Home » Amanti » Confronto finale

Confronto finale

D77886B1-7990-4ED8-9899-17C45A1F06C8


Confronto finale

Fra voi è appena finita e molte lettrici mi chiedono (e quindi torno su un argomento sul quale ho già scritto): cosa ne pensi di un ultimo incontro? Di un confronto finale? È finita certo, ma io non voglio che finisca senza un vero ultimo confronto faccia a faccia.

Di solito questo bisogno lo avverte chi di voi ha subito una fine brusca, per esempio perché è stata costretta ad adottare il Codice del silenzio perché lui in pratica vuole farvi fare l’amante a vita, perché è stato beccato dalla moglie e si è volatilizzato, perché dopo aver spergiurato di amarvi vi ha detto non posso con un messaggino…

Me lo deve un confronto finale mi dite, e avete ragione. Se fosse una persona corretta, se i mesi, spesso anni di molte cose belle (nonostante le brutte, come le false promesse) valgono qualcosa lui non dovrebbe avere nessuna remora a reggere un ultimo incontro.

Mi deve delle spiegazioni o, anche se ci siamo detti tutto, mi deve la parola Fine, deve mettere, devo poter mettere la parola fine a questa storia. Non si può chiudere con un laconico messaggio, una litigata o, peggio, col silenzio.

Il problema è che molti uomini non sono affatto corretti e fanno prevalere la loro vigliaccheria ed egoismo anche sull’ultima cosa che dovrebbero fare per voi. E così, dopo i ti amerò per sempre, sarai sempre nel mio cuore, ah se solo ti avessi incontrato prima negano l’ultimo faccia a faccia.

I più stronzi, i più aridi, quelli del messaggino liquidatorio sono anche capaci di replicare alla richiesta di ultimo incontro con nefandezze tipo: che cosa non ti è chiaro, ne abbiamo già parlato fin troppo, sarebbe inutile. Certi non rispondono neanche.

Ma chiedere un confronto finale è utile, fa bene a chi lo chiede? Vediamone i pro e contro.

PRO

  1. L’amore, anche quello tormentato degli amanti, ha bisogno di una parola fine. Serve a chiudere davvero, a porre fine alla speranza in quelle storie che speranza non hanno, come quegli amantati che si trascinano oltre i due o tre anni, il massimo fisiologico consentito a questo tipo di storie. Amantati che per anni vivono non più di gioie ma di ricordi, di tira e molla e di promesse disattese. La parola fine e i perché della parola fine vanno detti, faccia a faccia, un’ultima volta.
  2. Il peso del vero addio deve essere sentito da tutti e due. Lui deve toccare con mano quello che perde chiudendo. E anche tu. Solo così finisce lo stillicidio del tira e molla.
  3. Se lui crede di potersela cavare con un messaggio o la sparizione non è un uomo. Scenda in campo per un ultima volta: ve lo deve.
  4. Vi siete detti tutto e sarebbe un’inutile ripetizione. Falso. Soprattutto dopo una prima parziale fase di silenzio, diciamo una settimana/15 giorni, il confronto va fatto, vanno ribaditi in faccia responsabilità ed errori. Quasi fosse un funerale vichingo del vostro amore, in modo che sia chiaro che da lì tornare indietro sarebbe un miracolo. Non a caso si chiama confronto finale.
  5. Il confronto finale serve per adottare seriamente, e quindi farlo funzionare, il codice del silenzio. La sensazione deve essere quella che è davvero finita, e che si sono dette davvero le ultime parole. Serve anche a lui per sapere che se torna deve farlo coscio di dover superare un confine quasi invalicabile, con una solida scala di fatti e non di parole.
  6. Il confronto deve mettere anche la parola fine alle sue parole. Tante, troppe per troppo tempo. Sarà l’occasione per dire le fatidiche ultime. Potranno essere sostituite solo dai fatti.
  7. Il confronto finale dà disperazione, con la consapevolezza dichiarata che è finita davvero, ma darà nel tempo anche sollievo e la capacità di non girarsi più indietro, perché dietro non c’è più nulla, se non i bei ricordi che lui sarà riuscito a non cancellare anche partecipando a questo ultimo confronto.
  8. Il confronto finale servirà a resistere meglio quando e se lui si rifarà vivo con una scusa per interrompere il vostro silenzio. Almeno non potrà dirvi “non possiamo chiudere così senza spiegazioni” anche se la chiusura l’ha  provocata lui. Non ci saranno pendenze aperte se non quelle che millanterà lui. E che non dovete ascoltare.

CONTRO

  1. Per avere un ultimo confronto bisogna avere gli attributi: e non parlo solo di lui, parlo di voi. Rivederlo, reggere il sentimento che provate ancora per lui per chiudere sarà doloroso, molto doloroso, al punto che molte non chiudono affatto, e accettano di continuare a fare l’amante “ancora per un po’”. Non vi biasimo per questo, è comprensibile e succede a tante, ma ciò procrastinerà solo la sofferenza. Il confronto finale si affronta quando si è veramente preparate a reggerlo.
  2. Perché sottoporsi ancora una volta all’umiliazione di sentire le solite mille scuse o addirittura vedere lui che cerca di scaricare su di voi le colpe del fallimento? Non ne vale la pena.
  3. Il confronto può rivelarsi una trappola: può convincervi a un’ultima scopata insieme (fa malissimo al codice del silenzio) o addirittura a “rimanere in contatto” o peggio “amici”, condannandovi ad altri mesi di agonia. Meglio non rischiare.
  4. Potrete trovarvi di fronte a un muro di gomma, un amante cambiato, che parla della moglie come di un rinnovato amore mentre fino a una settimana prima la voleva lasciare. Potreste ritrovarvi davanti all’ombra di chi avete amato, un essere cinico e silenzioso (o che dice cose terribili) che vi farà del male. Ancora. Perché subire tutto ciò?
  5. vederlo avrà un costo emotivo superiore a quello di non vederlo. E di non parlargli.
  6. Chiedetevi se non vi avviate al confronto con la recondita speranza che lui torni sui suoi passi. È normale intendiamoci, ma se sotto sotto è l’unica vera motivazione dell’incontro preparatevi a una delusione cocente.
  7. Quello che succederà al confronto per colpa sua potrebbe rovinarvi in due ore tutto quello che c’è stato di bello fra di voi nel passato. Salvate almeno i ricordi.

Ok abbiamo fatto l’elenco dei pro e contro ma cosa fare veramente? Confronto si o no?

Penso che il confronto finale ci voglia per tutti. E Per tutte le ragioni elencate nei pro, ma anche per quelle contro.

I contro devono servire a rendervi conto che l’uomo che avete amato e che diceva di amarvi non c’è più o non c’è Mai stato, se dal ripercorrere con lui tutte le tappe della vostra storia ne escono troppe truffe e menzogne.

Il confronto è un percorso finale, una catarsi, che sul momento magari vi darà solo dolore, ma che saprà lavorare dentro di voi e far funzionare il codice del silenzio che seguirà, quello vero, totale anche grazie a quest’ultimo confronto.

E se fosse negativo e tombale sarà servito per capire che era finita davvero, e ognuno dei due era destinato a una vita diversa, opposta ma libera da pesanti e inutili (ormai) legami psicologici.

Dunque il confronto finale Va fatto, anche se lo chiede lui. E se lo chiede lui purtroppo in nove casi su 10 è per convincervi a continuare più o meno così, a dargli tempo (ancora!), non è per mostrarvi l’atto di separazione. Andateci, consce che i suoi tentativi di farvi fare l’amante a vita devono rappresentare il suo confronto finale quanto fallimentare.

E se lui rifiuta il confronto? Usate la vostra rabbia e delusione per la sua vigliaccheria per tumularlo immediatamente (se non si farà più vivo, ma è una minoranza) o per aspettare il suo cadavere in riva al fiume della vita. Passeranno al massimo pochi mesi perché chieda lui un incontro (nel frattempo il suo matrimonio non sarà migliorato): sarà il momento di negarglielo voi. Perché il vostro lo avete avuto nel momento del suo rifiuto a incontrarvi, la madre di tutte le vigliaccate.

Sincerely yours

Ps

Anche se come foto ho scelto mezzogiorno di fuoco il vostro confronto finale non deve essere un duello o un party degli insulti e delle accuse. Nessuna sparatoria: il confronto deve essere “letale” nella sua oggettività ma corretto, persino educato. Dite quello che pensate e credete. Per l’ultima volta e che sia davvero l’ultima. 


449 commenti

  1. Oro colato. Ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire… e cieco di chi non vuol vedere… E nemmeno, ancora prima, provare ad ascoltare e a guardare… Meglio non fermarsi a pensare, in ogni senso… È faticoso e mette di fronte alla propria consapevolezza e responsabilità. La vigliaccheria è tanto più facile…

  2. Grazie Alessandro.
    Io non ho ritenuto di dover avere un ultimo confronto con lui ( ma nemmeno lui se é per questo) perché dopo quattro mesi di rapporti molto freddi dove io ho provato a chiedere il perché di certo suoi atteggiamenti che si scontravano con le parole d’amore che diceva, ho scoperto una bugia detta a me per non far peggiorare le cose ( a detta sua, in realtà io credo l’ abbia detta per non avere rotture di coglioni nel doversi giustificare con me ).
    Scoperto l’ arcano gli ho scritto che per quanto mi riguardava non c’erano molte cose da dire perché ci pensavano i fatti a parlare e che se anche mi avesse detto la verità non ci avrei creduto più dopo tutti i nostri pesantissimi trascorsi.
    Da parte sua nemmeno un “ mi dispiace” di congedo.
    Non ha più risposto all’ ultimo mio messaggio e io non l’ho più cercato.
    Mi scrisse un mesetto fa il classico messaggio patetico per ristabilire un contatto, a cui io però non ho mai risposto.
    Una storia di 7 anni in cui io ho creduto davvero molto sulla sincerità dei sentimenti reciproci.
    Mi sono sbagliata, al 50%. Io l’ho amato davvero tantissimo lui forse non mi ha amata mai.
    Non ho bisogno di un chiarimento perché per me é tutto chiaro così.
    A volte le parole sono superflue e non veritiere perciò perché farmi ingannare ancora da parole che non sono sorrette dai fatti?!?
    Le persone spesso si rivelano nel modo in cui ti abbandonano non nel modo in cui ti conquistano.

  3. Io ce l’ho avuto, dopo parecchi mesi. Mi sono trovata davanti un uomo con il viso corrucciato, che non mi guardava mai negli occhi quando parlava, che diceva “è tutta colpa tua”, che teneva il dito puntato verso di me come se fossi una scolaretta da punire, e mi sono vista prendere quel dito sorridendo, quasi a voler stemperare quel clima arido di tutto l’amore professato (da qualche parte dentro di me ancora rincorrevo), e poi ho sentito ancora balle plateali sulla vita coniugale. Mi disse persino che aveva messo al corrente la moglie del tradimento, chiesi come l’aveva presa. Disse che non era affar mio (però mi vedeva come “la sua donna” eh sì). Ci salutanno che doveva andare ad una cena di amici (non diciamo che doveva tornare dalla moglie che assolutamente non sapeva nulla). L’indomani mi scrisse che ci aveva sperato (nel mio ritorno a fare l’amante?) con inserimento di un quadretto dove lei a questo punto ipoteticamente sa e lui prende e continua a far giretti come gli pare. Direi che si commenta da solo.

  4. Io mi sono comportata da vero uomo stronzo.
    L’avevo già lasciato, poi a mio piacimento gli ho chiesto un ultimo incontro in cui ho voluto fare sesso sapendo che sarebbe stata l’ultima volta.
    Da li sparita totalmente, io.
    Lui invece ancora destabilizzato dal mio comportamento.

  5. Aiuto sono confusa adesso!
    Me lo ha chiesto lui il confronto e io gli ho risposto ‘tanto ci parliamo mi dici che ti dispiace e poi riprendiamo col tuo protocollo fatto dio divieti. Hai qualcos’altro da aggiungere?’
    Ops..
    Comunque io adesso starei un po’ zitta e in pace. Ho troppi alti e bassi e ho bisogno di tranquillità.

  6. E se lo chiede lui purtroppo in nove casi su 10 è per convincervi a continuare più o meno così, a dargli tempo (ancora!), non è per mostrarvi l’atto di separazione.. … Quindi direi che questo articolo si sposa perfettamente con quello che parla di quanto siamo disposte a sopportare…anzi quell’articolo è propedeutico all’incontro.

    • Anno 2019/2020, Teoria e principi di CDS. Modulo I: Quanto sei disposta a sopportare per lui
      Modulo II: Confronto finale. Oh io sono sempre stata la prima della classe, ora mi è scattata la competizione e voglio i pieni voti! P.s: Mi sono persa tra i commenti ma: daje @cossora non si molla un cazzo, forza @Lia ogni volta che mentiamo a noi stesse la verità chiede il suo tributo e tu stai restituendo il favore, sei coraggiosa e indietro non si torna, e bentornato @Berg. 🙂

      • Non mollo niente e non bluffo!!
        Faccia quel che gli pare. Io vado avanti.
        Nessuno può fermarmi ora. Basta, mi sfogo qui e con le mie due amiche. Stop al televoto!

  7. Non serve, è solo un pretesto per loro per provarvi ancora ad affascinare.
    Se siete decise non c’è bisogno di alcun confronto.
    Non cadete nella trappola!

  8. Io dopo mille confronti finali nei miei precedenti tentativi di CDS, che finivano sempre con lui che mi riprendeva, ho evitato un ulteriore confronto perché non sarebbe servito. Mi avrebbe fatto troppo male sentire la d’olio solfa. Ci siamo scritti alcune volte con lui che mi diceva che più in là mi avrebbe scritto in modo più approfondito, io allora ho pensato che posticipare da parte sua pure mail di chiarimento era da vero cafone e ho bloccato tutto tutto. Da ultimo incontro a totale no contact sono passati due mesi in cui lo stillicidio era dovuto al suo non voler chiudere, cercava di tenere una porta aperta e io l’ho chiusa brutalmente. Dovevo difendermi. Vero è che in un certo senso mi sento come se l’ultima parola non fosse stata detta, ma sarebbe stata sempre la penultima e mai l’ultima se non avessi stoppato.

      • Riguardo al punto 4 dei contro, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi, anche se più volte ti sei espresso in merito. Mi sono appena dovuta subire l’umiliazione di sentirmi dire che ormai ha preso la sua decisione finale (per altro che avevo ‘provocato io due settimane fa), e che ora come non mai sta rimettendo al centro il matrimonio, organizzando Natale da soli in spa e vacanze che diano nuova linfa al rapporto (lei sa di me e lo ha perdonato praticamente subito, anche se continuando a controllare ogni suo movimento). Che visto che dovrà invecchiare ci lei si rinnamorerà e sarà nuovamente felice, perché questa è la scelta giusta… e io non dico come se non mi fossi mai esistita ma quasi. Durerá? La sua nota determinazione lo porterà davvero a ricostruire con lei nel modo giusto? So che non mi dovrebbe neanche interessare, ma sono talmente incredula da aver bisogno di parere lucido!

          • @alessandro pellizzari. E’ la terza volta che mi manda via in ‘malo modo’, che arriva a dirmi ti voglio un mondo di bene (e non i ti amo urlati di poco prima) ma non ce la faccio e lei è mia moglie; la differenza con questa volta è che le altre dopo neanche una settimana stava impazzendo, faceva orbiting, provava a comunicare con me ma non esponendosi per paura e vigliaccheria e non riusciva a vedersi al fianco di lei perché il pensiero per me era costante. Ora in 10 giorni, dopo averli dato una possibilità di dialogo (nulla di più), dopo che lui mi ha percepita più distante e dopo una mia ennesima ‘sfuriata’ in cui ho espresso la mia delusione per il suo comportamento, ha nell’ordine deciso di uscire dalla mia vita voltando pagina, di volersi innamorare di nuovo di lei, di organizzare viaggi insieme e nuovi progetti… e mi chiedo solo se tutto ciò sia possibile e il perché debba anche essere così ‘feroce’ nei miei confronti.

          • @alice…tesoro…sembri me due anni fa…nn potevo crederci…nn potevo credere che lui scegliesse “quella” vita…che lui scegliesse RAZIONALMENTE!
            Lui che nella vita aveva fatto così tante scelte irrazionali…lui che aveva scelto l’amore anche prima di me…lui che potrei definire genio e sregolatezza (non eccessiva… è pur sempre un ing)…tutt’ad un tratto ha scelto di conformarsi…ha scelto la via più comoda…e l’ha fatto nel modo più FEROCE possibile! Cm il tuo…x tenere a bada se stesso in primis…cercando di recuperare il recuperabile cn la donna che ha scelto anni fa…
            Sarà l’età? 50 nn sn 40…sarà la paura di restare solo se nn funziona tra noi?
            Ce la farà? Nn ce la farà? A noi poco deve importare…lui HA SCELTO…cm dice @Ale HA SCELTO DI ALLONTANARTI!
            E allora lo devi accettare…
            E nn devi più farlo tornare! Xchè qnd fra qlche mese l’entusiasmo di questo “nuovo inizio” cn la moglie sarà scemato…gli tornerà la voglia di te… e allora la razionalità potrebbe nn bastare a fermarlo…solo che tornerebbe x bisogno e nn si finisce più di stare male e rimanere incatenati!
            Io ti auguro che lui continui ad essere FEROCE (cm lo è stato il mio) xchè in questo modo, che ti sembra terribile adesso…tu ti libererai prima da questa prigione!
            NN C’È FURURO QND FANNO COSÌ!
            Usa la rabbia e l’orgoglio per allontanarti nn per ostinarti..
            Un bacio

          • @Alice
            Che brutto comportamento il suo,appare pieno di uno schema Narcisistico un disturbo del comportamento volto soltanto a usare le persone senza sentire nessuna empatia verso nessuno
            Così lo fa apposta di fare queste cose i tira e molla e quel che peggio è tipico il trattare male fare paragoni , escluderti ,svalutarti per poi volerti di nuovo possedere sfruttare in ogni cosa.

            Cara Alice BLOCCALO interrompi tutta la comunicazione con lui renditi irraggiungibile.

            Lo so sta difficile e doloroso,ma è la unica soluzione che hai per salvarti.
            Forza ce ne vuole tanta ,ma poi starai bene Ibera davvero Libera!

          • @Alice ma chi ti dice che non abbia deciso di “credere” a ciò che logicamente gli conviene di più credere? Voglio dire a casa non ha un pupazzo, quando si parla di ricostruire possono essere anche le parole di lei, o di loro insieme a fronte del tradimento di lui. So che “da dentro” si va in crash completo, e che serve proprio una voce esterna che aiuti a mettere un ordine logico e che da soli non ce la si fa, anche se si hanno tutti gli elementi per farlo, ma a fronte delle ripetute dichiarazioni d’amore so che mentalmente è più difficile di quanto si creda.

        • @alessandropellizzari Si certo questo è ovvio, del resto come accennavo, e’ un copione che si è ripetuto tre volte; per altro ogni volta che per prima sono stata io a dare la sensazione, a parole e fatti, di ‘andare via’, e lui tornava puntualmente a rifugiarsi nel matrimonio, a mettere lei davanti quasi a santificarla… A differenza delle volte precedenti in cui poi però impazziva, litigava con lei, arrivando quasi a sperare che se ne andasse, stavolta ha aggiunto i fatti, e’ passato all’azione, organizzando nuove lune di miele e dichiarandosi pronto ad innamorarsi di nuovo, dicendo a me di volermi solo un gran bene. E mi chiedo solo durerà? E’ possibile che la sua volontà di allontanarmi, di far rinascere il suo matrimonio, addirittura di innamorarsi di nuovo di lei lo porterà davvero a farlo seppellendomi definitivamente? Lei per altro e’ molto brava, a differenza mia, ad assecondarlo, a perdonarlo immediatamente come se una scivolata fosse concessa, anche se poi lo controllava fino allo svenimento pure monitorando gli accessi su whatsapp e prendendo il suo cellulare… ora no, ora lui la porta in vacanza, canta vittoria e mette da parte le sue ossessioni. Grazie per l’attenzione, mai avrei pensato di entrare in una chat del genere, io che mi vantavo di aver sempre allontanato dal primo approccio qualsiasi uomo impegnato!

          • Pronto a innamorarsi di nuovo… come se l’amore funzionasse schiacciando un bottone. Frottole e fumo negli occhi

          • È pronto a far calmare le acque e a buttarsi in una nuova storia di amantato fresca e senza sovrastrutture.
            Svegliati @Alice. Dicendoti quelle balle vuole chiuderti la bocca e farti uscire di scena.

          • @cossora credimi non è così, ma non perché io sia poco sveglia, perché la storia ha delle sfumature che e’ difficile riassumere qui. Una nuova storia e’ impossibile, perché il problema principale è’ stato che per natura e per scelte professionali fatte, la cosa che ha più sofferto e’ stata quella di non aver tenuto fede ad un giuramento fatto (e su questo la moglie conoscendolo faceva leva per stimolare i suoi sensi di colpa), in più e’ un senza palle (e se lo dice da solo, come ha sempre detto che non avrebbe avuto il coraggio di lasciarla) che teme proprio il giudizio Degli altri. L’essersi innamorato di me l’ha vista come la cosa più bella che gli sia capitata, ma anche come una condanna. Da qui ad entrare in crisi per ogni scrupolo, a dirmi parole per ferirmi non appena mi percepiva lontana fisicamente e non. Solo che stavolta, che so benissimo essere l’ultima, mi ha sorpreso che la reazione alla mia sfuriata sia stata quella di voler con una determinazione che non ha mai manifestato, ricostruire con lei non solo a parole ma addirittura con l’intento di innamorarsi di nuovo visto che dovrà invecchiare con lei, visto che non riesce a stare con me (e a parte la codardia stare insieme e’ davvero complicato, ci sono tante cose di mezzo). E la modalità già usata in passato di farlo dicendomi cose con una cattiveria che non gli appartiene, come se davvero dovesse distruggermi e questo ti spiazza. Ha problemi, tanto bravo sul lavoro a gestire situazioni di crisi che richiedono lucidità, senso di responsabilità e decisioni ferme, quanto debole nel provato. Ripeto però se lo dice da solo… come spero si racconti da solo la favola del matrimonio pronto a rinascere e di come con la ‘Santa’ l’amore torni, visto che il rispetto c’è. Io purtroppo invece ragiono solo con il cuore.

          • @alessandropellizzari Frottole e fumo che però racconta più a se stesso, io più che crederci rimango solo sbigottita e ferita dalla modalità e da come per convincersene semmai debba alla fine ferire me per mandarmi via (ma ripeto di solito lo fa come reazione a qualcosa che io faccio o dico – la prima volta il trasferimento in altra città dopo 6 mesi sempre insieme, la seconda perché avevo detto che mi stavo davvero stancando e secondo lui avrei detto anche addio, questa volta perché mi sono incavolata di brutto e ho detto quello che pensavo su tante cose e gli ho fatto notare che non stava dimostrando quanto promesso; su questo poi ha aggiunto che secondo lui non ero più coinvolta come prima, non tenendo conto che sono semplicemente delusa e sto perdendo stima. Da lì il solito copione ‘allora mi rifugio di nuovo nel matrimonio e in ciò che conosco, in lei a cui tanto sta bene tutto!’… ma da qui a pensare e dire certe cose ce ne passa e stavolta sono rimasta davvero inebetita e male, perché so che non ci sarà nessun pentimento e si chiude così in malo modo. Cocciuto com’è sarebbe davvero capace di convincersi di amarla ancora, di avere fatto la scelta giusta e che tornerà pure ad essere felice – perché in sintesi questo è’ stato il messaggio e l’intento che con determinazione vuole perseguire).

          • @Alice ciò che mi colpisce nel tuo racconto è il continuo ripetere le stesse cose da parte di lui
            La ripetizione di uno schema di comportamento guarda ,scusami ma ci sta una ottima ragionevole ipotesi che questo lui sia veramente distubato non so se Narcisista o Borderline o entrambi

            Perché ti cito pure il Borderline che era l’ex amnte che avevo e che appunto sono Oscillanti SEMPRE
            SEMPRE SI VERGOGNANO DELLE LORO STRONZATE o come si vogliono chiamare
            Le BUGIE OMISSIVE che appunto omettono di dire la verità SEMPRE
            E in più soffrono di paranoia e quindi se io gli dicevo protestavo esattamente come tu hai fatto ecco che improvvisamente mi parlava della sua ex tanto cara e brava per poi io stessa aver scoperto che aveva omesso con me che stava regolarmente sposato

            Per un Borderline la paranoia e il suo senso modtruodo di sentirsi sempre inadeguato lo fa subito pensare che se tu prortesti pure con ragione,per loro sta automatico che li tradisci e li abbandonerai di sicuro

            Ecco che così ti mollano prima che tu lo faccia mollare significa diverse cose
            Ti triangolo con la moglie o ex
            Ti dico mi riavvicino alla oglie ,ma hanno il terrore di essere abbandonati per cui ti tengono in un continuo sospeso titpra e molla svalutarti per poi dirti sei sto l’ammmmmmore della mia vita

            Giarda a leggerti un bel deja vu .

            Blocca tutto fatti una ragione questa gente sta stronza consapevoli di fare male sono fuori al limite Borderline appunto al limite con il fuori di testa psicotico

            Non posso certo essere sicura e nè sono titolata afare diagnosi

            Qui mi limito a farti notare che leggendoti ho riconosciuto uno schema che ho vissuto.

            Fuggi non mollano mai questi tipi blocca tutto
            Lo so perché lo ho vissuto

            Nel anno in cui sono stata in terapia dopo averlo mollato io ,ma col cds bloccato tutto
            Tant’è mi rompeva le palle lo stesso scriveva tramite suoi amici che mi cnoscevano

            Usava altri numeri di telefono
            Messaggi di AMMMORE ETERNOOOOO
            Supplicava il mio ritorno

            Si era lui stesso dichiarato malato
            Mi ha chiesto scusa
            Per farmi impietosire

            Purtroppo ê gente stronza perché non controlla le emozioni e quindi fa del male sapendo id farlo ,ma non riescono a ragionare
            Non riescono a capire ragionare stanno deficitari nella parte cognitiva
            Non imparano per questo mai dalle esperienze ed è per questo motivo che ripetono sempre uguale il loro schema di comportamento.

            So di cosa parlo perché lo ho vissuto
            Con delle ferite così profonde in me che ho sicuro dovuto fare terapia apposita per rendermi Libera dentro a me stessa

            E finalmente ce la ho fatta
            Grazie ANCHE TANTISSIMO A CARISSIMOAlessandroPellizzari

            Il Pellizzari Milanese per costrizione
            VENEZIANO Caro Speciale Uomo
            Che mi ha così aiutato a uscirne!!!

            Leggi la matematica del cuore
            Forza Alice
            Non rovinarti la vita
            È un CIALTRONZO
            Da EVITARE !

          • @ep grazie… @ Mary, si e’ così come ho scritto e’ un copione che si ripete; la scelta di ‘ricucire’ e’ arrivata subito, lei lo ha immediatamente perdonato e già questo mi ha lasciato perplessa e lui entra, appena succede qualcosa o provocata da me o da fatti che non conosco, in un loop mentale in cui ripete solo ‘devo ricucire, e’ mia moglie, non ce la faccio…’, ma le altre volte stava malissimo e non riusciva (lo so per certo), stavolta invece la sua determinazione lo sta portando a investire solo in questo, organizzando Natale da soli e senza parenti, vacanze etc… e per mandarmi via ha detto di non amarmi più (per quasi rinnegarlo 5 min dopo). Scusate lo sfogo, ma il mio ultimo confronto finale e’ troppo fresco per essere lucida. Io comunque che la ama o possa tornare ad amarla non riesco proprio a crederlo, ma alla fine sembra si accontenti solo di essere sereno…

          • @Alice ho letto tutto..e credimi, il 95% dei post che ci sono qui hanno al loro interno che la ‘situazione non è semplice da spiegare’.
            Si sta preparando il terreno per la prossima. Sa che ci sarà. Sono tutti così a disagio nel tenere il piede in due scarpe.. povere gioie costrette a scopare in giro!!

          • Sai cosa Alice? Lo vedo più immaturo che senza palle.
            Povera moglie.
            Te fai sacrifici di ringraziamento agli Dei, piuttosto.

          • Ma tu gli credi? L’amore che nasce dalla stima, figurarsi, come atto razionale. Innamorarsi con la volontà. Meno triste raccontarsi questa stupidaggine piuttosto che ammettere di aver scelto la comodità. Ci vogliono le palle pure a raccontarselo davanti allo specchio. Un altro triste a vita. Ora stai malissimo, ma non hai perso nulla, lo metterai a fuoco più avanti. Non idealizzarlo troppo, Alice… un abbraccio

  9. Ed ecco che è arrivata la mia “rivincita ”
    Questa volta sono stata io a sparire con un bel messaggino molto ironico e sicuramente non ben digerito da Lui.
    Ripensando a tutte le volte che l’ho ricercato, a tutte quelle volte che ho ingoiato rospi solo per rivederlo ed elemosinare amore , la parola confronto mi fa ridere.
    Non esiste confronto, esiste sesso, esiste umiliazione e carne da spolpare .
    Ho detto basta , prima di tutto a me stessa e poi pluff……. SPARITA !!!
    Non me ne pento assolutamente ed il bello è che ne provo pena.

  10. Mille confronti …. Per poi tornare …. A che pro?
    Ultimo confronto dove lui parlava e io lo ascoltavo …. Ho pensato …. Cosa cambia?
    Al suo ‘tanto non finirà mai’ il mio ‘io non ci sarò più’.
    Me ne sono andata e ora evito tutte le occasioni per rimanere soli …. Sarebbero il via di altri mille confronti!!
    Grazie @Ale!!
    …. e FORZA DONNE!!

  11. Io ho avuto un confronto finale con tutti i crismi.
    È stato inaspettato ed altrettanto mortifero.
    Ho avuto disturbi psicosomatici per due mesi, terribile ma se devo fare una sintesi sulle mie impressioni e sui risvolti che ho avuto a livello interiore devo dire: Fondamentale.
    Senza un ultimo incontro nessuna delle due parti si renderà mai conto di quanto l’Amore non c’entri nulla con queste storie. Si tasta la pochezza, la disistima, l’incredulita’….tutte insieme.
    E nn si può tornare indietro dopo aver preso atto della piccolezza che in fondo quel rapporto ha avuto (nonostante abbiamo creduto che fosse Amore).
    Confermo tutti i PRO uno ad uno. Dopo l’incontro finale (vero) c’è un importante punto di non ritorno ma bisogna che almeno uno dei due sia veramente convinto che sia finita altrimenti ci sarà un altro incontro finale e poi un altro ancora.

