In questa diretta sulla Pandemia delle coppie:

Il primo lockdown ha fatto saltare il 50% degli amanti mentre i matrimoni hanno resistito. Poi, a stretto giro di posta, ci sono state le vacanze comandate con la famiglia, che hanno fatto saltare un altro 30% di amanti. Ora, con il lockdown 2 sono i matrimoni a fare i conti con il triplo salto carpiato della convivenza forzata: Cosa succederà?

Con il primo lockdown le amanti hanno provato sulla propria pelle cosa significa essere sole

Gli uomini si sono “ritirati” in famiglia, il matrimonio ha guadagnato terreno, complice anche la fifa del Covid e il no sex extraconiugale obbligato

Non pochi sono stati scoperti e si sono azzerbinati

Così il 50% degli amantati è saltato

A stretto giro di posta sono iniziate le vacanze coniugali

Dammi tempo questa è l’ultima vacanza con lei

In vacanza la coppia scoppia ma non dopo un lockdown

Così è saltato un altro 30% di amanti

A settembre più del dolor poté il digiuno: i messaggi del lattaio

Chi ha ripreso in vario modo, Cds compreso

Il lockdown 2 decreterà la guerra dei coniugi e la ripresa degli amantati

Occhio ragazze però: fatti non parole, e solo se da Hide non ha superato limiti senza ritorno

L’ultima chance dei deboli ma in buona fede

Una road map da amanti seria e definitiva

Dopo Natale non si scappa: chi c’è c’è

Guarda la diretta

Condividi:

228Commenti

  • Viovio, 15 Novembre 2020 @ 14:25 Rispondi

    Non riesco ad immaginare come andrà per lui questo secondo lockdown.
    Durante il primo ci sentivamo quotidianamente e lamentava un forte disagio per la vicinanza della moglie, condito da tanti litigi ed insopportazione.
    Le vacanze sono iniziate con una certa “lontananza” da parte sua, facendosi sentire poco giustificandosi con le solite scuse: non sono mai solo, non ho tempo ecc ecc(come se mandare più di un messaggio al giorno porti via una quantità di tempo eccessiva.) A ridosso del rientro invece, come di consueto, la sua presenza telefonica si e’ fatta più assillante con tanti mi manchi, non vedo l’ora di vederti è stata una vacanza orribile (a causa di lei)… il solito disco di tutti i post vacanza.
    Ora sono in cds, l’ennesimo, perché da fine settembre ad oggi non mi sono più concessa e ho voluto chiudere, so benissimo di dover guardare avanti e pensare solamente a me però non riesco a non domandarmi come lo vivrà senza la mia presenza.

  • Maddy, 15 Novembre 2020 @ 15:33 Rispondi

    Grazie per questa diretta Ale.
    Quello che mi è rimasto più impresso è che le condizioni devono essere dettate da noi.
    Aspetto con curiosità anche il ti amo ma e i prossimi articoli.
    Un abbraccio

    • alessandro pellizzari, 15 Novembre 2020 @ 17:15 Rispondi

      grazie

  • Crocus, 15 Novembre 2020 @ 15:45 Rispondi

    @Viovio, per me l’incubo è iniziato già durante il primo lockdown quindi ora a dire il vero non mi domando più come farà, se ce l’ha fatta tranquillamente in quel momento che sembrava disastroso… Ma aldilà di questo, anche lui delle ultime vacanze fatte con lei mi diceva che erano orribili perché non c’ero io ahahahahahaha, quante me ne ha raccontate? Gli chiedevo sempre e perché ci vai allora? Eh, per i figli, tu non puoi capire. Ed io come una idiota ad abboccare. Quanto soffrivo durante le vacanze non hai idea. Perché ovviamente si faceva sentire a spizzichi e bocconi e spesso con quei tipi di messaggi “ciao amore non rispondermi, sappi però che ti amo tantissimo e mi manchi da morire”. Si certo, come no. Talmente in crisi con lei e talmente ti mancavo che non potevamo manco sentirci. Dall’ultima vacanza mi aveva anche detto “amore mio è stata utilissima la vacanza perché ho avuto modo di osservare lei e di capire quanto non mi piace più bla bla bla”. Un marea di cretinate dio santo. Gli ho detto “e c’era bisogno di andare in vacanza per accorgersi di tutto ciò?”. Beh solo ora capisco che doveva in qualche modo tenermi ancora quindi le ha provate tutte fin quando un bel giorno aveva esaurito il sacco delle bugie e quindi mi ha dato un calcio nel culo. @Viovio, coraggio!

  • cossora, 15 Novembre 2020 @ 16:53 Rispondi

    Come lo vivrà senza la tua presnza remota, @Viovo?
    Sopravvivrà, se così non fosse credo saresti la prima a saperlo. Quindi sapendo che fa male, proviamo a giuardare ai fatti: sparisce durante il lockdown? Vuol dire che gli incontri (in primis sessuali ma anche di passione dei sentimenti, di coccole, di distrazione) sono la motivazione principale.
    Eliminata la possibilità di averne, cade anche tutto il lavoro che ci sta dietro.
    Essendo il secondo lockdon non hanno nemmeno più la scusante del ‘sono andato in crisi, ero spaventato, avevo amici malati, alcuni hanno perso i genitori’.
    Razionalizzare @Viovio, permette di dare delle dimensioni che, seppur grandi, non ti appaiono più sconfinate. Un abbraccio forte.

  • Ariel, 15 Novembre 2020 @ 16:54 Rispondi

    @CaroAlessandro
    Non ho idea sinceramente che cosa possiamo mai aspettarci da questa seconda onda del confinement
    Sicuro c’è ne è per tutti

    Le coppie e famiglie intere che devono adattarsi di nuovo già stanche del precedente vissuto costretti in spazi minimi di vita in casa
    Bene hai fatto ,infatti,a rimarcare che non tutti certo sono nella tua condizione privilegiata di grande casa e megaterrazza e 16 device!!!

    Infatti la maggioranza di persone sta allo stretto e molti alla fame vera,lo so perché ho pure fatto la spesa a gente che NON AVEVA SOLDI PER COMRARSI IL CIBO CON 4 Figli!!!!

    Scusami riesce umanamente difficile non ampliare il tema ,ma non lo sento affatto un fuori tema perché tutto incide sulle coppie su eventuali improbabili amanti figli xpzie cugine e gente che vive sola

    Che dire??
    Dobbiamo solo essere responsabili e proteggersi sempre rispettare le consegne a casa
    Nella speranza realistica di tenere rallentato il flusso contagi e che un vaccino efficace ci liberi da questo incubo che spezza e spazza via non solo le coppie matrimonio ma tutti e tutti in un calderone di difficoltà a vivere a tenersi stretti alla speranza

    Come sempre occorre curare se stessi le piante sul terrazzino se uno ce lo ha oppure nel giardino oppure sul davanzale finestra uno sguardo sul mondo che cambia
    E scrivere ancora una volta

    esperiamochecelacaviamotutti

    E buone cose da mangiare per tutti!!

    P.s. grazie per le tue direttevideo che AIUTANO CONCRETAMENTE a questa speranza nel positivo sempre!!!

    P.s. infatti stasera ti guardo e ascolto
    “Sul ti amo,ma,appunto viene da aggiungere ti amo ,ma ci sta il Covid!!!
    Azzz…. ah ah ah

  • Clarabella, 16 Novembre 2020 @ 07:33 Rispondi

    Crocus credo che i nostri due ex siano amici, o per lo meno si consultino….ahahahah
    Stesse parole che diceva il mio ex….addirittura una volta mi chiamò dalla location, mentre la moglie era in doccia per dirmi: ultima volta con lei, ne abbiamo parlato e lo abbiamo deciso insieme, perchè non ci divertiamo più, quindi preparati, perchè la prossima volta sarà con te!

    Beh, 7 mesi dopo altra vacanza con lei….e che vacanza….

    Con il senno di poi, avendo tolto gli strati di mortadella che avevo sui bulbi oculari, garantisco che uno così non lo voglio nemmeno se mi dovesse presentare il foglio del tribunale per separazione avvenuta.
    Non è, e non deve essere un mio problema se è un debole.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2020 @ 07:53 Rispondi

      Non ci divertiamo più è da cialtrone

  • Crocus, 16 Novembre 2020 @ 08:11 Rispondi

    @Clarabella, io direi fratelli! Comunque anche il tuo non scherzava vedo “abbiamo deciso insieme che è l’ultima volta perché non ci divertiamo più” è veramente una dichiarazione da stronzo, miserabile, cialtrone senza vergogna. Ma almeno ti ha detto che lo facevano ancora. Il mio, dopo la scoperta del tradimento intendo, diceva che erano come due coinquilini, che lei era come una appendice, che lei voleva ricostruire ma lui non ne voleva sapere… Per poi scoprire grazie ad Ale che se l’è scopata eccome. Avrà capito che era meglio non dirmi più nulla così si evitavano litigi inutili. Mi sono sentita truffata, perché non mi ha dato la possibilità di scegliere. Lo avrei mandato a stendere in tempo zero se mi avesse detto che lui continua a fare sesso con lei. Per me è stato uno shock forte quando ho fatto il counseling con Ale e mi ha detto in maniera schietta e senza tanti fronzoli: lui la moglie se l’è sempre scopata. Ho passato mesi e mesi in cui questo pensiero mi uccideva dentro. È da poco che inizia piano piano a farsi più piccolo questo pensiero, ma ho sofferto come un cane. Quanto vorrei beccarlo ora solo per dirgli che ho capito il suo gioco meschino. Gli avevo accennato qualcosa nella frase dei chiarimenti e mi aveva detto che stavo vaneggiando. Hai ragione @Clarabella, non lo vorrei neanche se sotto tortura uno così. Ha fatto bene a rimanere nel suo comodo ovile.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2020 @ 09:20 Rispondi

      il 90% degli uomini che dice che non scopa la moglie la scopa

  • Love, 16 Novembre 2020 @ 08:27 Rispondi

    A volte sono felice di essere capitato qui, oggi è un giorno di quelli, non ha mancato nemmeno stamattina, sto imparando, ad escludere la sua voce, il suo “buongiorno”, ma…oggi, non avrei dovuto avere gli occhi per vederla.
    Stavo pensando ora, cosa devo pensare di questo secondo lockdown…vero, che passa lo stesso, ed al primo dove, era riuscita a trovare la scusa per passare, e non dico la miriade di chiamate e videochiamate giornaliere….
    Arrivano le vacanze, le loro, non le mie, ed una sera, a metà delle vacanze, me la ritrovo a casa mia, per una serata meravigliosa.
    Cerco di chiudere, con l’indifferenza, e dopo un mese cedo, per un pomeriggio insieme.
    Da allora mai un giorno senza la sua presenza, ed ora questo secondo blocco, dove almeno non prendo telefonate, perché bloccata….
    Non chiedo a te Alessandro ed a voi cosa pensare, ma chiedo più che altro, cosa devo dare di più….
    Mi piacerebbe, che qualcuna di voi, mi possa dire, cosa può passare nella testa, di una donna, che sta bene “anche” a casa, perché la realtà è questa, e ne sono consapevole, ma non rinuncia comunque.

    • alessandro pellizzari, 16 Novembre 2020 @ 09:22 Rispondi

      sei un amante stampella come la maggior parte degli amanti.

  • leilei, 16 Novembre 2020 @ 09:18 Rispondi

    Io me la sto passando abbastanza bene. La cosa che mi manca di più sono le serate con gli amici e i viaggi. Ma a casa la situazione è serena, io faccio ginnastica, cucino e mi dedico a qualche hobby. Lui è molto presente con messaggi del tipo mi manchi, come faccio senza di te, dovremmo stare insieme ecc…Molto lusingata, grazie. Ma sto bene così.

  • Crocus, 16 Novembre 2020 @ 09:48 Rispondi

    @Ale, la teoria mi è chiarissima ormai :-). Diciamo che nel mio caso è stato facile credergli perché non ha mentito da subito cioè quando ci siamo messi insieme diceva che lo facevano ma che capitava una volta ogni due settimane ed era sempre lui a cercarla (questo credo che fosse vero) e dato che anche a casa mi era così ho trovato credibile tutto ciò. Poi con la scoperta del tradimento, a casa mia le cose sono cambiate radicalmente mentre capisco solo ora che a casa sua chissà che cazzo succedeva e cosa era vero e no di ciò che mi raccontava. È stato furbo, aveva capito che dirmi la verità significava perdermi…

  • Azzurra, 16 Novembre 2020 @ 10:14 Rispondi

    @Love già arrivare a chiedersi “cosa devo dare di più” è un errore. L’amore è reciprocità è un dare – avere. Da come parli, a me sembra che lei prenda da te la boccata di ossigeno che le serve per poi tornare a casa. Mentre tu cerchi altro. La donna che sta bene a casa (come d’altronde l’uomo) credo che ragioni così. Tu le dai ciò che le manca a casa : forti emozioni, trasgressione, fuga dalla quotidianità. Ma questo non è amore. E perdonami se te lo dico ma ho capito che tu sei single per cui non è giusto che tu vada avanti aspettandola anche perché con la sua presenza non avrai mai la possibilità di innamorarti di un’altra donna che sia libera come te e possa renderti felice, quello che lei in questo modo non può fare. Se ti amasse davvero ti lascerebbe andare. Penso ci sia un limite di tempo e di sopportazione oltre il quale non bisognerebbe andare

  • Crocus, 16 Novembre 2020 @ 11:49 Rispondi

    @Love, sono d’accordo con @Azzurra. L’amore non conosce ostacoli, fine. Lei da te prende energia, vitalità, si sente desiderata, coccolata ecc e tu cosa ottieni in cambio? Per me una donna che sta bene anche a casa semplicemente non ama nessuno dei due, ama la comodità da una parte e la trasgressione dall’altra. Se ti amasse veramente, sarebbe con te ora. Scusa se sono stata dura, ma io la vedo così… Un abbraccio.

  • cossora, 16 Novembre 2020 @ 11:52 Rispondi

    Io non so essere così estrema: se ti amasse davvero ti lascerebbe andare.
    No io non lascerei andare nessuno.
    Però se ti ama davvero, caro @Love, lo puoi scoprire solo facendole provare la tua assenza.
    Cosa che mi sembra tu non riesca a fare.
    Ascolta: provaci.
    Tanto cosa hai da perdere? Male che vada tra 3 mesi ti rifai gli occhi nel rivederla e sospiri d’amore come oggi.
    Prova, toglile il tuo appoggio, la tua presenza.
    Una che ti molla perchè non le sei devoto non ti ama.
    Se ti ama davvero succede che: ti perde, si passa un paio di mesi a ululare alla luna cercando di capire come respirare, e quando capisce che senza di te non vive, te la trovi davanti (hai letto bene, te la trovi letteralmente davanti) che ti dice ‘sono una cogliona, io amo te, voglio stare con te’ e in pochissimi giorni fa ciò che attendi da anni.
    Fatti perdere, ascolta la tua amica Cossy .. 😉

  • leilei, 16 Novembre 2020 @ 12:07 Rispondi

    Concordo con Azzurra. E quando gli amanti sono entrambi impegnati la situazione col tempo si stabilizza per entrambi. Ci si abitua ad una doppia vita, le menzogne vengono spontanee e non pesano più, i sensi di colpa solo un lontano ricordo.
    Per questo se siete single dovete capire il più presto possibile se la situazione ha una qualche probabilità di evoluzione, altrimenti siete candidati a una sofferenza infinita. Più passa il tempo e più ci si adagia in una situazione di comodo, ve lo dico da amante impegnata e inizialmente molto innamorata, perchè anche a me è successo così.

  • elleelle, 16 Novembre 2020 @ 12:31 Rispondi

    Problemi e domande che non ho piu’ e non e’ affatto male.
    Come per @leilei, mi manca poter uscire e muovermi un po’ al di fuori del paesello ma si fara’. Il tempo libero e’ tutto mio, niente domande e incertezze. E’ stato utile riuscire a mettere la parola fine prima di questo lockdown, me ne rendo conto.

  • Ariel, 16 Novembre 2020 @ 13:47 Rispondi

    @Love caro che bello leggerti ,si sei così sensibile e puro il tuo sentimento autentico si percepisce
    Ora secondo mio pensiero ciò che mi ha colpito nel senso che lo ho notato istintivamente subito è che hai scritto

    “ mi chiedo più che altro,cosa devo dare di più “

    ora Caro @Love questa frase esprime chiaro il pensiero ricorrente e sempre presente in chi come successe pure a me con ex
    Sta dipendenza affettiva

    Infatti ragionavo con vera emozione piena di sensibilità mi chiedevo uguale ,ma cosa devo dare di più? Che sottintende per riuscire a smuovere la sua scelta la sua reazione la voglia che si ha come una spinta di sofferenza di mancanza di lei come io avevo quella di lui
    Perchè fare il cds con blocco sta penoso, a volte si hanno momenti come morsi della fame del riuscire in qualche modo di poter trovare riposte, trovare spiegazioni fare qualcosa qualunque cosa pur di riuscire a calmare questo languore fisso o che sta come sottofondo sofferto del proprio quadro di vita quotidiano

    Così a volte esce fuori di più e si cerca in qualche modo un appiglio .
    Quindi secondo me non soltanto sicuro come scrive @CaroAlessandro sei stato un amante stampella per lei ,ma con aggravante di esserti trovato con una lei Cialtronza
    E cioè in una relazione disfunzionale tossica e manipolativa

    Che ormai sicuro sai tutto essendo tanto qui insieme a noi
    Ecco che la dipendenza affettiva Caro @Love non passa da sola e nemmeno con la volontà perché sai bene e puoi pure informarti on line che ha un Meccanismo come una qualunque droga dipendenza con crisi di astinenza
    E perché passi davvero occorre la terapia psicolterapeuta che Sto arrivando! Utilizzare un metodo un programma a te personalizzato che ti aiuta in questo percorso di staccarsi dentro dalla presa manipolazione dipendenza

    E quindi si okkei amante stampella ,ma CIALTRONZA manipolatrice senza empatia , pure casi al femminile infatti chi si è occupato anche oltre confine di fare legge di tutela a abusi psicologici non ha fatto mai distinzione di genere.

    Caro@Love ovviamente poi ciascuno fa come meglio sente e crede ,ma se vuoi il mio suggerimento di esserci passata come “ vittima temporanea “ e con grande esperienza di terapia fatta e guarita dalla dipendenza ecco che non esiste un metodo della volontà e basta occorre fare il percorso terapeutico
    Ma guarda ho conosciuto Donne che erano approdate in terapia dopo 3/4 relazioni tossiche tutte
    Perchè non se ne va da sola e se si resta dipendenti si viene attratti di nuovo da CIALTRONZE E SI RIPETE TUTTO .

    BUONE riflessioni vedrai che riuscirai a uscirne e a trovare la forza di fare il tuo percorso terapeutico.
    Un caro Abbraccio che sei un uomo così caro che MERITI di rinascere a nuova vita vera!!!

  • Azzurra, 16 Novembre 2020 @ 13:54 Rispondi

    @Cossora “se sta bene a casa” come ha detto Love e come ha sempre raccontato, se non sbaglio da un annetto, io credo che lei difficilmente prenderà una decisione con esito felice nel frattempo non è giusto che lui resti in quel limbo che è l’attesa perenne solo perché a lei fa stare bene quell’oretta che trascorrono insieme. Se non sbaglio lei non ha figli, cos’è che la trattiene così tanto? Detto ciò hai ragione quando dici che dovrebbe fargli sentire la sua mancanza, è l’unico modo per testare se lei ci tiene davvero tanto da fare quel salto che sicuramente spaventa ma che passato un tot di tempo non può essere più rimandato. Altrimenti come dicevo dovrebbe lasciarlo andare a meno che lui si accontenti di viverla così, ma credo di aver capito che a lui non basti più
    @Love provaci, allontanati da lei per un po’ pensa che questo potrà servire per lo meno a smuovere le acque, restare nelle sabbie mobili non ti farà raggiungere ciò che desideri

  • Crocus, 16 Novembre 2020 @ 13:57 Rispondi

    @leilei, non sono per niente d’accordo sul fatto che quando entrambi sono impegnati allora la situazione si stabilizza. Continuo a pensare che la tua storia di amantato sia totalmente atipica e ti ammiro perché riesci a viverla con serenità. Quando ami profondamente, nella maggior parte dei casi, vuoi quella persona con te. E se uno dei due ama di più, ecco che inizia la sofferenza, a prescindere dal fatto che sia single o no.

  • Love, 16 Novembre 2020 @ 14:47 Rispondi

    Ariel, scusa errore di scrittura…
    Non è : “cosa devo dare di più”, ma avrebbe dovuto essere “fare di più”, per fare in modo di darle meno confidenza possibile, ed anche sul lavoro.
    Non penso, personalmente di aver bisogno di una psicoterapia, sono molto lucido, e perché dentro di me, mi sforzo, il più possibile, per riuscire, in questo, ci vuole forza di volontà, e si può riuscire in tutto.
    Cossora, grazie del consiglio, dovrei parlarle, e dirle, di non passare più, e grazie a tutte le altre per ciò che mi avete scritto, cercherò di farne tesoro.
    Ariel…posso permettermi di farti fare una risata?
    L’unica volta, che ho pensato, di andare per un consulto, come, mi, e…consigli a tutti qui, io….mi sono trovato in questa situazione.

  • cossora, 16 Novembre 2020 @ 15:02 Rispondi

    @Azzurra qui non si tratta di ‘se hai ragione tu’ o ‘se ho ragione io’ .. io potrei avere dei motivi per rimanere a casa (anche se innamorata) che magari farebbero saltare per aria il tuo matrimonio.
    Non è che tutti quelli che hanno l’amante e se ne innamorano hanno la guerra in casa. C’è gente che se non si innamora di un altro, riesce a vivere (noiosamente) nella convinzione che l’impegno preso e i figli da crescere siano sufficienti per stare sotto lo stesso tetto.
    Quelle persone li sono quelle a cui va spenta la luce. Se sono innamorate prima o poi escono allo scoperto. @Ale cosa ha detto?
    Se Rita non lo avesse lasciato chissà quanto sarebbe andato avanti, è stato il peggiore.
    Non ha mai detto che detestava la sua ex moglie o che le cose erano invivibili a casa.
    E’ uscito perchè non poteva stare senza Rita.
    Tornando a @Love: è pronto a sapere qual’è la verità, rischiando di scoprirla molto amara?
    Se si, ‘gli basta’ sparire dalla circolazione. Non ignorarla, non ingelosirla. Zero. Battito assente. Caput.
    E’ una strategia che porta soltanto risposte certe.
    Certo che se preferisce farsi trascinare da una situazione incerta ma illusoria è un altro discorso.
    Io quando di ‘si, ma..’ non ne ho voluti più, sono sparita.

