È possibile ricostruire un matrimonio o una coppia dopo un tradimento?

In realtà la domanda vera è: è possibile ricostruire per amore e non per convenienza?

Perché, come vedrete nella diretta, l’80% degli uomini che ricostruisce lo fa per i figli e per tutelare i propri interessi materiali. Solo il 20% si riscopre innamorato e la moglie contraccambia.

Per ricostruire bisogna prima distruggere

Condividi:

54Commenti

  • Whiterabbit, 11 Settembre 2020 @ 16:41 Rispondi

    Complimenti @Ale, mi sono ritrovata in quasi tutto quel che hai detto.
    Riguardo la fiducia, da un po’ di tempo, sono passati due anni oramai, ho iniziato ad addormentarmi tranquilla le rare volte in cui non c’è. Mentre invece prima rimanevo con gli occhi sbarrati fino a che non rientrava. Per fortuna non esce molto e torna presto! 🙂 bisogna anche concedersi di avere pazienza, insieme a tutto il resto.

    • alessandro pellizzari, 12 Settembre 2020 @ 09:22 Rispondi

      Vi faccio tanti auguri di cuore

  • Ariel, 11 Settembre 2020 @ 16:42 Rispondi

    @CaroAlessandro
    Ho seguito in diretta forse che ero tra i novanta che ti seguivano?
    Ma forse di più perché i dati numerici di presenza alla diretta li hai da chi sta iscritto a Facebook
    Non sono nei social questo è l’unico mio social se così si può dire
    Era una curiosità la mia
    Insomma stavo lì esattamente di fronte a te e a Ginevra ah ah ah

    Argomento importante questo delle ricostruzioni in effetti non mi stupisce che soltanto una minoranza riescano davvero a rinnovare a proseguire la nuova vita di coppia superando un tradimento

    Infatti credo come te che una difficoltà grande sia all’atto pratico e cioè quando si fa alla’amore ecco i flashback possono sicuro disturbare pure la voglia di ricostruire o meglio di costruire nuovo autentico amore sulle macerie del passato
    Sto in vera ammirazione per le oppure Che ci riescono davvero
    Non so fortunatamente o meglio per reciproco sentire e starci bene non ha mai vissuto un tradimento e nemmeno ho mai tradito non sentendo la necessità di farlo visto che ci stavamo benissimo pure nel rapporto sessuale e quindi non avevo motivo di guardare altrove

    Ma ,come tendenza mia se immaginassi di venire tradita mi scatta il vaffanculo immediato e credo senza via di scampo
    No rancore ma vaffa si
    Per me la fedeltà è qualcosa di profondo e asse portante della Unione di una coppia e se cade nel tradire per me è sicuro finito il legame

    Ovviamente questa è la mia idea ,appunto una idea con la consapevolezza che ovviamente come sempre occorre viverle le esperienze ,ma come sensazione se mi avesse tradito avrebbe tradito la mia fiducia in tutto la falsità del tornare a casa a fingere farsi la doppia vita per me non esiste nessuna scusante nemmeno fodssi stata mancante non esiste si sta in coppia per litigare quando occorre
    Infatti ci avevamo passato una vita a litigare e finché si litiga significa KAMBIARE nel movimento in crescita positiva reciproco
    Quando cala il silenzio è finita

    Che belle le tue ditrette davvero lo ripeto ma trovo così interessanti e utili e pure simpatico modo di stare a casa di Ale pure con Gine qui j’adore!
    Merci!

    • alessandro pellizzari, 12 Settembre 2020 @ 09:23 Rispondi

      Molto limpido il tuo pensiero Cara Ariel

  • Costanza, 12 Settembre 2020 @ 10:15 Rispondi

    Ciao @Alessandro, non potevo non commentare: bellissima diretta! Complimenti! Come tutti i tuoi articoli del resto e anche il tuo libro che ho divorato in due giorni! Anch’io mi sono ritrovata in quasi tutto quello che hai detto, tranne che a me i flash back, venivano ( ora sempre di meno) non mentre facevamo l’amore ma nel bel mezzo della giornata! Certo io farò parte di una percentuale ancora più bassa nella ricostruzione del mio amore, visto che il tradimento di mio marito è durato tre anni e mezzo, ma tant’è! Inoltre cosa stranissima, ho fin da subito riconquistato la fiducia. Non ho mai, e dico sul serio, avuto dubbi che lui potesse tradirmi di nuovo. Troppo appassionato, amorevole e attento nei miei confronti per potermi fare insospettire. Un bacio e…aspetto il tuo prossimo libro!
    Ciao @White! Sono felice di sapere che anche tu sei sulla buona strada per lasciarti tutto alle spalle!