    Good luck.

      • Continuo.a pensare che sarebbe l’ennesimo piagnisteo senza novità. Che mi fa saltare il ciclo e dormire male. Se cé una cosa che da tre settimane non sento più è l’ansia e il senso di chissà-che-cazzo-capita-sto-giro .. lui era molto libero ma pieno di atteggiamenti di chi sta facendo qualcosa più per riscatto che per se stesso. Ecco perché lo sentivo distante la settimana di convivenza simulata.
        Ecco come qualcosa di apparentemente eccitante diviene rivelatore di aspetti nascosti.
        Basta con la sensazione che ci sia sempre sotto una non trasparenza di fondo.
        Certe cose se non le molli ti fanno ammalare.

        • @COS Hai detto la verità. Certe cose se non le molli ti fanno ammalare.. la mia psicologa mi ha detto che era sul punto giusto per ammalarmi di esaurimento nervoso… Non dormivo più mi svegliavo continuamente di notte, tra i pensieri per la perdita del lavoro e pensieri per i suoi atteggiamenti di merda ho rischiato davvero molto. Proprio stamane pensavo che finalmente Non mi sveglio più di notte e riesco a svegliarmi con 1000 propositi Positivi. Esistono le giornate no ma sto imparando a far girare anche quelle in positivo. Ragazze la salute è fondamentale soprattutto la salute mentale, vi prego sganciatevi da queste situazioni perché davvero davvero si torna a vivere!

        • Inutile dirti che sarebbe proprio così…non scherzavo quando ho detto che ho avuto disturbi fisici continuati, perdita di peso, pensieri ossessivi.
          Ma ti posso garantire che se metti lui alle strette del tipo : ”non mi basta più quello che ci siamo dati fin’ora, voglio stare con te” e ti fai dire il ”no” in faccia, le cose cambieranno radicalmente dentro di te.
          Capirai la vera natura di quest’uomo, della storia che hai avuto, l’importanza che hai avuto.
          Capirai che sì sei stata importante, ma non potevi mai arrivare a competere con quella che rappresenta la sua ”MAMMA” perché fondamentalmente quella è la sua mamma oltre ad essere la madre dei suoi figli.
          Ogni volta che ti verrà nostalgia, dopo quest’ultimo incontro, le sue parole le rivivrai, ti rimbomberanno nella coscienza.
          Ti sentirai stupida, tanto stupida e cosa ancora peggiore ti sentirai usata, sfruttata, un giocattolo rotto. E cosiì scaccerai il pensiero fino a quando un giorno dimenticherai questa delusione…

          Coraggio Cossora sei coraggiosa, buttati tu che poi toccherà a te buttare lui….con la differenza che tu nn ci avrai perso niente.

          • @C. ormai il CDS è avviato. Per me la strada è quella davanti non quella dietro. Lui non torna (per fortuna) e questo è chiaro segno che la sua urgenza ora è rimpiazzarmi, non recuperarmi.
            Io so essere molto lucida, e vedo le cos eper quel che sono.
            Prevedo un suo ritorno tra ‘x’ tempo se e soltanto se non avrà trovato una intesa sessuale sufficientemente appagante.

            Più tardi arriva, più sarà semplice per me fare quella che ‘scusa non ho capito, puoi ripetere?’

            Io ora conto sul correre e aumentare sempre più la distanza tra noi.
            No rewind di nessun tipo.
            Fast forward.

    • Avevi ben chiare alcune cose fondamentali, una su tutte:non c’entrava nulla l’amore.
      In più, brava, che “scrivi” piccolezza del rapporto: si è in due, noi esistiamo e siamo attrici protagoniste, o meglio co-protagoniste, possiamo decidere di chiudere esattamente come quando abbiamo deciso di iniziare.
      Tutto qua.

      Inoltre, se si ha a che fare con un soggetto altamente manipolatorio e ci sentiamo deboli, io declinerei scambi, confronti o chiarimenti…

  12. io l’avrei voluto. Forse sarebbe stato peggio, guardarlo negli occhi e leggere: è andata così. Però avrei avuto un punto da cui ricominciare. E non abitando nella stessa città forse non lo avrò mai.

  13. Nel mio caso evito: patetico tentativo di fare sesso per L ‘ultima volta ; mi restasemore la curiosità di come il traditore viva il DOPO essere stato mollato alla sua famiglia del Mulino Bianco.
    A mio parere non vale La mai la pena del confronto finale dopo la fatica del silenzio, noi ne usciamo sane , cedelonouo solo destabilizzare che si arrangi !!!!

  14. Non c’è bisogno di guardarlo in faccia per ricominciare a vivere. Devi guardare la TUA faccia allo specchio e dirti che meriti di ricominciare a vivere.

    • Esatto! Non c’è bisogno di spiegare nulla, loro sanno già tutto! Ed è inutile pensare che sia scorretto lasciarsi senza un chiarimento finale… A fanculo anche la scorrettezza, voglio pensare a me stessa e a come sto io.Tutte le spiegazioni che dovevo dargli le ho date Nei mesi precedenti con le mie parole e i miei atteggiamenti. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire ma questo è un problema suo non è più problema mio.

    • Credo che se una donna non ne senta davvero il bisogno possa anche saltarlo l’incontro finale.
      Probabilmente dipende da quanto ci è arrivata disgustata!

      • Avete ragione @mic e @whiterabbit
        In effetti cosa cambia?
        Ci siamo guardati negli occhi per un sacco di mesi/anni per alcune…
        Secondo me dire la parole fine via messaggi fa meno male…
        Io dall’oggi al domani ho deciso di scrivergli basta ed è stato molto meglio così…
        dal vivo non penso che ce l’avrei fatta….
        Ero troppo fragile…
        Ora è passato un mese e inizio man mano a stare meglio!

  15. Per me è stato disastroso. Ho finito con l’insultarlo, una sola parola offensiva, e così sono passata dalla parte del torto. Se potessi tornare indietro non lo rifarei. Ora sono dispiaciuta, vorrei scusarmi ma non posso perché mi ha bloccata. Possibile che con tutto quello che ho passato per lui ora devo preoccuparmi anche di questo? Lui mi ha fatto ben di peggio …

    • @Ross Per l’amor di Dio… Non farti neanche sfiorare dall’idea che tu abbia sbagliato nei suoi confronti a tal punto da dovergli chiedere scusa. Se lui ti ha bloccato ha fatto molto peggio rispetto a quello che hai fatto tu, anche se l’ hai insultato. Sono convinta che se tu sei arrivata a questo è perché ti aveva esasperato. Lascia perdere gira pagina e guarda avanti lui non ti ha meritato e hai fatto bene a fare quello che hai fatto.

    • Ok non avresti dovuto, ma poi perché non avresti dovuto? Quante volte lui ti ha insultata senza parole offensive?
      I cavalli possono scappare! È successo, amen. Ora che hai tirato la riga vai avanti e fregatene se ti è scappata. Sei umana.

    • @ross, se si reagisce in modo così impulsivo è perché ci spingono a reagire così. Se stai pensando di aver sbagliato vuol dire che non è nella tua indole reagire in quel modo. Chiediti come mai sei arrivata a tanto e chiediti se una grossa parte di colpa ce l’ha chi ti ci ha fatto arrivare. Altra domanda che mi farei è cosa ha fatto lui per evitare che tu superassi quel limite. Sono convinta che ti abbia bloccata anche per farti sentire in colpa. Chi ti ama capisce…. Chi non capisce (o fa finta di non capire) non ti ama.

      • Grazie! Mi sei molto d’aiuto. Ora capisco infatti che non gli importava nulla. È stato velocissimo a chiudere tutto. Ma sono convinta che gli mancherò o meglio gli mancherà il sesso che faceva con me e che per tre anni l’ha tenuto incollato a me nonostante non mi amasse, finché a furia di cozzare la testa non mi sono svegliata. Il tutto emerso nel nostro ultimo incontro.

    • Scusarti? Vabbè perdonati da sola…ti è uscita perché sei stata provocata .
      La vipera morde se viene calpestata.
      La sua è una tattica. Fa l’offeso.

  16. Il mio è stato utile, non avevo mai affrontato un confronto finale, non l’avevo mai chiesto, avevo sempre lasciato stare e fatto finta che andava bene così. In questo caso l’ho chiesto e ottenuto, ho pianto tra le sue braccia e gli ho dichiarato tutto il mio amore. Inizialmente ho pensato fosse stato umiliante, adesso credo sia stato liberatorio e sono contenta di averlo fatto. Poi ammetto non è stato semplice chiudere veramente, ma almeno ho detto tutto quello che dovevo e con un po’ di forza sono riuscita a chiudere quella porta.

  17. Ciao Ragazze…ognuno deve fare come si sente ma secondo me nel 90% dei casi ci si troverebbe solo ad affrontare un monologo che terminerebbe con una sua laconica e brevissima battuta di chiusura (il famoso “mi dispiace”). Quante volte è successo di provare a fare un discorso dove volevate estorcere un perché, una spiegazione, un chiarimento e vi (ci) siete sentite dare risposte evasive o a denti stretti? perché l’ultima volta dovrebbe essere diversa dalla prima? Tanto la risposta ce l’avete già, la verità è sempre stata li, lapalissiana…solo che ci illudevamo fosse altro, non volevamo vedere, scuse su scuse a noi stessi. Come dicevate voi…domande che poi generavano solo altre domande. Secondo me lascerebbe solo altro amaro in bocca davanti al solito silenzio ottuso.
    CDS a tutto spiano e basta!!!!!!!

  18. Ragazze grazie, e’ vero, mi sento in colpa perché fondamentalmente sono buona e mi attacco al ricordo dei (pochi) momenti veramente spensierati che mi ha regalato. Negli ultimi tre anni ci siamo lasciati e ripresi diverse volte, io mi sono dichiarata innamorata fin da subito e lui..lui mi ha sempre detto che il coinvolgimento era pericoloso, che dovevamo fare attenzione perché di mezzo c’erano le famiglie (eravamo d’accordo sul fatto che nessuno dei due dovesse asciarle) che “eravamo due amanti che non si possono amare” e via dicendo e tutte le volte mi ha sempre rincorsa, assicurandomi poi in merito al fatto che non fosse solo sesso e che per me provava veri sentimenti. Il sesso e l’intesa tra noi erano stratosferici. E tutte le volte io ci sono sempre cascata e me lo sono ripreso perché man mano.che i mesi passavano lui diventava più dolce, sembrava fidarsi sempre più di me salvo poi piantarmi il casino o il bidone che periodicamente facevano saltare tutto. Come una settimana fa in cui in pratica mi chiede di uscire e poi mi dà buca all’ultimo minuto perché “il suo alibi non è credibile”. Esasperata decido di lasciarlo, stavolta per sempre e spiego al nostro fatidico ultimo incontro che non ne posso più di combattere contro i mulini a vento . Gli dico, come mi aveva più volte ripetuto lui, che” siamo una coppia mancata” e che in un un’altra vita saremmo stati bene insieme. Gli auguro il meglio e gli chiedo conferma, almeno sul finale, del suo amore senza se e senza ma. Della serie “mi faccio da parte così non avrai più paura che ti faccia saltare il matrimonio ma almeno dimmi finalmente che mi ami senza se e senza ma”. Niente. Si rimangia tutto quello che in tre anni mi aveva propinato. Così! Non era solo sesso ma non era neanche amore, di me era innamorato ma “non come pensava lui”e altre amenità che vi risparmiò. I paletti che lui aveva posto non erano a tutela del sacro talamo nuziale bensì dipendevano dal fatto che lui non era innamorato. Fine. Non ci ho più visto e gli ho dato del” coglione”. Standing ovation x me in quel momento. Il confronto finale mi ha fatto capire di essere stata presa per i fondelli per tre anni a suo uso e consumo. Ciononostante ho questi ripensamenti postumi e senso di colpa da amante innamorata. Avrei dovuto bloccarlo io e non aspettare che lo facesse lui ma intanto si era già presi del coglione. Basta, mi merito di meglio. Scusate il papiro…

    • Menomale che ho smesso prima.
      Che ho saputo che lei ha una storia dopo che ormai non ci sentivamo più.
      Mi rendo conto solo ora di quanto altro veleno avrei ingoiato.
      Inutilmente.
      Di quanto avrei voluto dire, di quanta inutile delusione avrei provato, per tornarmene a casa con il pugno di mosche di 20 giorni fa, ma 20 giorni di dolore in più.
      La vita mi ha imposto i suoi tempi, ha anticipato.
      Ed è stata perfetta!!

  19. Io non ce la farei a sostenere un confronto finale, le parole giuste da dire mi vengono in mente sempre il giornoo dopo e l’emotività peggiora questa mia incapacità.
    Di contro lui era molto bravo e veloce con le parole, non smetteva mai di parlare, tanto che dopo la sua sparizione/fuga silenziosa di un anno fa, mi dava fastidio pure la mia voce se dovevo raccontare quello che mi era accaduto.
    Cercavo il silenzio o meglio la musica, e per riempiere quel vuoto, che tutte qui abbiamo provato, andavo a concerti, mi dava sollievo, le parole invece mi procuravano fastidio perché mi ricordavano tutte le palle che mi raccontava e le promesse non mantenute che mi aveva fatto.
    Aveva una personalità dissociata, a parere della mia psicologa, ed un confronto con lui mi farebbe solo del male.
    Ho già ricevuto dosi massicce della sua ipocrisia, della sua inesistente capacità emotiva che non sento il bisogno di averne ancora, non siamo sullo stesso livello, impossibile un confronto leale.
    Il mio tempo lo spendo per e con chi mi vuole davvero bene.#€34

    @@

  20. Io l’ho lasciato dopo quasi un anno, con un sms, quando le cose non stavano andando nemmeno male….ma dopo l’ennesima chiamata mentre andava a fare delle “commissioni” mi rendo conto che non mi stavo facendo del bene.. ero il suo giochino ed ero cosi comoda per lui; ero l’amante giovane che lo faceva sentire un dio e io invece mi sentivo una cretina in attesa.
    É passato un mese e poco a poco sento di fare dei progressi, non é facile certo però con calma tutto si sistema.
    E con un chiarimento finale penso che sarebbe peggio. Rivederlo sarebbe troppo forte e sicuramente mi farebbe pensare a lui ancora per troppo tempo.

    Chi ce lo fa fare di essere la seconda scelta???
    Le mogli non le mollano e noi gli stiamo ancora dietro?!
    Ci meritiamo felicità e un amore a metà non è felicità…è stare male, piangere, ansiarci perché non ci chiamano…
    Ragazze apriamo gli occhi … ci facciamo solo del male con l’illusione di stare bene quando viviamo quelle poche ore insieme a loro. BRICIOLE DEL LORO TEMPO.
    Io grazie ad Alessandro ce l’ho fatta a dire BASTA.
    Fatelo anche voi.
    Non possiamo rimanere ancorate a chi non ci sceglierà mai e che gioca con i nostri sentimenti. Lì fuori c’è un mondo e proprio quando meno te lo aspetti incontri la persona giusta e pure single. Però per far sì che questo accada bisogna essere libera e non legata ancora a lui!
    Un abbraccio a tutte.
    FORZA!!!!!!!!!!!

    • Brava @Allegra. Così si fa. Asticella alta. Star bene anche da sole, amarsi tanto. Poi se uno desidera condividere questo benessere di certo non deve creare problemi.
      Le relazioni extraconiugali secondo me sono un cerotto su ferite nostre che hanno altre cause. Come ho già detto o si trova insieme un modo di rispettarsi subito o trascinarle non risolve i problemi e anzi ne crea altri.
      Per cui CIAONE. Io sto bene adesso e lui mi annoiava, mi faceva sentire non rispettata nel mio valore.
      Quando esci dalla melma non ti va si stare a lungo mano nella mano a uno che ci è dentro fino al collo. O esce con te o molli la mano e ti allontani da quel puzzo immondo. Senza rimpianti. Che uomini sono? Dai, per piacere. Chi lo vuole un robo così in casa?
      Lo tenga quella povera stella della moglie a cui ora guardo con immensa tenerezza. Spero un giorno a sorpresa lo mandi a cagare pure lei. Ma non per vendetta. Perché lei merita di essere amarsi, essere amata e rispettata. Dai, accendo una candela in chiesa.

    • Nina io credo che @allegra fosse una delle commissioni del suo ex amante. O perlomeno lei si è sentita trattata come tale.

      • Si bravissima, e durante l’ultima chiamata gli dico a cosa devo questa chiamata? (Non si faceva sentire da 5 giorni) E lui mi dice “só come sei fatta!” E io penso ma che razza di risposta è???? Avrebbe dovuto dirmi perché mi mancavi, mi mancava la tua voce… non questa risposta che fa notare solo che lo fai per darmi il contentino, per tenermi buona!!!! Si è fatto sgamare subito… ed è li che ho dopo ho deciso di mandargli messaggio per chiuderla!

        Massii, che poi l’ho capito.. io ero spensieratezza… ero svago.. non penso che mi amasse, era solo entusiasmo questo! ma si stava bene insieme.. io non ero l’amante che rompeva, a parte verso la fine che non ce la facevo più … era piacevole stare con me e ci nutrivamo di chiamate e quei pochissimi incontri al mese! La cosa assurda è che mi facevo andare bene tutto questo… io che adoro stare col mio uomo mi adeguavo a questa situazione di pochezza!
        Che scema sono stata…

        • Allegra eri solo sinceramente innamorata. Non sei la sola ad esserti comportata così se ti può consolare. Concentriamoci ora su di noi e su come uscirne nel minor tempo possibile.

          • È vero cara @ross hai proprio ragione, anche se a tratti mi manca e cerco di non pensarci! Ma siamo forti e ce la faremo!!

  21. Hahahahaha davvero… lui diceva eh almeno con questa scusa posso chiamarti… certo!e le altre volte in casa poteva scrivermi e non lo faceva mai… ma non perché non potesse…. perché non voleva!!! L’ho capito troppo tardi ma l’ho capito…
    E sono d’accordo con te @oldplum o Si trova un modo subito per rispettarsi o trascinare le cose non serve a molto..: io in realtà i primi mesi ero spensierata …tant’è che le mie amiche si stupivano di questo mio essere distaccata ma col passare del tempo è normale… ci leghiamo a quella persona che sentiamo tutti i giorni e che vediamo poche volte ma sempre perfette. Ed è lì l’inganno…il nostro essere sempre disponibili… io lo ero fin troppo… e ho messo da parte me stessa per lui. Addirittura quando era a casa non gli scrivevo perché mi dava fastidio non ricevere risposte e quindi evitavo, anche se lui non me lo negava mai anzi sempre sereno mi diceva scrivimi quando vuoi… ESAGERATO.. e poi non lo facevo mai e aspettavo sempre e solo lui! Il potere lo ha lui in mano!!!!! CHE TRISTEZZA. Per questo come ho già detto il confronto finale non ne varrebbe la pena.. sentirei solo lui giustificarsi ..con i soliti “mi dispiace ti amo ma non possiamo stare insieme…” a me l’ha scritto per messaggio quando gli ho detto di troncare… non ha neanche opposto resistenza al mio “non chiamarmi più” … Che delusione. E mi ha tolto subito il segui da Instagram … lui dice perché gli faceva male vedermi … e io non ci credo.
    Forse aspettava solo questo.. come dice @Ale ed è stata una bella botta già solo leggerlo via messaggio.. non oso immaginare dal vivo.
    Pensateci bene ragazze cos’è meglio fare per voi!! Un abbraccio

  22. I postumi del confronto finale sono tremendi, simil sbronza vodka-alcool-birra-vino. A distanza di una settimana non dormo, non mangio e, a tratti, non ragiono sognando ad occhi aperti un suo ritorno e ulteriori chiarimenti. Per fortuna ho anche parecchi sprazzi di lucidità che mi fanno ben pensare e il mio orgoglio mi impedisce di aspettarlo fuori dal lavoro. Resisto. Tutto questo ha un senso per imparare e per migliorarsi. Mai più con uno sposato. Cerco di spostare la domanda da “perché è finita?” a “perché è iniziata?”. E’ qui il senso di tutto. Devo tornare ad essere il centro della mia vita. Se è iniziata è perché alla base c’era un malessere interiore su cui ora dovrò indagare. Dipendenza affettiva nei confronti di questa persona così poco empatica, ma quando mai? Inaccettabile. Siamo sicuri che sia successo proprio a me? Se qualche giorno fa pensavo che il confronto finale fosse stato tragico ora penso invece che sia stato salvifico. Avrei dovuto chiederlo prima ma avevo paura di guardare in faccia la sofferenza e la delusione. Un bacione, parlarne insieme aiuta. Ce la possiamo fare.

    • Ross forza…! Sicuramente c’è un motivo del perché è iniziata… sicuramente ci siamo fatte prendere dalle loro lusinghe, noi ci siamo sciolte e avevamo bisogno di affetto e questi uomini sposati lo danno col contagocce ma lo danno e si crea una dipendenza, un circolo vizioso a cui non riusciamo più a dire di no. Uscirne è veramente difficile ma già aver detto la parola fine è un passo in avanti che siamo riuscite a fare. Dobbiamo andare fiere di questo!
      Un bacione

  23. Ciao ragazze, tra qualche giorno avrò il “confronto finale” con colui che è stato il mio amante per 20 anni (!), entrambi sposati, lui un narcisista sempre disponibile per le donne (ma l’ho capito di recente) e io completamente persa che in tutto questo tempo ho fatto i salti mortali per ritagliare qualche oretta settimanale per vederci, investendo una quantità di energia pazzesca e pure rischiando di compromettere un matrimonio piatto ma tranquillo pur di non perderlo. Ebbene, la moglie l’ha lasciato qualche mese fa e lui anziché dedicarsi a me si è dichiaratamente dato alla bella vita con tutte le donne che riesce a raccattare, me compresa ovviamente. A quel punto l’ho allontanato e non l’ho più cercato. Ma lui sì, facendo pure l’offeso per il mio comportamento “inspiegabile” … Devo dire che con me è sempre stato onesto, non mi ha mai illusa anche se sempre a chiedermi di vederci e disponibile a tutte le ore. Qualche volta (e mi bastava) mi ha detto che “non è solo sesso”, “in realtà cerco solo un po’ di affetto” ma estremamente reticente a parlare di sentimenti. Da parte mia non mi sono mai mostrata affettuosa o sentimentale ma sempre serena e disponibile per non sbilanciarmi e poi soffrirne. C’è qualche speranza di recuperare la situazione con un confronto sincero? Lo vorrei davvero, sono distrutta. Un grosso grazie a questo blog che mi ha già aiutata parecchio.

      • Ho investito talmente tanto in lui, tempo, sogni, diplomazia, sofferenze che vorrei poter recuperare qualcosa di buono. Possibile non si renda conto di quanto potrei dargli ancora se solo abbandonasse la maschera di perfezione, di un uomo a cui tutto è dovuto e che non ammette i propri errori ma che si è autoimposto? Ecco, questo mi fa star davvero male. Grazie

        • Patrizia pure io 20 anni ma io da single che ha rinunciato a tutto per lui . La moglie l ha buttato fuori di casa perché lui ha un interesse per una di vent anni più giovane . Non ci parlo da qualche settimana non so cosa sta combinando . I sogni li avevo investiti anche io su di lui , gli sono stata vicina in tutto per 20 anni e adesso lui come se niente fosse mi ignora . Che amore era ? Cosa era ? L ho amato solo io è chiaro . Queste persone non amano nessun altro che se stessi . Ne vale la pena perdere tutto per loro ?

    • Nessuna speranza di recuperare @Patrizia. Lui in te (e quante altre?) trovava facile evasione dalla moglie…la moglie deve averlo beccato con qualche altra e lo ha lasciato e lui adesso si sente come un bimbo all’ingresso di un Luna Park con un sacchetto pieno di gettoni…vedi tu!

    • @Patrizia, scusa la sincerità eh.. ma l’unica speranza evidente è la sua, di portarsi a casa un’altra scopata con la scusa del confronto finale (che da come ne scrivi.. sembra una sua gentile concessione, tra l’altro).

      Ma poi quale situazione recuperi? Una scopata settimanale tra quelle che già si fa con le altre?
      Oh! E’ già fuori di casa e ha messo te nella scuderia insieme alla mandria, l’hai scritto tu!

      Torna in te!!

      • Ragazze, sarò telegrafica e criptica il giusto, se no Ale mi cassa i commenti, ma alla fine in questi giorni sta venendo fuori che era seriale e narcisista anche il mio. Più relazioni in contemporanea, conseguenze devastanti per le povere malcapitate ignare l’una dell’altra. Questo per dire che è dal silenzio che emergono le risposte che, come ha scritto @Angelica 2.0, noi siamo troppo impegnate a fare le amanti per vedere. Io il confronto finale non lo cercherò, mi pare inutile, anche se ho scoperto tutto. Devo dire che però anche se la situazione ha svelato lati raccapriccianti mi sento liberata, almeno adesso so quali erano le cose che non mi tornavano. L’istinto non sbaglia mai, il silenzio neanche. Vi abbraccio tutte.

        • @Eva 2.0 scampato pericolo! Adesso pensa solo a te!!! Spero che ormai tu l’abbia classificato tra il pidocchio e il topo di fogna e che ti sia definitivamente scaduto.

    • @Patrizia
      Cara tu stessa qui hai scritto che si tratta di un Narcisista
      Il Campione della Stronzaggine e della MANIPOLAZIONE!

      Ti prego di non perdere nemmeno un secondo nel CHIUDERE IMMEDIATAMENTE SCOMPARENDO dalla sua vita senza bisogno di dovergli dire nulla
      CDS codice del silenzio o NO contact totale chiudi i collegamenti tutto e sparisci

      Prendi appuntamento con un terapeuta specializzato in relazioni tossiche e dipendenza affettiva

      20 Anni FANNO UNA DIPENDENZA AFFETTIVA SICURA pure se non sono titolata a dirlo

      Cara Patrizia NON È COLPA TUA
      Ma adesso la vita ti incoraggia a Amare te stessa e prenderti cura seriamente di te stessa

      Qui non a caso sei in ottima compagnia e condivisione e in primis guidata al meglio in questo Blog da nostro Caro Alessandro che con i suoi scritti e commenti così tanto ci ha aiutato e aiuta a riuscire a uscire dal tunnel di dipendenza da uomini veramente cattivi o nel miglior caso
      Disonesti che giocano con i nostri sentimenti sinceri le nostre fragilità

      Senza però aver considerato che siamo tutte CAPACI DI ESSERE NOI STESSE AMARCI E MANDARLI AFFANCULOOOO
      Con l’Arma più efficace e Potente

      Io CDS TOTALE SILENZIO E BLOCCO COMUNICAZIONE

      Scrivici ancora ,FORZA cara Patrizia non sei sola!

    • Cara Patrizia è tutto così chiaro purtroppo …. ci sei dentro e non vuoi vedere… però come hai detto tu la moglie lo ha lasciato e lui si fa i fattacci suoi con tante altre donne… te compresa certo.
      Ma 20anni sono veramente tanti….lui ora è libero e dovrebbe pensare solo a te. E invece non lo fa.
      Pensa a te stessa e lui lascialo andare…. non ti merita proprio una persona così.
      Un abbraccio

    • Ciao @Patrizia. Da libero avrebbe dovuto chiedertelo lui il “confronto finale” per farti lasciare tuo marito e stare insieme voi due. Quantomeno proportelo. Non mi sembra intenzionato a farlo. Se non è così, continui a stargli bene in quel ruolo da tappabuchi. Io non chiederei nessun confronto finale. Non lo giustificare dicendo che non ti ha mai illusa. 20 anni sono una vita. Purtroppo prevedo l’ennesima delusione….

      • Ma che dite??
        Da libero chi?
        E stato abbandonato, non è libero. e ora che ha la carta bianca e si sente di poter agire come vuole, agisce come vuole.
        Mi pare ci sia poco altro da dire.
        Questo è lui.

  24. Patrizia @ scappa! Butta tutta la merda su di lui, visto che è lui ad aver adottato questo comportamento indegno e ricomincia a pensare a te. Avrebbe tutto a suo favore per venire da te invece….dopo 20 anni ti dà x scontata. Almeno prova a darti anche tu una chance. Sparisci da lui non farti più trovare, cds e lascia che eventualmente sia lui a smuovere le montagne se proprio ti vuole.

  25. Comunque pensavo che l’unico chiarimento vero e assolutamente autentico è ciò che si rivela nel silenzio..cosa fanno quando rischiano di perderci?
    La risposta é tutta li, chiara, pura, limpida.
    Se si ha il coraggio di lasciarli agire indisturbati..si vedrà la loro vera identità.
    Che poi è: ti cerca? No. Si.
    Se si, con che pretesto? E dopo quanto? Dopo un mese? Cosa può cambiare radicalmente nella visione della vita di una persona, dopo un mese?
    Ci vogliono mesi, forse anche anni per rielaborare il proprio modo di gestire le emozioni.
    E noi? Magari adesso li amiamo, magari tra un paio di mesi li ameremmo ma.. non potendoli vivere viene normale anche darsi la possibilità di vivere altro, di vivere un altro. Intanto che loro capiscono, se capiscono. E se tornano? Abbiamo lo stesso desiderio di loro? Difficile, se non ti sei chiusa in casa da sola. Insomma, è tutto così complicato!

    • Ciao amica @cossora. Il chiarimento, è vero, arriva rapido e puntuale come un treno svizzero a seguito dell’opera con cui ci allontaniamo e dalla loro eventuale reazione a tale fatto. Io attualmente spero che non mi cerchi, non subito almeno, perché so che nel subito non ci sarebbe altro che la solita minestra e questo me lo farebbe scadere ancora di più. ovviamente in me rimane l’impressione di aver vissuto una cosa autentica (rispetto alla quale non rinnego nulla e dentro di me una piccola fiammella di bene, di amore è ancora accesa) e il proseguo mi rivelerà sicuramente come debba considerare questo amore cantato come nemmeno Tasso fece. Come starà reagendo lui? Oh beh, io penso di mancargli e molto. Penso anche che, come al solito, cercherà di comprimere, schiacciare etc ma che la cosa rispunterà fuori in lui periodicamente.
      Ma il punto non è come la starà vivendo lui. Il punto è che io nel frattempo non rimango certo ferma ad aspettare. perchè l’ho lasciato proprio per questo: io non riuscivo più a vivere una vita in stand by.
      e dunque come la vivo io? mi sono iscritta ad un master, lavoro come una bestia, mi curo dei miei figli, tiro a campare alla fine del mese. tutto bene, dunque. Il fuoco è acceso, scrivo la mia prima tesina su Melanie Klein, bevo prosecco e fumo sigarette. Domani è sabato e mi dedicherò al giardinaggio.
      E lui? oh beh, non lo invidio per niente. per il resto faccia ciò che vuole. io ancora ci sono un pochino pochino pochino ma non certo per una relazione come quella che avevamo. chi vivrà vedrà. sono certa che comunque sarà il futuro, sarà migliore .

