baby sitting on man s shoulder
Photo by Maria Lindsey Content Creator on Pexels.com

Che guaio se in lui o nei tuoi partner cerchi il genitore che non ha avuto

Cercare nel partner il genitore che non hai avuto espone al rischio di dare all’amore di coppia un tipo di legame che non è il suo.

Un legame a scadenza, perché prima o poi i figli si innamorano di altri, quelli sì veri partner, e se ne vanno. Quindi tu prima o poi te ne andrai. Ed è giusto così.

Sono molte le testimonianze che mi arrivano sul blog o in counseling di donne che hanno scelto e sposato un uomo, a volte diversi anni fa e comunque in gioventù, cercando il loro padre.

Un padre mancato prematuramente o spesso assente, dedito totalmente al lavoro e distratto con le figlie (magari meno con i maschi), che magari se ne è andato con un’altra donna, o che si sa in famiglia ma si tace, ha fatto piangere molto la mamma per i suoi continui tradimenti.

Ecco, non poche donne cercano nel primo partner importante soprattutto una figura che integri quella del padre che non c’è stato, o non c’è stato abbastanza.

Sono coppie a rischio di fallimento nel tempo, perché se all’inizio hanno la spinta propulsiva della similitudine del padre con la figlia, e certe figure maschili più che fidanzati si atteggiano a protettori e mentori, questo può andare bene all’inizio della maturazione emotiva di una donna, poi no.

Perché viene a mancare quella spinta propulsiva che move il sole e l’altre stelle, cioè il vero amore. Quello passionale, innamorato, misterioso e travolgente.

Tutti i rapporti sentimentali anche parzialmente decisi a tavolino e non trasportati totalmente dall’innamoramento partono con un tarlo interno che è destinato a rodere tutto il mobile, anche se questo sembrerà integro dal di fuori anche per molti anni.

Lo sposo perché mi vuole bene e mi protegge, perché mi ha fatta crescere, perché glielo devo, perché mi dà sicurezza, perché è giusto non funziona nel tempo.

Come dicevo, l’amore è altro, e una sposa non è una figlia.

Leggo invece in chiave positiva chi ha avuto nel padre una vera figura di riferimento e anche accudente, un bravo papà.

La figlia che cercherà negli uomini il minimo sindacale altissimo che le ha dato un padre presente e amoroso creerà forse problemi di selezione del personale per eccesso di aspettative, ma viste le condizioni precarie dell’attuale mercato degli uomini disponibili, fra finti separati in casa, sposati sull’orlo di una crisi di nervi (i vostri) e Don Giovanni impenitenti o reduci ammaccati dalle precedenti storie d’amore è bene essere esigenti.

L’amore lo è. E chi non supera la prova si accomodi. Intanto, spieghiamo alle nostre amiche che la prossima volta il partner deve essere un uomo, non uno pseudo-genitore

Guarda al minuto 22 la mia rubrica sul tema su Telenova a Sei in Salute

vai al minuto 22
Condividi:

52Commenti

  • Ariel, 19 Aprile 2022 @ 18:04 Rispondi

    Sto pensando di andare a Venezia
    Prima di morire ah ah ah ah

    Il faut obbligatorio ah ah ah
    Forse chissà ci incontreremo a Venezia visto che ci torni sempre!!!

    Ah ah ah
    Ahhh Venezia ricordo per me antico!!!
    Una vera bellezza!

  • cossora, 19 Aprile 2022 @ 09:37 Rispondi

    @ads la differenza qui la può fare solo la tua amante.
    Se si decide a viversi la vostra preziosa e duratura alchimia per la rarità che è.. sareste felici entrambi.
    Anche con i rispettivi e fedeli e innoqui coniugi.
    Tua moglie non può fare niente, non è lei il tuo centro di gravità. I vostri figli certo.. ma sono destinati a lasciare il porto, voi siete il loro passato non il loro futuro.
    A te ed alla tua amata auguro vita e coraggio di viverla!

  • Azzurra, 16 Aprile 2022 @ 10:11 Rispondi

    @Ads io capisco perfettamente quello che dici. Purtroppo la situazione tra te e tua moglie è praticamente irrecuperabile, se decidi di non separarti l’unica soluzione è come dice @Ale trovare un’altra donna che, chissà, forse ti farà così innamorare da trovare il coraggio di uscire da una situazione così grigia e spenta. Te lo auguro. Nessuno merita di vivere così, di arrendersi di fronte ad un “ormai la mia vita è questa”. Sei giovane, mi sembri molto vitale, sicuramente tua moglie è appagata così, ci sono donne che non hanno bisogno di altro che di questo e ci rivedo tante mie conoscenti in questo modo di vivere. Mio marito per un periodo è stato praticamente assente, mentalmente, fisicamente, emozionalmente. Non sarei tornata sui miei passi se lui fosse rimasto così. Ha avuto paura di perdermi, lo dimostra ogni santo giorno. Il fatto è che dopo aver vissuto una tempesta come quella che ho vissuto io se ne esce inevitabilmente cambiati, ho un senso distacco da cui non riesco a liberarmi ma che mi protegge dalle delusioni che ho paura di dover riaffrontare, anche con lui. Per il resto io credo che la voglia di sentirsi vivi fuoriesca in modo più prepotente, come un fiume in pena che ci travolge, quando al nostro fianco abbiamo qualcuno che non ci considera, che non ci vede, che non ci sente. Lasciarsi travolgere ci riempie tutti i vuoti… il problema si presenta quando qualcuno si accorge di tutto questo e ne approfitta nel senso negativo del termine. Tutto ciò che in un primo momento ci riempiva arriva poi a svuotarci. Dobbiamo essere noi a indirizzare nel verso giusto i nostri bisogni senza mai perdere di vista il nostro benessere e a cambiare rotta quando il malessere comincia a fare capolino.

