Unsplash – Alvaro Serrano

Inauguro i consigli pratici della sezione Aiuta corpo e mente con la Lettera Finale che deve preludere al confronto finale e che è strategica anche per un Codice del silenzio che funzioni.

Stai decidendo se fare il confronto finale perché lui ti ha lasciato, si è fatto lasciare o ha iniziato il Codice del silenzio?

Sull’utilità del Confronto finale ho già detto, e ti rimando a leggere qui.

Qui invece vi voglio parlare della Lettera Finale che serve ad accompagnare il confronto, che consiglio sempre quando faccio counseling e che serve a molte cose

Di cosa si tratta

Un giorno che siete ispirate e che ve la sentite, prima del confronto finale e di iniziare il Codice del silenzio (il Cds: leggi qui di cosa si tratta), oppure durante il Cds, se lui lo interrompe o quando sentite il bisogno di rivederlo un’ultima volta per mettere davvero la parola fine e i puntini sulle i, prendete carta e penna (o se preferite il pc: io uso ancora la stilografica stile ancien régime) e mettete giù la vostra lettera.

Cosa deve contenere

Tutti i vostri pensieri su quello che è stato, quello che è successo, perché è successo, cosa provate, perché vi siete innamorate di lui (quello che io chiamo periodo Jekyll, quando lui è perfetto con voi) e che cosa vi ha portato a chiudere, a fare il Cds (le motivazioni legate alla sua trasformazione: quello che chiamo il periodo Hyde, quando lui da perfetto partner si trasforma in una specie di mostro irriconoscibile). Vale anche se vi ha lasciato lui, anzi: il Confronto finale ve lo deve a maggior ragione, non si lascia con una telefonata o un messaggio, ci si lascia guardandosi negli occhi. Non vuole vedervi? Lo ha scoperto la moglie, è diventato uno zerbino che balbetta al telefono “non posso” o è letteralmente sparito? Rispettando sempre la sua privacy (ricordate: voi non siete come lui che rispetta solo se stesso) recapitategli la lettera tramite persona di fiducia, sarà questa il vostro Confronto finale con un uomo che non ha neanche il coraggio di guardarvi in facci per un ultimo caffè.

A cosa serve

Non solo a dirgli quello che si merita. La Lettera finale serve a sfogarvi e a mettere un punto chiaro e definitivo a questa storia innanzitutto per voi. Non importa quanto tempo vi prenderà scriverla: alcune lettrici la scrivono a rate, ci mettono giorni, usano momenti di ispirazione e di emotività (rabbia, ma anche amore per ciò che è stato bello, ma non c’è più). Certe lettrici piangono mentre la scrivono, ma scriverla anche bagnandola di lacrime è davvero liberatorio. La Lettera finale, poi, non serve solo a questo, o a sostituire l’incontro nel caso di ex particolarmente vigliacconi che se la danno a gambe e vi bloccano dappertutto: serve ad aiutarvi a dirgli tutto, proprio tutto dal profondo del cuore, dalle cose belle del periodo Jekyll a quelle brutte che hanno rovinato tutto quando si è trasformato in Hyde. Tenete ben presente che durante l’eventuale Confronto finale fisico, per il tempo (a volte poco), l’emozione di rivederlo, le sue strategie (dal dammi ancora tempo a ti amo ma…) e l’agitazione tsunami emotivo molto di quello che vorresti dirgli rimarrà non detto. Ecco quindi la Lettera finale, consegnatagli contestualmente e a suggello dell’incontro definitivo: il resto lo farà lei. In più, vi toglierà l’alibi-scusa per risentirlo perché “non gli ho detto una cosa importante”. No, non nascondiamoci dietro un dito, nella lettera deve esserci tutto in modo da non tornarci più.

Credetemi: nei miei casi risolti questa Lettera finale è stata davvero strategica e risolutiva.

Fai la radiografia alle sue reazioni

Innanzitutto non esiste che non accetti la lettera, fosse anche solo per minima educazione: se vi trovate di fronte a robe del tipo “non serve la situazione è chiara e ci siamo detti tutto” oppure una vittimistica risposta molle tipo “non la leggo perché sto già abbastanza male (lui sta male!)” recapitategliela sempre rispettando la sua privacy (di solito, per esempio, si utilizza un amico comune al corrente della situazione). Se la vuole leggere sul posto chiedetegli di non farlo: è lunga ed è una cosa da fare da soli e pensarci su, e voi vi risparmierete facce e faccette, borbottii, balbettii e l’ansia di attendere una sua sentenza che spesso non arriva. Non andate via senza consegnarla, a meno che non dobbiate optare per la consegna in altri modi.

Se si fa vivo con la scusa di averla letta

No way. La Lettera si chiama Finale e non c’è niente da discutere. Nessuna polemica, replica o botta e risposta: non aprite un dibattito inutile che farà male solo a voi (lui soffre tanto poverino, ma ha scelto la moglie). Ci sono delle novità? Le vostre parole hanno compiuto il miracolo e lo hanno fatto rinsavire? Bene, nessuna comunicazione: faccia l’ufficiale e gentiluomo, esca di casa e vi citofoni con la separazione in mano e da uomo veramente libero, non separato in casa all’insaputa della moglie o sposato single.

Tutto il resto? È noia.

Sincerely yours

Alessandro Nicolò

Condividi:

93Commenti

  • Chiaretta, 24 Luglio 2020 @ 12:06 Rispondi

    Mi fa sorridere che ti ho chiesto il permesso di scriverla …..nn sapevo che tu me la avresti consigliata…. è stata l’ultima volta che ho davvero parlato con lui ,quel lui che conoscevo io. Al confronto finale ho dato la lettera ad una persona che mi sembrava di nn conoscere. E poi si …. è vero …..sapevo di nn avere davvero più nulla da spiegare e nn me la potevo più raccontare

    • alessandro pellizzari, 24 Luglio 2020 @ 14:23 Rispondi

      Ti è servita?

  • Dispersa, 24 Luglio 2020 @ 13:12 Rispondi

    È da molto che sto pensando di scrivergli una lettera…. Ho buttato giù nero su bianco tutto quello che ho vissuto e serve a me per ricordarmi del perché di certe mie azioni e scelte.
    Ma una lettera sarebbe utile anche a lui…. Capire il perché di molti dei miei silenzi, un modo per fare autoanalisi (e la sa fare se vuole) e…. Per mettere il punto finale a questa assurdità!!

    • alessandro pellizzari, 24 Luglio 2020 @ 14:24 Rispondi

      Ottima idea

  • Rosa, 24 Luglio 2020 @ 14:35 Rispondi

    Di lettere ne ho scritte parecchie, ma alla fine giungevo sempre alla conclusione che erano sprecate e che non se le meritava
    È servito a me scriverle e soprattutto rileggerle per poi stracciarle.

    • alessandro pellizzari, 24 Luglio 2020 @ 14:40 Rispondi

      Bene ma troppe. A lui ne basta una, quella finale

  • Glory, 24 Luglio 2020 @ 15:36 Rispondi

    scritta a febbraio e recapitata, la sua risposta fu: ne parliamo a voce.
    poi vennero il covid e il lockdown.
    e il resto lo hai scritto tu nell’articolo: “cosa farà lui alla fine della quarantena”.
    😛

    cioè nulla, sparito for ever.

    ora si arrabbattasse per arrivare a fine mese per sfamare quella balena della moglie, io devo preparare la valigia per le vacanze sulla costa toscana con le amiche del cuore.

    • alessandro pellizzari, 24 Luglio 2020 @ 16:47 Rispondi

      Chiodo toscano!

  • Antonella B., 24 Luglio 2020 @ 16:41 Rispondi

    Io non ho scritto una lettera, ma un ultimo messaggio, proclamando quanto lo amassi e che avendo perso ogni speranza , di come si trattasse di un sentimento disinteressato. Ero sincera, l’ho fatto per chiudere ed andare avanti. Lui però mi ha contattata per vedermi per lavoro, e ho avuto la sensazione che girasse il coltello nella piaga. Questo mi fa male perché io non voglio avere rancore verso di lui, voglio ricordarlo e lavorare col sorriso. Adesso mi sento così stupida…

    • alessandro pellizzari, 24 Luglio 2020 @ 16:48 Rispondi

      Figli di essere professionale altrimenti si vergogni

  • Whiterabbit, 24 Luglio 2020 @ 18:07 Rispondi

    Scusa ma che bisogno c’è di prenderla in giro? Quanti anni hai? 15?