      • Oldplum@ brava, che bell”esempio! Io ho ripreso la tesi che avevo lasciata incompiuta nel cassetto quasi 20 anni fa. Le tue parole comunicano serenità , sai? Si capisce che sei già avanti nel “processo di guarigione interiore”, se così possiamo chiamarlo. Spero di arrivarci presto anche io. Purtroppo mi accorgo invece che le mie emozioni sono ancora troppo forti ed altalenanti, spesso dominate dalla rabbia dalla nostalgia e da un senso di vuoto impressionanti
        Stanotte, visto che mi ha bloccata, avrei voluto prendere in prestito il telefono di mio figlio ed inviargli un messaggio, per dirgli cosa poi? E così avrei perso anche l’ultimo briciolo di dignità e, forse, lui avrebbe anche potuto scambiarmi per una stalker! E sì, l’avrei fatto perché in me la speranza di lui non è ancora morta. Non so come ma sono stata forte e ho resistito.Mi guida il pensiero che questo sia soltanto un brutto momento e che, se mi impegno, posso tornare ad essere libera e serena. Ad ogni giro dell’inferno spero che l’uscita sia più vicina.

        • Hai resistito perché sai che dall’altra parte c’è un muro già macchiato del tuo sangue per le schiantate

        • Io non ho nessuna voglia sapete, di contattarlo di nuovo?
          Piango disperatamente la sua morte. Ma per me è chiuso.
          La mia vedovanza trascorre giorni sereni/pesanti 3:1 e va migliorando.
          L’uomo che mi ha fatto innamorare non tornerà più.
          Mi dispiace tanto che un giorno sarà solo un ricordo e magari amerò un altro. Mi spiace tanto che tutto finisca nel cassetto del passato. Ma è quello che sento. É passato, e resta nel passato.

          • Cossora, io ci sto ancora lavorando. Devo essere sincera con me stessa ed ammettere che è ogni volta una doccia ghiacciata, realizzare che lui non faccia più parte del mio presente, o meglio, che non fanno più parte del mio presente le aspettative che io avevo su di lui e che mi facevano sentire così viva e speciale. Immagino che per relegarlo veramente nel passato e finalmente, come dici tu, “piangerlo morto” io debba ora spostare le aspettative che avevo su di lui altrove, su un nuovo progetto piuttosto che su me stessa. Per il momento, visto che la cosa è ancora recente, mi accontento di diminuire di volta in volta il tempo in cui lo penso ed è per me già una vittoria l’aver compreso che assolutamente non lo devo contattare perché non otterrei nulla se non altro dolore. È un vero e proprio processo di disintossicazione, prima o poi finirà e spero che arrivi presto anche per me la consapevolezza di averlo sinceramente e assolutamente relegato nel passato senza possibilità di ritorno.

            Norma@ gli spunti su questo blog sono preziosi. Essere lasciati dall’amante essendo sposati è ancora più dura perché non può esserci il pianto liberatorio e non ti puoi lasciare andare alla tristezza. Nel mio caso inoltre non mi ero confidata con nessuna amica. Quindi le riflessioni che ci propone Alessandro e le esperienze delle altre donne sono terapeutiche. Grazie.

          • @ross vorrei dirti come si fa ma non lo so. So che quello che mi ha fatto innamorare non cé più. Quello che col suo corpo sta vivendo lontano da me, chattando, dormendo, lavorando, respirando.. facendo TUTTO senza di me.. non mi manca. Non ci siamo mai conosciuti e non mi interessa conoscerlo. Quella persona mi è estranea. Nuove e bellissime cose si prospettano, lui non brilla più, si è spento!

          • @cossora la mia relazione è durata nove anni con una frequenza giornaliera. Tutti i giorni al telefono e il pomeriggio ci vedevamo dopo il lavoro e stavamo insieme anche due ore…mu ha lasciata da quattro mesi. Sto abbastanza bene e leggere quello che scrivi mi aouta a lasciare andare quello che era. Io credo che alla fine diventa un’abitudine che non si riesce a mollare. Ti posso chiedere da quanto tempo non lo senti più? Io al momento non lo vorrei nemmeno sentire..per dire che poi?

          • Cossora, ho deciso di prendere a prestito il tuo modo di vedere le cose. Cominciare a pensare che quello che mi ha fatto innamorare non esiste più e al suo posto c’è uno sconosciuto non può farmi che bene! Sinceramente non l’avevo ancora vista in questo modo. Aprire la mente e vederla da un’altra prospettiva, non ho niente da perdere. Grazie! Cambiando il nostro modo di pensare possiamo forse cambiare la realtà.

          • @Norma a parte un incontro casuale poche sere fa, non lo sento ne vedo da quasi 4 settimane.
            Mi scrive poco, non rispondo.
            Ho fatto e interrotto 2 o 3 CDS, il primo giusto 12 mesi fa.
            Ho bloccato e riabilitato social.
            Sono tornata e gli ho garantito che andava bene così: solo sesso e passione, che davvero non volevo altri impegni (leggi qualsiasi mio commento prima di un mese fa: puoi capire fino a che punto ero intossicata e subordinata alle sue condizioni)
            Ho fatto di tutto, ero innamorata persa, una scheggia impazzita. 18 mesi di cui veramente per 17 ho perso via via l’orientamento, ho perso me stessa.
            Lui Mr lucidità: ha salvato il matrimonio dei suoi, è un riferimento per gli amici, eroicamente ‘resiste’ a casa contro ogni avversità e tiene insieme la sua famiglia.
            Scopando me di nascosto.
            Ma io credevo alla sua verità: guarda cosa è costretto a fare per starci dentro, poverino.
            Mi vergogno di chi sono stata, però se serve ad aprire gli occhi ad altre dopo di me.. va bene così.

            Se lo rivoglio? Io non lo so.
            Dovrebbe essere tanto tanto diverso e nessuno cambia in così poco tempo, e amo troppo la vita e sono troppo bella e sono libera. Non coinciderebbero i nostri tempi.

            Credo sempre meno che ci sarà un’altra possibilità. 18 mesi sono abbasatnza per caprie cosa valgo, se non lo ha capito vuol dire che non doveva andare.

            Tu 9 anni. Come stai?

          • @ross, tutte.
            Ascoltatemi, andate a cercarvi la prova della sua pochezza.
            Lo so che sotto sotto lo state difendendo, che gli state cercando il pregio tra i difetti.
            Provate ad umanizzarlo sul serio, fidatevi, è l’unico modo.
            Se è davvero speciale, non potrà vivere senza la vostra stima e correrà subito a riguadagnarsela.

            Garantito 100%.

          • @cossora…la tua sincerità, l’onestà intellettuale e la passionalità unite ai momenti di fragilità sn la tua grande forza!

            …gli ho garantito che andava bene così: solo sesso e passione, che davvero non volevo altri impegni (leggi qualsiasi mio commento prima di un mese fa: puoi capire fino a che punto ero intossicata e subordinata alle sue condizioni)…

            …Mi vergogno di chi sono stata, però se serve ad aprire gli occhi ad altre dopo di me.. va bene così…

            Nn ti devi vergognare…sei sempre rimasta qua…anche qnd ti si attaccava, anche qnd vedevi scritti solo schiaffi…anche qnd io stessa ti ho scritto prima di venire a sentenziare prova a scavallare un mese di CDS…e ci stai riuscendo…nn mollare! Ora cominci a vedere che è una questione di tempo, di prendere le distanze da quell’intossicazione che ti fa avere quella sottospecie di allucinazioni!
            Abbiamo imparato tutte qlcsa a stare qua…sm solo a distanze diverse…ma vedo con piacere che qnd sm un passettino più avanti…tutte noi abbiamo lo stesso desiderio di testimoniare che si…si può fare! Si può uscire dal tunnel… E il modo è uno soltanto!

          • @EP grazie davvero <3
            Ho convinto i miei suoceri e asfaltato tutti gli 'amici' del paese con la mia sincerità e la mia onestà intellettuale, anche se di fatto sono stata la prima a tradire mio marito.
            Non ho detto niente, infangato nessuno e il tempo ha lavorato per me.

            Asfalterò anche lui, nello stesso modo.
            Non mi interessa vederlo coi miei occhi. Mi interessa 'saperlo' 🙂

          • @Cossora spero che questi gorni passino in fretta perchè da qui sembrano i più pesanti! Coraggio tira su sta testolina bella fresca di parrucchiere e vai oltre! Riscrivo a te quello che hai scritto “voglio rileggerti fra una settimana”.
            Non hai nulla di cui vergognarti tranquilla. C’è stato un periodo in cui il tutto ti è stato bene, hai preso il pacchetto completo ed è stata la cosa migliore che potessi fare per te stessa, adesso le cose stanno evolvendo e lui non riesce a tener dietro, lui vuole restare li dove è.
            Capisco, perchè la riconosco la tua ferita, ma è sacrosanto che tu vada oltre, ognuno di noi ha il suo percorso e il suo sentire da rispettare, non tutto quello che c’è stato sono state bugie c’è solo da prendere atto che non basta più: pace e buona vita!
            datti un poco di tempo
            un abbraccio

          • “ Sono tornata e gli ho garantito che andava bene così: solo sesso e passione, che davvero non volevo altri impegni (leggi qualsiasi mio commento prima di un mese fa: puoi capire fino a che punto ero intossicata e subordinata alle sue condizioni)
            Ho fatto di tutto, ero innamorata persa, una scheggia impazzita. 18 mesi di cui veramente per 17 ho perso via via l’orientamento, ho perso me stessa.”

            Io infatti ti ho conosciuta così, ed ero molto scettica.. mi sembrava un raccontarmela in buona fede. Mi dispiace che tu soffra ma spero che tu riesca a rimanere salda.

      • Carissima Oldplum
        Che bel percorso stai facendo ti manca ,secondo me visto da qui e quindi con tutta la relatività del mio percepire da qui ,ma ci sta ancora un piccolo tassello da sistemare per essere veramente LIBERA DENTRO A TE STESSA
        E cioè togli del tutto quel “esserci un pochino pochino “ per lui
        Solo tu puoi ovviamente sapere che vuoi dire col pochino che resta x adesso

        Sinceramente secondo me stai veramente avanzando alla grande ,ma quello ti auguro di cuore è che tu
        Possa BRINDARE A PROSECCO per essere riuscita definitivamente non soltanto a togliere il “pochino esserci”
        Ma proprio a fare il lutto che occorre sempre elaborare finita una storia e per andare avanti nella nuova vita e strada è necessario
        Togliere tutti i pochino e il parlarne

        Stai quasi uscendo e sono CERTA che POCO TI MANCA
        A completare il tuo nuovo percorso per amare te stessa e
        Come si dice,ma
        Cara Oldplum,
        MALAASAPERDE DEL TUTTO!
        Voglio brindare comunque con te perché
        Non è affatto uno scherzetto riuscire a uscirne e tu stai dimostrando a te stessa che ti manca soltanto

        “un pochino”

        Un abbraccione e PROSIT Cara Oldplum!!!!

        • Ciao tesoro @ariel! Quel pochino presto scomparirà. Lo sai? È che è un processo che mi vede indomita, senza bisogno di lui. A me in fondo non manca nulla per star bene. È solo la disintossicazione. È graduale ma sono già ad un buon punto. Non voglio vederlo, non sento il bisogno di parlarci e se mai tornerà da me dovrà farlo con la forza e non so proprio come potrei accoglierlo. L’ho immaginato alla mia porta con le valigie. Per ora la mia reazione sarebbe dare due mandate alla porta.

    • Ma perché interpretare il loro silenzio? Quante volte lo abbiamo già messo alla prova? Quante volte abbiamo atteso un loro messaggio la domenica? Quante volte abbiamo sperato,vanamente? Quante docce abbiamo fatto sotto l’acqua nel cercare di interpretare una situazione che ci ha fatto soffrire, nel tentativo di ricavarne delle certezze per poi uscire dal bagno ancora più confusi? Quanti dormiveglia al buio nel letto andando col pensiero, come la lingua sul dente che duole, a quella frase che ci ha fatto male o a quella menzogna scoperta cercando di girarla mille volte per trovare un lato che non sembrasse quello che in realtà era? Quante domande a noi stessi sperando di trovare la risposta che ci sfuggiva sempre? Quanti monologhi recitati tra noi e la nostra coscienza nella speranza di poter dire tutto a loro un giorno?
      E allora perché continuare anche quando si è girato pagina?

      • @Berg,
        penso sia per un sentimento di giustizia, almeno
        io lo sento così, un credere che manchiamo loro quanto loro sono mancati a noi nel corso della relazione.
        Cercare di pareggiare qualcosa, di far quadrare, ma non si riesce.
        Ho dato troppo e ricevuto pochissimo.
        Nulla cambierà questo dato di fatto.
        Però stamattina pensavo che tutte/i noi siamo persone forti e speciali, perchè bisogna avere gli attributi per poter sostenere un’esperienza da amante.
        Parto da qui, do un valore positivo anche a me stessa per essere stata capace di vivere quel periodo.

    • Non credo sia una risposta nemmeno il fatto che ci cerchino o meno a questo punto.
      Tanto abbiamo capito che se anche ci cercano è solo per un altro giro in giostra o per temporeggiare.
      Se non ci cercano ancora più evidente che non gliene frega un cazzo ( come dicevi tu @ cossora potremmo essere morte sotto un treno che loro non lo saprebbero tanto è smisurato il loro “ rispetto” per il nostro silenzio)
      Tutto questo ragazze è fuffa!
      Se ci volessero saremmo al loro fianco e non relegate a fare da deambulatori ai loro matrimoni sfiniti.

    • È vero..è tutto così complicato! Io ogni sera ho preso l’abitudine uscita dal lavoro di andare a passeggiare al mare per riflettere sui miei nove anni di amantato…come ha detto qualcuno nei commenti ci vuole coraggio e tanta forza per reggere il ruolo di amante. Io sono una persona speciale…sono una donna speciale…ho fatto i salti mortali per reggere tutta la situazione. Mi chiedo ora dove trovassi tutta quella forza e poi per chi e per cosa? Non ho avuto nulla in cambio nulla che regga i sacrifici che ho fatto per lui. Mi ha lasciata senza una spiegazione logica mi ha bloccata su wapp non risponde né a messaggi e telefonate che ormai non faccio neanche più. Quindi essere amante a che serve? alla fine l’amaro in bocca rimane a noi donne che ci abbiamo creduto e siamo rimaste con un pugno di mosche in mano

  26. Oldplum Berg Mic
    Diciamo tutti la stessa cosa.
    La risposta non sta in cosa facciano senza di noi. Ma nel fatto che lo facciano senza di noi.
    A questo punto che sia partito volontario in guerra o stia flirtando su tinder.. per me che differenza fa?

    • @cossora hai perfettamente ragione. La loro via va avanti benissimo senza di noi…io non mi soffermo neanche più a pensare cosa sta facendo o come sta. Lui sa dove sono e volendo mi potrebbe cercare in mille modi ..non lo fa ? Meglio così e qui riprendo il tuo commento…

  27. Io voglio pensare che il mio ex amante non mi cerchi davvero per rispetto… lui sa bene che sono innamorata e sa che mi farebbe del male cercandomi. Non posso pensare che in giro ci sia solo gente di merda. Le sensazioni che ho provato con lui erano reali e lui le ha vissute con me.. senza fingere e senza dirmi che avrebbe lasciato la moglie e il figlio piccolo. Si è goduto il flusso degli eventi così come l’ho fatto io… certo è che io da single mi sono lasciata andare di più e ho forse fantasticato… ma lui non mi ha mai illusa…
    Ogni tanto diceva che dovevamo smetterla di vederci, ma non lo facevamo mai! Sapevamo che solo io potevo decidere cosa fare e dopo quasi un anno ho deciso dal nulla che doveva finire. Non potevo ancora tollerare questa situazione e perdere tempo dietro ad una persona sposata!!! È normale sperare però fino ad un certo punto…perché la vita è una sola e scorre … e in questi mesi io non ho conosciuto gente nuova perché pensavo solo a lui.

    Ragazze apriamo gli occhi! Ci può essere tutto l’amore del mondo (da parte nostra) ma dopo un po’…BASTA.

    Amiamoci di più.

    Vi abbraccio

    • Ma che differenza fa se non ti cerca per rispetto o se non ti cerca perché gli è cascato nel tombino?
      Sembra che la bontà della tua scelta abbia più o meno valore in base a perché NON ti cerca.
      Non ti cerca perché non gli interessa abbastanza da venirti a cercare. Non é un tuo problema.
      Non sei migliore se si mette con te, tu sei tu a prescindere da lui.
      Ma nemmeno a conti fatti e nel silenzio una donna acquisisce consapevolezza di se stessa? Ha bisogno di trovargli qualcosa di nobile a tutti i costi invece che pensare sia semplicemente una merda?
      Chi uccide è un assassino, chi picchia un violento, chi mente e scappa un bugiardo e codardo.
      Non è che non li condanni perché in passato sono state brave persone.

      • Sai Cossora, a volte l’insicurezza di molte donne porta a sentirci sbagliate, inferiori. Io so che a perdere nella fine della mia storia sia solo lui ma spesso mi abbatto e sto male perché sono insicura. Hai perfettamente ragione, chi scappa è un codardo e non merita nulla. Abbiamo già dato troppo.

      • Caspita Bravissima @Cossora sei avantissima!!!!

        Concordo in pieno con questo tuo ragionamento
        Veramente sei utile e di vero aiuto a chi sta nella tua stessa situazione e magari appunto la sofferenza non gli mostra la realtà da seguire proprio per riuscire ad uscirne amando se stesse!

      • @Cossora concordo in pieno!!!! Basta giustificare o cercare le motivazioni. Se non ci sei è perché non ci sei voluto essere o non provi abbastanza per esserci. Ti lascio nella tua scelta, io ho bisogno di altro!

        • Mic, Ariel, Lia e le altre..
          S-battiamoci per ottenere cose vere. Progresso, evoluzione, giustizia.
          Invece che star qui a dare il vitalizio a gente che per 12-18 mesi ci ha scopato bene.
          Tutti a casa!

          • Cossora sei fantastica! Riesci anche a strapparmi un sorriso. Il punto è proprio quello, ma di uomini è pieno il mondo….eventualmente!

  28. Allegra dalle tue parole si evince piena consapevolezza e lucidità. Ho una curiosità: da quanto tempo è finita? Lui ha accettato tranquillamente la tua decisione?

    • Ciao cara, è finita da un mese e mezzo…
      In un altro commento avevo scritto come aveva reagito lui al mio non vederci più… ha semplicemente accettato e ci sono rimasta di merda ma ho sempre saputo che la moglie e il figlio non li avrebbe mai lasciati; per quello hai percepito dalle mie parole consapevolezza e lucidità. Sapevamo entrambi che sarebbe finita quando la situazione iniziava a starmi stretta.
      E va bene così…

  29. Da quello che scriviamo tutte il denominatore comune che viene fuori è che questi uomini chiamato sesso forte sono di una codardia impressionante…io rimango sgomenta leggendo i commenti che poi sono gli stessi che farei io ..le storie sono di fondo tutte uguali…la sofferenza è solo della parte femminile…crediamo che la nostra relazione sia diversa dalle altre invece ce la cantiamo e ce la suoniamo….speriamo sempre nel finale di@Alessandro purtroppo credo che come Alessandro ci sia solo lui. Io ho tre figli maschi e spero che loro non siano come la massa..almeno ci provo ad educarli nel rispetto delle donne

  30. Caro @Alessandro ho bisogno del tuo parere maschile perché io davvero non ci arrivo. Ma se mi ha bloccata su wapp non mi ha bloccata sul telefono e per i messaggi. Sui social non c’è proprio però se lo chiamo non risponde..ai messaggi non risponde..in che categoria lo inseriamo? Stasera mi è preso male e l’ho chiamato 18 volte,poteva rispondere perché stava in auto da solo e non l’ha fatto..alla fine ha spento il telefono. Puoi dirmi quello che vuoi perché me lo merito..

    • Ma perché cerchi uno che non ti vuole? Solo perché non ti ha bloccato sul telefono? Ti serve quello ? Dai…

      • Infatti White hai messo in evidenza proprio quello che di frequente accade quando si ha avuto in relazione un manipolatore Narcisista ,(spero che anche tu cara @Norma legga qui il mio commento che può aiutarti concretamente a fare subito ciò che veramente ti aiuta a uscirne)

        Col Narcisista si genera la dipendenza affettiva nella sua preda
        Lui infatti agisce coscientemente con schema apposito per farla innamorare e credere che lui sia la persona del destino ,la sua anima gemella

        Sesso a gogó e speciale dedicato alla preda
        Poi di colpo la svalutazione improvvisa
        Con altri metodi come la triangolazione (mettere in mezzo la moglie o altre amanti per destabilizzare e ingelosire ,mette alla prova) e la proiezione ( accusa la preda delle nefandezze che lui fa in effetti)

        Poi infine lo scarto finale ,
        lui lascia lei o si fa lasciare ,ma di brutto

        Infine ormai la preda è Dipendente come sotto droga e nonostante razionalmente capisca che lui sia uno Stronzo e basta
        Appunto è sotto droga da dipendenza
        E lo cerca non resiste a fare il cds

        Non lo trova ,
        Lui non risponde e lei DISPERATA IN ASTINENZA DALLA SUA DROGA DIPENDENZA

        FA 18 TELEFONATE
        Nota bene ,
        Si rende conto DOPO che ha fatto una cazzatona
        ,ma povera è dipendenza affettiva e se non ti curi in terapia apposita resti così.

        Lo scopo finale del Narcisista è DISTRUGGERE la sua preda

        Così può diffamarla con chi la conosce
        Ad esempio RIBALTA LA FRITTATA e SFRUTTA la DIPENDENZA AFFETTIVA che le fa fare le 18 telefonate
        Che come tu hai scritto oggettivamente possono
        Fare paura o scocciare insomma alla fine passa lei per la stalker ,comprendi???

        È spaventoso cosa riescano a fare sti uomini Narcisisti Seriali manipolatori

        Per questo che le uniche soluzioni in questi casi sono due soltanto

        NO CONTACT TOTALE

        TERAPIA APPOSITA X TOGLIERSI LA DIPENDENZA AFFETTIVA.

  31. @ariel purtroppo non sto bene e non riesco a risolvere il mio problema pur aver fatto diversi percorsi psicologici @whiterabbit hai ragione..ieri sera ho toccato il fondo. Troppi sbalzi di umore,troppe pulsioni…ormai devo arrendermi al fatto che ho bisogno di aiuto altrimenti non ne vengo fuori

    • Ok Norma, una volta toccato il fondo si risale.
      Fatti aiutare, cambia terapeuta e prova a cambiare prospettiva.
      Da oggi non è lui che non ti risponde, sei tu che non chiami. Cancellalo.

      • @Norma concordo con @Rosa ….
        Cambia terapeuta, fai yoga …. Qualsiasi cosa …. E cancella il suo numero!!!!
        18 volte sono troppe, diventa ossessione!!
        Lui non ti risponde? Hai la risposta in tasca!!
        Forza @Norma!!!! Lui non può e non deve essere tutto per te!

    • Cara,Tesoro di @Norma,non disperarti e soprattutto non sentirti in colpa di nulla!!!

      NON È COLPA TUA!!!!!!!!!

      Forse ,e chiaro non posso e non mi permetto certo di entrare nel tuo privato già fatto percorso con psicologi ,
      Forse,quindi il forse mio è obbligatorio per rispetto verso di te e la tua privacy ,forse ,quindi,potrebbe essere di aiuto un aiuto terapeutico che è mirato a togliere la dipendenza affettiva

      Io stessa nel mio percorso terapeutico ho fatto diverse esperienze per crearmi una rete in sinergia

      Terapia individuale con Psicologa
      Terapia di gruppo quindi insieme a altre donne che come me stavano a patire nella dipendenza affettiva e ognuna aveva la sua storia di versa,il confronto e condivisione diretto mi ha fatto benissimo

      Nn mi sentivo più la sola che nessuno ti capisce manco gli amici veri e cari possono realmente capire che cosa significhi essere sotto dipendenza affettiva

      Non hai idea di quante donne abbia conosciuto di persona e con diverse esperienze e ruoli molto peggio di ciò che mi era successo
      Mogli incastrate in matrimonio con Narcisita amanti stessa cosa
      E pure mogli e amanti nello stesso tempo
      Insomma una gamma di colori infinita

      In più ho seguito un corso tenuto da un Medico psicologo Terapeuta specializzato nel aiutare a uscire dalle dipendenze di qualunque tipo Droga Alcol Shopping Gioco azzardo Dipendenza Affettiva

      Tutto ciò mi ha FORTEMENTE MOTIVATA ED AIUTATA A GUARIRE COMPLETAMENTE!!!

      ForzaFORZA NORMATESORO DI DONNA!!!!!!!!!!!
      Un ABBRACCIONE SPECIALE!!!!❤️

    • @Norma ne hai preso coscienza, è già il primo passo.
      E pensa a che merda deve essere se non ha risposto, perché è e udente che se chiami 18 volte di fila tu non stia bene. Non si e neanche degnato di chiederti ehi come stai? O di dare una spiegazione. Questa è la considerazione. E uno così non merita nulla.

    • @Norma se hai delle domande che ti tormentano che vorresti rivolgere a lui prova ad esporla qui, come possiamo ti aiutiamo.
      Vedi ci sono delle dinamiche che generano attaccamento, ad esempio se ti chiamo tutti i giorno alla stessa ora per qualche mese, o se ti dico “chiama quando vuoi” e ti rispondo, se ti porto a credere che una cosa fa parte della tua realtà, come potrebbe essere una figura affettiva (un genitore, un figlio, un amico) e poi di colpo ti levo quello che ti ho dato, tu lo noterai e proverai una sorta di tormento per quella cosa che ti ho levato, inizierai a chiederti perchè te l’ho levata, e penserai a me. In una condizione di “isolamento” come quella di un rapporto tra amanti (la relazione è chiusa in uno spazio ben delimitato) queste dinamiche si vanno ancora più ad ingigantire quando si fa entrare nella propria quotidianità un rapporto che dovrebbe stare ai margini (come le cornici).

  32. @mary @whiterabbit carissima @ariel la mia lunghissima storia è stata sempre un vai e vieni di lui…periodicamente si allontanava e io puntualmente a riprenderlo ma tornava sempre quando voleva lui senza spiegazioni. La più lunga due anni fa lo stesso periodo di questa volta..siamo stati lontani quasi un anno in cui io l’ho rincorso sempre. Fino a giugno tutto bene il martedì addirittura mi dice scusa se oggi non ci vediamo però sabato finiamo bene la settimana e ci prendiamo un pomeriggio per noi. Il sabato mattina mi dice che dici se proviamo ad allontanarci per un po’ e vediamo come va? Io è da quella mattina che ho smesso di respirare…non mi ha dato più occasioni per parlarci solo sporadiche parole senza un senso compiuto e non l’ho praticamente visto più a meno che non ho fatto in modo di incontrarlo.

  33. @Norma ciao,
    innanzitutto un abbraccio forte.
    Poi ti scrivo ciò che mi disse un medico:
    in caso di trauma, fisico e/o psicologico, la catena delle cose da fare è la stessa:
    1) immobilizzazione: si sta fermi per non procurarsi ulteriori traumi (il trauma è nel nostro cervello? bene, vale la stessa cosa, ci fermiamo, niente azioni impulsive, resistere)
    2) chiamare i soccorsi: questo Blog è quasi un Centro di Primo Soccorso nonché una bella clinica riabilitativa post-traumatica!
    3) andare dal medico: sarà lui a indirizzarti dal medico specialista che fa’ per te.
    4) lo specialista: nelle AST, con il pagamento di un solo ticket hai accesso ad un percorso fatto di colloqui con medici psichiatrici molto preparati, spesso sono donne, anche giovani, ma molto brave e sensibili.
    5) le cure: servono a ristabilire un equilibrio in un organo che ha subito un trauma vero e proprio.
    Da lì si riparte, quando cominci ad essere più lucida, senza che quel dolore quasi fisico che ti blocca il respiro inizierà a scomparire, liberandoti così da pensieri ed azioni che fanno male solo a te.
    6) prenditi cura di te: riabilitazione, piccoli obiettivi, un giorno alla volta.

    Forza @Norma, tranquilla che se ne esce, ma adesso serve un aiuto di emergenza, e dopo questo lo sai che hai già un posto prenotato qui nel Blog per raccontarci quello che vuoi e dirci come stai.
    Un abbraccio.

      • @EP grazie per il pensiero,
        ho cercato di riportare, un po’ maldestramente, quanto mi disse un medico, mi era servito allora.
        Un abbraccio e non smettere di scrivere @EP!

  34. @Norma. Carissima non sei sola, in agosto mi ero ridotta a controllare ossessivamente i suoi accessi a wa, tiravo le 2 di notte convinta che se non accedeva da più di un’ora e mezza/due ore stava scopando con un’altra. Dopo 3 settimane ero dimagrita, insonne e sul lavoro sembravo una pazza. Ho preso 2 settimane di ferie, sono andata in un posto senza internet e … dopo 2 giorni stavo benissimo, dormivo e mangiavo! Occorre obbligarsi ad agire, credimi, funziona!

  35. Grazie di cuore..sto leggendo e prendo coraggio da voi. Sono molto forte di carattere ma questa cosa mi sta provando tanto..ognuna di noi reagisce come può il fine settimana è devastante. Questa volta lo è stato di più perché mi hanno detto che probabilmente ha un’altra…e allora sono crollata…È stato tremendo..solo a scriverlo mi fa male..

    • Mi spiace tanto tanto. Ognuna di noi rivivendo i suoi incubi (soprattutto nel weekend) sente il tuo dolore. Io oggi ero in giro a passeggiare da sola, i bambini col padre, sono rientrata, doccia e bicchiere di rosso. Tranquilla, me lo avessero detto un mese fa avrei pensato ‘non tornerò più a stare bene, non nei weekend da sola’. E invece si torna a splendere @Norma, te lo possiamo garantire tutte!!

      • Si @ norma. Sei speciale. Lui è solo 1 su un milione. Quello che sei, che vali, non dipende da lui. Dipende da te. Trova in te l’amore. Dai a te stessa l’amore che davi a lui. È tanto difficile e semplice amarsi. Amati. Amati con Jack stessa intensità.

