iStock

Inauguro la nuova sezione Storie: i miei casi risolti (storie dal counseling), dedicata alle storie a lieto fine che ho contribuito a risolvere (finalmente direte voi, parliamo sempre di problemi…), con questa storia di due amanti innamorati che sono riusciti a rientrare in quel famoso 20% che, secondo La matematica del cuore e l’Epidemiologia di coppia, rappresenta la quota di amantati che diventano coppie ufficiali. Sognate un po’ con noi.

Anna e Alberto si conoscono da diversi anni. Sposati entrambi con figli piccoli sono da sempre vicini di casa.

Anna ha un matrimonio che si trascina da qualche anno: la crisi di coppia è strisciante, mai troppo evidente, anche perché il marito, quando lei ha tentato più volte di affrontare il discorso affievolimento dell’interesse e scarsità dei rapporti sessuali ha sempre fatto lo struzzo: il problema non esiste, succede a tutti così, negli anni i matrimoni diventano più “piatti”, è normale e, secondo lui, ci si può fare poco o niente.

Ma ad Anna gli struzzi non piacciono e non bastano così, piano piano, mese dopo mese, si accorge di Alberto.

Alberto l’ha sempre guardata e desiderata, ma lui non ha nessuna intenzione di intaccare il suo matrimonio con una storia seria. La sua coppia vivacchia, ma sostanzialmente con una certa serenità routinaria. Certo, non si può chiamare felicità, ma si tira avanti. Magari con qualche stampella periodica: Alberto ha già tradito la moglie qualche volta, Anna mai il suo. Alberto non è un seriale classico, intendiamoci, o meglio: io lo definirei un seriale di quelli “calmi”, da stampella periodica appunto, che non hanno bisogno di farsene almeno tre all’anno per sopravvivere alla noia del sesso matrimoniale, però quando gli capita l’occasione giusta non disdegna. Ma non sono mai storie serie, e mai lunghe. Solo sesso, o poco più.

Anna è sempre più attratta da Alberto, e inizia a non nasconderglielo più, anche perché i rapporti con il marito si sono azzerati e lei li rifiuta ormai palesemente, avendo dichiarato la crisi ufficialmente a riprova che gli amanti non sono quasi mai causa del fallimento di un matrimonio, ma solo il sintomo più importante.

Anna e Alberto si mettono insieme ma lui è chiaro: io non lascio la mia famiglia, se non ti avessi incontrato non ci sarebbero problemi (a parte qualche scopata in giro ogni tanto…). Ma Anna, e lo si capisce da subito, non è una scopata qualunque: lui la stima, si confronta, la ammira, si confida sempre di più. Non è innamorato ma inizia a rendersi conto che quella potrebbe essere più di un’avventura. Però mantiene un minimo di distanza: mai promesse o progetti, lui vuole essere sempre corretto.

Anna invece si innamora da subito: lei è più avanti di Alberto nel percorso della fine della coppia ufficiale, anche se non ci sono ancora le carte. Alberto invece vive quel tipico Wait and see dei maschi, e si limita a godersi la parte ludica dell’amantato senza troppi (qualcuno c’è però da subito) pensieri sul futuro.

Passano i primi sei mesi di amantato ludico e, anche se le cose vanno benissimo e gli incontri sono frequenti e appaganti, Anna si rende conto che Alberto non fa progressi, e che andrebbe avanti così per anni. E non le va bene. Soffre. Così mi contatta e iniziamo il counseling.

L’obiettivo è duplice: Anna deve far capire ad Alberto che così non si va avanti perché a lei non basta e non vuole fare l’amante ancora a lungo e quindi, se lui la ama veramente, deve fissare con lei una road map seria con una data certa (al massimo il compimento dell’anno della loro storia) oppure, fermarsi e scegliere definitivamente la sua famiglia. Comunque vada, e indipendentemente da Alberto, Anna si separerà. È giovane, bella, suo marito è un bravo genitore e i figli potranno essere gestiti, anzi: Anna prevede già un supporto psicologico per renderli edotti della separazione prossima dei genitori.

Anna è avanti nel suo percorso, ma sarà in grado di reggere il Codice del silenzio, innamorata com’è? Con il mio aiuto e la sua forza di volontà (non c’è dipendenza nel suo caso, sa scegliere, va solo guidata e sostenuta nelle scelte più giuste), attraverso un percorso di colloqui e un canale sempre aperto di messaggi per far fronte a varie emergenze e novità, Anna ha un confronto finale con Alberto, gli dice le cose come stanno, presenta la sua road map ideale e inizia un silenzio medio (il Codice del silenzio può essere XL, medium o light), cioè dietro mio consiglio non chiude tutti i canali di comunicazione ma i due amanti si vedono ogni tanto senza fare sesso (con qualche ricaduta… e vabbè, in certi casi ci sta).

Alberto, dapprima impaurito da questa presentazione del conto, all’inizio reagisce con perplessità. Ma percepisco che è innamorato e io e Anna vogliamo scommettere su di lui, ha i numeri per farlo, si capisce dal suo comportamento e me lo dice il sesto senso delle “donne che sono in noi”, in me e Anna. Anche a casa di Alberto gli equilibri stanno cambiando e, per esempio, da quando frequenta Anna i rapporti sessuali con la moglie si sono fermati da qualche mese (per davvero, non per finta come dicono quasi tutti gli uomini).

Poi Alberto inizia a pensarci seriamente e, dopo solo un mese dall’inizio del Codice del silenzio, presenta la sua road map ad Anna: innanzitutto dichiara alla moglie la sua infelicità e la crisi. Poi organizza con lei una psicoterapia di coppia non per recuperare il matrimonio irrecuperabile, ma per preparare al meglio annuncio e gestione della cosa con i loro tre figli. Infine sente l’avvocato, pianifica la separazione e, dopo solo nove mesi di storia, è già fuori di casa.

Anna ha vinto, ma anche Alberto: non è stato facile, anche se tutto è successo in un anno. Abbiamo dovuto gestire insieme per mesi di pianti, di terrore di un suo dietro front e, la sua progressione decisa ma troppo lenta per i gusti di Anna che è una decisionista come molte donne, a tratti è stata faticosissima. Per Anna i tre mesi di silenzio sono durati tre anni, ma non era più sola: c’ero io, e lui cresceva di giorno in giorno, con qualche stop “da film dell’orrore”, ma sempre sulla strada giusta.

E adesso? Anna e Alberto si frequentano liberamente, in attesa delle “carte” definitive: hanno parlato con i rispettivi, è stato doloroso (e quale separazione non lo è) ma i coniugi sono persone intelligenti e, soprattutto, la tutela dei figli viene, per fortuna, prima di tutto. E poi è rimasto affetto e rispetto, anche se non più amore. Succede.

Si sposeranno? La risposta è sì, visot che mi hanno chiesto di fargli da testimone di nozze. Perché, come dico io, non è il matrimonio che non funziona, ma le persone.

Sincerely yours

Condividi:

199Commenti

  • Ariel, 6 Agosto 2020 @ 13:43 Rispondi

    @CaroAlessandro che Bellezza vera !
    Bellina storia scritta da te e quindi una Vera Bellezza nel leggerla.
    Cosa dire se non che quando veramente ci si Ama ci si scopre nel giusto tempo reciprocamente con la impossibilità a rinunciare al Vero Amore

    E fortunata ANNA ad averti avuto a fianco in questa strada logicamente si capisce sia naturale difficoltà nelle decisioni da prendere che però quando appunto esiste la reciprocità del Amore vero non passano gli anni ma alla fine tutto andrà bene!!!

    Ho letto la tua grande gioia nel tuo scrivere questa storia e guarda capisco tanto che soprattutto per te sia come una doppia Vittoria personale con me resti così teneramente umano per te che ci sei passato poter dare quella tua mano così calda di cuore e cervello fino e esperienza di vita vera
    Lunga nel tuo tempo trascorso!

    Sai in qualche modo mi sono commossa e poi non capivo il perché
    In fondo nel mio caso personale non ho mai vissuto una storia così,ma semplicemente un matrimonio così positivo

    Poi però il mio pensiero ho scoperto che si era trasferito verso Mia Carissima Nonna
    Una amante con i fiocchi e contro fiocchi piena di note musicali emotive
    Vecchissima di secoli sarebbe se fosse ancora viva avrei potuto abbracciarla e farmi raccontare la sua storia di Donna cultiveé e di Amante di mio Nonno
    Eppure aveva quattro figli
    Eppure era Donna allora
    Ma Quanto sta vero Che l’Amore vero è semplicemente uno se sta reciproco e capace come fu lei di separarsi divorziare e di mio Nonno di accogliere come suoi i quattro figli delle sue prime nozze!!

    Devo la vita a questa mia strada di storia personale,
    Come già scrissi sono una nipote di questa Donna con la D maiuscola
    Mia Cara Nonna e Nonno!!

    Ecco perché mi sono così commossa!
    Bella emozione Grazie Carissimo Alessandro
    E auguri immensi a questa nuova coppia di prossimi Nuovi Sposi!!

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 14:45 Rispondi

      Grazie ariel cara!

  • Lia, 6 Agosto 2020 @ 13:48 Rispondi

    Auguri ad Alberto ed Anna! ❤️

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 14:46 Rispondi

      Evviva l’amore!

  • agnese, 6 Agosto 2020 @ 15:06 Rispondi

    Una storia bellissima, due persone davvero responsabili e coraggiose. Auguro a tutti noi un amore così con il lieto inizio della nuova vita a prescindere da chi siamo, mogli, mariti, amanti….

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 15:23 Rispondi

      Lei eccezionale, lui davvero innamorato. Ufficiale e gentiluomo

  • Rosa, 6 Agosto 2020 @ 15:51 Rispondi

    Leggere questa storia scalda il cuore.
    Auguri di tanto amore ad Anna ed Alberto.
    E complimenti a te Ale

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 15:57 Rispondi

      In effetti mi sono un po’ commosso scrivendolo

  • maribel, 6 Agosto 2020 @ 15:53 Rispondi

    bravissimi tutti!! e complimenti al counselor!!!

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 15:57 Rispondi

      Ogni tanto qualche cosa che va nel verso giusto…

  • Lulolilla, 6 Agosto 2020 @ 17:38 Rispondi

    Bellissima storia! Ho sempre apprezzato le storie di esperienze altrui di vario genere, sia positive che negative, sono sempre e comunque d’ispirazione, è bello che tu le condivida con tutte noi. Questa storia trasmette un grande esempio di coraggio, di rispetto per tutti, forte desiderio di vera felicità. E ci ricorda che l’amore esiste e può trionfare.

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 18:23 Rispondi

      Grazie

  • Sole, 6 Agosto 2020 @ 17:56 Rispondi

    Ale posso chiederti come è stata gestita la vicinanza di casa?

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 18:24 Rispondi

      In modo un po’ audace

  • Oldplum, 6 Agosto 2020 @ 19:24 Rispondi

    Molto bello. Auguri ad entrambi di grande felicità ❤

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 19:49 Rispondi

      Presenterò !

  • Chiaretta, 6 Agosto 2020 @ 20:19 Rispondi

    A riprova, quando ne abbiamo bisogno, che, quando un uomo vuole, può ed è inutile che troviamo alibi per lui, per nn vedere quello che abbiamo di fronte….Oltre che una bella storia un monito a non inseguire draghi e chimere. Grazie Ale

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 21:15 Rispondi

      Chiaretta Grazie a te

  • orchidea rossa, 6 Agosto 2020 @ 21:12 Rispondi

    Che bello!!! Bravo Ale!! E bravissimi i prossimi sposi!! Volere è potere… è inutile… chi ti ama ti cerca… se no.. non gli piaci abbastanza!!! Tantissimi auguri Anna e Alberto❤️❤️❤️❤️

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 21:15 Rispondi

      Alberto ufficiale e gentiluomo !

  • C., 6 Agosto 2020 @ 22:16 Rispondi

    Grandissimo trionfo dell’amore vero e del coraggio.
    Auguri ai futuri sposi ed al bellissimo testimone degli sposi. Ale the best!!!

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 23:09 Rispondi

      Evviva !

  • Giada, 6 Agosto 2020 @ 22:46 Rispondi

    Bellissima storia a lieto fine! Con un testimone di nozze davvero specialissimo. Felicitazioni ai futuri sposi e W l’amore che trionfa!

    • alessandro pellizzari, 6 Agosto 2020 @ 23:10 Rispondi

      Grazie preziosa Giada

  • Alice, 6 Agosto 2020 @ 23:40 Rispondi

    Sono curiosa di capire meglio la differenza tra light, medium ed XL del codice del silenzio, magari con qualche esempio in più! Grazie

  • Dany, 7 Agosto 2020 @ 08:18 Rispondi

    Che meraviglia, avere la forza e il coraggio di lottare in maniera intelligente! Potrebbe essere anche il mio caso….? Mi piacerebbe parlartene, come posso contattarti in privato? Grazie, Dany

  • Stefano, 7 Agosto 2020 @ 13:20 Rispondi

    Buongiorno Alessandro, mi chiamo Stefano, la storia di Anna e Alberto mi è piaciuta molto, e mi ha fatto riflettere sulla mia storia che però è andata avanti per oltre 10 anni, con molto indecisionismo da parte mia, pieno di mille paure, ma senza aver mai avuto un’altra donna oltre mia moglie e la donna che poi ho conosciuto (siamo colleghi) e di cui mi sono innamorato tantissimo e con la quale abbiamo iniziato questa relazione extraconiugale parecchi anni fa.

    Purtroppo ora, forse anche complice il non potersi più vedere a causa del distanziamento dovuto al COVID, lei si è stufata di comprendermi ed aspettarmi, nonostante ad aprile dello scorso anno mia moglie abbia deciso di separarsi definitivamente da me, visto che io non ho saputo rinunciare alla donna che amavo e sento di amare tutt’ora.
    Per assurdo però dopo la separazione le mie attenzioni ed il mio modo di comportarmi con questa donna, sono calate e lei lo ha colto benissimo e non posso darle torto. Le stavo più vicino e le davo più attenzioni da sposato che non da separato, perchè mi sono posto sempre un mucchio di problemi, distogliendo le mie attenzioni principali a chi veramente avrei dovuto darle, per pensare ai sensi di colpa nei confronti dei figli che ora hanno 18 e 19 anni, e diciamolo pure anche nei confronti di mia moglie, con la quale ci siamo lasciati da persone civili e siamo in buoni rapporti, nonostante lei già 5 anni fa ci abbia scoperti e mi abbia poi ripreso in casa dopo aver avviato una causa di separazone, poi ritirata, sulla base delle mie promesse, che poi non fui in grado di mantenere.

    Questa relazione fatta di tanti sogni e illusioni, tantissimo Amore mai provato prima nè da me nè da Lei, ma anche tante liti e delusioni da parte di entrambi, con spesso parecchia gelosia e tensioni è stata sempre caratterizzata da molte emozioni forti, tante piccolezze d’Amore e pensieri reciproci molto dolci, pur nella loro semplicità, molta passione ed un’intesa sessuale incredibile e mai provata da nessuno dei due, un’Unicità nel capirsi e nel trovarsi anche nelle cose di tutti i giorni piuttosto rara, almeno per Noi. Abbiamo sempre avuto la certezza di essere l’uno il completamento dell’altra.
    Credo che per lei non sarà nulla di nuovo avendone sentite di tutti i colori.

    Ora stufa del mio comportamento e meritando sicuramente molto di più di ciò che ultimamente le stavo dando, pur amandola da morire e considerandola insostituibile, mi ha scaricato e sta già frequentando un’altra persona, abbastanza più giovane, mentre io ho 13 anni in più di lei.
    Inutile dire quanto io ora stia soffrendo, e la mia Vita sia improvvisamente diventata vuota e inutile, quanto mi manchi e quanti rimorsi mi vengano per non aver mai ascoltato ciò che mi ha sempre detto e cercato di far capire…
    Avrei piacere di sapere cosa ne pensa e soprattutto in che categoria mi inserirebbe, visto che non gli uomini non ci va mai molto per il sottile…
    Grazie.

    • alessandro pellizzari, 7 Agosto 2020 @ 13:40 Rispondi

      10 anni sono troppi lei eroica e quando scatta il rele a una donna non c’è più nulla da fare Se è riuscita ad andare con un altro quasi impossibile un ritorno E poi così come non ti sento io convinto da ufficiale gentiluomo lo avrà sentito anche lei mi spiace grazie per la tua testimonianza se hai bisogno di me scrivimi alla mail

  • cossora, 7 Agosto 2020 @ 13:51 Rispondi

    Ciao @Stefano.
    Io potrei essere la tua lei e tu il mio ex tra qualche anno.
    Per carità, lui non è stato mollato dalla moglie (ma potrebbe succedere, comunque condivide con te il non decisionismo) e non mi permetto ne il paragone ne di generalizzare.
    Voi siete voi.
    Ma se lei (come me) se si è lasciata invadere la vita da un altro (a meno che non sia un chiodo ma lo sapresti) credo abbia deciso che era il momento di archiviare il vostro Grande Amore.
    E’ sconsacrante lasiar spazio a un sentimento di mettere radici e fare frutti.
    Non si torna indietro e lei lo sa. Anche finisse domani. Lei ha rinunciato a te.
    Guada che anche io l’ho amato e atteso e mi sono dilaniata (‘solo’ due anni, per fortuna) .. ma come diceva qualcuno.. ciò che è d’oro, non dura.
    Avete brillato, avete avuto il tempo e vi siete vissuti quel che probabilmente era nel dna del vostro rapporto: la passione proibita, difficile, adrenalinica.

    In un rapporto normale lei probabilmente non ti ci vorrebbe, e probabilmente (come me) lo sta scoprendo proprio adesso con questa nuova relazione. Prima le era incomprensibile.

    In fondo la pensavate uguale, ma lei ci ha dovuto sbattere la testa: funzionavate come amanti. Vai avanti e mettiti l’anima in pace. Evita post romantici, evocazioni, evita piagnistei con conoscenze comuni, evita di fare ‘casualmente’ breccia per mezzo di qualcun altro. Ti vedrà soltanto ridicolo, garantito. Dovevi andartela a prendere quando era ancora tua.

    Adesso volta pagina anche tu, buona fortuna, dal profondo del cuore.

  • Ariel, 7 Agosto 2020 @ 13:57 Rispondi

    @Stefano
    Benvenuto,e grazie per la tua testimonianza e soprattutto perché pochissimi uomini qui scrivono e soprattutto pochissimi uomini si esprimono con vera franchezza e consapevolezza del proprio fallace comportamento verso la Donna qualunque Donna
    La moglie la amante di cui parevi essere innamorato seriamente

    Credo nel tuo racconto proprio perché ti sei messo tu stesso in chiara autocritica cosa rarissima in un uomo,questo ti fa onore comunque aldilà di qualunque considerazione.

    Concordo con ciò che ti ha scritto @CaroAlessandro ,così mi piace chiamarlo perché è davvero Caro con tutte le persone di buona educazione e volontà di aprirsi qui nel chiedere un parere un aiuto ,sicuro non si tira indietro.