  • Whiterabbit, 24 Luglio 2020 @ 18:08 Rispondi

    @Glory Scusa ma che bisogno c’è di prenderla in giro? Quanti anni hai? 15?

  • Ariel, 24 Luglio 2020 @ 19:02 Rispondi

    @CaroAlessandro,
    Ho letto tutti i tuoi ottimi consigli e sicuro serve esattamente a sfogarsi e a fare ordine come si può dentro di se,ma esiste il ma e cioè che se la relazione ha avuto un grossso impatto manipolativo da parte del lui ,purtroppo non basta affatto una lettera e nemmeno un bel vaffa deciso

    Nel senso che la lettera può servire a se stesse per aiutare quelle Donne che non riescono fisicamente a lasciarlo perché minate dalla dipendenza affettiva che crea una realtà fittizia e tutta derivata da crisi di astinenza

    Quindi si ,certo aiuta molto ,ma resta importante non abbassare la guardia perché averlo lasciato non significa aver svoltato tutto davvero
    Dipende da quanto la relazione lui sia stato Manipolativo e questo soltanto il tempo dopo che passa dalla fine della relazione lo può dire insieme alla DoNna che così tanto ha vissuto sotto l’effett Di un vero abuso psicologico ,
    Che si chiama violenza psicologica e che non riguarda come si pensa comunemente nel immaginario collettivo pochi casi ,e no ,perché oltre agli amanjtati occorre aggiungere i matrimoni perché sta evidente che ogni uomo amante che si è comportato così per troppo tempo o per un tempo sufficiente a creare un forte legame lo stesso amante sposato è anche un marito manipolativo

    In quanto uomo manipolativo senza distinzione tra prede amante o moglie
    Tutto uguale il bel abuso e truffa emotiva viaggia nelle relazioni in modo del tutto trasversale.

    La lettera serve e sicuro i tuoi suggerimenti sono validi e aiutano ,ma poi mi piace mettere in EVIDENZA che se le Care Donne riescono ad avanzare e a chiudere la relazione è SOLTANTO MERITO LORO

    Questo resta MOOOOOOLTO IMPORTANTE verso tutte le Donne perché ciascuno nel suo ruolo di aiuto può sicuro dare ottimi consigli ,ma se si avanza e si riesce ad uscirne il MERITO È TUTTO PROPRIO

    nessuno infatti può sostituirsi ad altra persona
    Ottimi i tuoi consigli ,ma Complimenti alle Donne che riescono a farcela!!!!!

    • alessandro pellizzari, 25 Luglio 2020 @ 01:14 Rispondi

      Grazie e sempre forza ragazze!

  • Ariel, 24 Luglio 2020 @ 19:20 Rispondi

    @Rosa ciao Cara ,sono d’acc Con te e cioè infatti scrivere la lettera non è detto che sia soltanto in una lettera che ciascuno riesce a scrivere tutto il proprio trattenuto dentro perché occorre per ciascun caso il tempo che riaffiori in se stesse la coscienza del proprio vissuto e dei propri perché nel comportarsi nella relazione.
    Certo capisco il principio valido del porre una fine definitiva e metterla per scrittura come a dire questa è la ultima e poi davvero mi occupo soltanto di me stessa e della mia nuova vita.

    Okkei tutto vero ,ma altrettanto validissimo lasciarsi andare a ciò che viene e quindi se a te è venuto da scrivere diverse lettere hai fatto bene ,secondo me,perché si tratta di passi che si fanno e che non sempre è dato per scontato che ciascuno di noi a seconda del uomo manipolativo che ha incontrato in relazione ecco che occorre il tempo della propria coscienza e cioè non sempre tutto affioraa nello stesso momento

    Quel che certo serve e che sicuro ha grande valore è il darsi un limite di tempo e cioè scrivere una lettera finale serve a se stesse e secondo me è non solo ,ma pure terapeuticamente NON SERVE SPEDIRE LA LETTERA A LUI a NESSUN LUI che chiaro Cialtrone manipolatore è stato e quindi nella dipendenza che impedisce e ha impedito il chiudere la elazione preservando se stesse senza accettare di stare alla dipendenza sua ovvio è controproducente
    Perché Il manipolatore è quello che vuole ottenere è che si parli di lui
    NON IMPORTA SE BENE O MALE,ma se ancora si sta a scrivergli a volerlo vedere un ultima volta è come a dimostrazione che siamo DIPENDENTI DA LUI E IN SUO
    OSSESSO MENTALE.

    Scrivere come hai fatto tu secondo me Cara Rosa è l’ottimo e cioè non spedire affatto la lettera
    Non vedersi affatto per un incontro finale
    Che suona pure brutto
    Tipo l’ultimo incontro…

    Brava Rosa ! Sei sulla ottima strada per te stessa!!!
    Ben ritrovata!❤️

  • Ariel, 24 Luglio 2020 @ 21:04 Rispondi

    @CaroAlessandro
    Come mai non hai pubblicato i miei commenti?
    Non capisco il perché
    Insomma non pubblichi perché non ero totalmente d’accordo con te???
    Non mi pare molto da giornalista cassare le idee diverse
    Oppure qui nel tuo Nuovo Blog occorre stare a pecora e cioè tutto va bene purché la simpensi esattamente come te?
    Non capisci la importanza della diversità di pensiero
    La libertà che ognuno ha diritto di avere e formarsi la propria opinione sulla base di ciò che legge qui e che commenta come meglio sente e ritiene opportuno
    I miei commenti erano nel pieno rispetto ed educazione
    Non capisco ,vuoi spiegarmi il perché?

    Non erano lunghi
    Erano e sono il frutto dei miei pensieri che si basano su mia esperienza di vissuto diretta e non sui libri
    Ognuno ha avuto le sue esperienze di vita e quindi dovrebbe farti piacere ascoltare ciò che tu non hai vissuto direttamente
    Non sai cosa significa un abuso nascosto nella cialtronaggine del comportamento di questi uomini amanti e mariti di cui scrivi benissimo le loro caratteristiche
    Ma non conosci il vivere dall’altra parte il vissuto delle Donne “ vittime “ della manipolazione
    E la forza del tuo Blog è anche e soprattutto la forza delle tue lettrici che ti testimoniano le loro storie le loro percezioni vere
    Le loro idee sono vissute sul campo

    Allora perché non hai pubblicato questi miei due commenti?

    Evviva la libertà di pensiero ,
    Parola ,espressione libera!!!!!

    • alessandro pellizzari, 25 Luglio 2020 @ 01:15 Rispondi

      Macché cassati li ho approvati adesso devi aspettare che lo approvi. E frena un po’ con ste polemiche dai

  • Mary, 24 Luglio 2020 @ 23:25 Rispondi

    Ciao Ale, bello il tuo nuovo blog! Io ne scrissi molte di lettere a lui. Mail. Mi rispondeva ma non se ne usciva mai fuori. Per scritto riuscivo ad essere molto logica, cosa che non capitava se lo vedevo di persona. Poi ci fu un’ultima lettera dove scrissi in modo crudissimo ciò che lui non aveva le palle di dire, tutti i giochini, manipolazioni per farla breve. In pratica un’analisi della maschera. Mi minacciò (lui pur essendo sposato) di spedire tutte le mail che ci eravamo scritti ai miei conoscenti, perchè lui le mail le aveva fatte leggere a più persone e tutte concordavano che ero matta. Mi disse che le aveva anche fatte leggere ad uno psicologo che aveva fatto una diagnosi a me (sulle mail… pensa te), che avevo problemi e che non lo amavo. Ovviamente tutte balle su balle, sempre più alte diventano quando si tenta di uscirne, e se tu ti rapporti con lui pensando di sbrigliare la matassa, ti torna indietro ancora più imbrigliata, e tu potresti rimanere bloccata nel tentare di far chiarezza. Ma non serve, lui fa apposta ad aggrovigliarla, e non sta male o soffre come vi dice, almeno non sta male per il vostro rapporto.
    Comunque, per le amiche e per te che le aiuti, ad una mail mi disse che ci trovevamo di persona. Accettai. Bè Ale voleva farmi leggere la lettera che gli avevo scritto. Dopo avermi detto che mi rispondeva poi sul posto voleva farmi leggere a me. Non so se capisci erano forme di umiliazione.
    Per chiudere aggiungo che quando capisci, e capisci veramente cosa hai vissuto, capisci tutti i meccanismi, passato un tot di tempo di silenzio, ti chiedi “ma cosa ho rappresentato per lui?” e vorresti chiederglielo, vorresti veramente sapere cosa sei stata per lui per tutto il tempo (ovviamente non mi riferisco a un rapporto solo-sesso, o che almeno lui ti concedeva come tale), perchè ti senti una merda, ti senti veramente uno scarto. Ecco se dovete scrivere pensateci ottomila volte, e sappiate che per quanto crediate di essere arrivate ad un punto di svolta, voi sarete sempre più prese di lui. Quelle che non lo sono non arrivano a leggere questo blog.

