clicca sul video per guardarlo

Il terrore del maschio è sentire la fatidica frase “Ti devo parlare”, ma a volte la pronuncia anche lui.

In questo video vi racconto quando lo dice e perché, e rispondo alle domande della ascoltatrici.

Il Ti devo parlare quando vuole prendere il largo

Il Ti devo parlare quando vuole recuperare un disastro

Il Ti devo parlare quando lui deve parlare alla moglie e non lo fa

Il Ti devo parlare per tornare con una scusa e zero fatti

Spesso non ha niente da dire ed è tutto un bluff

È utile ascoltarlo e concedergli una chance?

Cosa devi fare tu e perché in questi casi

Buona visione!

NON CE LA FAI DA SOLA? CONTATTAMI ALLA MAIL SEGNALATA
Condividi:

1.329Commenti

  • Roberto, 28 Maggio 2022 @ 13:46 Rispondi

    Assolutamente d’accordo con te @cri28. Sono io che sto cercando di capire attraverso le vostre esperienze, ciò che sfugge nella mia. Come poterci ragionare attraverso le vostre storie. Anche se come dici tu giustamente ogni persona è diversa dall’altra. E come dici @Ale, la parola chiave è “equilibrio”. Senza quella non può esserci amantato che valga la pena di essere vissuto.

  • Ariel, 28 Maggio 2022 @ 12:21 Rispondi

    Cri28, 27 Maggio 2022 @ 15:07Rispondi

    @Cri28 lo sai che scientifico che se si è mosse dentro da uno spirito da crocerossina,che è bene qui per tutte e tutti ricordare che con il termine crocerossina si esprime un individuo che mette in atto comportamento in relazioni sociali ed affettive tendenti tutte al privilegiare gli altri i loro bisogni
    Ma a scapito di se stesse !
    E cioè ciò che chiamo la “ Bolla della autostima “ risulta NON IN BOLLA e cioè esiste uno squilibrio che fa pendere e dipendere se stesse da tutti gli altri

    La crocerossina non è affatto consapevole di esserlo si agisce spontaneamente senza accorgersene prevale in se stessi IL BISOGNO DI FAR PIACERE E BENE AGLI ALTRI

    Esiste un perché universale meccanismo scientifico che ci spiega il vero motivo di questo modus vivendi e cioè
    La FAME DI AMORE IL BISOGNO DI AVERE AMORE IL BISOGNO DI SENTIRSI AMATE ACCOLTE
    MERITEVOLI DI ESSERE AMATE A QUALSIASI COSTO!!!

    Questo meccanismo cara Cri28 è DIFFUSISSIMO soprattutto in noi donne
    E due motivi di base generale stanno alla radice del perché si agisce da crocerossina

    Uno è sociale vedi Maschilismo e condizione sociale della Donna che resta sempre condizionata da arcaico e presente MACHISMO

    Due è personale storia della propria crescita da infanzia piccolissimi prima di camminare da sole o soli il proprio sistema di attaccamento affettivo si è sviluppato con i genitori o chi ne ha fatto le veci in modo non in equilibrio di autostima

    Ecco che per questo motivo scientifico che se si tende a comportamento da crocerossina lo si è verso tutti nessun escluso
    Infatti in esperienze documentate da molti altri casi spesso lo si è state sia fin da piccole che in altre relazioni
    Quelle TROPPO BUONE CHE PUR DI ANDARE IN ACCORDO CON TUTTI SI PIEGANO TROPPO AMORE PER GLI ALTRI
    E PER SE STESSE MENO O ADDIRITTURA NULLA!

    Dipende dai casi
    Importante rendersi conto che crocerossina che non si cura non guarisce e ripete nella vita lo stesso schema comportamento pure ad esempio cambiando partners
    O anche con amici e a maggior ragione con parenti con colleghi con capo al lavoro

    Queste cose ovviamente le ho scritte a te ma sono rivolte a tutti quelli che avranno voglia di leggermi.

    Cara Cri28 ti manca poco secondo me ,a leggerti stai un poco lottando in senso positivo per trovare il modo il coraggio di fare la prima azione che davvero può aiutarti a trovare tua NUOVA STRADA
    E cioè curarsi dentro iniziare o cambiare un verso percorso terapeutico.

    Ricordo che chi lo fa non significa essere Minori o malati o pazzi o qualsiasi cosa di negativo
    La Maggioranza numerica di persone se si curasse di più sicuro starebbe meglio nelle proprie relazioni sociali ed affettive
    È naturale nessuno è perfetto e per poter evolvere e stare da male o da così e così a bene scoprire quanta Bellezza interiore sia parte Di te stessa ,nascosta da anni e anni di vere sofferenze tutte ruotanti nel tema del

    MERITO AMORE !

    Lo MERITI TUTTO e per davvero accorgersene occorre scoprirlo con una vera guida professionalità terapeuta.

    Sei Belka cara Cri 28 e dicendolo a te lo dico a chiunque ancora sia in una vera ambigua situazione nascosta del proprio vivere in vere dipendenze difficoltà
    C’è la farai sicuro anche tu a Rinascere!!

  • Lolly, 28 Maggio 2022 @ 11:42 Rispondi

    In risposta alla parola chiave: equilibrio, eppure @Ale ti devo.dire che spesso non è così…spesso si rivestono ruoli nelle relazioni sentimentali di disagio che si ripresentano come una coazione a ripetere anche con altri partner…è come se ognuno di noi avesse un ruolo principale, crocerossina, vittima, manipolatore, gatta morta e chi più ne ha più ne metta ed ogni volta ripropone lo stesso copione…pertanto chi è vittima con il marito, è vittima anche con un altro, chi è crocerossina lo è sempre e così via…soprattutto ad una certa età è difficile cambiare il modo di relazionarsi con l’altro…ho un amica che era vittima del marito ed oggi che non sta più con lui è vittima di colui che era il suo amante, uguale uguale…non se ne esce…il problema non sono gli altri, ma noi ed il ruolo che ci siamo dati nella vita!

    • alessandro pellizzari, 28 Maggio 2022 @ 14:03 Rispondi

      tutto ciò non è equilibrio e amore vero

  • Rinascita, 28 Maggio 2022 @ 10:26 Rispondi

    Cri28 infatti dipende da come si è, dalla situazione che si vive, dall’equilibrio che si sente o si è raggiunto. Tutto può essere giusto o sbagliato. L’unica versione che non mi torna è quando le “spine” di queste relazioni non si vedono ed è li che penso che ce la si racconti. Le “spine” ci sono inevitabilmente, poi qualcuno le trova digeribili ed altre indigeste. In alcune fasi della vita sono tollerabili e poi non più.

    • alessandro pellizzari, 28 Maggio 2022 @ 14:04 Rispondi

      equilibrio non è mai sofferenza, non ci sono equilibri diversi

  • Cri28, 28 Maggio 2022 @ 09:19 Rispondi

    Roberto, lo vedi anche tu, per te io sto bene così perché non amo più in modo intenso, per altri sono succube di dipendenze affettive, per altri ancora me la racconto, e così via.
    In realtà, basterebbe pensare che, se sono arrivata a scegliere di vivere così i miei sentimenti, è perché ho una mia personalità e una mia storia, che sono uniche, come quelle di tutti, e che per ora mi hanno portato qui.
    Se si vuole capire, bisogna partire da una vera accettazione delle diversità individuali, non da un preconcetto su cosa vuol dire amare e sulle reazioni che l’amore dovrebbe provocare a tutti.

    • alessandro pellizzari, 28 Maggio 2022 @ 09:53 Rispondi

      La parola chiave è equilibrio: sei in equilibrio? Fare l’amante provoca più malessere o benessere? Equilibrio è serenità nonostante le spine della rosa

  • Roberto, 27 Maggio 2022 @ 22:41 Rispondi

    No Sylvia, nulla di quello che hai detto tu.

  • Rinascita, 27 Maggio 2022 @ 22:02 Rispondi

    Lapsus significativo della lotta tra cuore e ragione: ma mi sono risultate inconcepibili altre soluzioni ….

  • Rinascita, 27 Maggio 2022 @ 21:10 Rispondi

    Roberto tu ami esattamente come amo io. Non so se sia un bene o un male e non so se sia legato all’indole di ciascuno di noi. Per me amare è quello che scrivi tu e non mi sono risultate inconcepibili altre soluzioni.

  • Rinascita, 27 Maggio 2022 @ 20:51 Rispondi

    Maribel grazie davvero! Quello che scrivi arriva come incoraggiamento e mi ha risollevato in una giornata in cui di luce ne ho visto poca. Il mio nickname è un’ambizione più che un risultato acquisito. È un percorso ad ostacoli fatto però di consapevolezza di quello che non voglio più’, anche se fa male. Lotto quotidianamente con la nostalgia, con la mancanza, contro quell’amore che comunque a modo suo riempiva. Devo dire la verità, spesso mi sento sola ma come hai scritto tu in maniera centratissima, al primo posto, ho messo la mia dignità. Questo non significa che chi decide di rimanere amante non abbia dignità, anzi ribadisco di avere un’invidia bonaria per chi ci riesce. È che le situazioni occorre parametrarle al proprio modo di essere. Adesso sono libera e mi sento in linea con il mio pensiero anche se facile non e’. Spero di imparare ad intravedere meglio quella luce di cui parli tu e spero di conoscerti anch’io, perché percepisco che saremmo una buona spalla l’una per l’altra. Un abbraccio

  • Roberto, 27 Maggio 2022 @ 17:38 Rispondi

    Si lo è @Maribel. È molto forte. Però bisogna anche essere consapevoli del fatto che continuare con questo inevitabile stress non è possibile. In questo credo che le parole di @Rinascita siano quelle che mi hanno piu colpito. Perché secondo me rappresentano l’essenza del vero amore. O lo si vive alla luce del sole o alla fine se ne perde il senso. Almeno io penso questo, rispettando tutte le altre visioni del sentimento che ho letto qui dentro.

  • Roberto, 27 Maggio 2022 @ 17:32 Rispondi

    Non ho detto che non amo @cri, mi sono solo permesso di dire che forse hai passato quella fase dell’innamoramento acuta e che ora veleggi in un rapporto consolidato. Accettandolo così com’è. Senza avere l’esigenza di cambiare la tua vita.

  • Sylvia, 27 Maggio 2022 @ 17:15 Rispondi

    Anche la mia amante dice la stessa cosa. “conosco il rapporto con le tue figlie ed ho il terrore a pensare che tu lo perda”. Ma credo che questo sia solo una scusa e ci siano altri motivi per non voler vivere questa storia.”

    Si direbbe @Roberto che hai dei sospetti che la tua amante non sia pienamente sincera e trasparente. Una relazione può basarsi sulla mancanza di fiducia? Guardati dentro e non raccontartela. Quali altri segni hai che qualcosa non torna? La conosci davvero? Tu sei sincero con lei e lei con te? Oppure passi oltre perché comunque hai bisogno di avere il prosciutto sugli occhi, per convincerti che QUELLO è il rapporto che va bene e lei è la donna super che ormai hai idealizzato?

  • Cri28, 27 Maggio 2022 @ 15:07 Rispondi

    No. Leilei, non ho mai pensato di modificare lo status quo.
    Sono sicuramente un po’ crocerossina, ma più con mio marito, credo. Ma lo so e ho imparato anche a mettere dei limiti.
    Roberto, non so, forse non amo, ma ho sempre amato così, dando tutto e accettando molto. Ognuno ha la sua natura.

  • cossora, 27 Maggio 2022 @ 15:02 Rispondi

    Non so @leilei, io mi metto nei panni di uno che gira con i documenti della separazione (già avvenuta) e mi chiedo ‘perchè girerei con i documenti della separazione?’
    Per mettere a tacere i dubbi di chi mi sta davanti. Per sempre. Perchè è quel che vuol vedere, e io glielo do (se ho cattive intenzioni).

  • cossora, 27 Maggio 2022 @ 14:57 Rispondi

    @leilei il toro si sente parechio. Io ce l’ho come ascendente (sono un sensibile, materno e lunatico cancro) e devo dire che nella seconda parte della mia vita (ma forse anche in fase preparatoria giovanile, insospettabilmente) si sente sempre più che ho un occhio al cuore e uno ai conti che devono tornarmi.
    Diciamo che faccio finta di chiudere un occhio se sento che mi conviene farlo!

  • Lolly, 27 Maggio 2022 @ 14:37 Rispondi

    Mia cara @ Cossora…ciò che tu scrivi sembra a me molto familiare e riesco a comprenderti perché mi ricordi il temperamento del mio ex marito…quando hai detto che non ami i confini, che nel matrimonio ti sentivi soffocare…sai che sono state parole anche sue?..a prescindere dai sentimenti che uniscono una coppia credo che ci siano degli schemi, degli stili di vita che possono risultare inadeguati alla propria persona stretti e non rappresentare al meglio la tua volontà…e spesso il matrimonio, la famiglia, ne sono un esempio..a 17 anni hai un idea dell’amore a 46 ne hai un altra..pertanto mi chiedo e ti chiedo: non è che la tua storia con un uomo impegnato corrisponde effettivamente a quel tipo di rapporto libero da vincoli, legami profondi, routine che un rapporto con un uomo libero potrebbe creare?…sai a volte succede che non è la persona che fa la differenza…ma il ruolo che gli dai nella tua vita!

  • Lolly, 27 Maggio 2022 @ 14:13 Rispondi

    @leilei grazie per la risposta…anche io sono una persona molto razionale pertanto il tuo discorso fila e lo capisco pure…si può vivere di emozioni come di razionalità..ma alla fine il risultato è lo stesso..scegliere il meglio per sé

  • maribel, 27 Maggio 2022 @ 14:05 Rispondi

    leggo tutti questi ultimi commenti e l’unica al momento che leggo qui che – a mio parere – non se la racconta e ha avuto le palle veramente di decidere avendo come punto di riferimento la sua dignità e il suo essere donna indipendente è @rinascita.

    non si è fatta sconti e ha guardato la realtà. spero veramente di conoscerla un giorno alle serate organizzate da @alessandro.
    mi piace molto come scrive di se stessa: non c’è bisogno di gettare cattiva luce sugli altri se si ha una propria luce da far risplendere.
    ti auguro, cara @rinascita, la libertà che trasmetti nei tuoi scritti e che ti meriti.

    su @roberto più lo leggo e più anch’io penso che non la lascerà mai. se tutto quello che scrive corrisponde a cio’ che sente dentro, è un legame molto molto forte.

  • Ariel, 27 Maggio 2022 @ 13:30 Rispondi

    Roberto, 27 Maggio 2022 @ 09:40Rispondi
    “ se è amore non ci si può accontentare di momenti”

    Caro Robertino mai frase fu più meglio scritta in pienissima esattezza Scientifica il che equivale a dirti che sicuro il tuo “ grigio colore” sta virando più sul Ottimo Grigio di Payne

    Solo col grigio di Payne si può essere ed esprimersi in vera connessione con la realtà concreta del come si funzioni esattamente tutti nessun escluso.
    Quelli che scrivono e fanno le deroghe,si fanno gli sconti di pena e di pene ,
    Quelle che se la raccontano sputando sulla validità scientifica del curarsi ,
    Ecco sicuro non hanno ancora scoperto cosa sia la grande bellezza NITIDA VISIONE DI CIÒ CHE È PER TUTTI
    solo il grigio di Payne può dare questa lucidità e tua grande consapevolezza

    Come vedi Caro Robertino ,ti sto elogiando
    Come vedi non ho nessun pregiudizio verso nessuno
    Leggo tutte e tutti perché penso e sostengo che ciascuno sia importante leggere ,ognuno da qualcosa che vale sempre la pena leggere riflettere pure se non si sia d’accordo aiuta molto

    Ecco oggi Brilli Caro Robertino della tua luce del tuo Grigio di Payne col quale hai scritto sicuro ciò che scientifico funziona per tutti e cioè

    “ Se è amore non ci si può accontentare di momenti”

  • Roberto, 27 Maggio 2022 @ 13:24 Rispondi

    Sai @cricri28, credo che sia una cosa tipica delle Donne perchè sotto quel punto di vista, l’uomo è sicuramente quello che ci rimette di più. Anche la mia amante dice la stessa cosa. “conosco il rapporto con le tue figlie ed ho il terrore a pensare che tu lo perda”. Ma credo che questo sia solo una scusa e ci siano altri motivi per non voler vivere questa storia.
    Penso che sia tu @cricri28 che @leilei. abbiate alla base del vostro equilibrio il fatto che probabilmente l’amore, non dico si sia esaurito, ma non abbia più quella spinta violenta che ti spinge a pensare al cambio di vita. E’ l’unico modo per accettare e vivere un amantato senza grossi traumi. Sapere che nulla cambierà nella tua vita, perchè non vuoi che cambi, ma godere del bello che può dare avere una vera intimità con un’altra persona. Ma è il cuore che lo decide, prima della testa. Se il cuore è alleggerito dall’amore, diventa tutto più facile anche per la mente. Se il cuore è pesante anche la testa non lo seguirà mai.

  • Ariel, 27 Maggio 2022 @ 13:08 Rispondi

    alessandro pellizzari, 27 Maggio 2022 @ 12:10Rispondi
    Grazie CaroAlessandro
    Sei il mio conforto!!!
    Puro oro colato!
    Spiace davvero ma resta veramente difficile che le persone si rendano conto che alcuni meccanismi di comportamento sono identici in tutti i soggetti che si ostinano a vivere relazioni sbilanciate totalmente
    Dove occorre NASCONDERSI altrimenti si viene scoperto!,
    Ma basta solo che questo per avere disagio assicurato prima o poi salta fuori tutto ,e altra difficoltà per maggioranza di persone che ancora stanno dentro a realtà sbilanciate nel dover sii nascondere nel dover accettare che sia altro a scopiazzasti il partner SEMPRE IN CARICA quella MAGGIORE!!!

    Insomma purtroppo qui la difficoltà ad accettare la Scienza è immensa!!!
    Ci si arrampica sugli specchi del proprio privato personale se si sta credenti in Dio oppure no
    Come fosse un vero Peccatone mortifero e che esprimerebbe gente fuori di testa!!!
    Ah ah ah ,no scusa ,a rido bonaria,insomma

    Resta SEMPRE COLPA DEGLI ALTRI quelli che si sono curati
    Quelli che se la vivono alla grande la relazione a due e stop

    Lo so ,care ragazze resta difficile per voi in “ DISAGIO”
    E cioè con la dipendenza affettiva purtroppo lo so perché la ho vissuta
    Impossibile staccarsi senza curarsela specificata terapia che toglie la Droga ,
    Per questo che non riuscite a voltare pagina!!!

    Ci sta sempre tempo a scegliere di provarci seriamente e senza se o ma o ma io sto diversa e ma io sto stampella ma io sono un caso diverso !,,

    La terapia funziona esattamente come un farmaco purchè là si scelga là si faccia là si diversifichi senza farsi le esse mentali sul solito Otaly del “ Non ho bisogno
    Del non serve a un beato axxxxzo
    Sul sto benissimo e tutto gli altri sono quelli da curarsi
    Et eterna Et cetera !!!

    Forza ragazze e ragazzi alla Robertino

    Andate di Grigio di Payne e già sarà un grande progresso per voi stesse/si!!
    Vedere le ombre nitide e grandi orizzonti NUOVO DAVANTI A VOI vi aspettano se solo andrete curarvi dentro!
    Senza più SENTIRE IL BISOGNO DI ATTACCARVI AGLI ALTRI sia in positivo sia in negativo!,

    Forza ce la potetete fare!!!
    A rinascere davvero!!!

  • Leilei, 27 Maggio 2022 @ 13:07 Rispondi

    Cossora grazie al cielo i patologici sono la minoranza, ma come si fa ad avere dubbi su uno che ti mostra dei documenti? Credo che chiunque gli avrebbe creduto! Poi è ovvio, che come dice Ale, bisogna dare una data a questi sogni, altrimenti sì che si è dei boccaloni!!!

  • Leilei, 27 Maggio 2022 @ 12:34 Rispondi

    Cri28 ci crescono così fin da bambine, ma io essendo molto maschio-inside, ho imparato nel tempo a dare solo a chi merita veramente. Come ha detto qualcuno, di chi non merita “francamente, me ne infischio”!

    Per quanto riguarda il tuo amante, se il bambino è piccolo, comprendo il suo desiderio di stargli accanto il più possibile.
    L’importante però è che se tu vuoi fare il salto e anche lui è d’accordo, vi diate un limite temporale. e questo figlio non diventi una scusa.

  • Leilei, 27 Maggio 2022 @ 12:28 Rispondi

    Cossora, buttandola sul ridere, ti posso dire che io sono toro ascendente scorpione, luna in sagittario e venere in toro.
    Quindi sono tutto e il contrario di tutto. Ma sicuramente la mia razionalità prevale su tutto il resto, ma la mia empatia mi fa vedere oltre. Alla fine però, i conti devono sempre tornarmi (e non parlo solo di soldi, ovviamente).

  • cossora, 27 Maggio 2022 @ 12:22 Rispondi

    @Ale la domanda era un’altra.
    Se io credo al concreto, il patologico mi ‘costruisce’ una prova concreta e io sono fritta.
    Così è più chiaro?

    • alessandro pellizzari, 27 Maggio 2022 @ 13:48 Rispondi

      Vanno fatte sempre le verifiche

  • cossora, 27 Maggio 2022 @ 12:00 Rispondi

    @leilei non ho letto il post sui farmaci, ma se una persona pensa che sia tutto così concreto, terreno e quantificabile (mi verebbe da dire che non è un caso la persona in questione sia anti-spirituale) è logico che non ci si capisca mai.
    Se l’amore funziona come la matematica,basta trovarsi un partner che la pensa uguale e il gioco è fatto.
    Magari tra questa eccesiva razionalità e la probabilità di essere manipolate da un patologico c’è un nesso.
    Anche la mia amica del tipo che girava con i documenti finti della separazione è completamente agnostica e terrena. Quando le dico (ancora oggi) ma secondo te uno che gira con i documenti e te li fa vedere.. è normale? E lei mi risponde ‘perchè dovrebbe farlo?’
    E’ razionale. Quindi ti chiedo @Ale: potrebbe essere che se si crede solo a ciò che si vede (e non a ciò che si ‘sente’) si sia anche più facilmente raggirabili?

    • alessandro pellizzari, 27 Maggio 2022 @ 12:10 Rispondi

      In genere è proprio credere sempre solo a ciò che si sente e non guardare ai fatti che porta un’amante a soffrire fino a toccare il fondo. Sente che le due promesse sono vere, che i suoi pianti sono amore, ma poi lui torna sempre a casa. Fatto contro idealizzazione del nulla

  • Cri28, 27 Maggio 2022 @ 11:51 Rispondi

    Dispersa, per me è molto importante mantenere un equilibrio, perché in questi anni ho attraversato tanti momenti difficili; è stato importante imparare a costruire una serenità dentro di me. E’ un lavoro continuo, naturalmente, ma trovo sia quello più importante.
    Roberto, io penso di avere un modo di amare che mi porta a tenere molto in considerazione come può sentirsi l’altro. Il pensiero, ad esempio, che il mio amante possa trovarsi privo della quotidianità con suo figlio, di cui ogni tanto mi racconta qualche episodio, mi rende triste. Per questo cerco di tenere tutto insieme. Penso sia una cosa un po’ tipica delle donne.

    • alessandro pellizzari, 27 Maggio 2022 @ 12:12 Rispondi

      Si chiama crocerossina. Lui sapeva di avere un figlio quando ha iniziato con te

  • Leilei, 27 Maggio 2022 @ 11:46 Rispondi

    Roberto capisco il tuo punto di vista sull’amore. Io, purtroppo o per fortuna, sono molto razionale o forse davvero non sono più così innamorata.
    Penso che se 26 anni fa io e lui non ci fossimo lasciati, insieme avremmo potuto stare bene e sicuramente saremmo diventati diversi da come siamo ora (io cinica, lui apprensivo…). Ma adesso credo che non ci sarebbe spazio per alcuna serenità.
    Quindi meglio così.

  • Leilei, 27 Maggio 2022 @ 11:04 Rispondi

    Lolly io credo che dipenda sempre dai contesti.
    Il mio amante è la tipica crocerossina, lui è sempre pronto ad aiutare gli altri, a costo di annientare se stesso. E non lo fa solo con compagna e figlie, ma con colleghi amici vicini ecc…
    Quindi nel suo caso lasciare la famiglia equivarrebbe a vivere schiacciato dai sensi di colpa e dal terrore dei disagi causati dal suo “egoismo”, quindi non potrebbe mai essere felice. Di fatto lui resiste nella sua situazione perchè passa la maggior parte della sua giornata in ufficio, per cui la famiglia la vive pochissimo, ma “essere lì” lo fa sentire responsabile e soddisfa la sua necessità di avere tutto sotto controllo.
    Io per lui non rappresento un problema, come lo è invece la sua compagna, perchè mi percepisce forte e non bisognosa del suo intervento, mentre reputa lei incapace di fare le più banali cose materiali tipo fare la spesa, e instabile emotivamente.
    Per quanto mi riguarda il discorso è molto più opportunistico. Mio marito continua ad essere l’egoista che è sempre stato, salvo poi ravvedimenti postumi, a seguito di una mia sfuriata. E’ molto dipendente da me, ma soprattutto perchè gli risolvo molti problemi, tengo viva la nostra vita sociale ecc… Diversamente potrebbe pagarsi una donna che si occupasse della gestione della casa. Certi giorni andiamo d’accordo, altri non lo sopporto, ma ho imparato a fregarmene e fare altro. In pratica gli giro alla larga. Economicamente non potrei permettermi di vivere da sola, non per come sono abituata. E sinceramente, preferisco qualche scaxxo ogni tanto a una vita da poveretta.

    Detto ciò, non credo che io e il mio amante avremmo potuto essere felici insieme, perchè lui sicuramente si sarebbe sentito un bastardo nei confronti delle tre donne che ha in casa. D’altra parte alla sua compagna sembra stare bene la loro mancanza di intimità, e non intendo quella di letto. Intendo le cose piacevoli che possono fare insieme due persone che sono legate l’una all’altra. Quindi sicuramente a lei non interessa sapere quello che lui fa fuori casa, purchè lo faccia con discrezione e mantenga inalterata la facciata di coppia e famiglia nel paese in cui vivono, e continui ad essere a disposizione di lei e del suo parentado, e ovviamente delle figlie.
    E dato che alla mia età di problemi non ne voglio, ci mancherebbe solo una ex che lo tampina di telefonate perchè la caldaia non funziona, perchè la figlia ha la gastrite, perchè la suocera deve portare la macchina dal gommista.

    questa è l’analisi della mia situazione, scevra da ogni romanticismo.

  • Leilei, 27 Maggio 2022 @ 10:39 Rispondi

    Roberto vedo che la mia precognizione è assolutamente fondata e anche un pò ovvia, e lo dico sorridendo…
    Ti auguro di trovare il tuo equilibrio per stare bene in entrambe le situazioni.

  • Leilei, 27 Maggio 2022 @ 10:34 Rispondi

    Cara Ariel, il paragone con i farmaci non regge per nulla. I farmaci agiscono su meccanismi noti e uguali per tutti. Il cuore funziona allo stesso modo per tutti, idem polmoni e reni…I sentimenti afferiscono ad una sfera assolutamente personale, legata alla propria indole, ai fattori ambientali e sociali, e tanto altro. L’amore non è come il mal di testa!

  • cossora, 27 Maggio 2022 @ 10:26 Rispondi

    @leilei si dai. Con l’aggiunta di qualche fuori pista durante gli stacchi (bohemien, randagio) è più o meno così.
    E non ci trovo niente di male, onestamente 🙂
    @roberto noi riusciamo (perchè io sono libera, vado, volo e quindi duro di più) a stare separati anche 4 mesi. Ma poi ci ricongiungiamo 🙂 ed è esplosivo.

  • cossora, 27 Maggio 2022 @ 10:21 Rispondi

    @Lolly tesoro.. se io sono passata dall’amore che vedevo a 17 anni a quello che vedo ora a 46.. certo che è possibile. Si cambia, Sempre. E negli ultimi anni direi che la vita ce l’ha dimostrato.
    Bisogna fare quello che ci fa stare bene, non quello che è ‘di norma’ perchè la norma non esiste più, o meglio esiste ma ha più ombre, più tempi, più scenari nella stessa esistenza.
    Io mi sentivo soffocata prima, da ragazza, da giovane madre ..ma ci stavo dentro, dovevo. Se serviva mentivo.
    Caratterialmente adesso a me questa assenza di confini netti è più affine.
    Ma capisco il senso di non sentirsi al passo di chi stava ‘bene prima’.

  • Roberto, 27 Maggio 2022 @ 09:40 Rispondi

    Sai @leilei, ho ragionato molto sulla tua affermazione “meglio questo che niente”. Però, per come la vedo io è un accettare qualche cosa che non ti può fare stare bene. Tu avrai raggiunto un equilibrio ed in qualche senso ti invidio. Ma secondo me quando si è raggiunti quella frase è perchè in qualche senso si ha rinunciato all’amore. Ti prendi solo quello che può darti la storia. Certo, un’illusione d’amore. Che può farti stare bene. Ma ammettere che uno accetti di condividere la persona che ama con un altro, almeno per me, non è ammissibile. Ne faccio un discorso generale, non solo legato a me. Ovvio che uno può intendere l’amore in tante maniere. Sia chiaro. Però, se si ama nel vero senso della parola credo che nessuno possa pensare di farlo nei ritagli di tempo in cui si vede l’altro. E poi messo giù il telefono o risalito in macchina tornare ad essere quello o quella sposato con un altro. Comprendo forse più il discorso di @Rinascita che non è riuscita a dividere anche se formalmente il suo amante. Forse questo tipo di scelta denota alla perfezione se si sta vivendo un amantato fatto d’amore o se si è li solamente per vivere sostanzialmente alla meno peggio quello che si ha in casa. Se si ama difficilmente si potrà sopportare il pensiero del proprio amante vivere alla luce del sole un rapporto ufficiale con un altro. Perchè comunque questo ti porterà a farti sentire in secondo piano, anche se l’amore è sincero da parte di entrambi. Ma sempre secondo sarai. E se si è innamorati difficilmente si accetterà di stare nell’ombra. Se poi come nel tuo caso @leilei pensate entrambi che non sia giusto, per i motivi che tutti conosciamo, separarsi dalle famiglie d’origine, allora è un’altra storia. E penso che per te sia così. In caso contrario sono assolutamente d’accordo con @Rinascita. Se è amore non ci si può accontentare di momenti.

  • Lolly, 26 Maggio 2022 @ 19:48 Rispondi

    @ leilei…ti vorrei chiedere…è possibile quindi amare una persona e vivere con un altra, perché a conti fatti è meglio così?…sfasciare due famiglie con tutto ciò che comporta penalizzerebbe il rapporto tra amanti riducendolo ad una vita reale più logorante?..

  • Dispersa, 26 Maggio 2022 @ 18:05 Rispondi

    Infatti @Leilei si aprono due scenari o ti godi quello che hai o chiudi il tutto perché fa troppo male, insistere non ha alcun senso.
    Avrei voluto godermi il bello ma nel mio caso il suo modo di fare non me lo permetteva e finivo sempre con il star male.
    Le persone non le puoi cambiare, né negli atteggiamenti né nei pensieri… Quindi quando il disequilibrio diventa sempre più pesante da sostenere meglio lasciar andare.
    Con questo non voglio dire che non si ama ma che si preferisce rimette il proprio io al centro di tutto!

  • Roberto, 26 Maggio 2022 @ 17:23 Rispondi

    @leilei, hai descritto perfettamente la nostra situazione. Io e lei siamo così. Che certamente da una parte è meraviglioso, dall’altra ti chiedi perché non si possa viverlo. Ma questo è. Non voglio dire che siamo una coppia, perché io sono ancora uno di quelli che pensa che l’amore debba essere vissuto. Quindi, insomma….però forse siamo di più. A volte ci sembra di essere due metà che non vivrebbero senza l’altra. Ma non continuo se a qualcuno potrebbe venire il diabete (rido). In quanto a provare a lasciarci. Si lo abbiamo fatto. Ma noi abbiamo resistito minuti non giorni. L’ultima proprio oggi quando mi ero rivestito per uscire da camera sua. Ma dopo un minuto eravamo di nuovo abbracciati. Quindi lasciamo perdere. Il mio castello non cadrebbe no. Ci sono tre Donne dentro. Quindi hai voglia se riuscirebbero senza di me.

  • Ariel, 26 Maggio 2022 @ 13:28 Rispondi

    Roberto, 25 Maggio 2022 @ 21:30Rispondi

    Dipende da che grigio ,
    C’è grigio e grigio ,
    Ad esempio quelli che hanno del giallo dentro ,no buoni sempre ,esprimono disagio ,ad esempio,
    Allora meglio un Grigio di Payne ,che crea lungimiranza ,ombre chiare delineate o scure ,ma sempre tese al avere una chiarezza definita di ciò che si è ,di ciò che si pensa di essere ,di ciò che si vuole diventare
    Solo che guardando più avanti su un più vasto orizzonte
    Dove le ombre stanno decise e forti sono solo che grandi consapevolezze di ciò che è e di ciò che davvero si possa fare senza più se o ma
    Senza indecisione

    Ecco un vero Grigio di Payne ( per chi vuole è interessato ,a darsi a leggere la storia del suo inventore Mr. Payne Aquarellista Made in England))

    Oggi cinsta un cielo Grigio di Payne
    Una vera Bellezza!
    Nella pittura si nascondono VERE RISPOSTE A DOMANDE COMPLESSE!!!

    Bonjour!

  • Ariel, 26 Maggio 2022 @ 12:01 Rispondi

    @Rinascita
    Mi fa davvero piacere constatare la tua consapevolezza e anche quella di Cossora e sicuro molte altre utenti che ancora si trovano dentro a situazioni non certo ottimali al proprio vero poter vivere al meglio la propria vita affettiva

    Una dimensione sicuro la più difficile per chiunque nella propria vita sia per chi ogni istante cerca di mantenere sentita relazione affettiva con il proprio partner esclusivo
    Sia per chi staziona in amantati che si dice scelgo di vivere così e cioè vivere con vero Disagio
    La parola Magi que del giorno in cui ottimamente e giustamente hai espresso cara Rinascita molto bene
    Almeno pare essere accettata mooolto meglio del mio scrivere diretta e chiara
    Dipendenza affettiva!!!

    Meglio il Disagio che da più la idea che ognuno abbia il suo o per meglio dire correttamente ognuno può aver avuto in passato il suo ed averlo superato
    Oppure i casi che ancora ci stanno in vero disagio ,ognuno ha sicuro il proprio specifico disagio

    Ma qui cara Rinascita ci terrei molto che potesse un giorno ,non sarà oggi ma magari domani ,essere accolto il pensiero scientifico che esistono soluzioni che sono valide per tutti e che quindi in linea di massima metodologia funzionano UGUALE SU TUTTI
    Esattamente come farmaci dove il principio attivo di un antidolorifico funziona su tutti e prima di essere distribuito a tutti viene testato studiato quantificato

    Così sarebbe molto utile ,cercare di non confondere la propria innegabile soggettività ed unicità di persona con metodo scientifico che funziona su tutti

    E cioè Nonostante storie e persone diverse IL DISAGIO ESISTE
    E soprattutto ESISTE IL MODO UNIVOCO PER SUPERARLO

    Ha un nome soltanto

    Terapia.
    E funziona se solo ci si lascia andare a farla a non interromperla a smettere di avere pregiudizi tout court
    Come troppo spesso leggo qui !,,

    Si sì legge Disagio proprio così!!!
    Ma solo ciascuno può se solo vuole trovare il modo di smettere di starci dentro!!

    Bonjour!

  • Leilei, 26 Maggio 2022 @ 09:51 Rispondi

    Rinascita e Cossora rappresentano benissimo 2 delle condizioni più frequenti dell’amantato:
    !) Cossora – non ce la faccio a stare senza di lui, ci ho provato ma è troppo dura. Quindi me lo tengo così (che poi è quello che faccio anche io).
    2) Rinascita – fare l’amante mi fa troppo soffrire, mi destabilizza, non riesco a gestire la gelosia e la condivisione con la partner ufficiale. Mi risulta più sopportabile fare senza di lui che vederlo andare via.

    Non c’è un giusto e uno sbagliato. Ognuno decide in base a quello che pensa e che sente meglio per se stesso.

  • Leilei, 26 Maggio 2022 @ 09:42 Rispondi

    Roberto sotto tanti aspetti mi ricordi il mio amante. Tu però, a differenza di lui, non pensi che il castello di carte dove vivi cadrebbe senza la tua presenza. E questo ti dà la libertà mentale e morale di poter scegliere se andare o restare. E non è assolutamente poco!

  • Leilei, 26 Maggio 2022 @ 09:39 Rispondi

    Roberto ti faccio una precognizione: non ci riuscirete a lasciarvi, se vi amate davvero!
    La razionalità dura qualche giorno, poi scoprirai che stai troppo male senza di lei, arriverai a un equilibrio simile al mio, dove ti dirai “meglio questo che niente”.
    Nella mia lunga storia di amantato, i primi anni sono stati un continuo lasciarsi e riprendersi. Tempo massimo 5 giorni e ci ricascavamo. Adesso non succede più, perchè sappiamo che ormai siamo troppo uno nella vita dell’altro. Non condividiamo solo il letto qualche volta ogni mese, ci sentiamo quotidianamente e parliamo delle nostre vite, del lavoro, dei figli, dei problemi di salute.
    Ci consigliamo, ci critichiamo , ci prendiamo in giro. Non mi piace nemmeno più dire o anche solo pensare che siamo amanti.
    SIAMO e basta.

  • cossora, 26 Maggio 2022 @ 09:13 Rispondi

    @rinascita la tua frase conclusiva è il top del top.
    Ho interrotto al culmine perchè vedevo benissimo il ritorno alle 3 ore del giovedì sera, la settimana dopo 🙂
    Comunque si hai ragione. Disagio. Io per prima. Baci.

  • Roberto, 25 Maggio 2022 @ 21:30 Rispondi

    Grazie @Dispersa. Speriamo sia così.
    Nom ho detto che la faccio complicata @Cossora. Tu hai ragione su tante cose. Ma spesso non è tutto bianco e nero. Bisogna accettare anche il grigio, come si è detto tante volte.

  • Rinascita, 25 Maggio 2022 @ 20:06 Rispondi

    Cossora, siccome parli della mia storia, mi sembra corretto rettificare alcune tue interpretazioni. Non sono tornata a Canossa. Il mio matrimonio, l’ho già scritto, è finito. Con mio marito ce lo siamo detti apertamente e non siamo più coppia sotto nessun aspetto da anni. La situazione a seguito della chiusura con il mio ex è rimasta invariata. Restiamo genitori come fa chi si è separato legalmente. Conduco una vita da single (non sfacciatamente). Restiamo ad abitare sotto lo stesso tetto perché è stata una richiesta di mio marito di ritardare la formalizzazione in attesa che l’adolescente che adoriamo cresca ancora un po’. Non ho impellenze e la conduzione in totale autonomia della mia routine di vita non rende questa situazione particolarmente pesante. Quanto al fronte ex, l’aver chiuso non ha nulla a che vedere con principi di correttezza, figurarsi se dopo essere stata amante per 4 anni posso farmi paladina di questo. La motivazione è se vuoi al contrario “egoistica”. Io non ce la facevo più. La situazione mi creava troppa sofferenza. Condividerlo, fosse anche solo fornalmente, non mi era più tollerabile. Quella situazione ci avrebbe portato ad odiarci. Io non mi sentivo più io, avevo perso la spontaneità e la libertà di amarlo come volevo io. Cossora sto sottolineando io, perché questo è il mio percorso ma non vuol dire che sia verità assoluta o che sia adattabile a tutti. Io ragiono sul modello “io sono io e tu sei tu”, tu mi pare più su quello “io sono io e voi non siete un cacxxxx” alla “Marchese del Grillo”. Poi scusami, l’estate scorsa già ti leggevo e dopo il periodo estivo il tuo leit motive era di avere interrotto la storia volutamente al suo apice e non perché ci fosse sofferenza. Quindi diciamocelo, un po’ di disagio c’è in tutte in effetti.

  • Dispersa, 25 Maggio 2022 @ 18:22 Rispondi

    @Roberto ho capito cosa intendi e intendevi dire, volevo solo che scavassi un po’ più a fondo…
    In ogni caso ti percepisco come una persona onesta (anche se in queste situazioni non è il termine più corretto) e ingamba, vedrai che il tempo ti darà la soluzione più consona a te!!

  • Roberto, 25 Maggio 2022 @ 15:34 Rispondi

    Che voi siate tante cose @Maribel questo è sicuro. E lo dico nel senso più positivo del termine.

  • cossora, 25 Maggio 2022 @ 15:26 Rispondi

    @Roberto quel che voglio dire è che al momento in cui si sceglie A o B.. lo scarto se ne frega abbastanza dei motivi per cui non è stato scelto.
    Nel 95% dei casi si sa che le discriminanti che portano a fare una scelta che riguarda questioni importanti (per i collaterali a frattale che avrebbe) non sono ‘lo amo o non lo amo’
    Sono puro egoismo nei casi di carattere determinato. Vedi me.
    Sono fare la scelta che porterebbe meno critiche e giudizi dagli altri: puro egoismo travestito da altruismo nei caratteri più dipendneti dall’immagine che vogliono dare di se al mondo. Vedi il mio amore, te, la tua donna.
    Ma credimi, di scelte fatte per generosità, altruismo o ‘giusta causa’ ce ne sono poche e di solito non riguardano il cuore.
    Tu mi hai sempre detto che la faccio facile.
    Hai ragione io adesso la faccio facile, ma chi mi ha seguito ha capito che non ho mai fatto le scelte più facili.
    Soltanto che il tempo passa, i miei figli crescono e voglio essere tranquilla per seguire loro!

