Home » Amanti » Esco di casa ma voglio stare da solo

Esco di casa ma voglio stare da solo

Pixabay
Pixabay

Il sogno di ogni amante: lui esce di casa, finalmente, magari dopo anni di amantato, per formare una coppia ufficiale con la tanto decantata vera unica donna (che non è più la ex moglie) della sua vita. Voi.

E invece? Esco di casa ma voglio stare da solo. Esce sì, ma vuole restare solo nel nuovo appartamento da neo scapolo, avete capito bene.

Colpo di scena: siete finalmente liberi di vedervi e invece lui vi ferma e vi dice di aspettare, di dargli ancora tempo. Per riflettere, per riprendersi dal grande salto dalla vita precedente, perché lo consiglia il legale, perché i figli vanno a trovarlo, perché si sente male e frastornato, perché deve ritrovare se stesso. Ti prego ora che puoi pure dormire qui stai lontana: quando sarò pronto ti chiamerò. Ora devo pensare, abituarmi, i figli mi danno problemi da quando sono fuori, sono depresso, sto male, ho il jet lag.

Una situazione, questa, che colpisce non poche di voi. Dopo un percorso mediamente lungo da amanti (parliamo in media di 2-3 anni ma su questo blog ci sono anche casi da 5, da 16 e da 20!) almeno il 20% dei pochi che “finalmente escono” tira lo scherzetto del “esco di casa ma voglio stare da solo”.

Vabbè, dite voi, ho sopportato tanto e tanto a lungo aspetterò che lo shock dell’uscita si calmi, che lui riprenda il controllo di se stesso e del nostro rapporto.

S B A G L I A T O!

Sbagliato perché non è normale che un uomo che finalmente si decide di lasciare la moglie per voi (ma fosse anche per se stesso e, come fanno molte di voi, perché il suo matrimonio è comunque finito e avere l’amante non ne è stata la causa ma la conseguenza) non faccia festa ma faccia il muso, non spalanchi la sua porta a voi ma dica ci vediamo fra un po’, non veda l’ora di dormire e fare il giro dell’orologio in un ambiente nuovo suo e vostro e invece preferisce dormire da solo in un letto freddo.

È confuso? Ma come confuso, eri confuso quando dovevi lasciare la moglie, ora che hai deciso non puoi essere confuso! Forse frastornato, ma è un motivo in più per averti vicino in questo momento di transizione, non per stare da solo.

La verità? Ecco cosa si cela spesso dietro queste uscite che si rivelano farlocche e temporanee.

Lui non ha scelto di uscire di casa

Quella che ti presenta come una libera, sofferta scelta personale in realtà nasconde il fatto che la moglie lo ha beccato (oppure si è stufata di averlo fra i piedi musone e triste) e gli ha fatto fare le valigie. Se lo ha beccato gli ha detto “fuori!”, se non ne può più del depresso in casa gli ha detto “vai fuori e schiarisciti le idee, poi vediamo”. Questo fanno le mogli dotate di attributi, prima o poi. Quindi lui vi nasconde che è la moglie che lo ha sbattuto fuori, e fa l’eroe con voi. E la vittima. L’eroe perché ha avuto “il fegato” di decidere finalmente (ma pensa che bravo, meglio tardi che mai!), e la vittima perché ha rinunciato per voi alla bella vita (ma non stava male in casa? Non era ormai tutto insopportabile?), ai figli (che c’erano anche quando scopavate tre anni fa) e al suo tenore di vita, comodità e tutto il cucuzzaro. Peccato che mentre sta nel monolocale arredato a pensare ha già iniziato la trattativa con la moglie per il rientro con firma dell’armistizio. Voi non lo sapete (e se lo sapete la scusa è vado a trovare i figli), ma lui ha già iniziato, dopo anche solo una settimana di fuori casa, a rientrare o cercare di rientrare periodicamente lì. E certo, se vuole fare la pace con la moglie, se vuole rabbonirla o tornare sotto il tetto coniugale mica può frequentarvi o rischiare che vi trovino nella nuova abitazione! Ecco perché vi chiede di stare lontana e non approfitta subito dei benefit della singletudine e di voi, “ex” amante ora potenzialmente fidanzata ufficiale. Sta trattando il rientro.