  • avvocatodistrada, 15 Aprile 2022 @ 19:50 Rispondi

    si cossy è cosi credo che in 3 anni mi mi avrà chiamato 2,3 volte,..se si palesa è per qualche problema dei bambini,
    io ho fatto delle cose assurde se ci penso, uscite serali, ma non una , due ,tre 4, eppure non mi è mai chiesto conto,o se fatto, non c’è mai stata la curiosita’ di guardarmi il telefono, di essere pressante.
    è molto centrata si, molto perfetta,molto didattica in quello che fa..era cosi anche prima si..io sono cambiato..devo spararmI?
    @azzurra.non mi rende infelice lei a prima vista, tuttavia sono diventato senza stampella, molto insofferente,
    ..a me fa piacere azzurra se tuo marito ha capito, mia moglie non è cosi, lei parte dal presupposto che io sia lo sbagliato,quello da curare..a sto carattere cosi molto severo.
    ribadisco non siamo ben assortiti,io ho capito che mi incastro con le persone imperfette come me,che fanno le cazzate,che non ti dicono no, non si puo,non possiamo..si potrà sbagliare nella vita, o siccome siamo sposati e abbiamo due figli , bisogna sforzarsi di ogni cosa..in questo siamo uguali, non mentiamo, non ci vedrai mai mano nella mano, non vedrai mai messaggi post su suo marito, ste robe qui.
    …ho letto delle frecciatine..si anche sta roba qui fa parte della sua operativita, ma non è una cattiva persona .non ci prendiamo piu tutto qui.
    ..ale quindi manco il venerdi è libero giusto?..

    • alessandro pellizzari, 16 Aprile 2022 @ 08:26 Rispondi

      Non credo il venerdì. Ads cosa ne pensi di una nuova stampella?

  • Ariel, 15 Aprile 2022 @ 14:06 Rispondi

    E a Venezia non ci tornii più?

    • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2022 @ 18:56 Rispondi

      Sempre !

  • Lilly, 15 Aprile 2022 @ 13:47 Rispondi

    Leggo e mi viene da fare una riflessione. In fondo anche se ho 35 anni, ho un matrimonio di 8 anni fallito alle spalle, quindi qualcosa della vita di coppia che smette di funzionare purtroppo la so. Io sono per una divisione dei compiti in una famiglia. Così come una divisione delle responsabilità per quanto riguarda il suo funzionamento e soddisfazione. Quindi penso che vi sia sempre una azione e reazione a tutto. Ovvero partner che si trascura, partner che lavora troppo, partner che dimentica l’importanza del sesso. La vita di coppia è un ballo a due, dove ognuno deve fare la sua parte. Perciò se il mio matrimonio è fallito la colpa è di entrambi. Abbiamo fatto molti sbagli, e chi sia stato il primo a sbagliare è difficile dirlo. Ma nessuno dei due ha fatto niente per frenare il lievitare dj problemi che si stavano accumulando. Questa consapevolezza ce l’ho dopo aver intrapreso un percorso di mesi con una terapeuta che mi ha aiutato ad essere più indulgente con me stessa( io sono molto severa con me stessa, lo sono sempre stata). Perché quando lui mi ha lasciato mi ha buttato addosso una valanga di cacca( direttamente e anche in giro) e io ho creduto a cosa diceva. Ma poi ho ricordato anche le sue di mancanze. La sua incapacità o mancanza di volontà nel starmi vicino quando ho saputo che non potevo avere figli. La sua costante freddezza. La mancanza di complimenti, di contatto fisico. Tante tante cose…avevo ascoltato la sua storia, e facendo così avevo scordato persino io le tante tante cose buone fatte per lui, per noi. Anche lui aveva avuto la sua parte in quel gioco. fallimentare che era stato il nostro matrimonio…Altroché se lo aveva avuto! Per questo quando leggo certe cose mi scaldo. Percepisco, forse sbagliando, poca presa di coscienza delle proprie responsabilità e molto scarica barile. Molto vittimismo. Molta poca maturità. E mi fa tenerezza chi ascolta i racconti senza porsi il dubbio che non siano un pochino falsati. Queste donne che sembrano tutte sciocche e poco interessate a cosa succede in casa loro…io nell’ultimo anno chiedevo spesso a mio marito se stavamo bene, facevo domande ecc…be…vi dico solo che due settimane prima di lasciarmi mi disse che era molto fortunato perché sua moglie era bellissima e in gamba e che lui la amava tanto. Ecco… 15 gg dopo mi descriveva in maniera un pochino diversa. Cosa penso? Che solo chi sta dentro al rapporto sa cosa succede davvero dentro ad esso. E appunto solo queste due persone possono permettersi di dare giudizi in merito a tale rapporto. Le terze persone sanno solo i fatti attraverso i racconti di parte.