    • @Norma sei sopravvisuta al week end peggiore da adesso è tutta in discesa, guarda a te stessa con amore e tutte le volte che ti viene in mente lui pensa a questo fine settimana appena trascorso: se hai superato questo puoi lasciarlo!

  36. Che bello questo posto @ale.
    Quanta solidarietà femminile che si respira.
    Siamo speciali, donne, e non siamo per tutti.
    Un abbraccio

  37. @elisabetta bellissimo quello che scrivi. Hai ragione e l’immobilizzazione secondo me è decisiva. Io ero una specie di animale ferito, come ho più volte scritto ho avuto danni di salute (di cui mi sto occupando) ed economici (che non riuscirò a risolvere del tutto). Capisco le 18 telefonate, io scrivevo messaggi e lettere infinite a cui lui rispondeva a monosillabi, anche se lo facevo quando stavamo insieme mi rendevo conto che la dinamica era la stessa, mi sono fermata una volta che mi ha proprio offesa dicendomi che lo stavo disturbando sul lavoro (ma io sapevo che in realtà lui al lavoro stava sempre al telefono). Sono morta lì e ho chiuso. Mi sto curando da sei mesi, non sono tra le persone che qui stanno avendo la ripresa più rapida, sono lenta, cado e sono spesso triste e faccio passi indietro, ma non l’ho mai più cercato o interrotto silenzio. Purtroppo bisogna proprio fare come se si fosse malate in certe situazioni, curarsi e avere pazienza e fiducia. Leggevo delle mille cose a cui si dedica oldplum e anche io ho cambiato lavoro e mi sono dedicata a una passione abbandonata da tempo. Sto meglio e chiunque qui si ricorda come ero ridotta.. coraggio @norma. Noi ci siamo!

    • @nina cara…nn stai avendo la ripresa più rapida xchè tu sei una di quelle che ha avuto un’esperienza più traumatica! E forse…lo dico “in punta dei piedi” xchè ancora nn hai deciso di risolvere anche l’altra questione…quella con tuo marito ( anche se visto le tue confidenze lo definirei più un coinquilino)

      Insomma…x qnt riguarda l’amante è diverso uno che ti fa volutamente del male…da uno stronzo senza palle qlunque!
      La differenza è netta…a me è capitato sicuramente di scrivere dei poemi a cui lui rispondeva in 4 righe…ma MAI mi ha cassato dicendo (per finta) che lo disturbavo sul lavoro…
      Cm nn mi sn mai trovata a subire situazioni che hai vissuto invece tu…a letto, o coinvolta in beghe cn la moglie!
      Almeno nn con lui…le riconosco cm dinamiche xchè sn simili a quelle che vivevo cn l’ex compagno!
      Sai…pensavo di essere stata sfortunata io a trovarmi uno così…capitando qui x caso alla ricerca di risp sull’ amantato ho scoperto un mondo di uomini CATTIVI! il tuo era uno di quelli…
      Fortunatamente il mio amante nn lo era…era solo un “cialtronino graduale” che ha pensato di tamponare la sua stagnazione facendo fare a me la stampella.. la cornice…o un pezzo del suo puzzle qualsivoglia…niente di nuovo sotto al sole! Come ha scritto Cossora…anche a me è servito x coprire il passaggio da “impegnata con figli” a “single”…toh…è stato la mia stampella! 🙂
      Peccato che mi sn innamorata…
      Vai nina…nn avere paura di VIVERE! E te lo toglierai dalle palle x sempre 😉

  38. @cossora sei davvero fantastica. La cosa delle radici è verissima. Non è forse questione di forza ma di radicamento in se stesse. Lui me lo ricordo sempre instabile, sempre timoroso di perdere qualcosa, sempre..impalpabile.. leggero.. inconsistente..era il suo fascino forse ma anche il suo maggiore difetto relazionale. Lui era convinto di volare, invece è solo una povera banderuola. Un infelice. So come sta. So che x lui è difficilissimo essere felice. Non sa nemmeno lui cosa gli conviene. È furbastro ma non intelligente e non è un uomo solido. Per me è andata anche se un nucleo di bene e forse amore persiste, ma non credo sia più dipendenza.

    • @Nina tesoro grazie❤
      Però attenzione che quella che crediamo leggerezza in realtà é una furba inconsistenza. Essere concrete, ragionare non è essere pesanti. Ma loro come si sentono nell’angolo si difendono dandoci dei ‘mattoni emotivi’.
      Per questo è fondamentale tacere. L’indifferenza li annulla. Se ci tengono davvero prima o poi usano la sensibilità che hanno (che di solito riservano per la madre, la squadra e il conto in banca) e fanno girare il criceto.
      Non abbiate pietà, l’encefalogramma piatto non è leggerezza, ne incapacità. Quando gli toccate le cose sacre reagiscono eccome.

  39. @Nina, ricordo bene quello che ti è capitato e sono molto contenta di sapere che sei sulla strada per uscirne.
    Non è facile lo so bene, tutte ci siamo passate o ci stiamo passando adesso.
    Sei una donna molto sensibile e straordinariamente coraggiosa e qui non c’è nessuno che possa pensare anche minimamente che tu resterai indietro, e poi basta un accenno e si crea subito una forte rete di solidarieta’ ed aiuto reciproco.
    Qui nel blog la reciprocità non manca, è fantastico.
    @Nina sei dei nostri!
    Ti abbraccio fortissimo e sono con te, e con tutte le favolose ragazze/i del blog.

  40. Eh @cossora e poi quando gli faceva comodo era comodo x lui che io fossi stabile e solida, lì il mattone faceva comodo..poi però appena lui aveva voglia di leggerezza ecco che io diventavo pesante e lo ero davvero..ma mi ha aiutata la psicologa con un suggerimento che vale x tutte, e cioè ripercorrere la propria vita, individuare le proprie caratteristiche fondamentali e capire che se non ci ritroviamo più in quella che sapevamo essere la vera “me”, allora qualcosa di storto c’era. Io ero davvero troppo emotiva instabile e pesante rispetto a come sono. Mi ha aiutata il fatto che con lui stavo così male che mai, dopo averlo lasciato, ho più pianto come quando stavamo insieme. Momenti di tristezza tanti ma mai quella disperazione del sentirsi umiliate..

  41. @elisabetta grazie..tu come stai? Come dicevo sopra io sono a 6 mesi di silenzio. Tra un po’ ci metto più tempo a riprendermi di quanto ci sono stata insieme. Comunque riflettevo sul fatto che a me la cosa che faceva stare peggio era il doppio messaggio, a voce mi diceva di amarmi e nei fatti mi trattava come nemmeno col mio peggiore nemico farei. Se io gli dicevo “così mi fai male” lui rispondeva (semplifico) “non è vero”, oppure (peggio ancora) “sopporta solo altri due tre mesi”. A me faceva impazzire. Ma nemmeno quando pesti x sbaglio la coda al cane ci lasci il piede sopra e gli dici di aspettare..io stavo tanto male non solo x come mi trattava ma x come io mi lasciavo trattare. Ridotta a una larva umana sempre angosciata e disperata. Quindi ben venga il silenzio..

    • @Nina…il tuo post mi fa rievocare i motivi che mi hanno spronato e mi tengono ben saldo al silenzio pur avendola nell’ufficio a fianco ogni giorno. La contraddittorietà dei messaggi che mi mandava, e ancor di più se le specificavo che un determinato comportamento mi faceva stare male…quando le scrivevo così lei o non rispondeva o rispondeva “ci devo pensare”, oppure quando spariva per ore o giorni senza avvisare e senza un perché pur sapendo che le sarebbe bastato un messaggio per non farmi stare in pensiero! Quante volte le ho detto che questo mi faceva soffrire! Eppure continuava imperterrita! Ed io che mi tormentavo a capire per quale motivo se a uno dico che mi sta facendo male allora devi perpetrare quella condotta!
      Perché io, noi, siamo sempre stati pieni di premure, sempre attenti che il cellulare fosse carico, solerti ad avvisare in caso di assenza per cause di forza maggiore…e pensavo che il suo non esserlo dipendesse da una sua incapacità, “non siamo tutti uguali nell’amare” mi dicevo, la giustificavo…e invece un c…o!!!!!
      Ma solo quando ti scatta il relè, o anche dopo aver letto questo blog, capisci che erano tutte tattiche loro per non modificare il loro status quo e contemporaneamente tenerti legato ad un filo…filo stretto e doloroso perché tu sotto sotto sapevi la verità ma non volevi ammetterla a te stesso.
      Adesso godo come un riccio ad essermi liberato di questi lacci stretti…ho riconquistato le piccole libertà che avevo perso…non curarmi del telefono, non avvisare, non pianificare…e pensare che loro non lo hanno mai fatto!!!!

  42. Ciao ragazze, almeno un lato positivo in tutta questa sofferenza c’è: meno 3 kg in 10 dieci giorni! È proprio il caso di dire è una “magra” consolazione, della serie meglio magra che grassa. Spero con tutto il cuore che quelli che ho perso io li prenda lo stronzo e li metta tutti sulla pancia. Ora che non fa più ginnastica con me vedi come si sforma. Giustizia!!

  43. @Nina, sto bene grazie molte,
    fra poco festeggerò il mio primo anno di Blog e ne sono felicissima.
    Da alcuni mesi è arrivato un amore nuovo, libero, tenero, rispettoso, un po’ goffo che fa ridere (sì, siamo ancora un po’ fifoni per via degli abbandoni che abbiamo subito), ci stiamo provando a ritrovare insieme la fiducia per un futuro che desideriamo entrambi sia semplicemente semplice, e sereno.
    Semplicità e chiarezza, da tanto tempo non sapevo più cosa fossero.
    L’esperienza di amante di uno sposato è adesso una cicatrice, non è l’unica, ne ho altre per esperienze diverse, non posso cancellarle e per fortuna, mi servono a ricordare come mi sono fatta male quella volta e a volermi più bene, a prendermi finalmente cura di me.
    Un forte abbraccio @Nina coraggiosa!

  44. @ross…brava…questo è l’atteggiamento giusto! Pensa a cosa ci guadagni tu, anche se piccole cose, e pensa cosa ha perso lui. Fatti proprio l’elenco! Io all’inizio del CDS pensavo che davvero non ci perdo nulla, ma proprio nulla! Lei ha perso i miei buongiorno e i pensieri della buonanotte, ha perso i complimenti durante il giorno (che poi erano le uniche cose che cercava da me), ha perso la complicità ed i favori al lavoro (adesso la tratto come qualsiasi altra collega).
    E io cosa avevo da lei? Mai svegliato col buongiorno, la sera semplicemente spariva senza nemmeno un segno, complimenti mai pervenuti.
    Guardate…noi a loro manchiamo un sacco…certo, la prima settimana si sentiranno come se avessero tolto le scarpe strette, sollievo e grandi propositi in casa…ma alla seconda settimana sono dolori per loro…a casa tutto è come prima se non peggio!!! Prima cercheranno di far decollare le cose a casa, poi proveranno a trovarne degli altri/e ma non saranno come noi…si stuferanno e proveranno a tornare…è li che dovremo essere forti, non per vendetta a loro, ma per noi.

  45. Ciao a tutte…ritorno a leggervi dopo qlche giorno di stop x una fastidiosa disavventura ( no…nulla che riguardi amanti, mariti, ex mariti o affini)…e trovo amiche nuove e altre vecchie, alcune in seria difficoltà, altre in netta ripresa…forse mi sn persa qlcsa…Ale ha pubblicato articoli nuovi…cercherò di recuperare! x ora ho letto qua e là…

    @cossora&oldplum avanti tutta…forza ragazzacce…il silenzio (e il distacco) rende liberi…nn è che avete fatto tutta quella fatica x liberarvi di un matrimonio ormai defunto…x trovarvi invischiate in un altro “finto” matrimonio…dove ci sn solo oneri e doveri ( senza i vantaggi)…
    un bel dito medio…e passa la paura! A loro il “piacere” di essere cornificati (con passione…sennò mica rinasceva la mogliettina) oppure di onorare i veloci doveri coniugali…:-))
    @norma…e le altre che hanno appena aperto gli occhi dopo tantissssssssimi anni “al loro servizio” auguro una grande forza…ce l’avete dentro di voi, lo sapete…dovete solo spostare l’ago della bilancia! VOI al centro…e nn LUI! come ho già scritto il vostro nn era un amantato…era ormai un secondo matrimonio IN NERO! E vi hanno licenziate senza ammortizzatori sociali…

    CI SERVA DA MONITO!!!
    MAI PIù SPOSATI O IMPEGNATI…e se proprio capita max 6 mesi…poi o dentro o fuori!

  46. Ragazze, io sto realizzando una cosa paradossale. Siamo così emotive che ci affezioniamo persino alla disperazione e il fatto che il dolore stia passando ci sgomenta perché significa che tutto, veramente tutto, è finito. Diciamo basta al masochismo, recuperiamo la nostra dignità e diamoci da fare che il mondo ci offre infinite possibilità e le stiamo trascurando!

  47. Esatto @berg. Per me impossibile pensare che nello stesso momento in cui mi dici che mi ami tu contemporaneamente mi faccia stare male. Ci sta l’errore e l’incomprensione ma non il perseverare di fronte a una persona evidentemente ferita. Poi a me sembrava una tortura e siccome c’erano parti di me ormai sensibilissime al dolore, era come prendere una
    martellata sempre sullo stesso sito.. ormai si era innescata una reazione di panico da parte mia e quindi ogni volta che non mi faceva stare male io moltiplicavo a suo vantaggio quello che era solo normalità e lo facevo diventare eccezionale..

    • @Nina…proprio così…ti fanno abituare ad uno stato perenne di malessere misto ad ansia e aspettative…poi quando gli cade la briciola ti sembra ti abbia regalato la luna e tu (noi) idealizzi lui e il suo sentimento e lo vedi come sconfinato…quando magari era solo in attesa al Caf per il 730 e non sapendo come riempire il tempo si è voluto fare un’iniezione di autostima.

      • Hahahah bravissimo @berg mi ritrovo molto in ciò che dici.. io anche lo riempivo di complimenti!! lui quando aveva dei buchi mi chiamava, come dici tu per farsi una bella ricarica di autostima …e anche il mio ex amante la sera scompariva senza neanche darmi la buonanotte… trattata così a caso .. tanto non gli facevo menate.. la mattina dopo quando era a lavoro era sempre super presente. come dici tu quelle poche briciole mi rendevano felici.
        E sapete qual è la beffa? Che all’inizio dell’amantato, quando ci vedevamo spessissimo(perché lui era molto entusiasta)mi diceva: ti stancherai di elemosinare del tempo per stare con me..
        e se sarai forte e una grande donna mi lascerai… E io dicevo si sicuramente succederà prima o poi e lui mi diceva ora no dai .. non ce la faccio… e poi quando l’ho fatto dopo 9 mesi ne ha preso atto e si è eclissato, senza troppe scene.

    • Come ti capisco @nina tesoro.
      Pensa che quando era tanto affettuoso e dolce e premuroso io entravo in ansia e mi dicevo :” ok, tre due,unoooooo incxxxta in arrivooooo”.

  48. Buongiorno a tutti, ringrazio Alessandro per aver creato questo blog, qui si respira davvero aria pura! Ero in cerca di risposte e (fortunatamente!) mi sono imbattuta qui!
    Io sono un caso cronico, da ergastolo. Sono sedici anni che sono amante di un uomo sposato. Tra alti e bassi ho accettato di buon grado di averlo a metà piuttosto che non averlo. L’ho amato, lo amo. La nostra storia è iniziata quando i nostri rispettivi figli erano piccoli ed entrambi eravamo legati lavorativamente all’altro coniuge, quindi ci siamo dati del tempo. Ieri è stato il nostro sedicesimo anniversario e puntualmente se ne è dimenticato. È sempre stato negato per le date. Gli ho dato tutta la giornata per ricordarsene e fare ammenda, anche solo con un cioccolatino, non mi interessavano regali (non me na ha mai fatti) volevo solo sapere di essere ancora al centro (o quasi) dei suoi pensieri. Non mi ha mai fatto mancare la sua presenza, questo devo riconoscerlo. Mi è sempre stato vicino, a suo modo, e tutte le volte che ha potuto aiutarmi a risolvere un problema l’ha fatto.
    Tutte le mattine ci chiamiamo ma questa mattina non l’ho fatto…e nemmeno lui. Probabilmente aspetta che mi passi la delusione, ormai mi conosce. Sto pensando che forse sta aspettando solo che io scoppi. Sono distrutta : neanche un misero tentativo, una scusa…nulla.
    Vi chiedo scusa per essere stata prolissa ma avevo bisogno di sfogarmi. Nessuno sa di questa mia storia. Vi ringrazio per leggervi mi aiuta a guardarmi da un’altra prospettiva.

    • 16 anni e nessuno sa di questa tua storia?
      Ma scusami @Me, scusatemi tutte, ma come fate?
      Io non sono capace di tenere la bocca chiusa, o ne parlo o sbrocco.
      Ci credo che alla fine diventi una malattia cronica. Ma dove le tenete queste emozioni, sensazioni, gioie, paure.. io non ci arrivo, le devo vomitare periodicamente.
      Certo che ‘loro’ i maschi ci vivono bene dentro.. non si vedono mai arrivare il conto, è come una realtà parallela cui non devono nulla.
      Spiegatemi sono sinceramente stupita.

  49. Io ho portato avanti la mia relazione per 20 anni, mantenendo assoluto segreto con tutti, è stato pesantissimo ma volevo che fosse una mia totale responsabilità e soprattutto non far del male a mio marito. Adesso che è finita, sto male ma almeno soltanto io.

    • No vabbeh.
      Non ce la potrei fare mai.
      Sono troppo egoista e probabilmente troppo libera di indole.
      Chi aveva scritto che l’inferno è chiuso dall’interno?
      Ecco.

  50. Ciao a tutte e tutti, leggo il blog da qualche tempo e vorrei raccontare la mia esperienza, può sempre essere utile a qualcun altro.
    Il mio ex amante dopo più di due anni di relazione e il crescendo di cui parla @Alessandro improvvisamente l’anno scorso è stato buttato fuori di casa dalla moglie. E’stato quasi un anno dal fratello, a gennaio di quest’anno si è trasferito in una casa da solo. Non ha voluto convivere perché secondo lui i nostri rispettivi problemi familiari ci avrebbero portati rapidamente al disastro.
    Tutto bene, tutto ragionevole. No! Intanto l’appartamento scelto da lui era nello stesso palazzo in cui abita la figlia maggiore. La relazione si è incrinata quando ho scoperto che a lei aveva dato anche le chiavi di casa! A quel punto sono cominciate le danze. Prima mi ha chiesto la pausa di riflessione, poi ha ritrattato. Litigi, riappacificazioni, a un certo punto è rispuntata fuori la moglie…un tormento.
    in tutti gli anni in cui ci siamo frequentati non mi ha mai presentato nemmeno un amico o un conoscente. Segreto assoluto perfino dopo mesi che era fuori dalla casa coniugale. Ad @Alessandro ho raccontato la storia in privato
    Occhio, quindi. C’è gente veramente assurda in giro, dalla quale non sai mai che aspettarti. A dispetto perfino dei fatti, da un momento all’altro ti trovi in un film dell’orrore!

    • @Astrid caso analogo, un anno fuori casa, da sua mamma, perchè cacciato dalla moglie, litigi e riappacificazioni con me e con lei. Mi diceva che il suo matrimonio era chiuso ma aveva meno libertà di me. Lei è in attesa che lui mi dimentichi e rientri a casa. Una delle ultime frasi che mi ha detto è “forse abbiamo ancora troppo da perdere”… come ABBIAMO? Mi hai detto che il tuo matrimonio è chiuso e ora parli al plurale? Mi dici: “cosa devo chiudere una storia già chiusa” e ora anche tu hai troppo da perdere? Alla fine il brutto di questi elementi è che non ti fidi nemmeno più della loro ombra.

      • @Eli, hai perfettamente ragione. Con questa gente qui bisogna abituarsi a pensare che nulla di quanto ti hanno detto è vero. Andare via di casa perché cacciati non è un buon viatico per una storia con noi. Non sono loro che hanno scelto, capisci? Quindi il seguito diventa una roba tragicomica, nella quale purtroppo le loro madri hanno un ruolo da strega delle favole 😉

    • Ma quindi la verità è una sola: se inciampi nell’occupato o ne esci, o stai conspaevolmente.
      Se sceglie la cornice poi magari torna indietro, se sceglie il quadro poi vuole la cornice interscambiabile, se ne trovi uno da solo, il rischio che abbia altre psicosi supera il 50%.

      Secondo me dopo i 40/45 se si hanno filgi, casa e un lavoro solido conviene averne uno di scorta e non impuntarsi su cavalli che se non sono matti o sono ex/zoppi o sono comunque troppo vecchi (e hanno le magagne del caso, comunque non correranno più come prima) noi donne rimaniamo al passo di un 30enne fino a 50, 60 anche.

      C’è poco da fare. O un toy, o 3 agè.

      • @cossora vedi quello di starci consapevolmente è ciò che moltissimi danno per scontato rispetto anche a quanto raccontiamo noi qui, non credo si possa stare anni tenendo un sentimento, se c’è, in un contenitore che non deve andare ne troppo su ne troppo giù e quello che dici rispetto chi è single lo dicono uguale i corrispettivi dell’altro sesso. Dici che chi è single o è matto o è zoppo eppure io conoscono una miridiade di persone sposate che vanno avanti a psicofarmaci (maggiori le donne), con svariati problemi di salute, perennemente nervose o ansiose, esteticamente brutte, sovrappeso, non curate, volgari e limitate negli argomenti… insomma sfatiamo sto mito che chi è sposato è figo. Sicuramente anche voi nel frequentare un uomo sposato avete colto problemi suoi, ma siete andate oltre perchè eravate innamorate, e non sentivate limitanti i suoi problemi. Tanto più che il figo che ti arriva sereno lavato stirato con l’aria placida di chi si è sistemato, a fronte di una separazione sovente diventa un poraccio, in crisi mistica perchè ha dato per scontata una certa gestione domestica (che prima divideva in due), nervoso e tirato come una corda di violino, eppure non si smette di desiderarlo pur sapendo quello che ci si troverebbe a vivere.

        • Appunto @Mary.
          No beh aspetta però. consapevolmente dall’inizio.
          Non consapevolemente dal ‘dopo la tragedia’ in poi.
          Come potrei stare consapevolmenete col mio .. adesso?
          Se mi allontano abbastanza da non desiderarlo più non è che mi fermo ‘al punto giusto’.. finisco per non volerlo e basta.
          Almeno spero, porca miseria!!

        • @mary @cossora nel mio caso è stato proprio così. L’uomo tutto elegante e azzimato che usciva con me tutte le sere e stava fuori con me tutti i sabati e le domeniche già quando era con la moglie finché lei non lo ha buttato fuori di casa ha perso questo assetto da quando ha trovato casa da solo. Allora ha iniziato a lamentarsi, perché doveva pulire, cucinare, lavare e stirare. Quindi si è descritto prima come “depresso” (ma come, aveva sempre detto che non vedeva l’ora di stare per conto suo?) poi come “disperso” (addirittura! e pensare che abitava vicino a tutti i suoi familiari!)
          Non esiste che chi è sposato è figo, mentre i single sono tutti problematici. Il mio ex i single li disprezzava, tipo la volpe e l’uva.
          Lo posso dire, perché non sono più sposata da anni e da allora ho vissuto nel libero mercato delle relazioni. Chi è figo è figo, punto, banale ma vero. Si incappa negli occupati per tante ragioni, e ha ragione @Ale, non tutti scelgono il quadro. Sta a noi cogliere certi segnali, ma non sempre è facile.
          Io vedevo e sentivo diverse cose che non tornavano, ma l’apparenza conta e un uomo che sta sempre con te ti disorienta, ad un certo punto ti trovi a pensare che a dispetto di tutto forse vuole davvero stare con te. Oggi, che è finita in malo modo, mi rendo conto che nemmeno i fatti sono sufficienti. Alla base di tutto c’è l’onestà, anche intellettuale. Io sono riuscita a capire e a trovare le prove che il mio ex è un verme che striscia, e, per quanto sia dura accettarlo, auguro a tutte e tutti di rendersi conto se la persona che amano sia o no almeno decente 🙂

    • @Astrid ma sul serio. Neanche Dario Argento negli anni d’oro.
      Io ormai vi leggo tutte ammutolita nella banalità della mia storia di amante qualunque.
      Ho incontrato un principiante ma se dovessi beccarne uno più sgamato di lui almeno adesso lo smaschererei subito!

      • @ cossora, tu definisci la tua una storia banale da “amante qualunque”. Se non ricordo male la moglie del tuo ex forse ha anche lei un’amante, quindi lui potrebbe essere impegnato nel tentativo di pareggiare i conti e ti ha dato poco spazio, come accade nella maggioranza dei casi. Per fortuna sei venuta a saperlo! La realtà delle cose è un’ottima medicina e ti guarisce prima del tempo
        Gli orrori veri e propri emergono quando incontri gente che vive un matrimonio ormai putrefatto ma non vuole fare i conti con la propria esistenza e si finge un povero derelitt* sfortunato, ma buono e affezionato alla famiglia e ai figli, mentre in realtà il più delle volte è un vampiro succhia sangue, mente con la massima freddezza e disinvoltura e usa tutti a proprio esclusivo vantaggio.
        Non possiedo la competenza di uno psicologo ma non mi stupirei se tra questi soggetti vi fossero degli psicopatici perfettamente adattati al contesto. Non abbassare mai la guardia, quindi!

    • Sono arrivata alla conclusione che non esiste l’uomo che esce di casa determinato e senza ripensamenti. Sta rumba del dentro fuori sembra si verifichi troppo spesso….

  51. Non oso pensare alle problematiche che potrebbero scaturire uscendo con un toy. Se questi sposati sono un grande bluff, i toys che sorprese riserveranno? Mi sa che mi compro un cagnolino, fedeltà assoluta e tanto amore senza il rischio di un conto salatissimo !!

    • Io invece credo che un 35enne non ancora riprodotto e che magari viva da solo e lavori i autonomia da un po’ (parlo dei 35enni attuali, non dei 35enni all’epoca della nostra generazione) ptrebbero riservare delle sorprese invece.

      Vi ricordo che la nostra generazioni di donne-mogli trasformate in donne-mogli-lavoratrici ha messo in crisi gli ometti. Loro di cmabiamenti (evolutivi) non ne hanno fatti altrettanti negli ultimi 10/15 anni.

      Comunque io se capita mi offro come pioniera.. 🙂

    • @ ross dalle nostre storie emerge che gli sposati non sono un affare, spero che siamo tutt* d’accordo almeno su questo. Quindi, proviamo altro, anche il toy boy, perché no, tanto l’unico rischio è dovergli fare un po’ da mamma. Sai che novità! Meglio mamma di un bel giovanotto che di un coetaneo o di uno più vecchio magari con la panza e pelato!

      • No ragazze perchè a questi che leggo che frequentate (e che frequento io) non abbiamo fatto da madri?
        Per piacere va.. loro poi sono figli della peggior specie: viziati, ingrati, saccenti, vittime!

  52. Credo che questi tuoi pensieri siano dettati dal momento contingente che stai vivendo
    Non è uno scherzo la fine di una relazione appunto tu stessa giustamente parli di lutto

    Ovvio che possa restare una sorta di sfiducia nel genere maschile tutto ,forse il tempo serve a sanare le ferite
    A vedere che già sei arrivata a vivere il lutto
    Mentre prima eri ancora nella angoscia della incertezza sul cosa fare.

    Grandi passi avanti tutta ,grande Donna!

    • No @Ariel.
      Puoi dirmi che non li condividi e ci mancherebbe,
      Ma che io non li pensi davvero no.
      E non in seguito a questa relazione. Da tutta la vita!

      • Cioè non condivido questo
        Stabilire a priori chi sta valido o meno parlando di stato libero da legami ,riferito a qualunque fattore età tipologia ecc.

        Credo ,che non esista in realtà un modello di riferimento perché la realtà smentisce concretamente le ideee giuste o sbagliate che siano sono teoria
        La pratica è l’INCONTRO
        Che avviene su basi inspiegabili o meglio quel quid
        Che travalica qualunque cosa idea di eta bellezza o origine o colore della pelle o religioso e di quale religione o che ne so il lavoro la cosa ndizione sociale

        È libero vergine oppure è libero perché divorziato e con figli ad esempio???

        Cara Cossora certo che ci credo al tuo convinto pensiero e lo rispetto in pieno ,ma sinceramente ti auguro la stessa cosa che auguro a me stessa e a tutte noi qui variegate Stupende Donne ed esseri umani

        Attraversare la strada e cogliere quel unico fiore nato nel asfalto e fatto apposta per noi,ciascuno il suo!!!

        L’Amour court les rues!❤️

          • Ah ah ah ,morta era un esempio limite valido pure per il segno zodiac ,come a dire non importa come sia
            Purchè Libero just pour au moin essayer!,,,

          • Nave scuola? No grazie.
            Mi piace sporcaccione il giusto, giocoso e se si può con lo sguardo un po’ porcino (!!!)
            Ho amiche che -tra noi siamo senza pudore ormai- la mattina dopo al telefono arrivano a dire ‘dai, stavolta è andata meglio..’
            Mai.
            Piuttosto l’amante passionale tutta la vita.
            Non ce la faccio a buttarmi via per i prossimi 15 anni.

        • Non la vedo così rosa in generale nella vita. Sono donna di passioni, anche un po’ torbide, ho il mio lato oscuro che accetto e perdono anche fin troppo facilmente a volte.
          Però se vuoi ti accompagno a cogliere il tuo fiore tra l’asfalto!

          • Cara Cossora
            Non la vedo affatto rosa

            La vita purtroppo è tutto fuorché rosa e lo so e ti assicuro so di di cosa parlo

            ,ma ci sta una bella cosa che funziona tanto sempre pure nelle situazioni più atroci e dolorose ed è l’ottimismo e il saper guardare se stessi e il mondo dal alto in una situazione dove non esiste la gravità che non soltanto si riferisce alla pesantezza del corpo ma a quel altra pesantezza data dal proprio soffrire

            Ecco che sempre è possibile trovare ciò che non si era trovato prima
            Respirare in grande comanda tutto le nostre cellule i nostri pensieri

            Essere noi vergini ogni istante,
            ma non nel corpo
            ,ma nella nostra essenza di vita

            Perché è verità che domani è un nuovo giorno
            E tutto possiamo fare di nuovo e diverso per sopravvivere al dolore ed amare noi stesse meglio e sempre meglio e di più

            Lontani dal basso mondo delle nostre universali fragilità o bassezze che non ci appartengono veramente ma sono soltanto condizionamenti comportamenti convinzioni che si è così limitati , piuttosto che provare a fidarsi di se stessi

            E Riscoprire i veri se stessi!