È un finto nuovo alloggio

Non è raro che lui vi venda la nuova casa come il suo nuovo mondo e in realtà non ci vive, se non sporadicamente. Ci sono anche casi in cui lui parla di crisi alla moglie e lei, ormai disidratata dalle discussioni, avalla una temporanea uscita “così ti schiarisci le idee” (sono le mogli che hanno più paura di perdere il marito, perlopiù, a scendere a questo compromesso, ma anche loro spesso voglio tirare il fiato). Ma il più delle volte lui dorme ancora 5 giorni su sette a casa sua, e il nuovo appartamento è solo simbolico, temporaneo. E il fatto che lo abbia comprato non è una garanzia: la maggior parte delle volte, chi può economicamente lo compra ufficialmente per l’amante perché “potrebbe essere la nostra nuova casa”, ma poi scoprite che lo ha intestato ai figli e che in realtà lo considera un investimento familiare, e così lo ha presentato alla moglie. Perché non vi fa entrare in casa? Perché non può farsi scoprire dalla moglie in questo momento delicato (anche lui è in trattativa, alla moglie magari ha detto che è solo confuso, che è una pausa di riflessione) e perché non vuole farvi vedere che in bagno non c’è neanche lo spazzolino, ci sono i libri del figlio che usa il posto per studiare in tranquillità o per portarci (lui sì) la fidanzata e nell’armadio ci sono due vestiti in croce. Quella è una fake casa, o un investimento di famiglia. Non a caso o non vi scopa più, lo fa meno o, se proprio lo dovete fare, si va in un motel o a casa vostra. A casa sua meglio di no. Chissà perché…

Vuole l’anno sabbatico

Fra gli uomini scoperti e cacciati dalla moglie o, in una minoranza di casi, quelli che scelgono davvero di uscire, ci sono anche quelli che si dicono: ma perché io che adesso, a caro prezzo, ho trovato la mia libertà, mi devo infilare in un altro rapporto di coppia invece di scoparmi il mondo? Questi sono quelli che non vi tengono del tutto fuori dalla nuova casa, ma ve la centellinano, con la scusa di doversi abituare alla loro nuova vita. Vi fanno venire lì, magari per scopare regolarmente (non troppo), ma non vi fanno restare a dormire, perché non dovete mettere radici. Non potete restare nel weekend, perché ufficialmente è ancora presto e l’avvocato non lo consiglia per un po’. In realtà lui o sta già ronzando intorno ad altre o ne ha già una quasi cotta con cui inizia a uscire. La casa gli serve per scopare le altre, non solo voi. E quando entra la prima preda, ve ne accorgerete perché non solo calerà la vostra frequenza chez lui, ma vi ritroverete con alcuni dei problemi quotidiani che avevate quando stava con la moglie, tipo telefonate vietate alla sera, non risposte dopo una certa ora, strani e lunghi black out nelle comunicazioni e lui però online alle due di notte ma non con voi. Si sta vivendo il suo anno sexual sabbatico, e non è detto che sopravviverete a lungo alla concorrenza delle altre. Se ci siete è perché vi usa per i tempi di magra, finché non ve ne accorgerete o romperete troppo le balle. Ecco perché si è messo a dieta, ecco perché fa palestra, ha cambiato look, fa il ragazzino, ha i social che sembrano il book di un modello… non lo ha fatto per voi, ormai “seconda moglie”, lo fa per la nuova carina giovane e disponibile.

Insomma, un uomo che esce di casa, se vi ama, vi spalancherà le sue porte. Se non lo fa, se tutto sembra quasi come prima o rimane difficile, o siamo nei casi di cui sopra o comunque c’è qualcosa che non va. Non è amore, non ha deciso e, se ha deciso, non ha deciso per voi.

Quindi mettetelo subito alle corde: è uscito per voi, per lui o per la moglie? Se ha la coda di paglia vi attaccherà, farà l’offeso, sguscerà come un anguilla. Ma è come se vi rispondesse. Se non ha niente da temere o nascondere si resetterà, e capirà che non può lasciarvi fuori dalla porta neanche per un po’. Altrimenti il codice del silenzio riparte, perché lui in realtà non vi ha scelto. O siete dentro o fuori.

sincerely yours

#lamatematicadelcuore

per contatti: anpellizzari@icloud.com


32 commenti

  1. Alla facciazza!!,
    La saga di Harry Potter a confronto di questi cialtronissimi sembra una poesia scritta da poeti ermetici.

    ”Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”.

    Questi stanno tutte le stagioni a pensare come meglio possono adescare e fregare il prossimo.
    Finché non le sgami ste merdacce.

