Home » Amanti » Dobbiamo parlare: l’ultimatum

Dobbiamo parlare: l’ultimatum

Dobbiamo parlare: l’ultimatum

Ultimatum: scegli, decidi. Gli uomini, in amore, scelgono e decidono se non hanno conflitti.

Ma se tu fai parte di un conflitto probabilmente lui non sceglierà, non deciderà mai se non lo metti con le spalle al muro.

Perché metterlo con le spalle al muro? Per il numero di Tentativi falliti di ottenere una sua decisione. Per il tempo passato (mesi, a volte anni) ad aspettare che, dopo infinite discussioni, lui si decidesse.

A fare che? Tu lo sai: comunque, e vale per tutte voi che mi leggete, è un qualcosa la cui non scelta, non decisione ti sta facendo soffrire da troppo tempo e mette in discussione il vostro rapporto, lo fa vacillare o lo sta logorando, e comunque ha spostato l’equilibrio della vostra coppia da “felici insieme” a “tu infelice e a lui sta bene andare avanti così”.

Adesso basta però.

Che il motivo sia una moglie o la famiglia, e tu sei l’amante che, superato il fatidico periodo ludico dell’amantato (divertiamoci senza obblighi) sei entrata, o meglio lui ti ha fatto entrare, nella fase “sentimenti-costruiamo qualcosa”, perché ricambiava un sentimento o addirittura lo ha dichiarato lui (spesso favoleggiando su un futuro insieme) adesso basta rimandare: o te o lei. O tu saluti e vai.

Ma puoi essere anche la moglie, alle prese con un lui che ti ha tradito una o più volte, e tu l’hai perdonato perché ti ha pregato in ginocchio, per i figli, perché lo ami ancora. Adesso basta. O vi separate o lui smette di setacciare i social alla ricerca di nuove prede, se non ha già trovato l’ennesima. O smette di fare il cascamorto in spiaggia, per strada, con le tue amiche.

O forse sei la fidanzata, alle prese con un uomo che ti ha messo lontano dal primo posto dei suoi interessi. Amici, sport, hobbies, sua madre, il lavoro… tu dove sei? A casa ad aspettarlo per fare sesso quando e come dice lui? Adesso basta. Deve rimetterti sul podio, al primo posto. Nei fatti non a parole.

Alcune di voi pensano: se io lo metto con le spalle al muro lui griderà al ricatto, all’offesa inaccettabile e, per questo, ci lascerà con addebito di tutte le colpe. Forse alcune di voi non hanno capito che noi siamo dei gran furboni: facciamo tutto quel cavolo che vogliamo e, quando protestate o prendete una posizione giusta e ferma, tiriamo fuori le parole ricatto, non rispetto, fiducia, e facciamo pure gli offesi. Perché la migliore difesa, soprattutto se si ha torto marcio, è l’attacco. Frasi come “mi hai deluso” sono alibi.

Quindi, mentre tu ti arrovelli sul rischio dell’ultimatum e su come non offenderlo dopo due anni che non lascia la moglie, ti cornifica o esce sempre da solo con gli amici lui sta chattando con la gnocca bruna su Facebook alla quale ha raccontato che è vedovo.

Non ci credete? Avevo un amico, single sciupa femmine e impenitente, che a 40 anni si lamentava con me. “Le donne non si fidano più, fanno troppe domande”, diceva. “Se vedono che alla mia età non ti sei mai sposato non hai figli e sei single le donne pensano che hai qualcosa che non va e che le vuoi solo scopare, e hanno pure ragione”. Come fare? Il mio amico si era inventato una storia strappalacrime. La storia faceva così: Si era innamorato di una straniera all’università. Da lei aveva avuto un figlio che lei però non voleva e li aveva abbandonati soli. Il mio amico aveva tirato su il figlio da solo, mostrava anche una foto di lui da giovane spacciandola come il figlio. Le donne impietosite dalla storia, convinte e calmate, si rilassavano e gliela davano (anche perché lui piaceva, devo dire la verità). Il problema che questo figlio studiava in america, così il mio amico “doveva” partire e sparire periodicamente per stare col ragazzo. Tutto premeditato perché, diceva il mio amico, le donne dopo un po’ rompono i coglioni.

Questo amico, cara amica, non è un’eccezione, è lo standard. Poi più essere più o meno bravo con le balle, ma sempre balle sono. Come quella, appunto, del ricatto e dell’offerta di uno che non è disposto a fare nulla per te e cambiare la sua vita.

L’altra paura femminile diffusa è che se gli dai l’ultimatum lui scappa. Ma scusa, tu vuoi un uomo che resta perché ti ama convinto o uno che se gli chiedi “troppo” scappa? E tu vuoi trattenerlo? Lo tieni così per quanto tempo?

Come dare un ultimatum? Se certi uomini non fossero spesso vigliacchi e sfuggenti dovresti invitarlo a cena premettendogli che dovete parlare . Ma siccome scapperà a gambe levate di fronte al temutissimo “dobbiamo parlare” non dirglielo e invitalo a cena. Perché certe cose vanno dette guardandosi negli occhi, checché ne pensino gli uomini liquidatori da sms. Quindi convocazione e sii chiara: questo questo e questo non è più sopportabile. E poi fissi un termine. Se entro questo termine lui non cambia come vuoi tu ti sganci.

Se ti rimangi l’ultimatum, e succede perché lui farà di tutto a parole per ottenere proroghe non devi giudicarti debole, stupida, incapace. Sei solo innamorata. Ed è bellissimo esserlo, se non per il particolare che dall’altra parte c’è un uomo che, come minimo, non è coinvolto come te. Quindi si cade, ci si rialza e si ripropone l’ultimatum.

Non è il primo ultimatum? La storia di Pierino e il lupo insegna che minacciare troppe volte qualcosa che non si fa mai porta il rischio del “tanto non lo farà”. Quindi questo deve essere il tuo vero ultimo ultimissimo ultimatum. Se non sei convinta meglio rimandare. Ma se senti che davvero non ce la fai più convocalo e dagli una scadenza. Scadenza breve, al massimo a tre mesi. Di più è controproducente per te, per il tuo stato psicologico e di sofferenza protratta, e per lui, che è abituato a vivere di tue proroghe. Adesso basta

Fatti non parole. Questo è il tuo nuovo credo dopo l’ultimatum. Se torna è perché si separa. Se torna è perché non ha più un profilo sul social per cuccare. Se torna è per stare con te, non con la mamma. O gli amici.

L’ultimatum è come un avviso di garanzia, nato per dire a chi è indagato: guarda che sto indagando, appunto, su di te. E questa è, dovrebbe essere una garanzia di libertà, anche se in Italia troppe volte l’avviso di garanzia viene metabolizzato dai più superficiali o cattivi come sentenza di condanna. Il tuo ultimatum non è una condanna, è un vero avviso di garanzia, l’ultima chance che lui ha con te.

Se lo viola non andrà in prigione, ma deve uscire dalla tua vita.

Sincerely yours


115 commenti

  1. Articolo divertentissimo e tagliente. Letto col senno di poi ovviamente:)) La parte del timore di offendere (!) è terribilmente vera, finché non si rinsavisce.

  2. Lui ha già scelto la sua famiglia le cose sono cambiate, dopo tre anni ci sono ancora ma senza più nessun progetto, ci sentiamo 3 volte L giorno, ci vediamo quando è possibile… Nel. Frattempo Vivo accanto a un marito paziente e vicino con cui non riesco più a avere intimità… Tre figli meravigliosi … Una bella famiglia… Ma il mio cuore è altrove e non riesco a staccare questa spina…..