  • Roberto, 25 Maggio 2022 @ 14:06 Rispondi

    @Cossora, quello che la tiene legata non è un rapporto normale. Non potendo dire altro in effetti non ha senso più parlarne. Purtroppo se non si conosce tutta la storia è impossibile capire il tutto. Per cui il tuo giudizio è relativamente giusto. Ma molto relativamente. Però non è colpa tua. Ma del fatto che ti mancano pezzi del racconto che io non posso e non voglio dare per rispetto verso di lei e anche verso di lui. Anche perché non lo considero certo un rivale, sapendo chi è. Comunque si tratta di aspettare ciò che ci siamo detti di aspettare. Dopo di che andranno tirate le fila.

  • maribel, 25 Maggio 2022 @ 14:03 Rispondi

    @roberto
    complimenti e non sono ironica. forse non sono pochi quelli come te, ma ti assicuro che sono tanti quelli che ho descritto io, brave persone ma spesso fuori casa, deleganti quando si tratta dei figli e molto concentrati sul lavoro. per questo io scrivevo che molto spesso sono le donne a scoppiare perchè sono… troppe cose (magari date anche per scontate).

  • cossora, 25 Maggio 2022 @ 11:28 Rispondi

    @roberto io al tuo amore credo, e credo anche nella tua buona fede nel dire che IN TEORIA se la tua amante lasciasse il suo uomo (che non conterà niente, ma intanto non lascia per il suo grande amore).
    I fatti che sarebbero non valgono.
    Contano i fatti che sono.
    Tu e lei sembrereste l’uno l’immagine specchiata dell’altra. E’ una forma di reciprocità che funziona.
    Così come funziona la mia, lui da veramente tanto quando siamo insieme ed io sono dolcissima e innamoratissima. Quando ha la sua vita (famiglia, lavoro, genitori, attività del figlio) io tendo a razionalizzare il numero e il tenore dei messaggi.
    Impennare le cose non è mai una buona idea, soprattutto a distanza. Perchè insieme alla voglia di vedersi cresce anche la frustrazione, saperlo ‘ingranaggio’ della sua realtà (per me) e sapermi libera e ogni due settimane ‘single’ (per lui).
    Abbiamo trovato entrambi il nostro modus amandi.

    Il tuo amantato ha tre difficoltà in più:
    1 – siete lontani
    2 – sei poco libero (ma per abitudine familiare)
    3 – sei un uomo, e lei ha un altro vicino (non un vecchio marito che considera un fratello, ma uno che ha scelto dopo di te)

    Diciamo che se dichiarassi un ‘appoggio’ sentimentale anche io, il mio amore si troverebbe nelle tue condizioni. Non male come idea 😉

  • cossora, 25 Maggio 2022 @ 10:19 Rispondi

    @Rinascita non ci capiamo proprio. A te non va bene fare l’amante a vita e sei tornata a Canossa. Bene. Poi dici ‘se per te va bene, vivitela’. Ma scusa, hai per caso lo spoiler di quel che farò per il resto della mia vita?
    A me va bene adesso così come quando a te andava bene ‘adesso’ quando facevi l’amante.
    Oppure avevi già pianificato la data della fine?
    Stiamo nelle cose finchè ci fanno stare bene. Nesuno smette quando va alla grande, smettono tutti quando fa male. Dai non prendiamoci in giro. Un sentimento così potente tutto ti fa pensare tranne, nel momento più bello, a tirare fuori le questioni di correttezza.
    PS solo i miei figli sono ‘per sempre’ per me.

  • cossora, 25 Maggio 2022 @ 10:10 Rispondi

    Si @lolly, io non so neanche più perchè (ma più che altro A COSA SERVA) stare a dare un nome a un legame. Sono importanti i fatti?
    A me fa fare delle belle e intense esperienze. Quindi per @cossora accendiamo l’amantato.
    A @roberto non si sa, vorrebbe ma non può, è lontana, è occupata e la moglie in fondo è una buona compagnia. Quindi per @roberto accendiamo il matrimonio.
    Questione sentimento: lasciamo che le persone coinvolte esprimano il proprio sentito e diamo la buona fede,
    Se si ha tutto questo bisogno di dare definizione ai sentimenti altrui evidentemente non si ha davvvero niente di meglio da fare nella vita. Si chiama disagio.

  • Roberto, 24 Maggio 2022 @ 22:49 Rispondi

    Sai @Maribel, posso essere d’accordo con quello che dici tu. Nel mio caso però è un pochino diverso. Con mia moglie il rapporto è buono anche per quello. Nel senso che l’unica cosa che non faccio in casa è stirare e fare i letti. Per il resto, faccio da mangiare, la spesa, pulisco in casa, mi occupo dei conti, ho sempre accompagnato le ragazze dappertutto (mia moglie non ha la patente). Non lo dico per ricevere il premio Oscar, ma per far capire che comunque non esiste nessun piano inclinato. Almeno in casa mia. So che in mille altri casi però è come dici tu. Io non vivo il matrimonio in maniera comoda. Ti assicuro che separarmi mi libererebbe di tante incombenze.
    @Dispersa, nessuno da le colpe agli altri per le scelte che non faccio. Semplicemente quella che vorrei fare io non mi è permessa. Non so più come dirlo.

  • Dispersa, 24 Maggio 2022 @ 22:44 Rispondi

    @Rinascita condivido ciò che hai scritto… Non è questione di non saper amare, solo ognuno sceglie ciò che può far meno male.
    Ciò che è giusto per te non è detto che sia giusto per un’altra persona.

  • Dispersa, 24 Maggio 2022 @ 22:39 Rispondi

    @Cri28 non so se mi sbaglio, ma nonostante tutto in te sento un forte equilibrio.

  • Dispersa, 24 Maggio 2022 @ 21:02 Rispondi

    Aggiungo @Roberto se stai bene così, se con tua moglie non volano coltelli, se c’è una certa quiete in casa, se l’amante ti fa battere il cuore e se anche a lei sta bene così… Vivetevi il momento, del domani non vi è certezza!!

  • Dispersa, 24 Maggio 2022 @ 20:32 Rispondi

    Ma certo @Cossora che ho capito cosa vuole dire @Roberto, semplicemente credo che alla fine anche a lui, per il momento, vada bene così.
    Il mio discorso, e ormai disco rotto, era un altro e cioè non diamo la colpa agli altri per le scelte che non abbiamo il coraggio di fare!!
    Poi come giustamente scrive lui non credo ci sia un gran distinzione tra uomo e donna in queste dinamiche, funziona così un po’ per tutti!!

  • maribel, 24 Maggio 2022 @ 19:37 Rispondi

    @roberto invece io penso proprio che in questa decisione di diagregare una famiglia sia molto questione di essere donna o uomo.

    Una donna in genere, mettiamo anche madre, è dentro la famiglia molto di più, parlo proprio di tempo, di quotidianità coi figli, checché se ne dica è ancora così.
    Se nella donna si rompe quell’equlibrio per cui riesce ad essere sia madre che lavoratrice che moglie che donna di casa, cuoca ecc ecco se questa donna comincia a non trovare più serenità o significato nel fare queste mille cose è la catastrofe…
    È un.piano inclinato. Qualcosa il più delle.volte irreversibile.

    Un uomo vive molto piu’ fuori casa, tu stesso mi sembra, quindi un modo di vivere la famiglia diciamo più semplice, e con un legame più comodo. Se poi una moglie è anche poco impegnativa sessualmente la fatica è ancora meno. E’ per questo che spesso sono le donne che decidono. Da uomini Si sta bene anche da non innamorati. Non voglio semplificare troppo, ma a grandi linee è così.

  • Cri28, 24 Maggio 2022 @ 19:22 Rispondi

    Le mie vicende matrimoniali e di amante mi hanno tolto molte certezze, ma anche portato a ridimensionare un po’ i problemi. Ho compreso che l’amore è fatto di molti aspetti; credo che ci siano persone che riescono a conciliare tutti gli aspetti in un unico rapporto evolvendo insieme. Può accadere e accade a tanti. Altri, subiscono una specie di frammentazione. Qualcosa inizia a mancare e se è molto dolorosa la mancanza, se ha a che fare con parti profonde di sè, porta a delle crisi, all’incontro con altri. A volte si risolve, altre volte no. Per questo, io percepisco sincero con me il mio amante, capisco che ricambia ciò che provo, ma so che ha un senso di affetto e protezione per sua moglie, come è per me con mio marito. Lo accetto, perché non penso che sia possibile estirpare tutto da sé. Non ci sono coppie, forse, nei nostri casi, ma persone, con tanti aspetti incerti.

  • Rinascita, 24 Maggio 2022 @ 19:04 Rispondi

    Sinceramente Cossora non capisco questa tua reazione. Sono stata tra quelle che ha gioito per il tuo ritorno con il tuo lui. Io sono felice per le felicità ed i successi altrui. Quello che non condivido è quando descrivi chi ha fatto una scelta diversa dalla tua, un misto tra il lobotomizzato, l’insoddisfatto, il dipendente, in attesa di adozione, insomma un po’ sfigato che si adeguerebbe a principi convenzionali considerandoti solo tu davvero evoluta e che ha capito cos’è davvero la vita. Pare tu conosca le deboli personalità di tutti. Di Roberto hai ricostruito la sua storia manco fossi la sua amante. Poi lo so che dico cose scomode che fanno male per prima a me. La scelta di non essere più amante è rispettabile tanto quanto la tua. In entrambe c’è sicuramente sofferenza. Poi che tu approvi o meno come ho deciso di vivere non è che a me cambi la prospettiva. Il mio ex resta una delle cose più belle che mi è capitata nella vita. Oggi ancora più di ieri penso a quanto amore sprecato. Ma un amore così grande proprio per salvarlo quanto meno nei ricordi andava troncato. Quindi figurati se demonizzo gli amanti proprio io. È farlo a vita che non fa per me. Se per te invece va bene, ti dico solo una cosa: vivitela.

  • Lolly, 24 Maggio 2022 @ 16:09 Rispondi

    @ Rinascita…@ Cossora lo sa di non avere l’esclusiva..e lo accetta…anche se dentro di lei della sofferenza ci sarà, proprio perché l’amore vuole tutto, ma evidentemente adesso le va bene così…in qualche modo questo legame è preferibile ad altro…e sceglie di viverselo.

  • Roberto, 24 Maggio 2022 @ 15:50 Rispondi

    Non so quanto sia questione di uomo o donna @Cossora. Io credo che per disgregare una famiglia, ci vogliono dei motivi. Io dentro alla mia famiglia ci sto bene. Sono innamorato di un’altra persona. So che è difficile da spiegare, ma è così. Non odio mia moglie, non ci prendiamo a schiaffi, non litighiamo, usciamo insieme, stiamo vicini alle figlie. Ci appoggiamo. Ma sono innamorato di un’altra. Questo è.
    @leilei, devo dire che io riesco per ora ad essere, proprio per i motivi descritti prima, abbastanza normale. Fino a quando ci riuscirò non lo so. E’ ovvio che è una situazione oggettivamente non prorogabile per molto tempo. Infatti, con l’amante dopo l’estate, in ottobre, per rispettare una sua scadenza, ci siamo detti che affronteremo il discorso, perchè andare avanti così ancora per mesi o addirittura per anni non ha molto senso. Soprattutto perchè è un dispendio di energie sia emotive che economiche non indifferenti.

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 15:48 Rispondi

    @rinascita il tuo concetto di libertà è uno, il mio è un altro. Se la smettessi di imporre la tua visione delle cose ed accettassi anche le diversità nelle opinoni altrui secondo me ne trarresti ricchezza. poi puoi rimanere nelle tue decisioni, ma avere la pretesa che o le cose vanno come dici tu o il mondo crolla, a me non sembra un bel segno.
    Poi fai te. Io vivo anche senza l’approvazione o la somiglianza con gli altri.
    “Pero’ proprio proprio meglio l’adozione vera e propria piuttosto che quella a distanza che accetti tu.” è una tua opinone e la prendo come tale. Mi sembri in preda a una crisi di onnipotenza/megalomania.
    Meglio o peggio lo decide chi fa le cose.
    Posso dire io a te che stai peggio di me? E da cosa lo stabilisco? Io posso solo dire che nela tua situazione non starei bene, ma parlo di me.

  • Leilei, 24 Maggio 2022 @ 14:44 Rispondi

    Vero Maribel, diciamo che chi vede che il suo partner, pur avendo notato un allontanamento, né chiede spiegazioni né mette in atto comportando che possano determinare un riavvicinamento della coppia, si sente ancora più autorizzato a farsi i fatti propri.

    Roberto non so se se n’è già parlato, ma tu sei rimasto completamente identico nei confronti di tua moglie, o è che lei non ha voluto/saputo cogliere le differenze tra prima e il dopo il tuo innamoramento?

  • Ariel, 24 Maggio 2022 @ 14:37 Rispondi

    maribel, 24 Maggio 2022 @ 13:04Rispondi

    Si può essere sicuro come scrivi per tua esperienza personale e anche di molte altre donne che continuano a stare dentro a legami che non funzionano sia matrimonio che amanti per anni e anni di vere distruzioni del proprio dna emotivo che inevitabile produce danni non solo a se stessi ma pure agli altri anche se non si vorrebbe si fa perché ovvio che vivere una finta vita produce solo che ferite emotive,scientifico.

    Ora però,@Mari El avevo qui raccontato mia esperienza diretta in mio matrimonio quando esattamente come qui hai scritto le cose non andavano tra me e mio marito
    Grande crisi ,ecco che mi rivolsi altrove ,ma ,prima di buttarmi i come una incosciente disperata ,dissi chiaramente a mio marito che stavo per scoparmi un altro con il quale ci stavo bene anche a parlare e che avevo attrazione anche fisica per questo amante non ancora “ INIZIATO PERCORSO DI AMANTATO “
    Mi pareva fosse il minimo sindacale STARE CHIARA COL MARITO

    Proprio perché lo amavo e comunque avevo bisogno di stare nella chiarezza luce totale del sole per una questione di funzionare comunicativo importantissimo in ogni caso e per qualsiasi scelta ne esca fuori da coppia e da individuo.

    Ecco che questa OPZIONE CHE ESISTE e non sono sicuro la sola Donna con vera D maiuscola che si è comportata così

    Allora ho visto e sentito la realtà reazione del marito ,che nel mio caso,si è SVEGLIATO DI BOTTO E caspita se si è mosso pur DI RICONQUISTARMI !!!

    Perché di questa opzione non ne parlate mai?????

    Non credere si tratti di essere più brave o cattive ma semplicemente. Sono cresciuta a pane e responsabilità individuale e Scienza dove ciò che funziona vale per tutti e non esiste bravo o cattivo ,ma difficoltà personale più o meno forte e ciascuno ovvio ha le sue specifiche difficoltà individuali

    Ad esempio sono una Donna Formidable nelle relazioni affettive e sociali
    Ma sono vecchia e quanto ho lavorato sodo per imparare meglio

    Ma sono anche una Utente molto difficile e ribelle e capace di scrivere cose che destano sgomento ,reazione ,ribellione,critica
    Sono cresciuta a pane e critica ma nel senso del imparare che la critica porta dei veri doni personali

    Ovviamente a chi li sa accogliere come una nuova scoperta dei veri se stessi.

    Così non esiste soltanto il silenzio tra coppie che non funzionano
    Le ipotesi che non funzionano mai
    Occorre stare chiari ed è una vera legge di natura scientifico Da li non si fugge

    Provare per credere!!!!

    Buone siano le tue e mie e del blog riflessioni serene.

  • Lolly, 24 Maggio 2022 @ 14:23 Rispondi

    E poi @ Maribel chi ha detto che io non credo nelle storie d’amore di @ Cossora o @ Roberto…ci credo eccome!…penso che @Cossora si viva il momento e non fa progetti e lo capisco..@ Roberto vorrebbe fare il salto ma la sua lei tentenna non so per quale motivo e quindi ognuno si tiene la vita che ha…come la stragrande maggioranza…non si lascia il certo per l’incerto se non c’è la voglia di cambiare insieme…e condivido anche questo…ma l’amore totalitario che brama di esclusività, progettualità, ti do un rene io mi dai un fegato tu…no!!!…esiste…ma non è la regola!

  • Lolly, 24 Maggio 2022 @ 14:09 Rispondi

    @ maribel…permettiti pure!…hai ragione, io non credo all’amore eterno…è un problema mio dettato non solo dalla mia esperienza personale ma dal mondo che mi circonda…ad oggi se penso a una coppia che si ama davvero me ne viene in mente solo una…casualità?…non credo…l’innamoramento capita, capita eccome, solo che ha una scadenza e buona parte non se la sente di impegnarsi oltre..tutto qui…le storie più longeve che conosco sono quelle tra amanti..il resto vivacchia di abitudini, senso del dovere, stabilità emotiva…pertanto se parliamo di desiderio, attrazione, innamoramento io ti dico che esiste…per il resto l’unico vero amore che conosco è quello per i figli…sarà per questo che molti si rifugiano nell’immagine della famiglia del mulino bianco invece di osare di più???

  • Rinascita, 24 Maggio 2022 @ 14:08 Rispondi

    Cossora il punto è un’altro. Amarsi liberamente non vuol dire avere un uomo h24 in casa, non vuol dire convivere, non vuol dire non essere autonomi ed indipendenti. Amarsi liberamente significa non stare con un uomo che fa coppia con un’altra donna. È la base. Amarsi liberamente vuol dire fare l’amore quando ne ho voglia e non quando posso e la moglie non storce il naso. Confondere questo con il “farsi adottare da un uomo” è un po’ riduttivo secondo me. Pero’ proprio proprio meglio l’adozione vera e propria piuttosto che quella a distanza che accetti tu.

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 13:52 Rispondi

    @maribel è vero: io credo all’amore.
    Io amo il mio amore. Per quanto lo amerò ancora? Non lo so. Lo amo da 4 anni, questo so.

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 13:49 Rispondi

    @dispersa: io la mia famiglia l’ho disgregata (sfasciata è inappropriatissimo) perchè mi ero rotta le balle io a starci dentro.
    @roberto dentro ci sta bene, è un uomo, gli uomini vengono via quando è INSOPPORTABILE altrimenti fan finta di niente, gli uomini digeriscono quasi tutto. Vogliamo capirlo?

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 13:46 Rispondi

    @leilei tu, come me e credo tanti altri (ma anche @roberto) senti chiaramente che dall’altra parte non c’è nessuna altra “coppia” (leggi non c’è sentimento, non ci si cerca, non c’è il bacio insomma, quello che dai solo a una persona per volta nella vita)
    E non da ieri, da anni. Quindi te la racconteresti da anni, o mentiresti a tutti da anni.
    Con che finalità?
    Boh ogni tanto le donne non le capisco: sembra vogliano insinuare o seminare zizzania a prescindere. Meglio gli uomini.

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 13:35 Rispondi

    @rinascita “apprezzare quel poco che ci viene concesso” ho capito il punto.
    E’ che io non voglio concedere tutto, quindi mi va bene non mi venga concesso tutto.
    Tu sei convnta io cerchi il secondo marito, h24, che amare sia solo volere questo.
    Tu, ma i realtà tantissime persone, uomini e donne.
    Se per te è così, se ti separeresti solo a patto di dare e ricevere tutto, allora separati solo quando ti ‘adotta’ un altro uomo.
    Non puoi pretendere di dire a me come la devo pensare, ti pare?

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 13:31 Rispondi

    @rinascita così come ad @ariel che tutto sapeva (aveva letto, ndr) su ciò che scardinano i figli nelle coppie un giorno @ale disse ‘fai dei figli poi ne riparliamo’, io oggi ti dico ‘separati, scopri quanto sei forte e coraggiosa e indipendente rivedi la tua vita da quel punto di vista e poi ne riparliamo’.
    Fai il mio ragionamento senza il mio punto di vista. E’ impossibile, lascia perdere.

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 13:27 Rispondi

    Si @leilei certo. Ma è @roberto che scrive, che soffre, che parla di lei che non ha una storia regolare ma non molla l’altro con il quale non vive nemmeno.
    Evidentemente la sua donna non vuole ‘più’ uscire e mollare la sua vita per @roberto.
    Un tempo lo avrebbe fatto.
    Io la capisco, avessi un compagno con cui sto bene ma che non mi invade casa, starei con lui e se amassi il mio amore starei pure col mio amore.

  • Dispersa, 24 Maggio 2022 @ 13:25 Rispondi

    Ciao @Love. Come stai?
    Ehh… con la caduta degli occhiali rosa la vista diventa più acuta!!

  • Dispersa, 24 Maggio 2022 @ 13:21 Rispondi

    No @Leilei al ‘per sempre’ ho smesso di crederci da un po’!!
    Il mio discorso era diverso, non leggo nella storia di @Roberto qualcosa di diverso, e non perché non creda alle sue parole, ma perché secondo me a volte fa comodo dare la colpa (passami il termine) a terze persone.
    La scelta la devi fare per te stesso, quindi perché sfasciare una famiglia se la controparte non vuole? Scusa ma la sfasceresti comunque se la donna (o uomo) in questione ti dicesse ‘dai saltiamo assieme’!! Si chiama egoismo e convenienza (cosa che tra l’altro accomuna tutte queste storie, la mia compresa).
    Ci si ama ma (e c’è sempre un ma) da amanti!
    Ormai ho smesso di credere anche alle favole…

  • maribel, 24 Maggio 2022 @ 13:04 Rispondi

    @leilei
    “ma mi preme sottolineare questo concetto: è impossibile che un partner non noti che l’altro non si sia allontanato, che non lo guardi più con un certo sguardo, che abbia la testa “persa”. Se non se ne accorge è perchè, lui per primo, ha smesso di guardare l’altro con interesse.”

    hai ragione, leilei. oppure può succedere che il coniuge se ne accorga, te lo faccia notare, ma poi di fatto non faccia niente per cambiare lo stato delle cose o non faccia niente per riconquistare il sentimento che prima c’era. semplicemente ti fa notare che sei cambiata tu, senza capirne i motivi o domandarsi alcunche’.
    quindi il risultato è il medesimo: diventa colpevole quanto te, alla fine non ha fatto niente per farti tornare da lui. ha lasciato che tu ti allontanassi sempre di più dalla riva.

  • maribel, 24 Maggio 2022 @ 12:53 Rispondi

    @lolly scusa se mi permetto, ma i tuoi commenti sono diversi da quelli di cossora e di roberto. loro non pensano affatto che non esista l’amore dopo matrimoni/figli/ecc: ci credono eccome, anche se non sono coppie ufficiali.
    tu, a mio parere, continuamente ti “incarti” su questo concetto che l’amore è a termine e dopo una certa bisogna farcene una ragione. forse prendi a esempio solo la storia fra te e tuo marito, ma tu sei ancora in un’età, come tutte noi, che non ti impedisce di essere di nuovo felice con altre persone. il tuo cinismo è a volte esagerato.

  • Ariel, 24 Maggio 2022 @ 12:42 Rispondi

    “ Questa non è libertà, la libertà è vivere per conto proprio senza aspettare che qualcuno ci dica se e quando possiamo vederci. Se a te sta bene così va benissimo ma a chi questa situazione sta stretta non e’ che non ha capito come gira il mondo è che l’ha capito tanto bene che da quel mondo ci sta alla larga.”

    @Rinascita

    PURO ORO COLATO!!!

    P.s. La consapevolezza là si conquista a suon del mi curo dentro senza SE e senza MA!!!

    La Dipendenza affettiva NON FA SCONTI a nessuna e nessuno!!!

  • Lolly, 24 Maggio 2022 @ 12:11 Rispondi

    Applausi per @leilei, @Roberto e @ Cossora…condivido a pieno i vostri ultimi commenti.. elaborati da persone mature e concrete..all’amore eterno alla nostra età non ci crede nessuno ed è giusto così…ci abbiamo creduto quando era il momento di crederci, per il resto, ognuno si organizza come meglio crede…chi continua a fare l’amante single sapendo che questo è il suo ruolo, chi tiene il piede in due scarpe perché vanno bene entrambi in quanto il piatto della bilancia non pende da nessun lato ma resta in equilibrio, chi si separa e si gode un individualità ritrovata…insomma…queste è tante altre scelte di vita vanno bene se ti fanno star bene…e come dice qualcuno…nulla di nuovo all’orizzonte!!

  • Rinascita, 24 Maggio 2022 @ 11:42 Rispondi

    Cossora ti sei riferita agli uomini in generale, quindi amante o marito e’ uguale, il discorso vale per tutti e due. Tu hai dato la prospettiva marito io ho voluto sottolineare che il tuo discorso varrebbe allora anche lato “famiglia ufficiale” dell’amante e che se fosse come dici tu, una storia tra amanti che si amano sarebbe per me insostenibile. Non condivido neppure questo concetto dell’ineluttabilità delle storie d’amore, che ad una certa età, a modo di vedere tuo e di Lolly, si dividerebbero tra mogli/mariti infelici o amanti dall’altro. C’è una terza via, l’amore vero e completo. e poi una quarta, starsene per i fatti propri. Solo perché non lo si vive un amore “libero”, questo non vuol dire che non esista, vuole dire un’altra cosa: raccontarsela! Non è che se si hanno 40 anni e dei figli, bisogna farsi bastare o guardandola nella tua prospettiva, apprezzare quel poco che ci viene concesso. Questa non è libertà, la libertà è vivere per conto proprio senza aspettare che qualcuno ci dica se e quando possiamo vederci. Se a te sta bene così va benissimo ma a chi questa situazione sta stretta non e’ che non ha capito come gira il mondo è che l’ha capito tanto bene che da quel mondo ci sta alla larga.

  • Leilei, 24 Maggio 2022 @ 11:19 Rispondi

    “Mi chiedo anzi come si possa proseguire in un amantato con la consapevolezza che di la’ ci sia ancora una coppia”, Rinascita io la penso esattamente come te.
    I primi anni della mia relazione extra soffrivo molto di gelosia, perchè percepivo lui molto ambivalente nei sentimenti. Poi,complice anche l’atteggiamento di lei, lui si è distaccato dal suo ruolo di partner. Si è sentito svilito nel suo essere uomo “maschio”, visto che lei lo ha allontanato fisicamente, invitandolo a dormire da un’altra parte, e gli fa notare ripetutamente la sua scarsa forma fisica. Per di più non gli offre nemmeno un minimo di collaborazione nella gestione dei pasti e nel sostegno psicologico per la dieta che sta facendo. Di conseguenza il piatto della bilancia ha cominciato a scendere sempre di più dalla mia parte. Quindi adesso mi riesce facile pensare che sia vero quello che dice di provare per me. Essenzialmente è per questo che riesco a vivere questa storia più serenamente. E credo che anche per lui sia così, i suoi sensi di colpa si sono sciolti come neve al sole e anche le iniziali difficoltà sessuali, di cui vi avevo parlato anni addietro.

    Un pò diverso è per me, visto che mio marito mostra di apprezzarmi in tante situazioni, dentro e fuori casa. Lui è sereno, tranne che per l’aspetto sessuale, che gli manca molto. Per questo motivo i sensi di colpa in me fanno capolino ogni tanto. Ma l’amore è un’altra cosa. anche se, ad essere sincera, in questo momento vivo tutto in modo molto egoistico, prendendo il meglio da entrambe le situazioni.

  • Leilei, 24 Maggio 2022 @ 10:58 Rispondi

    Cossora non ho capito il tuo ragionamento, mi sembra che Roberto si sia organizzato di conseguenza e non la sua amante. Visto che è lei che non si libera, lui agisce di conseguenza.

  • Roberto, 24 Maggio 2022 @ 10:50 Rispondi

    Caro @love, certamente nessuno ha la certezza di quello che accade dall’altra parte. Ci mancherebbe altro. Non siamo bambini. Però, quando uno ama nell’altra persona vede un qualcuno che non ti mente. Tanto è vero che lei avrebbe potuto dirmi “Roberto tra poco lo lascio” in realtà sapendo che non l’avrebbe mai fatto. Invece lei è stata sincera. Per cui se mi dice che un ti amo da parte sua non è uscito, io le credo. Poi. ovvio, come dici tu, nessuno a questo mondo ha la certezza di nulla. Ed ho capito le tue parole.
    @Cossora non è così. Questa volta non posso darti ragione. Il mio comportamento con l’amante è lo stesso di sempre. Come il suo verso di me. Non ci sono alti e bassi, scazzi o altro. Siamo sempre e comunque noi. Il nostro rapporto non ha mai avuto un calo di tensione. Questo lo posso dire in tutta sincerità. Le motivazioni del suo rapporto con l’altro nascono da situazioni particolari di cui ripeto non posso parlare per motivi di privacy. Io conosco la storia e so che lei ama me. E soltanto me. Ma nello stesso tempo non vuole stare con me per sempre ed anche questa è realtà.

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 09:50 Rispondi

    @roberto le tue parole fanno male ma sono oneste.
    La realtà è che se scazzi con tua moglie ti ci dedichi e l’amante la lasci in attesa, se scazzi con l’amante, lasci sempre lei in attesa, e con tua moglie fai andare tutto come sempre.
    Per questo (ma è solo una mia personale opinone) la tua amante si è organizzata con l’altro.
    Non perchè non ti ami, ma proprio perchè ama te e soltanto te.
    E questo -le è chiaro- è l’unico modo di andare avanti.

  • cossora, 24 Maggio 2022 @ 09:37 Rispondi

    @rinascita io non mi riferisco a quanto percepisco del mio amante.
    Ma da quanto ho prercepito dal mio ex marito (col quale vado d’accordissimo, al quale voglio bene e siamo più affiatati di prima come genitori complici e amici) logico che tu pensi solo io parli dell’amante perchè per te l’unica proiezione di riferimento è lui.
    Tu, non separandoti, non hai questa mia visione. Tra l’altro vivendo ‘solo’ la metà dell’esperienza (l’amante sposata è una cosa, l’amante single non ragiona da incatenata in una situazione che non le piace e in più ha dimostrato a se stessa che sta in piedi da sola per scelta, l’autostima è radicatissima) sei ancora nella granitica convinzione che l’altro debba rinunciare a tutto, diseredare emotivamente la moglie che ha tradito per dare verità all’amore per l’amante.
    Dopo i figli e dopo i 40 anni non va sempre così, anzi non va quasi mai così (come vediamo).
    E da madre, dopo una cosa grossa come la decisione di lasciare il padre dei tuoi figli, nessuno ha tanto potere nella tua vita. Ce l’ha all’inizio magari perchè glielo si da in quanto ‘inconsapevolmente dipendenti’ da una relazione di anni in cui ci hanno insegnato che si dovrebbe stere dentro.
    Ma se sai crescere e sai essere come sei e non come ti dicono sia giusto essere, non ti attacchi alle regole del mondo esterno, impari ad ascoltare e seguire le tue.
    E’ lo stato delle cose.

  • Love, 24 Maggio 2022 @ 09:18 Rispondi

    @Roberto…perchè tu hai la certezza che lei non dica “ti amo” anche dall’altra parte???
    Pensa….io lo lessi su un messaggio mandato da parte sua al marito…certo allora ero agli inizi e mi bevevo tutto, oggi, non sono più quello di allora e non mi stupisco più di nulla nemmeno in ciò che leggo qui, sia che provenga da un uomo che da una donna.
    @Dispersa, calza giusta la tua affermazione: “nulla di nuovo all’orizzonte!”

  • Leilei, 24 Maggio 2022 @ 08:42 Rispondi

    Dispersa cito la frase per intero: “ma chi lo vorrebbe un uomo che impiega anni a decidersi?”, il significato è molto chiaro e non fraintendibile. Ariel parte in quarta e Roberto, con tutti i suoi dubbi, credo avrebbe deciso.
    Ma sapete quante persone stanno insieme anche se l’amore tra di loro è finito? Ma davvero credete alla favoletta del “per sempre”.
    Mi ripeto, ma mi preme sottolineare questo concetto: è impossibile che un partner non noti che l’altro non si sia allontanato, che non lo guardi più con un certo sguardo, che abbia la testa “persa”. Se non se ne accorge è perchè, lui per primo, ha smesso di guardare l’altro con interesse. Quindi il concorso di colpa c’è tutto.
    E se entrambi sono uniti in questo “comune disinteresse”, allora perchè mai separarsi?

  • Roberto, 24 Maggio 2022 @ 08:38 Rispondi

    No @Dispersa, allora forse non riesco a farmi capire. Io avrei lasciato la mia famiglia e lo farei ancora, per amore. Se domani lei mi dicesse “sono pronta”, lo sarei anche io. E farei il passo. Poi ovvio sono solo parole, nel senso che si è liberi di credere che non dico la verità. Ma se non fosse per questo non lo farei. Semplicemente perché non rompo una famiglia solo perché non ho più le farfalle nello stomaco con mia moglie. Poi ognuno è libero di pensarla come vuole. Sia chiaro.

  • Dispersa, 24 Maggio 2022 @ 06:40 Rispondi

    @Roberto allora il discorso cambia, non si lascia la famiglia perché dall’altra parte l’amante non vuole spiccare il volo, ma… non si lascia la famiglia perché in fondo tutto s’incastra bene così!
    Nulla di nuovo all’orizzonte!!

  • Roberto, 23 Maggio 2022 @ 22:16 Rispondi

    È vero @Rinascita. Anche io ammetto l’amantato se viene vissuto come parte principale della coppia. Si può essere innamorati di una persona se si ha la certezza che il primo pensiero dell’amante sia tu. Se la mia amante dicesse “ti amo” anche dall’altra parte, tutto verrebbe a perdere senso. Almeno per me. Per quanto riguarda la “paraculaggine” di chi lascia il coniuge solo se dall’altra parte qualcuno l’aspetta io penso questo. Se c’è un motivo valido per rompere una famiglia, perché ci si innamora di un altro, allora è un conto. Se si deve spaccare tutto e nessuno ne beneficia nulla di nulla, consorti, figli, situazione economica, perché farlo? Il tradimento è una cosa orrenda, ma se fosse proprio questo che aiuta le coppie a passare quei momenti di grigiore ed a portare la barca in porto fino alla fine del viaggio?

  • Rinascita, 23 Maggio 2022 @ 21:22 Rispondi

    Cossora non ho la tua visione sugli uomini ne’ la mia esperienza dice questo. Non pensò che tutti gli uomini ragionino sulle consorti in termini di “vuoti a perdere”Credo che ci sia qualcosa di più arcaico e stereotipi culturali inculcati da rispettare. Non l’avessi pensata così o se forse non mi fossi illusa che così era, mai avrei fatto l’amante di lungo corso. Mi chiedo anzi come si possa proseguire in un amantato con la consapevolezza che di la’ ci sia ancora una coppia. In quel caso più che autostima sarebbe davvero il suo esatto opposto. Vivere l’amore con tutti i suoi limiti immaginando il mio “amore” ingabbiato in una situazione più grande di lui è un conto, viverlo come il compagno a tutti gli effetti di un’altra donna che però con me trova il diversivo, ci vuole del pelo sullo stomaco se davvero si è innamorati!

  • Rinascita, 23 Maggio 2022 @ 21:01 Rispondi

    Dai Ariel con tutta la terapia che hai fatto e che sponsorizzi, applicala con l’esempio che è lo strumento migliore per fare passare il messaggio della sua utilità. La psicoterapia serve davvero non solo nella tua visione di guarigione ma per apprendere le dinamiche umane. Leggendoti (a dire il vero poco) però passa il messaggio contrario, ne’ guarisce ne’ pare che aiuti. Ah comunque a me manca AdS!

  • Ariel, 23 Maggio 2022 @ 19:04 Rispondi

    alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 16:33Rispondi
    il concorso di colpa c’è sempre

    Esatto vale anche tra utente e e te CaroAlessandro

    Okkei io scrivo diretta e senza fronzoli e BUONISMI DEL CXXXXZO

    Ma tu veramente CaroAlessandro usi la censura senz nessun motivo se non che non ti piace non concordi ,
    Allora cassi e non pubblichi

    Che brutto ,però
    Ma ti sei ripreso da tuoi malanni di salute ?
    Spero tu sia in forma
    E che smetti di fare il solito CASSOARIELCHESTO
    IUCONTENTO!!!!

    Ahahahah
    Prima o poi ci incontreremo e allora
    Sai che ridere GIORNATA MEMORABILE
    AHAHAHAHAH
    Bisou!

    • alessandro pellizzari, 23 Maggio 2022 @ 20:04 Rispondi

      Uso la moderazione (censura la chiami tu perché sei sempre eccessiva nei giudizi) perché nove commenti su dieci tuoi sono aggressivi al limite dell’offesa, ridondanti ripetitivi pesanti e la gente mi scrive che non ne può più . È come avere della pubblicità invasiva non richiesta quindi cestino. Rimoderati

  • Dispersa, 23 Maggio 2022 @ 17:53 Rispondi

    @Leilei io credo che @Ariel voglia dire che uno si deve separare indipendentemente dal fatto che ci sia o meno l’amante.
    Secondo lei se non c’è più amore ci si lascia, punto.
    Io, senza offesa, credo che la storia del ‘io per lei avrei fatto il salto’ sia solo una grande paraculaggine… E sinceramente non ci vedo nulla di male di viversi da amanti, l’ho detto più volte, ma basta con questo vittimismo!!
    Siamo onesti ogni tanto… Noi esseri umani vogliamo tutto botte piena e moglie (o marito) ubriaca!!

  • Lolly, 23 Maggio 2022 @ 14:43 Rispondi

    @ Cossora la descrizione che hai fatto dei mariti è fantastica!!!…verissimo!!…lo sai come lo vedo io mio marito?…ho anche scommesso con le amiche che andrà così, senza ombra di dubbio: lui troverà una giovane ragazza straniera possibilmente senza famiglia e legami di sangue che può mettersi in casa come una geisha e gestirla a suo modo..minimo sforzo, massimo risultato!!…considerela una scommessa vinta!

  • cossora, 23 Maggio 2022 @ 11:46 Rispondi

    @leilei si vede che @ariel si vendica 🙂 noi non la leggiamo quindi non ci legge.
    Ma chissà se è nato prima l’uovo o la gallina..

  • cossora, 23 Maggio 2022 @ 11:44 Rispondi

    @rinascita non è che se la moglie ha dato il ‘la’ gli uomini si sveglino e vogliano separarsi anche loro. E’ che ormai se la moglie diventa un vuoto a perdere loro -finalizzatori nella quasi totalità dei casi- si chiedono ‘perchè devo andare avanti a sbattermi se non mi da più niente?’
    E iniziano a cacciare affamati. I più audaci si fanno le scorpacciate, i più pigri (il mio ex marito) si fidanzano con la prima, più comoda. Non a caso lei abita dietro casa mia (poca benzina=poche spese) ha una certa età (poche pretese=poche spese) e viene da un matrimonio prepotente (poche richieste=poco corteggiamneto anche materiale).
    Bisogna vederla come la loro natura e non come una colpa.

  • Ariel, 23 Maggio 2022 @ 10:36 Rispondi

    @leilei il salto va fatto INDIPENDENTE da amante che non quaglia
    Matrimonio fallito=Separazione

    In più anche per amante è già una bella dimostrazione che è un uomo con le palle

    Lo vuoi capire sì o no @Leillei che se matrimonio e fallito il tradimento ne è la Conckamata dimostrazione

    OCCORRE SEPARARSI SENZA SE E SENZA MA

    ATTRIBUTI CARA @ Leilei!

  • Roberto, 23 Maggio 2022 @ 09:08 Rispondi

    @leilei, è inutile rispondere ad Ariel. Io non le ho mai risposto perchè non ha senso. Sono solo parole messe ln fila con la stessa tiritera.

  • Leilei, 23 Maggio 2022 @ 08:07 Rispondi

    Ariela quanto pare tu scrivi ma non leggi “ma chi lo vorrebbe un uomo che impiega anni a decidersi?”
    Roberto farebbe il salto, se solo la sua amante lo volesse, lo hai capito o no?

  • Rinascita, 21 Maggio 2022 @ 18:41 Rispondi

    Lolly nella mia esperienza, l’amantato non mi ha portato a riscoprire emozioni sopite ma a provare emozioni nuove e mai vissute prima. Venti anni fa non avevo la consapevolezza di adesso e non desideravo nella coppia quello che oggi so di volere. Si cambia e secondo me i matrimoni che reggono (se all’inizio il sentimento era profondo) sono quelli in cui si ha la fortuna di cambiare insieme e nella stessa direzione. Spesso si finisce per essere due estranei ma lo si è diventati senza esserli prima.

  • Rinascita, 21 Maggio 2022 @ 18:33 Rispondi

    Maribel comunque sono quasi sempre le donne le più coraggiose, quelle che decidono. Gli uomini si trascinano, poi una volta che la moglie ha dato il la’, è come se si svegliassero dal torpore e non vedono l’ora anche loro. Per me resta un mistero ma dovrei farci pace con il fatto che uomini e donne sono proprio due universi diversi.

  • maribel, 21 Maggio 2022 @ 15:41 Rispondi

    @Alessandro però leggendo uno dei tuoi ultimi articoli sembra che stiamno aumentando le persone che riescono a decidersi e andare…Meno male.che non c’è solo terra di mezzo e matrimoni azienda inattaccabili… conforta dape6re che ci sono anche persone che sanno decidere, anche se soffrendo.

    • alessandro pellizzari, 21 Maggio 2022 @ 16:49 Rispondi

      Si alcuni avvocati mi confermano l’aumento delle separazioni da quest’anno

  • Lilly, 21 Maggio 2022 @ 12:41 Rispondi

    @ale ma lo sai che il paragone con il viaggio di Frodo e Sam per distruggere l’anello calza a pennello? Cioè Frodo all’inizio appare come un gioioso e amabile amico hobbit. Perché Sam non dovrebbe fidarsi di lui?perché non seguirlo?ma poi sappiamo cosa succede. Alla fine toccherà a Sam fare il grosso del lavoro, con Frodo che piagnucolerà per gran parte del viaggio. E persino alla fine sarà un parto liberarsi di questo anello. Sam…l’emblema dell’amante che passati i primi tempi, si ritrova a portare il fardello per due. A fare da sé un viaggio in cui pensava che sarebbero stati in due. Il fedele e leale Sam. Oh…Ale, qua ci scrivi tutti gli articoli che vuoi! Libro lungo, tanto materiale!

