Home » Amanti » Cena aziendale e tradimento

Cena aziendale e tradimento

Foto Anpellizzari
Foto Anpellizzari

 

La cena aziendale di Natale sembra il luogo preferito dai potenziali traditori per mettere in atto, concretizzare il proprio proposito con una collega.

Lo dice un sondaggio su mille uomini e mille donne fra i 24 e i 65 anni di Incontri extraconiugali, un sito nato e cresciuto sull’argomento.

Secondo il sondaggio 7 potenziali traditori su dieci aspettano proprio quest’occasione per farsi avanti, il 65% ha ammesso di aver fatto già qualche approccio al collega in questione ma solo 3 su dieci poi traducono il desiderio in fatti, e il tradimento si consuma.

E quelli che hanno già l’amante? Il sondaggio dice che il 70% degli intervistati organizzerà o ha già organizzato un incontro di Natale con lei o lui.

Questo non lo dice il sondaggio ma lo dico io, con cognizione di epidemiologia di coppia: i seriali non solo organizzeranno una sessione natalizia in motel con lei ma, alla cena aziendale alla quale “devono” gioco forza partecipare, ci proveranno pure con quella collega carina alla quale hanno già offerto qualche caffè alla macchinetta.

È Natale ragazzi, tutti siamo un po’ più… buoni traditori.

Farsi l’amante sul lavoro, all’inizio, sembra a tutti una buona idea: logistica migliore, bugie più attendibili, più occasione di fare sesso.

Peccato che a storia finita, e 8 storie fra amanti su 10 finiscono nel giro medio di un anno e mezzo, soprattutto se finita male (lui lascia lei o si fa lasciare per sfinimento: 8 casi su 10 delle storie finite), il fatto di lavorare nella stessa azienda, a volte nello stesso ufficio, a volte con addirittura il coniuge tradito fra gli impiegati in sede, dicevo, la buona idea iniziale diventi un incubo.

Ne ho già scritto qui, nel post Amore sul posto di lavoro: ripassate.

Care amiche in crisi coniugale, tenetelo presente se potete ed evitate come la peste i colleghi sposati o no che ci provano. Oggi vi sembra una cosa lusinghiera e “comoda”, domani mi ringrazierete.

Lo so, così fanno quasi tutte (il lavoro è il posto dove passiamo più tempo e dove è più facile “fare amicizia”) ma leggete i commenti sul blog: c’è gente che ha dovuto cambiare addirittura posto per non vedere più certi cialtroni (quelli che ci provano con l’altra collega davanti a voi Dopo che avete scopato per mesi, a volte anni) o, semplicemente, uomini dolorosamente ex.

Sincerely yours

 

 


26 commenti

  1. Devo ammettere che è vero!!
    Cena di lavoro…. E mi sono trovata due colleghi a provarci…. Uno separato e uno sposato….
    E lui distante che controllava….
    Non so se per gelosia (o senso del possesso) o per fare il belloccio con altre….
    Cmq mai più…. In particolare sul posto di lavoro!!!!
    All’inizio la vedevo una fortuna…. Poterlo vedere tutti i gg…. Ora…. Un disastro…. Vedo colleghe che ci provano ovunque…. Quelle che quando parla fanno le gatte morte….
    Tutto uno schifo!!
    Siamo passati dal ho occhi solo per te ai ‘quasi’ dispetti…. Nulla è più bello.

  2. Caspita Alessandro, colpita ed affondata!
    Il suo primo primo approccio è stato proprio ad una bicchierata aziendale di Natale.
    Mi chiede se il brindisi possiamo farlo in separata sede io e lui. Io dico no, lui insiste e dice ti aspetto. Mi ha aspettata a lungo perché non sono andata.
    Avrei dovuto tenere la linea dura ma lui è tornato alla carica con un aperitivo un pò di tempo dopo ed è stato l’inizio della fine.

    • Paradossale @Rosa
      Un’amica comune gli aveva proposto una birra tutti insieme, lui riferendomelo, ha chiesto a me di prenderne prima una noi due da soli.
      Stesse dinamiche, situazioni diverse.
      Ti fanno sentire che in quel momento sei sotto il loro riflettore, una star.
      E noi in brodo di giuggiole.