    • alessandro pellizzari, 12 Settembre 2020 @ 10:57 Rispondi

      Grazie mille

  • Lia, 12 Settembre 2020 @ 12:23 Rispondi

    @White, sei l’esempio di una vera ricostruzione.
    Dove il tradimento è servito a ritrovarvi.

  • elleelle, 12 Settembre 2020 @ 13:19 Rispondi

    @Ariel
    Capisco bene il tuo commento sul litigare per crescere. Che si tratti di un litigio, discussione o scambio di idee animato, è impossibile passare decenni in coppia senza che questo capiti mai.
    Eppure la prima cosa che mi aveva detto il suo ex di sua moglie era stata “è la mia anima gemella, non abbiamo mai litigato”. Certo mio caro, però tu hai appena preso la decisione di tradirla.
    Purtroppo ci sono queste persone che idealizzano il rapporto come una vita senza scossoni, senza parlare dei propri bisogni e delle proprie delusioni. Tutto scorre ma senza una vera maturazione come persone e come coppia. I bisogni frustrati restano e alla fine si sceglie di tradire invece che parlare in modo schietto di quello che non funziona.
    Si parla dopo, forse, quando il bubbone scoppia e di cerca di recuperare tutto, facendo il triplo della fatica perché a quel punto c’è il tradimento di mezzo.
    Per quanto mi riguarda, faccio molta, molta fatica a credere nelle ricostruzioni per amore dopo anni di amantato. È troppo facile che l’uomo continui a mentire e a fingere un sentimento, cosa che sa fare molto bene avendo fatto pratica con moglie e amante.
    Dopo il secondo ritorno non mi fidavo già più del mio ex, fossi stata sua moglie avrebbe preso la porta.

  • Whiterabbit, 12 Settembre 2020 @ 15:26 Rispondi

    Io forse sono anomala su questa cosa del flashback, ma a me questo non disturba così tanto. Certo non mi fa piacere, mi disturba piuttosto quello che significa: ovvero che in quel momento io “contavo” così poco da fargli venire voglia di fare sesso con un’altra persona. Ma non soffro il paragone del sesso. Se lo avessi scoperto DURANTE probabilmente si, ma ora no. E cerco di spiegarmi meglio.
    In quel periodo ero io la prima a provare meno gioia nel far sesso con lui, e anche io non ero così tanto soddisfatta. Senza entrare nel merito dei perché. Ma prima del tradimento, in periodi normali, e anche oggi, so com’era e com’è il sesso tra noi. So quanto bene stiamo entrambi. Ecco in questo senso non ho disturbo nel flashback. So quanto gli piaccia (e ci piaccia) fare sesso con me. Se invece avessi scoperto il tradimento intanto che si consumava o se avessimo fatto fatica a riprendere quella componente che è fondamentale in una coppia, probabilmente si, il flashback sarebbe devastante. Ma oggi non mi sento affatto in competizione con lei su questo aspetto.
    In realtà per me non è mai stata una competizione con lei, forse perché è durata poco, forse perché nessuno dei due, nemmeno lei, si era innamorato. Il mio era più un problema di inadeguatezza che ho avvertito su scala più ampia quando l’ho saputo. Ma non di competizione con lei. Non era una gara. Era più una riflessione su me stessa e su ciò che significava. Ho avuto anche io qualche momento di “cos’ha lei più di me?” E probabilmente ne ho anche scritto, ma quel momento è durato molto poco, perché molto presto mi sono resa conto che lei non aveva nulla più di me, ero io ad avere, in quel periodo, di meno ma rispetto a me stessa, non rispetto a lei.
    Spero di essermi spiegata su una cosa che è più una sensazione che un pensiero razionale.

  • emmemme, 12 Settembre 2020 @ 15:31 Rispondi

    Avevo un po’ il timore di ascoltare questa diretta. Parlo da amante, ovviamente. Immaginarlo “in luna di miele” con la moglie mi fa venire i brividi, soprattutto avendo chiuso e avendo dichiarato la ricostruzione con la moglie dicendo a me che mi ama ancora e di aspettarlo ancora. Ovviamente ho detto no, dopo cinque anni aspettare ancora sarebbe stato calpestare me stessa come donna.

    Però fa bene ascoltare da Alessandro un po’ di verità. Per continuare la propria vita, esattamente come lui, a casa sua, continua la sua. Nel mio caso lui continua a controllare il mio instagram, mette i like alle foto che faccio. Chissà se la moglie lo sa…

    Io continuo nel mio silenzio. Ne ho sentito la mancanza una sera, ma poi mi sono ricordata del consiglio di Alessandro, chi mi manca è quello di una volta, non quello di adesso, che è riuscito a chiedermi pazienza senza ritegno dopo aver detto alla moglie di ricominciare…

    Chiuso dicendo che anche a me fa piacere e mi piacciono le coppie che riescono a ricostruire, se accade per amore la coppia ritrova una forza anche superiore a quella di una volta.