          • Ho sempre pensato che vado a letto strega cattiva e mi sveglio Biancaneve, ogni mattina.
            Per me il film ricomincia ogni giorno e scelgo in base a come sto quale sarà il film della mia giornata.

  53. Intanto oggi la mia cortese ex, mentre eravamo a pranzo con tutti i colleghi, risponde al telefono al marito e si spertica in nomignoli e vezzeggiativi con toni dolci e oltremodo affettuosi…la cosa non mi ha scatenato poi nemmeno tanta gelosia (un po’ si mi tocca dirlo)…ma quasi più desiderio di rivalsa…chiaramente se prima potevo avere qualche sentimento di vacillo davanti al suo tenermi il muso ora, dopo questa piazzata, mi sento ancor più deciso a non cedere di una virgola! Non so se avrà voluto farmi vedere che senza di me va d’accordissimo col marito…ma intanto ha ottenuto solo il risultato di farmi resistere ancora di più! E per l’ennesima volta penso che io, a parti inverse, non mi sarei mai permesso un attacco così crudele…

    • Che donna ipocrita. Una cialtronata in gonnella. Grande rispetto per il marito che lei usa bellamente. Etica zero

      • non so @Ale…io credo che lei col marito sia sempre stata così..solo che adesso che è in rotta con me non lo nasconde. Più che un affronto al marito è sembrato uno sgarbo a me. Solo che io, anche quando ero io a subire il suo silenzio, non ho mai pensato di vendicarmi con tattiche così…queste sono quelle cose che mi hanno sempre ferito in precedenza

        • @Berg perché tu sei onesto e rispettoso dei sentimenti altrui e lei no.
          Sono sicura che se tu facessi, che so, un innocuo apprezzamento a un’altra donna in sua presenza, lei prima diventerebbe verde d’invidia e poi esploderebbe in privata sede con te.
          È stato chiaramente uno sgarbo nei tuoi confronti, un modo per farti ingelosire e provocarti.
          E sono anche sicura che per la tua non-reazione adesso si starà mangiando il fegato (per una vanitosa come lei è inconcepibile non essere più al centro delle tue attenzioni!).

    • Complimenti alla signora e povero il marito, preso per il c.. o e anche in pubblico. Chissà cosa penserebbe se sapesse come lo tratta dietro le spalle. Tutta apparenza e tutta una farsa. Voleva solo provocarti.

    • @Berg una poveretta!!! Un gesto che dimostra la sua pochezza. Che l’abbia voluto far vedere a te o, come ho scoperto si usa dire in termini moderni, “fa la facciata della happy family” classifica lei non te. Berg ma che se la tenga una così…

  54. Mi serve il vostro aiuto, magari qualche insulto che mi starebbe pure bene. Oggi avrei dovuto vederlo per il confronto finale. Invece mi ha chiamata per dirmi che non poteva ma che voleva sentirmi al telefono. Ero pronta alla chiusura e invece mi sono sentita dire che è confuso, si vede con un’altra (questo lo sapevo, anzi pensavo più di una) ma è una situazione complessa perché sta provando sensazioni che da tantissimi anni (ne ha 67) non provava e ha anche paura, però ci tiene a me e vorrebbe vedermi per fare chiarezza dentro di sé. Sembrava serio e confuso e lì per lì ho accettato, quasi solo per un senso di amicizia. Adesso però mi chiedo se sono un’imbecille totale. È così vero?

    • @Patrizia ti ricordi cosa ti ho scritto? Che scommettevo che il confronto finale era pure una sua gentile concessione.
      Dai è un coglione.
      Uno stronzo normale ci sta che ti voglia vedere per un’ultima scopata: è un uomo sano, non innamorato ma attratto.
      Poi tu non accetti ed è un’altra cosa.
      Ma questo è proprio un coglione.
      Si vede che ne ha tanta a disposizione.
      Se lo annusi bene ne sentirai anche l’odore.

      • Bah @cossora a 67 anni suonati credo che proprio tanta a disposizione non ce l’abbia, oppure bisognerebbe vedere di che qualità.
        Io noto che più sono avanti con gli anni e più si incialtroniscono.
        Purtroppo parlo per esperienza.

        • Beh, se a 67 anni fai saltare un incontro con una che ti regge da 20 anni.. e le parli di un’altra con 15 anni in meno che ti fa ‘confondere’ .. proprio a secco non sei.

    • Patrizia… io gli tirerei un bidone all’ultimo momento che se lo ricorda finche’ campa.. Mi dispiace ma non potrei mai accettare il fatto di vedersi con qualcun’altro..nei limiti del possibile (intendo dire i partner ufficiali) ci deve essere esclusivita’ nell’amantato…
      Poi magari siete entrambi liberi (scusami ma non ricordo la tua storia) e quindi lo potrei accettare ancora meno..

    • Sì @Patrizia, questo ti ha rimbecillita. Devi fargli da psicologa? Cioè devi vederlo adesso perché lui deve capire? Cosa deve capire, se vai meglio tu o l’altra? Ma per favore… Questo se la sta spassando.

    • @patrizia nessun insulto ma anche nessuna amicizia verso di lui. 67 anni ed è confuso, scherziamo? sta cercando una badante, tirati fuori! Oddio, questi agè sono i peggio, bleah! Ricordati che mentre loro sono già vecchi, noi rimaniamo giovani molto più a lungo 😉

  55. @Patrizia ma dopo 20 anni come amante..ricordo la tua storia..non ha tempo per vederti ma ha tempo per parlare al telefono per dirti che ha una situazione problematica con un’altra???? E tu per amicizia ci stai! E il confronto finale a cosa sarebbe servito? Per il soggetto secondo me ci vuole una badante..non ci sta con la testa secondo me

  56. Grazie, avete tutte ragionissima. Ma sono sconcertata … al telefono sembrava talmente confuso, non capivo nemmeno bene le parole da tanto se le masticava …in effetti ho avuto l’impressione che fosse rimbecillito. Il guaio è che 20 anni di relazione sono tantissimi e pensare che sia un’altra con 15 anni di meno ad averlo conquistato in pochi mesi … fa male. Se anche accetterò di vederlo di sicuro non mi faccio toccare … ormai mi fa davvero schifo. Un grosso abbraccio, mi aiutate tanto.

    • @Patrizia…io a 67 anni ancora non ci sono arrivato ma posso dirti che ad ogni età gli uomini ragionano sulla base di uno solo dei 2 cervelli che hanno in dotazione. Peccato che il cervello che funzioni per la maggior parte del tempo sia quello collocato più in basso. Lui ti ha sempre usata come riempitivo, come passatempo…sei stata li 20 anni? Tanto peggio per te e tanto meglio per lui. Non farti andar bene ogni cosa solo perchè vi conoscete da 20 anni…piuttosto che fare da perpetua trovatene uno più giovane anche tu! Non rinnegare il passato…ma adesso volta pagina! Taglia i capelli, cambia il divano e anche l’amante!

      • Come mi piacciono gli uomini schietti.
        Foste tutti sempe e solo schietti, andremmo molto più d’accordo tutti.
        Grandissimo @Berg, senza star li a fare tanto il sentimentale quando la natura delle cose dice che è sotto il mezzogiorno che si prendono la maggior parte delle decisioni.
        Oh.. sincerità. Finalmente!

  57. @Berg, questo suo atteggiamento dovrebbe fartela cadere così in basso da finire al livello del suolo, anzi sotto le suola! Dai, c’è tanto di meglio in giro.
    @Patrizia, nessun confronto. Ha un’altra? Ogni scelta comporta un sacrificio: ha perso te. Ciao, tanti saluti.

  58. @patrizia pure il mio 60 anni e confuso..e il bello è che lui si vedeva come un eterno adolescente quindi confusione sinonimo di freschezza..e io ovviamente quella pesante..no no, via! Il mio alla fine mi ha anche detto che la prossima volta sarà più attento ai sentimenti della persona con cui starà. Ma ben gentile!!! Questo mentre si disperava x la perdita. Io l’ho davvero adorato ma oggettivamente è una persona forse non cattiva ma tremendamente inconsistente. Immaturo. Non so se rientra tra gli psicopatici ma sicuramente ho rischiato di diventarlo io. Mi rendo conto ora di ogni mio errore il che non cancella i sentimenti che secondo me erano sinceri da parte sua ma perché è talmente superficiale che io ci credo che x lui amare fosse davvero la farsa che mi ha propinato..

  59. Pensavo di essere la sola ma qui vedo un tragico numero di enormi pasticci post uscita..io ho in effetti lasciato dopo sua uscita perché non mi quadrava x nulla. Ha fatto pasticci tali che non posso scriverlo x privacy ma era evidente il caos. Mi sono fermata un attimo prima perché vero che è bruttissimo se non escono ma vai e vieni pure peggio. Per la cronaca anche io sostenevo che ci appartamento non è mai morto nessuno ma anche lui vittima delle 4 mura in città..ma io tutti questi viziatissimi li manderei in miniera altro che cantiere..

  60. Ragazze ce l’ho fatta! Gli ho mandato un messaggio di chiusura definitiva dicendogli che se prima della telefonata di ieri avevo poca voglia di vederlo adesso la voglia sta a zero, c’è di meglio, auguri. E gli ho consigliato gentilmente un terapeuta. Ho atteso che leggesse e l’ho bloccato immediatamente dappertutto. Mi sento benissimo, rinata e stamattina un collega mi ha detto che sono sempre affascinante … Mille grazie a tutte voi x la solidarietà. @Alessandro un grazie speciale per il tuo blog, continuerò a leggervi e, se posso, a contribuire.

    • @Patrizia sei stata grande!!! Per esperienza ti dico che la parte più tosta deve ancora arrivare che sarà quella di resistere alla tentazione di sbloccarlo e resistere ai suoi tentativi di riaggancio che credo ci saranno. Te lo dico perché, per com’è andata la vostra ultima telefonata, ho intuito che lui ha ancora un forte ascendente su di te. Davvero coraggiosa e nei momenti di debolezza vieni qui, sfogati e non sbloccarlo!

    • Bravissima @patrizia! Ricordati come sei stata oggi e tira fuori questo benessere anche quando ci saranno i momenti tristi, perché ce ne saranno
      Ma tu ricorda sempre la liberazione che hai provato oggi!

    • @Patrizia.. per dovere morale devo dirti che oggi vivi dell’adrenalina dell’aver preso una decisione per te stessa e questo crea la giusta energia per mantenere l’atteggiamento giusto, ma c’è un ‘ma’.
      Domani o dopo potresti avere un down: “oddio che ho fatto, ma come, non gli do nemmeno modo di replicare.. sono tutte così forti e così cazzute.. io ho paura e se non torna più davvero? Lo sblocco, gli do un’ultima occasione..”

      Cazzate.
      Tutte noi, dalla prima all’ultima abbiamo avuto il down da primi giorni del CDS, fidati: passa, nei giorni si diluisce in modo graduale.
      Non mollare. Il CDS si interrompe solo e soltanto quando si sa di non voler più entrare in un certo giro.
      Il CDS non lo interrompi perchè lo odi, ma quando hai sofferto così tanto che te la fai letteralmente sotto anche a rischiare di finirgli tra le braccia. Quindi gli vuoi bene, lo ami, gli puoi anche parlare ma.. solo l’idea di ricominciare la giostra ti fa venire il vomito.

      Tieni duro, è dura nello stesso modo per tutte! Ma ce la facciamo tutte!

      • “Ma quando hai sofferto così tanto che te la fai sotto anche rischiare di finire tra le braccia… Solo l’idea di ricominciare la giostra ti fa venire il vomito“.
        Niente da aggiungere
        È Proprio cosí.

      • Non esiste prigione peggiore di un pensiero fisso che non va via. Dobbiamo liberarci di questo per tornare a vivere <3

  61. Carissime, sento il vuoto e un senso di disperazione ma resisterò. Per 15 anni ho tenuto un diario di questa relazione e ho fatto bene perché mi basta rileggerne alcune parti per inorridire. Non mi manca quella persona, c’è qualcosa che mancava e manca in me e che dovrò trovare (non un altro narcisista però ) Sarà difficilissimo … e ogni tanto mi rileggerete … Baci!

  62. Malato non so ma gravemente irrisolto sì..io lo so che ci sarà un’altra nel suo futuro e magari c’è già nel presente (non la ex credo perché lui non dura a lungo con nessuna). Piangendo diceva che lui distrugge le persone con cui sta, ma non credo rinuncerà a provare ancora e ancora..in questo senso diceva che avrebbe fatto attenzione, e nel frattempo dichiarava che avrebbe rinunciato all’amore.. secondo me è già di nuovo accasato..so che la statistica rende probabile che prima o poi io lo incontri con una nuova fiamma.. spero di non crollare..

    • @nina ti capisco e capisco questa sofferenza.
      Ma tu sbagli il punto di vista!
      Tu non metti ancora al centro dei tuoi pensieri te stessa!!
      Devi pensare che si, probabilmente lui cercherà ancora altrove ma a te non te ne deve fregare nulla!
      Dovrebbe essere lui a pensare “ chissà se avrà trovato già un altro” e possibilmente cara @nina il tuo atteggiamento dovrebbe essere proprio quello di guardare il tuo futuro con positività.
      Peggio di quello che abbiamo trovato in passato credo sarà difficile.
      Vai @nina che ha perso lui, non di certo tu.❤️

  63. Ciao Alessandro. Premetto di non aver letto tutti i commenti, quindi non so se sono la prima o se mi unisco al coro dei “permettimi di dissentire”.
    Sono d’accordo con il tuo ragionamento, tranne sul fatto di concedere un incontro finale quando è lui a richiederlo, magari con insistenza: è pericoloso, lo sappiamo dalla cronaca nera.
    Secondo me, questa puntualizzazione andrebbe fatta A CARATTERI CUBITALI!
    Perdona l’insolenza, un abbraccio.

  64. Cosa fai quando il confronto te lo negano? Quando sei li a chiederti se è stato solo tutto un sogno ad occhi aperti e l’unica persona che può risponderti si rifiuta di farlo?

    La mia storia a quanto pare è davvero diversa della altre. Io ed A. siamo entrambi sposati,A. ha una figlia di 15 anni.Siamo stati insieme più di 2 anni. Oggi mi piacerebbe tanto dirvi che è uno stronzo egoista, ma la verità è che non posso farlo. E’ vero, il fatto che entrambi avessimo un compagno ufficiale ha aiutato non poco, ma nonostante questo A. era una presenza costante nella mia vita, sempre, in tutto. Prendevamo insieme ogni genere di decisione, lavoro, amici, la prima telefonata del mattino e l’ultima della sera.. Quando è venuto a mancare mio padre, l’ho visto correre rischi di ogni genere pur di starmi accanto, anche quando non avrebbe potuto, ha guidato per 1000 km solo per farmi sentire la sua presenza. Con i pochi, fidatissimi amici che sapevano, si comportava come se fossi la sua compagna, l’orgoglio negli occhi e la soddisfazione di vedermi ridere. Ci siamo costruiti un mondo parallelo, assurdo, tanto che alla fine sentivo di tradire A. con mio marito.

    A marzo A.ha lasciato sua moglie. E’ stato l’inizio della fine. Le separazioni sono lunghe e dolorose ed A. non aveva idea di cosa fare: sua moglie ha iniziato a seguirlo e farlo seguire, lui pur di stare con sua figlia tornava a casa nei week-end, in un tira e molla infinito di urla e litigate. Premessa doverosa: io non ho mai chiesto nulla, ad oggi sono ancora sposata. All’inizio ho cercato di supportarlo, dargli forza come potevo, gli ho chiesto più volte se non fosse il caso che io sparissi per un pò. Lui non voleva neanche saperne di lasciarci e tra mille preoccupazioni siamo andati avanti così per mesi.
    L’ago della bilancia, alla fine, è stata sua figlia che con un’intelligenza più acuta di quella di A. gli ha chiesto di separarsi definitivamente dalla moglie. Quella sera A. ed io abbiamo parlato per ore al telefono di avvocati, case, lui preoccupatissimo ed io altrettanto. E’ stata l’ultima volta che l’ho sentito.
    Ha smesso di rispondermi al telefono. Dopo tre giorni di insistenze, mi ha scritto che aveva bisogno di tempo, per sua figlia, per sistemare tutto. Io ero assolutamente d’accordo, ma non capivo perchè non dirmelo e basta, non capivo come dopo 2 anni e mille dolori passati insieme potesse fare finta che io non esistessi. E’ iniziato un tira e molla di “non voglio parlarne a telefono,sei troppo importante, ci vediamo domani” e “amore non ti arrabbiare, ma no non posso venire”. Dopo tre giorni, stanca, arrabbiata, delusa ho scritto io la parola fine: basta prendermi per il culo, non ti cercherò più e voglio che fai altrettanto.

    Sono passati due mesi. Passo ore a parlare con lui nella mia testa, la scena immaginaria del nostro confronto finale. La tentazione di scrivergli è sempre lì a portata di telefono, un pò per insultarlo, un pò per assicurarmi che stia bene. Mi manca, infinitamente.
    Ma parlargli di nuovo servirebbe davvero a qualcosa?

    • No non servirebbe. Ha preso una decisione ed è pure scappato. Chi evita il confronto millantando “adesso ci vediamo” ti ha risposto. Lui ha scelto, e non sei tu. Uscire, mille avvocati per lui non sono serviti

      • @Valentina che botta ,che brutto tutto si. Perché dai su lui verafa pena in ogni senso negativo
        Non credere ,ma cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia

        Squallore comune pure se ognuna qui dice la mia storia ê diversa
        Ah si?
        Credo che la unica storia diversa sia quella che dura poco perché poi gli amanti INSIEME FANNO LA ROAD MAP con tutti i paletti e controlli in accordo totale reciproco

        Deja vu a sfare questi amanti che escono da casa e distruggono tutto la loro amante illudono hanno illuso SEMBRAVANO PERSONE serie
        O tanto care e brave

        NOOO lascia perdere per sempre questa storia
        Ignoralo totalmente
        Tu vali MOOOLTO DI PIÙ

        Rifatti la tua vira autonomamente da questa storia che come ogni esperienza nessuna esclusa ci da la occasione di farci le giuste domande su noi stesse e imparare qualcosa che solo ciascuna può scoprire di cosa si tratti.

        È veramente triste e orrendo ciò che hai vissuto perché prima NA VALANGA DI AMORE DICHIARATO E in un certo senso DIMOSTRATO i 1000 km ecc

        Si ma poi ?
        Un NULLA DI FATTO

        Lassaperde e vivi la tua vita.
        Non sei sola qui ci sta la folla di storie uniche!!!

    • @Valentina, tu c’eri finchè rappresentavi un’alternativa. Non ha retto alle pressioni e ha deciso di concentrarsi sulla sua famiglia. Ha ragione Ale, ha fatto la sua scelta. Duratura o momentanea che sia, adesso tu rappresenti un’ ostacolo e non più un’ opportunità. Ricontattarlo non servirebbe a nulla. Sbagli in una cosa, la tua assomiglia a storie già lette. Qui ci sono donne che, come te, sono state lasciate o sono state costrette a lasciare dopo che lui è uscito di casa o ha dichiarato la crisi. Non ha importanza se la crisi in famiglia è nata a causa della pressione dell’amante o di sua iniziativa, il risultato è lo stesso…dietrofront

      • Concordo con @Lia ….
        Quando si trovano a dover fare i conti con la realtà perchè escono, perchè in crisi, perchè scoperti …. Si arrendono al cosa conviene a loro …. E in molti casi la retro è garantita!!
        Così cadono tutte quelle certezze che solo noi donne ci eravamo costruite!!
        In molti casi l’amantato è solo un’illusione, perchè tutto funziona finchè rimane una vita parallela non reale!

    • immagino il tuo dolore Valentina. Così è più difficile uscirne…perché il cerchio non si è chiuso…sei rimasta sospesa…e inconsciamente lui ha fatto una cattiveria…(voglio dargli il beneficio di averlo fatto inconsciamente)…
      ma hai notizie indirette? E’ tornato a casa?

      • Non è tornato a casa, questo lo so per certo. Non ho idea se però sia davvero andato da un avvocato o se abbia trovato un posto dove stare. Quando è uscito è andato da sua mamma. E se devo essere onesta, se prima o poi sapessi che è tornato con la moglie, non mi meraviglierebbe più di tanto.

  65. Esatto care amiche e cara Valentina,
    È proprio così.
    Ho avuto i brividi a leggere la tua storia, che è la storia di molte, forse di tutte ma è l’intensità con cui l’hai raccontata….ho rivissuto tutto sentendo il dolore dentro.
    Mi dispiace Valentina mia, lui temo tornerà ma tu ti prego, non voltarti indietro.
    Ti abbraccio fortissimo davvero.

  66. @valentina la crudeltà della tue storia come di altre qui tre cui la mia o quella di angelina in questo periodo è che uscita di casa sembra inizio di Happy end e invece inizia la catastrofe. Nel mio caso sono stata io a lasciare dopo la sua ennesima crisi e richiesta di silenzio e solitudine. Mi dico anche che lui sapeva benissimo che quello che gli chiedevo era presenza mentale e solidità morale verso di me e se avesse voluto recuperare sapeva benissimo come fare. Invece in un certo senso ha colto la palla al balzo. Lasciano loro, lasciamo noi, il risultato è lo stesso anche se nel tuo caso capisco lo choc mentre io sapevo la pasta del mio e mi sarei stupita di un lieto fine..ti abbraccio fortissimo..scrivici.

  67. Valentina quanto ti sono vicina e quanto ti capisco….a me sta succedendo la stessa cosa, mi rivedo nelle tue parole, dopo anni di tira e molla lui esce di casa due settimane fa mi cerca e me lo comunica….dice che l’ha fatto anche per me invece da lì l’inferno, piange tutti i giorni,sua figlia sta male, lui si sente in colpa, non ha voglia di nulla, me compresa, io cerco di stargli vicino più che posso, anche se molti suoi messaggi mi caricano di ansia,lui non reagiva…poi venerdì scorso mi chiede scusa se non si faceva sentire ma sta male,molto,non ha voglia di nulla,si sente fuori dal mondo….spera che io stia bene…certo come no…da lì non ci siamo più sentiti.
    Capisco in pieno il tuo dolore perché è il mio,gli altri ti dicono di lasciare perdere ma solo chi ci passa sa cosa significa…perché?Già’ perché e come si può buttare all’aria tutto così?Sono io che mi sono immaginata tutto…so cosa stai pensando…
    Resta qui con noi qua ci sono tante belle persone che con una parola in più ti aiutano e Ale è un buon maestro su queste cose.
    Passerà ne sono certa abbi fiducia…

    • Ho creduto di aver passato chissà che avversità e poi ..leggendo storie del lui ‘finalmente uscito’ mi chiedo intimamente ‘ma di cosa mi lamento?’

      Anni fa ho incontrato per negozi un’amica a spasso con un’altra, me la presenta come Effe, mai più rivista, una delle tante persone che vedi e rimuovi.
      Effe (due figli) ha poi lasciato il marito, per un uomo libero, che non è mai stato sposato, e non si è mai ‘riprodotto’ con un lavoro e una casa di proprietà, un uomo indipendente.

      E’ il bohemien. Quindi, ricapitolando:

      -se sono family man che sembrano (sono, di fatto) affidabili, pieni di romantiche attenzioni poi li scopri essere semplicemente in cerca di stampelle per tenere su (che eroi!!) i loro matrimoni zoppi.
      -se sono liberi, magari ti stai separando e punti su di loro, li introduci piano nella tua vita ignara che si fanno i beati affari loro due o tre volte l’anno con donne disinibite e libere (d’altra parte cosa ti aspetti da uno libero oltre i 40 anni?)
      -se va tutto bene, o sono sfigati o sono semplicemente appena stati lasciati dall’amante, ricominceranno presto.

      Incoraggiante. Continuo a ballare da sola va, è meglio.

  68. Quanto mi sconvolge questa cosa…uomini che trovano il coraggio di chiudere un matrimonio infelice e non hanno la forza di fare il passo successivo.
    Mi sembra davvero così strano, cioè la sofferenza, la crisi, le difficoltà…ci sta tutto. Ma affrontarle con a fianco la persona che ami e con la quale potresti costruire il tuo futuro dovrebbe essere più semplice. qualcuno che possa starti vicino anche in silenzio senza pressioni…
    Alessandro ma perché gli uomini sono così incomprensibili?

    • In questi casi la maggioranza che fa così o torna a casa o ha un’altra o decidono di darsi all’anno sabbatico e alla pazza gioia. Poi con moglie e fidanzata fanno o depressi e le vittime

      • Oggi si è aggiunto un altro tassello, per me spiazzante è inspiegabile. Ha detto alla mia ex collega che si iscriverà a tango argentino con la moglie. Ormai è proiettato in questa ricostruzione ‘compulsiva’, in un mese viaggi, tango, progetti di prepensionamento e per invecchiare bene insieme… perché tutto questo mi sembra così ipocrita? Perché poi in qualche modo volermelo far sapere. Ho bloccato tutto, non sono mai stata invadente o ‘pericolosa’, quindi credo non c’entri il fatto che vuole che io stia lontana e non mi faccia viva, mi conosce bene sa che non lo farò. Vuole farmi sapere che ha fatto la scelta giusta e stavolta è coerente? Che ha capito che è lei la donna della sua vita? Che è di nuovo innamorato di lei come auspicava e va tutto per il meglio? Di certo l’applauso non glielo faccio… Il tango magari funzionerà per risolvere la crisi di coppia, ma onestamente sono incredula, e non perché mi illudo di un ritorno con tanto di pentimento alla ufficiale e gentiluomo (visto per la millesima volta ieri in tv), ma perché mi sembra follia. Anche sul lavoro è passato dall’essere incazzato con tutti, a sorrisi, richiesta di andare in pensione prima (strano pure che i problemi sul lavoro sono arrivati quando io sono andata via) fino addirittura all’iscrizione alla scuola di danza! A me sembra bipolare! Qualcuno mi illumini

        • È assolutamente comune in questo tipo di uomini investire nella moglie dopo aver lasciato l’amante. In certi casi c’è vera ricostruzione (due casi su dieci) negli altri tempo dai due ai 6 mesi, tempo di accorgersi che il matrimonio è guasto e non basta “decidere” che andrà bene e si rifarà vivo con te o si farà un’altra amante

          • Io poi non so se sia davvero un caso o se sia io egocentrica, ma litighiamo fino a fargli capire che non ho più stima e secondo lui amore, che si butta sul matrimonio facendo davvero un progetto dietro l’altro, che un mese prima non riusciva neanche a pensare. Lo blocco e si inventa il corso di tango… il problema è che ci crede e pure parecchio, crede fermamente di aver trovato l’illuminazione! E poi mi chiedo, ma pure lei che fino ad un mese fa aveva un marito sempre nervoso e distante e all’improvviso si ritrova uno in prenda all’euforia e così propositivo, ma due domande me le farei! Non so se sarà uno dei due casi su dieci, onestamente i presupposti appaiono molto ‘falsati’. Grazie per la risposta. Scusa se lo richiedo ma lui voleva che sapessi? Se sì perché?

          • Quindi @ale dici che c’è un tempo fisiologico oltre il quale, se la ricostruzione non è reale, le falle tornano a galla e si vedono?
            Questo mi fa ben sperare

          • Non lo dico io lo dice l’epidemiologia di coppia. Gli uomini che tornano dalla moglie lo fanno perché scoperto o volontariamente. Quelli che lo fanno volontariamente sono una minoranza. E comunque la regola vale per tutti: se non c’è amore ritrovato e rinnovato per la moglie VERO tempo due mesi in genere massimo 6 tradiscono di nuovo. E siccome il maschio italico è pigro prima ci provano con la ex amante. Comfort zone anche lei

          • @Alice alle volte può esserci anche un’illuminazione. Bisogna vedere se c’era. Bisogna vedere se è accaduto qualcosa a casa che li ha portati a riflettere sul loro comportamento precedente. Se hanno affrontato la questione matrimonio (tradimento o meno) può anche darsi che stiano investendo su di loro..
            OvviMente e difficile intraprendere una ricostruzione urlando dalla mattina alla sera no?

          • In alcuni casi il tradimento è come un elettroshock per le coppie sopite

          • Dopo un anno e mezzo lo vedo sempre più sereno, forse va di pari passo con il crescere della mia serenità. Non ha più avuto atteggiamenti strani, momenti di nervosismo che erano all’ordine del giorno, è sempre molto presente, ben disposto e desideroso di stare con me e con noi come famiglia. Se lo guardo adesso penso che se finge merita il premio Oscar..
            però, devo dargliene atto, anche io sono cambiata tanto. Ma non è uno sforzo, è la vita che mi piace avere con lui. Ogni tanto gli faccio notare come ora reagisca diversamente a tante cose, e lui mi dice: anche tu..

          • In base alla tua esperienza, ci scriverai come poter davvero capire, al di là delle nostre sensazioni che potrebbero essere pilotate dalla speranza, a capire un marito veramente sincero?
            So che tutto mi dicono di mettermi tranquilla e me lo dice anche la mia voce interiore, ma alle volte, non sempre e ora non spesso, la paura del futuro e di soffrire nuovamente mi mette sull’attenti. Una seconda esperienza così non riuscirei proprio ad attraversarla.

          • @Cara White ci credi ,ma capisco benissimo ciò che vuoi dire perché anche se non ho vissuto esattamente il tradimento da mio marito ho vissuto altro ecco diciamo per fare un esempio di cui posso parlare qui ho vissuto l’iganno dal ex amante che però io credevo fosse un uomo divorziato da anni e quindi libero ho vissuto quindi la falsità totale data da un cialtronzo Border Narcisista

            Questo lo scrivo non per dire meglio o peggio ma esattemente per dire che ciò che hai scritto è verità pura perché quando si viene così feriti nella nostra essenza e si prova la mancanza di rispetto totale della fiducia che avevamo nelle persone ecco che occorre davvero moltissimo tempo per sentirsi così liberi di fidarsi di nuovo.

            Credo che sia un meccanismo proprio protettivo che scatta come tu stessa senti e qui hai scritto
            Tipo dopo la indigestione da funghi o quant’altro per un lungo tempo non si riesce a tornare a gustare lo stessoncibo che tanto amavamo con fiducia

            Il cervello ci fa da Stop attenzione stare attenti

            Ah ah ah rido bonariamente però ti dico a incoraggiamento questa realtà che vale pe tutti e cioè che veramente è concretezza che tutto si rinnova ogni istante di vita le cellule nuove e di pari passo le esperienze e la stessa fiducia

            Quindi a volte ho paura sai sapessi che paura che ho di venire ferita dentro così tanta che a volte mi difendo attaccando come istintivamente fanno certi animali come era il mio cane
            Una bestiaccia come me

            Ma appariva così
            In realtà era stato picchiato da cucciolo.

