person s left hand
Photo by Victor Freitas on Pexels.com

Vacanze con i tuoi, amante in pausa fino a fine ferie. Questo è il destino di molte amanti prima e durante i mesi estivi: lui “deve” stare con la tanto criticata, tradita, “ignorata” (siamo coinquilini, dicono in molti) moglie.

O meglio: lui non dice che deve fare le vacanze con la moglie, perché sa che moglie è un termine proibito e quindi da evitare con l’amante: lui fa la vacanza con i figli, al massimo con la famiglia, con i parenti, con i soliti amici. È un trucco ipocrita: lui va via con la moglie perché la moglie se lo aspetta, i veri separati fanno le vacanze con i figli, ma senza la moglie.

Però l’argomento di questo video, che trovate qui sotto, è più che altro se lui tornerà e soprattutto come tornerà.

Ecco i punti che ho toccato nel video rispondendo anche alla domande in diretta:

  1. In vacanza con la moglie che cosa succede e cosa cambia, dalla vita quotidiana ai rapporti
  2. Come vi siete lasciati: lui vittima o ha provocato un litigio? Vi ha bloccato?
  3. Non fatevi umiliare
  4. Il pre ritorno, fra messaggi e stati di Whatsapp
  5. Mi sei mancata e il solito repertorio di frasi al maschile
  6. Ti amo a parole
  7. Lui punta a incontrarvi perché “ti devo parlare”
  8. Prendete la palla al balzo e ribaltate la situazione
  9. Dammi tempo e non abbandonarmi proprio adesso: il ricatto
  10. La vostra grande occasione di svoltare e vedere se ci è o ci fa

Buona visione! E se siete incastrate/i in una situazione del genere scrivetemi ad anpellizzari@icloud.com, rispondo a tutti!

Condividi:

185Commenti

  • Dispersa, 23 Luglio 2024 @ 17:33

    @Mimi non guardare quanto è successo come ‘ma come ho fatto a farmi trattare così’ ma vedila come una lezione di vita, una cosa che doveva accadere e prova a dirti ‘complimenti Mimi per come ne sei uscita, sono una donna in gamba’!!

  • alessandro pellizzari, 23 Luglio 2024 @ 17:30

    Io in lui veo solo un gran cialtrone senza vergogna e il minimo scrupolo di far del male agli altri

  • alessandro pellizzari, 23 Luglio 2024 @ 17:29

    Ma perché subire il malessere indotto da un amante o ex amante? va cancellato dalle vostre vite, gli amici non sono stampelle per tenere in piedi storie a corrente alternata e senza futuro

  • alessandro pellizzari, 23 Luglio 2024 @ 17:28

    È inaccettabile che questi cialtroni si permettano di entrare ancora nelle vostre vite non richiesti: non subite queste cose, informatevi da un esperto sui vostri diritti ovunque ciò succeda, sul lavoro o sotto casa

  • alessandro pellizzari, 23 Luglio 2024 @ 17:26

    Che persona meschina. Brava tu che ci perdi un secondo e basta

  • Luciana, 23 Luglio 2024 @ 16:25

    ciao @Giulia, ho letto i tuoi ultimi due post e sono un po’ perplessa. Mi sembra quasi che tu intenda riaccogliere questo uomo inaffidabile nella tua vita, nei tuoi post mi sembra di cogliere una nota di lusinga da parte tua, perche’ lui si e’ riaffacciato e intende riprendere la vostra frequentazione, che qualora riprenda, probabilmente continuera’ con le stesse modalita’ di prima, umiliazioni incluse. La nota di lusinga che leggo e’ collegata alla descrizione che fai di lui: ricco, importante, pieno di donne, etc etc. E allora ti dici che avendo a disposizione tante donne, non ha certo bisogno di te per un po’ di sesso e quindi cerca altro. Un modo per “nobilitare” le intenzioni di questo uomo. Mah, io vedo in lui il solito manipolatore che vuole riacquisite controllo e potere su di te. Certo ha tante donne ma mi chedo quante siano co-dipendenti come, purtroppo, mi pare tu sia. Mi pare che manco la ex-moglie non lo fosse poi tanto dato che se non ricordo male se ne e’ andata da casa per prima. A me lui pare un maniaco del controllo che ha su di te.
    A lui da fastidio se tu vai avanti con la tua vita sei felice e di lui non ti frega più nulla, in quel caso sta perdendo il controllo e può anche diventare ossessivo come ci hai descritto in passato. Ma lui ha idea delle conseguenze che ti procura con le sue azioni? A me non sembra che questo significhi volere bene a qualcuno.

  • Cossora, 23 Luglio 2024 @ 16:01

    @mimi è normale che certe situazioni ‘non chiarissime’ (magari perchè ci vanno bene all’85% che non lo siano) quando si è sotto stress pesino più che nella normalità.
    Capita in ogni circostanza, non necessariamente tra amanti. La cosa migliore è, di regola, avere tante ‘unità di backup’ .. amiche, amici, che abbiano voglia di fare, di partire, uscire, organizzarsi anche per una birretta. Però c’è una cosa che mi ha insegnato una persona: le nostre amicizie ci rispecchiano. Se siamo realmente pieni di interessi, energia .. allora anche chi abbiamo vicino non ci lascerà troppo tempo nel malessere ma farà nel suo piccolo qualcosa per distrarci e far passare le nuvole.

  • Mimi, 23 Luglio 2024 @ 15:47

    Il problema non è lui, il suo orbiting, il suo ricordo, niente che riguardi lui come persona o noi come storia che ormai è chiusa da un anno e mezzo. L’unica reazione che ha scatenato in me da quando ho detto basta è stata la rabbia per come calpestava la mia vita (io sono quella della segnalazione sul lavoro).
    Il problema “sono io”, sono le ferite che mi sono rimaste addosso perchè io mi sono fatta davvero trattare male e nei momenti peggiori me ne do ancora la colpa.

    Lui come figura nella mia vita non esiste più, rimangono le cicatrici del male che mi ha causato.

  • Mimi, 23 Luglio 2024 @ 15:40

    Piccolo aggiornamento scollegato da quanto ho scritto sopra in quanto è successo recentissimamente (i pensieri durano da qualche giorno): mi sono ritrovata davanti al naso una foto del narcifesso. Non dò dettagli se no Ale mi cassa il commento ma mi è stata mostrata da un collega comune che non ha idea di quanto accaduto, infatti davanti alla mia indifferenza nel vederla è rimasto anche sorpreso. So che c’è dietro il suo zampino perchè una cosa del genere non poteva succedere se non in modo pilotato, penso che lui cerchi informazioni dalle persone e, di contro, cerchi di captare se può suscitare qualche reazione in me. Spoiler: la risposta è “no”.
    La mia reazione è stata nulla per evitare qualunque apertura di discorso ma ammetto che mi sono dovuta mordere parecchio la lingua per non rispondere “mamma mia quanto è ingrassato” e tirargli una coltellata all’ego. Ho preferito il no contact alla gloria ma è stata una scelta ardua ahahaha

  • alessandro pellizzari, 23 Luglio 2024 @ 15:24

    Man mano che passa il tempo i ricordi brutti diventano sempre più sfocati (quelli belli li ho eliminati il giorno dopo) e la cosa mi dà un gran sollievo ma mi chiedo quanto tempo ci metteranno a sparire del tutto.

    Statisticamente, secondo la mia Epidemiologia di coppia, dai sei mesi a un anno di no contact e no orbiting totale, ma dipende da quello che farai tu in questi mesi per agevolare la disintossicazione. Lavorare e basta non serve

  • alessandro pellizzari, 23 Luglio 2024 @ 15:22

    I neo separati che non scelgono la ex amante non l’hanno mai voluta come partner, a riprova dei bluff dichiarati e del fatto che non vanno bene per nessuna. Che si riavvicini perché “ti vuole bene” è tipico di questi seriali cialtroni che quando si separano vogliono scopare a destra e a manca senza legami (salvo raccontarne di ogni alle nuove entrate) ma comunque si tengono una riserva che guarda caso è la donna che ha dimostrato di essere accogliente nonostante tutto e di poter fare da psicologa gratis, consigliera e perché no, da coperta per una notte o per i periodi di carestia, che capitano sempre anche se si setacciano le app di incontri. Si meritano, da parte vostra, solo una cosa: l’oblio. E il blocco totale. Incapaci anche di affetto

  • Mimi, 23 Luglio 2024 @ 15:15

    Queste giornate sono un po’ pesanti a livello di nervi, purtroppo mi si sono aperte contemporaneamente un po’ di questioni da gestire e le persone con cui dovrei gestirle (per x motivi nessuna dipende solamente da me) aggiungono più casini di quelli che ci sono già.
    Quando ci sono questi periodi reagisco sempre nello stesso modo: vista da fuori sono un treno, sono focalizzata, lucida, razionale mentre mi mangio dentro in silenzio. Da sempre, ogni volta che attraverso un periodo psicologicamente pesante, la mia testa mi rema contro con pensieri e immagini di miei momenti di debolezza o di errori e, ovviamente, uno dei miei punti deboli è la storia col mio ex amante.
    Specifico: i pensieri non sono di tipo nostalgico o sentimentale, sono tutti legati alla parte di senso di colpa e di incapacità di accettare quello che ho subìto. Sono flash di episodi che, nei momenti in cui sono da sola, si ripetono in loop nella mia testa.
    Per fortuna grazie alla terapia e al tempo questa cosa è nettamente migliorata, prima succedeva di continuo, ora solo nei momenti di maggior vulnerabilità però mi fa rendere conto di quanto sia profonda quella ferita non nel mio cuore ma nella mia persona.
    Man mano che passa il tempo i ricordi brutti diventano sempre più sfocati (quelli belli li ho eliminati il giorno dopo) e la cosa mi dà un gran sollievo ma mi chiedo quanto tempo ci metteranno a sparire del tutto.

  • Giulia, 23 Luglio 2024 @ 15:00

    @Leilei, 22 Luglio 2024 @ 22:59
    Lui si è separato già a inizio primavera, ma fa la bella vita del single seriale in questa bollente estate! Senza nessuna intenzione di “riaccompagnarsi” né tantomeno “riaccasarsi” con qualcuna, solo mordi e fuggi. E allora riattacca con me, ripartendo in quarta. Dice di volermi bene, ma la scelta che fa di riavvicinarsi è ben ponderata. Perché si ha sempre bisogno di un punto di riferimento e ha i suoi vantaggi essere l’amante di una donna sposata con famiglia, impegnata con poco tempo da dedicargli in presenza, così lui può essere sempre libero soprattutto nei weekend; che lo conosce bene anche nei suoi lati peggiori, che è più grande di lui e inserita nello stesso settore professionale, quindi, ottima consigliera in tutti i contesti, sempre presente e pronta a dargli una mano, con cui sta bene, ecc. Potrei continuare l’elenco dei plus. Per lui, sono tutti plus, qualche eventuale litigata o strigliata la mette in conto e la può anche facilmente digerire.
    Per me? Bè, dai, almeno non è tornato a mani vuote, ma con le carte del divorzio in mano ahahhaha!

  • Leilei, 22 Luglio 2024 @ 22:59

    Quanti separati freschi freschi in questa calda estate!!!

  • alessandro pellizzari, 22 Luglio 2024 @ 17:24

    In ogni caso perle ai porci basta

  • Giulia, 22 Luglio 2024 @ 10:48

    @alessandro “Vuole farti una ripassata il cialtrone”. Ma io credo che più che il sesso, che tanto non gli manca, anzi tutt’altro, cerchi altro da me. Possibile che cerchi la scopata? Per quanto possa esserci intesa tra noi, lui veramente non ne ha proprio bisogno. Non dico che io non gli piaccia, quello sì e molto, lo sento (al contrario di quello che mi aveva detto le ultime volte durante le litigate, ossia che non provava nessuna attrazione). Ma, come hai spesso detto, cerca la donna con cui sentirsi libero di parlare, la psicologa, la discarica emotiva, l’alleata a lavoro dove tra l’altro le chiacchiere su di noi sono circolate: lui è sempre stato molto corretto e discreto, anche quando gli veniva chiesto esplicitamente di noi ha sempre negato, ma credo che per gli uomini sia sempre fonte di orgoglio, non so se ho espresso bene ciò che intendo.

  • Dispersa, 22 Luglio 2024 @ 10:46

    @Giulia che sia consapevole di aver sbagliato con te gli credo… Per il resto che continui con il suo successo, con le sue donne, con i suoi vizi e con il suo lusso.
    Per il resto come scrivi te ci sono gli psicologi!!

  • elleelle, 22 Luglio 2024 @ 07:18

    @Giulia
    “Gli ho detto di rivolgersi a uno psicologo vero che lo fa di mestiere, non a me.”

    Brava, gli hai dato un ottimo consiglio.
    Non cedere però, se continui a dargli udienza diventerà una spina nel fianco. Tanto hai visto che cos’ha da proporre.

  • alessandro pellizzari, 21 Luglio 2024 @ 23:45

    Vuole farti una ripassata il cialtrone

  • Giulia, 21 Luglio 2024 @ 17:11

    @Molly, tornando sempre a questo tema lavoro, è vero che alcune delle ditte più grandi devono rispettare certe quote rosa come in politica e questo ha cambiato un po’ la fisionomia delle aziende. Però è triste, se ci pensi, significa che deve essere imposta la parità e che un cambiamento culturale è ancora necessario, che la società ancora non è sempre pronta ad accettare che un uomo abbia come superiore una donna, che una donna guadagni più di un uomo, che una donna ce l’abbia fatta per capacità senza che si dica che per forza l’ha data a qualcuno.

  • Giulia, 21 Luglio 2024 @ 17:01

    @Molly ho cambiato lavoro più volte ma soltanto per crescere professionalmente. Oggi sto bene dove sto, non voglio cambiare per lui. Comunque, la parità di genere non c’è, tante chiacchiere anche in quei grandi gruppi di cui parli, dove ho lavorato peraltro e dove vai avanti fino a un certo punto e poi certe posizioni le ottieni solo se fai parte della casta, quella supera anche le disparità di genere. Io lavoro in un settore 90% uomini, figuriamoci… Poi – questo cambia molto rispetto ad altre esperienze qui – il mio ex non me lo trovo quotidianamente a lavoro, lavoriamo nello stesso settore, quindi le occasioni per vedersi o entrare in contatto ci sono ma non è come andare ogni mattina in ufficio e vederlo.
    @Nick76 si è rifatto vivo, sì, tramite il lavoro di nuovo, più volte si è fatto avanti, mi sono arresa e ho consentito che mi parlasse. Si è separato perché non ce la faceva più a vivere con lei (devo aver fatto da stampella ai loro due anni di relazione se è entrato in grande crisi proprio dopo poco l’inizio del nostro no contact e nel giro di pochi mesi si sono separati), ora conduce una vita di grande successo a lavoro e per il resto vizi, lusso e donne, direi una vita dissoluta… oltre ad avermi raccontato questo, mi ha chiesto scusa per come mi ha trattata le ultime volte, ma era arrabbiato e offeso (lui…) per certe cose che gli avevo detto, gli manco, ha bisogno che io gli stia vicino, se possiamo risentirci, rivederci. Gli ho detto di rivolgersi a uno psicologo vero che lo fa di mestiere, non a me.