    • alessandro pellizzari, 25 Luglio 2020 @ 01:18 Rispondi

      Era un narcisista malefico mi pare

  • Ariel, 25 Luglio 2020 @ 00:16 Rispondi

    @Chiaretta ma hai scritto che hai chiesto il permesso ad Alessandro di scrivergli la lettera?
    Ma forse volevi scrivere che gli avevi chiesto un consiglio un parere ,non credo che sia necessario il permesso
    Sei adulta maggiorenne ,almeno credo ,e comunque in ogni caso si tratta di chiedere consiglio un aiuto e non il permesso
    Penso che @Caro Alessandro non voglia affatto ricoprire il ruolo paternalistico ,ma di semplice giornalista e consigliere su richiesta spontanea nel voler fare il consouling.

    Ciò che è importante è seguire il tuo sentire quel sesto senso che dal inizio della relazione spesso si lascia indietro senza dare ascolto
    Infatti vedi hai avuto la tua buona intuizione autonoma senza bisogno di avere il permesso.

    • alessandro pellizzari, 25 Luglio 2020 @ 01:19 Rispondi

      Macché permesso mica sono il padre

  • Rosa, 25 Luglio 2020 @ 06:51 Rispondi

    Ariel cara bentrovata, sto bene e spero altrettanto tu. Un abbraccio

  • Dispersa, 25 Luglio 2020 @ 06:55 Rispondi

    @Mary…. Vero ciò che scrivi…. Magari in questo modo si aggiunge umiliazione su umiliazioni…. Uno stillicidio!!
    Ma come dici quando si scrive si riesce ad essere più logici e razionali…. E io voglio che sappia quello che ho provato, che ho passato e come ora lo vedo…. A voce presa dalla mia emotività non lo farei altrettanto bene.
    Non posso entrare nel dettaglio, ma ieri una conoscenza comune mi ha detto ‘parlando con XY è uscito il discorso che non vale la pena mandare all’aria un matrimonio per una rapporto di sesso o per una persona che alla fine non si conosce’…. Era un messaggio che voleva farmi arrivare, e in questi ultimi giorni posso dire di aver toccato il fondo!!
    Ora provo rabbia…. E non perché finalmente è finita…. Questo già lo sapevo…. Ma perché non ho voluto vedere e ho tirato avanti, perché mi ha preso in giro e io l’ho lasciato fare…. perché vorrei identificarlo…. Ma chi era? Ho un caos in testa…. Un narcisista? Un seriale? Uno senza palle?
    ….
    E con ‘questa’ lettera ho la speranza di trovare una risposta per mettere finalmente la parola fine a questo calvario.

  • Rosa, 25 Luglio 2020 @ 10:45 Rispondi

    Sai @Dispersa quando metterai davvero la parola fine? Quando non ti interesserà più definirlo, incasellarlo e avere delle risposte.
    Quando che lui dica o non dica, faccia o non faccia, a te non cambierà di una virgola.
    Archivialo, come uno sbaglio, un errore e sposta l’attenzione su di te.

  • Ariel, 25 Luglio 2020 @ 11:42 Rispondi

    @CaroAlessandro
    Bonjour che Bel nuovo giorno questo qui dove scopro che mi apprezzi così tanto perché da tempo scrivo qui e tu hai la Buona onda di Pazienza che occorre avere con Una Donna anziana , piena di rughe fuori e dentro il che è peggio!!!

    Grazie CaroAlessandro lo sai ormai che sto selvaggissima e un poco diciamo con la impazienza e la voglia di esprimere me stessa così come mi viene

    Quindi grazie per accogliermi così Kritica come sento essere sempre la vera Luce che mi aiuta a evolvere!!!!
    Bisous!

    À ce soir nella tua important vidéo diretta dove ci presenti il tuo Nuovo Blog

    Come ti vesti?
    Ah ah ah

    Con quella tua maglietta finaaaaa!!!
    Ah ah ah

    Prosit al nuovo BLOG CHE AVANZA nel NUOVO EVOLVERE!❤️

    • alessandro pellizzari, 25 Luglio 2020 @ 12:53 Rispondi

      Prosit!

  • Ariel, 25 Luglio 2020 @ 12:03 Rispondi

    @Mary cara ben ritrovata! Questo tuo commento è secondo me da incorniciare per la VERITÀ di ciò che le relazioni con un manipolatore ad alto impatto producono

    E questo tuo testimoniare il tuo vissuto aiuta molto ciascuna Donna che ha vissoovive ancora piegata dalla manipolazione dal vero abuso che è come nel tuo caso raccontato hai vissuto la VIOLENZA PSICOLOGICA fatta ad arte e che infatti prevede lo stesso schema di comportamento messo in azione dal uomo manipolativi

    Ora il punto diciamo interessante ed utile per se stesse e per chi come @CaroAlessandro ne scrive e si adopera tanto nel cercare di aiutare le Donne ecco che secondo me il Giornalista può fare moltissimo cercando via via di scoprire meglio nel senso più a fondo cosa siano questi comportamenti e cioè la VERA REALTÀ DI DIFFUSIONE e impatto nelle relazioni affettive tutte amanti e unioni stabili matrimoni o convivenza

    Questo resta importante perché più si testimonia a fondo il proprio vissuto più si da una vera mano a TUTTI alle Care Donne e a chi se ne occupa

    Pure per me se mi hai letta non sono ancora a posto del tutto
    MA fortunatamente per me vivo in un Paese più avanti e cioè qui la legge sulla VIOLENZA PSICOLOGICA esiste è stata riconosciuta nel 2010 de non erro
    Ecco che quando esiste la legge TANTI derivati importanti nascono come un aiuto terapeutico più innovativo come delle inchieste giornalistiche sono aumentate di numero

    Se ne parla ampiamente senza più o almeno con meno reticenza nella società tutta

    Sembrano discorsi i miei noiosi?
    No perché per ciascuna Donna che ha sofferto resta La Voglia di condividere di cercare di supportare e soprattutto far conoscere ciò che poco si conosce

    La Conoscenza infatti èLA LUCE più grande e valida per risolvere ogni propria ferita e spiccare il volo come il gabbiano che vola adesso sul oceano fregandomene delle onde della alta marea grigia e scura

    Un caro abbraccione a te Cara Mary e a tutte queste o quelle Donne che hanno subito la Violenza psicologica che non solo fa passare per matte o malate ma si insidia nascosta da tante maschere diverse

    ❤️

  • Confusa (Ex), 25 Luglio 2020 @ 12:53 Rispondi

    Ci sono anche ioooooooooooo!!! benritrovate a tutte. Io l’ho ricontattato, ha cercato di far si che mi proponessi di vederci ma ho evitato e alla fine mi ha invitata lui ma ho fatto cadere senza rispondere. Mi ha chiamata un giorno e mi sono resa conto che è riuscito a cambiarmi l’umore, ovviamente in peggio. Che dire, oltre a non vederlo prossima volta evito anche di rispondere. Avrei voluto raccontarvi di qualche nuova conoscenza ma al momento niente all’orizzonte, mi dedico a genitori e nipoti nonché al lavoro sempre più impegnativo e prima o poi qualcosa di bello arriverà!

  • Confusa (Ex), 25 Luglio 2020 @ 13:55 Rispondi

    Vero quello che dice Rosa, sarà veramente finita quando lui non occuperà più i nostri pensieri, non avremo bisogno che lui sappia quello che proviamo e pensiamo, non ci aspettiamo più niente da lui perché non vogliamo niente. Arriverà per tutte quel momento, ma noi diamogli una mano ad arrivare prima possibile, apprezzando nel frattempo i piccoli passi avanti e cercando di non farne all’indietro

  • EP, 25 Luglio 2020 @ 16:09 Rispondi

    Ma CIAOOOOOO a tutte!
    Bello risentirvi… devo ancora guardare bene il nuovo blog…ma volevo intanto mandare un grande abbraccio a tutte!