  • cossora, 15 Aprile 2022 @ 09:52 Rispondi

    @ads tua moglie e sua moglie fanno lo stesso lavoro e avete le stesse dinamiche familiari e ‘di vacanza’. Quindi ti sento credibilissimo, è una situazione che conosco perfettamente. Nemmeno lei verrebbe mai a dire certe cose su di se qui. Ma non cercherebbe mai il confronto, la moglie del mio amroe ha due amiche lontane che vede una volta l’anno in un dato week end. per il resto sparisce nelle interminabili correzioni dei suoi compiti.
    Se a lei non interessa sapere cosa fa lui quando non dorme a casa.. perchè deve interessare a me?
    Lei è sempre stata discreta, rispettosa. Io pure nei suoi confronti.
    E’ brutto detto così lo so, ma l’unica cosa che ‘mi interessa’ di quella donna, è suo marito.
    Stop.

  • leilei, 15 Aprile 2022 @ 08:45 Rispondi

    Ale , a quanto pare qui le terme vanno alla grande, prossimo appuntamento in un centro termale????

    • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2022 @ 09:06 Rispondi

      una bella idea

  • Lolly, 15 Aprile 2022 @ 08:20 Rispondi

    @Alessandro…mi interessa sapere la data perché vorrei non mancare…sarà Milano? Il sabato?…devo avere il tempo di prenotare l’aereo e chiedere le ferie…grazie

    • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2022 @ 09:08 Rispondi

      sarà fine maggio a Milano in un giorno lavorativo purtroppo perché i locali nel we sono già pieni

  • Azzurra, 14 Aprile 2022 @ 21:53 Rispondi

    Cara @Molly dipende da come ci resti a casa. La domanda @Ale l’ha fatta ad @Ads perché lui è l’unico qui che resta con la moglie ma senza fare passi avanti, l’unico ad essere tristemente insoddisfatto, l’unico che, mi dispiace per lui, è palesemente stanco anche solo della vista di sua moglie.

  • Lolly, 14 Aprile 2022 @ 17:15 Rispondi

    @leilei…bellissima l’idea delle terme, anche io con le mie amiche immaginiamo di invecchiare insieme e supportarci a vicenda…ed hai ragione quando parli della compagna del tuo amante che è complice tanto quanto lui…tutti sanno ma non vogliono cambiare lo status quo…cmq..dobbiamo incontrarci e dare un volto alle nostre testimonianze…@Alessandro hai già una data??

    • alessandro pellizzari, 15 Aprile 2022 @ 07:11 Rispondi

      Fine maggio

  • avvocatodistrada, 14 Aprile 2022 @ 15:59 Rispondi

    ciao scrivo qui in tema ” scema”..le persone che scrivono qui sono di un certo taglio..e non sono sceme,
    ci sono tanti uomini cosi..
    hara cosa vuoi che ti dica, in astratto è cosi, tuttavia se leggi i commenti di tante tue colleghe vedrai che non è inconsueto,
    io nella mia cerchia di conoscenza so di questo fatto, forse noi due siamo un estremo della non coppia,
    tuttavia basta che le osservi bene e capisci, diversamente leggi il commento di tante tue colleghe che poi si sono trovate l’amante,..pertanto non devi credere per forza a me..poi non ne farei una questione di genere, ci sono persone cosi,
    e dire che siete tante qui, mia moglie è una donna come tante di voi, ..anche tu ariel dacci un taglio,
    …non capisco perche’ se per dire rinascita dice ho messo un perimetro con mio marito, questo perimetro non ci possa stare nel mio matrimonio..cossy cara è chiaro che tu non se lei..è chiaro non è il tipo di persona che verrebbe a scrivere qui,
    questa cosa con lei ci poteva stare sempre in forma attenuata 5, 6 anni fa..ma ora no.
    gli svantaggi della non coppia sotto punti di vista è la solitudine nella coppia,..sono fatto male, puo essere.
    a volte pensate che essere uomo mi dia una sorta di armatura,o mi preservi da tante cose,
    putroppo essendo la prevalenza di donne che scrive è evidente che quando vi scrivo per dirla alla alla ariel sembrano moine.
    .@alessandro sono lontano dall’invecchiamento, si che ci penso ,lo vedo gia adesso con i bambini che sono piccoli ma non piccolissimi, certo che ci penso,gestiremo nella peggiore delle ipotesi.
    non andro’ mai da mia moglie come scialuppa di salvataggio, ste cose non fanno pe me.
    l’umore altalenanane non ce l’avete solo voi,idem i momenti di buoi nell’arco della giornata senza motivo.
    io potrei avere una relazione x dire con una tipo leilei..e continuare avere un rapporto con mia moglie, potremmo essere anche felici, invece sono incappato in un altra persona sbagliata che purtroppo rispetto a mia moglie mi sta facendo penare e non poco,ovvio che in questi momenti invidio un po le persone come mia moglie ” sceme”
    vi saluto

  • cossora, 14 Aprile 2022 @ 15:05 Rispondi

    Sull’isoletta vengo anche io ma .. tuo marito @leilei ce lo dobbiamo portare per forza? 🙂

  • cossora, 14 Aprile 2022 @ 15:04 Rispondi

    @hara la moglie del mio ex non fa sesso con lui.
    Io ho sempre ripetuto ‘con te’.
    Ma lui non ci ha mai sentito e onestamente a me cosa interessa?
    Mica ci vivo io.