    • alessandro pellizzari, 12 Settembre 2020 @ 16:54 Rispondi

      Grazie sei molto coraggiosa

  • Vita, 12 Settembre 2020 @ 18:58 Rispondi

    @white sei stata brava, coraggiosa, ferma. Sei stata intelligente e autocritica che è comunque ciò che serve per ripartire. Il fatto stesso di stare qui, a parlare con tante di noi che stanno dall’altra parte e che tu potresti identificare come il “male”, è segno che hai voluto capire anziché giudicare. Ti meriti quello che hai ritrovato: sono felice per te, davvero. Un abbraccio.

  • Ariel, 12 Settembre 2020 @ 19:00 Rispondi

    @White ,ma infatti secondo me non è che il flashback metta in competizione ,ma no non c’entra per nulla è proprio una questione del visualizzare una sensazione di non esclusività ed è questo che potrebbe in alcune persone disturbare
    Molto dipende anche da quale sia per ciascuno di noi il modo prevalente di percepire il mondo circostante fatto da persone cose ambienti e cioè esistono persone che ad esempio sono principalmente VISIVE e cioè che la loro forma prevalente è il vedere con la vista la realtà che si vive

    Altri sono più olfattivi ad esempio
    Altri uditivi sensoriali
    Ovviamente incide molto anche questo essere diversi ognuno a modo suo

    Poi sicuro tutto dipende dalla reciprocità del sentire e dagli obbiettivi reciproci che si vogliono attuare
    È sempre un discorso del vero equilibrio del dare e avere

    Infatti evviva per te e lui
    Funziona benissimo grazie a voi due !!!
    L’unione infatti fa la forza!!!

  • Dispersa, 12 Settembre 2020 @ 19:19 Rispondi

    @Elleelle il mio amante dopo essere stato scoperto mi disse che lo scossone gli era servito per ritrovarsi con la moglie, che a loro aveva fatto bene, e che se fosse successo a me non avrei retto!!
    Gli ho creduto, perché sapevo che prima o poi avremmo dovuto dirci addio… Era super sereno, anzi davanti ai miei occhi si dimostrava felice… Lo invidiavo!!
    Risultato? Ad acque calmate è tornato.
    Ne sono seguiti dei tira e molla estenuanti, e nel suo ultimo addio… Ho come detto ‘basta’ (forse il famoso relè)… Nel frattempo ho dichiarato crisi a casa e ho sentito che ci volevo riprovare, che ci dovevamo dare una chance…
    Lui? Credo non se lo aspettasse, era talmente abituato ad entrare ed uscire dalla mia vita che ormai dava tutto per scontato, forse per lui era normalità.
    Ora come ora mi chiedo… Ma chi veramente sta cercando di ricostruire a casa?? È difficile ma nulla è impossibile!!

    • alessandro pellizzari, 12 Settembre 2020 @ 23:11 Rispondi

      Quelli che non tornano

  • elleelle, 13 Settembre 2020 @ 00:34 Rispondi

    @Dispersa
    Non ho risposta alla tua domanda.
    Purtroppo faccio parte di quelle persone che non credono nelle ricostruzioni, che ritengo estremamente difficili se non impossibili, come dimostrato dal tuo ex e da tante altre esperienze qui sul forum.
    Stranamente la voglia di ricostruire non scatta prima di farsi l’amante, scatta dopo, come se l’amante fosse la causa e non la manifestazione dei problemi di coppia. Problemi che nessuno era interessato a risolvere, però poi si viene beccati oppure l’amante mette il fedifrago alle corde e scatta il tentativo di ricostruzione della coppia.
    Secondo me in questo momento ci sono altri fattori in gioco, magari anche a livello inconscio. Si può trattare di possesso, di convenienza, di paura, di dipendenza, oppure il desiderio di illudersi, di voler mantere acceso qualcosa, come se fosse una sfida con se stessi e qui diventa questione di carattere.
    Tu stessa hai deciso di darvi una seconda possibilità dopo tanti tira e molla con il tuo ex, per cui alla fine, quando ormai con lui non c’era più niente da sperare. Lì è tornato in auge il marito, non prima.
    Evidentemente io sono nata cinica e razionale, mi conosco molto bene e so che quando è finita non c’è verso di recuperare. Mi viene a mancare quel sentimento che per me è necessario.
    E visto che non ritengo di essere una persona particolarmente fuori dalla norma, secondo me ce ne sono tanti come me che sanno di non poter ricostruire ma fingono per i motivi detti sopra.

