Ecco il mio ultimo podcast #acasadiAleracconta con TRE RIFLESSIONI SULL’AMORE FRA AMANTI: NON ESISTONO DONNE STUPIDE, LA VERA ROAD MAP E LA DIFFERENZA BASILARE FRA UOMINI E DONNE

Puoi ascoltarlo cliccando qui sopra:

Oppure puoi leggerne i testi: eccoli

PRIMA RIFLESSIONE: NON ESISTONO DONNE STUPIDE

Molte di voi iniziano il counseling con me dicendo: sono stata una stupida. Possibile che tutte le donne che interagiscono con me, di qualunque cultura, professione e provenienza, perfette lavoratrici, madri, donne strutturate diventino stupide di fronte a certi uomini? La risposta è no. Non siete stupide, vi siete innamorate, questo vi accomuna. E vi succede spesso in un periodo di particolare fragilità della vostra vita: un classico è il matrimonio arrivato ormai al collo di bottiglia. Ecco allora l’amante: vi siete innamorate di un nuovo uomo che vi ha riempito di attenzioni, emozioni, sesso di qualità, spesso dopo molti anni di deserto emozionale quasi assoluto. Il guaio è che nella migliore delle ipotesi, se il nuovo rapporto fallisce nelle sue ambizioni iniziali, il soggetto in questione o era un debole non in grado di portare il sogno alla realizzazione, oppure era uno che ha giocato la partita bluffando sulle sue vere intenzioni o potenzialità. O, peggio, ha barato, violando le regole del gioco che voi avete invece rispettato. Lo stupido fra virgolette è lui, che ha perso una grande donna o non ha saputo, voluto, tenersela.

SECONDA RIFLESSIONE: UNA ROAD MAP SERIA HA UN INZIO E UNA FINE CERTI

Il primo step di qualsiasi road map FRA AMANTI che si rispetti è darsi un tempo massimo per arrivare alla soluzione del problema: per esempio, dicembre 2021 per separarsi. Non esiste non avere una dead line: se lui non vuole porsi un traguardo certo e prefissato vuol dire che non vuole realmente fare questo percorso, neanche durasse un anno. Il secondo step è la linea di partenza della road map, che consiste nel dichiarare al coniuge ufficialmente che la crisi è conclamata e che bisogna iniziare a ragionare sul cosa fare, perché così avanti non si può Più andare. Se, come dicono tanti uomini, sono da tempo fratello e sorella, non hanno rapporti se non quelli per l’ordinaria amministrazione di famiglia non si capisce perché non dovrebbero guardarsi in faccia e dire: non siamo più una coppia e non si può andare avanti così. Se lui dice che non lo può fare allora c’è qualcosa sotto: forse non sono poi così fratello e sorella? Chi non accetta di fare una road map iniziando da questi due punti come minimo non è convinto di quello che fa con voi.

TERZA RIFLESSIONE: L’AMANTE DONNA È PIU’ CORRETTA E COERENTE

Esiste una grande differenza fra amanti maschi e amanti donne: lei, nel momento che si innamora dell’amante, anche se decide di non separarsi subito, il più delle volte dichiara la crisi col marito e smette comunque di avere rapporti con lui. Infine, prima o poi si separa indipendentemente dall’esistenza dell’amante, spesso anche quando l’amante diventa ex. E non si accorge neanche di eventuali pretendenti alternativi, proprio non li vede. Perché è davvero innamorata.

Lui: non dichiara la crisi, al massimo ci gira attorno, spesso descrive la situazione matrimoniale all’amante esagerando in peggio, non smette di avere rapporti con la moglie anche se frettolosi e sporadici, si separa troppo spesso solo se costretto da un codice del silenzio o se sbattuto fuori di casa perché scoperto (magari dopo aver tentato di rientrarci, a casa, cioè nel posto che descriveva a te come invivibile). Infine si accorge di eventuali altre pretendenti, con le quali spesso non disdegna almeno una chat da profumaio.

Condividi:

272Commenti

  • R, 11 Maggio 2021 @ 16:42 Rispondi

    È un nick ma va benissimo anche R grazie:)

    • alessandro pellizzari, 12 Maggio 2021 @ 08:50 Rispondi

      PER TUTTE

      #acasadiAle a Venezia sabato 29 giugno la grande riunione

      Esclusivo e riservato alle girls della Community di #acasadiAle

      Ragazze, come sapete sto organizzando il nostro incontro a Venezia sabato 29 giugno. Pe ora posso dirvi che sarà un pranzo in un locale in zona Piazza San Marco, seguito ovviamente da qualche ora dove mi dedicherò a voi.

      Dato che i posti saranno limitati, ho pensato di riservarne a voi che siete le mie girls della prima ora, quindi metto questo alert nei commenti prima di ufficializzare per tutti sui social e sul blog in home page

      Dovreste quindi scrivermi alla mail anpellizzari@icloud.com per fare una pre-prenotazione alla quale risponderò con i dettagli operativi e così inizio a farmi un’idea di quante fra voi affezionate vorrebbero venire sicuramente.

      Grazie e vi aspetto tutte tutte tutte!

  • R., 11 Maggio 2021 @ 16:17 Rispondi

    Io sono in una specie di limbo. Non sono innamorata, non cambierei mai la mia vita con mio marito con cui sto da 13 anni (e che invece amo come il primo giorno), ma il mio “amante” virtuale quando ha i suoi periodi di distacco mi manca da morire.
    L’ho conosciuto on line sullo stesso sito di incontri su dove ho incontrato mio marito, parecchio tempo prima di lui, ma non l’ho mai incoraggiato perché io all’epoca avevo 40 anni e lui 16 meno di me. Mi rabbrividiva l’idea di un ragazzino nel mio letto pur essendo io all’epoca decisamente bella ed in forma.
    Con il passare degli anni non ha mai mollato la presa, sempre con messaggi carini vagamente allusivi a cui non ho mai dato corda fino ad un paio di anni fa.
    Mio marito è una persona adorabilmente ironica e molto presente riguardo le mie esigenze materiali ma meno verso quelle affettive. Così l’ho conosciuto e così ho accettato di condividerne la vita.
    Tuttavia con gli anni è cambiato qualcosa in me e ho incominciato ad avere bisogno di attenzione, e ho ceduto al “ragazzino” che intanto è diventato uno splendido quarantenne.
    Non ci siamo mai visti realmente se non in qualche videochiamata dall’ufficio, ma chattiamo moltissimo e solo in alcuni periodi, mentre in altri il silenzio assoluto.
    Non so praticamente nulla della sua vita se non che ha una compagna, un bimbo piccolo, un lavoro molto imoegnativo. Non ho voluto sapere, non ho mai chiesto per evitare una intimità rischiosa.
    Quando lui si silenzia mi silenzio anch’io. Mi dice sempre che io posso dire ciò che voglio quando voglio ma aspetto sia sempre lui a iniziare il nostro gioco.
    E aspetto…questa attesa non mi è mai pesata fino all’ultima video chiamata che avrebbe voluto fare ma che io ero impossibilitata a ricevere, in cui mi chiedeva di andare da lui veramente.
    Gli ho risposto che adoravo vederlo e lui, lo so…
    Sono tre settimane che non si palesa e mi manca, tanto.

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2021 @ 16:39 Rispondi

      R. ti ho cambiato nome perché ti sei firmata non so se con un nick name controlla e cambia la prossima registrazione

    • alessandro pellizzari, 11 Maggio 2021 @ 16:39 Rispondi

      PER TUTTE

      #acasadiAle a Venezia sabato 29 giugno la grande riunione

      Esclusivo e riservato alle girls della Community di #acasadiAle

      Ragazze, come sapete sto organizzando il nostro incontro a Venezia sabato 29 giugno. Pe ora posso dirvi che sarà un pranzo in un locale in zona Piazza San Marco, seguito ovviamente da qualche ora dove mi dedicherò a voi.

      Dato che i posti saranno limitati, ho pensato di riservarne a voi che siete le mie girls della prima ora, quindi metto questo alert nei commenti prima di ufficializzare per tutti sui social e sul blog in home page

      Dovreste quindi scrivermi alla mail anpellizzari@icloud.com per fare una pre-prenotazione alla quale risponderò con i dettagli operativi e così inizio a farmi un’idea di quante fra voi affezionate vorrebbero venire sicuramente.

      Grazie e vi aspetto tutte tutte tutte!

  • cossora, 8 Maggio 2021 @ 17:05 Rispondi

    @vio ho dei momenti di presa di coscienza di quante me ne sono bevute, e la cosa tragicomica è che ogni volta che ne trovo una.. risale a una data precedente all’ultima!
    Però è anche giusto staccare e non pensarci più, non sempre, non troppo. Sennò si hanno sempre gli stesi ricordi ed è importante vivere adesso delle cose nuove per ricordarsele domani.
    Lui dallo psico non so come va perchè non ci sentiamo da un bel po’.
    Potrebbe averlo tirato fuori come dice @Ale per prendere tempo con me, per riacquistare terreno con lei dalla quale potrebbe essersi realmente allontanato (della serie: come torno dall’oggi al domani a dormirci insieme? Colpo di genio! Faccio due sedute, dico che sto capendo e una sera torno nel lettone!).
    Rido.. ma mi faccio un po’ pena io che stavo qui a farmi i ‘film per eccesso’. Purtroppo adesso mi faccio solo film dell’orrore su chiunque mi si avvicini.
    E’ la vita, è andata così. Poi un giorno cambierà.

  • Viovio, 8 Maggio 2021 @ 14:35 Rispondi

    @Cro mi unisco ad Ariel, spero tanto tu sia piena di impegni interessanti e che splenda sempre il sole!
    Mi manchi

  • Ariel, 8 Maggio 2021 @ 13:36 Rispondi

    Esatto Crocus dove sei ?
    Come stai? Spero che la tua assenza dallo scrivere sia motivata dal tuo grande impegno a riprendere la tua nuova vita in positivo
    Comunque cara come vedi ti pensiamo e notiamo la tua assenza

    Un caro abbraccio e che splenda il sole dentro e fuori di te!

  • Viovio, 5 Maggio 2021 @ 21:47 Rispondi

    @Cossora come ti capisco, altro che tarellate mi darei! Il tuo commento avrei potuto scriverlo io, era tutto così chiaro fin dall’inizio ma nulla, sono andata avanti come un treno e di promesse per stare insieme non ce ne sono mai state, però mi amava eh… mi amava da morire… hai avuto notizie di lui e di come procede con la/lo psicologa/o? Anche questa cosa che vanno in terapia per ritrovare se stessi perché dicono di amare un’altra ma non lasciano la moglie, mi sa tanto di presa per il culo.
    Forse sono sfiduciata io che metto in discussione tutto. Tu come stai? Ho iniziato a fare yoga! 🙂

  • Viovio, 5 Maggio 2021 @ 21:36 Rispondi

    @Maddy ha fatto la sua scelta, sono cavoli suoi.
    Sei una donna coraggiosa e tosta avanti tutta!

  • elleelle, 5 Maggio 2021 @ 21:23 Rispondi

    @Cossora
    Se vuoi, un mattarello a testa e giù di legnate l’un l’altra, tipo i burattini.
    Credimi che io di segnali ne avevo ma da una parte pensavo che fosse lui depresso e insicuro, dall’altra lui aveva la reputazione di uomo serio e corretto per cui mi sono fidata.
    Invece era come le recensioni farlocche su TripAdvisor e qualcuna se l’è messa da solo di sicuro.

  • Maddy, 5 Maggio 2021 @ 19:20 Rispondi

    @Vio sì fa male, ma è la realtà. Non gliene frega un c… dei sentimenti degli altri, vuole solo pararsi il culo con la moglie.
    Che dire? Io ho messo in discussione tutta la mia vita. Lui resterà sempre lì a piangersi addosso, e adesso che la stampella non c’è più (nemmeno l’amica) sono cavoli molto amari

  • cossora, 5 Maggio 2021 @ 14:43 Rispondi

    @elleelle me lo son chiesta anche io.
    Perchè era sposato anche prima, perchè le cose che oggi mi fanno pensare ‘ma che cavolo avevo in testa che non ho capito?’ tre anni fa me le sono giocate.
    Mi ha fatto delle promesse, poche e da un certo punto ad un altro.
    Ma vorrei davvero capire su cosa ero così concentrata da non considerare quello che faceva.
    A me di dubbi ne son venuti proprio tanti, ma li ignoravo. Li leggevo in un altro modo.
    Oggi mi darei le tarellate sulla testa da sola!

  • Maddy, 5 Maggio 2021 @ 14:05 Rispondi

    @Ale purtroppo esistono anche questi soggetti, così tremendamente complicati come il mio, che si è sempre definito un “possibilista”.
    Ma possibilità de che???? Di aspettare che la moglie (o l’amante) abbiano i c…oni talmente stracciati che l’unica soluzione è allontanarlo da tutto.
    Un’altra cosa: nei picchi di amore, quelli delle false promesse, delle illusioni (come voglio stare con te per tutta la vita, adesso risolviamo tutto amore mio) lui quelle cose le sentiva veramente, ha solamente tirato fuori ciò che aveva nel cuore.
    Peccato che la scarsa empatia non gli abbia permesso di capire che stava dicendo solo un mare di bugie, e che queste bugie hanno fatto tanto male a una persona che invece lo ha amato sopra ogni cosa

  • elleelle, 5 Maggio 2021 @ 12:35 Rispondi

    @Maddy
    Viene davvero da chiedersi cosa abbiamo trovato in queste persone. Che tristezza.

  • Viovio, 5 Maggio 2021 @ 11:24 Rispondi

    @Ale non mi ha mai detto di volersi separare, i patti sono sempre stati chiari, però mi sarei aspettata un po’ più di tatto da una persona che diceva di amarmi… esatto, la dice lunga su quanto potessi essere importante per lui.

    • alessandro pellizzari, 5 Maggio 2021 @ 12:43 Rispondi

      certo che uno che dice che non vuole separarsi e va avanti anni con l’amante o sono davvero patti chiari reiterati nel tempo altrimenti uno dice che non mangerà mai il cioccolato e una volta alla settimana ne fa una scorpacciata

  • Viovio, 5 Maggio 2021 @ 09:49 Rispondi

    @Maddy la paura del tuo amante è la dimostrazione di quanto poco gli interessi stare con te e dei suoi “sentimenti” nei tuoi confronti.
    Scusami se sono dura, fa molto male raggiungere questa consapevolezza. A me successe la stessa cosa 8 mesi fa quando attuai il primo Cds serio, iniziammo a litigare per messaggio usando wapp e non la solita app super segreta(con autodistruzione dei messaggi, naturalmente proposta da lui), finito di scriverci, la sua più grande preoccupazione era che eliminassi i messaggi non il dolore che stavo provando!
    Hai detto bene, tu ora non hai più nulla da nascondere e sei vera, lui continuerà a mentire e ad accontentarsi.

    • alessandro pellizzari, 5 Maggio 2021 @ 10:54 Rispondi

      finito di scriverci, la sua più grande preoccupazione era che eliminassi i messaggi non il dolore che stavo provando!

      la dice lunga sulle sue priorità e la paura di essere beccato dalla moglie, altro che seprararsi

  • Viovio, 5 Maggio 2021 @ 09:38 Rispondi

    @Piccola lei è una poveretta, ma non ha il diritto di infamarti, fossi in te farei una bella querela.
    Lui invece è più poveretto di lei a permettere tutto questo. Che gente… Bleah
    Mi raccomando non mollare! Hai fatto veramente passi da gigante rispetto a qualche tempo fa.
    Sei tosta!
    Ti abbraccio

  • elleelle, 5 Maggio 2021 @ 09:23 Rispondi

    @Azzurra
    Neanche io avevo idea che esistessero, ero totalmente impreparata perche’ non avevo mai avuto bisogno di informarmi su queste persone e i loro disturbi. Avrei fatto volentieri a meno, di tutto.
    Sono stanca, stufa marcia di questi pensieri, di sentirmi una m…., di avere la sensazione di essere stata con un essere distruttivo, che non ha mai ragionato su quello che stava facendo.
    Tutto l’amore che abbiamo messo in queste storie ci si e’ rivoltato contro, senza che ne avessimo colpa. Mamma mia che schifo!!!!

    @crocus
    Ti penso e ho capito.

  • Ariel, 5 Maggio 2021 @ 00:37 Rispondi

    E quindi Dispersa la tua più che condivisibile affermazione è convinzione che :
    “ L’unica cosa che non accetto sono le bugie, raccontate per rabbonire l’amante o per paura di… Semplicemente basterebbe essere più sinceri!!
    Avere il coraggio di dire quello che si pensa lasciando le persone libere di scegliere!!! “

    Scritto così mi viene da dedurne che questi ottimi principi vilissimi si debbano ovviamente intendere validi per qualunque persona
    Sia un ex amante come al proprio compagno ,ad esempio,

    Tu che ne pensi adesso che pure il tuo compagno ha il diritto alla verità realtà in modo da poterlo lasciare scegliere liberamente???

    Interessante osservare come alcuni principi siano davvero validi per qualsiasi essere umano e indipendenti da qualsiasi ruolo e situazione

    Cio che piace venga fatto a noi stessi ugualmente funziona se si usa lo stesso comportamento verso gli altri
    Tutti gli altri senza nessuna eccezione

    Che cosa ne pensi cara Dispersa??

  • Ariel, 5 Maggio 2021 @ 00:22 Rispondi

    Ah ah ah avvocato
    SALVE ah ah e sicuro a leggerti direi che é assicurata la risata ah ah ah
    Scusami ormai lo sai che sto come tua zia quella che tu non sopporti perché te le cAnta e te le suona tutte
    Ah ah ah

    Ma avvocato ma tu ti rileggi ogni tanto ?
    No nel senso tu riesci a capire cosa scrivi????
    Ah ah ah come vedi o meglio immagina rido a mo di risatona irrefrenabile ma a che rapporti ti riferisci con i 3 o 4 rapporti che non sono andati bene con la tua amante
    Ma che vorresti dire rapporti sessuali?
    Hai fatto forse cilecca???
    Ah ah ah oppure cosa cosa non ha funzionato?
    E lei come mai ti ha fatto la piazzata???
    Guarda secondo me,proprio perché la vita è una e mi scappa da ridere ogni. Volta che ti leggo vorrei solo capire se ci fai o ci sei proprio ah ah ah

    Avvocato raccontaci come si è svolta la sceneggiata cerca di farlo mettendoci tutte le tue espressioni tipo
    Ingastrimento però razionale

    Ah ah ah
    Non ti offendere che la vita è una e quindi ridi e racconta cosa hai combinato a tua ex amante ahah
    Che tre o quattro rapporti con cilecca???

    Salve avvocato!!!

  • Azzurra, 4 Maggio 2021 @ 23:56 Rispondi

    @Vio prima di conoscere lui non avevo la benché minima idea che esistessero persone così. Stando con lui tutto ciò che per me era la normalità si è completamente ribaltato. Quante notti ho passato a chiedermi cosa io sbagliavo con lui, perché non riuscissi ad entrare in connessione con questa persona, perché una semplice critica o una lamentela da parte mia dovesse trasformarsi sempre in tragedia, a chiedermi il significato di quei silenzi lunghissimi, delle sue sparizioni improvvise e dei suoi ritorni. Avrei preferito non averlo mai conosciuto, avrei preferito non aver dovuto vivere una storia così complicata che mi ha lasciato senza energie e che in cambio non mi ha dato mai nulla. Avrei voluto semplicemente amarlo ma lui non me lo ha mai concesso.

  • Maddy, 4 Maggio 2021 @ 23:18 Rispondi

    @Crocus dove sei?!?

  • Maddy, 4 Maggio 2021 @ 23:16 Rispondi

    @Piccola ti capisco perfettamente quando dici che l’importante è che loro stiano bene.
    Il mio ex si c..a sotto dalla paura che mio marito possa andare a riferire qlc a sua moglie. Se succedesse il danno sarebbe “irreparabile”… il dramma dei drammi.
    Io invece ho dovuto confessare, a tutti, farmi in mille pezzi, abbassare la testa e chiedere perdono per tutte le mie colpe. Mai sai una cosa? Adesso sono io, quella vera.
    Ti abbraccio Piccola, sei più forte di quanto pensi.

  • avvocatodistrada, 4 Maggio 2021 @ 22:44 Rispondi

    salve voglio precisare solo una cosa che magari era sfuggita, negli ultimi mesi i rapporti diciamo anche 5, 6 i rapporti di ogni tipo con la mia amante si sono distaccanti per tanti motivi, questo distacco ha suscitato in me una consapevolezza, un vedere le cose dall’esterno in maniera piu razionale, poi nessuno giudica nessuno.
    vi saluto,sorridete che la vita è una.
    e ribadisco se qualcuno/a di voi ha pensaoto che la mia amante ha fatto le sue piazzate per qualcosa che abbia commesso, per qualche promessa disattesa, niente di tutto cio.

  • Piccola, 4 Maggio 2021 @ 19:04 Rispondi

    @Azzurra grazie. Mi fai piangere. La mia strada è ancora in salita perchè ha distrutto la parte più bella di me quella di essere gioiosa. Ho avuto tanti problemi da bambina per i miei, il mio matrimonio è stato bello ma ad un certo punto mi sono sentita SOLA, poi è arrivato lui e nuovamente ho dovuto cavarmela in solitudine, incassare gli insulti di lei, sentirmi una rovina famiglie solo per aver voluto bene e non aver ricevuto nemmeno una parola da lui. Questo ancora mi pesa, so che finirà ma pesa. Lei sta cercando di infilarsi indirettamente nella mia vita, io ignoro ma è pesante. Racconta a tutti quelli che mi conoscono di quello che è successo e spesso lo vengo a sapere. Si arrenderà spero ma a volte sale la rabbia quando penso alla faccia di bronzo di lui che è scappato recitando la parte del povero ammaliato dalla maga circe tornando a fare il marito perfetto, il paladino della famiglia senza considerare il dolore che ha provocato. L’importante è che stia lui bene, il resto non conta. Io le odio le persone superficiali ed egoiste quindi non posso averlo amato. Ma come scrivi, lui è così piccolo che non si è accorto dello schifo che ha dentro. Forse lo capirà quando sarà troppo tardi per se stesso perchè rimarrà lui da solo anche se sono sicura che lo è anche adesso, infatti ha provato a chiamarmi perchè ha bisogno della spalla su cui ha pianto per 4 anni mentre io le mie lacrime le ho dovute asciugare completamente sola. Per fortuna Ale c’è e con lui tutte Voi! Arriverà il giorno in cui rideremo di questi cialtroni e tutto sarà leggero.

    • alessandro pellizzari, 4 Maggio 2021 @ 23:05 Rispondi

      Poveretta lei che ci crede. E chissà come viene commiserata dai più non per essere la vittima della maga circe ma per credere all’uomo che si tiene e che continuerà a tradire prima o poi

  • Lia, 4 Maggio 2021 @ 18:15 Rispondi

    @Oldplum, ti assicuro che io non posso sapere a priori se tu hai vissuto o meno un trauma uguale o peggiore del mio e credimi se ti dico che non l’ho fatto con l’intenzione di mettermi al di sopra di nessuno, in una gara, poi, che preferirei un milione di volte perdere in partenza… Se certe cose le avessi dette a voce avresti colto un tono sereno da parte mia ma a volte i messaggi non trasmettono le reali intenzioni di chi le scrive.
    Non mi prendere ad esempio per descrivere la reazione che avrebbe una 15 enne che frigna e fa la vittima per darsi importanza.
    Non sono così. Il mio era un’ augurio sincero e non un voler primeggiare.
    Mi serviva far capire che quello che stavo per scrivere l’avevo provato sul serio, tutto qui. Però ti pregherei, se proprio devi rispondere ai miei post, di cambiare quest’atteggiamento che hai avuto anche in passato e che io giudico poco rispettoso. A tutto c’è un limite.

  • Ariel, 4 Maggio 2021 @ 17:43 Rispondi

    @Oldplum ti ringrazio molto per questa tua più chiara ed esplicita spiegazione
    Ora ho capito meglio cosa intendevi dire
    E prima ancora di aggiungere qualcosa di importante che mette adesso chiaro il vero valore di ciò che volevi dire e che qui finalmente esce chiaro fuori
    Permettimi comunque di mandarti un abbraccione virtuale in questo adesso perché comunque sia di fronte a chi ha subito INERME INDIFESA una violenza di qualsivoglia natura nasce spontanea empatia e voglia di trasmettere la comprensione umana e supportata dal calore di un gesto come un semplice abbraccio

    Cio non significa sentirsi ne vittime della propria storia ma quanto sapessi se quanta sia la solidarietà del dirsi mi dispiace ti comprendo posso provare un istante ad immaginare e ognuno può tornare un attimo al ricordo emotivo che comunque resta come incisa ruga esterna e interna che per essere davvero superata come giustamente scrivi qui chiaro certo che è un bene non identificarsi col dolore subito di qualsiasi dolore si sia trattato

    Ma aggiungo la importanza che riveste il segno che non passa mai perché ci serve come memoria interna volta alla propria evoluzione e protezione di se stessi
    Come un monito alla propria mappa storia di vita personale dove ovviamente nessuno può davvero capire e sapere che cosa ha patito L”
    Altro ognuno conosce il proprio antico dolore e il segno cicatrice è sempre preziosa come nel corpo quando I nervi non funziona si perde la percezione del pericolo ad esempio ci si brucia perché non si prova più dolore ad esempio

    Quindi sicuro non siamo il dolore che abbiamo vissuto e sicuro nessun dolore è paragonabile a un altro
    Ma ciò che conta ed aiuta sempre
    È proprio sentirsi abbracciati pure in silenzio!

    Finalmente hai chiarito e il tuo aiuto lo leggo più che valido aiuto per tutte e tutti noi!
    Un abbraccione allora!

  • Viovio, 4 Maggio 2021 @ 17:11 Rispondi

    @Azzurra mamma mia che mente perversa il tuo ex. Prima di approdare qui e leggere certe storie, ignoravo totalmente che il narcisismo fosse una patologia. In realtà non immaginavo situazioni simili fossero così inflazionate e mi ritengo fortunata di non essere incappata in personaggi del genere.
    Non che il mio ex sia un fiore…… ma quando parli del tuo e del suo modo di essere, mi si accappona la pelle.

