Quando lui vi lascia o, più spesso, fa in modo che lo lasciate entrando in Codice del Silenzio (CDS), il primo periodo è il più duro in termini di sofferenza.

Da una parte siete ancora molto innamorate e non riuscite a staccarvi dal suo periodo Jeckyll, cioè quando era quell’uomo quasi perfetto che vi aveva fatto innamorare.

Dall’altra non avete scelta: lui non lascia la moglie anche dopo anni di amantato, addirittura in certi casi parla di ricostruire con lei (dopo anni di corna e, spesso, checché minimizzi la questione voi non siete neanche la prima amante e non sarete l’ultima), spesso è stato scoperto ed è sparito lasciandovi in pieno oceano, di notte e senza salvagente.

Dunque ora si tratta di reggere il CDS contenendo la sofferenza, in attesa che il tempo galantuomo faccia il suo corso, perché lo fa sempre!

Il primo passo per soffrire meno è la CONSAPEVOLEZZA.

Essere CONSAPEVOLI di chi è diventato lui da quando siete usciti dalla fase idilliaca dell’amantato e voi gli avete detto che deve lasciare la moglie in tempi congrui e non biblici o indefiniti (quando il gioco si fa duro lui scappa si confonde tentenna e poi… rimane con la moglie) è il primo passo.

Il secondo passo di CONSAPEVOLEZZA è rendersi conto di quante volte orbitate ancora nel suo mondo, facendolo vostro anche se lui ora non c’è: lo fate andando a vedere i suoi stati, se è online, i suoi profili social, quelli della moglie, quello della sospetta nuova candidata amante che gli mette troppi cuoricini e like.

Tutto ciò vi fa soffrire, rende più penoso e difficile portare avanti il CDS e si aggiunge all’eventuale orbiting che lui spesso fa per farvi ricadere nella trappola del “rifai di nuovo l’amante ma alle mie condizioni (peggiori di prima)”: non a caso mette stati di wapp dedicati, lancia messaggi trasversali, lascia tracce per voi. Minimo sforzo, probabile risultato.

Lui usa due grimaldelli emotivi per forzare le vostre difese e rientrare nel vostro letto a costo zero: l’idealizzazione che vi siete fatte di lui nel periodo Jeckyll e il ritorcere contro di voi l’orbiting che fate nel suo mondo.

Come spezzare questo circolo vizioso?

Ecco due esercizi che consiglio sempre alle lettrici con le quali faccio counseling: sono un ottimo inizio per prendere consapevolezza di chi è lui veramente e per smettere di intossicarsi con l’orbiting nel suo mondo.

Il primo esercizio serve a prendere consapevolezza di chi è lui veramente: io lo chiamo

Esercizio Jeckyll contro Hyde

Come nella foto, prendi un quaderno e dividilo in due: da una parte scrivi tutto ciò che ti ha fatto innamorare di lui, dall’altra tutto ciò che ti ha deluso e fatto male. Frasi, atteggiamenti, promesse, bidoni: tutto. Puoi farlo tutto d’un fiato e aggiungere, giorno dopo giorno del tuo CDS, quello che ti viene in mente. Vedrai come purtroppo (e per fortuna: lo vorresti un Hyde al tuo fianco per il resto della tua vita e magari a fare il papà 2 dei tuoi figli?) Jeckyll non sopravvive ad Hyde per numero di eventi e, soprattutto, per gravità degli stessi.

Una frase da Hyde, un comportamento da mostro emotivo uccide qualsiasi cosa bella passata, devi solo diventarne consapevole.

Leggi e rileggi questo quaderno e aggiornalo ogni volta che senti la sua mancanza e, soprattutto, se lui cerca di farsi vivo.

Se dovesse chiederti udienza millantando fantomatiche “novità” oltre alla FRASE GHIGLIOTTINA..

Hai lasciato tua moglie?

leggigli la parte Hyde del quaderno, vedrai come si arrampicherà sui muri. E poi non rispondergli più, a costo di bloccare anche le ultime vie di contatto. Ricorda che se compri il cioccolato, quando per la tentazione aprirai il frigo, lo troverai e mangerai: ti sarai fatta la dose ma poi starai peggio. Se non lo compri non lo troverai. È un primo passo concreto.

Il secondo esercizio si chiama Stop Orbiting Boomerang

Consiste, come vedi nella foto, nel tenere un diario giornaliero dei tuoi accessi al suo mondo virtuale. Segna tutto, dal primo che fai quando ti svegli all’ultimo prima di dormire.

Serve a prendere consapevolezza di un gesto che ormai fai non solo per bisogno, ma anche inconsapevolmente e in automatico. Ti renderai conto, segnando orario e destinazione, di quante volte lo fai (troppe) e quante volte sostanzialmente in modo inutile (per esempio nelle fasce orarie nelle quali sai che lavora e non si collega) entri nel suo mondo facendolo, anche per un minuto, il tuo mondo.

E qualche minuto del suo mondo moltiplicato per le 50 volte o più (ma anche 9-10 sono sufficienti a destabilizzare) che ci orbiti fanno ore in cui sei occupata, giornalmente, a “vivere dentro di lui” anche se vi siete lasciati, ti ha lasciato o si è fatto lasciare. Questo rende il tuo CDS più faticoso e doloroso, e lo allunga anche in termini di tempo.

Un classico è anche quello di andare a monitorare i social e gli accessi DELL’ALTRA. La tua disperata ricerca di indizi che ti confermino se sono ancora in crisi, se stanno ricostruendo veramente o che cavolo fanno oltre a essere doloroso è anche inutile: lei al massimo è l’altra vittima, il vero competitor è lui: per qualunque motivo sia, è lui che non la lascia, è lui che ha scelto lei, è lui che rimane lì. Non esiste la moglie che obbliga il marito a restare lì (men che meno sotto minaccia: se la tua donna ti “costringe” a rimanere lì non è un coniuge, è un carceriere e tu accetti la prigionia invece di scappare) così come non esiste l’amante che provoca la fine di un matrimonio che prima funzionava davvero. Quindi l’orbiting su di lei è fra i primi da eliminare.

Per il resto vale la regola dello SMETTERE DI FUMARE. Una volta completata la lista delle volte che orbiti e dove (il quadro completo dovresti averlo in 2-3 giorni) inizia a togliere una sigaretta al giorno. Lascia perdere il primo orbiting del mattino e l’ultimo della buonanotte (per niente buona finché fai così) che sono i più difficili e gli ultimi da “spegnere”, concentrati sulle tue incursioni più inutili e che riconosci anche tu sono veramente esagerazioni e di troppo. Piano piano, ma ogni giorno, così lo farai di meno, forte dei progressi in questo senso.

Bene allora, è tempo di soffrire finalmente di meno rimboccandosi le maniche a partire dalla consapevolezza di chi è veramente lui e di quanto ancora indugi nel suo mondo senza costruire il tuo nuovo mondo. Con lui o senza di lui dipende solo da lui: se è un potenziale ufficiale e gentiluomo e, soprattutto, se ti ama semplicemente come lo ami tu, SENZA SE E SENZA MA ti sceglierà in tempi brevi.

Ultima cosa: se vedi che il CDS è troppo pesante, che questi esercizi non sono sufficienti o fai fatica a rispettarli, che nonostante siano passati più di due mesi da quando non lo vedi e/o senti forse hai bisogno di un supporto. L’antidolorifico si prende ai primi sintomi per avere la massima efficacia, non quando il disagio è ormai importante o la malattia si sta cronicizzando.

Scrivimi ad anpellizzari@icloud.com: chi ha tempo non aspetti tempo, diceva sempre un mio grande e amato direttore, Danda Santini.

Condividi:

166Commenti

  • Vittoria, 22 Novembre 2020 @ 14:29 Rispondi

    Io non lo so come deve essere .
    Io non lo so come uscirne .
    Non lo so .
    È difficile . Tantissimo . Fa male . Tanto . Tanto.
    Perché ti manca L ‘aria senza di lui …
    il codice del Silenzio? Una tortura
    Posso raccontarmi qualsiasi cosa ma non basta.
    Non basta mai .
    Queste sono le domeniche da dimenticare
    sei sola . Sola.
    E Il tuo amore non ti sceglierà mai .
    E tu lo sai . Lo sai bene . Ma non lo accetti perché pensi di essere di più . Perché fa così male che pensi ma ti amo così tanto come fai a non sentirlo ?
    E mo ci vuole coraggio , tanto , troppo .
    Forse siamo destinate a questo… se non moriamo dentro non ci sentiremo mai vive .
    Ti ringrazio Alessandro , provi ad aprirci gli occhi, provi a donarci un po’ di amore per noi stesse ma la verità è che per tante non basterà … mai .
    Ti abbraccio infinitamente .
    A voi tutte preziose donne coraggiose .

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 17:43 Rispondi

      Cara Vittoria, conosco bene il tuo dolore. Ti consiglio di fare almeno counseling o rivolgerti a uno psicoterapeuta esperto in queste dinamiche. Scrivimi ad anpellizzari@icloud.com

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 16:14 Rispondi

    Tutto aiuta e sicuro stendere elenchi scritto aiuta a poter contare le differenze di comportamento subito nel concreto e pure a rendersi conto per chi monitora i social

    Il punto resta ,però il fatto concreto della presa manipolativa che appunto resta fortissima perché NONOSTANTE GKI ELNCHI E LE EVIDENZE che tutto entourage vicino vede e cerca di dire e di aiutare la “Vittima temporanea “ di queste vere vessazioni

    Ecco che il percorso di uscita vera è lunghissimo perché per esserne fuori del tutto e per un risultato permanente nel tempo a seguire negli anni che passano pure a relazione chiusa serve occuparsi in terapia del proprio gancio interiore in cui si restava già disposte ad accettare l’impossibile Dalla propria infanzia

    La conquista della consapevolezza personale è un viaggio lunghissimo e immenso

    Nel mio caso non ho attraversato esercizio di questo tipo specifico perché il No Contact mi è stato proposto come un percorso già da subito definitivo e senza eventuali ritorni a ufficiale e gentiluomo in nessun caso

    Come a dire che il terapeuta giustamente quando si sta in uno stato interiore di presa manipolazione forte occorre fare spazio con scelte NETTE o di qua o ti rivoni la vita stessa

    Ecco che quindi intraprendere un No contact vero e assoluto aiuta proprio chi sta nella emprise di manipolazione dove infatti non si ha affatto la consapevolezza di avercela
    Infatti nonostante io stessa facessi al epoca le divisioni scritte tra Jakill e Hyde
    Per me Hyde che pure mi stava ditruggendo

    LO GIUSTIFICAVO SEMPRE
    questo per dire che resta molto lunga la strada della consapevolezza e che per attuarla certamente ogni esercizio aiuta ,ma purché il Cds sia Netto e privo del tenere il piede in mezzo alla porta del eventuale ritorno ufficiale e gentil uomo
    Perché noi Vittime temporanee la porta dentro c’è la abbiamo SEMPRE SPALANCATA
    Nel primo periodo di percorso No contact totale a blocco che limita moltissimo la possibilità del sbirciare ecc.

    Ecco perché Terapeuta mette il DECISO NO CONTACT BLOCCO TOTALE come BASE FONDAMENTALE alla riuscita della consapevolezza

    Le opzioni non funzionano infatti le opzioni fanno parte integrante della strategia messa in atto dal manipolatore
    È pieno di opzioni il loro schema

    Tutte metterci alla prova
    Se non funziona una opzione
    Passano ad Un altra
    Se una ha funzionato allora la prova successiva sarà ancora peggio e così via

    Credo moltissimo nello scrivere ma col confronto ad esempio qui e sicuro il massimo completo efficacissima è il gruppo con terapeuta che va per obbiettivi comuni ,ma dove ciascuno discute pure vivacemente se viene ci si scanna pure tra esperienze perché si discute sempre sulle reazioni del singolo di fronte alla esternazione di altro partecipante perché ciascuno rappresenta il deja vu specifico e particolare vissuto che richiam un conflitto proprio un abuso subito nel passato antico

    Comunque tutto aiuta sicuro scrivere è fantastico aiuto alla consapevolezza
    Ma per me è la coda soprattutto dei terapeuti conta il No Contact senza nessuna deroga mai

    Le vittime non sono in grado di avere deroghe alcune anzi proprio c’è le mettiamo tutte le deroghe pur di obbedire al nostro “Carnefice”

    La tua Penna Mont Blanc Rosso lacca di Garanza scura è stupenda!!

    Bello scrivere il tuo sempre pure se a volte non sono totalmente d’accordo
    Ti leggo sempre con grande interesse e voglia di apprendere attraverso lo scambio di vedute.

    E comunque anche nella mia esperienza passata ho fatto elenchi poi ne paralavamo in terapia e alla fine

    Vinceva sempre lui

    Fino a quando si è installata la fase consapevolezza in cui nel bavero silenzio no sbirciatine col Blocco totale
    Ecco impegnarsi nella nuova vita vera

    Da questo e nata poco a poco la vera consapevolezza.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 17:48 Rispondi

      grazie

  • Viovio, 22 Novembre 2020 @ 17:16 Rispondi

    È lo stesso consiglio ricevuto in terapia e devo dire che funziona.
    Per assurdo, quando cominciai a scrivere sul quaderno nella parte di jeckyll ero bloccata mentre la colonna Hyde affollatissima 🙂

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 17:50 Rispondi

      quando cominciai a scrivere sul quaderno nella parte di jeckyll ero bloccata mentre la colonna Hyde affollatissima

      molto eloquente…

  • Elisabetta, 22 Novembre 2020 @ 18:36 Rispondi

    @Vittoria,
    sembra una poesia quello che hai scritto.
    Riuscire a dare questa forma al dolore che hai nel cuore significa che la tua guarigione è già iniziata, che niente e nessuno hanno potuto soffocare la bellezza che hai dentro.
    Saprai aggrapparti alla tua ricchezza interiore per curare le ferite.
    E ce la farai, come ce l’abbiamo fatta tutte noi, non temere.
    Un abbraccio.

    • alessandro pellizzari, 22 Novembre 2020 @ 20:50 Rispondi

      che bel commento

  • Ariel, 22 Novembre 2020 @ 18:56 Rispondi

    Infatti é il primo passo è mosso dal dolore e rabbia emotiva per cui anche il mio elenco Hyde era affollato
    ,ma nonostante ciò una volta placata la rabbia subentravano i dubbi o meglio le eterne domande senza risposta che infatti qui occupano molto lo spazio di tanti commenti è una progressione anche questo esercizio
    Infatti valido se soprattutto si ha la opportunità di analizzarlo in base alle proprie dettagliate emozioni riferite ad ogni punto messo in elenco
    E cioè come mai proprio questo avevo scritto prima del punto successivo ad esempio?

  • Norma, 22 Novembre 2020 @ 20:44 Rispondi

    Dopo un anno passato a stare male soffrire cercarlo per avere un confronto che mi facesse capire perché… come può un uomo buttare via una storia importante e non spiegare il perché….ecco quando davvero si tocca il fondo e si cominciano a fare pensieri “strani” arriva a bussare nella tua testa l’istinto di sopravvivenza. A luglio, dopo un suo comportamento inqualificabile ho capito che sola non potevo farcela. Da luglio sto ricominciando a respirare…ho trovato una psicoterapeuta bravissima…sto iniziando a spogliare lui di tutti gli strati da superuomo che io gli avevo messo uno dopo l’altro e sta venendo fuori tutta la sua pochezza, i suoi limiti, la sua ignoranza ,la sua cafonaggine che io scambiavo per amore. Le nostre storie così diverse ma così uguali hanno un comune denominatore: l’egoismo di questi uomini che non valgono una nostra unghia. Li realizziamo con la speranza che il nostro grandissimo amore li faccia diventare come noi li vediamo ma il rospo rimane rospo e non diventerà mai principe

  • Viovio, 22 Novembre 2020 @ 21:20 Rispondi

    @Vittoria la domenica è il giorno peggiore della settimana quando si è soli, perché la si vorrebbe trascorrere con le persone che amiamo.
    Quanta sofferenza nelle tue parole, non conosco la tua storia però qui ci sono tante donne che ce l’hanno fatta e non vedo per quale ragione non potrai farcela pure tu. Fatti aiutare.

  • elleelle, 22 Novembre 2020 @ 22:27 Rispondi

    @Norma
    Sante parole, anzi, ti diro’ di piu’, dopo sono rospi ancora piu’ brutti perche’ nessuno esce indenne da questi disastri, nemmeno loro.

  • Stella, 23 Novembre 2020 @ 06:59 Rispondi

    Bellissimo…sto per partire per lavoro e prima di spegnere il cel l’ultima cosa che leggo è il tuo articolo…questa cosa l’ho fatta con la mia psicologa, all’inizio dovevo scrivere su un taccuino ciò che ho amato di lui e ciò chemi ha fatto soffrire…in seguito ho creato un altro taccuino in cui scrivevo cosa ero quando stavo con lui e cosa volevo per il mio futuro e scrivere i cambiamenti positivi ,confermo che funziona …sei un grande Ale… baci baci

    • alessandro pellizzari, 23 Novembre 2020 @ 07:47 Rispondi

      Grazie buona settimana

  • Norma, 23 Novembre 2020 @ 07:03 Rispondi

    @elleelle il mio già è brutto di suo ( io però lo vedevo un adone) e comunque aveva già una vita tristissima e adesso sicuramente è peggiorata senza di me che facevo da supporto psicologico. Ma tanto se la cantano e se la suonano….quando mi ha lasciata mi ha detto che io ero la causa dei suoi problemi

  • elleelle, 23 Novembre 2020 @ 08:55 Rispondi

    @Norma
    Ti auguro di uscirne al piu’ presto e di essere felice, alla faccia sua. Se ha una vita tristissima, se la merita. Capira’ in fretta che la causa dei suoi problemi non eri tu.
    Il mio ex amava la moglie, era la donna della sua vita, la sua anima gemella e non avevano mai litigato. Pero’ e’ venuto lui attorno a me e l’ha tradita e ritradita e ritradita. Pensa la miseria…
    Come dici giustamente tu, se la cantano e se la suonano, purtroppo mettendoci in mezzo noi.

