentono la voglia di evadere. Per noia, per sentirsi belle e vive e, perché no, per sesso. Sono le tre motivazioni principali del tradimento femminile. Aggiungo la vendetta: uomini, chi la fa l’aspetti.

 

 

 

Infine parliamo delle amanti. In questo periodo sono di due categorie.

 

 

 

L’AMANTE CHE PERDE

È quella che ha a che fare con un uomo che non l’ha mai amata veramente. È facile sognare, promettere, soprattutto scopare nella buona sorte. Diverso è se non ci si può vedere, se la moglie è incombente, se l’amante si lamenta ma non può fare più quei bei giochini, se non ci si vede. Allora, noi uomini, ci facciamo la fatidica domanda delle domande: cosa mi conviene? Mi conviene rompermi le palle fra messaggi e fughe per la telefonata per tenermi questa che chissà quando potrò riscoparmela? No. Mi conviene approfittare di questo distacco forzato per liberarmi di un rapporto che ormai aveva più contro che pro (parlo soprattutto delle amanti che avevano comunicato già “io l’amante non la faccio più, scegli”) ? Sì. L’uomo che non vi ama vi liquiderà o vi spingerà a liquidarlo. Al suono di frasi tipo “sono confuso”.

 

 

 

L’AMANTE CHE VINCE
Un uomo che vi ama mal sopporterà la convivenza forzata con la moglie. Cercherà di sentirvi di più, non di meno. Gli amanti innamorati si danno appuntamento al super o al posteggio, ai tempi del coronavirus, fosse anche per rubarsi un bacio. Fanno sesso in videochat. L’uomo che vi ama userà questo periodo per pianificare finalmente la sua uscita di casa e il divorzio. C’è e ci sarà. E una volta finito tutto questo, ci metterà poco a realizzare il sogno e a iniziare la road map (leggi qui). L’uomo che vi ama soffre della vostra mancanza, non la sfrutta per prendere le distanze o si intiepidisce nei sentimenti. L’uomo che vi ama c’è e ci sarà. Perché vi ama e non c’è nessun matrimonio da recuperare, nessun interesse che prevalga su di voi. L’uomo che vi ama fa i fatti, anche adesso che ne può fare pochi. Pochi ma essenziali. Fondamentali. Irrinunciabili. Come l’esservi vicino.

 

 

 

OCCHIO AL “GRANDE” RITORNO
Molti degli uomini che vi hanno liquidato, tenuto a distanza o ai minimi storici della comunicazione ci riproveranno con l’amante. Chi prima chi dopo.
Adducendo scuse del tipo “ho riflettuto su di noi e non posso stare senza di te”, “quanto mi sei mancata”, “ho capito che non posso vivere senza di te”. I più vigliacchi partiranno dal classico “come stai” fingendosi preoccupati per la vostra salute. Tutti questi, ricordatevelo, vi hanno abbandonato nel momento del bisogno.
Questi che declamano l’amore ritrovato vi hanno liquidato al suono di frasi del tipo “devo dare una chance alla mia famiglia, ai miei figli”, approfittando del no contact da Coronavirus, ma solo dopo avervi scopato allegramente per mesi, anni (figli presenti).
E adesso vi riscoprono? No vi riScoperebbero. Tutto lì.
Compresi quelli che sono stati scoperti dalla moglie, hanno giurato che eravate solo una scappatella, magari che siete state voi a “convincerli” a tradire ma loro non volevano (sì, non pochi infami dicono così alle mogli) e sono spariti senza neanche dirvi “mi ha beccato”. Anzi, vi dicono che sono confusi e hanno bisogno di riflettere, così non rompete in un momento in cui la moglie ha in mano il loro telefono.
Ecco, tutti questi eroi giureranno che hanno bisogno di voi e che hanno finalmente capito, ma non uno, ripeto non uno di essi sarà sincero. E porterà veri fatti. Perché l’amore si vede nel momento del bisogno. E lui non c’era. Adesso c’è perché vuole la sua stampella e il suo sesso preferito.

Ricordate: in ogni uomo c’è un Jeckyll e un Hyde. Jeckyll è quello che vi ha fatto innamorare e sognare. Ma è Hyde che si è rivelato quando avevate più bisogno. Lui è Hyde, anche oggi.

 

 

 

Sincerely yours
Condividi:

1.485Commenti

  • nina, 3 Maggio 2020 @ 23:26 Rispondi

    grazie a tutte e @luna ho capito che era ironico!!!
    la cosa che mi sto iniziando a chiedere (su me stessa eh, parlo solo di me) è se io in realtà non sia poi incapace di amare…magari non sono fatta per la vita di coppia!

  • Luna Pelli, 3 Maggio 2020 @ 18:28 Rispondi

    I miei @Lia sono tutti punti su cui riflettere, dal primo all’ultimo. Nessun assunto. Ho solo sottolineato, in maniera volutamente provocatoria, alcuni dei messaggi passati ultimamente. Il mio è un invito a non rassegnarsi a un bel niente.

    Hai fatto un’osservazione: il recupero di un matrimonio passa, spesso, attraverso il doversi accontentare sul piano sessuale. Io dico che è vero perché mi stai raccontando dei fatti! Ma posso aggiungere, anch’io fatti alla mano, che non va sempre così. E credo anche che quando va come dici tu, funzionerà soltanto se entrambi i partner sono convinti che il sesso, all’interno di un rapporto, non è fondamentale. Altrimenti tradiranno ancora (!) rendendo vana la veridicità di qualsivoglia recupero.

    Non credo tu ti sia posta in maniera arrogante. Hai raccontato. E io ti ho apprezzata perché hai aperto un bell’argomento di cui parlare! @Lia niente di personale, davvero.

    • oldplum, 4 Maggio 2020 @ 06:18 Rispondi

      Dovevi aggiungere
      1) le donne nella stragrande maggioranza non amano l’ironia e sono lagnose

      • oldplum, 4 Maggio 2020 @ 06:19 Rispondi

        È UNA BATTUTA DEL CAZZO
        ATTENZIONE
        E’ UNA BATTUTA DEL CAZZO

        • Cossora, 4 Maggio 2020 @ 08:56 Rispondi

          Fate un monumento a questa donna.
          Dai IRONIA FASE 2 modalità ON.
          Mi sono svegliata col magone. Ieri sera ho discusso prima con quello di 12 e poi con quello di 6. Ci sono giornate del beep e pagherei per avere @Old che mi piglia per il culo. Tu sia benedetta ragazza!

          • Ariel, 4 Maggio 2020 @ 14:50

            Qui invece per tutte noi compreso @Caro Alessandro dedicato a ciascuno per i propri guai dolori ansie e momenti difficili come la situazione personale e universalmente Covid 19

            “ TOCCA IL FONDO
            PER DARTI LA SPINTA”

            (Cit)

        • Lia, 4 Maggio 2020 @ 13:01 Rispondi

          @Oldplum, dobbiamo andare avanti per molto? Prendo un po’ di bicarbonato, in caso…

          • oldplum, 12 Maggio 2020 @ 21:02

            Fai come ti pare @lia.
            Hai la sensibilità di in cactus.

  • Nina, 3 Maggio 2020 @ 18:03 Rispondi

    Mah io non è che mi senta sfigata x il fatto di non essere strafiga. Sono solo molto oggettiva e so di non essere uno tsunami di donna, ma il senso di accettarsi è anche questo..non mi sento da meno rispetto ad altre o limitata o difettosa,ma super non lo sono. Dopodiché credo di aver un forte senso del dovere e una forte tendenza all’autocritica che però non vuole dire autoflagellarsi.

    • Ariel, 3 Maggio 2020 @ 20:12 Rispondi

      Ottimo @Nina
      Hai fatto benissimo a spiegare ancora meglio cosa intendevi esprimere
      Perché aiuta te stessa appunto a guardare il mite che hai subito del troppo senso del dovere a scapito del vivere te stessa e la tua vita come chiunque merita di poté fare

      Quindi sentirsi super ,significa secondo me,riuscire a riconoscere e scoprire la propria unicità di persona
      Ogni persona è super proprio perché unico nessuno può superarla
      Ma ognuno è in realtà complementare al altro
      Proprio perché ciascuno è diverso dal altro

      Sei secondo me con una ottima consapevolezza di te stessa in evoluzione e sicuro il percorso terapeutico che stai facendo da tempo ti ha aiutato a scoprire esattamente la vera te stessa

      Super Donna ,perche unica !

    • Dispersa, 3 Maggio 2020 @ 20:47 Rispondi

      @Nina…. Ecco così mi piace di più….
      Diciamo che forse hai lo spirito da crocerossina un po’ più sviluppato rispetto ad altre…. Nessuna critica, anzi credo che se usato nel modo corretto sia segno di forte sensibilità….
      Dagli errori s’impara (e nessuno nasce ‘imparato’) e da qui ci si migliora!!
      Avanti…. Sempre!!

    • Luna Pelli, 3 Maggio 2020 @ 20:50 Rispondi

      E menomale @Nina! Anzi mi sembri anche troppo severa con te stessa.. magari sei la più super di tutte! Chiarisco, di nuovo, che il mio era un intervento ironico.

  • Luna Pelli, 3 Maggio 2020 @ 10:11 Rispondi

    Le nuove verità assolute:

    – L’amore è… boh. Se ti ritrovi a soffrire è perché: lo hai deciso tu/sei stupida e irrisolta/hai fatto tutto da sola. Ah, e non provare a definirlo l’amore o sei una maestrina del cazz*.

    – Se cerchi di essere felice dove stai va bene (per gentile concessione e comprensione), ma addio il valore supremo ovvero la coerenza, l’unico valore che fa di una donna una super-donna.

    – Le donne si dividono in stra-fighe e sfigate prive di autostima (una distinzione che mi ricorda tanto quella tra mogli e amanti, netta come la linea che divide un paio di natiche). Non è la sofferenza che può confondere la persona rispetto alla convinzione di appartenere all’una o all’altra categoria. La sofferenza è intollerabile, è vittimismo inutile e ingiustificato.

    – Compatibilità caratteriale e sessuale tra un uomo e una donna sono una cosa rarissima. Se ti capita questa formula magica, ma ti capita anche di tradirla vista l’evidente immutabilià delle cose e della vita (giusto!), il rapporto diventa irrecuperabile. Ah e hai sbagliato tu eh. Perciò o paghi per come universalmente valido o sei una personcina mediocre e incoerente.

    Ok. Io direi che ho allargato i miei orizzonti. E voi?

    • Mic, 3 Maggio 2020 @ 13:14 Rispondi

      @luna, anche io finalmente!!!:-)

      • Outlier, 3 Maggio 2020 @ 13:24 Rispondi

        Comunque ragazze pensavo ad una cosa (no perché rileggo spesso alcune parti di questo libro quando è necessario): il libro “la verità è che non gli piaci abbastanza” o anche “la matematica del cuore” quando dice che un uomo sposato non lascierà mai la famiglia (se non per piccole percentuali) dice la verità. E non dovremmo dare più ascolto a queste cose. Se non ci chiama, se non ci scrive… Invece ci facciamo male da sole. Io la prima.
        Se tipo dopo un giorno minimo dall’inizio della quarantena non mi scrivi fine, ciao. Vuol dire che tutto questo interesse per me era falso. Mica in casa non troverai mai modo di scrivermi. Che cavolo! La spesa a turno non la fate?
        Altro che disperazione. X sopra con doppia mandata

        • Luna Pelli, 3 Maggio 2020 @ 15:27 Rispondi

          @Out, sarcasmo a parte, io credo che i libri di @Ale siano propedeutici per uscire da certe dinamiche. L’importante è imparare ad ascoltarsi. Se lui non ti scrive ma tu puoi aspettare e stare bene lo stesso… è ok. Se lui non ti contatta e tu stai male non è ok. Se condividi con lui la necessità di aspettare la fine della quarantena per vedere le cose come vanno, è ok. Se per te non è così e lui non tiene di conto di questa tua esigenza… non è ok. Devono esserci tanti ok. Almeno questo. Altrimenti c’è una dinamica che non va, ed è mooolto meglio la tua “X” sopra con doppia mandata.

          • Outlier, 3 Maggio 2020 @ 21:01

            @Luna mi è piaciuto come hai ridefinito il nuovo punto della scaletta!
            Comunque si, la mia X è la cosa più giusta.
            Anche perché tutto ciò che hai scritto per me non è ok ancora dappertutto.

    • Outlier, 3 Maggio 2020 @ 13:19 Rispondi

      @Luna Pelli sottoscrivo i tuoi punti.
      In più ne aggiungerei un altro tra le cose che ho imparato e sto cercando di ricordare: non sono io che non vado bene, ma tu (uomo che sia marito o ex amante) che non c’hai capito un cazzo.

      • Luna Pelli, 3 Maggio 2020 @ 14:48 Rispondi

        Aspetta @Out, aggiorno… Ma voglio metterla così:

        – io vado sempre bene e se anche per capire le cose più giuste per me ho fatto un percorso in cui mi sono messa in discussione, beh… va a finire che c’ho messo troppo tempo, l’ho fatto come non dovevo, e se ho sofferto sono cavoli miei (viva l’empatia!). Mentre tu, uomo, non c’hai capito niente, perché ti ho offuscato la mente con tutto ‘sto ben di Dio. Ami (poverino) per come la natura ti consente (senza fare fatti) e d’altronde la tua posizione non è mai stata davvero passibile di messa in discussione… perché se io dico di amarti mi deve andare bene che non ti smuovi di un millimetro (viva la ricerca della felicità!).

      • Dispersa, 3 Maggio 2020 @ 20:40 Rispondi

        Bhee…. diciamo che i maschi di base non capisco una cippa…. (dai escluso @Ale e qualche buona anima)…. Poi quando ci arrivano lo fanno a scoppio ritardato….
        Quindi? Noi donne siamo sempre un passo avanti!!

    • Lia, 3 Maggio 2020 @ 13:56 Rispondi

      Scusa @Luna, I primi tre punti li contesto, li ho sempre contestati anch’io, e direi che li ho anche subiti. Sull’ultimo, se forse ti riferisci al mio intervento, era riferito solo all’aspetto sessuale di un rapporto che ho visto nelle coppie che conosco, troppo spesso messo in secondo piano rispetto ad altro. Credo che la probabilità che il recupero di un rapporto matrimoniale si porti dietro il fatto di accontentarsi da quel punto di vista sia molto alto e sia la maggioranza dei casi. Resta un punto di riflessione e una mia opinione personale, non certo un assunto.

      • Dispersa, 3 Maggio 2020 @ 16:32 Rispondi

        @Lia…. Secondo me troppo spesso pensiamo che nei rapporti ci si accontenti…. Io sono dell’idea che marito e moglie molte volte quando hanno rapporti (e ricordiamoci che li hanno), lo fanno più come piace a loro…. L’amante fa quello che la moglie non fa o non vuole più fare…. Ma non credo ci sia tutta sta noia!!
        Inoltre l’uomo sa benissimo che se l’amante diventasse ufficiale ci sarebbe un’elevata probabilità che la situazione diventi identica a quella che hanno a casa…. Data da una quotidianità che con l’amante non c’è.
        …. Loro mettono anche questo nel piatto della bilancia e per l’idea semplicistica che hanno dell’amore…. Questo pesa tantissimo!!

        • Mic, 3 Maggio 2020 @ 20:10 Rispondi

          Assolutamente d’accordo sul fatto che ragionino in vista futura stabilendo a priori che “ tanto con il tempo sarà la stessa menata”

      • Mic, 3 Maggio 2020 @ 16:49 Rispondi

        @lia io credo che @luna fosse un po’ ironica su questo intervento. Forse mi sbaglio

        • Luna Pelli, 3 Maggio 2020 @ 20:24 Rispondi

          Certo che ero ironica @Mic!!! E per fortuna che tu mi hai presa al volo!

    • Lia, 3 Maggio 2020 @ 14:30 Rispondi

      E poi, perdonami, sempre se ti riferisci al mio intervento, sulla personcina mediocre e incoerente non ho capito cosa intendi. Ho sempre espresso miei pareri mai sostenendo quello che dovrebbe pensare un altro e mai attaccando qualcuno perché la pensa diversamente.
      Anzi, è una cosa che mi infastidisce. Spero comunque di aver capito male…
      Sull’immutabilità delle cose e sul fatto che bisogna pagare perché si è sbagliato, mai sostenuto.

      • Luna Pelli, 3 Maggio 2020 @ 20:42 Rispondi

        Quella parte dell’intervento era dedicata (sempre ironicamente!!!) a me. E non certo a te @Lia. La personcina mediocre e incoerente sarei stata io. Perché ho tradito la formula magica rendendola, secondo molti pareri qui, irrecuperabile.

        @Lia hai capito male. Non ti ho attaccata. Non mi sono sentita attaccata da te. E mai la butterei sul personale! Mi scuso di cuore se ho lasciato adito a tanti fraintendimenti.

        /ironiamaipiú

        • Lia, 3 Maggio 2020 @ 23:37 Rispondi

          @Luna, scusami. Ho interpretato male…
          Mi sono lasciata prendere da un eccesso di difesa

  • Dispersa, 2 Maggio 2020 @ 16:50 Rispondi

    @Nina…. Tesoro…. Devi imparare a piacerti!!
    Non serve essere una strafiga per sentirti bella…. Devi imparare ad amarti, evidenzia i tuo pregi, che non sono solo fisici ma anche caratteriali!!
    Al mattino quando ti svegli guardati allo specchio e pensa ‘sono proprio bella e luminosa’!!
    Ricorda che gli altri vedono di te quello che tu vuoi far vedere…. Non è solo un fattore esteriore!!
    Ricorda siamo tutte belle, ma anzi bellissime!! Con i ns pregi e difetti!! E chi non li ha??
    Un abbraccio!!

  • nina, 2 Maggio 2020 @ 11:43 Rispondi

    mah, io credo di avere vissuto una storia abbastanza devastante con le conseguenze anche materiali che sapete, però sinceramente non ho trovato x nulla offensiva la battuta di oldplum, Io sono diversissima da lei e da @cossora (per dire, invidio sempre cossora che si definisce strafiga, e sicuramente lo è, io non lo sono mai stata ma non x falsa modestia, sono al massimo carina nei periodi di buona e la mia storiaccia, tra capelli persi e chili persi e ripresi, mi ha oggettivamente imbruttita) però trovo le loro posizioni sempre stimolanti. inoltre a me il cane abbandonato fa al massimo empatia, non la vedrei così insultante, appunto anche perchè lei stessa si mette tra le tapine, cosa dovrei dire io che ho incontrato totò truffa? tapina mi pare il minimo e mi sa di caloroso pat pat sulla spalla, non certo di insulto, e poi comunque ormai ci conosciamo dai, secondo me qui dobbiamo partire dal presupposto che chi scrive lo fa in primis per se stessa e poi anche per aiutare le altre…e old è sempre stata generosa in questo senso. un abbraccio ragazze

    • Ariel, 2 Maggio 2020 @ 14:00 Rispondi

      @CaraNina
      Tesoro di ragazza Donna Bellissima
      Che bello leggerti di nuovo!!!
      Vorrei tanto che riuscissi a vederti per ciò che sei e che potessi vedere allo specchio la tua VERA IMMAGINE che parte da dentro noi stesse Sempre

      La bellezza NON È APPARIRE,ma ESSERE
      Ed è SEMPRE BELLO CIÒ CHE PIACE e non ciò che viene considerato ESTETICA BELLA ESTERIORE

      Che infatti a seconda delle diverse culture cambia totalmente parametri

      TROPPO siamo state condizionate dal COME SI DEVE APPARIRE
      Per riuscire ad avere il diritto di

      Vivere
      Esprimersi
      Amare
      Essere Amate

      Sempre gli uomini dettano legge decidono come si deve APPARIRE in ogni cosa estetica e comportamento
      La Manipolazione del Uomo è ancora troppo presente ad ogni livello pure tra i così detti normali che però hanno voglia di crescere insieme ciascuno alla loro Donna

      Quindi Cara Nina se mi hai letta

      Non sono la SOLITA DONNA VESTITA DAL UOMO MASCHILISMO
      NON SONO AFFATTO LA DONNA DE CLICHÉ DA PUBBLICITÀ
      IN NESSUNA COSA

      IN PIÙ SONO VECCHIA O ALMENO IN UN INIZIO DI VECCHIAIA

      Eppure a forza di CURARMI e fare UMILMENTE TERAPIA

      NONOSTANTE TUTTO questo che scrivo qui
      E tutto quello che non compare qui nel mio privato

      Sto vivendo nuova NUOVA VITA CON NUOVO UOMO SANO LIBERO DA GUAI LEGAMI E CASINI VARI

      Per adesso siamo una persona unità da tutti i nostri talenti che ciascuno individuo possiede unici e tutti da scoprire piano piano con vera curiosità infantile occhi di bimba curiosa sempre!!!!

      Cara Nina cela fai e c’è la farai
      A VIVERE LA TUA UNICA STUPENDA BELLEZZA
      Cercala meglio nella terapia e nel esprimere sempre te stessa come fai sicuro sempre

      Un abbraccione,ormai lo sai
      Siamo qua e che bello leggerti sempre!!!❤️

    • Oldplum, 2 Maggio 2020 @ 20:30 Rispondi

      Giusto @Nina. Io sono stata vittima di bullismo fin dalle elementari. Alle superiori ho iniziato a prendermi per il culo da sola , a ridere di me apertamente davanti agli altri e gli altri mi hanno trovato simpatica per le mie battute caustiche verso me stessa e gli altri insieme. Da quel momento sono diventata un punto di attrazione , una amica..non dico che funzioni sempre. Mettersi un po a prendersi in giro e ridere di sé serve, serve un sacco. Fare la vittima ti aiuta solo ad affondare di più.

      • Outlier, 3 Maggio 2020 @ 08:50 Rispondi

        @Oldplum anche io mi faccio dell’ironia da sola
        Ma infatti ragazze forse se in certi commenti che poi sono battute ci offendiamo, non è perché magari abbiamo qualcosa da superare?
        Io mi ci metto dentro eh.
        Per esempio quando @Old ha esplicitato il concetto di lagnosa ecc. io per prima mi sono rivista e pensato che si, a volte posso diventare troppo lagnosa e non va bene. E al posto di questo ci vorrebbe un bel “Suca” (scusa Alessandro, anche se è pugliese ci sta tutto. Censura pure se vuoi).
        Si impara molto qui.
        Anche dalle cose che ci toccano.

    • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 21:24 Rispondi

      @nina io mi sento strafiga. Vero. Poi se lo sono per gli altri.. lo dicano gli altri.
      È anche vero che nella definizione ci metto una parte di bellezza esteriore (se la natura ti fa fatta bene, non è certo un merito ma lo puoi sfruttare come rampa, è un vantaggio) ma il 60% ..soprattutto a questa età in cui due figli e la gravità si vedono a occhio nudo.. si riferisce al temperamento, alla determinazione, alla coerenza.
      Poi ovvio che non aver mai dovuto invidiare le tette di una o i capelli dell’altra ti fanno crescere senza la paura che qualcuno ti faccia notare i tuoi difetti.
      Però tutta la mia autostima viene da chi sono stata e da chi cerco di essere, da come sono severa con me..@Nina.. inutile dirti che se tu domani prendessi in mano situazione economica/legale e con l’aiuto di un terapeuta comunicassi a tuo marito che è finita…magari tra 5 o 6 mesi saresti in una topaia ma.. con l’autostima alle stelle!

  • Angelina, 2 Maggio 2020 @ 09:51 Rispondi

    Io invece aime’ sono ancora la tapina attaccata al guard trailer, anche se voglio uscirne brucia ancora tanto la ferita,non posso negarlo…ma voglio uscirne ho solo tempi un po’ lenti!!

  • Zanna, 2 Maggio 2020 @ 08:06 Rispondi

    La mia più cara amica, dotata di grande ironia, un giorno mi disse a proposito di questa storia, “hai la mira di un cecchino..”..dentro di me la ringrazio ogni giorno perché mi riporta sempre con i piedi per terra. Noi dobbiamo cercare di emulare le donne che sono più forti e più sicure di noi. Non contrastarle..

    • Mic, 2 Maggio 2020 @ 14:16 Rispondi

      No @zanna noi dobbiamo essere noi stesse con i nostri limiti e con i nostri punti di forza.
      E io personalmente credo che chi troppo si loda troppo si imbroda.
      Qui nessuno deve convincere nessuno di quanto sia strafiga forte bella intelligente ( anche perché siamo in un blog e non vi é modo di verificaré realmente quanto ognuno di noi dice di sé.)
      E nessuno si deve sentire una sfigata se la pensa diversamente O se non dimostra di avere una forza sovrannaturale.
      I contrasti ci stanno, le emulazioni anche no.
      Accettiamoci con i nostri pregi e difetti cercando solo si migliorarci senza snaturarci per seguire una massa.

    • Lilly, 2 Maggio 2020 @ 14:23 Rispondi

      Perdonami ma io non vedo l’equazione donna forte=ironia così definitiva. O perlomeno non è sempre cosi. Inoltre parlando per me, non mi sono offesa. Personalmente se posso esprimermi, anche io ho trovato la similitudine mancante di tatto.. Ma mica mi deve piacere tutto e mica dobbiamo piacere a tutti. E non trovo carino far passare il messaggio che se una persona ha da ridire su una cosa, allora è debole, poco intelligente ecc. Perché questo emerge da certi interventi. Possiamo accettare che una cosa scritta non sia piaciuta a qualcuno. Stop. A dir la verità qui pare che non si possa più dire la propria opinione,o si viene marchiate come donnette. E continuando a dire “oh ci si offende per niente” non favorisce lo scambio ma lo scontro. E si, a me a volte certe cose scritte non mi trovano concorde ma pazienza. Non sono debole, pesante, irrisolta e tante altre minchiate varie. Ho una testa pensante che talvolta si discosta dal pensiero altrui. E non mi sento in difetto solo perché apprezzo la delicatezza che è propria del nostro meraviglioso sesso.

      • Mic, 2 Maggio 2020 @ 16:00 Rispondi

        @lilly hai fatto centro.
        Onestamente e senza polemica per carità, volete sapere come mi sono sentita a leggere “ vi si é allineato il ciclo o “avete tutte il ciclo” o altre frasi della serie fatevela una risata che siete pesanti?!
        Be,con il discorso ciclo mi avete fatta tornare indietro anni luce al mio ex che quando dicevo cose che non gli andavano a genio o mi ribellavo a cose che non condividevo del suo modo di relazionarsi tirava sempre fuori il mio ciclo per dirmi quanto fossi sclerata ( attenzione perché il mio ex era un narcisista provetto quindi non il top dei top in quanto a empatia) e a tratti mi é sembrato di vedere proprio bullizzare certe persone perché non si adeguano al pensiero di qualcuno.
        Io non mi sono sentita offesa personalmente perché grazie a Dio ne sono fuori da un bel po’ e dopo non poca sofferenza ( tanto che,sí, non ce l’ho fatta da sola ma sono andata in terapia e non me ne vergogno perché andare in terapia e accettare di avere un problema é cosa da persone con i controcazzi e non di deboli)ma in quanto donna.
        Tutto si può dire ma i modi fanno la differenza e capire che qui non tutte hanno la stessa ironia o non tutte sono fuori dalla melma é importante per non scornarci tra di noi( visto che siamo in tema pure).
        Detto ciò, pane amore e fantasia. 🙂

        • Ariel, 2 Maggio 2020 @ 19:57 Rispondi

          @Mic e ovvio @Oldplum e tutte noi
          Eccomi volevo spiegare perché restò convinta che qui sul Blog noi tutte possiamo avere la Unica e speciale opportunità di riuscire a scoprire attraverso le reazioni di ciascuna a qualunque tipo di commento qualcosa di davvero utile per se stessi

          Ad esempio il deja vu
          Che in effetti risulta essere un meccanismo che tutti abbiamo e sperimentiamo sempre quando si reagisce diciamo con disagio o chiamiamolo come si vuole con negatività di fronte a parole lette qui salvo gli evidenti insulti che nessuna mai qui ha rivolto altrimenti @CaroAlessandro sarebbe ovviamente intervenuto

          Ma qui ci si sta bene proprio perché tutto il gruppo ha sofferto e soffre chi di freschi dolori ancora presenti chi più lontani ma con i deja vu

          Allora qui bello lasciarsi andare con me si vuole ciascuno non lo fa apposta di scrivere una cosa o Un altra per ferire noo
          Anzi molto utile cinfa da palestra

          Ci alleniamo alla vita vera scoprendo ad esempio i propri deja vu che fanno reazione e che aiutano a capire nel proprio privato a che punto è fino a che punto si sia diciamo evoluti verso il completamento della uscita dal dolore patito

          Ad esempio io sono in una nuova relazione ma
          I deja vu hanno iniziato a farsi vedere un momentino

          Ve ne parlerò in un altro momento e commento
          E anzi sarà la occasione di potersi confrontare proprio con le ragazze che sono già uscite da tempo dalla relazione e veramente ne stanno bene,ma

          Come sempre occorre ancora un poco di tempo a completare tutto il percorso ad esempio quando il vivere la nuova relazione lì si è messi alla prova del 9 su dove ancora occorri limare ciò che impedisce di stare davvero rilassate senza più vedere i deja vu

          Ve ne parlerò care ragazze
          Oldplum con spontaneamente ha fatto delle battute umoristiche che guarda che Valore da soltanto una battuta ne nasce una riflessione così vera e così UTILE A TUTTE NOI!!!!!

      • Oldplum, 2 Maggio 2020 @ 16:34 Rispondi

        se le persone ti avessero dato una carezza ogni volta che facevi una cazzata immane, a quest’ora non saresti qui. il tatto lo si usa con i deboli. tu hai detto che non sei debole. e nessuno qui lo è. si tratta solo di recuperare se stesse, non il villano debosciato, la scimmia Bobo che tutte qui avrebbero voluto tirarsi in casa.
        ti sei offesa?
        HO DETTO CHE MI SONO MESSA DENTRO, CAZZO.
        sono una tapina, e rido di me.
        volevo far sorridere white.
        nemmeno ho letto chi aveva risposto cosa a lei.
        ora ne sparo un’altra.
        lagne del genere , permalosità e lagna, allontanerebbero qualsiasi uomo.

        • Oldplum, 2 Maggio 2020 @ 16:36 Rispondi

          preciso:: lagne reiterate per oltre 24h anche dopo chiarimenti intervenuti ancora PRIMA della lagna (“era una battuta, spero si sia capito, mi sono messa dentro anche io ” (cit)).

        • Mic, 2 Maggio 2020 @ 19:29 Rispondi

          No cara @oldplum, parla per te.
          Io con le maniere brusche non ci azzecco proprio un cavolo.
          Non mi serve che qualcuno metta il sale sulla ferita per capire che mi sono fatta male.
          Non siamo tutte uguali a te e su questo vorrei te ne facessi una ragione.

          • oldplum, 2 Maggio 2020 @ 22:36

            Maniere brusche…una battuta colorita, di questo si trattava . E qui chiudo.

          • Mic, 3 Maggio 2020 @ 07:32

            Parlavo in generale. La battuta che hai fatto me la sono già dimenticata da un pezzo.

      • Zanna, 2 Maggio 2020 @ 17:18 Rispondi

        Trovo anche io che la delicatezza sia una qualità meravigliosa, che purtroppo non possiedo. Parimenti trovo meravigliosa la coerenza.

        • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 21:13 Rispondi

          Bella @Zanna!

  • Zanna, 2 Maggio 2020 @ 05:43 Rispondi

    Noi donne quando ci offendiamo per una battuta ironica siamo pesantissime..

  • Luna Pelli, 1 Maggio 2020 @ 21:00 Rispondi

    1)NO (penso alla faccenda ma non esattamente a lui… non so come spiegarlo meglio), 2)NO (la rabbia sta scemando e della disperazione non ce n’è più traccia), 3)NO (ad alcuni momenti riesco a pensare con serenità), 4)SI (nel senso che ho ampiamente spiegato sopra), 5)NO (ho ragione su quello che ritengo più giusto per me, ma non mi sento con delle verità assolute in tasca).

    Wow @Old, per restare in tema di cani abbandonati in autostrada mi sento l’auto che sgomma via veloce. Ottimo.

  • Rosa, 1 Maggio 2020 @ 17:38 Rispondi

    Cara Oldplum, ho provato con sincerità a rispondere alle tue domande e oggi posso dire che rispondo NO a tutte e quante, la prima è stata quella più difficule da debellare,.ma.ce la sto facendo.
    MA ho passato giorni che non rinnego e che mi sono serviti per arrivare a dove sono ora (con i miei tempi) in cui la risposta era si per tutte, e non stavo un granchè bene.
    Ora, per rispetto a chi magari ha ancora qualche si alle tue domande, ho trovato la tua battuta del cazzo (cit. tua) priva di empatia e di tatto, solo questo.

    • oldplum, 1 Maggio 2020 @ 23:08 Rispondi

      Eh lo so. Sono un Ricky Gervais con la fi…ehm..al femminile.

  • Oldplum, 1 Maggio 2020 @ 15:00 Rispondi

    Comunque ragazze, io credo che ci sia una questione di essere sincere con se stesse e rispondere a qualche semplice domanda. 1) passo piu del 60% della giornata a rimuginare su lui? 2) passo dalla rabbia alla disperazione? 3) non salvo nulla di quello che è stato? 4) mi sento una vittima? 5) credo di essere completamente dalla parte della ragione?
    Se la risposta ad almeno 4 di queste domande è SI, il problema è nostro. Eh il risultato è TAPINA.ma non per quello che crediamo ci sia stato fatto. Ma per quello che ci facciamo tutte da sole.

    • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 16:49 Rispondi

      I agree sister @Old (ma confesso: non rimugino ma lo penso, è il soundtrack dei miei giorni!!)

      • oldplum, 2 Maggio 2020 @ 06:35 Rispondi

        Per forza @cossy: 1. Gli hai dato altri 2 mesi e dunque te lo sei fissato in testa per almeno altri 2 mesi che sono 60 gg e un mucchio di ore e minuti 2. Ti ha deluso e te che ami la sfida ovviamente non ti tiri indietro. 3. Sono “solo ” 2 anni. La vera vera vera stanca , sincera e autentica , per una donna inizia dopo i primi 3.
        Inizi a dire ” oh …ma che cazzo facciamo? Perché io mi annoio cosi “.
        3. L’ultimatum non funziona mai. Gli uomini sono strateghi e hanno fluidi magici che portano la donna a prorogarlo o a dimenticare di averlo dato. Ma non hai sbagliato a farlo, sia chiaro. Solo che a fine giugno ti ritroverai uguale a ora e lui pure. Vi amate @cossy. Lo so.
        Ma va così. Lui non lascia il suo porto quiete. Non è cattivo. È che ha paura di far male a tutti quelli che ama di essere odiato e pensa di non reggerlo. Non so se certe persone lo trovano mai un coraggio cosi. Il coraggio di autodeterminarsi. Ci vuole uno scatto di dignità e umanità pazzesca.

        • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 14:11 Rispondi

          Hai ragione su tutto. Tranne sulla mia coerenza. Se dico 21 giugno o cé o ciao, è così. Ma sarà il tempo a dirlo.
          Per il resto.. hai fatto un ritratto fedelissimo.

    • Ariel, 2 Maggio 2020 @ 04:28 Rispondi

      @Oldplum

      A tutte le domande
      La mia risposta è No

      La esperienza è ormai nel passato
      E mi è servita per risolvere un nodo interiore o gancio a cui si attaccava
      Ex manipolatore

      Vita nuova ,dopo terapia a mazzo
      Un nuovo Ragazzo!!!!!!
      Sano!!!!!

      Non viaggio in autostrada !!!!
      Faccio la statale col duetto Alfa rosso tetto aperto
      Strada a curve ,ingrano la seconda e sorpasso il passato
      E via di corsa ,capelli al vento della mia Vita NUOVA!,

  • Oldplum, 1 Maggio 2020 @ 14:51 Rispondi

    Ho sollevato un putiferio con una battuta d cazzo.
    Sto ridendo.

    • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 16:47 Rispondi

      Rido anche io, ma non di voi (lo specifico perché oggi è la giornata del fraintendimento) della situazione: tutte a casa senza ‘lui’, tutte a casa di Ale virtualmente, tutte a fare bordello. Che cazzo faremmo oggi non avessimo questo posto???

      • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 19:07 Rispondi

        Veramente io ho scopato con il mio nuovo Ragazzo!!ah Ah ah

        Veramente!!!!!
        Uauuu abbiamo iniziato prima della 40 ena e non ci siamo più fermati
        Giuro il tempo della pausa ripresa e scrivere qui con lui accanto sur le Bloooog!!!!!

        Prosit!!!!
        p.S
        @ Alessandro
        Hai passato le Alpi!!!!!
        Ah ah ah

        • C., 1 Maggio 2020 @ 23:39 Rispondi

          Ho capito bene Ariel?
          Tu fai le pause dal sesso e scrivi sul blog di Alessandro???

          Muoio

          • Ariel, 2 Maggio 2020 @ 14:37

            @C
            Si ,in effetti è successo così
            Credo sia una specie di spontaneo gesto di riconoscenza e gratitudine verso @CARO ALESSANDRO

            Che NONOSTANTE le nostre bagarres
            Perché ci si punzecchia parecchio
            Ecco che in realtà ciò che si sente non mente mai!!!!!!

            E poi gratitudine per voi tutte e questa esperienza di Blu g questo Blog che resta e difficile staccarsi almeno ancora adesso che mi sento una bimba che ha appena di nuovo

            Iniziato a pedalare in bicicletta senza più le rotelle che aiutano e proteggono

            Allora scrivere qui è come vedere ma stessa bimba che imparato a pedalare da sola dopo che mio padre mi reggeva le spalle con la sua mano cara e calda

            Allora poi mi voltai indietro e fu la mia manina a volerlo salutare con un gesto un sorriso grato alla vita e al suo insegnamento.

            Grazie C.
            E tutte voi!

            E grazie GRAZIIIIIE
            CARO ALESSANDRO!

            Amoreeeeeeeee!❤️

        • Lia, 2 Maggio 2020 @ 14:39 Rispondi

          @Ariel! Che gran notizia e poi in tempi di pandemia sei l’invidia di tutte! Prosit!!

      • agnese, 1 Maggio 2020 @ 19:32 Rispondi

        Oggi è davvero la giornata delle risate. Ve la racconto. Io e cds non andiamo d’accordo. L’ho sbloccato e l’ho lasciato libero di scrivermi.
        E lui scriveva e scriveva… Io rispondevo poco e nulla…. E lui scriveva di più ancora! Parlava dei figli, del lavoro (lui è libero di farlo e anche fuori casa tutto il giorno). Alla fine mi sono stancata. Stancata di fare un ‘sfogatoio’, di ‘fare un viaggio con te sarebbe bellissimo ma vivere con te è una cazzata’, ‘ci amiamo ma ogniuno a casa sua’ e altre cose già vecchie e risentite…. E ho tagliato i suoi discorsi in un modo mai usato prima.
        Il silenzio per giorni per poi oggi leggere il suo stato. È tornato alla carica usando il metodo indiretto. La poesia. Se mi dimentichi ti dimentico, se invece mi rincorri io ti aspetto…. Ebbene. Mi metto a correre. Ma magari da domani. E magari in direzione opposta.
        Mi sono messa a ridere davvero. Lo amo (con la consapevolezza di quello che è in realtà) ma ho riso… È un buon segno!

        • alessandro pellizzari, 1 Maggio 2020 @ 22:36 Rispondi

          Il poeta!

        • Lia, 2 Maggio 2020 @ 12:17 Rispondi

          Direi ottimo segno @Agnese. Sta succedendo anche a me. Mi ha scritto una mail mandandomi il link di una canzone che mi aveva dedicato in passato che fino a qualche tempo fa mi avrebbe provocato una reazione di pianto a fontana. Oggi mi fa sorridere. Secondo me un passo avanti di sicuro ed è probabile che stia anche un pó scemando l’amore per lui…

      • oldplum, 1 Maggio 2020 @ 19:34 Rispondi

        Eh no, non devi ridere! Puoi ridere solo di te! Capito? (Sarcasmo mode on). E non mettere troppe ypsilon ovunque che mi innerva. (Muoio).

        • Whiterabbit, 2 Maggio 2020 @ 08:43 Rispondi

          IPERBOLE ragazze! L’espressione che ha usato @Oldplum è una figura retorica utilizzata per spiegare a me un concetto.

          • Whiterabbit, 2 Maggio 2020 @ 08:56

            Attraverso l’esagerazione, l’esasperazione di un concetto si intensifica per contrasto il concetto contrario.
            Se ha voluto dare dello stupido a qualcuno, con questa frase, quello è colui che ascolta non il soggetto dell’iperbole. Cioè io. Non voi.

          • Oldplum, 2 Maggio 2020 @ 16:26

            @white, ti amo.
            ora spiega anche il climax. perchè dopo la mia iperbole è salito parecchio.

    • Rosa, 1 Maggio 2020 @ 17:25 Rispondi

      Si proprio una battuta del cazzo…

      • oldplum, 1 Maggio 2020 @ 23:47 Rispondi

        L’accezione è diversa a seconda dell’opinione personale sul cazzo.

        Ehi.
        Un’altra battuta del cazzo !

        • Polly, 2 Maggio 2020 @ 15:52 Rispondi

          Ed io, su questa, sono piegata dal ridere. Purtroppo piegata solo per quello… Oddio non mi censurare, Ale

        • Ariel, 2 Maggio 2020 @ 20:43 Rispondi

          A di poco esilarante battuta!!!

          In più che bello rileggere tutto a distanza solo che di un giorno c’è pieno di battute qui sul Blog

          E veramente rileggere tutte le cose che tutte abbiamo scritto in forma umoristica fa davvero Buon umore

          Evviva l’Umorismo anche quello o soprattutto quello del cazzo ah ah ah

          @Rosa sciogliti e ridi con noi che ci fa solo che bene!!!

    • C., 1 Maggio 2020 @ 18:30 Rispondi

      Pure a me hai fatto ridere assai Old.
      Ma perché penso probabilmente che nel caso in cui hai scritto hai messo te stessa in primis.
      Ma tu sei nella fase avanzate, dove l’autoironia è un grande segno di essere avanti nel percorso.
      Qui ci sono ancora moltissime che stanno cercando di capire, non sanno ancora quali sono le dinamiche e quindi si sentono ferite.

      Ma ti giuro quando ho letto il commento ho riso, assai di gusto, talmente tanto che ho immaginato anche che mentre lo scrivevi tu avessi il sorriso sulle labbra, arguta e intelligente come sei.

      Old, i cani attaccati al guardrail, anche se politicamente scorrettissimo è proprio quello che siamo state noi.

      Ma poi che soddisfazione quando sono tornati per riprendersi il cane e ci hanno trovato solo gli escrementi con la scritta: questo è quello che ti puoi riportare a casa!

      • oldplum, 1 Maggio 2020 @ 23:52 Rispondi

        Non sono avanzata @C.
        Ho solo ragionato un po su quanti limiti ci mettono fin da piccole inculcandoci che il successo per una donna sarebbe “essere scelte da un uomo” “essere migliori e più belle delle altre” ” trovare il principe azzurro e vivere felici e contente ” “fare figli e curarsene fino a perdere ogni briciolo di dignità e amor proprio se è necessario”.
        Altrimenti? Altrimenti sei un cesso a pedali, una sfigata, un cane abbandonato.
        Ma vi rendete conto?
        Affidare il nostro valore alla scelta o meno di un uomo?
        Strapparsi i capelli tra noi per vincere una vita a lavargli le mutande?
        Ooooh l’amore <3
        Ma per piacere.
        La stima e il rispetto sta alla base di ogni relazione. Prima di tutto di quella con sé stessi.

        • Mic, 2 Maggio 2020 @ 14:05 Rispondi

          Sono d’ accordo ma la mia visione di scelta non è mai stata in accezione negativa.
          Ma perché bisogna vedere sempre il negativo nelle cose?Cioè scusate volete dirmi che quando vi siete innamorate di vostro marito e avete SCELTO di sposarvi e fare una famiglia non é stata una Scelta reciproca?!?Voi non avete scelto vostro marito come compagno di vita?!
          Suvvia scegliere ed essere scelti Fa parte della vita.
          Poi se per voi é per forza una cosa da vedere in senso negativo io rispetto,ma non date della Cenerentola sfigata piena di problemi irrisolti e con scarsa autostima a chi non ci vede nulla di male e dice “ non mi ha scelta” con la naturalezza di chi comprende che non si può piacere a tutti nella vita e se la mette via pur soffrendoci ( si,perché altrimenti se fossimo contente di essere amanti e non quelle ufficiali non metteremo aut aut o paletti a queste relazioni extra Ma le vivremo allegramente e con spensieratezza anziché soffrire perché lui non é nostro al 100%).
          Non so se mi sono spiegata spero di sì.

          • Lia, 2 Maggio 2020 @ 16:05

            Sì anch’io non la vedo in accezione negativa e oltretutto mi sembra anche abbastanza superata. È vero che da bambine ci inculcano certe idee, ma ci sono tante donne oggi che vivono sole, non fanno necessariamente figli e scelgono di separarsi. Il punto non è “diventare la moglie e lavargli i calzini” ma essere scelte, non vivere più nell’ombra, non condividerlo. Detto questo anche a me non sembra giusto restare appese per troppo tempo in attesa che lui si decida. Ci dev ‘essere un tempo limite anche in quello. Per rispetto verso noi stesse

          • Luna Pelli, 2 Maggio 2020 @ 16:09

            Tutto normale @Mic, anche secondo me. Senza per questo dovere scomodare la psicologia di quanto ci hanno inculcato fin da piccole o gravi problematiche di autostima. Succede di fare paragoni con la donna con cui lui sceglie di stare. Non ci vedo niente di sovrannaturale o che richieda indagini particolari. L’importante è non andarci sotto.

          • Oldplum, 2 Maggio 2020 @ 16:27

            non ho detto che non esiste la scelta. non esiste che dalla scelta altrui io faccia dipendere la percezione del mio valore.

          • Mic, 2 Maggio 2020 @ 19:02

            Be su questo penso siamo tutte d’ accordo.

          • Luna Pelli, 2 Maggio 2020 @ 19:13

            Non “dovrebbe” esistere. Ma accade @Old. Qualcuno è qui per lavorarci sú. Magari ha bisogno di una spintarella e le parole raccolte qui possono essergli d’aiuto. Ben vengano!

  • Lilly, 1 Maggio 2020 @ 11:58 Rispondi

    I modi definiscono le persone e qui le parole possono essere pesate. Nella scrittura una persona può rileggersi e capire se ciò che scrive è appropriato al luogo e alle persone a cui è rivolto. Ci sono mille esempi da utilizzare senza cadere in certi modi proprio non bellissimi. L’ironia è una grande strumento per vedere le cose in maniera più disincantata, ma deve essere accompagnata da tatto. Comunque qui devo ammettere che ultimamente percepisco tante donne salite in cattedra che sembrano, da “fazioni” diverse, avere in mano la verità su tutto. Risolte, non risolte,psicologhe ecc. Mi piace leggere gli articoli di Alessandro, mi piace leggere i punti di vista differenti, anche quando feriscono perché a volte la realtà male. Ma non mi piace vedere donne che , più che sostegno, vogliono dare lezioni di vita. Anche perché su un blog come questo dove in fondo nessuno conosce l’altra in maniera completa per questioni di privacy, i giudizi lasciano il tempo che trovano. Sappiamo delle vicende altrui poco, alla fine. Conosciamo certi aspetti della vita delle altre ma anche perché,parlo per me, di certe cose non ritengo opportuno parlarne. Anche se darebbero un senso più completo alla mia storia di vita. Io stessa tempo fa mi ero sentita dire, di certo x colpa di una mia spiegazione dei fatti un po’ rarefatta, che mi era andata male,avevo perso mio marito e il mio amante e ora piangevo. Cosa lontanissima dai fatti avvenuti. Io mio marito non l’ho mai tradito, anche se ero e sono circondata da uomini che non fanno che provarci. E lo amavo. E dentro una piccola e remota parte di me, lo amerò sempre, nonostante il dolore che mi ha causato. Ma detto questo,il succo del mio discorso prolisso, è che servirebbero meno giudizi affrettati e più ascolto, di se e degli altri. Lo dico rivolgendomi in primis a me stessa, poiché anche io ho fatto così in certe occasioni. Qui mi piaceva venire. Ora non lo so. Buon primo maggio a chi lavora (come me) e a chi è a casa.