  • leilei, 14 Aprile 2022 @ 14:42 Rispondi

    Hara, se Alessandro continuerà a fare un pò di reunion, pianificheremo il progetto per la vecchiaia….tanto di uomini si fa anche senza. @sunflower io penso che la tua sia la normale evoluzione di un rapporto di amore che vuole progettualità ma che, per forza di cose, non può averne. Io mi immagino ad uscire presto al mattino col mio cane e fare una lunga passeggiata sulla battigia, salutare i bagnini che iniziano ad aprire gli ombrelloni e poi farmi una bella colazione al bar…Stare in infradito e copricostume tutto il giorno e imparare un pò di tedesco dai turisti. Rigorosamente col cappello di paglia in testa, per non rovinare l’incarnato…

  • Hara, 14 Aprile 2022 @ 13:07 Rispondi

    @leilei per cortesia non ci perdiamo di vista 😉 il mio progetto vecchiaia è andare a vivere con le amiche: monolocali separati ma stesso palazzo e badante in condivisione, questa idea delle terme non mi disturba affatto!!!

  • cossora, 14 Aprile 2022 @ 12:26 Rispondi

    @lolly .. @ale.. il vero problema non esiste. perchè nessuno sceglie di invecchiare con chi non vuole invecchiare.
    Io non voglio invecchiare con nessuno e per questo sono sola. Non è uno sbaglio.
    Non è una malattia, ne una condanna imposta da fuori. E’ una scelta.

  • leilei, 14 Aprile 2022 @ 11:27 Rispondi

    Molly io credo che una moglie che vede il distacco del marito e non lo affronta per capire cosa sta succedendo, ma si volta dall’altra parte e si tiene le comodità, è colpevole tanto quanto lui. Io credo che la moglie di ADS stia facendo così.
    Mi viene in mente la compagna del mio amante, che gli lancia le frecciatine davanti alle figlie, in modo che lui non possa affrontare l’argomento. E in separata sede entrambi si guardano bene dal farlo. Perchè mai cambiare l’equilibrio apparente? Per il sesso? Lui lo fa altrove, lei non si sa. Per rinsaldare la coppia? La coppia esiste solo in funzione della genitorialità.
    Per avere un quadro chiaro della situazione? E per quale motivo farlo, se nessuno dei due vuole cambiare lo status quo?

  • leilei, 14 Aprile 2022 @ 11:16 Rispondi

    Lolly io ho già detto a mio marito che dopo la pensione, se la salute mi assiste, da marzo ad ottobre me ne andrò in un’isoletta dove si fanno le terme tutto l’anno e dove la gente è cordiale e estroversa. Affitto un grazioso monolocale con terrazza e mi vivo la vecchiaia. Se lui vuole venire, bene. Diversamente ci vedremo per l’inverno.

  • Hara, 14 Aprile 2022 @ 11:06 Rispondi

    @cossora non solo le coppie si toccano, si cercano, si baciano, scopano, ridono, si prendono in giro, ma non ti chiedi come fa a stare fisicamente senza sesso l’altro\a? faccio moltissima fatica a credere a quello che scrive @ads, cioè che sua moglie nn sia interessata all’argomento ma ne prendo atto perchè sembra che sia sempre stata così, ( o forse è sempre stata così nei suoi confronti) ma lei e in generale chi ha un compagno|a che era interessato all’argomento come fa a non chiedersi il perchè del disinteresse? boh …

  • Lolly, 14 Aprile 2022 @ 09:54 Rispondi

    Ma…@ Alessandro…il problema non è invecchiare con una persona che non ami più…più che altro che non stima ed apprezza più…si può restare senza amore, ma, con affetto, complicità, progettualità in comune e stima reciproca, si..certo che si può…a me pare manchi tutto questo…chi si vuole veramente resta..non contano le cose in comune, le affinità e tutto il resto…ma solo il volere….è la forza di volontà che determina l’azione…e quando due persone vogliono la stessa cosa…non si perdono…

  • cossora, 14 Aprile 2022 @ 09:06 Rispondi

    @molly perchè se tuo marito non ti caga di pezza una domanda, se non sei scema, in tot anni te la fai.
    A meno che tu immagini e te ne freghi.
    Piantala di fare l’ipocrita, Le coppie si toccano, si cercano, si baciano, scopano, ridono, si prendono in giro.
    Poi c’è una piccola percentuale che fa le stesse cose sia con te che con un’altra.
    Ed è la razza peggiore.