  • Stella2, 23 Novembre 2020 @ 11:05 Rispondi

    @Vittoria certo che ce la farai, nessuna di noi è destinata a soffrire, anzi tutte ci meritiamo di stare bene. Non è il nostro amore se non ci sceglie, ma ce ne sarà un altro là fuori che aspetta solo noi. Però prima di trovarlo, devi allontanare questa persona che per te è negativa. Quando sarai libera, allora arriverà, vedrai. L’amore per noi stesse deve essere il punto di partenza. Se ci amiamo, troveremo qualcuno che ci ama. Dobbiamo avere consapevolezza di quanto valiamo. Se lui non vede che splendida persona sei, vuol dire che non ti merita ed è una perdita solo per lui. Ti abbraccio forte e rimani qui con noi, sfogati e fidati, la psicoterapia aiuta tantissimo! Ricordati che sei una donna splendida

  • Ariel, 23 Novembre 2020 @ 13:12 Rispondi

    @Vittoria
    Spero tantissimo tu segua il suggerimento di @CaroAlessandro
    So benissimo di cosa su tratta perché lo ho vissuto di persona dentro a me stessa,ma come sai non esiste una Donna che non sia Coraggiosa infatti cara sicuro chiedendo aiuto la sofferenza che si prova viene come diluita progressivamente nel tempo come una ricerca positiva dov’è pur se si soffre che la bacchetta magica ovviamente non c’è la ha nessuno ma in un percorso di aiuti si riesce sicuro tutte te compresa a uscirne libera finalmente libera dentro e fuori te stessa

    Il fatto di porsi obbiettivi con tanta dolcezza verso te stessa pazienza Okkei oggi magari puoi anche sicuro sentirti malissimo ,ma fare un programma senza pretendere troppo da te stessa ogni giorno un passo nuovo in più
    Occorre davvero farsi aiutare che significa avere i propri punti di riferimento
    Un terapeuta un consoulor anche un BLOG con il nostro bel gruppo di cui tu sei Tesoro prezioso come ognuna di noi lo è

    I LIBRI “ LA VIA DELLA CURA” di MariaGiovanna Luini se non lo hai letto prova anche solo a sfogliarlo sentire le pagine esplorare il nuovo
    Mercoledì prossimo potrai se vorrai seguire la diretta di @CaroAlessandro che ospita proprio la Cara Straordinaria Persona e Donna autrice di tanto benessere in ogni cosa che fa nella sua vita dedicata al aiuto verso gli altri e tante donne anche
    La sua via della cura è così bella e curioso modo di guardare il mondo è se stessi

    Così volevo dedicarti nel mio piccolo un pensiero speciale per te
    Che SICURO trovi e troverai poco a poco il tuo modo il tuo Viaggio così importante e speciale scoperta della tua Vera Grandezza forza e Bellezza che da sempre ti appartiene

    Un caro abbraccio ❤️!

  • Dispersa, 23 Novembre 2020 @ 13:23 Rispondi

    Io l’ho iniziato a luglio quando abbiamo ‘chiuso’ per la millesima volta (consapevole che per me sarebbe stata l’ultima)… E dopo un mese ho chiuso con l’orbiting…
    Inizialmente sembra tutto difficile, come tutte le cose, poi mano a mano che il tempo passa ti rendi conto che nulla è impossibile!!
    I momenti giù ci sono ancora, soprattutto quando lo vedo, ma il tutto dura così poco… Che poi non ci penso più!!

  • elleelle, 23 Novembre 2020 @ 14:56 Rispondi

    @Dispersa
    Bravissima!!! Secondo me sono davvero risultati di cui essere fiera.
    Ti abbraccio!

  • Valeria, 24 Novembre 2020 @ 10:13 Rispondi

    Ciao Alessandro! Trovare il tuo blog per caso, è stata una salvezza per me!
    Ho letto l’articolo su come lasciare un amante, direi che hai descritto per filo e per segno il mio ex amante: “Ti amo ma non posso” so bene che non avrebbe mai stravolto la sua vita per me, sai il classico tipo a cui piace avere il piede in due scarpe. Abbiamo provato a rimanere amici, ma io sono ancora coinvolta emotivamente, era davvero una tortura far finta di niente, lui invece ci riusciva benissimo.
    Due settimane fa, dopo qualche giorno di silenzio da parte mia, mi sono fatta coraggio e gli ho scritto che preferisco uscire dalla sua vita. Lui? Beh non ha nemmeno risposto. Da allora, silenzio totale. Non sapevo se quella fosse stata la scelta giusta, ma leggendo il tuo blog, ho avuto Conferma che lo è. L’unico modo per liberare il cuore e la mente è sicuramente sparire, guardare avanti. Come hai detto anche tu, se torna è per restare, se non torna è perché ha già scelto. E io so che non lascerà mai il tetto coniugale, sebbene abbia detto di non essere felice.
    Spesso ripeteva che in un’altra vita mi avrebbe sposato, che eravamo fatti l’uno per l’altra.
    Ma che speranza ho? Direi Zero. Forse il fatto di non avermi dato mai speranza è l’unica cosa buona che abbia fatto.
    Grazie davvero per il tuo blog, per i tuoi consigli. 🙂

    • alessandro pellizzari, 24 Novembre 2020 @ 15:52 Rispondi

      Grazie. Rimanere amici è una chimera allunga solo la tua agonia. Ti ho tolto il cognome perché lo hai pubblicato per errore a meno che non sia un nick

  • Dispersa, 24 Novembre 2020 @ 18:52 Rispondi

    Grazie @Elleelle!!
    Il relè non arrivava… Così l’ho inventato io!!
    Ad un certo punto bisogna essere realisti e concreti nella vita…
    Ricambio con affetto l’abbraccio!!

  • MP, 25 Novembre 2020 @ 12:40 Rispondi

    Buongiorno ragazze!
    A me scrivere su un quaderno gli orari dell’orbiting ha aiutato tanto… Ma ancor di più ieri quando, al limite dell’esasperazione, ho bloccato ogni canale. Non potevo più controllare niente perché avrei dovuto sbloccare, e non volevo sbloccare perché sapevo benissimo che sarebbe stata vista come debolezza da parte mia, nonché un modo per riprovarci da parte sua, prima o poi. E io non ne potevo più. I ritorni iniziavano tutti con “torna da me” (alle SUE condizioni) e finivano con le peggiori maledizioni e me in lacrime. Non aveva più alcun senso. Se mi vuoi, mi vieni a cercare. Tutto bloccato e io più serena.
    Altra cosa che mi ha aiutato è stato sentirmi dire da Alessandro, papale papale, che lui dopo tutto quello che era successo, non sarebbe MAI tornato come ufficiale. Era tutto troppo. Mi ha ammazzata dentro, ma al tempo stesso la consapevolezza mi ha “liberata” da quella sottile speranza che troppo spesso alimenta il CDS. Ho iniziato a trovarmi altro da fare, libri film, qualunque cosa tenga la mente impegnata. Ora devo solo evitarlo il più possibile a lavoro…

    • alessandro pellizzari, 25 Novembre 2020 @ 15:11 Rispondi

      Altra cosa che mi ha aiutato è stato sentirmi dire da Alessandro, papale papale, che lui dopo tutto quello che era successo, non sarebbe MAI tornato come ufficiale. Era tutto troppo. Mi ha ammazzata dentro, ma al tempo stesso la consapevolezza mi ha “liberata” da quella sottile speranza che troppo spesso alimenta il CDS.

      BRAVISSIMA! VEDARI INSIEME CE LA FAREMO. HAI LE RISORSE DENTRO DI TE PER RINASCERE. NON PERDERTI LA DIRETTA STASER ALLE 21 CON MARIA GIOVANNA LUINI

  • elleelle, 25 Novembre 2020 @ 15:44 Rispondi

    @MP
    Queste storie sono cosi’ massacranti che l’unica possibilita’ e’ allontanarsi il piu’ possibile.
    Io ho la assoluta certezza che il mio ex mi avrebbe distrutto se non avessi chiuso io cosi’ definitivamente. E’ vero, capire che non ci sara’ mai piu’ la possibilita’ di un ritorno e’ doloroso ma e’ salvifico allo stesso tempo e secondo me @Alessandro ti ha dato uno spunto essenziale per poterti staccare.

  • Vale, 25 Novembre 2020 @ 21:39 Rispondi

    il primo esercizio l’avevo fatto, ma probabilmente non bene visto come mi ritrovo questa sera.
    E’ quasi un anno che io e lui andiamo avanti con tira e molla. I primi mesi sembravano quasi irreali da quanto erano perfetti, poi c’è stato il lockdown e la sua prima scomparsa, motivata a maggio con la paura che la moglie lo scoprisse.
    Dopo un mio tentennamento ci siamo riavvicinati, e ovviamente io ci sono ricascata. Ma è proprio in quel momento che è uscito il suo mr Hyde: ha iniziato ad avere comportamenti assurdi anche sul lavoro (da ottobre però lui è andato in un’altra sede, anche se passa spesso nella mia), a cercarmi e a scomparire subito dopo i nostri incontri.
    Dopo avergli dato l’ennesima possibilità quando ha cambiato sede (lui aveva detto che sarebbe stata una cosa positiva perché ci saremmo potuti sentire e vedere addirittura più di prima) e aver ricevuto nuovamente la sua classica scomparsa post incontro, gli ho mandato un messaggio in cui gli dicevo che non aveva senso andare avanti così, che non ci dovevamo più né sentire né vedere. Mi ha chiamato il giorno dopo, dicendo come al solito cose assurde. La chiamata era terminata con me in lacrime e lui che con tono baldanzoso mi chiedeva perché stessi piangendo.
    Da quel momento siamo stati 3 settimane senza sentirci, finché un giorno ci siamo dovuti sentire per una questione di lavoro, lui mi ha chiesto come stavo, abbiamo parlato e dal giorno dopo lui ha iniziato a scrivermi tutti i giorni, a provocarmi, a dirmi le solite belle cose e io, ovviamente, ci sono cascata di nuovo. Sabato scorso ho dovuto aspettarlo alla chiusura perché doveva portare dei documenti per il nostro responsabile e mi ha chiesto di vederci fuori. Ci siamo visti, ovviamente c’è stato quello che c’è stato. Oggi pomeriggio mi ha chiamata finché ero a lavoro e già avevo percepito che c’era un tono distaccato. Stasera dopo lavoro mi ha chiamata ancora, e mi ha detto che oggi ha saputo che sua moglie è incinta (postilla: questa cosa era già successa a luglio, lui mi ha praticamente dato il benservito da un giorno all’altro perché lei era incinta e lui non “poteva più fare cazzate perché la famiglia è la famiglia”. Lei, poi, aveva perso il bambino e lui dopo qualche giorno aveva ricominciato nuovamente a cercarmi) e che quindi non possiamo né dobbiamo più vederci o sentirci, sabato però non era dello stesso avviso e dubito che non sapesse già della possibilità che la moglie fosse incinta. Gli avrei voluto dire milioni di cose, le peggio cose, ma non ce l’ho nemmeno fatta. Ho iniziato a piangere e a trattenere le lacrime per non fargli sentire che stavo piangendo, di nuovo, per lui. Gli ho fatto le congratulazioni. Ora lui è là a festeggiare, io davanti a questo schermo a piangere.
    Mi sento stupida, e in fondo lo sono visto come sono andate le cose, non so come fare a superare anche questa cosa. E’ quasi un anno che mi fa stare male e io non ce la faccio più, voglio uscirne ma non so più come.

    • alessandro pellizzari, 25 Novembre 2020 @ 23:08 Rispondi

      Questo è uno sciacallo amorale. Scappa fai counseling o psicoterapia

  • Viovio, 25 Novembre 2020 @ 21:56 Rispondi

    @MP l’unica salvezza è il cds totale. Io orbitavo tantissimo, ero arrivata ad un punto che controllavo i profili social anche 100 volte al giorno, robe da pazzi poi ho detto basta! l’imperativo è maturato quando la psicologa mi ha consigliato di annotare su un quaderno tutte le volte che lo facevo e quello che provavo. Non mi ero mai resa conto di quanto fosse dannoso fino a quando l’ho visto nero su bianco, anche perché era diventata un’abitudine, una delle peggiori. Non puoi immaginare (anzi forse lo stai già provando) il senso di liberazione con il blocco, era una dipendenza che mi avvelenava il fegato giorno dopo giorno.
    Nel mio caso non ci sono mai state offese da parte sua, mai una parola fuori posto e posso solamente immaginare la tua sofferenza se rivolte dalla persona che amiamo.
    Forza MP, ora devi solamente prenderti cura di te e’ lo stesso incoraggiamento che mi ripeto ogni giorno.

  • Maddy, 25 Novembre 2020 @ 23:18 Rispondi

    @Vale: per favore esci da questo schifo, fatti aiutare, ma scappa. Una mia cara amica, con uno così è andata avanti per 14 anni! Nel mentre, lui ha costruito casa, si è sposato, ha fatto e cresciuto due figli. E a lei diceva sempre “ma tu non ti preoccupare, tra noi non cambierà mai niente”.

  • Viovio, 25 Novembre 2020 @ 23:45 Rispondi

    @Vale vorrei trovare le parole giuste ma davanti a certe bassezze rimango in silenzio e se fossi vicina ti abbraccerei.
    Ha ragione @Ale, scappa il più lontano possibile da un essere del genere e fatti aiutare da chi ha le competenze giuste, io stessa sono in terapia e mi pento di non averlo fatto prima mi sarei evitata sicuramente un anno di merda.
    Quanto è durata la vostra storia? Povera moglie e povero figlio, siete tutti sue vittime.
    Se ti può consolare il mio ex mi ha corteggiata per un anno, nello stesso periodo mise incinta la moglie e divento’ padre per la seconda volta, dopo di che continuò a farmi capire il suo interesse come se la famiglia non esistesse. L’anno dopo iniziò la nostra storia e quando ho presentato il conto mi sono sentita dire ti amo tantissimo ma i miei figli vengono prima di tutto, non posso separarmi.
    Per scopare invece i figli non sono mai stati un impedimento.
    Corri ai ripari da un uomo del genere cara @Vale.

  • elleelle, 26 Novembre 2020 @ 08:24 Rispondi

    @Vale
    Sono inorridita dal tuo racconto. Ti prego scappa, come ti ha consigliato @Alessandro.
    Una persona che ha l’amante e mette incinta la moglie per ben due volte e’ indescrivibile. Scusatemi ma non posso nemmeno immaginare cosa succeda nella mente di quest’uomo e nella sua casa. Renditi conto che la moglie ha avuto un aborto e non e’ mai un’esperienza gradevole. Lui non l’ha nemmeno elaborata, se pochi giorni dopo stava gia’ cercando di venire a letto con te. La moglie e’ irrilevante per lui, la sua sofferenza pure e non so perche’ stiano pensando di fare un figlio assieme, dal momento che per lui e’ come un sacco di pattume.
    Povera donna la moglie che non puo’ scappare da qusto schifo, ma tu puo farlo. Sara’ durissima perche’ e’ un’anno che ti tormenta ma lo devi fare per te stessa. Counselling, psicologo, scappa in un altro paese per un po’, fai il possibile per non avere piu’ a che fare con lui.
    Coraggio!

  • Stella2, 26 Novembre 2020 @ 09:26 Rispondi

    Cara @Vale, innanzitutto ti abbraccio forte e ti dico che non sei sola e non sei una stupida! Sei semplicemente innamorata, @Ale ha ragione. Ci innamoriamo. L’importante è poi aprire gli occhi e vedere lui nella sua vera veste. Lui, in particolare, è uno str****, uno di quelli con la S maiuscola, che sinceramente penso non abbia alcun rispetto né per te né per la moglie, che ha messo incinta nonostante avesse una storia extra. Questo qui è uno di quelli definiti “intoccabili” da @Alessandro. Neanche se dovesse fare l’ufficiale e gentiluomo si meriterebbe di essere preso in considerazione. Sicuramente quando si allontana avrà i suoi sensi di colpa, se è la prima volta che tradisce la moglie, è usuale che si faccia mille problemi. Ma non è normale che l’abbia messa incinta. Non è normale che di fronte ai tuoi singhiozzi lui faccia finta di niente. Un minimo di rispetto per una persona che sta soffrendo e piangendo ci deve sempre essere, questo qui fa i suoi porci comodi e basta, come cavolo gli pare.
    Il mio consiglio è: devi innanzitutto rimettere te stessa al centro della tua vita, devi ricominciare a volerti bene. Inizia facendo piccole cose che ti fanno stare bene, prenditi dei momenti per te stessa. Da quello che ho capito finora è fondamentale concentrarsi di più su noi stesse, prenderci cura di noi prima di tutto. Inoltre, fagli capire che tu non ci sei più per lui. E segui il consiglio di @Ale: counseling e/o psicoterapia. Ti abbraccio

  • Marina, 26 Novembre 2020 @ 10:39 Rispondi

    Proprio questa settimana ho fatto un foglio di Word con scritto tutte le cose imperdonabili che mi ha fatto e che ho dovuto sopportare, la parte delle cose buone non mi è neanche venuta in mente di farla e non la farò. Ogni giorno un paio di volte al giorno me le leggo e mi sento bene, bene a continuare così, mi da la forza di sentirmi forte e mandare via i momenti belli che nonostante tutto tornano alla mente, penso è stato bello ma adesso è così perchè lui mi ha fatto questo e questo ed io non lo meritavo merito tutto senza sconti.
    @Ale bellissimo post, grazie per tenerci a galla sempre…

    • alessandro pellizzari, 26 Novembre 2020 @ 11:30 Rispondi

      ottimo

  • Marina, 26 Novembre 2020 @ 10:50 Rispondi

    @Vittoria, il tuo dolore è fortissimo e colpisce come uno schiaffo, hai scritto le parole che avrei detto io a Marzo, quando non era il momento per il CDS, quando mi mancava l’aria senza di lui e quindi mi sono fatta andare qualsiasi cosa pur di stare con lui, fino che facesse un figlio con sua moglie, avevo già scritto ad @Ale e mi aveva già detto cosa fare ma semplicemente non ero pronta, non ero consapevole. Gli ho dato tutto il mio amore perchè dandogli tutto dovevo anch’io ricevere tutto, ma non è andata così e sono caduta rovinosamente a terra rompendomi tutte le ossa e lì ho capito che dovevo pensare a me stessa, non potevo ridurmi così, che dovevo spegnere questo dolore e ripartire, che pace avevo dato tanto amore e non avevo ricevuto nulla ma questo non è una colpa, amare tanto è da grandi persone e non dobbiamo mai smettere di farlo ma soprattutto ho preso la consapevolezza, che è proprio quello che ha scritto @Ale nel post, non la prendi semplicemente ma a caro prezzo ma poi ti assicuro che è quella che ti permette di riprendere una vita dignitosa, è quella che ti dà la forza di lottare quando pensi di non farcela e quella che ti permette di chiedere aiuto perchè da sole è difficile, quindi ti aiuti con i tutti i preziosi consigli di questo blog, con un percorso psicoterapeuta che mi ha fatto capire il mio nodo da sciogliere, con le amiche e con noi stesse che tiriamo fuori le palle che non pensavamo di avere ma che invece ci sono, sono solo nascoste. Ti abbraccio

