crop faceless man with burning book in hands
Photo by leshkamal on Pexels.com

Finalmente hai preso la decisione che da tempo rimandavi: lasciarlo.

Lui ti ha ormai disillusa, al punto che i momenti di sofferenza hanno superato gli attimi di serenità, e hai capito che l’unica soluzione possibile è quella di cambiare qualcosa. Perché lui non cambierà, te lo ha dimostrato in più occasioni, e non puoi più aspettare.

Nella maggior parte dei casi, dopo una delusione, l’arrivo di un nuovo uomo (in arte il chiodo: leggi qui) agevola la guarigione e spiana la strada della rinascita, ma è altrettanto vero che spesso non accade subito. E, a prescindere dalla presenza o meno della “materia prima”, può risultare difficile per un cuore ferito anche il solo fatto di prendere in considerazione questa opzione.

Ma c’è una buona notizia: non è l’unica soluzione e hai tutte le risorse per farcela da sola (o quasi). Come per un tour on the road immagina di tracciare la tua personale roadmap della rinascita, con tanto di tappe, vediamo insieme qualche suggerimento dalla mia esperienza e da quella di qualche amica.


Un ottimo modo per partire è proprio quello di segnarne l’inizio. Scegli un giorno ben preciso, magari quello in cui è cominciato il tuo percorso di counseling o di psicoterapia, se lo stai facendo. Dicevamo da sole o quasi, infatti, perché il counseling (o la psicoterapia o, meglio, tutti e due) è uno dei famosi “aiuti da casa“ a cui nel gioco della rinascita puoi ricorrere senza limiti, purché ti facciano stare bene.

Fissare la data della partenza ti aiuterà anche a individuare i progressi, come per una dieta, ma senza rimandare al lunedì successivo.


Per viaggiare leggera occorre liberare la mente dai ricordi tristi che occupano i momenti più o meno lunghi della giornata in cui pensi a lui. Quelli che ti bloccano e ti tolgono energie e concentrazione.

Cambia musica, in tutti i sensi. Le canzoni malinconiche non fanno altro che lasciarti sospesa in quello stato di torpore che rallenta ogni passo. Ti consiglio di creare invece una playlist nuova, con tutta la musica in grado di portare il buon umore e dare il ritmo giusto alla tua motivazione, da ascoltare ogni volta che avrai bisogno di un po’ di carica.

La stessa cosa vale naturalmente per la televisione. Banditi, almeno per il momento, serie tv e film drammatici, da sostituire con il genere comico. Parola d’ordine ridere, e scommetto che se non lo facevi da tanto ti piacerà moltissimo.


Ora che ti senti meglio dopo i primi giorni di distacco totale e di Codice del silenzio (leggi qui come farlo funzionare) presa la tua decisione, e stai piano piano ritrovando la voglia di fare, è il momento di rispolverare i tuoi sogni nel cassetto.

Pensa a qualcosa che ti sarebbe sempre piaciuto fare ma che non hai mai sviluppato, o che hai dovuto mettere da parte negli anni, come uno sport, una disciplina artistica, una lingua straniera.

Riscoprire e coltivare una passione ha una funzione mista. In primo luogo mette al bando la pigrizia, ti aiuta a scaricare lo stress inevitabilmente accumulato durante la giornata (e nei mesi precedenti a causa sua) e a dedicarti a te stessa oltre, soprattutto, a fornirti l’occasione d’oro per frequentare nuovi ambienti e conoscere persone.


So già cosa stai pensando: “non ho tempo, non riuscirò mai a liberarmi, ho troppe cose da fare”. Se hai una famiglia è comprensibile, ma ti assicuro che non è del tutto vero. Il tempo c’è, a partire da quello che non sfruttavi al massimo, restando immobile a pensare a lui, per arrivare a quello che troverai, cambiando l’ordine delle priorità.

Ti stupirai di quanto la mancanza di tempo sia in realtà, spesso, una scusa (che usava anche lui, forse?). E vedrai che, una volta superato questo scoglio, grazie anche ai primi effetti della guarigione sul tuo benessere generale e alla ritrovata energia, non potrai più farne a meno.


Se proprio non dovessi farcela all’inizio puoi ripiegare su impegni più soft come camminate all’aria aperta con le amiche, workout a casa (ci sono delle app davvero ben strutturate per tale scopo), una serata libera ogni tanto. Ricorda che sarai tu a dettare i tempi, senza fretta ma con un minimo di impegno richiesto.

Devi metterti in gioco se vuoi arrivare a destinazione! In questo il counseling è davvero un validissimo alleato poiché rafforza la motivazione vincendo la sensazione di solitudine che ti accompagna e l’impressione, soprattutto all’inizio, di brancolare nel buio.

Gioca inoltre un ruolo importante nel mantenere la rotta se avrai momenti di ripensamento, oltre agli eventuali ritorni di lui. E riuscire a gestirli e superarli sarà una soddisfazione incredibile, provare per credere.

Perché forse all’inizio, più o meno inconsciamente, una parte di te voleva solo riconquistarlo. Trovare la forza di prendere le distanze solo per farti desiderare ancora, e spingerlo così a tornare, a cercarti di nuovo, per ritrovare quelle emozioni dei primi tempi.

Ma qualcosa dentro di te sta già cambiando. Sei sicura che sia ancora questo ciò che vuoi? Se la risposta è no significa che sei sulla strada giusta.

Annota queste nuove emozioni su un quaderno, in modo da fissarle e rafforzarle, sono i progressi di cui essere orgogliosa.

Se non lo hai già fatto premiati con un regalo, un capo di abbigliamento, un gioiello o una nuova pettinatura, da abbinare all’accessorio che d’ora in poi dovrai indossare sempre: il tuo ritrovato sorriso.


Direi che siamo a buon punto, ne abbiamo fatta di strada, e ancora ce n’è da fare. E la destinazione sarà in realtà solo l’inizio della tua nuova vita.

Hai gettato le basi dell’amore verso di te, della fiducia nelle capacità che forse non credevi più di avere, e che ti consentiranno di affrontare con nuovo slancio tutto ciò che il futuro ha in serbo per te. Anche una nuova storia, quando sarai davvero pronta.


Buon viaggio, e non smettere mai di credere in te stessa

Giorgia per #acasadiAle

Giorgia è una lettrice che ha avuto una storia di due anni con un uomo sposato (lo era anche lei ma oggi è separata), e che ha affiancato alla psicoterapia un periodo di counseling con me quando si è accorta, alla fine dei due anni della sua storia, che lui non era “forte” abbastanza per coronare, nonostante le promesse e i tanti “dammi tempo”, quello che lui stesso chiamava “il nuovo amore della sua vita”. Il percorso con lei è durato 5 mesi, ed è servito all’inizio per farle prendere coscienza che la delusione profonda delle sue aspettative era legata a un amore non abbastanza corrisposto, e che lui non avrebbe mai lasciato la moglie per lei. Dopo questa prima fase, il nostro lavoro è consistito nel costruire, mattone dopo mattone (come ben descrive lei), la sua nuova vita e, in parallelo, a resistere e mettere nel dimenticatoio i vari tentativi che il suo ex ha messo in atto per continuare a farle fare l’amante almeno per un po’, anche vendendo il “nuovo approccio” come amicizia, all’insegna di non buttare via quanto di bello c’era stato. Nonostante le tentazioni e le speranze, per quanto minime, che lui facesse l’ufficiale e gentiluomo (leggi qui chi è l’ufficiale e gentiluomo), abbiamo resistito insieme e respinto l’inutile, vuoto assedio. Ogni tanto lui si fa ancora vivo con messaggi e scuse varie, ma Giorgia è ormai lontana dal suo passato. Anche perché, alla fine del percorso di counseling, finalmente salda sulle sue gambe e ormai nella zona finale del suo percorso su quello che un’altra lettrice della mia terra ha chiamato il Ponte della Libertà (vi ricorda Venezia per caso?), che l’ha portata dalla vecchia sponda della Schiavitù dell’attesa per lui nella sua nuova vita, ha incontrato un uomo libero, che lei chiama Uomo con la U maiuscola. È presto per parlare di innamoramento, ma lei è serena finalmente, e mi racconta (ormai il counseling è concluso, ma lei mi tiene aggiornato con messaggi e lettere) di come sia bello essere una coppia normale, che fa cose normali alla luce del sole. E di come si sia stupita che “dopo di lui”, il cosiddetto insostituibile anche a letto, ci possa essere un sesso persino migliore. E così il suo ex, pur non buttando via anche i ricordi più belli del primo anno, è diventato piccolo piccolo, rivelandosi come partner non all’altezza delle promesse e delle aspettative, e relegato oggi nel cassetto dell’indifferenziata dei ricordi. Perché, care amiche, i cimiteri sono pieni di persone insostituibili.

A proposito di ricordi: Giorgia vi dà un prezioso suggerimento che rilancio e che chiamerò IL DIARIO DELLA TUA RINASCITA. Compra un nuovo quaderno che ti piaccia davvero, ti emozioni per colori, copertina e pagine interne. Compra anche una penna nuova (io ti consiglio una meravigliosa stilografica, e non occorre spendere tanto: scegli anche l’inchiostro a te congeniale e provala subito), con la quale scriverai il tuo diario. Scrivere è diverso che pensare, ha un potere di rinascita e “pulizia” molto potente, e non lo dico solo come giornalista e scrittore. Quando dico a una lettrice in counseling con me che DEVE scrivere e non solo pensare, sottolineo l’abissale differenza fra il scripta manent e il verba volant. L’atto di scrivere è catartico e rigenerante. Parti dalla pagina del dottor Jeckyll e di Mister Hyde come la chiamo io (leggi qui): a sinistra scriverai tutte le cose belle che lui ti ha detto, fatto e che ti hanno portato all’innamoramento. A destra tutte le delusioni e dolori che ti ha provocato. Aggiorna e rileggi queste pagine quando ne senti il bisogno, soprattutto quando senti nostalgia di lui, hai voglia di scrivergli e di ricontattarlo: scrivi invece sul DIARIO DELLA TUA RINASCITA. Ogni giorno, e quando vuoi, scrivi i tuoi pensieri, le tue emozioni, le nuove attività che vorresti fare o che hai iniziato. Aiuterà tantissimo, perché il primo problema della fine drammatica di una storia è il senso di solitudine che lascia e il vuoto di piacere ed emozioni, che va rimpiazzato con nuovi piaceri e sensazioni gradatamente, solo tuoi.

E se non ce la fai da sola segui la strada di Giorgia e scrivimi ad anpellizzari@icloud.com. Rispondo a tutte.

Sincerely yours

Condividi:

142Commenti

  • LaMilla, 16 Aprile 2022 @ 17:24 Rispondi

    @Dispersa, mi dispiace che per voi non ci sia possibilità di un chiarimento finale e di una bella anche se sicuramente sofferta chiusura.
    Fatti forza e volta pagina, cara.

  • LaMilla, 16 Aprile 2022 @ 16:57 Rispondi

    Non credo Ale, perché sa che anch’io avrei molto da perdere se venisse fuori tutta la storia e oltrettutto coinvolgerebbe la mia famiglia d’origine.
    Inoltre sa che non sarei tanto bastarda da buttare una bomba in casa sua.

  • LaMilla, 16 Aprile 2022 @ 16:51 Rispondi

    @Azzurra, questi comportamenti tanto subdoli quanto stupidi sono l’ennesima dimostrazione di mancanza di amore e rispetto, se non di un egoismo quasi patologico.
    A volte mi viene da provare compassione per lui, pensando a quanto deve essere difficile vivere continuamente con una maschera senza un pensiero o comportamento veramente autentico. E mi ritengo fortunata ad averlo capito e essere fuggita in tempo.
    Ti abbraccio.

  • LaMilla, 16 Aprile 2022 @ 16:24 Rispondi

    @Dispersa, le sue intenzioni sono chiare.
    Continuerà a presentarsi sul mio posto di lavoro ogni giorno, sapendo che lavorando in un pubblico esercizio sarò costretta a rivolgergli la parola e mi rifilerà le sue battutine fino a portarmi all’esasperazione e a contattarlo in preda alla rabbia per intimargli di smettere. Una volta riaperto il dialogo, mi rifilerà qualche frasetta a effetto e un invito per un chiarimento.
    Ma conosco già il mio pollo e non avrà nessuna di queste soddisfazioni.
    Sfogherò la rabbia in corse chilometriche, bestemmiandogli contro solo nella mia testa!
    Cortesia professionale sarò costretta a concedergliela ma sarò glaciale fuori e zen dentro. 😀
    Sperando che nel frattempo trovi qualche altra gallina a cui somministrare le sue stronzate…
    Un caro abbraccio.

    • alessandro pellizzari, 16 Aprile 2022 @ 16:27 Rispondi

      Non ha paura di una piazzata ?

  • Azzurra, 16 Aprile 2022 @ 08:58 Rispondi

    @Dispersa nessuna gentilezza, perdonami. Lui sa bene quello che fa, scrivi : “gioca d’astuzia facendo passare te per acida, in qualche modo vuole farti capire che sei tu quella esagerata così da far innescare in te dubbi e sensi di colpa.” Questa si chiama manipolazione, lo faceva anche il mio ex e sono comportamenti che mirano a confondere e a destabilizzare per ottenere un proprio tornaconto senza minimamente considerare che dall’altra parte ci sei tu che pensi di avere a che fare con una persona che non mente. Poi voglio dire, tu da lui vuoi solo dei momenti piacevoli di condivisione allora a che pro mentire? Io gli starei alla larga e senza nessuna gentilezza. Distacco e basta.

    • alessandro pellizzari, 16 Aprile 2022 @ 09:14 Rispondi

      Gli uomini che riversano le loro colpe sulle amanti e vi attaccano perché hank la coda di paglia non vi hanno non mai amato ma neanche voluto bene. Sotterrateli lontano dal cuore

  • Dispersa, 16 Aprile 2022 @ 08:30 Rispondi

    @LaMilla non è fesso, anzi gioca d’astuzia facendo passare te per acida, in qualche modo vuole farti capire che sei tu quella esagerata così da far innescare in te dubbi e sensi di colpa.
    Sono trucchetti subdoli che un po’ tutte conosciamo.
    La miglior cosa sarebbe trattarlo con gentilezza ma al contempo mantenere un certo distacco, giusto per fargli capire che ormai sei andata oltre…

    • alessandro pellizzari, 16 Aprile 2022 @ 08:41 Rispondi

      Ma anche senza gentilezza

  • Dispersa, 16 Aprile 2022 @ 08:21 Rispondi

    @LaMilla ormai ogni chiarimento non ha più senso… Ogni cosa a suo tempo e questa non ha più senso.

