Come si lascia un amante?

Come lasciare lui, il tuo amante? Con dolcezza? Rabbia? Lacrime? Sorrisi di rassegnazione? Facendogli capire il dolore che si prova?

Me lo chiede un’amica lettrice di questo blog, lei sposata, lui sposato, amanti da dopo l’estate, il dopo vacanze, il periodo in cui le coppie tradizionali scoppiano (leggi qui quanto letali e perché possono essere le vacanze insieme).

Laura, la chiamerò così, vive una situazione ormai molto diffusa. Qualche mese fa si è ritrovata, così mi racconta, fra le braccia di un altro uomo. È successo, nonostante il matrimonio suo e del nuovo partner, a dispetto della logica, delle convenienze, dei sensi di colpa.

Gli amanti sono così, rispondono a un bisogno, sopito e che esplode in presenza della persona, dell’occasione giusta. Che sia fisico, mentale o tutti e due, il “tradimento”, come continuiamo a chiamare per me in modo repressivo, eccessivo, sbagliato e colpevolizzante quello che è ormai pratica comune, il tradimento risponde a qualcosa che manca.

Ma non voglio tornare ancora una volta sulle motivazioni che spingono ad aprire quella finestra che dal matrimonio fa scappare nel mondo esterno alla ricerca di passione, amore, emozioni.

Qui si parla della quasi inevitabile fase finale, perché quasi tutti gli amanti si lasciano. E Laura mi chiede, vi chiede: come lasciarlo?

Già perché c’è un’altra costante nelle storie degli amanti: lui non decide. Non sceglie fra moglie e amante. Oppure sceglie la moglie, ma non ha il coraggio di essere lui a lasciare. Un uomo non lo fa quasi mai.

Perché? Vigliaccheria? Probabile. Calcolo? Spesso. L’uomo medio pensa spesso che in ogni caso è meglio fare in modo di essere lasciati, quindi fa di tutto, a parole e a fatti, per essere lasciato. Ma non pronuncerà mai la frase ti lascio. Non vuole sentirsi in colpa, per quanto il suo immobilismo possa provocare dolore, possa essere crudele. Non vuole essere accusato o sentirsi più in colpa di quello che si sente.

Pochi uomini infatti hanno i coglioni di prendersi la responsabilità di dire è finita, io non posso e non voglio lasciare mia moglie per questo e questo motivo. Si limitano a dire io non posso, punto. A volte aggiungono il perché, per esempio se ci sono di mezzo i figli, sanno che una donna questo lo capisce più di ogni altra cosa, ogni donna è madre, anche se non ha figli o non li ha ancora avuti.

Quindi eccoci qui Laura, come tante, per i motivi che ho detto, dovrai essere tu a fare il grande passo, altrimenti lui aspetterà che tu lo faccia all’infinito, lasciando che l’attesa ti logori fino a non poterne più. E tu non devi aspettare questo momento, devi lasciarlo adesso.

Sì ma come, tu chiedi.

Molti anni fa sono stato lasciato anch’io. Lei mi ha detto, voglio un’ultima cena. Mi sono detto, una cena, l’ultima gliela devo, non ho avuto il coraggio di essere così vigliacco da negarmi un’ultima volta, imponendomi mentalmente di essere corretto ma fermo e, soprattutto, di non cadere nella fortissima tentazione di andare ancora una volta, l’ultima indimenticabile volta, a letto con lei.

Lei, bellissima, con gli occhi lucidi ma ferma, mi ha presentato uno specchio dove ho rivisto tutti i miei limiti con lei. Ho rivisto felicità, passione, gioco, serenità, ma ho anche visto la razionalità che mi faceva decidere di rinunciare a tutto quello.

Lei ha concluso dicendomi. Lo vedi questo tavolo? Una volta era tutto tuo, ora lo hai perso. Non del tutto, ha aggiunto, non posso negarti che questo angolo del mio cuore sia ancora tuo, ma è un angolo, non è più il tavolo. Ci siamo detti addio con un bacio che non posso scordare.

E tu cosa devi fare? O meglio, come lo devi lasciare? Dici che lui rifiuta persino un ultimo incontro, probabilmente perché ha paura di cedere, o si vergogna, banalmente, di guardarti in faccia. O non vuole soffrire.

Forse ha ragione lui, meglio tagliare come se usassi una scure. Fai come quei pochi maschi che lasciano davvero, con una telefonata, un messaggio, e poi silenzio.

Lo so, è brutto, maschile, poco coraggioso, superficiale, ma lui forse se lo merita, se non ti concede neanche l’ultima cena. Quindi fai scattare la ghigliottina tu. Senza rabbia, non ti posso dire senza rimpianti, ma è la cosa giusta da fare, e la devi fare tu perché lui non lo farà.

È poi silenzio. Sparisci. Non rispondere, non cercarlo, togli contatti social e messaggerie che lo riguardano. Tu resta invece, vivi la tua vita reale e virtuale senza di lui, perché la vita deve andare avanti, e ti ci devi abituare. Silenzio, ma silenzio davvero, altrimenti non sarà una chiusura vera, ma per te uno stillicidio dolorosissimo.

Fatti aiutare in questo periodo. Amiche, psicologo, quello che vuoi, ma non rimanere da sola con il cuore spezzato. Ti sentirai anche meglio, credimi, negli intermezzi della disperazione, ma non durerà a lungo il dolore, soprattutto se reagirai e starai in mezzo alla gente.

Dimenticavo. Io sono tornato indietro. Qualche mese dopo quell’ultima cena non ce l’ho più fatta e sono tornato a cercarla. L’ho riconquistata per il rotto della cuffia, perché lei era bellissima e molto corteggiata e si sa, chiodo schiaccia chiodo. Come è finita? Mi ha fatto i tre regali più importanti della mia vita, i miei figli.

Ecco ora tu dirai Laura, perché Alessandro mi racconti questo? Perché mi dai una speranza, ora che mi avevi quasi convinto a chiudere senza se e senza ma?

Laura, il mio lieto fine in realtà è passato anche lui attraverso l’abbandono. L’amore, soprattutto quello fra amanti, richiede questo nella maggior parte dei casi. E, in alcuni casi, purtroppo credo minoritari, serve proprio a svegliare l’uomo che non decide. A dargli quello shock che gli serve per capire se sulla bilancia pesa di più l’amore o la convenienza, che si chiami figli soldi o non posso abbandonarla.

Ma lui deve vedere, deve toccare con mano che tu non ci sei più, che sei ormai perduta. E questo dipende da te, lui non collaborerà.

Tornerà? Te lo auguro, ma solo se torna per non andarsene più. Non tornerà? Lasciarlo è comunque, a questo punto di tutte le storie di amanti quando si infilano nel vicolo cieco del non decidere, non andare avanti, lasciarlo dicevo è comunque la scelta da fare.

Quindi Laura armati di coraggio e fallo. Senza rabbia, senza dolcezza, fallo come se fosse un telegramma. Tanto i rimpianti ci saranno. Ma la malattia non durerà e, un giorno, sarai guarita, magari con a fianco il vero uomo della tua vita.

Dimenticavo. Non rassegnarti a una vita grigia, non chiuderti in convento. Molti matrimoni rinascono da questi dolori. O, se finiscono anche per questi dolori, se non erano già finiti prima, preludono a una vita migliore. Ma tu non rinunciare all’amore nel futuro, perché a dispetto di quello che ti è successo, esiste. Ma chi non gioca la schedina è solo sicuro di non vincere.

Sincerely yours

Credito foto

Condividi:

517Commenti

  • Roberta, 25 Marzo 2017 @ 16:43 Rispondi

    Casca a fagiolo. Sto solo cercando le parole giuste per il messaggio col quale chiudere, dato che non posso telefonargli e lui evita ogni contatto da qualche giorno. Non vorrei essere lamentosa o incutere pietà ma tagliare come se avessi una scure. Credo faccia maggiormente effetto. So che non richiamerà e che gli sto risolvendo un problema, ma cerco di pensare che lo sto facendo per riprendere la mia vita.

    • alessandro pellizzari, 25 Marzo 2017 @ 17:55 Rispondi

      Esatto

    • Roberta, 7 Dicembre 2018 @ 18:12 Rispondi

      Dopo un anno e mezzo anche io ho messo la parola fine… Ci ho creduto, ci ho sperato fino alla fine nonostante le bugie, le prese in giro di sempre.. Ho voluto vedere qualcosa di buono in un lui che è marcio fino alle ossa.. Ho voluto credere a lui che Giurava e spergiurava sul bene più prezioso “i suoi figli “.. Mi sento stupida, sola, spaventata, mi dico che me lo sono meritata un uomo così… Ma la verità è che ci sto male… È una settimana che non ci sentiamo, ho cancellato qualsiasi contatto, ma questa volta voglio essere ottimista e pensare di aver fatto la cosa giusta… Non accontentarmi più.

    • S., 14 Febbraio 2020 @ 11:42 Rispondi

      Eccomi…nel club da ormai 13 anni..Vorrei scrivere un libro ma sarebbe noioso e soprattutto scontato. 13 anni fa l’incontro, io single di 25 anni lui sposato di 32 con prole.Tira e molla per 3 anni, la moglie lo scopre e lo caccia…lui decide di lasciare me e tornare con lei. Io a fatica mi riprendo, mi rifaccio una vita, mi sposo e divento mamma . L’ho sognato ogni notte, l’ho desiderato sempre sapendo che era con lui che sarei dovuta stare. Sette mesi fa ci ritroviamo, stavolta diciamo che sarà complicato ma che sarà per sempre. Io disposta a tutto, lui nella teoria anche, nella pratica vacilla. “Presto staremo insieme, è questione di giorni”…passano i mesi e si corregge :”Ora non posso, soffrirebbe troppo, ma è te che voglio”. Ora il problema non è la prole, ma la psiche della moglie.
      Da oggi codice del silenzio, attorno a me solo macerie su tutti i fronti.

      • alessandro pellizzari, 14 Febbraio 2020 @ 12:56 Rispondi

        La prossima scusa sarà il coronavirus

        • S., 14 Febbraio 2020 @ 15:52 Rispondi

          Non ci sarà .. con me ha chiuso .. non so come , ma ce la farò..

      • Ariel, 14 Febbraio 2020 @ 13:47 Rispondi

        @S
        Brava va fatto Cds blocco totale silenzio x sempre
        È moooolto probabile tipico Narcisista
        Infatti sta sempre nei maroni promesse e dietro front a gogo
        Fa proiezioni tipiche
        Di ce che la moglie è pazza o con problemi Psichici

        Scappa proietta ciò che lui è
        Un disturbato del comportamento CIALTRONZO MEGA

        ignoralo x sempre e salverai te stessa !

        Ricordiamoci a tutte che la matematica del cuore è che la dimostrazione della vera serietà è la tempistica sempre
        E da un anno in su
        Sono tutti Cialtroni e Cialtronzi
        Cool ti amo e torno a scoparti e poi
        Ciao con qualunque scusa

        Levarsi dal essere sottomesse
        Cds a stecca duro e puro
        E terapia se si soffre nel non riuscire a fare il vero BLOCCO TOTALE

  • L., 30 Marzo 2017 @ 14:16 Rispondi

    Buongiorno, è la prima volta che scrivo nonostante segua il suo blog.
    Sono l’uomo sposato con l’amante single, bellissima, intelligente, sexy, indipendente e con tutto ciò (compresi difetti) che ho sempre sperato di trovare in una donna.
    Mi riconosco in tutto ciò che ho letto su qs e su altri pezzi che ha scritto.
    Da come è nata la ns storia a come si è evoluta passando per tutti i classici step a come si è recentemente chiusa.
    Si perché le cose sono andate esattamente come ha descritto…perché nonostante sia davvero innamorato di lei non ho avuto il coraggio di distruggere il mio rapporto ufficiale …sarà vigliaccheria, senso del dovere, abitudine, comodità o più semplicemente mancanza di attributi nel prendere di petto la situazione e fare l’unica cosa giusta che andava fatta: portare alla luce del sole la ns storia.
    E poi penso all’altra parte in causa, mia moglie ignara di tutto. Anche lei avrebbe diritto ad un uomo che non reciti più e abbia l’onesta’ di dirle che non è più innamorato lasciandola libera di rifarsi una “vita”.
    E invece ho tirato a campare, ho detto e fatto di tutto perché fosse la mia amante a decidere di chiudere…me l’ha detto ciò che voleva, ci fantasticava e mentre mi raccontava le sue fantasie di una vita normale insieme capivo che erano esattamente le mie ma non glie l’ho mai detto per illudermi che tenendola lontana sarebbe stato più facile una volta arrivato il momento di lasciarsi.
    Ho ottenuto quello che volevo purtroppo. Ha deciso di chiudere e l’ha fatto come lei suggerisce alla sua lettrice…lasciando cadere una scure, in modo freddo e razionale, dopo aver rifiutato un altro incontro, con una chat su WhatsApp. “È durissima per me, ma non posso e non voglio vivere di momenti! Avrei voluto un finale diverso”. Qs sono state le sue parole.
    Lei è sparita e io pure…Non ho fatto nulla per oppormi a parte dirle “ok, rispetto e accetto il tutto”…ma sto toccando con mano cosa significa averla persa e non riesco a non tornare al momento in cui potevo fare qualcosa e non l’ho fatto!
    E oggi mi ritrovo il venerdì sera a sperare sia presto lunedì per tornare a lavorare così da avere poco tempo per pensare mentre lei si è sicuramente gettata nella mischia.
    Non so se riuscirò a mettere da parte l’orgoglio così da avere l’opportunità di cercare un lieto fine com’è successo a Lei Alessandro…anche solo per non sentirmi dire è troppo tardi.
    Consolo il mio “ego” illudendomi che quando troverà il suo uomo penserà che è un ripiego, che non sono io. Ma appunto…è un’illusione.
    Grazie per avermi permesso qs lungo sfogo.
    L.

    • alessandro pellizzari, 30 Marzo 2017 @ 14:23 Rispondi

      Ho provato esattamente quello che ha provato e vissuto lei. Le consiglio di guardare l’Età dell’innocenza, con michelle pfiffer e daniel day lewis… per capire che cosa significa rinunciare. Per tutta la vita. Può esistere la serenità forse, soprattutto grazie ai figli, ma l’amore è un’altra cosa. Guardi il film

      • Vale127, 23 Giugno 2019 @ 15:00 Rispondi

        Che tristezza…come si fa a rinunciare all’amore…non lo vai a comprare al.supermercato quando ne hai voglia…ti succede perché la vita ti fa un regalo e lo si rifiuta per comodità…
        Sono l’amante…lasciati e poi quando uscivo con un altro mi ha ricercata disperato promettendomi una vita insieme..poi l’avvocato gli ha prospettato un tenore economico piu basso di quello attuale e pensando di non riuscire a farcela, ha rinunciato ad una vita insieme. Non.ha lottato, non ha cercato soluzioni…e io sono profondamente certa che ci sono soluzioni..ma bisogna accettare un.po di sacrificio…si può rinunciare a tutto…se non si hanno abbastanza soldi..ma non all’amore.

        • alessandro pellizzari, 23 Giugno 2019 @ 16:51 Rispondi

          Ecco tu per lui hai un prezzo. I soldi che otterrebbe in meno

          • Vale127, 24 Giugno 2019 @ 11:58

            Faccio davvero fatica ad accettare questa realtà….men che meno a capirla….
            I fatti però dimostrano che è cosi…

        • Piccola, 23 Giugno 2019 @ 18:23 Rispondi

          Vale127, come ti capisco. Avresti dovuto vedere il mio! Davanti al conto salato da pagare sì è dimenticato pure di dire di amarmi. Quando gli ho detto che allora era tutta una questione di soldi si è sentito pure offeso. Peccato che la settimana prima, sicuro di non dare nulla a lei stava facendo il forte.. poi di fronte alla parola ” separazione con addebito” se l’è fatta addosso.W l’amore…

          • Vale127, 24 Giugno 2019 @ 12:02

            Però io voglio continuare a credere che se ami davvero non rinunci alla persona…rinunci al resto…o almeno.ci provi…ci vuole amore, coraggio e spirito di sacrificio….che poi, se puoi stare con la persona che ami….dove sta il sacrificio?????boh

  • L., 30 Marzo 2017 @ 15:53 Rispondi

    Seguirò sicuramente il suo consiglio…se può dirmelo, nel suo caso a distanza di mesi chi è stato a ricontattare l’altro?
    Saluti.

    • alessandro pellizzari, 30 Marzo 2017 @ 16:14 Rispondi

      Io dopo 2 mesi

      • Nicole, 9 Agosto 2018 @ 18:17 Rispondi

        E quanto era durata la storia con l’amante prima che lei ti lasciasse?

  • Viola, 30 Marzo 2017 @ 21:07 Rispondi

    Scusa L.ma come riesce a nascondere il tuo stato d’animo a casa? Hai figli? Da quanto tempo avete chiuso?

  • L., 31 Marzo 2017 @ 14:16 Rispondi

    Viola! Riesco a nasconderlo usando la razionalità e dicendomi che, come tutte le cose, passerà . Anche se faccio sempre più fatica…abbiamo chiuso da circa un mese.

  • Viola, 31 Marzo 2017 @ 17:30 Rispondi

    Il mio ha chiuso dopo anni di rapporto dicendomi che ha fatto una scelta di allontanarsi piano piano in maniera indolore.
    Un rapporto con la moglie sempre stato zoppo, l’ ha sempre tradita. Significa proprio immolarsi all’ infelicità. Che senso ha non lo so, una donna che non ha amato!! Significa proprio incaponirsi!!
    Sono 15 gg che non ci sentiamo ma siamo costretti a vederci.

    • alessandro pellizzari, 31 Marzo 2017 @ 17:33 Rispondi

      Nel maschio spesso prevale la convenienza (soldi, no problemi, no rivoluzioni, no Casini) sul sentimento

  • Viola, 31 Marzo 2017 @ 17:51 Rispondi

    Questo l’ho capito..ma alla lunga…non so!!!

    • alessandro pellizzari, 31 Marzo 2017 @ 17:54 Rispondi

      Ah beh mai dire mai io lo so bene

  • Viola, 2 Aprile 2017 @ 07:21 Rispondi

    Per me é impossibile che una scelta basata sulla ragione regga sul lungo periodo se c’è un grande amore x l’amante. Io credo che non si riesca neanche a fare sesso col proprio partner o sbaglio Alessandro? Quindi già solo per questo si rischia di essere scoperti!!
    L.tu hai figli?

    • alessandro pellizzari, 2 Aprile 2017 @ 07:40 Rispondi

      Sul no sesso con la partner mai non ci metterei la mano sul fuoco

  • AngelaG, 7 Aprile 2017 @ 08:02 Rispondi

    Questo articolo descrive esattamente quello che mi è successo recentemente. Dopo 3 mesi intensi, dopo tante promesse ed illusioni ho deciso di chiudere, proprio sul più bello…dato che amo me stessa sapevo che se fossi andata avanti avrei sofferto troppo a causa della sua indecisione.
    Così ho deciso di chiudere, in maniera netta, lui ha accettato la mia decisione e ci siamo salutati con un bacio. Ho deciso di non rispondere ai suoi messaggi…è dura, anche perché mi capita di vederlo qualche volta a lavoro, ma cerco di evitarlo. Lo so che mi vuole, che mi desidera, lo sento. Come dici nell’articolo, dopo questo mio silenzio, o ritornerà con le idee chiare oppure sparirà. In qualsiasi caso io sono contenta della mia decisione, perché l’ho fatto per me stessa.

    • alessandro pellizzari, 7 Aprile 2017 @ 08:03 Rispondi

      Auguri. Di cuore

  • LEI, 15 Maggio 2017 @ 12:04 Rispondi

    Che belle e che tristi queste storie.
    Io ho cominciato a prendere le distanze quando lui mi ha detto chiaramente che non era disposto a rinunciare alla sua vita attuale per me.
    Anche io sono sposata e con un figlio, ma ero arrivata ad un punto in cui forse avrei fatto il salto.
    Ora ho messo il Domopak intorno al cuore per evitare troppi graffi, andrà come andrà e durerà quanto durerà.
    So per certo che lui vivrà sempre di rimpianti e di malinconie (è nella sua natura), io volterò pagina, razionalizzando.

  • A., 13 Luglio 2017 @ 16:47 Rispondi

    C’è un punto di non ritorno in queste relazioni “clandestine”… Arriva quando i momenti felici insieme non compensano più quelli tristi distanti… se non c’è la volontà da parte di entrambi di fare qualcosa, se non c’è reciprocità e progettualità comune, è comunque un rapporto malato, sbagliato nel vero senso del termine. In questi casi, chi ha più coraggio lo usi. Fa male chiudere, ma fa male anche continuare, con la differenza che nel primo caso presto o tardi si tornerà a vedere la luce del sole. Nel secondo invece, si sprofonderà sempre più in un baratro dal quale difficilmente si riuscirà a risalire. La difficoltà enorme è rimanere indifferenti alle preghiere dell’altro. L’altro che probabilmente ancora si ama immensamente. Tuttavia il senso di svilimento di queste “relazioni a perdere” presenta il conto, inevitabilmente. Allora meglio essere padroni della propria triste decisione che soggiacere alla frustrazione di una situazione che non ci appaga.
    Mi stringo virtualmente a quanti stanno attraversando questo difficile momento. Coraggio, non siete soli.

    • alessandro pellizzari, 13 Luglio 2017 @ 16:50 Rispondi

      Mi accomuno alla solidarietà per queste situazioni. Aggiungo che quando arrivano a un punto morto decidere di troncare (ma per davvero) può spingere in alcune casi la parte indecisa a decidersi. O mollando per sempre senza tanti crudeli tira e molla o tornando dall’amata vera (chiunque essa sia) a gambe levate

  • roberta, 8 Agosto 2017 @ 21:49 Rispondi

    Ancora qui, accidenti a me! In tre mesi ho chiuso la mia storia di amante a distanza per ben tre volte. L’ultima è stato 12 giorni fa. Ho paura che stavolta lui non mi cerchi più, come invece ha fatto le altre volte, perché di recente aveva precisato che non potesse per ragioni di “opportunità” darmi di più (due figli piccoli, accordo con la moglie con la quale condivide anche il lavoro: una vita comoda, tutto sommato). Considera ch chiedevo solo più incontri e attenzioni, non certo un suo divorzio, dato ch e comprendo quanto tenga ai suoi figli.
    Sto, ovviamente, malissimo e, anche se non disdegno il chiodoscacciachiodo, non è facile sostituirlo. Stavolta ho cercato di tenerlo tra i contatti Facebook, ma soffro veramente tanto, troppo e la tentazione di scrivergli è enorme. Lui ha risposto alla mia decisione di chiudere con un “non voglio farti soffrire e se anche eri sembro freddo, sappi che ti voglio bene”. E poi, via in vacanza. Hai due parole di conforto? Grazie

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2017 @ 08:40 Rispondi

      Chiudere significa silenzio assoluto altro che amici su Facebook. Così diventa una tortura perché vedi quello che fa. Lui ha scelto in realtà scegli anche tu. Decisa però. È durissima lo so ma lui ti da altra scelta ?

      • roberta, 9 Agosto 2017 @ 09:48 Rispondi

        Ho chiuso io perché non mi dà alternative al vederci e sentirci solo quando ha impegni di lavoro fuori casa (rari) e riesce a trovare il tempo: anche le telefonate sono ridotte al minimo e pure i messaggi. Stavolta, poi, è in vacanza e secondo me rimanda il contatto per poterne godere senza “rotture”. Ho tenuto il contatto FB per non far sembrare la mia decisione un dispetto.

        • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2017 @ 11:54 Rispondi

          Non credo tu debba avere remore il silenzio non è minimo è assoluto. Ma capisco che non tutti ci riescono

          • roberta, 9 Agosto 2017 @ 13:39

            Sai una cosa? Mi diverte che lui veda come la mia vita, seppur virtuale, è più ricca della sua. Io reggo, soffro moltissimo ma reggo

          • roberta, 9 Agosto 2017 @ 13:41

            E comunque il silenzio tra noi è assoluto. Piuttosto che scrivergli mi taglio una mano. Certo, se mi cerca lui, sarà dura non rispondere

  • Viola, 9 Agosto 2017 @ 18:00 Rispondi

    Storia di 6 anni da amante, io single lui sposato con figlia. Dopo un mese di silenzio torna oggi con messaggi di soliti pretesti. Io decisa a chiudere e non rispondere, lui che mi punzecchia ribadendo che sono fantastica, che è sposato, che sa che voglio di più ed è sparito perché…..la situazione era diventata ingestibile per lui. E adesso? Non ho alcuna intenzione di tornare indietro. È una sofferenza con stillicidio atroce. Se devo perderlo è perché lo ha voluto lui. Io voglio altro.

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2017 @ 18:27 Rispondi

      Resisti

  • Viola, 9 Agosto 2017 @ 18:35 Rispondi

    Grazie Alessandro. Ma perché mi martorizza in questo modo? Ha cambiato versione alla sua sparizione dicendo che ha capito che io voglio di più. Allora perché sei così egoista da tornare? Basta lasciami vivere la mia vita!!!

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2017 @ 18:43 Rispondi

      Egoismo voglia sesso… il resto non è cambiato?

  • Viola, 9 Agosto 2017 @ 18:48 Rispondi

    Non credo non ho approfondito. Ribadisce che lui è sposato. Non mi parla di crisi con la moglie. Ma come fa a barcamenarsi a a fingere così bene?

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2017 @ 18:58 Rispondi

      Lui vuole che tu ti accontenti. Gli uomini? Molto più “accomodanti” delle donne

  • Viola, 9 Agosto 2017 @ 19:13 Rispondi

    Io non mi accontento più. Grazie a te

    • alessandro pellizzari, 9 Agosto 2017 @ 19:19 Rispondi

      E fai bene. No io non ho meriti racconto solo le vostre storie

  • Giulia C., 18 Agosto 2017 @ 16:50 Rispondi

    Dopo 2 anni di storia con lui. Sposato da 30 anni, mai innamorato della moglie (per fatti xhe mon sto qui a raccontare), 2 figli adulti (una di 29 che convive col compagno e uno, di 26 anni, in casa ma indipendente). Sono la seconda “amante” per lui (a parte alcune storie di sesso). La prima (finita oltre 10 anni fa) lo portò a lasciare la moglie. Tornò indietro dopo pochi giorni perchè lei (l’amante) dichiarò di sentirsi in colpa per il marito (era sposata e con un figlio molto piccolo). Con me inizia una storia piena di passione, complicità e affetto. Ci troviamo benissimo in tutto. Sesso incluso, ovviamente. Per me è l’uomo dei sogni. Ah dimenticavo: mi disse che era separato in casa…cosa che svani man mano cambiando il tutto con “non c’è piu nulla con lei. È come una sorella e le sono grato”. Per due anni, tutti i venerdi, dopo il lavoro, è venuto da me. Restava fino alla mattina seguente. Poi qualche week emd insieme. Nessuna vacanza. Nessun Natale. Figli che non si degnano neanche di fargli in piccolo regalo e moglie che non sa cos’è una torta di compleanno. Viene trattato come un bancomat dalla sua famiglia (genero compreso) ma lui non se ne rende conto o fa finta di non rendersene conto. Sembra una marionetta nelle loro mani, un soldatino. Eppure ha un carattere tostissimo (sia sul lavoro che con me). Ma mai ho commentato o criticato qs sua situazione per evitate scontri. Con loro ha la coda tra le gambe. Con me il coltello dalla parte del manico. Con me ha scoperto le piccole cose, i gesti d’affetto. Per cose minuscole l’ho visto emozionato. Quando gli ho fatto trovare la torta per il suo conpleanno si è commosso. Dicendo che era da bambino che non ne aveva una. Mi ha sempre detto che aveva bisogno di tempo ma avrebbe mollato loro per stare con me. Anche se non mi ha mai dato in minuto di piu, in qs due anni Tutte le sere mi chiamava da casa (diceva che lei dormiva e non sentiva…). Insomma….quest’estate ha fatto la stessa cosa che fece l’estate scorsa: lui è in vacanza nella sua casa al lago con la famiglia. Io non posso telefonare e non chiamo (altromenti…apriti cielo). Lui fino a pochi gg fa mi chiamava quando poteva. L’altra sera mi dice che sarebbe andato a cena. Con sua moglie e altre 2 coppie. Per avergli chiesto “fate qualcosa anche dopo cena?” (Cosa che volevo sapere x capire se mi avrebbe potuto telefonare), si è arrabbiato e mi ha sbattuto il telefono in faccia. Seguito da un messaggio allucinante e piu che crudele in cui (riassumendo) dice che sono una str….e che non vuole piu sentirmi. Da allora è sparito. Altro che scure! Lo vedo continuamente on line su whatsapp. Ai miei mess non risponde ma li legge. Io sono disperata. Sto malissimo. Malissimo davvero perche lui per me è importante. Molto importante. È arrivato in un momento della mia vita in cui senza di lui non ce l’avrei fatta. E ora sono punto e accapp. Non riesco a cancellarlo dai social cosi che lui non possa vedere se io sono on line o meno. Non gli sto piu scrivendo. Ma quando lo vedo on line mi viene il dubbio che sia in chat con quanche nuova new entry. Non è un assiduo frequentatore di Facebook. Di se non scrive nè posta nulla. Semmai “va in giro” a leggere di altri. Ma non riesco a cancellarlo. Ho pensiero davvero tragico su di me perche sono davvero a terra. E sola. Sola davvero. Spero in un tuo riscontro. Grazie

    • alessandro pellizzari, 18 Agosto 2017 @ 17:20 Rispondi

      Non credo che abbia un’altra riesce a reggere a malapena il vostro spazio. Credo siate arrivati dopo due anni a un bivio tipico di tanti amanti. Si va avanti? E come? Quando vi rivedrete dovete parlarne penso

  • Elisabetta, 25 Agosto 2017 @ 06:47 Rispondi

    La mia credo sia una storia di amanti tra le più sofferte.Siamo stati amnti per sei anni lasciandoci a turno varie volte anche per pause lunghe mesi, poi lui tornava e io innamorata e zerbino me lo riprendevo .Ovviamente non credevo più a un futuro con lui ma innfondo al cuore una piccola speranza c’era ancora.Poi, 4 anni fa, in un miomento di lucidità, capii che non ne potevo più e in modo teatrale lo lasciai e dopo la sua reazione molto cattiva e fredda feci una cosa che capii col tempo ripugnante: feci in modo che lei vedesse i suoi regali a me e i bigliettini pieni di “amore” che mi scriveva. Successe un finimondo terminato con una telefonata a me dal telefono di lui molto fredda in cui ci scambiammo parole poco simpatiche ma mai offese.Lei dopo una punizione scontata sul divano di un mese ha ripreso il matrimonio tranquillamente lui non mi ha cercata al tempo , scrivendomi cose che nemmeno il mio peggior nemico avrebbe fatto, mi odiava.Io tra sonniferi e lacrime e mea culpa, dopo 3 mesi supportata anche dalle amiche riprendo ad uscire e a frequentare uomini, ma non sento più nulla. nemmeno a letto.Mi odio e li odio ma poi una persona tra tante mi conquista col suo modo di fare e ..nulla…ci fidanziamo “in casa” (lui è separato) dura due anni ma poi lo lascio …non funzionava caratterialmente . E qui viene il bello: dopo 4 anni che non ci parliamo più, bloccati ovunque , senza salutarci se ci incontriamo per strada…dopo 1 anno che sono single ritorna il mio ex amanate, trovando una banale scusa per rivedermi e dicendomi di essersi separato ma non ancora legalmente e di abitare astrove.Io mi ero dimenticata di lui, o forse lo avevo dovuto fare per forza non sentivo più ne sofferenza ne amore ne mancanza di lui : nulla,mi sentivo forte e in grado di prenderci un caffè.Dopo due mesi che me lo chiede ci vado.Mi chiede perdono più volte si dà dello stronzo, io sono single che male ci può essere tanto non lo amo più!Sentiamo che dice…sintetizzando..dopo una cena la passione ci travolge una serata di sesso e tenerezza,lui mi parla di amore..io appago i sensi ma resto fredda, non sento più nulla a parte la forte passione che ci unì per sei anni e ancora scintillante tra noi.Gli dico la verità in un incontro successivo …non mi sento coinvolta , forse devi avere pazienza ma non mi coinvolgo se non solo a letto lui mi dice che la situazione sinera capovolta che ora era lui quello innamorato e io quella meno presa.Lui per due mesi mi dà tutto quello che avevo desiderato nella fase precedente di amante week-end insieme, cene mi chiama amore…ma io non credo a nulla di ciò che mi dice.Da chiarire che avevo voluto appurare che fosse separato e volendo vedere dove abitava.Aveva affittato un grazioso rustico piccolo ma grazioso e pulito ma…Dato che l amore non mi accecava più in questa seconda fase indago e scopro che..era un piedaterre e lui abitava regolarmente con la moglie e di separarsi manco gli passava per la testa…un giochetto per riprendermi era stato nulla di più e abitando in due città non lontanissime ma cmq distanri 40 km foerse pensava di farla franca.L’ho lasciato e nel più schifoso dei modi….per telefono e dicendogli che non ero innamorata e oltreetutto non avevo voglia neanche di scopate con lui una tanrtum dsto che ero single e potevo frequentare uomini liberi.Mi ha ricontattata su una messaggeria due mesi dopo provando a Mediare.Gli ho detto che mi vedevo con un altro LIBERO, che mi sentivo pulita e che sparisse per sempre. Il bello è che non era vero ma dopo 2 mesi ho conosciuto un uomo divorziato più piacente di lui e che a letto è una bomba.Ci vediamo da poco tempo ma le premesse sono buone, non cè amore per ora ma mi fa stare bene.Ho scritto tutto questo per le altre amanti, quelle che soffrono ma ci tornano, quelle delle lacrime e i sonniferi, come me…4 anni fa…dispèerate ed infelici. Lascateli!|!!Non meritano neanche una sola lacrima e dopo un pò, anche se non incontrerete l amore ma capirete che vi sta solo usando e nella maniera più subdola.E cosa più grave si prende gioco dei vostri sentimenti Per chi invece non ama l amante sposato ma lo frequenta per trasgressività ma senza amore continuate …perchè una pssione cpsì io non l’ho più provata ma io sono diversa…io lo amvao da morire, ma non sono voluta morire per uno stronzo!

    • alessandro pellizzari, 25 Agosto 2017 @ 08:52 Rispondi

      Grazie per la tua storia. L’unica cosa che non avrei fatto è colpire la moglie. Ho già scritto di questo. Serve solo a farsi odiare, a prendersi colpe che non si hanno e spesso neanche a far separare i coniugi. Non facciamo gli scorretti come gli scorretti

  • Elisabetta, 25 Agosto 2017 @ 06:50 Rispondi

    Mi scuso per gli errori ortografici ma ho scritto di getto senza rileggere.

  • Anna, 22 Settembre 2017 @ 10:01 Rispondi

    Buongiorno Alessandro. Alla fine ho deciso di seguire il tuo consiglio e di non chiedergli a bruciapelo niente ma devo comunque fare una virata energica per smuovere le acque e capire qualcosina in più. Dai messaggi che mi manda ho capito che sono un punto di riferimento per lui (mi chiede consiglio su tutto, mi manda foto di cose che gli piacciono e che vuole condividere con me, programma il modo per vederci, etc etc…) sì ma raramente si abbandona a quelle cose un pò più sdolcinate che tanto piacciono a noi donne. Di base però lui caratterialmente non è molto carnale, diciamo così (contrariamente a quanto accade quando siamo in intimità). E’ come se volesse farmi capire quanto sono importante per lui rendendomi partecipe delle sue attività quotidiane. Ok e va bene. Ma poi a cena apre una piccola parentesi sulle sue vacanze estive ed esce fuori un aneddoto con la moglie e da quel momento in me cambia qualcosa. Quella scena immaginata di quotidianità serena mi ha fatto capire che in fondo lui così male non sta in casa (lo stesso vale per me) e allora che stiamo facendo? Che valore aggiunto porto nella sua vita? Ci vuole tutte e due ma non si può. Sparire senza parlare non ha senso, lo so, e poi a noi ci accomunano anche situazioni lavorative, ma come me ne esco? Vorrei che fosse diretto con me, del tipo non staremo mai insieme, prendere o lasciare! Ci sarà pure un modo per farli parlare questi uomini.
    Spero di non annoiarti con le mie chiacchiere.

    • alessandro pellizzari, 22 Settembre 2017 @ 12:15 Rispondi

      credo tu sia di utilità come testimonianza anche per altri. Che dire… non sono pochi gli uomini che trasformano l’amante da tempesta emotiva e dei sensi in seconda moglie o in miglior amico con licenza di scopare. Ma l’amante “vera” o è un fulmine a ciel sereno, per quanto temporaneo, o diventa il futuro, una seconda vita. L’amante vera deve avere comunque un’esclusiva: prima il sesso, poi il cuore. E poi? O fine o nuova vita

  • luisella, 13 Novembre 2017 @ 21:14 Rispondi

    Quante storie e quanta sofferenza. Io non devo combattere con nessuna moglie ma con un altra amante che ha 24 anni in meno di lui. Lei è straniera ed è qui in Italia x lavoro. La nostra storia va avanti da due anni vi lascio immaginare la sofferenza atroce quando capivo che si incontravano. Lui continua a dirmi che non la ama ma non se la sente di lasciarla. Continua a dirmi che mi ama ma io non ci credo più e l ho lasciato da sei giorni chiudendo tutti i contatti. Ho dimenticato di dire che la loro relazione va avanti da otto anni anche se credo che ora il loro rapporto sia in crisi. Io ho deciso anche se sto soffrendo tanto di non farmi più del male.E un consiglio che do a tante altre donne come me lasciate l uomo che vi fa soffrire vi prego.

  • Femminile, 16 Novembre 2017 @ 20:42 Rispondi

    Alessandro, da noi è così: lui ha la fidanzata ed è 10 anni più giovane di me. Io sposata con figlio. Lui con lei dice che sta bene ma che gli manca vivere delle emozioni forti. Allora bene, ci conosciamo da 6 mesi, si è sviluppato un legame bellissimo e magico tra di noi. Ci riconosciamo l’uno nel l’altro. Lui dice che non ha incontrato mai una persona che lo capisce così bene come io, che l’ho sconvolto come mai prima qualcuno. Ma con tutto ciò lui non è tenero con me facendo l’amore. Anzi, l’abbiamo fatto solo una volta ed è stato qualcosa di meccanico, lui mi ha coperto la faccia con le sue mani durante l’atto. Allora io ho detto che non voglio rifarlo così, che almeno devo sentire un po’ di affetto. Tutto il resto (baci etc è molto passionale).
    Lui dice che può darmi del amore e vorrebbe ma che ha paura di farci del male. Che non si può permettere di avere degli sentimenti per me. Che non li sa gestire. Ed è che meglio che lasciamo stare perché mi farebbe del male. Che il prezzo è troppo alto per me e per lui. Che mi farebbe perdere la bussola, che mi merito meglio. Che sono una persona splendida e che gli costa lasciarmi andare ma pensa che sia il giusto da fare. E così ci siamo lasciati.
    Tu ci capisci qualcosa? Perché non vuole almeno vivere questo sentimento che è un sentimento puro? E sentire queste emozioni forti di cui parla? Una cosa così non si trova ogni giorno. Perché rinuncia? Non insiste nemmeno in scoparmi più.
    Quale’è il tuo parere?

  • Laura, 26 Marzo 2018 @ 15:24 Rispondi

    Brava Elisabetta

  • Chiara, 3 Maggio 2018 @ 11:17 Rispondi

    Spezzo una lancia a favore degli uomini, ho trovato quell’1 su 1000 che ha deciso di mettere la parola fine per chiarirsi le idee e capire che vuole fare nella vita. Capire il perché di questa sbandata colossale dopo 20 anni di relazione. Sono totalmente d’accordo con lui, non potevamo continuare così, lo terrò lontano e non lo cercherò e non cederò. Voglio farlo, per me e per lui, se torna lo deve fare se é convinto di lasciare tutto e stare con me, altrimenti.. é andata così.
    Non voglio dividerlo, non voglio più vivere una mezza vita, voglio averlo per me sempre, altrimenti niente, per quanto possa fare male.
    Spero torni però, per restare. Chi vivrà vedrà.

  • A. P., 23 Maggio 2018 @ 16:24 Rispondi

    Ce l’ho fatta. Ho messo anche io la parola FINE! Oggi. Con un messaggio. Nel mio vado non era un rapporto nel cui lui doveva decidere tra me o la moglie. Nessuno dei due ha avuto mai intenzione di abbandonare la famiglia. Semplicemente la fiamma ( dopo 2 anni) si è spenta. Da parte sua niente attenzioni, pochi messaggi… poca voglia… da parte mia no… sono stata ad aspettare un suo cenno perché so che è capace di fare e dire cose splendide… ma nulla. Non arrivava più nulla. Un’ultima serata, lui inconsapevole, un ultimo ( mio) saluto silenzioso e poi un messaggio. Poi il silenzio. Come si sta? Male! Ma si sta peggio ad essere attratte da un ideale che poi nella realtà era tutt’altro. Si farà sentire? Non lo so. Dubito. Credo appartenga alla schiera di chi fa di tutto per allontanare. Avrà trovato altra linfa vitale che con me era ormai esaurita. Cercherò altre storie? Credo di no. L’amore è un concetto che non mi appartiene da anni ormai. Sinceramente non credo possa esistere… e se esiste io non sono stata così fortunata da trovarlo.