  • cossora, 14 Aprile 2022 @ 09:02 Rispondi

    @lolly hai ragione va vissuto un solo momneto: adesso. Guardando avanti, non le proprie punte dei piedi.
    A me dispiace per le talebane.
    E pure per le manipolate.
    E pure per le depresse.
    Gioisco per le soddisfatte, lontane dalla rabbia, capaci di commuoversi o di sorridere a un ricordo.

  • leilei, 14 Aprile 2022 @ 08:23 Rispondi

    ADS hai usato le parole giuste “male assortiti”, anche io penso che mio marito con un’altra donna sarebbe stato meglio.
    Quello che sicuramente devo riconoscergli è aver lasciato spazio alla mia indipendenza, alla mia necessità di essere autonoma nelle scelte e nelle decisioni. Mai avrei potuto sopportare un uomo al quale avrei dovuto rendere conto di ogni mia scelta, di ogni mio passo.

  • Molly, 14 Aprile 2022 @ 06:28 Rispondi

    Ma tu non hai paura di invecchiare e rimanere solo con una donna che non ami più?

    @Alessandro questa domanda la dovresti fare a tutte le persone che sono qui sul blog e non si separano nonostante l’amore finito. Non vale solo per @Ads!

    Perché dovrebbe essere un problema? Ci sono sempre le storie extra, no? Poi resta la casa, la famiglia finta… e vissero tutti cornuti e finti felici…

  • Ariel, 13 Aprile 2022 @ 22:37 Rispondi

    Ma ads non ha certo paura di GNIENTE mi pare evidentissimo
    Maddai come fate ancora a bervi tutti i suoi raccontìni?
    Per me resta un vero mistero nel significato di stupore per quanta immatura Ita legga qui ma non da sempre solo da un poco di tempo in cui ci sta forse come una ribellione tra chi giustamente lo capisco umanamente è solo che incazzatura che viene fuori quando si inizia a rendersi conto che il vero problema non sono gli altri ma sta nella propria incapacità di relazionare nella vita in modo sano e cioè se non funziona mi cxxxzo separo e guarda un poco che pure divorzio e guarda anche che se sto innamorata e veramente sta reciproco si corre insieme a costruirsi nuova vita

    Chi non lo dovete accettare prima o poi siete adulti che hanno solo un unico bisogno di

    Curarsi seriamente proprio perché adulti incapaci di a,re e di farsi amare in modo equilibrato

  • Lolly, 13 Aprile 2022 @ 22:35 Rispondi

    @Molly…volevo dire quello che hai detto tu…non mi riferivo al fatto che lei sappia del tradimento…non lo sapevo neanche io…ma semplicemente che lei si è accorta che le cose tra loro sono cambiate, e le va bene così, concentrandosi sul suo ruolo di madre ecc….poi volevo dire ad @ads che ad una donna il sesso non interessa di sicuro quando non è attratta o innamorata del suo uomo e vede il partner come un parente o un amico…sicuramente non sarà una donna che senza sesso non può vivere, ma di certo, se è innamorata non le dispiace…contaci…

  • Molly, 13 Aprile 2022 @ 22:04 Rispondi

    la moglie di @ads è scema o non ha capito…no no…ha capito benissimo e gli sta bene così, perché come dice lui lei si gode altro…

    Anche tu @Lolly cosa ti dà questa certezza che lei sappia e le vada bene così? Potrebbe essere che si sia rassegnata ad un marito distante e abbia imparato a godersi altre cose perché sa che da lui non può ricevere molto. Questo non significa che sappia di essere cornuta!! Sa che lui ha rinunciato al ruolo di marito innamorato e lei si prende le sue soddisfazioni da altri ruoli, per esempio da quello di mamma.

    A voi conviene pensare con un po’ di cinismo che una persona tradita sappia ma ti assicuro che non è sempre cosí, specie se si crede di potersi fidare dell’altro, ingrediente che è la base di ogni relazione.

  • avvocatodistrada, 13 Aprile 2022 @ 21:07 Rispondi

    non è scema,non è quello,ma sicuramente è molto lontana dai discorsi che girano qui sopra , come immagino molti dei vostri partner,.
    ..il sesso non le interessa, lo vive come qualcosa che si deve fare..ora non mi sembra il caso di circostanziare ma avete capito bene
    ..ad ogni modo è passato troppo tempo,parlo di anni, ora la cosa non è piu reversbibile, io non scredito nessuno, tuttavia ho visto nei mie confronti cose abbastanze scoccianti,è una brava persona ma è fredda,molto, per nulla affettuosa, io non sono cosi seppur ho tante carenze,
    alla fine credetemi lei hai un suo equilibrio.
    niente vi saluto che stasera sono in fase umore tendente al basso

    • alessandro pellizzari, 13 Aprile 2022 @ 22:11 Rispondi

      Ma tu non hai paura di invecchiare e rimanere solo con una donna che non ami più?

  • Lolly, 13 Aprile 2022 @ 20:20 Rispondi

    @ Cossora…certamente non è che la moglie di @ads è scema o non ha capito…no no…ha capito benissimo e gli sta bene così, perché come dice lui lei si gode altro…ma le mie annotazioni nei confronti di lui si riferiscono al tipo di linguaggio e il continuo screditare lei come donna…avanti…avanti bisogna guardare..è inutile rimuginare su quello che già si sa..