    Bella sta cosa della lettera…io l’ho scritta dopo forse 3 mesi di frequentazione…nn era la finale (ovviamente) ma cominciavano i primi mal di pancia…

    Mesi fa mi è capitato di rileggerla…e ho sorriso!
    Avevo già capito tutto…ma nn volevo vedere…e ho preferito credere alle sue due righe di risposta! Due righe che mi sembravano di una profondità esagerata (ahahahahaha) e che oggi mi rendo conto invece essere solo un modo per tirare avanti senza dirmi ne si ne no!

    Oggi cm sanno le storiche del blog…io ne sn fuori…ne sn fuori grazie @Ale…grazie principalmente a questo bel posto!

    E ogni tanto ritorno a fare coraggio a chi è ancora qua impantanata!

    E ora x le amiche storiche un po’ di gossip …un mesetto fa ho conosciuto una persona…mi piace molto…mercoledì scorso sn uscita a cena cn lui…e dopo ore di chiacchiere in piena notte in un parcheggio è scattato il bacio…wow…le farfalle!!! Se son rose fioriranno…intanto mi godo la libertà (dalle catene dell’amantato) e le belle sensazioni di uscire cn un uomo libero!

    Un bacio a tutte…nn perdete tempo…fate di tutto per rimettere in bolla la vs vita…spezzate le catene (di qualsivoglia natura…matrimoni infelici o amantati infelicissimi) e buttatevi nella vita vera!

    La vs amica @EP

    • alessandro pellizzari, 25 Luglio 2020 @ 16:38 Rispondi

      Grande EP

  • Ariel, 25 Luglio 2020 @ 17:58 Rispondi

    @Ep GRANDE Ep !!! EVVIVAAA UAUUU sono così contenta per te finalmente libera di volare e vivere la nuova esperienza con tutta la tua strada fatta grazie a te stessa!!!!!

    Spero comunque che tu abbia tempo e voglia di restare ogni tanto a dare il tuo valido aiuto e le tue battutacce INPERDIBILI!!!!

    Ciao Cara EP
    la tua vecchia ah ah amica Ariel!!!❤️

  • Dispersa, 25 Luglio 2020 @ 18:45 Rispondi

    Ciao @Rosa!!
    Come stai?
    Che dire è vero quello che dici…. Se guardo i passi che stavo facendo…. Mi sentivo così forte…. Ma è bastato un suo schiocco di dita a farmi fare marcia indietro!!
    E ieri quella brutta sensazione…. Mi si è stretto lo stomaco e ho provato nausea.
    Sinceramente non mi capisco e se mi guardo da fuori mi sento così ridicola…. Conscia e consapevole di tutto mi dico ‘ma sei proprio cretina’!!

  • Dispersa, 25 Luglio 2020 @ 18:48 Rispondi

    @EP…. Felicissima per te!!
    Se son rose fioriranno…. Altrimenti goditela!!

  • Lia, 25 Luglio 2020 @ 18:52 Rispondi

    @EP sono davvero contenta per te. Ti meriti un amore vero, con la A maiuscola. ❤️

  • Rosa, 25 Luglio 2020 @ 19:07 Rispondi

    @EP ❤ che piacere sentirti, felice per te!

  • EP, 25 Luglio 2020 @ 19:44 Rispondi

    @Ale…❤️! Gran parte merito tuo…poi io sn stata ligia ai suggerimenti…ma senza la tua road map che indirizzava verso la fine del tunnel penso che sarei ancora nel buio a chiedermi se mi amava…
    Invece ora…francamente nn me ne frega una cippa!
    #lavitaèuna….RADDRIZZATELA!

    • alessandro pellizzari, 26 Luglio 2020 @ 00:08 Rispondi

      Grandissima!

  • Ariel, 25 Luglio 2020 @ 19:53 Rispondi

    @Dispersa e @Lia ovviamente ben ritrovate qui anche a voi !
    Che scrivere qui ci da sempre una forza in più un buon incoraggiamento a voler guardare a noi stesse ,non perdere mai la speranza di riuscire dove magari oggi appare un aspetto più difficile ecco che in realtà ogni giorno il proprio passo è nuovo !!!

    Benritrovate!❤️

  • Giada, 25 Luglio 2020 @ 21:21 Rispondi

    Ottimo consiglio, per me ha funzionato. Scriverla è stato davvero doloroso (4 ore di scrittura tra le lacrime), ma anche catartico ed ha rappresentato un punto di svolta. Non bisogna però aspettarsi una reazione o una risposta da parte del destinatario: come dice Ale, se la scrivi, lo fai soprattutto per te stessa.

    • alessandro pellizzari, 26 Luglio 2020 @ 00:10 Rispondi

      Esattamente

  • Rosa, 25 Luglio 2020 @ 22:29 Rispondi

    @Dispersa sto come ho provato a descriverti nel mio intervento. Quindi bene.
    Non ti scoraggiare a volte si va come i gamberi, ma vedrai che una volta trovato il bandolo della matassa, la stessa si dipanarà in un battibaleno e soprattutto ti sentirai così bene che ti dirai mai più una cosa così.

  • Nina, 25 Luglio 2020 @ 22:31 Rispondi

    Ciao @ep bella! Felice x te, ma dacci news ogni tanto!

  • Mary, 26 Luglio 2020 @ 00:09 Rispondi

    E’ possibile si. Ma credo in generale rimanga a tutte una sensazione di tempo SOSPESO, vissuto SOSPESO, per una relazione sospesa, in attesa di diventare tale per viverla veramente. Quello che voglio dire è che la fine vera con le sue sensazioni arriva dopo, quando è veramente finita. Devi rimprendere in mano tutto quel vissuto e rielaborarlo, e non saprai mai fino a che punto era menzogna o cosa c’era di vero, e di riflesso anche quello che sentivi tu. Percui quando ti volti indietro e guardi a quel vissuto in un certo senso hai questa sensazione di un sospeso e devi accettarla, perchè quello è stato. Lo scrivo se ti trovassi a sentire altre donne che manifestano sensazioni simili.

  • Ariel, 26 Luglio 2020 @ 00:36 Rispondi

    @Mary ,infatti la stessa cosa ho ascoltato in una conferenza di una Psicologa terapeuta Francese specializzata in relazioni manipolative e spiegava infatti che per la Donna “ vittima” della manipolazione del suo partner amante o marito o convivente resta indifferente ecco che il momento in cui ha maggior bisogno di aiuto è proprio quando è riuscita a chiudere la relazione

    Questo perché finché ci si sta dentro non soltanto accade esattamente come tu qui hai scritto del sospeso ,ma che finché si è dentro si ha una forza h24 di continuo adattamento alla continua variazione ed aspettativa attesa della prossima mossa che farà lui
    Infatti qui la maggioranza di nostre testimonianze è stata sempre il farsi domande sul significato delle cose fatte o non fatte dette o non dette dal proprio amante o compagno

    Quindi a relazione chiusa si può avere proprio una difficoltà data dalla fine della energia che prima avevamo nel quotidiano restare in attesa di
    Attesa di qualunque cosa azione e adattamento alla manipolazione mossa e creata abilmente da questi uomini intortatore a vari livelli di impatto .

    Quindi sicuro resta dopo la fine della relazione un periodo variabile da caso a caso in cui si resta ancora coinvolte non verso ex ma verso il sistemare se stesse e tutta la esperienza vissuta che ha prodotto comunque problemi a volte anche importanti

  • Dispersa, 26 Luglio 2020 @ 08:10 Rispondi

    @Rosa era quello che mi avevi trasmesso….. Per quello mi sono permessa di chiederti come stavi!!
    Sono felice per te e…. Buona nuova vita!!

  • Dispersa, 26 Luglio 2020 @ 08:22 Rispondi

    @Ariel….
    Questo è vero…. Non è l’uomo in sé, ma in molti casi è la situazione!!
    Purtroppo la ns parte emotiva si aggancia al rifiuto e abbandono…. È uno degli imprinting più comuni nelle persone…. E si nutre di questo!!
    Non è l’amante in sé, perché parliamoci chiaro…. Lo senti quando una storia sta decollando, anche di fronte ad un lui che dice ‘ti amo e presto staremo assieme’, dopo un po’ le cose le vediamo…. Solo che noi ci agganciamo a questo stato di sofferenza, per motivazioni in realtà passate!!