  • alessandro pellizzari, 20 Luglio 2024 @ 19:41

    Io pur di farvi disfare dei cialtroni che vi insidiano sul lavoro anche dopo che è evidente che vi hanno raccontato un sacco di balle vi raccomanderei di fuggire lontane ma lo sta pesantemente sugli zebedei che questi dopo che vi hanno ingannato, continuano senza vergogna e pietà a usare la contiguità sul lavoro o peggio la loro posizione per insidiarvi o continuare a orbitare debbano pure rivoluzionare la vostra vita lavorativa. Dovrebbero andarsene loro dopo aver pagato i danni. Ma si sa il mondo è ingiusto e anche maschilista. Ma dove e come potete fatevi valere

  • maribel, 20 Luglio 2024 @ 18:54

    Molly
    In Italia non è ancora applicata del tutto la parità di salario tra uomini e donne, figurati un po’ come siamo messe! Recentemente era scoppiato (giustamente) un caso perché una famosa manager aveva detto pubblicamente che non assumeva donne giovani, perché poi si sposano e hanno dei figli. Quindi donne giovani uguale a “rogne”, insomma.
    Io capisco il discorso di Giulia, se il traguardo professionale è stato raggiunto sputando il sangue non è giusto lasciarlo. Però si deve combattere forte in tutti i campi, sii la donna in gamba che sei su tutti i fronti.

  • elleelle, 20 Luglio 2024 @ 13:16

    @Giulia
    Nonostante io capisca il discorso di principio sull’utilità di proteggere sé stesse e cambiare lavoro, sono d’accordo con te.
    Vorrei che a cambiare lavoro fosse l’uomo che prende in giro due donne e che il suo comportamento non comportasse un’ulteriore “mazziatura” per una donna che spesso è gia svantaggiata sull’ambiente di lavoro e deve fare il doppio della fatica.
    Secondo me ci sono altri modi per uscire da una relazione malsana e senza futuro con un collega di lavoro. Ad esempio, attraverso la consapevolezza dell’essere coinvolte in una relazione senza futuro e la pazienza per sopportare le varie fasi del “lutto” che bisogna attraversare.

  • Molly, 20 Luglio 2024 @ 12:39

    Giulia, non so in che ambito lavori ma in realtà oggi con le politiche aziendali sull’inclusione (genere, orientamento sessuale, razza, disabilità, religione) è finalmente il momento giusto anche per le donne. Mio marito mi diceva, e io stessa ho partecipato a seminari sull’argomento, che le ditte devono rispettare delle percentuali dei diversi gruppi di lavoratori e certe donne che hanno avuto la dirigenza anni fa non sarebbero mai state neppure candidate al ruolo.

  • Nick76, 20 Luglio 2024 @ 12:12

    @Giulia: “Preferisco perdere ed essere schiacciata nel campo di battaglia piuttosto che abbandonarlo per sopravvivere. Per me, almeno, è così.” Brava… sono d’accordo con te non si scappa dai problemi ma si affrontano a viso aperto. A te come va… spero bene… il tuo ex si è fatto più risentire dopo averti detto della sua separazione…!!!

  • Molly, 20 Luglio 2024 @ 11:55

    Giulia parli come se un manager non potesse cambiare azienda continuando a fare il manager. Si tratta di avere chiare le proprie priorità. Lasciare un lavoro non si fa mai senza un’alternativa valida, buttando alle ortiche il proprio percorso ma se nemmeno ci si prova, evidentemente non si è a dei punti in cui la propria salute mentale è compromessa. Come quando si sta in un matrimonio che non va. Evidentemente se uno resta non sta poi così male.

  • Nina, 20 Luglio 2024 @ 08:54

    @Giulia sono totalmente d’accordo con quello che dici e non solo in caso di ruolo manageriale,ma in qualunque ruolo che sia soddisfacente per la persona. Abbandonare qualcosa che da soddisfazione avrebbe il sapore di un’ulteriore sconfitta senza contare che,secondo me, aggiungerebbe ulteriore dolore a quello che già è in essere per la situazione. Mai rinunciare a se stesse,non paga mai sul lungo termine e alimenta il rancore e il rimpianto. A meno che il cambio sia vantaggioso e serva per aumentare l’autostima,in tal caso di corsa.

  • Giulia, 19 Luglio 2024 @ 22:43

    Io su questa cosa del cambio lavoro a causa sua, non sono per niente d’accordo. Per me il lavoro era, è l’unico canale che non può essere chiuso, ma mai sacrificherei per lui o per qualcuno la posizione raggiunta con tanti sacrifici. Lo farei solo per un figlio, per nessun altro. Guardiamo in faccia la realtà: un conto è il lavoro da impiegata, un conto una posizione manageriale che per una donna è un’impresa vera ottenere a meno che non ha il culo coperto da una raccomandazione che arriva, come sappiamo, in diversi modi. Io ho sputato sangue per arrivare dove sono, mai gli darei questo, no, sarebbe una sconfitta ulteriore. Preferisco perdere ed essere schiacciata nel campo di battaglia piuttosto che abbandonarlo per sopravvivere. Per me, almeno, è così.

  • elleelle, 19 Luglio 2024 @ 22:15

    @maribel
    Grazie per il tuo commento.
    Non so perché si debba arrivare a certi reazioni. Immagino che possano essere gli anni passati senza prendere le parti di sé stesse, anche nei casi più lampanti, che alla fine logorano ed esplodono in questo modo.
    Però non ha senso trovare delle scuse per incolpare gli altri della propria dipendenza affettiva o del proprio ego ferito. Sta alla persona riconoscere questo problema e capire che se si arriva a questi livelli, c’è altro da affrontare.

  • Rinascita, 19 Luglio 2024 @ 18:42

    Maribel avevo in animo di scrivere
    esattamente quello che hai detto nel tuo ultimo post. A quelle utenti volubili consiglierei di andare a ritroso e di leggersi quando erano in difficoltà. Potrebbero, forse, prendere coscienza, forse ….
    Ti abbraccio fortissimo

  • Dispersa, 19 Luglio 2024 @ 18:38

    Cambiare posto di lavoro è la cosa migliore!! Quando lui ha dovuto cambiare… Dopo i primi mesi di astinenza sono rinata!!
    Nonostante noi ci sentiamo lo stesso, anche se molto meno, ci vediamo talmente poco che passa una giornata che nemmeno me lo ricordo… Sinceramente non credevo… Ma è tutta un’altra vita!!

  • alessandro pellizzari, 19 Luglio 2024 @ 17:09

    Sarebbe meglio cambiare posto di lavoro si

  • maribel, 19 Luglio 2024 @ 12:43

    trovo che questo posto nei momenti di crisi di alcune si popoli di accorate richieste di consigli, ad ale e a tutte, tutti ben accetti e motivo di riflessione quando le “richiedenti” sono ai minimi termini.
    poi nei momenti in cui la situazione personale pare migliorata, allora le altre utenti del blog tornano ad essere delle pallose e petulanti donne di altri tempi, che non sono sul pezzo, non capiscono come va il mondo, sono chiuse, con elasticità mentale a zero e una pesantezza su tutto.
    si percepisce che esistono i pareri di serie A e quelli di serie B o C, a seconda di quello che alcune credono di aver intuito della storia di ciascuna, posto che si possa poi capire tutto dalle righe lette qui. quindi vedo risposte assurde a persone che a mio parere non solo scrivono cose sensate, ma anche azzeccatissime e ben scritte. boh.
    ricordiamoci poi che dall’esterno si riesce a vedere con maggior chiarezza ciò che da dentro è confuso, quindi fate male secondo me a rifiutare di leggere i pareri altrui, perchè spesso uno sconosciuto ti può suggerire qualcosa su cui riflettere a cui tu non avevi pensato. non vi siete mai accorti che certa gente ti racconta i cavoli suoi in treno, dopo averti davanti magari da una mezz’ora per la prima volta in vita sua? perchè lo sconosciuto non può giudicarti come persona, può ascoltare e poi dare solo un parere esterno e neutrale, un pensiero diverso su cui riflettere, una valvola di sfogo….
    infine, i toni utilizzati: dal mellifluo al sarcastico nel giro di un secondo, prima tutte amiche di blog e poi un covo di inette, da un momento all’altro. girl power, proprio.

  • Molly, 19 Luglio 2024 @ 12:41

    Chrissy raccontaci qualcosa di più. Tu sei libera? Se stai soffrendo, cosa stai facendo per stare meglio? La mia filosofia, non condivisa da tutti, è che lavorare insieme non vale assolutamente la propria salute mentale. Se stai troppo male, metti te stessa come priorità, prendi in considerazione un altro lavoro, guardati attorno e cerca di trovare un nuovo ambiente lontano da lui. Impareresti nuove abilità professionali e incontreresti nuove persone e soprattutto non vedresti più lui che con la sua presenza non fa altro che mettere il dito nella piaga. Opportunità al posto di “per principio non me ne vado ma soffro”.

  • Cossora, 19 Luglio 2024 @ 12:36

    @chrissy ho un’amica che ci lavora da più di vent’anni e sono stati amanti innamorati per tantissimo, poi amanti ‘a consumo, alla bisogna’ (per lui, lei comunque è ancora innamorata altrimenti non si darebbe tanto per darsi). Lei sa di tutto e di più. Dalla cartella clinica dell’intera famiglia, alle varie tappe vitali della figlia (ormai maggiorenne, ma che ha ‘cresciuto’ silentemente con lui) che dire? Lavorarci è una sfiga. Avere qualsiasi altro legame, anche solo di vicinato, è una sfiga.
    Si dovrebbe essere amanti (e amarsi in generale) senza altri vincoli di mezzo. Uscirne è faticoso di suo. Io (se davvero capissi che amo nel dolore) cambierei posto di lavoro. Giusto o no, penserei alla mia salute e all’influenza su chi amo (i miei figli).
    C’è qualcuno che, soffrendo del tuo stato d’animo, potrebbe motivarti a venire via? Attàccatici.

  • Mimi, 19 Luglio 2024 @ 09:50

    @Chrissy lavorate a stretto contatto? Non hai modo di poter evitare interazioni con lui?
    Forza…quando davvero smetterai di crederci e sperare sarà tutto più facile.
    Ti stai facendo aiutare?

  • elleelle, 18 Luglio 2024 @ 16:32

    @Leilei
    ” Tu dai consigli agli altri, ma non ascolti quelli di Ale, che ne sa molto più di tutti noi!!!”

    Ti sbagli, ascolto eccome i consigli di Ale e li ho messi in pratica sia con il mio ex che con l’ex trombamico e con i vari altri che mi hanno ronzato attorno. Ho fatto quello che Ale suggerisce e cioè no contact, terapia, blocco ovunque sui social, ho badato ai fatti e non alle chiacchiere in tutti i casi che mi sono capitati.
    Il problema non sono io, Leilei e non lo sono nemmeno i miei consigli, che sono indirizzati esclusivamente alla tua situazione di (ex) amantato e uguali a quelli che ti hanno dato tante altre utenti.
    Il problema è dentro di te.
    Tu in questi anni non hai mai ascoltato né i consigli altrui né quelli di Ale e il risultato è sotto agli occhi di tutti. Non li hai mai ascoltati perché soffri di dipendenza affettiva e non la curi.
    Se sei contenta di come sei stata trattata da lui in questi anni, meglio così. Tieni la porta aperta, magari torna.

  • Cossora, 18 Luglio 2024 @ 14:58

    Ma sio @ariel empatizzavo con @leilei che fa la femme fatale in bikini .. dai ci abbiamo pensato tutte almeno una volta nella vita (io migliaia) a fare la parte delle seduttrici ‘guarda-cosa-ti-sei-perso’ .. non c’è sempre bisogno di appesantire tutto. Che mattoni mamma mia. Ti mando tanti baci anche io ti sento in forma, sono contenta!

  • Leilei, 18 Luglio 2024 @ 14:47

    Elleelle darò ascolto alle tue parole quando sarai veramente libera. Fin quando vivrai in una condizione di separata in casa per comodità, non avrai nulla da insegnarmi. Tu dai consigli agli altri, ma non ascolti quelli di Ale, che ne sa molto più di tutti noi!!!

  • alessandro pellizzari, 18 Luglio 2024 @ 12:40

    Fatti aiutare e scrivimi anpellizzari@ icloud.com

  • Nick76, 18 Luglio 2024 @ 11:54

    @Molly: “ma ci vogliamo anzi vi volete rendere conto che fare l’amante significa accettare le proprie corna?” Hai perfettamente ragione, poi come ha detto @Alessandro, statisticamente questo si verifica molto più spesso se il traditore è un uomo rispetto ad una donna innamorata. Però visto che molto di più del 70% delle storie di ammantato finiscono con un nulla di fatto, “le corna” finiscono con il concludersi della storia. Cosa che ahimè non si verifica quando il coniuge tradito ben felice, perché crede nella sua illusione, di aver vinto la sua battaglia, si riprende il traditore (uomo o donna) in questi casi che sono la stragrande maggioranza, come dire… le corna sono per sempre fin che morte non li separa…!!! L’importante è saperle portare…!!!

  • Chrissy, 18 Luglio 2024 @ 10:57

    Io sono alla quinta estate.
    Spero sia l’ultima. Lo dico tutti gli anni…ma devo riuscirci, tanto ormai non credo più alle sue promesse.
    La parte più difficile è che lavoriamo insieme, quindi sono costretta a rivederlo e fare il no contact è davvero difficile.

  • Ariel, 18 Luglio 2024 @ 09:54

    Cossora, 17 Luglio 2024 @ 10:34
    @Cossora mi hai fatto ridere in modo semplice e bonario col tuo commento qui dove a detta tua sarebbe così femminile fare la strategia del TI FACCIO ROSICARE!!!
    Ahahahah mortaaaa!
    No questione di predicozzo su dignità ma ciò che resta evidente è la reazione typique di chi porta dependance affective!
    Immagina la Marionetta che si dimena credendo possibile che il suo manipolatore negativo che ha i suoi fili in mano e Komanda da ANNI E ANNI in modo efficace le dipendenti affettive e cioè le prede che non riescono ancora a staccarsi dal gioco orrendo a loro danno!!
    Non c’entra dignità o altro c’entra la DROGA che fa arrivare a pensare e agire con il ROSICONE !!!
    “Mo’ te faccio rosicà!!”
    Ahahahahah
    Vi abbraccio care ragazze credetemi riderete di gusto delle vostre reazioni del oggi!!
    E accadrà dopo che farete il vostro percorso Psicologico Su RELACTION TOXIQUE!!
    Bisous ma chère Cossora!
    E pure @ Leilei e tutti casi come i vostri !!!
    Si può sempre GUARIRE!!❤️

  • Ariel, 18 Luglio 2024 @ 09:36

    elleelle, 17 Luglio 2024 @ 23:00

    Infatti @elleelle qui metti in evidenza il fatto che contraddistingue la relazione tossica dove SEMPRE LO SCHEMA UGUALE
    Un cialtrone che si permette di METTERE A CUCCIA BRAVA vuoi la amante vuoi la moglie con metodi SEMPRE UGUALI
    Il tira e molla
    Il silenzio punitivo
    Racconta un sacco di balle pur di trattenere in relazione/ comunicazione che significa sempre essere in relazione

    E poi dall’ altra parte una lei con vera Dipendenza affettiva
    Che tipicamente scienza ci dice

    NON CI SI ACCORGE DI AVERLA
    SÌ RIFIUTA LA SOLA IDEA
    SI RISPONDE SOLO ALLA DROGA DIPENDENZA CHE RICHIAMA SEMPRE A MANTENERSI SUL ATTENTI IN RELAZIONE ATTIVA chiaramente al COMANDO di lui

    Non si è affatto stupide ma nessun drogato è stupido solo obbedisce alla droga dove nel cervello si crea la PAURA FOTTUTA DI PATIRE LA CRISI DI ASTINENZA astinenza da NO CONTACT che MAI PIÙ SI VUOLE FARE QUELLO VERO!!