    • alessandro pellizzari, 23 Maggio 2018 @ 16:46 Rispondi

      Brava!

  • Sono io, 23 Maggio 2018 @ 23:14 Rispondi

    @A.P brava e determinata…Sei uscita dalla storia prima di chiuderla…È il modo migliore perché non contempla ripensamenti.

  • LEI, 24 Maggio 2018 @ 07:35 Rispondi

    Se chiudi perché il sentimento si è esaurito, la sofferenza è minima, data forse più dall’abitudine.

  • alessandro pellizzari, 24 Maggio 2018 @ 12:38 Rispondi

    Benvenuta. Innanzitutto no n darti colpe che non hai tipo L’ho abituato io così no n esiste. Non fare la figuraccia di lui quando ti ha detto che hai preso la polmonite perché non hai curato bene l’influenza. E questo da la misura sua. Credo che qui tu possa trovare conforto soprattutto nelle altre testimonianze ma aiuto conviene, se c’è disperazione, cercarlo in un terapeuta bravo

  • alessandro pellizzari, 24 Maggio 2018 @ 12:47 Rispondi

    Fatti non parole

  • LEI, 24 Maggio 2018 @ 14:21 Rispondi

    Silvia mi sono riconosciuta in molte parti della tua storia.
    Anche io mi sono ammalata e anche io mi sono sentita più volte un peso.
    Ma la mia malattia non guarisce, e l’avrò per tutta la vita.
    Ed ho capito che essere sani non è un merito, ma una fortuna.
    Così ho smesso di sentirmi in colpa, di voler essere perfetta, di avere tutto sotto controllo, ed ho imparato a chiedere.
    Sbuffano? Non mi interessa, in una famiglia tutti devono dare una mano, io non sono la serva di nessuno.
    Al mio amante ho raccontato da subito della mia malattia, e lui ha avuto un atteggiamento completamente diverso, estremamente protettivo.
    So che insieme avremmo potuto essere felici, so che lui mi avrebbe circondata di quelle attenzioni che tante volte mi sono mancate. Ma so anche che la nostra felicità sarebbe stata annebbiata dall’infelicità che avremmo creato a tutti quelli che ci amano.
    Per noi sarebbe impensabile non vedere i nostri figli tutti i giorni, perderci anche le piccole cose della loro vita. Come sarebbe impensabile abbandonare i nostri partner, che sicuramente hanno le loro colpe per la situazione che si è creata, ma che comunque soffrirebbero molto. La sua compagna non accetterebbe mai che le sue figlie trascorressero tempo con un’altra donna.
    Il resto dei problemi, economici, abitativi ecc. sarebbero risolvibili.
    Il tuo amante non è stronzo, come io non mi sento stronza, e non lo penso del mio amante.
    Non si può costruire la propria felicità sull’infelicità degli altri.
    Ma sei tu non riesci a stare in questa situazione, sei TU che devi chiudere, non puoi dire “lui non mi lascia andare”.
    Nelle storie di amanti non ci sono vincoli, giuramenti, catene.
    anche dalla droga ci si può salvare.

  • LEI, 24 Maggio 2018 @ 15:24 Rispondi

    E’ durissima, immagino.
    Ma segui il consiglio di Alessandro, no contact.
    Non dargli la possibilità di ricontattarti.

  • Ema, 24 Maggio 2018 @ 16:55 Rispondi

    Silvia mi ha colpito la prima cosa che hai detto nominando tuo marito “… non sarebbe mai successo perché amavo mio marito”.
    Lo amavi allora nonostante la vita che poi dichiari non ti rendesse felice. Prova a partire da lì, con un aiuto esterno come suggerisce Alessandro. Non sono una psicologa però … Hai riscoperto emozioni probabilmente sopite da anni, dimenticate. 3 figli, una famiglia. Un bell’impegno da gestire a scapito della coppia. Ma lo Amavi e sicuramente lui amava te. Parti da lì. Fatevi aiutare a riscoprirvi, ritrovarvi. Fatti aiutare a trovare il modo per parlargliene (non del tradimento ovviamente, del momento di difficoltà che stai vivendo). Parlarsi io credo che sia l’unico modo per darvi e dare alla tua famiglia una chance. Se fai tutto da sola è veramente difficile. Poi magari sbaglio

  • Fra19, 6 Giugno 2018 @ 00:24 Rispondi

    Siamo stati insieme 6 mesi, io poi volevo di più e mi ha lasciato. Abbiamo continuato a sentirci. Un mese fa il suo matrimonio traballa a causa della chiamata alla moglie di un’altra donna (lui dice che era una storia precedente alla nostra). Fa di tutto per salvare il matrimonio e sembra che ci stia riuscendo. Vuole però essermi amico, non vuole perdermi, ma ci possiamo sentire solo quando lui lavora la notte sul telefono aziendale. Io lo desidero, ma sono stanca, anche xke credo che lui non abbia il coraggio di ammettere cHe non la ama più. Tante volte ho cercato di chiudere, ma poi lo cerco di nuovo. Gli ho anche detto che mi sento con un altro,ed anche se lo sento infastidito, mi augura di essere felice. Voglio chiudere per fargli capire cosa sente per me (anche se in fondo già so che nn farà mai un passo definitivo verso di me perché non ha il coraggio o perché non vuole ammettere che forse mi ama). Voglio sparire dalla sua vita, senza dirgli nulla. Faccio bene?

    • alessandro pellizzari, 6 Giugno 2018 @ 05:20 Rispondi

      Hai letto il post sul silenzio?

  • Fra19, 6 Giugno 2018 @ 08:42 Rispondi

    Sì, adesso l’ho letto. Ma vorrei sapere se devo chiudere senza dirgli niente oppure devo dirgli come mi sento (tante volte l’ho già fatto, ma poi pure lui mi dice “rispetto la tua decisione, ma tanto poi mi richiami”). Vorrei sparire di colpo per mandarlo in tilt. Deve capire che non possiamo essere amici dopo quello che c’è stato, o almeno io non ci riesco. Oggi mi dovrebbe chiamare.. lo blocco? Non riesco a trovare pace. Io so cosa vorrei adesso dovrebbe capirlo lui. Da una parte però ho paura di perderlo.

    • alessandro pellizzari, 6 Giugno 2018 @ 10:02 Rispondi

      Io farei un ultimo incontro dove spieghi le tue ragioni metti un tempo massimo perché si decida dopodiché applichi il silenzio che potrà essere rotto da lui con nuovi fatti. Che ne dici?

  • LEI, 6 Giugno 2018 @ 09:51 Rispondi

    La moglie che reazione ha avuto alla telefonata???
    Se lui ti ha detto così è da cancellare subito dalla tua vita. Di fatto ha scelto.

  • Silvia R., 6 Giugno 2018 @ 17:04 Rispondi

    @Fra19,se già fa di tutto per salvare il matrimonio dopo la telefonata di un’altra alla moglie e per di più ti dice di restare amici è un pò in dubbio il suo amore per te,o no?trovo che chi chiede di restare amici dopo aver avuto una storia lo fa per lavarsi la coscienza e uscirne pulito,a meno che nessuno dei due provi più nessun sentimento nei confronti dell’altro. io gli parlerei e poi darei un taglio netto,non si può restare amici

  • Daisy, 6 Giugno 2018 @ 17:35 Rispondi

    Fra, visto da qui e leggendo quello che racconti, in particolare quello che lui ti dice (di solito le parole non contano nulla, ma in questo caso certe parole che ha usato con te pesano più di tanti fatti) direi che questo signore la moglie non la lascia.
    Per carità, mai dire mai, tutto è possibile, ma direi che una separazione qui è improbabile.
    Anche perché una moglie così è più unica che rara.
    Perché dovrebbe lasciare una moglie così tollerante nei confronti delle scappatelle?
    Tu, l’altra.. evidentemente la titolare ha lo stomaco buono.
    Contenta lei.
    Qui bisogna capire se sei contenta tu.
    Secondo me, se non fai pressing perché lasci la moglie, puoi tranquillamente tenertelo come amante, almeno finché rimani appetibile come trasgressione. Il signore ha bisogno di trasgressione, ha una pulsione a tradire. Accettalo per quello che è. Inutile provare a cambiarlo.
    Se desideri qualcosa di più, ti conviene rivolgerti altrove.
    Questo almeno il mio parere

  • Silvia R., 6 Giugno 2018 @ 17:42 Rispondi

    Giusto @daisy,se si lascia però restare amici è la cosa più sbagliata,cioè, io non ci credo.ti lascio ma restiamo amici?è un pò da egoisti

    • alessandro pellizzari, 6 Giugno 2018 @ 18:02 Rispondi

      Amici che poi si rifinisce a letto

  • Ema, 6 Giugno 2018 @ 17:57 Rispondi

    Dubito che andrà in tilt
    “Tanto mi richiami” … già da sola questa affermazione rende l’idea della considerazione che ha di te e del tuo malessere
    Volta pagina

  • Silvia R., 6 Giugno 2018 @ 18:05 Rispondi

    infatti, amici amici i ma robat la bici(tradotto che poi ti fregano)

  • Fra19, 6 Giugno 2018 @ 19:30 Rispondi

    Grazie a tutte per i consigli. La moglie ha “superato” velocemente la cosa. Secondo me aveva già qualche sospetto. Oggi lui mi ha chiamata, gli ho detto ( per l’ennesima volta) che a me così non sta bene perché voglio essere libera di poterlo chiamare quando voglio. Lui mi ha detto che non si può fare diversamente. Ed ha ragione, quella che sbaglia sono solo io, la situazione è evidente e lui ha scelto. Io però non lho mai messo di fronte ad una scelta: o me o lei.. Non sono contenta perché devo accontentarmi di qualche briciola invece vorrei molto di più. Al di là di quello che provo per lui mi dispiacerebbe perderlo perché parliamo di tutto, abbiamo un buon feeling. Però poi io alla fine sono sola mentre lui ha la sua vita. Ed è forse la solitudine che mi spinge a comportarmi così. Domani sera dobbiamo risentirci e devo farmi forza una volta per tutte. L’unica cosa è che non voglio dargli un ultimatum (anche perché in fondo conosco già la risposta), vorrei solo allontanarmi per recuperare la mia serenità. E poi non so..

  • Daisy, 7 Giugno 2018 @ 02:56 Rispondi

    Dare un ultimatum, in una situazione come la tua, mi sembrerebbe un grave errore.
    Gli ultimatum si danno quando si è dotati di un forte potenziale (il tuo qui, oggi, è un po’ basso) e funzionano solo se si è disposti a considerare per persa la relazione (e anche questo non mi sembra il tuo caso).
    Anche perché la cosa più sbagliata da fare, una volta dato un ultimatum, è tornare indietro.
    Se ti rimangi la parola, allora sì che farà di te polpette.
    Vista la situazione, io partirei da un bell’esame di realtà: il signore non è disposto a lasciare la moglie perché la moglie, rispetto a te – e per motivi loro, che non hanno nulla a che vedere con te – ha più potenziale.
    Non c’è nulla di male in questo, basta prenderne atto.
    Ora, se tu vuoi acquisire più potenziale rispetto alla moglie è inutile che ti contrapponi, che ti lamenti, che antagonizzi.
    Anzi se fai pressing, tutto il tuo potenziale residuo lo trasferisci sulla moglie.
    Perché lui non sa cosa farsene dell’ennesima amante che gli fa pressioni (ne ha già una vecchia che chiama a casa e poi avrà pure la moglie con le sue paturnie)
    La moglie in più ha lo status, tutto il vantaggio che le deriva dal ruolo istituzionale – saldamente nelle sue mani.
    Lei lo scettro della titolare, per motivi suoi, non lo molla. Anche a costo di tenersi una corona di corna.
    (Povera donna. Bella vita che fa anche lei)
    Prendi atto di questo e riparti da lì.
    Perché anche tu hai un vantaggio.
    Se questo signore, nonostante lo sgamo, ancora ti chiama, ti cerca, è perché anche tu non hai esaurito del tutto il tuo potenziale.
    Soddisfi una sua esigenza di natura trasgressiva, che la
    moglie, evidentemente, non soddisfa.
    Non c’è nulla di male in questo, ripeto, è un fatto.
    Ma lui soddisfa le tue esigenze?
    Le esigenze trasgressive sì – ti dà emozioni (anche negative) altrimenti non ci staresti – le esigenze istituzionali no.
    Il senso di angoscia che provi all’idea di perderlo deriva dalla paura della solitudine, che è un veleno mentale. Perché paradossalmente, più hai paura di restare sola, più rischi di diventarlo. Perché ti attacchi a uno che, evidentemente, non è grado di soddisfare (tutte) le tue esigenze più profonde. Alcune sì, altre no. E se adesso molli questo qui, o ti fai mollare perché si stancherà di te, ne troverai uno peggio.
    Si chiama dipendenza affettiva, va molto di moda, benvenuta nel club.
    Tu non stai bene perché con lui hai solo trasgressione, ti manca l’istituzione, il focolare domestico, la stabilità.
    Ma una relazione stabile, con questa persona qui, difficilmente ci sarà. Non perché lui sia uno stronzo, o chissà che altro, non è questo il punto, ma perché avete esigenze diverse.
    E hai talmente paura di restare sola che pur di non perderlo, sei disposta a sorbirti tutte le emozioni, anche quelle spazzatura, che ti propina.
    In altri termini, provo a tradurre, fai l’amante ma non ti basta, vorresti prendere il posto della moglie.
    Ora se tu vuoi fare la moglie, inutile perdere tempo con unico che la moglie c’è l’ha già.
    Io ripartirei da qui, tranquillamente, e cercherei di non lasciare a secco la tua parte emotiva.
    Cerca emozioni positive altrove, coltiva le tue passioni affetti amicizie indipendentemente da lui, e quando ti sarai fortificata, vedrai che ti sarà più facile operare il distacco, e allora sì -magari – ottenere qualcosa di più.
    Corso di amantato. 2.0

  • Fra19, 8 Giugno 2018 @ 07:56 Rispondi

    Ieri sera ho chiuso. Mi ha chiamato per parlare, dopo avermi raccontato della recita del figlio, della sua giornata, gli ho detto che voglio staccare. Lui, che conosce i miei problemi di lavoro, familiari e ultimamente anche di salute (ho perso molti kg), ha detto che mi capisce, che mi vuole bene e che x un periodo possiamo staccare se la cosa mi fa stare meglio. Gli ho detto che non è una questione di un “periodo” , ma che io voglio altro, che non mi basta la sola amicizia. Inizialmente lui mi dice se mi sto riferendo al fatto di incontrarsi, io dico che c’è altro, lui non capisce (?) e allora glielo dico chiaramente se tra me e lui.. Mi risponde che non può. Allora io dico che non può e che non vuole, che cmq se le cose stanno così non possiamo più sentirci perché vogliamo cose diverse. Lui mi dice che la sera non vedeva l’ora di chiamarmi, che mi capisce e che nn vuole essere una sofferenza per me. Che forse questa situazione mi blocca anche nella conoscenza con altre persone. Che apprezza la mia sincerità e che se ci incontriamo x strada possiamo scambiare due chiacchiere (vuole x forza mantenere un’apertura). Gli ho risposto che anche io gli voglio bene, che la mia serenità dipende da me e non da un eventuale fidanzato, e che se ci incrociamo x caso non possiamo più parlare, al max un ciao da lontano.
    Sono molto stanca, spero di avere la forza, ma soprattutto l’intelligenza di capire e di accettare questa chiusura e di perseverare nella mia scelta. La cosa che mi dispiace è perdere anche la sua amicizia perché non è una persona cattiva, anche se a volte abbiamo litigato, mi ha sempre ascoltata. Non è facile trovare una persona con cui poter parlare di tutto.
    Un altro fallimento in questo periodo non ci voleva, anche se sono consapevole di avere sbagliato ad infilarmi in una situazione del genere. Vorrei tanto trovare un po di serenità.

    • alessandro pellizzari, 8 Giugno 2018 @ 08:13 Rispondi

      Inizia a prenderti una pausa di silenzio seria poi si vedrà. Da quello che dice è chiaro che adesso ti vede solo come amante. Il silenzio servirà anche a lui se non è così

  • Fra19, 10 Giugno 2018 @ 18:14 Rispondi

    Grazie per i tuoi consigli Alessandro. Il silenzio è molto difficile, spero che con il passare dei giorni la mia sofferenza possa diminuire. A lui non so se servirà perché io penso che se una persona ti piace veramente non hai bisogno di perderla.. ma forse mi sbaglio. Grazie ancora, ti scriverò se ci dovessero essere aggiornamenti.

    • alessandro pellizzari, 10 Giugno 2018 @ 18:43 Rispondi

      A me il suo silenzio mi ha fatto correre all’epoca

  • LEI, 11 Giugno 2018 @ 09:10 Rispondi

    “Lui mi dice che la sera non vedeva l’ora di chiamarmi, che mi capisce e che nn vuole essere una sofferenza per me. Che forse questa situazione mi blocca anche nella conoscenza con altre persone. Che apprezza la mia sincerità e che se ci incontriamo x strada possiamo scambiare due chiacchiere” ma come è umano e altruista quest’uomo!!!
    Lui pensa al tuo benessere…ma mandalo a stendere va…
    Ormai la sua posizione è chiarissima, evita di piagnucolare e elemosinare amore, volta pagina e basta!
    Per Daisy propongo una standing ovation!!!!

  • Oliveira, 10 Luglio 2018 @ 15:10 Rispondi

    Che guaio Alessandro leggo ormai tuo sito da ben 4 anni. Sono una fan tua. Stessa storia di tutti quanti … amanti tutti i due sposati, io mi sto divorziando lamante dici di si ma non si muove …le serve del tempo non sa quanto è così se sono passati 4 anni…sto per chiudere la storia … non ne posso piu. Vita nuova me lo merito…ci credo nell’amore. Spero per ogni una di noi di trovare nella vita un amore da vivere come si devi. . . Grazie Alessandro di condividere con noi … tutto questo.

    • alessandro pellizzari, 10 Luglio 2018 @ 15:13 Rispondi

      Grazie a voi. Alla fine molte storie fra amanti non producono nuove coppie ma almeno chiudono matrimoni morti da tempo. Diciamo che almeno servono per prendere coscienza per se stesse. Troverai qualcuno per cui vale la pena mettersi in gioco vedrai

      • Nicole, 9 Agosto 2018 @ 18:34 Rispondi

        Ho scritto sopra la lo rifaccio qui, quanto tempo siete stati amanti prima che lei ti lasciasse costringendoti a guardarti davvero dentro?

      • Nicole, 11 Agosto 2018 @ 13:23 Rispondi

        Alessandro, quanto tempo era durata la tua storia prima che lei ti lasciasse facendoti capire che volevi solo lei? comunque tu sei un uomo sui generis, gli altri secondo me si fanno frenare da molte cose, orgoglio, paura etc. la verità resta sempre sotto, la si capisce tardi a volte

        • alessandro pellizzari, 11 Agosto 2018 @ 13:54 Rispondi

          Guarda che lei ha dovuto aspettare tre anni poi ha fatto un silenzio durissimo di tre mesi e io sono corso. Ma sono stato il peggiore degli uomini

  • Nicole, 11 Agosto 2018 @ 14:04 Rispondi

    Perché il peggiore degli uomini? Era la classica amante che ha dovuto subire, capire, aspettare….?

    • alessandro pellizzari, 11 Agosto 2018 @ 14:23 Rispondi

      Ero un grande stronzo

  • Nicole, 11 Agosto 2018 @ 15:05 Rispondi

    perché? per paura? per tenerla lontana?

  • alessandro pellizzari, 11 Agosto 2018 @ 15:49 Rispondi

    Seguivo la mia parte razionale pur essendo innamorato poi ha vinto l’amore ma solo quando lei mi ha lasciato

  • Nicole, 16 Agosto 2018 @ 10:37 Rispondi

    Alessandro ciao, ancora una domanda. Anzi due (ma sarebbero mille): ma all’inizio della tua storia con lei, capitava che tu la allontanassi e non vi sentiste per un po’? E se sì, poi come vi riavvicinavate?

    • alessandro pellizzari, 16 Agosto 2018 @ 11:22 Rispondi

      Io non la lasciavo mai mi facevo lasciare ma il black out durava Max 15 giorni poi io la ricontattavo e si ricominciava. Così per tre anni

  • Nicole, 16 Agosto 2018 @ 11:24 Rispondi

    15 giorni di silenzio? anche da parte tua però….

    • alessandro pellizzari, 16 Agosto 2018 @ 11:27 Rispondi

      Si ma l’uomo nel silenzio fa orbiting. Se tu non chiudi tutti i canali lui vede se esci con chi esci di che umore sei. Fa come il pescatore. Lascia lenta la lenza e ogni tanto tira. Per sentire se sei ancora all’amo

  • Nicole, 16 Agosto 2018 @ 11:25 Rispondi

    Però hai detto che ti facevi lasciare, perché che c’era nel tuo comportamento che non andava bene? perché dubitava di voi?

    • alessandro pellizzari, 16 Agosto 2018 @ 11:28 Rispondi

      Beh io non chiudevo con l’ex

  • Nicole, 16 Agosto 2018 @ 13:23 Rispondi

    l’ex la moglie o fidanzata ufficiale? Ma le dicevi è meglio mollare qui, non c’è futuro per noi etc.?

    • alessandro pellizzari, 16 Agosto 2018 @ 13:27 Rispondi

      Le dicevo che non ce la facevo a chiudere con l’altra

  • Angelica, 16 Agosto 2018 @ 13:42 Rispondi

    Alessandro posso farti una domanda? Dopo la tua riconquista con atto di separazione incorporato, le cose tra voi hanno “rifunzionato” subito? Tua moglie si è fidata subito di te? Ho immaginato una situazione del genere per me, e mica ce la farei a guardare lui con l’amore di prima, molto a lungo. Non so se basterebbe la scelta ecco, sarei diffidente lo stesso

    • alessandro pellizzari, 16 Agosto 2018 @ 14:02 Rispondi

      Si è stato subito bellissimo dopo tanta attesa. È stata una convivenza progressiva ma subito felice

  • Nicole, 16 Agosto 2018 @ 14:49 Rispondi

    Ma l’inizio (quando vi siete conosciuti) è stato da passione travolgente e non vi siete più mollati o era il classico tira e molla perché si capisce che ci si va a incasinare perché è di difficile gestione e via dicendo? A volte mi domando se come nasce una storia può predirne il decorso chiamiamolo così. Perché è vero che siamo tutti diversi anche se molte azioni sembrano simili, ma mi chiedo come sia possibile erigere un muro di razionalità di fronte alla passione che esplode. Staccare, chiudere, senza possibilità di appello? inumano quasi

    • alessandro pellizzari, 16 Agosto 2018 @ 14:53 Rispondi

      Io mi sono innamorato dopo un anno lei dopo due

      • Luce, 28 Ottobre 2018 @ 17:22 Rispondi

        Quindi il primo anno c’era solo attrazione?

  • Nicole, 16 Agosto 2018 @ 15:06 Rispondi

    E prima vi frequentavate cosÌ ogni tanto quando capitava?

  • Pamy, 20 Agosto 2018 @ 05:11 Rispondi

    E nonostante tutti i fraintendimenti, le discussione, orgoglioso, malumori, pianti, le sofferenze, i regali mai ricevuti da lui, i non conforti mi manca da morire e vorrei che fossi qui con me. Penso che non sia mai stata innamorato di una persona, che è stato davvero il mio primo amore in tutti i sensi, si veri aveva dei diffetti ma anche dei pregi (come tutti insomma nessuno è perfetto, manco io lo sono) ma io lo amo così com’è e mi manca troppo.
    Chiedo pero un consiglio meglio se gli dico che cosa provo e che voglio finire e il perché del mio silenzio nei giorni scorsi o meglio continuare nel silenzio senza dirsi nulla?

  • Roger Rabbit, 13 Settembre 2018 @ 08:24 Rispondi

    ….e vivo.

  • Ondina, 25 Novembre 2018 @ 14:25 Rispondi

    Ma se durante il silenzio assoluto, avendo bloccato tutti i canali e social, ti citofona cosa gli dici? Di non farsi sentire a meno che non sia per restare per sempre e poi chiudi il citofono?

  • Gioia, 24 Gennaio 2019 @ 08:19 Rispondi

    Ciao Alessandro, ti scrivo perche’ ho bisogno di un tuo consulto. Io single lui sposato da ormai circa 30 anni con 2 figli di 11 e 14 anni mi ha detto basta ha chiuso la nostra relazione dicendo che non riesce a lasciare i figli che il suo rapporto “morboso” con loro non gli permette di fare questo passo ha seguito anche una terapia da una psicologa ed e’ arrivato a questa conclusione. Come mi devo comportare? Io sono disperata. Aiutami.

    • alessandro pellizzari, 24 Gennaio 2019 @ 08:42 Rispondi

      Non chiamarlo consulto non sono uno psicologo. Adottare il codice del silenzio?

      • Gioia, 24 Gennaio 2019 @ 11:32 Rispondi

        Non ho resistito alessandro gli ho mandato un messaggio e lui mi ha risposto che sta male ma che non puo tornare. Cosa faccio? Sto male.

        • alessandro pellizzari, 24 Gennaio 2019 @ 13:18 Rispondi

          Sta male ma ha scelto. Ho ripubblicato il codice del silenzio

  • LEI, 24 Gennaio 2019 @ 11:29 Rispondi

    Gioia penso tu possa fare ben poco, definire un rapporto con i figli “morboso” perché non ci si vuole separare da loro, mi sembra un po’ eccessivo. Quando si decide di fare dei figli, lo si fa con l’intenzione che la separazione da loro ci sarà quando saranno loro ad allontanarsi…
    Io amo vivere con mio figlio, ma viaggio con mio marito, viaggio con gli amici, vado in palestra, esco di sera. Non sono morbosa, ma mi piace tanto vivere con lui, ed ha 18 anni.
    Forse non amo abbastanza il mio amante? Sicuramente mio figlio è il mio amore più grande.
    La mia fortuna è che il mio amante non mi porrà mai davanti ad un aut aut, perché anche lui ha dei figli e ragiona come me.
    Se il tuo amante ha chiuso, c’è poco da fare. Ha scelto.

    • Gioia, 24 Gennaio 2019 @ 13:29 Rispondi

      Cara Lei, e’ stato lui a definire cosi’ il rapporto con i figli e io non l ho messo di fronte a nessuna scelta e’ stato a lui a dire che deve decidere cosa fare perche’ non riesce piu’ ad andare avanti cosi’. per questo si e’ rivolto (giusto o sbagliato che sia) di sua scelta e idea da una psicologa. Ma io no gli ho mai detto di scelgliere me o i figli anzi non gli ho mai detto neppure di chiudere con la moglie se devo essere sincera. ma ho aspettato in silenzio.

      • Ariel, 24 Gennaio 2019 @ 14:09 Rispondi

        @Gioia capisco che debba essere veramente difficile e doloroso per te ,ma in effetti evidentemente lui ha fatto la sua scelta e se come ti ha detto si è rivolto ad una Psicologa questo ,forse,lo ha aiutato a scegliere

        La scelta per un uomo in particolare è secondo me più difficile per la sua natura diversificata come Saggiamente qui in diversi articoli ha scritto Alessandro tipo il vigliacco indeciso eterno e vari altri aspetti

        Noi Donne siamo in questo molto più decise con idee chiare e dirette e soprattutto sincere con noi stesse e i nostri amanti o compagni

        Soprattutto questo suo aver chiesto aiuto alla Psicologa secondo me dimostra che tu comunque sei stata molto Importante per lui così importante da non riuscire a scegliere che fare
        A volta chiedere aiuto serve proprio a questo
        Riuscire da soli a farcela in qualunque situazione ci si trovi

        Il nuovo Codice del Silenzio qui pubblicato oggi da Alesandro veramente credo tu possa trovare spunto di nuove scelte che veramente possono aiutarti in questo momento così difficile e doloroso per te

        Scriverti è come scrivere a me stessa
        Sono in terapia sto facendo il Silenzio ormai quasi un anno
        Dopo la mia relazione disastrosa con un Seriale
        Soffro di dipendenze affettiva ,ma mi sto curando
        E vado al galoppo sempre più lontana da lui in modi incredibilmente positivi
        E sorprendenti per me stessa

        Un abbraccio!

        • Gioia, 24 Gennaio 2019 @ 14:46 Rispondi

          Ciao Ariel, grazie per le tue/vostre parole.
          Proprio come da te interpretato e scritto lui mi disse che dalla psicologa doveva andare perche’ non sapeva cosa scegliere o meglio chi scegliere se i suoi figli o rinunciare a me. non mi ha mai detto che doveva scegliere tra me e la moglie. Vorrei solo cambiasse idea…. mi sento cosi’ sciocca.

          • alessandro pellizzari, 24 Gennaio 2019 @ 17:42

            Gli psicologi mica ti danno soluzioni tipo a o b comunque

          • Oldplum, 24 Gennaio 2019 @ 18:55

            Lascialo li e impara a volerti bene. L’amore vero, chiunque sia, arriverà quando sarai felice di te e con te stessa.

          • Ariel, 24 Gennaio 2019 @ 19:15

            Andare da un terapeuta psicologo e tutta lavofferta infinita di persone serie che sono iscritte all’albo professionale

            È una scelta che nasce spontanea
            Non si sceglie ti trovi lì perché sei pronta a evolvere e per farlo soffrendo ma in modo consapevole di ciò che di accade
            Ecco chevsei li nello studio seduta davanti a te stessa,interessante espressione,perché fa paura guardare in faccia la propria realtà nel senso non giudicante ma solo nella intimità che si crea se col terapeuta ci sta il feeling di base

            Ecco compiersi i nostri passi in avanti
            Riuscire cosa?

            A fare da soli con una maggiore coscienza e serenità decisinale.

            E un abbraccione da qui tutto per te
            Naturale upil tuo desiderio scritto da te qui sopra
            Ma già sento la tua consapevolezza prevalere sul fatto che come dire bisogna accettare la realtà
            Fa male urca se fa male lo so
            Ma io mi sono ritrovata dal terapeuta e poi qui e con te e voi e Alessandro
            Tutto fa eccome se fa

            Scrivi tutta la tua rabbia sofferenza carta penna e scrivi tutto ciò che hai sofferto a causa di questa tua relazione

            Sto bevendo un verre de Rosè e brindi ai tuoi successi attuali e quelli presto a venire

            Sto un poco brilla ,scusate ma sono adesso in questa mia onda profona lunga con un pizzico di leggerezza vira all’umorismo.

            Pure da qui @Gioia
            Pur se sto un poco annebbiata dal alcol
            Si fa per ridere,
            Ti penso e ti abbraccio

  • Gioia, 24 Gennaio 2019 @ 18:41 Rispondi

    In che senso alessandro?

    • alessandro pellizzari, 24 Gennaio 2019 @ 20:20 Rispondi

      Uno psicologo ti aiuta a capire cosa vuoi e perché è cosa hai dentro veramente la soluzione poi la trovi tu

      • Gioia, 24 Gennaio 2019 @ 20:42 Rispondi

        Allora se ha deciso cosi xke sta male x me x questa scelta che ha preso?

  • Gioia, 25 Gennaio 2019 @ 12:32 Rispondi

    Ieri al tel mi ha detto che e’ cosi’ che non puo’ fare diversamente che e’ difficile ma che anche lui deve farsene una ragione. che non si sente pronto lasciare i figli e non sa quando lo sara’ ( e se lo sara’ aggiungo io) che non mi dimentichera’ mai ma che non puo’ fare altrimenti perche’ non riesce piu’ psicologicamente ad andare avanti in una situazione cosi e che si sente in copa con tutti. Cosa dici Alessandro? Un caro saluto

    • alessandro pellizzari, 25 Gennaio 2019 @ 12:38 Rispondi

      Dico che ha deciso. Decidi il meglio per te. Non ti dimenticherà mai. Old plum direbbe: e chi se ne frega

      • to the moon and back, 4 Febbraio 2019 @ 11:35 Rispondi

        Anche nel mio caso ha deciso, malgrado lui stia male perchè gli sono entrata nel profondo del cuore, malgrado la moglie sappia ed ha deciso di perdonarlo (con crisi isteriche ogni 3×2)…ma lui ha deciso e non vuole creare illussioni…
        mi chiedo perchè io non riesca a farmene una ragione…perchè dentro di me sono convinta al 100% che siamo fatti per stare insieme…possono soli 5 mesi di amantato portare a questo?
        Mi sento così sciocca…vorrei dimenticare e rientrare nel mio limbo senza sentimenti, protetto e senza rischi.

        • KK, 7 Marzo 2019 @ 09:25 Rispondi

          @to the moon and back anche io sentivo una complicità pazzesca, sentivo che eravamo fatti per stare insieme, non si poteva finire cosi’, dovevamo stare insieme… lui diceva lo stesso, ma poi è sparito. Adesso vedo tutto con occhi diversi. Una storia come tante, bella, passionale, ma niente di piu’. Non siamo anime gemelle, non è l’altra parte di me. Avevo idealizzato tutto.

    • Oldplum, 25 Gennaio 2019 @ 13:06 Rispondi

      Esatto. Salutalo e auguragli il meglio. “Buona vita”.

      • Gioia, 25 Gennaio 2019 @ 13:15 Rispondi

        Infatti e’ cio’ che gli ho detto anzi gli ho detto buona fortuna ma non e’ facile mi manca

        • Oldplum, 25 Gennaio 2019 @ 14:35 Rispondi

          21 giorni pensando solo a quanta sofferenza ti ha dato.

          • KK, 7 Marzo 2019 @ 09:23

            Quello che sto facendo anche io. Per ora i giorni sono solo 6, ma focus sulla sofferenza e su tutto il male ricevuto.

      • Angelica, 25 Gennaio 2019 @ 14:14 Rispondi

        Sottoscrivo!

        • Gioia, 25 Gennaio 2019 @ 15:10 Rispondi

          Quanta tristezza

  • Stella maris, 7 Marzo 2019 @ 00:01 Rispondi

    Mi sento davvero triste. Sono 8 mesi che abbiamo iniziato la nostra relazione extra. Siamo colleghi, entrambi sposati con figli. Lui mi cerca tutti i giorni, solo pochi messaggi, ma non ha mai saltato un giorno… Visti a scopo sesso pochissime volte (1 al mese), perché incastrare i nostri impegni familiari e lavorativi è un casino… E poi mi porta sempre in albergo e paga lui, quindi credo subentri un po’ anche il fattore economico. A volte ci siamo visti anche solo per un caffè o per salutarci. A Natale mi ha regalato una bellissima collana che indosso quasi ogni giorno. Nell’ultimo periodo avvertivo che qualcosa non andava. La settimana scorsa se n’è improvvisamente uscito che la moglie aveva organizzato una mini vacanza con i figli da sabato a martedì (lo conosco da anni e non avevano mai fatto nessuna vacanza oltre le classiche 2 settimane al mare in estate). Io gli ho detto che ero contenta per lui, che così poteva staccare un po’ da lavoro e rilassarsi insieme alla sua famiglia. Lui mi ha scritto ogni giorno anche mentre era in vacanza. Oggi è rientrato a lavoro e sinceramente non mi è sembrato particolarmente contento di rivedermi. Gentile, sorridente, mi ha fatto i complimenti per il nuovo taglio di capelli… Però nessun accenno a vederci (per motivi di lavoro non ci vedevamo da 1 mese) e ben poco entusiasmo… Io gli avrei buttato le braccia al collo e avrei fatto fuoco e fiamme per vederci anche solo per un bacio! Che la moglie abbia capito qualcosa e abbia organizzato tutto per cercare di riavvicinarsi al marito? Secondo te a lui potrebbe importare qualcosa di me? Si sarà almeno affezionato un po’ a me? Credi che voglia chiudere? E se si, credi sarà definitivo? Per favore, dammi un parere spassionato da uomo. Grazie.

    • alessandro pellizzari, 7 Marzo 2019 @ 00:10 Rispondi

      I messaggi non contano cinta la frequenza reale

    • Oldplum, 7 Marzo 2019 @ 07:10 Rispondi

      “Secondo te a lui potrebbe importare qualcosa di me? Si sarà almeno affezionato un po’ a me?”

      Sei bisognosa. Un Po di autostima, Stella, ti prego. Lo dico con amicizia e senza supponenza. Perché se tu stessa ti poni dei dubbi sull essere amabile come puoi pensare che un altro possa amarti?

      • Ariel, 7 Marzo 2019 @ 12:42 Rispondi

        @Oldplum
        @Stella
        Credo che potrebbe essere plausibile anche vedere la domanda riferita a chiedersi se lui almeno si sarà un poco affezionato potrebbe anche essere dovuto alla difficoltà che secondo me sta comune a tutte noi chi più chi meno
        Ma il farsela non è soltanto motivato da poca autostima
        Ma credo che pure la difficoltà sconcerto del doversi rendere conto che quel lui a cui noi abbiamo affidato noi stesse tutto di noi pensiero cuore corpo progetti
        In realtà ama solo se stesso

        Credo che sia una delle real Più difficili da accettare perché io posso pure trovare tutte le giustificazioni al mio ex eppure appaiono validissime è malato fuori di testa ,ma invece non pure io ho attraversato questo inferno
        Di non riuscire a capire che caxxo di persona fosse
        Allora mi sono pure chiesta ,ma lui possibile ma almeno si sarà affezionato almeno un poco a me

        Come a dirmi possibile che sia na merda così?

        Lo sconcerto la incredulità secondo me è una fase naturale e comune a tutte noi che prima tutto credevamo almeno un poco possibile ogni giorno a trovare giustificazioni

        pazienze arrotolate con un filo indistruttibile, un gomitolo
        Ormai fuso.

  • Stella maris, 7 Marzo 2019 @ 00:06 Rispondi

    P.s. Stasera per la prima volta dopo 8 mesi non ho ricevuto il suo messaggio della buonanotte. Oggi sono andata a cercarlo io nel suo ufficio per invitarlo a prendere un caffè… Dopo un mese che non ci vediamo? Durante il quale mi ha comunque cercata tutti i sacrosanti giorni? Io temo davvero che possa centrare qualcosa questa improvvisa vacanza last minute…

    • Annina, 7 Marzo 2019 @ 09:49 Rispondi

      Si, secondo me è successo qualcosa, che potrebbe essere la moglie che può aver capito e ne hanno parlato o boh, cmq deve essere successo qualcosa.
      Quando il mio uomo porta la famiglia in campagna il lunedi contiamo i minuti che mancano al momento di stare insieme e penso sia normale……

    • cossora, 7 Marzo 2019 @ 11:18 Rispondi

      @Stella maris ha intaccato l’opinone che hai di te. Per un attimo, sposta il focus su questo e lascia perdere lui, la moglie, il numero dei messaggi, dei mesi, le prime volte senza, il last minute etc.
      STA CAMBIANDO TE e questo non può succedere ..razionalizza: per ‘n’ uomini che ti mettono in crisi, tu ti rimetti in discussione ‘n’ volte?? Tu sei una sola!
      Calmati, è solo un momento di crisi. Il caffè vai a berlo con un’amica, un altro collega. Mettiti in prima corsia, rallenta. Un bacio. Ci siamo passate tutte e siamo ancora qui. Coraggio.

  • Rosa, 7 Marzo 2019 @ 08:34 Rispondi

    @Stella, te lo dico col cuore, lasciatelo alle spalle.
    Ti risparmierai un sacco di dolore e in questo modo salverai la tua autostima.
    Chi ti vuole, ti desidera .
    Chi ti ama, vuol stare con te
    Leggi il blog, leggi ovunque in qualsiasi topic che riguardi gli amanti e vedrai che il tuo principe, altro non è che uno dei tanti rospi che popolano il mondo degli amanti.
    Non è speciale, con non era speciale il mio e come non sono speciali le nostre storie.
    Quelle speciali, siamo noi con la nostra capacità di amare, incondizionata, che purtroppo quando incontriamo certi elementi, ci si ritorce contro.
    Salvati finche puoi!

  • LEI, 7 Marzo 2019 @ 08:48 Rispondi

    Stella te lo dico per esperienza, nelle storie extraconiugali ci sono un sacco di momenti di ripensamento, sensi di colpa, retromarce ed accelerate…Può darsi che lui stia attraversando una di queste fasi, e sicuramente la vacanza ha inciso su questo. Queste storie ci fanno vivere sulle montagne russe. Sinceramente, se si potesse, io vorrei tornare al 2015, non vivevo più l’amore ma ero molto centrata e in equilibrio.
    Questa storia mi ha dato tanto, ma mi ha resa estremamente vulnerabile, ed io odio esserlo.