            White così mi dico ogni giorno è nuovo e posso provare a fidarmi ancora un poco chissà che si possa restare vivi e pieni di gioia diel fidaresi a vivere ,
            Ancora.

          • @Alice una cosa però mi puzza parecchio, un uomo che pensa di aver commesso un errore avendo l’amante, un uomo che vuole ritornare sui suoi passi perché scopre di amare ancora sua moglie, dopo avertene data una ragionevole spiegazione, dopo ti lascia stare. Non continua a cercarti neppure indirettamente. Perché sa che non è giusto ne per te ne per la donna per cui dice di aver riscoperto l’amore.

          • Invece lo ha sempre fatto, forse solo stavolta no (ma non ci metterei la mano sul fuoco), anche facendo orbiting, impazzendo quando ho bloccato mesi fa Instagram e whatsapp, tanto da farsi pure ribeccare da lei un weekend mentre cercava le mie foto (sosteneva che anche se magari costretto a darsi ‘pizzicotti sulla pancia’ per evitare di farsi vivo senza poter garantirmi nulla perché non riusciva a prendere decisioni, vedere anche solo una mia foto era una boccata di ossigeno). Ma questo come ha sottolineato lui stesso era il passato, quando l’ultima volta abbiamo discusso ha detto chiaramente e quasi con cattiveria (dopo ripeto che aveva avuto il sentore che io già mi ero di nuovo allontanata ed ero delusa) di non amarmi più, che lei e il matrimonio erano tornati al centro, che sarebbe invecchiato con lei, che stava progettando viaggi e oggi ho scoperto anche questo corso di tango (la cosa mi ha fatto molto male), insomma in pochissimo tempo sembra tutto pronto per essere risolto. Io ribadisco l’ho saputo perché casualmente (?) lo ha detto ad una mia ex collega cui sa che sono molto legata e che ci raccontiamo tutto… evidentemente vuol farmi sapere che è sereno e felice e che ha fatto la scelta giusta… Onestamente non so cosa pensare, tutto è possibile anche che si sia riscoperto davvero innamorato di questa moglie che però fa finta di non vedere i cambiamenti umorali del marito, che accetta tutto, anche il tradimento quando un anno e mezzo fa ne e’ venuta a conoscenza. Ora ha pure lei quello che vuole, il matrimonio e il conto in banca in comune salvo (scusate la cattiveria ma con alcune tipologie di donna ho il dente avvelenato, fanno sembrare migliori anche gli uomini che le accompagnano!)

          • E non ha scelto me… lo ha sempre fatto, stavolta con più consapevolezza pare; lo ha detto chiaramente che non ce la faceva, che temeva il giudizio di tutti, che lei ha la quotidianità e la quotidianità con me lo spaventa perché con me è privo di controllo, a volte reagisce dando il peggio di sé. Ha scelto sì, poi io non posso neanche sapere, ora però sicuro per lui sembra più facile, liberandosi di me è libero di dedicarsi a lei completamente. È che io ho tanti difetti, non so se sia una recita, una storia che ripete a se stesso come un mantra, ma se così è allora la maschera prima o poi cadrà e magari definitivamente? Facile che io non ci sarò più se succederà e mi cercherà (non credo, anche troppo orgoglioso), sono davvero stanca e ferita.

          • Uno che mette il giudizio degli altri prima dei sentimenti per te è uno che non ti ha mai amato

          • Ma forse hai ragione tu, non mi ha mai amata. Ho letto la tua storia, scusa la curiosità ma a te quale ‘forza’ ti spingeva a non prendere la decisione e far soffrire chi comunque amavi, finché grazie al tempo e alla consapevolezza per fortuna hai capito quale era la strada? Perché mi sto accorgendo che nella mente di un uomo a volte scattano davvero meccanismi inspiegabili, vi riuscite a convincere a volte di qualsiasi cose se ve lo mettete in testa. Il mio ex che mi ha molto amata, mi lascio la prima volta dopo 1 mese di frequentazione trattandomi nel peggior modo possibile, costruì un muro spingendosi a dire anche che aveva conosciuto un’altra, torno’ un anno dopo piangendo come un disperato perché aveva capito tutto, si era comportato così perché ero la prima donna di cui si era innamorato dopo il divorzio e ha avuto paura, non lo aveva capito subito che era quello il motivo, in lui era scattata sono la voglia di mandarmi via e farlo con cattiveria affinché non tornassi più. Ecco lui si è comportato quasi nello stesso modo, sarà lo stesso mestiere, sarà lo stesso segno zodiaco o sarà che proprio non ho nulla a che vedere con le moglie (ex ed attuali), diverse da me in ogni cosa, dall’essere indipendente, alle esperienze di vita, passando anche per cultura (quella che spero di avere, ma non è mai abbastanza) e capacità ad affrontare le difficoltà volgendole a mio favore (passata la sofferenza iniziale). Quello solo che non spiego è che il mio ex sono stata molto male, ma dopo 3 mesi ho reagito e stava passando, per lui no, sono passati periodi di 6 mesi, mi ha deluso, ferito come nessuno ha fatto prima, ma non riesco ancora a reagire come so fare e ad odiarlo, questo mi fa ancora più rabbia, quasi non mi riconosco.

          • Io non prendevo la decisione perché non volevo rinunciare alle mie cose alla mia routine e avevo paura di
            Lasciare la strada sicura per il futuro incerto. E non il tempo o la consapevolezza che mi hanno fatto decidere ma il suo taglio netto con me è l’alta probabilità che lei andasse a letto con un altro

          • @Alice…. Anche per me…. È stato beccato?? Oppure lei ha iniziato a sospettare??

          • Solo due casi su dieci… che tristezza.
            Noi mogli siamo proprio messe male allora!
            Non so se vi ricordate di me, noi abbiamo deciso di farci seguire da una terapeuta e dal primo incontro con lei è emerso che mio marito è ancora molto confuso e vuole vederlo da solo!

          • Solo due su dieci…
            Quali sono le personalità che secondo te riescono meglio a rimettere in piedi un matrimonio dopo un tradimento?
            (Sempre che il tradimento sia stato comunicato…)
            Perché io credo che si può cambiare per qualche mese ma poi la vera natura torna fuori.
            Ad es. una persona pantofolaia fa uno sforzo per un po’ ma poi torna sul divano, così come una persona che non ama sperimentare a letto non lo farà volentieri anche se le viene chiesto per ravvivare la vita di coppia.
            Le cose si possono fare per paura di perdere nell’immediato ma difficilmente diventano sostenibili a lungo termine. O sbaglio?

          • Quelli che sanno cambiare e che sanno imparare dalle donne osano per amore. Pochi ma buoni

          • Pensavo più a lei che a lui, in realtà.
            Pare che la moglie sia una donna con poca iniziativa in tanti aspetti della vita.
            Può una donna così cambiare di colpo e diventare attiva, con molti interessi, voglia di osare ecc.?
            È solo curiosità, lo so, lui la scelta l’ha fatta e ha scelto lei anche se lei è una persona che si è adagiata da molti anni, per cui avrà avuto i suoi motivi.
            Io comunque fatico a credere nei cambiamenti radicali a 50 anni ma magari basta poco a questo punto per fare funzionare di nuovo le cose tra loro, non so…

          • Magari sulla moglie non te la racconta giusta lui. Sono tutte arpie o noiose o asessuate ma poi ci scopano ci escono a cena per San Valentino e fanno i selfie con i bacetti

          • @Elledibi, per usare il tuo esempio, uno può non essere affatto pantofolaio e diventarlo in seguito. Così come può diventarlo per cause di forza maggiore e ritornare a non esserlo quando la forza maggiore si esaurisce. Le persone non rimangono immutate nel tempo, le persone cambiano anche a seconda di ciò che gli accade intorno, e poi possono ricambiare e ricambiare ancora. Non siamo dei blocchi di marmo.

          • Tutti parlano di “vera natura” senza pensare che che magari era vera natura anche quella durata 10/15/20 anni.. qualche mese diverso perché dovrebbe essere sempre necessariamente la vera natura? E anche ammesso che sia un cambiamento vero, chi dice che poi debba durare in eterno? Quanti di noi sono stati felici per anni, e poi attraversano momenti difficili, non necessariamente solo in amore, e questi momenti possono passare, mutare a loro volta, o puoi semplicemente superarli e lasciarteli alle spalle.
            Questo come discorso generale @Elledibi, non conosco voi e la vostra storia quindi non mi permetto di applicarla a te. Ma perché avere la presunzione di pensare che un lato di noi che compare in un determinato momento della nostra vita debba necessariamente essere da sempre e per sempre la nostra vera natura.
            Credo che la nostra vera natura sia tutto ciò che ci capita e che siamo durante l’arco della nostra vita, e non necessariamente deve essere sempre lineare e coerente. Altrimenti la nostra vera natura sarebbe una macchina.

          • Anche in natura ad ogni azione corrisponde una reazione. Al mutare dell’azione può cambiare la reazione.

          • Capisco il discorso White Rabbit, chiedevo perché a me lei non è stata descritta come un’arpia, al contrario e non ci guadagno niente farla passare come tale.
            Però mi è stata descritta come una persona che manca di entusiasmo da tanto tempo ormai ed è stata la mancanza di entusiasmo a fare allontanare lui, che si è trovato in una condizione di solitudine in cui ha conosciuto me.
            Le nostre situazioni sono speculari, nel senso che sua moglie e mio marito hanno tanti aspetti simili, si sono adagiati in una situazione di scarso impegno, lasciandoci soli per tanti anni.
            Entrambi abbiamo chiesto ai nostri coniugi di cambiare senza particolari risultati.
            Io però non ho negato i problemi in casa mentre il mio ex amante pensa che in fondo in fondo vada tutto bene con lei, nonostante l’abbia tradita pesantemente e per un lungo periodo.
            Sono percezioni diverse di cosa sia un matrimonio che funziona. Per lui vuol dire non litigare e non chiedere rettifiche anche quando è evidente che qualcosa non va e lui manda giù dei bei rospi, per me invece l’idea di rapporto che funziona è un’altra.
            Lui ha anche ammesso che ci sono motivi per restare con lei non gli fanno onore, perché si tratta di convenienza, vergogna, paura del giudizio degli altri, paura di far soffrire…
            Alla fine ha comunque scelto lei, io non dico niente e infatti ho tagliato i ponti.
            Ma è una cosa fresca e cerco ancora di capire.

          • Comunque niente selfies coi bacetti nel loro caso, negli anni avrò visto due-tre fotografie messe nel periodo prima che ci conoscessimo io e lui.
            Poi niente, negli ultimi 4 anni lui non ha mai messo neanche una foto assieme in vacanza e lei non ha mai commentato sulla sua pagina (credo che lei usi pochissimo i social).
            Come dicevo in un altro post, il nostro rapporto non hai mai avuto un’interruzione per un anno esatto, mai un blocco, niente, lui sempre presente, affettuoso e interessato.
            Poi è successo qualcosa e qui mi fermo perché non so nient’altro.

          • Io non lo perché @elledibi.
            Forse non è vero e te lo dice per darti una versione che pensa essere più sopportabile per te, come se la convenienza fosse un motivo più accettabile. O forse è convenienza e ti dice la verità.
            Questo lo puoi sapere solo tu, ammesso che tu abbia voglia di saperlo.
            Molti uomini esagerano ed esasperano cose che hanno un fondo di verità, ma poi vengono ingigantite.. hanno bisogno di avere qualcuno a cui dare la colpa dei loro comportamenti, per giustificarsi.

          • @Whiterabbit
            Io non so piu’ cosa pensare, adesso non so cosa mi abbia detto di vero e di falso e non e’ una bella sensazione.
            Ma lui non ha mai parlato male di lei, in generale durante il nostro rapporto abbiamo evitato di parlare per quanto possibile dei nostri coniugi. Sia sua moglie che mio marito sono due persone serie e dignitose, non sono due persone ignobili, semplicemente ci hanno lasciato soli.
            Certo a volte e’ stato necessario parlare di loro per capire alcune cose, tipo appunto perche’ ci siamo trovati in questa situazione di solitudine, per capire la famosa storia del concorso di colpa, per sviscerare alcune frustrazioni.
            Io non credo che lui abbia esagerato. Mi ha detto che si era reso conto da anni che qualcosa stava andando storto tra di loro e mi ha parlato di occasioni in cui si e’ sentito messo da parte, scavalcato nelle decisioni o messo nel ruolo del cattivo in famiglia.
            Tutte cose in cui mi rivedevo anche io e credo sia normale parlarne tra due persone che hanno confidenza da tempo e che hanno una relazione. Nessuno di noi due ha mai parlato in modo offensivo del coniuge, sono sempre stati discorsi pacati volti a capire piu’ che a giudicare.
            Mi ha detto che a volte non e’ riuscito a parlarle perche’ lui “certe cose non le dice” (mentre io non ho limiti di questo tipo), altre volte che ha provato ma senza riscontro da parte di lei. Non e’ mai riuscito a imporsi davvero, anche per cose che ancora adesso lo fanno star malee che so essere vere perche’ ne ha parlato in compagnia con altra persone quando io ero presente.
            Vedi, su questo blog c’e’ un articolo, “Perche’ tradisco e non sono un infame”, che descrive perfettamente la nostra situazione.
            Ci siamo dati una boccata d’aria, ci siamo dati energia, voglia di vivere e condividere. Ma da parte sua c’e’ sempre stato un grosso senso di colpa, che e’ una sua caratteristica, e lui si e’ sempre sentito inadeguato, anche nei miei confronti e me lo ha detto. Abbiamo avuto vite molto diverse e secondo me vedeva in me quello che sarebbe voluto essere lui se solo avesse osato di piu’ quando era piu’ giovane. Allo stesso tempo, proprio perche’ non ha mai davvero osato quando era il momento, non e’ in grado di osare adesso e la distanza geografica che ci separa forse non ha aiutato. Cosi’ come non ha aiutato il suo retaggio cattolico, la sua famiglia enorme e onnipresente. Lui e’ sempre stato nel comfort della vita di sempre, nel posto di sempre, con gli amici di sempre, con la stessa donna per trent’anni, io no, la mia vita e’ stata molto diversa, sono abituata al cambiamento, lo cerco io stessa.
            Nonostante tutto credo che ci fossimo trovati, c’era qualcosa di vero tra di noi che pero’ e’ finito sotto il peso di tutte le cose che ti ho descritto. Non vedo perche’ dovesse indorare la pillola per me, mi sembra un controsenso. Come dice Alessandro, tanti uomini non riescono ad osare, preferiscono restare nella situazione di comodo che conoscono e visto che nel nostro caso ci sono figli da entrambe le parti, e’ un fattore da non trascurare.
            Mi scuso per il lungo sfogo, dovro’ arrivare anche io a non parlarne piu’…

        • @Alice
          Per poterti rispondere vorrei poter sapere da te cosa intendi per Bipolare?
          È importante che tu possa spiegare che cosa intendi
          Il Bipolare è un preciso disturbo Psichico che prevede alternanza di periodi di almeno uno o più mesi in cui la persona che ne è affetta passa dalla depressione estrema in cui vive totalmente inattiva e appunto depressa in modo forte non parla non si esprime rifiuta di prendersi cura di se non si lava ecc.

          Poi passato il periodo che può varirae ma almeno di qualche mese ad esempio ha la fase in sù in cui sta esageratamente attivo assolutamente privo di senso della misura intraprende attività spropositate rispetto alla propria capacità di farvi fronte economicamente
          Non so comorarsi una Ferrari aprire una azienda ,senza averee esperienza e indebitandosi ,pieni di vigore iniziative folli e fuori misura e assolutamente senza la capacità di ascoltare chi standogli accanto parenti amorevoli cerca di limitare i danni

          Questo è essere affetti da Bipolarità e lo so perché ho conosciuto direttamente una persona Bipolare e i suoi famigliari disperati …!!!

          • Bipolare è un disturbo grave. Si usa spesso come battuta come “ha l’alzeimer” per uno che non ricorda. È una battuta dire bipolare non necessita di Wikipedia

          • Pero scusa @Alessandro la osservazione di Alice nel suo racconto emerge il suo stupirsi di questo Repentino modo compulsivo di fare organizzare cose tango e altro improvvisamente e quando prima non era così
            Quello che colpisce nel racconto di Alice e che effettivamente lei stessa ha notato il Modo impulsivo compulsivo e esattamente al opposto di come si comportava prima.

            Allora in effetti sarebbe un ragionevole dubbio il richiamare alla memoria il disturbo Bipolare anche perché si manifesta in modi assolutamente diversi per entità e grado di gravità pur essendo certamente grave .

            Cioè dato per più che attendibile il fatto che l’amante faccia i suoi ritorni e avanti e indietro okkei ma Alice ha notato il modo di aver compiuto e vivere questi cambiamenti è per via del modo che ha parlato di Bipolare
            Probabilmente azzeccando la sua percezione infatti si riferisce pure al come possa essersi sorpresa pure la moglie che prima lo vedeva al opposto e ora fa tango ,improvvisamente e compulsivamente

            È questo che da da pensare perché non è necessario affatto tornare dalla moglie e fare i compulsivi nel vivere il ritorno .

          • Se è così siamo nel campo delle patologie rare. È più probabile che sia uno dei tanti cialtroni stronzi

          • @Aril…. Non è bipolare!! È una malattia!!
            Anch’io lo definivo, e lo definisco ancora ‘bipolare’…. Ma è una battuta per sottolineare il comportamento anomalo del soggetto!!

          • @Dispersa grazie cara per avermi spiegato il modo di dire Bipolare
            In effetti non lo avevo mai sentito dire
            Avevo solo scoperto un modo di esprimere scritto da una donna on line che per definire il suo amante affetto da Borderline lo aveva trasformato in Stronzerline ah ah ah

            E pure definendo così le sue oscillazioni e impennate forti emotive continue

            “come le frecce di un auto
            Il :
            “ti amo ora si ,
            Ora no
            ORA,però SI
            Ora però no ecc.”

            Ah ah ah ah
            Ricordo al epoca che stavo piegata dalle risate
            Amare certamente visto che pure l’ex amante era esattamente così!!!

            In effetti è anche questa la vera tragedia del Borderline che sta praticamente impossibile relazionarci a causa delle oscillazioni emotive ,ma veramente fuori norma ,
            In alcuni casi è gente che può divenire se non si cura pericolosa violenta incontrollata

            Esistono cure efficaci se fatte in continuità

            La Scienza è grande!!!

            Ma in effetti mai avevo sentito usare il termine Bipolare per definire così comunemente chi sta instabile .

            Meglio Cercare la stabilità propria affettiva
            Perché SICURO le UNICHE persone che non ci tradiranno mai e che sanno davvero tutto di noi stesse

            SIAMO NOI STESSE!!!

            Val la pena iniziare SERIAMENTE ad AMARCI e porre limiti al FARCI RISPETTARE!!!

            Grazie quindi e Un bacio Cara Dispersa!

          • È una patologia molto grave per farti capire un narcisista è come una pacca sulla spalla rispetto al bipolare

          • Ariel tu mi preoccupi, cerchi sempre una spiegazione medica al comportamento di certi uomini, forse perchè tu hai avuto un amante davvero malato. Ma non è che tutti ‘sti uomini abbiano bisogno di un percorso al centro di salute mentale. Sono semplicemente persone che cercano di prendersi il meglio da ogni situazione, quando poi le cose si complicano scaricano la zavorra e tanti saluti e grazie!!!

        • @Alice si è riallineato dove vuole stare, non so se sia proprio il caso specifico visto le comunicazioni a te (che non dovrebbero esserci), e dopo una bella botta dove han visto veramente perdere i fondamenti della loro vita, riescono a vedere sotto un’altra luce il rapporto con la moglie. E con la moglie ci mettono i fatti, mica solo i bla bla bla. Da fuori non puoi sapere tutti i momenti di dubbi della moglie, ma in fondo per lei è suo marito, il padre dei suoi figli, la motivazione a ricostruire è forte anche per lei. Ci vuole forza e intelligenza, perchè guarda che tante donne rispondo ad un tradimento con un altro tradimento, per continuare così nel tempo.
          Capisco che dal lato amante sia totalmente folle e doloroso, specie quando per mesi o anni ci si è sentito sparare nel cervello certe verità, senza le quali nella gran parte dei casi non ci sarebbe stato alcun rapporto. Cercarti o fare orbiting è da infami, per me, perchè in qualche parte in te ancora una fiammella di speranza rimane accesa, non tanto rispetto al lasciare la moglie, ma in quanto a sentimento, perchè nel tempo -forse non per tutte- non è più solo attrazione, sesso ma vi entra anche una forma affettiva.
          Ed è proprio l’eradicazione di questa che è difficile e dolorosa.

        • Alice non è bipolare, non lo sono mai. È solamente ed esclusivamente EGOISMO E VILTÀ .
          Mi dispiace molto per te che ne patisci e stendo un velo pietoso per la coppia riaffiatata. Un abbraccio e tieni duro, prima o poi a noi amanti passerà la vedo dura per loro.

  69. Grazie a tutti dell’affetto e della comprensione.
    La cosa che non capirò mai è la sua fuga: non ne aveva alcun bisogno, avremmo potuto parlarne serenamente, avrei capito e questo lui lo sapeva. La rabbia è tanta, enorme soprattutto quando penso che nel tempo insieme quella che ha messo un freno, la voce della ragione, sono sempre stata io. A digli che certe cose non le potevamo fare, ad insistere per essere realisti.
    Ora non capisco se sono stata folle prima o se sono folle adesso a mettere in dubbio tutto. Non ho mai avuto bisogno di chiedergli nulla, l’amore me lo dimostrava tutti i giorni. Non ho mai, mai dovuto elemosinare la sua attenzione, lui c’era sempre. Quando è uscito di casa, nonostante il mio parere contrario, ha raccontato di me a sua madre: critiche e ammonizioni, certo, ma lui era contento comunque di averlo fatto e ha continuato a parlarle di me fino all’ultimo.
    Oggi mi sembra di parlare di due persone diverse e non dello stesso uomo. Tra di noi c’è una bella differenza di età, io ho 34 anni e lui 50, ed ho sempre pensato che fosse un bonus, perchè mi dimostrava una maturità fino ad allora sconosciuta. Immaginate la mia sorpresa, quando poi alla fine scopro che l’adulto sono io.
    Qualcuno ha parlato di shock, credo sia un’ottima definizione. Perchè davvero, io non riesco a capire..

    • @Vale ho 10 anni più di te.
      Ascolta anche a me sembrava SEMBRAVA coinvolto al punto di pensare anche a come stavo io. E non ho mai elemosinato nulla .. mi faceva sentire la donna più bella e desiderata del mondo, regali romantici, serate, cene pensate nei minimi tenerissimi dettagli, non solo sesso (superlativo)
      Però indovina alla fine chi ci ha rimesso?
      Basta, ora sei a terra, guarisci e poi vedi di non trovarti mai più in questa situazione. Sposato o libero non cambia: difenditi offendendo per prima, se serve.
      Se ti vuole ed è motivato insisterà. Sennò sarà comunque una storia ai suoi comodi.
      Smettiamola di scegliere di stare dalla parte di chi è disposta a perdere tutto per amore. Che ci perdessero gli altri.
      Dai sorellina che ce la fai, e buon divertimento.

  70. Angelina io del mio non so più nulla. La casa che aveva preso in affitto col mio aiuto l’ha lasciata ma non so se sia rientrato a casa (ne dubito). Ultime voci mi dicevano a casa di amici ma sinceramente visto che di amici non ne ha mi chiedo se invece non sia da una nuova fiamma. Forse scommetterei più si una new entry che su ritorno..
    @valentina io 40 e lui 60.. figuriamoci chi era l’uomo maturo tra me e lui?

  71. Che tenera cossora! Se noi più grandicelle riusciamo a dare una mano alle più piccine..in effetti cosa pensate che stia facendo ale col blog? Pian pianino insegna a Rebecca a non farsi fregare!!!! Ed è un gran regalo che il papà ti può fare!

    • Sta crescendo con due fratelli maschi: scuola di sopravvivenza! Senza contare che io voglio tirare su due Uomini che amano le donne non due cialtroni

  72. “Lui” è stato scoperto, è tornato dalla moglie in modalità zerbino, ha detto che è lei e solo lei colei che può
    Stare nella sua vita (ma pareva averlo scordato fino al giorno prima…).
    Lei, a detta di lui, arrabbiatissima con lui, con me (ovvio no? Mi ha pure scritto…).. periodo nero, tensione e compagnia bella…
    Insomma, tutto questo dramma e, nemmeno un mese dopo, li vedi belli come il sole, sorridenti e più innamorati che mai, a festeggiare l’anniversario di matrimonio (sopra i 20 anni insieme, recita lei. Ma che belli che siete! Recitano i commenti degli amici…)
    Mi chiedo: ma è già tutto risolto? La tensione, le minacce ecc? Già svanite come una bolla di sapone? Tutto come (e meglio) di prima?
    Io già nel dimenticatoio, ovvio!
    Ma allora qual è la ricetta? Chi me la spiega? No, perché qualcosa non mi torna davvero…
    Sono in fase “codice del silenzio”, il confronto finale non s’è fatto di persona – non certo per mia volontà, inutile dirlo – e adesso che la moglie ha iniziato un overposting di immagini felici … sarei tentata di essere io quella che gli scrive per complimentarmi del loro gioioso anniversario di matrimonio. E scusassero se in ritardo di giorni nel farlo…
    Sono arrabbiata, molto arrabbiata….
    (P.S. Grazie a tutti voi per la pazienza e la comprensione..)

    • Un uomo che non vuole andare via di casa torna sempre in modalità zerbino, e come altro dovrebbe tornare? Sbattendo anche i pugni?
      Riguardo all’anniversario Lara, ricorda che ci possono essere momenti felici anche all’interno di una crisi, (anche gli amanti che poi si rivelano cialtroni, vivono momenti di gioia con l’amante no?) e che a volte hai bisogno di scattare un’immagine a cui aggrapparti.
      Un mese dopo, se hanno deciso di provare a ricominciare le tensioni non sono finite, no, ma devono provare a dare una normalità alla tua vita. Non puoi vivere urlando, piangendo e rimuginando, altrimenti ogni tentativo è vano.. ci saranno tantissimi momenti di merda, a un mese probabilmente sono il 90%, ma hai bisogno di ricordare quelli buoni se vuoi provare a dimenticare quelli cattivi.

      • No Cara puoi tornare dalla moglie senza umiliarti e fare lo zerbino. Torno da te e ti scelgo ma faccio l’uomo quindi non ti consegno il cellulare non ti dico che è l’amante non denigro l’amante. Mi vuoi? Mi dai un’altra chance? C’è la diamo? Io ci sono ma non divento il tuo schiavo

        • Alessandro, non ti dico chi è l’amante è improponibile. Questo poi non da diritto alla moglie di tormentarla. Ma se torni a casa e vuoi ricominciare ricominci dalla verità.
          Non si tratta di diventare schiavi, assolutamente non era quello che volevo dire. Ma leggere lamentele, a volte, non nello specifico Lara, di amanti che si lamentano perché la moglie non gli permette di vederle, scusami ma che roba è? Si amore torna a casa, si amore puoi vedere la tua amante ogni tanto..

          • Tutte le persone si cui ho sentito voglio sapere chi è l’amante, dettagli fisici, che lavoro fa, dettagli della relazione anche intimi ect. e con fb vanno a guardarsi le foto e tornano a guardarsele nel tempo.

          • Che tu possa andare a guardarla su Facebook beh, scusami ci sta. Così come leggo di frequente di amanti che vanno a guardare il profilo della moglie, altrimenti come farebbero a sapere che posta le foto??
            Dettagli intimi no grazie, mi farebbe schifo saperlo. Quello non ci sta.

          • No scusami ma questo che affermi tu non è accettabile. Perché l’amante deve avere nome e cognome? In nome della verità? Non può bastare raccontare di aver avuto una storia extra senza identificare l’altr*? Quindi la privacy deve essere rispettata a senso unico, perché il “terzo incomodo” ha meno diritti del coniuge legittimo? E chi lo ha sancito?

          • Se la storia non fosse clandestina non te ne fregherebbe nulla della privacy @Astrid. Uno invoca la privacy quando sa di essersi infilato in una cosa che non si fa.
            Il rispetto della privacy dell’amante risiede nel fatto che poi la moglie non la debba andare a sbandierare nome e cognome ai 4 venti. Ma io lo devo sapere chi è.

          • @ whiterabbit a questo punto perché non proporre la gogna per gli amanti? Oltre al danno anche essere esposti nella pubblica piazza così tutti possono sapere i fatti tuoi? E’ una bell’idea da medioevo. Però se l’amante rivela tutto passa per pazz* e vendicativ*. Giusto, sia mai che ce la prendiamo con il problema reale, scusa eh

          • Non ho mai detto questo @Astrid, ne l’ho mai fatto.
            Però io lo voglio sapere scusa con chi sono stata tradita. Senza che questo debba avere delle conseguenze su di lei. Questo mai. Non è colpa sua.

          • Io conosco personalmente e delle conoscenze dell’amante di mio marito.
            Io non ho detto nulla a loro, e mi sono semplicemente allontanata.
            Detto questo, in effetti anche se la cosa suona brutta, io non sono poi così convinta che l’amante abbia sempre il dovere di tacere. Secondo me dopo tot tempo di prese per il culo, il diritto di pensare di dirlo alla moglie potrebbe pure avercelo. Non tanto per vendetta, quanto per fermare un pezzo di merda. E l’ho pure scritto diverse volte.

          • Nessuno ha diritto di farlo se non lui tu non devi violare la privacy di nessuno mai anche perché farlo per nobili scopi è una grande palla è solo vendetta ed è pure un boomerang

          • @CaroAlessandro
            Esattamente ognuno pensi per se stesso
            È una regola d’oro per rispettare se stessi e non FICCARE IL NASO NELLA VITA ALTRUI

            Se ci hanno ferito se una persona ci ferisce e non ci sta verso di risolvere direttamente

            Va mandataaffanculo
            Senza nulla dire o infierire ,ma semplicemente SPARIRE
            FINE STOP
            VIVO LA MIA VITA DA VERA DONNA E SIGNORA NEL ANIMO!!!!