    Dopo così tanti anni senza cura psicologica e pure psichiatria per gestire la assenza della sostanza CHE È LUI , con no Contact resta impossibile rendersi conto di ciò che giustamente scientifico vai scrivendo nei tuoi ottimi commenti tu e altre come Lia Rinascita e altre che guarda caso sono A VIVERSI LA VITA NUOVA essendo riuscite prima delle decadi a staccarsi dentro nel cervello e cuore.
    Anche casi @ Cossora identique dinamica!
    Molto nel Blog si ha fame di protagonismo di scrivere effetti speciali di inventarsi pensieri ed opzioni le più strambe pur di dimostrarsi e cioè a se stesse che NON ESISTE LA REKAZIONE TOSSICA E Tantomeno LA LORO DIPENDENZA AFFETTIVA ANTICA
    Curatevi a stecche e ne uscirete alla grandissima!!
    Pure @ Dispersa ancora resta attaccata e così pure @ Cri28 non a caso si danno la mano tossica!!’
    Bonjour les filles! Curatevi e ce la farete tutte!!!❤️

  • alessandro pellizzari, 18 Luglio 2024 @ 08:17

    Si chiama orbiting

  • alessandro pellizzari, 18 Luglio 2024 @ 08:17

    Amanti tradite per forza? Tranne nei casi, il 70%, nei quali lui mente dichiarando che non ha rapporti col coniuge da mesi, anni. E lo ribadisce anche per le vacanze equando pubblica certe foto. Inverosimile? Certo. Impossibile? Di sicuro in vacanza o dopo la scoperta del tradimento e il riciclaggio della coppia. Purtroppo molte vogliono crederci. Al contrario le donne sono migliori anche in questo: un’amante innamorata del proprio amante prima o poi smette di avere rapporti col marito. Sono i veri matrimoni bianchi

  • elleelle, 17 Luglio 2024 @ 23:00

    @Leilei
    “E mi piace tanto che ne soffra, senza saperne liberare.”

    In questo è uguale a te, anche tu soffri senza sapertene liberare. È strano che tu veda la sua condizione e non la tua.

  • elleelle, 17 Luglio 2024 @ 22:58

    @Leilei
    ” Elleelle ma secondo te io pubblico foto solo per lui? Mai fatto, infatti vede solo quelle pubbliche”

    Dai, Leilei, non siamo nate ieri! Ormai come si usano i social lo sappiamo tutti. Se non vuoi che lui veda le foto non le metti pubbliche, è semplice. Invece tramite i social mantieni quel filo che vi lega e che hai visto funzionare.
    Le tue foto hanno la stessa valenza del suo mettere “impegnato con”. Sono messaggi indiretti ma che arrivano. Entrambi sapete che state orbitando sui rispettivi social.
    Comunque coraggio, è la metà di luglio, tra poco è settembre e tornerà.

  • Molly, 17 Luglio 2024 @ 22:09


    Ma in fondo non dovrei nemmeno meravigliarmi che lui scelga la via dell’ auto flagellazione, ingoiando anche le proprie corna, ”

    @Leilei ma ci vogliamo anzi vi volete rendere conto che fare l’amante significa accettare le proprie corna? Scegliere una relazione non esclusiva a me sembra comparabile a essere traditi perché non si è in una coppia, in una relazione a due, ma spesso a quattro (quando entrambi sono sposati) o se vi va bene solo a tre. Quindi non sta sopportando nulla di nuovo. Ci era abituato alla condivisione della partner.

  • alessandro pellizzari, 17 Luglio 2024 @ 21:55

    Secondo me non soffre più di tanto è un patto fra traditi che si fonda su convenienze e facciata

  • elleelle, 17 Luglio 2024 @ 20:20

    @maribel
    “noi ci dobbiamo impegnare molto a utilizzare tutti i nostri sensi, diciamo così, verso la via d’uscita, quindi esercitare corpo, anima e cervello in nuove cose e nuove esperienze che ci tengano lontani dalla relazione tossica”

    Sono d’accordo con te, nel momento in cui ci di rende conto di avere una dipendenza affettiva è necessario aiutarsi mettendo in atto anche tutto quello che suggerisci tu.

  • Leilei, 17 Luglio 2024 @ 19:25

    Elleelle ma secondo te io pubblico foto solo per lui? Mai fatto, infatti vede solo quelle pubbliche, e non quelle degli amici (che tra l’altro sono pochi)

  • Leilei, 17 Luglio 2024 @ 19:22

    Elleelle narcisismo sicuramente, nell’ accezione più comune del termine, e non in quella psicopatologica.
    Ma in fondo non dovrei nemmeno meravigliarmi che lui scelga la via dell’ auto flagellazione, ingoiando anche le proprie corna, perché come mi ha più volte detto “noi non viviamo, noi sopravviviamo”, riferendosi alla sua coppia. E mi piace tanto che ne soffra, senza saperne liberare.

  • Dispersa, 17 Luglio 2024 @ 17:56

    @Leilei effettivamente non capivo i tuoi post, se non in parte!!
    Allora goditi sole e abbronzatura… Effettivamente quel senso di rivincita serve per innalzare l’autostima!!
    Qualcuno dira ‘è uno stato momentaneo’, ma non importa tutto aiuta!!

  • Leilei, 17 Luglio 2024 @ 13:13

    Innamorata proprio no, ma mi dava fastidio che lui la amasse ancora. Ora che so che non è così, sono a posto. Non ho nessuna voglia di rivederlo.

  • maribel, 17 Luglio 2024 @ 10:36

    @elleelle,
    certo condivido la necessità di un aiuto psicologico e lo abbiamo scritto più e più volte. ma ricordavo che leilei già fosse seguita da uno psicologo e quindi ho suggerito altre cose che le servirebbero a mio parere, perchè la strada è ancora lunga, non è che lo psicologo da solo fa miracoli in pochi giorni, il lavoro è lungo e profondo…. e noi ci dobbiamo impegnare molto a utilizzare tutti i nostri sensi, diciamo così, verso la via d’uscita, quindi esercitare corpo, anima e cervello in nuove cose e nuove esperienze che ci tengano lontani dalla relazione tossica, che per tanto tempo resta lì, in un angolino della nostra mente.

  • Cossora, 17 Luglio 2024 @ 10:34

    L’ego è difficile da annullare ragazze. Bisogna tenerne conto.
    Comunque io @leilei la capisco e entro certi termini è ‘sanamente femminile’ farlo rosicare un po’, della serie ‘ti sei voluto tenere la moglie? guarda cosa hai lasciato!’
    Un po’ di apertura anche qui. Non sempre tutte giù pesanti sulla dignità, l’orgoglio, dai.. Quando si stuferà lo sostituirà (senza un riferimento maschile non ci sta, non ci stiamo, fa parte del temperamento non siamo tutti uguali)

  • elleelle, 17 Luglio 2024 @ 09:13

    @Leilei
    “MARIBEL le mie foto in costume fanno ancora una bella figura e il mare cristallino attira gli sguardi. Io mi sono sdraiata sul lettino ad aspettare che il cadavere del mio nemico passasse steso su un sup.E così è stato, mi sono presa la mia soddisfazione. Lui è ancora prigioniero nella gabbia che si è scelto, volontariamente infelice. Anche io ho la mia gabbia, ma dorata e di dimensioni giuste per non sentirmi claustrofobica, con un partner adorante al seguito.”

    A me sembra che tu abbia perso un po’ la testa. Nessuno dei discorsi che fai ha senso, né di fronte a noi né relativamente a due uomini che non ti amano.
    Sei sicura che questo tuo atteggiamento non sia legato al narcisismo di cui ti aveva parlato la psicologa?
    Perché io vedo solo tanto ego ferito che sta diventando irrazionale e perde di vista le cose che sono davvero importanti.
    Essere ammirate da un cialtrone che non ci ha pensato due volte ad umiliarti per recuperare in extremis la moglie e non perdere la sua posizione da galletto di casa, è davvero una magra soddisfazione.
    Il fatto che tu pubblichi foto apposta per lui è solo la dimostrazione della tua dipendenza affettiva da un cialtrone.
    Orgogliosa di tutto ciò?

  • Ex smarrita, 16 Luglio 2024 @ 21:19

    Condivido il commento di Maribel. Forse quando si viene lasciate il processo di chiusura è più lento, e per un po’ è anche normale restare appese alla speranza di un suo ripensamento, “godere” delle sue attenzioni, sapere che chiede di noi. Il mio ex ne ha combinate di grosse, ma l’unica cosa buona che ha fatto è stata non cercarmi, non farmi arrivare sue notizie indirettamente, non fare orbiting. Il vuoto assoluto, unito alla consapevolezza che stava ricostruendo con la moglie, ha azzerato in me gli ultimi remasugli di sentimento e mi ha aiutato a uscire dal vortice di dipendenza. Se avesse orbitato forse sarei allo stesso punto di partenza. Metti un muro @leilei, non ci sono scorciatoie, all’amico in comune digli di non riferirti sue notizie, che non ti interessa, e se riesci cancellalo dai social. Mettitela via, ha scelto l’infelicità, ma la sceglierebbe anche se tornasse da te. Basta fargli da stampella, è un uomo adulto consapevole delle sue scelte, sii forte e lascialo andare. Quando smetti di arrovellarti ricominci a respirare, e si sta finalmente bene. Dai che ce la fai!

  • Dispersa, 16 Luglio 2024 @ 17:37

    @Leilei ti danno fastidio certe cose/affermazioni perché ancora innamorata o per il tuo ego personale?? Te lo chiedo perché me lo sono chiesta anch’io… L’ultima volta che ci siamo visti il mio pensiero è stato molto superficiale ‘come si è appesantito in questi mesi’ e nonostante la bella serata ho dovuto fare i conti con me stessa e come a volte non si accetti il fatto che i sentimenti, se non curati, si perdano nel tempo e il loro valore!!

  • elleelle, 16 Luglio 2024 @ 14:35

    @maribel
    Dopo anni sul blog, quindi consapevoli di tutte le dinamiche che si creano, secondo me in situazioni in cui non ci si riesce a staccare da un uomo sposato e una relazione malsana, l’unica cosa saggia da fare sia ammettere la propria dipendenza affettiva e andare in terapia.
    Che si tratti di Leilei o di chiunque altro, stazionare in una situazione che è solo umiliante è un problema che va risolto con serietà e con uno specialista.
    Non servono giri di parole, domande sulla rava e la fava, ha finito lui o ha finito lei, il rammarico dell’ex amante o discorsi sui ruoli tipo harem ecc. Sono solo chiacchiere inutili che posticipano il momento in cui bisogna affrontare il vero problema: la propria mancanza di autostima.
    Una persona con una malattia fisica si fa curare. Allo stesso modo andrebbe curata una “malattia psicologica” come la dipendenza affettiva.

  • Mimi, 16 Luglio 2024 @ 14:30

    @Maribel sono d’accordissimo con quello che hai scritto.
    La scelta era tra lasciare l’amante e tenere la dignità ma togliere la stampella al matrimonio oppure rimanere ai comodi dell’amante, godersi il loro spettacolino di ricostruzione ma tenere la stampella.
    Penso che, nella modalità di ora, non abbia totalmente deciso perchè nessuna delle due cose è quella che vuole. Ha chiuso ma non l’ha bloccato. Orbitano entrambi. Comunicano con i messaggeri o i segnali di fumo.
    Nessuno dei due vuole separarsi ma nessuno dei due vuole rimanere nel proprio matrimonio senza l’altro, un loop infinito.

  • Leilei, 16 Luglio 2024 @ 14:21

    MARIBEL le mie foto in costume fanno ancora una bella figura e il mare cristallino attira gli sguardi. Io mi sono sdraiata sul lettino ad aspettare che il cadavere del mio nemico passasse steso su un sup.E così è stato, mi sono presa la mia soddisfazione. Lui è ancora prigioniero nella gabbia che si è scelto, volontariamente infelice. Anche io ho la mia gabbia, ma dorata e di dimensioni giuste per non sentirmi claustrofobica, con un partner adorante al seguito.

  • alessandro pellizzari, 16 Luglio 2024 @ 13:54

    Lei spera ancora in una sua redenzione in un ritorno. Non importa sia il peggio cialtrone, è evidente per noi che non ci siamo dentro, non per lei. Lo trovo umano e dobbiamo aiutarla

  • Nick76, 16 Luglio 2024 @ 13:04

    @Leilei: “LIA è rammaricato perché di fatto a lui interessava che lei si sentisse nuovamente coinvolta, tanto da mollare l’altro. Ma come qui è sempre stato sostenuto, la situazione è tornata la solita di prima.” Ma come fa ad essere rammaricato se lui è stato il primo ad abbandonare il ‘progetto matrimonio” iniziando una relazione pluriennale con te??? La moglie sentendosi non amata e trascurata ha fatto la stessa cosa. Adesso è tardi per tornare indietro, non è che solo perché il tuo lui ha l’orgoglio ferito e vuole togliere il giocattolo alla moglie, lei deve accettarlo e si riprende il progetto iniziale. Che poi il progetto basato su cosa sull’ego ferito??? Ma non scherziamo e dai…!!! La realtà è quella di un matrimonio finito dove entrambi camminano in direzioni opposte e dove non si vuole, per mancanza di coraggio e coerenza, guardare in faccia la realtà è chiudere il sipario su questa commedia all’italiana…!!!

  • elleelle, 16 Luglio 2024 @ 12:48

    @White
    “Cossora non mi attira a se, in alcun modo.”

    Certo, ma entra subito in quella modalità perché è il suo modo di fare. Che sia tu, io o chiunque altro, è un comportamento automatico perché lei è fatta così.
    E nessuno le punta il fucile contro se non è lei che lo fa pesantemente per prima. Rispondere all’aiuto e al sostegno ricevuto con giudizi e sottili offese è una cosa pessima di per sé. Per un uomo sposato poi è oltremodo sciocco.

  • Cossora, 16 Luglio 2024 @ 12:28

    Al di la delle solite 3-4 in cattedra (comunque apprezzate) questo rimane un posto importante, sia nei miei giorni di ‘brainstorming da crisi’ che in quelli dove la mia relazione procede indisturbata nella sua ‘routine’. Non mi fa star male sentir parlare di briciole perchè non le reputo briciole (anzi) e perchè lui ed io siamo una bella coppia/sinergia/accozzaglia/chiamatela come volete a dispetto di tutto e di tutti.
    La moglie (per la quale ho il mio riguardo nella scarsa misura in cui esercita il suo ruolo di moglie) non impedisce neanche la metà -per dire- dei miei obblighi legali e non verso i miei figli. Fosse separato avremmo meno possibilità di improvvisazione ed io amo le sorprese!
    Quel che fa lui (accorciare le feste comandate, o adattare i suoi rientri estivi per incontrare i miei) non lo giudico, perchè sarebbe lavoro doppio, visto che lo giudicate anche voi: se scappa da me a Pasqua è un padre degenere che lascia la famiglia durante le feste, se rimane con la famiglia a Pasqua è un cialtrone perchè mi abbandona durante le feste.
    Insomma, qualsiasi cosa faccia -siamo amanti- non va bene. Io guardo quel che va bene a me, lo racconto e poi mi godo le vostre chicche 🙂

  • Cossora, 16 Luglio 2024 @ 12:05

    @white grazie e anche ad @ale grazie per la precisazione.
    Condivido con @white il concetto di leggere ed ascoltare senza per forza pensare a prescindere che quella persona la si condivide o no: ‘vedere’ chi si ha davanti prima che apra bocca è una capacità rarissima, ed è l’unica che permette di capire. E senza capire non si può amare.
    Adesso vado a cercarmi il post di @elleelle perchè questa che attiro le persone me la sono persa 🙂 🙂 🙂
    Ogni tanto mi sopravalutate oltre quanto io non faccia già!!