  • Whiterabbit, 13 Settembre 2020 @ 08:44 Rispondi

    @Elleelle alle volte la paura di perdere l’altra persona scatta quando sei di fronte alla concreta realtà che questo possa avvenire. Che sia facile poi per niente. E che la voglia di riprovare si traduca in un successo non è detto. Se poi non riesci a risolvere i tuoi problem, quelli della coppia e il coniuge non riesce a risolvere i suoi. Non basta la volontà.
    Non so cosa abbia fatto scattare a @Dispersa la voglia di ricominciare, magari avrà voglia di parlarne lei. Ma può anche darsi che una profonda riflessione su quello che ci è accaduto ci porti a riscoprire e a far riaffiorare cose che si credevano sopite, schiacciate dalla rassegnazione e dall’emozione del momento.

  • Dispersa, 13 Settembre 2020 @ 09:55 Rispondi

    @Elleelle… Intendevo dire che lui pareva risolto ma forse lo era meno di me…
    Quando ti dicono nel mio caso ‘mi sono ritrovato’ o nel tuo ‘mia moglie è la mia anima gemella’!!
    Io che mi sentivo in un caos più totale ho iniziato a rimettere ordine nel momento in cui ho detto basta… Ci provo, non è stato ‘bhee con lui non è andata così provo farla andare a casa’, è una cosa diversa… Poi dirti se ce la faremo non so, ma mi godo il presente e la mia serenità!!

    • alessandro pellizzari, 13 Settembre 2020 @ 11:30 Rispondi

      Mia moglie è la mia anima gemella… con le corna però che gli hai fatto tu. Da augurargli un gemellaggio anche di corna

  • Ariel, 13 Settembre 2020 @ 11:30 Rispondi

    @elleelle
    Concordo con questa tua visione delle ricostruzioni ,fermo restando che poi ogni caso specifico nella realtà completa non possiamo conoscerlo ,ma resta pur vero che in effetti pare così che molte Donne una volta visto che sono state mollate di brutto dal amante abusante di loro in ogni modo e metodo di intortare
    Ecco che allora rivalutano la possibilità di rivedere il marito sotto una nuova luce ,va a sapere i reali motivi

    Sicuro non sono i figli dal momento che se l’amante le avesse scelte e voluto davvero costruire nuova vita ecco che già i figli non erano più un impedimento

    Sono in effetti più propensa in via generale a pensare più che a convenienza studiata in un calcolo in un sentirsi distrutte dentro dopo aver subito il trauma di un vero abuso psicologico pesante per via della durata di anni,questo resta innegabile dalle storie qui testimoniate

    Ma in effetti se ci si fa caso è sempre la durata temporale del amantato abusante da parte del uomo che crea il vero danno profondo per cui pare logica conseguenza attaccarsi alla ultima spiaggia nella speranza di poter ricostruire più che il vero legame che non funzionava già avendo tradito
    Per trovare un rifugio alla propria esperienza nefasta di vero shock del amantato distruttivo per se stesse e cioè aver relazionato con veri mostri si inutile secondo me fare distinguo in sottigliezze
    Sono cialtronzi tutti ,Okkei alcuni lo sono stati meno??????

    Mah mah mah e ancora mah

    La vera ricostruzione va fatta verso se stesse senza mai giudicarsi in nessun modo negativo ma assumersi la responsabilità della propria salute psicofisica,
    Questa è sicuro la vera ricostruzione che Funziona al 100/100!,

  • elleelle, 13 Settembre 2020 @ 12:20 Rispondi

    Per cui mentre si tradiva, magari per anni, non ci si rendeva conto del rischio di perdere il coniuge?
    Dai che non ci credete nemmeno voi a quello che state dicendo!
    Non è possibile non pensare a queste cose mentre si tradisce mentalmente e fisicamente. Che poi certi meccanismi che innescano la voglia di recupero possano essere inconsci, è una possibilità.
    Però io, persona nella media della popolazione, quando anni fa mi sono resa conto che c’era il rischio che io tradissi mio marito (cosa che in quel momento non ho fatto), nel giro di un paio di mesi gli ho detto che il nostro matrimonio stava andando male.
    Ragazze, l’orgoglio e la paura sono motori molto potenti ma difficili da ammettere. Si innescano quindi una serie di giustificazioni (senso di colpa a comando incluso, quello che scompare quando si fa sesso) coprono queste due reazioni, per cui si “riscopre” l’importanza di coniugi dimenticati e traditi per anni.
    Immagino che ci siano persone più portate di altre a usare queste giustificazioni, non siamo tutti uguali e la personalità di ognuno conta molto.
    Però l’importanza del coniuge riscoperta alla fine brutale di una relazione extra-coniugale è difficile da credere come motivata da vero amore. L’amore doveva essere lì anche mentre si tradiva e allora non ci sarebbe stato il tradimento, ci sarebbe stata la volontà di risolvere di risolvere una crisi in corso senza tradire.