  • Ariel, 15 Aprile 2022 @ 23:27 Rispondi

    Non hai ancora capito ads che non si tratta di colpevolizzare nessun genitore
    Ma semplicemente riuscire a scoprire facendo terapia perché è unico modo per riuscirci che cosa davvero si è e cioè quali comportamenti ripetiamo solo perché ci venivano imposti da piccoli

    Imparare a scoprire facendo proprio un elenco preciso di cosa davvero si è e non di cosa continuare a credere essere fatto così quando invece solo che scoprire i condizionamenti abitui da famiglia le credenze sbagliate i giudizi ricevuti negativi o anche troppo positivo poi da adulti fanno fare enormi errori non certo voluti

    Non è un modo per prendersela con nessuno sicuro ultima cosa è avercela con qualcuno ,ma fare ordine una vera ricerca con metodo scientifico non prevede affatto nessuna vali
    Un’azione di giudizi moralisti ne di buono o cattivo

    Finché non si arriva. A capire la importante azione del fare questo elenco di ciò che ti dicevano da piccolo e che immancabilmente poi da adulto si continua. A credere diesssere fatti in un modo quando invece scopri che erano solo le parole degli altri che ci hanno inculcato da piccoli sia in male giudicando male e in malo modo ciò che si faceva o diceva
    Sia in troppo bene il bambino viziato quello o quella a cui si permette qualsiasi cosa quella che si sente dire sempre sei bella e tutti ti guardano guarda quanto sei bella
    Ad esempio genera il complesso al contrario e cioè la superbia e la insicurezza ogniqualvolta non si riceve esattamente lo stesso riconoscimento per la bellezza
    Oppure devi essere sempre il primo in tutto

    Ansia da prestazione e per fare degli esempi

    Resta ovvio che ogni genitore avrà fatto come meglio poteva
    E quindi escluso arrabbiarsi contro non serve na è primordiale scoprire i veri se stessi e cioè davvero ciò che diciamo ciò in cui siamo convinti di essere e volere nella vita sia autentico noi stessi?

    Oppure erano famiglia e ambiente di crescita che ci ha ficcato in testa idee e pregiudizi su noi stessi?
    Per fare questo non si riesce a far da soli solo in modo molto approssimativo e parziale perché manca il GIUDICE ESTERNO PROFESSIONALE che è lì solo per noi con lo solo scopo di metterci nella condizione ottimale per fare da soli tutte queste scoperte
    Io stessa compilai diversi elenchi scritti in cui scrivevo cosa secondo me era proprio mio
    E cosa in altra colonna erano le voci e idee degli altri famiglia e ambiente

    Questo compito aiuta veramente a riuscire a fare nella vita proprio le cose che nel presente sembra impossibile possano realizzarsi
    E scelte che non si fanno non sono mai per motivi apparenti
    Ma esattamente per le “vocine antiche”
    Che mai stanno così evidenti
    Vanno cercate come un vero ricercatore con la lente di ingrandimento guardare dietro ai mobili antichi
    Sotto ai tappeti salire in soffitta aprire vecchie scatole
    Leggere antiche lettere che si scrivevano i genitori e le vecchie zie e zii
    Perfino i messaggi lasciati alla portinaia

    Chi cerca trova il vero sse stesso!

  • LaMilla, 15 Aprile 2022 @ 22:59 Rispondi

    @ads, a quanto pare io e te siamo nella stessa situazione ma a parti invertite.
    Io non mi capacito di come una persona adulta con cui si ha una relazione da anni anziché chiarire e confrontarsi dopo una stupida discussione, reagisca offendendosi e sparendo. O sono degli immaturi egoisti o non gliene frega di noi una beneamata minchia. In ogni caso sono persone problematiche con cui è meglio chiudere i rapporti appena si svelano per come sono realmente.
    Altroché Amore e altri paroloni… Meglio lasciarli nella loro melma!
    Credo che il problema non sia che tu non sai farti rispettare, ma che nel cervello della tua ex qualche ingranaggio si inceppi ogni tanto.
    Riguardo al mio matrimonio, vedremo. Quando avrò sgombrato la testa e il cuore dal mio fantasma personale, prenderò la situazione in mano e deciderò cosa fare.
    Un abbraccio!

  • LaMilla, 15 Aprile 2022 @ 16:50 Rispondi

    Tantissimi auguri Sam per la tua rivoluzione imminente!
    Evidentemente, è tempo di cambiare da tutti i punti di vista.
    Un abbraccio.

  • LaMilla, 15 Aprile 2022 @ 16:47 Rispondi

    Comunque, per farvi capire il disagio di questo soggetto: si presenta sul mio posto di lavoro e dopo essere stato trattato con fredda cortesia, mi dice: ” Siamo un po’ acide, oggi?”
    È proprio un coglione!
    Forse dopo quattro mesi e dopo che è stato lui a sparire, causando la mia sfanculata, avrei dovuto accoglierlo con le lacrime agli occhi e i fuochi d’artificio?
    Io non ho parole! E per la prima volta in vita mia, mi vergogno di me stessa per avere immolato a un simile decerebrato due anni del mio tempo. Proprio io che sono giovane, esteticamente niente male e parlo cinque lingue.
    Non mi limiterò a metterci una pietra sopra, ma scaricherò su di lui e sul suo ricordo una tonnellata di escrementi di maiale!

  • LaMilla, 15 Aprile 2022 @ 16:36 Rispondi

    @Dispersa, non perdere più tempo a rispondergli.
    Probabilmente la vostra storia da amanti si è semplicemente esaurita. Dò ragione a Cossora: incontratevi e metteteci una pietra sopra, in modo da lasciarvi senza cose non dette e soprattutto senza rabbia per conservare almeno un buon ricordo l’uno dall’altra.
    Ti abbraccio.

  • LaMilla, 15 Aprile 2022 @ 16:32 Rispondi

    Cara Dispersa, mi sono fatta l’idea che non ci arriva proprio. Gli manca qualche connessione sinaptica, povera stella.
    Sono stata chiarissima quattro mesi fa, chiudendo il messaggio con la parola ADDIO!
    Gli avevo pure consigliato una visita psichiatrica, che evidentemente non ha fatto.
    Ridiamo per non piangere!

  • LaMilla, 15 Aprile 2022 @ 16:25 Rispondi

    Scusa, era un punto esclamativo!
    Gli auguro donne come se piovesse, allora!

  • LaMilla, 15 Aprile 2022 @ 16:23 Rispondi

    Caro Ale, gli auguro donne come se piovesse, allora?

  • Dispersa, 15 Aprile 2022 @ 16:01 Rispondi

    @Cossora quello che hai scritto te è la stessa cosa che a suo tempo mi disse la mia amica, unica a sapere della situazione.
    Io purtroppo difficilmente metto a nudo le mie emozioni e lui in questo è uguale, nega ciò che prova, ma poi se ci vedi assieme ti accorgi subito che tra noi c’è qualcosa di diverso, di strano… C’è emozione.
    Eppure siamo e torniamo sempre allo stesso punto, la cosa non decolla (e non parlo di una storia alla luce del sole).
    Anche nel nostro ultimo incontro mi ha detto che non capisce il motivo per cui torna sempre, in fondo ha tutto, un bel lavoro, una bella casa, una bella famiglia ed una moglie sempre presente… Evidentemente nega perché gli fa comodo così, non è stupido anzi, ma continuare in questo modo fa solo male ad entrambi.
    Il mio cuore dice di non mollare, ma la mia testa e il mio ‘corpo’ mi stanno dicendo di lasciare andare…

  • avvocatodistrada, 15 Aprile 2022 @ 13:33 Rispondi

    @sam..in bocca al lupo speriamo basti cambiare lavoro per evolvere,certo che te lo meriti un po’ di c..x questo coraggio che hai avuto
    ..lilly, sei una donna che ha sofferto pertanto ti voglio intrinsencamente bene.
    ….frase della giornata ” se fossi stato cosi’ non ci avrei fatto la famiglia con te”.
    @lamilla 4 mesi sono poco..i fantasmi interiori riappaiono puntuali ed inesorabili.
    le sparizioni pure quelle le conosco..tu pensa che il lunedi’ si presentava in ufficio senza salutare, mica una volta l’ha fatto, le sparizioni sono una brutta cosa,i silenzi in quanto offesa per qualche motivo.
    poi perchè io non sia riuscito a farmi rispettare, è un altro paio di maniche, diamo la colpa ai nostri genitori e cosi abbiamo risolto il probeme
    i figli , la famiglia capisco ..ma se sei andata oltre non è casuale.
    –@alessadro..non so se hai risposto c’è una data per maggio?

    • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2022 @ 19:02 Rispondi

      Non ancora ma sarà fine maggio

  • Lia, 15 Aprile 2022 @ 12:32 Rispondi

    @Sam, grandissima! Complimenti davvero! Ti attende una vita nuova senza più zavorre! Inoltre il nuovo lavoro ti impegnerà con la testa e ti aiuterà a dimenticare…

  • Ariel, 15 Aprile 2022 @ 11:59 Rispondi

    @Sam a leggerti qui eccome se ti apprezzo ma soprattutto ti invito ad apprezzare tanto te stessa per questo tuo enorme coraggio e forza del tuo valore di Donna capace di saper distinguere cosa significhi amare se stesse in VERO EQUILIBRIO DI AUTOSTIMA!!!!
    E questo meccanismo positivo difficilmente per non dire mai riesce a mantenersi e realizzarsi senza aver fatto un minimo di percorso terapeutico che aiuta sempre se il terapeuta è davvero valido a instaurare il patto terapeutico da esattamente la possibilità di accorgersi da sole che SEMPRE RESTA PISSIBILE EVOLVERE E CAMBIARE TUTTO DA A ALLA ZETA LA PROPRIA VITA!!

    Cara @Sam ho vissuto personalmente sicuro quattro grandissimi cambiamenti EPOCALI nella mia vita evolutiva
    Essendo vecchia logicamente per questo che sono stati più numerosi rispetto a giovani care donne che qui scrivono

    Ma ti garantisco che è una GIOIA IMMENSA riusvire a scoprire le VERE SE STESSE e senza mai smettere di farlo perché non si arriva mai ad una fine se non con la propria morte quando verrà

    Finché si vive si può sempre curarsi e cambiare tutto senza ma o se
    Senza farsi scudo delle proprie defaillances naturali a tutti esseri viventi
    Non nascondersi di fronte a nulla ne problemi economici o di figli e parenti tutti
    Ne di fronte al sociale società della difficoltà sul fronte Maschilismo o del perbenismo moralismo bieco SEMPRE A SFAVORE DELLE DONNE!!!

    Sam
    POSATE LA PIETRA

    CHE ATTO DI AMORE RESTA IMMENSO VALORE VERSO SE STESSE E CHI SI LASCIA ANDARE CON VERA PACE NEL CUORE
    sia che si tratti di un amore vissuto male o che finito perché si è tradito reciprocamente
    Sia quando peggio che mai ti muore il più caro compagno della vita

    Si
    Posare la pietra!!
    È il VERO RINASCERE!!!

  • SAM, 15 Aprile 2022 @ 10:47 Rispondi

    mi unisco al coro di quelle che vogliono metterci una pietra sopra.
    ok mi piacciono i suoi abbracci e anche i suoi limoni, ma io a fine mese cambio luogo di lavoro, non ci vedremo più. non ho i social, non saprò nemmeno più se sarà vivo o morto.
    gli ho detto, sarà un addio. e lui risponde un arrivederci. io so che sarà un addio.
    cosa vogliio, una pietra sopra.
    io cambio lavoro dopo 20 anni, esco da una comfort zone che non vi dico. deve esserci per forza qualcosa di immensamente bello per me!
    elleelle!!!! apprezzami!!!

  • cossora, 15 Aprile 2022 @ 10:08 Rispondi

    @Dispersa io mi sono fatta questa idea di te e il tuo amante: non siete onesti con vi stessi. Tu fai quella che “tanto ho capito come è fatto, lo gestisco come voglio, non mi tocca più come prima”. E lui si comporta di conseguenza (è un uomo, che deve fare?).
    Secondo me potrebbe essere buona cosa (se sapete farlo, non è detto) che vi guardaste bene dentro e poi vi vedeste per dirvi con sincerità cosa provate reciprocamente.
    Se vi amate, è inutile parlarvi di strategie, cds, terapie .. non servono a niente, l’amore è più potente e vi fa sempre tornare allo stesso punto, prendendovi anche un po’per il culo, illusi che pensavate di dominarlo.
    Se vi amate non volete lasciarvi e non vi lascerete.
    Qualsiasi cosa facciate contro il vostro vero desiderio vi può far solo male.
    Vi siete incontrati tardi ed eravate già sposati, Questo è il vostro amore, accettatelo e accettatevi.
    E’ sbagliato ciò che vi fa stare male, non avere l’amante.

  • Dispersa, 15 Aprile 2022 @ 08:28 Rispondi

    @LaMilla ieri mi ha mandato un messaggio, probabilmente la voglia la faceva da padrona, subito ho risposto e poi ho cancellato il messaggio e ho risposto in maniera ambigua come fa lui… Risultato? Ha tirato fuori la storia di una visita che deve fare… Ma se non sa nemmeno lui cosa vuole, dove voglio andare con uno così?

    • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2022 @ 09:07 Rispondi

      Infatti non dovevi rispondere.

  • Dispersa, 15 Aprile 2022 @ 08:20 Rispondi

    @LaMilla si chiama egoismo, loro vanno e vengono perché noi gli diamo il potere di farlo.
    Non ho mai ben capito l’atteggiamento di chi entra ed esce dalla vita delle persone, ma ce ne sono tante di persone così.
    Io non sono della corrente ‘scegli o me o tua moglie’, ma un certo equilibrio deve esserci in tutte le relazioni… Eppure a questi soggettini manca.
    Purtroppo per esperienza 4 mesi sono pochi, a me non è bastato nemmeno un anno dove pensavo di esserne fuori.
    Bisogna porsi un obbiettivo e seguirlo: ma io cosa voglio? E da lì partire.

  • elleelle, 14 Aprile 2022 @ 23:38 Rispondi

    @Cossora
    Guarda che nessuno stava parlando con te. Niente che abbiamo scritto era riferito a te o a qualcosa che avevi scritto. Vedi di moderare i toni.

  • LaMilla, 14 Aprile 2022 @ 20:46 Rispondi

    Ragazze/i, quattro mesi fa l’ho mandato a stendere dopo la sua sparizione, causata da una stupidissima discussione.
    Io mi sono rimessa in sesto nel frattempo, dedicando tempo ed energie a me stessa e alla mia famiglia. Ha mandato un paio di messaggi a cui non ho abboccato.
    Negli ultimi giorni comincia a ripresentarsi sul mio luogo di lavoro, invadendo i miei spazi in maniera vigliacca e subdola. Sono arrabbiata con lui e con me stessa per avergli permesso di condizionare la mia vita per due anni.
    Pensavo di esserne fuori, ma dopo quattro mesi sono ancora ben lontana da provare l’indifferenza che tanto vorrei.
    Ma quanto tempo ci vuole per estirpare questo parassita che mi divora dentro?
    Vi abbraccio.

    • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2022 @ 07:19 Rispondi

      Si vede che sono finite le sostitute e lui prova a riprendersi la vecchia stampella. Ho capito è uno di quelli che provocano litigi per staccarsi magari per le feste con la moglie

  • cossora, 14 Aprile 2022 @ 12:37 Rispondi

    Eh no @elleelle qui non è una questione di finto moralismo.
    Mi scandalizza la non delicatezza di una bestemmia, tanto quanto la non delicatezza di una donna che si presenta alla Mecca con la scollatura.
    Mi scandalizzano l’ignoranza e la maleducazione. ma se tu e quell’altra non lo riuscite a capire adesso mi spiego proprio tutto.