  • Azzurra, 16 Novembre 2020 @ 15:04 Rispondi

    @Crocus la situazione si stabilizza per coloro che hanno deciso di vivere la relazione senza lasciare la propria famiglia. Può non essere condivisibile ma se sta bene ad entrambi il problema non si pone. Diventa invece un problema quando uno dei due vuole di più, a quel punto colui che decide di non voler fare il passo ha il dovere morale di parlare chiaro in modo che l’altro possa decidere liberamente se continuare oppure no. Questo è il significato del mio”lasciare andare” oppure restare ma per scelta propria e consapevole

  • Azzurra, 16 Novembre 2020 @ 15:19 Rispondi

    @Cossora perdonami ma io ho semplicemente dato un mio parere non volevo assolutamente mettere in discussione il tuo, senza mettermi nella posizione di dire chi ha ragione. Forse non mi sono spiegata bene, io non ho neanche detto che bisogna avere la guerra in casa per lasciare il marito. Mi sono semplicemente chiesta per quale motivo questa donna continui a voler vivere questa storia senza farla evolvere visto che dall’esterno sembra ci siano tutte le condizioni per poterlo fare

  • Ariel, 16 Novembre 2020 @ 15:20 Rispondi

    @Love scusa ovviamente ho capito in base al tuo errrore di battitura
    E poi non capisco cosa vuoi dire che questa donna era la tua psicologa?
    Oppure la hai conosciuta come altra persona presente in studio della o dello psicologo?

    Semmai sia così sicuro scappa da ridere ,ma siamo uomini e donne esseri imperfetti che si sbaglia tutti non stupisce ma sicuro se è così sono numericamente percentuali davvero basse che possa capitare

    E comunque caro @Love posso farti una domanda ,non ricordo da quanti anni dura questa tua storia di pseudo relazione disfunzionale sicuro perché quando uno da di più non ci sta reciprocità di fare come giustamente tu hai usato un verbo così importante per dare la dimostra della vera esistenza del sentimento corrisposto ecco che mi chiedo da quanto tempo ci stai a patire senza nessun reciprocità dal momento che sei una stampella

    È questo che vuoi dalla tua vita ?
    Essere uno zerbino stampella?

    Io la chiamo dipendenza affettiva se dura da più di un anno è sufficiente
    La mia relazione è durata 9 mesi poi in terapia sono riuscita a mandarlo affanculo ,pardon,salvando la mia AUTOSTIMA LA MIA DIGNITÀ
    Che credo sia importante fondamentale per qualunque individuo mantenere salda

    Poi ovviamente non ho certo da ciò che scrivi la impressione che tu voglia staccarti e invece mi pare tu ti crogioli nel ruolo di Cavalier Servente
    Ecco una espressione antica che se vorrai potrai scoprire meglio il significato perché credo possa aiutarti a darti la buona spinta per voltare la pagina o meglio cambiare proprio il libro da scrivere Nuova storia nella tua car e preziosa vita!!!

    Meriti una relazione sana perché questa non lo è affatto senza reciprocità eil tempo che scorre e stai a Cavalier Servente!
    L’abbraccio resta sempre una Kostante bella tra noi il nostro bel gruppo di Blog unito pure se nelle differenze di idee.

  • Love, 16 Novembre 2020 @ 16:02 Rispondi

    Ariel…per rispondere alle tue prime domande, ti basta, se ti dico, che non ho mai incontrato nessun paziente in attesa?
    Dura, da piu di tre anni, mi sono staccato io, è bloccata, sul telefono e whatsup, ma dove lavoro, come faccio?
    Dovrei invitarle la porta?
    So…di essermi infilato in una situazione difficile, ma al contempo, cerco il modo, per staccarla definitivamente, io non le dò più il mio tempo, non pensare che ci crogioli in questo, anzi.
    Sai, io posso darti il mio parere da uomo, ma è difficile entrare nella testa di una donna, o meglio, se mi permetti una battuta, sto scoprendo, che è anche difficile uscirne.

  • Love, 16 Novembre 2020 @ 16:08 Rispondi

    Cossora, il tuo commento, anzi una parola scritta da te, la descrive molto.
    “impegno preso”, ripeto, sarebbe il secondo impegno preso, e per lei, e per la sua posizione, sarebbe un qualcosa di insuperabile, due fallimenti.
    Io le ho sempre detto, che lo diverrebbe ancora di più, se venisse scoperto, ma io parlo, per le mie esperienze, non so, cosa possa provare, una donna, in questa situazione.

  • Maddy, 16 Novembre 2020 @ 16:26 Rispondi

    Ciao @Love, Cossora ti ha dato un consiglio prezioso, forse l’unico che potrebbe funzionare davvero.
    Staccare la spina, spegnere la luce, come dice lei. Se è amore vero tornerà con il famoso piano nelle mani.
    Perdona la domanda: ti ha mai detto cosa la costringe in casa? Se è vero che non ha figli, non dovrebbero esserci grandi impedimenti.
    Ti abbraccio e ti faccio un grande in bocca al lupo

  • Maddy, 16 Novembre 2020 @ 16:41 Rispondi

    @leilei hai descritto un bel quadro, forse la situazione tipica degli amanti deboli, entrambi impegnati ed entrambi con figli in età scolare.
    Un bel dilemma… Ma in ogni caso, una relazione a scadenza. Arriva un punto in cui, psicologicamente, non si riesce più a sostenere “il teatro”. O la relazione trova il modo di evolvere o è destinata a implodere.
    Io faccio parte di questa categoria.

  • cossora, 16 Novembre 2020 @ 17:03 Rispondi

    @Azzurra.. perchè nessuno le sta chiedendo di fare una scelta scomoda. Semplicemente per questo. Non la sto giustificando, intendiamoci. Ma prima di archiviare il caso io la metterei alle corde una volta per tutte.
    E sottolineo IO.
    Comunque a me fa piacere sentire i pareri altrui come il tuo, se sono preceduti da ‘io penso che’ .. chi parte con i dictat universali lo scrollo automaticamente!! 😉

  • Crocus, 16 Novembre 2020 @ 17:44 Rispondi

    @Azzurra, però sono rarissimi i casi in cui entrambi vogliono restare in famiglia. Sono di più le situazioni come la mia e la tua e di tante altre ragazze qui. E in tal caso i nostri cialtronzi, che sanno di non voler lasciare il divano di casa ma neanche noi, iniziano a raccontarcela costruendo una catena di bugie che fa paura. Che amarezza tutto ciò.

  • Vita, 16 Novembre 2020 @ 17:46 Rispondi

    @love
    Passi se si è nella stessa condizione e a casa anche l’altro ha qualcuno lo aspetta. Passi, anche se non va bene lo stesso, lo capisci dopo, quando i conti non tornano, apri gli occhi e ti rendi conto che forse hai passato anni a raccontartela e a fartela raccontare, per vigliaccheria, per paura, per comodo, perché credevi che ti bastasse, perché era più facile è bello pensare che fosse amore ugualmente. Passi. Il conto è salato ugualmente, ma pazienza. Nella tua condizione però NO!
    State giocando due campionati diversi e non è giusto. Non va bene, non c’è equilibrio, tu paghi un prezzo troppo salato. Mettila alla prova, prenditi il rischio di perderla ma dai una possibilità a te stesso. Non puoi vivere una vita da secondo e non puoi volerlo. Un abbraccio

  • Ariel, 16 Novembre 2020 @ 19:13 Rispondi

    Infatti @Love si chiama dipendenza affettiva e non è il mio parere soggettivo è la Scienza che lo ha scoperto questo meccanismo e più si insiste a rifiutarlo più resta evidente avercela non curata

    Inutile ognuno capisco fa come meglio crede e sente e vuole nessuno può sostituirsi al volere degli altri
    Ognuno come a dire ha il suo percorso che per quanto altri si possano impegnare a voler dare aiuto portando esperienza del proprio vissuto o parlando di Scienza no qui ci sono persone che la rifiutano pensano che la scienza non abbia nessun valore
    Si aspettano solo di sentirsi scrivere ,è solo il mio pensiero ,ma esiste un proprio legittimo pensiero personale ovviamente rispettabilissimo sempre ,ma La Scienza è una e resta valida per tutti

    E molte persone non si rendono conto di questo
    Perchè ripeto il meccanismo della Dipendenza affettiva fa GRIDARE DENTRO appigliarsi a qualcun cosa ci si incazza pure
    Pensando che sia solo tutto vero amore ,ma purtroppo non lo è più quando passa il tempo dopo aver ricevuto un trattamento manipolativo che ha creato un evidente danno dal momento che resta così difficile staccarsi dentro.

    Nei casi in cui ci si lavora insieme un terapeuta nel tuo caso maschio ti converrebbe almeno imparare le tecniche di comunicazione essenziali per evitarti disagio visto il tuo serio impegno a staccarne

    Poi ovviamente ognuno fa come ritiene meglio .
    Qui più i suggerimenti sono diversi ed opposti che creano disturbo significa che contengono preziose luci nascoste che magari nel adesso non si riesce a seguire ,ma sono come semi buoni a disposizione di chi vorrà e saprà raccogliergli.

  • Love, 16 Novembre 2020 @ 20:05 Rispondi

    Maddy…si me lha detto, dovrei entrare nei dettagli, comunque, due matrimoni falliti, può bastare?

  • cossora, 16 Novembre 2020 @ 21:15 Rispondi

    Due fallimenti intendi due matrimoni/convivenze?
    Allora, scusami @Love, ma a maggior ragione dovresti lasciarla SOLA a capire se è convinta.
    Va bene lei sarà un’indecisa cronica, magari sareste perfetti insieme, ma lasciale il suo pezzo da farsi in solitudine.
    Io non le parlerei nemmeno, sa benissimo che la vuoi. Fatti da parte definitivamente.
    Non è che una famiglia è fatta solo di figli, ci sono impegni, promesse anche autoriferite che sono faticose da ripercorrere al contrario o da ritirare .
    Lasciala capire, c’è un tempo per la passione, su questo non ha dubbi, tra voi ce n’è.
    Metti he per lei fosse il tempo per capire cosa fare, dove andare. Se continui ad esserci fai solo interferenza.
    Anche tu @Love. non hai voglia che si arrivi presto a un dunque? Non interrompere quel percorso. Se porta a te (a voi) standole addosso non farai che allungare le cose.

  • Angelina, 16 Novembre 2020 @ 23:04 Rispondi

    @Love anch’io la penso come Cossora…è dura,fa
    male ma ad un certo punto l’unica soluzione è quella, black out totale, se ti ama torna se no a malincuore hai avuto tutte le tue risposte…
    Anche io non ci credo nel” se ti ama ti lascia andare” no se ti ama ti tiene!
    Non ci sono neanche i figli di mezzo qua…
    Io sto di un male cane, ho fatto black out,lui non è tornato ho avuto le mie risposte,almeno spero che passato questo dolore mi rialzi e vado avanti senza più pesi…se è così non ci ho perso nulla,solo un uomo che non mi ha mai amata

  • leilei, 17 Novembre 2020 @ 09:52 Rispondi

    Maddy i nostri figli sono abbastanza grandi per farci prendere una decisione, se volessimo davvero. Ma ormai la frenesia del primo anno è passata e in fondo non abbiamo voglia di scossoni.
    Credo che se siamo tanto bravi da non farci scoprire, questa storia potrà andare avanti tranquillamente per molti anni e si trasformerà in un legame profondo di amicizia e conforto reciproco. Nessun dilemma quindi.

  • Love, 17 Novembre 2020 @ 10:04 Rispondi

    Si Cossora…2 matrimoni.
    Grazie per a tutte per i consigli, e grazie a te cossora, perche da come scrivi, e da come interpreti il modo di vivere un amore, ti sento molto vicina a me.
    Metterò in pratica, ciò che mi avete detto.

  • Viovio, 17 Novembre 2020 @ 14:38 Rispondi

    @Cossora sto razionalizzando e fa male, però confido nel tempo per poter ritrovare la mia serenità. Quello che dici è giustissimo e lo penso pure io ma fatico ad accettarlo, perché nonostante mi abbia sempre detto che non “poteva” separarsi è riuscito a farmi innamorare e a convincermi di essere ricambiata. Devo voltare pagina, ma nonostante tutto il suo pensiero mi accompagna quotidianamente e mi arrabbio con me stessa ma purtroppo non riesco ancora ad archiviarlo nella mia mente.
    Ricambio l’abbraccio cara 🙂

  • Viovio, 17 Novembre 2020 @ 17:15 Rispondi

    @leilei la vivevo esattamente come te all’inizio, quando eravamo nella fase ludica e nel mio caso è durata molto più di 6 mesi mi faceva stare bene, non mi ponevo domande; quando i sentimenti sono esplosi invece è cambiato tutto (almeno per me), perché il tempo per stare insieme non era mai abbastanza e la voglia di averlo tutto per me invece di placarsi aumentava insieme alla sofferenza quando dovevamo rientrare nelle nostre vite ufficiali.
    Ho messo tutto sull’ago della bilancia capendo che non stavo più bene ed era giunto il momento di chiudere, se fosse dipeso da lui avremmo continuato all’infinito.

  • cossora, 17 Novembre 2020 @ 21:31 Rispondi

    @Love, @Viovio.. @tutte. Io vi auguro di stare bene, cerco per empatia di condividere quello che sarebbe il mio approccio se mi trovassi nelle vostre condizioni emotive. Ne sono molto lontana, sono molto lontana oggi da come stavo sei mesi fa, ma anche un mese fa.
    Le cose si risolvono, Con o senza di loro bisogna andare avanti. Avere una vita. Comunque sono straconvinta che le parole di @Ale riguardo agli errori di debolezza siano giuste. Poi io sono per il dare una possibilità (la seconda o la decima, poco importa) se dentro di noi sentiamo giusto farlo. Però ‘sentiamo’ è strettamente collegato al silenzio tutt’intorno.
    Cercate di staccarvi, isolatevi dal rumore dalle voci che confondono, l’amore non si scoraggia per il distacco.
    Non preoccupatevene!

  • Ariel, 18 Novembre 2020 @ 00:53 Rispondi

    LA DIPENDENZA NON SI SCORAGGIA PER IL DISTACCO
    se NON CI SI CURA DI GUARIRLA DEMTRO SE STESSI

    NON PIÙ AMORE ,MA DIPENDENZA AFFETTIVA
    Questa la dinamica costante in relazioni durate troppo tempo piegate alla manipolazione tra lacrime e notti insonni e illusioni giochetti di prestigio Messi a punto con consapevolezza dal uomo cialtrone

    Ecco che il distacco SE NON CI SI CURA terapeuticamente

    Resta Ancora dipendenza .

    Quindi preoccupatevi nel distacco

    DI CURARVI la DIPENDENZA AFFETTIVA
    Solo così sarete liberi dentro!!!!!

  • Crocus, 18 Novembre 2020 @ 09:43 Rispondi

    @Ariel, ma cosa c’entra la dipendenza con ciò che ha espresso @Cossora? Cioè io sono una che crede che la manipolazione esista, che esiste la dipendenza (e purtroppo con grande dispiacere ammetto di essere stata dipendente del mio ex) però bisogna saper anche scindere le cose. @Cossora ha espresso un concetto molto bello e al contempo molto semplice. Se il sentimento esiste ed è vero e puro, con un po’ di allontanamento si capirà ancora di più il suo valore. Tutto qui. Sono consigli utili, non mettiamo sempre in mezzo la dipendenza e la manipolazione.

    @Cossy, capisco quando dici che ti senti diversa rispetto a 6 mesi fa e anche rispetto a un mese fa. È ciò che sta succedendo anche a me. Io comunque punto all’indifferenza verso l’ex e a maggiore amore verso me stessa. Sempre molto saggia @Cossora

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2020 @ 10:28 Rispondi

      per ariel tutto è dipendenza

  • Love, 18 Novembre 2020 @ 09:52 Rispondi

    Questa mattina….a malincuore, le ho detto di non passare più da me, senza un perché, e nemmeno una motivazione…è stata veramente dura.
    Vi ringrazio tutte….

    • alessandro pellizzari, 18 Novembre 2020 @ 10:29 Rispondi

      bravo. In fondo anche 100 vetrine ha solo 100 puntate

  • Love, 18 Novembre 2020 @ 10:31 Rispondi

    Grazie Alessandro….per avermi strappato una risata….

  • Ariel, 18 Novembre 2020 @ 11:52 Rispondi

    @CaraCrocus
    Il commento di @Cossora è bellissimo e validissimo ,ma col ma,
    E cioè che qui ci sta un Blog intero di testimonianze di relazioni tossiche lei compresa
    Almeno se Per ciò che ha scritto e raccontato della sua esperienza tutta col amante Cialtrone

    Allora ovviamente ciò che ha scritto è bellissimo e condivisibile ,ma valido fuori da dipendenza affettiva che non se ne va affatto da sola per magia o perché mi concentro positiva nel pensiero e basta.

    Sempre che si dia valore alla Scienza e non a opinioni personali

    Allora ecco che ho sentito spontaneo giusto poter ricordare che chi parla di amore ancora essendo dipendente dal momento che non si cura in terapia risulta non veritiero il dire se mi allontano si capisce se è amore

    No mi devo allontanare con un bel unico Cds a blocco totale come Scoenza comanda perché il risultato della conquista della propria vera libertà di poter finalmente provare amore vero per se stesse è garantito

    E quindi in questo contesto di molte Donne dipendente affettiva conclamata dal tempo della relazione vissuta piegate agli abusi veri d
    Ecco che parlare di Amore che senti se ti allontani come a dire che lui può sempre ritornare a riprendersi la sua Preda
    È negativo per chi invece ancora qui scrive di dolore vivo si non riuscire a fare un solo No contact vero come del resto @Cossora non ha mai accettato di fare
    Esattamente come una Dipendenza affettiva marcata
    Che staziona lì nel suo tempo di alti e bassi chiodi relazioni che non funzionano perché

    PREVALE SEMPRE IL PADRONE ,BARBABLÙ,FA UN CENNO E SE LA RIPRENDE e lei si piega soffre ma sopporta

    Siii perchè Amore Trionfa se solo semplicemente m allontano e non mi curo faccio la mia vita ,ma sempre con occhio da Orbiting da ATTESA ETERNA
    Dal confondere il sentire Amore cmon il richiamo da droga crisi di astinenza

    Certo si può pure passarci la vita così
    Ho conosciuto pure una Signora di 80 anni che se ne è fatti a iosa di relazioni tossiche e poi alla fine si è decisa a curarsi la dipendenza davvero
    Ed è davvero guarita libera di scrivere
    Ti amo ,ma senza dipendenza.

    @Cossora cara ben inteso questo è il mio pensiero caro pure per te ,non credere che non abbia apprezzato il tuo scrivere qui ovviamente una ovvietà condivisibile
    Ma Attenzione che qui ci sta una marea di Donne ancora prigioniere della Presa manipolazione come te
    O meglio come il caso da te raccontato per anni qui..
    Ecco perché non potevo non precisare la REALTÀ DURA DA ACCETTARE ma come sai anche tu
    SOLO LA REALTÀ TI PORTA ALLA VERA LIBERTÀ

    abbi cura di te TERAPEUTICAMENTE e scopririrai
    IL VERO AMORE PER TE STESSA!

  • cossora, 18 Novembre 2020 @ 11:56 Rispondi

    .. menomale @Ale pensavo di essere l’unica ad essermene accorta!! ah ah ah!!

  • cossora, 18 Novembre 2020 @ 11:58 Rispondi

    Grande @Love.. te lo devi, cazzarola, il tuo io sta dicendo ‘era ora che ti preoccupassi di me!’
    Avanti tutta. vedrai che il mondo non si ferma!

  • elleelle, 18 Novembre 2020 @ 12:10 Rispondi

    Secondo me se il sentimento e’ sano non ci dovrebbero essere manipolazione e dipendenza malsane.
    Pero’ se una storia comincia gia’ “bacata”, con mollature, ritorni, tragedie, crisi, la presenza di altri partner ecc., bisogna tenere gli occhi bene aperti.
    Come mio solito, porto il mio esempio: in un anno e mezzo di relazione, io ero quella stabile della “coppia”. Non ho mai cambiato versione, non ho mai avuto crisi di alcun tipo, non l’ho mai preso e mollato. Lui poteva stare tranquillo che non cambiavo versione da un giorno all’altro, che non mi svegliavo un mattino e scaricavo su di lui i miei malumori e i miei silenzi, che non gli agitavo davanti lo spauracchio delle crisi della moglie e di un abbandono imminente se per caso avanzavo qualche minima richiesta, anche solo di chiarimento.
    In una storia cosi’ squilibrata, chi ha manipolato chi? Chi ha portato l’altro in uno stato di tale incertezza da temere ogni giorno di non sapere cosa poteva capitare? Nel mio caso non sono stata io.
    Io la storia di Love la vedo un po cosi’, una storia squilibrata, con lei che fa il bello e il cattivo tempo e lui che soffre per niente.
    Ed e’ proprio per questo che staccarsi funziona in entrambi i casi, che ci sia amore sano o amore malsano.
    Ma e’ giusto il consiglio di capire perche’ si e’ arrivato allo stremo delle forze in una relazione che dovrebbe essere di felicita’ ma non lo e’. Il tempo passa in fretta, queste persone con poco equilibrio personale dimenticano altrettanto in fretta e sanno cosa devono fare per riaverti indietro. Se non sei forte tu per non permetterglielo, il rischio e’ di ricadere nella stessa situazione di prima.

  • Ariel, 18 Novembre 2020 @ 14:02 Rispondi

    Si scrive con la maiuscola Ariel
    È un nome proprio come
    alessandro

    Che infatti si scrive con la maiuscola Alessandro
    Rifletti su ciò che scrivi di me senza però mai argomentare le tue tesi
    Che fanno acqua da tutte le parti nel momento in cui disconosci La SCIENZA sottovalutando la presenza delle esperienze qui sul tuo Blog testimoniate di vere Dipendenti affettive che si dimostrano da sole in vpbase al fatto determinante della azione tossica del Cialtrone che STAZIONANO ANNI LE DONNE A BERSI QUALUNQUE BALLA qualunque ATTO DI PRESA PER IL CULO da parte del loro
    AMANTE
    MARITO
    FIDANZATO

    Questa è realtà scritta
    Ma si Sto arrivando!
    INTUOI OCCHI NON VOGLIONO VEDERE
    La realtà vera

    Fa troppo male
    Capisco ,ma non sono affatto d’accordo

    È Maschilismo atavico pure il tuo che viene fuori tutto quando scrivi le battutine su
    ariel che pensa che tutto sia dipendenza

    No ti correggo

    Ariel pensa che il MASCHILISMO SIA VERAMENTE DURO A MORIRE!!
    E occorre sottomettersi al Padrone sempre e comunque

    Altrimenti scappano le fra sette buttate lì senza un senso compiuto del tuo preciso pensiero

    Argomenta e esprimi il perché per te non sia così evidente la massa di relazioni tossiche che fanno parte delle testimonianze scritte da tue lettrici
    Tante per adesso……

    Argomenta spiegati
    Rispondi
    Scrivimi un articolo che possa sostenere il contrario
    Altrimenti non sei più credibile

    Mi pare evidente chi si tira indietro e non risponde o acconsente e quindi avvalori la mia tesi
    O non sta in grado di argomentare le proprie convinzioni.