    • alessandro pellizzari, 21 Maggio 2022 @ 14:35 Rispondi

      Bellissima idea e poi un anello Un Anello per domarli, un Anello per trovarli, un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli»

  • Ariel, 21 Maggio 2022 @ 12:36 Rispondi

    Si ma stavolta Roberti o la ha scritta giusta
    La terra sua è sempre uguale
    Sta nel mezzo a fingere

    Insomma esiste una tempistica al di là di quella ma chi lo vorrebbe un uomo che impiega anni a decidersi?
    Io no non lo vorrei ma nemmeno mi portasse su Marte

    Insomma chi non si da d’affare da persona indipendente da tutto e cioè capace di darsi na mossa se proprio il matrimonio sta disastroso e lo è viste le corna a stecca impregnate di ammmmmmmore e cuorreeeeeeee
    Mi raccomando quello va sempre scritto
    Just per salvarsi la faccia ,ma insomma non esiste nessuna terra di mezzo a meno che i due amanti in tempi brevi che non sono anni al plurale facciano ciò che va fatto
    Uno separarsi e punto dai rispettivi
    E poi quagliare nuova coppia
    Tutto il resto è terra di emme ,ma la parola non è mezzo !,,

    Ah ah ah ah
    Scusate la battuta ,ma CaroAlessandro ma chi se lo fila un Robertino delle terre di merz
    ……????

    • alessandro pellizzari, 21 Maggio 2022 @ 14:36 Rispondi

      Ariel non e facile fare una rivoluzione soprattutto da soli

  • Roberto, 20 Maggio 2022 @ 22:21 Rispondi

    @Maribel, penso di essere un uomo comune che si è innamorato. Quanto durerà non lo so.
    @Ale, sono nella terra tipica degli amanti. Che stanno sempre nel mezzo. Se no amanti non sarebbero.

    • alessandro pellizzari, 21 Maggio 2022 @ 10:42 Rispondi

      Non proprio. La terra di mezzo è una sorta di limbo preceduto dalla terra della felicità, la Contea, il primo periodo, e poi da Mordor, l’ultimo periodo

  • maribel, 20 Maggio 2022 @ 20:36 Rispondi

    @Roberto certo, era la quarta strada in generale. Lo so che è la meno battuta proprio perché la più dolorosa e fuori dalla comfort zone.
    Diciamo che, per la persona che a me appari leggendoti, né immaturo né bastardo, per intenderci, non ti vedo andare avanti così a lungo.
    Tutto qua.

    • alessandro pellizzari, 20 Maggio 2022 @ 20:56 Rispondi

      Roberto è nella terra di mezzo. Forse se la sua donna di fisse dimostrata più convinta e senza esitazioni…

  • Lolly, 20 Maggio 2022 @ 19:40 Rispondi

    Io credo, basandomi sulla mia storia, che l’amantato nasca per soddisfare sentimenti sopiti all’interno del matrimonio…e così si incontra qualcuno che ti fa rivivere quelle emozioni … ma non scappi…perché?…per mancanza di volontà di rimettersi in gioco, buttare all’aria tutto ciò che avevi costruito negli anni e ricominciare da 0 .. Chi non decide di fare il salto e perché non ha voglia di impegnarsi in un nuovo progetto di vita con la persona amata, ma goderne solo i benefici..mi sbaglio?…altrimenti se fosse tutto fantastico nessuno resterebbe con chi non ama più…nessuno lascia se non è più che intenzionato a fare seriamente..nessuno lascia per vivere solo di emozioni…in quel 30% ci sta chi ha voglia di fare, amare, costruire un nuovo futuro, vada come vada, ma in quel momento ci crede. Tutti gli altri godono di ciò che è meno costoso in termini di energie ed investimento

  • Ariel, 20 Maggio 2022 @ 18:21 Rispondi

    Roberto, 20 Maggio 2022 @ 10:52Rispondi
    No Roberto gli amantato ti non sono affatto tutti uguali esiste meno male un 30/100 di gente matura equilibrata in grado di formare nuova coppia
    In grado di separarsi dal partner che se si è tradito sperticando grande amore e cuore ovviamente cosa ancora ci si sta a fare?
    Se si tradisce occorre fare tabula rasa e non aspettare se quaglia la propria amante
    Insomma occorre sempre ricordare che amantato che funziona esiste anche se in 30/100 dei casi esistono persone mature evolute che sanno assumersi la responsabilità delle proprie azioni

    Ecco che quindi tutti gli amantati che durano anni e anni senza GNIENTE DI MESSO A POSTO IN SE STESSI E NELKA PROPRIA VITA PERSONALE
    SI ,SONO TUTTI UGUALI RELAZION8 SOLO CHE DA DISFUNZIONALI A TOSSICHE IN BASE AL NUMERO DI ANNI IN CHI SI FA IL PROPRIO TEATRINO MAGISTRALE

    Dove invece di curarsi si PREFERISCE DIRE COSÌ FAN TUTTI
    OPPURE
    E SEMPRE STATO COSÌ E SEMPRE SARÀ???
    Se Dio vuole ,per chi crede in Dio,uomo SAPIENS inteso umanità veramente di testa e cuore con veri attributi
    Non si è affatto fermato ai cliché triti e ritriti da “ vecchie persone depresse”

    Perché dire sempre stato così sempre sarà saremmo ancora al eta della pietra e della ruota quadrata e della terra piatta

    Infatti pochi eccelsi seppero guardare oltre
    Come Da Galileo in poi!

    Ahimè quanta vecchiezza è ristretto pensiero aleggia in te caro Robertino!!!
    Curati e saprai evolvere e non fermarti a cliché che ti costruisci a mo di giustificazione ai tuoi défaillance mai curate terapeuticamente
    Che la Sciebza,sai Robertino la Strauss anche tu ma misteriosamente quando si sta fare tonnellate di sbagli allora tutto non funziona e resta solo che immobile piangere addosso ai propri limiti anziché curartene seriamente!!!

  • Roberto, 20 Maggio 2022 @ 17:43 Rispondi

    Non può essere @Maribel che uno non sceglie la quarta strada semplicemente perché tiene alle persone che ha incontrato? Non è perché una scelta è la più difficile è là soluzione migliore o la più corretta. Anzi, se dici che è la più difficile forse un motivo ci sarà.

  • Lolly, 20 Maggio 2022 @ 12:05 Rispondi

    @Cossora…concordo con te!!…chi non lascia la prima vita è perché non vuole, per paura, per insicurezza, non saprei…ma così è!…

  • leilei, 20 Maggio 2022 @ 11:51 Rispondi

    Cossora hai detto le stesse cose che ho scritto io: ognuno ha tempi e modi diversi. Per alcuni il momento giusto non arriva mai o arriva troppo presto. E’ comunque molto soggettivo.
    C’è chi per onorare i propri valori, pur innamorandosi di un altro, non tradirebbe mai. Chi invece, nonostante pensasse di non poterci mai riuscire (io, ad esempio), manda al diavolo la morale e si vive la storia extra. Per alcuni l’amore è dare a piene mani, per altri e un do ut des…. Ognuno vive la propria vita in base a quello che sente.

  • leilei, 20 Maggio 2022 @ 11:46 Rispondi

    Sylvia ma hai letto la storia di Roberto? Lui vorrebbe vivere la storia con l’amante alla luce del sole, è lei che non vuole.
    E se tu non ce l’hai fatta a vivere una doppia vita, come hai giustamente scritto, tanti altri ci riescono.
    Però mi sembra che tu sia pentita di aver lasciato un marito che tutto sommato, amavi ancora. Ti sei giocata il matrimonio per un capriccio, per la voglia di trasgredire. Quindi proprio tu non dovresti sollecitare gli altri a fare scelte delle quali magari potrebbero pentirsi.

  • Roberto, 20 Maggio 2022 @ 10:52 Rispondi

    Scusa @Cossora, la parola “sopportare” è sbagliata. Nel mio caso sicuramente lo è. Non è un matrimonio di sopportazione, solamente un matrimonio fatto di impegni rispettati, di condivisione, di progetti portati avanti. Certo, senza amore. Almeno quello con la A maiuscola.
    Sai @leilei, le strade che hai indicato tu sono quelle che avevo indicato io tempo fa in un altro post. Perchè è inutile prenderci in giro. Gli amantati, tranne dove si palesa un narcisista ed allora subentrano altre dinamiche, sono tutti uguali. Vale per Roberto, come per @leilei, come per @Cri28 e per tutti quelli che hanno una doppia vita in gioco. Ovvio che le strade sono quelle tre. Per chiunque. Siamo tutti amanti stampella, se non si vuole fare il grande passo. Io lo avrei fatto, lei non ha voluto. quindi devo accettarlo e rimodulare il tutto. Sulla paura di perdere l’amante non esiste sia da parte sua che da parte mia. Perchè, almeno ad oggi, non sapremmo come fare senza l’altro. Sui sensi di colpa ne abbiamo già parlato. Io ne ho, lei ne ha, meno, visto che il suo rapporto non è proprio classificabile come tale. Ma io penso che siano tutti sensi di colpa relativi, se no ci avrebbero fermato. Le dinamiche di un amantato sono le stesse @leilei. Non cambia nulla tra una storia e l’altra. Le farfalle dello stomaco, l’accettazione del nuovo amore, il consolidamento del nuovo amore. Lo scoglio più grande, che tutti hanno dovuto affrontare, è la gelosia verso l’altro. Passato quello, diventa un bellissimo amore. Abbiamo diritto a viverlo? Siamo disonesti? Domande le cui risposte sono scontate. Logica vorrebbe che si lasciasse il coniuge per intraprendere la nuova storia. Come dice @Ale pochi lo fanno. Pochissimi uomini ma vedo che anche molte donne preferiscono il certo all’incerto. Tante volte qui sul blog si provano a dare le spiegazioni più fantasiose sulle dinamiche dell’amantato. Ma sono quelle. Per tutti. C’è chi è stato preso in giro da uomini che hanno promesso l’amore per sempre. Ma anche quello è purtroppo un clichè. Siamo nel 2022, migliaia di anni che funziona così. E sempre così sarà. Grazie comunque @leilei per i tuoi pareri sulla mia storia. Un abbraccio.

  • maribel, 20 Maggio 2022 @ 10:45 Rispondi

    “Roberto hai tre strade: lasciare la tua amante e condannarti all’infelicità, lasciare tua moglie e fare l’amante single di una donna impegnata, continuare la tua vita così senza guardare troppo avanti nel tempo.”

    @leilei in realtà ci sarebbe anche la quarta strada, cioè un roberto che lascia sua moglie perchè il matrimonio non funziona più e non fa l’amante single perchè non è il ruolo che vuole e quindi non gli basta. insomma la strada che non sceglie quasi nessuno, quella più difficile.

    @cossora hai detto bene, mancanza di fiducia in se stessi, e secondo me GRAVE. mancanza anche di fiducia nelle opportunità della vita. la vita non segue quello che abbiamo noi nella testa, quello che crediamo che accadrà. ma molti di noi, me compresa, spesso hanno un po’ questo modo di pensare al futuro, come se fosse programmabile.

  • cossora, 20 Maggio 2022 @ 10:00 Rispondi

    @harya nessun problema. Sono per il libero pensiero, dare la propria opinone non è un reato, siamo qui per darla e per leggerla.Ci sta tirare somme su un pensiero o su un accaduto, ma su rapporti durati anni, trasformatisi negli anni, con in mezzo figli, dinamiche che si possono a parole solo tratteggiare.. insomma piano.

  • cossora, 20 Maggio 2022 @ 09:26 Rispondi

    @roberto “il vero senso dell’amantato. Cioè vivere una seconda vita per sopportare la prima”
    E chi si infligge di sopportare qualcosa? Chi sa (o ha paura) di non essere in grado di stare senza la prima.
    E’ una forma più o meno grave di mancanza di fiducia in se stessi.

  • leilei, 20 Maggio 2022 @ 08:53 Rispondi

    Roberto è proprio come dici tu, si finisce per sdoppiarsi. E a volte pesa, e pesa tanto. Però in quel momento basta dirselo: rallentiamo un attimo. All’altro dispiace eccome, per un attimo trema, pensa che possa finire tutto. Ma poi si riparte e tutto torna come prima.
    Ti faccio un esempio pratico per spiegarmi meglio: di recente ho festeggiato anniversario di matrimonio e compleanno di mio marito in giorni ravvicinati, pochi giorni dopo avrei dovuto andare alla casa in collina con l’altro. Beh, non ce l’ho fatta.
    Troppo vicina la torta di compleanno preparata da me, troppo vicina la giornata trascorsa con mio marito per festeggiare l’anniversario. sono passati circa dieci giorni, e poi abbiamo fatto la nostra giornata in collina.
    Si può vivere felici, o quanto meno sereni, così? Si, se è l’unico modo che hai per vivere l’altro. In questo momento non sei pronto per lasciare la tua amante, non ce la faresti. Oppure se decidessi di farlo, odieresti ancora di più il tuo matrimonio perchè sarebbe la trappola che ti ha fatto scegliere tra dovere/responsabilità e amore.
    Roberto hai tre strade: lasciare la tua amante e condannarti all’infelicità, lasciare tua moglie e fare l’amante single di una donna impegnata, continuare la tua vita così senza guardare troppo avanti nel tempo.
    Ovviamente io ho scelto la terza, a più di 20 anni di matrimonio ho affiancato 6 anni di amantato.

  • Roberto, 20 Maggio 2022 @ 07:26 Rispondi

    No @Sylvia, non parlo di me. Mi dispiace deluderti. Ci sono persone che non parlano sempre e solo di se stesse. Siamo qui per discutere dell’amantato in generale. In quanto alla paura di farsi scoprire, alzi la mano chi non ce l’ha.

  • Ariel, 20 Maggio 2022 @ 00:12 Rispondi

    di questo che si dovrebbe parlare in questo blog, di cosa può fare un’amante nel senso positivo della parola.“

    Ma mi pare una ovvietà che esiste solo un unico modo per fare la amante in senso positivo che unico modo non esiste un altro
    Da nessun punto di vista a partire da Scienza del come si possa funzionare come individui capaci di amare se stessi e gli altri in vero equilibrio
    Fare amanti per poco tempo se ci si ama si DEVE FARE ORDINE NELLA PROPRIA BITA FORMARE NUOVA COPPIA

    Tutto il resto è solo DANNO FATTO VERSO SE STESSI E GLI ALTRI

    Come fare per chi non riesce a uscirne in anni di danni provocati a chi si TIRNE NELKE MENZOGNE VOLUTAMENTE E COSCIENTEMENTE?

    Cuirarsi in vere terapie specifiche sulle relazioni tossiche
    Sulle proprie difficoltà a riuscire a vivere una unica sola vita quella che x ciascun essere umano funziona

    Il numero Due una coppia alla totale luce del sole
    INUTILE E DANNOSO GIRARCI INTORNO!!!!

    Curatevi senza farvi sconti di pene e di pena!!!

  • Sylvia, 19 Maggio 2022 @ 23:15 Rispondi

    Ho sentito tante persone che vivono delle doppie vite per anni. Quasi come si avessero due mariti o due mogli.

    Ma parli di te? Mi sembri sulla buona strada, da quello che racconti: sei terrorizzato di farti scoprire dalla moglie e di perdere l’amante. Un impasse dal quale non sembri voler venire fuori. Sono anni.

  • Roberto, 19 Maggio 2022 @ 21:44 Rispondi

    Sai @Cri28, il mio ragionamento riguardava la discussione in un senso più generale. Non guardando verso la mia situazione, che tra l’altro è più tranquilla rispetto a qualche settimana fa. Tranquillità data da una specie di accettazione che per ora ho dentro di me. Aiutato dall’amore della mia amante che continua ad essere assolutamente forte. Io sostenevo che ognuno deve scegliere il proprio tipo di amantato ed il modo in cui viverlo. Ho sentito tante persone che vivono delle doppie vite per anni. Quasi come si avessero due mariti o due mogli. Tra l’altro mi chiedo quanta energia mentale possa assorbire una vita così. La paura di essere scoperti, i sensi di colpa, la paura che l’amante cambi idea e ti lasci. Insomma, come se la tua esistenza cambiasse radicalmente. Si sdoppiasse. Mi chiedo solo il senso di condurre vite del genere. Se la felicità o la serenità si possono trovare anche così. Anche se poi è forse il vero senso dell’amantato. Cioè vivere una seconda vita per sopportare la prima. Con equilibrio e senza drammi. Come sembra nel tuo caso e di @leilei. Secondo me è di questo che si dovrebbe parlare in questo blog, di cosa può fare un’amante nel senso positivo della parola.

  • Harya, 19 Maggio 2022 @ 19:38 Rispondi

    @cossora non era mia intenzione offendere assolutamente scusami se mi sono espressa male

  • cossora, 19 Maggio 2022 @ 19:29 Rispondi

    @leilei non è che vivi un sentimento in base alla tua visione personale della vita. La visione è un fatto astratto. I valori.. fossimo allineati con i nostri valori non saremmo qui. Io credo che ognuno viva l’amore partendo dalle condizioni in cui è.
    Faccio un esempio scostandomi dall’amore: fare figli.
    C’è chi aspetta di avere la casa, chi aspetta di fare carriera, chi di sposarsi, insomma ci sono persone che aspettano ‘il momento giusto’.
    Ecco, io -che ho sposato il ragazzo che mi piaceva sull’autobus- ho fatto un figlio 14 anni dopo che ci siamo messi insieme, 4 dopo aver comprato la casa (prima eravamo in un buco d’affitto) e un anno prima di sposarci.
    Ci sono persone che aspettando il momento giusto rimandano per scoprire che il momento giusto non arriva mai.
    Il momento giusto è quando lo vuoi tu. E con l’amore è uguale, ti innamori anche se sei sposata, se è sposato, se ha la pancia e tu non hai più le gambe toniche e le guance sode.

  • Cri28, 19 Maggio 2022 @ 16:56 Rispondi

    @Roberto, la mia è una situazione un po’ particolare; i problemi del mio matrimonio si sono manifestati dopo poco tempo e, così, sono arrivata al punto in cui sono dopo tanti anni di riflessioni e tentativi e situazioni difficili da affrontare; in me c’è anche molta stanchezza, un forte desiderio di non vivere altre crisi e stravolgimenti, se possibile. Piano piano però mi sono resa anche conto che una separazione non sarebbe una tragedia neppure per mio marito, che le cose che mi terrorizzavano alla fine possono essere affrontate; non ho comunque il coraggio o il desiderio di farlo, ma se ti dai del tempo e dello spazio, ti accorgerai di poter essere più lucido, meno travolto dagli eventi e dalle emozioni che provi. Perciò, fai un passo per volta e troverai la strada adatta a te.

  • cossora, 19 Maggio 2022 @ 16:39 Rispondi

    @harya parla per te e per chi vuoi ma non per me e per il mio matrimonio.
    Grazie.

  • leilei, 19 Maggio 2022 @ 16:05 Rispondi

    “Perché i cialtroni che per scopare e tenere la comoda amante dichiarano amore sono un esercito” Ale un “ti amo” detto durante una scopata lascia il tempo che trova. Non si va dal “mollo tutto per te” al “ti racconto bugie per portarti a letto”, ci sono tante vie di mezzo e le leggiamo nelle storie raccontate nel tuo blog.
    Io non credo che l’amore abbia una ricetta preconfezionata. ciascuno di noi vive il rapporto in base al carattere, all’educazione ricevuta, alle aspettative, all’autostima, ai propri valori.
    Ogni storia d’amore è una ricetta rivisitata e corretta. E solo quelle che fanno soffrire non valgono la pena di essere vissute.

    • alessandro pellizzari, 19 Maggio 2022 @ 17:31 Rispondi

      Amore è felicità e altruismo tutto i ma però le infelicità e bugie lo azzerano

  • leilei, 19 Maggio 2022 @ 15:59 Rispondi

    Lia 17 maggio, è normale provare sofferenza quando finisce una storia di amantato basata sui sentimenti. Ma quante situazioni ci fanno soffrire nella vita, e comunque andiamo avanti? Se ci impedissimo di vivere esperienze per la paura che possano causarci sofferenze, vivremmo col freno a mano tirato.
    Personalmente, dall’alto della mia esperienza di 6 anni di relazione extraconiugale, posso dire che sono stati assolutamente molti di più i momenti belli rispetto a quelli tristi. Che con il tempo ci si “aggiusta” nella situazione, si accettano compromessi, a volte rinunce. Ma se quello che comunque si mantiene è un sentimento forte e sincero, credo che valga la pena ingoiarsi tutti i sensi di colpa che affiorano alle labbra.
    Si, adesso posso dire che rispetto a qualche anno fa, quando la mia relazione di amantato aveva momenti di gelosia, di incertezza, di malintesi…ora quello che resta è solo un velato senso di colpa.

  • Rinascita, 19 Maggio 2022 @ 15:29 Rispondi

    Maribel condivido tutto quello che hai scritto. Che poi non sono pensieri ma alterazioni della realtà. Perché chi ci è passato davvero, sa che l’amante non e’ l’alternativa al marito/moglie. Se ci si innamora di un’altra persona il coniuge in termini sentimentali purtroppo “è andato”. Poi che non vada bene con l’amante per mille motivi non vuol dire che l’amore non si possa incontrare di nuovo o che la vita da single sia una non vita. Per me una “non vita” è solo l’infelicita’ e l’insoddisfazione, non darsi la possibilità di vivere come si vuole. In questo ci includo coniugi e amanti ciascuno sotto aspetti diversi.

  • Harya, 19 Maggio 2022 @ 14:51 Rispondi

    @Rosa io leggo, di una che come dice @leilei, ci è rimasta in mezzo. Non vedo giudizi negativi nel voler emozioni proprie dell’amore anche fisico, e dove queste con il patner non ci siano più è naturale cercarle: è nella natura umana. Dove @Sylvia parla di colpe divise al 90% e al 10% denuncia soltanto una grave dipendenza affettiva perché una coppia così sbilanciata porta a pensare a qualcosa di tossico persino a me che un narcisista non lo ho subito. In questo momento, di delusione sia sul fronte marito che sul fronte amante, mi sembra naturale essere pessimiste e darsi la colpa per aver inseguito le farfalle nello stomaco. Sia chiaro non sono l’avvocato difensore di nessuno, ma anche a me il blog ha aiutato moltissimo all’inizio non credo di aver potuto essere di nessun aiuto, forse adesso neppure ma il confronto arricchisce tantissimo e sono d’accordo con te che dove i contenuti suonino falsi perde senso tutto

  • Harya, 19 Maggio 2022 @ 14:30 Rispondi

    Il matrimonio di @Sylvia era finito, senza indagarne i motivi, come il tuo @Cossora (permettimi nipotina mia) ed entrambe avete preso la stessa decisione, tu con romanticismo hai accompagnato i tuoi ex alla porta e li hai sostituiti con il tuo attuale amore, lei, almeno dal racconto così traspare, con molta meno diplomazia. Tu come lei avete detto al marito del tradimento. Tante qui non lo hanno precisato, ma per me resta una sottigliezza. Ad esempio @Azzurra o @Vio stanno ricostruendo, o provando, dopo che hanno parlato per l’ennesima volta a cuore aperto, perché hanno trovato dall’altra parte un marito che si è reso conto del proprio tradimento (tradimento forse non fisico ma certamente se invece di pensare all’amante penso al lavoro o ad un hobby sto ugualmente tradendo) sta cercando di porre rimedio. Sempre per me, se non ci fosse stata la stampella dell’amante i matrimoni di @Azzurra e @vio sarebbero già finiti in quanto al momento in cui le ragazze hanno tentato di evitare la crisi i mariti non erano disponibili ad impegnarsi seriamente, e visto che sembra che la coppia funzioni ancora sarebbe stato un vero peccato.. Se mi permetti @Cossora ti dirò di più, tu hai cercato di salire sulla torre con il tuo attuale amore ma vista l’aria che tira, hai pensato bene di sistemarti al piano nobile che è luminoso comodo e con le finestre con vetrocamera e hai rimandato l’eventuale salita a dopo la costruzione della veranda (chiaramente con il 110% che se già esistente è trainante e quindi non a spese tue), @Sylvia ha Invece, quando l’ex amante le ha chiesto (esattamente come il tuo ex) come stesse, ha risposto che sta malissimo, che sta attraversando un periodo difficilissimo per la sua salute, che è molto abbattuta, ma è pronta per convolare a nozze con lui appena si chiariranno i termini della sua giudiziale! ma guarda Basta che fai copia e incolla e anche tu vedrai che non solo quello cambia lui numero ma brucia persino il telefono!!!!

  • Harya, 19 Maggio 2022 @ 14:19 Rispondi

    @maribel ma perché credere che una sconosciuta debba avere il potere di farti sentire giudicata? Lo chiedo anche ad @Ale seriamente. Non siamo bambine non capisco perché crediamo che ci sia qualcuno che voglia condizionarci con tentativi puerili. @Sylvia racconta la sua storia, non ci vedo altro, sarò limitata ma voi mi state dicendo che lei racconta di come ha preso una grave intossicazione alimentare andando a ristorante per indurci a consumare solo a casa … ??? se crede che davvero possa funzionare ha un mostro dentro di se ma decerebrato

    • alessandro pellizzari, 19 Maggio 2022 @ 15:28 Rispondi

      a volte ve la prendete troppo, quando ci sono esagerazioni intervengo io come il razzismo

  • elleelle, 19 Maggio 2022 @ 13:08 Rispondi

    @Rosa
    Nel dubbio di chi sia o meno questa persona, cerco di interagire solo se assolutamente necessario.
    Non mi dilungo ma a parte la sensazione di presa in giro, non voglio contribuire a peggiorare la condizione psicologica di una persona che magari finge di essere quella che non e’. Per quanto possa aver fatto un uomo di male, che sia un tradimento o una presa in giro, non credo che valga la pena perdere la testa in questo modo.
    Non ci vedo per niente chiaro in questa storia e ho dei grossi dubbi, perche’ sembra che ci siano situazioni pilotate e io non sono interessata a queste cose. Il mio tempo e’ prezioso e non voglio sprecarlo in questo modo.

  • leilei, 19 Maggio 2022 @ 12:50 Rispondi

    Ariel ma da dove le tiri fuori ‘ste perle? Terapie generiche? La terapia è una sola: è quella che cerca di renderti consapevole di te stesso e della tua vita, e questo ovviamente comprende anche i rapporti affettivi.
    Non mi sembra di essermi mai giustificata nè avere chiesto assoluzioni. Ma tu continui con la solita tiritera FOREVER.

  • cossora, 19 Maggio 2022 @ 12:27 Rispondi

    @azzu ti ringrazio. Sai cosa ho scoperto? Che è importante -di qualsiasi relazione si tratti- chiedersi: ma io con questa persona posso essere veramente me stessa? Se la risposta è si, ci possono essere scazzi, porte sbattute, silenzi.. ma di sicuro ci sono anche baci, abbracci e ricongiungimenti più carichi.
    Ciò che accomuna me e il mio amore: aver iniziato a scuola la relazione con i nostri coniugi, ricordarsi 3 liti accese (forse).
    Dipende un po’ da come si è vissuto il rapporto principale, cosa si vuole da se stessi adesso. Certo che se una persona vuole essere integerrima, seguire le regole da manuale, non avere sbavature (lavoro/famiglia/amici/partner) fare le cose ‘a modo’.. io sembro una pazza.
    Ma a me sembrano pazzi gli altri!

  • cossora, 19 Maggio 2022 @ 12:03 Rispondi

    @ale se si decide con questa benedetta vela mi faccio i week end da lupa di mare finchè le ossa (rotte) me lo consentono!
    Lui si staccherà solo in fin di vita. Forse.

  • maribel, 19 Maggio 2022 @ 12:00 Rispondi

    Avete ragione tutte a dire che se un profilo è falso non va considerato ma è pur vero che se si cerca di mandare messaggi fuorvianti, in cui il soggetto “traditore” oltre che come sempre truffatore, cattivo e subdolo è pure destinato a restare solo e sofferente per l’eternità… bisogna pur replicare a concetti quasi medievali.
    o diamo corso a queste visioni vittimistiche e pessimistiche di tutto ciò che, alla fine, è VITA?? le cose accadono, l’amore accade. a meno che siamo persone senza cervello, accadono per un motivo e per farci capire qualcosa ( fondamentalmente che il matrimonio non funziona più). che io risponda a molly o a sylvia o a chiunque, rispondo a un pensiero che non condivido.

  • Ariel, 19 Maggio 2022 @ 10:57 Rispondi

    alessandro pellizzari, 19 Maggio 2022 @ 10:33Rispondi

    Ottimo augurio
    Ma senza curarsi in terapia sarà difficile staccarsi
    E staccarsi significa molto di più di ciò che sono i fatti contingenti che si vivono
    Perché continuare a cadere dalla torre equivale ad avere dentro se stessi
    DIPENDENZA AFFETTIVA!

    Questo reputo importante scriverlo non tanto o soltanto per il caso di utente Cossora ma per tutti i simili casi
    ANNI DI VAI E TORNA E CADO E RITORNO SU

    SONO EVIDENZE INEQUIVOCABILI DI qualcosa che non va nel proprio sistema di attaccamento affettivo
    Perché già detto si tratta di FINTO AMORE!

    Si dice lo amo ma lui NON SI SCHIODA
    E se dura da anni
    Esiste una sola definizione la relazione è tossica
    Un manipolatore negativo che ci marcia alla grande a intortare le donne moglie e amante o amanti.

  • Azzurra, 19 Maggio 2022 @ 10:44 Rispondi

    @Cossora in questo commento sei tanto dolce quanto vera. La consapevolezza che mostri di avere è una risposta a tutte le domande che ti sono sempre state fatte. Ho apprezzato tantissimo questo tuo commento, volevo dirtelo ❤️

  • cossora, 19 Maggio 2022 @ 09:54 Rispondi

    @Harya è proprio quando si sta male invece che si viene a buttare la provocazione per avere la conferma di avere ragione: il mostro è l’altro, il mostro è fuori.
    Il mostro è dentro, è normale e ne abbiamo uno tutti. Trovo preoccupante chi arriva a travestirsi per non vederlo, qualsiasi costume ti metta, dentro rimani uguale.

  • cossora, 19 Maggio 2022 @ 09:15 Rispondi

    @roberto l’hai detto: io posso scegliere solo di godermela o no.
    Lui è lui, e sai cosa voglio dire, certe dinamiche non si innescano con tutti.
    Ho conosciuto uomini negli anni, nei periodi in cui l’amantato ci allontanava perchè (sempre per decisione mia) diventava insopportabile. Dovevo ‘compensare’? Può darsi che lo abbia fatto per dimenticare, vendicarmi, distrarmi.
    Sono una donna libera e non siamo sicuramente due amanti standard, no.
    Diciamo che se gli amanti hanno un decalogo, a noi abbonano un bel numero di regole, ma come dice @ale per quanto sia ampio, alto e splendido il terrazzo della torre dove mi porta.. quando lei alza un sopracciglio, io volo di sotto.
    So anche che ogni volo comporta una rottura di ossa, una convalescenza, e risalire a godermi la vista (sempre più bella, mannaggia) è ogni volta più rischioso.
    Però questa è la mia storia con lui. Mi sono innamorata di lui e lui è sposato.
    Posso chiuderla, uscire (a 46 anni) per conoscere altri uomini papabili-liberi-non bugiardi-senza problemi, avere la fortuna di innamorarmene follemente e sentirli altrettanto coinvolti.
    Oppure posso sperare di disinnamorarmene a un certo punto e decidere di stare da sola (che se posso dirla tutta è anche la soluzione che preferisco!)

    • alessandro pellizzari, 19 Maggio 2022 @ 10:33 Rispondi

      Sono una donna libera e non siamo sicuramente due amanti standard, no.
      Diciamo che se gli amanti hanno un decalogo, a noi abbonano un bel numero di regole, ma come dice @ale per quanto sia ampio, alto e splendido il terrazzo della torre dove mi porta.. quando lei alza un sopracciglio, io volo di sotto.
      So anche che ogni volo comporta una rottura di ossa, una convalescenza, e risalire a godermi la vista (sempre più bella, mannaggia) è ogni volta più rischioso.
      Però questa è la mia storia con lui. Mi sono innamorata di lui e lui è sposato.

      MOLTO SINCERA E CONSAPEVOLE: CARA COSSORA TI AUGURO DI STACCARTI AL MOMENTO GIUSTO PER TE, NON PER LUI

  • Rosa, 18 Maggio 2022 @ 23:35 Rispondi

    Sai Hayra, quello che infastidisce, almeno la sottoscritta, non sono i contenuti degli interventi, ma il fatto che per ribadire i soliti concetti incancreniti , si debba prendere le persone per i fondelli interpretando dei ruoli diversi per risultare più credibili.
    Sai, se fossimo su un blog di recitazione, sarebbe anche stimolante, ma in questo contesto, lo vedo un pò disturbato e soprattutto un comportamento del genere, perde ogni credibilità indipendentemente dai contenuti, che poi son sempre quelli, anche se si vuol far credere di esser nella situazione opposta.
    Detto ciò, liberi tutti.
    Di scrivere sotto mille identità, di leggere, di non leggere, di commentare o no ,e di cassare ( questo solo @Ale).
    Siamo in un blog anonimo. Alcune, anche se ” scomode” arrivano dritte come un pugno in faccia, altre, suonano false come una banconota da 2€,.
    Premetto che a me questo luogo di incontro ha aiutata moltissimo, perché frequentato da persone, dietro ai nick (sempre più o meno lo stesso), serie. E lo si capisce dalla pazienza e dal tempo che dedicano nel cercare di spiegare, chiarire, ribadire. Nel dare il proprio parere talvolta in toni più accesi, altre volte più accoglienti. Ma comunque sempre senza l’intento di ferire.
    Ognuna di noi , qua, da quel che può e vuole e prende ciò che le serve. Ecco, diciamo che da chi mi suona costruito (leggi inventato)grata di non voler prendere proprio nulla.

  • Roberto, 18 Maggio 2022 @ 23:06 Rispondi

    Perdonami @Cri, non volevo mettere in dubbio la tua affermazione. Mi limito a dire che si può anche tradire per noia, ma che in quel caso l’amore tra i due amanti non esiste. Perché l’amore vero ti taglia fuori dalla realtà, dal tuo matrimonio, dalla tua vita ufficiale. Poi sono d’accordo come dici tu che esistono mille tipi di rapporti tra le persone. E tra te ed il tuo amante forse c’è quello che si può definire l’amantato perfetto. Cioè quello che fa godere solo del piacere di averlo. Senza gelosie verso il coniuge altrui e dando il giusto equilibrio alla storia. Volevo solo dire che non è sempre così facile, perché i sentimenti veri non sono così gestibili. Io comunque ti considero la persona qui dentro a cui io mi ispiro. Per poter godere della mia amante con quell’equilibrio che può dare linfa anche al proprio matrimonio. Tralasciando ovviamente il giudizio sul comportamento verso il proprio coniuge.

  • Rinascita, 18 Maggio 2022 @ 21:27 Rispondi

    Harya qui ognuno scrive le proprie emozioni e sensazioni, sul presupposto che sia un vissuto reale. Naturalmente poi si fa la tara e trae gli spunti che ritiene utili. Diverso è, se permetti, che gli input arrivino da chi ipoteticamente non ha nulla a che vedere con quello che descrive. Se è un bluff va sottolineato. Qui ci sono utenti che soffrono davvero e di altre manipolazioni possono farne veramente senza.

  • Harya, 18 Maggio 2022 @ 17:42 Rispondi

    @cossora complimenti per la disamina sintattica metrica e della prospettiva prestata all’amante… ma mi aggancio io al tuo post per considerare che, forse, un passo indietro prima di leggere il blog non potrebbe farci che bene, perchè si è ancora troppo coinvolte in prima persona. Quando scrive una di noi, ( o quando parla un amante), cerco sempre di guardare all’essenziale, una visione allargata diluisce il succo del discorso. @Sylvia ha messo in evidenza tanti piccoli dettagli e ha delineato il quadro della sua situazione non del tutto facile al momento. Va bene la critica costruttiva, può anche starci il dubbio che sia @Molly sotto mentite spoglie, ma una volta espresso questo dubbio continuare ad insinuare ribadendo lo stesso concetto più volte non è sano. Non lo scrivo con saccenza ma lo sottolineo perchè, su molto di quello che leggo, ho dei dubbi grossi quanto una casa ma mi attengo a quello che scrivete e anche dove l’incongruenza è evidente resta comunque la buona fede del percepito e quindi del vissuto.

  • Roberto, 18 Maggio 2022 @ 17:20 Rispondi

    Però @Cossora, riconosci almeno che la tua è una situazione davvero particolare, nel senso che avete tutto il tempo che volete e che quindi di amantato ha davvero poco, se non per il fatto che lui è sposato. Ma da come lo descrivi sembra quasi un bellissimo rapporto vissuto da due singoli che vogliono stare ognuno a casa sua. Non mi sembra abbiate tutte le difficoltà tipiche dei due amanti. Incastrare gli appuntamenti, rubare un’ora di corsa, stare attenti ai messaggi, insomma tutto il cucuzzaro della clandestinità. Addirittura fate dei fine settimana. Comunque, se questo è quello che ti fa stare bene, non smettere di godertela.

  • Rosa, 18 Maggio 2022 @ 17:16 Rispondi

    @cossora, 18 Maggio 2022 @ 11:07,
    No, non è affatto sano e non direi nemmeno troppo brava. Chi crede di dover convincere? Forse solo sè stessa.
    Preoccupante direi.

  • Leilei, 18 Maggio 2022 @ 16:50 Rispondi

    Sylvia il tradimento per avere le farfalle nello stomaco è da seriali. Le farfalle durano un annetto, poi bisogna cambiare fiore.
    E si sa, i seriali si guardano bene dal rinunciare al proprio matrimonio.
    Tu sembri più una che ci è rimasta in mezzo ..

  • Ariel, 18 Maggio 2022 @ 15:49 Rispondi

    L’approvazione che cerchi è tipica di chi continua a viversi relazioni tossiche sbilanciate totalmente per il solo fatto di fare le amanti zerbino FOREVER e pure le mogli zerbino FOREVER confondendo il benefit SOLDO BISTURIRITOCCHINO con il TE LA DO MARITYINO CHE MI SCOPI PIYEE UNA TANTUM
    PEFONO @Ale ti ha scritto di non darla più se come tu scrivi il marito non lo ami più ma ti fai scopare lo stesso e menti in un continuo scoparsi anche amante che CHE NON FA DIVERSO DA TUO MARITO VERSO COMPAGNA CARINA DI CUI TU STESSA HAI SCRITTO SUL BLOG SEI GELOSA MARCIA!

    E meno male una traccia di autostima ti resta funzionante Come natura prevede

    Tutte le dipendenti affettiva cercano approvazione ma si esprime in metodi diversi e tu non fai nessuna eccezione la cerchi come tutte le dipendenti cercano disperatamente di GIUSTIFICARE A SE STESSE LA LORO DROGA DI NON RIUSCIRE AFFATTO A STACCARSI DA NESSUNO !

    Ma no problema se solo saprai affidarti a vere terapie fatto apposta e non generiche.

  • Viovio, 18 Maggio 2022 @ 15:44 Rispondi

    @ragazze fate come volete ma a me sembra un gran spreco di energia rispondere a Mylvia dal momento sia palesemente @Molly!!
    A parte che ci vuole una bella fantasia oltre a taaanto disagio ad inscenare questo teatrino, interpretando l’amante del marito, anche perché cosa ne sa @Molly di quello che ha vissuto/provato quella donna? Bah
    @Ads ancora non hai chiesto scusa?
    Un bacio a tutte

  • Sylvia, 18 Maggio 2022 @ 15:40 Rispondi

    “Sylvia la fine di un amore è un lutto, due lutti più la malattia sono veramente durissimi da affrontare.

    La soluzione che abbiamo trovato la maggior parte di noi su questo blog è di passare da un amore all’altro senza passare prima da noi stesse, personalmente ho capito che, se è possibile, prima di imbarcarsi ad investire con un’altra persona, sarebbe più utile chiudere i conti con il passato”

    Già, @Hara io ora ho NECESSITÀ di prendermi cura di me, fisicamente, emotivamente, psicologicamente.

    Più i lutti di cui hai giustamente parlato. Ma non mi è facile perché non riesco a capire se ho davvero un futuro davanti a me. Tanta roba. Davvero.

  • Sylvia, 18 Maggio 2022 @ 15:35 Rispondi

    Provo a rispiegarlo:

    quando ho deciso di tradire non avevo un reale motivo per farlo. Ero curiosa, sentivo battere il cuore forte.

    È stato quando mi SONO INNAMORATA del mio amante ho capito che il mio matrimonio era finito. Non ho detto che ho lasciato subito mio marito e che le farfalle nello stomaco sono la ragione del mio divorzio. Volevo nuove emozioni e le farfalle nello stomaco, ma quando ho realizzato che non riuscivo a far altro che a pensare all’amante, ho capito che il mio matrimonio era finito e che mio marito meritava di meglio.

    Sto elaborando che potrei averlo tradito anche per punirlo per non avermi fatta diventare madre.

    Personalmente sono a metà tra l’offesa e l’indifferenza per essere creduta Molly da alcune di voi. Ho letto i vostri litigi e me ne distacco.

    Ho troppe cose per la testa per dover anche gestire le vostre offese. Per cui passo oltre e spero di non leggere altre sciocchezze.

    Magari prima di insinuare e giudicare, pensate se può far male a chi già soffre. Purtroppo i blog (e la vita reale) sono così, pieni di gente con scarsa sensibilità, ignara che ciò che si scrive può ferire. Chiuso il discorso da parte mia.

    “Avere una terza persona è la via più facile per fuggire dalla realtà. Anzichè affrontarli all’interno della coppia si va a cercare la soluzione momentanea al di la del muro.

    Poi a volte ci si innamora e li cominciano i guai.”

    Grazie @Roberto per aver detto con le tue parole quello che avevo già detto di me ma forse non mi ero espressa chiaramente.

    L’innamoramento è stato “il guaio” a cui non avevo pensato, che non avevo previsto, un “gioco finito male”, quello che mi ha portato a scegliere di allontanarmi per sempre da mio marito. Se non mi fossi innamorata, probabilmente avrei fatto scelte diverse. Ma ormai è successo. E ora vorrei solo che mi passasse.