  • Viola, 14 Aprile 2022 @ 09:13 Rispondi

    Stavo riflettendo che per molte di noi, o meglio per me, l’altro non mi ha mentito, forse è capitato, come l’ho fatto io, ma non mi ha mai promesso nulla, voleva vivermi a modo suo, proprio come Roberto, ma sono io che non stavo bene in questa situazione…..mi sentivo con lui inadeguata, ricercavo sempre qualcosa che non mi dava, litigavo più spesso con mio marito….insomma per me niente di finzionale

  • elleelle, 13 Aprile 2022 @ 23:45 Rispondi

    @Ariel
    Qui in Italia, in questo paese pseudo-cattolico e finto moralista, ci si scandalizza per una bestemmia alla tele. Vedi tu.

  • Ariel, 13 Aprile 2022 @ 17:07 Rispondi

    Cara elleelle hai tutte le ragioni ma se può consolarti sai che in France avresti potuto tranquillamente denunciarlo per violenza psicologica e truffa emotiva e chiedere mi mimo i soldi che hai spesso per colpa sua
    Gia il fatto di poter denunciare da la giustizia dello sputtanamento in piazza di chi si nasconde al coniuge e fa il teatro per decenni
    Pensa che in Francia nel 2020 se non erro,hanno fatto una variazione di pena se qualsiasi atto di vessazione di violenza sia psicologia che fisica viene compiuta in famiglia e cioè il coniuge ad esempio ha rilevanza di pena più grave proprio perché se agisce male produce danno a famiglia figli compresi e società che lo stato con le tasse dei cittadini offre servizi di aiuto alle persone in ogni ambito tipo fare terapia ma a volte non tutto viene rimborsato in Totò
    Ecco così per dire che senza leggi non solo si ha il danno ma la beffa e spesi soldi per colpa di veri cialtronzi

  • elleelle, 13 Aprile 2022 @ 15:51 Rispondi

    @Ale
    Magari, mi farebbe comodo avere quei soldi come risarcimento, credimi.
    E non ci sono solo i soldi della terapia, ma anche tante altre spese che con un minimo di onestà da parte sua non sarebbero state sostenute. Sarebbe stato sufficiente rispondere onestamente a una domanda che gli avevo fatto. Una domanda, una risposta, tutto qui ma non è riuscito a fare neanche quello.
    Altra cosa che si inserisce nel discorso di cosa è o non è accettabile per una persona. Per me non è accettabile che un adulto nom capisca le possibili conseguenze di una bugia come quella.

  • elleelle, 13 Aprile 2022 @ 14:41 Rispondi

    @Viola
    A causa sua ho fatto due anni di terapia, a qualcosa sono serviti, per fortuna.
    Questo per dire che certi risultati non sempre arrivano da soli, bisogna impegnarsi per relegare una persona nel proprio passato. Se avevo dei dubbi, me li sono sempre spiegati in modo razionale, basandomi sui fatti e su quello che era accettabile o no per me.
    Una volta stabiliti i miei limiti invalicabili, cioè quello che non era accettabile, li ho presi cone punto di riferimento. Quando avevo una domanda o un dubbio, le volte in cui facevo fatica a crederci, la mia risposta era sempre la stessa: ha mentito per guadagnarsi la tua fiducia e venire a letto con te, pur sapendo che non aveva alcun interesse. Fine.
    Se ci si vuole togliere una persona dalla testa ci si riesce, credimi, basta volerlo.

    • alessandro pellizzari, 13 Aprile 2022 @ 15:31 Rispondi

      Dovrebbero risarcirvi la terapia

  • Viola, 13 Aprile 2022 @ 13:24 Rispondi

    @Elleellle, la descrizione delle emozioni sul “coglione sfigato” racchiudono la FINE……onestamente leggendo, penso che questo pensiero che vorremmo avere in molte ancora non sia centrato. Vero ci stiamo lavorando nella speranza di incontrarlo e non provare più niente, semplicemente niente…il mio cdc sta continuando abbastanza bene!!!!!!!!

  • giorgia, 12 Aprile 2022 @ 22:02 Rispondi

    Mi rivedo tantissimo nelle tue parole @Azzurra, credimi, soprattutto nel passaggio da figlia a madre. E sebbene per me la fine della storia non sia stato uno shock improvviso, quanto più un rendersi conto con il passare dei mesi che vivere tutto da sola e “per due” non era più sostenibile, allo stesso modo ho realizzato quanto tempo avevo sprecato. Ma è vero che la cosa importante è esserne finalmente fuori.. e vaccinate!

  • Ariel, 12 Aprile 2022 @ 19:37 Rispondi

    @Lilly le vere Donne e Signore si distinguono esattamente da ciò che qui hai scritto!!!
    Oltre ci sta di moooolto meglio nel significato di veramente utile possibile scambio
    E quindi mi unisco sicuro a chi evita di scrivere sempre le stesse cose solo parziali e giudicanti gli altri sempre quelli che sono deficiente

    Andare oltre è solo da chi sta capace di curarsi in terapia !!
    Infatti è questo che insegna!!!
    Chi non la fa o la abbandona resta a piedi nelle proprie chiuse idee e fatti a zero

  • elleelle, 12 Aprile 2022 @ 19:22 Rispondi

    @Azzurra
    Ti garantisco che se anche tu l’avessi odiato all’inizio, questo odio non lo avresti portato avanti perché tutto quello che sentiamo col tempo si affievolisce.
    Io non ti so dire se ho odiato il mio ex, ma certamente l’ho disprezzato. Era giusto così e mi è anche servito. Non ho mai provato compassione per lui, neanche per il suo disturbo della personalità. Non è un malato di mente che non si rende conto, non è schizofrenico ad esempio. È una persona capace a livello intellettivo e di apprendimento scolastico, ma disfunzionale a livello emotivo. La sua capacità intellettiva avrebbe potuto portarlo a fare seriamente un percorso di terapia, invece ha scelto di prendere per il culo me, che invece il mio percorso l’ho fatto.
    Ma adesso non provo proprio niente, il disprezzo non è una cosa che mi sono portata dietro perché non mi serve più. Se mi capita di ricevere qualche notizia, quello che mi viene in mente è che lui sta tra il coglione e lo sfigato. È una forma di disprezzo più blanda, che non richiedere energie particolari e che non devi mantenere viva.
    È quello che pensi di uno che ti taglia la strada in una rotonda, “Ma guarda quel coglione” e via, senza pensarci troppo su.

  • Azzurra, 12 Aprile 2022 @ 18:53 Rispondi

    @Giorgia l’inerzia c’è stata all’inizio, quando lui all’improvviso da uomo innamorato e presente, senza nessun motivo, è diventato freddo, distaccato e assente. È stato uno shock, io ancora sento le emozioni negative provate quel giorno. Non perché mi stava lasciando ma proprio non riuscivo a capire come potesse essere possibile amarmi fino alla sera prima, dirmi che non poteva vivere senza di me e poi il mattino dopo il nulla e smettere all’improvviso di essere presente in tutti i modi in cui lo era stato per 8 mesi consecutivi compresi i messaggi, telefonate che erano diventati parte della mia routine. All’improvviso io non ero più nulla. Difficile capirlo se non ci si passa. Io ero come inebetita, stordita. Non sentivo più nulla. E non ricordo nemmeno per quanto tempo. Poi ho reagito. Ma è stata dura e molto lunga la cosa. L’importante è esserne fuori.

  • Azzurra, 12 Aprile 2022 @ 18:21 Rispondi

    Grazie @Giorgia, in realtà il rapporto conflittuale lo avevo con mia madre. E cmq si, purtroppo certe cose ti segnano a vita ed è proprio per questo che con i miei figli sto cercando di essere la mamma che avrei voluto io per me e sono orgogliosa di quello che sto facendo al di là degli errori imperdonabili commessi quando c’era il mio ex, imperdonabili solo per un motivo : perche era tutto finto e lui non meritava il tempo, le energie l’amore la vicinanza la presenza che gli ho dato togliendola ad esempio ai miei figli.

  • Azzurra, 12 Aprile 2022 @ 18:13 Rispondi

    @Dispersa nell’ultimo messaggio che gli ho inviato io gli ho scritto che non mi faceva rabbia ma solo e soltanto una gran pena. Poi lui ha continuato a scrivere mettendo in ballo l’amore che avrebbe voluto darmi ma non ho più né letto né risposto. Gli avrei voluto rispondere che lui non lo sa che cos’è l’amore e consigliargli di farsi curare ma da uno bravo, perche lui non sta bene, ma ho evitato. Lui lo sa di non star bene ma non è più affar mio. Ah, quando abbiamo iniziato a litigare gli ho chiesto il motivo per cui si comporta in questo modo da sei anni. Sapete cosa mi ha risposto? “Pazzia? Ma ti ho sempre amata”

  • Lilly, 12 Aprile 2022 @ 18:04 Rispondi

    @cossora pensavo non leggessi più i miei interventi! Tanto è impossibile capirci, così come è impossibile capire per me te o ads. Facciamoci questo regalo tutti dai. Passiamo oltre. Non è una gara dialettica né un concorso a chi risulta vincente su un blog. Lasciamo perdere. Lo faccio io per prima guarda.

  • Azzurra, 12 Aprile 2022 @ 16:20 Rispondi

    @Ariel io le crisi di astinenza non ce le ho più. Quando dico non riesco non è che non riesco a stare senza di lui, non riesco a mandarlo a quel paese, non riesco ad odiarlo.. “Sono fatta così ” non significa che sono ferma a piangermi addosso, significa che affronto le cose in modo diverso e cioè percorrendo una strada diversa ma l’obiettivo lo raggiungo ugualmente, forse ci metto più tempo ma non perdo di vista l’unico fine che c’è : il mio star bene.

  • Azzurra, 12 Aprile 2022 @ 16:15 Rispondi

    @Elle io ci sono arrivata già da un pezzo al punto che nella mia vita non ce lo voglio. Vero è che il sentimento che ho provato per lui era reale non immaginato anche se dall’altra parte non c’era una persona vera ma finta per cui il mio lavoro è stato fatto prima sul rendermi conto che lui mi avesse sempre mentito e accettarlo è stata dura e ancora più dura perché lui tornava ciclicamente per convincermi del contrario, non è difficile comprendere in che stato confusionale ero. Successivamente ho dovuto lavorare su me stessa : ragazze è stato un uragano, io non mi riconoscevo più, la mia vita era completamente sottosopra. Mi sono ricostruita lentamente, avevo paura anche di stare in mezzo alla gente, volevo stare sola, le persone mi stancavano mentalmente, io non vedevo l’ora che fosse notte per chiudere gli occhi e riposare. Ora non è più così, ora sono rinata ma nel vero senso della parola ed è impossibile che io ci ricaschi. Nonostante tutto io non lo odio, e non lo dico. Per essere migliore di qualcun’altra ma perché non riesco ad odiarlo. Lo avessi odiato forse ne sarei uscita prima ma sicuramente avrei avuto una zavorra da portare con me per sempre e io non ce la faccio più ragazze. È stato troppo quello che ho vissuto credetemi, a voi ho raccontato solo una parte l’altra non l’ho raccontata qui, non la racconterò mai a nessuno e me la porterò dietro per il resto dei miei giorni. Ma nel frattempo vivo una vita nuova e diversa e ci sono giorni in cui i sento fortunata perché finalmente adesso SENTO tutto, dopo tanto tempo che non ero in grado di sentire altro che stanchezza e dolore. Lo so che non avrei dovuto permetterlo ma è successo. L’importante è non riscarci più.

  • Dispersa, 12 Aprile 2022 @ 15:01 Rispondi

    @Azzurra ti stringerei forte a me se tu fossi qua… Non sei sbagliata tu, non è perché era lui, ma la tua sensibilità ti ha portata ad aiutare una persona che ti ha chiesto aiuto… Sei fatta così!!
    Purtroppo lui lo sa e si è dimostrato il pagliaccio che era, che è e che resterà!!
    Guarda la situazione a 360 gradi, non soffermarti sul fatto che gli hai creduto ma su quello che hai fatto dopo, non hai letto e risposto ai suoi messaggi, sembra una cavolata ma per una persona che sta uscendo dal tunnel è tanta roba!!!

  • giorgia, 12 Aprile 2022 @ 14:09 Rispondi

    @Azzurra hai tanto coraggio. In alcune situazioni riuscire anche solo a trovare la volontà di cambiare, senza restare fossilizzate in quell’inerzia che ci porta solo sofferenza, è già un grandissimo passo. Il primo vero passo.
    e ha ragione anche @cossora che rispetta il tuo percorso senza forzature. Perchè è vero che qualsiasi azione “imposta” non avrà la stessa efficacia di una scelta cosapevole e condivisa con il proprio terapeuta (fondamentale in alcuni casi, esempio dipendenza affettiva di cui parlate). Però un consiglio può essere costruttivo, perchè no, potrebbe aprire uno spiraglio utile.
    Anche il vissuto della propria infanzia può incidere molto su questi aspetti. Parli di rapporto conflittuale con il padre, nel mio caso si è trattato della madre, e ti posso confermare che con un percorso di psicoterapia mirata ho ottenuto grandissimi risultati. Dici che stai imparando, che i cambiamenti sono evidenti, e se tu stessa per prima ti senti più serena puoi solo migliorare ancora

  • Hara, 12 Aprile 2022 @ 13:55 Rispondi

    @Elleelle da stampare e appendere in bagno di fronte la tazza e da rileggere ogni volta che si fa la pipì! grazie

  • LaMilla, 12 Aprile 2022 @ 13:38 Rispondi

    @elleelle.
    “Cercare di uscire vincenti a tutti i costi nella competizione per vincere un secchio di m… non mi sembra una gran scelta.”
    Standing ovation! Mitica.

  • cossora, 12 Aprile 2022 @ 13:11 Rispondi

    In trepida attesa di cosa abbia scritto @lilly ad @ads per confermare l’ansia che fa venire pure a me. L’altra faccia del maiuscolo. Che mattone ragazzi.

  • Molly, 12 Aprile 2022 @ 13:07 Rispondi

    Non sono forse sette anni da “vittima” quelli di @Outlier? Lei ha il potere per uscirne ma sceglie di non usarlo.
    Ragazze, la vita è una cosa seria, non si buttano 7 anni dietro a un uomo che non ci ama, ad un certo punto – il più presto possibile, appena ce ne accorgiamo!! – bisogna gettare la spugna.
    Lo lasciamo alla moglie?

    Non so se si debba “lasciarlo alla moglie” ma lo si deve LASCIARE E BASTA!! Non vi deve interessare se starà con la moglie, la vicina, la zia o una nuova amante ma sette anni sono un’eternità per vedersi di nascosto, senza prospettiva!! Riprendete in mano la vostra vita : il tempo passa inesorabile e sprecarlo così è davvero TRISTE!!