  • Oldplum, 4 Maggio 2021 @ 16:08 Rispondi

    Era solo per spiegarmi ragazze. Quando lia tira fuori il suo trauma dicendo “spero tu non l’abbia vissuto” come se io non potessi capire in quanto priva dinun background traumatico quello è EGO.
    L’ego assume l’identità superiore che può assumere.
    Dicendo che sono stata picchiata brutalmente tutta l’infanzia avrei potuto controbattere ma forse il mio trauma sarebbe apparso minore del suo o uguale o semplicemente non faccio dipendere ciò che sono da quello che ho vissuto.

  • Viovio, 4 Maggio 2021 @ 15:24 Rispondi

    @Ale riguardo alla moglie che va al mare mi è venuto in mente il mio ex. L’ultima volta che ci siamo sentiti, oltre alla discussione, ha voluto comunque informarmi che resterà due mesi solo a casa.. poi ha aggiunto: almeno mi rilasso un pochino visto che devo sempre fare tutto io!
    Rilassati pure.. per quanto mi riguarda può affittasti una escort nei momenti di solitudine.

    • alessandro pellizzari, 4 Maggio 2021 @ 17:00 Rispondi

      si rilassa e guarda caso si farebbe volentieri delle belle scopate sicure

  • Azzurra, 4 Maggio 2021 @ 15:19 Rispondi

    @Love questo è un chiaro esempio di amore tossico, di manipolazione. Non siamo stati stupidi noi ad innamorarci sono loro che hanno giocato sporco. Non è facile uscirne, a me lui faceva credere che eravamo sempre ad un passo dal realizzare ciò di cui io avevo bisogno. Mi faceva sognare ad occhi aperti, mi faceva credere che era quasi giunto il momento e poi mi sfilava il tappeto da sotto i piedi solo per vedere e guardare e godere della mia frustrazione, il mio dispiacere,la mia delusione. Non è perversione questa? Lui godeva così, povera anima nera. Godeva, e sono parole sue, del fatto che io essendo una bella donna, di 14 anni più giovane di lui avevo occhi solo per lui, sapeva che io ne ero innamorata e mi ha messo alla prova tante, troppe volte. Ma lui voleva solo essere amato, venerato non mi ha mai dato una briciola di più. Si che ce la facciamo @Love, io nonostante una parte di me soffre ancora perché lui era diventato parte di me, della mia vita, ho ricominciato a vivere, quando c’era lui ero sola, avevo allontanato tutti, non mi rendevo conto che la sua presenza era in realtà solo assenza.

    • alessandro pellizzari, 4 Maggio 2021 @ 17:01 Rispondi

      narcisista

  • Viovio, 4 Maggio 2021 @ 15:18 Rispondi

    @Piccola BRAVA!!! Ignoralo, non c’è altro da aggiungere, con il suo comportamento ha già spiegato tutto.
    Preparati perché sono sicura ti cercherà di nuovo.

  • Viovio, 4 Maggio 2021 @ 15:15 Rispondi

    @Piccola ci conosciamo da una vita, le nostre famiglie di origine sono molto legate e di conseguenza noi. I nostri figli sono amici e condividono passioni; insomma fra tutti quelli che potevo scegliere, ho preso il più sbagliato.
    Ora devo gestire tutto questo ma è una favola rispetto a mesi fa, quando ero nel bel mezzo del tormento. Fine mese mia figlia farà una “cosa” importante e come scritto in post precedenti l’ho sbloccato per dirgli di non presentarsi. A tutto c’è un limite.
    Anche io mi chiedevo dove fosse @Cro! Che fine hai fatto bella?!?

  • Ariel, 4 Maggio 2021 @ 14:56 Rispondi

    Maribel benvenga la tua precisazione e interpretazione del Old pensiero ma occorre molta attenzione nel come ci si esprime su questo terreno
    proprio infatti lo ho scritto più volte occhio a non cadere nella vittimizzazione secondaria
    Insomma quando si scrive di temi così grossi e soltanto la scrittura virtuale esiste come forma espressiva occorrerebbe spendersi in più parole sforzarsi di capire che chi legge non sta lì presente dal vivo a capire cosa Kaspita vuoi dire

    Insomma le buone intenzioni vanno supportate da vera voglia di farsi capire meglio anziché in una righina scrivere cose che ovviamente povero il linguaggio ridotto a poche parole piazzate pure malamente ovviamente tendono a essere magari fraintese

    Questa secondo me sarebbe mooolto auspicabile soprattutto in una situazione di realtà di poverissima comunicazione virtuale soltanto

    Spesso vengo ripresa dalla regola che reputo veramente negativa e limitante del scrivere commenti di poche righe
    Poche parole
    Poco tutto il significato viene sicuro reso difficile da essere compreso

    Impoverimento del linguaggio per mancanza di vere parole soprattutto quando la comunicazione è solo una virtuale tentativo di esprimersi ma su argomenti che vanno a toccare persone vive e emozioni di vera sofferenza per chi le riceve

  • Azzurra, 4 Maggio 2021 @ 14:55 Rispondi

    @Piccola sono orgogliosa di te e della tua determinazione! Quanta strada hai fatto! Quanta sofferenza si leggeva nelle tue parole! Quanto amore per te stessa sei riuscita un passo dopo l’altro a conquistare! Brava @Piccola ❤️ Piccolo uomo è lui tu sei una Grande donna!! ❤️

  • Viovio, 4 Maggio 2021 @ 14:51 Rispondi

    @Maddy io sto andando avanti per la mia strada, lui è tagliato fuori nel vero senso della parola perché sto superando anche il risentimento e la rabbia. Sono serviti 8 mesi di incazzatura e negatività perenne, ma credo di essere a buon punto! Ho quasi paura a dirlo, come se facendolo rischiassi una ricaduta 🙂
    Avere a che fare con loro fa parte del pacchetto conseguenze a cui non ho mai badato e per fortuna ho parlato ai miei, altrimenti gli incontri e le occasioni per avere notizie sarebbero state ancor più frequenti. Con la moglie ho sempre mantenuto lo stesso atteggiamento, mai “amicona” ma nemmeno troppo distaccata, ovvio non la cerco ma se capita di trovarci come ieri non posso scappare o impedirle di raccontarmi i fatti loro. Vi dirò che mi ha stupito, solitamente non si sbilancia mai sul loro rapporto, evidentemente era particolarmente felice. Se non altro dopo tutto questo casino qualcuno è contento :-p
    Come va a casa? Un bacione

  • maribel, 4 Maggio 2021 @ 14:40 Rispondi

    Credo che @old intendesse altro. Penso che con superiorità morale facesse accenno a chi per educazione o per una coscienza ‘ingombrante’ tende a sentirsi responsabile o in colpa per tutto. Una supremazia del senso morale.

    E con “ego vittima” io interpreto un ego malato, che ti impedisce di vedere lucidamente la realtà, perché non più sano.

    Non ho la presunzione di interpretare l’ “old- pensiero ” ma io avrei inteso così.

  • maribel, 4 Maggio 2021 @ 14:23 Rispondi

    Condivido il commento di @love.
    @Ads per un po’ hai condiviso qui fragilità e dubbi molto comprensibili e umani. Adesso hai rimesso la corazza e giù giudizi, verità assolute e luoghi comuni.
    Tanto felice non sembri, lasciatelo dire.
    Poi certo, ognuno fa come vuole.
    E sopratutto, come può.

  • Maddy, 4 Maggio 2021 @ 14:23 Rispondi

    @Ads mi sembra di capire che vi troviate in questa situazione ormai da un po’ di tempo.
    Ecc, il fattore tempo a un certo punto diventa fondamentale tanto quanto l’obiettivo.
    Qual è il tuo obiettivo? Qual è il suo? Continuare a vivervi nella clandestinità? Se l’obiettivo è lo stesso per entrambi allora potrete sicuramente trovare un accordo per continuare la vostra storia al buio senza crisi periodiche, una relazione come quella di @leilei.
    Se invece uno dei due non è più d’accordo perché la consapevolezza è maturata e gli obiettivi sono cambiati, allora il distacco è obbligatorio.
    Non è questione di visione d’insieme. È questione di chi vogliamo essere, come vogliamo comportarci, cosa crediamo che sia giusto e cosa vogliamo insegnare ai nostri figli.
    Il fatto che tu sia qui significa che hai iniziato il tuo percorso di auto analisi.

  • Maddy, 4 Maggio 2021 @ 14:14 Rispondi

    Cara @Lia grazie per averci reso partecipi della tua storia.
    Ti sono vicina e ti auguro ti trovare presto tutto il meglio, tutto ciò che meriti.
    Un abbraccio

  • Maddy, 4 Maggio 2021 @ 14:07 Rispondi

    @elleelle tutto corretto quello che dici a @Viovio.
    Ma come dovrebbe comportarsi lei adesso? Non è lei che ha il dovere della verità. È quell’ignobile del suo ex

  • Viovio, 4 Maggio 2021 @ 13:30 Rispondi

    @elle bravissima, hai capito alla perfezione, ho ribaltato i ruoli e lo scenario è completamente diverso. Sicuramente anche lei avrà le sue responsabilità, ma non credo meriti come non lo merita nessuno una vita di bugie, ma questi sono problemi loro, io ne ho abbastanza dei miei! Il mio ex mi ha sempre detto che quello che è accaduto con me non lo aveva mai fatto (parlo del tradimento), lo so che vi metterete a ridere, ma se fosse un principiante come è possibile non avere alcun senso di colpa ed insistere come ha fatto per non perdermi come amante?impossibile.
    Gli incontri sono stati ridimensionati all’osso sia per il covid che per la situazione, diciamo che questa settimana era praticamente impossibile non vederli. Convengo anche con @Ads per quello che mi ha scritto.

  • Dispersa, 4 Maggio 2021 @ 13:28 Rispondi

    @Love non credo ci sia un giusto o un sbagliato.
    Se due persone hanno scelto di intraprendere una storia clandestina le difficoltà dovrebbero essere abbastanza chiare, anche se a volte non da subito. Non è una storia normale, e io credo che se una storia nasce storta finisce storta!!
    Poi ci sono tantissime sfaccettature… Le situazioni sono simili, ma alla fine diverse.
    Ad esempio una persona libera o separata vive e vede la cosa in modo diverso rispetto a due persone entrambe sposate, e questo cambia ancora se ci sono dei figli di mezzo (che brutta parola)!!
    L’unica cosa che non accetto sono le bugie, raccontate per rabbonire l’amante o per paura di… Semplicemente basterebbe essere più sinceri!!
    Avere il coraggio di dire quello che si pensa lasciando le persone libere di scegliere!!!

  • elleelle, 4 Maggio 2021 @ 13:05 Rispondi

    @Azzurra
    Quello che hai scritto (“ha conquistato il mio amore per lui essendo molto presente e mi ha devastata piano piano regalandomi la sua assenza”) e’ terribile e lo capisco bene. Erano tutto e il contrario di tutto, davano e toglievano, spesso da un giorno all’altro. Non so che vita possa avere chi e’ sempre in balia di queste onde emotive. So l’impatto su di me, ma non conosco l’impatto sul mio ex, lo posso dedurre tramite le vostre esperienze ma senza certezze.
    Se non gli avessi impedito di tornare, a questo punto lui sarebbe gia’ tornato e non so cosa avrei fatto io. Non so se sarei riuscita a essere forte come voi. Forse e’ per quello che sono stata cosi’ brutale, sapevo che avrei ceduto di nuovo e non ho voluto permetterlo, per salvare me stessa.

  • Piccola, 4 Maggio 2021 @ 12:58 Rispondi

    @Vio mi dispiace tu debba vivere questa situazione e penso anch’io non abbia senso questo frequentarvi. Fate parte della stessa compagnia di amici? Tu e lei lo siete? Credo che sia normale che loro litighino di meno da quando la vostra storia è chiusa, capita anche a me con mio marito. Sono più serena, non ci sono confronti, non sono incatenata ad un telefono. Adesso però devi pensare a tutelare te e i tuoi ragazzi. So che è difficile ma prova a frequentare meno questa gente, soprattutto lui. Forse da fuori per noi è facile ma la situazione non è e non sarà mai limpida e serena. Ti auguro di liberarti della sua presenza e di vivere il meglio per te.
    P. S. Crocus dov’è finita? Manca

  • Love, 4 Maggio 2021 @ 12:57 Rispondi

    @Azzurra, ogni volta che scrivi, capisco meglio anch’io chi avevo di fronte.
    Prima avere molto, poi centellinato, poi ritornata, e poi tolto tutto…
    Quando ci sono ricascato, sembrava mi avesse dato l’oro…tre giorni dopo, era come sparita.
    Al mio chiedere “perché”, ero io che non dovevo pretendere.
    Oggi…se dovessi scommettere, che ad un eventuale incontro, la colpa sarebbe sempre e solo mia, per non aver capito.
    Forza….ogni giorno che passa è un giorno guadagnato.

  • Piccola, 4 Maggio 2021 @ 12:49 Rispondi

    Ragazze grazie, avevo bisogno di tutte Voi ieri. Non è stata una giornata facile però mi è servita a capire che non ho più voglia di parlargli, non ho più nulla da dire. In questi lunghi mesi ho ripetuto mille volte nella mia testa tutte le cose che gli avrei detto ma adesso non ha più senso. Come dice @Maddy, non mi ha permesso nemmeno di parlarmi, di chiarire ed ora perchè dovrei farlo io? Purtroppo si è chiarito da solo con la sua schifezza, non c’è nulla da aggiungere alle sue bassezze. Uno che fa così non ti ama, di che stiamo parlando allora? Del nulla. Se prima faceva male adesso è una liberazione. Lui è impantanato nella sua vita, io non più nella sua infelicità. Ero il suo bastone, non voglio esserlo più. Come scrive @Vio è assurdo che si presentino quando tu stai per andare via definitivamente. @Ale come fanno? Sono solo degli egoisti, vogliono semplicemente verificare se tu sei ancora lì. Sfigati…perdonatemi.

    • alessandro pellizzari, 4 Maggio 2021 @ 14:42 Rispondi

      ragazze, spesso quando si ripresentano dopo mesi di silenzio o di orbiting minimalista non c’è una grande filosofia dietro. Un picco di testosterone, hanno visto una vostra foto in costume, vi hanno intravisto in città belle come al solito, hanno saputo che iniziate a uscire o sono soli perché la moglie ha portato via i bambini al mare. O semplicemente l’ultima broccolata sui social non ha abboccato alla storia del separato in casa. Carestia e testosterone sono le forti motivazioni del loro ritrovato amore per voi. Riprovarci non costa nulla, se uno non ha dignità e comunque vi considera come carne da consumo

  • Love, 4 Maggio 2021 @ 12:47 Rispondi

    @Ads leggendoti ringrazio ancora di aver fatto una scelta.
    Sei il maschile della donna con cui avevo una relazione io.
    Mi spieghi cosa vuol dire essere una persona normale, se si sta con una donna che non si ama più?
    Di normale c’è che hai una colf a casa, dove ogni tanto per essere una persona normale, ci vai a letto, per questo vivere e poi c’è l’amante che trovi sia normale se vive una situazione come la tua, andarci a letto…poi vieni qui e ti lamenti se ti fa una piazzata sotto casa.
    Non giudico nessuno, basta vedere le statistiche di @Ale per capire.
    Naturalmente poi ognuno vive la vita come meglio crede e per in meglio di se stesso.

  • Lia, 4 Maggio 2021 @ 12:26 Rispondi

    @Oldplum l’intento del post era solo spiegare come mi sono sentita io dopo aver subito un trauma e le ragioni per cui ritengo che la cosa sia più complessa, tutto qui.

  • Azzurra, 4 Maggio 2021 @ 11:53 Rispondi

    @Lia quando scrivi : è un problema di percezione di sé stesse capisco perfettamente cosa vuoi dire. Come anche quando parli di quella solitudine che ti strappa l’anima e che pur stando in mezzo a 50 persone non cambia, resta sempre lì e te la rode l’anima. Il mio ex lo ha capito da subito e ci si è avventato sopra come uno squalo. Ed è stata un’arma nelle sue mani : perché ha conquistato il mio amore per lui essendo molto presente e mi ha devastata piano piano regalandomi la sua assenza. Prima mi ha dato tanto e poi mi ha tolto tutto e lo ha fatto in modo ragionato, calcolato, nel tempo mi ha tolto piccole cose poi le centellinava poi me le ridava fino ad arrivare a togliermi tutto completamente. Quanto male mi ha fatto tutto questo, il suo togliermi tutto da un momento all’altro, io restavo lì a chiedermi come potesse un uomo essere il giorno prima così presente e il giorno dopo dovevo stare fuori dalla sua vita, neanche un messaggio. Il nulla mi arrivava addosso come una frana e mi lasciava frastornata, sofferente incredula. Cara @Lia ti sono vicina ❤️ ora la solitudine non mi fa più paura anzi è una mia cara compagna di viaggio, spero che tu riesca a trasformare tutto questo dolore in amore per te stessa ❤️

  • elleelle, 4 Maggio 2021 @ 11:36 Rispondi

    @Viovio
    Ti capisco, adesso tu hai ribaltato i ruoli: lui prima era buono e adesso è uno stronzo, viceversa per lei, che adesso è ridimensionata. Non è più la donna di cui essere gelosa, anzi, la vedi come vittima. Pensa però che in un matrimonio finito come il loro (perché è finito, almeno dalla parte di lui, che è un bugiardo allucinante), c’è anche la responsabilità di lei.
    La cosa migliore che puoi fare, è evitarla e avere a che fare il meno possibile con lei. Come ti ha detto anche @ads, il rischio che vada a finire male non è trascurabile.
    Usa a tuo vantaggio la apparente ingenuità di lei per tenere le distanze.

  • Azzurra, 4 Maggio 2021 @ 10:47 Rispondi

    @Ellelle ovviamente d’accordo con te. In più voglio aggiungere che l’ego vittima e la superiorità morale appartiene al narcisista che non ha saputo trasformare la sofferenza subita in amore per gli altri, in non far subire agli altri ciò che lui in prima persona ha subito anzi vi dirò di più, loro vivono per questo : per punire tutti quelli che vedono felici. Anche io non ho avuto un’infanzia felice ma ho sempre vissuto cercando di non far male a nessuno e i miei figli soprattutto non vivranno mai ciò che ho vissuto io, i miei figli hanno avuto tutto l’amore e la serenità che a me è mancata. Per questo non accetto né che mi si dica che ho una superiorità morale né un ego vittima, sono finita in un rapporto tossico proprio perché un ego non ce lo avevo proprio. Ora si invece ed è un ego sano non vittima e ho faticato per raggiungerlo,ho commesso errori come li hanno commessi tutti ma non sono stati commessi con lo scopo volontario di voler ferire. Ho ferito e sono stata ferita, ma solo con il mio ex ho avuto la percezione e le prove concrete che il suo ferirmi era volontario ed è questo che fa la differenza tra un ego sano e un ego malato.

  • Ariel, 4 Maggio 2021 @ 10:35 Rispondi

    @Lia e @elleelle
    Cara @Lia desidero esprimerti molto chiaro tutto il mio sostegno e solidarietà totale su tutta la tua storia di vita

    Desidero ringraziarti davvero per il coraggio che hai avuto sempre di voler renderci partecipi della tua storia sia quella della tua esperienza di amantato e di tua vita e compresa la tua recente apertura cara carissima di renderci al corrente e partecipi della tua antica storia di vera tragedia famigliare dei tuoi genitori che hai perso così troppo troppo presto

    Ci TENGO PARTICOLARMENTE esprimerti la mia TOTALE RICONOSCENZA per la tua CARA VOGLIA DI CONDIVIDERE CON NOI TUTTI il tuo dolore in ogni sfumatura di colori

    Aprorsi SOPRATTUTO quando tanto si soffre e si è sofferto e soprattutto quando si vive durante il percorso della propria “ guarigione” interiore è un Vero MIRACOLO che intendo dire per dirti quanto sia apprezzabile e quanto sicuro ti aiuta a progredire sempre al meglio nella tua cara e preziosa NUOVA VITA

    Ecco così abbracciando te abbraccio elle elle e tutte le care Donne che hanno sofferto che sono state vittime temporanee perchè si stanno e ci stiamo sempre impegnando moltissimo ognuna con la sua VIA DELLA CURA ecco che volevo trasmettervi la TOTALE COMPRENSIONE E SOSTEGNO SENZA NESSUN SE O MA
    Ecco il mio abbraccione per voi due e per tutte le care Donne e uomini che vorranno nel pensiero unirsi.

    Un bel FORZA CARE E CARI TUTTI
    CHE NULLA MAI È PERDUTO
    Cio che è morto si trasforma in NUOVA ENERGIA VITALE

    Un abbraccione !❤️

  • avvocatodistrada, 4 Maggio 2021 @ 10:30 Rispondi

    qualcuna mi ha chiesto di raccontare., evidentemente è nuova quindi non sa nulla del pregresso.
    leggo di vio che in qualche modo è costretta ad avere un rapporto, io mi chiederei metti caso lo venisse a sapere, cosa mai dai da escludere, basta una parola sbagliata da parte di qualcuna e sai che casino, cercherei veramente una via d’uscita.
    io mi ritengo una persona normale in un matrimonio in cui non c’è piu amore,in questi casi puo’ succedere che incontri un altra persona che si trova in una situazione simile, e che per motivi simili restano formalmente aggrappati alle proprie storie ufficiali ,
    persolmente non escludo nulla,ora e considerando soprattutto l’eta dei bambini la ritengo la migliore soluzione o quella che arreca meno danno, vi leggo e vedo che fate un sacco di ragionamenti, analisi introspettive,traumi.
    quindi se vuole ci godiamo il sentimento che c’è, diversamente ognuno per la propria strada, senza rancore,la mia vita non gira intorna ad una persona quand anche fosse speciale.poi ripeto io sono possibilista e non lo dico per portare avanti qualcosa,tuttavia bisogna essere anche avere una visuale prospettica, una visione d’insieme.

    • alessandro pellizzari, 4 Maggio 2021 @ 11:17 Rispondi

      io mi ritengo una persona normale in un matrimonio in cui non c’è piu amore,in questi casi puo’ succedere che incontri un altra persona che si trova in una situazione simile, e che per motivi simili restano formalmente aggrappati alle proprie storie ufficiali ,

      in effetti questo è il destino di almeno il 50% della popolazione che tradisce

  • Ariel, 4 Maggio 2021 @ 10:15 Rispondi

    @Oldplum quanto ti sbagli di GROSSO e di GROSSOLANO
    Scusa ma scrivo esattamente ciò che pensò e lo ripeto perché anzi in un certo senso ti ringrazio moltissimo perché ESATTAMENTE SEI L’ESEMPIO del COSA SI PRODUCE E DEL COME SI PRODUCE la VITTIMIZZAZIONE SECONDARIA

    Di cui scrivono e si SGOLANO tutti glinESPERTI TITOLATISSIMI A FARLO
    Per ciò che mi riguarda sono la scia eco della piena conoscenza e consapevolezza di questi meccanismi DELETERI E PIENI DI VERA ARROGANZA E SUPPONENZA in cui tu e PURTROPPO spesso ATRE persone si OSTINANO AD ACCUSARE DI QUALSIVOGLIA NEGATIVITÀ VERE VITTIME DI ABUSO E VIOLENZA PSICOLOGICA

    Così come già scrissi uno degli SCOGLI PIÙ DIRI E DOLOROSO per chi ha vissuto relazioni di questo tipo manipolazione negativa incastrata in dipendenza affettiva anticao nodo mai scoperto coscientemente prima si sentono DOPPIAMENTE SOTTO ACCUSA

    Una vera DISCRIMINAZIONE CHE PRODUCE DANNO ULTERIORE nel gioco perverso dello schema e di tutto il percorso di cura e voglia di uscirne

    Purtroppo la tua osservazione verso la cara Lia DIMOSTRA esattamente la realtà presente del cosa significhi la Vottimizzazione secondaria
    Che infatti ostacola nella società la voglia di esprimersi
    La voglia di denunciare apertamente e ove sia possibile e se il caso denunciare proprio per vie legali i propri manipolatori negativi

    Così infatti molte persone e molte donne che subiscono veri abusi da quelli sessuali che stanno nascosti in mille abiti preconfezionati da Maschilismo e da quelle che chiamò le NUOVE MASCHILISTE
    Donne che ACCUSANO LE DONNE
    Le sminuiscono continuando a dire che non sono vittime che ci si affoga il diritto di SINDACARE SUL DOLORE ALTRUI

    @Oldplum non ho idea del Tuo scopo sinceramente non posso certo dedurre come fossimo in un vero dibattito dal vivo di persona dove la VERA COMUNICAZIONE SAREBBE SICURO COMPLETAe aiuterebbe molto a capire ogni SFUMATURA DELLA PROPRIA LIBERA ESPRESSIONE compresa ovviamente la tua

    Sicuro per ciò che tendo a pensare tu sei in buona fede e credi fermamente di forse aiutate in questo modo?
    A uscirne per chi ancora ci sta dentro?

    Non so mi pari molto rigida e ferma sul tuo pensiero chiuso
    Ti chiedo semplicemente per favore di non arrogarti il diritto di SINDACARE SUL ALTRUI STORIA E DOLORE come ad esempio hai fatto con @Lia con elle elle
    E pure a suo tempo con me

    Quando mettesti in dubbio brutto la mia vedovanza
    Mettesti in dubbio brutto la bellezza interiore integrità di vero uomo fedele di mio CARO MARITO DEFUNTO

    spero tu riesca a riflettere e a evitare di insistere a SOSTITUIRTI AL DOLORE DEGLI ALTRI

    Grazie per la comprensione.

  • Viovio, 4 Maggio 2021 @ 09:48 Rispondi

    @leilei io con la moglie ho fatto schifo esattamente come lui, ero talmente assuefatta dalla nostra storia che non ho guardato in faccia nessuno pur di raggiungere ciò che desideravo. Inutile piangere sul latte versato, so benissimo che dovevo pensarci prima, però se potessi riavvolgere il nastro cambierei tante cose.
    Sono sempre stata gelosissima di quella donna, la vedevo come una rivale, adesso invece vorrei chiederle scusa… non fraintendetemi, non sono diventata una sorta di “Madonna pentita”, però @ragazze ora che l’incantesimo si è sciolto, sento un bel peso sullo stomaco. Succede anche a Voi?