  • elleelle, 13 Settembre 2020 @ 12:25 Rispondi

    @Alessandro
    Ci sono persone incredibili, come il mio ex che a inizio tradimento ha dichiarato che sua moglie era la sua anima gemella.
    Per questo dico che lui ha dei seri problemi e adesso stanno gestendo il lato pubblico della loro coppia come due adolescenti, il che rispecchia la loro esperienza nulla di relazioni sentimentali e di introspezione.
    Pensando a persone come lui, mi sento un’aliena nella mia onestà.

    • alessandro pellizzari, 13 Settembre 2020 @ 14:38 Rispondi

      Io non credo ai problemi psicologici maschili sono rari

  • elleelle, 13 Settembre 2020 @ 12:43 Rispondi

    @Ariel
    Grazie per il tuo intervento, che aggiunge spessore al mio. Non sono brava con la parte psicologica e tutte le sue sfumature, tendo ad essere molto lineare e scarna nelle mie descrizioni.

  • elleelle, 13 Settembre 2020 @ 13:24 Rispondi

    Aggiungo una cosa: essere consapevoli di non poter ricostruire è molto triste e doloroso.
    Sarebbe bello poter ricostruire con il proprio partner e sapete perché? Perché è lì, a portata di mano, è una persona che si conosce già. Facciamo ammenda ma non dobbiamo attraversare le fasi della solitudine, il conoscere altri uomini, magari prendere delle fregature e nel mentre il tempo passa e noi invecchiamo.
    La persona che abbiamo avuto al fianco per anni senza vederla, adesso brilla confronto all’amante cialtrone e noi ci attacchiamo a questa sensazione, ci chiediamo come abbiamo potuto tradire questa persona dignitosa (forse…) per chi si è rivelato un coglioxe.
    Però stiamo facendo tutto per noi stesse e non per lui.

  • Whiterabbit, 13 Settembre 2020 @ 14:53 Rispondi

    “ Sarebbe bello poter ricostruire con il proprio partner e sapete perché? Perché è lì, a portata di mano, è una persona che si conosce già.“

    Si, è a portata di mano, ma no, non lo conosci già, non per quello che è oggi, e no, il fatto che sia a portata di mano non rende affatto la cosa facile.
    Il solo fatto di volerlo fare, anche in maniera sincera, non garantisce affatto il risultato. Però a volte, se pur rare, può funzionare.

    Mi permetto di scrivere qui una cosa che hai citato più su, no, intanto che tradisci il tuo partner non lo sai che così lo puoi perdere, perché sei forte del fatto che lui non lo sa e tu sei più furbo. Prova a farlo andando da tuo marito e dicendogli: io stasera vado fuori con un altro… vedi la reazione e poi esci comunque a tradirlo. Così lo sapresti per certo che lo puoi anche perdere.

  • Whiterabbit, 13 Settembre 2020 @ 15:31 Rispondi

    Quello che voglio dire @elleelle è che se c’è una cosa che imparato stando qua, e ci sono venuta apposta per imparare, è che:” questo è impossibile! non lo posso dire di nulla.”

  • Lia, 13 Settembre 2020 @ 15:40 Rispondi

    @elleelle concordo. Per me è stato doloroso dover ammettere che il recupero non era possibile, con una persona che stimo, che mi amava. Ho rinunciato a tutto quello che avevo. Comodità, soldi, amici. È stato straziante, è come vivere un lutto. Sarebbe stato più semplice e comodo continuare, ma nel mio caso non c’era più nulla da fare. Sono situazioni che ti devastano dentro, almeno per me è stato ed è così.

  • elleelle, 13 Settembre 2020 @ 16:43 Rispondi

    @Alessandro
    Per me una persona che non sa rispettare nemmeno le persone che dice di amare ha dei problemi. Non conosce onestà e rispetto, non vede gli altri come esseri umani che hanno dei sentimenti e possono soffrire.
    Contano solo loro e i loro bisogni del momento, da soddisfare il più velocemente possibile. Il mio ex fa, di corsa, senza ascoltare e pensare veramente, poi raccoglie i cocci.
    Sono comportamenti immorali a prescindere, poi in alcuni casi ci si possono aggiungere delle problematiche vere. Nel caso del mio ex questa cosa mi era già stata ventilata da un amico comune, che mi aveva detto che il mio ex ha un comportamento borderline, di stare attenta e di pensarci bene.
    Qualsiasi cosa lui sia, per me è stato meglio perderlo.