    • @Giulietta troversi anche tu la forza…lo spero veramente per te.
      Lo sai anche te da come hai scritto che lui ha scelto la famiglia, perche’ non lo fai anche tu? Tre anni sono tanti, e purtroppo non avete progetti…hai un marito che ti sta vicino,paziente, ma ragiona quanto gli durera’ questa pazienza…? Il tuo cuore e’ altrove perche’ vi sentite ancora per questo non riesci a staccare questa spina…

    • Giulietta, come fai a fare finta di nulla con tuo marito..? a far finta che vada tutto bene..? e quando cerca l’intimità tu lo respingi oppure acconsenti? e lui non si è accorto di nulla ,nemmeno di un tuo cambiamento. NOn fraintendermi, te lo chiedo perchè anche io sono nella tua stessa situazione..solo che io con il mio lui ho chiuso e per mio marito non provo nulla…vorrei solo capire come “convivere” con qst situazione. Grazie se vorrai condividere qst tuo pensiero…

  3. Una domanda Alessandro. Se dopo l’ultimatum lui ti dice non riesco a separarmi da figli è possibile che con il silenzio assoluto arrivi a capire che gli manchi troppo? Ed in questo caso secondo te quanto tempo dovrebbe passare? Ho una paura folle di perderlo Alessandro

    • Se hai paura di perderlo non sei pronta. Rimanda quando lui avrà così esagerato da dartene la forza. Soffrirai d più ma almeno sarà un vero ultimatum

      • Grazie Alessandro. In realtà ha davvero esagerato ma non so a dove deve arrivare questa soglia nella mia testa!!! Spero di avere la forza presto

        • @anima triste vedrai che arrivera’ anche a te la forza di mollare…
          Concordo con @Silvia R. e con Alessandro,ognuno ha i sui tempi per arrivare al silenzio totale, ti scattera’ il famoso rele’ dove non ti importera’ piu’ nulla del suo ritorno. E’ dura lo so, ma e’ cosi…

  4. @animatriste si vede che non ha ancora esagerato,quando è il momento lo capisci. Quando metti un termine o lo lasci non nella speranza che lui capisca e torna,quando lo fai esausta lo fai senza la speranza che torna. Anzi,non ci pensi proprio al fatto che torna,devi solo arrivare a quel punto e ognuno ha i suoi tempi

  5. Alessandro non riesco più a vedere i commenti di “amanti in crisi la scelta del silenzio” cioè mi dà errore,bo,e nemmeno commentare.ma è solo un mio problema o anche altre?perché con tutti gli altri articolo non ho problemi

  6. È proprio vero, ne ho dati tanti di ultimatum…ma era più perché volevo che lui reagisse e stesse con me. Adesso mi sono stufata, la settimana scorsa gli ho dato il vero ultimatum. Ho chiuso, non ho paura che non torni, non me ne faccio niente di uno tutto chiacchiere e distintivo.
    Grazie per il bell’articolo Alessandro!

  7. Per ora ancora non riesco a dare un ultimatum, perché so già che sceglierà loro e io ci starò da schifo….ma sono anche consapevole che sia dura, è difficile amare lui che ha scelto i figli e quindi anche lei, ed altrettanto difficile stare accanto ad un uomo che non amo più, ma padre di mia figlia

    • Quindi anche tu non scegli.
      Cioè ti fai star bene ciò che hai. Perché le donne, che aspirano alla parità, hanno sempre bisogno dell’imprimatur di un uomo qualsiasi per vivere la propria vita?
      Perché pretendono un fuoco di copertura e credono di non poter farcela senza un uomo, condannandosi all’infelicità? Non lo fanno solo le amanti sposate. Lo fanno anche le mogli tradite.
      Agognano tutte a mantenere uno status quo infelice purché ci sia un uomo che le “aiuti “.
      Poi ci sono le amazzoni. Poi ci sono quelle davvero stanche e coraggiose. Che sanno che non serve. Che sanno di poter farlo. Raggiungerai il limite, spero per te. È rinascerai dalle tue ceneri. Non essere bisognosa mai.

          • @Oldplum la pensiamo uguale. Ma noi dall’amore prendiamo forza, perchè cerchiamo forza in tutto: nella famiglia, nel lavoro, nella vita stessa, nei nuovi inizi.
            C’è chi, che per ottenere quello che vuole, usa la debolezza, la esibisce come un lasciapassare come una giustificazione, in amore più che mai.
            Dipende da chi sei veramente, chi scegli di essere: ti batti per la vittoria o ti accontenti di un secondo posto?

  8. Salve, io lo ho messo alle strette tante volte in 4 anni … nn hai mai scelto , nn trova coraggio e ogni volta che mi allontano mi ricerca , mi scrive , manda segnali … il cedo… come fate a trovare questo coraggio ??? Io ogni volta che ci allontaniamo mi sento morire e perdo la forza di superare le mie giornate … e ancora nn ho toccato il fondo …

  9. Spero che trovi coraggio , suo figlio ormai sta crescendo , ha 4 anni , lui ha solo tanta paura , ma nn riesce a mollarmi , e nemmeno io , se abbiamo resistito così tanto , essendo entrambe sposati , se nn ci siamo lasciati neppure dopo che i nostri rispettivi coniugi ci hanno scoperto , forse un motivo c’e … forse è solo questione di tempo … o forse mi sto aggrappando a questo per nn morire dentro ..

    • Ci sono dei limiti anche temporali vi siete dati degli obiettivi e delle scadenze? O navigate a vista da 4 anni…

  10. Io lo so che ai vostri occhi sono una persona debole , scorretta e quant altro , questo amore mi ha portata a fare cose terribili e a tradire la
    Fiducia di chi mi è accanto , mi rendo conto che qusndo nn si e coinvolti in prima persona nn si comprende appieno … lui rappresenta la
    Mia vita , il mio motivo per sorridere , per affrontare ogni cosa … ed ho provato anche per mesi ad allontanarlo , ma poi sto male , mi sento male fisicamente , cado in depressione , mi imbottisco di gocce per dormire e nn pensare più a nulla , nn ho la forza di seguire i miei figli , ne di lavorare , ne di sopportare la presenza di mio marito che ormai nn amo più … scusate lo sfogo

  11. Ciao due giorni fa anche io ho dato l’ultimatum. Non gli ho chiesto di scegliere tra lei e me, non ci siamo mai posti il problema in quanto non abbiamo mai fatto discorsi di separazione o altro. Abbiamo vissuto il nostro rapporto al 50% consapevoli che di più non potevamo avere. Il mio ultimatum è stato dato dal fatto che il mio lui vuole ridurre del 25% le sue attenzioni. Vuole esserci in chat, al telefono vuole essere un amante a metà. Non vuole vedermi perchè dopo l’amore di sente male per lei, non riesce ad essere presente perchè la mia immagine entra nella sua sfera affettiva. Io sono stanca, non chiedo la luna voglio soltanto la mia dose di attenzioni. Il mio 50% lo voglio tutto senza se e senza ma. Io non ho mai chiesto e preteso nulla, ho capito ho compreso però questo ridimensionamento proprio non lo accetto. Adesso non so cosa accadrà, se lo risentirò, se lo rivedrò non so nulla staremo a vedere alla fine dei 15 giorni. Ammetto di aver paura di non rivederlo più, però sinceramente per me stessa questa cosa la dovevo fare!

      • È quello che voglio fare. Non sono una macchina che va a comando, parlare solo quando vuole lui e dire solo cose che non gli ricordano che sta tradendo lei! Fare l’ amante a mezzo servizio sinceramente non so proprio che farmene. Anche perché per come la vedo io sono solo palliativi che non portano da nessuna parte. Non si può essere a metà o sei dentro o sei fuori. O mi vuoi o non mi vuoi anche perché se è come dice lui il fatto di non vedermi non gli impedirà di certo di pensarmi quando è con lei. Se una persona ti entra nel cuore ci resta indipendentemente dal fatto se la vedi o non la vedi.

      • Gentilissima Confusa purtroppo io non posso parlare di 100% perché non lo.potrà mai essere per me così come io non potrò esserlo per lui. Io parlo di 50% perché la realtà è questa prendere o lasciare. Io chiedo semplicemente che questa percentuale venga rispettata in toto senza se e senza ma. Deve scegliere lui se stare dentro o fuori perché io non ho più altro da dire o altro sa fare. Non chiedo niente di più di ciò che possa darmi se non il suo tempo e la sua serenità. Io voglio vivere serenamente con lui questa storia senza seghe mentali o altro anche perché qua nessuno pretende niente. Baci

    • Sai qual è il fatto? Che a lui sta bene così. Ossia il 25% e poi magari il 15% ed infine il 5%
      Lo rivedrai, purtroppo per te. Con le sue tempistiche e quando ne avrà bisogno lui.
      Il fatto è che pur essendo consapevoli che è un rapporto al 50%, le aspettative e le esigenze sono evidentemente diverse.
      Noi appaghiamo il loro ego, serviamo solo a farli sentire vivi ed importanti.
      L’amore non si misura in quantità e volte, l’amore è semplice e spontaneo. Nel momento in cui si parla di % è altro.