  • leilei, 4 Maggio 2021 @ 09:29 Rispondi

    Viovio che brutta situazione la tua, le vostre vite così intrecciate e tu che devi fingere con la moglie…

  • leilei, 4 Maggio 2021 @ 09:17 Rispondi

    Piccola sei stata forte e determinata, ed è anche normale che ti senta un pò scombussolata…Avanti così!

  • Viovio, 4 Maggio 2021 @ 09:11 Rispondi

    @Azzurra io non penso di aver perso qualcosa, anzi! Mi do solamente della stupida per aver assecondato negli ultimi anni un tale schifo, per di più incurante delle conseguenze perché il 50% della colpa è anche mia.
    @elle credimi, se potessi certe situazioni le eviterei come la peste (vedi ieri) ma i nostri figli oltre ad essere molto amici fanno parte di un determinato “circuito”(non saprei come spiegarlo senza invadere la privacy) e le occasioni non mancano per vedersi.
    Ti assicuro che avrei preferito non sentire certi discorsi, ma non perché mi hanno ferito, proprio per le ragioni che hai descritto tu.
    Oggi come stai? Qui finalmente c’è un bel sole, spero anche dalle tue parti 🙂

  • elleelle, 4 Maggio 2021 @ 08:36 Rispondi

    @Oldplum,
    No, mi spiace ma questo non e’ il modo di porsi di confronti di @Lia e questo punto e’ meglio che la conversazione finisca.
    Non posso accettare che per un problema mio di depressione venga accusato l’ego di un’altra persona che ha solo cercato di spiegare una sensazione che a volte sfugge a chi non l’ha vissuta.
    Se volessimo giudicare, potremmo dire che allora sei tu che ti senti inferiore perche’ non hai vissuto un abuso narcisistico e quindi vedi la tua esperienza come meno meritevole di comprensione, quindi ci accusi di superiorita’ morale, per farci scendere di un gradino al livello che percepisci essere il tuo.
    Sarebbe facile ma non sarebbe corretto, anche perche’ non c’e’ una classifica del dolore e del male ricevuto.
    Per esperienza personale, posso solo dire che ci sono relazioni normali e relazioni tossiche.
    La relazione normale si sviluppa e finisce seguendo un determinato percorso che ti permette di capire cosa sta succedendo e di adeguarti. La relazione normale non fa love bombing, non ti svaluta, non ti lega mediante un trauma, nemmeno le relazioni da amanti.
    La relazione tossica e’ il contrario: corre, si sviluppa molto velocemente, e’ come se una parte venisse invischiata dall’altra in un modello relazionale instabile ma contradditorio, in cui l’amore proclamato si mescola alla svalutazione e alla minaccia di abbandono, da cui deriva una dissonanza interna che alla fine diventa traumatica.
    Io la differenza la conosco perche’ ho vissuto entrambi i casi. Se lo spiego ad altri, se spiego come ci si sente, fino a parlare di depressione e suicidio, non e’ di certo per una superiorita’ morale che non ritengo di avere. Lo faccio per spiegare cosa succede, per aiutare a identificare queste relazioni e scappare, per offrire ascolto e comprensione.

  • elleelle, 4 Maggio 2021 @ 07:26 Rispondi

    @Lia
    Mi spiace molto per i tuoi genitori, non sapevo 🙁
    Hai descritto molto bene come ci si sente dopo un trauma, è proprio così. È come se in noi mancasse qualcosa, qualcosa che a volte ci è stato tolto.
    Inoltre, come spiega bene @Ariel, siamo state in balia di qualcosa di chimico creato in noi da un’altra persona. Il legame da trauma è proprio questo, è una reazione che produce varie sostanze chimiche a cui non puoi sfuggire perché nel momento in cui te ne accorgi è troppo tardi, ci sei già in mezzo.
    Immaginate di sapere che una persona ha avuto un “potere” su di voi così malsano da innescare una reazione chimica per voi dannosa, che vi ha portato addirittura a pensieri suicidi ed era la stessa persona che diceva di amarvi… È terrificante.
    Sono arrivata su questo forum nel pieno del mio trauma, dicendo che ero convinta che mi amasse e che fosse solo una persona debole. Mi sono ritrovata invece con una persona che mi ha distrutto deliberatamente, che non si è fermata nemmeno quando gli avevo chiesto di farlo.
    È fortunato chi non ha vissuto questa esperienza.

  • elleelle, 4 Maggio 2021 @ 07:05 Rispondi

    @Viovio
    Spaventati pure, il tuo ex è agghiacciante.
    Credo poi che la presa in giro più grossa la stia subendo lei. Tu se non altro, come amante, sai che è capace di mentire, lei no e a questo punto nemmeno se lo sogna.
    Tieni presente però che lei adesso ti sta facendo delle confidenze e tu sei stata l’amante di suo marito. Anche questo è sbagliato ed è uno sgarbo molto grosso nei suoi confronti.
    Qualsiasi persona che venisse a sapere che ti ha raccontato particolari della sua vita coniugale e tu sei stata l’amante del marito, avrebbe tutte le ragioni di legarsela al dito.
    Per quanto possa dispiacere, questa amicizia tra famiglie, con inviti, figli che giocano assieme, mamme che si fermano a chiacchierare ecc. non ha più senso di esistere perché è pericolosa e manca di rispetto alla moglie del tuo ex e a tuo marito.
    Tu e il tuo ex continuate a orbitare, a sapere cosa fate, a sentire cosa succede, addirittura dalla bocca della persona tradita e ignara.
    Non va bene, @Vio. Questa donna è stata tradita con te e adesso la stai tradendo tu.

  • Outlier, 4 Maggio 2021 @ 06:56 Rispondi

    @Piccola non cedere. Dopo 7 mesi sei andata avanti con tutta la sofferenza e se non ci lavori insieme non vedo perché debba ancora romperti. Ti abbraccio

  • Outlier, 4 Maggio 2021 @ 06:55 Rispondi

    @avvovatodistrada raccontaci allora senza mezzi giri la tua parte di uomo in questo caso

  • Oldplum, 4 Maggio 2021 @ 06:42 Rispondi

    Ecco @lia, scusa se ti uso come esempio, ma nel fatto tu abbia perso i genitori (mi spiace sjnceramente) molto giovane e nel dirlo come se io fossi moralmente inferiore e non potessi capire per non aver vissuto questo trauma si rileva l’EGO vittima di cui parlavo più sotto. Quello che trova bei traumi subiti un motivo di superiorità di tipo morale.

  • Azzurra, 4 Maggio 2021 @ 00:27 Rispondi

    @Vio quella che ha preso la presa per il culo più grande è la moglie non tu. Lei non sa nulla, lei si sente una donna fortunata, lei non immagina nemmeno lontanamente chi è davvero il marito. Davvero credi che tu sei quella che ci è andata a perdere? Tu ti sei salvata @Vio, io un uomo così falso, bugiardo e bravo a fingere non lo vorrei mai

  • Ida, 3 Maggio 2021 @ 23:48 Rispondi

    Ciao @avvocatodistrada, non penso che qui si giudichi solo in base ai ruoli predefiniti sposato/amante, anche se è evidente che ci sono delle dinamiche che si ripetono. La danza relazionale nell’amantato è quasi sempre uguale.
    Come starebbero le cose nel tuo caso? Siamo tutti qui per condividere e leggere le esperienze altrui. Anche perché la rarità del punto di vista dello sposato lo rende prezioso.

  • Viovio, 3 Maggio 2021 @ 23:39 Rispondi

    @Ragazze @Ale
    Oggi i nostri figli dovevano fare una cosa insieme, dopo di che ci hanno chiesto di giocare ed io e sua moglie li abbiamo assecondati. Ad un certo punto vediamo passare lui “casualmente” in macchina, (stava lavorando) accosta per salutare la famiglia, mi guarda con la solita faccia da caxxo e riparte(io ho salutato come se nulla fosse). Sua moglie gli manda un bacio ed un bel ciao amoreeee… ci credete che per la prima volta mi sono sentita totalmente fuori luogo?Della serie: ma che cavolo ci stavo a dire in mezzo a questi due! La cosa più tragicomica sono state le confidenze di lei, pare che fino a qualche tempo fa litigassero sempre, ora invece vanno particolarmente d’accordo, tanto da programmare delle uscite senza figli, cosa che non avveniva da una marea di tempo. Non sono arrabbiata, non vi racconto questo perché mi sento amareggiata e delusa(grazie al cielo ho raggiunto la mia consapevolezza), però le sue parole mi hanno fatto riflettere. Siamo entrambe vittime di un bugiardo, ma dopo quest’ultima rivelazione mi sa che quella che ha ricevuto la presa per il culo più grande sono io, oppure ha una doppia personalità talmente affinata che comincia a spaventarmi.

  • Viovio, 3 Maggio 2021 @ 23:09 Rispondi

    @Piccola “a volte ritornano”… sembra che abbiano il radar, lo fanno sempre quando iniziamo a stare meglio! Non rispondere al telefono, capisco che la tentazione sia grande ma se vuole parlarti deve venire a cercarti, così potrai mandarlo a spendere guardandolo negli occhi e fidati che se lo vorrà ci riuscirà. Non era quello che voleva ricostruire con la moglie e tu dovevi sparire? Fallo rosicare.
    Fossi in te lo bloccherei, per quale ragione dovresti rendergli la vita facile anche solo per parlarti?

  • Maddy, 3 Maggio 2021 @ 22:29 Rispondi

    @Piccola sei stata una gran Signora.
    Non rispondere, non ha accettato nessuna richiesta di chiarimento quando tu ne avevi bisogno. Perché ora dovresti concederlo a lui?
    Bravissima

  • elleelle, 3 Maggio 2021 @ 20:19 Rispondi

    @ragazze,
    Io proprio non avevo capito cosa intendevano Cossora e Oldplum, non era un mio rifiuto, infatti un altro post di Cossora mi ha fatto capire cosa mi stavano dicendo.
    Sicuramente i consigli sono giustissimi, bisogna imparare a scindere se stessi e l’esperienza vissuta. Se l’esperienza è stata pessima, non è affatto detto che siamo pessime noi e non ha senso auto-infliggerci un giudizio negativo, come se fosse un marchio a fuoco.
    Qui entra in gioco anche il discorso di @Ariel e dell’essere vittima temporanea, in quanto non si è vittime per sempre una volta che la circostanza specifica che ti rende vittima finisce.
    Purtroppo in una situazione di depressione non è sempre facile avere una visione chiara di cose che ad altri sembrano molto più evidenti.
    Però i consigli sono sempre bene accetti e ci rifletto davvero, anche se la comprensione arriva il giorno dopo come stavolta. Per me è stato utilissimo, credo sia un’interpretazione molto importante.
    Il mio ex non rifletteva mai su quello che gli dicevo, mai una volta mi ha detto “Ho pensato a quello che mi hai detto e ho concluso che…”.
    Proprio per questo cerco sempre di tenere conto di quello che mi viene detto, perché non sono come lui.

  • Lia, 3 Maggio 2021 @ 19:48 Rispondi

    @Oldplum, io ho perso entrambi i genitori abbastanza presto e so cosa significa vivere un trauma forte. Spero per te vivamente di non averne mai vissuto uno. Indipendentemente dal sentirsi vittima oppure no, si rompono degli equilibri, si percepisce di aver subito un danno enorme e ci si sente soli in mezzo a mille persone. Ci si sente sbagliate, ti manca un pezzo, sei diversa da tutti, ti porti dentro la consapevolezza di aver vissuto, rispetto agli altri, una storia negativa che ti rende più negativa, meno “pulita”, mentre gli altri lo sono. Hai bisogno di ripulirti, di sapere che non hai colpe, perchè hai bisogno di capire che sei come tutti gli altri. Ti è solo capitata una sfiga grossa come una casa. Posso solo immaginare come possa sentirsi chi ha vissuto un abuso e si sente di non averlo evitato abbastanza. Non so come spiegarti che il problema non credo sia così facilmente risolvibile tramite la logica o la spiritualità. E’ un problema di percezione di se stesse, di dover ritrovare la propria positività quando si respira e si percepisce solo la propria negatività.

  • Oldplum, 3 Maggio 2021 @ 19:31 Rispondi

    Si @Cossora. Secondo me però a prescindere dal fatto dei figli (farlo per loro) è necessario farlo prima di tutto per sé stesse. Perché il proprio riequilibrio riequilibra conunque tutto in modo naturale. Farlo PER altri è sempre un modo per scansare l’importanza del SÉ. che è ciò da cui parte tutto il resto. Il sole malato si deve occupare prima di sé, poi dei suoi raggi .
    Sembra egoista messa cosi? No. È esattamente il contrario

  • Azzurra, 3 Maggio 2021 @ 18:54 Rispondi

    @Piccola incredibile davvero, ma come si fa?! Dopo tutto quello che hai sofferto, dopo il modo in cui ti ha trattata è inaccettabile. Sii forte, non cedere ❤️

  • Ariel, 3 Maggio 2021 @ 18:33 Rispondi

    Elle elle cara in ogni caso veramente mi batto e insisto nel ricordare qui e fuori di qui di stare ATTENTI TUTTI ALLA VITTIMIZZAZIONE SECONDARIA

    Le persone tutte come le presenti testimonianze qui scritte di relazioni che non hanno funzionato affatto e che hanno tutte pur nelle differenze di persone e storie una caratteristica di base

    Il TEMPO TROPPO LUNGO OGGETTIVAMENTE TROPPO LUNGO in cui si è state ad aspettare
    Il povero uomo tanto caro e bravo e malatino o deboluccio o qualsivoglia aggettivo

    Inutile fare le classifiche su peggio o meglio ciò che deve interessare tutte e tutti è che queste relazioni durate troppo tempo senza un cazzo di nulla di fatto ma piene di sistemi di comportamento MANIPOLATIVO negativo hanno potuto essere agite causa la resenza di una dipendenza affettiva latente

    Ognuno la sua e con propria storia personale
    Attenzione essere state dipendenti affettive non costituisce una mala fede
    Ma il contrario e soprattutto non si sta responsabili verso terzi
    Si sta attenti quello si dopo Consapevolezza del dolore o disagio minimo che qui nessuno se ne sta mai bellamente felice
    Ma tutte nessuna esclusa ha patito
    Si è prestata a sorreggere il poverino
    Il deboluccio o lo stronzone non ha importanza

    Siamo state vittime temporanee e tutto qua inutile voler uscire flagellandosi ancora come colpevoli di essere state o essere ancora prigioniere di meccanismo da dipendenti

    Questo nuoce alla salute peggio di ciò che si è vissuto
    Basta darsi addosso

    È tipico di chi ancora nega e si vergogna di dire di osare dire si
    Siamo state ancora una volta come se non bastasse negli episodi che vengono fuori come funghi in società

    Cosí si fa danno a tutte le vittime e un motivo per cui anche nei casi peggiori e gravissimi le donne non denunciano nemmeno le vere violenze fisiche è proprio dovuto alla VITTIMIZZAZIONE SECONDARIA

    Ti prego cara elle elle non hai bisogno affatto di cercare di quale colpa tu abbia mai avuto responsabilità????

    Smettila di cercarla
    Curandoti poco per volta senza porre limiti di tempo di giudizi di chi si ostina a non voler vedere
    Rilassati relax
    Che ne esci e uscirai sicuro benissimo
    Non hai nessunissima colpa!!!

  • Ariel, 3 Maggio 2021 @ 18:13 Rispondi

    Si ok ma attenzione alla vittimizzazione secondaria
    Perchè @oldplum non c’entra la volontà non c’entra cambio pensiero e tutto passa come se nulla fosse accaduto
    Ti ricordo che come per una malattia esistono meccanismi scientifici come DROGA DA DIPENDENZA AFFETTIVA che NECESSITA DI CURE TERAPEUTICHE e non basta la voglia di far passare la nuovola

    Anche il drogato di sostanza Sto arrivando! Benissimo che sta male in astinenza e che l’unico modo per uscirne sta nel cambiare il pensiero è si solo un pensiero ma senza i cazzi di terapia scientifica NON PASSA LA BUA

    Si certo ovviamente la voglia di farcela e di stare finalmente bene e libere muove al farsi la terapia a stecca,ma per dire che nelle relazioni di questi tipi qui
    Esiste una realtà scientifica che non fa stare bene a meno che non ci si curi con i potenti mezzi di evoluzione terapeutica

    Togliersi dalla droga dipendenza

    Infatti molte storie qui testimoniate la maggioranza scrive se si vede che ancora si sta lì in comunicazione nonostante non vi siano stati cambiamenti concreti occorre farsi sostenere terapeuticamente e cioè togliersi la dipendenza affettiva antica

    E poi allora si certo ritorna alla grande la capacità di cambiare pensiero
    Infatti si parla di vittime ,ma temporanee

    Importante è finché non ci si cura non colpevolizzare due volte le vittime oggettive perchè qui si parla di vero plagio
    La mala fede iniziale dei manipolatori negativi li rende responsabili

    Per questo che nei paesi più evoluti socialmente evoluti con maggior vera parità di genere esistono leggi e possibilità concreta di denunciare per truffa e violenza psicologica perchè qui non si tratta di relazioni sane che durate entro max un anno accademico sano ma relazioni disfunzionali dove le vittime hanno perso anni di vita impegnato cuore e salute e sogni infranti

  • cossora, 3 Maggio 2021 @ 15:17 Rispondi

    @old vedo che hai compreso cosa intendo. Se il tempo e la psicoterapia non danno risultati, è probabile (faccio un’ipotesi) che in qualche modo non si accetti il torto subìto come qualcosa che poteva succedere e che magari DICO MAGARI ci si senta troppo vittime (quindi si attenda una sorta di giustizia dall’alto) per lasciar andare la questione.
    Solo che nel caso di una persona sola e senza figli, si può decidere liberamente di rovinarsi il fegato, chi ne ha.. si sa che ha un ruolo importante nel somministarre loro un ambiente sereno e quindi cercare il motivo per agire (dovrebbero essere loro, il motivo).
    Senza veramente voler offendere nessuno. Stavo ceracndo di dare una visione diversa dall’avvallare sempre e/o solo il ruolo di vittima innocente ma sempre perdente che si da alle ragazze -cazzutissime- qui dentro.

  • Ariel, 3 Maggio 2021 @ 14:57 Rispondi

    @Oldplum però vedi il senso dico,pa che mo,te persone che hanno vissuto relazioni manipolative negative con Chiara dipendenza affettiva data dal fatto stesso di averci trascorso anni ad aspettare un segno costruttivo comune
    Ecco che vorrei ricordare qui che le dinamiche di manipolazione negativa si basano,infatti,proprio sul fare leva sul senso di colpa e di inadeguatezza

    Questi obbiettivi il manipolatore negativo li raggiunge attraverso schema simile e metodi ripetitivi di azioni parole silenzi fatti apposta per poter mantenere la sottomissione in uno stato più a lungo possibile di STAN BAY e cioè la dipendente affettiva si mette in modalità
    Forse sono io che sbaglio
    Sono io stupida
    Sono io che non mi sono spiegata bene
    E tutta una serie di sottomissioni mentali che sono permeate di sensi di colpa
    Soprattutto nelle amanti donne che onestamente desiderano farci qualcosa
    Si erano innamorate davvero
    Erano fuggite da un matrimonio che le faceva star male o comunque in disagio così tanto da appunto innamorarsi o essere attratte da un partner a sua volta amante diverso

    Ecco quindi che la religione o spirituali non ha nulla a che vedere con la caratteristica tipica delle relazioni manipolative negative in cui il o la manipolatore fa di tutto per trasmettere il senso di colpa perché è logico è un tipico “ RICATTO EMOTIVO” che incide in profondità

    Infatti queste dinamiche di relazioni ad incastro nascono dalla propria infanzia in prima relazione affettiva di base quella con genitori

    Ergo molte qui e non solo elle elle hanno provato il senso di colpa mescolato a quello della crocerossina che guarda al manipolatore come un povero bravo uomo tanto bisognoso e se poi sta malato di Narcisismo ecc,allora poverino mica sta colpa sua
    Sono io ,si dice la vittima temporanea,sono io che non riesco a smuovere le montagne

    Lui poverino come fa?
    È tanto debole o malatino ecc.

    Quindi il senso di colpa certamente sicuro fa anche parte del tipico insegnatmento VATICANO PENSIERO ,ma fa anche parte della tipica caratteristica del manipolatore negativo che Sto arrivando! Da iniziò che per ottenere la sottomissione lo stato di attesa eterna è il metodo più efficace

  • Azzurra, 3 Maggio 2021 @ 14:52 Rispondi

    @Ellelle infatti spesso parlarne, sfogarsi serve anche a questo : guardare le cose da un altro punto di vista. @Cossora ha detto delle cose molto importanti, io mi rendo conto che spesso la nostra sofferenza è tale da non accettare le parole di chi cerca di farci vedere le cose da un’altra prospettiva. Anche per questo ci vuole tempo, non è facile guardare in faccia la realtà e non è facile agire come ci suggeriscono gli altri perché in quel momento noi non ce la facciamo, non lo accettiamo e non ci sentiamo capite. Non sono i consigli a non essere giusti a volte, è il momento ad essere sbagliato. Poi però purtroppo ci sono anche i casi in cui come dice @Ariel si viene rivittimizzate una seconda volta,vuoi per mancanza di tatto, vuoi per superficialità, vuoi perché molte persone non si capacitano del fatto che qualcuno possa arrivare a farsi trattare in un certo modo perché a loro non capiterebbe mai, vuoi perché non si è in grado di mettersi nei panni degli altri, vuoi perché a volte è più facile giudicare che cercare di comprendere. Sta di fatto però che stare qui e ascoltare verità a volte scomode e dolorose oppure essere coccolata nei momenti di sconforto aiuta tantissimo, io grazie alle parole di molte di voi sono riuscita a vedere cose che ho sempre avuto davanti agli occhi ma che facevo fatica ad accettare, questo luogo è terapeutico ho imparato anche a farmi scivolare addosso le cose che non mi appartengono e questa per me è davvero una grande conquista

  • Oldplum, 3 Maggio 2021 @ 14:49 Rispondi

    Si @elleelle, tesoro. Tu sei infinita e divina e di certo quello che è successo non ha niente a che fare con ciò che sei e rimani. Lui era solo una nuvola che è passata dentro il cielo. Tu sei il cielo. Non ti ha segnato. Tu rimani intonsa. Non farti raccontare altro dai tuoi pensieri ne’ dal sentire comune (che poi sono solo pensieri e come tali sorgono, vivono e muoiono). Sei completa e perfetta.

  • Oldplum, 3 Maggio 2021 @ 14:38 Rispondi

    @lia, il fatto di essere vittime e sentirsi vittime sono due cose separate. La prima dipende dell’oggettività della situazionee dalla percezione sociale del fatto. La seconda dal proprio pensiero su sé stesse, condizionato dal lato oggettivo (fatto e percezione sociale). Riconoscere di essere stata oggetto di abuso nei fatti è il primo passo. Il secondo è accettare quello che è avvenuto e soffrirne anche ma senza costruirsi la narrativa che si ha un marchio incancellabile di infamia che condizionerà a vita ciò che siamo. Continuare a bullizzarsi tramite il pensiero è un atto abusante anch’esso. E lo mettiamo in pratica noi stesse.
    Non è religione. È logica.

  • avvocatodistrada, 3 Maggio 2021 @ 13:55 Rispondi

    salve se scrivo in maniera apparentemente non a favore delle donne amanti, e poichè anche la mia ex amante indicativamente dice le stesse cose che di te voi, stessa terminologia,stesso linguaggio,e probabilmente se scrivesse qui, io passerei per quello che l’ha presa per il culo, narcisista seriale,il manipolatore,non parliamo di bambina di 20 anni, bensi’ di una donna over 40 con figli,non nata ieri,poi posso anche capire che per giustificarsi e giustificare se stessa, è piu facile pensare ho perso la testa per uno stronzo, ero innamorata , mentre lui ha approfittato di me..io sono onesta e tu no..faccio fatica a dirvi che le cose stanno cosi,

  • leilei, 3 Maggio 2021 @ 13:22 Rispondi

    Viovio, il fatto che si fosse messo a coccolare tua figlia è stata solo ed esclusivamente una recita a tuo favore. Disgustoso.

  • elleelle, 3 Maggio 2021 @ 13:19 Rispondi

    @Lia
    Hai ragione e so benissimo che in altre circostanze il mio percorso di uscita da questa relazione sarebbe stato piu’ breve.
    Uscire e’ stato praticamente impossibile, cosi’ come viaggiare, che sono sempre ottime valvole di sfogo. Ho amici che abitano in posti splendidi, due settimane sarebbero state un toccasana. L’altra possibilita’, quella del chiodo, nel mio caso non era praticabile perche’ la proposta mi era stata fatta da una persona di cui e’ meglio non fidarsi e quindi non ho accettato.

    @Oldplum
    Infatti dicevo che non so se e’ giusto darmi la colpa per cose di cui non ho colpa io. Non posso addossarmi responsabilita’ che non ho. Le azioni e le scelte sbagliate del mio ex non sono colpa mia, cosi’ come non mi posso far carico dei suoi problemi personali, eventuale narcisismo incluso. Se alcune mie reazioni sono state il risultato del suo comportamento, non e’ detto che siano un problema mio di personalita’ e che io debba in ogni modo ritenere che in me c’e’ qualcosa che non va.
    Non posso affatto escludere che in me ci sia qualcosa che non va, ma devo capire quali cose sono mie e valide in ogni circostanza e quali sono state provocate in me da un atteggiamento suo che era molto stressante e contradditorio.
    Un esempio: essere rimasta in questa relazione per un periodo di 6 mesi platonici + 18 mesi di relazione, con due brevi periodi di interruzionem(i famosi “ritorni”), fa di me una co-dipendente che ha subito troppo oppure una persona “normale” che viste le circostanze ha dato due possibilita’ ma che poi, di fronte a un’altra presa in giro, ha tagliato i ponti in modo definitivo?
    Credo siano differenze molto importanti da capire.

  • cossora, 3 Maggio 2021 @ 13:16 Rispondi

    Si ma @out era questo che consigliavo. Mica di entrare in seminario.
    Bravissima, a me la mattina iniziare con yoga e meditazione, concentrandomi su me stessa e ridimensionando le cose.. ha salvato la pelle l’anno scorso durante la sua sparizione in pieno lockdown.. e ancora oggi mi ritrovo, mi concentro, ringrazio e inizio la mia giornata, perchè è MIA, non sua.
    E la vita è MIA e non sua.