  3. il nostro avvicinamento è iniziato alla festa estiva di due anni fa. Alla festa di Natale stavamo insieme ed è stato da me, dopo. La festa estiva successiva ha dormito da me.
    A questa gli piacerebbe ma mi spiace, te ne vai a casa,

  4. Aiutatemi. Vi scrivo questo messaggio dopo mesi in cui pensavo di poterne uscire e invece… Si parla tanto di lui che sostiene di essere in crisi nera con la moglie, ma quando invece lui vive una situazione familiare palesemente felice?? Ha una moglie a cui non si può muovere una parola, due figli piccolissimi, sembrano la famiglia Mulino Bianco e non ha mai menzionato crisi coniugali… perché?! Perché è venuto da me?! Perché rischiare tutto?!
    E soprattutto, come ne esco? Lavoriamo insieme, a strettissimo contatto, non ho modo di cambiare lavoro, non ora. Tutte le volte che provo ad allontanarmi diventa pazzo, finché non torniamo d’amore e d’accordo.
    Aiutatemi a capire perché, e soprattutto come uscirne senza dover cambiare lavoro.

    • @MP sei in una situazione complicata. Può essere anche coinvolto, attratto da te, ma se la sua è la famiglia del mulino bianco difficilmente la lascerà.
      Ci vuole tanta forza di volontà. Se ce la fai, chiudi ora, prima che ti porti allo sfinimento.
      Non ti illudere di poterla prendere “così come viene”, dalle tue parole mi sembri molto coinvolta.
      E mettiti subito alla ricerca di un altro posto…
      Nel frattempo… esci con altri.
      Questi i miei pochi consigli. Ricordati
      1) se ti vuole ti verrà a prendere ovunque tu sarai.
      2) quando ti allontani, non mi pare diventi poi così pazzo da fare un passo nella “vostra” direzione, quindi fregatene. Lui forza la mano solo per continuare così come siete…

      • Infatti non ho capito, MP, con quali modalità lui diventa “pazzo”… Ha tutto da perdere, non credo si possa permettere comportamenti sopra le righe se tu decidi di cambiare atteggiamento e allontanarti… direi che te ne puoi allegramente fregare della sua pazzia, è un bluff per tenerti là

      • È stato un crescendo, non so se sia così per tutti, ma all’inizio ho cercato di ignorare tutto fin quando nessuno dei due ha voluto o potuto più.. e all’inizio, lo ammetto, non mi sono fatta alcuna domanda. Anche per questo io non mi sognerei mai di immaginare di stare con lui, è impensabile per me che cambi vita.

    • Abbi pazienza ma nessuno diventa pazzo, se diventasse pazzo veramente senza di te ti sceglierebbe e non ci sarebbero moglie e figli a fermarlo. Non diventano pazzi, ci fanno sentire in colpa e ci mettono mille dubbi sul “meglio così che niente” o “prima o poi si lasceranno e allora io sarò là accanto a lui”. Non ti piace questa situazione, interrompila. Non devi smettere di parlargli, devi solo limitarti a farlo sul posto di lavoro.

    • @Mp

      Hai scritto “diventa pazzo”
      Sei sicura che lo diventi soltanto?

      Rileggersi AIUTA MOLTISSIMO a RIUSCIRE a TROVARE LE BUONE RISPOSTE E SOLUZIONI PER

      SALVARSI IN TEMPOOOO!!!!!

      Cara @Mp
      Cercati un altro lavoro e sparisci da lui

      Altrimenti

      “Diventa pazzo”………….

      Ce ne sta la fila qui e fuori di qui di Seriali Cialtronzi che

      “ diventano pazzi ,,,seeee eccome no!!!

  5. Io non voglio che la lasci! 🙁 Ero consapevole di tutto questo, può sembrare assurdo, forse perché ancora non ho passato il giro di boa dell’anno, ma è una cosa che non mi sognerei mai.. Pensavo di essere in grado di viverla così, ma non lo sono… ho finito per innamorarmi con tutti i casini e malumori annessi e connessi… E so benissimo che invece a lui fa comodo stare così, ma razionalmente so che ho bisogno di crearmi una vita mia, e fin quando ci sarà lui, non mi sarà possibile! Ho bisogno di capire come lasciarlo in maniera “indolore” da entrambe le parti, senza struggimenti inutili… sono disperata.