      • Cara Rosa io concordo in pieno con te. A loro sta bene così fanno il bello e il cattivo tempo e purtroppo la colpa di tutto questo è nostra che gli abbiamo dato lo spazio per farlo. Loro sanno bene dove mettere le mani e quali corde toccare però non hanno limiti perchè se così fosse saprebbero che una donna quando decide di andarsene lo farà per sempre!

        • Appunto, l’unica soluzione è proprio quella: andarsene per sempre.
          Sparire del tutto, perchè altrimenti tu il suo 5,10,25% continui a darglieglo tutte le volte di cui lui ne ha bisogno e ti cerca.
          Non esserci, li spiazza, e magari in alcuni casi (il famoso 10% di Alessandro) gli fa prendere una decisione. Se invece spariscono, come la maggiorparte, che si limita ad utilizzare le solite tecniche trite e ritrite (un caffè, un messaggio, una mail) senza però voler cambiare nulla, si risparmia un sacco di tempo

    • Ma come si fa Rosi a porre come condizione più attenzioni? Se non te le da naturalmente , quelle dovesse darti da qui in poi le considereresti forzate e non autentiche. Una specie di lavoro…

      • @Rosy concordo con Oldplum perchè anche io stupidamente ho provato a sottolineare quelle attenzioni che prima c’erano e poi non più. I suoi sentimenti sono cambiati punto, a me non basta e non posso costringerlo a cambiarli per cui l’unica riposta è purtroppo chiudere

        • A me ha sempre dato attenzioni in crescendo, per esempio. Ma non è bastato. Perché la sua scelta chiara, era stare dove stava tenendo me come amante, psicologa, amica e pornostar. A me non andava. Mi sentivo presa per il culo comunque.

        • Oldplum e Confusa (ex) io concordo con quanto dite ma il mio modo di ragionare è dato dal fatto che noi due non ci siamo mai chiesti o promessi nulla. Vivevamo la nostra storia perchè ci faceva stare bene, la chiamavamo la nostra “botta di vita”. Non posso dire che lo sto pressando per obbligarlo a scegliere tra me e lei, non posso dire che lo sto pressando con le classiche richieste che si fanno tra amanti. Niente di tutto questo ci appartiene, ecco perchè ci siamo dati un ultimatum. Lui dice di sentirsi male verso lei però non vuole troncare. Va bene chat o telefono ma non l’incontro fisico perchè mi teme. Mentre io giustamente tutto questo non lo accetto e preferisco starne fuori. Sono intenzioni talmente diverse che solo con una sana autoriflessione si può prendere una decisione definitiva. Io sinceramente penso che quando una persona ce l’hai nel cuore ( se è vero) puoi fare tutti i piani di guerra che vuoi che la realtà non cambia. La penserai sempre e ne avrai sempre bisogno. Io mi sono fatta da parte per il mio bene perchè non è giusto per me. Lui faccia come meglio crede io peggio di come sto non posso stare.

  12. Alessandro perdonami per il doppio post ma ho un quesito.Secondo i tuoi studi, il senso di colpa di un amante verso la moglie è dato dal ritrovato amore per lei, dall’educazione ricevuta oppure paradossalmente dal fatto che si sia innamorato dell’altra? Lo chiedo per me che sta vivendo questa cosa ma non ho la presunzione di aver scatenato questo tipo di sentimento. Grazie anticipatamente per la risposta!

    • Dipende. I sensi di colpa sono più diffusi tra coloro che tradiscono la prima volta statisticamente parlando. Possono essere considerati normali all’inizio della relazione. Se persistono o tornano dopo un certo tempo non sono un buon segno per gli amanti

  13. @Rosy ho incontrato anch’io un uomo pieno di sensi di colpa, un rapporto durato 18 mesi. L’unica cosa che mi sento di rimproverargli è di avermelo tenuto nascosto quasi fino alla fine, invece lui mi allontanava con scuse strane. Anch’io mi sono chiesta parecchie volte a cosa fosse dovuto questo senso di colpa ma una risposta non me la so dare. L’unica conclusione a cui sono arrivata è che ai sensi di colpa per la moglie/famiglia non c’è via d’uscita se non quella di chiudere. Lui vivrà male la storia con inevitabili ripercussioni sul vostro rapporto. Il malessere lo abbiamo già a casa con i nostri mariti, non c’è bisogno di andarsi a creare situazioni infelici anche fuori.

  14. SIlenzio interrotto da lui dopo 1 mese. Ricomincio come niente fosse, stavolta blocco numero, profili social e .. ne dimentico uno (pensavo fosse collegato al numero) mi scrive un messaggio ‘mi hai bloccato su tutto’.
    Ho letto anteprima, non ho aperto e ho bloccato anche li.
    Fino ad ora ha detto chiaro e tondo che la famiglia non la tocca, che la crisi non la formalizza, che non possiamo stare insieme e ADESSO che io sto rinascendo.. inizia a insistere?

    • Se ha qualcosa di nuovo da dirti immagino sappia dove trovarti.
      Tu, intanto, vivi e non ti curar di lui.
      Un abbraccio

      • Ragazze che fatica. È un lavoro!! Via!!
        Il blocco è elisir di lunga vita.. pazzesco quanto sembri un veleno prima e quanto ti liberi dopo..!!

        • vero?? io mi sento un fiore. non passo tutto il giorno a parlare con lui ma lavoro, sorrido, parlo con altre persone. la sera torno a casa e sono tranquilla…che bello è?

    • Io mi sento bella, produco tantissimo sul lavoro, e sono tranquilla. Bloccato ovunque, mail in spam da quasi una settimana. tutto funziona bene (a parte piccole ricadute che supero in sempre meno tempo, guardando i fatti).

      • @Oldplum che bello sempre leggerti così
        Sei bravissima e secondo me ho la sensazione da qui che nel tuo caso sia ancora più difficile aver fatto la tua scelta e portarla avanti così bene

        Perché la tua storia non mi è mai parsa una storia di una relazione con uno squilibrato o seriale o neanche uno diciamo poco serio ,ma ho sempre avuto la senszazione che lui abbia problemi psicologici antichi relativi a quello che ha paura del amore
        Evitante che non riesce a concretizzare
        Appunto come scrivesti giustamente tu ci vogliono veramente tanti anni di terapia per lui per riusvire se si sta evitanti a cambiare soprattutto da adulti.

        Questo per dire che penso che sia più difficile in casi come il tuo essere riuscita a deciderti a mollare
        Perché in effetti se la mia ipotesi è giusta come qui ti esprimo
        Come a dire ovvio dispiace ed è più difficile restare insensibili
        Ed accettare che purtroppo è una causa persa
        E per amore di te stessa infatti hai fatto la scelta veramente amorevole per te.

        Credo che il fatto per tutte noi di poter capire ciascuno lo sa ovvio da sè ,cosa ha vissuto e con chi

        Ma confrontarsi qui ci serve tanto per aiutarci al cambiamento che seppur è una nostra scelta
        È comunque a volte più difficoltoso soprattutto quando ci stanno gli eventuali ” ” cucu ci sei? ” immancabili
        Contatti che pure il mio ex ogni tanto con mille sotterfugi
        Riesce a superare qualunque Blocco in rete

        Bene Cara Oldplum sei un vero Fiore
        Pensa arriva pure fino a quassù nel mio sto nel quadro e sbevazzo aperitif con Chagall il profumo del Fiore che sei!!!❤️

        • Non è che abbia paura di amare. Diciamo solo che non è evoluto e troppo succube . Si, ci vuole un gran lavoro. Ma prima dovrebbe esserci sopratutto la consapevolezza che quel lavoro e’ necessario.

          • Il mio exLUI prima di me ha fatto pochissima terapia. Da solo.
            Quanto serve, se non sei disposto ad accettare il cambiamento. Cosa lo fai a fare? Per dire ‘ci ho provato?’
            Ma se non lo vuoi, puoi provarci anche tutta la vita.
            Stare alla larga da questi individui.

          • @Oldplum,si capisco e in effetti la consapevolezza della necessità di evolvere facendosi aiutare da un lavoro con terapia credo che nella maggior parte dei casi siamo più noi Donne ad avere la capacità innata introspettiva chi più chi meno ,ma comunque esiste ed è il vantaggio perché appunto porta alla consapevolezza e alla capicità di identificare esattamente che cosa ci fa soffrire di noi stesse .

            I maschi vanno a farsi curare quando stanno malissimo cioè quando hanno sintomi che gli impediscono di fare la loro routine solita o un dolore fisico oppure un panico o ansia che comunque generano dolore fisico.