    Resta comunque vero anche secondo me,che il tempo di 10 anni è la dimostrazione concreta che evidentemente tutto questo amore non era poi così forte dal farti Fare i passi concreti necessari nel rispetto di tutti
    E cioè di tua Moglie figli e il rispetto della tua amante amata e il rispetto di te stesso del tuo sentire profondo.

    Ecco sono ovviamente impressioni relative che ti esprimo soltanto sulla base del averti letto qui ,quindi ovviamente lungi dal voler essere giudizi più o meno negativi
    Qui non si tratta di giudicare nel significato comune negativo che solita si attribuisce al verbo ,ma cercare appunto tramite il nostro scambio di racconto di esperienza vissuta un bel confronto aperto e quindi aperto pure a cambiare pensiero ogni volta che si scrive si aggiungeranno particolari che aiutano tutti a partire da te.

    Veramente se avrai voglia puoi scrivere sia qui che a @CaroAlessandro che sicuro Sa darti una grande mano!

    Benvenuto Stefano!

  • Oldplum, 7 Agosto 2020 @ 14:09 Rispondi

    10 anni te li danno per spaccio internazionale di droga .
    Ho detto tutto.

  • C., 7 Agosto 2020 @ 14:52 Rispondi

    Hai perso il treno caro Stefano.
    Next time un pò più di tempismo…in 10 anni cambiano un paio di legislature, almeno un Papa, e se è vero che l’innamoramento dura 18 mesi almeno 5 partners.

    Il tempo è una risorsa inestimabile e 10 anni di pazienza sono da Madre Teresa di Calcutta, non da un essere umano qualsiasi.

    Good luck e la prossima volta, un tantino più deciso…

  • Stefano, 7 Agosto 2020 @ 15:02 Rispondi

    Grazie per la sua risposta e disponibilità. Io sono più convinto che mai, e sarei pronto a fare passi importanti, ma per ora non ho nemmeno la possibilità di parlarle, se non tramite canali lavorativi in smart working che vorrei evitare di utilizzare, visto che sugli altri mi ha bloccato.
    Spero di poter smentire quanto con tanta sincerità mi ha risposto circa l’impossibilità di un ritorno.
    Grazie.

    • alessandro pellizzari, 7 Agosto 2020 @ 16:23 Rispondi

      Se sei davvero innamorato fai stranamore come ho fatto io

  • Stefano, 7 Agosto 2020 @ 15:06 Rispondi

    Avete ragione, sicuramente. Il fatto che lei mi abbia sempre detto “Sono qui e ti aspetto” ed avesse anche lei un uomo che ha lasciato 4 anni fa e un bimbo più piccolo dei miei, nato a relazione iniziata, mi ha sempre fatto pensare che prima o poi….
    invece mi sono seduto su ciò che mi diceva e che sembrava andarle bene, e non ho mai tirato fuori i cosiddetti attributi…
    Vi sembrerò ingenuo e stupido, ma io spero davvero di poterla ancora recuperare e farle capire quanto la Amo e voglia passare il resto dei miei anni con lei…

    • alessandro pellizzari, 7 Agosto 2020 @ 16:23 Rispondi

      Lei è una superdonna: se deludi un’amazzone ti taglia la testa

  • agnese, 7 Agosto 2020 @ 15:27 Rispondi

    Dieci anni sono davvero tanti. E il tempo è prezioso tanto quanto lo è amore… Anche io penso che non hai preso in tempo il treno.

  • Key, 7 Agosto 2020 @ 15:27 Rispondi

    @Stefano Ciao, grazie di aver scritto qui per condividere con tutti noi ed in particolare con Alessandro la tua esperienza e piuttosto il tuo travaglio di questo momento. Caro Stefano, mentre tu vivevi la tua piacevole vita con il “benefit” dell’amore di questa donna, lei probabilmente ha vissuto una vita di ritagli, di attese, di bidoni che le avrai mollato e di dubbi su sé stessa e sul vostro sentimento che la tua indecisione le avranno seminato dentro in tutto questo tempo.
    Io personalmente non posso dire se è presto o tardi, se è giusto o sbagliato ma vorrei usare due parole solamente per esprimere il mio pensiero: la prima è RISPETTO e la seconda è AZIONE. Il rispetto è quello che lei ha portato a Te in primis aspettandoti senza distruggere, alla tua famiglia, alla tua indecisione, alle tue parole, alle tue probabili promesse…pertanto lei si merita come minimo la stessa cosa ORA: visto che tu non sei riuscito a rispettarla veramente in 10 anni almeno non perdere l’occasione di dimostrare rispetto per la sua Vita, per la sua scelta e pure per il dolore che avrà dovuto attraversare per voltare la pagina sul quale vi siete largamente soffermati. Quindi te prego, visto che da quello che scrivi non si percepisce convinzione, ripensamento, determinazione a cercare di recuperare ma solo tanti rimpianti e rimorsi per l’occasione che non hai saputo valutare correttamente, lasciala vivere e sparisci con la tua valigia di occasioni perdute. Lei probabilmente l’ha chiusa in soffitta con la speranza e voglia di dimenticarle. La seconda parola è AZIONE: qualora dopo attente e ponderatissime riflessioni durate 10 anni, ti scoprissi veramente pentito e convinto (ti suggerisco di concentrarti su di te e sul perchè ti sei comportato in un certo modo) invece de pensarci per altri 10 anni DECIDI, AGISCI, RISCHIA DI PRENDERE UNA PORTA IN FACCIA. Lei ne avrà prese tante negli anni eppure ci ha provato, ha rischiato per quello in cui credeva e le è andata male. Ora infatti ha ricominciato a vivere. “Coraggioso” significa “agire con il cuore”, non ci vuole molto…solo sapere che cosa hai dentro il cuore ed esser coerente. Se invece ce stai ancora a pensà, come sembra da quello che scrivi…leggi sotto la parola RISPETTO. In bocca al lupo e non perdere altre occasioni per essere vivo e possibilmente felice!

    • alessandro pellizzari, 7 Agosto 2020 @ 16:24 Rispondi

      parole sante

  • orchidea rossa, 7 Agosto 2020 @ 16:02 Rispondi

    @stefano, ciao, mi è piaciuta molto la tua capacità di esprimere le cose , seppure credo che in un uomo siano molto rare. In questo blog siamo , spesso , donne ferite ( come la sottoscritta) da uomini senza scrupoli. Purtroppo le cose si capiscono dopo e, credimi 10 anni sono tanti, tantissimi…. Poi una si stufa.. si stanca, lascia per sfinimento, proprio come è successo alla tua lei. Io sono molto dispiaciuta, ci vorranno mesi per riprendersi ma vedrai che ce la farai.. se non hai dipendenza affettiva. Ti può aiutare Ale… ma la forza la devi trovare tu… nessuno potrà mai sostituirti… e, credimi , è davvero difficile. Ma si può . Ti auguro il meglio , e per una prossima volta… un po’ più di decisione!!! Auguri.

  • Stefano, 7 Agosto 2020 @ 16:32 Rispondi

    Certo che sono veramente e assolutamente innamorato Alessandro, ma cosa significa fare come hai fatto tu ? scusami ma non conosco bene la tua storia…

    • alessandro pellizzari, 7 Agosto 2020 @ 17:29 Rispondi

      Cerca Ho conosciuto mia moglie in viaggio di nozze qui

  • Stefano, 7 Agosto 2020 @ 16:49 Rispondi

    Grazie a tutti. Tutti mi dite che in ciò che scrivo percepite poca convinzione da parte mia e non capisco da dove trapeli, mentre io mi sento di aver capito davvero ciò che le è mancato per tanto tempo. QUando mi ha definito una presenza assente, credo mi abbia definito bene. Io credevo di riempirla di attenzioni continue, soprattutto durante l’orario lavorativo o di pausa pranzo, e niene davo davvero. Ma poi arrivava il week end ed io mi riempivo di sensi di colpa e non ci si vedeva. Ma attenzione per me non era un problema che ha un figlio piccolo o meno, week end alternati con il papà, mentre i miei invece non hanno più di questi problemi, e mi desse “fastidio” il piccolo, anzi. Fatto sta che lei stava a casa ad aspettare un invito senza farmelo, e d ame non arrivava nulla, perchè mi facevo mille seghe mentali, come se fossi ancora sposato. Cosa penseranno i miei figli ? e se ci incontra qualcuno ? cosa dirà la gente ? Tutti pensieri sbagliati che avrei dovuto rimuovere dopo la separazione, invece sono diventati macigni sempre più grossi che lei ha sempre cercato di sopportae standomi sempre vicino e donandomi Amore e comprensione. Io a febbraio sono caduto in depressione ed il Covid, come già detto ci ha separati ulteriormente con davvero poche occasioni per vederci, create più da lei che da me, alle quali però ho quasi sempre risposto di si, senza rifiutarle di vederci. Arrivata la fine del Lock Down lei si aspettava passi importanti da parte mia, nel senso anche solo di vedersi un week end o una sera, che io le ho fatto iperdonabilmente mancare. Ci tengo a sottolineare che in tutti questi anni io non ho mai avuto altre donne, non sono un seriale e ho molto rispetto delle donne, almeno sotto questo punto di vista. Per cui non è che cercavo lei per altre. I sensi di colpa mi hanno ucciso, forse il pensiero che lei fosse la causa della mia separazione, cosa di cui invece mi prendo tutte le mie responsabilità, e sono profondamente dispiaciuto anche per la mia ex moglie, bravissima donna che mi aveva anche ripreso in casa e tutt’ora intrattiene con me un rapporto da persona civile e rispettosa, come credo di essre anche io.
    Io amo tantissimo questa donna, mi sono svegliato solo ora che lei ha preso la decisone estrema (ovvio direte voi), ma mi sono ben chiare le mie mancanze, e vorrei fare qualunque cosa per farle capire che so in cosa ho sbagliato, poterla riabbracciare, prenderle la mano e non lasciargliela mai più, standole a fianco per il resto dei nostri anni, ma mi rendo conto che ora la realtà è diversa.
    Da lunedi inizio un percorso presso una psicologa dell’ASL, visto che da più parti mi è stato consigliato di farlo e mi sono deciso.
    Lo feci già 5 anni fa, quando mai moglie ci scoprì la prima volta, ma con scarsa convinzione e ovviamente di conseguenza scarsi risultati.
    VI ho scritto per confrontarmi e trovare un pò di conforto, visto che comunque anche intorno a me sembra si stiano allontanando tutti, compresi quei pochi Amici che avevo.
    Un grazie a tutti per ciò che mi scrivete

    • alessandro pellizzari, 7 Agosto 2020 @ 17:31 Rispondi

      Molto bene la psicoterapia

  • oldplum, 7 Agosto 2020 @ 17:43 Rispondi

    Comunque non è il primo separato che sento che per rispetto dei figli (ultra maggiorenni) nasconde quella che definisce la sua amata ancora per troppo tempo.
    Finisce sempre che l’amata giustamente si sco×××ona e lo molla la mia amica (identica situazione) ha iniziato a uscire con un gran bel pezzo di manzo con cui mi dice fa un sacco di numeri , esce a cena, fa picnic..insomma alla fine sono innamoratissimi. Credo che lei sia profondamente delusa e non tornerebbe mai indietro.
    10 anni possono bastare. Buttare via anche solo eventualmente un altro sarebbe troppo.

  • Ariel, 7 Agosto 2020 @ 17:44 Rispondi

    Esatto
    @Stefano sicuro la psicoterapia può davvero aiutarti a fare da solo ,ci tengo a evidenziare che il terapeuta NON è lui che ovviamente si osostituisce a te ne a nessuno ,lo scrivo perché spesso nell’immaginatio Collettivo si pensa che il Terapeuta possa al nostro posto risolvere i nostri problemi ,ma nessuno può sostituirsi a Un altra persona e questo resta importante ricordarselo sempre

    La terapia ,che ne ho fatta nella mia vita a periodi per diversi miei problemi anche solo che come supporto in brevi periodi difficoltà
    Ecco che quando si sta a vivere da molto tempo nella insoddisfazione personale data proprio dal proprio comportamento ovviamente non stupisce che tu abbia scritto che hai avuto come un periodo depressivo ecco che la terapia AIUTA MOLTISSIMO nel dare la opportunità di riuscire a fare ordine emotivo e mentale
    Perché sta logico e umanamente comprensibile che quando si vive per anni senza essere riusciti a vivere la propria affettività in modo corrispondente al proprio sentire resta evidente che la soluzione priorità è appunto fare un percorso terapeutico

    Già questa tua scelta concreta mi parrebbe un vero aiuto che dai a te stesso
    Poi tutto il resto della tua vita verrà di conseguenza

    Ciò che conta ovviamente è sempre il fare ordine e se si sta in difficoltà Giusto esiste la terapia che aiuta a fare da soli.
    Quindi secondo me,è su questo che adesso meglio che ti concentri nel senso fattivo .

  • Lilly, 8 Agosto 2020 @ 09:40 Rispondi

    @Stefano sarò brutale. Tu hai aspettato 10 anni e fatto passare chissà quali sofferenze a una donna che da ciò che racconti, vale 10 volte te. Tu ora ti trovi secondo me sconvolto dal fatto di essere solo. E non riesci a starci. Quindi vuoi riprenderti questa persona. Ma se la volevi davvero te la prendevi anni fa e te la vivevi. Usavi l’occasione di essere stato scoperto da tua moglie per iniziare una nuova vita. Ma hai perso il treno, scelto la comodità e la sicurezza. Buon per te. Ora però hai l’occasione per essere un uomo. Lasciala in pace

  • Ricomincio da me, 8 Agosto 2020 @ 16:23 Rispondi

    Ciao Stefano, complimenti perché almeno qui ti sei esposto anche se in anonimato e hai ammesso le tue colpe, questo probabilmente è già un primo passo per il cambiamento.
    Un vecchio detto popolare dice che “ Pentirsi dopo porta poca gioia “ ma nel tuo caso se dici di essere veramente innamorato diventa il suo cavaliere senza macchia e senza paura!
    Nel tuo racconti io ho avvertito tanta paura..quella che in 10 anni non ti ha fatto decidere di cambiare le cose ne con tua moglie ne con la tua amante.
    Quella paura che ti spingeva a raccontare bugie per mantenere in piedi una casa già piena di crepe, ma nello stesso tempo mantenere un rapporto con la tua amante fatto di fantasie e promesse mai mantenute.
    Diventare il cavaliere senza paura significa affrontare la situazione è non aspettare che gli altri prendano la decisione per te.
    Tua moglie dopo anni passati a perdonarti e riprovarci a deciso di lasciarti, la tua amante dopo 10 anni di attese e promesse ha deciso di lasciarti ma Stefano in tutto questo ha aspettato senza prendere una decisione.
    Forse è arrivato il momento di agire se dici di amarla veramente, non inventarti la scusa del suo blocco sui social e al telefono.
    Da parte di lei potrai ricevere un No, ci sta tutto ma almeno ci avrai provato.
    Fai benissimo a seguire un percorso di psicoterapia, anche se non ti servirà a riconquistare la tua lei, sicuramente ti aiuterà a capire tante dinamiche di te che in questo momento ti sfuggono.
    In bocca a lupo

  • Rosa, 8 Agosto 2020 @ 17:16 Rispondi

    Stefano, cosa ci fai ancora qua a scrivere? Se è vero quello che dici valla a prendere, assumiti oer una volta il rischio di un no, ma oer l’amor del cieli, dimostra a questa donna con i fatti quanto la ami. Si vive una vita sola, la vioi passare a rimpiangere di non avdr avuto il coraggio di esporti?
    Anche un suo SPARISCI a questo punto è meglio del limbo che stai vivendo.

  • Ariel, 8 Agosto 2020 @ 18:21 Rispondi

    @Rosa ,ma certo hai perfettamente ragione ,ma credo che occorra un minimo di realismo e se una persona è stata dieci anni senza riuscire a vivere la propria affettività di coppia ,mi riferisco al amore per la amante ,e cioè per dieci anni non ci è riuscito credo che appunto diciamo che forse in parallelo a questo ottimo incoraggiamento a decidersi occorra curarsi nel senso proprio che se per 10 anni uno non ci riesce qualcosina da sistemare in se stesso in terapia occorrerebbe fare altrimenti povera Donna qualunque essa sia!!!!

  • Stefano, 8 Agosto 2020 @ 18:26 Rispondi

    Lilly hai ragione, ma non ne ho avuto il coraggio. Troppi pensieri, tante paure, troppi freni, invece di lasciarmi andare e seguire solo ed esclusivamente il mio cuore… Cmq non è così semplice dire “se la volevi te la prendevi” …. in tutta franchezza, pur prendendomi tutte le mie responsabilità per il mio eccessivo attendismo…

  • Stefano, 8 Agosto 2020 @ 18:41 Rispondi

    Grazie anche a te, “Ricomincio da me”. Non voglio più nascondermi davanti a nulla e nessuno. Sono molto deciso e convinto di ciò che voglio. La Amo con tutte le mie forze e farei qualunque cosa per recuperare gli errori fatti e dimostrarle tutto il mio Amore, che non è mai mancato, MAI, ma non ho mai saputo dimostrarle come una Donna giustamente si aspetta dall’uomo che le sta a fianco.
    Ora, non mi nascondo dietro nessuna scusa, ma oggettivamente mi è anche stato consigliato di evitare di martellarla ora e aspettare che possa sbollire la grande rabbia che ha nei miei confronti, per poi sperare di poterle parlare e spiegarci e …vorrei tanto, piano piano riavvicinarci.
    Resta il fatto che come già detto sono bloccato sulle comunicazioni personali, e non voglio approfittare di quelle del lavoro, alle quali non può evitare di rispondere (mi sa di vigliacco..). Al lavoro non ci vedremo più chissà per quanto tempo vista la situazione emergenziale, per cui, ho fatto un tentativo di andare sotto casa sua, ma mi ha fatto dire da una sua amica che la prossima volta chiamerà i Carabinieri… sinceramente mi sembra eccessivo, soprattutto ripensando a quante frasi d’Amore ci siamo sempre scambiati, “qualunque cosa accada ricordati che Ti Amerò sempre”, ancora poche settimane fa “una parte del mio Cuore rimarrà sempre con Te” ….
    Io non ho mai detto e mai direi frasi simili con leggerezza e Lei sono sicuro che è identica a me, per cui non le ritengo frasi fatte, ma frasi sentite e volute dal profondo del Cuore.
    Non so davvero come comportarmi, e non dimentichiamoci che comunque ora non sta sola, ma sta frequentando un ragazzo parecchio più giovane di lei che ha incontrato in questo periodo di crisi e si è buttata fra le sue braccia credo da circa due mesi, e pur dandomi molto fastidio, posso capire il suo stato e il suo modo di agire. Certo che alla luce di quanto scritto prima, mai mi sarei aspettato una situazione simile. Credo che anche lei ora oltre alla rabbia abbia molta confusione, ma vorrei davvero avere la capacità di trovare il modo giusto per affrontarla, senza fare altri danni e casini peggiori, e farle in tutti i modi capire, guardandola negli occhi, quanto io desideri solo essere suo per il resto della Nostra Vita, e soprattutto sempre presente.