  • maribel, 16 Luglio 2024 @ 11:55

    trovo che sia inevitabile che Leilei ancora butti lì post e foto come una sorta di esca (più o meno consapevolmente). dico così perchè non ha chiuso lei di sua iniziativa una storia con in mente un percorso di un certo tipo ma è stata, di fatto, lasciata. si è allontanata lei, ok, ma è lui che di fatto ha deciso, buttandole davanti la realtà e cioè che alla fine avrebbe scelto sempre la moglie, addirittura parlando di ricostruzione.
    quindi leilei si è dignitosamente fatta da parte (e di questo le diamo atto) ma non ha ancora superato il colpo. si sente sola nel suo matrimonio, questo lo ha sempre detto, ed evidentemente il club e i viaggi e la sua bella casa non colmano quello che lei tentava di colmare con l’altro.
    dai leilei, trovati un nuovo hobby, un nuovo lavoro, una nuova compagnia per fare viaggi e organizzare cose, fai qualcosa che non hai mai fatto prima, qualcosa di diverso da tutto. ti immagino come una donna piena di spunti, di amiche e di vita sociale. Quindi, FORZA.

  • alessandro pellizzari, 16 Luglio 2024 @ 11:39

    Cossora èpuò essere oggetto di critiche e dibattito ma, superato l’incidente con me del passato, è la benvenuta

  • Leilei, 16 Luglio 2024 @ 11:11

    LIA è rammaricato perché di fatto a lui interessava che lei si sentisse nuovamente coinvolta, tanto da mollare l’altro. Ma come qui è sempre stato sostenuto, la situazione è tornata la solita di prima.

  • Molly, 15 Luglio 2024 @ 23:41

    “ Non ho capito se quei post li rendi visibili a tutti per farli vedere anche a lui!”

    Come dice mia madre il Signore li fa e li accompagna, un maccherone e una lasagna! Lui parla e si informa per interposta persona e Leilei orbita con i post pubblici invece che privati. Non ce la fanno ancora a lasciar andare…

  • Whiterabbit, 15 Luglio 2024 @ 20:00

    @elleelle per favore non tiratemi in mezzo in questa storia. Cossora non mi attira a se, in alcun modo. Cossora sa benissimo che io personalmente non approvo il suo modo di vivere. Nonostante ciò, quando la leggo, provo, se posso, a capire ciò che scrive e darle una mia opinione in merito senza giudicarla. Forse non sono così incisiva come voi perché non ho provato sulla mia pelle questo lato della barricata. Ma non si tratta affatto di “attirarmi” a lei con le frasi che tu citi sulla centratura e la lucidità, semplicemente le “parlo” volentieri delle mie opinioni o le esterno i miei dubbi, perché, come cerco di fare io con lei, non mi sono da lei mai sentita giudicata. Ed è più facile esprimersi se si sa di non avere un fucile puntato contro.

  • Nina, 15 Luglio 2024 @ 18:19

    “Nina, ridere dietro è alquanto complicato in un blog dove leggono tutti, compreso il diretto interessato!”
    @Lia,non poi tanto, infatti non mi sono rivolta a te perché la tua battuta era rivolta direttamente all’interessata e l’ho intesa proprio come volta a sdrammatizzare. Diverso è se due o più utenti si mettono a far battute tra di loro su un’altra utente. Ma capisco che magari il formato del blog non aiuta,perché se si fosse in un locale tranquille con magari un gelato in mano e tutte insieme(compresa la persona oggetto delle battute)magari la cosa avrebbe un tono più leggero.

  • Lia, 15 Luglio 2024 @ 16:57

    @Leilei,
    Certo! Adesso è rammaricato! Come mai non era rammaricato mentre ti raccontava di volersi riavvicinare alla moglie?
    Non ho capito se quei post li rendi visibili a tutti per farli vedere anche a lui! Bloccalo ovunque e fregatene! Sparisci una volta per tutte e non parlare di lui con amici comuni che poi gli riportano le cose che dici!
    Non mi è del tutto chiaro se hai preso una decisione definitiva o se per caso dovesse rifarsi vivo, tu saresti d’accordo e rivederlo. Se la tua decisione è definitiva, eclissati e bloccalo! E’ meglio per tutti!

  • Lia, 15 Luglio 2024 @ 16:37

    @Nina, ridere dietro è alquanto complicato in un blog dove leggono tutti, compreso il diretto interessato!
    Sdrammatizzare di fronte a dinamiche che si conoscono bene viene quasi spontaneo!
    A me le offese di Cossora non toccano neanche più, ci rido sopra anch’io.
    Ma ormai anche Cossora sa già che non può aspettarsi una carezza da me!
    Senza scomodare le statistiche di Ale, ma semplicemente la logica, la sua relazione è nelle mani del suo amante e della sua famiglia, quindi certi eventi è matematico che
    capiteranno e ricapiteranno ancora chissà quante altre volte finché non ci sarà quella decisiva, non so se augurarle il prima o più tardi possibile!
    E’ lei che ha deciso di accollarsi certi rischi e, se ha intenzione di fare l’amante il più a lungo possibile, è bene che si abitui e che accetti certe dinamiche, senza lamentarsi ed insultare chi cerca di tirarla fuori dalle sabbie mobili.

  • Cossora, 15 Luglio 2024 @ 15:52

    @ale pubblica il mio post rivolto ad @elleelle due secondi dopo che ho letto il suo post-capolavoro.
    Se c’è una cosa di cui vado fiera e che mi ha sempre tenuta in alta considerazione (soprattutto su lavoro) è la mia assoluta disponibilità ad amettere. tutto. Dal ‘si, ti ho tradito’ al ‘mi riconosco in ogni critica che mi hai fatto’.
    Non sarei dove sono se fossi diversa. Autostima ed umiltà, quando servono, quanto servono.

  • alessandro pellizzari, 15 Luglio 2024 @ 15:42

    La cosa migliore è bloccarlo, per lui continua a entrare, virtualmente o per interposta persona, nella vita di Lei. Il silenzio

  • Nina, 15 Luglio 2024 @ 14:54

    Grazie @Ariel il tuo commento l’ho letto volentieri e terro’ presente le tue parole. Sono d’accordo con te che un sano umorismo aiuti a crescere
    e quindi sono sempre disponibile,come ho già scritto nel tanto sgradito “paragone”,a ridere “con”.Come ho già detto non mi piace invece “ridere dietro”. Cosa che comunque tu non fai (almeno da cosa ho letto finora essendo nuova)ne utilizzando il sarcasmo ne in alcun altro modo. Per quanto ho letto ti ho sempre vista sinceramente preoccupata per le eventuali situazioni di dipendenza affettiva di alcune utenti e anche infervorata nel rimarcarle,ma percepisco dietro i tuoi discorsi sempre un sincero dispiacere e qualche volta per sdrammatizzare un po’ di ironia , ma piacevole da leggere.

  • Nike, 15 Luglio 2024 @ 14:51

    @LeiLei sapere che lui si consola con i tuoi post può anche farti piacere ma pensa a dove sta e a tutto quello che ha fatto. Fossi in te gli toglierei anche quella soddisfazione. La cosa migliore è l’indifferenza, che sia vera o no, non importa. Io ho detto all’amico a cui lui aveva chiesto informazioni su di me di non pronunciare nemmeno il mio nome altrimenti avrei chiuso i rapporti anche con lui.

  • Viovio, 15 Luglio 2024 @ 14:28

    @Cossy non si tratta di cattiveria e lo sai bene, perché dopo anni di blog sei in grado di riconoscere chi gode della sofferenza altrui e le utenti che hai citato, fra cui io, non ne facciamo parte.
    Oltretutto recentemente ti è stato dato sostegno proprio perché qualcuna aveva usato una battuta di cattivo gusto, la memoria corta ce l’hai solo quando ti fa comodo.
    Ribadisco, sicuramente leggendoti dispiace più a me per la tua situazione che a te stessa, perché sono anni in cui ti racconti e vuoi venderci una realtà alterata, altrimenti non ti ritroveresti a soffrire periodicamente.
    Mi sembra che qui l’aiuto non sia mai stato negato a nessuno, però se in cambio bisogna ricevere dei volta faccia e delle frecciatine perché la verità è scomoda… di cosa ti meravigli?
    Per il resto credo che il commento di @Elle a @Nina sia stato più che esaustivo riguardo al tuo argomento.

  • elleelle, 15 Luglio 2024 @ 14:21

    @Cossora
    Il tuo commento non ha fatto altro che confermare il mio.
    …..Quando torni ci sono le cattivone:
    “Mamma mia @lia, @elleelle, @viovio.. che cattiveria, che sottile godimento si legge nelle vostre righe quando parlate di me”
    ….E ci sono quelle che cerchi di attirare a te:
    “Grazie @nina, grazie @white. Ci sono rapporti in cui non ci si deve spiegare e su questo argomento con voi sembra essere così ”

    Come ho già scritto, quando hai chiesto sostegno ti è stato dato, anche da noi cattive.
    Sei stata tu che nel momento in cui hai ricominciato a vederlo speciale, hai tirato fuori i tuoi soliti aggettivi.
    Io non sono felice se tu stai male ma non mi fa nemmeno piacere vedere che ti rivolti sempro contro che ha avuto parole di consiglio e sostegno.

  • Lia, 15 Luglio 2024 @ 14:15

    @elleelle 15 Luglio 2024 @ 12:36
    Condivido in toto tutto quello che hai scritto! Anni di dinamiche, ormai, trite e ritrite!
    Non ci resta che ridere!

  • Luciana, 15 Luglio 2024 @ 13:01

    @elleelle, 15 Luglio 2024 @ 12:36

    una analisi perfetta e pure divertente – la tenda per il glamping e’ un lampo di genio! haha

  • Cossora, 15 Luglio 2024 @ 12:47

    Mamma mia @lia, @elleelle, @viovio.. che cattiveria, che sottile godimento si legge nelle vostre righe quando parlate di me e.. insomma mi par di capire che voi empatizziate se soffro.
    No @lia è coerentemente se setsssa e per questo ho il massimo rispetto.
    Grazie @nina, grazie @white. Ci sono rapporti in cui non ci si deve spiegare e su questo argomento con voi sembra essere così 🙂
    Però siamo tutte teste diverse e va bene così. Vi assicuro che ogni vostro post mi sta servendo. Quindi vi prego, andate avanti!!

  • Ariel, 15 Luglio 2024 @ 12:44

    elleelle, 14 Luglio 2024 @ 20:43

    Cara Elle condivido totalmente ciò che qui hai scritto !
    Pura realtà del Blog intero da SEI ANNI!

    @Nina
    Cara Nina comprendo benissimo che purtroppo il limite della sola comunicazione per scrittura per qualsiasi utente possa generare interpretazioni soggettive e per le quali ovviamente non ci sta nulla di male ,ma secondo me,fanno parte dei limiti sicuro del anonimato virtuale.
    Ogni situazione contiene pro e contro.

    Ecco che ,quindi,comprendo che chi come te non ha vissuto lo scambio qui sul Blog di SEI ANNI con alcune utenti ,in questo caso @Cossora possa e sicuro debba avere la piena libertà di farsi la propria opinione,ci mancherebbe non accadesse così!
    Anzi qui resta molto importante ogni espressione e propria idea deve essere sempre ben accolta perché ciascuno può seminare qualcosa di buono che genera la capacità di guardare lo stesso quadro da altro punto di vista,
    Ma ecco penso anche per esperienza personale e non che il SANO UMORISMO faccia solo che bene e fa parte integrante della propria evoluzione emotiva interiore.

    Un valido aiuto perché se ridi con me può essere solo che un bene e il con me si riferisce a chiunque qualsiasi utente.

    Non bisogna confondere il Sarcasmo con umorismo
    E in più utente @Cossora lo Sa Usare benissimo il suo umorismo e guardarsi attraverso occhi altrui aiuta molto sempre.

    Siamo come ciò che avviene quando ci si guarda allo specchio e resta impossibile vedere la PROPRIA VERA IMMAGINE DEL CIÒ CHE SIAMO

    Sono gli altri che la possiedono!,,

    Cara Nina ridiamo insieme
    Saper ridere di se stessi insieme agli altri è un ottimo exercice per imparare a individuare il vero proprio difficolta del presente.

    Bonjour Les Filles!,❤️

  • elleelle, 15 Luglio 2024 @ 12:36

    @Nina
    Sono i toni giusti quando una persona si infila in una cosa che non conosce e fa un paragone che non ha senso, tipo quello che hai fatto tu, condendolo con una buona dose di virtuosità che noi cattivone non abbiamo. Perché ti ricordo che la risata è nata da una battuta di Lia ma tu fai “No, no, no” col ditino solo me.
    La risposta poco carina che ha dato Cossora dopo tutto il sostegno che le è stata dato è ancora visibile. Dopo è stato scritto che è una sua abitudine farlo, che non è la prima volta che lo fa ecc.
    Cosa non ti è chiaro?
    Se Ale me lo permette, ti spiego meglio come funziona in questi casi.
    Cossora è solita fare queste “crisi” quando lui la mette da parte. Fa fuoco e fiamme, parla di inesistenti no contact, dice di non avere l’amante e poi fa un repentino dietro front, lui diventa di nuovo stupendo e si amano tanto. Gli altri sono tutti acidi, presuntuosi, invidiosi, irrisolti se non addirittura delle m…, come è capitato.
    Quando le viene risposto senza troppe cerimonie, scompare per qualche giorno a ingoiare il fatto che nessuno se l’è bevuta e poi torna tutta brillante come se niente fosse con frasi tipo “Ohhh ragazze rieccomi! Sono stata assente qualche giorno ma vedo che avete parlato di me mentre io avevo molto di meglio da fare con il mio amore, che ha noleggiato una tenda per il glamping vista lago e vasca idromassaggio per fare l’amore sotto alle stelle. Perché sapete, io sono così dolce e femminile… Voi sfigate invece?”
    Poi per ripartire a scrivere cercherà mellifluamente di trovarsi qualche alleato: “Ma come scrivi bene, ma come sei lucida tu, vedo che siamo sulla stessa lunghezza d’onda, ce ne sono poche di persone risolte qui”.
    Va avanti così DA ANNI e se ti scappa una risata, ci sta tutta perché questo non è altro che il solito teatrino.