    • Whiterabbit, 1 Maggio 2020 @ 13:44 Rispondi

      @Lilly io spero tu non ti sia sentita offesa da me, io non so nulla della tua situazione. Non ho commentato nello specifico te in quanto Lilly.

      • Lilly, 1 Maggio 2020 @ 14:49 Rispondi

        Io non mi sono sentita offesa da nessuno, tranquilla…

    • Mic, 1 Maggio 2020 @ 15:41 Rispondi

      @lilly hai detto bene.
      Le parole hanno un peso sempre e comunque.
      Vanno pesate e pesano nella valutazione delle persone.
      Anche io la vedo così
      Non te ne andare
      Buon primo maggio a tutte.

      • Oldplum, 1 Maggio 2020 @ 17:52 Rispondi

        Si , la state facendo lunghissima. Con tutta le parole terribili che scaricate sugli uomini o sulle donne (non tu @ mic,, in generale) poi vi sentire offese per una figura retorica . Madonna santa.
        Riprendersi un po, ragazze. Tutte con il ciclo?
        Io si

        • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 22:44 Rispondi

          @CaraOldplum
          Pazienza ,si vede che sta un momento del xxxo MANCANTE!!!!

          Les Regles!!!!

          Forza ragazze
          NON PRENDETELA COSÌ MALE

          Che veramente un poco di AUTOIRONIA !!!
          Vi prego su su coragggiooooooooo!!!

          È sta clausura del covid che rende sicuro più tese

          Ma veramente autoironia fa crescere nel pensiero positivo!!

          Old adoro il tuo umorismo ❤️
          Forse perché ho vissuto e vivo al estero
          E poi NON SONO PIÙ senza ragazzooooo!!!!
          E quindi certamente sono di ottimo umore,

          Aux anges!!!!!!!!!!

        • Lilly, 2 Maggio 2020 @ 09:03 Rispondi

          Ma guarda che personalmente parlando,il mio commento si rivolgeva in generale a una mia percezione dell’andazzo che si e creato ultimamente. Io non mi sono sentita offesa, ti offende davvero solo chi ti conosce.

    • elledibi, 1 Maggio 2020 @ 20:20 Rispondi

      @Lilly
      Hai ragione su tante cose.
      Credo ad esempio che la mia situazione l’abbia capita solo Franca. È stata l’unica in grado di accettare che dentro di te puoi avere la certezza che il tuo amante ti ama e non è un pezzo di m…
      Ci sono regole generali – la famosa matematica dell’amore – ma alla fine ogni esperienza è a sé ed è imprevedibile.
      La mia situazione personale ad esempio è molto diversa da quella delle altre persone che leggo qui e quindi crea problemi specifici che non possono essere definiti semplicemente in termini di stronzaggine.
      Quello che proviamo ce lo siamo ripetuti quasi un mese fa, quando abbiamo ricominciato a sentirci per la seconda volta.
      So che mi vuole parlare di persona quando ci vedremo ma non sappiamo quando sarà e questo rende impossibile qualsiasi decisione e qualsiasi pretesa.
      A costo di sentirmi una scema, non posso dare giudizi radicali in una situazione così complicata e se questo vale per me, cerco di applicarlo anche agli altri.
      Per me ad esempio un uomo che lascia la famiglia (intesa come figli) durante la quarantena non è un uomo che avrebbe la mia stima.
      Eppure chi non lo fa è considerato uno stronzo.
      È difficile interfacciarsi quando si parte da opinioni così diverse.

  • oldplum, 30 Aprile 2020 @ 22:52 Rispondi

    @white, ma che succede? Ti leggo diversa, ti stai “mollyzzando “?
    Ma a te che te frega di quel che pensano ste 4 tapine lasciate sull’autostrada legate al guard Rail che sperano nel ritorno di un padrone bastardo?
    Se te stai bene, bene.
    Che te frega?

    • Ariel, 30 Aprile 2020 @ 23:54 Rispondi

      @Oldplum
      Mi fai morire ah ah ah ah

      È stupendo questo commento così pieno di verità
      Con grande umorismo veramente intelligente e vivace !!

      @White cara pur come vedi condividendo molto qui @Old
      Però capisco anche te perché quando si sta in un gruppo e si è in minoranza come rappresentative esperienze opposte a quelle qui presenti ovviamente nel momento in cui arrivano a pioggia pensieri e commenti diversi dai propri e che magari sono coloriti da emozioni umane e cioè esiste pure un modo espressivo emotivo e io ne so qualcosa ah ah

      Però ti capisco perché per te è il tentativo di far capire la tua magnifica e rara secondo me onestà intellettuale e la tua garbata misura sempre che hai nel commentare le esperienze altrui in modo secondo me appunto pieno di vere positività e rispetto trasversale

      Ho infatti da imparare da te sto impulsiva e sono na brace accesa a stecca ah ah ,lo so ,ecco era per esprimere che capisco anche te per questo credo @Old che si abbia a volte voglia di sentirsi accolte soprattutto quando si sta in minoranza di diversità di esperienza al opposto moglie e amante donna

      Due ruoli e punti di vista ovviamente diversi perché lo sono e lo restano oggettivamente a volte le ragioni mi paiono sempre trasversali

      Tendo a vederci Donne semplicemente Donne che soffrono o hanno sofferto

      E comunque Ragazze l’uomorismo unisce sempre !!
      Le 4 tapine in attesa del bastardo in autostrada vado a braccio
      Mortaaaa !,,

      • Mic, 1 Maggio 2020 @ 07:48 Rispondi

        Io di umorismo ne ho molti ma onestamente il commento di oldplum o è di un umorismo che non comprendo o è veramente terribile.
        Paragonare donne che la vedono in maniera diversa circa un argomento definendole tapine rimaste legate come cani abbandonati in autostrada mi fa semplicemente orrore e non di certo ridere.
        Alla faccia della solidarietà e dell’ empatia tra donne.

        • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 09:50 Rispondi

          @Mic era un umorismo un po’ pulp, un po’ truce..
          Dai non ti incazzare.
          Forse..perché @Old è un’amica che si legge sempre con piacere, è stata un po’ più colorita .. non te lo aspettavi.
          Ci sono commentatrici che salto a piè pari perché tanto dicono sempre le stesse cose, mentre invece apprezzo @Old che come si alza ci da uno stimolo nuovo. Ogni giorno è un giorno nuovo infatti, evviva!

        • Lia, 1 Maggio 2020 @ 11:01 Rispondi

          @Mic è difficile qui esprimere un’opinione liberamente se va contro il pensiero di qualcuno.
          O sei troppo arrabbiata, o sei troppo indietro col percorso, o sei una che stupidamente aspetta qualcuno, o sei una che ragiona per cliché, non fai abbastanza joga, o.., o… Difficile invece pensare che possa essere semplicemente il tuo pensiero. E poi si va dritti sul personale… Ma tant’è…

          • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 13:30

            @Lia è vero.. non fate abbastanza yoga-con-la-ypsylon !!!
            Dai girls, non litighiamo. È maggio, si cé un cazzo di virus e tutte abbiamo un motivo maschile per essere a volte tristi a volte piene di rabbia a volte ç’est la vie.
            Ma il virus finisce, l’amore per loro non di cancella, pian pianino ci si abitua a star senza e la vita ti da altre chance.
            Coraggio!

          • Lia, 1 Maggio 2020 @ 15:21

            Del mio amore per lui è rimasto ben poco, comunque grazie per l’incoraggiamento! ypsilon-senza-la-y!!

          • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 16:36

            Va bene signora maestra!! Se dell’amore per lui ti é rimasto ben poco sarà sicuramente aumentato l’amore per te!

          • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 19:55

            @Cossora Cara davvero,
            E se te lo dico io che sono così un vulcano di espressioni ,ma vorrei davvero che potessi respirare serena perché ad esempio le mie esternazioni sono sempre esempi privi del tuo privato come per tutte qui

            Intendo dire che qui bella e utilissima tutta la nostra discussione,ma questo non c’entra nulla con le battute che ciascuna può vedere dal suo punto di vista

            Le provocazioni soprattutto in un ambiente neutro cioè con sola comunicazione ma al buio totale della conoscenza tra noi tutte ovviamente se si spinge nei commenti le proprie emozioni può sicuro vemire spontaneo per cercare di muovere la discussione ma

            Nulla di personale
            Qui non esiste il personale
            Siamo tutte al buio della realtà

            Quindi io la prendo così per me qui tutte e sottolineo tutte siete DONNE FANTASTICHE VERAMENTE e questa la impressione che ho leggendovi e rileggendo i e scrivendovi

            E quindi evviva la emozione che è l’unico strumento che soprattutto on line al buio della conoscenza conoscenza rende vivace il nostro dibattito comprese le tue più che legittime espressioni e rimostranze che se vengono da dire sono per me SEMPRE LE BENVENUTE

            Cara Cossora so che ti resta difficile poter credere quanto sia la stima e simpatia che ho per te o meglio per le tue scritture e racconti di vita

            Esattamente come tutte le altre che mi piace chiamare sempre

            Les mes BELLES FILLES!,,

            A volte ti provoco per allenarti a mandarmi a fanculo
            Comprendi adesso meglio ??????

            Tesoro di ragazza STUPENDA
            I ❤️

        • Oldplum, 1 Maggio 2020 @ 11:29 Rispondi

          Si chiama “black humor”. Non è politicamente corretto. In italia poco diffuso..più diffusa la satira che però se la prende con i potenti. Fare umorismo sulle vittime è ancora poco socialmente accettato. La mia visione comprendeva anche me. Ma non è servito . Mi scuso se ho urtato la vostra sensibilità. Ma pensavo che visto che ce li figurare come cani che tornano a casa “con la coda fra le gambe” pensavo che la similitudine del cane non fosse tanto offensiva (non li amate?, non li avere amati?)

    • Mic, 1 Maggio 2020 @ 07:42 Rispondi

      Prego?!?

    • Whiterabbit, 1 Maggio 2020 @ 07:45 Rispondi

      Ma no@Oldplum! Anzi sono in un buonissimo momento rinascita. Si in questo periodo sto proprio bene, e Non sono arrabbiata, difendo solo la convinzione che l’animo umano è mutabile ed in evoluzione. Non ho fatto il cicchetto a nessuno in particolare, guarda non mi permetterei mai o quasi mai di entrare nel merito di una singola persona (a meno che non mi venisse chiesto cosa ne penso di uno specifico atteggiamento), non ho commentato una singola storia o parlato specificatamente della mia.. non mi sto mollyzzando. A proposito @Molly sei ancora qui, come stai?

      • Oldplum, 1 Maggio 2020 @ 11:38 Rispondi

        La vita è cambiamento

    • oldplum, 1 Maggio 2020 @ 07:47 Rispondi

      N.b: sono tapina pure io. Non me ha lasciato ma sono scappata io. Era una battuta, spero si capisca.

      • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 09:52 Rispondi

        @Old quando parli degli altri, parli di te. È così per tutti.
        Solo che la verità spesso fa male e si reagisce. Niente di nuovo insomma!

        • Lia, 1 Maggio 2020 @ 15:44 Rispondi

          No Cossora, non è così. Ferisce la mancanza di tatto di chi è concentrato a difendere certe posizioni e per farlo scredita altre persone. La stessa cosa che stai facendo tu…

          • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 16:41

            Ho subìto per prima e in modo anche offensivo la vostra mancanza di tatto. Però quando mi ribello do fastidio..? Sono arrivata qui con un fiore in mano ed empatia verso tutti, eppure siete state spesso velenose, e non poco, con me.
            @Lia ho imparato una cosa: che il sale brucia sulle ferite aperte, non sulla pelle. Se non volevate che reagiasi, bastava non provocarmi tempo fa, no?

          • C., 1 Maggio 2020 @ 18:14

            Lia l’unica differenza è che Old ci si mette dentro, Cossora invece si tira sempre fuori…lei in discussione non ci deve finire mai perché è sempre una spanna superiore agli altri.
            Alcuni commenti li salta a piè pari perché dicono sempre le stesse cose ma lei dice le stesse cose da due anni e tutti dietro a dirle ma no, ma su, vedrai che tornerà.
            Un giorno ti dice che c’è un ultimatum, un giorno che il cialtrone è proprio romantico e poi noi non ci dovremmo annoiare…vabbe’ dai su,la finisco qui….

            Oldplum comunque nel suo black horror ha detto le cose come stanno:
            Nel 95% dei casi si rimane abbandonate come i cani sul guard-rail ed ha incluso anche se stessa.
            È geniale come visione Lia ed altrettanto realistica.

          • Lia, 1 Maggio 2020 @ 19:01

            A cosa ti riferisci?

          • Rosa, 1 Maggio 2020 @ 21:36

            Mah… cossora, sono un pò perplessa dalla risposte che stai dando.
            Cos’è siamo in modalità, chi lo dice lo è mille volte più di me? O peggio occhio per occhio dente per dente?
            Non voglio credere che siamo a questi livelli, probabilmente è solo una giornata storta.

          • Lia, 1 Maggio 2020 @ 23:08

            @C. ti do ragione. Credo molto più nell’inconsapevolezza di Oldplum e in una battuta alquanto pesante, che in quella di Cossora. Sono solo stufa che si vada sul personale. Vorrei che in questo blog si entrasse nel merito delle questioni e non si giudicassero le persone. Solo io posso sapere dove sono del mio percorso e come mi sento. E la finisco qui anch’io.

          • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 07:54

            @C infatti “presente” sign9fica tirarsene fuori.
            Dire che lo penso h24 significa titarsene fuori.
            Qui se cé una fuori (ironicamente) sei tu, perché pur di beccarmi in fallo (…e di sti tempi non mi spiacerebbe) ti perdi dei particolari che però ti smentiscono.
            Comunque pace e bene, perché se a fine ultimatum mi sposa vi invito al matrimonio e se non mi sposa .. ci imbuchiamo alla festa di fidanzamento di Ariel…

          • Ariel, 2 Maggio 2020 @ 13:39

            @Cossora siete già invitate
            Ma spero per te davvero,credimi,
            Di partecipare alla tua ,nuova vita con lui,nella vera realtà
            Che ricordo non è questa come ti scrissi a cuore aperto ieri

            Quindi
            Esperiamochetelacaviinsiemealui!!!!

            Che qui ovviamente si scrive esprimono pensieri soltanto in base a ciò che si legge e oggettivamente non è la realtà

            Nessuno di si conosce personalmente e quindi non siamo con una possibilità di visione vera al 100/100

            E quindi ,magari sbagliamo tutta la nostra percezione vista al buio della conoscenza

            E quindi
            Se saranno le tue rose con lui
            Che fioriranno
            Invitami e sicuro verrò con vero piacere e gioia per te

            Ovviamente è questo che scrivo qui a te si intende esteso a tutte noi
            Che siamo DONNE care e in gamba SEMPRE E COMUNQUE!!!!!❤️

          • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 07:58

            @Rosa non me lo ricordo neanche più di cosa stavamo parlando ieri.. fai te il mio livello di risentimento e offesa qual è!!
            Chiedi a quelle che si segnano tutto.. eh eh eh..

          • Oldplum, 2 Maggio 2020 @ 13:35

            no @lia, sono completamente consapevole. e ho detto la battuta consapevolmente.

          • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 14:01

            @Ariel succederà quello che deve succedere. Su questo non ci piove.

          • C., 2 Maggio 2020 @ 14:30

            È talmente cialtrone che non solo non ti sposerà ma ti darà l’ennesima delusione….
            Ma è giusto che la testa te la fracassi ancora una volta tu. È giusto che sia così.
            Non voglio cogliere in fallo nessuno mi da solo fastidio il senso di superiorità che molto spesso ti contraddistingue e di cui forse sei inconsapevole.
            Ma per fortuna ora non sono sola a dirlo.

            In ogni caso, ti ribadisco, l’importante è star bene.
            Se stai bene tu, sto bene io, stanno bene tutti va più che bene.

            Al fidanzamento di Oldplum se ci incontreremo sono sicura che diventeremmo o amiche per la pelle perché ognuna a modo suo dice le cose senza fronzoli o ci lanceremmo i coltelli contro (per lo stesso e identico motivo).
            Ma se li lanciassi io sarebbe solo per difendermi perché solo per la pace nel mondo come i figli dei fiori.

          • C., 2 Maggio 2020 @ 16:07

            *Ariel non Oldplum
            *Sono e non solo.

          • Oldplum, 2 Maggio 2020 @ 16:23

            ho letto “fidanzamento di Oldplum”???
            L’ho letto? sul serio?
            ho avuto un attimo di smarrimento, lo giuro.
            il fidanzamento non sarà mica quella cosa che precede il matrimonio?
            no perchè nel caso io mi sa che sono malata, la festa è rimandata <3

          • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 17:39

            @C. Se vuoi che ti dica che mi sfracasserò ok.. ma io vedo solo due opzioni: si libera e iniziamo una relazione spendibile (che non deve necessariamente funzionare, si intende) oppure mi libero io e inizio a uscire con un paio di uomini liberi che forse ho sempre vissuto da lontano perché avevo un ‘impegno’ con lui. Solo mio, ovviamente, l’impegno!
            Quando volevo separarmi, quando ho lottato contro tutti quelli che mi vedevano troppo frivola e sfacciata per fare la mamma single.. ho lasciato che mi screditassero, mi vedevano così dipendente dal sentirmi desiderata e compiaciuta.. sarei crollata subito senza un uomo accanto e dietro a due figli di 4 e 8 anni.
            Non ho colto nessuna provocazione, ho lasciato che tutti parlassero, non ci ha creduto nessuno in me, tranne due amiche-sorelle e mio padre.. quella stessa gente che ha previsto crollassi senza un uomo accanto adesso guarda per terra quando passo.
            Non è che mi sento superiore a loro, ho dimostrato di esserlo. Ma non me ne frega niente che lo capiscano o meno, per me conta l’opinione che io ho di me e la donna che vedono i miei figli.
            ..anche @Oldplum si è fidanzata? Ma quando? Nel pomeriggio?

          • C., 3 Maggio 2020 @ 00:39

            Ho sbagliato.
            Oldplum chiedo venia… ahahaha

          • C., 3 Maggio 2020 @ 00:48

            Di quello che dicono gli altri non si deve tener conto perché nessuno vive la tua vita e sa se sei felice o meno.
            Anzi le persone che hanno da ridire sono proprio le persone più infelici della Terra, sono quelle che invidiano la tua felicità perché alla loro ci hanno rinunciato da un pezzo.
            Tu devi certamente trovare il meglio per te e per i tuoi figli.
            I tuoi figli il meglio lo hanno già perché hanno due genitori (tu e tuo ex marito) che amano e che li ama.
            Stai serena e sarà l’amore a venire da te che sia un uomo, un amico o qualsiasi altra cosa ti procuri gioia.

    • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 09:44 Rispondi

      Mi associo a @Old.. @White un conto è quel che pensano le altre e un conto é quel che pensi tu.
      Magari sbaglio ma.. Non é che questa quarantena ti stia facendo mettere a fuoco dubbi che volevi momentaneamente reprimere? Sennò perché torni qui a leggere (e soprattutto rispondere, quindi alimentare) le visioni delle tapine, delle incazzate, delle visionarie (presente!)..?
      Io ho dato una scadenza e non cé post o commento o accusa che mi facciano vacillare.
      Io credo in me, sobria, vitale, pure strafiga ..e qualsiasi cosa accada il 21 giugno.. il 22 sarò sempre io.
      @White se qualcosa ti fa sentire attaccata sotto un aspetto.. guarda l’aspetto, non ciò che lo attacca. Da li capisci cosa (se cé) non va!

      • Whiterabbit, 1 Maggio 2020 @ 13:36 Rispondi

        No @cossora, affatto. Questa quarantena è stata sicuramente occasione di riflessione, e di messa a fuoco, ma sopratutto nella prima parte. In questo ultimo periodo in realtà mi sento molto bene. Non mi sento attaccata nel mio personale e non sto vacillando. Torno qui perché mi sono affezionata. Scrivo perché ho opinioni, anche se l’argomento non è magari calzante con ognuna delle mia situazioni e del mio vissuto. Anche @alessandro, non che mi voglia paragonare è un esempio, parla di un mondo dal quale è uscito come attore. Non è necessariamente detto che si possa parlarne solo se lo si sta vivendo e se lo si sta vivendo esattamente nello stesso modo. L’aspetto di cui ho parlato ieri, sopratutto quello sessuale, non mi fa sentire affatto attaccata. Anzi. Io di quello sono molto convinta, so cosa Sento e sentiamo, e volevo solo riportarlo ad esempio, come magari valevole anche per altri. Non si parla solo di ciò che è fonte di dubbio ma anche di ciò che ci fa stare bene.
        Difendere una posizione non presuppone che la posizione sia problematica.

        • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 14:33 Rispondi

          Infatti ho messo tra parentesi se cé qualcosa che non va.
          Credo tu sia tornata su di te. Non so in cosa si traduca questo sul lato del vostro rapporto coniugale, ma non mi interessa. Se tu stai bene va bene.. è l’unico segnale inequivocabile!

          • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 16:55

            Infatti qui ci si sta pure per il piacere della discussione indipendentemente dalla propria reale situazione di vita

            C’è chi sta pure benissimo e in nuova coppia come me adesso ad esempio
            O White nel suo NUOVO percorso dello stesso matrimonio

            Non solo qui ci si arriva perché in problema,ma pure per il piacere e interesse sulle relazioni affettive tutte e le dinamiche sempre uguali che le attraversano creando comportamenti simili e com7ni a molte donne e uomini e tutti i loro motivi

            Quindi evviva la discussione e scoprire se stesse!!!

      • Lia, 1 Maggio 2020 @ 14:08 Rispondi

        Eccone n’altra che non si risparmia… Pure visionarie… A posto!

        • Mic, 1 Maggio 2020 @ 16:29 Rispondi

          @lia riprendendo una frase letta qui ed estremamente vera ti direi, in riferimento al commento che vede alcune di noi come irrisolte e visionarie,che ”quando parli degli altri parli di te. É così per tutti”.
          E con questo mi taccio perché non ha proprio senso andar oltre con sterili ed inutili polemiche.

          • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 18:57

            Vi si è allineato il ciclo, ragazze?

        • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 16:44 Rispondi

          @Lia era riferito a me visto che ho scritto “presente!” tra parentesi. Oggi sei elettrica, cammina un po’ a piedi nudi e scarica a terra. Dai!

  • Love, 30 Aprile 2020 @ 19:48 Rispondi

    Vi sto leggendo da giorni, è da uomo, dove, per chi ha letto un po’ della mia storia, ebbene lei è tornata alla carica…
    Settimana prossima, mi ha chiesto di vedersi, nel nostro posto, ma non voglio parlare di lei, ma di ciò che state dicendo sul sesso in una coppia.
    Ora dico, per ciò che ho vissuto con lei, che comunque, mi parlava del sesso allinizio tra di loro, normale, per poi andare a scemare, fino a non esserci più.
    Ebbene, quarantena, dove le ho detto di chiedere le stesse cose a lui, perché in fin dei conti, ciò che faceva con me, poteva chiederlo a lui…
    Mah…se non si ha il coraggio, di esprimere ciò che più ci piace sperimentare, sarà sempre insoddisfacente, ed allora, ritornerà al menù migliore…
    Se uno dei due, si deve sforzare, per fare piacere all’altro, perdonatemi, ma non si ricostruira’ mai niente.
    È la mia opinione personale, è un accontentarsi, e sforzarsi di non andare a ricercare l’amante.

    • Ariel, 30 Aprile 2020 @ 21:10 Rispondi

      @Love
      Condivido il tuo commento,ma con una mi pare plausibile osservazione oggettiva e cioè che in effetti esiste una difficoltà enorme nei rapporti sessuali tra le persone tutte ovviamente nella routine o meglio convivenza perché routine non sempre è una accezione negativa in quanto il suo valore è che genera sicurezza nel conosciuto tutto persona vissuto casa cose

      Ma non esiste ancora oggi la informazione ed educazione sessuale
      La grande maggioranza di persone uomini compresi non sanno manco come sia fatto il corpo umano il loro sesso come apparato e tanto meno quello femminile

      Esistono delle tali ignoranze per cui spesso la gente si vergogna persino l’uomo persino un amante a volte aleggere delle testimonianze

      Così certamente una difficoltà diffusa è non vergognarsi di esprimere cosa si vorrebbe provare a scoprire insieme e scoprire significa di pari passo ognuno cerca di trovare il modo migliore reciproco che non mai resta lo stesso se soltanto si ha la vera conoscenza completa non solo fisiologica anatomica ,ma educativa riguardo alla Belleza stupenda contenuta nel atto sessuale soprattutto quando esattamente esiste sentire reciproco rispetto ed educazione

      Purtroppo nessuno oggigiorno ha voglia di impegnarsi ad educare ed educarsi ,ma si fa prima o a farsi una novità effimera per il tempo che dura nel amante oppure sesso virtuale porno oppure scambisti così dette coppie consenzienti ma che non sempre lo sono visto che esiste ancora la ,anipolazione Maschilista e le Donne pur di non perdere il loro uomo si Piegano alle sue richieste,ma sono pochissimi gli uomini EDUCATI NEL AMORE PER SE STESSI
      PER LA DONNA
      EDUCATIMPER SAPER AMARE E FARE SESSO

      • Love, 30 Aprile 2020 @ 22:27 Rispondi

        Ariel…io non mi vergogno di dirlo, lei, mi ha fatto conoscere, il corpo di una donna.
        Io mi definisco un uomo molto passionale, e fantasioso, ma che già di mio, l’importante in quei momenti è l’altra persona.
        Lei, passami il termine, mi ha usato, per insegnarmi, ad usare quella passionalità, ma nel modo giusto.
        Quindi dentro di me, parto dal presupposto, che per loro, o meglio lui contava prima altro, al sesso, e questa sua parte, che aveva accantonato, è uscita di nuovo, pertanto, non ci sono più io, ci sarà qualcun altro, perché se dall’altra parte non c’è quello che vuoi, lo puoi chiedere se vuoi provarci, ma ciò che non c’era non lo recuperi.
        E dimenticavo, sopratutto, se come ha detto Lia, la storia extra è durata anni.

        • Lia, 1 Maggio 2020 @ 16:56 Rispondi

          @Love e qui sollevi, secondo me, un tema davvero interessante. Sono dell’idea che tra amanti ci si spinga a sperimentare sul sesso ben oltre quello che si farebbe con il coniuge. Probabilmente anche in questo le motivazioni femminili e maschili sono differenti. L’amante(donna) sa che arma potente possa essere il sesso per ottenere un uomo. L’uomo, a sua volta, nel tempo, considera la moglie più un famigliare che una complice al letto. Il sesso tra amanti è diverso da quello tra coniugi. Si sperimenta di più ed è più spinto.

          • alessandro pellizzari, 1 Maggio 2020 @ 22:30

            Un esempio per tutti il sesso anale. Lo praticano quasi tutti gli amanti e poco i coniugi

          • Love, 1 Maggio 2020 @ 23:28

            Alessandro, io, ho fatto un percorso, diverso da molte coppie di amanti, perché, la parte ludica, per me, prima di arrivarci, ti garantisco, che è stata molto in salita.
            So, per certo, che abbiamo condiviso molto su ciò che piaceva ad uno, ed all’altro, fino a sperimentarci molto.
            Ho conoscenze, che al compagno, o alla compagna, non parlano delle proprie fantasie, o per vergogna, o paura, ed allora, io le considero già coppie zoppicanti. Il tempo, poi ti fa tirare le somme.
            Lia, il sesso tra amanti, è diverso??
            È lo stesso, ma il tempo, che passa, tra un incontro e l’altro, ti permette di fantasticare insieme, ed allora il desiderio aumenta, ed i risultati sembrano diversi.

          • Lia, 2 Maggio 2020 @ 00:08

            @Ale infatti volevo chiederti priorio conferma di questo. Ma quali sono le ragioni per cui un uomo si spinge oltre con l’amante rispetto alla moglie? Qui spesso è emersa in vari post anche la richiesta di un “rapporto a tre”… C’entra mica il fatto di considerare l’amante una donna più facile?

          • alessandro pellizzari, 2 Maggio 2020 @ 13:24

            Purtroppo a volte si. Bel tema

          • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 08:03

            Forse cé l’idea che la situazione sia spregiudicata quindi si fanno cose più spregiudicate. Che poi è un rompere gli schemi, se lo fai vai avanti anche col marito, ma iniziare di punto in bianco (seagari si è diventate, col tempo i figli i ruoli, un po’ morigerate) è sospetto.

          • Lia, 2 Maggio 2020 @ 13:44

            @Love, non ci avevo pensato. Può essere che nel tempo che intercorre fra due incontri si alimentino anche le fantasie. I dialoghi fra amanti sono infarciti di sesso e questo sicuramente porta a spostare l’asticella. Il mio timore era più legato all’idea di “donne facili” con cui forse certi uomini etichettano donne che si prestano a fare le amanti. Probabilmente ci sono entrambi gli elementi. Sarebbe bello sentire le opinioni degli uomini. Peccano ce ne siano pochi…

          • Love, 2 Maggio 2020 @ 14:41

            Lia, non esiste definire una donna facile. perché si presta, ad un sesso più spinto…
            Ho imparato che le donne, hanno più inibizione, se conoscono bene se stesse.
            Se una donna sta bene, con se stessa, ed appunto un buon rapporto con la sua sessualità, farà e sperimentera’ tutto ciò che le piacerà, e le verrà proposto, ma solo se troverà qualcuno, disposto ad ascoltare ciò che le procura piacere, e quando dico “ascoltare” non intendo ascoltare quando parla.
            Non lo dico, da uomo, ma da ciò che ho avuto la fortuna di imparare.

          • Dispersa, 2 Maggio 2020 @ 14:55

            Interessante questo tema….
            Io fuori dal coro….
            Un compagno esploratore…. E un amante poco passionale….
            Eppure del mio ex amante mi piaceva più per altre cose….
            Per questo forse non l’ho mai vista una cosa di solo sesso!!
            Nonostante la differenza di età lo vedevo un uomo di poca esperienza e a volte mi sentivo bloccata….. Quasi avessi avuto chissà quali pretese!!
            Magari con la moglie farà i numeri…. Non lo sò…. E sinceramente non voglio sapere!!

          • Lia, 2 Maggio 2020 @ 17:32

            Bhe @Love, che dire… Sei molto avanti perché il tuo modo di sperimentare è nutrito da una sintonia mentale e fisica. Totale apertura e ascolto di ciò che piace e da piacere. Sono d’accordo con te che questa è l’unica strada e probabilmente il coniuge con cui dovresti avere una conoscenza maggiore è anche quello con cui si creano più “blocchi” nella comunicazione.
            Ci sono però anche tante persone poco aperte all’ascolto di cui parli e molto più chiuse nei priori egoismi. Ultimamente in una diretta di @Ale si è parlato del reduce ammaccato ma non credo sia l’unica tipologia maschile in cui prevalgono gli egoismi. Sperimentare assume una diversa connotazione più indirizzata a provare cose nuove, cose diverse per soddisfare la propria curiosità. Era più a questa che mi riferivo.

    • Lia, 30 Aprile 2020 @ 22:02 Rispondi

      @Love sono d’accordo e sono convinta che nei ritorni per convenienza/paura di lasciare la famiglia/I figli ecc. dopo amantati di due, tre e più anni, che sono poi quelli che più spesso si verificano, sia difficile recuperare quella passione che evidentemente non c’era più. E non vale, come dici tu, accontentare l’altro per ricucire uno strappo. Non vale nemmeno quella fiamma che si riaccende per sensi di colpa e paure, destinata a spegnersi di nuovo. Molte coppie “ritrovate” fanno anche fatica ad affrontarlo questo argomento. Figurati se un marito che torna a casa con la coda fra le gambe si immagina solo lontanamente di intavolare il discorso “sesso” con la moglie, impegnato com’è a dimostrarsi fedele e pentito. Io, e sottolineo opinione personale, la vedo così.

      • Luna Pelli, 1 Maggio 2020 @ 09:52 Rispondi

        Cara @Lia nei ritorni fatti solo per convenienza/paura e dopo anni (dico anni) di amantato la vedo dura anch’io recuperare la passione con il consorte, che probabilmente era scarsissima già da prima del tradimento. Ma in questa situazione, che è sicuramente la più diffusa, è il rapporto tutto che non viene recuperato davvero e che semplicemente viene lasciato lì ad esistere perché ormai è andata così. Con un rischio altissimo di nuovi fuori pista per saziare gli appetiti.

        Ma se il ritorno è fatto con un altro spirito e altre consapevolezze anche il sesso è una cosa che si può migliorare. Lì non mi sembra una perdita di tempo provare a renderlo più passionale e interessante. Al massimo non va e uno è sempre in tempo a chiudere, sempre nell’ottica del recupero vero oppure stop, un recupero completo anche sul frangente sessuale, che tenga sinceramente di conto di come ciascuno di noi guarda al sesso. Lo farà in ritardo ma almeno non si rimprovererà di non averci provato.

        • Lia, 1 Maggio 2020 @ 14:41 Rispondi

          @Luna Pelli, credo che il sesso sia un’argomento delicato che non va di pari passo con tutto il resto. Conosco persone sessualmente molto compatibili ma per nulla dal punto di vista caratteriale, così come il contrario. Penso che trovare tutto il pacchetto sia davvero una grande fortuna e i matrimoni con entrambi questi ingredienti siano rari. Non credo di banalizzare quando dico che tanti, nella scelta di una moglie o un marito, hanno privilegiato l’aspetto caratteriale a quello sessuale. La scelta era sulla persona giusta con cui fare una famiglia e dei figli, che deve andare bene a mamma e papà. Il tempo fa maggiormente emergere certe carenze e, se nel frattempo, hai anche messo il naso fuori di casa, le probabilità che quello che avevi non ti basti più aumentano.
          I ritorni fatti con lo spirito giusto indubbiamente servono a recuperare un legame, la fiducia, l’enorme affetto reciproco. Il sesso viaggia, a mio avviso, su altri binari.

          • Luna Pelli, 1 Maggio 2020 @ 17:55

            Ma no @Lia, non hai affatto banalizzato. È che se i due che decidono di recuperare non mettono già in conto che esaudiranno le proprie esigenze sessuali fuori dal rapporto ufficiale, a un certo punto dovrebbero confrontarsi anche sull’argomento sesso. Per provare a farlo funzionare magari (naturalmente per come vogliono e intendono loro). Altrimenti restano un ottima squadra, delle persone legate da un affetto profondo, dall’amore verso i figli etc etc, ma mancherà sempre qualcosa a che siano felici.

            Poi ragazze io non credo che tutti e tutte diano lo stesso valore al fattore sesso. Indipendentemente dal condividerlo o meno col proprio partner ufficiale. Per me è molto importante e se venisse a mancare o fosse del tutto insoddisfacente non credo resisterei a lungo. Forse non tradirei più (anche se il principale movente del mio tradimento non è stato il sesso), ma non credo che sarei pronta a rinunciarci per l’eternità.

            E vi dirò di più… il sesso, per me, è l’unica cosa che fa talvolta la differenza tra un rapporto di splendida amicizia e uno d’amore (inteso in senso classico). Della serie ho alcuni amici uomini con cui vado d’accordo e che adoro, magari sotto certi aspetti ci condivido ancora di più di quanto non condivida con mio marito. L’unica differenza è che con loro non ci faccio sesso mentre con mio marito si. Lo so, questo è un altro discorso ancora, ma è una riflessione che ho fatto e l’ho condivisa.

          • Cossora, 2 Maggio 2020 @ 08:09

            Magari si parte hot, a 20 anni e senza freni. Poi vuoi che si inizia a progettare, ci si vede per cercare casa, per fare i conti del mutuo, si fanno i figli la spesa.. si cresce e tu non sei più solo l’oggetto del desiderio. Ma va bene ci sta..poi passano 15, 20 anni e un po’ le cose camminano da sole, ti vedi bella, in forma, fuori casa ti guardano e dentro casa meno perché sei donna ma anche un sacco di altre cose. Cé chi ferma la cosa sul nascere e chi si espone ancora di più. Io per esempio.
            E poi va da se. Inixia quasi sempre come gesto d’amore per se stesse. E lo trovo un bene.

          • Whiterabbit, 2 Maggio 2020 @ 13:49

            Tra me e mio marito il fattore sesso, 15 anni fa, è stato determinante. È iniziata con quello solo che dalla prima volta non abbiamo mai smesso. Per me avrebbe dovuto essere una nottata divertente, per lui anche. Entrambi single. Ma dal giorno dopo non abbiamo più smesso. Non ci siamo poi divisi e non abbiamo più passato una notte lontani.
            Certamente nel periodo di crisi è stata la prima cosa evidente ad essere modificata. Più da me onestamente che da lui.
            Ma io da quel lato ci sento benissimo e non ho avuto dei grandi problemi, anzi, a riprenderci i nostri spazi e i nostri tempi, quando abbiamo iniziato a chiarire il resto.
            Per noi il binario non è un binario a se stante. Senza quel binario io non lo avrei nemmeno sposato, figurati se può essere un binario a se stante.

          • Whiterabbit, 2 Maggio 2020 @ 13:58

            @Lia ho fatto l’amore con mio marito due giorni dopo aver scoperto che mesi prima mi aveva tradito.
            Perché dovrebbe essere necessariamente l’uomo a intavolare il discorso.
            Io avevo bisogno di sentirlo, di sentirlo anche in quel frangente per capire…
            ripeto che forse, la differenza sta in quanto fosse importante e appagante il sesso prima della crisi. Certo che se è sempre stata una componente accessoria probabilmente tale rimarrà.

          • Lia, 2 Maggio 2020 @ 14:11

            @White, non ho dubbi che sia così e a mio avviso avete avuto la fortuna di incontrarvi, affini anche da quel punto di vista. E’ quello a cui mi riferisco quando dico che siete un’eccezione e non ho dubbi sul vostro recupero.

          • Luna Pelli, 2 Maggio 2020 @ 16:24

            Ma non è un eccezione scopare bene anche col marito @Lia! O ci siete arrivate tutte vergini al matrimonio e avete scelto vostro marito solo pensandolo come potenziale padre ideale o come convivente niente male?! Cioè prima non avete testato un minimo di affinità sessuale?!

            Poi le cose cambiano. Ma questo è un altro discorso. E se uno si è affacciato fuori dal rapporto ufficiale e ha assaggiato qualcosa di particolarmente diverso… è un altro discorso ancora.

            Ma si può tornare a stare bene a letto anche col marito, se c’è stato un tempo in cui anche con lui funzionava. A me non sembra un’eccezione né un’eresia.

          • alessandro pellizzari, 2 Maggio 2020 @ 18:58

            la routine uccide tutto, soprattutto se alleata con pigrizia e concorso di colpa coniugale

          • Luna Pelli, 2 Maggio 2020 @ 19:09

            Lapidario @Ale. Ti adoro. Ma non va sempre così… Com’è che si dice… Quel che non ammazza ingrassa. Se non è tutto morto e sepolto dalle braci può risorgere una fiamma.

          • Lia, 2 Maggio 2020 @ 19:22

            @Luna, schematizzo quello che voglio dire:

            1) trovare intesa sessuale + caratteriale è difficile

            2) credo che nella scelta del coniuge spesso si privilegi la seconda e si sacrifichi la prima nel tempo, presi da altre questioni. Tutte e due figlie del fatto che si pensa che il sesso sia una componente secondaria e sacrificabile.

            3) si guarda fuori dal rapporto per un calo di sesso(vedi punto 2).
            Aumentano così le probabilità di trovare di meglio. Aumentano, inoltre, le probabilità che il recupero del sesso sia solo finto, anche perché si continua a pensare come nel punto 2, cioè che il sesso sia secondario rispetto ad altri fattori. Cosa che può essere anche vera, ma di fatto su questo punto resta un accontentarsi.
            Non so se ho reso il mio pensiero oppure ho fatto ulteriore casino.

          • Luna Pelli, 3 Maggio 2020 @ 01:15

            @Lia credo si aver capito cosa vuoi dire. Sesso coniugale sacrificabile fin dall’inizio del rapporto perché si è scelto di metterlo in secondo piano rispetto ad altri fattori (ci sta, lo capisco) e che diventa nel tempo ancora più sacrificabile se paragonato a quello extra che si è rivelato obiettivamente più appagante. In questo caso mi trovi d’accordo che diventa abbastanza irrecuperabile nella coppia di sempre. Ma… la soluzione qual’è? Ci si rinuncia o si continua a tradire?

          • Ariel, 3 Maggio 2020 @ 01:20

            @Lia
            Secondo me,non ê sempre così anche perché in realtà ci si piace da subito proprio per via della attrazione sessuale
            Prima di innamorarsi ci si sceglie a vicenda in base alla attrazione sessuale

            E quindi pure sposandosi testa il fondamento del incontro e del perché ci si sia innamorati ,si certo ppure per via di altre caratteristiche,ma la attrazione sessuale resta “La prima scelta” e cioè il primo motivo per cui una donna e un uomo decidono che vale la pena conoscersi meglio

            Quindi pure se dopo nel corso del tempo magari manca nel matrimonio l’equilibrio della soddisfazione sessuale e quindi ovviamente dopo aver provato in mille modi di farci qualcosa
            Allora si cerca fuori e si trova un amante okkei ,ma

            Resta comunque che se invece poi la coppia originaria decide perché reciprocamente si ha voglia di dare al via a un nuovo percorso insieme e cioè non può mai essere una minestra riscaldata fatto salvo poi nascano altri nuovi problemi ,ma non è questo il caso di questo commento

            Ecco che la coppia ch e decide di riprovarci a stare insieme
            Da dove riparte???

            Dal fare sesso
            Perché logicamente e istintivamente già dal primo istante soci si sceglie per via della sola e unica attrazione sessuale e soltanto dopo nel tempo della conoscenza che si capisce se l’altro sia una persona valida o meno in tutto

            Ma i ritorno funziona partendo sempre dal sesso
            E quindi può davvero funzionare

            È una questione sempre di sesso nel senso del asse portante del primo motivo in assoluto in cui ci si sceglie prima di innamorarsi

            Ovviamente poi esistono sempre i Condizionamenti ambientali e sociali per cui appunto vedi già che tu ad esempio esprimi sul matrimonio un comune pensiero perché lo è perché non ci sta la educazione sessuale che non è solo informazioni fisiologiche ,ma Ad esempio questo principio base che dovrebbe essere espresso dai genitori già a i bambini e dalla scuola pure

            Ci si mette insieme in prima istanza per attrazione sessuale
            Poi tutto il resto carattere si vede via via

            Il condizionamento in Italia è tanto mosso dalla religione che infatti destina il valore del sesso alla procreazione e per secoli secoli e secoli la Donna non aveva manco diritto al orgasmo

            E sono discorsi importanti che hai messo in luce @Cara Lia
            E ci fa benissimo scambiare qui
            Si fanno tante riflessioni e scoperte utili al cambiamento

  • Sim, 30 Aprile 2020 @ 16:45 Rispondi

    Secondo me comunque l’amante deve restare tale. Dal momento in cui te lo piazzi in casa e inizi a lavargli le mutande… Beh.. Torna la routine che avevi con tuo marito

  • Luna Pelli, 30 Aprile 2020 @ 14:39 Rispondi

    @White condivido tutto quello che hai detto. Il sesso è importantissimo e all’interno di una coppia deve essere bello e appagante. Se così non è ci si può lavorare.

    Poi oh, ragazze, se i vostri amanti vi hanno aperto un universo assolutamente sconosciuto, se è stato come recuperare la vista per un cieco e pensate che in casa non potete ripetere niente del genere… lasciate, andate via e tenete aperte le porte del paradiso, ci mancherebbe!

    Le persone comunque cambiano. Cambiano per quello che vivono. Non sono statiche. Qualcuna sarà più salda di altre su alcuni aspetti di sé (principi, carattere), ma hai voglia se la vita insegna, modella, ribalta, fa andare avanti, poi indietro, poi di nuovo avanti e poi altrove. Io non sono la stessa donna di 20 o 10 o 5 anni fa. Ma questo non significa che non posso stare più bene col partner di sempre. Anche lui potrà essere cambiato. E con un po’ di impegno non sono da escludersi nuove possibili “sintonie”.

    Non è facile eh. E se io per prima ci fossi riuscita, così, da subito, forse non avrei tradito mio marito. Ma sono convinta che la mia esperienza doveva portarmi nell’esatto punto in cui sono adesso. A qualcuna di voi in un punto diverso ancora e tutto suo. Questo per dire che ogni percorso è un percorso a sé e non ce n’è uno migliore di un altro. Tutto è possibile. Qualcosa è più probabile di qualcos’altro, ma tutto, ripeto, è possibile.

    @White tu vai dritta per la tua strada. Ognuna di noi deve solo cercare di essere felice.

  • lei, 30 Aprile 2020 @ 12:02 Rispondi

    Verissimo, più passa il tempo più è difficile recuperare anche nel sesso.
    L’appetito vien mangiando si dice, o no?!

  • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 06:47 Rispondi

    @Ale sto, come sempre, seguendo la diretta in differita, mi dispiace da morire ma proprio non potrei spiegare a mia figlia adolescente perché sono collegata.
    Dunque vorrei fare subito un appuntino alla prima domanda a cui rispondi.
    Dici che sul blog alcune mogli negano che poi il sesso insoddisfacente sia una problematica. Non so se tu ti riferisca anche ad un mio commento di ieri, in caso vorrei chiarire la cosa:
    Il sesso insoddisfacente È una problematica e anche molto seria. Quello che sostengo io però è che ci sia da fare una distinzione tra coppie dove è sempre stato così, e allora probabilmente è irrecuperabile, e coppie dove invece il sesso è diventato insoddisfacente per problemi di vario genere o natura. In questo caso una moglie o un marito, che si rendono conto di ciò che sta accendendo, se vogliono non hanno poi tanti problemi a farlo tornare soddisfacente. Se ci si conosce bene, se in passato le cose sono sempre andate alla grande, si è sempre in tempo a recuperare. Quando il sesso triste o quantitativamente scarso dipende da mancanza di comunicazione, da rabbia non espressa, tu mi fai incazzare allora io non te la do ad esempio, se la voglia di comunicare ritorna, se lo shock di poter perdere l’altra persona avanza e ti fa aprire gli occhi sui reciproci errori, tutto questo fa tornare anche la voglia che l’altra persona sia completamente tua e tu completamente sua.
    Se per tanti anni fa sei stata una coppia affiatata, quella è la cosa più facile da ricollegare. Più difficile, ma non impossibile, ricollegare il resto.
    Per questo dicevo sotto ad un commento in cui si esprimeva un concetto tipo: sta ricostruendo il suo matrimonio ma col sesso non ce la farà, di prestare attenzione perché non è esattamente sempre così.. e penso che più che i mariti “addormentati sul sesso che vi spingono a tradire” possa essere piu Facile per le mogli che vogliono riprendersi il proprio marito risvegliare certe dinamiche.

    • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2020 @ 07:52 Rispondi

      Il sesso è recuperabile ma è importante il fattore tempo, cioè quando inizi a recuperarlo. Dopo un anno o tre? È molto diverso. E anche lo stimolo a farlo. Il più forte è il perdono dopo un tradimento

      • cossora, 30 Aprile 2020 @ 09:38 Rispondi

        Il sesso è’ una questione di istinto, come lo è la fame.
        Se mi fai morire di fame, appena mi dai qualsiasi cosa di commestibile lo divoro.

        • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2020 @ 12:23 Rispondi

          Esatto

        • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 12:41 Rispondi

          Io non mi sento affatto “qualcosa di commestibile”
          Poi certamente se questa è L tua opinione ci mancherebbe.

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 12:56

            Il punto è che mi sembra piuttosto riduttivo dover necessariamente ricondurre il sesso a casa a “qualcosa di commestibile” nel momento in cui si riparte nel rapporto in modo nuovo.
            O ti sei sempre accontentato di questo è allora può darsi, ma anche in un matrimonio può ritornare la passione vera.

          • cossora, 30 Aprile 2020 @ 14:25

            No @White frena..!! Non parlo di come ti senti tu in quanto ‘cibo’.
            Ma di ciò che vedo io, affamata, quando vedo il cibo. Qualsiasi cibo, se sto morendo di fame.
            Tu puoi essere un piatto di linguine all’aragosta, ma per una persona che muore di fame non fa differenza cosa tu sia: basta mangiare.
            E’ più chiaro?