  • Stefano, 8 Agosto 2020 @ 18:51 Rispondi

    Rosa, grazie per ciò che mi hai scritto. Mi da una grandissima forza e carica l’intensità con cui hai scritto le tue parole. E’ proprio ciò che vorrei fare. Hai detto bene, si vive una Vita sola, ed io ci ho messo troppo tempo a capirlo, rovinando per troppi anni quella della mia ex moglie che avrebbe potuto rifarsi una Vita già anni fa, come meritava e merita ora, ma soprattutto avrei vissuto una Vita migliore anche io e la mia Lei senza trascinate tutti in questa situazione che alla fine ha fatto solo del male a tutti.
    Il coraggio di espormi ce l’ho, ma come ho scritto a “Ricomincio da me” in questo momento è davvero compilcato trovare il modo per affrontarlae non vorrei davvero rischiare di peggiorare una situzione che ofrse è già appesa ormai ad un finissimo filo….
    Grazie a tutti comunque per la pacatezza delle vostre risposte ed i preziosi consigli.
    Quando ho deciso di scrivere ed espormi, temevo che la maggior parte di voi (soprattutto le donne ferite) mi avrebbe segato le gambe con i soliti commenti femministi e di parte. Invece leggo molto equilibrio e lucidità in ciò che scrivete.
    Accetto comunque tutto ciò che vorrete scrivere, perchè tutto serve.
    Grazie

  • Stefano, 8 Agosto 2020 @ 18:56 Rispondi

    Grazie Ariel sono d’accordo con te, e ho deciso finalmente di iniziare questo percorso, innanzitutto per me.
    Ma il fatto che da più parti mi venisse consigliato di farlo, compreso la mia ex moglie e la Donna che amo (scusate ma non riesco a chiamarla amante), era già un segnale anche del bene che queste persone mi dimostravano, ma io testardo non ho mai voluto dare retta a chi cercava di aiutarmi.
    Da lunedi si comincia, e spero davvero di riuscire a migliorare tante cose che dentro di me ora non funzionano più come dovrebbero.

  • Ariel, 8 Agosto 2020 @ 19:50 Rispondi

    Poi ,pensandoci adesso che tira un bel vento fresco e l’onda della alta marea sale e le vele degli antichi pescherecci sono gonfie di colori sgargianti,
    E pure gli aquiloni fanno a gara con i gabbiani e i cormorani

    E la spiaggia ancora immensa ma già meno perché l’onda avanza e nulla riesce a fermarla

    Ora mi direte ,ma che caspita di commento è questo,?
    Si,lo so ,sto a volte senza un confine tra la pittura e
    LA natura che mi offre questo spettacolo e che fa pensare e così scrivo in diretta qui insieme a voi che mi leggerete
    E penso a quest’uomo @Stefano ,
    Si ,vero 10 anni hanno bisogno di essere visti in terapia,ma non significa mica essere malati ,ma sicuro in necessità di un aiuto personale,proprio finalizzato a far sì che l’onda del Amore vero possa FINALMENTE esprimersi nei modi migliori per te stesso @Stefano

    La tua risposta a @Ricomincio da me mi ha messa in questa onda e nella osservazione di ciò che vedo adesso semplicemente dove mi trovo in una immensa spiaggia
    All’arrivo della rinnovata onda di alta marea lunga kilometri che si porta con se il rumore del vento e dell’acqua che avanza inesorabile come il tuo sentito autentico sentimento di Amore Vero.

    Così ti incoraggio a fare entrambe le cose terapia e tentare il possibile verso la tua Amata perché in effetti
    Non esiste un limite di tempo finché si sta in vita
    Né per evolvere
    Né per provare a vivere almeno avendoci provato
    Nella luce nuova dei tuoi anni trascorsi nella difficoltà tua che sono anche una Luce positiva di poter cambiare avanzare in te stesso
    Come questa bella onda inarrestabile di
    Amore vero!
    Per te stesso
    Per la tua Amata e che sia alta la tua marea di adesso!

  • Giada, 8 Agosto 2020 @ 20:14 Rispondi

    Ciao Stefano, ho letto il tuo commento e mi ha molto colpita perché mi ritrovo per alcuni aspetti nella tua situazione, in maniera ovviamente complementare. Nel mio caso gli anni sono stati 8 e anche per me il lockdown ha rappresentato uno spartiacque. Il momento in cui mi sono resa conto che ero, di fatto, sola. Con molta fatica ho deciso di chiudere questa storia, seppur ancora innamorata, ed ho sperato fino all’ultimo in un lieto fine, ma così non è stato. Anch’io ho iniziato a frequentare un altro uomo, che mi fa stare davvero bene e che è straordinario da tanti punti di vista, anche se alterno ancora molti alti e bassi. Non ne sono ancora fuori e la ferita è fresca. Il mio consiglio è il seguente: se davvero questa donna è così importante per te, allora fai il diavolo a quattro per riprendertela, a costo di ricevere la più cocente delle delusioni. Meglio i rimorsi dei rimpianti. Ma se è solo senso di possesso o se hai anche il minimo dubbio, per favore, lasciala andare. Dopo 10 anni questo almeno glielo devi. In bocca al lupo ed un abbraccio.

  • Lia, 8 Agosto 2020 @ 20:31 Rispondi

    @Stefano, però mannaggia. È chiaro l’intento della tua ex di scrollarsi tutta questa sofferenza e pesantezza di dosso. La scelta di un uomo molto più giovane racconta questo. Probabilmente ha voglia di leggerezza, di novità, di pochi pensieri.
    Probabile le sia davvero scattato il relè. La rabbia, però, lascerebbe pensare il contrario. L’indifferenza sarebbe stata peggio.
    Che dirti, se sei davvero pentito, insisti. Considera che il tuo immobilismo è stata la causa della sua rabbia, quindi non ti consiglio di aspettare troppo che le passi. Non adottare le stesse modalità di prima. Fatti vedere convinto. Lo puoi fare senza assumere atteggiamenti da stolker. Fiori, lettere, ci sono mille modi.
    Nel frattempo però recupera te stesso, ricostruisciti una vita e pensala anche senza di lei. La tua situazione psichica ed emotiva mi sembra il problema numero uno adesso.

  • Nina, 8 Agosto 2020 @ 20:34 Rispondi

    @stefano non so suggerirti come arrivare a lei, secondo me se uno dei problemi che ti fai è come contattarla, io, che come la tua lei avevo minacciato il mio ex di chiamare i CC, una cosa penso si possa fare in questi casi: la classica lettera di carta con francobollo o infilata in buca, in cui sparisce qualunque tipo di incertezza, le dici che sei libero da oggi e x sempre, che hai iniziato terapia, che vuoi lei a ogni costo, ma non buttarla sulla romanticheria, sii molto concreto, proponile un appuntamento in un posto x all’ora y e poi..spera che ci venga!!! Però non un se e non un ma. Siamo ormai abituate a percepire qualunque sfumatura di indecisione (io guardo anche i modi verbali, x dirti) ma soprattutto procedi se e solo se sei deciso. Ok??? In bocca al lupo di cuore.

  • elleelle, 8 Agosto 2020 @ 20:42 Rispondi

    @Stefano
    Guarda bene dentro di te e cerca di capire se è amore vero o se è un misto di altre sensazioni: orgoglio ferito, solitudine, possesso…
    Te lo dico perché hai scritto che eri già separato da tua moglie ma l’opinione degli altri contava più del desiderio di passare tempo con la donna che dici di amare. Hai scritto che le davi più attenzioni da sposato che da separato e queste sono dinamiche sospette.
    Se sei davvero sicuro di essere innamorato di lei, scrivile una lettera. Bastano poche righe. Se non ti risponde, lasciala stare.

  • oldplum, 8 Agosto 2020 @ 20:54 Rispondi

    Ciao @Stefano. Mi sento di darti un consiglio. Forse è meglio se inizi un percorso tuo prima di tornare da lei. Questo per renderti un uomo più consapevole, diverso e affidabile e con l’obiettivo riflesso di dare lei il tempo di sedimentare.
    Se torni così, con altre promesse ( o decisioni che lei potrebbe comunque vedere come semplici promesse) lei ti piglia a pesci in faccia.
    Già che abbia trovato un altra persona libera non mi da una sensazione positiva. Ma se rientri ora ti bruci .

  • Stefano, 8 Agosto 2020 @ 21:33 Rispondi

    Grazie Ariel per le emozione che mi hai provocato nel leggere le tue poetiche parole, per la pelle d’oca che ho percepito e per le due lacrimucce che mi sono scese, nonostante pensassi di non averne ormai più.
    Mi fa piacere tu abbia colto il mio sentimento d’Amore intenso Vero e incondizionato che provo ed ho sempre provato per questa Donna eccezionale e forte, che però purtroppo non sono stato in grado di dimostrare in piena concretezza come avrebbe sempre meritato.
    Credo fortemente in questa alta marea che hai descritto e mi auguro che questa onda inarrestabile possa travolgere presto entrambi inondandoci dell’Amore che meritiamo.
    Ho tanta fiducia e ce la metterò tutta sia in terapia che con la Mia Amata.

  • Ricomincio da me, 8 Agosto 2020 @ 21:53 Rispondi

    Stefano, io credo che aspettare che a lei passi la rabbia per poi agire per riconquistarla, non faccia altro che aumentare la sua delusione nei tuoi confronti perché gli da conferma del fatto che tu sei il solito uomo di sempre che ancora una volta non fa nulla per fargli capire il suo amore.
    Mandagli dei fiori con una lettera, presentati a casa sua con dei regali, fagli capire che questa volta le tue non sono solo promesse.
    Tutte quelle di noi che hanno vissuto una relazione di ammantato, dopo anni di tira e molla hanno preso la decisione di lasciare l’amato non perché non lo amassero più nella maggior parte dei casi, ma perché erano stufe dell’eterno indeciso e prendere la decisione di lasciarlo era anche un modo per dargli una scossa.
    La tua scossa è arrivata che fai scappi? Tu dici che lei la prossima che ti vede davanti casa sua chiamerà i Carabinieri, io non sono così sicura che una donna che ti è stata dietro 10 anni adesso ti fa arrestare perché fai lo spasimante davanti a casa sua.
    Non potrai mai sapere se lei ti ama ancora e se sta frequentando un’altro uomo, solo per dimenticare te ( il famoso chiodo) finché tu non trovi il modo di dimostrargli che ci tieni a lei veramente, e vi parlate a cuore aperto.
    Penso che il tempo delle scuse sia finito..moglie, figlio, Covid, depressione, Carabinieri e per finire l’altro uomo!
    Come ci ha dimostrato ancora una volta Alessandro con la storia di Anna e Alberto e con la sua bellissima storia d’amore, l’amore vero vince sempre perché l’amore è semplice.
    La strada sarà lunga e difficile ma finché non ci provi resterà tutto nella tua testa in attesa di qualcosa che solo tu puoi far succedere.
    Tienici informati.

  • Elisabetta, 8 Agosto 2020 @ 22:36 Rispondi

    @Stefano,
    lei ha diritto di essere felice e le strade che sceglie di seguire per esserlo non ti devono riguardare, non ora almeno, anche se ipotizzi che frequenti quell’uomo solo per passatempo o per fartela pagare, ma la verità non la sai.
    Accetta la situazione e dalle tempo, quello che non le hai dato prima e che ora diventa attesa per te, anche se non ti piace.
    È rispetto per le sue scelte.

  • Stefano, 8 Agosto 2020 @ 22:57 Rispondi

    Grazie a tutte coloro che mi hanno risposto, non pensavo di suscitare tutte queste attenzioni.
    A tutte ci tengo a dire che sono fortemente ed estremamente convinto della strada che intendo intraprendere.
    Sono d’accordo sul fatto che devo ristabilire il mio equilibrio mentale e psicologico, passo fondamentale per riavere la lucidità che da molto tempo ho perso a causa di questa vita di rinunce, bugie, insoddisfazioni logoranti e paure.
    Allo stesso tempo non posso aspettare di terminare il percorso e rischiare di perdere la Mia Amata, ma devo agire tempestivamente. Alcune di voi mi hanno consigliato di scriverle. Beh non lo avevo ancora scritto, ma circa un mese fa ho scritto di mio pugno e tutto d’un fiato una lettera di tre pagine, chiusa in una bella busta, portata alla fioraia alla quale ho cortesemente chiesto di recapitargliela accompagnata da un bel mazzo di fiori misto con rose. So da un’amica comune che mi sta aiutando molto ed è stata a casa sua, che i fiori erano al centro del tavolo della cucina dentro ad un bel vaso, quindi non li aveva buttati nell’immondizia, ma la lettera non l’ha aperta e l’ha messa via senza leggerla. Pero l’ha conservata, cosa vorrà dire?
    Tre giorni dopo per non ripetermi le ho mandato sempre dalla stessa fioraia una bella rosa rossa, che so non aver buttato, ma né per questa, né per i fiori, riscontro non me ne ha dato. È in silenzio totale, e veramente molto arrabbiata. Quando questa sua amica vicina di casa che mi sta aiutando prova ad accennare il mio nome lei sembra che le si stia parlando del Diavolo, una rabbia incomprensibile con tuttto il mondo, ma soprattutto con me. Però poi se incrocia questa amica, le chiede “ma il tuo amico (io), lo senti ancora?” alla risposta affermativa… “ma perché non lo mandi a quel paese”..

    Visto che sto aggiungendo particolari, non ho ancora detto che ogni tanto l’uomo con cui conviveva fino a 4 anni fa, ed è padre della creatura che vive con lei, ma che poi se n’è andato di casa mettendo incinta un’altra ragazza che però ora l’ha buttato fuori di casa rispedendolo dalla madre, ogni tanto si rifà vivo stolkerandola parecchio, facendo appostamenti sotto casa, tempo fa la bloccava per strada dopo pedinamenti e tentativi di farsi tamponare, o fermarla per strada per metterle le mani addosso….. Lui vorrebbe tornare con lei, e lei ovviamente non ne vuole sapere, ma è anche spaventata visto il personaggio poco raccomandabile e ciò che combina
    Tutto ciò contribuisce a non rendere la Mia Amata serena e lucida e soprattutto molto nervosa, spaventata e arrabbiata. Ma anche per questa brutta situazione che sta vivendo io vorrei tanto starle vicino, rassicurarla e proteggerla da ciò che sta subendo.

    Ribadisco che io non mollo, e le proverò tutte, anche affidandomi a questa persona che mi sta aiutando ed alla quale in passato ed in momenti di crisi la Mia Amata ha fatto affidamento perché ci riavvicinassimo, ma io non avevo ancora stretto amicizia con lei e ci salutavamo solo di sfuggita, ma lei sapeva tutto di me e di Noi. Questa Amica mi fa sentire molto vicino alla Mia Amata, che però è in un periodo in cui non si fida più di nessuno e e ce l’ha con tutti.
    Capirete con ciò che ho aggiunto stasera che la situazione è abbastanza critica e intricata.
    Ricambio i saluti e gli abbracci. Grazie

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2020 @ 07:31 Rispondi

      Che non l’abbia buttata è un buon segno. Che non l’abbia aperta significa che non vuole leggere le solite cose tipo arriverò dammi tempo e nulla che non sia decisivo

  • Lilly, 9 Agosto 2020 @ 00:10 Rispondi

    @Stefano io sembrerò una stronza specie di fronte alla dolcezza e comprensione delle altre mie “colleghe” qui…ma proprio non mi ci riesce di incoraggiarti a riconquistarla. Perché ho il timore profondo che il tuo amore non sia così puro e reale, ma sia solo frutto di una situazione nuova per te, ovvero la condizione di uomo single. E tutti noi amiamo le situazioni a cui siamo avvezzi, in questo caso il rapporto a due. Nella mia visione delle cose, se questa donna era davvero così fondamentale per la tua vita, non rischiavi di perderla stando con tua moglie in questi 10 anni. La sceglievi. Coglievi la palla al balzo almeno quando sei stato scoperto. Invece ti immagino a rinnegare davanti alla consorte questo grande amore, diventato improvvisamente una “sbandata”… ti prego, questa donna non la conosco ma immagino il calvario che ha passato…la delusione quando ti ha visto rintanarti nel matrimonio invece di sfruttare il momento e fare il passo…chissà l’amarezza, le lacrime,la rabbia, la delusione. Quindi si, lasciala stare. Ha diritto ad avere un uomo che ha paura di perderla davvero, cosa che tu non hai mai avuto davvero, se non ora che sei da solo sentimentalmente. Un in bocca al lupo…a lei.

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 08:27 Rispondi

    Grazie Alessandro. In realtà c’era scritto sono qui pronto a darti tutto ciò che non sono riuscito a darti concretamente fino ad ora, senza più promesse insostenibili, scuse e tentennamenti. Ma fatti prendere la mano e andiamo…. Ed è proprio ciò che sento dentro di me.
    E non sono così perché ora sono solo e ho bisogno di “qualcuno” vicino, io sono un tipo abbastanza solitario e non sono mai stato alla ricerca dell’avventura, il punto è che senza lei al mio fianco, senza quel NOI, sento di non valere ed essere più nulla.
    Il fatto che ho sbagliato a non tenermela stretta in questi anni , non apprezzandola come merita, non significa che non l”ho sempre amata e che anche ora che la amo con tutte le mie forze non possa più cercare di fare nulla per riconquistarla

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2020 @ 08:57 Rispondi

      Rimandi sempre il passo a lei. O vai o non vai chissà quante volte l’hai delusa

  • Lilly, 9 Agosto 2020 @ 10:05 Rispondi

    Il fatto di scrivere che senza di lei senti di valere ed essere più nulla mi fa ancora più pensare che tu la voglia per riempire un vuoto che senti ora. L’amore è diverso. Mi dispiace ma io la vedo così, e so di cosa parlo perché solo ora capisco la differenza tra amare qualcuno ed averne bisogno per sentirmi completa. È facile dire ora che la ami con tutte le tue forze…ora non hai più nulla da perdere, solo da guadagnare. Ma questo amore pazzesco prima dove stava?mentre stavi sul divano la sera con la moglie e figli, e lei a casa a dannarsi l’anima? E se tua moglie tornasse per chiederti una seconda chance?ti dicesse torniamo insieme per noi,per i figli…chissà come reagiresti. No mi dispiace, troppe storie ho letto qui. Le cose belle sono rare e di certo sono frutto di impegno,sacrificio, coraggio e non dello scorrere del tempo e del logorio di una coppia che non si sapeva lasciare andare. Io la vedo così.

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 11:12 Rispondi

    Scusa Alessandro, ma non ho capito cosa volevi dirmi. Cosa significa che rimando il passo a lei?
    Io sono pronto a fare ciò che sento, a fare di tutto per andarla a riprendere, sempre che lei lo voglia, ma non voglio nemmeno lei pensi che io sia uno stolker.