  • Azzurra, 26 Novembre 2020 @ 12:17 Rispondi

    @Vale, davvero terribile la tua storia. Non puoi restarci dentro, sarebbe la tua rovina. Un uomo che non si ferma nemmeno davanti alla nascita di un figlio (anzi due) non è degno nemmeno di essere definito tale. @Stella2, bisogna avere una coscienza per avere dei sensi di colpa. E qui non c’è nemmeno l’ombra della sua coscienza. Sciacallo amorale… mai definizione fu più azzeccata! Un abbraccio cara @Vale

  • Marina, 26 Novembre 2020 @ 12:31 Rispondi

    @Vale cara, la moglie del mio amante è rimasta incinta a marzo e me ne vergogno a dirlo ma io ho continuato a stare con lui, non ero pronta a staccarmi, ho voluto fare finta che la cosa non esistesse pensando che me ne sarei preoccupata più avanti, lui ha fatto sembrare la cosa sempre normale dicendomi che noi due eravamo al di fuori di questa cosa, lui voleva solo questo bambino e sua moglie era il mezzo (a detto sua naturalmente) ho avuto bisogno di mesi per staccarmi da lui perchè non è normale tutto ciò, non è normale fare un figlio quando hai l’amante e sono contenta di averlo fatto prima che questo bambino nascesse perchè se no adesso che la loro felicità di questa nuova nascita è davanti ai miei occhi io sarei impazzita anzi questa cosa è in maiuscolo nella mia lista delle cose intollerabili e la consapevolezza mi ha fatto vedere le cose realmente come sono ossia che la persona inqualificabile è lui, se ha trattato così sua moglie, se questi sono i suoi principi morali verso un figlio cercato e voluto da anni come pensi che tratterebbe me??Altro che salvagente, mi butterebbe giù dalla barca con una pietra legata ai piedi.
    Capisco il tuo dolore, lo provato anch’io, ne hai tutto il diritto di provarlo ma è proprio per tutto questo dolore che devi proteggerti da lui e da tutto questo.
    Mi consola perchè sento che non sono l’unica ad aver vissuto tutto ciò.
    A me ha detto che per lui non cambia niente e di aver pazienza che tornerà…ma chi ti vuole!
    Avrei rotto il CDS per dirgli che di post partum io ne ho già fatti due, al suo che ci pensi lui e quella povera donna di sua moglie

  • cossora, 26 Novembre 2020 @ 13:34 Rispondi

    @Maddy, stessa cosa una donna che non conosco direttamente ma.. 8 anni in cui lui ha fatto 2 figli e si è appena trasferito nella nuova casa, fatta costruire partendo dal terreno, quindi seguita con la moglie, progettata, arredata con complicità, cercando pezzi di antiquariato nei mercatini…
    Lei è ancora li. Senza figli, senza mai essersi sposata, sola. Innamorata.
    Boh. Mi dispiaccio per quel qualcosa che non va nell’opinione che ha di se stessa.
    Sicura che se lo risolvesse lui sparirebbe all’istante.
    Badate bene, lui non è per niente uno stronzo. Non mi costerebbe nulla dirlo, non è certo mio amico. Ma non lo è. E’ un uomo di cultura con un lavoro molto umano. In prima liena durante la pandemia. Tante passioni. Tante capacità.
    Eppure.. arriva fino alla fine del suo pezzo. Si dice innamorato (sembra che questa moglie sia gioiosamente superficiale) che con lei raggiunge dialoghi dell’anima che con la moglie mai raggiungerebbe.
    Come siamo complicati, mamma mia.

  • Ariel, 26 Novembre 2020 @ 17:22 Rispondi

    @CaroAlessandro,
    Commento il tuo commento del 25 Novembre alle ore 15,11

    Noto con vero gaudio che ti sei convertito al uso del Carattere MAIUSCOLO quando giustamente si è Italiani scrivi da Italia e senza quindi minimamente stare COSTRETTO E CONDIZIONATO da altri usi e costumi inglesi

    Trovo molto valido ed efficace usare il carattere maiuscolo proprio quando è teso ad esempio evidenziare i pensieri che si reputano importanti o con i quali ,se espressi da altri,si resta d’accordo e magari pure si da spazio alla uscita delle proprie emozioni

    Ad esempio a leggerti qui mi comunichi la tua gioia e soddisfazione personale ogniqualvolta qualche tua lettrice ti scrive sto meglio ed ho seguito il tuo suggerimento

    Vedi @CaroAlessandro
    Uscire dagli schemi genera la Bellezza del proprio esprimere più LIBERI SE STESSI
    Senza paura di nulla che ad essere spontanei ci si guadagna sempre!

    CHE BELOOOOOOO
    LEGGERTI IN MAIUSCOLOOOOO!!!!

    Quasi quasi ti amo,
    Ahahah,m

    MAAA,
    È UNO SCHERZETTO
    AHAHAH

    Eh sei un bel TIPINO ah ah ah ah

    Su tra un oretta è già il tempo di farsi un verre de vin
    Che qui ci sta un tramonto BELLISSIMO!!!
    Prosit in ANTICIPO!!!!

    Al MAIUSCOLO!!!!!

    Ah ah e che la nostra vita possa essere sempre con SALUTE MAIUSCOLA!!!!

  • Stella2, 26 Novembre 2020 @ 17:30 Rispondi

    Hai ragione @Azzurra, non ha coscienza. Non può averla dopo quello che ha fatto.

  • Valeria, 27 Novembre 2020 @ 11:03 Rispondi

    Sapere che il proprio amante ha messo incinta la moglie deve essere peggio di un pugno allo stomaco. Possiamo mai vivere di dolore a causa della vigliaccheria, egoismo, opportunismo di questi uomini? Egoisti cialtroni, nulla più.
    Sanno bene il male che ci provocano, eppure vogliono tenerci legati a loro, non hanno la forza e il coraggio di lasciarci libere, di vivere serenamente la nostra vita. Ma perché dovrebbero liberarsi da chi gli da amore, attenzioni, sensazioni positive? Siamo noi che dobbiamo svegliarci e lasciarli andare! Se non hanno avuto il coraggio di viverci, che se ne restino pure nella loro Infelicità, routine coniugale. Anche se inizialmente fa male, viviamo di ricordi e momenti vissuti insieme, un giorno, ci volteremo indietro e capiremo che non ci siamo perse un bel niente, non era così speciale come credevamo. Ma sopratutto non era Amore.
    Sono due settimane che ho messo la parola fine con il mio ex amante, ho applicato il CDS. Mi sento decisamente meglio! La mia storia era pura agonia. Non ne potevo più delle briciole, bugie (credete che un traditore dica bugia solo alla moglie ignara?) e della gelosia… Ogni sera era un tormento, immaginarlo nel letto accanto alla moglie. E dei Weekend o giorni festivi, ne vogliamo parlare? Assolutamente non era vita. Essere amante ci vuole una gran forza, e se ne siamo infischiate sentimentalmente è decisamente meglio mettere la parola fine. Trovate il coraggio! La vostra felicità non dipende da questi uomini, ma da voi stesse.
    Ho scritto queste righe e mi sento meglio, spero che abbiate il coraggio di riappropriarvi della vostra vita.
    Lì fuori c’è l’uomo giusto per noi, non aspetta altro che trovarci!

  • Crocus, 27 Novembre 2020 @ 12:17 Rispondi

    @Vale @Marina sono semplicemente allibita, senza parole, mettere incinta la moglie mentre si ha l’amante penso che sia davvero il peggio del peggio. Poi nel caso di @Vale, agghiacciante quell’uomo che, come giustamente dice @elleelle se ne è infischiato del dolore che deve aver avuto la moglie dopo l’aborto e ha pensato solo a soddisfare i suoi bisogni sessuali.

    @Ale, ma che ca*** di uomini esistono al mondo? Mio dio rimpiango la mia beata ignoranza in materia pre amantato.

    Vi abbraccio tutte tutte ragazze belle. Coraggio!

    • alessandro pellizzari, 27 Novembre 2020 @ 18:15 Rispondi

      ci sono i deboli e i seriali che sono la maggioranza, ma anche gli sciacalli, gli amorali, gli intoccabili

  • Viovio, 27 Novembre 2020 @ 16:07 Rispondi

    @Veleria mi rispecchio in ogni parola che hai scritto! Anch’io in Cds assoluto ed il sollievo che sto provando dopo essermi allontanata da lui non l’avrei mai immaginato. Essere amante è squalificante, ma questo lo si capisce solamente in seguito quando i fatti al posto delle belle parole che ci vengono raccontate prendono il sopravvento.
    La gelosia, la frustrazione, la rabbia nel saperlo ogni sera in un altro letto(anche se a me diceva che dormiva sul divano), il fine settimana (interminabile) e le briciole che vengono concesse per un incontro in orari esclusivamente pomeridiani(nel mio caso) oppure le tante telefonate durante l’orario di lavoro non sono amore, bensì un ripiego.
    Vivere continuamente in attesa lo si può definire “vivere”? Non credo proprio.

    • alessandro pellizzari, 27 Novembre 2020 @ 18:22 Rispondi

      Anch’io in Cds assoluto ed il sollievo che sto provando dopo essermi allontanata da lui non l’avrei mai immaginato. Essere amante è squalificante, ma questo lo si capisce solamente in seguito quando i fatti al posto delle belle parole che ci vengono raccontate prendono il sopravvento.

      IL CODICE DEL SILENZIO VINCE SEMPRE

  • Nina, 27 Novembre 2020 @ 19:19 Rispondi

    Io ogni mattina che apro gli occhi ringrazio il cielo, voi e me stessa per non avere più quell’angoscia incredibile che lui mi causava. Mi ero talmente abituata che non me ne accorgevo più ma la pativo eccome..

  • Crocus, 27 Novembre 2020 @ 19:40 Rispondi

    @Ale, insomma, siamo in ottima compagnia!

  • Viovio, 27 Novembre 2020 @ 21:08 Rispondi

    @Marina non vergognarti, l’amore fa fare cose assurde. Pensa che il mio ex ha iniziato a corteggiarmi spudoratamente mentre la moglie aspettava il secondo bambino; essendo amici di famiglia, quando nacque, mi congratulai con entrambi e lui mi rispose che era una grande emozione però non riusciva a non pensare a me e non sapeva darsi una spiegazione. Mi spiazzò talmente tanto con questa affermazione che iniziai a dargli sempre più corda(era quasi un anno che mi inseguiva), lui aveva capito benissimo che con mio marito ero ai ferri corti e ha saputo toccare i tasti giusti. Non voglio giustificarmi, lo abbiamo fatto in due e nessuno mi ha costretto però mai avrei immaginato di ritrovarmi in un casino del genere.
    Sono stata superficiale, il suo biglietto da visita era inequivocabile ma ciò nonostante gli ho permesso tutto fino a convincermi che fosse innamorato di me. Mi è venuto un brivido quando ho letto che la moglie fosse solamente un mezzo, il mio ex mi disse lo stesso e di figli me ha due!!
    Marina CDS per tutta la vita con questa gente!

    • alessandro pellizzari, 28 Novembre 2020 @ 14:50 Rispondi

      Chi fa figli mentre ha un’amante disprezza la vita degli altri

  • Crocus, 27 Novembre 2020 @ 21:10 Rispondi

    @Viovio, diciamolo insieme “mai più con uno sposato”. È davvero il torto più grande che possiamo fare a noi stesse. Non sono relazioni normali ahimè, e purtroppo nella maggior parte dei casi a rimetterci è la donna. Se penso a quante briciole ho raccolto mi viene male.

  • Vale, 27 Novembre 2020 @ 21:24 Rispondi

    Innanzitutto grazie ad @Ale e a tutte voi per le belle parole e la comprensione che mi avete dedicato. Avete tutte ragione, devo ricominciare a concentrarmi su di me, ad avere rispetto per me stessa, a volermi bene, solo così potrò uscirne. Ieri mattino lo sciacallo (@Ale grazie, non avrei saputo definirlo meglio) mi ha telefonato perché non voleva che ci lasciassimo male e voleva dirmi delle cose. Che gli dispiace avermi fatto del male, che io non devo pensare che lui non sia triste di dover chiudere, ma che non può fare altrimenti perché un figlio ha la priorità su tutto, che se ci fossimo conosciuti prima sicuramente adesso staremmo insieme e che se quando lui ha iniziato a lavorare nella mia azienda io fossi stata meno distaccata, forse adesso sarebbe sposato con me e non con lei. Gli ho fatto presente che lui era già fidanzato quando ha iniziato a lavorare con me (lavoriamo insieme da 4 anni, ma solo da settembre dello scorso anno era iniziato il rapporto particolare che ci ha portati poi al resto), la sua risposta è stata “ma non avevo comprato casa, non avevo un mutuo, non avevo un figlio, adesso queste cose ci sono e non posso buttare tutto all’aria”. Oltre a questo, quando gli ho rinfacciato che lui già sapesse del bambino quando è stato con me sabato scorso la sua risposta, aberrante, è stata “sapevo che c’era la possibilità perché aveva fatto il test, ma l’altra volta poi alla visita il ginecologo ci aveva avvertito che non sarebbe andato a buon fine, quindi pensavo che sarebbe finita allo stesso modo. Alla visita di mercoledì, invece, ha detto che è tutto a posto, ma finché non ho avuto questa certezza per me non era un bambino, ma solo una cellula”. Mi ha detto, poi, che il suo comportamento negli ultimi mesi era cambiato perché aveva dei sensi di colpa nei confronti della moglie, ma era palese dalle sue parole che se non fosse stato per il bambino non mi avrebbe detto basta. Tutte queste cose mi hanno fatto venire un senso di schifo immenso, ma allo stesso tempo mi hanno fatto iniziare a realizzare che questa rottura per me è stata salvifica. Stiamo parlando di un “uomo” schifoso, che oltre ad aver usato me, mentendomi su sentimenti e tante altre cose, non ama nemmeno la moglie e di sicuro non ha avuto veri sensi di colpa nei suoi confronti, se non decidere che adesso in quanto “portatrice dell’erede” va tenuta come si deve.
    Li ho visti insieme poche volte, all’apparenza sono la coppia perfetta, lui molto premuroso, lei innamorata persa e molto dipendente da lui. Alla fine ho ripensato alle sue parole, al fatto del “se ci fossimo conosciuti prima” o se avessimo creato un certo tipo di rapporto prima del suo matrimonio, e mi sono detta che è stata una fortuna che queste cose non siano successe perché sì, io ora sto da cani e non so quanto mi ci vorrà a voltare definitivamente pagina, ma la moglie, inconsapevole del mostro che ha di fianco, ci dovrà convivere una vita con lui (e sicuramente io non sarò l’ultima con cui la tradirà) e ora ci sta pure facendo un figlio. E no, non la invidio per niente perché questo non è amore.

    • alessandro pellizzari, 28 Novembre 2020 @ 15:05 Rispondi

      Sciacallo schifoso

  • Viovio, 28 Novembre 2020 @ 15:16 Rispondi

    @Crocus piuttosto compro una colonia di gatti, nel caso in cui mi ritrovassi nuovamente in carenza di attenzioni!!! Ahahahahah buon weekend carissima

  • Viovio, 28 Novembre 2020 @ 15:34 Rispondi

    @Ale hai ragione e mi vergogno di me stessa per essermi girata dall’altra parte. Se cerchi di flirtare con un’altra donna durante tutta la gravidanza di tua moglie e il giorno della nascita di tuo figlio, dall’ospedale, mi scrivi che non riesci a non pensare a me è molto grave. Premetto che la nostra storia iniziò qualche mese dopo, però ancora oggi mi domando il senso di quel messaggio: per quale ragione spararla così grossa, dal momento che hai sempre dichiarato che i tuoi figli sono le persone più importanti? Ripensando ai suoi gesti, come quando mi bacio’ sulla bocca mentre suo figlio di quasi un anno era in braccio, mi chiedo se si rendeva conto di quello che faceva.

  • Crocus, 28 Novembre 2020 @ 15:46 Rispondi

    @Nina bella! Idem! Era un’ansia continua, 24/24, andavo a letto e mi svegliavo con lo stesso pensiero “chissà oggi quella (la moglie) cosa altro combinerà?” La tachicardia era sempre a mille, causandomi problemi di salute. Un inferno. Dopo che lui mi ha dato una pedata nel sedere, nonostante tutto il dolore devastante e tutta la sofferenza, almeno l’ansia continua, la paura e la tachicardia erano svanite. E già solo per questo devo essere felice. Per il resto come stai? Un abbraccio!

  • Crocus, 28 Novembre 2020 @ 15:56 Rispondi

    @Vale, ho letto questo tuo commento, poi l’ho riletto e poi l’ho riletto ancora. E niente, sono così schifata che non trovo le parole per descrivere il tuo ex. Dico solo: terrificante. Capisco come ti senti credimi, il mio ex ha usato parole e frasi altrettanto vomitevoli, con l’unica differenza che non ha lasciato incinta la moglie (che poi ora chi lo sa? Non so più nulla di lui magari sono in attesa). Ti stringo forte, ciò che hai subito è davvero tremendo. Hai ragione, tu almeno ti sei liberata. Pensa alla moglie ignara di tutto ciò. Boh. Chissà come reagirebbe una moglie se da incinta scoprisse una cosa del genere… Ma lui è proprio schifoso schifoso. Ho i brividi. Ti abbraccio ❤️.

  • Vale, 30 Novembre 2020 @ 19:33 Rispondi

    @Crocus grazie di cuore! Il suo comportamento mi ha fatto talmente tanto schifo che sono passata dall'”invidia” che ho provato per mesi per sua moglie, al pensare a quanto poco lei conosce suo marito e a quella povera creatura che verrà al mondo. Io mi auguro veramente che lui, come mi ha detto giustificandomi il suo “addio”, diventi almeno un buon padre, ma ho seri dubbi. Dice che è felicissimo di diventare padre (e su questo gli credo) e che da ora in avanti vivrà in funzione di quel bambino. Sinceramente continuo a pensare che della moglie gli freghi zero, per prima cosa perché non vai in cerca di un’altra persona dopo nemmeno un anno e mezzo di matrimonio e non credo nemmeno ai suoi sensi di colpa verso di lei visto che se non fosse stato per il bambino saremmo andati avanti con la nostra relazione tossica. Anzi, pensando a tutti i suoi comportamenti credo solo che sia incapace di provare sentimenti veri come l’amore perché, nonostante quello che dice, lui vede solo se stesso e le sue voglie. Come mi ha detto lui, però, i figli cambiano la vita. Glielo auguro.