  • Ema, 7 Marzo 2019 @ 12:36 Rispondi

    non è la vacanza, è che non gli interessi (interessavi) se non per una scopata ogni tanto.
    Concordo con Oldplum, elemosinare un po’ di affetto, tanto più da uno con cui si hanno incontri occasionali, amati un po’ di più

  • Barbara, 13 Marzo 2019 @ 22:49 Rispondi

    Caro Alessandro, ho seguito quasi pedissequamente i tuoi consigli su come lasciare un amante sposato. Ovviamente la speranza che lui la lasci è dura a morire, ma per ora sto morendo io. Gli ho fatto un discorso coi controc***i gentile ma ferma, non posso vivere delle sue briciole e dopo un anno e mezzo di amantato, con varie lasciate e riprese (da parte mia) in cui cercavo di frequentare gente libera con scarsi risultati, tornavo da lui che sa come prendermi, dopo anni di allenamenti di corna varie con la moglie. Moglie che lo conosce bene, lo minaccia e lo assilla telefonicamente ma che se lo tiene (hanno due figli piccoli). Lui ha sempre detto che non l’avrebbe lasciata. E io non gliel’ho mai chiesto. Dopo i primi mesi ludici (io gli raccontavo delle mie avventure in giro, lui geloso) il sentimento ha incominciato a prendere forma. Negli ultimi mesi lui sempre più invaghito ha cominciato a dirmi che mi ama, sogna ad occhi aperti una vita con me, ma di renderla tale non ne ha il coraggio. Inutile dire che pare che tra loro non vada nè a letto nè a livello di dialogo. Non mi è dato sapere quanto questo corrisponda a verità. Un uomo incasellato, schiavo di quel che pensano/vogliono i famigliari ecc. Io ho sempre cercato di mantenere una distanza emotiva minima per non rimanerci sotto. Credevo di esserci riuscita. Ma voglio solo lui. E lo voglio tutto. Pochissimi uomini mi coinvolgono come sa fare lui… ridiamo parliamo tanto e stare con lui è come essere di nuovo sposate (io sono separata da 3 anni). Quando mi vede si illumina, non ho mai visto credo un uomo così perso per me, così tenero a letto e così premuroso e attento sempre. Pochi giorni fa l’ho lasciato di botto. Senza preavviso. Gli ho fatto discorsi serissimi. Sono disposta a rifarmi una vita con te, coi figli. Ma devi fare una scelta. E se scegli lei non farti più vivo. Da quel momento silenzio stampa. Sono solo pochi giorni, presto per dire come finirà o forse non c’è bisogno di farsi domande. Ha scelto lei. Sono una stupida. Credevo di reggere la botta invece sto andando in pezzi. E pensare che non la volevo una storia con lui all’inizio. Dimmi che ho fatto bene in ogni caso, perché da buona donna pesci mi illudo sempre. Grazie

    • alessandro pellizzari, 14 Marzo 2019 @ 07:31 Rispondi

      Scegliere ha un prezzo ma scegliere di chiedere all’altro di scegliere è sempre una cosa giusta

  • Benjy, 16 Aprile 2019 @ 21:00 Rispondi

    Oggi gli ho detto che non ce la faccio più, che non si può continuare così. Da tre mesi è diventata difficile da gestire la situazione, lui ha problemi a lavoro, problemi a casa, problemi con lei…e io ho sopportato tutti i suoi sbalzi d’umore, l’ ho Aspettato e sono sempre stata disponibile verso di lui, nonostante anche io sia sposata, ma mi rendo conto che lui per me non ha altro che briciole…non riusciamo neanche a vederci, Solo telefonate…e lui che mi dice “non riesco, non ho testa in questo momento e sto bene quando ti sento perché mi fai stare bene”….ho paura che non riuscirò mai a mantenere il silenzio, mi manca come l’aria

    • alessandro pellizzari, 17 Aprile 2019 @ 07:09 Rispondi

      Tutti questi problemi veri fonti o esagerati sono fatti per renderti quel poco di vita che hai con lui così impossibile da farti prendere quella decisione che lui non vuole prendere. Lasciarlo. Si avvicinano le vacanze di famiglia

    • Berg, 17 Aprile 2019 @ 07:46 Rispondi

      mentre ti leggevo pensavo “vuole farsi lasciare”…prima te ne rendi conto e prima smetterai di soffrire…il resto sono solo tue speranze e arrampicamenti sugli specchi del tuo cervello.
      Ascolta, le parole “non riesco, non ho testa in questo momento…” sono praticamente una dichiarazione di abbandono. Tradotto dal maschile vuol dire che non ne vali più la pena. Scusa la franchezza

  • Anna, 20 Giugno 2019 @ 12:48 Rispondi

    Voglio lasciarlo, l’amante. Siamo nella fase del trascinamento estenuante. La fase in cui devo decidere io. Lo amo ancora ma sono esausta, vi giuro. Ho bisogno di qualche frase secca da dirgli per poi non tornare indietro. Suggerimenti?

    • alessandro pellizzari, 20 Giugno 2019 @ 15:35 Rispondi

      Mi sposi?

      • Confusa (Ex), 20 Giugno 2019 @ 16:37 Rispondi

        Mitico!

      • Iaia, 6 Febbraio 2020 @ 18:51 Rispondi

        La trovo geniale! Sicuro che scappa a gambe levate!

    • Sis84, 6 Febbraio 2020 @ 19:54 Rispondi

      @Anna
      Fai la valigia e vai in silenzio senza voltarti indietro
      Non occorre altro

    • Mary, 6 Febbraio 2020 @ 20:03 Rispondi

      @Anna frasi secche l’è dura.. sicuramente sapendo che lo ami continuerà a cercarti, proponendo qualche compromesso (tipo fare qualcosa che non ha mai fatto prima e che ha capito tu desideri) e aumentando le dichiarazioni d’amore (sempre parole parole ma esagerando fino all’inverosimile). Potresti dirgli che ti sei innamorata di un altro, è quanto vendono loro, pur rimanendo con la moglie, raccontando a qualcuno la storia dell’orso, tipo “è un collega di lavoro, abbiamo cominciato a parlare e ci siamo ritrovati mano nella mano”. Quello che non vogliono sentirsi dire, è la verità, che te ne vai perchè ti ha consumata, perchè in realtà non siete assolutamente “insieme”, perchè hai diritto a vivere un rapporto dove poter anche progettare. In parole povere non accettano che tu dica qualcosa che possa fare sentire svilito il palco da maschio alfa, che rimandi loro la pocaccine in cui ti hanno tirato in mezzo. Vogliono una menzogna. Dovrebbe essere loro evidente perchè una se ne va, ma per esperienza non è così. Occhio alle incazzature, perchè tu sei roba loro, non persona. Potresti trovarti una reazione di rabbia e aggressività. E infine, se provi a parlarci di cuore (evitalo, so è può sembrare un brutto consiglio ma io ho provato a parlar col cuore e lui si è solo arrabbiato sempre di più) rischi che ti faccia proiezione. Se non sai cos’è vai a leggerti qualche articolo. Poche parole, meno parole usi meglio è. Usa frasi fatte. Sono consigli per comunicazione verso narci, a titolo preventivo male non fanno.

  • Nina, 23 Giugno 2019 @ 19:31 Rispondi

    @vale127 anche io mi sono sentita soppesata economicamente.. non scendo nel dettaglio ma a parte i casi di serio rischio, quando invece il lavoro c’è e si tratta solo di cedere qualcosa (giustamente) a ex..ecco lì io non lo accetto. L’aspetto economico x me è stato fortemente offensivo. Non sarebbe stato senza tetto e nemmeno in una bidonville. Certo che se non sei disposto a rinunciare a villetta.. mettendomela ancora che io (che ho sempre vissuto in appartamento) “come tutte le donne” (dice lui) avrei voluto di più. Ecco la colpa era mia! Che senza saperlo volevo la sua villetta!

    • alessandro pellizzari, 23 Giugno 2019 @ 19:40 Rispondi

      Ti ha dato un prezzo per fortuna hai evitato un uomo così in tempo

    • Angelica2.0, 23 Giugno 2019 @ 20:13 Rispondi

      Ma poi dai… villetta… o mi spari un superattico in adeguata città o non se ne parla:))) una eccitazione con coda scodinzolante che non stiamo nella pelle, per la villetta in Canadà, quella che sognano tutte le donne!!! Muoio:))))

    • Vale127, 24 Giugno 2019 @ 13:18 Rispondi

      Io non gli avrei chiesto nulla…sono indipendente economicamente, sono una persona semplice…non mi interessano i gioielli, la moda, vacanze di lusso…non mi interessano neanche le vacanze se posso.stare con lui…
      Eppure leggo qua che ci sono mille casi simili…e pur pensando di.vivere situazioni uniche..sono caduta anch’io in un “cliché”(?)
      Non capisco più se credere allo “standard” di queste situazioni o credere a quello che provo e che sento prova anche lui.
      Però la cosa certa rimane una sola: il risultato, i fatti. I fatti.sono la risposta.

      • alessandro pellizzari, 24 Giugno 2019 @ 14:38 Rispondi

        Esatto i fatti

  • Luca, 7 Febbraio 2020 @ 17:00 Rispondi

    Succede anche il contrario.
    Succede anche che sia la donna quella sposata, quella che non decide, quella non riesce a lasciare il marito (è troppo importante per me, a lui ci tengo, ha fatto tanto per me), ma non ha il coraggio di lasciare.
    Per vigliaccheria, calcolo, egoismo, o per tutte queste cose insieme.
    Anche una donna, insomma, sa fare tutto questo.
    Io l’ho incontrata.
    Dieci anni fa.
    In mezzo tanto amore, momenti indimenticabili di rara intensità.
    Di mezzo: un marito (una persona molto buona), dei figli da crescere, una famiglia e delle amicizie che non capirebbero un passo così importante come una separazione.
    Tutto dall’altra parte, però.
    Di qui nulla; mai nessuna pretesa, mai nessun ultimatum.
    Forse, troppo poca autostima per capire quanto si vale e quanto si dovrebbe meritare.

    Il risultato e la soluzione, comunque, non può che essere la stessa.
    Lasciare, chiudere, farsi forza per continuare a vivere.
    Anche se sembra impossibile, anche se fa male, anche se dall’altra parte c’è poca sensibilità e, a tratti, un po’ di crudeltà.

    Ho letto quasi tutti i messaggi e ho trovato molta condivisione.
    Volevo ringraziarvi tutti.

    Buona fortuna a tutti.

    • alessandro pellizzari, 7 Febbraio 2020 @ 17:12 Rispondi

      Io trovo che due adulti che decidono di avere una storia extraconiugale devono avere le idee chiare sulle seguenti cose:
      1. Il matrimonio è finito o rimane in piedi con la stampella amante di turno
      2. Patti chiari amicizia lunga. Se da subito ci si dice che la famiglia non si tocca chi ci sta ci sta.
      3. Nonostante i patti chiari le donne si innamorano, questione di tempo e anche poco. I maschi dicono di innamorarsi
      4. Chi racconta balle all’amante per farsela o tenersela è un cialtrone e uno scorretto

  • Luca, 7 Febbraio 2020 @ 17:24 Rispondi

    D’accordo sui primi due punti.
    Sul terzo mi pare ci sia un po’ troppa generalizzazione.
    A me, per lo meno, è capitato il contrario.
    Avrò trovato la donna alfa.
    L’ultimo punto è una verità.

  • MP, 18 Febbraio 2020 @ 23:25 Rispondi

    Io penso di essere arrivata al capolinea.
    E non perché sia lui a non decidere (non ho mai voluto nulla, non ho mai nemmeno pensato ci fossero possibilità), ma perché io non sto più bene con me stessa. Perché in realtà nonostante le dichiarazioni d’amore, a volte capisco che per lui non sarò mai nulla più di una povera scema con cui sfogare un bisogno sessuale. Perché è così che mi sento. Perché capisco che lui non vorrebbe mai che sua figlia facesse la “fine” mia. Ad un certo punto qualcosa mi si è spento dentro.. ho smesso di star bene.
    La mia paura è ora la vita di tutti i giorni. Lo vedo sempre, in continuazione, non so nemmeno io come comportarmi, che parole usare, come spiegare tutto questo. Forse mi sono solo illusa che fosse amore il mio?

  • lamù81, 28 Febbraio 2020 @ 11:42 Rispondi

    Caro Alessandro, che sollievo aver scoperto il tuo blog e le persone che lo popolano, in questa fase della mia vita in cui sono diventata amante… Entrambi sposati, io ancora senza figli, un marito che adoro e che mi adora, e che non ho mai tradito; lui al secondo matrimonio, cinque figli, fedifrago seriale, dieci anni più grande di me… Un’intesa, un’amicizia e poi un’attrazione fortissime che sono nate sul lavoro. E’ iniziata una storia che doveva essere solo di sesso, di evasione e tenerezza per entrambi: nessuna promessa di lasciare le famiglie, nessun castello in aria, insomma una relazione comoda per entrambi e che sarebbe durata finché ne avessimo avuto voglia. E’ durata solo poche settimane, però, perché mio marito ha scoperto tutto, ed è stato drammatico. Mi ha giustamente obbligata a troncare ogni contatto con l’altro, e lui ha capito, è rimasto al suo posto. Adesso sto cercando di ricostruire il mio matrimonio, perché l’amore con mio marito è forte e non è mai stato in discussione. Però ho voluto un ultimo confronto con l’altro, glielo dovevo e lo dovevo a me stessa… abbiamo parlato, ci siamo abbracciati e baciati – non siamo andati oltre, benché lui lo volesse – perché l’interruzione della nostra storia non era stata volontaria, ma imposta dalle circostanze, e soprattutto aveva lasciato senza la parola fine anche la nostra bella amicizia. E’ stata una grande sofferenza! E lui, tra le lacrime, mi ha detto che si è innamorato di me e che non gli era mai successo malgrado le tante storie senza sentimento; mi ha detto che ogni volta che ci vedevamo avrebbe voluto non finisse mai e che dopo l’amore amava restare con me a fare le coccole e a parlare. Non aveva nulla da perdere e nulla da guadagnare nel dirmi queste cose, è possibile che dicesse il vero? Davvero un amante può innamorarsi? Questo non cambierà la mia decisione di salvare il mio matrimonio, ma ammetto che non mi aspettavo una simile dichiarazione… ecco, ho lasciato il mio amante col cuore a pezzi (?) ma ho il cuore a pezzi anche io, perché è stato bellissimo!

    • alessandro pellizzari, 28 Febbraio 2020 @ 14:08 Rispondi

      Scusa ma non credo a un seriale che si innamora in poche settimane. Starà festeggiando il fatto di non essersi ritrovato tuo marito sotto casa. Tieniti alla larga e cerca di recuperare il matrimonio se si può

    • Lia, 28 Febbraio 2020 @ 14:56 Rispondi

      @lamù81 non ha messo in discussione né la sua né la tua relazione. Gli hai chiesto di sparire e non ha fatto una piega! Non mi sembra il comportamento di un uomo innamorato. Ovvio che la tua decisione non debba cambiare! Non per un seriale che racconta di essersi innamorato! Probabilmente gli piaci, gli piaceva quello che facevate assieme, ma è troppo presto per capire. Prendila come una piacevole parentesi, non farti altri film in testa, e focalizzati su tuo marito. Adesso le tue energie servono lì.

    • Polly, 28 Febbraio 2020 @ 18:13 Rispondi

      @lamù81 concordo con i pareri fin qui forniti, recupera se si puo’ con un marito come il tuo, innamorato e comprensivo… se lo ami…. chieditelo! E chiediti cosa manca nella relazione con lui? PS benvenuta!

      • lamù81, 24 Marzo 2020 @ 17:12 Rispondi

        Vi ringrazio tutti per i vostri pareri e i vostri incoraggiamenti! Leggervi qui e, più in generale, nel blog mi fa sentire meno sola e al contempo un po’ più forte. Torno a scrivere dopo quasi un mese, che è stato fatto di riflessioni, film mentali, litigate e avvicinamenti con mio marito. Abbiamo iniziato un percorso di terapia di coppia che sta svelando quanto avessimo fondato la nostra lunga relazione su alcune convinzioni totalmente da demolire, e quanto abbiamo bisogno di ricostruirci entrambi. @Alessandro ho cambiato idea varie volte, se voglio rivederlo o tagliare completamente i ponti, di lui mi piace solo il sesso intenso che abbiamo condiviso, e alla fine ho capito che questo non vale assolutamente il rischio di distruggere il mio matrimonio. @Lia hai inquadrato la situazione, è stata solo una parentesi, resta per me da capire, leggendo dentro me stessa, le ragioni per cui l’ho cercata. @Polly mio marito aveva puntato tutto su di me, abbiamo sempre avuto un rapporto splendido e complice, ma negli ultimi mesi ci eravamo allontanati. Sarà molto dura ma vogliamo recuperare la nostra armonia perduta.
        Un abbraccio!

        • alessandro pellizzari, 24 Marzo 2020 @ 18:17 Rispondi

          L’importante è avere le idee chiare e non soffrire o subire una situazione decisa da altri

  • Azzurra, 12 Maggio 2020 @ 11:20 Rispondi

    Ciaoa tutti,
    voglio raccontarvi la mia storia.
    Sono una ragazza single di 31 anni e l’estate scorsa, in vacanza con amici, ho incontrato la causa del mio malessere. Ho conosciuto Lei. Una donna sposata di 33 anni con due due figlie e un marito. Da lì è iniziato il mio o il nostro calvario. Lei è sempre stata con uomini, ma si è resa conto dopo 33 anni di vita si essere lesbica. A causa delle domande che non si è mai posta prima, non ha intenzione di lasciare le figlie senza padre. Come avrete capito sto facendo l’amante da 9 mesi. Amante un pò particolare perchè non siamo mai state tali, con il fatto che sono donna mi ha sempre portato a casa sua come amica, con lui, con i suoi amici e con la sua famiglia. Nulla di nascosto. Una coppia alla luce del giorno.

    Mi dice basta il 5 maggio io provo per qualche giorno a trattenerla ma sembra convinta a chiuderla. In un momento di lucidità capisco che cosi non possiamo andare avanti entrambe. Io per prima e decido di mettere me stessa davanti a lei, cosa che non stavo facendo da mesi. Non la sento dal 7 maggio. Mi ha scritto 3 messaggi a cui non ho mai risposto non ne trovo il senso se lei cmq decide di rimanere li . Ho cancellato il numero. Mi dedica storie su Ig, ma io continuo il mio silenzio stampa. Non lo sto facendo perchè penso che così lasci lui. Lo faccio per me perchè mi stavo perdendo. Stavo perdendo me stessa. Se poi lascia lui ben venga ma rimane una favola o un sogno.

    • alessandro pellizzari, 12 Maggio 2020 @ 12:46 Rispondi

      Azzurra ho dovuto tagliare anche perché oltre alla lunghezza c’erano dettagli che non proteggevano il tuo anonimato, per i prossimi post più breve e occhio alle notizie che dai grazie

    • Lilly, 12 Maggio 2020 @ 13:53 Rispondi

      @Azzura ma lo sai che in questi ultimi anni ho avuto modo di assistere a diversi episodi simili al tuo…con donne che scoprono la loro omosessualità quando sono accusate…in particolare una mia conoscente sposata con figli ha avuto una storia con un’altra donna, è fuggita con lei,poi è tornata dal marito trascinata sai genitori, sono stati insieme un po stile mulino bianco ma poi non ha ( ovviamente) funzionato…mi dispiace per te è per quello che stai passando. Se è difficile che un uomo lasci la moglie per l’amante, penso sia altrettanto difficile che una donna lasci il marito per una amante donna. Perché è vero che siamo coraggiose più degli uomini, ma in italia c’è tanto bigottismo. E una donna che ha negato per anni la sua sessualità tanto che si è pure sposata…penso faccia molta fatica a uscirne.

    • cossora, 12 Maggio 2020 @ 14:08 Rispondi

      Ciao @Azzurra. Ho un’amica che fece soffrire molto la sua amante, fino a farsi lasciare
      Non fu subdola come un uomo, perchè si voleva separare davvero ma le paure aggiunte allo ‘sputtanamento’ conseguente a un outing del genere allungarono di molto i tempi.
      Ti consiglierei di andare a farti un lungo giro. Lei è una donna quindi è determinata. Ma potrebbero volerci anni, e potrebbe non essere più la persona che ami, tra diversi anni.
      La mia amica è tutt’ora in cerca della storia della sua vita, non felice, non infelice.
      A volte va così, va presa come viene.
      Un abbraccio!

    • Polly, 12 Maggio 2020 @ 15:59 Rispondi

      @Azzurra cara, conosco una storia molto simile alla tua. Le parole che sono volate in chiusura da parte della donna sposata furono molto pesanti nei confronti della mia amica, certa e fiera del suo orientamento sessuale. A distanza di anni la mia amica soffre ancora e si preclude altre storie. Fai bene a perseverare nel silenzio; quando sei pronta, vivi nuove storie d’amore, tesoro.

  • Lilly, 12 Maggio 2020 @ 14:23 Rispondi

    Scusate volevo scrivere accasate non accusate!

  • Azzurra, 13 Maggio 2020 @ 08:37 Rispondi

    Lei ha provato a lasciare lui… lui sa della mia esistenza…sa che ci piacciamo ecc… ma l ha “perdonata” e fanno la famiglia del mulino bianco…lei non ha avuto il coraggio…

    • alessandro pellizzari, 13 Maggio 2020 @ 10:30 Rispondi

      come tanti. Non volano alla tua altezza

  • Azzurra, 14 Maggio 2020 @ 10:01 Rispondi

    Oggi è passata una settimana. Lunedì mi ha mandato 2 messaggi per chiedermi come stavo e che lei faceva fatica. Ieri sera altri 3 messaggi e stamattina mi sono trovata 36 messaggi e un 20 chiamate perse. Sto mantenendo il silenzio. Nei 36 messaggi non c era scritta l’unica cosa che doveva dirmi, cioè scelta diversa ME. E sembro io la cattiva che lei non si merita un trattamento di questo tipo. Penso mi abbia bloccato ovunque. Se farà scelte diverse sa dove trovarmi e come cercarmi

    • alessandro pellizzari, 14 Maggio 2020 @ 11:27 Rispondi

      Non hanno notizie. Mandano 100 messaggi per scrivere il nulla

    • cossora, 14 Maggio 2020 @ 11:49 Rispondi

      Non ti scelgo ma ti penso. E sti cazzi.

      • Azzurra, 15 Maggio 2020 @ 08:38 Rispondi

        Esattamente… Ieri mi ha cercato tutto il giorno 1000 mex e un 50 chiamate… non ho mai risposto…Voglio altro… altre scelte e non scelte di comodo. Mi dice che non capisco perchè non ho figli…Ama me ma a casa le cose non vanno male… finchè c ero secondo me. Ho fatto da collante ad un matriomonio al capolinea. Vediamo adesso che mi ha perso se le cose a casa vanno bene.

        • Cossora, 15 Maggio 2020 @ 10:11 Rispondi

          Se non lo avessi bloccato avrei anche io dei messaggi mono-termine (è uomo, ha meno fantasia) ma se li tenesse anzi se li scambiasse con la moglie. A casa tutto bene? Buon per loro!

        • oldplum, 15 Maggio 2020 @ 11:24 Rispondi

          Dalla negazione sta passando al patteggiamento (se cambio qualcosina, tu rimani? Mi ami?).

        • Lilly, 17 Maggio 2020 @ 20:06 Rispondi

          @Azzurra mi sembra di vedere quella ragazza che conosco. Sinceramente non la vedo bene per questa famiglia da mulino bianco. Ha capito di essere bisex?o omosessuale? Perché parliamoci chiaro…il lato sessuale è fondamentale e se apri gli occhi e ti rendi conto che ti piace…che ne so, che sei x la montagna e basta,non riuscirai a farti piacere il mare. Mai. ( ho cercato un esempio che non cadesse nel becero). E la ragazza che conosco ha provato a fare la mogliettina perfetta ma..aveva capito che le piacevano le donne!!!e non poteva stare con il marito!!!qui prevedo disastri per lei… non durerà molto questo matrimonio secondo me. Ma tu… vuoi davvero tutto sto casino che arriverà? Pensaci.

          • Azzurra, 17 Maggio 2020 @ 23:13

            Ha capito che le piace il mare e basta… ma si sta convincendo che deve rimanere comunque con il marito per le figlie… e quindi va anche con la montagna per far vedere che è tutto ok e il matrimonio è salvo…io sono pronta e lo sono sempre stata… ma qui non credo succederà nessun casinò… lui sa di me… sa di lei… e fa finta di nulla…

  • Paolo74, 17 Maggio 2020 @ 12:54 Rispondi

    Salve a tutti. Mi chiamo Paolo ho 45 anni sposato da 15 con due figli. Probabilmente la mia storia extraconiugale non rientra come durata nei canoni descritti egregiamente da Alessandro, in quanto è durata solo tre mesi. Lei, di 30 anni, sposata ma senza figli, ed in grossa crisi per questo. Oltretutto la nostra frequentazione è iniziata mentre lei già frequentava un’altra persona che io di fatto ho rimpiazzato. Son stati tre mesi molto intensi, fatti di incontri fugaci ma molto sentiti, come sempre accade agli inizi. Adesso, dopo tre mesi, lei mi molla dicendomi che si è resa conto di amare “il primo” amante e contestualmente vuol addrizzare il rapporto con il marito riprendendo i tentativi di avere un figlio. La cosa che reputo più assurda è che ha anche detto che a me non vuole rinunciare in quanto son diventato importante per lei. Io in questa storia ci ho messo l’anima e probabilmente non ho messo il disincanto che lei mi ha sempre detto avrei dovuto mettere. Continuiamo a sentirci ogni giorno e messaggiarci ogni giorno. Io così peró non ne esco più..e ho ripreso a chiederle di vederci..

    • alessandro pellizzari, 17 Maggio 2020 @ 13:42 Rispondi

      Una seriale doc

    • Lilly, 17 Maggio 2020 @ 13:57 Rispondi

      Caro @Paolo benvenuto…dimmi, ma tu cosa vuoi? Non parli mai di tua moglie. Dici solo di avere dei figli. Cosa provi per lei? Chiediti questo. Concentrati su te stesso. Sulla tua vita. Cosa vuoi farne? Lei lasciala un attimo in un angolo…nel senso prima di domandarti perché fa così ecc prova a spostare l’attenzione verso di te. Perché alla fine le uniche domande a cui puoi rispondere riguardano te. Quello che conta è che tu riesca a trovare serenità e per farlo credo sia utile concentrarti su te stesso e la tua vita… ovviamente sono consigli facili da dispensare, meno da seguire… non è mai facile quando si è coinvolti.

      • Paolo74, 17 Maggio 2020 @ 19:54 Rispondi

        Cara Lilly grazie per la risposta. Hai ragione. È chiaro che il mio sia un matrimonio infelice. Da anni. Probabilmente non ho mai avuto le palle per porvi fine, lo riconosco e per i piu disparati motivi. Io a quella donna “seriale” mi ero davvero legato, lei a quanto pare molto meno. “Ti voglio bene ma non ti amo” la frase ricorrente. Cercheró di riflettere più su di me e la mia situazione, questo è poco ma sicuro ma con questa persona io mi se to ogni giorno e questo non mi fa bene..

        • oldplum, 18 Maggio 2020 @ 07:13 Rispondi

          Allora impegna il tuo tempo e i tuoi pensieri a rivedere il tuo matrimonio e vedere se si può salvare. Non salvarlo perché “tanto è li”.
          Per la signora in questione.
          Ti tratta come tratta se stessa: senza rispetto.
          Chiudila fuori . È una psicotica.

        • Whiterabbit, 18 Maggio 2020 @ 08:03 Rispondi

          @Paolo74 non ti poni mai il problema che magari anche tua moglie possa essere infelice?

    • Dispersa, 17 Maggio 2020 @ 17:06 Rispondi

      @Paolo….
      Lasciala al suo triste destino!!
      Non sarà mai felice, che tristezza più di un amante e vuole avere un figlio con suo marito??
      Concordo con @Ale…. Una seriale!!

  • fg, 17 Maggio 2020 @ 18:51 Rispondi

    io sono finita nella trappola del narciso: lui da 20 anni con lei: ognuno a casa propria , io da 30 con lo stesso uomo e abbiamo de ifigli. mai avrei pensato potesse accadere ed ora è l’unico pensiero. mi ha fatto sentire così amata e speciale, poi di fronte al mio imporre una scelta, le ns vite sono diventate l’ostacolo insormontabile: vite troppo strutturte, troppa gente soffrirebbe! vorrei lasciarlo, vorrei restare con lui!! la mia vita cade a pezzi!!!

  • Ariel, 17 Maggio 2020 @ 20:01 Rispondi

    @fg
    Inspiace davvero ,ma se tu stessa la hai chiamato trappola di narciso
    Ecco che dirti se non che sarebbe il caso di mollarlo senza manco dirti nulla
    Fai il No Contact Totale fatti aiutare da un terapeuta e
    Veramente chiudi tutta la relazione che sta chiaramente a farti male e basta

    Inutile e estremamente dannoso restare invischiati con
    La trappola del narciso

    Tu stessa hai già capito che stai a patire e continuare rischi di averci la dipendenza affettiva

    E poi perdonatemi tutti e tu per prima ,ma sinceramente queste persone che fanno i matrimoni i figli e poi hanno relazioni dopo vent’anni e trent’anni ,ma insomma fateve curá da uno BRAVOOOOOOOOOOO!!

    E non si può sentire di situazioni del genere ,ma possibile che uno non se ne renda conto prima???????

    Chi non ci riesce non lo scrivo da un punto di vista morale
    Me ne infischio della morale

    PERÒ IN QUESTI CASI
    FATEVI CURARE DA UNO BRAVOOOOOOO!!!
    Con tutto il rispetto ben inteso,non giudico ,ma

    GIUDICOOOOOO CHE CI STA DA FARSI CURARE!!!!

    @fg vedrai che se fai No CONTACT TOTALE BLOCCO COMUNICAZIONE E fai terapia risolvi tutto !!!!!!
    Buon cammino!!!

    • Fg, 18 Maggio 2020 @ 06:49 Rispondi

      Dopo 30 anni forse i cammini si sono separati? Forse abbiamo preso strade diverse? Siamo cresciuti in modo diverso? Il tuo è di certo un giudizio. Non puoi accorgerti prima che quella storia era claudicante perché funzionava, perché mille cose funzionavano e poi qualcosa si rompe e arriva lui che ti dà ciò che non avevi e nemmeno lo sapevi che ti mancava tutto questo. Il punto sta nel guarire e saper amare se stessi. Il problema è che tutto ciò è profondamente difficile!

      • Ariel, 18 Maggio 2020 @ 10:47 Rispondi

        @Fg e @Norma
        Mi scuso se vi ho involontariamente fatto rimaner male ,
        Il mio commento in effetti è stato mosso dalla emozione negativa che a volte a forza di leggere il DISASTRO delle relazioni affettive qui ampiamente documentato per i racconti scritti di molte Care Donne
        Ecco mi sono permessa di ricordare che quando si vive insoddisfatte e infelici dopo tanti anni soprattutto la responsabilità è propria anche propria
        E cioè se non si riesce a vivere una vita soddisfacente OCCORRE CURARSI. Con la TERAPIA che ESISTE E CHE FORTUNATAMENTE RISOLVE tutte le proprie difficoltà di fare concretamente le proprie scelte di vita

        SENZA MAI DOVER RINUNCIARE A SE STESSE e al AMORE PER SE STESSE!!!!

        Così ho voluto DARE UNO SCOSSONE soprattutto a chi sta avanti con gli anni e ANCORA E ANCORA STA IMPANATO. In relazioni DANNOSE E A PERDERE

        si VERISSIMO ho vissuto un matrimonio così equilibrato e stupendo vivere di VERO AMORE ,ma NON È SOLO FORTUNA!!!!!!

        Mi sono fatta UN MAZZO TANTO ESATTAMENTE COME MIO CARO MARITO HA FATTO VERSO DI ME

        Questo per RICORDARE A TUTTE E A TUTTI
        CHE quando si sta MAGGIORENNI E VACCINATI A SIGNIFICA
        CHE VOLERE È POTERE

        E cioè che il proprio DESTINO ce lo costruiamo noi stessi
        Perché la capacità di far fronte a tutti gli ostacoli della vita e fatta dal PRENDERSI CURA DI SE STESSI

        E infatti appena ho vissuto erroneamente la relazione tossica con un CIALTRONZO MI SONO FATTA UN MAZZO TANTO DI TERAPIA INTENSIVA

        E infatti NON A CASO vivo la mia NUOVA VITA
        Totalmente cambiata in tutto e per tutto persino stato estero
        Eppure sono Vecchissima
        Eppure adesso ho iniziato una nuova relazione con un uomo che per adesso funziona

        Insomma CARE RAGAZZE SCUSATE LA MIA Emotività,ma SONO UNA DONNA VERAMENTE FORTE E capace di essere Davvero solidale ,ma solidale e per aiutare occorre anche svegliare le belle addormentate nel bosco degli anni passati senza curarsi d se stesse!!!!

        Certamente già detto milioni di volte i Maschi hanno la loro immensa e invasiva responsabilità Maschilismo bieco sempre presente

        Ma noi DONNE DOBBIAMO SVEGLIARCI DI PIÙ

        Che Cenerentola sta una fiaba che insegna molto a Non credere esista il principe azzurro

        Non siamo noi a doverlo aspettare ,
        Ma siamo noi che possiamo MANDAREAFFANCULO CHI CI FA DEL MALE

        SENZA MAI PIÙ TORNARE INDIETRO A RIPRENDERSI LA PALATA DI MARRONE IN FACCIA

        Vi abbraccio veramente e con vera sentita solidarietà
        E curatevi di voi stesse ,mi raccomando!!!!
        Che la VITA È FUORI DA QUESTI GIOCHINI TUTTI AL MASCHILISTA DEL XXXXXXXO!!!!!

        • Fg, 18 Maggio 2020 @ 21:14 Rispondi

          Non ho capito se hai lasciato il marito ‍♀️ma poco importa io sto provando con la terapia. So che gli voglio immensamente bene ! Non so quando finirà né come e sì so che finirà! Come dici tu ridiscuto me stessa ! Io sono cambiata e mio marito è una brava persona ma le nostre strade si sono separate…

          • Ariel, 18 Maggio 2020 @ 23:06

            @CaraFg
            No ,purtroppo,mio Caro Marito è morto!!!!!!!
            Bravissima se fai terapia veramente aiuta tantissimo a riuscire a fare chiarezza da sole in se stesse soprattutto quando si vivono relazioni problematiche sia col marito che ovviamente se si ha un amante evidentemente qualcosa non ha funzionato nel matrimonio
            E anche col amante

            Cioè spesso se ci si fa caso sono le Donne che si piegano sopportano si adeguano si danno così tanto perché quando ci sta nnamoriamo di un uomo siamo disposte sempre a cercare di capirlo dimenticando noi stesse

            Spesso leggendo qui le storie non è un caso che le Crae Donne che stavano sposate in un matrimonio in cui erano sofferenti si sono poi concesse al amante e di nuovo ,non a caso,si sono Date troppo nel senso nuovamente di stare dipendenti affettive sia del marito che del amante

            Ovviamente l’uomo ha le sue responsabilità chi si comporta da Cialtrone Sto arrivando! Benissimo che la Donna è disponibile a qualunque cosa e così ne approfittano in chiara tradizione MASCHILISTA

            LaDonna per poter vivere serena e soddisfatta la propria vita se ha avuto relazioni problematiche è bene sempre che si faccia minimo un giro di terapia così da risolvere una volta per tutte il problemino della dipendenza affettiva che chi più chi meno sicuro esiste soprattutto invasiva se già nel matrimonio ci è stata difficoltà tale da arresi un amante o da separarsi

            Ecco perché fai benissimo a fare terapia
            Se ne esce cara@Fg e qualunque sarà la tua scelta sicuro sarà la volta buona col tuo partner dove si impara ad amare se stesse a farsi rispettare ad essere decise se occorre di chiudere una relazione dove si soffre ingiustamente e inutilmente.

  • Norma, 18 Maggio 2020 @ 06:41 Rispondi

    Cara Ariel sai purtroppo uno bravo non basta e neanche due..sai,capita di incontrare quella persona che cin un ciao ti capovolge il tuo mondo in un attimo e pensi che sarà per sempre così. Non tutte abbiamo avuto la fortuna di avere un caro marito come è successo a te e quando incontri l’altro ti immagini che sia la tua occasione per tornare a essere viva come ti ricordi di essere un secolo fa… quindi tu pensi che dopo aver avuto figli dopo 20 o 30 anni di matrimonio smettiamo di vivere o ci rassegniamo? Sai mi fa strano il tuo commento visto che sei sempre così solidale e comprensiva ci ho visto un giudicare nella tua risposta. Io ho incontrato lui quando erano 25 anni di matrimonio e 3 figli grandi e non mi vergogno di dire che avrei lasciato tutto per lui… io purtroppo vivo di emozioni anche ora che ne ho 56 di anni

    • fg, 18 Maggio 2020 @ 10:46 Rispondi

      Norma, come è finita? io mi sento viva, m soffro troppo perchè dentro di me so che non mi sceglierà, so che è sbagliato e folle, ma accanto a tutto questo tormento c’è anche della felicità e la paura che senza di lui la mia vita sarebbe vuota!!

      • Polly, 18 Maggio 2020 @ 11:10 Rispondi

        @fg, non dimenticare l’opzione che ti farebbe sentire più forte, ovvero quella di decidere TU di scegliere cosa fare. Te lo dico dall’alto -o dal basso- dei miei disastri sentimentali… Ascolto sempre la pancia…e quella non tradisce mai. Un abbraccio e vai, a piccoli passi, verso te stessa.

      • Norma, 18 Maggio 2020 @ 12:19 Rispondi

        @fg ti capisco, ti senti spezzata a metà e una parte spinge dalla parte opposta alltra. La mia storia è finita perché lui ha deciso così. Ogni storia è una cosa a sé cambia il contesto ma il punto è che la parte maschile segue il raziocinio e noi invece il cuore. Non cercarlo più e lascia andare, ora ti sembra di non sentirti più viva ma un po’ alla volta, mano a mano che rifletti e capisci la situazione ti renderai conto di molte cose. Intanto che l’amore non deve essere pregato ma condiviso, tu devi sentirti viva a prescindere da lui..ti devi amare allontanandosi dall’idea che abbiamo della storia. La tua vita non è vuota, lui non potrebbe riemporla come lo fanno i tuoi figli, la tua casa da curare,il tuo lavoro se sei una donna che lavora…le tue amiche gli interessi che hai sicuramente.. le storie di amantato ti danno la botta di adrenalina di un paio d’ore e poi? E non pensare passi subito. Ci dovrai lavorare tanto ma ci devi provare.

    • Lulolilla, 23 Maggio 2020 @ 17:20 Rispondi

      ‘Io purtroppo vivo di emozioni’ il ‘purtroppo’ non dovrebbe esserci. A vivere di emozioni si deve essere tanto ma tanto coraggiosi. Non è da tutti, ma da pochi. Perché sentiamo forte le cose belle e altrettanto forte quelle brutte. E quindi poi ci ritroviamo a dire ‘purtroppo’.

      • Ariel, 23 Maggio 2020 @ 19:39 Rispondi

        @Lulolilla
        In effetti il discorso sulle emozioni diciamo “concesse” dalla società in cui i vive e abita proprio cambiano proprio a seconda della impostazione sociale diversa

        Quindi in alcuni luoghi della terra ad esempio alcune emozioni non è permesso esternarle e questo ovviamente crea disagio in se stessi e nelle relazioni sociali tutte comprese quelle affettive e di come si percepisce e si intende amare o sentire amore ad esempio

        In più esiste una universalità pure a livello diverso punto di vista studiato in cui ad esempio un soggetto diciamo in equilibrio in se stesso ha una capacità nel saper gestire le proprie emozioni

        Infatti esistono pure sofferenze date da disturbi del comportamento che colpiscono proprio la capacità di gestire le emozioni e cioè percepirle e viverle secondo una naturale gradualità riferita in proporzione a ciò che si vive

        Esempio.
        Un tipo sta tranquillo mangiando un gelato
        Ed io passando con il braccio distratta gli do uno scossone e il gelato cade per terra
        Ecco che magari allora questo tipo mi da un pugno

        Ecco come a dire un esempio in cui manca il controllo delle emozioni e cioè la gradualità nel sentirle proporzionate ad un evento che oggettivamente resta come da esempio sproporzionato al danno fatto

        Quindi il discorso emozioni in effetti resta PRIMORDIALE E FONDAMENTALE al potersi esprimere nel modo più efficace per se stessi riuscendo però a mantenere un equilibrio di rispetto verso gli altri

        Roba mica da poco !!!
        Infatti nelle relazioni sociali tutto ruota intorno alle emozioni e alla gamma differente di percepirle e gestirle.