  • Piccola, 3 Maggio 2021 @ 12:54 Rispondi

    A proposito di tornare. Stamattina, dopo 7 mesi ha provato a chiamarmi 2 volte. Non ho risposto. Non saprei cosa dirgli. Ho aspettato questa chiamata per mesi, ora non me la sento di sentire la sua voce e le sue cavolate. Sinceramente non me lo aspettavo assolutamente. Mi verrebbe solo di insultarlo ma non è nei miei modi e queste bassezze le lascio a loro. Però mi sono agitata. Ho mal di testa e sono nervosa.

  • Lia, 3 Maggio 2021 @ 09:23 Rispondi

    @Ariel concordo con te quando parli di vittimizzazione secondaria. Andare addosso per scuotere quando “si è” chiaramente vittime e non “ci si sente” vittime può essere più dannoso che altro. Mi piace anche quando parli di vittime temporanee. Aggiungerei che non sempre si riesce a trovare la strada e la forza dentro di sé e questo significa solo che è necessario un aiuto esterno per sbloccare una situazione da un trauma forte che si è vissuto.
    @elleelle i ricordi sono ancora troppo vivi e gli incubi lo dimostrano. Hai avuto la sfiga tremenda di incontrare un narcisista e stai vivendo quello che tu giustamente paragoni ad un post trauma perché di quello di tratta. Se hai la sensazione di non farcela, chiedi aiuto. Ti do un consiglio. Hai scritto che non hai voglia di socialità. Sforzati di non chiuderti. Frequenta persone anche se ti sembra difficilissimo.

  • Oldplum, 3 Maggio 2021 @ 09:15 Rispondi

    @elleelle non si tratta di religione. Ti dici di non essere religiosa ma pare che hai introiettato uno dei cardini della dimensione temporale della religione stessa: la colpa.
    Non c è colpa.

  • Outlier, 3 Maggio 2021 @ 09:02 Rispondi

    @Cossy per esempio io ho iniziato a fare una cosa tutte le mattine, prima di sistemare e casa e prima di iniziare a lavorare visto che appunto sto ancora da casa: 15 minuti di sport e yoga per cercare di trovare la mia pace interiore. Scarico e poi cerco di rilassare la mia anima, ne ha bisogno. Cosi riesco di nuovo a guardarmi allo specchio. Da quando lo faccio, devo dire che mi fa stare bene perché finalmente inizio a fare qualcosa solo per me.

    • alessandro pellizzari, 3 Maggio 2021 @ 11:52 Rispondi

      ottimo e da copiare

  • Outlier, 3 Maggio 2021 @ 08:59 Rispondi

    @ellelle ricordarlo a te fa bene anche a me. Anche io voglio vedere la luce in fondo al tunnel. A volte sembra anche a me di non finire mai. Per fortuna la mia psicologa mi ricorda che invece i passi avanti li sto facendo, ma è cmq dura ragazze.
    Comunque questi uomini che fingono di amare io spero che prima o poi abbiano una batosta madornale cosi da soffrire non dico tanto, ma almeno un decimo di quanto adesso stiamo soffrendo noi. Che capperi!

  • Maddy, 3 Maggio 2021 @ 08:34 Rispondi

    @Viovio complimenti davvero per come hai affrontato la giornata.
    Sei una role model, hai tutta la mia stima. Spero che per te il percorso sia sempre più in discesa

  • Maddy, 3 Maggio 2021 @ 08:32 Rispondi

    Cara @elleelle come stai oggi? Spero meglio. Da noi c’è una bella giornata di sole. Spero che possa scaldarti e far risplendere tutto il bello che c’è in te.

  • elleelle, 3 Maggio 2021 @ 08:32 Rispondi

    @Viovio
    Grazie cara, oggi va un pochino meglio, per fortuna questa settimana sono molto impegnata e spero che questo mi terra’ la mente distolta dai soliti pensieri.
    Un abbraccio anche a te!

  • elleelle, 3 Maggio 2021 @ 08:30 Rispondi

    @Oldplum
    Credo che @Cossora, in un suo commento in un’altra parte del forum (Dieci cose che un uomo non dovrebbe mai dirti) mi abbia dato la chiave per interpretare quello che dicevi. A volte non e’ facile capire quello che gli altri stanno cercando di dirti e nei giorni scorsi ero particolarmente nel pallone.
    Avete ragione, come dicevo ad un’altra ragazza, “non posso e non devo farmi definire da quello che e’ stato, perche’ io sono altro e soprattutto, non sono lui. Ho “perso” quasi tre anni della mia vita a causa di questa persona, ho perso tranquillita’, allegria, felicita’ e anche quella bellezza che viene dall’essere a posto con se stesse e aperte verso il mondo. Non posso perdere ancora del tempo, sarebbe davvero un peccato.”
    La mia storia con lui non mi puo’ definire per i giorni a venire, devo lasciarmela alle spalle e devo riuscire a pensare che se lui ha un problema, non e’ detto che ce lo abbia io. Se lui ama solo se stesso, non vuol dire che io non possa essere amata o comunque apprezzata da altre persone. Lui e i suoi problemi non mi possono definire ne’ influenzare adesso che lui non e’ piu’ nella mia vita. Se lui non ha saputo apprezzare e rispettare l’essere umano che aveva davanti e che gli ha dato cosi’ tanto, e’ un problema suo, non mio.
    Grazie per aver parlato di questa cosa che non riuscivo piu’ a mettere a fuoco. A volte ci si perde in pensieri che non portano a niente, perche’ vengono da un dolore profondo da cui non si riesce a uscire, specialmente quando si sta cercando di dare un senso a una cosa che non ne ha.

  • Maddy, 3 Maggio 2021 @ 06:53 Rispondi

    Cara @Outlier sai che questi str… invece tornano sempre (pure dopo 6 anni e con proposte indecenti) proprio perché le palle non le abbiamo rotte mai. Siamo sempre rimaste zitte e buone nel nostro angolino di sottomissione, ad accettare tutto quello che ci veniva offerto e scambiavamo per amore.
    Sai cosa mi ha detto il mio? Tu non puoi capire quanto sia “impossibile” scalare certe montagne per una mente come la mia.
    No, non lo capisco. L’Amore è semplicità e loro sono troppo complicati. Sto realizzando che essere felice con un soggetto del genere è utopia, è una proiezione delle nostre idee.
    Un abbraccio

  • Viovio, 2 Maggio 2021 @ 23:50 Rispondi

    @Azzu usare i figli è da ….. non trovo le parole.
    Ti dico solamente che mesi fa quando ero costretta a casa e lui bloccato ovunque, ha avuto l’idea geniale di farmi avere sue notizie tramite il tel di mia figlia e sono diventata una iena.
    Naturalmente la scusa è sempre la stessa: mi hai bloccato, non avevo altro modo per contattarti. sono molto preoccupato per la tua salute! Ma per favore va…
    Capisco come ti senti, anche mia figlia lo adora, però non dobbiamo farci abbindolare dai loro atteggiamenti.

  • Viovio, 2 Maggio 2021 @ 23:44 Rispondi

    @Dispersa anche io ho un ottimo rapporto con i suoi figli, sono particolarmente affezionata al più grande ma non li ho mai usati per nessun scopo.
    Ti garantisco che se avessi potuto oggi me la sarei risparmiata, ma visto che non poteva “sostituirmi” nessuno sono andata ugualmente, proprio perché voglio bene a quei bambini e non è colpa loro se il padre è un coglione.
    Comunque pure oggi come da copione tripudio di foto e ammmmmore. :-p

  • Viovio, 2 Maggio 2021 @ 23:36 Rispondi

    @elle che io sia la regina dell’autocontrollo ho qualche dubbio, se tutto questo fosse accaduto un paio di mesi fa il tono del mio post sarebbe stato molto diverso. In effetti la paletta per la torta gliel’avrei infilata in quel posto Ahahahahah
    Però obiettivamente che dovrei fare? Lui è quel tipo di uomo ed io ho fatto un’enorme cazzata. Punto.
    Voglio voltare pagina, tanto quello che può darmi lo conosco perfettamente, quindi che lo indirizzi a qualcun’altra. Non sono di ferro, appena ho varcato il loro cancello e sentito in lontananza la sua voce non sono rimasta indifferente, però ti garantisco che ho imparato la lezione.
    Tu come stai stasera? Stai organizzando la tua settimana? Cerca di distrarti e tenerti impegnata!
    Un abbraccio

  • Ariel, 2 Maggio 2021 @ 23:27 Rispondi

    avvocato potresti per favore scrivere meglio nel senso di più chiaro cosa intenderesti dire col tuo commento qui sotto scritto critico così lo hai definito?

    Provo a risponderti
    Non c’entra nulla essere single sposate o fidanzate o amanti

    Quando una relazione affettiva non funziona nel senso che dura del tempo e produce sofferenza data da uno dei due che fa del male sapendo già di farlo di solito qui a maggioranza sono più le donne che restano in esperienze disfunzionali a patire le prese in giro dei loro partners
    Che a seconda della soggettiva storia ed esperienza di vita possono aver vissuto dinamica di relazione manipolative negativa sia dal marito sia dal amante o solo dal marito o solo dal amante

    Le relazioni disfunzionali dppossono essere di diverso livello di gravità di danno prodotto e quindi non c’entra affatto se capita a chi sta single o sposata o con amante

    Le storie peggiori sicuro in assoluto sono quelle dov’è sia marito che amante si è rivelato essere entrambi persone manipolative negative alcuni gravi Narcisisti
    Altri meno ,ma in ogni caso le storie qui raccontate necessitano tutte di un percorso di cura e propria guarigione da dipendenza affettiva per riuscire a staccarsi dal proprio manipolatore negativo

    Più dura la esperienza più si nasconde sicuro una dinamica di incastro negativo tra dipendenza affettiva e manipolazione negativa
    La differenza è che chi sta in dipendenza è in ottima buona fede infatti si fa un sacco di sensi di colpa verso tutti mariti e amante sta ipersensibile e cerca di fare davvero qualcosa per uscirne
    Molte si separano. E molto bene facendo terapia di supporto e con grande disponibilità a impegnati a dire la verità realtà al proprio marito ad esempio

    Quindi in ogni caso qui ci tanno testimonianza di Donne che hanno subito veri manipolazioni negative erano in buona fede e con maiti pure loro a volte manipolativi negativi

    Cio che conta e rendersi consapevoli aver voglia di farci qualcosa e muoversi curandosi separandosi da ogni relazione che f stare solo che male.

  • Dispersa, 2 Maggio 2021 @ 23:08 Rispondi

    @Viovio hai avuto l’ennesima conferma di quanto sia ridicolo, perché è giusto non coinvolgere gli altri, ma un comportamento così io li trovo semplicemente meschino!!

  • Ariel, 2 Maggio 2021 @ 23:08 Rispondi

    @elleelle e @Cossora mi unisco per esprimere il mio pensiero riguardo a ciò che ritengo essere ed attribuire alla Parola Spiritualità
    Ecco per essere spirituali occorre credere che oltre la carne il corpo fisico e o,tre la morte esiste una entità che per i credenti in Dio si chiama anima

    Ecco che per me non esiste la anima ma semplicemente il corpo e tutte le sue parti e ovviamente vivo in funzione della vita presente e della storia del passato ma tutto è riferito alla vita che per me è una questa qui poi alla mia morte e quella di tutti gli altri esseri viventi si muore punto il corpo diviene concime buono pe altri semi e va a sapere quali

    Poi il fatto che possa sicuro seguire dei miei pensieri nei quali credo perché mi fanno da aiuto a cercare di riuscire a vivere la mia vita al mio meglio nel esprimere i miei talenti e me stessa qui adesso nella unica vita che possiedo e che tutti ,dal mio punto di vista ,possediamo una sola vita fatta di carne ossa cervello che funziona e nuove scorte scientifiche che via via aiutano a vivere meglio

    L’ essere sensibili e profondi esula dal essere spirituali non vanno confusi i termini
    Cosa si intende per spiritualità?
    Spirituale è chi crede che esista una anima
    Per me no non esiste affatto nessuna anima ma solo noi stessi individui che la natura ha progettato delle regole di nascita per semi e vita e vecchiaia e malattia e morte

    Secondo me è un grande vantaggio perché non ho tempo da perdere perché non esiste una anima e Un altra vita
    E quindi diamoci na mossa a vivere al meglio nel rispetto certamente di regole sociali che occorrono sempre se si vive in una comunità società

    Se medito penso e rilasso il mio corpo pe dire e fare un esempio che sta una attività benefica e introspettiva ma che non ha nulla di spirituale si può meditare benissimo senza credere alla esistenza del anima di Dio o essere di fede religiosa qualsiasi

    Ecco non so se questo mio pensiero è punto di vista della mia via @Ossora lo possa definire spirituale ma non credo senza anima e Dio si resta Materialisti che non significa affattto superficiali o dediti a vizi ,semplicemente non si è spirituali e credenti in Dio si sta atei

    E felici di esserlo nel senso che per me non essere legata a credenza di anima e di Dio mi lascia spaziare in vere libertà di pensiero e di minori condizionamenti mentali e di azioni di vita.

  • Azzurra, 2 Maggio 2021 @ 22:49 Rispondi

    @Vio è bello sentirti così consapevole e centrata. Lui mi fa pena invece come mi fa pena il mio ex, anche lui specialmente all’inizio usava i miei figli per avvicinarsi a me anzi è stato proprio attraverso loro, mostrandosi anzi esibendosi come un uomo dolce, gentile, giocherellone, affettuoso…. E tante volte nel corso della nostra storia prendeva informazioni su di me attraverso loro quando io sparivo dopo che lui mi lasciava. I miei figli lo adorano e a me fa incazzare sapere che lui li ha sempre solo usati, ha sempre solo finto anche l’affetto nei loro confronti ma nessuno se ne accorge, nessuno lo vede per quello che è. Anche io non lo vedevo. @vio sei sulla buona strada, sono contenta di sentirti così ❤️

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 22:45 Rispondi

    @Viovio
    Sei la regina dell’autocontrollo, non ti veniva voglia di trafiggerlo con la paletta per tagliare la torta? 😀

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 22:41 Rispondi

    @Outlier
    Certo che queste cose mi fanno arrabbiare e non vedo l’ora di riprendermi la mia vita!
    Infatti è proprio per questo che devo trovare una soluzione, per fare in modo che questo avvenga senza lasciare danni permanenti.
    Non vedo l’ora di lasciarmi questa esperienza orrida alle spalle, credimi.
    E grazie per le tue parole, perché ricordarlo fa sempre bene!

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 22:37 Rispondi

    @ads
    Per quanto tu ci provi, non posso proprio dirti di essermi comportata come il mio ex.
    So che tu stai cercando di ottenere questa ammissione da noi però, non so le altre, ma io questa ammissione non te la posso dare.
    Tra me e il mio ex c’è un abisso, per cui no, non mi sono comportata come lui. Io non l’ho mai preso in giro e non gli ho mai mentito. La crisi del mio rapporto ufficiale era già stata affrontata molto prima.
    In poche parole, io sono stata onesta ogni giorno, lui no.
    Ti devi rassegnare, gli stronzi esistono e non c’è sempre una stronza dall’altra parte, anzi, molto spesso c’è una persona innamorata davvero.
    Non so perché questa cosa ti dia così fastidio, non so cosa devi giustificare dentro di te ma mi sembra che tu sia sulla strada sbagliata.

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 22:27 Rispondi

    @Cossora
    Per una persona come me, il concetto di anima cosa rappresenta? Cos’è la spiritualità?
    Io ho una visione di me stessa, delle mie caratteristiche, di quello che faccio e come lo faccio. Posso avere dei valori più o meno condivisibili, ho regole e limiti, ho cose che offro e altre che accetto, posso essere comprensiva o meno ecc. Ho una visione di me stessa nel mondo e rispetto agli altri, penso e rifletto, mi faccio domande, cerco di capire cosa sta dentro di me e negli altri, come interagiamo.
    Non è che stiamo parlando della stessa cosa usando termini diversi?

  • Outlier, 2 Maggio 2021 @ 22:14 Rispondi

    @ellelle immagino e ti capisco. La sensazione del non abbastanza è una cosa che ho provato anche io. Ma devi cambiare idea e pensare che è lui quello sbagliato, non tu. Ci vuole un po’. Io l’ho capito dopo anni e grazie a questo percorso che sto facendo. Ma non credi che ci siamo sminuite abbastanza? E ci diamo date delle stupide solo perché innamorate? Oppure abbiamo accettato cose di cui oggi vorremmo solo prenderci a sassate? Non ti fanno arrabbiare tutte queste cose e venire la voglia di urlare per riprenderti la tua vita?

  • Viovio, 2 Maggio 2021 @ 21:32 Rispondi

    @Ale in effetti anche una persona a me vicina che conosce la situazione, mi ha fatto notare fosse un po’ esagerato tutto quell’affetto nei confronti di mia figlia. Va bene che l’ha vista nascere, però essendoci questa “situazione” avrei evitato al suo posto, ma tanto stiamo parlando di un cialtrone quindi inutile porsi domande e dire io non lo avrei mai fatto.
    Cerco di guardare il bicchiere mezzo pieno: i bambini si sono divertiti e ho mangiato molto bene ad un certo punto mi sono pure persa in chiacchiere e il tempo è volato. Non tornerò mai sui miei passi, una vita fatta di bugie e briciole non la voglio più.

    • alessandro pellizzari, 2 Maggio 2021 @ 22:00 Rispondi

      diffidate degli uomini che usano i propri o i vostri figli per farsi belli con voi

  • avvocatodistrada, 2 Maggio 2021 @ 20:57 Rispondi

    scrivo un commento con l’auspicio che non venga cassato,
    fatemi capire ma tutte le ragazze che scrivono,siete tutte donne libere e single che poi si sono innamorate di uno stronzo,
    oppure siete o eravate impegnate e vi siete innamorate di un uomo impegnato, lo chiedo con spirito critico,
    se non erro una o due di voi poi ha deciso di intraprendere una strada autonoma al di la dello stronzo,le altre bene o male si trovano come prima .
    purtroppo qui non scrivono uomini , sarebbe bello ascoltare ogni tanto anche la versione di questi stronzi.

    • alessandro pellizzari, 2 Maggio 2021 @ 22:02 Rispondi

      ti ho già spiegato che non è vero che non è vero che non scrivono gli uomini e se non lo fanno perché ma non leggi. Moderare il linguaggio grazie. La parola alle lettrici

      <

      ol>

  • Viovio, 2 Maggio 2021 @ 19:16 Rispondi

    @Azzu grazie per il pensiero! E’ andata bene, stranamente non ero particolarmente agitata spero di non avere reazioni a scoppio ritardato :-p
    Abbiamo trascorso una giornata molto simile alle altre (prima del covid), ho cercato di essere il più naturale possibile e quando ho smesso di pensare alla situazione ci sono riuscita. Lui inizialmente mi ha ignorato, ma io ho salutato come facevo sempre.. avevo alternative? Ma poi chissene frega, l’ultima cosa che voglio è fomentare o istillare dubbi nelle nostre famiglie. Ad un certo punto ha iniziato a coccolare mia figlia riempiendola di attenzioni e baci, sinceramente avrei preferito non lo facesse ma lei era contenta quindi ho chiuso un occhio. Per un attimo ho pensato: magari fosse sincero l’affetto che sta dimostrando, però forse sono troppo prevenuta io? Boh
    Ora per un po’ di tempo non ci saranno altre occasioni “obbligate” per trascorrere tempo insieme, si va avanti 🙂
    Tu come stai?

    • alessandro pellizzari, 2 Maggio 2021 @ 20:54 Rispondi

      lui mi fa ribrezzo

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 18:09 Rispondi

    @Outlier
    A questo punto la mia autostima la devo ricostruire a prescindere, visto che non ne ho più una. Non sarà facile, perché non sono abituata a pensare alle mie qualità positive e infatti non sto riuscendo a fare il lavoro consigliatomi dalla psicologa.
    Credo che questa esperienza abbia tirato fuori delle sensazioni che fanno parte di me (il sentire di non appartenere, di non essere mai abbastanza) e che le abbia amplificate a causa degli atteggiamenti erratici del mio ex. Sentirmi dire che mi amava mi faceva sentire accettata e invece era tutta una finta. Sono due cose difficili da conciliare e chi ha vissuto storie simili lo sa bene.

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 17:47 Rispondi

    @Oldplum
    Brava, hai ragione, quando scrivi “Ad un certo punto scoprirai di non essere la tua storia e i tuoi pensieri e sarai libera”.
    Un mio problema è proprio che io mi vedo per la mia storia e la mia storia non è il massimo. Diciamo che sento di non avere un serbatoio abbastanza grande di esperienze positive e validanti da cui attingere.
    Dico “sento” perché magari ci sono persone che farebbero cambio con me e con le esperienze che ho fatto, ma io invece ho solo la sensazione di aver fatto una gran fatica.
    E poi c’è il fatto di avere la quasi certezza che lui è un narcisista. In quest’ottica, è giusto che io mi dia colpe che magari non ho? Se lui fosse stato una persona normale, non avrei reagito così, ne sono certa perché non mi è mai capitato prima.
    Quindi sono di nuovo tra l’incudine e il martello, perché non so quanto c’è di mio e quanto è stato provocato.
    Sicuramente ho del lavoro da fare ma sull’aspetto spirituale fatico molto perché è una cosa che non mi appartiene. Io non ho una dimensione spirituale religiosa, non saprei davvero da che parte cominciare. L’unica cosa che posso fare è cercare di attutire la parte più dolorosa (gli incubi mi distruggono, ad esempio) e ritrovare un po’ di energia e autostima.

    • alessandro pellizzari, 2 Maggio 2021 @ 20:56 Rispondi

      non datevi colpe inutili

  • cossora, 2 Maggio 2021 @ 17:42 Rispondi

    @elleelle e @airel spirituale e religiosa non sono la stessa cosa. Non necessariamente. Smettetela di ignorare la vostra parte di anima, non siete solo carne, al di la del credo. Superate un po’ questo limite, su.

  • Ariel, 2 Maggio 2021 @ 17:06 Rispondi

    @Oldplum comprendo la tua ottima e buona intenzione ma secondo me non c’entra nulla il discorso spirituale lascia che sia personale
    No a proselitismi di qualsivoglia natura non sono d’accordo altrimenti è come mettersi esattamente in una dimensione che non ha ragione di essere se non per chi sta credente

    In più forse non hai ancora capito che qui e fuori di qui non esiste alcuna vittima tout court ma vittime temporanee
    E questo aggettivo infatti è già di per se permeato del contrario essere e sentirsi chiusi nella prigione della vittima come correntemente si attribuisce un significato negativo del piangersi addosso

    Insomma si tratta semplicemente di fare terapia e pure curarsi con farmaci perché lo volete capire si ono che sta INUTILE E DANNOSO girar intorno alle teorie prive di qualsiasi fondamento scientifico

    Ognuno ha invece la sua storia e se tu e Cossora e qualsiasi altra persona é credente praticante nulla da dire ognuno però deve ESSERE LIBERO di credere o meno intendo nella versione spirituale o meno

    La spiritualità prevede intrinseco significato del credere nnella esistenza del anima e in ciò che chi crede chiama Dio e qualsivoglia fede religiosa

    Inutile incaponirsi nel proselitismo e cioè nel ribadire i consigli su via spirituali

    Cio che conta è curarsi sul serio che significa che in alcuni casi come relazioni tossiche e violenze psicologiche occorrono le cure psicoterapiche e Mediche se il caso

    Tutto il resto vie spirituali e quant’altro lasciamolo a chi crede e con pieno mio rispetto sicuro

    Smettiamola di dare addosso responsabilità che già chi è stato vittima temporanea già sta ridotta uno straccio
    Gli esperti infatti chiamano questo atteggiamento comune che spesso viene mosso in società
    La VITTIMIZZAZIONE SECONDARIA
    E cioè dare addosso ancora COME SE NON BASTASSE alle persone davvero VITTIME TEMPORANEE DI azioni nefaste e distruttive del proprio dna emotivo in modo profondo

    Qui non si tratta più di piccoli incidenti i di percorso ma di veri danni psicofisici
    Inutile capisco che la tua buona fede e pure quella di Cossora e di tante altre persone ma vi dico ATTENZIONE AL PRODURRE LA VITTIMIZZAZIONE SECONDARIA

    Tradotto
    A fin di bene in buona fede si produce il rimestare il coltello nella piaga rendendo le VOTTIME VERE FARLE PASSARE COME I CARNEFICI

    Il passo è breve e nuoce alla salute

    Grazie

  • Oldplum, 2 Maggio 2021 @ 16:18 Rispondi

    Ciao @elleelle, credo che @cossora abbia un po centrato la questione quando ti ha invitato, oltre ad approfondire l’aspetto psicoterapeutico, a trovare una guida ” spirituale”. È giusti sapere da dove nasce un malessere psichico, assegnare etichette a certi comportamenti etc ma è anche consigliabile cercare di uscire da certi schemi mentali e lo si può fare notandoli, prestandosi attenzione e approfondendo la conoscenza del proprio vero sé. La tendenza a immedesimarsi completamente nella propria storia e nei propri pensieri provoca tanto dolore auto-indotto. L’ego non è solo quello che ha manie di grandezza “positiva” ma, per distinguersi e creare una sua unicità può anche immedesimarsi o creare la narrativa di essere una vittima assumendo così una superiorità almeno morale. Ti invito anche io a dedicare il tuo tempo alla tua dimensione interiore, aldilà della mente che non è quello. Ad un certo punto scoprirai di non essere la tua storia e i tuoi pensieri e sarai libera . La sofferenza è il mezzo per trascendere la sofferenza. Basta essere attenti.