  • elleelle, 30 Novembre 2020 @ 21:35 Rispondi

    @Vale, @viovio,
    Il mio amico seriale ha tradito la moglie mentre si stavano sposando e anche quando lei era incinta. L’ha tradita sempre, non credo che ci sia stato un momento in cui non l’ha fatto. Non ho mai capito perche’ l’ha sposata, forse perche’ lui e’ un uomo bellissimo e carismatico, lei e’ dieci gradini sotto. Una donna cosi’ ti assicura almeno tre cose: agli occhi degli altri tu sarai sempre il piu’ brillante della coppia, lei sara’ sempre grata perche’ l’hai sposata e ti fara’ fare quello che vuoi. Quando si rende conto che lui si sta attaccando troppo a una nuova donna, gli fa gentilmente sapere che se non riga dritto gli toglie le mutande e lui tiene il profilo basso per un po’, pur continuando a tradirla quando possibile.
    Bella vita di m…. per tutti e due, verrebbe da dire e in effetti e’ cosi’. Anche se il loro rapporto sembra indistruttibile, in realta’ e’ basato su compromessi e falsita’. Lui non sapra’ mai se sarebbe stato davvero felice senza di lei, ne’ lei senza di lui. Adesso che ormai ha piu’ di 70 anni, non potra’ fare chissa’ che casini, per cui finira’ la sua vita di fianco a una donna che lui non ha mai amato davvero e lei di fianco a un uomo che non l’ha mai rispettata ed e’ rimasto con lui per motivi economici.
    Vi immaginate la tristezza?

  • Crocus, 1 Dicembre 2020 @ 09:58 Rispondi

    @Vale, che schifo di uomo. Non ti so dire se sarà un bravo padre o no, ma onestamente non mi sembra una persona che ha dei gran valori da trasmettere a quella creatura. Hai fatto bene a staccarti da un miserabile così, uno che mentre la moglie stava soffrendo per un aborto lui pensava di andare a scopare. È terribile se ci pensi. Sono contenta per te Vale che sei fuori da tutto questo marasma, pensa che FORTUNA hai avuto a non avere più a che fare con un essere immondo. Per me quelli che mettono la moglie incinta mentre hanno l’amante sono davvero i peggiori dell’universo. In quanto amante sarei morta probabilmente a sapere una cosa del genere quindi non oso davvero immaginare il tuo dolore. Ti stringo forte Vale ❤️

  • cossora, 1 Dicembre 2020 @ 12:43 Rispondi

    ‘dice che è feliccissimo di diventare padre’ perchè le sue parole arrivano ancora alle tue orecchie @Vale?
    Levati dai piedi. Basta. Vieni via.

  • Vale, 1 Dicembre 2020 @ 19:34 Rispondi

    @Crocus sono praticamente “morta” due volte. La prima quest’estate quando mi aveva detto della prima gravidanza. La seconda qualche giorno fa quando me lo ha detto nuovamente. Soprattutto per la superficialità e la completa mancanza di sensibilità che ha avuto e che sta avendo nei miei confronti. Per lui dovremmo rimanere “amici”, io dovrei essere contenta per lui, dovremmo sentirci tranquillamente a livello lavorativo, ridere e scherzare quando lui chiama o passa e fa le sue battutine del cavolo, ma senza più andare oltre. Insomma io dovrei imparare a stare “al mio posto”, tant’è che si è premurato di mandarmi dal niente dei messaggi per avvisarmi quando gli sono stati dati dei giorni di riposo, per farmi capire che per sbaglio io non gli scrivessi o lo chiamassi (cosa che voglio e devo evitare in tutti i modi). Alla mia domanda “per quale motivo mi dici questo?” ovviamente non ha nemmeno risposto.
    Il fatto di dover avere comunque un legame con lui dal punto di vista lavorativo mi crea non pochi problemi, devo ammetterlo. Sto cercando un altro lavoro, ma ahimè è difficilissimo e soprattutto non voglio mollare un lavoro che, comunque, mi piace e che porto avanti da 4 anni accontentandomi magari di qualcosa a caso per non vederlo più, e poi rovinarmi la vita anche dal punto di vista professionale.
    Mi rendo conto che il percorso che ho davanti è difficile, ma non voglio più che lui abbia potere su di me e sulla mia vita.

    @elleelle anche il mio ex è così, una persona carismatica, egocentrica, convinto di sé e dei suoi mezzi. Lei l’ho vista poche volte, ma, ripeto, non credo che lui la ami, probabilmente lui non sa proprio amare. Venire in cerca di me poco dopo l’aborto e comunque stare con me ben sapendo che il test di gravidanza era positivo, beh, dice tutto.

    • alessandro pellizzari, 1 Dicembre 2020 @ 21:24 Rispondi

      Lui è senza vergogna

  • Viovio, 1 Dicembre 2020 @ 21:22 Rispondi

    @Vale io ho provato invidia nei confronti della moglie per tantissimo tempo, invidia e gelosia che mi facevano stare malissimo ed ora mi do della stupida perché quella donna è una vittima.
    La penso esattamente come te, loro non hanno idea di chi sia veramente il loro marito e credo sia meglio così. Fare un figlio quando si ha l’amante è inconcepibile oltre che crudele, però ci sono persone talmente scellerate in grado di realizzarlo.
    Mi sarebbe piaciuto tantissimo avere un altro figlio, ma visto i problemi con mio marito non mi sognerei mai di mettere al mondo un’altra creatura, i figli si fanno quando ci si ama sul serio, cosa potrà mai trasmettergli un uomo del genere?!?
    Anche il mio ex diceva che i figli non c’entravano nulla con la moglie, lui amava i bambini e lei era esclusivamente il “mezzo”. Credo che queste affermazioni siano orribili.
    Forza cara @Vale, sei stata fortunata a liberarti di un essere di questo genere

    • alessandro pellizzari, 1 Dicembre 2020 @ 21:28 Rispondi

      Chi fa un figlio con il matrimonio pregiudicato dal tradimento di disprezza anche suo figlio

  • Viovio, 1 Dicembre 2020 @ 21:42 Rispondi

    @Vale averci a che fare sul posto di lavoro è sicuramente difficile, però mettere in discussione la tua carriera per un coglione della sua portata non ne vale la pena. Al giorno d’oggi trovare un impiego sicuro è quasi un’utopia, non commettere questo errore a maggior ragione se ami il tuo lavoro.
    Fatti aiutare e inizia subito un cds totale, devi disintossicarti da tutto il male che ti ha fatto.
    Ti abbraccio

  • Oldplum, 1 Dicembre 2020 @ 22:22 Rispondi

    Cara @vale, quest’uomo NON ha idea di cosa sia avere un figlio già quando si è innamorati, figurati quando si considera la moglie una incubatrice.
    Un figlio è un frullatore che mette a rischio nei primi suoi mesi (diciamo 3 anni) di vita non solo la salute mentale degli adulti ma anche la tenuta delle coppie più salde.
    Sai cosa pronostico? Questo schifo d’uomo inizierà a cornificare di nuovo l”incub..ops..moglie..entro qualche settimana dalla nascita del povero sventurato. Se non già durante la gravidanza.
    Stai in campana. Questo è un animale.

  • Maddy, 1 Dicembre 2020 @ 22:52 Rispondi

    @Vale ti prego allontanati più che puoi.
    Un uomo che si comporta in quella maniera, in quella determinata situazione, non ama nessuno, nemmeno se stesso. Se avesse la consapevolezza del modello che è e sarà per suo figlio non penserebbe nemmeno per un secondo di agire in quella maniera, agirebbe per preservare la sua dignità di essere umano, l’amore per sé e per suo figlio, ad ogni costo.
    14 anni… la mia amica… un’infinità. Sii forte Vale

  • Crocus, 1 Dicembre 2020 @ 22:52 Rispondi

    @Vale, che schifo. Riesco a dire solo che SCHIFO. Mio dio dai ragà, ma come sono messi? È una roba agghiacciante, allucinante, terrificante. Mi spiace per la parte lavorativa, anche io sto cercando un altro lavoro (lui se ne è andato da lì ma la merda che mi ha lasciato è tanta) ma è davvero difficile ora. Vale fatti forza, non c’è altro da dire e ringrazia tutti i santi dell’universo perché la storia sia finita. Che orrore.

    Anche il mio ex è carismatico, egocentrico, convinto di sé e dei suoi mezzi, poi quando ha dovuto fare una scelta ha dimostrato di essere una merda.

    Ti abbraccio e scrivi qui, ti aiuterà tanto nel processo della guarigione. ❤️

  • Vale, 2 Dicembre 2020 @ 16:55 Rispondi

    @cossora mi ha chiamata due volte dopo avermi detto della gravidanza. La prima il giorno dopo, la seconda lunedì, ci siamo dovuti sentire per una questione di lavoro e ovviamente ha voluto ribadire la cosa…
    @Viovio concordo con te sul fatto di evitare di fare figli se manca l’amore. Lui, però, a parole la ama (anche se da quando lo conosco non ho mai usato il termine “amore” parlando di lei). Nei fatti, mi spiace, ma non tradisci una persona se la ami, non ti passa nemmeno per la testa. E’ come quando dice a me che ci tiene, che se solo ci fossimo conosciuti prima sarebbe tutto diverso, sono menzogne di un essere senza una morale e senza nessun principio.
    @oldplum è la stessa cosa che penso io. Forse nei mesi della gravidanza e nei primi mesi l’entusiasmo per l’erede lo terrà lontano da altre donne (forse perché con il problema del covid ha molte meno libertà di prima), ma poi ricomincerà di nuovo perché lui è così. E una persona come lui non può cambiare.
    @Maddy lui si ama, e molto. E’ egocentrico, convinto di essere perfetto e infallibile. Peccato che non sappia amare nessuno quanto ama se stesso.
    @Crocus le parole che usi sono le stesse che ho usato io con lui nelle telefonate che mi ha fatto. La sua completa mancanza di moralità e di decenza mi ha lasciata schifata, delusa, arrabbiata, svuotata, un insieme di sensazioni brutte che spero di lasciarmi alle spalle presto.
    Ho scoperto questo blog per caso, ma ringrazio quel giorno in cui è successo, perché ascoltando e leggendo Alessandro e leggendo tutte voi mi sento meno sola e inizio a convincermi che tutto questo senso di schifo passerà e finalmente potrò riprendere la mia vita. Grazie di cuore.

  • elleelle, 4 Dicembre 2020 @ 14:50 Rispondi

    @Vale
    Lui a parole ama la moglie, amava te, amava quella prima e amera’ quella dopo. E’ un uomo che da’ aria alla bocca e non ha alcun rispetto per nessuno. La previsione di @Oldplum e’ anche la mia, appena avra’ un po’ di liberta’ per farlo, tradira’ di nuovo. Sara’ tanto stressato dal piccolo e dalla moglie che non ha piu’ attenzioni per lui, che nella mente avra’ tutte le giustificazioni per rifarsi l’amante.
    Se dovesse capitare, torna ad aggiornarci, mi raccomando! Ma nel frattempo prenditi cura di te stessa, mentalmente soprattutto. Hai avuto la fortuna di perdere una persona che non avrebbe potuto darti niente di solido. Ripetitelo tutte le volte che hai dei dubbi.

  • Vale, 4 Dicembre 2020 @ 18:24 Rispondi

    @elleeelle grazie. Le vostre previsioni sono anche le mie. Sicuramente nei primi tempi ci sarà l’entusiasmo per l'”erede”, ma quando si sentirà messo in secondo piano cercherà nuovamente di trovare una distrazione. Per una volta vorrei sbagliarmi, ma dubito che sia così.

  • Abby, 10 Dicembre 2020 @ 11:40 Rispondi

    Vale..che dire…in questa tua storia mi rivedo in tante cose…mi spiace molto,anche il mio ex,lavoriamo nella stessa azienda,riusciva a giustificare ogni sua orrenda azione e riempirmi di belle parole per tenermi legata a lui per i suoi sporchi usi.
    Alla fine…5 anni non prova quello che provo io..mi ha detto,quando gli ho chiesto di stare insieme veramente(tu pensa…si è pure separato che occasione ho pensato)mi ha detto questo..che tra noi non funzionerebbe…e altre balle assurde che ti lascio immaginare….ma da sposato nessun ostacolo x i suoi bisogni….
    Sono in cds assoluto da più di un mese…e siccome se pure beccato il covid,non l’ho visto per molto tempo…ti dico una cosa…anche io prego per trovare un altro lavoro,lo incrocio e guardo altrove per me non esiste più sto soggetto.E bloccare TUTTO e chiudere ogni spiraglio è salvezza…non vederlo mi ha aiutata…sto piano piano trovando la pace e sto smettendo di piangere. Notti insonni,ansia,per chi?Per uno che ama solo se stesso..e mi ha considerata la parentesi del suo matrimonio noioso….ma il tempo e la psicoterapia aiuta.. possiamo farcela…grazie per questo articolo Alessandro un abbraccio a tutte.

    • alessandro pellizzari, 10 Dicembre 2020 @ 13:18 Rispondi

      sai 5 anni non sono sufficienti pe rinnamorarsi ma per scopare sì…

  • Ariel, 9 Gennaio 2021 @ 14:52 Rispondi

    alessandro pellizzari, 27 Novembre 2020 @ 18:15Rispondi
    ci sono i deboli e i seriali che sono la maggioranza, ma anche gli sciacalli, gli amorali, gli intoccabili

    @CaroAlessandro
    E oltre a questi

    Il famoso “ CAMPA CAVALLO”
    va aggiunto a tutti gli altri!!!

    Sai me lo hai ricordato leggendo
    La tua frase di oggi su tua page publiche Facebook!

    Così giusto per esercizio positivo
    Te lo ho aggiunto qui e lì

    Le tue frasi del oggi aiutano infatti a stare Benissimo!!!

    Disegno molto e rido tanto!
    Grazie!

  • Aurora, 18 Gennaio 2021 @ 12:25 Rispondi

    vivo lo stesso tuo dolore e fa male male da morire!! Si muore dentro piano piano, ti senti soffocare, ti senti di impazzire,nulla ha più valore e pure non sono una ragazzina alla prima cotta……ma fa ancora più male!
    Come si fa ad andare avanti?

  • Vale, 18 Gennaio 2021 @ 13:32 Rispondi

    @Aurora io non so dirti come si fa ad andare avanti, perché sto cercando di capirlo anche io, ma ti dico solo che dobbiamo andare avanti. Non possiamo continuare a distruggerci per uomini che non hanno avuto il minimo rispetto per noi.
    Io non lo sento dal 22 dicembre, ci sono state solo un paio di mail di lavoro. Oggi ero in ufficio e ho visto il numero dell’altra sede, sapevo che era lui. Ho risposto io perché l’altra collega non c’era. Quando ha sentito che ero io ci sono stati 10 secondi di silenzio totale, penso volesse riattaccare subito, poi ha detto solo “ciao, mi passi XXX?”
    Alla fine siamo diventati due estranei, lui mi sta evitando in tutti i modi possibili, ci sono stati infatti altri episodi che ora non sto qui a raccontare con cui lui ha voluto lanciarmi messaggi più o meno espliciti sul fatto che non vuole avere nessun contatto con me, anche se io ero già in cds da inizio dicembre e non intendevo interromperlo.
    Fa male, tanto male, perché sapere che una persona con cui c’è stato tanto, adesso è diventato un totale estraneo non è mai bello. Ma in situazioni in cui quel tanto è stato anche tanto male, allora forse la scomparsa totale è la cosa più salutare che ci possa essere. Il tempo aiuterà sicuramente, io confido in lui, in certi giorni sto meglio, in altri ricado nello sconforto più grande, ma so che è un percorso in salita in cui sono ancora all’inizio. Devo accettarlo e combattere, anche quando sarò stremata, anche quando non ce la farò più, perché non posso permettere a lui di vincere ancora.

  • Viovio, 18 Gennaio 2021 @ 17:47 Rispondi

    @Vale brava, non mollare, fallo soprattutto per te stessa e la tua dignità. Capisco il tuo stato d’animo, però il suo atteggiamento distaccato che si è accentuato dopo il cds è una strategia, fidati hai colpito nel segno, ora lui sa che non sei più disposta a farti trattare come una pezza.
    Se può consolarti sappi che i primi due mesi di cds sono i più tosti, non dico che il dopo sarà una passeggiata ma intanto hai avviato una buona disintossicazione da cialtronzo
    Ti sono vicina

  • elleelle, 18 Gennaio 2021 @ 18:39 Rispondi

    @Vale
    Piu’ ti sta lontano e mantiene le distanze, meglio e’ per te, perche’ ti permette di andare avanti e dimenticarlo.
    Il tuo ex l’ha fatta trpppo grossa, se anche dovesse tornare tu non potrai mai piu’ dargli fiducia, quindi e’ giusto che tu consideri questa storia come finita per sempre e metta tutto il tuo impegno nella tua vita futura.
    Questo e’ il periodo peggiore, ma passera’. Due mesi sono pochi dopo quello che e’ successo, ci vuole piu’ tempo ma ce la farai sicuramente. Ogni volta che ti torna in mente, pensa che e’ un verme e che grazie al cielo non e’ il tuo compagno.

  • Vale, 18 Gennaio 2021 @ 18:47 Rispondi

    @Viovio grazie! Non so se la sua sia una strategia o abbia subito veramente una “illuminazione” e abbia messo la testa a posto (ti dico solo che alcuni colleghi mi hanno riferito la sua volontà di non voler più passare in sede per evitare troppi contatti extra per via del covid visto che ha una moglie incinta a casa e non vuole rischiare di ammalarsi…), ma devo iniziare a non farmi più toccare dalle sue cose. Oggi quando mi ha chiesto di passargli l’altra persona, gli ho detto “certo, ciao” e ho passato all’istante la chiamata senza lasciare tempo di replica.
    Sono praticamente certa che non si aspettasse di sentire me e che abbia avuto la tentazione di riattaccare visto il lungo silenzio. Se così fosse vuol dire che lui si sta facendo addirittura più problemi di me nei miei confronti.
    Alcuni giorni mi sento più forte, altri faccio fatica a vedere una luce, ma come detto sto combattendo una delle battaglie più dure della mia vita, e non posso permettermi di perderla.
    Lui ha distrutto la mia serenità ritrovata dopo un’altra brutta delusione, lui mi ha preso in giro, umiliata, trattata male, rovinato la mia autostima e infine scartata. Credo di avergli dato fin troppo importanza, fin troppo tempo.
    So che ci saranno ancora tanti giorni difficili, tanta rabbia e tante lacrime, ma so anche che ne uscirò, perché io non sono la persona che lui ha rovinato, io sono molto di più.