  • Cri28, 18 Maggio 2022 @ 15:12 Rispondi

    @Roberto, non è la mia interpretazione, è ciò che ricavo leggendo. Vedo che molte persone raccontano di avere intrapreso una relazione extra perché erano annoiate o si sentivano trascurate e che, dopo l’esperienza vissuta, hanno compreso che in realtà il matrimonio aveva ancora i presupposti per funzionare.
    Nel mio matrimonio ci sono problemi reali e non risolvibili, che mi hanno portato a non credere più nel rapporto. Mio marito resta comunque una persona con cui sto per scelta, non per dovere. Il rapporto con il mio amante non è una fuga dalla noia, ma abbiamo scelto di non stare insieme, e, quindi, lo vivo “solo” come un rapporto affettivo importante, non c’è sempre bisogno di dare un nome a tutto. Non tutti sono capaci o si trovano nelle condizioni di vivere grandi e assoluti amori.

  • cossora, 18 Maggio 2022 @ 14:57 Rispondi

    @Rinascita se l’hai capito che senso ha spendersi, perchè nutri il dialogo?
    Si parla sulla base di un bluff perchè una donna che ha amato un marito e l’ha tradito e poi è stata lasciata non dice che il marito ha solo il 5% delle responsabilità.
    Quella è la speranza di una moglie tradita che non crede per niente nella ricostruzione del suo matrimonio. E’ una speranza da disperata. Un’ultima spiaggia.
    Per favore, se pensate sia @molly, non datele corda, le fate solo del male. Fate cadere le sue provocazioni anche se sono a volte ben camuffate.

  • cossora, 18 Maggio 2022 @ 14:28 Rispondi

    @Roberto, io ci dormo bene sono perchè in questa situazione posso salvaguardare uno dei miei valori principali (la libertà). Non ho niente da raccontare/nascondere/giustificare a nessuno. Quindi posso permettermi di trarne benefici.
    Poi sono un’adulta e so perfettamente che ogni situazione positiva nella vita nasconde i suoi lati negativi: se ho bisogno c’è sempre, ma è anche vero che c’è sempre perchè è molto ‘sciolto’ nei movimenti ma come condizione di vita a pescondere da me..
    Non sono una bambina e ho vissuto in coppia ufficiale per 25 anni, so benissimo quali sono le differenze. Evidentemente a me il bilancio come lo fa quadrare la relazione con lui sta bene.
    Oggi.

  • Rinascita, 18 Maggio 2022 @ 14:11 Rispondi

    Cossora lo so bene che è Molly. Infatti ho parlato a lei riferendomi alla moglie dell’ex amante. Criticare l’amantato spacciandosi per un ex amante è da premio Oscar. Diciamo così! Spero che neppure la malattia sia vera perche’ di quello ho grande rispetto e su questo non si scherza.

  • maribel, 18 Maggio 2022 @ 13:54 Rispondi

    @sylvia o chi tu sia, i matrimoni non finiscono perchè non senti più le farfalle, un matrimonio riuscito è tale anche senza più quelle emozioni, perchè ti senti comunque vicino alla persona giusta per te, quella che stimi e che ti basta come compagno nei movimenti della vita. ci sono coppie che stanno bene insieme anche dopo decenni ma non per le farfalle, ma perchè sono una coppia solida e sono felici così.

    la noia e quelle cose che dici non bastano a far andare via una donna da un matrimonio.
    poi se vogliamo demonizzare il tradimento e dipingerlo come la causa della eterna solitudine di una donna, a mo’ di pena ed espiazione, boh. oppure vogliamo dire che ti sei pentita tu? ma se fosse stato il grande amore o il grande matrimonio che dici vi sareste ritrovati, sai? non sarebbe la prima coppia che sento che si lascia e poi si riprende, anzi è uno dei pochi casi in cui forse davvero si può ricostruire da capo: dopo aver buttato giù quello che non funzionava più.

  • Sylvia, 18 Maggio 2022 @ 12:54 Rispondi

    @Rinascita mi identifico abbastanza con la descrizione che ha fatto Cri28 dove ho tradito senza un motivo. Sinceramente non c’era nulla che non andasse in mio marito ma piuttosto in me. Avevo fame di nuove emozioni, adrenalina, farfalle nello stomaco che non ricevevo più da mio marito perché eravamo insieme da anni, quindi ovviamente non mi tremavano più le mani perché lo stavo per sfiorare.

    Mi ritrovo nella descrizione di quelle persone che “intraprendono relazioni con amanti per noia, per avere sempre di più, per fame di emozioni, arrivando a lasciare il coniuge senza affrontare situazioni in fondo risolvibili.”

    Avrei potuto fare molto di più per mio marito e per il nostro matrimonio. Ho voluto di più per poi ritrovarmi… senza niente né nessuno….

  • leilei, 18 Maggio 2022 @ 11:56 Rispondi

    Lolly, infatti Ale dice che solo il 30% delle coppie di amanti diventano coppie vere.

    Luciana la stampella diventa un problema solo se uno dei due fa la stampella all’altro, appunto. Nel mio caso ci stampelliamo a vicenda, per questo cè equilibrio nella nostra relazione.
    L’unica turbativa è data dai sensi di colpa che ogni tanto si fanno sentire.

  • leilei, 18 Maggio 2022 @ 11:51 Rispondi

    Ariel credo che tu sia l’unica in questo blog a pensare che io cerchi approvazione. Io racconto i fatti nudi e crudi, che poi piacciano o no sinceramente non mi fa differenza.

  • elleelle, 18 Maggio 2022 @ 11:09 Rispondi

    @Cri28
    Il mio ex era sempre insoddisfatto di tutto, anche del suo hobby e del suo lavoro, per cui non è impossibile pensare che fosse insoddisfatto anche della sua vita sentimentale.
    Nel suo caso però vedevo anche una grossa parte di ricerca di attenzione. Se qualcosa secondo lui andava male, bisognava tirarlo su di morale, dirgli che non era vero che non era bravo e cose di questo tipo.
    Era un comportamento immaturo, perché i narcisisti sono dei bambini a livello emotivo.
    Per gli altri che narcisisti non sono, per quello che ho potuto vedere c’è insoddisfazione ma anche noia e un elemento di sfida, perché pensano di farla franca. Un atto come il tradimento che va contro il “conformismo” della fedeltà si imposta in persone che conformiste lo sono nel momento in cui devono prendere delle decisioni e rischiare di perdere la faccia, la casa, l’opinione degli altri ecc.

  • cossora, 18 Maggio 2022 @ 11:07 Rispondi

    @Rinascita io mi aggancio al tuo post ma era solo per dire che @sylvia è evidentemente @molly che scrive come fosse l’ex amante di suo marito. Stessa sintassi, metrica, punto di vista perfettamente prestato all’amante.
    Brava.
    Non so se questo sia sano, ma brava.

  • Hara, 18 Maggio 2022 @ 10:40 Rispondi

    Sylvia la fine di un amore è un lutto, due lutti più la malattia sono veramente durissimi da affrontare. Se hai tradito è perchè l’amore con tuo marito era finito, non credo ci siano colpe e cercarle non serve. La soluzione che abbiamo trovato la maggior parte di noi su questo blog è di passare da un amore all’altro senza passare prima da noi stesse, personalmente ho capito che, se è possibile, prima di imbarcarsi ad investire con un’altra persona, sarebbe più utile chiudere i conti con il passato, e non è un giudizio morale ma semplicemente un modo per affrontare il nuovo dopo aver elaborato il vecchio. So che è facile a dirsi e molto difficile a farsi. Cerca di non rimpiangere un futuro che non c’è stato concentrati invece su quello che c’è, perdonati soprattutto, le tue scelte fanno parte del tuo percorso. Non stavi più bene nel matrimonio ma è tutto soggettivo, io personalmente avrei preferito non sapere del tradimento e conservare l’illusione di non essere stata parte di un triangolo, tu hai affrontato gli eventi nel modo migliore adesso devi soltanto pensare a te stessa.

  • Roberto, 18 Maggio 2022 @ 09:22 Rispondi

    Leggo qui dentro varie interpretazioni dell’amantato. Secondo @Cri28 per esempio molte volte è sintomo solo di noia. Per altre persone è l’amore. Sul fatto che noi uomini possiamo essere più disonesti di voi Signore è vero. Sento storie e ne leggo anche qui dentro dove in qualche maniera siete state prese in giro dagli amanti. E come dice @Ale, i numeri parlano chiaro. Però sul fatto che l’amantato non nasconda seri problemi del proprio matrimonio, ecco, quello io proprio non riesco a crederlo. Anche se si arriva a farlo per noia, per divertimento, per qualsiasi altra ragione che non sia l’amore, tradire il proprio coniuge è l’atto più meschino che si possa fare verso di lui. E se uno arriva a farlo vuole dire che non c’è più molto che lo tenga legato. Detto questo, ci sono matrimoni che hanno più o meno problemi, alcuni risolvibili ed altri no. Avere una terza persona è la via più facile per fuggire dalla realtà. Anzichè affrontarli all’interno della coppia si va a cercare la soluzione momentanea al di la del muro. Poi a volte ci si innamora e li cominciano i guai. Ma comunque sia, come ho già avuto modo di dire, saltare quel muro ti cambia la vita. Che sia per noia o per amore. Ci si dovrebbe pensare mille volte prima di farlo. Poi, se, come @Cri28, @leilei o @Cossora ne traggono sono benefici, allora dico beate loro che hanno raggiunto l’equilibrio perfetto.

  • Lolly, 18 Maggio 2022 @ 09:01 Rispondi

    E si…@ Cri 28…una ricerca spasmodica di emozioni per ammazzare la noia…questo è nella maggioranza dei casi..nessun amore all’orizzonte!!…lo abbiamo detto più volte…chi ama sceglie!!..cmq noto che anche le donne si stanno avvicinando di più a questo pensiero, una donna, mia conoscente, separata con figli che ha fatto l’amante per tanti anni dietro un tira e molla di lui..si è convinta che meglio vivere di emozioni centellinate che nulla. Quindi ogni qualvolta lui la chiama, anche dopo mesi..lei va…poi ricade in depressione fino alla chiamata successiva ma non riesce ad uscire da questo schema dicendomi che non ha trovato di meglio…e come lei tante altre…le donne hanno capito che impegnarsi non conviene e prendono quello che possono per soddisfazione personale.

  • maribel, 18 Maggio 2022 @ 08:51 Rispondi

    perdonami @sylvia ma cosa ci stai dicendo? con tutto il rispetto per chi non è in salute, ma uno si deve programmare la vita per non restare solo qualora avesse bisogno? è questo il focus del discorso?
    è come dire a una persona “guarda che quando sarai novantenne e malandato almeno avrai qualcuno che sta con te e ti cambia i pannoloni”.

  • Rinascita, 17 Maggio 2022 @ 21:36 Rispondi

    Sai Sylvia, chi ha fatto una scelta come la tua, o pseudo tale, dovrebbe solo ringraziare l’amante per aver aperto gli occhi. Il matrimonio non funzionava comunque e non funziona di certo quello del tuo ex amante. Secondo me è inutile voler fare apparire errata la scelta di chi si separa e rimane in solitudine. Meglio soli che con un coniuge che non si ama piu’, ancor peggio, quando occorre fingere di essere una coppia solo per mantenere in piedi il carrozzone – azienda. Poveretta è solo la moglie del tuo ex. Lo pensò davvero.

  • Cri28, 17 Maggio 2022 @ 21:06 Rispondi

    A dire il vero leggendo il blog e anche altre fonti, mi sto convincendo che effettivamente molte persone (uomini, ma anche donne) intraprendono relazioni con amanti per noia, per avere sempre di più, per fame di emozioni, arrivando a lasciare il coniuge senza affrontare situazioni in fondo risolvibili.
    Oltretutto, molti uomini neppure lo dicono che vogliono solo qualcosa in più, il che lo trovo proprio disonesto.
    Alla fine non sembra che il tradimento sia il segno di un matrimonio con dei problemi, ma più un fatto di incostanza, di eterna insoddisfazione.
    Lo trovo assurdo, ma evidentemente è così.

  • Sylvia, 17 Maggio 2022 @ 20:51 Rispondi

    Grazie Maribel. Credo che per molti versi ci somigliamo tutti: passiamo da certe esperienze in cui ci deludiamo di noi stessi e per questo soffriamo. Viviamo tante contraddizioni: vogliamo un amore alla luce del sole ma lo facciamo crescere nel buio, pugnalando alle spalle chi ci ama.

    Poi se hai la sfortuna di innamorarti della persona sbagliata, di esperire un amore impossibile per i tuoi sogni, sei destinata a soffrire. Non so se invidiare o no coloro che riescono a gestire queste situazioni con leggerezza.

    Quando la vita ti volge le spalle, se pensi che potresti non farcela, ti garantisco che tutto ti appare sotto una prospettiva diversa. Fai i conti con te stessa. E ti vedi in tutta la tua fragilità umana. Vedi i tuoi errori e vorresti la macchina del tempo per tornare indietro e fare altre scelte.

    Ho vissuto momenti speciali con il mio amante, attimi rubati alla quotidianità ma la sofferenza della consapevolezza di un amore a senso unico mi fa male e vorrei non averlo mai notato e corteggiato.

  • maribel, 17 Maggio 2022 @ 19:39 Rispondi

    @sylvia concordo con @hara. Tu non sei solo un’amante. Mica siamo Incasellate in questo modo. Tu sei una DONNA.
    una donna che ha saputo fare scelte coerenti e che sa scegliere è comunque vincente, al di là del risultato.
    Dopo tutto non puoi sapere come sarebbe andata se tu fossi rimasta con tuo marito pur non amandolo più .
    Probabilmente sarebbe finita Comunque o sarebbe un rapporto spento.. ti confesso che trovo in te molte somiglianze con un’altra persona ma ti rispondo lo stesso, perché indipendentemente da tutto, il messaggio che qui secondo me si vuole dare è che quello che conta è il sentimento, la consapevolezza di ciò che facciamo e il rispetto di se stessi. Se una persona ha saputo comportarsi cosi é una persona in gamba e tosta, anche se non ha un uomo accanto.
    Anche perché le coppie possono durare o no, come i matrimoni e come l’amore. Il tradimento può essere un incidente, una necessità, anche un errore. Ma a volte bisogna passare anche da questo, per evolvere e crescere come persone. Quindi, chiunque tu sia, in bocca al lupo per tutto, sopraturto per la tua salute e sii orgogliosa della persona che sei.

  • Sylvia, 17 Maggio 2022 @ 19:38 Rispondi

    L’amante è solo una situazione che hai ritenuto di poter risolvere come hai fatto, non ti puoi identificare con un unico evento, come non puoi identificare la storia di amore con tuo marito con un singolo momento di essa. I perchè dei tuoi comportamenti tu li conosci e sono certamente nati da situazioni complesse, tu non sei “il tradimento”, capisco anche che con la malattia in questo momento può essere comodo identificarsi quasi esclusivamente con esso, ma le soluzioni facili non sempre sono quelle migliori.

    Cara Hara ma quale sarebbe stata per te la soluzione facile per me? Per me separarmi è stata una grande sconfitta, una decisione presa perché non potevo piú restare in un matrimonio che ormai era diventato fasullo perché io mentivo a mio marito su una cosa così importante: lui non sapeva di essere in un triangolo.

    L’amante mi ha travolta nelle emozioni. Non è stata l’unica esperienza di grandi emozioni e sentimenti ma è la più vicina nel tempo. Il mio coinvolgimento ancora forte

  • Sylvia, 17 Maggio 2022 @ 19:30 Rispondi

    il concorso di colpa c’è sempre

    Non so@Ale. Io so di essere stata davvero egoista. Potrebbe essere un 95% a 5%. Di sicuro non reputo che entrambi abbiamo avuto la stessa responsabilità. Le mancanze di mio marito (tutti ne abbiamo) potevo sicuramente gestirle diversamente.

    Che poi, a dirla tutta, quando ho iniziato a notare il mio amante, ero presa dalla trasgressione, dal ritrovarmi eccitata solo per il fatto di fare una cosa “che non si fa”. E mi sono buttata. Poi quasi subito i sensi di colpa, perché mio marito non meritava un trattamento così disonesto.

    Io credo che avrei desiderato una famiglia con dei figli e forse ho “punito” mio marito perché i figli non sono mai arrivati in quanto mio marito scarsamente fertile. Se non è egoismo questo….ci sto lavorando sopra. Sto cercando di capirmi. Ma ho anche altre priorità, purtroppo.

  • Ariel, 17 Maggio 2022 @ 18:36 Rispondi

    L’amante che staziona anni a fare la amante è un ripiego
    Chiarissimo sia per chi sta sposatissimo e si guarda bene dal fare ordine e chiarezza a casa sua ma anche per chi ci staziona da libero ancora peggio
    Potersi vivere al meglio alla luce del sole una vera relazione che sia esclusiva e non stampella di nessuno
    Non faccio la amante a vita perché altrimenti chissà che cosa mai potrei meritarmi…..

    Il tempo fa sempre la differenza tra essere usati o meno
    Chi cerca di viversela alla luce totale del sole con chiaro obbiettivo del numero due
    Due di cui non occorre fare finta che sia ammore …
    Due che non hanno bisogno di NESSUNA BUGIA

    Due stop ,poi ognuno la coppia se la vive come vuole
    Ad esempio io non convivo con il mio compagno ,è una scelta che ci ha visto in accordo ,per il nostro caso specifico di nostra particolare situazione di vita,ma siamo due non esistono terze o quarte persone

    Non ci sta bisogno di fare le stampelle di nessuno

    Evviva la relazione si presenta Sana già in partenza ,
    Poi si vedrà giorno per giorno ,ma almeno basta dipendenza affettiva basta ACCONTENTARSI DEL TEMPO IN CUI LUI NON SCOPA LA MOGLIE!!!

    Insomma autostima sta a zero !,,
    Ma si può uscirne
    Basta curarsi e smettere di voler PER FORZA trovare le parole che possano dare OK che si fa taaaanto bene a fare le amanti zerbino FOREVER!!

  • Dispersa, 17 Maggio 2022 @ 18:18 Rispondi

    @Sylvia non sono difetti, a volte non ci si incastra più e tu hai fatto quello che ritenevi meglio per te, come probabilmente il tuo ex amante ha fatto quello che riteneva meglio per lui.
    Inutile rimurginare, si va avanti, pensa a stare meglio e poi chissà magari qualche novità è già pronta all’orizzonte!!

  • Dispersa, 17 Maggio 2022 @ 18:13 Rispondi

    @Cossora nessuna mosca bianca… Il marito di @Lolly è il più comune fra i comuni!!
    Quando la storia di amantato viene alla luce del sole rischia di sciogliersi perché l’adrenalina viene meno!! Se non erro è stato ‘sbattuto’ fuori di casa.
    C’è uno psicologo che parla spesso di queste storie e la situazione di @Lolly è fra le più comuni.
    Esistono amanti innamorati? Certo che sì, ma anche qua in questo blog si possono contare sulle dita di una mano.

  • luciana, 17 Maggio 2022 @ 17:30 Rispondi

    eh @Ale, per qulacuno la seprazioen in casa e’ finche morte non ci separi 🙂 vedi l’uomo che freqyento io – separato in casa da 11 anni .

  • Lolly, 17 Maggio 2022 @ 17:15 Rispondi

    Ragazze che dirvi…il mio ex marito è un inquieto di natura, un uomo ambizioso ed intraprendente, nel suo settore è il numero 1, non è un uomo da famiglia però è stato con me oltre 20 anni, forse perché si è appoggiato, affidato completamente a me tant’è
    che sono stata io la colonna portante della famiglia…detto ciò…lei ( la sua amante per 4 anni,(quelli dichiarati) ) è una ragazza più giovane, molto carina, non credo abbia qualcosa che non vada, non credo proprio…credo che lui voglia avere una ragazza al suo fianco che non gli chieda di più di quello che lui possa offrire in termini di tempo, sentimenti ed impegno…qualcosa di leggero per intenderci, ma dopo un lungo amantato lei vuole di più, e lui non ci sta…tutto qui…ogni tanto mi chiama per ricevere una parola di conforto, una voce amica e poi scompare..di certo avverto un forte legame di stima e affetto e ad oggi il suo porto sicuro resto io…non so se sia un soggetto anomalo…credo sia immaturo emotivamente e alla ricerca di non so cosa…

  • Lia, 17 Maggio 2022 @ 16:53 Rispondi

    Purtroppo @Leilei, non sono d’accordo. Tante amanti si raccontano di esserne consapevoli ma nei fatti non lo sono.
    Io mi sentivo amata perchè lui mi raccontava di amarmi alla follia.
    Avevo la percezione di essere fondamentale nella sua vita, di essere la sola e unica…
    Queste sono sensazioni che vivono le amanti, specie all’inizio o comunque prima di dover ridimensionare il loro sentimento per adattarlo alla realtà.
    Mi sentivo talmente forte che mi ripetevo di essere consapevole di un’eventuale rottura e di poterla accettare.
    E la testa aggiungeva…tanto non può far a meno di me…
    La verità è un’altra. La vera sofferenza arriva quando negli occhi dell’altro improvvisamente percepisci distacco, indifferenza..
    Quando ti crolla il castello… e di questo, mi dispiace, nessuna amante ha consapevolezza finchè non lo vive.

  • Lia, 17 Maggio 2022 @ 16:40 Rispondi

    Cara @Sylvia, io ho fatto le stesse tue scelte, con la differenza che l’amante l’ho lasciato io dopo l’uscita di casa, ma mi avrebbe lasciata di lì a poco perchè non mi amava ed è un seriale, l’ho capito a frittata fatta.
    Ho trascorso brutti momenti anch’io, ma adesso per me è tutto cambiato.
    Purtroppo tu come me hai la necessità di elaborare due lutti, ma dopo arriva il sereno. Te lo posso garantire!
    Ha ragione @Ale, per tutto c’è una spiegazione. Quello che ti è successo non è successo per caso.
    Sai qual’è il vantaggio di passare di colpo dal (credere di) ricevere amore 100 a 0?
    Che riparti solo da te, che hai tanto tempo per lavorare su di te, che devi imparare ad essere tu la prima ad amarti 100 e gli altri, se non ci sono, si va avanti bene lo stesso.
    Mettiti al centro di tutto e fai quelle cose che avresti sempre voluto fare ma non ne avevi il tempo perchè dovevi star dietro ai tuoi due ex… Vedrai che dopo il mondo cambia…
    I periodi di sconforto saranno via via sempre meno e aumenteranno quelli di serenità e forza.
    Ti abbraccio fortissimo perchè ti sento molto vicina a me!

  • cossora, 17 Maggio 2022 @ 15:54 Rispondi

    No @ale l’amante non è una via di mezzo, è una dichiarazione chiara: il matrimonio è retto dalla testa e non dal cuore.
    Non c’è la via di mezzo tra testa e cuore. Magari ci fosse!

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 16:32 Rispondi

      via di mezzo intesa come comoda stampella dov di cuore non ce n’è abbastanza per la stampella. Infatti si chiama stampella, la moglie si chiama cervello

  • Hara, 17 Maggio 2022 @ 15:46 Rispondi

    @lolly ma il tuo ex marito ha trovato una signorina con un appartamento più grande in centro? perchè altrimenti non si spiega…

  • Sylvia, 17 Maggio 2022 @ 15:45 Rispondi

    “Se è arrivato un amante tuo marito qualche difetto lo aveva di sicuro”

    Chissà @Ale se era un difetto suo o mio…

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 16:33 Rispondi

      il concorso di colpa c’è sempre

  • Hara, 17 Maggio 2022 @ 15:43 Rispondi

    @Sylvia a volte da come scrivi sembra che l’amantato sia stato la parte più importante della tua vita, secondo me non dovresti mai dimenticarti che tu non sei esclusivamente un episodio del tuo percorso ma una persona con un vissuto variegato. L’amante è solo una situazione che hai ritenuto di poter risolvere come hai fatto, non ti puoi identificare con un unico evento, come non puoi identificare la storia di amore con tuo marito con un singolo momento di essa. I perchè dei tuoi comportamenti tu li conosci e sono certamente nati da situazioni complesse, tu non sei “il tradimento”, capisco anche che con la malattia in questo momento può essere comodo identificarsi quasi esclusivamente con esso, ma le soluzioni facili non sempre sono quelle migliori.

  • cossora, 17 Maggio 2022 @ 14:45 Rispondi

    Però cara @Lolly.. il tuo ex marito è un po’ una mosca bianca. Oppure lei è insopportabile 🙂
    Perchè gli ometti della nostra generazione, cacciati dalle mogli, cercano le boe a cui attaccarsi e come si dice a Milano ‘va la che la va ben!’

  • Lolly, 17 Maggio 2022 @ 14:15 Rispondi

    Esattamente @leilei…la tua testimonianza rappresenta la realtà nelle storie di amantato…i matrimoni durano se esiste l’amante che è la stampella del matrimonio stesso.. il mio ex marito ha lasciato la sua storica amante perché, detto da lui, alla luce del sole il rapporto ha perso passione e desiderio, pertanto perde valore, e credo che lui rappresenti il pensiero della maggioranza degli uomini che si fanno l’amante

  • Luciana, 17 Maggio 2022 @ 13:19 Rispondi

    @Ale, sull’essere stampella. Anche io lo sono, nella mia frequentazione.

    Sono contenta di esserlo: mah. Sono divisa a meta’. Io comincio a pensare che bisogna smetterla di farsi prendere per i fondelli ma allo stesso tempo bisogna considerare che non esistiamo solo noi al mondo e un minimo di responsabilità anche per il benessere degli altri bisogna averlo. “Usare” una persona, soprattutto dopo aver capito che la persona e’ bisognosa (uomo o donna che sia) e’ davvero brutto. Bisogna vivere anche secondo coscienza, almeno un pochino, non solo secondo il proprio piacere e approfittandosi delle fragilità altrui.

    (io sono quella bisognosa, lo so).

  • Ariel, 17 Maggio 2022 @ 12:36 Rispondi

    alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 11:41Rispondi
    Se siete separati in casa e tutti sono d’accordo non vedo scorrettezze

    Neanche io vedrei scorrettezze se entrambi gli amanti fossero separati in casa ,
    Ma non mi pare affatto questo il caso di Leilei che già su questo punto non ha mai fatto veramente chiarezza ,infatti pure a Roberto aveva risposto qui sul Blog che il marito non Sto arrivando! Affatto che lei si scopiazza un altro

    Finge
    Come FINGE il suo amante!,,,

    Tutta robaccia che è veleno puro e che danneggia moltissimo il proprio dna emotivo che notoriamente non avverte prima se stessi del danno che si produce!!!

    Inutile Leilei anche tu come altri casi fai di tutto pure qui per ottenere la approvazione che fai bene a continuare la tua FARSA è FALSA vita

    Pare che esattamente come da schema scienza la dipendenza affettiva CERCA IN OGNI MODO DI AVERE OK da parte di tutti
    A partire da psicologi poi i blog poi gli amici più fidati poi il proprio figlio o figlia poi il cane la portinaia
    Pur di avere la sensazione che LA DROFGA FA BENISSIMO!

    Eccome no!!!

    CaroAlessandro sei meglio di uno psicologo nel tuo PERFECT scrivere che si danneggia INESORABILMENTE IL DNA EMOTIVO!

    Parole veramente piene di grande scienza!,,
    Verità pura ,ma che da fastidio a chi sta immerso da anni in un vero teatrino del,a propria vita!!!

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 15:19 Rispondi

      Aggiungo che la separazione in casa non può essere eterna

  • elleelle, 17 Maggio 2022 @ 12:06 Rispondi

    @Ale
    È interessante quello che dici sull’emotività che ha un DNA che si può danneggiare.
    Nel mio caso lo vedo molto chiaramente, l’esperienza con il mio ex è stata così negativa e rovinosa che da quel punto di vista mi ha spento.
    Ho accettato quello che è successo e sto bene comunque, perché ho deciso io di evitare incontri finché non cambierò idea e mi sentirò più propensa. Potrebbe non capitare mai e nel caso pazienza.
    Faccio altre cose che comunque mi fanno stare bene e non mi lamento affatto, ma mi sembrava importante dire che c’è verità in quello che scrivi e il rischio è di accontentarsi di sempre meno cose e perdere la vera intensità della vita.

  • leilei, 17 Maggio 2022 @ 11:58 Rispondi

    Non lo siamo Ale, ma io non posso farci nulla se mio marito vuole continuare a illudersi. , e se qualche volta mi concedo sa benissimo che non mi interessa nè mi fa piacere.
    Per quanto riguarda il mio amante, già da prima di me avevano rapporti assolutamente sporadici.

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 15:20 Rispondi

      Almeno non dovresti concederti

  • cossora, 17 Maggio 2022 @ 11:52 Rispondi

    @ale così fan quasi tutti.
    Il fatto è che un matrimonio lungo non vive sull’emotività, quindi nessun DNA emotivo, tutto a regime, perchè cambiare?
    No DNA, no danno. Chi ha vissuto solo questo nella vita non ha idea di cosa sia fare a meno dell’amore vero, perchè rileva solo ‘nessun danno’ e gli sembra di fare la scelta migliore.
    Di fatto non ha torto, Dipende da come si è fatti dentro, non si può giudicare giusto o sbagliato chi usa più testa rispetto a chi usa più cuore.
    E non mi venire a dire che ci sono le vie di mezzo. Nessuno di noi sa stare davvero nel mezzo a lungo.

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 15:21 Rispondi

      L’amante è la via di mezzo più usata dagli italiani

  • Sylvia, 17 Maggio 2022 @ 11:51 Rispondi

    Avevo trovato la serenità di poter vedere il mio amante senza ingannare nessuno (che lui lo facesse con la moglie, sono problemi suoi!) e poi sono stata lasciata dall’amante che ha fatto la sua scelta ed è subentrata la mia Malattia, che purtroppo mi devo gestire senza l’aiuto di nessun partner. Qualche amica mi è vicina ma tutte hanno la loro vita.

    Non so. Momentaccio in cui se faccio il bilancio della mia vita mi rendo conto di aver voluto troppo e alla fine è proprio vero, chi troppo vuole, nulla stringe.

    Avevo un marito che mi amava e rispettava e francamente non aveva nulla che non andava bene. Ho fatto scelte stupide e ora eccomi senza marito, senza amante e senza salute.

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 15:24 Rispondi

      Se è arrivato un amante tuo marito qualche difetto lo aveva di sicuro

  • leilei, 17 Maggio 2022 @ 11:44 Rispondi

    Lilly ma perchè dobbiamo sempre pensare che gli uomini, per una scopata, possono inventarsi sentimenti inesistenti?
    Questo può valere per storie che durano mesi, non anni, e ancora meno lustri…
    Anche qui abbiamo avuto esempi di uomini innamorati delle amanti. Io eviterei di cadere sempre nel luogo comune amante uomo= cialtrone.

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 15:23 Rispondi

      Perché i cialtroni che per scopare e tenere la comoda amante dichiarano amore sono un esercito

  • leilei, 17 Maggio 2022 @ 11:40 Rispondi

    Tutto esatto Ale, si va avanti finchè i costi emotivi sono compensati dai benefici. A me non interessa essere scelta, mi interessa che lui mi ami davvero e so che le motivazioni per cui resta a casa sua non sono dettate di sicuro dall’amore, perchè anche io vivo la stessa situazione.
    Diciamo che nel mio caso particolare, avendo dichiarato a mio marito che non lo amo e lo desidero più, mi sono scaricata in parte la coscienza, dandogli la possibilità di decidere cosa fare del nostro matrimonio. Troppo comodo? Certamente, non ho mai nascosto di restare oltre che per lui, anche per me stessa.

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 11:41 Rispondi

      Se siete separati in casa e tutti sono d’accordo non vedo scorrettezze

  • leilei, 17 Maggio 2022 @ 09:13 Rispondi

    Sylvia e ora a casa tua le cose vanno bene? Sei riuscita a ritrovare serenità?

  • leilei, 17 Maggio 2022 @ 08:47 Rispondi

    Ale credo che la tua definizione di “stampella” debba avere il copyright, è la definizione in assoluto più adatta per l’70% delle storie di amantato se vogliamo citare le tue statistiche.
    Questo discorso è saltato fuori proprio di recente con la mia psicologa. Mi diceva che vede una miriade di donne (gli uomini sono meno propensi ad andare in analisi) che dopo qualche lustro si trovano in un matrimonio stracotto e continuano a starci per i motivi che tutti conosciamo. Le più audaci trovano un amante col quale vivono momenti di vera felicità perchè riprovano emozioni ormai sopite.
    Questi amori regalano momenti indimenticabili proprio perchè sono l’eccezione di una sera, un giorno, un week end e rimangono ineguagliabili proprio perchè non vivono la routine. Quasi sicuramente, se vissuti nella quotidianità perderebbero tutto il loro fascino.
    E allora, al di là di ogni giudizio morale, viviamoci queste stupende stampelle, che ci danno anche la spinta ad essere più sereni e disponibili a casa nella nostra quotidianità!

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2022 @ 09:34 Rispondi

      E allora, al di là di ogni giudizio morale, viviamoci queste stupende stampelle, che ci danno anche la spinta ad essere più sereni e disponibili a casa nella nostra quotidianità!

      A patto che il
      Prezzo da pagare di essere eterne seconde e ritagli di tempo non sia troppo pesante. L’emotività ha un dna che può alla lunga danneggiarsi. Se poi un matrimonio debba vivere troppo a lungo grazie al polmone d’acciaio lo trovo discutibile. Però è vero così fan quasi tutti

  • leilei, 17 Maggio 2022 @ 08:35 Rispondi

    Lia 13 maggio, è assolutamente come scrivi tu: sono situazioni che si possono chiudere da un momento all’altro. E porteranno sicuramente sofferenza. credo che tutti gli amanti ne abbiano consapevolezza.

  • Lilly, 15 Maggio 2022 @ 13:53 Rispondi

    A si @ale, su questo hai ragione al 100%. Mai ho sentito dire a queste mie amiche di aver fatto promesse né le ho sentite fantasticare su vite insieme ai loro amanti. Anzi…sono molto serie, in effetti, su questo aspetto. La famiglia non si tocca. Loro tengono ben separate le due cose. La famiglia viene al primo posto, è la priorità, non è messa in discussione. Ma sai…un uomo accetta di andare a letto con una donna anche se questa non gli promette amore e fedeltà. Una donna invece no. O almeno, io non andrei a letto e non sarei andata a letto con il mio ex sposato se prima lui non mi avesse dichiarato di amare me, di non provare più nulla per la moglie . Ma mi chiedo…non sarà che noi donne ci inganniamo da sole? Nel senso…non finiamo per autosabotarci? Gli uomini sanno che per averci devono proporci queste sviolinate. E lo fanno. E noi le vogliamo queste cose. Ma queste cose sono bugie. Quindi sotto sotto…autoalimentiamo noi stesse questo meccanismo malato?

  • Sylvia, 15 Maggio 2022 @ 13:42 Rispondi

    Lilly credo che la tua analisi sia perfetta.

    Tanta gente egoista che ha una doppia vita e le va bene così. Troppa gente che non vuole rinunciare a niente. L’auto E la moto. La Ferrari e la Passat. Ci riesce chi è capace di tenere le due vite separate, persone un po’ glaciali, troppo razionali..

    Io non ce l’ho fatta e ho dovuto separarmi. Ero con mio marito e non facevo altro che pensare al mio amante. Toglievo a me e a lui la gioia di essere coppia. Una tortura.

  • elleelle, 15 Maggio 2022 @ 12:23 Rispondi

    @Lilly
    È bello il tuo commento sulle persone che vogliono sempre di più. Sarebbe un grande spunto di riflessione.

  • Lilly, 15 Maggio 2022 @ 11:32 Rispondi

    @ale io ho una visione ormai più asessuata dell’argomento sai. Vedo e conosco donne che hanno l’amante e stanno benissimo così. Non pensano assolutamente di separarsi per lui. Quindi ormai non riesco più a soffermarmi solo sul mondo maschile. Mi soffermo sulle persone in generale. E penso che sono persone molto brave a separare la loro vita in compartimenti stagni. Più vita in una stessa vita. E nessuna di esse mette in dubbio l’esistenza dell’altra. Vi è una dose di egoismo, che a volte è un’ancora di salvezza per non crollare in vite che richiedono molto, troppo (penso a una cara amica che nel suo amantato trova gioia e leggerezza in una vita che le chiede davvero di essere molto forte)…a volte invece sono solo persone che vogliono sempre di più. Che non si fanno mai bastare nulla. Che hanno ogni cosa ma vogliono anche la passione da romanzo rosa, le farfalle nello stomaco sempre. E così passano la vita ad avere amanti. Ma non sarebbero mai capaci di lasciare il proprio partner perché è la loro roccia, colui o colei a cui fare riferimento sempre. Sono persone che non sanno apprezzare davvero quello che hanno, chiusi nella loro famelica ingordigia di emozioni.

    • alessandro pellizzari, 15 Maggio 2022 @ 11:51 Rispondi

      Certo, ci sono donne che non lasceranno mai il loro matrimonio e che lo stampellano con uno o più amanti, fissi o volanti, è la storia di Love. Ma rappresentano il 30% della popolazione femminile che arriva al tradimento. Le altre si separano. Negli uomini la proporzione è del 70% non mi separerò mai, anche se ho l’amante da 5 anni. Con la differenza che pochissime donne illudono il proprio amante di vaerlo scelto e dicono prima o poi lo lascerò, gli uomini promettono la qualunque pur sapendo che non lo faranno mai. È da qui che nasce la truffa e il dolore e l’aspettativa. Non lascerai mai tua moglie: dillo subito. La vostra storia è finita? Chiudi. Eh no, si tira il can per l’aia ficnhe non decidete voi dopo aver fatto il Golgota tre volte

  • Rinascita, 15 Maggio 2022 @ 10:54 Rispondi

    Ci ho pensato che abbia potuto leggere qui. Ma avrebbe letto anche che i gesti che sono fini a se stessi non mi smuovono. Nessuna primavera Ale, lo so bene. Infatti scrivo di bellezza passata. L’amante, proprio per quanto ho sentito profondo questo sentimento, non torno a farla. MAI più!

    • alessandro pellizzari, 15 Maggio 2022 @ 11:06 Rispondi

      Brava. Anche perché certi gesti una tantum non costano nulla e puzzano di elemosina sorretta dal testosterone

  • elleelle, 15 Maggio 2022 @ 10:25 Rispondi

    @Ale
    Hai sicuramente letto il mio commento ad Ariel sull’uso di certe parole come strumenti per un determinato scopo, anche se hai deciso di non pubblicarlo.
    Purtroppo se non si smette di usare certe parole in un certo modo, lo stesso problema si ripeterà sotto qualsiasi argomento nuovo che pubblicherai e saremo da capo.
    Si può passare da un argomento all’altro ma le persone e personalità sono sempre quelle e le stesse parole verranno usate.
    Aggiungo una cosa, se posso: forse sarebbe stato il caso di non fare la differenza tra uomini e donne nel tuo nuovo articolo. “Perché chi tradisce non si separa”, perché come stiamo vedendo ci sono tante donne che non si separano. Se commentiamo solo sugli uomini, sui quali si possono dire peste e corna, le donne crederanno sempre di essere intoccabili e poi ci saranno i problemi di cui parlavo, per cui una donna se la prende se le dici le stesse cose che diresti a un uomo.
    Eppure questa sarebbe parte della parità che tanto vorremmo.

    • alessandro pellizzari, 15 Maggio 2022 @ 10:43 Rispondi

      Lo scopo di questo blog è esplorare il mondo degli uomini perché sono la principale fonte di guai amorosi, bugie eccetera, è sociologico, imperante, nettamente chiaro. Ci sono anche donne che non si comportano bene ma la proporzione è due contro otto. La linea editoriale è questa, l’interesse della stragrande maggioranza del pubblico femminile è “l’inspiegabile” comportamento di chi dice di amare, la linea editoriale non cambia. Poi si possono fare delle digressioni e ragionamenti collaterali ma mi sono stufato delle crociate. Che poi diventano dialoghi in stanze fra due o tre di voi va bene fino a un certo punto, perché non è più di interesse generale

  • Rinascita, 15 Maggio 2022 @ 10:24 Rispondi

    Mi sono portata sfiga. Ho scritto di gesti plateali ed è arrivato. Inimmaginabile il tempo che possa averci impiegato, inspiegabile come lo giustifichera’, perché è un qualcosa che resta visibile a tutti, anche se pienamente comprensibile solo a noi. Nulla di invasivo nei miei confronti, la mia privacy tutelata, elegante, in una sua ricorrenza a stampo tipicamente familiare l’ha trascorsa facendo una sorpresa per me. Devo dire che dopo lo stupore, il secondo pensiero è stato, se è amore vero (ed io, c’è poco da fare, lo sento), quanto amore sprecato! Tutto bellissimo e romantico ma per me resta un gesto fine a se stesso che non mi smuove di un millimetro. È un’ennesima conferma però’ della bellezza di quello che è stato.

    • alessandro pellizzari, 15 Maggio 2022 @ 10:44 Rispondi

      Chiediti se in qualche modo, anche leggendo qui, non abbiamo avuto un input e lo abbia colto strumentalmente. Una rondine non fa primavera, soprattutto se il nido è a casa sua

  • Roberto, 14 Maggio 2022 @ 23:12 Rispondi

    Ma sai @sunflower, io me l’aspettavo. Anche se ho trovato molte di voi che mi hanno sostenuto. È chiaro che in un blog ci sono i pareri di tutti e tutti devono essere rispettati, se vengono detti con educazione. Alla fine ognuno tiene la propria posizione, sia critica che a favore. Difficilmente qualcuno qui dentro cambierà il proprio modo di vedere le cose. Che tra l’altro deriva poi dalla propria esperienza. Magari a volte bisognerebbe riportare il proprio parere pensando che sia appunto una semplice opinione e non un dogma.
    C’è della verità in quello che dici @Cri28. Nel senso che l’amore può essere diverso da persona a persona. Per cui non solo A + B. Infatti tu sembri la persona più serena qui dentro. Però è anche vero che se uno ama davvero l’amante vuole starci ogni minuto della giornata. Magari nel tuo caso la parola amore è un po’ forzata, anche perché mi dici che verso tuo marito hai ancora stima ed affetto. Quindi è possibile che la tua situazione sia facilitata dal fatto che magari è un amore verso il tuo amante non propriamente completo. Vivere con tuo marito ti permette di staccarti, anche se momentaneamente, dall’altro. Viverlo così è nettamente più facile. Se l’amore fosse a senso unico sarebbe più complicato. Secondo me.