  • Viovio, 18 Novembre 2020 @ 14:31 Rispondi

    @Cara Cossora grazie per le belle parole, mi sto impegnando a staccarmi e a vivere la mia vita, gli ho concesso troppo di tutto trascurando me stessa e questo non dovrebbe accadere mai, per nessuna ragione al mondo 🙂
    Mi fa piacere sentirti così serena, si percepisce la consapevolezza acquisita dall’esperienza vissuta ed essere disposta a dare più di una possibilità dimostra tutto il tuo amore. E’ molto bello perché significa che stai bene.
    Spero tu possa realizzare ciò in cui credi.

  • Viovio, 18 Novembre 2020 @ 15:34 Rispondi

    @Love bravissimo, continua così resisti! All’inizio è terribile è come se ti mancasse l’ossigeno a me sembrava di impazzire poi a forza di sbatterci la testa( 4anni) scatta qualcosa. Chiamalo istinto di sopravvivenza, amor proprio non lo so però la forza arriva e si desidera voltare pagina, smettere di soffrire per una situazione che è un vicolo cieco.
    Stacca tutto, chiudi ogni contatto e vai avanti se ti ama farà qualsiasi cosa pur di non perderti, noi donne siamo molto piu’ “spericolate” degli uomini.
    Sei un uomo libero, non devi rendere conto a nessuno non accontentarti di un amore a metà.
    Tienici aggiornate!
    Ti abbraccio

  • Maddy, 18 Novembre 2020 @ 17:35 Rispondi

    Bravo @Love! Siamo tutti con te!
    @Cossora for President! 🙂

  • orso, 18 Novembre 2020 @ 18:17 Rispondi

    è l’unico modo, l’unica strada, chiudere sul serio…il futuro non ci è consentito conoscerlo, e per fortuna direi!
    Riparti da te e basta. Lo devi a te stesso.

  • cossora, 18 Novembre 2020 @ 19:22 Rispondi

    Grazie @Viovio sei molto carina.
    Vi devo dire che si è già realizzato molto di ciò in cui credo. e se è successo è perchè ho avuto da una parte la Fede e dall’altra si.. un amore grande, non trascurabile.
    Soprattutto un dolce e indisuctibile rispetto per me stessa, che esigo da chiunque, ex (marito, amante e fidanzato) compreso.
    Ragiono sempre con questa posizione: sono sul podio, con me ci sono i miei figli. Chi vuole correre per il quarto posto.. saprò apprezzarlo, non nego nulla a nessuno, se dimostra di meritarlo. Ma quelle tre prime posizioni no, non sono cedibili!
    Un abbarccio caro e grazie per le tue belle parole. Coraggio bella @Viovio (il tuo nikname mi piace un sacco!)

  • Ariel, 18 Novembre 2020 @ 20:06 Rispondi

    @Viovio aCossora crede serena qui per scrittura alla totalità delle possibilità di fare la Dipendente affettiva permanente dove serenamente è in grado di Piegarsi al richiamo del suo Padrone della cosa e cioè il CIALTRONZO
    Che infatti ama sincero tutto il suo xxxzo che è una cosa come tutte le sue prede sono cose per lui

    E usa sincero la sua/ sue Prede
    Finché dipendenza non curata dura na vita intera assicurata da un uomo al altro
    Infinitamente for ever Cialtrone!!!

    Evviva la libertà di riderci su
    Ah ah ah ah

  • Oldplum, 18 Novembre 2020 @ 20:09 Rispondi

    C’è una via di mezzo, credo, tra l’intransigenza di Ariel e altre posizioni da “l’amore giustifica ogni cosa e sempre trionfa se è vero”.
    Non è sempre manipolazione. L’amore non trionfa sempre, anche se è vero.
    L’amore vero a volte trionfa a volte no, senza per questo perdere la sua autenticità. Per molti motivi e lo possiamo comprendere (essendo adulte) tutte.
    Il romanticismo da occhi a cuoricini va bene a 17 anni.
    D’altra parte non c è manipolazione possibile se non su soggetti manipolabili. Per cui si parte da un substrato già difettoso, da risolvere.
    Non creiamo mostri ma nemmeno principi azzurri.
    Non esistono.

  • Oldplum, 18 Novembre 2020 @ 20:15 Rispondi

    Ps: @ariel, la SCIENZA non ha ogni risposta. Viaggia spesso su ipotesi e teoremi. Non esiste scienza se non segue evoluzione e cambiamento (connaturato a ogni cosa in questo universo). Qui siamo forse nell’ambito di una scienza ancora giovane (la psicologia) e della sociologia (e la società, le persone cambiano di lustri in lustro). Per cui non la nominerei come i cristiani nominano Dio per spiegare ogni cosa .

  • Oldplum, 18 Novembre 2020 @ 20:22 Rispondi

    Volete che vi citi un esempio di amore vero che non trionfa?
    Terence e Candy Candy <3

  • Ariel, 18 Novembre 2020 @ 20:45 Rispondi

    Che sviolinate un deja vu deja letto qui da te innumerevoli volte

    E speriamo che sialasvolta buona !!!!
    Che ad aspettare l’asino che vola
    Ci rimetti tu e i tuoi figli!!!

    @Orso quante belle e DAVVERO CREDIBILI E SAGGE LE TUE PAROLE

    DA VERO UOMO che come vedi
    SCARSEGGIANO alla grandissima!!!

    @Orso sicuro il tuo futuro te lo sta costruendo nel meglio della tua presa di grande consapevolezza del Taglare del tutto.i rami secchi che a stare piegate ad aspettare sbirciando le mosse dei Cialtroni tutti senza distinguere il genere perché pure le Donne posson essere cialtrone anche se in netta minoranza numerica
    Comunque il futuro si fa adesso nel presente sapendo riconoscere tutte le cazzate fatte senza tirarsela da quella UNTA dalla DIVINITÀ DELLA MANIPOLAZIONE
    @CaraCossora che tu possa essere davvero contenta e soprattutto senza farti piegare che tu stessa quarto pagine su non ricordo bene ma ci sta scritto da te

    Che non sei capace a dire di no

    Comprendi ?
    Si chiama dipendenza affettiva,la sapevi L dice la Scienza e non Ariel
    Io non conto nulla ma la Scienza ci salva la qualità e la vita stessa

    Medita tanto che ridi dei tuoi guai !!!!
    Pace e bene Sorella !!!!!
    @Cossora la Crocerossina !!!!

  • Crocus, 18 Novembre 2020 @ 22:16 Rispondi

    @elleelle, è stata proprio questa la cosa che ho detto al mio ex. Io sono stata sempre coerente dal 1 giorno della relazione. Lui invece con tutte le sue stronzate, alti e bassi, ci molliamo non ci molliamo, voglio stare con te ma ho paura per i bimbi ecc ecc. Gente fuori di testa. Le persone poco equilibrate dimenticano in fretta, quanto è vera questa cosa! Hai fatto il ritratto perfetto del mio ex. Grazie @ellelle!

  • Crocus, 18 Novembre 2020 @ 22:17 Rispondi

    @Love, grandissimo! Siamo tutte con te ❤️

  • Azzurra, 19 Novembre 2020 @ 08:26 Rispondi

    Il mio “lasciare andare” non è un modo di dire, ma un atto dovuto in quei casi in cui la persona in questione decida dall’inizio che non lascerà mai il marito. Non si può tenere legati a sé un uomo tra l’altro single da 3 anni se si decide a priori che questa cosa non avverrà mai. E non so se è il caso dell’amante di @Love ,io sto parlando per ipotesi come voi tutte. In più io da persona innamorata non potrei vivere tre anni pensando che il mio amante single potrebbe in qualsiasi momento incontrare un’altra donna, innamorarsi di un’altra donna e rischiare di perderlo. È ovvio che potrebbe succedere anche se fosse sposato ma qui ci sono molte più probabilità, che io gli auguro di cuore. È un mio semplice pensiero non un diktat (ci mancherebbe) e come tale va letto. Il codice del silenzio è fondamentale adesso, ci si arriva sempre se aiutati da qualcuno. Io ringrazierò @Alessandro a vita perché è grazie a lui se ci sono riuscita. Per me il cds è come una pillola che prendo ogni santo giorno insieme alle altre 4 da 4 mesi per un problema psicosomatico dovuto ad una relazione sbagliata e abusiva. Per cui se @Love fosse mio fratello io gli direi di vederci chiaro in questa storia e se lei non lo lasciasse andare dovrebbe pensarci lui a tirarsene fuori.

    • alessandro pellizzari, 19 Novembre 2020 @ 11:31 Rispondi

      sei cara

  • Crocus, 19 Novembre 2020 @ 11:53 Rispondi

    @Old, onestamente non sono d’accordo su quello che dici sulla manipolazione. Per me tutti possono essere manipolati, senza distinzione. Io ad esempio non ero assolutamente una persona irrisolta o con un “substrato difettoso” per citarti. Semplicemente sono venute a mancare certe cose nel mio matrimonio e mi sono innamorata di un’altra persona (e può capitare di innamorarsi di un’altra persona anche se le cose vanno benissimo a casa). Fin qui direi tutto regolare (come è successo a tante di noi qui). Ciò che è avvenuto dopo è stata manipolazione vera e propria e non è stato facile accorgersi subito. Anzi, pensa che ho capito tutte le dinamiche solo a storia chiusa, grazie a questo blog e grazie alle sedute con lo psicologo. Sicuramente come dicevo sopra non è che la manipolazione la dobbiamo infilare in ogni santo discorso, ma al contempo però è giusto parlarne, capire i meccanismi ed imparare a difendersi in futuro.

  • cossora, 19 Novembre 2020 @ 12:26 Rispondi

    @Crocus .. a me sembri sempre più incazzata sul dettaglio con lui -per tua ammissione- ma meno incazzata in generale con il mondo e con la vita.
    Grandi cose sono in serbo per te!
    Il semino delle cose belle è da sempre dentro di te e ti consiglierei di curarlo e farlo germogliare in questo periodo di asocialità forzata.
    Anche tu parli bene del tuo ex marito.
    Certo per loro scoprire di essere stati traditi (mi associo a te) non è stato facile ma.. se poi ci si ristabilizza sulla stima e sul prendersi cura l’uno dell’altra per sincero affetto.. evidentemente (e questo solo i diretti interssati lo possono sapere) il rapporto vissuto è autentico, sano.

    Quel che voglio dire è che chi ha la fortuna di aver costruito la propria esperienza emotiva con “mattoni” di qualità.. può passare mesi, anni di crisi interiore, ma alla fine se la struttura tiene, si torna alla -propria- situazione stabile di sempre.
    Un abbraccione!

  • elleelle, 19 Novembre 2020 @ 12:35 Rispondi

    @Crocus
    La mia storia e simile alla tua, anche io sono una persona che si direbbe difficile da manipolare ma e’ successo lo stesso. Non ha niente a che vedere con chi siamo noi, ma tutto a che vedere con chi sono loro: delle persone con problemi enormi. Questi problemi vengono scaricati su di noi e su chi li circonda, solo che non ne abbiamo la certezza perche’ non siamo in casa loro a vedere mentre lo fanno. Il mio ex mi ha fatto intravedere che a casa si comportava come con me, ma bisogna essere molto all’erta per notarlo e ricordarsi.
    Ma io ti posso dire che il mio ex ha manipolato anche i suoi amici, tra cui una persona a me molto vicina. Lui per loro e’ una brava persona, seria ma un po’ debole, che non farebbe mai quello che invece ha fatto. Anche nel momento in cui si sono resi conto di cosa ha fatto a me (e tra le persone in comune ci sono anche dei miei parenti), e’ come se non riuscissero a crederci e non si sono ancora staccate da lui. Io non ho mai chiesto di tagliare i ponti con lui ma una mia parente mette dei like alla maggior parte dei suoi post su base giornaliera e questo per me e’ incomprensibile. Ci sono stati dei momenti in cui mi sono sentita io la colpevole e questo la dice tutta, secondo me.
    E’ cosi’, le persone che manipolano come modus vivendi lo fanno con tutti, non c’e’ scampo.

    .

  • elleelle, 19 Novembre 2020 @ 12:43 Rispondi

    @Crocus
    Anche io non credo di essere un substrato irrisolto e facilmente manipolabile, al contrario. La prova e’ che appena me ne sono accorta, ho dato un taglio netto e ho messo la parola fine in un modo che piu’ definitivo non si poteva.
    Sicuramente come tutte le persone ho i miei difetti ed i miei problemi ma non vado in giro a crearne io con gli altri, anzi, cerco sempre di essere una persona molto corretta e lineare. Penso molto prima di fare le cose, osservo molto quello che mi capita e non mi racconto delle balle. Infatti sapevo delle fine del mio matrimonio ben prima di tradire.
    Chi manipola “di professione” e’ molto bravo, e’ come un attore che lo ha fatto per decenni. Un amico comune parlando del mio ex mi diceva che gia’ dalle elementari metteva in atto silenzi lunghissimi in classe, anche per settimane. Per cui io ho avuto di fronte un uomo che si e’ allenato per 45 anni a dare una certa immagine di se’ (persona a me molto vicina lo ha descritto come una persona camaleontica che recita determinati ruoli a seconda delle circostanze). Che cosa potevo fare io contro una persona del genere? E’ gia’ tanto che avevo dei dubbi e che alla fine sono riuscita a metterli assieme.
    Pero’ mi ha massacrato lo stesso e come dici tu, e’ solo la consapevolezza di sapere chi e’ davvero che mi ha salvato. E’ assolutamente necessario che se ne parli, non e’ una vergogna ne’ un’esagerazione.

  • Oldplum, 19 Novembre 2020 @ 13:12 Rispondi

    Il substrato “difettoso” lo citi tu stessa @crocus: il tuo matrimonio lo era. Risolverlo?
    Perché guarda che sei ancora sposata e ancora qui a parlare dell’altro e di quanto male ti abbia fatto e le due cose sono collegate.

  • Viovio, 19 Novembre 2020 @ 16:04 Rispondi

    @Ariel perdonami, ma non ho ben capito il senso del tuo messaggio sul mio commento a Cossora e le accuse mosse ad @Ale.
    Tu parli continuamente di manipolazione e sinceramente nemmeno io credo sia onnipresente è stata solamente fatta una battuta sul tuo modo di raccontare, ma nessuno voleva prenderti in giro, altrimenti non saresti soprannominata mascotte del blog. Detto questo credo che Cossora stia condividendo il suo stato d’animo esattamente come ognuna di noi, se ha deciso di perdonare ed è serena meglio per lei è un traguardo che spero di raggiungere presto.
    Evidentemente ha capito che il suo amore è più forte e non opporsi al sentimento la fa stare bene, magari il suo uomo non è così cialtrone come il mio (te lo auguro di cuore @Cossy), oppure ha superato l’impasse e questo è il suo modo di reagire, ad ogni modo sta bene con se stessa quindi per me ha già vinto, era questo il senso del mio discorso.
    Un abbraccio

    • alessandro pellizzari, 19 Novembre 2020 @ 17:50 Rispondi

      ariel ci vuole manipolare ripetendo i suoi mantra ah ah ah

  • Crocus, 19 Novembre 2020 @ 18:54 Rispondi

    @Oldplum, per me sono due cose totalmente diverse. Si parlava del fatto che non tutti possono essere manipolati ed io sostenevo che invece secondo me può capitare a chiunque. Se qualcuno mi avesse detto 2 anni fa che sarei finita in una marasma del genere gli avrei riso in faccia, oggi invece rido un po’ meno. Si, io parlo dell’altro @Old perché per me è quello il problema grosso da risolvere. I traumi che mi ha lasciato, il male che mi ha fatto. Le due cose non sono legate. Sono legate solo nella misura in cui ho cercato fuori, ma sono stata sfortunata ad avere beccato una merda di persona. Poteva anche andare diversamente no? Io non sono approdata su questo blog cercando di capire come risolvere il mio matrimonio bensì come diamine superare tutto ciò che mi è accaduto con l’amante. E vedo che siamo in tantissime nella stessa situazione… Noto che si tende spesso a dire che abbiamo qualcosa di irrisolto noi se siamo finite in storie malate. Io non la vedo così…

  • Nina, 19 Novembre 2020 @ 19:53 Rispondi

    Il problema è che nessuna di noi pensava di essere manipolabile e invece alcune di noi lo sono state. Io credo davvero che possa succedere a chiunque e so o molto più umile di un tempo, quando forse mi sentivo più ganza e forte. Ho preso in effettuna nasata notevole, ma in ogni caso anche imio ex ha passato la vita a manipolare il mondo intero e nessuno se ne accorge tranne, immagino, noi sue ex. C’è però da dire che anche se tutti lo venerano, quando ha avuto davvero bisogno non ha trovato nessuno ad aiutarlo, tranne la sottoscritta. Quindi forse sotto sotto i cari amici adoranti lo sanno che è uno di cui è meglio non fidarsi..

  • Crocus, 19 Novembre 2020 @ 19:55 Rispondi

    @Cossora, io non so come ringraziarti per le bellissime cose che mi scrivi. Questo commento l’ho salvato, è davvero prezioso. Mi hai fatto commuovere. ❤️ ❤️ ❤️. E soprattutto mi aiuti davvero tanto a reagire e a ritrovare me stessa. Ti abbraccio anche io.

    PS. dico solo una cosa sull’incazzatura :-). Durante la giornata sono molto ma molto meno incazzata rispetto anche solo a un mese fa. È che quando vi racconto i dettagli naturalmente mi sale la scimmia (ma credo che sia assolutamente normale). Sarò definitivamente guarita quando riuscirò a parlare di quei dettagli con tranquillità, come se non fossero roba mia. Ora comunque sono contenta se raccontando la mia storia posso essere di aiuto per quelle ragazze che stanno vivendo una cosa simile e che possono ancora salvarsi.

  • Crocus, 19 Novembre 2020 @ 20:09 Rispondi

    @elleelle, oddio che roba brutta la faccenda che racconti su amici e parenti che sanno di come sono andate le cose. E soprattutto della parente che continua a mettere like a tanti post di lui. Grazie per condividere con me la tua storia, ci vedo davvero molto del mio ex. Se io raccontassi alle conoscenze che abbiamo in comune ciò che lui è stato in grado di fare/dire non ci crederebbe nessuno talmente è visto come una persona eccezionale (ovviamente io mai farò una cosa simile, non mi interessa affatto, non voglio che si creino squadre tipo voto per te voto per lei, sono cose che non sopporto ed è di fatto ciò che fatto sua moglie nei miei confronti). Però si, certe persone vivono di manipolazione. Quindi forse gli irrisolti sono loro… Non saprei. Resta il fatto che con questi comportamenti distruggono la vita delle persone e se ne fregano pure.

  • Crocus, 19 Novembre 2020 @ 20:13 Rispondi

    @elleelle, ma certo che i problemei e i difetti li abbiamo tutti. Ma qui stiamo parlando di persone che vivono di menzogna, di persone menefreghiste e soprattutto parliamo di bravissimi attori. Sui dubbi ti capisco, anche io li avevo ed è qui che ho sbagliato, dovevo ascoltarmi, invece giustificavo il tutto con il fatto che viviamo una situazione difficile, lui poverino stressato al lavoro, lei lo massacra poi sai ci sono i figli bla bla. Un paio di palle, l’unico che stava davvero “bene” (nella sua menzogna finché è durata) era lui.

  • Outlier, 19 Novembre 2020 @ 21:49 Rispondi

    Concordo con molte di voi, dopo una serie infinita di “si… però… vedi” bisogna andare via. E io se avessi scoperto il blog di Ale al tempo forse mi sarei risparmiata sei anni. Ci ripensavo oggi a sta roba del ti amo ma. Mi diceva che non mi mancava nulla ma non potevano stare insieme per questione di tempo, ovvero aveva già trovato moglie e fatto figli. Certo, perché uno non può decidere in corso d’opera che magari ci si innamora di qualcun altro? Gia solo se ti guardi attorno vuol dire che il tuo matrimonio ha problemi. Poi se per 6 anni ha tradito la moglie con me viene a dirmi che ne è innamorato e che io sono arrivata dopo. Ma vi pare?

  • Oldplum, 19 Novembre 2020 @ 23:46 Rispondi

    Se hai cercato fuori @crocus, vuol dire che c era e c è qualcosa di irrisolto. C è ancora. Hai detto milioni di parole sul tuo ex e una o due (forse) su quello che è ancora tuo marito . Mi pare tu abbia detto che ora sei ancora troppo destabilizzata dall ex per pensare di separarti. Quando capirai che liberarti (da entrambi) risolverà (entrambi e pure te), avrai concluso il tuo calvario. Io mi sono sentita manipolata ad un certo punto. Ma era solo una giustificazione. Ero io a voler continuare. Non ero costretta a farlo. Ero innamorata. Ora mi rendo conto di non esserlo più, non come prima. E considera che mi sono separata un anno e mezzo fa. Non per lui. Per me e per il mio ex marito. Perché lo rispetto. E rispetto me stessa. Da lì è passato un anno di rinascita. E poi ho lasciato anche lui. Mai forzare le cose. Seguire il flusso. Se non è andata, se non va significa che c è altro, meglio che ti aspetta. Dagli la possibilità di manifestarsi. Non bloccarlo rimanendo aggrappata ad un passato che puzza di morto.

    • alessandro pellizzari, 20 Novembre 2020 @ 08:13 Rispondi

      Prima risolvi il fronte esterno amante poi quello interno coniuge. Non ci si mette a dieta e si smette di fumare contemporaneamente

  • Crocus, 20 Novembre 2020 @ 08:33 Rispondi

    @Oldplum, perdonami ma direi che non ci capiamo. Provo a ripetere. Parlo tanto di quello che è il mio problema in questo momento. Non vedo perché debba dire di più di mio marito. E onestamente, stando a ciò che leggo qui a casa di Ale mi sembra che il 90% dica poco e niente del marito (giustamente) e milioni di parole sull’amante stronzo, giustamente. Se sono in casa con mio marito non significa che io non lo rispetti. Anzi. Abbiamo trovato un nostro nuovo equilibrio e per ora va bene così. Continuo a pensare di non essere una persona irrisolta e continuo a pensare che chiunque possa essere manipolato per un lungo periodo senza accorgersene.