        Non la vedo quindi come un purtroppo o meno ,ma più come una bella strada da percorrere per riuscire appunto a fare propria la capacità di esprimere se stessi pur mantenendo equilibrio verso gli altri

  • MP, 22 Maggio 2020 @ 09:31 Rispondi

    Ho scritto diverse volte qui. La primissima volta, il buon Alessandro inquadrò il mio come un seriale. All’epoca non riuscivo a capacitarmene, dicevo che le caratteristiche non collimavano, non ci volevo credere. Ebbene. Ho avuto conferma di tutto. Ho perfino scoperto che la moglie ha saputo in passato di almeno un’altra storia sua, lasciandolo e poi riprendendoselo. Mi sono sentita così stupida, così ingenua. E soprattutto, mi sono sentita schifata. Ora, devo solo capire il modo migliore di lasciarlo considerato che devo vederlo comunque a lavoro. Ho pensato di non dargli spiegazioni, non dirgli cosa so, ma semplicemente che per me è finita. Stop. E poi, resistere. Perché già so che lui farà di tutto per impedirmelo.

    • alessandro pellizzari, 22 Maggio 2020 @ 20:21 Rispondi

      Se rompe digli di rivolgersi alla moglie

    • Lia, 22 Maggio 2020 @ 21:13 Rispondi

      Coraggio MP! Riprenditi la tua vita e il tuo tempo! Tutte noi siamo con te! Un abbracci

    • Dispersa, 22 Maggio 2020 @ 22:05 Rispondi

      Nessuna spiegazione!!
      Ciò che si merita!!

      • MP, 23 Maggio 2020 @ 22:46 Rispondi

        Grazie ragazze.. nessuna spiegazione, ho semplicemente mandato un messaggino dicendogli di non volerci più avere niente a che fare. E lui ovviamente si è offeso a morte, ma a me non me ne frega davvero più niente perché la delusione è stata davvero tanto cocente!
        Ho solo tanta paura di quando torneremo a lavoro dopo il finesettimana, sarà evidente a tutti che non ci parliamo più e più andremo avanti più lo noteranno…… sono stata una stupida…..

        • alessandro pellizzari, 23 Maggio 2020 @ 23:52 Rispondi

          Puoi parlarci. Sii professionale e glaciale educata e fredda

  • Vale, 30 Maggio 2020 @ 14:20 Rispondi

    Sono arrivata su questo blog dopo una ricerca per cercare un po’ di consolazione dopo aver chiuso, proprio ieri, una cosa che non so neanche come definire con un uomo sposato. Ho 35 anni, sono single. Lui 40, sposato da due anni.
    Lavoriamo insieme da tre anni, abbiamo sempre avuto un bel rapporto, fatto di scherzi, battute e complicità.
    Verso la fine dello scorso anno ci siamo avvicinati molto. Ci scrivevamo spesso, lui ha iniziato a chiamarmi tutte le sere finché tornavamo a casa, finché una sera mi ha chiesto di fermarci a parlare in parcheggio dopo lavoro e, durante la conversazione, mi ha baciata. È stato un momento bellissimo e da lì sono iniziati i “problemi”. Abbiamo fatto aperitivo per parlare della cosa qualche giorno dopo e siamo finiti di nuovo a baciarci con passione.
    Dopo quella sera avevamo deciso di smetterla perché sarebbe stato tutto troppo problematico, un pericolo sul lavoro e per lui anche nel privato.
    Solo che, dopo un periodo di tranquillità, ci siamo ricascati andando oltre ai semplici baci. E da lì non ci siamo più riusciti a fermare perché tra noi c’è troppa attrazione.
    Quando è iniziato il lockdown ci sentivamo tutti i giorni, fino a quando lui mi ha mandato un messaggio dicendomi che non potevamo più sentirci e che mi avrebbe spiegato. È sparito per un mese. Mi ha scritto dicendomi che mi avrebbe spiegato una volta tornati in ufficio il 4 maggio. Gli ho risposto che io avrei continuato a lavorare da casa e lui, dopo alcuni giorni, mi ha spiegato che era scomparso perché la moglie, gelosa quasi al punto di essere ossessiva, aveva sentito che lui mi stava chiamando (quella volta per lavoro), che aveva sognato che lui la tradiva con me e varie altre scenate che lo avevano fatto cadere nel panico. Mi ha detto che avrebbe voluto venire dalle mie parti a trovarmi dopo le aperture, ma dopo tre bidoni nelle ultime tre settimane, io gli ho detto che non aveva senso continuare così. Ieri alla fine mi ha chiesto di vederci e ci siamo visti. Inutile dire l’effetto che mi ha fatto rivederlo dopo quasi 3 mesi, ma ormai avevo preso la mia decisione. Una persona che scompare senza darti una spiegazione, che in un mese non trova nemmeno un minuto per te, beh…Non potrà mai farti bene. Soprattutto perché mentre lui pubblicava su fb le cose che aveva fatto per la moglie per il compleanno o per l’anniversario, io oltre a star male mi sentivo anche usata solo per un suo bisogno fisico, nonostante lui negasse.
    È stata dura ieri, soprattutto quando mi ha abbracciata prima di andare via. Avrei voluto che quel momento non finisse mai, avrei voluto che mi baciasse. Ma anche se sto male, penso che fosse l’unica cosa da fare per non prolungare un’agonia infinita.

    • Lulolilla, 31 Maggio 2020 @ 18:14 Rispondi

      @Vale anche io come te venerdì dovrei aver messo la parole FINE. Dico dovrei perchè sono due giorni che sto malissimo solo al pensiero che lui non dovrà più fare parte della mia vita e non so se ci riuscirò, farò il possibile con il supporto di tutti, ma sto uno straccio.Tu sei riuscita a prendere questa decisione presto da quello che hai scritto, io ci ho messo un anno a decidermi e sono veramente tanto coinvolta, troppo! Lui sposato, io convivente. Resisti ferma sulla tua decisione che più passa il tempo e più è dura dire NO. Il mio amante sono certa ormai che non potrà mai essere mio, e una relazione del genere, come hai scritto tu, non potrà mai farmi bene!!

      • Vale, 1 Giugno 2020 @ 10:54 Rispondi

        @Lulolilla credo di averci messo relativamente poco per via della quarantena. Prima ero talmente presa e coinvolta, che non avrei mai trovato la forza per farlo, e il fatto di vederlo 5 giorni a settimana a lavoro non mi aiutava, anzi…praticamente odiavo i weekend perché ero lontana da lui. Il comportamento che ha avuto durante il lockdown, però, oltre a farmi stare malissimo, mi ha fatto capire la realtà dei fatti, ovvero che per lui, nonostante lo neghi, io sono solo uno sfogo fisico. Non esiste che in un mese non trovi un minuto per una chiamata o un messaggio, non esiste cercare scuse assurde, non esiste che, nel momento in cui ci si può muovere, tu mi dici che vuoi vedermi, ma poi trovi sempre scuse fino al momento in cui io ti mando praticamente a quel paese e allora magicamente trovi un’ora per parlare.
        Tralasciando il fatto delle cose assurde che mi ha detto anche venerdì e che mi hanno fatto capire ancora di più quanto mi stesse usando. Ovvio che lui cercasse di farmi cambiare idea intortandomi con le sue parole, ovvio che abbia cercato altre scuse. Io da canto mio, nonostante avessi una voglia assurda di baciarlo e stare con lui, ho mantenuto l’idea che avevo prima di partire da casa: oggi si chiude.
        Il fatto che io stia ancora lavorando da casa mi aiuta, perché vederlo magari mi farebbe tentennare. Se e quando rientrerò a lavoro non so come si comporterà, ma mi auguro non faccia il cretino. Uso il “se” perché questa settimana ho un colloquio di lavoro e probabilmente riuscire ad andare via sarebbe la cosa migliore da fare, sia a livello professionale, sia per tagliare definitivamente con lui

        • Lulolilla, 1 Giugno 2020 @ 18:12 Rispondi

          La quarantena è servita anche a me per prendere la mia decisione. Io avevo il no contact per fine settimana e vacanze imposto da lui da un anno oramai. Durante la quarantena ha spalancato i cancelli, ci sentivamo sempre, è stato bellissimo. Peccato che appena rientrato a lavoro è tornato tutto come prima. Ho potuto ascoltarmi e sentire quanto stavo bene in quei giorni e quanto no con il no contact. Ho capito che non me lo merito, ho chiesto libertà di contatto ma la risposta è stata NO. Come lo ha fatto durante la quarantena lo potrebbe fare benissimo sempre. Ma si vede che la paura e il dispiacere di perdermi non è abbastanza per dire di SI. E questo è tanto triste.
          In bocca al lupo a noi @Vale

          • Vale, 2 Giugno 2020 @ 18:30

            Ti capisco. È la stessa cosa che dico io…Non si possono accettare comportamenti così diversi in base alle situazioni se poi a stare male siamo solo noi. Non devono continuare ad essere i motivi per cui ridere o piangere.
            Lui mi manca…ma sto sempre più capendo che a mancarmi in realtà è una persona che non è mai esistita, ma che ho solo idealizzato o che forse è esistita per qualche mese quando mi voleva conquistare.
            In bocca al lupo @lulolilla

        • Rosa, 1 Giugno 2020 @ 19:45 Rispondi

          Valeeeee in bocca al lupo per il colloquio.

  • Lisa, 6 Giugno 2020 @ 09:15 Rispondi

    Caro Alessandro, mi piacerebbe raccontare la mia storia per avere un po’ di conforto. Per farla molto breve mi sono innamorata di un collega fidanzato da anni. E’ iniziato tutto verso metà marzo. Tra noi c’è sempre stato un rapporto particolare, molta sintonia, tanto che puntualmente i nostri colleghi facevano battutine sul fatto che saremmo finiti insieme, prima o poi. Io non ci pensavo, ero fidanzata e sapevo che lo era anche lui, quindi ci si rideva un po’ su e poi si tornava alla propria vita senza nemmeno farci caso.
    Poi una cosa tira l’altra, abbiamo iniziato a lavorare a stretto contatto, a passare molto tempo insieme, a conoscerci. E alla fine ci siamo resi conto di piacerci sul serio. Nel frattempo io avevo concluso la mia relazione con la persona che ritenevo il grande amore della vita, una storia travagliata di 5 anni, in cui ho dato tutta me stessa e ricevuto la metà. In cui sono stata lasciata e ripresa più volte, in cui ho sempre perdonato senza mai pensare davvero a cosa volessi io. Alla fine mi sono accorta di non amarlo più e, nonostante lui si fosse improvvisamente svegliato dicendomi che aveva pensato di chiedermi di sposarlo e andare a convivere, l’ho terminata senza grossi rimpianti.
    Tornando al mio collega, se all’inizio l’idea che ci potesse essere qualcosa di serio tra noi era lontana anni luce, col passare del tempo ci siamo accorti che stava nascendo qualcosa di bello, di vero. Tanto da fargli mettere in discussione tutta la vita che aveva programmato, ovvero trasferirsi in un appartamento da solo, andare prima o poi a convivere con la ragazza, ecc. Specifico che abbiamo 25 anni.
    Da un po’ di tempo a questa parte è entrato in un turbine da cui non riesce ad uscire, è paralizzato dalla paura di prendere la decisione di mollare tutto quello che aveva costruito finora e allo stesso tempo di perdere me. E’ come se fosse in un momento di crisi esistenziale, non riesce a vedere nulla del suo futuro, a prendere nessuna decisione. Io sto malissimo, sia perchè non mi sono mai trovata in una situazione del genere e mi sento in colpa da morire, sia perchè sento che tra noi c’è qualcosa di importante e temo che non si concretizzerà mai. Lo vedo completamente in balia delle sue paranoie e non posso aiutarlo. So che è una decisione che deve prendere da solo. Lo rispetto e non gli sto mettendo nessun tipo di pressione, anche perchè penso che sarebbe controproducente. Ma sto male. E non ce la faccio più. Mi chiedo se a 25 anni valga la pena rimanere in un limbo indefinito. Ho paura di lasciare andare tutto perchè so che mi distruggerebbe, ma non vedo altre soluzioni al momento. Ho paura di prendere una decisione “affrettata” e di non riuscire a gestirla dovendolo vedere tutti i giorni.
    Ho paura perchè la scorsa settimana sembrava deciso a voler “cambiare vita” e sembrava aver capito di voler davvero dare una possibilità a questa cosa con me, e poi ieri invece “avere di nuovo paura di fare una scelta”. Ieri, dopo una discussione straziante in cui sembrava volessimo finirla e poi nessuno avesse davvero il coraggio di farlo, mi ha detto che in questo momento non è in grado di prendere alcun tipo di decisione e che spera che io possa aspettarlo, ma non pretende che lo faccia. Che non riesce a vedermi così e che vorrebbe solo che io lo odiassi, così sarebbe tutto più facile.
    Capisco che sia confuso, lasciare andare una persona dopo così tanti anni non è facile. Ma io ho paura che la situazione non si sbloccherà mai. E so che dovrei prendere il coraggio a due mani e mettere fine alla cosa. Ma non so come fare. Spero che qualcuno possa darmi qualche consiglio o anche solo un po’ di conforto.

    • alessandro pellizzari, 6 Giugno 2020 @ 10:40 Rispondi

      A 25 bisogna sempre guardare avanti e non appaltare la propria vita se c’è anche una virgola fuori posto nel rapporto

    • Dispersa, 6 Giugno 2020 @ 11:46 Rispondi

      Cara @Lisa…. Siete così giovani con un futuro davanti….
      È difficile chiudere una storia di fidanzamento che dura da anni, ma non impossibile.
      Ci possono essere progetti, ma finché non c’è nulla di concreto credo sia molto più semplice ridisegnare il proprio futuro!!
      L’unica cosa che mi viene da dire è di allontanarti per un po’, deve toccare con mano la realtà!!
      Tu non forzi la situazione, e fai bene, ma allo stesso tempo sei presente e questo lui lo sente.
      Continua la tua vita e mettilo in un angolino…. Non come un castigo o una punizione…. Servirà a lui per capire quello che vuole veramente!!
      In bocca al lupo!!

    • Lia, 6 Giugno 2020 @ 17:31 Rispondi

      @Lisa, hai 25 anni e sei single! Lui ha fatto la sua scelta. Come dice Ale, anche la non-scelta lo è.
      Il futuro non può conoscerlo nessuno e tu non puoi e non devi dargli nessuna garanzia. Ha qualche metro di vantaggio perché sei innamorata, ma a 25 anni fai anche presto a volare via… Non giustificarlo solo perché la storia con la sua fidanzata è lunga ed è difficile chiudere… Se lui continua a stare con lei è perché adesso l’ha scelta e continuando a stare con lei la loro storia sarà sempre più lunga della vostra, ergo sarà sempre più difficile. Datti e dagli un limite, una data. Nessuno mette in dubbio che sia in difficoltà, ma per questo motivo ci deve essere qualcos’altro che lo spinga a chiarirsi le idee. Allontarti farà bene a te ma anche a lui, credimi!

  • Ariel, 6 Giugno 2020 @ 12:57 Rispondi

    @lisa esattamente come scrive @CaroAlessandro
    A 25 anni soprattutto anche se posso capire sia doloroso insomma visualizzati già adesso nel tuo presente attuale
    È questo che vuoi?
    Il solito tanto caro e bravo Cialtrone IMMATURO???

    E no sempre e soprattutto da giovane così almeno partire con una situazione netta priva di fidanzata da anni sua

    Tu mi pari comunque ben messa nella tua autostima infatti sei già riuscita a staccarti e chiudere la precedente relazione

    Quindi guarda il presente e chiediti se è questo che vuoi dalla tua vita che sta tutta davanti a te da viverci nella esperienza di vera libertà in una relazione alla pari senza gente in mezzo e soprattutto con sti uomini che già da ragazzi sono cialtroni e basta.

    • Lisa, 6 Giugno 2020 @ 16:52 Rispondi

      Ciao Ariel, io non riesco a vederlo come immaturo. Anzi, ai miei occhi, una persona che mette in discussione tutta la propria vita perchè si rende conto di provare qualcosa di forte per un’altra persona, non la definirei immatura. Lui non è mai stato veramente solo. Fidanzato dai 16 anni, non sa cosa voglia dire la vita senza di lei. Sta attraversando un momento di grossi cambiamenti che lo hanno messo in crisi. Non per questo io devo stare ad aspettarlo, me ne rendo conto. Ma l’opinione che ho di lui non è quella di un ragazzo immaturo. Lo vedo davvero in difficoltà, anche sul lavoro, le cose che prima gli davano soddisfazione, ora sembrano essere un peso. DIco questo perchè me ne ha parlato molto. Perchè oltre ai sentimenti che proviamo l’uno per l’altra, siamo diventati buoni amici, penso che lui abbia trovato in me anche una confidente. Quindi posso dire che è una persona in difficoltà, ma non immatura nè cialtrona. Detto ciò, io sono esausta e non so per quanto potrò andare avanti così. Grazie comunque per i consigli!

      • oldplum, 6 Giugno 2020 @ 22:04 Rispondi

        Di tutto ciò che hai scritto io mi concentro sulla chiusa: ” sono esausta”.
        Ecco, questa rivela un fatto importante: non è amore nel senso autentico della parola.
        L’amore dà energia attraverso la condivisione, ispira, rende creativi e pervade entrambe le parti di un senso di serenità e confidenza infinita.
        Sei esausta perché dai più attenzione ed energia di quanta ne ricevi. Come il respiro, l’amore è inspirare (ricevere) ed espirare (dare). Se non inspiri mai finisci per soffocare. Esaurisci l’ossigeno. Muori . Inizia ad amarti e a fare attenzione a te. Prenditi cura del tuo benessere. Sei giovane, lavori, sei un essere pieno di qualità. In te hai già tutto ciò che ti serve davvero. Non hai bisogno di nessuno per essere felice . Puoi trovare di certo qualcuno CON cui esserlo.
        Ora tranquillizzati e sii serena.

        • Polly, 8 Giugno 2020 @ 16:11 Rispondi

          @Oldplum, grande intervento, sottoscrivo tutto.

        • Penelope, 9 Giugno 2020 @ 12:46 Rispondi

          Che bel pensiero e che belle parole @Oldplum, sono da tenere come memorandum per capire cosa sia veramente l’Amore… Nei miei 3 anni con lui, ma soprattutto negli ultimi mesi mi ripetevo spesso “come può l’Amore far stare così male? Lui mi fa male!” Vuoi perché lo sapevo con la moglie, vuoi perché avevo sempre paura di dire o fare qualcosa di sbagliato che lo faceva arrabbiare, vuoi perché mi rispondeva malissimo… Avevo sempre il fiato corto, sempre in apnea…L’Amore deve dare ossigeno, non toglierlo…Spero di tenerlo a mente ogni volta che mi sveglio ancora in piena notte quando mi rendo conto che è tutto finito…

          • Elena, 9 Giugno 2020 @ 15:42

            @Penelope, tornerai a respirare ossigeno vedrai, devi lasciar passare un po’ di tempo…
            e tre anni di questi pensieri sono davvero tantissimi
            Non conosco bene la tua storia ma la sofferenza che portano dietro è davvero molta…
            L’amore è davvero un’altra cosa, l’amore non ti fa stare in apnea, ma ti da ali per volare….
            conosco bene le dinamiche perché ci sono passata e devo dire che io non ho resistito più di 10 mesi….1 anno…
            ero esausta

        • oldplum, 9 Giugno 2020 @ 19:38 Rispondi

          Io con lui ho provato vero amore. Sono diventata creativa. Scrivevo, dipingevo. Non ho sofferto di apnee se non il primo anno, in cui lui aveva una gran paura. Poi tutto è migliorato. L’intimità, la confidenza. Se mi svegliavo nel cuore della notte si svegliava anche lui e mi scriveva. Eravamo connessi ad un livello bellissimo e profondo. Purtroppo e semplicemente con il tempo era necessario uno step avanti e a me di fronte alla sua debolezza è caduta la catena. Tanto che alla fine mi sono sintonizzata sul canale ” devo andare, non posso aspettarti “. Era una necessità. Io sono libera.

          • cossora, 11 Giugno 2020 @ 11:26

            Pazzesco @Old.
            Ci scende la catena non (tanto) perchè non mollino le mogli (poi certo ci scenderebbe..) quanto perchè si rivelano d’un tratto così deboli ..da spiazzarci.
            Quasi meglio un deciso ‘senti adesso non la mollo e basta’.
            Io ricordo di aver pensato “ma.. l’amore dovrebbe dare coraggio, non fifa!” e anche “come puoi non voler fare l’impossibile per la donna che dici di amare e che crede in te più di ogni altro al mondo?”

            Però ragazze.. lo fanno eccome. Quindi è evidente che incestiamo vero amore in (alla fine uomini che si rivelano) veri brocchi.

          • oldplum, 11 Giugno 2020 @ 12:14

            Già @cossy. La paura e l’amore stanno agli opposti. Se hai paura pensi a proteggerti e basta. Non c è tempo per provare altro. Non sono brocchi. Sanno amare, come tutti. Sono poco evoluti. Io ora devo pensare alla mia evoluzione, non ho più 20 anni e non posso permettermi di impantanarmi con.persone che devo accompagnare nella vita dalle basi.
            Se devo avere una relazione, ne voglio una con una persona che le basi , almeno le basi, le abbia.
            Altrimenti chi me lo fa fare?
            Tra sabbie mobili e prati verdi islandesi scelgo i secondi.

          • Rosa, 11 Giugno 2020 @ 12:20

            Esatto Cossora, stravedono per noi, con noi come con nessuna mai, però dal divano di casa e quando lo dicono loro un pò come quell’illusionista Giucas Casella ricordate..”quando lo dirò io…”
            Quando li smascheri ti passa ogni fantasia e quasi ti fanno tenerezza.

          • cossora, 12 Giugno 2020 @ 11:40

            @Rosa @Old.. però per un tempo neanche tanto breve, seppur davanti a certe cose evidenti, le interpretiamo veramente come tutt’altro.
            Salvo poi, da fuori, renderci conto che.. ‘cazzo era un calesse!!’
            Chissà che cosa ci prende quando perdiamo la testa.
            Sarebbe interessante individuare quella molecola.
            Probabilmente è racchiusa li dentro la soluzione per diventare immortali..

          • oldplum, 12 Giugno 2020 @ 13:13

            io credo che non sia una questione meccanica, di molecole o cose concrete. credo si tratti di incontri che ci danno quello di cui abbiamo bisogno, della lezione da imparare. poi un conto è se siamo allo stesso livello evolutivo, un conto se uno è un poco più avanti dell’altro o lo diventa. perchè finchè non sani la ferita, la vita continuerà a ripresentarti la stessa solfa, le stesse dinamiche, gli stessi dolori.
            comprendere la lezione è il modo per liberarsi da certe dinamiche che non fanno star bene. i problemi sono la chiave dell’evoluzione come esseri umani. c’è chi viene bocciato tante volte dalla vita perchè non si applica.

          • Rosa, 12 Giugno 2020 @ 13:28

            Credo che ci freghi il fatto di voler sempre dare un significato alle loro parole e/o intenzioni, azioni.
            Aggiungiamo loro valore quando invece spesso tutto è semplicemte come sembra.
            Togliamo l’audio, spegnamo il cervello, e come per incanto appaiono come veramente sono.
            Per me, posso dire che io mi sono ostinata a restare in una situazione in cui le risposte le avevo già tutte. Ma, non so nemmeno per quale meccanismo di autodistruzione continuavo a restare, dando appunto significati che solo io vedevo, a tanto niente, in attesa della risposta che io volevo ma che lui non mi acrevve mai dato.

          • Eli, 12 Giugno 2020 @ 14:08

            @Oldplum rifletto leggendoti che a me è accaduto esattamente il contrario, dopo i primi mesi davvero belli, mi ha tolto tutto, creatività, lucidità, ironia… aspetti che sono tornati senza di lui. Questo mi fa pensare a quanto male vivevo.
            La connessione di cui parli invece l’abbiamo provata anche noi. E’ inspiegabile la sinergia che si crea in un rapporto tanto profondo. Una notte in uno dei vari cds ricordo di aver sognato che mi diceva che aveva trovato una casa e mi invitava da lui. La mattina dopo il fatto si è realizzato (poi era una sua solita cialtroneria falsa fatta per riportarmi a se… questo è un altro discorso).
            @Cossora il mio addirittura mi diceva che mi amava più delle sue figlie…. seeee… che poi, ma chi lo ha mai preteso di essere amata più di loro… dai… che assurdo

          • Eli, 12 Giugno 2020 @ 15:04

            @oldplum “stesso livello evolutivo” (ti cito in un commento più sotto) tipo l’australopiteco e l’homo (donna) sapiens… 🙂

          • cossora, 12 Giugno 2020 @ 17:39

            Si @Old sono assolutamente d’accordo con te. Certo che loro, i nostri ‘uomini’ in quel momento e per un certo periodo vengono da noi elevati a livelli che nemmeno riescono a capire (dal divano su cui sono seduti).
            Poi certo, il mio era veramente creativo, veramente passionale, veramente dolce. Ma grazie.. che motivatrice aveva in me??

            Comunque ognuno risponde alle necessità dell’altro, a volte a sua insaputa.
            L’ultima mia conoscenza si vestirebbe da alga per essere al sushi con le mie amiche stasera. O affitterebbe un pattìno per seguirmi al lago nel mio week end ‘allgirls’.
            Mi ha incontrata nel momento in cui voleva emozionarsi, fare follie, farsi 50 km per venire a darmi un bacio e tornare a casa. Io non sono messa così ora. Ma non fingo e lo ha capito.

            Invece con il mio ex avrei fatto pari cose. Per i primi sei/otto mesi volevamo le stesse cose, ci mettevamo lo stesso tempo, lui rischiando più di me, essendo sposato.
            L’incontro perfetto ha un prezzo più alto da pagare, quando finisce: all’improvviso la realtà ti toglie un gradino e tu cadi e ci sbatti il muso. Forte.

  • Love, 10 Giugno 2020 @ 07:43 Rispondi

    Mi date un consiglio, un modo su come dirle, che non voglio che lei venga da me??
    Sono più di 12 giorni, che non le scrivo, non le rispondo né alle telefonate, né hai messaggi, ma…da 3 giorni, nonostante le abbia detto che non voglio vederla, ha iniziato a tornare tutte le mattine…ho fatto ciò che mi è stato consigliato, tagliare tutti i ponti, ma…anche se faccio l’indifferente, quando se ne va, non immaginate quanto è difficile.

    • alessandro pellizzari, 10 Giugno 2020 @ 13:36 Rispondi

      Dipende solo da te lei è troppo egoista

    • Oldplum, 10 Giugno 2020 @ 15:26 Rispondi

      Assolda una finta fidanzata.

      • cossora, 11 Giugno 2020 @ 08:42 Rispondi

        Mi associo a @Old.
        A meno che lei non lo prenda come un motivo in più per affilare gli artigli (perchè se è competitiva ti fa a pezzi) vedendoti mieloso con un’altra (attenzione: mieloso, non che accetti la sfida) e non si sente più centrale.. se ne va.

        • oldplum, 11 Giugno 2020 @ 12:16 Rispondi

          Secondo me se vede che ha un’altra e lui.le dice: basta, a lei non va che giri qui intorno..
          Boh. O sbrocca molla tutto e sta con lui o, più probabile, strepita un pochino e poi si mette a casa con becco suo.

    • Mary, 10 Giugno 2020 @ 18:46 Rispondi

      @Love ti vuole rimette al posto di amante. Non so darti un consiglio ma posso scriverti quello che ho letto ormai millanta volte che viene messo in atto se un’amante sfrattata prova a contattare “il grande amore di un quarto d’ora prima” per avere uno straccio di spiegazione perchè si sente smarrita: denuncia per stalking. Avrei dovuto denunciare anch’io ai suoi tempi, ma il bene per lui era ancora troppo e ho sopportato. Ai tempi non avevo capito una cosa banale, semplice ma importante. Conseguenze probabilmente zero, la denuncia serve a mandare un messaggio: faccio sul serio. Rispettami.

    • Rosa, 10 Giugno 2020 @ 20:45 Rispondi

      Love lei torna perchè anche se pensi di fare l’indifferente lei sa che non è così.
      Torna non per te ma per lei. Per esercitare il potere che ha su di te.
      Davvero segui il consiglio di @Old, un’amica o l’amica di un’amica che per un pò di mattine passa a salutarti in maniera affettuosa.
      Ma davvero non puoi fare un cambio turno?

      • Love, 12 Giugno 2020 @ 09:14 Rispondi

        Purtroppo Rosa, non posso cambiare turno…sono solo.

    • Whiterabbit, 11 Giugno 2020 @ 06:28 Rispondi

      Ma viene e cosa fa?

      • Love, 12 Giugno 2020 @ 09:20 Rispondi

        Whiterabbit…cerca in tutti i modi, di instaurare un discorso con me, che a mia volta, non continuo, ed evito di parlare…
        Fuorché il solito buongiorno mio, e nulla più.
        Consuma, non più al tavolo, ma esattamente davanti a me, ed io parlo con altri clienti, e se entra nel discorso, ho imparato, se posso, ad andare dai clienti al tavolo, e scambiare due parole con loro.
        Qualcuno, degli storici, mi ha chiesto, se la sto evitando, notano questa cosa, che è cambiata tra di noi.
        Tutti i giorni lo stesso modo…

        • cossora, 12 Giugno 2020 @ 11:15 Rispondi

          E’ scocciatissima che tu opponga resistenza. La prende come una sfida @Love.
          Però.. chiaro che sia solo per dimostrare a se stessa quanto potere ha il suo fascino.
          E’ come la strega di Biancaneve, che ogni giorno chiede allo specchio chi è la più bella.
          Bravo che la trascuri con altri semplici clienti.
          Questo la mortifica sicuramente, se la trascurassi con un’altra potrebbe cogliere la sfida.
          Mamma che gatto attaccato ai maroni però!

        • Whiterabbit, 12 Giugno 2020 @ 12:58 Rispondi

          Insisti col tuo atteggiamento! Prima o poi si stuferà di fare la cucu!

          • Rosa, 12 Giugno 2020 @ 13:39

            Love ma un amico che ti chiami all’ora che sai che lei è davanti a te?
            E con nonchalance tu che rispondi con un sorrisone e un Buongiorno a te, tesoro. Ci vediamo stasera…
            Buttato lì per caso
            Magari per un pò di mattine?
            Guarda lo dico come battuta ma se ci dai il numero ti chismiamo a turno tutte noi!

  • Ariel, 10 Giugno 2020 @ 16:39 Rispondi

    No fattene Un altra proprio
    Una fidanzata LIBERA E SOPRATTUTTO SANA!!!

    E per riuscirci ovviamente devi CURARTI LA COODIPENDENZA che sicuro hai ,

    Si Capita anche ai maschi soltanto numericamente molto in minoranza

    E quindi fatti un programmino
    Ti suggerisco

    Stasera ma già adesso ,un buon
    Bicchiere di vino

    Carta e penna
    Prendere appuntamento con un terapeuta specializzato in relazioni tossiche dipendenze di qualunque genere ,

    E già visualizzare te stesso prima di dormire come sei nel nuovo percorso di rinascita tua
    Scrivere come ti visualizzi nel dettaglio di te stesso
    Dove ti trovi e descrivi il luogo
    Te stesso come sei e che stai facendo

    Tanto beviti il buon vinello e accompagna tutto con pane e salame ( a me piace tanto ,e qui dove vivo non trovo quello che mangiavo in Italia)

    Tu invece che se stai in Italia già pensa che puoi trovare il salumi che solo noi Italiani sappiamo fare

    Ora sembra che abbia scritto delle emerite cazzate

    Ma se mi rileggerai ti troverai a iniziare
    Il tuo vero percorso di rinascita e a farlo
    Visualizzandoti ogni sera prima di dormire con già fatta la terapia e già immaginando te stesso con fidanzata NUOVA LIBERA E SANA con te che dopo la tua terapia sarai finalmente libero dalla coodipendenza e dipendenza affettiva conseguente.

    Prosit !!!
    Alla tua rinascita vera!!!!

  • Tati, 14 Giugno 2020 @ 11:24 Rispondi

    Ragazze, sto malissimo. Ho chiuso con il mio amante da tre settimane. Eravamo stati chiari fin dall’inizio. Le famiglie non si toccano. Poi però, il mio matrimonio è scoppiato. Eravamo già in forte crisi prima e, questo tradimento ha dato il colpo di grazia. Lui invece è rimasto immobile sulle sue posizioni, nonostante sua moglie ci abbia scoperti, ed anche più di una volta. Io però non sono più disposta a restare in un angolo. Volevo chiudere in maniera civile, ma il suo continuo violare il mio silenzio, mi ha fatto esplodere e siamo arrivati a chiudere nel modo peggiore che si potesse. Ora l ho bloccato perché vedo che comunque lui il mio numero non lo cancella, nonostante gli abbia chiesto di farlo più e più volte.Mi sembra cosi crudele questo suo continuo tentare di mettermi alla prova, dato che non ha altra intenzione che tenermi come amante. Soprattutto sapendo quanto sto soffrendo. Ma perché, perché si comporta così???

    • Ariel, 15 Giugno 2020 @ 15:21 Rispondi

      Perché è uno Stronzo!!!

      Un bel MAVVAFANCULOOO
      Risolve tanto il tuo primo step di rinnovare la tua vita NUOVA

      poi Inizia a Curarti di te stessa facendo cose che ti piacciono per te stessa e se se soffri tanto pure prendi appuntamento con un terapeuta e se lo fai SICURO rinasci completamente nel tempo

      La Via della cura di noi stessi è il nostro cammino di vita
      Ha un inizio e mai una fine ,ma col fine della propria evoluzione personale
      Saper quindi essere se stesse scoprire i propri talenti
      E agire per il bene per se stessi!!!

      Abbi cura di te!❤️

  • Ma, 19 Agosto 2020 @ 13:34 Rispondi

    Buongiorno a tutte/i! Vorrei raccontarvi la mia di “non storia”! Conosco il mio lui quasi 7 anni fa per lavoro, lui era il mio capo e io la sua assistente di 20 anni più giovane. Entrambe sposati, lui con un matrimonio fallito alle spalle e un nuovo matrimonio che dura da 15 anni, io sposata da 5 anni, con un bimbo piccolo e un matrimonio in crisi. Tra me e lui inizia subito un’intesa caratteriale e lavorativa cui si aggiunge, in poco tempo, un’attrazione fisica che riusciamo a tenere a bada per ben 5 anni nonostante il nostro continuo cercarci anche con scuse banali. Lui era il mio capo e ne io e ne lui avevamo intenzione di andare oltre. A Marzo 2019 cambio lavoro e a quel punto speravo che andando via questa sorta di amore platonico svanisse e invece la sua presenza si è fatta sempre più pressante con telefonate e messaggi. A Marzo di quest’anno si è dichiarato palesemente chiedendomi di vederci non appena fosse possibile visto il lockdown. In prossimità della fase 2 gli chiedo di vederci dandogli una data. Li sono iniziati i veri problemi. Lui ha iniziato con mille dubbi e perplessità, tirando fuori il fatto di non aver mai tradito la moglie e la paura incredibile di farlo. Mi chiudo in silenzio ma dopo poco più di una settimana mi rifaccio viva e lui sembra molto contento di questo. Mi chiede tempo e mi dice che sa che prima o poi ci vedremo. Inizia un tira e molla estenuante e a un certo punto gli chiedo nuovamente di vederci per parlare. Ci vediamo il primo Luglio. Lui per prima cosa mi saluta con un bacio a stampo, ci sediamo a un bar e iniziamo a parlare un po’ di tutto riscoprendo la nostra intesa. Poi iniziamo a parlare di noi e lui comincia nuovamente a essere titubante e a dirmi che nonostante si sia preso una sbandata pazzesca per me non se la sente di tradire la moglie e mi chiede di rimanergli amica. A quel punto io nego la mia amicizia dicendogli che non posso essere amica di un uomo per il quale provo un’attrazione pazzesca. Mi richiudo nel silenzio che questa volta interrompe lui dopo nemmeno 6 giorni. Cominciamo a risentirci e mi chiede di rivederci a Settembre. Intanto il mio matrimonio è in crisi nera, indipendentemente da lui e io mi sento davvero molto presa. Mi sembra di impazzire, credetemi.

    • alessandro pellizzari, 19 Agosto 2020 @ 15:02 Rispondi

      Lui è al primo tradimento quindi se la fa sotto. Meglio evitare sono uomini che vi tirano sceme e la situazione non migliorerà andandoci a letto, anzi. Piuttosto analizza bene punti di debolezza e forza del tuo matrimonio. Se hai bisogno anpellizzari@icloud.com

  • Ma, 19 Agosto 2020 @ 15:13 Rispondi

    Ciao Ale! Stiamo già facendo counseling e qui non fai altro che confermare quello che mi hai sempre detto. Volevo solo raccontare anche di questi “esemplari umani”. In quanto al mio matrimonio purtroppo è ormai alla frutta e credimi se ti dico che le ho provate davvero tutte.

  • Ariel, 19 Agosto 2020 @ 15:19 Rispondi

    @Ma,

    Mah,
    Benvenuta,ma,credo che la scelta del tuo nickname già ti sia data la risposta da sola!

    MA ,scusami,Ma chi te lo fa fare di metterti nei SICURI KASINI INENNARRABILI!!!
    Se sei approdata qui e hai iniziato a leggere le nostre storie ,
    Se hai letto il libro “ La matematica del cuore” che ti consiglio caldamente di leggere aldilà di ogni tua scelta
    Se appunto hai letto gli articoli scritti qui da @CaroAlessandro
    Se segui le sue video dirette ,ad esempio già da stasera su Pagina Facebook oppure qui dopo la trovi registrata

    Ecco se dopo tutto questo ancora stai a farti i pensieri se scoparti uno così anziché FARE ORDINE nella tua vita matrimoniale
    Mi parrebbe l’ottimo in assoluto per te stessa
    Poi una volta che hai fatto ordine puoi pure fare tutto il meglio che vuoi per te stessa perché DA LIBERAAAAAAAA
    SI VIVE NCE SEMPRE!!!

    Coraggio che la scelta del tuo nickname la dice lunga sul tuo grande cervello e sensibilità di vera Grande Donna

    Tira fuori gli attributi e ama te stessa che poi ci sta Sempre tempo al meglio per scomparsi il mondo se si vuole pureche tu sia davvero Libera dentro a te stessa e fuori
    Luce del sole resta insostituibile Condizione di vita vera!!!!

  • Ma, 19 Agosto 2020 @ 18:17 Rispondi

    Hai ragione e la parte razionale di me non può far altro che darti ragione ma se sono qui è per i tanti, troppi Ma che mi sono posta. Ci sono MA che mi allontanano da lui ma purtroppo ci sono tanti MA che mi avvicinano a lui. Sto già facendo ordine nella mia vita e spero di risolvere al più presto i miei problemi coniugali ma….sono piena di dubbi che mi tormentano.

  • Dispersa, 19 Agosto 2020 @ 19:11 Rispondi

    Benvenuta @Ma!!
    Se ti fa vivere già il calvario del push and pull…. Pensa dopo!!
    Provare per credere!!
    Vorrei dirti di capire cosa fare del tuo matrimonio, se siete alla frutta riparti da te e non con un uomo sposato…. Ma a volte bisogna sbatterci la testa!!
    Ti auguro di avere il coraggio di chiudere prima di iniziare!!

  • Ma, 19 Agosto 2020 @ 20:39 Rispondi

    Sono le stesse parole che usa Ale! Credimi mi auguro anche io di trovare la forza di troncare prima ma quest’uomo è presente nella mia vita da 7 anni e sono 7 anni che ci rincorriamo. Spero a un certo punto di perderne le tracce o di ridestarmi un bel mattino avendolo già dimenticato.

  • elleelle, 20 Agosto 2020 @ 03:15 Rispondi

    @Ma
    Il mio ex, la seconda volta che ci siamo visti, dopo avermi abbondantemente baciato, mi ha detto “Non so cosa sto facendo, amo mia moglie, è la donna della mia vita, non abbiamo mai litigato”. Questo non gli ha impedito di tradirla ma nemmeno di lasciarla per rispetto verso di lei.
    Un anno dopo mi ha detto che erano mesi che pensava di lasciarla e un mese dopo ha lasciato me.
    Sono seguiti altri mesi di ti amo, ti voglio bene e altre smancerie ma comunque non intendeva lasciarla e voleva che restassimo amici.
    Alla fine ho messo la parola fine io, nel modo peggiore.

    Se ti posso dare un consiglio, non cominciarla nemmeno questa storia. Ti ha detto che non vuole tradire la moglie e tu sei ancora in tempo per tirarti indietro ed evitarti un sacco di potenziali casini.
    Il mio ex voleva tradire la moglie ma comunque è restato con lei.
    Vivi la tua vita, in sette anni avresti già dovuto dimenticarlo, non fare in modo che diventi una sfida in cui tu vuoi conquistarlo e vincere.