  • Molly, 13 Aprile 2022 @ 20:07 Rispondi

    “Ma mica sono scema.
    @ads, tua moglie è per caso scema?”

    Scusa @Cossora ma perché deve essere scema? Il fatto che lui non la cerchi, significa necessariamente che la tradisce?

    No! Significa che non la cerca! Non è una esperienza che fanno tutti tradire e non è una tappa obbligatoria nella vita. Perché deve per forza pensare che lui la tradisca?

    Ovvio che anche lei può aver smesso di stimarlo, si accorge che è freddo. Magari proprio per questa freddezza non vede l’ora di andare alla casa al mare e non dover vedere lui così spento perché sono pronta a scommetterci che entrambi non si rendono gradevoli.

    Ma questo non significa che entrambi tradiscano.

    Specialmente se una persona non ha mai tradito, non è che è la prima cosa che viene in mente. Non è che ogni volta che una coppia ha delle difficoltà di qualunque tipo significa che si sta consumando un tradimento.

    Anzi, pensando di aver sposato una persona adulta non è facile realizzare e ammettere di aver sposato una persona che fa le cose di nascosto come un bambino e che ti sta ingannando. Ma come cavolo impostate le vostre relazioni??

    Tradire non è un piú alto gradino di maturità, piuttosto il contrario!

    • alessandro pellizzari, 13 Aprile 2022 @ 20:40 Rispondi

      Il 70% della popolazione adulta ha tradito almeno una volta

  • cossora, 13 Aprile 2022 @ 16:17 Rispondi

    Ma poi @ads, @lolly.. la moglie di @ads dove vive? In un eremo in montagna?
    Ha il suo trantran ma avrà visto un film, parlato con un’amica, ascoltato involontariamente una lamentela di coppia dal parrucchiere.. dai.
    Basta io con ‘sti discorsi, non ci sto.
    Offendono la mia intelligenza.
    Lui la riempie di silenzi, non la guarda, non le fa un complimento e non la cerca.
    Lei continui a lavorare da settembre a giugno, poi se ne vai al mare coi figli.
    E va tutto bene?
    Piantiamola per piacere.
    Quando mio marito non mi cercava, non mi sorrideva, non mi faceva più una battutina o un complimento carino.. io me ne accorgevo.
    Che poi siccome non me ne fregava più di tanto perchè ero via con la testa è un altro discorso.
    Ma mica sono scema.
    @ads, tua moglie è per caso scema?

  • Vicy, 13 Aprile 2022 @ 15:37 Rispondi

    Tutto vero. Lo condivido in tutto. Purtroppo è quello che faccio io. Cerco sempre uomini più grandi per sanare il vuoto da mancanza di padre. So che è sbagliato, sto cercando di migliorare. Ma è difficile perché questo un tipo di uomini mi attrae molto pur facendomi a volte soffrire. Non riesco facilmente a vedermi con un coetaneo.

  • Lolly, 13 Aprile 2022 @ 15:32 Rispondi

    Mie cari…che bello leggervi…è un momento
    di confronto non più rinunciabile per me…siete una buona compagnia. Mi sono piaciuti tutti i vostri commenti da @ads, @maribel, @leilei e la mia @Cossy…prendo spunto dalle vostre riflessioni e poi sapete che faccio?…scrivo le cose che più mi colpiscono su un quaderno cartonato, dove riporto frasi, aforismi, concetti di autori noti ed inserisco anche i vostri pensieri firmandoli con il vostro nome d’arte…vi abbraccio…

  • Ariel, 13 Aprile 2022 @ 14:06 Rispondi

    Il coraggio della pubblicazione di chi ti scrive rispondendoti al tuo commento critico
    Dove essere la tua equidistanza e la tua concezione di libertà di espressione?
    Insomma non venire a dire che il commento mio era lungo perché allora devi spiegare anche perché altri commenti lunghi li pubblichi lo stesso e mai però a altri utenti scrivi era lungo

    E quindi cosa non ti va bene adesso???
    Non sai cosa rispondere e quindi resta molto facile fare lo gnorri oppure senza pubblicare per intero ciò che legittimamente ho qui risposto a te e a chi mi critica ecco ovviamente se non pubblichi non puoi pretendere di mostrare come tua abitudine abusiva che sarei sempre a scrivere commenti che non risponderebbero a tue regole?
    Oppure non corrispondono a ciò che pensi tu e quindi fai solo che censura e censura e ancora censura.

    CHAPEAU per la tua concezione di libertà di espressione edi stampa !,,,
    Queste cose CaroAlessandro pesano come macigni e sei tu che non ci fai affatto una bella figura
    Spiace molto scriverti questo ma è la conseguenza del tuo ostinato modo di fare lo gnorri!
    Oppure come tuo solito scaricare su di me pubblicamente solo che teorie tue senza nessun poter leggere esattamente ciò che scrivo per intero!!!