  • elleelle, 14 Maggio 2022 @ 23:06 Rispondi

    @Sunflower
    Lascio che parlino i commenti che ti sono stati fatti da altre utenti.
    In ogni caso, nei miei commenti e considerazioni prendo quello che viene scritto, non mi invento niente. Nel tuo caso, ho parlato di cose che hai scritto tu. Forse dovresti rileggerti.

    • alessandro pellizzari, 15 Maggio 2022 @ 10:12 Rispondi

      Direi che è il momento di concentrarsi meno sui giudizi e comportamenti degli altri e dare più pareri sugli articoli pubblicati e sui temi generali. L’ultimo articolo è sugli uomini che non si separeranno mai. Che ne pensate in generale?

  • Ariel, 14 Maggio 2022 @ 21:16 Rispondi

    @Sunflower e chi vorrà leggere.
    Senza entrar nel merito del vostro commentare reciproco tra te e elleelle,che non ho seguito e quindi non posso ne voglio esprimermi a riguardo di commenti che non ho seguito.
    Ma detto ciò
    Vorrei tanto che qui ciascuno del gruppo che scrive per commentare ciò che legge si rendesse conto che per poter esprimere il proprio punto di vista
    Questo fatto di per se implica giudicare ciò che si legge

    Capisco che il verbo giudicare fa mo,ta paura qui dentro e infatti il tema più scritto sul blog oltre ad altri
    Ma come una Costante resta la frase
    Del Non giudicare
    ,ma insomma qualsiasi pensiero si esprima per poterlo fare presuppone poter giudicare ciò che si legge
    Mi pare così ovvio che mi chiedo come sia possibile ancora affaticarsi a scrivere frasi che non corrispondono alla realtà del fatto concreto cerebrale che se desidero commentare qualsiasi cosa qui scritta si parte SEMPRE DAL GIUDICARE CIÒ CHE SI È LETTO

    Compreso il tuo più che legittimo esprimere Sunflower che infatti per poter scrivere non puoi giudicare ,il giudizio è un altra cosa

    Per scrivere il pensiero hai per forza dovuto giudicare ciò che avevi letto

    Ecco come il giudizio sia sempre utile e soprattutto INEVITABILE,

    Va da se che ovviamente se qui si sta anonimi e nessuno può sapere chi sta scrivendo e nemmeno chi legge
    È sottointeso che nessuno può conoscere la vera realtà di ciò che utenti vivono nella loro vera vita.
    Ma questo non necessario dirlo è legato alla stessa natura del fare utente in anonimo.

    Per tutto il resto il giudizio se si scrive ci si espone indipendentemente da ciò che si scrive
    E chi risponde lo fa GIUDICANDO CIÒ CHE LEGGE!

  • sunflower, 14 Maggio 2022 @ 20:45 Rispondi

    grazie Roberto siamo stati tutti e 2 abbastanza bacchettati

  • sunflower, 14 Maggio 2022 @ 20:42 Rispondi

    @elle elle non mi sembra di aver chiesto ne aiuto ne compassione a nessuno, non ne ho bisogno era solo una condivisione di quello che penso a fronte di un’altra nel blog che stava facendo il mio stesso percorso….che cosa c’entrano i tuoi giudizi al vetriolo? non ho chiesto approvazione anche di questo non ho bisogno, sono abbastanza strutturata, non sei d’accordo con me? me ne farò una ragione, io non ti giudico come vedi, contrariamente a te che sentenzi su tutto e hai tutte le verità in tasca.
    Non sei nella vita intima delle persone quindi non puoi giudicare puoi non essere d’accordo ma qui non c’è nessuno che possa dare lezioni di vita.
    Uno scambio di opinioni è una cosa il giudizio è altro….vediamo se ora si capisce la differenza

  • elleelle, 14 Maggio 2022 @ 12:26 Rispondi

    @Azzurra
    Tornare con uno come il tuo ex sarebbe stata una follia. Ci sono persone con cui non si deve tornare e basta. Se anche si sta male, si stringono i denti e si aspetta che passi.
    È facile caderci di nuovo, nessuno vuole star male se può evitarlo ma abbiamo visto che i ritorni di certe persone non portano niente di buono.

  • Cri28, 14 Maggio 2022 @ 10:32 Rispondi

    @Anto, se tu mi chiedessi perché non mi sono separata, non saprei risponderti. Quello che intendo dire è che certe scelte hanno a che fare con ciò che siamo, ancor più che con ciò che sentiamo.
    Nessuno è obbligato a sopportare le debolezze o incoerenze altrui, né è giusto fare violenza a sé stessi per restare in un rapporto insoddisfacente.
    Chi pensa che l’amore è a+b, mai dovrebbe imbarcarsi in questi rapporti, perché il dolore sarà tanto e resterà se more con la sensazione di avere vissuto qualcosa di falso e brutto.
    Io non ho queste idee, perciò potrebbe capitarmi di volere di più, ma, nel caso, penso che la vivrò come Rinascita, chiuderò il capitolo con dolore, ma spero senza rabbia.

  • Lia, 14 Maggio 2022 @ 10:29 Rispondi

    @oldplum, mi scoccia un pó dirlo , ma riconosco in te e nel tuo percorso la giusta direzione. Hai lavorato su di te e ne sei uscita vincitrice.
    E non parlo del fatto che lui sia tornato…Poteva succedere come no. Hai lavorato su di te, sei cresciuta, e, probabilmente, guardandoti indietro, rivedi la vecchia te come rivedi Cossora, con tenerezza e un pó di dispiacere…Mi fa piacere per te e credo che tu debba scrivere di più per dare consigli..

  • Azzurra, 14 Maggio 2022 @ 09:49 Rispondi

    @Elle la mia coscienza sa che la verità è luce. Non ho mai negato l’importanza della verità. Ciononostante sono più che convinta di quello che sto facendo. Non mi assolvo da nulla, so bene quello che ho fatto, non mi faccio sconti e nemmeno mi ergo a quella che :” fate come me, così risolvete tutto. ” Proprio per questo non mi sento di dare consigli su una ipotetica ricostruzione senza sapere i dettagli di ciò che si è vissuto. Ma so cosa ho vissuto io e da lì sono ripartita da circa 2 anni con estrema cautela. Il mio ex è tornato tante volte sono io che non sono ritornata sui miei passi, avrei potuto continuare come fanno tanti a tenersi marito e amante, in fondo era quello che voleva lui. Non io. Io per me ho deciso e sono fatta così, ci metto tempo ma quando decido nessuno può farmi cambiare idea.

  • Ariel, 13 Maggio 2022 @ 23:16 Rispondi

    Tu non sei così, sei sempre stata critica, lucida, evolutiva, ora leggo le prime 3 righe e mi sembri @ariel.

    Si Cossora lo so le fuori classe come me sono in realtà molto amate !
    Soprattutto da donne e uomini veramente liberi di tutto indipendenti veri di testa e di cuore
    Non hanno bisogno di spartirci il tempo con nessuna e nessuno
    Restano vere indipendenti
    Non si azzerbinano più
    Ma è solo una questione di sapersi curare anziché fare finta di stare benissimo spiaggiate sullo zerbino di casa altrui!,

    Sembro Ariel Cossora
    Perché sono Ariel!!!!

    Ah ah ah ah ah

  • elleelle, 13 Maggio 2022 @ 23:02 Rispondi

    @Azzurra
    Scrivi “la mia coscienza sa che la pensiamo allo stesso modo ma ho preferito, per adesso, agire come credo che sia giusto per la mia situazione”.
    Secondo me questa è una conclusione importantissima, anche per il futuro.

  • Ariel, 13 Maggio 2022 @ 21:37 Rispondi

    elleelle, 13 Maggio 2022 @ 11:34Rispondi

    @elleelle

    PURO ORO COLATO !!!!

  • oldplum, 13 Maggio 2022 @ 21:24 Rispondi

    @cossy, non punto ad essere adorata. Punto a essere onesta. Io ti guardo e rivedo me. E vedo me che perdo valore ai miei occhi accettando cose che NON MI PIACCIONO.
    Io ho fatto una scelta e ho tenuto la mia scelta (quella verso di me) con immenso dolore ma anche con la consapevolezza che senza coraggio non è amore. Tu lo chiamo così ma non è amore.
    Rivedo me che ho cercato di settarmi sui miei valori.
    E questo ha dato I suoi frutti. Ho riconquistato me stessa, innanzitutto. Poi, come conseguenza ulteriore, anche lui.
    Non parlo di me perché sto bene. Perché sto vivendo una relazione vera con l’uomo che amo e che posso chiamare, vivere e con cui posso progettare liberamente. Facile? Si. Perché ci amiamo.
    Ci sposeremo? Non è nei nostri piani. Nel frattempo facciamo tutti ciò che fa una coppia che viaggia alla luce mano nella mano nella stessa direzione e verso la stessa visione.
    Io ti conosco. Hai un immenso valore e mi spiace da morire rivedere me, a quel punto, in te. Tutto qui.

  • Rinascita, 13 Maggio 2022 @ 21:15 Rispondi

    Leggo Cossora e dico che se lei sta bene fa bene. Non posso sindacare un suo percorso perché stando qui si raccontano pezzi di vita ma non si descrivono in toto e soprattutto ciascuno non vive la vera realtà degli altri. Non amo le generalizzazioni. Ogni caso è a se’. Tengo conto delle statistiche ma poi dico anche che uno su mille ce la fa. Ho conoscenza diretta di amantati sbocciati in amore, senza se e senza ma, dopo 7/10 anni. Sara 1 su un milione come 1 su un milione è quel matrimonio che si ricostruisce davvero. Per quanto mi riguarda, non tornerei a fare l’amante neanche morta, sono le parole che ho utilizzato anche con lui. Ognuno ha la consapevolezza dei suoi paletti. Il mio ex ha messo i suoi ma ancor prima io ho messo i miei. Potrebbe portarmi un week end sulla luna ma non mi appagherebbe in alcun modo. Nel periodo finale una volta dissi che con lui mi era perfino passata la voglia di andare magiare una pizza, figurarsi trascorrere giorni da mille e una notte. Non perché non lo amassi ma perché l’evento fine a se stesso a me non interessava più, così come mi lasciano indifferente, anzi mi fanno incazzare, i gesti plateali. Sono anch’io per le piccole cose ma vere. Ma io sono io e Cossora è Cossora.

  • elleelle, 13 Maggio 2022 @ 20:37 Rispondi

    @Cossora
    No, non ci godo, per me è solo una conferma o meno delle mie impressioni. Quando ci prendo, vuol dire che sono diventata brava ad osservare e la considero una cosa molto utile per non farmi fregare più in futuro.
    Ad esempio, anche la battuta che hai fatto dice di te che cerchi di andare a colpire il punto che pensi sia dolente in una persona. Purtroppo ti sbagli, a me non duole per niente. Credo faccia più male a te, nel momento in cui ad esempio dici a delle persone che sono delle non-donne. Si sente forte il tuo disappunto e anche la tua mancanza di riguardo verso chi certe cose a te non le ha mai dette.
    Nulla di tutto questo mi stupisce di te, @Cossora.

  • Lolly, 13 Maggio 2022 @ 20:25 Rispondi

    @ Cossora…lo sai che ti Amo…davvero tutto quello che ti riguarda non mi è indifferente…trovo che molte delle utenti di questo blog, @ Alessandro in primis dicano cose vere che tu già sai inerenti alle dinamiche tira e molla dell’amantato…ma nonostante tutto, hai fatto ancora una volta la tua scelta e pertanto io la rispetto , posso solo abbracciarti virtualmente e confidare nel tuo intuito e nel buon senso qualora fosse necessario…per il resto, goditi la tua felicità!!

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 20:38 Rispondi

      Cossora la vedo solida e anche consapevole dei limiti fisici e temporali della cosa. Ma non è “migliore” rispetto a non accettare la condizione di amante anche se comoda e per molti aspetti appagante. Le uniche amanti che vincono sono quelle davvero felici. Si può essere felici anche col carpe diem. Per un po’

  • maribel, 13 Maggio 2022 @ 20:22 Rispondi

    @sunflower che commento infelice, il tuo.
    Trovo che nel blog sia un continuo scambiarsi opinioni, a volte ci si trova a rispondere ad altre a a volte ci si trova invece a ricevere commenti e opinioni. Nessuno bacchetta o giudica per il gusto di ferire le altre, certo ci sono toni più o meno agguerriti, ma sono le dinamiche di un blog in cui ci si racconta su fatti e modi di vivere molto controversi . Cosa dovrebbe dire allora @cossora oggi dopo 50 commenti sulla.sua storia?

    Non ricordo offese o giudizi rivolti a te, al limite è stato dato un parere su certe dinamiche. Ma se uno non vuole discutere ma solo ricevere pacche sulla spalla non è certo questo il posto suo.

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 20:39 Rispondi

      Cossora è una donna strutturata in grado di discernere fra commenti utili e irrilevanti credo

  • Blu, 13 Maggio 2022 @ 19:56 Rispondi

    Grazie a te per questo spazio, Ale. Il commento si è ripetuto due volte, scusate. Pensavo fosse stato bloccato per le coordinate geografiche 😉

  • Azzurra, 13 Maggio 2022 @ 19:34 Rispondi

    @Sunflower per quanto riguarda il “nostro” discorso voglio prendere le distanze da ciò che hai scritto perché, non per difendere @Elle che non ne ha assolutamente bisogno, in linea di massima io condivido il suo pensiero e non ho mai percepito le sue parole come un attacco né nei miei confronti né nei confronti di altri. Frequento il blog da più di un paio di anni ormai è conosco più o meno il pensiero di tutte riguardo i vari argomenti affrontati. @Elle è coerente : le cose che ha detto a @Molly le ha dette anche a me, non mi ha fatto certo sconti solo perché tra noi c’è sempre stato un “rapporto” diverso. E io l’ho apprezzato molto anche se ho agito diversamente. Sono sicura che nella vita reale @Elle sia un’amica sincera ed onesta che preferisce dirti una brutta verità piuttosto che una bella bugia. E io le sono grata in ogni caso. Non mi sono mai sentita giudicata, ci sono state delle incomprensioni di scrittura e lettura, sul blog non è sempre semplice essere chiari ma ho sempre letto con molta attenzione tutti i commenti che lei mi ha dedicato perché la mia coscienza sa che la pensiamo allo stesso modo ma ho preferito, per adesso, agire come credo che sia giusto per la mia situazione

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 20:40 Rispondi

      Siete tutte preziose amiche mie. Con prego e difetti

  • Blu, 13 Maggio 2022 @ 19:17 Rispondi

    Ciao a tutte e tutti, leggo questi scambi e mi sento coinvolta perché la mia situazione per anni è stata molto simile a quella che sta vivendo Cossora oggi. Convivenze, progetti creativi comuni, viaggi e routine, amici condivisi. Moglie totalmente assente. C’era tutto e pure di più, perché il desiderio resta sempre a mille se si mantiene il triangolo, anche se solo a livello formale. Col lockdown lui fece un passo verso di lei ed io l’ho lasciai all’istante. Tornó dopo 3 mesi con la scelta di separarsi. Siamo stati insieme un anno in questa nuova modalità, e poi la fine.
    Guardando indietro vedo un grande amore ma anche dei grandi, immensi casini. Vedo me stessa felice di amare così profondamente, ma vedo anche che la mancanza di scelte chiare e forza d’animo quell’amore lo hanno sfinito.
    I punti fermi a cui sono arrivata sono quelli che sento con il corpo più che con la testa. L’instabilità che mi ha ipnotizzata per anni, con il suo seguito di emozioni positive e negative, ora non la cerco più. Sono invece affascinata dalla coerenza interna delle persone e dei sentimenti. E sento che l’amore è semplice, o almeno il tipo di amore che voglio vivere oggi.
    Io non sono mai riuscita a fare l’amante felice, ho sempre lottato contro quei paletti anche quando la prateria era immensa. Per questo ora guardo con curiosità a Cossora, per vedere se un modo felice di abitare quello spazio esiste davvero.

  • elleelle, 13 Maggio 2022 @ 18:43 Rispondi

    @Ale
    Non sono tanto d’accordo. Se una persona ritorna sempre sui suoi passi, si rimangia cose che aveva detto e sembra dimenticare le sofferenze passate, secondo me vuol dire che il termometro ancora non funziona.
    Al posto del termometro agisce il bisogno di non stare male, di non essere sconfitti o dimenticati, di arraffare quello che si può perché poi non si sa mai.
    Chi ha il termometro che funziona secondo me impara a tenersi alla larga e a non ricadere nella stessa situazione che già non aveva funzionato prima, magari per anni. Ad esempio può mantenere rapporti cordiali sull’ambiente di lavoro ma non va fuori a cena e tantomeno a letto perché sa che è rischioso.

  • elleelle, 13 Maggio 2022 @ 18:35 Rispondi

    @Cossora
    Chi rosicherebbe secondo te?
    Sarebbe interessante saperlo perché credo che praticamente nessuna qui farebbe cambio con te.
    Spero di non averti delusa ma dovresti cominciare a renderti conto che non è gelosia o invidia. In realtà credo che per tante sia più una sensazione di compassione o pena per il ripetersi di situazioni già viste.
    Speriamo che quest’anno a settembre vada meglio.

  • elleelle, 13 Maggio 2022 @ 18:16 Rispondi

    @Sunflower
    Spiace, sai, passare sempre per quelle non risolte detto da chi non sembra aver risolto proprio niente.
    Qui di donne con le idee chiare ce ne sono molte e varie di loro si sono prese la responsabilità di parlare, di chiarire la situazione in casa o addirittura di separarsi.
    Secondo me sarebbe proprio ora di relegare la parola “risolta” nel dimenticatoio e smettere di usarla per dare indirettamente contro a chi non la pensa come te e non ti da una pacca sulla spalla.
    Non vuoi ascoltare le opinioni altrui? Allora ti tieni i fatti tuoi per te ed è fatta. Troppo comodo farsi aiutare dagli altri quando abbiamo bisogno di sostegno perché l’ex ci ha deluso e poi cominciare ad accusare quando una volta ogni tanto le coccole virtuali non arrivano.
    Non dimenticare mai che la scelta di tradire è stata tua, sei tu che hai deciso di non parlare con tuo marito, sei tu che scrivi cose piuttosto paracule sul ritorno con lui quando l’ex ti ha deluso e quindi il problema è tuo, non nostro. L’unica non risolta in casa tua sei tu, noi abitiamo altrove.

  • Blu, 13 Maggio 2022 @ 17:33 Rispondi

    Ciao a tutte e tutti, leggo questi scambi e mi sento coinvolta perché la mia situazione per anni è stata molto simile a quella che sta vivendo Cossora oggi. Io e lui vivevamo nello stesso paese all’estero mentre la moglie stava in Italia, completamente assente dalla sua vita e dalla nostra storia. Convivenze, progetti creativi comuni, viaggi e routine, amici condivisi. C’era tutto e pure di più, perché il desiderio resta sempre a mille se si mantiene il triangolo, anche se solo a livello formale. Al primo lockdown lui fece un passo verso di lei ed io l’ho lasciai all’istante. Tornó dopo 3 mesi con la scelta di separarsi. Siamo stati insieme un anno in questa nuova modalità, e poi la fine.
    Guardando indietro vedo un grande amore ma anche dei grandi, immensi casini. Vedo me stessa felice di amare così profondamente, ma vedo anche che la mancanza di scelte chiare e forza d’animo quell’amore lo hanno sfinito.
    I punti fermi a cui sono arrivata sono quelli che sento con il corpo più che con la testa. L’instabilità che mi ha ipnotizzata per anni, con il suo seguito di emozioni positive e negative, ora non la cerco più. Sono invece affascinata dalla coerenza interna delle persone e dei sentimenti. E sento che l’amore è semplice, o almeno il tipo di amore che voglio vivere oggi.
    Io non sono mai riuscita a fare l’amante felice, ho sempre lottato contro quei paletti anche quando la prateria era immensa. Per questo ora guardo con curiosità a Cossora, per vedere se un modo felice di abitare quello spazio esiste davvero.

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 19:25 Rispondi

      Grazie per la tua testimonianza

  • Roberto, 13 Maggio 2022 @ 17:32 Rispondi

    Post ineccepibile @sunflower. Chapeau.

  • Roberto, 13 Maggio 2022 @ 16:49 Rispondi

    Assolutamente d’accordo con te @Harya. L’amantato si basa sempre su un rapporto non equilibrato. Per questo genere quasi sempre sofferenza. A parte i casi tipo quello di @Cri e forse di @Cossora. Anche se li ritengo due casi diversi. Per tutto il resto è impossibile sfuggire alla regola dell’amante meno innamorato dell’altro. Che poi meno innamorato forse non è la parola giusta. Diciamo che uno dei due butterebbe dalla torre il coniuge, l’altro no. Quindi quasi sempre un amante è disposto a perdere l’altro qualora dovesse scegliere. Questo quando si parla di rapporto d’amore. Se si va a letto e basta la cosa cambia. Io penso che il segreto sia solo uno. Tirare la corda fio al giorno in cui chiedere all’altro: facciamo questo salto ai o no. Certo non dopo un mese di rapporto. E al no avere la forza di non farsi prendere in giro e mollare tutto. Non certo facile. Anzi, durissima quando si ama. Ma se non se ne esce.

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 15:26 Rispondi

    @old io ti adoravo e sento (ok potrei sbalgiarmi ma lo sento) che c’è qualcosa che non dici.
    A prescindere dall’essere d’accordo o non esserlo..
    La @old che conosco non fa la maestrina che sale in cattedra ogni 2 mesi e dice la sua verità assoluta e se ne va.
    Zero di se stessa, zero personalizzazione.
    Una poesi imparata a memoria.
    Tu non sei così, sei sempre stata critica, lucida, evolutiva, ora leggo le prime 3 righe e mi sembri @ariel.
    Vieni a Milano guardiamoci in faccia. Ci conto.

  • Nina, 13 Maggio 2022 @ 15:20 Rispondi

    @cossora sul rosicare ti sbagli davvero. La tua situazione vista da fuori non appare invidiabile, stanne certa, semmai molto a rischio ma evidentemente è un rischio calcolato di cui mi sembra tu sia in grado di reggere eventuali conseguenze negative. Mi colpisce questo tuo non fargli e farti domande ma penso anche che sia l’unico modo x starci dentro. Io mi sono spaccata la testa (e a lui ho “rotto le palle”, cit. ) per capire tutto, ma senza capire stavo troppo male.

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 14:40 Rispondi

    I social SONO prodotti di marketing.

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 19:28 Rispondi

      Questo è un blog non è un social ed è il mio blog ed è esente da pubblicità

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 14:35 Rispondi

    @ale io soffro quanto qualsiasi altra. Ho solo deciso -a fronte di sofferenze e rinunce- di osare e prendermi delle cose belle. E ..sorpresa! La fortuna (in certi casi) ha premiato la mia audacia.
    Quelle dell’amore A+B &co. fanno i trattati campati sul niente.
    Quindi è evidente che stiano parlando di se stesse.

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 19:28 Rispondi

      Il tuo bilancio mi sembra positivo

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 14:30 Rispondi

    Se pensi che io abbia un buon termometro per misurare i rischi apprezzo che tu lo esprima.
    Se per molte sono una pazza scriteriata che è giusto si prenda delle mazzate perchè se la gode troppo dove loro hanno solo rinunciato.. APPREZZO ANCORA DI PIU’!!

    Per tutte le mie fan.. grazie, questo Oscar lo dedico a voi!! 🙂

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 14:24 Rispondi

    @old hai appena dato la tua opinone, che ovviamente parla di te.
    Stai una meraviglia? Felice per te.
    Grazie per il contributo, avanti la prossima.

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 14:22 Rispondi

    @sunflower il mio consiglio è sempre uno: fai un po’ il c***o che vuoi.
    Che non è da leggere come ‘male agli altri’ ma ‘bene e te’.
    Non contano 25 anni di storia, conta un tuo t

    Io ho letto di @elleelle quel ‘Ultimamente con le persone ci becco troppo spesso’ e mi ha dato la tara di che tipo di persona sia. Aspetta il fallo delle altre per godere. Io uso un altro fallo, de gustibus ..ah ah ah

  • Lia, 13 Maggio 2022 @ 14:18 Rispondi

    @Cossora non leggere sennò ti alteri… Prendo te ad esempio per parlare di come si comportano certi uomini…
    L’esempio raccontato da Cossora è la classica dimostrazione di come queste storie ti diano un senso distorto della realtà.
    Nell’episodio del telefono, la moglie chiama e lui batte in ritirata per non destare sospetti!
    Cossora che risponde vai sì amore, non preoccuparti perchè ha la percezione di essere lei l’ago della bilancia.
    Lui che reagisce cambiando i piani e correndola a consolare.
    Questo tipo tutto è fuorché uno separato in casa!
    Immaginiamoci cosa succederebbe se fosse scoperto! Ma Cossora ha la sensazione che si tratti della mamma che richiama il figlio a casa perchè è già buio. Sensazioni vissute anche da me in passato.
    Lei puoi chiamarlo davanti alla moglie? No, sempre per le stesse ragioni!
    Se sta insieme a lei, può chiamarlo che lui corre lasciando la moglie? Non mi pare, o quantomeno dovrebbe organizzarsi prima e raccontare delle balle per riuscirci.
    Questi non so come li vogliano chiamare, ma sono bei paletti (quelli di cui parla @Ale) messi da uno che non ha nessuna intenzione di cambiare la sua situazione.
    Io ho vissuto le stesse medesime sensazioni per poi trovarmi abbandonata da un momento all’altro! Ci fanno vivere delle sceneggiate… Bellissime, ma assolutamente esageratamente!

  • oldplum, 13 Maggio 2022 @ 14:13 Rispondi

    @cossora, l’amore è semplice. Ci sono A è B.
    A è B si incontrano, si innamorano e condividono un pezzo di strada (più o meno lungo) guidati da una visione che riguarda entrambi. E per visione non intendo cenette e week end con acquarello e poesiola mentre altrove spunta C che è la moglie di A e B non ne chiede nulla, così magari può fingere che non esista.
    Diminuisci in modo enorme il tuo valore, anche ai suoi occhi accettando un rapporto del genere.
    Ti sei adattata a tutto quello che non ti piace per un paio di caramelle in più.
    E dentro lo sai che GIUSTIFICHI. E ti spieghi. E se devi interpretare e spiegare non è amore.
    L’amore non ne ha bisogno.
    Chiamalo relazione a tre con trasporto emotivo è sensuale.
    Ma offendi te e l’amore chiamando questa situazione amore.
    Il tuo amore è un amore a metà .
    Tu sei una donna completa che si rannicchia in un piatto condiviso.
    LUI NON TI CONDIVIDE CON SUA MOGLIE. MA SE LO FA FELICE, PERCHÉ NON CONTINUAEE A FARLO?
    Comunque il copione che ripeti da anni devi viverlo e viverlo
    Non hai mai avuto le palle di andare fino in fondo. Nemmeno questa volta.
    E se ci fossi andata, ti assicuro saresti stata davvero felice, non così.
    Ps: io sto una meraviglia.

  • sunflower, 13 Maggio 2022 @ 14:09 Rispondi

    @cossora, sono d’accordo con te, se una non è sofferente ma indica una sua idea o un suo percorso per quello che lei sente (siamo tutte diverse) viene subito bacchettata, non è molto simpatico e sinceramente per quanto una possa parlarne nessuna è dentro nella sua quotidianità per giudicare e comunque giudicare è sempre fastidioso.
    Io ho provato a esprimere che sto cercando un modo di ricostruire con mio marito dopo un tradimento (in 25 anni) e sottolineo 1….. solo perchè non voglio parlarne a lui subito giudicata, bacchettata, che sto lì per comodità da gente che non sa niente della mia vita e di come è andata con il mio ex che mi ha profondamente delusa e si è rivelato tutt’altro… e giù moralismi su mio marito che non ha senso non dirglielo…..e che ricostruzione vuoi fare se gli menti… e che @@!!!
    allora se stiamo qui portiamo le nostre esperienze, i nostri pensieri, perchè vengano accolti come un contributo dato che ripeto le situazioni quotidiane sono personali e sicuramente in un blog non si può entrare nei minimi particolari, non sottoposti al giudizio e al ludibrio delle RISOLTE di questo blog che tanto RISOLTE non lo sono.
    come dice il nostro @ale “Io non faccio marketing io accolgo storie”

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 14:03 Rispondi

    @anto certe cose (ma non tutte, io non mi faccio 20 domande ogni volta che dimostra di amarmi, mi faccio amare se poi è un calesse, è un gran bel calesse ormai) fanno strano anche a me, mica sono di un altro pianeta.
    Comunque me la sto vivendo, ci sto bene, ci diamo brividi ma anche coccole, se c’è bisogno siamo l’uno lo scacciapensieri dell’altra, ci vediamo e stacchiamo con il mondo, davanti a una cena romantica, tutti ci prendono per fidanzatini.
    Che male c’è? Che potrò soffrirci?
    Se è per questo si tratta solo di scegliere tra accettare la sfida o rinunciare. Io accetto.
    Ma onestamente da commenti molto più insinuanti del tuo non sembra solo questo il punto.
    Sembra che qualcuno rosichi!!

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 14:11 Rispondi

      Chi ha già sofferto ha un buon termometro per misurare il rischio di nuove possibili sofferenze

  • LaMilla, 13 Maggio 2022 @ 14:02 Rispondi

    @Ale, credo che sia questo il concetto che tutte cerchiamo di esprimere interagendo con Cossora. Monitorare il suo livello di sofferenza e frustrazione. Poi solo lei conosce il suo uomo e quelle che sono le dinamiche del loro rapporto.
    E ognuno di noi parla in base alla propria esperienza e conseguente capacità di accettazione, quindi ogni punto di vista è semplicemente un punto di vista. Nessuno pretende di avere la verità in tasca: quello che fa stare bene me, difficilmente combacerà con il benessere di qualcun’altro.
    E mi dispiace che venga interpretato come malignità o bollato con l’etichetta di “donna non risolta” un atteggiamento che non è di critica, ma piuttosto sintomo di protezione e affetto, anche se virtuale e a distanza.
    Siamo su questo blog per supportarci, gioire delle nostre e altrui conquiste e perché no, pungolarci e scuoterci a vicenda. A volte in modo duro, se necessario.
    Un grande abbraccio.

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 14:13 Rispondi

      Cossora mi sembra sotto controllo. Che se la goda. Ma non vendiamo il suo carpe diem come Vangelo perché la sofferenza è parte integrante dell’amantato. Prima o poi. Siamo stati tutti amanti felici e spensierati nei primi sei mesi. Diciamo che lei ha una felicità consapevole di ritorno

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 13:57 Rispondi

    @ale grazie se fai così mi metto a fare le fusa.. miaoooooooooooo!

  • Anto, 13 Maggio 2022 @ 13:00 Rispondi

    Tutto comprensibile. Credo che l’unica domanda pero’ che sorge spontanea a tutti e’ : l’amore che ti dimostra e’ grande ma preferisce perderti che lasciare la moglie. Sembra un ossimoro. E piu’ dimostra di amarti e piu’ fa strano.
    Tutto qui

  • Hara Harya, 13 Maggio 2022 @ 12:31 Rispondi

    @Roberto la differenza tra le varie storie di amanti è data dall’amore non corrisposto. Nel caso di @Cri mi sembra chiarissima la situazione ad entrambi, nelle storie di sofferenza non c’è questa chiarezza e uno dei due, nella migliore delle ipotesi, si nasconde dietro il non detto, approfittando delle fette di prosciutto che inevitabilmente calano sugli occhi della parte più coinvolta emotivamente. Se parliamo di accompagnarmi da qualche parte, a meno che non intervenga una chiamata più importante-renumerativa, io lo chiamo Uber non amore, se devo andare in un ufficio per pratiche fiscali mi faccio accompagnare dal commercialista che poi io la dia con piacere, anzi la davo al commercialista ( non sto parlando del mio ex amante), è tutta un’altra questione.

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 12:22 Rispondi

    Zia @hara sei meravigliosa, ironica e diretta. Tu ci sei a Milano, se non mi caciano dal blog?
    Ancora con questo gufarmi in autunno??? Ue basta però!!!

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 13:48 Rispondi

      Io non ti caccio mica!

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 12:19 Rispondi

    @ale se vuoi banna questo messaggio ma ti faccio presente che appena una tira fuori forza, su questo blog viene presa a sassate perchè senza donne che tremano questo blog non esisterebbe.
    Comunque certo che tremo, tremo sempre e da sempre, io non mi sento arrivata (nemmeno quando avevo una fede al dito mi ci sentivo).
    Invece io chiedo a te di monitorare la tipologia dei post del blog. A meno che tu non voglia che sia popolato solo da eterne insoddisfatte e vittime (senza nulla togliere a quelle per le quali provo stima e lo sanno quindi non si sentiranno chiamate in causa).
    Che per carità, la vittima infelice e insoddisfatta va per la maggiore, però dopo un po’ è noiosetta.

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 13:49 Rispondi

      Io non faccio marketing io accolgo storie

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 11:53 Rispondi

    Sono una madre, una figlia, una donna innamorata felice e anche molto grata. Si @ale.

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 11:58 Rispondi

      Alleluja

  • elleelle, 13 Maggio 2022 @ 11:34 Rispondi

    @Ale
    Non solo siamo limitate, siamo non-donne…
    Rido.
    Ultimamente con le persone ci becco troppo spesso, non mi smentiscono mai.

    @Cossora
    Sei pericolosamente vicina a sbroccare.
    Se posso, consiglio a te di staccare e di goderti il fine settimana con il tuo amore, finché non lo chiama la moglie.
    E ricorda, con meno offese e più umiltà si fa sempre una figura migliore.

  • Hara, 13 Maggio 2022 @ 11:15 Rispondi

    Buongiorno @Alessandro posso chiederti di cambiare il mio nick che non mi rappresenta più? era legato a come mi chiamava il mio ex, ci pensavo da un poco che non aveva più senso e oggi leggendo di paletti recinti e limiti mi è venuto spontaneo pensare che non lo sopporterei più ho bisogno di Harya 🙂 se fosse possibile mi farebbe piacere altrimenti non è un grande problema.
    grazie mille comunque per tutto
    P.s. novità per Milano?

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 11:45 Rispondi

      Hara puoi cambiarlo tu nei prossimi commenti. Per Milano non ancora news

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 11:12 Rispondi

    Tutti sono stati inspodestabili prima di essere spodestati.
    Comunque non ho nessun desiderio che venga spodestata.
    Credo troppo nel self-building.
    Non si è spodestabili, si sceglie di smettere.
    Questa è una differenza enorme.

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 11:10 Rispondi

    @ale me lo sono segnato.Così va bene?

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 11:46 Rispondi

      non ironizzare con me non ce n’è bisogno. Monitorati però, sento un tremolio nella forza. Ma non parliamo sempre di te parliamo di comportamenti maschili

  • Hara, 13 Maggio 2022 @ 11:03 Rispondi

    @Cossora gioia di zia, perchè te lo dico come lo direi ad una nipotina, lascia stare… goditi questa nuova estate e ne riparliamo in autunno! di tutto. Purtroppo più cerchi di giustificare quest’uomo più a chi non è innamorata di lui risulta evidente che siete su due challenger diverse, da ogni punto di vista! (questo non vuol dire che necessariamente dovrai soffrire, ne convengo con te che le probabilità potrebbero essere le stesse di un amore reciproco) In più, quando scrivi di invidia, non dimenticare che siamo su un blog e ci parliamo addosso, quando racconti dai la misura del tuo mondo, sveli solo te stessa, e non è per niente la reale misura dell’altro, quindi quando scrivi di consigli dati “per invidia e infelicità” rischi di dare la misura di quanto tu non sia risolta (e risolta lo metto tra virgolette perchè mi sembra che sia un tuo termine). Anche questa ultima mia considerazione, sulla tua “risoluzione” prendila con le pinze perché quello che potrebbe essere da invidiare per te potrebbe non esserlo per me. Con affetto

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 10:02 Rispondi

    @cri28 come sempre ti condivido. I maschi e le non-donne cercano chi li ami, ne hanno biosogno per la loro sopravvivenza, se no è uno, è un altro, basta che soddisfi quel bisogno e quella necessità.
    Una Donna non ha mezze misure, vuole amare. E non ama quello ‘giusto’ o quello che meglio si colloca nella sua esistenza. Ama soltanto chi le tira fuori l’amore, sa che è solo quella persona, non è intercambiabile, niente sconti.
    C’è una differenza enorme.

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 09:50 Rispondi

    @ale ma scusa dovrei essere gelosa di una titolare comandante piena di corna il cui marito spende follie in regali e ferie per un’altra e che per lei fa acquerelli, compone canzni, si inventa delle cose meravigliose e piene di poesia e sentimento?

    Guarda che la comprensiva qui è solo lei.

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 11:00 Rispondi

      Una titolar e piena di difetti ma sempre titolare e inspodestabile però. Un paradosso

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 09:39 Rispondi

    @Ale faccio un piccolo riassunto: sono limitata, nel recinto, giù dalla torre.
    Se siamo tutti d’accordo cambierei argomento 🙂

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 11:01 Rispondi

      devi ricordartelo quando dici alle altre che sono limitate loro

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 09:34 Rispondi

    No @old, non ci sono spunti per questa affermazione tra me e il mio amore.
    Non so nemmeno se possa essere il suo modo di pensare lui è più ‘regolare’ di me mentalmente.
    E poi lo dovresti sapere che quella è una frase assolutamente mia.
    Spero tu stia bene. e sono seria anche io. Un abbraccio!

  • Roberto, 13 Maggio 2022 @ 09:32 Rispondi

    Sai @Cossora, potremmo parlarne per ore. E sarebbe come parlare del 90% dei matrimoni di lunga data. Si sta insieme per mille motivi, ma non per amore. Il 10% lo fa. Beati loro.
    Ho visto che molte cercano il pelo nell’uovo nell’amantato che ha @Cossora. E’ vero come dice @Love che il pericolo sofferenza sta sempre dietro l’angolo. Però da quel che ho capito lei ha tutto quello che di bello si può avere da un rapporto d’amore. Soprattutto lei ha la fortuna di avere quello che difficilmente si ha in un rapporto tra amanti. Cioè il tempo del suo lui. Perchè da quel che sembra, non ha nessuna briciola da lui. Anzi, il contrario. Poi, come faccia questo marito a vivere quasi “ufficialmente” due storie d’amore non lo so. Intanto per @Cossora c’è sempre. Quindi, anche se non è possibile prevedere il futuro, ma magari fossero tutti così gli amantati.
    Stessa cosa la dico per @Cri28. Nelle sue parole traspare tranquillità. Non sofferenza. Ha accettato perfettamente il suo rapporto con l’amante. Al netto dell’inganno verso i consorti (quello non è possibile evitarlo), almeno lei ha trovato l’equilibrio perfetto. Per lui non lo so, ma per lei si. Per cui @Love, è vero che questi rapporti celano quasi sempre il pericolo della sofferenza. Come nel tuo caso, nel mio e in quello di tanti altri. Però l’amantato “perfetto” si può avere.

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 09:30 Rispondi

    @ale io sulla torre non ci sto proprio, sono giù. Libera. E si sta benissimo!
    Tu piuttosto .. ti sento una punta inacidito. Tutto ok? 🙂

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 11:49 Rispondi

      Precisiamo: tu sulla torre hai provato a salirci e sei stata buttata giù. Poi hai deciso che non ti interessava più. Più che inacidito non mi piace la tua versione maestrina: sicocm io ho capito tutto voi amanti che vi accanite a volerlo tutto per voi siete delle donne non compiute. Non è giusto o è da volpe e l’uva.

  • cossora, 13 Maggio 2022 @ 09:27 Rispondi

    @ale una telefonata in 4 anni con unica conseguenza un week end spostato la posso sopportare.
    Certo non vivo la perfezione dei matrimoni ufficiali.. ah no che stupida, l’ho vissuta e mi sono resa conto che non era perfetta!
    E’ così: una parte vuole continuare a vedere e sottolineare le cose brutte.. è il loro life-mood.
    Evviva le differenze!!

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2022 @ 11:49 Rispondi

      se sei felice come amante lunga vita all’amante felice, come direbbe la Cherubino

  • elleelle, 13 Maggio 2022 @ 08:59 Rispondi

    @Lilly
    Secondo me ha ragione @Ale, la moglie comunque prevale e se chiama, lui corre a casa di cattivo umore perché lei ha dei presentimenti.
    Diciamo che la situazione con la moglie non è poi così chiara e lui ci sguazza.
    Magari negli anni la moglie si è piegata come si è piegata Cossora a vedere questa relazione come la cosa migliore che possa avere, a causa delle scomparse di lui e del dolore che prova ogni volta.
    Un po’ tipo l’ex di @Angelina, che le teneva tutte in sospeso.
    Fossi in te, non proverei invidia.

  • Ariel, 12 Maggio 2022 @ 23:59 Rispondi

    elleelle, 12 Maggio 2022 @ 08:58Rispondi

    Puro oro colato!

  • Lilly, 12 Maggio 2022 @ 21:18 Rispondi

    e@Cossora non è seconda alla moglie o a qualcun altra, con il suo comportamento è una cooprotagonista della storia d’amore. Volendo considerare quel che c’è in giro di questi tempi non è neanche il film peggiore, basta che sia chiara ad entrambi la trama

    @Hara condivido questa cosa e penso proprio che sia chiara la situazione a Cossora. E al momento la invidio. Perché ha una famiglia che cmq si è creata e con cui condividere le feste, i momenti belli e anche magari quelli brutti, e poi lui, con cui godersi solo i momenti piacevoli. No routine no abitudine no scazzi. Lei prende il bello. Mica scema.