  • Vita, 20 Agosto 2020 @ 08:16 Rispondi

    @ma dice cose giuste e sagge @elleelle, se sei ancora in tempo tirati indietro, è un gioco al massacro. Facile dirlo dopo, lo so, ma è così. Vivrai forse grandi emozioni ma seguiranno tormenti, frustrazioni, insicurezze e, come dimostrano le nostre storie, un finale amaro. Il mio ex non ha mai detto di amarla, anzi, dichiarava di volerla lasciare a prescindere da me, di stare male, di sentirsi un estraneo in casa da anni, di non fare l’amore con lei da 10 anni almeno (cosa che ha confermato un suo caro amico, mah) eppure al momento della verità è rimasto con lei. Forse non avrebbe nemmeno dovuto scegliere me, forse doveva semplicemente scegliere se stesso se quello che mi diceva fosse stato vero, eppure…resta dove sei, scegli una vita più vera.

  • Oldplum, 20 Agosto 2020 @ 09:00 Rispondi

    Cara @ma. Sono 7 anni che sogni. Sogni e non guardi la tua infelicità nel tuo matrimonio, tentando di trascinare anche lui nella stessa condizione: un cerotto che non guarirà la ferita e sotto quale tutto diventerà marcio ed il marcio si attaccherà al cerotto, impregnandolo e facendolo staccare e cadere a terra.
    La ferita rimarrà e sarà a quel punto infetta, anche a causa del cerotto.
    Il tradimento non risolve i tuoi problemi. L’idea , il desiderio di tradire è una luce che ti consente di vederli. Ma tu guardi il dito che punta alla luna e non vedi la luna.
    Lo fanno in tanti. L’ho fatto anche io.
    Guarda la luna e smetti di sognare qualcosa che ti porterà solo sofferenza, attaccamento e dolore.
    Se vuoi essere felice, pensa a questo. Se vuoi continuare a dormire, dormi.

    • alessandro pellizzari, 20 Agosto 2020 @ 09:49 Rispondi

      dopo i tre anni di amantato diventa 41 bis

  • Ma, 20 Agosto 2020 @ 09:11 Rispondi

    In questi 7 anni per ben 5 anni l’ho evitato come la peste. Ci sono stati momenti di avvicinamento e momenti di allontanamento legati soprattutto al non volermi impelagare in questa cosa. Da quando ho cambiato lavoro è come se lui si fosse sentito autorizzato a imporre quasi la sua presenza nella mia vita. Inizialmente con molta discrezione e nell’ultimo anno con molta più insistenza. Adesso se sai di non voler altro che una specie di rapporto platonico perché continui a rompermi le scatole? Ho cercato di allontanarmi diverse volte e altrettante mi è venuto a riprendere. Adesso l’impegno emotivo è notevole e sto per gettare la spugna. Sia per le mie vicende familiari sia per il carico di ansie che mi procura questa situazione. Sono sempre stata una donna concreta, che prende decisioni importanti ogni giorno e questa “cosa” mi fa sentire inadeguata, sensazione che detesto. Sono decisa a non iniziare e devo assolutamente decidere come gestire il tutto. Mi fa un gran bene leggervi e seguire Ale perché avete tirato fuori la mia parte razionale ormai sepolta da una storia che non ha mai avuto un futuro.

    • alessandro pellizzari, 20 Agosto 2020 @ 09:50 Rispondi

      L’orbiting è come i domiciliari

  • lei, 20 Agosto 2020 @ 09:48 Rispondi

    Ma il suo atteggiamento mi sembra abbastanza chiaro, e tu col tuo modo di fare aumenti solo la confusione che c’è nel tuo matrimonio. Fondamentalmente gli piaci, ma non se la sente di tradire la moglie. Diciamo sempre che gli uomini sono stronzi, che si buttano a pesce appena trovano una disponibile. Quest’uomo invece sta combattendo per evitare di fare qualcosa di cui sa che pagherà le conseguenze.
    Lascialo stare e concentrati sui tuoi problemi matrimoniali.

    • alessandro pellizzari, 20 Agosto 2020 @ 09:50 Rispondi

      sì lascialo stare

  • Ma, 20 Agosto 2020 @ 10:03 Rispondi

    Non sono così visionaria ragazze. Se finora ho assecondato è solo perché vedevo un suo interesse. Credetemi ho cercato di lasciare stare un sacco di volte e altrettante si è ripresentato. Non sono solo io a cercarlo. Lui c’è nonostante se la faccia sotto ma adesso, anche grazie a voi, credo che farò davvero di tutto per lasciarlo perdere. Farò un bel salto indietro, metterò ordine nella mia vita e guarderò avanti con occhi nuovi. Dovrò solo gestire le sue inevitabili domande.

  • Oldplum, 20 Agosto 2020 @ 10:13 Rispondi

    @ale, altro che 41bis
    Se la mente è libera sei libero anche in prigione. Ma se la tua mente è prigioniera sei prigioniero anche nel più bel posto del mondo.

  • lei, 20 Agosto 2020 @ 10:26 Rispondi

    Ma il tutto lo gestisci semplicemente cancellando i suoi contatti. Non lavorate nemmeno più insieme, ti dovrebbe essere facile.
    Stai solo cercando delle scuse, mi sembra. Se un uomo vuole tradire non aspetta tutti questi anni ed è sempre stato lui a tirarsi indietro.

  • Ma, 20 Agosto 2020 @ 10:40 Rispondi

    Se lui non fosse interessato veramente eviterebbe di cercarmi. Sia chiaro non l’ho sedotto io, io ho cercato di evitarlo nonostante mi piacesse proprio perché sapevo che mi sarei andata a infilare in una storia impossibile. Nonostante tutto non mi ha mai mollata sino a quando, per sfinimento, gli ho chiesto di incontrarci. A quel punto la marcia indietro. Lo dico giusto perché non passi l’idea del povero Santo sedotto ma che vuole ad ogni costo salvare il suo matrimonio dalle grinfie della maga Circe. È uno stronzo come gli altri alla fine. Quando gli ho chiesto di non cercarmi più è stato lui a interrompere il mio silenzio. Mi ha chiesto lui di rivederci e sono io a rimandare a Settembre. Se un uomo vuole a tutti i costi salvare il suo matrimonio evita situazioni che lo mettano in pericolo. Gli piaccio? Se la fa passare ed evita di trascinarmi in questa cosa.

    • alessandro pellizzari, 20 Agosto 2020 @ 14:24 Rispondi

      Cialtrone

  • Ma, 20 Agosto 2020 @ 15:02 Rispondi

    Esattamente! Uno di quelli “voglio ma non posso”. È arrivato anche a dirmi “voglio rimanere quello che sono, una persona onesta e leale”. Non rendendosi conto di non esserlo con se stesso, con la moglie e men che meno con me.

    • alessandro pellizzari, 20 Agosto 2020 @ 15:09 Rispondi

      I corretti dopo le scopate

  • lei, 20 Agosto 2020 @ 15:54 Rispondi

    Nessuno ci trascina in alcuna situazione, siamo noi che lo vogliamo o lo evitiamo. La tua storia sembra il prequel di tante storie che si raccontano qui. La differenza è che tu non hai ancora cominciato.
    Indipendentemente da quello che fa lui, devi essere TU a decidere se stare al gioco o no.
    La situazione mi sembra molto chiara, lui è legato alla moglie. Che sia per amore, per abitudine o per altro non fa alcuna differenza. La differenza sta nel fatto che è chiaro che può essere solo una storia di amantato. A questo punto devi essere tu a decidere se ti sta bene. Se ti sta bene, vai avanti pure. E’ quello che sto facendo io con il mio amante.
    Vogliamo solo avvertirti che non ci sarò nulla di più, quindi nessuna recriminazione a posteriori del tipo “mi ha illusa, mi ha usata, mi ha fatta innamorare e poi non si è mosso di un passo”. Tu sei ancora in tempo per non cascarci ed evitare il sequel e soprattutto il triste epilogo.

  • Dispersa, 20 Agosto 2020 @ 16:19 Rispondi

    Vorrei ma non posso…. Lo slogan degli uomini ‘onesti’…. Ma se fossero così onesti direbbero ‘mi piaci molto ma sono felice e innamorato di mia moglie’….
    Non vogliono complicazioni e quando si sentono in trappola (perché hanno fatto solo un gran casino) riversano i loro sensi di colpa sull’amante…. La caduta dell’uomo Alpha!!

    • alessandro pellizzari, 20 Agosto 2020 @ 20:12 Rispondi

      Il senno di poi scopata

  • maribel, 20 Agosto 2020 @ 18:25 Rispondi

    @Ma, perdonami, ma gli amantati almeno i primi tempi sono periodi bellissimi, trovi questa persona che giorno dopo giorno ti conquista, ti fa di nuovo sentire amata e capita, riempie i vuoti, ti fa tornare ragazzina. voi non riuscite nemmeno a cominciare una minima relazione che lui è gia pieno di paranoie e sbattimenti… ma mandalo a quel paese! non è nemmeno un amante degno di questo nome! ( scherzo per sdrammatizzare, ovvio, ma non racconti nemmeno di un periodo “ludico” ..solo rimorsi e rinvii e pensieri!!!!) ma cosa te ne fai di uno così???

    • alessandro pellizzari, 20 Agosto 2020 @ 20:13 Rispondi

      Se non fosse bellissimo il periodo ludico non vi innamorereste

  • elleelle, 20 Agosto 2020 @ 18:38 Rispondi

    @Ma
    Stesse parole che mi diceva il mio ex, che poi ha comunque tradito e seminato dolore a destra e sinistra.
    Anche lui mi cercava, eravamo in contatto dallamattina alla sera, mi ha detto che mi amava, ha fatto tutto quello che una persona interessata fa normalmente e blablabla Ma comunque è restato in famiglia.
    Veramente, non ne vale la pena.
    Questa storia ti dà l’energia che il tuo matrimonio non ti dà più ma corri il grosso rischio di venirne distrutta.
    Se posso dirlo, poi, il mio ex ha vissuto coi sensi di colpa e non è bello che saltino fuori mentre è con te, è umiliante. Ti garantisco che salteranno fuori, perché il copione è quello.
    Mettiti in salvo, tu che puoi.

  • Ma, 20 Agosto 2020 @ 20:16 Rispondi

    Riepilogo perfetto di una situazione imperfetta! Un’ora di applausi!

  • Ma, 20 Agosto 2020 @ 20:23 Rispondi

    Non posso parlare di mogli da lasciare! Qua è difficile addirittura iniziare quindi figurati! So benissimo che nessuno trascina nessuno e so di avere la mia percentuale di responsabilità ma fermarsi prima? Evitare che un gioco possa diventare qualcosa di reale? La moglie c’era anche 7 anni fa non la può mica tirare in ballo adesso! Dai su!

  • maribel, 20 Agosto 2020 @ 20:28 Rispondi

    @Ale ma infatti!! Ma qui mi sembra che non sia nemmeno iniziata siamo già alla fase stressante

  • elleelle, 21 Agosto 2020 @ 00:23 Rispondi

    @Ma
    Certo che può tirare in ballo la moglie adesso, ogni momento è buono!
    Se non vuoi farti del male, ti fermi adesso, altrimenti vai avanti a tuo rischio e pericolo.
    Lui ti ha avvertito che non vuole tradire la moglie, sta a te ascoltarlo e ritirarti dal gioco.
    Non è una sconfitta tirarsi indietro, è una vittoria per te stessa, perché ti risparmi tutto il dolore che queste relazioni portano con sé.

  • Polly, 21 Agosto 2020 @ 09:10 Rispondi

    Concordo con @elleelle e molte altre che si sono già espresse in merito. @Ma, quello che ti sta comunicando è: se succede qualcosa, è colpa tua e ne sei responsabile. Leggi bene le istruzioni e restituisci al mittente.

  • LEI, 21 Agosto 2020 @ 09:22 Rispondi

    Quindi alla fine cosa vuoi che ti diciamo MA? Mi sembra che tutti ti abbiamo dato lo stesso parere, ma tu non sei convinta…

  • Ma, 21 Agosto 2020 @ 10:01 Rispondi

    @elleelle in realtà lui dice di non voler tradire la moglie, io gli dico va bene e sparisco, lui torna sistematicamente a dirmi che mi vuole e che è solo questione di tempo. Questo da circa 4 mesi, da quando ho cercato di capire cosa volesse realmente. Fosse per lui continuerebbe questa sorta di corteggiamento ancora per anni. Ovviamente non lo posso permettere. Aldilà di tutta questa storia lui rimane per me una persona importante che mi ha dato tanto dal punto di vista professionale, per me un maestro. Per questo non vorrei chiudere in malo modo ma mi troverò costretta di certo a doverlo affrontare.

    • alessandro pellizzari, 21 Agosto 2020 @ 10:40 Rispondi

      Non vuole tradire la moglie prima durante o dopo la centesima scopata?

  • Oldplum, 21 Agosto 2020 @ 10:03 Rispondi

    No,poi mi sembra una buona scusa anche per lui quella di “essersi opposto con ogni forza ” a te che alla fine passi per quella che ha insistito pur se lui ha mostrato di apprezzare e di incoraggiare un tuo interessamento.
    Secondo me vuole nutrire la sua vanità e basta. Senza rischiare niente. Se cade poi è “colpa” tua che hai insistito.
    Mandalo a cagare . Con il cuore.

    • alessandro pellizzari, 21 Agosto 2020 @ 10:41 Rispondi

      Siete tutte maghe circe e loro vittime seriali

  • LEI, 21 Agosto 2020 @ 10:49 Rispondi

    Ma scusami ma io continuo ad avere la sensazione che tu cerchi alibi per non liberarti di lui. E’ stato un maestro…bene tieniti cari i suoi insegnamenti e amen. Sparisci e lui torna, ma se tagli i ponti non lo fai tornare.

  • elleelle, 21 Agosto 2020 @ 10:54 Rispondi

    @Ma
    Se vuole essere corretto, dal momento che e’ consapevole di essere attratto da te, lascia la moglie prima di cominciare una qualsiasi relazione e si prende il rischio. Altrimenti e’ come dice Polly.

    Il mio ex, che diceva di amare sua moglie, definita come la sua anima gemella, e’ riuscito comunque a tradirla per un anno e mezzo, rivelarle il tradimento 4 volte e lei se l’e’ comunque tenuto perche’ lui non ha mai veramente deciso, ha solo frignato. Quando ho cominciato il codice del silenzio a meta’ di gennaio, agli inizi di febbraio ha deciso di restare con la famiglia, dopo una settimana ha cominciato ha esagerare sui social e dopo due faceva orbiting in modo da riallacciare con me.
    Cos’altro ti devo dire? Che quando ci siamo lasciati e’ stato un vero e proprio trauma per me? Che ero completamente distrutta? Che nonostante tutta la mia disponibilita’ e tutte le sue belle parole, e’ riuscito comunque a prendermi in giro di nuovo come se io e la moglie fossimo due oggetti a sua disposizione?

    Dal momento che in tante ti abbiamo detto come e’ molto probabile che vada a finire, detta le tue condizioni: se vuoi stare con me, lasci prima tua moglie. Se non vuoi, manteniamo un buon rapporto.
    Ma devi essere decisa tu, non cascarci perche’ le sue attenzioni ti lusingano. Molto probabilmente sono solo questo per lui, sono una gratificazione personale.

  • Ma, 21 Agosto 2020 @ 11:14 Rispondi

    Ragazze care non mi dite nulla di nuovo. Io sono convinta che lui abbia utilizzato tutta questa situazione per alimentare il suo ego. Gli sono sempre piaciuta ma adesso sono diventata “pericolosa” ed ecco che tira fuori lo spauracchio della moglie. Non sono qui perché mi diciate cosa fare né tantomeno per cercare alibi che non mi sarebbero certo di aiuto. In cuor mio le mie decisioni le sto maturando e anche velocemente. Volevo solo condividere con voi la mia storia.

    • alessandro pellizzari, 21 Agosto 2020 @ 11:37 Rispondi

      Hai fatto benissimo e sei la benvenuta

  • Ma, 21 Agosto 2020 @ 11:17 Rispondi

    @Ale vuole e come!!! Solo che la colpa deve essere la mia! Piccolo particolare insignificante

    • alessandro pellizzari, 21 Agosto 2020 @ 11:38 Rispondi

      Che noioso

  • Ariel, 21 Agosto 2020 @ 11:44 Rispondi

    Maghe Circe da invitare a cena!!!!
    Bonjour
    Mon petit cher Alessandro!!!!

    Ridi che ti passa !!!!!
    Ah ah ah

    Lo ho letto su “ Star Bene” che ridere fa bene!!!
    Ah ah ah ah ah

    Occorre un vero portrait!!!
    Ah ah ah ah

    Un Model Vivant!!!

  • Dispersa, 21 Agosto 2020 @ 11:50 Rispondi

    @Ma il Vs è un ‘gioco’…. E lui sa benissimo che più ti dirà che non può, più forte sarà il tuo desiderio di ‘averlo’.
    Arriverà il momento in cui tradirete i Vs partner e lì inizieranno i guai…. Tu sempre più coinvolta anziché risolvere i problemi a casa li amplificherai ed entrerai solo in una grande confusione…. Mentre lui si nasconderà dietro alla moglie che non se lo merita, che non voleva, che ecc. ecc…. E tu ti chiederai se sei pazza, se sei una brutta persona…. O se sei la Maga Circe!!
    Ripeto…. Probabilmente devi cadere per rialzarti…. Per mettere ordine prima bisogna fare disordine!

  • elleelle, 21 Agosto 2020 @ 12:31 Rispondi

    @Ma
    Sono moooolto contenta di sentirti dire che hai già capito come funziona, avevo interpretato male e credevo che tu fossi indecisa sul da farsi.
    Hai fatto bene a condividere la tua storia, alla fine tra una cosa e l’altra si assomigliano tutte e con la mia ci sono davvero molte similitudini a livello di cose dette ecc.
    Queste storie, che sembrano così speciali, sono di una tale banalità di contenuti e dichiarazioni da parte dell’uomo in causa che cadono le braccia.
    Ha ragione @Alessandro, che noiosi che sono!
    Immagina averli in casa 24 ore su 24 coi loro tormenti… Su 10 problemi di cui parlavamo, 9 erano del mio ex: lavoro, famiglia, parenti, hobby, questo, quell’altro. Uffa!!!

  • Lulolilla, 21 Agosto 2020 @ 12:32 Rispondi

    Ciao @Ma! Anche io ti direi, lascia perdere, non andare oltre. Considerando che già la partenza non è buona, quando dovrebbe essere almeno quella il periodo più bello e senza problemi. Io ho vissuto emozioni fortissime, bellissime, mai provate prima, ma anche tanta sofferenza, per non pensare al dolore atroce che arriverà quando ci sarà da mettere un punto alla nostra relazione. Se andate oltre possono aspettarti forse cose belle, ma la soffenza è assicurata, e tanta. Per me il mio amante rappresenta lo scappare e il sopperire a mancanze dovute al mio rapporto principale in crisi. E non è stata la soluzione, anzi, diventa tutto ancora più complicato da gestire emotivamente sia il compagno che l’amante.

  • Penelope, 21 Agosto 2020 @ 13:23 Rispondi

    Ciao @ale, ciao @tutte ragazze…ho bisogno di voi. Dopo 20 giorni da quando ho chiuso definitivamente (era già finita da 2 mesi ma poi c’era stato uno scambio di msg) non rispondendo più dopo il suo “non pensavo che fossi così cattiva” oggi ho una voglia incontenibile di contattarlo. Mi aiutate a desistere? Non cambierebbe assolutamente nulla, anzi…interrompere la dieta mi farebbe tornare al punto iniziale. Ma oggi è durissima…mi manca il Dr Jekyll. @ale,@ariel,@olplum e tutte voi Donne mi aiutate a non fare questa…stupidata?

    • alessandro pellizzari, 21 Agosto 2020 @ 15:03 Rispondi

      Solo per il suo tono accusatorio non lo farei. Contattami se hai bisogno

  • Ariel, 21 Agosto 2020 @ 13:49 Rispondi

    @Dispersa
    Non fa na piega!
    Calza a Pennello!!!!

    Chapeau!!!

  • Ma, 21 Agosto 2020 @ 14:05 Rispondi

    @Dispersa le tue mi sembrano parole equilibrate di una donna che ha sofferto davvero tanto. Il mio matrimonio è già bello che decotto e ci stiamo già avviando verso la separazione. In questo lui ha avuto pochissimo peso. Figurati che non ne ho nemmeno parlato con lui. Ci sono stati purtroppo problemi che vanno ben oltre. Il punto è che non posso farmi tirare scema così. Ci vogliono gli attributi anche per tradire e quelli o li hai o non li inventi nè puoi farteli prestare.

  • Nina, 21 Agosto 2020 @ 15:00 Rispondi

    @Ma io spero tanto che tu non cada nella trappola..io ci sono cascata come una pera, ero sicuramente sensibile al suo fascino ma lui i primi tempi me la menava che in un’altra dimensione eravamo anime gemelle, lui aveva già tradito ed è una persona che si vende come ingenua invece ha un gran pelo sullo stomaco, riusciva a farmi pensare che siccome avrebbe potuto essere mio padre sarebbe stato maturo e responsabile, io non dico di non avere fatto la mia parte e di non essermi tirata indietro in tempo, ma la differenza tra me e lui è che io ho preso una tronata infinita, un innamoramento da quindicenne (il che a 40 anni non va comunque bene) ma lui ha iniziato molto presto a farsi i suoi calcoli, voglio dire che lo squilibrio nelle intenzioni, nella lucidità e nel fare i propri conti c’era già, io non lo accuso di questo, avrei dovuto essere meno ingenua e ragazzina alla mia età, ma purtroppo a tante di noi, sposate giovani magari col primo fidanzato, non sempre è facile rendersi conto di come va il mondo. Avessi una figlia, le consiglierei di farsi un po’ di esperienza prima di sposarsi..

    • alessandro pellizzari, 21 Agosto 2020 @ 15:04 Rispondi

      Fanno o confuso ma hanno già deciso tutto

  • elleelle, 21 Agosto 2020 @ 15:19 Rispondi

    @Penelope
    E tu saresti quella cattiva? Ma va là!!
    Sono tutte rappresentazioni teatrali che fanno a loro uso e consumo, gli interessa poco di noi se non come strumento per ottenere quello che gli va in quel momento.
    Fai una cosa utile per te stessa: fai una passeggiata mentre chiami una tua amica e sarà tempo meglio speso, perché avrai la tua dignità intatta.
    Coraggio, non cedere, hai già dato abbastanza, secondo me.

  • Ariel, 21 Agosto 2020 @ 15:22 Rispondi

    @Penelope tesoro caro Esattamente come scrive @CaroAlessandro il suo tono del scriverti quella frase accusatoria e dimostra veramente lo scopo di farti sentire tu quella ,Cattiva,tu quella che sta mancante di qualcosa ,è una scrittura tipica da chi fa
    passivo/Aggressivo che appunto NON appare evidente aggressività,ma anzi velate allusioni che PREMONO INTASTI GIUSTI della tua sofferta Dipendenza affettiva.

    Ci gioca il Mostro Hide che è purtroppo la Vera Faccia di quest’omino che sta soltanto in grado e scopo di FARTI MALE.

    Respira grande Cara @Penelope cerca di spostarti con corpo e cioè di fare azioni che ti facciano muovere da dove ti trovi ,non importa cosa puoi fare ma fallo e cioè che ne so ,interrompi ciò che stai facendo fosse pure il nulla e esci e muoviti vai e comprati un gelato ,un esempio ,se quello ti piace,
    Beviti un buon bicchiere ,una bibita fresca spremuta di frutta,

    Se abiti vicino a dell’acqua vai sull’acqua e guardala leccando il gelato ,se ti piace il cioccolato fondente è OTTIMO soprattutto quando si sta così come te in difficoltà lo sai che il cioccolato fondente ha le endorfine che fanno bene e danno sollievo immediato e in più non fa ingrassare

    Fai qualcosa che non hai mai fatto e che può pure sembrarti sciocca priva di senso
    Tipo uscire con due scarpe diverse di colore
    Una cosa che puoi fare portarti una sedia da casa e piazzarla dove vuoi e disegnavo componi una poesia
    Oppure scrivi paroloni senza senso
    Poi rileggi e raccogli tutto e vai a guardarti una vetrina di cose che ti piacciono
    Ottimo pure al Maximo è farsi un giro in Libreria chiudere gli occhi e puntare il dito indice su un libro alla cieca poi lo compri e te lo leggi anche se facesse ridere o piangere o semplicemente facesse schifo

    Cara @Penelope resistiiiiiiiiiiiiii
    Che sta a pigliarti per i fondelli e nel farlo sta veramente Passivo /aggressivo

    Stop respira che la vita
    Nuova già tua è Adesso!!
    Un MegaABBRACCIONEEEE!❤️
    FORZAAAAA @Penelope!!!
    C’è la fai di SICURO!!!

  • elleelle, 21 Agosto 2020 @ 15:29 Rispondi

    @Ma
    Se sei vicina alla separazione, è giusto per te stessa ed eventuali figli che tu possa dedicare tutte le energie a voi in questo momento.
    Se anche il tuo lui avesse le palle per tradire, saresti comunque in un momento delicato ed è facile scivolare dentro a una situazione apparentemente portatrice di felicità ed energia, ma in realtà ad alto rischio di avere a che fare con una sanguisuga sentimentale.
    Se lui fosse libero sarebbe tutto un altro discorso.
    Visto che hai la forza di separarti, ti meriti di più di un uomo sposato che ti sta già scaricando addosso le sue paranoie. È come regalarsi un pomeriggio di shopping e comprare un paio di scarpe rotte. Non ha senso, no?

  • Nina, 21 Agosto 2020 @ 15:45 Rispondi

    @penelope ferma! Ricordati l’ultima volta che ti ha fatto piangere. Poi quella prima e quella prima ancora..è dura ma si riesce. Io me lo sogno ancora di notte nella sua versione che ho amato..mi sveglio e mi devo dare tante mazzate x sradicare questa immagine. Tieni duro e scrivi qui. Io mi sono davvero messa a dieta in questo periodo, sto morendo dalla voglia di un biscotto, facciamo così, io non mangio il biscotto e tu non lo cerchi (guarda che se gli scrivi io mangio il biscotto e mi rovini la dieta!!!). A parte scherzi, è tutta e sempre una lotta, che fatica, prima lui, ora la dieta, mamma mia che fatica..

  • Rosa, 21 Agosto 2020 @ 16:17 Rispondi

    Ciao Penelope, non so te, ma io avevo un cassetto e dire cassetto è un eufemismo,.pieno zeppo di delusioni. Quando mi succedeva di volerlo contsttare mi bastava aprirlo e tirarne fuori una a caso per farmi desistere.
    Pensa che nel momento stesso in cui fai invia per te inizia di nuovo un’attesa e chw cmq vada la risposta che otterrai non è quella che vorresti.
    Pensa che lui probabilmente sorriderà compiaciuto all’arrivo del tuo messaggio e che lo leggerà come l’ennesima conferma che tu non puoi fare a meno di lui.
    Dai su Penelope, è solo una calda giornata di fine agosto. Fai un bel respiro, una bella doccia e organizza un aperitivo con un’amica.

  • Zazà, 21 Agosto 2020 @ 16:19 Rispondi

    Oh, @Penelope, come ti posso capire… io ne ho di questi giorni, in cui è incontenibile la voglia di vederlo, sentirlo, toccarlo… ok, e se lo ricontattassi? Cosa ne otterresti, cosa avreste da dirvi? Forse una scopata, con le solite frasi d’amore che sarebbero fuori luogo se dette fuori dal letto.
    Perché il Dr.Jekyll, non esiste più, forse una volta è esistito, e dico forse, ma concediamoglielo il dubbio, ma ora no, è sparito, partito, morto.
    Come si fa a non contattarlo? Mah, nel breve periodo io farei qualcosa per me stessa, o per una persona a cui voglio bene (amica, parente, vicina di casa). Me stessa però sono quella che ho più spesso a portata di mano! Una bella cena con la tavola apparecchiata con cura, un gelato, una passeggiata in bicicletta, una serata passata a leggere rimandando i doveri domestici…
    Forse sono cose troppo semplici, perché forse sono un po’ sempliciotta io… però sono queste le cose che mi piacciono, che mi fanno sentire bene e ritrovare me stessa. E a te cosa piace fare?
    Facci sapere come va

  • Lulolilla, 21 Agosto 2020 @ 16:54 Rispondi

    Vorrei chiedere un’opinione a tutti voi. Non so se qualcuno ricorda la mia storia, faccio un riassunto. Io fidanzata da 8 anni, lui sposato da una vita, due figli, tradisce la moglie da 25 anni, quindi da giovanissimo. Col mio ragazzo le cose non vanno bene, altrimenti non mi sarei aperta ad altro, sono innamorata del mio amante tanto che desidererei di più (lui lo sa), ma lui no. Dopo un anno e mezzo di relazione, a giugno, avevo preso coraggio e deciso di mettere fine a questa relazione a causa del potersi sentire solo a lavoro, no casa, no fine settimana, no vacanze, mi faceva stare troppo male e in ansia. Dopo qualche giorno di CDS ha cambiato idea e ha deciso di potersi sentire, come agli inizi e abbiamo ricominciato. Passiamo dei momenti indimenticabili insieme, come sempre, ma non manca la sofferenza nel volerlo di più, solo mio, la gelosia di quando è con la famiglia, la consapevolezza che prima o poi finirà perchè lui la famiglia non la lascerà mai (anche se nel profondo la mia speranza non muore mai) è dolore costante dentro di me.E lo stare sempre peggio a casa col mio compagno.
    Lui è a conoscenza della mia situazione e rapporto col mio compagno, mi sono confidata con lui. E mi consiglia e mi sprona sempre di più a lasciare il mio compagno perchè non mi può rendere felice e io mi merito di essere felice. Mentre lui tradisce la moglie da una vita e resta a tutti i costi nel suo matrimonio azienda(per i soliti motivi che raccontano). Perchè consiglia a me di lasciarmi e lui non l’hai mai fatto? Dovrebbe consigliarmi il contrario. Io non riesco a darmi una risposta.

  • Ma, 21 Agosto 2020 @ 18:32 Rispondi

    @elleelle mi rendo conto che non avrebbe alcun senso ma è l’eterna lotta tra cuore e cervello. Spero che prevalga la ragione. In questi giorni sembrerebbe così.

  • Rosa, 21 Agosto 2020 @ 18:45 Rispondi

    Ci ha appena fatto una diretta Alessandro, @lulomilla è ‘il finto altruista ‘ consiglia a te di lasciare perchè ti lamenti, evidentemente lui non lascia perché sta bene dov’è, ovviamente con te come benefit.

  • Zazà, 21 Agosto 2020 @ 18:50 Rispondi

    @ Lulolilla, perché vede te infelice, mentre lui nel suo matrimonio ci sta bene. Ovviamente non è lui che ti darà la felicità, ma su questo ha soprasseduto. Cara Lulolilla, la felicità te la puoi dare solo da te, vedi tu cosa puoi fare

  • elleelle, 21 Agosto 2020 @ 18:51 Rispondi

    @Lulolilla
    Forse perché è un ipocrita?
    Non credo ci sia molto altro da aggiungere, purtroppo.

  • Dispersa, 21 Agosto 2020 @ 18:55 Rispondi

    @Lulolilla circa un anno fa mi consigliò di separarmi se ero infelice…. Fatti due domandine…. La risposta è molto semplice!!
    Ricordati che lui la famiglia non la lascia!!
    Ahh… Ho avuto una proposta lavorativa, lui entusiasta dopo due gg mi ha consigliato di lasciare perdere per una serie di motivi apparentemente logici…. Si chiama egoismo!!

  • Vita, 21 Agosto 2020 @ 19:13 Rispondi

    @lulolilla, forse perché sa perfettamente che la situazione che vive non è la situazione ideale e nemmeno augurabile anche se lui ci sta benissimo? Sei giovane, mi pare di intuire, regalati una storia pulita che ti convinca. C’è tempo per diventare cinici e disillusi, una bella storia d’amore ricambiata se la meritano tutti, almeno una volta nella vita. Molla tutti e riparti da te! Un abbraccio

  • Oldplum, 21 Agosto 2020 @ 20:44 Rispondi

    @penny, scusa se rispondo solo ora. Ho fatto casino tutto il giorno con 2 bimbe e due amiche.
    Spero tu non abbia fatto la CAZZATA enorme di contattarlo. È una resa plateale.che gli farebbe perdere ogni stima di te, uno, e due interromperebbe i progressi eventuali per te ma anche per lui (metti che…boh).
    Dunque.
    Quando ti capita, chiudi gli occhi e cerca dove nel tuo corpo si trova questo desiderio. Cercalo sul serio. Sono serissima. Non vorrei farti lo spoiler,ma non è dietro i polmoni, né nelle parti basse. Dirai: è nel pensiero.
    Cos’è un pensiero? Sorge, transita e puff sparisce. Guardalo come guardi una nuvola nel cielo. Il pensiero (la nuvola) non macchia il cielo (tu) e svanisce. Fai l’esercizio al bisogno, con vera concentrazione. Bacio

  • Zazà, 21 Agosto 2020 @ 21:02 Rispondi

    @Lulolilla, chiedo perché non so, non è assolutamente una domanda retorica: ma il tuo fidanzato che senso ha nella tua vita? Ovviamente gli vuoi bene. E poi?
    @Penelope, ti vogliamo presente nei commenti… se no ci preoccupiamo!

  • Oldplum, 21 Agosto 2020 @ 21:32 Rispondi

    @lulolilla, te lo si era detto. Ti concede più tempo nel weekend e poi te vorrai di più e soffrirai .
    Adesso lo sai come andranno le cose?
    Tu starai di merda per amcira circa 12 mesi. Mollerai il tuo fidanzato e solo allora inizierai a stare un po meglio. Dopo qualche mese ti sentirai sempre più desiderosa che lui ti lasci spazi, spazio e che molli sua moglie. Lui sarà tenerissimo e pucciosissimo per non farti andar via. Ora eei libera, lui lo sa. Aprirà e ti darà mezzo biscotto facendoti pensare che sia antipasto primo e dolce. Ti renderai conto dell’inganno perché il tuo stomaco continua a brontolare. Giu pianti. Lui non insisterà più di tanto quando deciderai di mettete la parola fine. Dai che tra un anno e mezzo ne sei fuori! Qui è bellissimo!

  • Ariel, 21 Agosto 2020 @ 21:40 Rispondi

    @Cara Lulolilla tutte le care amiche qui di Blog ti hanno davvero dato ottimi suggerimenti,cercando di farti vedere la realtà come è senz i soliti ormai noti a tutte noi I prosciutti sugli occhi che fanno soltanto emergere i lati di emozioni intense vissute insieme e sicuro come da copione principalmente nel sesso.

    Ma lui ci marcia alla grande fa l’entusiasta Ma pure xxxnzo e si perché infatti tu che non sei affatto stupida hai notato la distorsione incoerenza presente nella sua vita
    Predica bene e razzola malissimo

    Si il tuo Dulcis un fundo è proprio come ti ha scritto @Vita
    E quindi molla i rami secchi tutti
    Compagno se non ci stai bene e questo solito CIALTRONZO che inzuppa di qua e di la tipo serial killer dell’anima
    È il titolo di un libro su queste relazioni a perdere se stesse

    Tu stai na bellezza giovane e renditi libera dentro e fuori e vivi la tua nuova vita!!!!

    I cialtronzi vanno mandati tutti a Fanculo,
    Pardon ,ma é così
    In silenzio senza rancore
    Apri la porta alla tua Libertà è Dignità che equivale a autostima !!
    Buona Vita Nuova !!!!

  • Giada, 22 Agosto 2020 @ 00:05 Rispondi

    @Lulolilla il rischio è di ritrovarti a fare l’amante single…in pratica: lui rimane sposato e tu ti ritrovi da sola ad aspettarlo nei suoi ritagli di tempo. Non mi pare ti stia consigliando nel tuo interesse, forse nel suo. Affronta un problema per volta e inizia a chiudere la situazione più tossica per te, a mio avviso quella con quest’uomo, che tradisce da una vita la moglie e di sicuro non la lascerà mai per te. E quando ne sarai finalmente fuori vedrai che troverai le risorse per affrontare anche la situazione con il tuo compagno. In bocca al lupo ed un abbraccio.

    • alessandro pellizzari, 22 Agosto 2020 @ 00:59 Rispondi

      Sante parole

  • Penelope, 22 Agosto 2020 @ 01:14 Rispondi

    @ragazze care, grazie di cuore per le vostre risposte. Se potessi vi abbraccerei tutte! Ho letto tutti i vostri messaggi e sono uscita con un’amica. Non è stata una serata entusiasmante, perché la mia mente sa perfettamente che lui non mi fa bene ma il cuore ancora fa fatica a lasciarlo andare…Comunque non gli ho scritto, non l’ho contattato in alcun modo. I vostri messaggi sono stati così veri che non lasciavano spazio a dubbi.
    @elleelle, @ariel…grazie!!! Prendo nota per altri momenti di cedimento… 🙂 @nina non ti ho fatto rovinare la dieta! 😉 @rosa anch’io ho un “cassetto” pieno di delusioni…ne posso pescare una a caso e già farebbe da deterrente per mesi… @zazà è vero…dr Jekyll non esiste più e devo accettarlo. Tanto più che domani parte per il weekend con la moglie per “ritagliarsi un po’ di tempo per la coppia” (detto da lei…non so se ricordate che la vedo al lavoro).
    Non so cosa darei per non provare più nulla…
    @ragazze siete preziosissime!! Non ho mai potuto parlare con nessuno di questa mia “relazione” (a parte la mia psico) e voi siete “vicine” in modo straordinario!!

  • Penelope, 22 Agosto 2020 @ 02:00 Rispondi

    @old carissima! Leggo solo adesso il tuo msg! Come ho scritto su per fortuna non ho fatto la ca***ta enorme di contattarlo, ho avuto un rigurgito di dignità 😉 e questo tuo “esercizio” l’ho screenshottato per la prossima volta!! È bellissima la metafora della nuvola e del cielo, grazie :)))
    @ragazze io ce la metto davvero tutta…sono super concentrata sul lavoro, vado al lago a prendere il sole, esco quando mi è possibile (poco purtroppo…vivo in un piccolo paese e le amicizie sono pochissime e con “famiglia”) ma poi, quando chiudo la porta di casa mia, sono sola con i miei pensieri e penso a lui felice nella sua famiglia dopo 3 anni di dichiarazioni d’amore e mi prende lo sconforto perché non vedo prospettive di miglioramento.

  • Sissi, 22 Agosto 2020 @ 07:16 Rispondi

    Ciao a tutte, ciao Ale. Ho trovato questo blog navigando su internet cercando conforto e confronto…. da alcune settimane ho trovato la forza di chiudere una relazione con il mio amante sposato, che è purtroppo anche mio collega. Una relazione di ormai 5 anni,stremati, faticosi….in cui ho attraversato tutte quelle fasi …quella ludica, quella dell’innamoramento, quella dei sogni e delle promesse e quella del tormento…vorrei ma non posso scegliere tra te e mio figlio, dammi un po’ di tempo, anche se ha 17 anni è ancora immaturo,se lo abbandono non si diploma,sua madre se ne frega della scuola….ecc ecc. Per carità, tutto comprensibile, ma io in questi anni per coerenza e rispetto sono uscita dal mio matrimonio con una bambina di 7anni, ho lasciato mio marito con cui certo vi erano differenze e divergenze,ma onestamente mi domando quanto il mio amante abbia contribuito a esasperarle. Dopo un anno da quando sono andata via di casa, con tutte le difficoltà del caso, i dubbi e le paure, il senso di solitudine per via di un uomo che per quanto sia stato presente, non ha fatto il mio stesso percorso logorandomi…ho finalmente trovato il coraggio di chiudere, di dirgli che io così non posso andare avanti. Ora sono tre settimane, lui piange,si dispera, mi scrive lettere, alterna momenti di rabbia ad altri melodrammatici ma ovviamente non è tornato alla ufficiale e gentiluomo…Sto cercando di resistere ma se mi lasciasse in pace sarebbe più semplice. La mia vita è stata messa a dura prova in questi anni. Voglio solo riprenderla in mano e tornare a ridere.

    • alessandro pellizzari, 22 Agosto 2020 @ 07:59 Rispondi

      Sei stata brava e coraggiosa. A lui digli che quando ha una crisi di pianto ne parli con la moglie

  • Lulolilla, 22 Agosto 2020 @ 09:49 Rispondi

    @elleelle @vita le vostre risposte erano quelle a cui avevo pensato. Sul fatto che lui nel suo matrimonio sta bene ho grossi dubbi. Ci si è abituato, si concentra sui figli ecc…Non tradirebbe da sempre la moglie se ci fosse amore e non convenienza. Ci vuole fegato per vivere una vita di menzogne e finzione, secondo me ogni giorno ne paga il prezzo ed è giusto così!! La soluzione che consigli @giada è quella logica e giusta da perseguire, prima chiudere con l’amante e poi pensare seriamente al mio rapporto ufficiale. Non voglio fare come @sissi, ho paura, non vorrei prendere una decisione perché annebbiata dal mio amante e poi ritrovarmi a fare l’amante single e stare ancora peggio. Anche se io sono convita che come dice @Ale il tradimento è il termometro e mi dovrebbe aver fatto capire che l’amore nel mio rapporto ufficiale non c’è più ma c’è affetto, abitudine, comodità ecc. Ma io non voglio fare finta di starci bene e trovarmi l’amante a vita. È una frase egoista, ma se avessi trovato l’amante e mi avesse portata via, come succede raramente, sarebbe stata la mia salvezza. Perché purtroppo di lui sono tanto presa.