          • cossora, 30 Aprile 2020 @ 14:28

            Ma io parlavo di me. Io sono così: se arrivo a tradire il patto di intimità e di accettazione di odori/sapori/umori .. non ce la faccio a tornare indietro.
            Di conseguenza farei veramente tanta fatica ad accettarlo. E comunque dovrei vivere senza così a lungo da tornare estranei.

      • oldplum, 30 Aprile 2020 @ 12:07 Rispondi

        Io dopo il primo mio tradimento (rivelato personalmente) ho ripreso a far sesso con lui che era diventato tutto ciò che avevo sempre desiderato.
        Dopo 12 mesi ero a dormire in camera dei bambini.

        • oldplum, 30 Aprile 2020 @ 12:08 Rispondi

          Morale: se sei nato rotondo non muori quadrato

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 12:36

            Infatti tu più volte hai detto che lui ad un certo punto è tornato quello di prima. Ne deduco che il suo cambiamento fosse sforzato non frutto di un percorso di entrambi. Così non funziona, se per tenerti mi devo sforzare la cosa viene a casa per forza.
            Chi nasce tondo non muore quadrato. Lui è rimasto tondo, ma tu ad un certo punto sei diventata quadrata, visto che prima il tondo ti piaceva.

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 13:08

            Molte continuano a scrivere che le persone non cambiano, eppure la maggior parte di voi ad un certo punto è cambiata. Oppure è cambiato il proprio partner. Le persone non cambiano solo quando fa comodo pensarlo?
            Io invece penso che non ci sia nulla in evoluzione e involuzione e macinazione costante come l’essere umano. Siamo il frutto di migliaia di fattori, interni ed esterni. Il nostro comportamento è da sempre influenzato da ciò che ci accade intorno.

          • cossora, 30 Aprile 2020 @ 14:42

            @White.. @Old credo intenda che se si è rotto qualcosa.. difficile che pur rimettendo insieme tutto bene.. sia come se non si fosse mai rotto.
            In amore è la magia che tiene (anche se ho il mondo contro) non la forza di volontà.
            Poi ci sono alcune di noi più terrene, ed altre, come me, molto spirituali.
            Ma non c’è chi ha torto e chi no.
            C’è quello che sente chi ci sta dentro.
            Per questo non mi piacciono certi commenti da gente in cattedra, qui la cattedra non ce l’ha proprio nessuno!

          • Oldplum, 30 Aprile 2020 @ 22:04

            No @white. Mio marito ha cercato di essere cio che mi mancava per recuperarmi. Non ha finto contro di me ma per me. Dico “ha finto” perche la sua natura e il suo carattere è diverso. E infatti è riemerso dopo 12 mesi. E con il tempo è pure peggiorato. Ci eravamo detti in lacrime che avremmo parlato , ci saremmo detti tutto. Ed è stato così. Poi, dopo 12 mesi, io parlavo, piangevo e lui era sordo e muto.

          • Whiterabbit, 1 Maggio 2020 @ 08:05

            @Oldplum, capisco cosa vuoi dire. Ma io mi sento di darci una nuova possibilità. Se fra un anno/due/tre non avrà funzionato mi comporterò di conseguenza. Non la considero una perdita di tempo seguire qualcosa in cui ho creduto e credo. Può darsi che sulla lunga non funzioni. In tal caso provvederò.

          • Luna Pelli, 1 Maggio 2020 @ 08:35

            Ohhhhh. Ma infatti @White. Non è che se uno ci riprova è diventato invincibile, ha la verità in tasca ed è sicuro di come finirà. Ci prova. Come uno che decide di cambiare vita, o di insistere con l’amante perché è certo di amare o di essere amato o entrambe le cose.

            PS @White non ho mai percepito un atteggiamento del genere da parte tua. Solo profonda umiltà e voglia vera di ripartire da zero, con impegno, intenzione e un pizzico di fiducia, che serve se si vuole arrivare da qualche parte. Mi piace come ragioni.

    • Lia, 30 Aprile 2020 @ 12:49 Rispondi

      @White il sesso, a mio parere, non è una cosa che c’è o non c’è o se non c’è da un pó, fai presto a recuperare. Chi ha assaggiato qualcosa di diverso fuori dal solito ristorante può anche tornare al vecchio menù, ma se questo non regge più il confronto? Cosa succede?
      Per me è più vero il contrario. È tutto il resto che spesso ti spinge ad accontentarti del sesso con il coniuge. Ma non significa recuperarlo, significa ricominciare a farlo magari pensando all’altro/a.

      • Mic, 30 Aprile 2020 @ 13:26 Rispondi

        Lo credo fermamente anche io

        • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 14:44 Rispondi

          @Mic, alzo le mani.
          È assolutamente impossibile che un uomo possa trovare nuovamente gioia nel fare l’amore con la propria moglie perché la moglie sarà sempre una scopata di serie b.

          Ma allora smettiamo anche di confrontarci. Perché il movimento della massa è ampliamento descritto dai giustissimi (a mio parere) articoli di @ale, tutti giusti tranne quelli che parlano di un sincero ritorno verso il matrimonio, ma anche quelli che parlano dell’altra minoranza, di quegli uomini che intraprendono si veramente la strada verso una nuova vita con l’amante, sappilo @alessandro che in quegli articoli tu menti.
          Continuamo a raccontarci di quanto siano tutti cialtroni senza mai capire se tra questi qualcuno possa salvarsi.

          • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2020 @ 16:34

            Mento?

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 16:48

            @Ale secondo me no, non mento. Ma a volte pare che alcuni prendano per buoni solo i tuoi commenti in merito a ciò che fa più comodo, guardando in modo scettico al resto. Per cui probabilmente, in quel frangente, alcune pensano che tu menta.. era questo il senso del commento

          • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2020 @ 17:55

            Ok ho capito

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 16:49

            *non menti

          • Mic, 30 Aprile 2020 @ 17:15

            @white ma perché ti “inalberi” Su una considerazione che faccio perché IO la credo vera.. non ho mai scritto “concordo e credo di avere la verità Assoluta in tasca!”
            Ho scritto che io personalmente ne sono convinta e che gli altri la pensino o no come me mi scalfisce ben poco..
            Io ho la mia idea come tu giustamente e liberamente la tua, entrambe contestabili ed entrambe libere di esistere almeno finché ci sarà concesso esprimere liberamente il nostro pensiero.

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 18:09

            @Mic mi “inalbero” molto tra virgolette perché è faticoso confrontarsi e realizzare che non sempre è tutto come avevi pensato. Io lo faccio, sono venuta qui apposta per non vivere di luoghi comuni e aprire la mia mente ad altro rispetto a ciò che conoscevo e quelle che credevo essere le mie convinzioni e mi è servito tantissimo, non sai quanto. E ho smesso di credere che il mio pensiero sia universalmente valido. Non tanto verso le singole esperienze, ecco su quelle ci può essere una visione unica, ma su quello che debba accadere SEMPRE.
            Ho imparato che sempre, mai e impossibile non esistono.
            Ho imparato ad accettare che l’animo umano non è lineare e che non si può definire una cosa IMPOSSIBILE. Si può dire: nel mio caso è così, nel tuo anche in quello di quella la invece magari è diverso. E accetto che ci sia la possibilità di quella diversità, anche quando va contro di me. Tutto qui.

          • Mic, 30 Aprile 2020 @ 18:21

            Ma infatti qui nessuno ha detto che L’ idea di @lia sia univocamente condivisibile… @lia in primis.
            E anche io continuo a frequentare questo blog perché ritengo utile confrontarmi con esperienze simili o diverse dalla mia.
            Ma questo non significa che alla fine della fiera ognuno di noi non arrivi a maturare un suo pensiero ed una sua visione delle cose! Magari totalmente diversa da quella che aveva prima di ritrovarsi in Questo meraviglioso posto ricco di esperienze diverse e di punti di vista anche opposti.
            Però prima si tirano anche le somme,e come dici tu non in riferimento a situazioni personali ma in linea ben più generale

      • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 13:49 Rispondi

        @Lia ma chi ha parlato di tornare al vecchio menu?
        Perché siete così graniticamente convinte che non possa rinascere una passione vera? Mai?
        Io qui ho imparato tante cose, una di queste è che può accadere tutto. Per quanto improbabile o difficile possa essere.

        • cossora, 30 Aprile 2020 @ 15:00 Rispondi

          @White tesoro, ma se tu senti che è rinato tutto più frizzante di prima.. quale problema ti fai?
          Per le opinoni di chi? Lo sentite tu e lui il desiderio che vi attizza, no?

        • Lia, 30 Aprile 2020 @ 16:02 Rispondi

          @White Ho escluso le eccezioni di cui sono convinta tu faccia parte.

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 16:56

            Ragazze io non ho bisogno che voi mi diciate che io sono esclusa da certe considerazioni. Non siete a casa mia, magari sono esclusa o magari me la racconto, non è questo il punto.
            Il punto è non dimenticare che esiste il resto ed esistono epiloghi diversi e quando qualcuno accenna a questi epiloghi, esistenti, anche @ale lo conferma, se il coro deve essere tutte le volte che ah ma si accontentano tutti ah ma fanno finta di essere felici ah ma qui ah ma la allora smettiamo di parlarne. ma non perché mi offenda io, che chissenefrega, anche se ci vuole altro per offendermi, ma perché se non c’è più ragionamento allora ripetiamo la lezione a memoria e basta.

          • Lia, 30 Aprile 2020 @ 18:26

            @White, facciamo che non dico più cosa penso di quello che scrivi. Se ti devi arrabbiare anche quando dico che per me tu sei un’eccezione, davvero, facciamo prima.

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 19:41

            @Lia mi sono tenuta mio marito figurati se mi arrabbio per queste cose. E non mi sono arrabbiata perché hai scritto che secondo te sono un’eccezione, mi fa molto piacere se qualcuno lo pensa veramente, ho solo detto che io non ero l’oggetto. Era un discorso più ampio il mio, che potrebbe riguardare ipoteticamente altre persone anche se poi io non fossi l’eccezione. Mi spiace che non si sia capito. Tu comunque sei assolutamente libera di spiegarmi perché non la pensi come me e io di replicare. Non smettere di farlo io continuo.

      • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 13:58 Rispondi

        Questo genere di riflessione mi fa pensare che molte abbiano comunque una visione molto distorta di quelle che possano essere le possibilità di recupero di una coppia. I famosi 2 su dieci cominciano ad essere un 20%, decurtalo da uno stipendio e dimmi se la percentuale non conta.
        Poi se il vecchio/nuovo menu non reggerà il confronto con quello proposto dall’amante lo vedrete tornare. Ma magari no. Ma se non torna perché dover pensare a tutti i costi che si sta accontentando?
        Fammi capire solo un’amante può avere la patente da dea del sesso? Con vostro marito siete delle dee del sesso? Sei così convinta che una moglie non possa più essere appassionante e appassionata col proprio marito quando sopraggiungano motivi che ti portano a rivalutare la tua relazione?
        Boh @Lia, molte di noi mogli se la cantano e se la suonano ma alle volte mi pare che anche voi spesso non scherziate in questo.

        • Lia, 30 Aprile 2020 @ 17:20 Rispondi

          @White, mi sembra che tu abbia letto nel mio intervento molto più di quello che ho scritto.
          È solo una mia opinione su quello che credo succeda nella maggior parte delle coppie.
          Non ho detto che sia impossibile. Mi riferivo all’affermazione che il sesso è la cosa più semplice da recuperare. Ho solo detto che non penso sia così.
          Se partiamo dall’assunto che gli uomini ragionano per convenienza secondo te è così difficile pensare che si facciano andare bene quello che hanno pur di non affrontare il resto?
          Specifico nuovamente, per non essere fraintesa, che esistono le eccezioni. Ma sinceramente non credo nel recupero della passione dopo che per anni questa passione l’hai provata altrove. Almeno non penso sia la cosa più semplice da recuperare.

          • Mic, 30 Aprile 2020 @ 18:06

            @lia io ho compreso ciò che volevi dire tant’è che mi trovò assolutamente d’accordo.
            Poi che esistano le mosche bianche questo nessuno lo nega ma come si suol dire una rondine non fa primavera.
            Se bastasse Davvero poco per riaccendere la passione dentro ad un letto coniugale offuscato dalla routine non ci sarebbero così tante storie di amantato che durano decenni.
            Questo è ciò che penso io nè più e nè meno.

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 18:17

            Anche io ho fatto una premessa specifica: ho parlato di due persone che in precedenza sono state bene tanti anni, e hanno voglia SERIAMENTE, di ricostruire la propria vita perché hanno capito di amarsi e volersi ancora. Non ho detto chiunque e qualunque coppia morta.

        • Lilly, 30 Aprile 2020 @ 18:35 Rispondi

          Sai @white, concordo con te… pur facendo male eh.. però è vero, risulta più “facile” pensare di essere stata lasciata da un uomo che ora si sta accontentando, piuttosto che pensare che lui ha recuperato con la moglie e vive benissimo senza noi. Personalmente a me è la cosa che fa più venire il nervoso infatti, sapere che c’è la concreta possibilità che lui ora sia felice e sereno dopo essersi tolta la voglia.. poi la moglie credo abbia capito cosa stava succedendo e sono abbastanza sicura che ora stia facendo il meglio che può per ricostruire. Posso anche raccontarmela che tanto uno che già anni fa ci aveva provato e che dice che io ci sono sempre stata ecc possa essere un marito irrecuperabile. Ma la realtà è che lui ora sta con lei e le bambine, non con me. E se fosse così terribile non ci starebbe. Ma a volte è bello illudersi, anche malignamente, che tanto a casa scopa male. Perché implica che non sia felice e magari rimpianga noi. Ma sono appunto illusioni, supposizioni e non fanno andare avanti. Grazie di avermi ricordato queste cose!

          • Mic, 30 Aprile 2020 @ 19:16

            Onestamente io sarei più frustrata ed infelice se fossi a conoscenza che mi ha lasciata per un matrimonio con una persona che non ama o per cui prova affetto e basta.
            significa che io sono valsa poco più di niente ( che fa niente lo stesso eh) se nonostante tutto ha preferito vivere un non amore beatamente svaccato sul divano di casa sua che vivere una relazione con me.
            Cioè, donne, valiamo meno di un divano!
            No grazie, se lui sceglie la moglie perché ha capito di amarla per me la chiusura è decisamente più digeribile.
            Non ci si può incazzare se un uomo non ci ricambia nel sentimento e ci lascia convinto di ricostruire con la moglie! Sono scelte e vanno rispettate.
            Certo è che devi scomparire e dimostrami che vuoi davvero ricostruire con lei senza appoggiarti ad un aiuto esterno.

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 19:25

            @lilly io non entro quasi mai nel merito delle singole storie e non mi permetterei mai di supporre cosa il tuo lui stia facendo. Ragiono solo per ipotesi che non sono “impossibili” ecco tutto qua. E in onesta, e forse qualcuna in mesi e mesi un minimo ha imparato a conoscermi, rimanendo al di fuori dei singoli casi, direi altrettanto. Tanto come mi è capitato di dire a qualcuna di voi che no, certi atteggiamenti del loro amante magari non mi erano sembrati da stronzo ad esempio.

          • Lilly, 30 Aprile 2020 @ 20:31

            Bo @mic, io non so se starei male più in un caso o nell’altro. L’unica cosa che so è che fa male. So che fa star male l’idea di essere stata niente… di essermi sentita raccontare che è innamorato di me, che se non era per le bambine l’avrebbe lasciata , che è un codardo, che una cosa così non l’hai mai provata…io penso balle. E se penso che lui è stato il primo uomo dopo la separazione da mio marito.. mi dispiace essermi lasciata andare con lui. Avevo bisogno di amore e ho pensato di trovarlo in lui. Ma credo fosse solo desiderio il suo. Mi ha desiderata per anni, lo so e me lo ha confermato. Mi ha pensata, sognata… ma ero una fantasia erotica per lui. Tutto li. E io mi sono fatta usare proprio quando ero più scombussolata… ricordo che la prima volta che ci siamo ritrovati soli io mi sono bloccata mentre cercava di spogliarmi xke avevo flash di mio marito… quindi ecco, avrei voluto ci fosse un po di sentimento. Ne avrei bisogno. Perché ho bisogno di sentirmi amata. Ma è un problema mio, lo so. Che lui sia dalla moglie xke l’ama mi fa sentire ancora più perdente…io prima ho perso mio marito e poi sono servita per soddisfare la fantasia erotica di un altro uomo. Mi sento da schifo se ci penso.

          • Cossora, 30 Aprile 2020 @ 20:33

            Io non capisco questa necessità di sentirsi più o meno valide rispetto all altra. Cé una grande insicurezza di base. Non é un buon segno, ragazze.

          • agnese, 30 Aprile 2020 @ 22:22

            @Cossora hai ragione. Ma con tutta sincerità io prima non lo avevo. Dopo si… La verità che un amante che ‘non ti sceglie’ ti fa venire tutti questi pensieri malati. Magari non è male. Perché quando sei abbastanza forte riesci a vede, a capire. Ti fai un autoanalisi e ti riprendi. E alla fine non vedi cosa ha lei ‘in più’ che non hai tu ma cosa ha lui in meno sia nei confronti di lei che nei tuoi. Ed è la tua liberazione. Io non sono ancora del tutto ‘libera’ da lui. Ma so che lei non c’entra nulla. È lui un ometto senza palle. Nel confronto di tutte due…. tre, quattro…. Cavoli suoi.
            Ma è una fase che si deve fare passare. Non ne sono sicura se l’ho passata già. Sento solo il disprezzo. Verso tutte due. A volte verso di me. E vorrei tanto essere oltre. Ma faccio fare al tempo il suo lavoro..

          • Mic, 1 Maggio 2020 @ 07:34

            Giusto o sbagliato succede quando ami davvero tanto qualcuno… e non sempre lo si fa con astio nei confronti della moglie bensì con forse sentimenti di Invidia
            Io credo non dipenda tanto dal fatto che una donna sia particolarmente insicura, certo ha il suo peso ma Credo dipenda soprattutto da come lui si pone verso moglie e matrimonio.
            Se non la nomina mai e tiene il matrimonio lontano dalle dinamiche dell’ amantato beh direi che c’è già un gran bel vantaggio nel non sentirsi messe a confronto…

          • Luna Pelli, 1 Maggio 2020 @ 09:12

            @Mic molto interessante l’ultimissima parte di questo tuo commento. Non l’avevo mai guardata così.

          • Lilly, 30 Aprile 2020 @ 22:33

            @Cossora,per quanto mi riguarda hai centrato un punto importante. Da parte mia vi è di sicuro una importante carenza in termini di autostima. Che è solo peggiorata dopo che mio marito mi ha lasciato… a volte non nego di essermi domandata cosa mi manca per non essere stata amata a sufficienza. Ma questo è un aspetto su cui sto cercando di lavorare…la strada è lunga…speriamo .

          • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 00:40

            @Lilly hai fatto un commento molto interessante e valido secondo me
            Ovviamente essere lasciate significa in termini psicologici elementari sentirsi rifiutate come persone come se si fosse inadeguati

            Questo è un tema molto diffuso e che brucia talmente di sofferenza che alcune persone avvertendo dentro di se il rifiuto
            Lasciano prima

            Esistono infatti Donne che mollano per prime pur di non essere mollate e molto spesso avviene nel matrimonio ovviamente essere ignorate e rifiutate da un marito dopo anni magari non è così piacevole

            Ma la cosa interessante è che pur essendo due
            Accadimenti diversi resta anche nella donna che molla il marito perché si sente ignorata rifiutata proprio nel rapporto di coppia resta una forma di campanello di allarme una sveglia che mette in evidenza la ipotesi più che lecita e di sostanza della presenza di una dipendenza affettiva

            Quindi a volte si viene lasciate e si soffre così tanto per via della dipendenza affettiva
            E a volte si lascia prima che lo faccia lui sempre per lo stesso motivo

            Vi sono Donne che passano da una relazione all’altra senza nessun problema sempre per via del terrore di essere abbandonate stanno insieme un po’ e poi mollano e se ne fanno un altro

            Altre quelle mollate resistono accettando l’impossibile Prostrate a zerbino pur di evitare di essere di nuovo mollate

            Questo è un motivo interiore personale che a che fare con la propria famiglia di origine un tema da curare risolvere

            Ecco perché esistono persone Donne che ripetono un sacco di relazioni facendosi regolarmente lasciare per poi tornato il marito o amante si piegano senza reciprocità di azioni concrete si piegano al volere altrui incapaci di reagire

            Curandosi passa tutto e w la libertà e serenità!!!

          • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 14:43

            Attenzione ragazze. Non va bene raccontarsela. Non la nomina mai se non la tirate mai in ballo. La curiosità è donna e la competitività pure. Io ne ho sentito parlare (senza chiederne) durante i primi mesi, poi basta, anche perché facevo si con la testa e cambiavo discorso.
            Reagire alle provocazioni è essere complici. È andare al lardo e lasciarci lo zampino.
            Controllo, se ci si sa controllare in certe situazioni si diventa inattaccabili.
            Consiglio di approcciare la meditazione: imparare a prendere distanza dalle cose è importante. Poi al momento giusto si perde la testa, ma deve essere il momento giusto.

          • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 15:21

            @Mic
            Interessante qui il tuo commento ma credo che non sia affatto un buon segno non parafare mai della propria situazione a casa e anche della moglie

            No non depone bene nel senso che se sicuro intuitivo capire che occhio non vede cuore non duole è un grande segnale di essere in atto una vera manipolazione da parte del uomo

            Perché ovviamente quale metodo migliore che non raccontare nulla così la amante queta e si innamora a stecca ancora di più e in più lascia spazio e campo al intortatore di fare come vuole il bello e cattivo tempo

            Il ,anipolatore relazionale non dimentichiamo che conosce benissimo la sua preda crocerossina che non vuole c’ero sentirsi in competizione e quindi magari in quel caso specifico lui non dice nulla e tutto tace e questo ovviamente se da un lato fa stare la amante meglio dal altro puzza tremendamente di qualcosa che non va nel comportamento
            Non esiste non parlarne mai o senza nessun particolare oppure magari si chiede qualcosa e risposte vaghe ad esempio

            Quindi occhio a chi non dice nulla….!!!

          • Mic, 1 Maggio 2020 @ 16:22

            @ariel certo che non va bene ma questo é un altro aspetto. Il rovescio della medaglia direi

        • oldplum, 30 Aprile 2020 @ 22:48 Rispondi

          Si, io ero una dea del sesso anche con il mio ex marito. Solo che lui era uno stronzo.

          • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 00:48

            Bene Cara Old adesso ancora lo sei al presente e quindi al prossimo andrà bene sicuro perché tu adesso hai fatto passi da gigante e quindi attirerai e attiri nella tua vita finalmente uomini con la U MAIUSCOLA che sono sani e Sensibili Rispettosi della Donna
            BELLA CHE SEI DEA DEL CERVELLO E CUORE E SESSO!!

            Avanti tuttaaaaa!!!

          • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 09:01

            Pure io Dea @Old.. ma ex marito per niente stronzo. Ci si disinnamora e non ci si sente più ispirate.
            Non finisce solo perché uno è stronzo.

            E quanto alla sicurezza in se stesse.. non ce la toglie lui perché ci lascia ne ci si sente inferiori alla moglie perché sceglie lei. E nemmeno si passa da sicure a insicure perché si ama davvero.

            Ma che cavolate leggo? Io mi dissocio da tutta sta roba e confermo di aver amato davvero mio marito e a lungo. E ho amato (amo) davvero anche il cialtrone. Ma amare e morire per una persona sono due cose diverse.

            Un potere così ce l’hanno solo i miei figli. E io voglio rimanere in piedi entusiasta e viva per loro, non scherziamo.

          • Mic, 1 Maggio 2020 @ 15:31

            @cossora probabilmente tu sei dotata di una intelligenza emotiva e di una stima in te stessa positivamente sopra la norma e nulla ti scalfisce ma ti garantisco che di fronte a sentimenti di amore profondo ( che non si possono provare con tutti gli esseri umani che si incrocia nel cammino della nostra vita) si diventa inevitabilmente più fragili ed insicuri.
            Direi scientificamente provato.
            A maggior ragione se c’è il costante confronto con una donna che la persona che ami, per un motivo o per un altro, ha messo sul piedistallo.
            Tutte le amanti non scelte sono le seconde!
            Inutile raccontarcela.
            Non scatta mai nella testolina la famosa frase “ cos’hablei che io non ho?!?perche l’ ha scelta e nonostante tutto la sceglie ancora?!”
            Non ci credo.
            Per quanto stimiamo noi stesse, se non veniamo scelte la domanda ce la facciamo.
            Perciò é umano provare sentimenti destabilizzanti e cercare confronti con una donna che rispetto a noi é al primo posto.
            Poi per carità, quando diventa una malattia o un ossessione allora c’è un problema di autostima ma non giochiamo a fare le superdonne davanti a dinamiche assolutamente naturali.

          • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 16:30

            @Mic
            Concordo in pieno
            Giocare alle super Donne aiuta a tirar su la propria carenza di autostima che significa pure la paura del abbandono del rifiuto un tema forte e molto diffuso soprattutto nelle Donne chi più chi meno ce lo ha per forza di logica

            Il solito Maschilismo esiste e resiste e loro hanno il potere in mano
            Le leggi e il bello e cattivo tempo da grandi intortatori
            Si permettono di prenderci e lasciarci e vestirci come vogliono loro condizionare ogni nostra scelta che crediamo sia davvero 100/100 nostra autonoma ma la realtà storica generale dimostra il contrario

            Da bambine si impara a riverire il Maschio
            Si vede a casa come si comporta la madre in generale è da secoli che la Madre si piega accettando tutto dal uomo che ha in se ancora lo scettro del

            Decido io se sei strafora
            O scema
            O zoccola
            O madre valida
            O mi hai rotto e ti mollo

            Ai tempi che furono si diceva

            Ti ripudio

            Quindi il tema del abbandono è davvero trasversale e presente ancora nella dinamica di qualunque relazione sia matrimonio che amantato ancora peggio perché ancora le amanti donne in Italia soprattutto sono viste ed etichettate

            Zoccole da usare a piacimento intortare

            Ma noi Donne ci sottovalutano infatti
            Poco a poco li stiamo pure se occorre mandarli in galera i truffatori di fanciulle innamorate vere!!!!
            Quindi a volte raccontarmela come magari può in effetti apparire dal modo di scrivere di @Cossora occorre per riuscire a recuperare la forza di chiudere il Cialtrone chiudere la porta con dolcezza se vuole ma importa la Decidione ferma e stabile confine per sempre

            Altrimenti a croce rossa a sirena a!!!

            Baci a te e tutte!

          • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 14:48

            Pure io Dea
            Del cervello
            Del cuore
            Del sesso
            Della lunga vita in un matrimonio che abbiamo fatto funzionare

            Dea della longevità
            E pure STRAFIGAAAAA
            Che ho gli uomini a MAZZI DI FIORI
            Da scegliere

            Si ,lo confesso ragazze ,
            Ormai ho voglia di dirlo

            Sto in relazione e scopo a nastrooooooooeppure
            Sono vecchia

            Eppure ho le rughe

            Eppure sono cicciotta

            Eppure bevo come i Veneziani
            E W la France!!!!!!
            Che resta un Grande Paese dove nonostante ancora esista il Maschilismo almeno la gente è avanti anni luce in tutto
            Compresa la mentalità totalmente aperta
            Qui la Donna che non lavora viene vista come non completa da almeno 50 anni !,,

            Veramente un altro mondo
            Dove esattamente la differenza di culture e età rughe o non rughe

            Ci si piace e si relaziona

            È libero dai guai,almeno CARPE DIEM!!!
            E chi mai se lo sarebbe immaginato????

            Eppure sonstrafigaaaa
            Evidentemente nonostante
            Qualunque mia imperfezione

            Uauuuuuuu
            Hai capito @Cara ragazza

            Ciò che conta è essere
            E NON APPARIRE
            E soprattutto

            A CURATEVE!!!!!!
            Terapia a stecca care le mie crocerossine!!!!!!!
            Legate in autostrada……
            Evviva @old
            E @Cossora e tutte voi!!!!

            Uauuuuuuuuuuu!

          • Cossora, 1 Maggio 2020 @ 16:56

            Cos’ha lei che io non ho non l’ho mai pensato in tutti i due anni abbondanti.
            Se volete credermi, bene, se no a me va bene lo stesso.
            Sono insicura su tanti aspetti di me, ma più legati al mio modo di fare impaziente, non ho invidia per ciò che hanno gli altri, per nessuna donna al mondo. E ribadisco che PER ME la qualità dell’amore non è misurato da quanto fa sentire inferiore o inadatti.
            Anche perché allora le mogli tradite dovrebbbero sentirsi tutte wonder woman perché i loro uomini le hanno scelte addirittura protette tenendole all’oscuro di tutto.
            Che cagata.

          • oldplum, 1 Maggio 2020 @ 18:10

            Io l’ho amato ma ho capito fosse una persona con problemi troppo tardi. Mi sono fatta macellare.
            Per rispondere a @ mic.
            No…non mi sento seconda a sua moglie e non credo che scelga lei e non me.
            Credo che scelga solo la casa , i figli e la facciata.
            Io mi sento diversa e meravigliosa. Non invidio sua moglie e non mi sento affatto meno di lei. Sono davvero, lo penso, un miracolo della vita. Io mi amo tantissimo.
            Mio padre, il mio ex marito, ci hanno provato per anni a farmi sentire uno schifo.
            Ma cazzo, sono uno splendore. Una fica pazzesca, intelligente e piena di talenti. Volevano solo controllarmi.
            Ora sono libera e splendo .
            Non ho bisogno che un uomo “mi scelga” per sentirmi lo schianto che sono.
            Scegliermi, poi?
            Dove stiamo? Al mercato?

          • Outlier, 2 Maggio 2020 @ 06:21

            @Oldplum che meraviglia che sei! Hai una consapevolezza di te bellissima. Forse dovuta anche al fatto che hai tanta autostima di te.
            Come anche @Cossora. Siete uno spunto per me.
            Per esempio io per un sacco di tempo ho risentito del fatto che lui abbia scelto la moglie. Anche se fosse per facciata, figli, casa e abitudine.
            Il fatto che io mi sia sentita non abbastanza sicuramente deriva da un lavoro sull’autostima che devo fare e faccio, ogni giorno sempre di più.

          • C., 1 Maggio 2020 @ 18:39

            Evviva la nostra Ariel che scopa a nastroooooo!!!
            Mon Dieux tu es vraiment fantastique mon amie.

            Tu es incroyable:-) 🙂 🙂 🙂 :-)!!!

      • bianca, 30 Aprile 2020 @ 19:14 Rispondi

        Dai… di nuovo con queseti miti?
        Non ci posso davvero credere..
        L’amante tigre panterona e la moglie in pantofole?
        Scusate ma ..sorrido.
        Spesso non é eccitante il nuovo menu ma il ristorante in cui si trova ad essere servito é semplicemente NUOVO. Nel senso che la pietanza é uguale..ma le pareti diverse.
        Sapete cosa fa funzionare le coppie? Il nuovo..la novità… non il diverso.
        Non é che lo fai a missionario con la moglie e a 90 con l’amante… (faccio per dire)..
        e che farlo con una persona NUOVA attizza di piu’..
        Le coppie che si ritrovano (é provato, non lo dico io), ricostruiscono da zero e si vede il nuovo nella persona che si pensava di conoscere…

        • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2020 @ 19:55 Rispondi

          Dissento. C’è 90 e 90

          • Ariel, 30 Aprile 2020 @ 20:50

            Ovviamente la novità appare sempre meglio
            Quando non si riesce a essere uomini o donne con le vere palle

            Allora sono miti anche soprattutto Italiani e soprattutto MASCHILISTI

            Di antica data duri a morire persino tra gli uomini che hanno imparato ad amare la propria donna

            Manie miti e dannosi nella propria evoluzione personale e sociale

            Finché si crede a queste cazzate da bar
            Si resta immobili duri rigidi fissi nelle proprie idee che poi certamente faranno pure statistica ma non fanno affatto la Verità che resta universale e che riguarda una semplice logica di funzionamento della psiche umana

            Insomma siamo in vita per scopare e basta e possibilmente cambiando sempre o per evolvere in ogni nostro aspetto interiore ???

            Ok si torna ad essere conigli in ogni senso per scopare e basta
            E conigli nel senso di vigliaccheria e incapacità di dominare le proprie emozioni sessuali primitive

          • Love, 30 Aprile 2020 @ 21:46

            Concordo con te…

        • Lia, 30 Aprile 2020 @ 20:07 Rispondi

          Potrebbero risparmiare tempo e denaro cambiando una bambola gonfiabile al mese. Sai che non ci avevo pensato?

  • Key, 29 Aprile 2020 @ 09:41 Rispondi

    Ciao a tutti/e! Eccomi di nuovo qui, stamattina vorrei condividere con voi tutte e con @Ale, per avere un vostro pensiero su una cosa letta in un post che recitava più o meno questo (parafraso)” Se decidete di fare le amanti ricordatevi essenzialmente una cosa: il rapporto di coppia ufficiale si rafforzerà perchè il tradimento è un momento evolutivo molto importante e a meno che il partner non se ne vada, l’amante serve ai due ad evolvere e rafforzarsi. Un pugno nello stomaco leggere questo per me perchè non riesco proprio a farla morire quella speranza ma mi serve anche capire ed elaborare.
    Mi interesserebbe molto il vostro punto di vista, mi riguarda da molto vicino…sarà per questo? 🙂
    Grazie, Key

    • alessandro pellizzari, 29 Aprile 2020 @ 10:07 Rispondi

      In teoria questo assunto è vero nella pratica nell’80% dei casi il tradimento serve a trasformare l’uomo in seriale se non mantiene un’amante fissa oppure a stampellare il rapporto coniugale zoppicante. Solo nel 20% dei casi il tradimento fa evolvere la coppia di coniugi in qualcosa di migliore

    • Luna Pelli, 29 Aprile 2020 @ 10:59 Rispondi

      Ciao @Key e benvenuta nel club delle “non dirmi che è grazie a me che ha rafforzato il rapporto con la moglie?!”. Si cara, spesso va così. E qui ci sta un “non dirmi che sono valsa niente e che lui potrà sostituirmi con facilità?!”. Ebbene si, spesso l’uomo che tradisce e che non molla la famiglia è già o diventerà un seriale, magari avrà altre amanti e il suo matrimonio resterà comunque in piedi. Ma il punto è: che cavolo ti interessa cosa farà lui se è chiaro che non starà con te? Anche si pentisse della sua relazione clandestina e scoprisse di amare la moglie e di non volerla tradire mai più (caso rarissimo) o decidesse di avere altre 10000 amanti pur stando con lei (caso più probabile basta abbassare la cifra delle potenziali amanti) o divorziasse e decidesse di farsi prete (caso estremo ma non si può mai sapere) non cambia nulla: non starà con te e puoi permetterti di non preoccuparti del suo avvenire!!

      Che non voglia stare con te in nome di un amore riscoperto tra le quattro mura di casa o in nome di mille amoricchi che si presterà a vivere, non cambia quanto vali. Questo ti sia chiaro! Vali tanto, lo stesso e di più! Poi le domande fattele tutte eh, è normale. Io mi sono fusa il cervello a furia di domande. Ma adopera le risposte per non alimentare false speranze, per guardare la realtà dei fatti e lui com’è davvero. E soprattutto, se lui ti ha dimostrato che non vuole stare con te, fatti forza e inizia il tuo cammino di “liberazione”. In bocca al lupo.

    • Whiterabbit, 29 Aprile 2020 @ 12:03 Rispondi

      Può rafforzare la coppia se il tradimento viene interrotto e la coppia lavora su un nuovo modo di stare insieme, se analizza e risolve le problematiche.
      Durante non rafforza un bel niente. Può rendere più sopportabile la vita di coppia se si ha la calcola di sfogo esterna. E magari anche per chi lo subisce, se non ti importa più nulla del partner il fatto che lui/lei cerchi sesso altrove ti può liberare da una cosa che giudichi una rottura di maroni.
      Riguardo al capire se è il tuo caso o meno concordo abbastanza con quanto detto da @Luna Pelli

      Ma una domanda mi sorge spontanea: sapere che il sogno d’amore non è stato coronato perché lui è riuscito SINCERAMENTE a ricostruire un rapporto d’amore con la moglie, sarebbe meglio o peggio rispetto al pensare che lui è solo un cretino che si scopa qualsiasi gli capiti sotto mano?

      • alessandro pellizzari, 29 Aprile 2020 @ 12:22 Rispondi

        Il risultato non cambia

        • Whiterabbit, 29 Aprile 2020 @ 13:59 Rispondi

          Vero, il risultato non cambia.
          Ma l’intenzione, la motivazione è molto diversa.
          Pensare ad una persona che ha compiuto una riflessione profonda è diverso che pensare ad un coglione e basta no?
          È un po’ come quando si decide di intraprendere una relazione parallela non volendosi separare in nome dei figli. (Cosa che non mi trova in accordo ma capisco che per qualcuno possa essere un problema reale)
          Il fatto di sapere per certo che lui/lei rimangono SOLO per i figli ma poi per il resto sono con te fa differenza rispetto al rendersi conto che invece lui sta mentendo sul rapporto con la moglie e si quello che prova realmente. Il risultato è il medesimo ma l’intenzione è diversa.
          Oppure ancora il caso di un uomo che viene buttato fuori di casa perché scoperto oppure di uno che decide in modo cosciente di divorziare. Anche in questo caso il risultato finale non cambia, l’uomo risulta comunque libero da impegni con altre, eppure le motivazioni che lo hanno portato alla libertà sono molto diverse. E infatti lo giudicate in maniera diversa.

          • Luna Pelli, 29 Aprile 2020 @ 20:55

            @White ho capito cosa vuoi dire… Ma questo ragionamento su di lui deve farlo la persona con cui lui ha deciso di restare, in questo caso la moglie. L’amante lasciata non ha bisogno di redimere o elevare nessuno. Pensare che lui l’abbia lasciata a seguito di valutazioni profonde e per un ritrovato quanto sincero amore coniugale, se da una parte le dà sollievo (ok, ha sacrificato me ma l’ha fatto per un motivo nobile), dall’altra rischia di farla sentire ancora più impotente, stupida e sconfitta (mi ha usata, mi sono fatta usare, ho combattuto fin da subito contro dei mulini a vento etc etc). Insomma la persona lasciata ha solo bisogno di allontanarsi dall’uomo in questione e di smettere di percepire il proprio valore e di far dipendere il proprio umore, dal lui comportamento.

            Poi le domande sono tutte normali. Ci vuole solo un po’ di pazienza @Key, ce la farai.

            Anch’io ho avuto la fase “speriamo almeno di essere servita per una grande causa”. Ora sono più nella fase “chissenefrega di cosa fa lui, guardiamo a me tutto questo casino a cosa mi è servito e a cosa mi può servire”. E a qualcosa, ti assicuro, mi è stato utile. A dire mai più, per esempio.

          • lei, 30 Aprile 2020 @ 07:45

            Concordo con te White. Se non credessi che mi ama davvero, se non pensassi che mi dice la verità, lo avrei mandato a stendere da parecchio.
            Gli ho rotto talmente le palle su questa cosa, che se i suoi sentimenti non fossero sinceri, sarebbe stato lui a darmi il foglio di via.

          • cossora, 30 Aprile 2020 @ 10:26

            Allora scusate, io smetterei di dare per universali certi calcoli.
            @LEI sente che lui la ama davvero, ne hanno parlato, stanno insieme da 4 anni (almeno).. ma lui non prende nessuna decisione e non si decide mai a volerla davvero tutta per se.
            Dove sta la verità, per i signori maschi?
            Siamo sicuri che all’amore vero corrisponda sistematicamente un abbandono della famiglia fondata, costruita e funzionante?
            Oppure (come ho sempre sostenuto): una cosa è avere una famiglia da cui scappare e un’altra è disfare qualcosa che comunque era li da prima?
            Oppure-2: è ‘facile’ disfare una famiglia fatta da due persone, senza figli e a un’età in cui è ancora è possibile costruirne una nuova (eredi compresi)?

            Lasciamo perdere i giudizi del cazzo tipo le maestre di vita che predicano benissimo ma di fatto non si sa cosa facciano nella realtà (e vorrei precisare che astenersi non è riuscire, è NON FARE NIENTE).

            Tutti quelli che non mollano non amano? Quindi su 100 donne convinte dell’amore provato, sentito, bruciato per anni. abbiamo 100 visionarie, e 100 bugiardi che non sapevano come passare il tempo?

            Dai ragazzi, l’amore non è una scienza, potete metterlo giù come volete, ma non è una scienza.

          • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2020 @ 12:25

            Il comportamento maschile risponde alle tabelline elementari

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 14:33

            Certo che no @Cossora. Non sono 100 visionarie.
            Ci saranno 60 visionarie, 20 veramente amate e 20 che verranno lasciate per un sincero rientro a casa. Più 80 mogli perculate e 20 che proveranno ad essere nuovamente felici.
            Ma spazzare via la percentuale che non ci piace non serve a nessuno. Quella percentuale che ci infastidisce, qualsiasi essa sia, esisterà comunque.

          • agnese, 30 Aprile 2020 @ 21:40

            @White ti rispondo qui che non riesco a trovare il commento. Cmq volevo dire che sono d’accordo con te. Che il sesso tra marito e moglie è recuperabile, e non sto parlando del sesso in se ma di veri giri di orologio. Ma prima di arrivarci ci deve essere un dialogo sincero da entrambe le parti. E vorrei dirti che ti invidio il tuo marito (anche se in quel caso è stato lui il fedifrago). Ma si è messo in discussione con te. Ed è ciò che conta. Perché è tutto recuperabile se si è in due. Sei una donna felice perché hai scelto uno con ‘le palle’. Non un cialtrone qualsiasi…

          • oldplum, 30 Aprile 2020 @ 22:34

            A me farebbe piacere recuperasse con sua moglie. Perché vorrei fossero felici entrambi. Lo preferirei, ecco.

          • Whiterabbit, 1 Maggio 2020 @ 07:57

            Concordo con te @Agnese, a fare qualche numero da cinema per impressionare l’altro siamo capaci tutti. Quello che è fondamentale è che sia accompagnato da una reale emozione, e quella non la puoi fingere. Anche io penso che alla base ci debba essere altro. Tutto il mio discorso sul sesso prevedeva che ci fosse anche questa condizione imprescindibile. Mi spiace se non sono stata chiara fin da subito.

      • Cossora, 29 Aprile 2020 @ 13:06 Rispondi

        Tenderei a consigliare di essere già lontane prima del finale.
        Se non sta con me cosa me ne frega di dove e come sta?
        In ogni caso è la moglie che -purtroppo- dovrebbe stare attenta a tre fattori: che fine ha fatto l’altra, eventuali altri segnali di stanca di lui che lo portino a cadere di nuovo, il fatto di non potersi lasciare andare (anche se attraversa un periodo pesante).
        Non ne sono in grado, personalmente rinuncerei.
        A meno che io non ci stia per interesse, ma siamo su un altro piano.

        • Whiterabbit, 29 Aprile 2020 @ 17:04 Rispondi

          Ci può essere anche un’altra motivazione @cossora, l’amore.
          Riguardo ai tre punti che hai elencato concordo con te, e ne ho più volte parlato con lui.
          Che fine ha fatto l’altra non lo sappiamo, non essendo innamorata di mio marito, per certo non per supposizione, immagino che abbia continuato la sua vita.
          Gli altri due punti sono effettivamente più complicati, ma lui mi dice che ora sappiamo a cosa stare attenti e abbiamo imparato che dobbiamo comunicare problematiche e disagi e parlarne, senza pensare singolarmente: passerà..

          • cossora, 30 Aprile 2020 @ 08:50

            Mia cara @White..che lui (loro) garantisca che la storia è diversa, che sappiate a cosa stare attenti.. PER ME COSSORA e solo per me: no.. io non so a cosa stare attenta.
            L’unica cosa che so è che hai saputo mentirmi.
            I fatti sono questi, le parle volano, sia nel caso di un amante ciatrone che di un partner fedifrago.

            L’amore? Si, credo che per amore resterei, ma lo considero (perdonami) più un handicapp in questo caso specifico.

            Ma ripeto, questo è il parere di una donna come me. E non è assolutamente un termine di paragone.

          • Whiterabbit, 30 Aprile 2020 @ 13:00

            @Cossora, tu hai saputo mentire. Sei una brutta persona per questo? Sei solo questo? Le menzogne che un tempo hai raccontato?

          • Cossora, 30 Aprile 2020 @ 20:45

            No che non sono una brutta persona, @White!
            Ma ho giocato a perdermi il marito.. ho accettato di rischiare il matrimonio. Mica una cena! Questo intendo. Se vado…è perché accetto il rischio, se rischio.. è perché non sono più così sicura che ricominciare di nuovo sarebbe poi così male.
            Ma questa sono io e.. si sono anche traditrice e bugiarda. Le uniche scopate che vorrei non aver fatto? Un anno fa, durante il mio primo cds, per fargli male. Potessi, le eliminerei. L’ho tradito.
            Il bohemien no. Mi aveva lasciata ero sola. Dei tradimenti coniugali non mi sono mai pentita. E non perché sono una bestia senza cuore. Non ero più sua, tutto qua.

      • Key, 29 Aprile 2020 @ 14:00 Rispondi

        @ Whiterabbit il fallimento di una storia o più di una nella vita è un evento che tutti abbiamo o dobbiamo affrontare prima o poi e credo che le domande sia legittime oltre che sane. Il sogno è miseramente naufragato e questo è un fatto da accettare, il perchè pure…stupidamente penso se veramente riuscissero a ritrovarsi almeno una parte di tutto il male che sento sarà servito a qualcosa. E’ un pensiero sciocco, me ne rendo conto ma abbiate pazienza, è appena finita e la rottura fa ancora parecchio male e la mente non è lucida. Il risultato se ho o no lui nella mia vita non cambia, questo è certo.

        • Whiterabbit, 29 Aprile 2020 @ 17:00 Rispondi

          @Key, davo ragione a luna sul risultato finale che non cambia, ma non trovo affatto stupido che tu ti ponga la domanda. Anzi. Denota grande sensibilità a mio avviso.

        • C., 29 Aprile 2020 @ 23:21 Rispondi

          Key,
          tra un po’, se resisti ai suoi eventuali ritorni che ti farebbero risprofondare nella crisi, ti posso garantire che nn te ne fregherà più niente se l’aver immolato l’agnello sacrificale (in questo caso te) sia servito ad una causa più nobile (ricostruire con la moglie) piuttosto che cercarsi un’altra amante.
          Nel primo caso buon per loro, nel secondo hai scampato un seriale.
          Come ha detto qualcuna e ne applaudo il commento, la seconda tipologia di persone vive la compagna come una madre durante la vita, una badante in veneranda età ed una compagna di cimitero dopo.

          Ma che diavolo te ne fai e soprattutto che diavolo te ne importerà?
          Ti garantisco che tra un po’ proverai per lui una pena infinita.
          Fattelo dire da chi ci è passata prima.
          Un abbraccio.

          • oldplum, 30 Aprile 2020 @ 12:10

            C. Hai ragione da vendere.
            Io non benedico un giorno che non sia passato senza il mio ex marito. È la rinascita.

          • oldplum, 30 Aprile 2020 @ 12:11

            Nel senso che benedico ogni giorno. Che ho capito cosa significa vivere dopo aver smesso di vivere con lui.

          • C., 1 Maggio 2020 @ 11:08

            Benedici perché era finita.
            Old, non c’erano basi per una ricostruzione.
            Tu lo hai capito, l’hai giustamente fatta finire questa storia ed ora sei pacificata.
            I rami secchi e le relazioni tossiche (incluse quelle coniugali) vanno tagliate senza se e senza ma.
            Il compenso che ne ricavi è la tanto attesa e amata serenità.

            Buon viaggio Old.
            Ti abbraccio

    • lei, 29 Aprile 2020 @ 12:16 Rispondi

      Ma chi ha scritto questa stupidaggine? Il rapporto di coppia non evolve nè tanto meno si rafforza se c’è un/una amante. Solamente fila via più liscio, perchè il traditore è soddisfatto e quindi più sereno e compiacente in casa.
      Semmai questo può accadere quando il fedifrago fa retromarcia, chiude la storia extra e rivaluta la relazione ufficiale, si impegna a comprendere i motivi che lo hanno portato al tradimento, cerca un dialogo col partner.