    Avevo letto uno dei tuoi commenti in cui raccontavi di aver tradito due volte tuo marito e tra la prima e la seconda volta erano passati 10 anni. Per 10 anni ti sei sentita una persona irrisolta? Mi sembrano tanti sinceramente per vivere con un peso così (intendo dire di sentirsi irrisolte). Mi farebbe piacere avere una tua risposta, giusto per capire come hai vissuto tutto quel periodo, non deve essere stato facile. Grazie.

  • Azzurra, 20 Novembre 2020 @ 08:35 Rispondi

    @Alessandro in queste tue poche parole hai espresso chiaramente il mio pensieto. Questa persona deve uscire dalla mia testa, una volta uscita avrò la lucidità di affrontare il passo successivo qualunque esso sia. Bisogna fare chiarezza in sé stessi prima di muoversi in qualunque direzione, altrimenti si rischia di continuare a far male a tutti. Quando si esce da queste storie siamo come delle macchine impazzite ad una velocità così forte da investire chiunque ci troviamo davanti e si possono fare solo danni irreparabili. Bisogna ritrovare la calma, il nostro centro e poi procedere per gradi. Lo devo a mio marito e anche a me stessa

  • Crocus, 20 Novembre 2020 @ 08:35 Rispondi

    @Ale, grazie mille. È ciò che sto facendo. Ho seguito il tuo consiglio datomi durante il counseling e quello dello psicologo. Non era oggettivamente possibile fare entrambe le cose contemporaneamente, sarei finita al manicomio probabilmente.

    • alessandro pellizzari, 20 Novembre 2020 @ 08:51 Rispondi

      esattamente. Dai che insieme ce la facciamo!

  • elleelle, 20 Novembre 2020 @ 08:54 Rispondi

    @Oldplum
    La mia psicologa aveva detto a me la stessa cosa che ha detto @Ale, cioe’ prima si esce dall’esperienza con l’amante, poi ci si occupa del coniuge. Soprattutto se l’esperienza e’ traumatica, non si puo’ fare tutto in poco tempo, ci vuole un po’ di pazienza.
    Sento io stessa la differenza terribile tra una relazione normale che finisce e una relazione malata che finisce. Le dinamiche sono completamente diverse. Le relazioni malate non si sviluppano come quelle normali, non evolvono con gli stessi tempi e alla fine non c’e’ lo sfumare del sentimento. E’ tutto rapido, imprevedibile, troppo intenso e alla fine scioccante per chi lo vive.
    Non potrei mai mettermi nei panni di chi scrive qui con le mie esperienze precedenti, che sono state esperienze normali. Mi posso immedesimare solo perche’ ho vissuto questa relazione malata con il mio ex. Il fatto che tante persone che vivono queste esperienze devastanti pensino addirittura al suicidio la dice tutta, secondo me.

  • Crocus, 20 Novembre 2020 @ 09:04 Rispondi

    @Out bella come stai? Ti sento molto giù… Hai ragione, dopo tanti “se mi ma mu” bisognerebbe andarsene e invece restiamo perché ormai siamo troppo innamorate. Tutto ciò che dicono dal “perché non ti ho incontrato prima” al “e i figli tu non capisci” sono solo cialtronate per tenerci buone ancora. Poi c’è anche chi si spinge oltre (vedi il mio) con “io con lei non ci starò mai più ma a prescindere da te, la nostra famiglia si merita ecc” e tutte quelle amenità che fanno schifo quando basterebbe solo un po’ di sincerità e dire “mi piace trombare con te, la famiglia non la lascerò mai, ti va di rimanere a queste condizioni?” Lo so sto parlando di utopia. Però poi si sa che a quelle condizioni nessuna ci starebbe ed ecco che si crea un circolo vizioso.

    Un abbraccio cara, dai che se ne esce!

  • Crocus, 20 Novembre 2020 @ 09:06 Rispondi

    @Ale, sto già vedendo i primi risultati e sono contenta. Grazie di tutto ❤️

  • elleelle, 20 Novembre 2020 @ 09:08 Rispondi

    @Oldplum
    Credo che siano cosi’ devastanti perche’ queste persone disturbate non hanno la capacita’ di elaborare le cose dentro di se’ e poi decidere, in modo calmo e ragionato. Ti coinvolgono in tutta la loro turbolenza interiore, giorno dopo giorno, senza mai riflettere veramente su quello che gli sta succedendo. Lo fanno perche’ la loro infelicita’ interiore e’ perenne e ha bisogno di uno sfogo immediato e lo sfogo e’ su di te.
    Il mio ex e’ come una pentola a pressione: la pressione aumenta e aumenta, finche’ poi salta. Ma non salta una volta, salta 100 volte e tutte le volte sei sulla traiettoria. Esplosioni piccole e grandi che non sai mai quando arrivano e cosa comportano. Il mio ex lo ha fatto con me, lo ha fatto con la moglie, lo fa con i suoi amici, lo fa sui social. E’ una mina vagante che fa danni di varia entita’, anche a se stesso.
    Solo che subito non te ne accorgi, perche’ sono bravissimi a fare le brave persone, vittime delle circostanze, di un destino ingrato e di persone che non riconoscono il loro valore. Anche se hanno tutto e spesso molto di piu’ di molti altri, il loro mondo interiore e’ un tormento e tu ne diventi parte senza che loro abbiano alcuna voglia di cambiare.
    Quando te ne rendi conto dopo, spesso e’ troppo tardi perche’ sei gia’ devastata dentro anche tu.
    E’ molto fortunato chi non ha mai vissuto un’esperienza di questo tipo, perche’ riesce a mantenere un po’ di fiducia in se stesso e per il futuro. Per gli altri il percorso e’ molto lungo.

  • Oldplum, 20 Novembre 2020 @ 09:24 Rispondi

    Io ho fatto il contrario ed è andata bene: solo lasciare ciò che mi ha portato fuori mi ha dato la forza di lasciare anche l’amante.@ale

  • Oldplum, 20 Novembre 2020 @ 09:26 Rispondi

    Si @crocus. Irrisoltissima.Ho pensato per 10 anni al mio primo amante (single) capendo poi che non era lui che volevo ma solo uscire dal mio matrimonio. Ora penso solo a me. Sono felice. Mi sento felice.

  • cossora, 20 Novembre 2020 @ 10:04 Rispondi

    @Crocus le cose belle si hanno dentro, e quando qualcuno te le tira fuori non è che fa una magia. C’erano già, è solo questione di come ci si pone.
    Io uso sempre il cuore, per me così non si sbaglia mai.
    Ma è la mia opinone, qui è pieno di gente che mi scredita, onestamente non capisco perchè si sbattano tanto a dirmi come devo pensarla, e non si occupano di come la pensano loro.
    Presunzione, credo.
    Ma me ne fotto, come sempre 🙂

  • Viovio, 20 Novembre 2020 @ 14:56 Rispondi

    @Outlier anche a me diceva non avessi nulla che non andava ma era la situazione sbagliata, odiavo questa frase. Era come se volessi consolarmi, facendomi sentire apprezzata però la vita ci aveva impedito di stare insieme: quante cazzate! Ognuno di noi è libero di scegliere, quindi non sta scritto da nessuna parte l’impossibilità piuttosto è la non volontà nel compiere o meno un’azione.
    Il mio ex e’ convintissimo di non aver fatto nulla di male, addirittura si apostrofa come un bravissimo ragazzo (queste le sue ultime parole alle mie accuse) dal momento che non ha mai nascosto la sua situazione si è sempre lavato la coscienza in questo modo, ma non è così che funziona.
    Dopo sei anni di amantato venirti a dire di aver riscoperto l’amore per la moglie lo rende ancora piu’ridicolo, tutte scuse per non assumersi le proprie responsabilità nei tuoi confronti e dirti realmente come stanno le cose, magari si e’ invaghito di una terza donna.. che cialtrone

  • Viovio, 20 Novembre 2020 @ 15:45 Rispondi

    @Crocus sto facendo lo stesso, prima devo risolvere il problema amante poi passerò a mio marito. Farlo contemporaneamente sarebbe stato un suicidio.

  • Vita, 20 Novembre 2020 @ 19:10 Rispondi

    Caro @alessandro, carissime ragazze,
    Vi leggo e vi penso, non scrivo tanto perché sinceramente mi pare ormai di aver detto tutto e ora non mi resta che aspettare e vedere cosa succederà nella mia vita. Vi abbraccio e ogni tanto torno a salutarvi e aggiornarvi. Di grandi novità per il momento non ne ho.

  • Ariel, 20 Novembre 2020 @ 19:42 Rispondi

    @cosdota cara non credi che conti tanto come tu prendi e interpreti i commenti rivolti a te non come persona che qui nessuno si conosce ed esiste una privacy per tutti e quindi ciascuno di noi rappresenta il caso di esperienza di cui qui ha scritto
    E quindi essere buone di cuore non ha nulla a che vedere con il personalismo con cui non accetti nessun commento che possa metterti i difficoltà tua nel interpretare ciò che si scrive e il come
    Ti ricordo che il cuore NON È TUA ESCLUSIVA APPARTENENZA e ti rammento che ogni qualvolta qualcuna di noi me compresa ti ha mosso le sue Critiche costruttive sui tuoi esperienza di continui andare e ritorni pianti e scrivete di tutto e di più verso ex che poi non era ed che poi era cialtrone che poi no era stronzo perché tacchina a la tua amica Ecco per favore ridimensiona il tuo cuore che qui c’è lo abbiamo uno ciascuno il suo e siamo lungi dal arrogarci il diritto di non credere al proprio privato
    Ti ho scritto il mio commento sincero e di ravvedimento nel pensiero che se tu sei felice come una pasqua avrai i tuoi motivi di privacy provata

    Neanche questo ti basta
    Infatti mi hai risposto che sto acida come lo yogurt

    Ma Cosdora perché stai così n difficoltà ad accettare Critiche ?
    Che sono solo espressione di esempi sui vasi raccontati qui e le dinamiche di realtà del funzionamento di queste relazioni veramente difficili visto che molte te compresa ci hai stazionato per anni a farti da crocerossina credi di essere la unica ?
    Certo che hai un cuore vorrei ricordare che qui ciascuna porta la sua esperienza e ognuna è un dono per chi solo ha la voglia di essere onesta con se stessa
    Se poi tu non credi alla mia buona fede
    È un problema tuo
    Cn il mio cuore ti abbraccio!

  • Crocus, 20 Novembre 2020 @ 19:44 Rispondi

    @Cossora, sai che anche io sono una che usa tanto il cuore? E vista l’esperienza che ho vissuto con l’amante pensavo di essere sbagliata nel metterci il cuore in tutto quello che faccio e invece no. Hai ragione tu. Se ci metti il cuore non ci si sbaglia mai. Un’altra cosa che ho imparato stando qui è che siamo tutti diversi e non devo imporre il mio modo di pensare a nessuno come nessuno deve dire a me quello che devo fare o come devo pensare. Poi io adoro i consigli se detti con i dovuti modi, sono una ragazza aperta di mente quindi ascolto, medito, analizzo, traggo le mie conclusioni. Sulle cose belle mi trovi assolutamente d’accordo. Io ho tanti difetti @Cossy ma tra i pregi c’è il fatto che ho un cuore enorme. Non provo invidia, non provo malizia e anche se ho subìto parecchio negli ultimi due anni e ho fatto pensieri del tipo “ora devo diventare stronza pure io bla bla bla”. E invece no, non voglio snaturarmi (a parte che è impossibile). Certo, sono diversa da quella di prima e meno male, se non imparassi una lezione da tutto ciò sarei proprio una cretina. Ma io voglio restare Crocus e semplicemente stare più attenta a ciò che mi si racconta. Tutto qui. È giusto anche imparare a fregarsene a una certa. Brava @Cossora, spero davvero di riuscire ad incontrarti un giorno. Attraverso i tuoi commenti traspare tutta la tua bellezza. Ce ne fossero di persone così. ❤️

  • Outlier, 20 Novembre 2020 @ 19:47 Rispondi

    @Crocus cara si è vero, oggi è una di quelle giornate no ma spesso anche gli ormoni fanno la parte loro!
    Devo dire che sono quelle frasi che lì al momento mi ha fatto sentire onnipotente ma fino ad un certo punto, ovvero vedere che nonostante tutte queste cose che non mi mancano lui non sta qui con me. E le frasi di repertorio non cambiano nulla. Come ha detto @Cossora in un post, non mi ha voluta per mancanza di coraggio o perché stravolgere tutto era per lui troppo. Comunque non mi ha voluta. Sopravvivrà ad un secondo lockdown? Può essere. Io non voglio preoccuparmene perché io sono sola a pensare a me
    Ti abbraccio forte

  • Crocus, 20 Novembre 2020 @ 19:47 Rispondi

    @Old, sono contenta per te. Per il fatto che tu sia felice. Sul fatto che hai fatto il contrario, penso che sia tu l’eccezione. E ripeto, le esperienze che viviamo alla fine sono tanto simili, ma tanto diverse anche. Come diceva qui sopra giustamente @elleelle certe cose sarebbe stato meglio non averle vissute. E soprattutto non le auguro neanche al mio peggior nemico. Beh al mio ex e a sua moglie un pochino si forse ;).

  • Outlier, 20 Novembre 2020 @ 19:48 Rispondi

    Si @Viovio devo dire che dopo un po’ di volte iniziavano a starmi strette certe frasi perché la vedo una cosa stupida. Cioè tu stai affermando che per questioni di tempo non possiamo stare insieme e quindi ti sottrai alla possibilità che la vita ti ha dato? Mah.

  • Crocus, 20 Novembre 2020 @ 19:53 Rispondi

    @Viovio, anche io odiavo quando mi diceva che in me ha trovato tutto ciò che ha sempre desiderato da una donna però sono arrivata nel momento sbagliato. Fatti tutti con stampino. E concordo anche io sul fatto che venire a dire a @out dopo 6 anni che ha riscoperto l’amore per la moglie fa davvero schifo. Io sono convinta che se incontrassi ora il mio ex mi direbbe esattamente la stessa cosa. Quando gli avevo fatto la domanda “quindi sei tornato con lei?” E lui ha negato dicendo “io questa donna non la amo capisci o no, sono rimasto qui da separato in casa” beh ora se potessi davvero gli sputerei in un occhio. Mi ha pigliata per il culo fino all’ultimo secondo. Mi ha detto “mi sta scivolando la vita tra le mani” e due giorni dopo sereno e felice in vacanza con lei. Ahahahaha no vabbeh dei clown!

  • Azzurra, 20 Novembre 2020 @ 21:47 Rispondi

    @Elleelle le tue parole racchiudono quello che ho vissuto io col mio ex. Solo chi vive storie con persone così “complicate” può capire. Hai scritto : “il loro mondo interiore e’ un tormento e tu ne diventi parte senza che loro abbiano alcuna voglia di cambiare.
    Quando te ne rendi conto dopo, spesso e’ troppo tardi perche’ sei gia’ devastata dentro anche tu.” Leggendole ho provato un profondo senso di sconforto, io lo sentivo, lo percepivo quel tormento. Avrei voluto accarezzare e prendermi cura di quel tormento e così ho fatto tanto che quel tormento è diventato il mio. Non ero più io. Non potevo piu continuare così. Più io mi spegnevo più lui stava bene. Negli ultimi tempi io sono sicura che metteva in atto comportamenti che mi facevano soffrire solo per il gusto di vedere la mia rabbia, il mio dolore. Ora sto molto meglio ma certe cose non le dimenticherò mai. Grazie @Ellelle

  • Nina, 21 Novembre 2020 @ 00:26 Rispondi

    Io sono un’altra che ha visto un bel tormento di cui prendersi cura e ci si è buttata a capofitto. Non posso nemmeno dire che mi ha succhiato il sangue perché ero pronta a cavarmelo io e ad anticipare ogni sua richiesta. Lu stronzo perché ne ha approfittato, io ingenua che mi sono messa, perdonatemi il francesismo, giù a 90.

  • elleelle, 21 Novembre 2020 @ 07:49 Rispondi

    @azzurra
    Ho pensato anche io che il mio ex certe cose le facesse apposta per farmi star male, soprattutto negli ultimi mesi.
    Ricordo che un giorno, dal nulla, cominciò a scrivermi a monosillabi. Gli dissi che così mi faceva star male e che mi avrebbe fatto piacere che mi avvertisse se era di cattivo umore, soprattutto se non a causa mia. Mi disse che aveva capito, che avrebbe cercato, che si rendeva conto di avere un carattere difficile, che faceva così anche in casa e bla bla bla.
    Non ti dico quante volte ha ripetuto lo stesso comportamento nei mesi successivi, dimenticando quello che gli avevo chiesto.
    E sai cosa c’è? Involontariamente gli avevo dato la certezza che se faceva così, mi avrebbe fatto stare male. Farmi star male per due-tre giorni e poi essere carino per altri tre non era che un modo per creare in me il famoso “ciclo di rinforzo” che alla fine ti mette in una posizione di sudditanza psicologica. Vivi letteralmente con il timore di fare o dire qualcosa di sbagliato che possa scatenare un suo silenzio e un suo rifiuto nei tuoi confronti. Quindi pian piano ti metti in un angolo e taci, non chiedi, non rischi che lui reagisca male. Ed è questa la cosa terribile, che perdi te stessa. È per questo che quando finisce stiamo così male.

  • Viovio, 21 Novembre 2020 @ 09:07 Rispondi

    @ciao Vita! Spero arrivino presto belle novità, così ci aggiornerai 🙂 un abbraccio cara

  • elleelle, 21 Novembre 2020 @ 09:10 Rispondi

    @Oldplum
    Dici che hai pensato al tuo amante single per 10 anni e poi hai capito? Se è così, ti sei presa il tuo tempo, non trovi?
    Qui ci sono donne fresche di esperienze molto traumatiche e pochi mesi non sono sufficienti per aver già fatto chiarezza su tutto. Come ho detto in un altro mio commento, queste sono rotture dolorosissime, in cui viene a meno la fiducia nel genere umano e vanno affrontate nel modo giusto.
    La fiducia non viene a meno perché le donne in questione sono delle smidollate ma perché se vai a guardare bene nelle pieghe delle loro relazioni, scopri forme molti sottili di maltrattamento mentale continuo.
    Non riesci più a capire cosa è vero e cosa è falso, la tua mente non riesce a conciliare il fatto che vivi determinate cose e allo stesso tempo ricevi il messaggio opposto. Arrivi a un punto in cui perdi la fiducia perché non ti ritieni più in grado di capire quello che ti succede.
    “Come ha fatto a fregarmi così, come ho potuto non rendermene conto?” è la frase che senti dire da tutte le donne che hanno attraversato questa esperienza e che non hanno più fiducia, a causa di un uomo che le ha truffate, non c’è altro modo di definirlo.
    Finché non ricostruisci questa fiducia, non vai da nessuna parte perché là fuori, nel mondo che ti circonda, non ti senti sicuro.

  • Azzurra, 21 Novembre 2020 @ 09:14 Rispondi

    @Ellelle tutto vissuto sulla mia pelle. È per questo che sento il tuo dolore come se fosse il mio. Io se provo a ripensare a quei momenti mi sale l’ansia, devo distogliere il pensiero altrimenti sto veramente male. Io ricordo gli ultimi giorni prima di essere lasciata in cui gli ripetevo che mi faceva star male il fatto che lui mi scrivesse, io gli rispondevo e lui tranquillamente si spostava su altre chat ignorandomi. Mi lasciava come una cretina in attesa che facesse i suoi comodi poi riprendeva con me esigendo che io rispondessi subito. Ero stanca di far finta di nulla, di stare zitta a subire. Gli ho detto che era un cafone maleducato, gli ho detto che se preferiva parlare con altri o altre era libero di accomodarsi ma che io non ero e mai sarei stata la sua schiava. La sua risposta? Sei esagerata,sei capricciosa e dispettosa, sei infantile sei l’unica “donna” che mi fa perdere le staffe. Così gli chiesi l’unica donna perché quante ne hai? E lui rispondeva che era un modo di dire. Gli dissi che ci sono donne che vogliono divertirsi e donne che non vogliono. Che sulle prime non ho nulla da dire è una scelta personale, sulle seconde se vuoi divertirti non devi dirgli che le ami! Che quando si gioca si gioca insieme altrimenti si diverte solo uno : quello che bara. Inconsapevolmente mi ha fatto un regalo che inizialmente non ho apprezzato : lasciarmi. Di questo gli sarò sempre grata perché io non avrei mai avuto la forza di farlo

  • Viovio, 21 Novembre 2020 @ 09:36 Rispondi

    @Cara Crocus i separati in casa pullulano da queste parti ahahah rido per non piangere.
    Il mio uguale al tuo: non la amo, stiamo insieme solo per i figli, da mesi non ci diciamo nemmeno buongiorno e buonasera poi… sono partiti per le vacanze, andavano insieme a fare la spesa, la accompagnava dai parenti, non si imponeva per mandarla a lavorare nonostante con me manifestasse un grande disagio (è sempre stata molto allergica alla fatica) e potrei continuare all’infinito.
    Erano talmente separati in casa che lui se ne guardava bene da destare sospetti, se ci penso mi viene la nausea!
    Perdona l’astio ma oggi è una giornata no, sarà che me lo sono pure sognato stanotte e la rabbia si è ripresentata con un sacco di flashback sulla nostra storia. Quando faceva i sorrisini alla moglie durante le cene davanti a me, oppure i commenti sdolcinati sui social ed io cretina a volergli credere ad ogni costo! Quanto durerà ancora questo periodo di m….? Uffffffff
    Un abbraccio grande grande e scusa lo sfogo

  • Viovio, 21 Novembre 2020 @ 10:14 Rispondi

    @cara Elleelle quando parli del tuo ex mi vengono i brividi, sarò ingenua ma non riesco proprio a capire che gusto si provi nel far soffrire le persone.
    Lui aveva questo tipo di “perversione” nei tuoi confronti ed è una cosa orribile. Quello che ti è successo potrebbe accadere a chiunque, quando parli del timore di dire o fare qualcosa di sbagliato e alla lunga ti metti in un angolo perdendo te stessa.
    L’amore non ha nulla a che vedere con queste dinamiche, però esistono persone così meschine in grado di farci cambiare solo per un delirio di onnipotenza.
    Sono felice tu abbia capito e ti sia salvata, perché era veramente una relazione tossica.