    • alessandro pellizzari, 22 Agosto 2020 @ 10:15 Rispondi

      Una cosa per volta. Non ci si mette a dieta e simultaneamente si smette di fumare. Inizia dal fidanzato

  • Dispersa, 22 Agosto 2020 @ 11:00 Rispondi

    Concordo…. Ci sono molte persone che chiudendo la relazione ufficiale chiudono anche quella non ufficiale quasi in contemporanea!!
    Forza @Lulolilla….

  • Ariel, 22 Agosto 2020 @ 11:27 Rispondi

    @Sissi ,
    Davvero che Donna in gamba che sei !
    Davvero coraggiosa e soprattutto decisa e pure lucida adesso ,perché come spesso recentemente scrivo qui ,ciò che conta davvero è il proprio presente ,l’adesso,e quindi credo che ,forse ,se lui continua a scocciarti non importa come e cosa ti comunica ,ma il vero no contact è la vera unica soluzione a alla pace che cerchi giustamente.

    Perchè ovviamente ormai si capisce che dopo anni cosa ci si può ancora aspettare???
    Non è ciò che credevi fosse come a moltissime qui di noi abbiamo creduto in una prima fase al bello e positivo Dott.Jakill,
    Poi nel tempo si è tolto la maschera teatrale ed ecco Mr.Hide un mostro come nel romanzo
    Un mostro travestito da agnello ,vittima ,qualunque stratagemma pur di non mollare la sua preda ,la sua cosa così valida ai suoi egoismi e bisogni

    Quindi va lasciato chiudendo tutti i contatti renditi irraggiungibile nei social telefono ovunque in modo davvero di stare in pace senza metterti nelle condizioni di dover leggere vederlo ascoltare le sue TEATRALI espressioni .

    Forza cara @Sissi sei sicuro una grande Donna piena di valore e la tua forza che hai dentro e dimostrato già nella tua vita sicuro ti aiuta e aiuterà a ricostruirla in vera serenità nuova con la tua Dignità,autostima difesa e intatta!
    Un grande abbraccio!❤️

  • Zazà, 22 Agosto 2020 @ 11:31 Rispondi

    Perdonami @Lulolilla, ma no. Se l’amante ti avesse presa, impacchettata e portata via… ci sarebbe stato solo da incrociare le dita. Saresti stata in balia di lui, non pensi che ai primi cedimenti della coppia ti avrebbe potuto dire “pensa a quel che ho fatto per te…ecc”?
    Anche io penso penso spesso come sarebbe stato se lui avesse mollato tutto e scelto me, ma sono fantasie, semplicemente lui non l’ha fatto. Quando stavamo insieme ci dicevamo spesso “ah, se potessimo fare questo faremmo così, se potessimo fare quell’altro sarebbe cosà”… ma puoi costruire una relazione sui “se”? L’amore in fondo è una cosa semplice di per sé, ma va costruito, scelto, curato giorno per giorno, se no non è amore, è altro, è bisogno di colmare vuoti, di rassicurazioni, di possesso… mettici quello che vuoi, secondo me se non è semplice e lineare secondo me non è amore.
    Poi lui è un seriale, se ho ben capito, e tu hai delle cose da chiarire con te stessa… Purtroppo o per fortuna, Lulolilla, nella vita ci si salva da soli, comunque non è certo un uomo che ci salverà

  • Oldplum, 22 Agosto 2020 @ 12:10 Rispondi

    “Se mi avesse trovato l’amante e mi avesse portata via sarebbe stata la mia salvezza” (cit)
    @lulolilla, ma questo è solo un tuo pensiero. Come fai ad esserne tanto sicura? Smazzarsi il suo passato (che potrebbe rilevarsi pesante) lui (magari pieno di rancore per i casini che ha) h24 potrebbe non essere la salvezza che credi.
    Forse invece è ora ,proprio ora, la tua salvezza. Forse lui è arrivato per farti capire che la tua storia è al capolinea e liberarti e non ha altra funzione che questa.

  • Oldplum, 22 Agosto 2020 @ 12:12 Rispondi

    Mi rivedo un po in questa cosa. Dopo due anni di storia mi sono separata( due figli minori). Per me, mica per lui. Dopo un anno l’ho lasciato. Sembrava che solo lui avesse dei figli. Lasciarli andare. I figli sono una scusa.

  • Sissi, 22 Agosto 2020 @ 13:58 Rispondi

    Sai @ Lulomilla, io invece penso che in certi momenti di totale caos sia giusto prendere le distanze da tutto. Anche perché non si è nella predisposizione d’animo di investire su un rapporto quando il cuore batte e soffre per un’altra persona. Essendo sinceri a volte si scoprono aspetti della persona che abbiamo accanto che ce la fa rivalutare. Ma questo credo possa avvenire solo dopo aver preso fiato concentrandosi su noi stesse e sulle cose che ci fanno stare bene. È un percorso lungo e difficile ma ce la farai. Ce la faremo….e quello che è certo è che ne usciremo più forti di prima. un abbraccio

  • elleelle, 22 Agosto 2020 @ 15:01 Rispondi

    @Lulolilla
    Dal momento che il tuo amante è un seriale, non devi fare alcun conto su di lui.
    Se fossi in te, lascerei lui per primo, perché non ti darebbe comunque niente di quello che vuoi.
    È ovvio che il suo matrimonio ormai è una formalità, ma non lo lascerà per i motivi che ti avevo detto in passato. Se si mettesse in te, resta comunque un seriale, non credo che cambierebbe.
    Una volta che ti sei ripresa, pensa al tuo compagno e a cosa vuoi fare con lui.

  • elleelle, 22 Agosto 2020 @ 15:05 Rispondi

    @Lulolilla
    Se prima di lasciare il seriale ti vuoi divertire un po’, inventa una nuova relazione che è appena cominciata e digli che dal momento che lui vuole restare con la moglie, tu ha deciso di esplorare altre strade.
    Nel giro di qualche giorno dovrebbe arrivare con la balla che ha pensato di lasciare la moglie e a quel punto gli dici di non essere sciocco, che è solo un moto di orgoglio e che lui non vi le davvero mettersi con te.
    Gli serviranno quei due secondi per darti ragione, per recuperare il cuore infranto, salutarti e continuare a fare le sue cose.
    Fammi sapere ;o)

  • Ma, 22 Agosto 2020 @ 17:04 Rispondi

    Allucinante! Più vi leggo e più sono allibita! Ma esattamente in quale periodo della vita diventano così stronzi? Sto crescendo due figli maschi e spero sempre che la correttezza diventi il loro modus vivendi e operandi. Come può un seriale consigliare alla sua “fidanzata” di mollare il compagno, magari mentre è comodamente seduto sul divano accanto all’ignara mogliettina. Egoismo e possesso, niente di più.

  • Sissi, 22 Agosto 2020 @ 17:38 Rispondi

    Già…proprio così. Sembra che sia solo lui a avere un figlio e che per me sia tutto più semplice.

  • Sissi, 22 Agosto 2020 @ 17:43 Rispondi

    Grazie di cuore delle tue belle parole. Ognuno qui sta combattendo una battaglia e ricevere parole di incoraggiamento così dolci e sincere è di grande forza e conforto.

  • elleelle, 22 Agosto 2020 @ 20:07 Rispondi

    @Sissi @Oldplum
    Anche per il mio ex ero single, senza figli e non soffrivo.
    Questo dà proprio la misura del loro egocentrismo.

  • Lia, 22 Agosto 2020 @ 21:50 Rispondi

    Purtroppo è come dice anche @Ale, l’impedimento non è la moglie, non sono i figli ma la rassicurante routine. Ci sembra che loro cerchino altro, ma vogliono solo sopportare meglio ciò di cui non farebbero mai a meno. Perdoniamoci, perché non c’è nulla di più spiazzante di una verità in netto contrasto con quanto ci è stato detto e fatto vedere. Ci vuole tempo per abituarsi a questa nuova consapevolezza, ma una volta capita, è tutto tremendamente più chiaro e ci si spiega quasi tutto.

    • alessandro pellizzari, 22 Agosto 2020 @ 21:55 Rispondi

      Già

  • Oldplum, 22 Agosto 2020 @ 22:23 Rispondi

    Si, @Lia. Comfort zone + faccia da bravo ragazzo.
    Che vita non solo buttata, ma davvero triste. Sono come le afidi. Si attaccano a tutto ciò che è pieno di vita e succhiano fino a svuotarlo. Ma capita anche che si usi il famoso diserbante del raziocinio. E allora si rinvigorisce. Ci vuole un poco, pochino.

  • Vita, 23 Agosto 2020 @ 08:32 Rispondi

    @oldplum, quanta verità nelle tue parole “si attaccano a tutto ciò che è pieno di vita”. La mia sensazione oggi è esattamente quella: che si sia nutrito della mia passione, della mia determinazione, della mia energia, nella coppia come sul lavoro. Che abbia aderito alla mia narrazione senza farla mai sua fino in fondo: ero il cantore di racconto epico entusiasmante, quando ho smesso di cantare, durante il Covid, un’altra voce ha prevalso. Tristezza

  • Lulolilla, 23 Agosto 2020 @ 09:18 Rispondi

    Se mi prendesse non lo so come sarebbe.
    Certezze e sicurezze poche nella vita, si scoprono vivendo. Mai avrei pensato di trovarmi ad un punto morto nella mia relazione principale, ne di ritrovarmi con l’amante. Quindi. Non è il principe azzurro, non esistono le favole, vedo i suoi difetti ma sento anche quello che mi arriva da lui. Di cose me ne dice poche, mai mi ha illusa. Tante le capisco sentendo e vedendo. Ho provato con lui cose mai provate prima. Nonostante i difetti desidererei una storia con lui, mi ci butterei, ma esiste tutto un contorno. Cambiare si può, non credo sia così anche per lui.
    @ Ma, esatto proprio così.
    Alla fine, come dici tu @Lia la rassicurante routine vince su tutto. Una tristezza sì @oldplum per la vita falsa che portano avanti, per la mancanza di palle e coraggio, grandi vigliacchi.
    Penso, spesso sono persone affermate nel lavoro, imprenditori, grandi aziende, sembrano uomini così sicuri di sè e in controllo quando nella realtà sono solo dei cacasotto!!

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 09:38 Rispondi

      Jeckyll e Hide

  • Penelope, 23 Agosto 2020 @ 10:20 Rispondi

    Io sono a un punto morto. Mi sembra che il mio percorso con la psicologa non si evolva, lei insiste col dirmi che l’unica cosa da fare sarebbe cambiare posto di lavoro, trasferirmi altrove e cominciare da un’altra parte, ma io non penso che sia giusto vendere la mia casa che amo perché sento il mio porto sicuro, lasciare il mio posto di lavoro dove, dopo anni di sacrifici, adesso ho un ruolo che mi dà soddisfazioni. Il problema è che vedo la moglie per lavoro, e ogni cosa che succede (che lei racconta o che pubblica) non fa altro che rinnovare dolore e rabbia. Adesso loro sono fuori per il weekend e vederli felici nelle foto mi ha di nuovo portata ad avere insonnia e incubi. Mi sembra di non fare mai progressi…un passo avanti e 3 indietro… Da che parte si comincia a fare qualcosa per stare meglio??

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 10:37 Rispondi

      Se hai bisogno contattami

  • Oldplum, 23 Agosto 2020 @ 10:39 Rispondi

    Ah guarda @@lulolilla anche a me ha fatto vedere il mondo. Ma non solo con le parole, gli occhi non mentivano. Mi sono aggrappata a questo finché non ho capito che non è che non siano sinceri ma MAI MAI abbandonerebbero la nave che affonda. MAI. Piuttosto morirebbero. Piuttosto si imbottirebbero di psicofarmaci, alcool, ogni tipo di sostanza che li anestetizza pur di continuare cosi.
    Non farti incantare.
    Non si metterà con te. Mai. Non almeno se continui a restare alle sue condizioni. So che fa paura, so che l’idea di perderlo ti spaventa. Ma l’unico modo di capire se la tua condanna con lui è a vita o no è lasciarlo.

  • Lulolilla, 23 Agosto 2020 @ 10:51 Rispondi

    @ Penelope anche io vado dalla psicologa e a volte ho la sensazione come te di non andare avanti ed essere sempre ferma. Ma poi mi rendo conto che a piccoli passi vado avanti. Loro non fanno miracoli, e ne possono dirci fai una cosa o un’altra, dipende da noi, da cosa ci sentiamo di fare. A me non ha mai detto ‘devi lasciarlo’ o cose simili, tutti sappiamo già che è la cosa migliore, ma dobbiamo sentirlo noi quando dire basta, non ha senso che qualcuno ce lo imponga. Piuttosto analizziamo il perché mi ritrovo in questa situazione ecc… Io non credo che mollare casa e lavoro sia la soluzione, anzi. Perché? Se alla tua casa tieni, se il tuo lavoro ti piace, assurdo! Secondo me il punto è fare un percorso tuo personale, di crescita che ti porti a staccarti da lui e a non farti influenzare più un giorno dal suo mondo. Questa è solo una mia opinione. Ti sono vicina.

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 11:41 Rispondi

      Insistete con la terapia bisogna avere pazienza per un po’

  • Outlier, 23 Agosto 2020 @ 11:37 Rispondi

    @Ma 7 anni sono tanti e ti capisco. Ma a lui questo gioco piace e non mollerà la presa. Più tu gli dirai di lasciarti perdere più lui tornerà alla carica. Quindi devi solo evitare lui. Complicato, lo so. Anche io ti consiglio di non iniziare proprio. Troppo strazio, troppo dolore per una fine già nota. Lo spoiler lo sai già.
    @Penelope capita ancora anche a me di avere questa voglia di sentirlo. Ma poi per cosa mi dico? Mi parlerebbe della moglie e io non lo voglio di certo. Purtroppo certe cose non cambieranno mai. Bisogna solo darsi tempo e capire perché ci ostiniamo.
    @Old bello l’esercizio che hai suggerito a Penelope.

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 11:42 Rispondi

      Questi uomini non si fanno scrupoli per voi rispondono solo ai loro bisogni e convenienze

  • Outlier, 23 Agosto 2020 @ 12:07 Rispondi

    Infatti @Ale. È che ad un certo punto gli occhi erano sinceri. Li guardi negli occhi e sembrano davvero dirti la verità. Il problema è che questi occhi poi fanno a cazzotti con i fatti.
    E se dopo 7 anni o 10 anni restano ancora a casa vogliono soltanto l’amante a vita che permette di sentirsi giovani e provare belle emozioni sempre. Il tira e molla a loro piace.
    Siamo noi ragazze, sempre e solo noi a doverci fare coraggio da sola sulle spalle e scegliere di andare avanti e mollare per stare bene.
    Dobbiamo avere pazienza. I momenti di sconforto ci sono sempre! Anche a me oggi mi è venuto di nuovo da pensare “ma perché non mi ama?” Ma dopo me lo sono fatto passare e ho detto “devi solo accendere un cero per avermi trovata!”

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 12:34 Rispondi

      Per quello insisto sul diffidate dell’uomo che piange: può un sentimento come le lacrime celare un doppiogiochista? Chiedetelo al coccodrillo

  • Ariel, 23 Agosto 2020 @ 12:44 Rispondi

    @Penelope
    Ricomincia da te,

    Ecco la unica soluzione a qualunque problema!!!!

    Infatti il buon principio della tua Psico va proprio in quella direzione

    Ogni scelta che facciamo di vero aiuto al proprio cambiamento interiore che significa riuscire a superare qualunque ostacolo presenta sempre i pro e i contro ,ma se ci si fa caso sono tutti ostacoli scuse che ci facciamo dentro a noi stesse pur di non abbandonare il proprio dolore vero

    Questo è e capita a tutti perché cambiare fa paura ,meglio il vecchio dolore che almeno sappiamo come funziona ,già ad autostima bassa c’è lo aspettiamo già e così via andare a restare in un cerchio chiuso

    Si ma noi SEMPRE E SOLTANTO NOI
    Che BELLOOOO Abbiamo la chiave che ci apre alla VITA NUOVA entusiasmante tutta da scoprire costruire ogni elemento ogni istante essere curiose dell’imme Dei propri talenti che da SEMPRE ESISTONO e vanno tirati fuori

    Come?
    Facendo la “ VALIGIA ,VIAGGIARE NEL NUOVO PER SCOPRIRE LE MERAVIGLIE DELLA PROPRIA CAPACITÀ DI VIVERE
    NONOSTANTE QUALSIASI DOLORE!!!!

    FORZAAAAAAA PENELOPE!,
    C’è la fai di SICURO!!!❤️

  • Whiterabbit, 23 Agosto 2020 @ 14:54 Rispondi

    No @Penelope, non e giusto che tu rivoluzioni la tua vita. Ma alle volte per stare a galla bisogna fare anche cose che non sono giuste. Perché la tua sanità mentale e il tuo equilibrio sono più importanti di ciò che è giusto o sbagliato, e devi lottare per riottenerli.

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 15:36 Rispondi

      Il lavoro non si tocca soprattutto in questo periodo

  • Dispersa, 23 Agosto 2020 @ 14:57 Rispondi

    Donne un aiuto se non se ne esce serve!
    Non è una cosa immediata…. Ci vuole tempo…. E molto…. Ma sono sicura che prima o poi al dunque ci si arriva.
    In questi gg è spuntantato un ragazzo molto bello che svariati anni fa mi corteggiava…. Non l’ho mai calcolato perché presa dalla mia famiglia….
    Stranamente ci siamo rivisti…. Subito entusiasta (entusiasmo durato un paio di ore)….
    Non vi dico cosa ho pensato….
    Ora più lucida mi rendo conto che devo lavorare ancora molto su di me, anche se mi sento più equilibrata, il mio percorso non è finito…. Sarà lungo…. Ma bisogna avere pazienza scavare e scavare per trovare la radice più profonda, altrimenti si corre il rischio di passare dalla padella alla brace!!

  • Ariel, 23 Agosto 2020 @ 15:52 Rispondi

    @White
    Pur rispettando in pieno il tuo punto di vista non sono affatto d’accordo
    Perchè è proprio facendo così che si continua ad aggirare il vero problema che sta in noi e no fuori
    È sempre la Paura di cambiare che ci fa sottomettere

    Bisogna provare a vedere la soluzione veramente valida per se stessi
    Insomma dalla storia scritta da Cara@Penelope si capisce subito che ovviamente la via Maestra passa per TAGLIARE TUTTO ciò che può ancora farle male
    Restare è puro danno ,ma un danno potente verso se stessa.

    Quando si sta nel positivo bene verso se stessi la vita ci viene incontro sempre se non accade significa che non siamo ancora riuscite a staccarci dai nostri VERI problemi interiori

    Infatti i guai non arrivano mai per caso in nessun caso.

    lo so perché ho vissuto diverse circostanze nella mia vita che se non avessi avuto la forza supportata da terapia sarei finita veramente male.

    E quindi il coraggio è di chi ha davvero fiducia in se stessa e il fatto che sia innegabile difficile trovare un lavoro
    Difficile ,ma non impossibile ,
    Dipende tutto da noi ,
    La soluzione esiste sempre in ogni caso
    Basta mettersi con vera fiducia spinta dai propri talenti ma non quelli professionale soltanto ,ma prima ancora occorre

    Evolvere darsi da fare smontare la “ Vecchia casa”
    E ricostruirai dalla A alla Zeta.

    Volere è potere ,sempre!!!!

  • Ma, 23 Agosto 2020 @ 16:12 Rispondi

    @Outlier 7 anni di corteggiamento più che tanti sono ridicoli. Un gioco che non porta a nulla non è nemmeno un gioco divertente. Vi abbraccerei tutte se potessi. Le vostre storie mi hanno commossa e anche fatta arrabbiare. Dove sono finiti quegli uomini capaci di grandi gesti pur di rincorrere l’amore? In quale epoca storica sono rimasti? Di certo ai giorni nostri non ci sono arrivati.

  • Penelope, 23 Agosto 2020 @ 16:44 Rispondi

    @white non so se sia la scelta migliore vendere casa e trasferirmi chissà dove…A parte il fatto che, non avendo più 20 anni (nè 30..) non è facile neanche trovare un nuovo posto di lavoro. Mi sento in trappola! E tutto questo malessere mentre lui si fa i weekend romantici dopo avermi detto per 3 anni di amarmi e di non provare più nulla per la moglie. Ho tantissima confusione nella testa perché non so più cosa ci fosse vero delle cose che mi ha detto negli anni?! Lui sta andando avanti nella sua vita come se nulla fosse mentre io devo rivoluzionare tutto ciò che ho costruito faticosamente?

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 16:57 Rispondi

      Una cosa alla volta

  • Lulolilla, 23 Agosto 2020 @ 16:58 Rispondi

    @ Oldoplum non potevi scrivere cose più veritiere di queste.

  • Penelope, 23 Agosto 2020 @ 17:00 Rispondi

    @lulolilla ti dirò…neanche a me ha mai detto esplicitamente di lasciarlo, ma ogni volta che andavo da lei avvertivo la sua “delusione” per non aver ancora messo fine a quella sofferenza. Quando parlo di sofferenza mi riferisco al fatto che non riuscivo più a sopportare il fatto di “dividerlo” con la moglie, soprattutto perché alternava comportamenti da uomo molto innamorato ormai lontano anni luce dalla moglie a momenti in cui mi sminuiva esaltando lei. In mezzo a tutto ciò informazioni diffuse da lei contrastanti in modo paradossale con quanto mi diceva lui. Intendiamoci: io e lei non siamo amiche ma lei non c’entra nulla. Però in alcuni momenti ho temuto seriamente per la mia salute mentale…

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 18:27 Rispondi

      Uno che ti sminuisce non soffre ti prende per i fondelli

  • Penelope, 23 Agosto 2020 @ 17:14 Rispondi

    @ariel sei sempre tanto cara, ma non capisco in questo caso qual è il tuo punto di vista? Fare le valigie e ripartire da zero? Permettergli, dopo avermi illusa, delusa e confusa, anche di fare tabula rasa della mia vita e del mio lavoro? Io invece mi auguro di riuscire a strutturarmi così bene da diventare indifferente a lui ed alla loro vita da sogno anche se al momento mi sembra una possibilità così remota… Forse il problema sta nel fatto che ci avevo creduto così tanto che lui volesse stare con me che non me ne faccio una ragione…

  • elleelle, 23 Agosto 2020 @ 17:39 Rispondi

    @Alessandro
    È vero, non si fanno scrupoli né per noi né per la moglie, ma mi chiedo comunque perché fate tutto questo casino per una persona che fondamentalmente non gli interessa.
    Il rischio è comunque considerevole, si devono spendere tempo ed energie, per cosa lo fanno?
    Il mio ex sesso con me lo faceva pochissimo, erano solo conversazioni alla fine, più molti gesti affettuosi. Era davvero messo così male in casa? Così male anche da non riuscire a trovarsi una più vicina e presente?
    (Tra parentesi, mi ha pure fatto sentire in colpa un giorno perché ero lontana, come se avessi avuto scelta.)

    • alessandro pellizzari, 23 Agosto 2020 @ 18:28 Rispondi

      Gli interessa ma alle loro condizioni e al ribasso nel tempo

  • elleelle, 23 Agosto 2020 @ 17:51 Rispondi

    @Ma
    Ho amici e amiche non italiani che hanno scelto un amore nuovo e sono molto contenti.
    Una mia amica ha due figli che fanno le medie, lei e l’ex marito erano la classica coppia perfetta e quando si sono resi conto che perfetti non lo erano più, si sono separati e hanno divorziato.
    Non è facile nemmeno per loro ma hanno avuto il coraggio di farlo. C’è molta meno gente che giudica nel paese dove vivono loro, la società è più aperta e propensa al cambiamento.
    In Italia la fatica è reale, l’onestà è molto rara ormai, c’è troppa preoccupazione per il proprio tornaconto.

  • Ariel, 23 Agosto 2020 @ 18:37 Rispondi

    @Penelope Bravissima!
    Vedi che sei capace di trovare la soluzione ottima per te stessa ,il tuo obbiettivo che qui hai scritto è il meglio per te stessa
    Proprio perché vedi sei tu che lo hai sentito e individuato e quindi forzaaa poco alla volta metti in atto questo tuo ottimo proposito
    Il fare la valigia è un modo di dire che significa muoversi dentro e fuori per riuscire a fare esattamente come stai già facendo
    Porsi il proprio obbiettivo chiaro e poi perseguirlo senza se e ma

    Proprio come stai facendo
    E scrivere è mettere in se stessi un punto fermo come un orizzonte chiaro in se stessi
    Dalla teoria a fare ogni istante qualcosa di ottimo per te stessa!!!
    Bravissimaaaa!!!❤️

  • Vita, 23 Agosto 2020 @ 18:40 Rispondi

    @penelope ti ho letto: le promesse, l’abbandono e pure il lavoro. Le sto vivendo anche io. Ti abbraccio forte. Ne usciremo,una cosa alla volta, come dice @alessandro.

  • Ma, 23 Agosto 2020 @ 18:42 Rispondi

    @elleelle sai mi preoccupa di più pensare che certi uomini arrivino a certi livelli di egoismo passando sopra a tutto, soprattutto ai sentimenti. Dalle storie che raccontate è come se il mondo degli uomini fosse ormai formato da un branco di anaffettivi. Poi è ovvio che ci sono le dovute eccezioni ma sembrano perle rare. Il problema sta forse nella biologia degli esseri umani. D’altronde non siamo programmati per la monogamia.

  • Ariel, 23 Agosto 2020 @ 19:03 Rispondi

    @elleelle
    Esattamente concordo in pieno e confermo visto che vivo fuori ,in Italia resta indietro ,ma ci sono motivi storici come Nazione resta ancora nuova rispetto ad altre
    Come la Francia ad esempio che ha una storia unitaria di Nazione repubblicana antica rispetto a ITALIA e quindi verissimo esiste in effetti una grande differenza palpabile in tutto ciò che riguarda la persona i sessi le relazioni tutte amicali o di amore
    Insomma Liberté Egalité non sono parole ,ma fatti concreti.

    E quindi ci sta comunque la buona speranza che il tempo di evoluzione sicuro porterà anche Italia al miglior progresso culturale soprattutto nella era della comunicazione digitale dove appunto gli scambi di informazione e testimonianza stessa di persone che vivono oltre confine aiutano in questa progressione e avanzamento positivo.

    E quindi
    Prima o poi arriverà anche in Italia!!

  • elleelle, 23 Agosto 2020 @ 19:05 Rispondi

    @Penelope
    Non stravolgere la tua vita per loro, ci mancherebbe, a meno che tu non riesca a trovare una nuova e migliore possibilità che interessa a te, solo a te senza altri motivi.
    Vedrai che con il tempo ti passerà, anche se non sarà semplice. Allontanali da te più che puoi, pensa che non vale la pena farti rovinare la vita ulteriormente.
    È molto difficile, anche io che sono tranquilla ormai ho giorni come oggi in cui sono triste e giù di morale, perché alcune domande restano sempre. Non riuscirai mai a spiegarti perché lui ha scelto di maltrattarti. Però riuscirai a archiviare quello che è successo e a dirti che non vale più la pena pensarci.

  • Nina, 23 Agosto 2020 @ 20:36 Rispondi

    Ragazze secondo me l’errore è pensare che un tempo ci fossero uomini migliori che ora non ci sono più. Sono sempre stati così, ma essendo cambiate noi si vede di più. Se no rincorriamo un sogno che non esiste. E credo che di persone corrette e decenti ce ne siano, io x esempio sono abbastanza sicura che mio marito,pur con tutti i difetti e le fragilità che ha, non si comporterebbe come tanti dei nostri ex. Non so perché, ma a volte siamo proprio noi che puntiamo su persone che non valgono una cippa. Io x prima!! Sembrava oro, era una volgare patacca.

  • Nina, 23 Agosto 2020 @ 20:38 Rispondi

    @penelope x carità, tieniti stretti casa e lavoro, altrimenti ti trovi pure con problemi economici e non è proprio il caso. Forse però la tua psi non dovrebbe dare consigli di questo tipo. Valuta se lei è competente a sufficienza!

  • elleelle, 23 Agosto 2020 @ 23:26 Rispondi

    @Ma
    Il mio ex è passato sopra a me e alla moglie come uno schiacciasassi. Forse più che anaffettivo è disturbato, come tanti, perché ormai non ci sono più limiti.
    Adesso i mezzi informatici rendono possibili relazioni che prima non erano alla portata. C’è una sensazione di impunità, perché da una parte l’amante deve stare in silenzio se no non è una brava persona, dall’altra la moglie deve accettare la ricostruzione del rapporto perché adesso si fa così. Visto che tutto è possibile, si perde il senso dell’individuo, che non è più speciale in sé, ma è speciale per quello che ti permette di ottenere.
    C’è una grossa mancanza di educazione sentimentale, con individui che a 50 anni mostrano atteggiamenti da adolescenti perché non sono mai davvero cresciuti, non si sono mai davvero guardati dentro.
    Non sono tutti individui patologici ma si avvicinano sempre di più verso il confine con la patologia.
    E spesso noi donne con le nostre paure siamo complici di questi loro atteggiamenti. Se un uomo non cresce, secondo me a volte ha di fianco una persona che non gli permette di crescere, che gli fa da mamma e gli lascia fare quello che vuole, oppure che lo tratta come uno zerbino. In ogni coppia la responsabilità è condivisa, se un uomo è emotivamente disturbato, di fianco a lui non ci sarà sempre una persona che sta benissimo…

  • Lilly, 23 Agosto 2020 @ 23:27 Rispondi

    @Penelope anche io mi sono trovata di fronte a a una scelta come la tua, lavorando con lui. Chiedere il trasferimento o continuare li, dove mi sono fatta una posizione, un nome, dove mi conoscono tutti e dove dopo fatica ho ottenuto il ruolo che desideravo? Be’ ci ho pensato a lungo e la risposta è stata …col cavolo. Perché ho faticato troppo e ora non ci rinuncio per lui. Non mi frega niente di dover vedere la sua faccia. La mia vita lavorativa conta di più. Perché mi dà soddisfazione e non mi priverò di qualcosa che è positivo per me per sto carciofo. Pian piano va meglio. E un giorno lo vedrò non solo a sprazzi per quello che è, ma bensì tutti i santi giorni. Lo vedrò per lo sfigato che è di base. E ok non bisogna sputare nel piatto in cui si ha mangiato, ma date a un morto di fame cibo scaduto e lo troverà delizioso. Questo per spiegare la mia esperienza.

    • alessandro pellizzari, 24 Agosto 2020 @ 13:30 Rispondi

      Non si fanno ulteriori sacrifici per un nulla

  • elleelle, 23 Agosto 2020 @ 23:28 Rispondi

    @Ariel
    In Italia di questo passo avremo persone emancipate nel prossimo secolo. Quelli della mia generazione sono degli incompetenti. Nella mia città poi il tasso di persone disturbate è altissimo.

  • Sissi, 23 Agosto 2020 @ 23:41 Rispondi

    Io sono arrivata a un punto tale che forse non lo vorrei più. Gli ho sempre detto che non avrei resistito nel ruolo di amante a tempo indeterminato e che però non sono quel tipo di donna che lo avrebbe messo di fronte a un aut aut. Gli ho sempre detto che avrei resistito e lo avrei sostenuto e supportato anche nel suo percorso fino a che fossi riuscita. Nell’ultimo anno, dopo la mia dolorosa separazione da un uomo a cui a dispetto delle divergenze tra noi voglio un mondo di bene, qualcosa è cambiato dentro di me. Mi sono sentita sola, ho sentito forte il bisogno di riprendere in mano la mia vita, di dedicarmi a mia figlia, di passare del tempo con le mie amiche, con i miei genitori, ovvero con quelle persone con cui posso essere totalmente me stessa mostrando le mie debolezze. A forza di allontanare i pensieri legati a lui che mi facevano soffrire, alla fine mi sono allontanata anche da lui, dal nostro amore, dai nostri progetti che un po’ per volta ho visto sempre più vaghi e aleatori. Quindi quando gli ho detto basta…per me era basta per davvero. Dentro di me si è rotto qualcosa. Per sempre. Mi è scaduto, mi ha deluso, per me è ormai un uomo ameba. Quindi credo…credo…che se anche tornasse…non lo vorrei più. Voglio al mio fianco un uomo coraggioso e leale. Cosa che lui non è.

  • Penelope, 24 Agosto 2020 @ 00:53 Rispondi

    @vita sì, ne usciremo, speriamo presto! Non meritano tutta questa sofferenza. Ti abbraccio anch’io

  • Penelope, 24 Agosto 2020 @ 01:00 Rispondi

    @nina in effetti è anche per questo motivo che come dicevo sono a un punto morto della psicoterapia. Se si insiste solo nel dirmi che devo cambiare vita e non mi dà gli strumenti per migliorare la mia condizione attuale non vedo molte possibilità di evoluzione…Però cominciare da zero con un’altra psicologa dopo 10 mesi non me la sento… Tu come stai? Come procede in casa con tuo marito? Stai riuscendo in qualche modo a ripartire con lui nella costruzione di un nuovo equilibrio?

  • cossora, 24 Agosto 2020 @ 10:20 Rispondi

    Bentrovate a tutte!
    Giorni meravigliosi di sole e mare e spiaggia con due amiche-sorelle.
    Il lungo rientro di notte, il mio uomo che mi aspetta sotto casa col cuore che gli scoppia di felicità.
    L’ex che scriveva alla mia amica, commentava i mie post, annunciando che sta pensando a come ‘riprendermi’ (?).
    Poi postando foto di se stesso ‘solo’ (certo, la famiglia ancora in ferie, tanto torna) e oggi si rivolge per la prima volta a me direttamente ‘ho tanto bisogno di parlarti’.
    Io taccio. Non voglio offendere, non voglio cedere, ma soprattutto non voglio che niente tocchi quello che sto vivendo.
    Per niente, aggiungerei.
    Ma anche fosse ‘per qualcosa’ .. non gli crederei.
    Sarebbe tutto troppo difficile.
    Lo lascio nel silenzio, con il silenzio.
    Sono sopravvissuta io ai suoi silenzi, io che lo amavo davvero.
    Ce la farà anche lui!

  • Ariel, 24 Agosto 2020 @ 13:40 Rispondi

    Bentornata @Cossy!
    Bravissima!
    Guai a chi osa interrompere la tua Vera Rinascita che ti sei tutta conquistata a dura fatica ,
    Per carità se ti fosse possibile davvero te lo consiglio di cuore
    Stacca qualunque messaggio pure dato da amiche
    Almeno veramente sarai davvero in pace.

    Perchè sta logico e umano
    Occhio e orecchio che non vede e non ascolta
    NON DUOLE PIÙ VERAMENTE!!!
    GODITI TUTTA la tua Nuova vita che da ciò che scrivi questo nuovo Uomo si rivela sempre al meglio per te
    Ti aspetta con vero entusiasmo e gioia tutta per te!!!
    Evviva!!!

  • Polly, 24 Agosto 2020 @ 13:42 Rispondi

    E vai @Cossora! Certo, ora splendi più del solito e chissà come si vede! E il nostro eroe cosa vorrebbe, ricaricarsi le pile con la tua energia? Ma ciaone proprio!!! Ne ha avuto modo e non ha colto… Non cambierà mai! Spero il tuo esempio sia utile a tante!!!!

  • Dispersa, 24 Agosto 2020 @ 14:03 Rispondi

    Bellissimo @Cossora!
    Lui che ti aspetta con il cuore che gli scoppia di felicità…. Perché l’amore è semplice!!
    L’ex ha semplicemente realizzato che gli è stato sottratto l’osso….
    Ritengo che il silenzio sia la migliore delle risposte…. Se l’ha utilizzato anche lui, capirà!!

  • Rosa, 24 Agosto 2020 @ 14:06 Rispondi

    E fai bene @cossora a lasciarlo in silenzio lui e i suoi ‘bisogni ‘ .
    Comprendo bene il tuo non voler offendere, e so per certo che dietro al tuo silenzio non c’è nessuna ripicca, semmai un pò di imbarazzo, perchè pur volendo a questo punto cosa si potrebbe replicare?

  • Dispersa, 24 Agosto 2020 @ 14:15 Rispondi

    @Penelope ma se una cosa non funziona…. Non funziona, punto!!
    Cosa fai? Continui con una psico che con te non ci azzecca (magari è bravissima con altre persone) e ti logori per una storia che non ha futuro??
    Io concordo sul non cambiare lavoro (se ci sono stati dei sacrifici), imparare a separare lavoro/sentimenti e non arrendersi!!
    Tesoro hai una vita davanti…. Cosa sono alla fine 10 mesi? Nulla….
    Non ti arrendere!!

  • Ariel, 24 Agosto 2020 @ 14:17 Rispondi

    @elleelle
    Concordo in pieno anche qui in queste tue verissime osservazioni.
    Guarda,infatti saprai evidentemente anche tu che esiste un acceso dibattito internazionale proprio sul tema dei disturbi comportamentali che come già scrissi più volte qui la Psichiatria Americana che viene seguita come Via Maestra da tutto Occidente ha tolto dalla Patologia nel manuale che aggiornano dopo i loro stidi e stistiche di casi in cura ecco la motivazione per cui i disturbi cluster B li ha derubricati è che sono così numerosi che logico non sono più considerati vere e proprie patologia.

    Già da questo atto concreto si evince che in effetti il disturbo diciamo qui per praticità e per non entrare troppo nel tema che non fa parte di ciò che @CaroAlessandro tratta qui sul blog,

    Ma ecco per concludere il Narcisismo che da danni effettivi nelle relazioni affettive tutte è numericamente notevole perché certo le statistiche dicono numero basso ,ma non sono attendibili e in più cozzano con la realtà del atto compiuto dalla Psichiatria Americana che li ha tolti perché sono tanti!!!

    Quindi logico per questi motivi sicuro vediamo pure qui nei nostri racconti esperienze davvero contraddistinte da queste dinamiche che ovviamente hanno livelli di impatto e gravità diversa dal meno al di più .

    • alessandro pellizzari, 24 Agosto 2020 @ 15:59 Rispondi

      tagliato troppo lungo troppo tecnico

  • Oldplum, 24 Agosto 2020 @ 15:06 Rispondi

    @cossy, che fatica
    Ogni volta me ne sono andata irrompeva con ” ho.bisogno di parlarti” “possiamo parlare?”.
    Ho dovuto veramente bloccarlo, l’ultima volta perché ogni suo contatto mi rendeva non serena, perché sapevo che era per “riprendemi” alle stesse condizioni.
    Ora che sono passati giorni, settimane mi sento ancora di rimanere accesa, ma senza che lui possa vedermi o avvicinarmisi. Perché gente disperata arriva solo per chiedere, mai per dare.
    Ti abbraccio. So che sei fuori dalla trappola. Quasi.

  • Ariel, 24 Agosto 2020 @ 16:06 Rispondi

    @CaroAlessandro,
    Ma,grazie,hai fatto benissimo!
    E scusa se in effetti era troppo lungo e forse tecnico?
    Ma sul tecnico spero che nella tua nuova sezione in cui hai detto in video dirette che intendi ospitare dei tecnici ,ecco sarebbe davvero interessante poter ascoltare su questo tema un tecnico che abbia esperienza specifica sulle relazioni manipolative.

    In ogni caso ,
    Grazie.

    • alessandro pellizzari, 24 Agosto 2020 @ 16:41 Rispondi

      cara tu non sei un tecnico e sì, anche troppo lungo

  • Outlier, 24 Agosto 2020 @ 16:06 Rispondi

    @Cossy che bello quello che hai scritto!! Io ti abbraccio forte e sono felice per te.
    Spero che tutte noi vi terremo come esempio per farcela, andare avanti e sognare qualcosa di bello.
    Alla fine quando non c’è futuro dobbiamo capire che bisogna cambiare.
    @Penelope anche io ti dico di non mollare casa e lavoro, ma psicologa. Questa è una parte importante. Non ti scatenerà la voglia di combattere per te se non ti aiuta davvero.
    10 mesi sono pochi. Ricomincia e trova la persona giusta per trovare quello stimolo.

    • alessandro pellizzari, 24 Agosto 2020 @ 16:42 Rispondi

      lasciamo che siano i pazienti a decidere se mollare o non un esperto

  • maribel, 24 Agosto 2020 @ 16:10 Rispondi

    @cossora altro che non offenderlo. anche qualora non avesse capito, potrebbe intuire tutto il cuore che ci hai messo, e la fatica. E la pazienza e le attese e il tempo e infine e il niente che ti ha dato.
    E adesso che hai finalmente trovato serenità ed equilibrio lui potrebbe anche farsi da parte. Anzi dovrebbe. Perchè sei tu quella che si dovrebbe offendere.

  • cossora, 24 Agosto 2020 @ 16:21 Rispondi

    @Old.. quasi, si.
    Non fa male ma affatica. E’ un pensiero che ho voglia di sistemare e non pensarci più.
    La gente disperata arriva solo per chiedere, mai per dare. Quanto è vero.