  • Ariel, 12 Aprile 2022 @ 12:30 Rispondi

    Cara @elleelle ciò che scrivi è pura verità è realtà in ogni tuo commento ripeto ci sta solo che verità è realtà

    Ma purtroppo finché non si capisce da parte delle “ vittime temporanee” che finché non ci si cura in apposite terapie per dipendenza affettiva
    Non è il ragionamento che può farle uscire dalla relazione tossica

    Chi ha buttato a mare 7 o anche tre anni o anche fosse un anno significa che
    Ou ci si è passato tempo più significa o non aver fatto terapia continuativa o non essersi trovate un terapeuta adeguato al caso di dipendenza affettiva

    Occorre fare ricerca e poi si trova ,se non si riesce ad uscirne in tempi brevi e cioè no passarci anni significa solo non aver ancora completato la terapia ,se un terapeuta non ci ha fatto fare il salto significa anche due cose o non ci si è impegnate con continuità
    Interrompere terapia è tornare a drogarsi così funziona per qualsiasi dipendenza

    Oppure NON HA LA COMPETENZA SU CASISTICA DI QUESTI CASI

    Non basta un terapeuta generico ma occorre uno con vera casistica numerica maggior esperienza sul tema dipendenza e relazione tossica

    Finché non esiste questa pbase di vero sostegno resta impossibile farcela esattamente come dimostrano i tanti casi qui 7 anni e anche di più o di meno
    Senza terapia non si esce dalla propria prigione!

  • Ariel, 12 Aprile 2022 @ 11:49 Rispondi

    @elleelle i tuoi piedi commenti per me sono davvero oro puro ,e colate verità è veramente utilissimi aiuti a chi vorrà raccoglierli e farli suoi ,ma mi viene spontaneo aggiungere che ad esempio tutti casi simili a quello di cara @Azzurra sono sicuro risolvibili in primis facendo terapia apposita
    Perché lei Cara @Azzurra c’è la sta mettendo tutta si capisce benissimo che non vorrebbe affatto cadere nelle trappolò e del Chiaro Narcissita ma non riesce ,scrive infatti che fa parte del suo carattere non riuscire a mandare a fan…

    Ma vorrei dire qui a te e @ Azzurra che ogni dipendente affettiva parla del non riesco sono io fatta così
    Ma la buona notizia è che si agisce in preda alla crisi da droga dipendenza e quindi si reagisce in automatico come un robot

    Infatti tante volte qui riportando anche mia esperienza e quella di molte altre donne che conobbi in terapia di gruppo ecco che potemmo scoprire di non essere affatto incapaci a porre dei limiti ,ma che potevamo uscirne solo attraverso al opera terapeuta mirata in primo step a togliersi dalla dipendenza e crisi di astinenza che ci fu spiegato da esperti che la dipendenza in genere sia affettiva che di altra materi aLEDE IL LIBERO ARBITRIO

    Ecco spiegato come mai car@Azzurra come tanti altri casi non riesce a stoppare le vessazioni manipolative negative del Narcisita Carnefice

    Ergo sperare solo questo che @Azzurra come molti altri casi riprenda la terapia e farsi supportare da terapeuta dedicato a L superamento della dipendenza e crisi conseguenza di astinenza possa davvero riuscire a girar ire del tutto e farcela esattamente come sicuro resta possibile

    Anche le azioni correttissime di lettere di diffida e eventuale denuncia per stalking chi qui ci ha testimoniato sua esperienza sono azioni che sono state fatte sempre in parallelo all supporto terapeutico

    La SOLITUDINE IN CUI SI TROVA LA VERA VITTIMA TEMPORANEA RENDE DIFFICILE E DOLOROSO IL RIUSCIRE AD USCIRNE
    Soprattutto quando ancora nulla si Sto arrivando! In giro a partire da casa propria.

    Ma almeno farsi seguire da terapeuta su questo preciso qui e ora e cioè la dipendenza come droga che LEDE LA VOLONTÀ
    E cioè Azzurra fa veramente come di più meglio di così non riesce a fare ma è solo dato dal fatto del meccanismo della droga dipendenza
    Si risolve in terapia e in sede legale anche

  • Lilly, 12 Aprile 2022 @ 11:09 Rispondi

    @ads hai ragione…”Nolite dare sanctum canibus, neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis, et conversi dirumpant vos”.

    @azzurra lo so che è difficile, so che lui ha creato un legame forte tra voi, capisco tutto. Ma lui ora lo sai che ti fa male. Se non ci riesci da sola chiedi aiuto da uno psicologo.

  • Viovio, 12 Aprile 2022 @ 10:55 Rispondi

    @Azzu conosco perfettamente questo genere di invadenza perché i nostri ex, sotto questo punto di vista, sono molto simili. Siamo noi a fare la differenza, noi che dobbiamo rispedirli al mittente qualsiasi scusa adottino per riagganciarci.
    Tu sei un pezzo di pane e lui lo sa, di conseguenza usa ogni mezzo per attirare la tua attenzione, devi essere tu a mandarlo a spendere, a prescindere da qualsiasi tipo di problematica. Qualche settimana fa il mio ex mi ha fatto telefonare dai suoi per una questione inerente al padre, durante la conversazione si è fatto passare il telefono per interagire direttamente con me e tra una scusa e l’altra insisteva sul fatto di avermi inviato dei messaggi che non ero riuscita a leggere (per forza e’ bloccato ovunque). Gli ho risposto che i suoi genitori hanno il mio numero e per necessità possono chiamarmi direttamente, di conseguenza non c’è alcuna ragione per cui lui debba inviarmi messaggi.
    @Azzu ripetono sempre il solito copione non sei stanca? Io si… bloccalo di nuovo e se dovesse importunarti in pubblico fingi per non destare sospetti ma vai avanti per la tua strada. Certi uomini non cambieranno mai.
    Ti abbraccio

  • cossora, 12 Aprile 2022 @ 09:54 Rispondi

    @azzu io di consigli su cosa fare non te ne do.
    Perchè penso sia sbagliato il principio.
    Ti dico che ci sono: ti leggo e ti rispondo.
    Ti rispetto. Rispetto il tuo modo di fare, la tua sensibilità (indipendentemente da a chi la rivolgi) in poche parole io rispetto la tua natura.
    Arriverà il momento, con il tuo tempo e con il tuo modo.
    Non ci sono diffide, non ci sono consigli, non ci sono ‘devi fare questo’.
    Tutto ciò che si offre non può pretendere uno ‘sforzo’ da parte dell’altro. Si offre senza un’aspettativa.
    Non è mai giusto forzare l’altro, non esistono motivazioni nobili, è l’ego che chiede lo sforzo.
    Sono certa che il tuo modo perfetto stia facendo il suo percorso e che la strada passi anche da questo momento indispensabile.
    E’ vero che sei una persona buona, ma non sei ingenua. Hai la stoffa, troverai la tua strada.

  • Azzurra, 12 Aprile 2022 @ 09:51 Rispondi

    @Ads miracolato ci è davvero ma per tanti motivi, dovrebbe andare ad accendere un cero in chiesa non solo perché sono più giovane e sicuramente di bell’aspetto, non sono una stupida, un’oca giuliva, non ho niente da invidiare a nessuno certo ho i miei difetti di cui però vado altrettanto fiera. È un miracolato anche perché un’altra al mio posto gli avrebbe fatto passare veramente un bel guaio. Correre dietro a lui ora che ho capito il giochetto nemmeno se mi pagassero lo farei, l’ho fatto fin quando lui mi convinceva che aveva tante paure ma che mi amava. Ora è lui a correre dietro ma in modo disadattato si perché come ben dici tu è un disadattato che vive ogni santo giorno facendo credere al mondo intero di essere non solo il maschio alfa ma una persona dotata di buon cuore. Lui di buono non ha nulla né il cuore né altro… Deve essere davvero difficile alzarsi ogni santo giorno fingendo di essere una persona che non sei. Io invece sono una delle poche che so chi è lui.

  • Leilei, 12 Aprile 2022 @ 09:25 Rispondi

    Azzurra questa è l’ennesima lezione che dovrai imparare, non puoi fidarti di lui.
    A me è successo con un amico che consideravo un fratello, mi ha usata per i suoi scopi e poi allontanata senza una spiegazione. Quando gli altri amici lo hanno criticato apertamente per il suo comportamento, ha provato a ritornare sui suoi passi. Ma ormai per me il discorso era chiuso. Ci ho sofferto enormemente, ma da allora quando siamo in situazioni insieme gli giro alla larga, se mi rivolge la parola rispondo educatamente ma non gli do corda. Ed evito accuratamente le situazioni in cui potrei trovarmi faccia a faccia con lui (in passato ce ne sono state tante).
    Ti posso solo consigliare di trasformare il dolore in rabbia, quella ti aiuterà a tenerlo fuori dalla tua vita.

  • Viola, 12 Aprile 2022 @ 08:54 Rispondi

    Lilly, condivido tutto…ed aggiungo che molte volte, almeno a me è capitato, di volerne uscire “pulita” fare una bella figura dicendo addii tipo Rossella O’Hara, ma bastaaaaaa…..ma che ci frega del come del perchè…..alcune volte bisogna uscirne e basta senza pensare minimamente all’altro

  • elleelle, 12 Aprile 2022 @ 08:52 Rispondi

    @Azzurra
    Aggiungo una cosa: sia le bacchettate che le prese in giro non sono mai state seguite da delle parole di scusa. Mai. Già questo è sufficiente per dire basta.
    Lasciarsi alle spalle una persona e fregarsene di tutto quello che lo riguarda non vuol dire essere stronze, sta lì l’errore.
    In quante siamo cresciute con quest’idea dell’educazione e della gentilezza fino all’estremo? Io sicuramente sì, ma grazie al cielo ho preso anche la parte meno diplomatica da mio papà. Essere gentili ed educate non vuole assolutamente dire essere succubi. Non c’è nessuna maleducazione e nessuna stronzaggine nel non voler più dare niente a chi prende e basta, a chi maltratta, a chi manipola.
    Togliamocela una buona volta dalla testa quest’idea, che ci farebbe solo bene. Basta ritenersi stronxe se non si accondiscende a farsi mettere i piedi in testa. E se a un certo punto bisogna agire per non farsi mettere i piedi in testa, ben venga, vuol dire che abbiamo un po’ di amor proprio e di sano istinto di auto-protezione.
    Altrimenti saremo sempre e solo delle vittime anche se abbiamo il potere per non esserlo.
    Non sono forse sette anni da “vittima” quelli di @Outlier? Lei ha il potere per uscirne ma sceglie di non usarlo.
    Ragazze, la vita è una cosa seria, non si buttano 7 anni dietro a un uomo che non ci ama, ad un certo punto – il più presto possibile, appena ce ne accorgiamo!! – bisogna gettare la spugna.
    Lo lasciamo alla moglie? Bene, chi se ne frega, che se lo tenga chi ha la personalità giusta per stare con uno stronxo, cosa volete che vi dica…
    Cercare di uscire vincenti a tutti i costi nella competizione per vincere un secchio di m… non mi sembra una gran scelta.

  • Azzurra, 12 Aprile 2022 @ 08:09 Rispondi

    @Elle hai detto tante cose giuste. Io sono proprio quella che fa il passo indietro. Non solo con lui, l’ho sempre fatto con tutti forse sarebbe meglio dire lo facevo con tutti. Sto imparando a mettere paletti e a non farli abbattere, sto imparando a pretendere il rispetto, sto imparando a far sentire la mia voce senza aver paura di ferire. Tutti si sono resi conto del mio cambiamento, compreso mio marito e ora sicuramente anche il mio ex. Ripeto, non sono più buona di te o chissà cosa ma è semplicemente un fatto caratteriale. Mio padre è così anzi lui si è ammalato di depressione, ulcera ma non è mai cambiato. Da ragazza ho avuto molti scontri con lui proprio per questo motivo, perché vedevo violato il mio orgoglio, la mia dignità per cosa? Perché non bisognava litigare con gli altri, essere sempre comprensiva anche se mi calpestavano (ma lui in casa con mia madre erano litigi furiosi) fuori casa però no. Io col tempo ho imparato a distaccarmi da questo suo pesante e ingombrante modo di vivere le relazioni, ma è evidente che col mio ex non ci sono riuscita.

  • Molly, 12 Aprile 2022 @ 08:08 Rispondi

    chi è causa del Dio mal pianga se stesso” È inutile capisci? Non mi serve piangere sul latte versato e tantomeno cospargermi il capo di cenere

    Capisco @Azzurra. Te la metto con le parole che mi ha detto una volta la mia psicologa quando fatti passi in avanti, tornavo poi indietro: “Ti stai boicottando? Vuoi stare bene? Dare delle opportunità a questa persona ti dà possibilità di STARE MEGLIO?

    E leggi attentamente le parole di @Lilly che suggerisce quando qualcosa CI FA MALE, di non “assumerlo”, ma di allontanarcene.
    Ma senza diffide che gli danno importanza. Certa gente merita proprio L’OBLIO!

  • Rinascita, 12 Aprile 2022 @ 08:05 Rispondi

    Elleelle la diffida scaricata da internet firmata in proprio e consegnata a mani non avrebbe alcuna efficacia neppure se contenente la minaccia di andare da un avvocato, quando sai che poi tanto non ci puoi andare. Non basta scrivere in legalese per spaventare qualcuno, tanto meno uno della tipologia dell’ex di Azzurra. Sarebbe fare “a lupo a lupo” e sortirebbe l’effetto contrario. È più incisivo un bel “levati dai cogxxxxx” od il silenzio più totale. Due messaggini di fanta-amore dopo tre mesi di silenzio non sono stalking. Sono condotte in se e per se’ innocue che però turbano Azzurra, giustamente e comprensibilmente. Con il senno del poi è tutto corretto quello che dite. Io però valuto sempre gli eventi con gli elementi che avevo a disposizione quando ho deciso di fare qualcosa. Non mi sarei comportata diversamente da Azzurra. Non ce l’avrei fatta, poi è ovvio che se ricapitasse avrei un bagaglio di esperienza diverso e mi comporterei in un altro modo. Tutto qui.

  • avvocatodistrada, 11 Aprile 2022 @ 23:46 Rispondi

    @cossora, ho un buon rapporto con loro, con il grande in primis, il secondo è piu’ legato alla madre,
    in realtà non faccio nulla di particolare, sono presente quello si,
    anche se molly pensa che stia sul divano h24 in attesa della cena,
    il mio buon rapporto deriva anche dal fatto che sono il contrario della madre, molto tollerante ,forse poco educativo,
    non sempre do il buon esempio, non sono rigido.
    @lilli anche tu..e diamine e sorridi..mi metti un angoscia quando parli,
    amarsi consapevolezza..ma sei noiosa :d
    in merito alla diffida a me non piace disquisire di cose che poi si sa che non si fanno, non sono attuabili.
    la diffida non si fa poiche’ se no viene fuori tutto e sarebbe molto peggio.
    l’azzurra la capisco,,cosa fare nulla..in effetti è capitata proprio male..
    ma io dico sei un miracolato che una piu di giovane di te..ti corre dietro..e questo fa anche il fesso, disadattato.no words
    se vi chiedete perche’ scrivo spesso..e perche’ lo smart continua..se ne parla a settembre mi sa , per una simil normalità-
    ultima cosa è stata definita una data?