      • Mic, 29 Aprile 2020 @ 12:28 Rispondi

        Assolutamente d’accordo! Ad esclusione forse dei seriali

      • Ariel, 29 Aprile 2020 @ 12:39 Rispondi

        @Cara Lei non si è mai troppo vecchi per costruirsi la vera Libertà

        Ognuno è una persona unica c’è chi lo fa da giovane e poi magari la perde oppure più avanti e sta lo stesso

        Finché siamo in vita ,che bello Uauuuuu
        Si può SEMPRE FARE QUALCOSA DI VERAMENTE NUOVO E VALIDO PER SE STESSE!!!!!

        Cara Lei
        Mandali affanculo tutti!!!!
        Su poi andiamo a sbronzarsi insieme per festeggiare la tua RINASCITA,se vuoi,
        Ci vengo!!!!

        Prosit già da adesso !!!!

      • Cossora, 29 Aprile 2020 @ 14:23 Rispondi

        Rimango dell’idea che le coppue che ripartomo prima spengono completamente il motore e se ne stanno in box singoli ognuno per i fatti suoi.

        • Ariel, 30 Aprile 2020 @ 00:27 Rispondi

          Interessante commento …..

    • Dispersa, 29 Aprile 2020 @ 18:38 Rispondi

      @Key questa frase l’ho sentita anche da uno psico che seguo…. Lui spiegava che il rapporto si rafforza perché la terza persona fa da puzzle mancante (generalmente sesso)…. E la routine diventa meno pesante…. La famosa stampella di @Ale!!
      Il rapporto si sarà evoluto se la coppia saprà ripartire….. Difficile ma non impossibile!!
      Nel più dei casi ritornano…. Perché a parte uno stato iniziale di ‘ce la posso fare’…. Non reggono!!

    • Lia, 30 Aprile 2020 @ 06:54 Rispondi

      L’amante aiuta la coppia ufficiale durante e dopo. Aiuta a non morire di “routine” durante.
      Aiuta dopo perché lui si sforza di riscoprire nella moglie tutto quello che dava per scontato.
      Non ci si riesce? Si cambia amante e si ricomincia.
      Se ci pensate è comunque un ciclo evolutivo rispetto alle coppie statiche e addormentate che vivono di abitudini.

      • oldplum, 30 Aprile 2020 @ 12:04 Rispondi

        Secondo me non aiuta ma migliora. Non si può parlare di stampella perché non c è nessuna rottura. Si può parlare al limite di ictus e di respiratore artificiale.

  • Luna Pelli, 28 Aprile 2020 @ 22:26 Rispondi

    Cara @Dispersa anch’io non trovo più il tuo commento e faccio fatica a mantenere una consecutio temporum perché scriviamo tanto e in tante, ma ti rispondo qui. Il mio voleva solo essere un invito a te, alle altre e sicuramente anche a me stessa, a non arrendersi. A ricercare la felicità in quello che decidiamo di perseguire o mantenere. Non è necessario stravolgere le proprie vite per essere felici. Ma non dobbiamo mai adagiarci, non dobbiamo mai smettere di puntare alla felicità. Tu sei felice adesso? Bene, allora sei nel posto giusto.

    Concordo con @Key quando dice che dobbiamo muoverci solo quando siamo davvero sicure, quando non stiamo solo bruciando di passione o di dolore. Secondo me, infatti, dovremmo agire quando capiamo, quando riusciamo a metterci lì, con calma, e a dire ok io voglio questo, questa è la cosa che più mi si confà, questa è la cosa che più si avvicina alla mia idea di felicità. La strada per raggiungere la propria felicità può rivelarsi un percorso in salita oppure in discesa. Dipende da cosa abbiamo capito, dal punto in cui siamo, da chi c’è rimasto e chi no, dalle pedate ricevute e da quelle date… Ma una volta capito quello che più conta per noi l’importante è evitare di nascondere ancora e per altro tempo la testa sotto la sabbia (come spesso dice @Cossi). Facciamo, agiamo. Lì sta a noi.

    E ci tengo a dire un altro paio di cose…

    La maggior parte di noi qui è una VITTIMA. Non me ne frega niente se in tante si incavoleranno a sentirsi definire tali. La maggior parte di noi qui è una stacazz* di vittima. Di uomini egoisti e che non si sono dimostrati all’altezza, di cialtroni o al peggio di patologici. È una vittima di sé, della propria ingenuità, di una fiducia malriposta, delle proprie scelte. È una vittima di certe dinamiche e di certi meccanismi. Ma tutto sta nell’aprire gli occhi. Apriamoli, spalanchiamoli, @Alessandro ci ha messo mille strumenti in mano per farlo. Ognuna col suo tempo apra gli occhi e agisca.
    Siamo state delle vittime, ma una volta elaborata l’esperienza vissuta, possiamo ribaltare la situazione. Noi non siamo solo quello che ci è successo. Impariamo da quello che ci è capitato. Ognuno impari la propria lezione e ne faccia tesoro. Lo protegga l’amore in cui crede. Non lo distrugga, non lo adegui, non lo rimpicciolisca, ma semplicemente lo doni, d’ora in avanti, solo a chi è in grado di accoglierlo davvero, con rispetto e per intero.

    Gli uomini che abbiamo descritto in questo blog sono, per lo più, CARNEFICI. Si sono rivelati tali e ci hanno fatto a pezzi. Ma perché non dirlo? Perché difenderli? Io voglio dirlo eccome. Non ritengo di sbagliare, mi baso sui fatti, sui risultati. E come dico questo sostengo con forza che di uomini capaci di amare, al mondo, ce ne sono molti, di uomini che hanno voglia di impegnarsi e di fare i fatti pure, di uomini che rispettano, non confondono e vogliono esserci pure. Non condanno l’intera categoria uomo. Anzi. Così facendo la difendo e le restituisco la dignità che merita.

    Sarò banale e ripetitiva, ma l’amore esiste, è una cosa semplice, ed è possibile perché ci sono donne capaci di amare e uomini capaci di fare altrettanto. Il resto è fuffa.

    • Sofi, 29 Aprile 2020 @ 01:55 Rispondi

      Ciao @luna cara è impressionante di quanto sia sempre in linea con quello che scrivi…. purtroppo è la verità siamo vittime e che non si dica eh ma voi sapete quello che fate, si okay, ma sono loro che riescono ad intortarci e farci tornare nel vortice quando magari già all’inizio qualcosa ci puzza, ma loro continuano e da donne Innamorate dell’amore ci crediamo e cadiamo, io ci sono caduta proprio quando ero fragile e vulnerabile, mentre mi stavo lasciando col mio ex fidanzato… succede … ma l’importante è capire il prima possibile che è meglio scappare dagli uomini sposati, falsi e traditori.
      Voglio anche dirvi che è passato un mese da quando sono scomparsa, non lo sento più e sto bene!! La prima settimana attacchi di pianto, devo ammetterlo, stavo veramente male, mi mancava tantissimo, poi ho fatto un lavoro su me stessa. Ho ragionato su come mi trattava e di come io non volessi vedere nulla quando ero ancora presa da lui. Ma ora ho capito tantissime cose vedendole con distacco e lucidità.
      E sapere che posso farcela anche in quarantena e da sola mi ha fatto stare meglio. Poi ci sono gli amici che tirano su di morale! e aiutano!
      Non ho bisogno delle sue attenzioni centellinate e soprattutto solo quando decideva lui!!!

      Dobbiamo renderci conto che MERITIAMO DI PIÙ!!! E dobbiamo AMARCI DI PIÙ! siamo più forti di quanto possiamo immaginare.
      Mandiamo a quel paese chi ci tratta come non vorremmo essere trattate.
      Un abbraccio grande a tutte e ad Ale.
      GRAZIE♥️

      • alessandro pellizzari, 29 Aprile 2020 @ 07:29 Rispondi

        Forza!

      • Luna Pelli, 29 Aprile 2020 @ 07:45 Rispondi

        @Sofi lo sai che tifo per te. Scappa lontano e vivi. Un bacio grande.

        • Sofi, 29 Aprile 2020 @ 11:31 Rispondi

          Grazie @Luna ☺️☺️☺️ E grazie @Ale che mi fai vedere la realtà dei fatti!

    • Lilly, 29 Aprile 2020 @ 15:27 Rispondi

      Cara @Luna queste cose che hai scritto mi hanno colpito molto… mi sono resa conto di sentirmi in colpa moltissimo per essere stata così sciocca e ingenua… e non riesco a sentirmi “vittima”, ma solo stupida e responsabile di quello che mi è successo.. non riesco a vedere ancora lui come una persona che ha sfruttato il mio momento di grande difficoltà,vedo solo me e i miei sbagli.. e mi condanno sempre per questo. Ma tu…come hai espresso chiaramente che siamo vittime… mi fa comprendere che prima di tutto devo essere più indulgente con me stessa! Perché paradossalmente lo sono con lui, col mio ex marito e mai con me!!!

      • Luna Pelli, 29 Aprile 2020 @ 20:09 Rispondi

        @Lilly sono con te. Accetta che sia andata così. È il primo vero passo che puoi fare per stare meglio. Sarai felice, ne sono certa!

    • Bianca, 29 Aprile 2020 @ 22:32 Rispondi

      @luna, eh no…non vale…
      Se funziona in una direzione deve funzionare anche nell’altra..altrimenti e’ comodo.
      Quindi.. il tuo ex amante e’ stato il tuo carnefice perché e’ stato un po’ con te e poi ha deciso di rompere…. ok..
      E tu, di tuo marito cosa sei?
      La guardo da fuori asetticamente e perdona la crudezza ma e’ per capire:
      Sei stata con il tuo amante perché eri in stanca matrimoniale e hai mentito, raggirato, scopato con un altro.. (per amore certo..) , poi dato che l’amante ha declinato, torni con la mente a tuo marito che rivaluti alla grande -con lui che, ignaro, . prosegue nel progetto pensandoti Maria immacolata… ..
      E tu a invocare la correttezza e l’onestà’ (in nome dell’amore).. quella degli altri..
      E nonostante essere talmente presa nella ricostruzione col coniuge ….continui imperterrita’ ad inveire verso l’ex amante che ti ha oltraggiata.. (mentre dovresti essere oltre)
      Ma..per davvero ?
      Tutti cattivi e carnefici…. ma tu no…perché le tue ragioni erano corrette…
      Vallo a raccontare al consorte e vediamo se e’,d’accordo..
      Non voglio ferirti, ma..scusa…non ce la faccio a non sottolinearti questa immensa incoerenza che vedo.
      Magari non so tutto di te e quindi me ne scuso… ma se non e’ così.. dovresti essere comprensiva con il tuo ex amante così come lo sei con te stessa…Oppure non esserlo con entrambi…
      Si e’ umani e si fanno errori..tutto qui..

      • Luna Pelli, 30 Aprile 2020 @ 11:58 Rispondi

        Carissima @Bianca il mio amante è un carnefice perché al di là di ogni sua intenzione mi ha ridotta a pezzi. Io ho rischiato di essere la canefice di mio marito perché stavo per lasciarlo e lui era sull’orlo di una crisi. Con lui ho messo in discussione il futuro e anche se non sono scesa nei particolari ha capito tutto. Ha capito che c’era un altro e ha scelto di restare e di combattere.

        Non sono Maria Immacolata e non mi interessa apparire né pura né senza macchia. Ma sono una vittima perché ho sofferto e chi soffre lo è.

        Il mio amante non devo perdonarlo perché non è con lui che starò, perché il mio perdono non è utile né a lui né a me. Ho capito le sue ragioni ed è già abbastanza così. Non mi sembra di ricoprirlo di insulti, mi sembra solo di ricondurlo, in base ai fatti che ha fatto, a una tipologia di uomo che ritengo, d’ora in poi, di volere tenere lontana.

        Io ritengo di dovermi perdonare perché con me stessa ci starò, di certo, tutto il resto della vita e sai com’è non voglio rinunciare né a vivere, né ad amare.

        Cosa c’è che non torna?

        Io credo nell’Amore con la A maiuscola e quindi, prima che tutto, vero, non privo di inciampi e di alti e bassi. Un amore che va difeso quando ci si accorge che è tale.

        @Bianca tesoro tu divertiti pure a calarti nei panni degli altri. A giustificare chi fa soffrire. A far sentire chi soffre in torto. Divertiti a chiamare errori le cose delle vita che succedono e basta. A qualcuno sembra utile… Forse un pizzico anche a me…

        Io intanto provo a stare bene, ok? Sono sbarcata qui per questo e non solo per fare conversazione.

        Un saluto

        • bianca, 30 Aprile 2020 @ 19:34 Rispondi

          Cosa ti fa pensare @Luna che mi diverta a calarmi nei panni degli altri?
          Ti assicuro che mi sarebbe piaciuto nella vita divertirmi di piu’ e ti assicuro che ho visto ben altre sofferenze rispetto a quello che leggo qui….. ma lasciamo perdere..anche perché ammetto che ciascuno misuri e proprie con un metro individuale e tu hai il tuo e lo rispetto.

          I carnefici non sono quelli che fanno soffrire, sono quelli che lo fanno per diletto.

          Non difendo nessuno… ma il mio motto preferito é “non fare ad altri quello che non vorresti fosse fatto a te…” .. tutto il resto é relatvio.

          Chi fa del male non va difeso.. ma neppure va tacciato di malvagità suprema un cialtrone che ha cambiato idea e ti ha raccontato qualche balla (quante ne avrai dette tu a tuo marito nel periodo di amantato?)…

          Succede sai… il problema é soffrire tantissimo per un cazzaro ed elevare la giustificazione della sofferenza ad amore assoluto.

          A volte chi soffre tanto perché viene lasciato, lo fa per ego infranto, sai?
          Forse non é il tuo caso, ripeto, non ti conosco a sufficienza ma permettimi di considerarla come opzione possibile.

          Quello che mi pare, ogni tanto, leggendoti …e che per te amore sia essere amata tanto e secondo i tuoi parametri. Se non lo sei vai in frantumi.
          Sai che per molti questo é una variante del Narcisismo?
          Pensaci, se ti va…se sei convinta che io sia totalmente fuori strada… Mi taccio e continuo ad augurarti ogni bene.

          • Ariel, 30 Aprile 2020 @ 20:30

            @Bianca
            Non ti arriverà il mio pensiero,ma stavo facendo ordine nelle mie mail e nella mia vita
            E sto vivendo adesso un dolore delusione di cui per privacy non posso esprimere

            Ma credo che prima di lanciare accuse espresse sotto la onda della tua chiara emozione negativa più che umana e comprensibile

            Ecco dare come riflessione agli altri in questo caso @Luna della Narcisista sia un tantino esagerato,non credi?

            Non mi pare affatto di riconoscere un tratto di Narcisismo in ogni senso e tanto meno quello patologico a cui ti riferisci

            Ogni tanto tiri fuori le tue velate o palesi accuse prive di fondamento

            E poi sinceramente non si capisce proprio da dove venga questa tua esperienza
            Hai vissuto personalmente una relazione tossica con Narcisista

            Perché potrebbe essere allora comprensibile il tuo attivarti subito emotivamente perché io la ho vissuta e resta in effetti una allerta accesa automatica per evitare di farsi male pure solo che con le parole innocenti ma che richiamano un deja vu

            Credo che restare nel libero scambio sia sempre la cosa migliore,ma in effetti riflettere ciascuno anche su se stessi occorre sempre

            E ciò che scrivo qui lo scrivo a me stessa e lo ritengo un ottimo principio universale

            Ognuno guardi se stesso perché a volte si viene travisati fraintesi e a volte fa così male
            Non sentirsi capiti ,accolti solo perché diversi.

          • Cossora, 30 Aprile 2020 @ 21:01

            Sottoscrivo @Bianca. Noi decidiamo tutto. La maggiorparte delle donne va fiera di decidere tutto. Cé chi vuol passare per vittima, ma è solo (credo io) incazzata perché le cose non sono andate secondo i suoi piani.
            Qualcuno ha detto che “se svestendo una donna notate che ha l’intimo coordinato, è stata lei a portarvi a letto”.
            Sono certa sia così che funzioni, anche su larga scala. Solo che se si alzano dal tavolo quando abbiamo ancora tante fiches da giocare (sono quasi tutti codardi e si alzano quasi tutti) impazziamo e ci facciamo del male da sole.
            Ma sono pochi gli uomini così intelligenti da raggirarci senza il nostro benestare.
            E ancora meno quelli che resistono a sentirsi degli eroi quando torniamo da loro a farci leccare le ferite (causate da un altro).

          • Luna Pelli, 30 Aprile 2020 @ 22:48

            Un blog di incazzate perché le cose non sono andate secondo i piani? Di donne tarate che non si assumono neanche un briciolo di responsabilità per la situazione in cui si trovano? Delle pseudo-narcisiste perché avrebbero desiderato essere scelte e soffrono del proprio ego andato in frantumi? Mah, non mi pare e mi pare piuttosto che a salire in cattedra siano persone ben diverse da quelle che tu, @Cossora, hai lasciato ad intendere.

            Secondo me ognuna di noi è com’è. Tu stai bene anche da sola, sei risolta e non ti senti vittima. Dio ti benedica. Hai fatto il tuo percorso. Qualche altra ci si sente, a mio avviso a tutto il diritto di sentircisi e parte da qui per provare ad essere felice. Va bene lo stesso o deve non sentircisi per forza per dimostrare quanto è avanti?

          • Luna Pelli, 30 Aprile 2020 @ 22:00

            I carnefici sono quelli che fanno una carneficina. Che lo facciano per diletto o meno è un altro paio di maniche.

            Chi soffre tanto perché “viene lasciato” soffre per tante ragioni: per come si è sviluppata la faccenda, perché la persona che ama non c’è più e perché il proprio ego ne risente. Ognuno di questi aspetti gioca un ruolo importante nel dolore che prova. Se è solo perché “il proprio ego ne risente” forse è narcisismo. Ma come ben saprai il narcisista, di dolore nell’accezione più diffusa del termine, ne prova ben poco. No, non mi sento una narcista e la tua supposizione/provocazione mi fa solo sorridere.

            Per me l’amore è amare e insieme essere amata. Con i miei parametri, certo, perché essere amata con i parametri di qualcun’altro, se troppo diversi dai miei, non credo possa rendermi felice nel tempo. Non ricevere l’amore per come dico io non è che mi manda in frantumi: mi sbriciola proprio. Su questo hai fatto centro. Il mio patner sarà libero di ritenersi soddisfatto o meno di quanto posso offrirgli io.

            Cara @Bianca io di merdate ne ho fatte un casino. A mio marito in primis. Non miro ad assolvere i miei peccati o sarei andata a confessarmi da padre Umberto invece che venire qui. Non mi interessa né essere compatita, né essere ammirata. Mi interessa solo confrontarmi, andare oltre e tirare le mie conclusioni su di me. E ripeto “su di me”. Le dimostrazioni di affetto e sostegno che mi sono state offerte all’interno di questo blog mi hanno fatto bene, benissimo. Ma anche le critiche e gli appunti mi hanno aiutata. A crescere soprattutto.

            Mi chiedi cosa mi fa pansare che tu ti diverta a calarti nei panni degli altri… Beh, il fatto che lo fai. E spesso anche molto bene. Ma i tuoi? Non ho ancora capito se tu sei “centrata”, se il tuo uomo e un uomo che “ama come amano gli uomini”, se sei venuta in questo blog a fare esercizio in qualità di psico-qualcosa… Insomma è facile per chi non si racconta sottolinerare le presunte contraddizioni nei racconti altrui e dire “hai sbagliato, ma… “.

            Naturalmente sono tutti fatti tuoi e per me puoi essere qui anche e solo perché ti piace. E come ho già detto il confronto con te è sempre stimolante e costruttivo. Ti auguro anch’io ogni bene e se “nella vita ti sarebbe piaciuto divertirti di più…” sappi che sei in tempo. Spero davvero ti vada così. E senza ironia.

          • Ariel, 30 Aprile 2020 @ 22:24

            Ma infatti @Cossora esattamente come scrivi qui il principio di funzionamento
            Il maschio manipolatore si attacca alla donna coodipendente e cioè comunemente denominata crocerossina
            Infatti esistono due responsabilità

            Una per uno
            Maschio Maschilismo che approfitta della Manipolazione che ha sviluppato nei secoli e ne ha fatto una vera arte con schema fisso soprattutto quando intende approfittare delle situazioni e quindi individua immediatamente la Donna che ha la coodipendenza che si presta benissimo al farsi intortare

            Quindi il maschio può cambiare comportamento e lo dovrebbe chiaro cambiare

            Ma noi Donne dobbiamo farlo assumendoci la responsabilità del nostro comportamento che non è una colpa ,ma una conseguenza di un nodo da dipendenza affettiva che la coodipendente ha e lo può risolvere se c’è lo ha a basso impatto ce la fa da sola

            Se ha alto impatto occorre la terapia

            Quindi si Gli uomini manipolatori sanno benissimo individuare immediatamente la Donna adatta a prestarsi al suo gioco di intortare

            Infatti chi non ha la col dipendenza mai si attacca o è attratta da un manipolatore affettivo e il viceversa e può pure capitare come un unico episodio nella vita
            Ad esempio nel mio caso

            Il mio destino mi ha fatto vivere un tratto di strada con un uomo stupendo equilibrato e reciproco amore vero

            Poi ho incontrato un Narcisista Borderline
            E ci sono cascata come na pera cotta
            Ma avevo come anche tu hai scritto da sciogliere un gancio interiore come a dire che tutte le esperienze hanno un grande valore di crescita se solo si riesce a evolvere con forza di umiltà e lavoro sodo su se stesse terapia ad esempio

          • Ariel, 1 Maggio 2020 @ 01:13

            @Cara Luna Pelli
            Spontanea di getto ti scrivo nuovamente
            CHE DONNA MERAVIGLIOSA CHE SEI!!!!!

            Leggerti sapessi quanto mi dai di bene di interesse sono così speciali le tue osservazioni i tuoi commenti utilissimi trasversalmente non soltanto per situazioni di amanti deluse o meno
            Le deluse e gli affanni da speranzose e le mogli e le vedove vecchie come me

            Ecco ci tengo che resti qui questo scritto che tutto lo voglio dedicare a te

            Grazie per essere qui a scriverci ancora ,che bel avverbio ,vero ? Non trovi anche tu ?
            Ancora @Cara Luisa Pelli !❤️

          • Luna Pelli, 1 Maggio 2020 @ 07:46

            Grazie @Ariel. Confermo che sono felice di averti incontrata in questo mio delicato momento di riflessione e crescita personale.

    • Luna Pelli, 1 Maggio 2020 @ 07:39 Rispondi

      @Ariel concordo pienamente con te sul tuo ultimo intervento in riposta al mio qui. A me tutte queste “risolte” che rimangano impantanate per anni (!) in storie che evidentemente non le rendono felici (o non si farrebbero mille seghe mentali e avrebbero dato un calcio a tutto ai primi segnali di “probabilmente non è quello che voglio”) a me proprio “risolte risolte” non mi paiono.

      Ma poi giù a dire a chi sta una merda (e io, credimi, sono oltre perché in pochissimi mesi ho fatto passi da gigante) che è “tutta” colpa sua. Nessun nodo da sciogliere dentro ma, più probabilmente, capricci misti a sofferenza ingiustificata perché per lo più auto-prodotta. Mah.

      Ragazze… non siamo tutte uguali e il mondo è bello perché è vario!

      La verità è che ognuna anche quando prova a metterla su un piano generale tende comunque a parlare a seconda della propria esperienza personale. Chi alla fine ha mollato il marito tende a dire “se uno ha tradito i cocci non si riparano, quanto è bello essere libere come nuvole bianche, se ci riprovi con tuo marito sei un’illusa, etc etc”. Parla di sé e della propria esperienza. Quella più diffusa in termini probabilistici, ma che non è una verità assoluta. Chi va avanti nella storia clandestina ci va ben cauta a definire l’amore perché deve farlo combaciare con la situazione che vive, anche quando piena di contraddizioni, magari taciute o ignorate per anni, spinte giù in fondo all’anima, ma che talvolta, alle 23:00 della sera, vengono sú come la peperonata mangiata a cena. Chi decide di recuperare tende a dire “devo perdonarmi, non è stata colpa mia, delle serie è mooooolto più clemente con se stessa che con gli altri e le riflessioni su di sé le fa a partire da quest’assunto (eccomi, questa sono io!)”. Si spera di evolvere eh… magari anch’io approfondirò l’indagine su di me per capirmi meglio, per assumermi bene e fino in fondo le mie responsabilità e non limitarmi a dire” intanto mi perdono, mio marito c’è, che culo, andiamo avanti”. Vorrei ripartire davvero con mio marito e mettere sia me che lui nelle condizioni di ripartenza più vere e consapevoli possibile. Poi c’è chi ha sofferto a causa di patologici e allora come prima reazione mette in guardia da possibili relazioni tossiche e pericolose in senso stretto. Poi c’è chi chiacchera e basta… ma il proprio contributo lo dà comunque, eh.

      Io resto dell’idea che serva tempo, ad ognuno il suo. E la personalità di ognuna conta tantissimo. E quello che ciascuna ha vissuto lo stesso. Il confronto con altre donne, la terapia quando necessario, il concentrarsi su di sé, il riproporsi di stare bene. Questo conta. Ognun per sé, quindi, e tutte insieme, spero, verso un futuro di felicità.

      Buon primo Maggio ad @Ale e a tutte voi.

      • Dispersa, 1 Maggio 2020 @ 09:46 Rispondi

        Certo @Luna siamo diverse perché arriviamo da esperienze diverse….
        Sposate, separate, single, con figli, senza figli…. Non possiamo seguire tutte la stessa linea…. Sarebbe impossibile!!
        Ci si confronta, rassicura, ci si scontra e in molti casi ci si aiuta…. Tutto serve!!
        Poi ognuna per la propria strada,come meglio può e crede…. Sperando che questa esperienza ci abbia insegnato qualcosa!!!!
        Un abbraccio a tutte!

  • Key, 27 Aprile 2020 @ 17:32 Rispondi

    Scusate, mi faceva male l’anima oggi e avevo bisogno di confidarmi con qualcuno che possa capire come mi sento.
    Un abbraccio a tutti, K.

    • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2020 @ 19:41 Rispondi

      Scusami ho tagliato troppo lungo e troppi dettagli riconoscibili

      • Key, 28 Aprile 2020 @ 11:50 Rispondi

        No problem, anzi hai ragione…errore da principiante, migliorerò! 🙂 Grazie

        • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2020 @ 12:18 Rispondi

  • Emme, 26 Aprile 2020 @ 17:45 Rispondi

    PS: ho dato per scontato che vivendo a distanza tutto quello che per molti in questa situazione è nuovo per noi è all’ordine del giorn. Sentirci quasi quotidianamente (molti messaggi non per impossibilità del telefonarci ma per preferenze caratteriali), videochiamate, sexting e tutto quel che ne consegue.

  • Emme, 26 Aprile 2020 @ 17:32 Rispondi

    Ciao, sono già capitata nei tuoi articoli, mi piacciono perchè sono realistici senza fronzoli e false ipocrisie.
    Faccio qualche premessa: io amante, lui cornificatore con figli e qualche anno in più, 200km di distanza, 4 anni e mezzo di amantato fatto di frequenze nel vederci dettate dai nostri lavori, quando 3/4 volte al mese quando una al mese, fatto di trasferimenti ripetuti (miei) e il suo “seguirmi” di conseguenza.
    Lui non è un seriale ma un pauroso della Vita e un paranoico del senso di colpa (senso di colpa che chiaramente con gli anni è drasticamente calato ma che è sempre stato di stampo moralista, “non è giusto fare quello che faccio” ma mai di natura sentimentale per la cornuta).

    La sua vita di “coppia con corna” comunque non è mai stata un argomento di cui discorriamo molto, non mi sono mai interessate false promesse o falsi racconti, né a lui farne, abbiamo vissuto questa relazione nell’evolversi della stessa e di noi singolarmente e insieme dentro di lei.

    In alcune parti di questo articolo mi ritrovo a tratti amante vincente (per ora) perché il cornificatore si fa sentire molto spesso, soprattutto nelle prime settimane. Ma soprattutto si relaziona in termini diversi, in parte nuovi, con approcci melanconici, rispolverando con piacere nostre avventure passate (a letto e fuori dal letto) e con la visione del programmatore che aspetta decreti e quant’altro per capire come e quando vederci.

    Allo stesso tempo alcuni fattori alla base del tuo articolo non possono essere applicati alla mia situazione (giustamente ci sono mille sfumature, è impossibile categorizzare tutto): lui fa un lavoro per cui non ha smesso di lavorare ma ha smesso di muoversi cosa che fa in modesta parte del suo lavoro.
    Quindi sì, non può vedere l’amante, ma non sta neanche a casa 24h con la portatrice di corna. Per il resto vive tutto quel che vivono in molti: figli adolescenti “indemoniati”, da seguire molto per i compiti non potendoli mandare alle solite ripetizioni, preoccupazioni per il futuro lavorativo e per la propria salute in primis.
    I periodi similari a questo, per la sua logistica familiare, sono ovviamente l’estate con i figli a casa e magari le settimane di ferie senza partenze, che però sono sempre stati anche i periodi in cui ci siamo sentiti forse di più, perchè minori gli impegni lavorativi e maggiori le voglie.
    Abbiamo vissuto, per cause di salute (sua o di parenti suoi o miei) periodi più lunghi di questo in cui non siamo riusciti a vederci, quindi in realtà non è un fattore nuovo in sé ma semmai lo è il contesto: compresa la maggiorata possibilità di riflessione che hanno tutti in questo momento, non obbligatoria!
    Non saprei quindi dove realmente piazzare lui, me e il tutto all’interno del tuo articolo.
    Grazie 🙂

    • alessandro pellizzari, 26 Aprile 2020 @ 22:56 Rispondi

      Grazie a te e benvenuta

    • Ariel, 26 Aprile 2020 @ 23:31 Rispondi

      @Emme
      Ho letto il tuo racconto e sai cosa mi ha trasmesso
      La tua emozione di rabbia

      Non so ma non mi è piaciuto nulla il tuo modo di scrivere il tuo racconto

      Perché hai definito “La portatrice di corna”

      Trovo veramente di pessimo gusto definire così una moglie
      Che non ti ha fatto nulla di male
      È una Donna come te
      Anzi sua moglie

      E forse questo che ti fa scrivere così con quella brutta espressione

      Benvenuta sicuro come chiunque qui scrive e si racconta ,ma
      Sarebbe ora di avere un minimo di educazione nel esprimersi riferendosi a persone che nulla hanno da fare con te

      Semmai fatti sotto col tuo Uomo amante
      Che ti ricordo per essere in pari al tuo modo di scrivere
      Che l’amante uomo
      È amante del xxxxxzzo

      Ecco chi ama nel 80/100 dei casi.

      @Caro Alessandro
      Scusami ,ma non resisto non mi piace per nulla questo modo di definire una Donna che è moglie e che nulla ha fatto di male

      Questo vale ovviamente in modo trasversale sempre lo si è scritto
      No al fare guerre di espressioni assurde e davvero improprie e di cattivo gusto oggettivamente.

      Poi farai tu come credi
      Ma non mi piace quella espressione ,
      e quindi lo ho scritto

      • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2020 @ 08:38 Rispondi

        Aveva colpito anche me ma spesso lascio a voi i commenti

      • Lilly, 27 Aprile 2020 @ 15:01 Rispondi

        @Ariel quando sei nella fase “calda” credo sia difficile controllarsi…capisco questa rabbia che affiora nel racconto di @Emme…ognuno subito reagisce come viene …sono sicura che non intendeva essere denigratoria con questa moglie… è così difficile essere razionali e corrette in certi momenti, e la rabbia diventa una difesa dal dolore. Io personalmente ho avuto sentimenti poco nobili nei confronti sia del “mio” cialtrone che della sua consorte… Penso sia quasi una sorta di prima fase, dove odi tutto e tutti…poi pian piano capisci…

        • Ariel, 27 Aprile 2020 @ 17:29 Rispondi

          @Lilly certo tutto ovviamente si può capire ,ma
          Esiste la oggettività del esprimersi in modo negativo senza reale motivo perché non è che mai la moglie del suo amante le abbia mai fatto nulla

          E allora resta un invito mica le ho scritto vaffa
          No anzi Benvenuta,ma mi pareva spontaneo farle notare che nessuna Donna merita appellativi offensivi come
          Quella che porta le corna che poi a pensarci meglio l’ama Uomo le fa pure alla sua così detta amante che ti amo ecc poi torna a casa e si scopra la moglie

          Ecco lì che preferisco stare nella realtà è la realtà parla della Donna in ogni ruolo resta tradita!!!!

          Non sempre è questo dipende dalla coppia reciproco Amore che significa FARE CONCRETEZZA RECIPROCA!!

          • agnese, 27 Aprile 2020 @ 20:27

            Però @Ariel anche io capisco…. Ti viene spontaneo dire ‘portatrice di corna’. Quando hai tanta rabbia dentro. Per lui. Ma con lui hai paura di sfogarti e ti sfoghi, anche se solo con le parole, con una ‘lei’. Che da stronza è diventata una donna intelligente, con dei problemi che neanche il psicologo è riuscito a risolverli, la madre dei suoi figli ecc. La verità è che sono ‘loro’ con le sue manipolazioni a farci portare. E noi che ci siamo cascate. Ma siamo colpevoli davvero ? Io credo di no. Su qualcuno ci si deve sfogare. E di solito si sfoga con le persone che non c’entrano nulla. È umano. Ed è anche sbagliato. Ma devi arrivare da sola. E prima o poi ci si arriva.

          • Ariel, 27 Aprile 2020 @ 23:33

            @Agnese tutto vero ,ma nel frattempo che ci si arriva leggere un commento che ti faccia notare che appunto non serve e sta dannoso verso se stesse e pure verso gli altri
            Tenersi la rabbia e infierire da Donna verso una Donna è infierire verso se stesse

            Proprio perché non ci accorge subito
            Magari può aiutare a evitare di ripetere di esprimersi così

            Ecco forse aiuta chiedersi se fossi io a ricevere lo stesso trattamento espressivo mi piacerebbe???

            Ovviamente no
            Il mio gesto serve a lanciare un a attenzione come una riflessione a disposizione di chi la vuole accogliere e raccogliere

            Non siamo qui come Donne a farci male tra noi ,ma anzi a cercare di guardare la vera realtà e dove ci sta dolore guarda caso

            Ci sta sempre il Cialtrone di turno
            L’ Uomo non la Donna!!!

          • Whiterabbit, 28 Aprile 2020 @ 16:38

            si è orribile. Ma umano. Come dice @agnese è umano prendersela, almeno momentamente e nel proprio intimo, con la moglie cornuta, tanto quanto penso possa essere umano prendersela, altrettanto momentaneamente e nel proprio intimo, con l’amante zoccola.
            Poi speriamo intervenga a breve la ragione e si sposti l’attenzione sul pezzo di merda.

        • Dispersa, 28 Aprile 2020 @ 14:41 Rispondi

          Vero!!
          Ma ‘la cornuta’ è orribile!!
          Ricordiamoci che noi ‘amanti’ davanti alla scoperta diventiamo nel più dei casi ‘la maga circe’…. Dimezzando la durata della storia…. E che veniamo liquidate con un ‘ma io la amo’!!

          • Emme, 28 Aprile 2020 @ 18:42

            Ri- ciao a tutte. Grazie per il benvenuta.

            Mi dispiace non sia stato dei migliori.
            Probabilmente sono stata male interpretata.
            Sono una persona molto realista, dal momento in cui una persona sposata tradisce o altrimenti detto “fa le corna”, non vedo questa “paura” nel dire le cose come stanno, qualcuno tradisce e qualcuno è tradito, le corna qualcuno le fa e qualcuno le ha.

            Mi sembra ipocrita pensare di dover sentirsi cattive a dire certi termini, se mi dispiacessi di questo dovrei dispiacermi ancor prima di ben altro e di conseguenza non avrei perpetuato tale tipo di relazione.
            Non era quindi un’accettazione negativa ma realistica per semplice definizione del termine. (tradita)

            Non era rabbia o odio nei confronti di nessuno ma semmai assenza di inopportuna compassione.
            Sono anche molto diretta: sarebbe ridicolo se mi sentissi cattiva nel dire una parola che credo semplicemente realista perché possa essere di cattivo gusto se nel frattempo sono la prima complice di chi la tradisce…mi sentirei ipocrita, ma queste sono visioni personali.
            Chiedo scusa se ha ferito qualcuno e cercherò di evitare certi termini che possano essere male interpretati e possano essere di cattivo gusto.

            Ad ogni modo mi colpisce molto che di un intero racconto ci si soffermi su un termine e ci si faccia in un qualche modo influenzare dalla convinzione che sia stato dispregiativo per interpretare l’intero racconto.

            Ho cercato di sintetizzare la mia esperienza per capire come collocarla all’interno delle categorie dell’articolo.
            Semplicemente questo.
            E mi piacerebbe sapere che ne pensate in merito.
            Magari rileggendolo pensando al posto di quel termine che vi è di cattivo gusto, un qualsiasi termine o sinonimo preferiate (moglie, moglie tradita, sposa, coniuge, congiunta visti i periodi 😉 …).

            Grazie ciao e buona serata

          • Ariel, 28 Aprile 2020 @ 19:21

            @Emme
            Ti- Benvenuta e grazie davvero per aver spiegato meglio la tua intenzione espressiva

            Certamente non esiste nulla di male ci mancherebbe qui sono una commentatrice pure io molto diretta e non mi risparmio certo nelle mie espressioni a volte molto colorite ,è solo che appunto qui si sta a maggioranza Donne che hanno sofferto e ancora stampinò dentro a relazioni assurde portatrici di sofferenze umiliazioni che molte qui hanno accettato di vivere pure per anni col risultato nefasto di esssere scartate rifiutate dopo illusioni di progetti millantati dal amante che anche nel caso di scopate senza promesse ecco lì che poi tutte le donne si sono innamorate lo stesso

            Così le Donne tutte mogli e amanti sono state ingannate tradite intortate da Cialtroni che si permettono il bello e cattivo tempo appunto da verinMaschilisti che come vedi sono diretta pure io
            E li definisco tutti
            Amanti del xxxxxo comme a dire che il loro egoismo è veramente Manipolativo verso la Donna

          • Ariel, 28 Aprile 2020 @ 19:32

            E poi quello che rileggendoti ora penso che tu già sei coinvolta con lui che nota bene nomini non direttamente ma definendolo come cornificatore con figli
            Dici non seriale ma paranoico

            E sai cosa penso?
            Che tu stai vivendo una relazione ad alto ipotesi tossica e cioè con un uomo che tanto bene non sta

            Narcisista Covert ?
            O altri innumerevoli disturbi del comportamento
            Credo che se fossi in te taglierei di netto con quest’uomo cornificatore da strapazzo e basta

            Malsano lascialo nel suo brodazzone tu almeno hai un vantaggio enorme che come amante poi chiudere subito tutto e farti una nuova vita ed esperienza

            Se non riesci a chiudere te lo dico già
            Significa che sempre in dipendenza affettiva
            Questi bei tipini sono attratti da chi ha in se una coodipendenza che va curata altrimenti resta e si ripete sempre lo stesso schema

            Se invece bella sportiva e sicura di te non hai nessuna difficoltà a chiudere significa che stai libera e salva !!!

            In ogni caso ti auguro di liberarti da un manipolatore relazionale soprattutto se fa la sceneggiata del tanto caro bisogno di sostegno perché tanto insicuro

            Tutte Balle !!
            Leggiti articolo di Daniela sul Narcisista Covert
            E leggi pure le testimonianze che qui diverse abbiamo scritto su le relazioni tossiche informati per conto tuo.

            Benvenuta davvero Emme !!!

          • Dispersa, 28 Aprile 2020 @ 20:04

            Ciao @Emme e benvenuta!!
            Essere realisti è una cosa ma certi termini mi sanno più di arroganza…. Evidentemente, nel tuo caso, usati per descrivere la tua storia.
            Dove la colloco? Nella più classica delle storie extra coniugali, dove ci si vede non molto spesso, per via della distanza, dove ci si sente tanto (perché alla fine un sentimento esiste) e dove lui farebbe la famosa retromarcia in caso di una scoperta da parte della moglie (vedi i sensi di colpa)!
            Da quello che capisco anche a te va bene la situazione…. Almeno non ho letto un tuo bisogno di ‘avere di più…. Tu la stampella per lui…. E lui cos’è per te??

  • Whiterabbit, 25 Aprile 2020 @ 08:44 Rispondi

    Ascolto sempre le dirette in differita perché le fai in orari in cui siamo insieme a fare aperitivo in terrazzo, a volte c’è anche nostra figlia e non mi sembra il caso..
    Sfiori sempre l’argomento dell’uomo che torna seriamente con sua moglie ma non lo approfondisci mai!!! Dai accontenta pure chi è interessato a questo argomento.
    Tra l’altro potrebbe interessare anche alle amanti per capire se sono state lasciate per una futura terza o per motivi seri!!!
    Il punto di vista maschile su questo argomento latita un po’ su questo blog…

    • alessandro pellizzari, 25 Aprile 2020 @ 13:02 Rispondi

      Il punto di vista maschile latita perché la maggioranza degli uomini (e qui sono il 20% che leggono, quindi un bel 150mila) rientra nei profili dei cialtroni e simili. Il primo giro di diretta con domande ne parlerò

    • Bianca, 26 Aprile 2020 @ 16:38 Rispondi

      Come dice uno psicologo diventato ora un po’ troppo “divo”.. l’amore o brucia o dura..
      La passione dura al massimo 18 mesi.. e il matrimonio quindi se ne priva molto presto..
      Ritorniamo quindi al tema di cos’è’ amore e cosa innamoramento.
      Si può’ amare la moglie (di un amore non più’ passionale) e innamorarsi dell’amante ? Si. Ma se tutti lasciassero moglie e marito perché la passione non e’ più’ la stessa… tutti si lascerebbero, anzi, non ci si sposerebbe per niente …
      Quando si deve scegliere hai da una parte l’amore per moglie e figli e il progetto famiglia e dall’altra una forte passione che non hai testato nella quotidianità …
      che fai ?
      Lo ripeterò’ all’infinito .. perché ne sono convinta:
      chi lascia e’ perché non ce n’era proprio più’ per nessuno…e spesso l’amante non c’entra …

      • Lia, 27 Aprile 2020 @ 05:47 Rispondi

        Bianca, sono del d’accordo in parte. L’innamoramento finisce insieme alla passione, quella bruciante, lo sappiamo tutti. Io credo che dopo possa continuare la passione, anzi debba continuare. Non sono d’accordo sul si lascerebbero tutti. Credo che nella maggior parte dei matrimoni, dove si insinua un’amante di lungo corso(più di un anno e mezzo) l’ intesa e la passione si sono annullate del tutto e fare sesso diventa rutinario e senza alcun coinvolgimento(questo è solo il sintomo dell’amore che finisce). Penso che la maggior parte dei matrimoni siano a questo stadio e la maggior parte degli amantati superino, tra alti a bassi, i 18 mesi di cui parli.

        • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2020 @ 08:40 Rispondi

          Sono d’accordo

        • bianca, 27 Aprile 2020 @ 12:59 Rispondi

          i 18 mesi si calcolano in una relazione normale. In quella di amantato vanno oltre perché sono “diluiti”. Meno contatti, meno quotidianità, molta piu’ adrenalina.
          Messi nelle stesse condizioni , la durata sarebbe la stessa
          Il sesso non piu’ passionale come prima, non é l’indicatore esclusivo di un amore che finisce, ma della passione che si affievolisce e non é detto che si affievolisca per mancanza d’amore… (Ritorniamo a cosa si intende per amore..amore passionale…amore romantico…amore fraterno… ).

          Unica cosa certa: le persone scelgono SEMPRE la soluzione che ritengono migliore per se… quale che sia la motivazione. E’ un’istinto atavico.

          • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2020 @ 13:06

            Gli uomini sempre le donne molto meno

          • Lia, 27 Aprile 2020 @ 13:30

            Ti garantisco, Bianca, che moltissime coppie sono come te, “bianche”.

          • Ariel, 27 Aprile 2020 @ 14:06

            @Bianca
            Però non sempre oggettivamente le persone fanno le scelte migliori per se stesse,

            Se fosse sempre così semplice seguire solo istinto?

            No le persone scelgono sempre solo e soltanto in base alla loro conoscenza e percezione di se stesse

            Ma appunto a volte ci si sbaglia semplicemente perché non si Sto arrivando! Bene o meglio chinsi sia e cioè i veri se stessi e cioè agire il più possibile senza farsi condizionare dalle proprie esperienze e inculcamenti vari ricevuti tutti nella infanzia nella crescita fino alla età adulta e cioè
            Tutti noi esseri umani spesso agiamo come robot senz saperlo non seguiamo i nostri veri esseri e volere ,ma ciò che ci ricopre al esterno

            I vesti che le nostre radici ci hanno messo addosso ,ma che non ci appartengono
            Ciascuno sbagliando nella vita impara a scoprire se stesso quello vero quello capace di vera autostima capace di difendersi se viene attaccato
            Capace davvero di scegliere esattamente per ciò che si è e si vuole veramente

            Abbiamo la vita davanti e il passato vissuto che ci aiuta a fare le scelte che non sempre sono risultato positivo per se stessi.

            CHI CERCA SE STESSO TROVA
            LA VERA CAPACITÀ DI SCEGLIERE IL BENE PER SE STESSI

          • Whiterabbit, 27 Aprile 2020 @ 15:10

            Esatto Bianca, non sempre la passione che cala è sintomo di mancanza d’amore. È sintomo però di problema. E si può risolvere.

      • lei, 27 Aprile 2020 @ 08:40 Rispondi

        Concordo. Si lascia casa solo quando diventa una prigione.

      • Luna Pelli, 27 Aprile 2020 @ 13:22 Rispondi

        L’amore o brucia o dura… Io sarò una mosca bianca ma con mio marito ho bruciato di passione per 10 anni! Se lui non si fosse “appantofolato”, se avesse mantenuto “i ritmi” di un tempo e si fosse sforzato di condividere con me almeno qualcuna delle scommesse in cui mi sono lanciata negli ultimi anni… col cavolo che avrei guardato fuori! Poi ho incontrato lui. E “purtroppo” mi sono innamorata… non solo per via del sesso nuovo e “bruciante”, ma anche per via delle parole, degli scambi, delle condivisioni. Un’intesa straordinaria. Ma il sesso resta sesso se non c’è amore. Un esercizio ripetibile e privo di potenza se spogliato dell’intenzione di essere tutt’uno, durante e dopo. Le parole restano parole se non danno luogo a fatti, rischiano di essere tanto belle quanto vuote. E allora? Allora che si fa?

        Allora ci si crede. Non si rinuncia al far permanere l’innamoramento dentro all’amore. Non lo si pensa come una cosa che una volta provata si esaurisce, né in assoluto (si può provare solo con una persona nuova, da conoscere) né per sempre (si prova solo all’inizio di un rapporto e non anche dopo, magari dopo eventi che hanno rimescolato le carte in tavola), per lasciare spazio a qualcosa che magari va oltre ma che chiede di rinunciare a quello. Ci si può innamorare di un uomo nuovo o dello stesso uomo, una o più volte, si può e si deve mirare a sentire le farfalle nello stomaco ogni giorno, anche dopo 20 anni. Ma tutto questo è possibile se ci si impegna, se ci sono i presupposti, se non c’erano ma si sono ripresentati, se si tengono saldi e se si condividono, in ogni caso, le cose più importanti: l’approccio alla vita e al futuro.

        Io tutta questa distinzione tra innamoramento e amore non la farei. È tristissima. L’amore non è pulsioni da una parte e progettino dall’altra. È tutto insieme. Una persona può desiderarne un’altra senza amarla. Questo mi torna di più. Ma non nascondiamoci dietro un dito. Ma cosa ami senza progetto? Non si ama a compartimenti stagni.