            Il mio ex fa Terapia adesso e mai più ovvio non ne so nulla più,ma lui stava male col suo seriale si, ma è pur vero che esistono diversi modi di essere e comportarsi da seriale

            Non entro nel merito del argomento perché non sono titolata a farlo
            ,ma sono comunque stata ” vittima ” tra virgolette di questa sorta di seriale
            Che al contrario del puro Narcisita sta malissimo e deve ricorrere a cure di psicofarmaci pesanti

            Tutta roba che ho scoperto purtroppo per me progressivamente prima nella stranezza del suo comportarsi con me ignara di tutto
            La sua Mega menzogna seguita da altre che appena ho scoperto gli ho fatto un bel Ciaone e vaffa

            Questo per dire che secondo me nei maschi la consapevolezza ci sta solo se stanno di EMME…

            Oldplum che bello finalmente ne siamo fuori ed ogni giorno almeno ciò che sento è come un incubo che ormai fa parte del passato

            Ecco se vedessi un bel chiodone
            Non ti nascondo che lo guarderei
            Con occhi profondi
            E un sorriso di viva la leggerezza nella vita nel cuore.

            ❤️

    • @Cossora uffa che stress per te questo suo farti il famoso ” cucù ,ci sei? ” tipico schema immancabile
      Pure il mio Ex pur essendo lontano su un altro pianeta
      Guarda diverse volte ha provato a comunicare contattarmi
      Malgrado il mio Blocco totale
      ,ma poi che vuoi numero di telefono diverso insospettabile
      Mi hanpure scritto per posta cartacea
      Insomma du palle incredibili

      Però io niente na statua di marmo
      E mi sono pure visualizzata come statua magra ah ah
      Dai ci rido su facendo un grande respiro
      Appena arrivata adesso a casa
      Che bello un bel bicchiere di rosé fresco
      E leggere per ritrovarmi qui
      Con te e voi e scriverri

      Vedrai che dopo si stufa ,
      Lasciamoli agitarsi da lontano

      E il bikini da denuncia??!!
      Un bacio Cossora Resisti sei bravissima!!!’❤️

      • @Ariel tesoro. Ma rosè de la côte..? Buonoooooo..
        Guarda io cosa farà non lo so. Se scriverà con un aereo o manderà un piccione viaggiatore oppure zero. So che sono pulita e vado avanti. Voi mi sostenete senza secondi fini e a me spiacerebbe deludervi, anche se so che non mi giudichereste. Sono una donna determinata, buonissima ma di una coerenza suprema. Voglio una crisi conclamata, una separazione. Da qui in su se ne può parlare. Sennò può anche farmi scrivere dal Papa.
        Prosit!
        Il bikini dopo il ciclo

        • Sono dello stesso avviso e insieme consapevole che vista la situazione un ritorno con lui capace di una scelta tanto matura e da maschio con i controcoglioni, potrebbe avvenire solo dopo lungo lavoro su sé stesso o, in alternativa, se mi amasse davvero, con lo schock determinato dalla consapevolezza che potrei davvero non esserci mai più per lui ma per un altro.
          Io ogni volta non rispondo mi sento sempre più forte. Il fatto è che se io capisco che una persona non mi ama come merito, dopo le esperienze vissute nel passato, mi stacco, mi disinnamoro velocemente. Ho un sistema immunitario tarato su ” no pain please” e ,” dont waste my time bitch “.

          • @Oldplum infatti fai benissimo a fare così proseguire nella scelta che ti fa voler bene a te stessa
            E soprattutto quando come tu scrivi vieni da esperienze dolorose insomma ovvio proteggersi e mettere distanze di kilometri emotivi dentro
            Una protezione reale nel tuo vissuto
            Meriti il meglio e adesso veramente
            Si tu la protagonista meravigliosa del tuo cambiamento
            Sentire chi sei veramente nel tuo grande valore !

            Qul fiore che profuma di buono
            E attira a sè l’Amore che meriti ricevere in esclusiva per te stessa.

            E dai beviamoci su
            Che di certo fa bene
            Unisciti al club del Rosé de Provence
            Dove ogni scusa è valida per scrivere rispondere
            Ridere vivere e berci sù
            E che si afficino pure chiodi che magari pur non cercandoli passano di lì
            E magari si fermano comunicano e ti lanciano segnali di fumo e profumo
            Tipo fer- oMONI
            Benvenuti Feromoni Primaverili!!!
            Ah ah ah !

        • @Cossora Rosé Provenzale
          Ti sento Forte e pure Fortissima che sta a significare che non hai perso il tuo ottimo senso dell’uomorismo e la voglia che hai di Svoltare e guardare davvero avanti senza se e senza me

          E vabbè per il bikini aspetteremo la fine del ciclo
          Ah ah ah
          Vedi come sei?
          Stupenda!!!!!!
          Un abbraccio e na risatona ,
          Prosit!

          • @Ariel forte fortissima ..si a tratti piango ad altri lo coprirei di insulti. Passerà prima o poi. L’importante è non cercarlo non cedere.. perché se mi becca nel momento giusto é un attimo ricaderci.
            Che fatica ragazze!

  15. Mah…io credo che dipenda molto dalla situazione che si vive in casa.
    I sensi di colpa nel mio caso si fanno risentire quando mio marito è gentile, presente, quando capisco che mi ama davvero.
    E io mi sento una vigliacca perché lui crede che la mia storia con l’altro sia finita, ha riacquistato fiducia in me ed è sereno.
    Mi dico che dovrei essere soddisfatta della mia vita: un uomo che – a modo suo – mi ama davvero, un buon lavoro, una bella casa, un figlio meraviglioso, situazione economica solidissima, vita sociale attiva e varia, interessi e passioni…Chi ci vede insieme dice che siamo una gran bella coppia.
    All’esterno la mia situazione appare invidiabile.

  16. Eppure quando vedo l’altro mi perdo nei suoi occhi, e tutto il resto finisce sullo sfondo, come se ci fosse qualcosa di ancestrale che ci lega, oltre ogni ragionamento e considerazione.
    E io, da persona razionale e solida, finisco per odiarmi, perché sono in balia di mille incertezze.

    • @LEI ma tu fai terapia visto quello che esprimi qui non mi pare tu ti senta soddisfatta di questa tua vita doppia

      Fai terapia oppure no ?
      Credo veramente ti sarebbe utilissima e di grande aiuto proprio per te stessa e per aiutarti a trovare da sola quella chiarezza e forza che evidentemente non esce ancora
      E secondo me è per questo che sei sempre in stallo

      Mi pare così logico umano naturale scegliere una via
      Ma sceglierla
      Restare così evidentemente nn mi pare tu qui scriva di quanto sei felice
      Altrimenti non scriveresti come scrivi
      Sei oscillante sempre questa è la impressione che sento a leggerti

  17. @lei, senza cattiveria, ma nei commenti tuoi a coppia pare che ci siano due persone : una che dice che sta bene anche senza e una che deve ricordare che senza non sa vivere.

    • Finché non si sceglie si sta così. E si rovina tutto ciò che cé intorno. In modo graduale, negandolo.
      Me lo ricordo bene, è una sensazione che non si dimentica.

      • È dura accettarlo. Si può far finta di nulla e continuare un rapporto senza senso o decidersi a darsi una possibilità di vivere in modo degno. A me manca lui non la situazione

  18. @Lei : gentile, presente, bella casa, figlio meraviglioso, situazione economica solidissima, chi ci vede insieme ecc, mi ama.
    nulla di tutto ciò ha a che fare con i sentimenti che tu provi verso lui. Nulla.
    Poi è chiaro che si può restare per tutti questi motivi da te citati, sia chiaro. Vivrete un gran bel rapporto di amicizia, tu e tuo marito.

  19. Nessuna terapia. Di fatto è così: la parte razionale dice che sta bene, ma quella istintiva gode di quei momenti insieme. Vivo in una terra di mezzo, e fin quando la mia salute mentale non ne risentirà troppo, starò così. Né con te, né senza di te.

  20. Le incertezze sono tante, troppe, per poter scegliere.
    E se diventando coppia ufficiale saremmo divorati vivi dai sensi di colpa, dalla sofferenza altrui, dalla difficoltà di gestire una famiglia allargata?
    E se diventando una vera coppia, sparisse tutta la magia creata dalla trasgressione, dall’adrenalina e dalla novità?
    E se non fosse amore????