  • Oldplum, 21 Novembre 2020 @ 13:00 Rispondi

    @crocus cara. Sono felice di essere una eccezione. Una eccezione che ha portato ad una vita migliore.
    Per questo condivido qui il mio percorso. Perché con me ha funzionato.
    La prima volta che ho cercato amore fuori da un matrimonio e sono stata lasciata dall’amante single “logorato” (cit) dalla mia indecisione, ho cercato di recuperare con mio marito. Nulla. Dieci anni a cercare di farlo dieci anni con la testa piena dell’altro. Era un bisogno. Poi è arrivato il mio ex. E mi ha salvata. Mi sono salvata grazie a lui.
    Ora sono libera, felice, realizzata e negli ultimi 4 mesi ho avuto una crescita interiore che mai ho avuto in tutta la mia vita.
    Buona fortuna, un bacio grande

  • Ariel, 21 Novembre 2020 @ 13:01 Rispondi

    Ma @Crocus cara avecvo già scritto un commento che non so se poi @CaroAlessandro pubblicherà intervenendo o meno
    Ed era ed è Critico nei confronti di ciò che hai scritto qui ,
    Qui ne scrivo un altro commento per cercare di riuscire a trasmettere la mia vera buona intenzione come una Critica costruttiva priva quindi di qualunque intenzione negativa verso chicchessia

    il metterci il cuore nella vita non significa però “ piegarsi a novanta” cito la Carissima @Nina
    Non bisogna confondere la propria sensibilità che ognuno ha la sua dipinta da mille sfumature di colori unici per ciascuna persona

    Spesso si confonde l’espressione delle parole in cui ciascuno di noi mette un significato già diverso perché ciascuna parola esprime il proprio vissuto e cioè ogni parola aggettivo verbo ecc. ognuno lo interpreta secondo il proprio vissuto emotivo di crescita antica

    Ad esempio il come e cosa si attribuiva nella propria famiglia di origine il significato delle parole attribuite a fatti concreti accaduti

    Ecco che parlare sempre e solo di cuore non sempre resta un bene percepito dagli altri

    Sembra appare una Ostentazione Un espressione sibillina
    Non comparire con accuse precise rivolte a qualcuno
    Ma fare “ la faccia innocente e generica” del qui per caso specifico che sono tutto cuore e amore e e una favola di persona
    Che Sto arrivando! ! Scrivere sempre perfetta e corretta

    Come a sottoindere che invece qualcuno qui non lo fa ,ma ,mi raccomando ,sempre col cuore lo scrivi

    Insomma @CaraCrocus non è necessario specificare la ODE al proprio avere cuore
    Perchè non è certo scrivendolo che si percepisce la tua sensibilità vera

    Non hai bisogno di OSTENTARE che tu metti cuore in tutto
    Che significherebbe ????

    Che gli altri non ce lo hanno e non ce lo mettono in ogni cosa che vivono?

    Un conto è scrivere un apprezzamento sentito da te a@Cossora cara e con cui concordo in pieno si Cara @Cossora come Cara Donna che qui come te e me e milioni di persone hanno scritto raccontato la propria esperienza vissuta

    Ma il cuore lascialo stare dove sicuro c’è lo hai esattamente come tutte le persone percepisco qui sul Blog lo possiedono e lo vivono in ogni loro espressione scritta

    Non confondere le parole
    La Chiarezza Espressiva è la migliore dimostrazione del cuore che si possiede
    Emozioni che vengono fuori senza paura di mostrarsi libere di esprimersi come ci si sente e si pensa
    Senza per questo dover OSTENTARE il proprio cuore

    Che tutte e tutti qui c’è lo abbiamo!

    Col mio cuore abbraccio anche te !

  • Ariel, 21 Novembre 2020 @ 13:07 Rispondi

    @CaraNina qui siamo in buona compagnia per la posizione figurata in cui hai espresso semplicemente il fatto di aver vissuto una relazione tossica
    Come sai già sicuro tutte le persone possono essere prede e cadere in queste dinamiche distruttive
    Relazioni manipolazione negativa per se stesse

    E questo è importante non diventare mai che se ci si è cadute nella rete non significa essere inadeguati o in colpa di nulla

    Può accadere a chiunque!
    Importante è uscirne vive in ogni senso e rinascere a nuova vera vita che ogni esperienza è una occasione di evoluzione personale!!!

  • Ariel, 21 Novembre 2020 @ 13:24 Rispondi

    Va bene
    Forse scherzavi visto che non hai pubblicato la mia precisazione sul fatto concreto che non sufficiente parlare di mantra e manipolazione tout court ,perché tutti manipoliamo nel momento in cui ci si esprime in ripetizione tipo mantra esattamente come il mio mantra è quello di tutte le frasi che qui stanno scritte da te e dal tuo Blog ,ma manipolazione a mantra POSITIVO e cioè finalizzato ad aiutare chi sta in difficoltà emotive e di vissuti distruttivi

    Mentre un Manipolatore relazionale CIALTRONZO manipola con uno schema e scopo ben preciso
    Soddisfazioni dei propri bisogni con lo scopo di ferire se occorre le proprie Donne o Uomini fregandosene di creare e darle sofferenza

    Secondo me molte persone ,non certo tu ,ma in generale molte persone non fanno caso a questa differenza sostanziale
    Come sempre il significato delle parole espresse ha un rilievo importante nella chiarezza espressiva

    Certamente ho capito che scherzavi e che era una battuta umoristica di tono pungente
    E lo so,è lo sai che noi due qui ci pungiamo non sempre siamo d’accordo ,ma
    Questo per me costituisce il sale dei pensieri la vera Bellezza dello scambiare pure nella libertà del essere se stesso così come viene
    Senza mai offendersi ,

    Si ,ci punzecchiamo ,
    E ma perché
    Ci amiamo,

    Col ma,però!!!!
    Ah ah ah
    Scherzo ovviamente!!!
    Ah ah ah

  • Crocus, 21 Novembre 2020 @ 15:54 Rispondi

    @Ariel, onestamente non ho capito un granché del tuo commento. La critica si, l’ho capita perfettamente. Se permetti dopo due anni buoni in cui mi sono data addosso da sola e dopo che mi hanno dato addosso gratuitamente delle persone di m**** posso dire di avere un cuore enorme? In certe situazioni a dire il vero avrei preferito non averlo. Che poi mica ho detto che le altre qui sul blog non lo hanno. Parlavo di ME. Non mischiamo per favore le cose. Se ci diamo delle stupide non va bene, se diciamo di avere un cuore grande non va bene, vabbuò ja come la giri rigiri non ci si prende mai. Poiché sono sempre stata molto critica nei miei confronti, ho deciso che è giunta l’ora di iniziare ad apprezzarmi e ad amarmi un po’ di più. Faccio del male a qualcuno? Non credo. Manco di rispetto qualcuno? Nemmeno. Voglio solo valorizzarmi un po’ di più e vista la storia drammatica che ho vissuto non può che farmi bene.

  • Crocus, 21 Novembre 2020 @ 16:03 Rispondi

    @Viovio, io e te siamo comunque telepatiche. Giornatina no anche per me e soprattutto mi sono venute in mente tante di quelle situazioni in cui mi pigliava per i fondelli ed io non me ne rendevo conto. Ecco, la frase sul destare sospetti è proprio ciò a cui ho pensato oggi. Tutta la mattinata ho avuto questo chiacchiericcio interno in cui gliene dico di ogni. Una che ti fa da appendice e coinquilina ma ti chiama con la stessa foga di prima? Perché dovresti avere paura di destare sospetti se tra di voi non accade nulla? Ma che cogliona dio santo a bermi tutte quelle baggianate. Anche lui non la amava, stavano insieme solo per i figli e anche lei allergica alla fatica. Oh amica, non possiamo dire di aver avuto lo stesso amante perché il mio è stato scoperto e il tuo no, ma per tutto il resto un clone :D. Un abbraccio bella @Viovio, passerà.

    P.s. ma tuo marito in tutto ciò non ha mai sospettato nulla?

  • Crocus, 21 Novembre 2020 @ 16:06 Rispondi

    @Azzurra, anche io penso che mi abbia fatto un regalo lasciandomi perché io probabilmente non lo avrei mai fatto. Ero a un livello di sfinimento talmente alto che non sarei proprio stata in grado di agire. Se ripenso alla me di quei momenti mi vengono i brividi. Ero messa malissimissimo. Comunque il tuo ex mi fa molta paura…

  • Crocus, 21 Novembre 2020 @ 16:10 Rispondi

    @oldplum, grazie per aver condiviso questo pezzetto in più della tua storia, del tuo percorso. Dieci anni sono davvero tanti, troppi, così a naso credo che potrei impazzire però è proprio vero che nelle situazioni bisogna trovarcisi, quello che conta è che alla fine sei riuscita a liberarti da quelle catene che ti tenevano attaccata ad una vita che non ti piaceva più.

  • Oldplum, 21 Novembre 2020 @ 19:06 Rispondi

    @ellelee quella sposata ero io allora, non lui. E poi non hai capito che sto solo raccontando la mia esperienza di modo che possa essere un esempio, non una imposizione. Io ho impiegato 10 anni a capire che il mio matrimonio era irrecuperabile? Ho fatto il sunto. Vuoi leggerlo? No? Ok. Per me è eguale. Non è che sono qui a dire come si dovrebbe fare. Ho solo detto come ho fatto io.
    Vuoi star male? Va bene. Puoi decidere solo te. Che cosa vuoi che ti dica?
    Madonna oh.
    Sembra quasi che vogliate trovare giustificazione a quello che provate e se uno vi fa vedere la cosa da un altro punto di vista mettete muro e basta. Senza nemmeno spenderci un pensiero.

  • Oldplum, 21 Novembre 2020 @ 19:58 Rispondi

    A volte vorrei ci fosse un blog dei mariti traditi che hanno scoperto che la moglie è rimasta X anni con loro senza dir nulla sul fatto che ci rimanevano perché lasciate dall’amante, perché era troppo doloroso per loro lasciare il marito dopo essere state turlupinate da un altro o perché sarebbe stato troppo doloroso per il marito (che cuori grandi).
    Ora mi tirerò le contumelie del 90 per cento del blog. Me ne frego.
    Sapete, mi crea davvero un certo scompenso leggere persone che danno del traditore mentitore bastardo doppiogiochista manipolatore agli ex amanti tornati a Canossa, standosene pure loro al piano 2^ di Canossa city.
    Quando ci vuole ci vuole.
    Ora aprite le gabbie. Sbranatemi.

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 00:05 Rispondi

    @Oldplum
    Allora te lo dico meno velatamente, visto che anche tu ti rifiuti di capire: insistere su certi suggerimenti non fa bene a chi in questo momento sta da culo come tante qui dentro, perché ferisce e fa sentire inadeguate.
    Felicissima per te se hai risolto i tuoi problemi e stai bene ma ci sono tante persone che sono ancora all’inizio del loro cammino e hanno bisogno di tempo.
    Credi davvero che nessuna stia pensando di lasciare il marito? Secondo me ti sbagli, sono in tante che lo stanno pensando.
    Però se tu stessa ci hai messo dieci anni, non farla sembrare come una cosa che possono fare tutte dopo 3-4 mesi. Se anche gli psicologi consigliano di fare le cose a tappe, un motivo ci sarà, inutile dire che sono scuse per restare nel proprio brodo.
    Ci metto la mano sul fuoco che tante delle ragazze arrivate sul blog recentemente è già tanto se riescono ad arrivare a sera senza aver pianto dal male che sentono dentro.
    Adesso è il momento di recuperare un po’ di fiducia in se stesse, poi verrà quello di prendere le decisioni necessarie e magari tra un anno saranno tutte qui, rinate e felici. Io glielo auguro di cuore.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 08:49 Rispondi

      In effetti non ci si mette a dieta e sì smette di fumare contemporaneamente. È troppo. Prima si chiude il capitolo amante e poi si lavora sul fronte interno

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 01:15 Rispondi

    @Oldplum
    mi piace molto il tuo scrivere e aprirti in modo chiaro avendo raccontato con generosità verso noi tutte/i il tuo percorso di rinascita vera di cui mi ferito veramente con te!

    Se ho ben compreso non a caso ti sei impegnata anche con un percorso terapeutico che infatti noto da ciò che scrivi quanto ti abbia davvero fatto bene si sente leggendoti

    Ecco che mi piace nel senso che trovo molto stimolante questo tuo commento domanda riferita a chi è stata amante con marito in carica e che poi mollata protesta verso il così evidente oggettivo Cialtrone ma come tu dici il marito?

    Ora il mio pensiero è spassionato e cioè non ho il coinvolgimento emotivo perché non ho vissuto quella situazione
    Essendo vedova

    Però trovo la tua una osservazione logica e acuta
    Solo che sai la mia ipotesi e cioè essendo ipotesi non so se possa essere verità ma credo che in realtà possa essere plausibile pensare che se il matrimonio non funzionava poi amante nemmeno ma guarda caso donne che non riescono o che non riuscivano a staccarsi nè da marito nè da amante

    La miA ipotesi è che la Donna amante che si era innamorata sinceramente seriamente ecco
    Stava già da antico tempo inconsapevole di avere una tendenza a non riuscire a staccarsi ne dal marito ne dal amante

    Anche perché una minoranza si sono davvero separate non solo legalmente perché anche il fatto di farlo legalmente aiuta a chiudere dentro se stesse una storia ormai nel passato

    E sicuro il fatto di non mollare il vituperato marito o compagno fa ipotizzare una tendenza a attaccamento da croce rossa
    Che forse anche il marito potesse essere un Cialtrone???

    Non so ma sono propensa a considerare poter essere valida questa ipotesi

    In terapia di gruppo molte donne nel nostro gruppo erano dipendenti affettive prima del marito poi del amante poi del successivo amante e cioè “ vittime temporanee” di uomini manipolativi negativi sia marito sia amante e quindi ecco forse spiegato l’arcano mistero O meglio quesito da te giustamente e intelligentemente posto
    E vediamo cosa ne pensano le care Ragazze qui trovi molto utile il tuo commento che spero sia accolto come una voglia di scoprire ciascuna qualcosa di utile per se stessa

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 01:37 Rispondi

    @Crocus cara non preoccuparti non hai offeso nessuno e scriverai e spiegarsi aiuta a capirsi e apprezzarti sempre come una costante

    Ho capito dopo la tua cara risposta il perché dello scrivere che hai un cuore ma si sente in ciò che scrivi e cara ti ricordo che se siamo state scelte da un Cialtronzo infatti il primo motivo uguale per tutte noi è stato che lui ha subito capito che eravamo la preda adatta e cioè quelle con TROPPO CUORE!!
    Vai serena cara @ Crocus che ti ho ben capita e non ci sta nessuno problema

  • Cossora, 22 Novembre 2020 @ 07:06 Rispondi

    @crocus lo conosci quel motivetto che fa: sei sei bello, ti tirano le pietre. Non lo sei? Te le tirano lo stesso.
    Ecco 🙂

  • Azzurra, 22 Novembre 2020 @ 07:30 Rispondi

    @Oldplium qui mi sembra che ci sia una sola gabbia aperta, la tua. Sei tu che con questo commento stai sbranando tutte. Racconti il tuo vissuto dicendo che lo porti come esempio invece ce lo stai imponendo anche molto aggressivamente direi. Ognuno ha i suoi tempi. Tu ci hai messo 10 anni per capire che quello non era il tuo posto e hai tradito due volte per arrivarci restando anche tu al secondo piano di Canossa city, perché noi dovremmo farlo subito e soprattutto perché tanta rabbia nel dircelo? Hai fatto un lavoro interiore, dici, sei felice, dici, e questa rabbia da dove viene fuori? Io apprezzo i confronti costruttivi non le critiche distruttive, non so cosa farmene. E poi questa presunzione nel dire di essere stata così onesta da lasciare tuo marito. Lo hai lasciato per te stessa, perché come dici tu stessa era un calvario continuare a starci insieme. Che poi ne abbia giovato anche lui è sicuro. Tu hai avuto bisogno di Caronte per uscire, forse io ho avuto bisogno di lui per entrare. Chi lo sa? Ci sto provando come ci hai provato tu. Tu ci hai messo 10 anni io ci metterò meno te lo assicuro, e un secondo tradimento se lavorerò bene, se capiro’ bene I motivi per cui sono finita tra l’altro in una relazione disfunzionale non accadrà. Il blog dei mariti traditi? Il mio non ci scriverebbe mai, ha talmente tante certezze (beato lui) che snobba qualsiasi tipo di terapia figuriamoci un blog. È triste leggere certi commenti. Non dovremmo stare qui a difenderci ma a sostenerci e tu con la tua esperienza positiva, almeno così dici, avresti potuto aiutarci dicendoci le stesse cose ma in modo diverso. Ma si sa la sensibilità è un dono di pochi anche in un blog. Un’ultima cosa nessuno sta qui a piangere perché poverine c’è andata male e abbiamo bisogno di essere compatite. Si sta qui per farsi aiutare. C’è chi chiede aiuto e va via e c’è chi resta per aiutare gli altri ed è una cosa umanamente bellissima non roviniamola con questi commenti che non aggiungono nulla ma tolgono tanto.

  • Whiterabbit, 22 Novembre 2020 @ 08:26 Rispondi

    Il manipolatore, per essere davvero tale, ha bisogno di una forte dose di intelligenza ed empatia, L’empatia è la capacità di comprendere appieno lo stato d’animo altrui, sia che si tratti di gioia, che di dolore, e può essere usata per scopi crudeli.
    Anche solo per calcolo delle probabilità è impossibile che qui si sia venute a contatto tutte con persone estremamente intelligente ed empatiche.
    Io la penso come @Oldplum. Solo che è più facile attribuire all’altro una capacità superiore di usarci piuttosto che riconoscere di aver semplicemente sbagliato la valutazione.

  • Azzurra, 22 Novembre 2020 @ 09:09 Rispondi

    @Ariel come tu ben sai uno degli obiettivi di un percorso terapeutico è anche quello di gestire la rabbia. E qui non ci siamo proprio. Certe parole ricche di sarcasmo e di astio io non le tollero, soprattutto da chi ha fatto un percorso simile al mio e dovrebbe dimostrare solo tanta comprensione. Se non si accettano pareri diversi dai propri o si tace o si argomentano con rispetto! Rispetto per noi come persone, rispetto per noi che siamo solo all’inizio di un percorso molto difficile e doloroso. E non esiste “me ne frego”. Forse @Oldplum si sente migliore di me solo per il fatto che sia stata “onesta” a lasciare il marito? Sarebbe stata onesta se non lo avesse tradito e aspettato 10 anni per lasciarlo. “. Siamo tutte sullo stesso piano. Fanno bene quelle mogli allora che ce ne dicono di ogni.

  • Azzurra, 22 Novembre 2020 @ 09:30 Rispondi

    @Whiterabbit sono capace di distinguere una relazione sana da una che non lo è. E io non ho mai detto che ho tradito perché manipolata da lui, il fattore tradimento è a prescindere da lui per cui è responsabilità soltanto mia. Io parlo della sofferenza che mi ha causato, dei giochini mentali ai quali sono stata sottoposta. Sono intelligenti è vero, l’empatia è simulata non ne hanno una goccia. Tu parli per informazioni prese da un manuale io perché l’ho vissuta e potrei aggiungere molto altro. È difficile che una persona che non ha vissuto questa esperienza capisca, è per questo che io non ne ho mai parlato con nessuno. Non si può capire se non la si vive. Che io abbia tradito riguarda me te lo ripeto e non ho bisogno di trovare giustificazioni nel dire che lui è un narcisista semplicemente perché sono due discorsi su piani diversi: il mio tradimento è un problema che riguarda me. La manipolazione che ho subito riguarda sempre me, perché io gliel’ho permesso, ma è responsabilità solo e soltanto sua

  • Oldplum, 22 Novembre 2020 @ 10:35 Rispondi

    @allele, ammappate non capisci. Io ho lasciati mio marito non dopo 10 anni. Io ci sono stata 10 anni. E gli ho confessato tutto. Poi rinnamoratami di un altro, sposato, l ho lasciato a storia in corso. E non con l idea che l’altro uscisse.
    Io racconto la mia.
    Te la tua.
    Siamo a posto.
    Non leggermi .

  • Oldplum, 22 Novembre 2020 @ 10:39 Rispondi

    @azzurra cara, io prima di tentare di ricostruire PER 10 ANNI ho detto a mio marito che lo avevo tradito.
    Non sono aggressiva
    Siete ipocrite.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 10:42 Rispondi

      abbassiamo i toni tutti per favore

  • Lia, 22 Novembre 2020 @ 10:47 Rispondi

    @Ale il mio ex credo rientri in una nuova categoria che io chiamarei il rapace.
    Non fa una mossa, forse perché ha capito che da me ottiene poco o forse per non illudere, e aspetta che sia io a cedere…
    Continua ad orbitare per non farsi dimenticare e spera che crolli io e che lo richiami…
    Seeee, buonanotte… piuttosto sola.
    Ti risultano situazioni così? È normale?
    @ragazze però, i consigli ci stanno ma non i giudizi e le accuse.
    Più solidarietà femminile tra donne che stanno male e sono in crisi ci vorrebbe…
    Separarsi non è una passeggiata ed è indubbio che dove viene a mancare la spinta di un nuovo rapporto, anche dove è chiaro che forse non si ama più il priorio compagno, resti una scelta difficile, condizionata da mille fattori soggettivi.
    E comunque una donna che ha bisogno di leccarsi le ferite ed uscire da una situazione dolorosa, non ne va a cercarne un’ altra è non può pensare in questo momento di soffrire di più e far soffrire altre persone. Piuttosto fa un altro tentativo per salvare il proprio rapporto, anche se dentro di sé sa benissimo che non è la scelta più corretta. Di fronte ad un amore più grande si ha la motivazione, la spinta, la forza necessaria a prendere decisioni che diventano le più giuste priorio in ragione del fatto che quell’amore è stato surclassato da un altro. Di fronte alla delusione e alla consapevolezza che è stata un’illusione, si riprende in mano quello che si ha e in molti casi, @Oldplum, lo si rivaluta anche.
    L’elaborazione di quello che ha significato la storia con l’amante arriva con la lucidità di averla superata e può essere anche che nel confronto con un uomo che ci ha prese in giro, il proprio compagno ne esca vincitore e rivalutato. Chi siamo noi per dirlo e per capire le situazioni altrui…

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 10:52 Rispondi

      @ragazze però, i consigli ci stanno ma non i giudizi e le accuse.
      Più solidarietà femminile tra donne che stanno male e sono in crisi ci vorrebbe…
      Separarsi non è una passeggiata

      MOLTO SAGGIO APPROVO

  • Oldplum, 22 Novembre 2020 @ 10:56 Rispondi

    @ale, si hai ragione. Moderiamo i toni.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 11:09 Rispondi

      sei una ragazza intelligente

  • Oldplum, 22 Novembre 2020 @ 11:01 Rispondi

    Separarsi non è una passeggiata.
    Per me lo è stata. Una passeggiata di salute.
    Ora ho capito. Sono io ad essere una eccezione.
    Sono sincera, non nascondo le mie responsabilità, mi faccio in 4 per cercare di mettere a posto le cose e poi se vedo che non va ciao con il cuore in pace e il sorriso.
    Ho sbagliato a incazzarmi, magari.
    Ma santo Dio, quando stai bene e sei fuori da ste cose e leggi certe ipocrisie, a leggere e rileggere e rileggere, scusa ma la mia solidarietà femminile no..non la do.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 11:12 Rispondi

      le donne si separano gli uomini 2 volte su 10. Una donna se è innamorata non scopa più col marito lui scopa con la moglie soprattutto se la teme

  • Azzurra, 22 Novembre 2020 @ 11:02 Rispondi

    Si continua ad essere aggressive e anche ad offendere. Impossibile avere uno scambio di opinioni su queste basi. Non ho altro da aggiungere. Chiedo scusa soltanto ad @Alessandro per aver esposto i miei pensieri con impeto ma era inevitabile per rispetto di me stessa e di altre come me in questo blog.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 11:15 Rispondi

      tranquilla succede nella migliore famiglie adesso però moderiamoci
      peace and love (a chi se lo merita)

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 11:08 Rispondi

    @Oldplum
    Non hai alcun motivo per essere aggressiva con me, che ho provato a dirti in ogni modo che stavi parlando con persone all’inizio del loro cammino e che stanno male.
    Hai riletto il post in cui parli dei 10 anni? Magari l’hai scritto in un modo che può essere frainteso.
    Non c’è il tempo per ricordarsi in dettaglio le storie di tutte le utenti del blog.
    Se le tue parole hanno urtato chi sta ancora soffrendo, la prossima volta moderale. Che senso ha creare un’atmosfera di conflitto senza che ce ne sia alcun bisogno?