    • alessandro pellizzari, 12 Maggio 2022 @ 22:55 Rispondi

      È seconda eccome e giù dalla torre al bisogno

  • oldplum, 12 Maggio 2022 @ 20:54 Rispondi

    “Se una cosa non condivisa ti fa stare bene, smetti di farla solo perchè non è condivisa?” (Cit @Cossora)
    .questa te l’ha suggerita il tuo amore, ammettilo!
    Scusa, dovevo farla, la battuta.
    Proprio non sono riuscita a trattenermi.
    Sarò molto onestà con te.
    Secondo me devi proprio seguire le tue emozioni fino in fondo. Senza se e senza ma.
    Sono assolutamente seria.

    Ti abbraccio.

  • cossora, 12 Maggio 2022 @ 13:43 Rispondi

    @ale non è statisticamente amore o altruismo, per me e per lui magari parliamo noi due. No?
    Fatemi capire ma se ci si confronta per sapere anche di come possono andare ‘altrimenti’ le cose .. che senso ha riportare tutto a un unico modo di vivere una situazione? Amantato o matrimonio o sungletudine..
    Io non vedo paletti. Io rispetto la sua decisione di rimanere nel vago a patto che insieme si viva una vita da fidanzati ultra40enni, con figli: ci si vede, ci si sente, si va al mare, a cena, a passeggio, ci si possa sfogare per casini quotidiani, ci si possa appoggiare per avere un aiuto nell’affrontare anche questioni burocratiche che richiedono una presenza anche pratica, non solo fatta di dialogo.
    Non mi scopa in macchina nella pausa pranzo, non vado da sola a fare un esame, se devo sentire un professionista per i miei, mi dice ‘vuoi che lo sentiamo insieme e che ti aiuti?’
    Ma perchè ci si vuol cercare il marcio in questo?

    • alessandro pellizzari, 12 Maggio 2022 @ 22:59 Rispondi

      Non il marcio il limitato. È un recinto bello grande è comodo ma un recinto dove tu puoi muoverti senza uscirne. E i paletti li ha messi lui. Un bel recinto ma è sempre un recinto, la fattoria è per la moglie

  • Titti, 12 Maggio 2022 @ 13:21 Rispondi

    @love 22.09 .. bellissimo intervento. Condivido e vado off topic augurandoti tanta serenità, ovunque tu voglia cercarla.

  • cossora, 12 Maggio 2022 @ 12:28 Rispondi

    @roberto non è che preferisci stare li, è che ti conviene di più restare li che usicre e ricrearti una vita da solo perchè non avresti la certezza 1) che staresti con la tua amata e 2) che funzionerebbbe senza tensione.
    Io ho chiesto la separazione e subito dopo ho lasictao il mio amante di allora. Non stavo più bene in coppia. E anche adesso pur essendo innamorata.. dopo 4 anni da sola ho il terrore della routine.

  • cossora, 12 Maggio 2022 @ 12:26 Rispondi

    @love siamo esseri umani. E’ normale ci siano momenti della giornata in cui una bachettata viene presa male e altri in cui la testa dice ‘è il suo pensiero, ne ha motivo e diritto di esprimerlo’.
    Non credo si diano consigli solo per spirito di generosa bontà, c’è sempre una punta di malvagità più o meno forte a seconda della propria situazione-felicità.
    Costanti anche maleducazione e offese in passato, magari ci sono ancora ma non leggendo non ne ho idea.
    La frustrazione fa parte della vita e ha riguardato anche me in passato, sicuramente, ora non è così.
    Ho trovato la mia dimensione (non chiedetemi: per quanto? Per ora) e non me ne frega niente se non è ben accetta, accolgo le critiche e accolgo le perplessità.

  • cossora, 12 Maggio 2022 @ 12:12 Rispondi

    @hara cara, coprotagonista mi convince.
    Durante i ns week end via lei si ‘faceva sentire’ dando il telefono al figlio per la buonanotte.
    Un week end è saltato all’ultimo (io non potevo più prender ferie il lunedì a causa di un imprevisto di lavoro) ci siamo comunque visti e lei ha chiamato diverse volte ma era in silenzioso.
    La richiama. Una telefonata diversa, l’ho sentito sotto la pelle.
    Gli dico ‘problemi’ conferma: lei aveva uno strano presentimento. Lui tra lo scocciato e l’imbarazzato.
    Gli ho detto di andare a casa che tanto la serata volgeva al termine e non mi sembrava di umore altissimo.
    prima di salutarci abbiamo riso su come il week end fosse guasto dall’inizio alla fine e ci siamo detti che fossimo partiti sicuramente sarebbe successo qualcosa!
    Senza fargli trecento domande e messsaggi la sera stessa, ho spauto che appena rientrato le ha chiesto se voleva parlare delle sue sensazioni e lei ha detto di no.
    Le colazioni e le cene non sono saltate, il week end è stato fatto dopo e ce n’è un altro lungo in programma.
    Io posso stare qui a cercare il male in tutto. Ma se i fatti da mesi sono questi (e mi rendo conto del passato e di cosa dica la statistica) a parte riportarli come ‘variante’ o ‘eccezione’ cosa dovrei dire?

    • alessandro pellizzari, 12 Maggio 2022 @ 23:03 Rispondi

      Sei un’amante molto comprensiva ci credo lui ti adoro. La moglie comunque comanda lei per quanto poco invasiva. La titolare

  • cossora, 12 Maggio 2022 @ 11:51 Rispondi

    @white mi ricordo di ogni cucchiaino, ma grazie per avermelo scritto ❤

  • Ariel, 12 Maggio 2022 @ 11:43 Rispondi

    Love, 11 Maggio 2022 @ 22:09Rispondi
    @Cossora accetti una cosa da parte dell’ometto (visto dal vivo non sono tanto ometto) del blog…
    Tutte le amiche che dopo la tua uscita, ti stanno bacchettando o tifando per te non lo fanno per invidia ma da quello che percepisco io, è solo perché non vogliono leggere in un eventuale futuro una tua sofferenza, così come quella di altre.
    È pur vero che la vita è la tua…ma da ciò che ho imparato io stando qui, è… che tutte, tu, ed io compreso, siamo passati da qualcosa di significativo e che ci accomuna tutti…la.soffernza.
    Prendi tutti questi scritti, come se fossero fatti solo per tutelare te…seppur siano persone che nemmeno ti conoscono.

    @Love grazie

    PURO ORO COLATO!!!

  • LaMilla, 12 Maggio 2022 @ 10:03 Rispondi

    @Cossora, boh. Se tu ami e ti senti amata da quest’uomo buon per te.
    A parer mio, la costanza è alla base dell’amore. Un uomo che ama non ti lascia andare tanto facilmente, anche se gli dai il benservito. E soprattutto non sparisce per mesi.
    Sicuramente lui sarà un gentiluomo che ti corteggia e vezzeggia, ma mi dà l’idea che il tuo principe azzurro se lo sfiori con uno spillo, si sgonfia e accartoccia su se stesso rivelando di essere fatto solo di aria.
    Cazzarola, Cossy, ma non ti girano le palle con tutto questo andirivieni?! Non sei una stazione ferroviaria!

    • alessandro pellizzari, 12 Maggio 2022 @ 23:06 Rispondi

      Basta che chiami la moglie e si mette sull’attenti

  • Cri28, 12 Maggio 2022 @ 09:09 Rispondi

    Credo che a Cossora, come a tutti, interessi stare con una persona di cui lei è innamorata, che le interessa, con cui ha un buon dialogo, con cui ha un’intesa fisica particolare. E’ naturale che non si è felici se i propri sentimenti non sono ricambiati, ma, evidentemente, se è felice è perché sente che sono ricambiati e il dare e il ricevere reciproci sono in equilibrio.
    Quando l’equilibrio viene a mancare, ce ne accorgiamo e siamo infelici e lì occorre essere forti, farsi guidare dalla ragione e farsi aiutare..
    In ogni caso, io non ho voglia di passare la vita a cercare la persona che siamo certi che ci ama, che non ci tradisce o delude mai, che ci sposa, che passa tutta la vita felici con noi e che addirittura ci piace, Per me, questa ricerca ossessiva di conferme e sicurezze è la ricetta dell’infelicità.

  • elleelle, 12 Maggio 2022 @ 08:58 Rispondi

    @Lolly
    Sicuramente è tutto vero quello che dici.
    Però per quanto mi riguarda è difficile stare vicino a chi ha trattato le altre utenti con grande accondiscendenza e parole anche pesanti per mesi.
    Ho detto in passato cosa secondo me sta alla base di certe frasi, comportamenti e dichiarazioni. Per me tutto combacia e non mi metto in ulteriori conversazioni su cosa dovrebbe fare perché lo trovo tempo sprecato.
    Ho fatto un ragionamento su di lui perché mi sembra che la definì di “uomo fotoromanzo” calzi bene. Anche questo combacia con certi bisogni di sfoggiare con gesti materiali.
    Nel “grande amore” da fotoromanzo non ci si accontenta della stracciatella della gelateria dietro l’angolo, bisogna fare il giro della città per quella migliore di tutte. Le altre poveracce si accontenterebbero anche della vaschetta gelato del supermercato, così per fare un confronto.
    Chi è un po’ pratico di love bombing si rende conto che questi gesti sono una messa in scena se poi la persona scompare e io mi sentirei umiliata, più che lusingata, di essere parte di questa sceneggiata.
    Così come mi sentirei a disagio in questi cicli di “so tutto io e voi non sapete niente” seguiti dal doversi rimangiare tutto e poi di nuovo tutto quello che sappiamo, perché lo stiamo vedendo proprio adesso. Mi sentirei poco credibile.

  • Hara, 12 Maggio 2022 @ 08:09 Rispondi

    Per cortesia @Alessandro pubblica le mie scuse a @Cossora volevo augurarle ogni bene davvero i se puoi cancella l’ultima frase! Grazie mille

  • Hara, 12 Maggio 2022 @ 07:44 Rispondi

    @Cossora perdonami davvero volevo dire la più BELLA FINORA E LÀ PIÙ BRUTTA DELLE FUTURE !!!Ho in età ormai scusa davvero

  • Hara, 12 Maggio 2022 @ 06:56 Rispondi

    @Cossora cara, tu sei romantica e ti affascinano i colpi di teatro io noto invece i piccoli gesti le piccole cose. Non mi piace non perché ha un’altra ma perché tu sei innamorata e lui no. Premesso che noi qui comunque conosciamo solo la tua versione ti auguro che sia la più brutta delle estati finora vissute e la più bella di quelle a venire

  • Hara, 11 Maggio 2022 @ 22:39 Rispondi

    Certo @elleelle, anche io ho sempre sostenuto che @Cossora sia molto romantica ma lui se mi permettete è un po’ paraculo! Che non vuol dire che sia necessariamente una cosa disdicevole. Lui è chiaramente innamorato di se stesso, e fa bene perché è l’amore totale, e@Cossora non è seconda alla moglie o a qualcun altra, con il suo comportamento è una cooprotagonista della storia d’amore. Volendo considerare quel che c’è in giro di questi tempi non è neanche il film peggiore, basta che sia chiara ad entrambi la trama !!

    • alessandro pellizzari, 12 Maggio 2022 @ 06:59 Rispondi

      Si lui dà molto in termini di tempo e di prende altrettanto. Non è amore o altruismo stanno bene insieme ma con dei paletti che mette lui pochi ma li mette

  • Love, 11 Maggio 2022 @ 22:09 Rispondi

    @Cossora accetti una cosa da parte dell’ometto (visto dal vivo non sono tanto ometto) del blog…
    Tutte le amiche che dopo la tua uscita, ti stanno bacchettando o tifando per te non lo fanno per invidia ma da quello che percepisco io, è solo perché non vogliono leggere in un eventuale futuro una tua sofferenza, così come quella di altre.
    È pur vero che la vita è la tua…ma da ciò che ho imparato io stando qui, è… che tutte, tu, ed io compreso, siamo passati da qualcosa di significativo e che ci accomuna tutti…la.soffernza.
    Prendi tutti questi scritti, come se fossero fatti solo per tutelare te…seppur siano persone che nemmeno ti conoscono.

  • Roberto, 11 Maggio 2022 @ 22:00 Rispondi

    @Maribel, se quello che appare di fuori è che preferisco restare qui che vivere una nuova vita con lei, allora devo cambiare iil mio modo di esporre le cose. Comunque grazie dell’abbraccio che ovviamente ricambio.

  • Lolly, 11 Maggio 2022 @ 21:33 Rispondi

    @ elleelle…il tuo ultimo commento sull amante di @ Cossora lo condivido…sicuramente sarà così…e lei lo sa…ma quelle emozioni sono così intense e passionali che lei non vuole rinunciarci…a che prezzo?…alto…per lei molto alto ma come tutte voi…possiamo solo starle vicino e sostenerla come fanno le amiche…io non trovo differenza tra la sua storia e quella di altre.. un lungo calvario ricco di emozioni e tormenti che solo le storie di un amantato lungo e travagliato riescono a dare..è una dipendenza senza ombra di dubbio romanticata dal soggetto femminile e cinicamente e pragmaticamente venduta come grande amore dal soggetto maschile…

  • Rinascita, 11 Maggio 2022 @ 21:29 Rispondi

    Lilly l’hai chiamata ed è tornata (rido!)

  • elleelle, 11 Maggio 2022 @ 20:53 Rispondi

    @Hara
    Forse è un uomo che ha bisogno di vivere un sogno e di buttarsi in gesti plateali.
    Ad ogni ritorno fa tutte queste cose romantiche, spende e spande poi subentrano la noia o la stanchezza e lui scompare. Quando comincia ad annoiarsi altrove, torna e ripete il solito schema.
    A me sembra strano che un uomo normale e innamorato faccia tutte queste cose e poi scompaia per mesi, quindi è facile che ci sia qualcosa sotto. Anche il fatto che lui non faccia chiarezza sulla sua situazione in casa è strano, ma visto che non gli viene chiesto, perché esporsi…
    Mi dà l’idea di uno che ciclicamente vuole una storia di amore tipo film, poi è uccel di bosco. Visto che anche @Cossora vuole questi gesti perché le distolgono l’attenzione dal resto, lui ha trovato la persona giusta.
    Loro si confermano a vicenda, anche se forse per motivi e intenti diversi.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 20:54 Rispondi

      L’uomo fotoromanzo

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 19:23 Rispondi

    @hara ma che brava e che memoria! Si comunque è vero che io ho la capacità (o necessità) di rimuovere le cose dalla memoria. Più che rimuoverle le metto in un posto che da quando sono ragazza chiamo ‘perdono ma non dimentico’.
    Sei un tesoro, davvero, delicatamente diretta.

    @roberto comprendo le tue perplessità e per molto tempo dopo essere approdata qui ho cercato di interpretarlo: che tipo di matrimonio ha (pensiero lecito ma pericoloso) cosa vuole dire se man mano mi da di più (pensiero pericolosissimo).
    Non ragiono più così nemmeno se la maggior parte qui punta il faro sui minus. Misuro il risultato con lo stato d’animo.

  • Dispersa, 11 Maggio 2022 @ 18:49 Rispondi

    Io credo che ognuna di noi viva o abbia vissuto l’amantato in modo diverso, vedo tantissime sfaccettature, ma c’è sempre un comune denominatore e in qualche modo si ‘soffre’.
    @Cossora ti auguro il meglio… Ma tiene le antenne alte, ti sento una donna passionale, ma con troppo fuoco a volte ci si scotta (con questo non voglio dire che debba succedere).
    Spezzo una lancia a favore di @Ads… È un valore aggiunto e serve la visione di qualche ometto, perché per quanto cinici possano apparire (purtroppo la società impone una visione dell’uomo alfa troppo distorta) sentono e soffrono anche loro, ma ammetterlo costa troppo!!

  • Whiterabbit, 11 Maggio 2022 @ 18:44 Rispondi

    Vorrei far notare una cosa, perché tutti state bacchettando @Cossora al suon di:” se a te va bene essere la seconda etc etc etc!”, che @Cossy non si ritiene affatto seconda. Lei in questo momento della sua vita si sente al primo posto, quello che voi ritenete il primo posto per lei è solo un luogo dove dorme. Lungi da me approvare o contrastare la sua scelta, tanto è testona e fa sempre ciò che vuole, ma cambierei approccio se il tentativo è quello di farle cambiare idea.
    Mi azzardo solo a dirti una cosa, con tanto affetto: spero che non ti sveglierai in autunno con una nuova consapevolezza, altrimenti, come altre volte, sarai da raccogliere con il cucchiaino. E ne sarei tanto tanto tanto dispiaciuta. ❤️

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 18:37 Rispondi

    @lia ma come minore? Sei più vecchia di me? No dai non ho avuto la sensazione. Va beh dai.. non me la gufare. A questo inverno ci pensiamo questo inverno, che dici?

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 18:31 Rispondi

    @lolly e @azzu grazie spero di abbracciarvi davvero forte prestissimo anche io!
    Ma grazie -lo giuro- a cnhe a tutte le altre, e al padrone di casa. ragazze sarei dell’idea di (come negli ltimi mesi) non stare a guardare sempre il retropensiero del ‘che ne sarà di me’ ma di vivere e godere di come ‘gira questa energia’.
    Un atteggiamento non convenzionale, sicuramente, ma tant’è!

  • Sylvia, 11 Maggio 2022 @ 18:13 Rispondi

    “è successo ad una mia amica, amante da più anni di essere sola durante la malattia, il guasto dell’auto, i problemi economici ecc…ed è in questi momenti che sente di non aver costruito nulla e non avere nulla…e fa male!!.”

    Lolly, è ciò che vivo io sulla mia pelle: anni a raccogliere briciole cadute dalla tavola di lui, nel ruolo della seconda, l’altra e oggi, a quasi 50 anni, ritrovarmi senza marito, senza amante e sola ad affrontare la Malattia e l’incertezza economica di un lavoro che non so se e quando sarò in grado di riprendere.

    Non è che chi si ama debba essere il proprio badante ma tutti ci aspettiamo il sostegno di chi amiamo nei momenti bui e io… cosa ho raccolto? Nulla…….

  • maribel, 11 Maggio 2022 @ 17:54 Rispondi

    @Roberto guarda che io capisco perfettamente cosa hai dentro che ti rode, il conflitto che vivi… tutto. Ma a volte fa bene sentirsi dire cosa appare da fuori, cosa comunichiamo a un esterno. E a volte tu comunichi più il dolore di chiudere con il “noto” piuttosto che la convinzione che la tua strada sia fuori, cioè verso l’ “ignoto”.
    Ma senza intenti di giudicarti o di croticarti, anzi, semmai di darti nuovi spunti.
    Ciao, un abbraccio.

  • Lilly, 11 Maggio 2022 @ 17:34 Rispondi

    Scusate ma Molly che fine ha fatto? È da un po’ che non scrive o sbaglio? Ormai ci si preoccupa quando le ragazze del blog non si sentono più! Tipo famiglia allargata!

  • Lolly, 11 Maggio 2022 @ 16:49 Rispondi

    Auguro a @Cossora ogni bene, pur non conoscendola sono felice per lei..l’abbraccierei se potessi…sono pronta ad abbracciarla comunque vada..

  • Azzurra, 11 Maggio 2022 @ 16:27 Rispondi

    @Cossora, pensa che l’avverto fortissima la tua gioia e gioisco con te. Lo avevo percepito nel periodo in cui lo chiamavi “il mio amore “. Sono d’accordo con tutto ciò che ha scritto @Rinascita. Io ho ceduto a tanti ritorni del mio ex in cui lui ogni volta dava il peggio di sé, ero come una drogata che si accontentava anche di roba non buona purché lui ci fosse. Ma quanto schifo ha fatto e quanto mi appare miserabile ora, ora che ho ripreso in mano la mia vita e lui lo vedo per quello che è : un poveraccio che gode se ti vede soffrire invece di godere di tante altre piccole e grandi cose. Io non credo proprio che @Cossora sia manipolata, piuttosto credo che quello che sente con quest’uomo, le emozioni che prova e tutto ciò che lui le da’ non le ha sicuramente provate con gli altri che ha frequentato dopo di lui. E lei non può far finta che non sia così, lei sente di essere altro insieme a lui. E questo per me rappresenta un forte sentimento. Anche quando si è soggetti a manipolazione si può essere innamorati. Io lo ero o forse credevo di esserlo ma non ero felice, ero spenta, non avevo vitalità. @Cossora da ciò che scrive è non solo felice ma consapevole di ciò che sta vivendo,consapevole del fatto che lui forse non lascerà mai la moglie, consapevole di essere la “seconda” ma di non avvertire questa sensazione perché proprio lui riesce a non farla sentire seconda a nessuno. Io non so perché lui non lasci la moglie e ancor di più non capisco la moglie… da ciò che racconta @Cossora è impossibile che lei non si renda conto di nulla. L’unica cosa che mi viene da dire a @Cossora è che adesso lei è così felice da non pensare al dopo ma tra qualche anno magari subentreranno altre esigenze come per esempio quella di sentire quotidianamente la vicinanza dell’uomo di cui è innamorata cosa che lui non potrà darle. E non mi riferisco al fatto di sentirsi sole o incomplete senza un uomo al fianco ma al desiderio che lui ci sia sempre… quando si ama è inevitabile avvertire questo bisogno. Ma se @Cossora è felice così io non posso che augurarle ogni bene. Ci sono amori che sono semplicemente indimenticabili, unici… ma l’ago della bilancia deve sempre pendere verso il benessere e la felicità mai dal lato opposto,mai restare in rapporti che ci fanno soffrire. Anche se si ama.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 16:50 Rispondi

      Cossora deve solo stare attenta a prendersi la temperatura.

  • Hara, 11 Maggio 2022 @ 15:51 Rispondi

    @Ale è inutile sottolineare che a casa tua sei il padrone, non capisco però l’atteggiamento di @ads, al di la della sua volontà di continuare a far parte del blog, al di la del suo punto di vista che poteva essere per noi comunque una finestra su uno spaccato maschile, perchè non scrive? che ci vuole a scrivere scusate mi sono espresso male? non capisco …

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 16:51 Rispondi

      Non sforzarti

  • Lia, 11 Maggio 2022 @ 15:37 Rispondi

    @Cossora, sappi che se avessi una sorella minore come te la cazzierei per questo!
    Mi chiedo solo in vista delle tua chiusura invernale, se quello che stai vivendo sia realmente ciò che vuoi!
    Ma a questo punto sembra chiaro che, dopo il ripetersi di schemi ciclici tutti uguali, non hai nessuna intenzione di toglierti da questa storia, per cui non ti leggo, okkkk!

  • Cri28, 11 Maggio 2022 @ 15:27 Rispondi

    Non intendevo rivendicare nessuna originalità; so bene che tante persone hanno relazioni extraconiugali e sono la prima a esserne rattristata.
    Stavo solo osservando che non per tutti e non in tutti i periodi della vita si desidera un amore totale, vuoi perché si è impegnati, o perché si hanno lavori impegnativi, o figli da crescere, o perché non si è più persone che vogliono un certo tipo di impegno, di progetto.
    Per me in ogni caso il discorso non è mai stato, se mi ama, mi sposa. Se mi ama, cerca di rendermi felice o, se non riesce, fa quanto può per non rendermi infelice.

  • elleelle, 11 Maggio 2022 @ 15:25 Rispondi

    @Nina
    Sono d’accordo, le fregature insegnano a osservare e anche a mettere assieme i pezzi di quello che vedi. Proprio perché ci comportiamo tutti più o meno allo stesso modo, siamo molto prevedibili.

  • Titti, 11 Maggio 2022 @ 15:08 Rispondi

    @Lolly tesoro, 14.41. io dissento. E un po’ invidio la leggerezza di Cossora. A me ha fregato la mancanza di sincerità. Il fatto che mi avesse venduto questo grande amore inesistente. Se fosse stato chiaro fin dall’inizio, avrei potuto innamorarmi o meno, decidere se troncare o meno, ma sarebbe stata una mia responsabilità. Così è stata una truffa.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 16:53 Rispondi

      Quasi tutti truffano e millantano altrimenti hanno paura che non ci state

  • Hara, 11 Maggio 2022 @ 15:01 Rispondi

    Cara @lamilla sappi che ormai è una tradizione del blog mettere sull’avviso @cossy, ogni primavera lei ormai se lo aspetta anzi, mi sa che lo tiene come scaramanzia!!
    Io però quest’anno vorrei mettermi nei panni di lui che incontra una ex compagna di scuola in fase di separazione, la supporta nel percorso e ci si ritrova volentieri a letto, quando ad un tratto… lei comincia a pretendere qualcosa in più, una relazione alla luce del sole con conseguente divorzio e sconvolgimento della vita. Lui, con i biglietti in tasca chiarisce che sta fuggendo, non importa dove, l’importante è che non ci sia né l’amante ne sua moglie e Cossora cerca di prendere le distanze ! dopo l’estate il vai e vieni di lei lo porta a prometterle che chiarirà la situazione con la titolare ma subito dopo, complice il lock down, sparisce del tutto. Puntuali come il cambio di stagione, con la primavera, i due si ritrovano e al culmine di una estate infuocata, lei senza che lui se lo aspettasse prende di nuovo le distanze per evitare la noia del rientro. Il mio riassunto non è una predica, è solo che hai la grande capacità di cancellare quello che non va bene, e lo dico con una punta di invidia, io da tua conoscente, non riesco a rimuovere e sono ancora ferma a quando ti ha detto che più di cosi non poteva: nel suo ufficio, con le vacanze già prenotate e dopo una cena senza sesso. Lui dirà per fortuna che ho incontrato @Cossora e non @Hara perché io il fatto che si fosse fatto i biglietti senza prima chiedermi quando ero libera per scopare non lo avrei sopportato: non riesco a mandar giù che il sesso con te sia venuto a margine delle sue ferie. lo so che a te fa stare bene questo rapporto ma il punto @Cossora è tenere sempre presente “cosa vuoi per te” e non prendere per buono accontentandosi il “cosa può accadere” . Detto ciò goditi l’estate e conta fino a 10 a settembre prima di scaricarlo !

  • Lolly, 11 Maggio 2022 @ 14:41 Rispondi

    Fare l’amante sapendo che resterai tale a vita è dura…non ci sono dubbi…si vive con la costante attesa di essere scelta ed è un logorio…perché nell’amore come negli affetti si.vive di condivisione di cose belle e cose meno belle…ed è in queste ultime che spesso l’amante si ritrova sola davanti al suo sconforto…è successo ad una mia amica, amante da più anni di essere sola durante la malattia, il guasto dell’auto, i problemi economici ecc…ed è in questi momenti che sente di non aver costruito nulla e non avere nulla…e fa male!!..pertanto giusto come dice @ Cossora che finché dura bisogna godersela senza lagnare e senza aspettative, ma è anche vero che non è semplice sapere che non c’è un progetto di vita insieme, ma solo attimi rubati…e per natura l’essere umano ha bisogno di certezze e solidità tanto quanto le emozioni

  • Roberto, 11 Maggio 2022 @ 14:40 Rispondi

    Traspare la tua felicità @Cossora. Per cui goditela. C’è da dire che lui è un uomo sposato per modo di dire. Perchè se fa tutte quelle cose in libertà mi sa che di sposato ha davvero poco!!

  • Nina, 11 Maggio 2022 @ 14:30 Rispondi

    @cossora, capisco benissimo il tuo discorso e tuttavia ho una curiosità (davvero, non polemica): a livello di orgoglio e amor proprio non ti girano comunque un po’ le palle a essere la seconda? Non dico che si debba x forza ufficializzare, ci sono tante persone che dai 40-45 in su cercano un fidanzato/compagno e non un marito, ma sarebbe altra cosa se fosse libero. Io ti auguro ogni bene..mi e ti faccio questa domanda provando a mettermi nei tuoi panni che però troverei tanto scomodi e comunque ripeto l’orgoglio sarebbe un deterrente molto forte. Ribadisco che non devi giustificazioni a nessuno. Era una curiosità. Rispetto a @elleelle.. pensa che io mio ex nel suo breve cucù dell’altro giorno mi ha rimproverata di essere troppo precisa nel ricordare cose x lui vaghe e x me invece molto dettagliate. Evidentemente le fregature insegnano a essere ottimi osservatori. La mia mente è un PC che lavora sempre sotto traccia e i dettagli sono la cosa che meglio colgo e ricordo. Ma forse è la normale reazione di una vittima di gaslighting.. piccole o minime contraddizioni risultano macroevidenti. Ho anche teso una piccola trappola al mio ex x vedere quanto menta e la risposta è che mentiva e mente sempre.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 14:50 Rispondi

      insomma per lui sei troppo intelligente

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 14:25 Rispondi

    Si ma @ale era ironico. Riammetti chi dici tu, è casa tua.
    Ognuno, come vedi, ha le sue simpatie e tolleranze, accetta o riammette chi pensa sia giusto riammettere.
    In ogni circostanza della vita, quindi anche qui!

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 14:51 Rispondi

      soprattutto qui. il tipo era anche un prepotente presupponente

  • Rinascita, 11 Maggio 2022 @ 14:18 Rispondi

    Così come tifo per chi riprova a mettere in piedi il proprio matrimonio. Così tifo per una Cossora felice del momento che sta attraversando. Insomma il mio imprinting è quello di essere felice per chi percorre una strada che la fa stare bene in quel momento a prescindere da come andrà a finire. Il mio concetto di star bene non corrisponde a quello degli altri. Quello che per me è intollerabile non lo è anche per gli altri. Non esiste un metro ed una misura. Cossora è ben consapevole di quello che sta vivendo e delle possibili cocenti delusioni che potrebbe tornare a vivere. Ma non le fanno più paura e riesce a godersi il momento. È una donna libera. Libera anche di sbagliare. Considerare la libertà di fare potenziali imprudenze come una malattia, mi da l’idea che tale patologia affligga viceversa chi pensa questo. Alcuni consigli paiono più avvertimenti che altro. Non nascondo che in alcuni periodi ho trovato Cossora, lasciami passare il termine, un po’ insolente ed inutilmente scontrosa. La Cossora di adesso a me piace. Poi anch’io dico occhi aperti e paracadute di emergenza sempre a portata di mano. Se mai ti deludesse, non troveresti solo chi ti direbbe “eh ma te l’avevo detto”, sappi che io opterei più per un “dai Cossora te la sei goduta, ci hai provato e quel coxxxxx se l’è’ bruciata” (si’ lo appellerei così!). Certo che se fosse per molte di quelle che scrivono qui, quel
    30% di evoluzioni felici non esisterebbe eppure se Dio vuole c’è!

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 13:40 Rispondi

    @lia se a settembre lo mollo e a gennaio (passato l’inverno insomma) lo riprendo non mi volete più?
    Non puoi semplicemnete non leggermi?
    Nel caso, mi tornerai a stare antipatica 🙂

  • Ariel, 11 Maggio 2022 @ 13:36 Rispondi

    La indipendenza concreta realtà prevede sempre NON DIPENDERE AD ESEMPIO DAL CONTINUARE A STAZIONARE IN MATRIMONIO CHE NON FUNZIONA
    COSTRINGENDO tra virgolette le proprie amanti ad ADATTARSI AL LORO DIPENDENZA DA MOGLIE FAMIGLIA STATUS SOCIALE QUANT’altro

    Ecco che qui di NON CORRISPONDE AFFATTO A CONCRETA REALTÀ dire il mio amante lo amavo perché non dipende da me,

    Già infatti se non sei tu sarà avanti un altro
    E già
    Dipende eccome dalla MOGLIE e tutto il resto

    Ergo
    Lui sarà tutto ma sicuro NON È INDIPENDENTE
    È dipendente dal suo marcio EGOISMO che esprime nel vivere NASCOSTO A FARSI I CAZZI SUOI ALLA FACCIAZZA DI TUTTE LE DONNE CHE SI PIEGANO AI SUOI VOLERI DI DIPENDENZA TOTALE ,MA IN CHIAVE EGOISMO PURO!

  • Lia, 11 Maggio 2022 @ 13:29 Rispondi

    @elleelle esattamente! Ricordo benissimo quando mi sono presa della sfigata retrograda!
    @Cossora, scrivo questa cosa e poi bona! Ovviamente siamo tutte contente per te se sei felice!
    E’ una scelta/consapevolezza definitiva? L’accendiamo?
    Basta che non torni a Settembre con la solita manfrina del gli ho dato l’ultimo addio, era giusto così e lui ritorna ed essere uno dei tanti stronzi. Capisci che anche basta?
    Ma a quanti ritorni siamo?
    E poi non è che in base alla situazione che vivi siamo tutte sorelle o tutte infelici rigide.

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 13:17 Rispondi

    Non so cosa pensi la Cherubino ma io so che dall’uomo che amo voglio del tempo per noi. Che torni a casa la sera e si sieda sul nsotro divano o che sia seduto al nostro tavolo è una bella cosa ma non è il ‘tempo per noi’ che intendo io. Non mi basta incrociarlo a colazione (che adoro fare da sola in balcone) ogni mattina, voglio staccare dall’ufficio, andare a casa a rilassarmi farmi un bagno e poi avere i testa solo lui mentre scelgo un vestito che rappresenti come mi sento qella sera, compatibilmente con il mezzo di trasporto con cui mi verrà a prendere. Voglio cene occhi negli occhi sorridendo e prendendoci in giro, tenendoci la mano e ordinando piatti diversi perchè tanto li mangiamo sempre insieme. Voglio che si offra di passare a prendere il gelato che mi piace dall’altra parte della città perchè fanno la stracciatella più buona del mondo.
    Se la persona che avete sposato fa queste cose, o quelle che più vi piacciono, sono felice della vostra fortuna. Io e il mio ex marito a un certo punto dopo tanti anni abbiamo smesso.
    Ci siamo lasciati e dopo mi sono innamorata di lui, che è sposato e non è stato mai facile, mai fino a qualche mese fa.
    Ma io amo lui ed è da lui che mi sento amata. Ed è con lui che vivo tutte le cose che vi ho scritto e molte altre. Arriva la bella stagione e si può andare via di più, quindi anche lui è più allegro e pieno di iniziative? Ed è un difetto? Anche a me fa piacere, sapete, non avere idea di dove mi porti dopodomani!

  • Roberto, 11 Maggio 2022 @ 12:59 Rispondi

    Come ho già detto @maribel un amantato nato per amore nasconde sempre la perdita di qualche cosa. L’unico che può fartelo godere appieno è quello fatto semplicemente per divertimento. Infatti nei primi non ci si dovrebbe mai cadere, perchè, come poi dimostrato da molte vostre storie, si va incontro alla sofferenza di persone. A volte tante. Quando si ama nel vero senso della parola è così.
    @Cossora, i tuoi interventi sono sempre puntuali ma non proprio sempre precisi. Concordo che lei non possa fidarsi di me essendo sposato, ma non per i motivi che hai detto tu. O semplicemente perchè abitando lontano non potrei darle quello che lei ha adesso, come perfettamente descritto da te. E non incidendo assolutamente sul suo amore per me. Ma non è che sei lei? (rido)

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 12:45 Rispondi

    ..e fino ad allora il cornuto sta bene direi! Oddio, statisticamente mi sembra stia bene pure dopo..
    Dai @ale ogni cosa ha il suo lato oscuro da accettare.
    Per @ads spiace anche a me e ti faccio notare che qualcuno ha avuto più di una volta uscite/atteggiamenti offensivi ed è stata cacciata più di una volta ma sempre riammessa.
    A me non interessa perchè tanto non leggo.
    E comunque che si abbiano dei pareri diversia seconda del genere diverso (se poi sei una single amante felice.. non ne parliamo!) è la realtà. E’ qui da leggere.
    Ma se viene alla tua cena lo cacci? No eh!!!!

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 13:37 Rispondi

      Riammetto solo donne. Alla cena non sono ammessi maleducati

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 13:38 Rispondi

      Ho riammesso chi si è scusato

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 12:05 Rispondi

    @roberto se ho costruito la vostra storia nel modo corretto, suppongo ci sia stato un momento in cui lei era disponibile iniziare una vita di coppia con te ma tu no (paura, soldi, bambini pccoli, guerra nel mondo.. è uguale: TU NON LO ERI) e quindi lei, che ti ama e l’amore non si può decidere, ha semplicemente trovato il modo di colmare il suo bisogno di non stare da sola, di non essere single, ma senza mettere in discussione il sentimento per/con te.
    Mi sono fatta questa idea ed è da questa che scaturiscono i miei interventi che tu stesso definisci puntuali.
    Magari è una coincidenza.

  • Ariel, 11 Maggio 2022 @ 12:01 Rispondi

    Non è questione di sfiga ma di sistema del attaccamento affettivo che presenta vere difficoltà a relazionare mantenendo in equilibrio la barra della propria autostima
    Fare la amante FOREVER per definizione implica ulnCONTINUO ADATTARSI AL VOLERE ALTRUI
    In nome di una pura illusione di amore che esiste ma solo da una parte quella che si piega ad adattarsi
    L’altro che si fa tranquillamente le sue scopate tra moglie e amante/ ti
    Non ama proprio NESSUNO
    Ne se stesso
    Ne la moglie
    Ne la o le amanti

    Dire che sfiga non solo è sbagliato ma proprio non esprime le vere motivazioni che non si percepiscono da sole ,ma occorrerebbe curarsi in vera terapia

    È un vero errore per se stesse continuare a vedere gli altri come se fossero solo che negativi da punto di vista di pensare che si sia sfigati
    No non si è sfigati si ha solo necessità di curarsi il proprio sistema di attaccamento affettivo che ha radici antiche e che ci muove verso scelte di vita che sempre si rivelano un vero dolore soprattutto per se stesse darsi a qualsiasi costo
    Non è amare se stesse!
    È una amante FOREVER lo sceglie sempre adattandosi alla decisione del altro
    Non è una vera scelta è piegarsi alla volontà altrui che non è mossa affatto da amore ma puro BENEFIT EGOISTICO

    La sfiga ,quindi,non ha nulla a che vedere con queste realtà è dinamiche relazionali.

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 11:52 Rispondi

    Bravo @ale “Nessun uomo è indipendente”
    Ci siamo arrivati finalmente. Io non ce la faccio ad avere stima di un uomo che dipende da me anche solo in termini teorici. A me scende la catena. Sono fatta malissimo ma per me è come .. non so, la morte della sessualità, della virilità.
    Non a caso i miei figli (due maschi) sono autonomi da me e molto più ‘viziati’ da certe neessità indotte dal padre e dalla famiglia paterna.
    A me va benissimo che una persona abbia le sue certezze inchiodate a qualcosa di esterno, rispetto la libertà di scelta, ma non devo essere io.
    Ho il rifiuto.
    Ci sono donne che fanno di tutto perchè i loro uomini non sappiano muovere un passo senza di loro. io no.
    E’ sbagliato? Ok ma per chi? Se una cosa non condivisa ti fa stare bene, smetti di farla solo perchè non è condivisa?

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 11:41 Rispondi

    @ale a te va bene non avere la certezza matematica che tua moglie non si faccia scopare da qualcuno in questo momento? Perchè visto l’andazzo io non sarei coì diretto solo con me. Come sono le mogli apatiche e grigie e normali e perbenino che scrivono di aver fatto qualunque cosa con l’amante?

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 12:31 Rispondi

      Il cornuto è l’ultimo a saperlo

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 11:39 Rispondi

    @ale il senza limiti non esiste. Mai, a nessuna età.
    Si tratta solo di capire a quali limiti si può fare l’occhiolino e quali assolutamente no. Ma è soggettivo.

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 11:37 Rispondi

    Grazie @lamilla sei stata meravigliosa. Occhi apertissimi. Certo!
    Quanto a @elleelle che spacca sempre il capello in 4 e fa l’analisi logico temporale con una precisione svizzera.. nulla da obiettare. Ha ragione su tutto.
    Io una così me la prenderei adesso come assistente personale. Ma non sto scherzando, ha nel cervello una capacità di catalogare in modo logico, immediato, lucido. Ma che lavoro fai/facevi?

  • LaMilla, 11 Maggio 2022 @ 11:29 Rispondi

    Caro @Ale, andando completamente fuori tema: posso lanciare una petizione a favore di @ads?
    È un po’ sconclusionato e sgrammaticato a volte, ma mi mancano i suoi interventi. La parola “razzismo” è stata un’uscita infelice delle sue.
    Perdonalo!

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 12:33 Rispondi

      non vedo scuse, io sono un Uomo

  • maribel, 11 Maggio 2022 @ 11:18 Rispondi

    @roberto
    intendo dire che nei tuoi commenti leggo molto più l’amarezza di quello che ti dispiacerebbe perdere, rispetto a cose positive o ottimistiche per il tuo eventuale altro futuro. se uno nel futuro vede solo la perdita di qualcosa, allora è bene che quella cosa non la perda, no? intendevo dire questo.

    poi son d’accordo con te che un matrimonio lungo non si butta via senza remore, saremmo degli incoscienti e anche immaturi e lo capisco benissimo.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 12:35 Rispondi

      il futuro non può reggersi a lungo sulla paura di perdere, dovrebbe reggersi su progetti concreti di felicità

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 10:53 Rispondi

    @lilli io non voglio vendere la mia condizione come la migliore e la più invidiabile. Ma qui si vuole vendere la posizione di amante single (di una certa età) come una sfiga della vita.
    Sto solo dicendo che a volte è una scelta consapevole e che può dare molta felicità.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 10:58 Rispondi

      Letizia Cherubino sottoscriverebbe

  • Ariel, 11 Maggio 2022 @ 10:42 Rispondi

    “Chi si ama si sposa”

    Esattamente!