  2. Grande Ale!!! Le sai tutte!!! E’ davvero impressionante come queste storie, che vissute nell’isolamento degli amanti sono sembrate uniche, e in “preda agli eventi del destino” (di lui) rispondano in modo matematico (la matematica del cuore!!! eh già) ad un copione. Leggendo il tuo blog sembra di leggere le puntante di una telenovela già scritta, sembra tu abbia poteri magici per scrivere in modo preciso vissuti che hanno attraversato la vita di molte di noi, solo che non si tratta di magia, è che semplicemente era un copione già scritto. Le storie di amanti, che sembrerebbero fuori dall’ordinario, scritte nel suo ordinario più preciso. Ale levami una curiosità, ma proprio non si rendono conto di avere un altro essere umano che tengono attaccati per nutrirsene a comodo? Io sono sempre stata critica verso una certa cultura cristiana con cui veniamo educati in Italia, però qui siamo a livello di larve che insediano un altro animale (stile parassiti), e iniettano un poco di anestetico per continuare a divorarle.

      • Ho vissuto tutto questo, più volte, come sai Ale. Il Jet lag, l’umore che sembra averne ammazzati cento anzichè essere contento (che noi scambiamo per adattamento), i tre giorni dormo là due qua, l’armadio con vestiti e scarpe che usava raramente (come se fossi una emerita cogliona, dato che glieli lavavo e stiravo io, la quasisecondamoglie).
        Tutto questo è finito più di un anno fa. Non mi esime però dal trovarmelo ancora sotto casa, nei paraggi, iscritto all’Inter Club del mio quartiere così viene qua a vedere le partite. Egoismo all’ennesima potenza, perchè non ha più me ma gli serve l’idea di me per tirare avanti la sua vita di merda.
        Morto prima di esserlo davvero.
        Per fortuna tengo botta…CDS talebano.

        • Il mio ex .. fosse uscito di casa .. credo mi avrebbe mandata al manicomio.
          Usa il nostro posto del cuore, il luogo dove tutto ebbe inizio come il jolly per risolvere, risvegliare, rievocare tutto.
          Cosa sarebbe disposto a fare qualora avesse davvero compromesso la sua tranquillità familiare?

          Oggi dico in tutta sincerità: menomale che non ho dovuto scoprirlo.
          Grazie @Ale per questo articolo sulla ennesima capacità di rinnovarsi e moltiplicarsi delle bassezze maschili.

        • E pensare che quando ho iniziato con lui pensavo ingenuamente che fosse tutto scontato. Due si conoscono, si amano, non possono stare separati, risolvono le loro situazioni e stanno insieme. Invece la realtà è che è uno stillicidio di alti e bassi che non finisce mai.
          Comunque lo voglio vedere il tipo che ti orbita intorno mentre limoni un altro… Te la butto lì…

          • ..@Lia, avrebbe questa reazione: legger fastidio, poi nulla.
            Davo per scontato che mi avrebbe pretesa, che sarebbe stato geloso.
            Uno che ti vuole non rischia ne di perderti, ne di farti toccare da un altro.

  3. Mi sento molto coinvolta da questo articolo x ovvie ragioni. Nel mio caso l’aggravante è che lui in teoria aveva detto a lei che x loro era finita l’estate scorsa e che avendo ancora passato a casa sua 8 mesi in cui in teoria doveva preparare uscita ma già avendo chiarito con lei, proprio x fare le cose coi suoi tempi, mi aspettavo che una volta uscito fosse davvero fuori. Capisco se esci a un mese da dichiarazione crisi, ma se lo fai dopo tutto questo tempo, ma se ti sei preso 8 mesi x parlare e discutere con lei come minimo penso che quando esci ne sei davvero uscito, pur con tutti i limiti, non avendo figli e non avendo provato né tu né lei a rilanciare. Invece sua uscita di casa è stata pasticciata come se le avesse parlato solo all’ultimo e dettata da mio ultimatum dopo che già io gli pagavo casa nuova e vuota da alcuni mesi. Lui era ancora in affanno e x aria con avvocati e i loro rapporti erano ancora tali che lei gli chiedeva la spesa, quindi forse tutto questo dichiarare crisi non era stato così chiaro..io poi abitando lontana non potevo sapere se lui nella casa nuova ci stava davvero, secondo me no perché sta casa sembrava disabitata anche dopo un mese che ci stava, e lui mi diceva che aveva messo tutte le cose in cantina e non aveva tempo x portarle su, quando gli ho offerto aiuto salta fuori che aveva perso chiavi cantina e quindi doveva fare andirivieni da casa sua anche x vedere se lei ci aveva già portato qualcuno. Da qui il pedinamento x spiare lei che mi ha fatto andare di fuori. Considerate comunque che il mio livello di dettaglio qui è del 40% max quindi una grossa parte delle sue cagate non la saprete mai.. anche se sto meditando di scrivere storia non censurata ad @ale così almeno ne trae spunto utili.. posso? Ti sembra sensato @ale? Così tu puoi capire tutto e smontarlo..