  • elleelle, 15 Luglio 2024 @ 07:40

    @Leilei
    Io ho il profilo chiuso da sempre sui social. L’unica cosa visibile sono le foto profilo e le cover photo. Non sono né una persona famosa né un megafono umano che deve informare il mondo.
    Secondo me dovresti tagliare anche questo legame che vi lega, per te e per lui, così povero caro non si deve rammaricare perché non riesce a spiare quello che fai.
    Secondo me sbagli a non bloccarlo, perché il blocco sarebbe il messaggio giusto da mandargli. Se proprio non vuoi bloccarlo perché speri che torni da separato in futuro (ma come sai, il detto dice che chi vive sperando…), almeno spezza questa dipendenza da social che avete entrambi: scegli una foto profilo e una cover foto e non cambiarle per qualche mese. Non mettere stati di qua e di là, tanto i tuoi amici non ne hanno bisogno visto che vi sentite tutti i giorni se no andate in fibrillazione.
    Vedrai che dopo un po’ si stancherà e non arriveranno più emissari papali ad informarti.

  • Nina, 15 Luglio 2024 @ 00:25

    La prossima volta, per favore, la predica la fai ai tuoi figli. Ti ringrazio.
    Bei toni davvero @Ellelle, comunque l’intento non era la predica,solo mi è spiaciuto leggere quelle frasi su un’altra utente,che ho “conosciuto ” sul blog esattamente come voi. Non conosco i trascorsi, come mi hai fatto notare sono “recente”,ma ugualmente non trovo giusto(attualmente,perché ai commenti del momento ho replicato)ridere dietro a qualcuno,qualunque sia il motivo,soprattutto quando come lei stessa sottolinea è in una fase di confusione o sospensione.
    Non mi scuso per quello che ho detto,anche se puo’ averti infastidito, perché lo continuo a pensare e continuero’,se @Alessandro lo consente, ad esprimere la mia opinione perché in fin dei conti questo si fa sul blog,non è che bisogna essere per forza allineati al pensiero degli altri solo perché sono qui da più tempo.

  • elleelle, 14 Luglio 2024 @ 20:43

    @Nina
    Scusami ma è uno dei tuoi soliti paragoni a sproposito.
    Tu hai un’amica con cui hai passato metà della vita per cui non si tratta di un rapporto virtuale in cui una persona (Cossora) ha l’abitudine di prendersela con gli altri ed apostrofarli con aggettivi vari quando si rimangia quello che dice.
    Tu sei arrivata da poco e magari non sai che lei nei nostri confronti lo ha fatto spesso e tempo fa è arrivata addirittura a darci delle m…
    Nel momento in cui una persona si dimostra ingrata e incapace di trattare gli altri con cortesia perché è succube di un uomo sposato, se scappa una battuta alle sue spalle è solo che meritata.
    È già tantissimo che in quest’ultima occasione sia stata aiutata e sostenuta da tutte, visto come si è comportata in passato.
    La prossima volta, per favore, la predica la fai ai tuoi figli. Ti ringrazio.

  • Viovio, 14 Luglio 2024 @ 20:26

    @Leilei
    A me sa tanto di strategia, ma che ti frega di mettere il post in modalità visibile a tutti e dargli la possibilità di avere tue notizie.
    Goditi la vacanza vala’ che è molto meglio!

  • alessandro pellizzari, 14 Luglio 2024 @ 19:55

    L’amico in comune è un ambasciatore che ti ha informato apposta su imbeccata di lui. Orbiting

  • Nina, 14 Luglio 2024 @ 14:09

    ” Tanto gli altri non sono scemi, hanno capito, per questo ormai si fanno una risata.”
    @Ellelle ho passato quasi metà della mia vita al fianco di una persona(per me una delle più care) con gli stessi problemi. Talvolta supportandola nella tristezza,altre volte ascoltando la sua euforia,sempre tentando con affetto e rispetto di aprirle gli occhi e ti assicuro che mai ho sentito lo stimolo di farmi una risata alle sue spalle(qualche volta ce la siamo fatta insieme pero’ e anche per lei è stato piacevole e liberatorio).Questa è una cosa che non aiuta mai. Se lei è innamorata è innamorata, l’unica cosa che si può fare secondo me è non smettere di farla riflettere mettendo alla luce le incongruenze e starle vicino. La persona di cui parlo per inciso ora sta finalmente bene ed è serena, ma è stato un percorso molto lungo e non facile e alla fine è stata solo lei che ha deciso quando è stata pronta. Nessuno può salvare qualcun”altro così d’ufficio e allo stesso tempo comunque nessuno può salvarsi da solo.

  • Leilei, 14 Luglio 2024 @ 13:14

    Ho saputo da amico comune che fanno la vita di prima, che lui è rammaricato di non vedermi più sui social e si “accontenta” di quello che riesce a vedere quando metto posto visibile a tutti. Nel frattempo io sono ancora in vacanza.

  • elleelle, 14 Luglio 2024 @ 10:40

    @Nina1
    “Sòccia” è un’esclamazione regionale usata al posto di “perbacco”, “cavolo”.

  • elleelle, 13 Luglio 2024 @ 17:52

    @Vio, Lia
    Eh lo so che siamo vicine… E se anche “sòccia” non è della mia zona, non si nega a nessuno 😀
    Parlando d’altro, secondo me se una persona ha una dipendenza affettiva radicata, il voltafaccia è normale ed è la manifestazione del problema. Basterebbe ammettere la propria debolezza e non prendersela con gli altri. Tanto gli altri non sono scemi, hanno capito, per questo ormai si fanno una risata. È inutile giudicarli come se fossero loro il problema. Anche perché se dovessimo passare agli aggettivi anche noi, ce ne verrebbe una gamba.

  • Nina 1, 13 Luglio 2024 @ 17:12

    @lia: “a ramengo” – anche noi vicine di casa…
    @elle: cosa vuol dire soccia??

  • Lia, 13 Luglio 2024 @ 10:11

    @viovio, @elleelle, soccia se siamo vicine!

  • Viovio, 13 Luglio 2024 @ 09:03

    Sòccia…..
    @elle
    Andar bene siamo vicine di casa e non lo sappiamo…. Che peccato!!!!!

    Che brutta piega ha preso questo posto ultimamente, il volta faccia di @Cossora poi non l’ho proprio capito dal momento e’ stata lei a chiedere aiuto.
    Io ero realmente dispiaciuta nel leggerla in difficoltà, nonostante il suo atteggiamento negli anni non mi sia piaciuto.
    Se è stata fatta risalire sulla barca e tutto è tornato come prima crisi risolta, meglio così ;-p
    Io alla barca preferirei il piadinaro della stazione centrale ma con un uomo che mi ama sul serio, però son gusti ehhh

  • alessandro pellizzari, 13 Luglio 2024 @ 00:42

    Lei ama lui lui ama ma non può

  • Nick76, 12 Luglio 2024 @ 19:33

    @Molly: “Se fosse così meraviglioso e la complicità così vera non sareste qui a scrivere che c’è sofferenza, che vi sentite ingannate (e vale anche per NIck76)” allora visto che mi hai tirato in ballo rispondo per quella che è la MIA esperienza, tra me e la mia ex c’è o c’era un rapporto meraviglioso, un intesa, una complicità e un alchimia fuori dal comune, potrei raccontare innumerevoli piccoli episodi che testimoniano ciò, ma quelli, li tengo per me. Sensazioni che in quaranta e passa anni non ho mai provato con nessun’altra persona. I motivi per cui è finita o si è interrotto tutto ciò beh… l’ho già ampiamente spiegato e non sto a ripetermi. Non mi sono mai sentito ingannato da lei ecco perché ci siamo fermati di comune accordo in modo tranquillo e pacifico, ti posso assicurare che se avessi avuto il minimo sospetto di essere stato ingannato le cose sarebbero andate in modo molto ma molto diverso. Se potessi scegliere rivivrei tutto ciò dall’inizio nonostante sapessi la conclusione??? Si, nel modo più assoluto e non perché sono un masochista ma perché ripeto, determinate sensazioni che ho provato non le avevo mai provate prima e ci facevano stare bene entrambi. La rivorrei a mezzo servizio come prima pur di riavere quelle emozioni??? La mia risposta è un no, categorico, questo perché adesso che siamo lontani ho capito che non voglio più accontentarmi di averla a metà, quindi o tutto o niente. Spero di essere stato abbastanza chiaro e di non innescare troppe polemiche con questo mio intervento…!!!

  • elleelle, 12 Luglio 2024 @ 18:23

    @Ale
    “Moderiamoci, qui si aiuta, non si ride dei guai altrui”

    Certo Ale ma qui non c’è nessun guaio.
    Cossora sta benissimo, si amano e ha la relazione che ha sempre sognato.
    A questo punto possiamo fare qualche battuta in leggerezza, per sdrammatizzare.

  • Lia, 12 Luglio 2024 @ 18:19

    @Molly, non sono tutti cialtroni! Qui trovi donne che sono state prese in giro, ma tante storie finiscono con una nuova coppia!
    Anche tantissimi matrimoni vanno a ramengo, ma non mi pare che quel tipo di relazione tu la condanni!
    Allora io, allo stesso modo, potrei chiederti come mai difendi così tanto i matrimoni, visto che hai sofferto così tanto e sei stata presa in giro per anni!
    La differenza tra noi e te sta nel fatto che quelli che ti dicono che due amanti possono amarsi davvero sono stati sia amanti che mogli/mariti e quindi un confronto possono davvero farlo. Tu, invece, parli per supposizioni!

  • alessandro pellizzari, 12 Luglio 2024 @ 17:09

    Moderiamoci, qui si aiuta, non si ride dei guai altrui

  • Molly, 12 Luglio 2024 @ 16:02

    Ellelle sei ripetitiva e contradditoria: da una parte elogi i sentimenti veri e sinceri che si provano tra amanti, non si tratta solo di leggerezza, divertimento e sesso, poi però riconosci che la maggior parte degli amanti (solo gli uomini, mi raccomando!!) sono dei cialtroni e le donne finiscono in grande sofferenza. Quindi perché difendi l’amantato e le sue dinamiche mi rimane difficile da capire. Se fosse così meraviglioso e la complicità così vera non sareste qui a scrivere che c’è sofferenza, che vi sentite ingannate (e vale anche per NIck76), ci sarebbero solo testimonianze di occhi a cuoricino, cene romantiche, vacanze insieme, grande gioia del cuore e tanta serenità.

  • elleelle, 12 Luglio 2024 @ 15:00

    @Lia
    “Vedrai che fra un pò risolve tutto e torna a strombazzare sotto casa tua con la cabrio. Tu fatti trovare pronta!”

    Dalle risate quasi cado dal divano 😀
    Però anche tu, se fai così ti becchi poi dell’acida irrisolta.

  • elleelle, 12 Luglio 2024 @ 14:37

    @Molly
    “Ci riprovo e poi vi saluto”
    Sòccia, il livello di ammorbamento diminuirebbe non poco! 😀
    Comunque perché te la prendi? È vero che non vuoi capire, non è mica una cosa nuova. Sono discorsi che fai da anni e da anni ti vengono risposte le stesse cose.

  • Lia, 12 Luglio 2024 @ 14:36

    Ma sì, Cossora, hai ragione tu.
    sai che ti dico, Il fatto che lui non ti calcoli e si occupi adesso a tempo pieno del figlio, fa parte del pacchetto “libertà” che stai cercando di venderci come il migliore del mondo! La libertà mi pare che debba valere per te come per lui! Non credo tu voglia nessun consiglio, stai benissimo così!
    Vedrai che fra un pò risolve tutto e torna a strombazzare sotto casa tua con la cabrio. Tu fatti trovare pronta!
    Buona libertà a tutti e due!

  • alessandro pellizzari, 12 Luglio 2024 @ 14:18

    Ma non È vero che nessuno si lagna la maggior parte delle testimonianze sono drammatiche altre di rassegnazione. Io non faccio passare come al solito affermazioni offensive o estreme o livorose lo sai non tirare fuori la dittatura on demand dai è noioso e poi sei sempre qui.

  • Molly, 12 Luglio 2024 @ 13:24

    “È inutile cercare di spiegare cose a chi non vuole sentire, lei è convinta che le storie extra sono il male, ”

    Nick 76 scrive, Ellelle scrive ma le risposte che scrivo io non passano.

    Ci riprovo e poi vi saluto perché è insopposrtabile venire giudicati e non avere diritto alla risposta.

    Se sono tanto belle e piene di emozioni positive queste storie, come mai arriva la sofferenza? Non mi pare che arrivi solo per chi viene tradito…

    Si crea uno tsunami in chi viene tradito ma mi pare che voi alla fine non la viviate tanto meglio. E le statistiche dicono che il 70 “coppie” su 100 di voi restano amanti o si separano. Auguri! Vedo che siete qui a raccontare che meraviglie state vivendo. Nessuno che si lagni. Tutti felicissimi….

  • elleelle, 12 Luglio 2024 @ 11:15

    @Cossora
    “non so nemmeno come definirvi, ognuno con il suo modo, chi paternalistico, chi acidello, chi presupponente, chi piccato, chi saggio.. ”

    Anche questa fase di accuse e offese malcelate l’abbiamo già vista. Ogni volta che affermi di aver preso le distanze ma poi fai una giravolta e lui torna ad essere “speciale”, te la prendi con gli altri fino ad arrivare vicino agli insulti.
    Mi spiace molto per te, perché non mi sembra un atteggiamento normale. Hai chiesto tu di ricevere aiuto, hai scritto tu “statemi vicino”.
    Purtroppo sei come il cane che morde la mano di chi gli dà da mangiare. Il problema è tutto tuo, d’ora in poi puoi provare a risolvertelo da sola invece di chiedere sostegno a persone che poi tratti con tutta questa boria.

  • Dispersa, 12 Luglio 2024 @ 11:01

    @Cossora ognuno ragiona in base al proprio vissuto, tu sei un ago nel pagliaio e magari per chi ha sofferto in modalità diversa non riesce e non può capire… In ogni caso i consigli e i giudizi vanno presi o lasciati in base ai propri bisogni e obbiettivi.
    Un abbraccio.

  • Cossora, 12 Luglio 2024 @ 10:57

    @ale vi saprò dire quando finirà se per la busta 1, la butsa 2, la busta 3 o la busta 4!

  • Cossora, 12 Luglio 2024 @ 10:44

    @tutti vi ringrazio per tutto il tempo che mi dedicate per ‘sgranare’ la mia storia. Siete veramente.. non so nemmeno come definirvi, ognuno con il suo modo, chi paternalistico, chi acidello, chi presupponente, chi piccato, chi saggio.. veramente. Scrivete, scrivete: io surfo sulle vostre righe!
    In particolare mi è piaciuta (ma da sempre) @white con la sua saggia delicatezza e fragilità mai celata. Attenzione alle parole. Qui spesso per far ‘reagire’ si massacra la gente a parole. Chi lo fa si riconosce in quel che dico. Chi lo fa si capisce benissimo che sta di merda. Altro che guarito/a. Quando guarisci non insinui, non sottintendi, non lo fai. Mi fanno tanta pena queste persone. Perchè si evince da come sono rimasti incazzati che non erano i loro amanti la malattia.