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 21:46 Rispondi

    @Lilly e io concordo con ciò che hai scritto. Il fatto è che io, per usare la tua metafora, non volevo mangiarla quella coppa di panna montata ma sono stata agganciata da lui in modo scorretto e subdolo. Vero. Potevo dirgli fanc… tu e tutta la tua stirpe maledetta e non l’ho fatto ma non l’ho fatto non perché speravo in chissà che non l’ho fatto perché caratterialmente non ck riesco. Non riesco a fare la stronza che cosa posso farci?!? Se venissi a sapere che lui si è fatto male, o è in fin di vita questa cosa non mi lascerebbe indifferente. Questo non vuol dire che lo amo o che lo rivoglio e lui sicuramente non merita nemmeno la mia compassione ma io sono fatta così cosa devo fare? Se capitasse a me di aver bisogno da lui non andrei nemmeno se stessi crepando, mai! Io da lui non voglio niente tanto meno essergli debitrice. Sono stata tanti make in passato avrei potuto prendere il telefono e contattarlo ma non l’ho mai fatto figuriamoci adesso che indietro non tornerei mai nemmeno se si presentasse da ufficiale gentiluomo : perché di lui non mi fido più, perché lui è un bugiardo patologico e non cambierà mai

  • elleelle, 11 Aprile 2022 @ 21:44 Rispondi

    @Azzurra
    Scrivi “io il passo indietro lo faccio” e uso questa tua frase per farti un esempio e collegarlo a quello che è successo con il tuo ex.
    Nonostante tu sia stata bacchettata più volte e abbia visto bacchettare altre persone, sei disposta a passarci sopra e a fare un passo indietro sulla base di qualche parola comprensiva. Parole comprensive che sono state dette in passato e seguite da bacchettate.
    È come se tu non riuscissi a collegare gli eventi e a lasciare perdere: parole comprensive –> interagisci –> bacchettata –> distacco –> ripeti il ciclo.
    Non riesci a non interagire, a non rispondere, a non avere una reazione. Non so perché, dal momento che hai tutti gli elementi alla mano ma non li usi tutti. Devi spezzare questo circolo vizioso nella fase dell’interazione, nel momento in cui il costo supera il beneficio.
    Quante bacchettate devi prenderti prima di stancarti, soprattutto non essendo un’interazione obbligata? Perché devi interagire, per essere ascoltata, perché venga validata la tua esperienza e ascoltato il tuo dolore?
    È tutto molto umano ma rischiare di farsi bacchettare di nuovo è la scelta giusta? Non è capitato una volta e basta, è capitato più volte, tante volte, anni di volte e tu lo sai, lo hai visto coi tuoi occhi ma ancora hai il dubbio che non sia così?
    Dove sta il problema, @Azzurra, solo in chi dà carota e bastone o anche in chi prende la carota, si fa bastonare e continua a sperare in un finale diverso?

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 21:31 Rispondi

    Scusate chi è causa del suo mal pianga se stesso.. A scrivere col cellulare non mi rendo conto degli errori.

  • Rinascita, 11 Aprile 2022 @ 21:22 Rispondi

    Ale esiste anche un’altra prospettiva nel non volere che il tradimento venga fuori. Io il salto lo avrei fatto ma non voglio dare alibi a nessuno. Il mio matrimonio è finito ben prima dell’arrivo dell’amante. C’è una corresponsabilità di mio marito, quanto meno, al 50%. L’amante è una conseguenza e non la causa. Ora dovrei dare giustificativi deresponsabilizzanti a mio marito fornendogli un capro espiatorio che non ha incidenza sulla fine della coppia. A che pro? Quale sarebbe l’utilità? Servirebbe al coniuge tradito per darsi attenuanti, per trovare inesistenti colpevoli esterni, senza crescere, senza evolvere, senza capire. Non ho paura di nulla voglio solo che ciascuno si assuma le sue responsabilità.

  • elleelle, 11 Aprile 2022 @ 20:41 Rispondi

    @Rinascita
    In Italia è possibile scrivere una lettera di diffida di proprio pugno (ci sono i moduli in rete) e consegnarla a mano. Visto che l’ex di Azzurra ha a che fare con un’attività del figlio, gliela potrebbe dare lì.
    Quello sarebbe l’ultimo avvertimento prima di procedere per vie legali e farlo diffidare da un avvocato.
    L’ex di Azzurra non si è limitato a chiederle aiuto per un parente, l’ha accusata di fregarsene, ha ricominciato a parlare d’amore ecc. Immagino che Azzurra abbia salvato numerosi esempi simili a questo e potrebbero essere sufficienti anche per una denuncia per stalking.

  • Lilly, 11 Aprile 2022 @ 18:55 Rispondi

    @azzurra io non sono una psicologa quindi non posso fare ipotizzare, anche se con magari con forti sospetti, eventuali problemi psicologici di questo uomo che cerchi di lasciarti alle spalle. Ma una cosa posso dirla, da profana. È una persona che è tossica per te. E quando una cosa ci fa male, che ne so, quando scopriamo che se beviamo il latte ci viene il cagozzo, il mal di testa, un eczema ecc…cosa facciamo? Smettiamo di berlo. Ed evitiamo i cibi che lo contengono. E se qualcuno ci presenta una bella coppa di panna montata magari la prima volta la accettiamo e stiamo male…la seconda…anche no. Perché con le persone che ci fanno male non riusciamo a fare lo stesso? Questa domanda la rivolgo a tutte noi che fatichiamo a staccarci da persone nocive che di buono ci hanno dato ben poco. Invece di chiederci “perché lui”…ma domandiamoci “perché noi”. Inizio io? Io non so staccarmi dalle persone nocive perché mi sento a mio agio in contesti così piuttosto che in contesti sani. È questione di…abitudine. E penso di non valere nulla. Non so mettere limiti e cosi permetto agli altri di farmi del male. Che farci?a sul passato nulla. Ma…io sono stanca. Stanca che mi si faccia del male. E me ne hanno fatto parecchio. Adesso sono una donna adulta, non sono più una bambina e a quella bambina che ero devo un pochino di cose. Un po di sicurezza, prima di tutto. E da adesso non mi toccherà più nessuno, se non per farmi una carezza. Ma spetta a me. Questo per dire che è compito nostro prenderci cura di noi e decidere a chi permettere di ferirci ancora. Quindi @azzurra…non uso il verbo dovere perché so che non piace…ma ogni volta che ti si presenterà occasione di scegliere se interfacciarti con lui..pensa che non stai decidendo se essere educata o gentile ecc.. stai scegliendo semplicemente se proteggere quella te fragile che ha bisogno di essere tutelata o se esporla di nuovo. Quella te ha bisogno di delicatezza, tempo, amore. E solo tu per prima puoi darglielo.

  • Rinascita, 11 Aprile 2022 @ 17:55 Rispondi

    Scusate, Azzurra come dovrebbe inviarla questa diffida? Con un piccione viaggiatore particolarmente bravo a farla cadere proprio nelle mani dell’ex? Oppure come ipotizzo, dovrebbe inviarla a casa? Quindi Azzurra dovrebbe decidere di palesare l’esistenza della storia pregressa, comunicandolo di fatto alla moglie, prima addirittura di informare il marito. Inoltre, quale sarebbe la condotta molesta del quale il suo ex si è reso autore? Aver cercato di approcciarla dopo tre mesi, chiedendole aiuto
    per un parente ipoteticamente bisognoso? È indubbio che Azzurra debba allontanarsi da situazioni che non la fanno stare bene; deve trovare la forza dentro di se ed è molto facile per chi non è coinvolto dare indicazioni. Anch’io con i vostri ex sarei spietata, non ho vissuto le vostre emozioni con loro, riuscirei ad essere di una freddezza assoluta. Si è tolta l’ultimo dubbio con questo evento, così deve collocarsi la vicenda. Tra l’altro non è che l’abbia incontrato o altro. Azzurra ti consiglio di ridimensionare l’accaduto. È stato un tentativo goffo da parte sua. Nessuna di voi ha uno spasimante un po’ pressante? Lo si ignora è sufficiente quello. Va bene tagliare i ponti anzi è necessario ma non costruire persecuzioni dove non ci sono! Quell’uomo da fastidio solo perché Azzurra in un qualche modo è ancora coinvolta, altrimenti si sarebbe fatta una risata.

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 17:46 Rispondi

    @Molly io il passo indietro lo faccio e I tuoi consigli li leggo anche volentieri se solo in ognuno di essi non ci mettessi sempre e comunque quel pizzico di : chi è causa del Dio mal pianga se stesso” È inutile capisci? Non mi serve piangere sul latte versato e tantomeno cospargermi il capo di cenere! E non mi serve chi mi dà un consiglio sensato e subito dopo mi bacchetta. Praticamente mi entra da un orecchio e mi esce dall’altro. Impara a saperti porre senza giudizi e forse quando leggero’ i tuoi commenti non partiro ‘io stessa con il pregiudizio che sua tu a scriverlo

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 17:10 Rispondi

    “Forse @molly sta solo chiedendo aiuto ma nel modo sbagliato. Forse si vergogna. Forse si sente giudicata per quanto è stata ‘babba’ e ci odia, noi amanti. Non lo so io non riesco ad avercela con lei.
    Sta recitando la parte della presuntuosa ma non lo è.”

    @Cossora ti posso garantire che nella relazione con mio marito sono SERENA. Non temo nulla e non sto chiedendo aiuto a nessuno perché non ne ho bisogno! . Osservo mio marito e mi godo tutto quello che arriva che ho desiderato per anni.

    Quello che sto consigliando ad @Azzurra e @Outlier o ad altre è esattamente quello che consiglierei a mia sorella se si trovasse nella stessa situazione e non mi sembra sia diverso da quello che consigliate tutte. Chiedo a tutti quanti per favore di fare un passo indietro e non pensare che sono le parole di @Molly ma semplicemente le parole di una persona che dà dei consigli completamente disinteressati come fate voi. Non c’è nessuna dietrologia sono esattamente i consigli che darei alla mia migliore amica.

    Rimaniamo nel qui ed ora!

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 16:59 Rispondi

    Il tuo no contact non lo ha ferito, gli ha punto l’orgoglio, è ben diverso.
    Continui a pensare che lui sia stato male, ma secondo me non è così.

    Ma il no contact non ha come obiettivo che lui stoa male ma che VOI STIATE BENE!!

    Dovete farlo per voi stesse! Non dovete minimamente chiedervi come stanno loro, se soffrono, sino offesi, feriti LORO DEVONO ESSERE MORTOi dentro di voi.

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 16:54 Rispondi

    “Cosa consigliare ad Azzurra, che ha a che fare con un individuo tossico, se non tagliare i contatti e non usare il no contact in maniera intermittente? Con certe persone non puoi tenere una linea di condotta di mezzo. Devi essere dura e basta. Altrimenti non te ne liberi mai. Inutile fare 10 passi in avanti e poi rotolare indietro di metri.”

    Concordo al 100%@Lilly.Sono i consigli di @Ale e di chi ha un po’ fi sale in zucca. Obiettivi e imparziali.

    Che poi non esiste nessun nesso logico tra eventuali mie paure del ritorno della ex di mio marito (se mai ne avessi) con i consigli per @Azzurra e tutte le altre IMPANTANATE a star dietro a uno che vi ha preso e vi prende per il culo.

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 16:44 Rispondi

    “Grazie @Molly, ma infatti hai ragione. Ci sto lavorando tantissimo con la mia psicoterapeuta.
    … Cioè voglio dire, se ha scelto perché non lasciarmi stare?”

    Vedrai @Outlier che a lavorarci tanto con la psicoterapeuta riuscirai nel tuo intento ma devi seguire fedelmente tutto quello che ti dice di fare per stare meglio. Fidati di lei. È lei l’esperta!

    Per quello che riguarda le domande che ti poni su di lui mi sembra, e non lo dico da moglie tradita che vuole mettere il dito nella piaga ma lo dico con sincerità, anche alla luce di tutto quello che abbiamo letto qui nel blog da parte del padrone di casa i motivi sono sempre gli stessi, @Ale dice chiaramente il motivo per cui insistono: periodi di magra, sanno che siete con la porta aperta, giro di giostra sotto le lenzuola e consulente gratis. Purtroppo nessuna di queste ragioni coincide cin le aspettative di coppia a cui aspiri.

    Che poi, ma veramente vorresti fare coppia (disfunzionale!) con uno che ti porta in poche ore dal paradiso all’inferno?

  • elleelle, 11 Aprile 2022 @ 16:37 Rispondi

    @ads
    Invece con alcune persone una diffida è necessaria. Se una persona sbrocca, non sai mai come lo farà e le tragedie in Italia non sono di certo una cosa sconosciuta.
    Personalmente credo che non sia essenziale una diffida con certe persone, ma bisogna essere molto rigidi e mettere bene in chiaro che non si tollererà una mossa in più.
    Mi sembra però che per una serie di motivi si faccia trasparire proprio tutt’altro, vale a dire che si è sempre disponibili a farsi mettere i piedi in testa. Se si accetta di essere contattate e si fa trasparire la propria debolezza (mi ha fatto stare molto male, ma perché mi hai fatto questo se mi hai detto che mi amavi, ok restiamo amici, ok il chiarimento, ok ti aiuto), è come sanguinare di fronte a uno squalo.
    Quando il mio ex mi ha contattato il giorno dopo quello che è successo e si capiva che aspettava solo un segnale di apertura da parte mia, io mi sono strappata il cuore, l’ho buttato nel cesso e molto freddamente gli ho detto di togliersi dalle palle e di non farsi mai più sentire. Niente mi spiace tanto, niente lacrime, ma perché, ma io ti amavo e cose simili, piuttosto mi sarei buttata dal balcone.
    Non è questione di essere delle signore o meno, ma di far capire che non si accetta in alcun modo un abuso e una presa in giro. Finché non sai com cho hai a che fare, capisco, non è semplice. Però quando lo sai non puoi continuare a permettere questo tormento. Ci vai giù con la mannaia e fine.
    Che roba è “ma io sono educata”, con chi, con una persona che ti prende per il culo e ti maltratta?

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 16:02 Rispondi

    Scusa @Leilei e che altro consiglio danno tutti gli altri con un po’ di buon senso? Hanno tutti paura o semplicemente ci accorge di quanto tossiche siano certe relazioni? Solo tu e pochi altri perseverano in relazioni che sono vicoli chiusi, per te sia a casa che con l’amante.

    Io non temo proprio nulla rispetto alla ex amante. Vedo mio marito e me sereni. E mi basta.

    Mi fa un misto di rabbia e pena vedere le persone nella totale paralisi di scrollarsi di dosso situazioni che le fanno star male e ogni volta che sembrano stare meglio, zac, si fanno auto goal! Sembra che certe persone NON VOGLIAMO stare meglio. E mi viene voglia di scrollarle un po’.

  • Lilly, 11 Aprile 2022 @ 15:40 Rispondi

    Ma @ads parla per te scusa. Se tu non sei riuscito a trovare un modo per costruirti una vita e una serenità basandoti su te stesso e sull’amore per te, non dovresti disturbare chi ci sta provando e pian piano riuscendo. Pensare che ci voglia per forza qualcuno nella vita da amare per poter stare bene significa che vedi l’altro come un qualcosa da usare, una stampella. Ma l’altro deve essere un di più. Non un parte che ci manca. E non lo dico io perché sono io. Lo dicono tipo tutti gli psicologi, psicoterapeuti e counselor di questo mondo. Fino a che continuerai a credere di non poter essere completo senza un’altra persona, sarai sempre eternamente tormentato. Poi non dico che avere un amore nella vita non sia bellissimo e meraviglioso. Dico che per trovare un amore sano e che faccia bene, prima bisogna saper amare se stessi e darsi noi per primi ciò che ci serve per la nostra serenità. E questo è un percorso lungo e faticoso. Ma non dire che non è vero.