  • Outlier, 2 Maggio 2021 @ 15:33 Rispondi

    @ellelle sentirti così mi dispiace, ma ti capisco. L’annientamento è stato ciò che mi ha spinto ad andare da uno psicoterapeuta. Ad un certo punto se da sole non riusciamo a reagire, non c’è niente di male chiedere aiuto. La cosa che però ho imparato e che sto vedendo è quello che poi ha scritto @Viovio: non è amore. Loro ci vorrebbero solo alle loro condizioni e se noi proviamo anche solo per un istante a porre le ns condizioni ecco che ci fanno sentire sbagliate. E noi lì a farci mille problemi quando ad un certo punto un calcio in quel posto è l’unica soluzione. Se non arriviamo a farlo è perché forse la ns autostima va un po’ rivista, e io ne dono un esempio. Altrimenti sai da quanti anni prima gli avrei detto “non vuoi stare con me ma solo a condizioni tue? Vattene a…!”
    Forza

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 14:45 Rispondi

    @Outlier
    Scusami tantissimo, mi sono confusa con Clarabella!
    Ti capisco, anche io non voglio vedere nessuno, è troppo pesante. Parlo qui con voi, con un paio di amiche ma per il resto sono molto asociale.
    Un uomo poi, non riuscirei neanche a considerarlo. La mia amica mi diceva che ha fatto sesso con uno perché ne aveva voglia e a momenti vomito la cena. No, no, grazie.

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 14:04 Rispondi

    @maribel
    Certo, nel mio caso si sono sovrapposte tante cose e alla fine è stata scombussolata anche quella tranquillità che avevo raggiunto.
    Il mio ex è stato la causa scatenante di eventi recenti in aggiunta a situazioni passate di cui lui ovviamente non ha colpa.
    Però la tranquillità che avevo raggiunto mi era costata fatica e impegno. Lui lo sapeva, conosce la mia storia, sarebbe stato giusto rispettarmi.
    Hai anche ragione sul sentire di non avere più carte da giocare, perché assieme alla depressione c’è un grande senso di fallimento personale.
    Io non ho saputo capire e proteggere me stessa, non mi sono ascoltata neanche quando cominciavo ad avere dei dubbi. Sono rimasta in osservazione, senza agire, anche se adesso so che le mie osservazioni erano corrette.
    Non so cosa fare, dove stare, dove andare. Mi sento persa, perché ho perso me stessa e non mi vedo più come una persona ma come un oggetto. Non riesco a mettermi in gioco, perché sono rimasta senza forze.

  • Viovio, 2 Maggio 2021 @ 13:56 Rispondi

    @elle mi dispiace veramente tanto sentirti così, hai ragione la depressione è una brutta bestia, ti risucchia ogni energia e anche le cose più semplici diventano insormontabili. Brava che hai contattato lo psichiatria, vedrai che appena inizierai la cura noterai nel giro di breve tempo dei miglioramenti. Fai un passo alla volta. Ti auguro di ritrovare presto serenità ed equilibrio.

  • Outlier, 2 Maggio 2021 @ 13:49 Rispondi

    @dispersa @cossora, non voglio più starci dietro. Tutto l’amore che potevo mostrare l’ho fatto vedere e non è stato ricambiato. Le montagne russe non le voglio più, voglio tornare ad essere un fiore nel mio giardino anche perché la sofferenza è tanta. Hai ragione cost quando dici che anche io voglio tenere quello che ho. Ma quella è la parte di me che lotta con quella che adesso sta tirando fuori i denti. Sono certa che con un po’ di fatica, quest’ultima tornerà e sarà l’unica splendente
    Vi abbraccio

  • Outlier, 2 Maggio 2021 @ 13:45 Rispondi

    @ellelle il mio cervello lavora come il tuo. È l’eterna lotta interiore in cui la parte più debole cerca di avere il sopravvento su quella razionale. Credo che i pezzi andranno a posto con i loro tempi. Solo non mettere troppa carne a fuoco.

  • Outlier, 2 Maggio 2021 @ 13:43 Rispondi

    @Ellelle infatti anche la psicologa mi dice che è un grande narcisista e manipolatore. E no, non voglio vedere nessuno in questo periodo. Devo prima sistemare le mie cose rotte e ce ne vuole.

  • Viovio, 2 Maggio 2021 @ 13:41 Rispondi

    @Out “ti dice certe cose per il tuo bene”che ragionamento contorto da parte del tuo ex.
    Sarà che sono impaziente per natura, ma se dopo anni di relazione mi venissero propinate queste cavolate, sarebbe un ottimo incentivo per voltare i tacchi. L’amore è semplice, lo dice sempre @Ale perché complicarlo in questo modo? perché non è amore. Sono arrivata alla conclusione che in queste storie non siamo noi a rimetterci, ma loro. Dobbiamo passare attraverso la sofferenza per superare un lutto d’amore, questo è vero, però oltrepassato l’ostacolo saremo libere di vivere la nostra vita ed essere felici. Loro perdono una persona che li ama e rimangono nella stessa routine, accogliente comoda e sicura ma zoppicante, altrimenti non si sarebbero fatti l’amante, quindi alla lunga saranno sempre loro ad avere la peggio. Questo è il mio pensiero e devo dire che mi ha aiutato parecchio cambiare prospettiva, rispetto alla fase in cui mi chiedevo come mai perché e per come si comporta così.

  • Azzurra, 2 Maggio 2021 @ 13:37 Rispondi

    @Ellelle quando parli delle due esperienze parallele che non riesci a conciliare ti comprendo benissimo. Questa è la mia più grande difficoltà ed è stato il motivo per il quale ci sono cascata più volte ed è il motivo per il quale devo stargli il più lontano possibile. @Ellelle anche lui mi ha proposto l’amicizia e quando gli ho detto che io non lo vedo come un amico mi ha risposto : “potremmo essere amici speciali” il tutto condito successivamente dai suoi ti amo, amore mio ecc. Quando gli ho fatto notare che non doveva rivolgersi ad un’amica (io) usando questi termini mi ha risposto : ma quale amica, tu per me non sei un’amica, impossibile! Io ti voglio bene, io ti amo non posso stare senza sentirti. Poi messo di fronte ai casini che stava di nuovo combinando ha chiuso all’improvviso dicendo che questa storia doveva finire perché avrebbe fatto male a me, a lui e a tutti. Anche io ho il cervello nella centrifuga, anni fa’ tutto questo mi ha fatto quasi impazzire perché non capivo. Adesso invece ho vissuto il tutto in maniera molto distaccata quasi da arrivare a chiedermi se questo mio distacco è frutto del mio non esserne più innamorata oppure di una mia assuefazione ai suoi comportamenti, essermi cioè abituata ad essere trattata così. Il che non è di sicuro una cosa positiva. Io sento che per me è finita, che non c’è possibilità neanche di un dialogo tra noi perché non lo voglio ed è quello che adesso voglio che lui capisca. Io voglio che lui stia lontano da me e se ricomincerà ad insinuarsi nelle mie abitudini quotidiane stavolta sono capace di tutto, è meglio per lui girare al largo. Ti abbraccio ellelle, non sei sola ❤️

  • maribel, 2 Maggio 2021 @ 11:42 Rispondi

    Condivido quanto scritto da @Ariel a proposito di ego sulla situazione di @elleelle
    Un ego malato va curato. Da uno psicoterapeuta, con un buon percorso…
    @elleelle stessa dice che si sente sopraffatta dalla situazione
    Cara @elleelle ora dovresti proprio pensare solo a te stessa. Quell’uomo nei tuoi continui pensieri e ripensamenti è diventato la causa totale di tutto il tuo star male. Ma io credo ci sia molto di più: la consapevolezza dei tuo matrimonio-azienda, il fatto di non aver più il tuo lavoro e il luogo dove vivi, l’ambiente che descrivi. In un certo senso sembra che tu pensi di non aver più carte da giocare.. ma guarda che arriva sempre nella vita qualcosa che spariglia le carte! E non per forza un uomo.
    Io ti auguro un trattamento che ti faccia ripartire da te. Lui ti ha distrutta ma te ne sei liberata: sei stata brava. Adesso il lavoro è capire che sei in grado di ricominciare da te, da zero. E non dire che a 50 anni non si può. Pensa a nuovi lavori anche semplici… un part time… magari un po’ di indipendenza economica ti potrebbe far pensare a nuove libertà. A nuovi progetti.
    Ti abbraccio.

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 11:04 Rispondi

    @Ale, ragazze
    Tornando ad una cosa che ha scritto @Ariel, io non mi vedo come la dipendente affettiva “pura”, nel senso che sono una persona molto indipendente e anche con il mio ex ho sempre messo le cose bene in chiaro. Cosa provavo, cose potevo offrire, cosa ho cominciato ad esigere da lui nel momento in cui mi ha cominciato a comportarsi sempre peggio e una decisione era necessaria. Io sono stata quella che lo ha lasciato per prima, se lui non avesse fatto un’enorme pressione psicologica su di me, io non l’avrei piu’ contattato.
    Anche il fatto che io lo abbia espulso fuori dalla mia vita nel modo peggiore immaginabile, non lo interpreto come una cosa fatta da una persona che ha una dipendenza psicologica, altrimenti avrei accettato la sua offerta di restare amici. O almeno, io la vedo cosi’, magari mi sbaglio.
    A me sembra di aver vissuto due esperienze parallele che non riesco a conciliare: da una parte c’era la fase di doclezza e amore da parte sua e in contemporanea c’era la fase in cui mi maltrattava allontanandomi, trattandomi con freddezza, facendomi sentire in colpa con piccole scenate di gelosia, dicendo che si sentiva inadeguato ecc.
    E’ come se il mio cervello fosse scisso in due parti, una che ha tutti gli elementi per comprendere cosa e’ successo – e lo comprendo bene, tanto che riesco a spiegarlo a voi e vi riconoscete in quello che scrivo – e una che non riesce a crederci. C’e’ di diventar matti perche’ il cervello non si mette tranquillo.

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 10:54 Rispondi

    @Outlier
    Secondo me se il tuo ex ti volesse bene e si preoccupasse per te, non ti direbbe proprio nessuna di queste cose.
    Come abbiamo detto tante volte, credo che alla fine questi uomini che scelgono per convenienza non superino mai quello che hanno fatto. Quando si rinuncia alla propria felicita’, qualcosa che ti rode dentro c’e’ sempre. Se poi aggiungi il fatto che tanti di loro sono dei manipolatori (e su questo ha ragione Ariel), vedi come non riescono a staccarsi e ad accettare il destino che loro stessi hanno scelto neanche dopo che sono passati degli anni.
    La realta’ e’ questa: a distanza di 6 anni il tuo ex tradirebbe ancora sua moglie con te. Lui non la ama. Non ama neanche te, perche’ altrimenti in 6 anni se ne darebbe reso conto. Se ti volesse anche solo un po’ di bene, non ti direbbe le cose che ti dice. Ama se stesso, ama giocare, ha bisogno di conferme del suo potere seduttivo. E’ un egoista insicuro e superficiale, come tutti quelli di cui parliamo.
    Se tu stai vedendo un altro, divertiti, goditi questa nuova relazione e ti auguro tanto che sia un uomo migliore del tuo ex. Non voltarti indietro, perche’ non hai perso niente.

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 10:35 Rispondi

    @Ale, ragazze,
    Riguardo alla mia psicologa, non credo che sia colpa sua. Lei sta cercando di farmi lavorare su alcune cose, sono io che non ho le energie per farlo. Se mi chiede di parlare delle mie qualità positive e io non ne vedo, non so nemmeno da che parte cominciare. Forse dovremmo fare dei passi indietro o lavorare su qualcosa che riesco a fare in questo momento e in realtà lei poi fa così, cerca qualcosa che sia più alla mia portata.
    C’è il grosso ostacolo della lingua e per questo non ho potuto farle vedere varie delle cose fatte e scritte dal mio ex. Lei è convinta che il mio ex abbia una patologia narcisistica, ma è come se mi mancasse la conferma finale da parte di qualcuno che ha visto, letto e capito.
    Anzi @Ale, magari ti manderò una cosa per avere la tua opinione.
    Ieri ho visto una mia amica e parlando di quello che mi è successo, mi diceva che capisce perché io sto facendo così fatica. Secondo lei ho vissuto una situazione che lei trova allucinante. Mi diceva che quello che le racconto le sembra fantascienza, ma sa che non le sto mentendo, siamo amiche da tanto tempo e non avrei motivo.
    In settimana contatterò uno psichiatra per avere un consiglio sulla necessità di prendere dei farmaci o meno e vedrò se è il caso di contattare una psicologa pratica di casi di abuso narcisistico. Ho due nominativi e devo solo decidere.
    @Cossora
    Purtroppo ha ragione Ariel, io non sono religiosa e non avrebbe senso curare la mia anima da quel punto di vista. Riguardo all’ego, diciamo che il mio è a pezzi, per cui è molto difficile trovare le energie per essere disponibili. La depressione è una brutta cosa, non ti lascia tante energie per essere presente mentalmente, neanche a te stessa.

  • elleelle, 2 Maggio 2021 @ 10:34 Rispondi

    @Ale, ragazze,
    Grazie mille per le vostre parole e i vostri consigli. Mi rendo conto di aver vissuto un’esperienza molto traumatica per me e che ognuna di noi ha i suoi limiti e le cose che riesce a superare, basate sul proprio vissuto.
    Ieri ho spiegato a mio marito perché sto così, gli ho detto che credo di aver avuto a che fare con un narcisista manipolatore e quando mi ha chiesto se avevo pensato di lasciarli per lui, ho detto che sì, ci avevo pensato. Non voglio ferire gratuitamente mio marito ma non voglio neanche che sottovaluti quello che ho fatto e quello che sento, perché la depressione è una brutta bestia. Quando penso a me stessa in questo stato, mi dispiace tanto, perché non credo di meritarmelo.
    Ai figli stavolta ho detto solo che sono molto giù di morale e che è un momento difficile per me. Uno dei due ovviamente ha capito e mi ha chiesto se era a causa di quell’amico che mi aveva fatto del male, quello di cui avevo parlato l’hanno scorso e ho detto di sì, approfittandone per spiegare che purtroppo sono situazioni che si verificano molto frequentemente e che bisogna imparare ad evitare rapporti malsani, anche di amicizia. Avendo purtroppo avuto esperienza di bullismo a scuola, sa benissimo di cosa parlo. Mi sono scusata con loro per essere assente e cercherò già da oggi di essere presente e non rinchiusa in camera.
    Posso solo fare piccoli passi al momento, ma voglio provare a farli per loro perché non hanno colpa di quello che è successo.

  • cossora, 2 Maggio 2021 @ 09:17 Rispondi

    @outlier vuole quello che tiene. E’ molto semplice. E anche tu vuoi quello che tieni. Non ascoltarlo più, non cagartelo più. Tu come me fai parte degli oltre 3 anni di tribolazione (anche se non tutti consumati o vissuti con continuità, comunque la tribolazione c’è) siamo fuori tempo massimo. Non si da nemmeno ascolto. Chiudi e basta.

  • cossora, 2 Maggio 2021 @ 09:14 Rispondi

    @lia ovviamente la volevo scuotere.
    @Ariel la terapia serve e gli psicofarmaci pure, sicuramente. Dove avete letto che li ho sconsigliati?
    Comunque non diciamo cazzate. Chi ha figli sa che ci respirano h24 e una persona con dei picchi di down pari a quelli di @elleelle non può davvero credere di riuscire a tenerli fuori. Mi sembra tutto fuorchè una cretina che può raccontarsi e raccontarci queste stupidate. Mi stupisce ci crediate voi. Boh.

  • Dispersa, 2 Maggio 2021 @ 08:53 Rispondi

    @Out era da un po che ti pensavo!!
    Allora loro sono bravi a bussare perché vedono la porta ancora socchiusa e spiando dalla fessura notano una donna splendente, perché nel frattempo ti sei fatta il mazzo per risollevarti ma questo loro non lo percepiscono minimamente, e rivedono quella donna che inizialmente ha fatto provare a loro delle emozioni sopite!!
    Allora sta a te scegliere se buttare via il lavoro fatto per lungo tempo o se continuare a splendere sempre più in alto!!
    Un abbraccio!!

  • Outlier, 2 Maggio 2021 @ 08:09 Rispondi

    @Maddy forza e coraggio.
    Mi sembra che questa pandemia abbia definito veramente chi sono questi amanti con cui magari ci siamo stati anni e anni. E la sofferenza che poi ne proviamo noi perché ragazze diciamolo, loro ad un certo punto non vedono l’ora di essere mollati da noi perché o si sono stancati o gli abbiamo rotto talmente le palle che si vogliono distaccare. Ma poi quando il grosso è passato, tornano. È inevitabile. Ci provano a vedere se noi siamo ancora lì senza rendersi conto di tutta la sofferenza che in noi producono.

  • Outlier, 2 Maggio 2021 @ 08:05 Rispondi

    @Cossy fin quando mi avesse chiesto di decidere perché lui ha intenzione di lasciarsi con la moglie, quelle belle parole le avrei valutate di più. Ma lui non farà questo. Cioè lui vorrebbe che data questa premessa quando ci incontriamo (perché non siamo ancora rientrati in ufficio) se ci va facciamo sesso e stiamo bene quel poco tempo senza rotture di palle, per essere diretta. Ma io non voglio questo. Lui è stato meschino a dirmi queste cose adesso, dopo tutti questi anni. L’ha fatto solo forse per volermi tenere legata ancora a lui. Questa volta non gli ho detto che io non sono abbastanza. Questa volta gli ho detto che io valgo tantissimo e sono abbastanza e oltre.
    La cosa che mi dispiace è che lui dice di dirmi queste cose per il mio bene, per far sì che smetta di soffrire. Ovviamente però mi ha detto che vuole continuare a vedermi e sentirmi. La verità è che lui non sa proprio cosa vuole. O forse si visto che è rimasto dove sta.

    • alessandro pellizzari, 2 Maggio 2021 @ 08:51 Rispondi

      Lui vuole un’amante part time

  • Ariel, 2 Maggio 2021 @ 02:35 Rispondi

    @Cossora e @elleelle e tutte e tutti,
    il tuo commento Cossora e suggerimenti verso elle elle li condivido solo in parte e ci tengo a spiegarti in quale parte concordo e in quale no
    E il perché.

    Sicuro concordo che ovviamente parlare al proprio marito e figli cercando di aprirsi per mettere in luce la propria realtà di sofferenza possa sicuro essere una ottima base per riuscire insieme al supporto terapeutico e medico a fare passi avanti verso lo stare da meglio fino a bene

    Ma esiste un ma cara Cossora che purtroppo in questi casi di relazioni tossiche occorre come aria che si respira fare terapie al plurale scientifico percorso che si sa già che funziona xche appunto studiato dalla Scienza e funziona sicuro al 100/100

    Non esiste un altro
    modo efficace che possa davvero essere determinante alla propria rinascita

    Parlare di ego è totalmente sbagliato in questi casi specifici nel significato che già lo scoglio enorme e che si è state travolte dalla dipendenza affettiva che CLINICAMENTE agisce come una droga più pervasiva delle droghe sostanze a detta degli esperti stessi

    Un problema che resta sicuro una caratteristica tipica comune alle persone che come elle elle e tante altre che hanno vissuto relazioni con gente manipolative negativa ad alto impatto è il fatto esatta contrario e opposto al avere un grande ego

    Il grande ego infatti smisurato ego fa parte dei manipolatori negativi e dei disturbi comportamentali come Narcismo in tutte le sue variegate varianti compresi i semplici così detti deboli o con chiare caratteristiche di tratti Narcisistici

    Quindi ego proprio no non certo chi ha una dipendenza affettiva anzi purtroppo ne ha molto poco ego infatti si piega si sottomette e aspetta pure anni sopportando qualsiasi comportamento del proprio manipolatore negativo

    Poi sul fatto che la psicologa di elle elle non vada bene perché non è una guida spirituale scusa sai ma nessuno può stabilire se la psicologa che si segue va bene o meno e cosa caspita centra la guida spirituale soprattutto sapendo perché lo ha scritto @caraelleelle che lei è atea
    E quindi dire a Un atea che la sua psico non funziona perché non cura l’anima insomma non solo non c’entra nulla ma sta perfettamente inutile e asso,utamente in questi casi privo di vera efficacia risolutiva che solo la terapia in forma di percorso psico più al occorrenza Medico Psichiatra risolve tutto e cioè mettendo la persona nelle condizioni ottimali per fare da sola

    Rispetto totalmente il tuo pensiero ,ma lo trovò sbagliato in parte perché privo di realtà efficacia scientifica

    Se siamo vivi a lungo e con qualità di vita ottimale oggigiorno è grazie alle ricerca scientifica ai farmaci alle terapie psicologiche terapie che contengono la vera risoluzione ai problemi di esperienza di questo tipo e non solo

    Poi ognuno ha la sua opinione se di fede o meno e logico rispetto in pieno chi sta credente ,ma ecco non vengo a scriverti è inutile che tu creda e che ti occorrerebbe una guida per diventare atea

    Capisci?
    La libertà del essere ateo o meno è qualcosa di esclusivamente personale e soprattutto molto intimo un luogo dove non ci si addentra si osserva con Grand ispetto come giusto farlo anche verso chi crede

  • Lia, 2 Maggio 2021 @ 00:37 Rispondi

    @Cossora, scusa se mi permetto di inserirmi nel tuo post in risposta ad @elleelle ma credo che tu stia sottovalutando la sua situazione. Di tutto si tratta fuorché di ego. Sono sicura, per quel poco che ho capito, che @elleelle abbia tenuto il più possibile lontani i figli dal suo dramma. Credo v che alcune persone qui dentro abbiano subito danni ben peggiori rispetto ad altre e questo va capito e rispettato. Non tutte le storie sono uguali.

  • Azzurra, 1 Maggio 2021 @ 23:42 Rispondi

    @Viovio tienici aggiornate domani! Ti penserò! ❤️

  • cossora, 1 Maggio 2021 @ 23:13 Rispondi

    @elleelle io ti consiglio di parlare subito con tuo marito, chi ti è vicino non deve pensare che stai deprimendoti o riempendoti di acciacchi per un esaurimento. Hai bisogno che chi ti sta vicino sia informato. Anche per fare da mediatore per i vostri figli che assistono senza interprete.
    Parla con tuo marito, siete una famiglia, siete esseri umani, saprete condividere questo peso.
    Non ultimo, sarebbe un buonissimo esempio di collaborazione per i vostri figli.
    Scrivi: “come sta andando bene a lui, perché ovviamente lui è caduto in piedi, io no.” Tanta attenzione al torto subìto da te e a come lui la stia passando liscia.
    La posta in gioco è più alta di questi aspetti superficiali, ci sono due bambini in mezzo a questa tua metamorfosi, chi ha pensa ad aiutarli?
    Scusami davvero ma questo è l’ego, si fanno enormi danni con l’egoismo.
    Scusami anche se mi permetto di dirti che la tua psicologa non è sufficiente perchè non lavora sull’anima, ti ci vorrebbe anche una guida spirituale. Devi rimettere in ordine le priorità. Devi silenziare il tuo ego.

  • Viovio, 1 Maggio 2021 @ 22:29 Rispondi

    @Azzu non piangere, non merita altre lacrime. Sei in cds, perfetto! È quello che ha guadagnato perché non è la persona che vuole apparire, ma l’uomo che hai conosciuto e non è degno di alcuna attenzione da parte tua. Doverlo incontrare spesso è dura, ancora di più averci a che fare; domani toccherà anche a me, parteciperò ad una “cosa” che coinvolge i nostri figli e ci ritroveremo con le famiglie dopo una marea di tempo, non ho più scusanti per scappare ma prima o poi sarebbe capitato per forza, quindi tanto vale togliersi il dente e basta.
    Stranamente non sono agitata, spero di mantenere lo stesso distacco pure domani.

  • Viovio, 1 Maggio 2021 @ 22:11 Rispondi

    @elleelle ci sono passata, purtroppo so di cosa parli e le ricadute fanno ancora più male.
    Io me la sono cavata con una terapia farmacologica, naturalmente facendomi seguire da uno psichiatra. I farmaci bloccano il problema ma non lo risolvono, ti consiglio di proseguire anche con la psicologa, ci vuole tempo ma poi i risultati si vedono. Il tuo caso è sicuramente complesso, hai stravolto tutta la tua vita per seguirlo ed ora ti ritrovi in questa situazione, il male alla schiena, in più mettici il covid e tutto quello che ha portato. Ricordo che quando stavo male ed il sipario era completamente abbassato, mi aiutò concentrarmi su un problema alla volta perché naturalmente quando stai in fase down sei in confusione totale e sembra tutto infattibile, così si accavallano i pensieri ed i problemi si moltiplicano. Concentrati sulla tua salute che è fondamentale, dopo di che affronterai anche il resto. Secondo me hai bisogno di tenerti impegnata, la butto lì, mai pensato di fare volontariato? Si conoscono tante persone e chissà che con il passaparola non esca pure un’offerta di lavoro. Oggi è stata una giornata no, domani spero di leggerti più tranquilla.
    Un abbraccio

  • Viovio, 1 Maggio 2021 @ 21:51 Rispondi

    @Maddy conosco bene la fase in cui siete arrivati e si, la ferita brucia tantissimo. Datti tempo, sembra una frase fatta ma ti garantisco che col passare dei giorni acquisirai lucidità e forza per andare avanti.
    Purtroppo stai affrontando un tornado: la separazione da tuo marito e tutto ciò che ruota attorno ad essa, in più la chiusura con l’amante.
    Direi che hai abbastanza carne al fuoco da non perdere tempo con dei cialtroni e pensare solamente alla tua rinascita.
    Ti abbraccio

  • cossora, 1 Maggio 2021 @ 20:31 Rispondi

    @out è una prova. Superala. Ti si sta chiedendo di decidere cosa fare: passi sopra quel che ti ha fatto, oppure passi sopra di lui?
    Non dimenticare!

  • cossora, 1 Maggio 2021 @ 20:28 Rispondi

    @Maddy, io non lo vedo, no. E non lo sento da un bel po’ ormai.
    Ogni volta che parlo chiaramente e lo metto davanti ai suoi errori.. insomma non gli reggo il gioco, lui sparisce. Va nell’angolo, fa l’offeso, è permaloso, io non lo so più. So che ho davanti un uomo che tra pochi anni ne fa 50 e non si può andare avanti così. Cioè io non posso, è contro la mia stessa fede.
    “Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori.”
    C’è un tempo per la distrazione, uno per la leggerezza, uno per la consapevolezza, uno per la presa di posizione uno per la paura che ti fa tornare sui tuoi passi o ammettere che non ce la fai.
    Però nessuno (nemmeno chi ama come no ha mai amato nesusn altro) può tollerare l’eterna non presa di posizione, tantomeno che vengano impiegate nergie per irmanere nel limbo invece che per decidere.
    Decidono i fatti: il maggior coinvolgimento ce l’ha con chi rimane.