  • elleelle, 13 Settembre 2020 @ 18:19 Rispondi

    @emmemme
    Pazzesco, ti rendi conto del controsenso? Lui che ti dice che vuole ricostruire con la moglie ma che ti ama ancora e ti chiede di aspettarlo. E senti questa: mio ex mi aveva detto che voleva ricostruire con la moglie ma che ci amava tutte e due e che dovevo portare pazienza.
    Traduco in un linguaggio piu’ comprensibile: devo fingere di ricostruire perche’ se no perdo la faccia, voi due siete degli oggetti che mi gratificano e ti tengo in sospeso il piu’ possibile per continuare a fare i miei comodi con tutte e due.
    E’ piu’ chiaro cosi’, vero?
    Sono molto contenta che tu gli abbia detto di no.

  • Pippero, 14 Settembre 2020 @ 14:32 Rispondi

    Ciao Ale e ciao tutte, ho appena visto la diretta sulle ricostruzioni possibili dopo un tradimento, di cui spero di potere fare parte. Dopo un tradimento di quelli per cosi’ dire brevi, scoperto da me, con mio marito ci siamo messi in discussione, ognuno con la sua giusta fetta di responsabiilta’. Siamo molto avanti rispetto al tradimento, che e’ accaduto due anni fa.e tutto sembra andare per il verso giusto, ma… qui viene il bello.Premetto che credo mio marito sia da annoverare nella categoria dei deboli, quelli che non si fanno voler male alla fine. Premetto che questo era il suo primo tradimento…. qualche giorno fa riceve una chiamata dalla sorella della sua ex fidanzata (come la chiamo io, ps sorella al corrente della storia) che prova a coinvolgerlo in un progetto lavorativo a termine in cui per certo ci sara’ anche la ex. Lui ha declinato e a me ha detto: non rischiero’ di perderti ancora se questa situazione ti causa e ci causa tensioni e richiami al passato.Io sono contenta di questo suo atteggiamento, ma mi chiedo, possibile che di la’ dal fronte non si realizzi che forse sarebbe meglio evitare? ps2 Lei, che io sappia,e’ felicemente fidanzata ora, quindi escluderei ritorni camuffati.. Cosa ne pensate?

  • cossora, 14 Settembre 2020 @ 15:02 Rispondi

    Ciao @Pippero.
    I segnali di fumo postumi delle persone occupate, una volta che l’altro o l’altra si rifanno una vita o tornano sereni alla relazione di partenza (sereni=con le carte scoperte, non con le balle al partner) credo si possano riassumere nel detto: il lupo perde il pelo ma non il vizio.
    C’è, io credo, una insoddisfazione di fondo nelle loro esistenze, percui -anche se tanto è a perdere- si dilettano a proporre in modo indiretto cose a chi (una volta) stava al gioco.
    Che dire? Da parte loro è un: perchè no?
    Magari da parte nostra (io ho una nuova relazione fresca di pochi mesi e il mio ex sposato si è fatto lasciare) pensiamo: ma non hai un altro hobby?
    Si perchè chi vuole qualcosa, @Ale docet, se la va a prendere, mica manda gli ambasciatori e si avvicina coi pretesti.
    Nel tuo caso l’ambasciatrice è la sorella dell’ex amante.. logico faccia il gioco di famiglia.
    Non te la prendere.
    Il mio ex ha appena coinvolto una mia grande amica, e sto mangiandomi il fegato da 4 giorni.
    La devo affrontare ma ho paura di scoprire il motivo per cui non lo ha mandato a stendere.

  • cossora, 14 Settembre 2020 @ 15:04 Rispondi

    @Pippero mi permetto, non volermene, ma per essere prudente: pure il tuo di lupo può non aver perso il vizio. Occhio, sempre.

  • Lia, 14 Settembre 2020 @ 15:23 Rispondi

    @Pippero, a due anni da una storia breve, in cui oltretutto si è state lasciate, dubito che ci siano delle intenzioni di riconquista.
    Io la leggerei come una proposta lavorativa e basta. Sul fatto che sia inappropriato dovrebbe dirlo più l’altra. Se lei ha dato l’ok, evidentemente è storia passata. Perché perdersi una possibilità di lavoro?

  • Ariel, 14 Settembre 2020 @ 15:34 Rispondi

    @Pippero benvenuta !
    Da ciò che racconti in effetti anche a me verrebbe da farmi la stessa tua domanda e veramente trovo di pessimo gusto da parte della sorella della ex di tuo marito aver pensato di primo Contattarlo e pure per proporgli un rapporto di qualunque genere pure lavorativo ,ma insomma veramente dove sia la Buona Decenza ed educazione dove sia finita la Capacità di mettersi dal punto di vista altrui???????