  • Azzurra, 18 Gennaio 2021 @ 19:16 Rispondi

    @Vale e @Aurora è proprio l’indifferenza del dopo che ti fa male. Questo sentirlo estraneo, sconosciuto, la nostra testa, il nostro cuore fa troppa fatica a unire queste due visioni di lui: quello di prima, quando ti ha fatto sentire amata, pensata, voluta e quello di dopo : quando ti ha fatto sentire all’improvviso non più amata, non più pensata non più voluta. È il fatto che tutto all’improvviso sia cambiato che fa male, non c’è stato un processo graduale che avrebbe sicuramente aiutato a metabolizzare il tutto sicuramente in tempi più brevi. Io a distanza di mesi faccio ancora fatica a pensarlo e vederlo come un estraneo eppure è così

  • Stella2, 18 Gennaio 2021 @ 19:56 Rispondi

    Cavolo @Vale bravissima! Non mollare mi raccomando. Sei proprio una donna forte. E sono d’accordo con @Viovio, quello di allontanarsi per farti percepire il distacco è tutta una tattica, più tira l’elastico e più farà male quando tornerà indietro. È incommentabile, sul serio, dire che è uno stronzo è fargli un complimento. Ti abbraccio

  • Viovio, 18 Gennaio 2021 @ 20:25 Rispondi

    @Vale io sono in cds da 4 mesi o giù di lì, ho perso il conto e lo interpreto come un buon segnale, all’inizio guardavo il calendario e mi ripetevo: 5 giorni senza sentirlo, poi 6, 7 e così via, pensa come stavo, ma la rabbia brucia ancora parecchio non per non essere stata scelta ma x la presa in giro. Il fatto di evitare contatti non lo interpreto come gesto d’amore nei confronti della moglie, un uomo che combina lo schifo che ha fatto lui non sa nemmeno dove stiano di casa i sentimenti! Semplicemente sua moglie sarà in preda agli ormoni, visto i problemi della precedente gravidanza interrotta sarà terrorizzata (poveretta la capisco) e gli farà due coglioni quadrati sulle misure di sicurezza da adottare. L’altalena delle emozioni è normale, concentrati su di te ed evita qualsiasi chiacchiera riguardi lui! Sei giovane, single e senza vincoli ti auguro di trovare al più presto qualcuno che sappia renderti felice e non una persona orribile come il tuo ex.
    Un bacio

  • Stella2, 18 Gennaio 2021 @ 20:26 Rispondi

    @Vale io non conosco bene il tuo ex, ma da quello che ci hai raccontato di lui non mi sembrerebbe possibile sia uno in grado di mettere la testa a posto… poi magari tutto è possibile, ma non ne sarei sicura. Quando dice che vuole evitare di venire in sede per il covid perché la moglie è incinta, di sicuro è una scusa per non vederti, non avere modo di potergli sbattere in faccia la tua indifferenza e anche farsi “desiderare” (se non lo vedi, magari pensa che sentirai la sua mancanza, lui non sa che invece stai facendo un percorso di guarigione da questa relazione) e per lui egoisticamente per non avere tentazioni. Il silenzio al telefono potrebbe essere dovuto al fatto che sia stato spiazzato dal sentirti, se avesse voluto mettere giù, penso che lo avrebbe fatto. Di certo non si merita la tua ben che minima considerazione ed hai fatto bene a trattarlo con distacco. Non merita nemmeno di fare parte dei tuoi pensieri.

    • alessandro pellizzari, 18 Gennaio 2021 @ 21:20 Rispondi

      Uno che mette incinta la moglie Mentre ha l’amante non lo spiazza nulla è non ha remore o vergogna di nulla

  • Viovio, 18 Gennaio 2021 @ 20:27 Rispondi

    @Stellina ciaooo è un pezzo che non ti leggo come stai?

  • Crocus, 18 Gennaio 2021 @ 21:51 Rispondi

    @Vio, confermo, è un buon segno! Oh, comunque tutte uguali siamo :(. Pure io contavo fino al minimo secondo, ma roba da pazzi e che perdita di tempo inutile però ahimè è un passaggio quasi “obbligatorio” direi.

    @Vale, che dire, quello che ti ho già detto. Uno stronzo di dimensioni colossali. Posso capire quanto faccia male. Le storie che nascono in ufficio e che poi finisco male devono essere una tortura senza precedenti se entrambi sono ancora nella stessa azienda. Però tu fai bene a concentrarti su di te. Lo so che è più facile a dirsi che a farsi ma credici, ci siamo passate tutte. E se ce l’ho fatta io (quasi) vista la portata della mia storia (non sto sminuendo le altre che sia chiaro, però gestire insieme moglie pazza marito arrabbiato gente che smette di parlarti e ex amante che ti prende per il culo non è stata proprio una passeggiata, ecco) ce la puoi fare anche tu, ce la possono fare tutte! Ti abbraccio Vale e sfogati qui, troverai sempre un consiglio, una parola di conforto, che per quanto sia tutto solo in versione digitale, è comunque un aiuto infinito. Senza questo spazio sarei crepata credo.

  • Crocus, 18 Gennaio 2021 @ 21:57 Rispondi

    @Stella2 mi unisco a @Vio che fine hai fatto? Come stai? Un abbraccio!

  • Vale, 19 Gennaio 2021 @ 15:14 Rispondi

    @Azzurra esatto, anche a me è mancato il processo graduale. Passare dal sentirlo tutti i giorni, stare insieme etc, al nulla totale non è facile, come non è facile ricevere telefonate come quelle di ieri, dove capisci che lui non vuole avere più nulla a che fare con te o vedere che apposta non risponde alle mail di lavoro o sentire alcuni colleghi che ti chiedono come mai non sai più niente di lui visto che eravate amici. Avrei preferito un discorso chiaro e definito, anche un taglio netto, ma con almeno un chiarimento finale. Così ti resta quella sensazione di “scarto” di cui abbiamo già parlato, di avere a che fare con un bambino che si stanca del suo giocattolo e lo butta via. Ma questo per quanto schifo faccia, deve essere anche una spinta per non tornare più indietro e impegnarsi a cancellarlo.

  • Vale, 19 Gennaio 2021 @ 15:25 Rispondi

    @Stella2 purtroppo lui nei miei pensieri c’è ancora molto, più di quanto vorrei, ma io sto lottando con me stessa per cercare di indirizzarli su altro.
    Penso anche io che lui non mi voglia vedere per non avere tentazioni e per cercare di aumentare il distacco da me il più possibile, non so se poi questa possa essere una tecnica finalizzata al volermi provocare o al volermi “punire” in perfetto stile narcisista (in questi giorni mi sto facendo una cultura sul tema e devo dire che mi sta aiutando), in fondo penso veramente che al momento non voglia avere nulla a che fare con me perché lui è molto infantile nelle sue reazioni, quindi adesso è entusiasmato dalla gravidanza, dall’aspettare l’erede. Quando l’erede sarà uscita e si sarà abituato alla novità, forse gli tornerà la voglia di darsi alla pazza gioia, solo che in quel momento dovrà cercarsi qualcuno di diverso perché per quel che mi riguarda la delusione di lui come uomo è talmente grande che non potrei mai più nemmeno immaginare di stare con lui. Detto questo io continuerò ad essere professionale nelle mail, ma sempre con distacco e se mai dovessi riprendere una sua telefonata, farò la stessa cosa di ieri.

  • Vale, 19 Gennaio 2021 @ 15:32 Rispondi

    @Viovio grazie mille, lo spero anche io! Anche io come te provo più rabbia che altro e la rabbia è proprio per il modo in cui si è comportato perché a 40 anni uno dovrebbe essere in grado di comportarsi da uomo. Ma per lui è sempre stato tutto un gioco, anche il conquistare me lo è stato, ne sono certa. E una volta raggiunto l’obiettivo del gioco si è sentito libero di fare le peggiori schifezze. Sinceramente non so neanche se possa amare veramente la moglie (io penso di no), adesso è importante perché gli sforna l’erede, prima non si è mai fatto problemi a venire in cerca di me, quindi da lì deduco che questo grande amore in fondo non ci sia. Ma che se lo tenga, io come hai detto tu voglio una persona che sappia farmi tornare la fiducia negli uomini e che mi renda felice, lui di sicuro non saprebbe nemmeno da dove si inizia.

  • Vale, 19 Gennaio 2021 @ 15:38 Rispondi

    @Crocus grazie! Sì, questo blog sta salvando anche me perché mi sento capita quando mi date consiglie, così come mi fa bene leggervi e vedere che tante altre come me stanno lottando per riprendersi la propria vita.
    Il fattore del lavoro è quello peggiore perché anche se lui non è più fisicamente qui, alla fine è presente nelle mail, nelle telefonate, nei discorsi dei colleghi. E’ un gran casino e mi devo impegnare veramente tanto per non uscire tutte le sere con la voglia di piangere. E’ una sfida, molto difficile, ma voglio vincerla. La vedo così ormai.

  • Crocus, 19 Gennaio 2021 @ 16:02 Rispondi

    @Vale povera :-(. Tutto ciò che hai scritto è dannatamente vero e doloroso. Passare dal sentirlo quasi sempre a non sentirlo più (tutto ciò nel giro di una notte tra l’altro) è tremendo. Per tanto tempo aprivo gli occhi la mattina e verso l’orario in cui era solito scrivermi ogni giorno restavo in attesa come una mongoloide pensando “dai magari oggi mi pensa e mi scrive”. Mi vengono i brividi. Non ero io quella. Poi si, brutta sta cosa di quando ti chiedono cose su di lui e ti dicono ma eravate così amici (e nel mio caso chi dice sta frase è pure bastardo perché dalle voci sanno benissimo che c’è stato di più). Va beh Vale passerà. E proprio per questo che devi andare avanti e non guardare più indietro.

  • Ariel, 19 Gennaio 2021 @ 17:37 Rispondi

    Si scrivi bene @Ckarabella infatti purtroppo non serve sprecarci neanche una lacrima occorre ragionare e rendersi conto che purtroppo sono solo persone con un altro cervello e modo di ragionare ma non perché maschi ma perché fuori di melone proprio perché nessun adulto equilibrato tratta gli altri da oggetto da cosa
    Ovviamente una cosa non ha un anima e quindi si può usare e trattare come si vuole senza per questo aver il ben che minimo scrupolo
    Ci si può forse mettere dal punto di vista di un oggetto?
    No di certo
    I n un certo senso aiuta per staccarsi rendersi conto di questa realtà
    Come a dire che sta inutile arrabbiarsi o piangersi su
    Non è che questi cialtroni ragionano tanto equilibrati

    E quindi occorre soltanto pian pianino voltare pagina e magari proprio cambiare libro

    Fortunatamente il mondo è bello perché è vario è sempre ci sta la possibilità di avanzare al meglio per se stesse e farsi una nuova vita

    Occorre forse aiuta entrare nello spirito degli uccelli migratori che si spostano ogni stagione se scende la temperatura no problema
    CAMBIANO “LUOGO”
    Cambiare luogo interiore si può fare sempre e ricominciare tutto nel nuovo presente con lo spirito affascinante di un volo di migrazione da vita fredda del passato a vita calda nel proprio cambiamento evolutivo!!
    Buona migrazione!

  • Azzurra, 19 Gennaio 2021 @ 17:48 Rispondi

    @Vale hai perfettamente ragione. Anche io mi chiedevo come potesse passare dal sentirsi tutti i giorni al nulla assoluto senza provare nulla. Come potesse non sentire il vuoto che sentivo io. Lui è tornato varie volte e io glielo chiedevo come facesse. Rispondeva che non ero io l’unica a soffrire ma che soffriva anche lui. Io posso dirti una cosa, di certo lui non è una persona felice, ma questo non giustifica il male che mi ha fatto. Io sto andando avanti con la mia vita, per me è impensabile il fatto di tornare ad avere un rapporto con lui. Luii invece ricomincerebbe come se non fosse mai successo nulla. Ma i giorni e le notti di questi lunghi 8 mesi lo so io come li ho trascorsi. Una cosa che non so se definirla bella o brutta è che ho imparato a proteggermi da lui. È bella perché il suo gioco non lo faccio più ed è brutta perché non avrei mai immaginato di dovermi proteggere da chi amavo e da chi mi fidavo.

  • Stella2, 19 Gennaio 2021 @ 20:36 Rispondi

    @Vio, @Cro siete molto carine a preoccuparvi per me 🙂 io sto bene, voi come state? Vi leggo sempre, anche se in ritardo, purtroppo sono state settimane frenetiche causa lavoro e non riuscivo a commentare in tempo, ogni volta che lo volevo fare l’argomento era già cambiato XD in settimana vi aggiorno con calma sulla mia situazione attuale. Diciamo che sono molto serena e lo sto facendo un po’ penare. Ora elemosina attenzioni.

  • Viovio, 19 Gennaio 2021 @ 23:40 Rispondi

    @Daje Stellina fallo rosicare Ahahahahah
    Attendo newsssss
    Bacioni

  • Stella2, 20 Gennaio 2021 @ 10:54 Rispondi

    @Vale in caso di narcisisti non ne so nulla purtroppo al riguardo. Credo siano un caso completamente a parte. Se fosse un uomo normalmente egoista sarebbe solo un modo per provocarti e tenerti legata, diversamente non saprei. In ogni caso penso sia normale che lui sia ancora molto dentro ai tuoi pensieri, ma il fatto che tu cerchi di indirizzarli verso altro è segno di consapevolezza e voglia di guarire da una relazione tossica. Quando sarà ora, che tornerà perché entrato nella solita routine insoddisfacente, non ti troverà, perché tu sarai ben oltre, ne sono sicura 😀 stai già facendo un ottimo lavoro su te stessa da quello che ci racconti. Continua così!

  • Vale, 20 Gennaio 2021 @ 14:24 Rispondi

    @Azzurra esatto, anche il mio ex è così. Ogni volta che scompariva e poi riappariva, lo faceva come fosse tutto normale, come se il mio inc****** per questa cosa fosse ingiustificato, che fossi io il problema perché ingigantivo tutto. Il fatto è che per lui sentirmi o meno era indifferente (e questo dà la misura di quanto ci tenesse a me), mentre per me era distruttivo aspettare un messaggio o una chiamata che non arrivavano mai. Durante il periodo a casa in malattia, ho pensato che sapendo la situazione almeno una chiamata o un messaggio per chiedermi come stavo lo avrebbe fatto, soprattutto i primi giorni aspettavo di veder comparire il suo nome sul mio telefono. Ma non c’è stato nulla. E come dici tu, loro potranno anche far finta di niente e ricominciare da zero, ma anche io non sto dimenticando come sto vivendo da quando ho iniziato questo cds. Il silenzio, le domande, i pianti, le notti insonni, il male. Anche io non voglio più giocare al suo gioco al massacro, perché questo è quello che ha fatto con me. Credo che lui adesso sia felice e molto, non so quanto durerà, ma voglio che la sua felicità o meno non mi interessi più, perché voglio ricostruire la mia.

  • Vale, 20 Gennaio 2021 @ 14:25 Rispondi

    @Crocus esatto, anche io facevo così. Sapevo che solitamente ad un certo orario mi telefonava e i primi giorni aspettavo un messaggio o una chiamata disperatamente. Ora non più perché so che non arriverà. Pubblicavo uno stato su whatsapp e l’unica visualizzazione che aspettavo era la sua, ora so che non ci sarà più.
    Le voci a lavoro sono pesanti, anche perché secondo me qualcuno immagina che tra noi possa esserci stato qualcosa di più, ma io cerco di fare finta di nulla. Voglio andare avanti per la mia strada e lui che vada per la sua.

  • Vale, 20 Gennaio 2021 @ 14:50 Rispondi

    @Stella2 io sto leggendo parecchi articoli di approfondimento e ascoltando podcast mentre vado e torno da lavoro, proprio sul tema del narcisismo, e devo dire che molte delle cose descritte le ritrovo nei suoi atteggiamenti nei miei confronti e in molte situazioni vissute. Lui non è solo un uomo normalmente egoista, lui si è rivelato una persona con una grande cattiveria dentro, e questa cattiveria con me l’ha fatta esplodere più volte. Ma io non posso e non voglio più essere la sua vittima, né la sua discarica emotiva.
    Non so se il lavoro che sto facendo su di me sia buono o meno, so solo che ho tanta voglia di lasciarmelo alle spalle proprio per la grande delusione che lui è stato per me, prima di tutto come persona. Come ho già scritto, la vedo ormai come una sfida personale, il 31 dicembre mi sono detta che questo doveva essere l’anno della rinascita per me e per una volta vorrei riuscire a raggiungere un obiettivo per il nuovo anno!

  • Azzurra, 20 Gennaio 2021 @ 16:00 Rispondi

    @Vale l’importante è che tu ti sia accorta che i suoi comportamenti non erano solo da grande egoista ma qualcosa in più. Questo deve darti la forza per cancellarlo. Io ti capisco bene, purtroppo so di cosa parli. Qui non si tratta nemmeno di una storia di amantato finita qui si tratta di molto altro. Lui non è felice, le persone così non sono felici e non lo saranno mai ma a te non te ne deve importare. I primi tempi sono quelli più brutti ma poi andrà meglio. Tu non perdere mai di vista il tuo obiettivo e cioè quello di tenerlo fuori dalla tua vita e in più devi avere il controllo sulle tue emozioni quando lo incontrerai. Non far trasparire nulla, a casa se vuoi piangi ma davanti a lui non farlo mai. Fai come se lui non esistesse e come se non fosse mai esistito. Io da maggio non gli ho più rivolto la parola e quando me lo trovo davanti, per me lui o il muretto dove mi appoggio per allacciarmi le scarpe sono la stessa cosa.

