20140422-105225.jpg

Il Wall Street journal fa un bel grafico sulla percezione dell’adulterio in vari Paesi del mondo (l’Italia non c’è, forse perché noi sulle corna non amiamo fare esternazioni,) e mi fornisce l’occasione per dirvi come va questa mia nuova avventura del blog.

Dal 17 marzo, giorno in cui l’ho costruito sotto l’attenta direzione del mio coach Massimiliano Monti ho avuto, ad oggi, circa 3000 visite. Non male per un blog che non è ancora indicizzato al massimo regime sui motori di ricerca.

Certo, scrivo quasi tutti i giorni, questo conta e, evidentemente, scrivo cose che più o meno interessano. I miei visitatori leggono tanto e commentano poco, ma credo che sia un trend abbastanza consolidato nei blog.

Il post più gettonato, o se preferite l’articolo, è quello del sono sposato ma non morto
Più di 100 visualizzazioni solo ieri, molte nei giorni precedenti, 61 condivisioni su facebook, 14 commenti, anche grazie al supporto e interesse della scrittrice Grazia Scanavini che ha voluto commentare e interagire autorevolmente su questi temi.

Insomma, il tradimento e la coppia sono nella top ten delle visite sul mio blog. Un tema evidentemente caldo…

Grazie a tutti voi che mi seguite e mi seguirete. Scrivere è bellissimo, ma scrivere è per essere letti. Altrimenti diventa una forma di onanismo

Condividi:

2Commenti

  • alessandro pellizzari, 24 Aprile 2014 @ 17:55

    Grazie cara. Sì molti leggono e pochi commentano, ma in un paese in cui la lettura è ancora un hobby ‘elitario’ già mi basta che leggano. E poi si sa, gli italiani di sesso o parlano troppo o stanno zitti. E nei sondaggi spesso mentono

  • Grazia, 24 Aprile 2014 @ 16:51

    …per me è un piacere partecipare e condividere, soprattutto quando le discussioni sono prive di ipocrisia e costruttive, di confronto. Certo che questi argomenti (per i quali condividiamo interesse) credo siano pertinenti e coinvolgenti per tante anime… purtroppo ancora, al giorno d’oggi, i tabù e il condizionamento educativo limitano l’interagire di tanti, ma leggono, e piano piano tanti lettori comprenderanno che esprimersi su questi argomenti diventa un modo per liberarsi dai condizionamenti!!

    In bocca al lupo Pellizzari!!

    Grazia Scanavini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.