          • Il problema è il concetto di ritorno. Il ritorno così non è un ritorno.
            Altra cosa è un ritorno reale, dove mi sembra logico che il marito o la moglie traditori mostrino una certa pazienza nei confronti del dolore e delle reazioni del coniuge tradito.
            Ma dove sta scritto che si debba essere cornuti, mazziati, accondiscendenti e comprensivi.
            Ma come mai la sofferenza di una amante fa di loro dei cialtroni e la sofferenza di una moglie si spazza via con un semplice “mi dispiace ma adesso fidati”
            Scusami ma questo è un film.
            Inizialmente io ho controllato quello che faceva, dove andava, è giusto? Eccome. Io avevo il diritto di accertarmi se mi stesse dicendo la verità o se mi stesse riempiendo di cazzate. Io dopo un po’ ho smesso perché la cosa faceva stare male me, ma non per rispettare la sua privacy. E dov’era il rispetto per me mentre lui mi riempiva di cazzate al tempo?
            Mi dispiace ma il quadro che fai di ciò che è giusto a volte sembra un trattato di buona educazione, ma L vita non è così. Siamo persone anche noi. Possiamo avere anche noi dei momenti di merda e scusami se penso che dovrebbero essere rispettati anche quelli con una pazienza uguale a quella che cerchiamo di metterci noi nell’andata avanti e capire perché ti sei comportato così.
            Ritorno solo perché non vuoi pagare il mutuo? Scusami se cerco di rendermene conto ma è un mio diritto saperlo.

          • Ovvio che lui torna raccontando un sacco di balle per garantire i suoi interessi, non essere sbattuto fuori pure con l’addebito. Una delle balle da zerbino più diffuse è quella di ridurre il periodo di amantato. Un anno diventa sei mesi, due anni uno eccetera.

          • Proprio per questo, per tutto quello che si sente e si legge, ritengo che una moglie non perda il suo diritto di sapere se il marito gli sta raccontando delle cazzate. Dovrà essere certa se appartiene al 2 su 10 sincero o no?
            Anche se poi la cosa non deve diventare patologica.

          • Certo ma il marito deve difendere l’amante anche se ex compresa la sua identità

          • @Ale, un marito che difende l’amante dicendo alla moglie ‘non focalizzarti su chi, ma concentriamoci su cosa non andava più tra noi’ secondo me non esiste ne su questa Terra.
            Ne in qualsiasi Galassia parallela.

          • @Ale io la penso come Cossora, magari buttare fango sull’amante anche no, ma addirittura Proteggerne la privacy negando none e cognome la vedo difficile.
            Forse tu sei riuscito a farlo in fondo perché non amavi davvero la tua prima moglie in quel momento e poi hai infatti divorziato, oppure si trattava di una ex fidanzata con la quale comunque è finita. Ma se avessi avuto davvero un pentimento e il terrore di perdere una persona che ti sei riscoperto ad amare il nome lo fai dai..

          • Se anche la moglie vuole ricostruire con me è lecito che mi chieda dell’amante, è fisiologico che lo chieda ma io devo prendermi il rischio di non accontentarla a fronte però di ben altre garanzie

          • Io concordo con Ale, è quello che cerco di spiegare da mesi. Io non mi sento tutelata non come amante ma come PERSONA. Tu marito per salvarti non hai bisogno di infangare l’amante perché il tuo problema non è lei ma la crisi che c’era prima che arrivasse. Io sono certa che se mio marito mi avesse scoperto il mio amante lo avrei tutelato. A che serve infangare? L’altra persona non c’entra nulla! Mettetevelo in testa e fate gli adulti.
            Scusate ma ho subito troppo in questa storia e sono rimasta sola e accusata di tutto e quando credi di essere amata è la delusione più grande. Però ognuno ha quello che merita e come dice Ale Io ero troppo.

          • Certi uomini infangano per spostare l’obiettivo dalle loro responsabilità all’amante in modo che l’aggressività della moglie si concentri sulla rovinafamiglie, mentre lui poverino fa la vittima della maga circe ed è pure pentito. C’è gente che arriva a dire alla moglie che lui già voleva lasciare l’amante ma l’altra non glielo lasciava fare… mogli un appello: non cadete in questa trappola

          • Che poi Ale, perché la rovinafamiglie è sempre lei. Le famiglie sono due, perché quella rovinata è sempre quella di lui? Quando l’altro giorno lui ha detto alla mia amica che deve tutelare le figlie mi sono incavolata nera, i miei figli invece possono subire perché vivono con una rovinafamiglie? A me è rimasta in mente la telefonata in cui lui viene scoperto a parlare con me e la moglie comincia ad urlarmi contro. Se avessi beccato mio marito con un’altra me la sarei presa con lui e non con lei. Questa cosa mi fa ridere tanto.

          • Purtroppo molte molti preferiscono prendersela con l’amante perché così digeriscono un futuro con il marito

          • @Piccola, @Alessandro concordo con voi.
            Ma rimane sempre un abisso tra infangare o permettere alla moglie di prendersela con lei e informare su chi sia.
            La colpa è sempre solo la sua.
            Grazie al cielo mi è stata risparmiata la sviolinata della maga Circe, non l’ha mai fatto. Ma io nemmeno ho battuto su questo ferro.
            Anche se il “poveretto” di turno si fosse davvero imbattuto in una Circe, rimane sempre il fatto che avrebbe comunque potuto rispondere di no!

          • Infatti @White hai scritto sacrosante parole di sostanza verissima

            Questa tua frase che richiama sul fatto che pure fosse stata la Autentica Circe resuscitata

            SEMPRE SI PUÒ DIRE DI NOOOO!!!

            È importante questo concetto perché soprattutto già da molto tempo e a salire si va perdendo il concetto applicativo riconosciuto e riconoscibile che se si sta MAGGIORENNI E VACCINATI si può eccome dire di no

            Se sintradisce a vokte credo che sia anche per questa MALA EDUCAZIONE che significa letteralmente la perdita progressiva della capacità di assumersi la responsabilità delle proprie azioni e scelte addossando SEMPRE la responsabilità di non chiarezzaomissioni bugie al altro e ma sai l’amore era finito

            E no cazzo svegliarsi tutti se sta finito lo dici prima lo urli esco e mi scopo un altra/o fai qualcosa ti sbrighi ti svegli fai ciò che sei un Adulto Adulta

            TROPPO FACILE NASCONDERSI DIETRO AL PROPRIO FALLIMENTO perché ovvio che chi tradisce e non lo dice a breve brevissimo tempo non si comporta da adulto ,ma piuttosto che ammettere i propri sbagli ci si attacca sempre al altro perdendo progressivamente la capacità di guardare a se stessi.

            GRAZIE WHITE GRANDE RIPASSO DI GRANDE VERITÀ

            SI POTEVA DIRE NO ALLA DISPERATA CIRCE

            RESPONSABILITÀ È LA VERA MATURITÀ E
            SOPRATTUTTO LA VERA LIBERTÀ

            @White un MEGAPROSIT!!!!

          • “Che poi Ale, perché la rovinafamiglie è sempre lei. Le famiglie sono due, perché quella rovinata è sempre quella di lui?

            Perché a noi, da sempre, viene sempre richiesto uno sforzo in più. Perché noi siamo in grado di farlo. Perché loro, da sempre, sono dei poverini che non possono fare diversamente. Il retaggio è ancora questo purtroppo. fortunatamente iniziano ad esistere anche persone evolute che non la pensano così..

          • @Whiterabbit i dettagli intimi è tipico maschile, anche descrizione del… e “misure”. Le donne chiedono più del fisico, lui quasi sempre sminuisce prima che venga chiesto altro, in pratica sminuisce quanto da uomo gli peserebbe di più.
            @Astrid si Astrid alla moglie tradita si dice nome e cognome, quasi sempre se lo chiede, l’amante è l’amante, non ha diritti.
            E guarda che attualmente al mondo per le amanti esiste ben di peggio che la gogna pubblica: lapidazione, ect.
            @Alessandro verissimo, ne ho sentito pure io che lui voleva lasciare l’amante e si sentiva strozzare ma non sapeva come fare (peccato che ha dovuto essere beccato per fermarsi).
            @Whiterabbit la circe a volte si chiama innamoramento, e lo si vive da entrambe le parti… io con la testa altrove per lui ho fatto un danno alla mia auto fai te, sono andata da lui con un ruota bucata per vederlo pochi secondi, insomma cazzate se ne fanno.

          • @Mary non è che l’amante non ha diritti. NESSUNA ha diritti se non lui in quel momento.
            Pensa alla cose che rivelano e dicono, alle critiche, che normalmente fanno con le amanti nei confronti delle mogli. È giusto quello? La privacy della moglie, soprattutto riguardo a dettagli intimi, non andrebbe rispettata tanto quanto?
            Quindi di cosa ci meravigliamo?

          • @Whiterabbit io non ho sentito parlare male della moglie, solo ribadire a più riprese che il rapporto era finito, senza negare che si erano amati (al passato) e che affetto ne provava ancora per lei. Cose che possono capitare mi ero detta. Quelle a cui parlano male della moglie non so esattamente cosa provino, ma credo sia un bello schizzo (di testa) in più oltre tutto il resto. Perchè poi tutte ste cose si mischiano insieme e non sai più cosa è reale e cosa no. Nel mio caso ho creduto che fosse una relazione finita, e così alla fine non era, altrimenti di certo una svolta alla sua vita l’avrebbe messa, non per me ma per se stesso.
            Le amanti non hanno diritto di “lamentarsi” perchè complici di un tradimento (lo sapevate che era sposato no?), a parte nel blog di Ale, ma fatti un giro altrove e vedrai. Oltre la fregatura abdorne, essere tirata in mezzo a qualcosa di marcio, manco A si può dire, perchè sei la rovinafamiglie e se soffri c’è un coro di gente che sghignazza contenta perchè “ben ti sta”. Se avessi soldi da buttare, che non ho, mi farei fare una perizia psichiatrica e sono certa che verrebbe fuori un danno di quelli non indifferenti, dato da lui eh, non da altro. Si fanno anche durante i processi per quantificare un danno. Ecco quello non lo avrò mai. E quindi mi sento come una che ha subito una truffa ma in un territorio dove non ci sono leggi. Questo è essere amante.

          • Se lui mi sputtanasse con la moglie io.mi sentirei in buon diritto di sputannarlo in tutta la provincia. Questo sia chiaro. Non si usano le persone per pararsi il.culo.

          • @Oldplum
            Hai ragione non si usano le persone e purtroppo qui ci stiamo in fila qui e fuori di qui ad essere state usate con tanti e variegati scopi che sembra umorismo per via che il sostantivo scopo si scrive uguale al verbo slang scopare

            Purtroppo la difficoltà più grande è accettare di essersi piegate al intortamento che il buon matematico di cuore 80/100 degli amanti eoccupati ad a mpio raggio alcuni si sono accontentatia sentire le storie scritte qui soltanto di due amante e moglie

            Poi abbiamo i serionzi ,quelli definiti normali ,su cui sorgono veramente spontanei ragionoveli dubbi sulla così detta normalità,
            Mah

            Poi infine i peggio del peggio fuori di testa che si scopano a mazzi donne nel pianeta terra e per ognuna è un annunciato fidanzamento tutto ammmore e cuore

            La lista si fa lunga che viene veramente da farsi un bel giro di vita nuova

            Ormai stiamo accorte e di certo per ciò che sento e penso che non mi occorrerebbe di certo mettere in atto il dente x dente

            Secondo me è nocivo a se stessi
            Se chiudo

            Non torno indietro

            Siamo tutti vivi su questa terra soltanto per andare avanti malgrado tutto
            Cerchiamo di amare noi stesse con i fatti concreti del riuscire veramente a bloccare del tutto frequentare altre parrocchie e che magari cambiare il nostro comportamento ci aiuta ad evolvere serene e va a vedere che se si cambia parrocchia sia la

            SVOLTA BUONA!!

            Un bacione ❤️

          • Oldplum lei ha detto di me a tutti (colleghi, parenti, amici) . Io sono stata zitta, non potevo abbassarmi al suo livello, così basso che ha detto alle figlie di me e le ha traumatizzate per sempre . La psicologa dice che sono salva da una donna che mi avrebbe dato seri problemi ma io mi sento comune destabilizzata. Io sono considerata una donnnaccia solo er aver voluto bene ad una persona. Il sesso non c’entra nulla, fidatevi e forse questo a lei faceva male. Ci eravamo innamorati…almeno io.

        • Riprovo a postare il mio commento che @ Alessandro mi ha cassato. Intanto saluto tutt* e vi ringrazio, come ringrazio @ Alessandro perché in questo tempo di silenzio e riflessione vi ho letto sempre e mi avete aiutato tanto. Ci tengo a dire che sono dello stesso avviso di @Alessandro, un uomo che sia tale non si comporta da zerbino, perché diversamente è un omuncolo (per non dire peggio)
          Questo comportamento deve dare da pensare a un’amante: lo vogliamo uno così? Se torna da zerbino dalla moglie meglio così, che se lo tenga se le sta bene

    • La fase zerbinata la passano tutti quando rompono con le donne del peccato.
      Credo sia una reazione istintiva, anche se lei ‘non sa’.
      Sono rientrati e dentro di loro preme il volersi sentire i migliori mariti possibile.
      Presente quando si sente di mariti che fanno regali spropositati a ignare mogli tradite?
      E’ il loro modo di scendere a patti con la loro coscienza, o giù di li.
      Casualmente l’ex ha organizzato una cosa spropositata per il figlio (così moglie, parenti e amici avranno pensato di lui ‘che bravo papà’.. se lo fa star meglio, buon per lui) e lo ha detto a una mia amica ieri così che a me arrivi il messaggio ‘senza te mi dedico solo a mio figlio’ .. lo capisco, anzi, metti che ho una ricaduta.. lui mica era in giro a scopare.
      Lui, no.
      Credono di venire a rubare in casa del ladro.
      Ma onestamente chi se ne frega?

      • @cossora ognuno di noi si è fatto le sue idee, la mia è che si zerbinano per PAURA CHE LA MOGLI LI LASCI perchè loro hanno tradito, ma mica si volevano separare, è questo il punto.

    • Lara, ho sentito urla e insulti dalle mie orecchie. Dopo una settimana dalla chiusura con me ho visto foto e frasi d’amore sul profilo di lei. Per tutti i mesi di cds li ho immaginati felici, l’ho scritto tante volte qui. Mi sentivo umiliata, non che non volessi la sua felicità ma io ero diventata nulla in un secondo. Lui non è sereno, me lo ha fatto sapere ma non farà nulla per noi perché vuole stare tranquillo in casa non vuole perdere le bambine, la casa, non vuole pagarle il mutuo, mantenerla…zerbino? Forse, ma non vuole me. Per me è così. Ho ricominciato a piangere perché mi son girate ancor più le scatole. Mi fa arrivare all’orecchio che i suoi sentimenti non sono cambiati e non si muove? Come dice Ale è un uomo da poco, come il tuo. Conviene fare gli zerbini, conviene di più che uscire le palle e vivere. Intanto il corriere è arrivato, leggiamo la Matematica del Cuore.

      • Piccola si, questo è uno zerbino vero.
        @Ale quando dico che è normale che tutti tornino un po’ a zerbino non intendo certo questa roba qui.. vero è però che se quel che ti muove nel prendere una decisione è il desiderio di risparmio ti meriti di essere trattato pure peggio.
        Piccola non sei tu ad essere diventata nulla. È lui che lo è sempre stato. Il NULLA.
        Anche perché questo non è un ritorno, è solo una mossa economica.

        • White io non sono tornata come zerbino. Dopo la scoperta gli ho detto “vuoi separarti? andiamo dall’avvocato” e avevo tutto da perdere, sarei uscita di casa solo con il mio stipendio part-time. Gli ho detto questa persona è troppo importante per me, in qualche modo sarà sempre presente nella mia vita, posso non vederlo ma non ti prometto che non lo sentirò. Mio marito mi ha detto non voglio separarmi. L’altro è sempre un’ombra nella nostra vita.
          Mio marito sa che la nostra storia è durata poco più di un anno, finita 2 anni fa. In realtà non si è interrotta mai più di 2 giorni. Sa però che ci scriviamo.

        • White io però non ci credo tanto alla mossa economica. Anch’io non sapevo cosa fare, avevo paura per la mia famiglia, per i bambini, per la casa ma non ho mai pensato di fuggire da lui, di umiliarlo quindi penso che non ci sia un briciolo di quell’amore che dice di avere. Mi sto facendo forza su questo. Proprio tu White hai risposto ad un mio commento dicendomi che felicità non è quella che immagino do loro ma io mi sento triste senza lui e il suo non esserci più per me è sintomo della sua serenità. Se mi amasse veramente starebbe con me, soldi, mutuo, bambine….avremmo trovato la soluzione se pur dolorosa.

          • @Piccola può darsi che tu abbia ragione e che il vero problema è che non ti ama abbastanza.
            Ma una cosa è molto certa, se ti fa avere dei messaggi e ti contatta ancora dichiarando il suo amore di certo NON AMA NEMMENO SUA MOGLIE.
            Tu saresti stata disposta a perdere tutto per lui, ma tu sei una donna, in quanto donna sei geneticamente programmata per sopportare delle rinunce per un bene superiore.
            loro un po’ meno..

    • Lara, mio marito scopre in un modo tremendo la tresca con l’amante un’ora prima di partire per un viaggio con me. In quel momento avrebbe potuto avere un faccia a faccia con lui, e invece lo evita accuratamente.
      Saliamo sull’aereo e per lui è come se non fosse successo nulla. Tutto cancellato, vacanza piacevolissima con tanto di regalo per me come ricordo del viaggio.
      Da qui mi sono convinta che tutto è possibile!

      • Mi dispiace, non ci posso credere….stiamo diventando immagine di qualcosa che non siamo veramente! Uomini e donne di “cartone “

      • Si @Lei
        Certo solo tu puoi sapere che cosa vi sia successo a entrambi nel vostro matrimonio

        Poi qui parli o meglio scrivi che ti ha scoperto in un modo tremendo è evasivo e appunto solo tu lo sai e per chi legge tutto è possibile,ma pure lecito pensare e sostenere il principio della propria responsabilità delle proprie azioni
        Come a dire che se lui non ha reagito

        Mi viene da aggiungere e tu neanche!
        E visto che da ciò che dici lo hai tradito tu

        Ti scrivo che è tua responsabilità diretta il mega Kasino di vita che vivi e sostenere sempre che tuo marito accetta il cosa non lo scrivi perché molte volte non hai mai scritto che lui Sa Davvero per certo da te ,che ci hai scopato e ci scopi a stecca col tuo amato amante che però definisci mollo come tuo marito

        Sono tutti così molli

        Oppure la Vera MOLLE DIPENDENTE AFFETTIVA sei soltanto tu,CHE NON HAI LA FORZA DI REAGIRE E FARE ORDINE NELLA TUA VITA.

        Cara Lei ti ho scritto in Stampatello Maiuscolo perché cerco spontanea di SVEGLIARTI
        PER TENTARE come posso ovviamente col poco che posso da qui di INCORAGGIARE A MUOVERE IL CI U ELLE OOOOOOOO

        Sei RESPONSABILE TU Di TUTTE LE TUE AZIONI O IMMOBILISMO

        SEI TU QUELLA DEBOLISSIMA

        SEMPRE IN ULTIMO POSTO

        DATTE NA MOSSA ,va che è meglio per te stessa!!!

  73. Ciao @Alessandro,ciao a tutte…come se non fosse già abbastanza l’ennesimo super regalo di lui a lei, oggi ho saputo da lei che lui insiste per avere rapporti da molto tempo….dopo aver detto a me in tutti questi anni che non la desidera più da molto tempo e che vuole fare l’Amore solo con me… scusate ma stasera sono fuori di me per le innumerevoli bugie che sto scoprendo e se non piango è solo per dignità…. Non credo proprio che ci sarà il confronto finale perché ieri l’ho insultato via messaggi per altri motivi e oggi fa l’offeso…ma io mi sento piccola e stupida per aver creduto a tutto quello che mi diceva….

  74. Sembra quasi che debbano dimostrare a loro stessi che nonostante “il peccato” sono delle brave persone.
    A me quelli che tornano zerbinati mi sanno tanto di coloro che nascondono la polvere sotto il tappeto .
    Sono d’accordo con Alessandro se torno, torno perchè ho scelto di tornare e perché si è deciso insieme di riprovarci.
    Mi fanno tristezza queste esternazioni pubbliche di famiglia felice a distanza di un mese dalla scoperta.
    Credo che queste cose vadano risolte all’interno della coppia senza farne uno spettacolo.

    • @Rosa io credo che ognuno reagisca come può.
      Ovviamente la cosa va risolta all’interno, ma se prima la coppia era una coppia social, anche se il termine fa orrore, per quale motivo la moglie o anche lui devono frenarsi da una cosa che hanno voglia di fare? Per il mondo circostante? Sai anche quello che accade durante il tradimento provoca molta molta molta ma molta tristezza. Eppure viene richiesto di spazzarla via questa tristezza. Sembra quasi che il solo dire: ricominciamo, sia motivo per non soffrire più. Allora perché ci meravigliamo se Uno ci vuole provare a ridare una normalità alla propria vita? Modo giusto o sbagliato che sia non sto a sindacare, ma si fa sempre quello che si riesce e si può. E questo vale per il traditore durante il tradimento, per l’amante ma vale anche per la moglie/marito traditi dopo.
      Perché il tradito perde il diritto di fare quello che si sente? Se il tradito si mette a pubblicare strali e battute verso terze persone concordo che non sia un bel gesto, ma se si sente di pubblicare una foto di una giornata felice, che può esistere anche in un percorso così faticoso comes ricostruzione, per quale motivo non dovrebbe farlo?
      A volte leggendovi sembra quasi che il partner ufficiale perda qualsiasi libertà..
      E anche il concetto di zerbinato mi è veramente poco guardo. Se uno torna in modo sincero ma dove sta il problema se dice a sua moglie dove sta andando? O a che ora tornerà a casa? Ho la sensazione che leggiate la zerbinatura come una limitazione a continuare a contattarvi o vedervi, scusatemi ma questo mi sembra il minimo sindacale se uno ti dice che vuole ricominciare con te. È ovvio che non possa più rimanere in contatto con l’amante..

      • Solo due su dieci tornano per ricostruire davvero e non per interesse o paura. Le foto? Nella maggior parte dei casi è overposting. Hai letto l’articolo?

        • Si l’ho letto, non parlavo di overposting ma di condivisione di un momento felice. Tutto quello che è eccessivo non va..

          • Ma ogni tanto quei 2 su dieci ci sono. Dovrebbero vivere tutta la loro vita in funzione di?
            Avranno la libertà di mettere una foto di famiglia se gli fa piacere?
            Potrà a volte essere un gettarsi fumo negli occhi, ma questo non è patetico, è umano. Cercare di vedere la realtà meglio di quello che è è umano.. non è sempre un atto di ripicca verso altre persone.

          • È patetico se di colpo dopo anni di amantato mostrano la moglie come la dea in terra, magari dopo averla denigrata con l’amante. Naturalmente ora denigreranno l’amante. Diffido di certi show in pubblico puzzano di falso o zerbinaggio non di vera felicità

          • “Puzzare di” non significa necessariamente che sia così.
            Se una persona è sincera nel suo ritorno e si deve dimenticare il passato questo vale per tutti. Sia per la moglie che per il marito. Vivere in continuazione pensando che se fai questo puzza di quello non è una vera riga tirata.
            La riga la tiri quando puoi permetterti di fare quello che ti senti di fare senza dover pensare al giudizio del resto del mondo.

          • Se sei stato tradito la riga la tiri dopo circa otto mesi di ricostruzione vera del matrimonio. Secondo la mia epidemiologia di coppia è questo il tempo medio che occorre al tradito, se tutto va bene in famiglia, per non avere fantasmi tipo scene di sesso di lui con l’altra mentre fa l’amore con te o sentirsi male tutte le volte che è in trasferta o fa tardi al lavoro

          • Sulla scena di sesso concordo con te. Sui fantasmi quando ritarda la vedo un po’ più lunga.. ma giustamente quella è una media

        • @Caro Alessandro,

          secondo me,veramente nessuno può davvero avere la certezza del perché lui o lei dopo la esperienza di amantato il perché si riprovi a proseguire in un rinnovamento del proprio matrimonio ,ecco ,scusa ma veramente non possiamo sapere i veri perché li possiamo supporre con ragionevole dubbio ,ma mi sembra decisamente affidabile certezza soltanto quando si fa la conta statistica numerica priva di interviste dove si contano quanti matrimoni e uninoni civili sono attivi e quanti non lo sono perché risultato di separazione legale o divorzio o cambio di residenza nelle unioni civili

          Secondo me è importante tenersi ai fatti dimostrabili In Matematica del cuore che è vera matematica certa
          Poi certamente il poterne scambiare opinioni idee tendenze interviste e risposte tutto aiuta a capire certi meccanismi sociali di espressioni esteriori ,ma la SOSTANZA CONCRETA INCONFUTABILE
          SONO I NUMERI
          LA SEMPLICE CONTA,la vera Matematica non prevede risposte emotive date da interviste in cui ognuno risponde RANDOM a seconda di una immensa variabile.
          Il fatto che possa esserci una maggioranza ripetitiva di risposte non significa rispecchiare la verità delle proprie scelte ,ma soprattutto il condizionamento della MODA
          DEL APPARIRE E DIRE A MO DI PECORONI
          TUTTI OMOLOGATI

          Questo è il mio pensiero,così umano e BRILLANTE
          Scusa sorrido bonariamente mi piglio in giro ,ma sto davvero ad essere Na luce immensaaaaa!

          Te sto a punzecchiare
          Ah ah
          J’adore!
          La BELLEZZA DELLA DIFFERENZA !!
          J’Adoreeeee

          • Un uomo torna dalla moglie statisticamente per due motivi: perché vuole davvero ricostruire e il tradimento è stato uno shock o perché gli conviene o ha paura di perdere soldi beni o figli

      • White io dico solo che a un mese da un’eventuale scoperta, ci credo poco che una moglie posti una foto di un momento felice fine a se stessa.
        Credo che a un mese dalla scoperta una abbia tutti altri pensieri in testa e credo che se posta lo fa per segnare il territorio, e se lo fa il.marito è per rassicurare la moglie del ritorno . Quando invece credo che i due divtebbero parlare invece di apparire.
        Poi magari sono fasi che servono anche queste, sarà che sono poco social e francamente questa moda di mettere sul palcoscenico le nostre vite mi da sostanzialmente fastidio.

        • Non lo so @Rosa, in quel momento se sei sincera hai talmente tanta merda nel cervello e talmente tanti sbalzi d’umore che è difficile dirlo. Lotti tra il dolore e la speranza e cerchi di rimanere a galla come puoi.

        • La moglie ha iniziato a pubblicare foto di loro coppia e loro famiglia, dopo 2 gg dalla scoperta….è passato un anno e continua a postare foto di sé stessa o di coppia o di lui.. inframezzate da riferimenti poco piacevoli a me!….
          Lui nel frattempo, da bravo maritino, mi telefona per bisogno di alimentare il suo ego….(tralasciamo il fatto che da cogliona ho risposto dopo mesi di silenzio!)

          • Non rispondere più. Lei poverina sente che il marito non è per niente cambiato per questo ha bisogno delle foto e di dare la colpa a te. Sono donne che non accettano la realtà del fallimento e non vogliono vedere le responsabilità neanche quelle del marito

    • Anche il diritto a scoprire se lui sta mentendo ancora perdiamo.
      Perche l’amante ha il diritto di sapere se lui sta mentendo dichiarando crisi a casa, mentre la moglie non ha più diritto di sapere nulla? È lecito per voi sapere con chi avete a che fare ma per una moglie no. Alla moglie deve bastare la sua parola. Senza pensare al fatto che la fiducia si ricostruisce anche con l’osservazione dei comportamenti più che con le parole.
      Dovremmo fidarci solo delle parole? Lo abbiamo già fatto e abbiamo visto come è andata. Non credo che un periodo “sul chi va la” possa essere così facilmente condannato.
      Certo non può durare per sempre, ma proprio per la tua salute mentale, non solo per quella della coppia, ma davvero a un mese dalla decisione di riprovarci dovrebbe essere tutto risolto?
      Cornute, mazziate, mute e in un angolo. È questo che ci viene richiesto?

          • Hai ragione @White. Dai ragazzi e ragazze.. un po’ appartiene alle amanti (generalizzo) il pensiero ‘sei tu che te lo vuoi tenere a casa a tutti i costi e sfoggiarlo in paese e nelle feste comandate, cazzo pretendi di avere dei diritti?’

            E’ la rabbia, la sofferenza che -estremizzando- porta a questo.
            Ma è logico che tu White sei solo l’altra.
            Quella a cui si da la colpa prima di darla al vero colpevole, quella che si beve le riunioni fino a tardi e le soste in bagno troppo lunghe.
            Quella che si vende la dignità pur di non perderlo.
            Come noi, guarda un po’..
            Si ha bisogno di dire ‘lei è peggio di me’ per giustificare quelli che sono (quasi) dal primo momento solo dei grossi, grassi figli di puttana.

          • Niente di tutto ciò White, ma permettici qualche dubbio sui “ritorni” soprattutto quando si parla di mariti che tradiscono da una vita e che non devono nemmeno fare lo sforzo di tornare perché di fatto non se ne sono mai andati (se parliamo di spazio fisico).
            Con questo non ho la presunzione di dire che sono tutti così. I famosi 2 su 10 ci sono, come ci sono anche i restanti 8.

      • @White
        Infatti chi lo ha detto?
        Cara White ogni tanto esplodi come se ti sentissi in chiara minoranza diventi nelle tue parole oggettivamente incazzata,ma posso capire che per te evidentemente ogni tanto ti gira così ancora umano dopo la vostra esperienza passata tra te e tuo marito,ma ti incoraggio a renderti conto che nessuno mette in dubbio qui che ciascuna donna e uomo hanno diritto di stare sicuri e ad avere la vera fiducia totale nel proprio partner
        Ovvio non vedo discriminazioni qui.

        È evidente che se qui in maggioranza numerica scrivono le care amiche che parlano della loro esperienza di amantato non per questo pensano in maggioranza che una moglie non abbia lo stesso diritt di vederci chiaro di poter riacquistare la fiducia nel altro.

        Forza White non arrabbiarti così
        E semmai chiediti come mai ancora ti arrabbi così nel tuo privato.
        Un bacione ❤️

        • @ariel, si ogni tanto mi girano i maroni!! 🙂
          Sai perché? Non perché ci siano cose che non vadano ora, solo perché ho fatto tanta tanta fatica a reprimere l’istinto primordiale di mollare cazzotti a destra e a manca e a calarmi nei panni di tutti per cercare di fare sempre la cosa giusta, che mi piacerebbe che anche altri provassero a calarsi nei panni delle terze persone, che in questo discorso potrebbero essere le mogli.