    • alessandro pellizzari, 13 Aprile 2022 @ 14:14 Rispondi

      Ariel sei irrecuperabile ma anche io che ti riesumo sempre. Dovrei fare terapia stecca perché ti perdono sempre. Sempre accuse professionali che sono offese addio rivolgiti ad altri giornalisti

  • avvocatodistrada, 13 Aprile 2022 @ 11:46 Rispondi

    @lolly, ti rispondo sperando che non la prendi come una critica verso la mia coniuge..
    la mia coniuge è una persona affidabile nel senso classico, io sapevo che non mi avrebbe fatto mai soffrire,
    è venuta dopo una delusione,le cose sono gradualmente sfumate, ad un tratto ho smesso di portare avanti il rapporto ed è tutto naufragato,poi con la maternità è diventato irreversibile..lei ti direbbe che sono cambiato e che lei è sempre la stessa,
    non usero’ aggettivi perche’ se no mi massacrate, è una brava persona si,
    ma con la testa di oggi mai la risceglierei, e forse lei non mi sceglierebbe,non sono cattivo io , nè lei, siamo mal assortiti..capita, non deve funzionare per forza, poi lei riversa questa mancanza con i figli ..buon per lei che le basta.
    voi dite che se fosse sola si ritroverebbe un altra persona..non credo, vive nel suo mondo scuola figli,estate,
    potrei dirti cosa fa da qui ai prossimi 5 anni,
    voi direte io a cosa servo..io servo perche’ è una persona insicura, tendente alla poca socialità con tante paranoie ereditate,che non sa stare sola e sopratutto non autonoma mentalmente..ovviamente se fosse qui lo negherebbe, ma un altra donna mi avrebbe dato il benservito da un po..

  • cossora, 13 Aprile 2022 @ 11:30 Rispondi

    @lolly e @leilei anche secondo me ognuno di noi in diversi momenti della vita incarna uno o l’altro bisogno e compie scelte di conseguenza.
    Non è assolutamente anti-romantico il mio discorso. Io amavo il mio giovane ex-marito, allora universitario capellone e musicista, poetico dolce e affidabile. Mi sono innamorata giovane e la nostra storia è stata un romanzo cresciuto per anni.
    Ma oggi sono diversa dall 17enne che ero. Non devo fare figli, investire in case, fare esperienze professionali.
    Non devo cercare sostegno economico, non mi devo far accompagnare da nessuna parte, non sento nessun bisogno di ‘affidarmi’ a qualcuno.
    Ho voglia di vivere leggera, ché i miei doveri me li gestisco da sola, le mie priorità sono al sicuro tra me e il mio ex marito.
    Ho il cuore soddisfatto di ciò che ho costruito quando era ilmio tempo di costruire. Ed è soddisfatto di come nonostante la separazione esista ancora tutta la famiglia.
    Adesso il mio amore vuole vivere, non costruire.
    Vivere, non pianificare.
    Vivere, non verificare.
    Vivere, non proiettare.
    Bisogna chiedersi cosa si vuole e rispondersi con onestà, affibiare a un partner ruoli che non gli competono è normale quando ancora c’è da scrivere il capito più lungo e importante della vita: il mio è stato quello in cui ho pensato di costruire la famiglia. L’ho iniziato inconsciamente a 17 anni.
    Ognuno ha il suo capitolo importante.
    Per alcune può anche iniziare dopo la separazione, dopo i 40 anni.

  • maribel, 13 Aprile 2022 @ 09:58 Rispondi

    @lolly

    secondo me tutti o quasi tutti abbiamo dentro entrambe le cose, cioè il desiderio dell’amore romantico e a un certo punto anche quello del formare una famiglia. non tutti, certo, ma visti i numeri di matrimoni/unioni/divorzi, direi tanti, almeno per un certo tempo della loro vita.

    poi il tempo passa e le persone cambiano. se la coppia era ben formata e strutturata e le due persone ben assortite, si possono modificare insieme le esigenze che via via la vita e i fatti della vita portano, figli, lavoro, ecc.
    se uno dei due resta fermo all’idea e al modo di pensare di 20 anni fa, o i suoi desideri all’interno della coppia diventano sacrifici, oppure non ci adatta a cambiamenti dell’altra parte, o ci si rende conto che uno ha fatto tanto e l’altro ha fatto meno…. insomma dove si creano squilibri, dove secondo me si comincia a MISURARE COSA SI FA E COSA E’ STATo FATTO PER LA COPPIA, il tutto crolla. Quando si comincia a dover chiedere, a dover soppesare e misurare….

    ma non è vero che in tutte le coppie è così, ci sono quelle che resistono al tempo, perchè dentro di loro la scelta non viene mai messa in discussione, cioè quella persona non viene messa in discussione. le fatiche ci sono ma non vengono sbattute in faccia all’altro.
    in altri casi invece sì, magari dopo anni di impegno nella famiglia, anni di grande sbattimento e di rinunce fatte con amore e per amore, arrivi a un momento che davvero ti fai delle domande che hanno risposte che portano da un’altra parte.

  • leilei, 13 Aprile 2022 @ 09:49 Rispondi

    Lolly non sempre è così. Io ho scelto un partner divertente e che mi coinvolgesse fisicamente. Per nulla accudente, nè tantomeno rassicurante. E l’ho pagata quando ho avuto bisogno di queste due caratteristiche.

