Ieri mio figlio Nicolò, 11 anni, mi parla di Niccolò Machiavelli e del suo famoso “il fine giustifica i mezzi” e mi chiede: ma aveva ragione? La risposta non è stata semplice, visti i tempi e visto il fatto che mio padre, Dio lo abbia in gloria, diceva sempre a suo nipote che l’importante non è partecipare, ma vincere.

Così ho iniziato a spiegargli che sono due gli ostacoli naturali al con “ogni mezzo”: la coscienza e l’etica. Divise o indivisibili, la coscienza e l’etica si esprimono di fronte allo specchio, caro Nicolò.

Lo specchio al mattino, quando ti guardi e sei solo con la tua immagine: lì capisci chi sei, cosa hai fatto e come stai. Un piccolo consuntivo che forse non ha la forza e il peso di una confessione di fronte a Dio, ma ottimo e mai mentitore.

Più forte delle regole, più forte delle leggi degli uomini, la propria coscienza è il limite naturale al perseguimento di un fine con tutti i mezzi.

È il bushido che dobbiamo sempre seguire caro Nicolò. Forse non otterremo mai il raggiungimento di molti sogni, ma allo specchio non faremo la fine di Dorian Gray

 

PS: la frase è citata ne Il Principe ma mi dicono che l’autore originale è Ovidio tks to Marina e Paolo

20140320-185338.jpg

Condividi:

5Commenti

  • Rita Tosi, 21 Marzo 2014 @ 09:10 Rispondi

    E’ curioso vedere che queste dinamiche nascano a quest’età e non prima. Sarà l’efftto dell’innocenza dei bambini?

  • alessandro pellizzari, 21 Marzo 2014 @ 09:16 Rispondi

    I bambini non sono offuscati da sovrastrutture di bon ton sociale. Sono crudi quanto senza peccato

  • Grazia, 24 Marzo 2014 @ 09:14 Rispondi

    Io nell’educare mio figlio ho usato e uso sempre un solo termine chiave: il RISPETTO. Tutto è fattibile purché non vada contro il rispetto di se stessi e degli altri.
    Sembra una cosa scontata e banale, perché il termine “rispetto” al giorno d’oggi è ovunque, ma a risulta poco incisivo perché ha perso l’intensità del suo significato: credo che educando i bambini al concetto primordiale di questo termine si possa fare molto per dare loro la capacità di valutare come comportarsi…..

    • alessandro pellizzari, 24 Marzo 2014 @ 13:36 Rispondi

      Hai ragione Grazia, il rispetto è fondamentale. Non a caso io dico sempre ai miei figli che noi non siamo amici. Io sono il padre, un genitore. Possono contare su di me, io sarò sempre il loro porto sicuro ma… Massimo rispetto

  • Lory, 10 Ottobre 2019 @ 05:12 Rispondi

    Mi commuovo moltissimo vedendo l’amore che nutri per i tuoi figli. E’ una cosa meravigliosa! Sono molto fortunati ad avere un padre come te! ^^

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.