  • cossora, 24 Agosto 2020 @ 16:24 Rispondi

    @Rosa ma che ne so? A parte la solfa di prima (che però avrei anche rifiutato in modo più che chiaro) non ho capito di cosa altro vorrebbe parlarmi.
    E’ evidente che non sta bene. Ma ci sono delle persone più qualificate di me che possono aiutarlo.

  • Ariel, 24 Agosto 2020 @ 16:44 Rispondi

    Ma appunto stiamo dicendo la stessa cosa
    Mi farebbe piacere se tu ospitassi un vero Tecnico esperto su relazioni manipolative

  • Nina, 24 Agosto 2020 @ 16:44 Rispondi

    Che bello cossora ti meriti proprio la gioia che vivi! L’altro, lascialo nel suo brodo e non permettere che getti neppure una mezza ombra sul tuo umore!

  • Ariel, 24 Agosto 2020 @ 16:48 Rispondi

    Mi associo sono d’acc
    Lasciamo fuori nel proprio privato ciò che passa e si dice nelle sedute terapeutiche ,mi parrebbe molto opportuno e corretto soprattutto per se stessi e in rispetto comunque del proprio terapeuta .

  • Nina, 24 Agosto 2020 @ 16:49 Rispondi

    @penelope io ho cambiato psicologa dopo un bel po’ (avevo iniziato terapia x altre cose prima di incontrare lui) ed è stato decisivo. La psicologa che mi ha seguita nella fase in cui l’ho lasciato e ancora ora x le questioni con mio marito è la persona che ci vuole. Non temere di cambiare se non ti trovi bene. Per il resto dovrò capire cosa fare ma mi sembra che la mia ritrovata serenità faccia fare a me e mio marito dei passi importanti..

  • Oldplum, 24 Agosto 2020 @ 17:33 Rispondi

    @cossy, ho l’impressione che se pure arrivasse con la consensuale in mano (e non lo farà) prenderebbe un bel due di picche. Il problema è che ti ha lasciato TROPPO tempo per pensare alle conseguenze di una sua separazione, dato poi il suo comportamento tutt’altro che specchiato.
    Davvero è un mendicante. Un mendicante insistente, per giunta . (Senza offesa per i mendicanti veri).

  • Penelope, 24 Agosto 2020 @ 18:05 Rispondi

    @ale, effettivamente @dispersa e @outlier hanno ragione, poi certo sta a me decidere cosa fare ed eventualmente come dire alla psico che non me la sento di continuare, però in questi ultimi incontri ho avvertito un non procedere, come se lei si fosse “fermata” e non avesse gli strumenti necessari per farmi evolvere.
    @cossora la tua storia “neonata” dà una ventata di ottimismo alle nostre situazioni. Noi siamo qui che ancora arranchiamo (chi più, chi meno) e tu ci dai speranza che qualcosa di bello nel futuro potrebbe ancora sorprenderci…(anche se io, su questo non nutro grandi speranze) però è tutto molto bello ed il tuo ex fa proprio la figura del poverino a cui rode il c*** da morire… Spero che tu sia così “oltre” da non vacillare davanti ad un suo goffo tentativo di rimetterti nella rete.
    Io sarei già felice se potessi arrivare ad uno stato di benessere come quello di @oldplum in cui è riuscita a rimettersi al centro della sua vita.

  • cossora, 24 Agosto 2020 @ 19:36 Rispondi

    @Maribel certo che sono offesa, eccome. Infatti mi scoccia per questo, che leggere direttamente le sue minchiate (scusate ma altra definizione non mi viene ora) mi fa montare la rabbia e mi viene voglia di dirgliene quattro. Fargli pipponi, piazzate. Poi però faccio altro. Oggi dopo il lavoro ho preso la macchina e invece che girare per la mia zona residenziale ho proseguito verso nord con la musica a palla. Mi sono calmata e sono rientrata a casa.
    Solo dopo ho risposto al mio uomo, perchè non voglio che mi veda durante le operazioni di ‘spurgo’.
    Sono determinata a disinfestare la mia vita da quel parassita, ma non servendomi di chi non c’entra nulla. Sto tornando ad essere fiera di tutto quello che faccio, niente sconti!

  • cossora, 24 Agosto 2020 @ 19:45 Rispondi

    Grazie @Out.. ti giuro che sto tenendo tutto separato. Questa storia nuova deve avere la sua aria, non voglio intromissioni. E penso che adesso (due mesi fa no) anche se non andasse bene, non accetterei mai più le angherie e le bassezze del mio ex. E’ porprio una persona piccola. Fondamentale è stato avere l’audacia di buttarmi tra la gente, perchè mi ha fatto capire che c’era della vita fuori da quella gabbia infernale. Questo auguro e suggerisco a tutte: buttatevi, non tanto perchè dovete avere un altro cui pensare, ma perchè immediatamente prendete coscienza che quella roba li sta a zero, che non è speciale, che non ha futuro, non ha spessore. E se ce l’ha, a maggior ragione quando ne siete fuori si fa sentire.
    Perchè se uno i coglioni li ha.. li usa.
    Le altre son tutte chiacchiere!

  • Oldplum, 24 Agosto 2020 @ 19:52 Rispondi

    @penny, non serve cambiare terapeuta, lavoro, casa etc, sai?
    Serve che ti ritrovi tu .
    Non posso darti consigli specifici, non me la sento. Ma trova un sentiero che ti porti dentro te stessa a vedere quanto sei infinita e divina. Quando lo sperimenti, ogni singolo pensiero rimane senza chi lo pensa. E tu sei libera dalla delusione e da ogni dolore. Ti abbraccio

  • cossora, 24 Agosto 2020 @ 20:36 Rispondi

    Sai @Nina, non ho mai creduto nei meriti. Cioè, autoriferiti si. Nel senso che se penso di meritarmi di piùmollo quello che non va bene per me e mi cerco altro.
    Quindi si tratta di volontà!
    Ho sempre pensato che quello che si accetta, è quello che si crede di meritare.

  • cossora, 24 Agosto 2020 @ 20:46 Rispondi

    @Old.. se arrivasse con la separazione in mano penserei che l’ha cacciato la moglie, adesso è così.
    Si è giocato la faccia con me, dovrebbe rimanere solo per anni, prendersi tante legnate nei denti da stare male e imparare dai propri errori, poi tornare da me e trovarmi libera e farmi innamorare di lui.
    L’uomo che frequento adesso si vede che ha fatto cazzate, che ne va poco fiero ma non le nasconde. L’umiltà di chi ha sbagliato più di una volta ha un suono bellissimo. Basta fenomeni tutti d’un pezzo. Non esistono.

  • maribel, 24 Agosto 2020 @ 21:08 Rispondi

    @cossora sei una grande! e comunque mi piace un sacco come parli del “tuo uomo” oramai è lui quello che c’è, lui è l’UOMO…l’altro proprio ormai è giusto uno scomodo e piccolo parassita!!

  • Ariel, 25 Agosto 2020 @ 00:05 Rispondi

    @Penelepe si ,credo di poterti suggerire di leggere un vero ottimo Libro ,se non lo hai già letto
    “la via della cura” scritto da MariaGiovanna Luini
    Si trova ovunque libreria e on line e pure scaricabile e-book ,l’autrice è una cara Amica di @CaroAlessandro
    Credo che veramente in questo tuo adesso potrebbe veramente aiutarti molto ,lo ho letto e riletto diverse volte è veramente un Grande Bel Libro
    Se sceglierai di leggerlo rimarrai incantata dalla Bellezza e il bene profondo che fa questa lettura propio quando si sta in difficoltà e anche no nel senso che un Grande Libro funziona sempre e comunque in più contiene esercizi pratici che possono davvero essere utili a superare diverse situazioni di difficoltà propria data dalla situazione attuale tua .

    La via della cuora dura una vita intera
    A me ha dato moltissimo e ogni tanto rileggo pure aprendolo a caso funziona sempree allora spero che sia per te una buona lettura!

  • Sissi, 26 Agosto 2020 @ 07:16 Rispondi

    Ieri il mio amante è venuto da me. Dopo tre settimane da quando lo avevo lasciato. È arrivato da me distrutto, barba lunga, smarrito, con le occhiaie. Mi ha chiesto di potermi parlare dato che non gliene avevo data la possibilità in altro modo. Gli ho chiesto cosa volesse e lui mi ha detto che ha pensato molto e che lui non può perdere la donna della sua vita senza fare qualsiasi cosa sia nelle sue possibilità. Mi ha detto che avevo ragione quando gli chiedevo di darmi dei tempi. Mi ha detto che a lui servirebbe ancora un anno e mezzo, il tempo che suo figlio diventi maggiorenne e prenda la maturità…sta per incominciare la quarta liceo oggi. Mi ha detto che lui farebbe qualsiasi cosa per me ma che non può dimenticare di fare il padre,non può abbandonarlo adesso e deve aiutarlo a realizzarsi. Mi ha chiesto di pensarci e di dirgli se posso accettare i suoi tempi oppure no e mi ha detto che lui farà questo percorso a prescindere da me. E mi ha chiesto, qualsiasi cosa decida .,di non togliergli la mia amicizia e il mio sorriso. Io l’ho ringraziato per lo sforzo mentale che ha fatto e gli ho detto che ci avrei riflettuto ma che al momento ho bisogno di rimanere da sola. Non so cosa pensare…ho apprezzato il gesto ma mi chiedo cosa succederà in altri due anni?…dopo i 5 già trascorsi?

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 07:34 Rispondi

      E soprattutto la fine del liceo cosa cambierà? Fanno tutti gli stessi discorsi. Due anni sono infiniti

  • Oldplum, 26 Agosto 2020 @ 07:47 Rispondi

    E poi ci sarà l’università…sai…bisogna seguirlo nella sua realizzazione…

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 08:26 Rispondi

      E poi i nipoti

  • Outlier, 26 Agosto 2020 @ 07:49 Rispondi

    @Sissi io non gli credo. Scusami, è un mio pensiero ma davvero cambierà qualcosa quando farà 18 anni il figlio? Poi non dovrà andare all’università? Io lo vedo più come un modo di tenerti ancora alle Sue condizioni. Se tra un anno e mezzo sarà così allora proverà a tornare da te con i fatti per riconquistarti, ma fino ad allora io vedo altra sofferenza e altre comodità per lui.

  • Whiterabbit, 26 Agosto 2020 @ 07:50 Rispondi

    Il compimento del 18esimo anno potrebbe fare differenza su eventuali discorsi riguardo agli affidamenti. Amici che ci sono passati mi dicono che separarsi con figlio maggiorenne è comunque più facile, anche se altrettanto dispendioso perché mantenimento del figlio spetta fino alla fine degli studi, quindi se farà poi università deve comunque partecipare, ma il fatto che non ci siano minorenne sveltisce la burocrazia in generale. Poi non so se sia vero o meno.

  • Ariel, 26 Agosto 2020 @ 07:52 Rispondi

    Più cinque
    Fanno sette

    Roba da immediato
    Vaffanculo per sempre.

  • Sissi, 26 Agosto 2020 @ 08:04 Rispondi

    È vero @ale, ci sarà sempre un nuovo problema, una nuova criticità da affrontare. Quando pensi che andare via di casa significhi abbandonare tuo figlio non sarà mai il momento giusto. E due anni sono eterni, in due anni può cambiare il mondo.

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 08:27 Rispondi

      Il figlio però non gli ha impedito di avere un’amante per anni

  • Oldplum, 26 Agosto 2020 @ 08:08 Rispondi

    @sissi, ragioniamo con calma. Hai già passato 5 anni da amante. Chiedertene altri 2 in stand by mi pare una proposta irricevibile o comunque moooolto gravosa. Perché in questi due anni lui non inizierebbe nemmeno a fare passi e rimanderebbe tutto dopo la maturità del figlio. Tu dovresti investire ancora 2 anni della tua vita su un miraggio. Perché, come dici, in due anni può accadere ancora di tutto. E dopo i due anni in cui lui si accomoda nella routine che tu gli riconcedi lui potrebbe anche decidere di prorogare ancora. Ce la fai? Sono passati 5 anni e ne sei uscita devastata. Hai ancora la forza?
    Io ti capisco. A me ne sono bastati 3 per perdere ogni energia. Venisse a chiedermi ancora tempo lo rifiuterei. Ora, come dice @Cossora, dovrebbe far tutto e tornare libero sperando che io ci sia ancora. Ora i tempi li detti tu, @sissi. Lui li ha dettati per 5 anni. Ora devi darti valore. No permettergli di importi ancora catene alla tua vita. Un ragazzo di 17 anni in quarta liceo non dovrebbe aver bisogno del papa per fare i compiti.

  • Outlier, 26 Agosto 2020 @ 08:39 Rispondi

    E soprattutto uno resta buon padre anche se ci si separa e non si vive piu24hh sotto lo stesso tetto

  • cossora, 26 Agosto 2020 @ 08:51 Rispondi

    @Sissi.. non vacillare di un millimetro. Sono cazzate,
    lo so che sono dette bene, che ti hanno fatto buona impressione, che sono credibili, che vorresti disperatamente lui fosse l’eccezione sincera alla regola dei cialtroni.. ma sono tutte cazzate.
    Prima lo capisci, meno tempo perdi, meno intacchi la tua vita.
    Pensa a te, avessi sinceramente bisogno di lui o di un’amica, ci andresti coi capelli sporchi, sciatta e trascinandoti? Per paura di non essere creduta faresti come i mendicanti che fingono la gamba zoppa per fare più pena?
    Torna in te!
    Sii lucida!
    E’ l’ennesimo coglione.

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 09:35 Rispondi

      il bello è che si presentano nutria con barba sfatta apposta come i piagnoni che frignano a comando

  • Sissi, 26 Agosto 2020 @ 09:07 Rispondi

    Sono d’accordo @Oldplum su tutto il fronte. Il suo rapporto con il figlio diciassettenne è morboso, tante volte gli ho detto che non è normale che un ragazzo in quarta liceo abbia ancora bisogno del padre per ripetere la lezione e capire se è preparato o meno. A volte credo ci sia qualcosa di malsano. Ma detto questo, io devo concentrarmi su me stessa. Ne sono uscita devastata è vero, dopo 5 anni. Non ho la forza di vivere neppure più un giorno in queste condizioni. Lo dimostra il fatto che non riesco neppure a gestire una conversazione con lui senza piangere. La proposta che mi ha fatto è irricevibile. So che per lui è stato pesante anche solo fare questo sforzo mentale, ma la realtà è che così lui avrebbe la serenità di altri due anni di standby, sempre considerando il fatto che i 18 anni o la maturità non sono una linea netta di maturità o di chiarezza e determinazione nei propri obiettivi. Potrebbe accadere qualsiasi cosa ancora. Ma la realtà è che io questa forza non ce l’ho più . Non ho più la forza di accompagnarlo in questo percorso ne’ di essere la sua psicoterapeuta personale. Se davvero questo percorso prescinde da me, allora lo farà ugualmente mentre io ritorno a respirare. Ai posteri l’ardua sentenza…. grazie per avermi aiutata a ritrovare lucidità nel riflettere

    • alessandro pellizzari, 26 Agosto 2020 @ 09:36 Rispondi

      molti rapporti “morbosi” con i figli sono costruiti ad arte per voi occhio

  • lei, 26 Agosto 2020 @ 09:11 Rispondi

    Oldplum, quanto è vera questa affermazione “Il problema è che ti ha lasciato TROPPO tempo per pensare alle conseguenze di una sua separazione”.
    E’ quello che è capitato anche a me, il primo anno di amantato l’avrei fatto, mollare tutto e ripartire con lui.
    Poi ho avuto molto tempo per pensare, valutare, capire…quindi quando mi dice “chissà…un domani—” non mi fa più alcun effetto.

  • lei, 26 Agosto 2020 @ 09:25 Rispondi

    White il compimento del 18o anno fa poca differenza sull’affidamento, nel senso che dai 12 anni in su il giudice sente il minore per capire con quale genitore vuole stare.
    La differenza sostanziale è che essendo il figlio maggiorenne, se i genitori riescono ad accordarsi senza litigare, le pratiche della separazione si concludono molto velocemente e con pochissime spese, perchè non c’è necessità di avere due legali. Non c’è un giudice che deve decidere il calendario delle visite.
    Possono decidere le spese del mantenimento del figlio, e il genitore non convivente può anche versare direttamente al figlio.

  • lei, 26 Agosto 2020 @ 09:32 Rispondi

    S. la tua storia per alcuni versi somiglia alla mia. Una relazione da single a 27 anni io e 30 lui, appena uscito da un matrimonio che lo aveva lasciato devastato. Mi dice che non è pronto per una storia seria.
    Ci lasciamo e ci ritroviamo 20 anni dopo, entrambi impegnati con prole. Il problema principale sono le figlie, ha paura di allontanarsene perchè la compagna è emotivamente fragile e vivono in un contesto familiare problematico.
    Ho deciso di tenermelo da “diporto” fin quando mi sta bene. Zero aspettative, coinvolgimento dimezzato.

    In questi giorni ho realizzato di non aver mai davvero amato nessuno nella mia vita.

  • Sissi, 26 Agosto 2020 @ 09:54 Rispondi

    Bellissima l’immagine dell’uomo nutria!!! Rientra perfettamente nello spettacolo melodrammatico che sta inscenando…

  • lei, 26 Agosto 2020 @ 10:38 Rispondi

    Quando mi ha detto che si sente un buon padre responsabile perchè ha accompagnato la figlia 14enne dall’amica e poi riportata a casa, mi è venuto troppo da ridere. Gli ho detto guarda che alla 14enne interessa andare dall’amica, di chi gli fa il servizio taxi se ne frega una cippa. Si è offeso perchè non ho capito il senso della sua affermazione.
    Si sente migliore di altri che si sono separati, perchè si è “sacrificato” per fare da taxista.

  • Lia, 26 Agosto 2020 @ 11:13 Rispondi

    @Sissi non perdere il terreno che ti sei faticosamente conquistata. Questa storia è ormai diventata uno strazio…
    Tu sei esausta e se è vero che anche lui lo è dovrebbe affrettarsi a risolverla questa situazione. Il padre può farlo anche da separato, se è questo il problema. A me ha detto “non posso perdermi la quotidianità con i miei figli”, mi sembra una situazione simile. Allora mi chiedo, fra due anni cosa cambia se questo è il problema? Se invece la questione riguarda la velocità della pratica, mi sembra comunque più veloce farla subito, anche se più lunga, che aspettare due anni. Sinceramente non capisco la sua richiesta.

  • Sissi, 26 Agosto 2020 @ 11:57 Rispondi

    Il tema non è la velocità della pratica. Il tema è quanto si sia avvitato in questa situazione con il figlio. Io lo conosco il figlio, è un bravo ragazzo, credo abbia ben chiara la situazione e sinceramente non penso che nascindergliela e non essere onesto con lui come padre possa migliorare il loro rapporto. Ma questo è un mio pensiero. Io con mia figlia che al momento della separazione aveva 6 anni e mezzo ho fatto un discorso semplice ma sincero e per quanto difficile sia la situazione,lei è serena. Ma non saranno due anni a fare la differenza, lo sappiamo bene. O forse si chi lo sa ma sarà sempre carico di sensi di colpa non capendo che il figlio non sarà mai come lui lo vorrebbe, perché è una persona diversa. Ma dopo tanti anni io non ho più la forza di fargli da psicologa. Vorrei solo uscirne e sicuramente se non lavorassi con lui sarebbe più semplice. Grazie Lia

  • Zazà, 26 Agosto 2020 @ 12:03 Rispondi

    Si può fare una separazione consensuale anche con i figli minorenni, a maggior ragione anzi. E anche se così non fosse dopo 5, 7, 8 anni che senso avrebbe accelerare di pochi mesi?
    Che poi, la maggior parte delle donne che conosco mi dicono che dopo la separazione i loro ex mariti hanno cominciato ad essere veramente presenti nella vita dei figli… non è che se sei presente fisicamente h24 o fai servizio taxi sei un padre fantastico, la questione è un pochino più impegnativa

  • Nina, 26 Agosto 2020 @ 12:57 Rispondi

    @sissi cara, la proposta è indecente perché si tratta di un periodo di tempo lunghissimo DOPO il quale lui FORSE comincerà a fare i passi necessari. Non ti sta nemmeno dicendo che il giorno della maturità di suo figlio uscirà di casa, ma che da lì in poi inizierà a trattare.. troppo e troppo poco rispettoso, x di più dopo anni. Ho lasciato il mio x molto meno, a un anno ero già al primo CDS duro, poi interrotto, a meno di due anni era finita, perché mi aveva mentito su tabella di marcia. Nel momento in cui mi aveva detto che le aveva parlato e l’aveva lasciata, io mi aspettavo che lì iniziasse a essere concreto sull’uscita di casa, di cui invece (come delle questioni concrete) ha iniziato a parlarle più di sei mesi dopo e con me che gli puntavo la pistola alla tempia. Cosa che ho sbagliato a fare e che non farei più x me stessa e x lui, ma a un certo punto ero totalmente fuori di testa e volevo solo vederlo fuori casa. Abbiamo entrambi gestito tutto da fare schifo, mi ci metto pure io. La differenza è che lui mi ha mentito x guadagnare tempo e la cosa triste è che ha fatto tutto x ragioni di soldi, non x lei. E alla fine oggi non so se sta con qualcuno, ma non ha me, non ha lei e sicuramente non ha ottenuto quello che voleva da lei (semplicemente perché non era giusto!!!). Insomma @sissi, risparmiati sto calvario (e anche la scenetta dell’uomo distrutto ormai l’abbiamo vista troppe volte) e allontanalo da te.

  • elleelle, 26 Agosto 2020 @ 13:19 Rispondi

    @Alessandro
    L’attaccamento ai figli spesso è una gran balla.
    Il mio ex non poteva lasciare la famiglia, dare quella delusione ai figli, con cui voleva vivere il quotidiano…
    Però per la stragrande maggioranza del 2019 alla sera era in chat con me,incluso diranye levacanze, e di cose con loro non è che ne facesse spesso. Due figli adolescenti a volte non li vogliono nemmeno vedere i genitori!
    Se a quella età non hanno ancora capito che niente dura in eterno, tantomeno l’amore tra mamma e papà, siamo messi male. Fingere che tutto vada bene con il papà in tavernetta e la mamma addormentata sul divano è un po’ patetico ma comunque non bisognerebbe tirare in mezzo un’altra persona.

  • Sissi, 26 Agosto 2020 @ 13:53 Rispondi

    Grazie Nina. Sai io gli ho sempre detto che non gli avrei dato aut aut ma che lo avrei sostenuto finché fossi riuscita, che ognuno deve fare il suo percorso ma che non avrei fatto l l’amante a vita. E così è stato. Mi conosco. Gli ho detto basta allo stremo delle forze…forse troppo tardi per me. Ma pazienza. La deadline è arrivata nel mio cuore. Sono d’accordo. La proposta è indecente e la risposta è chiara

  • Rosa, 26 Agosto 2020 @ 13:54 Rispondi

    Sissi non ho ben presente la tua storia, ma se anche la tua in questi 5 anni è stata caratterizzata da tira&molla, da molte assenze e parecchi silenzi ti direi che siamo nella norma.
    Il ragazzo in questione ha paura di perdere il benefit (tu) e quindi fa una sorta di prenotazione.
    Ossia senza nulla fare di fatto ti chiede di aspettare giusto appunto un paio d,’anni durante i quali mi pare di capire, lui oltre a far ripetere la lezuone al bimbo, ben si guarda dall’aprire ad esempio una crisi con la moglie.
    Occhio perché io qua ci vedo la malafede e il poco rispetto della tua intelligenza. Come può pensare che tu gli conceda ancora due anni del tuo tempo che resterebbe ancora in stand-by mentre lui si vive la sua vita altrove?
    A fronte di cosa? Fra due anni magari ci saranno i genitori anziani, la miglie fragile e poi aericeranno i nipoti e l’età sua e bla bla bla.
    Via via, dammi retta.
    Deve arrivare con qualcosa di tangibile, tutto il resto è noia.

  • Ariel, 26 Agosto 2020 @ 14:11 Rispondi

    @CarissimaLei
    Scrivere è davvero terapeutico per tutti ,infatti la tua frase in cui scrivi che ti sei resa conto di non aver mai amato nessuno nella tua vita
    È una Grande chiave luminosa che ti indica importanti tue evoluzioni interiori.

    È proprio ,secondo me ,mio modestissimo pensiero,proprio da questa tua frase Scritta da te
    Che puoi ripartire per un nuovo passo molto positivo per te stessa.

    Ovviamente solo tu puoi scoprire il significato di questa tua frase,
    Infatti è per tutti funziona così
    Siamo noi stessi i migliori guaritori del nostro sé!!!

    Un caro abbraccio,sempre
    Forza @Lei!!!❤️

  • Lia, 26 Agosto 2020 @ 14:22 Rispondi

    Giusto @elleelle!, nel mio caso aggiungo anche metà del 2018

  • Ariel, 26 Agosto 2020 @ 14:28 Rispondi

    @Sissi cara
    Ho scritto telegrafica prima il mio commento alla tua situazione di vera sofferenza ,a volte mi parte la emotività perché leggere qui quanto vero dolore esiste in tante care Donne mi fa dire soltanto la mia frase ormai leggendaria sul Blog
    Mi sento @AcasadiAle e cioè come in una casa accogliente e cara dov’è è possibile esprimere ciò che si sente al momento.

    Ma,qui desidero invece dirti che mi dispiace moltissimo per tutto il tuo vissuto con quest’uomo che chiaro ti ha Trattenuta nel tempo intortandoti
    Con le sue scuse promesse e tutta na serie di comportamento da vero manuale de “ La matematica del cuore” e da ogni articolo e tutti i nostri racconti qui scritti delle nostre esperienze vissute con diverse e tante difficoltà a LASCIARE ANDARE IL MOSTRO HIDE!!!!!

    E quindi non stupisce di leggerti qui quando dici che non ce la fai più,
    Perchè chi resta per anni e più anni resta ad aspettare lui fa come il Dyson ,aspiratutto ,( si scrive così?) scusate la ignoranza sul Dyson
    Ma so che ha un potere di aspirazione enorme

    Ecco che tutte queste relazioni manipolative noi veniamo aspirate tutte le energie nostre
    Infatti poi perché riusciamo a mollare ex?

    Perchè siamo prive di energie ,manco più ci si riconosce e giustamente per poterlo fare occorrono due cose

    Prendersi cura di se a 369 gradi l’errore di numero é voluto ,ah ah
    Perché un sorriso già che ti invio positivo inizio

    Quindi prenditi cura con anche terapia che aiuta tanto a maggior ragione quando sono passati così tanti anni
    E in parallelo segui il metodo sicuro validissimo di cara @Cossy e @CaraOld che c’è la hanno messa tutta per chiudere la pagina negativa a loro stessa
    E via di tacco 12 a costruirsi la NUOVA VITA che ti attende in ogni istante
    Poter finalmente respirare grande amando la persona più importante della nostra vita
    Se stessi!

    Un abbraccione caro❤️

  • Fg, 26 Agosto 2020 @ 14:54 Rispondi

    Ragazze, non so se devo scrivere qui. Non so più niente! La mia vita è un disastro. Vi scrivo mentre piango perché non so più come uscire da questo dolore immenso. Il mio matrimonio non va … forse non andava nemmeno prima e poi è arrivato lui che mi ha portato in paradiso e io non so più accontentarmi. Forse conviene ad entrambi non cambiare le ns vite, per soldi, status, figli o lavoro i chissà per quali altre scuse. Non riesco a chiudere con lui perché so che dovrei … ma senza di lui la mia vita forse sarebbe peggio … mi sento in frantumi

  • elleelle, 26 Agosto 2020 @ 14:56 Rispondi

    @Lia
    Sai poi la sorpresa del devoto papa’ che chatta, legge libri e guarda film con l’amante, esce con gli amici, si occupa del suo hobby semiprofessionale, sta su FB, dipinge ecc. ecc. e scopre un giorno che per casa girano anche due adolescenti?
    Per fortuna l’amante con le sue esagerate richieste l’ha obbligato a guardarsi attorno!
    E pensa un po’, da qualche parte in casa ci dovrebbe essere anche la moglie!!!
    La sua anima gemella, quella tanto buona e dolce con cui non ha mai litigato ma con cui non ha mai neanche davvero parlato, diventa improvvisamente indispensabile, deve solo essere localizzata all’interno della villetta con giardino nel quartiere alto-borghese a cui non si puo’ rinunciare.
    Chissa’ come mai si era dimenticato della moglie… forse perche’ la descriveva come una che scopa male, e’ svogliata, guarda le serie tutte le sere e dorme su divano? Forse perche’ erano anni che conducevano vite parallele, disinteressati l’uno all’altra?
    Ma no, il matrimonio va benissimo, dopo due anni con l’amante basta dire la verita’ alla moglie, lei sara’ comprensiva e il matrimonio verra’ ricostruito ancora meglio di prima.
    E l’amante? Eh niente, le diro’ che amo mia moglie, che sono devoto alla mia famiglia, che non posso causare cosi’ tanta sofferenza, a parte la sua, chiaro. Ma tanto la recupero quando voglio, no?
    No.

  • Ariel, 26 Agosto 2020 @ 16:46 Rispondi

    @Fg
    Benvenuta di cuore!

    Ecco se riesci un momento respira grande che scrivere qui sicuro ti farà benissimo perché ciascuno tpdi noi può dirtelo scrivendoti quanto ci abbia aiutato farlo e quanto ancora ci aiuti stare qui @AcasadiAle

    Ecco immagina un grande salotto con divani morbidi e accoglienti cuscini e quadri bellissimi antichi e nuovi come i nostri percorsi di vita in cui sicuro ad ogni problema esiste la soluzione.

    È come una caccia al Tesoro che siamo noi stesse il tesoro che sempre ci portiamo appresso noi stesse !

    Ecco da ciò che scrivi la cosa che più mi ha colpito è che “ Lui che mi ha portato in Paradiso e io che non so più accontentarmi”

    Credo che per darti un aiuto occorra che tu possa se vuoi raccontarci meglio nel senso da capire meglio iil tuo vissuto relativamente alla situazione tua di matrimonio e di questo nuovo amante che come tu scrivi ti avrebbe portato in paradiso e tu che non sai più accontentarti.

    Se vorrai siamo qui a braccia aperte tutti insieme @AcasadiAle
    Ti aspettiamo con vero pensiero e cuore per te!

  • Lia, 26 Agosto 2020 @ 17:50 Rispondi

    Cara @fg, non è ancora il momento di piangere. Nessuna situazione è ancora compromessa, almeno da come sembra. Metti in fila le cose e fai chiarezza dentro di te.
    Cosa vuoi realmente? Salvare il tuo matrimonio o stare con l’amante. So che la testa ti dice “salvare il matrimonio” per il figli, il lavoro, bla bla…
    Ma credo che il tuo stomaco dica tutt’altro.
    Nella tua situazione, in cui mi sono già trovata, non trascurerei lo stomaco che in genere si riesce a controllare meno e fa i danni peggiori.
    Ma lo gestirei con più testa parlando apertamente con l’amante per cercare di capire qual ‘è lo scenario che mi aspetta e prendere così le decisioni migliori.
    Parlate di possibili scenari. Adesso non mi pare tu sappia chiaramente cosa stai rischiando e per cosa.

  • Sissi, 26 Agosto 2020 @ 19:17 Rispondi

    Cara @Fg mi sono trovata nella tua stessa situazione. Combattuta tra cuore e cervello e con tanta paura e confusione. Ha ragione Ariel, respira forte e prendi tempo, fai una lista delle cose che ami del tuo matrimonio e di tuo marito, parla chiaro con il tuo amante per capire se può esserci un progetto di vita e cerca di capire se nel lungo termine sarebbe la persona giusta per te nella quotidianità. Non prendere nessuna decisione affrettata…troppa confusione in questo momento…ti abbraccio forte

  • Outlier, 26 Agosto 2020 @ 20:12 Rispondi

    @Fg infatti respira. Andiamo per gradi:

    sai se il tuo amante lascerebbe tutto per te?
    tu cosa vuoi?
    prima dell’amante sapevi il motivo del tuo matrimonio in crisi?

    Ragiona con noi.

  • Fg, 26 Agosto 2020 @ 22:03 Rispondi

    Ragazze, grazie di cuore per non avermi giudicata!
    Io non sapevo nemmeno che il mio matrimonio fosse in crisi, poi è arrivato lui e dapprima io ho creduto davvero di non provare nulla, forse curiosità… non avevo mai pensato di fare una cosa così orrenda! (La psicologa dice che non dovrei giudicarmi) insomma lui mi ha fatto sentire così amata … come mai prima. Lui non lascerà mai lei, lo so e lo sapevo e questo mi rassicuravano…all’nizio e ora io sono a pezzi perché a casa sono infelice e lui nn l’avrò mai …talvolta non so nemmeno cosa voglio… la mia testa è un continuo ribollire: lo lascio/non riesco.vado via di casa/non posso! Mi sento bloccata e disperata! Piango sempre e sono certa che i miei figli ne soffrano troppo!
    Lui è speciale, ma è un’utopia. Vorrei stare con lui e ne ho terrore, a volte penso che potrei provare a vivere anche così, ma poi ci sonongiorni come oggi in cui vorrei morire! E sono un ‘ingrata perché avevo tutto …
    Perché non possiamo avere felicità in qsa di diverso dall’amore? Dall’amore per un uomo!
    Grazie ancora …sopratutto perché non mi giudicare!

  • Lia, 26 Agosto 2020 @ 23:05 Rispondi

    Ahahah @elleelle! , descrizione perfetta del salotto di casa del mio ex. Figli e moglie gestiti con un filo di gas. In caso di crisi dovrebbe aumentare lo sforzo, essere più presente. Questa gestione un pó scontata e routinaria della famiglia tutto sommato gli lascia spazio anche per un’amante. Più ci penso e più mi sento vittima di un disegno perverso…

  • Ariel, 26 Agosto 2020 @ 23:15 Rispondi

    @Fg
    Da ciò che scrivi si capisce che sicuro alla base della tua sofferenza ci sta giustamente qualcosa che riguarda te stessa nel senso non che sei tu che non vai bene ,ma sicuro vedi già ,meno male ,che fai una terapia perché si percepisce da ciò che scrivi che sei in uno stato di tale sconforto e agitazione che tu scrivi non sai cosa vuoi veramente.

    Credo che sicuro il fatto di impegnarti a seguire il percorso terapeutico che stai facendo ti aiuta a stare più serena perché fare terapia aiuta a saper da sole fare ordine in se stesse nel significato di trovare la propria vera strada in cui si riesce a sapere cosa si vuole fare di se stesse
    E quindi riuscire ad esprimerti poi concretamente nelle scelte che con calma farai per te stessa

    Una cosa per volta
    Adesso sicuro la tua priorità è avere cura di te perché quando si sta a patire così si ha bisogno dinvero aiuto terapeutico in ogni modo. Sensome cio la Psicologa e anche fare cose per te stessa che possanomdarti piacere e soddisfazione.

    Ovviamente stai pur certa che qui non sei in giudizio per nessuna cosa ,
    Ognuno ha la sua storia e sempre nella vita di ciascuno esistono ombre e luci

    ,ma ti ricordo che per poter godere della luce nella sua bellezza e pienezza si ha bisogno di poter vivere le ombre che infatti sono quelle che messe accanto alla luce ne evidenzianomil grande positivo valore ,la Bellezza della conquista di se stessi passa per un momento nella ombra scura
    Pensa alla pittura dove
    L’ombra sta sempre accanto alla luce e quanto diviene belle entrambe
    Nell’ombra ci sta la ricerca scoprire cosa si nasconde
    E sicuro la scoperta è sempre una Luce nuova nascosta
    La Propria vera Forza e Bellezza che sempre esiste in noi.

    Forza cara@Fg sono certa che c’è la fai e farai a scoprire la tua Nuova luce , la fiducia nelle tue grandi capacità che adesso ancora stanno nascoste ,ma tu lempuoi scoprire con dolcezza piano piano ogni giorno un piccolo passo avanti verso la tua nuova consapevolezza e scoperta di ciò che vuoi davvero per te stessa.
    Prenditi cura e tempo per te .

  • Oldplum, 27 Agosto 2020 @ 00:10 Rispondi

    Cara @fg, prima di tutto vorrei rassicurarti: non è morta nessuna di noi e molte di noi hanno provato le tue stesse sofferenze. Questa è già una buona notizia, non è vero?
    non cacciarti ORA in pensieri melodrammatici (voglio morire etc) amplificando una situazione di disagio. Un mero disagio che però è una enorme opportunità di crescita per te.
    Del quieto pascere si giovano solo le mucche.
    I problemi nascono , si. Rimangono tali se ti piangi addosso e non li vedi come enormi opportunità per risolvere e star meglio.
    Dunque.
    Il tuo amante non è la soluzione ai tuoi problemi ma solo la cassa di risonanza. Lui è il dito che punta alla luna. Tu piangi, ti infili il dito nell’occhio ripetutamente e non guardi la luna.
    Dunque guarda la luna, sorella.

  • Rosa, 27 Agosto 2020 @ 07:30 Rispondi

    @Fg, ti abbraccio, nemmeno io sapevo che il mio matrimonio fosse in crisi. Pensavo che la vita dovesse andare così, senza troppi scossoni: figli, casa, lavoro. E poi è arrivato lo tsunami.
    Anche lui all’inizio fantastico, mi ha fatta sentire come non mai, ha tirato fuori la donna che ancora non aveva avuto l’occasione di esprimersi che sono oggi, ho vissuto un’affinità d’anima e fisica direi mai provata prima.
    Ma non è bastato e sai perché?
    Lui come nel tuo caso aveva già deciso da sempre che non avrebbe lasciato e io invece col tempo avrei voluto viverci nella vita reale.
    E qui sono iniziati i guai. Come dice Ale, quando ho presentato il conto è iniziata la sua trasformazione, o peggio è emerso il vero lui.
    E ho aspettato tanto, credimi, troppo (anni) ho aspettato che i figli fossero grandi, eppure non era quello il tema perché lui ha iniziato ad esser sempre più latitante. Il tempo (che prima avevamo in abbondanza) sempre meno, i messaggi centellinati, e tutto quello che puoi leggere qui in questo blog in quasi tutte le storie.
    Il fatto è, credo, che abbiamo prospettive diverse.
    Noi, amiamo e vorremmo vivere il nostro amore con loro in pienezza. Loro, spesso non sono infelici ma solo annoiati e la nostra presenza nella loro vita aggiunge quella vitalità che spesso viene a mancare nei rapporti routinari. Magari si innamorano anche eh? Sono sicuramente attratti fisicamente ma da qui a stravolgere le loro esistenze ne passa!
    @Fb, ho letto tutta la tua sofferenza e la comprendo perché ho vissuto per anni provando ciò che hai descritto.
    Io l’ho risolta da poco, ma prima mi sono dovuta schiantare contro un muro di cemento armato ai 300 all’ora perché continuavo a trovare appigli, a cercare giustificazioni al suo comportamento.
    Grazie alla pandemia ho potuto fermarmi e fare ciò che @Ale dice sempre e cioè ossevare i fatti ed allora tutto quanto ha preso la giusta dimensione e finalmente ho capito che tutto il valore e significato che io davo a lui altro non era che una proiezione di ciò che avevo io dentro. Avevo così tanto amore da dare che lo mettevo io per entrambi. Ero così presa da lui che mi ero dimenticata che la prima persona da amare, se volevo star bene ero io.
    Io ho dovuto toccare il fondo, sono arrivata ad esser svuotata e senza alcuna capacità di reazione. La mia vita era scandita dai suoi messaggi (sempre più centellinati) da una telefonata settimanale e da un incontro (ogniv10-15ggsempre più difficile da parte sua da programmare) e per il resto la vita mi passava addosso senza che io ne facessi parte, nonostante la miriade di impegni (piscina, palestra, amiche, lettura) che utilizzavo come antidolorifici per traghettarmi alla prossima volta che lo avrei visto o che mi avrebbe chiamata.
    Mi ha aiutato tantissimo stare qua e leggere le storie delle altre per capire che quello che credevo speciale per me in realtà lo è stato quasi per tutte. Ho letto tutti gli articoli di Ale ed il suo libro e piano piano ho ripreso a mettermi al centro della mia vita.
    Volevo il lieto fine e mi sono intestardita non realizzando che occorre esser in due per volerlo.
    Resta qua con noi, credo che ti possa far bene.

    • alessandro pellizzari, 27 Agosto 2020 @ 07:49 Rispondi

      Sono contento vedo la luce in fondo al tunnel

  • Dispersa, 27 Agosto 2020 @ 08:48 Rispondi

    @Fg…. Respira, tranquillizzati e cerca di ragionare….
    Se è entrato un altro uomo nella tua vita, sicuramente il tuo matrimonio o è in crisi o è ad un punto morto (e questo l’hai capito).
    Il tuo amante ti ha detto o fatto capire che non lascerà mai la moglie/famiglia??
    È tutto nella norma…. Solo che più andrai avanti più difficile sarà gestire il tutto….
    Sono situazioni incasinate gestite senza mai mettere ordine!!
    Perché non accantoni per un po’ il tuo amante (magari vedendolo e sentendolo meno) e cerchi di aprire un dialogo con tuo marito sul perché vi siete persi di vista??