  • Nina, 1 Maggio 2021 @ 19:32 Rispondi

    @elleelle tu che hai fatto e scritto tanto x me sappi che io ti voglio davvero bene, tanto. Vorrei abbracciarti forte e farti sentire che ti capisco. Io non ricordo se l’ho scritto ma x me i farmaci ci sono voluti eccome, però li stavo già prendendo quando stavo con lui e quindi sicuramente hanno tamponato. Se la psi non riesce a fare breccia può anche darsi che non sia quella che funziona x te. Io ho cambiato terapeuta tra primo e secondo CDS. E ti ripeto, se i farmaci servono, non esitare.. può darsi che ti serva un minimo di sollievo anche solo x riuscire ad affrontare la terapia. Qui ci sono tante ragazze stupende ma io ti sento così forte e profonda, voglio che tu stia bene! Ti stringo forte.

  • Piccola, 1 Maggio 2021 @ 19:16 Rispondi

    @Azzurra @Love anche a me dopo che è stato scoperto non ha più voluto vedermi. Diceva che non era mai solo, che doveva correre a casa. Preferiva solo sentirmi perché così non facevamo male a nessuno e quando gli dicevo che lo facevamo a noi rispondeva che prima di tutto venivano i figli. Mi chiedeva di aspettare e aspettare ora capisco che sapeva già che non ci saremmo mai visti. Si pre deva quello che gli serviva di me senza darmi nulla in cambio, anzi, umiliandomi. @Love sono contenta che almeno tu sei riuscito a prendere le distanze e dandole uno schiaffo morale. Non pieghiamoci più.

  • Maddy, 1 Maggio 2021 @ 18:27 Rispondi

    @elleelle concordo al 100% con quanto scritto da @Lia.
    Sei una persona speciale, non dubitarne mai, tu per te stessa in primis. Anche io sono molto triste in questo periodo. Non sento il desiderio di fare nulla, nessun desiderio di lavorare, di vedere gente, di ridere. E non sai quanto è difficile essere un modello per i miei figli. Eppure un’uscita deve esserci.
    Non sai quanto vorrei averti come amica, per chiamarti e confrontarci su questioni tanto profonde.
    Ti abbraccio cara amica, fatti forza

  • Outlier, 1 Maggio 2021 @ 15:37 Rispondi

    Ciao a tutte,
    Vi continuo a leggere anche se non commento più tanto. Ho letto tutti i vostri commenti. Il problema è che nel bel mezzo della guerra con te stessa, guerra che hai intrapreso per uscire da un qualcosa, loro puntuali fiutano i tuoi progressi e tornano dimenticando tutto il male fatto. Nel mio caso è successo che ho iniziato un percorso di psicoterapia, stando meglio e lui un giorno mi ha detto delle cose di anni fa che ovviamente mi hanno colpita nel profondo. Mi dice che io ero troppo, talmente troppo che sono stata l’unica ad aver fatto vacillare le Sue scelte e il suo matrimonio. Questo me lha detto dopo 6 anni abbondanti e che scelse le responsabilità perché è fatto così.
    Sono davvero bravi a provare a riprenderti quando tu stai meglio.

  • Azzurra, 1 Maggio 2021 @ 13:34 Rispondi

    @Ariel voglio ringraziarti per aver condiviso un pezzetto della tua storia con me, tu che qui spesso scrivi solo per aiutare gli altri. Volevo dirti un’ultima cosa, mi ha colpito quello che hai scritto e cioè che il tuo ex ti disse che “intanto aveva creato un legame con te”, il mio non me lo ha detto chiaramente ma l’ho sempre percepito nelle sue azioni. È questo quello che fanno : creano il legame e poi lo distruggono in un attimo di follia, ma per noi persone normali una volta creato il legame facciamo fatica ad accettare che lui davvero voleva distruggere tutto è più facile e meno doloroso pensare che sia stato solo un momento di rabbia e che forse la colpa è stata nostra e così si va avanti finché iniziamo a vedere lui per la persona che è davvero. Un forte abbraccio

  • Azzurra, 1 Maggio 2021 @ 13:22 Rispondi

    @Ellelle cara, è dura davvero, ti capisco ma parli di una cosa importante : I tuoi figli. Riparti da loro cara, so che qualsiasi cosa io ti possa dire adesso per te non avrebbe nessun significato ma sono loro il significato : I tuoi figli! Fai un passo alla volta, stai qui con noi! Le tue parole sempre così introspettive e sensibili aiutano tutte noi e contemporaneamente aiutano anche te anche se non te ne accorgi! Ti abbraccio, sei una guerriera ❤️

  • Azzurra, 1 Maggio 2021 @ 13:06 Rispondi

    @Love comprendi bene che questo non è amore. È un gioco, è divertirsi ad osservare le reazioni dell’altro di fronte al suo sentirsi irresistibile. I sensi di colpa se sono sinceri non vengono vissuti in questo modo, una donna onesta ti parla di quello che prova e ti chiede tempo per capire non fa questi giochetti di tira e molla che hanno solo uno scopo : quello di far salire alle stelle l’adrenalina. La sua però. Tu invece hai la tachicardia e cominci a vivere sempre sul chi va la’, con la spada di Damocle calata sulla testa elemosinando il suo amore. Si si, se ne stia a casa col marito, si facesse le iniezioni di adrenalina

  • Ariel, 1 Maggio 2021 @ 13:05 Rispondi

    Cara elle elle spero tanto ti sia possibile e che tu lo senta e voglia fare di poter esprimere le stesse cose che qui scrivi con la tua psicologa che se immagino sia davvero valida potrebbe valutare insieme a te se davvero tu possa riferirti anche a un medico psichiatra in modo da fare una azione sinergica tra psicoterapia e eventuale supporto farmacologico che ovviamente solo un medico psichiatra sta davvero in grado di fare diagnosi e stabilire eventuali aiuti farmacologici

    Non spaventarti ma resta naturale e normalissimo attuatr un lavoro terapeuta con Anche collaborazione di Medico Psichiatra
    Anche per me ci fu un periodo in cui lo stesso psicologo terapeuta lavorava già di suo in stretta collaborazione con Medico Psichiatra
    Questo resta normale farlo quando appunto la soglia della sofferenza incide così tanto sul sentirsi in modo accettabile per riuscire a vivere con un minimo di sollievo e equilibrio fiducia nello svolgimento del quotidiano ciclo vitale del mangiare dormire riuscire a distrarsi riuscire a ridere almeno una volta al giorno riuscire a vedere e visualizzare il proprio sogno vitale

    Cara elle elle ti prego non disperare e ti assicuro e rasssicuro che c’è la fai e farai sempre al meglio
    Non aspettare a chiedere aiuto anche al medico Psichiatra chiedi a tua psicologa se già ci lavora insieme sarebbe ottima cosa

    Ma in ogni caso non abbandonare la psicoterapia si tratta solo di ascoltare un medico Psichiatra che possa aiutarti in una diagnosi del adesso e con eventuali farmaci

    Ti incoraggio tantissimo cara elle elle
    Sono qui per testimoniare che curandosi senza affidarsi al fai da te
    Se ne esce davvero alla grande e rinate nuove energie !!!
    Un caro speciale abbraccio!!!!❤️

  • Lia, 1 Maggio 2021 @ 13:02 Rispondi

    @elleelle non voglio sentirti così. Non lasciarti annullare da lui. La forza che hai tirato fuori quando l’hai mandato aff…. o non è scomparsa, è lì e la devi usare. Qui tutte abbiamo imparato a conoscerti e ti posso assicurare che sei una persona eccezionale. Scrivi in modo chiaro, lucido pensieri anche forti, pesanti. Io la vorrei una persona come te nella mia vita e mi scoccia anche parecchio che un essere del genere (non lo chiamerei uomo) possa averti ridotta così. Ti ha fatto del male, troppo, ma non permettergli di continuare.

  • Azzurra, 1 Maggio 2021 @ 12:53 Rispondi

    Cara @Ariel sentirsi compresa è già un balsamo per le ferite, io lo sento che tu mi comprendi. Si, credo che tu abbia ragione per quanto riguarda il suo disturbo e ti dirò inizialmente proprio perché lo consideravo un disturbo ho provato a mettere i miei bisogni in secondo piano, ho provato ad andargli incontro in tutti i modi. Ma come tu ben sai questa è la discesa verso l’inferno. Loro se ne accorgono e ti colpiscono ancora più duramente. Lui lo ha fatto tante volte e te lo giuro la sofferenza che ho provato proprio perché non era capace di proteggermi da lui ma anzi di infierire ancora di più non si può spiegare a parole. La cosa che proprio faccio fatica adesso che sono di nuovo in no contact è doverlo incontrare e “vedere” solo la sua parte buona, è terribile perché pensi “lui è anche questo forse sono stata io a portarlo all’esasperazione”. Per questo non ho eliminato tutti i messaggi più dolorosi e mi sono scritta su un foglio tutte le cose orribili che mi ha detto. Io DEVO ricordare ogni piccolo dettaglio, la memoria di ciò che è successo mi aiuterà a non vedere più la sua dolcezza, la sua simpatia, i suoi occhi piantati su di me che mi dicono “ma io ti amo”. Piango mentre te lo scrivo, piango perché non avrei mai voluto vivere tutto questo. Non me lo meritavo, nessuno di noi merita di essere odiati solo perche capace di amarli nonostante tutto. Ti abbraccio cara @Ariel

  • Ariel, 1 Maggio 2021 @ 10:35 Rispondi

    Cara Azzurra ho letto con attenzione il racconto testimonianza del comportamento che ha avuto il tuo ex e credo di poter con buona probabilità ipotizzare che tu abbia avuto a che fare che n un vero Narcosista di tipologia Borderline

    Comprendo totalmente il tuo dolore sofferenza patita perché nelle tue parole scritte ho riconosciuto una caratteristica inconfondibile che la ho vissuta col ex uguale identico

    Ed è questa continuo montagne russe del TI AMO E POI SUBITO DOPO ti odio per riassumere la tipicità di questo comportamento che resta particolarmente evidente per chi lo ha vissuto

    Infatti la altalenante delle manifestazioni emotive e di cose che dicono sono devastanti perché un minuto prima ci sta Amore eterno e pure esempi concreti in cui ex mi metteva davanti a realizzare già alcune cose che erano finalizzate a costruire insieme nuova vita

    Insomma non tutti I Narcosisti sono uguali ma hanno caratteristiche diverse tipologie di disturbo comportamento come Narci Borderline
    E questa tipologia resta PARTICOLARMENTE INVADIVA DISTRUTTIVA PER il dolore inferto

    Concordo con te resta impossibile perdonare quando le ferite inferte minano il proprio equilibrio vitale psichico e fattivo

    Lui mi disse quando lo mandai a fanculo decisa esasperata da tutto il vissuto negativo e positivo e negativo ecc mi disse
    Intanto anche se mi lasci
    Ho creato il legame tra noi

    Come a dire sei una pedina nelle mie mani e quando avrò voglia ti riprenderò

    Parole agghiaccianti che mi mi misero paura per la mia sicurezza di vita personale

    La terapia che feci dopo mi aiutò a salvarmi definitivamente ma non si può parlare di perdono soprattutto non bisogna farsi il condizionamento tipico e deleterio della religione che ritiene che tutto si debba perdonare tutti per discorsi celesti che fortunatamente per me non mi riguardano affatto

    Cara Azzurra la terapia diversificata in metodi differenti aiuta se stesse a davvero sentirsi finalmente libéré dentro

    Documentarsi su Narcismo Di tipo Borderline ti può aiutare a darti tutte le risposte precise al treno delle domande che vengono spontanee dopo aver vissuto esperienze di questo tipo

    Un abbraccione!

  • Viovio, 1 Maggio 2021 @ 08:33 Rispondi

    @Dispersa veniva a letto con te poi ti diceva di amare la moglie? Mio Dio… almeno il mio ex questa me l’ha risparmiata, mi ha sempre detto di stare con lei solo per i figli. Poi assistevo a scene in cui sembrava il marito più innamorato di questo mondo, ho rinunciato a capire come facesse a fingere in questo modo.

  • Maddy, 1 Maggio 2021 @ 08:22 Rispondi

    @cossy far morire di fame il pensiero. Esattamente!
    Spero che tu sia ormai lontana col pensiero, il non vedersi aiuterà.
    Io purtroppo sono costretta a vederlo tutti i giorni, anche se adesso siamo in no contact totale, quindi non ci salutiamo nemmeno al mattino all’ingresso. Praticamente vedo solo la sua macchina e interagisco solo tramite email.
    È molto dura. Il nostro rapporto degli ultimi 4 mesi era costituito essenzialmente di tanto tantissimo dialogo.
    In questo momento la ferita brucia fortissimo, perché è come se avessi perso il mio più grande amico. Ma per me non è mai stato un amico. Noi eravamo anche amici, ma di base non quello.

  • Love, 1 Maggio 2021 @ 08:03 Rispondi

    @Azzurra, la mia più aveva fatto esattamente come il tuo….
    Quando sono iniziati i suoi sensi di colpa, come diceva lei, ha iniziato a trattarmi neanche come voleva lei da amico, ma da perfetto estraneo, passava e poi nessun contatto.
    Ci siamo incontrati, le ho detto che mi faceva male in questo modo, se voleva essere onesta poteva chiudere, e punto.
    Alla fine, mi ha chiesto scusa, è venuta a letto e dopo tre giorni ha iniziato a rifare esattamente ciò che stava facendo prima, non esistevo.
    Al mio faglielo notare, ero diventato colui che pretendeva troppo.
    Ho risolto io….stai a casa da tuo marito!

  • elleelle, 1 Maggio 2021 @ 07:19 Rispondi

    @Viovio
    Io purtroppo ho una forte depressione e non so come saltarci fuori, se non provando di nuovo a prendere dei farmaci.
    Ho flashback continui, sono tornati gli incubi notturni, reazioni che non riesco a controllare, nessuna autostima e nessuna gioia di vivere.
    Mi conosco ormai e la mia paura è di non riuscire a saltarci fuori, perché l’ultimo anno e mezzo è stato un disastro e non ho alcuna valvola di sfogo, non so dove girarmi per avere un po’ di sollievo da queste sensazioni.
    Il mio rovina personale contrasta con il come sta andando bene a lui, perché ovviamente lui è caduto in piedi, io no.
    È molto, molto difficile. Non mi sarei mai aspettata una cosa del genere, la persona che diceva di amarmi così tanto mi ha distrutto e non è un modo di dire, io sono realmente distrutta, sono ancora qui perché ho due bambini altrimenti non so cosa mi sarebbe successo.
    Una mia amica mi ha visto in chat e mi ha detto che si vede che sono allo stremo ma io non ho via d’uscita al momento, neanche la psicologa riesce a fare breccia. Non so cosa aspettarmi e cosa sperare.

    • alessandro pellizzari, 1 Maggio 2021 @ 12:20 Rispondi

      non si riprendono i farmaci per la depressione, si rivalutano con lo psichiatra

  • Azzurra, 30 Aprile 2021 @ 23:52 Rispondi

    @Viovio li consumava eccome! Ma lui all’epoca era uno stallone! Almeno cosi racconta!
    A parte gli scherzi, penso che col tempo abbia cominciato ad avere problemi, solo che l’uomo alfa non si fa mica visitare da un medico, lui è unico e non ha bisogno di nulla, a lui poi non interessa più fare sesso a parte con me ovviamente, mi desidera così tanto ma poverino ha questo problema. Diceva sempre “tu non sai come mi sento io.” Per carità posso solo immaginare come si possa sentire un uomo con queste difficoltà ma questo non gli dava il diritto di trattarmi come ha fatto. A me spesso dava l’impressione che godesse della mia frustrazione. Dava l’impressione di sentirsi un dio nel decidere se condividere o no momenti di intimità. Difficile da raccontare, difficile da spiegare, difficilissimo ricordare per quanto ancora mi fa male

    • alessandro pellizzari, 1 Maggio 2021 @ 12:21 Rispondi

      stallone fa rima con sbruffone, chiacchiere e distintivo

  • Viovio, 30 Aprile 2021 @ 22:54 Rispondi

    @Azzurra ma i tradimenti passati del tuo ex venivano anche “consumati” oppure con le altre aveva i soliti problemi a livello sessuale?

  • Viovio, 30 Aprile 2021 @ 22:49 Rispondi

    @elle il tuo ex mi fa venire mal di testa, prima ti voglio poi non ti voglio più perché mi sento in colpa…assurdo. Approdando qui ho scoperto i narcisisti e mi ritengo fortunata di non averne mai incontrati nella mia vita, perché c’è da uscire di testa con persone del genere.

  • Azzurra, 30 Aprile 2021 @ 20:23 Rispondi

    @Elleelle infatti ribadisco che anche il mio non aveva sensi di colpa e nemmeno l’affetto che lo legava a lei altrimenti non l’avrebbe ripetutamente tradita negli anni, che poi alla fine questo grande uomo si sente anche magnanimo e comprensivo quando dice : “non sai quante gliene ho fatte passare!” che a me sembra più che voglia autoglorificarsi, come a dire “sono così speciale che lei è rimasta con me nonostante tutto” piuttosto che pensare possa provare sensi di colpa. Cmq lui sapeva di fare del male, l’ultima volta quando ho provato a spiegargli ancora una volta che mi aveva fatto davvero male lui mi ha risposto : non succederà più. Qualche settimana dopo mi ha lasciata dicendo che lui è fatto così oggi gli va di amarti e domani no, ma la cosa che mi ha fatto davvero male è che qualche ora prima diceva di amarmi da morire e poi mi ha lasciata dicendo : si sei una bella donna, mi piaci ma questa storia porta solo guai “. Cioè non era lui, non poteva essere l’uomo che diceva di amarmi, non puoi dirmi mi piaci, mi sono sentita un’estranea, una donna appena conosciuta. Mi sono sentita umiliata da queste parole, per questo non accetto che si possa provare a comprenderlo parlando di sensi di colpa

    • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2021 @ 21:49 Rispondi

      Cmq lui sapeva di fare del male, l’ultima volta quando ho provato a spiegargli ancora una volta che mi aveva fatto davvero male lui mi ha risposto : non succederà più. Qualche settimana dopo mi ha lasciata dicendo che lui è fatto così oggi gli va di amarti e domani no

      ORRORE

  • Dispersa, 30 Aprile 2021 @ 17:33 Rispondi

    @Azzurra @Elleelle… Capisco quello che scrivete perché certe cose le ho vissute anch’io, solo nel mio caso non lo percepisco narcisista.
    Vorrei avere delle risposte, ma mi consolo con il ‘che questo ti serva di lezione’… Alla fine oltre ad un amantato non volevo!!
    Ricordo ancora la ns prima volta… Pieno di ansie e di dubbi… Ma le provavo anch’io e capivo… Quello che mi fece star male fu il gg successivo, mi disse ‘ho l’amaro in bocca’… Dovevo mollare perché non ancora coinvolta, ma mi dissi ‘va bhee dai se va, va, altrimenti ciaone!!’… Poi il tutto è filato liscio per un po’ fino alla scoperta, dove ormai impantanata ho accettato per un lungo tempo i tira e molla, dove lui sosteneva di essere diverso dagli altri uomini e di essere innamorato della moglie (penso di essere l’unico caso del blog!!).
    Il tutto per spiegare i sensi di colpa… Così @Ale se ti serve del materiale!!

  • Azzurra, 30 Aprile 2021 @ 12:33 Rispondi

    @Maddy, dolcissimo tuo figlio ❤️

  • Azzurra, 30 Aprile 2021 @ 12:31 Rispondi

    @Dispersa lui I sensi di colpa non sa nemmeno cosa sono. A detta sua lei l’ha tradita da subito perché lui prima era fatto così, e me ne ha sempre parlato tranquillamente, mai vista nemmeno l’ombra di un rimorso. Che mi amasse lo ripeteva all’infinito e che avrebbe voluto di più dal punto di vista sessuale anche. Ma non erano i sensi di colpa a fermarlo, qui ci sarebbe da scrivere pagine e pagine su di lui e sui suoi comportamenti a livello sessuale. Ti assicuro che i suoi problemi erano veri, cioè non riusciva proprio. E forse è per questo che è incazzato con la vita, penso che dopo il male che ha fatto in giro questa sia la sua giusta punizione

  • cossora, 30 Aprile 2021 @ 10:05 Rispondi

    Concordo @vio, lasciare andare quello che fa male.
    Sembra una frase fatta.
    Ma non parlarne più.
    Neanche per spiegare il male subìto.
    Trattarli da argomenti tabù, obbligarsi a pensare e fare altro.
    Con amici, con nuovi amici, coi colleghi, coi parenti, con un uovo hobby.
    Smetterla di dirsi ‘ci devo passare dentro, devo smaltire, devo vivermela’.
    Tanto il pensiero ci va lo stesso, ma in qualche modo bisagna farlo morire di fame sto pensiero.

  • elleelle, 30 Aprile 2021 @ 09:43 Rispondi

    @Ale
    Scusami se scrivo tanto, cerco di spezzare i messaggi ma mi rendo conto che sono sempre lunghi.

  • elleelle, 30 Aprile 2021 @ 09:43 Rispondi

    @Dispersa, Azzurra,
    Vedete ragazze, io fatico molto con questa cosa di trovare una spiegazione buona e compassionevole per il casino che hanno fatto queste persone, perche’ in fondo stiamo parlando di adulti.
    Un adulto dovrebbe avere una certa struttura che gli permette di pensare e decidere cosa fare nel rispetto di se stesso e delle persone con cui ha a che fare. Tutti sbagliamo ma impariamo dai nostri sbagli e non li ripetiamo.
    Queste persone invece continuano a fare gli stessi errori, continuano a umiliare chi gli sta accanto, continuano a mentire e a prendere in giro nonostante dicano che stiano male, che soffrono ecc. Se soffri davvero per una cosa, non la fai, ci pensi e eviti di farla. Se invece la fai e ti lagni dopo, le tue motivazioni sono altre, e’ il tuo ego che parla e non il tuo cuore.
    Se il mio ex avesse davvero pensato a quello che stava facendo, per amore verso me e verso la moglie, si sarebbe comportato in modo molto diverso. Il suo non e’ stato un errore, non e’ stata nemmeno una serie di errori: sono stati gesti deliberati, lui era consapevole del male che avrebbero causato, e’ molto diverso. Un uomo adulto sa che umilia pesantemente una donna se le mente per portarsela a letto e poi la scarica. Un uomo adulto sa che umilia pesantemente la moglie se le promette di non avere piu’ contatti con l’amante e invece continua a tradirla. Se hai promesso di non avere piu’ contatti, anche un messaggio e’ un tradimento della fiducia accordata, figuriamoci mesi di messaggi ad ogni ora del giorno. Non esiste un uomo di 50 anni che non sappia questa cosa.
    Per questo motivo non e’ possibile ne’ perdonarli ne’ scusarli. Non si gioca coi sentimenti delle persone, punto.

  • elleelle, 30 Aprile 2021 @ 09:26 Rispondi

    @Dispersa, Azzurra,
    Credo che anche il mio ex facesse cosi’ la prima volta che abbiamo avuto modo di frequentarci per un paio di mesi. Una sera riusciva, una sera si tirava indietro. Non so se era perche’ cosi’ si sentisse meno in colpa o se fosse un altra delle tecniche del narcisista, che ti da’ e poi ti toglie.
    Di certo una persona non verra’ mai a dirti “Guarda che faccio cosi’ perche’ ti umilio e tu non capisci piu’ se ti desidero o meno e ottengo le tue reazioni e la tua delusione e la tua rabbia, poi ti do un contentino facendo sesso la sera dopo”. E’ molto piu’ facile dirti “Non riesco perche’ mi sento in colpa”, cosi’ tu pensi anche che e’ un povero tesoro che soffre ma che comunque ti desidera perche’ la sera dopo invece ci riesce. Sono ottimi attori e noi ci caschiamo.
    Strano che poi la volta che ci siamo visti per una settimana ci riusciva tutti i giorni, piu’ volte al giorno. Cos’era cambiato? Chi lo sa, visto che finita la settimana di vacanza ha cominciato subito a trattarmi male…
    Guardiamo i fatti: secondo me una persona matura che si sente davvero in colpa ci pensa e decide di lasciar perdere.
    Io gli avevo dato tante opportunita’ di lasciarmi perdere, come ho detto in passato per lui sarebbe stato molto semplice perche’ io ero lontana. Se non voleva, era perche’ in fondo non si sentiva cosi’ in colpa verso di lei. Si sentiva in colpa verso l’immagine di se stesso come uomo che vorrebbe essere perfetto e invece non lo e’. Ma vedersi perfetti e punire chi ti fa sentire umano (e secondo il suo psichiatra io lo facevo sentire umano) non e’ tanto normale.
    Durante l’ultima crisi che mi ha fatto, mi ha detto “Io non sono quest’uomo qui, che fa queste cose!” eppure lo e’, ma non si vuole vedere. Mi ha detto “Non sono uno stronzo qualunque” eppure lo e’, uno stronzo come tanti, che ha fatto lo stronzo per mesi con chi lo amava.
    I fatti sono questi: nessun senso di colpa o amore verso me o la moglie, il problema era la sua immagine offuscata di uomo imperfetto.

    • alessandro pellizzari, 30 Aprile 2021 @ 16:41 Rispondi

      sto raccogliendo le vostre storie per il mio prossimo libro, scrivete scrivete

  • Dispersa, 30 Aprile 2021 @ 08:31 Rispondi

    @Azzurra stavo riflettendo… Lui il sesso te l’ha sempre negato, se non nelle sue modalità… Quindi mi verrebbe da pensare, perché la mente di questi soggetti è basica ma a volte contorta, non è che facendo così si sentisse meno in colpa? Cioè… Ho la tipa che mi piace, e guarda che non parlo di amore, mi fa vivere quella trasgressione che tanto basta per sentirmi ancora maschio, ma mia moglie non la voglio tradire, che poi qua si potrebbe aprire un capitolo, così faccio il minimo per raccogliere il massimo, per lui, e così non mi devo sentire molto in colpa!!
    Sarà che ho vissuto una cosa simile, anche se non uguale, ed era la sensazione che provavo quando decideva di fare così… Forse perché ho sempre percepito fin da subito i suoi sensi di colpa, gli stessi che io non dovevo provare, a detta sua!!
    Ora lui rimane nella linea di confine dove vorrebbe ma rimane sempre cauto, tornando ad essere splendido, ma sapendo di ripresentare una tiritera già vista!