  • Ariel, 20 Gennaio 2021 @ 16:55 Rispondi

    @Vale tutto quello che stai facendo per la tua rinascita da e darà sicuro i suoi frutti e fai benissimo a cercare di tua iniziativa a cercare di capire meglio con chi hai avuto una relazione così distruttiva e dolorosa per te stessa.

    Infatti leggendo qui i tuoi post hai giustamente messo in evidenza una caratteristica tipica di vero Narci o meglio di vero manipolatore a alto impatto è quello di fare danno in mille modi diversi poi scompare poi riappare COME SE NULLA FOSSE ACCADUTO
    E questo lo sottolineo perché avrai penso letto che la mancanza di empatia NON CONSENTE DI RENDRSI CONTO DEL MALE FATTO AGLI ALTRI

    Queste persone sono talmente centrate SOLTANTO SU SE STESSE E SI RITENGONO IN CREDITO VERSO IL MONDO INTERO

    Un meccanismo nefasto e perverso che li porta a ferire gli altri senza averne un na vera consapevolezza dopo

    Cioè ciò che fanno di male lo fanno apposta ovvio il loro scopo è beneficiare dei loro bisogni INFISCHIANDOSENE DEGLI ALTRI TOTALMENTE

    In più e qui ti testimonio la mia esperienza vissuta con ex Narcisista di tipologia Borderline
    In più in questo caso ad esempio oltre ai su citati motivi ci sta aggravante che hannomconfusione temporale tra quanto tempo ad esempio sia passato da un vedersi o meno fanno KASINO inenarrabile!!!

    Gente da LASCIARE E STOP

    Inutile prendersela con dei muri di pietra che se ti cade addosso distrugge ma sempre pietra priva di sentimenti autentici resta.

    Vale la tua promessa a te stessa del 31 dicembre e la tua DETERMINAZIONE A RINASCERE
    Danno il risultato ASSICURATO DELLA TUA VERA RINASCITA!!!

    Forza @Vale !!!!
    C’è la fai già benissimo e sempre al meglio!

  • Vale, 21 Gennaio 2021 @ 11:40 Rispondi

    @Azzurra leggendo e ascoltando i podcast mi sono resa conto che i miei sospetti sui suoi tratti narcisisti erano fondati. Le umiliazioni, le manipolazioni, i “silenzi puntivi”, l’assenza totale di empatia e molte altre cose mi hanno fatto ripensare a episodi, suoi atteggiamenti, etc. Hai ragione tu, quando dici che non è solo questione di un amantato finito, ma una ferita molto più profonda. Non farò mai più trasparire emozioni quando avrò a che fare con lui, se solo ripenso a quando rideva al telefono mentre io piangevo mi vengono i brividi. L’altra volta e stamattina quando ha chiamato ho percepito tutto il distacco possibile da parte sua, anche il fatto di usare il mio nome per intero, sono tutte cose che fa perché vuole farmi pesare la sua indifferenza. Non so se come tattica per riuscire ad allontanarmi o, al contrario, per vedere se ottiene una reazione da parte mia (in passato era successo) per riallacciare un qualche tipo di conversazione. Una mia amica mi ha detto che secondo lei anche per lui non deve essere facile vivere questa situazione perché anche lui ci starà male. Io non ci credo, ma prorpio per nulla, io penso solo che lui sia completamente indifferente e incapace di provare sentimenti o immedesimarsi nelle sue vittime. Agisce semplicemente in base a quello che fa comodo a lui e che porta vantaggio a lui, tutto il resto non lo tocca, di sicuro non come posso stare io.

  • Vale, 21 Gennaio 2021 @ 11:47 Rispondi

    @Ariel grazie. Sì, lui è esattamente così. Da tutti i discorsi fatti ho capito che lui non si rende minimamente conto del male che mi ha fatto, ma non perché faccia finta, ma proprio perché completamente privo di empatia. Fa e disfa, usa le persone per convenienza, cerca solo il suo tornaconto, ha comportamenti manipolatori (anche a lavoro molti sottolineano questo suo tratto di banderuola che parla male di tutti in base a chi gli è più utile in quel momento). Lui vede solo se stesso, i suoi interessi, credo che anche questa riscoperta di amore e quasi venerazione per la moglie siano dovuti solo al fatto che in questo momento lei ha nella pancia la tanto agognata erede e quindi questo lo rende speciale. Sarà interessante vedere come sarà il loro rapporto tra uno o due anni, ma io sinceramente voglio fregarmene.

  • Azzurra, 21 Gennaio 2021 @ 19:35 Rispondi

    @Vale quando descrivi il fatto che lui ti chiama usando il nome per intero mi hai fatto venire in mente una cosa che il mio faceva sempre e che ancora adesso quando ci penso mi fa venire l’ansia. Lui mi chiamava sempre “amore” ma sai come capivo quando le cose si stavano mettendo male? Quando all’improvviso cominciava a chiamarmi per nome usando un tono freddo e distaccato. È difficile spiegarlo ma solo ricordarlo mi fa male, lui in quei momenti aveva la lucidità e la freddezza di considerarmi già estranea, di considerarmi già fuori dalla sua vita. @Vale io credo che lui lo faccia di proposito, cerca una tua reazione ma non per avere di nuovo un rapporto con te vuole soltanto vedere la tua sofferenza e soprattutto la tua non indifferenza nei suoi confronti. Non sono d’accordo con la tua amica. Per quanto lui possa trovarsi in una situazione di instabilità, confusione ecc. nulla giustifica quello che è stato il suo comportamento. Tu sai cosa hai vissuto, tu sai quanto lui sia stato crudele, tu hai sentito il dolore che ti ha provocato la sua insensibilità non ti serve che qualcuno convalidi il tuo sentire e il tuo vissuto e soprattutto sei tu ad aver bisogno di comprensione non lui. Anche perché lui non mi sembra che ne senta il bisogno, da come lo descrivi io non lo vedo un uomo sofferente in preda ai sensi di colpa e in cerca di comprensione anzi! Allora perché bisogna sforzarsi di comprendere lo schifo che ha fatto?

  • Vale, 21 Gennaio 2021 @ 20:40 Rispondi

    @Azzurra anche secondo me lo fa volutamente quando nelle mail o nelle telefonate usa il nome per intero, è come se volesse farmi capire che lui mi ha cancellata e probabilmente vorrebbe percepire da pare mia una qualche reazione, una telefonata, un messaggio, qualsiasi cosa, ma come dici tu, non per ricominciare una relazione, semplicemente per farmi ancora del male e perché vorrebbe che gli mostrassi il mio dolore di nuovo, perché prova piacere con queste cose. Visto che si è messo a ridere mentre io piangevo al telefono, probabilmente si diverte a sapermi disperata.
    E ti confermo che non è in preda a nessun senso di colpa, anzi…lui vive sereno e tranquillo. Quindi da parte mia non ci sarà mai più nessuna comprensione o nessuna giustificazione per lo squallore dei suoi comportamenti.

  • Azzurra, 22 Gennaio 2021 @ 13:03 Rispondi

    @Vale ridere mentre tu piangi rappresenta perfettamente lo schifo che lui è e va di pari passo con tutto ciò che hai raccontato di lui. Sii più fredda di lui, metti ancora più distanze tra voi, fagli provare cosa significa essere una persona invisibile e soprattutto non far trasparire nessuna emozione. Molte persone sono così frustrate che traggono piacere nell’infliggere sofferenza agli altri. Il mio in primis

  • Vale, 22 Gennaio 2021 @ 21:54 Rispondi

    @Azzurra so che il tuo consiglio lo devo seguire, devo riuscire a creare sempre più distacco da lui, ma ogni volta che lo sento è come se facessi un enorme passo indietro. Non è che mi manchi lui, è che faccio fatica a superare il fatto che mi abbia scartato così, da un giorno all’altro. Mi sono fatta una cultura in tema di narcisismo e come detto riscontro tutti i vari dettagli in lui e nei suoi comportamenti, quindi so che anche il sentirmi uno schifo con l’autostima distrutta dipende dalla manipolazione che ho subito da lui, ma il ricostruire l’autostima che lui mi ha fatto perdere è veramente difficile

  • Azzurra, 22 Gennaio 2021 @ 23:12 Rispondi

    @Vale capisco perfettamente quello che provi. Purtroppo è tutto dannatamente uguale anche e soprattutto lo stato psicologico in cui queste storie malate ti lasciano. È questa la cosa che fa più male, è questo il lavoro più difficile da fare. Quello su di noi. Ma che vadano pure all’inferno, loro ed il loro amore malato, il loro egoismo e il loro non saper amare nessuno. Il tempo ti aiuterà a dimenticare ma per poter andare avanti hai bisogno di capire quello che ti è successo. È la consapevolezza che metterà la parola fine a tutto. Coraggio ❤️

  • Ariel, 22 Gennaio 2021 @ 23:27 Rispondi

    @Vale sicuro occorre il proprio tempo per riprendere le proprie energie
    È un vantaggio enorme per te e chi come te si è informato nel dettaglio di queste relazioni tossiche con Narcisista o meglio grande manipolatore negativo
    Il fatto che tu sia a conoscenza del come funziona la dinamica che sempre uguale indipendente dalla persona significa moltissimo
    Perché ovviamente questo esclude il fatto di sentirsi noi quelle che razionalmente non siamo state scartate come aver preferito altre ,ma semplicemente perché così è il loro schema di comportamento in ogni relazione che hanno con chiunque non soltanto tra partners ma pure amici parenti colleghi tutti

    Sfruttamento e punto
    Quindi già capire razionalmente che non sei tu che non anadavi bene a lui ma chiunque riceve la stessa identica fase aiuta sicuro a risorgere nella propria autostima

    E soprattutto aiuta tanto porsi piccoli obbiettivi di cose da realizzare nella propria vita nuova
    Iniziare a progettarle e farle come a dare una azione concreta tangibile di ripresa della propria energia che va rivolta a se stesse nelle cose che più ci possono attrarre

    Occorre tempo e ognuno ha il suo
    Le “ vittime temporanee” sono state svuorptate di energia
    Infatti ricordo bene che subito dopo stavo veramente come un robot non mi riconoscevo più ero così stanca sempre stanca avrei voluto dormire eppure soffrivo tanto di insonnia

    Poi poco a poco facendo anche terapia e pensando a fare cose nuove nella mia vita è a conoscere persone nuove piano piano si rinasce
    La conoscenza informazione di cosa significhi relazione tossica è un asse portante della propria rinascita !
    Forza @Vale!!!!
    C’è la fai e farai al meglio!!!

  • cossora, 23 Gennaio 2021 @ 10:09 Rispondi

    @Azzurra io invece sono d’accordo con l’amica di @Vale. Lui è ignorante e gretto.
    E’ uno che fa la corte a un’altra dopo l’aborto della moglie.. poi sparisce, poi torna con la moglie incinta.
    Mi vengono in mente quelle figure grottesche che vivevano isolate in mezzo ai monti e che negli inverni più rigidi se non scopavano la moglie andavano nell’aia e scopavano le galline.
    Uno che per manifestare il distacco chiama per nome è un coglione, non uno stratega.

  • Oldplum, 23 Gennaio 2021 @ 16:35 Rispondi

    @vale, perdonami. Le parole contano molto nel creare il proprio dolore fisico ed emotivo. Se continui a dirti che sei stata “scartata” o che sei uno “scarto” amplifichi insensatamente il dolore che provi. Non sei uno scarto, non sei stata scartata. Lui non ti ha mai davvero avuta perché non ti ha vissuta (peggio per lui) al 100% e dunque non poteva scartare proprio nulla, niente.
    Tu ti stai liberando di un uomo senza coscienza che ha trattato male tutte le persone che gli vogliono bene: te, sua moglie e chissà chi altro.
    Vorrei che per un solo secondo ti mettessi nei panni della moglie. Tu stai soffrendo. Ma lei, nella condizione attuale, cosa proverebbe venendo a sapere che uomo ha a fianco? Sarebbe devastata. Aspetta un bambino. Io sinceramente credo che tu soffra per una ferita che ti autoinfliggi pensando di non valere nulla. Pensando di non valere nulla per essere stata non scelta da un essere mostruoso con cui sei andata di tua volontà sapendo che razza di persona era (uno che scopa con l’amante con la moglie che ha appena subito un aborto).
    Pensa bene a questo. Non colpevolizzarti. Ma non soffrire per una persona che ti avrebbe comunque distrutto.

  • Azzurra, 23 Gennaio 2021 @ 17:54 Rispondi

    @Cossora sono d’accordo. È un gran coglione altro che stratega. Il fatto è che sono dei coglioni che mettono in atto strategie del loro stesso livello cerebrale

  • Vale, 25 Gennaio 2021 @ 13:28 Rispondi

    @Ariel hai ragione, quando dico che vedo in lui molti tratti da narcisista, lo dico perché il fatto del suo schema comportamentale, è uscito anche nei confronti di rapporti di lavoro con alcuni colleghi, soprattutto negli ultimi mesi. Tramite loro, infatti, sono venuta a sapere delle cose, che mi hanno confermato che il suo schema di usare le persone e poi scaricarle c’è anche in altri ambiti.
    So che devo fare un grosso lavoro su di me, pian piano lo sto facendo, e spero che questa situazione di lockdown possa finire presto, in moda da riprendere le tante piccole cose che facevo prima e mi rendevano felice.

  • Vale, 25 Gennaio 2021 @ 13:28 Rispondi

    @Azzurra hai ragione, come ti ho risposto anche nell’altro post, mi rivedo tanto nelle cose che scrivi, soprattutto quando scrivi di come ti senti e del fatto che pesi di più il loro comportamento con noi rispetto alla chiusura. Nel mio caso, ad esempio, ho dovuto rivalutare anche il pre-relazione, ovvero il rapporto di “amicizia” che ci legava. Rimpiango più quello di tutto il resto in realtà, ma so che già quello era falso, proprio per come si è rivelato lui. La consapevolezza la sto acquisendo sempre di più, giorno dopo giorno, e mi sto accorgendo che pian piano nella mia testa stanno restando solo i brutti ricordi che ho di lui, mentre i bei momenti si stanno cancellando. Credo faccia parte del percorso.

  • Vale, 25 Gennaio 2021 @ 14:11 Rispondi

    @Oldplum hai ragione in quello che scrivi. Io mi faccio del male quando mi dico che sono stata “scartata”, ma il modo in cui si è chiuso il tutto e il modo in cui si è comportato con me mi hanno fatta sentire proprio così. E’ difficile da spiegare, ma tutto quello che c’è stato negli ultimi mesi ha distrutto la mia autostima e sto cercando di recuperarla.
    Quando ha iniziato il suo corteggiamento nei miei confronti, era un periodo in cui stavo veramente bene, su tutti i piani. Ero arrivata finalmente a ristabilire un equilibrio nella mia vita, a volermi bene, e ad avere stima di me. Adesso mi ritrovo di nuovo al punto di partenza, e sto cercando di ricostruire tutto di nuovo, anche se la situazione generale non aiuta visto che si può fare ben poco per distrarsi e non si può nemmeno uscire con persone che aiuterebbero a svagarsi almeno un po’. Venerdì ho avuto un grosso crollo, nel week end mi sono ripresa, non escludo che ne arriveranno altri, ma devo avere pazienza e lavorare soprattutto su di me.
    Per quanto riguarda sua moglie, ti dico la verità anche qui, anche se so che posso sembrare cattiva. Sicuramente non voglio che venga a sapere nulla o che succeda chissà che, dopotutto ha già a fianco una persona del genere, quindi i suoi problemi ce li ha già. Spero veramente che lui possa essere stato “illuminato” e cambi veramente, se non altro per la figlia. Ma da quanto ho potuto vedere nelle poche volte in cui l’ho vista e da quanto ho saputo da persone che, invece, li hanno frequentati, c’è gran poco di buono anche in lei. Ma, ripeto, si vivano la loro vita così come sono, io vorrei veramente non saperne più nulla, ecco perché spero di riuscire a trovare un nuovo lavoro.

  • Vale, 25 Gennaio 2021 @ 14:21 Rispondi

    @Cossora la tua definizione non mi dispiace. Per quanto riguarda quello che diceva la mia amica io non ne sono convinta. Non riesco a credere che il suo comportamento sia dettato dal fatto di essere in “difficoltà” nei miei confronti o chissà cosa. Perché fosse così bisognerebbe che ci fosse un qualche sentimento da parte sua per me, che non c’è e palesemente non c’è mai stato. Ha scelto semplicemente la strada più facile, cancellarmi dall’oggi al domani come niente fosse, ben sapendo che non avrebbe più dovuto affrontarmi face to face in quanto adesso è altrove e soprattutto ben sapendo che per come sono fatta io caratterialmente non lo avrei cercato. Il chiamarmi con il nome per intero è un portare avanti questa strada, nel senso che mi vuole fare capire che lui non mi considera più e che quindi lo devo lasciare in pace, quindi hai ragione, non è uno stratega, è semplicemente un coglione, e di dimensioni molto grandi anche!

  • cossora, 25 Gennaio 2021 @ 15:15 Rispondi

    Guarda @Azzurra ringrazio il cielo di essere capitata qui perchè ho un’amica che ha ribaltato la sua famiglia per un deficiente (in qualche modo ‘suo collega’).
    Finita la cosa emotiva, la virata improvvisa verso i ‘soli’ affari mi puzza in una maniera assurda.
    Senza spaventarla le sto suggerendo cautela su tutti i fronti, su ogni controproposta, su ogni professionista che viene da lui coinvolto.
    Leggendovi mi rendo conto che ci può esser sotto una fregatura.
    Mamma che parassiti.

  • Ariel, 25 Gennaio 2021 @ 15:22 Rispondi

    @Oldplum questo tuo commento a @Vale pur essendo veramente condivisibile da chiunque legga contiene una differenza sostanziale sul

    Come mai @Vale abbia vissuto una realtà di relazione condotta pure accettando cose in effetti come tu scrivi veramente difficili se davvero si fosse in pieno LIBERO ARBITRIO FUNZIONAJTE

    Ovviamente mi pare ovvio che che nessuna persona con libero arbitrio che funziona in autostima in equilibrio continuerebbe a stare in rapporti relazione con amante che da marito ha appena vissuto la partecipazione al aborto del figlio

    Questo tuo commento dimostra scusami sai ma dimostra effettivamente che non sei documentata affatto sulla dinamica del cosa sia vivere una relazione tossica

    Questo nome TOSSICA dovrebbe aiutare a capire che non resta possibile per nessuna “ vittima temporanea “ la capacità di avere la Volontà del libero arb funzionante
    Perché già scritto milioni di post

    La dISCESA DI AUTOSTIMA è riattivata da lui CIALTRONZO Che la mette in atto attraverso il suo sistema di manipolazione negativa di cui non ci si accorge non perché soi è scemi ma è stata indotta la Dipendenza affettiva “ antica”

    E cioè venuta in luce attraverso la esperienza di relazionie tossica che TUTTI POSSONO CADERCI E VIVERSELA UGUALE

    Perché gli esperti infatti ci ricordano che tutti nessun escluso sta con conflitti antichi irrisolti

    E quindi non c’entra dirsi di tua volontà ci sei statA
    ,ma correttamente bisogna dirsi

    Ci sono stata perché stavo sotto effetto droga da dipendenza affettiva attivata da lui

    Ridotta a robottino al comando del PADRONZO CIALTRONZO + PADRONE del proprio libero arbitrio

    Il Plagio tu che sei avvocato ti ricordi il plagio
    La truffa cosa è la truffa?