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 10:35 Rispondi

    Chi si ama si sposa. Fino a 30 anni,
    Dopo i 45 anni chi ha dei seri problemi di indipendenza esistenziale si sposa come ‘prova’ dell’amore.
    Io amo adesso e vivo l’amore adesso. Finchè morte non ci separi l’ho pronunciato a 32 anni.
    Nel mezzo, a volte mio malgrado, sono cresciuta e al mio amore grande dico ‘ti amo finchè ti amo’.
    Finchè morte non mi porti via ai miei figli rimane per l’eternità.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 10:59 Rispondi

      Si sposa inteso come stare in coppia senza limiti

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 10:27 Rispondi

    @ale dopo 4 anni non siamo proprio all’inizio.
    Le feste comandate io le passo con i miei figli e non rinuncerei a farlo. Lui ed io siamo abbastanza indipendenti da sopravvivere a un 25 dicembre o a un pranzo di Pasqua separati, i miei ragazzi ci tengono ad aprire i regali o l’uovo di cioccolata, a pranzare insieme ai nonni.
    Voi invece morireste?

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 11:00 Rispondi

      Siete un matrimonio parallelo. Va bene se non ti importa che lui scopi ogni tanto la moglie e non ti crea sofferenza

  • cossora, 11 Maggio 2022 @ 10:23 Rispondi

    @Ale posso solo dirti cosa risponederi io a lui se mi dicesse andiamo a vivere insieme, da domani facciamo i coniugi, condividiamo casa, cene, week end, insomma iniziamo l’uno a rendere conto all’altra: TE LO SCORDI.
    Eppure lo amo da impazzire.
    Comunque io comincio a pensare che alla vostra tenera età se avete bisogno di tutte queste garanzie e prove a compartimenti stagni mancate di un filo di indipendenza.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 11:01 Rispondi

      Nessun uomo è indipendente, al limite misogino o reduce ammaccato

  • elleelle, 11 Maggio 2022 @ 10:18 Rispondi

    @Ale
    Qualsiasi cosa sia, sono problemi di Cossora. Se andrà bene o se andrà male, se la dovrà spocciare lei. Anche perché non è di certo ben disposta ad ascoltare i consigli che tu stai cercando di darle.
    In due anni di blog, questa credo che sia la quarta volta che lui scompare e poi ritorna.
    Se lei interpreta questo come amore perché lui non riesce a stare senza di lei, non ci sono problemi. È evidente che Cossora preferisce questa situazione piuttosto che soffrire.
    Altri preferirebbero soffrire piuttosto che essere una stampella a singhiozzo.

    L’unica cosa che a me non piace è quando si trattano gli altri come dei retrogradi che non conoscono il senso della vita per giustificare a se stessi l’ennesimo ritorno. Tanti discorsi fatti su come il suo approccio è meglio, è più maturo, la libertà, l’indipendenza, il carpe diem e poi? È tornato l’ex. Abbiamo preso critiche per mesi proprio sulle nostre capacità intellettive ed è un po’ ridicolo, francamente.
    Per questo dico che ognuno si farà la sua idea e deciderà in futuro se questi discorsi saranno attendibili se ripetuti un’altra volta.

  • Lolly, 11 Maggio 2022 @ 10:13 Rispondi

    @Alessandro…concordo con quello che hai detto…normalmente l’uomo si fa l’amante per tenersi il matrimonio è godere di una vivacità spensierata con l’amante…la donna inizialmente gode delle stesse cose, ma poi, vuole di più…ed è così che cambiano le regole del gioco e tutto può finire a favore della moglie. @ Cossora è l’unica che ha capito che da donna separata e con un bagaglio di vita alle spalle, se ti innamori di un uomo sposato con altrettanto bagaglio a seguito…non c’è altra soluzione. Fa bene a godersela…io sono con lei!…carissime io vi stimo tutte e percepisco il vostro dolore, ma dopo un tempo ragionevole, e i fatti che mostrano che lui non esce di casa, bisogna farsene una ragione e decidere se accettare la situazione, o mollare tutto!!…l’importante è scegliere cosa è meglio per sé…senza giudizio…

  • LaMilla, 11 Maggio 2022 @ 09:27 Rispondi

    @Cossora, io invece non avevo capito che la storia fosse ricominciata. Nei tuoi commenti leggevo una tenerezza di ricordi non un ritorno di fiamma.
    Scusami per la durezza che userò e non fraintendermi, non c’è giudizio nelle mie osservazioni né consiglio che io ti possa dare, visto che tu sei una donna libera e io me ne sto zitta zitta nella mia comoda casina.
    Ma lui non è lo stesso che hai fortemente criticato quando, credo sotto Natale quando avevi tra le mani il randagio, inviò gli auguri a tuo figlio e a te un simbolo dell’infinito dopo mesi di silenzio?
    Ora, come l’anno scorso, inizia la giostra estiva, ma per esperienza mia, ogni giostra è seguita dalla batosta.
    Occhio Cossy.
    Un abbraccio.

  • Roberto, 11 Maggio 2022 @ 09:22 Rispondi

    @Maribel, non so cosa succederebbe se mi lasciasse lei e cosa farei con il mio matrimonio. Forse sarebbe anche una spinta per chiudere tutto. E poi perdonami, “da come parli del tuo matrimonio anch’io penso che non ti separerai mai. Troppe volte parli di lutto, di perdita… insomma ci tieni ancora tanto”. Ma insomma, voi pensate che esistano persone che dopo 30 anni di matrimonio e due figlie escano di casa, anche volontariamente, saltando come un clown? Ma è ovvio che sarebbe un lutto. Scusa @Maribel, ma io questo non pensavo di doverlo specificare. E’ il vero limite dell’amantato, visto dall’amante che non lo vive ovviamente come una scopata e basta. Il sapere che comunque vada, prima di ritrovare un equilibrio interiore si dovrà passare attraverso un percorso che per forza di cose sarà molto doloroso. In un senso o nell’altro.
    @elleelle concordo con te. L’amantato non dovrebbe mai essere vissuto. O almeno si dovrebbe avere la capacità di viverlo nella giusta maniera. Come un qualcosa in più che ti regali alla tua vita. Tacendo ovviamente sul comportamento scorretto verso il proprio coniuge. Ma non sempre ci si riesce. Se fosse così facile non ci sarebbero persone infelici al riguardo.
    Non ho capito @cossora in che cosa l’avrei delusa, ma se lo dici tu ormai ci credo, visto che trovo i tuoi interventi sempre pertinenti. Certo che è amore. L’ho detto e lo ripeto. Se no avrei già tagliato. Sono meno debole di quel che sembro, quindi non sarei mai qui per accontentarmi delle briciole che spesso, da quel che leggo qui dentro, molti uomini hanno riservato alle loro amanti. Per quanto riguarda il rapporto con il suo compagno non è proprio così, ma ripeto non posso parlarne per motivi di privacy. Ci sono i motivi che perfettamente hai descritto tu che li tengono legati ma ce ne sono altri più particolari.

  • Lilly, 11 Maggio 2022 @ 01:05 Rispondi

    @ale sarà anche tipico dei seriali o ex seriali non parlare della moglie….cmq nel racconto di cossora e del suo rapporto con lui, mi pare di vedere più serenità e felicità che in molti altri rapporti ufficiali. Oh… come dice il detto…contenti loro, contenti tutti. Basta che nessuno si faccia male in questa cosa, ecco tutto. Che siano tutti protetti, che sia una cosa dove comunque vada tutti ne possano uscire “salvi” emotivamente parlando e non a pezzi.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 08:15 Rispondi

      Tutte le storie di amantato all’inizio sono serene spensierate ludiche carpe diem. I Guai arrivano se voi volete di più o loro vengono scoperti. Se voi fate le amanti allegre e felici e vi fate bastare il tutto a noi va bene e siamo di ottimo umore anche per anni. Mentre voi vi dovete però ingoiare bidoni e feste comandate con la moglie

  • Cri28, 10 Maggio 2022 @ 22:41 Rispondi

    Le aspettative sull’amore possono cambiare con gli anni e le esperienze. Giustamente si lavora e ci di impegna per trovare qualcuno con cui vivere in rapporto quotidiano, esclusivo, fedele, ma poi accade che nel corso degli anni la vita ci ponga di fronte a qualcosa di diverso e magari si impara ad apprezzare anche la compagnia di qualcuno con cui si condividono solo pezzi di vita e di cuore.
    Gli schemi fanno comodo, ma gli esseri umani sono un po’ più complessi per essere messi a forza in uno schema.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 08:18 Rispondi

      Anche condividere solo pezzi di vita con un altro è uno schema, ed è il più diffuso. La gente agisce tutta negli stessi modi, cambiano le virgole. Gli amanti sono amanti, non sono amori ducesti. E i matrimoni traditi sono matrimoni falliti o che si reggono in piedi con la stampella. Questa è la realtà. Chi si ama si sposa

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 22:03 Rispondi

    Come pensavo era meglio me ne stessi zitta. Oltre al giudizio non sapete andare.
    Vi ho sopravvalutati stavolta. Va beh colpa mia. Ciao a tutti.

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 21:57 Rispondi

    @Lia
    Certo che avevo capito!
    L’esperienza con il mio ex mi ha acuito la capacità di osservare i comportamenti ripetitivi ed essendo io convinta che le persone non cambiano, quando vedo che si ripetono gli stessi atteggiamenti e gli stessi discorsi, faccio subito due più due.
    Non è poi così difficile, guarda ad esempio con Mylvia…
    La cosa che infastidisce un po’ è che le persone vengano sottovalutate in questo modo ma alla fine non è un problema mio 🙂

  • Rinascita, 10 Maggio 2022 @ 21:55 Rispondi

    Maribel, ritenendo di rientrare tra i separati in casa, ad esempio, se vado via un week end o devo partire per lavoro, dico dove vado (città) quando parto e quando torno, tutt’al più l’occasione che mi porta fuori (lavoro, amicizia). Dove dormo, con chi viaggio ed altri dettagli non vengono richiesti. Uguale se esco o se esce alla sera, non ci si chiama mai reciprocamente. Se scrivo al cellulare e mia figlia mi chiede cosa sto facendo, interviene il padre e le dice che sono fatti miei. Devo dire che non è proprio tutta questa botta di vita, però c’è chiarezza e libertà reciproca. Naturalmente ci si rispetta e non si è sfrontati (ne’ prima e ne’ adesso che non ho nulla da nascondere). Poi per il resto si esce in compagnia con amici ed in casa ci si diverte anche. Ma non siamo coppia sotto nessun punto di vista, genitori si’.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 08:22 Rispondi

      Avete concordato una no fly zone reciproca tipica dei veri separati in casa.

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 21:52 Rispondi

    @ale “I veri separati in casa dicono io domani esco punto” allora è separato in casa da quando abbiamo iniziato a frequentarci. Anche perchè nei 3 anni dalla metà in poi ha triplicato i tempi e i modi di vederci.
    Ho pensato che potrebbe essere un accordo tipo: siamo genitori ma non coppia, viviamo sotto lo stesso tetto ma il ragazzino lo cresco io e vive le cose con me e di conseguenza frequenta le persone e i luoghi che frequento io. Crescendo i ragazzini sono più liberi ùe ti lasciano più libero.
    Sono onesta, non lo credo ne seriale, ne bugiardo oltre la media (me compresa), ne manipolatore. Credo si partito da un matrimonio spento e distante da subito, e che negli anni dopo il daffare che ti da un figlio avuto tardi, ti senti improvvisamente più libero e vivo.
    Succede a tante donne dopo lo ‘svezzamento’.
    A me è successo. Io volevo rimettermi in pista, il mio ex marito iniziare a invecchiare. Solo che io sono una donna e sapevo che avrei dovuto portarmi dietro la sua zavorra e poi volevo indipendenza. Lui è uomo (più egoista) si fa la sua vita e amen.
    Lei comunque è davvero impalpabile.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 08:23 Rispondi

      Potrebbero essere dei separati in casa. Resta il fatto che se oggi gli chiedessi di lasciare la moglie lui cosa risponderebbe?

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 21:51 Rispondi

    @Cossora
    Perché dovrei, la vita è tua e visto che non è la prima volta che si verifica un va e vieni, se ti va bene come dici io non ho altro da aggiungere.
    Qui si parla e si danno opinioni e consigli a chi arriva dicendo che sta male, che è infelice, che non sa cosa fare.
    Si può parlare anche di concetti generali quando si vuole, fermo restando che ognuno fa quello che vuole.
    A chi sta bene c’è poco da dire, secondo me.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 08:26 Rispondi

      Ci sono amanti che iniziano il counseling con me perché sono infelici perché lui promette la non lascia la moglie. Di queste alcune non trovano la forza di gestire la cosa come va gestita, cioè smettendo di fare tutto quello che vuole lui. Allora abbandonano il counseling e si rifanno vive in media dopo sei mesi un anno che sono messe peggio di prima e lui non ha mosso un dito

  • maribel, 10 Maggio 2022 @ 21:41 Rispondi

    @ale.infatti era per capire queste separazioni in casa quante sono… a me viene in mente solo @elleelle.
    Gli altri?

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2022 @ 08:29 Rispondi

      Quelle vere sono in 20/30% dei matrimoni

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 21:35 Rispondi

    @roberto la tua donna potrebbe avere un uomo libero, senza complicazioni, che non la delude mai, che c’è sempre a qualsiasi ora del giorno e della notte, che fa le ferie con lei, il pranzo di Natale e la grigliata di Pasquetta. Che si sveglia ogni mattina e che le prepara il caffè.
    Ma non sei tu. E’ innamorata di te che la rendi felice e la fai sentire viva, che non sei libero, che l’hai delusa (e immagino molto, più di una volta magari). Ti accetta senza che questo sia comodo o regolare o sicuro. Ti accetta per ciò che sei e che le dai. Non è questo l’amore?

  • Rinascita, 10 Maggio 2022 @ 21:31 Rispondi

    Grazie Ale.
    Allora il mio familiare è indubbiamente un seriale a strascico sbrigativo.
    Mamma mia che pena!!

  • Rinascita, 10 Maggio 2022 @ 20:14 Rispondi

    Personalmente credo che Cossora sgamerebbe un seriale molto velocemente e per quello che traspare escludo che si sarebbe innamorata di tale tipologia di uomo. Sarà che ho un seriale famiglia e li intercetto lontano un chilometro. Nell’approccio sono veramente pessimi e non hanno neanche voglia di andare per le lunghe o di avere storie troppo impegnative di lungo periodo (ma questo è quello che vedo io). Il fatto che dedichi tempo all’amante non è indicativo del fatto che ci tenga? Ale dei tuoi scritti in cui dicevi che il tempo che si dedica all’amante deve essere di quantità e di qualità io ne ho fatto Vangelo. Ora leggo che avere molto tempo è tipico dei seriali. Anche questo deve fare accendere il campanello? Proprio vero il detto che come fai sbagli. Forse ti riferivi alla libertà di manovra dal coniuge che bene sa chi ha sposato? Ma potrebbe anche essere una separazione in casa. Io per il tempo libero che ho da impegni con mio marito risulterei una serialona.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 21:24 Rispondi

      I seriali sono di tre tipi: pescatori a strascico sbrigativi, standard che si fermano e si dedicano se ne vale la pena come divertimento ed esploratori, che scelgono donne top che trattano anche bene, fermo restando che nessuno lascia la famiglia. L’uomo di Cossora avrà tradito più volte la moglie prima di lei e poi si è fermato su Cossora perché interessante e coinvolgente sotto molti punti di vista, soprattutto quello che lei non gli chiede di lasciare la famiglia. Il seriale non è mai separato in casa magari lo racconta se è di bassa lega. I seriali hanno spesso molto tempo libero per professione e perché hanno addestrato la moglie a tollerarlo, così come addestrano l’amante a non chiedere di più di quello che lui vuole dare. Questo potrebbe essere il profilo specifico da quello che ho letto ma magari mi sbaglio nel caso specifico. Non mi sbaglio sui seriali come categoria

  • maribel, 10 Maggio 2022 @ 20:08 Rispondi

    Io mi sono fatta questa idea.
    Cossora è libera,: non ha un coniuge perché è ufficialmente separata. Se il suo rapporto le basta, lo decide lei. Magari domani si stufa e il belloccio verrà rispedito al mittente.
    Noi altri che siamo invischiati in matrimoni finiti non abbiamo ancora deciso o non abbiamo ancora avuto il coraggio di renderci liberi, quindi abbiamo poco da trovare da dire a chi invece è indipendente (giuridicamente e di fatto).
    Poi vogliamo dire che nessuno ha il 100 per cento? Diciamolo.

    Cosi, per statistica, @alessandro permettimi, chiedo: chi di noi, se domani sera volesse uscire a cena con un uono, tipo un potenziale corteggiatore, direbbe la verità al coniuge? Per capire quanto sono chiari i rapporti in questi matrimoni finiti.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 21:25 Rispondi

      I veri separati in casa dicono io domani esco punto

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 19:22 Rispondi

    @roberto io con la moglie non ci parlo e a lui non chiedo certo di dirmi cosa le dica/venda/nasconda. Vuole vedermi? io sono una donna libera e un quarto d’ora nella pausa pranzo non lo considero nemmeno (ma in passato ci sono stati momenti in cui il mio percepito era oro colato).
    Se proprio vuoi straparmi una battuta ti direi che è lui che vuol permettersi la 500 e la Ferrari, se non ha i soldi per mettere benzina ad entrambe non glieli anticipo certo io. Se la 500 è ben contena di stare nel box, anche qui sarà una sua libera scelta e sono certa che chi si tiene una situazione ha in cambio ciò che vuole.
    Lui non mi dichiara a lei ma la sua vita (amici lavoro genitori figlio) la fa senza di lei e io ci sono praticamente sempre.
    Io ai miei figli non mento, ai suoi amici nemmeno, ai suoi genitori non mentirei, se mi chiedessero (ma credo abbiano capito e comuqnue non sono vicini si vedono poco da sempre).
    Perchè non la lascia? Ho smesso di chiedermelo e di chiederlo a lui. Lo amo e mi sento amata. Non lo giudico e non mi giudico. Guardo il suo bello e il mio bello. Viviamo belle esperienze delle quali il sesso ormai (bellissimo ma meno centrale, credo in un mio fisiologico calo ormonale) è minima parte. Si parla tanto, si ride si trovano nuovi termini di fantasia per dichiarare un sentimento.. si espongono alternativamente problemi di figli, lavoro.. una volta uno ascolta e l’altro parla.
    Questo sta succedendo da mesi ormai.
    Sono sincera non ho nessun motivo di raccontarla diversa da quel che è.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 21:28 Rispondi

      Tipico dei seriali o ex seriali (se si fermano su un’amante sola) non parlare della moglie

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 19:11 Rispondi

    @elleelle se lo avevi capito ed hai comunque tenuto il filo del discorso sui generis invece che preoccuparti di darmi consigli e giudizi.. sei stata davvero brava, i miei complimenti!

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 19:09 Rispondi

    @roberto la maggiorparte delle donne non sa perdere. Ma siccome è donna non si pone in modo combattivo, è piuttosto passiva, infatti sollecita con stimoli ambigui, latenti.
    Io sono un’ambiziosa, una che negli anni ha riscontrato più efficacia nell’essere audace piuttosto che insinuante, finto cortese. Odio la finta cortesia, odio il ‘lo faccio per te’.. la mia presunzione è zero confronto a chi ‘lo fa per il mio bene’.
    Da me le cose che ti senti dire sono quelle che penso.
    Con chi penso non ci sia parità di intelletto e pensiero non interagisco neanche perchè so che è un confronto sbilanciato, è troppo facile per me infierire ma non posso fare la maleducata, perchè davanti ai limiti devi essere limitato.
    Lascio perdere in partenza.
    Con chi sono in disaccordo invece mi confronto e lo rispetto perchè per me avere il coraggio di dire cose controcorrente (per chiarirci il sermone non è controcorrente, è inutile) è comunque un’opportunità di leggere con un codice diverso dal mio.

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 18:58 Rispondi

    @Ariel
    Sinceramente io lascerei perdere. Non serve a niente, se non a peggiorare l’atmosfera qui sul blog.
    Tanto alla fine nessuno è fesso, le persone capiscono. Capiscono anche la natura di certi discorsi fatti. Ognuno deciderà per conto proprio se una persona è affidabile nei suoi punti di vista o se non lo è.

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 18:51 Rispondi

    @Roberto
    Certo che lo direi anche a lei.
    Eri qui anche tu quando due settimane fa ho detto chiaramente quello che pensavo a proposito di certe situazioni. Se non hai la memoria corta, sai anche che polverone si è scatenato.
    Non faccio differenza tra uomo e donna, un tradimento è un tradimento. Sono talmente nauseata da queste storie che ho anche scritto che per quanto mi riguarda preferisco stare da sola per il resto della mia vita, piuttosto che vivere un’altra relazione di nascosto. Con una persona impegnata mai e poi mai.
    Ho avuto la fortuna in passato di aver fatto le cose bene, ad esempio di aver rinunciato a una relazione che era a portata di mano proprio per non tradire. So che si può fare, so che alla fine è meglio per tutti.
    Per me, con tutte le persone che ci sono al mondo, non ha più senso fare l’amante.
    Non me ne frega niente di regali, soldi, fine settimana, cene. Io voglio la libertà di non essere “l’altra”. Se non posso non essere l’altra, niente relazione.
    Contrariamente a te, mi sveglio col sorriso anche per questo. Non ho niente di cui sentirmi in colpa, non fingo, non faccio star male nessuno… Sono belle cose, almeno per me.

  • Titti, 10 Maggio 2022 @ 18:31 Rispondi

    @ale 8.52 , ma sai che io non gli ho mai creduto? Erano cose che diceva a me per cercare di blandirmi. Per farmi arrivare il messaggio della pochezza di questi incontri intimi. Purtroppo per lui è cascato male visto che , come avrete notato, ho delle granitiche convinzioni in merito: se riesci ad iniziare e concludere un rapporto con lei è perché ti piace farlo. In quel momento io non esisto. Ti stai godendo la tua compagna. Quindi quello che dici di provare per me non è quell’amore immenso che vai sbandierando. In caso contrario non riusciresti, proprio fisicamente, ad avvicinarti a lei.

  • Lia, 10 Maggio 2022 @ 18:26 Rispondi

    @elleelle, davvero non l’avevi capito?
    @cossora, ti spiego meglio perché per me resta inspiegabile nonostante la quantità di tempo che trascorrete insieme.
    Scusa se sono banale nella domanda, ma lui sta più con te che con la moglie e (figli?)? Se la risposta è sì, perché non si separa? Se la risposta è no, allora, perdona la crudezza, ma resti sempre la seconda.
    Ti rispondo già alla tua risposta che sarà “Lia, confesso che mi stai antipatica, ma ti rispondo lo stesso. Io guardo al mio e me ne frego! L’importante è che io stia bene e senza starei peggio, il futuro non si conosce, meglio un uovo oggi che una gallina domani e così via…”. Ok, sei grande e vaccinata e tu conosci la tua situazione, quindi!
    Però, nonostante tutto, fattele due domande! Anche solo per capire quanto sia vero quello che lui dice di provare per te!
    Quando siamo innamorate abbiamo il prosciutto sugli occhi e vediamo quello che ci piace vedere.
    Ricordati che abbiamo a che fare con esseri (scusa @Ale) capaci di fingere molto molto bene!
    Anche il mio ex mi dedicava tutto il tempo che riusciva, ed era tanto! Lo vedevo innamorato e pensavo stupidamente di essere io la parte forte! Se penso a come si è trasformato quando ha gettato la maschera, mi vengono ancora i brividi!

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 21:32 Rispondi

      A Cossora va benissimo essere la seconda evidentemente

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 18:13 Rispondi

    @Cossora
    Si era capito da tempo.

  • Lia, 10 Maggio 2022 @ 17:58 Rispondi

    @Ale ti do ragione. La moglie sa bene qual’è il “difetto” del marito e chiude gli occhi.
    Adesso è molto facile anche geolocalizzarsi scaricando una semplice app. Molto utile se nessuno ha niente da nascondere perchè In caso di difficoltà l’altro sa dove sei e ti può soccorrere.
    Basterebbe che la moglie dicesse “amore, sai che c’è quell’app tanto comoda?”
    Se lui si finge morto, è il caso di farsi venire qualche sospetto! 😛

  • Ariel, 10 Maggio 2022 @ 17:35 Rispondi

    Esattamente seriali molto liberi ma a me pare chiaro da quando leggo i commenti racconti di Cossora traspare la sua sfiducia totale in chiunque le femmine che lei definisce solo che invidiose e non si capisce mai di cosa
    I maschi che la tradiscono
    Basta fare gli gnorri tipo le mail del marito in gioventù?
    Insomma lei a risposto con la vendetta verso il marito pan per focaccia facendogli le corna visto che pure lei evidentemente non scherzava affatto e la presa in giro lasciandola nel suo angolo
    Così la Cossy ha giocato di anticipo e se Dio vuole buon per lei ha mollato il marito

    Ma se non ci si cura le proprie défaillance antiche….che riguardano il proprio comportamento affettivo antico
    Si ripete lo schema al infinito

    Infatti la Cossy lo ho sempre definita TROPPO BUONA ma che poi se le pestano i piedini allora sono solo che BOTTE DI IMPULSIVITÀ NEGATIVA VERSO CHI OSA CRITICARLA
    Che non equivale a pensare al non vali nulla e hai fatto tutto sbagliato
    Ma semplicemente il contrario
    Proprio perché penso tu valga eccome che ti dico il mio pensiero e che se penso che la moderna azione della terapia possa aiutarti a evitare di farti ingannare e scopare e usare da un serial o e da strapazzo che GIOCA A FARE INNAMORATO TI USA E TI TRADISCE IN CONTINUAZIONE A PARTIRE DA MOGLIE SEMPRE IN CARICA LA REGINA sarà sicuro pure lei super cornificata e super manipolazione negativa
    Che in molti casi infatti per chi non si cura mai resta speculare
    Marito che mette nel angolo
    Amante uguale nel angolo
    Sfrutta la tua dipendenza affettiva mai curata

    Scrivere questo non va preso come un attacco personale ma a pura realtà dei fatti che sono espressi da ricerca scientifica ve statistica che racconta esattamente stessi accadimenti tipo anche la tua esperienza per come qui tu stessa la hai raccontata e la racconti.
    Poi ovvio fai nella tua vita come ti pare ,ma qui siamo anche per cercare di ritrovare il vero bandolo della propria ,atassia perché stazionare nella melma del nascosto
    Produce SEMPRE DISAGIO E FINO MALATTIA

    stai sfiduciata perché hai vissuto solo e sempre relazioni dove gli uomini ti hanno tradito e tu hai fatto uguale ma dopo sempre dopo
    Per poi finire in un vero triangolare fatto da un amante CIALTRONZO che sta sicuro serialalone e sicuro tutto questo non porta bene per te stessa ne adesso né mai.

  • maribel, 10 Maggio 2022 @ 17:29 Rispondi

    @Roberto
    E se ti lasciasse lei? Forse soffriresti meno, ti convinceresti sempre di piu che non ti sei separato ma per lei lo avresti fatto, e poi ti immoleresti sull’altare del matrimonio azienda?

    Comunque da come parli del tuo matrimonio anch’io penso che non ti separerai mai. Troppe volte parli di lutto, di perdita… insomma ci tieni ancora tanto. Non è una critica.

  • Roberto, 10 Maggio 2022 @ 17:22 Rispondi

    Scusa @Lolly, esattamente io di cosa sarei l’esempio?

  • Roberto, 10 Maggio 2022 @ 17:19 Rispondi

    Credo che tu @Cossora abbia ragione. La mia amante, per delle motivazioni che coincidono con quello che dici tu e con altre più particolari che non racconto per sua tutela della privacy, sta vivendo questo rapporto molto meglio di me. Dandomi tantissimo, sia chiaro, se no non starei qui, ma anche sapendo prendere quello che di meglio offre la nostra storia. Quindi cosa ci sia da tutelare non lo so. Caso mai sarei io che dovrei essere lasciato da lei se proprio io non ci riesco. A volte sembra che per qualcuno qua essere un uomo significhi doversi comportare per forza come logica vuole. Siccome sei donna allora no. In quel caso ti puoi permettere tutto. Io penso che il mio rapporto con l’amante non sia alla pari. E non è certo la situazione descritta da voi tante volte dove l’uomo sposato tiene al guinzaglio la single di turno che soffre a casa mentre lui si scopa la moglie. Ragazzi qui è un pochettino diverso.
    Scusa @Ale, il gioco del fallo tu non è iprocrita. Quante volte avete detto qui dentro “tu uomo, visto che sai che non lascerai mai tua moglie lascia andare l’amante per il suo bene”. Nel mio caso è il contrario. Perchè se non lo fa lei è una santa se non lo faccio io sono un iprocrita?
    Stessa domanda per te @elleelle. Permettimi, lo diresti anche a lei se fosse qui che bisogna avere rispetto per l’amante e per il compagno/a, o solo a me?
    @Sylvia, ho un lavoro che mi permette molta libertà di spostamento. Per cui non mi è complicato. Certo non è facile. Sia per me e soprattutto per lei. Per quanto riguarda essere sorpreso, beh, capirai che sarebbe la situazione peggiore da affrontare, soprattutto perchè comunque non avrei quello che voglio.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 18:18 Rispondi

      Tu lo devi fare per te come ha fatto love

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 17:06 Rispondi

    @lolly quel che ho notato è che io sono veramente cambiata dopo una cosa successa all’interno della mia famiglia (non in funzione sua insomma) niente di tragico ma uno sblocco.
    Quindi credo che si, il mio essere ‘di base’ è molto meno dipendente e bisognoso della norma.
    Ma giuro che provo un sentimento meraviglioso per lui ed ogni suo difetto.

  • Ariel, 10 Maggio 2022 @ 17:04 Rispondi

    Non ho mentito ho omesso

    Vedete come si fa presto a far passare che omettere non sia stare solo che bugiardi?
    Si chiama BUGIA DI OMISSIONE equivale semplicemente a fare le persone bugiarde

    Così just per ONOR DEL VERO SIGNIFICATO che infatti viene usato pure nella legge e nei tribunali
    La Bugia di omissione
    Non ti dico la verità non ti dico GNIENTE col risultato di INGANNARE VOLUTAMENTE GLI ALTRI

    Ad iOS autostima in equilibrio

    Amare troppo se stessi porta solo che dolore e rovina per se stessi e gli altri
    Curatevi e riuscirete ad evitare di fare teatro della vostra vita!

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 17:03 Rispondi

    Non lo direi un seriale ma mai dire mai.

  • Roberto, 10 Maggio 2022 @ 15:23 Rispondi

    @Cossora perdonami, ma come fa lui da sposato a fare week end interi ed uscire così tanto con te. Sicuri che la moglie non lo sappia e lo abbia semplicemente accettato? Perchè raccontata così è davvero strana come situazione.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 16:34 Rispondi

      I seriali sono spesso molto liberi

  • Lolly, 10 Maggio 2022 @ 15:03 Rispondi

    @ Cossora…nonostante io non sia mai stata amante, riesco a capire il tuo punto di vista. Alla nostra età bisogna scegliere ciò che ti fa star bene senza aspettative…un uomo si fa l’amante per tenersi la moglie ed il matrimonio, la donna si fa l’amante per lasciare il marito ed il matrimonio…questa è la base da cui si parte seppur inconsciamente..ma che corrisponde a realtà e tu e @Roberto ne siete un esempio..se dopo un tempo considerevole lui non ti sceglie come compagna di vita..bisogna farsene una ragione e godersela al massimo , altrimenti molli la presa…non ha senso restare aspettando ciò che non arriverà mai!

  • Sylvia, 10 Maggio 2022 @ 14:15 Rispondi

    “Io però verso l’amante non posso dire di aver avuto comportamenti sbagliati, come invece ho letto molte volte qui.”

    Da quello che ha raccontato Roberto è la sua amante che non ne vuole sapere di buttare la sua relazione ufficiale a gambe all’aria. E lei, sapendo che lui vuole di piú, dovrebbe lasciarlo perché sa che lui sta subendo la sua (di lei) scelta.

    Poi è vero che, come qualcuno ha suggerito, non sappiamo sul serio se lui lascerebbe DAVVERO la moglie se l’amante decidesse di lasciare il compagno. Mi sembra troppo stranamente terrorizzato di farsi scoprire. Troppo.

    Che poi mi auguro che lavori in proprio perché se prende ferie tutte le volte che vede l’amante non so come possa giustificare alla moglie di non avere ferie a disposizione.

    Sono felice di sapere che tu abbia cercato aiuto professionale per districare la matassa della tua vita, Roberto. Molto significativo che ti sia stato detto che è inutile andare agli appuntamenti se, sapendo bene cosa dovresti fare, non prendi nessuna decisione.

    L’aiuto professionale non sostituisce mai il lavoro che ognuno deve fare su se stesso. Darebbe troppo facile! Ci vuole determinazione in primis a stare meglio.

  • Love, 10 Maggio 2022 @ 14:03 Rispondi

    “Non perde neanche me.
    Non ha problemi di tempo, di soldi, esprime la sua creatività e con me (o grazie a me) vive la sua poesia, il sogno, la passione.
    Perchè dovrei lasciarlo? Perchè forse tra un anno finisce?
    Tra un anno tutto può finire, quindi come la mettiamo?
    @Cossora era da tempo che aspettavo che uscissi con questo scritto, non perché volessi dirti o consigliarti qualcosa, non ne sono in grado, ma ho sempre pensato che era più che chiaro che non avessi mai chiuso la tua relazione.
    Posso scriverti se vuoi che con molta probabilità so esattamente cosa provi e come si sta quando si ha tutto ciò che si può desiderare da una relazione che ti lascia libero di essere e come ti piacerebbe essere.
    Sono con te che si possa vivere qualcuno nello stesso modo in cui l’hai descritto, sopratutto da una donna che le sue esperienze le ha già fatte e sa cosa può volere da una vita che non vuole condividere con la persona che si ama.
    La mia di relazione l’ho fatta incrinare io, fino a farla arrivare alla chiusura dei benefit descritti da te…lo scrivo perché confermo ciò che ha scritto @Alessandro…finché non rompi, stai al tuo posto e non chiedi altro…funziona anche il suo matronio, dove concordo con te, è meglio non voler sapere nulla e se ci pensi è come se fossi tu sua moglie e metti la testa sotto la sabbia, per non vedere che in realtà è tutto una questione di prendere ciò che è meglio per noi, ed è meglio non sapere se va o non va a letto con chi condivide la sua vita.
    @Per le emozioni…la passione e ciò che vivi….vivile più che puoi e nel miglior modo per te…forse perché per alcuni periodi ho vissuto altrettanto e posso capirti…seppur sono un uomo.
    Il tempo dirà la sua….quando ne sarà il momento

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 13:44 Rispondi

    @Cossora
    Sì, siamo molto diverse.
    Io la penso più come @Ale, cioè che Roberto ha la responsabilità di tutelare moglie e amante.
    Pensare solo a se stessi non dovrebbe essere più nel nostro modus operandi, dopo tutte le esperienze che abbiamo letto qui. Un minimo di considerazione per gli altri ci vuole, soprattutto in situazioni come queste, ad alto rischio di sofferenza.

  • Roberto, 10 Maggio 2022 @ 13:15 Rispondi

    Per @Cossora il debole sono io. Per te @Ale è la mia amante. Ma non è questo il punto. Però permettimi una considerazione. “Devi deciderti a fare l’uomo tanto tua moglie non la molli” Premesso che io mia moglie l’avrei anche lasciata ma la mia amante non ha voluto seguirmi. Ma detto questo, ti rivolgo una semplice e rispettosa domanda: perchè non dev’essere la mia amante a farlo? Perchè io dovrei fare l’uomo lasciandola e non deve essere lei a fare la donna lasciandomi andare visto che tanto il suo uomo non lo mollerà mai?

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 16:39 Rispondi

      Non si lascia un matrimonio perché c’è l’amante e se lo fa l’amante, si lascia un matrimonio perché è finito. Il gioco del fallo prima tu è ipocrita

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 13:04 Rispondi

    @ale ti prego.. tutelare l’amante??
    La sua amante non convive con il marito/padre dei suoi figli. Sta con uno che le piace e del quale si serve per non perdere lucidità quando @roberto sta in famiglia. Non è una vittima. Si è organizzata.
    Ha fatto benissimo.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 16:40 Rispondi

      Non è una situazione priva di dolore

  • Dispersa, 10 Maggio 2022 @ 13:03 Rispondi

    @Cossora evidentemente il tuo amante è stato chiaro con la moglie oppure con un tacito consenso ognuno vive la propria vita… Altrimenti non si spiegherebbe tanta libertà!!

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 16:42 Rispondi

      Chi fa certi lavori è molto libero. Io facevo l’inviato vivevo più fuori che a casa. E poi la moglie di un seriale tipicamente lascia grandi spazi il seriale se la sceglie così.

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 13:02 Rispondi

    Anche io sai @elleelle mi sono fatta la domanda se poteva servire o meno svelare anche l’altra parte della mia vita. Comunque non ho mentito. Ho omesso.
    Perchè? Perchè questo posto trasuda pregiduizio e non avreste letto una parola, troppo impegnati a mandarmi in terapia o in conento o in prigione 🙂
    Ora che son passati mesi e ho visto che molte posizioni sono meno rigide (non la tua ne di ariel, ma ci sta) ho pensato che potevo tranquilamente dire come stanno le cose.
    Bene che per @ale fosse chiaro. A star con le femmine si sviluppa intuito!!

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 12:56 Rispondi

    @rinascita e @roberto io sono diretta con tutti. Non ve le mando a dire e non me la racconto.
    Per me le cose devono essere ‘giuste’ per chi le vive, salvo la violenza e l’illegalità non vedo colpe, vedo corresponsabilità.
    Dal mio ex marito in 25 anni tra fidanzamento e matrimonio ho intercettato:
    – una serata goliardica tra maschi in un night nel quale è stato portato (e per come lo ricordo 25enne è credibilissimo) e durante la quale si è semplicemente trovato sulle gambe una spogliarellista in topless. Spontaneamente confesso dopo che per una serata intera lo vedevo agitatissimo. Mia reazione: stai tranquillo non hai ammazzato nessuno.
    – una mail a una tipa conosciuta in una chat consigliata da un nostro amico molto allegro, nella quale le mandava una bellissima poesia onirica (allora si aveva una sola mail condivisa per ogni contratto telefonico, io non spio). Mia reazione: reinltro alla sua mail aziendale con scritto ‘la prossima volta eliminala dalle inviate’.

    Quindi per rispondere ai vari dubbi e insinuazioni, SI, SONO VERAMENTE FATTA COME SCRIVO. Spero di poter portare una prospettiva interessante, pur rendendomi conto di non essere allineata a nessuno, praticamente.

  • Rinascita, 10 Maggio 2022 @ 12:42 Rispondi

    Cossora per me il vero limite del mio amantato era stare con un uomo la cui compagna credeva facesse coppia con lui. Se avessi vissuto la mia storia con un uomo (non) impegnato nei termini in cui (non) la sono io ed in cui probabilmente si trova il tuo lui, credo che non mi sarebbe andata giù la catena. Ero possibilista su un certo grado di compromessi perché ogni situazione nel concreto è a se’. Sul senso di appartenenza e sulla delimitazione pratica delle incombenze familiari non transigo. È ovvio che questo passa per una esternazione di crisi e su una sorta di separazione in casa. Questa è l’unica visione di amantato che vedo gestibile ed intravedo nella tua situazione.

  • Ariel, 10 Maggio 2022 @ 12:21 Rispondi

    Roberto, 10 Maggio 2022 @ 10:34Rispondi
    Vedi Roberto il tuo caso appare essere un caso al contrario di ciò che qui in maggioranza è stato testimoniato da diversi casi ma di amanti donne che innamorate seriamente esattamente come dichiari tu stesso di essere verso la tua amate
    Ecco che però lo scoglio più difficile interiore comune a tutti i casi in cui Degli amanti uno dei due non quaglia mai ma fa di tutto e di più per TRATTENERE LA PREDA che sarebbe amante che sarebbe pronto a fare il salto e a formare nuova coppia

    Ecco che nessuno di questi amanti che restano obbligati giocoforza ad accettare che l’altro non intende affatto mollare il marito o moglie a seconda dei casi
    Nessuno riesce a accettare che si tratta di AMORE NON CORRISPOSTO!!!
    E qui sta la fregatura per tutti questi amanti che sinceramente sicuro sono innamorati della o del amante

    Ma chi non qualsiasi NON AMA AFFATTO nessuno!!!
    Infatti per prende e solo prende tutto il benefit da matrimonio in cui continuò a scopare il partner e da amantato in cui finito di scopare col partner ci sguazzano alla grande a farsi la pollastrella o il pollo che crede ancora che si tratti di amore corrisposto????????

    Corrisposto da quale fatto concreto???????
    Che si sta separando con le carte da bollo ?
    Che fa una vera road Maps iste me a amante
    E SOPRATTUTTO CHE LO DICE CHIARO A CASUCCIA SUA ,almeno in attesa delle separazioni legali si possa almeno VIVERE ALLA LUCE DEL SOLE IL PROPRIO DECANTATO AMORE

    Dove NON ESISTE NESSUN CASO DI QUESTI FATTI CONCRETI
    Voi amanti senza nulla di fatto concreto ancora vi bevete sia amore reciproco????
    Così vi fregate da soli la vostra vita tutta e nel farlo tutto ricade su veri innocenti che NON SANNO DI ESSERE GRANDI CORNUTI PER ANNI E ANNI E ANNI

    Poi però statistica alla mano in nodi vengono anche dopo anni tutti al pettine e chi ha agito male
    Rivede il boomerang in piena faccia!!!

    Ora domanda
    Ma perché non curarsi per scoprire che nNON ERA AMORE CORRISPOSTO ,MA
    UN SEMPLICE CALESSE FINTO??????con nascosta la SICURA BOMBA A OROLOGERIA PRONTA AL IMPROVVISO SCOPPIARE?!!!!

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 12:11 Rispondi

    @ale hai ragione. Il mio era un matrimonio d’amore, e infatti si è sfasciato. I matrimoni azienda sono monoliti indistruttibili.