  • Ariel, 11 Aprile 2022 @ 15:40 Rispondi

    @Azzurra voglio tanto toccarti sul personale in modo che resti CHIARO che rappresenti ,ahimè,purtroppo,non unico caso di vera relazione tossica.

    Così ancora ti scrivo FA IN MODO DI PARLARE APERTA A TUO MARITO SE È BRAVO COME SOSTIENI VISTO CHE CI VIVI INSIEME

    Parlare chiaro dicendogli tutta la merda che hai vissuto con amante un vero Narcisista Tremendo

    Solo così potrai davvero facendo terapia in un continuo che non fai la fai poi la lasci etc,
    Comunque nulla mai resta perso ciò che ieri non sei riuscita a fare oggi e domani resta possibile fare nuovo metodo
    Perché questo NO FUNZIONA

    ESATTAMENTE sei RICATTABILE e quindi SEI COSTRETTA SE SOLO VUOI USCIRNE a fare chiarezza con avere un sostegno terapeuta VALIDO SIGNIFICA SPECOALIZZATO IN RELAZIONE TOSSICA !!!

    Così otterrai la VERA AUTOSTIMA DI TE STESSA A RAGGERÀ E CIOÈ NULLA DA NASCONDERE
    NULLA DA VERGOGNARSI VERSO CHIUNQUE!!!!!

    La vera LIBERTÀ INTERIORE PASSA SOLTANTO NEL RIUSVIRE A VIVERE TUTTO ALLA LUCE DEL SOLE !!!
    Soprattutto quando come tuo caso sei ricattata e ricattabile SEMPRE!!!

    Fai sto cxxxzo di passo avanti se solo vuoi guarire!!!!
    Se tuo marito reagirà qualsiasi cosa sarà sua responsabilità,è esattamente un adulto

    Cxxxzi suoi se ti comprenderà meglio
    Se non lo farà sarà la svolta ottima per te di mandare affanculo chiunque OSI INFRANGERE LA TUA LIBERTÀ E IL RISPETTO VERSO TE STESSA.

    Se già
    Eggs do il mio commento non sentirai nessun giudizio ma solo che aiuto sarai già nel tuo nuovo cammino

    Cambia metodo
    Stai aperta tutta alla luce del sole e curati a stecca !

    • alessandro pellizzari, 11 Aprile 2022 @ 17:21 Rispondi

      Ariel, ti sto bannando diversi tanti messaggi tutti in maiuscolo, tutti con toni accesi e parolacce. Sono stufo di ripetermi e credimi, non li leggo neanche io, appena vedo il tono casso. Datti una regolata. Anche questo non va bene, perlomeno non ha troppe invettive e parolacce. Quello che tu pensi sia uno stile incisivo e forte è urlato, fastidiosio, illeggibile, noioso e anche un po’ da “matti”. Impara la lezione e adeguati, altrimenti non pubblico nulla e non leggo manco io. Forse devi scrivere in un blog di un collega più aggressivo

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 15:39 Rispondi

    @Hara gli ho detto che deve sparire di nuovo, ha continuato a scrivermi mettendo in mezzo l’amore che avrebbe voluto darmi, l’ho letto sull’anteprima dei messaggi dopodiché senza neanche aprire la sua chat l’ho eliminata. Ha scritto ancora e ho fatto la stessa cosa e poi non ha scritto più. Penso di essere stata abbastanza chiara con lui. Penso che non leggere nemmeno i suoi messaggi sia peggio del blocco. Almeno per lui è così.

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 15:32 Rispondi

    @Cossora io non sono la crocerossina che vuole salvare tutti ma se mi viene chiesto un favore e io ho la possibilità di dare una mano saltando eventuali passaggi burocratici piuttosto lunghi io non mi esimo dal farlo. Scoprire poi che lui non ne aveva realmente bisogno ma è stato solo uno dei tanti modi per arrivare a me.. ecco non credo di essere stupida o ingenua, credo semplicemente che non si possa arrivare anche a mentire sulla salute. Credevo che ne avesse davvero bisogno, quando me lo ha riferito tutte le persone che erano con me hanno fatto domande a lui su questa situazione e lui era disinvolto nel rispondere, non sembrava mentisse e lui continuava davanti a loro a dirmi : allora puoi aiutarmi? Lo credevo sincero. Questo anche per dire che non porto rancore per una storia finita, non voglio essere sua amica voglio solo mantenere rapporti civili. Volevo. Con lui è impossibile.

  • cossora, 11 Aprile 2022 @ 15:30 Rispondi

    @ads che rapporto hai con i tuoi figli?
    Hai dentro una grande capacità di inquadrare le cose come stanno e credo non ci sia dono migliore del saper/poter parlare sinceramente con i propri figli. In generale ovviamente, non del tuo privato.
    Separarmi mi ha dato l’occasione (spogliatami del ruolo di moglie) di affrontare con molta onestà (commisurata alla loro età) ogni questione.
    Oggi i professori del mio grande dicono al padre (che mi riporta) che è un ragazzo speciale, che al di la dei bei voti è un individuo capace di gestire il rapporto con i compagni, che durante l’adolescenza sono spesso contradditori, provocatori, offensivi.
    Se fossi stata collegata io ai colloqui on line mi sarei commossa perchè so attraverso cosa siamo passati tutti, per arrivare a questo, e anche se non è stata una passeggiata, non cambierei di una virgola ❤

  • Hara, 11 Aprile 2022 @ 15:19 Rispondi

    @ads sono d’accordo con te che sappiano tutti, ma non è che perchè si avvicina che @Azzurra possa sclerare davanti a tutti e passare lei per pazza! che poi lui passa da povera vittima e noi donne da isteriche perchè è da parecchio che non trombiamo!!! @Azzurra vorrebbe che lui girasse al largo sarebbe cosa elegante riuscirci da parte sua, ma evidentemente non ne è capace. Va bene “mentalizzarsi” ma credo che andresti in bestia se la tua ex ti mettesse ciclicamente in simili situazioni e oltretutto ad amantato concluso!

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 15:17 Rispondi

    @azzu cerco di dirti la verità nel modo più delicato possibile: questo fa lo stronzo perchè si sente in una botte di ferro. Tuo marito non sa e lui sa che non deve sapere.

    Ecco @Azzurra magari con le parole di @Cossora lo capisci meglio quello che voglio fire senza sentirti offesa. Poi a me non viene in tasca nulla se lo sblocchi e gli parli. Ma mi pare che sei tu che ne stai male.

    Cosa mi fa credere che hai paura che venga fuori? Se non ne avessi avuto paura ne avresti parlato a tuo marito. Tutti hanno paura che venga fuori il tradimento: altrimenti perché mentire e fare di nascosto? Per questo vi nascondete. Dai non sono nata ieri.

    • alessandro pellizzari, 11 Aprile 2022 @ 17:15 Rispondi

      Chi ha paura che venga fuori il tradimento è soprattutto chi non vuole separarsi davvero. Poi anche gli uomini che poi si separano davvero credendoci la tirano talmente lunga che di solito finisce che vengono scoperti, che non è un bene per nessuno

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 15:14 Rispondi

    @Elle è quello che ho scritto anche io nel mio commento : ” ha nuovamente rotto il mio no contact e lo ha fatto per gioco, per verificare se io avessi davvero voltato pagina, per egoismo, per sua vanità, per pura cattiveria, semplicemente per mancanza di amore, ma amore sano quello che ti fa voler bene anche quando è finita, che non ti fa infierire, che non ti fa sentire speciale solo perché leggi la sofferenza negli occhi dell’altro.” È chiaro che non ci sta male, chiarissimo. È chiaro che non è amore. È chiaro che non sta bene mentalmente parlando! Ripeto non è masochismo, questa persona che sta male ha una malattia bruttissima, delle peggiori in assoluto. Se lui è un vigliacco, manipolatore che approfitta di una cosa del genere per “giocare” ancora io non lo assecondo dandogli informazioni utili e necessarie ma faccio ciò che io ritengo giusto fare. Lui ha continuato a scrivermi ma io ho di nuovo messo fine al tutto,non l’ho fatto più giocare. Se sono stata male è perché, anche se avrei dovuto aspettarmelo, ha usato veramente un mezzo infame. Infame come lui.

    • alessandro pellizzari, 11 Aprile 2022 @ 17:13 Rispondi

      non diamo dei malati e quindi degli alibi a chi non se li merita

  • Outlier, 11 Aprile 2022 @ 15:07 Rispondi

    @ellelle sono bloccata, si. Sono ormai 7 anni in questa situazione. Si, sono anni che non tornano più. Praticamente lui parla e dice, si avvicina e io a volte cedo, lo ammetto, poi fa i passi indietro. E’ come il tipo di @Dispersa, solo più destabilizzante.

    • alessandro pellizzari, 11 Aprile 2022 @ 17:17 Rispondi

      sette anni di tira e molla è follia, non li danno neanche più per rapina a mano armata

  • avvocatodistrada, 11 Aprile 2022 @ 15:01 Rispondi

    ragazze dite delle cose ma quale diffida..
    l’equilibrio è precario, i dubbi sono tanti e quindi ci si barcamena
    a tavolino sembra sempre razionale, chiaro, lindo, consapevole,
    io personalmente quando scrivete ne sono uscita, sono piu consapevole,faccio giardinaggio, vado a correre esco con le amiche,il marito ritrovato…ci credo il giusto..bisognerebbe fare reset totale e allora forse prima o poi si riparte,
    il resto sono solo palliativi,dai un calcio al barattolo..ma poi dopo lo rincontri.
    per uscirne ci vuole un nuovo incontro che ti dà linfa, vitalità ,
    coniuge , e ex amante, sono entrambi da rottamare, razionalmente pensate che non lo sappia.
    ora sto coglione dell’azzurra vedrai prima o poi sbrocca o succede l’imprevisto che è sempre dietro l’angolo..e gli altri sanno anche se fingono indifferenza, basta che sa 1 , sanno tutti
    io ormai mi sono mentalizzato se succede, amen, mica è una cosa irreversibile della vita.

    buon pomeriggio.

  • Hara, 11 Aprile 2022 @ 14:53 Rispondi

    @Outlier capisco tutto, cioè il tuo non mi sembra una cattiva persona ha solo bisogno di una stampella, ma come puoi credere a parole di amore a “scadenza”? cioè lui ti ha detto che ti ama solo dalle 9 alle 17 … pausa pranzo inclusa o no? a contratto praticamente …ma sei a cottimo o a premio? e c’è da capirlo la moglie chiaramente è a partecipazione altrimenti la avrebbe gia lasciata ! @Outlier non voglio essere offensiva voglio solo farti sorridere! purtroppo per lui sei soltanto una cara amica, sta bene con te ma non ti ama tu invece che sei innamorata dai un significato diverso alle sue parole.
    La domanda da fare alla psicoterapeuta è: visto che io merito uno che sia innamorato di me in esclusiva perchè io non lo lascio?

  • elleelle, 11 Aprile 2022 @ 14:48 Rispondi

    @Outlier
    Sei bloccata su quell’uomo da anni. I fatti quali sono? Che lui parla e basta ma non conclude niente. Quanto tempo hai buttato via, tempo che non tornerà più?

  • elleelle, 11 Aprile 2022 @ 14:46 Rispondi

    @Azzurra
    La persona che sta male tu non la conosci neanche e hai dovuto scomodare un conoscente.
    Basta rispondere di no, che non è una cosa che puoi fare. Una persona che sta molto male ha un medico e un sistema sanitario che si occuperanno di lui.
    Tu non devi niente al tuo ex, non più. Se io vedessi il mio ex in difficoltà, muoverei un dito solo se ci fosse il rischio di essere denunciata per omissione di soccorso. Non me ne frega niente di sembrare cattiva, per me è un estraneo che non conosco e a cui non devo niente.

  • cossora, 11 Aprile 2022 @ 14:43 Rispondi

    @leilei io leggo in @molly il terrore che qualsaisi cosa possa ricapitare.
    Pensare che chi non l’avresti mai detto (perchè tornava dalle trasferte, e faceva l’amore con lei prima di ripartire) ti abbia potuto somministrare una sola parte di se stesso per 4 anni.. ti distrugge.
    Un conto è una mega crisi e da li uno si fa l’amante e va sempre peggio.
    Un conto è che le due cose viaggino serenamente parallele.
    Pensare che quello li, di cui ti fidavi, stava vivendo due vite alternate.. io non so se sarei così forte.
    Vacillerei, fortemente.
    Forse @molly sta solo chiedendo aiuto ma nel modo sbagliato. Forse si vergogna. Forse si sente giudicata per quanto è stata ‘babba’ e ci odia, noi amanti. Non lo so io non riesco ad avercela con lei.
    Sta recitando la parte della presuntuosa ma non lo è.

  • Hara, 11 Aprile 2022 @ 14:40 Rispondi

    @Azzurra non farti più manipolare! se arriva a manipolarti il problema è tuo che glielo permetti non suo! E tutto finto lui e qualsiasi cosa lo riguardi Certamente sei a buon punto ma devi capire che tu non devi niente a nessuno tanto meno a lui. se devi qualcosa a qualcuno lo devi a te stessa e prima di tutto ti devi amore e rispetto. Se ritieni che non sia più un problema non bloccarlo più ma preparati ai futuri exploit perchè questo episodio gli avrà data certamente vigore e lo incoraggerà a nuove iniziative. Capisco che tu sia una persona perbene ma questo non autorizza nessuno ad approfittarne e dove ti accorgi che questo accade devi essere in grado di mettere un freno proprio perchè sei una persona perbene e non puoi prestarti a simili sceneggiate.

  • cossora, 11 Aprile 2022 @ 14:36 Rispondi

    @elleelle apprezzabile, e molto, come ti sei rivolta ad @azzu senza toccarla sul personale.
    Anche io sono un po’ convinta che quando non ce ne frega più niente di una persona di certo non si vada su un blog a scrivere dell’ultimo fastidio che ci ha dato.
    Ma se ci ha dato fastidio, significa che non è vero che non ce ne frega più niente.
    @azzu magari ha un’unghia dentro a questa sotria, solo un’unghia. Ma è sempre una parte di lei.
    E con un segreto così grande (il marito ignaro) sfortunatamente è ricattabile.

  • Lilly, 11 Aprile 2022 @ 14:34 Rispondi

    Azzurra, io leggo in Molly solo una gran paura che la ex di suo marito possa ritornare alla carica. Infatti il consiglio che lei riesce a dare a tutte è di chiudere per chi non lo ha ancora fatto, o di evitarli per chi ha già chiuso.

    @leilei non sono d’accordo su questo. Cosa consigliare ad Azzurra, che ha a che fare con un individuo tossico, se non tagliare i contatti e non usare il no contact in maniera intermittente? Con certe persone non puoi tenere una linea di condotta di mezzo. Devi essere dura e basta. Altrimenti non te ne liberi mai. Inutile fare 10 passi in avanti e poi rotolare indietro di metri. Questo uomo non è una brava persona con intenti sotto sotto genuini. È una persona che, per quello che lei racconta, è orrenda.