  • Molly, 13 Aprile 2022 @ 09:48 Rispondi

    Ariel il conflitto originario esiste per tutti, altrimenti non esisterebbero il complesso di Edipo, di Elettra e l’invidia del pene. Quindi secondo te tutto il genere umano dovrebbe andare in terapia,?

    E perché no? Cosa ci sarebbe di male? Tutti abbiamo vissuti dolorosi che fatichiamo a processare e a gestire. Per fortuna per esempio nelle scuole sta diventando la norma avere nello staff una persona per le emozioni.

    Non andiamo tutti dal dentista o dal ginecologo? Ci andiamo solo se abbiamo malattie gravi? Non mi pare!

  • Lolly, 13 Aprile 2022 @ 08:46 Rispondi

    @ Ale…secondo me, seppur inconsciamente quando scegli il partner con il quale fare famiglia, scegli una persona affidabile, rassicurante, accudente…e vale per entrambi i generi. Si capisce bene che se scegli la sicurezza, non può esserci amore passionale perché le due cose sono inversamente proporzionali. Sono due binari diversi e le nostre testimonianze lo evidenziano…la famiglia da una parte, l’amore dall’altro. Resto convinta del fatto che l’amore non è una relazione, nel senso che, può darsi che capiti che evolve in un progetto, ma non è la regola..bisogna distinguere l’amore romantico da quello passionale. Il primo capita di frequente prima dei 30/35 anni…il secondo capita dopo i 35 anni perché c’è una maturità ed una consapevolezza maggiore , il modo di relazionarsi con l’altro è diverso, le prospettive non sono quelle fiabesche dei vent’anni, e con l’avanzare degli anni anche il tuo corpo necessita di stimoli nuovi, ecco perché spesso si tradisce, perché quel modello di persona che prima ti rappresentava, ora non ti rappresenta più…

  • leilei, 13 Aprile 2022 @ 08:30 Rispondi

    Ariel il conflitto originario esiste per tutti, altrimenti non esisterebbero il complesso di Edipo, di Elettra e l’invidia del pene. Quindi secondo te tutto il genere umano dovrebbe andare in terapia, dovrebbe studiarsi Winnicott e Piaget, e pure Freud e Jung
    Io credo invece che sia normale conviverci, l’importante è riconoscere questa parte di noi e tenerla a bada, affinchè non faccia troppi danni. Io ho avuto un rapporto tumultuoso con mia madre, eppure non ho problemi di autostima e nessuna difficoltà a rapportarmi col genere femminile.

    • alessandro pellizzari, 13 Aprile 2022 @ 08:40 Rispondi

      sì e poi questa non è una pagina dedicata alla psicoterapia e analisi

  • Ariel, 13 Aprile 2022 @ 00:20 Rispondi

    Questo tema CaroAlessandro è un Temone ,e cioè un argomento pieno di verità realtà che andrebbe analizzato è discusso in modo molto ampio e ancora più esteso rispetto a ciò che qui scrivi e dici nel video
    Ben inteso concordo in Totò su ciò che hai scritto e cioè che verissimo che spesso possa accadere che una lei resti attratta da un lui in due modi diversi
    E cioè a seconda di come è stato vissuto il rapporto di relazione col padre se si è donne e con la madre se si è maschi

    In genere gli esperti e la esperienza casistica ci parlano di presenza come una costante di relazione conflittuale in generale in maggioranza si può avere coppia prevalente con uno dei due genitori

    Ecco che si se si ha avuto un buon rapporto col padre per una donna resta più diffuso riuscire ad avere relazioni affettive decisamente funzionanti e spesso per anche tutta la vita insieme

    Al contrario spesso si resta in verso conflitto e confusione dei ruoli se la relazione col Padre ha presentato delle difficoltà potrebbero pure essere non percepite ma mese in un acanto nascosto profondo

    Idem verso la madre che per una donna essere stata in conflitto con la madre porta in genere ad avere difficoltà ad amare se stesse in quanto femmine e difficoltà di relazione col sesso femminile in genere

    Ecco che di nuovo meno male esiste la possibilità di farci qualcosa e come?
    Facendo la famosa terapia a stecca che occorre farla perché NESSUN INDIVIDUO RIESCE DA SOLO A SUPERARE IL CONFLITTO COL GENITORE

    Occorre il percorso con terapeuta
    Infatti le relazioni che continuano a ripetizione a finire male e cioè finire dimostrano a se stessi che ancora esiste il conflitto originario e che per sperare di superarlo occorre farsi il percorso terapeutico

    Ecco anche perché esistano le relazioni tossiche dov’è la dipendenza affettiva tende a essere attratti proprie da figure persone che richiamano il genitore in cui si stava in conflitto come a voler istintivamente cercare di convincerlo che sia possibile in ogni modo ottenere di essere amate di essere messe sul piedistallo della primaria importanza che ha il ruolo di vera Amore e accoglienza di un figlio o figlia

    I famosi NODI ANTICHI che solo la terapia può davvero aiutare a scioglierli tutti e viversi finalmente delle vere relazioni partitarie nei ruoli e reciproco vero amore.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.