      • Dispersa, 27 Aprile 2020 @ 22:35 Rispondi

        Concordo con @Bianca.
        Mettiamo nel piatto della bilancia la convenienza, credo sia umano!! Troppe cose in ballo….
        Sì cambia solo se c’è un vero bisogno di fondo che va oltre all’amante….

        • Luna Pelli, 27 Aprile 2020 @ 23:17 Rispondi

          @Dispersa se si ama si cambia. E realizzare quell’amore diventa il bisogno primo. Se si amicchia no.

          E vale anche il contrario eh. Se non si ama e siamo convinti di non amare, si cambia. Vedi le donne che si separano indipendentemente che ci sia l’amante lì pronto, o meno, ad aspettarle.

          Poi c’è sempre la possibilità di condannarsi a una vita senza amore… Ma cavolo ragazze ne vale la pena? Ne siete davvero capaci? Davvero avete messo tutto sul piatto della bilancia e avete preferito… cosa?! No no no, non ve lo voglio sentire dire!

          • cossora, 28 Aprile 2020 @ 09:09

            @Luna le donne cambiano.
            Su 10 donne di qualsiasi età l’amore ne cambia 9 e la decima le raggiunge in ritardo.
            Su 10 uomini l’amore ne cambia 3, di cui 2 giovani senza figli, e il terzo a volte torna indietro.

          • elledibi, 28 Aprile 2020 @ 09:18

            @Luna
            Tu hai ragione ma sai anche che in generale siamo una nazione di persone statiche, che hanno paura di cambiare e questo si riflette su tutti gli aspetti della nostra vita.
            Poi scoppiamo di infelicità e frustrazione, ma prendere un rischio mai.
            Io di rischi ne ho presi tanti nella vita, non è facile decidere di mollare tutto, vivere in paesi diversi, cambiare lavoro e reinventarsi continuamente.
            C’è un grosso prezzo da pagare e gli italiani semplicemente non sono pronti. Per questo siamo così pieni di problemi, perché non c’è un’evoluzione nelle nostre vita che ci rende più forti.
            Questa debolezza alla fine massacra chi ci sta accanto.

          • Ariel, 28 Aprile 2020 @ 11:18

            @Luna Pelli
            Sono d’a In pieno con il tuo modo di concepire l’amore è le dinamiche di relazione che non fanno una piega

            Lo ripeto sei piena di consapevolezza e fai bene a scrivere qui che ci sta davvero tanto bisogno per quandto le ragazze stanno in vera difficoltà da dipendenza che ostacola la presa di coscienza la volontà e propria la propria vera autonomia ecco che uno dei segnali ad esempio

            Dopo il negare di soffrire di dipendenza perché non ci si accorge di averla
            Scatta la sfiducia e altre emozioni negative o passive

            E cioè faccio finta che va tutto bene e ne restò convinta
            Continuando a subire mentalmente la manipolazione del uomo

        • Luna Pelli, 27 Aprile 2020 @ 23:51 Rispondi

          È un po’ come quando uno non fa volentieri il lavoro che fa.

          Se trova quello dei suoi sogni, il posto perfetto, anche fosse a Tokyo dovrebbe partire!!

          Se il mestiere che fa non gli è semplicemente sgradito… ma gli è proprio insopportabile, dovrebbe licenziarsi!

          Avete voglia a dire che senza lavorare non si campa, che i trasferimenti sono difficili, che alla fine basta portare a casa lo stipendio: le vita è una!!! Ognuno deve riflettere su ciò che è meglio per sé ma se sul luogo di lavoro non è felice deve pur darsi una possibilità! Non può rinunciare al posto di lavoro perfetto se crede sia un’occasione irripetibile o condannarsi per l’eternità a un lavoro frustrante solo per paura di ritrovarsi disoccupato.

          O si rende conto, obiettivamente, che il lavoro perfetto che gli hanno proposto così perfetto non è… o rivaluta davvero il lavoro che ha già e si impegna a ricavarne soddisfazione… oppure che agisca per l’amor del cielo!

          Il mondo è pieno (si fa per dire) di occasioni di lavoro e di mestieri interessanti.

          In bocca al lupo a tutte.

        • Key, 28 Aprile 2020 @ 11:13 Rispondi

          Sono assolutamente d’accordo @dispersa. La prima domanda da farsi PRIMA DI OGNI altra parola ed azione è “io me ne andrei anche se l’altra/l’altro non ci fosse?” se la risposta è si per quanto potrà essere difficile alla fine le cose cambieranno davvero e se la storia andrà è solo responsabilità dei due. Ma quando si agisce senza essere sicuri , magari spinti dall’ormone si condanna tutti quanti ad un tira e molla infinito di dubbi, ripensamenti, ma la amo o non la amo, no aspetta con mia moglie le cose vanno bene ma penso sempre a te…e li si finisce nel limbo dell’attesa infinita. Perchè ci fidiamo di gente che nel caso peggiore non sa quello che vuole ed in quello migliore lo sa ma non ha le palle di portarlo avanti, né rimanere nella sua vita “felice” né rinunciare a quello che tu gli dai perchè in fondo gli servono entrambi e nessuno dei due.
          Per cambiare ci vogliono idee chiare, motivazione e coraggio e questo vale anche per noi amanti innamorate che, ormai siamo distrutte nell’attesa, vorremmo solo essere finalmente felici. Ho letto una citazione da qualche parte che dice “ci vuole più coraggio per l’amore che per la guerra”, quanto è vero

          • cossora, 28 Aprile 2020 @ 11:53

            @Key condivido.
            Mi sono separata perchè alla fine anche se il lui di allora non si sarebbe separato (ma mai lo ha neanche ventilato) io avevo voglia di riprovarci.
            Ne parlavo al telefono col mio ex marito giorni fa, lui a questo proposito, mi ha detto: tu ci credi ancora, e fai bene.

            Ognuno ha la sua vita da vivere, si ci sono le statistiche, i grandi numeri, ma la mia vita la vivo io.
            E se mi sta bene stare a casa a invecchiare col marito senza gioia.. si vede che comunque lo preferisco all’adrenalina del rischiare di essere felice.

            Nessuno ha il diritto di giudicare nessuno, però le palle non si dicono e se si dicono inizialmente per indecisione o paura di esser sinceri: non si ri-confermano dopo, quando vedi che l’altro ci soffre.

            Ma se si è sicuri di voler esser infelici in due.. (moglie e marito o uno dei due con l’amante) accomodatevi.

  • Luna Pelli, 23 Aprile 2020 @ 23:12 Rispondi

    Cara @Dispersa hai ragione, il mio amante non sarebbe stato la persona giusta per me. Non per come si è rivelato alla fine, almeno. Tolto lui, il lui che ha dimostrato di essere (ovvero un lui lontano dalle mie esigenze di amore e di concretezza) io ho ritrovato la pace. Non ho ritrovato mio marito per passaggio diretto. Ho solo capito quello di cui ho bisogno, in assoluto, per stare bene.

    C’è stato un lunghissimo momento in cui ho creduto di volere il mio amante sopra ogni cosa. Ora no. E non voglio neanche mio marito sopra ogni cosa…. Io voglio solo uscire da certi meccanismi. Non voglio più dipendere dalle belle parole che non portano a niente, dai messagini che stridono con l’intorno. Voglio farci l’amore con l’uomo che desidero, voglio condividerci un tempo senza scadenza, voglio essere me stessa.

    Le nostre storie sono molto diverse @Dispersa…. Il tuo amante è un amante stampella “da manuale”… per tua stessa ammissione. Ma ecco io sono giunta alla conclusione che ognuna di noi, indipendentemente da quale sia la sua storia, dovrebbe imparare a camminare sulle proprie gambe. Basta stampelle, basta aggrappi, basta illusioni. Solo buoni compagni di viaggio: uomini che accompagnano e basta, che rendono il tragitto più leggero, che non confondono, che non rallentano, che “com’è bello averli a fianco”.

    Cara @Dispersa tu sei una donna forte, intelligente, empatica, trovi parole d’affetto e di comprensione per tutti… Perciò si, io ti auguro di imparare a camminare sulle tue gambe. Molla la tua stampella se è tale e basta. Molla anche tuo marito se hai capito che non è un buon compagno di viaggio, né di fatto, né potenziale. Ti meriti di essere felice. Ti meriti di viaggiare, forte di quella che sei e solo in compagnia di chi può farti stare bene. Ma bene davvero eh. Un bacio

    • Mic, 24 Aprile 2020 @ 08:36 Rispondi

      hai ragione… a volte queste storie arrivano solo per dirci :” tu sei il centro, ritrova te stessa i tuoi bisogni e costruisci la realtà e la vita in cui tu puoi essere felice”.
      Insomma ci insegnano a guardare dentro di noi e a prenderci cura di noi stesse prima di donare a fondo perduto ad altri.
      Sei una donna molto intelligente @luna.
      Ti auguro di essere felice.

      • Luna Pelli, 24 Aprile 2020 @ 12:55 Rispondi

        Esatto @Mic, hai colto il senso. Grazie. Davvero. E sappi che il tuo augurio mi ha commossa… Contraccambio di cuore.

        • Ariel, 28 Aprile 2020 @ 11:21 Rispondi

          @luna Pelli e @Mic
          Sottoscrivo tutto

          Grandi verità è consapevolezza è vera libertà!!!

          Saper togliersi le quintalate di prosciutto sugli occhi !!!

    • Dispersa, 24 Aprile 2020 @ 15:52 Rispondi

      Grazie @Luna per le tue belle parole!!
      Queste storie alla fine ci insegnano molto più di quello che vogliamo cogliere….
      Mi sono messa in discussione e stò lavorando su di me (ho movimentato anche un bel po’ di animi) …. Molte volte leggo che non bisogna giustificare una persona perché da piccolo gli è successo questo o quello…. Ma purtroppo il mio modo di essere e di fare era legato ad una ‘mancanza’ subita (chiamiamola così)…. Una costante ricerca di perfezione che non esisteva!!
      Per la prima volta lo sto facendo…. E non per il ‘vissero felici e contenti per tanti tanti anni’…. Ma per il ‘visse felice e contenta senza troppe costrizioni’!!
      Un bacio a te!!

  • Luna Pelli, 22 Aprile 2020 @ 21:32 Rispondi

    Cara @White ti rispondo qui. Hai ragione quando dici che per un recupero vero entrambe le parti dovrebbero ricevere uno scossone e acquisire consapevolezza rispetto a quello che desiderano. Ma mio marito lo scossone ce lo ha avuto. Perché se anche non gli avevo confessato il tradimento (in corso) avevo cominciato a prepararlo all’idea che non ero certa di volere un futuro con lui.

    Il mio scossone per acquisire consapevolezza rispetto a ciò che voglio io, è stato scoprire che il mio amante era la persona che era. Ho capito di non volere lui e quello che avevo con lui. Ho scoperto che quello che desidero sopra ogni cosa è un amore vero, condiviso e che guarda al futuro. Io, grazie a questo scossone, vedo mio marito come un uomo di cui mi posso rinnamorare perché è un uomo che ha dimostrato, coi fatti, che nell’amore ci crede, è rimasto @White e guarda all’amore nello stesso modo in cui ci guardo io.

    Lo scossone di mio marito per acquisire consapevolezza rispetto a ciò che vuole lui è stato scoprire che stava per perdermi. Grazie a questo scossone ha capito di volere me, nonostante quello che si immagina mi sia successo, e ha scoperto di avere voglia di impegnarsi come mai prima perché io rimanga al suo fianco. E non a tutti i costi, ma col desiderio e la gioia di farlo.

    Queste consapevolezze, a un certo punto, si sono come allineate. Non so dirti di più. So solo che allontanarmi da certe dinamiche mi ha fatto bene. Io ora sto bene. E mio marito c’è e c’è più di prima. Voglio vivere @White. E voglio continuare a stare bene.

    • Sim, 23 Aprile 2020 @ 12:17 Rispondi

      Cara Luna, sei fortunata perché tuo marito vuole ricostruire con te. Io mi sono impegnata tanto e per tanto tempo ma non ce l ‘ho fatta

      • Luna Pelli, 23 Aprile 2020 @ 14:29 Rispondi

        Dolcissima @Sim hai ragione. Io sono molto fortunata. Le intenzioni ci sono e le possibilità pure. Poi vedremo. Ma di una cosa sono certa: certe dinamiche mai più. La mia più grande fortuna è stata riuscire a ribaltare quelle che di fatto mi davano più dolore e disagio in assoluto, ovvero quelle col mio amante. Partire da qui rende tutto più giusto, più giusto per me, più a misura di @Luna. Ora io sto ferma e mi ascolto. Ascolto quello che mi succede dentro ogni volta che mio marito mi fa una carezza.

        Anche tu @Sim, prova a partire da qui. Prova a eliminare quello che più non ti torna. Se la storia col tuo amante o quella con tuo marito. Prova a chiederti cosa è che ti fa più male e intanto allontana quello. Una volta che lo avrai fatto avrai il vantaggio di riflettere su ciò che ti rimane con più lucidità. So che adesso ti sembra non vada niente, né la storia con lui, né la storia con l’altro… Forse qualcuno ti direbbe di allontanare subito entrambi… ma io, prima di fare piazza pulita, ti suggerirei di cominciare a eliminare quello che più senti distante da te e dal tuo modo di concepire la vita e l’amore. Il resto si aggiusterà strada facendo e capirai con chi stare. Con uno dei due, da sola o con qualcun’altro. La tua felicità ti aspetta. Forza. Non sei sola. Un abbraccio

      • Whiterabbit, 23 Aprile 2020 @ 19:41 Rispondi

        Ma perché @Luna è fortunata se il marito vuole ricostruire e se invece vuole ricostruire una moglie , spesso, le si da dell’illusa? :-/

        • Whiterabbit, 23 Aprile 2020 @ 19:44 Rispondi

          Ah, @Luna, anche io penso che tu sia stata fortunata, e auguro a tuo marito lo stesso, che la tua voglia di rinascita con lui sia sincera e positiva. Io ci credo. In bocca al lupo.

    • Dispersa, 23 Aprile 2020 @ 15:12 Rispondi

      @Luna io non credo serva dichiarare il tradimento per subire lo scossone (anche se è il modo più onesto per poter ripartire ad armi pari).
      Tu lo hai avuto e lui l’ha sentito. Probabilmente ne avete anche parlato…. Sta di fatto che ti sento sincera e se sei consapevole che con tuo marito riuscirete a ritrovare un Vs equilibrio (e rinnamorarvi) è un segnale che probabilmente il tuo amante non sarebbe stato la persona giusta per te….
      Io ‘giudico’ da fuori quindi potrei sbagliarmi.
      Ti rispondo qua ad un tuo commento precedente…. Io non ho mai chiesto al mio amante di lasciare la famiglia e sinceramente non lo avrei fatto nemmeno io…. Lui mi dava il giusto equilibrio per andare avanti (stampella? egoismo? mancanza di attributi? Non lo so….) ho sognato (abbiamo sognato) nulla di più!!
      I problemi sono sorti dopo essere stato scoperto, perché era diventato tutto un tira e molla, tutto troppo difficile, non ci si poteva più sentire in determinati orari (meno che meno durante WE e ferie)…. Risultato? Ero sofferente e sinceramente non vedevo più sereno nemmeno lui.
      Il mio compagno ne ha risentito tantissimo, ho dichiarato crisi e si è messo in discussione (lenta ma l’ha fatto)…. I’ex amante, lo amo, ma (posso??) sul piatto della convenienza non c’era…. Ovvero ho iniziato a capire che così non potevo più continuare….
      Ora sono più serena, non ho mai attuato il cds perché lavoriamo assieme, a volte crollerei (e anche lui) ma umanamente parlando siamo centrati e andiamo, o forse vado, avanti.
      Un abbraccio!!

  • FF, 21 Aprile 2020 @ 20:31 Rispondi

    @polli, si si, lui sa che ci sono.. Molte volte ho tolto i vestiti di compagna e fidanzata per vestire quelli di amica, ho ascoltato cose che ho voluto rimuovere subito dalla mia testa perché non mi avrebbero fatto andare avanti, tutto in nome del nostro amore e della nostra conoscenza che è di lungaaa data.. Ma che non ci sarò per sempre e che, arrivati alla fine, potrei essere io a dirgli che non ce la faccio a continuare con lui perché il dolore e le mancanze di rispetto sono andate oltre. Deve solo passare un altro pochino di tempo. Grazie a te e a chi mi dice che sto dimostrando molto, sono solo me stessa anche in questa occasione particolare.

    • Polly, 21 Aprile 2020 @ 22:56 Rispondi

      PS se vuoi ricostruire devi anche considerare che hai una parte di responsabilità. Che poi lui abbia fatto il ‘passo’ rimane, ma non sottovalutare il concorso di colpa. Un abbraccio.

      • FF, 22 Aprile 2020 @ 09:40 Rispondi

        Certo.. La responsabilità ce l’ho anche io ed è per questo che sto lavorando su me stessa e sono cambiata, per non cadere più negli sbagli di prima.

  • FF, 21 Aprile 2020 @ 20:25 Rispondi

    @luna pelli, crepi il lupo!!! Sto cercando appunto di ascoltarmi.. A volte è difficile farlo e mettere insieme quello che sento, quello che vorrei e quello che mi dicono gli altri, primo tra tutti la mia amica avvocato. Spero di arrivare alla fine di questa brutta storia non perdendo me stessa.

  • Sono io, 19 Aprile 2020 @ 22:57 Rispondi

    FF giusto darti un tempo ma aggiungerei rifletti se sei in grado di avere fiducia poi. Solo la fiducia dà serenità e dato che loro lavorano insieme e cmq ha tradito cerca di capire il tuo limite. Io sapevo che non sarei riuscita a passare sopra a un tradimento che per me sono anche le bugie e i sotterfugi e le prese per il culo che non accetto. Ognuno sa di sé. Ascoltati e non cercare di essere un’alternativa a lei. Devi sentirti una scelta.

    • FF, 20 Aprile 2020 @ 07:09 Rispondi

      @sono io, per ora la fiducia sono capace di dargliela, ma tirando troppo la corda..poi si spezza anche quella. Non avrei mai pensato di accettare una situazione simile, poi nelle situazioni ci si ritrova e capiamo che arriviamo fin dove non pensavamo. Ammetto una sbandata purché si riprenda in tempi brevi, altrimenti subirà quello di cui ha più paura cioè di subire la decisione di una delle due che si è stancata.

      • alessandro pellizzari, 20 Aprile 2020 @ 10:15 Rispondi

        Dopo la uarantena non ci saranno più scuse per nessuno

        • oldplum, 20 Aprile 2020 @ 12:20 Rispondi

          Anche prima se durerà ancora tanto

        • FF, 20 Aprile 2020 @ 12:34 Rispondi

          Vero! Dopo la quarantena, vedremo

      • Luna Pelli, 20 Aprile 2020 @ 20:40 Rispondi

        @FF… La sua più grande paura è quella di subire una decisione… Che rabbia che mi fa! Io voglio credere che lo abbia detto perché è sinceramente confuso, perché sa di dover scegliere e vorrebbe compiere una scelta attiva, così da far sentire la donna che sceglierà… scelta, appunto. Ma la verità è che se anche una delle due si stufasse per prima lui non sarebbe obbligato proprio a un bel niente! Non subirebbe alcunché! Non dovrebbe necessariamente adeguarsi e potrebbe anzi capire, tutto insieme, per quale donna combattere!

        @FF sei davvero sicura che portare pazienza possa muova a tuo favore?

        • Whiterabbit, 21 Aprile 2020 @ 07:31 Rispondi

          Se dopo la quarantena arrivasse una decisione ATTIVA e SINCERA, sarebbe comunque sempre a favore di tutti gli attori.
          Menzogna e sotterfugi sono a SFAVORE..

        • FF, 21 Aprile 2020 @ 11:19 Rispondi

          @luna pelli, non lo so.. Per ora resto in attesa.. Cerco di fare quello che mi sento perché non ho un manuale di istruzioni da seguire 🙁

          • Luna Pelli, 21 Aprile 2020 @ 14:11

            Certo @FF devi fare SOLO quello che ti senti! È che se a un certo punto ti sentirai di volerlo mandare via, anche e solo perché è giusto così, perché non si sta comportando bene… fallo! Non è detto che “mollandolo per prima” lo perderesti anzi… forse lui capirebbe tutto d’un colpo che sei tu quella che vuole! Questo volevo dire. Non volevo invitarti a usare una strategia, volevo solo invitarti a non chiedere troppo a te stessa! Se aspetti di essere esasperata per invitarlo ad andarsene il rischio, forse, è che non potrai perdonarlo mai più. Ti avrà fatto troppo male!! Cmq lo so che non hai un manuale d’istruzioni. Nessuno ce l’ha. Sei già bravissssima così. Io ti auguro di salvare il tuo matrimonio se è quello che vuoi. Cmq ascoltati e vai avanti per come puoi. Ti faccio il mio più grande in bocca al lupo.

          • Polly, 21 Aprile 2020 @ 14:58

            @FF innanzitutto ti faccio i miei piu’ sinceri complimenti per il tuo equilibrio e autocontrollo. Quando ho scoperto io la relazione ho perso il senno, dimostrando a me stessa la mia pochezza. Concentrati ora su quello che vuoi e faglielo sapere. Ricominciare, seppur dolorosissimo, e’ possibile (anche se i casi di successo sono pochi, ma voi potreste rientrare tra questi). Lui e’ sicuramente nella fase entusiastica e non e’ pronto a perdere la riscoperta del se’ (che la nuova presenza gli ha fatto gustare) ne’ quello che c’e’ tra voi. Pero’ attenzione: tu gli hai consentito di giocare a carte scoperte e lui si dichiara confuso. Fagli capire che ci sei ma datti un termine, senza comunicarlglielo, oltre il quale e’ fuori dalla tua esistenza. Te lo meriti. Troppo comoda la storia della confusione di questi irrisolti…@Ale ma possibile che non si rendano conto delle sofferenze che causano in due persone contemporaneamente????

          • alessandro pellizzari, 21 Aprile 2020 @ 16:53

            Troppo egoisti per badarci

  • FF, 19 Aprile 2020 @ 11:58 Rispondi

    @cossora hai ragione.. Per ora sto mettendo ordine della mia vita.. Do tempo al tempo.. Inutile forzare qualcosa, non porterebbe a niente. Paradossalmente, sono stata io che gli ho detto all’inizio di non troncare niente con lei se nn lo sentiva perché lavorando insieme sarebbe stato solo peggio.. Quindi ora cerco di ascoltare me stessa, faccio passare il virus, riprendo in mano la mia vita e vedremo. Nel frattempo, sono alla finestra ad aspettare

    • Dispersa, 19 Aprile 2020 @ 13:48 Rispondi

      Meravigliosa @FF!!
      Praticamente gli hai detto ‘continua se vuoi io ce la faccio lo stesso senza te’…. E nel contempo gli hai tolto il brivido del tradimento (perché alla fine il più delle volte è la trasgressione che vogliono).
      Ora mi dirai…. ‘grazie ma a mie spese….’
      Purtroppo sì, oramai il danno è fatto e indietro non si torna!! Però hai la possibilità di riprendere in mano la tua vita e pilotarla tu…. Questo periodo non aiuta e per ora sei alla finestra…. Ma appena ti sarà possibile vedrai che la soluzione arriverà…. E sarà la più giusta e naturale possibile.
      Ce ne sono di donne tradite…. E ti ‘metto’ (passami il termine) tra quelle con una marcia in più (forse @Ale direbbe una super donna).
      Un abbraccio.

      • FF, 19 Aprile 2020 @ 18:45 Rispondi

        @dispersa..ogni tanto mi sembra di fare retromarcia invece che avere una marcia in più. Purtroppo ho capito che se non se ne accorge lui di cosa sta perdendo, non posso fare altro.. Sono cambiata, gli mostro che ho la voglia di metterci una pietra sopra e ricostruire da zero, ma se nn collabora anche lui, nn posso farci altro. Come dice lui, ‘quello che noi possiamo fare lo stiamo facendo’ , ora deve essere lui che chiude la storia dall’ altra parte. Chiaro che intanto porto avanti la mia vita.. Se quando si riprenderà, ci sarò.. Bene..

        • Dispersa, 19 Aprile 2020 @ 19:46 Rispondi

          @FF la retromarcia la metti perché probabilmente non sai come comportarti…. Ma chi è preparato ad uno scossone simile?? La ‘cosa’ è ancora troppo fresca….
          Posso dirti che per come ti sei posta in questo Blog ti sento di un’umiltà incredibile e ricorda non è una dote ma una virtù!!
          Purtroppo dirti cosa fare è difficile….
          Puoi solo ripartire da te!! Ti sei messa in discussione? Bene ora mettiti al primo posto!!

          • FF, 19 Aprile 2020 @ 20:53

            @dispersa..la retromarcia in effetti la metto nelle giornate ‘no’ perché non ho un manuale di istruzioni per questa storia. Ho tanti difetti e li riconosco, li sto affrontando, ma mi ritengo una persona onesta e umile, mi fa piacere che traspaia dai pochi commenti che ho fatto.
            Mi sono messa in discussione e risorgeró come l’Arabia fenice dalle ceneri perché, sono presuntuosa in questo momento, non mi manca proprio niente, forse ora un po’ di coraggio ma non altre cose.. Ho tante persone che mi amano e mi supportano intorno, e questo blog anche se da poco mi tira molto su e anche te con le tue parole. Grazie

        • Bianca, 26 Aprile 2020 @ 16:14 Rispondi

          Eh, cara @ FF… credo non ci sia nulla di più meschino di essere oggetto di tradimento e doversene pure sentire pienamente responsabili..
          In questo momento ha passato la palla a te… bel meschino..
          Ricordo un caso simile al tuo…
          lei che presa dal panico cambia, si rimette in forma, diventa gentile e accondiscendente ..mentre dentro muore… Lui che sta male pensando all’altra e però’ ora la moglie e’ diventata così dolce e sexy…ma durera’ ?si domanda…
          Poi lei si comincia a guardare intorno per sopravvivere e non sentirsi un cesso a pedali… e capire se piace ancora …
          quando il marito scopre che c’è’ un pretendente va in crisi di pianto e in ginocchio le chiede finalmente di perdonarlo..
          Sono ancora insieme, lui la ringrazia spesso per non averlo buttato per strada a calci… (mentre l’amante di lui e’ ancora convinta che sia rimasto per i figli di cui non si e’ mai occupato neppure prima).. Ma non passa giorno in cui la moglie non pensi di aver fatto una siderale minchiata a non averlo messo nel sacco dell’umido….
          Perché’? Perché ha passato un periodo di cacca che avrebbe passato comunque con il taglio netto…ma continuando a sentire che se si imbatteranno in altri momenti fragili (malattie, crisi di lavoro..etc) lui invece di capire o sostenere… forse ricomincerà’ a guardarsi intorno…
          Ricostruire non e’ banale ..su tante macerie

          • EP, 27 Aprile 2020 @ 10:28

            @bianca…bentornata!
            Senza entrare nel merito specifico della storia di FF…concordo con te!
            Mah…questa cosa di scaricare tt il merdone su di lei nn mi piace x niente!
            È cm qnd mio figlio di 6 anni rompe qlcsa ma trova sempre il modo di dare la colpa a sua sorella (di 12)
            Ok…si…io ti ho tradito ma tu…etc etc…
            E la cara moglie invece si sente il peso della responsabilità, che sicuramente c’è…ma dovrebbe essere al 50%…e invece si evince che FF la senta almeno al 90%.
            E così il coltello dalla parte del manico ce l’ha lui…PURE!!!! E continua il processo di deresponsabilizzazione iniziato qnd probabilmente aveva meno di 6 anni (cm mio figlio).
            E ancora c’è una donna che gli insegna ad autoassolversi (la prima è stata sua madre)

            Emblematica la storia che racconti…lei in preda al panico…la dieta…gli sforzi…IL MORIRE DENTRO…e poi lui, successivamente…la crisi di pianto…in ginocchio a chiedere perdono!
            Boh…il tutto manca di equilibrio! Qnd il “pentimento” è troppo repentino e teatrale o una sorta di reazione a qlche altra azione (vedi il farsi sotto di altro pretendente…scusa ma prima dov’eri?!?! A riflettere?)…mi sa di fasullo!
            Un po’ cm il famoso TI AMO detto durante l’amplesso!
            E x quella che è la mia esperienza…o accetti di morire dentro x sempre…e anneghi nei dubbi, nei rimpianti, nel come poteva essere ma nn è stato…oppure tempo 5 anni questa storia ritorna fuori!
            Io, il mio ex compagno ho rimpianto tanto di nn averlo messo nell’umido anni prima, qnd c’era stata prima “crisi”…(intercettata prima che diventasse una relazione e che guarda caso arrivava dopo la nascita della ns prima figlia)
            Ero ancora innamorata!
            Oggi col senno di poi e una buona dose di razionalità e disincanto dico che è stata un’immensa cazzata!

          • FF, 27 Aprile 2020 @ 13:14

            @bianca,@EP vi rispondo qui. La responsabilità me la sono presa per carità… Ma non al 90%come lui spesso vuol far credere nei suoi appunto discorsi meschini.. Io ho le mie, lui ha le sue… In un momento in cui la vita era dura, ero concentrata su mille problemi, non posso dimenticare che ho avuto delle mancanze e l’ho messo da parte, ma e io??? Anche io avevo bisogno.. Lui dov’era?? S’era fatto un’altra storia e aveva messo me da parte. Quindi chi prima e chi dopo, ha messo da parte l’altro.
            Ora la scusa “sono bloccato dal covid” è agli sgoccioli, vediamo cosa inventa. Io, al momento, vorrei ricostruire il nostro rapporto..nn posso assicurare a nessuno che tra qualche settimana sarò lì ad aspettare lui.
            Come lui sa, due anni fa io presi una sbandata per uno, è rimasto tutto nella mia testa nn è successo niente. E sta proprio qui la differenza, quando mi sono accorta di essere partita, sono tornata sui binari..lui nn ha saputo tenerselo nelle mutande!
            E nn è detto che tornata a lavoro, non trovi qualcuno che mi dia più attenzioni di lui e che questa volta non ceda!

    • Polly, 19 Aprile 2020 @ 16:43 Rispondi

      @FF datti un tempo però. Questi sono ‘gli irrisolti’ e purtroppo finché non li scuoti non prendono decisioni. Lui rimarrebbe così per sempre, fidati. Lavora, come stai facendo, su te stessa. L’ammissione delle tue ‘colpe’ implica di fatto un perdono nei tuoi e nei suoi riguardi. È lui che deve fare chiarezza ma stare con i piedi in due scarpe no. Inizia anche a paventargli la possibilità di un tuo distacco, di una tua incertezza… Ma pensaci davvero. All’inizio è normale la paura di perderlo, ma quando il tempo passa risorgi anche da sola. Garantito.

      • FF, 19 Aprile 2020 @ 18:49 Rispondi

        @polly hai ragione, devo darmi un tempo! Lui comunque sa che alla fine di questo periodo, non è detto che io ci sia, sto valutando molto le cose anche io e deciderò se il ‘sacchettino del dolore’ posso buttarlo via senza conseguenze, oppure se non riesco a buttarlo e non posso convivere con tutte le storie di questo momento di m…

  • Sono io, 19 Aprile 2020 @ 10:46 Rispondi

    @FF ma come fai? Ti abbraccio affettuosamente ma mi incazzo anche un po’!. Lasci lo spazio di valutare tenendoti dentro una sofferenza enorme in nome di cosa? Ti consiglierei di parlare con qualcuno mi dai l’impressione di amarti poco e fidati che prima o poi questa mancanza di amore verso te stessa la paghi.

    • FF, 19 Aprile 2020 @ 12:03 Rispondi

      A volte mi chiedo anche io come faccio… Faccio quello che mi sento principalmente.. Magari verrà un tempo in cui dirò basta e butterò tutta la sua roba dal terrazzo cambiando le chiavi di casa 🙂

  • Sono io, 19 Aprile 2020 @ 10:40 Rispondi

    @cossora è così. Mentre però lo lasciamo andare dobbiamo ricoscteuirci e diventare forti per affrontare, il suo quasi certo ritorno. In che modo? Vedendo nei fatti che noi non abbiamo bisogno di stampelle, manco una

    • Cossora, 19 Aprile 2020 @ 18:55 Rispondi

      Non lo voglio insicuro, perché non voglio convincerlo.
      So chi sono e so che non lo prenderò a calci nel sedere.
      Lo accetto solo in un modo: determinato (fermo restando che i tempi coincidano, non mi sento votata a lui in assoluto).

  • Cristina, 19 Aprile 2020 @ 10:25 Rispondi

    Ciao ragazze, siete tutte uniche e speciali con le vostre storie di vita…vi considero amiche anche senza conoscervi. Sono spesso sul blog anche se ho scritto solo un paio d ivolte.
    La quarantena con il mio amante è già terminata…fino all’altro giorno abbastanza presente con messaggi, chiamate, videochiamate…mi diceva che io e lui forse saremmo potuti stare bene insieme, che alla fine di questa quarantena una decisione in un senso o nell’altro l’avrebbe presa… sempre però mettendo al primo posto la figlia. poi l’altra sera gli mando la buonanotte e la ieri mattina mi scrive dicendomi di non cercarlo più, che era successo un putiferio e che era con le spalle al muro..credo per la scoperta del messaggio. Ha spento il telefono senza più riaccenderlo…prima o poi dovrà riaccenderlo..e cosa farò? Non lo so…questo dopo un anno e mezzo insieme…per modo di dire…
    Grazie per non farmi sentire sola. Cristina

    • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2020 @ 10:55 Rispondi

      È stato beccato e si è tramutato in zerbino in un secondo

      • Cristina, 19 Aprile 2020 @ 11:13 Rispondi

        Già zerbino lo era parecchio prima…mai un rischio per me…

    • EP, 19 Aprile 2020 @ 11:17 Rispondi

      @cristina…cosa devi fare?
      SCOMPARIRE!
      Dai su…ci leggi no? …sai cm vanno a finire queste cose…tante belle parole…dopo la quarantena così…dopo la quarantena colà…
      Beccato…POUF!!! Volatilizzato…ora si che x lui inizia la quarantena…che ha già deciso dove scontare! Ai domiciliari…sottoposto a 41bis xò…
      Questo e il LUI più sincero!
      Sai che Joseph Conrad lo descriveva ad inizio ‘900 nel suo Heart of Darkness…ogni uomo rivela se stesso davanti a eventi inaspettati…
      Lui si è rivelato! Ti ha detto di nn scrivergli più…ha spento il cellulare…ti ha cestinato…ora sarà impegnato a convincere la moglie che è stato uno sbaglio, che è stata una debolezza, che era appena iniziata, che nn è cm crede, che sei tu che l’hai plagiato etc etc…se ti fai un giro nel blog trovi tutte le casistiche possibili immaginabili!
      Forza…rimani qua…ti aiuterà! Ma prendi decisa la porta d’uscita (metaforicamente eh..xchè Conte dice che dobbiamo rimanere a casa ancora)
      Un abbraccio

    • Lia, 19 Aprile 2020 @ 11:46 Rispondi

      Cristina! E’ stato beccato e se l’è fatta sotto! Questo dice molto su quanto avesse maturato la seria intenzione di svoltare.
      Sono d’accordo con Ale, da guerriero a schiavo in un attimo…
      Per te è stata una fortuna, ti stava portando a spasso…

      • Cristina, 19 Aprile 2020 @ 14:26 Rispondi

        Grazie ragazze….so che si è comportato male e solo per suo comodo…ma la voglia di sentirlo è fortissima…

    • Oldplum, 19 Aprile 2020 @ 11:52 Rispondi

      Poi torna, tranquilla.
      O con la valigia (perché lei lo butta fuori): probabilità 3%
      O come prima: probabilità 97%
      Perché se uno dopo essere stato beccato non si fa vivo entro 48 h , queste sono le statistiche.

    • Dispersa, 19 Aprile 2020 @ 13:59 Rispondi

      @Cristina una decisione (anzi la decisione) l’aveva già presa!!…. Solo la moglie ha accelerato il tempo per comunicartela….
      Scrivi…. Qua sei in buona compagnia!!

      • Cristina, 20 Aprile 2020 @ 09:46 Rispondi

        Oggi mi sento tanto stanca…stanca per aver creduto e lottato un anno e mezzo per una persona che amavo e che amo ancora ma che è sparita in un secondo con un messaggio…

        • alessandro pellizzari, 20 Aprile 2020 @ 10:17 Rispondi

          La verità si vede nel momento del bisogno, come le persone

  • Luna Pelli, 19 Aprile 2020 @ 09:06 Rispondi

    @Ariel cara, ti rispondo qui perché sopra non riesco. Sicuramente non merito tutta la stima che provi nei miei confronti… ma ti sono grata per la fiducia che riponi in me! So che apprezzi il lavoro che sto cercando di fare su me stessa perché tu per prima, sulla tua pelle, hai sperimentato quanto sia fondamentale un lavoro del genere e per recuperare la pace e per ribaltare ogni dinamica responsabile di dolore! Continua ad adoperare la tua sensibilità e ciò che hai imparato attraverso la tua esperienza, per aiutare gli altri! C’è indubbiamente bisogno di donne come te per rendere l’amore.. un posto migliore! Grazie sirenetta

  • Sono io, 19 Aprile 2020 @ 01:14 Rispondi

    Certi uomini hanno bisogno di due stampelle per stare in piedi. Togliamone una e cadranno. Lasciamoli alle mogli, se siamo amanti, o alle amanti, se siamo mogli.

    • Cossora, 19 Aprile 2020 @ 09:17 Rispondi

      @Sono io.. batto il cinque col pensiero!!
      Lasciamoli andare. Tanto sono tutti immaturi uguali: se hanno bisogno assoluto tornano a chiedere a quella che per sua sfiga gli viene più comoda.

      • Dispersa, 19 Aprile 2020 @ 09:48 Rispondi

        Oppure ne trovano un’altra….
        Al mondo siamo in più di 7 miliardi di persone…. Tolti bambini ed anziani…. Dividiamo per due…. Et voilà…. Se non è matematica questa!!

      • Outlier, 19 Aprile 2020 @ 10:14 Rispondi

        Comunque ragazze io di me stessa ho capito che la quarantena forzata mi fa bene.
        Non avrei mai pensato che potessi stare bene così come ora.
        Forse finalmente ho raggiunto la pace interiore, dove il mio ex uomo sposato o c’è o non c’è non mi tange, dove se è a casa con la famiglia non mi tange.
        Per me può restare dove sta. E quando mi scrive, perché lo fa per tornare alla carica post quarantena, manco gli rispondo.
        Nono avrei mai pensato di me stessa.
        È tutto questo è grazie a tutte voi e ad Alessandro.

        • Luna Pelli, 19 Aprile 2020 @ 10:58 Rispondi

          Grande @Out! Secondo me sei sulla buona strada!

  • Angelina, 18 Aprile 2020 @ 15:27 Rispondi

    FF da ex moglie ho tentato di recuperare il mio rapporto con il mio ex marito, che aveva un’amante, ma stavo male troppo è stato un anno di calvario e alla fine l’ho lasciato….con tanto tempo sono rinata e ora se riguardo indietro mi sembra assurdo di avete pianto tante lacrime,è stata la mia più grossa fortuna, non rivorrei mai più un uomo così…
    Lui ha giocato a fare la famiglia del Mulino Bianco con lei, sono durati qualche annetto calando sempre di più,prima vivevano insieme poi ognuno a casa sua e alla fine si sono lasciati e lui oramai sono anni che prova a rientrare in casa,per carità!!
    Ora con il mio ex amante è finita da quasi un mese e lui ha tenuto per anni in balia me e sua moglie dicendo che era confuso, che non riusciva a dimenticarmi,lei sicuramente sarà stata male, ogni tanto si incalzava poi si metteva a tacere,un po’ come facevo io….ora mi sono resa conto di quanto Lui con le parole era bravo con me e con lei…a prendere tempo, a rimandare, godendosi la sua tranquillità e me,in tutto questo c’è anche la sua migliore amica, che è una sua ex storica che gli fa da psicologa e che sua moglie non può vedere…
    Un harem insomma…

    • FF, 19 Aprile 2020 @ 04:39 Rispondi

      Mamma che storia! Mi dispiace molto… Spero di poter vedere la luce il prima possibile… Ma la vedo ancora lunga

    • EP, 19 Aprile 2020 @ 09:58 Rispondi

      No vabbè @angelina! Pure l’amica…ex storica?!?!?
      Quest’uomo è da lasciare cn il cuxx per terra…nn so cm ci riesce ma intorta tutte… moglie, amante, figlia, suocera, amica…mi fanno tanta pena la moglie e la figlia cosa vuoi che ti dica…
      Tu se fai la brava te lo togli di torno…ma loro…
      Ricordo che nn si è fatto remore con le sue uscite, i suoi ritorni e i suoi drammi vissuti in diretta…questa bambina sarà una donna adulta cn qlche problema, ci giurerei!

      • Angelina, 19 Aprile 2020 @ 18:40 Rispondi

        Ep potrei scrivere una storia ma non ho voluto infierire di più mi sento già scema così…pensa che la sua migliore amica(storica ex) mi ha contattata quest’estate in un momento in cui io e lui ci eravamo lasciati, perché voleva aiutarlo…mah anche li ci ho capito poco…a suo tempo anche con lei non è che si sia comportato bene,poi con il tempo sono tornati amici.
        Penso che a lui ci vorrebbe una bella svegliata invece purtroppo lui casca sempre in piedi attornato da tutte queste donne,lui è molto bravo con le parole…invece io mi sento così,giù oggi…spero di dimenticarlo presto, questa volta so che non tornerà ed è giusto così…

        • EP, 19 Aprile 2020 @ 20:37 Rispondi

          @angelina…guarda…ormai ne faccio sempre un discorso matematico! Nn sentirti scema…se quest’uomo è in grado di intortare tt ste donne insieme e x così tanto tempo è decisamente un fuoriclasse! O vi sceglie cn cura…direbbe qlcna più esperta di me in psicologia…
          Davvero…sn basita soprattutto dalla ex, ora trasformata in amica che diventa sua complice nel far cadere in trappola un’altra vittima! Boh…
          Ricordo ora qlche particolare della tua storia…che avevi raccontato mesi fa…e che già mi aveva fatto storcere il naso…tanta gente coinvolta…sorella…cugina…mamma…suocera…un microcosmo tutto al femminile #echipiunehapiunemetta… che ruotava attorno a questo…vogliamo chiamarlo UOMO?!?!

          @angelina…sicuramente qui ci sarà qlcna più brava di me a darti le definizioni giuste…ma ricordo che qnd @daniela cn i suoi articoli sul narcisista qui nel blog mi ha aperto gli occhi su quello che io avevo vissuto (e inspiegabilmente superato da sola) cn il mio ex compagno ho iniziato a documentarmi…e tra le cose scovate in internet ho letto anche di interi gruppi familiari narcisisti patologici…che causano dei danni pazzeschi sui figli…nipoti…etc etc
          Ho riconosciuto alcune peculiarità nel rapporto che il mio ex ha cn i suoi genitori e ti assicuro che mi sn anche molto preoccupata xchè io cn lui ho due figli…e sn sempre sul chi valà!

          Hai già avuto tanta sofferenza cn tuo marito @angelina…qui puoi scegliere di cancellarlo dalla tua vita! Ormai hai capito che ti fa del male e SARÀ SEMPRE COSÌ!

          Distaccati da tutte ste persone! Ti assicuro che dal di fuori…nessuna sembra proprio “centrata”!

    • Sono io, 19 Aprile 2020 @ 10:49 Rispondi

      Riassumendo…un uomo che succhia energie alle donne. Per fortuna lo hai perso da un mese!

  • Sim, 18 Aprile 2020 @ 12:18 Rispondi

    Vi racconto la mia storia. Sei anni fa arriva il primo figlio. Voluto. Mi faccio prendere totalmente dal bimbo.. Dopo un anno il mio compagno mi tradisce.Concorso di colpe. Lo scopro e lo caccio di casa. Ma il bimbo è piccolo, non ce la faccio e gli chiedo di tornare. Lui torna, lascia l’amante ed io mi butto a capofitto nel recupero del nostro rapporto. In questi 5 anni beh è cambiato pochissimo, i problemi ci sono sempre e soprattutto purtroppo non ho più stima del mio compagno. La sbandata è possibile, l’errore è umano ma in 5 anni ha fatto ben poco per recuperare. In questo frangente conosco un collega, sposato con figlio ed iniziamo a vedersi. Mi ci butto a capofitto, bisognosa di attenzioni che col mio compagno restano un sogno. Problema : non riesco a mollare né il mio compagno né l’altro e non sono felice né con l’uno né con l’altro.

  • FF, 18 Aprile 2020 @ 08:12 Rispondi

    Che belli questi articoli, mi stanno dando molti spunti di riflessione!! Ne ho letti molti tutti di fila..

    Il 14 febbraio (proprio una bella festa degli innamorati…) ho scoperto che il mio compagno, con il quale sto da 9 anni, ha una relazione con una collega. L’ho scoperto che era sempre giovane come storia, da circa un mesetto si vedevano sul serio ma parlano molto e si scrivono molto da novembre circa.
    La loro storia è iniziata in un periodo in cui io e il mio compagno avevamo dei problemi..a lavoro, a casa, di salute..e ci eravamo allontanati.
    Da quando l’ho scoperto, sono cambiata molto per me stessa e per salvare la nostra relazione, e sono tornata quella di 9 anni fa ma lui non mi viene dietro..o meglio, solo a tratti…ha sempre lei in testa e non sa come non pensarci.. In questo momento di quarantena, io sono a casa con nostro figlio e lui continua a lavorare, lei va in ufficio una volta a settimana ma si sentono continuamente tutto il giorno.
    Prima di questo mio cambiamento, loro avevano fatto un sacco di progetti e lui stava per andarsene di casa, ma vedendomi cambiata gli sono venuti dubbi che forse potrebbe essere felice qui con noi; e pare abbia dubbi anche su di lei, perché ora hanno una storia quasi adolescenziale, ma poi i problemi arriveranno come in tutte le coppie e non sa se la lontananza dal figlio e da noi, saranno letali per loro.

    Lui vuole essere felice, ha paura che il mio cambiamento sia solo momentaneo e ha paura di ricominciare tutto con noi perché deve capire se può essere felice anche con me oltre che con nostro figlio, e ha paura di andare da lei perché razionalmente sa che ha bisogno di stabilità e serenità, cose che di là non avrebbe, e la felicità dei primi momenti passerebbe.

    Cerco di fargli capire che non potremmo più essere quelli di prima e che possiamo andare avanti ricostruendo dopo il terremoto che questo periodo ha provocato, ma lui non sa se può mettere una pietra sopra gli errori dei passati 9 anni e non sa come togliersi dalla testa questa persona.

    E per questo, mi sento in gabbia.. Bloccata nel suo limbo di indecisione.. Disarmata perché come posso io competere con un’amante che lo fa sentire vivo con cui è tutta passione???.. Preoccupata dal tempo che sembra non scorrere mai e nel dubbio di quanto ancora questo calvario durerà…

    @Alessandro, hai qualcosa da consigliarmi?

    • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2020 @ 10:13 Rispondi

      Credo che dopo aver palesato la tua disponibilità a ricostruire la reazione non sia quella sperata. Ricorda: gli uomini che possono vivere nello status quo, tenendo moglie e amante, tendono a non decidere. Scrivimi a anpellizzari@icloud.com per la soluzione non è semplice

    • Cossora, 18 Aprile 2020 @ 10:27 Rispondi

      Carissima @FF sono stata fedifraga prima e amante poi, non sono senza peccato ma.. mi fanno incazzare quelli che godono da soli e soffrono in condivisione.
      Responsabilità delle proprie azioni, questa sconosciuta.

      • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2020 @ 10:33 Rispondi

        fedifraga… traditrice… sei stata fidanzata da sposata, ecco

        • Cossora, 18 Aprile 2020 @ 13:17 Rispondi

          E se lo dice il padrone di casa!!

      • FF, 18 Aprile 2020 @ 15:05 Rispondi

        Hai detto bene… Responsabilità.. Quella sconosciuta…

    • Lia, 18 Aprile 2020 @ 10:47 Rispondi

      Sono d’accordo con Cossora. E’ incredibile, non solo l’impunità di questi soggetti, ma quanto le due donne in gioco si adoperino per aggiudicarsi questo bellissimo trofeo.
      Due donne in scacco… in attesa che lui decida quale delle due…
      @FF pensi ci sia solo lui al mondo? Pensi davvero di averne così tanto bisogno?