  • Roberto, 10 Maggio 2022 @ 12:05 Rispondi

    Commento perfetto @cossora. Tu rappresenti la persona che riesce a comunicare anche cose che uno non vorrebbe sentirsi dire, ma nel modo giusto. Questa tua considerazione la faccio da tempo anche io sai. In quanto alla disperazione della mia amante lo dico perchè io avevo già provato a lasciarla. Tentativo molto blando ovviamente. Ed ho visto la sua reazione. Se recitava, allora era da premio oscar.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 12:46 Rispondi

      In realtà se la ami o solo le vuoi bene dovresti lasciarla così vi stampellate ma il male cresce e la più debole è lei. Devi deciderti a fare l’uomo tanto tua moglie non la molli

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 12:04 Rispondi

    Si @ale e finchè tutto quel che mi da lui mi va bene.. lui non perde neanche me.
    Non ha problemi di tempo, di soldi, esprime la sua creatività e con me (o grazie a me) vive la sua poesia, il sogno, la passione.
    Perchè dovrei lasciarlo? Perchè forse tra un anno finisce?
    Tra un anno tutto può finire, quindi come la mettiamo?

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 11:59 Rispondi

    @Cossora
    Allora tutto questo tuo impegno per parlare a favore dell’amantato per fare quello che ci fa star bene, senza la necessità di tenere in conto il coniuge ecc. ecc. serviva a te quanto a Roberto.
    Bastava dirlo che eri tornata con il tuo ex, sarebbe stato molto più chiaro e semplice per tutti 🙂

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 12:46 Rispondi

      Ma era chiaro

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 11:58 Rispondi

    @elleelle se @roberto lasciando l’amante o risolvendo (quindi lasciando l’amante o la moglie) si sente ancora più infelice, fa benissimo a viversi meno infelicità possibile.
    Questo è il mio ragionamento, ma ho capito e rispetto il fatto che tu sei fuoco e io acqua. Pace.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 12:47 Rispondi

      Roberto ha una responsabilità come uomo di tutelare la sua amante. La chirurgia salva dall’agonia

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 11:49 Rispondi

    @rinascita “Immagino che tu creda, come ci ho creduto io (ma tu forse a ragione per lo stato di separazione in casa del tuo lui che descrivi) che questo al tuo sposato non accada.” a me non viene nemmeno il dubbio.
    Ma anche quando lo leggo scritto da altre dei loro amanti, o da Roberto con la moglie.
    Non so come dire, non lo sento.
    Se non mi credete fa niente, vi capisoc benissimissimo.

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 11:45 Rispondi

    @rinascita bellissimo consiglio: vivere la tua vita in base al tuo sentire profondo senza farla dipendere da decisioni altrui.
    Evviva!

  • Ariel, 10 Maggio 2022 @ 11:41 Rispondi

    @Roberto
    Ho seguito con vero interesse ed apertura mentale questo tuo commento dove tra l’altro riporti che la tua Consoulor ti avrebbe detto che resta inutile che tu ci vada da lei perché le sai tutte?

    Infatti il punto resta proprio questo che quando si va Ada un consoulor e si realizza che NONOSTANTE tu le sappia tutte le cose che davvero potresti fare per te stesso quello vero e non quello che credi di essere ,
    Ti invito per conto tuo a riflettere sulla frase che ti ho appena scritto

    Ecco dove risulta essere decisivo il fatto di non andare più da counseling perché ha lavorato bene ,ma giustamente ti dice resta inutile tu venga qui

    Perché occorre fare un vero percorso con psicoterapeuta che ha una diverso scopo più profondo e per fare questa ricerca in te stesso occorre una professionalità diversa
    Infatti per svolgere attività di psicologo o psicoterapia il professionista ne viene da lunghi anni di studio e di esperienze fatte su se stesso cn dei supervisori che li valutano nelle loro prime esperienze professionali

    Questo lo scrivo caro Roberto a beneficio di chi ancora in Italia fa una confusione tra la offerta molteplice di ciò che si chiama aiuto alla persona

    Il counseling ha scopi diversi più pratici e superficiali,i fa la scuola che fanno non ha sicuro lo studio e competenza così vasta e pronta ad affrontare proprio i problemi del non riusvire a avanzare in nessuna scelta nonostante la azione sicuro positiva del Consoulor

    Non parlo a vanvera o per sentito dire ma come mia esperienza personale di persona che ha potuto chiedere aiuto sia a percorso cn consoulor ,ottimo e utilissimo per me,e poi dopo quello in psicoterapeuta
    Ancora più profondo e adatto a riuscire a scoprire come mai non riuscivo a scegliere il vero bene per me stessa in vero equilibrio verso gli altri e cioè come avere una autostima in piena bolla
    In equilibrio
    Del amare se stessi ne più = egoismo
    Ne meno degli altri = dipendenza affettiva

    Se fossi in te proverei a cambiare percorso di aiuto cn vera psicoterapeuta

    Verso ogni professionalità che mi ha supportato e sopportato conservo una gratitudine immensa
    Senza nessuna distinzione di importanza
    Ognuno è riuscito a muovere i miei passi autonome mie scelte finalmente il mio bene vero

    Quando il counseling ha soddisfatto i suoi obbiettivi più pratici concetti diversi rispetto a psicologia e psicoterapeuta occorre provare a scavare di più e per farlo solo uno psicologo so anche psicoterapeuta ha gli strumenti di lunga preparazione professionalità per farlo

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 11:49 Rispondi

      Sono d’accordo Ariel e spesso counseling e psicoterapia si affiancano. Il problema è che certi uomini e non parlo di roberto sono solo egoisti, non hanno poi tutti questi travagli interiori. Vogliono l’auto e la moto, la moglie e l’amante non vogliono rinunciare a nulla perché al netto delle sceneggiate a noi va bene così la moglie in botte e l’amante ubriaca

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 11:31 Rispondi

    @maribel bella la tua riflessione. A volte si accettano briciole dagli amanti, altre si accettano briciole dai matrimoni.

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 11:28 Rispondi

    @Roberto scrivi “Anche se sarebbe devastante per me ma anche per lei (qui magari pochi mi crederanno).” io non è che non ti credo.
    E’ che sono quasi certa che una donna proprio perchè è donna non si farebbe certo problemi a mollare tutto per l’uomo che se la lasciasse si sentirebbe devastata.

    La tua amante (ipotizzo, perchè a me è successo più o meno così) ti ha preso le misure, ti ama e ama anche la tua debolezza, sa che sei un debole e non si af-fida più a te. Probabilmente ha paura di rimanere sola e per quetso tiene il suo compagno ignaro come una polizza sulla vita.

    Questo succede quando una donna da al suo uomo l’occasione di dimostrare quanto vale, e lui non la coglie.
    Non è finito l’amore. Facci pace e vivi sereno.

  • cossora, 10 Maggio 2022 @ 11:17 Rispondi

    @Lia mi sta bene perchè mi dedica veramente tanto tempo e tenerezza. Intendo che invece che diminuire e diradare (come accade nelle storie di amantato che effettivamente leggo qui) me ne da sempre di più. Ma non di briciole (a meno che si intendano briciole i week end interi, le spese per ristoranti, mezzi di trasporto, alberghi) e non a singhiozzo: due colazioni romantiche sotto gli alberi a settimana, una cena o una passeggiata con gelato. Praticamente tutti i miei week end liberi organizzati.
    Io non so che dirvi. Ma non penso nemmeno di dovervi dire niente, non sono nella sua testa.
    No mi fa più sentire la paura di perderlo, forse questo cambia radicalmente il tessuto del mio comportamento e quindi della sua risposta.
    La moglie che lo vede uscire dopo cena col diluvio universale poerchè vuol fare un giro sotto il temporale con me resta un mistero.
    O forse ragazze.. potrebbe essere che finchè non vede con i suoi occhi non si sporga a fare ipotesi, che al primos egnale lo metta in gabbia e butti la chiave.
    Io finchè la barca va così, la lascio andare!

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 11:52 Rispondi

      Come fai a perderlo gli dai tutto quello che vuole fai l’amante perfetta non rompi e lui si tiene la moglie. Per lui è perfetto così e andrà avanti fino alla pensione

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 11:06 Rispondi

    @Sylvia (o chi lo sa…)
    Scrivi “Anche Ellelle, per fare un esempio, consiglia a Roberto cose che nemmeno lei ha fatto. Per esempio lei non si è separata anche se il progetto con l’altro è stato sognato e quasi concretizzato.”
    A parte che è già la seconda volta che mi tiri in ballo nella tua diatriba con Azzurra, trovo strano che questa cosa che hai citato abbiasempre dato fastidio anche a un’altra utente, che proprio non riusciva a capire.
    Trovo interessante che tu conosca così bene le nostre storie ma abbia cominciato a scrivere frequentemente da un paio di settimane. È una strana coincidenza. 😉

  • elleelle, 10 Maggio 2022 @ 10:35 Rispondi

    @Rosa
    Questa cosa della reincarnazione è pazzesca!
    Io pensavo che non fosse possibile e invece… 😀

    @ads ha detto una sciocchezza delle sue, usando un termine a sproposito e quando gli è stato chiesto di scusarsi non lo ha fatto.
    Ci vuole poco a scusarsi, invece niente.

  • Roberto, 10 Maggio 2022 @ 10:34 Rispondi

    E’ vero @Maribel, il matrimonio azienda è il fallimento del matrimonio. Inutile prendersi in giro. Se entra una terza persona, soprattutto a livello sentimentale, ha un significato enorme. Anche io conosco coppie così. Pretendere che l’amore dei primi giorni continui dopo anni è troppo. Però è vero, deve restare la voglia di vivere tutti gli anni della propria vita con quella persona. Accettando la noia e la routine come qualcosa che non puoi evitare ma che puoi vivere con serenità. Sapendo di essere vicino alla persona giusta.
    Permettimi @ale. Ciò che dici è vero nella maggioranza dei casi. Io però verso l’amante non posso dire di aver avuto comportamenti sbagliati, come invece ho letto molte volte qui. Verso mia moglie ovviamente si. Ma se si parla di amantato per forza di cose è così. Sul fatto di essere scoperti hai ragione. E’ ciò che non dovrebbe mai accadere. Anche se l’errore sta a monte. Non dovrebbe mai accadere di innamorarsi di un’altra persona. Ma succede.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 11:53 Rispondi

      Il matrimonio azienda è invincibile

  • Roberto, 10 Maggio 2022 @ 09:23 Rispondi

    Sai qual è forse la parte più brutta di tutta la storia? La mia conseleur dopo vari incontri mi ha detto “Roberto, è inutile che tu venga ancora da me. Tu sai già tutto. Non devi renderti conto di nulla” Le tue parole @Rinascita, hanno assolutamente senso. Io lo so. So benissimo che non dovrei appoggiarmi sulla mia amante che adesso (e penso per sempre) non vuole ciò che voglio io. So benissimo che dovrei troncare con lei e riprovare a capire che cosa posso salvare del mio matrimonio azienda (non ho ovviamente il coraggio di parlare di ricostruzione). So benissimo che la parte debole dell’amore in questo momento sono io. So benissimo che sia io che lei stiamo mancando di rispetto a tutte le persone che ci circondano (compagni, figli, genitori, amici…). E so che non posso durare ancora molto. Nel senso che come hai detto tu i mie sforzi sono sovrumani. Se dovessi vivere la mia vita in base al mio sentire profondo io saprei cosa fare, nonostante il lutto che comunque sarebbe rompere un matrimonio così lungo, tra l’altro con l’incognita che non sai come sarebbe la nuova storia. Ma nella vita quando fai una scelta non sai mai a cosa vai incontro. Ma la farei. Visto che non posso fare quella scelta cosa rimane? Come ha detto la mia analista io so cosa dovrei fare. Lasciare la mia amante. Anche se sarebbe devastante per me ma anche per lei (qui magari pochi mi crederanno). L’alternativa è quella di derubricare la mia amante a semplice gioco, cercare di vivere la mia vita al di qua del muro nel miglior modo possibile, come prima soluzione. E questo vorrebbe dire continuare nel gioco della menzogna. Dai facciamo che quando un fulmine mi colpisce e mi aiuta a decidere ve lo dico (rido). Un abbraccio @Rinascita.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 10:02 Rispondi

      Quasi tutti gli uomini aspettano, aspettano che succeda qualcosa che non dipende da loro e fino ad allora tirano avanti.ma prima o poi la macchina si schianta o perché si viene scoperti e allora si sceglie la moglie in sette casi su 10 e si lascia l’amante o perché l’amante che non ne può più e ci liquida finalmente

  • maribel, 10 Maggio 2022 @ 09:00 Rispondi

    @roberto quello che mi sento di dire è che non tutti matrimoni ventennali o trentennali finiscono così.
    noi diciamo ” eh, ma è un matrimonio di lungo corso e quindi”, ” eh, dopo vent’anni sono tutti così”.
    ma non è vero. Va bene che non ci tiriamo i piatti e andiamo anche d’accordo, ma se i “fondamentali” sono venuti a mancare, possiamo pure raccontarcela ma non è andata come doveva andare.
    il matrimonio trentennale che ha funzionato, nonostante il tempo, ha lasciato il passo all’affetto senza recriminazioni, a un modo diverso di stare insieme ma senza quelle mancanze che noi proviamo. io ne conosco di coppie così.
    la verità è che abbiamo fatto tanto, siamo e siamo stati sicuramente bravi in tante cose, ma la coppia non ha resistito. qualcuno di esterno in quella coppia ci è entrato e ha sparigliato le carte per sempre.

  • Rinascita, 10 Maggio 2022 @ 08:32 Rispondi

    Roberto per quanto mi riguarda mi hai fatto sognare. Leggere di un uomo così innamorato e pronto a tutto non è il prototipo di storia che in molte di noi si sono ritrovate a vivere. Di uomini che dicono o anche dimostrano di amare ma con tanti insormontabili “ma” ce ne sono tanti. Diciamo che io non ti ho collocato tra questi. Quello che stride e che credo abbia generato i vari interrogativi qui sul blog è la gestione familiare che non pare assolutamente intaccata dai sentimenti che nutri per la tua lei. Senza falsi moralismi che non hanno senso per chi conduce o ha condotto la tua vita attuale, non credo sia possibile riuscire a mantenere completamente inalterato il ménage familiare, seppur nei termini di un matrimonio azienda. Salvo che tu non richieda a te stesso sforzi sovrumani e difatti ti descrivi sofferente. C’è il rispetto altrui ma non bisogna dimenticarsi mai di se stessi. A mio parere non dovresti modellarti su quello vuole o non vuole la tua amante ma vivere in base a quello che tu credi che sia più giusto per te. Ognuno ha un proprio e differente modello di verità al quale rispondere. Se la tua amante non vuole fare il salto, questo non dovrebbe indurti a fare il marito modello (se non ami più tua moglie) fino a quando lei non deciderà’. Dovresti vivere la tua vita in base al tuo sentire profondo senza farla dipendere da decisioni altrui. Questo ha indubbiamente conseguenze ma la libertà di scegliere della propria vita per me non ha prezzo.

  • Titti, 10 Maggio 2022 @ 08:22 Rispondi

    @Rinascita 21.51 . Il mio è un tragicomicomio Col marito che mi porta il caffettino a letto dopo vent’anni ma non mi … Nemmeno per sbaglio. E il mio ex che una volta disse che” costretto ” ai rapportini coniugali, nel mentre non riusciva a guardare la moglie…tipo ..boh …fissava un punto nel muro? Lasciava la TV accesa ? Ridiamo per non piangere. Quanto squallore, se ci soffermiamo un attimo a riflettere.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 08:52 Rispondi

      E il mio ex che una volta disse che” costretto ” ai rapportini coniugali, nel mentre non riusciva a guardare la moglie…tipo ..boh …fissava un punto nel muro? Lasciava la TV accesa

      Il peggiore della settimana

  • Dispersa, 9 Maggio 2022 @ 22:48 Rispondi

    @Roberto a volte ci si innamora di ciò che non si può avere più che della persona… Se uno ama, a prescindere dalla scelta fatta dall’altra persona, decide di ‘fare basta’ con la vita precedente, perché ci si sente soffocare.
    Se non si soffoca è altro, affetto da una parte e desiderio dall’altra.
    Io se non avessi trovato il re dei tira e molla avrei probabilmente continuato a vita…
    Sinceramente? Goditela finché dura!!

  • Rosa, 9 Maggio 2022 @ 22:21 Rispondi

    Molly esci dal corpo di Sylvia!!

    @Ale ma cosa ha combinato ADS ? È un peccato che sia stato cassato, nonostante a volte fosse in pò ” crudo” se non altro era autentico e soprattutto forniva un prezioso e sincero contributo

  • Sylvia, 9 Maggio 2022 @ 22:10 Rispondi

    Grazie Azzurra per aver citato quello che ho scritto, anzi parte di.

    Hai “solo” dimenticato di citare che io mi sono separata e ho avuto il coraggio di buttare all’aria la mia vita. Non ho più voluto fare la recita a casa. Non ho voluto tutto senza cambiare nulla nella mia vita per rimanere nell’eterno dubbio. Ho avuto coraggio e mi sono ritrovata senza marito e poi anche senza amante. Sola.

    Anche Ellelle, per fare un esempio, consiglia a Roberto cose che nemmeno lei ha fatto. Per esempio lei non si è separata anche se il progetto con l’altro è stato sognato e quasi concretizzato.

    Spesso parliamo con le nostre contraddizioni, questo è vero, e spesso le storie altrui ci aiutano a mettere a fuoco e a dire a noi stessi verità che prima o poi faremo diventare nostre.

    Non vedo saccenza o aggressività in questo. Spero di essermi spiegata ma non mi aspetto di essere capita da tutti.

    Le briciole a cui ho fatto cenno a Roberto le ho vissute anche io quando eravamo amanti:
    Ero la seconda e come tale mi dovevo accontentare mentre lui viveva le parti più importanti della sua vita, i suoi progetti non con me. E continua a farlo.

    Quando si dà un consiglio, almeno io faccio così, si spera che gli altri non commettano i nostri stessi errori ma sappiano fare ciò che noi non riusciamo a fare perché, se ci riusciranno, daranno coraggio anche a noi.

    Io per esempio SO che dovrei andare in terapia per curare la mia dipendenza affettiva.

    Una cosa alla volta: ora gestisco la malattia, quella con la M maiuscola, i ricoveri ospedalieri, la terapia farmacologica, prima o poi la ricostruzione chirurgica. Poi spero che mi sia data la chance di affrontare anche la dipendenza affettiva.

    Prima però ho altre priorità da gestire.

  • Rinascita, 9 Maggio 2022 @ 21:51 Rispondi

    Maribel grazie, spiegazioni eccezionale del matrimonio azienda. Io credevo di essere in un matrimonio azienda ed invece sono in un matrimonio “alla canna del gas”.
    Prima o poi Ale dovrà coniare un’ulteriore sottotipo di gestione matrimoniale.

    • alessandro pellizzari, 10 Maggio 2022 @ 08:26 Rispondi

      C’è chi alla canna del gas ci resta attaccato

  • Roberto, 9 Maggio 2022 @ 21:46 Rispondi

    @Maribel, il mio matrimonio prima di incontrare la mia amante non funzionava pienamente. Se no non credo che mi sarei innamorato. Diciamo che non era un matrimonio da piatto contro i muri. Era ed è un matrimonio trentennale. Con tutti i suoi pregi e molti difetti.
    Per quanto riguarda gli altri commenti che devo dire. Ci stanno, sono un uomo che tradisce. Non è bastato dire che io avrei voluto viverlo alla luce del sole per evitare i commenti che avevo già visto in precedenza. Insomma, non esiste il grigio. Esiste il bianco o il nero. Se tradisci e non lasci tua moglie sei uno stronzo. Se questo è tutto allora è inutile scrivere in un blog dove il 90% dei partecipanti ha fatto la stessa cosa. Non capisco di cosa stiamo qui a discutere.

  • Rinascita, 9 Maggio 2022 @ 21:39 Rispondi

    Cossora non mi manca la poesia, ne ho avuta fin troppa ahime’. Fare l’amore è ben diverso che una penetrazione. Proprio per questo ritengo se ne possa fare a meno. Tanto più se non ho neanche piacere nel farlo. Se così e’! Non dirmi che in tutta questa “meraviglia” dell’amantato ci metti anche la totale indifferenza in ordine al fatto che il tuo amore possa “penetrare” semplicemente la moglie, solo perché deve. Immagino che tu creda, come ci ho creduto io (ma tu forse a ragione per lo stato di separazione in casa del tuo lui che descrivi) che questo al tuo sposato non accada. D’altro canto se non ricordo male avevi comprensibilmente consigliato a Roberto di iniziare il distacco dalla coniuge proprio a partire dal sesso. Quando si ama non può essere diversamente. Non sovvertiamo la natura!

  • elleelle, 9 Maggio 2022 @ 21:33 Rispondi

    @Azzurra
    Tieni presente che qui abbiamo un possibile problema di identità e in questo contesto le incongruenze non devono stupire.

  • elleelle, 9 Maggio 2022 @ 21:30 Rispondi

    @Cri28
    A me sembra invece che il bottone on/off ci sia.
    Roba tipo il rapporto finito che non è finito, la separazione che magari sì ma poi anche no, l’amante che si ama ma si va a letto con la moglie. Cose così.
    Le reazioni di una moglie saranno anche imprevedibili ma c’è una costante: a nessuna piace avere le corna e l’esperienza qua dentro ci insegna che il tradimento rode eccome, anche a distanza di anni. È un grosso rischio da correre.
    E comunque qui si parla di un uomo che ha detto che si sarebbe separato, quindi di un matrimonio finito.

  • Azzurra, 9 Maggio 2022 @ 21:19 Rispondi

    @Sylvia non si tratta di essere più o meno simpatici ma esclusivamente di incoerenza in tutto ciò che dici. @Elle è molto coerente, lo è sempre stata, è a volte anche dura ma non si contraddice, crede in determinati valori ed è la prima a metterli in pratica e se permetti se devo prendermi una lezione di vita io la posso accettare da chi come lei non è che predica bene e razzola male anzi tutt’altro. Solo questo e nient’altro. Per farti capire meglio ho estrapolato frasi dai tuoi commenti almeno così ti rendi conto da sola.

  • Viovio, 9 Maggio 2022 @ 20:35 Rispondi

    @Lia “finché c’è moka c’è speranza” mi hai fatto morire dal ridere!!
    E poi scusate la sfrontatezza ma tu @Molly sei veramente fuori come un balcone!!

  • Maddy, 9 Maggio 2022 @ 19:47 Rispondi

    @MigliediunRobertoQualsiasi adoro!
    Capisco le difficoltà di un @Roberto, ma dopo un tempo ragionevole, io penso che si debba uscire dall’impasse, ovvero allo scoperto, oppure chiudere definitivamente con l’amante. E invece no, perseverate, continuando a prendere tutto, senza rinunciare a nulla, proprio come descrive questa moglie. Egoisti allo stato puro.

  • Sylvia, 9 Maggio 2022 @ 19:30 Rispondi

    dalle tue parole traspare una certa dose di
    ” aggressività ”

    Azzurra ho riletto le mie parole e non vedo aggressività. Mi pare che gli interventi di Ellelle affondino decisamente di più la lama. Io ho detto di non essere la persona giusta per dare consigli viste le mie scelte. Resto dell’idra che per capire meglio se stessi la terapia sia utile.

    Mi dispiace che di tanti interventi più o meno nella stessa direzione (a parte Cossora e Cri) tu abbia criticato solo il mio. Pazienza. Non si può essere simpatici a tutti.

  • Titti, 9 Maggio 2022 @ 19:21 Rispondi

    Mi scuso con tutti se salto qualche passaggio ma in settimana mi è difficile leggere il blog , e magari non rispondo a tutte le osservazioni. per farvi meglio capire cosa intendo, ovviamente parere mio opinabilissimo: mio marito, colui il quale non ha e non vuole avere rapporti sessuali con me da una vita, mette su la moka e mi porta il caffè a letto ogni mattina da sempre. Io prendo il caffè con i miei colleghi ogni giorno. Il caffè insieme può quindi essere indice di grande complicità e creare una forte intimità che si riflette anche ma non necessariamente su quella sessuale. Il sesso è sesso. Sì Cossora, secondo me è eccitazione penetrazione eiaculazione. Può essere un percorso sensoriale, può essere meraviglia, può essere due secondi alla mantienimi che mi mantengo purché mi tolgo il pensiero . Entro vengo ed esco. Può dare mille emozioni diverse ma non avere mille significati ed interpretazioni. E non è appiattimento, ma realtà ( sempre parere mio). A.me faceva sorridere il mio ex ( o meglio, adesso sorrido ma all’epoca mi ha spaccato l’anima) che si lamentava, quando provò a tornare da me, del fatto che avesse questi rapportini al limite della sgradevolezza con la moglie. Roba di pochi secondi quasi. Come se glielo avesse prescritto il medico. Ridicolo. Patetico. Quando gli dissi: ma chi ti costringe? Rispose: mi renderebbe la vita impossibile. Perché invece così è un Carnevale di Rio??? Immagino la moglie che parla con le amiche lamentandosi che il marito dura pochi attimi… il teatro dell’assurdo . Continuo a dire che mi piace capire, ma la verità è che mi riesce difficilissimo. Riguardo maribel : io non so se il mio sia un matrimonio azienda, bianco o non so cos’altro. So che non andiamo a letto insieme ma che insieme stiamo abbastanza bene. Avrei lasciato tutto al volo per il grande amore, ma le cose sono andate diversamente. Mio marito sa ( breve riassunto per Roberto) ma mi ha chiesto di non andare via anche per un mio problema di salute importante. Andiamo d’accordo, non ci amiamo ma siamo di grande supporto uno all’altra.

  • Cri28, 9 Maggio 2022 @ 18:48 Rispondi

    Elleelle, le reazioni di una moglie o un marito alla richiesta di restare separati in casa o alla dichiarazione di non essere più amati non sono prevedibili. Possono non accettarlo, chiedere di iniziare una terapia, voler sapere di più, cercare di ricostruire. La sincerità può esserci, ma solo dopo avere compreso di essere disposti o volersi separare. Non mi sembra così strano che una persona che è sposata da trent’anni ci metta del tempo per capire se il suo matrimonio è finito del tutto o no, attraversi fasi di dubbi e ripensamenti e che attraversi periodi di infelicità. Non c’è un bottone on/off.

  • maribel, 9 Maggio 2022 @ 18:33 Rispondi

    Io ho capito benissimo cosa intende @roberto quando parla dello sguardo che si scambiano al bar e anche quel che intende @cossora mentre prepara la moka.
    Vogliono dire che nessun rapporto sessuale di nessun tipo coi loro coniugi o ex coniugi potrebbe essere paragonato a quella elettricità che provano in quei momenti. Ci sono sensazioni che si provano solo con una persona CHE VALGONO PIÙ DEL SESSO VERO E PROPRIO.
    E anche secondo me è cosi.

    Infine, leggendo uno dei tuoi ultimi commenti @Roberto, se per tua moglie hai stima, hai affetto e dici che prima di conoscere l’altra persona era una coppia che funzionava pienamente, credo tu non sia a certi livelli da non poter tornare indietro. Forse ora senti più il senso della sconfitta, magari ti vergogni di confessarlo a te stesso, ma cerca sE dentro di te non c’è anche il desiderio di tornare al tuo mondo di prima, da padre e marito perfetto. Forse la stima per tua moglie ti può salvare. Io sono messa molto meno bene di te, per esempio, perché non posso dire che prima funzionasse tutto pienamente. Anzi, dico che se ho rivolto attenzioni altrove era perché ero molto frustrata e anche delusa.

  • Lia, 9 Maggio 2022 @ 18:31 Rispondi

    @Elleelle hai ragione. @Roberto non ci sta dentro. A mio avviso deve tirare fuori gli attributi e cambiare in qualche modo la sua situazione, prima che il non volerla affrontare possa evere delle conseguenze.
    Se uno non è sereno e si lascia prendere dall’emotività, commette errori e non controlla appieno la situazione.
    Conosco molto bene come ci si sente.
    @Cossora, dai certi consigli perchè la tua situazione è differente. Il matrimonio azienda del tuo amante sta bene inspiegabilmente(per me) a lui, a sua moglie e anche a te. Finchè c’è moka c’è speranza!

  • Lolly, 9 Maggio 2022 @ 18:29 Rispondi

    @ Roberto…guarda che succede a molti uomini di essere scoperti e di non instaurare un rapporto duraturo con l’amante, per svariati motivi…e si ritrovano soli, senza famiglia( e le diatribe del caso) e senza una donna a fianco…quindi…se resti con tua moglie vivi in uno stato di agio e infelicità sentimentale, se molli tutto potresti restare solo e ricominciare da te…sono due scenari che ti si possono presentare…vedi dove pende l’ago della bilancia e dopodiché fai una scelta interiore e vedrai che troverai pace!…potrai rivedere tua moglie una donna interessante o vivere gli anni che verranno seguendo un nuovo copione…la scelta è tua!!

  • Lia, 9 Maggio 2022 @ 18:05 Rispondi

    @Roberto, la relazione in cui ti innamori di un’altra non ha i connotati di una storia finita? Perchè? C’è rispetto e stima? Muà
    Le parole, però, hanno un peso. Se vuoi essere un buon padre e un buon marito, come hai scritto tu, perchè non ti sforzi di esserlo?
    Non mi soffermo sul buon padre, che per me potresti continuare ad esserlo anche se ti separi o hai l’amante, ma il buon marito non può prescindere dal fatto che tu non tradisca tua moglie! O, anche qui, continui ad esserlo perchè fai la spesa e hai rapporti con lei? Inutile, parliamo lingue diverse!

  • Lia, 9 Maggio 2022 @ 17:43 Rispondi

    Certo che se Sylvia è Molly c’è da preoccuparsi…

  • Azzurra, 9 Maggio 2022 @ 17:24 Rispondi

    @Sylvia,messaggio del 28 aprile ore 16:31
    ho estrapolato queste tue parole per capire alla luce di ciò che scrivi adesso come possano combaciare, come possa la stessa persona scrivere cose completamente discordanti :
    ” ho buttato via anni dietro un uomo sposato che non mi ha mai detto che voleva separarsi da sua moglie e sono stata una testarda e me la sono raccontata che non volevo di più neanche io e quando mi ha annunciato che tra noi era finita, mi sono resa conto che volevo proprio lui e oggi che so di non poterlo avere né come amante né come compagno di vita e non sapendo quanto mi rimane da vivere e se guarirò, mi sta bene di sentirlo quando lui me lo concede e quando un piccolo messaggio mi sembra una grande conquista. Non ho voluto io rivolgere le mie attenzioni a nessun altro e ho scelto, sbagliando, per anni di accontentarmi di briciole e oggi ho ancora meno delle briciole, ma ho deviso che tutto quello che mi dà piacere anche momentaneo, lo voglio”
    Ora spiegami @Sylvia come fai a dire a @Roberto : “ma a parte il piacere dei momenti in cui vi vedete, cosa mai metterai in saccoccia? Nulla. Solo attimi rubati, emozioni, orgasmi ma poi l’amaro in bocca del non essere scelto”.
    Ma proprio tu che aspetti messaggi dal tuo ex, che dici di volerti accontentare anche delle briciole o di tutto quello che ti potrebbe dare piacere momentaneo e sottolinei : Lo Voglio!
    Scrivi ancora “Una relazione di coppia si basa sulla sincerità, sulla fiducia (che stai calpestando!) e sulla reciprocità. Questi ingredienti non possono esserci a senso unico!” È infatti tu hai deciso di accontentarti delle briciole e anche meno ma è a @Roberto che dici di andare in terapia. Le briciole di @Roberto non sono messaggi ma molto di più, quel di più che tu accetteresti ben volentieri se il tuo ex te le concedesse e non credo proprio che l’unica funzione dell’amante di @Roberto sia unicamente quella di attizzarlo.
    Non sto dicendo che lui faccia bene a continuare a vivere così ma certe frasi dette con astio e saccenza, certi moralismi dopo aver dichiarato quanto sopra proprio non li capisco.

  • elleelle, 9 Maggio 2022 @ 16:36 Rispondi

    @Cossora
    Altra cosa: Roberto non è felice. L’amantato e il matrimonio non gli danno felicità perché evidentemente lui è fatto così. O gli piace auto-commiserarsi o dividersi tra due donne con aspettative disattese e bugie non fa per lui.
    Cosa gli consigliamo, di andare avanti così, infelice perché è tanto bello fare quello che ci fa star bene ma alla fine ci fa star male?
    Tu la vedi solo sul piano di un’integrità che evidentemente disprezzi, io la vedo sul piano di risolvere un problema.

  • Ariel, 9 Maggio 2022 @ 16:30 Rispondi

    Ciò che vale se si continua a vivere insieme e dovendosi nascondere scrivere che se va bene al partner ( IGNARO PERCHÉ SE NON SI PARLA CHIARO RESTA IGNARO )
    La verità Cossora è che decide sempre chi ha tradito decide con vera arroganza che al coniuge andrebbe bene fare la vita da impresa da azienda??
    Ma restano sempre tutte concrete illazioni supposizioni arrogarsinil il diritto di decidere per l’altro
    Finché non esiste vera chiarezza delle carte in tavola
    Avete voglia di dire va tutto bene perché il partner accetterebbe azienda???
    Si ma quale azienda senza aver fatto i conti con il “ mi guardò bene dal dire che ti sto cornificando alla grande”
    È uno se lo se deve pure sognare da solo o da sola ,a seconda dei casi ,
    Per la grazia di chissà cosa e chissà chi vi fate tutti i giochini del lui ha già capito lui dosa o lei a dpseconda dei casi
    Se gli va bene così io che xxzo ho da dire???
    Ma insomma mi chiedo come sia possibile non rendersi conto della mega presa per il culo che si fa in modo arbitrario verso il partner della così definita azienda di cui però i conti li conoscesse chiari solo uno dei due soci

    Ma direi che la matematica non è una opinione che una azienda così destinata a fallire e sicuro al 100/100 nel modo peggiore che ci sia

    Insomma lascia pure da parte moralismi che non servono a rendersi consapevoli delle cazzate di scelte che alcuni coniugi traditori senza parlare di nascosto fanno finta che tutto vada bene??
    Il di nascosto non funziona mai in nessun legame
    E tanto meno in nessuna AZIENDA!!
    Non è che ci vuole pico della Mirandola per capire questi meccanismi
    Infatti corrispondono esattamente ai dati statistici che rispecchiano proprio il cosa succede ai matrimoni dove esistono amantati di anni di nascoste verità ai coniugi o peggio se solo uno e cioè dove lo squilibrio del esssere una single a amante occupatissimo a fare azienda ma nota bene scolpandosi anche la moglie alla facciata della amante zerbino su soglia di casa ,no azienda altrui

    Ma come fate a non capirlo????

    Dovete per forza aspettare il peggio di venir scoperto???
    Cosa avete fatto di male in un altra vita per voler ad ogni costo soffrire per motivo di vostra ttotale incaponirsi in scelte che nuocciono proprio a voi stesse e stessi e purtroppo anche agli altri che ignari non meritano affatto di vivere false vite in falsa azienda

    Non funziona mai e questa non è una opinione ma vera Realtà 70/100 di amantato fallisce di brutto!
    E si tira dietro qualsiasi falsa azienda!

  • elleelle, 9 Maggio 2022 @ 16:24 Rispondi

    @Cossora
    “Se chi vive nel matrimonio azienda si tratta bene, non si prende in giro ma si riserva il bello”
    Chi tratta bene, non prende in giro e a chi riserva il bello? A se stesso. Alla moglie che non sa, tanti saluti.

  • Sylvia, 9 Maggio 2022 @ 16:17 Rispondi

    Secondo te non lo so da solo che così non si va da nessuna parte? Ma è una rinuncia che adesso non voglio fare, assumendomi le responsabilità nel caso io venga scoperto.

    E cosa significherebbe Roberto “assumermi le mie responsabilità se venissi scoperto?”

    Suona tanto male… ti ci vedo proprio all’improvviso a ottenere la distruzione della tua famiglia, vedere lo sgomento sul viso di tua moglie, i tuoi figli che realizzano e si schierano e magari tu che arrivi a minimizzare “erano solo due mesi”, “ho preso uno scivolone”… le abbiamo lette tutte.

    Non si può aspettare con il ferro di cavallo che gli eventi accadano, mi sembra scellerato. Ci vuole un piano.

  • cossora, 9 Maggio 2022 @ 16:06 Rispondi

    @Molly non ti si può leggere .. hai cambiato il nick ma sei identica. Dai. Torna tu cn la tua faccia e basta.
    Ma che te frega?

  • Ariel, 9 Maggio 2022 @ 15:42 Rispondi

    alessandro pellizzari, 9 Maggio 2022 @ 08:44Rispondi
    Sul razzismo non transigo. Non vedo scuse poi, è un soggetto che quando gli fai un’osservazione fa finta di niente. Espulso

    CaroAlessandro voglio qui spezzare una bella e grande arancia su questa tua grande è buonissima presa di posizione in cui verso la discriminazione e esprimersi con vero razzismo conclamato nella sostanza di molti suoi scritti con il culmine del venirlo a scrivere più chiaro di come ha fatto ads utente non esiste nessun se o ma

    Ti fa GRANDE ONORE E MERITI SICURO UN PLAUSO SENZA SE O SENZA MA!

    Parlo per come resta il mio pensiero convinto e che condivido in pieno con te su quanto resti FONDAMENTALE non avere NESSUN MA NESSUN SE verso chi
    NON soltanto si è espresso più volte in veri contenuti discriminazioni chiarissime verso le Donne tutte le donne
    Ma venirlo a scrivere

    E PEGGIO
    Invitato da te a scusarsi

    Il buio totale.

    Si Ti applaudo e mi sento veramente amata e protetta da te !
    Grazie CaroAlessandro per riuscire a essere così come sei di fronte a ciò che SIGNIFICA la sostanza è la parola RAZZISMO!

    • alessandro pellizzari, 9 Maggio 2022 @ 15:49 Rispondi

      su certe cose non si scherza e l’ignoranza o leggerezza non bastano

  • Sylvia, 9 Maggio 2022 @ 15:13 Rispondi

    Se vai da uno psicologo, fatti aiutare a capire cos’è l’amore e vedrai che sei fuori strada con entrambe le donne della tua vita.
    A una vuoi bene, l’altra ti attizza ma non stai facendo la cosa giusta per nessuna delle due.
    E infatti non stai bene con te stesso, perché dentro di te lo sai. Come vedi, tutto fila.

    Sottoscrivo in tutto! Brava @Ellelle

  • Azzurra, 9 Maggio 2022 @ 15:07 Rispondi

    @Sylvia : ” io credo che tu abbia una dipendenza affettiva dall’amante (come me del resto, purtroppo…) ma a parte il piacere dei momenti in cui vi vedete, cosa mai metterai in saccoccia? Nulla. Solo attimi rubati, emozioni, orgasmi ma poi l’amaro in bocca del non essere scelto vome il primo e l’unico ti faranno a un certo punto cadere nel baratro e arriverà la disperazione e la depressione.”
    Punto primo io non capisco come una ex amante che ancora spera di essere scelta dall’uomo che ha già scelto la moglie possa parlare in questi termini. Punto secondo dalle tue parole traspare una certa dose di
    ” aggressività ” che in questo blog abbiamo già respirato tramite un’altra utente. Anche la tua frase finale ‘ vai in terapia…. ” ma con quale presunzione e con che tono irritato dici a @Roberto di andare in terapia? Semmai glielo puoi consigliare e magari potresti usare un tono meno saccente e antipatico! Ma magari @Roberto potrebbe risponderti di andarci tu per prima in terapia!
    Un’ altra che si mette sul pulpito.. o sempre la stessa??!! Mah

  • Roberto, 9 Maggio 2022 @ 15:03 Rispondi

    @elleelle, quante cose dici senza sapere le cose come stanno veramente.
    @Cri28, il tuo matrimonio ricorda molto il mio. Di cosa ho paura? Di non riuscire a vivere la vita senza ciò che adesso provo dentro.
    @Viovio, lo so che dovrei troncare con l’amante. Secondo te non lo so da solo che così non si va da nessuna parte? Ma è una rinuncia che adesso non voglio fare, assumendomi le responsabilità nel caso io venga scoperto.

    Grazie a tutte comunque, sono contento che la mia storia susciti interesse, forse perchè sono l’unico ometto. Ho le idee ben chiare, so dove sono e so che così non posso andare avanti molto. Per il resto non ho più molto altro da dire. Chi pensa alla mia vigliaccheria e scorrettezza e che mi comprende vivendo il mio stesso momento. Ogni parere è rispettabile. Ed io l’ho letto sempre con interesse.

    @Ale, posso permettermi di intercedere per @ads? Come unico rappresentante maschile, oltre te, mi sento soletto.

    • alessandro pellizzari, 9 Maggio 2022 @ 15:12 Rispondi

      C’è anche love. Tu hai visto scuse?

  • elleelle, 9 Maggio 2022 @ 15:02 Rispondi

    @Mogliediunrobertoqualsiasi
    Spero che il tuo roberto tu l’abbia mandato a quel paese.
    Per il resto cosa dire, hai ragione. Il tradimento della propria fiducia lo sente l’amante e a maggior ragione la moglie. Mi sembra però che sia un concetto difficile da digerire.

  • cossora, 9 Maggio 2022 @ 14:20 Rispondi

    @elleelle non abbiamo tutti la tua integrità.
    O meglio, non tutti abbiamo l’integrità ‘on demand’ dove ce l’hai tu.
    Anche tu sei stata tutto fuorchè integra dove e quando non ti creava problemi non esserlo.
    Se chi vive nel matrimonio azienda si tratta bene, non si prende in giro ma si riserva il bello senza che nulla (più o meno ma qui il discorso diventa lunghissimo) disturbi troppo l’impresa.. perchè bisogna stravolgere tutto per questioni di principio?
    Sono tre anni che vi leggo e che la menate con sti fatti, se nei fatti uno sta bene e il coniuge se la fanno andar bene.. valgono quelli. No?

  • Viovio, 9 Maggio 2022 @ 13:38 Rispondi

    @Titti la passione che esplode fra due amanti non è assolutamente paragonabile ai rapporti che vengono consumati fra due coniugi di lunga data. I più fortunati hanno complicità e fantasia nonostante gli anni di relazione, ma sfido chiunque dopo 20 anni a fare l’amore con la stessa passione ogni volta che si ritrova sotto