    E cioè come ha potuto questa sorella del ex non considerare davvero per nulla il come potesse reagire tuo marito e la vostra famiglia

    Non mi piace questa storia ,mi spiego
    Dalla reazione di tuo marito mi pare buona reazione della chiara rinuncia a qualsiasi contatto e contratto di lavoro o quel che sia,ma
    Ciò che puzza molto è il Come sia possibile questo fatto di questa sorella

    Perché mi puzza di una azione di avanscoperta la Sorella si fa viva per tastare il terreno?
    In vista di va a sapere cosa si nasconde dietro a questa manovra della sorella

    Okkei sarà fidanzata ,ma siamo sicuri che tutto sia ok ???

    Cara @Pippero stai accorta occhi aperti a stecca e se occorre parlane con tuo marito apertamente perché vedi il fatto che tu qui ne abbia scritto e chiedere nostre opinioni dimostra che non sono solo io a sentire puzza di qualcosa che non funziona mi riferivo alla azione di questa sorella
    Maddai se una relazione sta CHIUSA NON DEVONO ESISTERE SORELLE COGNATI ZII NIPOTI

    Questa sorella è mandata da ex per vedere che aria tira da voi e tra voi?????

    Parlane con tuo marito esprimigli tutti i tuoi più che giustificati dubbi e naturale averceli e pure ansie
    Comunicare aperta al tuo uomo solo tuo ,tuo marito caro che ti aiuti a capire meglio insieme !!!!

    Quando vuoi e ti senti siamo qui scrivere serve tanto a mettere ordine in se stessi rileggendosi e leggendo gli altri pensieri tutto diviene una ricchezza che aiuta a vederci chiaro!
    Benvenuta@Pippero

  • Lilly, 14 Settembre 2020 @ 18:24 Rispondi

    Ma guarda il lavoro è lavoro. Io lavoro fianco a fianco con il mio ex sposato e non mi sognerei mai di gettare all’aria una opportunità lavorativa solo perché tra me e lui c’e del pregresso “amoroso”. Tengo troppo al mio lavoro, mi piace tanto e quindi vado oltre. Mi metto nei panni della ex amante di tuo marito e penso che magari è una come me…il lavoro è lavoro. E se ora è pure felice e impegnata con una persona, non penso verrebbe a disturbare il tuo lui. Anche perché ricorda che le zoccole che amano distrugge i rapporti altrui e “rubare” gli uomini alle altre donne sono rarissime…la maggior parte sono donne che si sono ritrovate a cedere ad avances e corteggiamenti che le hanno portate a provare dei sentimenti sempre più coinvolgenti…specie se senza un amore o se con, non soddisfatte di quello che avevano… ma da come lo spieghi questa donna ora è serena e non penso andrebbe a mettersi nei casini. Tuo marito sembra tenero e attento ai tuoi sentimenti. Non crucciarti. Dici che ci avere lavorato e l’avete superata. Non guardare troppo dietro di te.

  • Pippero, 15 Settembre 2020 @ 09:07 Rispondi

    grazie @Cossora, le antenne ovviamente sono sempre alzate, ora non c’e’ piu’ il velo che offusca cio’ che dice la pancia, io non dormo piu’ nel sogno della coppia infallibile.

  • Pippero, 15 Settembre 2020 @ 09:08 Rispondi

    grazie Lia, la sua presenza nel progetto non e’ imprescindibile, altre persone della cerchia possono sostituirlo egregiamente… di qui il mio dubbio

  • Pippero, 15 Settembre 2020 @ 09:12 Rispondi

    ciao Ariel e grazie, ovviamente ne ho parlato con mio marito per capire il perche’ di questo contatto…anche lui era incredulo e ha trovato fuori luogo il contatto…si’ ci siamo confrontati con chiarezza al riguardo…. personalmente credo al potere del perdono, ma mi piacerebbe lasciare alle spalle questa storia… questo contatto mi ha lasciato per ovvie ragioni un po’ di amaro in bocca…

    • alessandro pellizzari, 15 Settembre 2020 @ 09:30 Rispondi

      la fiducia ha bisogno di fatti non di ombre o interrogativi a spot

  • Pippero, 15 Settembre 2020 @ 10:07 Rispondi

    grazie Ale, forse e’ normale un po’ avere remore dopo questi vissuti… forse fa ancora male… cosa suggerisci?