  • Maddy, 29 Aprile 2021 @ 16:58 Rispondi

    @cossy meraviglioso questo figlio, che ha già capito tutto e vuole proteggere la mamma.
    Pensa, anche il mio (2 anni meno del tuo) mi ha detto una sera: Mamma, se proprio tu e papà dovete separarvi, l’importante è che rimaniate amici. Perché così saremo tutti felici.

  • Maddy, 29 Aprile 2021 @ 16:55 Rispondi

    @Azzurra @Vio anche a me ha sempre detto che a casa sua sta male. Eppure, dopo anni e anni è ancora lì, e come dite voi la sua vita va avanti, e deve andare avanti anche la nostra, accogliendo tutto il nuovo che arriverà, perché quando ci liberiamo di qualcosa di pesante e che occupava tanto spazio, ecco che improvvisamente arrivano cose nuove e leggere.

  • cossora, 29 Aprile 2021 @ 16:52 Rispondi

    @elleelle io e loro viviamo insieme da soli da 3 anni quasi ormai. 1 e mezzo in lockdown o comunque con limitazioni.
    Casa nostra è un po’ un centro benessere-sociale!
    Si mangia sul divano, si ascolta musica, si fa yoga, si studia, si piange.. si parla veramente di tutto. Sarebbe impossibile mettere dei tabù su sesso e droga o altri argomenti perchè ‘scomodi’.

  • elleelle, 29 Aprile 2021 @ 16:11 Rispondi

    @Lia
    Hai ragione, che si strozzi, anche perché nel tuo caso continua a starti tra i piedi e ormai queste cose le trovo crudeli. Ad un certo punto bisogna smettere di tormentare le persone.
    Al mio ex invece auguro di non essere mai a posto con se stesso e di riuscire a capire cos’ha fatto a due persone innocenti che lo hanno amato, tutto qui.

  • Lia, 29 Aprile 2021 @ 13:23 Rispondi

    @elleelle, aggiungerei che nel mio caso certe cose non si fanno ad una persona che ti ha dimostrato, stravolgendo la sua vita e lasciando il proprio compagno, quanto ti ha amata…
    Hai ragione su tutta la linea, ma credo che nel loro immenso egoismo, quando capiscono che l’altra persona che non amano vuole davvero di più, applichino la regola: “finita per finita…cerchiamo di prendere tutto quello che resta”.
    Io la definisco, per ridere, “la scarpetta finale”. La fanno tutti quelli che sanno già che il pasto è finito e non resta che ripulire il piatto in cui hanno mangiato impunemente per anni. Cosa augurargli? Che si strozzi!

  • Viovio, 29 Aprile 2021 @ 13:10 Rispondi

    @Azzurra non potevi usare parole migliori per spiegare quello che è successo a me, nel messaggio per @Cro.
    È dura quando si è stati innamorati contestualizzare che dall’altra parte, nonostante ci venissero dette le stesse cose, la situazione era diversa. Non so dire precisamente quando mi sia scattata la molla, però bisogna volersi bene e lasciare andare ciò che fa male. Ho smesso di chiedermi per quale ragione si sia comportato in questo modo perché i fatti parlano chiaro: dov’è lui adesso? A casa sua. Sta male? Sta esattamente come quando c’ero io e la sua vita sta andando avanti. Noi dobbiamo fare lo stesso.

  • elleelle, 29 Aprile 2021 @ 13:05 Rispondi

    @Crocus
    Viovio ha ragione, è ora che la smettano con le interferenze sul tuo luogo di lavoro. Ti devi tutelare, perché non è un momento facile per cambiare. Anche a costo di affrontare in modo gentile le colleghe pettegole, ma non si dovrebbero più permettere né loro né la moglie.
    È vero, non hai ucciso nessuno e non puoi essere messa alla gogna per un tradimento, è il 2021 e in ogni caso in questa vicenda non c’è un solo responsabile.
    Se fossi in te, lui non lo contatterei mai ma al primo sgarro farei intervenire un avvocato. Anche perché se lei continua, puoi avere l’occasione di tirare fuori anche quello che ha fatto in passato.

    • alessandro pellizzari, 29 Aprile 2021 @ 14:55 Rispondi

      sul lavoro ci sono delle regole e chi veglia sul loro rispetto, dall’ufficio del personale ai sindacati

  • elleelle, 29 Aprile 2021 @ 12:54 Rispondi

    @Azzurra
    È una frase molto bella quella che hai scritto: “Questo è il loro triste destino: essere amati fin quando fingono, essere non più amati quando si rivelano.”

    @Cossora
    Che carino tuo figlio! Secondo me i bambini capiscono tante cose, è giusto parlargli di cosa succede.

  • Azzurra, 29 Aprile 2021 @ 12:50 Rispondi

    @Ellelle giuro che capisco parola per parola ciò che hai scritto. È quello che ha fatto anche il mio, e anche io mi sono sentita esattamente come te anche se lui il sesso me lo ha sempre negato se non nelle sue modalità. Cara @ellelle capisco come ti senti, capisco il fatto che ogni tanto questi maledetti ritornano anche nei sogni, questo succede perché ci siamo sentite usate e maltrattate ma nessuno convalidera’ mai questo nostro vissuto se non noi stesse, noi stesse che per prime tante volte abbiamo ignorato e negato questo vissuto perché faceva troppo male ammetterlo ed era per noi più facile dirci che non era così, che stavamo esagerando, che lui si, era un tipo difficile ma non era cattivo, che saremmo riuscite col nostro amore, la nostra dolcezza, la nostra comprensione a cambiarlo. @Ellelle, capita di sentirsi così, asciugati le lacrime sei una donna speciale e non è colpa tua e mia se abbiamo incontrato persone del genere. Ti abbraccio ❤️

  • Ariel, 29 Aprile 2021 @ 12:23 Rispondi

    Infatti @CaroAlessandro è quello che chiamò il fenomeno della Fata Morgana
    Una illusione ottica
    Infatti pure terapeuticamente parlando una delle cose più dure e difficili è accettare di aver “Amato” un Fantasma
    Un qualcosa di inesistente

    Una volta vidi una foto fatta apposta per esprimere questo concetto di realtà della dinamica di queste tipologie di relazioni
    E si vedeva una foto reale di una donna che abbracciava la sagoma disegnata di un uomo
    Un effetto veramente efficace proprio ad espremire questo concetto di realtà vissuta

    Sicuro è umano e facile intuire che rendersi consapevole di aver avuto una esperienza dove tutto stava una illusione “ orttica” o meglio una illusione psichica emotiva provoca una delusione Lacerante perché ci si sente deficienti come a dirsi

    Ma possibile che non me ne sia mai accorta???

    Perchè ci sta questo eccesso di squilibrio tra ciò che credevamo vero per via che noi le emozioni vere le abbiamo provate davvero
    Insomma non facile e immediato accettare dopo la consapevolezza che appunto
    Era solo Una Fata Morgana !!!

    Per questo motivo che si ha così forte e perdura nel tempo la ossessione del voler capire che CXXXZONsia successo in noi stesse e in lui
    Ma lui era vero ????

    Lo avevamo sentito fisicamente ci stava eccome
    Eppure era la pozzanghera vista da lontano quando stavo a guidare il mio duetto alfa rosso e poi arrivata vicino al punto che da distante credevo con tutta me stessa fosse davvero una pozzanghera di acqua ,vedevo bagnata la strada

    Poi giunta al punto vicino nulla di tutto ciò
    Sparito tutto una pura illusione !!!

  • Viovio, 29 Aprile 2021 @ 12:14 Rispondi

    @Cossy che bello tuo figlio, mi hai emozionato. Eh già, loro capiscono molto di più di quello che crediamo.
    Tempo fa mia figlia mi ha detto: “mamma sei diventata più bella”! La cosa mi ha stupito perché non si sbilancia mai in complimenti, così le ho chiesto il perché, la sua risposta è stata: “perché ora ridi sempre”. In una sola frase mi ha detto tanto di quello che aveva percepito.

  • cossora, 29 Aprile 2021 @ 11:38 Rispondi

    Si @vio, si sono conosciuti in un’occasione sportiva e poi sa che siamo amici dai tempi del liceo.
    Poi io e il grande siamo molto in sintonia quindi lui ha sentito ogni dolore e ogni ripresa e spesso mi ha abbracciata a sopresa in passato quando soffrendo facevo finta di niente.
    Adesso è tranquillo perchè ha capito (non volendogli male) che la sua mamma ha dovuto decidere, seppur soffrendone, di chiudere. Sono certa che se ne avesse l’occasione direbbe al mio ex ‘senza offesa, ma sei stato un coglione’ 🙂
    Lui mi osserva sempre, è un giovane principe coraggioso e io una madre fortunata!

  • Azzurra, 29 Aprile 2021 @ 10:43 Rispondi

    @Crocus cara, io credo che chiedersi ancora come questi uomini facciano a dire e fare certe cose e poi rinnegarle ci chiude in un cerchio ripetitivo di domande che non troveranno mai risposte. Perché io credo che qui di risposta ce ne sia una sola : hanno sempre mentito, le cose che dicevano non le dicevano perché le provavano davvero ma solo per raggirarci. Una persona mi ha detto che solo quando iniziero’ a pensare che lui nella storia non c’è mai stato, e che i sentimenti che ho provato io erano veri per me ma lui recitava quindi io mi sono innamorata di una persona che nella realtà non esiste, quando capirai questo smetterai di farti domande. Non è facile io ci sono arrivata dopo tanti anni e lui ha smesso di esistere. Come arriviamo a capirlo? Attraverso loro, attraverso le cose che dicono, attraverso le cose che fanno e che non fanno per noi , io non ho mai percepito non ho mai sentito l’amore grande di cui si riempiva la bocca e nemmeno l’affetto. Solo che io non volevo uscire da quella specie di rapporto con lui, ora invece quella relazione miserabile mi angoscia, mi fa sentire morta dentro. E io voglio vivere. Il lui di adesso non è quello che mi corteggiava all’inizio, non ne è rimasta traccia. Questo è il loro triste destino : essere amati fin quando fingono, essere non più amati quando si rivelano. Che beffa eh? Al mio gliel’ho detto, non ho più paura di vederlo per quello che è!

    • alessandro pellizzari, 29 Aprile 2021 @ 11:55 Rispondi

      Parole sante

      chiedersi ancora come questi uomini facciano a dire e fare certe cose e poi rinnegarle ci chiude in un cerchio ripetitivo di domande che non troveranno mai risposte. Perché io credo che qui di risposta ce ne sia una sola : hanno sempre mentito, le cose che dicevano non le dicevano perché le provavano davvero ma solo per raggirarci. Una persona mi ha detto che solo quando iniziero’ a pensare che lui nella storia non c’è mai stato, e che i sentimenti che ho provato io erano veri per me ma lui recitava quindi io mi sono innamorata di una persona che nella realtà non esiste, quando capirai questo smetterai di farti domande. Non è facile io ci sono arrivata dopo tanti anni e lui ha smesso di esistere. Come arriviamo a capirlo? Attraverso loro, attraverso le cose che dicono, attraverso le cose che fanno e che non fanno per noi

  • elleelle, 29 Aprile 2021 @ 10:41 Rispondi

    @Ale
    E’ vero, certe cose sono imperdonabili e creano un trauma enorme.
    Nel mio caso, sono state bugie, omissioni e certi gesti che sono stati usati da lui per venire a letto con me. E’ come se lui mi avesse circuito di proposito per venire a letto con me e poi maltrattarmi di nuovo, sapendo esattamente quello che stava facendo ma senza alcuna volonta’ di fermarsi.
    Ricordo che quando e’ finita tra noi, nel mezzo della rabbia cieca che mi era salita, gli avevo detto che era fortunato perche’ non potevo denunciarlo per abuso sessuale, ma che era esattamente come mi sentivo: usata e abusata.
    Il fatto che abbia seguito la stessa modalita’ usata mesi prima nonostante io gli avessi detto quanto mi aveva ferito e quanto mi ero sentita usata, non ha fatto altro che aggiungere ulteriore umiliazione. A 50 anni passati queste cose non si fanno a una persona che ti vuole bene, anche se tu non la ami. Deve restare il rispetto per i suoi sentimenti e la sua integrita’ di persona, non ci si dovrebbe approfittare cosi’.
    Invece e’ come se lo avesse programmato, come se lo avesse fatto apposta, come se avesse voluto distruggermi usando un comportamento che mi aveva ferito in passato.
    Quando penso a questa cosa, mi si apre un vuoto dentro che non so mai se si chiudera’. E’ un anno ormai che faccio sedute con una psicologa ma evidentemente non passa, visto che nelle ultime notti sono ritornati gli incubi e mi sveglio in lacrime.
    Scusate se mi sono sfogata ma e’ come vivere in un incubo.

  • Viovio, 29 Aprile 2021 @ 09:15 Rispondi

    @Cro
    Tesoro capisco perfettamente sia un casino gigantesco e non conoscendo la situazione al 100% non vorrei dare opinioni scontate o sbagliate.
    Se al ritorno in ufficio riceverai altre “rappresaglie” dovresti seriamente rivolgerti ad un legale e avvisare quel disgraziato del tuo ex di tenere a bada sua moglie, perché questa volta devi assolutamente tutelarti, certe cose sono inammissibili e chi sbaglia è giusto che paghi! Altrimenti sarai costretta ad ingoiare altra merda e se permetti non hai ucciso nessuno per essere trattata in questo modo.
    Per il resto, se senti di stare meglio goditi la ritrovata serenità, sono sicura che col tempo sistemerai anche le questioni con tuo marito.
    Intanto ti penso e ti mando tanto energia positiva!
    Ti voglio bene

  • Crocus, 29 Aprile 2021 @ 09:08 Rispondi

    @Ale mi unisco a quanto detto da @Maddy e @Azzu, questo tuo commento me lo stampo pure io. Però la domanda mi sorge spontanea, come fanno comunque certi a ricostruire dopo che si sono detti/feriti con delle parole davvero gravi. Parlo del caso del mio ex, tu non hai idea dello schifo che si sono detti. Lei ad esempio ha fatto proprio ciò che dici tu ossia usare la profonda conoscenza di lui per ferirlo (lascia stare che sia uno stronzo visto cosa mi ha fatto) ma dico nella loro coppia, lei gli ha sputato addosso, che per me resta veramente il gesto più imperdonabile di tutti, per poi dirgli di amarlo tanto il giorno dopo. E a distanza di mesi si è scusata per finta solo per “manipolarlo” ulteriormente dicendogli “e sai ero arrabbiata” e lui a sua volta lo stesso gioco meschino l’ha fatto con me… Quando gli ho detto ma come è possibile che uno mi dica di amarmi SMISURATAMENTE e volere un figlio da me e poi uscirsene con “forse non ti amavo abbastanza se ho deciso di fare del male a te e non ai miei figli” risposta sua “ho fatto un errore di valutazione”. Per poi dirmi un mese dopo che mi amava e subito dopo “no no fai come se non lo avessi detto”. No raga, altroché vergogna, altroché perdono. Sono d’accordo con te Ale, IMPERDONABILE. Punto.

    • alessandro pellizzari, 29 Aprile 2021 @ 09:13 Rispondi

      Crocus, parli ancora troppo di sua moglie. Va bene parlare ancora di lui del quale sei stata innamorata ma fai il funerale almeno alla moglie. Starai meglio

  • Crocus, 29 Aprile 2021 @ 08:46 Rispondi

    @Maddy ❤️❤️❤️. Grazie per le belle parole. Avete ragione entrambe (@Vio) devo sciogliere quei nodi ma ci sono tante di quelle cose in ballo che diventa difficile farlo. Ma sicuramente lo farò. Grazie per l’abbraccio, me lo prendo tutto e ricambio! E spero che tu possa risolvere la situazione a casa il prima possibile in modo che tu e i tuoi piccoli riusciate a vivere liberi e sereni.

  • Crocus, 29 Aprile 2021 @ 08:39 Rispondi

    @Vio ma quale critica! Riesci sempre a dire le cose in un modo che mi fanno toccare il cuore e non intravvedo mai critiche ma solo ottimi consigli :-). La mia situazione è abbastanza complessa. Mio marito sa del tradimento ma non sa una GROSSA FETTA e cioè che dopo quella scoperta io ho continuato la relazione. Chi mi garantisce che quella deficiente non fa un’altra piazzata un giorno e lo chiama e gli dice anche tutto il resto? Io vorrei tirare una riga e ci sto lavorando perché sono una testarda e ora che sono tornata lucida come una volta non mollo. Ma non ti nego che sia difficile, non ti nego il fatto che mi irrita pensare di dover rientrare in ufficio ed essere di nuovo additata, essere di nuovo perseguitata dalla moglie attraverso certe colleghe e via dicendo (scusa se ripeto le stesse cose ma sono quelle che in qualche modo inquietano). Magari da fuori vi possono sembrare cazzate, io che le cose le ho vissute in prima persona ti garantisco che non lo sono. Affronterò mio marito ma non ora, ora voglio solo godermi un attimo questa (quasi) ritrovata tranquillità, voglia di vivere di nuovo, il sorriso, voglia di viaggiare e scoprire, insomma godermi la VITA in generale visto che gli ultimi 2.5 anni sono stati uno strazio e un incubo continuo.

  • Crocus, 29 Aprile 2021 @ 08:30 Rispondi

    @Bea, grande! Sia per la rinascita sia perché hai messo in riga il cialtrone! Brava brava brava! Un abbraccio! ❤️

  • Maddy, 29 Aprile 2021 @ 00:15 Rispondi

    @Ale, anche io come @Azzurra trovo che il tuo commento sia super centrato e se mi permetti vorrei copiarlo di nuovo:
    “non è tutto perdonabile nelle affermazioni, anche se fatte in un momento di rabbia. Ci sono cose che se dette sono senza ritorno, c’è una soglia oltre la quale la ferita della parola è insanabile e pregiudica ogni futuro rapporto.”
    Questo è il motivo per il quale io non sono più riuscita a perdonare e a ricucire con mio marito.

    • alessandro pellizzari, 29 Aprile 2021 @ 08:39 Rispondi

      grazie, è verità

  • Maddy, 28 Aprile 2021 @ 23:48 Rispondi

    @Cro concordo con quanto detto da @Vio. Dovresti provare a parlare con tuo marito e iniziare a sciogliere quei nodi che ti fanno male e che ancora ti tengono prigioniera.
    Non ci conosciamo ma da come scrivi sembri una persona solare, piena di energia e di voglia esplorare il mondo intero. Questa situazione non è più per te. Devi aprire le ali e volare verso la tua libertà.
    Ti mando un abbraccio forte

  • Viovio, 28 Aprile 2021 @ 23:24 Rispondi

    Ciao @Bea è bello leggere post come il tuo, che cialtrone… sono proprio senza vergogna! Hai avuto la tua rivincita.

  • Bea, 28 Aprile 2021 @ 21:29 Rispondi

    Ciao a tutte ragazze, ciao Ale. Mi ero presa un po’ una pausa dal blog perché finalmente sentivo in me la rinascita avvicinarsi e volevo allontanare il pensiero di lui. Sono passata a farvi un salutino. Il mio ex cialtrone dopo 6 mesi di cds è tornato con uno squallido messaggino insalata chiedendomi come stessi. Afferma di essere ancora innamorato e che se non ha avuto il coraggio di lasciarmi di persona è stato solo per il fatto che se mi avesse vista non ce l’avrebbe fatta. Ha ribadito di sentirsi una merda perché ha lasciato l’unica cosa bella che gli sia capitata negli ultimi anni (ahahahhaha certo).
    Inutile dirvi che ho fatto muro a tutti i messaggi che sono seguiti e che continua imperterrito a mandarmi. Il cialtrone non ha trovato un rimpiazzo e sta cercando di tornare all’ovile!poveretto… io mi sono presa tutte le mie rivincite e lo guardo strisciare. Un abbraccio a tutte! Teniamo duro!!

    • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2021 @ 22:32 Rispondi

      La vergogna non passa neanche in sei mesi nei senza vergogna

  • Viovio, 28 Aprile 2021 @ 20:52 Rispondi

    @Cro non volevo gettare altra benzina sul fuoco, costringendoti a ripensare anche a quell’episodio mettendoti altri dubbi, Perdonami. Credo abbia ragione @Cossora, devi tirare una riga su tutta la faccenda e ricominciare da capo con le tue nuove consapevolezze. Mi rendo conto sia facile dirlo per chi non ha vissuto la tua esperienza ma Evidentemente il tuo matrimonio era agli sgoccioli, se non fosse stato per il tuo ex magari sarebbe accaduto con qualcun altro; dico questo perché mi sei sempre sembrata molto decisa sul fatto di non amare più tuo marito.
    Perché non provi ad affrontare la situazione spiegando cosa non funzionava più tra voi? Sa del tradimento, non hai più nulla da perdere, di conseguenza non dovrai nascondere niente solo comprendere quali saranno le sue intenzioni.
    Capisco bene l’idea di un altro uomo non ti sfiori minimamente, però sei una persona vivace e romantica che dopo aver assaporato certe emozioni non vuole più accontentarsi e cerca l’amore travolgente. Sappiamo tutti che dopo un po’ di anni e lavando le mutande del bel manzo i bollenti spiriti si affievoliscono, però finché rimarrai in questa situazione ti precluderai da sola la possibilità di incontrare qualcun altro, oltre a rimuginare su un uomo di merda. La mia non è assolutamente una critica, ognuno deve affrontare le proprie questioni quando se la sente e ti auguro di cuore di trovare la strada che ti conduca alla felicità.

  • Crocus, 28 Aprile 2021 @ 18:26 Rispondi

    @Vio non saprei cosa dirti, davvero. Ormai a quell’uomo non salvo nulla. Però se tutto ciò che mi raccontava dopo ogni seduta erano invenzioni ragazzi miei allora il problema è veramente bello grosso. Poi ricordo che dopo la 1° seduta gli avevo detto “ma scusa a me sembra più una terapia di coppia questa e non un modo per capire come gestire i figli” non hai idea quanto si era arrabbiato, ricordo che avevamo chiuso la telefonata e per quasi un giorno intero non ci siamo parlati. Eravamo ormai allo stremo totale. Tuttavia alcune sono sono successe per davvero e ne ho le prove, ma non potendolo raccontare… Non mi meraviglio che la psicologa ha detto loro che non avesse senso continuare, la moglie era ingestibile, non potete nemmeno lontanamente immaginare cosa ha combinato e che parole le uscivano dalla bocca. Guarda che non sto estremizzando, anzi, avrei proprio preferito non essere mai finita in quel putiferio, rimpiango la mia vita serena con mio marito, i nostri bellissimi viaggi e tutto il resto. Pochi baci e poco sesso, vero, ma alla fine sono rimasta con un pugno di mosche in mano. Quindi niente matrimonio, niente baci e abbracci, niente sesso (neanche mi manca a dire il vero in questo momento) e un peso sullo stomaco non indifferente da portare avanti.

  • elleelle, 28 Aprile 2021 @ 16:22 Rispondi

    @Maddy, Crocus,
    Io credo che certe sensazioni siano universali. Se noi ci siamo rimaste cosi’ male, come ci saranno rimaste loro in tutti questi anni e dopo quello che e’ successo? Come noi non ci fideremmo mai piu’, come possono fidarsi loro?
    Se potessimo avere un dialogo con loro, secondo me avremmo la conferma di tante cose che adesso sospettiamo e basta.

  • Azzurra, 28 Aprile 2021 @ 16:06 Rispondi

    @Cossora concordo con Cocus :che bello questo tuo commento in risposta ad ellelle, e un applauso a tuo figlio!

  • Azzurra, 28 Aprile 2021 @ 16:00 Rispondi

    @Alessandro dici : “non è tutto perdonabile nelle affermazioni, anche se fatte in un momento di rabbia. Ci sono cose che se dette sono senza ritorno, c’è una soglia oltre la quale la ferita della parola è insanabile e pregiudica ogni futuro rapporto. Non si può perdonare tutto. Certe offese o l’usare la profonda conoscenza dell’altro per ferirlo profondamente, accusarlo di cose che si sa faranno il male più profondo, paragonarlo a quello che lui ritiene il peggio del peggio non può essere perdonato. E citare il momento di rabbia come attenuante non vale”. Queste tue parole me le stampo e me le incornicio sulla parete di fronte al letto. Non permetterò mai più a nessuno tanto meno a lui di farmi male ancora. Grazie @Akessandro

    • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2021 @ 18:08 Rispondi

      un abbraccio

  • Crocus, 28 Aprile 2021 @ 15:17 Rispondi

    @Maddy sono d’accordo con te. Lo psicologo serve e aiuta ma dobbiamo metterci anche noi del nostro altrimenti non ci saltiamo fuori.

  • Crocus, 28 Aprile 2021 @ 15:10 Rispondi

    @Cossy che bello questo tuo commento in risposta a @elleelle. Grande, così si fa! E soprattutto grande tuo figlio ❤️!

  • Maddy, 28 Aprile 2021 @ 14:17 Rispondi

    @cossy standing ovation a tuo figlio!!!

  • Maddy, 28 Aprile 2021 @ 14:15 Rispondi

    @elleelle la moglie del mio ex è in terapia da anni. Dapprima perché non riusciva a comunicare con il marito (quindi pensa la situazione: vado a parlare col terapista perché non riesco a parlare col marito), ora invece perché non si fida di lui e non sa come fare a prendere una decisione per tutti e due.
    Mi ripeto, di base sono persone molto insicure e con autostima sotto lo 0.
    Penso che nemmeno 10 psicologi insieme possano smuoverle dalla loro immobilità

  • Crocus, 28 Aprile 2021 @ 14:01 Rispondi

    @elleelle si si anche a me interesserebbe capire ma giusto per pura curiosità, come fai ad accettare di stare con quell’uomo dopo che ti ha trattata come uno straccio? Tolto il fatto che la moglie del mio ex è stron** e si merita tutto il male del mondo, non si può negare che lui l’abbia trattata a pesci in faccia esattamente come ha fatto con me. A me diceva “non capisci che la sto prendendo per il cu**” e a lei chissà cosa avrà raccontato invece. Certe cose come giustamente dice @Ale sono imperdonabili. Mi riferisco sia alle parole sia alle azioni. Ma credo che abbia ragione sempre @Ale quando dice che c’è di mezzo la dipendenza affettiva e la routine cronicizzata ma rassicurante. Specialmente per una donna che praticamente non lavora e che è stata abituata a un certo tenore di vita, sai com’è. Poi io di fronte a cotanto schifo smetterei anche di salutarti, figuriamoci ricostruire.