  • Lorena, 26 Luglio 2020 @ 09:07 Rispondi

    Gli ho scritto una lettera, era un impellente e forte bisogno, necessario, principalmente per me. Inviata durante la notte dopo una settimana dalla sua sparizione.Nessuna risposta, ma solo la conferma del suo imperante narcisismo. In precedenza pochi mesi di frequentazione splendidi:sembrava l’inizio di una meravigliosa storia.. Per sbaglio dopo mesi e un blocco tastiera non attivato partono dal mio telefono una marea di chiamate e tra le tante una anche a lui. Mannaggia che figuraccia!!!! Mi contatta appena si libera dal lavoro con un messaggio alla mia risposta chiede di sentirci per telefono. Con tono garbato parliamo di ciò che è stato,(dalla lettera erano ptrascirsi 6 mesi) ho modo di dirgli a voce tutto quello che nella lettera non ho potuto scrivere, perché altrimenti sarebbe risultata noiosamente lunga. Mi rispedisce la lettera che gli avevi scritto…non l’aveva cancellata! Dice di avere una nuova idea di me, diversa, quella mia lettera lo ha fatto riflettere incrementando in lui una stima maggiore nei miei confronti. Ricominciamo a sentirci come ai vecchi tempi (una distanza chilometrica enorme ci separa, ma ci eravamo già incontrati precedentemente), lui vuole assolutamente rivedermi e si organizza per farlo approfittando del lavoro che lo porta fino a qui, ma alla fine salta tutto. Nel frattempo i suoi discorsi, i suoi argomenti, le sue battute le osservo:sono dei cliché che si ripetono…durante il Covid poi, assidua frequentazione, lo aiutavo a resistere alla “prigione casalinga”diceva. Un seriale narciso che aveva impellente bisogno di riabbracciarti ma è rimasto spiazzato quando alla riapertura delle regioni i viaggi erano comunque pieni di limitazioni…All’improvviso sono sparita io, in silenzio, senza parole, senza lettere. Nulla, solo il silenzio. Mi ha fatto male capire, ma credetemi, sto davvero bene. Basta attese, dipendenze affettive, aggrapparsi alle sue parole in parte quasi sincere, in parte vuote… Mi amo tanto Alessandro, dovremo ricordarcelo tutte quante e scriverlo anche il quelle lettere finali… Che emerga Autostima, affinché capiscano che siamo Donne con L’ANIMA FORTE e maiuscola!
    Le lettere servono per parlare di sé in modo lucido, per far capire a lui tutta la nostra grande e profonda maturità., diventa un modo per guardarsi allo specchio per raccontare i propri pensieri in modo lucido ad una terza persona…a me ha fatto bene, ora non vivo cinil peso dei pensieri repressi Lorena F.
    P. S. =mi sono dilungata un po’….hi cercato di essere il più concisa possibile

  • Lia, 26 Luglio 2020 @ 09:35 Rispondi

    @Ariel Benritrovata anche a te ❤️ e a tutte le altre!

  • Lia, 26 Luglio 2020 @ 10:58 Rispondi

    @Ale, non so se sia voluto o se sia un bug del sistema, ma, al contrario di prima, i commenti mi pare non vengano più indentati sotto il post a cui si risponde. Solo i tuoi lo sono…
    Testo il nuovo blog , deformazione professionale…

    • alessandro pellizzari, 26 Luglio 2020 @ 12:52 Rispondi

      Davvero? Sei la prima segnalazione

  • Elisabetta, 26 Luglio 2020 @ 11:02 Rispondi

    @EP, sono davvero felice per te, ti meriti tutta la tua ritrovata libertà.
    Bravissima.

  • Lia, 26 Luglio 2020 @ 11:54 Rispondi

    Una buona domenica a tutte in #acasadiale!
    Metto in fila i miei pensieri, che posso condividere liberamente solo qui, con voi che potete capirli.
    Concordo con @Dispersa quando dice che la nostra parte emotiva si aggancia al rifiuto, ma questo accade quando non ha altro a cui agganciarsi. Dobbiamo imparare a nutrirla di emozioni positive. Nel momento stesso in cui ci accorgiamo che la nostra parte emotiva si sta nutrendo di materia marrone, dobbiamo immediatamente rifornirla di altro a cui possa agganciarsi. Una nuova passione, un chiodo, una vita più intensa e più emozionante. Lo scrivo a me in primis, che tendo a ripensare e a rivivere il passato.
    Non sottovalutiamo quanto sia difficile sganciarsi da una persona che per noi ha significato così tanto. Sganciarsi è un LAVORO.
    E questo lavoro passa per diverse tappe.
    1. La consapevolezza. In questo la casadiale è un’illuminazione per tutte.
    2. La lettera finale, scritta in primis per noi stesse. Dobbiamo metteci un punto! Ci deve essere un momento che sancisca il non ritorno.
    3. Il cds totale. Durante il cds dobbiamo lavorare su noi stesse e modificare la nostra vita.
    4. la ricerca di nuove emozioni
    sono tutte cose che possiamo fare per uscirne presto e bene.
    L’effetto e l’obiettivo finali sono quello che scrive @Rosa. Ci accorgeremo che il suo pensiero non avrà più posto perché altri più belli lo avranno ormai sostituito.
    Non se ne esce incrociando le braccia e aspettando che passi, almeno non in tempi brevi.
    Bisogna lavorarci e anche sodo.

  • Mary, 26 Luglio 2020 @ 12:32 Rispondi

    Ciao @Ariel grazie per i tuoi messaggi. Ho scritto perlopiù perchè sono un’affezionata al blog di Ale. Quell’uomo oggi è come non fosse mai esistito appunto perchè pur essendomici relazionata, pur avendo avuto rapporti intimi con lui, ha mentito e non so fin dove ha mentito, probabilmente anche oltre quanto ho poi potuto rilevare. Se una donna si trova ad aver problemi nella posizione di amante (violenza psicologica o altro, senza violenza fisica) ti attacchi, sei nella terra di nessuno, lui è quello che ha famiglia, “che figurati se fa certe cose quando tiene una moglie!”, da tutelare, tu no. Io non ho saputo difendermi perchè gli volevo bene ed ero convinta me ne volesse anche lui. Lui era proprio quello che non mi avrebbe mai fatto del male nella mia testa. Questo mi spaventa oggi nelle relazioni, che amare sia mettere potere nelle mani di un’altro.

  • Ariel, 26 Luglio 2020 @ 13:29 Rispondi

    @Mary parto da ciò che mi colpisce di più come penso sia naturale per ciascuna di noi che qui scrive
    Ecco quello che tu hai scritto

    “ Questo mi spaventa oggi nelle relazioni,che amare sia mettere potere nelle mani di un altro “

    Questa tua espressione è centralissima ,sei avanti cara @Mary
    Perché proprio questo accade dopo aver vissuto una relazione con un lui manipolativo

    Allora ti dico esattamente questo mi sta accadendo adesso o meglio da poco tempo
    Ho avuto dopo aver chiuso con ex abusante ad alto impatto
    Finalmente dopo un buon anno dalla fine mi sono lasciata andare a vivere un nuovo uomo libero di stato libero da legami affettivi
    Okkei inizialmente tutto filava liscio e mi sono veramente goduta ogni istante vissuto con questo uomo nuovo

    Però poi nei mesi ogni giorno mi bastava poco per interpretare con gli occhi della passato abuso e quindi non riuscivo a fidarmi
    Così passavo in attesa del constatare che poi sicuro la fregatura sarebbe arrivata

    Ecco che esattamente penso che almeno sicuro per me abbia bisogno di “ lavorare” su di me per riuscire a staccarmi dal pregiudizio negativo dalla aspettativa nefasta la carenza della mia fiducia negli uomini nonostante abbia io stessa vissuto un matrimonio validissimo,ma purtroppo non significa nulla nel senso che finché non risolvo del tutto il mio percorso da ex coodipendente resto “ Infrequentabile”
    E cioè dopo un poco mi scatta il vaffanculo facile e mando a cagare qualunque uomo.
    Scusa e scusate la franchezza espressiva ,
    A volte mi aiuta a riderci su che umorismo fa bene.