      • Oldplum, 18 Aprile 2020 @ 11:21 Rispondi

        Su questo ti do ragione. Il marito in questo caso ha tutto quello che serve per scegliere. Io non lo terrei mai in casa uno che ha la testa perduta per un altra. Sarebbe una tortura per me. Lo allontanerei.

        • FF, 18 Aprile 2020 @ 15:40 Rispondi

          @oldolum lo allontanerei… Ci ho provato, gli ho fatto le valigie con i vestiti puliti e sacchi della spazzatura con quelli sporchi che si sarebbe fatto lavare da chi voleva. Una volta tornato a casa, mi ha detto che sarebbe stato difficile e avrebbe avuto bisogno di tempo, ma voleva staccarsi da lei.. È passato più di un mese, ma non è cambiato niente..

          • Oldplum, 18 Aprile 2020 @ 21:19

            Si ma il tempo non può prenderselo presso un altra abitazione? Uno si prende tempo facendosi lavare le mutande da te?

          • Ariel, 29 Aprile 2020 @ 17:21

            @Oldplum
            Questo tuo commento è fortissimo giusto e pieno di vero umorismo!!!!
            Morta aaaaa!!!

            Già persino due donne a lavargli le mutande?!!!!!!

            Noooo
            Si lo riscrivo serve a tutte

            Esercizio di vera autostima,ma oltre alle valige

            MANDIAMOLI AFFANCULOOOOOOOO!!!

            Repetita iuvant!!!!!!❤️

        • Lia, 18 Aprile 2020 @ 21:40 Rispondi

          Oldplum… mi dai ragione? Miracolo!!!!

          • FF, 19 Aprile 2020 @ 04:30

            @oldplum infatti il giorno delle valigie pronte, l’idea era quella di prendersi una casa per conto suo e pensare. Ma poi il virus ci ha bloccato perché sarebbe andato a vivere vicino a dove lavora, a 30km da noi.. E con l’idea, mollo tutto dall’altra parte e il lockdown, è rimasto

          • oldplum, 19 Aprile 2020 @ 08:23

          • Cossora, 19 Aprile 2020 @ 09:02

            @FF qui mi sembra che vadano affrontate le cose una alla volta e giorno per giorno. Inutile voler accelerare scoprire forzare nulla. Tanto la realtà ci mette poco a ricordarci che dobbiamo seguire l’ordine delle priorità. Siediti, calmati e definisci la tua prima, in senso assoluto, di oggi.
            Se hai bisogno ci sono soluzioni esterne con le quali metterti in contatto per fare ordine.
            È tutto rimandato a “dopo”. Non possiamo cambiare nulla adesso, bisogna accettarlo.

    • Dispersa, 18 Aprile 2020 @ 11:25 Rispondi

      Benvenuta @FF!!
      Tu sei la donna che sta dall’altra parte della barricata…. la donna che in molti casi viene descritta come un’arpia…. Invece…. Ecco la vera moglie/compagna…. una donna innamorata che nonostante tutto il dolore è riuscita a mettersi in discussione!!
      Tesoro se sei cambiata non lo devi a lui ma alla tua forza di andare oltre….
      Ora lui è in preda ai fumi del primo periodo…. Vorrei vedere se lo avessi scoperto a sei mesi o ad un anno della loro storia…. Sarebbe tornato con la coda tra le gambe!!
      Il cambiamento lo devi fare per te, deve essere tuo perché lo senti e lo vuoi…. Se lui sarà in grado di seguirti ti seguirà…. Ma nulla va forzato non ne vale la pena!!
      Un abbraccio.

      • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2020 @ 11:35 Rispondi

        Molte mogli non sono affatto arpie e molti uomini le descrivono così alle amanti per intortarsele. Sono gli stessi uomini che una volta scoperti diranno che li avete sedotti, che loro volevano mollarvi ma voi non volevate. Insomma, arpie e megere da una parte, maghe circe ricattatrici e rovina famiglie dall’altra. Andrebbero lasciati a spasso da mogli e amanti

        • EP, 18 Aprile 2020 @ 11:49 Rispondi

          @ale…andrebbero lasciati a spasso da mogli e amanti!
          Sono d’accordo con te!!!!
          Magari imparano qlcsa…
          Mhmmmm…xò nn so se sn in grado! Il mio ex compagno in 3 mesi si è ritrovato a spasso…e ha tentato di tornare sotto cn me…oooohhhh cm sn sfortunato?!?!? Nn avevo capito….(che faccia di tolla prima mi aveva offesa, insultata e tentato di abbattermi in ogni modo)
          Io cn la forza dell’indifferenza (e le valige in garage che aspettavano il trasloco completo) l’ho guardato dall’alto al basso e gli ho detto “macché sfortunato e stortunato…siete stati due coglioni al quadrato…io fossi stata in voi sarei andata a fare una scopo-vacanza a due…mica cn la famiglia del mulino bianco al seguito”
          Credo abbia capito li che nn c’era più trippa per gatti!

          • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2020 @ 11:53

            Intanto si era iscritto a Tinder?

          • EP, 18 Aprile 2020 @ 12:22

            @ale…ahahahahaha…no! A badooo…che io nn sapevo nemmeno cosa fosse fino a qnd resettando il PC di casa nn ho trovato i famosi cookies che spuntavano ovunque!
            Il mio ex era un virtualoide di sicuro…e io siccome se stava attaccato li nn rompeva…fingevo di nn vedere!
            Ma io nn lo amavo più da un pezzo…qnd è arrivata lei si è incattivito…forse lei premeva e lui aveva paura di perdere le sue cosette!
            Forse sperava facendomi diventare matta che me ne andassi io…accollandomi la responsabilità della rottura e il 100% del rischio d’impresa (con annessi figli) xò dai…grazie al cielo i mariti nn sn tt cm il mio ex!
            Lui è un patologico da manuale! Strano cm più tu ti riprendi la tua vita e più loro diventano innoqui…al max sbraitano un po’…ma vedendo che nn hanno appigli si afflosciano in un nanosecondo!

          • Oldplum, 18 Aprile 2020 @ 12:32

            Dopo che li molli impazziscono.

      • FF, 18 Aprile 2020 @ 17:16 Rispondi

        @dispersa Grazie per le tue parole! Dopo averlo scoperto, sono stata zitta 2 giorni, a pensare alla situazione, alla mia vita a me stessa e a cosa avevo intenzione di fare. Sono sempre innamorata e voglio dare una chance a noi, alla nostra storia e penso che mio figlio si meriti 2 genitori che ci hanno provato. Lui pensa che il mio cambiamento sia ‘finto’ ma io credo che dopo una scossa così forte, non posso essere la stessa persona di prima, come nemmeno lui.
        Sto cambiando per me stessa, per essere una persona migliore. Sto affrontando questo periodo con molta resilienza perché sono convinta che questa persona sia lontanissima dal modo di vivere e di vedere la vita del mio compagno e vorrei che se ne accorgesse.
        Se poi, come dici tu, mi seguirà.. bene…

    • Whiterabbit, 18 Aprile 2020 @ 12:02 Rispondi

      @FF io ti consiglierei di mandarlo via, in modo che lui possa farsi un’idea della vita senza di voi e decidere se gli piace.
      Ma la reazione è strana. Se ci provi lo fai davvero, non rimani a mezza via. Incazzato un po’ di più però..

      • FF, 18 Aprile 2020 @ 15:43 Rispondi

        C’ho provato.. Ma lui è rimasto.. Avrei voglia di mandarlo via, ma ho mille paure.. E se fosse davvero la donna della sua vita e nn tornasse? O se tornasse tra molto tempo? E se nn lo volessi più io?
        Ho anche un figlio di 5anni legatissimo a lui che mi trattiene.

        • Whiterabbit, 18 Aprile 2020 @ 20:10 Rispondi

          E se fosse davvero la donna della sua vita forse @FF è la che dovrebbe stare. Ma anche per il tuo bene.
          E se tornasse e tu non lo volessi più? Amen, se non lo rivuoi non è difficile lasciarlo fuori
          E il bimbo? Niente e nessuno può allontanarlo emotivamente da suo padre se non tu stessa o tuo marito.

        • Oldplum, 18 Aprile 2020 @ 21:20 Rispondi

          Se è la donna della sua vita , lo è anche se rimane

          • FF, 19 Aprile 2020 @ 04:33

            @whiterabbit @oldplum.. Non c’è la faccio ancora ad accettare questa opzione per il momento…

    • Luna Pelli, 18 Aprile 2020 @ 17:51 Rispondi

      Ciao @FF. Mi dispiace che tu stia soffrendo. Io posso solo dirti che hai già sopportato tanto, tantissimo… Hai saputo di lei e hai accettato che ti avesse tradito, hai riconosciuto le tue mancanze e gli hai fatto vedere che puoi cambiare, sei cambiata nei fatti e hai tollerato che si prendesse un po’ di tempo… Ecco @FF a questo punto, forse, dovresti allontanarlo… anche e solo per vedere che fa… Non hai preteso nulla fino ad adesso ma puoi fargli assaggiare la tua assenza. Se vorrà tonare lo farà e solo allora potrai tirare le somme, mettere in ordine i fatti successi e capire se è ancora lui l’uomo che vuoi al tuo fianco. Il padre continuerà a farlo per legge e, spero, per amore verso la creatura che avete messo al mondo. E tu, cara @FF, hai tutto il diritto di essere scelta e amata! E non come pacchetto moglie+figlio, non solo almeno, ma come donna! Un bacio e un abbraccio grandi

      • FF, 19 Aprile 2020 @ 04:38 Rispondi

        @Luna Pelli, ancora nn sono pronta a lasciarlo andare per mille paure e mille fattori.. Di sicuro voglio che rimanga o torni per me come donna e come padre nn solo per il figlio perché altrimenti durerebbe veramente poco.

  • Sono io, 18 Aprile 2020 @ 01:12 Rispondi

    @Blonde datti tempo e poi capirai tutto. Ora pensa a te stessa

  • Blonde inside, 17 Aprile 2020 @ 20:41 Rispondi

    Che dire… sono stessa la classica amante!
    Quella che l’ha ascoltato, capito, accolto, amato e ringiovanito. Quella che ha sempre ascoltato (ore e ore), mitigato, levigato, quella che lo ha spronato a fare cose che non faceva più da 15 anni, solo con la propria presenza. Eppure, appena lei ha scoperto tutto lui, come il più classico dei cliché, è tornato alla stalla con la coda tra le gambe. A giocare di nuovo alla famiglia perfetta, medio alta borghese, con i figli belli e vincenti. Non ho sue notizie dal 29 marzo, credevo che il suo silenzio fosse cautelativo, ero certa che mi avrebbe cercata non appena avesse potuto. E non mi aspettavo promesse, è stato onesto a non farne mai, ma almeno speravo in una spiegazione, meritavo almeno che mi dicesse “stai tranquilla”. (Ndr:lavoriamo insieme e lei ha scoperto chi sono). Avrebbe potuto farlo.
    E invece, nulla. Il nulla.
    E la persona equilibrata è sparita in un attimo per fare spazio alla bambina ferita e arrabbiata che si sente ancora una volta abbandonata.
    Dovrei ringraziare l’universo per essermi liberata di un uomo mediocre che mi sono ostinata a voler amare, e invece, riesco solo a pensare che non esisto. Non sono più niente.

    • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 22:14 Rispondi

      Devi reagire scrivimi se vuoi privatamente

    • Lia, 17 Aprile 2020 @ 22:56 Rispondi

      Benvenuta Blonde! Ti senti così vuota perché per troppo tempo hai messo te stessa in secondo piano rispetto a lui. La prima cosa che devi sforzarti di fare è ricominciare a concentrarti su di te, prenderti cura di te. Ricomincia a fare cose che ti facciano piacere, anche se adesso non le trovi. Quando ti prende una crisi, scrivi qui. In tante possono capirti.

      • blonde inside, 21 Aprile 2020 @ 14:35 Rispondi

        grazie… non avrei mai pensato fossimo così tante

    • EP, 17 Aprile 2020 @ 22:58 Rispondi

      @blonde..ehi tesoro…nn stare a perdere tempo ORA a ringraziare l’universo x esserti liberata…tanto nn ci riusciresti x davvero… questa fase arriverà poi…
      Adesso sei nell’occhio del ciclone…devi metterti in stand by… lasciarti invadere dal dolore senza opporre resistenza…e poi pian piano ricostruirti… è una questione di fasi!
      Lo so che è difficile…lo so che manca il fiato e avresti solo voglia di piangere…ma tu nn sei… NIENTE!
      TU ESISTI…indipendentemente da lui!
      Devi solo fare passare il tempo…
      RIMANI QUI BLONDE…troverai tante persone che ti sproneranno…e potrai sfogarti liberamente…
      #acasadiale si sta bene sai…quella bambina nn verrà abbandonata!

      • Outlier, 18 Aprile 2020 @ 06:26 Rispondi

        @Blonde noi siamo qui per te.
        Ora stai male e anche se ti vengono dati consigli non li ascolti. Sei ancora troppo sottosopra.
        Ma tu scrivici perché in ogni caso uno stimolo te lo riusciamo a trasmettere.
        Noi qui ci aiutiamo molto. Alessandro ha creato una cosa bellissima.

    • Dispersa, 18 Aprile 2020 @ 08:17 Rispondi

      Benvenuta @Blonde!!
      Concordo con @Ep ora è troppo presto per dire ‘dovrei ringraziare l’universo’…. Accetta il tuo dolore e vivilo!!
      Un passo alla volta…. Non avere fretta (è cattiva consigliera).
      Il tempo ti aiuterà a metabolizzare che ahimè era solo un cliché!!
      Forza…. Noi ci siamo!!

    • Cossora, 18 Aprile 2020 @ 09:49 Rispondi

      Piangi tutte le tue lacrime. Esprimi, scrivi, disegna, prega, rimani in silenzio. A un certo punto il dolore finisce. Ma devi farlo uscire, altrimenti imprime dentro e attacca ciò che del tuo corpo è più indifeso.
      Esprimiti in ogni modo. Inizia. Un abbraccio!

    • Rosa, 18 Aprile 2020 @ 11:08 Rispondi

      Blonde, siamo in tante quì, ognuna con la sua cicatrice. Per alcune è già rimarginata ed anzi è rimasto un bel tatuaggio, per altre è in via di guarigione e per altre ancora è ancora sanguinante.
      Sei nel posto giusto, fai ciò che ti fa star bene. Se ti va racconta, se no leggi solo.
      Non sei sola qui. Siamo un bel gruppo, ognuna col suo carattere col suo modo di esprimersi. Ci aiutiamo reciprocamente senza giudizio.

    • Luna Pelli, 18 Aprile 2020 @ 16:08 Rispondi

      Ciao @Blonde. Respira, ok? Intanto fai quello. Respira e poi comincia a buttare fuori tutto il dolore. Stai soffrendo, è normale, ma vedrai che piano piano ne uscirai. Hai bussato alla porta giusta, a quella di casa di Ale. Siamo con te. Non sentirti mai sola.

    • Key, 28 Aprile 2020 @ 13:11 Rispondi

      Cara Blonde, io ti capisco perfettamente…dopo tre anni di relazione con me, per il miracolo della Quarantena dice che sta cercando di capire se ama lei quanto e come ama me, perchè lui ha imparato ad amare da me. Ovviamente questa è stata l’unica frase in grado di dire prima di sparire nel silenzio e nell’oblio e tornare alla sua Vita che sicuramente non gli è mai dispiaciuta affatto. Il Silenzio è l’estrema difesa del vigliacco ed in fondo è più dignitoso di qualunque frase di circostanza che poi tu sta lì ad arrovellartici su. Tu gli dai la Vita e loro ti tolgono pure la parola, ti saresti accontentata anche di un “grazie di tutto” o “scusa”. La verità è che per questo dolore che ti fa vivere non c’è nessuna spiegazione che ti basterà mai. Questo ti fa sentire uno zero, senza valore. Non meritare neppure una risposta ti fa pensare che non ci sei. Ma la verità è che sei un dono, sei stata un dono per lui per tutte quell’amore che gli hai donato, per il tempo, per l’energia. Tu sei stata un dono per lui al punto da renderlo una persona più felice, immeritevole forse, ma comunque hai fatto del bene.
      Un sacco di volte avrai fatto regali alla persona sbagliata no? oppure fare dei regali splendidi a qualcuno che non ha mai ricambiato o che non ne ha capito il valore. Tu sei un dono anche ora, altrimenti non saresti qui a cercare il modo di tornare di nuovo a brillare. Arriverà il giorno in cui ringrazierai e magari perdonerai o penserai “che salvezza è stata che sia sparito” ma se non è oggi il giorno non fa niente, lascia scorrere lacrime, tristezza…e soprattutto vieni qui. Io sto facendo cosi, come terapia alla distruzione totale che sento dentro, al vuoto infinito nel petto. Mi nutro di ogni emozione e parola di queste persone come se fossero piccole ma importanti briciole di nutrimento per il mio cuore ferito. Ogni parola delle persona che l’hanno superata ci dice che ce la faremo anche noi, l’importante è non lasciarci convincere che l’incapacità o la non volontà di amare, la vigliaccheria e l’egoismo di qualcuno identifichi chi siamo noi. Identifica solo loro.
      Continua a scrivere, io continuerò a farlo e ti leggerò 🙂
      Approfitto e ringrazio Alessandro, il Blog e tutti quelli che condividono le loro emozioni ed esperienze perchè a volte sono la luce in fondo al tunnel in una giornata NO.
      Un abbraccione, K

      • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2020 @ 16:21 Rispondi

        Io ho imparato ad amare da te e quindi adesso cerco di capire se amo mia moglie quanto amo te. Il capolavoro del cialtrone in quarantena

        • Luna Pelli, 29 Aprile 2020 @ 11:26 Rispondi

          Tragicomico. Questo tipo è un cialtrone numero uno. Gli hai insegnato a guidare per lasciarti a piedi, ovvio. Ma vah, vah. Quest’uomo la patente non l’ha mai presa. Tranquilla @Key. Non ti sei persa niente.

          Ti fa bene pensare che lo hai reso una persona migliore. Fallo pure. Magari è davvero così. Ma secondo me quest’uscita l’ha fatta per pararsi il cul* e uscirne, per come ragiona, nel miglior modo possibile. Così non potrai neanche biasimarlo. Anzi. Che bella persona è diventata adesso, con sua moglie, grazie al tuo amore. Si si, ma ora @Key, per favore, vomita! E promettimi che in futuro donerai solo a chi saprà apprezzarti davvero e a chi, magari, saprà restituirti qualcosa indietro. Fosse anche un briciolo di rispetto. Non sei sola. Kiss

          • Key, 29 Aprile 2020 @ 12:04

            @ Cara Luna Pelli, grazie del tuo post. Non so come ma il fatto che anche persone lucide e che non lo conoscono giudichino il suo comportamento in questo modo…mi da sollievo e non mi fa sentire pazza. Pazza e colpevole di dare di matto nell’isolamento di casa mia senza però poter sfogare tutto il dolore su di lui, che ora se ne sta beato e “liberato” finalmente.
            Io non penso affatto lui sia una persona migliore grazie a me, anzi…Penso che io ho dato TUTTO e non ho rimpianti. Dopo la frase in questione che ha detto sull’amore ho solo pensato: “se dopo tutto quello che lei sa, che lui sa e ha fatto, si vogliono ancora cosi bene…chi sono io per stare ancora in mezzo?” Lui ha manipolato e sfruttato la mia fiducia, e a questo punto chissà che avrà detto a Lei… lui che, nella stessa conversazione,aveva detto “io non voglio rinunciare a te e a noi” nel mentre capisco l’amore per lei. Non comprenderò mai la cattiveria gratuita e l’egoismo ma comprendo solo che ora che prende da lei quasi tutto quello che gli serve (poverino, il sesso che non gli risulta soddisfacente nonostante tutto l’amore), io sono superflua e solo una rottura di cui può fare a meno. Se penso che tornerà? io non credo, ci vogliono un minimo di palle pure per quello…
            Grazie ancora @ Luna per le tue parole, fanno bene 🙂

          • Luna Pelli, 29 Aprile 2020 @ 14:23

            Tesoro di una @Key lui non si sente né beato, né liberato, né prende dalla moglie tutto quello che le serve etc etc. Non farti film. Non lo sai come sente. Ma sappi che a me sa solo di un cialtrone che se l’è svignata perché ora era meglio così. Detto questo a te non cambia niente! Non c’è. Questa è l’unico dato di fatto che deve interessarti. Non massacrarti con la fantasia della famiglia ritrovata. Pensa che l’hai scampata bella. Che nella solita conversazione la amo ma non voglio rinunciare a te, mi hai insegnato ad amare ed ora metto in pratica con lei, con mia moglie mi manca il sesso però… È una roba che non sta né in cielo né in terra. Sei in salvo. Meriti amore no “brutti discorsi”. E mi sembri anche una donna generosa e di spessore. Perciò tira un sospiro di sollievo e che la vita ti sorrida. Ancora un bacio.

          • Outlier, 30 Aprile 2020 @ 13:20

            @Key io ho pensato molto che questa quarantena è stata e continuerà ad esserlo l’occasione per molti uomini per farsi scaricare dalle amanti sia perché è diventato ingestibile il tutto (“Sai questo è un periodo complicato/ci si deve dedicare completamente alla famiglia”) sia perché le amanti hanno iniziato a pretendere troppo.
            Ma, appena sarà possibile uscire dalle gabbie, torneranno alla carica perché vuoi mettere fare sesso con l’amante, quello che ti soddisfaceva, ti faceva sentire vivo e libero rispetto al solito sesso castigato e abitudinario con la moglie?

          • Mic, 29 Aprile 2020 @ 12:13

            @key
            Mamma mia che razza di brutta persona! Ma anche fosse che gli hai insegnato ad amare sua moglie ( che cazzo vuol dire sta frase lo sa solo lui eh)
            Ma abbi un minimo di decenza e di empatia cavolo!!!
            Piuttosto avrei preferito mi dicesse non ti amo e dato che non voglio mandare alla aria la mia famiglia ti lascio per ricostruire il mio matrimonio.
            Grazie e arrivederci.
            Avrebbe fatto più bella figura!
            Festeggia cara, ti sei tolta dalle palle un uomo che ti avrebbe fatta solo soffrire in nome del suo egoismo

          • Whiterabbit, 29 Aprile 2020 @ 12:54

            Ad ogni modo non vi attaccate troppo a questa cosa del sesso coniugale insoddisfacente.
            A meno che non lo sia sempre stato ovviamente.
            Ma se lo è diventato perché per qualsiasi motivo la moglie ha smesso di metterci voglia, passione o ha smesso proprio di dargliela, quella cosa si può sempre correggere se si vuole o se tornano le premesse per correggerlo.

          • alessandro pellizzari, 29 Aprile 2020 @ 15:43

            Non sono d’accordo è una delle cose più difficili da correggere perché è una delle cose che risente di più della routine e poi molti coniugi non ci sentono da quel punto di vista Molte testimonianze dei coniugi maschio o femmina che insistono su quel versante l’altro coniuge risponde sì sì lo faremo sì sì domani e poi non si fa mai e intanto passano i mesi a volte gli anni il sesso è importantissimo e della trappola in cui cadono la maggior parte delle persone in copia

          • Whiterabbit, 29 Aprile 2020 @ 16:34

            @Alessandro io parlavo di ciò che è successo a casa mia. Io posso essere una delle percentuali minori, ma esisto e quindi conto se pure nelle percentuali più piccole.
            Detto ciò, se una donna vuole ricominciare a fare sesso soddisfacente col marito, a meno che i problemi sessuali non siano presenti da sempre, sa come fare.

          • Luna Pelli, 29 Aprile 2020 @ 23:46

            Lo credo anch’io @White. I problemi sessuali tra due persone che lo vogliono si possono affrontare e risolvere. Come ogni altro problema d’altronde.

          • Ariel, 29 Aprile 2020 @ 18:48

            @Caro Alessandro
            Non so che dire in merito al fatto che sostieni tu e da intervistati che sia così difficile rinnovare il rapporto sessuale tra coniugi o conviventi

            Non lo perché fortunatamente non ho mai dovuto rinnovare crisi di sesso con mio Caro Marito infatti la nostra unione si basava sul sesso

            Eravamo opposti e diversi in tutto ,ma non sul Amore per il sesso è non sulla voglia di esprimersi ciascuno nella vita i talenti propri gli spazi propri

            Ed anzi mai in 40 anni abbiamo spento la luce a letto senza fare pace
            Litigate al fuoco ,ma,

            Poi pace a letto in ogni senso…

            Non però penso che se tutto si può rinnovare in una coppia che lo vuole fare reciprocamente non vedo perché tutti gli aspetti possano rinnovarsi e il sesso no

            Non metterei limiti

            Credo che ciò che conti sia la RECIPROCITÀ del VOLERLO FARE
            E cioè rinnovare il legame come in effetti nulla resta uguale ma si rinnova in ogni istante di vita

            Ho seguito la diretta un poco di difficoltà tecnica prima senza audio e poi con audio e immagine senza sincronia

            Però ti ho seguito bene
            Peccato che non mi hai risposto alle mie domande che ti avevo qui scritto
            E che restano un vuoto di conoscenza e creano confusione

            Spero ancora che tu mi risponda penso che molte ragazze sarebbero davvero interessate
            Ai tuoi chiarimenti

      • Mic, 28 Aprile 2020 @ 16:30 Rispondi

        “Il silenzio è L’ estrema difesa del vigliacco”
        Quanta verità in questa frase.

        • Norma, 30 Aprile 2020 @ 13:38 Rispondi

          Mi fa male quando vivendo in un piccolo paese lo incrocio in macchina mi guarda e non mi saluta . Neanche un cenno con la testa neanche gli auguri a Pasqua. Niente come se non ci fossi mai stata. Fa male da morire..gli ho dato tantissimo amore per tanti anni e essere trattata così. Perché?

          • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2020 @ 13:44

            Perché è un uomo che non ti merita

          • cossora, 30 Aprile 2020 @ 14:20

            Mi spiace.
            Ma io non lo insulto e, come @Ale, ti dico che è proprio un omino piccolino. Si vede che un tempo eccelleva solo in ciò che un giorno cercavi. E i tempi son cambiati tesoro.

          • Norma, 1 Maggio 2020 @ 10:00

            Scusa Cossora ma non capisco cosa vuoi dire nella seconda parte

      • Ariel, 28 Aprile 2020 @ 16:45 Rispondi

        @Key pensa a questo se sei stata capace di donare così tanto alla persona sbagliata
        Pensa che cosa riuscirai a fare quando una volta uscita dal tunnel

        Libera da tutto incontrerai quelle giusta !!!!

        Capace di dare esattamente uguale a te !!!!

        Un Abbraccione a te che hai voglia di crescere davvero!!!!!❤️

        • Key, 29 Aprile 2020 @ 10:13 Rispondi

          @Ariel Grazie delle tue parole, davvero. Fanno bene a questo cuoricino ammaccato ed arrabbiato <3 Un abbraccio

      • Outlier, 29 Aprile 2020 @ 10:13 Rispondi

        @Key che belle parole e quanta verità
        Ce la faremo tutte, sia quelle che hanno già visto la luce in fondo al tunnel e voglio innamorarsi ancora ma essendo l’unica, sia quelle che stanno iniziando a vedere un po’ di luce ma la strada è ancora tortuosa, sia quelle che ancora vivono n baratro e devono ancora versare tutte le lacrime necessarie.
        Ce la faremo, insieme.
        #acasadiale

        • Key, 29 Aprile 2020 @ 11:11 Rispondi

          @Outlier Grazie a Te, non sapete quanto mi fa bene conoscervi attraverso ogni vostra parola. E quindi Forza! stesso posto, stesso bar 🙂 #acasadiale

  • EP, 17 Aprile 2020 @ 18:13 Rispondi

    Santo cielo…avete scritto tantissimo oggi!
    Sta cosa di definire cosa è amore e cosa no…direi che è argomento che prende!
    Ammetto di avervi letto saltellando qua e là…però mi pare di capire che tt hanno concetti diversi…(meno male…già ci sn loro, gli uomini, che sembrano fatti con lo stampino…)
    Mi hanno incuriosito le uscite di @bianca…che ho capito essere una donna (xchè un uomo nn si romperebbe mai i maroni a scrivere km di appunti cercando di definire il concetto di amore)
    Mi hanno incuriosito perché oscilla dal pragmatismo più assoluto dei comportamenti umani all’astrattismo del concetto di amore!
    Ebbene alla fine mi sn chiesta (xò ne sn uscita senza grandi cicatrici e so che nn è così x tutte…quindi perdonate la mia spavalderia)…ok…ma ammìa che mi abbia amato un po’…medio…tanto…o pu’caxx..chemmifrega?!?!?!
    E ritorno semplicemente ai fatti…
    I FATTI sn che mi sn innnamorata, lui forse si…forse no…forse un po’…cn lui mi sn riscoperta donna dopo la fine di un “quasi matrimonio” disastroso! E mi sarebbe piaciuto davvero tanto avere una chance VERA cn lui…e lo dico lucida, razionale e distaccata! Lui rimane per un sacco di cose il mio modello di uomo…IO so di averlo amato!
    Ma LUI…nn so…e oggi nn mi cambia andare a definire se si o se no!

    Abbiamo preso due strade diverse… è stata una parentesi…siccome nn è stato volutamente diabolico ma solo un po’ cialtronino …nn sento l’esigenza di distruggerlo dentro di me…ma capisco chi ha bisogno anche di aggrapparsi a quell’alibi! Che male c’è a farlo? In amore e in guerra tutto è lecito…e dimenticarli è una GUERRA…una guerra cn noi stesse! Quindi se una ha bisogno inizialmente di sfogare rabbia contro qlcno che ti ha fatto male ok…fallo pure…se ne hai ancora bisogno dopo 1 anno…rifletti! Qlcsa nn sta andando per il verso giusto…
    X tornare alle percentuali che mi riportano ad una certa concretezza…se 8 uomini amanti su 10 scelgono la moglie…io oggi nn andrei a farmi mille pippe sul perché…o se amano in maniera diversa…o a concentrarmi su quei due casi infimi che scelgono la nuova vita!

    Oggi davanti al caso specifico scapperei a gambe levate…senza iniziare a farmi domande!

    • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 20:31 Rispondi

      @Ep io ti adoro!

    • Bianca, 26 Aprile 2020 @ 15:49 Rispondi

      Guarda @Ep che sono d’accordo con te. Non stiamo dicendo cose Tanto distanti. Ma le motivazioni aiutano a comprendere meglio noi stessie ad andare oltre.
      Alla base ci dovrebbe essere : non mi da quello,che voglio, punto.

      Ma perché non e’ mai così ? Perché’ tanti struggimenti ?
      E da lì le varie riflessioni.

      Ti sei mai chiesta perché non esista un blog in cui i mariti con amante si domandano come uscire dalla sofferenza per l’agognata impossibilità di coronare un sogno mentre hanno tremila chat dove si passano video di culi con gli amici? Banalizzo per rendere l’idea eh..)

      La diversità’…di obiettivi, di ambizioni, di sogni…di desideri…
      Tendiamo ad attribuire i nostri agli altri .
      Sta qui,a mio parere l’errore…
      Non ci si deve spiegare L’agonia con “non mi ama davvero..” …Non serve a nulla..a parer mio

      • Luna Pelli, 27 Aprile 2020 @ 07:06 Rispondi

        @Bianca mi sei mancata! Anche se la pensiamo spesso in maniera diversa il confronto con te è sempre costruttivo. Comunque ripeto a me @Luna è servito dirmi “non mi ama davvero”. Sento di avere perso molto meno e sento che è così per i fatti che ha fatto. Ed è dopo questa considerazione che sono arrivata al “non è ciò che voglio” perché io non voglio un uomo che non mi ama davvero o che non ama come amo io. La stessa considerazione, fatta su mio marito, mi ha aperto nuovi orizzonti.Lui “mi ama davvero” o meglio mi ama per come anch’io penso all’amore e mi ha dimostrato di volere le stesse cose che voglio anch’io, quelle che anche grazie all’esperienza fatta ho scoperto di desiderare sopra ogni cosa. Non è una questione di muoversi sulla base di cosa dimostrano gli altri. Io intendo muovermi sulla base di ciò che sento, ma sapere di condividere obiettivi e valori con chi mi figuro come compagno di vita resta, per me, fondamentale. Per me è stata… la chiave.

        • Whiterabbit, 27 Aprile 2020 @ 09:43 Rispondi

          Purtroppo @Luna spesso, quasi sempre, l’assunto di partenza è che un traditore, e tu lo sei, non ami affatto il suo coniuge. O che non l’abbia mai amato. Non si tiene conto che possano esserci dei periodi della vita in cui questo amore possa essere offuscato da problemi. Di vario genere e varia natura. Certo la reazione rimane sbagliata, bisognerebbe confrontarsi e parlarne, ma magari dall’altra parte non ci sentono, o magari noi pensiamo di essere chiari nei messaggi che inoltriamo la invece magari non è così.
          Possono esserci tanti motivi, più o meno legittimi, no scusa legittimi è il termine sbagliato, più o meno comprensibili, perché una persona possa arrivare a tradire, ma non sempre è per mancanza di amore, e non si ammette che in quel momento il traditore possa aver preso un abbaglio. È ammesso solo accettare che il matrimonio sia finito, che il cornuto o la cornuta siano cause perse, persone patetiche aggrappate alla vendetta o alla convenienza. È ammesso solo pensare che il traditore commetta uno sbaglio se si mette a riflettere sulla propria coppia e se gli viene la voglia di lottare per rimanere con una persona con cui ha condiviso 10/15/20 anni di vita nella gioia magari per molti di questi. Ma no, si ammette solo che un anno di merda pesi sempre di più che magari 15 in cui sei stato felice. Perché? Perché è più facile accettarlo. Il nostro cervello è più felice se possiamo addossare la colpa dei nostri problemi alla meschinità di chi ci ha fatto soffrire e non ad un eventuale ritorno di coscienza, o di riflessione riguardo alla propria vita. Ed ecco che c’è chi butta tutto da una parte o dall’altra. Le amanti sentono che il loro lui ha rinunciato all’amore della sua vita per meschinità, le mogli avvertono che il marito (parlo di maschi traditori ma ci sta benissimo anche il femminile) le ha tradite o lasciate solo perché è un bamboccio assettato di sesso e giovinezza, ma pochi pensano che anche un traditore possa mettersi ad un certo punto a riflettere seriamente sulla sua vita e su come condurla finalmente verso la strada giusta, indipendentemente da chi rappresenti questa strada. Saranno pochi ma ci sono. Ma è più comodo per tutti non vederli, il nostro dolore deve necessariamente dipendere dalla crudeltà di altri, non è accettabile ricondurlo alla riflessione profonda che talvolta può avvenire.
          Ed è per questo che la società ti gufa.

          • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2020 @ 12:37

            La routine addormenta tutte le reazioni

          • Luna Pelli, 27 Aprile 2020 @ 15:01

            Si @Ale, ma contro la routine si può combattere (e un nuovo rapporto non ti mette necessariamente al riparo dal problema routine che dopo un po’ potrebbe presentarsi comunque). Contro la convinzione che non è più amore no. Il punto è: ora che anche grazie all’esperienza fatta col mio amante ho capito quello che va meglio per me, ora che non sono più tanto convinta che le cose che più contano per me (amore compreso) con mio marito non ce le ho o non ce le posso avere… posso ritrovarlo il rapporto con lui o devo escluderlo a priori perché l’ho tradito?

          • Whiterabbit, 27 Aprile 2020 @ 13:10

            Scusate, ho scritto il commento due volte perché avevo digitato male l’email e pensavo non lo prendesse.
            Hai detto giusto @Alessandro, la routine alle volte ADDORMENTA, ma non sempre UCCIDE.
            Ci può essere chi è in grado di reagire a questo sonno, senza che si debba meritare lo stigma sociale e la pubblica sfiga. Anche i traditori possono pentirsi, compreso il pentirsi di aver trattato malissimo le amanti oltre che le mogli. Ma possono sempre solo andare avanti e non tornare indietro.

          • Luna Pelli, 27 Aprile 2020 @ 14:33

            @White condivido ogni tua parola, ogni tua riflessione. Siamo esattamente sulla solita frequenza. Una persona non è solo quello che fa in un preciso momento della propria vita. Talvolta è più distante dal proprio io in quel momento che in tutto il resto della propria esistenza. Il tradimento non è sempre, banalmente, il risultato di un amore che non c’è più, che non c’è mai stato o che in ogni caso non è recuperabile. Non è sempre un errore o un preludio a cambiamenti drastici. I rapporti veri e lunghi vanno in crisi. Ci vanno! È matematica anche questo. E quando ci vanno lo fanno anche per dirci qualcosa su di noi, per farci riflettere su cosa vogliamo davvero e sopra ogni cosa, per farci ritrovare o capire, per suggerirci quale è la dimensione più giusta per noi, cosa ci calza meglio, cosa ci fa stare bene al di là di tutto e tutti. E indipendentemente, quindi, dalla persona con cui poi decideremo di affrontare il nostro futuro.

            Cara @White il tuo intervento avrei potuto scriverlo io.

        • Whiterabbit, 27 Aprile 2020 @ 09:48 Rispondi

          Purtroppo @Luna spesso, quasi sempre, l’assunto di partenza è che un traditore, e tu lo sei, non ami affatto il suo coniuge. O che non l’abbia mai amato. Non si tiene conto che possano esserci dei periodi della vita in cui questo amore possa essere offuscato da problemi. Di vario genere e varia natura. Certo la reazione rimane sbagliata, bisognerebbe confrontarsi e parlarne, ma magari dall’altra parte non ci sentono, o magari noi pensiamo di essere chiari nei messaggi che inoltriamo la invece magari non è così.
          Possono esserci tanti motivi, più o meno legittimi, no scusa legittimi è il termine sbagliato, più o meno comprensibili, perché una persona possa arrivare a tradire, ma non sempre è per mancanza di amore, e non si ammette che in quel momento il traditore possa aver preso un abbaglio. È ammesso solo accettare che il matrimonio sia finito, che il cornuto o la cornuta siano cause perse, persone patetiche aggrappate alla vendetta o alla convenienza. È ammesso solo pensare che il traditore commetta uno sbaglio se si mette a riflettere sulla propria coppia e se gli viene la voglia di lottare per rimanere con una persona con cui ha condiviso 10/15/20 anni di vita nella gioia magari per molti di questi. Ma no, si ammette solo che un anno di merda pesi sempre di più che magari 15 in cui sei stato felice. Perché? Perché è più facile accettarlo. Il nostro cervello è più felice se possiamo addossare la colpa dei nostri problemi alla meschinità di chi ci ha fatto soffrire e non ad un eventuale ritorno di coscienza, o di riflessione riguardo alla propria vita. Ed ecco che c’è chi butta tutto da una parte o dall’altra. Le amanti sentono che il loro lui ha rinunciato all’amore della sua vita per meschinità, le mogli avvertono che il marito (parlo di maschi traditori ma ci sta benissimo anche il femminile) le ha tradite o lasciate solo perché è un bamboccio assettato di sesso e giovinezza, ma pochi pensano che anche un traditore possa mettersi ad un certo punto a riflettere seriamente sulla sua vita e su come condurla finalmente verso la strada giusta, indipendentemente da chi rappresenti questa strada. Saranno pochi ma ci sono. Ma è più comodo per tutti non vederli, il nostro dolore deve necessariamente dipendere dalla crudeltà di altri, non è accettabile ricondurlo alla riflessione profonda che talvolta può avvenire.
          Ed è per questo che la società ti gufa.
          Ti gufa se tenti di ricostruire un rapporto con una persona che hai amato per anni perché sei un’illusa, e ti gufa se molli una famiglia con cui hai condiviso anni per un nuovo amore perché ti giudica uno sconsiderato. E giudica il nuovo amore come un rovina famiglie poco serio, o pensa che il coniuge sia un povero patetico o un approfittatore cattivo se decidi di rimanere con lui.
          La società ha bisogno di pensare, di focalizzarsi e incolpare le meschinità altrui per stare meglio.

          • Ariel, 27 Aprile 2020 @ 12:58

            @White
            Infatti sono d’acc
            E però BENVENGANO le minoranze numeriche PER ADESSO

            E cioè le poche persone che sanno andare oltre alle cazzate nefaste del giudizio dato senza nessuna cultura ma soltanto PAURA ,
            Catarsi sotto ,pardon,e l’impa Del Maschilismo soprattutto è quello che determina tutto

            Ma tu Cara White e tutte le coppie simili a te e tuo Marito sono certo forse la minoranza

            Ma guarda caso il vero cambiamento lo fa la minoranza che se esiste e resiste segna la strada concreta di come in effetti sia possibile relazionarmi nel pieno dei propri talenti reciproci

            Perché quanto sta vero che essere in vita significa muoversi e cambiare resta possibile se esiste la reciprocità concreta di fare fare anziché PARLARE PARLARE VIDEO CHATTARE e senza MAI LEGGERE saper leggere libri e mettere in pratica il proprio sapere
            Che si vive per imparare fino alla morte

            @Cara White sei con tuo marito una VERA LUCE che l’amore reciproco è fatto da fatti concreti esattamente come stai e state facendo!

          • Whiterabbit, 27 Aprile 2020 @ 13:55

            Ariel il mio discorso vale anche per quelli che scelgono di fare il salto verso una vita con l’amante. Molto spesso la reazione di parenti e anche amici, sopratutto amici che prima goliardicamente appoggiavano e ridevano ai racconti del traditore, quando poi si trovano al fatto che l’amico ha piantato moglie e famiglia per scappare con la ragazza più giovane, sono molto critici nei confronti della scelta. Non c’è più la propensione a pensare che qualcuno possa compiere una scelta, qualsiasi essa sia, con alla base un’analisi profonda. Se l’analisbprofonda riguarda la vita con la moglie sinincazzano le amanti, se l’analisi riguarda la vita con l’amante si incazzano amici e moglie. Ma nessuno accetta che ci siano persone, per quanto numericamente inferiori, che ancora siano capaci di farlo.
            È più facile e comodo buttare tutto nella meschinità e convenienza o nel rincitrullimento.

          • elledibi, 27 Aprile 2020 @ 14:14

            @White
            Io credo che tutto sia possibile. Tutte conosciamo chi ha ricostruito, chi è un seriale, chi ha lasciato e chi ha scelto la strada dell’abitudine.
            Per me l’importante è essere onesti in questi triangoli che sono spesso molto dolorosi.
            Mi ha colpito molto una cosa che ha detto Alessandro una volta, cioè che gli americani sono molto diversi da noi italiani e si sposano anche cinque volte. Immagino che tutte le volte si dichiarino innamorati, cosa che a noi potrebbe risultare incomprensibile.
            Ma chi ha torto e chi ha ragione? È questione di cultura, di accettazione del cambiamento, di voglia di riprovare, di minore cinismo ecc. ecc.
            Dopo esserci lasciati (o allontanati) due volte, io e il mio ex ci sentiamo ancora da tre settimane. È stato un ritorno stranamente “ragionato”, con cose dette e cose da dire, molto tranquillo ma con una presenza costante. Un ritorno con modalità che riesco a spiegarmi razionalmente ma irrazionalmente un po’ meno, a causa del mio carattere più diretto.
            Entrambi abbiamo capito gli errori fatti e i malintesi che ci sono stati e adesso è come se avessimo paura di esagerare e finire nella stessa spirale di tensione che ci ha portato ad allontanarci due volte con enorme sofferenza.
            Sta ricostruendo in casa? Non lo so, nel senso che non so se sia possibile in questa situazione perché evidentemente la nostra relazione non è stata un abbaglio.
            Però mi viene da pensare che un americano se ne sarebbe già andato, un italiano non si sa mai, proprio a causa della mentalità nazionale.
            Quindi certo che si può rivalutare un matrimonio ma in Italia ci sono molte più incertezze e falsità perché sappiamo con chi abbiamo a che fare: nessuno vuole correre il rischio di cambiare e questa consapevolezza si trasforma in mancanza di fiducia che pesa come un macigno.

          • Whiterabbit, 27 Aprile 2020 @ 16:49

            Certamente @Elledibi che uno che torna due/tre volte non sia sulla strada della ricostruzione. Magari ci ha pure provato e non ha funzionato. Così pure quelli che se ne vanno di casa ma poi tornano a casa, qualcosa non ha funzionato in ciò che volevano trovare fuori. Ora la palla però passa a chi se li riprende secondo me. Te lo riprendi con dei fatti (sia che tu sia l’amante che tu sia la moglie) o te lo riprendi con la modalità silenziosa come prima?

          • elledibi, 27 Aprile 2020 @ 17:30

            @White
            È una bella domanda.
            In senso generale ognuno si regola a seconda di quanto può e vuole tollerare.
            Nel mio caso specifico, credo che per ora non ci possa essere una risposta a causa delle circostanze perché non ho alcun dato che deponga davvero a mio favore (ne sono consapevole e ci penso molto per essere onesta con me stessa) e perché in ogni caso non so quando potrò tornare.
            Ci vuole una buona dose di fatalismo ma non è sempre facile trovarlo…

          • Ariel, 27 Aprile 2020 @ 17:49

            @White okkei
            Ma comunque ciò che conta è che vi sia la reciprocità nei fatti concreti e insomma visto il Machismo e la carenza notevole di cultura vera nella massa ovvio la massa che cresce e si sviluppa soltanto e prevalentemente on line chat del cazzo e posto e sposto foto a gogo non nella misura equilibrata ma peggio è nascondersi non averci le palle per vivere la vera vita

            Fingere su tutto pure sui propri connotati la propria età anagrafica eccessi che divengono cessi e il cessare di far lavorare il cervello,proprio

            Si diviene gregge e punto.
            Ovviamente se la coppia originaria matrimoniale o convivenza c’è la fa meglio per tutti ,ma nel senso profondo delle regole universali di dinamica che funziona in una relazione affettiva tra due

            Ovviamente se non funziona meno male esiste separazione divorzio e nuove coppie

            Altrimenti non sarei mai nata ah ah ah
            E sarebbe stato un vero peccato

            Quindi grazie a mia Nonna è Nonno ex amanti poi Novelli sposi in seconde nozze!

          • Whiterabbit, 27 Aprile 2020 @ 19:52

            @Ariel scusa ma qui non ci ho capito una mazza 🙂

        • bianca, 27 Aprile 2020 @ 15:21 Rispondi

          Cara @Luna, grazie 🙂
          Credo sia importante confrontare pensieri diversi. Gli orizzonti diventano piu’ ampi.
          Capisco cosa intendi. L’importante credo comunque sia arrivare alla stessa conclusione, poi i percorsi possono essere molteplici.
          Sono contenta anche che tu, anzi voi, abbiate capito cosa ha davvero valore. I percorsi che conducono lontano non sono mai lineari…a volte sono quelli piu’ tortuosi che ti portano a vedere con maggior chiarezza la destinazione.
          Ti auguro davvero ogni bene.