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2020 @ 11:55 Rispondi

      Se pensasse a uno stalker avrebbe buttato fiori e lettera. Per me lo stalker è una scusa che ti fai non sei pronto. E se non se pronto stalle alla larga Altrimenti o ufficiale e gentiluomo o niente. Anzi dopo dieci anni generale e gentiluomo

  • Sissi, 9 Agosto 2020 @ 11:22 Rispondi

    ciao, sono d’accordo con Lilly. Da come parli mi ricordi tanto il mio ex amante. Sulla carta sempre infinito amore. Di fatto, una indecisione e una scissione unica. Il bello é che ribaltava su di me la responsabilità che abbia finito tutto….Sono d’accordo con chi dice che é meglio per tutti, te stesso in primis, se ti guardi dentro prima ma molto attentamente. Perdona la durezza, e buona fortuna

  • oldplum, 9 Agosto 2020 @ 12:26 Rispondi

    D’accordo con @lilly. Si sente vuoto e vuole riempire sto vuoto (come ha fatto per 10 anni) con una donna che chiama amore .
    Se l’amasse si renderebbe completo. Invece torna per riempire un vuoto.

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 14:01 Rispondi

    E allora che Generale e Gentiluomo sia.!! Ci proverò con tutti i mezzi leciti possibili e con tutte le mie risorse, non voglio trovare scuse, ma donarle tutto ciò che non sono riuscito a donarle fino ad ora.

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 14:17 Rispondi

    Sono pronto a rendermi completo, come ho già detto che mi crediate o meno è davvero così, il mio sbaglio è stato quello di non aver agito prima ed essermi seduto sul fatto che lei ancora due mesi fa mi dicesse “io sono qua che ti aspetto e quando sarà ora ci sono”. Quando ha deciso di chiudere ci ha tenuto a precisare che ora era così, ma non sapeva nemmeno lei cosa sarebbe potuto succedere fra una settimana, un mese o due mesi…. Se è destino ci rincontreremo…. Mi ha detto…
    Come interpretate queste sue frasi dette in una simile circostanza?
    Io le ho prese come frutto si di tanta delusione, ma anche di tanta confusione e di un Amore che non credo lei non provi più… Insomma sento e spero ci sia ancora una fiammella nel suo Cuore che voglio tornare ad alimentare e non fare più spegnere….

  • elleelle, 9 Agosto 2020 @ 14:27 Rispondi

    Immagino il dolore che ha provato questa donna per 10 anni e mi sento male per lei.
    Anche adesso, sta rischiando di essere un riempitivo per la vita altrui, non per la sua, che ha cercato di raddrizzare e di vivere comunque.
    Sarebbe bello un lieto fine ma lo sarebbe davvero oppure avrebbe al suo fianco una persona piena di problemi e di rimpianti?
    È brutto fare partire una relazione con un passato di delusione e rabbia, sapendo di non essere stata scelta al momento giusto e di rientrare in gioco adesso.
    Le non-scelte si pagano nel modo peggiore, quando ci si rende conto di aver fatto un gran casino e di non sapere più come rimediare.
    Come si rimediano anni passati al secondo posto, senza meritare di essere scelta nonostante tutto l’amore professato dall’altro?
    Non ho risposte ma mi dispiace immensamente per lei, per tutti questi anni rovinati che nessuno le restituirà più.

  • Ariel, 9 Agosto 2020 @ 14:39 Rispondi

    @Stefano
    Ciò che ti hanno risposto @CaroAlessandro
    @lilly@Sissi e @Oldplum

    Può davvero aiutarti a focalizzarti proprio su questi commenti perché sicuro possono aiutarti a trovare col Terapeuta proprio il nocciolo delle tue evidenti difficoltà di cui già in generale sei consapevole
    Nel senso che giustamente ti assumi la giusta e vera responsabilità dei tuoi 10 anni a vuoto

    Questo per dirti che in effetti le ” critiche” aiutano tantissimo a trovare da dove partire per risolvere le tue difficoltà personali

    Difficoltà personali significa come per ciascuno di noi che sono indipendenti dagli altri o dalle situazioni di vita ma dipendono soltanto dalla propria evoluzione personale

    Quindi avanti tutta ,ma prima con la terapia perché ovviamente non si può oggettivamente pensare di passare da 10 anni di comportamento così verso gli altri le Donne che hai amato e che dici di amare adesso

    Impara prima ad amare te stesso e scoprire cosa ti ha bloccato e ti blocca dentro
    Poi tutto il resto sarà una conseguenza del tuo impegno fattivo nella tua evoluzione personale

    Inutile adesso, secondo me, fare le corse
    10 anni non sono 10 mesi!!!

    E sicuro non è con un colpo di spugna che si può ottenere ciò che non si è riuscito a fare fino ad adesso

    Puoi sicuro evolvere occupandoti proncipAlmente di te stesso

    Non si può pretendere che una pianta dia frutto subito
    Prima ci si cura e poi i frutti verranno !

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 15:13 Rispondi

    Hai ragione Sissi. Infatti da domani comincio a farmi aiutare prima di tutto per me stesso perché non sto per nulla bene come sono stato in questi anni pieni di rinunce e insoddisfazioni, con lei, ma anche finché ero a casa con moglie e figli. Anche vivendo da solo come da un anno a questa parte però, non è cambiato molto, vivo troppo di ricordi di che bella famiglia eravamo, di quando i bambini erano piccoli le emozioni che ti davano crescendo. Faccio faticare anche ad andare a fare la spesa da solo, perché mi prende la malinconia. In questo anno ho elaborato molte cose, ultimamente ho parlato con i miei figli ormai maggiorenni ed anche con la mia ex moglie ed è come se avessi trovato la pace con loro e come se finalmente potessi dedicarmi pienamente e con fierezza al Mio Amore senza il timore di dovermi nascondere (da chi è cosa poi?) e starle a fianco orgoglioso di esserci. Questo anche vorrei poterle dire, e dimostrare.
    E badate non faccio così perché sono solo e mi manca una donna qualsiasi…. penso di essere un uomo piacevole e soprattutto di sani principi, nonostante ciò che mi è capitato nella vita e alcune corteggiatrici che vorrebbero farmi compagnia non mi mancano. Ma a me non interessa nulla che non sia Lei…

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 15:20 Rispondi

    Grazie Ariel, sono qui proprio per ricevere questi vostri preziosi consigli e sperare di risolvere i miei problemi. Capiti questi spero di potermi porre davanti a colei che non smetterò mai di definire la Mia Amata, nel migliore dei modi e con i migliori propositi concreti e costruttivi…. Sempre se la troverò ancora… e vorrà offrirmi un’altra opportunità….

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 15:23 Rispondi

    Se mi ascoltasse e si fidasse soprattutto, ma capisco benissimo le difficoltà, e ascoltasse un po’ il suo cuore probabilmente scoprirebbe che desidero solo che lei sia solo al primo posto concretamente e non solo quasi sempre a parole come in passato…

  • Oldplum, 9 Agosto 2020 @ 17:45 Rispondi

    Ma come fa a fidarsi??
    @Stefano, a me è bastato anche meno, circa tre anni, per perdere ogni volontà non solo di continuare la storia con lui ma anche eventualmente di metterci insieme con lui libero. È che ad un certo punto sei tanto tanto stanca. E non credo la cosa possa risolversi. Io credo che tu ora debba pensare solo a ricostruirti senza sperare nulla da lei. Poi se sarà destino, boh

  • Elisabetta, 9 Agosto 2020 @ 17:55 Rispondi

    @Stefano,
    troppa carne al fuoco, tanta roba, troppe cose ancora da sistemare (non riesci a fare la spesa da solo, la malinconia che ti assale pensando alla tua famiglia, a quello che era e che adesso non è più), l’affanno che si sente nelle tue parole, tu che cerchi di trattenere tutto, cose, sensazioni e persone.
    Ma le persone devono essere libere, anche di sbagliare, e poi chi lo dice che lei ora stia sbagliando qualcosa o che abbia bisogno di te per essere felice? Forse non è così, forse sta cercando la sua strada, anche da sola e forse un giorno vi rincontrerete.
    Forse bisogna imparare a lasciare andare.

  • cossora, 9 Agosto 2020 @ 18:54 Rispondi

    Facciamo una cosa: schematizziamo.
    10 anni in cui lei soffre per lui sposato, ma tiene duro.
    10 anni in cui lui soffre a vederla soffrire ma non si separa. Però se la tiene e soffre.
    Lui vien mollato dalla moglie ma siccome non regge la colpa e il giudizio altrui, non sta con lei. Però soffre ancora.
    Lei apprende che non era la moglie il problema, ma la di lui reputazione.
    A un certo punto lei esce con un altro e, magicabula, lui è disposto a fare qualsiasi cosa per riaverla.
    No @Stefano, a te brucia che il tuo giochino lo usi qualcun altro.
    Somigli molto al mio ex (che guarda un po’, in ferie a rompersi le palle, mi ha sbloccata e mi lika all’improvviso) senza offesa, ma andate a far danni da un’altra parte e lasciate in pace chi ha avuto i coglioni di uscire dalle sabbie mobili.
    Se meritassi il suo amore, coraggiosa e determinata come è non ci penserebbe due volte a tornare da te.

  • Mumi77, 9 Agosto 2020 @ 19:01 Rispondi

    Evviva davvero e per davvero… a me lo ripeteva come un mantra, vedrai prima o poi ci sposeremo non essere la solita scettica… no, solo la solita scema col cuore in frantumi da ricucire… Auguri a chi ha coraggio di VIVERE e viversi.. e grande anche Alessandro per aver “vegliato” su di loro..

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2020 @ 20:36 Rispondi

      Ciao mumi

  • Dispersa, 9 Agosto 2020 @ 19:33 Rispondi

    @Stefano…. Bisogna vedere se lei, dopo tanti anni, è ancora innamorata di te….
    10 anni sono tanti, lei si è separata da molto….
    C’era amore, ma forse avete viaggiato in due binari diversi…. Il tempo cambia eventi e persone….
    Ma se sai di avere margine di recupero…. Vai a ‘riprenderla’…. Ma fallo subito!!
    Ti auguro il meglio!!

  • Mumi77, 9 Agosto 2020 @ 20:38 Rispondi

    Ciao a te Ale…

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 21:00 Rispondi

    Grazie @Dispersa, e grazie agli altri che mi hanno rotto le ossa…e ci sta accetto anche questo ci mancherebbe. Ognuno nei suoi post dice cose più o meno vere e realistiche. Io so quel che sento e ho sempre sentito con Sincerità assoluta. Credo che lei mi ami ancora, perché so con certezza che il Nostro è stato un Amore intenso e passionale, e non penso possa svanire così… Poi forse mi sbaglio. Certo ora lei è molto arrabbiata e delusa da quanto accaduto soprattutto in questo ultimo anno.
    Lei è separata da tre anni dopo quasi 20 di fidanzamento e convivenza io da aprile dello scorso anno al 22mo anno di matrimonio + 2 di fidanzamento ma entrambi abbiamo subito la decisione del rispettivo compagno che comunque dopo tanti anni di convivenza ha comportato molta difficoltà e tempo nell’elaborare quanto accaduto. Non vuole essere un alibi, ma forse una chiave di lettura e comprensione della situazione.
    Credo di poter fare ancora qualcosa e se ci fosse un minimo spiraglio per poterla cercare e parlarle vorrei almeno poterle dire con assoluta sincerità ciò che sento e vorrei dimostrarle. Facile e scontato dire che lo faccio ora che mi ha mollato e sta con un altro, ma per me non è così, sono assolutamente sincero e convinto dei miei sentimenti. Vorreio solo poterle parlare di persona. Poi ovvio che rispetto le sue scelte e se davvero non mi vuole più è giusto che viva la sua Vita come ha scelto, anche se io soffrirò molto e rimarrò sempre con il rimorso di non aver fatto abbastanza per Lei ed aver avuto poco coraggio quando era ora

  • Dispersa, 9 Agosto 2020 @ 21:10 Rispondi

    @Cossora…. Un po’ la vedo come te, anche il cane diventa geloso dell’osso sotterrato quando questo gli viene sottratto….
    Ma spero che essendosi esposto in questo blog qualcosa il lui si sia smosso…. Il cambiamento è una grande occasione ma fà anche molta paura!!

  • Stefano, 9 Agosto 2020 @ 21:37 Rispondi

    Grazie @Dispersa per le tue parole e grazie anche a tutti gli altri che mi hanno “rotto le ossa” Accetto ogni commento e tutto serve. Ci tengo solo a dire che io sono assolutamente sicuro dei miei sentimenti e so che Amore abbiamo vissuto e con quanta passione e intensità, oltre purtroppo anche a tante sofferenze per entrambi. Sia io che lei abbiamo subito la separazione, lei circa tre anni fa quando lui è andato da un’altra facendo un altro figlio dopo che stavano insieme tra fidanzamento e convivenza da quasi vent’anni. E ora la stolkera per ritornare…
    Io ho subito la separazione ad aprile dello scorso anno dopo quasi 23 anni fra fidanzamento e matrimonio.
    Non sono pochi anni per entrambi e dopo tanto tempo non è facile elaborare una simile situazione. Questa non vuole essere una scusa o un alibi per me, e so benissimo che ho sbagliato a prescindere per essere stato troppo indeciso.
    Io penso che un margine ci sia e lei non abbia smesso di amarmi così da un giorno all’altro, certo ora ha molta rabbia, delusione ed è sicuramente stufa della situazione che si è venuta a creare. Io spero davvero di trovare uno spiraglio per poterle parlare a voce e dirle che ho capito i miei sbagli e sono pronto a darle la mia Vita.
    Ora è facile e scontato dirmi che sono parole già sentite e dette e che faccio così solo perché mi ha mollato e sta con un altro, ed io sono solo, ma non è così, certo che la cosa non mi fa piacere, ma io sono pienamente consapevole dei miei sentimenti sinceri nei suoi confronti e vorrei almeno poterglielo comunicare e vedere come reagisce.
    Se poi non vorrà più saperme, rispetterò la sua scelta, pur sperando sempre possa ricredersi e ripensare che potremmo vivere il nostro Amore come sarebbe dovuto essere ed io ci sarò se vorrà.
    Nel frattempo seguo questo percorso di terapia, per stare meglio con me stesso e pormi in una maniera diversa nei confronti di chi mi sta attorno. Non mi metto certo a caccia di qualcuno solo perché sono solo, e devo rifarmi una Vita. Non ne sento alcuna necessità.

  • elleelle, 9 Agosto 2020 @ 22:10 Rispondi

    @Cossora
    Grande il tuo ex, che ti sblocca e mette like. La noia è una brutta bestia. Il mio ex ad esempio ha ricominciato a fare il poeta depresso. Crescerà anche lui prima o poi…

  • Stefano, 10 Agosto 2020 @ 00:52 Rispondi

    Siamo proprio dei fessi noi uomini, e anche spesso ridicoli. Questa brutta esperienza che sto vivendo e l’aver partecipato a questo blog con tutte le risposte e pareri che mi state dando mi sta facendo vivere un’esperienza importante di crescita e maturità da cui c’è tantissimo da imparare e ricordare, per farne tesoro comunque.

  • maribel, 10 Agosto 2020 @ 08:36 Rispondi

    Trovo questo racconto surreale. C’è l’amore tormentato, lei sposata e lasciata e stalkerata, tu che ti separi ma non la vuoi, cioè soffri ma non la vuoi, poi soffri e la rivuoi, lei soffre e non ti vuole piu’… son d’accordo con le mie “socie” e con Ale. Qua ci vuole qualcosa di concreto. Basta parole e basta struggimenti. Non so quanti anni avete. Ma la vita non può essere immaginata per dieci anni, a un certo punto deve essere vissuta. O no? Se hai ancora delle chance lo potrai verificare solo tu, facendo finalmente l’Uomo.

  • Stefano, 10 Agosto 2020 @ 09:43 Rispondi

    Si Maribel ha detto bene, proprio tormentato. Lei non era sposata ma ha convissuto per tanto tempo, non che cambi molto, e ne ha passate e subite sempre tante…poi ha avuto una creatura, ma due anni dopo è andata come già scritto in precedenza. Intanto la nostra storia che durava già da alcuni anni era stata scoperta da mia moglie, due anni prima, la quale dopo avermi cacciato e aver puntato dritto alla separazione, mi ha perdonato e ripreso in casa. Ed il mio sbaglio è stato sicuramente li, comportandomi come tanti di cui leggo tra queste righe, e non avere avuto il coraggio di ascoltare il mio cuore e iniziare invece una nuova Vita con questa Donna che è sempre stata al suo posto senza mai fare pressioni o dando ultimatum… oltre che continuare a fingere e prendere in giro mia moglie, che è sempre stata una Donna che non avrebbe meritato ciò che le ho fatto, ed ecco i rimorsi, i ricordi e la tristezza per come mi sono comportato.
    Così dopo alcuni mesi l’ho nuovamente cercata, anche perchè ci si vedeva al lavoro e a fatica si provava a far finta di non vedersi. E così i due poli si sono nuovamente attratti, anche se penso non si fossero mai realmente allontanati….
    Quando mia moglie dopo un paio di anni ha saputo che ci eravamo rivisti, seppur quasi sempre in ambiente lavorativo o pause pranzo, e pochissimo in altre circostanze, ha fatto giustamente ciò che a malincuore ha fatto e così ci siamo separati.
    DIrvi le nostre età non me la sento perchè alla fine ci sono così tanti dettagli che probabilmente qualcuno potrebbe ricondurre la storia raccontata a fatti che conosce… comunque non siamo più dei ragazzini, per quanto lei abbia un pò di anni in meno di me…. e come già detto i miei figli sono ormai maggiorenni…
    Mai come in questo momento mi sento di fare finalmente l’Uomo, quello vero, e riprenderla per non lasciarla mai più, ma ho letto da tanti che forse il treno è perso… spero davvero di no e vorrei tanto trovare uno spiraglio aperto per poterle parlare e dimostrare le mie vere e sincere intenzioni.

  • lei, 10 Agosto 2020 @ 11:02 Rispondi

    10 anni sono davvero troppi per prendere delle decisioni. Certe scelte vanno fatte anche sull’onda dell’entusiasmo.

  • Ariel, 10 Agosto 2020 @ 11:23 Rispondi

    Compresa la scelta di essere LIBERA da uomini che sfruttano la così detta convenienza altrui??

    Ciao @Lei ti pungolo un poco
    Tu potrai pensare ma perché non pensi per te?
    Bè non sarei qui perché pensando a te o a chi scrive qui è come pensare a me !

    Pur se le storie e le persone sono così diverse da noi

    L’entusiasmo della propria Libertà interiore ed esteriore ,resta la miglior battaglia che VALE SEMPRE LA PENA di fare

    È la vita che vuole che si provi a vivere al meglio se stessi

    Così sii entusiasta per cercare la tua Libertà!!!