  4. Per fortuna l’uscita di casa me la sono risparmiata …. Anche perchè se fosse stato, e sottolineo se, meglio separati in casa fino alla maggiore età dei figli …. Certo cosa non detta da me!!
    Cmq sempre meglio saperle queste cose!!
    Quello che mi ha colpito, è il ‘cambiare’ look ….
    Gusto un po’ mancante …. Da quando abbiamo iniziato a girarci intorno il suo ‘look’ è migliorato …. Dopo la scoperta della moglie …. Nel suo ritorno il suo guardaroba sempre meglio rifornito …. Pensavo lo facesse per ‘riprendermi’ …. Ma ora mi fai sorgere i dubbi!!
    Va bhee …. Che dire …. Contento lui!!

  5. Mi sembra incredibile @ale.. però purtroppo deve essere andata così altrimenti non mi spiego troppe cose.. anche il tipo di legame con lei, che era più presente dopo uscita di casa che prima.. sempre a chiamarlo x le cose più stupide, allora o lei era una totale incapace (ma tipo che lo chiamava x sapere se pioveva e doveva prendere ombrello) o lui me ne ha contate di grosse..

  6. Ale di la verità questo articolo te l’ho suggerito io vero??
    Io non credevo che mi sarebbe successo tutto questo casino che ben sapete, casino che mi ha destabilizzato…dopo la sua uscita di casa e si credo che loro due abbiano litigato e lei sfinita dai suoi musi lunghi l’abbia messo alle strette,lui da solo non decide lo fa fare agli altri…poi in crisi perenne uscito con la figlia che stava male….si allontana anche da me e dopo qualche giorno di silenzio torna a casa e me lo comunica parecchi giorni dopo perché non sa come fare a dirmelo,si sente una merda.
    Ora mi chiedo ok basta sei tornato, per me è chiusa ricostruisci la tua vita… invece no lui torna, mi ricerca piange,ricrea il casinò anche con lei che giustamente si incavola,sta andando via di testa pure lei…tutto questo dopo neanche una settimana…Ale aiutami a capire sono finita all’inferno?Credimi con tutta la buona volontà quando ci sei dentro è durissima.

    • Lo so che pare assurdo ma vi vedo, te e la povera donna con cui ha pure fatto una figlia, a prendere una cioccolata calda insieme mentre lui se ne va a quel parse. Sarebbe da ritrovare entrambe sorriso e serenità .

      • Angelica…purtroppo devi tagliare i ponti…voleva anche farlo forse…ci ha provato…non vi riesce… e si dispera…e ti cerca…non vediamoci sempre del patologico…però tu devi staccare. Lui no ce l’ha fatta, ma te devi mettere un punto definitivo

        • Anche io sono d’accordo con @anonimo. Se ti ci infilassi, potresti pentirtene ‘più avanti’ quando ormai saresti troppo contaminata. Anche se lo ami, o lo hai amato.. questo pezzo non è il tuo. Ha scelto una compagna, ha ri-scelto una compagna.
          Sei fuori.
          Taglia adesso che sei già abbastanza coinvolta. Buona fortuna!

    • Angelina, il marito di una mia amica è uscito e rientrato di casa non mi ricordo più quante volte finché non ha deciso definitivamente che gli conveniva restare con lei. Continuavo a consigliarle di non farlo rientrare, ma niente. Ad ogni suo ritorno, la mia amica, che ha una paura fottuta di restare sola, se lo riprendeva.
      Nessuna delle due si decideva a chiudere e qualcosa mi dice che il triangolo è ancora in piedi… Adesso lui va dallo psicologo.
      Secondo me se tutte e due l’avessero mandato a stendere adesso sarebbe occupato a farsi perdonare… altro che psicologo…
      Davvero questi uomini non li capisco.
      Nessuno dice che siano scelte facili, in ogni caso si vince molto e si perde molto…ma quando le tue azioni hanno un impatto così forte sulla vita degli altri una cavolo di decisione la devi prendere, con annesse conseguenze.
      Angelina, dall’inferno ti ci puoi tirare fuori riconoscendo che questa persona non è in grado di prendere una decisione così importante.
      Non ne è capace e sta aspettando che qualcuno lo faccia per lui. E tu lo vuoi davvero uno che sta con te perché ha sfinito la moglie? Che potrai avere solo se la moglie mette una pietra tombale sul loro matrimonio? E poi, se anche lui dovesse riuscire a lasciare la moglie, saresti tranquilla e sicura? Un uomo che ti ama chiude il matrimonio gestendo in modo adulto tutto quello che ne comporta e alla figlia spiega come stanno le cose. Un uomo che non ti ama ma ti rispetta torna con la moglie e non ti cerca più. Punto.