      • EP, 27 Aprile 2020 @ 11:55 Rispondi

        @bianca…si lo so che nn diciamo cose troppo distanti 🙂
        Infatti mi piace “dialogare”con te!
        Forse la ns distanza dipende dal fatto che io ormai sn molto avanti nel processo di rielaborazione di quelle che sn state le dinamiche che mi hanno portata alla storia cn l’ing o dalla chiusura della mia convivenza cn il padre dei miei figli.
        E oggi ho quasi la nausea a ritornare su quegli argomenti. Xò si ..se ci ripenso quelle domande me le sn fatte tutte!
        Se mi sn mai chiesta cm mai nn ci sia un blog di @ale al maschile?
        Si me lo sn chiesta…e la risposta è più o meno la stessa che ti sei data tu…cn qlche importante differenza!
        Il blog di @ale nn è rivolto solo alle donne…e lui stesso ci dice che i frequentatori uomini silenti nn sn neanche pochi! Xò intervengono poco ..cosa significa questo?
        Beh questo ce lo può spiegare meglio @ale…che riceverà anche molte mail in privato..
        Io credo che molti uomini in realtà cerchino risposte al loro malessere (io stessa sn depositaria di molti segreti o confidenze fatte da uomini che conosco e che trovano in me una ascoltatrice paziente e per nulla bacchettona o ipocrita)…è solo che tendenzialmente sn poco avezzi al contraddittorio e ad argomenti un po’ più “profondi” dedicano nella giornata molto meno tempo di quello che tendenzialmente dedichiamo noi… è DNA! Io lo rivedo sui miei figli…lei andrebbe avanti in eterno a sviscerare x trovare risposte…lui…dopo un po’ si distrae e torna ai bisogni primari!
        E quindi qnd sn adulti vai di tette e culi nelle chat…oltre che DNA… è anche molto meno faticoso che interrogarsi!
        Quelli che ho visto transitare di qua sn durati poco nel confronto con noi…molti suppongo ci siano ancora ma rimangono silenti!
        Cm avviene a casa vorrebbero essere ascoltati…ma che si desse loro sempre ragione! Questa la sintesi!
        Sai cm pensano di uscire dal dolore o la sofferenza? Cn il tempo…semplicemente dimenticando!
        Una volta che decidono (?!?!) di farsi lasciare…di nn decidere apertamente…etc etc…nella loro testa c’è che prima o poi passerà! E si mettono in attesa che finisca…

        Sacrificano i guizzi di vita…sull’altare della convenienza, del benpensare sociale e delle responsabilità familiari che sentono sul groppone ( mi piacerebbe tanto indagare su cosa sentano in realtà…ma temo che il loro concetto di responsabilità abbia a che fare cn cose molto più pratiche…rispetto al mio).
        Attenzione nn sto giudicando e nn penso che sia per tutti così (vedi@white) e magari hanno ragione loro…se nn fosse così avremmo l’80% di divorzi…ma nn lo chiamerei AMORE…nella maggior parte dei casi nè x la moglie e ne x l’amante!
        Mi dispiace…su questo punto nn sn proprio d’accordo cn te! Se scelgono lo status Quo…che sia x paura…x convenienza o altro dimostrano chiaramente il NON AMORE x l’amante! Inutile che tentino di dirmi che nn è così x scaricarsi la coscienza e auto assolversi! A questo punto a me (amante) interessa poco sapere se lo fanno x senso di responsabilità o altro! Mi interessa che tu nn scegli me…il tuo era un guizzo di vita…nn AMORE! Rendermene conto velocizza il processo di uscita dalla storia!

        L’amore x sé stessi lo onorano SEMPRE! Ed è l’unico a cui nn raccontano balle…ho visto uomini calpestare qlsiasi cosa x amore di sè stessi…se ti vogliono sopra ogni cosa stai tranquilla che nn c’è famiglia, figli, zie o nonni Che li fermano!
        Solo che anche questo lo capiscono qnd ti stanno perdendo o ti hanno persa (questo vale x mogli e amanti…x questo si meriterebbero almeno 2/3 anni di separazione (nn meno xchè prima c’è una sorta di purgatorio).
        Poi avrebbero le idee più chiare…ma è rischioso xchè voglio vederla quella moglie che se li riprende dopo aver provato l’ebbrezza della liberta! 🙂

        • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2020 @ 12:41 Rispondi

          Ci sono pochi uomini vittime e molti carnefici ecco perché non c’è un blog al maschile e pochi interventi. Voi sapete che ho anche buttato fuori da qui seriali e narcisisti che fingevano e cercavano pure di cuccare

          • Lilly, 27 Aprile 2020 @ 15:03

            Scusa @Alessandro…cercavano di cuccare? Ma come si può pensare di cuccare su un blog di questo tipo?pieno di donne innamorate già di altri uomini e molto deluse dal sesso forte? Ma daiiii!!!

          • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2020 @ 16:56

            Pensano che fare i comprensivi e i fragili susciti interesse

          • bianca, 27 Aprile 2020 @ 16:33

            vedi @Alessandro, é nel concetto di vittima e carnefice che non mi ci trovo. Generalmente sono pochi gli uomini che dicono “haha…ora mi faccio l’amante, la prendo per il culo e mi faccio i comodacci miei…tanto lei vale zero….”
            Ci sono uomini che pensano: “caspita, la mia vita non puo’ essere così routinaria… devo evadere… questa é una prigione…. Toh, guarda che carina…provo a frequentarla… che bello, sto daddio..stiamo proprio bene… …. Oh, caspita, mia moglie mi ha beccato… che peccato, stavo così bene…mi mancherà..” E questo se lo dice senza gioia nel cuore ma anche con una certa dose di sofferenza, sicuramente…ma una sofferenza superabile nella maggior parte dei casi.
            Questo perché l’amore romantico NON é una priorità nella vita di un uomo.
            Ora, la faccio semplice… ma spero di rendere l’idea.
            Questo é un carnefice ?
            Egoista forse, lontano dall’idea di amore femminile… ma un carnefice no, dai…

          • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2020 @ 17:12

            Egoista di certo. Diventa carnefice quando torna interrompendo un doloroso cds per scopare, quando promette sapendo che non manterrà, quando tira bidoni e vi fa soffrire al punto da non poterne più e lasciarlo voi per distruzione emotiva. Quando dice non mi hai saputo aspettare dopo tira e molla di anni o ti svende perché la moglie lo ha scoperto. Gli esempi di come un uomo può far male a una donna e di nefandezze maschili purtroppo ne ho a decine di migliaia

        • Ariel, 27 Aprile 2020 @ 13:23 Rispondi

          @Bianca e @Ep
          Ecco che avete esattamente scritto di cosa sia e cosa produce il Maschilismo

          Mi fa piacere poter condividere,finalmente,mi viene da scrivere ci siete arrivate a capire che la prima responsabilità sta nel solito Machismo in tutte le sue innumerevoli sfumature di impatto e sfruttamento della Donna in modo completamente trasversale

          In ogni ruolo
          Moglie ,amante ,ma pure sorella,cugina,figlia,amica,
          Persino la portinaia per chi c’è la ha

          Era ora al buon risveglio!!
          Ecco che la soluzione c’è la abbiamo in mano noi Donne
          Appunto cambiando il nostro comportamento da Crocerossina imposta eredità atavica a Donna con le ovaie grandi capace di prendersi cura di se quando non si riesce a staccarsi dal Cialtrone
          Come madre che Sto arrivando! Educare il figlio maschio e se ha un marito che lo incoraggi a fare altrettanto

          Come sorella col proprio fratello

          Come cugina col proprio cugino

          Come collega col proprio collega uomo

          Con ogni uomo se soltanto la SMETTIAMO DI FARE LE CROCEROSSINE ecco che infatti qualcosa dalle caverne ad oggi è cambiato moltissimo

          E perché? Come mai ?

          Col sano VAFFANCULO
          Che significa mica conservo rancore,ma tu caro uomo se ti azzardi a fare il solito macho Cialtrone
          Ecco vaffa e punto

          Abbiamo già dato e fin troppo soprattutto mogli madri e amanti che ricordiamoci che le amanti Donne sono UGUALI alle mogli

          Donne da spremere e basta
          Appunto Basta tirate fuori gli attributi Care Donne e smettetela di restare AMICONE del cialtronzi!!!

          Ecco come tutto evolve e cambia
          Non è necessario distruggere la istituzione naturale del formare una coppia che sia sposata o meno non importa ,ma la coppia resta fondamentale per la Specie umana

          Siamo noi a poter cambiare
          Basta volerlo fare invece di continuare a fare a volte emerite cazzate!!!

          Su su avanti abita il coraggio di dissentire
          Sono qui ma a braccia aperte pensiero aperto
          Critica sempre evviva @Ep
          Su che ne pensi????

          @Bianca l’Amore è fatto da due persone che fanno fatti
          Al unisonò pure attraversando qualunque tempesta

          Ovviamente l’innamoramento è il primo step ,ma mi sembra così ovvio che sta inutile incaponirsi a farlo durare è come se ce la prendessimo perché un fiore appena sbocciato poi che schifo diventa una grande rosa ,

          A volte bisognerebbe riflettere con calma e meglio soprattutto quando si scrive di Amore e magari non lo si è mai vissuto e allora ci si fanno i castelli in aria e le seghe mentali

          Okkei avanti ragazze vi adoro tutte soprattutto se fate critica

          Smettila @Ep di fare quella che come bimba piccola scrive “ con te si ,che ci parlo @Bianca”

          E con me naaaaaa!!!

          Sto ridendo ma di cuore vero e il bello e che purtroppo non te ne accorgi che sei accolta a braccia aperte!

          Si capisco non si può piacere a tutti

          A @Cara Old ridendo scherzando davvero le avevo scritto esattamente così
          “Non si può piacere a tutti c’e Anche chi ha gusti di emme..”

          Ah ah ah è un aforisma Romanesco

          Lo trovo bellissimo!!!!!!
          E lo ho fatto mio

          Come sai e sapete la mia autostima è gigante tutta conquistata a forza di vivere sbagliando si impara!!!!

          Care Ragazze ,les Belles Filles!!
          Bon appetit!!!❤️

          • EP, 27 Aprile 2020 @ 21:00

            @ariel…ma certo che lo so che ti piaccio!!! :-))
            Ma nn farmi la gelosona cn manie di persecuzione…nn è che se scrivo @bianca che mi piace dialogare cn lei automaticamente nn mi piace rispondere a te!
            Suvvia…sm in un blog!
            A te spesso nn rispondo xchè i tuoi commenti sn lunghi, ripetitivi nei concetti, talvolta incomprensibili ed eccessivamente provocatori e scadono nell’attacco o giudizio personale!
            Questo fa sì che io mi stanchi a leggerli…ma questo @ale te l’ha già detto un milione di volte!
            Anche in relazione a se stesso…quindi nn farla più grande di quella che è…

        • bianca, 27 Aprile 2020 @ 15:37 Rispondi

          cara @EP, credo che tu la faccia piu’ raffinata di quello che é.
          La vera sintesi é una sola ed é prettamente culturale/sociale.
          Per l’uomo l’amore della vita NON é la priorità.
          Punto.
          Non lo é mai stato per millenni e chissà quando lo diventerà e se lo diventerà nei millenni a venire.
          L’uomo vive benissimo (non con rammarico, non con apatia, non con rimpianto) la mancanza dell’amore della vita. Lo rimpiazza… lo intercambia, lo sublima…
          Pensa che con il tempo passerà perché é così e ne é fermamente convinto.
          La donna si ammala, si strugge…. per il venir meno del suo sogno d’amore incondizionato..e questo a causa di quanto le é stato inculcato da sempre….e cioé sentirsi incompleta senza il gentil scudiero dall’armatura scintillante che la libera dal drago nella torre..
          .L’uomo non ha mai avuto bisogno di essere liberato da niente e nessuno…. al massimo libera, se lei é una pricipessa …..ma solo se gnocca pero’ (la butto sull’ironico ma penso che il senso si sia capito).

          • Ariel, 27 Aprile 2020 @ 19:18

            @Okkei Bianca siamo quindi pare tutte o quasi d’acc Su questa analisi ,ma

            Esiste e soprattutto ha dato risultati concreti il modo per riuscire a modificare lo status del Predominio Maschilista che ricordo non è innato ma ovviamente è un comportamento atteggiamento messo in atto di proposito per riuscire a mantenere soggiogate e sottomesse le Donne

            Se al epoca delle caverne restavano ovvi i compiti diversi e divisi
            Per mangiare il maschio andava a caccia e la Donna si occupava della prole e caverna

            Peccato che da allora via via nei secoli col progresso non era affatto più necessario mantenere queste differenze che. L’Uomo ha semplicemente sfruttato per mantenere solo i propri privilegi ad ogni livello di potere sociale ecco che pure le leggi sono fatte da maschi e le donne a cuccia !!!

            Ancora oggi qui in Occidente dove ancora si stuprano Moglie e FIGLIE!!!!!!!!!!

            Ecco che la Donna col vero di cuore
            VAFFANCULOOO tanto vituperato qui sul Blog mentre si accetta invece di essere INGANNATE PER ANNI sempre a PIEGARSI ad aspettare che SUA MAESTÀ L’ASINO PARLI
            Si interrompa nel suo silenzio del xxxxxxo che nel frattempo si scopa il mondo intero tradendo tutte moglie e amante,

            Però è tant caro e bravo e come ebbe a scrivere @Caro Alessandro e solo perché POVERINO la mamma gli aveva strappato il ciuccio ,

            Ecco che a volte il BUONISMO confonde e si confonde col PACE E BENE E NESSUN RANCORE MANCO QUEL
            VAFFANCULO

            Risolutivo per la propria autostima
            Per l’esempio che si da ai propri figli che capiscono da bambini che un SI è un SI è un NO è e resta un NO

            E non pace. E bene vestite col saio
            Ovviamente con lo spacco ah ah ah

            Carissima e carissime
            Fate qualcosa di veramente significativo per voi stesse e maschi faranno un passo avanti

            Esistono e sono esistiti Uomini Veri con la voglia di Sposarsi vera autentica e Duratura

            E allora dai pochi possono evolvere in molti

            E solo noi abbiamo il potere di cambiamento comportamento scelte di piegarsi oppure NO
            MA CHE PER ESSERE UN NO DECISO occorre la Forza di farlo senza smancerie inutili e dannose per se stesse e gli altri che sanno benissimo riconoscere la CROCEROSSINA A VITAAAA!!!!!!

          • EP, 27 Aprile 2020 @ 20:25

            @bianca…Pensa che con il tempo passerà perché È COSÌ e ne é fermamente convinto!

            HAI PROPRIO RAGIONE! E HANNO RAGIONE ANCHE LORO…L’AMORE DELLA VITA NN ESISTE COSÌ COME RACCONTATO NELLA LETTERATURA ROMANTICA…E TUTTO PUO’ PASSARE (soprattutto se nn alimentato)…
            IL CDS SERVE A QUESTO!

            È il più grande insegnamento che ho imparato qua! E ringrazio tantissimo @ale che nella sua veste di uomo che parla alle donne mi ha rovesciato questa verità addosso senza fronzoli! Credevo nn fosse possibile…credevo l’avrei sospirato tt la vita e invece l’ho lasciato andare dentro di me…e nei tempi canonici!

            Bene…e adesso che sn arrivata a questa conclusione…a questa consapevolezza che è da semprebla loro…che si fa?
            Uno vale l’altro?
            Tanto mi è chiaro che anche dovesse essere Brad Pitt sarei in grado di dimenticarlo cn un giusto NO CONTACT…
            E mi è altrettanto chiaro che in un momento di crisi o di stanca nel rapporto lui cercherebbe una via breve x risollevarsi invece che tentare una soluzione cn me! Xchè l’amore dal loro punto di vista nn è prioritario…posso essere rimpiazzata cn facilità!
            Quindi andando oltre alla sofferenza dell’amantato… xché io oggi dovrei essere invogliata ad avere un’altra storia d’amore, se l’amore cm lo immaginavo io loro nn lo contemplano e x quel che mi riguarda so per certo e cn sollievo, che nella fase di chiusura riuscirei a gestire cn razionalità il distacco senza paura di morirne?

            @bianca cosa suggerisci?

          • Mic, 27 Aprile 2020 @ 21:10

            @bianca,Condivido anche le
            Virgole.

          • Luna Pelli, 27 Aprile 2020 @ 22:34

            @Bianca ma “Toh guarda che carina provo a frequentarla” e poi “mia moglie mi ha beccato, stavo tanto bene, peccato deve finire” dopo mesi o addirittura anni di frequentazione, non equivale ad avere amato qualcuno (anche se lo so che hai semplificato molto e lo hai fatto intenzionalmente). Quello che dico io è: farsene una ragione in due minuti, sparire e pensare che il tempo risolverà tutto… non è come l’uomo guarda alla fine di un amore per sua fisiologia… ma come può guardare, al massimo, alla fine di una scappatella! Facilitato dal pragmatismo che lo differenzia dal gentil sesso.

            In casi così non diciamo che ha amato o che è stato convinto di averlo fatto. Non scomodiamo l’amore!

            E poi va bene, non saranno tutti carnefici nel senso che non sarranno tutti partiti con l’intenzione di far soffrire la lei di turno… ma il risultato mica cambia. La donna è lì che sta male, ha sperato, creduto e magari è rimasta impanata per anni… Impossibile abbia fatto tutto da sola! In questo senso, l’uomo in questione, se anche non è un carnefice perché nero dentro è uno che la sua bella carneficina, alla fine, l’ha fatta! L’ha fatta eccome!

            E io non posso credere che tutti gli uomini siano così. Non giustifico per cultura, DNA o fisiologia. Non mi arrendo alle diversità tra uomo e donna che non sono prima di tutto una risorsa, un motivo di complementarità, un modo per realizzarlo questo famigerato amore.

            Mi dispiace ma io nell’amore ci credo. E ne ho rispetto. Da morire.

          • Ariel, 28 Aprile 2020 @ 02:34

            Ariel scrivi metà

          • Ariel, 28 Aprile 2020 @ 23:22

            Metà

        • Luna Pelli, 27 Aprile 2020 @ 20:28 Rispondi

          Sono di nuovo d’accordo con te @Ep. Molti uomini sono capaci di sacrificare i “guizzi di vita” in nome di tante cose pratiche e si mettono ad aspettare che il tempo risolva tutto. Lo sanno fare e ci riescono, soffrendo un pochino forse, ma senza uscirne distrutti! Ma quello di cui resto convinta è che lo sanno che si tratta solo di “guizzi di vita”! Lo sanno mentre vivono il rapporto con l’amante, lo sanno quando la storia si interrompe e, spesso, lo sanno ancora prima di cominciare. Non scambiano i guizzi per amore, non sono convinti di amare e non potere. Spesso il problema dell’amore non se lo pongono neanche e si prendono quello che viene. Quei pochi che assaggiano l’amore cambiano le carte in tavola. Quagliano. Punto.

      • Cossora, 27 Aprile 2020 @ 13:38 Rispondi

        Anche io sono d’accordo. Loro amano soprattutto attraverso gli occhi e il sesso e il desiderio. È atavico. Un uomo non accetterebbe mai una relazione senza sesso ma con molta stima. A parte casi patologici, tutti tradiscono perché le compagne ufficiali perdono la voglia di provocarli, di sorprenderli con atteggiamenti giocosamente volgari. Le donne pensano “apprezzerà la mia instancabile pazienza, come non mi risparmio nella cura dei nostri figli e mi perdonerà se sono meno curata e provocante”.
        Sbagliato. Sono pratici. Devono seminare. Tu sei stanca? Ti lascio alle tue interminabili faccende e scopo fuori.
        Questo è. Poi cé chi è più sensibile e chi è più rozzo.
        Ma l’iter è questo.

        • bianca, 28 Aprile 2020 @ 13:30 Rispondi

          Verissimo @Cossora, ma non solo sai ? A volte amano essere il centro dell’attenzione..cosa che spesso non sono piu’ all’interno del contesto familiiare.. Amano essere desiderati e non solo desiderare…
          Per questo a volte quando vedono la disperazione della moglie che li riscopre dopo la scoperta del tradimento… si riscoprono soddisfatti di rimanere dove stanno…

  • Sono io, 17 Aprile 2020 @ 09:20 Rispondi

    Gli uomini amano come noi. Stiamo parlando di 8 uomini su 10…loro non amano

    • bianca, 17 Aprile 2020 @ 15:57 Rispondi

      urka…quindi l’80% degli uomini non ama?

      • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 17:01 Rispondi

        Amanti? Se non scendiamo a un grado inferiore del tipo ti amo ma non lascio mia moglie esattamente. Fatti

      • Whiterabbit, 17 Aprile 2020 @ 18:02 Rispondi

        @Bianca la vedo molto più verosimile in effetti.
        Pensare che ci siano tutti questi uomini che soffrono come dei cani per senso di responsabilità non mi convince. Dov’era prima il tuo senso di responsabilità? O ce l’hai o non ce l’hai non è che ti balza addosso all’improvviso. È molto più facile pensare che all’80% non freghi di nessuno. E sperare di rientrare nel 20% che ha un amante che ti ama davvero o un marito che si pente davvero. E valutare se rientri nel 20 guardando ai fatti e basta.
        Ma è inutile volergli dare una patina rosa a tutti i costi. La patina corretta è marrone. Merda. Nella maggior parte dei casi.

        • Oldplum, 18 Aprile 2020 @ 11:25 Rispondi

          Ma non è che soffrano come cani.
          Per loro progetto famiglia> amore.
          Tutto qui.

          • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2020 @ 11:36

            Se la vita in famiglia è un 6 con l’amante diventa 7. L’amante rompe? La cambio

          • Oldplum, 18 Aprile 2020 @ 12:28

            Che gente conosci @ale?

          • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2020 @ 13:27

            Il peggio e il meglio da bravo giornalista

  • lei, 17 Aprile 2020 @ 08:28 Rispondi

    Non è che ti fa bene farti tutte ste domande.
    Io compro una piantina di basilico, e puntualmente dopo una settimana mi muore. Ne ricompro un’altra ma non sto a chiedermi perchè mi muore sempre.
    Ho scritto una cazzata, lo so, ma è per sdrammatizzare. Basta pippe mentali, Luna il tuo uomo ha scelto di non scegliere. Basta, ora scegli la tua nuova vita!
    La nostalgia è normale, la mancanza è normale, il peso sullo stomaco idem, ma vai avanti…

    • bianca, 17 Aprile 2020 @ 13:50 Rispondi

      @lei, hai fatto una sintesi perfetta.

    • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 14:30 Rispondi

      @Lei lo sto facendo. Io ci devo passare attraverso tutte ste pippe mentali altrimenti non ne esco. Se non saranno utili anche a qualcun’altro meglio, altrimenti… meglio solo per me! E grazie per l’incoraggiamento, bacio

      • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 14:31 Rispondi

        Senza non

      • C., 17 Aprile 2020 @ 19:19 Rispondi

        Esattamente Luna,
        Se non attraversi tutte le fasi, rabbia inclusa non ne verrai mai fuori.

        La rabbia è normale perché questa è un’esperienza paragonabile ad un lutto.
        Quando muore qualcuno di caro, troppo giovane, si prova una rabbia indicibile verso l’Universo, verso la sorte, moltissime persone verso Dio.
        Ma poi il tempo fa la sua parte e la ferita si rimargina perché noi sappiamo già della finitezza della vita.

        Allo stesso modo ci rendiamo conto che i legami si spezzano e si deve ripartire avendo imparato molto da quel legame, sano o malsano che sia stato.

        Imparerai col tempo ad aver compassione di lui, del suo essere umano e fragile e della tua stessa fragilità…ma datti tempo, è necessario.
        Ti abbraccio.

        • Luna Pelli, 18 Aprile 2020 @ 15:47 Rispondi

          Grazie @C.! Ogni parola che raccolgo qui è come un progresso che mi viene regalato. Il tempo fa miracoli così come il confronto con ogni donna (e uomo) di questo provvidenziale blog!

          • C., 22 Aprile 2020 @ 00:14

            @Luna,
            Ti sento molto vicina a me per quello che ho letto della tua storia.
            Sei una persona profonda e proprio per questo giustamente arrabbiata.
            Le persone come te vedono la mancanza di rispetto e l’inganno come un oltraggio.
            Penso allo stesso modo che tu non abbia mai vissuto una situazione ingannevole prima d’ora perché magari prima di questo episodio tutto ciò che ti è capitato nella vita è sempre stato ‘limpido’, trasparente.
            Magari hai anche ricevuto tanto amore… quindi questa storia proprio non la concepisci.
            Se è così prova a vedere questa come una lezione di vita, che non hai potuto sperimentare prima e che fortunatamente si è risolta semplicemente mandando a fare in culo una persona irrisolta.
            Siamo sulla Terra per imparare lezioni e le possiamo imparare solo sbagliando, come i bambini che imparano a non toccare il fuoco dopo che si sono bruciati.

            Un abbraccio

        • Ariel, 29 Aprile 2020 @ 13:59 Rispondi

          @Cara C.
          Lo so.hai già trovato la gemella
          Mi sento più Sorellastra ,non so che dici
          Ti va se sono tua sorellastra??

          Mi sono sempre piaciuti i personaggi nelle fiabe quelli a margine le “Pecore nere
          Le sorellastre ad esempio in fiaba Cenerentola
          Mi stata sempre sul cazzo

          Non so perché ma mi stavano simpatiche le sorellastre
          E infanessuno le cagava mai e infatti persino nei secoli nessuno si è mai chiesto ,ma che fine fecero le sorellastre?

          Si okkei erano sfigate dal piede lungo ,ma hanno avuto la botta di culo di non farsi manipolare dal Principe del xxxxxxzo!!!

          Infatti guarda un poco la realtà come stava diversa con sta mania di Cenerentola

          Ma w le sorellastre che scopavano a corte libere come femmine di riccio e se ne sbattevano del principe del cxxxxxo !!!

          Gente autonoma e con le palle
          Senza BUONISMO LACRIMEVOLE
          Come da sempre l’uomo autore delle fiabe NOTA BENE
          ci ha relegato a scopare per terra qualunque cosa
          Dalla cenere al suo xxxxxxzzzo!!!!
          Ah ah

          Poi usciva dalla cucina e si scopava le sorellastre
          Ghignando pure !!!

          Allora mi accetti come sorellastra????

          Ah ah ah
          Cara@C. Ovviamente ho voluto scherzare un momento
          Per cogliere la occasione di mandarti il mio abbraccio sincero e fare una Pausa distensiva qui a disposizione di tutte noi sul Blog

          Cenerentole del xxxxxzzzo!!!!
          W le sorellastre!!!!!!!!!

          ❤️

          • C., 2 Maggio 2020 @ 16:21

            Certo Ariel, ma tu lo sai che sei già nel mio cuore!

            Cmq viva le sorellastre e abbasso le Cenerentole, mi hai proprio convinta!!!

    • EP, 17 Aprile 2020 @ 22:10 Rispondi

      @lei…pensavo che ho avuto il tuo stesso problema! Il basilico intendo…solo che abbiamo due approcci diversi… è evidente: io ho smesso di farmi domande sul perché muore sempre…ma ho anche smesso di comprare le piantine!

      • Luna Pelli, 18 Aprile 2020 @ 06:29 Rispondi

        Davvero Ep, io ti adoro. Voglio arrivare al punto dove sei tu. Grazie per le tue “perle”!

        • EP, 18 Aprile 2020 @ 09:16 Rispondi

          @luna…e pensa che so anche fare una parmigiana da favola! :-))

          Mi ci è voluto un anno x arrivare al punto dove sto oggi!
          Dopo aver letto di tutto e di più…dopo aver fatto tt gli errori possibili…dopo aver sperato l’inverosimile…mi sn arresa! L’ho lasciato andare (dentro di me intendo)
          Ho guardato in faccia I FATTI nudi e crudi…io lo volevo…lui nn così tanto! Io trovavo soluzioni…lui problemi…io nn avevo paura…lui troppa!
          Quindi mi sn messa in scia di chi su questo blog MI DIMOSTRAVA di esserne uscita! O di essere sulla via per…
          Chi stava bene, o almeno meglio, a distanza di 1 anno? Chi aveva applicato CDS e si era staccata totalmente!

          Le altre erano ancora in mezzo alla palta…ancora a barcamenarsi tra gli alti e bassi di queste storie che nascono belle e poi finiscono dannate!
          Avevo già dato cn il mio ex in quanto a dolore…lui è stato il mio star bene…volevo che rimanesse tale!
          E l’ho salutato…con dolcezza e fermezza!
          Xò sn più fortunata di altre…lui tante delle cose che ho letto qui nn le ha mai fatte…x questo lo chiamo cialtronino…lo è meno di altri!
          E fortunatamente nn ha nulla di patologico!
          @luna…nn ho ricette magiche…devi solo allontanarti! Nn avete fretta ma pazienza e costanza! Nn sn i 100 metri… è una maratona! Faticosa e piena di insidie…
          Lui tornerà quasi sicuramente e tu dovrai dire NO, GRAZIE!
          A meno che nn arrivi cn novità sostanziali…ma ormai lo sai… è cm cercare un ago nel pagliaio!

          Mi permetto un appunto…mi sembra di capire che tu sia sposata…che eri pronta a far saltare il banco x lui…ecco io rifletterei su questo piuttosto!
          Xchè eri pronta a far saltare il banco e ora invece rivaluti tuo marito? Si tratta di una situazione momentanea xchè ti senti persa e hai bisogno di leccarti le ferite? Se così…l’insoddisfazione tornerà… attenzione!
          La ricostruzione di un matrimonio è cosa tutt’altro che facile…qua ce lo insegnano le amiche che ci stanno provando!
          Io se mi hai letto…nn ci ho neanche provato…anzi avevo rotto prima ancora di trovarmi a fare la parte dell’amante! Ma nel mio caso nn c’erano davvero i presupposti…anzi…dovevo solo scappare x tornare a essere me stessa!
          Forza…cerca di porre un freno alle domande che nn ti portano da nessuna parte…ma prima di comprare altre piantine che poi fai morire, qlche risposta ritengo tu debba essertela data!
          Altrimenti continui a ‘ndare intorno come el cao de un zucaro (saggezza popolare veneta)

          • Rosa, 18 Aprile 2020 @ 11:20

            @EP , sei un grande valore aggiunto in questo blog.

          • EP, 18 Aprile 2020 @ 11:52

            Grazie Rosa! Felice di poter essere utile♥️

          • C., 18 Aprile 2020 @ 12:04

            Condivido!
            Sei oltre ormai

          • Luna Pelli, 18 Aprile 2020 @ 15:40

            Saggia @Ep. Certo che puoi invitarmi a riflettere bene sul mio matrimonio, anzi devi (!), perché tutto quello che è successo è partito da lì. Se non avessi avuto problemi con mio marito e avessi creduto a mille nel mio matrimonio non sarei approdata al mio ex amante!!

            È che mio marito è cambiato tanto… ha cominciato a farlo da quando ha capito che mi stava perdendo (forse anche da prima per motivi suoi personali che non mi va di spiegare), ma io ero talmente concentrata sull’altro che non ho voluto vedere niente. Adesso guardo tutto. Ho quest’opportunità pazzesca. Guardo lui, guardo dentro di me e guardo quello che mi è successo.

            Se il mio matrimonio ripartirà voglio provare a considerarla una nuova storia quella con mio marito. La storia che avrei cercato comunque (certo, magari tra un po’, dopo avere metabolizzato bene la mia esperienza con l’altro…) ma che avrei cercato comunque, dicevo, perché oh… io scoppio dalla voglia di vivere!!!

            E la verità è che adesso, a casa, non mi sento più in gabbia. La convivenza forzata con mio marito, dovuta al covid, non solo non mi sta esasperando ma mi sta come facendo tornare in asse.

            Ma se penso a tre mesi fa, a quando ho iniziato il cds… Tre mesi fa riuscivo solo a piangere, mi sembrava di non poter più tollerare né lui né nient’altro e stavo solo male!

            Ammetto che i momenti in cui penso al mio ex-amante sono ancora molti… E allora mi incupisco, vengo qui e scrivo, o mi isolo un po’. Ma serve tempo, lo so, l’ho capito e adesso me lo sto prendendo! Non voglio né per forza ricostruire con mio marito né per forza chiudere con lui. Voglio solo metabolizzare, imparare ad ascoltarmi e ripartire da quella che sono ora.

            Mi sa che sto finalmente cominciando a godermelo questo cds…

            Cavolo ragazze soltanto adesso sto realizzando che non sono più qui ferma in silenzio, ad aspettare solo che ritorni… Non sto più aspettando nessuno! Mi sa che sto solo vivendo ed è… incredibile!

          • agnese, 18 Aprile 2020 @ 21:25

            @Luna Pelli se pensi che è possibile recuperare con il tuo marito, se è un uomo che ti ASCOLTA, farlo. Sei una donna fortunata in questo caso! Io non ho più né un amante che amavo né un marito al quale voglio bene e che è sordo e cieco. Tutto buio. Oggi giornata decisamente no. Ma ti auguro che non è lo stesso per te!

          • Luna Pelli, 19 Aprile 2020 @ 08:48

            @Agnese tesoro, le giornate nere passano e per lasciare spazio a giorni pieni di luce! Rifletti ancora, aspetta, sciogli i nodi che hai dentro e prenditi tempo. Quando starai bene potrai innamorarti di nuovo e la vita ti restituirà il sorriso. Io sono all’inizio di un percorso mio, ma che vuole partire da qui: sto cominciando ad accettare che sia andata com’è andata. Ho avuto la fortuna di non avere perso mio marito prima di poter riflettere sul mio matrimonio con un sacco di consapevolezze in più, figlie dell’esperienza che ho fatto… Ma non canto vittoria, né grido al miracolo, perché in tante, qui, mi avvertono a ragion veduta che è davvero difficile recuperare un matrimonio che si è tradito!

            Cerca la tua pace. Dopo arriverà il resto. Ti auguro ogni bene e ricorda… non è colpa tua!!! Hai incrociato un narcisista patologico (eri tu, vero?) e soggetti così fanno danni incommensurabili in chi li tocca. Tu devi lavorare molto più di tante di noi per rinascere, quindi non arrenderti mai, cerca tutto l’aiuto che ti serve e… vivi!

          • agnese, 19 Aprile 2020 @ 10:13

            Ah ah ah! Non era narcisista patologico! Era il ‘fidanzato innamorato’ , presente e premuroso solo che…. avrebbe continuato in questo modo per sempre. Magari per questo è così dura. Grazie cmq del l’incoraggiamento. Un abbraccio

          • Ariel, 18 Aprile 2020 @ 20:53

            @Luna Pelli
            Che Donna,Kaspita !!!!
            Più ti leggo più mi inchino alla tua vera capacità di grande consapevolezza e grande oggettività la tua capacità di saper guardare te stessa ma pure oltre una visione panoramica che sicuro
            Ti fa solo che bene e luce per uscirne

            Qui tutte si ha avuto e si ha un ulteriore spazio in cui poter esprimere le proprie emozioni

            E infatti finché non escono tutte
            Ci sta sofferenza e voglia continua di trovare risposte a tutte le domande che in quella fase affollano i nostri pensieri

            Tu scrivendo qui leggendo rispondendo a tutte ti sei fatta strada ma ci tengo a sottolineare che ogni passo in avanti sei soltanto TU CHE LO HAI FATTO

            Come a dire che non dimenticare mai la bellezza della tua forza interiore
            Grazie a te se stai così leggera in questo adesso così caro e bello per te

            Si qui tutte ci aiutiamo ,ma se ciascuna va avanti è MERITO SOLTANTO PROPRIO e di nessun altro

            Questo è importante RICONOSCERLO
            È Amare se stesse!!!

            Bravissima Cara@ Luna Pelli❤️

          • Lia, 18 Aprile 2020 @ 23:32

            @Luna credo anch’io che il tuo matrimonio possa andare avanti…al momento.
            L’unica nota stonata è la mancanza di pentimento. Stai semplicemente trascinando una situazione che tutto sommato è vivibile…in cui non ti trovi male.
            Non hai motivi eclatanti per chiudere, l’altro non c’è più e tutto sommato stai bene. Non succederanno altre scivolate? Non ci giurerei. E se l’altro dovesse tornare? Si vedrà… Mi auguro che questo “nuovo” marito riesca a soddisfare la tua voglia di vivere…
            In bocca al lupo… davvero.

          • Luna Pelli, 19 Aprile 2020 @ 08:15

            Cara @Lia il pentimento c’è. Ma mio marito non è sempre stato l’uomo di adesso. È un uomo buono, mi ha sempre amata e rispettata, ma a un certo punto aveva calzato le sue pantofole e… giù di partite di calcio! Io sono una donna poliedrica, esuberante, chiaccherona e lui aveva perso un po’ di vista le mie esigenze di vita, comunicative e anche sessuali (poca novità, poca frequenza).

            Con questo non ti dico che ho fatto bene a tradirlo! Ma credimi… di tentativi per avere da lui quello che ho cercato dal mio ex amante ne avevo fatti davvero tanti! Quindi si, mi pento, ma come ho capito che se voglio superare questo momento difficile devo assolvere quel “cialtronino” del mio amante (@Ep grazie per aver introdotto questo nuovo appellativo) ho anche capito che se voglio salvare il mio matrimonio devo assolvere:
            1) me stessa per aver tradito (ho vissuto un’esperienza che mi ha insegnato tanto ma non ho pagato pegno se non in termini di dolore: nei fatti non ho perso niente! quindi ho un vantaggio che non meriterei!)
            2) mio marito, si, anche lui, perché forse se si fosse svegliato un pochino prima, invece che qui a cullare i miei pensieri, sarei di là a cullare un figlio nostro…

            Questo per dire che non ho intenzione di sottrarmi alle mie responsabilità ma voglio davvero guardare tutto, tutti tutti i fatti e non trascurare niente. Se avrò voglia, in futuro, di comprare un’altra pianta di basilico…(mi hai fatto anche ridere con questo esempio ah ah ah!) basta, davvero, alzo i tacchi e arrivederci. Se mio marito calzerà di nuovo le sue calde pantofole… addio! E se il mio amante tornerà… Beh, anzitutto dovrà farlo da ufficiale e gentiluomo (perché lui mica lo sa, ma io ho letto la matematica del cuore, eh) e poi… vedremo! Certo è che se continuo a lavorare così su me stessa… quando tornerà e se tornerà, sarò forse già in grado di dirgli NO, GRAZIE e con un minimo di leggerezza in più (giusto @Ep?) e il tutto indipendentemente dal resto, da come andrà, cioè, il mio matrimonio.

            Cmq rimaniamo così ragazze, se tornerà io verrò qui e mi rileggerò, mi rammenterete tutto, Ale mi sistemerà con una delle sue regole matematiche inopponibili e avanti tuttaaaa!

            @Ale, ragazze… non mi sono mai sentita bene come in mezzo a voi. Grazie!

          • alessandro pellizzari, 19 Aprile 2020 @ 08:52

            La routine è una ruggine che corrode anche i legami più saldi e noi uomini dormiamo sugli allori

          • C., 22 Aprile 2020 @ 00:28

            Luna,
            Ti auguro di cuore di recuperarare.
            Le persone che ci amano davvero non bisogna farsele sfuggire e batoste come questa penso siano servite come minimo a farcelo capire.
            Al cialtronino devi dire: ‘No grazie’ ma da subito perché parole come ‘NON TI AMO’ devono restare scolpite nella roccia come i comandamenti nelle tavole consegnate a Mose’.

          • Luna Pelli, 22 Aprile 2020 @ 13:41

            Grazie ancora C.
            Mi hai perfettamente inquadrata. Sono una donna molto fortunata perché ho ricevuto tanto amore nella mia vita. Non sono mai stata ingannata e non ho mai ingannato gli altri. Poi è arrivato il mio ex-amante e per la prima volta ho raccontato bugie. L’ho fatto per amore, per amore mio nei suoi confronti e per l’amore che pensavo provasse lui verso di me. Ma non avrei mai potuto perseverare nell’inganno per meno che per amore, non senza un progetto comune, non senza l’obiettivo di arrivare, alla fine, a smetterla con le bugie per iniziare una nuova vita. La cosa che mi ha più ferita C. è stata proprio quella che hai colto tu. Non il “non ti amo”… ma il “non ti amo” associato alla volontà di proseguire comunque come amanti. Non è giusto. Non mi torna. Non esiste. Vaffanculo. Non voglio continuare a tradire mio marito, che non si merita un trattamento del genere, per due scopate che si fermano lì. Non voglio restare agganciata ad un uomo che non mi ama e che mi ha dimostrato di prendere la vita così, a cui sembra normale tradire la propria compagna, anche per lungo tempo e per meno che per amore. Lui sarà libero di ripetersi con qualche altra. Io no. Io voglio tonare ad amare in trasparenza, voglio essere amata e voglio piantarla con le menzogne. Spero di poter ritrovare tutto quello che cerco nel rapporto con mio marito. Lui non saprà mai. Non è un recupero ad armi pari. Ma potrebbe funzionare. Perché come hai detto tu ho avuto una bella lezione di vita e perché mio marito c’è come mai prima e anch’io voglio esserci per lui. L’idea di tradirlo di nuovo mi fa venire il vomito. Vediamo che succederà…
            C. hai trovato per me parole speciali e di profondo incoraggiamento. Te ne sarò grata sempre. Un bacio.

          • FF, 22 Aprile 2020 @ 21:57

            @luna, secondo me la forza per ricostruire con tuo marito non ti manca e può funzionare. Cerca di guardarlo con altri occhi e sono convinta che aiutandolo a guardare da un’altra prospettiva la vostra storia, può cambiare. Se solo avessi avuto io l’aiuto di vedere il tutto da un’altra angolazione… Forza e coraggio che non sei sola.

          • Whiterabbit, 22 Aprile 2020 @ 15:05

            @Luna Pelli no, non è un recupero ad armi pari, ma non per la questione correttezza ed onesta, questa lasciamola per un momento da parte, ma penso che lo scossone, forse, debba arrivare ad entrambi gli elementi della coppia per rendersi conto davvero di quello che si stava perdendo e di quello che davvero si vuole.
            Mi sarei volentieri evitata le sofferenze dell’essere stata tradita, ma alle volte mi chiedo se sarei riuscita davvero a rendermi conto di me stessa e ad analizzarmi a fondo se non fossi stata obbligata a farlo da questa esperienza.. non lo so..
            Molto probabilmente tuo marito non si meritava questo, ma chi se lo merita? Forse solo un compagno cattivo e crudele, ma non certo una persona che commette degli sbagli ma senza metterci crudeltà secondo me. Io ti auguro di riuscire, ma il fatto che non se lo meritasse può far rinascere l’amore? O eri solo “infatuata” ed “entusiasta”?

          • C., 22 Aprile 2020 @ 16:39

            Cara Luna,
            Le parole che ti ho detto è come se le avessi rivolte a me stessa.
            Hai vissuto e stai vivendo una situazione praticamente identica alla mia e quindi ne capisco ogni risvolto.
            Sento quello che provi con ogni atomo del mio corpo ma stai tranquilla, tutto quell’amore che sei stata in grado di dare ti ritornerà indietro sotto altra forma.
            La più grande lezione per me è stata che le persone non sono perfette, noi in primis, ed anche quei mariti poco perfetti paragonati a persone che vivono una vita nella menzogna, sono davvero perfetti così.
            A svegliarli, se ti amano, non ci vuole niente…noi siamo donne e sappiamo come fare.

            Felice di aver trovato una gemella di blog e felicissima se sono riuscita a darti un po’ di incoraggiamento.

      • Lia, 18 Aprile 2020 @ 08:46 Rispondi

        @EPPPPP❤️

  • Luna Pelli, 16 Aprile 2020 @ 22:19 Rispondi

    E cmq ragazze a me questa cosa che loro amano a modo loro, amano per come possono, amano tenendosi due donne, amano senza dover rinunciare a un cazz*, amano sapendo già che finirà, amano continuando a programmare un futuro con la moglie, amano anche se scelgono i figli (?!), amano quindi spariscono, amano ma senza il coraggio di fare un fatto, amano ma il Natale con noi non ce lo trascorreranno mai, amano ma non sono gelosi, amano senza intenzioni, amano ma vivere le cose con noi non li fa cambiare, amano senza il terrore di perderci, etc etc
    Ma mi dite cosa cazz* amano? Ma mi dite come cazz* amano? No perché secondo me l’amore non sanno neanche dove sta di casa. Abbiate pazienza. Altro che pragmatismo e versione al maschile dell’amore. Mah.

    • Oldplum, 17 Aprile 2020 @ 09:34 Rispondi

      amano senza dover rinunciare a un cazz*,= rinunciare a te che dice di amare è rinunciare a nulla?
      amano sapendo già che finirà = tutto finisce o cambia. dire che sarà per sempre lo si fa solo al matrimonio (e poi si vede come va a finire però)
      amano continuando a programmare un futuro con la moglie, amano anche se scelgono i figli (?!)= partendo dall’assunto che per loro il progetto famiglia > amore, si.
      amano quindi spariscono= se rimangono sono degli stronzi che ti prendono per il culo, se spariscono sono degli stronzi che spariscono…mmmh.
      amano ma non sono gelosi= questo almeno nel mio caso non è mai stato vero
      amano senza il terrore di perderci,= anche questo non è mai stato vero.

      l’amore non è una tavoletta romantica.

      • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 11:58 Rispondi

        Sicura @Old di essere in linea con quanto prova a suggerirci Alessandro? No perché la matematica del cuore vuole forse insegnarci che qualche regola alla base dell’amore c’è! Ora io sarò “un’allieva” anche troppo diligente… ma se volgiamo andare avanti a parole e teorie non se esce. Volendo si può giustificare tutto, se non si assume che l’amore è un concetto universale può essere amore anche una foglia di salvia, per dire.

        • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 12:16 Rispondi

          In effetti il ti amo ma diventerebbe senza ma

        • Lia, 17 Aprile 2020 @ 12:33 Rispondi

          Luna Perri, è una teoria che abbraccia quella di Alessandro solo per i casi “malati” ma apre le porte ad una nuova categoria di amanti che è formata da quelli che si coinvolgono sapendo già che non rinunceranno al progetto “famiglia” per te. Questi li assolviamo, anzi il risentimento che senti è causa tua. Se non ha scelto te non puoi fargliene una colpa… Ti sei autoillusa da sola, non sei stata in grado di proteggerti. Allora perché non fare un salto quantico e concepire l’amore come spazio aperto in cui tutto è lecito… Consiglio tanto yoga e meditazione. Ce la possiamo fare!

          • Outlier, 17 Aprile 2020 @ 15:12

            Comunque ragazze il problema del nostro dolore siamo noi. È inutile che ce la cantiamo.
            Abbiamo due categorie di amanti: quelle consapevoli che sanno che è solo sesso, lui non lascerà mai l’altra e si prende solo il divertimento e quelle inconsapevoli che ci credono, ci sperano, si creano aspettative.
            Le prime quando vedono che non è più aria o si stancano della situazione alzano i tacchi e se ne vanno. Le seconde restano, si incaponiscono, si prendono le briciole e si autoflagellano. Sarebbe più facile andare via e invece no, restiamo perché pensiamo che se lui ci dice tutte quelle cose è perché vuole noi ma povero non può. Ma va a cagare sarebbe da dirgli. Se vuoi, puoi.
            E ragazze parla da una che è stata annate per anni.

        • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 12:39 Rispondi

          Io ascolto tutti e poi mi faccio una mia opinione anche in base alla mia esperienza. Tutto qui. Non ho maestri, ho amici.

          • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 13:28

            Grazie @Old. Questo blog non è mica una setta. Anch’io leggo tutti e poi mi faccio la mia opinione, ma spesso mi trovo in linea con quanto dice Alessandro. Tutto qua.

        • bianca, 17 Aprile 2020 @ 13:19 Rispondi

          l’amore é un concetto che vale per se, cara @Luna.
          Se tiri fuori il concetto d’amore da manuale (per quanto interessante) , non si arriva da nessuna parte.
          Se per te amore é una cosa devi pretendere quella.
          Quindi nessuno mette in discussione il TUO concetto di amore.
          Ma davvero possiamo trovarci nella condizione di dire che gli altri ci amano solo se ci si comporta in un determinato modo..

          Ma se neppure il concetto di amore in generale é descritto da tutti nella stessa maniera..ma in modo spesso talmente raffazzonato da fare pena…..

          Per cominciare, con grande frequenza si fa un’enorme confusione tra amore e innamoramento.

          Cosa significa amare qualcuno?
          L’amore é legato ai sentimenti consolidati, l’innamoramento alle emozioni.
          (non lo dico io eh).
          Quindi ama l’amante ma non la moglie perché desidera sessualmente l’amante e non piu’ (con la stessa intensità) la moglie? Per molti non é così… Per molti si prova amore per la moglie e innamoramento per l’amante…che poi puo’ anche diventare amore.
          Fa differenza? Ebbene si.

          Quindi, veramente stiamo dicendo che un uomo prova sentimenti forti per l’amante solo se lascia la famiglia?
          Spesso gli uomini lasciano il contesto familiare proprio perché spinti dalla propulsione dell’innamoramento (le donne quasi sempre)… ma non per amore…. a volte per far danni e trovarsi poi in seguito a lasciare anche l’amante (il 70% dicono) , una volta usciti dai fumi della passione…
          Chi lascia davvero e consapevolmente, lo fa senza amante…e senza dover scegliere…
          Ripeto, se seguissimo questo discorso significa che piu’ del 90% di chi ha un’amante non prova sentimenti forti per lei.
          Vi sembra una cosa logica?