  • Ariel, 15 Settembre 2020 @ 11:30 Rispondi

    @Pippero infatti,condivido in pieno le tue perplessità perché appunto secondo me non esiste un discorso di solo bisness
    Ma che cosa si vuole raccontare?
    Dai una vera sceneggiata questa che secondo me tuo marito dovrebbe spero aver agito parlando chiaramente a questa sorella esprimendo che non vuole essere mai più contattato per nessun motivo

    Non credo alla buona fede di queste sorelle ,ma per GNIENTE
    E giustamente come scrive @CaroAlessandro si ha bisogno di fatti concreti in modo che la fiducia che ancora gli hai dato possa davvero sentirsi una serenità data da fatti visibili e tangibili

    Non è una cosa sulla quale ci passerei come se fosse solo lavoro ,ma scherziamo???
    Fatto poi così dopo poco tempo e mandando la sorella sapendo però di esserci poi pure lei nel così detto lavoro

  • Whiterabbit, 17 Settembre 2020 @ 05:53 Rispondi

    @Pippero è molto probabile che da parte di lei non ci sia assolutamente alcun intento losco nei confronti di tuo marito. E molto probabilmente non succederebbe nulla, soprattutto se voi avete ricostruito davvero. PERÒ’ tu saresti serena? Un’opportunità lavorativa è sempre importante, ma in questo caso è più importante? Sono solo soldi, si può fare anche con due soldi di meno e un po’ di serenità in più a parere mio.
    Lei nel proporlo è di certo più tranquilla, da quel che ho capito era libera al momento dei fatti quindi non deve rendere conto a nessuno di un eventuale contatto oggi. Ma io la vedrei come una situazione:
    1- irrispettosa verso di te
    2- pericolosa per il tuo equilibrio
    Io non accetterei mai.

  • Whiterabbit, 17 Settembre 2020 @ 05:55 Rispondi

    Tradotto: se mi proponessero una situazione del genere darei fuoco ad entrambi!

  • To the moon and back, 17 Settembre 2020 @ 14:26 Rispondi

    Whiterabbit sei fantastica!

  • Rosa, 17 Settembre 2020 @ 16:32 Rispondi

    Si @white,.concordo.

  • Pippero, 17 Settembre 2020 @ 16:57 Rispondi

    infatti cara White, ho espresso le mie ragioni con calore…

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 15:36 Rispondi

    @Ale, dici che quelli che non tornano sono quelli che ricostruiscono veramente? E se non tornano perché hanno trovao un’altra amante?

    • alessandro pellizzari, 30 Settembre 2020 @ 16:54 Rispondi

      Può anche essere paure ricostruzione falsa ma grande paura di essere Ri beccato però poi è solo questione di tempo

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 15:40 Rispondi

    @elleelle, sta cosa che io e te siamo perfettamente allineate nei pensieri mi spaventa :D. Totalmente d’accordo. Anche io non credo. Elle ricostruzioni. Io voglio l’amore quello con la A maiuscola, e con mio marito c’è tutto (affetto, stima, rispetto ecc ecc) ma l’amore no.

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 15:46 Rispondi

    @Lia, @Elle, verissimo. Io ora mi trovo in questa situazione di stallo e so che dovrò chiuderla prima o poi ma come mi ha suggerito lo psicologo, devo prima guarire da tutta sta miseria con il mio ex amante e poi fare il secondo passo. Sono d’accordo con voi, il coniuge bravo e rispettoso che non ci avrebbe mai fatto ciò che ci ha fatto il cialtrone è a portata di mano, ma proprio perché bravo e rispettoso non vorrei fargli un ulteriore torto. Poi perderei amicizie, dovrei cominciare tutto da zero ecc ecc ma, non posso fingere di desiderarlo, gli voglio in bene dell’anima ma solo l’idea di tornare a fare sesso con lui mi fa male. Tutto così difficile e complicato.

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 15:55 Rispondi

    @whiterabbit, io vorrei troppo conoscerti, da come scrivi e soprattutto stando in mezzo a noi che siamo dall’altra parte, ti vedo come una persona fantastica. E anche se io non credo nelle ricostruzioni (ognuno è fatto a modo suo e ci sta) il tuo caso mi sembra davvero l’UNICO di vera ricostruzione. Sono felice per te. Per voi. Un abbraccio!

  • Crocus, 30 Settembre 2020 @ 16:01 Rispondi

    @Lilly, io credo che anche se è la donna a fare per prima le avances a un uomo sposato (e magari anche lei sposata) non si tratti di voler “rubare” o portare via quell’uomo alla famiglia. Il discorso resta sempre il solito, se l’uomo cede (vuol dire che a casa sua non stava bene) nessuno gli punta la pistola alla tempia. Può sempre dire di no. Vale anche per la donna.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.