  • Lilly, 11 Aprile 2022 @ 14:30 Rispondi

    @elleelle quello che intendevo dire nel mio post si riferiva al fatto che se a 25 anni avere figli può essere un impedimento (perché a quella età hai voglia di movimento serale, hai voglia di libertà personale senza responsabilità..poi dipende da come si è fatti ma cmq anche il gruppo di amici di solito è più propenso a leggerezza ecc), a 35 invece il contorno sociale è più propenso ad accogliere un altro tipo di “intrattenimento” nel tempo libero, uno stile di vita che è più idoneo a bambini. Si riferiva solo al discorso figli. Solo a quello.

  • elleelle, 11 Aprile 2022 @ 13:48 Rispondi

    @Azzurra
    Ho riletto i tuoi ultimi commenti e secondo me non ti stai aiutando. Non so se sia per masochismo o cos’altro, ma hai sempre un motivo per cui tu devi fare qualcosa che ti danneggia per andare incontro a lui.
    Mandalo affanculo una buonavolta e che si arrangi, lui con tutti i parenti e gli amici. Mandagli una lettera di diffida la prossima volta che prova in qualche modo a contattarti, altrimenti devi capire perché non vuoi recidere davvero questo legame.

  • elleelle, 11 Aprile 2022 @ 13:40 Rispondi

    @Lilly
    A 35 anni si è nel pieno della vita, basta solo godersela per quello che si può fare al momento.
    Io ne ho più di 50, cosa dovrei fare, spararmi? Certo che no. Faccio altro, penso ad altro ma soprattutto non penso a tutte le sfighe varie ed eventuali che posso incontrare sul mio cammino di donna che si avvicina pericolosamente alla vecchiaia.
    Di questi tempi già essere vivi è una fortuna!

  • elleelle, 11 Aprile 2022 @ 13:30 Rispondi

    @Azzurra
    Il tuo no contact non lo ha ferito, gli ha punto l’orgoglio, è ben diverso.
    Continui a pensare che lui sia stato male, ma secondo me non è così. Una persona normale che sta male si comporta in un modo diverso. Lui non sta male, semplicemente non era ancora pronto per smettere di giocare. Gli hai tolto il divertimento senza il suo permesso.

  • Leilei, 11 Aprile 2022 @ 13:19 Rispondi

    Azzurra, io leggo in Molly solo una gran paura che la ex di suo marito possa ritornare alla carica. Infatti il consiglio che lei riesce a dare a tutte è di chiudere per chi non lo ha ancora fatto, o di evitarli per chi ha già chiuso.

  • LaMilla, 11 Aprile 2022 @ 12:54 Rispondi

    Cara Azzurra, mi dispiace molto sentirti giù. La sua è stata solo una prevaricazione. Non sopporta il pensiero che tu riesca ad andare avanti senza di lui e ti ha teso una trappola infame, solo per avere l’ultima parola, solo per gustare di nuovo il brivido di avere il controllo sulle tue emozioni e il tuo umore. Questi uomini che dichiarano amore folle, poi senza motivo spariscono e poi ritornano, mettendo in scena sempre gli stessi schemi, non sanno amare. Sono persone profondamente infelici e che dell’altrui infelicità si nutrono. Non conoscono nient’altro e costringono all’infelicità chiunque entri in una relazione con loro, amante o moglie che sia.
    Da questa consapevolezza, dobbiamo partire noi per staccarci e andare avanti. Il mio ex è esattamente come il tuo. Un uomo più vecchio capace di folli dichiarazioni, a volte addirittura imboscate, quando mi distaccavo da lui . Una volta che mi aveva di nuovo a disposizione, dopo pochi giorni di idillio totale, staccava nuovamente la spina, buttandomi giù e trascinandomi nuovamente nel suo solito balletto, un loop infinito sempre uguale a sé stesso.
    Quattro mesi fa, dopo un anno di tira e molla, sono tornata da lui col cuore in mano e senza difese, giurando a me stessa che era l’ultima possibilità che gli davo. Mi ha ferita nuovamente, sparendo senza giustificazioni. Gli ho detto addio . Definitivamente.
    In quattro mesi, ho pianto solo una volta, pochi giorni fa. Non per lui o la sua assenza, ma per me stessa. Per il male che gli ho permesso di farmi, una volta ancora. Per la mia stupidità e per le centinaia di giorni della mia vita che ho lasciato scorrere in apatia, quasi depressione, sognando un futuro che solo io avevo visto.
    Il percorso di guarigione e soprattutto di accettazione è lungo. Più lungo del previsto. Ma ne vale la pena.
    Ti abbraccio, tesoro.

  • cossora, 11 Aprile 2022 @ 11:55 Rispondi

    @azzu cerco di dirti la verità nel modo più delicato possibile: questo fa lo stronzo perchè si sente in una botte di ferro. Tuo marito non sa e lui sa che non deve sapere.
    Ti assicuro che se tu fossi single non muoverebbe un ciglio.
    E’ della razza peggiore dei peggiori codardi.
    Ma è con lui che hai a che fare, purtroppo.
    Hai due chances: non dargli veramente più ascolto (nemmeno se l’urgenza fosse reale e davanti ai tuoi occhi: la gente muore ogni giorno e non puoi salvarli tutti) oppure dirlo a tuo marito (o dirgli che tuo marito sa tutto).
    Io non sono della razza che bluffa, ma può essere una strada.
    A me piace essere libera al 100% e non avere debiti con nessuno. Ma nessuno mai e poi mai.

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 11:43 Rispondi

    @Rinascita hai colto perfettamente il senso delle mie parole e ti ringrazio per la comprensione che mi dimostri. Io non mi sarei mai sottratta nel dare una mano e mai mi sottrarro’, non lo faccio per lui ma per la persona che sta male. Poi se lui arriva a manipolarmi usando la malattia è un problema suo non mio. “Ogni strappo porta sempre più lontano” quanto è vero! E pensare che lui invece pensa esattamente il contrario!

  • Outlier, 11 Aprile 2022 @ 11:29 Rispondi

    Grazie @Molly, ma infatti hai ragione. Ci sto lavorando tantissimo con la mia psicoterapeuta.
    E’ come se fossi rimasta alla versione iniziale che accieca tutto. Ma dentro la mia testa (e lo so che sbaglio) si viene a creare quella cosa tipo “Ok, se torna e mi dice certe cose è perché anche lui vuole stare insieme a me”. Questo crea comunque aspettative (sbagliate), ma le crea. Cioè voglio dire, se ha scelto perché non lasciarmi stare?
    Ah mi ha tirato fuori anche la storia della pensione ragazze. L’aveva detto pure una di voi se non erro: ma lo sai che poi quando andrò in pensione non ci si potrà vedere mai più.

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 10:15 Rispondi

    @Viola anche io in questi tre mesi mi sono detta che lui con il suo sparire mi stava aiutando ma… come vedi tornano alla carica quando meno te lo aspetti e usando tutto ciò che hanno a disposizione…

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 10:13 Rispondi

    @Molly ma cosa ti fa credere che io abbia paura, non mi sembra né di averlo detto e nemmeno di averlo lasciato intendere. Io non ho paura né di lui né che lui “parli”, sei proprio fuori strada. Non posso trattarlo male davanti agli altri perché sono cose personali e non voglio dare spiegazioni a persone che alla fine sono solo conoscenti e nemmeno voglio che queste persone abbiano motivo di pensare chissà che cosa visto che la storia tra noi ormai è finita. I motivi per cui non ho confessato sono altri non certo quello di salvarmi la faccia e in ogni caso se avessi confessato non avrei mai chiesto a mio marito di intervenire. Certo che tu capisci sempre fischi per fiaschi oppure semplicemente ti piace affondare il coltello nella piaga che, ahimè per te, è quella sbagliata.

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 10:07 Rispondi

    La volontà e saper accettare di non vivere più come prima. Perdere certi agi, per guadagnare più serenità futura e prospettive nuove.

    Proprio vero soprattutto oggi tutti vogliono la botte piena e la moglie ubriaca e nessuno vuole rinunciare a nulla nella disperata corsa alla felicità che però resta un’illusione. Senza relazioni oneste ci si trova sempre a fingere e non fidarsi mai dell’altro. Così non ci si rilassa mai.

  • Rinascita, 11 Aprile 2022 @ 10:00 Rispondi

    Azzurra cogli il lato positivo della cosa. Per l’ennesima volta si è rivelato quello che e’ ed hai avuto la riprova che non ti sbagliavi. Se tu non avessi accolto la sua richiesta di aiuto, ti saresti logorata. Anch’io fatico a non tendere la mano anche nei confronti di chi non merita. Mi sarei comportata come te. Già’ mal sopportavi di averlo bloccato, figurarsi se ti fossi sottratta ad esserci per ipotetiche questioni di salute. Se si è persone per bene, tali si rimane. Hai un elemento in più per dimenticarlo e sentirti apposto con la tua coscienza. Ogni strappo porta sempre più lontani.

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 09:52 Rispondi

    Ci sono dei momenti di sconforto molto forti dovuti anche a lui che una volta torna e mi dice cose dove mancava solo l’anello con la proposta di matrimonio e una volta torna per dirmi che non devo pensare sempre a lui ma che vorrebbe chr quando ci vediamo in ufficio ci prendiamo solo il bello.
    È davvero difficile

    @Outlier ma come fai a trovare una minima attrazione per uno che è variabile come la temperatura tra estate e inverno a Bolzano? Nelle relazioni serve reciprocità e stabilità.

    Sicuramente quando ti dice certe parole (manipolatorie) ti senti appagata come quando ci fai sesso. Ma veramente STIMI una persona così instabile? Prova a mettere su una bilancia i momenti positivi e quelli negativi. Ma non senti quanto questi ultimi pesano di più? Sei intrappolata in una CIECA INFATUAZIONE. Non è amore!

  • Molly, 11 Aprile 2022 @ 09:31 Rispondi

    @Azzurra sei già da parecchio tempo su questo blog. I consigli di NON INTERAGIRE con il tuo ex ti sono stati dati. Amico di famiglia o no, se vuoi venirne fuori e non riaprire la ferita DEVI NON RISPONDERE ALLE SUE PROVOCAZIONI. Certo, ti sei tirata la zappa sui piedi a non confessare volendo salvare la faccia (se non mi confondo di persona lui è un “amico” di famiglia).

    Ora hai paura. Le scelte purtroppo portano delle conseguenze. Tutto sommato se anche lo trattassi male davanti a chi “non dovrebbe sapere” che male c’è? Alla fone senza trattarlo male lo puoi ignorare e basta. Sarai mica sempre di buonumore…. Ma non sbloccarlo più, per carità! Sai da sempre che è un narcisista. E allora non ci cascare.

  • Viola, 11 Aprile 2022 @ 09:11 Rispondi

    Ciao Azzurra, è dura….ci sono alti e bassi…ma sto capendo che sono tutte tappe che servono. Il codice del silenzio per ora sta funzionando e diciamo che lui per il momento mi sta aiutando perchè è sparito….Azzurra, Outlier, …..le dinamiche con loro sarebbero sempre le stesse……e con loro anche le nostre emozioni…

  • Outlier, 11 Aprile 2022 @ 08:24 Rispondi

    Infatti diciamo che chi non ha figli ed è solo deve trovare, secondo me, una forza disumana per risalire. Sicuramente anche per chi ha figli con le varie difficoltà, ma loro dovrebbero dare quella spinta in più per dire “Devo risalire per loro”.
    Non è facile decidere di cambiare. Me ne rendo conto io stessa che nonostante tutta la realtà che mi si palesa sotto i miei occhi, faccio resistenza. Eppure sono certa che le sue briciole come e quando vorrebbe lui, non mi vanno e non le ho mai accettate. Eppure c’è quella parte di me che resiste, che fa difficoltà.

  • Azzurra, 11 Aprile 2022 @ 08:00 Rispondi

    @Lia mi lascia un vuoto dentro soprattutto perché mi rendo conto di essere stata lì per anni a cercare di riempire un vuoto (il suo) incolmabile. Io non riesco proprio a comprendere come una persona possa nutrirsi del male che fa agli altri. Io lo avevo capito che il mio no contact lo aveva ferito, lo avevo scritto anche qui. Lo vedevo da come mi guardava, dai suoi comportamenti.. ma arrivare a rompere il mio no contact non per il desiderio di ristabilire una connessione tra noi ma per punirmi è qualcosa che non si può descrivere. Anzi lui credo che volesse ricominciare ma a modo suo : è lui che detta le regole, è lui che decide quando e io devo piegarmi. Io, nella sua testa, l’ho messo nella condizione di “abbassarsi” a cercarmi, io l’ho fatto aspettare per tre giorni, io non ho ceduto subito, io non sono caduta ai suoi piedi adorante, io che dovevo essere contenta solo perché lui mi aveva cercata, io che gli ho detto No alla richiesta della foto, io che non devo avere autonomia di pensiero. Io che sono solo un oggetto e in quanto tale non esisto. Certo @Lia lui per me ormai non esiste più, resta solo ciò che ho provato io per una persona che non solo non lo meritava ma che non era ed è proprio capace di accogliere amore nella sua vita. Il giorno dopo mi ha scritto “io avrei voluto solo darti tanto amore” io lo so cosa significa finalmente : che si rende conto di ciò che è

  • Lilly, 11 Aprile 2022 @ 00:06 Rispondi

    @ads fai sembrare più facile la vita di chi non era sposato o non aveva figli. Come se questo bastasse a rendere le cose più semplici nel rifarsi una vita. Magari a 25 anni era così. Ma a 35 le cose non sono così semplici. Poi se non hai figli diventi una specie di essere ne carne ne pesce che viene guardata con sospetto dagli altri. Inoltre non puoi quando senti di aver fallito tutto nella vita pensare ai tuoi figli e dire “almeno ho loro. Loro sono il mio amore “. No. Non hai niente se non te e basta. Poi certo, per chi ha figli ci sono i lati più complessi, gestire bambini da separati è più difficile ecc. E si, un fantomatico uomo o donna davanti a qualcuno con prole potrebbe spaventarsi ma almeno così fai subito selezione all’ingresso. Ma non credo che questo impedisca a una persona di rifarsi una vita. La volontà e saper accettare di non vivere più come prima. Perdere certi agi, per guadagnare più serenità futura e prospettive nuove. Non cerchiamo scusanti o attenuanti. C’è chi il passo lo fa e chi sotto sotto sta bene dove sta. Nulla di male in entrambi i casi. Solo non cerchiamo scuse. Io stessa se non fosse stato per mio marito non credo avrei fatto il salto. Ma alla fine… sono ancora viva.

  • ale_pira, 10 Aprile 2022 @ 23:28 Rispondi

    Sì, non sono sposata e non ho figli. La persona che mi ha fatto soffrire è stato inizialmente il mio amante, poi il mio compagno per breve tempo, e in ultimo un mio ex. Per lui ho chiuso una relazione che durava da 20 anni, insomma mi sono ritrovata a reinventare la mia vita che è sempre stata essenzialmente in coppia.