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 11:18 Rispondi

      ok abbiamo capito passiamo oltre

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 11:16 Rispondi

    @Whiterabbit
    La mia esperienza è quella di @Azzurra:
    “Sono intelligenti è vero, l’empatia è simulata non ne hanno una goccia.”
    Purtroppo è vero, la loro è una sceneggiata, di empatia vera non ne hanno. Non solo per le amanti, ma per chi li circonda in generale. E infatti se conosci le persone del loro giro, come nel mio caso, ti rendi conto che di problemi ne hanno creati anche con loro – amici, collaboratori ecc.
    Gli empatici invece sono le vittime ideali di queste persone, perché hanno la pazienza per ascoltarli e dargli attenzione.
    Credimi, io di relazioni ne ho avute, anche finite male, ma una roba del genere mai. È tutta un’altra storia, se non ci passi non riesci ad immaginare che esistano persone del genere. Io ho sbattuto contro a questo muro all’improvviso, senza avere alcuna vera conoscenza del problema ma solo qualche sospetto e ne sono uscita fracassata. È molto, molto dura.

  • Whiterabbit, 22 Novembre 2020 @ 11:23 Rispondi

    @Azzura, a parte il fatto che non parlavo di te nello specifico, ma sono fermamente convinta che per ogni carnefice, a parte qualche eccezione, ci sia una vittima “consenziente” a vari livelli consci od inconsci.
    Il concorso di colpa vale solo quando ci fa comodo?
    Volete dare alle storie extra la stessa dignità di quelle ufficiali, e giustamente, ma allora fatelo nel bene e nel male. Opinione mia.

  • Viovio, 22 Novembre 2020 @ 11:26 Rispondi

    @Crocus quando dici che avevi un chiacchiericcio interno dove gli dicevi di ogni mi viene da ridere perché io faccio di peggio, a volte sono talmente assorta che il mio chiacchiericcio da interno passa all’ esterno e mi ritrovo ad offendere il semaforo se mi trovo in macchina, oppure il termosifone e l’armadio se sono in casa… Ahahahahah no comment:-p
    Mio marito aveva capito benissimo fosse successo qualcosa di grosso e mi ha affrontato, io non gli ho detto chiaramente di essermi innamorata di un altro(perché dovevo e volevo salvaguardare la sua privacy) ma ho aperto il vaso di Pandora mettendo in discussione il nostro matrimonio.
    Quando lo dissi a quel gentiluomo del mio ex ci rimase male, la sua preoccupazione più grande erano le limitazioni nel vederci dal momento che mio marito aveva mangiato la foglia, mi consigliò di tranquillizzarlo così non avrebbe rotto le scatole( usò parole più “forti” di scatole).
    La seconda opzione era quella di lasciarlo e finalmente sarei stata solo ed esclusivamente sua, avrebbe avuto libero accesso a casa mia tutte le volte che voleva, naturalmente come amante lui non POTEVA separarsi per il grande amore nei confronti dei figli.
    Un uomo che si comporta così come lo definiresti? Perché a suo dire è una bravissima persone sono io che non ho capito nulla a dipingerlo diversamente.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 17:35 Rispondi

      spesso gli amanti che raccomandano alla “donna della loro vita” di tranquillizzare il marito in allarme per le corna più o meno palesi sono preoccupati soprattutto che vi separiate e avanzate pretese di nuova convivenza, e sono disposti anche a farvi trombare col marito di nuovo. Se questo non è vero amore… Sono dei grandi altruisti

  • Whiterabbit, 22 Novembre 2020 @ 11:39 Rispondi

    @Elleelle solo una persona estremamente e pativa riesce a captare ed usare i tuoi sentimenti contro di te. L’empatia è solo una caratteristica, un saper cogliere. Poi puoi farne buon uso o cattivo uso. Non è necessariamente una qualità positiva.
    Anche io potrei facilmente farmi rientrare nelle manipolate da mio marito, e invece no, mio marito non è un manipolatore, è stato uno stronzo, e io gliel’ho permesso.
    Secondo me qui si confonde troppo lo stronzo con il manipolatore.

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 11:58 Rispondi

    @White mi permetto di precisare il contrario i perché un manipolatore relazionale è proprio al contrario di ciò che hai scritto un soggetto con poca o per nulla empatia

    Questo lo puoi leggere in qualunque libro di esperti internazionali che hanno scritto molto su questo tema

    Infatti non va confusa la loro capacità di saper individuare le caratteristiche che cercano nelle loro prede che sta in un freddo calcolo e intuito dato da imitazione osservazione razionale e fredda

    E riescono a fare danni sofferenza proprio in virtù del fatto che NON hanno o poco Empatia

    La Empatia ha infatti una caratteristica costante la capacità di provare rimorso
    Per aver fatto del male o di frenare il male inferto contenersi avere un briciolo di scrupolo
    La capacità di almeno scusarsi in modo concreto e credibile dopo ad esempio nei casi estremi gente che icvide e non prova nulla

    Purtroppo infatti si legge ovunque anche in tanti articoli che stiamo via via un poco tutti perdendo la empatia non certo a livelli così gravi come in un Cialtronzo ma è sotto gli occhi di tutti nella cronaca giornalistica la presenza sempre più diffusa di atti di violenza verbale e fisica condotti anche spesso nella fascia giovanile che a forza ad esempio di vivere i rapporti sociali in rete virtuale e giochi di combattimento non riescono più a distinguere la realtà dal virtuale

    La empatia sta cambiando in negativo e sicuro gli esperti parlano per relazioni disfunzionali tossiche di questa mancanza di empatia

    Queste persone sono solo dei grandissimi attori che non provano loro stessi emozioni e sentimenti
    Ma LI IMITANO e in questo SONO MAESTRI COPIANO

    Infatti succhiano energie altrui si nutrono della EMPATIA NOSTRA delle DONNE particolarmente IPERSENSIBILIe con ferite dentro antiche dov’è questi trovano il campo propizio a manipolare negativamente

    Ovviamente il livello e impatto di queste relazioni disfunzionali tossiche ha una scala di negatività diverso livello di gravità di danno e sofferenza prodotta nella preda Donna principalmente

    Puoi verificare questo leggendo su questo argomento ovunque tutti esperti e vittime stesse parlano di gente priva di empatia

    Infatti qui il ritornello è chiederci
    Ma come ha fatto a trattarmi così male dal oggi al domani e a continuare pure BEATO PLACIDO a farsi la sua vita come se non fossi mai esistita??

    Ecco la Mancanza di Empatia non essere minimamente capaci a percepire il punto di vista altrui non provare nessun rimorso nulla pur di soddisfare i propri bisogni egoistici

  • Whiterabbit, 22 Novembre 2020 @ 12:28 Rispondi

    Credo che se fossero tutti manipolatori anche chi se ne intende li chiamare e manipolatori. E invece vengono chiamati cialtroni.

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 12:48 Rispondi

    @CaroAlessandro concordo in pieno sui toni rendendomi pure conto che comunque qui si tatutte “reduci ammaccate “ e molte ancora con giovani storie dolorose fresche temporalmente attive ancora

    In effetti il limite della comunicazione on line e priva totalmente di una conoscenza anche minima ma fatta di persona dal vivo si evidenzia il grande limite del riuscire ad essere ciò che nessuno qui può essere e cioè calme e equidistanti come fossimo robot

    Ovviamente esiste un corso e ricorso storico ,se così si può dire,come una costante barriera TEMPORANEA data semplicemente dal fatto che scrivere ha un limite enorme che non può mai considerarsi una vera comunicazione efficace

    Perché ovviamente come già ho espresso diverse volte la attribuzione e interpretazione di ciò che si legge senza essersi mai scambiate di persona le proprie opinioni tutto resta confinato e limitato a deboli percezioni
    Emozioni prevalenti date da Chiara sofferenza che ricordiamoci tutte che vivere esperienze del genere per riuscire il più possibile a raccontarle come fossero un vero passato del tutto occorrono anni pure se già si sta bene noi vecchie di tempo trascorso e pure con altre relazioni fatte serenamente

    Non facile riuscire a fare robot
    Non è una questione di solidarietà femminile perché vi posso testimoniare che se noi fossimo dal vivo di persona a fare una terapia di gruppo condotta da un terapeuta ecco che allora pure il punto di vista diverso
    La battutaccia umoristica
    La spinta pungente che ci si dava insieme era veramente percepita palpabile tutta la nostra vera REALTÀ di solidarietà femminile

    Occorre in questi casi occorrerebbe “ Toccarci con mano vera,un vero abbraccio dice moltissimo sul perché si esprime un discorso pupensiero piuttosto che un altro

    Non è success nulla di così grave o irrimediabile
    Occorre soltanto voltare la pagina perché questo libro qui nel nostro gruppo di Blog vale La pena CONTINUARLO partendo proprio con una bella visualizzazione che siamo tutte nella stessa barca

    E purtroppo è solo virtuale

    Purtroppo la onda è grossa. E si ripete

    La barca è piccola e ci si scontra a gomitate incazzate a volte a turno una o l’altra e NON IMPORTA PIÙ CHI COME COSA MA LEI AVEVA DETTO AVEVA SCRITTO ECCETTERA. A volte io stessa mi spendo in richiami sul nostro aver scritto cose in passato rileggersi ,ma perché manca la realtà fisica qui come in ogni situazione di comunicazione virtuale senza essersi mai conosciute

    Quindi respiriamo e continuiamo a navigare insieme anche se scosse dalle proprie onda
    Non facciamoci fermare da fuorvianti interpretazioni emozioni

    Evviva le emozioni che danno la misura a ciascuna di noi della voglia che abbiamo di EVOLVERE e staccarci da tutta questa sofferenza

    Si può se ne esce
    Se solo mi darai la mano !!!❤️

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 12:54 Rispondi

    @White scusami tantissimo ho riletto meglio il tuo commento e quindi il mio commento precedente ovviamente non serve spero che @CaroAlessandro lo cestini perché avevo capito male io
    Mi sono sbagliata la pensi esattamente come me
    Scusami ero sveglia da poco vista annebbiata !!!
    Hai perfettamente ragione infatti !!!

  • Cossora, 22 Novembre 2020 @ 16:40 Rispondi

    @ariel ariel ariel.. non lo avevo mica letto qs tuo post muriatico!
    Sai, se metti dopo la chiocciolina il mio nome .. poi finisce che creda tu ce l’abbia con me 😉
    A proposito, ti infastidisce la sviolinata di @viovio a me o viceversa?
    Perché non si capisce bene, potresti essere un po’ più precisa?
    Anche se qualcuna la pensa come me, lo hai detto tu: qui ci si dicono le cose sincere, non é in pericolo il tuo ruolo di mascotte.. quindi non hai motivo di prendertela!
    Gradisci un po’ di miele ..?

  • Viovio, 22 Novembre 2020 @ 16:50 Rispondi

    @Oldplum qui non si tratta di aprire le gabbie e sbranarsi l’una con l’altra, ho già espresso più volte il mio parere sulla funzione di questo blog: trovare un supporto e dei consigli per superare un momento difficile.
    Hai ragione tante di noi sono sposate, hanno tradito il marito e alla fine sono rimaste a casa perché l’amante si è rivelato una fregatura ancora più grande rispetto ai problemi che ci hanno spinto a compiere un gesto del genere.
    Però che senso ha questo astio? Tu sei stata corretta con il tuo ex separandoti e dicendogli tutta la verità, noi che non lo abbiamo fatto (o ancora fatto)dobbiamo sentirci delle mexxe e smetterla di parlare delle nostre sofferenze extraconiugali? Qui ci sono tante persone che soffrono, cercano una parola di conforto, la possibilità di confidarsi grazie all’anonimato perché in molti casi è difficile pure parlare con un terapeuta e te lo dice una che si è tenuta dentro tutto x 4 anni. Sarebbe “carino”un minimo di empatia, perché quando si è completamente a terra l’ultima cosa di cui si ha bisogno è sentirsi sbattere in faccia i propri sbagli anche perché li conosciamo tutti @Old , ognuna di noi è pienamente cosciente del proprio vissuto.
    Sinceramente queste sparate che ogni tanto mi capita di leggere non le capisco, alla fine mi dai l’impressione di essere la più infelice se devi attaccare in questo modo delle donne che nemmeno conosci, oppure avevi voglia di un po’ di protagonismo perché da un po’ non vedevi la @ chiocciolina a fianco il tuo nome?boh… sta di fatto che c’è una bella differenza fra esprimere un parere da un giudizio

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 17:50 Rispondi

      ok ma credo che ci siamo tutti chiariti ed eventualmente scusati

  • Whiterabbit, 22 Novembre 2020 @ 18:49 Rispondi

    Quello che vedo io è che a volte, chi è un po’ più avanti nel percorso vede delle incoerenze di fondo in certe dichiarazioni. Solo che lo fa notare vengono presi come giudizi. Magari è solo la riflessione di chi le ha avute prima queste incoerenze e ora che le conosce e riconosce dice:” state attente perche.. etc etc”

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 18:50 Rispondi

    @Whiterabbit
    Su questo blog si parla di cialtroni, di seriali, di narcisisti ecc., perche’ ci sono vari tipi di persone e vari tipi di comportamento e anche di patologia. Credo di non essere l’unica che ha parlato con uno psicologo con decine e decine di prove alla mano: messaggi, comportamenti, cose fatte e dette, esempi relativi a me, ad amici comuni ecc. Ho diari, screenshots, copie di chat, foto e tutto punta verso un risultato: il mio ex e’ un narcisista covert.
    Non mi fa piacere, sai, essere stata distrutta da un uomo che si e’ comportato da manuale del narcisista, ne avrei fatto volentieri a meno. Per me non e’ un vanto, e’ semplicemente una cosa di cui mi sono resa conto e che mi ha fatto capire con chi avevo a che fare.
    Non capisco quindi perche’ quindi non riesci ad accettare che tra alcuni di questi ci siano anche persone che manipolano chi gli sta attorno. Non capisco perche’ non riesci ad accettare che a 50 anni una donna che scrive qui sia in grado di riconoscere un uomo anormale da uno normale.
    Il mio ex non e’ la prima persona con cui sono uscita, mio marito non e’ stato l’unico uomo della mia vita, ho avuto anche altre relazioni e so riconoscere benissimo la differenza tra una persona normale e una che non lo e’. Come mai ti risulta cosi’ difficile crederci?
    Qui sul blog sono sempre stata molto chiara: nella mia vita ho avuto una relazione con due narcisisti, uno overt a 23 anni e uno covert a 50. Nel mezzo ho frequentato persone normali. In 35 anni di vita sentimentale, ci puo’ stare, non trovi?

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 20:52 Rispondi

      un record negativo

  • Azzurra, 22 Novembre 2020 @ 18:50 Rispondi

    @Whiterabbit a me non interessa se lui è un narcisista oppure un cialtrone. Ma io avevo e ho il bisogno di capire il perché delle cattiverie gratuite che mi sono state fatte. E io non mi assolvo da nulla neanche, nel caso lui fosse davvero un narcisista, dall’essere stata una vittima. Il mio desiderio più profondo adesso è capire quello che mi è successo. Quando dici “ma sono fermamente convinta che per ogni carnefice, a parte qualche eccezione, ci sia una vittima “consenziente” a vari livelli consci od inconsci.
    Il concorso di colpa vale solo quando ci fa comodo?” il concorso di colpa c’è quando si gioca a carte scoperte, questo vale in tutti i rapporti. Se c’è inganno non c’è concorso di colpa. Tu pensi che io come tutte quelle donne che hanno subito una manipolazione(per non dire altro) ce lo siamo meritate perché siamo state consenzienti? E secondo te se la situazione era così chiara da vedermi manipolata non me ne sarei andata? Sono io una masochista oppure lui è stato così bravo che io tutto ciò ho cominciato a vederlo solo alla fine? Oppure nei casi in cui vedevo che c’era qualcosa che non quadrava lui era capacissimo a buttarmi sabbia negli occhi, a fare la vittima, a dire che la sua vita era un inferno e che se la prendeva con me l’unica cosa bella che aveva. Un uomo che ti dice : cosa devo fare? Mi devo suicidare? Lo avrei potuto lasciare io ma non ce la facevo ad abbandonarlo. Per me non si tratta più di un amantato finito, non me ne frega niente. Io voglio solo capire con chi ho avuto a che fare. So che non è facile capire, infatti non pretendo che tu e le altre lo facciate. Ma è un discorso così delicato che basta un commento come il tuo per farmi fare 100 passi indietro.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 20:53 Rispondi

      Quando dici “ma sono fermamente convinta che per ogni carnefice, a parte qualche eccezione, ci sia una vittima “consenziente” a vari livelli consci od inconsci.

      non sono d’accordo. loro barano, non si puo giocare a poker con chi ha un asso nascosto nella manica, solo che tu non lo sai

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 19:07 Rispondi

    @Whiterabbit
    Inoltre, mi sembra che si cerchi di dare un po’ troppa colpa a chi in fondo e’ stata presa in giro. Nessuna donna vuole essere presa in giro, ne’ le mogli ne’ le amanti, spero che almeno su questo siamo d’accordo.
    @Ale parla di concorso di colpa della moglie in un matrimonio che non funziona piu’ ma il contesto e’ molto specifico e ha un senso. Il concorso di colpa nella propria presa per il culo anche no, se possibile.
    Non e’ concorso di colpa aver creduto a un uomo che ti ha detto per mesi e mesi che ti amava, cosi’ come non e’ concorso di colpa essere prese in giro e finire a spendere centinaia e centinaia di euro per uno psicologo di cui prima non avevi bisogno.
    Io non ho fatto niente per portare il mio ex a tradire la moglie, cosi’ come non ho fatto niente per portarlo a prendermi per il culo. Sono stata corretta con lui per tutta la durata del nostro rapporto, tranne le ultime 4 ore, in cui gli ho restituito quello che mi ha fatto patire per mesi, senza che io ne avessi alcuna colpa.
    Non ho colpa della sua patologia mentale, non ho colpa della sua storia familiare, non ho colpa del suo matrimonio fallito, non ho colpa del fatto che rovina le cose belle che gli capitano, non ho colpa e l’ho detto anche a lui, che si era arrabbiato tanto, poverino, perche’ gliene veniva anche a lui.
    Per cui io lascerei il concorso di colpa fuori da questi discorsi, per rispetto se non altro.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 20:54 Rispondi

      Non e’ concorso di colpa aver creduto a un uomo che ti ha detto per mesi e mesi che ti amava

      ESATTAMENTE

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 19:14 Rispondi

    @Whiterabbit
    Se invece devo parlare del mio matrimonio, certo che c’e’ un concorso di colpa.
    Sia io che mio marito, evidentemente, ad un certo punto abbiamo smesso di metterci impegno nella nostra relazione. Posso dire che ho provato tante volte a smuoverlo, tante volte ho fatto io lo sforzo ma alla fine ho tirato i remi in barca e mi va bene cosi’. Non mi lamento piu’ di tanto della mia situazione a casa, pur ammettendo che non e’ una situazione semplice.
    Ma come amante proprio no, veramente ho pochissimo da rimproverarmi e quello che eventualmente mi posso rimproverare e’ nato da necessita’ ben precisa, quella di non farlo ritornare mai piu’ a seguito di una presa in giro crudele che lui ha messo in atto senza motivo e facendo rischiare la salute mia e della mia famiglia.
    Per il resto, la colpa di questo enorme casino e’ tutta del mio ex, di nessun altro.

  • maribel, 22 Novembre 2020 @ 19:15 Rispondi

    Buonasera a tutte voi ragazze e ad @ale! Vedo che l’ambiente è bello vivace e frizzantino! Io non ho nessuna novità interesaante in questo momento, poi sono in zona rossa e ciò non aiuta.
    Un saluto particolare a @oldplum, donna di grande carattere. Anch”io a volte ‘soffro’ i suoi interventi perché toccano i miei punti deboli e la.mia (per ora) incapacità di risolvere i miei problemi. Quello che ci tocca sul vivo fa male! Ma serve.
    Un bacio grande a tutte e se avrò novità ve le racconterò!

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 20:56 Rispondi

      bentornata

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 19:33 Rispondi

    Dai su Cossora andiamo oltre
    Non ce la ho con nessuno
    Sono stata pungente e ho offeso qualcuno ?
    Okkei mi scuso qui anche con te ,ma smettiamola di fare così non ci porta a nulla

    Accetto molto volentieri il tuo miele
    A me piace quello alla Lavanda che di solito mangio con formaggio Castelmagno stagionato
    Allora vorrai farti un verre de vin con me ?