  • alessandro pellizzari, 12 Luglio 2024 @ 10:34

    Gli amantati apparentemente felici se non hanno un progetto futuro e vivono di carpe diem, per quanto di qualità, crollano prima o poi per i seguenti fattori statistici:
    1. il coniuge tradito scopre il tradimento e lui si azzerbina ripudiando l’amante, oppure ci sono problemi seri a casa e bisogna scegliere da che parte stare, non funziona più la botte piena e la moglie distratta
    2. l’amante diventa troppo pressante e noiosa, non è più un gioco, non conviene o costa troppo, lui ne cerca un’altra
    3. uno o tutti e due si stufano di solito superati i tre anni di nulla di nuovo
    4. dopo i 60 gli uomini in media si ritirano dalle pratiche sportive e lo fanno a casa loro

  • Leilei, 12 Luglio 2024 @ 10:18

    LiA io credo che Cossora abbia attuato il silenzio punitivo perchè molto arrabbiata con l’amante, preso dalla necessità di far credere al figlio di vivere in una famiglia unita e felice. Questo però dovrebbe farle capire che energie e tempo che lui le dedica, sono sempre condizionate da quello che avviene a casa sua, che non è vero che lui ha totale libertà di movimento. Perchè se ci sono problemi, la sua priorità è quella.
    Se quando ha deciso di modificare le sue vacanze per stare qualche giorno con Cossora il figlio gli piantava una grana, state pur certi che le vacanze che aveva deciso di trascorrere con lei sarebbero saltate. Perchè è così che funziona quando si ha un amante impegnato.
    In ogni caso, io credo che quando le passerà il nervoso e lui avrà una situazione più tranquilla a casa, tornerà tutto come prima. Lei lo ama, non ce la fa a mollarlo.

  • Nick76, 12 Luglio 2024 @ 01:06

    @Lia: “rassegnati! L’amore tra amanti, quando è autentico e non ci si prende in giro, è l’amore più bello ed intenso che possa esistere! E ti garantisco che ogni volta che si è costretti a separarsi per fare rientro a casa, è una sofferenza, altro che adrenalina!” È inutile cercare di spiegare cose a chi non vuole sentire, lei è convinta che le storie extra sono il male, tant’è che le ha definite in un passato non troppo lontano una sorta di tossicodipendenza… come ho scritto in un mio precedente commento se non accetta le nostre testimonianze e tutto quello che dice @Ale magari dovrebbe parlarne con qualcuno vicino a lei di cui si fida…!!!

  • Nike, 11 Luglio 2024 @ 19:21

    “Non ci riesco, non lo voglio più un riferimento di condivisione, non so come dirvelo.
    Non è ribasso, è che inquesti 6 anni sono diventata così e sto bene così”
    @Cossora quello che tutti stanno cercando di dirti è che puoi star bene così , senza riferimenti e senza condivisione anche senza quest’uomo che tiene il piede in due scarpe.Io sarò limitata e non capirò mai cosa significa avere una famiglia,dei figli, un marito ecc.. ma so benissimo cosa significa vivere nel modo che tu descrivi, è da quando ho vent’anni che vivo così, non da 6..All’inizio il mio sposato sembrava si incastrasse perfettamente ma a posteriori ho capito che con lui ero finita in una gabbia senza neanche accorgermene,altro che libertà.
    Siamo tutti diversi ma alla fine neanche poi così tanto.

  • Whiterabbit, 11 Luglio 2024 @ 17:20

    Certo @elleelle che ho capito il tuo intento.
    Quando sono arrivata qui ho trovato persone che mi hanno accolta e aiutata nel mio percorso. Sarebbe stato diverso se, al mio apparire, mi fossi sentita “dire” che ero priva di dignità.
    Negli anni, ho letto bruttissime affermazioni verso le amanti, che accettano di “condividere”un uomo con un altra, e verso le mogli, che accettano di riprendersi un traditore.
    Se non altro la cattiveria è molto democratica.
    Ma gente, ma quando vi rivolgete al prossimo ci pensate all’effetto che hanno le parole sulle persone che soffrono?
    Questo siamo, tutti, persone!
    Io non mi sono MAI permessa nella vita di dire di qualcuno o a qualcuno che fosse privo di dignità, anche quando lo conoscevo bene, figuriamoci leggendo qualcosa su un blog.
    Bisogna camminare a lungo nelle scarpe altrui anche solo per pensarlo.

  • Leilei, 11 Luglio 2024 @ 17:12

    COSSORA ti credo, il problema però è che tu continui a pensare che con un uomo libero saresti in gabbia. Ma perchè mai? Soprattutto un uomo separato con figli, ha egli stesso necessità di ritagliarsi spazi da solo con loro. E poi anche gli uomini liberi hanno l’esigenza di fare sport, vedere gli amici, fare vacanze da soli.
    Non è che perchè uno è single, vuole starti appiccicato h24!

  • Leilei, 11 Luglio 2024 @ 17:03

    MOLLY si è felici proprio perchè rimbambiti e in quel momento non vedi altro, non vedi chi hai di fianco, non vedi che l’altro non è libero. Io credo che un partner attento riesca a coglierli questi segnali, anche se solo inconsciamente. L’espressione da ebete, il sorrisetto stampato in faccia dura mesi, anzi anni. Ti senti miracolato per quello che il tuo cervello e il tuo corpo stanno vivendo. Ripeto, non puoi capirlo perchè non lo hai provato, tu razionalizzi, con l’innamoramento è impossibile razionalizzare.

  • Lia, 11 Luglio 2024 @ 16:26

    @Ale, Cossora si racconta addirittura che è lei ad essersi allontanata.
    Chissà, forse c’è un accordo che non sappiamo, forse l’ha bloccato, lui non può telefonare, nè sentirla, nè raggiungerla!
    La verità è che se uno non ti cerca, non ti vuole cercare, ha altro a cui pensare! Cossora continua a pensare a lui h24 e scrivi di lui qui, del suo “amore” h24, scrive tutto e il suo contrario. Poi non lo vuole, eh! Non è un suo punto di riferimento! La dipendenza è una roba davvero subdola!
    @Molly, rassegnati! L’amore tra amanti, quando è autentico e non ci si prende in giro, è l’amore più bello ed intenso che possa esistere! E ti garantisco che ogni volta che si è costretti a separarsi per fare rientro a casa, è una sofferenza, altro che adrenalina!

  • alessandro pellizzari, 11 Luglio 2024 @ 16:06

    In bocca al lupo cara Cossora, spero in una tua nuova evoluzione verso la felicità. I numeri per averla li hai, non stare in una gabbia, per quanto d’oro sembri. Noi siamo sempre qui

  • Cossora, 11 Luglio 2024 @ 16:03

    @ale assolutamente si!
    Assolutamente si, non lo nego e mai lo farò!
    Risale ai primi due anni (ti/vi ricordo che sono stata ‘fidanzata-madre-moglie dai 17 anni in poi) immediatamente dopo la separazione (a 42 anni) ..ho avuto una educazione molto in voga ai miei tempi: aspetta il principe azzurro e quando lo trovi il resto sparirà, lui diventerà il tuo centro di gravità permanente.
    E .. che dire, a 17 anni ero già un suo satellite.
    Ma non lo sapevo. Mi sembrava di stare bene. Sono stata bene anzi, fino al secondo figlio.
    La mia fortuna (dopo) è stata l’esplosione della mia parte paterna: autonoma, fiera, ribelle, determinata.
    A mamma devo l’immensa dolcezza e la femminilità. Ma se avessi sposato un narcisista invece di un poeta-da-divano sarei fritta ora.

  • alessandro pellizzari, 11 Luglio 2024 @ 15:50

    Beh, a onor del vero c’è stata una prima fase raccontata anche qui dove eri in crisi perché lui non si separava dalla moglie, o sbaglio?

  • Cossora, 11 Luglio 2024 @ 15:12

    @white sei sempre splendida, aperta, lucida.
    Sono io che me la sono presa malissimo la storia del figlio. Sai -sanno tutti qui- quanto non scherzi con le balle ai figli. Potete non crederci, ma mi da più fastidio che lui non interrompa certi comportamenti asfissianti con il figlio che non il fatto che stia (come da sempre) con la moglie (cosa che da sempre non mi da nessun fastidio).
    No, io con lui libero (ne nessun altro libero) non ce la farei.
    Non ci riesco, non lo voglio più un riferimento di condivisione, non so come dirvelo.
    Non è ribasso, è che inq uesti 6 anni sono diventata così e sto bene così.
    Ricordo a tutti che mi sono separata senza corna e senza amante. Non sono fatta per il matrimonio ne per la condivisione, difendo lo spazio per muovermi negli affari miei, qualsiasi sia la loro natura, credo non ci sia nulla di male, pertanto credetemi.

  • Cossora, 11 Luglio 2024 @ 14:53

    @elleelle non se ne è mai andato. Mi sono allontanata io. Sono ancora in fase di brainstorming. Può portarmi dove vuole o dove voglio, da anni non abbiamo il problema di doverci scaricare con una scusa durante le vacanze.
    Ma si vede che fa bello pensarla così. Ok va bene.

  • elleelle, 11 Luglio 2024 @ 13:03

    @Ale
    Leggi ad esempio questo commento di Molly che hai appena pubblicato:
    Molly, 11 Luglio 2024 @ 12:35

    Avrò letto questo discorso mille volte e mille volte le è stato spiegato che non viene vissuto come pensa lei, ma zero, non c’è niente da fare.
    Queste finzioni di cui lei parla è vissuta da persone in carne ed ossa, spesso anche intelligenti, che scelgono di viverle.
    Sono tutte illusioni? Prosciutto sugli occhi?!Boh, sarà. Se questo la fa felice si può solo dirle di sì, sperando che prima o poi si dia pace. Ma secondo me non succederà mai.

    @White
    Grazie per aver capito il mio intento.

  • elleelle, 11 Luglio 2024 @ 12:58

    @Ale
    “Ma io le ho vissute, sono stato amante. Però una testimonianza o quelle di chi conosco, che mi fidi o no, non ha rilevanza statistica non è data journalism. Io parlo sulla base di migliaia di testimonianze uguali”

    Confermate oltretutto da chi scrive da anni qui sul blog!
    Ma se una persona non vuole accettare cone stanno le cose, non c’è niente da fare ed è anche per questo che penso che siano conversazioni che non vanno da nessuna parte.
    Da un lato c’è chi parla con sarcasmo di “virtuosi mariti” che tradiscono per anni, dall’altro c’è chi non si rassegna e vede solo quello che le è più congeniale.
    È un vicolo cieco.

  • Ariel, 11 Luglio 2024 @ 12:43

    alessandro pellizzari, 11 Luglio 2024 @ 12:16

    @Caro Alessandro e @CaroBlog,
    Ho notato in questo tempo lungo del mio essere lettrice e “scrittrice” attiva nel Blog che secondo me,la grande maggioranza di utenti fatica moltissimo a ricordarsi che ciò che tu hai scritto o scrivi ancora
    Si riferisce giustamente a vera Statistica e cioè a persone vere che hanno vissuto esperienze simili a schema sempre uguale e ripetitivo.

    Questa difficulté ,penso possa essere dovuta a differentes motivi
    Ad esempio troppo individualismo Italiano nella sua accezione negativa ostacola il sentirsi far parte di un Paese di una Comunità sociale che quindi può darsi una vera mano solo se si rispettano le scoperte scientifiche ,le statistiche a cui ci si riferisce come dimostrazione che no esiste il mio caso è diverso dal tuo e ognuno pensi per se ,ma esiste SEDIOVUOLE la scienza che tramite statistica ci detta il come fare per avere una vita di relazione affettiva che funzioni.

    Si può scuro comprendere umanamente parlando,che ovvio per chi ancora resta vissuto al presente resta molto più facile ancorarsi al mio caso resta unico e diverso da tutti gli altri.

    Spesso qui si confondono le ottime intenzioni della statistica inconfutabile con arrogarsi insistere sul aver ragione.

    No questione di ragione o torto ma sarebbe auspicabile per riuscire a risolvere in se stessi le evidenti proprie difficoltà di sfera affettiva concentrarsi maggiormente proprio su dato statistico perché le nuove terapie tutte sia farmacologiche che di chirurgia e di Psicoterapia sono tutte nate esattamente da Statistiche che hanno dimostrato funzionare benissimo su tutta la popolazione.

  • Molly, 11 Luglio 2024 @ 12:35

    “Concordo assolutamente con Ale e Whiterabbit. L’amore non è necessariamente convivenza, ma l’amore vero è a due, non tre, quattro o cinque.
    MOLLY i primi anni dell’amantato sono davvero felici, e anche quando provi il dolore del distacco perchè ognuno torna a casa propria, la bellezza e l’intensità di quello che stai vivendo supera davvero tutto.
    Lo so che per te è inconcepibile, non lo hai vissuto, ma ti assicuro che è così. ”

    E no, @Leilei stai dicendo delle grosse contraddizioni! Prima confermi quello che ho anche detto io, non solo Ale e Whiterabbit o Ariel, cioè che l’amore non è a TRE o a QUATTRO e poi dici che all’inizio della relazione extra si è felici. Sai perché si è “felici”? Perché è un’illusione d’amore IN QUANTO NON SI È IN DUE , ma in tre o quattro, quindi non si è davvero COPPIA e quindi non si può essere davvero felici, si è rimbambiti dagli ormoni dell’innamoramento, dell’infatuazione! Ci si mette il prosciutto sugli occhi e SI FINGE che gli altri coniugi non esistano, non ci siano, addirittura riportate che non ne siete nemmeno gelosi (sto parlando di quella sana gelosia, necessaria nel preservare una coppia). Ci SI ILLUDE DI ESSERE IN DUE e questa sarebbe la felicità, quella vera? Una mia professoressa di psicologia scrisse un libro intitolato “Illusioni d’amore” e direi che questo è proprio uno dei casi. Non ha senso avere dei momenti speciali con una persona, accoccolarsi tra le sue braccia e poi sapere che l’altro (e se stessi!) si va tra le braccia di un’altra persona! Non ci si aspetta di vivere in simbiosi (mi verrebbe l’orticaria!) ma pur ognuno con la propria vita r i propri interessi, ci si deve aspettare di essere in COPPIA e tutto ciò che non è esclusività è solo un’illusione di felicità e di amore.

  • alessandro pellizzari, 11 Luglio 2024 @ 12:16

    Ma io le ho vissute, sono stato amante. Però una testimonianza o quelle di chi conosco, che mi fidi o no, non ha rilevanza statistica non è data journalism. Io parlo sulla base di migliaia di testimonianze uguali

  • Nick76, 11 Luglio 2024 @ 12:04

    @Alessandro: 11 Luglio 2024 @ 10:03 sono d’accordo su tutto quello che hai scritto, comunque è anche vero che a volte ci vogliamo convincere di qualcosa di diverso per cercare di stare meglio. È un pò come cercare di voler scappare da sé stessi, ma da sé stessi non si scappa neanche se sei Flash. Arriva sempre il momento quando si rimane da soli e nel completo silenzio in cuoi ognuno di noi fa i conti con i propri fantasmi…!!!

  • Nick76, 11 Luglio 2024 @ 11:56

    @Molly:”Alessandro e no!! Anche nella fase iniziale in cui il coniuge è irrilevante si sta vivendo una realtà che non esiste” @Ale non parlava nel suo intervento di realtà o meno ma della felicità, dell’entusiasmo che si prova quando una relazione inizia. È una sensazione che tu, che sei dall’altra parte non puoi capire, solo chi le ha vissute determinate sensazioni può capire. Se non credi a quello che ti sto dicendo, puoi sempre chiedere a qualcuno che questa esperienza l’ha fatta e di cui ti fidi…!!!

  • Leilei, 11 Luglio 2024 @ 10:44

    Concordo assolutamente con Ale e Whiterabbit. L’amore non è necessariamente convivenza, ma l’amore vero è a due, non tre, quattro o cinque.
    MOLLY i primi anni dell’amantato sono davvero felici, e anche quando provi il dolore del distacco perchè ognuno torna a casa propria, la bellezza e l’intensità di quello che stai vivendo supera davvero tutto.
    Lo so che per te è inconcepibile, non lo hai vissuto, ma ti assicuro che è così. E forse all’inizio è ancora più forte di un “amore normale” perchè le difficoltà che si incontrato te lo fanno apparire ancora più forte e vero.