  • Viovio, 10 Aprile 2022 @ 23:12 Rispondi

    @Azzu mi dispiace tanto… ti abbraccio forte forte

  • avvocatodistrada, 10 Aprile 2022 @ 22:57 Rispondi

    salve ho chiesto ad ale_pira del subentro–perchè è come pensavo,
    non è sposata , non ha figli se ho capito bene,
    spesso anzi direi molto spesso gli interlocutori di questo blog, sono persone che nella migliore delle ipotesi restano in una ibridia infelicità familiare, qualcuna/o, riesce anche a ripristinare quella scarpa che aveva riposto nella cantina e che fino a qualche tempo prima era ritenuta stretta, usurata..quasi da buttare,
    quindi per farla breve , ottimo il messaggio di positività che ha voluto dare, tuttavia,
    lo paragono a quei messaggi che vogliono dare quelli che pesavano 150 kg..poi ne perdono 70..e fanno pensare che è tutto facile, che tutti possono farlo, che se vuoi puoi..resto con i miei dubbi.
    quello raccontato da ale-pira non è tanto diverso da quanto mi ha raccontato il mio amico lasciato il giorno prima del matrimonio..dramma si inizialmente, ma poi si è rifatto una vita.
    buona serata

  • Lia, 10 Aprile 2022 @ 21:52 Rispondi

    @Azzurra, sono chiari tentativi manipolatori.
    Le ha provate tutte per ristabilire un contatto e farti reagire.
    Ha fatto leva sulla tua bontà e onestà che sono evidenti a noi del blog, figurati a lui che ti ha studiata molto bene.
    Sono contenta che ormai ti sia scaduto.
    Capisco quello che dici. Ti lasciano un vuoto dentro perché tutto quello in cui hai creduto per un periodo della tua vita era niente.
    Piangi per te stessa perché non lo meritavi, perché quell’Azzurra che ha fatto tanto è stata di nuovo calpestata e non rispettata.
    Devi ridere, invece, perché si sbaglia nella vita ma finalmente hai un quadro chiaro e ogni volta che interagisci con lui, ormai sai chi ti trovi davanti.
    Devi chiudere però in modo definitivo e radicale.
    Non esistono richieste di aiuto, non esistono messaggi o richieste di supporto.
    Azzurra, questa persona deve sparire! Deve diventare un’estraneo.
    So che ormai ne sei uscita, ma anche solo quest’ulteriore dolore potevi risparmiartelo.
    Hai aspettato 3 giorni e gli hai risposto. Se ricapita non rispondere più.

  • ale_pira, 10 Aprile 2022 @ 17:54 Rispondi

    Errata corrige:
    *misantropia, non misoginia

  • ale_pira, 10 Aprile 2022 @ 17:49 Rispondi

    Ho avuto diverse storie negli ultimi anni. Nei primi mesi solo storie senza un vero e proprio coinvolgimento sentimentale, più o meno inconsciamente per autodifesa, per non rischiare di soffrire. Non mi sono fatta mancare neppure la relazione tossica tra queste, per fortuna scansata per tempo.
    La mia rinascita è passata attraverso una fase in cui, per prima cosa, ho imparato ad amare me stessa, a stare bene da sola e ad apprezzare la solitudine e la libertà di fare quello che voglio e quando lo voglio. Oggi non sono disposta a barattare la mia libertà e la mia serenità per un uomo, ho la necessità di mantenere degli “spazi di manovra” e pensavo che questo atteggiamento (il rischio è sempre di arrivare alla misoginia) mi avrebbe portato sempre ad allontanare gli uomini quando le relazioni sì fossero fatte più serie ma mi sbagliavo. Ho trovato un uomo con cui sto dividendo un tratto della mia strada, quanto lungo sarà non lo so, ma entrambi stiamo vivendo questa relazione serenamente senza pregiudizi o aspettative, godendoci il tempo trascorso insieme, senza interferire nelle rispettive vite ed interessi. Insomma funziona, non sono ancora scappata

  • Azzurra, 10 Aprile 2022 @ 17:00 Rispondi

    @Outlier grazie di cuore

  • Outlier, 10 Aprile 2022 @ 16:00 Rispondi

    @Dispersa a volte faccio fatica a lasciarmi indietro questa storia. Ci sono dei momenti di sconforto molto forti dovuti anche a lui che una volta torna e mi dice cose dove mancava solo l’anello con la proposta di matrimonio e una volta torna per dirmi che non devo pensare sempre a lui ma che vorrebbe chr quando ci vediamo in ufficio ci prendiamo solo il bello.
    È davvero difficile

  • Outlier, 10 Aprile 2022 @ 15:57 Rispondi

    @ale_pira che bella testimonianza e quanta forza si percepisce, sicuramente dopo aver attraversato tanto dolore.

  • Outlier, 10 Aprile 2022 @ 15:56 Rispondi

    @Azzurra spero tanto che finalmente stai voltando pagina. Però capisco come ti sei sentita sempre. E ti abbraccio

  • Ariel, 10 Aprile 2022 @ 13:38 Rispondi

    Mah @ads
    A me è subentrato un nuovo compagno ,ormai posso definire un subentro vecchio

    Ahahahah

    Ma non riesco a non ridere ah ah ah

    Ma non esiste il subentro riferito a persone!,,
    Ads si subentra in un nuovo contratto di Energia elettrica col cambio casa e cambio vita

    Che sarebbe il miglio augurio da fare a chiunque anche a te

    Il povero ads BLOCCATO NEI 150 mq e KOSTRETTO a vivere 75 gg lontano dalla moglie che se la spassa al Villone al mare
    E che facile supporrre se la spassi tirando fuori un bel tacco 12 alla facciazza tua con un bel amante con vere PALLE!!!

    Ah ah ah ah

    ads,povera stellina spenta ,che ti hanno tolto il ciuccio da piccolo ,come scrisse così bene il nostro CaroAlessandro!!!!
    Ah ah ah

    Bon appetit!!!

  • Azzurra, 10 Aprile 2022 @ 13:05 Rispondi

    Così sto riuscendo a dimenticarlo. Sono giorni di nuovo carichi di dolore ma con una consapevolezza maggiore di chi è realmente lui è di che cosa veramente merito io. Ha nuovamente rotto il mio no contact e lo ha fatto per gioco, per verificare se io avessi davvero voltato pagina, per egoismo, per sua vanità, per pura cattiveria, semplicemente per mancanza di amore, ma amore sano quello che ti fa voler bene anche quando è finita, che non ti fa infierire, che non ti fa sentire speciale solo perché leggi la sofferenza negli occhi dell’altro. Questa volta, essendo bloccato, lo ha fatto di persona, mentre ero circondata da altre persone, persone ignare della nostra storia per cui non ho potuto allontanarlo, trattarlo male, ignorarlo cosa che avrei fatto se fossi stata sola. Ha usato la scusa di voler un’informazione urgente, visto che io ho un parente nella sanità, riguardante un suo caro molto malato che ha avuto un ulteriore grave problema e aveva bisogno di aiuto perché non sapeva come risolvere la situazione. Ho aspettato tre giorni prima di decidere di contattarlo e dargli queste informazioni, ero indecisa sulla cosa giusta da fare. Mi arriva una sua mail dove mi accusa di fregarmene e che aveva bisogno urgente di questa informazione. Lo sblocco. La prima cosa che fa mi accusa ancora dicendo che me ne sono fregata, dimenticata e “quanta fatica hai fatto” mi ha detto. Incurante gli ho chiesto di darmi i dati di questa persona ma mentre rispondevo già aveva spento il suo telefono, le spunte dei messaggi dicevano questo. Dopo un’ora si fa risentire mi da’ questi dati e incomincia a parlare di altro come se niente fosse, addirittura mi ha chiesto una foto che ovviamente non gli ho mandato. Poi lo risento il giorno dopo mi chiede se sono arrabbiata gli dico che ero delusa da lui. Aspetto perche deve ancora darmi dei dati importanti. Sparisce come suo solito fare, io che sto li ad aspettare e lui sparisce. Alla fine ho capito che le informazioni che mi chiedeva erano solo una scusa per rompere il no contact (ho scomodato il mio parente per questo al quale ho dovuto anche dare spiegazioni). Ho sbroccato di nuovo con lui. Gli ho detto che non servirà uno stupido blocco telefonico da parte mia a chiudere con lui. Che mi fa una gran pena. Visto il mio sbrocco ha cominciato a scusarsi dicendo che fa una vita di merda, che è incazzato con il mondo. Non lo leggo nemmeno. Il giorno dopo continua ‘ avrei tanto voluto amarti’ . Continuo a non leggerlo. Non l’ho bloccato, non mi serve più. Ho pianto tanto non per lui ma per me, per tutto ciò che gli ho dato e in cambio ho avuto questo: un uomo che si deve vendicare perché finalmente amo me stessa e non gli permetto più di entrare e sconvolgere la mia vita. Ha dimostrato non di essere egoista ma narcisista come sempre ho saputo. Io non sento più nulla e non parlo solo di amore non sento proprio nessuna emozione. Non si può spiegare però il dolore che sento, come un pugno nello stomaco da tre giorni. È violenza anche questa. Io ne sono certa. Ma sono più forte di lui. Non mi faccio piegare ancora. È morto per me. Per sempre.

    • alessandro pellizzari, 10 Aprile 2022 @ 13:13 Rispondi

      quest’uomo fa veramente schifo, è intoccabile anche s e fosse libero domani. La prossima volta trattalo a pesci in faccia anche di fronte agli altri

  • Dispersa, 10 Aprile 2022 @ 11:00 Rispondi

    @Ale_Pira… Che dire, bellissima testimonianza!!

  • avvocatodistrada, 10 Aprile 2022 @ 08:51 Rispondi

    @ale-pira, una bella testimonianza…la domanda che ti pongo è? è subentrata una nuova persone nella tua vita?

  • Lia, 10 Aprile 2022 @ 00:23 Rispondi

    Benvenuta @ale_pira, bellissima testimonianza, piena di speranza.
    Percepisco la tua serenità. Davvero un bel messaggio.

  • ale_pira, 9 Aprile 2022 @ 21:29 Rispondi

    Mi sembra di leggere un capitolo della mia vita. Dopo una relazione breve ma molto intensa da amante, pensavo di aver raggiunto l’agognato traguardo della coppia alla luce del sole. Sì, ci eravamo svincolati entrambi dai rispettivi legami, ma è durata poco: giusto il tempo della ricomparsa della sua ex con la proposta di riprovarci. E io sono caduta rovinosamente nel baratro, altro che lancio dalla torre, un vero carpiato doppio con capocciata finale.
    Ho passato giorni, e settimane, nella disperazione e nella solitudine senza mangiare, dormendo malissimo e ho persino perso interesse verso aspetti piuttosto importanti del mio lavoro, io che sono una stacanovista sul lavoro. Ho cominciato quasi per caso a scrivere sulla normale agenda qualche pensiero sparso, ogni tanto, solo per fissare nero su bianco attimi di rabbia, rimpianti e dolore. Poi, ho cominciato a scrivere anche qualche nuovo proposito, monitorando anche le tappe per raggiungerlo, finché i pensieri scritti sono diventati sempre più positivi. Ancora oggi ho l’abitudine di scrivere i miei pensieri su agende e quaderni quando ne sento il bisogno e penso che non perderò mai questa abitudine.
    Ho avuto la fortuna di uscire dal baratro in un tempo piuttosto breve, sono riuscita anche a coltivare, col tempo, un rapporto di sana amicizia con il mio ex. So che tu Ale non concorderai su questa mia scelta, ma per me è stata un’ancora di salvezza; avevo bisogno di smettere di odiare, l’odio che provavo verso di lui non faceva altro che alimentare anche la fiamma dell’amore che restava semi-sopita in un angolo come contraltare. Il giorno in cui ho ripreso in mano la mia vita lo ricordo come fosse ieri, nonostante sia passato qualche anno; è stata una sorta di epifania scaturita dalla lettura di un passo da un libro di filosofia taoista, è stato come l’attimo in cui si accende una lampadina. Ha allontanato il Buio, e non l’ho mai più spenta.
    Quando posso condivido questa mia esperienza con altre donne proprio per sottolineare quello che dici tu: i cimiteri sono pieni di persone insostituibili.
    PS: ora ho anche la prova che persino quello che per anni è rimasto “il miglior sesso della mia vita” è stato scansato dal podio 😉

    • alessandro pellizzari, 10 Aprile 2022 @ 00:00 Rispondi

      Grazie per la tua testimonianza

  • Ariel, 9 Aprile 2022 @ 15:19 Rispondi

    Qui ,invece CaroAlessandro ,voglio condividere con te e con tutti il Valore straordinario che ha la scrittura !
    E quanto resta davvero una azione di auto terapia che immagino e vivo come la mia tela è sempre un grande spazio cosí pieno delle mie vere emozioni
    Grande luogo che non ha veri confini se non la propria azione del prendere quella penna e guardare attraverso inchiostro la propria calligrafia
    Forme e disposizione nello spazio ,lasciarsi andare al come viene
    Non seguire più GNIENTE ne minuscolo o maiuscolo ,neppure punti o ,virgole
    A volte scrivo ,virgola anziché mettere il simbolo della ,

    La scrittura mi ha salvata davvero nella mia vita da cose o meglio esperienze che qui non possono trovare spazio per via di anonimato e di argomento

    Ma certo che scrivere lasci GRANDE POSSIBILITÀ ETERNA DI RILEGGERE A DISTANZA ciò che si era scritto!

    Così per me sicuro anche passo da dipingere a scrivere o a farlo anche direttamente sulla mia tela ,come osservare un dipinto pure se sembra di averlo già guardato milioni di volte
    Ogni volta che lo si guarda ci si accorge di un nuovo particolare ,
    Cosí è anche la scrittura quando si rilegge ciò che si ha scritto.

    Un vero tessuto che fa parte di me e mai mi abbandona
    Così CaroAlessandro sicuro anche ti ho molto scritto sia qui che li o nella mia tela raccontata anche qui attraverso al mio chér ami Chagall

    Ecco ci tenevo a scrivere che scrivere è qualcosa che fa solo che bene e non importa sicuro ciò che si scrive ma il fatto di farlo con vero slancio come qualcosa che accade senza averlo affatto previsto.

    Così ho tanto scritto e sempre con le mani piene di inchiostro e dei miei colori antichi complesse lettere a forme starne ripetizioni cadenze ricorrenze.

    CaroAlessandro
    Virgola

    • alessandro pellizzari, 9 Aprile 2022 @ 15:58 Rispondi

      Grazie cara Ariel

  • Dispersa, 9 Aprile 2022 @ 10:38 Rispondi

    Per quanto possa sembrare difficile una via d’uscita c’è sempre, più passa il tempo e più vorrei aver chiuso giusto in tempo per mantenere solo i bei ricordi, tanto fra di noi non ci sono mai state promesse.
    Ora sono nella fase, già vissuta più volte, nella quale nonostante tutto non voglio buttare tutto nelle ortiche, in fondo del bello e del buono c’è stato.
    Ma non ho nemmeno più voglia di tornare nel solito circolo dove un giorno andava bene e il giorno seguente era uno schifo, sto accettando che questa storia non era più ‘storia’.
    A volte per come si pone mi fa tenerezza, la sua mancata risposta ad una mia determinata domanda cerca di darmela ora, facendomi capire che mi devo fidare… Solo che ora, in una fase più ‘spirituale’, vedo il tutto con una luce diversa e credo sia entrato nella mia vita per farmi apprendere delle cose, una in particolare l’ho capita!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.