    Facciamo la pace
    Mi piace fare la pace
    Che se ci siamo punzecchiate è sicuro perché ci piaccia,o da sempre
    Infatti qui abbiamo imparato dalle storie con cialtroni che la indifferenza significa che non ci si apprezza
    Invece le punzecchiature significano vera stima fiducia e pure voler aiutare magari sbagliando
    Ma dirsi le cose dirette come siamo noi due è rivela una grande positività tra noi

    Più facile fare finta di nulla ignorare e pensare negativo come quelli che parlano male degli altri in assenza

    Noi no CraCossora siamo esseri limpidi e chiare voci importanti ognuno la sua visione esperienza di vita percezione
    Allora
    Facciamoci un aperó
    CastelMagno e Miele alla lavanda
    E un tprooso che lascio scegliere a te

    Che ne dici?
    Ci diamo la mano ,per ora virtuale ,ma mai dire mai
    Sarei davvero contenta di conoscerti personalmente e poter constatare che sei felic come meriti di essere nella tua vita reale!!!!

  • Oldplum, 22 Novembre 2020 @ 20:36 Rispondi

    Ciao @viovio, in realtà era davvero annoiata dei discorsi ripetitivi (sempre gli stessi da settimane) che consistono nella sostanza nel maledire l’ex, la moglie , la progenie e nel piangersi addosso . Appena una alza la mano e vi dice”ma che davvero?”, e non “hai ragione patatina, che brutto cattivone, fai bene a piangere ogni tua lacrima e speriamo dai, su dai”, voi rispondete (in coro) ” non hai capito, qui c è gente che soffre” e giù lagne lagne lagne.
    Così oggi, siccome ne avevo le ovaie intasate dei soliti discorsi a 3/4 (tutte nuove) ho voluto sollevare una piccola shit storm. E ha funzionato. Tutto qui. Non sono infelice. A volte sono solo un po bastarda.
    Perdono. Ora continuate pure a lamentarvi del vostro destino. Buona serata

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 20:57 Rispondi

      maledice i figli? sciacallo laido se è così

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 21:50 Rispondi

    @Alessandro
    Non credo che sia un record negativo, credo che sia nella norma, purtroppo.
    La breve relazione avuta a 23 anni e’ cominciata perche’ lui, da narcisista overt, non riusciva a capacitarsi di come io fossi stata l’unica a quella festa a non prestargli attenzione. Mi ero appena lasciata con il mio ragazzo e non ero proprio in vena. Per di piu’ odio queste cose, tutte gli sbavavano dietro e io non sono di certo quella che fa la stessa cosa. Il fatto che fosse un narcisista e che non avesse nessuna considerazione per gli altri mi era stato confermato da amici e colleghi di lavoro che lo conoscevano molto bene.
    Con il mio ex invece tutto il contrario: sono stata l’unica a prestargli l’attenzione di cui aveva bisogno nel momento in cui aveva mollato l’hobby che era la sua sorgente principale di attenzione. Con me poteva scherzare, poteva fare discorsi seri e parlare un po’ di tutto. Lui e’ attratto dalle persone che sanno tante cose e hanno tanti interessi e ha trovato questo in me. Era un periodo di buon umore e avevo ritrovato sui social varie persone che conoscevo da giovane e lui era un contatto in comune. Credo che lui abbia cominciato a farmi da specchio proprio in quel periodo.
    Quindi due comportamenti completamente diversi, stesso risultato: ho attirato due narcisisti.
    Da quando conosco mio marito, oltre al mio ex, ho ricevuto delle avances da 7 persone. Di queste solo una – l’amico-chiodo di qualche settimana fa – non e’ nella norma. Non e’ un narcisista, c’e’ qualcos’altro sotto ma non so cosa. Le altre persone sono tutte normali e molto dignitose e con la maggior parte sono rimasta amica.

    • alessandro pellizzari, 23 Novembre 2020 @ 00:32 Rispondi

      I narcisisti veri non sono tanti per fortuna gli str e cialtroni si

  • Azzurra, 22 Novembre 2020 @ 21:53 Rispondi

    @Ellelle grazie di esserci. I 100 passi indietro li ho recuperati solo ascoltandoti. @Alessandro il discorso che stiamo affrontando è purtroppo non alla portata di tutti non per mancanza di sensibilità, credo, ma semplicemente perché è un mondo nel quale se non ci sei entrato è difficile capirne i meccanismi. L’errore sta nel dare giudizi affrettati e superficiali che non solo non aiutano ma rischiano di fare ulteriori danni. Mi sono sentita in colpa e sbagliata per troppo tempo, non voglio essere compatita da nessuno ma non voglio nemmeno sentirmi dire che ho avuto un concorso di colpa in ciò che mi è stato fatto. Chi mente ti nega un diritto fondamentale : il diritto di decidere in piena consapevolezza. Grazie @Alessandro

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 22:16 Rispondi

    @Azzurra
    Non so se possa servire ma io capisco perfettamente cos’hai passato, ci sono troppe somiglianze in quello che racconti e in quello che ho vissuto io. Capisco benissimo la tua necessita’ di capire con chi hai avuto a che fare e so che non te ne frega niente che la storia con lui sia finita. Lui ormai non esiste piu’, tu lo sai benissimo, pero’ esiste ancora la condizione di incredulita’ in cui ti ha lasciato e questa e’ la cosa piu’ difficile da superare.

    Molti anni fa ho avuto una lunga storia di amantato ed e’ stata una storia normale. Lui era una persona molto in gamba e ci trovavamo molto bene assieme. Eravamo molto simili dal punto di vista razionale e la nostra storia era fatta di rispetto reciproco, dialogo e onesta’. Sembra stupido parlare di onesta’ in una storia tra amanti ma non lo e’. In ogni momento della nostra storia, sapevamo con chi avevamo a che fare perche’ parlavamo, ascoltavamo e agivamo di conseguenza. Non ci siamo mai portati all’esasperazione, non ci siamo mai presi in giro e anche quando ci sono state decisioni difficili da prendere, le abbiamo prese spiegandole all’altro e cercando di mantenere un buon rapporto. Lui era piu’ grande di me, non voleva figli e io in realta’ sapevo che non avrei retto la differenza di eta’. Per una serie di circostanze, ci siamo allontanati geograficamente e a abbiamo preso strade diverse, ma siamo ancora amici.
    Non ho mai perso il sonno per lui, mai vomitato pensando al suo nome e a quello che aveva fatto, mai perso un chilo dallo stress, mai avuto un incubo. Ho pianto un paio di volte perche’ c’era una situazione legata alla salute che era impossibile risolvere. Non potrei pensare a una sola occasione in cui lui potrebbe avermi manipolato. Non ha alcun problema psicologico, non e’ immaturo, non e’ cialtrone, ci siamo voluti un bene infinito ed e’ una persona che stimero’ per sempre.
    Per questo motivo so benissimo la differenza tra una storia normale tra amanti e una storia malata. Non parlo a vanvera, parlo con cognizione di causa, perche’ ho vissuto tutto in prima persona e ti posso garantire che le nostre storie erano malate eccome.

  • Whiterabbit, 22 Novembre 2020 @ 22:18 Rispondi

    In una coppia ci sono due attori. Entrambi hanno la loro parte. In questo senso parlo di concorso. Anche se uno è stronzo e l’altro no.
    Quante cose vi sono chiare ora che prima non lo erano? È comunque stato un errore di valutazione. Che non significa è colpa vostra. E non è colpa mia. Ma abbiamo valutato male per un certo periodo della nostra vita chi ci stava di fronte. Probabilmente non eravamo pronte a capire certe cose e ci siamo arrivate dopo. Ma questa non è sempre manipolazione esterna.
    Invece vedo che questa parola è molto abusata ultimamente. Comunque non voglio sconvolgere nessuno. Mi dispiace @Azzurra, non era certo questo il mio intento.

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 22:29 Rispondi

    La shit storm

    Mortaaaaaaa@!
    Giusto a proposito di inglesismi
    Che però qui
    Sei fortissima @Odl
    Massiiii nulla di grave era solo una tempesta marrone ….!!!
    Siamo pur sempre Italiani almeno quasi del tutto
    Ah ah ah ah
    Suspense ,privacy!!!!!

    Ah ah ah
    Buona serata a te @Old!!!!
    E ogni tanto spero che tu abbia ancora voglia di scrivere la tua che è irrinunciabile frammento per comporre il mosaico del nostro gruppONE
    In lavori in corso e si Sto arrivando! Che le difficoltà sono tante e ogni tanto occorre la tempesta ….
    Benvenga !!!!!

  • Whiterabbit, 23 Novembre 2020 @ 07:21 Rispondi

    Lui è rimasto uguale, siete cambiate voi, avete ambia il modo di guardare. In questo senso parlo di responsabilità. Prendetevi le vostre, Accettate questo vostro essere diverse prima, accettate il fatto di aver commesso un errore di valutazione, e fate pace con voi stesse ora che avete gli strumenti per capirlo questo errore di valutazione e non commetterlo più. Lui potrà girare e rigirare tutte le frittate che vuole, ammesso che abbiate ragione voi e fosse essere di cotanta intelligenza, ma non troverà più un terreno su cui colpire.

  • elleelle, 23 Novembre 2020 @ 08:49 Rispondi

    @Whiterabbit
    Sul fatto che lui sia rimasto uguale non ci piove! E sicuramente con me non ci provera’ piu’, anche il piu’ indegno degli uomini non tornerebbe attorno a una donna che si e’ ribellata come ho fatto io.
    Credo che sia la parola “responsabilita'” che urta, perche’ comunica un senso di colpa in una situazione in cui si e’ state vittime. Lo ha scritto chiaramente anche @Alessandro.
    Forse sarebbe meglio usare la parola “consapevolezza”, che e’ molto piu’ vicina a quello che succede nella realta’.
    Come ti ho scritto sopra, io non mi sento di avere alcun concorso di colpa, la colpa e’ sua e basta. Pero’ adesso sono consapevole di quello che mi e’ successo e uso queste consapevolezza per me stessa e quando posso, per confermarla nelle altre, quando stanno vivendo un’esperienza simile alla mia.
    Pero’ la consapevolezza che ho raggiunto deve essere rispettata e non criticata costantemente. Se mi sono resa conto di essere stata con un narcisista, non puo’ esserci poi una levata di scudi ogni volta per dirmi che non e’ vero, anche perche’ qui non si possono dare tutti gli elementi della storia e io ne ho tantissimi, fin da quando lo frequentavo come amica. Non posso passare le mie giornate a cercare di essere creduta portando prove a suo carico qui sul forum, non ha senso, e’ molto piu’ sano per me smettere di partecipare.
    Se il dubbio e’ confermato da uno psicologo, che invece ha sentito e visto tutti i dettagli, qui sul forum non si puo’ far altro che dire “Cavolo elleelle, bella sfortuna! Cosa pensi di fare adesso per te stessa?” invece di dire “Guarda che non e’ vero, lui e’ questo e quell’altro ed e’ anche responsabilita’ tua perche’ sei irrisolta ecc.”.

  • cossora, 23 Novembre 2020 @ 09:22 Rispondi

    Tutto il vino che vuoi, il miele e il CAstelmagno (buonissimo) che vuoi @Ariel, nessun rancore.
    In questo momento (e spero duri) niente mi altera (in negativo). Sono felice. Stamattina guardavo il musino del mio piccolo sbucare fuori dal cappelino di lana e ho pensato che me lo sarei mangiato di baci, lo avrei tenuto a casa da scuola per coccolarlo, ma poi ho pensato che ha bisogno e diritto di studiare e stare coi suoi amici, che non ‘MI APPARTIENE’ ..la vita è così, va solo avanti, ed è meravigliosa!

    Buon inizio di settimana a tutte!

  • cossora, 23 Novembre 2020 @ 10:52 Rispondi

    Hai davvero ragione @WHite, come nel caso contrario: se pur non facendo errori di valutazione le cose non vanno. Andatevene voi.
    Fatevi un giro, ‘regalatevi un viaggio’.
    Ciò che deve accadere accade. Con i suoi tempi, non c’è bisogno di andare a stanare nulla.
    Succede e basta.

  • Ariel, 23 Novembre 2020 @ 12:01 Rispondi

    @White infatti l’obbie per chi ancora ci staziona dentro a se stessa o che ancora sta in relazione è proprio questo di cui giustamente scrivi.
    Occorre tempo perché questo tipo di relazioni non a caso vengono definite tossiche per questo motivo occorre il tempo della consapevolezza del poter fare ordine dentro se stesse

    È una matassa ingarbugliata da “veleno” iniettato dentro dal Manipolatore negativo
    E quindi si ta malissimo in alcuni casi di più in base alla gravità del tipo di manipolazione negativa ricevuta

    Spesso non si capisce al inizio nemmeno cosa si sia vissuto

    Uno dei veleni più di ostacolo ricevuti a piccole dose a lento rilascio è la continua destabilizzazione e lasciare SEMPRE nella vittima un senso di DOMANDA INTERIORE PERPETUA sul “COSA AVRÀ VOLUTO DIRE LUI FACENDO O DICENDOMI QUESTO O QUELLO?”

    Infatti qui è stato e permane un ritornello ossessivo in se stesse
    Nulla di irrimediabile occorre il proprio tempo in cui sicuro in questi casi è un bene primario farsi aiutare da un piano di azione di aiuti a 360 gradi Terapia e cura di se progettare piccoli obbiettivi di nuove cose nella propria nuova vita è come il Libro di MariaFGiovanna Luini
    “la via della cura” è un bellissimo viaggio alla scoperta della propria luce evolutiva mai spenta

    Tutto fa ed aiuta tanto compreso questo nostro scambiare qui tra vecchie e nuove storie
    Con tutte le emozioni che escono a fiotti e che fanno bene tanto anche i tuoi commenti di Donna car e Di utilissima testimonianza del tuo vissuto diverso nel ruolo e proprio per questo motivo così DI GRANDE AIUTO!!!

  • Oldplum, 23 Novembre 2020 @ 13:01 Rispondi

    Ma no, @ale, maledire è la nuova tendenza delle amanti che non accettano che le cose siano andate diversamente da quanto si erano IMMAGINATE.

  • Oldplum, 23 Novembre 2020 @ 13:17 Rispondi

    @white, io pensandoci ho capito che qualunque cosa tu dica a una persona che soffre del fatto di pemsare di avere ragione, non sortisce alcun effetto.
    È incredibile soffrire perche si pensa di aver ragione.
    È forse il caso di chi sa, dentro, che non può averla, non del tutto.
    Iniziare ad accettare di aver avuto responsabilità ATTIVA nel proprio attuale stato di dolore è il primo passo per smettere di star male.
    Purtroppo all’essere umano piace crogiolarsi dentro le cose. È per via dell’ego ipersviluppato.
    Capita a tutti.
    Quando si scopre come smettere, si vive bene.

  • Outlier, 23 Novembre 2020 @ 13:29 Rispondi

    Sono d’accordo con il commento di @White. Nel mezzo siamo noi quelle cambiate, loro restano fermi. Siamo noi che vediamo e percepiamo le cose diversamente.
    Vi dico che a me il ex uomo sposato mi diceva “Non hai nulla che non va, ma sono io che ho cercato di non farmi coinvolgere troppo”. Questo dopo sei anni di relazione con me. Quando ha provato a dirmi questa cosa di recente con la scusa di chiamarmi per lavoro gli ho riso in faccia perché è una cazzata grossa come una casa. Non conta il fattore tempo. Conta il fatto che se mi vuoi ma davvero stai con me senza se e senza ma. Le responsabilità verso i figli restano anche se ti rifai una vita con me.
    Ma questo perché sono cambiata io

  • elleelle, 23 Novembre 2020 @ 14:55 Rispondi

    Sinceramente non capisco dove sia il problema.
    Credo che nessuna qui dica di non essere cambiata e di non essersi accorta a un certo punto che le cose non andavano.
    Il cds, il non correre piu’ dietro a queste persone, fare counselling etc. sono tutte forme di cambiamento e sono azioni vere che si intraprendono per staccarsi da una relazione malsana. Dal momento in cui si mettono in atto queste strategie all’uscirne completamente, pero’, puo’ passare del tempo, come dice @Ariel.
    La maggior parte di chi e’ su questo forum dice che non si rimetterebbe con l’ex, se lui tornasse, e anche questa e’ una forma di consapevolezza e cambiamento.
    Non so quindi da dove venga tutto questo nervosismo e voglia di impartire una lezione che non si capisce bene di che tipo sia.
    Un conto e’ sbattere in faccia una serie di critiche, un altro e’ dare un suggerimento in modo piu’ gentile e anche argomentato, magari.
    Se le nuove utenti vi hanno rotto le scatole, posso capirlo ma allora staccatevi dal forum per un po’ e fate altro. Tanto voi siete felici e state bene, loro no e a questo punto hanno piu’ bisogno di starci loro di voi. Faranno il loro percorso come hanno fatto tutte, mentre voi vi godete la vostra vita. Non e’ meglio per tutte cosi’?

  • elleelle, 23 Novembre 2020 @ 15:05 Rispondi

    Vi ricordo anche che ci sono utenti che hanno scritto chiaramente che questo e’ l’unico posto in cui possono parlare e comunicare quello che sentono.
    Io sono molto fortunata perche’ posso permettermi la psicologa ancora per un po’, ho un’amica psicologa e altre persone con cui parlare e che mi hanno sostenuta e consigliata. Sono “fortunata” perche’ il mio matrimonio era finito prima del tradimento e perche’ sono arrivata alla fine con le antenne gia’ dritte a causa dei molti sospetti che avevo.
    Non mi permetterei mai di trattare male un’altra utente che in questo momento e’ messa peggio di me, cosi’ come non mi permetterei mai di creare un casino apposta perche’ quel giorno mi annoio.
    La mancanza di rispetto non ci deve stare in una comunita’ in cui si parla di cose cosi’ intime e che deve essere per forza accogliente. Meglio una parola gentile in piu’, che tanto e’ gratis.

  • cossora, 23 Novembre 2020 @ 15:07 Rispondi

    @Ariel è proprio qesto il punto, è la domanda sbagliata.
    “COSA AVRÀ VOLUTO DIRE LUI FACENDO O DICENDOMI QUESTO O QUELLO?”
    Biosgna avere il coraggio di chiedersi : COSA MI DICE QUELLO CHE FA?

  • Whiterabbit, 23 Novembre 2020 @ 16:02 Rispondi

    Non lo so @Oldplum, forse hai ragione. Però tu ad esempio mi hai cazziata parecchio, e io ci ho sempre riflettuto tanto sopra sulle tue cazziate. Poi ho preso comunque la mia decisione a prescindere da ciò che avresti fatto tu. Ma le cazziate non si sono perse nel vuoto.

  • maribel, 23 Novembre 2020 @ 18:19 Rispondi

    Grazie @ale!

  • Oldplum, 23 Novembre 2020 @ 19:46 Rispondi

    @ellelle, io non sono il tuo psicologo. Questo volevo sottolinearlo (con il pennarello di Ariel). Non sono nemmeno la tua mamma che qualunque cosa tu abbia fatti, ti sgrida ma poi ti da tanti bacini e carezze .
    Io sono super partes. Osservo, leggo, elaboro e dico quello che mi viene spontaneo.
    Ora mi vuoi dire che dovrei coccolarti e darti ragione perché il tuo psicologo dice che hai ragione a fare come fai, che tutti dipende da lui, è tutta colpa del tuo ex e di quel tegamazzo di sua moglie?
    No.
    Ma spias

  • Viovio, 23 Novembre 2020 @ 19:51 Rispondi

    @Cossora buon inizio settimana anche a te, c’era bisogno di una bella ventata di allegria 🙂
    Quando hai descritto il faccino del tuo piccolo sotto al cappellino di lana mi sono immedesimata, pensando a mia figlia e alle lotte quotidiane per farglielo indossare, ma nonostante mi faccia arrabbiare questo capriccio la voglia di mangiarla di baci non manca mai. Chi come noi ha la fortuna di avere dei figli dovrebbe concentrarsi sulle piccole cose e chi non ne ha ritrovare la passione per ciò che le rendeva serene prima della delusione, senza perdere tempo dietro ad un uomo che non ci ama.
    Mi rendo conto che sia facile a parole, però dopo 2 mesi senza vedere il mio ex mi sto piano piano “disintossicando” e noto piccoli risultati, come riscoprire la bellezza di certi gesti o situazioni che mi sfuggivano solo perché troppo ansiosa o stressata da lui.
    Ps: Per il brindisi con @Ariel se c’è posto mi aggregherei anch’io! :-p

  • Oldplum, 23 Novembre 2020 @ 19:57 Rispondi

    2* parte (ho pigiato invio prima di aver finito)
    Tu dici che io dovrei dirti “poverina, che sfortuna hai avuto e adesso che farai?”
    Ma guarda che io ho tentato mille volte di darti un consiglio o un punto di vista (” troppa rabbia, dai, calma, nessuno rovina la vita a nessuno, che te frega di sua moglie) ma tu , se non ti si dice solo “povera che pezzo di merda lui speriamo che vada sotto un camion” te, dici che non si ha riguardo alla tua sofferenza. Che non si è empatiche.
    A me di parlare male del tuo ex non viene. Ma non per altro. Io non lo conosco. Tu ne dici peste e corna e a volte godi nel pensare stia male. A me sta cosa boh..posso dire che sta sulle balle? Che a me una che augura il male a chiunque non piace tantissimo?
    Io non ce l’ho con te. Io ce l’ho con il fatto che te vuoi stare male.
    Solo che tu questo non lo capisci.

  • Vita, 23 Novembre 2020 @ 19:59 Rispondi

    Sono una persona terribilmente ostinata: non rinuncio mai, convinta che sia un segno di sconfitta. Questa esperienza però qualcosa me lo ha insegnato: bisogna sapersi fermare, lasciare andare e guardare avanti. Io, assieme a voi, al mio psicologo, alle pochissime amiche che sapevano, ho speso mesi a farmi domande, rivangare, struggermi. Poi mi sono stancata. Di perdere tempo di cercare risposte inesistenti, di soffrire e rivangare, ho detto basta. Non me lo sono imposta, è venuto da se: piano piano la vita si è ripresa i suoi spazi. Qualche volta, certo, ancora si affaccia un pensiero triste, mi medico una ferita e mi concedo una riflessione amara. Ma sono solo momenti, la verità è che sono tornata ad essere persino felice. È cio che auguro a chi di voi soffre ancora tanto. Lasciate andare, il passato non si cambia, retorico ma vero. Dal passato si può solo imparare. Il resto poi un po’ per volta andrà a posto. Vi abbraccio tutte e abbraccio anche te @alessandro, porto sicuro per chi è finito in acque gelide.

    • alessandro pellizzari, 24 Novembre 2020 @ 08:15 Rispondi

      @alessandro, porto sicuro per chi è finito in acque gelide.

      Bellissimo!