    Non voglio assolutamente che questa mia testimonianza possa intralciare i percorsi positivi di tante care Donne che qui fanno e hanno fatto davvero tanta buona strada
    Ogni caso è unico e quindi con impatti differenti di difficoltà personale.

    Anche la età propria conta è più si è in là con gli anni ovviamente la prospettiva cambia e forse si ha voglia di vivere come caxxxxo ci pare non vi sta più la smania per forza del avere relazioni in fondo fortunatamente per me ho vissuto la maggior parte del mio tempo di vita con un mArito davvero Caro e Valido compagno di vita.

    Massi ,vero occorre conquistarsi la nuova fiducia nel maschio e in questo credo che la statistica anche possa aiutare e cioè Il Giornalista Alessandro Caro ,
    Può scoprire di più di quanto siano in realtà nuova dal adesso in poi gli uomini così da intortare le Donne tutte

    Buona Domenica che oggi ci sta il sole e la marea ha scoperto una spiaggia immensa e bellissima come lo resta la vita in ogni istante si scopre qualcosa di nuovo che ci aiuta ad evolvere al meglio.

    • alessandro pellizzari, 26 Luglio 2020 @ 13:50 Rispondi

      Non scrivete troppo lungo grazie

  • Ariel, 26 Luglio 2020 @ 14:28 Rispondi

    Non scrivere troppo corto ,
    Grazie

    Okkei sto scherzando se hai letto bene ho il vaffa facile verso i maschi
    Ah ah ah ,
    Siiii

    Sarò più breve
    Ti va bene così????

    Ah ah ah !!!!!

  • cossora, 26 Luglio 2020 @ 17:26 Rispondi

    Brava @Rosa.. ascoltala @Dispersa. Io non ce l’ho mai fatta ne con il cds, ne con il confronto, ne con la lettera.
    Ho conosciuto quest’uomo libero poco più giovane (fondamentale farsi trovare in giro, sennò ciao) e all’inizio, lo ammetto, ho deciso volontariamente che avrebbe avuto campo libero. L’altro scriveva, like, post evocativi (due palle sempre quelli) e per qualche serata in cui ero sola ho pianto quelle che non sapevo essere già le mie ultime lacrime. Succede. Ma bisogna che tu faccia in modo che succeda @Dispersa. Liberandoti da tutto ciò che non digerisci più. Marito compreso. Il tuo amore ti pare irrisolto, ti pare di dovergli spiegare, ti pare che debba capire.. ma stai curando un sintomo. La causa è un’altra e lo sai.
    Non sei in una posizione semplice. Tuttavia credo che appena riconoscerai che, per quanto bene vi vogliate tu e tuo marito, sei tu quella eternamente irrequieta in cerca di sfogo fuori.. porrai dolcemente fine al tuo matrimonio. E il tuo amore non investirà più l’altro, che tornerà alla realtà di ciò che è.

  • EP, 26 Luglio 2020 @ 20:40 Rispondi

    Sono totalmente d’accordo con @cossora!!!

    Ciao bella…cm stai? Mi pare bene…bene da bikini da denuncia…

  • Dispersa, 26 Luglio 2020 @ 21:25 Rispondi

    Ciao @Cossy!!
    Ben tornata…. E in gran forma!!!!
    Grazie per le tue bellissime parole….
    Purtroppo è così, ho qualcosa di irrisolto dentro di me e a casa… Ma la forza (io direi le palle) di affrontare il tutto mi manca!!
    Ci stavo lavorando e quando mi pareva di essere a buon punto ho mollato la spugna…. Il problema non è il lui di turno che va e viene come vuole…. Ma io che continuo a non prendere in mano la situazione!!
    Incrociando le dita a settembre inizierò un nuovo percorso della mia vita, una specie di chiodo….
    E nel frattempo, visto che ci dovrò lavorare assieme, dovrò staccare da lui…. Alla fine era solo una medicina sbagliata per curare il mio ‘male’!!
    Un abbraccio!!

  • Ariel, 27 Luglio 2020 @ 11:57 Rispondi

    @Dispersa
    Cara mi pari proprio in una netta buona ottima progressione positiva verso te stessa.
    La tua consapevolezza dei motivi tuoi del tuo agire in passato e fino ad adesso è ottima e grande
    Perché questa percezione interiore non nasce tutta in una volta ma è sicuro il prodotto del tuo impegno e voglia di fare il meglio per te stessa
    Bravissima,ognuno ha avuto la sua esperienza unica e seppur molte dinamiche nelle relazioni sono comuni e simili in ogni caso
    È anche vero che ciascuno di noi è a sua volta unico con la propria storia personale la propria etá di vita

    Ecco perché è una vera strada ,il nostro Viaggio più bello e importante per sei stessii ,per te stessa,
    Scoprire chi si è e cosa vogliamo davvero fare e esprimere liberamente per noi stesse!!!
    Ormai sai cosa fare e questa è una tua vera conquista!!
    Un abbraccione ❤️

  • cossora, 27 Luglio 2020 @ 12:24 Rispondi

    Io sto bene, @EP tesoro, grazie!
    Mi sto abituando pianissimo ad uscire alla luce del sole, mano nella mano, sotto casa mia, sotto casa sua.
    A fare cose normali come andare a far colazione nella sua pasticceria preferita o a mangiare il gelato la sera a piedi nella mia gelateria di quartiere.. è allucinante quanto mi sembrino strane cose così semplici.
    Dormire insieme appena possiamo è la cosa che più adoro.
    Decidere cosa cucinare, o dove fare l’aperitivo.
    Semplicemente volerlo.. quindi farlo. Lo auguro con tutto il cuore a tutte quelle che scrivono qui e che si stanno ancora facendo massacrare da questi ‘amanti’ che sarebbe più giusto definire ‘approfittanti’.

    Se non avessi aperto gli occhi io, però sono certa che le sue chiamate alla mia amica e i suoi like e le foto evocative (scorrettissime a questo punto, visto che ha chiuso lui di fatto) che sta postando.. prima o poi mi avrebbero fatto ristabilire un timido contatto.
    Amore viscerale contro voglia di qualche altro emozionante giro in giostra.. ç’est la vie!

  • cossora, 27 Luglio 2020 @ 13:17 Rispondi

    Seguendo @Ariel, questo rischio di cadere nel pregiudizio l’ho sentito forte anche io.
    Però diciamo che (come per ogni storia) lo si può tradurre in ‘il tempo dirà’.
    Insomma, anche buttarsi senza dubbi (man mano che si è più adulte..) è cosa poco consona.
    Una buona via di mezzo: fai tesoro delle cose che sai possono accadere ma non ragionare per sillogismi.

  • Whiterabbit, 27 Luglio 2020 @ 16:07 Rispondi

    @Cossora non sai quanto sono felice di leggere queste parole! ❤️

  • cossora, 27 Luglio 2020 @ 16:21 Rispondi

    Grazie @White.. anche io sono felice di essermi liberata da quella palude.
    Perchè quello era: una palude, insidiosa, ma all’apparenza ‘che male c’è?’.
    Quanto mi ha insegnato di me però..
    Tu stai bene bellezza?

  • EP, 27 Luglio 2020 @ 16:58 Rispondi

    @cossora…come ti capisco! Anch’io ho iniziato quella che per ora definirei una tenera amicizia…ma anch’io mi stupisco di cose che dovrebbero essere normali…tipo uscire a cena organizzando all’ultimo…mangiare a 2 km da dove lavora senza la paura di incontrare qlcno che ci può riconoscere…ma soprattutto le telefonate e i msg senza nessun tipo di lockdown…
    Nn c’è il divieto dei weekend o di orari qnd lui è a casa…pazzesco qnt ci sembrava ormai normale tutto ciò!

    Io nn so se sono rose…xò mi piace molto tutto ciò! Mi ha rimesso definitivamente in pace… in contatto con la realtà…su come dovrebbe essere…e come nn sarà mai, @ragazze ancora nel tunnel, se nn vi date una possibiltà!

    Naturalmente @bellezza…sn strafelice x te!