  • elleelle, 27 Agosto 2020 @ 09:20 Rispondi

    @Rosa
    Come ti capisco! E come capisco anche il dolore quotidiano che dobbiamo attraversare per arrivare alla consapevolezza che non c’era niente di vero e di pulito in quello che ci hanno fatto vivere.
    Abbraccio anche te.

  • maribel, 27 Agosto 2020 @ 09:28 Rispondi

    cara @fg, segui i consigli delle ragazze qui sopra. l’amore è uno tsunami, ma quello che devi scoprire è se vuoi qualcuno che ti faccia felice o se vuoi qualcuno con cui condividere il tuo essere felice. vuoi proprio lui? o l’emozione che ti dà? e tu, stravolgeresti la tua vita per lui? o ti ha stravolto il sentirti valorizzata e apprezzata?
    non possiamo dipendere da un’emozione che ci fa sentire donne meravigliose, quella è la sensazione che ci è mancata per troppo tempo. ma tutto il resto? la vita è fatta di risvegli, giornate, cose, persone. Lavora sulla vita che vorresti, non solo sull’emozione che ti manca.
    è difficile, ma non impossibile.
    una cosa però te la posso dire, con il cuore: dopo lo “tsunami”, niente di quello che vivevi prima sarà più lo stesso. pensaci bene e stai un po’ qui, a casa di Ale si trovano molti spunti per riflettere,

  • cossora, 27 Agosto 2020 @ 09:28 Rispondi

    Sei un brivido @Old e sono d’accordo su tutta la linea. @Fg ho vissuto la stessa cosa, era un matrimonio bello, nato da una storia romantica e bella con figli belli e tutte le normali cose che accadono nella vita.
    Le ho vissute tutte senza risparmiarmi, al 100% e poi.. e poi si è diversi, e si reagisce in modo diverso agli stimoli che ci raggiungono.
    Certo, puoi ignorarli e andare avanti a pascolare indisturbata, oppure accoglierli e decidere che comunque il pascolo ti interessa/conviene di più, oppure accoglierli e lasciare che ti rivelino qualcosa di te che non sempre accetti subito.
    Ma sei sempre tu.
    Poi si, poi non solo ti accetti, ma ti difendi, ti dai spazio di crescere e dopo non puoi far altro che amarti, perchè sei puramente, semplicemente TU e scopri che c’è un modo gentile di essere te stessa, che vivere non è sacrificarsi agli altri o soddisfare le aspettative che gli altri avevano su di te.
    Anche se l’hai fatto per anni, puoi cambiare, ne hai diritto, se è quello che desideri.
    A me sembra che ormai tu la tua strada l’abbia già scelta, il bivio è alle tue spalle, che con o senza lieto fine (e mi riferisco all’amante) la nuova te sia già nata.
    E una volta che nasce, può solo crescere, è la vita, no?

  • cossora, 27 Agosto 2020 @ 09:45 Rispondi

    Colgo questo tuo post, @Rosa, perchè è l’ultimo in termini di tempo nel quale leggo che l’amante ha svelato la donna che non aveva l’occasione di esprimersi.
    Ogni volta penso che sono stata consapevole a 25 anni e a 40 che l’erotismo nella mia coppia e nella mia vita era fondamentale e volevo esprimerlo.
    Non ho sentito andare in crisi il mio matrimonio, ho sentito più che altro che si era consumato tutto il vivibile. La candela arsa oltre vent’anni è inesorabilmente arrivata a consumarsi tutta e l’arrivo del terzo incomodo di allora era semplicemente inevitabile. Lui o un altro, era il messaggio che portava con se: è ora di rivedere quello che stai vivendo, probabilmente stai raschiando il fondo del barile.
    Quindi prova a vederci l’occasione, @fg, non la disgrazia!

  • Rosa, 27 Agosto 2020 @ 11:13 Rispondi

    Vedi @cossora, ognuna di noi ha la sua storia e il suo bagaglio. Per te è stato un consumarsi, nel mio caso è stato un non esprimersi, parlo della sfera sessuale nell matrimonio, quindi capisci bene che quando con l’altro scopri una te di cui ignoravi l’esistenza, e soprattutto questa nuova te, ti piace, diventa ancor più difficile restare lucide.
    Da come ti esprimi si capisce che tu eri ben consapevole di te stessa già a 25 anni, io quwsta consapevolezza l’ho raggiunta al doppio di quegli anni, ma ben felice di esserci arrivata.

  • lei, 27 Agosto 2020 @ 13:06 Rispondi

    In casa mia c’è molta tensione in questi giorni, e non capisco perchè. Mio marito mi chiede se sento ancora il mio ex (secondo lui) amante, gli ho detto che giorni fa mi aveva mandato foto di vacanze. Mi dice devi dirmi cosa vuoi fare, io dico non voglio fare nulla.
    Tra l’altro in questi giorni ci stiamo sentendo davvero poco, ma perchè gli torna sempre in mente??

  • Oldplum, 27 Agosto 2020 @ 13:13 Rispondi

    Eh si, @cossy. Vivere significa avere inevitabilmente dei problemi. Anche laddove non ci sono , poi, c è una tendenza malefica e latente a crearsene. Forse si scambia il vivere con il dover per forza emozionarsi in senso negativo. L’emozione in sé è bella. Poi si rovina il tutto quando ci si aggrappa e la si vuole mantenere secondo il proprio desiderio o l’idea di “come dovrebbe andare”. Il più delle volte non va come ci aspettiamo che vada. Da qui nasce tutto il tormento. C’è gente che si compra il posto al cimitero, per dire. Decide in vita (vita?) dove sarà sepolto il suo corpo. Troppa paura di non progettare fino a progettare anche cose del genere.
    Quando inizi a dire ” a volte vorrei morire” è perché la vita ti invita a un cambiamento. A una rinascita. Forse bisognerebbe ascoltare questo grido.

  • Oldplum, 27 Agosto 2020 @ 13:32 Rispondi

    @fg, ho dimenticato di dirti questo. È una idea che non ci può essere felicità senza l’amore di un uomo. Chi te l’ha messa in testa? Non è vero. È una idea assurda. Tu sei felice per natura, a livello essenziale. Per esserlo non hai bisogno di nulla, te lo assicuro. Tutto quel che desideri ti lega e crea sofferenza perché o non va come vorresti (ma lo vuoi davvero? Non si capisce) o va come vorresti ma dopo un po cambia o va come vorresti e cambi te. Sii felice di essere viva e libera e non far dipendere mai mentalmente sta cosa da cose che vanno e vengono. La felicità rimane. Sei tu che la boicotti.

  • Lulolilla, 27 Agosto 2020 @ 16:25 Rispondi

    @Fg “provare a vivere così” come hai scritto tu, è una cosa che ho pensato anche io, ma poi sono i giorni di dolore, disperazione, pianti che ti fanno capire che è impossibile vivere così! Per me, ad oggi, è un continuo alternarsi di momenti buoni (mai sereni, perchè sereni non lo si è più) a momenti di totale disperazione. Solo loro uomini sembrano poter stare in queste condizioni a vita. Io ho un compagno da 8 anni e l’amante da 1 e mezzo. Anche lui disse che non avrebbe mai lasciato la famiglia. Ma noi all’inizio a questa frase non diamo nessuna importanza fino a quando cominciamo ad innamorarci, a desiderare di più, volere di più, voler vivere alla luce del sole questo amore. Accetta i giorni di dolore, ormai nella tua/nostra situazione ci sono. Continua con la psicologa, a piccoli passi, facendo sempre più chiarezza dentro di te e nella tua vita così da arrivare a capire cosa vuoi veramente per te.
    Mi domando, perchè solo ed esclusivamente noi donne ci lasciamo veramente andare e viviamo di pancia e cuore e non di calcoli queste relazioni extra. Ad un certo punto siamo disposte a stravolgere la nostra esistenza, mettere seriamente in discussione i nostri rapporti principali. Ma loro no, trovano il verso di raccontarsela e si ostinano a sopravvivere nella loro apparente buona vita. Ho letto su questo blog di donne che con o senza amante hanno comunque deciso di lasciarsi, separarsi, con figli e senza figli. Perchè noi sì e loro no? Cosa abbiamo di diverso dagli uomini?

  • elleelle, 27 Agosto 2020 @ 17:18 Rispondi

    @Lei
    Ma che domande ti fai?! Secondo te la situazione che vivi e’ ideale per tuo marito?
    Anche se lui non e’ piu’ innamorato di te, comunque tu sei sua moglie, con te ha un legame, che sia solo possesso di un trofeo da esibire, come dici spesso tu.

  • Fg, 27 Agosto 2020 @ 21:57 Rispondi

    Avevo scritto stamattina ma non trovo il commento! Rosa, quanto è durata? Io sapevo dall’inizio che lui nn avrebbe lasciato lei, ci sta da 20 anni, ognuno a casa propria e si vedono nei we. Io avevo mulino bianco e castello… ma evidentemente non bastava… lui lo vorrei più di tutto, ero disposta a mandare tutto a monte! Poi amiche tu dicono non conviene… lui non è all’altezza di mio marito! Ma io non faccio il pensiero che dice Ale”cosa mi conviene” anzi! Ho vissuto emozioni belle, brutte ma sono stata viva . Come si fa a vivere come fanno loro? 2 vite… io mi distruggo! È vero che dovrei partire da me, ma il percorso mi sembra un pestare l’acqua nel mortaio. Ti abbraccio

  • cossora, 28 Agosto 2020 @ 10:00 Rispondi

    Non so girls … c’è un momento del nostro ragionamento che a un certo ci divide: siamo tutte d’accordo che nella maggiorana gli uomini (occupati) sono delle merde, quel che non comprendo è perchè la loro scomparsa giustifichi che non valga la pena vivere, amare, riporvarci, crederci di nuovo.
    Perchè se loro sono merde e noi dopo ci rinunciamo.. vuol dire che valiamo meno di loro.
    Non ci scelgono quindi non ha senso esistere, è tutto uno schifoso vuoto, al rogo la felicità e i sogni?
    Io non ci sto. Io ci credo ancora, fanculo!
    Sono un essere speciale, raro e ci sta che sia raro anche colui che sarà alla mia altezza.
    Mica smetto di vivere e di crederci perchè il mondo è pieno di ominicchi, imparerò pian piano a riconoscerli ed evitarli, ma finchè respiro sono viva e pretendo la mia cazzo di felicità!

  • Love, 28 Agosto 2020 @ 10:32 Rispondi

    Non so come farmela passare, ieri ho fatto l’errore più grosso del mondo, rispondendole al telefono.
    Era tardi, ed io ero già a letto.
    Cosa voleva??
    Dirmi che le sarebbe piaciuto vedermi, che aveva voglia di stare con me.
    Non glielo concesso.
    Beh…non ci crederete, ma, questa mattina, ho realizzato, perché la notte, per me è stata tormentata, di essermi, sentito, come il ruotino di una macchina, e, non la ruota di scorta, si…il ruotino, che, se hai cura della tua macchina, ogni tanto, ti ricordi, di controllarlo, perche, non sia sgonfio, se ne avessi bisogno.
    Sono arrabbiatissimo, con me stesso, per essermi permesso, di farmi trattare così, per molto tempo.
    Eppure, voi, non ci crederete, ma personalmente la amo, e cerco ogni giorno, di occuparmi, anche il più piccolo momento, della giornata, per evitare il solo pensarla.
    Questo, è l’unico posto, dove posso sfogarmi.

  • LEI, 28 Agosto 2020 @ 11:07 Rispondi

    Cossora non mi sono mai sentita sminuita nel mio valore,ma questo non toglie che dopo varie delusioni io abbia perso la voglia di riprovarci.

  • maribel, 28 Agosto 2020 @ 11:39 Rispondi

    @LEI abbiamo anche un linguaggio silenzioso. Tu credi di non parlare, ma probabilmente i tuoi gesti o il tuo sguardo rivolto altrove o qualche modo distratto di fare gli ricordano, in alcuni giorni di più, che lì con lui c’è solo una parte di te, e non quella più importante. quella che occupa spazio materiale è lì, ma la mente dov’è?, il pensiero, il cuore… dove sono? evidentemente il “trofeo da esibire” non è sufficiente, come invece credi tu.

  • cossora, 28 Agosto 2020 @ 11:51 Rispondi

    Se quello che tu scrivi, @LEI, lo scrivesse uno dei nostri amanti sposati a casa con la moglie, @Ale ti risponderebbe: avrai anche perso la voglia di riprovarci ma il marito non lo perdi mai…
    ça va sans dir..

  • elleelle, 28 Agosto 2020 @ 11:59 Rispondi

    @Cossora
    Il mio valore lo conosco ma non mi interessa più condividerlo con qualcuno. Ci dovrò lavorare un po’ sopra per essere autosufficiente e non farmi danneggiare dalla mancanza di affetto, ma secondo me si può fare. Mi farò abbracciare un po’ di più dai miei figli, uscirò con le amiche e userò qualche farmaco al bisogno.
    Se non sarò felice, sarà qualcosa che dipende solo da me, sarà una mia scelta. Ci sono momenti in cui bisogna dire basta, per la propria salute fisica e mentale.

  • cossora, 28 Agosto 2020 @ 12:11 Rispondi

    @Love ascolta: 1 punto in meno per averle risposto. 1 punto in più per non averle concesso di incontrarti.
    Si annullano.
    Non guardarti indietro e vai avanti.
    Dai, tira fuori le palle!

  • Ariel, 28 Agosto 2020 @ 12:40 Rispondi

    @Cossora
    APPLAUSI SCROSCIANTI
    OVAZIONI!!!!

    Esattamente Care Donne
    Pure se ammaccate
    Il FAUT VIVRE!!!!!!!

    BISOGNA CONTINUARE A VIVERE
    Perché molto semplice anche se difficile

    OGNUNO È ARTEFICE DELLA PROPRIA EVOLUZIONE!

    Sbagliando si impara
    Cambiare pagina non basta
    Occorre cambiare il proprio Libro
    Quello che è il Diario della propria vita

    Forzaaaa tutte ce la fate e ce la facciamo!

  • Oldplum, 28 Agosto 2020 @ 13:20 Rispondi

    @ellelelle ma che farmaci? Te non ti rendi conto. Adesso lui, oltre ad averti rubato tempo ti dovrebbe rubare la gioia di vivere e questo per sempre?
    Ma quanto potere dai a quest omuncolo?
    In pratica continui imperterrita a dargli in pasto tutta te.

  • Ugo, 28 Agosto 2020 @ 13:38 Rispondi

    Ciao Love, vi seguo da parecchio e sono un maschietto e ti capisco benissimo, sono situazione simile alla tua, la mia è meno “cattiva” dellatua ma sono 3 anni

  • Ariel, 28 Agosto 2020 @ 13:40 Rispondi

    @Old che meraviglia di commento ,
    Questo del 27 agosto alle 13.13

    ( Susa @CaroAlessandro ma messo il riferimento a quale commento di @Old sto rispondendo perché non ho capito l’ordine di apparizione delle risposte non è mai esattamente collocato in modo da capire per chi chi lo sta leggendo a quale argomento di commento si riferisce)

    Eccomi cara@Oldplum
    Desidero darti APPLAUSI SCROSCIANTI E OVAZIONI!
    Perché questo aver scritto che la nostra felicità non dipende certo dal avere per forza un altro uomo cioè Un altra relazione ,inteso come spesso le Donne confondono il cosa significhi poter essere felici ,vedi la fiaba Cenerentola e il principe azzurro pure il cxxxxxxxo ah ah ah
    Altamente da evitare …ah ah

    È molto importante riuscire a rendersi consapevoli di questo fatto concreto

    La felicità si basa soltanto su Amare se stesse e quindi il lasciarsi andare nella nuova vita non significa per forza cercarmi un uomo
    Accadrà di vivere anche un altro uomo ,ma semplicemente perché essendo noi soddisfatte e libere come Pasque al isola di Pasqua attireremo nella nostra vita le buone occasioni per viverla facendo nuove esperienze di qualunque tipologia lavoro svago e magari chissà sarà un uomo ,ma CIÒ CHE KONTA
    SIAMO NOI STESSE

    Infatti se smettiamo di amarci con vera autostima ci ficchiamo nei guai amorosi e pure magari altro.

    Bravissima Old questo resta IMPORTANTISSIMO OTTIMO principio base perché uscirne dalle proprie sofferenze esperienza negativa vissuta porta un asse Portante che SIAMO NOI STESSE E PUNTO

    Poi Amandoci tutto è un divenire nel meglio per noi stesse
    ,ma non significa certo che resti obbligatorio formarsi una nuova famiglia o un uomo tipo marito
    AMANTE ABBIAMO CAPITO CREDO TUTTE CHE NON FUNZIONA vedi DOTT KAKILL…

    Ma poi ecco saper vivere sole significa so stare in pace con me stessa sono io artefice di ciò che in quel momento della mia vita sento un bene per me.

    Se saranno rose fioriranno ,ma almeno

    Diamo da bere alla “NOSTRATERRA”

    E quindi Prosit ,ma adesso col Prosecchino e via
    A vivere la propria conquistata libertà!!!

  • Ariel, 28 Agosto 2020 @ 14:39 Rispondi

    @Ugo
    Benvenuto,ma scusami ma se mi intrometto nel tuo rivolgerti a @Love ,ma ti chiedo se vorrai liberamente rispondere a questa domanda che rivolgo sia te che a @Love
    Ma lo fate un percorso terapeutico fatto apposta per superare la vostra dipendenza affettiva che come ,forse saprai,non significa essere colpevoli di nulla ,ma è un meccanismo prodotto da antichi malfunzionamenti nei rapporti famigliari primari
    Che hanno creato la Coodipendenza che però si risolve benissimo curandosi in terapia aiutandosi in ogni modo terapia apposita ma tutta una serie di cose pratiche o,idriche di aiuto proprio nel superare pure nel quotidiano le proprie difficoltà
    A staccarsi dal cerchio chiuso in cui si resta come intrappolati finché non ci si prende cura di sé seriamente che significa in effetti farsi un bel carico di fatica lavoro su se stessi ,ma e ricordiamoci sempre che la Libertà é un valore irrinunciabile e Kostossimo in fatica sudore e nel mondo pure le persone hanno sacrificato la loro vita pur di ottenerla

    È la stessa cosa il meccanismo non bisogna scoraggiarsi anche se difficile
    Lo so lo ho vissuto questo lungo cammino nella mia vita
    Ma Amare se stessi È Amare davvero anche gli altri

    Mollare la presa si può facendo tutto questo

  • elleelle, 28 Agosto 2020 @ 15:25 Rispondi

    @Oldplum
    La scelta deliberata di non avere più relazioni in futuro non è semplice. Vivo senza amore da tanti anni ormai, ci sono abituata, ma mi prendevo in giro credendo che questa situazione sarebbe potuta cambiare.
    Scegliere di non prendermi più in giro è ammettere di aver fallito con me stessa a un livello molto profondo ma lo devo ammettere e in qualche modo mi devo perdonare per andare avanti.
    Non sarà sempre facile e non posso escludere che in futuro io non abbia bisogno di un sostegno psicologico o farmacologico.
    Però la decisione la devo prendere perché altrimenti non posso vivere tranquilla. Devo imparare a essere soddisfatta della mia situazione di persona sola negli anni a venire e devo sviluppare la capacità di evitare situazioni di contatto e allontanare chi si avvicina.
    Non sarà facile perché sfiga vuole che io sia un persona socievole e aperta, la cui tendenza naturale è di essere rivolta verso gli altri. Però devo cambiare, non ho scelta e conoscendomi devo farlo passo a passo, consapevolmente.

  • elleelle, 28 Agosto 2020 @ 15:35 Rispondi

    @Oldplum
    In parte ho già cominciato a percorrere la strada della mancanza di contatti perché da tempo ho ridotto la mia frequentazione social, esco poco a causa del coronavirus e in generale mi ripugna anche solo l’idea di parlare con un uomo.
    Devo approfittare di questa combinazione per tirarmi ancora più indietro fino a interagire solo con persone che conosco in ambiti controllati.
    È davvero una cosa difficile per me, è proprio contro quella che io percepisco come la mia natura. Però se la mia natura finora mi ha fregato, come la mettiamo?

  • Outlier, 28 Agosto 2020 @ 17:14 Rispondi

    @Love succede anche a noi di cascarci. Se non ricordo male tu sei single mentre lei è sposata e la vostra relazione extra è durata tanto.
    Il fatto è che quando si è innamorati è difficile lasciar andare, accettare l’abbandono che comunque ci sarebbe stato. purtroppo ragazzi anche per voi vale quello che diciamo a noi: bisogna vedere quello che sono ora perché sono la realtà. E poi @live sarà tornata da te perché rientrata dalle vacanze, ovvio

  • Outlier, 28 Agosto 2020 @ 17:15 Rispondi

    @Cossy sei una grande. Hai ragione, noi ce la meritiamo questa felicità. Gli infelici rimarranno loro visto che non hanno coraggio nella vita.

  • Ugo, 28 Agosto 2020 @ 20:55 Rispondi

    Ciao Ariel, ho cominciato un percorso in terapia ma senza risultati soddisfacenti, anche perché ho aperto la crisi in casa, la mia lei non ha escluso un futuro insieme ma ha un passato con marito/uomini molto duri e mi ha esternato il suo timore, ma io non posso e non voglio mollare, né fare una road map perché ho paura di una risposta che non mi aspetto e non voglio spingere che mi ritorni in terapia, ora che è un anno che ne è uscita
    È che io soffro tantissimo

  • Outlier, 29 Agosto 2020 @ 08:09 Rispondi

    @Ugo perdonami, sei tu ad essere sposato, lei o entrambi? Forse però dopo 3 anni una rosa map va fatta. Capisco che lei è stata in analisi. Ma queste storie sono uno stillicidio a lungo andare. Sarebbe peggio se durasse all’infinito.

  • Lia, 29 Agosto 2020 @ 08:41 Rispondi

    @elleelle questa chiusura la capisco fino ad un certo punto, perché la vedo come un’impostazione, una forzatura. Che significa sarei una persona socievole, ma devo allontanare tutti perché nessuno può amarmi e se dovesse mancarmi qualcosa in futuro, prenderò qualche farmaco? .
    Ma che vuol dire? Io la leggo nell’unico modo possibile. Ho paura e mi infilo nel mio lettino in posizione fetale, sotto la copertina.
    Una reazione forse lecita per chi si sente ferita ed umiliata. Bhe secondo me non stai analizzando le cose nella giusta maniera. Non voglio pensare che il tuo ex amante, così come tuo marito non abbiano mai provato sentimenti per te. Il tuo ex amante è un cialtrone assolutamente apallico, ma ciò non toglie che possa aver provato dei sentimenti nei tuoi confronti. Non so, mi sembra una reazione eccessiva ad un problema non tuo.
    Ma credo che adesso convincerti di questa cosa e operare di conseguenza ti faccia stare meglio. Elaborare una strategia difensiva che ti tuteli per sempre da qualsiasi delusione.

  • Love, 29 Agosto 2020 @ 10:52 Rispondi

    Outlier, si…hai ragione, io single, e la storia durata anni, ed infatti, cone dici tu, mi rendo conto, che più passa il tempo, e piu riesco a vedere lei, per quello che è.
    Sulla tua ipotesi, ti devo smentire, perché anch’io ho pensato a quello, ma in vacanza, non c’è ancora andata, ma ci andrà tra poco.
    Ugo, io non la reputo cattiva, perché come tante scrivono qui, ho vissuto momenti davvero bello, ma, orgoglio, ed egoismo, insieme, fanno parte di lei, o meglio, penso a me stessa prima.
    Ariel, non ho intenzione, di intraprendere un percorso terapeutico, mi accorgo, che il tempo, il mio lavoro, e molte di voi qui, mi stanno aiutando molto.

  • Ariel, 29 Agosto 2020 @ 12:00 Rispondi

    @Ugo grazie della risposta di aver avuto voglia di scrivere qualcosa della tua esperienza che hai vissuto e che ancora ti tiene in un sospeso che si comprende benissimo la ovvia tua sofferenza.

    Forse ,penso ,che se con un terapeuta non ti sei trovato bene nel senso che non hai visto ,secondo te,una evoluzione tua personale soffrendo ancora potresti sempre quando lo senti spontaneo ,provare a cambiare terapeuta e pure metodo di terapia.
    Perché la tipologia di metodo terapeutico è davvero immensa ,fortunatamente,perché ovvio l’essere umano è complesso e ognuno di noi è diverso e unica persona.

    Ad esempio a me è capitato di cambiare metodo di approccio terapeutico e ho trovato il sistema più adatto in linea di massima al mio modo di essere .

    Esistono ad esempio metodi che non utilizzano soltanto la parola ,ma prima la comunicazione non verbale il massaggio Californiano la Gestalt visualizzazioni guidate il racconto a gruppi delle Fiabe del mondo con grande fascino ed apprendimento di tante scoperte per se stessi
    Pure si meditazione ,ma c’è ne sta 7na varietà infinita e come uno chef che ha tutti gli ingredienti per proporre una ricetta di cucina che ha lo scopo di metterci in uno stato di maggior serenità per poi riuscire da soli ad avere la voglia fiducia e chiarezza delle nostre capacità e fare al meglio per noi da soli le nostre scelte.

    Caro @Ugo credo tanto nella azione terapeuta ovviamente so per esperienza personale che si fa soltanto se davvero si sente la spinta a farla
    Altrimenti non funziona mai

    In ultimo ti faccio un esempio
    Stavo male insoddisfatta di me e della mia vita tutti mi dicevano ,ma puoi fare un percorso terapeutico mi davano indirizzi i miei cari ,io ascoltavo prendevo nota su un foglietto nome ecc del terapeuta e poi
    Immancabile perdevo il biglietto
    Ma mi sarà capitato non so tante volte

    Poi un giorno per caso disperata chiesi in una palestra a uno che passava di lì mai visto e conosciuto se conosceva un terapeuta
    Mi diede nome ecc e fu così al improvviso che uscii subito e mi presentai al terapeuta che mi segui così bene da farmi volare nella mia vita sofferta

    Quindi mai dire mai caro @Ugo quando si soffre così prima o poi ti capitera di sentire la voglia di scoprire nuovi mondi di te stesso e nelle offerte terapia così magicamente belle e diverse tra loro.

    Non sono entrata a commentare la tua esperienza perché credo che appunto la priorità per te stesso è visualizzarli nel meglio che cerchi di te e per te.

    Grazie per aver risposto e naturalmente Benvenuto e scrivi se e quando hai voglia.

    Chi cerca trova!!!!

  • Outlier, 29 Agosto 2020 @ 14:42 Rispondi

    @Love ma si è rifatta viva perché non avevate chiuso realmente? Devi fare il cds Love, come proviamo noi fino s quando non scriva il CDs che ti fa scattare definitivamente.

  • Outlier, 29 Agosto 2020 @ 14:46 Rispondi

    @Elleelle devi reagire. Anche io i primi tempi che avevo sbattuto la testa contro l’uomo che era nell’ombra pensavo di non farcela, che la mia vita non avrebbe avuto senso, ecc.. poi piangi, ti disperi, vai in terapia (io ci sono stata), scrivi qui e ti aiutano a capire, ti disperi di nuovo e poi ti riprendi. Esci con le amiche, incontri persone. Torna in mente, ma si è più forti per mandare via il pensiero.
    Forza elleelle, non permettergli di farti anche questo, non è giusto

  • elleelle, 29 Agosto 2020 @ 16:58 Rispondi

    @Lia @Outlier
    In effetti è così, sarebbe un’imposizione. Purtroppo ho cominciato ad avere paura anche di amici che conosco da decenni!
    Una sera sono uscita a fare due chiacchiere con un amico che conosco da quando ero una ragazzina. Entrambi avevamo bisogno di sfogarci e sentire un parere maschile è stato utile.
    Dopo però è subentrato il timore di poter diventare una preda perché ci eravamo confidati, nonostante tra noi non ci sia mai stato alcun tipo di attrazione.
    C’è davvero bisogno di una lunga pausa di riflessione e ricostruzione.

  • Fg, 29 Agosto 2020 @ 18:44 Rispondi

    Ragazze, ho letto molto in questi giorni. Ma non so come torglielo dalla testa. Siamo pure colleghi! Il senso di fallimento che mi pervade è viscerale! Io credevo nel mio matrimonio e nella mia famiglia e poi, arrivato lui, tutto non sembrava più vero!
    Lui lo consideravo un.amico, e mi è molto caro e mi dispiace così tanto perdere tutto! Non riesco a chiudere perché ho paura di perdere, ma se continuo così vedo solo nero nero di fronte a me! Il mio matrimonio sembra finito, mio marito è una brava persona, ma da molto tempo mancavano tante cose e per molto tempo non me ne sono accorta l! Qualunque decisione mi spaventa …

  • Outlier, 29 Agosto 2020 @ 20:22 Rispondi

    @Fg se leggi qui vedrai che la maggior parte sono colleghi. Pensa al lavoro.
    Perdere tutto con lui purtroppo è inevitabile se vuoi tornate a respirare. Non si può restare amico di qualcuno che amiamo. Già essere colleghi è dura.
    Per il tuo matrimonio… sei sicura che è finito? Sei tu che non vuoi provarci? Io credo che ora dici cori perché non sei lucida. Respira e datti tempo.

  • cossora, 29 Agosto 2020 @ 20:33 Rispondi

    @Fg un amico non ti porta a letto. Mi dispiace, ma ti è molto caro perchè lo ami ancora. Resta lucida, ti abbraccio.

  • cossora, 29 Agosto 2020 @ 20:40 Rispondi

    Le decisioni prese coi pensieri fermi sono sempre le migliori. Non soddisfano nessun bisogno.. @elleelle adesso sei ancora bisognosa. Pausa pausa pausa.. riprenditi tutto il tempo e lo spazio che ti servono. A parte contattare lui, fai quello che vuoi e senza giudicarti. Tutte abbiamo passato serate a bere ridendo con le amiche e la sera dopo a piangere mangiando gelato e guardando le sue foto sul cell.. le giornate di merda e quelle migliori fanno parte del processo di spurgo.. non bloccare ciò che inizia, lascia fluire bellezza.. tanto la direzione è presa, la rotta impostata, puoi solo uscirne e vedrai che rinascita!

  • Ugo, 29 Agosto 2020 @ 21:16 Rispondi

    Ciao, sono io sposato lei vedova, lo so hai pienamente ragione, è una fatica immane, ogni tanto affrontiamo il discorso. L unica cosa che posso fare è quando esco e prendo appartamento per conto mio vedere cosa succede

  • Fg, 29 Agosto 2020 @ 22:24 Rispondi

    @elleelle,
    È vero! Sembra che fiutino la nostra debolezza, il nostro dolore, ma non puoi chiuderti al mondo! ❤

  • elleelle, 29 Agosto 2020 @ 23:25 Rispondi

    Grazie a @Cossora e a tutte per i vostri commenti, leggo e ne faccio tesoro in ogni caso.
    Sto cercando dentro di me di prendere fiducia dalle piccole cose. Oggi ad esempio ho preparato il pranzo. Non cucinavo da settimane, era uno sforzo di concentrazione troppo grosso.
    Domani un altro obiettivo da raggiungere, fosse solo attaccare un bottone… e così via.
    Ho appena letto un articolo di @Alessandro che mi era sfuggito. Descrive il mio ex e l’idea che mi ero fatta di lui in quel momento alla perfezione.
    Le mie sensazioni erano giuste, non le avevo ascoltate ma comunque ho messo io la parola fine. Mi merito di farmi almeno un complimento per esserci riuscita.

  • Outlier, 30 Agosto 2020 @ 08:29 Rispondi

    @Ugo se hai aperto la crisi in casa e sei convinto che il tuo matrimonio è finito, allora non tirarla troppo per le lunghe. Con la tua lei non ci devi andare a vivere insieme già da domani. Ma per lei sapere che sei uscito di casa, sai quanto sarebbe bello?

  • Fg, 30 Agosto 2020 @ 09:08 Rispondi

    @outlier, il mio matrimonio … suppongo che se apri la porta a qno è perché ormai non c’è più nulla… non vorrei che restare qui significasse accontentarsi le emozioni che provo con lui non c’erano più e alcune forse nn ci sono mai state

  • cossora, 30 Agosto 2020 @ 09:50 Rispondi

    Se ce la fai @elleelle, cerca di guardare avanti, non ripercorrere troppo. Tornare su vecchie considerazioni e riconsiderarle è una cosa che facciamo tutti perchè pensiamo di risolvere ma.. è latte versato. Quindi rinfreschiamo il ricordo doloroso del bicchiere ancora pieno ma nella realtà si rapprende sul pavimento.
    Bello cucinare, io ricomincio a cucinare ogni volta che inizio a guarire.
    ttimo segno! Hai voglia di nutrimento. E’ come fare il pieno prima di un viaggio.
    Vedi la strada davanti a te. Meravigliosa!

  • Love, 30 Agosto 2020 @ 10:11 Rispondi

    Outlier, io ho chiuso, e lei a quanto pare non accetta.
    L’unica cosa che posso fare è continuerò a fare, e trattarla con indifferenza, durante il mio lavoro.
    Nel resto da me, non ha ne messaggi, né telefonate, e nemmeno lei non mi aveva più contattato, fino all’altra sera.

  • Dispersa, 30 Agosto 2020 @ 11:22 Rispondi

    @Fg…. Perché non provi a parlare con tuo marito?…. Di cosa non funziona più e cos’è venuto a mancare con il tempo…. Forse anche lui ha qualcosa da dirti….
    Anch’io collega, prima molto amici (che poi era più feling che amicizia)…. Non volevo dare più nessuna possibilità nel mio compagno, mi nascondevo dietro al ‘è semplicemente finita’ e nel mio ex amante vedevo il famoso amore della mia vita.
    Passato il tempo, ora più lucida, sono consapevole che il mio ex amante è stato uno tsunami servito a ritrovarmi e aperta la ‘crisi’ con il mio compagno sto vedendo tante cose, errori miei compresi!!
    Con il senno di poi se avessi conosciuto il mio ex amante prima sicuramente sarebbe stata una bella storia…. Ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte!!
    Rivedo nel mio compagno una forza che non gli riconoscevo più e al mio ex amante gli riconosco di essere una bella persona, ma molto meno Alpha di quello che pensavo!!
    Ricorda ci vuole tempo…. Tutto a tempo debito!!

  • elleelle, 30 Agosto 2020 @ 11:41 Rispondi

    @Cossora
    Hai ragione e infatti uno dei miei propositi è proprio quello di smettere di ripercorrere. Quello che dovevo vedere e capire l’ho già visto e capito. Il resto serve solo a me per confermare a me stessa che sono una persona normale, con le giuste capacità di osservazione e a cui scattano i giusti meccanismi di protezione.

    Per me arrivare a dire che il mio ex era molto probabilmente un narcisista covert è un grosso passo. Mi sento presuntuosa a usare questi termini, mi sembra di giudicare. Invece a volte non c’è scelta, è l’unico modo per inquadrare nel modo giusto quello che è successo.
    In passato avevo avuto a che fare con un narcisista overt maligno e ne ero uscita abbastanza velocemente sbattendo la porta. La sua psicopatia era talmente ovvia che l’unica scelta era la fuga, prontamente messa in atto affermando che lui i piedi in testa non me li avrebbe mai messi. Quando voglio riesco a essere così dura che anche un narcisista maligno non torna più.
    Ma un covert è un’altra cosa e le dinamiche di una relazione a distanza sono insidiose, perché non ti permettono di capire “dal vivo” i suoi comportamenti. Nel mio caso, è come essere un detective e accettare di chiudere un caso con prove sufficienti ma senza conferma finale.

  • Vita, 30 Agosto 2020 @ 13:57 Rispondi

    @dispersa posso chiederti quanto è durata con il tuo ex? Perché io mi ritrovo molto in quanto scrivi e anche io vorrei darla una possibilità al mio matrimonio: vedo cose buone, so che stiamo bene e sento che mi ama ancora moltissimo perché me lo sta dimostrando. Però mi chiedo: se trovo ridicolo che lui ci riprovi con lei, perché dovrebbe funzionare nel mio caso (anche se, sia chiaro, le mie e le sue dichiarazioni rispetto ai nostri matrimoni e al nostro rapporto sono sempre state differenti)? Mi sento incoerente, falsa e opportunista come lui e mi fa abbastanza schifo.

  • Dispersa, 30 Agosto 2020 @ 16:10 Rispondi

    @Vita io sono una novellina in confronto a te!!
    Lui è stato scoperto ad 8 mesi di relazione, e dopo quasi 4 mesi di stop perché era stato fortunato ad essersi ritrovato con la moglie, perché era in equilibrio, perché era finalmente felice…. E più che ne ha più ne metta…. è tornato…. Anzi lavorando assieme ha sempre fatto orbiting in attesa del grande ritorno!!
    Poi sono seguiti i tira e molla…. Sempre più difficili ed estenuanti…. I suoi sensi di colpa, sempre stati presenti, ma sempre più difficili da sopportare da parte mia.
    Siamo andati avanti così per due anni…. Fino al suo ennesimo stop pre vacanze e definitivo per me!!
    Io sarei andata avanti così a vita, non l’ho mai nascosto questo mio lato maschile, tra famiglia e amante, stavo bene e mi sentivo in equilibrio quando con lui tutto filava liscio.
    Ora, dopo aver dichiarato crisi, ci voglio riprovare…. Perché il mio compagno è una brava persona e perché tutta questa storia l’ha fatto finalmente crescere….
    L’amore con il tempo cambia e si trasforma in altre mille e bellissime cose, bisogna solo saperle cogliere…. Una di queste è il rispetto…. Che gli ho mancato e negato per troppo tempo!!

  • Vita, 30 Agosto 2020 @ 17:25 Rispondi

    @dispersa, anche Io credo di aver un animo maschile piuttosto marcato e pure io, lo confesso, sarei andata avanti così in eterno, anche se con grandi confitti, il Covid però mi aveva messo a dura prova: iniziavo a pensare che forse dovessi decidermi e io non riuscivo a pensarmi senza di lui. A lui ha fatto l’effetto contrario. Io però, @dispersa, con questa idea dell’amore che cambia ci litigo parecchio, sono scema forse (ci ragiono con lo psico) ma vorrei tutto: non riesco a rinunciare all’intensità e mi chiedo se la ritroverò nel matrimonio.

  • Whiterabbit, 30 Agosto 2020 @ 17:29 Rispondi

    @Vita perché siamo sempre più indulgenti con noi stessi e molto meno con gli altri. Perché ci aiuta a soffrire di meno. Se ti senti di provare fregatene di quello che hai sempre pensato del suo matrimonio e pensa solo al tuo.

  • Fg, 30 Agosto 2020 @ 20:00 Rispondi

    Ragazze, a me sembra che restare nel matrimonio sia un accontentarsi. Vorrei continuare a vita con l’altro, ma mi sento una schifezza a indossare una maschera. Inoltre io dell’altro sono gelosa. Gelosa della vita pseudonormale che vive senza di me. Capisco che Nche io ho una vita pseudonormsle e forse più della sua, m a vivere così si impazzisce!
    Ho parlato con mio marito, ma è un muro di gomma e io non so più nemmeno di che parlare. Dopo aver iniziato la terapia ho realizzato che anche in questa storia finché faccio lavorava va tutto bene. Non rompere,non lamentarti e sii grata perché hai tanto!
    Ma adesso non riesco più

  • Si, 7 Settembre 2020 @ 17:09 Rispondi

    È proprio vero, la convenienza prima di tutto

  • Fg, 9 Settembre 2020 @ 10:33 Rispondi

    Io sto impazzendo e devo trovare il modo di chiudere il grave problema è il lavoro! Lui minaccia di non aver più bisogno di lavorare con me, di fatto levandomi denaro e soddisfazione

    • alessandro pellizzari, 9 Settembre 2020 @ 12:50 Rispondi

      Un ricatto

  • cossora, 9 Settembre 2020 @ 13:24 Rispondi

    Successe una cosa simile anche a me tempo fa. Mi levai di mezzo. La sfera professionale deve rimanere professionale, solo professionale. Altrimenti si ritorce contro.
    Preparti a questa cosa, brava, ‘chiudere’ è il pensiero giusto.

  • Dispersa, 9 Settembre 2020 @ 13:25 Rispondi

    @Fg… Ma chi? Amante o marito?
    Scusa se te lo chiedo ma bisogna capire se si parla di rabbia o di vendetta!!

  • Fg, 10 Settembre 2020 @ 14:54 Rispondi

    Ovviamente l’amante. Lavoro con lui e l’anno scorso, con la scusa di stare più tempo insieme abbiamo lavorato molto insieme ed è stato interessante e bello oltre che remunerativo…
    Il meccanismo è sempre quello della minaccia abbandonica o da parte mia o sua….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.