        • @Ariel a me è servito molto cercare di mettermi in empatia con la seconda e terza persona, empatia non simpatia, quella proprio non ce la faccio a provarla. Credo che valga la pena che lo provino a fare tutti. Tutto qui. Io sono serena e non sono arrabbiata con nessuno qui dentro. A volte nell’esprimersi parte l’enfasi, ma null’altro.

          • Ma certo @CaraWhite lo capisco benissimo e ti capisco bene
            Come vedi pure io non scherzo affatto a proposito di scrivere e incazzarmi a volte con enfasi a stecca ah ah ah rido bonariamente

            Lo so capita e mi rendo conto che in effetti risulta difficile riuscire per le amanti donne qui che scrivono immerse ancora dentro se stesse con le emozioni a mille il riuscire a mettersi nei panni delle mogli,quando ancora non si sono fatte scelte definitive dentro a se stesse ovvio che umanamente parlando la donna amante le scatta un bel recriminare contro le mogli in genere soprattutto quelle come te che ,MENO MALE EVVIVA ,DICO IO E a onor del vero molte per non dire tutte le care amiche qui sono certissima con la calma tra noi tutte insieme siamo una vera Forza positiva.

            insieme a tuo marito sei riuscita a rinnovare il vostro legame di matrimonio di vero Amore.

            Allora in effetti ognuna ha la propria visione e emozione ,ma ciò che sento tantissimo che siamo Semplicemente Donne che sono state offese abusate in ogni modo dagli uomini siano essi stati i nostri amanti oppure come te marito che però grazie al tuo Amore vero e forza di Donna con due palle così sei riuscita a sentire la sua fiducia vera il suo pentimento sincero la voglia per amore vero di essere di nuovo accolto tra le tue braccia e cuore

            Una Grande immensa PROVA DI AMORE VERO !!!

            CaraWhite,chapeau!!!!❤️

      • @White, c’è sempre distorsione nella visione di queste situazioni purtroppo.
        Sono ruoli diversi con sofferenze uguali.

        La moglie o il marito tradito va rispettato > fa male scoprire il tradimento e fa più male dare un’altra chance al proprio matrimonio. C’è dolore, rabbia, c’è ancora amore. Quando si decide di riprovare si devono resettare una serie di cose, secondo me, e darsi i propri tempi per ritrovare la fiducia persa.

        L’amante lasciato va rispettato > per mesi o anni questa persona ha condiviso un pezzo di strada con il suo amante. Si sono cercati, uniti sessualmente, amati, hanno progettato il futuro insieme. Illusi? Ingenui? Forse, ma le cose sono state fatte e dette in due quindi essere lasciati o lasciare genera una sofferenza pari a chi scopre il tradimento, con l’aggravante di non essere stati scelti.

        Superato lo stereotipo dell’amante troia che ruba il marito all’altra, o dell’uomo oggetto che insinua la moglie perfetta, dovremmo andare oltre e capire perchè si è arrivati a tanto e perchè ora si torna indietro. Senza richiedere mutismo o altro.

      • Moglie o marito traditi hanno certamente il diritto di sapere.
        Il dilemma di fondo è se il traditore vuole davvero ricostruire o vuole solo insabbiare.
        Nel secondo caso, può rassicurare con alibi e prove false.

      • @White credo ci siano situazioni e situazioni….
        Quando è stato scoperto lui ha negato e lei gli ha creduto (diciamo che ha fatto finta), lei non mi ha mai cercata, magari ha guardato il mio profilo su fb per capire chi fossi…. Lui un po’ zerbino lo è diventato…. Ma nella norma, dettato dalla paura.
        Le foto di ‘happy family’ ci stanno…. Almeno che non diventino un ossessione…. Un’amica di vecchia data ha iniziato a postare foto di lui e lei innamorati e post minacciosi indirizzarti a terzi (…. Così tutti hanno capito!!)…. Ecco questo non lo condivido!!
        Un po’ di dignità!! Per tutti!!

  75. Ciao a tutt*, è tanto che non scrivo ma vi leggo sempre da mesi e ormai sono affezionata al blog e al padrone di casa.
    Quoto @Alessandro, che ci ricorda qual è il comportamento di chi è uomo rispetto a chi è omuncolo (o peggio).
    @whiterabbit non volermene ma non credo che sia corretto assimilare la situazione di chi ha a che fare con un cialtrone senza esserne consapevole, almeno fino alla scoperta delle magagne, a quella di chi è in crisi per un tradimento scoperto, quindi conclamato.
    La prima non è una crisi e i momenti felici sembreranno semmai falsi ma solo dopo; invece se ami qualcuno che sai che ti ha tradito…beh…la foto felice serve giusto a gettare e gettarsi fumo negli occhi, a meno che la coppia stia insieme per altre ragioni, tutte validissime ma diverse dall’amore.
    Il marito zerbino poi -per quanto esemplare così diffuso,purtroppo- fa proprio schifo.
    @ragazze, ma uno così lo vorremmo accanto a noi?
    Lo chiedo a chi è ancora alle prese con l’amante cialtrone: ci pensate a come tratta la moglie? e a tutte le piccole grandi cose che non vi tornano? ricordate che quello che vediamo avremo.

  76. Leggendo qui mi ha fatto venire in mente un pensiero che riguarda proprio chi ha vissuto una relazione di amantato così vicini di luogo stesso paese o piccola città o quartiere

    Secondo me è una sofferenza in più nel riuscire a voltare pagina in un modo più efficace per se stessi interiormente e al meglio della propria nuova strada di vita.

    Perché pensavo che ad esempio nel mio caso che eravamo geograficamente lontanissimi quando poi lo ho mandato affanculo
    Ho potuto pure nelle mie sofferenze da relazione tossica chiudere il portone anzi glielo avevo sbattuto in faccia e non lo se lo aspettava affatto.

    Poi silenzio totale intorno alla mia vita nel quotidiano

    Essere nello stesso ufficio nella stessa città quartiere gente in comune che si conosce entrambi non aiuta per nulla ,secondo me,perché oggettivamente il Cialtronzo continua a punzecchiare da lontano si affida a persone che sono conosciute da entrambi e quel capita sovente è che le amiche ,purtroppo,si prestano allo stesso giochetto loro
    RIFERISCONO ciò che accade in buona fede e con sicuro affetto se amiche sono ,ma così non si rendono conto che facendo così aiutano l’ex nel farsi sentire dare notizia con il solo chiaro scopo di rompere esserci e non importa per quale motivo se non il loro senso del possesso e della manipolazione “per conto terzi” amici comuni persone parenti ecc.

    I Cialtronzi per essere tali lo dimostrano proprio facendo così
    Questo finto silenzio che umanamente rompe le palle ,non so nella mia sfortuna meno male che siamo lontani anni luce,e riconosco oggi dopo quasi due anni dalla esperienza tutta che almeno ho avuto questo vantaggio aiuto di vero silenzio nel quotidiano perché ovvio anche se qualche volta ha tentato di cercarmi attraverso suoi amici complici

    È stato per lettera due episodi e nulla più .

    Invece credo che sarei partita ad ogni costo in un viaggio sabbatico pur di non aver la rottura di palle di amiche che riportano cosa fa on non fa l’ex.

    Si certo poi si dice chissenefrega e benissimo anzi chapeau ,
    Però è un ostacolo in più alla vera svolta interiore
    Forse per questo e soprattutto in questi casi il vero Blocco totale è un preciso indicatore di comunicare il vero

    Silenzio ,vita nuova.

  77. Ciò che si chiede sarebbe solo un po’ di dignità e di rispetto, reciproco rispetto. Tanto io rispetto la tua scelta (pur se basata su una menzogna raccontata alla moglie pur di non essere definitivamente buttato fuori di casa… e questo lo so perché mi ha chiesto di supportarlo qualora la consorte decidesse di tornare alla carica con me… !) tanto tu dovresti rispettare me e, aggiungo, mi fai rispettare senza gettarmi in pasto alla moglie furiosa. Te la gestisci.
    Non si chiede il mondo. Si chiede, appunto, rispetto. Perché i sentimenti non si dovrebbero calpestare mai.

    • Su questo la penso come te. Non ti deve gettare in pasto a nessuno, ne tantomeno devi/dovete accettare attacchi alla tua persona da parte di lei.

      • @whiterabbit ci mancherebbe che una persona tradita non abbia diritto di sapere e capire se chi ritorna lo fa per convenienza, ipocrisia o per recuperare seriamente. Però secondo me un uomo (o una donna) cialtrone con l’amante lo è anche con il coniuge, anzi lo è ancora di più. chiedersi innanzitutto chi abbiamo sposato è il primo problema; il secondo e’ la responsabilità del tradito.Scusate se sembro “pesante” ma andare a guardare i profili Facebook distoglie solo l’attenzione dall’essenziale.
        Contattare l’altro, beh è un obbrobrio incivile, chiunque lo faccia

        • L’ex amante deve rispettare la privacy della sua ex, oltre alla dignità. Purtroppo la maggior parte butta in pasto alla moglie l’amante per crearsi alibi. Per fortuna molte mogli se sono interessate a un vero ritorno non si concentrano sull’amante anche perché sanno che il tradimento non è la fine del matrimonio ma la conseguenza di un matrimonio finito

  78. Secondo me bisogna rendersi conto TUTTE/i
    di un principio validissimo e cioè che contano SOLTANTO I FATTI CONCRETI in ogni relazione e cioè che la amante donna che viene intortata e lasciata o portata a lasciare non può arrivare ad avere certezze sicure del COME L’ex Amante uomo si comporti in casa con la moglie altrimenti sarebbe arrogarsi un falso dire con certezza cosa accada nel suo privato .

    Noi tutti possiamo soltanto badare ai fatti che abbiamo visto e vissuto DI PERSONA

    Tutte le altre risposte che ci diamo sono ipotesi e non FATTI che non possiamo sapere che cosa in realtà l’ex faccia a casa dalla moglie.

    La moglie che insieme al marito ha scelto,di proseguire il loro matrimonio sono fatti loro e basta

    A noi non interessa cosa fa dopo l’ex amante uomo

    Interessa rendersi conto di come si sia comportato con noi di ciò che si è vissuto di persona cosa ci aveva detto cosa ha fatto per farci innamorare e credere alla luna delle sue promesse e delle sue bugie di omissione tipo ti dico non lascio mia moglie scopiamo e basta e poi invece ti fa innamorare te lo dice pure e poi magari ancora gliene viene appena si accorge che lo stiamo mollando allora faceva il bravo per trattenerci ecc.questo ci serve per la consapevolezza nostra per uscirne interiormente riuscendo a BLOCCARLO

    Perché una volta che ci siamo fatte il ripasso di cosa DIRETTAMENTE IN PRIMA PERSONA abbiamo vissuto e sentito con tutto di fisico in noi stesse poi BASTA FATTI SUOI QUALUNQUE COSA

    Siamo qui molte ancora disperate o in bilico in dubbio e quindi veramente DOPO LA CHIUSURA NON POSSIAMO CONTINUARE A farci le esseghe mentali sul processo alle intenzioni verso il come rientra acasa ,ma che caxxxxxo ne sappiamo?

    E soprattutto nulla NULLA GNIENTE PIÙ ci deve interessare di un ex altrimenti chiedetevi che ex sarebbe?

    Diventa ex quando esiste il Blocco il vero Silenzio il vero non ne parlo più perché sto a vivere la mia nuova vita

    Altrimenti si torna sempre lì

    Alla DIPENDENZA AFFETTIVA
    E sono veri dolori e guai!!!

    • @ariel tutto giusto, tutto vero, interessarsi dell’ex impedisce di recuperare se stessi il prima possibile, non ci deve importare che cosa fa.
      Io dell’ex non so assolutamente nulla, bloccato su tutti i fronti con NO CONTACT TOTALE e numero cancellato, né mi chiedo cosa faccia, cavoli suoi.
      Se scoprissi anche il minimo sputtanamento da parte sua, però, glielo farei rimpiangere a vita, tanto frequentiamo lo stesso ambiente lavorativo.
      Comunque, per riprendere il discorso su come si comporta l’ex a casa, senza avere la pretesa di sapere con certezza che fa a casa un marito “pentito” – scusate ma sono scettica oppure i seriali li conosco solo io- un fatto è innegabile: ha tradito.
      O questo non è un fatto? Ci sono tante persone tradite e in buona fede: hanno il diritto di saperlo e anche di capire il perché per poter essere libere di scegliere se vogliono stare ancora con quella persona. Chi se ne importa di chi è l’amante? dice bene @alessando bisogna concentrarsi sul tradimento perché tante volte è un sintomo di storia finita, come sanno bene tutti coloro che lavorano in campo matrimoniale, avvocati in primis 😉
      E comunque non potete negare che l’uomo sia lo stesso, non è che un traditore in casa diventa un santo.

      • In un mondo i delle @Astrid dovrebbe essere così, ma visto che siamo persone le cose non sono così automatiche..
        No, un traditore tornato a casa non diventa un santo. Ma nemmeno un traditore che lascia la moglie per l’amante lo diventa. Il dubbio è dietro l’angolo sempre, dovremmo tutte mollare il colpo forse.. è l’amore che ci frega @Astrid, tutte.

          • @whiterabbit io non ho mai scritto che un uomo che lascia la moglie per l’amante diventa un santo! Dico invece che un uomo che tradisce non è affidabile per nessuna delle due. Non esiste il mondo ideale, certo, perché siamo imperfetti ma prima o poi bisogna arrivare alla consapevolezza, non sei d’accordo? Io ho preso una cantonata ma mi è capitato anche in passato e con uomini liberi. Purtroppo le relazioni possono finire e quelle con gli occupati lasciano maggiormente l’amaro in bocca e strascichi più penosi. Si sarebbe bello che questi esseri rimanessero da soli ma, a quanto pare, la maggior parte cade sempre in piedi.

  79. Sono stata amante e moglie tradita. Cambiando l’ordine degli addendi il risultato è identico: si soffre. Non ti fidi, in entrambi i casi c’è qualcosa di rotto che faticherai ad aggiustare. Quando il mio amante se n’è andato senza dire una parola, il dubbio che avesse trovato un’altra l’ho avuto, pur sentendomi ridicola. E’ lo stesso uomo che per due anni ha spudoratamente mentito a sua moglie, perché non dovrebbe farlo anche con me? Con mio marito, idem: ancora oggi, a distanza di anni, a volte mi chiedo se le “riunioni” siano vere o no.
    La verità è che si sta da schifo da entrambe le parti. Essere amante porta tante umiliazioni, essere traditi anche e perdiamo tutti qualcosa a prescindere

    • @Valentina penso che tu abbia ragione.
      Posso chiederti una cosa? Dopo con tuo marito hai ritrovato l’amore? A prescindere dai dubbi, o stai con lui perché c’era già? In qualche modo il fatto di averlo fatto anche tu, ti ha resa più indulgente nei suoi confronti o continui a vederla come una cosa tremenda?

      • @Whiterabbit, no non sono stata più indulgente con lui. E sono stata ancora meno indulgente con me stessa per tutto il tempo della mia relazione, proprio perchè sapevo cosa succedeva dall’altra parte. Lo so, sembra molto ipocrita, probabilmente lo è, ma è ciò che ho provato.
        Io e mio marito, ai tempi, siamo rimasti insieme per amore.Quello che posso dirti dalla mia esperienza, è che certe cose, con tanta forza di volontà e tanto dolore, si superano. Dimenticarle, però, è tutta un’altra storia…

        • Ho sempre pensato che se in passato avessi ceduto anche io ora potrei vedere le cose diversamente e giocarmela ad armi pari. Invece così mi sento la parte debole.
          E adesso come state?

        • @Valentina e chi legge qui,

          Infatti ,il ricordare ha UN VALORE INESTIMABILE
          E cioè IMPARARE DALLE ESPERIENZE DEL PASSATO !!!

          Senza il ricordo saremmo totalmente PERSI
          Privi di ORIENTAMENTO sia fisicamente
          Che Mentalmente
          E di cuore emotivo

          AUGURIAMOCI SEMPRE DO POTER AVERE

          IL RICORDO!!!!!!!!

          RICORDARE = APPRENDERE
          APPRENDERE= EVOLVERE

  80. Io sono stata liquidata un Lunedi mattina con un vocale di 5 minuti in cui mi si diceva che le cose dentro sé non evolvevano, che succede che le cose non vadano etc. Perché specifico il Lunedì, perché fino al Sabato prima tutto rose e fiori! “mi manchi, vediamoci a cena, presto ci vediamo e blabla”. Ha evitato il confronto finale dopo avermi tenuta tutta quella settimana ad aspettare il fine settimana per poter parlare e poi, con una scusa, il Venerdi mi ha detto che non c’era. Come si può essere così meschini, codardi, immaturi ed irresponsabili ed irrispettosi, mi chiedo. Poi dal nulla, hai la lebbra!!!

    • Si può si può, purtroppo si può… ancora è presto ma tra qualche tempo riuscirai a vedere le cose cme realmente stanno, ovvero che uno così è stata una fortuna perderlo. Forza!

  81. Non c’è stato il confronto finale… Dopo aver saputo che lui in casa continua a chiedere alla moglie di avere rapporti e lamentarsi delle poche attenzioni ho deciso che non potevo più aspettare…gli ho detto che è finita con una telefonata. Sono seguiti alcuni messaggi dove ha negato e mi ha insultata, poi ho smesso di rispondere e da lì tutto finito. Adesso sono passati 3 giorni e nonostante sappia che era l’unica cosa da fare, insieme alla rabbia ed alla consapevolezza c’è anche tanta…tantissima tristezza e malinconia e non riesco a trattenere il pianto. La psyco continuava a dirmi che dovevo chiudere questa relazione tossica senza futuro, però dopo 3 anni è un dispiacere immenso…Voi che ci siete passate ragazze…come si fa a mitigare un po’ questa sofferenza?… La psyco mi ha detto che ci vorranno almeno 8 mesi per stare meglio, ma io 8 mesi così mi prosciugo…

    • Ogni volta che ti viene voglia di contattarlo o ti manca pensa agli insulti che il tuo grande amore è riuscito a destinarti. Ma quale uomo può insultare la sua donna? Solo chi ti ritiene minus quam M

      • Sai @Ale, non erano veri e propri insulti ma frecciatine velenose per manifestarmi tutta la sua rabbia e odio. Quello che mi fa svegliare nel cuore della notte è il ricordo dei racconti di lui che pochissime sere fa le chiedeva di “concedersi” visto che da quando è nato il bambino lei è tutta presa dal ruolo di madre…mentre a me nelle stesse sere diceva di desiderare solo me e di non vederla più sotto quel punto di vista…Mi sento umiliata e ancora più triste perché oltre a tutto ciò lui è tornato (se mai avesse smesso) a fare il marito modello con cene fuori ecc…

        • Fare del male a chi si dice di amare, moglie o amante, è da ignobile. Non mi stupisco che un uomo che aspetta un figlio e che tradisce lo sia

          • Hai ragione @Ale…io per prima mi dicevo continuamente quanto fosse sbagliato quello che stavo facendo…ma non mi sembrava vero che lui si fosse interessato a me visto che diceva sempre della moglie che è perfetta…

        • @penelope ora sei confusa e triste. Quando inizierai a distaccarti da lui, comincerai a vedere le cose in modo via via più lucido e ti accorgerai che è inaccettabile ricevere “frecciatine che rivelano rabbia e odio”. Comincia a non permettergli contatti e non lo cercare tu: giorno dopo giorno vedrai che ti riprendi la tua vita. E pensa che, lavoro a parte, solo chi ti vuole bene ti può contattare. Gli altri, fuori dalle balle.
          Nessuna deve sentirsi umiliata perché lui sceglie l’altra: riparliamone quando starai meglio

          • Grazie @Astrid, era inaccettabile tutto di questa situazione. Ancora non mi capacito di come abbia potuto sopportare 3 anni di bugie illudendomi che fosse Amore. Accettare che lui potesse dedicarmi 10 minuti al giorno e poi nelle restanti ore pensare che stesse a casa solo per il figlio. Pensare di essergli servita intanto che la moglie era indisponibile perché impegnata a fare la mamma. Adesso lei è tornata in forma e disponibile ed io sono “in più’”. So che devo riprendere la mia vita…ma quanto brucia…

    • @Penelope purtroppo a questi uomini manca il ‘sesso’!!
      Quello che noi vediamo amore a cuoricini non è altro che un loro bisogno fisico….
      Ne sono sempre più consapevole!!
      Uomini di tutti i tipi, quelli che non ‘scopano mai’ quelli che ‘scopano alla grande a casa’ quelli che ‘l’ho fatto in piedi e veloce’…. Una cosa lì accomuna, scopano poco e male!! Tolto questo a casa stanno tranquillamente!!
      Il mio che a casa sembrava passione allo stato puro, la scorsa settimana mi ha confessato che la vede una volta al mese (giustificando che è sempre molto stanca)…. Oggi in un discorso sembrava parlasse di ‘sua nonna’….
      Dove sta la verità?
      Che noi siamo solo una boccata di aria fresca, con il ruolo di amanti, fino a quando non rompiamo troppo!!
      Oggi mi ha fatto ‘tenerezza’ (sono ironica)…. Arrivato di corsa per salutarmi…. Per capire se ci sono ancora (sai il silenzio totale delle vacanze)…. Volevo dirgli basta, non ce l’ho fatta…. Ma sento che il mio cuore non batte più così forte!!
      Ci vorranno 8 mesi? Dipende tutto da te, al primo cedimento pensa alle cose ‘brutte’…. Sei libera? Fatti bella, esci e divertiti!!
      A lui e alle sue cose brutte penserai in un secondo momento!!
      Un abbraccio!!

      • È proprio così @Dispersa…a loro manca il sesso è noi siamo una boccata d’aria. Spero che arrivi anche per te il momento di dire Basta perché anche tu ci sei dentro da troppo tempo…

  82. @penelope intanto cambia nickname che non devi aspettare nessun Ulisse..in secondo luogo posso dirti che stavo giusto x scrivere in generale x parlare dei tempi di ripresa. Allora io sto compiendo 8 mesi da ultimo incontro e 6 da no contact totale e solo ora in effetti mi sento meglio anche se conoscendomi penso che se tutto va bene e lui sta buono andrà meglio compiuto un anno. Non avere fretta. Io ero devastata e credevo di non farcela però chiudere fa ritrovare subito energia. Io sono una delle più lente qui ma anche la mia psi dice che è un tempo normale. Comunque è un lutto. Se poi come alcune ragazze qui ci si riprende prima, meglio, ma non avere fretta. Guarda un giorno alla volta, non pensare 8 mesi, ma inizia il distacco. Prima inizi meglio è. Ti abbraccio

    • Grazie @Nina…io mi ricordo come stavi subito dopo…e sapere che adesso va molto meglio mi rincuora e ne sono felice. Probabilmente nel mio caso sarà un po’ più complicato perché ho a che fare con lei ogni giorno…e devo riuscire a trattenere le lacrime quando mi racconta delle iniziative che lui prende…..Spero di “guarire” presto…

  83. Ho scelto di non avere un confronto finale. Quando mi ha detto che mi doveva parlare, ho respirato a fondo e ho risposto via messaggio che non era il caso e li’ e’ finita. Ero consapevole di quale sarebbe stata la sua decisione e non aveva senso dare altro spazio a spiegazioni, recriminazioni e anche a bugie. Nella mia mente era finita gia’ da almeno un mese e non avrei guadagnato niente dal sentire altre parole, ne sarei solo uscita ulteriormente ferita.
    Non sapro’ mai com’e’ andata davvero ma tanto non fa alcuna differenza, nessuno mi puo’ garantire che mi avrebbe detto la verita’.
    E’ stata una piccola soddisfazione che mi sono presa perche’ queste persone “tormentate” di solito ti devono parlare, per spiegarsi, per scaricarsi la coscienza e cercare di avere la tua comprensione, se non il tuo perdono o addirittura una promessa di amicizia.
    Il loro comportamento inclassificabile pero’ non merita niente, se non un lungo rodimento di fegato pensando a quello che hanno fatto.

    • Tesoro, lascia passare un po’ di tempo.
      Datti pace @elledibi, conceditela, senza spiegare perchè gli hai dato o meno una possibilità.
      Respira un po’ di silenzio, prova la meditazione (mi ha aiutato tantissimo personalmente) ma stacca la spina attacata a lui. Rimettiti al centro. Starai meglio.

      • Sono passati pochi giorni, Cossora, sto facendo molta fatica. Grazie per i tuoi consigli, dovrò metterli in pratica al più presto ma in questo momento sono assillata da incubi che non mi fanno dormire e mi lasciano senza forze. Passerà anche questa…

  84. @elledibi: “Però mi è stata descritta come una persona che manca di entusiasmo da tanto tempo ormai ed è stata la mancanza di entusiasmo a fare allontanare lui, che si è trovato in una condizione di solitudine in cui ha conosciuto me.
    Le nostre situazioni sono speculari, nel senso che sua moglie e mio marito hanno tanti aspetti simili, si sono adagiati in una situazione di scarso impegno, lasciandoci soli per tanti anni”
    Credo che questo sia il motivo più frequente che porta a cercarsi un/una amante.

    “Io però non ho negato i problemi in casa mentre il mio ex amante pensa che in fondo in fondo vada tutto bene con lei, nonostante l’abbia tradita pesantemente e per un lungo periodo.”
    Anche questo è un tipico atteggiamento diverso tra uomo e donna.
    La donna infatti ha la tendenza ad affrontare il problema, l’uomo lo aggira.

  85. Dieci anni di amantato. Ho smesso di chiedere confronti, di aspettare discorsi finali, non chiedo ne mi aspetto più niente, stanca delle bugie, dei bidoni, del finto amore, ho smesso di scrivergli da tempo, poi un bel giorno si rifà vivo. Un cuore, solo un cuore, tanto che ero convinta fosse per qualcun’altra. Dopo giorni gli chiedo cosa significa mandare un cuore senza neanche una parola, sono mesi di lontananza emotiva e fisica. RIsposta: un elenco di disturbi fisici, dall’insonnia a malattie varie che lo opprimono e lo assillano. Peccato che la sua attività ferva sempre sui social con foto e post che non farebbero pensare ad un povero vecchietto ammalato. Gli rispondo gentile ma distaccata, che mi dispiace per i problemi di salute. Niente proseguono nei giorni successivi le descrizioni dei sintomi. Devo sforzarmi per non cadere nella trappola ma mi accorgo di essere ancora prigioniera di questo cialtronissimo che entra ed esce dalla mia vita quando vuole.

    • I problemi di salute sono una della balle scuse più usate dagli uomini che vogliono fare sempre quello che vogliono

      • Infatti il manipolatore prima ti fa parlare mentre ti bacia dicendo ti amo sei la mia vita

        Poi attacca con la sua lagna infinita di problemi
        Ma ti scopa lo stesso

        Poi quando ti ha scopata tutta scarta o di brutto o con aria del timidone tanto sfilatino bisogno di coccole tenerezze

        Si eclissa ma controlla

        Si fa Cds

        E i casi sono due

        Se la donna lo molla chiaro deciso Cds blocco totale
        Lui tenta in ogni modo di comunicare

        Se è lui a avere lasciata la Donna
        Allora fa silenzio e non ci prova nemmeno a contarla durante il Cds vero
        Perché Placido lascia cuocere la preda

        Se la ride x conto suo

        Odora da lontano la dipendenza affettiva della Donna

        Si diverte sapendo già benissimo che alla fine lei torna a dargliela

        E lui le darà il contentino qualche facile promessa del ti amo e vivremo insieme ( a sua moglie) e cioè fingendo che poi vedrai cara che glielo detto che lei è un mostro mentre è te che amo non senti quanto siamo DESTINATI A STARE INSIEME???

        per scoparsela ancora un po’ finché ne avrà voglia

  86. Storia copia e incolla di tre anni.
    Confronto finale: fatto. Voluto da me e accettato da lui. Ci siamo arrivati a distanza di due mesi da che lui aveva dichiarato alla fidanzata storica che si era stancato della loro storia e che si vedeva con me. Voi direte: che vero uomo! No no. Abbiamo trascorso questo periodo in cui lui alternava giorni di ottimo umore a cupezze indescrivibili, mitigate dal mio volergli stare vicino. Lei intanto, secondo quanto riferito da lui, ha voluto vederlo alcune volte (e lui non ha detto di no) per promettergli grandi cambiamenti e volontà di sistemare le cose. Per carità, ci sta da parte di lei. Quello che non ci sta è la mancanza di muro a questi tentativi da parte di lui.
    Una mattina in cui non sapevo più come farlo uscire da questa nebbia piena di indecisione gli ho detto di prendersi del tempo, vedere se di la’ ci fosse ancora qualcosa con lei e poi farsi vivo, con una decisione reale.
    Silenzio di 4 giorni, telefonata di lui e dichiarazioni di amore e presenza e volontà ferma di stare con me. Durata dell’idillio: 5 giorni, poi crisi e pianti disperati che il suo cuore è di la’ e non con me. Si è preso altre settimane di “valutazione” del rapporto con lei, visti i tanti anni insieme, tornando a fare la coppia normale; dopo tre settimane ho voluto vederlo io dicendogli che può bastare così, che stia dov’è.
    Se gli sono bastati pochi giorni con me dopo tantissima indecisione per scoprire che il suo cuore era di là, bastava me lo dicesse prima. Troppo semplice, vero? Poco credibile, anche. Ovvio che questa seconda possibilità lei se la giochi al top. Ora sono al giorno 15 di silenzio, lui non pervenuto. Io mi nascondo il telefono per scrivere o chiamare, ma devo resistere per me stessa e non mi capacito della sua sparizione, anche se lui mi ha detto che non mi avrebbe cercato per non farmi ancora più male, e che non dimenticherà mai e che nessuna gli ha mai dato quello che gli ho dato io.
    Lui sarà felice e sollevato (anzi, finalmente tranquillo e sereno, come mi ha scritto nel suo ultimo messaggio), ma nel confronto finale almeno sono stata in grado di dirgli che per tre anni l’ho tenuto proprio io dov’era, colmando le mancanze, e che prima o poi forse si accorgerà della mancanza, ma che non cambierà mai le cose. Gli ho anche detto che ho sperato mille volte che lui facesse quel passo in più, che avesse coraggio, ma evidentemente non ne valeva la pena.
    Immagino già i commenti sul mio non capacitarmi del suo comportamento, e vi ringrazio sin da ora.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ecco La matematica del cuore, il mio nuovo libro

Ci siamo finalmente! Ve lo avevo annunciato, molte lettrici lo aspettavano e ora posso dirvi, rivelarvi tutto: il mio nuovo libro si intitola La matematica del cuore e Dal 21 novembre 2019 potete acquistarlo direttamente su Amazon

@anpellizzari