    • @Lei, te lo dico perché io la domanda, nel mio caso, me la sono fatta. In una vita normale non sapremmo parlare 20 minuti di fila con l’altra/o dei fatti di tutti i giorni. A me è successo un giorno che per lavoro abbiamo fatto un viaggio in macchina. Grandi silenzi. Imbarazzo. Poi si, mano nella mano…ma vi siete mai chiesti come sarebbe la quotidianità?
      Pensateci bene prima di mollare la famiglia (quanto meno la vostra). Vi piacerà come cucina lui o lei? Vi piacerà come sceglie di fare le ferie lui o lei? Di cosa parlerete a cena? Come affronterete le eventuali difficoltà economiche? O pensate veramente che si scoperà 24 ore al giorno? Con la moglie/marito queste dinamiche si sono create giorno per giorno…con l’altra/o sarebbe tutto in un secondo….non dico impossibile…ma bisogna pensarci bene. E’ come pensare di avere un cane…all’inizio, prima di prenderlo e mentre si pregusta l’idea, si pensa al cucciolo che ci segue, che obbedisce a comando, che ti aspetta seduto e zitto fuori dal bar…un magnifico compagno di vita! Poi nella realtà scopri che caga mattina e sera e va portato fuori con il caldo e con la pioggia, in salute o in malattia, che abbaia e gratta la porta, che non puoi portarlo in giro di giorno perché attacca tutti gli altri cani e ti sclavicola un braccio al guinzaglio e se lo liberi non torna nemmeno con le cornamuse. E quando sente le femmine in calore….scappa!
      Meditate

  21. Quando lui pensa a una vita insieme gli dico ma hai fatto un’ipotesi di come ti organizzeresti? Lui mi dice no, ma non avrei problemi ad organizzarmi.
    Ma io non parlo di lavare, stirare e far da mangiare, cosa di cui è capacissimo, bensì di trovare un luogo non troppo lontano da casa sua, che gli permettesse di occuparsi delle figlie come fa ora, di decidere tempi e modi per comunicare questa cosa, di decidere tempi e modi per EVENTUALMENTE organizzare la mia uscita da casa e gestire i rapporti con mio figlio.
    Io invece ci ho ragionato su, e la cosa non mi sembra fattibile, anche perché non mi fido di una persona che un giorno dice A e il giorno dopo dice B.

    • Che casino. Io ho mollato tutto per stare da sola. I figli li vedo il 70% del tempo. Con mio marito vado d’accordo ma ognuno a casa sua. Ho due giorni liberi a settimana e posso dedicarmi a cene, mostre, relax. Cose mai avute essendomi fidanzata a 17 anni. Ho ritrovato me stessa. Il mio exLUI era una volta a settimana ma col tempo gli avrei dato di più. Non é andata. Pazienza. Ma io sono io. Lei, tu sei circondata.. forse più che definire con marito casa figli amante e pensare a come sistemare tutto.. dovresti concentrarti su di te. Sennò la salute mentale va a ramengo..!

    • @Lei sai sono contenta per te che tu continui a esprimerti qui almeno questo SPERO TANTO ( maiuscolo per evidenziare)
      Che questo scrverci qui insieme sul Blu g possa davvero aiutarti a fare una unica scelta che sento prioritaria per amare te stessa
      Farti aiutare da un terapeuta

      Ma ci tengo pure a scriverti che ti COMPRENDO perché scegliere di farsi aiutare a fare ordine in se stessi in terapia Non è una scelta facile

      Anzi proprio no,perché ovvio che presuppone la accettazione in noi stessi che a biamo bisogno di guardarci dentro fino in fondo
      E se ci sta una cosa che lî subito è umanamente faticosa e dolorosa pure per chiunque è proprio Questo procedimento

      Però spero almeno in questo che se ancora adesso non riesci a fare terapia almeno scriverci tra noi possa aiutarti in questa decisione che secondo me resta la più importante nel tuo adesso di vita per te stessa.

      Non preoccuparti di essere come sei in effetti nel leggere i tuoi scritti contraddittoria o oscillante
      Qui nessuno ci giudica male ,ma proprio per nulla
      Siamo qui tutti insieme semmai sgangherati ognuno a vario modo titolo con i propri casini di vita e quindi possiamo solo che darci una buona mano da poter trasmettere il calore di una condivisione
      Della sofferenza e piccoli miei suggerimenti
      Che come fiori nascono da rocce sofferte battuti da venti e pioggia.

      Un abbraccio!

  22. Mi sento una stupida, ho dato l’ultimatum al mio lui dentro o fuori. 15 giorni di riflessione che lui ha accettato quasi con entusiasmo forse perchè si era reso conto che stavamo viaggiando su binari opposti. Io dicevo prendere o lasciare e lui voleva trovare compromessi. 15 giorni che si sta prendendo tutti, che cavolo non gli manco neanche un pò? Oppure talmente abituato ogni volta ad essere cercato che anche stavolta se lo aspetta e si è messo in aspettativa. Lo so devo essere forte e lasciarlo andare però oggi è una di quelle giornate un pò bizzarre. Oscillo dal faccia pure come vuole al perchè sta succedendo ,al perchè queste seghe mentali in fondo chi ti sta chiedendo niente.

  23. Buongiorno , nn so perché nn vengano pubblicati i miei commenti , ci riprovo …. io ho superato la fase dell ultimatum , dopo aver telefonato direttamente a sua moglie in un momento di esasperazione ,dopo 4 anni di storia , di false promesse , di attese , di bugie scoperte per caso , lei mi ha accusato di essere una rovina famiglie , lui nemmeno mi ha difesa , si giustificava con lei. È stata una scena indecente , ho provato tanta umiliazione , ma lui ha scelto lei …. lo ho costretto a scegliere e lo ha costretto lei …. era scontato come finale , solo che prima nn lo concepivo , ora a distanza di un mese e meZzo quasi che nn lo sento posso dire di star leggermente meglio … ha cancellato il mio numero , non fa neppure orbiting, è scappato totalmente … i primi giorni un dolore assurdo , mi sono imbottita di gocce per dormire , non pensare , non controllare i suoi accessi su wattsapp , poi pian piano va meglio , comincio a capire , comincio a sentirmi meno in colpa e a rendermi conto che non vale nulla come persona e che non ho perso gran che , è pieno di uomini falsi , bugiardi, vigliacchi , magari a volerne …. e lei ha ottenuto cosa ? Un uomo senza amore per nessuno , un uomo col ricatto di un figlio : bella soddisfazione !!! Mi fanno pena tanta , sia lui che lei è spero tutto questo sia solo un brutto ricordo …
    BIsogna toccare il fondo per capire realmente come stanno le cose …. oggi sto risalendo pin piano e ne sono così felice
    buona giornata

  24. L’ultimatum è scaduto, ci siamo sentiti per dirci addio. Non una parola su di noi su quello che desidera ma tutto su quello che è giusto fare ( Non fare del male ai rispettivi). Ho cercato stancamente di farlo ragionare ma poi ho lasciato che andasse via. Ero stanca, le mie mani erano vuote e anche il mio cuore era troppo stanco di lottare invano. Adesso non so come mi sento, sono triste però spero di uscirne quanto prima,

    • @Rosi è sempre triste dirsi addio, chiudere, prendere atto che è finita.
      Ma coraggio, sei stata brava e devi essere fiera di te.
      Fatti un regalino magari adesso, mhm?

  25. Beh diciamo che ne sei uscita da signora perché non hai fatto mattate come me ! Passa , certo che passa , nella vita tutto passa , fidati , io ho dato di matto eppure sono viva , consapevole di aver commesso sciocchezze ma ogni giorno che passa mi sento meglio , piango tanto , sfogo , e prima o poi sono certa che mi sarà indifferente ! Coraggio puoi farcela

  26. Cara Monica, lo sai quello che mi fa tanto male? Il fatto che da ragazzi avevamo la libertà per poterci concedere delle occasioni ma non la maturità per poterlo fare, adesso abbiamo questa maturità ma non la libertà. Ne sono uscita da signora, può essere però credimi non era niente di voluto ero solo tanto stanca e amareggiata ero come svuotata e per questo ho voluto farmi da parte. Ma lui credo che non lo abbia capito, forse lo ha percepito ma credo che non abbia capito la mia stanchezza e le mie lacrime tanto era occupato a ribadire il suo punto di vista. Tu hai fatto scenate? Beh non sei pazza evidentemente lui ha fatto che ciò avvenisse. Non devi colpevolizzarti per questo, hai amato e amore è anche gridare e fare qualche scenata. Stai tranquilla vedrai che ne usciremo alla grande!