  • alessandro pellizzari, 11 Luglio 2024 @ 10:03

    Il tema non è la convivenza uffa che barba che noia, il tema è l’amore vero e l’amore condizionato di molti amanti. Lui non può perché è sposato lei soffre: se poi non soffre più meglio, ma ho forti dubbi su questo. E a me va bene così non vorrei altro manco fosse libero mi suona una stonatura. Quello che qui non mi va che passi è che una situazione di serie b sia di serie a come amore. Altro piccolo particolare: mentre stai con lo sposato senza sbocchi e progetti, non cerchi un uomo libero che potrebbe essere davvero un amore vero e libero

  • elleelle, 11 Luglio 2024 @ 09:38

    @Cossora, 5 Luglio 2024 @ 11:46
    “Chi ha l’amante se la pregusta affamata e abbronzata. Ovvio che torni bello carico, perchè non dovrebbe? Avessi l’amante lo farei anche io! Ma non ce l’ho. Parto da sola e torno da sola da me, bella e abbronzata. Statemi vicino.”

    Noi ti siamo stati vicini, sei tu che non stai vicina a te stessa.
    E se posso essere onesta, questa tua crisi per essere stata messa dopo il figlio non l’ho proprio capita.
    Comunque, parliamo di qualcosa di più interessante. Adesso che è tornato, dove ti porta la prossima volta?

  • Whiterabbit, 11 Luglio 2024 @ 09:21

    @Cossy io ci credo che tu non lo vorresti nella tua vita al 100%.
    A 50 anni abbiamo delle piccole abitudini consolidate che non vorresti far cambiare da nessuno e la ritrovata libertà (data dai figli grandi)per decidere qualsiasi cosa all’ultimo momento. Mi riferisco in particolare modo ai tuoi weekend con la tua amica. Credo però che tutto questo lo potresti avere anche e meglio se lui fosse libero. Nessuno dice che debba arrivare con le mutande da lavare.
    Quindi io penso che si, tu probabilmente stia vivendo la tua vita ideale. Ma penso anche che tu si sia un po’ “abituata” alla parabola discendente che, periodicamente, quest’uomo disegna e che un pochino tu te la faccia andare bene.
    Ieri mi par di aver letto che fossero passati dieci giorni senza vedervi, guarda che quello che descrivi lo puoi avere anche cn una telefonata. Sta vivendo un momento difficile e si deve concentrare sul figlio? Ci sta ma una telefonata per una rassicurazione non toglie energia eh, al limite ti ricarica.

  • alessandro pellizzari, 11 Luglio 2024 @ 09:05

    Raccontare e raccontarsi che l’amore non sopperisce a questo e quell’altro, che l’amore dipende da come lo concepisce l’individuo, che la loro relazione è speciale e gli altri non possono capire è espressione di dipendenza affettiva.
    Come ha scritto Rinascita, sono le solite montagne russe, in costante discesa. E credo che dispiaccia più a noi per Cossora che a lei per sé stessa.

  • elleelle, 11 Luglio 2024 @ 08:24

    @Ariel
    Hai ragione, Cossora ha una relazione tossica basata su una forte dipendenza affettiva.
    Purtroppo lei non riesce a vederlo perché è impegnata in uno sforzo continuo per riaggiustare le sue aspettative in modo da rendere plausibile una presenza sembra inferiore di quest’uomo nella sua vita.
    L’ho scritto anche sotto a un altro argomento, prima di leggere questo scambio di commenti, ma secondo me questo atteggiamento di Cossora è visto e rivisto.
    Raccontare e raccontarsi che l’amore non sopperisce a questo e quell’altro, che l’amore dipende da come lo concepisce l’individuo, che la loro relazione è speciale e gli altri non possono capire è espressione di dipendenza affettiva.
    Come ha scritto Rinascita, sono le solite montagne russe, in costante discesa. E credo che dispiaccia più a noi per Cossora che a lei per sé stessa. A lei piace troppo questo sfogo seguito da giri di parole per poi rimangiarsi tutto.
    E qui sì che è una cosa individuale. C’è chi si stufa tipo Rinascita e chi invece andrebbe avanti in eterno, tipo Cossora. Son gusti.

  • maribel, 11 Luglio 2024 @ 08:14

    cossora

    forse ho capito male io. il mio commento era riferito ai tuoi post dove scrivevi che l’amore è un bisogno tra i tanti bisogni e vale al massimo il 60 per cento, e che hai scoperto che il vero sentimento puro è l’amicizia.
    per cui ho interpretato che non fossi più convinta del tuo e che non credessi più tanto interessante investire in un amore.
    ho capito male io, meglio così.
    sul matrimonio decotto sono d’accordo con te, ma non si stava parlando di amori coniugali decotti. è pur vero che anche un coniuge decotto può cercare altre vie alternative per sentirsi sereno e ralizzato o soddisfatto, ma non credo che vada raccontando a se stesso che l’amore non conta.

  • alessandro pellizzari, 10 Luglio 2024 @ 23:06

    Rinascita oltre al rapporto con uno libero in confronto al matrimonio decotto o all’’amantato senza progetti o con finti progetti c’è una quarta opzione: L’amantato che per amore vero si trasforma in nuova coppia ufficiale dopo la separazione. 35% dei casi

    Ps: non scrivete post troppo lunghi perché sono illeggibili

  • Rinascita, 10 Luglio 2024 @ 19:32

    Cossora percepisco che la crisi sia rientrata e che l’amore “stanco” abbia ripreso vitalità’ . Anche nel mio amantato, ad ogni crisi, ripartivamo a “bomba” per poi rimanere, dopo qualche tempo, schiacciati nuovamente dalle macerie di un rapporto che, all’infuori dei tira e molla, non poteva in concreto esprimersi davvero. Emozionante le prime volte, poi a me aveva anche stufato. Aveva stufato il rapporto e non lui. Non ho mai espresso considerazioni negative sulla sua persona, neanche nei momenti più difficili. Tu qualche stonatura in lui l’hai invece vista ed esternata qui. So che non ti interessa e che è più congeniale sostenere che l’amore vero e’ quello che vivi tu e che le
    altre relazioni impallidiscono. Però non giocare facile mettendolo a confronto con un matrimonio stanco e malconcio. Esiste una terza opzione, che avevo perso le speranze ci fosse, un rapporto tra persone libere, quindi un rapporto libero, senza vincoli, conformismo, convivenze, emozionante molto di più delle briciole (perché quelle sono) che può offrire un amantato. Un rapporto in cui l’amor proprio e la propria dignità’ non è data in pasto a chi dopo anni staziona in una vita che io considero da miserabili. Un rapporto in cui la stima si accresce e non è minata da atteggiamenti che quando si ama davvero diventano intollerabili. Tu sei libera e potresti darti questa opportunità. Io fossi rimasta single, non avrei barattato la peggior solitudine con quel fanta rapporto. Siccome cambi spesso idea ed è anche sintomo di intelligenza, sono certa che se ti capitasse ti ricrederesti.

  • alessandro pellizzari, 10 Luglio 2024 @ 17:30

    Il tuo è amore Cossora il suo no, perché è sottoposto alla sua situazione matrimoniale ed esclude te se non ti accontenti. Sei felice così? Buon per te. Ma lui non ti ama abbastanza, non può, non vuole. Non ci credo che tu non lo vorresti tutto per te e non si può vendere una situazione così come emblema del vero amore.

  • Ariel, 10 Luglio 2024 @ 17:05

    Concordo @CaroAlessandro ,ma ,credo ,forse,sia necessario scrivere chiaro che ciò che scrive in questo ultimo periodo @Cossora dimostra ancora una volta che la vera motivazione delle sue idee così in modalità”amore decido io cosa sia ,nonostante la STRAEVIDENZA della sua relazione tossica,
    Ecco che se solo qualche utente si prendesse la briga di documentarsi seriamente su cosa sia la dipendenza affettiva e come si faccia a individuarla
    Ecco scoprire esattamente identique schema di ciò che @Cossora va vivendo da sei anni !,,
    E da ciò che va scrivendo pure!!!

    Reputo straimportante fare questo esatto riferimento alla vera motivazione per la quale sicuro in ottima buona fede @Cossora difende strenuamente i suoi ti amo amo ammore e cuore etc etc etc
    Che infatti secondo schema di relazione tossica combaciano a perfection cn suo esempio

    Non solo suo caso qui abbiamo eccome letto patinate di amore è questo o quello e GUARDA CASO scritti esattamente da stessi casi identiques e cioè Donne incastrate in amantati relazioni tossiche e tutte dico tutte che NON RIESCONO ANCORA A STACCARSI!!!

    I ripassi aiutano a capire che la manipolazione negativa fatta da Cialtroness funziona a perfection su soggetti che portano dipendenza affettiva e più sta forte più infatti statisticamente durano le relazioni per anni per poi tutte e dico tutte crollare di brutto facendo veri disastri di d salute psico fisica nelle vittime temporanee vittime non solo di manipolazione negativa ma vittime della dipendenza affettiva che SEDIOVUOLE si cura
    Basta farla però la cura!!!!

    Asintomatica la dipendenza affettiva!,,,
    Fa notevoli danni nel singolo e nella società
    Per questo che ci si spertica a scriverne e a incoraggiare a curarsi senza aspettare il peggio garantito a venire.

  • Cossora, 10 Luglio 2024 @ 16:57

    @ale e @maribel chi legge nei miei commenti una ‘vendita’ che mette in dubbio il vero amore coniugale sta probabilmente vivendo un amore coniugale che lo annoia e vorrebbe avere dei brividi, però siccome non può sostiene che non possa esistere un amore nelle persone come me.
    O che se esiste è perchè mi ‘serve crederci’. Ok.
    Vi do questa impressione? Mi spiace, nulla di più lontano dalla realtà ma vi lascio nella convinzione.
    Non sto dicendo che sia meglio quello che vivo io rispetto a due che si amano.
    Ma è SICURAMENTE meglio quello che viviamo lui ed io rispetto a quello che vive la maggior parte delle coppie sposate da anni e anni che fanno l’amore per convenzione, vanno dai parenti per obbligo e fanno le ferie perchè ad agosto ci si va. Mica vivono l’inferno eh.
    Non rinnego l’amore dei primi 10/15 anni con il mio ex marito.
    Ma quello che ho adesso da adulta con lui è davvero .. inaspettato, emozionante, bello!
    Un amore che emoziona, assolutamente da vivere e da non rinunciarci.
    Altro che ‘ho bisogno di crederci’. Poi siete liberi di pensarla come volete, non mi cambia niente continuo a stupirmi per prima delle emozioni che viviamo.
    Al netto delle crisi, che in quanto essseri umani viviamo. Ma appunto siamo ‘vivi’!

  • alessandro pellizzari, 10 Luglio 2024 @ 16:08

    D’accordo Maribel ma a me non va che Cossora siccome purtroppo per lei non vive una amore vero e completo ma unilaterale e soggetto a timer della moglie di lui lo venda come la cosa giusta naturale e persino migliore dell’amore di coppia normale

  • maribel, 10 Luglio 2024 @ 13:32

    ale, secondo me la nostra natura è quella di rialzarci, di non farci abbattere dalle nostre delusioni e dalle nostre personali sconfitte. è l’istinto di sopravvivenza.
    quello che sta facendo @cossora è rialzarsi, ripartire, cercando di ridimensionare l’importanza dell’amore per ritrovare di nuove le sue forze. è un meccanismo di difesa.
    quello che lei non dice, ma la capisco, è “adesso A ME in questo momento della MIA esistenza, è vitale vederla così”.
    io la comprendo, ma lo sappiamo benissimo che poi la vita è sorprendente e quello che ci accadrà domani e dopodomani non lo possiamo sapere.

    in bocca al lupo. davvero.

  • Molly, 10 Luglio 2024 @ 13:13

    “ Qui a me preme stigmatizzare che l’amante felice non esiste se non in due momenti: i primi tempi della “luna di miele” dove non si vedono i difetti e la moglie è ancora irrilevante ”

    Alessandro e no!! Anche nella fase iniziale in cui il coniuge è irrilevante si sta vivendo una realtà che non esiste, come hai detto bene si sta bene solo in COPPIA e negarsi (per stare bene) l’esistenza del coniuge è scegliere un’ illusione, è un negarsi una realtà che NON SI VUOLE VEDERE ma che esiste eccome. L’unico modo per vivere una realtà di coppia è essere entrambi liberi, liberi davvero!

  • alessandro pellizzari, 10 Luglio 2024 @ 10:44

    L’amore non è uno per ognuno. L’amore per un uomo sposato che non si libera è amore unilaterale, condizionato, squilibrato. L’amore è equilibrio, condivisione totale, felicità che non conosce limitazioni e soprattutto non prevede terze o quarte persone. Cossora, ho capito che questa tua nuova filosofia dell’amore quanto basta qb ti serve a digerire la non esclusività del tuo amante (crisi iniziali, crisi finale, crisi prossime fino al suo ritiro) ma l’amore vero è semplice, ed è quello di una nuova coppia ufficiale felice. Finché non uscirai da questa dinamica sarai legata a un uomo non libero, invece di cercarne uno libero tutto per te. Qui a me preme stigmatizzare che l’amante felice non esiste se non in due momenti: i primi tempi della “luna di miele” dove non si vedono i difetti e la moglie è ancora irrilevante e quando lui si separa. Il resto è farsela andare bene.

    Ti amo a modo mio. Amo te e lei in modo diverso. Cit da #cialtrones

  • Cossora, 10 Luglio 2024 @ 10:26

    L’amore vero è uno per ognuno.
    Ognuno ha un solo modo di amare. Non amiamo tutti nello stesso modo ma amiamo in un modo per tutta la vita, ogni volta che amiamo.
    E’ un patrimonio che ereditiamo e che non cambia mai.
    Non si dice di una persona che non sa amare, si dice che ha imparato ad amare in un modo diverso, a volte solo divero, altre malignamente diverso. Ma tutti sono capaci di elaborare un sentimento d’amore.
    Nessuno ama nello stesso modo. E’ una questione di incontri fortunati o sfortunati, di incastri.
    Se un tipo di amore non piace non è giusto addattarcisi per non rimanere soli. Per non rischiare. Opure è giusto per quella persona che si adatta. E non si dice che si accontenta, sceglie, e per lei è la scelta giusta.
    Se ci si accorge che nonostante gli sforzi e l’amore per quella persona, non si riceve quel che si cerca e di cui si ha bisogno, si cambia persona perchè non si può chiedere a una persona di non essere se stessa.
    Se quella persona nonostante tutto risulta ‘speciale’ .. vanno fatte valutazioni personali, anche sulla base di scambi come quelli che avvengono su questo blog.
    Tenendo presente che quel che per me è noia mortale per altri è il punto di arrivo. Quel che per me ‘ne vale la pena’ per altri può essere una codnizione inaccettabile.
    Uniformare, appiattire, serve solo per avere il controllo.
    E il cuore è incontrollabile.

  • alessandro pellizzari, 10 Luglio 2024 @ 08:08

    L’amore vero è uno. Non esistono declinazioni dell’amore

  • Dispersa, 9 Luglio 2024 @ 21:38

    L’amore cambia, come cambia per il coniuge, cambia per l’amante… Perché persone e situazioni si trasformano nel tempo.
    L’amore diventa bene e ti rendi conto che non è più assoluto, forse perché mai stato, per quella persona.
    Riconosci che l’unico vero amore è quello per i propri figli… Ma si sà, è una questione di sangue, che va ben oltre.

