clicca qui sopra e guarda il video

In una coppia è normale che la vita vera sia condita, nell’era digitale, di tutta una serie di messaggi e chat che fanno da corredo alla relazione che sta crescendo e si sta trasformando… Ma c’è un Ma. Quando i messaggi sono preponderanti rispetto agli incontri reali, come avviene per esempio in tante storie di amanti, questo non è affatto un buon segno. Perché antipasto e contorno non possono essere primi e secondi. In questo video analizzo pro e contro dell’amore virtuale versus quello reale, rispondendo anche alle domande delle spettatrici in diretta

Quando la messaggistica è segnale di interesse

Quando la messaggistica è Controllo

Quando la messaggistica è Abitudine

Quando la messaggistica diventa dominio

Crea Dipendenza?

Cosa faccio fare io in counseling per evitare la overdose da virtuale e riportare in equilibrio il tutto con la vita reale, relazione compresa

La chat spesso diventa sostituito di incontri e della realtà

Un uomo sposato che non ti può o non ti vuole frequentare troppo per non rischiare con la moglie esagera con i messaggi ma ti fa fare l’amante part time

Il blocco: quando va fatto e come va fatto

Buona visione!

Condividi:

7Commenti

  • elleelle, 28 Novembre 2023 @ 16:59

    @Giulia
    Non ti devi vergognare secondo me. Devi trasformare questa sensazione che provi in qualcosa di positivo e cioè in consapevolezza.
    Tu adesso sai e lui non ti frega più. Anche la consapevolezza è un risultato.

  • Beatrice, 26 Novembre 2023 @ 11:46

    Giulia,

    Per me non riusciamo ad accettare che possono averci fatto questo, perché noi gli abbiamo voluto bene davvero.
    E quindi siamo qui in attesa di vedere se è davvero così e speriamo di individuare qualche segnale che smentisca il tutto.

    Almeno per me credo sia così

  • elleelle, 26 Novembre 2023 @ 10:49

    @Giulia
    Quel bisogno È dipendenza ma non è vero, è un artefatto della tua mente, che si rifiuta di pensare in modo razionale e affrontare il distacco con la pazienza necessaria.
    Il bisogno che senti lo devi pensare come il risultato di una manipolazione e rifiutarti di dargli corda. Tu non hai realmente bisogno di lui ma lui ha messo in atto comportamenti umilianti che ti hanno portato a credere erroneamente di averne bisogno.
    Devi cominciare a pensare in modo diverso, non a quello che ha fatto o detto lui ma a quello che farai tu. Accetta di essere stata vittima di una manipolazione da parte di una persona squilibrata e mettici una pietra sopra. Togli spazio ai pensieri che rivolgi a lui perché una fotografia di chi è davvero ce l’hai e quello è il tuo punto fermo, che non cambierà. Chiudi questa fotografia in un cassetto e non farti più domande, quel che è stato è stato. Hai avuto la tua parte di colpa? Può essere, nessuno è perfetto ma adesso devi smettere di tormentarti e devi andare avanti senza questa zavorra.
    Riduci il più possibile ogni pensiero verso di lui e sposta le tue energie su di te.
    Segui il consiglio di @Stefano: scrivi qui per parlare del tuo programma per il tuo futuro, non per farti le ennesime domande su di lui, che tanto non avranno mai una risposta diversa da quella che hai già.

  • alessandro pellizzari, 26 Novembre 2023 @ 09:26

    Ci vuole un aiuto allora

  • alessandro pellizzari, 25 Novembre 2023 @ 09:54

    Come credere a un uomo che si comporta così?

  • Dispersa, 24 Novembre 2023 @ 11:02

    @Giulia è una zecca sociale…

  • elleelle, 24 Novembre 2023 @ 09:44

    @Giulia
    Pensa a quante limitazioni ti aveva imposto pur di non farsi beccare. E comunque riusciva a farsi beccare lo stesso. Un furbetto che è molto meno furbo di quello che crede.
    A me lui sembra un approfittatore che ha scelto la moglie per la sua posizione sociale (aristocrazia , soldi) e te nell’ambiente lavorativo.
    Ha bisogno di tutte e due, per questo non ti vuole perdere. È solo un sospetto il mio ma avere un’alleata in ufficio fa sempre comodo, soprattutto se lui non è uno dei migliori sul lavoro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.