    • Beh cara Rosy più che scenate ho chiamato sua moglie e quindi mi sono umiliata , sono stata chiamata “ rovina famiglie “ , e forse lei ha ragione , ma ciò che mi fa tanto male e che lui dopo 4 anni di relazione con me , vissuta pienamente , 4 anni in cui ho fatto soffrire tante persone , la mia famiglia in primis, ho messo in discussione il mio matrimonio , sarei stata pronta a lasciare tutto per lui , beh nonostante ciò lui non solo ha lasciato che sua moglie mi insultasse , ma è passato per vittima , ed io per l’amante malefica … io credo che in amore vince chi fugge e tu sei fuggita , non chi fa del male , io credo di aver fatto del male deliberatamente ad una donna che non c’entrava nulla , è solo una vittima come me !!!
      Ora ho capito che lui non vale nulla come persona , ma devo riuscire a perdonarmi per ciò che ho fatto , che credimi non è da me , sono uscita completamente fuori di testa , vedevo nero in quel momento … ma è andata , spero solo di ottenere il perdono da me stessa e da quella donna …

      • Lui non vale veramente nulla. Spero che questo episodio pietoso abbia cancellato in te ogni residuo di amore per lui. E anche di rispetto

      • Cara Monica, sei troppo dura con te stessa. Tu hai fatto uno sbaglio, però anche lui ne ha fatti e tanti credimi. Adesso il latte è versato vai avanti, ricostruisciti un tuo equilbrio e apriti ad un amore vero soltanto per te. Ricorda che qualsiasi “sbaglio” se è fatto per amore non lo è mai al 100%. Se può esserti d’aiuto in questa storia chi sta sta soffrendo di più sono loro due. Lui perchè ha fatto una scelta di testa( e si sa che la testa è in perenne conflitto con i sentimenti e lei perchè alla fine si ritrova accanto un uomo a metà). La loro sofferenza sarà a vita mentre la tua sarà a tempo determinato.

  27. Rispondo a tutte quelle che mi hanno detto di pensare a me stessa innanzitutto.
    Obiettivamente è quello che sto facendo. Mi prendo il meglio da entrambe le situazioni.
    Mio marito, non sapendomi amare, mi sta offrendo tutto quanto di materiale io possa desiderare. Il mio amante mi offre amore, sesso e tanta dolcezza.
    Sto vivendo i miei giorni senza pensare, prendendo soltanto, dopo aver dato a tutti per tanti anni.
    Non decido, non voglio decidere, percorro la mia strada e non voglio sapere cosa c’è dietro l’angolo. Niente in equilibrio, tutto in equilibrio.
    E se questa fosse la perfezione???

    • Hai dei figli? La perfezione dalla a loro, @LEI. Preoccupati che non ci sia un graffio, un’ammaccatura solo nel tuo rapporto con loro, curati che sia vero, senza ipocrisia, stai attenta ai particolari.
      Gli altri sono tutti adulti, come tutte noi, se volevano girare i tacchi lo avrebbero fatto.
      Dopo tanto tempo è perseveranza, intenzione, non è un errore.
      Evidentemente ognuno ha un interesse nel rimanere, nel mantenere: sesso, amore, affetto, energia, comodità, abitudine.. ognuno ha il suo motivo ed è comunque valido.
      Rispetto chi soffre di dipendenza, chi dice sul serio ‘sto male’ e spero davvero guarisca presto perchè la libertà di scegliere è la prima cosa.
      Che altro..? Buon divertimento!!

    • Diciamo pure che sei in paradiso! Ti capisco e ti comprendo, ti auguro di viaggiare sulla stessa lunghezza d’onda. Sai anche per me è stato più o meno simile, io non avevo progetti, mi lasciavo condurre e vivevo tutto con spensieratezza. Per me avrei fatto l’amante a vita però alla fine sono subentrate le paranoie, non è giusto di qua non è giusto di là ed è finita. Lui è andato via dicendomi lasciamo stare è meglio così mentre io gli dicevo se ritieni opportuno procedere così fai pure… chiusa la chat senza un ciao o un addio da parte di entrambi . Io per stanchezza lui non so.Per dirla alla Totò: ” mi so messo a fare il postino e non mi è riuscito nemmeno quello”!

  28. Oggi sono triste, il mio silenzio prosegue e se da una parte sono fiera di me perchè dopo una settimana sto resistendo dall’altra mi chiedo che cavolo ma questo veramente riesce a farcela e lo invidio un pò. Chissà cosa starà facendo? chissà se gli manco un almeno un pò ma poi penso cosa importa? Lui ha fatto la sua scelta stava male per lei ed è andato via. Io anche ho mollato la presa, anche se credo che non sia giusto tutto questo. Scusatemi lo sfogo, non so neanche io cosa ho scritto e perchè ho scritto so solo che oggi è uno di quei giorni un pò così ma credo che facciano parte del processo di distacco.

    • @Rosy che fatica. Ti capisco, ti capiamo tutte/i.
      E’ una grande fatica la tua, lo è stata la mia, la nostra. Appunto per questo, pensaci un milione di volte prima di rischiare un’altra circostanza simile.
      A me vengono le nausee solo a pensarci!

    • Rosy, Monica, sto come voi. Astinenza è la parola piu’ azzeccata. Mi manca come la sua dose ad un drogato. Non è un rapporto sano, lo so, ma non riesco a gestirlo bene purtroppo.
      Oggi sono troppo tentata di cercarlo e sto rimandando continuamente. Che fatica!

      • @kk beh è scientificamente provato che l’amore crea dipendenza , affettiva , pacicologica , bisogna imparare a “lasciarsi “ a sapersi ricompensare …anche lui starà male sicuramente ma come sappiamo gli uomini la vivono in modo diverso , a volte razionalizzano e sono molto più egoisti e questo li aiuta non poco , ma credimi , è te lo dice una donna che è andata letteralmente fuori di testa , tra scenate , telefonate a sua moglie , calmanti e sonniferi , lavoro perso , credevo di non uscirne viva , di non poter sopportare tale dolore , eppure oggi , a distanza di quasi due mesi di astinenza totale , ma per totale intendo che ho bloccato tutto , telefono , social network , etc, e lo stesso credo abbia fatto lui , mi sento molto meglio , ci penso a volte , ma in modo diverso , comincio a provare disgusto per ciò che mi ha fatto , per le bugie dette , per la sua vigliaccheria e sento che si sta chiudendo un capitolo della mia vita , se tornasse probabilmente lo manderei al diavolo , non è la persona giusta per me , questo lo ho capito , ed ho capito che questi non sono uomini , forse ci rendono “donne “ al momento , ma con gli anni andremmo a soffrirne il doppio nel caso in cui avessero scelto noi … sapete cosa mi ha detto sua moglie ? È un ottimo padre ma un pessimo marito , se scegliesse te andresti a piangere ogni giorno della tua vita come oggi sta accadendo a me , oggi tocca a me , domani a te … sicuramente lei era di parte , ma tra le tante cose e i tanti insulti che mi ha lanciato in questo aveva ragione , e forse gliene sono grata per avermi “avvisata “!!!
        Coraggio , il tempo guarisce , e non solo parole dette tanto per dire , più passano i giorni e più ci sentiamo meglio

        • Soffrono dieci volte meno di voi. Stai risultando vincente perché il tuo silenzio è ASSOLUTO, quindi non vai neanche a vedere quello che fa oltre a non comunicare in nessun modo. Capito ragazze?

          • @alessandro , diciamo che è anche merito tuo se sono in discesa , ho letto e riletto i tuoi articoli , inizialmente pensavo “ facile parlare quando non si è coinvolti” , poi ho cominciato a far tesoro dei tuoi consigli , e li ho trovati risolutivi !!! Ti ringrazierò per sempre del tuo supporto … un abbraccio

        • Grazie Monica, la tua testimonianza mi aiuta a sperare. In alcuni momenti il dolore è fortissimo e anche io temo di non riuscire ad uscirne. Stringo i denti e vado avanti sperando in giorni migliori. Magari presto riusciro’ anche io a dare coraggio alle altre dicendo “ce l’ho fatta”!