  • Vita, 24 Novembre 2020 @ 11:04 Rispondi

    @alessandro, senza piaggeria, questo sei stato per me in questi mesi. Tu assieme a tutte le amiche del blog.
    Te (ve) ne sono grata. Mi sono sentita accolta e protetta, ascoltata e capita, in un momento ti in cui ero “smarrita” e “disorientata”. Qui ho potuto sfogarmi e confrontarmi, capire e riflettere. Mi avete dato ristoro mentre recuperavo le forze e le energie necessarie per riprendere il viaggio. Ho ridotto gli interventi solo perché, come ho scritto, non mi va di rivangare, ma torno a trovarvi spesso e vi leggo sempre con l’affetto con cui si seguono gli amici e i compagni di viaggio. Non escludo di tornare a scrivere con assiduità, se può servirmi e servire. Un bacio a te e a tutte.

    • alessandro pellizzari, 24 Novembre 2020 @ 15:33 Rispondi

      mi dai grande soddisfazione

  • elleelle, 24 Novembre 2020 @ 12:20 Rispondi

    @Oldplum
    Se tu sei uscita dalla tua situazione, per altri c’e’ ancora strada da fare e la si fa con i propri tempi e i propri modi.
    Ognuna ha il suo carattere, ognuna ha avuto una relazione con un uomo diverso. Se io non voglio perdonare il mio ex e se dico che se sta male se lo merita, mi spiace ma te ne devi fare una ragione. Io non sono te, il mio ex non e’ il tuo ex, le nostre relazioni non si assomigliano e il tuo modo di affrontarle non e’ necessariamente meglio del mio.
    Le considerazioni che si fanno all’interno di questo forum non implicano che poi una si consumi l’esistenza al di fuori. Nel mio caso e’ il contrario, io non vivo solo qui e al di fuori sono attiva in altre cose. E credimi che non voglio stare male, sono solo a un punto diverso del percorso rispetto al tuo e tante utenti sono ancor piu’ indietro.
    Non devi venire a darmi la pacca sulla spalla, nessuno te lo chiede ma e’ un esempio per farti vedere che a volte la gentilezza paga. Se le tue parole hanno urtato altre persone, vuol dire che magari e’ il caso ci cambiare il proprio approccio comunicativo.
    Invece continuo a leggere molta frustrazione nelle tue parole, ti annoiamo, ti rompiamo le palle e ti chiedo ancora: se ti da’ cosi’ fastidio, non hai di meglio da fare? Non e’ solo andando giu’ con la mannaia che si ottiene un risultato.

  • Ariel, 24 Novembre 2020 @ 12:42 Rispondi

    @Cossora Cara
    Lo scopo ,mi riferisco alle relazioni che hanno comunque procurato una sofferenza per tempo in cui ciascuna di noi ci ha comunque sofferto ,
    Ecco che questa sofferenza una parte sicuro è stata provocata o meglio generata appositamente per creare di mantenerci dentro attive o comunque col pensiero legato a questi lui che ognuno per mille motivi avevano solo obbiettivo di farci stare ad Amanti il più a lungo possibile

    Per ottenere questo scopo quale metodo migliore per loro se non approfittare delle nostre debolezze interiori il nostro davvero concordo metterci il nostro cuore sempre e comunque ed è questo sempre e COMUNQUE che produce e ha prodotto delle ferite INVISIBILI dentro a noi stesse

    Ecco che ,secondo me,nei nostri casi almeno quelli che qui abbiamo scritto lo scopo per riuscire a evolvere è
    Staccarsi sda qualunque domanda
    Perchè non importa cosa ci si chiede ,

    Ma importa non chiedersi più nulla di un uomo che è stato capace di metterci in un angolo e questo è un dato comune a tutte le storie scritte da noi qui

    Poi certamente ognuna è persona unica e diversa pure la storia sicuro ,
    E quindi certo che alcune storie hanno avuto protagonista un Cialtrone mega e magari un altro meno in apparenza “ minor danno “ dentro a se stesse

    La manipolazione negativa ricevuta infatti installa dentro a noi stesse il loop eterno del porsi le domande che siamo sulle parole o i fatti che però non arrivano mai a concludersi

    Non parlo di te cara ormainspero tu abbia compreso che anzi credo e spero tanto che per te personalmente tu sia una Donna felice indipendentemente da tutto perché da sempre ti sento un Vera Forza della tua Incantevole natura umana stupenda!

    Perco ecco ti ho risposto qui per cercare di trasmettere una realtà di funzionamento di questo meccanismo di Cialtrone che funziona infatti uguale per tanti nostri racconti di esperienza vissuta

    Ciò che aiuta è STACCARSI DENTRO A SE STESSE e
    Guardare avanti attraverso la Bellezza e ricchezza che esiste in ciascuna di noi esattamente dalla Propria Nascitab
    Essenza unica della propria vita

    Essere e scoprire se stesse
    E che bello immaginare ciò che hai scritto di te che guardi a tuo Figlio con così meraviglioso stupore per quanto sia Bello ogni istante di vita vissuta anche attraverso il suo “ musetto che spunta dal cappellino “

    Ecco un modo concreto per guardare AVANTI TUTTA bella tua NUOVA VITA!!!

  • elleelle, 24 Novembre 2020 @ 12:51 Rispondi

    @Oldplum
    Comunque, non confondermi con altre utenti. Certe affermazioni che fai mi sembrano rivolte ad un’altra persona, ad esempio quando parli di troppa rabbia ecc. (” troppa rabbia, dai, calma, nessuno rovina la vita a nessuno, che te frega di sua moglie).
    Credo di essere stata piuttosto moderata qui sul forum, certo non posso dire che adoro il mio ex ma piu’ che altro ho raccontato quello che mi e’ successo, i miei sentimenti e le mie considerazioni. Il mio ex non mi ha rovinato la vita ma ti posso dire che mi ha tolto la fiducia verso il prossimo e ci vorra’ tempo per recuperarla, se mai riusciro’ davvero.
    Tu credi che quello che dici non venga recepito perche’ non faccio/facciamo quello che vuoi tu ma non e’ cosi’. Quando si parla di perdonare, si fa un percorso anche per scegliere di non perdonare. Questo non vuol dire che se non perdono cerco attivamente di fare del male all’altra persona, perche’ questa e’ una cosa che non faccio e non faro’ mai. E’ semplicemente la scelta di non passare sopra al torto subito e di ricordarsene nel caso di un contatto futuro.
    Se tu hai perdonato, io ascolto le tue motivazioni, le metto di fianco alle mie e decido. Posso decidere diversamente da te.
    Sei tu che fatichi ad accettare che io non abbia fatto come te e se quindi senti che ti rompo le palle e ti annoio, il problema e’ tuo. A me tu le palle non le rompi se hai perdonato il tuo ex, evidentemente hai le tue ragioni e come ben sai, non ho mai detto una sola parola contro le tue decisioni.

  • elleelle, 24 Novembre 2020 @ 13:00 Rispondi

    @Vita
    Mi fa molto piacere sentire che va molto meglio e stai bene. Sono le stesse sensazioni che sento io la maggior parte del tempo, per il resto e’ una tristezza che deriva da considerazioni mie su me stessa e sulla mia vita passata, ma che ha poco a che vedere con il mio ex.
    Nel momento in cui ci si rende conto che la persona che avevi conosciuto non esiste e, come nel mio caso, non hai piu’ alcun ricordo bello a cui pensare, il passato se ne va da solo. Il resto e’ solo il tempo di elaborazione.
    TI abbraccio forte, lo sapevo che saresti arrivata presto a questo risultato e sono molto contenta per te. Continua a vivere al meglio!

  • Viovio, 24 Novembre 2020 @ 13:44 Rispondi

    @Vita grazie per questo commento, le tue parole sono un grande incoraggiamento per chi come me si sta ancora medicando le ferite.
    Hai ragione quando dici che arrivati ad un certo punto bisogna lasciare andare, direi che è l’unico modo per salvarsi e smetterla di soffrire. Nell’ultimo anno ero entrata in un vortice, perdendo completamente l’orientamento, continuavo a rimuginare ed arrabbiarmi per una situazione che non sarebbe mai cambiata. Ora ho deciso di staccarmi e nonostante il cambiamento abbia scombussolato il mio modo di vivere sento di aver preso la decisione giusta e tutta la rabbia e l’amarezza che mi stava divorando sta scemando.
    Ci sono ancora momenti bui, però voglio voltare pagina e mi sto impegnando perché ciò avvenga.
    Ti abbraccio cara @Vita è sempre un piacere leggerti

  • Vita, 24 Novembre 2020 @ 16:52 Rispondi

    @viovio @elleelle e tutte anche io vi leggo sempre con piacere e siete una carezza. A prestissimo.

  • Cossora, 24 Novembre 2020 @ 17:35 Rispondi

    Sai @Ariel.. Anche io, seppur con un ricordo bello e dolce del mio ex (va vene, tutte le vicissitudini.. ma se ci si perdona un tradimento da sposati, perché non si può conservare un ricordo piacevole? Senza sconti) in alcune vedo proprio una “decisione” di rimanere li a struggersi (l’ho fatto anche io, che ti devo dire?) però.. facevano così male tutti quei titoli. Dipendente, piegata, manipolata.
    No. Molto meno, forse peggio, ma meno: volontaria.
    Io non vedo così tanti furbi malefici, ma tante impaurite arrabbiate e ostinate nell’essere convinte che se si può fare un miracolo, lo faranno loro.
    Io l’ho pensato .. per questo l’ho portata avanti tanto. Non ho smesso di amarlo e ancora oggi non nego assolutamente: libero lo vorrei subito.
    Perché? Io mi chiedo perché no? Questo fa l’amore ♥️

  • Oldplum, 24 Novembre 2020 @ 18:49 Rispondi

    Si, hai ragione @ellelle. Forse sono troppo caustica . Ognuno ha la sua storia. Sono una un po esplosiva e ho la tendenza a mal sopportare i piagnistei. Non che tu li faccia, lo sottolineo. È che quando noto perseveranza in atteggiamenti che sono autodistruttivi mi vien spontaneo ” fermare la mano” di chi li tiene. Io so che soffri, ci sono passata con carne e sangue nel tuo stesso macello. Ognuna ha i suoi tempi per rimettersi insieme.

  • maribel, 24 Novembre 2020 @ 18:57 Rispondi

    ciao cara @vita, sono contenta anch’io di saperti “persino felice”. io non lo sono, anche se anch’io ho delle cose belle che mi danno calore e amore e sono i miei figli, per il resto non posso dire di aver raggiunto rive di chissà quale serenità. sono molto incartata su me stessa e speriamo di venirne fuori. vado avanti in attesa di ricevere la forza, vorrei una scena tipo Semola davanti alla spada nella roccia… un bel raggio di luce che mi investe, ahaha! ma lo so che me la devo dare da sola, spero di trovare le energie perchè adesso proprio non ne ho!

    vi abbraccio tutte, davvero, e vi seguo sempre con interesse affetto! siete le mie amiche di blog, tutte, e attendo il “liberi tutti” per venire all’evento che @ale organizzera’!! lo ha promesso, vero @ale??
    baci, a presto!

  • Ariel, 24 Novembre 2020 @ 19:46 Rispondi

    Evviva aVita!
    Sei nella tua NUOVA VITA!!
    E sii contenta di ogni tua conquista non dimenticare mai di festeggiare ogni tuo passo concreto verso AMARE TE STESSA!!!

    Ache per me è sempre una bellezza poter leggere scambiare le esperienze e le idee
    E quindi sicuro ogni volta che sentirai voglia di scrivere siamo qua
    A braccia aperte con un sorriso in più una battuta di humor a volte che possa aiutarci sempre a sentire la Vita Nuova
    Che si vive cercando di andare avanti

    Dandosi la mano!❤️
    Un abbraccione!

  • Vita, 24 Novembre 2020 @ 21:26 Rispondi

    @ariel ❤️, @maribel ❤️ Coraggio. Ci vediamo qui, intanto!

  • elleelle, 25 Novembre 2020 @ 16:46 Rispondi

    @Maribel
    siamo nella stessa situazione, mi sa.
    Anche per me la vera felicita’ e’ un miraggio, la mia situazione non e’ cambiata e se anche stravolgessi la mia vita, sono certa che in questo momento cadrei dalla padella nella brace. Da certe cose mi sono staccata, cerco di fare del mio meglio per aprirmi altre strade ma mi resta un problema enorme: mi sento distrutta dentro e chissa’ quando riusciro’ a recuperare davvero. E’ molto difficile farlo capire agli altri. Spero anche io in un raggio di sole ma so che quello di cui avrei bisogno non lo posso avere. Non voglio un uomo, vorrei solo essere un po’ piu’ libera, godermi un po’ di piu’ le piccole cose invece di essere chiusa in casa.

  • Viovio, 25 Novembre 2020 @ 22:28 Rispondi

    @Elleelle ti leggo con molta attenzione, innanzitutto per la tua proprietà di linguaggio poi perché trovi sempre una parola gentile per tutte. Sai esprimere le critiche in modo costruttivo e questo denota una grande sensibilità. Mi dispiace sentirti giù,sei una donna forte non lasciare che la rassegnazione prenda il sopravvento. Purtroppo viviamo in un periodo particolare che ci costringe in casa, ma prima o poi torneremo alla nostra libertà.
    Ti abbraccio cara@elleelle

  • Maddy, 25 Novembre 2020 @ 23:07 Rispondi

    @Cossora: mi trovo molto in sintonia con quello che scrivi. Si sente che hai amato tanto, che sei stata sincera e che il tuo cuore è ancora pieno d’amore, ma non intendo per lui. Il tuo è un amore trasversale, fatto di consapevolezza e gratitudine. È dove voglio arrivare io, qualunque sia la mia destinazione finale

  • Maddy, 25 Novembre 2020 @ 23:11 Rispondi

    @Viovio: oggi ho letto questo su uno dei siti che frequento, mi ha fatto pensare a te:
    Avresti mai pensato di superare quel dolore?
    Eppure siamo fatti così. Di anima e forza.
    E dopo aver pianto così tanto da affogare in noi stessi, tocchiamo un punto, laggiù sul fondo, che è sempre quello che ci spinge a risalire.

  • cossora, 26 Novembre 2020 @ 10:38 Rispondi

    #elleelle posso permettermi una tirata di orecchie?
    Con dolcezza, tranquilla.. questo doppio lockdown ti ha fatto arrivare a dire che ti senti distrutta dentro. che vorresti essere libera, goderti di più le piccole cose.

    Quando finirà, non rimanere nella situazione in cui eri quando è iniziato.
    Adesso hai l’alibi che siamo chiusi in casa, caduto l’alibi, diverrà disistima verso di te. Forza.

  • cossora, 26 Novembre 2020 @ 11:59 Rispondi

    @Maddy si, ho avuto la fortuna di amare tanto (quindi ho un ‘cv’ di amori passati molto bello e una struttura emotiva solida, positiva) e sono stata (e sono tutt’ora) tanto amata.
    Gratitudine ne ho tanta anche perchè la vita -rispetto ad altre persone- è stata buona con me, certe cose non se le merita nessuno ed io sono fortunata.
    E poi amo. Qualsiasi cosa se ne dica di me.. io amo.
    Lui è il riferimento del mio amore romantico, mi riempie il cuore, non lo nascondo!

  • Viovio, 26 Novembre 2020 @ 13:49 Rispondi

    @Maddy grazie, sei veramente carina 🙂
    Hai proprio ragione dovevo toccare il fondo per trovare la forza necessaria e combattere.
    Ultimamente mi stupisco di me stessa, mai avrei immaginato che staccandomi completamente sarei stata meglio, si vede che ero proprio arrivata alla frutta.
    Il merito è anche vostro, di tutte voi che mi avete incoraggiato a non mollare.
    Mi associo al commento di un’altra utente letto qualche giorno fa, non ricordo il nome, però è un vero peccato che nell’immaginario collettivo le amanti vengano dipinte come persone senza scrupoli e rovina famiglie, fare di tutta l’erba un fascio; da quando vi seguo non ho letto un solo commento che lasci trasparire una cosa del genere. Con alcune posso essere stata in disaccordo per il modo di porsi, ma nonostante tutto mi sono sempre sentita accolta e capita da donne innamorate che hanno seguito il cuore e non il gusto di rovinare o distruggere altre persone.

  • elleelle, 26 Novembre 2020 @ 17:38 Rispondi

    @Viovio
    Grazie, ricambio l’abbraccio!
    Lo so che passera’ ma mi rendo conto che ci si sto mettendo tanto e che in altre circostanze sarebbe stato piu’ semplice distrarsi un po’.

    @Cossora, so che hai ragione e io sono sempre in evoluzione, anche per questo il secondo lockdown al paesello mi sta cosi’ stretto. Io vorrei gia’ correre avanti, verso qualcosa di meglio, invece piu’ che altro zoppico. A mia discolpa ho la mia situazione un po’ particolare che puo’ creare grossi problemi. Non sarebbe giusto per nessuno se io creassi una situazione ingestibile per cui bisogna andare coi piedi di piombo. Ma credo che il momento arrivera’ 🙂

  • Viovio, 26 Novembre 2020 @ 17:48 Rispondi

    @Cossora perdona la curiosità, non conosco bene la tua storia ma da quello che leggo e percepisco c’è tanto amore, comunque siano andate le cose.
    Lui ha tentato di tornare da “cialtrone” ?oppure rispetta la tua decisione: libero si sposato no.

  • Nina, 26 Novembre 2020 @ 21:25 Rispondi

    Secondo me @cossora ha molte belle novità che x scaramanzia non le va di raccontarci! Io spero tanto in un Happy End!

  • Crocus, 26 Novembre 2020 @ 21:57 Rispondi

    @Cossora, non conoscevo questo motivetto, ma me lo segno perché rende bene l’idea :-). Grazie mille!

  • Lia, 26 Novembre 2020 @ 22:58 Rispondi

    @Cossora attenta! Pensarlo come manipolatore o come l’amore romantico è comunque pensarlo, dargli un ruolo, uno spazio nel tuo presente, rinnovarne il ricordo e tenerlo in vita a fianco a te…è dargli ossigeno…
    Scusa @Ale se mi permetto, ma anche scrivere nel blog potrebbe avere quest ‘effetto. E va bene quando bisogna sfogare la rabbia, va bene quando si è già fuori dal tunnel, ma nelle situazioni intermedie sarebbe meglio allontanarsi un pó anche dalla #casadiale, per poi tornare per aiutare chi è in difficoltà e ritrovare le vecchie amiche. Non so, io la vedo così.

  • cossora, 27 Novembre 2020 @ 11:22 Rispondi

    @viovio: la decisione devono rispettarla per forza, visto che è nostra, no?!?

  • cossora, 27 Novembre 2020 @ 11:30 Rispondi

    Ma si @Crocus a seconda delle storie e del carattere e del presente ognuna di noi da la sua soggettiva.
    Per questo dico ascolta raccogli e poi viviti la tua cosa con le tue giuste valutazioni.
    Se per te l’amore vince sempre è inutile che ti fustighi e cerchi d’essere una donna d’acciaio. Fai fatica e in più se non funziona niente hai pure il dubbio che ‘se avessi fatto a modo mio, magari..’
    Se rimani te stessa, al limite impari una lezione.
    Se non sei te stessa rimani incaponita e arrabbiata a vita.

  • cossora, 27 Novembre 2020 @ 11:34 Rispondi

    Credimi @Lia, ho raccolto abbastanza esperienza e vissuto.
    Non tolgo ossigeno a nessuno perchè non voglio farlo.
    Le mie valutazioni sono fatte e non ci sono strappi alla regola. Libero si, sposato no.
    Poi qui siamo in anonimato e ne scrivo perchè questi sono gli argomenti: l’ex, il cds, l’ex marito, i figli.
    Nella mia vita quotidiana non ne parlo mai e a nessuno.

  • cossora, 27 Novembre 2020 @ 14:31 Rispondi

    @elleelle
    evvia quando arriverà il momento ed evviva la goccia che farà traboccare il vaso!

    Un’amica ha relazione extra da 3 anni. Da mesi a casa in smart con marito (medioevale inetto, fancazzista, aggressivo, mantenuto e depresso) e figli.
    Finisce il primo lockdown e lei non affronta: adesso vediamo, tanto le cose cambieranno.
    Vanno in ferie perchè ad agosto si va in ferie.
    Arriva il secondo lockdown e lei non affronta: siamo chiusi in casa cosa ne parlo a fare.
    Le varie quarantene a turno dei figli.
    Lui le scopre un messaggio sul cell e le spacca il cellulare: è arrabbiato adesso, ne parlermo più avanti.
    Lui le dice che ci vuole riprovare, nel frattempo il cell nuovo però lei non può bloccarlo, lui deve controllare social e chiamate la sera: si capisce poverino non si fida più.
    Lui inizia ad avere problemi di salute, seri visto che gli esami li fanno in urgenza anche durante il covid: ecco, adesso cos’altro mi potrà succedere, come faccio se sta male?

    Morale della favola: quando sai che devi prendere una decisione e non hai lo spunto per farlo, ci pensa la vita a darti una spinta!
    Quindi @elleelle siccome sei una tosta.. ricordati che puoi gestire la tua indecisione, ma che esistono gli imprevisti.
    Fatti un piano d’azione per quando finisce sta pandemia.
    Dai retta alla tua amica Cossy 😉

    • alessandro pellizzari, 27 Novembre 2020 @ 18:19 Rispondi

      uno che spacca il cellulare e poi lo vuole controllare non ci vuole riprovare, è un carceriere. Attente alla violenza, anche quella sugli oggetti… attente!

  • cossora, 27 Novembre 2020 @ 14:49 Rispondi

    @nina sicuramente se avessi LA bella novità (e cioè che si separa) non ne parlerei prima del tempo.
    Poi chi la sente @Ariel??? ah ah ah!! 🙂
    Scherzi a parte: grazie per il tuo pensiero, sei molto dolce!

  • cossora, 27 Novembre 2020 @ 19:14 Rispondi

    Le ho detto che non sono tranquilla @Ale e le ho detto di usare due argomenti a noi cari per farmi capire se il momento è grave o gravissimo.

  • Crocus, 27 Novembre 2020 @ 21:23 Rispondi

    @Cossora, anche se ho un po’ perso la fiducia nel prossimo, nasco come persona che crede nell’amore e non voglio rinunciarci. La lezione l’ho già imparata. E confermo, voglio rimanere me stessa, sempre!

  • elleelle, 28 Novembre 2020 @ 12:27 Rispondi

    @cossora
    Magari, guarda, a me non dispiacerebbe una vita tutta nuova! 🙂

  • Love, 28 Novembre 2020 @ 17:15 Rispondi

    Devo ammettere che sono già a 10 giorni, senza nessun contatto con lei.
    Non commento, ma leggo sempre tutto ciò che scrivete, , e vi posso dire, che sta aiutando molto, sopratutto, quando un pensiero cade su di lei.
    È dura comunque, quanto capisco alcune di voi…

    • alessandro pellizzari, 28 Novembre 2020 @ 23:58 Rispondi

      Bravo resisti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.