    Documentarsi meglio aiuta tutte le “ vittime temporanee” ad uscirne e a chi da consigli validi come fai bene davvero tu a renderli maggiormente efficaci perché inquadrato in uno sfondo di realtà del perché dei comportamenti subiti e attuati.

  • Oldplum, 25 Gennaio 2021 @ 20:38 Rispondi

    Eh no @ariel. Appunto. Io non sono un terapeuta esperto in narcisismo né conosco i due soggetti in questione. Parlo da donna con i dati a mia disposizione.
    Seppur molto interessanti , i tuoi interventi sono carenti della competenza professionale (correggimi ma mi pare ti sia stata una vittima e non un terapeuta di una vittima). È come se io mi proclamassi esperta in diritto perché sono stata in tribunale assistita da un avvocato.
    Per cui no, non so di cosa parli. E nemmeno tu. Perché non sei un terapeuta e stai facendo consulenze su persone che nemmeno conosci.

  • Crocus, 25 Gennaio 2021 @ 20:55 Rispondi

    @Cossy fai benissimo a mettere in guardia la tua amica. E spero anche che ti ascolti. In questi giorni una mia carissima amica mi ha svelato di aver iniziato una storia con il suo capo. Mizzica mi si è gelao il sangue mi credi? E a quel punto le ho suggerito di stare molto ma moooolto attenta. Non so quanto mi ascolterà, alla fine finché non ci sbatti da sola con la testa mi sa che non ascolti. Speriamo bene. Come stai bella? Un grande abbraccio super donna! ❤️

  • Azzurra, 25 Gennaio 2021 @ 21:21 Rispondi

    @Cossora di solito sono gli altri ad accorgersi che qualcosa non quadra, chi ci sta dentro non riesce a vederlo. Io se mi fossi confidata con qualcuno sicuramente ne sarei uscita prima e i danni sarebbero stati sicuramente inferiori a quelli che purtroppo ci sono stati. Vederlo per ciò che era realmente mi faceva troppo male. Preferivo dirmi che avevo visto male, avevo sentito male. Un’amica avrebbe potuto aiutarmi a non chiudere gli occhi, ad affrontare la realtà che rifiutavo con tutta me stessa. Quello che voglio dirti è di parlarne con lei, di starle vicino anche se rifiuta di vedere la realtà per quella che è davvero. E di non stancarti di ripeterle sempre le stesse cose, perché presto o tardi inizierà a vederle. Mi auguro per lei molto presto. Se penso alla mia storia io mi vedo sola ad affrontare qualcosa molto più grande di me e a cui non ero preparata. Pensare a quei giorni mi fa male. Avrei dovuto parlarne con qualcuno

  • leilei, 26 Gennaio 2021 @ 10:13 Rispondi

    Noi non ci siamo lasciati, ma io per principio non guardo mai la sua pagina facebook e quando non usiamo wapp, elimino la chat così non mi viene proprio in mente di guardare se è online.

    • alessandro pellizzari, 26 Gennaio 2021 @ 10:57 Rispondi

      io per principio non guardo mai la sua pagina facebook e quando non usiamo wapp, elimino la chat così non mi viene proprio in mente di guardare se è online.

      Brava: se non dovesse funzionare così blocco su tutti i fronti. Se non compri il cioccolato puoi anche aprire il frigorifero: tanto lo troverai vuoto

  • Anonimo, 26 Gennaio 2021 @ 11:52 Rispondi

    Buongiorno a tutti, manco dal forum da oltre un anno e non vi leggo da allora. Sono anonimo. Sono passati due anni oramai dalla fine della storia d’amore che mi ha segnato la vita. Era solo per dirvi che la dipendenza passa, tutti quei piccoli gesti che facevi automatici pure passano. Il dolore pure acuisce. Ma l’amore no. Non c’è un giorno in cui non vi sia almeno un momento della giornata in cui mi assento e rivivo uno dei bei momenti passati insieme. Mi è rimasto solo il buono ora e la rabbia per il dolore ricevuto è svanita. Tutto vero il discorso sulla dipendenza. Però posso dire che ho amato veramente ed è ancora vivo dentro di me quel sentimento nonostante non ho più sue tracce e contatti da un anno e mezzo. Buona giornata a tutti

  • Ariel, 26 Gennaio 2021 @ 12:19 Rispondi

    @Leilei e quando è che tagli le tue relazioni affettive tutte claudicanti???

    Fai bene ed è un buon segno non fare monitoraggio social
    Sembra che tu ti stia esercitando al DOPO CHE LO AVRAI LASCIATO ANZI LASCIATI ENTRAMBI!!!!

    LIBERA !!!!!!
    Cara@Leilei

    Forza che sei forte stai a fare le prove generali del COME SAREBBE SE RIUSCISSI A MOLLARLI TUTTI?

    Forza@Leilei FINCHÉ SIAMO IN VITA CI STA SEMPRE LA NUOVA SPERANZA IN TE STESSA !

    Apri la Korazza di acciaio FREDDO che ti hanno affibbiato da piccola!!!!

  • cossora, 26 Gennaio 2021 @ 12:26 Rispondi

    @cro la mia amica ieri ha avuto l’ennesima crisi perchè dopo una di lui sparizione (un incidente poco prima di vedersi per chiudere una roba business.. no comment) ha iniziato a preoccuparsi come fosse la vedova,
    Ecco, le ho detto di andare a cercarlo nei reparti delle varie strutture e se avesse incontrato per caso le due (ex entrambe? bah..) mogli.. beh di decidere prima come presnetarsi.
    E’ in pieno corto circuito. Le ho detto che non è un eroe di guerra, anche fosse tutto vero.. non cambia quel che le ha fatto fino a ieri.
    Io sto bene grazie, con determinazione ci si muove anche dentro le complicazioni: covid, divieti e corpifuoco.

  • cossora, 26 Gennaio 2021 @ 12:32 Rispondi

    Quindi @azzurra mi confermi che devo -dolcemente non tipo lavaggio del cervello- continuare a farle presente come si è comportato fino ad ora e che se avesse voluto lei avesse le idee chiare, sarebbe stato chiaro per primo?
    Lei ad ogni mia ipotesi risponde ‘ma noo.. ma non credo arriverebbe a tanto’.

  • Dispersa, 26 Gennaio 2021 @ 13:25 Rispondi

    @Leilei fai bene.
    Probabilmente avete trovato il Vs equilibrio e se state entrambi bene così (senza far soffrire terze persone) perché no?
    Io ho scelto di non orbitare più ma di rimanere gentile quando ho deciso di chiudere… Lui mi ha detto che sono una persona alla quale va sempre tutto bene… Credo sia giusto trovare il proprio equilibrio interiore e stare bene in primis con noi stessi!!

  • Vale, 26 Gennaio 2021 @ 14:40 Rispondi

    @Azzurra concordo. Anche io quando è iniziata, ne avevo parlato solo con un’amica e lei anche con durezza mi aveva detto di non andare avanti perché lei ci era già passata e una storia così non può portarti altro se non sofferenza.
    Io all’inizio ci stavo anche riuscendo, perché comunque lui lo tenevo a distanza il più possibile, poi ho ceduto e di lì a poco è precipitato tutto.
    Quindi anche io consiglio sia a @Cossora sia a @Crocus di essere anche dure con le loro amiche, ma di cercare di farle ragionare il più possibile.
    @Crocus le storie di amantato nate sul lavoro, poi, sono il peggio del peggio, perché la sofferenza te la vivi veramente ogni minuto di ogni giorno perché la persona te la ritrovi davanti o comunque ci devi avere a che fare. Almeno per me è così e mi rendo conto che ogni volta che lo sento nominare, che leggo il suo nome su una mail, che lo sento al telefono anche solo per 5 secondi, è una pugnalata. Mi sono ripromessa: mai più con uno sposato e mai più colleghi, soprattutto se l’azienda non è grande.

  • Ariel, 26 Gennaio 2021 @ 17:32 Rispondi

    Si poi viene da dire è come se uno scrivesse a una amante donna
    Lo sapevi già dal inizio che ti stavi mettendo nei casini
    Lo sapevi già dal inizio che stai tradendo la fiducia di tuo marito
    Lo sapevi già dal inizio che il tuo amante finito di metterlo nella tua……effe tornava a casa e lo metteva in quella della moglie

    Lo sapevi da iniziò che stava a prenderti per il c…….o

    Eppure ci sei strata enne anni

    Ecco un esempio di vera ASSSIRDITA E IRREALTÀ
    Perchè ciascuna Donna Amante se ci è stata è soltanto per sopravvivere al peggio della sua vita affettiva a casa sua e dentro se stessa
    Altrimenti non si sente la necessità di avere relazione extra ovvietà

    Ecco quindi inutile e dannoso dare addosso responsabilità inesistenti quando si è vissuto sotto effetto di manipolazione pura
    Nessuno qui e fuori di qui sta deficiente al punto di darsi le martellate da sole con consapevolezza

    E quindi sarebbe ora di cercare di capire e di non farsi la guerra tra POVERE DONNE CHE LO HANNO PRESO LA LA ….

    Ma cercare di scriverti onestamente e con vera voglia di aiutarsi senza troppi ma tu non sei laureata titolata e cosucce del genere che qui non hanno nessun valore dal momento che i fatti stanno scritti i ringraziamenti ogni qualvolta qualcuno ha riconosciuto una gratitudine verso un aoiutontrobvato davvero valido

    Ecco lo ho scritto
    Se vi va leggere sono qua sempre la vostra Ariel dal alto dei cieli visto che sono un angelo senza laurea ah ah ah
    Ah ah ah

  • Ariel, 26 Gennaio 2021 @ 17:53 Rispondi

    @Anonimo ciaoooo!
    Sono molto contenta di saperti ormai ripreso rinato completamente da esperienza dolorosa che sei riuscito a rinascere
    E guarda che il fatto di ritrovarti a pensare alla Bellezza pura del tuo sincero sentimento di Amore provato è propria questa la grande differenza tra chi è stato una vittima temporanea di relazione a carattere di dipendenza

    Se ne esce le tutte noi vex vittime restiamo esattamente come qui esprimi con la nostra ricchezza e bellezza il dono di saper riconoscere ed esprimere il proprio sentimento di Amore

    È proprio su questa effettiva realtà propria che si riesce davvero a ritrovarsi e a rinascere a NUOVA VITA!!!!

    Ciao Anonimo Graz I’d per questo tuo caro intervento per me mo,to gradito e penso per tutti noi qui della “ vecchia guardia”

  • Crocus, 26 Gennaio 2021 @ 19:15 Rispondi

    @Cossy, scusa se mi intrometto nella tua conversazione con @Azzu, però si, falle pure il lavaggio del cervello qualora servisse, nella speranza che ti ascolti. La mia migliore amica ci ha provato in tutti i modi, lei devo dire lo ha fatto dolcemente ma andava sempre dritta al punto, non ha mai sbagliato una virgola di ciò che mi diceva ma io figurati se la ascoltavo. Forse se fossi finita sul blog di Ale e se avessi scoperto che la mia storia non aveva nulla di speciale ed era una delle tante, dico forse avrei aperto gli occhi un po’ di più. Dì pure alla tua amica di farsi un giro da queste parti…

  • Piccola, 26 Gennaio 2021 @ 19:16 Rispondi

    Ciao @Anonimo, sono contenta per te anche se le tue parole mi fanno scendere le lacrime perché è assurdo amare così tanto e non poter vivere l’altra persona. Spero davvero che il dolore passi nel tempo perché oggi fa troppo male.

  • Crocus, 26 Gennaio 2021 @ 19:20 Rispondi

    @Vale, si! La peggior esperienza di sempre: sposato + collega. Una combo micidiale. “Mai più” dobbiamo ripetercelo fino allo sfinimento. Pensa che nel mio caso lui non è più lì eppure è difficile da morire lo stesso perché ci sono invece le persone che ogni tanto lo nominano oppure quelle che riportano alla moglie le cose su di me. Prego ogni santo minuto di trovare un nuovo lavoro.

  • Crocus, 26 Gennaio 2021 @ 19:27 Rispondi

    @Cossy ma roba da matti… Mi fa piacere però che tu stia bene! Hai ragione, alla fine impariamo a muoverci anche dentro le complicazioni. C’est la vie :-).

  • Azzurra, 26 Gennaio 2021 @ 20:48 Rispondi

    @Cossora, penso che molto dipenda dalla fase in cui si trova la tua amica. Se lei è già nella fase in cui non riesce a comprendere i comportamenti di quest’uomo , in cui non si spiega perché lui fa e dice determinate cose, se tu la vedi diversa e sofferente… penso che in questi casi cercare di aprirle gli occhi non tanto con durezza ma facendole vedere i fatti, chiari senza lasciare spazio alle fantasie e alle speranze che quest’uomo possa cambiare, penso che sia importante che lei abbia il tuo sostegno. Ma se invece è ancora nella prima fase in cui non riesce proprio a rendersi conto con chi ha a che fare, in cui lo difende, difficilmente lei ti ascolterà. Anzi, se lui sapesse farebbe di tutto per allontanarti da lei. Io ti consiglio di parlarle ma se lei non ti ascolta di restarle cmq accanto senza spazientirti. Lei deve sapere che può contare su di te anche se non condividi, anche se un giorno le potrai dire “io te lo avevo detto”. Io nella mia prima fase non avrei cmq mai raccontato nulla perché nonostante lui già si comportasse in modo molto strano io non volevo saperne di allontanarmi, vivevo tutto accettando tutto. L’alternanza momenti idilliaci e momenti di sofferenza crea dipendenza. Nella seconda fase avrei voluto tanto poterne parlare con qualcuno ma ero nella confusione più totale ed ero sicura che nessuno mi avrebbe capita. In più non sapevo nemmeno come raccontare e cosa raccontare. Io ho perso 10 chili nella mia prima fase. Tutti mi chiedevano il perché ma io non ascoltavo nessuno, le mie amiche mi dicevano : “se vuoi parlarne io ci sono “. Ero io che non volevo

  • anonimo, 27 Gennaio 2021 @ 09:28 Rispondi

    Ciao Piccola. Alla fine per porre fine alla storia definitivamente e porre fine al suo continuo interrompere i miei cds ho dovuto fare un atto di amore per lei che non andava avanti nella sua vita (aveva interrotto il suo progetto di avere il 2 figlio da quando c’ero io) e per me che oramai ero ridotto a briciole telefoniche, ovvero ho dovuto dire una bugia. Le ho mentito dicendo che non l’amavo più e che mi ero innamorato di un’altra. Da allora è sparita. Ci è voluta una bugia. Per certi versi sono diventato un uomo migliore perché dopo di lei non ho mai più tradito per altri un uomo più triste, perché ho la consapevolezza che la cosa più bella della mia vita sia già capitata e non mi aspetto più niente di bello dalla vita. Il dolore passa, la nostalgia in alcuni giorni è pesante, ma si va avanti. Due anni oramai…

  • anonimo, 27 Gennaio 2021 @ 09:29 Rispondi

    Ciao Ariel e grazie del commento. Non sono però una vittima. Ho amato, l’amerò sempre probabilmente, sono stato amato, ma non è andata come volevo. Resta il bello e quando mi pensa lo sento e sono comunque attimi belli di connessione. Può sembrare pazzia ma non lo è. Buona giornata

  • Valeria, 27 Gennaio 2021 @ 12:49 Rispondi

    @Anonimo, hai ragione: voltiamo pagina, andiamo avanti con la nostra vita, ma l’amore vissuto non si dimentica. Come dice una canzone di Eros “Quello che c’è infondo al cuore non muore mai” ed è vero. A volte incontriamo la persona giusta ma ahimè nel momento sbagliato.
    Lui mi diceva spesso: ” vorrei tornare indietro e averti conosciuta prima” ma prima quando? Probabilmente io ero in fasce, considerando i 17 anni di differenza! Ormai ho la consapevolezza che certe porte vanno chiuse – definitivamente-per il nostro bene, altrimenti sarebbe un’agonia andarle a riaprire ogni tanto. (almeno per come l’ho vissuta io)

  • Azzurra, 27 Gennaio 2021 @ 13:04 Rispondi

    @Anonimo ciò che hai scritto e vissuto penso sia molto triste. È triste pensare che due vite si siano toccate e amate ma che ci sia stata bisogno di una bugia, che a me avrebbe fatto tanto male, per mettere fine al tutto. Io non so cosa sia giusto e cosa non lo è. Anche il mio mi dava briciole nonostante dichiarasse un amore mai provato. Anche io ho chiuso perché quelle briciole mi rendevano affamata e quando si è affamati non si è più se stessi. E io non ero più la donna di prima proprio a causa sua, lui mi aveva reso insicura, bisognosa di attenzioni, diffidente, sospettosa…. Avevo perso la mia solarità e la fiducia negli altri. E forse a lui questa donna non piaceva più ma ero un suo prodotto, lui mi aveva resa così. Ho deciso allora di tornare ad essere quella che sono sempre stata ma lontano da lui. Le briciole di affetto o amore non sono vero amore, sono solo bugie.