        • @Monica Bravissima e grazie per aver scritto questo tuo commento perché aiuta tutte/i tantissimo

          Quello che ti ha detto la moglie secondo me ,è di una importanza decisiva dimostrazione che ,purtroppo ,suo marito e tuo ex amante
          È sicuro un Narcisista brutto e irrecuperabile nel suo essere devastatore di persone succhiatore di energie sfruttatore delle persone e sue amanti al plurale un vero seriale

          Sai quante mogli purtroppo per loro vivono il dramma allucinante della dipendenza affettiva della manipolazione psicologica pur sapendo bene che il proprio marito è uno str…. e magari hanno figli e questo complica tutta la dinamica per loro di tentare di sganciarsi
          Perché vogliono proteggere i figli

          Lo so perché conosco personalmente sia una moglie sia una amante e la moglie ha avvisato la amante per proteggerla nella speranza che almeno lei possa salvarsi dalle grinfie di questi soggetti devastatori di corpi ed animi.

          Non avevo mai o ancora letto qui sul Blog una testimonianza come la tua e guarda ti ringrazio particolarmente per il vero aiuto che ci stai dando a tutte

          E a te un abbraccione stretto ,anche per me in passato
          Un anno fa ho avuto a che fare con un tipo così

        • @monica effettivamente come avere la certezza che poi questi uomini piacciano anche nella loro quotidianità.
          Cioè quando li vedete sono al meglio, sbarbati, gentili, state passando delle ore liete, ma poi? Nel tutti i giorni come si capisce se poi potrebbe valerne la pena?
          Non ho mai amantato, ma immagino che in quei frangenti ognuno dia il meglio di se. Ma come sapere come verrebbero affrontati i problemi?
          Alla fine la spinta iniziale è spesso ludica, di evasione, credo sia difficile iniziare a tradire perché già si ama, magari si trasforma in amore nel tempo, ma non manca un pezzo di puzzle per chiamarlo effettivamente amore? Non voglio sminuire ma capire.
          È una curiosità, forse sua moglie non ha tutti i torti nel dirti che dopo 20 min sarebbe uguale..

          • Concordo con te. Io sono riuscita a staccarmi molto vedendo come si comportava nel momento in cui mettevo in discussione qualcosa che diceva o faceva…
            Uuuuuu mamma mamma diventava di una cattiveria verbale e di un sarcasmo pungente che giuro se lo avessi avuto nella quotidianità ci sarebbe stato un solo epilogo per il carattere che ho io:esaurimento nervoso!
            Ho ringraziato il destino di non averlo sposato!

          • Non credo invece sia così. L’amantato non è solo gioco, sesso, darsi al meglio. Pensarla in questo modo significa voler vedere solo la parte frivola di una relazione. E fa comodo direi…soprattutto alle mogli che vogliono difendere lo spessore e il valore del loro amore. Come si può capire dalle numerose testimonianze che qui leggiamo, solo in pochi casi l’amantato si riduce ad una relazione di esclusivo piacere. In molti altri è accompagnata da sofferenza, dolore, impegno considerevole e tanto tanto sentimento. Questi uomini che voi mogli immaginate sbarbati e gentili non danno sempre il meglio di sè, condividono ed esprimono problemi, bisogni e tante situazioni difficili perchè incastrati in un dato ruolo. Non danno il meglio di sè…anzi. Vorrei che questo lo capiste per bene. Vorrei che capiste che nessuno tradisce a cuor leggero. Poi certo c’è chi si scopa e basta, scherza ad esercitare il proprio arnese e finisce lì…ma in quel caso sfido la donna di turno ad innamorarsi di uno che pensa solo a mettere il funzione il proprio pisello annoiato.
            La donna coinvolta in un amantato svolge un ruolo impegnativo, ingombrante e sofferente. Conosce gli aspetti più ambigui del suo amante ma ama. Forse anche per questo.
            Ci sono storie di amantato in cui ci si vede una volta al mese, e storie in cui ci si vede quasi tutti i giorni. In questo caso perchè pensare che non esista quotidianità? Perchè non pensare che gli amanti hanno quotidianità come ce l’hanno i fidanzati…quelli che poi decidono di sposarsi. Ha più valore la vacanza da fidanzati secondo voi? Io che ho vissuto entrambe le situazioni vi dico che anche i fidanzati danno il meglio di sè, sbarbati, gentili…eppure si decise poi di arrivare al matrimonio e di impegnarsi il futuro… per sempre. Secondo quale criterio dunque?
            Poi se vogliamo ritornare al discorso delle bollette e dei sacrifici…beh…allora.. questa è un’altra storia. Io sono comunque dell’opinione che amarsi non è sentirsi impegnati a condividere la vita, il tempo, il sacrificio. Amarsi è una relazione di crescita sessuale e psicologica. Spesso ci si sposa e una cosa così uno non l’ha nemmeno capita.

          • Franca voglio dirti grazie perché ogni tuo commento davvero mi da forza per non sentirmi una stupida di fronte ad una situazione così complessa come la relazione che unisce me e il mio amante… una relazione come hai detto tu che proprio perché vissuta nell ombra porta entrambi a conoscere i lati migliori ma anche e forse soprattutto i peggiori.lottare per sopravvivere e far sopravvivere il nostro amore nonostante tutti gli impedimenti è forse già di per se una grande dimostrazione di amore.
            Grazie davvero col cuore

          • In risposta a @Franca posso dire che ha ragione ! Non sempre in questi tipi di relazione esiste solo la parte frivola , la mia è stata intensa , io sposata , anche lui , siamo stati scoperti già due anni fa dai rispettivi coniugi che ci hanno massacrato nel vero senso della parola , abbiamo subito delle vere torture psicologiche e abbiamo fatto del male a loro , eppure abbiamo continuato perché proprio non riuscivamo a star lontani , beh se fosse stata una cosa frivola da parte di uno dei due forse saremmo scappati ma non lo abbiamo fatto !!! Il problema è un altro , questi uomini , se così posso chiamarli , sono vigliacchi , razionali e hanno a cuore maggiormente la stabilità economica , il fare zero sacrifici, ed e questo che mi ha aiutato ad uscirne , sapevo che mi amava , ed anche qusndo ho avvisato sua moglie poco tempo fa , la quale già sapeva , reduce del tradimento scoperto due anni prima , ma faceva finta di nulla , ma vedeva le sue stranezze , continuava a vederle , come continuava a vederle mio marito , e si litigava ogni giorno con i rispettivi coniugi , beh dopo questo gesto estremo e disperato da parte mia , lui non mi ha neppure biasimata , ha giustificato il mio squallido comportamento dicendo che capisce che quando si ama si connettono mille errori … mi sono sentita ancora più piccola e squallida , preferivo si arrabbiasse , non mi amasse … ma so che ancora prova molto per me , ma non ha avuto il coraggio di fare l’uomo , è un bambino , viziato e insicuro e tanto tanto vigliacco , per questo mi è calato tanto perché ho pensato “ che me ne faccio di uno così ammesso che la storia avesse funzionato e mi avesse scelto ?”
            Quindi forse a noi fa comodo pensare che non è amore , che è solo sesso , che sono frivoli , spesso e purtroppo non è così , ci sta dietro tanta tanta sofferenza che consuma …

  29. Si Rosy , è uno di quei giorni e non mollare … la paragonerei ad una droga , e forse è così perché è come se ci sentissimo in astinenza , e basta un nulla per convincere il nostro cervello che tutto sommato è meglio poco di niente … ma credimi con il passare del tempo si supera , la mancanza è sempre minore , ci si distrae e si “razionalizza “ il tutto , si comincia ad “ accettare “ il fatto che lui non abbia scelto e sopratutto il fatto che non era questo grande amore altrimenti sarebbe andata diversamente … ogni storia e speciale a modo suo , ne sono certa , ma quando è unica esiste il lieto fine , io non credo più ai tanti ma è tanto se , in amore non esiste ostacolo… piano piano ce la fai fidati , ma sopratutto , non mollare , non molla lui è ce la fa lui , non molli tu e ce la fai tu !!!!

  30. Cara Rosy, capisco il tuo senso di vuoto ma credo che il silenzio alla fine sia proprio questo. Un distacco totale, forzato o necessario, che non necessariamente corrisponde ad un disinteresse da parte di chi hai voluto bene. Non credo che lui sia sereno ma credo che gli uomini sappiano gestire molto meglio alcune situazioni. Forza!