  • Ariel, 10 Agosto 2020 @ 12:05 Rispondi

    Ora certo @Stefano comprendo benissimo il giusto proteggere la privacy fai benissimo ma così pensando come a una ipotesi diciamo in generale propongo questa riflessione qui a chi la vorrà raccogliere ed esprimere il suo pensiero

    Ora se il lui Amante diciamo sta già avanti negli anni tipo la così detta mezza età, figli maggiorenni e quindi più o meno verso l’inizio del cammino verso la vecchiaia

    Lei amante supponiamo come molti casi qui magari ha dai 10 ai 15/29 meno

    Sorge un Dubbio una domanda
    È cioè che il maschio NON VUOLE STARE SOLO ma anche nel significato di averci una Badante a 369 gradi

    Le Donne in generale SANNO VIVERE BENISSIMO ANCHE DA SOLE

    Perché non sentono la solitudine come essere sole ma essere in compagnia di se stesse

    Cioè la Donna è un essere davvero autonomo e indipendente è capace di reagire nella vita ad ogni situazione cercando di privilegiare se stessa la propria Bellezza interiore

    Ergo sorge il lecito dubbio che seppur in buona fede in questo casi di grandi differenze di età
    L’uomo che ha un fallimento nel matrimonio separazione la moglie spesso a parte ammantati brevi tende a mandare giustamente a fanculo il marito che la cornifica per anni

    Lui poi pure ha sfruttato la amante , il lui è universale e cioè riferito alle storie qui testimoniate

    Insomma quest’uomo si rend conto improvvisamente che nessuna lo caga più nel senso non tanto del poter scopare in giro , ma nessuna de lo fila più per viverci insieme una storia di così detto Amore

    Che ne pensate???
    Scatenatevi come direbbe la nostra @ Cossy!

  • Ariel, 10 Agosto 2020 @ 12:08 Rispondi

    Scusate ho sbagliato i numeri
    20anni e Non 29

    E 360 gradi e NON 369
    Per quanto ho riso molto accorgendomi del 369 ah ah ah
    Scusate sto vecchia!!! Ah ah ah ah

  • agnese, 10 Agosto 2020 @ 12:28 Rispondi

    Stefano non per attaccarti …. Sei qui e ci scrivi da giorni (ed è davvero una cosa positiva) ma…. In tutto questo tempo oltre le parole rivolte a noi ci sono stati i fatti rivolti alla tua LEI ? O è solo tanto fumo qui e niente arrosto là ?
    Non voglio essere antipatica ma ormai per me un uomo se chiacchiera tanto fa poco o nulla. Punto.
    Se o fame mangio invece di divagare su cosa e come….

  • Oldplum, 10 Agosto 2020 @ 12:43 Rispondi

    @LEI una volta hai scritto : datemi 3mila euro al mese e mi separo.
    Posso dirti una cosa?
    Guarda che la metà di quella cifra se sei serena e felice e libera vale il quintuplo. Anzi, è inestimabile.

  • Love, 10 Agosto 2020 @ 14:03 Rispondi

    Oldplum…ti possono dare anche e mila euro al mese, ma…se una o uno vuole, lo fa anche senza quei soldi.
    Il problema, da come si legge, qui, spesso, o meglio quasi sempre, si sta bene comunque, dove ci si trova.

  • Oldplum, 10 Agosto 2020 @ 14:05 Rispondi

    Mi è venuto in mente questo, @stefano. Esiste un punto di non ritorno. È diverso da donna a donna, da persona a persona. Quando deludi una persona così a lungo e pervicacemente (10 anni) tanto da spingerla a trovarsi un altra relazione, a dirti che se ti fai vedere chiama i CC …beh… sinceramente non vedo grandissime possibilità. Siete cambiati entrambi in modo asincronico. Lei verso te e tu verso la famiglia. Ti verso lei e lei verso altro. Fosse un periodo inferiore potrei intravedere uno spazio. Ma sono 10 anni di vita. Avete avuto un gran tempo. Lei ha tenuto duro a lungo. Ora tu, tu sei disposto ad aspettarla per altri 10 anni? Rispondi sinceramente. Se hai un minimo dubbio , lascia perdere. Sprechi tempo. Qualunque misura avrà .

  • Stefano, 10 Agosto 2020 @ 14:22 Rispondi

    Ciao Agnese. Come già scritto in precedenza, nei confronti di Lei al momento posso fare ben poco di concreto, in quanto bloccato ovunque e temuto, nel senso “se vieni di nuovo sotto casa chiamo i CC”….
    Da oggi pomeriggio, fra poco, inizio un percorso psicoterapeutico, con tanta volontà e decisione, qui credo i CC non li chiamerà nessuno
    Vorrei tanto dimostrarLe qualcosa di concreto ma pare aver attuato alla perfezione il cosiddetto CdS
    Avete qualche consiglio su come avvicinarmi senza sembrare uno stolker, rispetto a ciò che ho già provato a fare ?
    Al momento ho solo contatti quotidiani con una sua cara amica vicina di casa, e sa che ci parliamo,
    Questa amica in passato l’ha aiutata molto quando eravamo lontani per quanto era successo ma con me ancora non parlava.
    Grazie per ogni consiglio e spero di non infastidire nessuno continuando a scrivere qui…

  • elleelle, 10 Agosto 2020 @ 15:51 Rispondi

    @Agnese
    Eh sì, hai ragione, giorni che stanno passando in attesa di cosa?
    Meglio agire, anche se fosse l’ultima volta e si ricevesse la porta in faccia. Almeno finirebbe l’incertezza di non sapere.
    Ma un “amore” che si è basato sulla sofferenza, sulla mancata condivisione e su scelte di circostanza avrà un inizio in salita.
    In alcune cose posso fare il parallelo tra Stefano e il mio ex: tutti e due con moglie tradita solo una volta, relazione lunghe, indecisione, la famiglia prima di tutto, il dover ribadire che sono brave persone…
    Sono tutte situazioni di poca esperienza sentimentale, struggimenti quasi adolescenziali e fisime sociali di cui si accorge presto chi è più “esperto”.
    Chi è passato attraverso una o più relazioni finite sa che la vita continua, non si preoccupa dell’opinione altrui, sa distinguere ormai l’orgoglio dal sentimento e comunque si dà il tempo per capire e le domande se le fa da solo.

  • elleelle, 10 Agosto 2020 @ 17:40 Rispondi

    @Stefano
    Lasciale un biglietto e chiedile di chiamarti entro la fine della settimana perché le vuoi parlare. Chiedile scusa, dille che la ami ancora e vorresti avere finalmente una relazione con lei.
    Dille che se non ti chiama, tu capirai e la lascerai stare.
    Non ci vuole molto, chiaro e conciso.

  • Stefano, 10 Agosto 2020 @ 18:13 Rispondi

    @Oldplum Guarda vista l’età, aspettare 10 anni forse sarebbe un pò troppo, ma il tempo per riflettere su ciò che sta facendo ed avere la certezza di ciò che vuole glielo concedo tutto e glielo devo. Posso anche io aspettare che lei faccia chiarezza, se non ci tenessi non potrei farlo, dopo che lei lo ha fatto tanto per me.
    Questo è una parte di ciò che le ho scritto in quella lettera di cui ho già parlato,che non ha buttato nell’immondizia, ma pare non l’abbia nemmeno letta, e non capisco perchè. Nemmeno la curiosità ?
    Ultimamente la vedevo piatta e me lo ha anche detto un paio di volte, come svuotata. D’altronde con le delusioni che le ho dato, la capisco.
    Certo che se per tanti anni ti dice “va bene così, io ti posso aspettare, quando sarà ora ci vivremo”, e poi in realtà non era affatto contenta della situazione capite che io credevo una cosa lei si struggeva per un’altra. Mi spiace che io sono sempre stato aperto e disponibile al dialogo ed al confronto, perchè penso che solo così si possano trovare le soluzioni agli ostacoli, ma lei preferiva non parlarne, forse per evitare attriti e si limitava a dire va tutto bene, aspetterò, ma è tutto abbastanza assurdo.
    Questo non vuole essere un alibi per me, che mi rendo conto benissimo di essere stato troppo indeciso e diciamo pure cogl…. a non rendermi conto di quanto faceva per me e quanto era ed è importante, ma ha contribuito a farmi sedere sulla situazione e quasi accettarla anche io per come era…. trovando pochi stimoli per farla crescere, pur non essendo mai mancato l’Amore reciproco.
    Poi questo suo cambiamento repentino in pochi giorni mi ha lasciato senza parole, non avrei mai immaginato che si passasse dal sentirsi continuamente più volte al giorno, ad essere bloccato ovunque e non darmi nemmeno la possibilità di parlarle come già detto.
    Io ora ripeto, dubbi non ne ho e non sto cercando una badante nè a 360 nè tantomeno a 369 gradi…. ma desidero solo tentare di recuperare colei che ho sempre pensato fosse il mio completamento naturale, e sento di amare come non mai.
    Se devo lasciarle del tempo per riflettere va bene, ma non vorrei che questo tempo diventasse controproducente per me e la allontanasse ancora di più, ed io tempo ne ho già perso anche troppo.

    • alessandro pellizzari, 10 Agosto 2020 @ 18:29 Rispondi

      Se aspettate ancora un po’ nascono i suoi nipoti con i figli che fa con quello nuovo a Stefano la tua storia è tanto tirata per il collo che sembra fake

  • maribel, 10 Agosto 2020 @ 18:53 Rispondi

    Ma si Ale… sembra veramente la “summa” di tuttè le tipologie di uomo da te descritte negli articoli.

  • elleelle, 10 Agosto 2020 @ 18:56 Rispondi

    @Stefano
    Mamma mia, buttati, cosa aspetti a fare?
    Comunicale le tue intenzioni al più presto e lascia a lei la mossa successiva, così non passi da ossessionato.
    La vostra amica comune può darle il biglietto aperto, senza busta. Se lei non si fa viva, il messaggio è chiaro.
    Ma non stare qui a roderti, a rimandare, a fare avanti e indietro. Sii deciso, per una volta!!

  • Stefano, 10 Agosto 2020 @ 18:59 Rispondi

    @alessandro pellizzari, scusami, ma che motivo avrei di venire qui a prendere anche qualche meritato pesce in faccia per raccontare una storia fake ? non è di questi commenti che avrei bisogno. Cmq libero di credermi o no … Grazie comunque

    • alessandro pellizzari, 10 Agosto 2020 @ 19:22 Rispondi

      Non fare la vittima

  • Nina, 10 Agosto 2020 @ 19:31 Rispondi

    Dai Stefano basta. Hanno ragione le ragazze. Biglietto subito, aperto e con richiesta di appuntamento a brevissimo e in alternativa promessa di lasciarla vivere. Però mi raccomando toni decisi, io non so perché ma ti sento ancora troppo fragile. O la va o la spacca. Ma a un certo punto basta pippe!!! Senza offesa, mi sento io stanca x lei a leggerti qui, forse perché mi ricordi l’immensa fatica che ho fatto io. Il suo cambiamento repentino è dovuto al fatto che tu non ti sei mosso neanche da libero, evidentemente le sono caduti i vogliono, anche perché una mossa spettava a te e lei non avrà voluto forzarti perché giustamente si aspettava che ti svegliassi. Noi vi vogliamo tanto bene ma non siamo le vostre mamme e a un certo punto dovete farvi una bella svegliata. Te lo dico con rispetto e affetto. SVEGLIAAAA!!!

  • Dispersa, 10 Agosto 2020 @ 20:17 Rispondi

    @Oldplum…. Concordo….
    Ma ognuno mette nel piatto della bilancia quello che fa stare meglio…. chi la propria felicità, chi i soldi, chi la convenienza, chi la propria dignità….
    Ognuno con il proprio peso e la propria misura!!

  • elleelle, 10 Agosto 2020 @ 20:17 Rispondi

    @maribel
    Mi sembra strano che sia una storia falsa, è semplicemente il solito uomo che per indecisione finisce per fare un pasticcio che diventa poi ingestibile.
    Il mio ex ha fatto lo stesso, tutte le decisioni sbagliate che avrebbe potuto prendere, le ha prese. Se venisse qui a raccontare la nostra storia, darebbe la stessa impressione perché comunque quello che è successo ha dell’incredibile.

    Credo che Stefano non abbia alternativa se non quella di esporsi con lei al più presto e di farlo con sincerità.

  • Stefano, 10 Agosto 2020 @ 20:18 Rispondi

    io fake non ne racconto …..
    forse è venuto il momento di togliere il disturbo….

  • Nina, 10 Agosto 2020 @ 20:59 Rispondi

    Dai Stefano non fare l’offeso. Anche la mia storia avrebbe dell’incredibile..su, se ti va stai qui e prendi il buono.

    • alessandro pellizzari, 10 Agosto 2020 @ 21:57 Rispondi

      Certo che se non regge il confronto sul blog come farà a riconquistare l’amata

  • Nina, 10 Agosto 2020 @ 21:01 Rispondi

    Nel senso, non fare pure tu l’uomo mestruato e incompreso. Se no ci credo che lei dopo un po’ anche basta. Ha ragione Alessandro. Il vittimismo anche no. Sappi che è la roba meno erotica che ci sia (almeno x me)

    • alessandro pellizzari, 10 Agosto 2020 @ 21:58 Rispondi

      Da amante alfa a casalingo disperato ci ho fatto pure una diretta

  • Nina, 10 Agosto 2020 @ 21:02 Rispondi

    @elleelle ma io non ricordo bene tu a un certo punto qui hai cambiato nickname? O mi sbaglio?

  • Ariel, 10 Agosto 2020 @ 21:03 Rispondi

    @CaroAlessandro
    ,ma perché pensi sia un fake?
    Non so avrai i tuoi motivi di esperienza mediatica ,
    Ma ecco nello stesso tempo pure se hai questo dubbio ,
    Ecco non so ,ma mi spiacerebbe molto che tu potessi aver ragione perché per una volta che un uomo si apriva qui a parlare della sua esperienza e difficoltà ecco che nella mia ignoranza di social mi pare forse un precipitarsi a giudicare male?

    Non so ,ma in fondo cosa ha fatto di scorretto qui nel suo scrivere???

    Credo sia bene che tu possa chiarirmi le idee perchè altrimenti che confusione qui nel nostro comunicare e scambiare i nostri pensieri su questo caso.

    • alessandro pellizzari, 10 Agosto 2020 @ 21:59 Rispondi

      Sarà pure vero ma la storia sembra una telenovela

  • elleelle, 10 Agosto 2020 @ 22:02 Rispondi

    @Nina
    Ricordi bene

  • Ariel, 10 Agosto 2020 @ 22:05 Rispondi

    @CaroAlessandro
    In effetti ,resta una storia complessa e per certi versi si come una telenovela.
    Vabbè ovviamente mi fido totalmente del tuo giudizio
    Sicuro tu hai la esperienza che occorre per valutare chi scrive qui.
    Grazie @CaroAlessandro

  • maribel, 10 Agosto 2020 @ 22:10 Rispondi

    io me lo chiedo spesso se sono tutte storie vere o invenzioni, poi mi dico che la gente non può avere tutto ‘sto tempo da perdere a inventare, scrivere, cercare di non confondersi, leggere le risposte alle proprie invenzioni… ma alcune vicende sono veramente così surreali… ma si sa che spesso la realtà supera la fantasia, quindi….

  • Stella, 10 Agosto 2020 @ 23:25 Rispondi

    Sai Stefano che penso leggendo la tua storia? Che tua moglie ti ha lasciato e poi il giochino dell’amante durato dieci anni si è rotto,se tu realmente vuoi lei non dovresti venire in questo blog perché un uomo realmente innamorato sa quello che deve fare…cmq la tua amante si sta finalmente rifacendo una vita,poiché l’ha persa dietro a promesse che non hai saputo mantenere e a te ora questo non va perché pensavi che lei stesse lì per altri anni a tua disposizione. Bhe caro mio c’è una novità, lei non è più tua e si è stancata.questo è il prezzo che si paga a tenere una donna in sospeso per dieci anni.

  • Ariel, 11 Agosto 2020 @ 00:57 Rispondi

    @elleelle
    E prima come era il tuo nickname?
    ,ma si può cambiare il nickname?

    Scusa lo chiedo per curiosità

  • Oldplum, 11 Agosto 2020 @ 08:39 Rispondi

    No, @dispersa. Non stai meglio con le cose materiali. Infatti vedi uomini e donne che escono dalle tane (matrimoni convenienza) per trovare affetto, ascolto , sesso, amore in una figura esterna. La prospettiva va rovesciata. Avendo amore, affetto, comprensione, sesso , uno/a uscirebbe per trovarsi un matrimonio, la casetta e un marito/moglie che non sopporta o regge e basta per mille ragioni (soldi, mutui, casa , figli)?
    Evidentemente quella roba lì non da la felicità.

  • cossora, 11 Agosto 2020 @ 09:42 Rispondi

    @Stella concordo. Più che di prezzo da pagare, parlerei di conseguenze da accettare. Una che per 10 anni (cazzo, DIECI ANNI) vive come l’ombra di qualcun altro.. se molla il nuovo o lo ‘usa’ per attendere il ritorno dell’amante sposato/separato/indeciso/improvvisamente deciso (perchè c’è un altro, solo per quello) è una sfigata.

    Ma senza giudizio. Non ha amor proprio, non ha amore per la vita e nemmeno la capacità di capire l’entità dello spreco di tempo, opportunità, risorse, cui ha partecipato e ORRORE sta ancora partecipando.

    No dai, l’amore non è sta roba qua!! Io nel fratempo sono stata anche riabilitata su whatsapp. Quanti poveracci in giro, bisogna essere delle poveracce per tornarci.

  • LEI, 11 Agosto 2020 @ 09:47 Rispondi

    Oldplum assolutamente no. Non ho più 20 anni per reinventarmi, alla mia età le spalle coperte forse contano più dell’amore.
    Sarò viziata, materialista…ma non ce la faccio proprio ad adattarmi ad una vita di sacrifici.

  • LEI, 11 Agosto 2020 @ 09:51 Rispondi

    Ariel l’ho scritto anche in un’altra risposta, per me la libertà ha un prezzo troppo alto da pagare. Probabilmente mi è più facile accettare certi compromessi che cercarmi una libertà che mi darebbe un sacco di pensieri. Preferisco ogni tanto mandare a quel paese mio marito ma non avere problemi ad arrivare a fine mese. Non ci dormirei la notte.

  • LEI, 11 Agosto 2020 @ 09:53 Rispondi

    Mio marito ha un carattere difficile, sempre nervoso, scatta per un nonnulla, ma ci conosciamo da 24 anni, ormai ci sono abituata. Sarebbe molto più difficile abituarmi a stringere la cinghia.