  • Molly, 9 Luglio 2024 @ 18:48

    “Riguardo al lavorare insieme. Mai potrei, mai l’ho fatto ne mai lo farei. ”

    Io non vorrei nemmeno lavorare con mio marito da sempre, penso proprio che la vita professionale e quella privata debbano essere separate, che è sano se sono separate. Soffro per quelle persone per esempio che hanno un’azienda in comune al coniuge, io per mia natura, avrei bisogno di aria. Mi sentirei soffocata ad avere al lavoro la persona con cui sto in relazione. Nemmeno in ufficio insieme lo vorrei, sapere poi che due lavori dipendano dalla stessa azienda e che se c’è un fallimento saltano entrambi i lavori mi metterebbe ansia. Non lo trovo prudente.

  • alessandro pellizzari, 9 Luglio 2024 @ 16:11

    L’amore è fondamentale e un bene assoluto al quale tendiamo naturalmente. C’è altro? certo, chi si accontenta gode (forse). Lo sforzo di sminuire o ridimensionarei sentimenti limpidi e chiari denota sofferenza, mi spiace molto. La realtà dell’amore la riconosce anche un bambino

  • Cossora, 9 Luglio 2024 @ 12:09

    @Dispersa ma grazie a Dio che hai imparato a vivere la vita come un insieme di bisogni e desideri.
    E non come altare all’amore.
    Esiste altro, all’amore si può dare il 50-60% ma se gli si da il 100% della centralità della vita c’è qualcosa che non va.

  • Dispersa, 8 Luglio 2024 @ 18:32

    @Molly infatti se leggi bene non parlo più di amore, magari è solo un’isola felice dove ogni tanto approdo se mi trovo nei dintorni.
    I sentimenti cambiano e sinceramente tornare a casa mi fa stare bene…
    Nonostante tutto mi sento serena e mi fa strano… Gli altri mi vedono particolarmente bella, sarà un buon segnale? Oggi sì!

  • Cossora, 8 Luglio 2024 @ 14:28

    Riguardo al lavorare insieme. Mai potrei, mai l’ho fatto ne mai lo farei. Ho un’amica in società con l’amante (ventennale) che ovviamente ha rotto ma non sciolgono la società e.. lui l’ha sostituita già un paio di volte. Ma senza nessun sotterfugio. Lei è esattamente come una moglie che pur di vederlo ogni giorno e averlo li al suo fianco nella routine e nella gestione di beghe e impicci.. se la fa andare bene.
    Il cervello umano a volte mi fa davvero paura.

  • Stella2, 8 Luglio 2024 @ 13:50

    Sei la sua isola felice, la sua Australia, il suo ossigeno… assurdo! Tutto sempre uguale. Tutto questo per dire che sei sempre e solo la via di fuga, felice, sì, ma una via di fuga, non la quotidianità.

  • Molly, 8 Luglio 2024 @ 13:10

    “Mentre parlava ho pensato che in fondo penso la stessa cosa, di come il mio sentimento nel tempo è scemato e che in fondo ci cerchiamo perché abbiamo bisogno di staccare da una routine a volte un po’ pesante… Ma che tutto questo non si può più chiamare amore.”

    Le famose auto e moto, altro che amore!

  • Molly, 8 Luglio 2024 @ 10:37

    “Da quando non lavoriamo più nella stessa azienda… sto decisamente meglio!! ”

    Non ricordo più chi altro ha scritto recentemente la stessa cosa. Inutile incaponirsi ma si sta decisamente meglio se si cambia ambiente lavorativo. Lo dico da sempre che cambiare aria fa solo che bene!

  • Mimi, 8 Luglio 2024 @ 09:49

    @Cossora tutto bene? Com’è andato il weekend?

  • Cossora, 8 Luglio 2024 @ 09:39

    @dispersa tu sei l asua isola felcie. E l’isoa felice non può e non deve diventare il luogo di residenza, no?
    🙂 in fondo anche per te è la stessa cosa. Sennò non rimarresti a casa prendendo quel che di piacevole ti da lui.

  • Dispersa, 7 Luglio 2024 @ 12:23

    Vero @Nike la routine andrebbe a spaccata con altro, infatti in questi mesi mi sono reinventata in alcune attività con il risultato che sono più serena, e questo mi basta.
    Con lui è stato qualcosa di importante, per me ovviamente, e c’è ancora molta chimica ma l’amore è altro… Per lui l’ho provato e sento che il sentimento non è più lo stesso, mi piace ancora ma non mi scatena più le emozioni di un tempo, come non sento quella gelosia che mi portava a desiderare qualcosa di diverso tra noi o il sentire la sua mancanza quando non ci si sente o vede.

  • Nike, 7 Luglio 2024 @ 10:12

    @Dispersa “Mentre parlava ho pensato che in fondo penso la stessa cosa, di come il mio sentimento nel tempo è scemato e che in fondo ci cerchiamo perché abbiamo bisogno di staccare da una routine a volte un po’ pesante… Ma che tutto questo non si può più chiamare amore”
    Ci sono tanti modi per staccare dalla routine pesante senza necessariamente cercare un uomo che sicuramente te ne ha dette e fatte un bel po’ ( scusa ma non ricordo la tua storia).
    Sei proprio sicura che il sentimento sia scemato?

  • elleelle, 6 Luglio 2024 @ 19:00

    @Dispersa
    “Per la prima volta è stato onesto dicendomi che a casa non è tutto rose e fiori, mentre con me sta sempre bene”

    Così ti invoglia ad accettare la proposta lavorativa allettante e ti ha sotto al naso tutto il tempo.
    Non mi sembra un gran affare.

  • Viovio, 6 Luglio 2024 @ 18:09

    @Dispersa
    LASCIA PERDERE PER CARITÀ!!!!

  • Dispersa, 6 Luglio 2024 @ 13:44

    Infatti @Ale abbiamo lavorato assieme per una vita e so come funziona. Da quando non lavoriamo più nella stessa azienda… sto decisamente meglio!! Proprio per questo sto valutando molto bene la cosa, tornare a collaborare potrebbe voler dire ‘difficolta future’.

  • alessandro pellizzari, 6 Luglio 2024 @ 12:22

    Occhio a lavorare insieme gli amanti che poi si lasciano hanno tripli problemi sconsiglio vivamente

  • Dispersa, 6 Luglio 2024 @ 09:13

    Noi viaggiamo sempre al contrario, il mio ex amante è tornato prima delle vacanze… Probabilmente d’estate la donna diventa più bella e più corteggiata, innescando una sorta di possessione in chi la poteva ammirare un tempo e laddove l’uomo sapeva di avere un certo ascendente.
    Mi ha fatto una proposta lavorativa, allettante, ma dove dovrei tornare in qualche modo a collaborare con lui… Quindi nella mia scelta dovrò essere molto logica.
    Per la prima volta è stato onesto dicendomi che a casa non è tutto rose e fiori, mentre con me sta sempre bene… ma è consapevole che tutto questo è dato dal fatto che a casa vive un quotidiano dove oltre alle cose belle ci sono anche mille cose pratiche a cui pensare, mentre con me vive solo dei momenti rubati, anche se intensi, sono cmq sempre solo momenti.
    Mentre parlava ho pensato che in fondo penso la stessa cosa, di come il mio sentimento nel tempo è scemato e che in fondo ci cerchiamo perché abbiamo bisogno di staccare da una routine a volte un po’ pesante… Ma che tutto questo non si può più chiamare amore.

  • alessandro pellizzari, 6 Luglio 2024 @ 00:22

    Avrà anche i suoi guai ma sparire letteralmente per 10 giorni è molto brutto, altro che innamorato!

  • Cossora, 5 Luglio 2024 @ 14:57

    In questo momento sono centrata sui miei pezzi.
    Quasi 10 giorni che non lo sento.
    Sento il corpo, invece che l’anestesia.
    Ho vicina la mia amica. Che si limita a un ‘come stai?’ al giorno e poi ne ignora la presenza. Totalmente. Non un commento, non una critica. Zero assoluto.

  • Leilei, 5 Luglio 2024 @ 14:55

    Diciamo che iniziare il no contact in estate ha molti vantaggi: il sole mette di buon umore, l’abbronzatura ci fa vedere più belle allo specchio, ci sono tante occasioni per stare fuori casa e vedere gli amici, si va in vacanza.. Insomma c’è pochissimo tempo per abbandonarsi a ricordi e nostalgie.
    E quando arriverà l’ autunno, che è sempre una stagione un po’ triste, saremo già fuori da queste storie!!!

  • Nina, 5 Luglio 2024 @ 14:22

    @Cossora, mi sembravi molto centrata prima e continuo a vederti centrata anche ora nonostante la sofferenza. Sono certa che saprai affrontare anche questo, come hai gestito con grinta e trasparenza la tua famiglia. Ti serve solo qualche coccola per sostenerti in quello che stai già facendo molto bene su entrambi i fronti. Per conto mio ti mando un abbraccio e ti auguro veramente di tornare abbronzata e serena.

  • Mimi, 5 Luglio 2024 @ 14:00

    @Cossora cos’hai in programma di fare?

    “Io lascio le infradito nel cestino della spazzatura prima di rientrare, sempre!”
    Io dopo la vacanza con la mia amica di cui ho parlato sotto ho messo alle unghie lo smalto di un colore che avrei sempre voluto fare ma che è legale solo se sei abbronzata e finalmente lo ero, quest’anno rifarò la stessa cosa, penso la terrò come tradizione di fine estate 🙂

  • Viovio, 5 Luglio 2024 @ 13:49

    @Cossora
    Magari questa è la volta buona per ripartire e cambiare tutto! Purtroppo il dolore è un passaggio obbligatorio, credo non ci sia bisogno di aggiungere altro perché dopo tutti questi anni di blog sai già tutto.
    Ovvio che qui troverai sempre qualcuno a darti una mano 🙂
    Forza!

  • Mimi, 5 Luglio 2024 @ 13:44

    “Che bello non avere più questo problema ed è la seconda estate. In più questa volta faccio finalmente una vacanza senza dover aspettare nessuno e con una persona con cui sto benissimo!!”

    @Stefano concordissimissimo! A dire il vero la prima vera estate ero un po’ più Cossora nel commento dopo il tuo perchè ero ancora in fase di ricostruzione “pratica” della mia vita anche se, pur con una vacanza tirata su alla meglio, è stata una liberazione. Avrei voluto spaccare il mondo e fare una vacanza da urlo ma sono finita in un paesino di quattro anime con una delle mie migliori amiche, ho passato una settimana a fare “la sciura” con lei eppure…ero di nuovo felice.
    Quest’estate anche, ho una meta grossa con il mio compagno e svariate giornate di mare qua e là con le amiche. Posso programmare o organizzare all’ultimo, posso fare QUELLO CHE VOGLIO.
    L’estate è sempre stata la mia stagione preferita, il sole, il mio compleanno, il mare. Per tre anni mi è stata rovinata (così come il Natale) e pian piano mi sono andata a riprendere TUTTO: la mia disastrata famiglia, le mie amiche, le vacanze, il tempo, le cose last minute.
    Evidentemente sono stata abbastanza brava perchè poi è arrivato anche l’amore ma quello non lo cercavo, lo vedo più come un premio per l’impegno ahahaha

  • alessandro pellizzari, 5 Luglio 2024 @ 13:25

    Cossora ti vogliamo bene anche di più in questa fase E ti saluto ricordando quello che diceva Indro Montanelli: i cimiteri sono pieni di persone indispensabili

  • Cossora, 5 Luglio 2024 @ 11:46

    E’ vero che si vive nel qui ed ora, per carità. Sacrosanto.
    Ieri non c’è più e domani.. boh?!?
    L’unica certezza che si ha è che tutti torniamo dalle vacanze. E tutti desideriamo di tornare alla versione migliore della nostra quitidianità.
    Chi ha l’amante se la pregusta affamata e abbronzata. Ovvio che torni bello carico, perchè non dovrebbe?
    Avessi l’amante lo farei anche io!
    Ma non ce l’ho. Parto da sola e torno da sola da me, bella e abbronzata. Statemi vicino.

  • Ariel, 4 Luglio 2024 @ 20:39

    Stefano, 4 Luglio 2024 @ 14:21

    Che bello leggere questo tuo scritto!
    Bravo! Questo si che incoraggia molto a lasciarsi andare
    Con la vera fiducia che conta
    E cioè quella in se stessi!
    Senza la fiducia in se stessi no esiste ottimismo!,
    E infatti gli altri se ne accorgono sempre quando si sta in vero equilibrio con voglia di vivere autentique
    Allora sicuro restano più facili gli incontri quelli buoni sani che non equivalgono di certo a a noia ,tutt’altro ,
    Mai mi sarei immaginata di incontrare il mio compagno ormai da tre anni eppure sto. Vecchi ahahah
    E poi anche con una mia forma speciale ,adoro le forme tonde
    Ahahaha

    Senza spigoli negli angoli
    Ahahah

    Evviva la Nuova vita!,,
    Senza più attese ,supposizioni,elucubrazioni,

    La vera libertà passa solo e soltanto se si vive senza dover nascondersi a reggere commedie altrui!,,

    Buona estate ,care ragazze e ragazzi e che sia nuova e piena di nuove entusiasmi per la nuova vita tutta da vivere ancora scoprendo sempre qualcosa di bello fuori e dentro se stessi.

  • alessandro pellizzari, 4 Luglio 2024 @ 19:02

    Che fortuna che si è tolto di mezzo

  • Cossora, 4 Luglio 2024 @ 14:31

    Oh mamma che tristezza vedere settembre da questa prospettiva.
    Ottima mossa proiettare questa immagine orripilante, @ale!
    Settembre è il mese in cui tutto comincia sul serio. Non solo il lavoro e la scuola. Settembre è il vero inizio dell’anno, dove portare solo ciò che ha veramente valore e fingere di aver dimenticato il resto in spiaggia! Io lascio le infradito nel cestino della spazzatura prima di rientrare, sempre!
    A settembre ci si fa lo scrub per togliere la pelle morta, si nutrono i capelli sfibrati dal sole e dal sale.
    Chiaro? Espulsione di cadaveri e assunzione di nutrimento!

  • Stefano, 4 Luglio 2024 @ 14:21

    Che bello non avere più questo problema ed è la seconda estate. In più questa volta faccio finalmente una vacanza senza dover aspettare nessuno e con una persona con cui sto benissimo!! Meditate gente … Lasciate tutte queste situazioni folli! Non hanno un senso e sono una gran perdita di tempo. E il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo. Voltarsi indietro con la consapevolezza di averlo perso e che si poteva evitare è un fardello che non vi consiglio. Liberatevi dalle zavorre e godetevi la vita e la felicità. Quella vera!!! Un abbraccio

  • meritodipiù, 4 Luglio 2024 @ 12:28

    Il “mio” si è eclissato nell’estate 2023, in una lenta agonia fatta solo di messaggi sempre più distanziati. E niente, non è più tornato. Quando mi ha intravisto a gennaio, però, mi ha mostrato uno dei suoi sorrisi più smaglianti e ammiccanti. Ho fatto finta di niente, gli ho risposto a monosillabi e l’ho ignorato. Ancora non riemerge dall’abisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.