  31. Ho ceduto e adesso mi prenderei a schiaffi l’ho contattato dicendogli quello che pensavo, gli ho detto che sono stufa di capire lui di capire tutti senza che nessuno lui compreso si prendesse la briga di capire me. Gli ho detto che la storia dello scrupolo non è altro che la solita scusa propinata in prossimità delle feste. L’amante va allontanata per dare spazio alla famigliola felice, gli ho detto che in questi due anni ho dimostrato con i fatti di essere fin troppo corretta e quindi questa commedia proprio non la merito. In tutto questo visualizzato ma no comment. Io mi faccio schifo però sinceramente passare per la stupida che non parla passando per quella che abbocca a tutto stasera non ne avevo voglia. Ditemi pure che sono stata una scema

    • No hai fatto bene a sfogarti. Il problema è che non è che tu non vuoi passare da stupida è che tu speri ancora che lui ti dica non è vero io ti amo. Ma nessuno può biasimarti per questo

      • Sai Ale ieri mentre ero a lavoro decisi di strappare le lettere che in questi due anni gli avevo scritto ( non le spedivo erano appunti che tenevo per me) prima di strapparle le volli leggere per l’ultima volta e quello che ne derivò fu devastante. C’era una donna colta e intelligente ma con l’animo talmente ferito che badava a tutto, alla scelta delle parole, al momento e al modo in cui dire certe cose. Dicevo questa cosa non la voglio dire perchè a me avrebbe fatto male ed io non voglio che gli altri debbano soffrire come sto soffrendo io. Leggevo queste cose e mi rendevo conto che mentre io mi prodigavo per non offendere la sua sensibiltà lui non faceva nessuno sforzo per me, anzi…. certe le belle parole c’erano, i gesti da cavalier servente pure ma col senno di poi capii che erano tutti volti ad un suo beneficio personale ( infilarsi nel mio letto, essere adulato o altro). Mi sentii liberata però provai rabbia, per una volta volli farmi sentire, volli gridare la mia rabbia volli dire che non credevo ad una sola parola di quello che mi aveva detto. Che quando c’è un sentimento di qualunque natura la linea comportomantale è unica e non va a comando. Quando uno vuole il bene dell’altro non ti allontana o ti riprende a convenienza anzi non ti lascia andare proprio. Tu hai ragione, quando dici che mi sarebbe piaciuto un epilogo diverso, si lo ammetto mi sarebbe piaciuto che mi avesse bloccato con un bacio alla ufficiale e gentiluomo ma sarebbe stata troppa grazia. In questi casi la famiglia viene prima, gli interessi vengono prima non importa se quella ufficiale ti trascura, ti fa vivere nel terrore di essere scoperto o altro. Lei è la moglie e tutto il resto passa in secondo piano. L’amore, la sincerità, i buoni sentimenti non si sposano con la praticità di una rassicurante monotonia. Che dirti Ale spero che quella di ieri sia stata la mia ultima testata. Ed io? ” Ed io…
        speriamo che me la cavo!”

        • Rosy leggendo le tue parole ho rivisto me stessa.. pensa che lo amavo talmente tanto che mentre lui mi faceva male io gli chiedevo scusa…
          Avevo paura di ferirlo dicendogli che era un grande stronzo ed egoista.
          Tu hai fatto bene a sfogarti. Se le avessi taciute, le parole ti avrebbero dato il tormento impedendoti di metterci il punto definitivo.
          Ora che sei delusa ma in un certo senso “ risolta” perché gli hai detto ciò che senti, blocca tutti e ricomincia a vivere essendo sempre fiera della bella persona che sei.

    • @rosy hai ceduto , non ha risposto , punto … mettici davvero un punto , chiudi tutto , bloccalo , blocca tutto. Dammi retta , finite le vacanze tornerà , eccome se tornerà e troverà un muro , è un opportunità che devi concederti , così non risolvi nulla , stai male , ti logori , lo capisci ?

    • concordo con alessandro…e te lo dico perché ci sono passato anche io…mi venivano questi rigurgiti di orgoglio per cui volevo puntualizzare, chiarire la mia posizione, il perché e il per come….ma alla fine, te ne accorgerai, è solo un inutile tentativo di ottenere una sua reazione. Reazione che non avrai. Perché tipico di questo genere di persone è stare zitti e attendere. La mossa sta solo a te…o lambicchi ancora ad attenderlo o chiudi e ciao.

    • Rosy l’ho fatto anch’io e non una sola volta… E stessa reazione (o meglio non reazione): immobilismo allo stato puro… Gli uomini dei “non” (sapevo, volevo, pensavo, potevo, etc)…
      Salvo poi tornare e tornare (eh già, lasciamola calmarsi, lasciamola “dimenticarsi”…) come se nulla fosse…
      Non ti biasimare, è l’esasperazione (e il profondo dolore) che ci fa esplodere così…

  32. Grazie a tutti di vero cuore, spero vivamente che questa sia stata l’ ultima testata che ho avuto e spero vivamente di riprendere in mano la mia vita e la mia dignità. Anzi lo Auguro a me stessa e a voi tutti

  33. @Franca, leggerti è sempre una boccata di ossigeno….quanta verità! a volte rimpiango che non sia solo gioco, ma non avrebbe potuto essere altrimenti, lui è entrato proprio dentro al cuore e diventa normale essere coinvolti nei problemi che purtroppo non possiamo aiutare a superare, ma possiamo stare lì in quell’angolo ad ascoltare e “consolare” e stessa cosa fa lui quando sono io ad avere bisogno.
    Quanto mi piace quando mi dice “lo sai che io per te ci sarò sempre” ed anche se non è vero, anche se lui ha scelto di continuare il suo matrimonio per i figli piccoli, e stessa cosa io, la sua presenza ad oggi mi rende più felice della sua assenza e quindi, per quanto il nostro “ruolo” sia sbagliato, io non riesco a farne a meno….forse ancora non ho toccato il fondo, o forse l’ho toccato e ho capito che al momento non posso fare a meno della sua presenza

  34. Noi siamo stati amanti convinti per 3 anni ..solo sesso è niente sentimento…avevamo deciso insieme…lui nel frattempo ha fatto una figlia che ora ne ha 2 anni e un altra 10..io dovevo sposarmi è fare una famiglia…che ovviamente ora sto tralasciando questo pensiero. Dopo appunto 3 anni e iniziato maledetto amore tra noi …Che ha cambiato tutto…ma che è diventata la storia più bella della mia vita e della sua,tutto dura da 1 anno e mezzo…tempo in qui lui mi ha lasciata una volta E io 4…ma ogni volta dopo 3 giorni ha fatto di tutto E di più per tornare da me. Ultimo ultimatum era un mese fa quando ho detto come letto nel tuo articolo Alessandro…Che torna solo con dei progetti che porta a un fine.così è successo .siamo messi al tavolino e abbiamo iniziato a cercare una casa e lui ha parlato chiaro a casa che nn vuole avere una vita insieme a lei …tutto bello vero ? Avevamo progettato una vacanza per Pasqua..Era la mia conferma che tutto è vero e che io faccio parte del 10 per cento delle situazioni felici invece no..oggi dovevamo partire..ieri mi ha detto che nn può stare senza le figlie…E scappato da loro..per me è ultima volta che chiudo e spero E ultima per davvero …piangeva dice che mi ama e che nn va da lei ,dice che fa ..prende azione in casa…però quando deve fare il passo si blocca. Penso che è il solito uomo non cresciuto. Cmq spero che anche per me arriverà un Po di serenità. Lo spero tanto. (Dimenticavo..ho una figlia anche io)

    • Il bidone dell’ultimo momento è il più atroce ma anche il più chiaro: lui non avrà mai gli attributi per stare con te. Ci sarà sempre una scusa. Fatti un nuovo fidanzato appena te la senti e intanto Silenzio tombale

  35. Già,verissimo
    Non ho mai insistito ,mai ,
    Non serve
    Serve guardare avanti
    E lasciare nel proprio pantano chi non ci merita

    Chiudere quel libro privo di vere parole da leggere

    Pagine bucate,irreali,

    Un Vuoto senza senso.

  36. “Dobbiamo parlare”

    Non ho piu tempo
    No non più neanche per scrivere
    Sono volate le parole
    Nel vento forte
    Le guardo immobile
    Volare via
    Sparpagliate emozioni
    Sono pieghe scure
    Tra le mie onde
    a-mare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

@anpellizzari

La mia Rubrica su Panorama.it

Premax Shop

Commenti recenti