    • @MP…nn potrà più essere indolore .e senza struggimenti inutili!
      Metti in conto il dolore…metti in conto lo struggimento…metti in conto che lui nn te lo lascerà fare facilmente…MA CHIUDI!
      Di li devi passare…ormai il danno e fatto!
      Ma sarà peggio se aspetti e porti avanti sognando (xchè anche se la tua razionalità ti dice che nn sarà così tu lo sogni lo stesso) un futuro diverso per voi!
      X qnt riguarda fare il pazzo…ma cosa vuoi che faccia il pazzoooo….? Lui deve stare mooooooolto più attento di te! Xchè ha più da perdere se qlcno si accorge di qlcsa…quindi…spalle dritte…sguardo fiero…e nn abbassare lo sguardo!
      CDS nel privato e al lavoro contatti impersonali…gentili ma nn confidenziali. Banditi i momenti di condivisione a 2…tipo caffè e tetatette alla macchinetta!
      TAGLIARE!
      FINE!
      Lui nn potrà fare nulla…bloccalo e nn rispondere a msg che nn siano di lavoro!
      In bocca al lupo…rimani qua…noi “vecchie” ti daremo una mano…se vorrai accettarla xchè a volte sm un po’ durette

      • Io ho bisogno di voi, altro che durette, mi fate solo bene. Sto cercando di iniziare una conoscenza con una nuova persona, inutile dirvi la sua reazione… mi sono imposta, gli ho detto che ho il diritto a vivere la mia vita. Che sia un chiodo o meno, ho già rinunciato troppe volte.
        Lui sa benissimo di non poter far altro che accettare, ma scatta in me quella paura di perderlo del tutto, e poi non ho idea di come si comporterà al lavoro, io non sono tanto sicura che riuscirà a contenere la rabbia. Vi aggiorno, grazie!

        • Lui non ha voce in capitolo se non quella che gli dai tu. Infatti non ha senso che tu lo aggiorni sulle tue scelte Di vita privata, forse lo fai perché tu vuoi che lui ti impedisca di andare con un altro. È questo il tuo errore nn sei sganciata veramente. Rabbia? Che cazxo vuole si arrabbi con la legittima consorte

          • Ha ragione @Ale Mp bella.. schiodiamoci dalle bale dai.
            Lasciamoli nell’anno vecchio. Io nel 2020 non ci porto manco un pelo suo.

          • Okok io sono disposta anche ad ammettere di non essere sganciata. Sì, è bella la gelosia… peccato che poi io mi ritrovo da sola e lui con la famiglia. Giuro, io davvero non mi illudo su un futuro con lui, quindi a costo di andare contro me stessa, devo allontanarmi.

        • @MP perdi del tutto qualcosa che hai, non qualcosa che non hai mai avuto.
          Però sai che non ho capito cosa vuoi tu?
          Ne sei innamorata ma non vuoi che lasci la moglie. Forse ti vuoi solo liberare di una situazione che avverti “sbagliata” per te, per lui, ma che per ragioni irrazionali ti tiene legata lì.
          Non scambiare la sua violenza e possessività per amore.
          E’ il suo modo per tenerti come amante.
          Concentrati su di te, sul tuo futuro e sulla tua vita che non può essere quella che vivi in ufficio. Siamo fluidi. Le situazioni, i luoghi cambiano se vuoi.
          Non sentirti in gabbia, devi essere tu a costruirti il tuo ambiante, i tuoi luoghi. Non ti piacciono? Cambiali, cambia focus, interessi, persone. Cerca fuori da lì qualcosa che ti entusiasmi di più.
          So che adesso pensi che non ci sia nulla che possa coinvolgerti più di lui, ma non è così. Mettiti in moto, smuovi le acque.
          Che sia anche un chiodo, qualcosa che ti faccia uscire dalla gabbia mentale in cui ti trovi.

        • Il potere glielo stai dando tu. Un misto di paura di oerderlo è paura che ti faccia del male. Non mi piace. E riguardo al lavoro: ma lo sai che teoricamente hai in mano qualcosa che può rovinare lui e il suo mulino fatato? Che ci provi a danneggiarti a lavoro… lo fai saltare per aria con tutto il presepe. A me però pare di sentirti succube. Rabbia, paura, tu che “quasi” devi avere la sua approvazione o almeno la sua benedizione per frequentare altri… ma… sicura che vada tutto bene? Mi sembra un sistema un po’ sbilanciato.

    • @MP cazzus che situazione di emme.
      Chiodo, ma subito. Ma senza sapere nemmeno come si chiama.
      Questo è un professionista. Ti fa del male fisico se rimani li.
      Mamma mia.
      Dell’ex adesso ricordo e collego certi particolari che mi fanno pensare al seriale e comunque c’era strategia.
      Altrochè.
      Via. Sparire, rauss!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ecco La matematica del cuore, il mio nuovo libro

Ci siamo finalmente! Ve lo avevo annunciato, molte lettrici lo aspettavano e ora posso dirvi, rivelarvi tutto: il mio nuovo libro si intitola La matematica del cuore e Dal 21 novembre 2019 potete acquistarlo direttamente su Amazon

@anpellizzari

Premax Shop