  • elleelle, 11 Agosto 2020 @ 09:59 Rispondi

    @Oldplum
    Hai ragione, le cose materiali non danno la vera felicità. Possono dare la tranquillità dell’abitudine ma dentro ti manca qualcosa.
    Forse @Dispersa voleva sottolineare come per certe persone ci sono cose che valgono più di altre. Il mio ex, nonostante l’amore professato per me per mesi e mesi, ha valutato come più importante mantenere le cose come stavano.
    È un’illusione, perché dopo quello che è successo niente sarà più come prima in casa sua, ma evidentemente gli sta bene così. Non gli importa quello che ha fatto alla moglie, perché la loro coppia evidentemente non è più basata sul rispetto ma su altre cose, che permettono di mentire a se stessi e agli altri.
    Ogni persona ha un sentire diverso e una capacità diversa di scendere a compromessi.
    Come mi è stato detto: “Conosci una donna che lascerebbe una situazione come la sua, fatta di un tale benessere e prestigio sociale? E secondo te lui si metterebbe tutti contro con il rischio di perdere quello che ha?”
    Sono altri “valori”.

  • LEI, 11 Agosto 2020 @ 10:04 Rispondi

    Stefano purtroppo la tua mancanza di coraggio ti sta punendo.
    Per quanto riguarda la mia storia, ti assicuro che il primo anno davvero avrei mollato tutto per lui.
    Poi ho avuto ben chiaro tutto il quadro. La sua compagna sarebbe stata sempre una palla al piede, lui avrebbe avuto duemila sensi di colpa nei confronti delle figlie, non avremmo mai avuto serenità nel nostro rapporto, e al minimo screzio ci saremmo chiesti se era stata la scelta giusta. Lui non ha le palle per scegliere di essere felice, io voglio vivere serena.
    Ho razionalizzato il tutto e adesso sono contenta di non aver fatto il salto. Ovviamente a seguito di tutte queste considerazioni il mio trasporto nei suoi confronti ha avuto un notevole calo.
    Probabilmente anche la tua ex amante ha fatto tanti pensieri che l’hanno portata alla scelta che ha fatto.
    Certi treni passano una sola volta, bisogna avere il coraggio di salirci al volo.

  • LEI, 11 Agosto 2020 @ 11:36 Rispondi

    Ellelle si vede che a casa sua poi così tanto male non ci sta, a parte i valori.
    Solo una situazione davvero esasperante porterebbe a cambiare le cose.
    Bisogna pensare a come si svolge la vita della maggior parte delle coppie italiane: entrambi lavorano, si ritrovano a casa per cena, due chiacchiere sulla giornata e sui figli. Poi sul divano a guardare la tv, magari chattando ognuno per conto proprio con qualcuno di più interessante. Le vacanze un paio di volte all’anno, un pò di vita sociale, pochi argomenti che scatenano conflitti. Il tradimento si può archiviare come un deragliamento, l’importante è rientrare in carreggiata.
    Ti sembra così insopportabile tutto questo? Comunque di base c’è l’affetto, la stima può essere calata, l’amore sicuramente, il sesso altrettanto. Ma tutto mediamente sopportabile, soprattutto quando parlando con gli amici, ti rendi conto che il 90% delle coppie vive così.

  • Lia, 11 Agosto 2020 @ 12:10 Rispondi

    @Lei, la risposta è sì, davvero insopportabile

  • cossora, 11 Agosto 2020 @ 12:22 Rispondi

    Sapete cosa? @LEI, @Stefano (ma ci metto il mio ex marito e il mio ex amante e chissà quanti altri).. mi sembrate gente in balìa degli eventi.
    Gente che vive sempre ‘grazie’ a qualcosa o qualcuno.
    … questa frase di @LEI “ormai ci sono abituata. Sarebbe molto più difficile abituarmi a stringere la cinghia” mi fa venire i brividi.
    Passiamo giorni, mesi, anni a dare inconsapevolemnete degli esempi ai nostri figli. Sono le cose ripetute che incidono. Che razza di messaggio passa in questo modo? Meglio abituarti a dipendere da qualcuno che a vivere la tua dignità.
    Ma siete seri? Ai vostri figli fate davvero questo?
    Io sono scioccata.

  • Love, 11 Agosto 2020 @ 12:47 Rispondi

    LEI….la parte finale di ciò che hai scritto, mi ha portato a ricordare ciò che diceva anche la mia lei…
    “Parlando con amici, ti rendi conto che il 90% delle coppie funziona così!”
    “Il tradimento è un deragliamento e poi…”
    Beh…se il 90%, funziona così, allora è corretto che anche la mia debba funzionare così…io la trovo una grande giustificazione, che va a giustificare anche quel deragliamento, che io chiamo comodità….

  • elleelle, 11 Agosto 2020 @ 13:37 Rispondi

    @LEI
    Se uno è contento nella sua situazione da italiano medio, non dovrebbe mettere di mezzo un’altra persona, dirle che la ama, tentennare per mesi sul lasciare la moglie o meno.
    Non dovrebbe nemmeno fare del male alla moglie, tradendo e mentendo e poi andandoglielo a dire. Questo non è affetto, non è stima, non è amore. È farsi i propri comodi.
    Inoltre non capisco perché bisogni sempre accettare questa gara al ribasso dei sentimenti: povero me, sono infelice e ma se mi separò ci rimetto questo e questo e questo. Aspetta un po’ che mi faccio l’amante così umilio tre/quattro persone in un colpo solo…
    Altro che essere codardi, eh!

  • cossora, 11 Agosto 2020 @ 13:56 Rispondi

    Comunque che la media sia mediocre, non è una novità.
    Basta scegliere di discostarsene. Mi hanno sempre dato della snob, e lo confermo, io e questo ‘popolino’ non abbiamo niente da spartire. Nei due anni in cui mi sono fatta del male si vede che avevo bisogno di certe cose. Ma se alla fine me ne sono allontanata, ça va sans dir..

  • maribel, 11 Agosto 2020 @ 14:02 Rispondi

    @LEI io assolutamente non sono nella posizione, PER ADESSO, di commentare la tua storia, visto che per un periodo ho fatto lo stesso che fai tu, poi ho fatto marcia indietro per mille motivi (soprattutto sensi di colpa).
    at
    ma ti assicuro che la mia vita di adesso è anche peggio di quella di prima. sono molto nervosa, ho le lacrime in tasca, reagisco per un nonnulla, mi sento veramente giù…. frequento uno psicologo che mi sembra molto sul pezzo e cerca di aiutarmi ma faccio una gran fatica ad uscire da questo pantano. questa persona mi ha sintetizzato in modo interessante il modo in cui la maggior parte delle persone alla fine non rischia e torna indietro ( uso parole mie, il discorso è più complesso naturalmente): mai per amore, sempre per altri motivi. non per forza per cattiveria o convenienza ma perchè abbiamo bisogni irrisolti. BISOGNI. non sentimenti nè tantomeno amore. Bisogni che risalgono ad anni fa magari, e ci rendono impossibile il cambiamento e lo scardinare certe regole che ci si è dati.
    O si lavora per scardinare questi bisogni (cosa che io sto cercando faticosamente di fare) o si resta impaludati.

    tu @LEI sembri molto consapevole. io tutta la mia restante vita impaludata nei miei irrisolti di quando ero una ragazzina insicura coi genitori severi ecc ecc anche no. ALMENO CI PROVO.

  • Ariel, 11 Agosto 2020 @ 14:04 Rispondi

    @Lei e tutti quelli che la vivono e la pensano come lei
    Concordo in pieno con il commento di @Cossora
    E in più aggiungo sia @Lei che per @Love che secondo me questo cliché solito del dire che la maggioranza delle coppie sta messa così come voi o nel solito farsi le corna e stazionarci così senza nessuna reazione di tirare fuori gli attributi e CAMBIARE VOI STESSI anziché ASPETTARE gli eventi trincerandosi dietro al solito lamento greco del intanto così fan tutti

    Una scusa gigante secondo me per non muoversi di un millimetro
    E farsi il Mazzo Tanto che occorre SEMPRE X EVOLVERE e costruire il proprio presente dando il buon esempio a tutti a partire dai propri figli e se stessi

    Come se sbagliato sia una condanna alla immobilità

    Ecco ma chi frequentate???
    Insomma mica tutti sono così immobiliari e rassegnati che si nascondono dietro alla maggioranza di cosa? Del vostro mondo piccolo mondo antico senza più la voglia di migliorarsi

    Sempre mi ha affascinato la Leggenda dei 36 uomini giusti
    Per ogni generazione nel mondo intero esistono soltanto che 36 uomini in senso della umanità possono essere pure Donne che reggono tutte le magagne commesse dai propri sbagli e nessuno potrà mai sapere chi siano e siano stati

    Ecco come a dire che proprio nelle minoranze sono contenute le soluzioni positive

    Coraggio muovere il culo.,pardon, che tutti si sbaglia, ma l’importante è MUOVERSI IN AVANTI SENZA PIÙ PAURA DI NULLA!!!

  • elleelle, 11 Agosto 2020 @ 14:10 Rispondi

    @Cossora
    Anche io mi sento di aver poco da spartire con queste persone.
    In realtà ho trovato il commento di LEI molto doloroso, perché io mi sarei messa in gioco nonostante una situazione molto più difficile di quella del mio ex.
    Vedere che per tante persone è normale fregarsene dei sentimenti propri e degli altri purché non si tocchino il portafoglio e la facciata da mantenere in società, mi fa dire che allora io e lui non saremmo mai potuto andare d’accordo perché veniamo da posti mentali e caratteriali troppo diversi.
    Chi non è abbastanza maturo per un’altra relazione, deve stare buono a casa sul divano, guardando la cara mogliettina e chattando con gli amici delle elementari. Basta coinvolgere altre persone e basta ipocrisie.

  • elleelle, 11 Agosto 2020 @ 14:24 Rispondi

    @Lia
    Brava! Che vita è una vita fatta di menzogne?
    Io lo sto vivendo in prima persona, un matrimonio spento e comunque macchiato da un tradimento non è una situazione di felicità.
    Oggi siamo usciti tutti assieme a fare un giretto e io non riuscivo neanche a parlare. Dentro di me sono spenta, mi sento come prigionera di una situazione che funziona fino a un certo punto, portata avanti per i bambini. Mio marito non è felice nemmeno lui.
    Si può dire onestamente che il mio ex e sua moglie stiano bene adesso? Secondo me neanche per sogno.
    A cosa serve tutto questo, se ti porta comunque a soffrire e a permanere in uno stato di infelicità?
    Almeno un tentativo di essere felici bisognerebbe farlo, quando c’è la possibilità.
    Noi la possibilità l’avevamo avuta, lui ha buttato via tutto e nel modo peggiore per di più, calpestando due persone.
    Anche io direi che questo è insopportabile.

  • Oldplum, 11 Agosto 2020 @ 15:55 Rispondi

    @lei, nulla.
    Spero che tu prima di finire i respiri non ti debba rendere conto nemmeno un secondo cosa sia la libertà. Perché scopriresti di aver sprecato, gettato, umiliato la tua umanità che è preziosa e sta lì, sotto una crosta di veli e di schemi. Sopravvivere non è bello. Mi spiace per te.

  • C., 11 Agosto 2020 @ 16:52 Rispondi

    Quello che scrive @Lei è raccapricciante ma purtroppo rappresenta davvero l’italiano medio.
    Anche il mio ex “amico” che già solo ricordarlo mi viene la nausea, mi diceva: ” così fanno tutti”, ” ormai sono abituato”, “è il compromesso per rimanere insieme”…. frasi che solo pensare di averle ascoltate mi si accappona la pelle.

    Io dico, uno può anche decidere di accontentarsi, cioè di rimanere con il proprio partner conscio di tutti i limiti del rapporto ma appunto deve scegliere.
    Se sceglie di rimanere calmo e sereno (con il partner) deve anche scegliere tutto, noia, abitudini e sesso insoddisfacente incluso, evitando come giustamente dice Cossora, di aggrapparsi a qualcuno succhiandogli il midollo.
    Quando poi il midollo è vuoto lo buttiamo via, tanto che fa?!?
    Ma scherziamo??? Dove diavolo sta il rispetto della persona, il dolore che possiamo arrecare, l’abbassamento dell’autostima che si può procurare, la depressione che scaturisce da un abbandono dopo tanti momenti di condivisione?

    Io se penso solo di ferire qualcuno con le mie parole sto male figuriamoci se devo ferirlo usando il suo corpo e la sua anima.

    Per cosa poi?
    Per un pò di sesso in più?
    Per un pò di sfogo in più?

    Ci sono fior fiori di persone (anche professionisti) che possiamo pagare per bypassare questi vuoti evitando di arrecare danni.
    Ma davvero vogliamo questo anche per i nostri figli?
    Perchè ora ci siamo passati noi, domani ci saranno i nostri figli a pagare queste pene se noi non insegnamo loro questi valori di base.

    Sarò bigotta ma credetemi preferisco pensarla così

  • Lia, 11 Agosto 2020 @ 19:29 Rispondi

    @elleelle, non giudico nessuno e parlavo per me quando dicevo che una situazione del genere è insopportabile, però anch’io per tanti anni ho preferito non fare nulla. La mia paura più grande era quella di far soffrire il mio ex compagno. Mi sono trascinata sapendo che prima o poi la bomba sarebbe esplosa, perché non ero felice, non ci stavo più dentro. Adesso l’unico rimpianto che ho è di averlo fatto nel modo sbagliato, avrei dovuto parlargli onestamente prima di coinvolgermi con un altro. Però non ho dubbi sulla scelta fatta, la migliore per tutti e due.

  • elleelle, 11 Agosto 2020 @ 20:47 Rispondi

    @Lia
    So che non stavi criticando, oltretutto sono praticamente sempre d’accordo con te
    Portavo la mia esperienza, che è simile a quella di @maribel. Restare o tornare non è affatto garanzia di felicità, è appunto un pantano in cui ci si sente sprofondare.
    Il compromesso in amore è come il compromesso in generale, lascia insoddisfatti.

  • elleelle, 11 Agosto 2020 @ 21:15 Rispondi

    @maribel
    Il mio ex era un ragazzino insicuro con un padre severo che lo ha fatto sentire spesso inadeguato.
    Si trascina questo problema da quando era piccolo.

  • Dispersa, 11 Agosto 2020 @ 22:08 Rispondi

    @Elleelle hai centrato in pieno il mio discorso….
    @Maribel…. Quando si fanno certe scelte bisogna esserne consapevoli al 100%.
    Parlo per me, lui ha scelto quando è stato scoperto…. Ho sofferto tanto….
    Il primo periodo lo passavo piangendo (anche in ufficio….)….poi tutto passa…. Lui è tornato e ho sofferto una seconda volta, perché i suoi sensi di colpa li facevo miei (ho anch’io una famiglia).
    E così via….
    Lavoriamo assieme e non c’è gg che lui non passi anche solo per un saluto, abbiamo chiuso poco meno di un mese fa (con tira e molla epocali e navigazioni a vista)…. Mi sento più forte…. I pianti ormai spariti…. Una rabbia sempre meno forte…. Ad un certo punto si deve scegliere….
    Un abbraccio!!

  • maribel, 12 Agosto 2020 @ 08:12 Rispondi

    @dispersa nel mio caso sono stata solo io a decidere. Potevo scegliere la libertà o il tornare indietro. L’altra persona era libera come l’aria. Sono io che non me la sono sentita. Per questo rispondevo a @LEI dicendo che quando le scelte non si fanno per amore ma per altri motivi si resta immersi nel.pantano .

  • Dispersa, 12 Agosto 2020 @ 08:41 Rispondi

    Immaginavo @Maribel…..
    Volevo dirti che certe scelte, anche se sofferte, vanno fatte in modo deciso e definitivo altrimenti si rischia di fare un ‘avanti e dietro’ che fa soffrire tutti…. Ma proprio tutti!!
    Un abbraccio!!

  • elleelle, 12 Agosto 2020 @ 09:47 Rispondi

    Ho parlato con due amici negli ultimi giorni, due uomini della mia età che hanno scelto di restare con la famiglia per motivi che andavano al di là dell’amore per il coniuge.
    Nessuna felicità nelle loro parole, solo la consapevolezza di averlo fatto per il bene altrui. Uno ha scelto per i figli. L’altro per un motivo diverso ma mi ha detto che non vive più.
    Se è vero che chi tradisce non ama, chi resta dopo un tradimento per altri motivi continua a non amare. Non si può parlare di felicità, si può parlare di rassegnazione e di consapevolezza che un tradimento potrebbe capitare di nuovo in futuro.

    • alessandro pellizzari, 12 Agosto 2020 @ 13:11 Rispondi

      Si vive nel limbo della non felicità

  • Outlier, 12 Agosto 2020 @ 10:04 Rispondi

    @Stefano ho letto il tuo commento, la tua storia e anche i commenti delle mie amiche di blog. Hanno ragione. 10 anni sono troppi. Sai c’è una cosa che accomuna gli uomini sposati che hanno una relazione extra: i sensi di colpa durante il weekend come se fossero quei due gg a casa a risolvere il problema. Guarda lo dico solo perché nel mio caso lui faceva uguale. E durante il lavoro o la pausa pranzo non c’erano perché?
    Io credo davvero che sia stata wonder woman a reggere 10 anni. Sai come ci si sente una donna in 10 di briciole, comprensione, amore incondizionato? Priva a immaginare. Credo che col tempo si sia distaccata anche lei. Vedeva che non c’era più nulla da fare.
    Se hai capito che la vuoi, allora vai sotto casa sua e dille che la ami, che vuoi stare con lei. Altrimenti restano ancora solo paure.
    Credo prenderai un no. La fiducia è difficile da recuperare. Ma almeno ci proverai davvero!

  • Ariel, 12 Agosto 2020 @ 10:27 Rispondi

    @Maribel
    Il tuo ragionamento non fa una piega ,esattamente proprio come hai scritto funziona così per tutti
    Le scelte che si fanno sono sempre mosse da bisogni propri
    Limiti che derivano da problemi mai affiorati venuti da lontano nella propria storia di crescita da infanzia in poi.

    Questo @Lei lo Sto arrivando! Bene esattamente come molte persone

    Il punto è che ognuno di noi poi tocca il fondo in un preciso momento della propria vita ,magari proprio perché è la sofferenza provata da una esperienza negativa che accende la propria luce sulla voglia di fare qualcosa per evolvere e cioè superare l’antico nodo al quale spesso si attaccano i manipolatori relazionali.

    Ti incoraggio tantissimo perché ovviamente fare ciò che stai facendo con terapia psico è da GRANDI PALLE e cioè occorre tanto coraggio pazienza e si sta Messi proprio come tu hai così bene descritto

    Lo so perché lo ho fatto anche io e in diversi periodi della mia vita
    È davvero un modo molto efficace per acquisire il proprio essere se stessi
    La propria libertà individuale che ha un prezzo elevato

    E questo aggettivo,ELEVATO,
    Si legge in due significati diversi e complementari tra loro

    Si una fatica immane ,ma che fa raggiungere i veri se stessi
    Evolvere infatti è Elevarsi!!!