  7. Lui qualche giorno fa mi dice sto pensando se mollare tutto e ricominciare insieme.
    Io gli rispondo non ci credo nemmeno se lo vedo.
    Lo so, sono stata stronzissima. Magari lui voleva vedere la mia reazione, pensava ad una cosa del tipo ” se sei pronto, lo sono anche io”, e invece si è beccato una secchiata fredda in faccia, con la mia solita delicatezza taurina!

    che dire: non gli credo!

  8. No no Angelica lascia perdere, lei la conosco e non mi è mai piaciuta a pelle neanche prima di tutta sta storia, è una falsa ,a suo tempo lei ha fatto un bel po i cavoli suoi, ora lo rivuole perché gli torna comodo..
    @Ale grazie di cuore,credo tu abbia ragione ti scriverò!

  9. Il mio ex è stato sbattuto fuori dalla moglie e si è infilato nella casa di una che conosce da pochi mesi . E io che lo ho aspettato per vent anni ? Be ovvio per me solo indifferenza , lasciata con un ‘ non voglio rimanere incastrato in questa storia ‘ . Vent anni .. e lui in un paio di mesi ha sostituito moglie e amante con una di vent anni più giovane . Per ora . Si perché lui non è in grado di stare solo ha il terrore della solitudine e ha trovato la ragazzina che lo adora come un Dio . Sono passati i giorni dello sgomento , sono passate le settimane delle domande senza risposta . Sono passati più o meno tre mesi dalla presa di consapevolezza che mi ha solo usata per tanti anni . Qui ho trovato un aiuto prezioso mi avete aperto gli occhi su una realtà che non conoscevo . Ho pianto tanto . Ma forse sono al punto in cui è scattato il famoso rele’ . Non pensavo fosse possibile . Continuo a vederli tutti i giorni entrambi . Lui il mio ‘amore’ di vent anni di vita e lei la nuova fiamma con la quale è andato ad abitare nel giro di pochi mesi . È impossibile eppure sto scoprendo così tante cose nuove da sola che quasi quasi sono contenta che lei, quella nuova, mi abbia liberata da lui ! A volte mi capita di sognarlo di notte, capita che lui nel sogno torna . Poi mi sveglio e penso : oddio no io non ci vorrei stare con lui . Sto meglio adesso, senza di lui che era assente e mi impediva di vivere . No non mi interessa più uno così . Un debole incapace di stare solo e che usa gli altri solo per riempire il suo vuoto . Sarà pure un figo che fa scena ma è un poveretto . Non so se cambierò lavoro ma se lo farò sarà per me stessa adesso so stare lì dove c è lui e la sua bella e riesco a fregarmene ( incredibile ) e se andrò via non sarà per scappare da loro ma per me . Vi devo molto perché il mio riprendermi il cervello dal lavaggio fatto in tanti anni è partito da voi . Grazie infinite

  10. Aggiungo che mi sono stufata di tutte le menate e le balle e che questi uomini non valgono niente non valgono tutta sta pena e sofferenza . Ci sono cose ben più importanti . Prima di tutto il nostro valore che calpestiamo costantemente per loro . Per cosa ? Abbiamo di meglio da fare che stare dietro a queste amebe e codardi vari .
    Ecco mi sono incazzata e dopo l incazzatura sento che posso mandare tutto affan….I venti anni della mia vita non me li restituisce nessuno , ci avevo creduto perché sono una persona onesta e pensavo che lo fosse anche lui . L’ ho pagata cara ma ho ancora me e di sicuro sono migliore di lui . Non perderò più neanche un secondo per questa gentaglia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ecco La matematica del cuore, il mio nuovo libro

Ci siamo finalmente! Ve lo avevo annunciato, molte lettrici lo aspettavano e ora posso dirvi, rivelarvi tutto: il mio nuovo libro si intitola La matematica del cuore e Dal 21 novembre 2019 potete acquistarlo direttamente su Amazon

@anpellizzari

Premax Shop