  • Nina, 27 Luglio 2020 @ 23:47 Rispondi

    Ciao ragazze!! Io di lettere finali ne ho scritte una caterva ma l’errore era che poi lasciavo il modo di rispondere e mi riacchiappava sempre. Tra l’altro con poche righe, e io avevo scritto guerra e pace in confronto. La sua astuzia era di dire che era troppo turbato x scrivere e che mi avrebbe POI scritto bene, in modo più attento. Ecco, non sarebbe servito, però insomma un minimo di sbattimento letterario mi avrebbe fatto piacere, ai tempi. Comunque la vera ultima lettera l’ho scritta ma poi ho bloccato mail e tutto, così non ho avuto il maldipancia del trascinamento che se uno non chiude subito si trascina x settimane. Quindi il mio consiglio è, fate in modo che l’ultima parola sia la vostra e dopo l’invio, subito, bloccate. Un abbraccio!

  • Nina, 27 Luglio 2020 @ 23:49 Rispondi

    Ovviamente ha fatto in modo da farmi sapere che ero stata scorretta a prendermi l’ultima parola. Appunto…

  • C., 28 Luglio 2020 @ 00:05 Rispondi

    Un grande Urrà per te Cossora…
    Ero certa che avresti trovato presto il tuo vero principe.
    La palude ora è solo un ricordo per te….solo ruscelli di acqua limpida che vanno dritti verso il mare.

    Complimenti

  • Ariel, 28 Luglio 2020 @ 01:04 Rispondi

    @Nina ciao Cara ,infatti le lettere finali servono a se stesse e punto .
    Come stai cara @Nina? E il tuo cane ? Chissà che bella esperienza per te soprattutto quando non si trova ancora la propria dimensione di vita autonoma,cioè stai sempre col marito grigio?

    Spero tu riesca un giorno a fare la tua vera vita indipendente perché soprattutto sei giovane e hai davvero una lunga strada piena di possibilità e cambiamento nel amare te stessa,lo spero tanto per te che sei davvero in gamba e capace di grandi novità!

    Come avrai letto ho mollato uomonuovo per mancanza di fiducia o forse mi occorre ancora tempo perché in effetti sto ancora cambiando la mia vita è quindi non ho il tempo mentale per avere una nuova relazione e per adesso sto bene così

    Ben ritrovata @Cara Nina
    Se vuoi raccontaci di te
    Un abbraccione.

  • cossora, 30 Luglio 2020 @ 11:47 Rispondi

    @EP come te ho passato i primi 20 giorni con lui che veniva sotto casa con qualsiasi pretesto (un dolce, un regalo, un bacio della buonanotte) facendosi anche diverse decine di km per pochi minuti.
    Sono stata subito sincera sulla mia situazione e credo lui lo abbia apprezzato.
    Mi sono stupita di quanto fossi cauta fino a quando qualcosa dentro è scattato ed è successo tutto in una sera, dopo una cena meravigliosa.
    Ci siamo ritrovati a fare colazione sul mio balcone la mattina dopo.
    E’ facile porca miseria. Deve essere facile!

    Quel tuo ‘mi piace molto tutto ciò!’ ha il sapore dolce e fresco di una granita in estate!

  • cossora, 30 Luglio 2020 @ 11:52 Rispondi

    Ciao @C.!!
    Come stai? EH si dai, uscire dalla palude era l’obiettivo numero uno e direi che posso archiviare il caso.
    Il mio Principe .. mi piace, mi piacciono anche i ‘piccoli difetti’ che intravedevo nonostante li omettesse e quando ne emerge uno mi intenerisco e lo prendo in giro! Andiamo avanti e vediamo cosa ci riserva questa nuova avventura.. già essere solo in due è tanta roba!

  • Key, 30 Luglio 2020 @ 14:18 Rispondi

    @Cossora ed @EP, io sono nuova e vi leggo da poco ma quello che scrivete mi ricorda che la luce in fondo al tunnel c’è! Grazie ragazze

  • Outlier, 30 Luglio 2020 @ 15:22 Rispondi

    Che bello trovarvi tutte! E soprattutto che bello vedere che molte delle amiche del blog storiche c’è una nuova love story dietro l’angolo, senza catene!!! Non sapete quanto coraggio ci date @EP, @Cossora… e tutte!
    Io non gli ho scritto una lettera vecchio stile, ma una email. Breve, non troppo prolissa come fa parte di me, non romantica. Diretta, reale, sincera.
    Lui è tornato scodinzolando ma sempre alle sue condizioni.
    A me onestamente di stare male non importa più.
    Voglio essere libera.
    E devo dire che questo coronavirus, a parte tutto il macello che ha creato per vari fronti, in questo caso mi ha aiutata. Non lo vedo da mesi e finalmente respiro aria pulita.

  • Stella, 30 Luglio 2020 @ 15:47 Rispondi

    Buongiorno a tutti e complimenti per il blog rinnovato ,mi piace #acasadiale…per quel che mi riguarda lui ha voluto scrivermi una lettera finale un anno fa ,dato che ho chiuso io e applicato il CDS totale e blocco ovunque. Me l’ha scritta all incirca dopo un mese che non sapeva più nulla di me,ha provato a cercarmi a lavoro ma nulla ,credo sia stata dettata più dal fatto della gelosia,accusandomi di non capirlo ,era la lettera di un disperato… L’ho trovata appoggiata sulla macchina, ovviamente non ho risposto e ho continuato il mio cds … è passato un anno e non l’ho più visto né sentito… è stato misurato ed è stato trovato mancante.baci a tutte le ragazze e grazie Alessandro.

    • alessandro pellizzari, 30 Luglio 2020 @ 17:06 Rispondi

      Grazie Stella!

  • Lilly, 31 Luglio 2020 @ 22:18 Rispondi

    Fatto una sorta di messaggio lettera. Lui non lo ha aperto per qualche giorno. Quando gli ho chiesto se aveva qualcosa da dire in merito la risposta è stata “tutto quello che hai detto è vero, faccio soffrire ogni persona vicina a me, non voglio farti più soffrire. Non ti serve uno inutile come me”. Non gli ho concesso di far finta che lo faceva per me e gli ho detto di non fare l’ipocrita. Ah…credo di averci messo dentro anche parole come porco schifoso. Notare che poco tempo fa siamo,aimè, andati a letto insieme. Due volte di fila, dove urlava il mio nome manco fossi la madonna. Perché lui non vuole farmi star male…ma mica dice no se mi tolgo le mutande…perché lui è inutile…però quanto gli piace scoparmi….ripeto,porco. Ipocrita. Quella caduta dove ci sono andata a letto mi ha fatto capire che ok?, lui scoperà anche bene,ma è proprio l’unica cosa che sa fare. Cesso di uomo amen. Ben ritrovate a tutte

  • Stella, 1 Agosto 2020 @ 08:00 Rispondi

    Scusami Lilly ha risposto che “Non ti serve uno inutile come me” ,mi chiedo io da donna a donna perché non hai chiuso …te l’ha detto chiaro e tondo che lui e’ fatto così e non ti può dare di più ,il fatto che scopi solo bene non vuol dire nulla ,a breve comincerà pure a scopare male e poco e ti dirà la stessa cosa che ti ha detto ora e tu a quel punto che farai? Se ti posso dare un consiglio non perdere più il tuo tempo e farti schiacciare la tua autostima da un cialtrone come questo. Di uomini liberi che non vogliono impegni bravi a scopare ce ne sono a bizzeffe perlomeno non fingono di provare e godere a letto urlando il tuo nome e poi vanno a casa dalla moglie a dirle ti amo…

  • Lilly, 1 Agosto 2020 @ 09:18 Rispondi

    Vedi @Stella se le cose fossero facili e immediate nessuna qui starebbe soffrendo. Avevo chiuso ma lui è tornato alla carica. Colpa mia? In parte certo. Comunque ho chiuso, infatti ho seguito il consiglio di Alessandro e scritto quella lettera finale dopo l’ennesima scena di lui che piange ecc. Se poi lui a quella lettera risponde facendo credere che lo fa per me di lasciarmi andare….be’ un pelino posso anche arrabbiarmi e decidere di sbatterli in faccia le cose come stanno.