    Forza Cara@Maribel!
    Un abbraccione ❤️

  • Lilly, 12 Agosto 2020 @ 10:28 Rispondi

    Comunque ragazze, uomini che lasciano e sono corretti esistono. Ho iniziato a frequentare un ragazzo, siamo diventati amici perché entrambi abbiamo una separazione alle spalle e siamo amanti degli animali. Be’ lui, con figlia piccola, ha lasciato la moglie perché ha visto che non era felice. L’ha tradita, glielo ha detto e le ha proposto un percorso da una psicologa. Dopo poco ha chiuso il rapporto perché voleva che entrambi fossero felici e insieme non lo erano più. Non sarà un santo ma è parte di quel ristretto numero di uomini che prende in mano la propria vita e se ne frega della comodità,delle abitudini, della reputazione. È un papà presente ed attento, ma ora è sereno. Quindi esistono uomini così. Ecco…questo racconto era per dire che la speranza non deve morire.

  • lei, 12 Agosto 2020 @ 12:34 Rispondi

    Comprendo i vostri pensieri e ognuno ha il diritto di scegliere per se stesso. Io non mi nascondo dietro il fatto che “così fan tutti” (anche se i dati mi danno ragione), ma “così sto bene io”. Mio marito mi ha persa ugualmente, ma almeno non ha perso qualcuno che comunque gli sta vicino con affetto e si prende cura di lui. Vi assicuro che per una persona come lui non è poco. Non mi sento migliore o peggiore di altri, semplicemente non mi giudico.

  • lei, 12 Agosto 2020 @ 12:41 Rispondi

    Elleelle, ma tu se davvero sicura che sareste stati felici insieme? Hai considerato tutti i problemi a cui andrebbero incontro i vostri figli? Davvero è così facile costruire felicità sulla sofferenza altrui? Avresti fatto il tentativo, e se poi andava male? Non saresti impazzita a pensare di aver fatto soffrire tante persone per qualcosa che si è poi rivelato un bluff?
    Ieri mattina mio marito, mentre uscivo per andare al lavoro, mi ha guardata e ha detto “come sei bella”, quanto mi ha fatto male quello sguardo, quanta nostalgia ci ho visto.

  • cossora, 12 Agosto 2020 @ 13:35 Rispondi

    Uomini che lasciano esistono, cara @Lilly. Che poi lo facciano in modo corretto o meno, ragazza il passato è passato, non si può nemmeno vivere riesumando salme. Che palle.
    Lo dico perchè l’uomo con cui esco a 35 anni ha lasciato moglie e figlio (tutt’ora vanno d’accrdo ma con le dovute visioni inongruenti uomo/donna) ma non è che l’ha fatto dall’oggi al domani. La prassi è la stessa per tutti, ci si allontana, si tradisce e a volte si ha paura che l’amante faccia il danno. Quindi si gioca d’anticipo. Si alscia e si passa anche nel momento del pentimento (lo ha fatto anche lui) del ‘ma quanto mai potevo stare zitto’.
    Poi che fosse un santo prima. chi lo può dire? E poi, io sono stata santa?
    Questa è la mia pagina bianca, consapevoelzza si, pregiudizio no.
    Certo, ora capisco come amore e bisogno si possano confondere. Non ho bisogno di lui e lui non ha bisogno di me. Se andrà avanti credo che uno entrerà nella vita dell’altro in modo naturale.
    Io so che in passato ho voluto a tutti i costi guadagnare terreno nella vita del mio ex, perchè avevo un’antagonista a cui rubarlo. Viene quasi naturale, se non lo prendevo io, lo teneva lei.
    Liberi è tutta un’altra storia.

  • Ariel, 12 Agosto 2020 @ 13:51 Rispondi

    @Lei
    L’impo È vivere se stessi quelli veri quelli liberi dai condizionamenti antichi famigliari….
    Poi il fatto che gli altri possano disapprovare o soffrire per cosa?
    Perchè si vuole vivere il più possibile Liberi dentro??

    È un problema altrui
    Mi soffermo su questo tuo commento perché in effetti è umano e in apparenza pare valido il principio del non fare male agli altri
    Ma detto così non significa nulla nel senso che ognuno ha il compito sentito spontaneo di vivere secondo ciò che si è la propria unicità che viene ostacolata dai condizionamenti famigliari e dal ambiente società in cui si vive

    Allora ovviamente più saremo liberi di essere esprimere noi stessi veri autentici meglio staranno tutti gli altri
    Semplicemente perché avranno a che fare con un individuo sempre in crescita di evoluzione e quindi il più possibile soddisfatto di se stesso
    E quindi davvero contento pure di dare una mano agli altri .

    Quindi spesso la sindrome della crocerossina a stecca è motivata su un errore di fondo
    Proprio questo da te espresso come dubbio versione in questo commento a Meribel
    ,ma resta universale domanda per soprattutto le Donne che ad esempio come te restano dentro al loro loop imprigionate da Antichi Ordini
    Antichi diktat antichi sentirsi dire che bisogna pensare agli altri

    Sempre a scapito di se stessi !!

    Mi rendo conto benissimo che sia un grande e difficile passo da fare nella propria vita proprio perché sovverte tutto un mondo antico in cui si era creduto e che ancora ci si crede soprattutto per quelle persone che si rifiutano di fpfare un percorso di vera scoperte in siete ad un terapeuta
    Che non significa stare malati ma fare ordine in se stessi affrontare tutti i nodi
    Fare finalmente il Passo della propria vera Libertà

    Provarci,
    Almeno!!!!

    È un augurio!

  • agnese, 12 Agosto 2020 @ 13:52 Rispondi

    @Lei scusa ma io questa cosa di ‘costruire sulla sofferenza degli altri’ non reggo più. Ma quale sofferenza!? I figli vengono forse abbandonati? Lasciati a sé stessi? Privati dell’amore? No.
    Meglio crescerli nel mondo del non amore, delle menzogne ecc e credimi il loro matrimonio sarà la replica precisa del matrimonio dei genitori…. Bello! Questa si che è sofferenza! Perché da bambini magari non se ne accorgono (o meglio, è ciò che credi tu) ma da adulti inconsciamente vivranno la tua stessa vita. Padre che mai da un bacio alla mamma, un abbraccio, uscite una sera tu, una io, parlare nel modo magari gentile ma impersonale, tutto come sulle foto della famiglia reale ma sotto marcio e senza sentimenti. Contano soldi e apparenze giusto. E figli scoppiettanti della felicità perché mamma e papà, gelidi ma sotto lo stesso tetto eh!

  • elleelle, 12 Agosto 2020 @ 14:02 Rispondi

    @lei
    Se lui fosse stato l’uomo che ho conosciuto nel 2019, saremmo stati felicissimi assieme.
    Con l’uomo che ho visto nel 2020 credo che sarebbe stato più difficile.
    Si sono evidenziati troppi problemi, non necessariamente riferiti a noi due che comunque avevamo tantissimo in comune.
    Problemi suoi, che lo portano ad avere certi schemi di comportamento che applica anche al di fuori della coppia. Li applica con amici e collaboratori, quindi sono modi di fare ormai insiti nella sua personalità.
    È una persona molto giudicante verso se stesso e gli altri. È impulsivo e agisce senza pensare alle conseguenze. In un certo senso, ha bisogno che gli si corra dietro per dirgli che è bravo. Ha bisogno di attirare l’attenzione, in modo positivi ma anche negativi, tipo appropriandosi di problemi non suoi ma che potrebbero farlo emergere.
    Guai a criticarlo, anche se non apertamente. Si è legato al dito due frasi che ho scritto su FB quando non stavamo più assieme e che potevano essere riferite a chiunque visto che non c’era alcun nome. Lui è perfetto, lui scherza, nm fa le cose apposta, lui è buono, è solo travolto dalle circostanze.
    E potrei andare avanti…
    Quando si scoprono questi lati oscuri del carattere di una persona, poi si è sempre sul chi va là. Difficile vivere sereni e felici. Ci riesce chi se ne frega, ad esempio un partner indulgente che ha interesse a fare finta di niente.

  • cossora, 12 Agosto 2020 @ 14:55 Rispondi

    @Lei sei stata convincente fino a “non ha perso qualcuno che comunque gli sta vicino con affetto e si prende cura di lui. Vi assicuro che per una persona come lui non è poco”
    Per una persona ricca come lui è il minimo che tu possa fare.
    Siamo @acasadiale.. lo sanno tutti che se tuo marito facesse la coda in posta per prendere la minima non te lo fileresti neanche.
    Suvvia!

  • Lilly, 12 Agosto 2020 @ 21:15 Rispondi

    Muahahahahaha…. con questo tuo commento @cossora mi hai fatto morire…in effetti @lei dai…onestamente…il pregio più grande che ti tiene legata al maritino lo sappiamo. Sono i soldi. E non ti giudico. Mio marito era sempre in crisi economica. Quindi ho sempre guardato con invidia chi aveva un uomo solido finanziariamente accanto. Buon per te.

  • Nina, 12 Agosto 2020 @ 23:02 Rispondi

    Scusate ma spezzo una lancia x @lei. Ha sempre detto senza nascondersi che x lei sono importanti i soldi, ma ora stava dicendo che anche lui ha bisogno di lei, possiamo dire che è uno scambio che non ci piace, ma ognuno ha il suo vantaggio è io ci credo che lei si sente di ricambiare la sicurezza e lo stile di vita che lui le garantisce con la propria presenza. Non dico che sia giusto o condivisibile però mi pare equo. Sempre considerato il punto di vista di @lei.

  • Dispersa, 13 Agosto 2020 @ 08:53 Rispondi

    Vero @Cossora…. Ce ne sono di uomini così.
    Quelli che non scelgono è perché in fondo a casa non stanno così male…. Ci possono essere mille motivi ma se una persona non regge più la situazione familiare ad un certo punto decide e l’amante in questo caso non centra nulla!!
    Cmq sono felice per te, per la tua consapevolezza… E per la tua pace dei sensi raggiunta!!

  • lei, 13 Agosto 2020 @ 09:06 Rispondi

    Credo fermamente che ai figli della felicità dei genitori come coppia interessi una cippa. Penso di non aver mai visto litigare i miei genitori, mai una parola fuori posto, ma non erano felici insieme, molte differenze caratteriali, era palese. .
    Ma a me da figlia interessava avere un’unica casa, averli lì entrambi, e non essere sbattuta avanti e indietro come un pacco postale.
    Da piccoli ai figli interessa sostanzialmente questo, da grandi hanno la loro vita e sono solo spettatori di qualcosa che non li riguarda appieno.
    Mio figlio vede che non siamo felici insieme, una volta ci ha detto che non sa come facciamo ancora a vivere sotto lo stesso tetto. Ma era solo una considerazione. Lui ha la sua vita, le sue passioni, l’università, le amicizie. Ha amici con genitori separati, ma la cosa non fa alcuna differenza, se non a Pasqua e a Natale.
    Certo sarà condizionato nelle sue scelte dall’esempio che ha davanti. Io per prima gli ho detto di non scegliere una donna per non rimanere solo. Di cercare una partner che abbia gli stessi interessi e lo stesso modo di vedere la vita, diversamente meglio stare soli.

  • maribel, 13 Agosto 2020 @ 09:07 Rispondi

    @agnese non sempre c’è il gelo tra i due, magari uno si sforza di essere gentile e accudente perchè si sente in colpa e non vorrebbe far soffrire nessuno, è che poi la corda si spezza e a sforzarti non ce la fai proprio più.
    e comunque sono d’accordo con te. meglio insegnare la coerenza e vivere nella sincerità. che poi è insegnare a essere liberi, che è il migliore insegnamento che si può dare, secondo me.

  • cossora, 13 Agosto 2020 @ 09:08 Rispondi

    @Dispersa.. in che senso la mia pace dei sensi???
    Quelli non mi lasciano in pace mai! Ah Ah Ah.. ovviamente la mia relazione con quello libero è molto hot (mi sono stupita per prima del mio self control all’inizio perchè comunque è vero, andarci la prima sera condiziona il poi) e il ragazzo apprezza.
    Apprezza molto. Ogni tanto, in momenti particolarmente spregiudicati si ferma mi guarda e mi dice: dimmi che saremo sempre così!
    E sapete una cosa? Io lo trovo tenero!

  • cossora, 13 Agosto 2020 @ 09:18 Rispondi

    Aspetta @Nina, non sto dicendo che @Lei si dichiari disinteressata (anzi) ma è quando scrive che insomma, anche lui in fondo ha chi si prende cura di lui e gli da attenzioni. Che mi vien da pensare: anche le badanti vengono pagate ma mica mettono le corna e si fanno portare al club in ferie etc. la badante non tocca la dignità di chi la paga.
    Il lui di @Lei sicuramente ha la testa nella sabbia ma.. tra i due il perdente è lui (una bella donna più giovane che si fa mantenere la trova) da come lo descrive, lui sta perchè lei è la madre di suo figlio e la sua compagna di sempre e davanti a tutti.
    @Lei, se lui perde il portafoglio, molla tutto.
    Non ne ha mai parlato in termini di ‘gli voglio bene, è il compagno di una vita, c’è del sincero affetto, lo stimo, etc.’
    Anzi, lui le fa pena quando la guarda o le dice che è bella: “quanto mi ha fatto male quello sguardo, quanta nostalgia ci ho visto” il senso è ‘povero scemo’ .. inutile ricamarci sopra.

  • cossora, 13 Agosto 2020 @ 10:33 Rispondi

    Sei l’esatto prodotto dei tuoi genitori @lei.
    Non insegno ‘trovati una donna che ami e che ti ami’ ma ‘che abbia gli stessi interessi e lo stesso modo di vedere la vita’.
    Non ti è stato insegnato l’amore, non è passato.

  • Oldplum, 13 Agosto 2020 @ 10:35 Rispondi

    @cossy, sono contenta per te, davvero.
    <3

  • lei, 13 Agosto 2020 @ 11:55 Rispondi

    Povero scemo no, quello che ho letto nel suo sguardo è la consapevolezza della mia distanza. Non credo che sia scemo, semplicemente (come me) si è adagiato in una situazione di comodo.
    Ma di base l’errore è tutto mio, inizialmente non ho visto lati del suo carattere e modi di fare che col tempo hanno cominciato a pesarmi. Lui, da vero pavone, inizialmente ha mostrato le sue doti migliori.
    Mi sembra che ci fosse un libro (o un film) dal titolo “ti ho sposato per allegria”, ecco è quello che credo di aver fatto.
    Con lui la parte ludica è sempre stata perfetta, salvo perdersi miseramente nelle difficoltà che la vita ci ha presentato nel corso degli anni.
    Non mi sono mai sentita sostenuta, difesa, protetta, mai sentito dire “tranquilla, ci penso io”. Non è un petto su cui appoggiarmi, una mano che mi accarezza la testa…non ne è capace, davanti ai problemi lui svicola, si dilegua. Per lui esiste il piacere, il dovere proprio se indispensabile.
    Mi sono fatta carico di tutto, ho dovuto essere il genitore normativo, perchè lui è sempre stato morbido e arrendevole (e non immaginate quanto questo mi sia costato), ho affrontato gravi lutti e malattie, sempre pensando che l’unica mano in grado di asciugare le mie lacrime fosse quella attaccata in fondo al mio braccio. Ho messo su la corazza, mi sono fatta la scorza, ora sono cinica e disincantata, anche nel rapporto con l’amante.
    Ho dato tanto, ora prendo. Chi non sta al mio gioco può andare, non inseguo nessuno.

  • Ariel, 13 Agosto 2020 @ 12:18 Rispondi

    @Lei
    Sicuro stai consapevole di ciò che ti ha portato a trovarti dove ancora stazioni oggi
    E leggendoti qui in questo tuo esprimerti preciso è evidente la tua Rabbia tanta e Rassegnazione altrettanta!!!

    Cara@Lei
    Soltanto tu puoi davvero risolvere il tuo chiaro conflitto interiore e nessun altro ,perché nessuno può sostituirsi a se stessi e in effetti se ci pensiamo bene vale per ciascun essere umano la responsabilità di ciò che ci accade nelle relazioni affettive tutte.

    Dipende sempre da noi al come reagiamo di fronte alle difficoltà pure oggettive che ci presentano gli altri quando relazionano con noi.

    Tutto sempre ha origine antica nel prima relazione affettiva che ciascuno ha con i propri genitori o in mancanza di essi delle figure accudenti

    Questa verità oggettiva ed universale ci offre sempre la possibilità di FARCI QUALCOSA
    Anzichyrestare immobili a guardare disincantate ,ma essendo pure tu umana ovviamente è chiarissimo il tuo stare nella Rabbia e nella Rassegnazione.

    Infatti stai di una insoddisfazione umana e comprensibile per chiunque viva o abbia vissuto così tanto tempo sembra a restare in ombra
    Perchè appunto tu ti sei sempre fatta carico di tutto

    LASCIATI ANDARE cara@Lei
    Nessuno cinordina di sostituirci agli altri
    Di fare le croce rossa a stecca
    Di badare sempre che tutto funzioni IN APOARENZA si eccome tutto è o meglio ti appare perfetto

    Peccato che se stiamo qua ,noi Care tutte Donne è perché ci fa bene anche per le risolte
    Fa bene scambiarci i pensieri

    Ci muove dentro in positivo ,saper leggere oltre alle critiche e parole
    Sentire la bontà del aiuto che qui ciascuna offre a se stessa e agli altri semplicemente scrivendo e leggendo.

    E che sia sempre Buona e Mossa dal Buon vento la nostra riflessione.

  • maribel, 13 Agosto 2020 @ 12:31 Rispondi

    @Lei in molte parti del tuo racconto mi ci ritrovo. molti uomini delegano le parti faticose della vita a noi donne, che tanto abbiamo risorse per “resistere” e molto più senso dell’adattamento. nel mio caso poi, un’educazione vecchio stile, basata su certi concetti di serietà, di rispetto, di ruoli ha fatto tanto: la mentalità del sacrificio, proprio.

    Solo che a me tutto ciò sta generando una fortissima, disperata e irrefrenabile voglia di libertà! di coerenza, e sì, anche di rispetto. nei miei confronti e anche degli altri.

    A differenza tua ho avuto come genitori due persone che stavano bene insieme, la classica bella coppia d’altri tempi.
    E anche questa alla fine è un’arma a doppio taglio: forse ho cercato di costruire la stessa situazione loro, ma nel mio caso qualcosa non ha funzionato a dovere.

  • C., 13 Agosto 2020 @ 13:27 Rispondi

    @Lei,
    lungi da me dal giudicare te e chiunque altro.
    Se stai bene tu, se non soffri da questo “prendere”, che comunque non ti ripagherà mai al 100%, va bene così.
    Evidentemente sei convinta che l’amore vero non esista, e se tu per prima non ci credi perchè sei giustamente disincantata, nessuno potrà mai convincerti del contrario.