          Arriviamo sempre al solito punto… Devi pretendere quello che far star bene te… non metterti nei panni degli altri dicendo: non era vero amore ecco perché non ha funzionato. Non ha funzionato perché non mi facevi stare bene. Punto.

          • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 16:56

            Se poi dagli amanti si forma solo il 20% di nuove coppie la maggioranza degli amanti non ama

      • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 12:31 Rispondi

        Minchia a leggerti qui, @Old.. penso:
        17 giorni. Vai che non si fa più sentire.
        L’amore se cé spacca..si fa sentire. Piuttosto ci si tiene il broncio si fanno gli incazzati..ma si hanno posizioni nette. O tutto o niente.
        Io in questo momento (ma ho appena fatto una pratica yoga che apre il cuore) sento che ci amiamo tantissimo e siamo incazzatissimi come due bambini.
        17 giorni porca galera, ci ignoriamo da 17 giorni. E nessuno dei due molla, io piuttosto mi taglio una mano. O tutto o niente, oggi non ho prospettive, scelgo niente!

        • Lia, 17 Aprile 2020 @ 14:02 Rispondi

          @Cossora, si sta comportando male, si è comportato male illudendoti e poi scappando. Fanculo le teorie in cui ogni scelta è lecita ed è amore anche questo. Purtroppo sono d’accordo con te. L’amore quando c’è spacca e trova la strada per sopravvivere! Io non sono così zen da giustificare certi comportamenti e a non etichettarli come mancanza d’amore. È un mio limite, me ne scuso..

        • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 14:20 Rispondi

          Se lo senti (e ti capisco, non sai quanto), se lo senti senza dubbi , allora c’è.
          Io meditazione. Beh, sono 13 anni che la pratico . Serve un sacco, si.

          • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 21:13

            Si che lo so quanto mi capisci @Old.
            Tieni duro su di te, lo sai, non perdere il respiro. Succedono solo le cose che vogliamo veramente, senza verbalizzarle. Se non fossi in grado di mantenere lo sguardo verso l’interno ..questa quarantena a casa, i giorni senza i ragazzi, il nostro silenzio (che però non è ‘vuoto’) non li potrei affrontare. Invece mi sento bene.
            Quando si sta bene, si sta bene sempre. Si trova un modo e basta.

        • Outlier, 17 Aprile 2020 @ 15:08 Rispondi

          @Cossora sei una grande. Io spero per te che poi la storia sia a buon fine, ma comunque sarebbe da menargli.
          Cioè io al posto tuo gli avrei già scritto di tutto e di più.
          Poi a maggior ragione se si prospetta un futuro insieme. Madonna che embolo mi sarebbe partito.

          • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 21:15

            La calma è una virtù che non sapevo di avere e che mi sta aiutando. Con o senza di lui, starò bene. Grazie @Out!

    • bianca, 17 Aprile 2020 @ 09:48 Rispondi

      @luna, faccio un’altra provocazione.
      L’amore esclusivo é tipico di una certa cultura…altre culture non ce l’hanno.
      Quindi quello di altre culture non é amore perché non corrisponde al nostro?
      Quindi amare l’amante, se si lascia la famiglia per lei significa non amare i propri figli che si aspettano di essere messi al primo posto su tutto? Non credo..
      Non dovremmo usare assolutismi. A volte amare non significa per forza vedere l’oggetto dell’amore come l’unica ragione di vita. Questo le donne non lo capiscono e questo é un problema (per le donne).

      • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 11:09 Rispondi

        Su questo osservo che molte nuove coppie che funzionano sono aperte. In effetti

      • Ariel, 17 Aprile 2020 @ 11:55 Rispondi

        @Bianca ma che cosa significa questo tuo commento?
        Che caspita scrivi?
        Scusami immagina ti scrivo come fossimo di persona tuti insieme piacevolmente e con calma e passione a discutere scambiare le proprie idee

        Spero che veramente tu abbia fatto questo esempio appunto per assurdo

        Perché vorrei sapere quante e quali culture scopiazzano chi vogliono e SOPRATTUTTO CHI LO HA DECISO VERAMENTE?????

        Questo veramente si riallaccia SEMPRE a una COSTANTE IMPERITURA

        Èn SEMPRE L’Uomo che decide

        La istituzione della famiglia e senza mi scopo chi voglio reciproco
        Ci distingue dagli animali che sono esseri viventi che in natura seguono istintivamente regole diverse

        Noi abbiamo un CERVELLO certo purtroppo I MACHI CHE SONO ANCORA TANTI GRAZIE ALLE DONNE CHE SI FANNO INTORTARE come fai tu stessa ecco che è risaputo che si sono coltivati il cervello a sud del loro corpo

        Con mille scuse e Sempre a condizionare tutta la società

        Se non ci fosse l’Amore esclusivo riservato alla coppia la società crollerebbe ,figli di qua e di la
        E perché crollerebbe o meglio crolla ?

        Perché GUARDA CASO LA DONNA NON È AFFATTO LIBERA DI SCEGLIERE pure se resta convinta di esserlo

        Si chiama Manipolazione relazionale e quindi
        Il vero motivo per cui le DONNE TRADISCONO è oggigiorno sicuro motivato da un atto di ribellione

        Una specie di “ pan per focaccia” inconscio ma ben presente

        Allora la radice di tutti i problemi relazionali è data da questo rifiuto di molte Donne al prendere davvero coscienza che L’Uomo quando si comporta male va mandato affanculo e non accolto come

        Povera stella da accudire curare e amenità da Crocerossa atavica

        La famiglia di una società progredita pur se ancora difettosa resta quella in cui la fedeltà sia un valore sentito e rispettato

        Non è morale
        Basterebbe che L’Uomo la smettesse di fare come ancora sta facendo e cioè

        FREGARSENE E USARE LA DONNA IN OGNI RUOLO CHE RICPORE
        MOGLIE O AMANTE SEMPRE CIALTRONI E CIALTRONZI RESTANO

        finché ci si vuole leccare le ferite credendo ancora che i cialtronzi ci abbiano amato

        Resteremo IN GABBIA PIEGATE E NUTRITE SOLO DI MASCHILISMO

        • bianca, 17 Aprile 2020 @ 13:24 Rispondi

          l’esogamia degli eschimesi, per esempio…
          Ma… manifesto del maschilismo a parte… definiscimi il concetto d’amore..e distinguimelo per esempio dall’innamoramento.

          • bianca, 17 Aprile 2020 @ 13:42

            aggiungo @Ariel, non sto affatto difendendo il maschio e neppure sto dicendo alle amanti: continuate a stare con lui perchè non é cattivo.
            Sto dicendo di togliersi dalla mente un ulteriore alibi… Perché il dirsi “non sta con me perché in verità non mi ama…” é un altro modo per sminuirsi…(leggesi: non sta con me perché valgo meno di tutto il resto)…

            La donna sarà libera quando potrà decidere se stare con un uomo solo come amante senza dirsi soddisfatta solo se sarà “impalmata” e prendersi solo il meglio…o di non starci perché non le da quello che vuole. Punto! Senza domandarsi il perché lui stia facendo questo o quello, incastrando il tutto in un casellario del processo alle intenzioni.

            Non si risolve niente dicendo che l’uomo é brutto, cattivo e puzza..e che ci manipola come delle cretine..
            Te lo dico anch’io come se fossimo al bar…

          • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 16:57

            Qui non siamo al bar e si parla sulla base di statistiche e due milioni di utenti. A proposito non ho capito le tue fonti a parte il gruppo di amici maschi

          • Ariel, 17 Aprile 2020 @ 21:01

            @Bianca mi hai fatto ridere nel senso buono ,sei dovuta salire fino al polo nord per trovare questo esempio di società diversa

            Insomma siamo seri per favore che le cose funzionano con i numeri e cioè a partire dalla Scienza in poi se esiste una maggioranza di risultati univoci significa che le cose persone relazioni e Concetto di Amore unico compreso ,restano un vero concreto punto di riferimento ,

            E quindi ,Amore è soltanto quello che FUNZIONA alla pari do a te uguale a ciò che ricevo
            e guarda caso la maggioranza di persone convive o sta sposata e comunque ci ha provato e ci prova e riprova pur nelle difficoltà del tradirsi resta la maggioranza di persone ad amarsi secondo la voglia comunque di proseguire il loro percorso di vita a due
            Per chi risulta ovviamente ancora concretamente insieme e non importano i motivi conta il risultato,e cioè 80/100 sono insieme

            Quindi inutile farsi le seghe mentali su cosa sia il Vero Amore ,certamente che si può dire cosa sia
            È quello che funziona negli anni e anni in cui ci si rispetta alla pari in cui se due si amano si fanno i Fatti concreti e non le menate varie scuse nel tempo di anni dei soliti amanti uomini cialtroni

            Purtroppo noto che pure tu come molte Donne ancora non riescono affatto a capire che possono e devono sempre esserci le due responsabilità
            La propria e ci si fa qualcosa per evolvere e smettere di farsi piegare dal Uomo che ha affinato la sua capacità di intortare da secoli

            E quindi anche la sua è responsabilità che va messa IN EVIDENZA altrimenti cosa fai @Bianca???
            La solita crocerossina

            Chi non capisce e si ostina a guardare il proprio orticello la propria esperienza personale e non si rende conto della Verità oggettiva della attribuzione di responsabilità pure verso chi ha approfittato ampiamente del nostro limite di coodipendenti a vario titolo e livello personale,ma innegabile perché altrimenti non si spiegherebbe il come mai risulti e sia risultato così difficile staccarsi da uomini che hanno trattenuto le loro amanti per anni proprio puntando su questo limite
            Consapevoli di farlo ed è questa la loro nefandezza e responsabilità
            Poi ogni Donna ovviamente è libera di Restare A farsi Intortare a vita omettendo e sottolineando sempre che non serve evidenziare la responsabilità maschile
            Ecco la tipica frase da coodipente!

            DE GUSTIBUS!!!

            Ne vengo da un matrimonio lunghissimo che ha funzionato proprio anche in base esattamente a ciò che @acaro Alessandro ci scrive e quando ci parla nelle sue video dirette che seguo sempre( grazie @Caro Alessandro!)

            Ecco che combinazione le coppie che reggono o hanno retto per lunghissimo tempo sapevano benissimo cosa sia il vero Amore perché lo hanno vissuto strada facendo insieme alla pari e nel pieno rispetto dei propri spazi ed individualità

            Guarda caso pure il matrimonio di Caro Alessandro quando lo ascolto si basa esattamente sulle stesse cose fondamentali che fanno da asse portante in un vero legame di Amore reciproco

            Non ci sono altri modi che funzionino meglio
            Infatti la coppia pure se con tutte le difficoltà regge ancora adesso

            Questo fa da base di buona certezza e speranza per tutte le Donne deluse e che ne vengono da tanta sofferenza perché appunto non dimentico mai che qui la maggioranza non ha mai vissuto il vero Amore per vari motivi propri e di coppia

            E poi gli eschimesi hanno un freddo porco e quindi sono soli lassù tutto bianco e freddo glaciale
            Insomma dai @Bianca
            Ama te stessa di più
            Questo è l’Amore di base per riuscire a vivere il vero Amore per gli altri

            Non confondere l’amore di sè col Maschilismo che esiste e resiste proprio a chi non si rende conto è non guarda al di là del proprio naso

            Chi scrive qui e fa i confronti tra chi dopo un anno sta male o bene ma perché non si guarda in se stessi e il panorama circostante??

            Un vero Prosit da qui dopo il calar del sole
            Ci sta il calore della sera nel mio verre de vin e questa bella compagnia !!!!!

          • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 21:34

            @Bianca io ho opinioni molto aderenti alle tue però qui cé un pubblico particolare. Si arriva a queste pagine nel panico (parlo della maggioranza) perché si soffre troppo e si vuole trovare una soluzione. Anni fa ero incasinata con mio marito, avevo il caronte, ma nei due anni di amantato pensavo di amarlo. Lui non mollava la moglie, io soffrivo, alla fine ho trovato un mio modo di stare, non ho pensato di cercare on line. Ho fatto il mio casino. Alla fine ho aperto crisi con mio marito e un mese dopo ho mollato il caronte.
            Se arrivi qui sei già nella cioccolata da un po’. Se stai nel tuo brodo e ci navighi mediamente non cerchi soluzioni al troppo dolore. Semplicemente perché é sopportabile.
            Rimani per affetto, curiosità, anche per possibilità di farlo, se hai tempo come in qs periodo poi ci si sente tra amiche. È un salotto utilissimo! (grazie @ale, sempre).
            Quindi ripeto: io mi trovo veramente tanto tanto allineata a te, ma qui non cé un profilo equilibrato tra risolte e infelici, forse ci stiamo idealmente uniformando a causa del cds forzato dal covid.. ma almeno l’80% soffre ancora e li ucciderebbe o li vorrebbe anche con la rabbia, la maggiorparte delle lettrici deve guarire e poi si renderà conto che molte volte è bisogno e non amore.
            E l’unico modo per capire se li si ama è farne a meno. Se vivi bene senza e li vuoi comunque, è amore.
            Se non riesci a vivere senza, è molto probabilmente un forte bisogno.

      • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 12:28 Rispondi

        Ancora teorie e esercizi intellettuali (interessanti e che faccio volentieri eh!), però @Bianca io vivo qui e ora. Lo amavo e volevo stare insieme a lui. Semplice, no? Non ci sono amori che valgono di più e amori che valgono di meno. O lo sono oppure no. O muovono qualcosa o sono cose diverse dall’amore. E poi ascolta basta trovarsi d’accordo. Io non pretendo che tutti vedano l’amore come me (anche se ritengo l’amore un concetto universale diversamente da te e da molte di voi!) , ma almeno il “tizio” con cui mi accingo a condividerlo si, lo dovrà vedere allo stesso modo mio, oppure non potrò mai costruirci niente! E qui arriva @Old… “se ti accorgi che non è quello che vuoi alzati, infilati la giacca e vattene (ok, è dura ma come darle torto!) e non guardarti indietro e non sputare su quanto avete vissuto (ok, ok, ma due domandine su come lui si è comportato con me me lo dovrò pur fare?! )”.

        Detto ciò, per rispondere alla tua provocazione, ogni cultura propone il suo concetto d’amore ma una volta che lo proprone anche quello ha, poi, delle regole. E lì è quelle che devi rispettare per poterlo considerare tale.

        Esattamente come nella coppia aperta. Se si vuole che la formula della coppia aperta funzioni e la si vuole considerare una forma d’amore, delle regole condivise da chi la sceglie devono esserci. Altrimenti non si parla di un rapporto d’amore ma di una formula di interazione che è solo una gran puttanata!

        Il relativismo assoluto è pericoloso tanto quanto l’assolutismo, anzi è, secondo me, la forma più vigliacca e ambigua di assolutismo. E può generare davvero tanto dolore e troppa, troppa, confusione.

        • bianca, 17 Aprile 2020 @ 13:28 Rispondi

          @Luna, non fraintendermi. Io vedo l’amore esattamente come lo vedi tu…. (distinguendolo forse un po’ di piu’ dall’innamoramento).. ma onestamente non mi ci metto a vederlo così anche per gli altri. Valuto diversi punti di vista.
          Le sfumature sono tante…

        • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 14:09 Rispondi

          Si @Luna due domande. Non due milioni. Per te.
          Comunque ragazze io sono molto in linea con @Bianca.
          Per me l’ufficiale e gentiluomo non esiste (ma tanto non lo ammetterà mai, perché é un uomo) e io non sono certo una gentildonna.
          Come si dice.. piangi un fiume, costruisci un ponte e poi attraversalo!

          • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 16:58

            20% di nuovi matrimoni trend in crescita dopo i 50

          • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 21:36

            Eh dai.
            Allora vado a farmi un giretto e tra 3 anni vedo se è pronto!!
            ..ma è obbligatorio sposarsi? No dai..

        • Dispersa, 17 Aprile 2020 @ 14:54 Rispondi

          @Luna…. Bellissimo questo tuo commento!!

          • bianca, 17 Aprile 2020 @ 17:06

            rispondo ad @Alessandro. 20% di nuovi matrimoni dopo i 50 mi sembra una cosa ragionevole dato il numero di divorzi… ma non collegabile a quanto ci stiamo dicendo.

            Il tema statistico interessante é quanti di questi matrimoni avvengono con l’ex amante.
            Chi vuole ricostruire é soprattutto chi ha chiuso prima ..a prescindere.

          • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 17:14

            parlo di matrimoni con ex amante i divorzi sono di più (fonte di riferimento vari avvocati divorzisti e chi si occupa di terapia di coppia) tieni in conto che le donne si separano anche se non hanno un amante o non ce l’hanno più molti uomini vogliono la sostituta pronta

        • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 15:19 Rispondi

          Si, @luna due domandine te le devi fare. Inizia a chiederti se tu ora stai facendo una scelta simile alla sua rimanendo con il marito che hai tradito. Vedrai che ben presto, se non risolvi con lui, anche tu troverai un altro da amare per non rischiare il soffocamento da marito morto.

        • bianca, 17 Aprile 2020 @ 17:46 Rispondi

          @Alessandro, ti leggo vagamente ironico…
          Guarda, il tuo lavoro qui é encomiabile. Hai cercato anche di raccogliere elementi oggettivi per rappresentare una verità che tutti hanno sotto il naso ma considera che continuereanno comunque ad appigliarsi come hanno sempre fatto, a quelle infime percentuali di successo…

          La mia battuta sul bar, se hai letto con attenzione, risponde a quanto indicatomi da Ariel anche se la stai mettendo come se volessi sminuire la portata di sofferenza delle persone coinvolte. Mi spiace ma non é così.

          Non ti ho risposto sulle fonti perché non era possibile dato che spesso non si riesce piu’ a rispondere in sequenza ai post). Si tratta di documentazione varia, (‘associazione matrimonialisti italiani, statistiche doxa, elementi raccolti sia su letteratura italiana che straniera..) anche se tutti sottolineano che sia assolutamente impossibile valutare le varie interviste come attendibili. Probabilmente é piu” attendibile la tua indagine…anche se sai certamente che il campione dev’essere rappresentativo non solo dal punto di vista quantitativo ma qualitativo. Se i 2 milioni di utenti sono per il 90% amanti donna… l’indagine non é definibile come statisticamente significativa. Se vuoi apriamo un dibattito sulla qualità della rilevazione e trattamento dei dati. ,ma credo che sarebbe di una noia mortale. Probabilmente hai rgaione tu… ..ma per capirlo dovrei vedere com’é stato costituito il panel.
          Come é stato costituito? Quali elementi di ponderazione sono stati utilizzati? Come hai suddiviso i cluster :-),
          Ma serve?
          Comunque, di cosa stiamo parlando?
          Credo che siamo tutti d’accordo sul principio di fondo e i tuoi numeri aiutano certamente a dire: vi dimostro coi “fatti” che gli uomini impegnati raramente lasciano le mogli..
          C’era veramente bisogno?
          Boh, probabilmente se é d’aiuto si…

          • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 20:08

            Tutto aiuta

          • Ariel, 29 Aprile 2020 @ 13:36

            Tutto aiuta
            Soprattutto leggere Ariel!!!!

            Stop
            Piccolo Moment di pubblicità Benessere vero
            Libertà ritrovata!!!! RINASCITA POSSIBILE X TUTTEEEE!!!!

            LEGGETE ARIEL e sarete in grado di

            MANDARLO AFFANCULO

            IL CIALTRONE E PURE IL CIALTRONZO

            PUBBLICITÀ PROGRESSO!!!!!

            TUTTO AIUTA.

      • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 12:32 Rispondi

        @Bianca ti seguo a ruota!

      • Lia, 17 Aprile 2020 @ 12:51 Rispondi

        Al mio via, quelle in cds, richiamiamo tutti l’amante!
        Con questo post abbiamo seppellito l’ufficiale, il gentiluomo e tutta l’armatura…

        • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 13:32 Rispondi

          No infatti. @Lia non ho mai avuto modo di dirtelo perché in genere commenti sempre a fine discussione e non c’è il tastino “rispondi”, ma sappi che sono d’accordo con la quasi totalità di quello che dici!

        • bianca, 17 Aprile 2020 @ 13:36 Rispondi

          ma dai @Lia, hai per caso letto qualcosa di simile nei recenti post?
          Quindi una volta raggiunta la consapevolezza eventuale che ti ama anche se rimane con la famiglia, continui imperterrita a starci male perché vuoi qualcosa di diverso? E’ tuo diritto assoluto volerlo e chiudere se non ti viene dato…
          Tu devi pretendere quello che ti fa star bene…senza usare alibi (non mi ha mai amato!) che non ti fanno progredire se aggiungendo il rancore per lui e il biasimo verso te stessa..

          • Lia, 17 Aprile 2020 @ 20:10

            @Bianca la mia era una battuta per dire che quello che stai scrivendo è in totale antitesi con quanto sostenuto da Alessandro.
            Ricapitolando quelle che sono le discrepanze:
            1)Impossibile pensare che l’80% di quelli che scelgono la famiglia non amino l’amante, ma, al netto dei patologici, sono uomini che amano in modo diverso.
            2)Di conseguenza non esistono modalità ripetitive che mettono in atto questi uomini che cercano di tenersi l’amante(bugie, illusioni, falsità…)
            3)In conclusione, è sbagliato cercare queste “colpe” perché non progrediamo nel nostro percorso di guarigione. Bisogna, invece, accettare le diversità di pensiero(assolutamente soggettive), riconoscere la “soggettività nell’amare” di ognuno di noi e dire: “non rispecchia quello che voglio, per cui ti lascio andare….”
            Non so Bianca, ti dico con tutta sincerità che mi fido di più di un uomo(Alessandro) che come tale mi dice che le colpe esistono, che bisogna riconoscerle e che quell’80% è fatto di uomini che amano e per la maggior parte mette in atto sotterfugi per mantenersi moglie e amante.

          • C., 18 Aprile 2020 @ 11:10

            No, non è amore.
            E’ egoismo.
            Se ne esce non per forza redimendo, anzi si redime ma alla fine del percorso interiore che ti porta finalmente all’indifferenza verso questa persona.
            Ma io amore non lo chiamerei ,assolutamente no.
            E parlo sia per i patologici che per i non.
            Come dice Alessandro tutti gli impedimenti c’erano anche prima di scopare e se vuoi almeno un po’ di bene alla persona che sta interagendo con te non vorresti che soffrisse a causa del tuo egoismo.

            Questo fa la differenza tra uomini ed Uomini.

          • Lia, 18 Aprile 2020 @ 11:21

            @C. hai riassunto meglio di me il mio pensiero!

        • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 14:23 Rispondi

          Beh, non esageriamo ora @lia. XD

        • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 15:16 Rispondi

          Se il cds lo vivi come una prova d’amore o non amore a seconda di quello che fa lui, e nel frattempo ti fomenti da sola cuocendo nella rabbia e nell’odio, allora conviene restare e fare le amanti, sul serio.
          Se lo fai è perché BASTA. Sei stanca, rotta, solo a nominarlo i cavalli nistrisco anche se non ci sono.
          Mollarlo restando segretamente in attesa è peggio che continuare a far l’amante.

          • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 21:39

            Mamma quanto è vero @Old. Devi mollarlo da dentro proprio.

          • Lia, 17 Aprile 2020 @ 22:35

            Oldplum, non ti preoccupare, mi sono rotta e non aspetto nessuno! Mi fomento di odio solo perché penso alle colpe che ha lui? Ma qui si parla di cucina?

          • oldplum, 18 Aprile 2020 @ 06:57

            @lia, non penso che lo scopo di @ale sia farti diventare una donna piena di rancore. O no? Tu che dici?
            A volte vi guardo e guardo me qualche anno fa e vedo uno di quei quadri con le anime dannate dentro un girone dell’inferno. Se il tuo amore è diventato odio, è del tutto corrotto.

          • Cossora, 18 Aprile 2020 @ 09:27

            L’odio non è altro che amore incazzato.

          • EP, 18 Aprile 2020 @ 10:47

            @cossora…nn sempre e nn solo!
            Io credo di aver odiato un’unica persona nella mia vita…e per un periodo: il mio ex compagno!
            Lo odiavo per il male che mi stava facendo…x la sua aggressività verbale nei miei e nei confronti dei figli.
            Lo odiavo perché nn si tratteneva e stava facendo vivere un inferno a tutti…lo odiavo xchè lo faceva apposta…lo odiavo xchè nel suo immenso egoismo voleva distruggermi xchè in quel momento io ero il nemico…nn mi assoggettato più x il quieto vivere. Xchè stavo tornando in me…e lui invece voleva un fantoccio!
            L’ho odiato xche nn se ne andava…anche se glielo chiedevo sempre e se n’è andato solo xchè sm quasi arrivati alle mani! Xchè arrivare a questo?
            Tanto era tutto finito…eravamo già andati anche dagli avvocati…boh! Nn l’ho mai capito…pensavo fosse un’eccezione invece sto rivedendo lo stesso atteggiamento nel marito di un’amica! Pare godano a metterti in difficoltà…
            NO PROPRIO NO! A VOLTE L’ODIO NN È SOLO AMORE INCAZZATO…A VOLTE È SOLO ODIO!
            Poi xò io sn una che nn riesce a vivere cn questa rabbia in corpo e quindi tende ad espellerla…nn dimentico…nn perdono… semplicemente tu diventi un qlcosa che devo vedere, ascoltare sopportare qlche minuto, ora al giorno! Ma poi chiudo la porta di casa e mi scordo di te…

          • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2020 @ 10:55

            SOLO L’INDIFFERENZA CON UN MINIMO SINDACALE DI RICORDI POSITIVI È GUARIGIONE

          • C., 18 Aprile 2020 @ 11:16

            Ale,
            All’indifferenza però ci arrivi alla fine del percorso.
            Prima rabbia e risentimento, soprattutto se i sentimenti da parte tua erano veri sono assolutamente normali.

          • alessandro pellizzari, 18 Aprile 2020 @ 11:23

            vero

          • Rory, 18 Aprile 2020 @ 11:49

            Concordo con te @C. forse perché io nella fase rabbia e risentimento ci sono dentro con tutte e due le scarpe

          • C., 18 Aprile 2020 @ 12:02

            A quanti mesi di Cds sei Rory?

          • Rory, 18 Aprile 2020 @ 14:51

            Magari mesi.. 2 settimane :/

          • C., 22 Aprile 2020 @ 00:02

            Troppo presto Rory.
            Tieni duro a non mollare se si dovesse rifar vivo.
            Ti aspetterebbe solo altra sofferenza.
            In bocca al lupo.

          • Rory, 28 Aprile 2020 @ 19:23

            E’ dura ma.. Crepi sto lupo!! Grazie mille 🙂

          • Ariel, 28 Aprile 2020 @ 18:40

            Verissimo @Caro Alessandro finché se ne parla non ci si è staccate del tutto
            Ovviamente parlo di relazioni queste qui dove appunto resta evidente la difficoltà che molte abbiamo avuto a staccarci

            Chi ovviamente sta nella relazione per più tempo ne impiega sicuro di più a uscirne perché il danno prodotto dalla dipendenza è logicamente maggiore

            Sicuro di fronte alle relazioni con un Narcisista
            Occorre sempre fare terapia perché lo schema pure a relazione chiusa resta invasivo e invadente soprattutto se si tratta del compagno o marito e ci stanno figli di mezzo e allora intuitivo capire che resta impossibile veramente non avere nomadi più un contatto di presenza ,ma si ha l’aggravante di avercelo sempre come un tarlo di sfondo fisso misto alla naturale preoccupazione per via dei figli che ricordiamoci che Scienza dice che il Narcisista compromette qualunque relazione affettiva o sociale quindi manco a parlare di una figura paterna vera ,ma sempre Manipolatore grande resta

            Ecco perché in questi vissuti é così caldeggiato fare terapia per chi ha subito e vissuto veramente l’inaccettabile violenza psicologica e che a volte sfiora il rischio di quella fisica ,ma ricordiamo che la Scienza ha stabilito che il danno maggiore si ha dalla violenza psicologica e lo stress e mostruoso in cui queste donne con figli sono sottoposte a vita,mica uno scherzetto per la Donna e i figli da dover sempre essere attente a tutelare .

            Quindi la indifferenza è un percorso lungo soprattutto nei casi in cui esistano figli perché pure a fronte di una separazione fuori da relazioni Con Narcisista bisogna considerare che in realtà mainesiste una vera chiusura essendo ci i figli e se si ha vissuto pure nel matrimonio con una dipendenza sono cavoli amari proprio perché resta sempre lì

            Occorre la cura e il tempo!!!!

        • C., 17 Aprile 2020 @ 19:02 Rispondi

          Ahahahahah….

      • Lia, 17 Aprile 2020 @ 13:18 Rispondi

        @Bianca, mi dispiace ma stiamo confondendo l’amore con la fedeltà…

      • Ariel, 17 Aprile 2020 @ 14:41 Rispondi

        @Bianca
        Su questa tua frase ovviamente sono d’acc
        Perché il fatto di vedere soltanto il proprio valore di persone e Donne in ragione del per forza accoppiarsi scopo matrimonio o convivenza e cioè il formarsi una famiglia è tutto eredita antica e concettualmente e concretamente sbagliato .

        Perché la realizzazione di se stessi resta indipendente dal esterno dagli altri chiunque essi siano

        E anche questo modo di pensare che senza lui o lei non si è nessuno resta appunto eredità diciamo in Italia religiosa e colta palla al balzo dagli uomini che soprattutto pensano che arrivati a una certa età sia NECESSARIO PRENDERSI MOGLIE
        Per tutta na serie di motivi di BADANTE A 360 gradi al servizio loro

        Molte coppie regolari scoppiano proprio perché manca la consapevolezza e la concretezza che ognuno ha bisogno del proprio spazio interiore ed esteriore e cioè si sta vivi per esprimere se stessi nella costante ricerca della propria evoluzione personale e che si realizza soltanto potendo esprimere liberamente i propri talenti

        Non c’entra quindi nessun obbiettivo di per forza formarsi n coppia

        La Donna e il principe azzurro roba da vera fake nius!!!!!!

        Ma quante sono le Donne che davvero stanno sicure di se stesse e delle loro infinite potenzialità espressive in ogni ambito sociale
        Studio lavoro ecc.????
        E sempre devono fare i conti con la realtà dura a morire,ma se solo si sta sveglie sicuro si migliora,

        È l’Uomo che detta qualunque legge e quindi ha il potere di decidere le regole di tutto

        Ma noi Donne non ci facciamo più intortare calpestare
        Pensiamo col cervello e cuore e quindi
        Scopo della vita non è soltanto scopo,
        Ma mi esprimo agisco per riuscire a vivere la mia vera essenza di persona unica ,

        davvero unica!!!!
        Si ,mi sento unica
        E tu@Bianca e voi Care ragazze
        Cosa aspettate a sentirvi uniche????❤️

  • Luna Pelli, 16 Aprile 2020 @ 21:00 Rispondi

    Ciao @Old, ti rispondo qui. Io ho detto fin dall’inizio che né lo odio né nient’altro. Ho detto che l’ho amato e che avrei voluto costruire delle cose con lui quand’anche lui sembrava desiderare una vita con me. Ho accettato di rimanere quando ha rivisto la sua posizione perché al di là di cosa diceva, ovvero che non mi amava, sembrava comportarsi come uno che invece mi amava, mi amava eccome. Era sempre presente, disponibile, affettuoso, un messaggio ogni ora, un abbraccio appena possibile. Poi ho capito. Ho capito che quello che mi dava erano avanzi, era il tempo che gli avanzava quando non era con loro (l’unico che mi avrebbe riservato sempre), erano cose tanto belle quanto vuote perché non gli costavano il minimo sacrificio, erano niente rispetto al bisogno che io avevo di lui. Ho capito che una persona in grado di reggere una situazione come quella che si era venuta a creare (amante e famiglia insieme) vita natural durante, che non avrebbe mai scelto, che non considera l’amantato come un’esperienza straordinaria in cui si può incappare ma che a un certo punto deve tradursi nella scelta di un’unica donna a cui dedicarsi (sia questa l’ufficiale o l’ufficiosa) non solo non ama me, ma non ama nessuna e non sa amare. E neanche merita, forse, il mio amore.

    E si Old qui due domandine me le sono fatte. Che cazz* ci facevo con uno così? Perché dovevo continuare ad andarci a letto? Perché dovevo accontentarmi di quello che poteva offrirmi? Tanto o poco che fosse non mi bastava.

    L’ho lasciato e ci provo tutti i giorni a partire da qui. Da quello che ho capito alla fine. Ma mi comprenderai se qualche volta ripenso all’uomo che guardandomi negli occhi mi ha detto voglio un figlio da te. Mi capirai se non riesco a lasciarlo andare del tutto e se mi confronto con voi per trovare la forza di realizzare la fine di questa cosa. Non lo considero un pusillanime ma un po’ di tristezza per come pensa all’amore, anzi per come non pensa all’amore, me la fa. Ho detto di capire le ragioni del suo comportamento, ma mi aiuta molto ritrovare in queste stesse ragioni la forza per non doverlo rimpiangere. Apprezzo il fatto che non abbia tentato di trattenermi a tutti i costi ma questa cosa non mi risolve certi momenti in cui mi manca da morire. Di più che posso fare?

    • Oldplum, 17 Aprile 2020 @ 09:41 Rispondi

      Capisco questo. Che lui si è innamorato di te. che ha pensato addirittura, magari, a fare un figlio con te . che lui ad un certo punto ha smesso di amarti ma ha continuato a voler mantenere un rapporto ibrido, che è passato dal ti amo al ti voglio bene. che a te sembrava comunque ti amasse dai gesti (pochi) e parole.
      ora tu dici “perché dovevo continuare ad andarci a letto?”
      mica devi. ne hai facoltà, al massimo.
      se non ti piace ciò che ti offre ora non significa che ciò che hai provato con lui prima fosse una fandonia perchè è finito.
      avrai avuto anche altri amori e se pensi al momento in cui non amavi più, pensi anche che ci sono stati momenti, tempo in cui quell’amore per te era vero e totalizzante. non è che se finisce non è mai stato vero.
      le cose possono cambiare, è inutile incazzarsi o pensare di essere state prese in giro prima.

      • lei, 17 Aprile 2020 @ 11:23 Rispondi

        Standing ovation. Basta dare agli altri la colpa della propria infelicità.

      • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 11:48 Rispondi

        @Old su quello che dici qui hai pienamente ragione. Devo solo metabolizzare e accettarlo. Ma su quali basi lo fondava quest’amore per propormi un figlio e cambiare idea dopo una chiaccherata con la moglie? Non sarà stato stronzo, sarà stato in buona fede… ma almeno un po’ leggero si. Passamelo. E un po’ di domande anche su quanto fosse intenso e vero il suo attaccamento a me, per ritrattare così in fretta quanto accennato sopra, me le dovrò fare. O devo assolvere e basta? Avevo cominciato a mettere in discussione il mio matrimonio dopo quella “sparata” e non è che ho il pulsante, riavvolgo e “tac, tranquillo, come non detto”. Quando ho capito che quello che aveva da offrirmi non mi sarebbe bastato, né allora né mai, me ne sono andataaaaa! Adesso è quasi 3 mesi che non lo cerco e gli ho pure risposto al msg a tema covid, proprio perché non lo considero una merd* e non sputo sull’affetto che ci lega. Davvero ragazze, mi sento a buon punto. Cmq grazie, mi state aiutando tutte a lasciarlo andare, chi guardando la mia storia da un punto di vista, chi da un altro. È quello che voglio e sto cominciando a stare meglio.

        • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 12:00 Rispondi

          Anche tu non hai lasciato tuo marito allora.

          • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 13:17

            Si @Old ma non è che il mio ex-amante abbia sofferto molto per questo.

            E stai tranquilla (che poi a te fregherà un cavolo, giustamente) che se con mio marito non ci recupero l’amore per come lo intendo io, né ci continuo a stare, né ci faccio il figlio che avrei voluto dal mio amante!

            Non è una gara a chi si è comportato meglio o peggio tra me e il mio ex, sto solo cercando di guardare i fatti, quelli che sono successi e per come sono successi. Ad ognuno le proprie responsabilità.

            Non sono l’unica qui che deve elaborare un’esperienza di amantato e sai che c’è? Sono felice di non avere lasciato mio marito. Non tanto perché mi conviene così, ma perché adesso che ho ritrovato il mio concetto d’amore non sono più tanto convinta di non poterlo ritrovare nel rapporto con mio mariro.

            L’ho tradito? Va bene, se voglio stare con lui mi porterò dietro questa cosa. Ma non distruggo un rapporto di 15 anni per coerenza o per sentirmi una super-donna. Lo chiudo se mi accorgo che quest’esperienza è lì che doveva portarmi, se vorrò ancora tradirlo, se d’ora in avanti non mi basterà più e se non tornerò ad amarlo di nuovo.

        • bianca, 17 Aprile 2020 @ 12:51 Rispondi

          E’ stato superficiale @Luna, verissimo… ma tra il dire e il fare…
          E’ un po’ come quando una coppia dice di volere un figlio e quando arriva il risultato sullo stick del test i futuri genitori vengono presi da attacchi di panico.

          Idealmente vorresti una cosa…poi quando le cose si concretizzano metti in fila tutto… non solo i sogni o i lati positivi dettati dal trasporto amoroso.
          Poi c’é un tema su cui pochi si interrogano. A volte assistere alla sofferenza del coniuge che scopre il tradimento, é talmente deflagrante da far vedere tutto in una luce diversa. I traumi di chi si scopre tradito sono paragonabili ad un grave stress post traumatico (perdita di peso importante, perdita del sonno, attacchi di panico ..pianti improvvisi..). Ti trovi di fronte a quanto assolutamente non ti aspettavi di vedere.

          Non devi assolvere, per nulla di quanto ha fatto. Devi solo capire e imparare..per far uscire qualcosa di buono dalla sofferenza, dandole un’utilità.

          Questo per dire che arrovellarsi sulla convinzione del “non era amore” non aiuta (secondo me) .. rende solo piu’ triste pensare a quanto si é vissuto.
          Non é andata come mi sarebbe piaciuto che andasse. Tutto finisce, prima o dopo. Prendo cio’ che di buono é stato.
          Difficilissimo, lo so.

          Poi ripeto, ci sono gli stronzi veri…e su quelli il discorso é molto diverso.
          Li il ripudio emotivo é fondamentale.

          • Ariel, 17 Aprile 2020 @ 16:59

            @Bianca
            Secondo me si confonde la difesa della propria dignità di persona che fa vivere concretamente il proprio valore senza farsi condizionare da nulla ,difendersi ,ma sta lo scopo della propria evoluzione personale che resta imprescindibile modo per riuscire a vivere qualunque relazione affettiva nel modo migliore per se stessi e gli altri

            Allora se dico la relazione con un amante che per anni gira intorno alle parole e basta
            Non mi interessa sapere il perché e il come POVERINO HA LA SUA FAMIGLIA E INSUOI PROBLEMINI

            Sono xxxxi suoi
            Quindi il fatto di dire scrivere e soprattutto rendermene conto è pensarlo che lui ci ha solo che usate perché inutile raccontartela
            Vedere la realtà per ciò che nei fatti lui ha avuto solo che parole e basta negli anni ,ripeto,
            Fuori tempo per qualunque cosa

            SERVE OCCORRE PER DIFENDERE SE STESSE porre dei LIMITI INVALICABILI PER LA PROPRIA DIGNITÀ E RISPETTO DOVUTO

            Ecco a cosa serve mandarli affanculo
            A rendersi conto che il vero autentico sentimento di amore è costruzione insieme
            E non ILLUSIONE PURA FATA MORGANA!!!!!

            Spesso si confonde il porre limiti ben chiari e precisi col essere assolutisti o autoritari o Kattivi

            Logico si vive nella decadenza totale di tutto cultura valori e soprattutto DOVE STA IL RISPETTO DEL UOMO VERSO LA DONNA??

            Non sono teorie non sono disquisizioni linguistiche e utopie se fossero tali non saremmo qui noi Donne a vivere ancora ma prese a Sassate fino a morirnee solo perché si aveva osato voler studiare o scoparsi chi si vuole ,vestirsi come si vuole ,restare con le rughe che la naturale storia di noi stessi ci dipinge sulla faccia e il corpo per ricordarci la nostra NOBILE STORIA VISSUTA

            Ecco non sono cose discorsi generici e privo di concretezza
            Non riguarda il Femminismo antico precursore movimento dirompente che grazie a quello stiamo ancora qui vive a scrivere a amare e tradire

            Invito quindi tutte le Donne a riuscire poco a poco a capire che la Unione fa la forza della nostra evoluzione personale e sociale

            Stando semplicemente a cambiare i propri comportamenti AMARE SE STESSE
            Non significa soltanto curarsi di se per togliersi dalla eventuale coodipendenza ,ma occorre che ciascuno si prenda le proprie responsabilità e L ‘ Uomo Cialtrone troppo Cialtrone resta ancora verso le Donne e quindi
            Se dico vaffanculo Cialtrone
            Amo me stessa e faccio spazio a Un altra Donna che possa rifletter molto meglio in modo non solo personalistico ma capendo che ogni nostro atto concreto contribuisce al cambiamento del potere Maschilista !!!

          • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 18:31

            Ma perché non dovrebbe essere stato vero amore?
            Io non capisco. La letteratura è piena di amori sofferti, proibiti, mozzafiato, insonni..
            Ma che cavolo stiamo dicendo?
            L’amore verso il cosmo lo ammetto e concepisco. Ma l’amore tra due persone, se funziona oltre i 12-18 mesi.. è credibile, non ha convenienza, è scomodo e rischioso. Fine a se stesso. L’amore deve essere fine a se stesso.
            Poi si può trasformare in impegno. Ma è trasformato.

          • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 20:09

            L’amore deve rendere felici alla fine

          • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 21:47

            Ok.@Ale ma se per te, sposato senza figli e Rita single senza figli..più giovani, con ancora una vita e una famiglia da costruire ‘alla fine’ è stato dopo 3 anni…facendo due calcoli e pensando a uomini sposati, vicini ai 50 con figli entro i 10 e nessun (credo) nuovo progetto famiglia all’orizzonte.. ‘alla fine’ potrebbe essere ragionevolmente 5 o 6 anni.
            Credo che per un uomo certi aspetti facciano la differenza, non il sentimento e basta.
            Credo.

          • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2020 @ 22:17

            Sicuro ma alla fine semplicemente il mondo è diviso fra chi quaglia e chi no

        • Outlier, 17 Aprile 2020 @ 15:06 Rispondi

          @Luna io penso che farsi due domande sia normale. Io me lo sono fatta per tanto tempo. Quando si sta male è normale. A me è successa una storia simile alla tua. Per tanti anni.
          Probabilmente le risposte non te le darai mai. Semplicemente il tempo passerà e vedrai le cose per come sono davvero. Almeno questo è quello che è accaduto a me.
          E dopo inizi a riprenderti e a stare meglio, ma credo che le domande siano normali. Ci aiuta a capire meglio anche noi stesse.
          Il punto è che tu stai male. Lui no. Perché per lui era normale. Ti dava il minimo indispensabile e te lo dovevi fare bastare. senza rompere le palle. Perché se iniziavi a rompere le palle lui si allontanava. Poi quando ti riprendevi tornava a bomba.
          Copione scritto e già visto.
          Il fatto è che a loro piace giocare in questi casi. E sai che gliene importa se tanto tu ci stai male?

        • Dispersa, 17 Aprile 2020 @ 15:10 Rispondi

          @Luna certe domande te le devi fare…. Ne hai tutto il diritto!!
          Le risposte arriveranno…. capirai la sua buona o cattiva fede…. E solo allora potrai tirare le somme e trarre le tue conclusioni.
          Per come ti ‘leggo’ alla fine lo assolverai (ma dovrai essere già a mille miglia da lui altrimenti sarà stato tutto inutile)!!
          Un abbraccio!

          • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 18:11

            @Out @Dispersa grazie, siete due tesori! E si ragazze, lo so che esagero con le domande, ma sono in questa fase e confrontarmi con voi, con tutte voi, mi sta aiutando tantissssssimo!

            Amore, non amore, innamoramento… Cerchiamo ognuna la propria strada per stare bene.

            La mia passa dal dirmi che forse non mi ha mai amato? Per voi sarà una pippa o un alibi, per me è una “semplice” considerazione che mi aiuta tanto. Quindi la uso e la regalo volentieri, anzi, a chiunque vorrà apprezzarla.

            Baci a tutte

    • bianca, 17 Aprile 2020 @ 09:52 Rispondi

      quando ci si sente dire dall’amante “voglio un figlio da te”…bisogna scappare lontano, subito.
      Perché quant’anche non fosse una colossale balla (e spesso lo é), se hai un minimo di ritegno per la persona dentro la quale ti trovi nel momento in cui lo stai dicendo (spesso é durante il coito), te ne stai zitto. Se invece un figlio lo vui davvero non lo dici..risolvi la tua situazione e lo fai…
      Certo.. col senno di poi ci si rende conto…

      • Luna Pelli, 17 Aprile 2020 @ 11:51 Rispondi

        Col senno di poi si @Bianca. Una lezione, questa, che ho imparato a caro prezzo!

      • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 11:59 Rispondi

        Sopratutto se ne hai già, ne avete già…altro che scappare. Fingersi morte.

        • bianca, 17 Aprile 2020 @ 12:53 Rispondi

          hahah @oldplum… verissimo..
          eppure ci si riesce a credere…

          • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 14:27

            No giuro, @bianca. Mi avesse proposto un figlio avrei pensato mi prendesse seriamente per il culo.
            Poi mi sarei finta morta. Poi.

          • Cossora, 17 Aprile 2020 @ 18:35

            Io avrei preso la targhettina col mio nome, tipo striscia la notizia, l’avrei infilata sotto l’ascella alzandomi e me ne sarei andata.
            Un figlio??? Che c’entra un figlio con l’amore? Un figlio lo fai in certe condizioni e PER amore. Non SE è amore.
            Ohhhhhhhhh….!!

  • MP, 16 Aprile 2020 @ 17:28 Rispondi

    ancora d’accordo con bianca!faccio parte di quelle che non hanno mai voluto che lui lasciasse la famiglia perchè io il ragionamento scritto su lo capisco e lo accetto, non mi sono mai state fatte promesse (lui semplicemente non parla, quindi a volte sono convinta di essere presa in giro e altre penso, come dice bianca,che è sincero e convinto a modo suo),l’unica cosa che non condivido è che quando le cose si fanno difficili per noi e iniziamo a starci male sul serio, e magari proviamo a lasciarli loro cercano di tenerci strette a tutti i costi, fino ad accusarci di essere poco comprensive e tutte le varie scemenze che finiscono per farci sentire in colpa come se fossimo noi il problema,lì diventano egoisti e secondo me non sono più giustificabili. se io amo e vedo che soffri a causa di una mia decisione che mai cambierà e la situazione può solo peggiorare,allora mi devi lasciare in pace, cosa che però richiede palle e maturità!

    • alessandro pellizzari, 16 Aprile 2020 @ 17:38 Rispondi

      Libidine ed egoismo

    • bianca, 16 Aprile 2020 @ 18:46 Rispondi

      assolutamente d’accordo con te @MP

    • Lia, 16 Aprile 2020 @ 19:09 Rispondi

      Sono d’accordo @MP.
      Ricordati, però, che molto spesso sanno già che questo succederà.
      Io l’egoismo in questi casi ce lo vedo anche all’inizio.
      Chi mette le mani avanti dall’inizio non lasciando aperta nessun’altra ipotesi di sviluppo sta già dimostrando non poco egoismo.

      • oldplum, 16 Aprile 2020 @ 21:16 Rispondi

        Mah..a te non va bene nulla. @lia. Avrebbe dovuto dirti che gli facevi schifo sin dall’inizio e comunque sarebbe stato un pezzo di merda. A ragione, magari. Ascolta. Ti ha fatto un gran favore. Ti sei separata da tuo marito. Ti ha aiutato a liberarti. Sii grata

        • Lia, 16 Aprile 2020 @ 22:53 Rispondi

          Certo! Adesso lo chiamo e gli dico grazie… e visto che lo sento gli chiedo scusa se sta male.

          • oldplum, 17 Aprile 2020 @ 06:18

            Pensati a casa con tuo marito e ringrazia il cielo, comunque sia.

    • Dispersa, 16 Aprile 2020 @ 20:10 Rispondi

      @MP ti faccio compagnia…. Non ho mai pretes