  • elleelle, 28 Aprile 2021 @ 13:49 Rispondi

    @Ale, Crocus
    Il mio ex era il baro, di sicuro.
    Prima di lasciarci la prima volta, di fronte a queste sue crisi costanti, gli avevo proposto di parlarne io, lui è un terapista, per fare un po’ di chiarezza. Non aveva niente da perdere, anzi magari avrebbe avuto tanto da guadagnare, ma aveva detto di no perché gli sembrava ridicolo andare da amanti.
    Lui era già stato in passato dallo psicologo per via della depressione perenne ma senza risultati. Non era di certo un uomo abituato al dialogo e alla riflessione su se stesso e sugli altri.

  • Viovio, 28 Aprile 2021 @ 13:43 Rispondi

    @Cro visto il soggetto secondo me dalla psicologa non andavano per i figli ma per fare terapia di coppia. Non lo so, magari sbaglio perché non conosco tutti i dettagli, però visto l’enormità delle panzanate che ti ha raccontato non mi meraviglierei. Poi magicamente ha smesso di andare perché la terapeuta si è rifiutata di seguirli? E magari nello stesso periodo ha deciso di lasciarti… sto ragionando a voce alta ma a me puzza questa storia.

  • cossora, 28 Aprile 2021 @ 13:32 Rispondi

    Quando andai dalla psicologa con il mio ex marito le anticipai ‘abbiamo bisogno di sapere cosa stanno percependo i bambini, e quali parole usare per comunicare a loro la nostra situazione’.
    Mi rispose ‘prima di tutto dovete sapere, venendo qui, di essere perfettamente coscienti e d’accordo su cosa ci sia alla fine del vostro percorso. Prima decidete cosa farete, e dopo si trova il modo di dirlo ai bambini, senza nessun problema. Il problema è solo la vostra eventuale indecisione’.

    Se io e il mio ex marito eravamo allo step 8 dei 10 passi per separarci, il mio ex è forse allo step 2 di 10.
    Una persona seria fa le cose bene, non si va dallo psicologo per farsi dire cosa fare. Si va perchè si sa cosa si vuole ma si ha bisogno di sostegno per farlo.

  • Ariel, 28 Aprile 2021 @ 13:08 Rispondi

    @elleelle Cara il tuo interesse per chi ci passa anni e anni in queste relazioni così basate su incastro tra un manipolatore negativo e una dipendente affettiva lo capisco molto e sicuro posso dirti di avere avuto delle compagne in terapi di gruppo erano mogli che ci avevano passato una vita matrimonio di venti anni e una di trentadue anni.
    Sotto dipendenza affettiva che come sai agisce nel cervello come una droga particolarmente penetrante ed invasiva

    Ecco che queste care Donne si sono decise a provare a curarsi a chiedere aiuto in uno stato di vera distruzione come vera droga e crisi di astinenza disperazione totale
    Ma nonostante tutto curarsi le ha rese Donne finalmente libere e capaci di separarsi dal marito MANIPOLATIVO negativo

    Eppure stavano mica giovani ,e questo è molto bello e confortante perché sta vero che finché si vive resta sempre la possibilità di trovare la propria nuova strada positiva per riuscire a esprimere se stesse quelle autentiche essenze pure della propria nascita

    Sicuro penso che conti moltissimo come già altre volte scritto la società in cui si vive e se un paese la condizione della Eonna risulta arretrata e permeata di condizionamento che definisco per riassumerlo in Vaticano pensiero che si riflette moltissimo sui comportamenti delle persone tutte
    Uomini che restano ancorati a un Maschilismo antico e Donne ancora troppo considerate limitate nei loro ruoli e nella effettiva loro capacità intellettiva e di talenti che non significa soltanto che la donna Per forza debbba essere Sposata fare figli essere madre ma anche se lavora porta a casa soldi ma DEVE LO STESSO FARE TUTTO LO STESSO
    Non può mai GODERE DEL SESSO sta vietato ancora nel immaginario collettivo Italiano questo fatto poi di concepire il sesso come si SENTE ANCORA DIRE
    La Donna deve essere una Signora in salotto e una Troia in camera da letto

    FA ORRORE ANCORA ASCOLTARE COSE COSÌ ARCAICO MASCHILISMO e una visione abberrante e totalmente distante dal cosa sia fare sesso tra esseri umani

    Insomma le leggi esistenti in un paese rispecchiano in Totò tutti i conseguenti comportamento delle persone

    Non disperiamo mai poco a poco si cresce e anche in Italia prima o poi il vento cambia e cambierà
    E accadrà quando le leggi si faranno diverse e a tutela delle truffe e del plagio della violenza psicologica come un vero reato e tante altre iniziative a difesa delle vittime di qualunque genere siano sia maschi che femmine

  • Viovio, 28 Aprile 2021 @ 13:01 Rispondi

    @Cossy tuo figlio sa di lui?
    Beh la risposta è ineccepibile! Ahahahahah esatto, 13 anni…

  • Lia, 28 Aprile 2021 @ 12:35 Rispondi

    @elleelle a me hanno raccontato di una donna ultra cinquantenne che resta con l’amante sposato per non restare sola. Ha cercato alternative, ma nulla che l’abbia fatta innamorare e ha preferito restarci. Della serie… piuttosto che niente meglio piuttosto…

  • cossora, 28 Aprile 2021 @ 11:24 Rispondi

    @Ariel il mio ex sarà pure manipolatore. Guarda non lo so e non ho interesse nel smascherarlo.
    Io non sono manipolabile, quindi per me non c’è altro da aggiungere.

  • cossora, 28 Aprile 2021 @ 11:21 Rispondi

    @elleelle la porta è chiusa da mo.
    E io tra l’altro non sono nemmeno più dietro quella porta. Sono in giro. proprio in giro.
    E sto bene, sono fiera di me!
    Sto rinascendo finalmente, ho perso qualche kiletto che ho messo su tra inverno e inconcludenza. Ho i capelli lunghissimi e corposi (più del solito) luminosi. Ho la faccia bella, proprio l’espressione bella.
    Così posso attirare a me persone, amici e corteggiatori che non mi facciano scendere la cataratta!
    Di solito, a questo mio ‘rifiorire’ sentivo forte la voglia di donarmi al mio ex, di condividere e di dire ‘non ci pensare, ci siono io! E’ primavera, usciamo!’
    Adesso manco morta, stia lui nel suo buco nero con la sua solitudine e tutta la spazzatura che sta tirando su con la terapia.
    Di lavoro accumulato ne ha.
    Io ho scelto nel tempo di sistemare pian pianino, rimandare non è mai una buona idea!

  • cossora, 28 Aprile 2021 @ 11:13 Rispondi

    no @elleelle ci stanno per motivi dversi dalle questioni sentimentali.

  • cossora, 28 Aprile 2021 @ 11:12 Rispondi

    @viovio, mio figlio:
    ‘Scusa lui sta preparando le cose per voi e nel frattempo lascia un vuoto tra te e lui solo perchè lo metti in castigo’?
    13 anni.
    Non aggiungo altro.

  • Maddy, 28 Aprile 2021 @ 11:08 Rispondi

    @elleelle secondo me non scoppiano o ci mettono tempi infiniti per scoppiare perché di base sono persone molto insicure. Meglio rimanere nel mondo insoddisfacente ma conosciuto, piuttosto che avventurarsi verso esplorazioni di mondi nuovi

  • Maddy, 28 Aprile 2021 @ 11:06 Rispondi

    @cossy: parole parole soltanto parole. Alla fine ti danno la nausea. E nel frattempo, il tempo che scorre tra un aggiornamento e l’altro, ci fa cambiare, tanto che non si è più disposti ad accogliere, a partecipare e nemmeno ad ascoltare

  • Maddy, 28 Aprile 2021 @ 11:03 Rispondi

    @Ariel Eterno Sospeso: è esattamente come mi sono sentita, e il motivo per il quale a un certo punto ho mollato la presa, da tutto

  • elleelle, 28 Aprile 2021 @ 09:18 Rispondi

    @Crocus
    Io sarei curiosa di sapere cosa succede dal punto di vista psicologico a chi resta in queste relazioni per tanto tempo. Non per criticare, proprio per mia curiosita’ personale. Ho visto gli effetti nefasti su di me, non solo dopo ma durante. Negli ultimi mesi avevo notato io stessa un cambiamento in me che potevo spiegare solo con una sensazione di paura di fondo, perche’ non sapevo cosa di quello che facevo lo avrebbe fatto scattare. E lui comunque scattava in un modo limitato perche’ non ero li’ davanti a lui. A distanza e in chat bene o male non c’e’ la reazione immediata che puoi vedere coi tuoi occhi.
    Non so come possa stare chi e’ in una relazione magari pluridecennale con queste persone. Vorrei poter parlare con uno specialista e chiedergli cosa succede nella loro psiche, come fanno a saltarne fuori indenni o se ci sono danni che queste persone si tengono dentro.
    Pero’ stento a credere che queste donne non vadano da uno psicologo o non leggano mai niente che gli faccia aprire gli occhi o che gli faccia venire qualche dubbio, soprattutto dopo aver saputo del tradimento.
    Certo in un mondo che tende a promuovere la ricostruzione di rapporti finiti, forse anche loro ricevono poco aiuto a livello di vera affermazione personale. La ricostruzione e il perdono, soprattutto se sei la parte tradita, ti relegano per sempre in un ruolo di vittima che ha accettato e che subisce di buon cuore. Non so se sia sano, io ormai non ci capisco piu’ niente di queste cose.

    • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2021 @ 12:23 Rispondi

      dipendenza affettiva e routine cronicizzata ma rassicurante

  • Crocus, 28 Aprile 2021 @ 08:02 Rispondi

    @elleelle ma quindi il tuo ex ci è andato per davvero dallo psicologo o ha fatto finta? Anche sta storia dello psicologo comunque è assurda e solo grazie ai vostri commenti e ad @Ale capisco che è una forma di manipolazione pure quella. Nel mio caso l’ex andava con la moglie perché un avvocato gli aveva suggerito di farlo prima di separarsi in modo da capire come gestire i figli. Dopo ogni seduta mi raccontava tutto e mi avvelenava l’anima, non ne potevo più ed io gli chiedevo scusa ma andate là per litigare tra di voi o per capire come gestire questi benedetti bambini? Lei si scriveva papiri interi poi lo insultava davanti alla psicologa, lui rispondeva e via dicendo. All’ultimo appuntamento (era successo un putiferio il giorno stesso prima che andassero là) la psicologa ha chiesto loro di non venire più da lei e diceva che l’atmosfera in quella stanza era così pesante che si era sentita male lei per loro (la moglie insultava a più non posso con parolacce di ogni tipo). Però lei lo amava eh ahahahaha, il paradosso sta proprio lì.

    • alessandro pellizzari, 28 Aprile 2021 @ 12:46 Rispondi

      Ci sono vari tipi di uomini che vanno dallo psicologo o dal counselor
      Il deciso stufo: non ne può più del conflitto fra ragione e sentimento e vuole una voce/parere super partes per decidere (basta pareri di amici, è in buona fede e risoluto)
      Il debole: anche in buona fede ma pieno di paure, pretende troppo spesso che siano altri a decidere per lui
      Il maritino: dice all’amante che va dallo psicologo per lasciare la moglie convincendola che è bene anche per lei ma in realtà sta facendo terapia di coppia per rabbonire lei
      Il baro: va dall’esperto per rabbonire l’amante e/o la moglie ma non gliene frega nulla e non ci crede neanche
      Il sordo: va dall’esperto ma poi fa di testa sua e ascolta solo se l’esperto gli dice quello che vuole sentirsi dire
      Il temporeggiatore: va dall’esperto per prendere tempo con l’amante o la moglie buttando fumo negli occhi
      Il padre: vuole innanzitutto sapere come gestire una separazione con i figli

  • elleelle, 27 Aprile 2021 @ 22:29 Rispondi

    @Ariel
    Nel caso del mio ex, era ovvio che dire che andava dallo psicologo era una manipolazione.
    Innanzitutto perché andava quelle tre volte e poi basta e poi perché queste sedute non portavano a niente.
    Se si va dallo psicologo pagando di tasca propria, un po’ di impegno e di onestà bisogna mettercelo altrimenti non ha senso andare.
    Un uomo che soffre di depressioni ricorrenti, che soffre di insonnia, auto-sabotante e distruttivo, dovrebbe continuare ad andare quando lo psicologo gli conferma queste cose, invece lui no.

  • Crocus, 27 Aprile 2021 @ 21:16 Rispondi

    @elleelle sono le stesse domande che mi pongo anche io. Come fanno loro a non volerlo allontanare dopo tutto ciò che hanno fatto? Come si fa ad essere così stupide da credere alla favola della maga Circe che li ha stregati? Nel mio caso lei non faceva lo struzzo, lei in quelle minchiate ci crede davvero. Non so quale delle due cose sia più grave. Mi chiedo anche io se abbiano dei super poteri.

  • elleelle, 27 Aprile 2021 @ 19:24 Rispondi

    @Ale
    È vero e io infatti sono scoppiata.
    Però come fanno le mogli di questi uomini a non scoppiare? Perché una vita di fianco a loro è pesante e il rischio di uscirne distrutte è altissimo. Hanno poteri speciali? Sanno cose che le donne sceme come me non sanno?

  • Crocus, 27 Aprile 2021 @ 17:10 Rispondi

    @Ale leggo questo commento e scorro con la memoria la mia storia e penso che sia andata proprio così. Cioè se uno vede che la sua amante accetta tutto (di vederci solo quando ha voglia e riesce lui, di non scrivergli quando è in casa, le sue vacanze maledette bla bla bla) beh se ne frega e non fa altro che aggiungere altre magagne come giustamente dici tu finché noi non scoppiamo e allora lì iniziano i “problemi veri”. Sono totalmente d’accordo con te, certe cose sono imperdonabili.
    @elleelle pure io se penso quante cose gli ho perdonato e come ci sono passata con “leggerezza” sopra alcuni episodi, mi verrebbe voglia di prendermi a testate. Acqua passata ormai, ma diciamo che la lezione l’ho imparata, altroché.

  • elleelle, 27 Aprile 2021 @ 15:47 Rispondi

    @Cossora
    Con qualche variazione, mi sono sentita dire cose simili. Adesso non ci crederei nemmeno io, per cui concordo con @Rosa, se riesci, chiudi la porta.
    Secondo me questa presenza del tuo ex è inconcludente, non ti dà niente di reale e ti scarica addosso il suo malessere interiore.
    È un anno che va avanti così, vuoi che in un anno non riesca a lasciare la moglie che non ama più senza dirle che ha un’altra?
    Non so, chi non vuole in genere non fa…

  • elleelle, 27 Aprile 2021 @ 15:40 Rispondi

    @Ale
    Hai ragione, ci sono cose che non si dovrebbero perdonare. Io ad esempio non avrei mai dovuto perdonare la prima volta che mi ha davvero preso in giro, perché poi è stata uguale alla seconda.
    Sapendo di averla fatta franca una volta, l’ha rifatto la seconda, uguale uguale. È stato per quello che sono scoppiata, per la sfacciataggine di rifarlo di nuovo, per avermi sbattuto in faccia l’ennesima crisi in modo impulsivo, per aver mentito, per aver messo in mezzo la mia famiglia.
    È vero, una volta è più che sufficiente. Io non gli avevo mai mancato di rispetto ma quando lui ha mancato di rispetto a me, avrei dovuto lasciarlo subito e non voltarmi indietro mai più.

    • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2021 @ 16:46 Rispondi

      Più un uomo scorretto e che non ti ama vede che inghiotti il rospo, più te ne farà inghiottire, e sempre più grandi. Finché non scoppierai

  • cossora, 27 Aprile 2021 @ 15:20 Rispondi

    @ale va benissimo che rimangano parole.
    Mi ha fatto passare la voglia.
    Non riesco a pensare di accoglierlo nella mia vita così come è adesso.
    Il resto va a gonfie vele: io e il mio ex marito siamo collaborativi, concentrati sui ragazzi.
    Pensiamo a organizzare ognuno le sue vacanze con loro. A settembre il grande andrà al liceo. c’è fermento positivo.
    No, di nubi non ne ammetto più.

  • Ariel, 27 Aprile 2021 @ 15:02 Rispondi

    Vorrei ricordare qui a te @Cossora ma vale x tutte e tutti che un elemento molto spesso caratteristica usata apposta da manipolatore negativo e quello di dire vado in terapia
    Spesso i manipolatori negativi usano questo metodo con le proprie prede
    Perchè ci sta una logica di vera manipolazione negativa e cioè dimostrare quanto siano personcine a modo sensibili grandi gesti eclatanti
    Ma tu pensa vanno in terapia e avo,te proprongono pure di farla insieme

    A volte sono solo bugie
    A volte ci vanno davvero per tre volte in croce e fanno il loro GRANDE TEATRO con il terapeuta

    Queste cose che scrivo sono il prodotto di fatti accaduti e riportati da diversi articoli di psicoterapeuti o testimonianze dirette di donne che hanno vissuto lunghe manipolazioni negative

    Il predatore Sto arrivando! Benissimo che cosa si aspetta la preda in ogni dettaglio
    Consideriamo che al inizio ci fanno parlare e questo agevola il mettere per loro a fuoco i nostri punti deboli e fino a che punto siamo spiaggiate ai loro piedini manipolativi

    Ovviamente difficilmente senza noi fare una terapia si riesce a scoprire il meccanismo nostro come agisce e a farci davvero qualcosa di risolutivo
    Infatti qui siamo un gruppo veramente numeroso di persone che chi prima o poi si è finalmente deciso a fare la terapia per cosa?

    Per togliersi dalla ANTICA DIPENDENZA AFFETTIVA che è un meccanismo che viene in luce proprio attraverso le relazioni particolarmente manipolative

    E cioè quelle che durano nel tempo di una continua comunicazione la preda si presta a leggere comunicare ascoltare fare orbiting lei stessa pur di avere notizie pur di stare ncora sottomessa psichicamente al suo “carnefice” vestito di bravo caro uomo così bravo che tu pensa lui fa terapia!!!!!

    È una forma manipolative negativa un modo di trattenere la preda nel eterno SOSPESO….

  • Viovio, 27 Aprile 2021 @ 14:57 Rispondi

    @Cossy fammi capire: lui non si fa vivo per non farti soffrire perché capisce la situazione, ma allo stesso tempo sta lavorando per sistemare le cose a casa(l’arco temporale dell’operazione indefinito)?!?
    Stammi bene mi sembra una risposta molto diplomatica ahahahaha

  • Maddy, 27 Aprile 2021 @ 14:38 Rispondi

    @cossy stesse parole, io voglio stare con te (attenzione, aggiungeva pure “per sempre”).
    In quei momenti mi sono sempre chiesta se c’era, se ci faceva, se si sentiva.
    Stammi bene è la miglior risposta che si possa dare.

  • cossora, 27 Aprile 2021 @ 14:37 Rispondi

    Hai ragionissima @rosa.
    Infatti il suo è un monologo da un po’ di tempo a questa parte.
    Ho taciuto dopo tutti questi messaggi e ho ottenuto che come al solito sparisce per giorni.
    Farà un’altra seduta e magari si farà vivo ancora.
    Mi rassicura che ‘nulla è cambiato’.
    Appunto.
    A volte veramente mi chiedo in quale galassia vivessimo, che cazzo di film stessimo guardando. Non lo stesso!
    Comunque sono qui a condividere cosa può succedere anche quando vanno in terapia: se è vero che per loro è un passo, non è automatico che la direzione sia la nostra.

  • Rosa, 27 Aprile 2021 @ 13:46 Rispondi

    @Cossora, sai che io non sono una fan del codice del silenzio. Però ritengo che ad un certo punto, occorra mettere delle distanze.
    Se no questi a forza di parlarsi addosso si convincono pure di essere a posto.
    Toglierli dal piedistallo vuol dire anche smetterla di ascoltarli, soprattutto quando dicono cose che non hanno riscontro nella vita reale.

  • cossora, 27 Aprile 2021 @ 13:01 Rispondi

    @elleelle io AD OGGI non un mese fa, due mesi fa, mi sento dire cose del tipo (generalizzo):

    devi stare tranquilla, io so cosa voglio e voglio te
    siamo stati sempre bene, staremo ancora meglio
    capisco la tua paura, ma non pensare mai che io non ti ami
    quando tu stai male, io taccio perchè soffro a sapere che ti sto facendo soffrire
    se tu sei tranquilla io riesco ad affrontare tutto meglio
    credimi, io so cosa provi
    MA non voglio sbattere la porta uscendo, tutto qui.

    Difficile non farsi illusioni? Si, magari un anno fa. Oggi: stammi bene!

    • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2021 @ 13:15 Rispondi

      fatti non parole

  • leilei, 27 Aprile 2021 @ 13:01 Rispondi

    Ellelle così non stai facendo nessun passo avanti. Basta rimuginare su quello che ti aveva promesso. E’ andata diversamente, ora si guarda avanti. Maledirlo non ti porta da nessuna parte.

  • elleelle, 27 Aprile 2021 @ 08:33 Rispondi

    @cossora, ragazze,
    Ho appena trovato una bozza di email in risposta a una cosa che mi aveva scritto e cioe’ che quando ci eravamo lasciati per la seconda volta, la situazione pandemia lo aveva fatto comportare in modo assurdo, che era stato brutale ma che non era sua intenzione ferirmi e che niente cambiava sentimenti cosi’ forti, che tutto sarebbe stato piu’ tranquillo piu’ avanti.
    Difficile non farsi illusioni quando ti dicono queste cose e mi si stringe lo stomaco quando le rileggo, perche’ di nuovo salta fuori il senso di colpa per “non aver aspettato, visto che lui mi amava”.
    Ti ricordi, @Cossora, lo dicevi in un altro post. Dopo quella email, avevo aspettato tre mesi e mezzo, tre mesi di messaggi continui, altrenanze di silenzi punitivi e baci & abbracci, piccole scene di gelosia, rassicurazioni farlocche che avremmo sistemato tutto appena ci saremmo visti. Tre mesi e mezzo culminati in una presa per i fondelli enorme, alla faccia dei sentimenti cosi’ forti.
    Non ha nemmeno senso aspettare, con queste persone. Tu gli dai un dito, loro si mangiano braccio, spalla, fino al cuore.
    Maledetti.

    • alessandro pellizzari, 27 Aprile 2021 @ 12:51 Rispondi

      che era stato brutale ma che non era sua intenzione ferirmi e che niente cambiava sentimenti cosi’ forti, che tutto sarebbe stato piu’ tranquillo piu’ avanti.

      Attenzione: non è tutto perdonabile nelle affermazioni, anche se fatte in un momento di rabbia. Ci sono cose che se dette sono senza ritorno, c’è una soglia oltre la quale la ferita della parola è insanabile e pregiudica ogni futuro rapporto. Non si può perdonare tutto. Certe offese o l’usare la profonda conoscenza dell’altro per ferirlo profondamente, accusarlo di cose che si sa faranno il male più profondo, paragonarlo a quello che lui ritiene il peggio del peggio non può essere perdonato. E citare il momento di rabbia come attenuante non vale: per il codice penale, l’uso di stupefacenti o alcol nel commettere un reato aggrava la pena, non la diminuisce. C’è un punto di non ritorno anche nelle affermazioni rivolte all’altro

  • Ariel, 26 Aprile 2021 @ 20:18 Rispondi

    Se questa non è manipolazione negativa !
    Che faccia da STRUDEL…..!!!
    Ah @Cossora mi pare ottima idea veramente metterci una vera pietra sopra e scappare in Aéroport!!!

  • avvocatodistrada, 26 Aprile 2021 @ 19:50 Rispondi

    io e la mia amante siamo entrambi sposati, con figli,coetanei

  • cossora, 26 Aprile 2021 @ 15:19 Rispondi

    @Maddy, ragazze, se:
    “faccio terapia per riuscire ad uscire di casa senza dover dire che ho un’altra”
    “non ho dubbi che sia tu, sei sempre stata tu”
    “so cosa vuol dire stare senza di te”
    “siamo stati bene sempre, all’inziio quando era un gioco e dopo quando è stato difficile, non ho dubbi che staremo anche meglio quando saremo tranquilli”

    Sorridete, dite ‘vado ad incipriarmi il naso’ e scappate in aeroporto.

  • Sylvie, 26 Aprile 2021 @ 14:13 Rispondi

    Ciao Alessandro sarebbe interessante un tuo intervento sugli amanti entrambi sposati e le differenze uomo/donna.
    grazie

    • alessandro pellizzari, 26 Aprile 2021 @ 14:52 Rispondi

      bel tema manti entrambi sposati e le differenze uomo/donna. ne parlo di sicuro grazie Sylvie

  • Maddy, 25 Aprile 2021 @ 22:25 Rispondi

    Anche il mio non ha mai voluto fare una road map.
    Però fino all’ultimo ha giurato che il suo matrimonio è al capolinea e che lui SA che cosa deve affrontare, SA che non è felice, SA che sarà inevitabile. E attenzione, SA anche che starà con me.
    Però la figlia poverina… lui proprio non ce la fa quando si tratta di lei. Meglio tirare scema la moglie e aspettare che sia lei a buttarlo fuori.

    • alessandro pellizzari, 25 Aprile 2021 @ 23:56 Rispondi

      Sa che non farà la road map

  • Nina, 18 Aprile 2021 @ 23:52 Rispondi

    Non ci crederete ma siamo ancora in ballo x quelle questioni.. che barba che noia che noia che barba..mi sta tirando scema ma io procedo indefessa..

  • Viovio, 18 Aprile 2021 @ 22:10 Rispondi

    @Nina
    Grande Puffo andrebbe rinchiuso!! :-p
    Spero tu sia riuscita a risolvere le questioni legali.
    Un abbraccio

  • Nina, 18 Aprile 2021 @ 02:26 Rispondi

    Confermo in particolare il terzo punto, tanto é vero che dal non poter fare una road map con me il mio ex é passato direttamente alla nuova pretendente! Con la quale ha fatto tutto in pochissimo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.