  • anonimo, 27 Gennaio 2021 @ 13:56 Rispondi

    Purtroppo lei non rispettava i miei codici del silenzio che andavano avanti da sei mesi,,, eravamo ingabbiati entrambi in questo rapporto di dipendenza reciproca. Alla fine è andata avanti in questo modo e io mi sono liberato della dipendenza ed è rimasto solo il bello. Sicuramente avrà fatto il secondo figlio che tanto desiderava e sarebbe solo un atto di egoismo dirle che le ho mentito…tanto non cambierebbe nulla…mi tengo io la bugia…e la nostalgia…ripeto ognuno di noi penso che entra nella vita di un altro per qualche motivo…lei mi ha reso migliore…non ho più tradito…e sono diventato molto più maturo…con il convivere con questo dolore

  • anonimo, 27 Gennaio 2021 @ 13:57 Rispondi

    Cara Valeria…che bel nome che hai…, se hai amato davvero, ti libererai dalle scorie e dal dolore, ma se è stato amore vero…non girerai mai pagina…la donna della mia vita era lei…non ce ne sarà mai una pari a lei…ma non era destinata a me…

  • Crocus, 27 Gennaio 2021 @ 14:00 Rispondi

    @Azzu, sai che è proprio così che ero arrivata a sentirmi anche io? Insicura, bisognosa di attenzioni, diffidente, sospettosa. E non lo sono mai stata prima di lui, è assurda sta cosa, è come se avessimo subito una trasformazione radicale, che brividi. Avevo perso anche io la solarità e la fiducia negli altri e ovviamente in quel momento mi aveva accusato di ogni cosa, che non ero più la sua leonessa, che non mi riconosceva più e altre cattiverie. Peccato però che, come hai giustamente detto tu, ero diventata un suo prodotto, e forse ora pensandoci bene è proprio questa la loro tecnica: distruggerci per poi dire “vedi non sono io il problema, sei tu”.

  • Nina, 27 Gennaio 2021 @ 15:31 Rispondi

    @cossora anche secondo me stai vicina alla tua amica ma sappi che io, pur di non sentire cosa mi diceva la mia, le ho detto di aver chiuso con lui e le ho sempre mentito pur di non sentirmi dire ciò che non volevo ascoltare.. orrendo, ma l’ho fatto.

  • Azzurra, 27 Gennaio 2021 @ 16:11 Rispondi

    @Crocus io penso invece che loro vorrebbero sempre vederci con gli occhi di quando ci hanno viste la prima volta. Mi spiego. A loro tutte le complicazioni successive, che poi è semplicemente l’evoluzione di un rapporto, non interessa. Loro vorrebbero viverci sempre come se fossero all’inizio della storia, quindi un rapporto giocoso, di conoscenza reciproca, senza richieste senza pretese. Il punto è che non sono stata io a dirgli che lo amavo, non sono stata io a dirgli che non potevo vivere senza di lui, non sono stata io ad insistere perché la storia non solo cominciasse ma che durasse nel tempo. Ha fatto tutto lui. Io ricordo i primi tempi, lei lo trovo’ al telefono con me. Successe un casino. Gli dissi che non volevo continuare, gli inviai un messaggio in cui gli dicevo che era stato bello conoscerci ma che non ero pronta o semplicemente non ero capace di vivere una storia così. Lui fece di tutto per farmi cambiare idea. E ci riuscì. Per tornare al discorso di ciò che eravamo diventate, posso dirti che una volta innamorata, una volta che lui ha capito di esserci riuscito è stato lì che ha cominciato a cambiare. Ma io ormai mi ero innamorata e lui invece di ricambiare visto che era quello che tanto desiderava a quel punto ha cominciato a non essere più presente, a dirmi che forse era stato tutto uno sbaglio. Giocava a farmi ingelosire e lo faceva spudoratamente ma diceva che ero io a vedere cose che non esistevano. E io sono diventata quello che non sono mai stata: diffidente, triste, sospettosa. È stato un brutto periodo della mia vita. L’ho amato tanto ma lui non meritava nemmeno un briciolo del mio amore non meritava una persona come me

    • alessandro pellizzari, 27 Gennaio 2021 @ 17:16 Rispondi

      Innamorato con l’amore dell’altro

  • Ariel, 27 Gennaio 2021 @ 16:13 Rispondi

    Bene caro@Anonimo da ciò che qui hai scritto infatti hai parlato di dipendenza e che bravissimo sei riuscito a uscirne e pure a riuscire a imparare dalla esperienza vissuta che la fedeltà e un valore insostituibile e fondamentale in ogni relazione affettiva umana

    Se si ama non si tradisce per nessun motivo
    Se lo si fa significa non amare il o la propria partner a meno che non vi sia stato un breve periodo di doppia vita e che esista un vero pentimento che si basa no a parole ma su fatto concreto
    Qui ci sono casi rarissimi di coppie in matrimonio che sono stati capaci di riprendersi grazie sicuro a il vero pentimento fattivo mosso dal “ traditore” che appunto ha cercato di ricostruirti di fronte alla moglie o marito a seconda dei casi ma sempre in un ottica del tempistica e cioè chi fa vita parallela di anni sicuro sta in un vero fallimento personale e della coppia di matrimonio

    Fa piacere sentirti scrivere che sei così maturato e rappacificato con te stesso e il mondo lei o qualunque altra cosa situazione
    Evidentemente sei innamorato di tua moglie avete ricostruito il vostro rapporto ?

    Non ho ben capito leggendoti e mi scuso se per caso ho sbagliato a capire il tuo racconto nei tuoi post.
    Caro@Anonimo ti ho chiesto della tua situazione matrimoniale perché credo che se tu avessi voglia potresti davvero con la tua testimonianza aiutare sicuro tutte noi a capire la tua storia come sinè svolta che cosa hai fatto per riusvire a Amare di Nuovo tua moglie?

    E in caso non fosse così va bene lo stesso ,nel senso che qui qualunque esperienza si sia vissuta ha il suo valore per chi come qui può confrontarsi nelle isse e nei commenti

    E quindi se avrai voglia credo che tu possa capire che sei davvero il BENTORNATO E RI BENVENUTO nel Blog!

  • Crocus, 27 Gennaio 2021 @ 17:33 Rispondi

    @Azzurea, io sarei una bugiarda se ti dicessi che ha fatto tutto lui all’inizio, è stata una cosa nata contemporaneamente da parte di entrambi, poi che lui abbia mentito e mi abbia raggirato è un’altra cosa e il resto della storia lo sai già quindi per me chi ha iniziato conta poco, conta lo schifo che hanno combinato strada facendo ma soprattutto conta il finale. Terribile direi. P.s. Anche lui cercava di farmi ingelosire, ma che razza di mosse sono? Poi invece mi raccontava con disprezzo quando sua moglie volevo farlo ingelosire. Va che si sono trovati quei due.

  • anonimo, 27 Gennaio 2021 @ 18:13 Rispondi

    Ciao Ariel, ho parlato di amore verso l’ex amante…di due anni fa…
    Faccio parte della schiera di quelli che sono rimasti a casa…quindi non ho nulla da consigliare o aiutare sul tema
    l’unica cosa che posso dire è che la dipendenza passa, dopo 6 mesi di silenzio assoluto passa, ti vivi la rabbia, poi passa pure quella…però come già detto l’amore non è passato…il fardello nel mio caso è ancora più ampio perché ho distrutto l’immagine di me ai suoi occhi dicendole una bugia ovvero che avevo un’altra e lei sapendo del mio passato…è riuscita ad eliminarmi sulla base di questa bugia immagino, fino ad allora non avevva mai rispettato i miei cds…ma in quel modo non si poteva andare avanti…avrà ricostruito il suo rapporto e almeno ho permesso a lei di andare avanti e a me di liberarmi di quella dipendenza…
    solo su questo posso testimoniare…sul resto non ne sono all’altezza…
    Grazie per la tua gentilezza e delicatezza in ogni caso

  • anonimo, 27 Gennaio 2021 @ 18:22 Rispondi

    Spero che sia stato amore vero da parte sua e non manipolazione in modo tale che quando finirà il dolore quantomeno ti resterà cmq qualcosa di bello e non sarai più arrabbiata. Meglio essere nostalgici che arrabbiati. Quando si è arrabbiati si diventa brutti per sè e il mondo circostante….con la malinconia invece riesci benissimo a conviverci e a tenerla solo per te…senza danneggiare chi ti è intorno. Ciao Azzurra

  • Piccola, 27 Gennaio 2021 @ 19:21 Rispondi

    @anonimo anche lui a me ha detto che si era innamorato di un’altra, che aveva capito di amare la moglie in due settimane che è sparito dalla mia vita e dopo che co siamo promesso di non farci più del male. Gli auguro sia felice. Io meno, come te , e non capisco perché hai deciso razionalmente di rinunciare al tuo amore. Se era così grande perché farlo morire così? Perché non lottare? Lei si è arresa subito? Non posso credere che si debba vivere di rimpianti.

  • Piccola, 27 Gennaio 2021 @ 19:27 Rispondi

    @Anonimo non sono d’accordo, se era il tuo amore dovevi prenderlo. Lui diceva le stesse parole che hai scritto ” sono rassegnato perché non sarai mai mia” ma io ero sua , è lui che ha avuto paura, che non ha voluto lottare per prendermi, che ha preferito la sua stabilità al caos che avremmo creato ai nostri figli, e’ lui che è scappato perché sicuramente non mi amava davvero.

  • Ariel, 27 Gennaio 2021 @ 19:54 Rispondi

    @Nina ottimo la tua testimonianza e suggerimento che hai scritto a @Cossora
    Infatti sai quando si dice lo hai detto tu mi hai tolto le parole di bocca?
    Esattamente bastavo per scrivere proprio questa stessa testimonianza pure mia IDENTICA quando delle VERE AMICHE a inizio del mio vaffa e Cds ecc. e ovviamente stavo distrutta a pezzi e DIPENDENZA AFFETTIVA A GOGO

    E difatti la crisi di astinenza che significa anche guai a chi osa ripeterci sempre le stesse cose tutte ottime ideee ma che vanno a contrastare la spinta mostruosa che si sente a mo di onda di tzunami improvvisa che ci porta a volercene stare per i cxxxxxi propri FINALMENTE LIBERE DI FARE PIRE LE DIPENDENTI magari sognarcelo in santa pace senza più le amiche che al epoca le vedevo come due TRITIRAOVAIE
    Del consiglio del giorno

    Tipo a me dicevano
    Hai staccato tutto numero cellulare o ecc.
    Oppure
    Ma non gli avrai mica scritto??????
    Te lo ho spiegato cara che così lui fa così per pigliarti per il culo

    Eccc,
    Dopo di che anche io NINA avevo detto che ormai lo avevo mandato a fan definitivamente e che potevano rilassarsi

    Una palla mega galattica almeno stavo in pace ,secondo me ,alla epoca della droga dipendenza!!!

    Anche in terapia di gruppo venne fuori l’elenco di quelle come noi che fingevano pure con le amiche vere!!!
    Ah ah ovviamente poi lo dissi apertamente quando ormai ne stavo davvero fuori

    Secondo me le amiche i parenti fanno benissimo a cercare di tenersi informate perché possono davvero aiutare in casi gravi di vera emergenza
    Non so violenze verbali o fisiche cose così e comunque per gli amici si capisce non facile riuscire a “ DOSARE GLI AIUTI”

    Però è proprio come chi sta drogato in crisi di astinenza infatti è in grado di rapinare i propri famigliari di raccontar balle ai propri amici ,ma ricordiamoci è assenza di libero arbitrio un effetto temporaneo dovuto alla crisi di astinenza dipendenza

    Smontare la immagine del proprio Carnefice la vittima NON LO TOLLERA!!!

    Verità realtà di dinamiche Dipendeze astinenze

  • Azzurra, 27 Gennaio 2021 @ 19:56 Rispondi

    @Alessandro esatto. Lui mi voleva innamorata, lui voleva vedere con i suoi occhi quanto fossi presa, innamorata, adorante. E poi voleva vedere il mio dolore quando si comportava male, per lui credo fosse una prova di quanto ci tenessi. Lui voleva e vuole essere cercato anche se 8 mesi fa è stato lui a chiudere, anche se è stato lui a trattarmi come una pezza da piedi ma nella sua testa se io lo amassi davvero dovrei essere io a cercarlo. Forse non ha capito che non funziona così. In fin dei conti lui si aspetta da me che io mi comporti come la compagna :tradita infinite volte..messa nell’angolo ad aspettare che lui ‘torni’ dalle sue scappatelle che possono durare mesi o finire ma ricominciare con altre.. Lei non lo lascerà mal e lui lo sa e forse la “ama” proprio per questo e pensa che lei lo ami perché nonostante tutto non lo ha mai lasciato. Questo non è amore. E io non sono lei. Io pretendo rispetto.

  • Anonimo, 27 Gennaio 2021 @ 23:40 Rispondi

    Ciao Piccola…tesoro non sono stato io ad avere paura… Ma lei…io il salto l avrei fstto

  • Azzurra, 27 Gennaio 2021 @ 23:42 Rispondi

    @Anonimo il suo non era amore. Lo ha detto, gridato, ripetuto, scritto, urlato ma non lo ha mai dimostrato. Non ho niente da conservare ma solo da dimenticare. La rabbia si è affievolita il mio disprezzo per lui è ciò che è rimasto. Avrei voluto poterlo ricordare con nostalgia ma lui si è impegnato tantissimo per farsi odiare. Solo che io non so odiare. Il mio scopo è dimenticare lui e tutto ciò che ha fatto

  • Anonimo, 27 Gennaio 2021 @ 23:44 Rispondi

    Piccola oramai era solo un rapporto telefonico dopo che era stata scoperta dal marito… Ho aspettato un anno… Non ce la facevo piu… Ti assicuro che ho fatto e avrei fatto di tutto per lei…

  • Azzurra, 28 Gennaio 2021 @ 00:05 Rispondi

    @Crocus nel mio caso all’inizio io non ero interessata a lui. Non l’ho mai considerato sotto questo aspetto. Che mi amava me lo ha detto quasi subito ( diffidare sempre da chi dice di amarti in poco tempo) come anche l’abitudine di chiamarmi amore quando era troppo presto. Gli dicevo che doveva smetterla di chiamarmi così ma lui nonostante tutto continuava a farlo dicendo che non era colpa sua se provava quel sentimento. Io non ero coinvolta lui sembrava lo fosse e anche tanto ma la cosa assurda era che lo fosse senza mai aver condiviso nulla. Quando parecchi mesi dopo gli rivelai i miei sentimenti mi aspettavo, visto che me lo chiedeva di continuo, che ne fosse contento.. invece non dimenticherò mai la sua espressione. Forse aveva solo capito di aver raggiunto il suo obiettivo e infatti da lì sono cominciati i problemi. Sparizioni improvvise. La prima volta che lo fece sono stata così male perché non capivo che cosa avevo fatto e ricordo come se fosse ieri il dolore che ho provato : mi mancava la terra sotto i piedi. Il mattino dopo dovevamo vederci io non sono andata perché aspettavo un suo messaggio. Quando poi si ripresento’ mi disse : “se mi avessi amato davvero saresti venuta lo stesso”

    • alessandro pellizzari, 28 Gennaio 2021 @ 09:38 Rispondi

      diffidare sempre da chi dice di amarti in poco tempo

  • Crocus, 28 Gennaio 2021 @ 10:37 Rispondi

    @Ale, nel mio caso sono stata io a dirgli per prima ti amo e tra l’altro dopo poco che stavamo insieme. E ho usato anche espressioni come “ti amo tanto, molto, da morire ecc”. È anche vero che comunque lo conoscevo già da due anni, cioè non era un estraneo mai visto prima e dopo due settimane già lo amavo. Non ero innamorata di lui prima che ci mettessimo insieme però appunto lo conoscevo già, mi stava simpatico poi lui mi faceva sempre battutine carine ecc ecc, c’era armonia tra di noi diciamo. Ma quello che voglio dire è che io ero sincera al 100%, non stavo mentendo quindi non è che se mi dice ti amo dopo 4 mesi che stiamo insieme allora è per forza onesto. Bisogna solo sperare di non incontrare mai più cialtroni come questi. Tutto qui.

  • Piccola, 28 Gennaio 2021 @ 12:51 Rispondi

    Ti capisco @Anonimo , hai ragione, ha avuto lei paura e non ti amava davvero se si è accontentata della tua bugia per chiudere definitivamente. Anche a me erano rimaste le briciole e solo le sue telefonate da quando era stato scoperto. Soffrivo anch’io perché non ce la facevo più senza vederlo ma mi accontentavo , forse per questo si è permesso di dirmi che non ho dignità.

  • anonimo, 28 Gennaio 2021 @ 13:04 Rispondi

    Stesso caso mio dal lato opposto quindi Piccola…l’ho aspettata 9 mesi…poi non ho più retto…forse come tu dici la bugia era proprio quello di cui lei aveva bisogno per staccarsi…

  • Crocus, 28 Gennaio 2021 @ 13:46 Rispondi

    @Piccola, ricordati una cosa, lo stronzo è lui e in quanto tale ti doveva ferire a più non posso. Ma tu guarda che bastardo che si è permesso di dirti che non hai dignità (me lo aveva detto anche il mio durante la nostra ultima telefonata, in quella telefonata mi aveva detto anche che sono diventata psicopatica quindi ti lascio immaginare come mi sono sentita, delle ferite così profonde da parte di chi mi amava smisuratamente e tutto il resto). Quando si domandano “cosa mi conviene” e capiscono che conviene rimanere in casa ecco che tirano fuori il peggio di loro e ci trattano come dei pezzi di carta igienica. Il punto è che loro sono sempre stati dei mascalzoni però ovviamente molto bravi a nasconderlo, poi un giorno la maschera inevitabilmente è caduta e da lì sappiamo già come è andata.

  • Azzurra, 28 Gennaio 2021 @ 17:02 Rispondi

    @Piccola senza dignità è lui. Se fosse stato un uomo con Dignità ti avrebbe parlato chiaro e tu non ti saresti accontentata delle briciole. In più non ti avrebbe mai umiliata dicendoti che non hai dignità. Quando dici : soffrivo e non ce la facevo più senza vederlo, mi rivedo in te. Solo che il mio non era stato scoperto, ma si divertiva a tenermi in vita con le briciole con le scuse più disparate e davanti alle mie lamentele mi diceva : tu non mi capisci e non mi capirai mai! Poi “esausto” mi lasciava, perché io ero troppo bisognosa. Poi tornava e mi riempiva di attenzioni, quelle che sapeva che io desideravo, me le dava fin quando poi decideva di ricominciare di nuovo a togliermele. Io ora lo definisco un piacere sadico ma prima pensavo che la colpa fosse la mia tanto da cambiare il mio atteggiamento per evitare che mi lasciasse di nuovo. Fino a otto mesi fa, quando ho deciso che questo gioco doveva finire. È stata dura ma sono ancora in piedi e con la mia dignità ritrovata. Un abbraccio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.