man and woman holding hands walking on seashore during sunrise
Photo by Asad Photo Maldives on Pexels.com

In questa video diretta parlo dei veri amanti felici, quelli destinati nel giro di tre anni (è il tempo massimo per il successo, secondo le mie statistiche ed Epidemiologia di coppia) a diventare una nuova coppia alla luce del sole, persino a vivere insieme o sposarsi

CLICCA SOPRA PER VEDERE SUBITO IL VIDEO

In questo video rispondo anche alle domande delle lettrici in diretta e analizzo i seguenti temi:

  1. I primi mesi, felici tutti
  2. Il secondo semestre: c’è chi fa programmi teorici per il futuro, chi li inizia a mettere in pratica
  3. La roadmap di coppia
  4. L’importanza della curva dell’amore… in salita costante!
  5. Meno messaggi e più vita reale insieme
  6. Lui si prende sempre più rischi per vederti
  7. Se viene scoperto
  8. Mai più vacanze separati

Buona visione e se avete bisogno del mio aiuto scrivetemi ad anpellizzari@icloud.com

Segnate in agenda: prossima presentazione del mio libro e incontro con le lettrici il 7 marzo a Venezia!

Condividi:

10Commenti

  • Leilei, 6 Febbraio 2024 @ 12:17

    Giulia credo che molti di quelli che scrivono qui hanno intrapreso una terapia (individuale ovviamente) per capire la propria situazione in presenza di un amante.

  • alessandro pellizzari, 6 Febbraio 2024 @ 11:00

    Ciao Ale, ma in questo identikit tu contempli periodi bui, soprattutto se entrambi sono sposati?
    Mi spiego: possono essere previsti periodi di allontanamento tra i due per ripensamenti, dubbi? Dopo i primi sei mesi, quando diventa necessario chiarire se c’è altro e si può andare oltre?

    Gli allontanamenti ci sono, di solito almeno due ma molto brevi e fallimentari. Il primo è quando ci si rende conto che si è ormai coinvolti: ci si guarda e ci si dice, fermiamoci qui per figli e famiglia. Durata Del primo Codice del silenzio dai 2 ai dieci giorni in media. Secondo Codice del silenzio: dopo il primo anno (quando si decide di puntare a una futura vita insieme) quando lui (o lei) non fa abbastanza per separarsi: durata media 20 30 giorni. Se ti ama. Altrimenti i Codici e i tempi e il ping pong si moltiplicano

  • alessandro pellizzari, 6 Febbraio 2024 @ 10:54

    rivolgersi a uno specialista non è mai sbagliato

  • Alida, 6 Febbraio 2024 @ 09:56

    Ciao Ale, ma in questo identikit tu contempli periodi bui, soprattutto se entrambi sono sposati?
    Mi spiego: possono essere previsti periodi di allontanamento tra i due per ripensamenti, dubbi? Dopo i primi sei mesi, quando diventa necessario chiarire se c’è altro e si può andare oltre?

  • Giulia, 5 Febbraio 2024 @ 21:20

    Io, invece, ho sempre pensato alla “terapia di coppia tra amanti” ma per risolvere i problemi delle rispettive coppie ufficiali, non la coppia di amanti. Quando si è consapevoli che non potrà mai esistere un futuro tra amanti e ognuno rimane legato alla propria rispettiva coppia ufficiale, che ovviamente non riesce a funzionare in presenza di un terzo, parlare con un professionista potrebbe essere una via per capire quali sono i bisogni insoddisfatti. Perché ci si è cercati, perchè si continua a cercarsi, cosa manca nella coppia ufficiale. Probabilmente è l’amore che nella coppia ufficiale non c’è più, ma perchè continuare a cercare l’amante se non è amore neppure quello? Potrebbe essere una dipendenza affettiva tra amanti e allora potrebbe funzionare risolverla insieme a uno specialista?

  • Molly, 5 Febbraio 2024 @ 19:35

    alessandro pellizzari, 5 Febbraio 2024 @ 17:29
    Terapia di coppia per amanti? Gli amanti non dovrebbero essere in crisi, nascono da una crisi. Se sono in crisi è perché qualcuno ha barato

    Eppure ci sono eccome le coppie di amanti che vanno in terapia perché la relazione sta portando sofferenza. E non necessariamente perché uno bara.

    Mi sono trascritta questo commento di un po’ di mesi fa e non ricordo chi aveva scritto queste bellisisme parole che secondo me possono benissimo aiutare a far capire anche le dinamiche in una coppia di amanti:

    “Se si cambiano i bisogni in corsa non si può pretendere o sperare che l’altro cambi di conseguenza. Ha tutte le ragioni di non farlo e se si continua ad insistere il problema non è l’altro…….

    Se io inizio una relazione dicendo che non voglio figli, il mio partner dice lo stesso, siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Se io cambio idea e lui no, per quanto innamorati possiamo essere, non posso tediarlo se non mi segue: prendo atto che non vogliamo la stessa cosa e prendo atto che le uniche soluzioni possibili sono adattarmi o lasciarlo, se lui non mi lascia perchè spera torni all’idea iniziale non gliene posso fare una colpa.” GRAZIE A CHI LO HA SCRITTO, PECCATO CHE NON HO SCRITTO CHI ERA.

    Secondo me si applica benissimo a quando uno dei due cambia il progetto della relazione che era iniziata con un progetto diverso. E quindi si genera crisi.

  • Nara, 5 Febbraio 2024 @ 17:53

    Non è del tutto inverosimile che ci finiscano, quando non riescono a fare il salto nella nuova relazione

  • alessandro pellizzari, 5 Febbraio 2024 @ 17:29

    Terapia di coppia per amanti? Gli amanti non dovrebbero essere in crisi, nascono da una crisi. Se sono in crisi è perché qualcuno ha barato

  • Nara, 5 Febbraio 2024 @ 16:57

    La semplificazione sta nel pensare che dietro un tradimento ci sia sempre solo una e una sola motivazione. Nella pratica clinica invece ci si trova a indagare diverse motivazioni, alcune relazionali, altre totalmente personali. Anche nei rapporti tra amanti le dinamiche non sono sempre chiare, a volte penso che bisognerebbe andare in terapia di “coppia” anche fra amanti, per comprendere meglio.

  • Nara, 5 Febbraio 2024 @ 16:49

    @elleelle tutto quello che vuoi, ma non mettere in dubbio il lavoro di un professionista, lo hai fatto con la tua terapeuta anni fa? Qui non è chiaro che non è il mio compagno che dice queste cose in terapia tipo “lo switch tra dentro e fuori”, è lo psicoterapeuta che spiega i meccanismi a noi che non comprendiamo le dinamiche che si sono innescate. L’esempio della bulimia lo fa per spiegare in modo più comprensibile la difficoltà ad agire sempre con volontà se dentro c’è un vuoto/bisogno da colmare. Poi tu non credi a questo lavoro di riscoperta della coppia, noi si.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.