    Io sono sicura che prima o poi troverai qualcuno che ti farà cambiare idea e ti farà fare il salto.
    Certo non lo potrai più fare con il tuo amante il quale ha il tuo stesso disincanto ma esistono, anche se pochissime, persone coraggiose che sanno osare per amore.
    L’amore non è per tutti, è solo per chi ha il coraggio di osare.

    Ti stringo forte, le tue parole mi hanno davvero mosso dentro.

  • lei, 13 Agosto 2020 @ 16:15 Rispondi

    Delusa? Sicuramente. Arrabbiata? Idem. E’ vero, nell’amore non ci credo più.
    Da sempre, da bambina con una madre presa da altro, ho imparato a contare solo su me stessa, a pensare di non potermi appoggiare a nessuno, perchè se si sposta poi io cado. E forse questo la causa di una dolorosa coazione a ripetere, che mi fa scegliere partner che o per carattere o per storia personale, non saranno mai un appoggio per me.
    Ma non ho voglia di indagare sulle motivazioni, forse come dice Ariel farlo mi renderebbe libera , ma voglio continuare a pensare di essere la mia roccia, il mio appiglio, tutto ciò di cui ho bisogno. Il mio cinismo e il mio disincanto sono la mia forza, rifuggo la vulnerabilità, mi terrorizza. E dipendere dall’amore di altri rende inevitabilmente vulnerabili.

  • lei, 13 Agosto 2020 @ 16:32 Rispondi

    Ho cresciuto mio figlio con presenza e attenzioni, ma con lo stesso disincanto, ripetendogli sempre che deve saper contare solo su se stesso, perchè anche se dovesse trovarsi solo in mezzo al deserto, avrebbe tutto quello di cui ha bisogno.

  • Nina, 13 Agosto 2020 @ 17:31 Rispondi

    @lei capisco benissimo quello che vuoi dire perché credo di essere molto simile a te. Anche io roccia x me stessa (e x gli altri) perché da subito ho capito che nemmeno sui miei genitori (molto fragili entrambi) potevo contare. Ti abbraccio forte

  • cossora, 13 Agosto 2020 @ 17:55 Rispondi

    @Lei io non ti giudico. Stai dove ti conviene, e se te lo permettono, evviva.
    Ma non noti una forte incerenza tra ciò che dici a tuo figlio e ciò che tu fai davanti ai suoi occhi da quando è al mondo?
    Capisci cosa inetndo dire?
    Ti dici cinica e disncantata, quindi perchè hai bisogno di un amante? Di uno mondo parallelo fatto di affetto e non di convenienza?
    Comunque cambiare è deifficile, costoso, faticoso. Fatti la tua vita, è una sola e per tutti finisce nello stesso modo. Six feet under.

  • cossora, 13 Agosto 2020 @ 18:14 Rispondi

    @Old che dolce grazie! Ma sai che sono contenta anche io? Non c’è (almeno sembra) malattia in questa cosa, va da sola ma senza la parte che ‘mi do fuoco per te’ .. è priva di vizi, di dipendenze, di aspettative. E’ come (credo) dovrebbe essere ogni relazione all’inizio. Voluta, vissuta, apprezzata anche nel distacco.
    E’ via con il figlio ora. Io partirò per una settimana favolosa con due amiche ‘sorelle’.
    Bellissimo che inizia mancarmi, senza angoscia.
    Mi rendo conto che con l’ex vivevo come quelle persone cresciute nella fame che non fanno altro che riempire la cucina e il frigorifero di cibo che lasciano scadere, ma che placa la loro paura di dover un giorno rimanere di nuovo senza.

  • Oldplum, 13 Agosto 2020 @ 19:15 Rispondi

    Ma che bello @cossy.
    Te lo meriti, finalmente. <3
    ♤♡♡♡

  • Nina, 13 Agosto 2020 @ 20:09 Rispondi

    @cossora hai descritto benissimo lo stato d’animo che vivevo anche io. Ero arrivata al paradosso che quasi avevo paura di vederlo perché sapevo quanto sarei stata male nei giorni prima dell’appuntamento successivo. Sono anche io molto felice x te, di cuore!! Se penso a come stavo due estati fa.. quella in cui ho iniziato primo CDS. Tra l’altro mi rendo conto che i miei silenzi sono sempre nati dal fatto che lui si sia lamentato che se gli scrivevo gli davo fastidio sul lavoro, quando poi lasciava sempre che il lavoro invadesse i nostri spazi e soprattutto quando sempre mentre era al lavoro si scriveva e telefonava con cani e porci. Idem quando era un auto, sentiva il mondo e poi a me diceva che doveva fare attenzione alla guida. Se penso a quante cose mi sono bevuta e a quanto ci sono stata male..ora nemmeno dover gestire la bega legale infinita con lui mi turba. A volte mi verrebbe da cercarlo e dirgliene quattro perché ne ho le scatti piene, ma poi penso che non vale la pena rischiare 5min di presa male. Non si sa mai. Un abbraccio ragazze!

  • C., 13 Agosto 2020 @ 23:16 Rispondi

    Cossora,
    @Lei ha bisogno di amore esattamente come tutti noi e come tutti gli esseri viventi. Viviamo di amore e ‘’ per amore’’ perché siamo fatti per amare ed essere amati. È un bisogno fondamentale.
    L’unico modo per esorcizzare l’Amore, spogliandolo della sua potente forza che regge il mondo, è quello di dire di non crederci.
    Lei in maniera inconsciamente molto sbagliata pensa di poter dare e di meritare solo quel tipo di amore ma non è così.

    Si sta sacrificando per suo figlio e questo lo dice da sempre, per amore incondizionato verso di Lui e per la sua serenità, si sta accontentando di colmare dei vuoti esattamente come hanno fatto i nostri ex amanti con noi.

    Troverà la sua serenità in un modo o nell’altro, ne sono sicura. Spero che insieme alla serenità possa trovare anche il vero amore.

  • LEI, 14 Agosto 2020 @ 09:03 Rispondi

    Non sono mai stata amata come avrei voluto, quindi l’unico amore a cui do vero valore è quello per mio figlio, nonostante sia un amore senza grossi slanci e manifestazioni fisiche di affetto. Il messaggio che gli ho sempre dato è ho fiducia in te, nelle tue capacità, ti amerò qualsiasi cosa tu decida di essere e di fare. La tua vita è più importante di tutto, vivila per te stesso e per il tuo modo di essere. Io ci sarò sempre, ma non ti condizionerò mai.

  • cossora, 14 Agosto 2020 @ 09:22 Rispondi

    Io sono una mente creativa @Nina, ho un pensiero figurativo, molta memoria fotografica. Zero numeri, li rifiuto. Sai cosa vedo se mi guardo indietro? Hai presente quando recuepri tra le scatole in solaio i gomitoli aggrovigliati e infeltriti della nonna, quelli irrecuperabili?
    Ecco. Lui era così. E io ho passtao due anni col mio bandolino in mano, a cercare eroicamente di dipanare quella matassa di nodi. Per poi arendermi e ammettere che non potevo recueprarne un cm di più.
    Che avrei potuto smettere prima, il risultato non sarebbe cambiato.
    Ma sono cambiata io.
    Anche se oggi, lo confesso, in certi frangenti mi sembra strano non fustigarmi per l’uomo con cui esco e a volte mi chiedo se lui preferirebbe se lo amassi in modo più struggente.
    Sono tutte proiezioni e (il)logiche della mia mente.
    Ma si può ricominicare da capo, migliori.
    E’ questo il bello della vita: si può fare!

  • cossora, 14 Agosto 2020 @ 09:32 Rispondi

    Certo che ne ha bisogno @C.
    Vi leggo da un anno e mezzo e quello che emerge è che @Lei ha un bisogno di amore e di capire come e quando amare a dir poco disperato. Ma ci sono anche gli anni e le difficoltà e la forza che manca. C’è il tempo giusto per capire e svoltare.
    Svegliare troppo presto il domani porta a vivere un oggi assonnato.
    Accadrà quel che deve accadere a @Lei, come a tutte noi.

  • cossora, 14 Agosto 2020 @ 09:35 Rispondi

    Che ne sai @Oldplum.. magari è lui che se lo merita! E’ successa, sta succedendo, una cosa bella.
    Mi faccio poche domande questa volta, cerco di non accelerare e andare in profondità prima di quando sarebbe naturale che accada.
    L’ex mette like poi toglie like e poi ci pensa e li rimette.
    Sembra una persona in preda a impulsi che non controlla. Ma io ho speranza e magari anche lui un giorno si capirà definitivamente!
    Vi abbraccio tutte, domani a quest’ora sono in viaggio con le mie sorelle!

  • Love, 14 Agosto 2020 @ 10:05 Rispondi

    @C, rispondo al tuo commento, perché leggendo le parole di @lei, mi fanno venire solo rabbia (Alessandro mi faccio sentire presto, mi sto organizzando).
    @lei ha raggiunto la consapevolezza, che è meglio evitare sofferenze e cambiamenti, pur di andare incontro a qualcosa di nuovo, e di sconosciuto, ma che forse, come scritto da altre la porterebbe ad essere libera, ma appunto, in un mondo sconosciuto.
    Non approva e non crede che qualcuno possa amarla veramente.
    La mia rabbia, o delusione, la devo ancora una volta, anche a lei, che è riuscita, a ritagliarsi, del tempo, dove da me, non c’era nessuno.
    Per la prima volta, ho sperato, che arrivasse qualcuno per non sentirla, ma, non è successo.
    Secondo me, è diventata una donna triste, che appena passati i quaranta, accetta, perché è solo accettare, di aver evoluto il proprio rapporto, in un rapporto fratello/sorella, come due settantenni.
    Pensando, che lei, aiuta a risolvere i problemi altrui, mi ha fatto tanta tenerezza, perché si chiude dietro un muro, di situazioni altrui, che fanno quelle famose percentuali, che ci legano alla società.
    Non ho potuto fare a meno, di dirle, per l’ennesima volta, che a lei, forse, dico forse, la possibilità di cambiare la vita gliela data, ricordandole, che io ho anche due genitori, appunto settantenni, che però si vivono ancora sotto tutti i lati, e non ho mai avuto un papà che ha fatto vivere anni di frustrazioni a mia mamma, umiliandola, nel lato più importante per una donna, la femminilità, ed è questo che ha insegnato a me, il rispetto per l’altro.
    Ora quel treno non c’è più…e mi dispiace per lei, e non per me.

  • LEI, 14 Agosto 2020 @ 11:09 Rispondi

    Cossora nel mio amante ho visto un uomo capace davvero di proteggere la propria donna, di starle accanto e sostenerla.
    Peccato che non sia io la sua donna e che comunque lui, nonostante mi ami ( e di questo sono sicurissima), continui a fare per lei quello che non può fare per me, anche perchè lei viene percepita come fragile e sempre sull’orlo della depressione, con una spiccata vena autodistruttiva.
    Ed avendo lui un profondo senso del dovere, nonchè innegabile affetto per una persona con la quale ha condiviso metà della sua vita, non potrà mai scrollarsela di dosso.
    Mentre io sono quella che si è sempre rialzata dopo mille tempeste, e che reggerebbe bene anche il colpo di una fine tra di noi.
    Io non posso permettermi di sentirmi fragile, nessuno verrebbe a raccogliermi se crollo. Quindi come un Panzer, vado sempre avanti, scrollandomi di dosso la sofferenza come fastidiosa sabbia del deserto.
    Hai presente “dopotutto, domani è un altro giorno…”?? Atlanta brucia, io guardo l’orizzonte.

  • cossora, 14 Agosto 2020 @ 12:55 Rispondi

    @Lei ma forse mi hai fraintesa. Per me puoi, potete, dire e negare tutto. Ognuno di noi ha una vita e con quella deve cercare di farci il meglio possibile. Non ti biasimo per come giochi le tue carte: quelle ti hanno dato.
    Si fa prestissimo a dire cosa sarebbe giusto fare (e poi dipende, giusto per chi? E quando?).
    Io credo che il nostro metro sia l’opinione che noi stesse abbiamo di noi.
    Mesi fa pensavo di schifare qualsiasi relazione non mi bruciasse dentro. Oggi mi rendo conto che faceva tutto parte del cammino che ho intrapreso quattro anni fa, aprendo la crisi con mio marito. E’ tutto li. Inizia VERAMENTE tutto da li. Così come per i nostri amanti, che se non dichiarano crisi realmente non hanno nessuna intenzione di cambiare la loro vita, altrettanto vale per noi.
    Se sono stati facili questi quattro anni? No.
    Se tornerei indietro per evitarli? No.
    Non mi sono mai pentita di ciò che ho fatto. Ed è stato comunque doloroso e difficile e so che cercavo di risolvere sbagliando. Ma sbagliando adesso so un po’ di più chi sono e la Cossy di quattro anni fa mi fa tenerezza perchè ha ribaltato tutto senza sapere quante e quali cose le sarebbero successe. Quella di oggi è sicuramente più forte e più ammaccata.
    Ma mi piace tanto e la amo!

  • elleelle, 14 Agosto 2020 @ 12:56 Rispondi

    @Cossora
    Il mio ex ha fatto così mesi fa, era impazzito su FB e per me è stato l’inizio del calvario. Adesso che mi ha bloccata ovunque ed è uscito da FB, sono un po’ più tranquilla.
    Capisco quello che dici in riferimento alle matasse infeltrite. Il mio ex è così, grandi problemi e comportamenti incoerenti. Cosa potevo sistemare io in un uomo di 50 anni, come potevo risolvere decenni di vissuto, avendo oltretutto un carattere molto “mio” e molto diverso dalla media?
    Adesso riesco a vedere quanto sarebbe stato difficile, perché non si superano gli ostacoli della vita con una persona che non ha la forza di affrontarli con coraggio e positività.
    Il mio ex fa di ogni topolino una montagna, anche con il suo hobby preferito. Non posso dare dettagli ma non so quante volte gli avevo detto di non buttarsi giù, che era bravo, che non aveva motivo di criticarsi così tanto. Lui invece non era mai contento, né di se stesso né delle persone con cui praticava questo hobby. Non solo, è riuscito a rovinare con le sue mani un’occasione ottima che aveva e si è chiuso la porta dietro per sempre.
    Le mie parole non le ha mai ascoltate, perché era più forte l’impulso di piangersi addosso e di fare comunque di testa sua.
    Alla fine altre persone mi hanno confermato che questo atteggiamento è una cosa di decenni e io non avrei potuto fare niente, sarei solo stata infelice e preoccupata per lui, perché sono fatta così, lo amavo e non potevo fregarmene.

  • Ariel, 14 Agosto 2020 @ 14:14 Rispondi

    @elleelle Cara
    Occorre sempre fare il distinguo e cioè che da ciò che racconti della esperienza con questo ex ripeto sembra proprio tu abbia vissuto una relazione Tossica con un Narcisista brutto comportamento classico

    Allora ovviamente e sicuro lo sai già benissimo se ne vuoi uscire davvero dentro a te stessa
    Occorre Curarsi terapia apposita ,altrimenti resta praticamente difficilissimo riuscire da sole a farcela
    E cioè tutta la sofferenza disagio o chiamalo come vuoi che si patisce corrisponde ad un preciso schema di comportamento e a una precisa situazione interna a noi stesse “ vittime” di questi manipolatori relazionali ad alto impatto

    Lo scrivo a te ,ma chi sta qui da tempo Sto arrivando! Bene che mi ripeto in questo mio incoraggiamento verso chi come te ha vissuto e vive ancora una specie di “ inferno” prodotto proprio dall schema Di comportamento del lui diciamo Di tipologia Narcisistica.

    Questo lo scrivo perché ovviamente questi casi tipo il tuo racconto,ma pure il mio o di altre qui che infatti hanno fatto terapia apposita ecco che in altri casi meno impattanti le reazioni e motivazioni e le risposte al comportamento subito e attuato da noi stesse cambiano notevolmente in base a queste differenze di base generale

    Il Distinguo resta importante anche per la discussione scambio qui perché non è sempre tutto uguale nè il vissuto nè la propria reazione nè la soluzione per uscirne davvero interiormente.

  • elleelle, 14 Agosto 2020 @ 14:58 Rispondi

    @Ariel
    Ho letto varie cose sulle personalità narcisiste e manipolatrici. È una materia che non conoscevo e a cui non mi ero mai interessata, perché per lavoro faccio altro.
    Credo che lui abbia vari aspetti del narcisismo, che sfociano un po’ nella manipolazione.
    Ho rivisto alcune sue dinamiche personali, di coppia, con figli e amici. È un narcisismo verso se stesso ma non apertamente verso di me. La manipolazione era involontaria, ero in che dovevo adeguarmi ad una situazione di sottomissione perché non si arrabbiasse, non fraintendesse ecc.
    Non è facile mettersi ad osservare i suoi comportamenti come ho fatto io nei mesi scorsi, perché ho dovuto mettermi in discussione in prima persona e vedere che stava condizionando le mie reazioni.
    Una persona come lui, che tende a rovinare le cose belle, alla fine rovina anche chi lo ama e io non ho la vocazione al martirio.

  • Ariel, 15 Agosto 2020 @ 14:56 Rispondi

    @elleelle Cara sicuro ripeto un terapeuta specializzato soprattutto in relazioni così dette tossiche o manipolative Sto arrivando! Sicuro spiegarti decisamente meglio se nella tua esperienza vissuta e che ancora ci stai dentro psicologicamente in un chiaro disagio ,
    Ma quel poco che posso dirti in base al mio vissuto personale e terapeutico è che se un soggetto presenta un comportamento di tipo Narcisistico e cioè ci si riferisce a un tratto di disturbo del comportamento che ha innumerevoli varianti e cioè ciascun Narcisista si divide a sua volta in diversi modi di comportarsi
    Ognuno di questi specifici modi ad esempio Il Overt o il Covert di cui qui sul Blog ha raccolto e scritto testimonianza Daniela in due articoli che potresti leggere già e che ripeto riguardano nello specifico il Covert ,

    L’ex che ho avuto era Narcisista ma di tipo Borderline

    Queste differenze soltanto un terapeuta specializzato può davvero aiutarti se non altro anche non ti sentissi di fare una terapia nel immediato ma anche soltanto poter saperne di più sul tuo vissuto e caso specifico questo ti aiuterebbe moltissimo a individuare lo schema ripetitivo che resta sempre uguale in ogni Narcisista che per definizione resta un Manipolatore senza distinguo verso chiunque abbia a che fare e cioè parenti amici colleghi mogli amanti figli

    Quindi un manipolatore relazionale lo resta sempre verso tutti .

    Ecco spero se vorrai di averti dato altri spunti per poterti documentare e per riuscire a scoprire via via sempre nel meglio per te stessa che sicuro ogni passo nuovo che fai è nel bene per te perché fatto da te!!

    Un abbraccione!

  • elleelle, 15 Agosto 2020 @ 15:05 Rispondi

    @Ariel
    Grazie, mi ero già informata su overt e covers e direi proprio che le caratteristiche che ho notato sono del covert.
    Sono curiosa e parlerò di sicuro con la mia psicologa dopo le vacanze.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.