  • Outlier, 1 Agosto 2020 @ 10:37 Rispondi

    @Lilly hai già scritto quello che dovevi. Resta su questa tua decisione di chiusura con estrema forza e basta.
    Tornerà ancora e ancora, ma solo per le sue esigenze fisiche così da farti credere che non può stare senza di te. È vero che non può stare senza di te, ma solo perché soddisfi la sua passione.
    Altrimenti oltre quella starebbe con te.
    È capitato a me di noi. Io sono un caso.
    Ma dove sta ora? A casa sua a fare finta di essere la famiglia del mulino bianco.
    Quindi, lascia stare

  • Lilly, 1 Agosto 2020 @ 13:28 Rispondi

    @Outlier lo so…. ora poi c’è una persona nella mia vita…. che mi sta facendo scoprire cosa è normale… mi sembra stranissimo poter fare chiamate, mandare messaggi senza timori…farci una passeggiata insieme, andare a casa da lui come fosse una cosa ovvia… però sono ancora ancorata al passato e lasciarmi andare fisicamente è difficile…ma per fortuna questo uomo è comprensivo,sa cosa ho vissuto ( ho voluto essere onesta) e mi sta dando tempo…ma certo non sarà eterno… quindi diamine voglio davvero uscirne…anche perché questa persona mi piace.

  • Outlier, 1 Agosto 2020 @ 14:55 Rispondi

    @Lilly evviva! Come direbbe Alessandro viva il chiodo! E non ci devi per forza andare a letto.
    Già che ti aiuta a non pensare a lui tutto il tempo è bello. Parlare e fare cose normali e non di nascosto, anche.

    • alessandro pellizzari, 1 Agosto 2020 @ 17:02 Rispondi

      Esattamente

  • Whiterabbit, 5 Agosto 2020 @ 15:39 Rispondi

    @Cossy scusa, leggo solo ora la tua risposta! Il blog mi mette le cose in uno strano ordine.
    Io il solito, alti e bassi, me A e me B.

  • Viovio, 21 Ottobre 2020 @ 15:16 Rispondi

    Gli ho scritto 3 giorni fa, mi sono alzata presto e mi è venuto spontaneo soprattutto per sfogarmi e chiudere il cerchio. Tutto questo in occasione dell’ennesimo cds, interrotto da lui tirando in ballo i miei genitori e avere una scusante: PENOSO!
    Sono stata costretta a bloccarlo di nuovo perché aveva iniziato a tempestarmi di messaggi per ribattere ad ogni mia parola, ma nessuna soluzione proposta per risolvere la questione.
    Ho cancellato tutti i suoi messaggi tranne le mie ultime parole che sto rileggendo come un mantra ogni volta che penso a lui(praticamente sempre), per ricordarmi quanto sono stata male.
    Mi chiedo quanto tempo ci vorrà per uscirne..Scusate lo stato d’animo da funerale ma oggi il mio umore è come se fosse sulle montagne russe

    • alessandro pellizzari, 21 Ottobre 2020 @ 16:09 Rispondi

      Empiricamente ogni anno di amantato richiede almeno tre mesi di cds stretto e ininterrotto, ma varia da persona a persona. C’è chi sta meglio in due mesi chi in 12. Ogni volta che interrompi il cds o accetti che lui lo interrompa riparti da zero e paghi gli interessi. Per questo chi non riesce a fare un Cds deve rivolgersi a un esperto che lo aiuti. Per quanto riguarda quelli che interrompono i vostri Cds senza nuove da ufficiale e gentiluomo incuranti dei danni emotivi che fanno nella nuova rubrica CHIEDILO ALL’AVVOCATO fra breve online vi parleremo degli strumenti per difendersi, dalla diffida informale a quella formale

  • Nina, 21 Ottobre 2020 @ 18:54 Rispondi

    @viovio io sono stata tra le più lente qui a stare meglio, lo so che vorresti sentirti dire che passerà tutto velocemente, molto dipende da cosa ti circonda, da come sei tu. io ho avuto molte ricadute anche se lui non mi ha cercata, ma ribadisco fino alla nausea: psicologo e avvocato, se serve, oltre a pazienza e fiducia. A me è scattato il relè scoprendo che si è sposato nel frattempo. Uno choc così forte che temevo di rotolare indietro, e invece sono guarita. Tu leggi da poco, ma ero in uno stato pietoso, anche a livello fisico. Coraggio! Noi ci siamo.

  • Vita, 21 Ottobre 2020 @ 19:03 Rispondi

    @viovio
    Ci vuole tempo ma passa, comunque si attenua, cambia. Io, che pure sto rifiorendo, a volte mi commuovo. Non piango più per lui però. Piango ripensando a quanto ho sofferto perché “ il ricordo del dolore è ancora dolore.” (George Gordon Byron). Mi fa male ripensarci e mi fa male pensare che una persona a cui mi sono donata con tanta generosità e fiducia me ne abbia fatto tanto. Non è più il tempo del rimpianto e della nostalgia, È il tempo della disillusione e del disincanto, con cui comunque fare i conti. Provo a darti fiducia e strapparti un sorriso: le stime di @alessandro fanno un po’ paura, grazie a dio io sfuggo alle statistiche altrimenti il mio lutto sarebbe stato eterno :-).
    Spero tornerai a sorridere presto.

  • Viovio, 21 Ottobre 2020 @ 22:04 Rispondi

    @Vita @Nina grazie per l’incoraggiamento
    Un abbraccione ad entrambe

  • Crocus, 22 Ottobre 2020 @ 06:33 Rispondi

    @Viovio, ti capisco molto ma molto bene. Anche a me veniva da scrivergli dopo che mi aveva lasciato, e infatti l’ho fatto. Solo che a un certo punto inevitabilmente ti devi fermare. Devi dire BASTA. Anche io rileggevo ciò che gli scrivevo, ma anche le sue risposte cattive e assurde. Negava tante cose ed io a ogni negazione perdevo colpi, non mi capacitavo di cose fosse possibile, stavo impazzendo (letteralmente). Soprattutto quando ha iniziato a dare addosso a me e a giustificare quella mentecatta di sua moglie, lì ero incredula, non ci potevo credere. Io vedo che a me ci vuole purtroppo tanto tempo. Sono 4 mesi e sono ancora in alto mare però poi analizzo alcune cose e direi che qualche passo importante l’ho fatto (come ad esempio non guardare più ogni giorno la nostra chat per vedere la sua foto profilo, lo facevo più volte al giorno… poi ho cancellato il suo numero – non sono riuscita a farlo subito ma un giorno mi è venuto spontaneamente). Credo che come dice @Nina, dipende molto da come sei tu, da come è stata la storia e le dinamiche che si sono venute e creare (nel mio caso come già sai è stato molto complicato, ho dovuto gestire le cattiverie di una moglie pazza, le sfuriate di mio marito, gli sguardi cattivi dei colleghi – manco avessi ammazzato qualcuno ecc ecc) quindi per forza la guarigione ora è più lenta. Però sono convinta che prima o poi passerà. Deve passare. Non possiamo restare invischiate a vita :-(. Fatti forza e accogli la rabbia, che in queste situazioni è più che utile per riuscire a passare allo step successivo. Ti stringo forte. <3

  • Viovio, 22 Ottobre 2020 @ 14:35 Rispondi

    @Crocus grazie sei un tesoro! Oggi mi sento più positiva, prendo quello che viene e cerco di guardare il bicchiere mezzo pieno. L’umore sta sempre sulle montagne russe però cerco di focalizzarmi sui piccoli progressi.
    Leggo ancora la chat ma sono riuscita a bloccarlo ovunque(in passato non ci riuscivo ) e oggi ho fatto lo stesso con la moglie, preferisco non avere informazioni che lo riguardino.
    Mi ripeto continuamente di smettere di pensare a come sta vivendo il distacco, se mi pensa gli manco ecc ecc.. perché razionalmente so non abbia senso, visto che ha preferito restare dov’è.
    Vorrei pensare solo a me, ma che fatica..
    Prima o poi passerà come dici tu. Un mega abbraccio

  • Crocus, 23 Ottobre 2020 @ 06:03 Rispondi

    @Viovio, io la fase del “chissà se mi pensa” l’ho superata. Anzi, mi sono data già la risposta “no non mi pensa, si è tolto una palla dai piedi e ora tutti i suoi pensieri sono dedicati alla sua povera mogliettina”. Così facendo ora mi restano solo le solite domande trite e ritrite “come ha fatto a dire così tante bugie, come può fregarsene in questo modo ecc ecc”. Ma anche di queste vorrei liberarmene il prima possibile. Che fatica, hai ragione. Ce la faremo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.